Sei sulla pagina 1di 16

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

Laura Piras III F


A.s 2014/2015
Liceo scientifico G.
Brotzu.

L' Europa e la
scoperta del Nuovo
Mondo.

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

Indice.

1.0 Il nuovo mondo: dalle Indie all'America

1.1 Progetto e viaggio di Colombo.


1.2 Le reazioni in Europa.
1.2.0 Le reazioni in Europa.
1.2.1 Il trattato di Tordesillas.
2.0 Una catastrofe demografica.
2.1 L'impatto con le malattie europee.
2.2 La conquista del Messico.
4.3 La conquista dell' impero degli inca e dello Yucatan.
2.4 Il dibattito in Spagna sul diritto di conquista.
2.5 La posizione di Bartolom de Las Casas.
2.6 Il tracollo demografico.
Schede personaggi importanti:
Cristoforo Colombo.
Amerigo Vespucci.
Hernn Corts.

Schede di approfondimento:

La morte di Moctezuma.

Glossario:
Encomienda.
Genocidio.

Caravella.
Conquistadores.
Requerimiento.

Bibliografia.
Storiografia.
2

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

1.0 Il nuovo mondo: dalle Indie


all'America.
1.1 Progetto e viaggio di Colombo.
Il 17 Aprile 1492 Isabella di Castiglia e Ferdinando
d'Aragona appoggiarono e finanziarono la spedizione
del genovese Cristoforo Colombo, il quale propose di
arrivare sino in Cina navigando verso Occidente, al
fine di poter procurare abbastanza oro per finanziare
la nuova crociata
per la conquista del Santo Sepolcro (continuare oltre
mare la guerra con l'islam). Le motivazioni di
Colombo riuscirono a far approvare la sua spedizione
dai sovrani spagnoli, in quanto i sovrani spagnoli,
erano particolarmente religiosi.
Anche i sovrani portoghesi si posero come obbiettivo
di arrivare in Oriente, ma il loro intento, fu quello di
portare in Europa le preziose spezie indiane, costoro
si rifiutarono di finanziare la spedizione di Colombo
nel 1484, incaricando il comitato di Lisbona di
decretare se il viaggio fosse possibile.
Gli esperti, fondandosi sugli argomenti del matematico e astronomo greco
Tolomeo, affermarono che le tesi del navigatore erano infondate, infatti i suoi
calcoli sulla distanza del Giappone dalle Canarie, si sbagliavano di circa quattro
volte. Dunque il progetto di Colombo fu bocciato dai portoghesi.
Due anni dopo essersi rivolto
ai sovrani portoghesi,
Colombo, si rivolse ai
Cristoforo
Colombo.
sovrani spagnoli (nel 1486),
3

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

dai quali infine, ottenne i finanziamenti.


Colombo part con tre caravelle, due di piccola stazza, la Nina e la Pinta (offerte
dalla comunit di Palos, i quali con atti di pirateria danneggiarono navi
spagnole, furono costretti a finanziare due imbarcazioni a Colombo),
comandate rispettivamente da Martin Alonso
Vincente Ynez Pinzn, ed una pi grande, la Santa Maria, finanziata e
comandata da Colombo stesso.
Furono reclutati 90 marinai, che partirono
sulle caravelle insieme ai comandanti il 3
Le tre
caravelle.
Agosto 1492 dal porto di Palos, giunsero alle isole Canarie in 12 giorni, e
stettero in mare aperto per 33 giorni, un lasso di tempo estremamente lungo, a
tal punto che l'equipaggio fu sul punto di ammutinarsi.
Il 12 Ottobre 1492, gli spagnoli guidati da Colombo giunsero all'isola di
Guanahani (ribattezzata da Colombo come San Salvador), dove furono accolti
da una trib chiamata taino, ai quali fu attribuito il nome di indios, poich
Colombo era convinto di esser giunto in India.
Giunto ad Hispaniola (Haiti), fu perduta la Santa Maria, dunque Colombo prima
di rientrare fu costretto a lasciare 39 uomini, i quali furono uccisi dai nativi del
luogo, poich cercarono di impadronirsi con la forza di alcune donne indigene.
La Nina e la Pinta fecero ritorno in Europa il 15 Febbraio 1493, e subito dopo il
loro ritorno, fu inviata una flotta composta da circa una ventina di navi a
compiere lo stesso viaggio percorso da Colombo.
Nonostante Colombo non torn con spezie e con pochissimo oro che bast solo
a pagare la spedizione, il genovese, rimase convinto di essere giunto nelle
Indie. Per molti iniziarono a dubitare dei luoghi visitati dal navigatore
Colombo.

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

1.2.0 Le
reazioni
in
Europa.
Il portoghese
Vasco da
Gama, scopr
la via per
arrivare
all'oriente
circa 5 anni
dopo il
viaggio
compiuto da
Colombo
(1497) , e
siccome ci
che fu
riportato da
Colombo,
non

promettevano nulla di interessante, i portoghesi capirono di essere i vincitori


della gara per arrivare in Oriente, ed inizialmente sottovalutarono l'importanza
del Nuovo Mondo.
Dopo la spedizione del 1492, furono inviati numerosi navigatori, i cui viaggi (tra
il 1503 ed il 1511) distrussero l'ipotesi che le terre raggiunte da

Mappa delle spedizioni


XV-XVI secolo.
Colombo fossero le Indie, si pu fare riferimento a Pedro Alvares Cabral
(portoghese) che arriv in brasile, o a Giovanni Caboto (italiano) che si spinse
sino a Terranova, ed il fiorentino Amerigo Vespucci.
Una testimonianza importante fu uno scritto indirizzato
all'ambasciatore fiorentino a Parigi composto da Amerigo
Vespucci, il quale fu pubblicato e tradotto in 11 edizioni tra il
1503 ed il 1506.
Molti personaggi rilevanti, attribuirono la 'scoperta' del nuovo
5

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

mondo a Vespucci, come gli intellettuali Thomas More e Niccol Copernico,


mentre il geografo Martin Waldeseemuller propose di identificare il nuovo
mondo con il nome di America.
Un'altra importante spedizione, fu quella di Ferdinando Magellano, il quale si
pose come obbiettivo di compiere il giro della terra. Magellano part il 10
Agosto 1519 da Siviglia con cinque navi, raggiunse l'estremit dell'America
meridionale nello stretto che tutt'ora porta il suo nome (Stretto di Magellano),
battezz il nuovo mare navigato Oceano Pacifico, ma mor nelle isole Filippine,
ucciso da alcuni indigeni.Il viaggio di Magellano, fu proseguito e concluso da
Antonio
Pigafetta con un ultima nave superstite, che l'8 Settembre 1522 torn a
Siviglia.
Amerigo
Vespucci.

1.2.1 Il trattato di Tordesillas.


La Spagna ed il Portogallo in seguito alla
scoperta dell'America, si contesero la
spartizione del mondo, essi si rivolsero al papa
Alessandro VI, che risolse il problema,
tracciando una linea chiamata raya, la
quale aveva due estremit, una ricadente sul
polo Nord, e l'altra sul polo Sud, e divideva in
due parti il globo, cos da poter attribuire le
terre ad est della raya al Portogallo, e le terre a
ovest della raya alla Spagna. Nel 1494, Spagna
e Portogallo, si misero d'accordo su come
spostare la raya nel trattato di Tordesillas.

Cartina
mostrante la
raya.

I viaggi di scoperta tra il


6

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

XV e il XVI secolo
Da Personaggio
ta

Luogo raggiunto

Per
conto
di

147 Portoghesi
1

Equatore

Portogallo

148 Diego Cam


2

Foce del fiume Congo

Portogallo

148 Bartolomeu Dias


7

Capo di Buona Speranza

Portogallo

149 Cristoforo Colombo


2

San Salvador, Haiti

Spagna

149 Vasco da Gama


7

Cailcut, India meridionale Portogallo

149 Giovanni Caboto


7

Terranova

Inghilterra

150 Pedro Alvares Cabral Brasile


0

Portogallo

151 Ferdinando
Stretto di Magellano,
9 - Magellano e Antonio circumnavigazione del
152 Pigafetta
globo
2

Spagna

2.0 Una catastrofe demografica.


2.1 L'impatto con le malattie europee.
Prima dell' arrivo degli europei, il continente americano, ospitava una
numerosissima popolazione.
Nonostante non possiamo affermare con precisione il numero degli indigeni, lo
storico statunitense William Denevan, stima che prima del XV secolo, ritiene
che la cifra degli abitanti, si aggir circa su 57 300 000.
7

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

I conquistatori, misero la popolazione fin da subito


al pesante lavoro della ricerca dell'oro,
interruppero gli scambi per l'essenziale compravendita degli indios, si appropriarono di terreni in
modo da porvi le proprie fattorie , costringendo
naturalmente le popolazioni indigene al lavoro.
Inizi il processo di decimazione della popolazione,
ad esempio si pensa che nel 1492 ad Hispaniolia ci
furono 4 milioni di abitanti, e che solo qualche
anno pi tardi, nel 1508, ne rimasero poco pi di
93 000.
I conquistatori, cercavano di legittimare le proprie
azioni con la cosidetta encomienda, ma la brutalit
del trattamento subito dagli indios fece nascere le prime proteste dei frati
domenicani.
Per, si deve anche considerare il fatto che l'intenso sfruttamento, non basta a
spiegare questo brutale spopolamento, poich un ruolo importante, lo
assunsero anche le malattie.
Infatti, gli indigeni, non essendo mai entrati a contatto con popolazioni esterne
al loro continente nativo, non hanno riscontrato tutte quelle numerose malattie
che in Europa erano magari gi estinte, dunque, entrando
a contatto con le popolazioni europee, e non avendo un adatto sistema
immunitario,
essi furono inermi ai bacilli trasportati dai conquistatori.
Fu questa dunque la causa principale da attribuire al tracollo demografico nel
nuovo mondo nei secoli XVI e XVII. Secondo alcuni studiosi, il morbo che
predomin durante questi secoli, fu il vaiolo, per da considerare anche il
fatto che per gli indios, malattie che per gli europei erano considerate infantili,
furono mortali.

2.2 La conquista del Messico.


Nel 1519, nelle coste del Messico, sbarc uno dei pi famosi conquistatori
spagnoli,
Hernn Corts, il quale con l'intento di sottomettere le nuove terre all'autorit
del re
di Spagna, port con se 600 uomini, 16 cavalli, 14
cannoni e 32 balestre.
Corts port con se un esercito molto ristretto
rispetto al gran numero di aztechi che a quel tempo
risiedevano in Messico, ma nel giro di due anni, esso
riusc comunque a raggiungere il suo obbiettivo.
Innanzi tutto dobbiamo considerare il fatto che il
sovrano azteco Moctezuma, non riuscendo a
collegare ci che vide (i conquistatori) con un
qualcosa di concreto, egli gli scambi per divinit,
8

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

dunque gli indios, anzi che sfruttare la loro superiorit numerica, rimasero del
tutto paralizzati.
Gli spagnoli riuscirono a subentrare nella capitale di Tenochtitln, nella quale
Corts riusc ad imprigionare e ad uccidere Moctezuma. Per dopo la morte del
re, gli abitanti del Messico, cominciarono a ribellarsi alle nuove presenze nel
loro continente, ma gli spagnoli riuscirono a sfruttare ben tre occasioni:
1) La citt fu investita da un' epidemia di vaiolo, che fece migliaia di vittime,
permettendo agli spagnoli di ritirarsi e riorganizzarsi;
2) Corts riusc a portare dalla sua parte i popoli che furono precedentemente
sottomessi dagli aztechi;
3) La capitale azteca era costruita sull' acqua, dunque blocc le vie di fuga con
una dozzina di brigantini.
Dunque a questo punto, gli europei furono in netto vantaggio, in quanto
riuscirono anche
loro a disporre di un numeroso esercito, e possedevano di certo tecniche di
combattimento superiori.
Hernn
Corts.

4.3 La conquista dell' impero degli inca e dello


Yucatan.
Dieci anni dopo la conquista dell' impero Azteco, gli
spagnoli, guidati da Francisco Pizzarro, riuscirono a
sottomettere un altro vasto stato, l' impero degli
inca, il quale nel XVI secolo, si estendeva dalla
Colombia meridionale, sino al Cile centrale, e come
capitale vi era Cuzco.
L' imperatore di questo popolo era detto inca,
considerato quasi come una persona divina, in
quanto era noto che egli fosse figlio del sole.
Si cre un' instabilit politica, in quanto a seguire di
una gravissima epidemia
di vaiolo, l'imperatore
Huayna Cpac mor, ed i
suoi figli Atahualpa e
Huscar si contesero il
titolo di inca.
Dunque gli europei
furono
avvantaggiati, poich al loro arrivo trovarono lo
stato oltre che in preda all' epidemia, in guerra civile.
Probabilmente Atahualpa come capit per
9

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

Moctezuma, credette che Pizzarro


ed il suo esercito fossero dei, ma sta di
fatto che fu catturato e fatto prigioniero dagli spagnoli.
Pizzarro dopo aver sottomesso l'impero inca, cerc di legittimare il suo gesto
per mezzo della lettura del Requerimiento.
Francisco
Pizzarro.

Nei medesimi anni, gli spagnoli, sottomisero anche


il territorio dell' attuale Guatemala e della penisola
dello Yucatn, il quale era popolato dai maya.
Per stavolta la conquista fu pi difficile, in quanto
il territorio fosse ricoperto da una fitta giungla, i
maya (il popolo che vi risiedeva), non erano uniti in
un unico stato come gli aztechi o gli inca, ma erano
divisi in numerose citt-stato indipendenti, dunque
non era possibile sconvolgere la vita cittadina
rapendo o uccidendo il sovrano.
Inoltre di questa popolazione, va ricordato che non
riscontr alcun tipo di malattia.
La resistenza maya dur pi di 14 anni, dal 1526 al 1540, ma infine anch' essi
vennero sottomessi.

Impero
maya.

2.4 Il dibattito in Spagna sul diritto di conquista.


Le conquiste ottenute dagli spagnoli, suscitarono un dibattito relativo alla
legittimit degli atteggiamenti assunti nei confronti dei popoli sottomessi.
I sovrani spagnoli, non facendo pi affidamento sul Requerimiento poich
faceva riferimento ad una concezione ierocratica medioevale, incaricarono i
docenti delle pi prestigiose universit di decretare se il comportamento
assunto dai conquistadores fosse giusto o meno.
Gli intellettuali spagnoli si basarono su alcune teorie del filosofo greco
Aristotele, secondo il cui si possono chiamare uomini coloro che possiedono
determinate capacit comunicative, di riunirsi in civilt e di dominare con la
ragione le proprie passioni. Coloro che non possedevano codeste qualit, erano
considerati dei barbari, e nonostante gli indios possedevano tutti gli aspetti
elencati per esser considerati uomini, gli intellettuali spagnoli identificarono gli
indios come schiavi per natura.
Allora i sovrani si rivolsero anche all'universit di Salamanca, nella quale il
domenicano Francisco de Vitoria nel 1539 si occup della questione, e a suo
10

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

giudizio, gli indios, non potevano essere considerati propriamente come


uomini, ma and comunque contro la cosiddetta legge di schiavi per natura.
Gli studi di de Vitoria, lo portarono ad affermare che gli indios fossero come dei
bambini, essi avevano bisogno di un educazione, ed essi avrebbero dovuto
cogliere l'arrivo degli spagnoli come una grossa opportunit, che li avrebbe
portati poi alla conversione cristiana.

2.5 La posizione di Bartolom de Las Casas.


Tra i difensori degli indios, emerse la figura del frate
domenicano Bartolom de Las Casas, il quale viene
considerato il pi coerente per le sue tesi,
Egli fu un encomendero sino al 1514, poich dopo aver
assistito agli innumerevoli ed ingiusti atti di violenza, egli
rinunci alla sua encomienda, per poi denunciare la
brutalit dei comportamenti assunti dai conquistatori.
Las Casas riconosceva la piena umanit alle trib
indigene, e ritenne che il sovrano spagnolo dovesse
intervenire obbligando gli spagnoli a trattarli con rispetto.
Las Casas afferm che qualunque giustificazione cercasse
di legittimare le violenze compiute, non era valida, e le
terribili azioni compiute dagli spagnoli furono solo atti di
pura e semplice rapina.
Inoltre Las Casas cerc di capire i valori alla base del
comportamento degli indios, secondo lui gli aztechi ad esempio, sacrificavano
le vite umane, in quanto esse fossero il bene pi prezioso che si potesse offrire
alla divinit, e riconobbe piena legittimit agli indiani spodestati dagli spagnoli.
La conclusione del ragionamento del domenicano, fu che il possesso delle
miniere d'oro de d'argento delle terre del nuovo mondo era un abusivo atto di
appropriazione priva di legittimit.
Bartolom de
Las Casas.

2.6 Il tracollo demografico.


Le tesi di Las Casas furono accolte dagli
encomenderos con rabbia, ad esempio possiamo
considerare il testo di Garcia di Toledo composto nel
1571, nel quale accusa Las Casas di essere uno
strumento del demonio, e che per suo volere egli
cerc di persuadere il re di Spagna al fine di farli
abbandonare il processo della diffusione della fede
cristiana.
Toledo descrisse come molti altri, gli indios come
11

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

bestie, affermando che se non fosse per le loro ricche terre, nessuno sarebbe
voluto entrare a contatto con loro. Inoltre ritiene che le loro miniere d'oro e
d'argento sfurono come un premio posto da Dio per chi sarebbe riuscito a
convertire alla fede gli esseri animaleschi.
Questa tesi ci permette di capire l'ipocrisia della maggior parte della
popolazione di quei tempi, la scoperta dell'America fu un evento drammatico,
poich nel corso del cinquecento sia in Messico che in Per la popolazione cal
a ritmo impressionante.
Comportamento tragico nei
confronti degli indios.
Anche se il primo posto in questi tragico processo, va attribuito alle malattie.
Il moderno concetto di genocidio non adeguato a descrivere la situazione
creatasi in America nel corso del XVI secolo, ci nonostante, l'arrivo dgli
europei nel nuovo mondo, fu una delle pi grandi e drammatiche catastrofi
mondiali.

Calo demografico delle


popolazioni del nuovo
mondo.
Hispaniola.

Cuba.

1492 4000000
1508 90000
1525 Indigeni
scomparsi.

Messico. 1519 25000000


1605 1075000
Per.

1530 8000000/10
1590 000000
1500000

Schede personaggi importanti:


Cristoforo Colombo.

12

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

Cristoforo Colombo, nacque a Genova tra il 26 Agosto ed


il 31 Ottobre 1451, figlio di Domenico e Susanna
Fontanarossa. E' stato un esploratore ed uno tra i pi
importanti navigatori italiani, che presero parte al
processo delle grandi esplorazioni geografiche del XVXVI secolo. Fu marinaio sin da giovane, dall'et di
quattordici anni, viaggi in Grecia, Portogallo, Bristol,
Inghilterra ed Irlanda.
Probabilmente matur l'idea di arrivare sino in India
passando da occidente, durante i suoi viaggi da mercante, pi precisamente quando da
Madera si trasfer a Lisbona, e sempre a questo periodo, risalirebbe un incontro tra
Colombo ed un naufrago, il quale, in punto di morte, tracci una mappa geografica che
per il navigatore genovese, fu di ispirazione.
Dunque basandosi sulle carte geografiche del suocero, sui racconti di marinai, sulla carta
tracciata dal naufrago, leggendo Il Milione di Marco Polo, Colombo elabor la sua tesi che
si potesse intraprendere un viaggio passando da Occidente per poter arrivare in Oriente.
Nel 1484, propose il suo progetto ai sovrani del Portogallo, i quali sottomisero la sua
proposta sotto una commissione di esperti, che bocciarono il suo progetto basandosi su
concezioni del matematico greco Tolomeo.
Colombo non si arrese, e nel 1486 si rec in Spagna, dove espose il suo progetto
motivandolo con fini religiosi.
Il progetto del navigatore genovese, fu accettato dai sovrani Ferdinando d'Aragona ed
Elisabetta di Castiglia, grazie ai quali Colombo salp il 3 Agosto 1492 dal porto di Palos
con tre caravelle, la Nina, la Pinta e la Santa Maria.
Il 12 Ottobre 1492 Colombo sbarc sull'isola di Ghuanahani, ribattezzata da Colombo San
Salvador, dove fu accolto dai taino. Poco prima di rientrare in Spagna, la Santa Maria
venne perduta ad Hispaniolia (Haiti), dove fu costretto ad abbandonare circa una
quarantina di uomini. Colombo torn in Spagna il 15 Febbraio 1493, e nonostante rientr
senza spezie e con pochissimo oro, rest convinto di aver visitato le Indie.
Verso la fine del 1504 Colombo decise di lasciare il regno di Castiglia, e mor il 20 Maggio
1506 a Valladoild a causa di un attacco di cuore dovuto alla sindrome di Reiter.

Amerigo Vespucci.

13

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

Amerigo Vespucci nacque a Firenze il 9 Marzo 1454, figlio di


Anastasio o Nastagio Vespucci (notaio fiorentino) e di Elisabetta
o Lisa Mini , stato un navigatore, esploratore e cartografo
italiano.
Fu tra i primi pi importanti esploratori del Nuovo Mondo, tanto
da lasciare il suo nome all'immenso continente, la sua scoperta
non fu quella di essere il primo a giungere in quelle terre, ma a
capire che non si trattasse dell'Asia.
Egli fu uno studioso dei mari, part per quattro volte nel nuovo
continente:
1) Nel 1497 probabilmente nella penisola della Guajira
(Colombia);
2) Nel 1499 dopo aver toccato terra in corrispondenza dell'odierna Guyana continu il suo
viaggio sino al Rio delle Amazzoni;
3) Nel 1501 viaggiando al servizio del Portogallo, si ferm prima nelle isole di Capo
Verde, dove incontr Pedro Alvares Cabral, un esploratore portoghese di ritorno dall'India,
e ne approfitt per confrontare ci che i due ebbero visto, Vespucci fu sempre pi
convinto che le terre da lui visitato non fossero l'Asia. In quei anni, Vespucci raggiunse la
Patagonia. Dopo il terzo viaggio, Vespucci scrisse una lettera all'ambasciatore fiorentino
di Parigi, dove descrisse i luighi da lui visitati, in seguito questo racconto fu pubblicato in
11 diverse lingue.
4) Nel 1503 sempre comandato dai portoghesi, Vespucci battezz Fernando de Noronha
un'isola nel bel mezzo dell'oceano, in seguito prosegu il viaggio sino in Brasile.
Nel 1508 Vespucci fu nominato Piloto Mayor de Castilla dal re Ferdinando d'Aragona,
cos da diventare responsabile di organizzare le spedizioni nelle nuove terre.
Amerigo Vespucci mor nel 1512 a Siviglia, non ebbe discendenza, ma lasci i suoi beni
alla moglie, l'andalusa Maria Cerezo.

Hernn Corts
Hernn Corts Monoroy Pizarro Altamirano nacque a Medeln nel
1485, stato un condottiero spagnolo,abbatt l'impero azteco e lo
sottomise al Regno di Spagna. Corts part il 18 Febbraio 1519 con
11 navi, 100 marinai e 508 soldati, riusc a conquistare il vasto
impero azteco grazie ad una serie di circostanze favorevoli, ovvero
che dopo aver rapito ed ucciso Moctezuma, riusc ad allearsi con le
popolazioni precedentemente sottomesse dagli aztechi,gli indios
erano entrati a contatto con le numerose malattie infettive
trasportate dai conquistatori, come vaiolo, tifo, scarlattina, inoltre
inizialmente Corts ed il suo equipaggio furono scambiati per divinit, cos da lasciar
talmente stupefatti gli indigeni, che non fecero niente per fermarli.
Radun i suoi alleati il 13 Agosto 1521, riuscendo ad espugnare Tenochtitlan, e nel giro di
un anno, gli spagnoli presero il controllo dell'intero paese.
Il Messico divenne una colonia spagnola, con il nome di Nuova Spagna, e l'imperatore
Carlo V, nomin Corts suo governatore.
Corts inoltre, nell'Ottobre del 1541, partecip all'impresa di Algeri, nella quale Carlo V
cerc di contrastare la presenza turca nel Mediterraneo, organizzando una spedizione per
conquistare Algeri, che in quel momento stava sotto il comando di Hassan Ag (un sardo
rinnegato). L'offensiva part da Cagliari, fu un fallimento, ma per Corts fu un occasione
per una permanenza in Sardegna.
Corts mor nei pressi di Siviglia il 2 Dicembre del 1547.

14

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

La morte di Moctezuma.
Moctezuma, fu un imperatore azteco, egli regn dal 1502 al 1520. Nel 1519 nel regno
azteco, giunsero il conquistatore spagnolo Hernn Corts ed il suo equipaggio, l'8
Novembre, l'imperatore azteco, ebbe occasione di incontrare per la prima volta Corts,
ingenuamente credendo che egli fosse il dio Quetzalcoatl. Quando Corts giunse a
Tenochtitlan (la capitale azteca), Moctezuma lo onor con fiori del suo stesso
giardino, per lui il pi grande onore. Corts venne ricevuto nel palazzo del sovrano
con tutti i suoi uomini e con 3.000 alleati indios, e chiese di porre fine a tutti i
sacrifici umani, e sostitu alle immagini degli dei aztechi icone cristiane. Moctezuma
accett anche di essere battezzato e si dichiar suddito del re Carlo V di Spagna.
Moctezuma probabilmente si comport spinto dalla paura e si sottomise docilmente a tutte le richieste degli spagnoli.
Durante l'assenza di Corts, colui a cui venne affidato il comando, fu Pedro de Alvarado detto Tonatiuh, che interruppe la
celebrazione azteca di Toxcati e uccise i personaggi pi in vista delle classi nobili azteche.
Moctezuma, il 29 Giugno 1520, nel tentativo di calmare la folla inferocita, apparve sul balcone del suo palazzo, chiedendo alla sua
gente di ritirarsi, il popolo rimase esterrefatto davanti alla complicit del loro imperatore con gli spagnoli e lo bersagli con pietre e
frecce. Moctezuma mor poco tempo dopo l'attacco, ma esistono diverse versioni su come avvenne effettivamente la morte, secondo
gli informatori aztechi di Padre Sahagun, Corts raccont che l'imperatore azteco fu colpito a morte da una pietra (per alcuni storici
il colpevole fu Cuauhtemoc).
Nel Codice Ramirez, scritto da un anonimo azteco convertito al cristianesimo, vengono criticati i sacerdoti spagnoli, perch invece
che amministrare gli ultimi sacramenri di Moctezuma, si preoccuparono solo di cercare l'oro.
Recentemente (2009), il British Museum ha studiato e rivisto le circostanze storiche della morte di Moctezuma, sostenendo che il
sovrano non mor per mano del suo popolo, ma bens per mano degli spagnoli dopo esser stato ridotto in prigionia.
Sembra infatti che venne ucciso mediante l'ingestione forzata di oro fuso.

Glossario:
Encomienda: Istituzione giuridica mediante la quale un gruppo di individui doveva
retribuirne altri. Al tempo dei conquistadores di pu parlare di encomienda coloniale, in
quanto i territori abitati dagli indigeni dovevano essere colonizzati e convertiti al
cristianesimo. L'encomienda fu dunque un' istituzione che permise di consolidare la
colonizzazione dei nuovi territori attraverso l'assoggettamento fisico, morale e religioso
delle popolazioni precolombiane.

Genocidio: Atti commessi con l'intezione di distruggere, in tutto o in parte un gruppo


nazionale, etnico, raziale o religioso.

Caravella: Nave di piccola dimensione, dotata in origine di due alberi e di vele latine
(triangolari), tipicamente mediterranee. In seguito tale imbarcazione leggera e versatile
sub in seguito varie modifiche, la pi importante fu l'introduzione di un terzo albero e di
un'attrezzatura velica mista.

Conquistadores: Il termine spagnolo e portoghese conquistadores (in italiano


15

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.

Laura Piras III F

Liceo scientifico G. Brotzu.

A.s 2014/2015

conquistatori) comunemente usato per riferirsi ai soldati, agli esploratori ed agli


avventurieri che portarono gran parte delle Americhe sotto il controllo dell'impero
coloniale spagnolo tra il XV ed il XVI secolo.

Requerimiento: Dichiarazione di sovranit letta dai conquistadores ai nativi del


Nuovo Mondo, in cui dichiaravano che Dio avesse donato tutte le terre del mondo al papa
e che egli le avesse affidate al sovrano di Spagna.

Bibliografia:
Chiaroscuro 1, dalla societ feudale al Seicento. Di: Francesco Maria Feltri,
Maria Manuela Bertazzoni, Francesca Neri.

Storiografia:
Wikipedia.
Studenti.it.

16

L' Europa e la scoperta del nuovo mondo.