Sei sulla pagina 1di 77
cho 2) ‘Fronimo’ thee tedede rivista trimestrale di chitarra e liuto diretta da Ruggero Chiesa PRESSO LE EDIZIONI SUVINI ZERBONI - MILANO anno decimoterzo n. 5 1985 - L. 4.000 SOMMARIO Incontri Encounters Intervista a Thomas Heck di Ruggero Chiesa Interview with Thomas Heck by Ruggero 3 Chiesa Il liuto nei conservatori di Francesco Gorio The Lute in the Conservatory by Francesco 7 Gorio Marc’Aurelio Zani de Ferranti. Materiali per Marc'Aurelio Zani de Ferranti. Material for una biografia di Danilo Prefumo 9 a Biography by Danilo Prefumo Storia della letteratura del liuto e della chi- History of the Literature of the Lute and tarra di Ruggero Chiesa Guitar by Ruggero Chiesa LI. Il Ginguecento LI. The Sixteenth Century Alonso Mudarra 38 Alonso Mudarra Interpreti a confronto. I Concerto di Aran- Comparative Interpretations. The Aranjuez juez di Maurizio GhelliSantuliana 44 Concerto by Maurizio Ghelli-Santuliana Una famiglia di liutai tedeschi a Venezia: i Tietfenbrucker: A German Family of Lute Tieffenbrucker 56 makers in Venice Idee a confronto 63 Exchange of Ideas and Opinions Corsi € concorsi internazionali 66 International Courses and Competitions Recensioni Reviews Libri 70 Books Musica 70 Music Dischi 73 Records T concerti in Italia 75 Concerts in Italy La bottega della chitarra 77 Guitar Shop DIRETTORE RESPONSABILE: RUGGERO CHIESA REDATTORE CAPO: SILVIO CERUITI SEGRETARIA DI REDAZIONE: PAOLA MAZZINI DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E PUBBLICITA': EDIZIONI SUVINI ZERBONI 20138 MILANO - VIA M.E, QUINTILIANO 40 - TEL, 304.365 AUTORIZZAZIONE: TRIBUNALE DI MILANO N. 331 DEL 13 SETTEMBRE 1972 TUTTT I DIRITTI RISERVATI - ALL RIGHTS RESERVED - PRINTED IN ITALY MANOSCRITTI E FOTOGRAFIE ANCHE SE NON PUBBLICATI NON VERRANNO RESTITUITI UN NUMERO: ITALIA I., 4000 - ESTERO L. 7.000 ABBONAMENTO ANNUO: ITALTA L, 13,000 - ESTERO L. 23.000 MEDIANTE VERSAMENTO IN CONTO CORRENTE POSTALE OCP 37871209 NOMERI ARRETRATI DISPONIBIL; ITALIA L. 4000 - ESTERO L, 7.000, SPEDIZIONE IN ABONAMENTO POSTALE GRUPPO IV FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI APRILE 1985 CON T TIPI DELLA MUSICOGRAFICA LOMBARDA DI BRUGHERIO| esco for and juez a ute: INCONTRI Gaxowano, 10 serrempre 1984. Irervista pt RucERO Cutesa A THomas Heck RC: Da molti anni, tutti coloro che studiano Ie opere di Mauro Giuliani si rifanno, come punto insostituibile di riferimento, alla tesi che fai scritto su di Iui. Per quale ragione i tuoi studi musicologici si sono rivolti a Giuliani? T.H.: Ho preso questa decisione quando dove- vo preparare Ia tesi di laurea all’universiti di Yale. In quegli anni mi interessavano altri ar- gomenti, quali la musica liutistica di Vincenzo Gallet ¢ lo sviluppo delle tonaliti: maggiori minori prima del Clavicembalo ben teniperato i Bach, cosf come era avvenuto nel manoscrit: to di Gorzanis. Nello stesso tempo, desideravo scegliere un tema che mi potesse anche fornire Toccasione di viaggiare in Europa. Una ricerca di Giuliani era impossibile da compiersi_negli Stati Uniti, poiché avrei dovuto visitare Vien- na, ¢ forse anche la Russia, dove si ctedeva che gli fosse vissuto. Cosf, quando ho ottenuto la botsa di studio Fullbright, sapevo gia dove an- dare RC: Come sie pensato ad un soggiorno di Giuliani in Russia? T.H.: La storia della permanenza in Russia di Giuliani & stata certamente elaborata da coloro che compilavano i dizionari biografici nell’Ot- tocento, Controlla Ja mia tesi, e vedrai quante notizie diverse si sono scritte a questo propo- sito. Quando non si potevano piti trovare re- censioni nella stampa tedesca o francese su una data persona, si concludeva che essa si trovava in Russia: un altro modo per dire che era spa rita RC: Tu bai scoperto, inoltre, in quale citta era nato Giuliani, e le sue autentiche date di nascita e di morte. Come @ avvenuto tutto cid? TH: La data di morte eta stata quasi corret- tamente indicata nella prefazione scritta da Bru: no Henze per Vedizione moderna del Concerto op. 36. Henze si era riferito a un articolo ap- parso sul « Giornale delle Due Sicilie », ma a- veva commesso un‘inesattezza, riportando 1828 anziché 1829. Ho controllato infatti questo pe- riodico, e ho potuto cosi stabilire con precisio- ne il giorno e Vanno della scomparsa di Giu- liani. La data e il Inogo di nascita mi erano igno- ti, invece, quando ho finito la mia tesi nel 1970. Avevo scritto che, molto probabilment ani era nato nell’Ttalia del sud, ma senza ba- sarmi su alcun fatto conereto. Conoscevo perd Particolo scritto nell’Ortocento da Filippo Isnar- di, dove era menzionata Barletta, ma nel 1969, quando ho cercato il nome di Giuliani negli at ti di battesimo in quella citta, © anche a Bari, non ho trovato nulla. Cosi, finita la mia tesi, sono andato a fare una vacanza in California, Qui, una domenica, mi & capitato di trovarmi in una chiesa cattolica, dove conobbi un sacer- dote italiano, il cui nome era Donato Lionetti Egli era stato assistente e interprete di padre Pio fino alla sua morte, ¢ parlava molto bene diverse lingue straniere. Conversando con lui, venni a sapere che viveva a Barletta, ¢ che vi sarebbe tornato entro breve tempo. Gli chiesi allora di compiere qualche ricerca, per sapere se veramente Giuliani era nato If. Dopo qual: che mese gli inviai in Ttalia tutte Ie informazio. ni che avevo raccolto, e nel giro di poche setti- mane padre Lionetti mi rispose dicendomi che aveva trovato T'atto di battesimo a Bisceglie Ecco come sono giunto a questa scoperta, tra- mite un sacerdote italiano che ho incontrato in California. Una storia strana, non ti sembra? RC.: Quale tipo di ricerche bai compiuto per catalogare le musiche di Giuliani? Pensi che possano esistere sue opere ancora sconosciute? T.H.: Nel mio lavoro mi sono avvalso dei dati del RISM, che aveva gid cominciato a funzio- nare nel 1965, ¢ di quelli raccolti nell'Ufficio 3