Sei sulla pagina 1di 18

Scuola Universitaria

per Mediatori Linguistici - Maddaloni


Giocando sul signifiant di una parola se ne sfrutta
lambiguit di ordine polisemico o omonimico per
linvenzione dellequivoco; le leggi fonetiche consentono
una possibilit creativa attinente alla specifica comunit
linguistica di appartenenza. Ci significa per una
corrispondente impossibilit espressiva da parte del traduttore:

Chaque langue joue sa manire sur les mots


do la quasi impossibilit de traduire
le jeu de mots dune langue dans lautre
Vittoz Canuto, 1983 p.33

Passando dallitaliano al francese si lascia una lingua con 5


suoni vocalici, per approdare ad una che ne ha 16.
In entrambi i sensi traduttivi, un gioco di parole
trasparente o intuibile da parte del primo destinatario
diventa il pi delle volte privo di significato per il
secondo.
Un jeu de mots tradizionalmente costruito su due o pi
termini tra i quali esiste un rapporto di omonimia,
omofonia o paronomia (omofonia parziale); il calembour
sfrutta la polisemia o lomonimia aprendola ad una
molteplicit di sensi.
Lenunciato Jean loue sa femme produce un effetto
comico sullinterlocutore che interpreta
contemporaneamente louer nel senso di faire les
louanges (in italiano: lodare) e in quello di donner en
location (in italiano: affittare)
Il gioco non trasferibile in italiano perch lodare e
affittare non sono omonimi; si pu tradurre lenunciato
Jean affitta sua moglie oppure Jean loda sua moglie
ma in quel caso elimino uno dei due sensi e il calembour
scompare.
Il Francese possiede caratteristiche in pi rispetto ad altre
lingue che favoriscono la creazione di calembour:
1) particolarit fonetiche e grafiche; nella maggior parte
delle lingue laccento ha una funzione di demarcazione,
nel francese laccentuazione non riguarda tanto la
parola quanto il sintagma: il fenomeno delllision,
nonch lesistenza della liaison, annullano o sbiadiscono
la frontiera tra le parole che compongono un sintagma.
Ad esempio, la demi-ration e ladmiration si
pronunciano entrambe (ladmiRasj) e da questa
omofonia pu nascere un gioco; se vogliamo riferirci ad
un NP(nome proprio), il sintagma Charles attend va
pronunciato (aRlat) esattamente come charlatan
permettendo una doppia lettura Charles
aspetta/ciarlatano.
2) la frequenza del fenomeno dellomonimia e della
paronimia; in francese i casi di omonimia sono
numerosissimi, Molti nomi sono solo omofoni (mre, mer,
maire) e pongono problemi traduttivi.
Quanto alle paronomasie definite da Jakobson la
force directrice de la posie,cio delle omofonie
parziali del tipo femme/flamme, sono alla base di giochi
anche in italiano come risica/rosica, corna/corona.
Il gioco di parole rappresenta unambiguit voluta
dallautore che intende sfruttarne al massimo le
potenzialit allusive.
Molti di questi giochi coinvolgono anche un NomeProprio.
Le opere di Balzac, Maupassant, Zola, Proust e molti altri
non mancano di testimoniare della frquence de jeu avec les
noms propres.
Un esempio pu essere un articolo tratto da Il Venerdi di
Repubblica del 10 maggio96: il settimanale presentava in
prima pagina il cantante Eros Ramazzotti corredata a grosse
lettere della didascalia
I giorni dellEros

La compresenza della foto e del termine Eros determinava


un effetto di duplicazione semantica: allo stesso tempo nome
Proprio in posizione di predicato denominativo x che si
chiama Eros e il NP Eros (amore)a sua volta derivato dal
NP Eros.
Il sottotitolo (Le nuove canzoni, le nuove battaglie, e
finalmente il grande amore) fa cadere lambiguit
evidenziando la plurivalenza semantica del titolo.
Se dovessimo tradurre il suddetto articolo in francese la
traduzione letterale del titolo porterebbe ad una resa
fedele del gioco di parole. Infatti da un lato il termine
eros ha come equivalente francese il medesimo vocabolo
sempre derivato per antonomasia dal nome de dio greco.
Dallaltro Ramazzotti, famoso anche in Francia, sarebbe
riconosciuto anche dal pubblico francese.
I casi felici e facili da un punto di vista traduttivo sono
rari.
Prendiamo lesempio tratto dal Canard encan, il
celebre giornale satirico francese (1 novembre 95).

LE DEBR ZRO DE LCRITURE

In cui linterpretazione del gioco di parola legata alla


percezione dellattrazione paronimica tra il NP Debr
ministro francese dellinterno e il termine degr.
Giocando sul celebre titolo di Barthes Le Degr zro de
lcriture, il giornalista evoca con pesante sarcasmo gli
errori ortografici fatti dalluomo politico.
Ora volendo tradurre il passo si dovrebbe riconoscere
lintrasferibilit del gioco paronimico Debr/Degr in
italiano ma con questo non vuol dire rinunciare a
sostituirlo con un altro gioco.
Le grand problme ici scrive Landheer - cest le
dogme a priori de lintraduisibilit de ce type de
discours. Malheureusement les traducteurs ne sont que
trop ports abonder dans le sens des thoriciens et
invoquer le postulat de la non-traduisibilit quand ils
nont pas eu le temps de chercher un quivalent adquat
dans le texte-cible. (Landheer). Landheer rimprovera ai
traduttori uneccessiva pigrizia inventiva.
La conclusione che si dovrebbe parlare pi di non-
trasferibilit che di non-traducibilit delleffetto di
polivalenza.
Le tipologie di soluzioni per il gioco sul NP sono:
- Il gioco di parole assolutamente intraducibile e il
traduttore opta per la ndt.
- il gioco di parole intrasferibile e viene sostituito con
un altro gioco;
- il gioco di parole scompare completamente.

Il Gioco di parola trasferibile


La polivalenza Eros/eros era percepibile anche per il
lettore francofono perch il rapporto tra i due elementi del
gioco trasferibile in francese. Stessa situazione nel gioco
di Verne che descrive lequivoco legato allignoranza di
un bibliotecario intento a cercare Victor Hugo alla lettera
R del suo schedario perch non conosce lautore e ha
capito che si tratta di un certo Rhugo, Victor Hugo.
-Je voudrais avoir les oeuvres
compltes de Victor Hugo.
-Victor Hugo? Quest-ce quil a fait?
Vous tes bien sr du nom?
- Parfaitement sr .
- Puisque vous tes certain. Rhugo..
Rhugo
- Hugo, rpta Michel
J. Verne, Paris au XXe sicle

- Vorrei avere le opere complete di Victor Hugo


- Victor Hugo? Cosa ha scritto? Siete sicura del nome?
- Assolutamente sicuro
- Visto che siete sicuro..Rhugo.. Rhugo
- Hugo ripet Michel
Intraducibilit

Pu accadere che il gioco sia molto elaborato ma che il


traduttore voglia render partecipe chi legge dellarguzia
dellautore.
Il passo di Morselli che narra della manomissione ai fini
politici dei manifesti che annunciano la visita del
presidente Saragat non facile da rendere.
Lattrazione paronimica tra Saragat e Sar matt per uno
straniero non significa nulla e il sostegno della nota non
ricompone lequilibrio rotto:
Doveva arrivare Saragat, a fare comizio,
e i Piselli avevano tappezzato i muri
con tanti manifestini lunghi, stretti,
con il nome di Saragatt. Tu facesti
Stampare altrettanti cartelli con la scritta
Sar Matt. Noi si andava a attaccarli
sotto quegli altri.
G. Morselli, Il comunista

Saragattdevait arriver pour tenir un meeting


et les Piselli avaient tapiss les murs avec
un tas de petites affiches tout en longeur
Avec le nom de Saragat. Toi, tu fis imprimer
Autant de pancartes avec crit dessus Sar matt!
Nous, on allait les coller sous les autres

* Littralement : Il sera fou, jeu de mots avec le nom de Saragat


Luso della nota per un gioco di parole serve sia a farsi
perdonare linterruzione momentanea della comunicazione sia
ad avvertire il secondo lettore dello stile e dellabilit
dellautore: leffetto ludico comunque perso.

Intraducibilit e traduzione letterale

Capita che il gioco di parole sia intrasferibile in toto ma che la traduzione


letterale salvi una sua dimensione ludica. Ecco una poesie di Prvert:

SCEAUX DHOMMES EGAUX MORTS


Misogynie mre des guerres
Tasses et thires
Seaux deau
Mgots morts
Deux corps sous les dcombres
Dans lombre du dcor
J. Prvert, La pluie et le beau temps
Il titolo della poesia Sceaux dhommes gaux morts e i
due versi Seaux deau Mgots morts vanno pronunciati
rispettivamente (sodmegomR) e (sodomegomR): si
tratta di un gioco fonetico su Sodome et Gomorrhe.
Nella versione originale Prvert gioca sulle omofonie
delle espressioni coniate a partire dai toponimi biblici di
Sodoma e Gomorra la cui congiunzione forma in francese
unespressione fige.
Il traduttore di Prvert scegli di rendere letteralmente
il testo scritto e levocazione di Sodoma e Gomorra
scompare del tutto:
SIGILLI DUOMINI UGUALI E MORTI
Misoginia madre delle guerre
Tazze e teiere
Secchi dacqua
Cicche spente
Due corpi sotto le macerie
Nellombra della scena

Il gioco di Prvert non viene percepito in italiano. I temi


dellomosessualit e della solitudine rimangono. Capita
che una piccola porzione del messaggio si salvi
nonostante la scomparsa del doppio gioco: un fenomeno
abbastanza ricorrente nellambito pubblicitario.
La sostituzione con un altro gioco

Il traduttore pu scegliere di rispondere ad un gioco con


un altro gioco. Vediamo un esempio di Maupassant:

Forestier se mit rire rue du


cherche-midi quatorze heures,
nest-ce pas? Je connais
ce monsieur-l, mon cher
G. De Maupassant, Bel ami

Forestier si mise a ridere: -


In via o la va o la spacca!
Al numero zero,vero? Lo conosco bene quel tale,
Caro mio.
Rue de Cherche-midi quatorze heures una phrase-
valise ossia un systme de deux luds qui se
transforment eux-mmes lun dans lautre costruita a
partire da un NP reale, il nome della strada di Parigi, rue
du Cherche midi e dellespressione idiomatica
chercher midi quatorze heures che significa chercher
des difficults o il ny en a pas; compliquer les choses.