Sei sulla pagina 1di 1

DECADENTISMO

E’ una corrente artistico-letteraria che si sviluppa in Francia nella seconda metà dell’800 e che influenza tutta
la letteratura europea del 900.
• ORIGINE DEL TERMINE
Il termine «decadente» fu inizialmente usato con significato dispregiativo dai critici dell’800 per identificare
una nuova generazione di poeti considerati al di fuori della norma sia nella produzione artistica sia nella
vita.
Il termine fu poi assunto da quegli stessi poeti per indicare la propria diversità nei riguardi del presente e la
propria estraneità nei riguardi della società.
• GENESI FILOSOFICA
Il Decadentismo sorge come reazione alla crisi del Positivismo e del pensiero scientifico ed è caratterizzato:
- rifiuto della poetica positivistica ( Naturalismo e Verismo)

- rifiuto dei valori e delle norme sociali, da cui si contrappone l’esaltazione di comportamenti fuori
della norma, detti “maledetti” ( l’eroe decadente, il poeta maledetto, l’esteta, il superuomo);
- interesse per gli aspetti irrazionali ed oscuri della psiche, come l’inconscio, l’istinto, il sogno, la
malattia, la follia, il delitto.
• LA POETICA
- il poeta come veggente:
Il poeta è considerato come un vate o veggente, capace di cogliere significati che sono davanti agli occhi di
tutti ma che nessun essere “comune” potrebbe mai individuare e quindi la poesia resta l’unico tramite che ci
possa mettere in comunicazione con l’ignoto, con l’inconscio e con l’assoluto.
- Le poetiche:
questo movimento diede origine a diverse correnti o poetiche particolari:
il simbolismo, l'estetismo, l'impressionismo, il surrealismo, il dadaismo, e nell'ambito italiano il panismo,
l'ermetismo, il futurismo e il crepuscolarismo.
- Il Simbolismo:
E’ una corrente artistica nata in Francia nel XIX secolo, in contrasto con i canoni imposti dal realismo. Il
simbolismo infatti tende ad una descrizione soggettiva piuttosto che ad una oggettiva
Gli esponenti più importanti di questa corrente furono Paul Verlaine, Arthur Rimbaud e Stéphane Mallarmé,
e per quanto riguarda l'Italia, Giovanni Pascoli
L’elemento fondamentale del Simbolismo è che sotto la realtà apparente, quella percepibile con i sensi, si
nasconde una realtà più profonda e misteriosa, a cui si può giungere solo per mezzo dell'intuizione poetica.
• IL DECADENTISMO IN ITALIA
Si sviluppa in Italia molto più lentamente (circa 40 anni dopo) rispetto al resto dell’ Europa, soprattutto a
causa del critico Benedetto Croce che si opponeva a questa corrente la quale secondo lui era irrazionale e
priva di ideali e di valori.
Assume diversi aspetti in base alla personalità di ciascun artista:
- Pascoli:
assume un aspetto simbolistico e vittimistico
- D’Annunzio
assume un aspetto estetizzante, superomistico e sensualistico.