Sei sulla pagina 1di 2

INDICI DI BILANCIO

R.O.I. - Indice di redditività del capitale investito


La sigla R.O.I. è utilizzata per indicare la redditività del capitale investito (in inglese Return On Investment).
Il R.O.I. non è altro che il rapporto tra il risultato operativo globale conseguito in un certo esercizio e il capitale
investito in medianel corso dello stesso esercizio.
L’indice in questione può essere espresso nel modo seguente:
Ro
ROI =
K
dove:
Ro = risultato operativo globale
K = capitale investito in media nell’esercizio

Ilrisultato operativo globale (Ro) è dato dalla somma algebrica tra risultato operativo caratteristico e componenti di
reddito prodotti dagli investimenti accessori.
Il risultato operativo caratteristico rappresenta il contributo dato dalla gestione caratteristica al conseguimento del
reddito dell’esercizio.
I componenti di reddito prodotti dagli investimenti accessori rappresentano, invece, il contributo dato dalle gestioni
accessorie (investimenti in immobili civili, in partecipazioni e titoli, ecc..) al conseguimento del reddito dell’esercizio.
Il risultato operativo globale è un indicatore sintetico dell’andamento della gestione che non tiene conto di oneri
finanziari, proventi e oneri straordinari e imposte sul reddito.
Il capitale investito è il capitale complessivamente investito, quindi sia il capitale proprio che quello di terzi.

Esempio
Risultato operativo dell’esercizio 2018: 400.000 €
Capitale investito 31/12/2018: 2.000.000 €
Capitale investito 31/12/2017: 3.000.000 €

Il capitale (K) mediamente investito nel corso dell’esercizio 2018:


3.000.000 + 2.000.000
K= = 2.500.000 €
2
L’indice di redditività (in %) del capitale investito sarà uguale a:
Ro 400.000
ROI (%) = ∗ 100 = * 100 = 16 %
K 2.500.000

Il R.O.I. esprime il rendimento economico dell’intero capitale impiegato, prescindendo dal fatto che esso sia capitale
conferito a titolo di proprietà o capitale di terzi. Tale indice permette di valutare l’economicità della gestione
caratteristica e degli investimenti accessori considerati nel loro insieme.
I valoriche il R.O.I.può assumere sono i seguenti:

zero Se Ro = 0 cioè quando il risultato operativo globale è pari a zero


> zero Se Ro > 0 cioè quando il risultato operativo globale è positivo
< zero Se Ro < 0 cioè quando il risultato operativo globale è negativo

R.O.E. - Indice di redditività del capitale proprio


La sigla R.O.E. è utilizzata per indicare la redditività del capitale proprio(in inglese Return On Equity).
Il R.O.E. non è altro che il rapporto tra il reddito netto conseguito nel corso dell’esercizio e il valore del capitale
proprio impiegato in media nel corso dello stesso esercizio.
L’indice in questione, detto anche saggio del reddito, può essere espresso nel modo seguente:
Rn
ROE =
N

Dove:
Rn = reddito netto dell’esercizio (utile o perdita)
N = capitale proprio impiegato in media nell’esercizio
Il R.O.E. esprime il rendimento economico del capitale di rischio per l’esercizio considerato. Tale indice viene
normalmente impiegato per mostrare in modo sintetico l’economicità complessiva della gestione nell’esercizio
considerato.
I valori che il R.O.E. può assumere sono i seguenti:

zero Se Rn = 0 ovvero quando l’esercizio si è chiuso in pareggio


> zero Se Rn > 0 ovvero quando l’esercizio si è chiuso con un utile
< zero Se Rn < 0 ovvero quando l’esercizio si è chiuso con una perdita

Nella tabella precedente è sempre considerato che il capitale proprio sia un valore positivo, quindi è stata tralasciata
l’ipotesi di passivo scoperto

ROS - indice sulla redditività delle vendite


La redditività delle vendite (in inglese ROS, ovvero return on sales) è il rapporto tra il risultato operativo caratteristico
e le vendite nette del periodo. Pertanto possiamo dire che:
risultato operativo caratteristico
ROS =
vendite nette del periodo
Il valore posto al numeratore, ovvero il risultato operativo caratteristico è un valore economico dato dalla
aggregazione di quei componenti di reddito positivi e negativi che si riferiscono alla gestione caratteristica
dell’impresa. Con questa espressione si intende l’insieme delle attività tipiche dell’azienda.
Il risultato operativo caratteristico viene calcolato nel modo seguente:

ricavi delle vendite tipiche(al netto delle relative detrazioni)


- costi industriali
- costi commerciali
- costi amministrativi

Nel calcolo del risultato operativo caratteristico non si tiene conto:


 dei proventie degli oneri derivanti da investimenti accessori (investimenti immobiliari, investimenti in
partecipazioni, ecc..);
 dei proventie deglioneridinatura finanziaria;
 delle imposte sul reddito.

Il valore posto al denominatore, ovvero le vendite nette del periodo, è rappresentato dal valore dei ricavi derivanti
dalle vendite dei prodotti, delle merci e/o dei servizi, effettuate nel periodo. Tale valore deve essere considerato al
netto di detrazioni, quali sconti, abbuoni, resi, ecc..
Cosa esprime il ros
Il ROS misura la redditività delle vendite e la capacità remunerativa del flussi di ricavi tipici dell’impresa.
In altre parole, tale indice, ci dice qual è il ricavo netto conseguito per ogni euro di fatturato.
Come si esprime il ros
Normalmente il ROS viene espresso in termini percentuali.
Quali valori puo’ assumere il ros
Il ROSpuò assumere i seguenti valori:

>0 il risultato operativo caratteristico è positivo. E’ questa la situazione che si verifica normalmente.
Il valore sarà tanto maggiore quanto maggiore è l’efficienza economica dell’impresa
=0 il risultato operativo caratteristico è uguale a zero
<0 il risultato operativo caratteristico è negativo

ROA – indice lordo degli investimenti


Il ROA (Return On Assets) indica la capacità dell’impresa di ottenere un flusso di reddito dallo svolgimento della
propria attività. Si ottiene dal rapporto del reddito operativo con il totale degli investimenti

reddito operativo
ROA =
totale attivo