Sei sulla pagina 1di 7

9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi.

| Blu Veneziano

BLU VENEZIANO Un blog su Venezia HOME INFO

Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni


dei palazzi. CERCA
28 giugno 2014 di Edoardo G. | 1 Commento

Venezia è la città sull’acqua per antonomasia, ma come sono riusciti a


costruire un’intera città su un terreno paludoso come quello della AUTORI

Laguna Veneziana?

Edoardo G.
La città sorge su un centinaio di isole della Laguna e iniziò a popolarsi
Il blog si è trasferito!
in seguito all’invasione dei barbari del quinto secolo, che spinse lo
La biennale d’arte di
sviluppo di piccoli insediamenti in questi territori ostili ma che Venezia 2015 // I Giardini:
offrivano un riparo sicuro. I primi agglomerati di edifici, prima della Top 5

grande urbanizzazione erano costituiti principalmente da edifici di Il mercatino dei granai

legno. Costanziaco // La Cura e


Sant’Ariano
Il Fondaco dei Tedeschi –
Il Restauro

fiamma
Gallerie dell’Accademia –
An architectural
melting pot

CATEGOR IE

architettura
arte
biennale
cipriani
https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 1/7
9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi. | Blu Veneziano

curiosità
Dorsoduro
eventi
fondazioni
giardini
giudecca
hotel cipriani
isola
laguna
mercatini
mistero
Miti e leggende
mostre
padova
palazzi

Raffigurazione del XVI secolo che rappresenta un insediamento lagunare formato restauro
esclusivamente da manufatti in legno (Tomaso Diplovatacio, Tractatuas de Venetae urbis San Giorgio
libertate, Biblioteca Nazionale Marciana, mss. lat. XIV, n.77, cc. 22v-23r)
sant'elena
Senza categoria
E’ però a partire dal settimo secolo che inizia una vera e propria venezia
urbanizzazione del territorio, con la proclamazione della nascita del Venier
Ducato di Venezia. vetro
vintage
Il problema però di come erigere palazzi in un territorio così poco
adatto alle costruzioni con criteri tradizionali era una cosa non da poco.
Il terreno infatti presentava strati molto diversi tra loro e quelli più
ARC HIVI
superficiali non erano adatti a “portare” i pesi delle fondazioni degli
edifici, perché presentavano un comportamento cedevole. novembre 2015
ottobre 2015
marzo 2015
gennaio 2015
settembre 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014

giugno: 2014
L M M G V S D
  1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22

https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 2/7
9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi. | Blu Veneziano

L M M G V S D
23 24 25 26 27 28 29
30  
« Mag   Lug »

COM MENTI RECEN TI

Venezia Help su
Palazzo Venier
dei Leoni

casar46 su Il
Molino Stucky

Benedetti
Giacomo su
Venezia
galleggiante.
Tecnica…

Perocco, G., Salvadori, A., Civiltà di venezia, Venezia


1977, vol. 1, pag 340

Le fondazioni degli edifici seguono quindi uno schema a fondazione


indiretta. La zona da edificare viene quindi solidificata e resa resistente
mediante l’utilizzo di pali di legno che venivano conficcati nel terreno
fino a raggiungere lo strato di caranto (strato compatto di argilla e
sabbia). Questi pali venivano piantati in modo da essere allineati lungo
tutta la zona dove sarebbero sorti i muri dell’edificio. Se lo strato di
caranto non era raggiungibile perché particolarmente profondo, i pali
venivano piantati a coprire tutta la superficie dove sarebbe sorto
l’edifico, partendo dal perimetro esterno e procedendo poi verso
l’interno seguendo un percorso a spirale. Solitamente, per ogni metro
quadrato, erano piantati otto-nove pali in legno con lunghezza non
superiore ai tre metri e 25-30 centimetri di diametro.

https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 3/7
9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi. | Blu Veneziano

Sulle teste dei pali, dopo averle pareggiate


e rese complanari, venivano stesi uno o
due ordini di tavoloni dello spessore di
cinque centimetri, sopra i quali si
costruivano le fondazioni vere e proprie.
Queste erano solitamente della tipologia a
plinto, cioè con lo zoccolo inclinato e
costituito da strati regolari di pietra
d’Istria. Sopra questo strato di pietra, la cui
sommità raggiungeva il livello del piano
terra, si ergevano i pilastri e i muri
dell’edificio.
Disposizione dei pali di
fondazione
A contatto con l’acqua della laguna rimane
quindi solo strato di pietra e non i pali di
legno, che sono invece conficcati nel terreno. Questi, a contatto con
l’umidità, non marciscono, ma subiscono un processo di
mineralizzazione che ne accresce la resistenza.

Lo strato di caranto presenta, in ogni caso, una resistenza limitata


perché lo strato di argilla mista a sabbia  è per sua natura
relativamente elastico. Inoltre,  sotto di ess,o vi sono ad una certa
profondità strati di torba, falde acquifere o lenti di gas naturale. E’ per
questo motivo che si dice che la città di Venezia galleggia.

https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 4/7
9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi. | Blu Veneziano

Sistema di fondazioni

Fonti:

Università IUAV di Venezia – Corso di Caratteri Costruttivi dell’Edilizia


Storica – prof. Francesco Trovò

Il sottosuolo ed i problemi geotecnici di Venezia, Mestre, Marghera – P.


Colombo

Venezia Nascosta – Venezia e i suoi palazzi “galleggianti”

https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 5/7
9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi. | Blu Veneziano

Annunci

Vite Parallele. Alessandro


E Cesare eBook by

€ 1,99

Mostra Anteprima Mostra Anteprima

Tutte Le Opere eBook by

€ 6,99

Mostra Anteprima Mostra Anteprima

Condividi:

 Twitter  Facebook 15  Google

Mi piace
4 blogger come questo.

Correlati

Il cantiere di Punta Le fondazioni Il Fondaco dei


della Dogana artistiche e culturali di Tedeschi - Il Restauro
In "architettura" Venezia #02 In "architettura"
In "architettura"

Categorie: architettura, venezia | Tag: fondazioni, ingegneria, scienza, tecnica |


Permalink.

https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 6/7
9/10/2017 Venezia galleggiante. Tecnica delle fondazioni dei palazzi. | Blu Veneziano

ONE THOUGHT ON “VENEZIA GALLEGGIANTE.


TECNICA DELLE FONDAZIONI DEI PALAZZI.”

Lascia un commento

Benedetti Giacomo
3 luglio 2014 alle 11:44

L’ha ribloggato su Benedetti Giacomoe ha commentato:


Molto interessante quest’articolo sul problema delle fondazioni
di Venezia.

Rispondi

Rispondi
Scrivi qui il tuo commento...

← Previous Post Next Post →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.


Alto

https://bluveneziano.wordpress.com/2014/06/28/venezia-galleggiante-tecnica-delle-fondazioni-dei-palazzi/ 7/7