Sei sulla pagina 1di 208

MAGAziNE

iNTERNAziONALE
Di DESiGN E
TENDENzE
ARREDAMENTO
E STiLi Di viTA

fughed’estate
ARCHiTETTURA
E ARTE

_EnGLISh TExT

a maiorca tra mare e pineta/ atmosfera fiamminga per una casa


in senegal/ senza pareti nel verde esuberante di buenos aires/
MENSiLE Poste italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1, comma 1, DCB Milano

alle seychelles in un’architettura contemporanea

ITINERARIo sAlENTo
luoghi e persone per scoprirne
il fascino autentico
dEsIgN & modA
ispirazione africa
LUGLIO-AGOSTO 2013 ANNO 24 N. 7-8

VACANZE ITAlIANE
a milano marittima nel nuovo
hotel di piero lissoni/ in val
d’orcia nel fienile di ilaria miani
20 dEsTINAZIoNI
per veri cool hunter

EdIZIoNE spECIAlE bE oRIgINAl


15 proposte concrete
a sostegno del design originale
attualità+cultura luglio/agosto
17 be original 2013
15 proposte concrete per migliorare la tutela la copertina
del design originale Servizio a pag. 112
29 password foto di José Hevia Blach,
Utopia: credere nel valore positivo del sogno testo di Ruben Modigliani
56 destinazione H2o
Un viaggio nel mondo dell’acqua: il nuovo oro
179 save tHe date
Gli appuntamenti: arte, architettura, design, fotografia

design+arcHitettura
65 design/nuovi talenti
Nao Tamura, i progetti della designer giapponese
70 design/incontri
Ospiti di Thomas Eyck, l’editore dell’originale

30
collezione di oggetti t.e.
77 design/per il mare
Una nuova idea di abitare arriva dalle barche disegnate
da architetti di fama internazionale
85 arcHitettura/opening
A Trento, il Museo-laboratorio di Renzo Piano
racconta le Dolomiti
88 arcHitettura/in vacanza
A Milano Marittima, il nuovo hotel di Piero Lissoni
169 design news
Novità su materiali, ambiente bagno, wellness, food & C.

stile+decor

134 100
30 decortrend
Afro Mood: toni di ispirazione coloniale, disegni
grafici tribali e colori stile Masai

elle decor 9
elle decor
sU tablet
e sMartphone
arriva priMa!
disponibile
su apple store e
google plaY
2 giorni prima
che in edicola
122
elle decor app
early on sale!
39 decorscoUting
Invenzioni, curiosità, address: tutto da scoprire
47 decor news
Mobili, oggetti, accessori dal mondo dell’arredamento

142
Food+travel
95 Mete speciali
20 nuove architetture da vedere in giro per il mondo
100 itinerario nel salento
Per una vacanza diversa, il racconto di persone che ci
vivono e lo amano

il ManiFesto interni
di be original

15
112 a Maiorca
In una pineta, il fascino di un’architettura rigorosa
proposte concrete 122 in senegal
per Migliorare Esprit d’Africa: lo charme di una dimora friendly
la tUtela del

88
134 alle seychelles
design originale
A picco sul mare, ma immersi nella natura tropicale
a pag. 17 142 a bUenos aires
La casa di un architetto innamorato del legno
150 liberi tUtti
Tavoli, poltroncine, divani e luci per godersi in relax
l’estate in riva al mare
158 in val d’orcia
english Il lavoro di recupero condotto da Ilaria e Giorgio Miani

text
in una casa rurale toscana

I servIzI contrassegnatI
Dall’ asterIsco sono 191 gli indirizzi
traDottI In Inglese 195 english text
nell’ Inserto a pag. 195

158
all texts with the
asterisk are translated
into english in the Join Us on Facebook
abstract on page 195 http://www.facebook.com/elleDecorItalia

10elle decor
Hearst Magazines Italia Spa - via R. Bracco 6, 20159 Milano - tel. 02.66191

DIRETTORE RESPONSABILE
Livia Peraldo Matton
lperaldo@hearst.it

CAPOREDATTORI
Laura Maggi (caporedattore centrale) - lmaggi@hearst.it
Bettina Rosso (caporedattore design e tendenze) - erosso@hearst.it
Rosaria Zucconi (caporedattore interni e travel) - rzucconi@hearst.it

DIRETTORE ARTISTICO
Valeria Settembre - vsettembre@hearst.it

REDAzIONE
Ruben Modigliani (caposervizio) - rmodigliani@hearst.it
Paola Carimati (design e tendenze) - pcarimati@hearst.it

REDAzIONE GRAFICA
Mariapia Coppin (vice caporedattore) - mcoppin@hearst.it
Elena Santangelo (caposervizio) - esantangelo@hearst.it
Carlo D’Amico (impaginazione) - cdamico@hearst.it

PhOTOEDITOR
Francesca Benedetto (produzione interni, travel, people) - fbenedetto@hearst.it
Vivetta Rozza (news, design, tendenze) - vrozza@hearst.it

SEGRETERIA
Elena Contardi (direzione, amministrazione) - econtardi@hearst.it
Roberta Salvioni (redazione, produzione) - rsalvioni@hearst.it

COLLABORATORI
Grazia Baccari, Piera Belloni, Tamara Bianchini, Murielle Bortolotto, Sebastiano Brandolini,
Marta Lavinia Carboni, Tami Christiansen, Eugenio Cirmi, Lisa Corva,
Doriana Giannini, Francesco Marchesi, Lilian Polderman, Ravaiolisilenzistudio,
Micaela Sessa, TDR Translation Company, Frank Visser

FOTOGRAFI
Mirjam Bleeker, Adriano Brusaferri, Andrea Ferrari, Alessandro Gadotti,
Giovanni Gastel, Kasia Gatkowska, José Hevia Blach, Nathalie Krag, Yvonne Oswald,
Ivan Serafino, Giorgio Possenti, Max Zambelli

DIREzIONE, REDAzIONE E AMMINISTRAzIONE


Via R. Bracco 6, 20159 Milano, t. 02.6619.3375 - 02.6619.2774 fax 02.6619.3862
e-mail segreteria di redazione: econtardi@hearst.it - rsalvioni@hearst.it
Direttore responsabile: Livia Peraldo Matton
Editore: ©2012 Hearst Magazines Italia Spa - Via R. Bracco 6, 20159 Milano
Registrazione presso il Tribunale di Milano n. 530 del 16 luglio 1987
Pubblicato a Milano nel 1987

ELLE DECORATION NETwORk 25 EDIzIONI INTERNAzIONALI


ARGENTINA - CHINA - CROATIA - CZECH REPUBLIC - FRANCE - GERMANY
GREECE HOLLAND - INDIA - INDONESIA - ITALY - JAPAN - NORWAY
PHILIPPINES - POLAND ROMANIA - RUSSIA - SERBIA - SOUTH AFRICA - SPAIN
SWEDEN - THAILAND - TURKEY - UK - USA

ELLE DECOR ITALIA ISSN 1120-4400 is published 10 times per year (except February
& August) by HEARST MAGAZINES ITALIA Spa via R. Bracco 6, 20159 Milano - Italia
Hearst Magazines Italia Spa - via R. Bracco 6, 20159 Milano - tel. 02.66191

PUBLISHER aRREdo SvILUPPo Flora Ribera


PUBLISHER aRREdo gEStIonE Tatiana Salour
jUnIoR PRodUct managER Maddalena De Curtis
ELLE DECoR® è un marchio di Hachette Filipacchi Presse (H.F.P.) e una testata di Hearst Magazines Italia Spa
HEARST MAGAZINES ITALIA Spa pubblica: Gente, Gioia, Gioia Bambino, gioia.it, Cosmopolitan,
cosmopolitan.it, Elle, elle.it, Elle Kids, Very Elle, Elle Decor Italia, Riders Italian Magazine,
riders-online.it, Hearst Home, Gente Enigmistica, Gente Puzzle.
HMC ITALIA Srl pubblica: Marie Claire, marieclaire.it, Marie Claire 2, Marie Claire 2 Bellezza,
Marie Claire Street Style, Marie Claire Bis, Marie Claire Enfants, Marie Claire Maison
concESSIonaRIa EScLUSIva PER La PUBBLIcIt Hearst Magazines Italia Spa
Direzione Generale Pubblicità: Via R. Bracco 6, 20159 Milano Tel. 02/6619.1. Fax 02/6619.2608
dIREZIonE commERcIaLE moda Roberta Gamba, rgamba@hearst.it
dIREZIonE commERcIaLE BEaUtY Claudio Brenna, cbrenna@hearst.it
dIREZIonE commERcIaLE aRREdo Enrico Vecchi, evecchi@hearst.it
dIREZIonE commERcIaLE aLtRI mERcatI E cEntRI mEdIa Alberto Vecchione, avecchione@hearst.it
dIREZIonE vEndItE dIgItaL Carla Costa, ccosta@hearst.it
ItaLIa dIREZIonE cEntRo noRd
TRIVENETo E MANToVA, Hearst Magazines Italia Spa, Strada Battaglia 71/c - 35020 Albignasego (PD)
Tel. 049/8172876 - Fax 049/8172879. EMILIA RoMAGNA, Hearst Magazines Italia Spa, Via Goito 8
40126 Bologna - Tel. 051/29631.11 - Fax 051/2963130. ToSCANA E UMBRIA, Hearst Magazines Italia Spa,
Via Del Romito 3 - 50134 Firenze - Tel. 055/46006.11 - Fax 055/4600629.
ItaLIa dIREZIonE cEntRo SUd
DIREZIoNE CoMMERCIALE: Massimo Scirocco. LAZIo E SARDEGNA, Hearst Magazines Italia Spa,
Via Terenzio 35 - 00193 Roma - Tel. 06/688998.1 - Fax 06/68899824. MARCHE-ABRUZZo-MoLISE,
Alessandro Fiorelli, Via 1a Strada 28 – 61032 Fano (PU) - Tel. 335/68.91.463. CAMPANIA
E CALABRIA, Valentina Paparo, Via onofrio Fragnito 54 - 80131 Napoli - Tel. e Fax. 081/54.56.386.
PUGLIA E BASILICATA, G.S.P. SAS Via Principe Amedeo 93 - 70122 Bari - Tel.080/5045399
Fax 080/5045401-5041691. SICILIA, Luigi Aco, Via Rocca Pirciata15, Makari - 91010 S.Vito Lo Capo (TP)
Tel. 336.549451 - Tel/Fax 0923. 975368
PIEMoNTE E VALLE D’AoSTA, Adv Spazio Erre Srl, C.so Giovanni Lanza 105 - 10133 Torino
Tel. 011/6600.100 - Fax 011/6602875
LIGURIA, Adv Spazio Erre Srl, Via Cesarea 2/25 - 16121 Genova -Tel. 010/564354-561883 - Fax 010/5531860
IntERnatIonaL advERtISIng Robert Schoenmaker Tel. 02/6269.4441
HEaRSt magaZInES IntERnatIonaL
Duncan Edwards (President, CEo)
Simon Horne (Senior Vice President, CFo and General Manager)
Jeannette Chang (Senior Vice President, International Publishing Director)
Kim St. Clair Bodden (Senior Vice President, Editorial Director)
Astrid o. Bertoncini (Executive Director, Editorial)
HEaRSt magaZInES ItaLIa SPa
Duncan Edwards (Presidente)
Giacomo Moletto (Amministratore Delegato e Direttore Generale)
Simon Horne - Arnaud de Puyfontaine - Marcello Sorrentino - Luciano Bernardini De Pace (Amministratori)
LagaRdÉRE actIvE
Denis olivennes (CEo Lagardère Active)
Bruno Lesouëf (CEo French & International Magazine Publishing Divisions)
François Coruzzi (Executive Vice President International)
Sylvie De Chirée, Philippe Khyr (Brand Management of Elle Decoration)
Cristina Romero (International Director of Elle Decoration)
Mickaël Berret (Director of International Publishing Licenses & Syndication)
Mathilde Des Noës (Print Syndication team Manager)
Arnaud Caravel (Coordinator)
StamPa E dIStRIBUZIonE
Elcograf S.p.a., via Mondadori 15, 37131 Verona
Per l’Italia: m-Dis Distribuzione Media Spa, via Cazzaniga 1, 20132 Milano
tel. 02.2582.1, fax 02.25825306. E-mail: info-service@m-dis.it.
Per l’estero: Johnsons International News Italia Spa, via Telesio 17, 20145 MilanoTel. 02.43982263,
fax 02.48517418. E-mail: johnsons@tin.it.
A causa di restrizioni doganali i gadget non vengono spediti in tutti i Paesi.
elle decor italia sostiene il diritto d’autore
scegli solo design originale

il ManiFesTo
di Be original

ProPosTe concreTe
15
Per Migliorare
la TUTela del
design originale
elle decor 17
storia
di un progetto
a cura di Laura Maggi e Lisa Corva Abbiamo voluto raccontare ai nostri lettori lo scenario della contraffazione, andare nel
ha collaborato Grazia Baccari
backstage, perché oggi anche il design, troppo spesso, viene copiato per essere
Il piacere del design originale. commercializzato. Il fatturato del mercato del falso vale, in Italia, 6,9 miliardi di euro e
l’impatto della contraffazione sull’economia legale è pesantissimo. Nel novembre 2012
Il piacere, e il valore, di avere abbiamo lanciato il progetto Be Original anche perché, come giornalisti, siamo coinvolti
a casa, ogni giorno, una in prima persona nella ricerca e promozione del design, con le sue componenti
lampada, una sedia, un imprescindibili di originalità, innovazione, sostenibilità e autenticità.
tavolo con quell’aura speciale: Siamo oggi arrivati alla fine della prima parte di Be Original, che culmina nel convegno
l’aura di chi ha pensato, organizzato a Milano il 4/7/2013, nelle sale di Palazzo Reale, ospiti del Comune di
immaginato, creato Milano, alla presenza di Cristina Tajani, assessore alle Politiche per lo Sviluppo
esattamente quell’oggetto. econonomico, Università e Ricerca, che darà il via ai lavori. Il Comune è da tempo
Un valore unico che vogliamo impegnato in questa direzione: “Sentinella anticontraffazione” è infatti un progetto
proteggere e che ci ha portato informativo che, nell’ambito delle iniziative a tutela della legalità e del Made in Italy
a lanciare nel novembre 2012 (anche in collaborazione con ANCI e Ministero dello Sviluppo Economico, al Consiglio
il progetto Be Original, Milanese Anticontraffazione, Confcommercio e FedermodaItalia) ha realizzato da
a tutela del diritto d’autore dicembre 2012 a maggio 2013, per sensibilizzare, e spiegare ai cittadini e ai turisti, i
nel design. Progetto sviluppato rischi dell’acquisto di prodotti contraffatti. Come? Anche con i gazebo posti in varie zone
della città, che in sei mesi sono stati visitati da più di 65mila persone. Le domande più
attraverso una serie di frequenti? Sulla riconoscibilità del prodotto contraffatto, la tossicità e pericolosità dei
puntate mensili sul magazine, materiali utilizzati... Non solo. Anche la Polizia locale di Milano è attiva: presidio del
una campagna territorio, interventi sui venditori di merci abusive, e attività di tipo investigativo per
di sensibilizzazione individuare depositi e filiere illegali. Negli ultimi sei mesi sono stati effettuati 272 sequestri
anticontraffrazione, un di abbigliamento e accessori, telefoni, profumi, dvd e cd, giocattoli, alimentari, per un
sondaggio tra i lettori sul web totale di circa 20.600 pezzi; 91 persone denunciate per contraffazione e ricettazione.
e tavole rotonde con gli “Sentinella anticontraffazione” è stato fortemente voluto dagli assessori alla Sicurezza e
addetti ai lavori (designer, Coesione sociale Marco Granelli e al Commercio e alle Attività produttive Franco
imprenditori, avvocati, eredi D’Alfonso anche in vista del grande appuntamento del 2015 con l’EXPO .
dei maestri, fondazioni e Ripercorrendo le diverse tappe del nostro percorso, ricordiamo che il nostro viaggio in
associazioni). Per arrivare difesa del design originale è cominciato sul magazine a dicembre 2012 con il reportage
alla stesura di un Manifesto sulle vetrine de la Rinascente dove Elle Decor Italia e i suoi partner hanno presentato
di proposte concrete che viene alcuni tra i pezzi di design più copiati. In parallelo ha preso il via una campagna
anticontraffazione, firmata da Giovanni Gastel e pubblicata da tutte le riviste del gruppo
presentato alle istituzioni Hearst Magazines Italia di cui siamo parte. Be Original è proseguito a gennaio 2013
il 4 luglio 2013 in occasione intervistando creativi in tutto il mondo, con una domanda semplice: qual è il vostro
del convegno conclusivo oggetto del cuore? Come l’avete scelto, e perché? Abbiamo continuato, a marzo, con
a Milano, a Palazzo Reale case-history di contraffazione. La parola ad avvocati e industriali che ci hanno
raccontato la difficile lotta ai falsari, che magari finisce, come in un vero thriller, con la
lampada copiata in tribunale. Ad aprile, ecco i designer, che hanno raccontato le loro
sfide, le loro straordinarie e complicate avventure: passare da un’idea al prototipo, fino
alla produzione industriale. A maggio, la meraviglia del passato: la parola agli eredi e alle
fondazioni, ma anche a chi cerca di proteggere e attualizzare il design d’epoca.
A giugno, i protagonisti sono stati i lettori che hanno risposto al nostro sondaggio, che
hanno raccontato la loro passione per il design. (A proposito: grazie ancora!).
Nelle pagine che seguono, il Manifesto di proposte concrete, redatto grazie all’apporto
di esperti in campi diversi (da quello legale a quello associazionistico, industriale e
culturale) che abbiamo coinvolto in una serie di tavole rotonde sul tema.
Lo consegniamo alle istituzioni, pronti a nuove sfide.•
elle decor 18
BE
ORIGINAL

il manifesTo
compreso l’obbligo a non commettere in grado di accompagnare le aziende nei
Per una tutela legale/ ulteriori infrazioni. diversi mercati. Ogni ambasciata dovrebbe
giudiziaria effettiva - Introdurre regole comuni a livello dell’Unione avere al suo interno un ufficio a sostegno

1. TuTTi i prodoTTi copia


realizzaTi in iTalia dopo il 2006
Europea riguardo a procedure obbligatorie
“notice and takedown” (rimozione delle
violazioni da parte degli operatori online a
delle aziende che esportano in quel mercato
e un gruppo di figure professionali preposte a
seguirle in eventuali cause di contraffazione.
devono essere perseguibili semplice richiesta del danneggiato). Sostiene una proposta in questa
come conTraffazioni. - Vietare l’uso di marchi di proprietà di terzi, direzione il dottor Claudio Luti,
Il 2 settembre 2010 l’Italia ha finalmente da parte degli operatori online, come parole Presidente di Kartell SPA
concesso piena tutela alle opere di design chiave per pubblicizzare prodotti e servizi che e Presidente Cosmit
coperte da diritto d’autore contro i prodotti
copia, con la revisione dell’art. 239 del CPI. Un
successivo decreto “proroga termini” ne ha
non riguardano i titolari dei marchi stessi.
Sostiene proposte in questa direzione
Fondazione Altagamma nella persona
4. una nuova piaTTaforma
per il design sosTenuTa
svilito l’efficacia, estendendo a 13 anni (ovvero del dottor Armando Branchini, Vice da isTiTuzioni e indusTria.
fino all’aprile 2014) la moratoria per chi Presidente della Fondazione, e I grandi passi avanti sul piano legislativo e
fabbrichi o commercializzi prodotti contraffatti. Presidente di ECCIA - European giurisprudenziale che hanno portato
Si propone l’annullamento del decreto Cultural and Creative Industries finalmente al riconoscimento della tutela del
“proroga termini” e il ritorno alla precedente Alliance di cui fanno parte Circulo design come diritto d’autore non hanno
formulazione dell’articolo 239 del CPI. Fortuny (Spagna), Comité Colbert definitivamente risolto i problemi di fondo
Sostiene, con diverse declinazioni, (Francia), Meisterkreis (Germania) e dell’industria del mobile in Italia, che sono
una proposta in questa direzione Walpole (Regno Unito) oltre a strutturali e che richiedono un approccio
l’avvocato Filippo Bongiovanni, Fondazione Altagamma (Italia) culturale completamente nuovo da parte
Ufficio Tutela Design, Modelli, Marchi, degli imprenditori e delle istituzioni. Si
Federlegno Arredo
Per fare sistema propone di trasformare l’Italia in una “design

2. una più efficace TuTela tra istituzioni e aziende economy”, creando grandi reti di piccole e
medie imprese, reti che combinino al loro
civile e penale dei diriTTi
di proprieTà indusTriale
e inTelleTTuale in europa
3. un sisTema di uffici
isTiTuzionali nel mondo per
interno creatività e savoir faire industriale,
finanza e proprietà intellettuale, capacità
manageriale e distributiva. Lo strumento
e nel mondo digiTale. accompagnare e difendere giuridico adottabile è il contratto di rete, che
Internet rappresenta per le generazioni attuali le aziende nella disTribuzione consente una collaborazione tra imprese
una rivoluzione di straordinaria portata. Ma all’esTero e nelle evenTuali anche di piccole dimensioni su basi
presenta anche aspetti di natura negativa, tra cause di conTraffazione. pragmatiche e flessibili. Per esempio, una
i quali il fatto che questo straordinario mezzo Il mercato globale in continua evoluzione rete di imprese nel settore del mobile potrà
di comunicazione è diventato il più potente impone oggi alle aziende di design di puntare negoziare accordi vantaggiosi con istituti
vettore di diffusione nel mondo di prodotti fortemente sull’internazionalizzazione del finanziari, contratti con designer prestigiosi,
contraffatti. Si propone di correggere gli marchio e sull’export. Al contempo, affrontare avvalersi di service providers di alta qualità
aspetti negativi con normative e regole di mercati esteri e soprattutto Paesi emergenti (dagli studi legali agli esperti di marketing
comportamento, che consentano (come la Cina e il Brasile) comporta esporsi a ecc.). Ancora, la rete può dotarsi di un
trasparenza e certezza, da un lato per i molti rischi per quanto attiene al tema della “brand” e depositare brevetti e può operare
consumatori e, dall’altro lato, per le imprese contraffazione. Certamente il rischio si sui mercati esteri con maggiore incisività.
che operano online. In sintesi: attenua se si può contare su un marchio forte, Sostiene una proposta in questa
- Applicare al commercio online le stesse un prodotto tecnologicamente innovativo e direzione l’avvocato Gabriel Cuonzo,
regole che valgono per quello tradizionale sulla qualità nella distribuzione. Tuttavia, Studio Trevisan & Cuonzo Avvocati,
(offline). sarebbe indispensabile per le aziende un Milano
- Applicare agli operatori online il principio del
Duty of Care (Obbligo di Diligenza) per
proteggere il consumatore da pratiche
aiuto da parte delle istituzioni sia perché non
siano lasciate da sole nelle fasi iniziali di
approccio ai mercati esteri (per esempio nella
5. un regolamenTo unico
di proTezione della proprieTà
commerciali scorrette. certificazione e registrazione dei prodotti), sia indusTriale, concorrenza
- Responsabilizzare gli operatori online che per i costi di eventuali cause legali in caso di e diriTTi d’auTore nelle fiere.
sono coinvolti attivamente, anche per conto contraffazione (ingestibili se affrontate senza La prima convenzione internazionale sulla
di terzi, nella vendita di prodotti contraffatti, un sostegno economico). proprietà industriale nacque a Parigi alla fine
nello stesso modo degli operatori nel In definitiva occorrerebbe “fare sistema” per del 1800 allo scopo di proteggere le
commercio offline. promuovere e tutelare la creatività e il Made in innovazioni presentate alle grandi fiere
- Introdurre misure contro gli operatori online Italy nel mondo. Bisognerebbe creare un espositive. È proprio nel momento di
che infrangono ripetutamente le regole, sistema centralizzato che coordini uffici locali maggiore esposizione della risorsa
immateriale, che la stessa necessita di dell’arredamento è possibile depositare una direzione Roberto Palomba, architetto
ricevere un’efficace protezione da indebite domanda di design multiplo per complementi e designer, Studio Palomba Serafini
usurpazioni. L’esposizione in fiera d’arredo diversi fra loro (poltrone, sedie, Associati, Milano
rappresenta una delle maggiori opportunità di
promozione commerciale per ogni azienda e
usualmente in fiera vengono presentate per la
tavoli, letti, ecc.). Il design comunitario
consente una tutela ai design di fatto (durata
3 anni) purché l’oggetto del design sia
8. un nuovo concetto
di sostenibilità: etica
prima volta le innovazioni realizzate. In questo pubblicato (esposizione in manifestazioni, ed economica.
particolare momento l’espositore, che non sia esposizioni, pubblicazioni in siti, riviste, ecc.) Tutelare un originale significa anche riflettere
adeguatamente protetto con gli strumenti per determinare la data certa della creazione. continuamente sui relativi criteri di
giuridici della proprietà industriale e Esistono finanziamenti per le micro e piccole- individuazione e sul loro aggiornamento. Si
intellettuale, corre il rischio di vanificare lo medie imprese erogati dal Ministero dello impone in primo luogo la necessità di definire
sforzo e gli investimenti competitivi profusi Sviluppo Economico a supporto del deposito in modo univoco il cosiddetto “valore
nella realizzazione di prodotti innovativi. di design italiani, comunitari, internazionali e artistico” di un prodotto di design; la
Nell’obiettivo di garantire fiere “counterfeiting in paesi extra UE. Si propone di promuovere creazione è sempre originale quando vi è
free”, si propone l’adozione di un l’uso di tali strumenti in modalità più ampia e innovazione e il design è evidentemente una
regolamento unico come standard nazionale capillare, tramite una comunicazione che forma d’arte contemporanea. Si propone di
per tutti gli eventi fieristici di riferimento. Il sfrutti tutti i mezzi e i momenti di contatto con introdurre e comunicare un concetto di
regolamento deve prevedere tre forme di il possibile pubblico interessato di designer e “sostenibilità etica ed economica” di un
servizi: un servizio informativo a disposizione imprenditori. prodotto originale, che comprenda la
di chiunque voglia avere chiare indicazioni su Sostiene una proposta in questa valutazione di un corretto rapporto tra
caratteristiche e opportunità dei diritti di direzione l’avvocato Gianpaolo Fossa, designer e impresa, tra impresa e
proprietà industriale, un servizio di tutela Studio legale Fossa di Milano, in distribuzione, tra impresa e mercato. Si tratta
diretto a raccogliere la prova della presenza di collaborazione con la dottoressa in sostanza di un patto virtuale di rispetto
violazioni in via molto più rapida e accurata di Donatella Prandin, Ufficio Brevetti dell’apporto di ciascuno a garanzia del giusto
quella che normalmente può essere Bugnion Spa, Milano compenso. La produzione di copie, il
concessa per il tramite giudiziale e infine un
terzo strumento (servizio di intervento) che
costituisce una sorta di arbitrato tecnico di
7. la formazione
degli studenti di design
mancato riconoscimento di royalties e lo
sfruttamento indebito della proprietà
intellettuale sono insostenibili per la
esperti (giuristi e no) con l’incarico di valutare e dei manager della valorizzazione del miglior design. Crediamo
con immediatezza la sussistenza di violazioni comunicazione: a scuola che questo valore etico sia importante in
e di impedire la prosecuzione all’esposizione di originali. questo particolare momento e che etica ed
di beni considerati in contraffazione. Coinvolgere e sensibilizzare i giovani sul tema estetica siano parte inscindibile del concetto
Sostiene una proposta in questa dell’originalità è indispensabile per far di bellezza.
direzione l’avvocato comprendere e trasmettere il valore insito in Sostiene una proposta in questa
Giovanni F. Casucci, Centro Studi questo concetto e per farne cogliere direzione Luisa Bocchietto, architetto
Anticontraffazione, Milano l’opportunità. Si propone di integrare il tema e designer, Presidente dell’ADI,
nei corsi di studio, in particolare in quelli volti Associazione per il Disegno Industriale
Per una comunicazione
nuova ed efficace
a creare i futuri designer e i futuri manager
della comunicazione e di coinvolgere studenti
e docenti su progetti specifici per creare un
9. un codice di prodotto
che ne testimoni l’originalità
6. la divulgazione di
strumenti a tutela
movimento virale che utilizzi la rete per
diffondere il valore dell’autenticità.
e offra la possibilità
per l’acquirente di una
Lo studio dei prodotti che hanno fatto la storia verifica online.
della creatività di giovani del design e che si possono considerare Le aziende di design dovrebbero puntare,
designer e di micro manifesti di originalità, l’istituzione di oltre che sulla protezione del marchio, del
e piccole-medie imprese. laboratori di progettazione e analisi che design e del copyright, sull’utilizzo di mezzi
La normativa italiana e comunitaria consente guidino gli studenti attraverso lo studio delle anti-contraffazione e sistemi di
ai giovani designer e alle imprese in crescita icone anche sotto l’aspetto specifico riconoscimento dei prodotti originali: si
di tutelare la propria creatività con strumenti dell’originalità, la creazione di un osservatorio propone l’adozione di codici seriali inseriti
efficaci e poco costosi. Ma spesso tali permanente all’interno delle scuole sono solo nell’etichetta del prodotto, o a esso applicati.
strumenti non sono conosciuti, o sfruttati alcuni esempi concreti. Attraverso un lavoro Ciò può costituire un valido strumento di
sufficientemente. Le normative vigenti collettivo e con un coinvolgimento diretto e tutela del consumatore e di tracciabilità dei
consentono di tutelare con un singolo creativo si può aiutare questa generazione ad prodotti. Tramite l’utilizzo di alcuni tra i più
deposito numerosi design purché ricadenti appropriarsi in modo consapevole moderni sistemi anticontraffazione, i
nella stessa classe (Classificazione di “dell’opportunità dell’originalità.” consumatori possono verificare l’autenticità
Locarno). Per esempio nel settore Sostiene una proposta in questa degli articoli ancor prima di effettuare
BE
ORIGINAL

il manifesto
l’acquisto, anche online, e interagire comunicazione negli ultimi decenni e ai nuovi singole storie si intreccino a formare un
direttamente con il produttore inviando mezzi di conoscenza globali, si propone la racconto esteticamente appagante e allo
informazioni importanti e segnalazioni in caso creazione di una realtà digitale (app, sito o stesso tempo formativo che solleciti
di riconoscimento di prodotti contraffatti. social network) sulla quale poter condividere l’interesse di molti.
Sostiene una proposta in questa e verificare l’identità e l’originalità di un Sostiene una proposta in questa
direzione l’avvocato Michele Ferrante, progetto. direzione Elle Decor Italia,
Ferrante Intellectual Property Beijing, Con i social network si è aperta la possibilità nell’ambito del progetto Be Original
Shanghai, Guangzhou, Hong Kong

10. Un’immagine originale


per il pubblico di contribuire e interagire
direttamente, in un interscambio di dati e
informazioni sempre più aggiornato e
14. il coinvolgimento
diretto dei consUmatori
per prodotti originali. ramificato che rende possibile creare in breve con eventi nei pUnti vendita
Il segreto della fotografia creativa di un tempo una banca dati che sia al contempo di design originale.
oggetto di design sta nel rientrare nella mente strumento divulgativo. Il coinvolgimento diretto dei consumatori in
del suo autore e in un certo senso ricrearla L’uso del digitale e di realtà di condivisione è un momento di celebrazione del design
con lui, sentendo dentro di sé l’eco del suo quindi proposto come mezzo semplice e originale è fondamentale per costruire e
talento. In questo rinnovare il momento fruibile per poter divulgare al meglio il diffondere il valore dell’autenticità. Si propone
creativo sta la meraviglia della fotografia concetto di originalità, i suoi fautori e divenire un progetto di comunicazione sul territorio
applicata. antidoto alla contraffazione. che si avvalga di due strumenti: lo storytelling
La capacità di creare e radicare nei Sostengono una proposta in questa e gli incentivi all’acquisto. Immaginiamo una
consumatori il valore dell’originalità di un direzione Ferruccio Laviani, architetto e serie di eventi nei punti vendita che associno
prodotto di design, la forza di generare il designer, ed Elle Decor Italia, un coinvolgimento emozionale (il racconto
desiderio di possedere un originale può nell’ambito del progetto Be Original dell’esclusivo rapporto tra designer e aziende
essere determinata in grande parte dall’uso di
una comunicazione visiva originale. Il
progetto di comunicazione di un prodotto
12. Un media internazionale
per comUnicare
che dà vita ai prodotti originali) a un aspetto
commerciale, ovvero l’offerta di oggetti di
design a condizioni eccezionali per un tempo
deve condividerne i requisiti di innovazione, Un valore Universale. limitato.
artisticità, creatività, longevità. Attraverso La tutela dei diritti di Proprietà Intellettuale e Sostiene una proposta in questa
un’immagine fotografica che non estetizzi Industriale nel design è di grande rilevanza in direzione Elle Decor Italia,
semplicemente l’oggetto, né lo prevarichi, ma ogni paese. La sensibilizzazione dei nell’ambito del progetto Be Original
ne condivida gli aspetti peculiari. Per fare di consumatori, la loro consapevolezza e la
un prodotto di design una vera icona.
Si propone un nuovo progetto di
corretta e univoca comunicazione del valore
dell’originalità stanno alla base di qualunque
Per rispondere
comunicazione visiva Be Original a sostegno azione propedeutica alla difesa del diritto alle aspettative
dell’originalità nel design che coinvolga con d’autore nel design in ogni mercato. Si dei consumatori
un contest l’AFIP, Associazione Fotografi
Italiani Professionisti, e miri a sollecitare
l’espressione e l’uso di immagini qualitative e
propone di dare respiro internazionale alla
tematica con una azione che veda come
promotore il più esteso network di testate di
15. l’impegno di elle decor
italia di farsi portavoce dei
inedite per promuovere il design originale interior design nel mondo: Elle Decoration 5 temi emersi dal sondaggio
anche attraverso una mostra itinerante. network. nazionale lanciato sUl web.
Impegnando inoltre l’AFIP a invitare i fotografi Sostiene una proposta in questa Dagli oltre 10.000 questionari risultano come
suoi associati a produrre immagini direzione Elle Decor Italia, nell’ambito prioritarie le seguenti esigenze:
pubblicitarie che rappresentino solamente del progetto Be Original 1. La domanda di un design più economico
prodotti autentici e certificati originali.
Sostengono una proposta in questa
direzione Giovanni Gastel, fotografo e
13. mostre e percorsi
espositivi per far conoscere
e accessibile.
2. La richiesta di maggior informazione ed
educazione: è indispensabile che il
Presidente dell’AFIP, Associazione gli originali, contribUendo consumatore venga informato sui valori di ciò
Fotografi Italiani Professionisti, ad arricchire il backgroUnd che acquista.
ed Elle Decor Italia, cUltUrale dei consUmatori. 3. Maggiori sanzioni e controlli.
nell’ambito del progetto Be Original Gli originali tutelati da diritto d’autore sono 4. La richiesta di avere certificazioni e

11. Un sito internazionale


divUlgativo e di servizio
dotati di una componente artistica. Creare
una cultura degli originali significa anche
proporli come vere opere d’arte, mettere a
garanzie, per esempio un marchio che tuteli
e sancisca la qualità.
5. Il rinnovamento generazionale: il sostegno
per accedere a tUtte le contatto i prodotti con il pubblico in contesti ai giovani designer.
informazioni sU prodotti diversi da spazi commerciali. Si propone Sostiene le proposte in questa direzione
di design originale. quindi di presentare gli originali in un percorso Elle Decor Italia, nell’ambito del
Pensando a come si è sviluppata la espositivo ampio e diversificato, dove le progetto Be Original
la parola all’esperto
di Ruben Modigliani

Abbiamo ricevuto e letto le vostre risposte


(tantissime!) al sondaggio Be Original.
E le abbiamo sottoposte anche a Enrico
Finzi, sociologo, giornalista e presidente
di AstraRicerche, struttura che si
occupa di indagini sociali, marketing Dottor FINZI, Il Nostro soNDaggIo è arrIvato a
e scenari. Ne è venuta fuori un’analisi termINe. Qual è la sItuaZIoNe che Ne emerge?
precisa e la definizione di una strada
da seguire. Che parla di design, cultura, Le oltre 10mila interviste che avete raccolto sono un campione molto
valori condivisi. E orgoglio nazionale ampio: in larga misura femminile, più presente della media nel Centro-
Nord, quasi totalmente composto da diplomati o laureati, e in larga
maggioranza - sul 60% - da residenti in Comuni sopra i 100mila
abitanti. Un target femminile, evoluto, moderno, che d’altra parte
corrisponde al mondo di Elle Decor. Che non ci dice com’è l’Italia ma
com’è la sua componente avanzata, e quella più interessante per il
marketing delle imprese, dato che qui si concentra - stimabilmente -
attorno al 70/75% degli acquirenti. Una minoranza, seppure
cospicua, che però è il grosso del mercato. Questo target evoluto è
Nelle immagini di queste caratterizzato - e questo non mi ha sorpreso - da una intima
pagine, la campagna conoscenza del design, per il quale prova grande amore, e che
anticontraffazione
di Elle Decor Italia con volentieri lo acquista (70% sono possessori o acquirenti di pezzi di
immagini fotografiche
di Giovanni Gastel sul
design, e metà di questi uno o più pezzi all’anno: non è poco). Un
tema dei valori legati target orientato verso il design fondamentalmente dalle riviste
al design originale.
Il progetto ha il patrocinio qualificate di arredamento come la vostra, e adesso in misura
del Comune di Milano. straordinariamente crescente dal web, specialmente i siti delle
aziende (i social forum pesano ancora poco); il punto vendita ha un
ruolo secondario, e purtroppo decrescente, e comunque la fanno da
padrone i punti vendita specializzati, quelli che nell’abbigliamento
Se hai un originale sono le boutique: non Ikea, non l’online. Questo target non solo adora
il design, ma ha capito appieno la crucialità dell’originalità: Be Original
non hai bisogno d’altro non è uno slogan imposto, è qualcosa che corrisponde al sentire.
Scegli solo design originale. Perché? Perché il design autentico garantisce maggiore qualità dei
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore prodotti e della fattura tecnica, maggiore sicurezza, maggiore valore
simbolico, emozionale. E riconoscibilità dello stile. Il prodotto è il vero
protagonista, più importante del brand, che semmai è garante anche
della sua legalità: rispetto dei diritti dei lavoratori, rispetto delle norme
di sicurezza. Quindi netto favore per i prodotti originali (84%) e
disgusto per la contraffazione. Qui parliamo della casa, di qualcosa
che è essenziale soprattutto per gli italiani. E c’è un vero odio nei
confronti delle imitazioni perché danneggiano i designer, le imprese e
la ricerca, favoriscono i criminali, impoveriscono l’economia, evadono
Arco
il fisco. C’è una domanda molto forte di azioni di tutela,
di Achille e Pier Giacomo
Castiglioni 1962 sostanzialmente controlli e sanzioni, e poi di informazione: perché
non tutti (questo target sì, ma è il target avanzato) hanno una
consapevolezza dei danni che il non original dà allo Stato e alla
collettività. Consumatori compresi: perché il prodotto falso, per
Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Styling moda Micaela Sessa - Artwork Designwork

esempio, non ha un servizio post vendita, nessuno che lo può


sostituire o riparare. Anche le indagini che abbiamo svolto a livello
nazionale con AstraRicerche, compresa l’ultima del 2012, mostrano
Con il Patrocinio
del Comune di Milano
che quello dei fautori del design non è più un mondo piccolo ed
elitario: è diventato la maggioranza della popolazione, il 54%. Perché
www.elle.it/elle-decor/be-original
la crisi ha penalizzato i consumi, ma non - almeno da noi - il crescente
favore per il design. Che va inteso come una sintesi fluida, perfetta di
Un’icona è sempre originale
Scegli solo design originale. Di un originale ti puoi fidare
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore
Scegli solo design originale.
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore

Charles
di Antonio Citterio 1997

Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Styling moda Micaela Sessa - Artwork Designwork
Lounge chair +
Ottoman di Charles
e Ray Eames 1956

vitra.

Con il Patrocinio
del Comune di Milano Con il Patrocinio
del Comune di Milano

www.elle.it/elle-decor/be-original www.elle.it/elle-decor/be-original

funzione (comfort, tenuta, comodità, sicurezza) ed estetica. per molti secoli solo alle classi dirigenti, ma quando noi italiani all’inizio
Il mercato potenziale teorico è gigantesco per vari motivi. In primis degli anni ’50 ci siamo messi in moto per consumare (ho anche scritto
perché c’è ancora tanta gente che va acculturata al design, quel 54% un libro sull’argomento) nei primi dieci anni ci siamo voluti dotare di
può diventare il 70%. Possiamo conquistare nuovi consumatori. Poi prodotti che, venendo dalla miseria e dall’analfabetismo, non avevamo
perché coloro che desiderano avere prodotti di design in casa sono mai avuto. Ma siamo stati rapidissimi nel passare subito a voler non
soddisfatti solo nella misura di un terzo (31%, per la precisione): quindi solo una lavabiancheria, ma una lavabiancheria bella. Idem per la radio,
quelli che sono già parte del 54% per oltre due terzi auspicano di avere ed è nata la Brionvega che adesso sta al MoMA. La domanda di
più prodotti di design. L’Italia in questo momento è depressivante per bellezza, di contenuto estetico, di originalità, di riconoscibilità è una
gli operatori, in quanto mercato in grave difficoltà; sapere che questo domanda di massa che è emersa quasi subito. Gli italiani non si
mercato ha potenzialità di crescere - e l’educazione è uno degli contentano di avere: potendo, vogliono delle cose belle. 3. In un Paese
strumenti per farlo crescere - è importante, anche perché è difficile più o meno disastrato, il Made in Italy è stato un elemento che ha dato
essere forti nell’export se non si ha un buon presidio del mercato orgoglio nazionale. Prima la moda e il design industriale, adesso anche
domestico. E pensare solo di esportare può funzionare per due/tre l’eno-agroalimentare. Oggi gli italiani viaggiano di più o sono comunque
marchi, ma non funziona nell’insieme. Quindi l’Italia resta, per il Made in più esposti al mondo (via cinema, tv, web), e si rendono conto del
Italy, una base importante. C’è da dire anche che il consumatore nostro prestigio. Sentono un riconoscimento positivo. L’offerta ha
italiano è molto più sofisticato della media, quindi se una cosa passa rafforzato la domanda. 4. L’imitazione: via via che sempre più nuclei
qui vuol dire che ha passato l’esame di un maestro molto severo. familiari si dotavano di oggetti con un’ottima sintesi di estetica e di
funzione è scattato l’effetto imitativo che c’è in tutte le società. Lo voglio
La convivenza di un mercato avvizzito anch’io: perché devo avere solo una sedia? La voglio bella,
con La crescente disposizione aLL’acquisto riconoscibile. 5. I media: i mezzi di comunicazione, e specialmente la
nei confronti deL design sorprende stampa, hanno svolto una funzione educativa straordinaria. Se la
un po’. come La spiega? televisione è stata essenziale per educare, per esempio, a lavarsi i denti
Ci sono cinque motivi. 1. Il nostro Paese è imbevuto di cultura della dopo i pasti (merito più delle pubblicità dei dentifrici che dei dentisti),
bellezza. Una bellezza distribuita: non si nega a nessuna piccola sono stati i periodici che hanno insegnato alle donne, e in parte agli
frazione dell’Appennino o delle Alpi un’edicola con una Madonna o una uomini, a vestirsi bene, ad alimentarsi meglio. Hanno insegnato uno
bella chiesa. Abbiamo tanti grandi (Armani, Castiglioni etc.) anche se stile di vita. Adesso c’è il web, ma è recente. Un ruolo storico positivo
non abbiamo scuole. C’è un motivo antropologico, un vantaggio che spiega perché la stampa periodica sia tuttora al primo posto per il
competitivo: il “Bello” lo respiriamo con l’aria. 2. Abbiamo un valore target evoluto come fonte di informazione, battendo la tv che
sociale del prodotto esteticamente bello. La bellezza è stata accessibile strutturalmente ha dedicato poca attenzione a questi ambiti.
Un originale è cultura
Scegli solo design originale.
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore errore. E questo non riguarda solo il mercato italiano, ma riguarda
anche la velocità di crescita nei Paesi cosiddetti emergenti, a cui non
possiamo pensare di vendere solo le auto top. Abbiamo bisogno di
vendere anche le utilitarie, altrimenti questi mercati ce li soffieranno
altri. Dobbiamo mantenere l’orgoglio e il posizionamento alto, il Made
in Italy e la sua magia, la sua narrazione. Ma dobbiamo anche favorire
la democratizzazione del design. Non è perdere la nostra cifra di
eccellenza, ma raggiungere un target più ampio. Con un buon
LC4 di Le Corbusier,
Pierre Jeanneret,
Charlotte Perriand 1928
contenuto di design e, magari, costi di produzione più bassi, o
(Cassina dal 1965)
designer giovani e per questo meno costosi. Questi spunti si
traducono anche in alcune critiche precise. Per esempio che non c’è
abbastanza informazione/educazione sul prodotto: far capire alla
gente di che cosa si tratta è un modo anche per far accettare prezzi
più elevati, se riesci ad argomentare la qualità il cliente ti segue. Ma
Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Styling moda Micaela Sessa - Artwork Designwork
purtroppo oggi i negozianti - settore in sofferenza - sono meno capaci
di spiegare, entusiasmare. E, come dicevo, c’è bisogno di una scala
verticale dei prezzi più lunga. Dobbiamo riflettere, in ogni settore, sul
fatto che noi possiamo - e parlo di una funzione mondiale - estendere
Con il Patrocinio
del Comune di Milano
a più gente il piacere di quello che sappiamo fare benissimo e di cui
andiamo orgogliosi. Migliorando il bilancio della felicità del pianeta.
www.elle.it/elle-decor/be-original
E qui ci commuoviamo tutti…

a proposito di design italiano: i grandi


Come legge le proposte emerse dal sondaggio?  maestri oggi arrivano da tutto il mondo.
In sintesi dai vostri lettori emergono cinque punti, raggruppando alcune Non illludiamoci che la nostra eccellenza storica sia esclusività. Gli altri
voci che a mio parere vanno nella stessa direzione. 1. La domanda di crescono, non accettano più prodotti mal fatti, realizzati in condizioni
un design più economico, accessibile (42%). 2. La richiesta di maggior non accettabili o non sicuri. I bisogni più evoluti sono figli dell’uscita
informazione ed educazione: è indispensabile che il consumatore dalla miseria. In tanti Paesi si stanno creando le precondizioni sociali
venga informato sui valori di ciò che acquista (22%). 3. Maggiori perché arrivino a occupare anche l’area della bellezza, della sicurezza e
sanzioni e controlli (14%). 4. Richiesta di avere certificazioni e garanzie, della tutela della dignità di chi lavora, ma anche del rispetto
per esempio un marchio che tuteli e sancisca la qualità (7%). dell’ambiente. C’è un altro aspetto: noi delocalizziamo nei Paesi
5. Rinnovamento generazionale, nuovi designer (3%). Emerge quindi emergenti, loro imparano a fare le cose. Alcuni si mettono in proprio,
un desiderio di sensatezza, di lasciarsi alle spalle un’epoca di over- altri invece vengono qui a studiare, o a lavorare nei grandi studi. E
profit, che si inserisce in una tendenza generale. Mi hanno colpito una nessuno ha detto che la creatività è patrimonio nostro esclusivo: ci
certa lucidità di questo target evoluto, le opportunità ulteriori di sono Paesi con culture del bello straordinarie, per esempio il mondo
crescita in Italia, la necessità che il settore investa di più su due terreni indo-nippo-cinese, già nel ’700 l’Occidente era affascinato da loro.
chiave: l’educazione e un’articolazione dell’offerta diversa. Non puoi Dobbiamo essere orgogliosi di quello che facciamo ma anche
dare il mercato per fisso, devi andare in conquista. L’hanno fatto gli rispettosi delle altre culture. E prudenti. La mia convinzione, in
stilisti con le seconde linee, ma anche aziende come Guzzini, che particolare, è che l’America Latina sia sotto questo aspetto una bomba:
faceva utensili solo di plastica e ha inserito prodotti con un buon hanno le nostre stesse radici, integrate con gli schiavi provenienti
contenuto di design. Così hanno educato a comprare oggetti magari dall’Africa e con popolazioni autoctone che erano arrivate a livelli di
di plastica ma comunque di buon progetto. Capisco le difficoltà del civiltà straordinari. Sono popoli giovani, che si sentono in crescita,
momento, ma questo richiede una mentalità un po’ diversa. Credo a vigorosi, investono in cultura. E sono tanti. Non sediamoci sugli allori,
una scala verticale prezzi più lunga: coloro che hanno un mescoliamoci. Ci conviene avere il giovane designer che lavora con i
posizionamento medio potrebbero coprire, per esempio, anche fasce nostri artigiani (per esempio quelli del legno, che riusciamo a trattare in
medio-basse. Oppure chi ha un posizionamento alto potrebbe avere modo unico). Pensiamo a una società di meticciato culturale. La
degli entry price medi. Perché c’è chi non ce la fa a pagare i prezzi alti, tecnologia poi rimescola le carte, e quando hai un mix di nazionalità e
ma anche chi - dei ceti superiori - cerca prodotti non carissimi. un simile ringiovanimento, noi che siamo vecchi - anagraficamente -
Esempio tipico: la cameretta dei figli, che tanto in sei anni la rischiamo di pagare dazio: gli altri corrono, noi magari saremo i più
distruggono. Se le aziende non capiscono che il mondo è bello perché bravi, ma siamo pochi. Dobbiamo rivedere la nostra mission nel
è vario e non articolano l’offerta - senza annacquarla troppo - fanno un mondo: aprirci, accelerare e smettere di essere classisti.•
Un originale Un originale è senza tempo
supera le tue aspettative Scegli solo design originale.
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore
Scegli solo design originale.
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore

Saarinen table +
Saarinen Tulip chair
di Eero Saarinen 1957

Acquagrande
di Giulio Cappellini,
Roberto Palomba 1997

Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Styling moda Micaela Sessa - Artwork Designwork
Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Artwork Designwork

Con il Patrocinio
del Comune di Milano Con il Patrocinio
del Comune di Milano

www.elle.it/elle-decor/be-original
www.elle.it/elle-decor/be-original

Un originale ti fa innamorare Un originale


migliora il tuo quotidiano
Scegli solo design originale.
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore Scegli solo design originale.
Elle Decor Italia sostiene il diritto d’autore

Sedia Louis Ghost


di Philippe Starck 2002

Anna G.
di Alessandro Mendini 1994
Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Styling moda Micaela Sessa - Artwork Designwork

Foto Giovanni Gastel - Styling Elisa Ossino - Artwork Designwork

Con il Patrocinio Con il Patrocinio


del Comune di Milano del Comune di Milano

www.elle.it/elle-decor/be-original www.elle.it/elle-decor/be-original

elle decor 25
elle decor italia sostiene il diritto d’autore
scegli solo design originale

be original continua...
seguiteci
per scoprire
altre nuove iniziative
si ringraziano
i partner del progetto Be original
alessi
B&B italia
cassina
Flaminia
Flos
Kartell
Knoll international
Vitra
la rinascente

Con il Patrocinio
del Comune di Milano

www.elle.it/elle-decor/be-original
PASSWORD

utOPiA
Precisamente, “un luogo che non esiste” (dal greco) ma, per estensione, un ideale,
un progetto, una speranza, un’aspirazione. Ne sosteniamo l’importanza
perché, nell’utopia, nel suo valore propulsivo, dobbiamo tornare a credere.
Lo ha sollecitato di recente Philippe Daverio nel presentare la Reggia ritrovata di
Colorno, oggi sede di Alma, scuola di alta cucina che insegna ai giovani a
mettere le mani in pasta, mixando rigore e passione, e da lì li lancia nel mondo.
Un esempio per tornare a progettare il futuro, partendo dal fare, dal cuore
dell’Italia. Paese che offre, lo sanno tutti, risorse di alta qualità ed eccellenza.
Come raccontano le pagine che abbiamo dedicato a un viaggio
speciale in Salento perché tanti sono i luoghi e le cose ancora
ARTWORK CARLO D’AMICO

da scoprire, anche per noi italiani. Luoghi di cui le persone si sono


prese cura, inseguendo un loro sogno di grande bellezza.
Così come è stata un’utopia positiva quella che ha spinto Elle Decor Italia
a varare nel 2012 il progetto Be Original, a tutela del design d’autore
e ci porta oggi a presentare un Manifesto di proposte concrete contro la
contraffazione. Che, confidiamo, le istituzioni potranno accogliere e attuare

elle decor 29
DECORTREND

afro
MooD
di Micaela Sessa - foto Giovanni Gastel
hanno collaborato
Nicolò Milella e Silvia Masciale

Toni d’ispirazione
coloniale, disegni
grafici tribali, mix di
maculati, accostamenti
di colore stile Masai.
Dal design alla moda,
la creatività
guarda all’Africa

30elle decor
Toni sahariani. Ispirato a una
foglia il maxi lettino Leaf, di
Frank Ligthart per Dedon, in
alluminio e fibra eco intrecciata
(€ 3.100), a sinistra la libreria da
centro stanza Existence, design
Michele De Lucchi (€ 3.127), e la
lampada-foglia Ginko (da € 300),
entrambe in finitura Cor-ten,
di De Castelli. A destra, tavolini
Torei di Luca Nichetto per
Cassina e credenza in varie
essenze di legno Code Cavalletto
di Morelato (€ 2.478); poltroncina
Grand Hotel di Fendi Casa
Outdoor. Parquet in doghe di eco-
legno e Pvc di Eco Contract. Mini
trench e body Burberry Prorsum,
sandali Christian Louboutin.
Mimetico ed effetto stagnola,
spunti per un safari indoor.
Rivestiti in tessuto Rockets
in poliestere e fibra di alluminio,
con profili colorati, il pouf
e la poltrona Brick disegnati
da Paola Navone per Gervasoni
(cm 94x94x37h, da € 581,
e cm 110x94x65h, da € 1.282).
Total black per il tavolo Gaudì
con struttura in massello di legno
e piano in rovere, di Ferruccio
Laviani per MisuraEmme
(cm 230x100, € 2.763), e per
il tabouret Cesar outdoor
di Rodolfo Dordoni per Minotti,
in Baydur (cm 45h, da € 750).
Giacca e abito, Stella McCartney,
stivali Salvatore Ferragamo.

32elle decor
DECORTREND
34elle decor
DECORTREND

Decor stile Masai e note animalier.


A sinistra, in acciaio e Texplast la
sdraio Snooze di Chiaramonte-
Marin per Emu (€ 149), in frassino
con cuscini in tessuto il divano
Elizabeth, di Nathan Young per
Ligne Roset; plaid in seta e volpe
Roberto Cavalli Home. Davanti,
tavolino Dala di Stephen Burks per
Dedon. T-shirt e pantaloni Msgm,
cappello F. Ballestrazzi, sandali P.
Hardy. A destra, rocking chair del
progetto charity Marni 100 Sedie
e poltrona con pouf Superheroes,
design Glimpt per Cappellini
(€ 590 e € 290). Pavimento in fibra
di alghe intrecciate di Aplem.
Abiti e bici maculati Dolce &
Gabbana, borsa Tod’s.
Grafismi tribali. Giochi di pieni
e vuoti per la libreria componibile
Twin Box di Nicola De Ponti per
Valsecchi, circondata da tre
poltroncine outdoor: effetto light
Cortina, in tubolare e rete
metallica, di Gordon Guillaumier
per Minotti (da € 2.420), classica
in alluminio rosso e tessuto
Vieques, di Patricia Urquiola per
Kettal (da € 762 ca.), sinuosa
Dansk in teak e materiale
plastico, di Povl Eskildsen per
Gloster. Tappeto in cuoio Mathe
di Oscar Maschera. Parka e
shorts Hermès, sandali Santoni;
abito Givenchy by Riccardo Tisci.
Hair Gianluca Guaitoli, make-up
Seiko Nishigori per Greenapple.
INDIRIZZI A PAG. 191
DECORTREND

elle decor 37
decorscouting
Estate: si allargano gli orizzonti. Anche quelli della creatività. Con carte
da parati d’artista, un albergo con Spa & museo e gioielli con una storia
a cura di Ruben Modigliani

geometrie magiche
Il lavoro di Zilvinas Kempinas,
artista lituano di stanza a New
York, è fatto di materiali di tutti
i giorni come nastro magnetico,
lampadine, ventilatori. Che
danno vita a opere monumentali
e sorprendenti: come Kakashi,
del 2012 (in foto), uno spazio
il cui volume ipercolorato diventa
evanescente man mano che lo
spettatore si avvicina. Da vedere
al Museum Tinguely di Basilea,
fino al 22/9. www.tinguely.ch
Daniel Spehr
decorscouting

parigi o cara
le geometrie déco del
trocadéro e i fuochi
d’artificio diventano
anelli, la grande ruota
panoramica di place de
la Concorde ispira un
paio di orecchini... È la
nuova collezione paris
nouvelle vague di
Cartier: dichiarazione
d’amore (fatta
sorridendo) a parigi, città
mito. www.cartier.com

Courtesy other Criteria. © Damien hirst & sCienCe - vinCent wulveryCk © Carter 2013 - Josh white. DonalD JuDD art © JuDD FounDation. liCenseD by vaGa, new york.
© Claes olDenburG. © luCas samaras. Dan Flavin © stephen Flavin/artists riGhts soCiety (ars), new york. DonalD JuDD Furnituretm© JuDD FounDation.
arte al metro quadro
Fiori, farfalle, pillole: gli elementi del vocabolario artistico di Damien Hirst ci
sono tutti. Moltiplicati all’infinito. Sono le carte da parati di Other Criteria,
casa di edizioni d’arte (che vende serigrafie ma anche T-shirt e teli da
spiaggia) fondata dal dissacrante artista inglese. Quella in foto è Beautiful
Inside My Head Forever, tratta da un suo lavoro del 2008. Vista da lontano è
poetica, da vicino spaesante. Come da manuale. www.othercriteria.com

tutti a casa di donald


il Donald in questione è Judd (1928-1994), artista, uno dei padri del minimalismo. nel 1968 acquista un building fine
ottocento a new york (101 spring street, soho, allora ancora quartiere di magazzini) e ne fa studio, casa, spazio
espositivo per le sue opere e per quelle di artisti amici. in realtà un’unica, grande installazione rimasta intatta, dove vita
e arte diventano tutt’uno. appena aperta al pubblico, è visitabile su appuntamento. www.juddfoundation.org

elle decor 40
decorscouting

marrakech a sorpresa
Al Fellah Hotel, a pochi km da
Marrakech, non si va solo per il
panorama o per la Spa. L’albergo
infatti è parte di Dar Al-Ma’mûn,
vivace centro culturale: biblioteca,
residenza per artisti e spazio
espositivo che lavora con istituzioni
del calibro del Palais de Tokyo di
Parigi e la Biennale di Marrakech.
www.fellah-hotel.com,
dam-arts.org (Lorenza Pignatti)

elle decor 42
decorscouting

trama, ordito, gusto


Ferran Adrià, chef
pluri-stellato, ha chiuso
il suo mitico El Bulli. Ma
ha appena aperto, a
Barcellona, Pakta, locale
di cucina nippo-peruviana.
Un intreccio sorprendente
di culture che si riflette
anche nella scenografia,
curata dallo studio El
Equipo Creativo, e ispirata
agli antichi telai andini.
www.pakta.es, www.
elequipocreativo.com

un cuore nobile
Collane e bracciali con un
grande cuore sottile e
lucente in argento. Sono
gli oggetti della collezione
SeeMe, marchio di “lusso
solidale” (a Milano in
vendita da Banner). I cuori
sono fatti a mano da
donne indigenti o vittime
di violenza domestica ad
Ankara, in Turchia: il
compenso assicurato è il
doppio del salario minimo
nazionale, e il 25% dei
costi di produzione viene
investito in progetti
sociali dedicati a loro.
www.see--me.com

classicismo morbido
Le cornici ideate da Catarina Carreiras, di Fabrica, per Tai Ping
(viste a Parigi durante i Designer’s Days) sono dei tappeti
dall’ironia delicata. Un ibrido intelligente e bello tra Oriente e
Occidente. www.taipingcarpets.com, www.fabrica.it

natura pop
ADrià gOULA - PAUL grAvEs - ivAN sErAFiNO - COsiMO FiLiPPiNi
L’ultima impresa di
Bros, street artist
milanese, è nata su
invito. Oggetto
dell’intervento, un
edificio a Milano (in via
Pinturicchio 4) realizzato
per ospitare operai edili.
E diventato Padiglione
Natura, questo il titolo
del lavoro. 400 mq di
colore puro,
psichedelico.
www.brosart.com

elle decor 44
deCORnews Novità dal mondo del design

evergreen da collezione/ Disegnato più di quarant’anni fa da Paul Schärer jr. e Fritz Haller, Haller di Usm è un sistema di arredo
componibile di grande eleganza. La peculiarità che lo rende sempre attuale ruota attorno al dettaglio tecnico della sfera: elemento di
collegamento di tutti gli elementi tubolari del progetto (cm 300x35x39h). Piani e ante disponibili in 14 colori. www.usm.com

a cura di Bettina Rosso, Tamara Bianchini, Murielle Bortolotto e Paola Carimati

elle decor 47
decor news
Design benefico. Il 13/9
all’Istituto di Ricerca Pediatrica
di Padova, a sostegno della
ancora di luce/ Fondazione Città della Speranza,
Ottone lucidato e sfere
in vetro soffiato opalino per
Leucos metterà all’asta le 10 The
Double Angle (anche Single Great JJ interpretate da 10 designer.
e Triple Angle), la lampada Il ricavato sarà devoluto in
a sospensione di
Michael Anastassiades. beneficenza. www.leucos.com
L’asta è regolabile in
altezza. € 1.590. www.
michaelanastassiades.com

decori caleidoscopici/ Giulio


Iacchetti declina il caratteristico
quadretto bianco e blu (check) di
Hästens e disegna nuove stampe
per grandi cuscini (50x60 cm).
Da € 200. www.hastens.com

che tempo che fa/


Meteo di Naoto Fukasawa
per Magis è uno strumento
che integra le funzioni di
igrometro (per misurare
l’umidità relativa nell’aria),
barometro (per misurare la
pressione atmosferica) e
termometro. € 204.
www.magisdesign.com

effetto panchina/ Il divano Summertime è un progetto di Valerio Berruti per Gufram. In poliuretano
espanso verniciato, con decoro a righe, il sofà è disponibile in due versioni: verde rame e rosso mattone
(cm 170x86x76h). Prodotto in edizione limitata, in 250 pezzi a modello, a € 5.000. www.gufram.it

stile balneare/ Testata in puro cotone, con tre


tipi di rigato (Rigò1, Rigò2 e Rigò3) per il letto Tolò di
Vittorio Prato per Noctis. Il modello, che appartiene
alla collezione The Originals, è disponibile nelle finiture
legno naturale e laccato bianco. € 713. www.noctis.it

elle decor 48
decor news
1. etno selvaggio/ Ice Cream 1
Jungle (Capsule collection):
tappeto in 100% lana di Julien
Colombier per Didden & C°
(cm 170x240). www.diddenco.
com 2. cocorite colorate/
Coco, di Cocktail Designers per
Domestic: specchio tagliato a
laser in tre colori. € 80. www.
domestic.fr 3. totem di luce/
Eye Shadow di Cappellini:
lampada da terra in tessuto
decorato di Marcel Wanders
e stampa a getto d’inchiostro.
Disponibile in 33 pezzi. € 5.280.
www.cappellini.it 4. nomade
con classe/ Di Enrico Tonucci
per ManifestoDesign: lettino
pieghevole in legno di noce nero
o frassino con seduta in cuoio
(anche in tessuto in 100% cotone)
completo di cuscini. Da € 1.690.
www.manifestodesign.it 5. neo
africa/ Gambe in acciaio
verniciato e piano con tessuto
stampato con tecnica digitale
per i tavolini Ink di Emilio Nanni
per Zanotta. Prezzo su richiesta.
www.zanotta.it

elle decor 50
decor news

bagliori stroboscopici/ Solo dal


ritratto, l’olandese Bertjan Pot si potrebbe
definire il designer dello humour (www.
bertjanpot.nl). Tra le novità, il tappeto
Triangles per Golran (un kilim con motivo
geometrico, www.golran.com) e la lampada
da terra a cavalletto Disco Dish per DH PH
con paralume rivestito da un mosaico di
piccoli specchi. www.dhph.com

come in natura/
Uno scatto fotografico di
Miro Zagnoli si trasforma
in carta da parati: nella
foto, un modello della
collezione Jwall 1005
Wonder di Jannelli & Volpi.
Ad amplificare l’effetto
poetico dell’immagine,
la stampa, realizzata su
supporto tecnico Quarz,
che le conferisce anche
una ruvida materialità.
€ 70/90 al metro lineare.
www.jannellievolpi.it
impatto scultoreo/ Motivo ondulato continuo su
ante e fianchi per la madia Ola di Riflessi. Il sideboard è
disponibile nella versione a 2 ante (cm 132x52x66h) e a 3
ante e nelle finiture bianco opaco e lucido nei colori RAL.
Da € 2.424 (il modello più piccolo). www.riflessisrl.it

Anticipazioni. Baccarat
inaugura a New York,
al 635 di Madison
Avenue, un nuovo
flagship store: uno
spazio di 260 mq
progettati da Rafael de
Cárdenas. La storica
maison l’anno prossimo
compie 250 anni. totally hand made/ Helen di Antonio Citterio per Flexform:
www.baccarat.com struttura in metallo con finitura cromo, rivestimento
in cuoio intrecciato color testa di moro e linee decise
(cm 184x54x87h). A € 6.964. www.flexform.it

elle decor 52
decor news
Anniversari. Per festeggiare i suoi 75 anni,
Knoll International presenta Modern always:
una campagna di comunicazione che vede
protagonisti i nuovi pezzi di Edward Barber
& Jay Osgerby e i classici di Mies van
der Rohe e Marcel Breuer. www.knoll-int.com

siesta di design/
Christophe Pillet per
Emu disegna Shade: un
ombrellone con struttura
in alluminio estruso
anodizzato e telo in
poliestere, qui in bianco
(cm 300x300x260h).
luce diffusa e galleggiante/ € 1.174. www.emu.it
Sorgente Led, batteria ricaricabile
(durata di 5 ore) e telecomando
per GlouGlou Pol di Emiliana
Martinelli per Martinelli Luce
(cm 40x50x15h). In polietilene,
si appoggia a terra e nell’acqua.
Da € 243. www.martinelliluce.it

una culla per l’estate/ Struttura in metallo verniciato


e rivestimento in cordino intrecciato a mano per la
poltrona outdoor di Ivano Redaelli per Swing. Qui nella
versione a sospensione. € 2.107. www.ivanoredaelli.it

atmosfere marine/ Pesci e uccelli stilizzati


sul tessuto per esterno Santorini di Donghia
(cm 140 di altezza). Disponibile in cinque
varianti di colore e distribuito da Rubelli (www.
rubelli.com). € 165,77. www.donghia.com

doppio utilizzo/ È sufficiente inserire i ripiani per trasformare questo


IVAN SERAFINO

cabinet in rete metallica (a effetto moiré) da contenitore in guardaroba.


Si tratta di Harold di Jesse Visser, disponibile nella versione verniciato bianco
o in special edition oro (cm 128x40x190h). www.jessevisser.com

elle decor 54
K. Schum, Germania e r. clayton, uSa, merian/hanSGrohe Se..

56elle decor
DESTINAZIONE H2O

PIANETA blu
di Lisa Corva e Laura Maggi - ha collaborato Marta Lavinia Carboni

Un viaggio nel mondo dell’acqua.


Per immergersi in acquari tropicali e installazioni
d’arte, nuotare davanti a Manhattan o
studiare su una barca. E, in primo luogo, sostenere
il valore del nuovo oro, impegno dichiarato
di designer, artisti e associazioni

wATEr POwEr/ Magical:


111 luoghi d’acqua più belli
al mondo, il volume edito da
Merian/Travel House Media
raccoglie 111 scatti per
festeggiare i primi 111 anni
di Hansgrohe, azienda
specializzata in rubinetterie e
miscelatori, la cui ricerca
tecnologica privilegia lo
sviluppo di linee a basso
consumo energetico. 111
immagini di scenari acquatici
selezionate attraverso un
concorso dedicato all’Oro
Blu, risorsa sempre più
preziosa e da rispettare.
Qui il Georgia Aquarium di
Atlanta fotografato da
Kathrin Schum e Russell
Clayton. www.hansgrohe.it

elle decor 57
Una scUola
galleggiante/ makoko
floating school, un progetto
degli architetti nlÉ che utilizza
materiale di riciclo presente in
loco (lagos, nigeria), è un
prototipo di architettura
galleggiante. una piattaforma
di tre piani costruita con legno
intrecciato a barili di plastica,
energeticamente autonoma
grazie a pannelli solari posti sul
tetto della struttura.
oltre ai due piani dedicati alle
classi anche un’area verde
comune e un sistema di
recupero dell’acqua piovana
che ne migliora le prestazioni.
www.nleworks.com

Un’eco-piscina a Manhattan/ compra


una piastrella (fino al 12/7), su cui verrà scritto il
tuo nome, e partecipa alla costruzione della
piscina galleggiante, con acque del fiume filtrate,
a manhattan. si chiama +Pool il sogno utopico
del new museum, con il crowfunding.
www.kickstarter.com/newmuseum

con l’acqUa alla gola/ fathom,


del designer newyorkese Joe doucet,
riflette chi vi si specchia con la maggior
parte del corpo immersa in un’ipotetica
piscina, mentre emerge naturalmente
la testa. www.joedoucet.com

iwan baan - courtesy of family and Playlab - luis vasconcelos


Una barca
in biennale/ Joana
vasconcelos ha preso un
vecchio ferry di lisbona,
il trafaria Praia, e l’ha
trasformato nel Padiglione
del Portogallo alla biennale
di venezia, ormeggiato
fino al 24/11 in laguna,
all’ingresso dei Giardini.
ma la sorpresa è sotto, nella
sala macchine: che ora è
una magica grotta
sottomarina, tutta blu e
“tricottata”, il trademark
dell’artista portoghese.
www.labiennale.org/it/arte

58elle decor
DESTINAZIONE H2O

ImmErSIONE A EffETTO/
che effetto fa cadere dalla
barca e ritrovarsi tra le onde,
persi in mare aperto? È
successo davvero, per una
lunghissima mezz’ora, a
mohammed Kazem, artista di
dubai, che ha ricreato
l’esperienza in walking on
water: tutto oscilla, mentre
entriamo nel padiglione blu
degli emirati arabi alla
biennale. la bussola di
salvezza, anche metaforica,
sono le cifre luminose del
GPs, che i pescatori usano
per rintracciare le reti.
www.uaepavilion.org

courtesy of the national pavilion of the uae

elle decor 59
UN UOVO IN BALIA DELLA
MAREA/ l’installazione
exbury egg dell’artista
Stephen Turner nell’estuario
del fiume Beaulieu (UK) è un
rifugio/laboratorio per studiare
i movimenti delle maree.
esposto agli agenti atmosferici
per 365 giorni, l’uovo,
galleggia come una barca,
sale e scende con le maree
rappresentando perfettamente
la nostra totale dipendenza
dalla natura. Per farci
riconsiderare il modo nel quale
viviamo e mettere il futuro delle
nostre risorse energetiche al
primo posto. www.exburyegg.
org, www.spudgroup.org.uk
nigel rigden, www.nigrig.com

60elle decor
DESTINAZIONE H2O

ImprONTE AcquATIcHE/
Quanta acqua corrente è
necessaria per produrre una
mela? e quanta per una
semplice moka da caffè? un
poster e un’app raccontano i
livelli d’acqua consumati per la
realizzazione di oggetti e
alimenti quotidiani. Disegnato
dal tedesco Timm kekeritz
grazie agli approfonditi studi
water Footprint of Nations di
Hoekstra et al., invoglia a
riconsiderare in modo critico
l’uso che facciamo dell’acqua.
www.virtualwater.eu

©2013 Timm kekeriTz, www.virTualwaTer.eu

elle decor 61
piranha a copenhagen/ Ha appena aperto accanto a copenhagen, sullo stretto di øresund, ed è l’acquario più
grande d’europa: the Blue planet, 10mila metri quadrati e 53 differenti vasche e habitat, dal rio delle Amazzoni fino alle
isole Faroe. Ha la forma di un’elica; o meglio, nelle intenzioni dei progettisti, gli architetti danesi di 3Xn, di un vortice
d’acqua da cui farsi catturare. una struttura più fluida, anche per i visitatori: con meno code. www.denblaaplanet.dk

H.AdAm mørk/www.copenHAgenmediAcenter.com - klAus tHymAnn, www.project-pressure.org


massima trasparenza/
project pressure è un sistema
open source grazie al quale è
possibile monitorare lo stato
dei ghiacciai e del pianeta.
come il Blue lake in nuova
Zelanda, scoperto di recente e L’acqua è vita/ “il design
fotografato da klaus thymann non solo può, ma deve
per la sua incredibile salvare l’acqua”, dichiarano i
trasparenza che arriva fino a fondatori dell’associazione
76 m di profondità. un no profit H2o. come? con
progetto artistico più potente workshop e attività di
di qualsiasi parola e in grado di sensibilizzazione. la tavola
sensibilizzare le persone al di gregorio spini, per
rapido cambiamento climatico esempio, fa parte della
a cui siamo esposti, ispirando mostra H2o - nuovi scenari
azione e partecipazione. per la sopravvivenza, curata
www.project-pressure.org da roberto marcatti:
progetti di designer, grafici e
architetti sul tema della
salvaguardia dell’acqua.
www.h2omilano.org

62elle decor
dEStinaZionE H2o

Moby dick in tartan/


una tela di taglia monumentale
ospita il cetaceo dipinto
dall’artista americano sean Water warrior. ovvero guerrieri contemporanei, che si battono per un mondo
landers (nella foto, moby dick, migliore, più democratico ed eco-sostenibile. no, non stiamo parlando del nuovo
merrilees, 2013). una chiara star trek; neppure dei rivoluzionari-twitter che ci stanno appassionando da
allusione all’ossessiva ricerca del
capitano Ahab per la sfuggente istanbul. ma di chi cerca di usare il design per difendere, valorizzare, proteggere
balena bianca del romanzo di l’oro blu che è di tutti noi: l’acqua. come Cintya Concari e l’architetto Roberto
melville. l’ultimo avvistamento Marcatti che nel 2006 hanno fondato l’associazione no profit H2O
è stato ad Art Basel 2013 nella
sezione unlimited, grazie a (www.h2omilano.org). “il design non solo può, ma deve salvare l’acqua”,
greengrassi di londra (www. dichiarano. “il designer deve occuparsi sempre di più del sociale, dell’eticità e
greengrassi.com) e Friedrich sostenibilità della produzione e dei progetti”. loro ci provano: in workshop
petzel gallery di new york
(www.petzel.com). universitari studiano come eliminare le bottiglie di pet, come ideare un riduttore di
pressione da applicare ai rubinetti di casa o “fontane trasportabili” per spazi
pubblici. “e poi: una collaborazione sul tema dell’acqua, tra palestina e israele;
la partecipazione al Bologna water design, dal 23 al 28/9, e alla nuova edizione
del green dot Awards di los Angeles”. dove l’anno scorso si sono aggiudicati due
premi. ma l’acqua non è solo una risorsa preziosa da proteggere. È anche il
piacere di nuove destinazioni in tutto il mondo. Acquari come quello appena aperto
a copenhagen, sullo stretto dell’øresund. Assomiglia a un’elica, anzi: al vortice di
un gorgo d’acqua. così l’hanno immaginato gli architetti dello studio danese 3Xn.
si chiama The Blue Planet (www.denblaaplanet.dk), e di un piccolo pianeta ha
i numeri e l’ambizione: 10mila metri quadrati, 7 milioni di litri d’acqua, 53 differenti
vasche o habitat... ed è ricoperto da migliaia di lamelle di alluminio, quasi squame,
per riflettere le luci del cielo e del mare del nord. e opere d’arte galleggianti:
alla Biennale d’arte di Venezia (fino al 24/11), Joana Vasconcelos ha preso
FriedricH petzel gAllery, courtesy tHe gAllery And tHe Artist

una vera barca, la Trafaria Praia, e l’ha trasformata nel padiglione del portogallo,
ormeggiato all’ingresso dei giardini. tappezzata di finti azulejos, la sorpresa è
dentro, nella sala macchine: grazie a joana e alle sue creazioni tricottate in mille
variazioni di blu, è diventata una specie di magica grotta sottomarina.
“l’acqua, intesa come fiumi e mare, è un elemento fondamentale per il portogallo:
penso alle nostre flotte, a quello che hanno scoperto nei secoli e nel mondo”,
ci ha detto joana. “ma trafaria praia è un vero ferry, che fino a poco tempo fa
trasportava passeggeri a lisbona, da una riva all’altra del fiume tago.
per me, come portoghese, l’acqua è importante perché si può superare: e
costruire ponti tra culture”. Acqua, infine, per tutti noi, come piacere dell’estate.
Noi torniamo sempre all’acqua non è solo una dichiarazione d’intenti e di
vacanza, ma anche il titolo di un bel romanzo mondadori di john von düffel.
dove l’autore racconta nostalgicamente, intrecciandola ai suoi amori, la storia delle
acque dove ha nuotato: in questo caso, per lui che è tedesco, quelle dei fiumi
della sua vita. perché, appunto, si torna sempre all’acqua.•

elle decor 63
design/nuovi talenti

nao taMuRa
di Ruben Modigliani - ritratto di Adriano Brusaferri

Giapponese per nascita, newyorkese per formazione (e per scelta).


Lavora sulla grafica e sul prodotto. Per lei un progetto è una
traduzione di emozioni. E in tutto mette una delicatezza speciale
Nao Tamura fotografata con il suo lampadario-installazione Flow(t), per Wonderglass, presentato durante la Milano Design Week.

elle decor 65
design/nuovi talenti

1. NS Watch, progettato con


Naoki Sakai per Seiko, ha il
fascino di uno strumento
scientifico. www.seikowatches.
com 2. Rings, per Artek, è una
rivisitazione del celebre Stool 60
di Alvar Aalto, a cui il decoro 5
organico regala una dimensione
quasi narrativa. www.artek.fi
3. Alight è un apparecchio
luminoso ispirato dalla natura e
dalla tecnologia: come un insetto
che si posa su un sottile nastro
metallico. 4. Seasons, prodotto
da Covo, sistema di piatti/vassoi
in silicone resistente al calore.
www.covo.com 5. In July stool,
per Nikari, l’imperfezione (il
piano è lievemente concavo) si
traduce in comfort. www.nikari.fi

66elle decor
design/nuovi talenti

Nao Tamura è una designer abituata a vivere in equilibrio tra mondi diversi.
a livello personale: vive a new York ma è spesso a Tokyo. e professionale:
diplomata in design della comunicazione, alterna tranquillamente progetti di grafica
ad altri di industrial design. il suo debutto in questo campo è stato al salone
satellite, nel 2010, con un piatto/vassoio in silicone verde a forma di foglia (entrato
in produzione e oggi nel catalogo di Covo) che le ha valso il primo premio
della manifestazione. L’abbiamo incontrata durante la Milano design Week, dove
presentava flow(t), il lampadario che vediamo in questa pagina, disegnato per
Wonderglass. I tuoi progetti hanno una leggerezza speciale: merito delle tue
radici orientali? essere giapponese è la mia spina dorsale. anche se vivo a new
York da 17 anni. anzi, mi sento ancora più giapponese di quando vivevo a Tokyo:
la distanza fisica mi fa vedere la cultura del mio Paese ancora meglio. a new York
trovi una estrema varietà di persone, di retaggi, di tradizioni. devi sapere bene chi
sei, altrimenti ti perdi. Credo che questo mix di est e di ovest si rifletta anche nel
mio modo di fare design, che incrocia mondi e discipline diversi. Quando penso un
oggetto cerco di capire prima di tutto come raggiungere le emozioni di chi lo userà.
Ma al tempo stesso considero la funzione l’elemento centrale di ogni progetto.
Ci sono tanti oggetti meravigliosi dal punto di vista estetico ma che non funzionano
sul piano pratico. a me non piace fare solo spettacolo. emozione e funzione
devono sempre essere intrecciate, unite. Cosa è per te il design? uno strumento
di comunicazione. anzi, di traduzione. Mi permette di visualizzare concetti astratti:
una funzione, per esempio, ma anche una passione. flow(t) nasce da questo, ho
tradotto in oggetto l’amore di Maurizio (Mussati, ceo di Wonderglass, ndr) per il
Il lampadario modulare Flow(t), vetro e per l’idea stessa di lampadario. Che è un oggetto lontano dalla mia cultura:
adriano brusaferri

per Wonderglass, è un rarefatto per questo ho cercato un approccio diverso. Progetti futuri? Mi sto occupando di
omaggio a Venezia: attraverso
progetti hi tech, una serie di smartphone di nuova concezione, lavorando a stretto
alcuni suoi elementi (il vetro,
l’acqua, le isole) ne traccia un contatto con le persone che sviluppano le tecnologie. Ma anche ad attrezzi da
ritratto stilizzato, quasi astratto. cucina. sono cose molto diverse, lo so (ride). Mi piace l’idea di fare da tramite tra
Poetico. www.wonder-glass.com ambiti lontani tra di loro. La trovo affascinante.• naotamura.com

68elle decor
Nel giardino che circonda la casa-
studio, il maialino rosa in rete è
un’opera di Benedetta Mori Ubaldini,
la panchina/carriola è disegnata
da Rogier Martens per Weltevree.

70elle decor
design/incontri

tHoMAs eyck
foto di Kasia Gatkowska - testo di Lilian Polderman

L’editore dell’originale collezione di oggetti t.e. ci apre la sua


casa/studio in Olanda. Dove ogni dettaglio racconta la sua passione
per la cura dei materiali e la qualità artigianale del progetto

elle decor 71
72elle decor
design/incontri

Un lato della sala da pranzo ospita ancora gli antichi cupboard bed, i letti chiusi in un armadio; candeliere di Studio Job per t.e. Pagina
accanto, sul tavolo le porcellane di Scholten & Baijings per 1616/Arita Japan, distribuite da Thomas Eyck; luce sospesa Flax di Christien
Meindertsma per t.e., stufa di Dick van Hoff per Royal Tichelaar Makkum. Sulla mensola, piatti con décor anche sul retro di Studio Job.

Nella casa di Thomas Eyck il design non è qualcosa da ammirare a distanza, ma da


usare in concreto. Lo si ritrova in tanti oggetti quotidiani, come i plaid colorati di
Scholten & Baijings sparsi qua e là, nel tappeto di corda di Christien Meindertsma (nel
quale il cane affonda i denti) e nel servizio da tavola in terracotta di Hella Jongerius, che
- prova schiacciante d’effettivo utilizzo - contiene ancora le briciole della colazione di
questa mattina. In un angolo della camera da letto spicca una S-Chair, l’iconica sedia di
Tom Dixon. Un classico, ma piuttosto malconcio. “È perché”, afferma Thomas Eyck
sorridendo candidamente, “i gatti la usano per rifarsi le unghie”. Molti dei pezzi di design
che si trovano qui sono in qualche modo opera dello stesso Eyck, che li edita con il suo
marchio t.e. Ogni anno sceglie uno o due designer con cui creare una linea, un lavoro
lento e meticoloso che si sviluppa con grande attenzione alla maestria, al progetto e
all’uso di materiali tradizionali come latta, vimini, corda, porcellana o terracotta. Forse è
vero che la collezione t.e. si sviluppa lentamente, ma è altrettanto vero che ogni pezzo è
eccezionale. Prima di avviare un’attività in proprio, Eyck ha lavorato sei anni per Royal
Tichelaar Makkum, una delle aziende di ceramica più antiche d’Olanda: “Conoscevo
Jan Tichelaar dall’università. Dopo la laurea in storia dell’arte, l’ho reincontrato ad
Amsterdam. Mi disse che la Tichelaar voleva coinvolgere di più gli architetti e mi chiese
se conoscevo qualcuno disponibile ad aiutarli. Quel qualcuno, gli risposi, sono io”.
Lavorando alla Tichelaar, Eyck si è appassionato in particolare alle ceramiche moderne.

elle decor 73
Nel bianco totale del living spicca il Polder Sofa di Hella Jongerius per Vitra, dove è posato il Colour plaid 1001 di Scholten & Baijings. Tavolo
tradizionale di Hindeloopen. Accanto al camino, sedia Roosje di Meindertsma per t.e. In basso, Thomas Eyck e l’albero di porcellana Hain di
RaR, della collezione 2013. Pagina accanto, nello studio/showroom dormeuse di Dick van Hoff e, sul fondo, luce Flax Five Light di Meindertsma.

“Ho proposto di iniziare a sviluppare una linea di design solo nostra”. Queste collezioni,
create con autori come Studio Job e Hella Jongerius, sono diventate subito un
successo internazionale: “Siamo partiti da zero e abbiamo visto nascere e crescere un
grande progetto. Quei primi giorni da pionieri sono stati fantastici”. Non è un caso che
Studio Job, che ha avuto un ruolo fondamentale nel percorso di Thomas Eyck, abbia un
posto di primo piano in casa, dall’imponente vaso ornamentale in bronzo nell’atrio ai
tanti oggetti contenuti nell’armadio su misura di Piet Hein Eek. “Dopo quasi sei anni alla
Tichelaar sentivo l’esigenza di cambiare. Ho capito che ero pronto per mettermi in
proprio”. Eyck aveva così tanti contatti che gli è bastato mandare un’e-mail: “Ho inviato
un messaggio a tutti in cui comunicavo che stavo aprendo un’attività mia, la t.e., e che
la prima collezione sarebbe stata in latta. Studio Job si è proposto subito per progettarla
e lo ha fatto per un compenso molto modesto”. Gli anni di lavoro intenso che ne sono
seguiti hanno anche portato alla decisione di lasciare la casa di Amsterdam per
trasferirsi in una tranquilla dimora rurale in Frisia. Una decisione di cui Eyck e la moglie,
Reina Weening, non si sono affatto pentiti. “Venivamo già in Frisia in estate con la nostra
barca. La casa che abbiamo trovato è da sogno, nel verde ma a due passi dal paese”.
Il granaio annesso, poi, si è rivelato ideale per accogliere lo studio e lo showroom, dove
mettere in mostra le sue innovative collezioni. Da visitare su appuntamento.• Thomas
Eyck, Ropsterwei 14, Oosternijkerk, t. +31.6.22803886, www.thomaseyck.com

74elle decor
design/incontri

elle decor 75
design/ per il mare

prendere
il largo
di Paola Carimati

Vivere la barca: scoprire


una nuova idea
di abitare domestico
attraverso i progetti
firmati da architetti di
fama internazionale

Del Gruppo Perini Navi, il 56


Zen Production

metri SY Panthalassa realizzato


in collaborazione con il
neozelandese Ron Holland. Gli
interni sono di Foster + Partners.

elle decor 77
design/ per il mare

sy panThalassa/ Gruppo Perini navi


Tipologia/ Ketch di 56 metri in alluminio.
il piano velico di circa 1500 mq monta
alberi in alluminio e boma avvolgibili in fibra
di carbonio. Progetto di Perini navi
in collaborazione con ron Holland.
design/ interior di Foster + Partners.
segni parTicolari/ chiave di lettura:
trasparenza e luminosità. Per garantire la
diffusione della luce naturale all’interno
della nave completa di 6 cabine, 4 con
letto matrimoniale e 2 con letti singoli
convertibili (tutte con bagno personale)
Jolly roger/ Benetti Yachts Foster ha usato ampi skylight (vetrate
Tipologia/ Yacht di 67 metri in acciaio. panoramiche). divani e chaise longue
il concept, che nasce con l’obiettivo di disegnano poi un’idea di lusso discreto.
mettere in contatto l’interno della nave con inFo/ www.perininavi.it
l’esterno, è realizzato con Vincenzo Poerio.
design/ interior and exterior styling di
Ludovica + roberto Palomba.
segni parTicolari/ un bolide
d’argento, un sogno che corre, e che
soprattutto costruisce una nuova relazione
con il mare e la natura. L’acqua, non più
elemento dal quale proteggersi, ma al
contrario verso il quale aprirsi, con luci
galleggianti (medusine), che ne fanno
scoprire la profondità, con grandi vetrate
e soffitti a cielo aperto.
inFo/ www.palombaserafini.com

Zen Production

78elle decor
design/ per il mare

Wally poWer 118/ Rodriquez Intermarine


Tipologia/ Yacht di 36 metri in vetro e
carbonio, arriva a planare a una velocità
di 60 nodi. Frutto di un’innovativa ricerca
fluidodinamica, si ispira al velivolo Stealth,
l’aereo invisibile ai radar.
design/ Interior and exterior styling firmati
da Lazzarini Pickering Architetti.
segni parTicolari/ Una sovrastruttura, in
vetro nero e carbonio, appoggiata sullo scafo.
Il concept nasce con l’obiettivo di annullare
le differenze di stile e abitabilità tra interno
ed esterno della nave. Lo scafo è strutturato
in una sequenza di piani digradanti
che diventano ampi gradini su cui sedersi
comodamente e vivere la convivialità.
inFo/ www.lazzarinipickering.com
polyTropon/ Nautor
Tipologia/ Nautor 82 Custom di 25
metri in legno realizzato con Frers Naval
Architecture & Engineering: studiato per
garantire le migliori prestazioni sportive.
design/ Interior and exterior styling firmati
da Lazzarini Pickering Architetti.
segni parTicolari/ Polytropon è
pensata solo per veleggiare. Cucina ed
equipaggio sono dislocati su una seconda
barca (a motore), che assolve anche a
funzioni di tender (dividere le funzioni costa
meno che accorparle). La grande cabina
armatoriale (a prua), living (in tuga) e due
cabine per gli ospiti, complete di bagno

GILLES MARTIN-RAGET-INDUSTRIAL & CORPORATE PROFILES-FRANCO PACE-MATTEO PIAZZA


privato (a poppa), sono totalmente in legno.
inFo/ www.lazzarinipickering.com

80elle decor
design/ per il mare

guilty/ Cantieri navali rizzardi


tipOlOgia/ Yacht di 35,30 metri in
vetroresina realizzato con arrabito naval
architects per il collezionista
greco-cipriota dakis Joannou.
design/ interior and exterior styling di
ivana Porfiri. exterior Camouflage Velista o motorista? È la prima domanda che gli appassionati di mare
design di Jeff Koons. rivolgono a chi, neofita della navigazione, si avvicina al loro mondo: se
segni particOlari/ Un progetto
radicalmente innovativo non solo perché appartieni alla prima categoria, il tuo scopo è cercare il vento e risalirlo, se
frutto di un processo di negazione della invece ti ritrovi nella seconda, il tuo divertimento sta nel fendere l’acqua e
tradizionale forma della barca, ma anche vivere il brivido della velocità. in entrambi i casi si tratta comunque di una
perché trasforma uno scafo in galleria
d’arte, opera essa stessa. all’interno, sfida: al bilanciamento, all’equilibrio, alla stabilità. Per chi vive la barca come
alle pareti personalizzate da artisti fanno da esperienza e per chi la progetta. domitilla dardi, curatore del design al
contrappunto pezzi di design. MaXXi, il Museo nazionale delle arti del XXi secolo di roma, proprio al tema
inFO/ www.porfiristudio.com
dell’architettura nautica ha dedicato un ciclo di incontri. Yacht architecture
Program, che a giugno ha visto protagonista lo studio lazzarini Pickering
architetti, ospita ivana Porfiri il 9 luglio e Massimo Paperini (duck design) il
10 settembre: tre voci autorevoli in materia. “Portare al MaXXi il tema
dell’interior ed exterior design legato a barche a vela e a motore vuol dire
riconoscere dignità a un ambiente diversamente domestico, sviluppato in
uno spazio estremamente ridotto”, racconta domitilla. “e in un periodo in cui
si cercano altri modi di vivere, colonizzare l’acqua e costruire nuovi modelli
dell’abitare forse può essere una strada percorribile: se voglio, mollo gli
ormeggi e me ne vado. e mi sposto in armonia con la natura e il dinamismo
della liquidità”. Senza rinunciare al comfort della stanzialità, come
raccontano le immagini delle imbarcazioni di queste pagine, scelti come
esempi di innovazione. da norman foster a ludovica e roberto Palomba,
da Claudio lazzarini e Carl Pickering a ivana Porfiri, il concept che guida
ogni sperimentazione è la ricerca della luce, che apre murate (parte dello
scafo al di sopra del galleggiamento), paratie (elementi divisori verticali) e
paiolati (elementi divisori orizzontali), lasciandola filtrare all’interno. Ma pur
essendo quello tra design e nautica un rapporto fatto di contaminazioni,
sempre più spesso è dall’acqua che la terra trae suggerimenti. Claudio
lazzarini ci confessa che proprio dallo studio dello yacht Wally Power e della
barca a vela Polytropon ha mutuato accorgimenti poi applicati
nell’architettura tradizionale. la trasformabilità, per esempio: di tavoli e sofà
Giovanni MalGarini-andrea ferrari

da comporre e scomporre in relazione alle diverse esigenze. Ma anche lo


studio maniacale dei dettagli: che sia il taglio del legno che trasforma la parte
sottocoperta nella calda pancia di una balena o la ricerca di tessuti tecnici in
fibra di carbonio come nel lavoro di ludovica e roberto Palomba. e ancora,
pensiamo alla bellezza degli infissi (oblò e tambucci) e alle ampie vetrate,
perfette e sicure, o alle pavimentazioni, al deck (ponte) per esempio. Per non
parlare degli arredi. a tal proposito domanda roberto Palomba: “Chi lo sa
che Gio Ponti disegnò la Superleggera proprio per una barca?”.•

82elle decor
elle decor per b&b italia

B&B ItalIa,
la storIa del
desIgn
ItalIano:
nuovI cult
e grandI classIcI

TOBI-ISHI design Edward Barber e Jay Osgerby, un autentico


pezzo scultura. Grintoso nella finitura in cemento, diviene
di volta in volta più sofisticato nella versione in marmo
ed eccentrico se laccato lucido in Candy Red o Smoke Blue.
RAY design Antonio Citterio, lineare e morbido: impreziosito dai
dettagli sartoriali con la cucitura a punto cavallo in tinta o a contrasto.
Punta sul comfort assoluto grazie anche alla doppia profondità
delle sedute. È il best seller B&B Italia del momento.
INNOVAZIONE
DESIGN
KNOW-HOW
culturA:
B&B ITALIA FIRMA
lE IcONE
CHE ARREDANO
lA tuA VItA
la caPacItÀ
vIsIonarIa
dI ProgettI
CHE INTERPRETANO
la cultura
DELL’ABITARE
E LA SUA EVOLUZIONE
FLAT.C design Antonio Citterio, un sistema libreria/contenitore che
affronta il tema della tecnologia in chiave ultra elegante.
B&B italia È B&B italia È
storia vocazione
Coronado (1966), l’inizio della
storia del design italiano. internazionale
Un progetto di avanguardia L’ eleganza inarrivabile di
assoluta che rompe gli schemi un sistema di sedute
formali e porta nel mondo di leggerezza assoluta
dell’imbottito l’approccio accentuato dagli inconfondibili
industriale moderno e la piedini super slim: Charles.
tecnologia. È formato da 4 Un tributo dichiarato al disegno
elementi che assemblati con 2 degli anni Cinquanta e
sole viti costruiscono un’intera Sessanta. Decine di migliaia di
collezione. Un pezzo pezzi: il prodotto B&B Italia
coraggioso allora più venduto nel mondo.
e oggi ancora attuale.

CoroNaDo design afra e Tobia scarpa CHarLEs design antonio Citterio

B&B italia È B&B italia È


primato capacitÀ visionaria
tecnologico E Shelf X ne è un esempio
perfetto. Nasce quasi come
Due rivoluzioni in un unico una scultura dalla creatività di
oggetto (1969). L’intuizione Naoto Fukasawa e possiede
artistica di Gaetano Pesce l’aplomb del pezzo unico.
travolge il mondo del design e, La tenacia di un imprenditore
last but not least, la Serie UP è e un centro ricerca
la prima nata per viaggiare all’avanguardia ne fanno uno
“sottovuoto” riducendo del 90% straordinario oggetto
la sua cubatura. Nella versione di produzione industriale.
originale prendeva forma a
contatto con l’aria. Oggi,
realizzato senza freon, viaggia
nella sua forma definitiva.

sErIE uP design Gaetano Pesce sHELF x design Naoto Fukasawa

B&B italia È B&B italia È


cultura innovazione
La rivoluzione culturale: siamo Bend-Sofa è il primo progetto
nel 1972. Dalla ricerca di una B&B Italia sviluppato in 3D.
nuova forma di poltrona nasce Integralmente in poliuretano
Le Bambole. Un grande con il suo segno curvilineo
cuscino morbido (solo) disegna un nuovo paesaggio
apparentemente senza domestico, articolato e reso
struttura, ma che in prezioso dalle cuciture a vista:
realtà nasconde un grande innovazione e sartorialità.
know-how produttivo.
L’immagine B&B Italia fa cultura:
un emergente Oliviero Toscani
reinventa l’advertising con la
trasgressiva e coraggiosa
campagna della collezione.

LE bamboLE design mario bellini bEND-soFa design Patricia urquiola

B&B italia È B&B italia È


timeless sosteniBilitÀ
Diesis nasce nel 1979, ispirato La scocca rigida in Hirek è
ai classici del Movimento interamente riciclabile e
Moderno. La struttura in i cuscini soffici in tessuto
pressofusione accoglie le parti tecnico (per la versione
imbottite con gli ampi, outdoor), in tessuto o pelle (per
confortevoli soffici cuscini. la versione indoor) rendono
Dettagli in acciaio armonico Husk una seduta super friendly
rivestiti in pelle sulla parte sul suo basamento girevole a
posteriore sono la quattro razze. Comfort, design
rappresentazione di cura e e attenzione per l’ambiente.
saper fare autentici.
Ancora oggi, il design senza
tempo allo stato puro.

DIEsIs design antonio Citterio e Paolo Nava Husk design Patricia urquiola
Il pIacere
di vivere
outdoor
nel coMfort assoluto
che nasce dalla
rIcerca
tecnologIca

CANASTA ’13 design Patricia Urquiola, www.bebitalia.com

Scopri il mondo B&B Italia


interpretato da Elle Decor anche su
www.elle.it/elledecorperbebitalia
Sfoglia le pagine, clicca i prodotti
fotografati e scopri tutti i dettagli.
architettura/opening

le tre cime
di renzo piano
di Sebastiano Brandolini - foto di Alessandro Gadotti

A Trento, un museo laboratorio


racconta le Dolomiti e le
montagne, replicandone le linee.
Forme aguzze, spicchi di vetro, pareti
inclinate: una geometria instabile
Il grande vuoto centrale, luogo panoramico dove convergono
i diversi spazi espositivi, dedicati alla scienza e alla natura.

elle decor 85
architettura/opening
big void/ Lo spazio centrale, leggero e illuminato dall’alto.

la serra/ Due spicchi di vetro circondati dall’acqua.

ecosostenibile/ All’interno, i materiali sono legno e vetro.

Anche nel centro di Trento le montagne possono diventare una


suggestiva apparizione. Per il MUSE - MUseo delle ScienzE -
Renzo Piano, con il coraggio che lo contraddistingue, lascia che
le montagne lo ispirino e facciano da guida alla sua architettura.
Ma è un gioco pericoloso. I monti intorno superano i 2000 metri,
mentre il museo è alto solo cinque piani. I suoi corpi obliqui
hanno sagome, sezioni e altezze diverse, inframmezzati da
pareti vetrate; le coperture sporgono rispetto ai fili delle facciate
e questo produce un effetto stilistico un po’ goticheggiante, e un
effetto naturalistico simile alle guglie e ai cristalli spesso usati per
raffigurare le Dolomiti e la loro strana geologia. La natura diventa
un’icona figurativa. Così Piano fa una doppia operazione: da un
lato disegna un’architettura che ricalca i monti, dall’altro sostiene
che i monti stessi siano edifici. Molteplici le parole chiave usate
per avvalorare questa visione econaturalistica: sostenibilità,
fotovoltaico, geotermia, acque piovane, chilometro zero,
energia, fonti rinnovabili, zero gravità, bambù… Eppure il
complesso non è uno zero, con i suoi 12.600 mq e i 130 metri di
lunghezza. Più che un museo tradizionale dove osservare è una
destinazione per fare un’esperienza simil-alpina, pur restando in
città: un luogo didattico o meglio “una grande avventura per la
mente”. I metri quadrati della mostra permanente sono meno di
un terzo del totale. Divertimento, apprendimento, messa in
scena sono un’unica entità, informale e allegra. L’architettura
griffata dello Studio Piano sarà alla fine una parte minoritaria del
la facciata/ Ispirata al profilo delle montagne circostanti.
progetto, perché il ruolo dominante (come spesso accade) sarà
quello svolto dagli allestimenti e da ciò che è provvisorio,
mediatico e interattivo. Lo spazio architettonico interno più
importante è il big void, un vuoto di quattro piani che fa da punto
focale del poliedrico mondo delle scienze ambientali; qui si
incontrano la preistoria alpina, la sostenibilità, la geologia, le
mostre temporanee, la natura, l’alta quota, l’esplorazione. In
alto, un lucernario fa anche da camino. Facciate e coperture
sono state realizzate da Stahlbau Pichler. A lato del museo c’è la
serra tropicale montana con insetti e animali, quasi un micro-
zoo; la sua forma a spigolo vivo è coerente con tutto il resto.•
MUSE, Trento, inaugurazione il 27/7, www.muse.it

86elle decor
88elle decor
architettura/in vacanza

international
comfort di Rosaria Zucconi - foto di Giorgio Possenti
testo di Sebastiano Brandolini

Nuovi volumi si innestano sullo storico


Hotel Mare e Pineta, per farlo ri-vivere
anche tutto l’anno. Il progetto è di
Piero Lissoni secondo le regole del cubismo
e del minimalismo. Il risultato, sobrio
ed elegante, tradisce qualche divertimento

Il piano terra del basamento interamente vetrato, a filo con


l’erba del prato, è dedicato al ristorante. Il volume bianco,
con uno sbalzo di oltre sette metri sul giardino, contiene 16
camere e suite su due piani. Accanto, l’architetto Piero
Lissoni, autore del progetto di ampliamento, nel cocktail bar.

elle decor 89
In questa pagina, scorci degli
interni, particolarmente curati nei
materiali, nelle sfumature
cromatiche e nel gioco delle
trasparenze: un dettaglio del
bagno, la nuova reception, una
camera da letto, il ristorante con le
librerie a telaio utilizzate come
diaframmi visivi ed espositori di
collezioni di oggetti, lampade e
curiose trouvailles. In basso a
sinistra, il nuovo volume con le
logge delle camere da letto. Pagina
accanto, le terrazze in teak delle
suite con vista sul mare. La nuova
ala sfiora con rispetto la chioma
del vecchio pino marittimo.

90elle decor
architettura/in vacanza

elle decor 91
Siamo in una fitta pineta in Romagna, a Milano Marittima, e il tema è la ristrutturazione e
l’ampliamento di un bell’albergo esistente ma un po’ datato, circondato dalla natura e
dallo sport. Piero Lissoni è intervenuto con garbo e correttezza, con le mosse giuste
per innescare quello scarto – quel quid – che serviva a far diventare l’hotel à la page,
elegante e spettacolare al punto giusto. Risale a tre anni fa, al 2010, la decisione della
proprietà di trasformare il Mare e Pineta, edificio progettato negli anni ’20, in un cinque
stelle. In prima battuta sono stati realizzati il padiglione della reception, le aree
pubbliche, il bar, il ristorante e la pasticceria, la zona spiaggia con le sdraio e il gazebo.
Poi, in seconda battuta,è stata costruita una nuova ala. Il tutto sarà finito per il 2014.
L’immagine dell’albergo è stata ribaltata come un guanto. La nuova ala, una
composizione cubista fatta di più volumi sovrapposti, si trova dove prima c’era
una terrazza; al piano terra della nuova ala un parallelepipedo contiene
un ristorante vetrato, mentre sopra un volume bianco contiene le stanze e si libra a
sbalzo nel vuoto per circa 7 metri, rispettando ogni singolo albero del giardino.
Agganciate davanti al blocco bianco, due ali color bronzo contengono le logge
con le 16 stanze e suite. La frammentazione della nuova ala fa apparire
l’insieme come un grande padiglione o, se preferiamo, come un’architettura da
giardino, che tradisce le sue reali dimensioni. Lissoni si diverte. Da un lato usa le forme
architettoniche come fossero grandi mobili, dall’altro fa arredi come fossero mini-
architetture. Lo vediamo: nelle finiture metalliche bronzate delle librerie a telaio che
decorano il ristorante, nella show-kitchen a penisola in marmo sempre nel ristorante,
nei giardini su doppia altezza che scandiscono i corridoi dei due piani con le camere.
In alto, la nuova reception è un
I pavimenti esterni e la copertura del tetto, perlopiù in ciottoli di fiume, teak ed erba,
padiglione trasparente che si
appoggia alla facciata originale sono di gusto nippo-svizzero. Sulla spiaggia si ha la sensazione che avvenga un salto
dell’hotel, nato nel 1927. Oggi, di scala: un tetto orizzontale – un piccolo tributo a Mies van der Rohe e al minimalismo?
dopo l’intervento di ampliamento e – crea l’ombra necessaria al beach reastaurant e incornicia la linea dell’orizzonte
restyling dell’architetto Piero del mare. Tutto questo Lissoni (che qui fa insieme l’industrial designer, l’interior designer
Lissoni su richiesta dei proprietari,
e l’architetto) sa farlo con mestiere e bravura. Come un chirurgo, mette a fuoco i punti
i fratelli Salaroli, Mare e Pineta
rappresenta l’hotellerie di dove incidere; sceglie materiali armoniosi, li dispone con classe e nobilita i dettagli.
eccellenza a Milano Marittima. Si ispira a idee che già fluttuano nell’aria e promuove un’idea elegante del tardo
L’ampia spiaggia privata, con international style. Nella sua architettura, moderna e rassicurante, tutto è pensato
beach restaurant, zona lounge e e funziona bene. L’Hotel Mare e Pineta contiene un’idea classica, sobria, aristocratica
bar, le classiche cabine
e cosmopolita del comfort, come lo intendiamo noi oggi all’inizio del XXI secolo.
ombreggiate dalle tamerici e nuovi
arredi in materiali naturali color Protettivo della razionalità e del buon gusto, per sentirsi felici.•
sabbia rappresentano uno stile Hotel Mare e Pineta, viale Dante 40, Milano Marittima (RA), t.+39.0544.992262,
contemporaneo e raffinato. www.selecthotels.it

92elle decor
architettura/in vacanza

elle decor 93
mete speciali

las vegas/ uno spazio puro, astratto, dai colori che cambiano senza fine: Akhob è un lavoro di James turrell e occupa un intero piano
della Maison Louis vuitton al citycenter. L’arte diventa spettacolo. sensazionale. www.louisvuitton.com, www.crystalsatcitycenter.com

senza frontiere
Sognate: potete viaggiare con
il teletrasporto. Eccovi un giro
del mondo alla ricerca di
luoghi sensazionali, sorprendenti,
creativi. Dalla Cina alla
couRtesy Louis vuitton

Patagonia. Tour de force? Ma no.


Rilassatevi, e godetevi il viaggio
di Ruben Modigliani - hanno collaborato Piera Belloni, Lisa Corva, Adele Danile e Marzia Nicolini

elle decor 95
2
amsterdam/ Freschi
di visita al Rijksmuseum?
Rifocillatevi con l’Old
Masters Afternoon Tea
del Conservatorium
Hotel, lanciato per
festeggiare la riapertura
del museo. www.
conservatoriumhotel.com

3
londra/ The London
Edition è il nuovo albergo di

4
Ian Schrager, l’uomo che
ha inventato i boutique
hotel. Aprirà in autunno,
con interior curato da Yabu
Pushelberg e I.S.C. Design
Studio. Sarà il posto
dove andare in città: san casciano dei Bagni/ Nella perfetta campagna
ci sembra giusto senese c’è una struttura dal fascino modernista: è la
segnalarvelo in anticipo. Cantina Podernuovo a Palazzone, un progetto dello
www.editionhotels.com, studio Alvisi Kirimoto + Partners. Per informazioni:
www.yabupushelberg.com www.podernuovoapalazzone.it, www.alvisikirimoto.it

harBin/ Se passate dalla Manciuria, il Museo Cinese


delle Sculture Lignee è da vedere anche per l’edificio
tutto in metallo ideato dallo studio MAD, un’astronave

5
aliena posata in mezzo alla città. www.i-mad.com

6
melBourne/ Il reale incontra il virtuale per questo negozio della catena
Crumpler, specializzata in borse e zaini per outdoor. Una gabbia di luce che
evoca il mondo dei videogame. www.crumpler.com, russellandgeorge.com

pechino/
7 FERNANDO gUERRA - xIA zHI - © DIANNA SNAPE - RUIjINg PHOTO

Nei dintorni della


metropoli cinese c’è
ASTERISK in Beijing,
ristorante/enoteca
spettacolare ideato
dallo studio nipponico
SAKO Architects.
Una stella in cui ogni
braccio ha una
funzione diversa,
dall’accoglienza
alla degustazione.
www.sako.co.jp

96elle decor
mete speciali

9
Fire island/ A sud
di Long Island, il mare di
New York, meta di turismo
alternativo e intellettuale.
Nel 2011 un incendio
distrugge il Pines Pavilion,
uno dei suoi epicentri. Che
oggi rinasce disegnato
dallo studio HWKN. www.
thepinesfireisland.com,
www.hwkn.com

10 alicante/ La ex stazione di Benalúa è oggi uno spazio per le mostre


e gli eventi organizzati da Casa Mediterráneo, istituzione diplomatica
che qui ha anche i suoi uffici. Il progetto è di Manuel Ocaña del Valle.
casa-mediterraneo.es, www.manuelocana.com

winnipeg/ Cosa ci fa un cubo in maglia metallica nel mezzo del parco di Old Market Square,
cuore della città canadese? È uno spazio per spettacoli, pensato da 5468796 Architecture: il tetto
ospita una piccola gradinata, e il rivestimento si solleva rivelando un palco. www.5468796.ca

basilea/ Vietato mancare la Volkshaus,


bar/brasserie/spazio per eventi/albergo/
negozio di design. A firma Herzog & de
Meuron, star locali. volkshaus-basel.ch,

11
www.herzogdemeuron.com

12
dAVId frUTOS WWW.dAVIdfrUTOS.COM - AdrIANO BIONdO - HéLÈNe BINeT - PíA VergArA - COUrTeSY HerZOg & de MeUrON

londra/ Un castello? Un’installazione? No, un teatro


temporaneo ideato dallo studio Haworth Tompkins e chiamato
“The Shed”, il rifugio. Con una ricca programmazione per luglio e
agosto. www.nationaltheatre.org.uk, www.haworthtompkins.com

13
torres del paine/ Siamo nel Sud del Cile: il Tierra Patagonia Hotel,
dello studio Cazú Zegers, è ecosostenibile (la struttura è in legno),
pluripremiato e magico. www.tierrapatagonia.com, www.cazuzegers.cl

southampton/
Il Parrish Art Museum
celebra la vivace
comunità artistica che
da fine ’800 ha vissuto
a Long Island. In un
ex vivaio ristrutturato
da Herzog & de Meuron
(sempre loro). Che chic.
www.parrishart.org, www.
herzogdemeuron.com

14
elle decor 97
mete speciali

15
qatar/ nel 2022 qui ci saranno
i mondiali di calcio. e d’estate
ci sono 50°. lo stadio progettato
da arup associates, the
showcase, controlla la temperatura
al suo interno con un sistema
di ventilazione e condizionamento
a zero emissioni, tutto
fotovoltaico. ed è bellissimo.
www.arupassociates.com

reggio emilia/

18
la nuova stazione alta
velocità mediopadana
è una sinuosa onda
fatta di grandi lamine
bianche. un progetto

16
che ha tutto lo stile –
inconfondibile – di
santiago calatrava.
www.rfi.it,
www.calatrava.com

londra/
voodoo ray’s è una
pizzeria al taglio. con
interni pastello – dello
studio gundry & ducker
– che mixano citazioni
anni ’50/80. per appetiti
neo-postmodern.
www.voodoorays.co.uk,
www.gundryducker.com

19
courtesy arup associates - mario carlini/iguana press/getty images - michael stavaridis - lorenz cugini
17 miami/ alchemist è una boutique senza uguali.
una scatola di vetro, ideata da rene gonzalez,
sospesa a mezz’aria al livello 9 del celebre
parcheggio-con-residenza a firma herzog & de
meuron. www.shop alchemist.com,
www.renegonzalezarchitect.com

oskar da riz/archivio autostrada del brennero

parigi/ arredi minimali e lievi, atmosfera


illuminata da sfumature di giallo brillante.
È la nuova galleria delle manifatture di
sèvres, a un passo dal louvre, firmata

20
dello studio a+a cooren. www.sevrescite
ceramique.fr, www.aplusacooren.com

passo del brennero/ dove prima c’era la dogana


adesso c’è un museo, dedicato a Fabrizio plessi e alle sue
spettacolari videoinstallazioni. l’autostrada diventa uno
spazio (anche) di cultura. www.a22.it, www.plessi.net

98elle decor
ItInerarIo
Ci si sente ospiti di una vera casa salentina,
da Gustavo, a Galatone, dove la cucina di
Gigi estetizza sapori autentici e Carmela ha
il dono dell’empatia. Accanto, nella perfezione
naturale di un uliveto centenario, un’opera
site specific di Michelangelo Pistoletto.

100elle decor
Profondo SALEnTo
di Rosaria Zucconi - foto di Max Zambelli

Affascina al primo sguardo,


si conosce veramente attraverso luoghi
dimenticati. Un percorso tracciato
da persone che ci vivono e lo amano,per
assaporare una vacanza diversa

elle decor 101


Il castello-museo di Acaya

Edoardo WinspEarE/ Ha
appena finito di girare il film In grazia
di Dio che narra la storia di una
famiglia di fashionisti, “i cinesi
d’Italia”, che confezionano capi
d’abbigliamento per grandi marchi
del nord, costretti dalla crisi a
chiudere l’attività per trasferirsi in
campagna. “È un po’ duro, ma
anche pieno di speranza. Fattori
dannosi come la crisi risvegliano la
riscoperta di valori antichi, il baratto,
la solidarietà della vita agricola, il
benessere fondato sulla semplicità”.
Il film a impatto zero, low budget,
è da produttore, per essere libero
di inoltrarsi ancora una volta nel
Dna del Salento dopo gli affreschi
indimenticabili di Pizzicata, Sangue
Vivo, Il Miracolo, Galantuomini.

Le cave di bauxite vicino a Otranto Pimar, design attuale e pietra leccese DoppioZero, dalla colazione alla cena

Barocco metafisico a Lecce

EsmEralda FaraonE
mEnnElla/ Napoletana d’origine,
arriva in Salento nel 1993, a
Depressa, frazione di Tricase. “Era
un posto bellissimo, dimenticato dal
mondo. Non è cambiato, le persone
sono ancora ospitali, i valori della vita
molto sentiti”. La masseria della
cognata non era utilizzata, lei aveva
studiato alla scuola alberghiera
svizzera, così inizia a proporre
vacanze diverse agli amici. Nel 2007
nasce Salento Nascosto, con una
selezione di luoghi dove stare che
rappresentano la ricchezza del
territorio e che i proprietari le affidano
da affittare quando non le occupano.
Con loro condivide regole e
formazione del personale locale, per
un’accoglienza davvero speciale.

102elle decor
ItInerarIo In salento
L’altro Baffo, cucina innovativa CrIstIna Conte/ Determinata e
solare, Cristina ha realizzato a
Otranto il sogno di interpretare le
ricette salentine con leggerezza e
gusto più contemporanei. Tradizione,
sperimentazione, contaminazioni
sono gli ingredienti della sua cucina a
base di pesce. E la giovane chef
riesce a decollare, contagiando con il
suo entusiasmo la madre Pina e la
sorella Carmen, valide collaboratrici
in cucina. Autodidatta, viaggiatrice,
curiosa, una passione per lo chef
Nanni Cotura, per poco tempo a
fianco del padre nel ristorante Dal
Baffo, ha percorso una nuova strada,
anche fisica, scegliendo una via
dimenticata a due passi dal Castello
Aragonese, ormai nota grazie al suo
ristorante LaltroBaffo.

Sacchi di caffe alla torrefazione Quarta Un portale in pietra leccese da Pimar Shopping in bicicletta

Collana di futuroRemoto La pineta di Punta della Suina Dall’alto, un piatto del ristorante LaltroBaffo,
pescatrice confit con crema di patate, olive
leccine e pomodorini. Sacchi di caffè verde
delle migliori qualità nei magazzini della
torrefazione Quarta, una delle prime aziende
ecocompatibili. Il portale in pietra salentina
lavorata a mano dell’azienda Pimar, pronto
a sbarcare in Arabia. Una via dello shopping
nel centro storico di Lecce.
Il collier creato da Gianni De Benedittis per
L’Aida con la regia di Ferzan Ozpetek. Su
tessuto di lino di Calabrese. Pagina accanto,
da vedere: il castello di Acaya, con
l’esposizione di reperti degli scavi di Roca
Vecchia, le cave di bauxite vicino a Otranto,
gli oggetti di design da Pimar. Dove stare:
DoppioZero, drogheria chic e bar ristorante,
imperdibile, gestita dal mitico Orso.

elle decor 103


Lo scalone di Palazzo Adorno, splendido
esempio di Cinquecento leccese, dal severo
bugnato sfaccettato e decorazioni a rilievo.
Pagina accanto, una camera del
Mantatelurè, uno dei tanti B&B in palazzi del
centro storico, ma unico per l’eccezionale
qualità dell’accoglienza. A sud di Gallipoli,
Punta della Suina, mare cristallino con
profumo di pineta e macchia mediterranea.
A Lecce il Must, sotto le antiche
volte mostre di arte contemporanea
e sculture di Cosimo Carlucci.

104elle decor
ItInerarIo In Salento
FranceSco FornI/ Conosce il La porta dell’antico borgo di Acaya
Salento da piccolo durante lunghe
vacanze a Otranto e lascia Bologna
per viverci. Girando per masserie
conosce Luana De Cillis,
immobiliarista, con lei crea Midlizard,
una “intermediazione colta”
che ha come scopo quello di mettere
in luce il patrimonio storico
e naturale, trasferendo proprietà in
abbandono a italiani e stranieri
capaci di apprezzarne il valore.
Palazzi in città o in piccoli paesi,
masserie con uliveti, semplici
pajare e ville sul mare, seguite nelle
fasi di acquisto e post vendita.
Dal progetto di ristrutturazione,
anche del giardino, alla manutenzione
e ricerca del personale.
Con un solo vincolo: il rispetto
e l’amore che questa terra merita.

Mantatelurè,B&B da 5 stelle lusso Atmosfera e mare caraibico sullo Jonio Il museo Must, arte contemporanea

Peep-Hole galleria d’arte

ValentIna d’andrea/ Occhi


magnetici, una femminilità dolce e
forte allo stesso tempo, Valentina
esprime il carattere delle donne
salentine. E i suoi ritratti di donne, da
Frida Kahlo alle madonne costrette
nelle scatole delle scarpe, luogo
dove un tempo si raccoglievano
le immaginette dei santi, al di là di
un’apparente semplicità lasciano
trasparire una lettura dei sentimenti
e della realtà unica e profonda.
Illustratrice, scenografa, designer,
affascinata dalla contaminazione
e dalla rilettura di oggetti quotidiani,
oggi Valentina, esclusivamente
artista, per la prossima personale a
luglio negli spazi di Nextab, dipinge
mari aerei in cui immergersi e ritratti
di donne perse nei propri pensieri.

elle decor 105


HidetosHi nagasawa/ L’artista Un bouquet di As Design
giapponese ha un rapporto intenso
e speciale con il Salento, il primo
lembo dell’Italia conosciuto alla fine
di un lungo viaggio. Aveva 26 anni e
una laurea in architettura quando
lasciò il Giappone e iniziò il viaggio in
bicicletta durato un anno e mezzo
che gli fece conoscere l’intero
continente asiatico, la Turchia, la
Grecia e che si concluse a Brindisi.
E di casa in Salento, lui e le sue
sculture ideate in e per quel luogo:
un parco privato o la piazza di un
paese. Instancabile nell’indagare il
legame tra le forme dell’arte e quelle
della natura, felice di preservare,
adottando un ulivo secolare con i
suoi frutti, che lo accoglie come il
grembo di una madre.

Maglio, delizie di cioccolato Hotel Lo scoglio, mare a 360° 0400, moda di ricerca

L’ex tabacchificio

toti semerano/ Architetto dal


tratto d’artista, vive e lavora tra
Padova e Lecce. Personalità con
forte energia interiore, versatile
e multiforme, utilizza con la stessa
passione tecniche innovative
e materiali tradizionali. Per creare
forme inedite, che dialogano
con lo spazio e ricercano quella “luce
capace di trasformare dimensione
e peso dei materiali”. Forme che
si lasciano conquistare dalla natura,
che tutto trasforma. Dal 2005 il suo
studio-laboratorio ha sede in un ex
tabacchificio costruito intorno a un
aranceto, un luogo pieno di energia,
dove si coltivano l’arte e l’architettura
come nelle botteghe rinascimentali,
riunendo giovani architetti di tutto
il mondo e artigiani del territorio.

106elle decor
ItInerarIo In Salento
L’hotel Santa Chiara a Lecce Fascino di altri tempi all’hotel Santa Chiara
di Lecce. Design d’autore nella vetrina
di Bauhaus. Un’atmosfera anni ’70 per il bar-
ristorante 300mila di Davide De Matteis,
con una spettacolare vetrina dedicata
a spirits e vecchi shakers. Pagina accanto,
bouquet di As Design con fiori spontanei
e coltivati nelle serre salentine. Il famoso
cioccolato di Maglio. Hotel e lido Lo scoglio:
un’oasi di tranquillità a Porto Cesareo.
0400, con arredi vintage, propone moda chic.

Una vetrina di Bauhaus Tante le anime del Salento, impastato di colori, musica, culti antichi e lacerazioni d’oggi.
ll regista Edoardo Winspeare, intenso narratore di questa terra, consiglia di apprezzarla
“nei piccoli paesi ancora autentici tra il Capo di Leuca e l’Otrantino, liberi da periferie
senza anima, puntini in una campagna bellissima, dove la terra è rossa come il sangue e
tutto parla di un eterno Sud. Che va dalla Colombia al Messico, dall’Andalusia alla
Sicilia, a Creta”. Chi apprezza l’autenticità soggiorna a Specchia a I Mulicchi, a Uggiano
la Chiesa a Le Costantine, dove si tesse su antichi telai, va a cena a Giuggianello
al Follaro, e a Patù dai Curai. Il mare, Ionio e Adriatico, è un’attrazione irresistibile,
di scoglio e di grotte, di sabbia all’infinito, con pinete a sfiorare l’acqua, isolette da
raggiungere con poche bracciate. Con lidi per l’aperitivo al tramonto, come Makò
a Punta della Suina, Bagni Marinelli a San Gregorio, Samarinda a Santa Maria di Leuca.
E al contrario il mare da conquistare di Torre Sant’Emiliano, Scalamasciu e Funnuvojere
tra Novaglie e Corsano, dalla bellezza selvaggia e silenziosa. E anche l’Adriatico che
si raggiunge a piedi attraverso la campagna partendo da Acaya, un borgo dominato dal
castello che ospita reperti antichi ordinati con amore. Otranto è da vedere, affascinanti
le vicine cave di bauxite dove montagne e crateri di terra rossa si stagliano sul mare.
Ogni salentino ha il posto giusto da suggerire, noi amiamo Gustavo a Galatone,
dall’atmosfera speciale e la cucina eccellente. Il Salento è terra di musica, di balli
e di feste in ogni più piccolo paese. Lasciarsi andare al ritmo della pizzica non ha più
l’ancestrale compito di liberare il corpo dal morso della taranta, ma è diventato il must
300mila, il posto cult dei leccesi della vacanza giovane. Nel Salento si coltiva la passione per l’arte contemporanea
intrecciandola con la salvaguardia degli ulivi secolari, si esplorano le potenzialità del
territorio, con mostre e workshop in luoghi da preservare e far conoscere. Anche grazie
a persone appassionate e preparate come Anna Cerignola, salentina doc o Gigi de
Luca, con l’Istituto di cultura mediterranea. Il Salento conta imprenditori illuminati, come
Giorgia Marocco della Pimar che ha diffuso nel mondo l’unicità della pietra leccese
modellata da valenti artigiani e dalla creatività di designer famosi, o la famiglia Maglio,
maestri cioccolatieri e di tanti altri peccati di gola dal packaging allettante, passando alla
torrefazione Quarta, il marchio che più rappresenta il Salento, una dittatura, quella
del caffè Quarta, scelta per acclamazione in tutta la Puglia, avviato al successo fuori
confine. Ogni viaggio in Salento non può che iniziare o concludersi a Lecce, elegante,
aristocratica, gaudente. E per non comportarsi solo da turista con gli occhi rivolti al
magnifico barocco, adottiamo i riti della città concedendoci almeno una sosta, dall’ora
di colazione al dopocena da 300mila e anche da DoppioZero, una cena, elegante al roof
garden del mitico hotel Risorgimento, in piazzetta alla Torre di Merlino e indoor da Le
Zie. Lo shopping di design si fa da Bauhaus, e di moda allo 0400, da Ermes, designer
di capi unici e sofisticati. E infine, viaggiatori accorti, prenotiamo in tempo Mantatelurè,
nel centro storico, prezzi da B&B con il fascino e il comfort di un 5 stelle lusso,
lasciandoci viziare da Marco, inimitabile padrone di casa.• INDIRIZZI A PAG. 191

elle decor 107


luglio/agosto 2013
112_sole & ombra
122_fiammingo africano
134_white box ai tropici
142_natura su misura
150_liberi tutti
158_essenza val d’orcia
elle decor 111
A pochi metri dal mare e immersa in una pineta, la casa nasce da un progetto pensato per essere in totale armonia
con il luogo: attraverso aperture sul paesaggio e spazi che si sviluppano in sequenza tra interno ed esterno.
sole & ombra
foto di José Hevia Blach - testo di Ruben Modigliani

In una pineta affacciata sul


mare di Maiorca, un’architettura
rigorosa e piena di fascino.
I cui volumi, scanditi dalla luce,
sono una scenografia che
cambia dall’alba al tramonto

elle decor 113


114elle decor
La cucina raddoppia il suo spazio sulla veranda esterna grazie a una grande vetrata scorrevole, che si apre
scomparendo nella parete. Il tavolo, come tutti i mobili della casa, è realizzato su disegno da artigiani locali.
116elle decor
Il living si apre su una veranda affacciata sul mare. L’uniformità dei materiali (pareti, pavimenti e soffitti sono nello
stesso intonaco usato per l’esterno) e la palette quasi monocromatica dell’ambiente sono mosse dal gioco dei volumi.
“L’idea di partenza: dimenticare ogni
preconcetto. Così lo spazio ha preso forma
a partire dai vuoti, dagli alberi, dalla luce”

Natura armoniosa e incontaminata. Mare cristallino, l’ombra della pineta. E, soprattutto, la luce delle Baleari. In un
angolo della costa di Maiorca è nato un progetto ricco di fascino, pensato per esaltare questi suoi elementi. “Ho
voluto creare un’architettura al servizio del paesaggio nel quale si inserisce”, spiega l’architetto Tomeu Esteva, dello
studio Esteva i Esteva Arquitectura. “Un intervento dotato di presenza scenica, ma fatto con umiltà: abbiamo
pensato alle persone che l’avrebbero abitato ma anche agli alberi presenti sul terreno. E a ognuno di questi elementi
abbiamo dato pari importanza. L’idea di partenza è stata quella di fare piazza pulita di ogni idea precostituita: così la
disposizione degli interni – quattro camere indipendenti e un corpo centrale con cucina e spazi comuni – ha preso
forma a partire dai vuoti, dagli alberi, dalla luce”. Da queste premesse è nato un edificio dove gli ambienti si
susseguono in sequenze spettacolari, che spesso hanno il loro punto focale in un’apertura sul paesaggio. Tutte le
finestre sono scorrevoli e a scomparsa, per enfatizzare la continuità tra esterno e interno. Continuità che è
sottolineata anche dall’uso dello stesso materiale, uno speciale intonaco per facciate, per i pavimenti e tutte le
superfici murarie: variano solo gli spessori e le finiture, e ne risulta un gioco di texture uniformi ma mai uguali. Il ritmo
degli spazi è scandito da soglie, da passaggi, dal contrasto tra zone aperte e altre più raccolte. C’è un’idea di
purezza che si collega all’architettura tradizionale mediterranea – ma anche africana – e che emerge, per esempio,
dal grande living, che sembra una piazza e che accoglie più funzioni: conversazione, relax, sala da pranzo (appena
separata da una quinta). Un punto d’osservazione privilegiato per capire il progetto è quello del patio posteriore, che
si affaccia sul mare e che ospita la piscina: di nuovo, un legame forte tra interno ed esterno. Qui i corpi separati che
ospitano le camere sembrano dare vita a un piccolo villaggio. E diventano un paesaggio geometrico, i cui volumi nel
corso della giornata si animano di un gioco d’ombre che cambia senza sosta. Il sole diventa un regista che toglie o
aggiunge profondità, a suo piacere. E la casa si fonde col paesaggio, con la natura, col silenzio.•
Uno dei punti chiave del progetto è la creazione di una sequenza fluida di spazi (alcuni più riparati, altri invece aperti) dove
il punto focale è il paesaggio. La veranda della cucina diventa una sala da pranzo e il living si prolunga in una sala relax.
elle decor 119
120elle decor
La piscina è stata realizzata nel patio posteriore della casa, sottolineando così il suo legame col mare. I volumi delle
camere, separati dall’area comune, creano un ritmo di pieni e di vuoti sottolineato dal gioco delle ombre.
122elle decor
fiammingo
africano di Frank Visser - foto di Mirjam Bleeker

La casa senegalese di Erik Pol,


imprenditore olandese del design,
è ideata in sintonia con il luogo:
in pietra e legno, arredata con
semplicità, estremamente friendly
Sulla terrazza al secondo piano sedie e poltrone
sono posizionate per godere della vista verso
il mare. Tende realizzate con tessuti acquistati in
Mauritania. Bicchieri rigati di Pols Potten,
azienda fondata dal padrone di casa.
L’ingresso e le scale poste sul retro
sono schermate da persiane in legno.
Pagina accanto, in cucina il tavolo
e le sedie in legno sono di Pols Potten,
come il vaso in bronzo, la lampada
in legno è un prototipo di Edward van
Vliet. Tappeto di rafia. Appoggiati
alla parete, quadri di autori del luogo.
elle decor 125
Erik Pol prepara il pranzo. Lampada
in ceramica di Wiki Somers per Pols
Potten. Nella pagina accanto, in un
angolo della cucina un grande dipinto
dell’artista senegalese Camara Gueye.
Sulla console, vasi Shanghai e Coral
di Norman Trapman per Pols Potten
accanto a piccole sculture tribali.

126elle decor
Dall’alto, la stanza da letto
del proprietario con un prototipo
di lampada disegnata da Jonathan
Adler, la terrazza, l’ingresso
del garage sul fronte principale della
casa, la porta a vetri pivotante
che mette in comunicazione
la terrazza e la grande zona pranzo,
un dettaglio della cucina. Nella pagina
accanto, la casa vista dal giardino
sul retro, il proprietario, vista dalla
cucina verso il garage, dove si trova
un dipinto di Babacar Lo, e ancora
Erik Pol con uno dei suoi amici artisti.

128elle decor
L’olandese Erik Pol è arrivato in Senegal per la prima volta 15 anni una varietà di sedie da usare per un pranzo veloce o una festa la
fa. Era in viaggio per lavoro, alla ricerca di opportunità e prodotti sera. Grazie all’uso dei materiali e dei colori giusti, la casa è
interessanti che potessero essere in linea con la sua azienda di accogliente. Per i muri sono state utilizzate pietre di una tinta
oggetti di design, la Pols Potten. Fatta tappa a Dakar, decise di rossiccia, trasportate intere da un’altra zona del Senegal e poi
fermarsi. E iniziò a lavorare a una serie di nuovi progetti. Con tagliate a mano in varie forme e misure per essere posate più
l’aiuto di alcuni interior designer olandesi e grazie alla maestria dei facilmente, mantenendo sempre il loro aspetto grezzo.
senegalesi, diede vita a una linea solo africana. Dopo qualche Sembra quasi che siano state disposte senza un ordine
anno a Erik fu chiaro che il suo soggiorno in Senegal non poteva divenendo casualmente le pareti di una casa, progettata invece
più definirsi temporaneo: la collezione africana era cresciuta, con grande cura. Il legno è l’altro materiale dominante. In qualche
trasformandosi in una piccola azienda di 50 persone. Erik chiese modo imponente quanto la pietra, regala invece morbidezza
a Wim de Vos, architetto belga che vive ad Amsterdam con cui ed eleganza a tutto l’edificio. L’interno è pragmatico. È la dimora
aveva già collaborato, di aiutarlo a costruire una casa e uno studio di un uomo. Niente fronzoli o altre inutili decorazioni. Con le sue
fuori città. Il progetto può essere considerato minimalista. È una pile di libri, le grandi ciotole di legno, le ceramiche e le tante opere
costruzione su due livelli con ingresso dal retro. Il piano terra ha d’arte, è una casa estremamente friendly. Ovunque, dalla zona
piccole finestre e tanto verde intorno che scherma la luce. Qui, notte al garage, fino al giardino, ci si imbatte in dipinti e sculture
oltre al garage e alla cucina, si trovano le stanze da letto e i bagni. di artisti senegalesi e non solo. Opere tribali africane e
A contrasto, il piano superiore è molto aperto, con poche pareti. È contemporanee si affiancano alle sculture prodotte in loco dagli
una sorta di grande terrazza coperta che permette a una leggera amici europei che vengono in visita. Sebbene lo stile sia lontano
brezza di entrare in casa durante tutto l’anno, e dove ci si rilassa da quello locale, lo spirito della casa è invece tipicamente
seduti su semplici sedie per godersi la vista, il mare in lontananza africano: un luogo dove gran parte della vita si svolge all’esterno.
e più oltre il profilo di Dakar. Dietro la terrazza si trova un ampio È un rifugio privato e tuttavia ideato per accogliere in totale
volume di vetro, con un grande tavolo al centro, circondato da tranquillità e relax amici e ospiti: usanza davvero molto africana.•
Nel garage pavimentato a piastrelline,
il quadro di Babacar Lo che ritrae
il primo presidente del Senegal e
la famiglia è accanto a una Side Chair
di Harry Bertoia di Vintage Knoll,
acquistata all’ambasciata americana
di Dakar. Pagina accanto, in cucina
tutto è in legno, accessori compresi.
elle decor 131
In terrazza un volume vetrato su tre
lati ospita la zona pranzo. Il tavolo di
dimensioni extra è realizzato con assi
di legno, intorno sedie di diversi stili
e provenienze, artigianali o firmate.
Il dipinto è di Camara Gueye, la testa
in ceramica dell’olandese Jan Snoek.
Tessuto di un designer senegalese.
elle decor 133
white box
ai tropici

foto di Yvonne Oswald - testo di Francesco Marchesi

Un’architettura destrutturata,
a picco sul mare, immersa nella
natura delle Seychelles. In ogni
cubo un ambiente, per vivere la
vacanza in assoluto relax
Sabbia e resina per la terrazza, poi il comfort
delle chaise longue Float e dei pouf
Play, entrambi di Paola Lenti. Pagina accanto,
la camera padronale si sporge sul mare.
elle decor 135
I cubi in vetro e cemento che compongono
il complesso architettonico sono
collegati da passaggi sospesi, come questo
ponte in legno Balau sudafricano con
ringhiere d’acciaio. Pagina accanto, la
camera padronale è immersa nel paesaggio.
Alla fine di una strada tortuosa che si snoda tra rocce imponenti e la fitta foresta tropicale delle Seychelles ha
trovato posto quella che per tutti gli abitanti del luogo è diventata la Gotham House. Un sorprendente complesso
ideato per conciliare in un unico progetto le comodità delle moderne strutture abitative con il fascino quasi primitivo
di questi luoghi. Un’abitazione nata da un sogno e costruita su un terreno di oltre 5000 mq aggrappato alla roccia, a
picco sul mare, affacciato su una vista mozzafiato. Più precisamente sullo spettacolo unico della spiaggia di Mahé,
una delle più lunghe e belle delle Seychelles. “Appena abbiamo visto il luogo”, confessa il proprietario, un
professionista con la passione per l’architettura, che ha seguito il progetto dalla A alla Z, “abbiamo deciso di vivere
qui. Una cosa più facile a dirsi che a farsi, visto che la location è straordinaria ma piuttosto impervia”. Le parole del
proprietario si comprendono appena superata la scala che conduce all’abitazione, passando attraverso due rocce
enormi che vegliano l’ingresso come due guardiani, per poi restare senza fiato davanti a quest’architettura insolita.
Quasi una casa destrutturata. Passaggi sospesi collegano tre cubi bianchi di cemento e vetro, ciascuno dei quali
ospita un ambiente domestico diverso. In quello principale, che si sporge verso il mare appoggiandosi alla
montagna, trovano spazio il living, la cucina e la sala da pranzo, mentre gli altri due ospitano rispettivamente la
palestra e la stanza padronale con il bagno. “Era l’unico modo per poter creare un legame quasi simbiotico tra gli
edifici e il territorio”, continua il padrone di casa, “abbiamo dovuto esplodere la consueta idea di casa in tanti
ambienti più piccoli immersi nella natura, creando un effetto palcoscenico, perfetto per godere a pieno della bellezza
di questo luogo”. A impreziosire ancor di più il complesso, una terrazza e una piscina disegnata tra le rocce
granitiche. Per gli interni invece spazio alla più moderna funzionalità, con ambienti dominati dal bianco, arredati
mescolando elementi di alta tecnologia made in Italy con arredi creati sul posto utilizzando legno e ardesia.
Un’opera affidata all’abilità artigiana di specialisti italiani, mentre la costruzione e la cura della rigogliosa natura
circostante sono state affidate alla sapienza locale. All’esterno elementi semplici come corda e materiale nautico
citano il fascino selvaggio del contesto, charme che si riaccende a ogni tramonto con un volo di pipistrelli da
ammirare dalla terrazza, inimitabile spettacolo al quale la Gotham House deve il proprio nome.•
All’esterno un tavolo in acciaio e ardesia
con sedie Alu 55 di Royal Botania. Pagina
accanto, cucina Boffi total white con
isola centrale in Corian® e piano cottura
Franke Crystal White. Sul fondo porta
a bilico verticale L’Invisibile di Portarredo.
elle decor 139
Anche in bagno la semplicità hi-tech del
Corian® per i lavabo con elementi Aguablu
di Zucchetti. La panca è su disegno,
serramenti scorrevoli in cristallo di Dorma.
Accanto, il living è affacciato sull’oceano
per i momenti di relax, così come la camera.
elle decor 141
La struttura è immersa nella
vegetazione. Le vetrate permettono
un gioco di prospettive tra l’interno
e il rigoglioso giardino tropicale.
All’esterno una piscina e un patio
coperto, per mangiare all’aria aperta.

142elle decor
natura
su misura
di Tami Christiansen - foto di Nathalie Krag

Vicino a Buenos Aires, la fantasia


di un architetto innamorato del legno
e delle linee semplici dà vita a una
casa modellata ad hoc per una vita in
famiglia a contatto col verde
La struttura principale è aperta su tre lati e protegge ambienti
accoglienti e luminosi. Pagina accanto, in casa tutte le
sfumature del legno. Nel living elementi su misura convivono
con grandi classici come la Butterfly Chair di BKF.
elle decor 145
Una struttura in vetro, cemento e legno
concilia momenti di convivialità e di privacy.
Tutt’intorno spazio al fascino della natura

Un amore per la matericità del legno e per la purezza delle linee


semplici, la firma dell’architetto argentino Alejandro Sticotti,
titolare del marchio Net Muebles, emerge chiara in ogni suo
progetto. Anche questa nuova dimora, disegnata per l’ex pilota di
linea ora imprenditore, Mario Maspero e la sua famiglia nei pressi
di Buenos Aires, non fa differenza. “Ormai mi chiamano
l’architetto-falegname”, sorride Alejandro Sticotti. “In effetti ho una
passione innata per il legno, che uso in tutti i miei lavori, perché mi
sembra il materiale perfetto per poter raccontare una storia. In
questo caso avevo in mente una struttura moderna ma non
fredda, ideale per vivere con la famiglia circondati dalla natura”.
Così è nata questa abitazione formata da due grandi rettangoli
che si intersecano per formare una T, completamente immersa
nel verde. Un edificio dalle linee semplici ed essenziali distribuito
su un solo livello, fatto di cemento, tanto legno e vetro, che mette
in comunicazione continua la bellezza del bosco circostante con il
calore dei materiali che danno forma agli interni. “Quando inizio un
progetto”, continua l’architetto, “sono abituato a pensare alle
necessità delle persone. Mi concentro soprattutto sul loro stile di
vita. In questo caso desideravano quasi una sorta di bozzolo,
dove vivere in simbiosi con l’ambiente in qualunque stagione,
sotto il calore del sole o protetti dall’ombra degli alberi”. Un senso
di pace familiare che Sticotti ha ricreato separando nettamente gli
ambienti con una logica molto americana nel concepire gli spazi.
Nel corpo centrale, aperto su tre lati grazie a grandi finestre, si
susseguono, senza soluzione di continuità, gli ambienti dedicati ai
momenti in compagnia, ovvero una zona living, una sala da
pranzo e una luminosa cucina a isola. Le aree private sono
ritagliate nelle due ali che definiscono il profilo a T e che ospitano
anche la camera padronale e le stanze dei bambini. Il legno
ovviamente è onnipresente, in mille sfumature, e caratterizza
anche la terrazza esterna dove trovano spazio un fresco patio e
una piscina completamente immersi nell’abbraccio della natura.•
La cucina, con una grande isola attrezzata, è priva di
scaffalature. Per il pranzo un tavolo antico con piano in
marmo e sedie in metallo laccato. Pagina accanto, nel living
spicca il grande lampadario in legno disegnato da Sticotti.
Nella camera padronale, un grande letto a baldacchino
in legno. Pagina accanto, sulla terrazza delimitata da una
composizione di cactus, l’inconfondibile silhouette della
Diamond Chair di Harry Bertoia per Knoll International.
elle decor 149
liberitutti di Ravaiolisilenzistudio
foto di Adriano Brusaferri - ha collaborato Ilaria Bacciocchi

Living in riva al mare per gustare


l’estate sotto il segno del sole
e del design. Relax totale, tra pezzi
dal comfort assoluto e soluzioni
audaci per il giorno e per la notte

150elle decor
Les pieds dans l’eau. A sinistra,
poltrona in legno e polietilene Time
Out di Rodolfo Dordoni per Serralunga
e lettino in iroko sbiancato Cloud
Relax Lounge Bed di Andrea Parisio
per Meridiani (cm 186x86, da € 1.860).
Dietro, il profilo della poltrona in
alluminio con pergola Gardenias di
Jaime Hayón per BD Barcelona (da
€ 2.711). Sul tappeto con trama in
polietilene a intrecci di Kettal, design
Patricia Urquiola (cm 300x200,
€ 1.589), uno sgabello Bouchon di
Radice & Orlandini per Domitalia
(€ 160) e, dietro, l’essenziale divano
Costes di Ethimo in teak decapato
(cm 180x80x70h, € 1.650); cuscino in
lino a quadri Brera Collection di
Designers Guild. A destra, poltrona
avvolgente Raphia in metallo
verniciato e giunco di LucidiPevere
per Casamania (€ 592 ca.). Come una
vela il cotone Hikari, di Isa Glink per
Kinnasand (cm 141h, € 183,70/m).
Concept living all’aperto. Accanto
alla Rocking chair Luxembourg rossa,
di Frédéric Sofia per Fermob (€ 556),
il divano componibile Lawrence di
Unopiù, in alluminio con rivestimento
in fibra WaProLace intrecciata e
cuscini sfoderabili in acrilico
Tempotest (il modulo cm 140x73x70h,
€ 1.480); cuscino con ricamo
Coincasa. Di Paola Lenti l’ombrellone
Ombra design Bestetti Associati,
anche con picchetto (cm 200 diam.
x238h, da € 3.300), e il tappeto Zoe in
filato Rope (da € 1.470). A destra
completano l’angolo relax tre diverse
sedute: sdraio Rimini in rame acidato
e cuoio trattato outdoor di Paola
Navone per Baxter (€ 2.500),
poltroncina in filo di polietilene
intrecciato Grande Papilio di Naoto
Fukasawa per B&B Italia (da € 1590)
e sedia Ficelle di Osko+Deichmann
per Ligne Roset in alluminio
laccato nero (€ 513 il set di 2).
elle decor 153
Notturno con luci su progetto.
A sinistra, lanterna Filofilo in metallo
e Pvc lilla di Asnago e Minotti per
Penta (cm 43h, € 506), in primo piano
luce-pouf Pill-Low di F. Rota per
Oluce (€ 430). Dietro e accanto alla
panca con Led iCementi by Lucifero’s
(cm 150x45x45h, € 1.000), due
Tetragono di Artemide, in alluminio
antracite. Illuminata con Led rgb la
vasca Oio, design M. Boucquillon
(€ 4.230), con rubinetti Ayati, tutto
Antonio Lupi. Appese, da sinistra,
Ariane di E. Larmaraud per Ligne
Roset (€ 172), la cilindrica Pistillo di
Martinelli Luce (cm 175h) e
Sous Mon Arbre di F. Brillet per Ligne
Roset. A terra, Happy Apple di
Basaglia e Rota Nodari per Pedrali, in
primo piano Archetto di T. Sogni per
Antonangeli con base in cemento
(cm 180h, € 662), Belvedere in
alluminio brunito di Citterio e Nguyen
per Flos (cm 90h, €490) e due
Tetatet di Davide Groppi (cm 34,5h).

154elle decor
elle decor 155
Perfetto stile conviviale. Da sinistra,
linee sinuose per la Thinking Man’s
Chair di Jasper Morrison per
Cappellini, in tubolare metallico
(€ 1.326), di segno leggero la Round
Lounge Chair bianca con scocca in
lamiera, di Christophe Pillet per Emu
(€ 295), e la poltrona Masai di Marco
Zito per Saba, con seduta in rete di
Pvc e cuscini in piuma (€ 850);
cuscini verdi in ecopelle Zara Home.
Al centro, fantasiosa poltrona a più
colori del progetto charity Marni 100
Sedie (€ 350) e sgabello in acciaio
smaltato giallo Last Stool di Max
Lamb per Discipline (€ 198); sedia a
dondolo Comback di Patricia Urquiola
per Kartell in legno con scocca
in plastica (€ 445); appeso, tessuto
Scout di Isa Glink per Kinnasand
(cm 145h, € 186 ca.). Di Antonio
Citterio per B&B Italia il lettino total
white Mirto, in alluminio e rete di
poliestere (cm 202x72x34h, € 1.590).
INDIRIZZI A PAG. 191
elle decor 157
Ilaria Miani all’ombra di una delle pergole che sempre circondano le sue case, sottolineando sguardi diversi sul paesaggio.
Poltroncine in ferro di Antonino Sciortino, tavolo a moduli accostabili, disegnato e prodotto da Ilaria.

158elle decor
essenza
val d’orcia
di Rosaria Zucconi - foto di Andrea Ferrari - testo di Doriana Giannini

La facciata in pietra locale, di quello che un tempo era il fienile


del casale principale, oggi sua dépendance, rivela dopo il restauro un nuovo rigore.
È l’ultimo lavoro sulle case rurali toscane di Ilaria e Giorgio Miani
Il silenzio, l’ascolto della campagna, la riscoperta di piaceri semplici e autentici, come la cura del fisico, una sfida
a calcio balilla, un’appagante colazione con i prodotti del territorio. Tutto è possibile nel grande spazio, 300 metri quadrati,
su due livelli, dell’ex fienile, ideale per indossare l’opera di grandi dimensioni, Just Ludo It di Orlando Miani.
elle decor 161
Nel disegnare il mobile a incastro Ilaria Miani aveva in mente le semplici geometrie care a Donald Judd. Le due opere sono
di Orlando Miani, painter, videomaker, writer e giovane esploratore dell’arte a 360°.

162elle decor
Destinazione Italia. Se poi è quella scelta, studiata e riletta da Ilaria Miani,

Paesaggi come la sua amata Val D’Orcia, ancora meglio. Il pensiero si fa azione e i
luoghi su cui lei mette l’occhio, e l’opera, ritrovano, attraverso sorprendenti

dal fascino restauri, nuove funzioni. Interventi quasi mimetici, che partono dal rispetto
delle radici, lo studio dei materiali e delle tecniche locali, e si evolvono in

struggente. progetti dall’atmosfera unica, realizzati insieme al marito Giorgio. L’ultimo


lavoro di Ilaria è l’annesso agricolo di un casale in Val d’Orcia, un ex fienile

Fienili di 300 mq, con il quale ha instaurato un rapporto intimo ancor prima di
pensare a un nuovo concept, preservando gli archetipi delle case
contadine ma restituendo al luogo funzionalità moderne con spazi

dimenticati ridistribuiti. L’intero sottotetto è un open space con cucina a vista, biliardo,
ping-pong, palestra, disinvolte sedute, mobili disegnati da Ilaria pensando

già teatri a Donald Judd. Al piano di sotto le camere con bagno, guardaroba e
poltrone vintage rivolte sul paesaggio bucolico versione full screen. In

di vita questi volumi essenziali entrano i lampi di colore del figlio Orlando, artista a
tutto tondo con tanto di incursioni notturne nella street art. Maxi tele che

contadina registrano tecnica, passione. Che riportano anche gli stimoli artistici
respirati in famiglia. Le foto del fratello Edoardo, quelle degli amici,
diventano ispirazione per opere in medium mix, acrilico, spray, biro, pastelli

rinascono a olio, addizionati in una ricerca di tridimensionalità materica. Interprete


illuminata di luoghi addormentati da tempo, consumati da negligenze e

con nuove pigrizie, ambasciatrice dell’italianità nell’abitare, Ilaria, con il suo lavoro, fa
una speciale dedica al suo paese. Una passione nata tanti anni fa quando il

vocazioni. Chianti e la Val d’Orcia erano ancora lontane dall’interesse turistico. Ilaria e
Giorgio, suo marito architetto, si appassionano a San Casciano dei Bagni,

E un tocco luogo dei primi interventi di recupero. Poi Firenze, e Venezia, quella
nascosta, vera, di San Pietro di Castello. Fino al lavoro che la sta
impegnando da sei anni, un albergo diffuso, con piccolo ristorante, a

artistico Castiglioncello del Trinoro. “In questo percorso riscopro sorprendenti giochi
di squadra. Gli operai e ancor più gli artigiani sono coinvolti, motivati nel

inaspettato recupero di patrimoni territoriali unici. E questo clima di collaborazione


quasi emotiva porta tutti a dare il meglio, anche in tempi veloci”.•

elle decor 163


La sala da bagno con una doccia-cascata è a vista sulla camera da letto. La piscina in cemento a sfioro (specialità dell’architetto
Giorgio Miani) domina un paesaggio unico: le crete senesi, dichiarate patrimonio mondiale dell’umanità. Ed è subito country dream.

164elle decor
Nella camera, “letti delle monache” di Ilaria Miani. Di Orlando Miani l’opera Snoop, tecnica mista su tela. Accanto, vista del fienile
laterale con le “mezzane” posate in diagonale che hanno permesso di realizzare i due piani, pur mantenendo il volume originario.

166elle decor
desigNnews
Novità su materiali, ambiente bagno, wellness, kitchen, food & c.
a cura di Bettina Rosso, Tamara Bianchini, Murielle Bortolotto e Paola Carimati

una dimora minima/


Diogene, progettata da
renzo Piano con rPBW
(renzo Piano Building
Workshop), è una soluzione
abitativa dove lo spazio è
PhotograPher: Julien lanoo © Vitra

ridotto al minimo. in soli


due metri per due e tre
di altezza, ospita divano
letto, tavolo pieghevole,
bagno con doccia e
cucina. Funziona in totale
autonomia energetica
ed è allestita al Vitra
Campus di Weil am rhein.
www.vitra.com

elle decor 169


design news

Il Made in Italy a
New York: scelto per
l’esposizione
permanente del MAD,
il Museum of Arts
and Design, il radiatore
Honey di James di riusi/ Il designer spagnolo
Alvaro Catalán de Ocón sfrangia
Marco per Caleido. una bottiglia di plastica e la
www.caleido.it trasforma in lampada. Pet lamp,
da € 150. www.petlamp.org

effetto legno/
Traces di Unicom-
Starker è una collezione
completa di piastrelle
(60x120, 45x90, 30x60
e 7,5x15 cm) e mosaici
(3x3 cm). Perla, écru,
papiro, mahogany
e charcoal le cromie,
con finiture satinata
e lucida.
www.unicomstarker.it

la casa in scatola/ Tind, dello studio svedese Claesson Koivisto


Rune per Fiskarhedenvillan, è una casa prefabbricata venduta
in kit. Disponibile in tre metrature, si sviluppa su due piani, con scala,
grandi finestre e interni rivestiti in legno. www.fiskarhedenvillan.se

per aspiranti bricoleur/ Cargo è il concept dello


studio svizzero Big-Game realizzato per Alessi. Si tratta
di un contenitore porta attrezzi in plastica con maniglia di
legno. Declinato in tre colori. www.big-game.ch

170elle decor
DESIgN NEwS
SOUVENIR D’ÈtÈ/
Acapulco, Capri, Ibiza,
Ipanema, Monte Carlo e
Tangeri completano gli
otto decori di mete estive:
idealmente un itinerario.
Jet Set Coasters, la serie
di piatti di Jonathan Adler.
pER tUttE lE cOttURE/ TK38 Da Fleux, a € 55 (il set da
disegnata da Massimo Castagna 4 pezzi). www.fleux.com
per Rossana, è una cucina a
isola con top in acciaio inox e
ante e piano snack in Eucalipto.
Con piani ultra tecnici da
personalizzare. www.rossana.it

Breakfast vista Madonnina: la novità dell’estate. Il 7° piano de la Rinascente


di Piazza Duomo a Milano ora è aperto già alle 8.30, per i mattinieri. Con quattro
diverse proposte per la colazione davanti alle guglie. www.rinascente.it
FUtURIBIlI/
PureLine è la linea
di elettrodomestici
da incasso di Miele,
completa di forno
(anche a vapore) con 13
modalità di cottura, 100
programmi automatici
(20 in memoria), sonda
termometrica e sistema
multi Steam e macchina
da caffè. Gestione
comandi attraverso un
pannello touch & scroll.
www.miele.it

pURa E SIcURa/ Pannello di controllo Touch e pulsanti a Led per HD Line


Water Machine di Hotpoint-Ariston. Il purificatore è dotato di sistema Firewall
a raggi UV (che controlla l’acqua), filtro a carboni attivi (che elimina il cloro) e
trattamento Biocote® (contro i batteri). € 199. www.hotpoint.it

172elle decor
design news

accarezzate dal vento/


Mistral di Pratic è una vela
sempre in tensione.
In Dacron bianco
(un tessuto tecnico usato nel
mondo nautico), il sistema
di copertura a tende è retto
da una struttura in alluminio,
all’interno della quale sono
integrati meccanismi e
motorizzazioni. www.pratic.it

174elle decor
design news

effetto pietra/ Trendy


di Arblu è un piatto doccia
in Pietrablu, un materiale
composito (minerali e
resine), molto resistente
e piacevole al tatto.
Disponibile nei modelli da
appoggio o con incasso a
filo pavimento, è completo
di pannelli di rivestimento
per pareti. Disponibile in 6
colori, a partire da € 555.
www.arblu.it

touch the colour/ Shui di Paolo


D’Arrigo per Cielo (nelle versioni alta e
bassa) si veste di colore per Terre di Cielo,
la collezione composta da tutti i lavabi
dell’azienda, declinati in 12 colori ispirati
agli elementi naturali, la terra, i vegetali e i
minerali. www.ceramicacielo.it
classico rivisitato/
Ziqq di Mario Tessarollo
e Daniela Lorato per
Cea: rubinetto in acciaio
inossidabile da piano o
da parete con comandi
in posizione laterale.
Disponibile nella versione
satinata, lucida e con
finitura Black Diamond. asimmetria pura/
Di cm 16,5x23,5h a Dall’accostamento e
€ 2.077. www.ceadesign.it dall’incastro di semplici
elementi geometrici,
nasce la sedia Haze,
un’autoproduzione di
Wonmin Park.
Di cm 58x40x120h, è
realizzata in resina opaca,
colorata e resistente
all’acqua. Su richiesta.
www.wonminpark.com

4 gruppi di studenti di 4 scuole di design


saranno i protagonisti di Ceramic Futures: from
poetry to science fiction. Il workshop usa
i social network per riprogettare la ceramica.
I lavori saranno esposti al Cersaie
(Bologna, 23-27/9). www.ceramicfutures.com

176elle decor
SAVE THEDATE Luglio-agosto/mostre/fiere/appuntamenti/vernissage/libri
a cura di Laura Maggi, Piera Belloni e Francesco Marchesi
©Marie Bovo, Courtesy l’artista e galerie kaMel Mennour, Parigi

in foto e in video/ Il Mediterraneo


come luogo fisico, e trait-d’union fra
culture diverse, è il protagonista di
The sea is my land, allo Spazio D del
museo. Il progetto ideato da BNL
coinvolge talenti emergenti di 22
Paesi che hanno lavorato sul tema
(foto, Marie Bovo, Cour intérieure,
2009), sviluppando un dialogo tra le
loro identità. MAXXI, Roma, fino al
28/9. www.fondazionemaxxi.it

elle decor 179


save the date

storia di un design/
Bozzetti e prototipi escono
dalle scatole dell’archivio
della Fondazione per una
mostra-racconto: come
è nata gibigiana,
lampada a luce riflessa
giocosa e insieme molto
concreta, ideata da
achille Castiglioni e
prodotta da Flos nel
1980. Fond. Castiglioni,
Milano, fino al 12/8,
prenotazioni su
www.achillecastiglioni.it

spettacoli a palazzo/ C’è voluto quasi un anno per i


lavori di restauro e finalmente l’edificio settecentesco oggi
sede museale della pinault Collection si completa con un
nuovo spazio. È il teatrino riprogettato da tadao ando, un
volume a pianta trapezoidale con foyer e auditorium, che
ospiterà film d’artista o dedicati alle grandi mostre ed eventi
musicali. Palazzo Grassi, Venezia, www.palazzograssi.it

© ORCH ORsenigO-CHemOllO - © aRCHiviO FOndaziOne CastigliOni - pH. lOtHaiRe HuCki / villa nOailles
thomas bayrle/ Collage, estate a hyères/ si inizia
dipinti, film, installazioni con tre giorni di festa, dal 5 al
meccaniche, plastici, modelli 7 luglio, che culminano con la
architettonici: il lavoro premiazione del vincitore del
dell’artista berlinese, pioniere concorso internazionale
della pop art europea, è ben dedicato ai giovani progettisti.
rappresentato nell’ampia e si prosegue con le mostre: la
retrospettiva a lui dedicata. collettiva dei lavori presentati e
in tutto circa 200 opere alcune personali dedicate, fra
(foto, motta, 1966, olio gli altri, a Bertjan pot, marcel
su legno), datate dal 1960 Breuer (foto, sedia B11 per
a oggi. Museo Madre, thonet, 1931 ca.), india
Napoli, fino al 14/10, mahdavi, aldo Bakker. Villa
www.madrenapoli.it Noailles, fino al 29/9, www.
villanoailles-hyeres.com

nel verde, in galleria, sul web


pistoia/ Si visita su prenotazione il Pistoia Nursery Park, il primo parco vivaistico d’Europa, ideato da Vannucci Piante con
il supporto dell’illuminazione de IGuzzini progettata da Mario Cucinella. www.pistoianurserypark.it contest/ Al via il Concorso
di Idee 2013 di Viessmann, rivolto ai professionisti, per promuovere efficienza e sostenibilità nella progettazione. Elaborati
da caricare sul sito www.viessmann.it entro il 30/9. val bregaglia/ Due gli appuntamenti: Arte Hotel Bregaglia, con nuove
installazioni di Remo Alig, e Video Arte Palazzo Castelmur con lavori di Albert, Lanz, Cajacob. www.palazzo-castelmur.ch

180elle decor
save the date

1 2

3 4

il marmo, eccellenza del made in italy/

®Javier CalleJas - ®Christian riChters - ®hervé abbadie - ®vinCenzo Pavan


a verona, in occasione della 48ª edizione di
Marmomacc (dal 25 al 28/9), la pietra tornerà
protagonista. la manifestazione fieristica, oltre
ad attestarsi come punto di riferimento nel mondo
del comparto lapideo, vanta percentuali di attivo
sorprendenti (nel 2012 l’export è cresciuto
di quasi il 10%). l’edizione di quest’anno,
forte dei riscontri positivi, è ancora più ricca di
incontri, seminari ed eventi che coinvolgono
tutta la città. tra gli appuntamenti in programma,
da segnalare il Premio internazionale architetture
di Pietra (Xiii edizione), che, a cadenza biennale,
celebra le migliori produzioni architettoniche
(realizzate in pietra) e quest’anno vede tra
i vincitori la sede del Consiglio di Castiglia e
léon di alberto Campo baeza in spagna (foto 1),
la druk White lotus school di arup associates
in india (2), la stone house di Carl Fredrik
svenstedt in Francia (4), la mappatura delle
architetture in pietra a secco del Mediterraneo (3).
inoltre Flexible stone, ovvero la mostra
di prototipi realizzati dagli studenti dell’Università di
5 Ferrara (5). www.marmomacc.com

182elle decor
save tHe date

mobili & mobiles/ la galleria parigina mette in scena, in collaborazione con Patrick seguin, un confronto fra alexander calder
e Jean Prouvé. l’artista e l’ingegnere-designer, accomunati dalla passione per la sperimentazione ognuno nel proprio campo, ebbero
modo di collaborare nel 1958: la mostra rinnova l’incontro in un suggestivo allestimento, fra sculture e progetti architettonici e di arredi
(foto, opere di calder e station service total di Prouvé, 1969). Gagosian Le Bourget, Parigi, fino al 2/11, www.gagosian.com

illusionista/ la Barbican art Gallery


presenta fra gli eventi estivi un’installazione
di leandro erlich, nella zona est della città:
dalston House. fra l’ironico e il perturbante
com’è nelle corde dell’artista argentino,
è una facciata vittoriana life-size adagiata
a terra, con uno specchio posto alla base:
i visitatori, riflessi, sembrano così appesi
al palazzo. 1–7 Ashwin Street, Dalston,
Londra, fino al 4/8, www.barbican.org.uk

courtesy Galerie Patrick seGuin - courtesy of BarBican art Gallery - courtesy of ron arad associates
arCHiteCts partY
& arCHiCHeF niGHt/
continuano i party negli
studi di architettura d’italia
con la tappa di udine e
trieste (dal 9 al13/9),
mentre il prossimo
appuntamento archichef
night avrà luogo a lecce.
al via anche l’edizione
europe a Mosca, londra
e istanbul. (e.c.)
www.towant.eu

ron arad sperimentale/ il designer-artista israeliano torna


al museo da lui stesso ideato con la retrospettiva in reverse. focus
sui lavori in metallo, il suo materiale favorito, fra cui il nuovo progetto
che esplora le forme di 500 fiat compresse (foto, Pressed flower
series). Design Museum, Holon, fino al 19/10, www.dmh.org.il

184elle decor
SAvE ThE dATE

ROBERTO SAMBONET BRUNO MUNARI


Anello con pietre intercambiabili, 1950 Costellazioni, pendenti in argento per Ricci, Brescia, 1975

CINI BOERI PAOLO ULIAN

courtesy archivio sambonet, milano - courtesy corraini edizioni - Ph. dario sigona, Politecnico di milano
Bracciale Longlove per Alba, 2013 Global, bracciale in acciaio per Chi ha paura...?, 2013

PROGETTI SU SCALA ORnAmEnTALE Il mondo del design e quello dei gioielli hanno da sempre contatti solo occasionali: una
situazione a cui risponde la mostra Il design italiano incontra il gioiello, curata da Alba Cappellieri, professore di design del gioiello
al Politecnico di Milano, e Marco Romanelli, designer e critico del design. Esposti 72 lavori dal 1950 a oggi di maestri e giovani
talenti, divisi fra una sezione storica e una con creazioni ad hoc di 18 autori scelti “di generazioni differenti e che operino come
designer a 360°”, spiega Romanelli. Perché “applicarsi a tutte le scale progettuali è una dimensione tipicamente italiana che credo
abbia storicamente avuto, e possa ancora avere, grande rilevanza”. Triennale DesignCafè, Milano, fino all’8/9, www.triennale.it

LAUDANI&ROMANELLI ALESSANDRO MENDINI


Bracciale Andromeda per Lovato Eugenio, 2013 Spiritello, pendente in argento per Microbas, 2013

186elle decor
save the date

la fondation vasarely/arte e architettura che si fondono. il sogno dell’artista franco-ungherese victor vasarely è diventato
realtà nel 1966 sintetizzandosi negli originali spazi che danno forma all’edificio della fondation vasarely a aix-en-Provence e scorre
nelle pagine del volume. Un viaggio d’avanguardia, tra geometrie e cromie, alla scoperta dei capolavori d’arte cinetica di vasarely,
trasformati in monumentali opere decorative (images en Manœuvres Éditions, 127 pp., € 48, distr. Books import, t. 02.29400478).

Modern art desserts/


Pagine imperdibili per i veri
affamati d’arte. il pastry
chef americano Caitlin
freeman della Blue Bottle
Coffee Company propone
tante ricette step by step
per creare inimitabili dolci
ispirati ai capolavori
dell’arte moderna. Dai pois
di Lichtenstein alle
icone di Warhol, l’estetica
incontra la golosità
(Ten speed Press, 216 pp.,
€ 19, www.tenspeed.com).

interiors with edra voluMe 2/ secondo capitolo di un viaggio fatto di eleganza e creatività. Marco romanelli
ivan serafino

guida i lettori attraverso l’inimitabile universo firmato edra, azienda simbolo del Made in italy che dal 1987 produce vere e
proprie icone d’arredo e innovazione. sedie, sofà, poltrone e tavoli firmati dall’eccellenza del design mondiale, qui
composti in interni pensati ad hoc per esaltare personalità e situazioni (silvana editoriale, 260 pp., € 35, www.edra.com).

188elle decor
&

Potrebbe essere il tuo


momento magico...
© Christian Wheatley - Fotolia

Un massaggio con olii


essenziali per te
è un marchio di HACHETTE FILIPACCHI PRESSE SA, Paris, France.

o per chi vuoi...

Cofanetto Benessere e armonia - 44,90 €


TM

S co p r i tu t te l e n os t re e s p e r i e nze su w w w.wo n d e r b ox . i t
DOVE&COME

A via Durini 7, Milano, telefono 02.780414,


ABBONATI mazioni www.medlizard.com

SUBITO!!
www.gervasoni1882.com Futuro Remoto, via Zanardelli 78, Lec-
Antonangeli, via Como 74, Paderno Du- Givenchy by Riccardo Tisci, per infor- ce, tel. 0832.455470, www.futuroremo-
gnano (Mi), telefono 02.91082795, www. mazioni www.givenchy.com togioielli.it
antonangeli.it Gloster Furniture, Bristol (England), tel. Gustavo Braceria, via Gallipoli 48, Ga-
Antonio Lupi Design, via Mazzini +44.(0)1454 631950, www.gloster.com UN ANNO DI latone (Le), tel. 345.6155711
73/75, Cerreto Guidi (Fi), tel. 0571.
586881, www.antoniolupi.it ELLE DECOR Hotel Isola Lo Scoglio, Porto Cesareo,
(Le), telefono 0833.569079, www.isola-

h A SOLO 19,90* €
Aplem, via Volta 7/A, Milano, telefono loscoglio.it
Hotel Risorgimento Resort, via Augu-
02.6555151, www.aplem.it INVECE DI 45 € sto Imperatore 19, Lecce, tel. 0832.
Artemide, via Bergamo 18, Pregnana Mi- Hermès, via Pisoni 2, Milano, numero SCONTO DEL 55%
lanese (Mi), telefono 02.93590254, www. verde 800.548155, www.hermes.com 246311, www.risorgimentoresort.it
Il Follaro, s. p. Palmariggi - Giuggianel-

VERSIONE
artemide.com
lo, tel. 348.9512838, www.follaro.it

K
I Mulicchi, strada comunale Mulicchio

b SFOGLIABILE Prima, Specchia (Le), tel. 0833.1857250

DIGITALE
LaltroBaffo, via Cenobio Basiliano 23,
Kartell, via delle Industrie 1, Noviglio
Otranto (Le), tel. 0836.801636, www.lal-
B&B Italia, s.p. 32, Novedrate (Co), n. (Mi), tel. 02.900121, www.kartell.it
verde 800.018370, www.bebitalia.com
Baxter, via Costone 8, Lurago d’Erba
Kettal, Aragón, 316, Barcelona (Spain),
tel. +34.93.4879090, www.kettal.com;
INCLUSA trobaffo.com
Le Costantine, via Costantine / frazione
di Casamassella, Uggiano la Chiesa (Le),
(Co), tel. 031.35999, www.baxter.it in vendita presso Spazio San Marco, via
tel. 0836.812110
Bd Barcelona Design, per informazioni San Marco 38, Milano, telefono 02.
www.abbonationline.it Maglio Cioccolato, Via Templari 16,

10 NUMERI
www.bdbarcelona.com 65560728, www.spaziosanmarco.it
Lecce, tel. 0832.243816
Burberry, via Montenapoleone 12, Mila- Kinnasand by Kvadrat, showroom cor-
Mantatelurè, via dei Prioli Vittorio, Lec-
no, t. 02.36010852, www.burberry.com so Monforte 15, Milano, telefono 02.
ce, telefono 0832.242888, www.manta-
76280946, www.kinnasand.com
telure.it

c A 19,90 € Must, Museo Storico città di Lecce, ex

L
monastero di Santa Chiara, via degli
*più 2,90 € di contributo Ammirati 11, Lecce, tel. 0832.682988,
Cappellini, Cap Design, via Busnelli 5, di spese di spedizione www.mustlecce.it
Meda (MB), telefono 031.759111, www. Ligne Roset, corso Magenta 56, Mila- Pimar, strada statale Maglie-Lecce,
cappellini.it no, tel. 02.48514007, www.ligne-roset.it Melpignano, tel. 0836.483285, www.

r
Casamania by Frezza, via Ferret 11/9, Lucifero’s, via del Tappezziere 3, Bolo- pietraleccese.com
Vidor (Tv), telefono 0423.6753, www.ca- gna, tel. 051.6014276, www.luciferos.it Quarta Caffè, zona industriale Lecce,
samania.it tel. 0832. 240983; via Casotti Francesco
Cassina, via Busnelli 1, Meda (MB), tel. Roberto Cavalli Home, www.roberto-

M
31, Lecce, tel. 0832.231259, www.quar-
0362.3721, www.cassina.it cavalli.com
tacaffe.com
Coin Casa, www.coincasa.it Suite Hotel Santa Chiara, via Degli

s
Marni, per informazioni, www.marni. Ammirati, 24, Lecce, tel. 0832.304998,
com

d
www.santachiaralecce.it
Martinelli Luce, via T. Bandettini 145, Toti Semerano, Laboratorio di Architet-
Lucca, tel. 0583.418315, www.martinel- Saba Italia, via dell’Industria 17, San tura, via Enzo Ferrari-Contrada Pisello,
Davide Groppi, via Belizzi 22-20/A, Pia- liluce.it Martino di Lupari (Pd), tel. 049.9462227, Lecce, telefono 0832 639036, www.se-
cenza, tel. 0523.571590, www.davide- Meridiani, via Birago 16, Misinto (Mi), www.sabaitalia.it merano.com
groppi.com tel. 02.9669161, www.meridiani.it Salvatore Ferragamo, corso Matteotti 300mila, piazza Mazzini, Lecce, tel.
De Castelli, via del Commercio 16/18, Minotti, via Indipendenza 152, Meda 12, Milano, tel. 02.7711141, www.ferra- 0832.279990; Bastioni Pelasgi, Otranto,
Cornuda (Tv), tel. 0423.638218, www. (MB), telefono 0362.343499, www.mi- gamo.com tel. 338.8889057, www.300mila.com
decastelli.it notti.com Santoni, www.santonishoes.com Torre di Merlino, Vico G.B. del Tufo,
Dedon, distribuito da Roda, via Tinella MisuraEmme, via IV novembre 72, Ma- Serralunga, via Serralunga 9, Biella, tel. Lecce, tel. 0832.242091, www.torredi-
2, Gavirate (Va), tel. 0332.7486 www.ro- riano Comense (Co), tel. 031.754111, 015.2435711, www.serralunga.com merlino.it
daonline.com, www.dedon.de www.misuraemme.it Stella McCartney, via S.Spirito 3, Mila- Valentina D’Andrea, via Saponaro 3,
Designers Guild, in vendita da Jannelli Morelato, via Valmorsel 18, Salizzole no, tel. 02.76281222, www.stellamc- Lecce, tel. 0832.311066
& Volpi Store, via Melzo 7, Milano, tel. (Vr), tel. 045.6954001, www.morelato.it cartney.com 0400, via L. Maremonti 17/A, Lecce, tel.
02.205231, www.designersguild.com Moroso, via Nazionale 60, Cavalicco di 340.8670706, www.0400.it
Discipline, tel. 02.89280542, Milano , Tavagnacco (Ud), telefono 0432.577111,
www.discipline.eu
Dolce&Gabbana, www.dolcegabbana.it
Domitalia, via Nazionale 65, S. Giovan-
numero verde 800.016811, oppure
www.moroso.it
Msgm, Riccardo Grassi showroom, Mi-
t
Tod’S, corso Venezia 30, Milano, tel.
I PROGETTISTI
>SOLE & OMBRA
Esteva i Esteva Arquitectura, Carrer
ni al Natisone (Ud), www.domitalia.it lano, tel. 02. 36754950, www.msgm.it, 02.772251, www.todsgroup.com Can Granada 6, Palma de Mallorca, tel.
www.riccardograssi.com +34.971.227366, esteva.es

u
>FIAMMINGO AFRICANO

e
Emu Group, Loc. Schiavo, Marsciano o Unopiù, s.s. Ortana km 14,5, Soriano
Wim de Vos Interieur Architect, Bogor-
tuin 109, 1019 PE Amsterdam, tel +
31.20.6232624, wim@wimdevos.com,
(Pg), numero verde 800.012346, tel. Oluce, via Brescia 2, S. Donato Milane- nel Cimino (Vt), tel. 0761.7581, n.v. www.wimdevos.com
075.874021, www.emu.it se (Mi), t. 02.98491435, www.oluce.com 199.741888, www.unopiu.it >NATURA SU MISURA
Ethimo, via la Nova 6, Vitorchiano (Vt), Oscar Maschera, strada S. Giovanni 1, Alejandro Sticotti, Net Muebles, Godoy
tel. 0761.300400, www.ethimo.com loc. Candelara, Pesaro, www.oscarma- Cruz 1740, Buenos Aires, 1414, Argenti-
schera.com
z na, tel. +54.11.48333901, netmuebles.
com.ar

f
Fendi Casa, Club House Italia, via Duri- p
Zara Home, www.zarahome.com

ITINERARIO: PROFONDO SALENTO


>ESSENZA VAL D’ORCIA
Ilaria Miani, via Monserrato 35, Roma,
tel. 06.6833160, , www.ilariamiani.it
ni 11 e 25, Milano, tel. 800.392398, Paola Lenti, via Po, Meda (MB), tel. As Flower Design, piazza L. Ariosto 37,
www.fendi.com, www.luxuryliving.it 0362.344587, www.paolalenti.com Lecce, tel. 0832.315221 PRECISAZIONI
Fermob, Parc Actival, Thoissey (F), tel. Pedrali, strada provinciale 122, Mornico Bauhaus, c.so Vitt.Emanuele 17, via Im- • Le foto della campagna stampa ripro-
+33.474.049783 www.fermob.com al Serio (Bg), telefono 035.8358810, peratore Adriano 60, Lecce, tel. 0832. posta per le vie di Milano durante la De-
Francesco Ballestrazzi, www.france- www.pedrali.it 302069/453794, www.bauhauslecce.it sign Week, pubblicate nel servizio Be
scoballestrazzi.com Penta, via Milano 46, Cabiate (Co), tel. Castello di Acaya, Vernole (Le), www. Original 3 - L’opinione dei lettori su Elle
031.766100, www.pentalight.it castelloacaya.it Decor giugno 2013, sono di Ventundin.
Pierre Hardy, per informazioni, www. Doppiozero, via Guglielmo Paladini 7, • Il nome corretto del fotografo del servi-

g
Gervasoni, viale del Lavoro 88, Pavia di
pierrehardy.com
Pols Potten, store KNSM-laan 39, 1019
LA Amsterdam (NL), tel. +31.(0)20.
Lecce, tel. 0832.521052
Esmeralda Faraone Mennella, Salento
Nascosto, www.salentonascosto.it
zio Una casa-vascello, pubblicata sem-
pre sul numero di giugno 2013 alle pagi-
ne 120/129, e della foto di copertina, è
Udine (Ud), tel. 0432.656611; showroom 4193541, www.polspotten.nl Francesco Forni, Medlizard, per infor- José Hevia Blach.

elle decor 191


Hearst Magazines Italia Spa - via R. Bracco 6, 20159 Milano - tel. 02.66191

puoi leggere
e sfogliare • ELLE DECORATION ARGENTINA Tacuari 1 846 (C1139AAN) Buenos Aires

ELLE DECOR app


• ELLE DECORATION CINA Room 2302, n. 193 Fu Jian Road (c) Shanghai P.R.C.
• ELLE DECORATION CROAZIA Radnicka Cesta 39 10000 Zagreb
• ELLE DECOR REPUBBLICA CECA Na Zatorce 3 160 00 Prague 6 Bubenec

su tablet e
• ELLE DECORATION FRANCIA 149 rue Anatole France, 92534 Levallois Perret
• ELLE DECORATION GERMANIA Arabellastrasse 23, 81925 Munich
• ELLE DECOR GIAPPONE Minami-aoyama Tokyu Bldg 3-8-38 Minami-Aoyama Minato-ku Tokyo 107-0062

sMartphone • ELLE DECORATION GRAN BRETAGNA 72 Broadwick Street, London W1F 9EP
• ELLE DECORATION GRECIA 5 Benaki Street 152 38 Chalandri
• ELLE DECOR INDIA 201, Nirman Kendra Off Dr E Moses Road Famous Studio Lane Mahalaxmi, Mumbai 400 011
• ELLE DECORATION INDONESIA Grand Wijaya Center Jl Wijaya II No. E16-17, Jakarta 12160
• ELLE DECORATION NORVEGIA Gullhaugveien 1 0441 Oslo
• ELLE DECORATION OLANDA Singel 468 1017 AW Amsterdam
• ELLE DECORATION FILIPPINE Summit Media 6th Floor Robinsons Cybergate Tower 3, Robinsons Pioneer
Complex, Pioneer St.Mandaluyong City, Manila, Philippines 1550
• ELLE DECORATION POLONIA UL. Warecka 11A 00-034 Warszawa
• ELLE DECORATION ROMANIA StrPopa Taru nr 36, sector 1 Bucharest
• ELLE DECORATION RUSSIA 31 B Shabolovka str Entrance 6 Moscou 115162
• ELLE DECORATION SERBIA Omladinskih brigada 88a 11070 Belgrade
• ELLE DECOR SPAGNA C/Cardenal Herrera Oria 3 28034 Madrid
• ELLE DECORATION SUDAFRICA 105-107 Hatfield Street (Picasso building) Gardens, Cape Town 8001
• ELLE INTERIOR SVEZIA Box 27 706 115 91 Stockholm
• ELLE DECORATION TAILANDIA 7th Floor, Bangkok Post Building 136 Sunthomkosa Road Klong Toey
Bangkok 10110
• ELLE DECOR TURCHIA Hurriyet Medya Towers 34212 Gunesli - Istanbul
• ELLE DECOR USA 300 West 57th Street, Floor 28, New York, NY 10019.
In Canada i marchi ELLE (denominazione e logo) sono di proprietá di France Canada Editions e Publications Inc.

international commercial network: INTERNATIONAL COMMERCIAL DIRECTOR Nelly STREI-


CHENBERGER - Mail: nelly.streichenberger@lagardere-active.com; LAGARDÈRE GLOBAL ADVERTISING, 124
rue Danton, 92300 Levallois - Perret, France. CANADA: Françoise CHALIFOUR - Mail: francoise.chalifour@publi-
citas.com CINA: Wendy LIN - Mail: wendy.lin@publicitas.com.cn COREA: Jung-Won SUH - Mail: sinsegi-2@
sinsegimedia.info FRANCIA E BELGIO: Philippe LEONARD - Mail: philippe.leonard@lagardere-active.com
GERMANIA: Vanessa NÖTZEL - Mail: vanessa.noetzel@burda.com GIAPPONE: Mayumi KAI - Mail: kai-pbi@
gol.com GRECIA: Costis FRONIMOS - Mail: c.fronimos@global-media.gr INDIA: Rachna GULATI - Mail: rachna.
gulati@publicitas.com ITALIA: Robert SCHOENMAKER - Mail: rschoenmaker@hearst.it MALESIA: Audrey
CHEONG - Mail: audrey.cheong@publicitas.com OLANDA: Peter LANDSHEERE - Mail: peter.landsheere@pu-
blicitas.com SCANDINAVIA: Karin SÖDERSTEN - Mail: karin.sodersten@aller.se SPAGNA: Melinda SNIDER -
Mail: msnider@hearst.es REGNO UNITO: Victoria JACOB LUCK - Mail: victoria.luck@hearst.co.uk STATI UNITI:
Olivier BERTON - Mail: olivier.berton@publicitas.com TAILANDIA: Steven FONG - Mail: steven.fong@publicitas.
com TURCHIA: Emin Tan BILGE - Mail: tanbilge@medialdt.com.tr
aBBonamenti: Hearst magazines italia Spa - Ufficio abbonamenti - c/o cmP BreScia - 25126
Servizio clienti: e-mail: abbonamenti@hearst.it - Fax 041.5099553 - telefono dall’italia 199.11.55.44; dall’estero
0039.041.5099049. Servizio attivo dal lunedì al venerdì dalle h. 09.00 alle h. 19.00; il costo della chiamata naziona-
le da telefono fisso è di 12 centesimi al minuto + iVa, senza scatti alla risposta. Per chiamate dal cellulare i costi
sono legati all’operatore utilizzato. tale servizio viene effettuato da koiné Brescia srl, via mandolossa 43, 25030

disponibile su
roncadelle (BS). Gestione operativa: Press-Di srl Distribuzione Stampa e multimedia, via trentacoste 7 - 20134
milano. l’abbonamento partirà dal primo numero raggiungibile. Per il rinnovo attendere l’avviso di scadenza. le
copie in abbonamento vengono consegnate direttamente agli uffici postali decentrati.

app store e
arretrati: i numeri arretrati vanno richiesti al proprio edicolante. il prezzo degli arretrati è pari al doppio del
prezzo di copertina. la disponibilità di copie arretrate è limitata all’ultimo anno, salvo numeri esauriti. non è
possibile richiedere arretrati delle versioni con gadget.

google play inFormatiVa PriVacy. Hearst Magazines Italia Spa, quale titolare del trattamento, ai sensi dell’art. 13, D.Lgs.
196/2003, garantisce il trattamento dei dati personali nel rispetto della normativa sulla privacy. I dati dell’interessato sono

anche in
trattati, manualmente ed elettronicamente da Hearst Magazines Italia Spa. Il trattamento dei dati è finalizzato all’invio
delle riviste richieste in abbonamento e alle operazioni connesse. Hearst Magazines Italia Spa, solo previo consenso
dell’interessato, utilizzerà i dati per finalità di marketing, attività promozionali, offerte commerciali, analisi statistiche e ri-

versione
cerche di mercato. Alle medesime condizioni i dati potranno essere comunicati ad aziende terze – ivi comprese le socie-
tà in rapporto di controllo e collegamento con Hearst Magazines Italia Spa ai sensi dell’art. 2359 c.c. - per loro autonomi
utilizzi aventi le medesime finalità. Ai sensi dell’art. 7, D.Lgs. 196/2003, l’interessato ha il diritto di consultare i dati ovvero

full english
domandarne l’aggiornamento, la rettifica o la cancellazione. Non è invece esercitabile il diritto di conoscere l’origine dei
dati personali trattati, ai sensi dell’art. 138, D.Lgs. 196/2003. Responsabile del trattamento è Press-Di srl - Distribuzione
Stampa e Multimedia, via Trentacoste 7 - 20134 Milano.

Scopri le nostre proposte


di abbonamento

FEDERAZIONE ITALIANA ACCERTAMENTI


EDITORI GIORNALI DIFFUSIONE STAMPA
CERTIFICATO 7513
ISSN 1120-4400 DEL 10/12/2012
NEW DEsIGN
il meglio DAl SAloNe Del moBile
2013
ADRIANO BRUSAFERRI

NON PERDETE IL NUMERO DI sETTEMbRE


elle decor 193
ELLE DECOR
INTERNATIONAL
SUBSCRIPTION
STARTINg fROm TODAy, yOU CAN
fINALLy SUBSCRIBE TO ELLE DECOR AND
BRINg ITALIAN STyLE & DESIgN
INTO yOUR hOmE whEREvER yOU ARE...

5 good reasons to make your choice...

1/Every month you will receive your favourite magazine.


2/ It will be despatched directly to your home.

3/ No more distances; wherever you live, hundreds or


thousands kilometers away, any place becomes easy to reach.

4/you can take a glance at Italian style, color and warmth.

5/you are constantly informed on ideas, trends, curiosities,


news about design and interior design. But there is more:
new life-styles, famous people and emerging personalities,
art and whatever is related to interiors.
NEW! The subscription also includes browsable digital edition.
So you can now read ELLE DECOR ITALIA, including back issues
and enclosures, even online on PCs, mACs and Tablets

ThE UNIqUE ELLE DECOR STyLE


hAS NO BOUNDARIES

35% discount if you subscribe to Elle Decor on-line


Starting from today, you can simply click on the Elle Decor cover on the site
www.abbonationline.com and you can easily subscribe on-line.
35% Discount:
1 year
10 issues for only € 29,25
plus shipping charges.
07-08.2013
english text

17_the be original manifesto


56_blue planet
88_international comfort
100_into the depths
of salento
112_sun & shadow
122_african flemish
134_white box in the tropics
142_tailor-made nature
158_essence of val d’orcia
CONTENTS OF THE ISSUE

17_the Be Original manifesto forgotten places. An itinerary outlined


by Laura Maggi, Lisa Corva and Ruben Modigliani by people who live there and love it; a taste of a holiday
with the collaboration of Grazia Baccari with a difference
15 tangible proposals for improving protection of original design:
history of a project
112_sun & shadow
photos by José Hevia Blach - words by Ruben Modigliani
30_afro stories In a pine forest overlooking the Majorca sea,
by Micaela Sessa - photos by Giovanni Gastel - with contributions a rigorous architecture filled with charm whose volumes,
from Nicolò Milella and Silvia Masciale marked by light, are a scene that changes
Colonial hues, tribal art graphics, mix of animal prints and from dawn till dusk
Maasai-style colour schemes. From design to fashion,
122_African Flemish
creativity looks to Africa
by Frank Visser - photos by Mirjam Bleeker
56_blue planet The Senegalese home of Erik Pol, Dutch design
by Lisa Corva and Laura Maggi - with the collaboration of entrepreneur, is created in harmony with the location: in stone
Marta Lavinia Carboni and wood, simply furnished, extremely friendly
A journey into the world of water. To become immersed in tropical
134_white box in the tropics
aquariums and art installations, to swim in front of Manhattan,
photos by Yvonne Oswald - words by Francesco Marchesi
to support the value of the new gold
Destructured architecture, perched on a sheer
70_Thomas Eyck drop over the sea, immersed in the tropical vegetation
words by Lilian Polderman - photos by Kasia Gatkowska of the Seychelles. Room in cubes
The producer of the original t.e. collection of objects opens up his for a holiday in total comfort
home/studio in Frisia. Where every detail tells the story of his 142_tailor-made nature
passion for materials and the artisanal quality of the design by Tami Christiansen - photos by Nathalie Krag
77_ out to sea Close to Buenos Aires, the imagination of an architect
by Paola Carimati enamoured of wood and simple lines,
Boat life: discovering a new spin on home living through designs by gives life to a home shaped ad hoc for family life in contact
internationally famous names with the greenery
85_the three peaks of Renzo Piano 150_everybody’s free
words by Sebastiano Brandolini - photos by Alessandro Gadotti by Ravaiolisilenzistudio - photos by Adriano Brusaferri
In Trento, a museum-laboratory tells of the Dolomites with the collaboration of Ilaria Bacciocchi
and the mountains, replicating their lines. Pointed shapes, Living by the seashore to enjoy the summer under the sun
glass wedges, inclined walls: an unstable geometry surrounded by exquisite design.
88_international comfort Total relaxation, among pieces offering absolute comfort and bold
by Rosaria Zucconi - photos by Giorgio Possenti solutions for day and for night
words by Sebastiano Brandolini 158_essence of Val d’Orcia
In a park overlooking the Adriatic beach, a hotel is by Rosaria Zucconi - photos by Andrea Ferrari
being renovated by Piero Lissoni following the rules of cubism words by Doriana Giannini
and minimalism. The result, sober and elegant, The facade in local stone, of what was once a hay
also betrays some playfulness barn belonging to the main farmhouse, but now a guest house,
100_into the depths of Salento reveals a new, post-restoration austerity.
by Rosaria Zucconi - photos by Max Zambelli The latest work on Tuscan country houses
Charming at first glance, but only truly discovered through its by Ilaria and Giorgio Miani
area, with measures taken against vendors of illegal goods
and investigations. In the last six months there have been 272
cases of confiscation and 91 people reported.
Looking back at the different stages of Be Original, you will
remember that it started in December 2012 with the report
on the laRinascente store windows, used by Elle Decor Italia
and its partners to display some of the most copied design
pieces. In parallel, an anti-forgery campaign got underway, set
up by Giovanni Gastel and published by all the magazines
in the Hearst Magazines group. In January 2013, it continued
by interviewing creative designers from all over the world.
In March, we talked to lawyers and industrialists who told us
about the difficult fight against forgers. What we need,
we know, is stricter legislation. In April, designers told us
about their challenges: going from an idea, to the prototype
through to industrial production. In May we listened to the
heirs, foundations and those attempting to protect and
modernise vintage design. In June, readers answered our
survey, telling us about their passion for design. The following
pages contain our Manifesto of tangible proposals, drawn up
thanks to the contribution of experts from different fields.
We will deliver it to the institutions, ready for new challenges..
_the cover For eFFective legal and regulatory
photo by José Hevia Blach - words by Ruben Modigliani
A villa in Majorca designed according to the landscape: spectacular protection
openings that frame the surrounding nature, and absolute respect 1/ all productS tHat are copied, ManuFactured
for the landscape elements (trees, rocks, land). Spaces that create in italy aFter 2006, SHall Be proSecutaBle aS
a sequence of full and empty appearances; animated by the play of
shadows and characterised by the use of a single material for the counterFeit goodS
walls, ceilings and floors, in the interiors as in the exteriors. On 2 September 2010, Italy finally granted full protection to
works of design protected by copyright against counterfeit
copies, under revision of section 239 of the Intellectual
Property Code (“IPC”). A subsequent so-called “extended
decree” undermined its effectiveness by extending the
_the manifesto of be original amnesty for persons manufacturing or selling counterfeit
15 tangible proposals for goods to 13 years (i.e. April 2014). We propose that the
improving protection of original “extended decree” should be repealed and the previous
design: history of a project p. 17 wording of section 239 of the IPC reinstated.
by laura Maggi and lisa corva - with the collaboration of Italian lawyer, Avvocato Filippo Bongiovanni of Federlegno
grazia Baccari Arredo (Wood and Furniture Manufacturers’ Association)
Today all too often design is copied and sold. The forgery from the Design, Prototypes and Trademark Protection
market in Italy has a turnover of 6.9 billion euros and this Office, supports a proposal in this direction, albeit
weighs heavily on the legal economy. In November 2012 we incorporating different approaches.
launched the Be Original project because, as operators in 2/ More eFFective civil and criMinal protection
communication, we are personally involved in the promotion oF induStrial deSign and intellectual
of design. The first part of Be Original culminates in the property rigHtS in europe and acroSS tHe
convention organised in Milan on 4 July, as part of the digital doMain
“Sentinella anticontraffazione” (Anti-fraud sentinel) project that For current generations, Internet represents a revolution
the City Council has set up to raise awareness and explain the offering extraordinary possibilities. But it also has downsides,
risks of the purchase of fake products, with gazebos dotted one of which is that this remarkable communications vehicle
around the city, visited by more than 65 thousand people. has become the most powerful channel for the marketing of
Even the local police force are involved: it controls the local counterfeit goods worldwide. We propose correcting these
negative aspects through rules and standards of conduct that that market and a team of professionals dedicated to following
allow transparency and certainty, on the one hand, for companies whenever cases of counterfeiting may arise.
consumers and, on the other, for those companies operating Claudio Luti, C.E.O. of Kartell SPA and President of Cosmit
online by: supports a proposal in this direction.
Applying the same rules operating for traditional trade (offline) 4/ A NEW PLATFORM FOR DESIGN SUPPORTED BY
to online commerce. GOVERNMENT AGENCIES AND INDUSTRY
Applying the rule of Duty of Care for protecting consumers The huge steps that have been taken at a legislative and case
from unfair trade practices to online operators. law level have finally led to recognition of protecting industrial
Making online operators that are actively involved in the sale design as a copyright but they have not solved the
of counterfeit goods, also in respect of third parties, liable in fundamental problems of the furniture industry in Italy in a
the same way as offline operators. definitive manner, which are structural in nature and require a
Introducing measures sanctioning online operators that completely new cultural approach on the part of
repeatedly break the rule, including an obligation to abstain manufacturers and government. We propose transforming
from committing further infractions. Italy into a “design economy”, by creating large networks of
Introducing common rules at a European Union level SMEs, networks that are harbours for creativity and industrial
regarding mandatory “notice and takedown” procedures for savoir faire, finance and intellectual property, managerial
online operators (upon simple request from the party victim of acumen and distribution skills. The legal instrument that lends
the malpractice). itself to this purpose is a network agreement permitting
Prohibiting the use of trademarks belonging to third parties by cooperation amongst even small companies on a pragmatic
online operators, such as keywords, for advertising goods and flexible basis. For example, a network of undertakings in
and services that do not concern the legal owners of said the furniture industry may negotiate advantageous
trademarks. agreements with banks or agreements with acclaimed
The Fondazione Altagamma (Foundation bringing together designers and harness the services of high-end service
high-end international Italian brands) also supports providers (from law firms to marketing consultants, etc.).
proposals in this direction together with other organisations Moreover, the network could even create its own “brand” and
that are likewise members of ECCIA – European Cultural register patents, resulting in the ability to operate in foreign
and Creative Industries Alliance: Circulo Fortuny (Spain), markets with greater leverage.
Comité Colbert (France), Meisterkreis (Germany ) and Italian lawyer, Avvocato Gabriel Cuonzo of the law firm
Walpole (United Kingdom). For systemising cooperation Trevisan & Cuonzo Avvocati, Milan supports a proposal in
between state bodies and companies this direction.
3/ A SYSTEM OF GOVERNMENT OFFICES AROUND THE 5/ A SINGLE REGULATION PROTECTING INDUSTRIAL
WORLD FOR WORKING ALONGSIDE AND DEFENDING DESIGN, COMPETITION AND COPYRIGHT AT TRADE
COMPANIES THAT EXPORT AND SELL ABROAD AND IN FAIRS AND EXHIBITIONS
ANY CASES OF COUNTERFEITING. The first international agreement on industrial property rights
The global market is in a state of on-going flux and change came into existence in Paris at the end of the 19th century for
and, today, companies manufacturing design goods are the purpose of protecting the innovations presented at the
forced to make turning their brand into an international Great Expositions. It is precisely at such a time that intangible
commodity and export a top priority. At the same time, taking assets are at their highest risk of exposure and the need
on foreign markets and, above all, emerging markets (such as arises to receive effective protection against unlawful attempts
China and Brazil), means exposure to multiple risks with at usurpation. Showcasing at fairs is one of the best
regard to the issue of counterfeit goods. Certainly, the risk is commercial opportunities for any company and, as a general
mitigated when a company can count on a strong brand or a rule, new lines or innovative products created by a company
product that is technologically innovative and with quality are presented for the first time. At this time, an exhibitor, who
distribution channels. However, a helping hand from is not adequately protected by legal industrial and intellectual
government and state agencies is essential so that these property instruments, runs the risk of seeing the efforts and
companies are not abandoned to themselves at the initial competitive investments showered on creating innovative
stages of approaching foreign markets (e.g. in the certification products go up in smoke. With a view to ensuring that fairs
and registration of goods), and also with regard to the cost of and exhibitions are “counterfeiting free”, we propose adopting
any legal actions in cases of counterfeiting (absolutely a single regulation as the national standard for all fairs and
unmanageable without financial support). When all is said and exhibition events for the industry. The regulation shall provide
done, we need to “systemise cooperation” for the purpose of three forms of services: an information service, available to
promoting and protecting Italian creativity and “Made in Italy” whoever needs clear indications about the features and
status around the world. We need to create a central system opportunities of industrial property rights; a protection service,
coordinating local offices that are able to flank and help directed towards collecting evidence of infringements - much
companies in the different markets. Inside each embassy more rapidly and accurately compared to what may normally
there should be an office supporting companies that export to be granted by legal channels - and, finally, a third tool
(intervention service) that forms a sort of technical arbitration in this generation that they can exploit “the opportunities of
procedure and panel of experts (legal and otherwise) with the originality” making them their own.
task of promptly assessing the existence of infringements and Roberto Palomba, architect and designer at Studio
with powers to block further exposition of goods that are Palomba Serafini Associati, Milan, supports a proposal in
deemed counterfeited. this direction.
Italian lawyer, Giovanni F. Casucci of the Anti-counterfeiting 8/ A NEW NOTION OF SUSTAINABILITY: ETHICAL AND
Studies Centre, Milan, supports a proposal in this direction. INEXPENSIVE.
For new and effective communication Protecting an original design also means continually thinking
6/ CIRCULATING TOOLS PROTECTING THE CREATIVITY about the relevant criteria for identifying it and how to update
OF YOUNG DESIGNERS AND MICRO-SMALL these criteria. There is an urgent need to unambiguously
UNDERTAKINGS. define the artistic value of a product; the creation process is
Italian and EU legislation allow young designers and growing always original when it generates innovation and design
undertakings to protect their original creative ideas using clearly becomes a contemporary art form. We propose
effective and low-cost tools. But often firms are unaware of introducing and communicating a concept of ”ethical and
these tools or they do not make sufficient use of them. Under inexpensive sustainability” for an original product that includes
prevailing legislation it is possible to protect multiple designs a correct valuation of the relationship between designer and
under a single registration, so long as they fall within the same undertaking, between undertaking and distribution and
class (Locarno Classification). For example, in the furniture between undertaking and the market. Essentially, we are
industry, it is possible to file an application for multiple designs talking about a virtual pact of respect for the contribution that
for seemingly different furnishing accessories (armchairs, each makes, guaranteeing a fair level of remuneration for their
chairs, tables and beds, etc.). EU design allows protection of respective efforts. The production of copies, non-recognition
unregistered designs (length of time 3 years) so long as the of royalties and unlawful exploitation of intellectual property
object of the design has been published (displayed at trade are unsustainable for promoting state-of-the-art design. We
events, fairs, published on websites and in periodicals, etc.) believe that this ethical value is important at this time and that
for the purpose of establishing an unambiguous and certain ethics and aesthetics are an inseparable part of the concept
date for the creation. Funding exists for micro and SMEs of beauty.
provided by the Ministry of Economic Development Luisa Bocchietto, architect and designer, President of the
supporting the registration of Italian, EU and international ADI Associazione per il Disegno Industriale – Association
designs and those in States outside of the EU. We propose for Industrial Design, supports a proposal in this direction.
promoting the use of these tools in a broader and more 9/ A PRODUCT CODE THAT CERTIFIES ITS ORIGINALITY
extensive way, via communication that exploits all media and AND OFFERS THE BUYER THE POSSIBILITY OF
occasions for contact with a target audience of designers and CHECKING ONLINE Design companies should aim to rely on
business owners.  using anti-counterfeiting tools and original product recognition
Italian lawyer, Avvocato Gianpaolo Fossa of the Milan- systems, in addition to the protection of trademarks, designs
based Fossa law firm, together with Donatella Prandin of and copyright; we propose adopting serial codes on product
the Bugnion Spa, Milan, Patents Office, support a proposal labels or directly imprinted on the product. This may provide a
in this direction. valid tool for consumer protection and product traceability. Via
7/ EDUCATING AND TRAINING DESIGN STUDENTS AND the use of a number of the most up-to-date anti-counterfeiting
COMMUNICATIONS MANAGERS: LEARNING ABOUT systems, consumers may check whether goods are authentic
ORIGINAL IDEAS AND DESIGN before buying them, also online, and interact directly with the
Involving and making young people aware of the concept of manufacturer by sending important information and reporting
originality is essential for understanding and communicating cases where a counterfeit product has been recognised.
the value inherent in this concept and for exploiting the Lawyer, Avvocato Michele Ferrante, Ferrante Intellectual
opportunities that it presents. We propose supplementing Property Beijing, Shanghai, Guangzhou, Hong Kong
study courses, in particular those aimed at creating future supports a proposal in this direction.
designers and future communications managers and involving 10/ AN ORIGINAL IMAGE FOR ORIGINAL PRODUCTS The
students and lecturers in specific projects with the aim of secret of creatively photographing a design object is getting
creating a viral movement using the web for spreading the into the mind of the person that created it and, in a certain
value of authenticity. Studying products that have contributed sense, recreating it with the designer, letting the echo of the
to writing design history and that can be considered designer’s talent resound within. In this recreation process of
manifestos of originality, the setting up of design and study the creative moment resides the secret and marvel of
labs that can guide students across their study of design commercial photography. The ability to create and root the
icons also from the specific standpoint of originality and value of originality of a design product in the consumer’s mind
creating a permanent observatory within schools are just a and the power to generate the desire to own an original may
few tangible examples. Via a collective commitment and direct be determined for the most part by using original visual
and creative involvement, we can instil responsible awareness communication. The communication project for a product has
to share with the product requisites of originality, artistic flare, the general public in contexts other than commercial spaces.
creativity and longevity. Via a photographic image that does Hence, we propose presenting original design pieces in a
not just enhance the object or overwhelm it but shares those broad and diversified exhibition itinerary, in which the
aspects of exclusivity that make it original. We propose a new individual stories interweave to form a narrative that is
visual communications project called BE ORIGINAL, aesthetically pleasing and rewarding and, at the same time,
supporting originality in design that involves AFIP, educational, stimulating the interest of a wider public.
Associazione Fotografi Italiani Professionisti (Association of Elle Decor Italia, within the ambit of the Be Original project,
Italian Professional Photographers) in a competition, with the supports a proposal in this direction.
aim of stimulating expression and use of quality and 14/ DIRECT CONSUMER INVOLVEMENT WITH EVENTS
unpublished visuals for promoting original design that will then STAGED AT ORIGINAL DESIGN RETAIL OUTLETS
be displayed in an itinerant exhibition; in addition, the project Direct consumer involvement, at a time celebrating original
has the aim of inviting association members to take photos of design, is essential for building and disseminating the value of
products that are only authentic and certified originals. authenticity. We propose a national communications project
Giovanni Gastel, photographer and President of AFIP, that exploits two tools: storytelling and purchase incentives.
Associazione Fotografi Italiani Professionisti and Elle Decor Let’s imagine a series of events staged at retail outlets that
Italia, within the ambit of the Be Original project, support bring together an emotive experience (storytelling of the
this proposal. unique relationship between designer and company that
11/ AN INTERNATIONAL SITE PROVIDING INFORMATION brings the original products to life) and a sales aspect, i.e.
AND HELP ALLOWING ACCESS TO COMPREHENSIVE design objects offered at an exceptional price for a limited
INFORMATION ABOUT ORIGINAL DESIGN PRODUCTS period.
Taking into account how communication has developed over Elle Decor Italia, within the ambit of the Be Original project,
the last decades and the new global information media, we supports a proposal in this direction. For responding to
propose creating a digital centre (app, websites or social consumers’ expectations
networks) where it is possible to share and check the identity 15/ ELLE DECOR ITALIA’S COMMITMENT TO BEING
and originality of a project. With the advent of the social SPOKESPERSON FOR THE 5 THEMES THAT EMERGED
networks, the general public has the chance of directly FROM THE NATIONAL SURVEY LAUNCHED ON THE
contributing and interacting, via an exchange of increasingly WEB The following needs emerged as priority from the survey
up-to-the-minute and networked information and data that of more than 10,000 questionnaires received: 1. A demand for
makes it possible to create a database in a short period of design that is less expensive and accessible. 2. A request for
time which, at the same time, may be used as an information more information and education: it is essential that consumers
tool. The use of the digital domain and networking tools is are informed about the values of the goods they purchase. 3.
proposed as a simple and accessible tool for disseminating Tougher sanctions and controls. 4. A request for certification
the concept of originality and its advocates in the most and warranties, for example, a trademark that protects and
effective way, becoming an antidote to counterfeiting. guarantees quality. 5. Generational renewal: support for young
Ferruccio Laviani, architect and designer and Elle Decor designers. Elle Decor Italia, within the ambit of the Be
Italia, within the ambit of the Be Original project, support a Original project, supports a proposal in this direction.
proposal in this direction.
12/ AN INTERNATIONAL VEHICLE FOR _blue planet p. 56
COMMUNICATING A UNIVERSAL VALUE Protecting by Lisa Corva and Laura Maggi - with the collaboration
Intellectual and Industrial property rights in design is of of Marta Lavinia Carboni
inestimable importance for any country. Enhancing consumer A journey into the world of water. To become immersed
awareness and consciousness and correct and unambiguous in tropical aquariums and art installations, to swim in
communication of the value of originality are the building front of Manhattan, to support the value of the new gold
blocks for any preparatory action defending design copyright Water warriors. Or contemporary warriors, who are fighting for
in all markets. We propose giving international exposure to the a better, more democratic and eco-sustainable world, seeking
subject through an action that has as its promoter the most to use design in order to defend, enhance and protect the blue
extensive network of interior design magazines in the world: gold that belongs to us all: water. Like Cintya Concari and the
the Elle Decoration network. architect Roberto Marcatti, who have founded a non-profit
Elle Decor Italia, within the ambit of the Be Original project, organisation, H2O. In university workshops, they study how to
supports a proposal in this direction. eliminate PET bottles, how to create a pressure regulator to be
13/ EXHIBITIONS AND DISPLAYS TO RAISE AWARENESS applied to taps in the home, or to construct “transportable
OF ORIGINALS, CONTRIBUTING TO ENHANCING fountains” for public spaces. But water is not only a precious
CONSUMERS’ CULTURAL BACKGROUND resource to be protected. It is also the pleasure of new
Originals protected by copyright have an artistic component. destinations around the world. Aquariums like the one that has
Creating a “culture of originals” also means exhibiting them as just opened in Copenhagen, on the Oresund strait. It is called
real works of art and bringing these products into contact with Blue Planet: 10,000 square metres, 7 million litres of water, 53
different tanks or habitats. It is covered by thousands of maquis sweeping down to the shore. The Adriatic can be
aluminium sheets, almost “scales”, to reflect the lights of the reached on foot through the countryside from Acaia, a village
sky and the North Sea. Floating works of art. At the Venice dominated by a castle. Otranto is a must-see, but the nearby
Biennale, Joana Vasconcelos has taken a real boat, the Trafaria bauxite quarries are an even more interesting discovery. Every
Praia, and has transformed it into the Portuguese Pavilion, local has his own special recommendation; we discovered
moored at the entrance to the Gardens. “For me, as a native of Gustavo in Galatone - a special atmosphere and excellent
Portugal, water is important because it can be overcome: you cuisine. Salento is a land of music, dance and village festivals.
can build bridges between cultures,” says Joana. Abandoning oneself to the rhythms of the “taranta” (the
Apulian typical folk dance) has become the ultimate holiday
_international comfort p. 88 for young people. Salento nurtures a passion for
by Rosaria Zucconi - photos by Giorgio Possenti - words contemporary art, entwining it with the protection of age-old
by Sebastiano Brandolini olive trees, like in Anna Cerignola’s project and research into
In a park overlooking the Adriatic beach, local artists. Every holiday in Salento cannot but start or end
a hotel is being renovated by Piero Lissoni following the in the elegant, aristocratic and pleasure-seeking Lecce. And
rules of cubism and minimalism. The result, lastly, shrewd travellers, be sure to book Mantatelurè, in the
sober and elegant, also betrays some playfulness historical city centre, with all the comfort and charm of a
We are in a green pine forest in Romagna, in Milano Marittima, luxury 5-star for B&B rates, well in advance, and let yourselves
and our focus is the renovation and extension of a beautiful, be spoilt by Marco, its inimitable host.
but slightly dated, hotel. Piero Lissoni intervened, making the
right moves to give this hotel exactly what it needed to make it _sun & shadow p.112
elegant and spectacular, without excess. It was 2010 when photos by José Hevia Blach - words by Ruben Modigliani
the owner decided to transform the Hotel Mare e Pineta, In a pine forest overlooking the Majorca sea, a rigorous
originally built in the 1920s, into five-star accommodation. The architecture filled with charm whose volumes, marked
first step saw the renovation of the reception pavilion, the by light, are a scene that changes from dawn till dusk
public areas, bar, restaurant and bakery, along with the beach Harmonious and unspoilt nature. Crystal clear sea,
area with sun chairs and the gazebo. Later, a new wing was the shadow of the pine forest. And, above all, the light of the
built. Everything will be finished by 2014. Clasped in front Balearics. In this corner of Majorca, a project filled with
of the white block building, two bronze wings accommodate charm has been created. “I wanted to create an architecture
the loggias of the rooms. The fragmentation of the new wing that would serve the landscape in which it was inserted”,
makes the overall building seem like a large pavilion which explains the architect Tomeu Esteva, of the Esteva i Esteva
betrays its real dimensions. Lissoni has fun. On one side, he Arquitectura studio. “The layout of the rooms – four
uses architectural forms as though they were large items of bedrooms and a central body with kitchen and common
furniture; on the other, he creates items of furniture as though areas – took shape starting from the voids, from the trees,
they were mini-architectures. And Lissoni does all this with from the light”. From these beginnings, a building was
craft and skill. In his modern and reassuring architecture, born in which the rooms follow on from one another in
everything is well-designed and functions perfectly. The Hotel spectacular sequences, often with their focal point in an
Mare e Pineta contains a classic, sober, aristocratic and opening on the landscape. The rhythm of the spaces is
cosmopolitan idea of comfort, as we understand it today at marked by thresholds, passages and by the contrast
the beginning of the 21st century. between open areas and others that are more intimate.
Hotel Mare e Pineta, viale Dante 40, Milano Marittima, The large living room encompasses a number of functions:
Tel. +39 0544.992262, www.selecthotels.it conversation, relaxation, dining room. The rear patio
overlooks the sea and houses the swimming pool.
_into the depths of Salento p. 100 Here, the separate bodies that accommodate the bedrooms
by Rosaria Zucconi - photos by Max Zambelli seem to give life to a small village whose volumes come
Charming at first glance, but only truly discovered alive over the course of the day in a play of shadows in
through its forgotten places. An itinerary outlined constant evolution.
by people who live there and love it; a taste of a holiday
with a difference _African Flemish p.122
The many faces of Salento, awash with colours, music, by Frank Visser - photos by Mirjam Bleeker
ancient cults and the lacerations of the present day. The The Senegalese home of Erik Pol, Dutch design
director Edoardo Winspeare, intense narrator of this land, entrepreneur, is created in harmony with the location: in
recommends its small still authentic villages between Capo di stone and wood, simply furnished, extremely friendly
Leuca and Otrantino, dotted around a breathtaking The Dutchman Erik Pol arrived for the first time in Senegal
countryside where the earth is as red as blood. The sea, the 15 years ago. He was on a work trip, in search of
Ionian and the Adriatic, is an irresistible attraction, made of interesting opportunities for his company of design objects,
cliffs, caves and sand, with pinewoods and Mediterranean Pols Potten. When he reached Dakar, he decided to stay.
With the help of some Dutch interior designers and thanks to from the terrace, the inimitable show that has given
the mastery of the Senegalese, he created a solely Gotham House its name.
African line. After some years, the African collection had
grown, transforming into a small company employing 50 _tailor-made nature p. 142
people. Erik asked the Belgian architect Wim de Vos to help by Tami Christiansen - photos by Nathalie Krag
him to build a home and a studio outside the city. Close to Buenos Aires, the imagination of an architect
The result is a two storey construction with entry at the rear. enamoured of wood and simple lines, gives life to a home
On the ground floor, in addition to the garage and the kitchen, shaped ad hoc for family life in contact with the greenery
there are the bedrooms and the bathrooms. The upper floor A love for wood and simple lines: the signature features of the
is very open, a sort of large covered terrace where you can Argentinian architect Alejandro Sticotti clearly emerge in every
relax and enjoy the view. one of his projects. And this new residence, designed for Mario
Thanks to the use of the right materials and colours, the Maspero, close to Buenos Aires, is no different. “They now call
home is welcoming. For the walls, stones with a reddish me the architect-woodworker”, smiles Alejandro Sticotti.”
hue and rough appearance were used. Wood is the other In this house I had in mind a modern, but not cold, structure,
dominant material, which gives softness and elegance ideal for living with the family surrounded by nature”. Thus, this
to the whole building. Everywhere, from the sleeping area to home was created, formed by two large rectangles that
the garage, as far as the garden, you come across paintings intersect to form a T, completely immersed in the greenery.
and sculptures by Senegalese artists and not just that. The living room is located in the central body. The private areas
Although the style is far from the local one, the spirit are cut into the two wings that define the T-shaped profile.
of the home is instead typically African: a place where a Wood is obviously omnipresent and also characterises the
large part of life takes place outside. A private haven and in outdoor terrace where there is room for a gazebo and a
any case one designed to welcome friends and guests: swimming pool completely surrounded by nature.
a very African custom.
_essence of Val d’Orcia p. 158
_white box in the tropics p. 134 by Rosaria Zucconi - photos by Andrea Ferrari
photos by Yvonne Oswald - words by words by Doriana Giannini
Francesco Marchesi The facade in local stone, of what was once
Destructured architecture, perched on a sheer drop over a hay barn belonging to the main farmhouse, but now
the sea, immersed in the tropical vegetation of the a guest house, reveals a new, post-restoration
Seychelles. Room in cubes for a holiday in total comfort austerity. The latest work on Tuscan
At the end of a road that winds between imposing country houses by Ilaria and Giorgio Miani
rocks through tropical forest of the Seychelles is Destination Italy. Studied and reinterpreted by Ilaria Miani,
something the locals call Gotham House. A house like her beloved Val d’Orcia. The places that catch
devised to reconcile the comfort of a modern home with her gaze discover new functions.
the almost primitive appeal of its location. Built on Almost camouflaged adjustments that spring from regard for
land clinging to a cliff top, looking out over the breath- tradition, the study of local materials and techniques, evolve
taking spectacle of Mahé beach. As visitors clear the into designs with a unique atmosphere, realised with her
steps leading up to this home and pass between two husband Giorgio. Ilaria’s latest work is the agricultural annex of
enormous rocks, they are blown away by the sight of this a farmhouse in Val d’Orcia, a new concept that
unusual piece of architecture. Suspended walkways preserves the farmhouse archetype yet restores its capacity
link three white cubes in concrete and glass. “We had for modern functions through redistributed space. Into these
to explode the normal idea of a house, creating a essential volumes come flashes of colour by her son
theatrical effect, in order to fully enjoy the beauty of this Orlando. Maxi canvases that record techniques
place”. Adding even more charm to the structure is a and passion. The photos by her brother Edoardo provide
terrace and a swimming pool cut out of the granite rocks. inspiration for mixed media works, acrylics,
The mainly white interiors are furnished in a mix of high spray, biro, oil pastels, combined to achieve physical three-
technology made in Italy and locally produced pieces. dimensionality. Ilaria, with her work, pays a tribute to her
Outside meanwhile, simple elements like rope hometown.“The workers, and particularly
and marine material recall the wild appeal of this setting, the artisans, are involved, motivated in the restoration
charm to admire every sunset with the flight of bats of this unique local heritage”.