Sei sulla pagina 1di 38

Guida all'ascolto della musica classica:

Rinascimento

Hieronymous Bosch, Il concerto nell’uovo, c. 1500-1516


Il Rinascimento musicale

c. 1400-1600

● c. 100 anni dopo l’inizio del Rinascimento nelle altre discipline


○ un fenomeno normale nell’ambito della musica
La transizione (dopo la morte di Machaut)
Come ci è stata tramandato tutta la tradizione musicale dalla Grecia, attraverso il medioevo, fino al Rinascimento?

Severino Boezio, “De Institutione Musica”[6]: opera dalla quale in tutto il Medioevo, a partire dall’età carolingia, si traggono i fondamenti
della teoria musicale.

Indica la 3 categorie nella quali si suddivide il concetto di Musica durante il Medioevo:


● musica mundana (o musica delle sfere, musica universalis, tema platonico dell’armonia cosmica)
● musica humana (la musica interiore del corpo umano)
● musica quae in quibusdam constituta est instrumentis (cantanti e strumenti)
“La musica delle sfere”

Le idee antiche

della Grecia rimangono

importantissime,

la polifonia fiorisce Gafurius

Practica musice, 1496

( i modi musicali e

le sfere “planetarie”)

https://en.wikipedia.org/wiki/Musica_universalis, 8/11/18
Stili e Forme
Tecnica Contrappuntistica: imitazione che contraddistingue un tema (1.🎵 Arte della Fuga 1)

Messa: per dare unità alle 5 parti dell’Ordinario, i compositori adottarono lo stesso cantus firmus per tutte
le parti. Il cantus firmus fungeva da tenor e dava il titolo alla messa.

Mottetto: inizialmente una forma comune alla produzione sia sacra che profana, alla fine del XV sec. era
diventata una forma esclusivamente sacra e cantata in latino. Organizzato come una successione di
brani, ognuno dei quali sviluppa una singola frase del testo sacro.

Chansons: in lingua francese riuniva le composizioni profane. Era a 3 voci (cantus, contratenor, tenor),
spesso accompagnate da strumenti.

Altre forme musicali sia regionali che del passato rimangono, ma si perdono nella storia.
Inghilterra: John Dunstaple (c. 1390-1453)
Conoscenza segreta delle stelle... (epitaffio)

● compositore, astrologo, astronomo, matematico


○ inglese, ma proponente importante della scuola emergente francese della Borgogna
○ la contenance angloise: la sua traccia particolare su questa scuola
■ probabilmente riferisce alla sua predilezione per l’armonia triadica e per l’intervallo della
terza, che diventa globalmente importante nel rinascimento
■ compone molto con tracce armoniche del “falso bordone” (seste e terze)
● c. 1476: il compositore fiammingo Tinctoris accredita Dunstaple come fons et origo dell’
“arte nuova”

2.🎵 Quam Pulchra Es


Francia: Guillaume Dufay (c.1400-74)
● La Messa si affermò come composizione polifonica grazie a Dufay
● All’inaugurazione del duomo di Firenze (24 marzo 1436), si suona il mottetto

3.🎵 Nuper rosarum flores

4.🎵 Vergine bella, che di sol vestita

- Richiestissimo compositore dalla vita movimentata (Malatesta di Rimini, cappella Papale, corte dei
Savoia, corte di Borgogna),
- Basi per lo stile che poi sarebbe stato sviluppato dai musicisti fiamminghi
- 9 messe (tra cui 5.🎵L’homme armè e Ave Regina Coelorum), 19 mottetti, 52 composizioni
liturgiche , 94 chansons a 3 voci, la maggior parte in francese, altre in latino o italiano
Francia: Gilles Binchois (1400-1460)
cantore presso la cappella di Filippo il Buono, particolarmente stimato per le sue chansons (54
rondeaux e 9 ballades)

6. 🎵 3 Chansons
Sviluppi e caratteristiche principali

● nascita della classe borghese


---> attività musicale amatoriale

● Più espressività personale dei compositori, contaminazione


bilaterale fra musica sacra <--> musica profana

● verso la fine del 1500, i modi ecclesiastici scompaiono, e la
tonalità/armonia funzionale inizia a dominare (e rimane per i 3
secoli successivi)
Sviluppi e caratteristiche principali
● Come nel medioevo, la musica è principalmente vocale
○ forme: *messa*, madrigale, mottetto, chanson (Francia), frottola (Italia), lied (Germania),
villancico (Spagna), danze, ma anche l’opera
○ molta più diversità di stile e di forma? O è questo solo ci perché rimangono più esempi
dell’epoca che non del medioevo?
■ La messa latina è la musica più importante del rinascimento
● soprattutto quella di Josquin des Prez
● Ma si sviluppano anche gli strumenti musicali e la musica solo strumentale
○ sackbut, liuto, violino, chitarra, tastiera…

● Alto rinascimento: la maggior parte dell’attività compositiva → nord della Francia e Paesi Bassi
○ sostegno forte dalle corti (Filippo Il Buono in Francia, Gonzaga, Este, Medici in Italia, ...)
○ pedagogia musicale nelle chiese e cattedrali: formazione di tanti musicisti e cantanti
■ comparsa della polifonia franco-fiammingo
● Successivamente → Italia
○ Sistema città-stato si afferma in Italia
○ molti compositori del nord si trasferiscono in Italia come compositori e maestri di musica
Il tenor
● un canto dato sul quale tutta la composizione era fondata (di tradizione
gregoriana)
● o un canto gregoriano o una melodia profana
○ Spesso una di 3 voci, a volte strumentale
● fra poco, lo strumento in chiesa sparisce (1562 Concilio di trento), la polifonia
sacra diventa esclusivamente vocale
● le 4 voci, quindi, diventano: superius, altus, tenor, bassus
● Gli italiani solitamente lo assegnavano al registro acuto, i fiamminghi invece
nel centro
La polifonia fiamminga (c. 1400-1550)
Perché? Guerra dei Cent’anni (1339 - 1453) ---> indebolimento della Francia, area fiamminga più forte per collegamento
con Inghilterra

Costruzione di cattedrali con le cappelle musicali. Le Fiandre divennero il centro di sviluppo del contrappunto imitato

Le forme musicali religiose principali:

La messa Il mottetto

-Strettamente sacra, 5 porzioni invariabili della liturgia -Nato nel medioevo, ma adesso diventa versatile, sia
Eucaristica: religioso che profano
Kyrie (greco: Κύριε ἐλέησον, o “Kyrie eleison” = “Signore, abbi -libertà ritmica, contrappuntistica (il contrappunto
benevolenza”), Gloria, Credo, Sanctus e Benedictus,
diventa più complesso, melodie contro melodie e non
Agnus Dei
-1562: Concilio di Trento proibisce la musica della solo note singole)
messa proveniente da fonti profane -all’inizio, generalmente a 3 voci, più tardi passa a 4
L’imitazione canonica
● Dufay Mottetto 7. Inclita Stella Maris
○ il canone recita "Est fuga de se canendo de tempore perfecto, et simul incipiendo", ovvero: la seconda voce si
ottiene dalla prima aumentando la durata di tutte le brevi, che nella prima voce sono imperfectae (durano il
doppio di una semibreve), e nella seconda diventano perfectae(ossia della durata di tre semibrevi: nella
notazione mensurale, il termine tempus designa appunto il rapporto di valore fra le brevi e le semibrevi); le
due voci iniziano simultaneamente e all'unisono (e alla fine del brano risultano sfasate di otto battute).

Segue Spartito
Johannes Okheghem (c.1420-1495)

13 messe di cui 8 a 4 voci, 10 mottetti, 20 chansons, ma fu il prototipo del compositore fiammingo.

8. 🎵 Deo gratias a 36 (!!) voci, con video della partitura

9. 🎵 Kyrie dalla Missa Prolationum


Jacob Obrecht (1457/8-1505)
Più famoso compositore europeo di messe del tardo XV secolo, eclissato soltanto dopo la sua morte da
Josquin Desprez. Scrisse anche molti mottetti e alcune chanson.

10. 🎵 Missa l’Homme Armé


Josquin des Prez (1450-1521)

Il padrone delle note… (Martin Lutero)

● allievo di Okheghem, uno dei compositori più influenti di tutto il periodo rinascimentale

11. 🎵“Déploration sur la mort d’Ockeghem” con partitura, notare il doppio testo:

Il testo in francese “Les nymphes des bois”: 4 voci


Invece, il testo di cantus firmus in latino: Requiem aeternam dona eis Domine ; et lux
perpetua luceat eis, cantato solo dal Tenor

12. 🎵 seconda parte del “Credo” dalla Missa Pange Lingua! This link, lasting 2’20”

13. 🎵“Mille Regretz”


Culmine del Rinascimento
● Adriano Willaert (1490 - 1562): cantore a Roma, Ferrara, Milano; divenne maestro di cappella a
Venezia, avviando la città a diventare centro della musica sacra cattolica. Tra i suoi allievi illustri:
Andrea Gabrieli, Cipriano di Rore, Gioseffo Zarlino. La sua produzione comprende nel genere sacro
9 messe e altre 350 mottetti, in quello profano 65 chansons, oltre 60 madrigali italiani, alcuni
ricercari strumentali a 3-4 voci. 14. 🎵O Magnum Misterium; 15. 🎵Vecchie Lettrose

● Orlando di Lasso (1532-1594) fu tra i maggiori musicisti fiamminghi. Operò a Parigi, Milano,
Palermo, Napoli, Roma e Monaco, dove morı̀. Scrisse 58 messe a 4-8 voci, la maggior parte del tipo
“parodia”, circa 550 mottetti a 4-5-6 voci, 101 Magnificat, 32 inni sono la produzione sacra. Molte
composizioni anche profane. 16. 🎵Carmina Cormatica 17. 🎵 Osculetur me Osculo (mottetto a 8)

Iniziano ad essere chiari l’importanza e il ruolo della penisola italica


Sviluppi e caratteristiche principali

...un grandioso fenomeno di maturazione ed evoluzione stilistica nella storia della musica...
(Massimo Mila)

● Anche se continua a dominare la produzione musicale come nel


medioevo, la chiesa rilassa il suo controllo politico sulla società
○ per conseguenza, i compositori possono cercare altre fonti
di ispirazione
■ arte visiva, mitologia classica, astronomia, matematica

● Invenzione della stampa caratteri mobili Gutenberg, c.1450


○ partiture stampate e distribuite
○ teoria musicale difusa

http://davincid.weebly.com/gutenberg-printing-press.html, 7/11/2018
La stampa Gutenberg
● Ottaviano Petrucci (c. 1501), Venezia
○ “Odhecaton”
■ La prima collezione di partiture
polifoniche stampate con caratteri
mobili
■ molto laborioso (stampa “triplo”),
costava ancora tanto

● Pierre Attaingnant (c. 1520), Francia, crea


tecnica “single impression”
○ le partiture musicali diventano molto
più abbordabili per la persona media
http://davincid.weebly.com/gutenberg-printing-press.html, 7/11/18
Una partitura stampata:

Adieu mes amours, Josquin des Prez (1501)


https://fr.m.wikipedia.org/wiki/Fichier:Adieu_mes_amours_tenor.jpg
Riforma e Controriforma
Per tutto il Medioevo il cristianesimo aveva mantenuto la sua unità religiosa. Questa unità viene a
mancare all’inizio del XVI sec. coi vari movimenti di Riforma ad opera principalmente di Lutero
(1483-1546), che fondò con l’affissione delle 95 tesi a Wittemberg la Chiesa Evangelica Protestante nelle
regioni centro settentrionali della Germania, Calvino (1509-1564) che diede vita ad una Chiesa riformata
che attecchı̀ in Svizzera, Francia (ugonotti) Paesi Bassi e Scozia, Enrico VIII Tudor (1509-1547) re
d’Inghilterra, fece approvare dal Parlamento l’Atto di Supremazia, che sanciva la nascita della Chiesa
Anglicana, con a capo il re.
Italia dell’alto rinascimento
“l’Italia assorbe dai Fiamminghi la scienza e la tecnica e le ricambia con la plasticità dell’ispirazione melodica, col senso
dell’armonia moderna, col gusto degli agili ritmi di danza e con la concezione espressiva dell’arte” (Mila, 55).

● San Marco, Venezia


○ Andrea Gabrieli (18. 🎵 O Salutaris Hostia)
○ Giovanni Gabrieli (19. 🎵 Sonata Pian e Forte)
(1532 - 1612)
● Roma
○ Palestrina (20. 🎵 Missa Homme Armé)
○ Gregorio Allegri (21. 🎵 Miserere)
(1525 - 1652)
● Firenze
○ Giulio Caccini
■ la prima opera: tentativo di
ritornare alla musica della Grecia antica
● Euridice
Jacopo de’ Barbari, Veduta di Venezia, particolare di San
Marco, 1500 (incisione)
Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525-1594)
Passò la maggior parte della sua vita a Roma, lavorando nelle varie cappelle con alterne vicende finchè
non prese la direzione della Cappella Giulia. La sua opera è costituita quasi interamente da composizioni
polifoniche in latino destinate ai servizi sacri. Compose 102 messe, in prevalenza a 4 e 5 voci; in numero
minore sono quelle a 6 e 8 voci.
Incarna lo spirito della Controriforma

22. 🎵Missa Papae Marcelli

23. 🎵 Alma Redemptoris Mater, video con partitura [Figuralismo, o musica onomatopeica: all’inizio il
soprano va sull’acuto per “caeli”, cielo]

24. 🎵 sicut cervus


Il madrigale
Il madrigale è una composizione musicale o lirica, in maggior parte per gruppi di 3-5 voci. Temi non sacri,
contrapposto al Mottetto: dualismo mottetto/madrigale

● fusione della frottola con la polifonia francese e fiamminga e infatti i maggiori compositori sono
soprattutto fiamminghi
● ---> Cipriano de Rore (1515 - 1565), raffinato e apprezzato, uno dei più studiati e imitati.

25. 🎵 Anchor che col Partire


La prima raccolta di madrigali fu stampata nel 1530. I primi madrigali avevano lo stile della frottola,
omoritmico-accordale con brevi imitazioni e melodia assegnata alla voce superiore; ma , a differenza delle
frottole, la musica aveva forma aperta, cioè non aveva ripetizioni o ritornelli. I primi compositori furono di
origine fiamminga. Intorno alla metà del secolo si precisò la scrittura e la struttura definitiva del madrigale,
col passaggio dallo stile omoritmico a quello contrappuntistico. Si affermarono le composizioni a 5 voci
(ma si continuò a scrivere pure a 4!).

La fase più matura del madrigale fu la fine del XVI e l’inizio del XVII sec, con Marenzio, Gesualdo da
Venosa e Monteverdi, quando il processo di integrazione tra poesia e musica toccò i livelli più alti, con
movimenti melodici che riproducevano alcuni significati lessicali (i cosidetti “madrigalismi”)
Luca Marenzio (1553 - 1599)
Luca Marenzio (1553-1599) , cantore a Brescia e Trento, passò gran parte della sua vita artistica a Roma.
Benchè immerso nella scuola romana di Palestrina, coltivò poco la produzione sacra: una raccolta di
mottetti a 4 voci e una raccolta postuma di Sacrae Canzonae a 5-7 voci. La produzione profana fu invece
notevole: 16 libri di madrigali a 4-6 voci, un libro di madrigali spirituali a 5 voci, 5 libri di villanelle a 3 voci,
10 brani per gli Intermezzi fiorentini del 1589.

○ (26. 🎵 Dolorosi Martir, Fieri Tormenti)

○ (27. 🎵 OVerdi Selv’o Dolci Fonti e Rivi)

---> Forte collegamento Musica - Letteratura


Claudio Monteverdi (1567 - 1643)
Vissuto tra Rinascimento e primo barocco, si riconosce nelle sue opere il passaggio tra polifonia e
monodia. Nel 1589 si trasferı̀ a Mantova come suonatore di viola nella cappella musicale dei Gonzaga.
Nel 1603 Vincenzo Gonzaga lo nominò maestro di cappella. Alla morte di Vincenzo, nel 1612, Monteverdi
tornò a Cremona, poi Venezia, dove divenne maestro di cappella.

28. 🎵 Zefiro Torna

29. 🎵Combattimento di Tancredi e Clorinda

30. 🎵Vespro della Beata Vergine


Carlo Gesualdo da Venosa (1566-1613)
Gesualdo ebbe un grande peso nella scena musicale a lui contemporanea e, a partire dal XX secolo,
ispirò, oltre ad alcuni compositori moderni, anche la realizzazione di fiction e drammi musicali. Accanto
alla carriera artistica, Gesualdo acquistò anche la triste fama di assassino. Si macchiò infatti del delitto
della prima moglie (nonché cugina) Maria d'Avalos con il di lei amante, Fabrizio Carafa.

Vita dissoluta che si dipinge nelle sue dissonanze e figuralismi estremi

31. 🎵 Moro lasso al mio duolo (!!!) video, with score

32. 🎵Beltà, poi che t'assenti


Madrigalisti Inglesi
Strettamente legato alla poesia italiana, il madrigale non era un genere da esportazione, tuttavia in
Inghilterra, dove sin dai tempi di Enrico VIII la cultura italiana era gradita, se ne produssero alcuni. La
voga partı̀ dalla stampa di una raccolta di madrigali italiani tradotti in inglese.

● William Byrd (1539 - 1623): 33. 🎵 This Sweet and Merry Month of May
● Orlando Gibbons (1583 - 1625): 34. 🎵 The SIlver Swan
Spagna: Tomás Luís de Victoria
Tomás Luis de Victoria, noto anche con il nome italiano Tommaso Ludovico da Vittoria (Ávila?, 1548
– Madrid, 27 agosto 1611), è stato un compositore, organista e cantore spagnolo del tardo Rinascimento
(XVI secolo). Attivo principalmente in Italia, fu il più famoso musicista spagnolo dell'epoca e tra i più
importanti compositori di musica sacra in Europa.

Compose Messe, Mottetti, Magnificat, Passioni, Requiem

35. 🎵O Magnum Misterium


Adrian Willaert

Musica sacra (🎵“Missa Cristus Risurgens”) e profana (molto profana! 🎵“Vecchie


Letrose”), Madrigal 🎵“Aspro core e selvaggio” (1599)
Orlando di Lasso (1532-1594)
● Franco-fiammingo
● Uno dei più proficui compositori del Rinascimento
● Compose in tutti gli stili e tutte le forme

🎵 Osculetur me Osculo (mottetto a 8 voci)


Orlando de Lassus (1532-1594)
🎵 “Matona, mia cara” (scherzi, italiano imperfetto, vulgare, tedesco che prova a conquistare)
Matona, mia cara, Se ti mi foller bene,
Mi folere canzon, Mi non esser poltron,
Cantar sotto finestra, Mi ficcar tutta notte,
Lantze buon compagnon. Urtar come monton.
(Don, don, don, diri, diri, don, don…) Don, don, don, diri, diri, don, don...

Ti prego m'ascoltare,
Che mi cantar de bon,
E mi ti foller bene,
Come greco e capon.
Don, don, don, diri, diri, don, don...

Comandar alle cazze,


Cazzar con le falcon,
Mi ti portar becazze,
Grasse come rognon.
Don, don, don, diri, diri, don, don...

Si mi non saper dire,


Tante belle razon,
Petrarcha mi non saper,
Ne fonte d'Helicon.
Don, don, don,diri, diri, don, don...
https://courses.lumenlearning.com/musicappreciation_with_theory/chapter/renaissance-music
/, 8/11/18
Ascolto suggerito
Guillaume Dufay “Nuper rosarum flores”, Early Chansons,
John Dunstaple “Quam Pulchra Es”
John Dowland Album di galliardi
Johannes Oghekhem
Josquin Des Prez “Mille Regretz”, “Déploration sur la mort d'Ockeghem”, “Déploration” (versione 2, con partitura), “Miserere
mei deus”, “Missa Pange Lingua” (1), “Missa Pange Lingua” (2), “L’Homme Armé”
Johannes Okheghem “Qu'es mi vida, preguntais” “Deo Gratias” (1) “Deo Gratias” (2), “Deo Gratias” (3)
Palestrina “Missa Papae Marcelli” (vers. 1), Mottetti a 5 voci (album)
Gilles Binchois Album
Orlando de Lassus “Psalmi poenitentialis”, Matona mia cara, Osculetor me Osculo
Obrecht
Monteverdi
Willaert
Gabrielli
Marenzio
Gesualdo Tenebrae Responsoria
Bibliografia
https://www.classicfm.com/discover-music/periods-genres/renaissance/

https://courses.lumenlearning.com/musicappreciation_with_theory/chapter/renaissance-music/

https://www.theodysseyonline.com/effects-printing-music

https://en.wikipedia.org/wiki/Mass_(music)

https://en.wikipedia.org/wiki/Musica_universalis#/media/File:The_music_of_the_spheres.jpg