Sei sulla pagina 1di 22

CONTRATTI BANCARI

Individuazione di un contratto bancario, 2 teorie:


Teoria oggettiva: qualificabile come contratto bancario quello che ha
come oggetto prestazioni connesse all'attivit bancaria.
Teoria soggettiva: un contratto bancario se c' la partecipazione di una
banca
Soluzione: l'elemento oggettivo serve per escludere negozi che hanno ad
oggetto servizi non previsti dal TUB, mentre per qualificarsi come bancario
necessario che ci sia la presenza di una banca.

FORME DI RACCOLTA

OBBLIGAZIONI:

Titoli di credito a reddito fisso o variabile emessi in massa, nominativi o al


portatore, i quali incorporano un diritto di credito pecuniario alla restituzione di
un prestito e degli interessi maturati.
obbligazioni zero coupon: senza interessi.

Essendo per la banca una forma di raccolta di risparmio non soggetta al


limite previsto dall'art 2412 c.c. Che limita l'emissione di strumenti finanziari al
doppio del capitale sociale pi le riserve legali e disp.

Caratteristiche:

taglio minimo
contenuto per quelle non dematerializzate con riferimento ai dati
della banca, valore nominale, valore complessivo,
remunerazione, metodi di pagamento ec..
durata non inferiore a 36 mesi se inferiore, in media non a 24.
divieto di rappresentare con titoli le obbligazioni negoziabili

obbligazioni convertibili: danno il diritto ad azioni alla scadenza


dirette: azioni della stessa banca emesse dall'assemblea straordinaria
indirette: azioni di altra banca o societ

CERTIFICATI DI DEPOSITO E BUONI FRUTTIFERI

I certificati di deposito sono una forma di raccolta del risparmio tra il pubblico.
Definizione tutti quei documenti che rappresentano una somma di denaro
di cui la banca depositaria ha acquistato la propriet e che si obbliga a
restituire.
A differenza dei depositi a risparmio non prevedono un libretto.
Caratteristiche:

Titoli nominativi o al portatore


titoli individuali, cio rappresentativi di una specifica operazione ( non in
serie)

1
finanziati alla raccolta a breve termine da 3 mesi a 5 anni.
Titoli a flusso continuo quindi in qualsiasi momento.

Differenza con le obbligazioni:

Di pi breve durata
natura dell'operazione. Certificati di deposito individuale
Obbligazioni in serie
funzione di documentazione per i certificati di deposito e di prestito per le
obbligazioni

Si prevede poi la possibilit per la banca di emettere altre tipologie di titoli a


patto di prescriverne le caratteristiche alla Banca d'Italia.

PRESTITI SUBORDINATI E IRREDIMIBILI

Prestiti subordinati sono prestiti che prevedono una clausola di postergazione.


Clausola di postergazione:una clausola che prevede che laddove prima
della data prevista per la restituzione si verifichi una causa di
scioglimento della societ, i finanziatori hanno diritto al rimborso solo
dopo gli altri creditori.
Questa clausola impedisce di ritenere il prestito dovuto in ogni caso e quindi
assumono carattere aleatorio.

Prestiti irredimibili, sono prestiti che oltre alla suddetta clausola prevedono:
durata perpetua
possibilit per il finanziato di sospendere il pagamento degli interessi in
caso di difficolt finanziarie
possibilit di utilizzare il finanziamento per la copertura di perdite

PRONTI CONTRO TERMINE

Particolare operazione caratterizzata dalla vendita a pronti di una determinata


quantit di titoli ( non determinati ) e dal contemporaneo riacquisto a termine
dalla medesima controparte della stessa quantit, ad un prezzo prestabilito e
pi alto.

Natura giuridica contratto atipico con due fasi distinte ma collegate

Problematica in caso di morte del acquirente a pronti:


i titoli vengono considerati di propriet dell'acquirente (anche se poi
avrebbe dovuto rivenderli) e quindi spettano di diritto agli eredi
l'acquirente acquista la propriet dei titoli ma la perde
contemporaneamente, acquisendo solo un diritto di credito a ricevere la
somma a termine.
Soluzione poich manca l'elemento qualificativo dei titoli si presuppone di
ritenere questo contratto come un contratto di finanziamento e quindi
indifferente dalla propriet dei titoli. Di conseguenza se i titoli non sono
identificati allora l'acquirente a pronti acquista solo un diritto di credito. Se
invece i titoli sono specificati allora in questo caso questi passano nella

2
propriet dell'acquirente a pronti.

DEPOSITO BANCARIO

Art. 1834-1838 c.c. Disciplinano il deposito che dunque pu essere qualificato


come contratto tipico.
E' una forma di raccolta con queste caratteristiche:
contratto reale: si perfezione con la consegna della somma alla banca,
da cui sorge l'obbligo di restituire quantit della s tessa specie.
Restituzione:
a tempo alla scadenza del termine o dopo un preavviso; svolgono
prevalentemente una funzione di investimento che garantisce
remunerazioni pi elevate.
a vista senza preavviso in qualsiasi momento; svolgono una
funzione di custodia del denaro.
FORME

Deposito ordinario: in cui la banca rilascia una ricevuta della somma la


quale viene restituita alla scadenza, senza possibilit di prelievo o di
versamento.
Deposito a risparmio: viene consegnato un libretto di risparmio in cui
vengono registrati tutti i prelievi e i versamenti effettuati dal
risparmiatore.
Deposito in conto corrente: i prelievi e i versamenti oltre che per cassa
possono avvenire anche mediante assegni. Questa modalit per ormai
sostituita dal conto corrente di corrispondenza.

Per quanto riguarda il libretto, questo pu essere:


Nominativo
Al portatore
Nominativo pagabile al portatore
Al portatore con l'indicazione di un nominativo: il nominativo ha solo
funzione di individuare il proprietario del libretto.
Il libretto di risparmio serve a consentire all'operatore le annotazioni delle
movimentazioni le quali sono incontestabili se fatte da un operatore che o
appare un addetto al servizio di sportello.

Contratto poi pu essere:


Firma congiunta o semplice, questa la regola se non previsto
diversamente;
Firma disgiunta o solidale
Questa distinzione vale solo per i prelevamenti, i versamenti possono essere
fatti anche in mancanza dell'altro.
In caso di morte di uno dei depositanti le NUB prevedono che gli eredi sono
tenuti ad esercitare tutti i diritti che spettavano al defunto, solo tutti insieme. I
pagamenti e i prelevamenti possono essere effettuati solo nella succursale
dove stato stipulato il contratto.
Il libretto considerato al pari di un titolo di credito e pu essere concesso in
pegno:

3
Portatore viene considerato bene mobile
Nominativo viene considerato un titolo di credito

Prescrizione 10 anni di mancata movimentazione del libretto, le somme non


vanno alla banca ma al fondo per le vittime dei crack finanziari.

DEPOSITO TITOLI

E' una forma di custodia di titoli, che si differenziano da quello in denaro poich
si caratterizzano da una forma di custodia pi accentuata.
Si dividono in:
Deposito a semplice custodia: assomiglia ad un ordinario contratto di
deposito, per cui soggetto alle stesse norme, l'unica differenza
l'obbligo di diligenza del buon banchiere da parte della banca, che si
traduce in obblighi di conservazione economica (ad esempio curando la
percezione degli interessi)
Deposito titoli in amministrazione: la banca assume l'obbligo di custodia
e amministrazione dei titoli, in questo caso l'obbligazione assunta dalla
banca pi stringente in quanto deve adottare tutte le misure per la
tutela del depositante, amministrando i titoli sia per l'eventuale sorteggio
di premi, riscossione dividendi ecc.. pena la nullit del contratto

CAMBIALI FINANZIARIE

Sono uno strumento di raccolta del risparmio che per non pu essere emesso
dalle banche, tuttavia la loro emissione coinvolge molto spesso le banche.

Natura Sono titoli di credito e sono delle vere e proprie cambiali, dunque
applicabile la normativa sui vaglia cambiari.

Rispetto alle normali cambiali hanno le seguenti caratteristiche:


sono titoli all'ordine emessi in serie
la loro circolazione pu avvenire solo mediante girata senza garanzia
( che esclude la garanzia di adempimento)
hanno una durata tra i 3 e 36 mesi
taglio minimo non inferiore a 50.000
contengono l'indicazione:della denominazione cambiale finanziaria,
proventi, soggetto emittente, ammontare complessivo.
La caratteristica principale l'esistenza della clausola di girata senza garanzia
che esclude la garanzia dell'adempimento.

Sono emesse in serie, e legittimate all'emissione sono societ di capitali,


mutue assicuratrici e cooperative diverse dalle banche, nonch micro imprese.
L'emissione non pu superare il doppio del capitale sociale e riserve legali e
disponibili.
MUTUO

Art. 1813 - 1822


Definizione contratto col quale una parte consegna all'altra una determinata
quantit di denaro o altre cose fungibili e l'altra si obbliga a restituire

4
altrettante cose della stessa specie e qualit.

Nel caso di contratti bancari le cose concesse sono somme di denaro.

Caratteristiche:
Contratto reale si perfeziona con la consegna della somma. E' prevista
la possibilit di un contratto preliminare di mutuo il quale si considera
consensuale ed vincolante
Oneroso vengono corrisposti degli interessi determinati
precedentemente che possono essere anche superiori al tasso legale se
la pattuizione redatta per iscritto.
Scopo questa tipologia di mutuo prevede una finalit con la
conseguenza che la finalit rientra tra gli elementi causali del contratto e
il mutuante ha la facolt di controllare l'effettiva destinazione e il diritto
di chiedere la risoluzione del contratto nel caso questa non fosse
riespettata. ( differenza con il mutuo fondiario )
Termine un elemento causale del contratto pattuito nell'interesse di
entrambe le parti, il mutuatario ha interesse a dilazionare il prestito e il
mutuante alla maturazione degli interessi
La restituzione in un unica soluzione o a rate, il mancato pagamento di
una sola rata legittima il mutuante a richiedere il pagamento dell'intero
importo. ( differenza con il mutuo fondiario)

RECESSO

Segue la disciplina della trasparenza, il recesso prevede una penale purch


venga determinata preventivamente dalle parti e chiaramente espressa nel
contratto, per i contratti stipulati non con persone fisiche
Consumatori Non prevista alcuna penale per mutui per unit immobiliari o
ristrutturazioni

PORTABILIT DEI FINANZIAMENTI

Il soggetto finanziato, purch persona fisica possa sostituire il finanziamento


originale con un nuovo finanziatore senza spese ed oneri, usando il
meccanismo della surrogazione per volont del debitore, il quale prevede che il
mutuante che abbia erogato una somma di denaro finalizzata ad estinguere un
precedente debito viene surrogato nei diritti del creditore anche contro i terzi
che hanno prestato garanzie.

PORTABILITA' IMPOSTA

Viene data la possibilit di sostituire il tasso variabile di un mutuo con un tasso


fisso (detto calmierato), la differenza verr versata in un conto di
finanziamento accessorio.

INTERESSI E TASSI USURARI

La legge 108/96 ha previsto dei tassi soglia per l'imposizione dei tassi
d'interesse soglia.

5
Tasso soglia ricavabile dal tasso effettivo globale medio (media dei tassi
annui comprensivi di tutte le spese per titoli della stessa specie)

Interessi usurari tassi che superano il tasso soglia per pi 4%. (e in ogni
caso se lo superano per pi dell'8%)

Nota: I tassi usurari sono riscontrabili sono nei mutui a tasso fisso, poich i
quelli variabili il tasso viene adeguato automaticamente.

Prima della legge 108/96 Il tasso usurario era sostituito con quello legale
Dopo la legge 108/96 Nessun interesse deve essere corrisposto.
L'effetto di questa legge ha prodotto due risultati:
La sostituzione dei tassi usurari con quelli legali
La restituzione della parte eccedenti gli interessi
Tuttavia questa legge ha avuto effetto solo per i rapporti stipulati dopo l'aprile
1996 e per quelli ancora non esauritisi.

La legge 394/2000 regola il tasso legale da sostituire a quello usurario


prevedendo un tasso dell'10% (ridotto all'8% per i mutui con importo inferiore a
75000)

Queste disposizioni non si applicano al caso di contratti esauritisi prima


dell'entrata in vigore della legge 108/96

Il tasso soglia viene invece sostituito per i mutui preesistenti con tasso
divenuto usurario tra una legge e un'altra e per le operazioni finanziarie diverse
dai mutui a tasso fisso.

MUTUO FONDIARIO art. 38-41 T.U.B.

Definizione qualsiasi finanziamento a medio o lungo termine, erogato da una


banca e garantito da ipoteca di primo grado su immobili il cui ammontare non
superi una certa percentuale del valore dell'immobile.

CARATTERISTICHE
il mutuo fondiario ha la peculiarit che un finanziamento senza una
destinazione particolare
considerato mutuo fondiario anche quello erogato per la
ristrutturazione di immobili e quindi con una destinazione ma con somme
erogate in base allo stato di avanzamento dei lavori

L'importo non pu eccedere l'80% del valore dell'immobile, previsto un


aumento al 100% nel caso di ulteriori garanzie integrative. (personali o
assicurative)
La qualifica di mutuo fondiario o ipotecario assume rilevanza in quanto al
mutuo fondiario sono garantiti dei privilegi.

Agevolazioni per la banca (mutuante):


Non c' un importo predeterminato in misura fissa, l'importo pu variare
ad esempio secondo l'indice de tassi d'interesse per non eccedere una

6
somma indicata al momento della stipula.
La somma pu essere erogata anche in un momento successivo
Esenzione della revocatoria fallimentare dell'iscrizione ipotecaria
Esenzione dalla revocatoria per i pagamenti effettuati dal mutuatario poi
fallito
Inoltre dopo la dichiarazione di fallimento la banca pu proseguire
l'azione esecutiva sui beni ipotecari, cosa vietata agli altri creditori

Agevolazioni per il mutuatario:


possibilit di estinguere anticipatamente pagando una penale pattuita
precedentemente
possibilit di ridurre la garanzia dopo il pagamento di 1/5 del debito
possibilit di cancellazione della garanzia qualora il debito residuo
sufficientemente garantito da altri immobili
se l'ipoteca stata iscritta su edifici condominiali vi la possibilit di
frazionare l'importo per le quote di competenza di ciascuna porzione di
edificio
In caso di mancato pagamento del mutuatario, anche di una sola rata, la
banca non pu chiedere la restituzione dell'importo a meno che
l'inadempimento non si verifichi per almeno 7 volte anche non
consecutive, inoltre:
il pagamento si considera tardivo se pervenuto tra 30 gg e 180gg
dopo 180gg la banca pu risolvere il contratto e chiedere la
restituzione del mutuo
se il pagamento avviene dopo 180gg la banca pu rifiutarlo se ha gi
avviato le procedure per far valere l'inadempimento

Abusi del mutuo fondiario trasformazione di un mutuo chirografario in un


mutuo fondiario al solo scopo di applicare una garanzia. Soprattutto in caso di
possibile fallimento del mutuatario in quanto la garanzia non sarebbe
sottoposta a revocatoria.
Sono sorte quindi diverse teorie al fine di porre rimedio all'uso distorto, quali:
teoria della simulazione, negozio indiretto, negozio in frode alla legge ecc.. la
cassazione ha precisato in ogni caso che l'oggetto di censura deve essere non
solo l'ipoteca ma anche il contratto di mutuo fondiario con la reviviscenza di
quello chirografario.
Quando la stipula di un mutuo fondiario sostituisce un mutuo ordinario
garantito comunque da ipoteca allora non si parla di abuso, tuttavia bisogna
rilevare se la garanzia sia aumentata o meno.

CREDITO ALLE OPERE PUBBLICHE

Sono particolari crediti di scopo, in cui la finalit la realizzazione di un


determinato obiettivo di pubblica utilit. La destinazione di pubblica utilit si
presume se il finanziamento concesso ad una pubblica amministrazione,
mentre deve essere espressamente previsto dalla legge se destinato ai privati.

Project financing Si tratta di una particolare attivit economica proposta da

7
un promotore(in forza di una concessione di una pubblica amministrazione) e
destinata ad essere realizzata da una societ di progetto (che viene costituita
appositamente). L'attivit economica da realizzare produrr dei flussi di cassa
destinati al rimborso del finanziamento, della copertura dei costi e della
remunerazione del promotore. I finanziatori sono garantiti dalla possibilit di
ottenere anticipatamente rispetto agli altri i flussi di cassa.

CREDITO AGRARIO E PESCHERECCIO

E' una forma di finanziamento speciale, destinata all'attivit agricola e


peschereccia, nonch alle attivit connesse e collaterali.
L'erogazione di queste forme accompagnata da una cambiale, che costituisce
un titolo causale poich deve contenere le seguenti informazioni:
scopo del finanziamento
garanzie del finanziamento
luogo dell'iniziativa finanziaria

Privilegio legale il credito agrario e peschereccio sempre garantito


(indipendentemente dall'emissione della cambiale) da privilegio legale sui:
frutti pendenti, finiti o in corso di lavorazione;
bestiame, merci, scorte, materie prime;
crediti anche futuri derivanti dalla vendita di prodotti

ISMEA istituto che si occupa di fornire garanzie agli imprenditori agricoli al


fine di fargli ottenere un finanziamento; alimentato dalle banche e controllato
dalla Banca d'Italia.

CREDITO ALLE IMPRESE E PRIVILEGI SPECIALI

Sono finanziamenti aventi particolare destinazione a durata prolungata.


La caratteristica principale che sono assistiti da privilegio speciale, se
ricorrono determinati requisiti:
finanziamento erogato da una banca;
finanziamento a medio lungo termine;

Privilegio Speciale Ha ad oggetto beni mobili destinati all'esercizio


dell'impresa, quali: impianti esistenti o futuri, materie prime o prodotti finiti,
crediti anche futuri.
La forma scritta necessaria, pena la nullit, ma non sufficiente per
l'opponibilit ai terzi in quanto il bene deve essere trascritto in un registro
speciale.

L'art. 46 TUB dispone il grado dei privilegi speciali: i privilegi speciali sono di
grado inferiore ai crediti giudiziari, quelli per le spese di giudizio, ma superiori
rispetto a privilegi generali o speciali (ma con data posteriore).

Diritto di seguito Il creditore pu far valere il suo privilegio verso il terzo


qualora nella costituzione del privilegio ci sia stato la registrazione nell'apposito
registro; in alternativa al creditore spetta il corrispettivo in denaro.

8
CREDITO AGEVOLATO

Il credito agevolato una forma di finanziamento caratterizzato da particolari


agevolazioni(incentivi) concesse dalla Pubblica Amministrazione. La PA stipula
una convenzione con la banca che curer il fondo, e a cui spetta un compenso
per tale gestione. Esistono varie tipi di agevolazioni:
fondo perduto: senza obbligo di restituzione
agevolazioni in conto interesse: abbattimento degli interessi
credito di imposta: bonus fiscale

CREDITO SU PEGNO

Si tratta di un particolare forma di finanziamento erogato dalle banche a fronte


della costituzione in pegno di particolari oggetti materiali (gioielli o altri titoli).
Un tempo era riservato ai soli Monti di credito su pegno ora pu essere
esercitata da qualsiasi banca previa comunicazione della volont di eseguire
tale attivit alla BI.

CARATTERISTICHE:

Breve termine
collegamento tra finanziamento e bene in pegno
rapida erogazione indipendente dal merito creditizio in quanto la
garanzia sufficiente a garantire il credito.
Somma che non pu eccedere i 4/5 del pegno se si tratta di gioielli e i 2/3
per altri beni
I beni in pegno sono esclusi dalla revocatoria fallimentare

APERTUTRA DI CREDITO BANCARIA art.1842-1844 c.c.

E' un contratto tipico che prevede la messa a disposizione del cliente (affidato
o accreditato) di una somma di denaro da parte della banca (accreditante) per
un determinato periodo o a tempo indeterminato.

Fido di castelletto importo massimo prelevabile dal cliente, differenza dal


castelletto di sconto
Fido mobile o aperfoglio tecnica bancaria che permette l'aumento
temporaneo del fido al fronte della presentazione di crediti commerciali non
ancora scaduti, al momento della riscossione dei crediti il fido torna alla sua
originale soglia.

Differenza con il credito per firma Nel credito per firma la banca non
mette a disposizione nessuna somma di denaro, ma si presta
solamente a fornire una garanzie fino ad un determinato importo

Fido di fatto E' una pratica usata dalla banca che permette al cliente di
operare allo scoperto. Pur essendo nella pratica assimilabile ad una apertura
di credito, mancando forma scritta necessaria in tutti i contratti bancari
pena la nullit del contratto stesso, non pu considerarsi giuridicamente
valido.

9
NATURA GIURIDICA

Contratto consensuale: a differenza del mutuo non si perfeziona con la


consegna del denaro, in quanto l'apertura potrebbe anche non essere
mai utilizzata.
A tempo determinato o indeterminato;
Contratto definitivo e non preliminare: non necessita di ulteriori atti al
momento dell'utilizzo del credito.
Ad effetti obbligatori:
Per il cliente:
obbligazione di pagare gli interessi sulle somme sconfinate
obbligazione di pagare le commissioni (predeterminate in misura
fissa e non superiori allo 0,50% del fido) per la messa a
disposizione del fido. (inoltre in caso di sconfinamento sono
previste commissioni di istruttoria veloce determinate in misura
fissa in base allo sconfinamento)
Sinallagmatico: con prestazioni reciproche;
Ad esecuzione continuata: le prestazioni delle parti si distribuiscono nel
tempo in modo ininterrotto;

TIPOLOGIE

Apertura di credito semplice:


l'accreditato pu utilizzare il credito una sola volta, anche se non
necessariamente con un solo prelievo, senza possibilit di ripristino della
provvista;
Apertura di credito in conto corrente:
L'accreditato ha la possibilit di effettuare versamenti e quindi
ripristinare la provvista, fino alla scadenza del contratto;

FORME DI UTILIZZO

Le forme d'uso per l'utilizzo dell'apertura sono quelle previste per il conto
corrente di corrispondenza:
comunicazioni
ordini
prelevamenti in denaro
mediante assegni se prevista una convenzione con la banca
Con la conclusione del contratto il cliente acquista il postere di pretendere, su
sua specifica richiesta che la banca trasferisca le somme a sua disposizione.
La banca non pu imporre di utilizzare le somme messe a disposizione.
Il debito pu essere estinto in qualsiasi momento, in modo totale o parziale
senza possibilit di rifiuto da parte della banca.

Atto unilaterale recettizio il modo in con cui vengono qualificate le


disposizioni del cliente

La banca non obbligata ad accantonare materialmente le somme, non

10
diventano infatti propriet del cliente fino alla ricezione della disposizione, di
conseguenza non possono essere pignorate, in quanto si tratta solo di un
accredito contabile.

Non rientra nel caso di apertura di credito l'assunzione di nuove obbligazioni


verso terzi per conto del cliente, qualificandosi questa come una apertura di
credito per firma.

APERTURA DI CREDITO GARANTITA art. 1844

Si parla di apertura di credito garantita qualora la banca a fronte di un'apertura


di credito abbia ottenuto una garanzia reale o personale.

Principio della permanenza della garanzia la garanzia permane anche se il


debitore non utilizza il credito o se lo utilizza e poi lo ripristina. La garanzia si
estingue solo alla fine del rapporto. Questo vale sia per le garanzia reali che
personali.

Recesso del fideiussore Questo comporta la cristallizzazione del limite


massimo del credito, con la conseguenza che:
il fideiussore esonerato dalla garanzia per gli atti con data posteriore al
recesso
responsabile solo per il debito fino al momento della garanzia
cessa di essere garante del debitore qualora lui estingua il debito

DIMINUZIONE DELLA GARANZIA

Se la garanzia dovesse divenire insufficiente, la banca pu:


garanzia reale chiedere un supplemento
garanzia personale chiedere la sostituzione del fideiussore
Se il debitore non adempie a queste disposizioni, la banca pu:
ridurre il credito a disposizione
recedere dal contratto e richiedere le somme utilizzate

L'art. 1844 dell'apertura di credito trova pi ampia applicazione rispetto:


all'art.1943 obbligo di proporre un fideiussore che prevede l'obbligo di
sostituzione solo nel caso questo diventi insolvente
all'art.2743 diminuzione della garanzia che prevede un integrazione
solo in caso di eventi attinenti la materialit della garanzia e non il suo
valore economico.

FALLIMENTO DEL CLIENTE


Rilevante in tema di ipotesi di fallimento del cliente se la garanzia debba
considerarsi contestuale o meno al debito.
Se la garanzia prestata per un aumento del fido deve considerarsi
prestata per un debito preesistente e quindi revocabile;
Se la garanzia prestata per un fido contestualmente concesso o
concesso ma non ancora utilizzato allora pu essere revocata solo se
costituita entro i sei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento e solo
se il curatore dimostri la conoscenza dello stato d'insolvenza

11
RECESSO DISCIPLINA LEGALE art.1845 c.c.

Due possibilit di estinzione del contratto:


Scadenza del termina
Recesso di una delle particolare
Si distinguono le modalit di recesso a seconda che il contratto sia a tempo
determinato o indeterminato:
Tempo determinato:
attraverso una dichiarazione di volont;
solo in presenza di giusta causa, le ipotesi di giusta causa possono
essere espressamente pattuite o derivabili da eventi che alterino
l'equilibro economico del rapporto e non consentano la prosecuzione
del rapporto
Tempo indeterminato:
ciascuna delle parti pu recedere mediante preavviso
preventivamente stabilito, o in mancanza nel termine di 15 gg
L'obbligo di preavviso escluso qualora vi sia una giusta causa, ed
anche prevista l'immediata sospensione del credito.

Restituzione delle somme La restituzione delle somme dovute deve avvenire


entro 15 gg dal recesso

RECESSO DISCIPLINA CONVENZIONALE

Poich stata data alle parti la libera volont di decidere termini diversi, la
disciplina convenzionale (soprattutto con riferimento alle NUB) deroga in
maniera rilevante quella legale:

Possibilit di recedere senza preavviso e senza giusta causa(in entrambi i


contratti: determinato e indeterminato) tuttavia per tutelare il cliente la
giurisprudenza ha escluso la revoca brutale del fido, cio quando assuma
connotati del tutto imprevisti, o quando la banca si avvale di una giusta
causa che gi conosceva;
Termini per la restituzione delle somme pi stringenti, sempre previa
sottoscrizione di detta clausola;
La facolt di recedere a volont della banca per limitata dalla specifica
sottoscrizione di questa clausola;

Disciplina per il consumatore Facolt di recesso nei contratti a tempo


indeterminato e determinato solo per giusta causa, senza possibilit di deroga;
senza un giustificato motivo necessario un congruo preavviso che se non
stabilito di 15gg.

FALLIMENTO DELL'ACCREDITATO

Il rapporto di credito si scioglie per effetto del fallimento dell'accreditato, trova


applicazione l'art. 78 L.fall. Che dice che il contratto di conto corrente si scioglie
per il fallimento di una delle parti. Il rapporto prosegue se viene disposto
l'esercizio provvisorio dell'impresa fallita.

12
Conseguenze il debito dell'accreditato diventa liquido ed esigibile;
qualsiasi pagamento pervenuto dopo la dichiarazione di fallimento da
considerarsi atto estintivo di un debito e quindi revocabile;
Le rimesse effettuate prima della dichiarazione di fallimento, venivano
considerate in modo diverso a seconda che siano state fatte su un conto:
con saldo passivo: quindi nei limiti dell'affidamento, si consideravano
di natura ripristinatoria e quindi non soggette a revocatoria;
con saldo scoperto: quindi fuori dal limite del fido, si consideravano di
natura solutoria e quindi revocabile;
Tuttavia la nuova disciplina fallimentare ha introdotto nuove regole:
riduzione del periodo sospetto a 1anno o 6 mesi a seconda dei casi;
elencazione di una serie di atti non revocabili, tra le quali le rimesse
effettuate su un c/c bancario a meno che non abbiano ridotto
notevolmente l'esposizione debitoria nei confronti della banca;
limitazione della revocabilit alla sola differenza tra le pretese della
banca e l'ammontare al momento del fallimento.

Concessione abusiva del credito quando la banca pur conoscendo lo stato


d'insolvenza dell'accreditato decida comunque di concedergli credito portando
cos altri creditori a subire un danno.

ANTICIPAZIONE BANCARIA art.1846-1851

Definizione Contratto tipico mediante il quale la banca anticipa ad un proprio


cliente (anticipato) parte del valore di beni, merci o titoli che vengono
contestualmente consegnati in pegno alla banca, con facolt del cliente di
ritirarli previo rimborso proporzionale delle somme anticipate.

CARATTERISTICHE
A differenza dell'apertura di credito il cliente ottiene subito la disponibilit
della somma di denaro;
la garanzia data da pegno su titoli o merci il cui valore facilmente
stimabile;
rapporto costante tra valore della garanzia e ammontare del prestito,
questo rapporto prende il nome di scarto;
la diminuzione della garanzia per una percentuale superiore a 1/10
comporta la richiesta della banca di un supplemento;

TIPOLOGIE
Anticipazione bancaria propria: i titoli o le merci vengono individuati e
l'individuazione comporta il divieto di disporne;
Anticipazione bancaria impropria: i beni non vengono individuati o
vengono individuati ma la banca ne pu disporne;
Anticipazione garantita da pegno irregolare:in cui a garanzia di uno o pi
crediti sono vincolati dei depositi di denaro (solo se presenti presso la

13
stessa banca dove si costituisce il pegno), merci o titoli non individuati di
cui la banca pu disporne.

In tutti i casi i beni devono essere coperti da assicurazione a carico


dell'anticipato.
E' un contratto utilizzato anche dalle banche per effettuare anticipazioni presso
la Banca Centrale Europea.

Quando la garanzia costituita da strumenti finanziari, applicabile una


diversa disciplina che prevede alcuni privilegi:
possibilit per la banca di escutere la garanzia anche se l'anticipato
sottoposto a procedura concorsuale;
l'esenzione da revocatoria fallimentare;
la garanzia integrativa viene considerata contestuale.

NATURA GIURIDICA:
Contratto reale e tipico;
A titolo oneroso, in quanto prevede la corrispondenza di:
interessi
corrispettivo per custodia
commissioni
Contratto di durata, con la sistematica proporzione tra valore della
garanzia e somma anticipata;
Contratto a prestazioni corrispettive.

E' assimilabile al mutuo pignoratizio, tuttavia vi sono delle differenze:


indivisibilit del pegno: non vi pu essere diminuzione della garanzia a
fronte della restituzione di una parte della somma;
la diminuzione della garanzia nel mutuo riguarda solo la materialit,
mentre nell'anticipazione anche il suo valore economico.

FORME
Semplice: somma erogata in un unica soluzione da restituire interamente
alla scadenza;
In conto corrente: la banca non consegna al cliente il denaro, ma si
obbliga a metterlo a sua disposizione in modo da consentire al cliente di
disporne e restituirne a suo piacimento.

Differenza tra apertura di credito e anticipazione bancaria:

Anticipazione bancaria sempre possibile il ritiro della garanzia a fronte della


restituzione del credito; in caso di diminuzione della garanzia il bene viene
messo all'asta.

Apertura di credito La garanzia permane fino alla scadenza del termine.


In caso di diminuzione della garanzia il credito viene ridotto.

ESTINZIONE DEL RAPPORTO:

14
Cause di estinzione

Scadenza del termine naturale: Alla scadenza l'anticipato dovr restituire


le somme e la banca il pegno.
Nell'anticipazione bancaria impropria la banca avendo facolt di
disporre dei beni dovr solo restituire la parte eccedente.
Diminuzione del valore per oltre 1/10 non reintegrata, questo pu portare
a:
nell'anticipazione propria: vendita all'asta
nell'anticipazione impropria: poich la banca gi possiede la libera
disponibilit dei beni semplicemente li trattiene fino a concorrenza del
debito.

PEGNO IRREGOLARE

La banca a garanzia di un'anticipazione vincola depositi di denaro, merci o titoli


di cui ha facolt di disporne. Alla scadenza si effettua un meccanismo di
compensazione per cui verranno restituiti beni della stessa qualit che siano
eccedenti al credito.

Differenze con l'anticipazione impropria:


Pegno irregolare possibilit di avere oggetto di pegno anche somme
di denaro. Il contratto di garanzia accessorio a quello di
finanziamento poich pu riguardare anche pi crediti.

Anticipazione impropria il denaro non pu essere oggetto di pegno; la


garanzia elemento costitutivo del rapporto.

FALLIMENTO DELL'ANTICIPATO

Il contratto si scioglie per il fallimento del cliente se il rapporto regolato in


conto corrente.
Si faceva la distinzione a seconda se le rimesse avessero natura ripristinatoria
o solutoria. Con la nuova riforma fallimentare:
Le rimesse possono essere revocate secondo i nuovi termini
Potrebbero essere esenti da revocatoria se seguono il regime delle
rimesse bancarie in conto corrente (quindi se non diminuiscono in
maniera eccessiva il debito) e se estinte in un'unica soluzione in un
rapporto non regolato in conto corrente (in quanto considerate di natura
ripristinatoria)

LO SCONTO ART.1858

Lo sconto il contratto mediante il quale la banca(scontante) anticipa l'importo


di un credito, previa deduzione degli interessi, al fronte della cessione del
credito stesso da parte del cliente(scontatario).

Risponde ad esigenze di liquidit del cliente.


Possibilit per le banche di scontare dei crediti gi scontati. (Risponde ad

15
esigenze di liquidit di banche minori)

La cessione salvo buon fine e costituisce una condizione risolutiva, di


conseguenza il contratto si scioglie e la banca ha diritto di richiedere il
pagamento (fino a quel momento si trattava di debito inesigibile) allo
scontatario e alla restituzione del credito.
Differenza con la clausola salvo buon fine della cessione

Nella cessione la garanzia cessa se la mancata realizzazione


dipesa da insolvenza del cessionario nell'iniziare o proseguire le azioni di
riscossione del debito
Nello sconto basta l'inadempimento del debitore per potersi rivalere
contro lo scontatario.
In entrambi i casi la banca pu agire direttamente contro il debitore
tuttavia quest'ultimo potrebbe poi opporgli tutte le eccezioni che pu opporre
allo scontatario.

Natura giuridica assimilabile ad un contratto di mutuo, di conseguenza


questa la disciplina che si applica.

CARATTERISTICHE:

Contratto reale
Titolo oneroso e a prestazioni corrispettive
Contratto di durata: in quanto la banca si impegna a lasciare a
disposizione del cliente le somme, senza necessit per questo di
utilizzarle completamente

SCONTO CAMBIARIO:
Ha per oggetto lo sconto di titoli cambiari (non ancora scaduti)
E' possibile scontare anche assegni qualora questi siano incassati fuori
piazza. (dunque non sono scaduti per la necessit di un termine per
l'incasso in genere di 4gg)
Rispetto allo sconto ordinario, la banca pu esercitare:
L'azione cartolare: derivante dalla cambiale (sia verso il debitore che
verso lo scontatario) poich il titolo cambiario passa nella propriet
della banca;
L'azione causale: derivante dall'operazione di sconto, che rilevante in
quanto esercitando quest'azione la banca pu evitare i pi severi
adempimenti per esercitare l'azione di regresso e quindi pu
dimostrare semplicemente l'inadempimento.

FIGURE AFFINI CHE PER NON COSTITUISCONO SCONTO CAMBIARIO

Sconto di carta finanziaria: il cliente emette una cambiale a favore della


banca, la quale previo ricevimento di questo titolo ne sconta l'importo.
Non si qualifica come sconto in quanto lo sconto prevede l'esistenza di 3
soggetti, nella cambiale finanziaria ve ne sono solo 2; inoltre il titolo non
trae origine da un rapporto commerciale;
Sconto di ricevute bancarie: la ricevuta consiste in un documento di

16
quietanza da consegnare all'acquirente debitore da parte della banca
attraverso un contratto di mandato. Succede spesso che il cliente-
creditore si faccia anticipare l'importo. Tuttavia non si tratta di un titolo di
credito e di conseguenza l'operazione non qualificabile come sconto.
Sconto di tratte non accettate: La tratta un ordine incondizionato del
creditore/venditore (traente) verso un debitore/acquirente(trattario) di
pagare un determinato importo alla scadenza verso un terzo beneficiare.
Lo sconto di cambiali tratte non si qualifica come sconto vero e proprio
quando manca un accordo in tal senso tra creditore e debitore ovvero
quando la tratta non accettata. Non si tratta di sconto vero e proprio
anche perch manca il nesso cartolare tra banca e trattario.

SCONTO DI TRATTE DOCUMENTATE

La banca che ha scontato tratte documentate ha sulla merce lo stesso


privilegio del mandatario finch il titolo rappresentativo in suo possesso. Le
cambiali tratte prevedono oltre che lo sconto della cambiale anche il mandato
della banca alla consegna dei documenti della merce (necessari all'acquirente)
solo:
dietro accettazione: il trattario accetti la tratta, in modo da configurare
un vero e proprio sconto
dietro pagamento: pagando il debito, la banca sar autorizzata a ricevere
il pagamento in modo del mandato
Data l'esistenza del mandato la banca obbligata a presentare la cambiale al
trattario, mentre nello sconto normale ha semplicemente l'onere di presentarlo
per agire in via di regresso contro il traente.

TRATTA CON CESSIONE DELLA PROVVISTA

La banca si impegna a scontare una cambiale tratta, previa consegna del


trattario oltre che del titolo, anche dei documenti commerciali che attestano il
rapporto traente-trattario, ci consente di verificare l'esistenza dei diritti
derivanti dalla cessione.(questa la differenza con le cambiali tratte non
accettate).
Inoltre prevista la presenza di alcuni requisiti:
contratto di fornitura di merci e non di servizi
la cessione pu essere solo a favore di una banca
notifica della cessione al trattario
La mancanza di uno di questi requisiti rende invalida la clausola di cessione e
quindi il trasferimento del titolo non comporta cessione.

Se il trattario inadempiente la banca deve agire prima nei confronti del


traente(azione causale) e poi nei confronti del trattario (azione cambiaria).

FALLIMENTO DELLO SCONTATARIO

Il fallimento dello scontatario comporta lo scioglimento del rapporto.


Per richiedere il pagamento la banca deve comunque aspettare la scadenza.
La banca ha diritto di trattenere i pagamenti dovuti a cessioni effettuate prima
della dichiarazione di fallimento, anche qualora questi avvengono dopo tale

17
dichiarazione.
Revocabile il rimborso per il mancato pagamento del ceduto; sia
l'eventuale anticipo erogato dalla banca per estinguere dei debiti verso essa.

Opponibilit Vigono le regole per la cessione del credito, quindi la cessione


opponibile solo se stata accettata dal debitore ceduto.

CONTO CORRENTE BANCARIO art.1852-1857

Definizione un accordo a prestare un servizio, consistente in un servizio di


cassa, ossia nel provvedere per conto del cliente su ordini diretti e indiretti a
con le sue disponibilit a pagamenti e riscossioni.

E' utilizzato nei contratti quali anticipazione bancaria e apertura di credito e di


conseguenze prevede delle caratteristiche tecniche applicabili anche a questi
contratti.
Caratteristiche tecniche un rapporto che si sviluppa contabilmente
attraverso un sistema scalare che prevede l'annotazione delle movimentazioni
in colonne AVERE (rimesse) e in DARE (prelevamenti) sommate algebricamente
in una terza colonna che contiene il SALDO volta per volta. A queste
caratteristiche se ne accompagnano altre:
il correntista pu disporre in ogni momento delle somme;
in caso di pluralit di rapporti i saldi si compensano;
in caso di conto cointestato si pu operare congiuntamente o
disgiuntamente;
il cliente pu conferire particolari incarichi alla banca che si configurano
come mandati;
la banca annota direttamente sul conto le spese per la sua tenuta;

Conto corrente ordinario il relativo saldo dopo le movimentazioni


disponibile solo alla chiusura del conto.

NATURA GIURIDICA

La cassazione ritiene questo contratto come un contratto misto, con prevalente


funzione di mandato. Per cui prevale una concezione unitaria del contratto,
anche se si rilevano anche elementi di altri contratti quali quello di deposito.

E' un contratto atipico, in quanto sono regolate solo le operazioni


effettuate sul conto corrente e non il contratto in s;
Contratto consensuale;
Forma scritta pena la nullit;
E' formato da due momenti fondamentali:
Momento gestorio: rappresentato dal conferimento dell'incarico. Viene
regolato dalle norme sul mandato. vi tuttavia una differenza con le
norme del mandato che prevede che le somme escano dal patrimonio
del mandante per confluire in quello del mandatario, cosa che in
questo caso non accade.
Momento costitutivo della provvista: necessario per l'esecuzione.
Viene regolato dalle norme sui depositi bancari.

18
Nessuna incompatibilit data dalla regolazione di questo contratto con norme
sul mandato e sui depositi in quanto il contratto si perfeziona in due momenti
che anche se collegati sono distinti.

SERVIZIO DI CASSA

Le modalit con cui viene movimentato il conto corrente sono quelle che
rientrano nella nozione di servizi di pagamento:
incasso e trasferimento di fondi
trasmissioni o esecuzione di ordini di pagamento
accrediti o addebiti attraverso qualunque modalit
La presenza di molte forme di pagamento prevede che sia il cliente attraverso
atti unilaterali recettizi che si impegni attraverso ordini a indicare le modalit,
queste modalit possono essere:
operazioni per cassa;
emissione di assegni;
bonifici o giroconti;
carte di credito o debito;
Convenzione separata Particolari metodi di movimentazione che devono
essere convenuti attraverso un accordo separato dal contratto di conto
corrente, tra queste rientrano: assegni e carte di credito, acquisto titoli o azioni.

Obblighi della banca la banca obbligata ad eseguire le disposizioni quando


queste risultino dalle consuete operazioni di c/c, pu invece rifiutarsi se
queste derivano da convenzione separata.

Disciplina per i consumatori la banca deve eseguire la disposizione a patto


che non vi sia un giustificato motivo per non farlo, e inoltre ha discrezionalit
per l'esecuzione in mancanza di istruzioni del correntista. La clausola contraria
considerata vessatoria.
CREDITO DOCUMENTARIO

E' un'operazione che la banca pu compiere a favore del correntista soprattutto


nei rapporti internazionali. Si tratta di un'operazione in cui la banca si interpone
tra compratore e venditore nell'esecuzione del contratto di compravendita
impegnandosi, per conto del cliente che abbia precedentemente acquistato
della merce rappresentata da documenti, a pagarne il prezzo al venditore,
direttamente o per tramite di un'altra banca presso la piazza del venditore.
La banca nell'assumersi questa obbligazione pu:
Impegnarsi solo nei confronti del venditore/cliente; nel qual caso si
parla di credito revocabile;
Impegnarsi anche nei confronti del compratore/terzo, nel qual caso
si parla di credito irrevocabile, in cui la banca assume un
obbligazione autonoma;
Nel caso di credito irrevocabile, la banca (opening bank) potrebbe non avere
una succursale sulla piazza del venditore, per questo si rivolge ad un'altra
banca sulla piazza del venditore la quale si qualifica come:
Advising bank: quando si limita a comunicare al venditore la presenza di
un credito a suo favore e a ritirarne i documenti;

19
Confirming bank: quando assume essa stessa un obbligazione verso il
venditore per il pagamento del credito.
Da queste caratteristiche si presumono 3 distinti rapporti:
1) compratore venditore
2) compratore banca
3) banca su piazza venditore che come abbiamo visto pu assumere 2
connotati.

DISPONIBILIT

La banca obbligata ad eseguire le disposizioni del cliente a patto che vi sia la


disponibilit sul conto corrente. La disponibilit pu essere integrata attraverso
le varie forme di deposito: contante, assegno bonifico ecc.
Per quanto riguarda particolari forme, quali ad esempio l'assegno, la
disponibilit assicurata con la clausola salvo incasso cio, a patto che vi sia
l'adempimento del creditore, e non prima che la banca ne abbia effettuato la
verifica. Per questo ad esempio negli assegni si prevede uno scarto tra l'incasso
dell'assegno e l'effettivo accredito.
La clausola salvo incasso ha ruoli diversi a seconda del tipo di conto:
conto corrente ordinario condizione risolutiva, in quanto il titolo di
credito rientra nella disponibilit dell'altro correntista e quindi in caso di
inadempimento necessario fare una risoluzione del predetto
adempimento
conto corrente di corrispondenza essendo applicabili le norme sul
mandato i titoli vengono consegnati alla banca per l'incasso secondo le
norme sul mandato, per questo motivo non divengono di propriet del
correntista se non dopo che la banca abbia verificato l'effettiva
disponibilit del debitore.
L'eventuale libert della banca ad eseguire operazioni senza disponibilit non
comporta una concessione di apertura di credito.
Compensazione possibile solo quando tra la banca ed il correntista esistono
pi rapporti o pi conti. Nel caso di un unico conto non si considera
compensazione ma conguaglio. Considerare operazioni attive e passive
compensazione ha rilevanza nel caso di fallimento, in quanto la compensazione
non soggetta a revocatoria fallimentare.

DILIGENZA E RESPONSABILITA' DELLA BANCA

La banca deve agire secondo la diligenza del buon banchiere e quindi con un
elevato grado di professionalit. In capo alla banca sorgono determinati
obblighi, quali:
Obbligo di informazione: tenuta a rendere note al mandante circostanze
sopravvenute che possono determinare la revoca o modificazione del
mandato. Circostanza che possono essere sopravvenute ma anche
preesistenti ma ignote al momento della stipula.
Obbligo di adeguamento: la banca pu discostarsi dalle disposizioni del
cliente qualora circostanze ignote e non comunicabili in tempo avrebbero
fatto ritenere che lo stesso mandante ne avrebbe data approvazione.
Obbligo di comunicazione: dell'avvenuta esecuzione o sopravvenuta
impossibilit attuato mediante estratto conto

20
Inoltre necessaria una particolare diligenza per tutte le operazioni in
generale fare riferimento agli assegni falsi

SOSTITUZIONE NELL'ESECUZIONE DEGLI INCARICHI

Alla banca data facolt di farsi sostituire per l'esecuzione di ordini in luoghi
nel quale non opera o non ha succursali. La banca dunque autorizzata a farsi
sostituire da un proprio corrispondente anche non bancario e anche senza
autorizzazione del cliente. Art. 1717.
Tuttavia il mandatario(banca) non risponde del sostituto solo quando:
il correntista abbia dato espressa autorizzazione;
quando anche in assenza di autorizzazione la sostituzione si rende
necessaria.
In mancanza di una di queste condizioni la banca risponder dell'operato del
mandatario. Inoltre il sostituto non agisce in virt di un submandato ma di una
sostituzione, di conseguenza il cliente potr agire direttamente contro il
mandatario.

Il conto corrente di regola a firme congiunte, tuttavia si prevede anche la


possibilit di agire disgiuntamente. Nel caso di un saldo passivo tuttavia
prevista una solidariet passiva, la banca potr rivalersi sia sui beni in
comunione, sia sui beni di propriet dei singoli soggetti.

FALLIMENTO DEL CORRENTISTA

La dichiarazione di fallimento comporta l'automatico scioglimento del


contratto, salvo che sia disposto l'esercizio provvisorio dell'impresa. Lo
scioglimento si applica anche alle convenzioni separate stipulate dal correntista
(assegni, carte di credito ecc..), nonch verso tutti i contratti collegati a quello
di conto corrente(apertura di credito o deposito)

Lo scioglimento comporta l'inefficacia di tutti gli atti posti in essere dopo la


dichiarazione di fallimento, quali:
rimesse affluite sul conto ad integrazione di debiti liquidi e inesigibili;
pagamenti effettuati dalla banca dopo la dichiarazione di fallimento.
La revocatoria delle rimesse disciplinata dalla legge 5/2006, gi introdotta
nell'apertura di credito, che prevede nuove condizioni:
riduzione a met del periodo sospetto (1 anno o 6 mesi)
elenco di atti non revocabili;
limitazione alla revocabilit della differenza di quanto richiesto dalla
banca e quanto disponibile al momento della dichiarazione.

21
22