Sei sulla pagina 1di 2

RIASSUNTI DIRITTO SINDACALE

Capitolo 1
Il diritto sindacale viene da sempre inteso come un ramo del pi
ampio DIRITTO DEL LAVORO, che appunto suddiviso in tre parti:
Diritto del rapporto individuale di lavoro;
Diritto della previdenza sociale;
DIRITTO SINDACALE.
Il diritto sindacale regola i fenomeni, gli interessi e i rapporti
giuridici collettivi (quindi si riferisce a gruppi, coalizioni di individui e
comunque ad organizzazioni di interessi professionali, regolandone
le reciproche relazioni di natura contrattuale e politica).
Diritto Sindacale = Relazioni Collettive
Tali relazioni vengono regolate da i sindacati di lavoratori e dalle
associazioni di imprenditori.
Storicamente i sindacati e le contrapposte associazioni di
imprenditori hanno caratterizzato lo sviluppo sociale degli Stati e
delle Nazioni moderni (facendo riferimento al 900), tanto vero
che furono riconosciute dai trattati dellUE. Cronologicamente
parlando gi a partire dallottocento, nel pieno della rivoluzione
industriale, senza che si fossero formate ufficialmente, si iniziarono
a manifestare gli effetti di tali associazioni o gruppi sindacali; per
esempio basti pensare alle condizioni degli operai inglesi che
richiedevano salari maggiori e ore di lavoro minori, rispetto a quelle
a cui erano sottoposti. Grazie, appunto a tali fenomeni associativi e
di lotta al potere delle grandi industrie, che si inizieranno a formare
i sindacati o associazioni collettive di lavoro.
Tecnicamente i sindacati dei lavoratori si inseriscono nei rapporti tra
singolo lavoratore subordinato e singolo imprenditore regolando gli
effetti dellofferta di lavoro.
Sindacato:
tutela
gli
interessi
del
singolo
operaio
(organizzando una coalizione con altri operai) di fronte al
potere forte dellimpresa;
Associazioni di imprenditori: associazionismo di risposta al
collettivismo operaio da parte degli imprenditori.
Ma dalle origini ad oggi, le funzioni e i ruoli dei sindacati (che
regolavano lofferta di lavoro), si sono modificate ed via via

diventate pi complesse, da influenzare non solo le scelte delle


singole imprese, ma anche le politiche di interi governi
(CONCERTAZIONE SOCIALE).
In Italia, la nascita e levoluzione del sistema dei sindacati vanno di
pari passo con la nascita e levoluzione del paese. Tra ottocento e
novecento si inizi ad inserire nel nostro paese tale nuova realt dei
CONTRATTI COLLETTIVI, cio di regole di natura non legislativa ma
contrattuale,
che
svolgevano
la
stessa
funzione
di
regolamentazione astratta (non individuale) e generale (riferita a
pi soggetti).
Passaggio dal contratto individuale al contratto collettivo!!
Nei primi anni del novecento in Italia, quindi, assistiamo a nuovi
fenomeni economici e soprattutto ad un nuovo esuberante
movimento sociale; solo con il periodo fascista si assiste ad un
ridimensionamento di questi nuovi fenomeni sociali quali i sindacati