Sei sulla pagina 1di 3

ISTITUTI SPECIALIZZATI

Gli Istituti Specializzati sono organizzazioni internazionali


di cui si avvalgono le Nazioni Unite per lattuazione del
decentramento funzionale nei settori tecnico, sanitario,
economico, sociale e simili; tale decentramento stato auspicato
durante la conferenza di San Francisco del 1945 nella quale si adott la
Carta delle Nazioni Unite. Sono coordinate dallECOSOC (consiglio
economico e sociale), il quale secondo il Capitolo X della Carta ha il
compito di guidare le azioni delle Nazioni Unite al fine di creare
condizioni di stabilit e benessere fra gli Stati membri per il
mantenimento della pace.
Affinch unorganizzazione internazionale possa acquisire la qualit di
istituto specializzato delle Nazioni Unite deve soddisfare alcuni
requisiti (art. 57 della Carta): anzitutto, deve trattarsi di un ente
intergovernativo fondato su un accordo internazionale; in
secondo luogo, deve svolgere attivit internazionale e avere una
sfera dazione potenzialmente universale dal punto di vista
geografico, in sintonia con quella dellONU; infine, deve svolgere
attivit di carattere settoriale nei campi che lart. 57 della Carta delle
Nazioni Unite indica come rientranti nella cooperazione
internazionale.
La qualifica di Istituto Specializzato non deriva soltanto dalla
promozione degli scopi della Carta delle Nazioni unite; essa
dipendente infatti da un accordo detto di collegamento che
tale organizzazione contrae con lECOSOC, accordo soggetto
allapprovazione della Assemblea Generale delle Nazioni
Unite come sancito dallArt. 63. Il contenuto dellaccordo di
collegamento si ricollega a uno schema tipico che prevede:

1. scambio di rappresentanti
2. osservatori
3. documenti
4. consultazioni in caso di necessit
5. coordinamento dei rispettivi servizi tecnici
6. impegno dell'istituto specializzato a prendere almeno in
esame le raccomandazioni dell'ONU.
Un'altra caratteristica l'applicabilit delle norme della carta che si
occupano degli Istituti e che li sottopongono, entro certi limiti, al
potere di coordinamento e controllo dell'ONU, tanto che l'art. 58
della Carta delle Nazioni Unite abilita l'Assemblea e il
Consiglio economico e sociale ad emanare raccomandazioni
al fine di coordinare i programmi e le attivit degli Istituti
specializzati. Anche gli Istituti specializzati emanano di solito
raccomandazioni, oppure predispongono Progetti di Convenzione.
In alcuni casi emanano, a maggioranza, decisioni vincolanti per gli
Stati membri o decisioni che diventano vincolanti se entro un certo
periodo gli Stati non provvedono a ripudiarle. Queste decisioni
sono inquadrate tra le fonti previste da accordo, cio
dall'accordo istitutivo della relativa organizzazione.
Il valore degli Istituti Specializzati come strumento per favorire lo
sviluppo fu fondamentale negli anni sessanta in relazione al
processo della Decolonizzazione: i nascenti Stati ex coloniali
infatti si avvalsero dellaiuto degli Istituti specializzati per iniziare un
percorso di sviluppo economico, sociale e culturale, anche se la Carta
delle Nazioni Unite non esclude allart. 55 che possa esservi anche un
intervento diretto di terzi nelle materie di competenza di tali istituti,
questo perch le azioni degli istituti devono limitarsi alla
promozione dei valori della Carta.

Gli Istituti specializzati sono attualmente 17, divisi fra i vari


obiettivi che la Carta delle Nazioni Unite si pone allart. 57
(menzionati sopra); fra questi bene ricordarne alcuni:
La FAO, Organizzazione per lalimentazione e lagricoltura, primo
istituto specializzato delle Nazioni Unite che ha la sua sede a Roma,
nata nel 1908 e operativa dal 1945 nel settore delle politiche agricolealimentari;
LILO, Organizzazione Internazionale del Lavoro, preesistente
allONU poich fondata nel 1919 dopo la fine della I guerra mondiale,
con sede a Ginevra e operativa dal 1946 nel settore dellimpiego e della
tutela dei lavoratori;
LIMF, Fondo Monetario Internazionale, istituito con gli accordi di
Bretton Woods del 1944, operativo dal 1945 congiuntamente alla
Banca Mondiale nel settore economico-finanziario;
Il WHO, Organizzazione Mondiale della Salute, fondata nel 1946 e
operativa dal 1948 con sede a Ginevra per adeguare tutti i popoli al
livello pi alto possibile di salute.
LIFAD, il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo, creato nel
1977 con sede a Roma per favorire lo sviluppo agricolo dei Paesi in via
di sviluppo.