Sei sulla pagina 1di 2

EUGENE DELACROIX(1798-1863)

Nato a chareton.sain-maurice il 25 aprile 1798,Delacroix studio al lycee imperial di parigi e fu


allievo di pier narcisse guerin,nello studio del quale conobbe Gericault.
Divenne ben presto il maggiore pittore romantico,distaccandosi dal neoclassicismo.
Del romanticismo la sua arte incarna la malinconia,il desiderio di cambiamento,l'avversione per
l'accademismo,l'impetuosa creativit,esotismo e riferimenti a fatti medioevali.
Michelangelo,Tiziano e Rubens furono i suoi modelli ,ma fu anche profondamente influenzato da
Constable.
Dal Marocco riport bozzzetti e impressioni a cui attinse per tutta la vita.
Da pittore che faceva solo uso di colori terrosi ,divenne un pittore colorista.
Delacroix considerato uno dei primi impressionisti, infatti tutti gli impressionisti proveranno un
indiscusso amore e un'immensa ammirazione per l'artista.

IL DISEGNO
Il disgno di delacroix rapido, immediato e fortemente espressivo.
Significativo il libro di schizzi e appunti nel quale troviamo disegni eseguiti con freschezza e
brevi e acute note.
La coppia dei fogli 26v e 27r mostra a destra(27r) schizzi a penna ombreggiati per mezzo di tratti
paralleli;una linea piu insistita traccia gli spessori di porte e muri.
A sinistra(26v) gli appunti si arricchiscono di colore e di effetti illuministici utilizzando
l'acquerello,che suggerisce le ombre profonde e la forte illuminazione di una calda giornata.

LA BARCA DI DANTE
L'opera tratta dall'8 canto dell'inferno dantesco ove si narra del passaggio dello stige(palude
infernale)nel cui fango sono immersi gli iracondi .la barca pilotata da flegias,il demone
nocchiero,che li sta portando alla citta di dite e indossa un drappo azzurro.
durante la traversata il poeta incontra l'anima di filippo argenti,un fiorentino che vuole rovesciare
la barca.Ogni corpo ha bagliori di luce che lo modellano: Dante allarga le braccia e cerca riparo
presso Virgilio.Tra i dannati c' chi morde la barca, chi si avvicina, chi lotta per salirci.
I nudi vigorosi,trattati con forte chiaroscuro, sono un ricordo di quelli michelangioleschi.
Il gruppo compatto dei personaggi disegna un solido piramidale, mentre le braccia di dante
definiscono la diagonale della tela.
In questo dipinto l'artista mostra i germi della sua ricerca coloristica. Le goccioline d'acqua sul
ventre della giovane donna dannatasulla destra e quelle sotto l'ascella dell'uomo a sinistra sono
formate da pennellate di colori puri.
In delacroix l'unico colore stato diviso nei suoi componenti che sono stati posati direttamente
sulla tela.

LA LIBERTA' CHE GUIDA IL POPOLO


L'opera fu creata nel 1830 per ricordare ed esaltare la lotta per la libert dei parigini, obbligando il
re ad allontanre polignac e a revocare le ordinanze emesse(scioglimento del
parlamento,sospensione della liberta di stampa e modifiche a proprio vantaggio del sistema
elettorale).
Troviamo riferimenti formali alla zstters della medusa di gericault,specie nella composizione
piramidale,nella disposizione dei due uomini in primo piano riversi,fino al particolare realistico e
macabro del calzino sfilato del popolano caduto .
Delacroix ha unito ,forse in maniera populista, le diverse classi sociali:ci sono il popolano,il
militare,il monello,il borghese.
Il fumo degli incendi in secondo piano lasciano immaginare l'esistenza di qualcosa .
Sulle barricate Libert ,una donna dal berretto frigio,seno scoperto e veste antica,incita il popolo
a seguirla che ha nella mano destra il tricolore e nella sinistra un fucile.
Essa viene verso di noi seguita dalla massa degli insorti: un modo per invitare chi guarda a
partecipare.
E' molto probabile che la fonte iconografica a cui Delacroix si rifece per la fanciulla la venere di
milo.
La libert la naturale evoluzione di un ideale femminile eroico ed allegorico raffigurato nella
figura patetica della grecia sulle rovine di missolungi.
La libert costruisce il primo tentavivo di produrre un nudo femminile avente a oggetto un

episodio in epoca contemporanea.Delacroix supero il problema attribuendo una funzione


allegorica alla fanciulla.