Sei sulla pagina 1di 9

Platone

Lo Stato.
Di Laura Profeti Classe IIIF A.S. 2011/2012

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

Lo stato ideale

Lopera la Repubblica ruota intorno al motivo di una comunit perfetta. Essa costituita da tre categorie:
Governanti

Guerrieri

Cittadini

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

Giustizia
Nella comunit perfetta deve regnare la giustizia, condizione fondamentale della nascita e della vita dello Stato. La giustizia si realizza quando ogni categoria di persone svolge la funzione che gli pi congeniale e la svolge nel migliore dei modi.

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

Comunismo platonico
Platone suggerisce leliminazione della propriet privata e la comunanza dei beni per le classi superiori. Queste mirano coloro che detengono il potere; non possedendo alcuna propriet privata, tutto comune e non si pu pi rubare.

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

Degenerazioni dello Stato


Platone consapevole che lo stato ideale non possa esistere. Egli si sofferma sulle degnazioni dello stato nel corso degli anni: -Timocrazia :in cui prevale lelemento ambizioso e la ricerca degli onori; -Oligarchia: fondata sul censo, in cui prevale lamore per il denaro; -Democrazia :generata dalla rivolta dei poveri contro i ricchi, dove prevale la libert e si cerca di dare soddisfazione a ogni appetito; -Tirannide: la peggiore delle forme di stato, in quanto il potere risiede senza freni nelle mani di un singolo, cui mette capo lanarchia democratica.

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

La conoscenza
Solo coloro che sono filosofi possono governare poich possiedono la conoscenza. Platone dice che ci che realmente , assolutamente conoscibile. Perci allessere corrisponde la scienza, al non essere lignoranza, e al divenire l opinione. Cos si avranno quattro gradi del sapere cui corrispondono quattro gradi della realt. La conoscenza sensibile( doxa, opinione) il mondo mutevole formato da: -Congettura (eikasia): immagini delle cose, -Credenza( pstis): cose percepibili con i sensi. La conoscenza razionale( episteme) il mondo immutabile formato da: -Ragione matematica(dianoia): idee matematiche, -Intelligenza:filosofica ( noies): idee valori.

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

La teoria della conoscenza spiegata nel mito della caverna.

30/04/2012

Il mito della caverna racconta, appunto, di una caverna nella quale ci sono degli uomini incatenati, che non possono muoversi e che possono guardare solo davanti a loro. Alle loro spalle c' un muro e oltre quel muro un fuoco. Tra il muro e il fuoco ci sono degli altri uomini che tengono in mano delle forme (cani, gatti, alberi, ecc...). Gli uomini prigionieri vedono le forme proiettate sul muro e credono che ci che vedono sia la realt.A.S. 2011/2012 Lo Stato
Laura Profeti

Ma il filosofo stesso inizia a mettere in discussione tutto e cerca di andare oltre quelle ombre per scoprire la vera realt. Il filosofo quell'uomo che, ormai libero, esce dalla caverna e vede il Sole, che per Platone il simbolo del bene e della verit. Ma, una volta tornato nella caverna, resta accecato dalla luce del Sole e si muove all'interno di essa come un matto, mentre gli altri uomini che conoscono solo delle ombre riescono a muoversi tranquillamente. Il messaggio che Platone vuole darci che il mondo, la vita che viviamo altro non che un'apparenza, un sogno, una proiezione di un mondo diverso, reale, concreto. Ma chiunque arrivi alla conoscenza e cerchi di condividerla con altri destinato a fallire o, addirittura, alla morte, proprio come Socrate che bevve la cicuta dopo esser stato condannato a morte per il semplice fatto di voler liberamente condividere il proprio sapere di non sapere con i giovani di quei tempi.

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato

Condanna dellarte

Platone tratta anche lestetica, disciplina che studia i problemi dellarte e della bellezza. Platone condanna larte per due motivi: 1.Arte come <<imitazione di unimitazione>>, poich riproduce cose ed eventi naturali che a loro volta riproducono le idee. 2. Arte corruttrice degli animi poich incatena lanimo alle passioni rappresentate e raffigura uomini che si lasciano dominare da passioni

30/04/2012

A.S. 2011/2012 Laura Profeti

Lo Stato