Sei sulla pagina 1di 5

IL BISOGNO DI ENERGIA

L’organismo a bisogno di energia.L’energia chimica si


trova nei macronurienti ( glucidi, proteine,lipidi)
contenuti gli alimenti. L’organismo trasofrma l’energia
in calore. Se si conosce l’apporto energetico,cioè la
misura del calore proddotto dall’organismo si può
rsisallire all’energia spesa, cioè il dispendio energetico
ed stabilire il fabbisogno energetico.

L’apporto energetico
I glucidi, lipidi, proteine rappresentano i principali
alimenti calorici, producono energia chimica e calore.
Si può calcolare il potere calorico degli nutrienti per
mezzo di uno strumento chiamata BOMBA
CALORIMETRICA è costruito da una camera isolata
all’interno in presenza di ossigeno si inserisce
l’alimento che si riscalda tramite una scalica elettrica,
il calore si trasmette all’acqua e la variazione di
temperatura indicano le calorie (si ottiene il valore
calorico).
L’unità di misura per la misurazione dell’energia e la
caloria. Ma si usa la kcal.
I valori calorici: fisico,
fisiologico e netto

I valori calorici fisici si ricavano dalla bomba


calorimetrica, i valori calorici fisiologici sono inferiori
rispetto a quelli fisici perché il corpo umano non riesce
ad estrarre tutta l’energia chimica dai nutrienti come
la bomba calorimetrica. Il valore calorico netto deriva
dalla digestione degli alimenti, cioè che non si riesce a
digerire viene espulso sotto forma di feci.
Valore calorico netto
1 grammo di proteine= 4kcal
1 grammo di glucidi= 4kcal
1 grammo di lipidi= 9 kcal
Il coeficente di digeribilità indica quanto un alimento è
digerito

Il dispendio energetico

È l’energia consumata ed è misurata in:


Kcal/die ( per giorno)
Il dispendio energetico è la somma di:
- Il metabolismo di base ( MB)
- termogenesi indotta dalla dieta
_l’attivita fisica
- Situazioni fisiologici particolari ( crescita,
gravidanza e allattamento)

Metabilismo di base

È l’energia che serve all’organismo per svolgere le


funzioni vitali (circolazione,respirazione,attività
celebrale,termoregolazione) di base si basa su 5
condisioni.
-Digiuno ( 12-14 ore)
-Temperatura ambiente ( di 20°)
-Riposo fisico
-Rilassamento psicologico ma sveglio
-No farmaci
Essa rappresenta il 60-70% del dispendio totale

In classe abbiamo calcolato il metabolismo di base con


equazioni di Schofield in base al peso corporeo
14,82xpeso corporeo+486,6=1968 kcal

Calcolo più semplice e più rapido:


MB (uomo)= 1kcal x peso corporeo x 24
MB (donna)= 0.95 x peso corporeo x 24
Termoregolazione: Mantenere costante la temperatura
corporea attraverso i brividi (per la produzzione del
calore), sudurazione, dilatazione dei capillari, respiro
(per la dispersione del calore)

La termogenisi indotta dalla


dieta
(TID)

È il secondo fattore dal dispendio energetico:


dipende dalla digestione dell’alimento ed è in funzione
della quantità e del tipo di alimento mangiato.
Inizia dopo 1 ora dal pasto e ha un picco dopo 2 o 3
ore e rappresenta il 15% del dispendio energetico

DISPENDIO ENERGETICO PER


L’ATTIVITA FISICA
(AF)

È il terzo fattore che incide sul dispendio energetico:


qualsiasi attività che fa consumare energia rispetto
al riposo.
Tra le attività: quelle sportive, semplici movimenti
quotidiani (camminare, salire le scale, fare i lavori
domestici)
Attività lavorative rapressenta il 10% del dispendio
eneregtico