Sei sulla pagina 1di 26

yDomande di Biochimica Anni Precedenti

Sono cofattori o coenzimi del complesso multienzimatico della piruvico deidrogenasi:


● piridossal fosfsato
● difosfotiamina
● acido lipoico
● acido pantenotenico

Il composto:

● è un intermedio del ciclo dell’urea


● è un intermedio del ciclo di Krebs
● è un intermedio della biosintesi dei corpi chetonici
● può essere prodotto dalla chetoglutarico deidrogenasi

I trigliceridi contenuti nei chilomicromi


● possono essere idrolizzati dalla lipotrein lipasi
● costituiscono meno del 55 per cento della massa dei chilomicromi stessi
● contengono prevalentemente acidi grassi di origine alimentare
● vengono assunti dalle cellule dei tesstui extra epatici per endocitosi mediata da recettore

Il trasporto degli acidi grassi attivati, dal citoplasma alla matrice mitocondriale
● è inibito dal malonil coA
● richiede l’attività di 2 acil coA-carnitina aciltransferasi
● richiede l’idrolisi di una molecola di ATP per ogni acido grasso trasportato
● fa aumentare il contenuto di coenzima A dei mitocondri

Una concentrazione ematica di glucosio (e insulina) inferiore al normale determina negli epatociti
● diminuizione della concentrazione citoplasmatica di malonil coA
● aumento della beta ossidazione mitocondriale degli acidi grassi
● aumento della concentrazione citoplasmatica di fruttosio 2,6 bisfosfato

Frai destini metabolici e le funzioni del citrato vi sono


● inibizione del ciclo di Krebs
● sorgente di acetili nel citoplasma per la biosintesi degli acidi grassi
● inibizione della acetil CoA carbossilasi
● attivazione nel citolplasma della 6 fosfofruttochinasi

La biosintesi degli acidi grassi nel citoplasma (partendo da acetil CoA)


● determina la produzione netta di CO2
● prevede almeno una reazione di idrolisi
● ossida NADPH (H+)
● è inibita dal citrato

La biosintesi dei corpi chetonici, a partire da acetil CoA


● consuma una molecolda di atp per molecola di acetoacetato sintetizzata
● diminuisce la disponibilità di CoASH
● aumenta durante il digiuno
● ha luogo esclusivamente nei mitocondri
La beta-idrossi-beta metil glutaril CoA reduttasi
● è l’enzima regolatore della biosintesi degli acidi grassi
● produce CoASH
● produce squalene
● è l’enzima regolatore della biosintesi del colesterolo

Per azione della fosfolipasi A2 sulla fosfatidiletanolammina si ottiene


● etanolammina
● lisofosfatidiletanolammina
● acido grasso
● fosfatidilcolina

A concentrazioni di substrato molto superiori alla Km la velocità di una reazione enzimatica è:


● di 2° ordine rispetto al substrato
● di 1° ordine rispetto al substrato
● di ordine 0 rispetto al substrato
● linearmente dipendente dalla concentrazione di enzima

Quale/i delle seguenti reazioni metaboliche richiede/no ATP:


● glicolisi
● ciclo dell’urea
● biosintesi dell’acido palmitico
● gluconeogenesi

L’ATP regola la velocità della glicolisi


● stimolando la lattico deidrogenasi
● stimolando l’esochinasi
● inibendo la fosfofrutto chinasi
● inibendo la piruvico chinasi

La gluconeogenesi
● contribuisce ad aumentare la glicemia durante il digiunio
● consente di utilizzare alcuni acidi grassi a lunga catena per formare glucosio
● consente di utilizzare lo scheletro carbonioso di alcuni amminoacidi per formare glucosio
● ossida NADPH (H+) citoplasmatico

Il composto

1. è un intermedio della via dei pentosofosfati


2. può formarsi direttamente dal glicogeno per azione della glicogeno fosforilasi
3. può essere utilizzato direttamente dalla glicogeno sintetasi
4. inibisce l’esochinasi

La glicogeno fosforilasi
● è un enzima dimerico
● utilizza ioni fosfato
● agisce alle estremità riducenti delle molecole di glicogeno
● produce glucosio 1 fosfato
La via dei pentoso fosfati
● utilizza almeno un enzima biotina dipendente
● comprende almeno una reazione irreversibile
● genera NADH (H+)
● prevede la rpoduzione netta di CO2

Il bilancio di una rivoluzione del ciclo di Krebs prevede:


● la produzione netta di 2 molecole di CO2
● la produzione netta di una molecola di GTP
● la riduzione di 3 molecole di NAD+
● il consumo netto di un gruppo acetilico

La fosforilazione ossidativa mitocondriale sintetizza l’ATP utilizzando l’energia liberata da


● rientro di protoni nel mitocondrio attraverso la ATP sintetasi
● rientro di ADP nei mitocondri attraverso la ATP sintetasi
● trasferimento diretto di elettroni dalla catena respiratoria alla ATP sintetasi
● trasferimento diretto di ioni fosfato dalla catena respiratoria alla ATP sintetasi

La proteina chinasi cAMP dipendente


● contiene subunità catalitiche e subunità regolatrici
● fosforila l’adenilato ciclasi
● fosforila la calmodulina
● fosforila la fosforilasi chinasi

Le proteine G sono coinvolte nell’azione dei recettori di:


● insulina
● glucagone
● catecolammine
● aldosterone

La caffeina
● interagisce con i fosfolipidi di membrana
● idrolizza il cAMP
● aumenta la concentrazione di cAMP
● agisce sulle fosfodiesterasi

Il radicale NO si genera nelle cellule a partire da


● asparagina
● arginina
● istidina
● metionina

Quale/i dei seguenti enzimi è/sono responsabile/i della regolazione allosterica della sintesi dell’urea
● carbamilfosfato sintetasi extra mitocondriale
● arginasi
● ornitina transcarbamilasi
● arginina succinasi

Il composto
● è un substrato dell’arginasi
● è un substrato dell’arginina-succinato liasi
● è un neurotrasmettitore
● è un intermedio del ciclo dell’urea

La tetradiidrobiopterina
● è uno dei coenzimi derivati dagli acidi folici
● è un coenzima ossidoriduttivo
● È il coenzima della fenilalanina idrossilasi
● È il coenzima della tirosina idrossilasi

La formazione dell’acido urico dai nucleotidi purinici:


● richiede una reazione di fosforo lisi
● è inibita dall’allopurinolo
● è aumentata nella gotta
● utilizza un enzima contenente FAD e Mg

Quale/i dei seguenti processi si svolge/ono interamente o parzialmente nella matrice mitocondriale?
● biosintesi dell’eme
● ciclo dell’urea
● biosintesi dei trigliceridi
● biosintesi dei corpi chetonici

La bilirubina
● viene prodotta nel fegato
● viene trasportata dal fegato alla milza legata all’albumina del siero
● viene secreta con la bile dopo essere stata coniugata a 2 molecole di acido glucuronico
● è un intermedio della sintesi della protoporfirina IX

Quale/i delle seguenti vie metaboliche può/possono utilizzare direttamente intermedi e/o prodotti della via
dei pentosi fosfati?
● biosintesi dei nucleotidi purinici e pirimidinici
● glicolisi
● sintesi del colesterolo
● biosintesi citoplasmatica degli acidi grassi saturi

La formazione dell’acido urico dai nucleotidi purinici


● richiede una reazione di fosforolisi
● è inibita dall’allopurinolo
● è aumentata nella gotta
● utilizza un enzima contenente FAD e Mg

Quale/i dei seguenti processi si svolge/ono interamente o parzialmente nella matrice mitocondriale?
● biosintesi dell’eme
● ciclo dell’urea
● biosintesi dei trigliceridi
● biosintesi dei corpi chetonici

La bilirubina
1. viene prodotta nel fegato
2. viene trasportata dal fegato alla milza legata all’albumina del siero
3. viene secreta (?) con la bile dopo essere stata coniugata a 2 molecole di acido glucuronico
4. è un intermedio della sintesi della protoporfirina IX

Quale/i delle seguenti vie metaboliche può/possono utilizzare direttamente intermedi e/o prodotti della via
dei pentosi fosfati?
● biosintesi dei nucleotidi purinici e pirimidinici
● glicolisi
● sintesi del colesterolo
● biosintesi citoplasmatica degli acidi grassi saturi
La biosintesi “de novo” degli acidi grassi
● prevede almeno una reazione di disidratazione
● produce prevalentemente acido stearico
● prevede almeno una reazione di idrolisi
● prevede almeno una reazione di carbossilazione
La biliverdina
● si forma per azione di una idrossilasi mista NADPH-dipendente
● può essere ossidata a bilirubina
● è un intermedio della sintesi della protoporfirina IX
● viene normalmente coniugata a 2 molecole di acido glucuronico

Nel tessuto adiposo


● la lipasi adipolitica è attivata da una protein-chinasi cAMP dipendente
● l’insulina stimola la sintesi dei trigliceridi
● l’adrenalina fa diminuire il rilascio di glicerolo nel sangue
● gli acidi grassi vengono rilasciati in circolo come VLDL

Sono regolati tramite fosforilazione/de fosforilazione


● l’esochinasi
● la HMGCoA sintetasi
● la glicogeno sintetasi
● la piruvico deidrogenasi

La biosintesi del lattosio


● è modulata dalla α-lattoalbumina
● richiede UDP-galattosio
● richiede glucosio 1-P
● richiede UDP-glucosio

Una deficienza di insulina determina


● aumento delle VLDL
● diminuzione della β-ossidazione degli acidi grassi nel fegato
● aumento della gluconeogenesi nel fegato
● aumento della sintesi dei corpi chetonici nel tessuto adiposo

Il piruvato può
● essere decarbossilato ossidativamente per fornire il substrato alla sintesi citoplasmatica di acidi
grassi
● essere direttamente fosforilato a fosfoenolpiruvico dal GTP mitocondriale
● entrare nei mitocondri e venire carbossilato come prima tappa della gluconeogenesi
● formarsi dalla cisteina

L’assorbimento intestinale del glucosio


● utilizza una proteina carrier in grado di trasportare anche K⁺
● utilizza una proteina carrier in grado di trasportare anche fruttosio
● utilizza una proteina carrier in grado di trasportare anche galattosio
● implica sempre un trasporto contro gradiente di concentrazione

Il trasporto degli acidi grassi attivati attraverso la membrana mitocondriale


● richiede l’idrolisi di ATP
● implica la formazione di un legame estereo tra l’acile e la carnitina
● è stimolato dal malonil CoA
● fa aumentare la concentrazione di CoA SH dentro i mitocondri

La biosintesi del colesterolo


● avviene esclusivamente ad opera di enzimi citoplasmatici
● è modulata dalla concentrazione citoplasmatica di cAMP
● avviene esclusivamente negli epatociti
● non consuma ATP

L’acetilcolina viene liberata


1. da tutte le terminazioni simpatiche
2. alla terminazioni dei neuroni paragangliolari simpatici
3. alla terminazioni dei neuroni paragangliolari parasimpatici
4. alle terminazioni dei motoneuroni

Le proteine G sono accoppiate all’azione dei recettori per


● il glucagone
● le catecolamine
● le LDL
● l’acido retinoico

Il composto H3C-CH2-CO~S-CoA (propionilCoA)


● è un intermedio della biosintesi dei corpi chetonici
● può essere carbossilato a metilmalonilCoA
● può essere convertito in succinilCoA da un enzima Biotina-dipendente
● può formarsi dal catabolismo della metionina

L’isoprene
● è un compsto a 5 atomi di C
● viene utilizzato nella biosintesi del colesterolo
● viene prodotto durante il catabolismo epatico del colesterolo
● viene utilizzato nella biosintesi del dolicolo

La glutammico deidrogenasi
● all’equilibrio favorisce la formazione di acido glutammico
● può utilizzare NAD⁺ o NADP⁺
● catalizza una reazione di deaminazione ossidativa
● è attivata da N-acetilglutammato

La glicogeno fosforilasi del muscolo scheletrico


● catalizza l’idrolisi dei legami alfa 1,4 glicosidici del glicogeno
● possiede uno o più siti allosterici
● viene attivata per fosforilazione di due residui di serina
● possiede la stessa struttura e le stesse modalità di regolazione della glicogeno fosforilasi degli
epatociti

Il glicogeno
● è un polisaccaride a catena ramificata contenente residui di glucosio uniti da legami beta-1,6
glicosidici
● nelle fibre muscolari può raggiungere concentrazioni superiori al 5%
● è una riserva di glucosio utilizzabile solo dopo idrolasi
● durante la digestione viene idrolizzato prevalentemente nello stomaco

La glicolisi produce acido lattico


● nel muscolo scheletrico in anossia
● negli eritriciti
● per prevenire la formazione di acetil Coa
● per rigenerare NAD+
Immettono elettroni nella catena respiratoria mitocondriale a livello del coenzima Q attraverso il FAD
ridotto
● La piruvico deidrogenasi
● La lattico deidrogenasi
● La succinato deidrogenasi
● La glicerolo-3 fosfato deidrogenasi mitocondriale

La fosfofruttochinasi
● usa ATP come substrato
● è inibita dal citrato
● è inibita dall’ATP
● è un regolatore della glicolisi

In una rivoluzione del ciclo di Krebs


● c’è un consumo netto di un gruppo acetilico
● c’è produzione netta di una molecola di citrato
● si genera una molecola di GTP
● vengono prodotte 4 molecole di NAD ridotto

L’ossalacetato
● è un substrato della gluconeogenesi
● può essere trasportato dalla matrice mitocondriale al citoplasma dal trasportatore degli acidi
bicarbossilici
● può formarsi direttamente dall’acido piruvico per azione di un enzima biotina dipendente
● può essere trasformato in acido aspartico ad opera di una transaminasi mitocondriale

Il citrato:
● può essere usato come anticoagulante
● è un inibitore allosterico dell’acetil Coa carbossilari
● può uscire dai mitocondri ed essere scisso dalla citrato liasi
● la sua formula è

Sono ormoni steroidei a 21 atomi di carbonio


● cortisolo
● testosterone
● progesterone
● estradiolo

Quale delle seguenti affermazioni è compatibile con la teoria chemiosmotica della fosforilazione ossidativa?
● La membrana mitocondriale interna è impermeabile ai protoni
● Il trasporto di elettroni attraverso il complesso IV trasferisce protoni
● I disaccoppianti aumentano la permeabilità della membrana mitocondriale interno ai protoni
● La sintesi di ATP espella protoni dalla matrice allo spazio intermembrana

Le proteine ad alta densità (HDL)


● cedono ai tessuti extra-epatici colesterolo esterificato
● vengono immesse nel sangue dal fegato
● scambiano apoproteine con chilomicroni, VLDL, LDL
● cedono colesterolo libero al fegato per azione della lecitina-colesterolo aciltransferasi

Partendo da acetil CoA l’organismo umano è in grado di sintetizzare:


● acido oleico
● acido alfa-linoleico
● acido linoleico
● acido arachidonico

il rilascio di glucosio nel fegato può essere favorito da


● basse concentrazioni di glucosio nel sangue
● adeguata concentrazione di substrati per gluconeogenesi
● glucagone
● insulina
La protein-chinasi C
● fosforila adenilato ciclasi
● è stimolata dalla calmodulina
● è stimolata dall’IP3
● fosforila la glicogeno fosforilasi

Il dolicolo
● è necessario per la produzione delle glicoproteine contenenti glucidi legati a residui di asparagina
● è necessario per la produzione delle glicoproteine contenenti glucidi legati a residui di serina
● è un composto poli-isoprenico
● viene prodotto da una via metabolica che utilizza farnesil-pirofosfato

Il ciclo dell’urea
● si svolga prevalentemente nelle cellule del rene
● utilizza esclusivamente carbamil-fosfato citoplasmatico
● trasforma una molecola di aspartato in una di fumarato per ogni molecola di urea sintetizzata
● richiede ATP

La sintesi del glicogeno da glucosio-6-fosfato richiede


● fosfoglucomutasi
● UTP
● glicogeno fosforilasi
● ATP

Il radicale NO è prodotto da
● cellule endoteliali
● macrofagi
● cellule cardiache
● granulociti neutrofili

Quale dei seguenti ormoni è trasformato nella forma attiva da una reduttasi presente nelle cellule bersaglio
● estradiolo
● testosterone
● progesterone
● aldosterone

Gli “Zn enders”


● sono motivi di struttura secondaria nelle proteine
● possono coordinare lo zinco a 2 cisteine e 2 istidine
● possono coordinare lo zinco a 4 cisteine
● sono contenuti in proteine che legano il DNA

La fosforilazione ossidativa a livello del substrato avviene


● nel mitocondrio
● nel citoplasma solubile
● in entrambi i compartimenti
● in nessuno dei due

Un aumento di concentrazione di ammoniaca nel tessuto nervoso può causare


● aumento della sintesi della glutammina
● aumento della velocità del ciclo di Krebs
● diminuzione della disponibilità di alcuni neurotrasmettitori
● inibizione dell’attività della glutamico deidrogenasi

Quale dei seguenti neurotrasmettitori ha azione inibitrice?


● Glicina
● Glutammato
● GABA
● Noradrenalina

I trasportatori di elettroni della catena respiratoria mitocondriale sono localizzati


● Nella membrana mitocondriale interna
● Sulla faccia interna della membrana esterna
● Nella matrice mitocondriale
● Nello spazio intermembrana

L’insulina
● È un polipeptide che contiene trimetillisina
● È prodotta come pre-ormone avente una sequenza segnale N terminale di 24 amminoacidi
● È prodotta dalle cellule A delle isole di Langherans
● È un eterodimero collegato da due ponti disolfuro

Quale dei seguenti peptidi è un oppiaceo endogeno


● pro-gly-gly-phe
● gly-gly-phe-tyr
● tyr-gly-gly-phe
● tyr-leu-gly-phe

Nella via dei pentoso fosfati il ribulosio-5-p


● Può formarsi da gliceraldeide 3p e da sedoeptulosio 7p tramite una transchetolasi
● Può formarsi da xilulosio 5p per azione di una isomerasi
● Può formarsi per decarbossilazione ossidativa dell’acido 6 fosfogluconico
● Puo’ formarsi dal ribosio 5p per azione di una isomerasi

Il propionil CoA
● Può formarsi dal catabolismo dell’isoleucina
● Si forma durante la degradazione dell’acido fitanico
● Può essere carbossilato a metilmalonil CoA da un enzima contenente tiamina pirofosfato (TPP)
● Può essere carbossilato in una reazione che richiede ATP

Il composto

● È un intermedio della beta ossidazione degli acidi grassi


● È un intermedio della biosintesi degli acidi grassi
● È un substrato della HMGCoAsintetasi
● È un intermedio della biosintesi dei corpi chetonici
Lo squalene
● Si forma per condensazione testa-testa di due molecole di farnesil pirofosfato
● È uno degli intermedi ciclizzati delle biosintesi del colesterolo
● È convertito in lanosterolo da una reazione che ha un intermedio epossidico
● È costituita da 10 unità isopreni che

Le transaminasi
● Sono localizzate esclusivamente nella matrice mitocondriale
● Legano gli intermedi della reazione esclusivamente mediante dei legami idrogeno
● Contengono piridossalfosfato legato ad un residuo di lisina
● Generalmente trasferiscono il gruppo α amminico da un amminoacido a α chetoglutarato o
ossalacetato

Il ciclo dell’urea
● Coinvolge solo enzimi intramitocondriali
● Utilizza carbamoil fosfato intramitocondriale
● Trasforma una molecola di aspartato in una di fumarato per molecola di urea sintetizzata
● Richiede il trasporto di citrullina attraverso la membrana mitocondriale interna

Il recettore insulinico
● È un tetramero di 2 subunità α e 2 β
● È glicosilato nella porzione extracellulare
● Possiede attività tirosin chinasica nella porzione intracellulare
● Può essere auto fosforilato dopo l’interazione con l’insulina

Il radicale NO si genera nelle cellule a partire da


● Lisina
● Metionina
● Istidina
● Arginina

Le proteine G
● Sono complessi trimerici α-β-γ
● Interagiscono con la tossina del vibrione colerico
● Legano il GDP o il GTP
● Possiedono attività GTPasica

La protein chinasi C
● Fosforila il recettore adrenergico
● Interagisce con il diacilglicerolo
● Interagisce con il calcio e i fosfolipidi
● Interagisce con l’estere del forbolo

Nel mitocondrio il NAD+ raccoglie equivalenti riducenti da


● β idrossibutirrato
● glicerolo 1P
● succinato
● malato

le ferro-zolfo proteine associate alle flavo proteine


● contengono in alcuni casi 2 atomi di Fe e 3 di S
● contengono in alcuni casi 4 Fe e 5 S
● contengono centri Fe-S legati alle proteine mediante residui di cisteina
● sono coinvolte in un processo ossido riduttivo che comporta il trasporto di due elettroni per volta

il globulo rosso ricava energia principalmente da


● glicolisi
● ossidazione dei corpi chetonici
● ciclo di krebs
● β ossidazione degli acidi grassi

proprietà caratteristiche della fosforilazione ossidativa mitocondriale


● sono stati identificati ed isolati intermedi ad alta energia
● la fosforilazione ossidativa richiede l’integrità della membrana mitocondriale interna
● la membrana mitocondriale interna è permeabile solo agli ioni H+
● il flusso di elettroni lungo la catena respiratoria provoca espulsione di H+

sono fattori vitamina K dipendenti


● fattore IX
● proteina C
● fattore X
● proteina S

la velocità della glicolisi dipende anche dalle seguenti situazioni


● stato energetico della cellula
● disponibilità di combustibili alternativi
● ambiente interno della cellula (ioni H)
● rapporto glucagone/insulina nel sangue

le seguenti formule si riferiscono a

Nella regolazione della piruvico deidrogenasi sono coinvolti:


● ioni calcio;
● piruvico deidrogenasi chinasi;
● flavinadenindinucleotide;
● acetil-S-CoA;

Il ciclo di Krebs ha un ruolo importante nella sintesi del glucosio. In questo processo sono coinvolti:
● la beta chetoaldolasi;
● l'ATP citrato liasi;
● il citrato;
● la piruvico carbossilasi;

La membrana mitocondriale dispone di trasportatori per le coppie:


● acido ossalacetico-acido malico;
● acido malico-acido citrico;
● ADP-ATP
● acido glutammico-acido aspartico;

il composto

● deriva da UDP glucosio per azione di un enzima contenente NAD+


● è un substrato della lattosio sintetasi
● può essere utilizzato per la sintesi della porzione glucidica delle glicoproteine
● si accumula nelle cellule nervose degli individui affetti da galattosemia

la glicogeno sintetasi
● è inibita allostericamente da concentrazioni fisiologiche di ADP e fosfato;
● può subire un processo di fosforilazione che aumenta l'attività catalitica;
● agisce alle estremità riducenti delle molecole di glicogeno;
● catalizza una reazione per cui deltaG<0;

collegare ciascun enzima della colonna A all'appropriato coenzima della colonna B


A
5. glucosio 6 fosfato deidrogenasi;
6. transchetolasi;
7. gliceraldeide-3-P-deidrogenasi;
8. 6-P-gluconato deidrogenasi;
B
A. NAD+
B. tiamina-pirofosfato;
C.NADP+
D. piridossalfosfato
DI.
Nella via dei pentoso fosfati il ribulosio-5-fosfato:
● può formarsi da gliceraldeide-3-P e sedoeptulosio-7-P per azione della transchetolasi;
● può formarsi da xilulosio-5-P per azione di uno isomerasi;
● può formarsi per decarbossilazione ossidativa dell'acido 6-difosfogluconico;
● può formarsi dal ribosio 5-P per azione di una isomerasi;

Il propionil CoA:
● può formarsi dal catabolismo dell'isoleucina;
● si forma durante la degradazione dell'acido fitanico;
● può essere carbossilato a metilmaionil coA da un enzima contenente tiamina-pirofosfato;
● può essere carbossilato in una reazione che richiede ATP;

Il composto

● è un intermedio della beta ossidazione degli acidi grassi;


● è un intermedio della biosintesi degli acidi grassi
● è un substrati della beta-idrossi- metilglutaril coA sintetasi;
● è un intermedio della biosintesi dei corpi chetonici;
L'acetil coA carbossilasi
● è un enzima citoplasmatico;
● è inibita dal citrato;
● diventa meno attiva quando polimerizza;
● è attivata dal malonil Coa;
I sulfatidi:
● si accumulano nel citoplasma delle cellule nervose se è deficiente l'attività della
esosaminidasi A;
● contengono residui di acido sialico;
● vengono sintetizzati a partire da galattocerebrosidi;
● contengono ceramide;

Lo squalene:
● si forma per condensazione “testa-testa” di due molecole di farnesil-pirofosfato;
● è uno degli intermedi ciclizzati della biosintesi del colesterolo;
● viene convertito in lanosterolo tramite una reazione che prevede un intermedio epossidico;
● è costituito da 10 unità isopreniche;
La cosiddetta “via ciclica” utilizza l'acido arachidonico per la sintesi di:
● HPETE (acidi idroperossieicosatetraenoici)
● prostaglandine;
● prostacicline;
● leucotrieni;
Le transaminasi:
● sono localizzate esclusivamente nella matrice mitocondriale;
● legano gli intermedi della reazione esclusivamente mediante legami idrogeno;
● contengono piridossalfosfato legato ad un residuo di lisina
● generalmente trasferiscono il gruppo alfa-aminico da un aminoacido all'alfa-chetoglutarato o
all'ossalacetato;

Il ciclo dell'urea:
● coinvolge esclusivamente enzimi intramitocondriali
● utilizza carbamoil-fosfato intramitocondriale;
● trasforma una molecola di aspartato in una di fumarato per ogni molecola di urea sintetizzata
● richiede il trasporto di citrullina attraverso la membrana mitocondriale interna

La rodopsina:
● è una proteina intrinseca alla membrana dei dischi retinici;
● lega il retinale ad un residuo argininico;
● è fosforilata dalla protein-chinasi
● interagisce con una fosfodiesterasi;

il cGMP:
● promuove la fosforilazione della rodopsina nei coni e nei bastoncelli retinici;
● mantiene aperto il canale del sodio nei coni e nei bastoncelli retinici;
● promuove la chiusura del canale del sodio nei coni e nei bastoncelli retinici;
● promuove la chiusura del canale del potassio nei coni e nei bastoncelli retinici;

il recettore insulinico
● è un tetramero di 2 subunità alfa ne due beta;
● è glicosilato nella sua porzione extracellulare;
● possiede attività tirosin-chinasica nella porzione intracellulare;
● può essere autofosforilato dopo l'interazione con l'insulina;

gli oncogeni
● sono normali costituenti del genoma umano;
● sono facilmente trasformati in geni che producono crescite maligne;
● spesso producono espressioni di proteine che sono tirosin-chinasi;;
● producono espressione di recettori ormonali nucleari;

il radicale NO si genera nelle cellule a partire da:


● lisina;
● metionina;
● istidina;
● arginina;
le diossigenasi:
● introducono i due atomi della molecola dell'ossigeno nei substrati;
● usano NADH come sorgente di equivalenti riducenti;
● possono usare alfa-chetoglutarato come secondo substrato;
● possono usare il succinato come secondo substrato

le proteine G
● sono complessi trimerici alfa-beta-gamma
● interagiscono con la tossina del vibrione colerico;
● legano il GDP o il GTP;
● posseggono attività GTPasica

la protein-chinasi C
● fosforila il recettore adrenergico;
● interagisce con il diacilglicerolo;
● interagisce con il calcio e i fosfolipidi
● interagisce con l'estere del
PAGINE 19-21
L'acetil-CoA
● può formarsi nel citoplasma dal piruvato
● può formarsi nel citoplasma dal citrato
● può formarsi nei mitocondri per azione della β-chetotiolasi
● può formarsi nei mitocondri per azione della β-idrossi-β-metilglutarilCoA liasi

La piruvato carbossilasi
● catalizza la trasformazione del piruvato in malato
● consuma GTP
● è coinvolta nella trasformazione dell'acido lattico in glucosio-6-P
● si trova esclusivamente nel citoplasma

Il glicerolo-3-P
● può essere ossidato nei mitocondri con produzione di 2 ATP/molecole di glicerolo-3-P
● può essere utilizzato per sintetizzare glucosio-6-P
● è un precursore dei trigliceridi
● può essere ossidato da una deidrogenasi NAD-dipendente

Nel ciclo di Krebs producono NADH


● la succinico deidrogenasi
● la α-chetoglutarato deidrogenasi
● l'isocitrico deidrogenasi
● la fumarasi

La glicogeno sintetasi
● catalizza il trasferimento di un residuo di glucosio dall'UDP-glucosio alla posizione 4 del residuo
terminale non riducente di una molecola di glicogeno
● viene attivata dalla glicogeno sintetasi fosfatasi
● nel fegato viene inibita dal glucosio-6-P
● nel muscolo viene attivata quando la concentrazione citoplasmatica di Ca 2+ aumenta

La lipoproteina lipasi
● è particolarmente abbondante sulla superficie esterna degli epatociti
● viene attivata dalla ApoC-II
● è inattivata nella iperbetalipoproteinemia
● aumenta la sua attività nel miocardio in condizioni di digiuno

Il succinilCoA
● può formarsi per azione della α-chetoglutarico deidrogenasi
● può formarsi per azione della metilmalonilCoA isomerasi
● può condensarsi con la glicina in una reazione catalizzata dalla δ-aminolevulinato sintetasi
● può condensarsi con la citrullina in una reazione catalizzata dalla argininosuccinato sintetasi

La β-ossidazione completa di un AcilCoA


● libera CO2
● prevede l'ossidazione NAD-dipendente di un L(+)-idrossiacilCoA
● prevede l'idratazione di un β-chetoacilCoA
● non richiede CoA-SH

La biosintesi dei corpi chetonici


● ha luogo esclusivamente nei mitocondri degli epatociti
● è stimolata in condizioni di digiuno
● richiede una molecola di ATP per ogni molecola di acetoacetato formata
● è inibita dal malonilCoA
La biosintesi degli acidi grassi
● prevede la formazione di un legame tioestereo tra un malonile e un residuo di cisteina della Acyl
Carrier Protein
● prevede una reazione di disidratazione
● prevede una reazione di idrolisi
● produce acido palmitico

La pepsina
● viene secreta sotto forma di zimogeno
● idrolizza preferenzialmente i legami carboamidici cui partecipa il gruppo carbossilico di aminoacidi
basici
● viene attivata dalla enteropeptidasi
● è una endopeptidasi

Sono aminoacidi essenziali

La glutammico deidrogenasi
● è presente nel citoplasma e nei mitocondri di tutte le cellule
● catalizza una reazione reversibile
● è inibita allostericamente da GTP e ATP
● è attivata allostericamente dall'acido-N-acetil-glutammico

Possono formarsi da specifici aminoacidi per azione di decarbossilasi piridossalfosfato-dipendenti


● l'acido γ-aminobutirrico
● l'etanolammina
● la colina
● la serotonina

Sono intermedi del ciclo dell'urea

La cisteina
● si accumula nel sangue e compare nelle urine dei soggetti affetti da omocistinuria
● può essere trasformata in acido piruvico tramite una reazione di deaminazione non ossidativa
● può reagire con la serina, in presenza di un enzima specifico, per formare cistationina
● è necessaria per la sintesi del glutatione

Il composto
viene prodotto
● nel muscolo scheletrico in anossia
● negli eritrociti
● per prevenire l'accumulo di acetilCoA
● per rigenerare NAD+

Negli individui affetti da deficienza congenita di glucosio-6-fosfato deidrogenasi l'assunzione di determinati


farmaci induce emolisi perché
● determina una carenza di pentoso fosfati
● la concentrazione di NADPH è insufficiente a mantenere il glutatione degli eritrociti allo stato ridotto
● gli eritrociti producono un eccesso di acido 2,3-difosfoglicerico che altera la capacità
dell'emoglobina di legare l'ossogeno
● la glicolisi è inibita e la conseguente carenza di ATP altera l'equilibrio osmotico degli eritrociti

Nella reazione catalizzata dalla α-chetoglutarico deidrogenasi


● gli elettroni vengono trasferiti dal substrato al FAD, poi all'acido lipoico e infine al NAD +
● è coinvolto un coenzima derivante dall'acido pantotenico
● la biotina è coinvolta direttamente nella decarbossilazione del substrato
● il prodotto contiene un legame anidridico ricco di energia

I trigliceridi contenuti nei chilomicroni


● possono essere idrolizzati dalla lipoproteina lipasi
● non possono essere idrolizzati dalla lipasi adipolitica
● costituiscono più dell'80% della massa dei chilomicroni stessi
● normalmente vengono utilizzati solo dagli adipociti

Le transaminasi
● catalizzano reazioni reversibili
● esistono in diverse forme isoenzimatiche
● sono presenti sia nel citoplasma che all'interno dei mitocondri
● sono enzimi la cui biosintesi a livello epatico ed intestinale è stimolata da un eccesso di proteine
dietetiche

La via catabolica che trasforma i nucleotidi purinici in acido urico comprende


● almeno una reazione di deaminazione
● la formazione di H2O2
● almeno una reazione catalizzata da un enzima NAD-dipendente
● almeno una reazione di fosforilazione GTP-dipendente

Il composto

● aumenta di concentrazione quando la concentrazione citoplasmatica di ATP raggiunge valori elevati


● può essere defosforilato in posizione 1 da una fosfatasi
● può essere demolito in due trioso-fosfati dalla transaldolasi
● può formarsi da due trioso-fosfati per azione di un enzima specifico

Sono enzimi regolati mediante fosforilazione e defosforilazione


● la lipasi adipolitica
● la piruvato deidrogenasi
● la glicogeno sintetasi
● β-idrossi-β-metilglutarilCoA reduttasi

Pagine 22-24
Lo squalene
- è costituito da 10 unità isopreniche
- è uno degli intermedi ciclizzati dalla biosintesi del colesterolo
- si forma per condensazione testa-testa di due molecole di farnesil-pirofosfato
- viene convertito in lanosterolo tramite una reazione che prevede un intermedio epossidico
Le seguenti formule si riferscono a:

______________________________ _____________________________

_______________________________ ____________________________

Proprietà caratteristiche della fosforilazione ossidativa mitocondriale:


- il flusso degli elettroni lungo la acatena respiratoria provoca espulsione di H+
- la fosforilazione ossidativa richiede l'integrità della membrana mitocondriale interna
- la membrana mitocondriale interna è permeabile solo agli ioni H+
- sono stati identificati ed isolati intermedi ad alta energia
La glicogene fosforilasi del muscolo scheletrico:
- catalizza l'idrolisi dei legami α-1,4 glicosidici del glicogeno
- possiede uno o più siti allosterici
- possiede la stessa struttura e le stesse modaità di regolazione della glicogeno fosforilasi degli epatociti
Il glicogeno
- è un omopolisaccaride a catena ramificata contenente residui di glucosio uniti da legami β-1,6 glicosidici
- nelle fibre muscolari può raggiungere concentrazioni superiori al 5 %
- durante la digestione viene idrolizzato prevalentemente nello stomaco
Nel ciclo di Krebs liberano CO2 le reazioni catalizzate da
- succinico deidrogensi
- isocitrico deidrogenasi
- enzima malico
- α-chetoglutarico deidrogenasi
La velocità della glicogenolisi nel muscolo scheletrico è stimolata da
- fosforilazione della fosforilasi chinasi
- defosforilazione della fosforilasi da parte di una proteina fosfatasi
- AMP ciclico che agisce come attivatore allosterico della fosforilasi
- aumento della concentrazione citoplasmatica del Ca2+
La glicolisi produce acido lattico:
- nel muscolo scheletrico in anossia
- nelgi eritrociti
- per prevenire la formazione di acetil-CoA
- pe rrigenerare NAD+
L'esochinasi
- si trova solo nei tessuti che contengono glucochinasi
- è inibita dal glucosio-6-fosfato
- ha Km per il glucosio uguale a 1 mM
- esiste in diverse forme isoenzomatiche
La gluconeogenesi
- contribuisce ad aumentare la glicemia durante il digiuno
- consente di utilizzare gli acidi grassi per formare glucosio
- consuma NAD ridotto citoplasmatico
- produce ADP
Immettono elettroni nella catena respiratoria mitocondriale a livello del coenzima Q attraverso il FAD ridotto
- la piruvico deidrogenasi
- la lattico deidrogenasi
- la succinico deidrogenasi
- la glicerolo-3-fosfato deidrogenasi mitocondriale
La fosfofruttochinasi
- usa ATP come substrato
- è inibita dal citrato
- è inibita dall’ATP
- è uno degli enzimi regolatori della glicolisi
L’interconversione aldeide-3-fosfoglicerica fosfodiossiacetone
- è catalizzata da una epimerasi
- richiede la formazione di un enediolo intermedio
- è una delle reazioni della glicolisi sottoposte a controllo allosterico
- all’equilibrio favorisce la formazione di aldeide-3-fosfoglicerica
In una rivoluzione del ciclo di Krebs
- c’è consumo netto di un gruppo acetilico
- c’è produzione netta di una molecola di citrato
- si genera una molecola di GTP
- vengono prodotto 4 molecole di NAD ridotto
L’ossalacetato
- è un substrato della gluconeogenesi
- può essere trasportato dalla matrice mitocondriale al citoplasma dal trasportatore degli acidi bicarbossilici
- può formarsi direttamente dall’acido piruvico per azione di un enzima biotina-dipendente
- può essere trasformato in acido aspartico ad opera di una transaminasi mitocondriale
SARTORI LUCA 25-27
L’alto rapporto insulina/glucagone nel digiuno:
● induce la mobilizzazione degli acidi grassi dal tessuto adiposo
● stimola la β-ossidazione inibendo la produzione di malonil-CoA
● aumenta la concentrazione dei corpi chetonici
● inibisce l’utilizzazione dei corpi chetonici da parte del cervello

Gli acidi grassi polinsaturi:


● non possono essere sintetizzati dall’uomo
● sono importanti nel mantenere la fluidità delle membrane
● sono precursori delle prostaglandine e trombosani
● non possono autoossidarsi

Le funzioni dei vari fosfolipidi:


● una funzione tensioattiva nei polmoni
● attivazione di certi enzimi di membrana
● una funzione detergente della bile
● riconoscimento cellula-cellula

Nella biosintesi del colesterolo:


● il 3-idrossi-3-metil glutaril-CoA (IMG-CoA) è sintetizzato dalla IMG-CoA sintetasi citoplasmatica
● la IMG-CoA reduttasi è la reazione limitante dell’intero processo
● lo stesso enzima porta alla formazione dei corpi chetonici
● il colesterolo assunto con l’alimentazione inibisce la biosintesi del colesterolo

Il colesterolo presente nelle LDL:


● diffonde come colesterolo libero attraverso la membrana cellulare
● sopprime la sintesi del colesterolo inibendo la IMG-CoA reduttasi
● nella cellula è esterificatocon la lecitina ad opera del LCAT
● nella cellula inibisce il legame delle LDL ai recettori

Quale dei seguenti composti può essere presente in un ganglioside:


● uno o più acidi sialici
● glucosio o galattosio
● un ceramide
● un gruppo fosforico

Caratteristiche comuni a tutte le prostaglandine:


● venti atomi di carbonio
● un anello interno
● almeno un doppio legame
● un gruppo perossido sul C-15

Le transaminasi (aminotransferasi):
● di solito necessitano, come uno dei substrati, di glutamina
● richiedono piridossal-fosfato come coenzima
● catalizzano reazioni che portano al consumo o alla produzione netti di aminoacidi
● catalizzano reazioni completamente reversibili

La glutamina:
● l’azoto del gruppo amidico rappresenta una forma non tossica di trasporto dell’ammoniaca
● è la fonte più importante (quantitativamente) dell’ammoniaca presente nelle urine
● partecipa alla biosintesi dell’asparagina
● è un intermedio della biosintesi delle basi puriniche e pirimidiniche
Durante la producione di urea:
● l’acido aspartico fornisce uno degli atomi di azoto dell’urea
● la diminuzione di energia libera è in parte dovuta all’idrolisi di un legame pirofosforico
● viene prodotto acido fumarico
● il deficit genetico di un qualsiasi enzima del ciclo dell’urea può provocare iperammonemia

La glicina:
● viene ossidata ad acido gliossilico da una D-aminoacidoossidasi
● può essere precursore dell’acido ossalico
● non è interconvertibile con la serina
● non partecipa alla biosintesi dell’eme

La lisina come nutriente:


● può essere sostituita dal suo corrispondente α-chetoacido
● viene catabolizzata ad acetoacetil-CoA
● viene metilata dalla S-adenosil-metionina
● è l’unico aminoacido precursore della carnitina

Quale delle seguenti dovrebbe favorire la gluconeogenesi nella fase di digiuno:


● stimolazione della piruvico chinasi da fruttosio-1,6-P
● inibizione dell’acetil-CoA carbossilasi da acil-CoA
● inibizione della palmitoil-carnitina transferasi da malonil-CoA
● attivazione della piruvico carbossilasi da acetil-CoA

La seguente sostanza:

è un agonista α-adrenergico
è un inibitore della neurotrasmissione da serotonina
è un agonista della neurotrasmissione GABA
non interviene nella neurotrasmissione

Questo composto:

● inibisce la pompa del calcio della membrana plasmatica


● inibisce la calmodulina
● inibisce l’adenilato ciclasi
● inibisce i canali del calcio della membrana plasmatica

PAGINE 28-31
Sono amminoacidi glucogenici:
-la prolina
-la cisteina
-la fenilalanina
-l’acido aspartico
Una deficienza di tetraidrobiopterina, o un suo alterato metabolismo, è in grado di alterare
-la biosintesi di un neurotrasmettitore
-il catabolismo della metionina
-la biosintesi della tirosina
-il catabolismo degli aminoacidi a catena ramificata
Nella biosintesi dell’urea
-il rifornimento di carbamilfosfato è regolato dalla concentrazione intramitocondriale di N-acetil
glutammato
-l’immediato precursore dell’urea è l’ornitina
-la sintesi di una molecola di carbamilfosfato richiede una molecola di anidride carbonica, una molecola di
ATP ed una di ammoniaca
-si forma acido succinico
Le transaminasi
-catalizzano reazioni irreversibili
-sono enzimi piridossalfosfato-dipendenti
-sono presenti sia nel citoplasma che all’interno dei mitocondri
-possiedono un’affinità molto elevata per quasi tutti gli aminoacidi
(Domanda su agonisti acetilcolina saltata)
L’acetilcolina viene liberata
-a tutte le terminazioni simpatiche
-alle terminazioni dei neuroni preganglionari simpatici
-alle terminazioni dei neuroni preganglionari parasimpatici
-alle terminazioni dei motoneuroni
Le proteine G sono accoppiate all’azione dei recettori per
-il glucagone
-le catecolammine
-le LDL
-l’acido retinoico
Un difetto congenito di fenilalanina idrossilasi causa
-elevate concentrazioni di fenilalaninanel sangue
-eliminazione di acido fenilpiruvico, fenillattico e fenilacetico con le urine
-depigmentazione della pelle, dell’iride e dei capelli
-eliminazione di elevate quantità di acido omogentisinico con le urine
Una deficienza di insulina, o un difetto della sua azione, determina
-aumento delle VLDL
-diminuzione della beta-ossidazione degli acidi grassi nel fegato
-aumento della gluconeogenesi nel fegato
-aumento della sintesi dei corpi chetonici nel tessuto adiposo
Il piruvato può
-essere decarbossilato ossidativamente per fornire il substrato alla sintesi citoplasmatica di acidi grassi
-essere direttamente fosforilato a fosfoenolpiruvato dal GTP mitocondriale
-entrare nei mitocondri e venire carbossilato come prima tappa della gluconeogenesi
Il composto

-contiene un legame ricco di energia


-è un intermedio della glicolisi
-è particolarmente abbondante nella glicolisi
-è un cofattore della fosfogliceromutasi
L’assorbimento intestinale del glucosio
-utilizza una proteina carrier in grado di trasportare anche ioni K+
-utilizza una proteina carrier in grado di trasportare anche il fruttosio
-implica sempre un trasporto contro gradiente di concentrazione
-utilizza una proteina carrier in grado di trasportare anche il galattosio
La glucochinasi
-è inibita dal glucosio-6-P
-può formare glucosio-1-P
-ha per il glucosio una Km minore di 1mM
-è presente in tutti i tessuti che contengono glucosio-6-P fosfatasi
Il trasporto degli acidi grassi attivati attraverso la membrana mitocondriale interna
-richiede l’idrolisi di ATP
-implica la formazione di un legame estereo tra l’acile e la carnitina
-è stimolato da malonil-CoA
-fa aumentare la concentrazione di CoASH all’interno dei mitocondri
La biosintesi del colesterolo
-avviene esclusivamente ad opera di enzimi citoplasmatici
-è modulata dalla concentrazione citoplasmatica di cAMP
-avviene esclusivamente negli epatociti
-non consuma ATP
Il citrato
-può uscire dai mitocondri ad essere convertito in acetilCoA e ossalacetato dalla citrato liasi
-può essere usato come anticoaugulante
-è un inibitore allosterico della acetilCoA carbossilasi
-ha la seguente formula:

La glicolisi
-viene utilizzata nel processo di conversione dei glucidi in triglicerigi di deposito
-richiede ATP
-determina la riduzione di una molecola di FAD per molecola di piruvato prodotta
-comprende una reazione di disidratazione
Sono intermedi del ciclo dei pentoso fosfati

Vedere
La beta-ossidazione degli acidi grassi
-è catalizzata da un complesso multi enzimatico
-può produrre proprionil-CoA
-prevede la formazione di “___sdeidroacilCoA intermedio
-riduce una molecola di FAD per ogni molecola di acido grasso ossidata
L’uridindifosfoglucosio
-può formarsi dall’uridindifosfogalattosio per azione di uno specifico enzima
-viene utilizzato nella sintesi dell’acido glucuronico
-può formarsi da glucosio-1-P e UTP per azione di uno specifico enzima
-viene utilizzato nella glicogeno sintesi
La biosintesi de novo degli acidi grassi richiede
-malonilCoa -NADP+
-difosfotiamina -carnitina
Il composto

-è un aminoacido chetogenico
-è un intermedio del ciclo dell’urea
-è una delle principali forme di detossificazione dell’ammoniaca nel tessuto nervoso
-non è suscettibile di transaminazione
PAG. 35-37 (Fabio Pivetta)

La piruvato carbossilasi:
● catalizza la trasformazione del piruvato in malato
● consuma GTP
● è coinvolta nella trasformazione dell'acido lattico in glucosio-6-P
● si trova esclusivamente nel citoplasma

La β-ossidazione completa di un acilCoA:


● libera CO2
● prevede l'ossidazione NAD-dipendente di un L(+)-idrossiacilCoA
● prevede l'idratazione di un β-chetoacilCoA
● non richiede CoA-SH

La pepsina:
● viene secreta sotto forma di zimogeno
● idrolizza preferenzialmente i legami carboamidici cui partecipa il gruppo carbossilico di
aminoacidi basici
● viene attivata dalla enteropeptidasi
● è una endopeptidasi

Nella reazione catalizzata dalla α-chetoglutarico deidrogenasi:


● gli elettroni vengono trasferiti dal substrato al FAD, poi all'acido lipoico e infine al NAD+
● è coinvolto un coenzima derivante dall'acido pantotenico
● la biotina è coinvolta direttamente nella decarbossilazione del substrato
● il prodotto contiene un legame anidridico ricco di energia

Il succinilCoA:
● può formarsi per azione della α-chetoglutarico deidrogenasi
● può formarsi per azione della metilmalonilCoA isomerasi
● può condensarsi con la glicina in una reazione catalizzata dalla δ-aminolevulinato sintetasi
● può condensarsi con la citrullina in una reazione catalizzata dall'arginosuccinato sintetasi

La biosintesi dei corpi chetonici:


● ha luogo esclusivamente nei mitocondri degli epatociti
● è stimolata in condizioni di digiuno
● richiede una molecola di ATP per molecola di acetoacetato formata
● è inibita dal malonilCoA

Sono intermedi del ciclo dell'urea:

I trigliceridi contenuti nei chilomicroni:


● possono essere idrolizzati dalla lipoproteina lipasi
● non possono essere idrolizzati dalla lipasi adipolitica
● costituiscono più dell'80% della massa dei chilomicroni stessi
● normalmente vengono utilizzati solo dagli epatociti

La biosintesi degli acidi grassi:


● prevede la formazione di un legame tioestereo tra un malonile ed un residuo di cisteina della
Acyl Carrier Protein
● prevede una reazione di disidratazione
● prevede una reazione di idrolisi
● produce acido palmitico

La via catabolica che trasforma i nucleotidi purinici in acido urico comprende:


● almeno una reazione di deaminazione
● la formazione di H2O2
● almeno una reazione catalizzata da un enzima NAD-dipendente
● almeno una reazione di fosforilazione GTP-dipendente

L'acetilCoA
● può trasformarsi nel citoplasma dal piruvato
● può formarsi nel citoplasma dal citrato
● può formarsi nei mitocondri per azione della β-chetotiolasi
● può formarsi nei mitocondri per azione della β-idrossi- β-metilglutarilCoA liasi

Sono aminoacidi essenziali:

Il composto CH2-CHOH-COOH viene prodotto:


● nel muscolo scheletrico in anossia
● per prevenire l'accumulo di acetilCoA
● negli eritrociti
● per rigenerare NAD+

La glutammico deidrogenasi:
● è presente nel citoplasma e nei mitocondri di tutte le cellule
● catalizza una reazione reversibile
● è inibita allostericamente da GTP e ATP
● è attivata allostericamente dall'acido N-acetil-glutammico

La biosintesi delle sfingomieline:


● richiede CDP-colina
● libera CoA-SH
● richiede due molecole di acilCoA per molecola di sfingomielina formata
● richiede UDP-galattosio

Possono formarsi da specifici aminoacidi per azione di decarbossilasi piridossal-fosfato dipendenti:


● l'acido γ-aminobutirrico
● la colina
● l'etanolammina
● la serotonina

La glicogeno sintetasi:
● può subire un processo di fosforilazione che ne aumenta l'attività catalitica
● è inibita allostericamente da concentrazioni fisiologiche di ADP e P i
● agisce alle estremità riducenti delle molecole di glicogeno
● catalizza una reazione per la quale ΔG'°<0

Il recettore insulinico:
● può essere autofosforilato dopo interazione con l'insulina
● possiede attività tirosin-chinasica nella porzione intracellulare
● è un tetramero di 2 subunità α e 2 subunità β
● è glicosilato nella sua porzione extracellulare

Le diossigenasi:
● introducono i due atomi della molecola dell'ossigeno nei substrati
● possono usare il succinato come secondo substrato
● usano NADH come sorgente di equivalenti riducenti
● possono usare l'α-chetoglutarato come secondo substrato

La renina:
● è una proteina che deriva da un precursore inattivo
● è un enzima proteolitico
● è prodotta dalle cellule surrenali
● è prodotta in risposta al calo della pressione sanguigna

La membrana mitocondriale interna dispone di trasportatori per le coppie:


● acido malico / acido citrico
● acido ossalacetico / acido malico
● ADP / ATP
● acido glutammico / acido aspartico

Il composto CH3-CO-CH2-CO~SCoA:
● è un intermedio della β-ossidazione degli acidi grassi
● è un intermedio della biosintesi dei corpi chetonici
● è un intermedio della biosintesi degli acidi grassi
● è un substrato della β-idrossi-β-metilglutarilCoA sintetasi

Sono fattori K-dipendenti:


● la proteina C
● la proteina S
● il fattore IX
● il fattore X

La velocità della glicolisi dipende anche dalle seguenti situazioni:


● disponibilità di combustibili alternativi
● stato energetico della cellula
● rapporto glucagone/insulina nel sangue
● ambiente interno della cellula (ioni idrogeno)

Nella via dei pentoso fosfati il ribulosio-5-P:


● può formarsi dal ribosio-5-P per azione di una isomerasi
● può formarsi da gliceraldeide-3-P e sedoeptulosio-7-P per azione della transchetolasi
● può formarsi per decarbossilazione ossidativa dell'acido 6-fosfogluconico
● può formarsi da xilulosio-5-P per azione di una isomerasi