Sei sulla pagina 1di 2

APPUNTI DI ORCHESTRAZIONE

Orchestrazione di Ravel:

Essenzialit

Omogeneit timbrica

I bassi vengono usati con parsimonia

Impasto (o alone) con delle note pedale affidate a strumenti non invadenti come clarinetti o
corni, o flauti nel registro basso

Lorchestrazione di Ravel una svolta rispetto ad orchestratori precedenti, o anche contemporanei,


come Debussy (che ha unorchestrazione pi affine a quella romantica).

Le caratteristiche dellorchestrazione romantica sono:

Una densit orchestrale enorme; proliferazione di situazioni armonico-timbriche-coloristiche anche


sovrapposte

Una grande massa orchestrale

Debussy si aggancia a questo tipo di orchestrazione; linnovazione nel suo caso stata quella di
catturare la tavolozza romantica e riuscendo a distillare diversi colori.

Con Ravel inizia una concezione opposta dellorchestrazione, che porter alla concezione
neoclassica. Escluso il primo Stravinskj, si assiste in tutti i compositori una sintesi e
unasciugamento della massa orchestrale, con un utilizzo molto pi controllato dei colori e delle
disposizioni orchestrali.

Difficile inquadrare Mahler dal punto di vista dellorchestrazione. Spesso usa lorchestra alla
Strauss, come una macchina da guerra. Spesso per, allinterno dei suoi lavori si trovano
situazioni di somma di vari ensemble pi piccoli, sguarniti dellorchestra. Mahler agisce in questa
maniera perch sa che la continuit di eccesso di suono crea saturazione allorecchio; quindi saper
dosare le quantit e le qualit di suono una strategia fondamentale.

Cose a cui fare attenzione quando si orchestra

Utilizzo degli ambiti: bisogna conoscere bene i registri dei vari strumenti. Non mettere in difficolt
lorchestra, non tanto con il numero di note, ma con il tipo di raddoppi: ad esempio raddoppiare
allunisono flauto e violini primi nella regione acuta pericoloso per lintonazione. Unisoni e
raddoppi fatti fra strumenti tagliati in tonalit diverse, soprattutto nellultima ottava in acuto, sono
molto difficili da intonare (ad esempio clarinetto e oboe). Meglio anche mantenere
nellorchestrazione la gerarchia dei fiati: ad esempio mettere gli oboi sopra i flauti non funziona
bene, perch crea una opacizzazione del suono, per un problema di armonici.

Far suonare le viole o i violoncelli sopra i violini, si pu fare per esigenze di tensione espressiva,
che diventa molto maggiore nel registro acuto degli strumenti.
Attenzione a dare la giusta rilevanza alle percussioni; da Haydn in poi, le percussioni sono
fondamentali in orchestra (timpani). Il timpano ha una funzione fondamentale: uno strumento che
ha una funzione di raccordo e di creazione di amalgama importantissima, perch uno strumento
che ha molti armonici che si fondono con tutti gli armonici dellorchestra. I timpani hanno un ruolo
quasi da vicedirettore dorchestra; gli archi tendono ad avere un attacco ritardato, mentre i fiati
hanno un attacco diretto del suono; il timpano ha un attacco precisissimo, e nei momenti di grande
forza orchestrale, il timpano fondamentale perch deve fare da unione tra tutti gli attacchi
orchestrali, fare da collante tra la minore reattivit degli archi e la maggiore reattivit dei fiati.

Potrebbero piacerti anche