Sei sulla pagina 1di 2

L a

f ig ura di L a ura t ra re a lt e f inz io ne po e t ic a


Chi fosse Laura lo possiamo sapere solt ant o dal Pet rarc a st esso. Ma
veniamo a sapere molt o poc o sulla sua vera esist enza.
Nel C anzo nie re esist e un unic o passo in c ui il poet a dic e
apert ament e il suo nome (n. 3 3 2 , v. 5 0 ). Le alt re volt e quest o
nasc ost o in g ioc hi di parole. A nc he in t ut t o il suo epist olario il nome
c ompare solt ant o una volt a, e anzi nella forma lat inizzat a Laurea
(Fam iliare s , II, 9 ). Quando il poet a apprese la not izia della mort e di
lei, la riport c on l'esat t a indic azione della dat a nel suo c odic e di
V irg ilio, c ome aveva fat t o anc he per alt ri avveniment i c he lo
rig uardavano personalment e. A c c ant o alla dat a della mort e (6 aprile
1 3 4 8 ) seg nat a la dat a del primo inc ont ro (6 aprile 1 3 2 7 ) ed eg li
parla della c ert ezza c he la sua anima c ome dic e anc he S enec a di
S c ipione A fric ano sia t ornat a in c ielo, da dove essa g iunt a. [ . . . ]
Il C anzo nie re st esso c ont iene alt re dat e. Esse indic ano
rispet t ivament e g li anni t rasc orsi dall'inc ont ro ad A vig none sino alla
mort e della donna; sono vent uno, e dalla mort e in poi alt ri diec i;
un'ult ima dat a (sonet t o n. 3 3 6 ) d anc ora una volt a l'anno, il g iorno
e l'ora della mort e. V ag hi ac c enni a Laura sono c ont enut i anc he in
alc une poesie lat ine. La t erza part e del S e c re t um si oc c upa invec e
det t ag liat ament e di lei, ma c omunque solo per quant o rig uarda
l'amore del poet a e il sent iment o di c olpa di quest o amore c he il
Pet rarc a non c ess mai di c ant are.
t ut t o: nome, luog o e dat a dell'inc ont ro, luog o e dat a della mort e,
durat a del sent iment o amoroso per Laura. Gi dopo il 1 3 3 0 l'amic o
e prot et t ore del Pet rarc a, Giac omo Colonna, ha dei dubbi sulla reale
esist enza di Laura. Rit iene le poesie d'amore invent at e e i sospiri del
Pet rarc a simulat i (f ic t a c arm ina; s im ulat a s us piria). Per lo meno
quest o quant o si apprende dalla let t era di rispost a del poet a. La
rispost a st essa pat et ic a, elusiva e non dic e nulla di c onc ret o. Il mio
pallore e le mie sofferenze, c os vi leg g iamo, t est imoniano a
suffic ienza il mio amore, poic h c ome si pot rebbe fing ere simili
c ose? (Fam iliare s , II, 9 ).

[ . . . ] Nessuna font e c ont emporanea o post eriore dic e di Laura c on


mag g ior fondat ezza qualc osa di diverso da quello c he il Pet rarc a
st esso disse. [ . . . ]
Non c ' t ut t avia alc un mot ivo valido c he sping a a neg are l'esist enza
reale di Laura. A bbiamo per og ni rag ione per separare le sit uazioni
c ant at e nel C anzo nie re da avveniment i reali, e olt re a c i di
dubit are c he la donna del poet a si c hiamasse Laura nonost ant e sia
st at a ac c ert at a la frequenza di t ale nome nella Provenza del t empo.
La st oria di Laura non nient 'alt ro c he quella c he si manifest a a noi:
la st oria int eriore di un amant e. Come quest a, anc h'essa t rova la sua
realt solo nella poesia. Da un minimo di fat t i, c he possono anc he
essere ac c adut i - l'inc ont ro, la mort e -, il C anzo nie re c rea un
massimo di avveniment i spirit uali.
da H. Friedric h, Epo c he de lla liric a it aliana, vol. 1 , Milano, Mursia,
1964