Sei sulla pagina 1di 2

Scrivere unintervista

SCRIVERE UNA INTERVISTA


Lintervista
Lintervista una conversazione, uno scambio
di domande e risposte tra un giornalista e una
persona le cui dichiarazioni sono destinate ad
essere diffuse pubblicamente attraverso la
stampa la radio e simili.
Lintervista ha lo scopo di allargare a una base
pi ampia una conoscenza specialistica,
teorica o diretta. Se effettuata correttamente
ha un elevato potere conoscitivo.
Pu essere utilizzata:
per sondare il parere di chi compie atti di
interesse pubblico
per conoscere la testimonianza di chi ha
assistito a un fatto di cronaca
per ricevere il parere scientifico tecnico o
storico su un fatto o su una scoperta
per sondare lopinione della gente comune
Caratteristiche dellintervista
si basa su poche e semplici regole tese a far
emergere lopinione dellinterlocutore:

fare domande brevi chiare e precise


non replicare
non commentare
non contestare lintervistato
assicurarsi che ogni domanda contenga un
argomento

Lintervista preceduta da una premessa che


introduce largomento e che pu contenere e
osservazioni dellintervistatore.
Deve essere rielaborata dal giornalista che
talvolta pu non ripetere le esatte parole
dellintervistato, ma deve renderne fedelmente

il senso e, quando opportuno, anche lo stile


linguistico
Nella trascrizione dellintervista si va a capo a
ogni domanda e risposta; le domande
possono essere scritte in grassetto, le
virgolette possono essere usate soltanto nelle
risposte.
Possiamo distinguere due tipi di intervista:
lintervista personale che si focalizza sulla
personalit dellintervistato e sulla sua
storia;
lintervista tematica che riguarda un
argomento specifico di cui lintervistato
esperto o un testimone privilegiato.

Scrivere unintervista
Lintervista
impossibile

immaginaria

intervista

Un particolare tipo di intervista la cosiddetta


intervista immaginaria, cio lintervista a un
personaggio storico, non pi vivente o
addirittura molto lontano nel passato.

Come si procede
Raccogliere le idee intorno all'argomento
dato (si pu procedere con la tecnica del
brain storming appuntando su un foglio
tutto quello che sembra essere attinente al
tema).

Caratteristiche dellintervista immaginaria:


lo scopo di solito letterario, storico,
divulgativo o didattico
chi formula le domande e chi d le risposte
sono la stessa persona
di solito un intervista tematica che tuttavia
non trascura domande tese a far emergere
la personalit dellintervistato e il contesto
storico in cui si intrecciano le vicende della
sua vita.

Individuare i punti che si considerano


essenziali e disporli secondo un ordine
logico ( la cosiddetta scaletta).

Lintervista 'impossibile" riguarda personaggi


storici (ma potrebbero essere anche
appartenenti al mito o alla letteratura, per
esempio Ulisse, Re Art, Don Abbondio) con i
quali non si pu ovviamente pensare di avere
un incontro diretto. Ma unintervista
immaginaria pu avere come protagonista
anche un personaggio di attualit (posso
immaginare un incontro con il presidente degli
Stati Uniti, con lo scrittore che ha ricevuto il
Premio Nobel per la letteratura oppure
semplicemente con qualcuno che stato
testimone di un evento).

Stendere
l'intervista
immaginaria
rispettando le stesse regole di quella
giornalistica (domande brevi, ritmo
abbastanza serrato, annotazioni ambientali
e psicologiche per completare il quadro
ecc.) e cercando di fare emergere
dall'alternanza delle domande e delle
risposte i punti dell'argomento che si
considerano centrali e il proprio giudizio su
di essi.

In tutti i casi deve valere il presupposto


fondamentale di ogni intervista e cio la
conoscenza dell'intervistatore intorno ai fatti di
cui si parla. Dunque un argomento di storia, di
letteratura o di attualit, riguardo al quale
possediamo unadeguata informazione, pu
essere svolto anche in forma di intervista.

Scegliere un punto di vista dal quale


trattare il tema assegnato e in base a
quello delineare la figura dell'intervistato.
Scegliere la figura dell'intervistatore che
pu coincidere con quella di chi scrive (e
rappresentarne quindi il pensiero) o essere
a sua volta un personaggio di fantasia