Sei sulla pagina 1di 56

FONTI ALTERNATIVE E RINNOVABILI

m.martari

PREMESSA CON QUESTA PRESENTAZIONE TROVERETE MOLTE RAFFIGURAZIONI DI IMPIANTI E DISEGNI DEI PRINCIPALI SISTEMI DI SFRUTTAMENTO DELLENERGIA RINNOVABILE , CONTRARIAMETE A QUANTO SI TROVA IN INTERNET , DOVE CENTINAIA DI SITI SONO, SULLARGOMENTO, MOLTO DESCRITTIVI E CHI VI LEGGE NON HA BEN CHIARA NE LA LOGICA DEL LORO SFRUTTAMENTO NE CONSEGUENTEMENTE LOTTENIMENTO DELLENERGIA RICHIESTA. SPERO CON QUESTO DI CHIARIRE ALLE PERSONE , NON DEL SETTORE, DI AVERE UN IDEA DELLE INNUMEREVOLI POSSIBILITA DI OTTENERE ENERGIA DA ELEMENTI CHE SONO DISPONIBILI TUTTO LANNO E CHE CI ACCOMPAGNANO DELLA VITA QUOTIDIANA, E DI RAGIONARE E PENSARE ALLO SPERPERO CHE NOI ATTUIAMO NELLA LOGICA DEL CONSUMISMO E DI INTERESSI PRIVATI ANZICHE GUARDARE A QUELLI DELLA COLLETTIVITA.

m.martari

E raffigurata una curva teorica nellevoluzione della produzione estrattiva di qualunque risorsa mineraria, incluso il petrolio, esauribile o fisicamente limitata. Inizio esaurimento ma con ancora prelievi abbondanti Situazione estrattiva attuale del gas naturale

Picco di Hubert

Picco nellestrazione e declino Situazione estrattiva attuale del petrolio

Espansione rapida dellestrazione con asportazione abbondante della risorsa

Declino estrattivo finale

m.martari

1900

1950

2000

2050

2100

FONTI RINNOVABILI

LENERGIA SOLARE E LA FONTE PRIMARIA ED INESAURIBILE DI ENERGIA DISPONIBILE SU TUTTO IL PIANETA TERRA. OGNI ANNO IL SOLE IRRADIA ENERGIA SULLA TERRA PARI A 19.000 MILIARDI DI T.E.P. (TONNELLATE EQUIVALENTI DI PETROLIO) LA DOMANDA DI ENERGIA NEL MONDO E DI CIRCA 8 MILIARDI DI T.E.P. IN ITALIA ANNUALMENTE SI RICHIEDONO 8 MILIONI DI T.E.P.

m.martari

FONTI RINNOVABILI
T.E.P. ( Tonnellate Equivalenti di Petrolio)

19 Miliardi Irradiazione di energia sulla terra

8 Miliardi La domanda di energia del mondo

8 Milioni Fabbisogno di energia annua in Italia

m.martari

FONTI ALTERNATIVE E RINNOVABILI


FONTI ALTERNATIVE SONO QUELLE FONTI , NON RINNOVABILI, ALTERNATIVE AGLI IDROCARBURI ( PETROLIO E DERIVATI , CARBONE , GAS NATURALE). FONTI RINNOVABILI PERCH SI RINNOVANO IN TEMPI BREVI SONO INESAURIBILI SONO PRESENTI SU TUTTO IL PIANETA TERRA HANNO UN IMPATTO AMBIENTALE RIDOTTO

NUCLEARE IDROGENO
m.martari 6

FONTI RINNOVABILI

FONTI RINNOVABILI SI POSSONO DEFINIRE FONTI RINNOVABILI QUELLE FONTI DI ENERGIA CHE DIFFERENTEMENTE AI COMBUSTIBILI FOSSILI E QUELLI DERIVATI DAL PETROLIO, POSSONO ESSERE CONSIDERATE INESAURIBILI PER LA LORO CONTINUA RIGENERAZIONE. SONO QUELLE ENERGIE CHE PERMETTONO LO SVILUPPO SOSTENIBILE ALLUOMO , SENZA CHE SIA DANNEGGIATA IN MODO IRREPARABILE LA NATURA. SONO PRICIPALMENTE : SOLE ACQUA,MAREE,MOTO ONDOSO,CORRENTI MARINE VENTO BIOMASSE, BIOGAS,BIODIESEL GEOTERMICO
m.martari 7

FONTI RINNOVABILI
LO SVILUPPO DELLE RINNOVABILI

CONTINUA RICERCA TECNOLOGICA DIFFUSIONE FACILITATA MERCATI IN RAPIDA CRESCITA SVILUPPO OCCUPAZIONALE INTERESSI ECONOMICI DELLE AZIENDE CITTADINI SENSIBILIZZATI AL LORO IMPIEGO COINVOLGIMENTO POLITICO A TUTTI I LIVELLI SCELTE POLITICHE INTERNAZIONALI INTEGRARE LA MANCANZA DI ENERGIA CON ENERGIA PULITA

m.martari

FONTI RINNOVABILI
ALTRE DEFINIZIONI SVILUPPO SOSTENBILE (COME DEFINITO DALLA COMISSIONE DELLAMBIENTE E SVILUPPO DELLONU) LO SVILUPPO SOSTENIBILE UNO SVILUPPO CHE SODDISFA LE ESIGENZE DEL PRESENTE SENZA COMPROMETTERE LA POSSIBILIT PER LE GENERAZIONI FUTURE DI SODDISFARE I PROPRI BISOGNI.

m.martari

FONTI RINNOVABILI
SEMPLICE SCHEMA DI IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN RETE
Di giorno con il sole, consumo interno di energia, vendita quella in eccesso al Gestore Quadro Quadro elettrico elettrico Gestore Gestore Contabilizzatore Contabilizzatore di di energia energia

Pannello fotovoltaico

Contatore Contatore fiscale fiscale

RETE ELETTRICA

Corrente continua

Inverter Inverter Corrente Corrente continua continua alternata alternata

Di sera,di notte quando piove quando coperto, richiesta di energia dal Gestore Corrente alternata 220 Volt

m.martari

10

FONTI RINNOVABILI
SEMPLICE SCHEMA DI IMPIANTO SOLARE TERMICO
Sonda pannello

Pannello solare

Miscelatore termostatico

Mix a 45C

Acqua calda sanitaria

Bollitore solare

Pompa

Scambiatore di calore Sonda bollitore

Centralina solare

Acqua fredda sanitaria

m.martari

11

FONTI RINNOVABILI
SOLE SOLE
PANNELLI PANNELLI IN IN SILICIO SILICIO AMORFO AMORFO MONO E POLICRISTALLINO MONO E POLICRISTALLINO CLICK CLICK

FOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO
PANNELLI PANNELLI A A CONCENTRAZIONE CONCENTRAZIONE CON CON LENTE LENTE DI DI FRESNEL FRESNEL

ENERGIA ENERGIA ELETTRICA ELETTRICA


COLLEGAMENTO COLLEGAMENTO IN IN RETE RETE

SOLARE SOLARE TERMICO TERMICO

ACQUA ACQUA CALDA CALDA RISCALDAMENTO RISCALDAMENTO DOMESTICO DOMESTICO PANNELLO PANNELLO AD AD ARIA ARIA

m.martari

12

RISCALDAMENTO RISCALDAMENTO DOMESTICO DOMESTICO CON CON INTEGRAZIONE INTEGRAZIONE IMPIANTO IMPIANTO SOLARE SOLARE

Pannelli solari Miscelatore termostatico Valvola deviatrice a tre vie

Pompa per limpianto di riscaldamento

Caloriferi o impianto a bassa temperatura quale pavimento,battiscopa e parete radiante

Bollitore uso sanitario Scambiatore di calore a serpentino Pompa per limpianto solare Scambiatore di calore a serpentino

Bollitore integrazione riscaldameto

Pompa per lacqua sanitaria Valvola deviatrice a tre vie

Scambiatore di calore a serpentino

Caldaia

Acqua fredda sanitaria

m.martari

13

FONTI RINNOVABILI
CENTRALI CENTRALI SOLARI SOLARI ENERGIA ENERGIA ELETTRICA ELETTRICA PARABOLOIDE PARABOLOIDE A A PUNTO PUNTO FOCALE FOCALE
abbinato abbinato ad ad un un motore motore Stirling. Stirling. Vedi Vedi pagina pagina successiva successiva

CONCENTRATORI CONCENTRATORI LINEARI LINEARI PARABOLICI PARABOLICI


I I pi pi usati usati nelle nelle centrali centrali solari solari , , si si raggiungono raggiungono medie medie temperature. temperature. Vedi Vedi pagina pagina successiva successiva

SISTEMA SISTEMA A A TORRE TORRE CON CON ELIOSTATI ELIOSTATI


Vedi Vedi pagina pagina successiva successiva

m.martari

SOLARE SOLARE TERMICO TERMICO

14

Motore lineare a combustione esterna Stirling abbinato ad un generatore per la produzione di energia. Temperatura raggiungibile >700C ed utilizzo del sodio quale mezzo di funzionamento del sistema.Potenza raggiungibile 50KW

Specchi orientati verso il punto focale

Concentratore Concentratore parabolico parabolico punto punto focale focale


m.martari

Movimento comandato da un inseguitore solare. La parabola sempre rivolta in modo ottimale al sole

15

La sorgente di calore pu essere un impianto solare a concentrazione, l impianto di riscaldamento ,un impianto solare termico,un bruciatore,una caldaia a legna, una stufa, una pompa di calore,..

Motore Motore Stirling Stirling


I vantaggi di questo motore a combustione esterna la sua estrema semplicit: senza valvole, senza tubi di scarico, quindi non inquinante.Lelemento di trasmissione laria; per una maggiore efficienza del sistema viene usato lelio.

Accumulatore termico Sorgente di calore Aria calda

Radiatore

Aria fredda

Cilindro caldo Pistone Biella Ora immaginiamo di collegare al volano un generatore di corrente di potenza ~ 2KWatt ,avremo cos la corrente elettrica in casa. Potremmo sistemarlo nel locale caldaia,in cantina,in ripostiglio,sul terrazzo, in soffitta,in giardino,.. Biella

Cilindro freddo Pistone

E ecologicamente ideale. Volano Nella prossima edizione verr implementato con una presentazione che parler pi specificatamente di questo motore

m.martari

16

Concentratore Concentratore parabolico parabolico lineare lineare Usato Usato per per impianti impianti da da 35 35 ad ad 80 80 MWatt MWatt
Raggi solari Profilo parabolico in alluminio o acciaio inossidabile lucidati a specchio lato esposto al sole. Idoneo telaio di supporto

Tubo esterno doppia parete in vetro borosilicato con intercapedine sottovuoto. Tubo interno in acciaio dove scorre il fluido termovettore ( Sali fusi , nitrati ). Temperatura di utilizzo del fluido con i concentratori di nuova generazione ~500C , vecchio tipo ~380C. Aria calma tra il vetro in borosilicato ed quello in acciaio.

Asse che permette la rotazione del sistema lungo la linea del sole Supporto in acciaio

Catena di trasmissione

Linee di collettori parabolici posti in parallelo , due tubi principali a terra per la mandata e ritorno dellimpianto,collegamento con tubo flessibile tra collettore e tubi principali

Comando simultaneo di tutte le linee. Gestione computerizzata del sistema tramite PC integrato con inseguitore solare

m.martari

17

Torre Torre solare solare con con eliostati eliostati per per centrali centrali con con potenze potenze da da 100 100 200 200 MWatt MWatt
Raggi solari

Bollitore Come fluido termo-vettore nitrati fusi Turbina a vapore Torre Vapore saturo secco Temperature 560 C

Linee Linee di di distribuzione distribuzione corrente corrente

Generatore

Eliostati Pannelli composti da specchi disposti attorno alla torre che riflettono i raggi solari verso il serbatoio posto in alto. Il movimento avviene su due assi di rotazione, gestione dellimpianto m.martari computerizzata ed inseguitore solare

C
Condensatore

18

Camino

Centrale Centrale termica termica integrata integrata con con concentratori concentratori parabolici parabolici lineari lineari
Impianto di concentratori parabolici lineari. Per funzionamento vedi pagina 13 Linee Linee di di distribuzione distribuzione corrente corrente Accumulo termico Sali fusi, nitrati

Surriscaldatore

Vapore 500 550C Riscaldatore Generatore Accumulo termico

Fumi Generatore

Turbina vapore

~
Metano Turbogas

~
Condensatore Generatore vapore solare

m.martari

Pompa

Pompa

19

FONTI RINNOVABILI
ACQUA ACQUA
Linee Linee di di distribuzione distribuzione corrente corrente Diga Diga Bacino Bacino a a monte monte

IDROELETTRICO IDROELETTRICO

Generatore Generatore

Trasformatore Trasformatore

Condotta Condotta forzata forzata Tipi Tipi di di turbine turbine in in uso uso Turbina Pelton per alte prevalenze Turbina Pelton per alte prevalenze e e minima minima portata portata Turbina Turbina Kaplan Kaplan per per basse basse prevalenze prevalenze e e grande grande portata portata

Bacino Bacino a a valle valle

Turbina Turbina

Condotta Condotta scarico scarico

m.martari

20

FONTI RINNOVABILI
MAREE MAREE
La parte rossa rimane visibile sopra il mare, il restante totalmente immerso ed ancorato sul fondo. Le due eliche fanno muovere i generatori per la produzione di corrente

MOTO MOTO ONDOSO ONDOSO

CORRENTI CORRENTI MARINE MARINE

DIGHE DIGHE FLUVIALI FLUVIALI O O SU SU CANALI CANALI

m.martari

21

MAREE MAREE
Diga di sbarramento Alta marea Questo sistema attualmente funzionante in Francia e dove lescursione di marea notevole quale le coste oceaniche

Generatore

~
Flusso di marea Turbina con eliche reversibili e generatore

Riflusso di marea

~
Turbina

Bassa marea Spinta dellaria provocata dallonda fa girare a turbina

MOTO MOTO ONDOSO ONDOSO


Moto ondoso
m.martari

Moto ondoso

Diga di sbarramento
22

FONTI RINNOVABILI
Contrappeso

VENTO VENTO
Pale in materiali compositi. Diametri da 60 a 90 metri Velocit del rotore da 10 a 20 rotazioni /min

Meccanismi di comando e controllo della rotazione delle pale,asse di comando e generatore interno. Potenze da 750 a 2500 KWatt Allineamento alla direzione del vento

AEROGENERATORE AD UNA PALA

AEROGENERATORI AEROGENERATORI

Struttura di sostegno in acciaio con il pannello di controllo alla base. Altezze da 80 a 100 metri

m.martari

23

Pale costruite in fibbra di vetro. Ci possono essere una ,due o tre pale. La loro lunghezza media di 30 metri Alcuni modelli hanno le pale a geometria variabile

Schema Schema base base composizione composizione interna interna di di un un aerogeneratore aerogeneratore
Banderuola per indicare la direzione del vento e comandare il sistema di imbardata. Anemometro per intervento sistema di sicurezza-frenante contro la sovravelocit del vento Scatola esterna a tenuta Tutto il sistema chiamato navicella Generatore da 300 a 2500 KWatt

Tiranti per il fissaggio delle pale disposti radialmente sul mozzo

Albero comando flangiato

Scatola ingranaggi per moltiplicatore di giri Da 10 a 20 rotazioni al minuto delle pale a 1200-1500 giri/min al generatore

Ogiva

Scatola per sistema di sicurezza blocco delle pale per eccessiva velocit

Allo scopo di dare unidea delle potenze usate possiamo dire che un areogeneratore con generatore di : - 600KWatt pu soddisfare il fabbisogno elettrico di 500 famiglie - 1500KWatt soddisfa 1000 famiglie - 2500Kwatt soddisfa 2000 famiglie

Sistema che permette la rotazione di 180 alla navicella mentre il comando e servoassistito tramite centralina idraulica

m.martari

Albero in tubo di acciaio diviso in spezzoni ed assemblato sul posto

24

FONTI RINNOVABILI

WIND FARM Sono cos chiamate nel mondo le centrali eoliche destinate alla produzione di energia elettrica dove decine di aereo-generatori sono disposti in vari modi allo scopo di sfruttare al meglio le correnti daria. Oggi abbiamo un grande impulso nella costruzione delle centrali eoliche a livello europeo anche se di discutibile impatto ambientale. Lenergia prodotta da eolico supera quella da idroelettrico.

Per dare unidea delle potenzialit , una WIND FARM con 20 aerogeneratori con 300KWatt di potenza , venti a 7 m/s ( circa 30 Km/h ) pu produrre 13 milioni di KWatt allanno fornendo energia elettrica a 5.000 famiglie. Risparmieremo lemissione annuale nellatmosfera di 7.500 ton di CO2

m.martari

25

FONTI RINNOVABILI

OFF SHORE Quando le WIND FARM sono posizionate sul mare

m.martari

26

Italia 850 Olanda 900

Gran Bretagna 720

MWatt prodotti nel 2003 dalle centali eoliche europee

Danimarca 3000

Germania 15000 Spagna 6500

MWatt prodotti nel 2003 nel mondo dalle centrali eoliche Cina 510 Giappone 750 India 2100 USA 6000

m.martari

27

FONTI RINNOVABILI
PRODUZIONE DI MWatt NEL 2005 DALLE CENTRALI EOLICHE EUROPEE
Germania 17000

18000 16000 14000 12000 10000 8000 6000 4000 2000 0

Spagna 9000

Danimarca 3000 Italia 1700

Mwatt prodotti
m.martari 28

Nuovo Nuovo generatore generatore con con utilizzo utilizzo dei dei KiteWind KiteWind
Cuscinetto

Generatore Generatore a a profilo profilo alare alare tipo tipo DARRIEUS DARRIEUS

Albero Rotore a profilo alare

Il principio quello di andare a trovare le correnti daria in quota,specialmente nella troposfera (500 600 metri) . La lunghezza dei cavi arriva fino a 1000 metri e la gestione dei kit-wind singola per ogni braccio. In base alle dimensioni della giostra la massima potenza raggiungibile potrebbe essere equiparata allenergia prodotta da una centrale nucleare

I generatori eolici con asse verticali presentano una resa inferiore (30%) rispetto a quelli con asse orizzontale (40%)

Cuscinetto Scatola ingranaggi Generatore

Copertura

m.martari

Generatori

29

FONTI RINNOVABILI
Direzione del vento
Direzione del vento

TURBINA VERTICALE TIPO SAVONIUS


Profilo alare

TURBINA VERTICALE TIPO DARRIEUS

Disco dentato o puleggia

Direzione del vento Il vantaggio delle turbine verticali il funzionamento con qualunque tipo di vento e proveniente da tutte le direzioni

Supporto con inserita sede per i cuscinetti alla rotazione dellalbero della turbina

Generatore

m.martari

30

FONTI RINNOVABILI
TURBINA VERTICALE TIPO DARRIEUS
La turbina ricavata da un comune barattolo di caff,a titolo di esempio le foto di come sono state ricavate le aperture ed un animazione del suo funzionamento.

CLICCA CLICCA QUI QUI

m.martari

31

RETE ELETTRICA

MICRO MICRO EOLICO EOLICO


Quadro Quadro elettrico elettrico Gestore Gestore Contabilizzatore Contabilizzatore di di energia energia

Nellassemblaggio dei componenti e funzionamento simile agli apparecchi di pi grande taglia. Il numero delle pale di 6 - 8 e lalternatore collegato sullasse o tramite moltiplicatore. Le pale sono fisse o a passo variabile in materiale composito o alluminio La direzionalit e posizionamento al vento data dalla pinna posteriore. Langolo di rotazione di 180.

Contatore Contatore fiscale fiscale Utenza 12Vcc

Inverter Limpianto eolico pu essere posizionato sul terrazzo, in giardino, sul tetto della casa, etc Importante ,nella sua collocazione ,evitare le turbolenze derivate da alberi, case vicine o la propria , ostacoli vari. Tali turbolenze possono trovarsi anche dopo decine e decine di metri dallostacolo.

220Vca

m.martari

Impianto eolico destinato alla singola utenza. La potenza media di 1,5Kwatt La tensione di 12 o 24 Vcc, necessita di un inverter per elevare la tensione da 12Vcc a 220 ca. soddisfa cos il fabbisogno di energia giornaliero della casa senza dover usare la rete. Pu essere stipulato il contratto conto energia con il Gestore di rete per potenze < 20KW. Per maggiore dettagli dello schema dellimpianto vai a pag 12 e clicca pannelli fotovoltaici

32

FONTI RINNOVABILI
BIOMASSE BIOMASSE
Legname Legname da da bruciare bruciare Residui Residui forestali forestali ed ed agricoli agricoli Scarti Scarti dell'industria dell'industria agroalimentare agroalimentare

Agitatore

Biogas

Copertura gasometrica

Uscita letame

(gusci (gusci di di noci noci e e di di mandorle,olive,pesche,..) mandorle,olive,pesche,..) Scarti Scarti della della lavorazione lavorazione del del legno legno BIODIESEL BIODIESEL BIOGAS BIOGAS Specie Specie vegetali vegetali coltivate coltivate Reflui Reflui degli degli allevamenti allevamenti girasole girasole e e colza colza Rifiuti Rifiuti urbani urbani

Ingresso letame

Biogas dai reflui degli allevamenti di bovini e/o suini

TERMICO TERMICO

TELERISCALDAMENTO TELERISCALDAMENTO ENERGIA ENERGIA TERMICA TERMICA ENERGIA ENERGIA ELETTRICA ELETTRICA
33

COGENERAZIONE COGENERAZIONE
m.martari

FONTI RINNOVABILI
Acqua calda sanitaria Camino Teleriscaldamento Corrente elettrica

Fumi

Riscaldatore

Scambiatore di calore Turbina Olio

Surriscaldatore

Corrente elettrica da inviare in rete

Fumi

Scambiatore di calore

Scambiatore di calore Fluido siliconico

Generatore di corrente

Acqua fredda Caldaia a biomassa Coclea

TELERISCALDAMENTO
Deposito del cippato

m.martari

34

SCHEMA IMPIANTO CON CALDAIA A BIOMASSA USO DOMESTICO

Acqua calda sanitaria Valvola deviatrice a tre vie

Termoaccumulatore Deposito biomassa Scambiatore di calore Biomassa Caldaia a biomassa Accumulo acqua calda sanitaria

Scambiatore a serpentino immerso

Coclea per caricamento automatico m.martari

35

FONTI RINNOVABILI
Alle Alle utenze utenze per per uso riscaldamento, uso riscaldamento, acqua acqua calda calda sanitaria, sanitaria, altri altri usi usi Utilizzi Utilizzi vari vari Recupero Recupero del del calore calore emesso emesso dai collettori di scarico dai collettori di scarico per per altri altri utilizzi utilizzi Scambiatore di calore Gas di scarico T= 400 500C Gas di scarico Scambiatore di calore Aria di sovralimentazione T= 130 150C Turbina Cabina isonorizzata Quadro Quadro di di Controllo Controllo Alle Alle utenze utenze per per uso uso energia energia elettrica elettrica

Aria di alimentazione Scambiatore di calore Acqua di raffreddamento T=75 90C Motore Diesel Generatore

Olio lubrificazione Scambiatore di calore Olio di lubrificazione T= 75 85C

Serbatoio del BIO-COMBUSTIBILE

m.martari

GRUPPO GRUPPO DI DI COGENERAZIONE COGENERAZIONE CON CON MOTORE MOTORE A A COMBUSTIONE COMBUSTIONE INTERNA INTERNA

36

MICRO MICRO COGENERAZIONE COGENERAZIONE


Utenza

Quadro Quadro elettrico elettrico Gestore Gestore Contabilizzatore Contabilizzatore di di energia energia

RETE ELETTRICA

Calorifero Acqua calda sanitaria Contatore Contatore fiscale fiscale Motore Diesel di potenza limitata con generatore da soddisfare i consumi di corrente elettrica ,di acqua calda sanitaria e di riscaldamento di una o pi famiglie.Lenergia in eccesso pu essere venduta al Gestore Tubo corrugato in inox di grosso diametro per acqua calda sanitaria Tensione 220 Volt Cofanatura isonorizzata Quadro elettrico con regolatore elettronico di carico. Generatore di potenza > 2,5 KWatt Potrebbe essere sistemato nel box auto, in giardino,in un locale separato,

Termoaccumulatore di grande capacit

Scambiatore a piastre

Motore Diesel

Entrata acqua fredda

Serbatoio di Biocombustibile

m.martari

37

FONTI RINNOVABILE
GEOTERMICO GEOTERMICO
LA PRESENZA DI VULCANI E DEI SOFFIONI

BOROCIFERI DA CUI PUO ESSERE RICAVATO VAPORE PER PRODURRE ENERGIA. TEMPERATURA E FORTE PRESSIONE A NOTEVOLE PROFONDITA PER ESSERE USATO PER ALIMENTARE UNA TURBINA E RELATIVO GENERATORE POSSONO ESSERE SFRUTTATE PER ACQUA CALDA SANITARIA ,TELERISCALDAMENTO, RISCALDAMENTO DI SERRE, ED USATE PER IL FUNZIONAMENTO DI UNA POMPA DI CALORE
m.martari

PRESENZA DI FLUIDO GEOTERMICO AD ALTA

ACQUE ,OGGI USATE COME TERMALI ,

ACQUE RICAVATE DA FALDA SOTTERRANEA

38

Vapore acqueo Torre di raffreddamento Generatore Turbina Rete Rete Elettrica Elettrica

Vapore

Acqua di raffreddamento Condensatore

C
Vapore

Ritorno per reintegrazione Acqua

Trasformatore

IMPIANTO IMPIANTO GEOTERMICO GEOTERMICO


Rocce Impermeabili

Falda geotermico

m.martari

Magma

39

Pompa Scambiatore di calore

Acqua calda sanitaria

Acqua < 100C

Acqua fredda Pompa Scambiatore di calore Pompa Serbatoio di accumulo Impianto di riscaldamento

Scambiatore di calore

Ritorno per reintegrazione Acqua

IMPIANTO IMPIANTO GEOTERMICO GEOTERMICO USO USO DIRETTO DIRETTO


Rocce permeabili

Falda dacqua

m.martari

40

Pompa Scambiatore di calore

Acqua calda sanitaria

Acqua 10-12C

Acqua fredda Pompa

Pompa di calore

Ritorno per reintegrazione Acqua

Impianti a pavimento, battiscopa e parete radiante

Rocce permeabili

IMPIANTO IMPIANTO GEOTERMICO GEOTERMICO BASSA BASSA TEMPERATURA TEMPERATURA

Falda freatica

m.martari

41

FONTI ALTERNATIVE
NUCLEARE NUCLEARE
CENTRALI CENTRALI CHE CHE NON NON PRODUCONO PRODUCONO ENERGIA ENERGIA A A SEGUITO SEGUITO DEL DEL REFERENDUM REFERENDUM DEL DEL 1989 1989 MA MA OBBLIGATORIAMENTE OBBLIGATORIAMENTE TENUTE TENUTE IN IN EFFICIENZA EFFICIENZA

IDROGENO IDROGENO
La La cella cella a a combustione combustione risulta risulta un un generatore generatore elettrochimico elettrochimico dove dove entrano entrano lidrogeno lidrogeno (combustibile) (combustibile) e e lossigeno lossigeno (ossidante) (ossidante) e e da da cui cui si si ricava ricava corrente corrente elettrica elettrica continua continua , , acqua acqua e e calore. calore. Sono Sono simili simili alle alle batterie batterie dove dove catodo catodo ed ed anodo anodo e e un un elettrolitica elettrolitica permette permette lo lo spostamento spostamento degli degli ioni. ioni. Al Al contrario contrario della della batteria batteria la la materia materia si si rinnova rinnova costantemente costantemente se se mantenuta mantenuta lalimentazione lalimentazione di di idrogeno idrogeno ed ed ossigeno. ossigeno.
m.martari 42

FONTI RINNOVABILI
OBIETTIVI E COSIDERAZIONI

OBBLIGO DI IMPIANTI SOLARI TERMICI IN CASE NUOVE ED IN RISTRUTTURAZIONE A LIVELLO NAZIONALE. IL COMUNE DI ROMA ED ALCUNI COMUNI LOMBARDI HANNO GIA PREVISTO QUESTO GENERE DI INTERVENTO. PRIMA DI PARLARE DEL SOLARE FOTOVOLTAICO OCCORRE PARLARE DI SOLARE TERMICO, IL QUALE RISULTA MOLTO PIU IMPORTANTE ED INCISIVO PER UNA RIDUZIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA. VA RICORDATO CHE PER PRODURRE ENERGIA ELETTRICA PER ALIMENTARE UNO SCALDABAGNO ELETTRICO DA 80 LITRI SI CONSUMANO GIORNALMENTE 3KW/H MANTENENDO UNA TEMPERATURA DI 45C CON EMISSIONE ANNUALE DI CIRCA 1900 KG DI CO2. NECESSITA COMBATTERE LO SCETTICISMO RISCONTRABILE IN ITALIA CONTRO LA DIFFUSIONE DEL SOLARE TERMICO FACENDO CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE, SOPRATTUTTO NELLE SCUOLE ED A TUTTI I LIVELLI. SI PENSI SOLO ALLA POSSIBILITA DI UTILIZZARE ACQUA CALDA SANITARIA DAL MESE DI APRILE FINO A META OTTOBRE ED EFFETTUARE LINTEGRAZIONE ALLIMPIANTO DI RISCALDAMENTO NEI MESI INVERNALI. INSTALLARE 4 MQ DI PANNELLI SOLARI TERMICI SIGNIFICA SODDISFARE IL 70% DEL FABBISOSOGNO DI ACQUA CALDA SANITARIA DI UNA FAMIGLIA MEDIA IN UN ANNO . A TRIESTE , AD ESEMPIO, LE TEMPERATURE CHE SI RAGGIUNGONO NEL BOLLITORE SOLARE VANNO ,CON GIORNATE INVERNALI DI SOLE,DAI 30-60C FINO AD ARRIVARE AI 70-90C NEI MESI ESTIVI. PER FARE LA DOCCIA USIAMO UNA TEMPERATURA DELLACQUA DI 40-42C. AZIENDE DI ELETTRODOMESTICI POTREBBERO COMMERCIALIZZARE COSI MODELLI DI LAVATRICI E LAVASTOVIGLIE PREDISPOSTE PER UTILIZZO DI ACS PROVENIENTE DAL SOLARE.IN ALTRI PAESI EUROPEI SONO GIA DISPONIBILI DA PIU DI UN DECENNIO.
43

m.martari

FONTI RINNOVABILI

IL NUMERO DI METRI QUADRI DI PANNELLI SOLARI TERMICI PRESENTI IN ITALIA DOVREBBE ATTESTARSI SUI 60.000, QUINDI ABBIAMO A LIVELLO NAZIONALE LO 1,03MQ PER 1000 ABITANTI. LOBIETTIVO CHE E STATO FISSATO DALLA COMUNITA EUROPEA PER LA DIFFUSIONE DEL SOLARE TERMICO E DI 264MQ PER 1.000 ABITANTI DA RAGGIUNGERSI NEL 2010. LA DIFFUSIONE IN ITALIA DEL SOLARE TERMICO E A MACCHIA DI LEOPARDO: TROVIAMO I COMUNI PIU SIGNIFICATIVI COME BOLOGNA CON 15.000MQ DI PANNELLI INSTALLATI,BOLZANO CON 5000MQ , TRENTO CON 4000 MQ PER ARRIVARE POI A COMUNI IN SICILIA CON 2MQ PER 1.000 ABITANTI.

m.martari

44

FONTI RINNOVABILI

LA DOMANDA DI QUANTO SIA POCO DIFFUSO IL SOLARE TERMICO E SEMPLICE. PRENDETE IL TRENO DA TRIESTE A BOLOGNA: NE CONTATE N 25 DI IMPIANTI SOLARI TERMICI POSTI SUL TETTO MENTRE IL 70% DELLE CASE HA LANTENNA SATELLITARE. VALLE DAOSTA E TRENTINO ALTO ADIGE SONO LE REGIONI CON LA PIU ALTA PERCENTULE DI PANNELLI SOLARI TERMICI INSTALLATI. APRIRE UNO SPORTELLO DEDICATO ALLE ENERGIE RINNOVABILI IN OGNI SINGOLO COMUNE. RICONOSCERE UN AIUTO FINANZIARIO DA PARTE DI COMUNE,PROVINCIA O REGIONE PER CHI SI AUTOCOSTUISCE UN IMPIANTO SOLARE TERMICO ED ACQUISTO DEI RELATIVI COMPONENTI. GERMANIA,AUSTRIA GIA LO FANNO. LA SCELTA DI INSTALLARE UN IMPIANTO SOLARE E DEL SINGOLO , MA LO STATO NE HA UNA RESPONSABILITA MORALE. SERIO INTERVENTO DEL GOVERNO PER LINCENTIVAZIONE DEL SOLARE TERMICO E FOTOVOLTAICO. INSUFFICIENTE IL PROGETTO 10.000 TETTI FOTOVOLTAICI PERALTRO GIA CONCLUSO ( LA GERMANIA E GIA PARTITA CON IL SECONDO LOTTO DI 100.000 TETTI). OCCORRE INVESTIRE CON FINANZIAMENTI ANCHE NEL CONTO ENERGIA, ALMENO INIZIALMENTE FINO A QUANDO NON SI SIA SVILUPPATO UN IDONEO MERCATO INTERNO. RIMANE MOLTO ELEVATO ANCORA IL COSTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO. OGNI COMUNE ,DOVE IL CITTADINO NON ABBIA LA POSSIBILITA O LAUTORIZZAZIONE AL MONTAGGIO DI UN IMPIANTO FV CAUSA VINCOLI ( ES CENTRO STORICO) ,DOVREBBE PREVEDERE PER UNA PARTECIPAZIONE DI UN IMPIANTO A DISTANZA, COSTRUITO IN PERIFERIA DELLA PROPRIA CITTA.
45

m.martari

FONTI RINNOVABILI

m.martari

IL FUTURO DEL FOTOVOLTAICO E NEI PICCOLI-MEDI IMPIANTI COLLEGATI IN RETE. LITALIA E UN PAESE DENSAMENTE POPOLATO PER CUI I TETTI RIMANGONO LUNICA SUPERFICIE DISPONIBILE E SENZA EVIDENTE IMPATTO AMBIENTALE INOLTRE LA SUA INSTALLAZIONE E MESSA IN FUNZIONE E FACILITATA RISPETTO AD UN IMPIANTO SOLARE TERMICO. LITALIA MERIDIONALE-INSULARE GRAZIE AD UN IRRAGGIAMENTO MEDIO DI 1600-1800 KW/h ANNUI POTREBBE DIVENTARE IL VOLANO ENERGETICO NAZIONALE . A LIVELLO EUROPEO PORTOGALLO ,SPAGNA,GRECIA SI STANNO ATTIVANDO GIA IN TAL SENSO. CON IMPIANTI PICCOLI-MEDI TRASFORMEREBBERO IN PRODUTTORI 45 MILIONI DI CITTADINI IN EUROPA. OLTRE A BENEFICI AMBIENTALI LO SVILUPPO DEL SOLARE CREA NUOVA OCCUPAZIONE E RICERCA OLTRE A NUOVE TECNOLOGIE DA ESPORTARE. LA GERMANIA AD ESEMPIO HA MESSO A DISPOSIZIONE LA PROPRIA TECNOLOGIA PER LO SVILUPPO DEL SOLARE IN SPAGNA,GRECIA E NEI PAESI QUALI MAROCCO , EGITTO, GIORDANIA. IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA CHE FANNO USO DEGLI SPECCHI PARABOLICI LINEARI HANNO GIA RAGGIUNTO UN BUON LIVELLO DI COMMERCIALIZZAZIONE. GERMANIA A GIAPPONE HANNO AUMENTATO LA PRODUZIONE DEI PANNELLI SOLARE TERMICOFOTOVOLTAICO DEL 35%. IN EUROPA LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI E DEL 14,3% . SOLO LO 0,1% DA FOTOVOLTAICO-EOLICO IL RIMANENTE E DI TIPO IDROELETTRICO. OBIETTIVO E IL 50% ENTRO IL 2020. LA PRODUZIONE DI 1 KWh DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILE CONSENTE DI EVITARE LEMISSIONE DI 0,58 KG DI CO2 , PRINCIPALE RESPONSABILE DELLEFFETTO SERRA ,PER KW PRODOTTO DALLE CENTRALI TERMOELETTRICHE OGGI IN FUNZIONE.
46

FONTI RINNOVABILI

IN GERMANIA E STATA INNAUGURATA LA PIU GRANDE CENTRALE SOLARE FOTOVOLTAICA DEL MONDO CHE PRODURRA 10MW,ILLUMINERA 3300 ABITAZIONI , SI RISPARMIERANNO 10.000 TONNELLATE DI CO2 ED E STATA COMPLETAMENTE FINANZIATA DALLA COMPAGNIA PETROLIFERA SHELL. LA GERMANIA ,DOPO AVER LANCIATO NEL 1999 IL PROGRAMMA 100.000 TETTI FOTOVOLTAICI, HA RILANCIATO IL PROGRAMMA A 1.000.000 DI TETTI FV, PORTANDO COSI LA POTENZA INSTALLATA NEL 2004 A 800 MW. OGNI PROVINCIA DOVREBBE AVERE UN PROPRIO INCENERITORE PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI CON CONNESSO ED ADEGUATO IMPIANTO DI COGENERAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA. LA GERMANIA HA RAGGIUNTO IL 30% DELLA SUA PRODUZIONE ELETTRICA TOTALE UTILIZZANDO LENEGIA RINNOVABILE CON LOBIETTIVO DI ARRIVARE AL 50% NEL 2012, MENTRE LE CENTRALI NUCLEARI SONO IN MORATORIA. LA SPAGNA OGGI E LA NAZIONE EUREPEA CHE IN QUESTI ULTIMI ANNI HA FATTO , DELLO SVILUPPO DELLE FONTI RINNOVABILI , UNA PRIORITA. STA CONCEDENDO INCENTIVI ED INVESTIMENTE NELLA LORO RICERCA. E COSA NOTA CHE PROVINCE QUALI BARCELLONA ,MADRID,SIVIGLIA ED ALTRE CE LOBBLIGO DI INSTALLARE IMPIANTI SOLARI TERMICI IN CASE IN RISTRUTTURAZIONE E NUOVA COSTRUZIONE .LESEMPIO DI BARCELLONA E ECCLATTANTE ,IN SOLI 4 ANNI SI E PASSATI DA 1.800 M A 30.000 M. E PURE NOTO CHE IL PROF. RUBBIA ,DOPO IL SUO ALLONTANAMENTO DALLENEA ,OGGI LAVORA PER LA COSTRUZIONE DELLA PIU GRANDE CENTRALE SOLARE EUROPEA CHE IMPIEGA I COLLETTORI PARABOLICI LINEARI DI NUOVA GENERAZIONE. IN SPAGNA VA RICORDATA LA COSTRUZIONE ( SPERIMENTALE ) DEL CAMINO SOLARE CON SUPPORTO TECNOLOGICO TEDESCO, VEDI ESEMPIO NELLA PAGINA SUCESSIVA. OGGI NAZIONI QUALI AUSTRALIA (IN COSTRUZIONE), INDIA, PAKISTAN, SKRI LANCA,CINA SONO INTERESSATE A QUESTO PROGETTO.
m.martari 47

FONTI RINNOVABILI

LA GEOTERMIA , FIORE ALLOCCHIELLO IN ITALIA NEGLI ANNI SESSANTA E FORTUNATAMENTE ANCORA USATA, E SFRUTTATA ORA DA ALTRE NAZIONI EUROPEE. LESEMPIO DELLA SVIZZERA E SIGNIFICATIVO DOVE MIGLIAIA DI CASE VENGONO RISCALDATE USANDO LACQUA A BASSA-MEDIA TEMPERATURA PROVENIENTE DAL SOTTOSUOLO. AZIENDE TEDESCHE HANNO VINTO LA GARA DI APPALTO PER LINSTALLAZIONE DI CENTRALI EOLICHE IN SICILIA . ALTRE NAZIONI QUALI DANIMARCA E SPAGNA SI STANNO MUOVENDO PER INSTALLARE NUOVI GENERATORI DI LORO PRODUZIONE NEL NOSTRO PAESE. QUANTO SOPRA DIMOSTRA IL SIGNIFICATO DELLA RICERCA E SVILUPPO FATTO SIN DALLA PRIME CRISI ENERGETICHE DOVE DIVERSI PAESI EUROPEI HANNO INVESTITO NELLA RICERCA SULLE ENERGIE RINNOVABILI. OGGI VEDIAMO PERDERE OPPORTUNITA DI MERCATO FAVORENDO COSI LE AZIENDE STRANIERE. IL VENTO , COSTANTE E CON VELOCITA DI 50 KMh , OGGI PRESENTE NEL SUD ITALIA FAVORISCE LINSTALLAZIONE DEI SISTEMI EOLICI. PER QUANTO RIGUARDA LIMPIEGO DELLA BIOMASSA E DA PRENDERE ESEMPIO DAL COMUNE DI BRUNICO DOVE L80% DELLE ABITAZIONI NON NECESSITANO DI CALDAIE MA VIENE USATA UNA RETE DI TELERISCALDAMENTO PER ARRIVARE ALLUTENTE FINALE. ENTRO IL 2006 VERRANNO SERVITE IL 95% DELLE CASE PARI A CIRCA 14.000 PERSONE.

m.martari

48

FONTI RINNOVABILI

USARE IL BIOCOMBUSTIBILE NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E NELLAUTOTRAZIONE. I BRUCIATORI DI VECCHIA GENERAZIONE POSSONO FUNZIONARE CON IL BIOCOMBUSTIBILE ; OGGI VENGONO COMMERCIALIZZATI BRUCIATORI DI NUOVA GENERAZIONE CHE FUNZIONANO CON TALE COMBUSTIBILE.SE VENISSE USATO OTTEREMMO UNA RIDUZIONE DELLINQUINAMENTO NELLE CITTA ,VISTO CHE I PRINCIPALE INQUINATORI SEMBREREBBERO GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A GASOLIO. A CAUSA DELLA DIPENDENZA DEL PETROLIO SIAMO VULNERABILI SIA A RICATTI COMMERCIALI DEI VARI PAESI PRODUTTORI SIA ALLE VARIE GUERRE CHE ACCADONO NEL MEDIO-ORIENTE. IN QUESTI ULTIMI ANNI , A CAUSA DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO DOVUTO ALLINQUINAMENTO, SI E VISTO UN AUMENTO DEI PERIODI DI SICITA. CIO SIGNIFICA CHE LE GRANDI CENTRALI TERMOELETRRICHE SONO STATE COSTRETTE A RIDURRE DRASTICAMENTE LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COMPENSANDONE LA RELATIVA QUANTITA CON LIMPORTAZIONE DAI PAESI CONFINANTI SOPRATTUTTO DA FRANCIA E SLOVENIA CON ENERGIA PRODOTTA DA CENTRALI NUCLEARI E SVIZZERA ED AUSTRIA CON ENERGIA RICAVATA DA FONTI RINNOVABILI. LINDIPENDENZA ENERGETICA DOVREBBE ESSERE UNA RISORSA STRATEGICA PER UN PAESE , IL CHE COME SI VEDE NON E COSI. CONTINUIAMO AD USARE IL GAS ANCHE NELLE CENTRALI TERMOELETTRICHE , CASO UNICO IN EUROPA.

m.martari

49

CAMINO CAMINO SOLARE SOLARE


Funzionamento Laria viene riscaldata dalla superficie vetrata e convogliata nel tubo. Causa sia la differenza di temperatura che laltezza del tubo ,si crea una corrente ascensionale . Eliche posizionate allinterno del tubo che collegate a generatori trasformano lenergia meccanica in energia elettrica. Un impianto da 200 MWatt in costruzione nel deserto dellAustralia,ed avr una superficie di 5 Km, diametro del camino 130 metri , la velocit dellaria nel camino sar di 30 50 Km/h facendo cos muovere circa 30 turbine collegate a generatori. La novit del sistema che funzioner anche di notte , con un rendimento inferiore , tramite il calore accumulato durante il giorno dai pannelli solari in piscine dacqua poste sotto limpianto. Superficie di captazione

Turbine con generatori Camino solare

Corrente daria ascensionale

Corrente daria ascensionale Aria fredda

Superficie di captazione Aria fredda

m.martari
Aria fredda

50

PANNELLI PANNELLI SOLARI SOLARI SOTTOVUOTO SOTTOVUOTO A A CIRCOLAZIONE CIRCOLAZIONE NATURALE NATURALE SUI SUI TETTI TETTI DELLE DELLE CASE CASE IN IN CINA CINA NELLO NELLO QISHUYAN QISHUYAN VICINO VICINO A A SHANGHAI SHANGHAI

m.martari

51

FONTI RINNOVABILI
DOVE TROVIAMO LE FONTI RINNOVABILI DISPONIBILI IN ITALIA , MA NON ADEGUATAMENTE SFRUTTATE :

SOLARE TERMICO E FOTOVOLTAICO SU TUTTO IL TERRITORIO,CON MAGGIORE EFFICIENZA ENERGETICA NELL AREA SUD - INSULARE. IDROELELETTRICA SU FASCIA ALPINA ED APENNINICA,PIANURA PADANA SFRUTTANDO DISLIVELLI DI FIUMI E CANALI. EOLICO NEL CENTRO SUD, LUNGO TUTTA LA DORSALE APPENNINICA, ED IN SICILIA E SARDEGNA. CORRENTI MARINE NELLO STRETTO DI MESSINA. BIOMASSE CON LEGNAME ED INDUSTRIA DEL LEGNO PRESENTE LUNGO LA FASCIA APPENNINICA ED ALPINA,PIANURE PER IL MAIS BIOGAS,COGENERAZIONE,BIODIESEL VICINO AD OGNI CITTA, INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE, ALIMENTARE,ALLEVAMENTI DI ANIMALI,COLTIVAZIONI ,.. GEOTERMICO IN TOSCANA (FUNZIONANTE), LAZIO ,CAMPANIA (VESUVIO),SICILIA (ETNA),SARDEGNA. ACQUA USO TERMALE , BASSA E MEDIA TEMPERATURA CHE PUO ESSERE DESTINATA PER ACS,TELERISCALDAMENTO,USO AGRICOLO,..( IN VARIE REGIONI ) OLII COMBUSTIBILI VEGETALI (GIRASOLE E COLZA) SU QUASI TUTTO IL TERRITORIO.

m.martari

52

FONTI RINNOVABILI
Geotermico 5400 Biomas s a 2000 Solare fotovoltaico 500 Energia rinnovabile prodotta in Italia nel 2005 in GWatt

E olico 1700

Numero delle famiglie italiane che usano l'energia prodotta da fonti rinnovabili

Idroelettrico 41300

Geotermico 1 800 000 Biomassa 660 000 Eolico 1 200 000

Solare termico 25 000

Solare fotovoltaico 500 000

Idroelettrico 1 430 000

m.martari

53

FONTI RINNOVABILI
Incremento della produzione di pannelli solari termici in Austria dal 2000 al 2005
2005 9 200 239 200 440 000 180 800 314 000 164 400 4 400 230 000 154 000 160 000 161 800 2001 1 800 240 000 400 000 4 000 150 000 112 000 258 000 300 000 400 000 500 000 600 000 700 000 800 000 312 000 390 000 Installati Importazione Esportazione Produzione interna 490 000 670 000

2004 Anno 2002 2000 0 2003

4 800

2 000

100 000

200 000

Metri quadri / anno

m.martari

54

FONTI RINNOVABILI
Ricerche e documenti disponibili che verranno inseriti in futuro : Autocostruzione Pannelli solari termici con assorbitore in TiNOX (in funzione da 3 anni ,vedi foto a pag 12) precedenti pannelli a serpentino da 18 anni. Impianto idraulico con due bollitori solari , acqua calda sanitaria e riscaldamento (in funzione da 10 anni) Termoaccumulatore da 450 litri ( in funzione da 10 anni ) Pannelli ad aria ( in funzione da 6 anni) Presentazioni Fonti alternative e rinnovabili Come risparmiare illuminando Pannelli solari termici ,autocostruiti con inclusa la sequenza fotografica. Come riscaldare risparmiando Dimensionamento di un impianto solare Motore Stirling (in preparazione , con costruzione di un modello funzionante) Riscaldarsi con poco Pannelli fotovoltaici Eolico, come ottenere energia ( in preparazione)

m.martari

55

FONTI RINNOVABILI

File in aggiornamento

m.martari

56