Sei sulla pagina 1di 2

ORGANIZZAZIONE DELL’ITALIA NEL 1494

Alla fine del 1400 in Italia vi erano 5 stati principali: il Ducato di Milano, la
Repubblica di Venezia, la signoria di Firenze, lo Stato della Chiesa e il regno di
Napoli. A questi si affiancavano altri Stati minori, come le repubbliche di Lucca,
Siena e Genova, in altri casi erano signorie personali elevate al rango di
principati ereditari; altre volte, infine, erano antichi organismi feudali.

TABELLA CRONOLOGICA DELLE GUERRE D’ITALIA


ANN SVOLGIMENTO
O

1454 Pace di Lodi = fine delle continue lotte tra gli “Stati” italiani. Causa
principale dei conflitti interni era la politica.

1494 Carlo VIII scese in Italia con un esercito composto da 10000 cavalieri e
altrettanti fanti. Il Re attraversò la penisola senza troppe difficoltà.

1495 Il Re di Francia Carlo VIII entrò a Napoli. A questo punto, dopo le


numerose vittorie, si costituì una lega antifrancese che comprendeva
Milano, lo Stato pontificio, Venezia e Firenze.

1495 A Fornovo sul Taro, l’esercito di Carlo VIII si scontrò con quello della
lega Italiana, che nonostante la netta superiorità numerica non riuscì a
infliggergli una sconfitta decisiva.

1497 Alessandro VI scomunicò Girolamo Savonarola e l’anno successivo fu


condotto al rogo.

1499 Il nuovo Re di Francia Luigi XII d’Orleans (1498-1515) tenta la stessa


impresa del Re precedente, e alle rivendicazioni su Napoli aggiunse
anche quelle su Milano.

1499 Luigi XII occupò Milano.

1500 Luigi XII si accordò coi sovrani spagnoli per cacciare dal trono gli
Aragonesi di Napoli e spartire con la Spagna il loro regno. La loro
alleanza durò poco e le 2 potenze entrarono in guerra.

1503 Nel frattempo era sceso al soglio pontificio il cardinale Giulio II; costui
smantellò il dominio di Cesare Borgia.

1504 Termina il conflitto tra Spagna e Francia. L’intero regno di Napoli passò
nelle mani di Ferdinando d’Aragona.

1508 Giulio II creò la lega di Cambrai, per sconfiggere Venezia, cui aderirono
Ferdinando d’Aragona, Massimiliano d’Asburgo e Luigi II.

1509 Venezia subì una dura sconfitta ad Agnadello.


1510 Giulio II creò la cosiddetta ‘lega santa’ per sconfiggere i francesi e
aderirono Venezia, la confederazione Svizzera, la Spagna e
l’imperatore.

1512 Dopo un sanguinoso scontro a Ravenna, Luigi XII dovette sgomberare


Milano, che fu occupata dagli svizzeri e da loro riconsegnata agli Sforza.

1513 Gli spagnoli penetrarono in Toscana e ridettero il potere ai Medici nella


persona di Giuliano, il terzo dei figli di Lorenzo il Magnifico.

1513 Morì Giulio II.

1515 Morì anche Luigi XII e il trono di Francia passò al ventenne nipote
Francesco I. Questo strinse un’alleanza con Venezia, entrò di nuovo in
Italia e il 13 settembre sconfisse gli svizzeri a Marignano. A Milano
tornò dunque a governare la signoria francese.

CARTINA DELLA DIVISIONE DEL REGNO D’ITALIA NEL XV SECOLO