Sei sulla pagina 1di 5

Liceo Scientifico G.

Brotzu Politica e cultura nellet napoleonica


29/02/2013

Il Direttorio e le prime campagne di


Napoleone
1.1 La costituzione moderata del 1795
Nel 1794 la Francia era ben avviata verso luscita dal periodo del terrore. Vennero in particolare
colpiti i simboli quali il club dei giacobini e eliminati i busti di Marat dagli edifici pubblici. In
questo periodo si riapr la discussione politica e lorientamento moderato della rivoluzione
trov compimento quando nel 1795 venne approvata una nuova Costituzione. In questa, ogni
riferimento al diritto di insurrezione venne omesso e il potere esecutivo venne affidato ad un
organo composto da 5 membri: il Direttorio. In virt della suddivisione dei poteri, il potere
legislativo venne affidato a due Camere complementari: il Consiglio dei Cinquecento e il
Consiglio degli Anziani. La Costituzione parigina, proprio per il suo carattere moderato,
costituir il modello per le Costituzioni che verranno adottate nei paesi europei negli anni
successivi.

1.2 Difficolt economiche e tumulti sociali


I primi provvedimenti politici del nuovo governo furono la riapertura delle chiese e labolizione
del maximum (cifra artificiale stabilita dal governo su ogni merce) che caus un rapido aumento
dei prezzi e la conseguente svaluta dellassegnato (cartamoneta). Il popolo parigino insorse a
pi riprese ma i tumulti furono facilmente repressi; tra questi, sicuramente da ricordare la
congiura degli eguali, sotto la guida di Gracco Babeuf che costitu la prima vera rivolta socialista
europea: nei piani di Babeuf infatti alla conquista del potere doveva seguire labolizione della
propriet.

1.3 La campagna dItalia


Data la situazione economica, il Direttorio decise di continuare la guerra, col fine di salvare la
Francia dal collasso finanziario, grazie alle ricchezze ottenute dalle regioni conquistate. La
campagna militare venne organizzata di due fronti: sul Reno e in Italia. Al primo venne data
maggiore priorit, mentre per quanto riguarda la campagna dItalia, lesercito formato da uomini
mal pagati e mal vestiti, venne affidato al giovane generale Napoleone Bonaparte. Loffensiva
sul Reno venne bloccata dagli austriaci; inaspettatamente Napoleone ottenne importanti vittorie
riuscendo a respingere gli austriaci fuori dallItalia, e stipulando con questi il trattato di
Campoformio. In base a queto accordo, la Francia acquis i paesi sulla riva del Reno e lAustria
fu costretta a ritirarsi dalla Lombardia. In Italia Napoleone inizialmente fu considerato come un
liberatore e la sua campagna in Italia accese gli animi dei giacobini italiani che iniziarono a
sognare unItalia libera. Presto per ci si rese conto che Napoleone non stava facendo altro che

Marco Matta IV F
1

Liceo Scientifico G. Brotzu Politica e cultura nellet napoleonica


29/02/2013
trattare lItalia come una qualsiasi terra di conquista; le truppe francesi completarono
loccupazione della penisola giungendo a Napoli nel 1799.

Marco Matta IV F
2

Liceo Scientifico G. Brotzu Politica e cultura nellet napoleonica


29/02/2013

1.4 La campagna dEgitto


Dopo la pace stipulata con lAustria, la Francia era ancora in guerra con lInghilterra.
Questultima considerava il regime francese pericoloso per lassetto politico europeo e
intendeva spazzarlo via. La guerra tra Francia e Inghilterra proseguiva oramai da cinque anni; i
francesi, pur riuscendo a tener testa agli inglesi sul campo di battaglia, non erano in grado di
infliggere alcuna sconfitta decisiva al nemico a causa della formidabile flotta inglese. Si
svilupp cos lidea di disturbare lInghilterra nei suoi possedimenti coloniali in India, per fare
ci era indispensabile la conquista dellEgitto. La spedizione venne affidata a Napoleone che,
giunto in Egitto, riusc a sconfiggere lesercito dei mamelucchi; tuttavia, la flotta francese
incaricata di rifornire lesercito di Napoleone venne distrutta dalla flotta inglese. Lesercito di
Napoleone dovette scontrarsi anche con limpero turco e la Russia, preoccupate della possibile
rottura dellequilibrio in Oriente.
Il risultato della campagna dEgitto fu disastroso, la Francia inoltre, nel 1799, dovette subire gli
attacchi degli austriaci, russi ed inglesi che occuparono lItalia e minacciarono di invadere la
Repubblica francese, costretta a subire unaltra crisi militare, simile agli anni 1792 - 1793. Per
evitare ci, matur lidea di costruire un regime solido, in grado di risolvere i problemi interni ed
esterni. Il colpo di Stato fu messo in atto nel 1799, quando il governo venne affidato a tre
consoli; Napoleone, che assunse il titolo di primo console, deteneva di fatto pieni poteri.

Napoleone al potere
2.1 Il Codice civile
Napoleone, dopo essersi occupato della politica estera riconquistando lItalia (vittoria a
Marengo) e imponendo nuovamente legemonia francese in europa (vittoria ad Hohenlinend),
pot occuparsi degli affari interni. Egli, convinto fosse necessario riorganizzare la societ
francese, promulg nel 1804 il Codice civile. Le norme contenute nel Codice civile ruotavano
attorno a due fattori: linteresse dello stato e il diritto di propriet. Questultima, considerata
inviolabile, venne liberata da ogni vincolo che ne impedisse la compravendita. Tutti i cittadini
venivano considerati uguali di fronte alla legge, venne concessa la libert di culto e
introdotto il matrimonio civile e il divorzio: la famiglia inizi a sganciarsi dalle convenzioni
ecclesiastiche. Per quanto riguarda il ruolo della donna, si rimase nella posizione tradizionale.

Marco Matta IV F
3

Liceo Scientifico G. Brotzu Politica e cultura nellet napoleonica


29/02/2013

2.2 Limpero
Nel 1804 Napoleone si incoron personalmente imperatore dei francesi; ci accadde in una
cerimonia ispirata al modello romano, dove la presenza del papa non signific laccettazione da
parte di Napoleone della concezione discendente del potere. Nel 1805 la Francia era ancora in
guerra contro lInghilterra; questa annient la flotta francese nella grande battaglia di
Trafalgar.
La determinazione inglese port limpero austriaco e limpero russo ad unire le forze e tentare di
contrastare Napoleone. Lesercito francese, formidabile sul campo di battaglia riusc a
sconfiggere entrambi gli eserciti ad Austerlitz. Presa consapevolezza della sua imbattibilit
sul campo di battaglia, Napoleone dichiar estinto il Sacro Romano Impero, sostituito da una
Confederazione del Reno. Tutti gli stati che dovevano la loro esistenza a Napoleone o che da
lui erano stati sconfitti, furono obbligati a fornire tributi e contingenti truppe allimperatore
francese.

2.3 Linvasione della Spagna


Nel 1807, Napoleone, sconfitte le armate dello zar e stipulato il trattato di Tilsit, per il quale lo
zar accettava legemonia francese in Europa, si trov nella condizione di imporre la propria
volont a tutta lEuropa. Bonaparte decise di vietare a tutti i paesi europei di intraprendere
scambi commerciali con lInghilterra. Dietro questa decisione vi erano sia motivi politici che
economici. In primo luogo il blocco continentale avrebbe dovuto indebolire lInghilterra; in
secondo luogo avrebbe dovuto rilanciare leconomia francese: lintento di Napoleone era
quello di sostituire ai prodotti inglesi le merci francesi. A sostegno del blocco continentale,
Napoleone intraprese una spedizione militare in Spagna e in Portogallo. Bonaparte sperava di
poter rifornire le colonie spagnole dei manufatti di cui necessitavano ma che la Spagna non era
in grado di fornire. La spedizione che in principio doveva essere una passeggiata, divenne pi
difficile del previsto; gli inglesi, fiutarono le difficolt di Napoleone e inviarono delle truppe in
sostegno degli spagnoli, preservando cos il loro controllo sulla penisola iberica.

2.4 Il fallimento del blocco continentale


Il blocco continentale non diede i frutti sperati. LInghilterra riusc presto a trovare dei mercati
alternativi allEuropa, come quello delle Americhe. Al contrario, tutti i paesi a cui fu obbligato
sostenere il blocco continentale subirono danni gravissimi. Napoleone avrebbe dovuto
contrastare leconomia inglese dando vita ad una vasta area di libero commercio in Europa;
Bonaparte invece subordin tutti i paesi europei allinteresse francese. Inevitabile fu lo sviluppo
del contrabbando, che divenne unattivit fiorente. Malta, occupata dagli inglesi, divenne il
principale deposito dei prodotti coloniali inviati clandestinamente nei maggiori porti europei.
Il contrabbando arriv a coinvolgere anche numerosi funzionari francesi.

Marco Matta IV F
4

Liceo Scientifico G. Brotzu Politica e cultura nellet napoleonica


29/02/2013

2.5 La sconfitta di Napoleone


Quando lo zar decise di riaprire gli scambi commerciali allInghilterra, Napoleone organizz una
grandiosa spedizione contro la Russia. Limperatore francese part con circa 600mila uomini
e, inizialmente, ottenne importanti vittorie, riuscendo ad entrare a Mosca nel 1812. Matur a
questo punto il problema dei rifornimenti; le truppe francesi usavano rifornirsi saccheggiando le
terre appena conquistate. I russi adottarono per la tattica della terra bruciata: distrussero i
loro raccolti e ogni altro bene che potesse tornare utile ai loro avversari; perseguirono tale
tattica fino allestremo, arrivando ad appiccare il fuoco alla stessa Mosca. Lesercito francese,
isolato nellinverno russo, sub gravi perdite dovute al freddo e alla fame; approfittando del
disastro, tutti i nemici di Napoleone, unirono le forze e riuscirono a sconfiggere pesantemente
Napoleone a Lipsia. Dopo che il territorio francese fu invaso e la stessa Parigi assediata,
Napoleone accett di abdicare e ritirarsi allisola dElba. Due anni dopo, Bonaparte tent
nuovamente di riprendere potere ma la sua carriera militare si concluse definitivamente con la
sconfitta di Waterloo, nel 1815.

Marco Matta IV F
5