Sei sulla pagina 1di 6

Metropolis (1927)

Diretto da Fritz Lang


Scritto da Thea di Harbou ... (sceneggiatura)
Thea di Harbou ... (romanzo)
Fritz Lang ... (sceneggiatura)
Cast Alfred Abele ... Johann (Joh) Fredersen
Gustav Merry ... Freder Fredersen - Il figlio di Joh Fredersen
Rudolf Klein-Rogge... Erfinder CA Rotwang / L'inventore
Fritz Rasp ... Der Schmale / L'uomo magro
Theodor Loos ... Josaphat / Joseph
Erwin Biswanger... 11811 - Georgy
Heinrich George... Macchina del cuore di Grot -Wärter / Guardian of the Heart Machine
Brigitte Helm ... Maria / Maschinenmensch / The Machine
Prodotto da Erich Pommer
Fotografia Karl Freund
Günther Rittau
Walter Ruttmann
Scenografia Otto Hunte
Erich Kettelhut
Karl Vollbrecht
Colonne sonore Gottfried Huppertz, Giorgio Moroder, Peter Osborne, Bernd Schultheis, Wetfish, Alloy Orchestra,
Club Foot Orchestra
Trama Lang ambienta il film in un futuro oscuro e asfissiante, nel 2026, in una tentacolare Metropolis. La
megalopoli, ostenta grattacieli altissimi tra i quali si incrociano ardite sopraelevate percorse da
futuristiche vetture. Gli abitanti sono ricchi nullafacenti ingordi di agi e lussi. Ma la parte inferiore
della città nasconde un orrore: proletari che lavorano incessantemente e in condizioni sovrumane
come schiavi.
In quell'inferno si aggira un angelo, la dolce e mite Maria (Brigitte Helm) una giovane che incoraggia
gli operai inducendoli a confidare nella provvidenza; oltre a ciò si prende cura dei loro bambini. Un
giorno li conduce a vedere un meraviglioso giardino "nella città di sopra". Qui incontra John (Gustav
Frohlich), figlio del padrone assoluto di Metropolis, Freder Frederer (Alfred Abel). Il ragazzo ne
rimane profondamente colpito e seguendola scopre i sotterranei e gli uomini ridotti in schiavitù.
La sua vita cambia quando decide di entrare nella realtà del sottosuolo e comincia a farne parte.
Cerca la sua amata ma non la può trovare: è stata rapita per ordine di Frederer da uno scienziato
con il compito di mettere a punto un Androide identico a Maria che dovrebbe dividere gli operai,
ma in realtà, il suo creatore, se ne servirà per fomentare la sommossa con lo scopo di strappare il
potere a Frederer.
Metropolis assisterà a scenari disastrosi, la donna robot guiderà una rivolta, le fabbriche si fermano,
la città rischia il collasso e gli operai la vita.
Generi Dramma Fantascienza
Curiosità  Il film è universalmente riconosciuto come un modello di molti soggetti di fantascienza
moderna, avendo ispirato pellicole quali "Blade Runner" e "Guerre Stellari".
 "Metropolis" è tratto da un romanzo scritto dalla moglie di Lang, che pochi anni dopo avrebbe
aderito al Partito nazista mentre il regista, ebreo da parte di madre, lasciò la Germania per
arrivare negli Stati Uniti.
 Le sequenze a esposizione multipla non sono state create in laboratorio ma proprio durante le
riprese sul set. Il film è stato riavvolto nella fotocamera e poi esposto di nuovo subito. Questo è
stato fatto fino a 30 volte.
 Il film includeva più di 37.000 comparse. Sono stati necessari 310 giorni di riprese.
 Per decenni, tutto ciò che è sopravvissuto di Metropolis sono stati un negativo originale
incompleto e copie di copie stampate straniere accorciate e rieditate; più di un quarto del film è
stato creduto perduto. Tuttavia, nel luglio 2008, la rivista tedesca "ZEITmagazin" ha riportato la
scoperta di un duplicato negativo da 16 mm del film al Museo del Cine Pablo Ducrós Hicken di
Buenos Aires da parte dello storico del cinema e collezionista Fernando Martín Peña. Fino ad
allora, tutto ciò che si sapeva era che una stampa di esportazione originale di 35 mm a figura
intera era stata inviata in Argentina nel 1928. L'ultima proiezione ufficialmente documentata di
questa versione era avvenuta negli anni '50 ed era considerata perduta. Tuttavia, poiché la
pellicola da 35 mm era più rischiosa da conservare a quei tempi (il nitrato all'interno del
negativo a volte poteva prendere fuoco), i conservatori spesso facevano una copia negativa da
16 mm della pellicola originale che era più facile da conservare. Ciò che ha spinto la scoperta è
che Martín Peña ricordava storie di operatori cinematografici argentini che affermavano di aver
proiettato una versione di Metropolis di oltre 2 ore negli anni '80. (Le uniche versioni conosciute
all'epoca erano tutte considerevolmente più brevi.) Questa versione aveva probabilmente fatto
parte di una collezione privata che fu poi donata al museo. Dopo aver finalmente ottenuto il
permesso di cercare negli archivi del museo, Martín Peña ha trovato la copia superstite di 16
mm. Il processo di copiatura da pellicola da 35 a 16 mm ha comportato anche la perdita di
alcune parti del fotogramma. Tuttavia, le bobine contenevano quasi tutte le sequenze
precedentemente mancanti (circa 25 minuti di filmati). Dopo quasi 80 anni, il film è ora
praticamente completo, escludendo sezioni come Freder che ascolta un prete che tiene un
sermone sull'imminente apocalisse e la lotta di Joh Fredersen con Rotwang.
 Essendo uno dei film più costosi dell'epoca, con un costo di circa 5.000.000 di marchi, questo
film ha quasi mandato in bancarotta la UFA (Universum Film).
 Il robot di questo film ha ispirato il look di C-3PO in Guerre stellari (1977).
 Il film è ambientato nel 2026.
 Ci sono volute tre settimane per girare la scena "inondazione sotterranea", poiché Fritz Lang
voleva ottenere la scena giusta. Ciò ha avuto un enorme impatto sulla salute degli attori poiché
ha anche mantenuto l'acqua a una temperatura costantemente bassa.
 Gli scatti fondamentali della città - con automobili, aerei e treni sopraelevati in movimento -
sono stati realizzati utilizzando la fotografia in stop-motion. Gli sfondi nell'inquadratura erano
stati scarsamente illuminati per creare un maggiore senso di profondità, ma il capo del
laboratorio, che ha sviluppato lui stesso il film, ha deciso che si trattava di un errore e ha
alleggerito gli sfondi, distruggendo così il senso di prospettiva forzata.
 La connessione di questo film con il regime nazista è davvero notevole. Thea von Harbou, che
era la moglie di Fritz Lang, fu un'ardente e precoce sostenitrice del partito. Non solo Adolf
Hitler, ma tutto il circolo ristretto è rimasto estasiato dal film e lo ha considerato come una
sorta di progetto sociale. Lang, ovviamente, era ebreo, ma il Fuehrer gli offrì un lasciapassare
per il suo ingegno e la sua visione, molto rari nella Germania nazista. Fuggì a Parigi, poi in
America.
 L'esperto di effetti Eugen Schüfftan ha creato effetti visivi pionieristici per Metropolis. Tra gli
effetti utilizzati ci sono le miniature della città, una telecamera su un'altalena e, in particolare, il
processo Schüfftan, in cui gli specchi vengono utilizzati per creare l'illusione che gli attori
occupino set in miniatura.
 Fritz Lang richiedeva spesso numerose ripetizioni e impiegava due giorni per girare una scena
semplice in cui Freder crollava ai piedi di Maria.
 In piedi sul ponte della SS Deutschland nel 1924 nel porto di New York con il suo amico
produttore Erich Pommer, il regista Fritz Lang ha trovato grande ispirazione nelle torri di pietra
e vetro illuminate al neon. Questa immagine formerebbe la base di Metropolis (1927).
 Fritz Lang ha iniziato a girare con un altro cast di attori come Freder. Durante i primi giorni di
riprese, tuttavia, Thea von Harbou ha notato il bell'aspetto Gustav Fröhlich, una delle comparse
nel cast come operaio. Quando i primi episodi con Freder si sono rivelati insoddisfacenti, ha
esortato Lang a lasciare andare il loro attore originale e a scegliere Frohlich per la parte.
 Per l'esplosione della macchina del cuore, Fritz Lang si rifiutò di usare i manichini come sostituti
dei lavoratori sballottati. Ha insistito che sarebbe sembrato falso. Quindi gli extra dovevano
essere agganciati alle cinture e gettati attraverso fumo, vapore e fuoco.
 Questo è stato uno dei primi lungometraggi di fantascienza al mondo.
 Alla prima del film a Berlino il 10 gennaio 1927, il pubblico scoppiò in un applauso ad alcune
delle scene più spettacolari.
 Il Maschinenmensch - il robot costruito da Rotwang per resuscitare il suo amore perduto Hel - è
stato creato dallo scultore Walter Schulze-Mittendorff. All'attrice Brigitte Helm è stato preso un
calco in gesso per tutto il corpo, attorno al quale è stato poi costruito il costume. La scoperta
casuale di un campione di "plastic wood" (una sostanza flessibile progettata come stucco per
legno) ha permesso a Schulze-Mittendorff di costruire un costume che sarebbe apparso
metallico e avrebbe consentito una piccola quantità di libertà di movimento.
 Il cast del film era composto principalmente da attori sconosciuti; Heinrich George era un attore
di teatro, Gustav Fröhlich era un giornalista e la diciannovenne Brigitte Helm che non aveva
precedenti esperienze cinematografiche sebbene avesse dato le riprese di prova per I
Nibelunghi: Sigfrido (1924).
 Il film ha attinto molto da fonti bibliche per molti dei suoi set-pezzi chiave. Durante il suo primo
colloquio con gli operai, Maria usa la storia della Torre di Babele per evidenziare la discordia tra
gli intellettuali e gli operai. Inoltre, un delirante Freder immagina la falsa Maria come la Puttana
di Babilonia, a cavallo di un drago dalle molte teste. Inoltre, il nome del club Yoshiwara allude al
famoso quartiere a luci rosse di Tokyo.
 La musica di Gottfried Huppertz ha avuto un ruolo di primo piano durante la produzione del
film. A volte, il compositore suonava il pianoforte sul set per informare le performance degli
attori.
 Con una durata di due ore e mezza, il film non poteva essere proiettato abbastanza volte in un
giorno per restituire l'investimento di UFA abbastanza presto. Di conseguenza, l'intera società è
stata ristrutturata, con un nuovo consiglio di amministrazione più conservatore. Inorriditi dalla
politica marxista del film, lo ritirarono dalle sale nella primavera del 1927.
 56 di 59 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Oltre 25.000 comparse sono state coinvolte nella realizzazione del film.
 64 di 68 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Nel romanzo, il robot è descritto come una donna "di vetro e metallo" e il suo nome è Parody; I
lineamenti di Maria sono scolpiti sul viso dalla stessa Rotwang, usando Maria come guida.
 51 di 54 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Con l'UFA ancora in difficoltà finanziarie, l'uomo d'affari Alfred Hunberg ha preso in mano le
redini dello studio. Ha tagliato ulteriormente il film per rimuovere qualsiasi materiale marxista e
religioso.
 32 di 33 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 La trama del film ha avuto origine da un romanzo con lo stesso titolo scritto da Thea von Harbou
al solo scopo di essere trasformato in un film. Il romanzo a sua volta ha tratto ispirazione dalle
opere di HG Wells , Shelley e Villiers d'Isle Adam e da altri drammi tedeschi. Il romanzo ha avuto
un ruolo importante nella campagna di marketing del film ed è stato serializzato sulla rivista
Illustriertes Blatt alla vigilia della sua uscita. Harbou e Lang hanno collaborato alla sceneggiatura
derivata dal romanzo e diversi punti della trama ed elementi tematici - inclusa la maggior parte
dei riferimenti alla magia e all'occultismo presenti nel romanzo - sono stati eliminati.
 32 di 33 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Tutte le esposizioni multiple sono state eseguite in camera, con la pellicola riavvolta e riesposta.
Per alcune scene, ciò richiedeva fino a 30 diverse esposizioni.
 31 di 32 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Poiché i costi di produzione spingevano la UFA alla bancarotta, lo studio aveva firmato un
accordo con Paramount Pictures e MGM che ha creato Parafumet per distribuire i film dei due
studios statunitensi in Germania. Ha anche dato agli studios i diritti di distribuzione negli Stati
Uniti e in altri territori dei film di UFA e il diritto di modificare quei film come meglio credevano.
Parafumet ha tagliato l'immagine a circa 115 minuti, eliminando l'inseguimento dell'Uomo
Magro di Freder e Josaphat e gran parte del retroscena sulla passata rivalità romantica di
Rotwang con Fredersen.
 30 di 31 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 L'UFA aveva bisogno di un aiuto finanziario da parte di Famous Players e Metro-Goldwyn per un
importo di quattro milioni di dollari per completare il film più elaborato e stravagante della
storia europea. UFA non ha mai recuperato il suo investimento nel film.
 36 di 38 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Selezionato dal Vaticano nella categoria "arte" della sua lista di 45 "grandi film".
 36 di 38 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Le riprese di questo film sono state utilizzate nella British Rock Band, nel video musicale dei
Queen per "Radio Ga Ga".
 97 di 108 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Quando Fritz Lang era in visita negli Stati Uniti, nel 1924 per la prima de I Nibelunghi: Sigfrido
(1924), ebbe la sua ispirazione iniziale per "Metropolis" quando vide lo skyline di New York. Ha
incaricato sua moglie Thea von Harbou di scrivere il romanzo, e in seguito hanno collaborato
alla sceneggiatura.
 35 di 37 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 In un'intervista, Fritz Lang ha riferito che "il film è nato dalla mia prima vista dei grattacieli di
New York nell'ottobre 1924". Aveva visitato New York per la prima volta e aveva osservato: "Ho
guardato nelle strade - le luci abbaglianti e gli edifici alti - e lì ho concepito Metropolis (1927)".
Descrivendo le sue prime impressioni sulla città, Lang ha affermato che "gli edifici sembravano
essere una vela verticale, scintillante e molto leggera, uno sfondo lussuoso, sospeso nel cielo
scuro per abbagliare, distrarre e ipnotizzare". Ha aggiunto: "La sola vista di Neuyork [sic]
dovrebbe essere sufficiente per trasformare questo faro di bellezza nel centro di un film".
 35 di 37 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Nel gennaio 1926, i dirigenti dell'UFA si incontrarono per determinare cosa fare riguardo alla
produzione sempre più costosa, che sembrava non essere affatto vicina al completamento.
Considerarono l'idea di staccare la spina, ma decisero invece di licenziare Erich Pommer dalla
sua posizione di capo dello studio. Ha continuato a interferire con la produzione fino ad aprile,
quando è partito per un lavoro alla Paramount Pictures negli Stati Uniti
 27 di 28 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Lo scrittore David Foster Wallace ha voluto fare una foto di Fritz Lang che dirige questo film
sulla copertina del suo romanzo più famoso: "Infinite Jest". Ciò è stato probabilmente dovuto
alla durezza del regista nei confronti del cast e della troupe, che li ha sottoposti a riprese
fisicamente faticose ed estenuanti. Questo è andato di pari passo con i temi del romanzo, in cui
"Metropolis" è menzionato più volte. A Wallace fu negato il permesso di farlo, poiché gli editori
temevano che il suo libro di millecento pagine fosse già abbastanza difficile da
commercializzare. Il libro è diventato un bestseller e Wallace è rimasto amareggiato dalla
copertina.
 42 su 45 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Per creare il costume del robot, è stato preso un calco in gesso del corpo di Brigitte Helm . Il
calco è stato quindi copiato in stucco per legno (che è stato scoperto di recente all'epoca) e
quindi è stato spruzzato per farlo sembrare metallico.
 15 di 15 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Fritz Lang e il suo team si sono recati negli Stati Uniti dove hanno acquistato due fotocamere
Mitchell. Le fotocamere contenevano il rivoluzionario "movimento Mitchell" che includeva una
serie di perni di registrazione che avrebbero tenuto fermo ogni fotogramma mentre veniva
esposto. Ciò ha portato alla loro reputazione di scattare immagini stabili. Questo è diventato
cruciale per questo film durante le riprese di effetti speciali, specialmente quando parti del
fotogramma sono state esposte durante più passaggi della pellicola. I vari modelli delle
fotocamere Mitchell sono diventati lo standard del settore negli anni '50.
 14 di 14 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Uno dei primi esempi di televisione a circuito chiuso mostrato in un film - quando Joh Frederson
parla con Grot, il Guardiano della Macchina del Cuore.
 14 di 14 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Nell'ottobre del 1984 ebbe luogo la prima mondiale di Digital sound in un cinema, utilizzando la
versione di Metropolis registrata digitalmente da Moroder. Orchestrato da John Allen di High
Performance Stereo, l'evento si è svolto al Magestic Century Plaza Theatre di Los Angeles ed è
stato un evento su invito composto da poche centinaia di professionisti del suono del settore.
Poiché all'epoca non esisteva la tecnologia per posizionare l'audio digitale su pellicola, l'audio
discreto a 5 tracce è stato registrato su un registratore a nastro digitale industriale Sony 3324 e
sincronizzato con l'immagine. Il sistema audio utilizzato per presentare questo storico evento
era il sistema HPS-4000 di John Allen e aveva la potenza acustica pari a 10 Orchestre Sinfoniche.
 42 di 47 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Il propagandista nazista Joseph Goebbels è rimasto colpito dal messaggio di giustizia sociale del
film. In un discorso del 1928 dichiarò che "la borghesia politica sta per lasciare il palcoscenico
della storia. Al suo posto avanzano i produttori oppressi della testa e della mano, le forze del
lavoro, per iniziare la loro missione storica".
 26 di 28 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Il famoso autore di fantascienza HG Wells odiava questo film ed è stato ispirato a scrivere La
vita futura (1936) come alternativa.
 19 di 20 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Il copyright americano è scaduto nel 1953, il che alla fine ha portato a una proliferazione di
versioni rilasciate in video. Insieme ad altre opere di produzione straniera, il copyright
statunitense del film è stato ripristinato nel 1996, ma la costituzionalità di questa estensione del
copyright è stata contestata in Golan v. Gonzales e, come Golan v. Holder, è stato stabilito che
"Negli Stati Uniti, che Il corpo della legge include il principio fondamentale che le opere di
pubblico dominio rimangono di pubblico dominio. La rimozione di opere dal pubblico dominio
ha violato gli interessi acquisiti dal Primo Emendamento dei Querelanti." Ciò valeva solo per i
diritti dei cosiddetti reliance party, cioè soggetti che in precedenza avevano fatto valere lo stato
di pubblico dominio delle opere restaurate. Il caso è stato ribaltato in appello al Decimo Circuito
e tale decisione è stata confermata dalla Corte Suprema degli Stati Uniti il 18 gennaio 2012.
 24 di 26 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Gottfried Huppertz ha tratto ispirazione da Richard Wagner e Richard Strauss e ha combinato
una voce orchestrale classica con lievi tocchi modernisti per ritrarre l'enorme città industriale
dei lavoratori del film.
 29 di 32 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Uno dei progettisti/costruttori della gigantesca macchina a vapore nel film era Albert Sammt.
Sammt, di mestiere, era un montatore e addetto all'ascensore nell'industria dei dirigibili.
Sorprendentemente, molti dirigibili come Sammt che stavano cercando lavoro in quel
momento, presero posizioni come troupe tecniche nell'industria cinematografica. Dopo essere
tornato a lavorare nell'industria aeronautica tedesca, Sammt fu infine promosso capitano. Il
capitano Albert Sammt, al comando del capitano Maximilian Pruss, prestò servizio come primo
ufficiale del DLZ-129 Hindenburg. Sammt era tra l'equipaggio sopravvissuto al disastro del 1937.
 17 di 18 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Per creare entusiasmo per il film, il romanzo originale è stato serializzato sulla popolare rivista
tedesca Illustriertes Blatt nel mese precedente l'uscita del film.
 24 di 27 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Il preludio dura più di 60 minuti
 24 di 27 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 La sceneggiatura stessa ha subito molte riscritture e ad un certo punto ha caratterizzato un
finale in cui Freder sarebbe volato verso le stelle; questo elemento della trama in seguito
divenne la base per Fritz Lang s' Una donna nella luna (1929).
 20 di 23 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Il film è stato restaurato, rimontato per usare i sottotitoli invece delle didascalie, ridipinto con
colori diversi e ri-incorniciato con la musica del sintetizzatore con le star degli anni '79 e '80
Bonnie Tyler, Freddie Mercury, Adam Ant, Pat Benatar e Loverboy nel 1984. Questo
"modernizzato " La versione si intitola "Giorgio Moroder presenta Metropolis" per Moroder che
ha scritto gran parte della nuova musica.
 12 di 14 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Incluso tra i '1001 film da vedere prima di morire', a cura di Steven Jay Schneider.
 43 di 60 hanno trovato questo interessante | Condividi questo
 La colonna sonora è stata registrata nuovamente per l'uscita del film in DVD del 2001 con
Heller, Berndt alla direzione della Rundfunksinfonieorchester Saarbrücken.
 16 di 20 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 L'UFA ha invitato diversi rappresentanti di riviste specializzate e diversi critici cinematografici a
vedere le riprese del film come parte della sua campagna di promozione.
 11 di 13 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Classificato al numero 16 di film non di lingua inglese nel sondaggio della critica condotto dalla
BBC nel 2018.
 11 di 13 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Il film è incluso nella lista dei "Grandi Film" di Roger Ebert .
 21 di 28 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 In alcune versioni del film, a Fritz Rasp viene attribuito il ruolo di "Slim", non di Thin Man.
 14 di 18 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 In alcune versioni internazionali, nei titoli di coda Heinrich George viene scambiato per Fritz
Rasp .
 11 di 16 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 I versetti della Bibbia che il monaco indica con la mano, appena prima che il robot venga visto
per la prima volta, sono Apocalisse 17:3-6.
 6 di 8 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Questo film è uno dei film preferiti di Guillermo del Toro .
 7 su 12 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Questo film è tra i 250 migliori lungometraggi narrativi ufficiali su Letterboxd.
 2 su 5 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Spoilers
 Gli elementi di curiosità di seguito possono rivelare importanti punti della trama.
 Brigitte Helm ha detto in un'intervista contemporanea che la quantità di pressione che Fritz
Lang ha esercitato su di loro è stata immensa. Le riprese hanno richiesto più di un anno e alcune
delle richieste che hanno dovuto affrontare dal loro regista hanno messo a dura prova la loro
salute fisica. Durante la scena in cui la falsa Maria viene bruciata sul rogo, Lang ha incaricato
l'attore che interpreta Grot di afferrare e trascinare Brigitte Helm per i capelli (cosa che gli viene
mostrato fare). Secondo molte fonti, l'abito di Helm ha preso fuoco durante questa stessa
scena, poiché Lang ha richiesto spesso numerose ripetizioni.
 78 di 78 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Fritz Lang ha insistito per usare il vero fuoco per la scena culminante in cui la falsa Maria viene
bruciata sul rogo, il che ha portato a prendere fuoco il vestito di Brigitte Helm .
 59 di 59 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Fritz Lang ha ordinato alle comparse di lanciarsi contro potenti getti d'acqua durante le riprese
dell'allagamento della città dei lavoratori
 42 di 42 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 Rotwang ha un monumento commemorativo a Hel. Mentre viene spiegato che Hel era la
defunta moglie di Joh Fredersen, "Hel" è anche la dea norrena responsabile delle "Sale di Hel",
o mondo sotterraneo. Il suo nome e il luogo (spesso abbreviato semplicemente in "Hel", che ci
ha dato la parola inferno), erano sinonimi di morte. Per essere franco, Rotwang adorava
letteralmente la morte, il che aiuta a spiegare il suo piano per la Maria meccanica.
 26 di 28 l'hanno trovato interessante | Condividi questo
 In armonia con i temi biblici, "Josephat" è una versione abbreviata comune di Giosafat. Il biblico
Giosafat era un re sacerdotale dell'antica Giuda, noto per essere generalmente un capo buono e
giusto e per aver imparato dai suoi errori. Un soprannome appropriato per l'amico di Freder che
viene licenziato da Joh Fredersen.
Dettagli Data: 10 gennaio 1927 (Berlino) (prima)
Paese di origine: Germania
Luoghi delle riprese: Berlino, Germania; Vienna, Austria
Case di produzione: Universum Film (UFA)
Distribuzione: Universum Film (UFA) (1927) (Germany); Paramount Pictures (1927) (USA)
Specifiche tecniche Tempo: 2h 33min
Colore: B&W
Suono: Muto
Aspect ratio: 1.33:1