Sei sulla pagina 1di 11

1

Un'analisi moderna di Cavalleria Rusticana

Cecilia XingMei Cai

Drammaturgia Musicale, Prof. Andrea Cigni

Istituto Superiore di Studi Musicali Claudio Monteverdi, Cremona

Il capolavoro numero uno di Pietro Mascagni, Cavalleria Rusticana, non è una storia

sui re e le regine, né sulle famose cortigiane, i classi nobili o sulle rivoluzioni. È una

storia di tutti i giorni che quasi tutti potrebbero riguardare. Con il suo giusto stile

Verismo, quando è stato eseguito per la prima volta, ha persino scioccato gli italiani

stessi. Preso nell'estremo sud dell'Italia, la terra dei Padrini, vivevano il popolo più

schieti ed espressivi. I numerosi elementi che compongono l'opera includono: il

servizio di chiesa della domenica di Pasqua, la raccolta del vino, il bere, le partite di

combattimenti ... a cui sono costituiti non solo come un'opera che racconta una

storia, ma ritrae la vita dei citadini della periferia siciliana per il pubblico. Con lo stile

di musica speciale di Mascagni e il tipo di trama operistica totalmente riformata,

quest’pera di un'ora dura è senza dubbio, complessa.

Lo sfondo di composizione

La storia di Cavalleria Rusticana era in origine un racconto di uno scritore verismo

siciliano, Giovanni Verga. Fu scrito nel 1880, poiché la storia si svolse anche durante

quell'epoca. Nel 1888, ci fu un concorso per i giovani compositori italiani a Milano e

tutti furono invitati a presentare un'opera in un ato. Mascagni sapeva questa


2

opportunità due mesi prima della scadenza e chiedeva al suo amico, il poeta

Giovanni Targioni Tozzetti, chi è anche il docente di letura all'Accademia Navale di

Livorno, per scrivere un libreto. Tozzetti e il suo collega Guido Menasci hanno

composto il libreto basato sul racconto di Verga. L'opera è stata finalmente

presentata l'ultimo giorno della scadenza. L'anno seguente, l'opera di Mascagni fu

selezionata tra i vincitori.

Ripartizione e analisi della trama

Turiddu ha dovuto lasciare il suo compagna/amante/ragazza Lola per il servizio

militare. Nel momento in cui se ne andò, sposò immediatamente il ricco fascino del

villaggio, Alfio. Turiddu tornò pieno di risentimento e rabbia, poi procedete usando

una delle ragazze del villaggio Santuzza come un rimbalzo. Come un uomo italiano, o

gli uomini in generale, ovviamente Turiddu ha promesso a Santuzza l'amore e il

matrimonio per farla dormire con lui. Nel fratempo, la volpe sexy del villaggio Lola

ha assistito a tuto, ha sedoto Turiddu per farlo correre di nuovo da lei e "tenere il

leto al caldo" mentre Alfio è via per lavoro. Turiddu lasciò Santuzza senza batere

suoi cigli, il che fece sì che Santuzza venisse scomunicata dalla chiesa. (Alcuni

suggeriscono che Santuzza fosse incinta del figlio di Turiddu, di cui parleremo più

avanti).

La mattina di Pasqua, Turiddu ha appena trascorso una note piena di divertimento

con Lola prima che Alfio tornasse (O Lola ch'ai di latti la cammisa). Santuzza molto

probabilmente sapeva dove si trovava, eppure si avvicinò ancora alla mamma di

Turiddu, Lucia, per chiederle dove si trovasse. Entra Alfio, che era ansioso di tornare a
3

casa dalla moglie "fedele" Lola, mentre si vantava dei suoi sguardi birichini (Il cavallo

scalpita). Mamma Lucia e Alfio si salutarono; Lucia disse ad Alfio che Turiddu andò a

Francofonte a prendere del vino, come Alfio disse a se stesso: "È strano, perché l'ho

visto vicino a casa mia stamattina."

Il coro della chiesa è venuto cantando l'inno di Pasqua (Regina coeli). Poi la Santuzza

ha ammetato finalmente a Mamma Lucia cosa è successo (Voi lo sapete, o mamma).

Lucia andò in chiesa e iniziò a pregare per la situazione.

Turiddu tornò a recitare come se nulla fosse accaduto mentre Santuzza lo interrogava

(Tu qui, Santuzza?). Lola interrompe la discussione con la sua melodia di fiore (Fior di

giaggiolo) e si avvicina a Turiddu. Ha poi proceduto a provocare Santuzza, che ha

portato queste due donne a uno scambio di denigrazione sarcastico. Lola abbandonò

la discussione, entrò in chiesa cantando la sua stronza melodia, Turiddu divenne

furioso con Santuzza e divenne violento con lei anche se lo pregò in ginocchio.

Turiddu seguì Lola in chiesa, Santuzza concluse il combattimento imprecando contro

la domenica di Pasqua di Turiddu.

Entra di nuovo Alfio, Santuzza gli racconta immediatamente della relazione della

moglie con Turidduu (Il signore vi manda, compar Alfio). Alfio improvvisamente capì

perché continuava a vedere Turiddu vicino a casa sua quando tornò dal lavoro, poi

giurò vendeta.

Dopo la fine del servizio, la gente è andata ad avere un aperitivo al bar della Mamma

Lucia (A casa amici ... viva il vino spumeggiante). Mentre Turiddu versava il vino per

tutti e cantava una canzone da bere, Alfio entrò. Non essendo così amichevole,
4

Turiddu si rese conto che Alfio lo aveva scoperto. Per "occuparsi" delle cose di modo

del “Padrino”, i due decisero di fare un duello.

Turiddu, essendo un ragazzo di mamma, un vero "mammonino", tornò a dire a sua

madre che se non lo rivedrà mai, per favore sii madre di Santuzza. Il duello ebbe

succeso e Turiddu fu ucciso. L'opera finisce.

Passiamo ora a guardare l'intera trama. Gli italiani di vecchia generazione sono

religiosi e tratano le domeniche di Pasqua come uno dei più grandi eventi dell'anno.

(E 'ancora un grande evento in Italia ora, ma sappiamo che gli italiani di nuova

generazione non sono più religiosi) Santuzza non poteva entrare in chiesa perché è

stata scomunicata. Ci sono alcune teorie sul perché Santuzza fu scomunicato. 1. Ha

fato sesso prima del matrimonio. 2. Era incinta del figlio di Turiddu. 3. Il suo

"matrimonio" è stato revocato perché Turiddu l'ha abbandonata. Mentre queste

sono solo teorie, hanno fortemente suggerito che Turiddu e Santuzza hanno avuto

rapporti sessuali, che lei onestamente si pentì e si fece scomunicare dalla chiesa.

Come abbiamo visto dall'opera, Lola e Turiddu andarono comunque in chiesa come

se nulla fosse accaduto. I più grandi peccatori sono in effetti, questi due, perché

hanno commesso adulterio. Pertanto, potremmo dire dalla trama che, non solo sono

imbroglioni e bugiardi; sono anche irrispetosi della chiesa. Come sono spudorati.

Anche se Turiddu ha avuto il gusto di ciò che meritava alla fine, credo che avrebbe

voluto che potesse essere una brava persona per un secondo prima della sua morte.

Ha chiesto a sua madre di essere buona con la donna che l’ha tradito. Sebbene

questo non fosse il risultato voluto dalla povera Santuzza, Turiddu pensava almeno a
5

lei durante questo momento cruciale.

Ripartizione dei personaggi

Musicalmente i tre personaggi principali sono: Santuzza, Turiddu ed Alfio. Gli altri

personaggi che hanno contribuito immensamente alla trama sono Mamma Lucia e

Lola. Oltre a queste cinque persone, gli abitanti del villaggio e il coro della chiesa

completarono la storia.

Santuzza non era una donna felice. Era anche una brava donna che, come tute le

altre brave donne del mondo, è vittima del tradimento. Nella maggior parte delle

produzioni dei teatri, è interpretata come una donna sciata e non così atraente.

Tutavia, nessun luogo dell'opera ha suggerito questo su di lei. Se qualcuno pensa che

una donna atraente possa sempre mantenere l'uomo fedele, ripensateci. Il fato è

che Turiddu non l'ha mai amata. L'ha usata solo perché era arrabbiato con la

situazione di Lola. Con Santuzza, un'innocente ragazza del villaggio che ha otenuto

tute le promesse da un uomo, lei gli crederà e si innamorerà di lui. Tutavia, da

quello che abbiamo potuto vedere, lei non era affato un problema. Dal chiedere a

Mamma Lucia di Turiddu (anche se sapeva dov'era), interrogare Turiddu, dire ad Alfio

della relazione di Lola con Turiddu, lei gli ha fato raccogliere quello che cuciva.

D’altronde, Turiddu non e` cosi diverso a rispeto degli altri uomini stronzi. Usando

una buona donna innocente come rimbalzo, correva ancora verso la putana che lo

aveva lasciato. Ha una musica bellissima da cantare, ma per me non ha un

personaggio speciale. Il suo unico lato positivo apparso nella storia è che ha avuto il

coraggio di duellare con Alfio e ha chiesto a sua madre di essere buona a Santuzza.

Pensavo che Alfio sia la versione siciliana di Escamillo. Brani musicali affascinanti /
6

accattivanti, uomo d'affari di successo, inoltre, un uomo forte che è in grado di

massacrare un altro uomo in un duello. Invece, più guardo nell'opera, più mi accorgo

che lui è veramente uno stupido innocente come uno strumento. Alfio sembra essere

un maniaco del lavoro che è orgoglioso della sua attività. Dopo aver sposato Lola, era

anche orgoglioso di sua moglie. Lui immaginava che Lola fosse una bella donna che

era in totale sotomissione e lealtà nei suoi confronti. Eppure, Lola lo sposò solo

perché era ricco e perché mancava un giocatolo da ragazzo quando Turiddu non

c'era più.

Sebbene Mamma Lucia non avesse molto da cantare, è ovvio che lei non ami troppo

Santuzza. O a lei non piace Santa, o semplicemente non crede che nessuna donna sia

abbastanza buona per il suo prezioso Turiddu. O forse è perché Santuzza viene

sempre a Lucia con i problemi, quindi si sta arrabbiando con lei. Ha immediatamente

previsto che sarebbe accaduto qualcosa di terribile dopo che Santuzza le ha

raccontato della relazione di suo figlio con la violenta moglie di Alfio.

Lola è l'antipasto del drama. Era l'originale entusiasta compagno di giochi di Turiddu,

quindi decise di lasciarlo andare per cercare un'opzione migliore quando ne avesse

avuto la possibilità (quando Turiddu se ne andò). Una cagna non sarebbe soddisfata

di questo; poi decise di farlo dormire con lei sapendo che ora stava dormendo con

un'altra donna. Sapeva che tuto ciò che doveva fare era semplicemente fare

l'occhiolino a Turiddu una volta e lui sarebbe corso da lei in pochi secondi. Forse

trascurava la durezza di Santuzza, non aveva nemmeno paura di stroncare Santuzza

in faccia. Sebbene questo personaggio non avesse molto da cantare, ha sicuramente


7

contribuito di più alla trama. Non sappiamo cosa le è successo alla fine, suppongo

che non sia carino.

Analisi musicale

La musica si apre con un preludio orchestrale bello ma intenso che ha incluso il

motivo principale della lota tra Santuzza e Turiddu. All'improvviso la musica

orchestrale fu interrota, perché Turiddu uscì dal leto di Lola. Di buon mattino, ha

iniziato a cantare i "Siciliani", che parla della bellezza di Lola. Apparentemente non si

vergogna per aver dormito con la moglie di un altro uomo, altrimenti non sarebbe

stato così aperto a riguardo. La musica poi continua con la melodia spezzata di

Santuzza, che ha introdoto la donna addolorata.

Seguendo un tema molto più edificante e ispirato alla musica stile folk, ha introdoto

la vita del villaggio in Sicilia. "Nel mezzo al campo, tra le spiche d'oro, il rumore delle

tue spole, noi stanchi riposando dal lavoro a voi pensiamo, o belle occhi di sole." Chi

è il "voi" che indica nel loro canto? È la mattina di Pasqua, i siciliani sono religiosi e la

musica ha suggerito alle persone felici del villaggio di lodare Dio per le loro adorabili

vite.

All'improvviso, la musica si trasformò da flauti edificanti a modo maggiore a modo

minore deprimenti. Anche in un villaggio così pacifico dove la gente elogia Dio per le

loro vite, esiste dolore. Santuzza si comportava come se non sapesse dove andasse

Turiddu, ma in realtà, lo scopo di chiedere a Mamma Lucia di suo figlio è di dirle che

è stata scomunicata e che suo figlio è un bugiardo / imbroglione.

La musica ha preso una piega quando Alfio è entrato in scena. Come gli disse più

tardi Mamma Lucia, "Beato voi, che siete sempre allegro cosi`", la musica suggeriva
8

ad Alfio di essere una persona piena di fiducia, completamente diversa dal violento

assassino di cui ci vedremo più avanti.

Santuzza è scomunicata, ma per la maggior parte delle produzioni è stata lei a

guidare il coro della chiesa cantando "Inneggiamo". Tutavia, la vera situazione è che

il coro della chiesa l'ha cantato all'interno della chiesa, mentre Santuzza ha cantato

tristemente fuori dalla chiesa insieme a loro. Da questo punto in poi fino

all'intermezzo, la musica circonda il dolore di Santuzza.

"Voi lo sapete, o Mamma" ei due duetti seguenti sono tutti musica del cuore

spezzato di Santuzza. Santuzza, una giovane ventenne chi è destinata ad essere una

soprano, è spesso interpretata da mezzo-sopranos e soprano wagneriano a causa del

dramma nella musica che la voce deve portare. Questi interi 25 minuti di dramma

che non ha mai smesso di cantare sono un misto di frustrazione, rabbia e tristezza.

"Voi lo sapete" è iniziato con Santuzza che narra la storia tra Turiddu e Lola e come

Santuzza e Turiddu si sono incontrati. La musica si trasformò in rabbia quando Lola

entrò di nuovo nella narrazione. Ha finito con il sentirsi triste e tradita, come "priva

dell'onor mio, dell'onor mio remango" che il suo onore è stato derubato da queste

due persone. Pertanto, ha concluso piangendo forte "Io piango!". La musica

continua, Turiddu entra in scena alla ricerca di Santuzza. Anche se è stato spudorato

sul fato di essere un imbroglione all'inizio, si è intrufolato in casa perché sperava che

Santuzza fosse andata in chiesa. Santuzza e` stata esigente delle parole oneste di

Turiddu, e` diventata a chiedergli vulnerabilità di stare con lei. Dopo che Alfio entrò,

iniziò a narrare ad Alfio l'affare tra Turiddu e Lola, come raccontò a Mamma Lucia. La
9

musica suggeriva che Alfio e` diventato dall'essere sorpreso al suo vendicativo

"adessi non perdono, vendeta avro`!".

Santuzza alla fine smise di cantare quando inizia a suonare l'intermezzo più bello e

famoso. La musica è in una tonalita` maggiore, ma la musica a corda legata con

grande contrasto in dinamica, come se sta raccontando una vecchia storia. Potrebbe

essere la nostalgia, potrebbe ricordare i morti, potrebbe essere il suono della

solitudine.

La musica dopo l'intermezzo suonava come se provenisse da una composizione

diversa. Questa è stata una grande svolta, dalla dolorosa donna della tranquilla vita di

villaggio, alle feste italiane. I due imbroglioni senza vergogna, Turiddu e Lola hanno

persino avuto il coraggio di cantare uno stile siciliano "Libbiamo" insieme, "Viva il

vino". Si resero conto di quanto fossero in difficoltà quando Alfio entrò e rifiutò il

vino.

All'improvviso, la musica di Turiddu è passata da sembrare come uno stronzo alla

disperazione e si è pentita. Per la prima volta in tuta la trama, la sua "Mamma, quel

vino e` generoso "gli mostrò rimpiangere le sue terribili azioni alla povera Santuzza. Si

è reso conto che il karma lo sta facendo ora.

Santuzza

120 anni fa, le donne non avevano tanta libertà come noi ora. Ciononostante,

Santuzza si fece da parte. Alcuni potrebbero vederla avere una personalità negativa,

ma di tutti gli aspetti che possiamo vedere dall'opera, lei è una brava persona. Dalla

scena in cui ha cantato fuori dalla chiesa mentre è stata scomunicata ha dimostrato
10

di essere una cristiana onesta e devota. Era molto importante la sua dignità e

dormiva solo con Turiddu perché pensava di avere un amore reciproco l'uno con

l'altro ed erano diretti al matrimonio. Forse pensava di non avere la possibilità di

stare con un altro uomo dopo averne già dormito, o forse aveva disperatamente

amato Turiddu ... Se fosse nata in un'epoca più grande in una cità più grande invece

del 1880 in un villaggio della Sicilia, probabilmente non avrebbe voluto si sono

limitati, per non parlare dell'accatonaggio dell'uomo che l'ha tradita per rimanere.

Dall'inizio del combattimento tra Santa e Turiddu, non è difficile capire che a Santa

piaccia assumere un ruolo dominante nella relazione. Mentre la lota avanza, canta

"battimi, insultami, t'amo e perdono ..." potevamo ancora vedere come le donne

venivano tratate in quei giorni. Per lei, essere picchiato da un uomo che lei amava

sembrava perfetamente normale. Se alle donne venisse insegnato che la violenza

non esiste nell'amore, forse lei lo avrebbe già lasciato.

Possiamo presumere che "Santa" sia un nome che le persone care a Santuzza la

chiamavano. Eppure, il suo vicino Alfio la chiamò così mentre lei lo fermava. Quando

disse "infame io son!", Alfio continuò a dire "Infami loro!". Sembra che Alfio abbia

tratato Santuzza come un buon’amica, anche dopo aver ascoltato queste scioccanti

notizie da lei. Da qui, possiamo davvero dire che Santuzza aveva una personalità

negativa? Forse no. Se non altro, è sfortunata e troppo innocente, cosa che ha

attirato il bugiardo di uno stronzo.

Guardiamo indietro alla sua scomunica. Essere scomunicati dalla chiesa non significa

che la chiesa chiuda per sempre la propria porta dall'individuo. Spinge l'individuo ad
11

avere un profondo pentimento per i propri peccati. Questo ci porta a spiegare perché

lei ha pregato Turiddu di rimanere. Se si sta pentendo per abbia fato sesso con lui, o

che fosse incinta di suo figlio, se potesse salvare questa relazione e sposarsi di lui,

non sarebbero più peccatori. Ovviamente guardando la sua situazione dal punto di

vista di oggi, non ha fato nulla di sbagliato. Essendo una piccola ragazza del villaggio

che sapeva solo quello che le era stato insegnato, anche il catolicesimo dalla vecchia

mentalità affetuosa la incolpava di tute e tre le persone in questo triangolo

amoroso, faceva ancora del suo meglio per rivedere la situazione.

Conclusione

Questa trama di tradimento, amore, vendeta e rimpianti è ancora atuale oggi dopo

120 anni. Questo è il motivo per cui è chiamato "Verismo Opera". Dal punto di vista

di un artista, dobbiamo essere in grado di relazionarci con i nostri personaggi e

infonderci nei nostri personaggi mentre li studiamo, indipendentemente dallo stile

dell'opera. Con una storia come Cavalleria Rusticana, forse sta accadendo ai nostri

vicini, ai nostri amici, alla nostra famiglia o anche a noi.

I cantanti dicono che Verismo Opera non sono amici delle voci. Certo, non mete in

mostra le tecniche, potrebbe anche non richiederci di cantare con una tecnica

perfeta. La cosa più importante è portare il dramma fuori dalle nostre voci atraverso

la trama realista e la musica relatable.