Sei sulla pagina 1di 5

Tavola sinottica delle principali costruzioni del verbo

In italiano Costruzione Note

CUM + cong.
Contemporaneità rispetto ad un tempo principale.
in forma implicita: con il gerundio semplice presente
Cum narrativo (cum +cong. pres. o imperf.) con il gerundio CUM + cong.
Contemporaneità rispetto ad un tempo storico.
costituisce una subordinata che può avere valore composto (cum+ cong. perf. o imperfetto
temporale, causale, concessivo, ipotetico, avversativo. piuccheperfetto; in forma esplicita, con un CUM + cong. perfetto Anteriorità rispetto ad un tempo principale.
sub. temporale, causale, concessiva, ecc. CUM + cong.
Anteriorità rispetto ad un tempo storico.
piuccheperfetto
con il participio
in forma implicita, con un gerundio semplice contemporaneità con la reggente ed ha sempre significato attivo.
presente
(part. pres.) con un participio passato (part.
Ablativo assoluto solo con verbi dep. intrans. o trans. attivi; anteriorità rispetto alla
pass.), seguiti dal soggetto dell’ablativo con il participio
reggente, significato passivo con i verbi attivi, attivo con quelli
participio in caso ablativo + sostantivo o pronome; questi assoluto; presente
deponenti.
ultimi hanno la funzione di soggetto dell’ablativo assoluto, in forma esplicita con una proposizione
subordinata che può avere valore causale, nominale, ossia con
non ha legami sintattici con la reggente sostantivo o pronome in ablativo + un altro sostantivo o aggettivo
concessivo, temporale, ipotetico, avversativo. omissione del
sempre in ablativo.
predicato
in forma implicita, traducendo il participio
presente con un gerundio semplice e il
Dipendono da verbi di accadimento come evenit participio passato con un participio passato,
secondo la consecutio temporum in relazione ai soli rapporti di
Completive con ut

ut, accidit ut, fit ut, efficio ut, facio ut, sequitur ut, seguiti dal soggetto dell’ablativo assoluto; ut/ ne + congiuntivo
anteriorità e contemporaneità.
mos est ut, aequum est ut in forma esplicita con una proposizione
subordinata che può avere valore causale,
concessivo, temporale, ipotetico, avversativo.
Dipendono da da verbi che significano chiedere o
pregare, quali peto, flagito, oro, rogo, precor;
in forma implicita, con una subordinata ogg.
comandare o esortare quali moneo, hortor,
o sogg. introdotta da di, in forma esplicita con Congiuntivo presente se dipende da un tempo principale;
suadeo, persuadeo; provvedere a, sforzarsi di ut/ ne + congiuntivo
con una subordinata ogg. o sogg. introdotta da congiuntivo imperfetto se dipende da un tempo storico.
come provideo, facio, efficio, enitor, curo; da
che.
verbi impersonali come interest, licet, necesse
est.
Se si teme che avvenga qualcosa che non si desidera.
ne + congiuntivo Cong. presente se dipende da un tempo principale; cong:
Verba timendi corrispondono a subordinate oggettive o imperfetto se dipende da un tempo storico.
soggettive.
Dipendono da verbi ed espressioni indicanti timore ne non /ut + cong.
Se si teme che non avvenga qualcosa che si desidera.

Completive introdotte da quin


corrispondono a subordinate oggettive o Il congiuntivo è usato secondo le norme della consecutio
quin + congiuntivo
dipendono da verbi ed espressioni negative indicanti soggettive; temporum.
dubbio: non dubito, dubium non est, nulla suspicio est …
Se la frase reggente è negativa.
quin/ quominus +
Completive introdotte da quin/ quominus Il congiuntivo è usato secondo le norme della consecutio temporum
congiuntivo
corrispondono a subordinate oggettive o relative al solo rapporto di contemporaneità.
Dipendono da verbi ed espressioni indicanti ostacolo o rifiuto; soggettive;
in dipendenza da espressioni quali non multum abest, fieri quominus ne + Se la frase reggente è positiva.
non potest, nulla mora est, nulla causa est. congiuntivo Uso dei tempi come sopra.

Completive introdotte da quod


Dipendono da verdi del tipo accade che: accidit, fit, evenit; quod + indicativo o
Spesso il quod è anticipato nella reggente da un pronome neutro.
tralascio di: praetereo, omitto; mi congratulo: laudo; congiuntivo
gratulor; laetor; queror.

Congiuntivo presente se dipende da un tempo


ut/ ne + congiuntivo
principale;congiuntivo imperfetto se dipende da un tempo storico.
quo + congiuntivo Quando nella finale c'è un comparativo. Uso dei tempi come sopra.

qui, quae, quod + È una relativa impropria con valore finale.


congiuntivo Uso dei tempi come sopra.
in forma implicita, con una subordinata
Proposizione finale all’infinito introdotta da per, allo scopo di, in ad + acc. del gerundio
Espressione implicita di una subordinata finale.
forma esplicita con una subordinata al o del gerundivo
indica il fine per cui è compiuta un’azione
congiuntivo introdotta da affinché, perché. causa/gratia + gen.
del gerundio o del Espressione implicita di una subordinata finale.
gerundivo
Partic. congiunto
Espressione implicita di una subordinata finale.
pres. o futuro
Espressione implicita di una subordinata finale.Dopo verbi di
SUPINO in -UM
movimento.
Anticipata in genere nella reggente da sic, ita, tantus, a, um, is, ea,
id.
ut + cong.
Anticipata da così, troppo, tanto, in forma L'utilizzo del congiuntivo è libero rispetto alle regole della
implicita, con una subordinata all’infinito consecutio temporum
Proposizione consecutiva
introdotta da per, da, in forma esplicita con Nella forma negativa.
indica la conseguenza di quanto affermato nella principale una subordinata all’indicativo introdotta da ut non + cong.
Uso dei tempi come sopra
che.
qui, quae, quod +
È una relativa impropria con valore consecutivo.
congiuntivo
quamquam, tametsi,
etsi + indicativo
Correlati in genere a tamen nella reggente. Segue le regole della
etiamsi, licet, ut, consecutio temporum.
quamvis,cum +
Proposizione concessiva congiuntivo
Introdotta dalle congiunzioni sebbene,
indica una situazione nonostante la quale si verifica l’azione nonostante, per quanto qui, quae, quod +
espressa nella reggente. congiuntivo È una relativa impropria con valore concessivo.

Participio congiunto Espressione implicita di una subordinata concessiva.


Ablativo assoluto Espressione implicita di una subordinata concessiva.
quod, quia, quoniam
Se la causa è presentata come oggettiva.
+ indicativo
quod, quia, quoniam Se la causa è presentata come soggettiva , ossia se è presentata
+ congiuntivo come pensiero diverso da quello di chi scrive o parla.
Proposizione causale
cum + congiuntivo Cum narrativo con valore causale.
indica la causa per la quale avviene l’azione espressa nella introdotta da perché, a causa di, poiché
principale qui, quae, quod +
È una relativa impropria con valore causale.
congiuntivo
Participio congiunto Espressione implicita di una subordinata causale.
Ablativo assoluto Espressione implicita di una subordinata causale
(Si traduce con quando, dopo che e l’indicativo, a seconda dei
cum + indicativo tempo espresso)
Cum narrativo con valore causale. (Si traduce con quando,
Proposizione temporale introdotta da quando, mentre, finché, cum + congiuntivo mentre, dopo che e il congiuntivo, a seconda dei tempo espresso)
indica il tempo in cui avviene l’azione appena, prima che
congiunzioni
temporali + ind. per
(Si traduce con prima che)
un fatto reale (+ cong.
per un fatto possibile)
qui, quae, quod +
ind.; (avv. o
Quando esprimono un fatto reale.
pron.raddoppiati o in
Proposizione relativa –cumque)

Relative proprie
Per attrazione modale.
mette in stretta relazione ciò che è affermata nella subordinata
con un elemento sintattico della principale. Congiuntivo Quando denotano un’azione eventuale o possibile.
Quando la relativa esprime il pensiero di una persona diversa da
chi parla o scrive.
Relative improprie

Sono dette improprie quelle relative che hanno Seguono le norme delle
la funzione di proposizioni avverbiali, che specifiche proposizioni
possono cioè avere valore consecutivo, finale,
concessivo, causale, ipotetico, avversativo o
Proposizione relativa limitativo.

Prolessi del relativo


Il pronome relativo è correlato ad un pronome dimostrativo o
La proposizione relativa è collocata prima
determinativo espresso, o sottinteso, nella frase reggente. Nel
della reggente; in questi casi la relativa è detta
tradurre è bene partire dalla reggente.
prolettica.

preceduto nella reggente da un comparativo o da un verbo di


quam + ind.
significato affine (es malo).
preceduti da avverbi o aggettivi che esprimono diversità o
ac, atque + ind.
somiglianza.

quantus, quam, correlate a tantus ... o tam ... o tot ... nella reggente.
comparativa reale
quot + ind.
Proposizione comparativa quomodo,
quemadmodum, ut, spesso correlate a ita o sic nella reggente.
Esprimono un paragone reale o supposto tra due azioni ed hanno sicut +ind.
in pratica la funzione di secondo termine di paragone.
preceduto nella reggente da un comparativo o da un verbo di
quam + ind.
significato affine (es malo).

tamquam, quasi,
comparativa ipotetica (paragone supposto) velut, velut si, quam
si,utsi, perinde,
perinde ac si + cong.
Tavola sinottica delle principali proposizioni subordinate

Proposizione Domanda Connettivo italiano Connettivo latino Costruzione Prop. reggente


verbi impersonali (sogg.) -
infinitiva che cosa? che – di -------------- acc.(sogg.) + infinito verba sentiendi, dicendi,
voluntatis, affectuum (ogg.)1
ut (ne) cong. ( pres, imperf.)
perché? a che ad ger./ gerundivo acc.
finale scopo?
perché, affinché
causa/gratia ger./ gerundivo gen.
qui, quae, quod congiuntivo
perché?per quale (non) quod/ quia/ ind.(causa reale)
causale motivo?
perché, poiché, giacché
quandoquidem/ quando cong.(causa aliena)
(ita, tam, si, talis)
(così)che, (tanto) da, cong. ( pres, imperf., perf.)
consecutiva ut (ut non)
(tale) che
qui, quae, quod congiuntivo dopo is,nemo, dignus, sunt qui
dum, donec, quamdiu indicativo
dum, quoad ind.(fatto reale),
temporale quando? quando, mentre, finché, antequam, priusquam cong. Pres,/impf. (fatto atteso)
ind. perf.(fatto accaduto),
ut primum, simul ac
consecutio (fatto ripetuto)
etsi, quamquam, ind.(ausa reale)/ cong.(causa aliena)
sebbene, quantunque, etiamsi cong.
concessive nonostante cosa?
benché
licet cong. pres./ perf.
tanto … quanto, più/ ut… ita, tam… quam
comparative così … come?
meno … che
ind.( realtà), cong. (possibilità)
similis, dissimilis.. ac
ind.( realtà),
(pensiero altrui) prop. all’inf. /al cong.
relative il quale, che, chi qui, quae, quod*-
cong. (finale, consecutiva, causale,
concessiva, limitativa, ipotetica)

1
Impersonali (decet, interest, oportet, paenitet, piget, taedet), sentiendi ( sentio, audio, video, iudico), dicendi (dico, adfirmo, iubeo, narro, iuro, promitto), voluntatis (volo, nolo, malo,
cupio, studio, statuo), affectuum (gaudeo, gratulor, queror).