Sei sulla pagina 1di 4

MALATTIE ESANTEMATICHE

MANIFESTAZIONE CUTANEA (ESANTEMA/RASH) + COMPROMISSIONE GENERALE

MALATTIA EZIOLOGIA PATOGENESI CLINICA DIAGNOSI TRATTAMENO DECORSO PROGNOSI


E
prodromi enantema esantema fine COMPLICANZE

I MALATTIA: Paramixoviridae Vie 7-11g dopo 2 giorni prima Dopo 4-5 giorni Lesioni schiariscono CLINICA: PREVENZIONE: Quasi sempre
MORBILLO respiratorie: esposizione del rash- primi febbre, in picco fino a lasciare la (sufficiente) MMR AUTOLIMITANTE
CARATTERISTICHE prima Simili a forte 2gioni rash. febbrile ! durata pelle giallastra o febbre resistente
replicazione raffreddore: febbre- Macchie rosse 4-6 giorni, sottilmente agli antipiretici INFEZIONE ACUTA: COMPLICANZE:
POP A RISCHIO: Diffusione ai resistente koplik nelle scomparsa con la desquamante (4-5 giorni prima SINTOMATICO bambini malnutriti,
rischio non vaccinati linfonodi all’antipiretico, mucose. febbre + (antipiretici, riposo, non immunizzati o
(prescolare), locali tosse, congiuntivite, Febbre termina macchie di idratazione) con
mancata risposta alla Diffusione corizia, MACULO PAPULE gradualmente o koplik dopo 2-3 immunodeficienza
vaccinazione (età ematica lacrimazione, ERITEMATOSE (rosse) improvvisamente gioni ANTIBIOTICO in
scolare). Mucose e edema periorbitale (per lisi) + caso di ACUTE
STAGIONE: fine cute Diffusione e lesioni sovrainfezione CRONICHE: PESS
inverno- primavera scomparsa cranio caratteristiche in batterica
INCUBAZIONE: 8-12 g caudale: 4-5 giorni
CONTAGIOSITA’: 1-2 Attaccatura dei
giorni prima della capelli e dietro le LABORATORIO
fare prodromica ! orecchie, confluenti IgM per 1 mese
4-5giorni dopo il rash al collo e sul viso! dopo la
tronco ! estremità malattia! IgG

II MALATTIA: Streptococco beta ESORDIO ACUTO: Mucosa orale MACULO PAPULE Desquamazione TEMPONE: TEST ANTIBIOTICO ai SUPPURATIVE
SCARLATTINA emolitico gruppo A: febbre, cefalea, rosso brillante + PUNTIFORMI (rosse) lascia la cute più RAPIDO o primi sintomi Otite media, sinusite,
esotossina vomito, malessere patina chiara COLTURA (diventa difficile ascesso peritonsillare
eritrogenica generale, mal di biancastra Diffusione cranio osservare le o retrofaringeo,
gola (DD faringite) caudale: parte dal SIEROLOGICI: TAS manifestazioni adenite cervicale
CARATTERISTICHE Petecchie sul volto risparmiando isolato: passata caratteristiche)
palato la zona periorale infezione? AMOXICILLINA o NON SUPPURATIVE
POP A RISCHIO: età ovvero naso e Nb: DD con altri come Febbre reumatica,
inferiore a 10 anni; Lingua a fragola mento (maschera di tonsillite, carie, MACROLIDI
picco 4-8 anni (patina filatow)! tronco infezioni (azitromicina / glomerulonefrite
STAGIONE: periodo biancastra con (segno mano gialla) cutanee.. eritromicina) acuta
scolare (tardo ipertrofia X3g x3 volte (1 sett
autunno inverno papillare ! 2g TAS+ INDICI pausa).
primavera) fortemente FLOGOSI (PCR,
INCUBAZIONE: 2-4 g arrossata ed VES)+ SEGNI
CONTAGIOSITA’: edematosa MALATTIA:
durante infezione infezione acuta
acuta
MALATTIA EZIOLOGIA PATOGENESI CLINICA DIAGNOSI TRATTAMENO DECORSO PROGNOSI E
COMPLICANZE
prodromi enantema esantema fine

III MALATTIA: Togavirus (RNA) Bambini: MACULE Contemporaneamente No CLINICA PREVENZIONE: BENIGNA: nella maggior
ROSOLIA sintomi catarrali lievi ROSA SU alla febbre, durata 3-4 g desquamazione (sufficiente) MMR + parte dei casi
CARATTERISTICHE (rinite, congiuntivite, PALATO VALUTAZIONE
tosse) MOLLE MACULO PAPULE NON SIEROLOGIA RISPOSTA COMPLICANZE: artalgie/
POP A RISCHIO: (macchie di CONFLUENTI ANTICORPALE in artrite, neuropatia
5-14 anni; NB: adolescenti: upper forcheimer) adolescenti periferica es: GUILLIAN
gravidanza respiratory tract Evoluzione cranio BARRE*, encefalite,
STAGIONE: fine symptoms (anoressia, caudale. (post porpora
inverno, inizio malessere generale, vaccinazione no trombocitopenica.
primavera congiuntivite, cefalea, NB: FORME ATIPICHE es gravidanza per
INCUBAZIONE: febbre non elevata senza febbre 3-6 mesi GRAVIDANZA: ROSOLIA
14-21 g (diverso da morbillo) CONGENITA: difetti
CONTAGIOSITA’: linfoadenopatia SINTOMATICO cardiaci, cataratta,
5-7g prima del retroauricolare, Es antistaminici microftalmia, sordità
rash ! 3-5 dopo il cervicale, occipitale per prurito. microcefalia,
rash ideocefalia.

IV MALATTIA: Esiste ancora? Esantema, febbre non


FILATOW DUKES inquadrabili in pat
classiche

V MALATTIA: Human parvovirus Inoculazione Bambini: febbre lieve, ERITEMA EDEMATOSO: Immunocompromessi:
MEGALOERITEMA B19 intranasale! faringodinia, guance (faccia da infezione cronica grave
risposta malessere schiaffi) ! tronco ! con anemia persistente
CARATTERISTICHE immunitaria estremità (desquamazione
con IgM- IgG Adulti: sintomi palmo plantare tipica) Malattie con ridotta
POP A RISCHIO: ! esantema. influenzali, artralgie emivita dei GR: crisi
età scolare, meno artrite alle piccole I sintomi generalmente aplastiche
frequente articolazioni coincidono con il rash
STAGIONE: Gravianza: idrope fetale
sporadica Bambini: febbre malessere ! bambino edematoso;
INCUBAZIONE: cefalea, anoressia, alterazione apporto
4-14g faringodinia, mialgie. ossigeno al feto (piccoli
CONTAGIOSITA’: infarti)
fino alla comparsa Adulti: sintomi generali più
del rash (con gravi NB anche altre patologie
flugge) possono dare idrope
LEUCOPENIA fetale
VI MALATTIA: Human herpes ESORDIO ACUTO con Dopo 4-5 g febbre CLINICA: SINTOMATICO: AUTOLIMITANTE
ESANTEMA virus 6 o 7 febbre elevata per 3-4 compare coincidenza antipiretici,
g RASH MACULO PAPULARE temporale idratazione, COMPLICANZE:
CRITICO o
CARATTERISTICHE (rosa tenue) collo- tronco, febbre- riposo. CONVULSIONI FEBBRILI**
ESANTEMA Febbre con e meno agli arti esantema Latenza di HSV 6 7
SUBITUM POP A RISCHIO: andamento persempre
6-36 mesi con caratteristico, sale + possibili nell’organismo.
picco (6-7 mesi) progressivamente fino CONVULSIONI FEBBRILI
STAGIONE: al 4-5 giorno (anche
sporadica (nin si fino a 40-41)
riesce a trovare la quando!
causa, forse adulto defervescenza rapida
asintomatico) e comparsa di
INCUBAZIONE: 9 g eritema
CONTAGIOSITA’:
adulti asintomatici

MALATTIA EZIOLOGIA PATOGENESI CLINICA DIAGNOSI TRATTAMENO DECORSO PROGNOSI E


COMPLICANZE
prodromi enantema esantema fine

VARICELLA Human herpes virus 3 o varicella Febbre, Interessamento VESCICOLE CLINICA: Infezioni batteriche secondarie
zoster virus malessere delle mucose da PRURIGINOSE alla Otiti
faringodinia, parte delle comparsa
CARATTERISTICHE tosse rinite vescicole (spesso Inizio cuoio delle Altre in adulti neonati e
anoressia per il capelluto ! diffuse vescicole immunocompromessi: polmonite
POP A RISCHIO: bambini, giovani dolor) in tutto il corpo epatite, cerebellite, encefacile,
adulti raramente uveite, s reye, guillian
STAGIONE: sporadica Evoluzione in 12-24h: barrè
INCUBAZIONE10-21 g MACULA! PAPULA
CONTAGIOSITA’(altamente): 2g ! VESCICOLA ! A distanza di anni..
prima!5g dopo vescicole (fino PUSTOLA CROSTA HERPES ZOSTER virus latente nei
alla formazione delle croste) Piu gittate in 2-3 gangli periferici si riattiva in
È contagioso sia il liquido giorni: lesioni in varia condizioni particolari come
vescocolare che e flugge fase di evoluzione immunodepressione
(esantema a cielo determinando es: dolori urenti a
stellato) cintura e vescicole (seguono
distribuzione nervosa metamerica)

BOCCA Coxsackie A16 1-2g prima del Vescicole e Esfoliazione CLINICA


MANO rash: febbre, bollicine in con ritorno
PIEDI CARATTERISTICHE malessere prossimità della alla normalità
bocca secca, bocca, sul dorso e in 30-40g
POP A RISCHIO: età prescolare anoressia palmo delle mani e
STAGIONE: piante dei piedi!
INCUBAZIONE 4-6 g piccole ulcerazioni
CONTAGIOSITA’
Possibile distrofia
delle unghie

*GUILLAIN BARRE’: paralisi flaccida arti inferiori. Decorso: benigna ma attenzione a interessamento muscoli respiratori

**CONVUSIONI FEBBRILI. Sono convulsioni che insorgono in seguito ad iperpiressia. Possono presentarsi
- In pazienti predisposti, spesso familiarità, come condizione benigna che passa con l’età dovuta ad una ipereccitabilità del SNC con soglia convulsiva più bassa. Devono avvenire tra i 5 mesi e i 5 anni

- Convulsioni con la febbre (sforano il range di età) mani festazione di altre condizioni patologiche
- Unico episodio in caso di seta malattia (tropismo delvirus per snc?)
DD MONONUCLEOSI + ANTIBIOTICO

Insorgono in pz predisposti, spesso familiarità

>50 casi/100 ab, maggiore nelle aree dove non si effettua il vaccino: maggiormente a rischio non vaccinati (prescolare), mancata risposta alla vaccinazione (età scolare).