Sei sulla pagina 1di 19

Confidenziale e

101 + 5 01
POSS P SIBILI DOM D MANDE PE L P ER LA PROV ORA VA ALE DELL LESA E DI ST O PER AME I TATO P

IN EG ER NGEGNERI CH MIC CHIM CI

Sette S embr re 2009 2 9


Pag.: 1 Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9

Confidenziale

ESAMI DI STATO

Ingegneri Chimici

Domande per prova orale Indicazioni di utilizzo: 3 domande per ciascuno dei candidati; sufficiente che dimostrino in 5 minuti che sanno affrontare largomento per il verso giusto.
1. 2. 3. 4. 5. Serbatoi per liquidi (grandi volumi > 1000 m3) H/D > 1 oppure H/D < 1? Perche? Come varia la pressione al variare della quota di altezza in un serbatoio per liquidi? Serbatoi per solidi granulari (grandi volumi > 1000 m3) H/D > 1 oppure H/D < 1? Perche? Come varia la pressione al variare della quota di altezza in un serbatoio per solidi granulari? I metalli sono elementi caratterizzati da elevata conducibilit termica. Come mai esistono in commercio pentole, pentolini e tegami, con il manico di acciaio collegato alla parte concava a contatto con la fiamma, che a sua volta si trova a diverse centinaia di C, e non ci si brucia quando li si prende per il manico? C una contraddizione? In unautocisterna criogenica adibita al trasporto di gas liquefatto (es. N2 liq.), su unautostrada con 35 C, il mese di Luglio, col cielo terso, qual il meccanismo di trasmissione del calore maggiormente responsabile dei disperdimenti termici? Perch? Cosa sono i fluidi newtoniani? [R.: sono fluidi per cui la curva Stress-Strain o Sforzo-Deformazione lineare e passa per lorigine; la cui costante di proporzionalit nota come la viscosit].

6.

7.

dove Tau lo shear stress [Pa] che il fluido esercita, mu [Pa s] la viscosit e (du/dy) [1/s] il gradiente di velocit nella direzione ortogonale alla direzione dello shear. 8. 9. Cos la cavitazione? [R.: la formazione di bolle di vapore in seno ad una corrente liquida, nelle zone in cui la pressione scende sotto la tensione di vapore del liquido]. Perch non conviene che le pompe centrifughe cavitino? Cosa si calcola per fare un opportuno dimensionamento della pompa centrifuga in modo che essa non caviti?

[R.: si calcola lNPSH o Net Positive Suction Head, che il carico idraulico netto all'aspirazione di una pompa. Se si considera il circuito idraulico di figura 1, l'NPSH nella sezione 1-1 sar : NPSH = P0 + H Y Vt
Pag.: 2 Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

ovviamente da risolvere con unit coerenti, in cui H l'altezza geodetica tra le sezioni 0-0 e 1-1, Y la perdita di carico tra le sezioni 0-0 e 1-1, e Vt la tensione di vapore del liquido alla temperatura che si ha nella sezione 1-1]. 10. Cos una cinetica preda-predatore? Quand che si studia o si parla di una cinetica preda-predatore? [R.: La prima teoria coerente e quantitativa del fenomeno della predazione dovuta all'opera di due padri fondatori dell'ecologia moderna: il biofisico americano Alfred J.Lotka e il matematico italiano Vito Volterra. Essi in maniera indipendente, giunsero a formulare (Lotka nel 1924 e Volterra nel 1926) le equazioni che regolano la dinamica di una specie di prede e di una di predatori mutuamente accoppiati. Le equazioni di Lotka-Volterra si basano sull'assunzione che la preda e il predatore, ove siano isolati l'uno dall'altro, abbiano rispettivamente una dinamica di tipo logistico (la crescita della preda limitata dalle risorse di cui si nutre) e una di tipo malthusiano. La preda ha un tasso intrinseco di crescita positivo, mentre il predatore, essendo escluso dal suo cibo, non pu che morire di fame e avere un tasso intrinseco negativo. E impiegata per studiare e modellare i fenomeni biologici e i fenomeni delle popolazioni]. 11. Identificare tre fenomeni in cui avviene un meccanismo di NUCLEAZIONE [R.: es. cristallizzazione, ebollizione, precipitazione] 12. Modelli ideali PFR e CSTR, se ho una reazione chimica con cinetica di ordine > 1, mi conviene impiegare un reattore pi vicino al PFR ideale o al CSTR reale? Perch? [R.: PFR, perch sono maggiori le conversioni volumetriche, visto che tutto il volume del CSTR lavora alle condizioni e concentrazioni dello stream di uscita] 13. In un contattore gas liquido del tipo a colonna cilindrica ad asse verticale, perch estremamente importante linstallazione in piano della colonna? [R.: per evitare che il gas salga solo da un lato e la sezione trasversale non sia interessata uniformemente dal contatto gas-liq.. In colonna fuori piano di 1, conversione si pu pi che dimezzare!!!] 14. Cos una guardia idraulica? 15. Come si dimensiona un ciclone per separazione di polvere solida da corrente di gas? 16. Quali sono gli stati fisici della materia? [R.: Solido, Liquido, Gas, Plasma] 17. Come si rompono gli azeotropi? [R.: azeotropo, dal greco bollire immutato, una miscela di sostanze che non cambiano composizione per semplice distillazione. Si separano con: (a) distillazione azeotropica, (b) estrazione Liq-Liq, (c) adsorbimento, (d) pressure swing distillation, (e) pervaporazione, (f) distillazione con sale disciolto ecc.] 18. Cos un azeotropo omogeneo? [R.: la miscela azeotropica distillata, una volta fredda e in fase liquida, non si separa per miscelazione o decantazione] 19. Qual il principio su cui lavora una zeolite per disidratazione di gas? 20. Qual la forma delle equazioni di trasporto di propriet (i.e. calore, materia, quantit di moto)? 21. Cosa rappresentano Re, Pr e Nu? [R.: numero di Reynolds (Re) un gruppo adimensionale usato in fluidodinamica, proporzionale al rapporto tra le forze dinerzia e le forze viscose. Il numero di Prandtl (Pr) un gruppo adimensionale che rappresenta il rapporto tra la diffusivit della quantit di moto e la diffusivit termica. Il numero di Nusselt (Nu) un gruppo adimensionale che rappresenta il rapporto tra il trasporto di calore con meccanismo turbolento e trasporto di calore con meccanismo molecolare, ed utile per calcolare il calore scambiato tra fluido e parete] 22. Che cos un eutettico? [R.: eutettico, dal greco facile da fondere, una miscela di sostanze il cui punto di fusione pi basso di quello delle singole sostanze che la compongono (da cui il nome "facile da fondere"). Un esempio una miscela di ghiaccio e sale (H2O allo stato solido e NaCl), il ghiaccio fonde a 0 C, il sale a 804 C, mentre la loro miscela eutettica fonde a -21,3 C. Al punto eutettico sono contemporaneamente presenti le due fasi solide (ghiaccio e NaCl) e la fase liquida (la soluzione) in contemporaneo equilibrio]. 23. Cos il J factor [R. si riferisce allanalogia del J factor di Chilton Colburn, la maggiormente usata, che si basa sulle analogie dei fenomeni di trasporto di calore, materia e quantit di moto. Meccanismo e matematica del trasporto di calore, materia e quantit di moto sono uguali].
Pag.: 3 Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

con Re > 10000, 0.7 <Pr< 160, e tubi L/d > 60 24. Cos un fluido diatermico e quando si usa? 25. Cos una gabbia di faraday e quando si usa? [R.: per gabbia di faraday si intende qualunque sistema costituito da un contenitore in materiale elettricamente conduttore (o conduttore cavo) in grado di isolare l'ambiente interno da un qualunque campo elettrostatico presente al suo esterno, per quanto intenso questo possa essere. utilizzato il termine gabbia per sottolineare che il sistema pu essere costituito, oltre che da un foglio metallico continuo, anche da una rete o una serie di barre opportunamente distanziate. Questo effetto schermante utilizzato per proteggere ambienti e apparati da campi esterni, come per esempio quelli generati dai fulmini].

26. Cos la protezione catodica e quando si usa? [R.: una tecnica di salvaguardia dalla corrosione di strutture metalliche esposte ad un ambiente elettrolitico (es. acqua di mare o terreni) che pu essere aggressivo nei confronti del metallo. Un metallo interrato o immerso pu essere considerato un elettrodo se immerso in un ambiente elettrolitico (in cui gli ioni fungono da portatori di carica). Sulla superficie di metallo in contatto con l'elettrolita, ossia all'interfase tra metallo ed elettrolita, possono esservi condizioni di sviluppo di reazioni elettrochimiche. Il metallo pu allora comportarsi di caso in caso come anodo o come catodo (o talvolta anche avere entrambi i comportamenti in zone diverse della sua superficie nel caso della corrosione generalizzata, o nel caso della corrosione per areazione differenziale). In generale un metallo si corrode perch la differenza di potenziale tra zona anodica e elettrolita, e , positiva rispetto al potenziale di equilibrio, e,a. Quindi riuscendo a rendere negativa questa differenza di potenziale la corrosione non avviene. Nella protezione catodica, la struttura metallica da proteggere non deve comportarsi da anodo e pertanto viene resa pi elettronegativa rispetto al potenziale di "libera corrosione" che la stessa struttura assumerebbe nell'ambiente elettrolitico in condizioni "naturali". In pratica si immettono forzatamente elettroni nel metallo che si corrode. La protezione catodica pu essere attuata in due modi principali: sistema a corrente impressa: il metallo da proteggere portato ad un potenziale elettrico di sicurezza mediante una corrente impressa da una forza elettromotrice (f.e.m.). Il collegamento deve essere tale che il metallo si comporti da catodo mentre l'anodo una diversa parte metallica generalmente destinata a consumarsi (anodo solubile); nella pratica la f.e.m. generalmente fornita da un alimentatore in corrente continua adeguato allo scopo accoppiamento galvanico: il metallo da proteggere (che deve assumere la funzione di catodo) collegato ad un metallo di tipo diverso e pi elettronegativo che funga spontaneamente da anodo sacrificale (seguendo questa tecnica, il ferro da proteggere deve essere collegato con l'alluminio lo zinco o il magnesio). L'anodo sacrificale destinato al progressivo consumo nel tempo e pu essere necessaria la sua sostituzione periodica. Un utilizzo classico quello sullo scafo metallico delle navi]. 27. Che differenza c tra acciaio austenitico e martensitico? [R.: la martensite una forma allotropica metastabile dellacciaio, sovra satura di carbonio nel reticolo del ferro alfa. E una fase che non sussiste in equilibrio, ma che pu essere ottenuta mediante congelamento strutturale dellaustenite, in seguito a rapido raffreddamento da temperature superiori a quelle dellaustenitizzazione. La martensite una fase che presenta alta durezza e resistenza meccanica, perci spesso ottenuta appositamente in un pezzo mediante il trattamento termico di tempra. L'austenite una soluzione solida primaria di tipo interstiziale di carbonio nel ferro (indicata con ). Gli atomi del carbonio presentano una disposizione ottaedrica (l'insieme ha una struttura cubica a facce centrate, CFC). L'austenite stabile solo ad alta temperatura (sopra i 723 C), non ha propriet magnetiche e pu contenere al massimo poco pi del 2% di carbonio (a 1147 C). A seconda della modalit di raffreddamento, l'austenite si trasforma in una miscela di ferrite e cementite, (perlite o bainite) oppure in martensite. Questa trasformazione ha un'importanza chiave nella tempra dell'acciaio. La presenza nella soluzione solida, oltre al ferro e al carbonio, di altri metalli in lega (elementi gammageni) modifica la temperatura minima per ottenere l'austenite. Il molibdeno, il cromo ed il silicio tendono ad innalzarla, mentre il manganese e il nickel tendono ad abbassarla. Nel caso limite di alcuni acciai inossidabili, detti acciai inossidabili austenitici, l'austenite stabile a temperatura ambiente] 28. Quand che conviene alimentare le macchine rotanti a media tensione (es. 5000 Volt)? [R.: Si usa per macchine ad alta potenza es. > 300 kW, per ridurre lintensit della corrente e quindi per ridurre la dissipazione elettrica nelle linee; PCu = R x I2].
Pag.: 4 Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale e

29. Cos un miscelatore statico? n 30. Cos la angolo di ripo di un solid granulare? oso do 31. Cos un torcia? Qua na ando si usa? 32. Cos un nesterificazio one? Mi faccia un esempio? [R.: L'esterif a ? ficazione la reazione di preparazione di un estere d per reazi ione tra un alc ed un acido; spesso l'aci un acido carbossilico, ma anche altr acidi inorga col ido o ri anici (acido fosforico acido fosfor o, roso per esem mpio) possono essere esterifi ficati. La reazi ione fu scoper e messa a punto dal rta p premio N Nobel H.E. Fi ischer nel 1895. L'acido fa reagire in eccesso di alc atto n cool (o con so ottrazione succ cessiva di acqua), i presenza di un catalizzato acido. Il risultato sono un estere e acq in i ore u qua.

Trattand di una rea dosi azione di equi ilibrio, la sottr razione di acq e l'eccesso di alcol serv qua o vono a sposta l'equilibrio are o di reazio verso i pr one rodotti finali. Il processo in nverso dell'est terificazione l'idrolisi che se effettuata in ambiente e, a e basico, p prende il nome di saponificazione]. e 33. Che diff ferenza c tra langolo di ri a iposo statico e langolo di riposo dinamic in un solido granulare? r co o 34. Cos un enzima? Come agisce? E un tipo d microorganismo? [R.: e n di enzima, dal greco nel li ievito, una a proteina in grado di ca a atalizzare una reazione chim a mica]. 35. Cos lH HAZOP e qua ando serve? 36. Cos il commissinin di un impi ng ianto? 37. Cos un Blowdown e quando si usa? n n 38. Cos il pH? Come si calcola e com si misura? [R.: il pH, dal latino pondu hidrogenii peso delli me l us , idrogeno, una misu di acidit p soluzioni acquose. Pertanto, si defini ura per isce in manier rigorosa com ra me: pH = -log10aH+ in cui aH+ rappresenta l'attivit adim a mensionale dei cationi osson nio]. o ? 39. Cos lo start-up di un impianto? 40. Cos il Topping? D Dove si usa? [R.: Il greggio una miscela molto comp o plessa di idro ocarburi che no pu essere on e impiegat direttament Necessita i ta te. innanzi tutto d essere separ in frazion (o tagli petro di rata ni oliferi) tramite l'operazione e e di distill lazione toppin (o distillazi ng ione atmosfer rica). I tagli de topping son Incondens el no: sabili, LPG, Benzina, Light B t Diesel, H Heavy Diesel, Residuo atmo , osferico].

41. Qual il principio su cui lavorano l membrane p la separaz l le per zione del gas? 42. Come si dimensiona u sedimentatore? i un 43. Cos il cos f? Qu l uando si calco ola? Dove si calcola? Per rch import tante? [R.: S definisce "rifasamento" Si " qualsiasi provvedimen inteso ad aumentare (o come si dice comunemen a "miglior i nto o nte rare") il fatto di potenza ore a (cos f) d un dato car di rico, allo scop di ridurre, a pari potenz attiva assor po za rbita, il valore della corrent che circola e te a nell'impi ianto. Lo sco opo del rifas samento so oprattutto que ello di dimin nuire le perd dite d'energia e di ridurre e l'assorbimento di pote enza "apparente" proporzion nalmente ai macchinari e al linee esiste in un sito industriale. Il m lle enti l ento degli imp pianti ha acq quistato impor rtanza poich lente distrib butore dellen nergia elettrica ha imposto o rifasame clausole contrattuali a attraverso i pro ovvedimenti t tariffari del CI (n 12/1984 e n 26/198 che obbligano lutente a IP 89) rifasare il proprio imp pianto pena il p pagamento di una penale]. 44. Come si pu abbattere il tenore di r i e rame (Cu) da u unacqua di sc carico? 45. Cos un polimero? n
Pag.: 5 Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9

Confidenziale

46. Cos un aerosol? [R.: Un aerosol un tipo di colloide in cui un liquido o un solido sono dispersi in un gas. Il diametro delle particelle normalmente compreso fra 10-9 m e 1 microns, ma nel caso in cui vi siano moti turbolenti anche particelle di dimensioni maggiori possono essere incluse in un aerosol. Esempi tipici di aerosol naturali sono le nuvole, la nebbia (esteso addensamento di gocce d'acqua), la foschia (leggero offuscamento dovuto a vapore, pulviscolo o fumo), il pulviscolo atmosferico. Altri tipi di aerosol sono quelli prodotti dalle bombolette spray]. 47. Cos un digestore anaerobico? Cosa produce? 48. Cos un simulatore di processo? 49. Cos il Cv di una valvola di controllo? 50. Cos il diagramma di Ponchon-Savarit? A cosa serve? 51. Elencare 5 tipi di essiccatori per solidi granulari? 52. Cos il processo FENTON e dove si usa? [R.: Molti metalli hanno speciali propriet di trasferire lossigeno migliorando lefficacia dellacqua ossigenata. Tra questi, il pi comune il ferro che usato in un determinato modo favorisce la formazione di radicali ossidrilici (OH) altamente reattivi. La reattivit di questo sistema fu osservata in primis nel 1894 dal suo inventore Fenton, ma la sua utilit non fu conosciuta prima del 1930, in cui fu identificato il meccanismo. Il processo fenton utilizzato per il trattamento di una variet di reflui industriali, contenenti le pi svariate tipologie di composti tossici (fenolo, formaldeide, pesticidi, additivi plastici). Il processo pu essere applicato alle acque di scarico, al percolato di discarica, a fanghi e terreni inquinati con i seguenti effetti: Rottura delle molecole organiche inquinanti; Riduzione della tossicit; Miglioramento della biodegradabilit; Riduzione del BOD/COD; Rimozione degli odori e del colore. In Generale: Fe2+ + H2O2 --> Fe3+ + OH- + OH (rad.) Fe3+ + H2O2 --> Fe2+ + OOH (rad.) + H+] 53. Come si abbattono i VOC dalle emissioni aeriformi? 54. Allinterno di un apparecchio che gestisce solidi polverulenti, dove si accumula la polvere? 55. Come lavora un filtro a foglia con precoat? 56. Cos lMTBF di un apparecchio o di un componente? Cosa rappresenta? 57. Cos lalbero dei guasti? 58. Cosa sono lelemento di Maxwell e lelemento di Voight?

elemento di Voight

elemento di Maxwell 59. Come si sviluppa la chimica del coal, del gas, del petrolio e delle biomasse?

Pag.: 6

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

Pag.: 7

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

Pag.: 8

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale e

60. Cos la PSD o Pressure Swing Distillation Quando si usa? [R.: E una tecnica c utilizza du colonne in a g ? che ue n sequenza operate a dif a fferenti pressi ioni. Si tratta d un metodo per separare a di azeotropi pre essure-sensitiv ve]

61. Cos la PSA o Pr a ressure Swing Adsorption? Quando si us [R.: E un tecnica per separare misc di gas per ? sa? na cele r adsorbim mento-desorbi imento su so olidi (es. zeo oliti). Si basa sulleserciz ciclico di letti solidi di materiale a zio i e sorbimento). Nella fase in adsorben ciclazione tra fase in pressione (ad nte: dsorbimento) e fase in dep pressione (des n pression una delle specie viene a ne adsorbita nei p del mate pori eriale adsorben mentre n nte, nella fase in depressione la d a specie p precedentemen adsorbita v nte viene desorbita. Si scelgon solidi granu no ulari con poro orsit calibrat in modo da te a fungere da adsorbenti solo per una delle specie della miscela di gas. Es. Zeoliti 3 (3 angstrom di prorosit) per i a e a p r separare umidit da un corrente di aria umida] e na i

62. Elencare 3 metodi/tec e cnologie per arricchire lar in O2? [R (a) PSA su zeoliti o car ria R.: u rbon molecul sieves, (b) lar ) permeaz zione su memb brane, (c) pass saggio su mem mbrane perosk kitiche, (d) dis stillazione crio ogenica] 63. Cos un DSC? A co serve unanalisi DSC? [R.: DSC o Differenti Scanning Calorimetry una tecnica n osa ? ial a termo an nalitica in cui viene misur rato, in funzio della tem one mperatura, la q quantit di ca alore necessar affinch il ria l campion sotto anal ne lisi aumenti di temperatu ura. Viene utilizzata per investigare i passaggi di stato (es. u r . cristalliz zzazione, fusio transizion vetrosa, decomposizioni termiche)] one, ne

Pag.: 9 Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9


64. In un cir rcuito antincen ndio, come en ntrano in azion gli sprinkle ne ers?

Confidenziale e

65. Perch s alcune mac su cchine elettric rotanti si f avviamento stella-triang che fa o golo? [R.: Lavviamento Y- un tipo Y o di avvia amento a tens sione ridotta e serve ad av vviare il moto dolcement senza strap meccanici limitando le ore te ppi i e correnti durante lavv viamento. adatto per i motori dotati di: o a - Mors settiera con 6 m morsetti e 6 conduttori di alimentazione al motore b - Copp di avviame pia ento elevata c - Dopp tensione no pia ominale es. 230V - Y / 400V - es. 400V - Y / 6 . . 690V - d - Tensione nominale con collegam e mento a triang golo corrispon ndente alla ten nsione di rete. Collegan le armatur del motore a stella esse s ndo re sono sottopost alla tension stellata (230 te ne 0V), mentre collegandole a c triangolo a quella c o concatenata ( (400V); intuit tivamente la assorbimento e la coppia saranno inf a feriori per il l collegam mento a stella. Lavviamen stella trian . nto ngolo riduce la corrente di avviamento e la coppia di avviamento a valori pa al 33% (1/3) di quelli ris ari scontrabili in un avviament diretto. u diverso mo di ridurre la tensione in to un odo n avviame ento rispetto a quello adot ttato sui moto alimentati con 3 cond ori i duttori per i q quali la riduz zione avviene e interpon nendo tra linea e motore una resistenza o una reattanza che provoca u caduta di tensione. a a una Nel caso degli avviato ad autotras o ori sformatore si f fornisce semp una tension ridotta, men per gli av pre ne ntre vviatori statici i la riduzi ione avviene p parzializzando londa di ten o nsione a mezzo tiristori. o Circuito di alimentaz o zione: Sono presenti tre con ntattori, rispet ttivamente di linea, di trian ngolo, di stell e un rel t la, termico posto a monte del o l contattor di linea. re La seque enza di avviam mento la seg guente: 1- Kl e K si chiudono contemporan Ks o neamente - Il motore collegato a stella 2- dopo 5s si apre Ks - Il motore no risulta alim on mentato e gira per inerzia p 3- dopo 50ms si chiud Kt Il moto collegato a triangolo e si porta a reg de ore gime]

66. Cos il calore di miscela? 67. Cos un lacuna di m na miscibilit? [R Vi una zo detta lacun di miscibili allinterno della quale co R.: ona na it oesistono le 2 fasi liqu uide non misc celate, tale lac cuna pu essere al di sott di una data temperatura critica o, in altri sistemi, to a a , compres tra 2 temper sa rature critiche e]. 68. Enunciare la regola de fasi ed il s utilizzo. [R elle suo R.: VARIANZA = COMPONENT + 2 - FAS I A TI dove la varianza non altro che il n delle v n variabili intensive (pression temperatu concentra ne, ura, azione) che si i possono liberamente v variare senza alterare lequ uilibrio del sistema ossia sen provocare la scomparsa di una delle nza e e fasi pres senti, mentre C il n minim dei compo mo onenti indipen ndenti necessa a descrive la composi ario ere izione di ogni i fase del sistema.

Pag.: 10

Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9

Confidenziale

Tale regola si utilizza ad esempio per identificare nei sistemi a pi componenti se un determinata transizione deve avvenire a temperatura costante o se questa libera di variare]. 69. Cos un condensatore barometrico? Dove lo si usa? [R.: Un condensatore barometrico costituito da una camera in cui viene convogliata una corrente gassosa e un getto di acqua (allo stato liquido). Il getto d'acqua viene spruzzato da un'eiettore, e acquista calore dalla corrente gassosa, che condensa. L'apparecchiatura viene installata ad almeno 10,4 metri dal suolo, per cui la miscela acqua-condensato che viene a formarsi viene poi inviata attraverso una tubazione verticale lunga almeno 10,4 metri (chiamata "gamba barometrica"), che ha lo scopo di creare una differenza di pressione tra l'uscita della corrente dal basso del tubazione e l'ingresso della corrente gassosa. In questa maniera si riesce a creare una pressione minore di quella atmosferica nell'apparecchiatura collegata a monte del condensatore barometrico (ad esempio un evaporatore), e la corrente in uscita dal condensatore barometrico pu essere movimentata attraverso una pompa. I vapori non-condensabili sono spillati dall'alto del condensatore barometrico]. 70. Facendo reagire Epicloridrina e Bisfenolo-A ottengo? [R.: resine epossidiche. Una resina epossidica una resina termoindurente ottenuta per condensazione di bisfenolo-A ed epicloridrina. Viene usata per la produzione di vernici, adesivi, laminati, colle e come matrice per compositi con fibra di vetro e carbonio. Nel settore delle vernici industriali, le resine epossidiche vengono miscelate nel giusto rapporto stechiometrico con il componente B (solitamente composto da poliammidi), il quale reagisce con la resina per dare una pellicola dura e dalle ottime propriet di resistenza (agli agenti chimici, all'abrasione ecc)].

71. Elencare i derivati da etilene (1 passaggio di reazione). [R.:

Etilene
(alchilazione) (ossidazione parziale diretta) (polimerizzazione) (ossidazione parziale) (clorurazione diretta o ossiclorurazione)

Etilbenzene

Ossido di etilene

Polietilene

Acetaldeide

1,2-dicloroetano

deidrogenazione)

(catalisi acida o via termica)

(ossidazione)

(termolisi)

Stirene

Glicole Etilenico

Glicoleteri, etanolammine e polietossilati

Acido acetico

Cloruro di vinile

(polimerizzazione)

(polimerizzazione)

(polimerizzazione)

Polistirene

Polietilenglicole

Polivinilcloruro

Pag.: 11

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale e

72. Cosa si m misura con un tubo di pito [R.: Il tub di Pitot uno strumento utilizzato pe misurare la velocit di un n ot? bo u o er n fluido (tipicamente un gas). Fu inve n entato nel 173 dallo scienz 32 ziato francese Henri Pitot].

ot pressione stati ica dove Pto = pressione totale, Pst = p 73. Cos il decoking d una fornace di processo? Come si eseg di e gue? [R.: E la rimozione d deposito delle particelle del d e di coke ( particelle c (o carboniose) ch si formano per reazioni parassite dura he p ante i processi di cracking di idrocarburi. i d . Si effettu in due mod (a) stea-ai decoking; (b Pig based decoking] ua di: ir b) d

ST TEAM AIR DECOKING R


ELEMENTI I
Svuotamento & raffreddamento Montaggio curv preparazione steam-air ve DECOKING Raffreddamento o Smontaggio cur riconnession rve ne IN SERVIZIO

DEC COKING C CON PIG


ELE EMENTI
Svuotame ento & raffreddam mento Montaggi curve montag io ggio trappole DECOKI ING (incluso un c cambio di trappol le) Smontagg curve riconn gio nessione IN SERV VIZIO

DURATION N
10 ore 4 ore 48 ore 8 ore 4 ore

DURATA
10 ore 4 ore 30 ore 4 ore

TEMPO TOTALE - O TO OIL OIL L

74 ore

TEMP TOTALE - OIL TO OIL PO E

48 ore

74. Cosa son i Mezzi d Protezione Individuale o MPI in un impianto ch no di n himico? [R.: e casco, gua antiacido, es. anti , cuffie o tappi antirum more, scarpe di sicurezza, oc i cchiali di sicur rezza, maschera antiesalazio ecc.] oni 75. Cos lEquilibrio di Boudouard? [R.: E una reazione chim endoterm (i.e. 170 kJ/mol) avent la seguente i mica mica te e equazion di reazione C + CO2 ==> 2CO] ne e: a Water-Gas-S Shift reaction [R.: E un reazione c n? na chimica, lieve emente esoter rmica (i.e. 42 2 76. Cos la WGS o kJ/mol), in cui il monossido di carb bonio reagisce con lacqua per formare an e p nidride carbon e idrogen nica no].

CO + H2O C 2 + H2 CO
77. Cosa son i diagramm di Pourba no mi aix e a che c cosa servono? [R.: il diagramma di Po ? ourbaix, noto anche come o e diagram mma potenzia ale/pH, mostra le possibili fasi stabili (al a ll'equilibrio) d un sistema e di elettrochimico in soluzione o e acquosa. I legami ion principali sono rappre nici esentati da lin nee. Prende n nome da Marc Pourbaix (19041998), cel , chimico russo nativo che per primo li illustr Si usano per effettuare approfondim o, r. e menti su prob blematiche di i corrosione e passivaz zione di mate eriali metallici L'asse verti i. icale (Eh) rap ppresenta il p potenziale elet ttrico rispetto o all'elettro standard a idrogeno (S odo SHE) calcolat con l'equaz to zione di Nernst. Il suffisso "h" riferito all'idrogeno, o , nonostan siano utiliz nte zzabili altri standard.

orizzontale rap ppresenta il pH pH = lo H. og[H + ] L'asse o

Pag.: 12

Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9

Confidenziale e

Diagramm di Pourbaix del Ferro ma x 78. Cos un evaporatore a multiplo e n effetto? [R.: L Levaporatore a multiplo ef e ffetto costitu da una pri caldaia di uito ima i ebollizio alimentata da una fon energetica primaria, da una o due c one a nte caldaie "paras ssite", cos de efinite perch sfruttano il vapore pr o rodotto durant lebollizion della calda che le precede per disti te ne aia illare a loro volta, e da un v n condensatore finale. Si tratta di u soluzione tecnica particolarmente in una ndicata nei ca ove si deb asi bbano trattare e volumi i importanti e d dove si possa attingere ad una fonte di energia che il cliente pu a e l avere a disposizione ad un n costo rel lativamente ba asso (vapore d impianto es da sistente, gas e similari)].

Sistema a du S uplice effetto in equicorren (sx) e contr nte rocorrente (dx x)

79. Cos un evaporatore a termocomp n pressione? Qual il vantagg di un tale sistema? [R.: Come detto per gli schemi gio p i a multip effetto, la t plo temperatura d condensazio dei vapori separati inf di one i feriore alla tem mperatura di ebollizione. e per pos ssibile aument tare questa te emperatura com mprimendo i vapori stessi, fino a portar ad una pressione tale da , rli a condensare ad una tem mperatura sup periore, per co onsentire lo sc cambio termic con la stes soluzione da evaporare. co ssa . Per com mprimere i vap pori, si utilizza o delle po ano ompe a getto (eiettori) che utilizzano come sorgente energetica dei e i vapori a pressione mo pi alta, o dei compres olto ssori meccanici, solitament a lobi, a vit o centrifugh In figura te te hi. mostrato quest'ultimo tipo; i vapo separati n separatore V sono aspi o o ori nel irati dal com mpressore C che li porta a c pression pi alta. I compressor centrifugo mosso da un motore elettrico (o turbina) D attraverso un ne Il re a a n moltiplic catore di veloc M. cit

Pag.: 13

Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9

Confidenziale e

Quest'ultimo pu essere evitato ne caso della turbina, purc si raggiun el ch ngano i 25,00 - 30,000 giri al minuto 00 g o necessar Il sistema s configura qu ri. si uindi come un pompa di calore, anche se questa dizi na c ione usata nel campo per n r altri tipi di impianto Il vantaggi energetico sta nel fatto che, per re i o. io o ecuperare (ca dell'acqua a pressione aso a e atmosfer rica) 2400 kJ/ di calore l /kg latente, si spen ndono (a seco onda della pressione di aspi irazione) circa 250 kJ/kg di a i lavoro d compression Il sistema sarebbe quindi paragonabi ad un decu di ne. ile uplo effetto. S Sennonch, bu uona parte del l lavoro d compressio persa in rendimento meccanico; nel caso di c di one n n compressione a getto di va apore si deve e utilizzare vapore ad alta pressione, e quindi assa pregiato (e il sistema re ai i elativamente p poco efficiente nel caso di e); i compres ssione meccan nica i rapport di compres ti ssione raggiu ungibili sono alquanto bassi (massimo 2). Tutto ci consider rato, per, un sistema di q n questo tipo, d detto a termoc compressione equivale ene ergeticamente a un doppio o effetto se a getto di va apore, a un tri iplo - quadrup se a compr plo ressione mecc canica volume etrica (compre essori a lobi o a vite), a un quintuplo o-sestuplo se a compression meccanica centrifuga]. ne c 80. Naphta Mixed Xyl lenes Parax xylene Pure Terephtalic Acid e cosa viene dopo?? [R.: il poliest tere]

81. Come ci si comporta se ci si accorg di avere co i ge ommesso un er rrore di calcol sostanziale quando limp lo pianto gi in n fase di re ealizzazione? 82. Come ci si comporta quando in un contesto pro i n ofessionale si sente parlar m (professi male ionalmente pa arlando) di un n collega, anche lui inge egnere chimic co? 83. Come ci si comporta quando ci viene richiesto un parere su profession i a o ulla nalit e sulla competenza di un collega a ingegner chimico? re 84. Come ci si comporta q i quando si scop un errore di calcolo com pre mmesso da un collega ingeg n gnere chimico o? 85. Come ci si comporta q i quando un pro oprio congiun o amico fra il comitato decisionale g nto f o giudicante nellambito di una gara dappalto a c si sta parte a cui ecipando? 86. Cos il cumene? Di che cosa lintermedio? [R Cumene o Isopropilbe R.: enzene un id drocarburo aro omatico che a T e P am mbiente si pre esenta come u liquido inc un colore con od dore caratteris stico. presen nel greggio. Il cumene nte e viene prodotto per alc chilazione del benzene con p propilene, sec condo la segue reazione endotermica: ente

Il cumen un interm ne medio per la pr roduzione di a acetone e feno olo.


Pag.: 14 Giu uliano Cavagli Settembre 2009 9

Confidenziale

Il cumene un idrocarburo instabile che reagisce rapidamente con l'ossigeno atmosferico ossidandosi ad idroperossido di cumene. Questo tipo di ossidazione resa facile dal fatto che l'intermedio radicalico principale un radicale cumile non solo terziario ma anche aromatico, quindi estremamente stabile.

L'idroperossido pu quindi venir trattato con acido solforico per dare fenolo e acetone.

87. Cos lo stallo per una soffiante centrifuga? [R.: Lo stallo un meccanismo attraverso il quale il compressore riesce ad adattarsi ad un flusso che risulta insufficiente per il corretto funzionamento della macchina. Invece di avere il flusso distribuito lungo tutta la sezione circolare del compressore, il flusso si suddivide in maniera non uniforme, di modo che alcuni canali sono interessati da un flusso relativamente grande, mentre altri da un flusso piuttosto piccolo. Nei compressori si ha un aumento del rapporto di compressione al diminuire della portata massica che lo interessa, sino alla situazione limite in cui il rapporto di compressione massimo: ogni ulteriore riduzione di portata conduce allo stallo, secondo i due seguenti meccanismi: stallo progressivo: La perdita di prestazione risulta abbastanza piccola e spesso la presenza dello stallo indicata soltanto da un cambiamento di rumore della macchina. stallo improvviso: Si ha una perdita molto pi grande in pressione e portata: quando il compressore va in stallo il punto medio di funzionamento si abbassa rapidamente seguendo la linea di regolazione della macchina, fino ad arrivare a fermarsi in un nuovo punto che presenta un incremento di pressione che pu essere anche solo una frazione del valore precedente lo stallo. In entrambi i casi il flusso non si mantiene pi assial-simmetrico ma presenta una distribuzione circonferenziale non uniforme ruotante lungo la sezione anulare di passaggio, in una condizione denominata stallo rotante. All'interno di una cella di stallo la velocit, assiale o meridiana, risulta assai inferiore rispetto a quella del flusso non in stallo, mentre la velocit circonferenziale pu essere ben pi elevata]. 88. Cos un passo duomo e dove si usa? 89. Cos la fluidizzazione? [R.: un'operazione unitaria mediante la quale un letto solido granulare acquista delle propriet tipiche dei fluidi, ottenuta grazie al passaggio di un fluido (liquido o gas) attraverso il solido granulare ad opportuna velocit]. Il candidato indichi 3 applicazioni industriali della fluidizzazione [R.: (a) FCC, (b) Ossidazione biologica a biomassa adesa, (c) biomass gasification]. 90. Cos il metodo di McCabe e Thiele? A cosa serve? Quali sono le ipotesi pi importanti su cui si basa? [R.: Per determinare il numero di stadi ideali di una colonna di distillazione esistono diversi metodi. Nel caso di miscele binarie, possibile utilizzare tecniche di semplice risoluzione grafica. Il pi utilizzato il metodo McCabe-Thiele introdotto nel 1925, il quale si basa sull'ipotesi che le portate molari di liquido e vapore lungo la colonna si mantengano costanti. In questo caso il calore ceduto dalla condensazione di una mole di vapore provocherebbe la vaporizzazione di una mole di liquido]. 91. Su che principio lavora una torre evaporativa? [R.: Una torre di raffreddamento uno scambiatore di calore gasliquido nel quale la fase liquida cede energia alla fase gassosa, riducendo cos la propria temperatura. Nella grande maggioranza dei casi la fase gassosa costituita da aria o vapore dacqua e la fase liquida da acqua di vario tipo. Lo scambio di calore pu essere effettuato mediante contatto tra le fasi, ed in questo caso si parla di torre di raffreddamento "tout court", o a superficie in uno scambiatore di calore a tubi, piastre o altro, ed in questo caso si parla pi sovente di batteria di raffreddamento. Possono essere a circolazione forzata o a flusso indotto]

Pag.: 15

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

Torre a flusso indotto

92. Cos il potenziale zeta? [R.: Una particella superficialmente carica produce una distribuzione di ioni nella regione che la circonda, provocando un aumento della concentrazione di controioni (ioni di carica opposta a quella della particella) vicino alla superficie. Lo strato di liquido che circonda la particella e' composto di due zone: una interna, detta strato di Stern, dove gli ioni sono fortemente legati ed una esterna, detta strato diffuso, dove le interazioni sono pi deboli. Le due zone, Stern+diffuso, costituiscono un doppio strato elettrico intorno a ciascuna particella. All'interno dello strato diffuso e' possibile individuare un confine teorico entro il quale ioni e particelle formano entit stabili: quando la particella si muove gli ioni all'interno di questo confine si muovono con essa, mentre quelli al di fuori non viaggiano con la particella. Questo confine e' chiamato "slipping plane". Il potenziale in corrispondenza di questo confine e' conosciuto come POTENZIALE ZETA. La misura del potenziale Zeta fornisce informazioni sulle caratteristiche fisiche e chimiche delle particelle in sospensione. Un valore elevato di Potenziale Zeta (pi positivo di +30mV e piu' negativo di -30 mV) e' di solito associato ad una elevata stabilit della dispersione. Un valore basso (tra -30 e +30 mV), invece, pu indicare la formazione di aggregati, causando una instabilit colloidale. Si tratta, quindi, di una misura che consente al formulatore di selezionare e valutare le componenti pi idonee da aggiungere alla sospensione. La stabilit delle dispersioni e' fortemente influenzata dalla carica superficiale vista la tendenza a respingersi delle particelle di carica opposta. Se si applica un campo elettrico al mezzo liquido le particelle colloidali si muoveranno verso il polo di carica opposta; pertanto, la direzione dello spostamento indica chiaramente il segno della carica sulla superficie. La velocit con cui si muovono le particelle proporzionale alla grandezza della carica e misurando sia la velocit sia la direzione dello spostamento in un campo elettrico noto possibile calcolare la Mobilit Elettroforetica e da qui il Potenziale Zeta del sistema colloidale.]

Pag.: 16

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

93. Cos un elevatore a tazze? Quando si usa? [R.: L'elevatore a tazze viene utilizzato per il trasporto in verticale di prodotti solidi granulari e/o sfarinati].

94. Che differenza c tra un sistema di trasporto pneumatico veloce ed uno in fase densa? [R.: Il primo lavora con la fase solida omogeneamente dispersa e a bassa densit di solido, mentre il secondo lavora in regime pulsato o di slug. Il secondo preferibile quando il solido si frantuma facilmente]. 95. Cos loleum? [R.: l'oleum (o oleum fumante) H2SO4 SO3 una miscela di triossido di zolfo in acido solforico, ottenuta per assorbimento del triossido di zolfo gassoso in acido solforico puro (100%). A temperatura ambiente un liquido denso e oleoso che fuma all'aria, per questo anche detto acido solforico fumante. Gli oleum industriali pi importanti sono quelli con una concentrazione di triossido di zolfo del 20%, 30%, 40%. usato sia per la preparazione dell'acido solforico diluito sia nell'industria delle vernici e degli esplosivi. Nella sintesi organica trova impiego come agente solforante nelle reazioni di sostituzione eklettrofila aromatica, per introdurre sul substrato un gruppo solfonico. Altamente corrosivo per contatto, ingestione e inalazione, va manipolato sotto cappa e indossando guanti e occhiali di sicurezza. Occorre altres lavorare in modo particolarmente attento per evitare schizzi legati allo sviluppo di notevoli quantit di calore o per non rischiare di carbonizzare i reagenti organici]. 96. Cos un venturi scrubber? Quando si usa? [R.: un'apparecchiatura che consente di abbattere la concentrazione di sostanze presenti in una corrente gassosa, solitamente polveri e microinquinanti acidi. Queste apparecchiature trovano ampia applicazione negli impianti di depurazione fumi di svariati impianti chimici. Nel Venturi Scrubber un solvente liquido viene atomizzato a forte pressione, ottenendo gocce di piccolo diametro ed un efficace effetto di moltiplicazione della superficie di interfaccia. Il gas viene iniettato trasversalmente nella gola di un tubo di venturi, con una configurazione geometrica (miscelazione a flussi incrociati) che favorisce elevati coefficienti di scambio di materia]. 97. Quali diverse reti fognarie sono normalmente presenti in uno stabilimento chimico? [R.: Fogna bianca, fogna nera e fogna di processo] 98. Cos la RTD di un reattore chimico, o Residence Time Distribution, o funzione distributiva dei tempi di permanenza? A cosa serve? [R.: la RTD di un reattore chimico una funzione di distribuzione probabilistica che descrive lentit di tempo che un elemento fluido pu soggiornare allinterno del reattore chimico stesso. Nella pratica dellingegneria chimica la RTD viene impiegata per caratterizzare il grado di miscelazione e di flusso allinterno dei reattori, nonch per confrontare il comportamento di reattori reali con i modelli ideali. Conoscere la RTD non solo utile durante attivit di troubleshooting su reattori esistenti, ma fondamentale per stimare le rese di reazione e per la progettazione di nuovi reattori. La distribuzione dei tempi di permanenza rappresentata nella pratica da una distribuzione delle et di uscita E(t). La funzione E(t) ha come unit di misura linverso del tempo o (tempo)-1 ed definita come segue:

La frazione di fluido che soggiorna allinterno del reattore per un tempo t data dal valore E(t)dt].
Pag.: 17 Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

99. Che aspetto ha la curva di essiccamento di un prodotto solido granulare? [R.: ]

100. Che tipo di valvola di controllo si usa solitamente sulle linee che trasportano correnti di gas? [R.: valvole a farfalla]. 101. Cos una valvola di controllo a caratteristica equipercentuale? [R.: La Valvola Esponenziale (o Equipercentuale) ha una curva caratteristica tale che il guadagno varia proporzionalmente alla portata: dQ/dX= KQ; questo aspetto favorevole in quanto permette di compensare localmente il fatto che il guadagno del processo non costante ma varia in modo inversamente proporzionale al variare della portata]

+1 Quand che si usa preferenzialmente uno scambiatore di calore a piastre e quando uno di tipo Shell & Tube? +2 Come si avvia una colonna di distillazione (es. concentrazione miscela acqua etanolo)? +3 Come si separano le sostanze oleose contenute in una corrente di acque di scarico? +4 Cos un vaso di espansione? Dove si usa? [R.: Il vaso di espansione un componente idraulico, comunemente presente ad esempio nelle caldaie per il riscaldamento domestico, che svolge la funzione di contenere le variazioni di pressione del circuito, evitando pericolosi sbalzi e colpi dariete, che altrimenti dovrebbero essere assorbiti dalle tubature e dal resto dell'impianto].

Pag.: 18

Giuliano Cavagli Settembre 2009

Confidenziale

+5 Cos un vaso dewar? Come funziona? [R.: Un vaso di Dewar o semplicemente dewar un contenitore che mantiene il suo contenuto pi caldo o pi freddo dell'ambiente esterno frapponendo con l'esterno delle aree di vuoto che consentono un isolamento termico tra il contenuto e l'ambiente. Il vuoto usato solo per l'isolamento termico, il contenuto non sotto vuoto.Il dewar prende il nome dal suo inventore, il fisico/chimico James Dewar (1892). Tipicamente un contenitore di vetro, metallo o plastica con una cavit; la regione tra le pareti esterne e quelle interne sotto vuoto. Il vuoto non pu condurre calore per conduzione o convezione, ma pu condurre solo per irraggiamento. La perdita per irraggiamento pu essere minimizzata applicando un rivestimento riflettente sulle superfici: Dewar usava l'argento. Il materiale contenuto raggiunge l'equilibrio termico con le pareti interne; le pareti sono sottili, con bassa capacit termica, quindi non possono scambiare molto calore con il contenuto, modificando di poco la sua temperatura. Alla temperatura tipica del loro utilizzo (sotto il punto di ebollizione dell'acqua), e con l'uso di pareti riflettenti, c' un piccolo trasferimento di radiazione infrarossa. Per usi pratici il contenitore deve avere un'apertura; per questo deve essere usato un tappo di materiale isolante, originariamente sughero, in seguito plastica. La maggior parte della perdita di calore avviene attraverso il tappo. I vasi dewar sono spesso usati per immagazzinare liquidi che diventerebbero gassosi alla temperatura ambiente, come ossigeno, azoto, ...; in questi casi l'incremento di temperatura all'interno del contenitore estremamente freddo pu dar luogo all'ebollizione del liquido, perci necessario una valvola di sicurezza munita di un indicatore della pressione interna, per prevenirne l'aumento eccessivo e la rottura del contenitore. L'eccellente isolamento termico dei vasi Dewar fa si che l'ebollizione sia molto lenta e quindi il contenuto rimane liquido per un lungo tempo senza l'uso di un costoso apparecchio di refrigerazione]. -------------------------------------------

La vera cosa importante nella scienza non tanto scoprire nuovi fatti, ma piuttosto nuovi modi di pensarli.
(William Bragg Premio Nobel per la fisica, 1915)

La scienza conoscenza organizzata, la saggezza vita organizzata.


(Immanuel Kant Filosofo)

Pag.: 19

Giuliano Cavagli Settembre 2009