Sei sulla pagina 1di 14

Reazioni dirette e inverse

Una reazione si blocca (velocit=0) quando i reagenti si sono completamente trasformati nei prodotti

La reazione viene definita irreversibile Quando una reazione non si completa, cio i reagenti non scompaiono del tutto e rimangono mescolati ai prodotti,

La reazione viene definita reversibile

Reazioni dirette
reazione chimica nel verso reagenti prodotti

[reagenti]

velocit della reazione diretta

reazione diretta

La velocit di reazione diminuisce al diminuire delle concentrazioni dei reagenti

tempo

Reazione chimica nel verso reagenti prodotti

[prodotti]

reazione inversa

velocit della reazione inversa

la velocit della reazione inversa aumenta allaumentare della concentrazione dei prodotti

tempo

Equilibrio chimico
La velocit della reazione diretta e di quella inversa si uguagliano

Concentrazioni specie chimiche

[reagenti]

[prodotti]

tempo

Espressione matematica dellequilibrio chimico


nella reazione allequilibrio N2 + 3H2 2 NH3 Va= Ka [N2][H2]3 e Vb= Kb [NH3]2 se Va= Vb allora * Ka [N2][H2]3=Kb [NH3]2

Per avere le costanti e le variabili (concentrazioni) separate 3 K [N ][H ] b 2 2 si divide lespressione * per

Legge dellazione di massa


Allequilibrio il rapporto
prodotto delle concentrazioni dei prodotti

prodotto delle concentrazioni dei reagenti

Ka
= Kb

[NH3]2
Kc = [N2][H2]3
una costante

(KC)

Teoria dellequilibrio mobile


Una reazione si dice allequilibrio quando le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti rimangono costanti nel tempo La velocit della reazione diretta e inversa la stessa Scompaiono tanti reagenti quanti se ne riformano nello stesso tempo La reazione viene rappresentata con una doppia freccia: REAGENTI PRODOTTI

Perch una reazione non si completa


La velocit della reazione diretta diviene a un certo punto uguale a quella della reazione inversa e quindi il sistema chimico reagenti-prodotti non scivola completamente verso i soli prodotti perch i prodotti non sono decisamente pi stabili dei reagenti La previsione sullandamento di una reazione, quindi, dipende dalle trasformazioni di energia associate alla trasformazione chimica descritte da grandezze termodinamiche e dal valore del rapporto tra di esse.

Grandezze termodinamiche
Energia libera del sistema G Entalpia (energia trasformabile in lavoro) H Entropia (energia degradata, disordine) S Temperatura assoluta T
In un sistema vengono misurate le variazioni ( ) delle grandezze G, H, S come differenza tra il valore finale della grandezza e quello iniziale

Variazione dellenergia libera e spontaneit della reazione


Esotermica spontanea

G = H T S

Aumento ordine Non spontanea

<0 H >0
Endotermica Non spontanea

Reazione spontanea

<0 S >0
Diminuzione ordine spontanea

<0 G >0
Reazione non spontanea

Le reazioni reversibili
Una reazione reversibile quando il valore dellequazione G = H T S uguale a 0 - Sono reazioni reversibili quelle che hanno un fattore di spontaneit (s) e un fattore di non spontaneit (n-s)

H + Endotermiche (n-s) Diminuzione ordine (s) S +

H S -

Esotermiche (s) Aumento ordine (n-s)

S
Il valore di S positivo quando si passa da

1
liquido (soluzione) Solido

gas

2
Numero molecole reagenti (n reagenti) minore

Numero molecole prodotti (n prodotti) maggiore

PCl5

PCl3 + Cl2

n reagenti=1

n prodotti=2

Spostamento dellequilibrio verso destra (prodotti)


aumenta

avviene se
reagenti concentrazione

diminuisce
prodotti

(H-) endotermica Temperaturaesotermica N2+3H2 2NH3 PCl5 PCl3 + Cl2

(H+)

n prodotti < n reagenti

Pressione
(gas)

n prodotti > n reagenti

Spostamento dellequilibrio verso sinistra (reagenti)


aumenta

avviene se

diminuisce

prodotti concentrazione reagenti

(H-) esotermica N2+3H2 2NH3

Temperatura

(H+)
endotermica PCl5 PCl3 + Cl2

n prodotti > n reagenti

Pressione
(gas)

n prodotti < n reagenti