Sei sulla pagina 1di 29

Pico non vide mai nido si bello

Poi tutto cambi

Annibal Caro:

Una storia infinita di disagi,di incuria,senza veri ed utili Parcheggi per i residenti e non solo . C il bisogno per aumentare la qualit della vita,dei servizi di un Centro Storico fruibile per tutti e una mobilit sostenibile.

Avanti c POSTO 1
Quasi ventanni di governo cittadino sono passati : con il Sindaco Marinelli con lattuale Sindaco Mobili Ma la loro politica del fare non ha cambiato minimamente la mobilit nel centro storico

Avanti c posto 2
Gli ingressi pedonali per il Centro Storico sono quelli lasciataci dalla storia antica del nostro centro. Da allora sono cambiati gli usi,le funzioni. Oggi il Centro Storico dopo anni di degrado e spopolamento sta rinascendo in fretta. Nuove funzioni,nuove economie,nuovi servizi ,migliore qualit della vita. Il Centro Storico ha rafforzato la sua immagine ed attrae.Si avvia ad essere un Borgo di qualit-

La storia incartata e una Piazza storica sommersa dalle auto.

I crolli e lemergenza
Il dramma del crollo della Palazzina in zona Girone con tutte le difficolt che ha comportato in primis per le famiglie doveva essere un punto di svolta. Da quel dramma invece di cogliere loccasione per una nuova politica per il centro storico sui servizi,sulla manutenzione dei beni pubblici,sulla sicurezza lamministrazione comunale con una visione miope ha scelto la strada di minimizzare. Dopo le verifiche sui sottoservizi e la farsa dellOrdinanza sulle GROTTE per altro messa recentemente in discussione dal TAR delle Marche ha imboccatola strada della penalizzazione dei residenti.

Situazione geologica:
Una situazione da anni nota tanto che nel 2009 la giunta
che una porzione della cinta muraria del centro storico di Civitanova Alta posta su Viale della Repubblica, tratto ricompreso tra Porta Zoppa e Porta Girone, presenta evidenti segni di dissesto dovuti a movimenti franosi del versante; - che di recente la situazione si aggravata, infatti il tratto di scarpata ove non sono mai state eseguite opere di consolidamento, a seguito di continui sfaldamenti, ha assunto una conformazione praticamente perpendicolare al piano stradale, con presenza, su alcuni punti, di profonde insenature; - che tale situazione influisce negativamente sulla stabilit delle sovrastanti mura di contenimento, le quali presentano lesioni, sconnessure, nonch avvallamenti delle pavimentazioni, in particolare su Via del Sole; - che le mura poste a contenimento del verde attrezzato sono interessate da evidenti segni di umidit, provenienti in parte da falde superficiali ed in parte dalla perdita di liquido della fognatura pubblica; CONSIDERATO: - che le mura sono costituite da una fodera di mattoni ad una testa o al massimo a due teste; - che in alcuni tratti i mattoni usati hanno una pasta particolarmente porosa e friabile che contribuisce ad aggravare ancora di pi linstabilit dei manufatti; - che la cinta muraria in alcuni punti raggiunge unaltezza anche pari a mt.15,00; - che le pavimentazioni dei vicoli posti a ridosso delle mura, a causa della vetust, sono incomplete e quasi completamente prive di stuccatura, favoriscono le infiltrazioni dellacqua meteorica nel sottosuolo, contribuendo allaggravamento del processo di instabilit gi in atto sul versante dove arroccata la corrispondente porzione di abitato; - che nel PAI REGIONALE, larea in questione individuata al F.18 0017 R3 come zona a forte rischio franoso; - che pertanto, tenuto conto: dellaggravamento del movimento franoso del versante; dei problemi di sicurezza che si potrebbero creare per la pubblica incolumit; del notevole pregio storico ed ambientale dellarea; lU.T.C. della Delegazione, alluopo incaricato, ha predisposto un progetto preliminare con il quale sono stati individuati i seguenti interventi: consolidamento di porzione del versante ovest del centro storico di Civitanova Alta, ove la scarpata divenuta quasi perpendicolare al piano di campagna, presenta un forte dilavamento sulla parete, con continui distacchi di terreno; consolidamento e restauro di porzione della cinta muraria sovrastante, la quale presenta lesioni su pi punti, come evidenziato anche nella documentazione fotografica; demolizione e rifacimento di una porzione della cinta muraria nei pressi

BOCCIATI: Il TAR
rimette in discussione lORDINANZA sulle GROTTE

Pericolo FRANA cartografia PAI

Le crepe

Gli smottamenti

Il CROLLO

Le Fiecche non bastano

Cittadini di serie A e cittadini di serie B


Di fatto i ritardi ventennali della Giunta,laver evitato un confronto sereno e costruttivo con i residenti,aver imposto percorsi di autodichiarazione sulla propriet delle Grottecome elemento di fatto negativo se non pericoloso ,deciso modalit di traffico e di sosta al limite della punizioneha creato una situazione di grande disagio per tanti residenti specie anziani ma non solo nella zona Girone.

Senza una approfondita analisi dei bisogni,del tipo di residenti ,chiudendosi ad ogni proposta di collaborazione di tanti residenti,ignorando petizioni Il Sindaco ha emanato una Ordinanza di divieto indiscriminato di SOSTA da Corso Annibal Caro a tutto il Girone.

Una Ordinanza che non risolve i veri problemi della mobilit ,della sicurezza Una Ordinanza che di fatto crea disparit fra gli stessi cittadini residenti nel centro storico UnOrdinanza che teoricamente assegna per la sosta delle auto dei residenti della zona nellex Campo Boario

Diseguali

Chi parcheggia? I residenti anzi chi prima arriva meglio alloggia

Parcheggio Campo Fiera:un posto macchina come una tombola

Salire,salire,salire

Sempre pi su.

Cambiare si pu