Sei sulla pagina 1di 47

Conoscenza e utilizzo sociale e

didattico delle aree verdi pubbliche e


private di alcune zone
di Alessandria ad integrazione di
quanto gi previsto nel PRGC della
Citt di Alessandria
PRO NATURA Alessandria
V.le Medaglie dOro n 34 Alessandria
http:pronaturaal.wix.com/alessandria

P 48 c PERCORSO DI FORMAZIONE
. IL FUTURO E ADESSO.
CONOSCERE IL TERRITORIO CON GLI
OCCHI DEI PIU PICCOLI

Progettista/responsabile

PRO NATURA Alessandria Viale


Medaglie dOro n 34
http://pronaturaal.wix.com/alessandria
pronaturaal@alice.com

CAVALCHINI Pier Luigi

DATI E REQUISITI DI BASE


Promotore del progetto

Pro Natura Alessandria Viale medaglie dOro n 34


Alessandria Educazione, Ricerca, Informazione, Compatibilit,
Ambiente

Obiettivi formativi

Occasioni di ragionamento e lavoro sul campo. LAmbiente che


ci circonda. 1. La citt, 2. Gli alberi, 3. Gli animali, Lacqua e i
fiumi
Formazione di competenze inerenti le attivit di Educazione
nella Scuola dellInfanzia con modalit, tempi e caratteristiche
specifiche.
Lattivit verr svolta in partnership con l associazione IL
CONTASTORIE di Alessandria e con il Laboratorio Teatrale
curato da Luca Zilovich. Questo permetter di rendere
maggiormente formativa e completa la proposta.

Contenuti

Inquadramento generale delle condizioni


di ambiente e territorio . La citt, le
persone, gli alberi, gli animali, il mondo che
mi circonda, lacqua (e i fiumi), laria che
respiriamo. (ore 2. Intervento attivo)
Incontro 1 . Percorso di prima conoscenza
presso il fiume Bormida (vedere scheda
allegata) (ore 2)
Incontro 2. Costruzione del territorio
alessandrino con interazione fra terre e
acque. Uso della creta, della pittura e di altri
strumenti/materiali didattici. Riflessioni (ore
2)

Contenuti

Incontro 3. Possibilit di scelta fra (tutti gli incontri


sempre di ore 2)
A) Conoscere in modo attivo la Citt
B) Conoscere (e inserire nel loro ambito) le Persone
della Citt e del circondario
C) Conoscere in modo attivo gli Alberi della Citt
D) Conoscere in modo attivo gli Animali della Citt e
del circondario
E) Conoscere in modo attivo l Acqua nelle sue
principali funzioni e occasioni di incontro/uso
F) Conoscere in modo attivo lAria, le sue principali
caratteristiche e le sue fondamentali funzioni
Questionario formativo-valutativo a cura delle /
degli insegnanti , con discussione dei risultati
ottenuti 1 ora

Destinatari

Tutti i bimbi e le bimbe iscritte alle Scuole Materne della


Citt di Alessandria e dintorni (con iscrizione gratuita
allassociazione Pro Natura Alessandria e ricezione di
rivista < a carattere didattico :
InFEA Regione Piemonte Informazioni e materiale
specifico)
Tempi/durata
Da definire
DEFINIZIONE DEI CRITERI ADOTTATI PER LANALISI DEI FABBISOGNI, DELLA
DISPONIBILITA DELLUTENZA
Obiettivi e finalit dellindagine

Ambito della ricerca

Metodologie, criteri e strumenti da Metodologie, criteri e strumenti da concordare con le


adottare per la ricerca
Scuole e le Classi interessate; sicuramente si
proceder alluso di tutte quelle strumentazioni
grafiche, pittoriche, fotografiche ecc. che si renderanno
necessarie

Attrezzature didattiche (Aule,


laboratori, strutture,
materiale didattico)

Lo svolgimento delle attivit di formazione e tutto quanto


riguarder il progetto in oggetto si svolger solo ed
esclusivamente in orario normale scolastico ed allinterno
delle strutture scolastiche stesse. Se vi sar un
coinvolgimento in brevi visite ne verra data opportuna
comunicazione a genitori ecc.
Lattivit verr svolta in partnership con l associazione IL
CONTASTORIE di Alessandria e con il Laboratorio Teatrale
curato da Luca Zilovich

Reperimento allievi

Vedi sopra

Reperimento docenti

Da concordare (Oltre che con le risorse umane


dellassociazione ci avvarr dei servizi forniti dal l
associazione IL CONTASTORIE di Alessandria e dal
Laboratorio Teatrale curato da Luca Zilovich

http://www.alessandrianews.it/alessandria/noi-cittadini-partecipazionecomune-78254.html

file:///C:/Users/UTENTE/Downloads/Bando_idee_Partecipazione_Comune_AL_
NEW%20(13).pdf
Conoscenza e utilizzo sociale e didattico delle aree verdi pubbliche e
private di alcune zone di Alessandria ad integrazione di quanto gi previsto
nel PRGC della Citt di Alessandria
Pro Natura Alessandria.
. pronaturaal@alice.it
Luigi)
(allegato)

Viale Medaglie dOro n 34 - 15121 Alessandria


(responsabile amministrativo: Cavalchini Pier

Scopo del Circolo, si legge nello Statuto "quello di agire nel campo
della salvaguardia dell'ambiente in tutte le sue forme, dei bacini fluviali
in modo particolare, al fine di ripristinare un giusto equilibrio fra
naturalit degli ecosistemi e presenza umana.".

Con il nome I DUE FIUMI - ERICA , si costituisce nell'ormai lontano 23


novembre 1998, un circolo culturale avente caratteri marcatamente legati
alla difesa e salvaguardia del territorio, alla sua conoscenza e
rivalutazione.

Intende favorire, inoltre, "uno sviluppo sostenibile, che trovi la piena


affermazione di quei valori di dignit umana, di democrazia, di diritto al
lavoro, allo studio ed al buon uso del tempo libero, autentici fondamenti
di un'apprezzabile qualit della vita".

Come si pu vedere gi nella ripresa di alcuni punti salienti dello Statuto


si ha una chiara fotografia della nostra attivit, proiettata nel futuro e con
interlocutori preferenziali fra i giovani.

Il Circolo intende avere una funzione di stimolo, collaborazione e dialogo


con le Istituzioni preposte ai vari aspetti della salvaguardia e recupero
degli ecosistemi fluviali e, pi in generale, di tutte quelle componenti che
rendono l'ambiente pi vivibile.
Gli iscritti al Circolo, pur non essendo molti ( circa una quarantina al 2005,
62 regolarmente iscritti al dicembre 2012), si distinguono per competenza
ed impegni nei campi di interesse del Sodalizio
A far data dal 4 dicembre 2000 il suddetto Circolo si regolarmente
trasformato in ONLUS e come tale si appresta ai compiti che gli sono
propri. Da quel momento entrato a far parte dell'ASSOCIAZIONE
AMBIENTALISTA PRO NATURA, a cui aderisce a tutti gli effetti e di cui
articolazione locale

Con questo spirito detta Associazione partecipa volentieri alle attivit


di promozione della cultura ambientale e di difesa del territorio in tutti i
suoi aspetti e con questo atteggiamento propositivo ha avviato il suo
riconoscimento negli albi appositi di Provincia di Alessandria e
Comune di Alessandria.
La sede amministrativa ad Alessandria in Viale Medaglie d'Oro n. 34.
2005.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia di
Alessandria n 7.
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita, agricoltura
biologica, rifiuti zero) in n di 34
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 2.
2006.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia di
Alessandria n 6.
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita, agricoltura
biologica, rifiuti zero) in n di 24
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 3.

2007.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia di
Alessandria n 5.
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita,
agricoltura biologica, rifiuti zero) in n di 14
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 2.
2008.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia di
Alessandria n 3.
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita,
agricoltura biologica, rifiuti zero) in n di 30
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 2.

2009.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia di
Alessandria n 5.
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita,
agricoltura biologica, rifiuti zero) in n di 32
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 2.

2010.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia
di Alessandria n 7. (tot. N 151 partecipanti)
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita,
agricoltura biologica, rifiuti zero) in n di 27
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 4.
2011.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia
di Alessandria n 5. (tot. N 140 partecipanti)
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria pulita,
agricoltura biologica, rifiuti zero) in n di 30
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 1.

2012.
. Interventi presso le scuole elemntari e medie del Comune e della Provincia
di Alessandria n 8 (tot. N 230 partecipanti)
. Articoli ed interventi a carattere ambientale (salvaguardia dei fiumi, aria
pulita, agricoltura biologica, rifiuti zero) in n di 24
. Incontri pubblici organizzati su temi a carattere ambientale n 4.
2013
Conoscenza e utilizzo sociale e didattico delle aree verdi pubbliche e private
di alcune zone di Alessandria ad integrazione di quanto gi previsto nel PRGC
della Citt di Alessandria
Pro Natura Alessandria.

Viale Medaglie dOro n 34 - 15121 Alessandria .

ALESSANDRIA Si sta concretizzando l'idea di partecipazione ad Alessandria. Il Comune aveva indetto questa estate un concorso di
idee per coinvolgere i cittadini e le associazioni in piccoli o grandi progetti in favore della citt. Il risultato stato molto positivo, al di
sopra delle aspettative, dice l'assessore Mauro Cattaneo nel corso della commissione consiliare, presieduta da Nicola Savi, dove il
progetto stato presentato ieri.
Cattaneo ha illustrato gli obiettivi, che sono quelli di diffondere la cultura della partecipazione e di, in ultima istanza, arrivare a definire
regolamento, votato dal consiglio comunale, sulla stregua di quello di Bologna, che indichi, cio i modi e i tempi della partecipazione della
citt al dibattito istituzionale e della condivisione delle scelte.
Quel che stato fatto e quelli che saranno i passi successivi li ha, invece, illustrati da Noemi Podesta, ricercatrice dell'Universit di
Alessandria che ha seguito il progetto.
Le idee raccolte con il bando sono state raggruppate per aree tematiche. Saranno presentate durante incontri pubblici ed aperti in diverse
strutture della citt. Un confronto, appunto, su progetti che vanno da quelli culturali a quelli pratici,come la dotazione di strutture dello
skate park.
Le aree tematiche sono: progetti relazionali; progetti metodologici; progetti formativi; progetti urbanistici.
Il primo gruppo sar illustrato il prossimo 24 novembre nella sede dell'associazione Cultura e Sviluppo. Si parler di metodologia della
condivisione (secondo gruppo) a dicembre, nella sede dell'Universit Avogadro: A gennaio l'incontro a Spinetta per parlare di progetti
formativi; due gli incontri per il gruppo dei progetti urbanistici alla Casa di Quartiere di via Verona. Ad aprile il primo degli incontri conclusivi.
A maggio si tireranno poi le somme in vista del regolamento comunale.
MA CHI PARTECIPA?

Curioso: quando si parla di partecipazione, in pochi partecipano, almeno in commissione consiliare. Oltre
all'assessore, ai relatori e al presidente di commissione era presente in forza solo il Movimento 5 Stelle con Di
Filippo, Camalleri e Malerba; Malagrino per i Moderati, Penna per Sinistra Ecologia e Libert, Locci e Curino per il
centro destra. Sono intervenuti Di Filippo e Penna. Evviva la partecipazione?

ALESSANDRIA Si sta concretizzando l'idea di partecipazione ad


Alessandria. Il Comune aveva indetto questa estate un concorso di
idee per coinvolgere i cittadini e le associazioni in piccoli o grandi progetti in
favore della citt. Il risultato stato molto positivo, al di sopra delle
aspettative, dice l'assessore Mauro Cattaneo (al centro nella foto) nel
corso della commissione consiliare, presieduta da Nicola Savi, dove il
progetto stato presentato ieri.
Cattaneo ha illustrato gli obiettivi, che sono quelli di diffondere la cultura
della partecipazione e di, in ultima istanza, arrivare a definire
regolamento, votato dal consiglio comunale, sulla stregua di quello di
Bologna, che indichi, cio i modi e i tempi della partecipazione della citt al
dibattito istituzionale e della condivisione delle scelte.
Quel che stato fatto e quelli che saranno i passi successivi li ha, invece,
illustrati da Noemi Podesta, ricercatrice dell'Universit di Alessandria che ha
seguito il progetto.

Le idee raccolte con il bando sono state raggruppate per aree tematiche.
Saranno presentate durante incontri pubblici ed aperti in diverse strutture
della citt. Un confronto, appunto, su progetti che vanno da quelli culturali a
quelli pratici,come la dotazione di strutture dello skate park.
Le aree tematiche sono: progetti relazionali; progetti metodologici;
progetti formativi; progetti urbanistici.
Il primo gruppo sar illustrato il prossimo 24 novembre nella sede
dell'associazione Cultura e Sviluppo. Si parler di metodologia della
condivisione (secondo gruppo) a dicembre, nella sede dell'Universit
Avogadro: A gennaio l'incontro a Spinetta per parlare di progetti formativi;
due gli incontri per il gruppo dei progetti urbanistici alla Casa di Quartiere di
via Verona. Ad aprile il primo degli incontri conclusivi. A maggio si tireranno
poi le somme in vista del regolamento comunale.

Facile considerazione del giornalista (www.alessandrianews.it) che pero fa pensare.


ARTECIPA?

Curioso: quando si parla di partecipazione, in pochi


partecipano, almeno in commissione consiliare. Oltre
all'assessore, ai relatori e al presidente di commissione era
presente in forza solo il Movimento 5 Stelle con Di Filippo,
Camalleri e Malerba; Malagrino per i Moderati, Penna per
Sinistra Ecologia e Libert, Locci e Curino per il centro destra.
Sono intervenuti Di Filippo e Penna. Evviva la partecipazione?

Cosa intendiamo per partecipazione?

Proviamo a fare un po di Storia


..

E, soprattutto, quando ci si prefigge una funzione


formativa abbiamo ben chiari i termini della questione?

Ora la tendenza delle pi accreditate scuole di


Educazione Ambientale quella di uscire il pi possibile
dal ristretto ambito scientifico-classificatorio per passare
su altri piani

Educazione Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile


LEducazione Ambientale (EA) uno strumento
fondamentale per sensibilizzare i cittadini a una maggiore
responsabilit verso i problemi ambientali, e alla
consapevolezza della necessit di essere coinvolti nelle
politiche di governo del territorio. LEA non semplice
studio dellambiente naturale, ma deve promuovere
cambiamenti negli atteggiamenti e nei comportamenti
individuali e collettivi. LEA la disciplina che pi di ogni
altra si presta a uno studio e a un approfondimento sul
campo. Per un efficace raggiungimento degli obiettivi
educativi, fondamentale sviluppare attivit a diretto
contatto con lambiente. Quindi un compito imprescindibile a
cui lEA deve tendere, uneducazione attenta a quello che
avviene nel contesto territoriale di prossimit.

LEA si evoluta nel tempo, da un approccio iniziale


prevalentemente incentrato sulla tutela della natura, si
passati a una maggiore attenzione allinquinamento, alle
emergenze ambientali e alle dinamiche sociali ed
economiche, per arrivare al pi ampio concetto di
Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS).

LEducazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS) non riguarda solo


lambiente, ma anche leconomia (consumi, povert, nord e sud
del mondo) e la societ (diritti, pace, salute, diversit culturali).
LESS un processo che dura per tutta la vita, che ha un
approccio olistico e incoraggia luso della riflessione e del pensiero
sistemico e non si limita allapprendimento formale, ma si
estende anche a quello non formale e informale, come necessari
integratori per una completa azione di informazione che raggiunga
tutti i cittadini. LESS tocca tutti gli aspetti della vita e i valori, al
centro dei quali vi il rispetto per gli altri, inclusi quelli delle
generazioni presente e future, per la diversit, per lambiente, per
le risorse della Terra.

LItalia pu vantare da tempo un livello elevato di


documenti sullEA gi espresso nella circolare
n.149/1996 (La Ferla) del Ministero della Pubblica
Istruzione, dove si proponeva unEA come collegamento
tra natura e cultura, e la Carta dei principi di Fiuggi del
1997, un documento firmato dal Ministro dellIstruzione e
dal Ministro dellAmbiente, in cui si enunciavano le
caratteristiche di unEducazione Ambientale orientata allo
sviluppo sostenibile e consapevole.

La successiva strategia UNECE per leducazione per lo


sviluppo sostenibile (Vilnius, 17-18 marzo 2005), frutto di
un lungo e articolato processo di elaborazione, parte dalla
visione dei valori comuni di solidariet, equit e rispetto
reciproco. Essa pone al centro lo sviluppo sostenibile, cos
che soddisfa i bisogni del presente senza
compromettere la possibilit delle generazioni future di
soddisfare i propri bisogni (Rapporto Brundtland, 1987).
Nella Strategia UNECE lEA considerato un pre-requisito
per lo sviluppo sostenibile, uno strumento per il buon
governo e per i processi decisionali.

In questa direzione si inseriscono alcune iniziative, nel


campo scolastico, recentemente intraprese dal Ministero
dellAmbiente in collaborazione con il Ministero
dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca.
Le Linee guida per lEducazione Ambientale e allo
sviluppo sostenibile sono state inviate a tutte le scuole per
promuovere tra i giovani leducazione ambientale e il
consumo sostenibile, il progetto si inserisce allinterno
della nuova materia di Cittadinanza e Costituzione.

collegati alle linee guida, sono due concorsi. Il primo, Le cose cambiano
se, dedicato alle scuole dellinfanzia e le scuole primarie e
raccoglier in una pubblicazione le migliori proposte dei bambini per la
tutela dellambiente e del paesaggio attraverso manifesti, fotografie e
disegni.
Laltro Scuola, Ambiente e Legalit, prevede invece la realizzazione da
parte degli studenti delle scuole superiori, di una campagna di
comunicazione sul ciclo dei rifiuti, il consumo sostenibile e la lotta alle
ecomafie.
Lattivit del Ministero nel campo dellEA si esplica attraverso una serie di
strumenti, iniziative e campagne, anche in collaborazione con enti pubblici
e associazioni:

- See more at: http://www.minambiente.it/pagina/educazione-ambientale-e-allosviluppo-sostenibile#sthash.NvzJbhKx.dpuf

Il sistema nazionale I.N.F.E.A.


Il programma INFEA (INFormazione Educazione Ambientale) nasce
su iniziativa del Ministero dell'Ambiente, ed finalizzato a
diffondere sul territorio strutture di informazione, formazione e
educazione
ambientale.
Il Sistema INFEA si configura come integrazione di Sistemi a scala
regionale, aperto e dinamico, dove lAmministrazione regionale
svolge un ruolo di ascolto, di proposta e coordinamento, favorendo
un colloquio continuo con i soggetti impegnati nel mondo
delleducazione ambientale.

Il programma INFEA, espressione di questa strategia, ha


contribuito attraverso il sostegno finanziario, a diffondere sul
territorio nazionale strutture e strumenti per coadiuvare e
rafforzare il ruolo delle Regioni e a orientare le azioni nella
direzione della costruzione di un Sistema Nazionale per
lEducazione, la Formazione e lInformazione ambientale.
Lo Stato, le Regioni e le Province autonome, pertanto, si
impegnano a rafforzare e sviluppare la propria azione congiunta
nellambito delleducazione ambientale e allo sviluppo sostenibile,
mediante la stipula di accordi di programma concertati e
cofinanziati con risorse regionali, nazionali e comunitarie che
rilancino e incrementino il Sistema Nazionale INFEA e il suo ruolo
sul territorio.
- See more at: http://www.minambiente.it/pagina/il-sistemanazionale-infea#sthash.U3oeroC3.dpuf

E noi, con la nostra proposta, quanto


pensiamo di essere formativi ?

Proposta chiara

Proposta da vivere e socializzare in


un primo cerchio ristretto

Proposta da socializzare ad un livello pi


alto, anche coinvolgendo i consigli di
quartiere, il consiglio comunale, le
parrocchie, i centri di aggregazione sociale

Alcune idee in dettaglio per la


proposta. Partendo dallarea centrale

Conclusioni
Statistiche e immagini di repertorio

Ecco qui un dettaglio degli ultimi anni di attivit che data, come comunicato
dal 1998 come Pro Natura Alessandria e dal 1985 come Proposte per la
Scuola COMUNE di ALESSANDRIA . Ass. Pubblica Istruzione

Poco prima della confluenza Orba-Bormida

Sulla Bormida. Zona Aulara

Contenuto del progetto


Dettaglio della proposta
Documento collegato al PRGC
Aree Verdi. Alcuni esempi: Ravenna,
Verona, Arezzo, ... ...)
Cosa ci suggerisce lANCI
sul Decentramento

Table

PowerPoint styles, tables and links

Alberi in Alessandria
Text and lines are like this
Larea dellattuale Piazza
Garibaldi
Larea dellattuale Piazza
Matteotti (Genova)
Table
Text box

PowerPoint styles, tables and links

Bullet points are like this


Text and lines are like this
Hyperlinks like this
Visited hyperlinks like this
Table
Text box

PowerPoint styles, tables and links

Pro Natura Alessandria


La presentazione in oggetto stata
interamente pensata, realizzata e proposta a
cura della sezione PRO NATURA Alessandria
pronaturaal articolazione di PRO NATURA
Alessandria e.r.i.c.a. I due fiumi .

E mail
pronaturaal@alice.it

Si ringrazia per lattenzione;


si resta a disposizione per ogni
eventuale sviluppo della
proposta

Web site :
http://pronaturaal.wix.com/alessandria
Cliccare poi Pro Natura Alessandria
pronaturaal