Sei sulla pagina 1di 49

anno scolastico 2012-2013

I Percorsi Didattici e di Educazione Ambientale


sono stati ideati e elaborati dal

Settore Fruizione e Didattica


Parco fluviale del Po e dell’Orba
Centro Visite Cascina Belvedere
ex S.S. Statale 494 Km 70 - 27030 Frascarolo (PV)
Tel. 0384 84676 - Fax 0384 84754
e-mail centro.visita@parcodelpo-vcal.it
www.parcodelpo-vcal.it

E’ vietata la riproduzione anche in parte


Finito di stampare Settembre 2012
Benvenuti ! !
al nostro appuntamento con i programmi e le attività di educazione ambientale che
l’Ente Parco propone per il nuovo anno scolastico appena iniziato.
Quest’anno troverete nuove attività rivolte agli studenti per renderli sempre più protagonisti
della conoscenza, della scoperta, della ricerca e dell’uso di fantasia, creatività e del diverti-
mento.

Da quest’anno il Parco fluviale del Po e dell’Orba si è arricchito di nuove Aree Protette: la


Riserva Naturale Isola Santa Maria, la Riserva Naturale Bric Montariolo e la Riserva Natura-
le Castelnuovo Scrivia e gestisce anche il Parco Naturale del Bosco delle Sorti della Parteci-
panza di Trino.

Tutti i nuovi territori acquisiti sono strettamente legati ai corsi d’acqua e aggiungono al patri-
monio del Parco importanti valori naturalistici, storici e paesaggistici.

Circondati dalle numerose risorse messe a disposizione, proponiamo percorsi condivisi


con gli insegnanti, curati nei dettagli, che catturano l’interesse degli studenti, adatti ai reali
bisogni dei ragazzi e che tengono conto del tempo messo a loro a disposizione.
Vi aspettiamo per scoprire e cono-
Le attività proposte si pongono l’obiettivo di:
scere insieme la ricchezza del mon-
• conoscere attentamente l’ambiente naturale aiutando i ragazzi a comprendere i diversi do naturale.
i sistemi ecologici e la complessità delle relazioni fra le diverse componenti naturali e
non del nostro Pianeta;
• conoscere e sentire il proprio territorio, creare il senso di appartenenza e stimolare il ….E perché no.. anche divertendoci!
senso di responsabilità;
• approfondire i grandi temi ambientali, l’impatto umano esaminando in modo critico la
successione degli eventi storici;
• far accrescere la consapevolezza personale e stimolare l’adozione di stili di vita in Per concordare le attività,
armonia con l’ambiente naturale e le sue forme di vita; per avere informazioni e per prenotare:
• rendere gli studenti consapevoli dell’importanza delle loro scelte e delle loro azioni; Parco Fluviale del Po e dell’Orba -
• predisporre le esperienze in modo da stimolare le emozioni per creare un legame af- Settore Fruizione e Didattica
fettivo con la l’ambiente naturale; Centro Visite – Cascina Belvedere –
• creare le condizioni perché i partecipanti si sentano a loro agio e poter esprimere li- 27030 Frascarolo (PV)
beramente le proprie emozioni e facilitare le loro attitudini. tel. 0384-84676 fax 0384-84754
centro.visita@parcodelpo-vcal.it
Invitiamo tutti gli insegnanti e operatori interessati a contattare il Settore Fruizione e Didattica www.parcodelpo-vcal.it
per organizzare ed elaborare anche nuove attività da svolgerle insieme.
Qui di seguito troverete alcune delle nostre proposte.
Laboratorio Attività Pag
Indice per fascia di eta’ Età Escursione Laboratorio
scientifico
Creativo o
manuale
concettuali
o sensoriali
Easy rafting: vivere il fiume a pelo d’acqua 6-19 x x 1
w
Ne
Il mondo dei suoni 3-6 x x x 2

Nel bosco delle Storie — per leggere con la natura 3-10 x x 3

Sotto sotto… il mondo sotterraneo di Ugo la Talpa 4-7 x x x 4

Scoprire gli insetti per meravigliarsi di forme e colori 5-7 x x x 5

Le scatole del tempo 5-12 x x x 6

Semi d’artista 6-8 x x x 7

I cinque sensi della terra 6-10 x x x 4

Dal riso ai biscotti 6-10 x x x 9

Se li conosci non li uccidi 6-10 x x x 10

Il battito d’ali delle farfalle 6-11 x x 11

C’era una volta un vecchio giornale 6-11 x x x 8

Il teatro della natura w


6-11 x x x 8
Ne
L’armonia del coltivare 6-12 x x 12
Dalla palude al riso 6 -13 x 9

Gli alberi: la vita 6-14 x x 12

Mi Rifiuto! 6-14 x x 13

Terra... morbida...appiccicosa...mia 8-11 x x x 7

A spasso nel bosco 8-13 x x 12

Dragonfly — una vita fra acqua e aria 8-13 x x 10

Birdgardening 8-13 x x x 14

Birdwatching 8-13 x x 14
w
La spesa intelligente Ne 8-12 x x x x 15

w
Anche tu archeologo Ne 8-12 x x x 16
Laboratorio Attività Pag
Indice per fascia di eta’ Età escursione
Laboratorio
Creativo o concettuali
scientifico o sensoriali
manuale
w
Dal seme al chicco Ne 8-16 x x x 17
Tutto in equilibrio w 8-12 x x 19
Ne
Sostenibilità nel quotidiano TM 8 -14 viaggio x x 20

Rischi naturali w 8-18 x x x 18


Ne
Orientarsi 10-13 x x x 21

Il pianeta in prestito — l’energia e il nostro futuro 10-14 x x x 22

Il Po, il tempo e ll’uomo 10-16 x x 23

La natura in un clic… scatta l’emozione 10-18 x x 24

Ritorno alla natura 12 -18 x x 23

Centro di Interpretazione del Paesaggio del Po Tutte x x 25

Bicicliamo 11-18 x 26
w
La qualità della vita Ne 11-16 x x 17

Palombari a sei zampe 12-19 x x x 27

Acqua: una risorsa da salvare 8-12 X X X X 28


X
Trasparente come una goccia d’acqua N ew 4-6 X x x 29

Pipistrelli: i folletti del crepuscolo tutte Mostra x x x 30

L’Istituto per l’Educazione alla Terra 31

I Guardiani della Notte TM Tutte x x 32

Passeggiata con la Terra TM Tutte x x 32

Nella grande Officina della Terra TM 9 -12 x x 33


TM 9 -12
I Guardiani della Terra x x 34

w
Sulle tracce del grande fiume — Storie di fiume Ne 9-18 viaggio x x x 35-36

Centri visita del Parco 37-41

Cose da sapere - Modulo di adesione 42-43


età A ’ L’EASY RAFTING
VIT
6 - 19 NO VIVERE IL FIUME A PELO D’ACQUA!

Una tranquilla discesa sul Po per esplorare l’ambiente fluviale direttamente dal fiume.

Obiettivi: divertimento, osservazione, conoscenza, esplorazione ed avventura.

Pubblico: L’attività è rivolta a tutte le fasce di età dai 6 ai 19 anni.

Descrizione: A bordo di gommoni inaffondabili guidati da Guide esperte i ragazzi po-


tranno vivere il fiume sul filo dell’acqua, un’esperienza sportiva indimenticabile, diver-
tente, coinvolgente e nello stesso tempo educativa.
La modesta corrente del fiume, la bassa velocità dell’acqua e l’assenza di punti critici
esclude ogni pericolosità consentendo la navigazione sicura e adatta a tutte le età.
A colpi di pagaia si navigherà tra le confluenze dei fiumi, sotto le garzaie per osservare
la nidificazione degli aironi, costeggiando le grandi isole fluviali, dove nidificano Ster-
ne, Fraticelli e Corrieri piccoli i veri protagonisti delle acque e dei ghiareti.
La tranquilla discesa in gommone ci consentirà di osservare e conoscere la dinamica flu-
viale, le anse, i bracci morti, l’erosione, il trasporto e il deposito della ghiaia, cioè la
vera “anima” del fiume.

La proposta didattica prevede diversi percorsi di discesa del fiume, apposi-


tamente studiati per gli studenti delle diverse fasce di età, seguiti da un’e-
scursione guidata a piedi fino a raggiungere i Centri Visite del Parco.

L’attività di Easy Rafting è condotta dalle guide professioniste della ASD Rafting A-
venture di Villeneuve (AO) coadiuvate dal personale del Parco e organizzata in colla-
borazione con la Proloco di Coniolo (AL).

Durata: prevede un’escursione di un’intera giornata.


1
Il mondo dei suoni

età
3-6

Obiettivo: L’attività didattica si propone di avvicinare i bambini ai suoni della natura,


siano essi piacevoli o sgradevoli, naturali o antropici, cercando di capire le fonti da
cui provengono, la loro durata e la loro intensità.
Pubblico: L’attività è rivolta alla fascia di età dai 3 ai 6 anni.
Descrizione: I bambini saranno accompagnati in un’escursione seguendo uno degli
itinerari all’interno del Parco, dove verranno stimolati alla percezione dei suoni e dei
rumori che incontreranno. Ascolteranno il silenzio, importante tappa di autocontrollo
e concentrazione per imparare così non solo ad ascoltare ma anche ad ascoltarsi.
Nel pomeriggio, seguirà un laboratorio creativo dove, in modo ludico, approfondiran-
no gli aspetti più “scientifici” del suono.
Durata: prevede un’escursione di un’intera giornata.

2
axÄ uÉávÉ wxÄÄx fàÉÜ|x
ÑxÜ ÄxzzxÜx vÉÇ Ät ÇtàâÜt
Obiettivo: Stimolare i bambini sia alla lettura sia a vivere immersi
nella natura in armonia con essa.
Pubblico: La proposta è rivolta ai bambini di età compresa fra i 3 e
i 10 anni
Descrizione: L’attività si propone in una prima fase di condurre i
bambini all’ascolto di storie legate alla natura. Seduti comodamen-
te nello spazio dedicato a loro, all’interno del Centro di Educazione
Ambientale di Cascina Ressia, ascolteranno racconti, storie o poe-
sie e inizieranno così la loro avventura assaporando il desiderio di
immergersi nel bosco, di sdraiarsi in un prato, o di sedersi in riva al
fiume,…
La mattinata proseguirà quindi con un’escursione nel vicino bosco
dove la lettura prima e la creazione di un loro “componimento” do-
po, acquisterà un valore diverso.
età
I bambini saranno ispirati dal profumo delle erbe, dal canto degli
uccelli, dal gorgoglio dell’acqua, dal fruscio delle foglie,…
3 –10
Durata: uno o più incontri di mezza giornata.

3
SOTTO SOTTO ...
il mondo sotterraneo di Ugo la talpa.
Obiettivi: Il terreno, o meglio, il suolo, è uno degli elementi importanti per la vita sul
pianeta. I bambini scopriranno come è costituito il suolo, come l’acqua si muove al-
l’interno di esso e raggiunge le radici delle piante, come moltissime creature, grandi
e microscopiche, lavorino incessantemente contribuendo in questo modo alla vita e
alla crescita di molti altri, compresi noi uomini.
Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 4-7 anni.
Descrizione: i bambini saranno accompagnati dal personaggio “Ugo la Talpa” in un
emozionante viaggio “sotterraneo”. Con attività di scoperta, osservazione,
campionamento dell’ecosistema suolo e attraverso attività pratiche con l’aiuto di
semplici strumenti i bambini impareranno a conoscere questo affascinante mondo,
ad apprezzarlo per quello che ci fornisce ogni giorno e rispettarlo maggiormente
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata di una mezza giornata
e un laboratorio pomeridiano.
eta’
4-7
I CINQUE SENSI DELLA TERRA
Obiettivi: avvicinare i ragazzi al suolo, per conoscerne le diverse tipologie, il suo
comportamento nei confronti dell’acqua e della vegetazione.
Pubblico: fascia di età compresa fra 6 e 10 anni.
Descrizione: la terra è cibo, nutrimento, forma e mantiene la vita, è il pianeta base
di ogni vita fisica, è la natura. Ma quante cose sappiamo sul terreno, o meglio sul
suolo? Il suolo rappresenta il terzo elemento, insieme ad acqua e aria, rende possibile
la vita, anche se forse risulta il più maltrattato perché è sempre stato sottovalutato la
sua importanza.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata e laboratorio di-
dattico pomeridiano. eta’
6 -10 4
età
Scoprire gli insetti per 5 -7

meravigliarsi di forme e colori


Obiettivi: conoscere meglio gli insetti, osservando gli ambienti in cui vivono, le
abitudini, il ciclo vitale e le armi di difesa. Alcuni si riveleranno estremamente utili all’uomo.
Pubblico: fascia di età compresa fra 5 e 7 anni.
Descrizione: gli insetti sono gli animali più numerosi al mondo, ma sono temuti da molte persone
perché le loro forme e i loro colori possono apparire strani; pochi sanno che solo alcuni si difendono
pungendo o mordendo.
L’attività ci introduce al mondo affascinante degli insetti, ci aiuterà a meravigliarci a capire e a ri-
spettare questi piccoli esseri viventi.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata di una mezza giornata e un laborato-
rio pomeridiano.
5
età
Le Scatole del Tempo 5 -12
Obiettivi: conoscenza approfondita del territorio e la sua trasformazione nel tempo.
Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 5-12 anni.
Descrizione: fra ieri ed oggi il passo può sembrare breve, specie se si vuol provare a far un balzo indie-
tro. Per i bambini di età compresa fra 5 e 7 anni, una vecchia mappa e una lettera saranno il pretesto per
iniziare la ricerca delle misteriose scatole del tempo. Il percorso conoscitivo inizierà dalla formazione del
nostro pianeta per proseguire nell’epoca dei dinosauri, passando per la grande estinzione, fino agli uomi-
ni preistorici e alla loro evoluzione, dalla scoperta del fuoco all’utilizzo degli arnesi. Si approfondirà la sto-
ria che ha trasformato il territorio, la colonizzazione romana, la fondazione delle città medievali, le grandi
battaglie risorgimentali, fino ad arrivare agli eventi bellici mondiali.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata e un laboratorio pomeridiano.

6
TERRA MORBIDA...APPICCICOSA...PROFUMATA...MIA età
Obiettivi: relazioni fra suolo e sue componenti con l’ambiente di appartenenza,
approfondimento sull’argilla e le sua caratteristiche, manipolazione del materiale. 8-11
Pubblico: fascia di età compresa fra 8 e 11 anni.
Descrizione: quando camminiamo abbiamo la percezione del terreno su cui
appoggiamo i piedi, ma se lo osserviamo più attentamente ci accorgiamo che
cambiano anche le caratteristiche, il colore e la consistenza. Una delle componenti
fondamentali del suolo è rappresentata dall’argilla, utilizzata fin dall’antichità per
svariate applicazioni. In questa attività i ragazzi potranno adoperarla per produrre
oggetti duraturi.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata e laboratorio di
produzione di manipolazione dell’argilla.

SEMI D’ARTISTA
Obiettivi: l’attività coniuga l’esplorazione degli ambienti, l’osservazione delle
forme, la raccolta di elementi naturali e la manipolazione dell’argilla.
Pubblico: fascia di età compresa fra 6 e 8 anni.
Descrizione: durante l’escursione guidata si potranno scoprire e osservare
forme curiose, foglie, fiori e semi, di cui verrà raccontata e animata la loro sto-
ria. Le forme di foglie, fiori e semi raccolti saranno le fonti ispiratrici del labo-
ratorio di manipolazione dell’argilla.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata e laboratorio di
età argilla.

6-8
7
C’era una volta un vecchio giornale...
Obiettivi: l’attività propone la storia e tutto il ciclo produttivo della carta, a partire dal bosco e
dalla coltivazione dei pioppi, passando per un laboratorio di produzione della carta riciclata
(macerazione, colorazione naturale, realizzazione dei fogli e di oggetti).
Pubblico: fascia di età compresa fra 6 e 11 anni.
Descrizione: la carta è un materiale di uso comune, tanto che a volte viene sprecato, senza
pensare che è un bene prezioso, fornito dagli alberi, prodotto con grandi quantità di acqua e di
energia. Questa attività coniuga l’educazione, il risparmio energetico, il rispetto dell’ambiente e
lo sviluppo della capacità di manipolazione.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata con laboratorio di produzione
della carta riciclata e di oggetti in carta.

età
6-11

A’ Il teatro della Natura età


IT
N OV 6-11
Obiettivi: conoscenza approfondita degli ambienti naturali, delle
comunità animali e delle relazioni fra gli esseri viventi e non viventi; creare
una storia con gli elementi degli ambienti visitati sviluppando le capacità espressive
della lingua italiana; rappresentare la storia e stimolare il lavoro di gruppo.
Pubblico: l’attività è rivolta alla fascia di età compresa fra i 6 e i 11 anni.
Descrizione: diversi sono gli ambienti presenti nel territorio del Parco, sono ricchis-
simi di forme di vita e di biodiversità, ma talvolta non si conoscono bene i protago-
nisti e le loro abitudini e il complesso sistema di relazioni. Il percorso inizia con una
escursione alla scoperta di ambienti ed animali, e prosegue con un laboratorio tea-
trale in cui i bambini si cimenteranno ad inventare storie i cui protagonisti saranno
gli animali incontrati durante la passeggiata e le animeranno costruendo i burattini
dei personaggi.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata e laboratorio pomeridiano. 8
DALLA PALUDE AL RISO età
Obiettivi: la conoscenza delle caratteristiche salienti della Pianura Padana, 6 -13
attraverso la continua presenza dell’acqua, l’elemento che accomuna tutte le
forme di vita.
Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 6-13 anni.
Descrizione: l’itinerario si snoda su strade di campagna e prevede la visita alla
Riserva Naturale della Palude di San Genuario, dove è possibile osservare l’am-
biente della palude e apprezzarne la biodiversità. Il territorio agricolo circostan-
te darà lo spunto per approfondire le conoscenze sulla coltivazione e sulla lavora-
zione del riso. Il completamento è rappresentato dalla visita all’antico Mulino San
Giovanni a Fontanetto Po, che vanta un attività di cinque secoli sia nella macinazio-
ne di cereali, sia nella lavorazione del riso, tutti all’insegna dell’utilizzo di energia
rinnovabile prodotta con una turbina idraulica alimentata dalla vicina roggia.
Durata: escursione guidata giornaliera.

DAL RISO AI BISCOTTI


Obiettivi: la scoperta del territorio agricolo circostante al fiume, i suoi ambienti naturali, la
storia, i canali, il porto natante del traghetto a fune, le risaie ed un antico mulino.
Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 6-10 anni.
Descrizione: si tratta di un’escursione guidata lungo le strade che collegano il Po, il porto na-
tante del traghetto a fune e l’antico Mulino San Giovanni a Fontanetto Po, con la prospettiva
sulla collina e il castello di Gabiano che domina sul fiume e sulla piana risicola. Nel corso della
giornata sarà possibile apprendere più da vicino gli ambienti fluviali e approfondire la conoscen-
za sulla storia e sui metodi di coltivazione del riso e della storia del funzionamento del Mulino
che vanta un’attività di cinque secoli e funziona ancora con una turbina idraulica alimentata
dalla vicina roggia. Nel pomeriggio, presso Cascina Ressia (Centro di Educazione Ambientale del
Parco), i ragazzi potranno cimentarsi nella realizzazione di
dolci a base di riso. età
Durata: attività giornaliera articolata da un’escursione guidata da svolgersi nei mesi
di aprile e maggio e il laboratorio pomeridiano. 6 -10
9
DRAGONFLY età
8 -13
una vita fra acqua e aria
Obiettivo: far conoscere ai ragazzi la biologia e le abitudini di questi insetti
la cui presenza è drasticamente diminuita a causa del degrado degli habitat,
della riduzione delle zone umide naturali e dell’uso di sostanze chimiche in
agricoltura.
Pubblico: L’attività è rivolta agli alunni di età compresa fra gli 8 e i 13 anni.
Descrizione: Impareranno ad osservarle, riconoscerle e a capire il loro com-
portamento e il loro complesso ciclo vitale. Attraverso i microscopi stereo-
scopici osserveranno le loro caratteristiche morfologiche e le loro peculiari-
tà. Capiranno come costruire un “dragonfly garden” e come favorire l’arrivo e
la colonizzazione delle libellule.
Durata: prevede un’escursione giornaliera da svolgersi nel mese di maggio o
giugno.

età
SE LI CONOSCI NON LI UCCIDI 6 –10
Obiettivi: esplorazione e scoperta dell’ecosistema siepe e prato, osservazione degli insetti
che vi abitano, approfondimento di forma e biologia dei principali ordini.
Pubblico: fascia di età compresa fra 6 e 10 anni.
Descrizione: gli insetti sono gli animali più numerosi al mondo, ma sono temuti da molte persone per le loro
forme e i loro colori; pochi però sanno che solo alcuni si difendono pungendo o mordendo.
L’attività ci introduce in questo affascinante mondo e attraverso attività pratiche gli studenti saranno aiu-
tati a conoscere più approfonditamente gli insetti a capire la loro biologia e a rispettarli.
Durata: attività giornaliera articolata in un’escursione guidata di mezza giornata con laboratorio pomeri-
diano.

10
Il battito d’ali delle farfalle …..
quello che il bruco chiama fine del mondo….
il mondo lo chiama farfalla
Lao tze
Obiettivi: scoprire questi delicati insetti, comprendere e ricreare un ambiente a-
datto alla loro vita. Progettare, realizzare e prendersi cura del giardino delle farfal-
le nel cortile della scuola o vicino al fiume, per intervenire concretamente in aiuto a
questi splendidi e utili insetti: contemporaneamente il giardino sarà un luogo dove
fare osservazioni naturalistiche.
Pubblico: fascia di età compresa fra 6 e 11 anni.
Descrizione: la vita delle farfalle è indissolubilmente legata ai vegetali: la loro
presenza è di grande importanza per il raggiungimento dell’equilibrio ecologico. In
breve tempo il rapporto fra uomo e farfalle è cambiato: la scomparsa di siepi, bo-
schi e stagni, associata all’uso di diserbanti e alla cementificazione, hanno deter-
minato una forte diminuzione dei fiori spontanei, da cui le farfalle si riparano e at-
tingono il nettare per nutrirsi.
Durata: n.2 incontri in classe e n.2 escursioni per la realizzazione
del giardino.
età
6 -11

11
GLI ALBERI: la Vita
Obiettivi: mettere a dimora dei nuovi alberi con la collaborazione dei ragaz-
zi, che attraverso un percorso di conoscenza e pratica approfondita di tutti i
vari aspetti giungeranno ad adottare il nuovo bosco che hanno realizzato.
Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia 6-14 anni.
Descrizione: le classi vengono coinvolte gradatamente in una serie di attività
pratiche fondate sulla conoscenza dei principali concetti ecologici e finalizza-
te sulla creazione di un legame affettivo con un “pezzo di natura”, partendo
dagli alberelli messi a dimora.
Durata: un incontro in classe e n.2 escursioni di mezza giornata.

età
6 -14
età
A SPASSO NEL BOSCO DELLE 8 –13
SORTI DELLA PARTECIPANZA DI TRINO
Obiettivi: conoscenza approfondita, ricerca e analisi dell’ecosistema bosco e di tutte le
sue componenti naturali, importanza della biodiversità.
Pubblico: fascia di età compresa fra 8 e 13 anni.
Descrizione: Boschi e foreste occupano un terzo delle terre emerse sul nostro pianeta e
giocano un ruolo prezioso nel mantenimento della vita .
Nei boschi non crescono solo gli alberi, ma anche cespugli, rovi, fiori, erbe selvatiche, fun-
ghi e vivono animali minuscoli, piccoli e grandi…..e … ciascuno occupa un ruolo essenziale
nell’equilibrio di tutto.
Gli studenti saranno accompagnati lungo un antico sentiero alla scoperta di uno dei relitti
di bosco planiziale ancora esistente, ricco di biodiversità e di storia. Nel pomeriggio possi-
bilità di un laboratorio.
Durata: un’escursione giornaliera con laboratorio pomeridiano. 12
età
MI RIFIUTO ! 8 –13
Obiettivi: attraverso attività pratiche coinvolgenti, il progetto si propone di guidare i
ragazzi in un percorso che aumenti la loro consapevolezza sulla responsabilità diretta che ogni
individuo ha nella produzione dei rifiuti, e che li stimoli ad assumere comportamenti personali
corretti e sostenibili nei confronti dell’ambiente.
Pubblico: il programma è rivolto alla fascia d’età 8-13 anni.
Descrizione: il programma prevede alcune attività che saranno svolte con l’aiuto dell’insegnante
in classe in assoluta autonomia ed altre che prevedono l’intervento del personale del Parco. Il
programma inizia in modo inconsueto che coinvolge i ragazzi a proseguire il percorso didattico,
le attività poi continuano con il supporto del personale del Parco che racconteranno con immagi-
ni la vita dei rifiuti e poi coinvolgeranno gli studenti all’analisi approfondita del loro impatto.
Durata: un incontro con gli insegnanti per illustrare il programma nei dettagli e la
consegna dei materiali propedeutici, n. 2 incontri in classe e un’ escursione guidata di mezza
giornata.

13
età
Birdgardening 8 -13
Obiettivi: far conoscere ai ragazzi i piccoli uccelli che
abitano i nostri cortili e giardini, le loro abitudini e le tecniche per
poter rendere più semplice la loro osservazione.
Pubblico: l’attività è rivolta alla fascia di età 8 - 13 anni.
Descrizione: i ragazzi scopriranno le specie di uccelli più comuni dei
nostri cortili, le caratteristiche, le loro abitudini, e il loro habitat idea-
le. Attraverso la ricerca condivideranno le modalità per creare il
giardino ideale per attirarli anche con nidi e mangiatoie artificiali,
impareranno a costruire alcuni di questi strumenti e ad individuare il
luogo più adatto dove sistemarli.
Avranno così modo anche a scuola di continuare ad osservarli e a
monitorarli scoprendo la loro biologia e le loro abitudini, l’accop-
piamento, la deposizione, l’allevamento e l’involo. Potranno osser-
vare, nelle diverse stagioni, il variare dei comportamenti e delle spe-
cie, noteranno l’alternarsi degli uccelli migratori, di quelli nidificanti
e di quelli svernanti.
Durata: un incontro in classe un’escursione giornaliera e laboratorio.

BIRDWATCHING
Obiettivo: imparare a individuare, osservare riconoscere gli uccelli in natura e ad apprezzarne i loro pregi e a scoprire
quali e quante specie sono invece in pericolo e come fare per limitare il loro declino.
Pubblico: l’attività proposta è rivolta a tutte le fasce di età e sarà curata con attività e approfondimenti diversificati.
Descrizione: partiremo dalle basi di biologia necessari per capire come e dove osservarli per poi passare alla loro os-
servazione diretta. Cercheremo di coglierli durante la giornata alla ricerca del cibo, mentre costruiscono il nido,
quando difendono il proprio territorio o di sorprenderli affaccendati nella loro pulizia quotidiana. I ragazzi prenderanno confi-
denza con l’attrezzatura tipica di un birdwatcher : osservare con il cannocchiale e il binocolo, confrontarsi con l’uso di gui- 14
de e manuali, prendere appunti sul comportamento e disegnare sul loro taccuino diventando quindi per un giorno
dei veri naturalisti.
Durata: un’incontro in classe, un’escursione giornaliera (su richiesta più escursioni). età
8 -13
età
A ’ La spesa intelligente 8 -12
VIT
N O Obiettivi: fare comprendere ai ragazzi quali sono gli alimenti da consumare per conser-
vare il nostro organismo in buona salute e contribuire alla salute del Pianeta.
Descrizione: Nel corso dell’importante conferenza di Rio De Janeiro (2012) è emersa nuova-
mente, come avvenuto 20 anni fa, la consapevolezza del legame che esiste fra cibo-energia e
risorsa acqua.
L ’alimentazione è senza dubbio un argomento di grande attualità. I bambini non solo mangia-
no in modo disordinato e monotono, ma il più delle volte non conoscono ciò che mangiano, da
dove provengono i cibi e le loro proprietà, quali e quante trasformazioni subiscono e quanta
strada percorrono e quanta energia viene utilizzata per arrivare nel loro piatto. Alcuni ali-
menti che consumiamo abitualmente provengono dall’altra parte del Pianeta, subiscono tra-
sformazioni molto costose dal punto di vista energetico e in alcuni casi sono anche dannosi
per la nostra salute. Impareremo a fare la spesa in modo intelligente e salutare e scopriremo
che è possibile acquistare in modo sostenibile, favorendo i piccoli produttori locali. I ragazzi
impareranno a non sprecare il cibo, a riutilizzarlo con ricette gustose e creative e infine ca-
piranno anche come riciclarlo.
Durata: n. 2 incontri in classe e n. 1 escursione con laboratorio

15
NOV
Anche tu Archeologo ITA’ età
Obiettivi: con questa attività ci si vuole focalizzare sulla conoscenza del territorio e
sull’evoluzione storica e morfologica del paesaggio del Parco, attraverso una serie di
8 -12
momenti che affrontano logicamente e rafforzano le informazioni raccolte durante la
giornata.

Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 8-12 anni.

Descrizione: la giornata ha inizio con la visita al Centro di Interpretazione del Pae-


saggio del Po che consente di conoscere la storia del paesaggio del Parco, e conti-
nua con la visita alla Grangia di Pobietto che rappresenta un punto focale importan-
tissimo della storia del territorio. Infatti, quest’area vanta un passato che affonda le
sue radici nell’Età del Bronzo e la sua storia arriva fino ai giorni nostri.
In questa cornice suggestiva, i ragazzi si cimenteranno in un laboratorio pratico-
concettuale dedicato all’archeologia, ricercheranno, analizzeranno e catalogheranno
i reperti trovati.
Durata: la giornata prevede, al mattino, la visita al Centro di Interpretazione del Pae-
saggio del Po e della Grangia di Pobietto, mentre il pomeriggio sarà dedicato al labo-
ratorio pratico-concettuale.

16
Dal seme al chicco
Obiettivi: il progetto si propone di far comprendere il legame tra agricoltura e
natura affrontando i temi della sostenibilità.
Pubblico: l’attività è rivolto alla fascia d’età 9-16 anni.
Descrizione: Dopo un’escursione guidata alla scoperta dell’ecosistema agricolo del-
la risaia, gli studenti faranno un tuffo nel passato provando loro stessi l’antico me-
stiere della “Mondina”. Infine la visita all’antico Mulino S. Giovanni completerà il
ciclo colturale in maniera ecosostenibile.
Durata: un’escursione guidata giornaliera da svolgersi nei mesi maggio/giugno

età
A’ 8 -16
VIT
La qualità della vita N O
Analisi della qualità della nostra vita

Obiettivi: proposte per migliorare il benessere della nostra vita condividendo modi e compor-
tamenti corretti verso l’ambiente naturale per ritrovare l’antico legame con il Pianeta .
Pubblico: fascia di età compresa fra 10 e 16 anni.
Descrizione: Il percorso si prefigge, attraverso la conoscenza storica della trasformazione del
territorio in tutti i suoi aspetti naturalistici e urbanistici, di stimolare negli studenti l'acquisi-
zione di comportamenti corretti nei confronti dell'ambiente.
Stimolare la consapevolezza delle caratteristiche dei luoghi in cui viviamo, individuare gli ele-
menti più importanti per la qualità della vita e dell'ambiente per poi fare scelte e assumere com-
portamenti personali utili a migliorarne la qualità e l'ambiente collettivo.
Durata: un incontro in classe e un’escursione guidata giornaliera con laboratorio
pomeridiano e visita al Centro di Interpretazione Ambientale.
età
11-16 17
IT A ’
I rischi naturali NO V
Obiettivi: il nostro territorio è sottoposto a sconvolgimenti naturali che spesso mettono a rischio
tutto ciò che è fondamentale per la nostra esistenza, così siamo indotti a pensare che la Natura sia
matrigna quando la sua forza sovrasta la nostra. La Tecnologia ci ha dato molti strumenti per mi-
gliorare le caratteristiche del suolo e dei materiali naturali, ma in condizioni eccezionali non riuscia-
mo a dominare la Natura.
Il nostro pianeta è in continua evoluzione e conoscendo meglio la dinamica di frane, valanghe, ter-
remoti, alluvioni e vulcani, i ragazzi saranno in grado di capire che si può vivere sul territorio senza
esporre al rischio strutture e vite umane.
Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 8-18 anni.
Descrizione: i ragazzi conosceranno tutti gli elementi scatenanti delle varie situazioni di rischio na-
turale dal punto di vista tecnico-scientifico e poi attraverso un laboratorio dedicato alla simulazione
pratica potranno applicare la propria capacità di prevedere ed evitare disastri naturali di grande
portata. L’attività sarà calibrata a seconda delle età, con sezioni di approfondimento per le classi
superiori.
Durata: un incontro in classe e mezza giornata dedicata al laboratorio pratico-concettuale.
Il laboratorio può essere abbinato facoltativamente all’escursione sul territorio (dedicata alla dina-
mica fluviale) o alla visita del Centro di Interpretazione del Paesaggio del Po.

età
8 -18

18
età
TUTTO IN … EQUILIBRIO 8 -12
Obiettivi: attività di approfondimento dedicata alla conoscenza
dell’etologia e dell’ecologia degli animali dei nostri ambienti: pa-
lude, bosco, fiume, coltivi e garzaia.

Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia d’età 8-12 anni.


N OV
Descrizione: i documentari ci propongono informazioni sempre ITA
più dettagliate sui grandi animali, o su quelli curiosi, o pericolosi,
o quelli di ambienti e paesi lontani, ma non sappiamo niente del

Tasso o del Moscardino che abitano i nostri boschi. Eppure, o-
vunque sul nostro territorio, ci sono animali interessanti: ecco
quindi l’occasione giusta per immergerci nelle nostre comunità
animali e comprenderne meglio gli equilibri.

Durata: un incontro in classe e una giornata dedicata alla cono-


scenza diretta dell’ambiente scelto, attraverso un’escursione sul
territorio, ed al laboratorio pratico-concettuale.

19
SOSTENIBILITA’ NEL QUOTIDIANO ™
Obiettivi: conoscenza di modelli di vita sostenibile e a basso impatto nei confronti dell’ambiente, stimola-
re i ragazzi ad assumersi maggiore responsabilità verso l’ambiente e ad analizzare i propri stili di vita.

Pubblico: fascia di età compresa fra 8 e 13 anni.

Descrizione: il Parco in collaborazione con il rifugio La Jumarre situato in Val Pellice (TO), propone un
progetto di educazione ambientale con soggiorno, mirato alla riduzione dell’impronta ecologica nella quoti-
dianità. Inoltre la visita al Parco unitamente ad attività previste presso il rifugio “La Jumarre”, permet-
teranno l’osservazione di differenti ecosistemi ricchi di biodiversità e lo sviluppo di una maggiore cono-
scenza delle aree protette e della loro valorizzazione, del territorio, della sua storia, delle emergenze na-
turali presenti e il rapporto uomo ambiente.
Durata: n.3 giornate, articolate nel Parco del Po e nel Rifugio “La Jumarre” in Val Pellice (TO).

età
8 -13

20
età
ESPLORIAMO CON MAPPA E BUSSOLA 10 -13
Obiettivo: l’attività si propone di stimolare il contatto con la natura, di sviluppare l’osservazione e la perce-
zione del territorio, di acquisire fiducia nelle proprie capacità e in quelle del gruppo

Pubblico: l’attività è rivolta agli studenti della fascia di età 10 - 13 anni


Descrizione: fin dai tempi più antichi l’uomo ha dovuto imparare ad orientarsi per necessità guidato dal
desiderio di avventura e di esplorazione. Questa attività si propone di stimolare il contatto con la natura, di
sviluppare l’osservazione e la percezione del territorio e di acquisire fiducia nelle proprie capacità. Suddivi-
sa in due incontri, l’uno in classe e l’altro sul territorio i ragazzi con l’aiuto di una mappa e una bussola
metteranno alla prova la loro capacità.
Durata: un incontro in classe e un’escursione di un’intera giornata.

21
IL PIANETA
IN PRESTITO
L’energia e il nostro futuro

Obiettivi: far conoscere le principali fonti energeti-


che, ponendo particolare attenzione a quelle rinnova-
bili, rendere consapevoli i ragazzi dell’impatto che
l’uomo ha sull’ambiente e proporre l’attuazione di com-
portamenti finalizzati al risparmio energetico.
età Pubblico: il programma è rivolto alla fascia d’età 10-
14 anni.

10 -14 Descrizione: il programma inizia con l’arrivo di un


pacco in classe che introduce i ragazzi nel mondo dell’-
energia attraverso l’analisi approfondita delle varie
fonti energetiche, coinvolgendoli in attività e giochi
che li metteranno alla prova e li stimoleranno a porsi
domande sulle varie problematiche ambientali connes-
se all’utilizzo dell’energia, sul proprio impatto e con
riflessioni personali su soluzioni e alternative possibili.
Durata: n. 2 incontri in classe e un’ escursione gior-
naliera con laboratorio.

22
età
Il RITORNO ALLA NATURA
12 -18
Obiettivi: avvicinamento dei ragazzi all’interessante mondo dei recupe-
ri ambientali realizzati dal Parco, con l’opportunità di esaminare i progetti e la
cartografia, valutare l’esigenza e l’efficacia grazie a sopralluoghi presso le a-
ree riqualificate.
Pubblico: fascia di età compresa fra 12 e 18 anni.
Descrizione: gli esseri umani sfruttano e degradano l’ambiente in cui vivono
senza preoccuparsi delle conseguenze delle loro azioni, ma la consapevolezza
che il nostro pianeta abbia raggiunto livelli di soglia di tolleranza sta iniziando
ad entrare nella coscienza della società.
La protezione ambientale non entra in conflitto con le necessità sociali dell’uti-
lizzo del territorio perché una gestione adeguata dell’ambiente richiede l’ar-
monizzazione fra la conservazione e l’uso delle sue risorse: il recupero ambien-
tale costituisce la soluzione a danni ambientali.
Durata: un’escursione guidata giornaliera con visita in uno dei cantieri.

IL PO, IL TEMPO E L’UOMO


Obiettivi: conoscere il fiume e le trasformazioni del territorio nel tempo, affrontando temi legati
all’ambiente fluviale e le problematiche connesse.
Pubblico: il programma è rivolto alla fascia d’età 10–16 anni.
Descrizione: un approfondimento sulle caratteristiche del fiume sia sotto l’aspetto naturalistico
flora, fauna e ambienti fluviali, sia sotto l’aspetto antropico regimazione delle acque, interventi
colturali, urbanizzazione, per poi analizzarne le modificazioni nel tempo e nello spazio, attraverso
l’osservazione sul campo e l’uso delle carte topografiche. Inoltre si affronteranno i diversi aspet-
ti dell’inquinamento fluviale e quindi anche delle conseguenze degli ultimi eventi alluvionali e nel età
contempo le modalità di recupero e di intervento sulle aree degradate.
Durata: n. 2 incontri in classe e un’escursione guidata giornaliera. 10 -16
23
La NATURA IN UN CLIC
scatta l’emozione

Obiettivi: Sviluppare le capacità di analisi e di scelta, stimolando allo


stesso tempo la curiosità e la creatività;
- acquisire competenze in campo fotografico e naturalistico;
- aiutare i ragazzi ad esprimersi attraverso le immagini ed a condividere
le proprie idee;
- aumentare la collaborazione ed il confronto nel gruppo classe;
- avvicinarsi alla fotografia naturalistica intesa sia come tecnica fotogra-
fica, sia come etica della fotografia e del muoversi in natura senza di-
sturbare;
- leggere la complessità di un territorio in tutti i suoi aspetti
(naturalistici, storici, etnografici, ecc.) attraverso le foto e la ricerca
dei soggetti.
Descrizione: Incontri con la fotografia per avvicinarsi al mondo natura-
le, all’arte, alla poesia e per catturare in uno scatto l’armonia dei profili
che ogni istante gli elementi naturali offrono creando paesaggi e atmo-
sfere sempre diversi.
Questo programma si propone di avvicinare i ragazzi al mondo della fo-
tografia e di utilizzarla come strumento per esplorare, conoscere, crea-
re, studiare e documentare.
Il soggetto principale del nostro breve corso di fotografia sarà il fiume
e gli elementi naturali che lo compongono. Gli studenti si approcceranno
alle tecniche di fotografia, alle osservazioni naturalistiche in modo da
imparare le regole fondamentali per avvicinarsi agli animali senza distur-
barli. Questo programma può essere affiancato a tutte le materie
(storia, educazione all'immagine, tecnologia, scienze, ecc.) ed offre nu-
merosi spunti di riflessione.
Il progetto si concluderà con una mostra fotografica composta dalle più
età belle fotografie realizzate dai ragazzi.
Pubblico : fascia di età compresa fra i 10 e i 18 anni

10 -18 Durata : un incontro in classe e da 1 a 3 escursioni giornaliere


24
Centro di interpretazione del paesaggio del Po
Obiettivi: il Centro di interpretazione del paesaggio del Po è il principale punto di riferimento del Museo diffuso sulla Storia del Paesaggio del
Po , attraverso la visita, propone la scoperta del territorio afferente al Parco, seguendo un percorso che si snoda nel tempo e nello spazio, da
Verrua Savoia e Crescentino fino a Isola Sant’Antonio e Molino dei Torti, alla confluenza con il torrente Scrivia, attraverso la piana risicola del
Basso vercellese e della Lomellina, lambendo i rilievi collinari del Monferrato casalese: un intreccio di ambienti in cui è protagonista l’acqua.
Pubblico: adatto a tutte le età.
Descrizione: il Centro è allestito in modo da favorire la comprensione della storia del paesaggio con grandi scenografie, filmati e ricostruzioni
di ambienti attraverso due piani di lettura, incluso quello a fumetti dedicato ai bambini. Il percorso di visita si snoda attraverso un viaggio nel
tempo che inizia da molto lontano. ll grande protagonista è sempre il fiume, con i suoi ambienti naturali, la fauna, la flora, le trasformazioni del
paesaggio e le sue problematiche. Il Parco invita a scoprire i “pezzi da collezione” presenti sul territorio attraverso molteplici
chiavi di lettura.

E’ possibile scegliere fra diverse attività tematiche dedicate a:


AGRICOLTURA: percorsi di scoperta dei prodotti agricoli della tradizione e dei loro metodi di coltivazione, il tutto condito
con laboratori del gusto;
GEOLOGIA: esplorando i sedimenti che costituiscono le colline del Monferrato e la pianura alluvionale, viaggeremo in tem-
pi lontanissimi, alla scoperta delle rocce, della loro formazione e dei fossili, relitti del mare tropicale. Visite presso la Rocca
di Pecetto di Valenza e la Rocca di Verrua Savoia;
NATURA: una passeggiata tra passato e presente, con particolare attenzione ai cambiamenti, naturali ed antropici, avvenuti nel corso dei se-
coli lungo il fiume Po. Sono previsti laboratori scientifici. Visite presso la Riserva Naturale della Palude di San Genuario, il Bosco delle Sorti
della Partecipanza di Trino e la Riserva Naturale della Garzaia di Valenza;
PAESAGGIO: itinerari di osservazione e lettura del pa-
esaggio con laboratori di disegno utilizzando diverse
tecniche. I percorsi si svolgeranno a Pecetto di Valen-
za con tappa presso la Rocca, a Frassineto Po vicino
alla confluenza tra fiume Sesia e fiume Po, sulla spon-
da del fiume tra Mugarone e Bassignana o al belvede-
re di Cantavenna;
STORIA: un viaggio nel tempo e nello spazio, un labo-
ratorio storico che inizia dall’età del bronzo e termina ai
giorni nostri, presso la Grangia di Pobietto, in comune
di Morano sul Po.
Tutte
le età
25
età
BICICLIAMO 11-18

Obiettivi : scoprire le bellezze naturalistiche e cambiare il punto di osservazione del territorio, utilizzando un mezzo che
permetterà ai ragazzi di ritrovare il piacere di muoversi in autonomia, ma con responsabilità e sicurezza. Promuovere un
cambio di abitudini sostenendo l’uso di un mezzo di locomozione pulito. Non mancherà l’aspetto sociale del muoversi in
gruppo rispettando i tempi e le capacità di ognuno, migliorando le relazioni e gli stimoli dello stare insieme.

Pubblico : fascia di età compresa fra 11 e 18 anni.

Descrizione : i ragazzi dopo un incontro in classe dedicato alla conoscenza tecnica della bicicletta e delle regole da rispet-
tare per muoversi in sicurezza , saranno guidati in un’escursione che li porterà alla scoperta degli ambienti del grande
Fiume, coinvolgendoli nel contatto diretto con la natura alla ricerca della storia del Parco.
L’uso della bicicletta consentirà di muoverci più velocemente con la possibilità di raggiungere in tempo breve le mete pre-
fissate, coinvolgendo i ragazzi nell’esplorazione e nella conoscenza del territorio in modo piacevole e divertente. I percorsi
proposti prevedono l’utilizzo di strade secondarie a traffico ridotto, selezionati tra quelli proposti nella Ciclovia del Po.
L’Ente Parco, su richiesta, potrà mettere a disposizione alcuni mezzi per i ragazzi che ne sono sprovvisti.

Durata : un’ escursione giornaliera.


26
Palombari a sei zampe
Obiettivi: apprendimento delle metodologie di monitoraggio della quali-
tà dei corsi d’acqua superficiali e conoscenza dei principali gruppi ma-
crobentonici.
Descrizione: il monitoraggio della qualità delle acque superficiali rap-
presenta uno dei principali strumenti di conoscenza circa lo stato di sa-
lute della risorsa acqua .
La valutazione della qualità dell’acqua può essere effettuata mediante vari
metodi: chimico-fisico, microbiologico e biologico.
I primi due metodi danno informazioni specifiche in un determinato punto e
momento mentre i sistemi cosiddetti biologici ci danno una visione generale
della situazione e sono in grado quindi di monitorare possibili cambiamenti.
Uno dei metodi biologici più usati è l’Indice Biotico Esteso (E.B.I.) che si
basa sulla diversa sensibilità agli inquinanti e sulla diversità biologica pre-
sente nella comunità dei macroinvertebrati bentonici, organismi di dimen-
sioni superiori al millimetro che vivono sui fondali, strisciando, camminando
o infossandosi.
Questi organismi, avendo una capacità di spostamento molto limitata o quasi
nulla, risentono facilmente degli effetti di un eventuale inquinamento.
Durante l’attività impareremo a distinguere le caratteristiche principali dei
vari gruppi di macroinvertebrati e a destreggiarci nel calcolo del valore del-
l’indice biotico. I ragazzi compileranno la scheda di campo relativa ai para-
metri morfologici e fisici e effettueranno i prelievi per la determinazione
della qualità dell’acqua attraverso le analisi fisiche – ph, temperatura, quan-
tità di ossigeno attraverso l’uso del piaccametro e dell’ossimetro.
Una giornata in riva al fiume può essere l’occasione per andare a
caccia di piccoli organismi dalle forme sconosciute e dai nomi un po’
strani. età
Pubblico : fascia di età compresa fra i 12 e 19 anni.
Durata: un incontro in classe, un’escursione con laboratorio. 12-19
27
Obiettivi: Il progetto didattico è focalizzato all’analisi e alla ricer-
ca approfondita della risorsa acqua e dei suoi problemi affrontati
su tre livelli: quotidiano, del territorio di appartenenza e mondiale.
Descrizione: il programma, attraverso lo studio dell’acqua come ele-
mento fondamentale della vita sul pianeta Terra, esamina le proble-
matiche ambientali, la realtà del nostro territorio le varie modalità
d’uso di questa risorsa da parte dell’uomo, la Carta dell’Acqua del
Consiglio d’Europa, gli ambienti naturali fluviali e la nostra relazione
con essi. Prende in considerazione il concetto di difesa della risorsa
acqua non solo come elemento culturale dei paesi ricchi ma come
fattore che condiziona sempre di più la sopravvivenza dei paesi poveri
Indirizzato ad individuare possibili scelte, soluzioni e comportamenti quo-
tidiani, quali lo spreco e l’utilizzo dell’acqua del rubinetto, affinché questa ri-
sorsa venga considerata un diritto per tutti.
La proposta prevede attività in classe, escursioni e laboratori scientifici
con lo scopo di valutare le caratteristiche dell’acqua e di fornire alcuni con-
cetti fondamentali attraverso esperienze concrete.
Pubblico: Il programma didattico è rivolto alla fascia di età dagli 8 ai 12
anni.
Durata: prevede due incontri in classe, e un’escursione guidata.
.

età ’
ITA
8 -12 N O V
28
IT A ’
NO V
Obiettivi: l’attività si propone di avvicinare i bambini
all’elemento acqua e al fiume, attraverso l’attività di
scoperta di tutti gli esseri viventi grandi e piccoli che
sono legati agli ambienti umidi e fluviali.

Descrizione: seguendo il percorso di una goccia d’ac-


qua i bambini saranno coinvolti in una passeggiata
fino a raggiungere il fiume, arriveranno a sperimen-
tarla attraverso tutti i sensi, osserveranno e scopri-
ranno utilizzando particolari periscopi la vita sott’ac-
qua, micro organismi, alghe, insetti, piante e animali.
Partendo dalle interazioni tra viventi e ambiente ac-
quatico, si proporrà di evidenziare le relazioni tra
bambino e acqua.

età Pubblico: il percorso è rivolto alla fascia di età dai 4


ai 6 anni.
4-6 Durata: mezza giornata, con laboratorio pomeridia-
no facoltativo.
29
Mostra itinerante
“Pipistrelli : i folletti del crepuscolo”
Nell’ Anno Internazionale del Pipistrello l’Ente Parco offre una
mostra itinerante composta da grandi scenografie, diorami e pannelli illustrativi, che
si propone di :

• far conoscere la vita dei chirotteri evidenziandone l’importanza anche per le at-
tività umane;
• educare, partendo dai pregiudizi e dalle leggende, per trasformarli in informa-
zioni corrette;
• sostenere la conservazione di questi animali che vanno incontro ad una inesorabile rarefazione, sug-
gerendo rimedi e comportamenti alla portata di tutti;
• stimolare una convivenza fiduciosa e comportamenti validi in caso di incontri ravvicinati con i pipi-
strelli.

Pubblico: adatto a tutti.

Descrizione: la visita alla mostra si snoda lungo un articolato percorso, fatto di scenografie colorate, un diorama, manufatti
in legno manipolabili e pannelli esplicativi semplici, divertenti ed esaurienti sull’affascinante e poco conosciuto mondo dei
pipistrelli.
La visita può essere completata con l’adozione di una Bat-box da parte dei partecipanti o con la visione di un interessante fil-
mato sui chirotteri, che permette di osservare paesaggi e situazioni inusuali, oppure da un laboratorio scientifico, ludico-
didattico che consente di cimentarsi in esperienze di lettura, creazione di manufatti, cruciverba, disegni e molto altro.
Il personale del Parco allestirà la mostra nelle Scuole, e sarà dispo-
nibile ad accompagnare alla visita e ai laboratori.
È necessaria la prenotazione e la disponibilità di uno spazio ampio
e coperto.

Costo: gratuito per le Scuole dei Comuni del Parco, per le altre
scuole è richiesta la copertura assicurativa.

30
L’Istituto per l’Educazione alla Terra

Le attività e i programmi che seguono sono proposti dall’Ente Parco in collaborazione con “The Institute for Earth
Education”, associazione internazionale nata negli Stati Uniti negli anni ‘60 grazie al lavoro del
Prof. Steve Van Matre, docente di Educazione Ambientale presso l’Università dell’Illinois la cui espe-
rienza è riconosciuta a livello mondiale.
L’Istituto è un’organizzazione educativa internazionale senza scopi di lucro, sostenuta da una rete
di volontari di molti paesi. Stati Uniti, Canada, Italia, Francia, Spagna, Germania, Finlandia, O-
landa, Inghilterra, Australia, Giappone. L’Istituto si pone l’obiettivo di fornire una seria risposta e-
ducativa alla nostra crescente crisi ambientale e quindi sviluppa e diffonde programmi di educazio-
ne alla terra di qualità, volti ad aiutare le persone a costruire maggiore apprezzamento e responsabi-
lità nei confronti della Terra e delle sue forme di vita.
L’educazione alla terra mira a tre punti fondamentali: approfondire la conoscenza dei concetti ecolo-
gici che regolano la vita sulla Terra; stimolare le facoltà percettivo-sensoriali sviluppando profondi
rapporti personali con la Terra; responsabilizzare e stimolare nuovi stili di vita.
I programmi e le attività di educazione alla terra tendono ad essere programmatici e concentrati su
un punto focale preciso, sono basati sul mondo naturale e su avventure altamente partecipative, si
concentrano sullo sviluppo di un “sentimento ecologico” basato sulla combinazione di impegno fisi-
co e mentale con il mondo naturale, pretendono di instillare valori e cambiare le abitudini di vita e
sono infusi degli ideali dell’ecologia profonda.
L’Ente Parco, sensibile alle problematiche ambientali ed educative, da anni è sede del Ramo Italiano dell’Istituto per
l’Educazione alla Terra e si occupa di promuovere e diffondere la sua metodologia, organizzare annualmente corsi di
formazione per insegnanti ed operatori, proporre alcuni dei programmi più utilizzati nel mondo rivolti agli studenti
della fascia di età compresa tra i 9 e i 15 anni.

31
Tutte I GUARDIANI DELLA NOTTE™
le età
Obiettivi: riscoprire la bellezza, i suoni e le sensazioni del mondo naturale di notte, stimola-
re la percezione .
Pubblico: adatto a tutte le età.
Descrizione: l’escursione viene svolta di sera e inizia con l’incontro casuale del
Guardiano della Notte che ci accompagnerà durante il percorso. Tutto diventa
un’avventura magica e speciale che offre l’opportunità di familiarizzare con la notte
scoprendo cosa accade quando i colori sfumano dal blu al grigio, gli animali notturni
si svegliano e iniziano le loro attività, i rumori del giorno se ne vanno e prende piede
il lieve soffio del vento, il gracidare delle rane e il cantare dei grilli ....
Durata: un’ escursione guidata notturna della durata di circa 3 ore da svolgere in
primavera e autunno.

PASSEGGIATA CON LA
TERRA™
Obiettivi: una Passeggiata con la Terra è un’avventura
speciale che permette di sperimentare la ricchezza e le me-
raviglie del mondo naturale.
Pubblico: per tutte le età.
Descrizione: è un modo lieve di percepire la Natura con un
tocco di freschezza e gioiosità. L’accento viene posto sulla
necessità di risvegliare tutti i sensi dell’individuo e di acuir-
ne le capacità percettive nei confronti dell’ambiente che lo
circonda e di tutti gli altri esseri viventi che abitano con noi
sul pianeta Terra.
Durata: un’ escursione guidata di mezza giornata in qua-
lunque stagione.

32
NELLA GRANDE OFFICINA DELLA TERRA ™

Obiettivi: conoscere, approfondire, provare con mano, esplorare e rendere concreti alcuni con-
cetti ecologici di base.
Descrizione: Il percorso prevede attività pratiche ed avventurose molto coinvolgenti basate sui
concetti ecologici fondamentali che regolano la vita sulla Terra e la nostra relazione con essi.

La Fabbrica del Cibo™: attività che sviluppa il concetto di Flusso di Energia. Gli studenti en-
trano in una gigantesca foglia posta in mezzo al bosco per scoprire e apprendere uno dei processi
fondamentali della vita sul pianeta: la fotosintesi clorofilliana.

La Linea di Sgranocchiamento ™: attività che sviluppa il concetto di Flusso di Energia e ca-


tena alimentare. Gli studenti partecipano ad un corso di formazione per diventare Controllori della
Linea di Sgranocchiamento.

Le Capsule del Tempo ™: attività che sviluppa il concetto di Cambiamento nel Tempo. Muni-
ti di antiche mappe gli studenti cercano le capsule del tempo che custodiscono le tracce del pas-
sato.

Ispettore dei Collegamenti ™: attività che sviluppa il concetto di Interrelazione. Gli studenti
analizzeranno tutte le relazioni che intercorrono tra esseri viventi e non viventi all’interno delle co-
munità naturali.

Le Storie dei Granelli ™: attività che sviluppa il Ciclo della Materia. Gli studenti seguiranno le
strade delle “particelle” i materiali di costruzione della vita, come il Carbonio e l’Ossigeno percor-
rono costantemente all’interno dei loro cicli.

Pubblico: fascia d’età compresa fra 8 e 12 anni.


Durata: per ogni percorso concettuale un’ escursione guidata giornaliera.

età
8 -12 33
I Guardiani della terra™
Obiettivi: attraverso attività coinvolgenti e dinamiche i ragazzi comprenderanno i
concetti ecologici fondamentali e saranno stimolati ad assumersi maggiore
responsabilità verso l’ambiente analizzando i propri stili di vita.
Pubblico: il programma è rivolto alla fascia di età compresa tra 9 e 12 anni.
Descrizione: il programma inizia in classe con un’attività molto particolare che
condurrà l’insegnante e introdurrà i ragazzi alle problematiche ambientali invitandoli a se-
guire un “corso di formazione”. Utilizzando una serie di appunti e indovinelli
proposti da due “Ranger canadesi” i ragazzi saranno avviati verso la scoperta dei
cinque segreti della vita sul pianeta Terra.
L’attività proseguirà con due uscite sul territorio, incarichi da svolgere a scuola e a
casa, mentre i misteriosi ranger rimarranno in contatto con la classe nelle settimane
e nei mesi successivi alle giornate trascorse al Parco.
Al termine i ragazzi saranno invitati alla cerimonia di premiazione.
Durata: un incontro con gli insegnanti per la presentazione del programma e la
consegna dei materiali didattici e propedeutici, n. 2 escursioni guidate giornaliere.

età
9 -12

34
IT A ’
TREKKING DI DUE GIORNI CON PERNOTTAMENTO
NO V
Un viaggio reale nel tempo e nello spazio, seguendo le tracce lasciate dal mare padano, partendo dalla pianura fino
ad arrivare alle alte montagne che ancora lo racchiudono.
Lungo l’itinerario tracciato dalla grande riserva d’acqua dolce, scopriremo come si è formata la pianura, quali am-
bienti c’erano prima della sua formazione e quali fenomeni hanno trasformato il nostro territorio fino a farlo diven-
tare come noi oggi lo possiamo osservare.

La proposta si svolgerà in due giornate durante le quali impareremo a leggere il territorio, ad osservare e dare un
significato alle sue forme e a scoprirne l’origine.

primo giorno
L’incontro con le Guide del Parco sarà a Frassineto Po, il viaggio inizierà con la visita del Centro,di Interpretazione del Paesaggio del Po, punto di riferi-
mento del Museo Diffuso, che ci condurrà alla scoperta della storia del territorio del Parco, seguendo un percorso che si snoda nel tempo e nello spazio,
da Crescentino fino alla confluenza con lo Scrivia, attraverso la Lomellina: un intreccio di ambienti in cui è protagonista l’acqua.
Il pomeriggio proseguirà con una escursione costeggiando le rive del fiume per osservare le forme del paesaggio, cimentandosi con un laboratorio di fo-
tografia alla ricerca delle tracce del tempo. Osserveremo la flora e la fauna che caratterizzano il fiume fino a raggiungere il Centro Visite del Parco
Raggiunto il Centro avverrà la sistemazione in tenda e la preparazione per la cena.
La giornata si concluderà con un’escursione notturna.

secondo giorno
Continueremo il nostro viaggio sul pelo dell’acqua a bordo di gommoni inaffondabili. Guidati da esperte Guide i ra-
gazzi esploreranno, divertendosi, l’ambiente fluviale direttamente dall’acqua.
La modesta corrente del fiume, la bassa velocità dell’acqua e l’assenza di punti critici, consentiranno la navigazione
sicura e l’opportunità di osservare e conoscere la dinamica fluviale, l’erosione, il trasporto e il deposito della ghiaia:
in sostanza la vera anima del fiume.
Dopo il pranzo si raggiungeranno le “baracche” del Po, tipiche costruzioni in legno dove incontreremo vecchi pe-
scatori e famosi navigatori che racconteranno il fiume com’era e come è cambiato.

Nel pomeriggio momenti di svago e di divertimento concluderanno la giornata.


La proposta è rivolta a studenti dai 9 ai 18 anni
35
IT A ’
Trekking di due giorni con pernottamento
NO V
Il nostro viaggio della durata di due giorni vi permetterà di immergervi pienamente in un territorio ricco di storia e di tradizioni contadine. Avrete la possibilità di spo-
starvi e osservare il variegato paesaggio utilizzando mezzi di locomozione, per molti quasi del tutto dimenticati: i nostri arti inferiori per un contatto diretto con il terre-
no, le due ruote per ammirare le bellezze del territorio e le imbarcazioni per scorrere a filo d’acqua.
Questa proposta vi accompagnerà alla scoperta degli ambienti fluviali, attraverso il racconto della coltivazione del riso che ha scritto la storia di queste terre.
Avrete poi la possibilità di ascoltare i suoni notturni da una posizione di privilegio.
Il programma sarà veramente ricco: dopo l’escursione serale, vi potrete riposare all’interno di tende nell’antica Grangia di
Pobietto.

Primo giorno:

la partenza è prevista da Cascina Ressia in comune di Crescentino, Centro di Educazione Ambientale del Parco, dove le Guide
del Parco vi daranno il benvenuto.
Inizierete a fare la conoscenza di questi luoghi caratterizzati dalla presenza di un’essenza molto antica quanto rara l’Ontano nero
e del primo corso d’acqua la Doretta Morta che vi stupirà per la limpidezza e la vegetazione acquatica.
Proseguiremo a piedi percorrendo sentieri agricoli, argini, calpestando terra ciottoli e sabbia, scoprendo l’intricato intreccio di rog-
ge e canali, nel caratteristico paesaggio risicolo e la ricca vegetazione delle sponde fluviali, fino ad arrivare a posare lo sguardo
sulle acque del grande fiume.
Nel pomeriggio dopo la visita all’antico Mulino S. Giovanni in sella di biciclette ci sposteremo lungo il tracciato della Ciclovia del
Po fino a raggiungere l’antica Grangia di Pobietto.
Il percorso in parte si svilupperà vicino al fiume e consentirà di osservare alcuni importanti ambienti fluviali unici e ricchi di avifau-
na.

Sistemazione nelle tende, cena e escursione serale.

Secondo giorno:

il nostro viaggio continuerà utilizzando un nuovo mezzo di locomozione: il gommone, che ci darà l’opportunità di osservare il fiu-
me da un nuovo e inaspettato punto di vista.
Sarà un modo divertente di muoversi assistiti da esperte Guide Fluviali che ci guideranno lungo un semplice tracciato alla portata
di tutti i “remi”.
Potremmo così scorgere un fiume diverso navigando tra le due sponde fra diverse forme del paesaggio e comprenderemo da
veri spettatori le dinamiche dei depositi e delle erosioni fluviali.
L’attracco è previsto nei pressi del ponte sul Po di Pontestura per raggiungere i luoghi di rinaturalizzazione al fine di osservare
gli antichi ambienti umidi importantissimi per la salvaguardia della Biodersità del nostro territorio e del nostro pianeta.

Nel pomeriggio dopo il pranzo un po’ di relax seguito da attività di svago e divertimento concluderanno la nostra avventura.

La proposta è rivolta agli studenti della fascia di età dai 9 ai 18 anni 36


I nostri centri visita
Il Centro Visita di Cascina Belvedere, è situato sulla ex strada statale“494 Vigevanese” al km 70, in direzione di Mortara e della Lomellina.
La Cascina, un tempo residenza agricola e casa di caccia di una rinomata riserva, dopo l’acquisizione da parte della Regione Piemonte nel lontano
1979, è stata successivamente ristrutturata diventando così la sede della Riserva Naturale della Garzaia di Valenza, e nucleo originario del futuro
Parco Fluviale del Po, istituito nel 1990.
La “Cascina Belvedere” posta a circa 1,5 km dal Ponte sul Po di Valenza, ospita il Centro Visita, le sale espositive, strutture didattiche, di fruizione, e
di educazione ambientale, che l’Ente Parco oramai da più di 25 anni svolge quotidianamente sul territorio.
Le attività che vengono proposte del Centro, sono il frutto di molti anni di esperienza nel settore dell’educazione ambientale e la didattica naturalisti-
ca, di collaborazione con insegnanti, operatori e esperti e di confronto con metodologie educative e altre realtà del settore.
Nei locali della Cascina sono allestite due grandi “sale didattiche” nelle quali sono esposti reperti naturalizzati della fauna locale che descrivono i tipici
ambienti dell’asta fluviale e nel contempo i locali sono utilizzati per le proiezioni e le attività dei gruppi in visita. E’ presente un piccolo laboratorio, un
ricco erbario , un pennario. Il grande portico esterno è allestito per svolgere
laboratori ludici-creativi.
E’ stata inoltre allestita una sala dedicata alle attività e ai programmi di Edu-
cazione alla Terra, arricchita da una biblioteca tematica calibrata per far cono-
scere gli aspetti naturalistici nelle diverse fasce di età scolare.
L’Ente Parco e sede nazionale del “The Institute for Earth Education” -Istituto
per l’Educazione alla Terra- un organismo internazionale, con sedi situate in
tutto il mondo che progetta, promuove e diffonde un nuovo modo di
“insegnare la natura”, mediante programmi ed attività di elevato valore educati-
vo, focalizzati a costruire comprensione, apprezzamento e responsabilità nei
confronti della natura e delle sue forme di vita, per stimolare nuovi comporta-
menti più compatibili con l’ambiente.
Il Centro è inoltre sede di Corsi di aggiornamento per gli insegnanti, corsi di
formazione per Accompagnatori Naturalistici, incontri, workshop e laboratori
sperimentali delle Università di Alessandria, Torino e Pavia.
Nelle immediate vicinanze della Cascina parte il piacevole sentiero lungo il
quale sono stati allestiti alcuni capanni di osservazione, strutture indispensabili
per il birdwatching e la fotografia naturalistica.
Presso il Centro inoltre è presente un bookshop dove sono i vendita nume-
rose pubblicazioni naturalistiche, scientifiche, di fruizione e gadget.

37
Dopo la ristrutturazione da parte del Comune di Crescentino e del Parco, Cascina Ressia è diventata Centro di Edu-
cazione Ambientale, inaugurato ad ottobre 2007.
Situata in località Porzioni, piccola frazione di Crescentino (VC), la sua posizione è strategica, sia perché facilmente
raggiungibile, sia per le caratteristiche ambientali del sito: si trova in prossimità dell’argine maestro sinistro del Po, a
poco più di un chilometro dal fiume che si può intuire anche con l’osservazione del paesaggio circostante. Accanto
passa un piccolo rio, la Doretta Morta, che probabilmente era l’antico letto della Dora Baltea in prossimità della con-
fluenza con il Po, e tuttora ospita interessanti comunità acquatiche e vegetali. La presenza di un piccolo bosco di On-
tano nero, rara testimonianza del bosco umido che caratterizzava la pianura padana prima dell’intensificarsi delle atti-
vità agricole; il contatto diretto con le coltivazioni più tipiche della zona, quali la risaia, il pioppeto e il mais.
Gli spazi interni del C. E. A. sono occupati dall’allestimento di una parete interattiva dedicata alla scoperta del sotto-
suolo del bosco, di una consolle sensoriale dedicata all’ambiente acquatico e da una biblioteca tematica sull’ambiente
dedicata agli studenti.
All’occorrenza tutti gli spazi disponibili possono esser utilizzati e allestiti per attività didattiche, conferenze, corsi di for-
mazione, e laboratori dedicati ai vari temi ambientali, al bosco, all’acqua e alla scoperta dell’evoluzione del territorio e
del paesaggio.

38
La Grangia di Pobietto a Morano Po è una dipendenza dell’antica Abbazia Benedettina di Santa Maria di Luce-
dio, alla quale un tempo era collegato il sistema delle “grange”, antiche cascine che permettevano uno sfruttamento
razionale del territorio e costituivano la ricchezza dell’abbazia stessa. Il complesso di Pobietto risale alla fine del
1100 e assume la maggiore importanza storica a partire dal ‘400, quando i monaci Cistercensi che sostituirono i Be-
nedettini alla guida dell’abbazia, iniziarono la sistematica bonifica dei terreni acquitrinosi, avviando la coltivazione
del riso tutt’ora presente. Oggi si possono ancora osservare alcuni reperti originali della grangia, la Torre Porta e il
muro con parte di una ghiera a ogiva risalenti all’età medioevale, e proprio nel territorio circostante, negli anni no-
vanta furono portati alla luce importanti reperti archeologici e testimonianze di un villaggio risalente all’Età del
Bronzo.
Nel maggio 2012 alcune parti della grangia sono diventate sede del Parco. In particolare l’antica stalla è ora una mo-
derna sala conferenze e al piano superiore un ampio locale ospita il laboratorio didattico scientifico.
Vista l’importanza storica del luogo, nella parte antistante la sede del Parco, è stato predisposto uno scavo archeologi-
co didattico per permettere ai ragazzi delle scuole di diventare per un giorno archeologi!

39
Centro di Interpretazione
del Paesaggio del Po
Nei locali dell’antico Palazzo Mossi a Frassineto Po (AL), si trova il Centro di Interpretazione del Paesaggio del Po che racconta il ter-
ritorio e l’evoluzione storica sia dal punto di vista naturalistico sia da quello degli insediamenti umani.
Il Centro è allestito in modo da favorire la comprensione della storia e della trasformazione del paesaggio con grandi scenografie e
ricostruzioni ambientali attraverso due piani di lettura. Bodinco, la mascotte del Centro, guiderà i piccoli visitatori nel viaggio del
tempo attraverso la lettura delle illustrazioni a fumetti.
Il Centro invita i visitatori a conoscere i “pezzi da collezione” del territorio attraverso diverse proposte di visita dedicate alle e-
mergenze paesaggistiche, storiche, naturalistiche, agricole e geologiche.
Si trova a Frassineto Po (AL) Palazzo Mossi , via Marconi 5 e si può visitare la seconda e terza domenica di ogni mese escluso agosto.
Durante i giorni feriali le visite sono su prenotazione contattando il Centro Visite del Parco Cascina Belvedere.

40
Sede operativa della Riserva Naturale Speciale del Torrente Orba, è un edificio storico di cui si hanno notizie sin dal V secolo: pri-
ma un piccolo agglomerato di case "con molino" attorno al castello della Comunità del Bosco, poi principale fonte di reddito per la
comunità stessa, venduto a privati e riscattato in seguito dal frate domenicano Antonio Ghislieri, nativo di Bosco (al secolo Papa
Pio V), donato al Comune e affittato da questo con alterne vicende, l'attività del Mulino - strettamente legata ai corsi dell'Orba e
del canale d'irrigazione fatto derivare dal torrente - è proseguita durante i secoli fino a una quindicina di anni fa.
L'edificio attuale, che risale agli inizi del '900, è stato oggi ristrutturato grazie a un progetto cui hanno partecipato l'Ente Parco, la
Regione Piemonte e il Comune di Bosco Marengo. Così il pianterreno dell'antico mulino ospita un diorama che illustra l'ambiente
della Garzaia della Riserva e una sala conferenze; mentre al primo piano è allestito un laboratorio didattico-scientifico per le atti-
vità di ricerca e di formazione rivolte anche alle scolaresche. Nel sottotetto, infine, gli uffici e la foresteria. Per visite, escursioni e
programmi didattici occorre contattare la Cascina Belvedere, ai recapiti già indicati.

41
COSE DA SAPERE
Tutte le attività che si svolgono nel territorio del Parco Fluviale del Po e dell’Orba sono progettate e ge-
stite direttamente dall’Ente che garantisce, attraverso l’esclusiva, la necessaria tranquillità, la tutela dei
delicati ambienti naturali del Parco e nel contempo l’elevata qualità dei progetti proposti.
Tutte le uscite e le attività sono state accuratamente studiate per garantire assenza di pericoli e condi-
zioni di sicurezza per i partecipanti. Per tutte le escursioni che durano una giornata intera il pranzo è
sempre al sacco. Si consigliano alimenti facilmente digeribili e bevande naturali.
Equipaggiamento : si consiglia un abbigliamento comodo, pratico che conceda ampia libertà; sono necessarie scarpe como-
de, un indumento impermeabile da utilizzare in caso di pioggia e un cappellino da sole. Altri capi di vestiario particolari
possono venire concordati caso per caso.
L’Ente fornisce a tutti i gruppi scolastici che svolgono i programmi il materiale didattico necessario allo svolgi-
mento delle attività.
AREE DI STUDIO:
Parco Fluviale del Po tratto vercellese/alessandrino
Riserva Naturale del Torrente Orba - Riserva Naturale Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino
Riserva Naturale della Palude di San Genuario - Riserva Naturale di Fontana Gigante
CENTRI VISITE DEL PARCO E PUNTI DI APPOGGIO IN CASO DI PIOGGIA:
Centro Visite Cascina Belvedere - Frascarolo (PV)
Centro di Educazione Ambientale di Cascina Ressia - località Porzioni di Crescentino (VC)
Centro di Interpretazione del Paesaggio del Po di Palazzo Mossi - Frassineto Po (AL)
Sede operativa presso Mulino di Bosco Marengo (AL)
Sede operativa Grangia di Pobietto — Morano Po (AL)
Alcune
delle at
COSTI ATTIVITÀ : tività de
sono to scr
Escursione intera giornata € 150,00 gruppo classe talment itte nell’opusc
Escursione mezza giornata € 90,00 gruppo classe e gratui olo
te!
Visita guidata al Mulino San Giovanni di Fontanetto Po € 2,00 a studente
Quota easy rafting € 10,00 a studente
Laboratori € 2,50 a studente
42
MODULO DI ADESIONE AI PERCORSI DIDATTICI E DI EDUCAZIONE AMBIENTALE
ANNO SCOLASTICO 2012 - 2013
Da inviare dopo aver contattato telefonicamente il Settore didattica del Parco al numero 0384 84676
VIA FAX AL NUMERO 0384-84754
o per e-mail centro.visita@parcodelpo-vcal.it

Scuola__________________________________________________Indirizzo_______________________________________________________

CAP______________Citttà____________________________________________________________________________Prov._______________

C.F.__________________________________________________________________________________________________________________

Insegnante di riferimento________________________________________________________________________________________________

Telefono_____________________fax_____________________ cellulare_____________________e-mail_________________________________

Chiede di aderire all’attività didattica del Parco Fluviale del Po e dell’Orba denominata

______________________________________________________________________________________________________________________

Periodo preferenziale della visita (indicare mese)_____________________________________________________________________________

Classe_______________________numero alunni_______________________ numero accompagnatori________________________________

Presenza alunni diversamente abili_____________________________presenza insegnante di sostegno______________________________

Eventuali note e richieste:

Data___________________________________ Firma__________________________________________
43