Sei sulla pagina 1di 28

1.

1.1

Enti coinvolti
Ente responsabile
Denominazione
Tipologia Ente
(Se iscritto ad un registro)
Tipo di registro, numero e
data iscrizione
Anno costituzione
Sede legale

Associazione "Dalla parte dei forti ONLUS"


ONLUS, non ha fini di lucro e gli eventuali utili devono essere
destinati alla realizzazione delle finalit istituzionali
Ass.Iscr.Uff.Reg.La Spezia 2012/Iscriz.Reg.Org.Vol.Liguria-2016onlus (Legge regionale 42/2012) rich.
2011
Via Libert n.227 19025 Porto Venere (SP)

Codice fiscale

91080620114

IBAN1

IT56N0603049811000035298069

Telefono

+39 329 2006155

Fax

na

E-mail

dallapartedeiforti@live.it

Rappresentante legale
Breve presentazione
dellEnte2

Saul Carassale
LAssociazione, che non ha alcun fine di lucro, intende perseguire
esclusivamente finalit di promozione sociale e culturale.
LAssociazione, si propone di: tutelare, valorizzare e diffondere la
cultura del territorio di appartenenza, nello specifico la provincia
della Spezia e le aree circostanti, attraverso la riscoperta delle
antiche fortificazioni, delle opere fortificate e delle costruzioni
storiche, anche con riferimento alle tradizioni, ai contesti
storico/culturali e architettonici legati allintervento delluomo sulla
natura.
Gli scopi ed i propositi dellAssociazione sono di: studiare il
territorio e le opere delluomo in esso presenti, catalogare i
documenti storici accessibili e consultabili, diffondere le
informazioni in proprio possesso attraverso ogni possibili
iniziativa culturale diretta a soci e non soci, collaborare con enti e
amministrazioni pubbliche al fine di preservare e valorizzare gli
elementi storici e culturali legati agli edificati storici, valorizzare il
patrimonio architettonico delle antiche fortificazioni e degli
edificati storici, operare anche attraverso convenzioni o atti
similari per garantire la conservazione e la fruibilit dei siti citati.
Lassociazione si propone tra laltro di:

1 Indicare solo il conto corrente in essere, intestato allEnte responsabile e non a persona fisica
2 Mission, altri progetti realizzati, esperienze specifiche sul tema del progetto

organizzare corsi di formazione, aggiornamento, e


perfezionamento;
organizzare manifestazioni artistiche, spettacoli,
concerti, concorsi e conferenze, convegni e dibattiti, scambi
artistici nazionali ed internazionali;
favorire leducazione nelle scuole e presso ogni
altro centro culturale e formativo;
promuovere inoltre queste ed altre iniziative
sociale che siano ritenute idonee al raggiungimento dello
scopo sociale.
1.2

Ente partner obbligatorio3


Denominazione

Associazione Parma
Casa della Scienza

1.3

Natura giuridica

Associazione
iscritta nel
Registro
Provinciale delle
Associazioni di
Promozione
Sociale con Atto n.
2423 del
19/06/2009

Percettore o
sostenitore

Percettore

Attivit svolte e valore aggiunto


LAssociazione organizza da tempo
e coordina progetti didattici su temi
scientifici per le scuole di ogni
ordine e grado e iniziative e
manifestazioni pubbliche, dedicate
alla diffusione della cultura
scientifica. L Associazione mette a
disposizione di scuole, enti pubblici,
associazioni, aziende private, le
proprie competenze nel campo
dello sviluppo di progetti inerenti la
comunicazione della scienza e
della tecnologia e la didattica
scientifica.

Altri Enti partner 4


[Aggiungere un riga per ogni partner coinvolto]
Denominazione
Distretto Ligure delle
Tecnologie Marine DLTM

Natura giuridica

Percettore o
sostenitore

Societ Consortile a Sostenitore


Responsabilit
Limitata

3 Compilare la scheda partner per ogni partner coinvolto


4 Compilare la scheda partner per ogni partner coinvolto

Attivit svolte e valore aggiunto


Il Distretto Ligure delle Tecnologie
Marine (DLTM) un organismo
che rende possibile lincontro tra
imprese, universit e enti di
ricerca del territorio ligure,
per favorire la condivisione di
conoscenze, la realizzazione di

progetti di ricerca, innovazione


e formazione comuni legati alle
tecnologie marine e
al monitoraggio ambientale. 100
sono stati i Progetti seguiti dal
DLTM per un importo 100 M, con
ricadute dirette sul territorio ligure.
Oltre alle attivit istituzionali,
anche a seguito delle
Raccomandazioni Europee in
materia di formazione ed
educazione, assieme ai suoi Soci,
il DLTM ha sviluppato negli ultimi
sette anni, un fitto programma di
attivit educative in ambito
tecnico-scientifico di diversa
tipologia, sino a costituire un
Gruppo di Lavoro dedicato alla
Divulgazione Scientifica e
Tecnologica (Il Golfo della
Scienza). Lobiettivo quello di
orientare e sensibilizzare le
giovani generazioni verso le
materie scientifiche e tecnologiche
oltre che di avvicinare il grande
pubblico al linguaggio della ricerca
e migliorare le competenze
personali.
Associazione
Danzabilmente

No profit

Sostenitore

LAssociazione Danzabilmente
un centro di vita associativa
formata da ragazzi diversamente
abili e non, da genitori, da
volontari e da sostenitori;nasce
nellanno 2005 con lintento di
promuovere attivit nellambito
dellhandicap e della danza.
Tra gli scopi associativi cui
teniamo maggiormente vi quello
di arrivare ad una reale
integrazione ed inclusione tra i
soci e/o tra coloro che
frequentano lAssociazione, in
primo luogo abbattendo le barriere
culturali e comportamentali che
nella nostra societ ostacolano
pesantemente la relazione tra
diversamente abili ed i cosiddetti

normodotati. LAssociazione si
impegnata a rendere visibile il
lavoro svolto dai ragazzi che
praticano la Moving Dance
mediante lesecuzione di
spettacoli.

Museo Tecnico Navale


Marina Militare

Pubblico

Sostenitore

Centro di Supporto e
Pubblico
Sperimentazione Navale
della Marina Militare
(CSSN)

Sostenitore

E senz'altro il pi importante dei


musei navali italiani, e bench sia
alla Spezia da poco pi di un
secolo, le sue origini sono molto
pi antiche. situato accanto alla
porta di accesso principale
all'arsenale militare; in questa
sede a partire dal 1958, mentre
prima era ubicato presso le
officine meccaniche all'interno
dello stabilimento militare (venne
infatti inaugurato nel 1923,
unitamente al Museo storico
navale di Venezia). Presso il
Museo Tecnico Navale della
Spezia il visitatore ha la possibilit
di approfondire la conoscenza di
situazioni e di ambienti d'epoca,
con l'esposizione di modelli, carte
geografiche, fotografie e
documenti che riescono a far
"vivere" al visitatore la
successione degli avvenimenti
della storia navale, dalle origini
della navigazione ai nostri giorni.
Il Museo Tecnico Navale della
Spezia espone i suoi preziosi
reperti in vasti ambienti siti su due
piani nonch su un giardino
interno per una superficie
complessiva di oltre 3000 mq.
Il Centro di Supporto e
Sperimentazione Navale - CSSN,
nato nel 2007 dalla fusione di tre
Enti di studio e sperimentazione:
Mariperman, di cui il CSSN ha
ereditato la sede, Marimissili e
Mariteleradar Livorno.
La duplice missione del CSSN
quella di essere gestore dei

processi di Ingegneria del


Supporto Logistico per lo
Strumento Navale e centro per la
sperimentazione e lo sviluppo dei
programmi scientifici e tecnologici
della Forza Armata.
Nella sua veste di Ente scientifico
e tecnologico il CSSN
rappresenta, grazie alle
professionalit e alle
apparecchiature a disposizione,
un polo deccellenza, sia in ambito
militare sia civile, con capacit e
competenze in alcuni casi uniche
nel panorama nazionale.
Il CSSN, tramite i propri laboratori,
esegue sperimentazioni, prove,
analisi e misure nel campo della
chimica applicata e degli esplosivi,
della tecnologia dei materiali e
dellambiente finalizzate alla
qualifica, allomologazione e al
collaudo di materiali ed
apparecchiature da imbarcare a
bordo delle Unit Navali. Il CSSN
anche coinvolto in attivit
finalizzate allo sviluppo e alla
valorizzazione di tecnologie per la
salvaguardia dellambiente
marino.
Istituto Nazionale di
Pubblico
Geofisica e Vulcanologia
(INGV)

Sostenitore

LINGV svolge attivit di ricerca e


monitoraggio nellambito di
terremoti, vulcani ed ambiente. In
partcolare i ricercatori della sede
di Portovenere si occupano
principalmente delle seguenti
tematiche:
Geofisica di esplorazione
con tecniche di magnetismo e di
gravimetria;
Oceanografia Fisica e
osservatori di fondo mare;
Oceanografia storica;
Ricerca tecnologica.
Inoltre da tempo, INGV
impegnato in attivit di
divulgazione scientifica in

collaborazione con gli altri Enti di


Ricerca presenti sul territorio.

Hydra Societ
Cooperativa

Societ
cooperativa

Sostenitore

The Historical
Oceanography Society
(HOS)

No profit

Sostenitore

Hydra Societ Cooperativa opera


nel campo della tutela della
biodiversit e della sostenibilit
ambientale. Nasce nel maggio
2005, ereditando unesperienza
sul campo, quasi ventennale
grazie alle competenze
professionali delle socie. Tutte
donne, quattro amiche con la
stessa visione del mondo, quattro
biologhe le cui scelte di vita si
riflettono sul loro lavoro.
Competenza, esperienza e forte
motivazione al servizio
delleducazione ambientale, della
protezione della biodiversit, della
comunicazione ambientale, del
turismo responsabile.
Hydra ha in gestione il Centro di
Educazione Ambientale del Parco
di Montemarcello-Magra (SP) e il
Laboratorio Territoriale del
Comune della Spezia, facenti
parte della Rete Ligure
dellEducazione Ambientale e
pertanto la cooperativa lavora
secondo criteri di qualit richiesti
dalla Regione Liguria.
La mission dell'Associazione
quella di promuovere e favorire la
divulgazione dei temi relativi al
patrimonio culturale, in particolare
mira alla identificazione,
preservazione e conservazione di
libri, documenti ed attrezzature
che abbiano avuto speciale
rilevanza nella ricerca marina dei
secoli passati, con particolare
enfasi all'attivit europea in tale
settore, partendo dall'epoca
greco-romana per arrivare alle
grandi spedizioni scientifiche
dell'Ottocento e primi del
Novecento. A tal scopo
l'Associazione ha costituito
l'Archivio Storico-Oceanografico,

che raccoglie importantissimi testi


per la storia della scienza del
mare; al fine di rendere
maggiormente fruibile l'intera
collezione a studiosi e ricercatori
stata iniziata una principale
scansione dei volumi, che ha
permesso la conversione dal
formato analogico a quello digitale
di alcuni testi dell'archivio.
L'Associazione HOS stata
volutamente costituita in una
realt come quella del territorio
spezzino, strettamente legata alla
storia del mare e della
navigazione.

Comune della Spezia


(Area 2 Servizi
Culturali)

Scientificast

Pubblico

Sostenitore

Associazione di
Promozione
Sociale

Sostenitore

Larea 2 Servizi Culturali del


Comune della Spezia persegue
mission istituzionali rivolte ai beni
culturali, ai beni librari e
archivistici, alle attivit di teatro,
spettacolo ed arti attraverso
presidi stabili, organizzati nei 3
principali settori (archivi,
biblioteche, musei e mostre, teatro
e spettacolo).
Scientificast stato il primo
podcast indipendente a tema
scientifico in Italia.
Fondato nel 2007 si propone di
diffondere la cultura scientifica,
rivolgendosi soprattutto a coloro
che ne sono pi lontani e
adottando uno stile divulgativo
semplice, divertente ma rigoroso.
Da Marzo 2012 Scientificast
diventa Associazione Culturale
per la divulgazione scientifica
utilizzando strumenti multimediali
quali blog e podcast come
principali strumenti di
comunicazione avvalendosi di
validi collaboratori provenienti dal
mondo della ricerca e
dellindustria. Dal 2016,
Scientificast una Associazione di
Promozione Sociale.

2.
2.1

NATO STO CMRE


Science and
Technology
Organisation (Centre
for Maritime Research
and Experimentation -

Internazionale

Sostenitore

Istituto di Scienze
Marine del Consiglio
Nazionale delle
Ricerche (CNR
ISMAR)

Pubblico

Sostenitore

Nel 2014, Scientificast viene


premiato come Miglior Podcast
del web italiano ai Macchianera
Italian Awards, presso la Festa
della Rete. Nel 2015 entra in
nomination, piazzandosi al
secondo posto.
Il Centre for Maritime Research
and Experimentation (CMRE) il
Centro NATO per la Ricerca
Marittima e la
Sperimentazione; promuove da
sempre linnovazione nel settore
marittimo e conduce attivit di
ricerca che vanno dalla
sorveglianza alla sicurezza
portuale, dalla modellazione alla
simulazione di scenari ambientali,
alla gestione dei mari, sino alla
protezione dellambiente e dei
mammiferi marini.
LIstituto di Scienze Marine
(ISMAR) del CNR
svolge ricerche in aree polari,
oceaniche e mediterranee per
studiare gli oceani, le coste, le
lagune, gli habitat e
l'ecologia marina, i cambiamenti
climatici e le risorse alieutiche.

Referenti
Referente/coordinatore del progetto
Cognome e nome

Stefano Danese

Telefono

na

E-mail

stefanodanese@live.it

Cell.
Breve presentazione5

+ 39 3292006155
Vice-presidente dellAssociazione "Dalla parte dei forti ONLUS".
Imprenditore, fin da ragazzo ha coltivato la passione per la
ricerca storica militare e locale, ha raccolto un imponente archivio
fotografico, documentale e bibliografico sulla storia militare del
Golfo della Spezia, attraverso ricerche presso gli archivi pubblici
e privati e donazioni di privati. Tra gli archivi studiati si cita

5 Brevissima presentazione rispetto ad altre esperienze di coordinamento di progetto e competenze sul tema specifico

l'Archivio di Stato, gli archivi della M.M. del Museo Tecnico


Navale, dell'Arsenale Marittimo, del Genio Militare, dell'Ufficio
Storico, del C.S.S.N., di COMSUBIN, del Museo Etnografico,
della Palazzina delle arti, gli archivi privati Rolla, Ferrari e Lotti.
Cognome e nome

Saul Carassale

Telefono

na

E-mail

colpoditosse@yahoo.it

Cell.

+39 3498525344
Diploma di perito in elettronica industriale, conseguito presso
lI.T.I.S. G. Cappellinidella Spezia nellanno 1992. Nel 2001
segue un corso di formazione professionale tecnico del suono e
di sala di registrazione presso lo studio Mulinetti, Recco. Sino
dal 1989 ha maturato mansioni di ripresa, montaggio, regia e
tecnico luci, grazie a numerose collaborazioni come operatore di
ripresa e montaggio con molte emittenti radiofoniche e
televisive: da Tele Liguria Sud, TN4, Primocanale, Teleriviera,
TeleGenova, Mediaset, TMC e nazionali RAI, Rai Sport, Odeon
TV, Y&S e numerose emittenti locali italiane ecc.

Breve presentazione6

2.2

Referente amministrativo del progetto


(Se diverso dal coordinatore del progetto)
Cognome e nome

Vignali Mariano

Telefono

na

Cell.

+39 3386451861

E-mail

vignamar@yahoo.it

6 Brevissima presentazione rispetto ad altre esperienze di coordinamento di progetto e competenze sul


tema specifico

3.
1.1

Progetto
Titolo del progetto
La Spezia, Golfo dei Poeti e della Scienza.

1.2

Ambiti di intervento
[Scegliere un solo ambito inserendo una x nella tabella]
AMBITO
Teatro-musica-danza
Formazione e attivit culturali in discipline umanistiche e tecnico-scientifiche

Arti visive

1.3

Il progetto in sintesi (massimo 20 righe)


(Descrivere gli elementi fondamentali del progetto, che verranno presentati in modo analitico nei
vari paragrafi, evidenziandone gli eventuali elementi innovativi, nonch le modalit di gestione
della partnership)
Il Progetto ha come obiettivo listituzione di un Centro di Competenza La Spezia, Golfo dei Poeti
e della Scienza che supporti lorganizzazione e la realizzazione di interventi mirati e tematici che
abbiano il compito di valorizzare le eccellenze culturali in ambito scientifico-tecnologico e
umanistico presenti sul territorio. Sino ad ora tali attivit sono state svolte in maniera occasionale
e collaborativa dai Partner di Progetto, facendo emergere una serie di competenze sul territorio
ed esperienze che hanno necessit di essere pianificate e consolidate in una struttura gestita e
concreta. Il Centro di Competenza La Spezia, Golfo dei Poeti e della Scienza sar a
disposizione di enti ed organizzazioni esterne, imprese, associazioni culturali e scuole, favorendo
la collaborazione fra esperti del settore e societ su temi dalle complesse caratteristiche ed
implicazioni (culturali, storiche, scientifiche, tecnologiche, industriali, economiche e politiche,
sociali ed etiche) organizzando 4 interventi composti da 4 tipologie diverse di sotto-interventi:
1) percorsi scolastici: da svolgersi durante tutto lanno scolastico (a corredo dellofferta formativa
ufficiale come lalternanza scuola-lavoro o percorsi didattici), durante il periodo estivo (nella forma
di campi solari).
2) seminari di approfondimento per il Grande Pubblico con percorsi culturali e naturalistici;
3) eventi (partecipazione ad esempio alla Notte Europea dei Ricercatori; Trofeo Mariperman;
Festa della Marineria) con interventi musicali ed artistici;
4) mostre a corredo degli eventi.

Il partnerariato costituito da Enti di Ricerca, Associazioni culturali, DLTM e singoli ricercatori che
gi collaborano ad attivit in essere.
1.4

Obiettivo generale del progetto (massimo 5 righe)


(Definire in modo chiaro e sintetico cosa si vuole raggiungere al termine del progetto)
Favorire lapprendimento ed incrementare linteresse verso materie umanistiche, scientifiche e
tecnologiche da parte di studenti e cittadini. Generare un atteggiamento positivo verso lo studio e
le materie scientifiche in particolare, che favorisca (1) la formazione di una mentalit critica e (2)
l'acquisizione di competenze che consentano di orientarsi in una societ sempre pi fortemente
tecnologica. (3) Valorizzare ed evidenziare le peculiarit culturali della nostra citt.

1.5

Programmazione dettagliata
(Indicare le attivit che si intendono mettere in atto per raggiungere i diversi obiettivi specifici,
dandone una breve descrizione che consenta di comprendere cosa si intende fare in modo
dettagliato)
[Aggiungere le righe necessarie una riga per ogni azione]
Le Azioni riguarderanno almeno 4 Interventi (i cui contenuti verranno definiti e consolidati nella
prima fase di attuazione del progetto) da svolgersi nellarco di un anno e che saranno composti da
un numero variabile delle 4 tipologie diverse di Sotto-Interventi (percorsi scolastici, seminari di
approfondimento, eventi, mostre).
Azione
0. Definizione 4 Interventi

Descrizione dettagliata azione


Definizione e consolidamento degli Interventi e dei relativi
Sotto-interventi.

1. Organizzazione Interventi

Identificazione Artisti/Ricercatori/Relatori; Ideazione


Intervento; Richieste Materiali; Preventivi; Acquisto
Materiali; Ricerca Eventuali Sponsorizzazioni.

2. Risanamento spazio per


Interventi (se necessario)

Sopralluogo; Identificazione danni/guasti; Contatti ditte


/preventivi; Agibilit permanente; Messa in opera; Impianti;
Sopralluogo; Valutazione materiali; Acquisto materiali;
Creazione impianti; Collaudo; Vigilanza; Preventivo;
Contratti.

3. Allestimento per Interventi

Trasporto materiale da loro sede; Consegna sede mostra;


Realizzazione installazioni; Posizionamento; Pulizia.

4. Ideazione immagine
coordinata, materiale di
comunicazione e stampa
materiale cartaceo: flyers,
manifesti, banner

Raccolta testi, logo e Foto; Richiesta Preventivo per


elaborati; Preparazione bozze; Controlli bozze /Validazione
immagine coordinata definitiva e materiale di
comunicazione; Stampa materiali cartacei e
predisposizione materiale di comunicazione virtuale.

5. Coinvolgimento Scuole di
Supporto (Istituti Scolastici
Secondari)

Accordi Stages Alternanza Scuola-Lavoro; Suddivisione


attivit; Formazione Studenti; Report post stage;
Valutazione Studenti.

6. Comunicazione Interventi

Distribuzione materiale cartaceo; Social Networks e pagine


web; Comunicati per stampa cartacea e on-line;
Comunicati stampa televisioni provinciali e nazionali; Inviti
cartacei e mailing lists; Reportistica.

7. Gestione Partecipanti

Gestione ed Assistenza alle Prenotazioni (con sistema di


gestione automatizzata EventBrite); Conferme Presenze
Autorit; Gestione Relatori/Relatrici
(Alloggio/Spostamento/Vitto); Conferme Giornalisti (nel
caso) e Fotografi; Accoglienza Partecipanti.

8. Autorizzazioni

Manleva di responsabilit e Liberatorie; Affissioni;


Occupazione suolo pubblico; Assicurazioni; Dichiarazioni
presso SIAE.

9. Realizzazione dell
Intervento

Catering; Controllo attivit in situ; Attivit di vigilanza;


Accoglienza; Apertura.

10. Disallestimento

Autorizzazioni Parcheggio, ZTL.

11. Valutazione Interventi

1.6

Somministrazione di Questionari ai partecipanti per (1)


Valutare la qualit dellorganizzazione del singolo
Intervento/sotto-intervento e (2) Valutare la variazione della
percezione della materie scientifiche, tecnologiche ed
umanistiche affrontate negli Interventi/sotto-interventi
(percezione positiva vs. percezione negativa o neutra).

Programmazione temporale
(Riportare le azioni del punto precedente e indicare la loro durata e la loro distribuzione temporale
nellarco della durata del progetto, di massimo 12 mesi)
[Aggiungere le righe necessarie Devono essere riportate tutte le azioni del punto precedente]
Ipotizzando 4 Interventi (i cui contenuti verranno definiti e consolidati nella prima fase di
attuazione del progetto) da svolgersi nellarco di un anno (nei mesi 2, 5, 8, 11 dallinizio del
progetto) composti da un numero variabile delle 4 tipologie diverse di Sotto-Interventi (percorsi
scolastici, seminari di approfondimento, eventi, mostre), riportiamo sotto il crono-programma delle
attivit necessarie alla realizzazione della Proposta Progettuale:

Azione

0. Definizione 4 Interventi

1. Organizzazione Interventi

10

11

2. Risanamento spazio per


Interventi (se necessario)

3. Allestimento per Azioni

4. Ideazione immagine
coordinata, materiale di
comunicazione e stampa
materiale cartaceo: flyers,
manifesti, banner

5. Coinvolgimento Scuole di
Supporto (Istituti Scolastici
Secondari)

6. Comunicazione Interventi

7. Gestione Partecipanti

8. Autorizzazioni

10. Disallestimento

12

9. Realizzazione dellIntervento

11. Valutazione Interventi

1.7

Risorse umane coinvolte


(Specificare le risorse umane coinvolte nella realizzazione del progetto)
[Aggiungere le righe necessarie una riga per ogni risorsa]
Cognome e nome7

Attivit

Breve presentazione 8

Stefano Danese

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 0-1-3-4-5-9-10-

Vice-presidente dellAssociazione "Dalla


parte dei forti ONLUS". Fin da ragazzo ha

7 Qualora non sia gi stata individuata la risorsa umana, indicare in questa colonna il ruolo o la mansione che verr
8

svolta
Nella presentazione si deve specificare:titolo studio e data conseguimento
esperienze nel settore specifico del progetto e dellazione svolta

Saul Carassale

Mascha Stroobant

11 (ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori storicoculturali e le attivit
svolte da Dalla Parte dei
Forti)

coltivato la passione per la ricerca storica


militare e locale, ha raccolto un imponente
archivio fotografico, documentale e
bibliografico sulla storia militare del Golfo
della Spezia, attraverso ricerche presso
gli archivi pubblici e privati e donazioni di
privati. Tra gli archivi studiati si cita
l'Archivio di Stato, gli archivi della Marina
Militare, del Museo Tecnico Navale,
dell'Arsenale Marittimo, del Genio Militare,
dell'Ufficio Storico, del CSSN, di
COMSUBIN, del Museo Etnografico, della
Palazzina delle arti, gli archivi privati
Rolla, Ferrari e Lotti.

Coinvolto nelle attivit


(0-1 e 6) di
comunicazione.

Diploma di perito in elettronica industriale,


conseguito presso lI.T.I.S. G. Cappellini
della Spezia nellanno 1992. Nel 2001
segue un corso di formazione
professionale" tecnico del suono e di sala
di registrazione presso lo studio
Mulinetti, Recco. Sino dal 1989 ha
maturato mansioni di ripresa, montaggio,
regia e tecnico luci, grazie a numerose
collaborazioni come operatore di ripresa e
montaggio con molte emittenti
radiofoniche e televisive: da Tele Liguria
Sud, TN4, Primocanale, Teleriviera,
TeleGenova, Mediaset, TMC e nazionali
RAI, Rai Sport, Odeon TV, Y&S e
numerose emittenti locali italiane ecc.

Coordinamento e
realizzazione attivit 011.

Dottoranda in Ecologia e Gestione delle


Risorse Marine Vive presso la Universidad
de Las Palmas de Gran Canaria
(Spagna), laureata in Scienze Ambientali
Marine allUniversit di Pisa e ha un
Master di 2 Livello in Ecologia Costiera.
Attualmente lavora al Distretto Ligure delle
Tecnologie Marine e segue le attivit
inerenti la partecipazione a Bandi Europei
e Nazionali di Ricerca e Sviluppo, la
Divulgazione Scientifica, il Coordinamento
del MARE_Lab (Laboratorio per il
Monitoraggio Ambientale e Ricerca sugli
Ambienti Marini) e il supporto tecnico a
progetti di monitoraggio ambientale
(campagne oceanografiche, progetti di

citizen science etc.). Ha acquisito


esperienza in eventi di Divulgazione
Scientifica quali Festival della Scienza,
Festa della Marineria, Notte Europea dei
Ricercatori, Un Mare di Scienza.
Laurea in Traduzione ed Interpretariato
presso lUniversit di Genova attualmente
lavora come Manager della Formazione
presso il DLTM, dopo una una esperienza
decennale nellattivit di insegnamento e
gestione presso lUniversit di Genova.

Anna Mori

Coordinamento attivit
0-11

Marina Locritani

Dottorato di ricerca in Scienze Ambientali Scienza del Mare conseguito presso la


Scuola di Dottorato di Scienze e
Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio di
Genova il 14/04/2011 e laurea in Scienze
Coinvolta nelle seguenti Ambientali conseguita presso lUniversit
attivit: 0-1-3-4-5-9-10di Pisa il 18/02/2005. Dal 2006 sono
11 (ideazione, gestione e impegnata nello studio della geofisica e
realizzazione dei
delloceanografia fisica presso lIstituto
laboratori didatticoNazionale di Geofisica e Vulcanologia e
scientifici e le attivit
attualmente sono ricercatrice presso lo
svolte dallINGV)
stesso istituto. Decennale esperienza in
attivit di divulgazione scientifica
allinterno dellIstituto Nazionale di
Geofisica e Vulvcanologia (INGV) e in
collaborazione con gli altri Enti di Ricerca
presenti sul territorio spezzino.

Roberto Pal

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 0-1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolti dal Museo Tecnico
Navale)

Direttore del Museo Tecnico Navale della


Marina Militare alla Spezia, laureato in
Scienze Marittime Navale presso
l'Universit di Pisa nel 2001, ufficiale pilota
della Marina Militare ha partecipato ad
azioni di Protezione Civile a diverse
missioni italiane all'estero. E' cultore della
materia in Storia dell'Aviazione e della
Navigazione.

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 0-1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolti dal Museo Tecnico

Ufficiale superiore Marina Militare, laurea


magistrale in Scienze marittime e navali
nel 2006 con tesi sulla valenza strategica
del Golfo di La Spezia nella storia; dopo
vari incarichi a bordo di unit della
Squadra Navale, stato Capo Ufficio
Operazioni e Telecomunicazioni del

Silvano Benedetti

Giacomo Guccinelli

Navale e
dallAssociazione dalla
Parte dei Forti)

Raggruppamento Subacquei ed Incursori


della Marina Militare (COMSUBIN) dal
1991 al 1994, Capo Reparto Operazioni di
Nave Artigliere dal 1994 al 1998 e Vice
Comandante della Base Navale di La
Spezia dal 2009 al 2011. Ha comandato
Nave Astore nel 1990, Nave Gheppio nel
1991, il Centro TLC Principale di La
Spezia dal 2000 al 2003, la Scuola
Telecomunicazioni delle Forze Armate. di
Chiavari dal 2011 al 2013 e il Museo
Tecnico Navale di La Spezia dal 2013 al
2015. Ha pubblicato i libri La Caserma di
Caperana nel 2013 e 300 nel 2016; fin
dal 1991 ha all'attivo una vasta esperienza
di project management in ambito
nazionale e NATO (2003 - 2007) e di
organizzazione di convegni, mostre ed
eventi di carattere militare, storico,
artistico e culturale a livello nazionale e
internazionale; tra essi il MC/CS Meeting
della NATO nel 1992, il G8 di Genova del
2001, la mostra Sail Link nel 2002 - uno
dei primi esempi di web art-, le visite
ufficiali di delegazioni diplomatiche e
militari internazionali dal 1998 al 2000 e
dal 2007 al 2009, il Cyber Defence
Symposium internazionale a Chiavari nel
2012 e 2013, l' Electronic Defence
Symposium a Chiavari nel 2012, la
mostra sulla "MOVM Enrico Millo" nel
2012, le mostre a La Spezia Trovate la
Roma e Pontoni armati nel 2013, La
Radio nel '900, Crypto e Uomini
d'acciaio nel 2014, Confronti e
Computers for the masses nel 2015,
l'ideazione e l'organizzazione dell'Evento
Enigma nel 2014 e 2015 - primo ed unico
evento radioamatoriale italiano autorizzato
dal Ministero per lo Sviluppo Economico
per la trasmissione di messaggi
radiotelegrafici cifrati con la storica
macchina cifrante Enigma.

Coinvolto nelle attivit


(4,5 e 11) di Grafica e
preparazione strumento
di valutazione per

Educatore non Formale presso Scuole di


ogni ordine e grado, Graphic Designer con
esperienza in animazione di cartoni
animati e sviluppo di videogiochi.

monitorare lefficacia e i
risultati delle attivit di
Divulgazione Scientifica.

Attualmente docente di Animazione 3D e


concept art e sculpting per videogiochi
presso la Scuola Internazionale di Comics
a Firenze e presso Event Horizon School
of Digital Art.

Lucrezia Benvenuti

Coinvolto nelle attivit


(4, 5 e 11) di Grafica e
preparazione strumento
di valutazione per
monitorare lefficacia e i
risultati delle attivit di
Divulgazione Scientifica.

Educatrice non Formale presso Scuole di


ogni ordine e grado e Graphic Designer
con esperienza nellambito della grafica
pubblicitaria e immagine coordinata per
aziende.

Francesca Nacini

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 0-1-3-4-5-9-1011 (ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte dal NATO STO
CMRE)

Assistente allUfficio Public Affairs per il


NATO Centre for Maritime Research and
Experimentation (CMRE) alla Spezia,
attualmente cura le relazioni con il
pubblico e i media, producendo piani di
comunicazione, contenuti per la stampa,
social e web e organizzando eventi.

Roberta Talamoni

Laurea in economia e merceologia


alimentare (1978) presso Universit di
Coinvolta nelle seguenti Bologna, Laurea in Lettere (1984) presso
attivit: 0-1-3-4-5-9-10Universit di Genova e Laurea in
11 (ideazione, gestione e Psicologia (2009) presso lUniversit di
realizzazione dei
Parma. Attualmente lavora presso lUfficio
laboratori didatticoRelazioni pubbliche del Centro di
scientifici e le attivit
Supporto e Sperimentazione Navale della
svolte dal CSSN)
Marina Militare (CSSN). Ha esperienza
decennale nellorganizzazione di eventi
culturali, sportivi e scientifici.

Hebert LA TASSA

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 0-1-4 (ideazione,
gestione e realizzazione
dei laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte dal CSSN)

Laurea in fisica presso lUniversit degli


Studi di Messina nel 1979. Dal 2008
Vice Direttore e Capo del servizio
Supporto Interno del Centro di Supporto e
Sperimentazione Navale della Marina
Militare (CSSN).

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 0-3-4-5-9-10-11
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit

Biologa e Docente di Scienze


Matematiche e Naturali per la Scuola
Secondaria (Istituto Comprensivo ISA 2 2
Giugno).
Esperta di Didattica Sperimentale della
Biologia Marina per la Scuola dell'Infanzia,

Erika Mioni

Marco Bianucci

Silvia Merlino

svolte dal Progetto


Pilota Percorsi nel BLU
e dal CNR-ISMAR)

Primaria e Secondaria, titolare del


Progetto "Percorsi nel Blu" (Scuola Pilota
ISA 2 2 Giugno) e dedita alla
divulgazione e promozione scientifica
dell'ambiente marino costiero.

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte dal CNR-ISMAR)

Laurea in Fisica conseguita nel 1988


presso lUniversit di Pisa. Dottorato di
ricerca in Fisica conseguito nel 1993
presso Universit di Pavia. Attualmente
primo ricercatore in fisica e oceanografia
presso lIstituto di Scienze Marine del
Consiglio nazionale delle Ricerche (CNRISMAR) sede distaccata di Pozzuolo di
Lerici. Ha esperienza nellambito della
comunicazione e diffusione della cultura
scientifica: autore e co-autore di
numerosi multimediali scientifici (che
hanno ricevuto i principali premi
internazionali del settore) alcuni dei quali
utilizzati nelle scuole secondarie, di
mostre, spettacoli e eventi scientifici. E
presidente dellassociazione Parma Casa
della Scienza che organizza gli eventi
Parmascienza e ha ricoperto diversi ruoli
istituzionali nel settore.

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 0-1-3-4-5-9-1011 (ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte dal CNR-ISMAR)

Laurea in Fisica presso l'Universit di Pisa


(1995). Dottorato di ricerca in Astrofisica e
particelle elementari presso l'Universit di
Granada - Spagna (2000). Attualmente
svolge attivit di ricerca presso Istituto di
Scienze Marine del Consiglio nazionale
delle Ricerche (CNR-ISMAR) sede
distaccata di Pozzuolo di Lerici. La sua
attivit scientifica fino al 2009 ha toccato
due campi principali: "Astrofisica - Galaxy
Evolution" e "Didattica e divulgazione della
fisica", e dal 2009 anche Oceanografia
fisica. E autrice e co-autrice di
pubblicazioni scientifiche e corsi
multimediali su CD-ROM, alcuni vincitori di
premi nazionali ed internazionali, ed ha
organizzato numerosi festival scientifici e
attivit di divulgazione ed outreach. E coresponsabile dei contenuti scientifici e
degli strumenti multimediali del Museo
Scientifico Interattivo Arkimedeion a

Siracusa (Sicilia, Italia). E stata membro


del Gruppo di Ricerca INFM per la
didattica e la divulgazione della fisica
(2001-2009) e, nello stesso periodo,
membro della redazione scientifica del
Festival della Scienza di Genova.
Attualmente svolge attivit di ricerca nel
campo delle scienze marine e
oceanografia fisica e nautica sostenibile.
E inoltre, attivamente coinvolta, in
collaborazione con gli altri Enti di Ricerca
presenti sul territorio, in progetti di
educazione scientifica, con interventi che
vanno dalla scienza partecipativa (citizen
science) ai programmi di insegnamento e
di apprendimento non formale.

Carlo Mantovani

Giovanni Cignoni

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte dal CNR-ISMAR)

Tecnologo in oceanografia fisica presso


lIstituto di Scienze Marine del Consiglio
nazionale delle Ricerche (CNR-ISMAR)
sede distaccata di Pozzuolo di Lerici. La
sua attivit di ricerca verte principalmente
sullevoluzione delle tecnologie
informatiche e le loro applicazioni, sia in
ambito scientifico standard che in quello
della didattica e della divulgazione
scientifica. Ha realizzato tra il 2001 e il
2004 larchivio di video lezioni delle scuole
di dottorato dellIstituto Nazionale per la
Fisica della Materia, acquisendo
competenze nellutilizzo di attrezzature
video e di software di editing
professionale audio-video. Ha esperienza
nella programmazione in ambito
multimediale e in particolare nellanalisi,
progettazione e sviluppo di web game con
finalit didattiche/divulgative. Realizza siti
web statici e dinamici e si occupa inoltre
della progettazione di allestimenti
multimediali, di exhibit interattivi, e di
percorsi didattici per mostre, musei e
laboratori scientifici. Fa parte
dellAssociazione Parma Casa della
Scienza.

Coordinamento e
Gestione attivit 0-1-2-34 (parte museale ed

Ingegnere iscritto all'Ordine di Pisa,


Laurea in Scienze dell'Informazione (Univ.
Pisa 1992) Laurea Specialistica in

Sara Garvani

organizzazione mostre e
conferenze
sullinformatica storica,
ricerca
sponsorizzazioni).

Tecnologie Informatiche (Universit di Pisa


2006). Ha partecipato a progetti di ricerca
nazionali e internazionali sui temi
dell'ingegneria del software, in particolare
sulla modellazione di sistemi e processi,
sulla simulazione di sistemi, sulla gestione
dei processi di sviluppo software e sul
governo dell'informatica nella pubblica
amministrazione. Ha pubblicato 4 libri e
oltre 40 articoli scientifici.
stato professore a contratto presso il
corso di laurea in Informatica
dellUniversit di Padova (dal 1998 al
2003, titolare del corso di Ingegneria del
Software), presso il corso di laurea in
Informatica dellUniversit di Firenze (dal
2000 al 2011, titolare dei corsi di Tecniche
di Programmazione e di Ingegneria del
Software), e presso i corsi di laurea in
Informatica dellUniversit di Pisa dove,
dal 1998 al 2012 stato titolare dei corsi
di Ingegneria del Software, di Tecnologie
dell'Informazione e della Comunicazione
nelle Organizzazioni, di Simulazione e
attualmente titolare del Corso di Storia
dell'Informatica.
Nel 2006 ha avviato il progetto
Hackerando al Macchina Ridotta (HMR)
(hmr.di.unipi.it) del quale sempre stato il
principale attore.
Fra i risultati del progetto pi rilevanti c'
la riscoperta e la ricostruzione come
simulatore della Macchina Ridotta, il primo
calcolatore elettronico progettato e
costruito in Italia, a Pisa, nel 1957.
Molti dei risultati di HMR si sono tradotti in
allestimenti permanenti, mostre
temporanee, eventi di diffusione della
cultura scientifica e attivit didattiche per
le scuole, perlopi al Museo degli
Strumenti per il Calcolo dell'Universit di
Pisa. L'ultima mostra curata "Computers
for the masses" allestita da settembre
2015 a febbraio 2016 al Museo Tecnico
Navale della Spezia.

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 3-9-10-11, per

Laurea magistrale in Storia dell'Arte


conseguita presso il Dipartimento di

quello che riguarda i


laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da INGV.

Lettere e Filosofia dell'Universit degli


Studi di Firenze (Aprile 2013). Tirocinio
post-laurea in merito a Ideazione,
progettazione, gestione evento culturale
in ambito all'evento Arte Differenziata a
Firenze (2014). Collaborazione
concernente attivit di archivio Libri Antichi
per attivit congiunte per Historical
Oceanography Society (HOS) e l'Istituto
Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
(INGV) presso sede di Portovenere (20152016).

Filippo Muccini

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 3-9-10-11, per
quello che riguarda i
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da INGV.

Laurea in Scienze Geologiche conseguita


presso l'Universit di Pisa (2004),
dottorato di ricerca in Scienze della Terra
conseguito presso l'Universit di Bologna
(2011). Dal 2007 in servizio presso
l'Istituto Nazionale di Geofisica e
Vulcanologia dove si occupa di geologia e
geofisica marina, con particolare
attenzione all'uso e sviluppo di
strumentazione innovativa. Dal 2007
impegnato in eventi di divulgazione
scientifica e nella preparazione di
laboratori ludico-didattici.

Bruno Grassi

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte dal Museo
Tecnico Navale)

Diploma di Perito in Elettronica Industriale,


conseguito nel 1969. Grande esperienza
nellambito della divulgazione scientifica.

Anna Zahyde Barreto


Sanchez

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 0-1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da
Danzabilmente)

Presidente dell'Associazione
Danzabilmente. Gestisce i laboratori
interni all'Associazione dal 2001;
coreografa e danzatrice all'interno delle
delle performance organizzate
abitualmente dallAssociazione
Danzabilmente.
Collabora dal 2010 con altre Associazioni
Arci Uisp in qualit di istruttore.
Ha conseguito diverse e prestigiose
qualifiche per operare come educatrice
psicomotoria quali ad esempio: Corso

Flyning3 conseguito presso Shopshire,


England nel 2005, Corso di Teacher
Orientation in Danceability conseguito nel
2014, Diploma in Psicomotricit
conseguito presso l'Istituto di Formazione
e Ricerca applicata (IFRA) di Bologna nel
2015.

Giulia Lupi

Giulia Rocca

Giulia Bacchi

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da
Danzabilmente)

Attualmente Vice Presidente


dell'Associazione Danzabilmente,
collabora e gestisce dal 2010 i gruppi di
bambini e ragazzi all'interno
dell'associazione. Coreografa e danzatrice
all'interno delle performance organizzate
abitualmente dallAssociazione
Danzabilmente. Ha conseguito la Laurea
Triennale in Psicologia Clinica e di
Comunit nel 2010 e labilitazione come
istruttrice di ginnastica generale e
ginnastica ritmica nel 2005 presso la
Federazione Ginnastica dItalia (FGI) del
Comitato Olimpico Nazionale Italiano
(CONI) di Genova.

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da DLTM)

Laurea triennale in Scienze dei Beni


culturali (indirizzo Archeologia) presso
lUniversit di Pisa conseguita nel 2011, e
attualmente laureanda in Orientalisitica:
Egitto Vicino e Medio Oriente presso
lUniversit di Pisa. Da anni partecipa
allorganizzazione di eventi culturali legati
alla Citt della Spezia (ad es. per
lAssociazione "Il Golfo e La Cultura del
Mare" (Festa della Marineria) per "La
Notte Europea dei Ricercatori" (edizione
2014 e 2015) per il Trofeo Mariperman dal
2009)).

Coinvolta nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(ideazione, gestione e
realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da DLTM)

Diploma di maturit Classica conseguito


presso il Liceo Classico Statale Lorenzo
Costa nel 2012 e attualmente studentessa
Universitaria di Ingegneria Nautica presso
il Polo universitario Guglielmo Marconi di
La Spezia (Universit degli Studi di
Genova). Illustratrice e autrice per la
raccolta "Fiabe e racconti dal mondo"
edita da Milena Edizioni. Stagista per
l'Associazione "Il Golfo e La Cultura del

Mare" (Festa della Marineria) da Giugno a


Settembre 2015. Stagista per "La Notte
Europea dei Ricercatori" settembre 2015.
Illustratrice per la raccolta "Fiabe adottate"
edita da Libere Edizioni. Illustratrice per
Unione Italiana Lavoratori Tessili, Energia,
Chimici (UILTEC) Liguria (Marzo 2016).
Illustratrice per levento "Donne di Mare"
(Marzo 2016) e per il Premio letterario
Nereidi, il mare delle donne promossi
dallAssessorato alle Pari Opportunit del
Comune della Spezia in collaborazione
con Autorit Portuale, Comando Marittimo
Nord, Associazione il Golfo e la cultura del
mare, Editore Ugo Mursia, Centro
Antiviolenza Irene, La Casa delle Donne,
Associazione In cerca di un Beb,
Comitato dei Circoli Velici del Golfo,
Libreria Ricci, Gruppo fotografico Obiettivo
Spezia.

Giuseppe Manzella

Giuliano Greco

Coinvolto nelle seguenti


attivit: 1-3-4-5-9-10
(realizzazione dei
laboratori didatticoscientifici e le attivit
svolte da HOS)

Coinvolto nelle attivit


(0-1 e 6) di
comunicazione.

Ha esperienza decennale in oceanografia


fisica, modelli numerici e sistemi
informativi. Ha pubblicato circa 50 articoli
su riviste internazionali, 1 libro e 7 articoli
di disseminazione scientifica, co-autore
di 2 libri ed 1 report per
lIntergovernmental Oceanographic
Commission dell UNESCO. Nel 2008
partecipa alla costituzione dellHistorical
Oceanography Society (HOS), con lo
scopo di promuovere, preservare e
disseminare il contenuto di volumi e
strumenti storici oceanografici. I volumi
raccolti riguardano il periodo che va
Rinascimento sino ad oggi.
Laurea in biologia conseguita presso
lUniversit di Genova e dottorato di
ricerca in Zoologia Marina presso
University College Cork, Irlanda.
Attualmente si occupa di comunicazioen
Scientifica presso lIstituto Italiano di
Tecnologia (IIT) a Genova. E socio
effettivo dellAssociazione di Promozione
Sociale Scientificast fondata nel 2012, che
cura il primo podcast indipendente a tema
scientifico in Italia (fondato, invece nel

2007).

Fabio Giacomazzi

Yannis Sarbunk

1.8

Laurea in Scienze Biologiche, Universit


di Pisa, 1987. Operatore in educazione
ambientale dal 1984, Responsabile
Tecnico Scientifico del LABTER
(Laboratorio Territoriale di Educazione
Coinvolto nelle seguenti
Ambientale) del Comune della Spezia dal
attivit: 0-1-3-4-5-9-102000, ha progettato e realizzato attivit di
11 (ideazione, gestione e
informazione e comunicazione
realizzazione dei
ambientale, nonch di divulgazione
laboratori didatticoambientale e scientifica, sia a favore
scientifici e le attivit
dellutenza scolastica che del pubblico
svolte dal LABTER)
adulto. Ha svolto attivit di progettazione e
docenza nella formazione in campo
ambientale e scientifico, sia a favore di
insegnanti della scuola, che nellambito
della formazione professionale.
Coinvolto nelle seguenti
attivit: 0-1-3-4-5-9-1011 (ideazione, gestione e
realizzazione dei
momenti musicali)

Ha frequentato il Conservatorio Giacomo


Puccini della Spezia per 12 anni, con
specializzazione in tromba e fagotto.
Attualmente continua con la
specializzazione in fagotto. Autodidatta,
cultore della materia per strumenti a fiato
(quali flicorno tenore, sousaphone,
trombone coulisse), e arrangiatore da
quattro anni segue la direzione della
Banda Musicale dellIIS Capellini-Sauro
vincitrice del Delfino dArgento come
Banda Musicale Scolastica (Concorso
Internazionale GEF 2013 presso il Teatro
Ariston di Sanremo). Ha inciso un disco
per la ICARO BIG YOUNG BAND.

Beneficiari
(Breve descrizione dei beneficiari del progetto e i relativi numeri)
Le iniziative si rivolgeranno al seguente pubblico:
1. popolazione studentesca (dai 6 ai 18 anni)
2. pubblico generico e pubblico esperto
Sulla base dellesperienza pregressa si pu calcolare la possibile affluenza futura agli eventi che
saranno organizzati dal Centro di Competenza La Spezia, Golfo dei Poeti e della Scienza:
1. Per quanto riguarda la prima categoria di pubblico possiamo stimare unaffluenza annuale
totale di circa 4000 presenze. Si deve, per, distinguere tra gli studenti (a) che svolgono attivit
dei percorsi scolastici e (b) che partecipano agli Eventi (ad esempio alla Notte Europea dei
Ricercatori; Trofeo Mariperman; Festa della Marineria ...):

Il numero di studenti che vengono ospitati da Centri ed Organismi di Ricerca Associazioni


culturali, Imprese da questanno in esponenziale aumento per lapplicazione della nuova legge
[1] che prevede il coinvolgimento obbligatorio di tutti gli studenti dalla terza alla quinta superiore.
Nel corso del 2015, 235 studenti (circa il 5% della popolazione totale che, secondo il Rapporto
Economia Provinciale della Provincia della Spezia 2010, pari a 4700 studenti) hanno potuto
svolgere parte delle ore di Alternanza Scuola-Lavoro presso alcuni dei Partner del Progetto.
La partecipazione ad Eventi di Divulgazione ha visto una media di circa 1000 presenze per
evento (circa il 3,7 % della popolazione studentesca provinciale totale che, secondo il Rapporto
Economia Provinciale della Provincia della Spezia 2010, pari a 27.054 studenti). Questo numero
relativamente basso legato al fatto che a tali eventi - in genere realizzati in centro Citt - hanno
potuto partecipare principalmente le Scuole dellarea del Golfo della Spezia per motivi legati alle
difficolt di spostamento (economiche, logistiche ed organizzative) delle altre scuole provinciali. E
intenzione dei partner di Progetto cercare di alzare la percentuale di affluenza al 7.5% (i.e. 2032
presenze), tramite lorganizzazione del trasporto per gli studenti delle scuole con sede al di fuori
dei confini del Comune della Spezia.
2. Per quanto riguarda la seconda categoria di pubblico, possiamo stimare unaffluenza annuale
totale di circa 4600 presenze. Il dato calcolato dalla somma di (a) partecipanti ai seminari di
approfondimento e di (b) visitatori alle iniziative.
Laffluenza ai seminari data dallipotesi di utilizzo di spazi che verranno messi a disposizione dal
Comune della Spezia (la cui capienza va da un minimo di 150 ad un massimo di 250 posti (in
piedi e/o a sedere). La capienza viene poi moltiplicata per il numero di eventi da svolgersi durante
larco dellanno (circa 8 seminari di approfondimento pi relative mostre). Si otterrebbero circa
1600 presenze.
Laffluenza agli Eventi (come Notte Europea dei Ricercatori, Trofeo Mariperman, Festa della
Marineria) ha visto affluenze medie pari a 1000 presenze per evento. Considerando 3
partecipazioni a 3 di questi eventi si otterrebbero circa 3000 presenze.
A conclusione, possiamo stimare unaffluenza annuale totale agli eventi organizzati dal Centro di
Competenza di circa 8600 presenze annue totali.
Inoltre, poich le edizioni 2010 e 2015 della Festa della Marineria e 2014 e 2015 della Notte
Europea dei Ricercatori, le cifre di affluenza riguardavano ancora un pubblico proveniente
prevalentemente dalla Provincia della Spezia (dato confermato anche dagli indirizzi IP di coloro
che hanno visitato le pagine ufficiali ed i social network predisposti) si pu concludere che tale
cifra di 8600 presenze annue totali corrisponderebbe al 3,84% della popolazione della provincia
spezzina (stimata al 2010 a 223.516 residenti).
Gli interventi avranno, poi, una visibilit e una fruizione aggiunta ed ulteriore grazie al supporto
della radio web Scientificast che amplier la diffusione dei messaggi del Centro di Competenza
La Spezia, Golfo dei Poeti e della Scienza attraverso lo strumento della rete, dei social network
e, soprattutto lo strumento del podcasting. Grazie al nutrito gruppo di sostenitori del podcast (ha
21306 likes sulla sua pagina Facebook, 6813 followers su Twitter ed dalla sua fondazione - nel
2007 - tra le migliori app gratuite della categoria Istruzione negli Stores di Windows 8 e di Itunes
con una media di 1000 download mensili) la diffusione di alcune interviste e conferenze tramite
questa radio web permetter di raggiungere un pubblico appassionato ed ancora pi ampio,
nazionale ed internazionale.

[1] Legge 13 luglio 2015, n. 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e
delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti. G.U. n. 162 del 15.07.2015
http://www.istruzione.it/allegati/2015/guidaASLinterattiva.pdf
[2] http://www.sp.camcom.it/rapporto-economia-provinciale

1.9

Aspetti innovativi (massimo 10 righe)


(Spiegare come il progetto innovativo per il contenuto proposto o per il territorio in cui ricade o
per le metodologie adottate)
Tra gli elementi innovativi del progetto:
1. lintegrazione e il riconoscimento dei valori umanistici e storici nella cultura scientifica e
tecnologica per superare lo stereotipo di una cultura fatta a compartimenti stagni;
2. listituzione di processi formativi finalizzati a implementare le competenze educative e culturali
degli studenti e dei cittadini attraverso esperienze pratiche;
3. il coinvolgimento del mondo dellimpresa e della ricerca per la prima volta nel nostro territorio
con listituzione di un Centro di Competenza La Spezia, Golfo dei Poeti e della Scienza che
rappresenta uno spazio di cooperazione inedito, volto ad incrementare la capacit di orientamento
nel mondo del lavoro e nella societ da parte di studenti, docenti e famiglie.

1.10 Attivit di comunicazione (massimo 10 righe)


(Specificare le attivit di comunicazione che si intendono mettere in atto per la diffusione e la
promozione del progetto)
Il Piano di comunicazione sar omogeneo, coerente e condiviso e prevede la stretta collaborazione
con gli uffici di riferimento della Fondazione Carispezia, dei Partner di Progetto e dei Beneficiari (ad
es. Scuole): (1) Rapporti con la stampa - tramite (a) comunicati e conferenze stampa, (b) spazi
dedicati su emittenti televisive locali (ad es. Tele Liguria Sud), (c) spazi su quotidiani locali (Secolo
XIX) e su stampa specializzata; (d) spazi web su quotidiani locali (ad es. Cronaca4) ed altri portali
(Scientificast). (2) Comunicazione on-line tramite (a) siti web e (b) social dei Partner di Progetto e
dei Beneficiari, (c) podcast (ad es. Scientificast). (3) Comunicazione postale tramite inviti (a)
cartacei e (b) a mailing list. (4) Comunicazione esterna tramite (a) affissione di manifesti DINA0
nelle principali strade delle citt di Sarzana, Portovenere, Lerici e La Spezia (b) affissione di
locandine DINA4 e (c) posa di banner in PVC nelle strade principali.

1.11 Sostenibilit nel tempo


(Evidenziare gli elementi che rendono tale progetto sostenibile nel tempo, oltre il finanziamento
del presente bando. Se si prevedono contributi, successivi al termine del progetto, precisare da
quale Ente e con quale modalit).
Il Centro di Competenza potr mantenere la continuit nel tempo tramite lindividuazione di Bandi
e la partecipazione a Progetti che garantiscano le:
a) Risorse economiche provenienti dai costi strutturali e di supporto alle attivit di altri Progetti

per coprire i costi amministrativi, tecnici logistici e trasversali e mantenere il funzionamento del
Centro di Competenza.
b) Risorse Umane provenienti dai Partner di Progetto
Gli interventi che saranno organizzati e supportati dal Centro di Competenza La Spezia, Golfo
dei Poeti e della Scienza allinterno della Proposta Progettuale fanno parte di attivit che
comunque verrebbero portate avanti da alcuni dei Partner di Progetto. Infatti, la Disseminazione
Scientifica (che si divide in due sotto-categorie (1) specializzata ed interna alla comunit
scientifica oppure (2) diffusa e semplificata per una platea pi ampia (detta anche Divulgazione))
costituisce un aspetto fondamentale dellattivit di Ricerca ad opera di Enti ed Organismi di
Ricerca (quali CSSN, CNR, INGV, DLTM), Grandi Imprese, Piccole e Medie Imprese, ma anche
Istituti Scolastici e Appassionati.
Da una parte, infatti, queste attivit hanno una ricaduta importante che si rapporta direttamente
alle future prospettive di sviluppo e sostenibilit della ricerca, alle capacit di attrarre investimenti
pubblici e privati e allavanzamento professionale del/la singolo/a ricercatore/ricercatrice.
Inoltre negli ultimi decenni la Divulgazione ha assunto un peso sempre maggiore nella
presentazione di programmi di ricerca nazionali ed europei, in quanto espressamente richiesta e
fattore spesso fondamentale per lapprovazione o meno di un progetto.
c) Risorse Umane provenienti da Istituzioni:
Da anni gli Enti di Ricerca partner del Progetto collaborano con il Laboratorio Territoriale di
Educazione Ambientale del Comune della Spezia (LabTER) in attivit collaterali ed extracurricolari
dedicate alla sensibilizzazione ambientale Un Mare di Scienza[1].
d) Risorse Umane provenienti dagli Istituti Scolastici (stage Alternanza Scuola-Lavoro):
Sono state gi espresse le Manifestazioni di Interesse e trascritte le relative Convenzioni Bilaterali
fra gli Istituti Scolastici [2] e gli Enti di Ricerca, alcuni Soci del DLTM e lo stesso DLTM e
Associazioni Culturali come Dalla Parte dei Forti circa i percorsi obbligatori nel secondo biennio
e nellultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, con una differente durata
complessiva rispetto agli ordinamenti: almeno 400 ore negli istituti tecnici e professionali e almeno
200 ore nei licei, da inserire nel Piano triennale dellofferta formativa[3]. Gli studenti e le
studentesse potranno, quindi, partecipare attivamente e contribuire allorganizzazione e
realizzazione degli interventi della Proposta Progettuale, ottenendo in cambio crediti scolastici.
[1]http://www.gazzettadellaspezia.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=35426:un-mare-discienza-per-le-scuole-spezzine&Itemid=9887
[2] Liceo Classico "L.COSTA" SPPC010009
Liceo Scientifico "A.PACINOTTI" SPPS01000C
Liceo "G.MAZZINI" SPPM01000D
I.I.S. "T.PARENTUCELLI-C. ARZELA' "SPIS01100V
ITC "FOSSATI/DA PASSANO" SPIS00900V
Istituto "G.CAPELLINI/N.SAURO" SPIS00600B
Istituto "V.CARDARELLI" SPIS002004I
Istituto "L.EINAUDI/D.CHIODO" SPIS007007
IPSAR "CASINI" SPRH010006
[3] Legge 13 luglio 2015, n. 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e
delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti. G.U. n. 162 del 15.07.2015

http://www.istruzione.it/allegati/2015/guidaASLinterattiva.pdf