Sei sulla pagina 1di 192

Pubblicazione a cura di E.R.S.U. e Università di Urbino.

Direzione Massimo Fortini (ERSU),


Marco Cangiotti (Università).
Coordinamento redazionale Lorenzo Ciaffoncini (ERSU),
Simona Pigrucci (Università).
Collaborazione Claudia Ferri
e Walter Cupparoni (ERSU),
Francesco Biagetti,
Giuseppe Biancalana
e Donatello Trisolino
(Università).
Grafica e foto muschi&licheni
Marcello Signorile,
Raffaele Mariotti
(restyling del progetto
di Dolcini Associati).
Stampa Arti Grafiche STIBU, Urbania.
Indice

Parte prima
L’Università
Storia, Facoltà e Corsi p 11
Dentro l’Università
Iscrizione, tasse, agevolazioni e servizi p 91

Parte seconda
Istituti Superiori
Accademia, I.S.I.A., Conservatorio e I.F.G. p 115

Parte terza
Il diritto allo studio
E.R.S.U. di Urbino p 125

Parte quarta
La città di Urbino
Storia, monumenti e servizi p 157
Per orientarsi
Cartine: Università, E.R.S.U. e Istituti Superiori p 187

3
Presentazione

Cinque secoli di storia - tanti ne ha festeggiati nel 2006 l’Università di Urbino –


non sono semplicemente un vanto da celebrare ma un patrimonio di cui fruire,
e come ogni patrimonio costituiscono una potente energia per l’azione. Essi
infatti ci rendono ricchi di esperienza e memoria, ricchi di cultura e di
conoscenza, e questa ricchezza ci permette di affrontare con sicurezza i compiti
del tempo presente e quelli del tempo futuro.
Così, i giovani che scelgono di compiere i loro studi universitari ad Urbino
possono farlo avendo la certezza che non si affidano a qualcosa di improvvisato
o di provvisorio, ma ad una comunità di ricercatori e di docenti prestigiosa ed
altamente professionale, conosciuta ed apprezzata a livello nazionale ed
internazionale (come dimostrano i lusinghieri risultati della recente indagine
ministeriale sulla ricerca, che colloca l’Ateneo urbinate al primo posto in due
settori, al terzo posto in altri due e al di sopra della media nazionale in tutti gli
altri).
La stessa cosa deve essere detta per le strutture amministrative e di supporto
alla didattica, per i collegi e per i servizi messi a disposizione degli studenti:
anche grazie alla preziosa opera dell’E.R.S.U., è davvero difficile trovare in altri
contesti universitari quanto la nostra Università è in grado di offrire, sia per
qualità che per quantità. Ricordo in particolare la convenzione con la Banca
delle Marche, che rende possibile a tutti gli studenti di fruire del cosiddetto
“prestito d’onore” per autofinanziare i propri studi; la realizzazione di un
sistema wireless per tutte le sedi dell’università e il territorio circostante, che
consente a studenti e professori un immediato accesso alla rete e la possibilità
di navigare e telefonare usando la banda larga gratis, conferendo un ulteriore e
innovativo significato al concetto di Urbino come “città campus”.
Prestigiosa tradizione e continua innovazione sono, dunque, i tratti che ci
caratterizzano, e siamo certi che grazie ad essi gli studi universitari ad Urbino
continuino a rappresentare, per i ragazzi e le loro famiglie, un investimento su
cui riporre piena fiducia.

Giovanni Bogliolo
Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”

5
Presentazione

In collaborazione con il Comune, l’ISIA, l’Accademia e naturalmente, in primo luogo,


l’Università, nonché altre prestigiose istituzioni urbinati, prosegue l’impegno di
questo Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario non solo per garantire il
“diritto allo studio” ai capaci e meritevoli (e grande è stato l’impegno per garantire la
borsa di studio e l’alloggio a tutti gli aventi diritto); non solo per mantenere alto il
livello qualitativo di servizi quali la ristorazione; non solo per creare sempre nuove
occasioni e opportunità culturali e ricreative (tornei di calcio interfacoltà, concorsi
musicali, ecc.); ma da quest’anno anche per favorire l’afflusso di nuovi giovani,
nuovi studenti, dall’Italia e dal mondo, per fronteggiare una crisi di iscrizioni e di
frequenza generalizzata a tutte le Università italiane.
Soprattutto durante l’estate, ma anche durante l’intero anno accademico, numerose
sono state le iniziative per favorire l’afflusso dei giovani e la loro permanenza ad
Urbino: da una nuova organizzazione delle residenze universitarie, alla
ristrutturazione e al rilancio dell’immagine (con nuovo sito internet
www.collegiocolle.it, nuovi depliant, ecc.) del Collegio del Colle (che può essere
utilizzato a foresteria da diverse tipologie di utenza quali: familiari di studenti, giovani
in visita di orientamento, ecc.); dalla nuove gestione dei punti di ristoro (bar,
caffetterie, ecc.), ad una serie di iniziative ricreative e musicali ai collegi.
Notevole anche l’impegno per l’aumento dei posti letto, con la ristrutturazione della
centrale Casa dello Studente ormai in via di ultimazione, o con altre soluzioni dopo
che è quasi del tutto tramontata la prospettiva di poter contare su un nuovo collegio
nella frazione di Cavallino. Anche la nuova residenza in Via Petrucci a Pesaro (che
quest’estate ha proseguito le sue attività con nuovi utenti), non deve essere vista
come un “decentramento” dei servizi universitari, ma, innanzitutto, come una
risposta alle centinaia di studenti iscritti alla sede di Pesaro dell’Università di Urbino
e del Conservatorio Musicale di Pesaro, e poi anche come una valorizzazione globale
degli studi superiori nella nostra Provincia, in un’ottica ormai non solo nazionale, ma
sicuramente internazionale.
In definitiva, chi si ricorda le numerose proteste studentesche di diversi anni fa e chi
invece oggi sente gli applausi che gli studenti ci rivolgono in diverse occasioni (feste
ai collegi, finali tornei sportivi, ecc.), può ben intendere i faticosi passi in avanti
compiuti in questi anni. Con un pizzico d’orgoglio e senza nessuna polemica, provate
a chiedere agli studenti iscritti alle altre Università marchigiane se possono disporre
di un Ambulatorio medico o di un servizio di Consulenza Psicologica. Ciò ci
incoraggia ad andare avanti su questa strada, con l’aiuto degli stessi studenti e
delle loro rappresentanze ed associazioni.

Giancarlo Sacchi
Presidente E.R.S.U. Urbino

Massimo Fortini
Direttore E.R.S.U. Urbino

6
L’Università
Parte prima

L’Università

1.0 Storia, Facoltà e Corsi p 12


1.1 Economia p 19
1.2 Farmacia p 26
1.3 Giurisprudenza p 32
1.4 Lettere e Filosofia p 36
1.5 Lingue e Letterature Straniere p 48
1.6 Scienze della Formazione p 53
1.7 Scienze e Tecnologie p 60
1.8 Scienze Motorie p 72
1.9 Scienze Politiche p 77
1.10 Sociologia p 82

11
L’Università
1.0 Storia, Facoltà e Corsi

L’Università

L’Università Segreterie: Via Saffi n. 2.


Telefono Centralino 0722-3051. Numero verde 800-462446.
Sito: www.uniurb.it
La Storia L’origine dell’Università degli Studi di Urbino risale al 1506, quando il Duca
Guidubaldo I da Montefeltro istituì il “Collegio dei Dottori”; nel 1566 il Papa Pio
IV concesse a questo Collegio la facoltà di laureare poeti, di creare dottori in
diritto canonico e civile e di nominare notai; nel 1576 lo stesso Collegio istituì
pubbliche letture di diritto, dando origine a un “Pubblico Studio”, elevato nel
1671 a “Studio Generale” o poi a “Università” da Papa Clemente IX. Dopo
l’unità d’Italia, l’Ateneo assunse il nome di “Libera Università Provinciale” per
effetto del Regio Decreto n. 912 del 23 ottobre 1862, mentre nel 1923 diventò
“Università Libera”.
Alla prima Facoltà, di Giurisprudenza, le cui origini si fanno risalire a quelle
dell’Università stessa, si aggiunsero: Farmacia nel 1933 (anche se studi di
farmacia per il conseguimento di un apposito diploma esistevano già dal
lontano 1860), Magistero nel 1937 (dal 1997 diventato Scienze della
Formazione), Lettere e Filosofia nel 1956, Economia e Commercio nel 1959 e
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali nel 1971. Sono state attivate
nell’ultimo trentennio altre importanti Facoltà: Lingue e Letterature Straniere e
Sociologia nel 1991, Scienze Politiche e Scienze Ambientali nel 1992 (di cui
alcune già presenti come Corsi di Laurea di altre Facoltà: Lingue a Magistero e
a Lettere, Sociologia a Magistero, Scienze Politiche a Giurispru-denza). Dal
1999 l’Istituto Superiore di Educazione Fisica è diventato la Facoltà di Scienze
Motorie.
Altri Corsi di Diploma Triennale sono iniziati ufficialmente nel 1993 nella Facoltà
di Economia, ottenendo subito un gran numero di immatricolazioni: Economia
ed amministrazione delle imprese; Gestione delle amministrazioni pubbliche;
Marketing e comunicazione d’azienda. Molte preferenze hanno ottenuto anche
nuovi Corsi di Laurea: Conservazione dei Beni Culturali dal 1992 a Lettere;
Psicologia dal 1992 e Scienze dell’Educazione, già presente come Pedagogia
dal 1993 a Magistero e Scienze della Formazione Primaria dal 1998.
L’Ateneo di Urbino è quindi molto cresciuto dal dopoguerra ad oggi soprattutto
per impulso del lungo e fecondo rettorato del Sen. Carlo Bo, perdendo il “volto”
di piccola Università. Infatti, pur mantenendo i vantaggi di un accogliente luogo
di studi “a dimensione di studente”, ha ormai raggiunto il prestigio e le
dimensioni di una tra le più importanti Università italiane.

12
L’Università
1.0 Storia, Facoltà e Corsi

Il sistema universitario

I corsi attivati e le proposte formative elaborate dall'Università degli Studi di Urbino


"Carlo Bo" sono strutturati sulla base delle riforme dell'ordinamento Universitario
(D.M. 3/11/1999 n. 509 e D.M. 22/10/2004 n.270).
Il percorso formativo è articolato in: corsi di laurea (durata triennale), corsi di laurea
magistrale/specialistica (durata biennale), corsi di perfezionamento (master) e corsi
di dottorato di ricerca.
I corsi di laurea portano al conseguimento del diploma di laurea (qualifica di
dottore). Questo titolo facilita l'inserimento nel mondo del lavoro.
Chi intende invece proseguire il percorso di formazione universitaria può iscriversi -
dopo aver completato il corso di laurea - a un corso di laurea
magistrale/specialistica, al termine del quale diventerà dottore magistrale. Questa
qualifica, oltre naturalmente ad offrire una formazione più completa, permette di
accedere al mondo del lavoro con possibilità più ampie per quanto riguarda i ruoli e
le funzioni che potranno essere ricoperte (funzioni dirigenziali). Chi conclude il corso
di laurea magistrale e intende proseguire ulteriormente gli studi può accedere alle
selezioni per l’iscrizione al dottorato di ricerca. Le Facoltà organizzano inoltre
numerosi corsi di perfezionamento (o master) e corsi di aggiornamento
professionale per l’approfondimento di tematiche specifiche. I termini di iscrizione e
le modalità di frequenza sono regolamentate negli appositi bandi.
Non tutti i corsi di laurea tuttavia seguono lo schema 3 + 2: alcuni sono strutturati
per avere durata quinquennale. Si tratta dei “corsi di laurea specialistica a ciclo
unico” (es. Farmacia e Chimica e Tecnologia farmaceutiche), e il “corso di laurea
magistrale quinquennale” in Giurisprudenza (riforma degli studi giuridici, D.M.
25/11/2005).
Il sistema di valutazione si basa sui Crediti Formativi Universitari (CFU), un’unità di
misura che quantifica l’impegno medio in termini di ore che lo studente deve
“riservare” alle attività di studio o lezione, necessario al superamento degli esami.
Ogni CFU “equivale” a 25 ore di impegno. Tutti gli esami che gli studenti sono tenuti
a sostenere per proseguire gli studi riportano un preciso valore in termini di CFU.
Il conseguimento della laurea comporta l’acquisizione di 180 CFU, mentre la laurea
magistrale/specialistica 120 CFU, che si vanno ad aggiungere ai 180
precedentemente maturati, per un totale di 300 CFU. I corsi di laurea “specialistica
a ciclo unico” e “magistrale quinquennale” hanno un percorso unico di 300 CFU.
Le discipline o materie, che sono oggetto - al termine delle lezioni – di prove di
esame, oltre ad avere un numero preciso di CFU sono abbinate ai c.d. Settori
Scientifico Disciplinari (SSD), ovvero aree tematiche di formazione. Ogni corso di
laurea è quindi organizzato in modo da offrire percorsi di studio “bilanciati” nelle
diverse aree di formazione, al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi di
preparazione e conoscenza dichiarati.
Le pagine dedicate all’offerta formativa forniscono indicazioni più precise sui singoli
corsi di laurea. Per ulteriori approfondimenti e i piani di studio: www.uniurb.it.

13
L’Università
1.0 Storia, Facoltà e Corsi

Le Facoltà e i loro Corsi di Laurea

ECONOMIA
Lauree (triennali) - Economia aziendale (L-18)
- Economia e commercio (L-33)
Lauree - Economia e gestione aziendale (LM-77)
Magistrali/Specialistiche - Marketing e comunicazione per le aziende (LM-77)
(biennali)

FARMACIA
Lauree (triennali) - Scienza della nutrizione (24)
- Tecniche erboristiche (24)
Lauree Specialistiche - Chimica e tecnologia farmaceutiche (14/s)
quinquennali e ciclo unico - Farmacia (14/s) (1° anno in comune; dal 2° anno lo studente è
libero di scegliere il corso di laurea nel quale proseguire gli studi)

GIURISPRUDENZA
Lauree (triennali) - Consulente del lavoro (2)
Lauree Magistrali - Giurisprudenza (LMG/01)
quinquennali e ciclo unico

LETTERE E FILOSOFIA
Lauree (triennali) - Design e discipline della moda (23) (posti disponibili 62 – vedi bando)
- Filosofia (L-5)
- Lettere e beni culturali (L-1 e L-10): curriculum letterario
classico; curriculum letterario moderno; curriculum
archeologico; curriculum storico - artistico.
- Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali
(41) (posti disponibili 25 – vedi bando)
Lauree Magistrali / - Archeologia e letterature classiche del Mediterraneo (LM-2 e LM-15)
Specialistiche (biennali) - Conservazione e restauro del patrimonio storico-artistico (12/s)
- Storia dell’arte (95/s)
- Teorie della conoscenza, della morale, della comunicazione (18/s)
- Tradizione ed interpretazione dei testi (16/s)

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE


Lauree (triennali) - Lingue e culture straniere (L-11): curriculum linguistico
culturale occidentale; curriculum linguistico culturale orientale
(sede di Pesaro); curriculum linguistico aziendale;
Lauree Magistrali / - Comunicazione interculturale d’impresa (LM-38)
Specialistiche (biennali) - Lingue per scuole, spettacoli e libri (LM-37)

SCIENZE DELLA FORMAZIONE


Lauree (triennali) - Scienze dell’educazione e della formazione (L-19)
- Scienze e tecniche psicologiche (L-24) (posti disponibili 250 – vedi bando)

14
L’Università
1.0 Storia, Facoltà e Corsi

Lauree Quadriennali - Scienze della formazione primaria (posti disponibili 100 – vedi
bando)
Lauree Magistrali / - Pedagogia e progettazione educativa (LM-85)
Specialistiche (biennali) - Psicologia clinica (LM-51) (posti disponibili 120 – vedi bando)

SCIENZE E TECNOLOGIE
Lauree (triennali) - Biotecnologie (L-2) (sede di Fano)
- Informatica applicata (26) (anche percorso online)
- Scienze biologiche (L-13)
- Scienze geologiche e gestione del territorio (L-34)
- Scienze per l’ambiente e la natura (L-32)
Lauree Magistrali / - Biologia molecolare, sanitaria e della nutrizione (LM-6)
Specialistiche (biennali) - Biotecnologie industriali (8/s) (sede di Fano)
- Ecologia dei cambiamenti climatici (LM-75)
- Geologia applicata al territorio (LM-74)

SCIENZE MOTORIE
Lauree (triennali) - Scienze motorie, sportive e della salute (L-22)
Lauree Magistrali / - Scienze motorie per la prevenzione e la salute (LM-67)
Specialistiche (biennali) - Scienze dello sport (LM-68)

SCIENZE POLITICHE
Lauree (triennali) - Scienze politiche (15)
Lauree Magistrali / - Scienze politiche (70/s)
Specialistiche (biennali)

SOCIOLOGIA
Lauree (triennali) - Scienze della comunicazione (L-20) (anche percorso online):
curriculum: spettacolo e new media; curriculum informazione e
new media; curriculum comunicazione pubblicitaria (sede di
Pesaro); curriculum comunicazione pubblica, d’impresa e del
turismo (sede di Pesaro)
- Sociologia e servizio sociale (L-39 e L-40) (anche percorso
online); curriculum antropologico - culturale; curriculum socio -
territoriale; curriculum servizio sociale
Lauree Magistrali / - Comunicazione e pubblicità per le organizzazioni (LM-59) (sede
Specialistiche (biennali) di Pesaro) (posti disponibili 40 – vedi bando)
- Editoria, informazione e sistemi documentari (LM-5 e LM-19)
- Organizzazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
(LM-87) (anche percorso online)
- Sociologia della multiculturalità (LM-88)

15
L’Università
1.0 Storia, Facoltà e Corsi

Corsi di Master, di Perfezionamento,


di Formazione e di Aggiornamento
professionale
L’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” organizza ogni anno corsi di
Master (I e II livello), di Perfezionamento , di Formazione e di
Aggiornamento (www.uniurb.it).
Le informazioni inerenti i programmi, l’organizzazione didattica e le
modalità di iscrizione e di frequenza sono indicate nei singoli bandi,
consultabili sul sito internet di Ateneo.

CORSI DI MASTER Per i termini di iscrizione e partecipazione si vedano i singoli bandi


A.A. 2009/2010
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Master di II livello in “Diritto e gestione dell’ambiente e del territorio”

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Master di I livello in “Professionisti dell’informazione culturale”


Master di I livello in “Redattori editoriali”
Master di I livello in “Fashion Publishing” *
Master di I livello in “I materiali della moda” *
* in corso di approvazione

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE Master di I livello in “Lingua e didattica dell’inglese per maestri”
STRANIERE Master di I livello in “Insegnare italiano a stranieri: scuola, università e
impresa”
Master di I livello in “English for the International Scientific and Academic
Setting”

FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA Master di I livello in “Modelli didattici e qualità dell’insegnamento”


FORMAZIONE Master di I livello in “Consulenza grafologica peritale-giudiziaria e
professionale”
Master di I livello in “Counseling and coaching skills: abilità di counseling e
coaching in ambito formativo e professionale”
Master di I livello in “Scienze storico-antropologiche delle religioni:
pluralismo religioso e coesione sociale”

FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA Master di I livello in “Giornalismo online e social media”


Master di I livello in “Management innovativo delle organizzazioni sanitarie.
E- government della sanità”

FACOLTA’ DI SCIENZE E TECNOLOGIE Master di II livello in “Strumenti e metodi per la conservazione e


valorizzazione dei beni culturali”

FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE Master di I livello in “Rieducazione funzionale”

INTERFACOLTA’ (Facoltà di Scienze Master di II livello in “Scienze amministrative”


Politiche - Facoltà di Giurisprudenza
- Facoltà di Economia)

16
L’Università
1.0 Storia, Facoltà e Corsi

Corsi di perfezionamento,
di formazione e di aggiornamento
a.a. 2009/2010*
Per i termini di iscrizione e partecipazione si vedano i singoli bandi

FACOLTA’ DI ECONOMIA Corso di formazione in “Addetti alla gestione dei sistemi di qualità” –
Dipartimento di Studi su Società, Politiche e Istituzioni in collaborazione
con la Facoltà di Scienze Politiche
Corso di aggiornamento professionale in “ Amministrazione locale e
sviluppo umano”

FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA Corso di perfezionamento in “Borderland: trauma e emozioni borderline”


FORMAZIONE Corso di perfezionamento in “Intelligenza emotiva e processi formativi”
Corso di perfezionamento in “La diagnosi psicodinamica della
personalità”
Corso di perfezionamento in “Lettura e scrittura creativa”
Corso di perfezionamento in “Modelli e tecniche di valutazione delle
risorse umane nelle organizzazioni”
Corso di perfezionamento in “Perizia e consulenza tecnica psicologica in
ambito forense”
Corso di perfezionamento in “Psicodiagnostica forense”
Corso di perfezionamento in ”Psicopatologia dell’apprendimento”
Corso di perfezionamento in “Psicopedagogia e rieducazione scolastica
dei disturbi di apprendimento”
Corso di perfezionamento in “Strumenti per la valutazione dell’abuso
sui minori”
Corso di aggiornamento professionale in “Psicopedagogia e
rieducazione scolastica dei disturbi di apprendimento”

FACOLTA’ DI LINGUE E Corso di alta formazione in “Il mercato dell’arte”


LETTERATURE STRANIERE Corso di alta formazione in “Il turismo culturale”
Corso di aggiornamento professionale in “Lingua e didattica dell’inglese
per maestri”

FACOLTA’ DI SCIENZE E Corso di perfezionamento in “Geologia medica”


TECNOLOGIE Corso di perfezionamento in “Statistica avanzata per scienze
geologiche, naturali, biologiche ed ambientali”
Corso di alta formazione in “Comunicazione e immagine turistica
(Ambasciatore territoriale dell’enogastronomia)”
Corso di alta formazione in “Dall’Università all’impresa: la ricerca come
professione”

* ulteriori corsi di perfezionamento ed aggiornamento potranno essere


proposti dalle Facoltà e dai Dipartimenti entro il 30 settembre 2009

17
Università
1.1 Economia

Facoltà di Economia

Preside Prof. Massimo Ciambotti


Presidenza Via Saffi, 42 - Tel. 0722 305500
www.econ.uniurb.it - Email presecon@econ.uniurb.it
La Facoltà La Facoltà di Economia sviluppa una intensa attività culturale e si colloca ai primi
posti nelle graduatorie nazionali per l’attività di ricerca. Per quanto riguarda l’offerta
didattica, gli obiettivi perseguiti sono:
• garantire una elevata qualità dei percorsi formativi e, nel contempo, un carico di
studio che assicuri la possibilità di laurearsi in corso;
• trasmettere una solida formazione di base unita a competenze professionali
specialistiche;
• favorire l’acquisizione dei linguaggi (in particolare, informatica e lingue straniere)
necessari per operare in un mondo sempre più dinamico e globale;
• offrire supporti (job placement) ed esperienze (stage) per l’inserimento nel mondo
del lavoro.

Per il perseguimento di questi obiettivi nelle Lauree Triennali sono state assunte le
seguenti iniziative:
• certificazione ISO 9001 per tutti i corsi di laurea;
• curricula di studi con un numero di crediti inferiore nel primo anno, per facilitare il
superamento delle difficoltà inizialmente incontrate dagli studenti;
• possibilità di cambiare corso di laurea col pieno riconoscimento dei crediti
acquisiti, alla fine del primo anno di studio;
• possibilità di iscriversi come studenti part-time;
• semestralizzazione dei corsi;
• sviluppo di forme di attività didattica innovativa (lavori di gruppo, seminari con
imprenditori e professionisti, case-study, visite aziendali ecc.).

Per le Lauree Magistrali sono state assunte le seguenti iniziative:


• adozione di una didattica fortemente attiva, con frequenti lavori di gruppo,
seminari, discussioni di casi, con l’obiettivo di sviluppare non solo conoscenze
teoriche e applicative ma anche skill utili per il futuro inserimento nell’attività
lavorativa;
• possibilità di iscriversi come studenti part-time;
• organizzazione di corsi di supporto (per gli studenti non in possesso dei requisiti
curriculari per l’iscrizione) che aiutano a prepararsi per i test di verifica da
sostenere entro dicembre.

Servizi di supporto • Centro di Calcolo con una moderna aula informatica. Disponibilità di Internet Point
e possibilità di collegarsi a Internet con la tecnologia wireless. Possibilità di
conseguire il certificato informatico E.C.D.L. (European Computer Driving Licence),
anche nella sua forma Advanced-Livello Applicativo. Possibilità di seguire seminari
e avere accesso a servizi tramite Web TV.
• Laboratorio Linguistico: organizzazione di corsi di base e avanzati, seminari in
lingua straniera su tematiche specifiche (commerciali, di marketing, economiche,
ecc.) e, nei mesi di settembre e ottobre, di corsi intensivi di Lingua Inglese e
Tedesca di livello base. Sede di esame B.E.C. (Business English Certificate
University of Cambridge).
• Tirocini formativi (stage) effettuabili presso oltre 3000 imprese ed enti.
Segnalazioni per l’inserimento nel mondo del lavoro.

19
Università
1.1 Economia

Corso di laurea
Economia aziendale
L-18, classe delle lauree in scienze dell’economia e della gestione aziendale

Obiettivi formativi Il corso sviluppa le conoscenze necessarie per la comprensione


dei processi di funzionamento e di gestione dei sistemi
aziendali, con approfondimenti specifici sulle principali aree
funzionali e tenendo conto delle specificità che derivano dalla
dimensione, dal grado di internazionalizzazione, dal settore di
appartenenza. Il corso intende formare figure professionali
capaci di comprendere contesti economico-aziendali e di
svolgere attività manageriali all’interno dell’azienda e delle sue
principali funzioni, nonché di svolgere attività consulenziali e
professionali (revisore contabile ed esperto contabile, previo
superamento dell’esame). Gli insegnamenti e l’impostazione
della didattica nei curricula proposti sono diretti ad integrare la
formazione di base (relativa a discipline matematiche,
economiche ed economico-aziendali, giuridiche) cono
conoscenze e capacità teorico-metodologiche e far acquisire
abilità professionali riferite a tre diversi ambiti: Manageriale,
Amministrazione d’Impresa e Professione (sede di Fano),
Marketing.
Prospettive occupazionali Gli sbocchi professionali sono molteplici con riferimento sia al
rapporto di lavoro (dipendente ed autonomo), sia ai possibili
settori di inserimento (industriale, di servizi, commerciale,
artigianale, del credito, Camere di Commercio, Amministrazioni
Pubbliche ecc.), sia alle funzioni che si possono svolgere
(gestione, amministrazione, controllo, organizzazione, gestione
delle risorse umane, marketing e vendite,
internazionalizzazione, sistemi informativi ecc.). Il corso dà la
possibilità anche di acquisire una formazione utile per svolgere
attività consulenziali e professionali.
Informazioni Docenti/ scrivere a: promo.economia@uniurb.it
Tutor di riferimento telefonare a: Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici: tel.
0722 305509 - fax 0722 305541
contattare: Prof.ssa Annalisa Tunisini (Coordinatrice del Corso
di Laurea)
Email annalisa.tunisini@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305239 - Email segr-econ@uniurb.it

20
Università
1.1 Economia

Corso di laurea
Economia e commercio
L-33, classe delle lauree in scienze economiche

Obiettivi formativi Il Corso di Laurea si propone di offrire agli studenti gli strumenti
di base per l’analisi dell’economia e degli strumenti finanziari,
fornendo una formazione metodologica adeguata per la
comprensione e l’analisi dei fenomeni macroeconomici, dei
processi di cambiamento tecnologico e di internazionalizzazione
delle imprese, delle istituzioni e dei mercati finanziari e
monetari.
L’obiettivo è quello di sviluppare conoscenze di base rigorose e
versatili, utilizzabili per operare in imprese e istituzioni private e
pubbliche, con compiti di analisi, di definizione delle politiche,
nonché di diffusione delle conoscenze economiche.
Il piano di studi previsto, oltre a fornire una base di formazione
comune sulle discipline fondamentali di tipo economico,
aziendale, giuridico e quantitativo, consente di indirizzare lo
studente secondo due percorsi formativi specifici (o curricula):
Economia ed Economia Finanziaria.
Prospettive occupazionali Il corso di laurea in Economia e Commercio mira alla
formazione di figure professionali polivalenti per occupazioni nei
settori economici del pubblico, del privato e dell’economia
sociale, accanto a figure specifiche che potranno candidarsi per
posizioni tecniche e manageriali all’interno delle istituzioni
finanziarie o delle divisioni finanziarie delle imprese
manifatturiere e di servizi.
Il curriculum in Economia offre diverse prospettive
occupazionali presso imprese private, istituzioni pubbliche,
organizzazioni sociali, con compiti di analisi, sviluppo di
strategie, gestione di politiche.
Il curriculum in Economia Finanziaria sviluppa competenze
utilizzabili presso imprese private, istituzioni economiche
collegate ai mercati internazionali, istituzioni assicurative e
bancarie, società finanziarie, altre società di analisi o di
consulenza sui temi della finanza.
Informazioni Docenti/ scrivere a: promo.economia@uniurb.it
Tutor di riferimento telefonare a: Dipartimento di Economia e Metodi Quantitativi
tel. 0722 305510 - fax 0722 305550
contattare: Prof. Ilario Favaretto (Coordinatore del Corso di
Laurea)
Email ilario.favaretto@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305239 - Email segr-econ@uniurb.it

21
Università
1.1 Economia

Corso di laurea magistrale


Economia e gestione aziendale
LM-77, classe delle lauree magistrali in scienze economico-aziendali

Obiettivi formativi Il corso intende fornire una conoscenza approfondita delle


strutture e dei processi aziendali, nonché far assimilare le
principali metodologie e tecniche gestionali, economiche,
contabili, giuridiche e quantitative necessarie per il governo
delle imprese e delle istituzioni economiche e finanziarie. Il
corso mira a formare figure professionali altamente qualificate,
idonee a ricoprire ruoli manageriali, imprenditoriali e
consulenziali nelle diverse aree di attività di imprese e altre
istituzioni, in una prospettiva sia nazionale, sia internazionale.
Un curriculum dedicato offre inoltre una formazione orientata
all’esercizio della professione di Dottore Commercialista.
Prospettive occupazionali Gli sbocchi professionali previsti dal presente corso di laurea
magistrale sono molteplici e differenziati in funzione dei
percorsi formativi scelti:
• il percorso Manageriale consente di ricoprire ruoli manageriali
o imprenditoriali nelle imprese e nelle organizzazioni afferenti
a diversi settori industriali e dei servizi;
• il percorso Professionale permette di accedere all’esame di
stato per Dottore Commercialista o di svolgere attività di
consulenza alle imprese, nelle aree economica,
amministrativa e gestionale;
• il percorso Mercati Internazionali e Innovazione sviluppa
professionalità idonee a lavorare presso imprese, centri di
ricerca, organismi internazionali, istituzioni pubbliche, con
compiti di analisi, programmazione e valutazione di strategie e
politiche;
• il percorso Mercati Finanziari offre sbocchi professionali
presso banche, assicurazioni, altre istituzioni finanziarie, per
lo svolgimento di attività di ricerca, di analisi e di gestione
finanziaria.
Informazioni Docenti/ Prof. Paolo Felice Censoni (Coordinatore del corso di laurea)
Tutor di riferimento e-mail: paolo.censoni@uniurb.it

Prof.ssa Laura Gardini (Responsabile Commissione Piani di


Studio e Trasferimenti, Sportello Informazioni Studenti)
e-mail: laura.gardini@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305239 - Email segr-econ@uniurb.it

23
Università
1.1 Economia

Corso di laurea magistrale


Marketing e comunicazione
per le aziende
LM-77, classe delle lauree magistrali in scienze economico-aziendali

Obiettivi formativi Obiettivo del corso di laurea magistrale in Marketing e Comunicazione per le Aziende è
creare figure professionali con capacità tecniche e manageriali di alta qualificazione
per la gestione dei rapporti tra impresa e mercato e per il governo delle imprese
turistiche e dei sistemi turistici territoriali. L’offerta didattica è finalizzata da un lato
allo sviluppo di capacità metodologiche e di inquadramento teorico dei problemi atte a
consentire un futuro continuo aggiornamento delle conoscenze, dall’altro
all’acquisizione di conoscenze e capacità operative per la formulazione e gestione
delle strategie competitive e di marketing delle imprese, funzionali a:
•la comprensione dei processi evolutivi della disciplina di marketing;
•l’apprendimento di concetti, linguaggi e modelli tratti dalla statistica e
dall’informatica, funzionali al marketing;
•la formulazione delle strategie competitive e delle scelte strategiche di marketing
delle imprese;
•la programmazione delle politiche di marketing, con particolare riferimento alle
politiche di comunicazione e alla valorizzazione di internet;
•il coordinamento dei processi di marketing, con attenzione alla valorizzazione delle
risorse umane coinvolte;
•l’approfondimento dei modelli operativi da adottare in vari settori applicativi ed in
particolare nelle imprese turistiche e nel marketing del territorio;
•la comprensione del contesto economico e normativo.
Le metodologie didattiche adottate prevedono una partecipazione attiva degli
studenti, con esercitazioni e discussioni di casi volte a sviluppare la capacità di
leggere e interpretare testi complessi, le capacità comunicative, relazionali e di lavoro
in gruppo, le capacità applicative delle tecniche studiate e le capacità di problem
solving. Funzionali all’incremento di queste capacità sono anche i tirocini presso le
imprese.
Prospettive occupazionali Il corso permette sbocchi professionali, con ruoli manageriali anche di medio-alto
livello nell’ambito della funzione di marketing, in molteplici settori. Le opzioni previste
consentono, infatti, approfondimenti finalizzati all’inserimento nelle grandi o nelle
piccole e medie imprese, nei settori industriale, agroalimentare, commerciale,
turistico o dei servizi, nel campo della consulenza e delle nuove professioni connesse
allo sviluppo delle tecnologie dell’informatica e della comunicazione.
Informazioni Docenti/ Prof. Fabio Musso (Coordinatore del Corso di Laurea)
Tutor di riferimento e-mail: fabio.musso@uniurb.it

Prof.ssa Laura Gardini (Responsabile Commissione Piani di Studio e Trasferimenti,


Sportello Informazioni Studenti)
e-mail: laura.gardini@uniurb.it
Informazioni Segreteria Informazioni Segreteria Studenti
Studenti Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305239 - Email segr-econ@uniurb.it

24
Università
1.2 Farmacia

Facoltà di Farmacia

Preside Prof. Orazio Cantoni


Presidenza P.zza Rinascimento, 6 - Tel. 0722 303321/322
www.uniurb.it/farmacia - Email farmacia@uniurb.it
La Facoltà La Facoltà di Farmacia è una delle più antiche Facoltà
dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”: studi di
farmacia per il conseguimento di un apposito diploma esistono
dal 1860 ma le sue radici risalgono al XVII secolo.
La Facoltà di Farmacia di Urbino, nel solco della tradizione ma
anche monitorando i mutamenti che le realtà professionali dei
futuri laureati hanno subito nel corso dei decenni, si è posta
come obiettivi primari la qualità della didattica e della
sperimentazione ed è sempre stata e continua ad essere
particolarmente sensibile a fornire tutti i mezzi necessari per
l’apprendimento e la formazione.
Una presenza costante del personale e una forte attenzione
alle esigenze culturali e del mondo del lavoro determinano le
condizioni per una perfetta sinergia tra chi opera nella struttura
e gli studenti.
La Facoltà di Farmacia di Urbino è una facoltà in crescita: sia
numericamente sia qualitativamente. Un’indagine svolta su un
campione significativo di laureati della nostra Facoltà ci
permette di affermare che circa il 90% di chi consegue il
diploma di laurea trova lavoro entro sei mesi dal
conseguimento del titolo di studio e nella stragrande
maggioranza dei casi il tipo di occupazione è coerente con le
conoscenze acquisite durante il percorso formativo.
Lo studente che si iscrive alla nostra Facoltà ha la possibilità di
vivere un’esperienza formativa di livello anche per quanto
riguarda la ricerca scientifica; i risultati del primo esercizio di
valutazione triennale della ricerca condotto dal CIVR (Comitato
di indirizzo per la valutazione della ricerca) hanno dimostrato
che nella Facoltà di Farmacia esistono dei centri di eccellenza
dove si fa ricerca a livelli elevati e pertanto lo studente potrà
maturare anche nel campo della sperimentazione un’esperienza
molto significativa e ben spendibile nella professione.

26
Università
1.2 Farmacia

Corso di laurea specialistica a ciclo unico


Farmacia
14/S, classe delle lauree specialistiche in farmacia e farmacia industriale

Obiettivi formativi L’obiettivo del corso di laurea in Farmacia è formare una figura professionale
che risponda alle direttive dell’Unione Europea per lo svolgimento della
professione di farmacista e che possa concorrere ad attività di informazione ed
educazione sanitaria come esperto del farmaco e dei prodotti della salute. Il
laureato in Farmacia acquisisce: • la conoscenza della metodologia
dell’indagine scientifica applicata alle tematiche del settore;
• le conoscenze multidisciplinari fondamentali per la comprensione del farmaco
e della sua struttura ed attività in rapporto all’interazione con le biomolecole a
livello cellulare e sistemico;
• le conoscenze per svolgere le necessarie attività di preparazione e controllo
dei medicamenti;
• le conoscenze chimiche e biologiche, integrate con quelle di farmacoeconomia
e con quelle riguardanti le leggi nazionali e comunitarie che regolano le varie
attività del settore.
Queste conoscenze sono proprie di una figura professionale che, nell’ambito dei
medicinali e dei prodotti per la salute in genere, può garantire i requisiti di
sicurezza, qualità ed efficacia, richiesti dalle normative dell’Organizzazione
Mondiale della Sanità (OMS) e dalle direttive nazionali ed europee. Questo
laureato ha le conoscenze utili all’espletamento professionale del servizio
farmaceutico nell’ambito del servizio sanitario nazionale ed è in grado di
interagire con le altre professioni sanitarie.
Ha inoltre la capacità di utilizzare, in forma scritta ed orale, almeno una lingua
dell’Unione Europea, oltre all’italiano, con riferimento anche ai lessici
disciplinari.
Prospettive occupazionali In farmacie private in qualità di: titolare, gestore provvisorio, direttore
responsabile, collaboratore; in farmacie di cui siano titolari enti pubblici in
qualità di direttore o collaboratore: farmacie comunali, aziende farmaceutiche
municipalizzate; nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale delle Aziende
Sanitarie Locali (ASL) in qualità di: farmacista dirigente di I e II livello nelle
farmacie interne degli ospedali e negli uffici e Servizi farmaceutici delle ASL; nel
campo dell’informazione scientifica e nelle industrie farmaceutiche in qualità di:
informatore scientifico del farmaco, responsabile del marketing, responsabile
del servizio di farmacovigilanza; in qualità di direttore di officina di produzione e
confezionamento di preparati a base di principi attivi; nel campo
dell’insegnamento.
Informazioni Docenti/ Ulteriori informazioni possono essere richieste alla Segreteria di Presidenza.
Tutor di riferimento Prof. Walter Balduini
Tel. 0722 303520 - Fax 0722 303521
Email walter.balduini@uniurb.it
Presidenza Facoltà di Farmacia P.zza Rinascimento, 6
Tel. 0722 303321 - Fax 0722 303313
Email farmacia@uniurb.it
Segreteria Studenti Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225 - Fax 0722 305287
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it
27
Università
1.2 Farmacia

Corso di laurea specialistica a ciclo unico


Chimica e tecnologia
farmaceutiche
14/S, classe delle lauree specialistiche in farmacia e farmacia industriale

Obiettivi formativi L’obiettivo del corso di laurea specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche
(CTF) è formare una figura professionale che operi nell’ambito del settore industriale
farmaceutico nella progettazione, sviluppo del farmaco e nel controllo di qualità
secondo le norme codificate dalle farmacopee. La laurea in Chimica e Tecnologia
Farmaceutiche è titolo per svolgere la professione di farmacista conformemente alle
direttive dell’Unione Europea (U.E.) e secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
Il laureato in CTF acquisisce:
• la conoscenza della metodologia dell’indagine scientifica applicata alle tematiche
del settore;
• le conoscenze multidisciplinari fondamentali per la comprensione dell’attività del
farmaco e della sua struttura ed attività in rapporto alla loro interazione con le
biomolecole a livello cellulare e sistemico;
• le conoscenze per svolgere le necessarie attività di preparazione e controllo dei
medicamenti;
• le conoscenze chimiche e biologiche, integrate con quelle di farmacoeconomia e con
quelle riguardanti le leggi nazionali e comunitarie che regolano le varie attività del
settore.
Queste conoscenze sono proprie di una figura professionale che, nell’ambito dei
medicinali e dei prodotti per la salute in genere, può garantire i requisiti di sicurezza,
qualità ed efficacia richiesti dalle normative dell’Organizzazione Mondiale della Sanità
(OMS) e dalle direttive nazionali ed europee. Questo laureato ha le conoscenze utili
all’espletamento professionale del servizio farmaceutico nell’ambito del servizio
sanitario nazionale ed è in grado di interagire con le altre professioni sanitarie. Ha
inoltre la capacità di utilizzare, in forma scritta ed orale, almeno una lingua dell’Unione
Europea, oltre all’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Prospettive occupazionali Nell’industria farmaceutica in qualità di ricercatore in particolare nel settore della
produzione e del controllo dei principi attivi; nell’industria farmaceutica in qualità di
informatore scientifico del farmaco, responsabile del marketing, responsabile del
servizio di farmacovigilanza; negli istituti di ricerca pubblici e privati; in qualità di
direttore di officina di produzione e confezionamento di preparati a base di principi
attivi; nel campo dell’insegnamento; in farmacie private in qualità di: titolare, gestore
provvisorio, direttore responsabile, collaboratore; in farmacie di cui siano titolari enti
pubblici in qualità di direttore o collaboratore: farmacie comunali, aziende
farmaceutiche municipalizzate; nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale delle
Aziende Sanitarie Locali in qualità di: farmacista dirigente di I e II livello nelle farmacie
interne degli ospedali e negli uffici e Servizi farmaceutici delle Aziende Sanitarie Locali.
Informazioni Docenti/ Ulteriori informazioni possono essere richieste alla Segreteria di Presidenza.
Tutor di riferimento Prof. Gilberto Spadoni
Tel. 0722 303323 - Fax 0722 303313
Email gilberto.spadoni@uniurb.it
Presidenza Facoltà di Farmacia P.zza Rinascimento, 6
Tel. 0722 303321 - Fax 0722 303313
Email farmacia@uniurb.it
Segreteria Studenti Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225 - Fax 0722 305287
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

28
Università
1.2 Farmacia

Corso di laurea
Scienza della nutrizione
24, classe delle lauree in scienze e tecnologie farmaceutiche

in collaborazione con la Facoltà di Scienze e tecnologie

Obiettivi formativi L’obiettivo del corso è formare figure professionali con conoscenze su
composizione chimica e valore nutrizionale degli alimenti e sul loro
corretto utilizzo per una alimentazione varia ed equilibrata, nell’ambito
di regimi dietetici tradizionali e particolari.
Il laureato acquisisce le competenze necessarie per svolgere attività
professionale in diversi ambiti di applicazione:
•attività in strutture sanitarie pubbliche e private in dipendenza e a
supporto di personale medico;
•informazione sui prodotti dietetici di interesse nutrizionale specifico;
•indagini volte alla raccolta di informazioni sulle abitudini alimentari e
alla messa a punto di politiche di educazione alimentare.
Prospettive occupazionali Il laureato in Scienza della Nutrizione:
•opera in regime di dipendenza a supporto del personale medico in
strutture ambulatoriali e in cliniche pubbliche o private;
•opera all’interno di Enti Pubblici o Privati preposti all’educazione
alimentare e allo studio dei problemi nutrizionali a più alta incidenza
nella popolazione;
•svolge attività di informatore sulla natura e sull’impiego di
formulazioni dietetiche particolari, integratori e nuovi prodotti
alimentari per conto di aziende produttrici e/o distributrici;
•presta servizio in strutture quali erboristerie, parafarmacie e farmacie
dotate di reparti dedicati alla vendita di prodotti dietetici;
•svolge consulenza tecnico-scientifica per società editoriali del settore
e promuove la diffusione di informazioni su tematiche relative
all’alimentazione;
•svolge attività in strutture private quali agriturismi, fattorie didattiche,
ecc.
Informazioni Docenti/ Ulteriori informazioni possono essere richieste alla Segreteria di
Tutor di riferimento Presidenza.
In Facoltà sono presenti tutors che assistono gli studenti nella
programmazione degli studi e degli esami.
Prof.ssa Elena Piatti
Tel. 0722 305242 - Fax 0722 320188
Email elena.piatti@uniurb.it
Presidenza Facoltà di Farmacia P.zza Rinascimento, 6
Tel. 0722 303321 - Fax 0722 303313
Email farmacia@uniurb.it
Segreteria Studenti Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
09,30-12,00.
Tel. 0722 305225 - Fax 0722 305287
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

29
Università
1.2 Farmacia

Corso di laurea
Tecniche erboristiche
24, classe delle lauree in scienze e tecnologie farmaceutiche

Obiettivi formativi L’obiettivo del corso è formare figure professionali con conoscenze su
caratteristiche biologiche, composizione chimica e valore fitoterapico delle
piante di interesse erboristico e sui loro derivati.
Il laureato acquisisce le competenze necessarie per svolgere attività
professionale in diversi ambiti di applicazione:
• strutture che si occupano di coltivazione, raccolta, lavorazione,
trasformazione delle piante di interesse erboristico;
• strutture che si occupano di formulazione, controllo di qualità,
commercializzazione, confezionamento all’ingrosso e al dettaglio delle
piante di interesse erboristico e dei loro derivati;
• attività di fitovigilanza dei prodotti a base di piante officinali e loro derivati
con valenza salutistica, alimentare e cosmetica.
Prospettive occupazionali Il Laureato in Tecniche Erboristiche opera in:
• erboristerie, parafarmacie e farmacie con reparto erboristico;
• aziende di coltivazione, raccolta, ingrosso e importazione di piante officinali;
• aziende farmaceutiche che operano nella produzione e confezionamento di
parti delle piante e loro derivati nonché integratori e prodotti erboristici con
valenza salutistica;
• imprese e laboratori di estrazione, trasformazione, controllo di materie
prime di origine vegetale, industrie alimentari e cosmetiche che utilizzino
materie prime di origine vegetale;
• consulenza tecnico-scientifica per società editoriali del settore erboristico,
diffusione di informazioni nel settore delle piante officinali e dei loro
derivati;
• tutela della flora relativa alle piante officinali spontanee e controllo della loro
raccolta, attività in parchi, giardini, vivai presso le amministrazioni dello
Stato, delle Regioni, delle Province e dei Comuni;
• settori per la promozione e pubblicizzazione dei prodotti a base di materie
prime di origine vegetale sia in strutture pubbliche che private.
Informazioni Docenti/ Ulteriori informazioni possono essere richieste alla Segreteria di Presidenza.
Tutor di riferimento In Facoltà sono presenti tutors che assistono gli studenti nella
programmazione degli studi e degli esami.
Prof.ssa Gabriella Lombardelli
Tel. 0722 303520 - Fax 0722 303521
Email gabriella.lombardelli@uniurb.it
Presidenza Facoltà di Farmacia P.zza Rinascimento, 6
Tel. 0722 303321 - Fax 0722 303313
Email farmacia@uniurb.it
Segreteria Studenti Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225 - Fax 0722 305287
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

30
Università
1.3 Giurisprudenza

Facoltà di Giurisprudenza

Preside Prof. Eduardo Rozo Acuna


Presidenza Via Matteotti, 1
Tel. 0722/303218
Segreteria di Presidenza Tel.0722/303220
e.mail presidgiur@uniurb.it
Centralino 0722/303250
Internet http://www.uniurb.it/giurisprudenza
Segreteria studenti
Via Saffi, 2
Tel. 0722/305230 - 305206
La Facoltà La Facoltà, situata nel cuore di Urbino, offre un equilibrato rapporto professori-
studenti che permette facilità di contatti, completa disponibilità al colloquio e
all’orientamento degli studenti, serenità nello studio, corsi intensivi facoltativi. La
Facoltà ha attivato la Scuola di specializzazione per le professioni legali che
prepara agli esami di avvocato, magistrato e notaio nonché corsi di formazione e
di perfezionamento, aggiornamento professionale, Master di I e II livello, nei più
importanti settori delle attività economiche e libero-professionali. Nella Facoltà
sono ben inserite associazioni studentesche che organizzano eventi culturali,
musicali e sportivi nella bella cornice rinascimentale della città.

L’offerta didattica della Facoltà di Giurisprudenza, per l’anno accademico


2009/2010, comprende: il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (classe
LMG/01) e il corso di laurea triennale in Consulente del lavoro.

Ogni anno, nella seconda metà di agosto, è previsto lo svolgimento, per la


maggior parte degli insegnamenti, di un corso estivo, che è particolarmente
rivolto a chi non ha la possibilità di frequentare durante l’anno ed è organizzato in
10 ore di lezione per insegnamento e un appello d’esame.
I servizi offerti All’interno della Facoltà sono presenti varie Commissioni che insieme allo
Sportello Informativo forniscono un’attività di orientamento/informazione
continua. La Facoltà ha inoltre attivato un servizio di tutorato a disposizione degli
studenti per l’approfondimento dei temi delle lezioni e per la preparazione degli
esami di profitto. L’ufficio tirocini e stage e il delegato Erasmus di Facoltà hanno
attivato numerose Convenzioni per favorire lo svolgimento di esperienze di studio
all’estero e di lavoro (stage) presso imprese ed enti pubblici; è inoltre possibile
seguire, con numerose borse di studio offerte dalla Repubblica di San Marino, gli
insegnamenti di “diritto sammarinese”.
Approfondimenti On-Line La maggior parte delle informazioni relative ai corsi di laurea, alle lezioni e agli
esami possono essere reperite sul sito di Ateneo (in particolare alla
pagina:http://www.uniurb.it/it/studenti/) e sul sito di Facoltà
(www.uniurb.it/giurisprudenza/).

32
Università
1.3 Giurisprudenza

Corso di laurea
Consulente del lavoro
2, classe delle lauree in scienze dei servizi giuridici

Obiettivi formativi Il corso offre la sicura conoscenza dell’ordinamento generale


del lavoro con particolare riferimento alla sicurezza sul lavoro,
rendendo lo studente capace di applicare la normativa
pertinente all’interno dell’impresa, in modo da conciliare la
sicurezza, l’efficienza e la legalità dell’ambiente di lavoro.
Il corso ha l’obiettivo di fornire una solida preparazione
culturale e giuridica di base, la sicura conoscenza
dell’ordinamento generale del lavoro e la capacità di applicare
la normativa ad esso pertinente, fornendo altresì la sicura
conoscenza dello specifico settore dell’ordinamento relativo
alla sicurezza sul lavoro.
Prospettive occupazionali Il corso, oltre a permettere un agevole passaggio al corso di
laurea magistrale, consente l’accesso, alle condizioni richieste
dalla legge, alla professione di consulente del lavoro. Consente,
inoltre, lo svolgimento di attività di consulenza giuridica
all’impresa e di management del personale in imprese
pubbliche e private, anche del terzo settore, per le quali sia
necessaria una specifica preparazione giuridica in materia di
lavoro e di relazioni sindacali.
Informazioni Docenti/ Prof. Paolo Pascucci - Email presidgiur@uniurb.it
Tutor di riferimento Prof.ssa Laura Di Bona - Email presidgiur@uniurb.it
Prof. Luciano Angelini - Email luciano.angelini@uniurb.it
Tel. 0722 303250 - Fax 0722 2955
ricevono gli studenti previo appuntamento via email
Ufficio Tutor Tel. 0722 303219 - Fax 0722 2955
Email tutorgiur@uniurb.it
Informazioni Segreteria Facoltà Giurisprudenza Via Matteotti, 1
Organizzativa del corso Segreteria Presidenza 0722 303220-303226
Coordinamento didattico 0722 303222
Segreteria amministrativa Dipartimento di Scienze giuridiche
“Collegio dei Dottori 1506” 0722 303205
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305230 - Fax 0722 2955
Email segr.giurisprudenza@uniurb.it

33
Università
1.3 Giurisprudenza

Corso di laurea magistrale quinquennale


Giurisprudenza
LMG/01, classe delle lauree magistrali in giurisprudenza

Obiettivi formativi Il corso attua il nuovo ordinamento della laurea magistrale in


conformità alla riforma degli studi giuridici dettata dal DM 25
novembre 2005.
Permette di acquisire una solida conoscenza di tutti i settori del
diritto e indirizza alle professioni legali e alla magistratura, oltre
che allo svolgimento di funzioni di elevata responsabilità in tutti
i settori sociali ed economici per i quali si richiedono
competenze giuridiche.
Obiettivo formativo del corso è l’approfondimento della cultura
giuridica di base nazionale ed europea insieme all’acquisizione
in modo approfondito della capacità di affrontare problemi
interpretativi ed applicativi del diritto.
Prospettive occupazionali La laurea magistrale in Giurisprudenza indirizza alle professioni
legali ed alla magistratura. Fornisce altresì elevate competenze
professionali esercitabili in vari campi di attività sociale, socio-
economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche
amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel
settore del diritto dell’informatica, nel settore del diritto
comparato, internazionale e comunitario, oltre che nelle
organizzazioni internazionali.
Informazioni Docenti/ Prof.ssa Anna Maria Giomaro
Tutor di riferimento Prof. Paolo Morozzo della Rocca
Prof.ssa Maria Grazia Coppetta
Tel. 0722 303250 - Fax 0722 2955
Email presidgiur@uniurb.it
Ufficio tutor Tel. 0722 303219 - Fax 0722 2955
Email tutorgiur@uniurb.it
Informazioni Segreteria Facoltà Giurisprudenza Via Matteotti, 1
Organizzativa Segreteria Presidenza 0722 303220-303226
Coordinamento didattico 0722 303222
Segreteria amministrativa Dipartimento di Scienze giuridiche
“Collegio dei Dottori 1506” 0722 303205
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305230 - Fax 0722 2955
Email segr.giurisprudenza@uniurb.it

34
35
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Facoltà di Lettere e Filosofia

Preside Prof. Settimio Lanciotti


Presidenza Piano S. Lucia, 6 - Tel. 0722 320125
www.uniurb.it/Lettere - Email preslet@uniurb.it
La facoltà Nata nel 1956 con l’apertura del Corso di laurea in Lettere
(indirizzo classico e indirizzo moderno) e del Corso di laurea in
Filosofia, la Facoltà si è arricchita nel 1963 del Corso di laurea
in Lingue e Letterature Straniere Moderne (poi posto a
esaurimento con la nascita della Facoltà di Lingue e Letterature
Straniere) e nel 1992 del Corso di laurea in Conservazione dei
Beni Culturali (poi, con la nuova organizzazione triennale degli
studi, Scienze dei Beni Culturali). Nell’anno accademico
2001/2002 è stato attivato infine il Corso di laurea in
Tecnologie per la Conservazione e il restauro dei Beni Culturali
(a numero chiuso), in concorso con la Facoltà di Scienze e
Tecnologie. A partire dallo scorso anno accademico la Facoltà
ha predisposto un nuovo ordinamento degli studi che prevede
l’attivazione di un Corso di Laurea in Lettere e Beni Culturali.
Nel corso degli anni la Facoltà ha accresciuto notevolmente il
ventaglio degli insegnamenti, e al momento può contare anche
su quattro Corsi di laurea specialistica (attivati a partire
dall’anno 2004/2005) e su un Corso di laurea magistrale
interclasse. Le strategie di gestione hanno mirato soprattutto a
promuovere l’interesse verso nuovi ambiti disciplinari, a meglio
consentire la sperimentazione di prospettive e metodologie di
ricerca originali, a favorire l’approccio dei laureati a sbocchi
professionali rapidi e aggiornati. Alcuni risultati sono evidenti, a
livello ufficiale, nel settore della ricerca filologica, storico-
artistica e archeologica. Nella più recente classifica Censis la
Facoltà risulta in netta progressione. Attualmente, a seguito di
importanti modifiche di statuto dell’Ateneo, entro la Facoltà
sono strutturati i nuovi Dipartimenti di Scienze del Testo e di
Filosofia; mentre è inter-facoltà il nuovo Dipartimento di
Letterature Moderne e Scienze Filologico-linguistiche. L’attività
didattica, scientifica e di aggregazione di studenti e docenti si
svolge presso gli Istituti e i Dipartimenti, dislocati nel centro
storico in edifici monumentali di prestigio, fra cui spiccano
palazzo Albani e palazzo Veterani. Le biblioteche specializzate
dei dipartimenti sono in qualche caso particolarmente ricche, e
le attrezzature tecniche e informatiche necessarie alla didattica
e alla ricerca sono in genere pienamente accessibili agli
studenti.

36
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea
Design e discipline della moda
23, classe delle lauree in scienze e tecnologie delle arti figurative, della musica, dello
spettacolo e della moda
in collaborazione con le Facoltà di: Lingue e letterature straniere e
Scienze della Formazione

Obiettivi formativi Il progetto formativo del Corso di studio in Design e discipline


della moda, erede della Scuola diretta a fini speciali Costume e
moda, con indirizzo Progettismo di moda, ha lo scopo di fornire
ai giovani studenti un’adeguata formazione teorica di base e le
competenze necessarie per poter operare nel mondo della
moda, con particolare attitudine alla creazione di abbigliamento
di moda, dall’ideazione del prodotto alla sua realizzazione. Si
uniscano a ciò: padronanza degli strumenti metodologici e
critici connessi all’acquisizione delle competenze nei linguaggi
espressivi; uso appropriato degli strumenti informatici e della
comunicazione telematica; conoscenza, in forma scritta e orale,
della lingua inglese; buona capacità di inserirsi negli ambienti di
lavoro e nelle realtà di gruppo con definiti gradi di autonomia e
di responsabilità.
Prospettive occupazionali I laureati del Corso possono aspirare ad una occupazione in
aziende del settore tessile-abbigliamento e degli accessori in
qualità di responsabile dell’ufficio stile; in studi di
progettazione, design e consulenza modellistica e stilistica, con
competenze specifiche nella tecnologia dei materiali, nella
produzione, comunicazione e commercializzazione delle
collezioni di moda.
Informazioni Docenti/ Prof. Galliano Crinella, Presidente del corso di laurea
Tutor di riferimento Tel./Fax 0722 2698 - Email galliano.crinella@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00
Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

37
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea
Filosofia
L-5, classe delle lauree in filosofia

Obiettivi formativi Il Corso di studi triennale in Filosofia, che afferisce alla Facoltà di Lettere e Filosofia
dell’Università di Urbino costituendo la trasformazione di un analogo corso precedente
(classe 29) e a cui si accede con il possesso di un titolo di Scuola media superiore,
intende offrire un’ampia, articolata e solida formazione riguardante tutte le principali
questioni filosofiche, con particolare attenzione per la storia della filosofia moderna e
contemporanea, la logica, l’epistemologia, l’estetica, la filosofia pratica nei suoi vari
campi di applicazione e il confronto tra filosofia e scienze umane. I laureati del Corso di
studi in Filosofia dovranno aver acquisito la capacità di orientarsi con sicurezza e
autonomia critica nelle principali discussioni in corso in ambito filosofico e nel rapporto
della filosofia con la società e i suoi problemi, dimostrando le capacità di apprendimento
necessarie per affrontare i livelli successivi di studio. Dovranno inoltre essere in grado di
comunicare informazioni, problemi e soluzioni a interlocutori specializzati e a un più vasto
pubblico. Questi obiettivi saranno conseguiti mediante lo studio attento della storia del
pensiero filosofico e scientifico, privilegiando la lettura diretta dei classici, anche in
originale, come momento fondamentale per acquisire una padronanza terminologica e
argomentativa, la capacità di analisi testuale e di ricostruzione critica, l’appropriazione
graduale degli strumenti necessari alla ricerca scientifica (uso ragionato dei dizionari
specializzati, delle bibliografie cartacee e on-line, libri di testo avanzati, esplorazione di
tematiche d’avanguardia).
Prospettive occupazionali Il corso di studio in Filosofia, oltre all’accesso alle lauree di secondo livello, consente
l’ingresso nel mondo del lavoro in diversi settori, tra i quali la ricerca scientifica, l’editoria
tradizionale e multimediale, la pubblica amministrazione, gli enti pubblici e privati (con
particolare rilevanza dei ruoli direttivi e di organizzazione delle risorse umane), il terzo
settore, il giornalismo specializzato, il mondo della comunicazione, della pubblicità e
dell’organizzazione della cultura. La laurea in Filosofia consente quindi di operare in
diversi contesti professionali pubblici e privati del tipo:
• Specialisti in risorse umane;
• Specialisti dell’organizzazione del lavoro;
• Filosofi;
• Redattori di testi tecnici e per la pubblicità;
• Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell’antichità, filologico-letterarie, storiche,
filosofiche, pedagogiche, psicologiche e giuridiche;
• Consiglieri dell’orientamento.
Tramite l’accesso alle successive Lauree specialistiche il Corso avvia alla docenza nelle
scuole medie e superiori e ad attività di ricerca nell’Università.
Informazioni Docenti/ Segreteria del Dipartimento di Filosofia, via Timoteo Viti,10 - Tel. 0722 303706
Tutor di riferimento Prof. Augusto Illuminati (Presidente del Consiglio di Corso di studi)
Tel. 0722 303706 - Fax 0722 303703 - Email augusto.illuminati@uniurb.it
• Indirizzo antropologico:
Prof. Roberto Bordoli - Tel. 0722 303708 - Email roberto.bordoli@uniurb.it
• Indirizzo epistemologico:
Prof. Venanzio Raspa - Tel. 0722 303797 - Email venanzio.raspa@uniurb.it
• Indirizzo storico-filosofico:
Prof.ssa Daniela Bostrenghi – Tel. 0722 303796 - Email daniela.bostrenghi@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287 - Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

38
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea
Lettere e beni culturali
Interclasse L-1 beni culturali e L-10 lettere

Obiettivi formativi Il Corso di laurea è triennale, e offre percorsi di studio nella Classe di Laurea in Lettere o nella Classe di
Laurea in Beni Culturali.
Al termine del Corso lo studente consegue la Laurea in Lettere o la Laurea in Beni Culturali.
• I curricula di Lettere sono proposti agli studenti che abbiano interesse per le letterature antiche e
moderne, la linguistica, la filologia, la storia antica e moderna, la storia dell’arte antica e moderna.
Essi offrono loro la possibilità di acquisire in tali ambiti una solida formazione culturale, fondata sulla
conoscenza degli elementi fondamentali delle vicende letterarie, storiche e storico-artistiche antiche e
moderne; forniscono inoltre competenze specifiche e metodologie adeguate al miglior inserimento nel
mondo del lavoro secondo le esigenze degli orientamenti culturali più recenti. Tramite l’accesso alle
successive lauree specialistiche, il Corso avvia inoltre alla docenza nelle scuole medie e superiori e ad
attività di ricerca nell’Università.
• I curricula di Beni Culturali sono proposti agli studenti che abbiano interesse per il patrimonio culturale,
per i suoi processi di formazione e di trasformazione negli ambiti archeologico e storico-artistico. Essi
offrono la possibilità di acquisire in tali ambiti una solida formazione di base, metodologica e storica,
fondata sulla conoscenza specifica delle materie attinenti ai diversi settori; includono un’adeguata
conoscenza delle discipline giuridiche necessarie alla tutela del patrimonio; grazie alla presenza di
laboratori informatici nei diversi settori disciplinari e a mirate attività di tirocini e stages (condotte a
livello nazionale) permettono l’acquisizione di competenze tecniche per gli interventi di organizzazione
e di gestione nonché lo sviluppo di capacità di comunicazione e promozione. Tramite l’accesso alle
successive lauree specialistiche, il Corso avvia a svolgere attività professionali nel settore della tutela
e della valorizzazione dei beni culturali; avvia, inoltre, ad attività di ricerca nell’Università.
Prospettive occupazionali Coloro che avranno conseguito la Laurea in Lettere potranno svolgere attività nei campi del giornalismo,
dell’editoria, della pubblicità, della ideazione e organizzazione di eventi culturali, presso amministrazioni
pubbliche, fondazioni private, musei, biblioteche ed altre istituzioni impegnate nella gestione e produzione
della cultura, come anche nella conservazione e divulgazione del patrimonio letterario ed artistico.
Potranno altresì iscriversi alle Lauree specialistiche o magistrali per conseguire poi l’abilitazione
all’insegnamento nelle scuole medie inferiori e superiori.
Coloro che avranno conseguito la Laurea in Beni Culturali potranno svolgere - sia su un piano generale
che per ambiti definiti - attività di sostegno alla ricerca, di assistenza agli interventi di gestione
programmata, di catalogazione, di promozione e divulgazione del patrimonio. Tali attività possono essere
svolte sia all’interno delle istituzioni pubbliche, cui compete la tutela del patrimonio culturale (enti locali,
Ministero per i beni e le attività culturali), sia nel più generale contesto degli interventi di valorizzazione
(organizzazione di mostre e convegni, attività editoriali e di marketing) presso istituzioni specifiche e
aziende che operano nel settore della tutela e della valorizzazione dei beni culturali.
Informazioni Docenti/ Per gli stage e i tirocini formativi gli studenti possono rivolgersi all’Ufficio stage della Facoltà in
Tutor di riferimento Piano Santa Lucia, 6.
Prof. Franco Gori (Presidente C.d.L.)
Email franco.gori@uniurb.it
Prof.ssa Anna Santucci
Email anna.santucci@uniurb.it
Curriculum letterario classico
Prof.ssa Maria Grazia Sassi
Email mariagrazia.sassi@uniurb.it
Curriculum letterario moderno
Prof.ssa Anna Maria Mancini
Email anna.mancini@uniurb.it
Curriculum storico-artistico
Prof.ssa Grazia Maria Fachechi
Email grazia.fachechi@uniurb.it
Curriculum archeologico
Prof.ssa Valeria Purcaro
Email valeria.purcaro@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287 - Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

39
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea
Tecnologie per la conservazione
e il restauro dei beni culturali
41, classe delle lauree in tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali
in collaborazione con la Facoltà di Scienze e tecnologie
Obiettivi formativi Il corso di laurea offre agli iscritti i seguenti obiettivi:
• essere in grado di intervenire sul bene culturale e di garantirne la
conservazione, conoscendone le caratteristiche strutturali, nonché le
caratteristiche dei materiali che lo compongono;
• possedere competenze atte a svolgere interventi per la definizione dei
progetti di intervento mirati all’arresto di processi di degrado e dissesto
dei manufatti architettonici, storici e storico-artistici;
• studio delle modalità per la rimozione delle cause del degrado;
• conservazione dei beni ambientali e beni demoetnoantropologici,
relativamente agli aspetti tecnologici del problema;
• essere capaci di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di
autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.
Prospettive occupazionali Il corso di laurea intende formare laureati che svolgeranno attività
professionali presso enti locali e istituzioni specifiche, quali soprintendenze,
musei, biblioteche, archivi, nonché presso aziende e organizzazioni
professionali operanti nel settore del restauro, della tutela dei beni culturali
e del recupero ambientale. In particolare si occuperanno di restauro dei
dipinti su diversi supporti, delle sculture lignee, dei materiali lapidei.
Informazioni Docenti/ Il Prof. Mauro Micheloni è il Presidente del corso di laurea, il Prof. Bruno
Tutor di riferimento Zanardi è il direttore del laboratorio di restauro, il Dott. Giuseppe Cucco è il
Coordinatore delle attività tecniche del Corso.

Prof. Mauro Micheloni Dott. Giuseppe Cucco


Tel. 0722 350032 - Fax 0722 350032 Tel. 0722 304460 - Fax 0722 305426
Email mauro.micheloni@uniurb.it Email giuseppe.cucco@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-
Studenti 12,00
Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287 -
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

40
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea magistrale


Archeologia e letterature
classiche del Mediterraneo
Interclasse LM-2, Archeologia e LM-15, Filologia, letterature e storia dell’antichità

Obiettivi formativi I laureati nel corso di Laurea Magistrale Interclasse Archeologia e Letterature Classiche del Mediterraneo
dovranno possedere una solida preparazione nei settori riguardanti le culture del mondo greco, romano ed
etrusco-italico, dal punto di vista linguistico, letterario, filologico, archeologico, storico e storico artistico; una
specifica competenza delle metodologie teoriche e tecnico-operative proprie dei settori, per provvedere all’analisi
dei contesti funzionali e delle categorie documentarie connesse; un’adeguata abilità delle strategie di ricerca per il
censimento della documentazione esistente al fine di proiettare i documenti classificati nel contesto socio-
culturale di pertinenza, tenendo nella debita considerazione le fonti storiche e letterarie, allo scopo di recuperare
le vocazioni immateriali delle società antiche; aggiornate conoscenze delle tecniche di ricerca necessarie per il
reperimento, l’esegesi e l’uso critico delle fonti.
Avranno una sicura preparazione teorica e una conoscenza diretta e approfondita delle lingue e letterature
dell’antichità greca e latina, delle testimonianze materiali antiche nel loro contesto storico e culturale, della loro
persistenza nei sistemi socio-culturali successivi; potranno procedere alla tutela, gestione, valorizzazione del
patrimonio archeologico, nonché alla cura esegetica ed ecdotica dei testi letterari ed epigrafici.
Dovranno inoltre essere in grado di utilizzare pienamente i principali strumenti informatici e della comunicazione
telematica negli ambiti delle discipline filologiche, storiche e archeologiche; di utilizzare fluentemente, in forma
scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’Italiano, con riferimento anche agli specifici lessici
disciplinari. In particolare il loro processo formativo dovrà condurli ai seguenti risultati di apprendimento:
-Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
-Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
-Autonomia di giudizio (making judgements)
-Abilità comunicative (communication skills)
-Capacità di apprendimento (learning skills)
Prospettive occupazionali Le occupazioni e le attività professionali previste dal corso di Laurea Magistrale Interclasse Archeologia e Letterature Classiche
del Mediterraneo si svolgono presso Istituzioni specifiche, quali Archivi di Stato, Soprintendenze e Musei, Centri Culturali,
Fondazioni, Enti ed Istituzioni, pubbliche e private sia italiane sia straniere, con funzioni di elevata responsabilità nei settori dei
servizi culturali e del recupero di attività, tradizioni e identità locali, nell’editoria specifica e in quella connessa alla diffusione
dell’informazione e della cultura archeologica, storica e letteraria, con funzioni quali curatore di testi antichi e consulente letterario.
I laureati nel corso di Laurea Magistrale Interclasse Archeologia e Letterature Classiche del Mediterraneo potranno inoltre volgersi
allo studio, alla ricerca, alla valorizzazione e alla corretta fruizione del patrimonio archeologico, linguistico, letterario, documentario
e artistico dell’antichità e potranno accedere, nei modi previsti dalla Legge, ai livelli ulteriori della formazione universitaria; sono
inoltre idonei all’accesso alle classi di concorso per l’insegnamento delle materie letterarie delle scuole di I e II grado, e del greco
e del latino nei licei classici.
Il corso di Laurea Magistrale Interclasse Archeologia e Letterature Classiche del Mediterraneo rientra inoltre pienamente nel
novero dei percorsi formativi dell’area umanistica, ove, fra le varie aree disciplinari dell’Ateneo Urbinate, si è registrato, fra il 2001
e il 2004, il più congruo inserimento di laureati nel mondo del lavoro (dati ISTAT); in particolare si configura come completamento
della Laurea in Lettere che, nello stesso periodo 2001-2004, ha prodotto, su scala nazionale, più del 50% dei laureati nel gruppo
letterario entrati nel mondo del lavoro (dati ISTAT).
Nello specifico il corso di Laurea Magistrale Interclasse Archeologia e Letterature Classiche del Mediterraneo offre una
preparazione idonea e propedeutica, fatta salva la normativa vigente, alla formazione per le professioni di Archeologi, Redattori di
testi per la pubblicità, Redattori di testi tecnici, Interpreti e traduttori di livello elevato, Linguisti e filologi, Revisori di testi, Curatori e
conservatori di musei, Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell’antichità, archeologiche, filologico-letterarie e storiche
Informazioni Docenti/ Franca Perusino
Tutor di riferimento tel. 0722.303550 fax 0722.303551 e-mail: franca.perusino@uniurb.it
Maria Elisa Micheli
tel. 0722.303760 fax 0772.303761 e-mail: maria.micheli@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

41
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea specialistica


Conservazione e restauro
del patrimonio storico-artistico
12/S, classe delle lauree specialistiche in conservazione e restauro del patrimonio storico-artistico

in collaborazione con la Facoltà di Scienze e tecnologie


Obiettivi formativi Il corso di laurea specialistica in Conservazione e restauro del patrimonio
storico-artistico (classe 12/S) offre agli iscritti i seguenti obiettivi:
• acquisire conoscenze di base in chimica, fisica, matematica, geologia ed
informatica;
• acquisire specifici elementi di cultura storica e artistica;
• acquisire buona padronanza del metodo scientifico di indagine e delle
tecniche di analisi ed interpretazione dei dati per lo studio finalizzato al
recupero, alla conservazione, e al restauro dei beni culturali anche in
realtà complesse;
• acquisire capacità di organizzare le interazioni di diverse conoscenze
disciplinari al fine di affrontare i complessi problemi scientifici relativi al
recupero, alla conservazione, alla valorizzazione ed alla fruizione dei beni
culturali;
• acquisire avanzate conoscenze in relazione alle caratteristiche e proprietà
dei materiali che costituiscono il bene culturale; acquisire conoscenze
avanzate sulle applicazioni archeometriche nei diversi campi di interesse;
• acquisire gli elementi di cultura giuridica e socioeconomica nel campo dei
beni culturali;
• essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno
una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, con riferimento anche ai
lessici disciplinari.
Prospettive occupazionali I laureati della corso saranno in grado di svolgere, in enti pubblici, istituzioni,
aziende, società e studi professionali:
• la progettazione e la realizzazione di metodi, materiali, misure e tecniche
per il recupero, la conservazione, il restauro e la valorizzazione dei beni
culturali;
• funzioni di alta responsabilità nell’ambito di musei scientifici, di città delle
scienza, di parchi, di mostre scientifiche;
• l’effettuazione della diagnosi delle cause e dei meccanismi del
deterioramento e la valutazione dei risultati scientifici a beneficio della
conservazione del bene culturale.
Informazioni Docenti/ Prof. Mauro Micheloni
Tutor di riferimento tel. 0722350032 fax 0722350032 e-mail: mauro.micheloni@uniurb.it

Dott. Giuseppe Cucco


tel. 0722.304460 fax 0722.305426 e-mail: giuseppe.cucco@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

42
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea specialistica


Storia dell’arte
95/S, classe delle lauree specialistiche in storia dell’arte

Obiettivi formativi Il corso di laurea dura due anni e richiede l’acquisizione di 120 CFU. Ogni anno di corso
comporta l’acquisizione di 60 CFU. Il corso di laurea assicura una base formativa di alta
specializzazione scientifica in merito alla conoscenza delle materie attinenti al settore dei
beni culturali storico-artistici ai fini di promuovere attività di ricerca e di studio nell’ambito
della produzione artistica dell’età medievale, moderna e contemporanea. Garantisce
inoltre specifiche competenze in materia di museologia, critica artistica e di restauro,
nonché necessarie nozioni storico-giuridiche e informatiche allo scopo di fornire adeguate
capacità gestionali per l’amministrazione e la valorizzazione dei beni culturali storico-
artistici in ambiti pubblici e privati. Nell’ambito del corso di laurea è possibile approfondire
molteplici ambiti specialistici quali:
• Storia dell’arte medievale in Italia, in Europa e ell’oriente cristiano
• Storia dell’arte moderna in Italia e in Europa, con particolare riferimento all’arte
fiamminga e olandese
• Storia dell’arte contemporanea anche in riferimento alle arti industriali e al linguaggio
cinematografico e musicale
• Studio delle fonti storico-critiche
• Storia di espressioni artistiche quali la miniatura, il disegno, l’incisione, la ceramica ecc.
• Rapporto tra il testo e l’immagine
• Teoria del restauro e la storia delle tecniche artistiche
• Catalogazione di monumenti e opere d’arte
• Organizzazione dei servizi per la gestione e promozione dei beni culturali storico-artistici
nell’ambito di musei e gallerie
Il completamento del percorso formativo richiede la partecipazione, opportunamente
regolata, a tirocini e stage organizzati in convenzione con enti pubblici e privati. I Corsi
formativi, previsti annualmente nel Manifesto degli studi, sono distinti per quanto riguarda
il rapporto tra attività di studio e attività individuale dello studente in base alla loro
eventuale natura sperimentale
Prospettive occupazionali La laurea specialistica in Storia dell’arte indirizza verso diversi sbocchi professionali quali:
• Catalogatore dei beni culturali storico-artistici
• Curatore / collaboratore nell’ambito dell’organizzazione scientifica di eventi culturali
finalizzati all’analisi e alla valorizzazione dei beni culturali storico-artistici
• Consulente storico dell’arte nelle case editrici
• Critico d’arte in campo giornalistico
• Redattore e curatore di testi specifici per l’editoria
• Esperto / consulente presso case d’asta, antiquari ecc.
• Guida turistica specializzata
Informazioni Docenti/ Dott.ssa Cecilia Prete
Tutor di riferimento tel. 0722303710 fax 0722303713 e-mail: cecilia.prete@uniurb.it

Dott.ssa Anna Maria Ambrosini Massari


tel. 0722303710 fax 0722303713
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

44
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea specialistica


Teorie della conoscenza, della
morale, della comunicazione
18/S, classe delle lauree specialistiche in filosofia teoretica, morale, politica ed estetica

Obiettivi formativi I laureati in Teorie della conoscenza, della morale, della


comunicazione (classe 18/S) acquisiscono:
• gli strumenti teorici e metodologici della ricerca filosofica e
una buona conoscenza generale del pensiero filosofico;
• una conoscenza approfondita dei vari aspetti della riflessione
epistemologica, etica e politica, con particolare riguardo alle
differenti tradizioni di cultura e di linguaggi, tenendo anche
conto dell’articolazione delle problematiche di genere;
• una capacità di interpretazione dei problemi della
comunicazione nei diversi ambiti della vita e delle scienze.
Prospettive occupazionali I laureati potranno svolgere funzioni di elevata responsabilità
nei seguenti ambiti: editoria, gestione biblioteche e musei,
mostre, premi letterari ed altre attività culturali che richiedano
particolari competenze in campo estetico, letterario e storico-
artistico; centri stampa e/o comunicazione intermediale, servizi
di pubbliche relazioni; consulenza nei settori della bioetica,
dell’etica ambientale; corsi diretti agli operatori sanitari.
Collaborazioni a servizi sociali e uffici preposti alla promozione
di attività culturali nella pubblica amministrazione; marketing e
pubblicità creativa.
Informazioni Docenti/ Prof. Vincenzo Fano
Tutor di riferimento Tel. 0722 303794 - Fax 0722 303703
Email vincenzo.fano@uniurb.it

Prof. Mario Alai


Tel. 0722 303793 - Fax 0722 303703
Email mario.alai@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00
Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

45
Università
1.4 Lettere e Filosofia

Corso di laurea specialistica


Tradizione
ed interpretazione dei testi
16/S, classe delle lauree specialistiche in filologia moderna

Obiettivi formativi Il Corso offre un’approfondita preparazione nell’ambito dei settori della
filologia medievale, moderna e contemporanea e delle relative letterature.
Fornisce solidi fondamenti teorici intorno ai processi di comunicazione,
con particolare attenzione verso i meccanismi della produzione e della
comunicazione linguistica. Pur mantenendo come riferimento di partenza
la vicenda della tradizione letteraria italiana, particolare rilievo viene dato
allo studio comparativo delle letterature europee, sia in prospettiva
diacronica sia come ricostruzione di rapporti sincronici tra le varie
letterature, lungo l’intero arco cronologico dall’età medievale alla
contemporanea, fatta salva naturalmente la possibilità dello studente di
individuare, all’interno del lungo periodo e delle diverse aree geografiche,
più delimitati ambiti personali di interesse. La ricostruzione storica
privilegia le modalità di diffusione del testo letterario (dal manoscritto agli
strumenti informatici) e, conseguentemente, i modi della fruizione e della
penetrazione sociale nel corso dei secoli. Sono forniti gli strumenti
necessari per l’indagine filologica e quindi le competenze indispensabili
per la traduzione e l’interpretazione di testi letterari. Insieme
all’acquisizione di questa competenza ‘passiva’ lo studente perfeziona le
proprie capacità di produzione di testi scritti.
Prospettive occupazionali La laurea specialistica in Tradizione e interpretazione dei testi indirizza a
diversi sbocchi professionali quali:
• Traduttore (in particolare da lingue straniere all’italiano) di opere
letterarie;
• Curatore e commentatore di testi letterari per l’editoria scientifica e
scolastica;
• Consulente letterario nelle case editrici;
• Critico letterario e teatrale in campo giornalistico;
• Redattore di testi per l’editoria e per il giornalismo;
• Direttore di attività specifiche in Istituzioni quali Archivi di Stato,
Biblioteche, Sovrintendenze, Centri culturali, Fondazioni.
Informazioni Docenti/ Il Corso è diretto dal Prof. Guido Arbizzoni, la Segreteria didattica (Dott.sa
Tutor di riferimento Stefania Rocco) ha sede presso l’Istituto di Filologia Moderna, Via
Veterani 36.
Prof. Guido Arbizzoni
Tel. 0722 305667 - Fax 0722 305652
Email guido.arbizzoni@uniurb.it
Prof. Antonio Corsaro
Tel. 0722 305666 - Fax 0722 305652
Email antonio.corsaro@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305238/305314 - Fax 0722 305287
Email segr.letterefilosofia@uniurb.it

46
Università
1.5 Lingue e Letterature Straniere

Facoltà di Lingue
e Letterature Straniere

Preside Prof.ssa Anna Teresa Ossani


Segreteria di presidenza Piazza Rinascimento, 7 - 61029 Urbino
Facoltà di Lingue e Letterature (+39) 0722 303371
Straniere - Presidenza pres.facolta.lingue@uniurb.it
Presentazione Nella classifica CENSIS /”la “Repubblica” 2009 la Facoltà di Lingue e letterature straniere figura al primo posto in
Italia tra tutte le facoltà di Lingue.
Un risultato che premia un’offerta formativa di qualità, una costante attenzione al nuovo mercato del lavoro e alle
esigenze del territorio, una didattica innovativa, una organizzazione efficace e capillare.
La laurea triennale in Lingue e culture straniere articolata in tre curricula (Occidentale, Orientale, Aziendale)
offre una approfondita preparazione linguistica sia nelle lingue occidentali che in quelle orientali ed avvia ad
attività lavorative legate al mondo dell’insegnamento, dell’editoria, della cultura, del turismo, dello spettacolo,
dell’azienda.
Le lingue straniere (francese, inglese, russo, spagnolo, tedesco, arabo, cinese), sono insegnate per livelli di
competenza: gli studenti verranno cioè suddivisi in gruppi omogenei in base alle loro capacità linguistiche e non in
rapporto all’anno di corso frequentato; scopo di questa organizzazione é permettere agli studenti di raggiungere
rapidamente livelli elevati di competenza linguistica.
A chi si iscrive al corso di laurea triennale é richiesto un corredo minimo di conoscenze di carattere generale,
interesse per le lingue straniere e per le culture di cui sono espressione, propensione per soggiorni di studio
all’estero.
Le due lauree Magistrali in Lingue per Scuole, Spettacoli e Libri e Comunicazione interculturale d’impresa
avviano gli studenti - tramite attività in aula e in laboratori linguistici ed intercultuali, tirocini, stage - ad essere
professionisti consapevoli, qualunque sia la scelta da essi operata, in azienda, nell’insegnamento, nella ricerca,
nell’attività organizzativa.
Alle lauree Magistrali ci si può iscrivere dopo la laurea triennale o le vecchie quadriennali, anche provenendo da
altra facoltà, purché in possesso dei requisiti di accesso, come indicato nei relativi Regolamenti didattici.
Il conseguimento della Laurea Magistrale può consentire - previo esame- l’accesso al Dottorato di ricerca.
Sono attivati corsi di specializzazione e master .
Attività di orientamento e La Facoltà intrattiene rapporti con vari Istituti scolastici per favorire l’orientamento degli studenti; ogni anno,
tutorato durante l’incontro Università aperta, studenti e docenti delle scuole secondarie superiori possono ottenere ogni
informazione utile circa l’offerta formativa della Facoltà.
E’ attivo un servizio di tutorato, svolto da docenti della Facoltà e da studenti (selezionati tramite concorso), per
aiutare l’inserimento delle matricole nella vita universitaria e seguirli durante l’iter formativo.
Laboratori Le esercitazioni linguistiche si svolgono presso il Centro linguistico di Ateneo di Urbino, e nelle sedi della Facoltà a
Urbino e a Pesaro (indirizzo orientale), provvisti di sofisticati laboratori linguistici tecnologicamente avanzati.
Le esercitazioni informatiche si svolgono presso le apposite strutture della Facoltà.
Tirocini e stage Tutti i corsi di laurea attivati, triennale e magistrali, offrono agli studenti l’opportunità di partecipare a tirocini e
stage presso enti e aziende nazionali ed esteri, sia occidentali che orientali, favorendo l’ingresso dei laureati nelle
attività professionali.
Corsi intensivi di lingua La Facoltà offre corsi intensivi gratuiti di lingua straniera (francese e tedesco per principianti assoluti ) che si
straniera svolgono prima dell’inizio dell’anno accademico.

48
Università
1.5 Lingue e Letterature Straniere

Corso di laurea
Lingue e culture straniere
L-11, classe delle lauree in lingue e culture moderne

Obiettivi formativi Il corso fornirà agli studenti una solida padronanza linguistica in
almeno due lingue straniere, una buona conoscenza dei
fondamenti storici, culturali, artistici, socio-economici ed
istituzionali dei paesi che utilizzano queste lingue, e una piena
consapevolezza delle differenze culturali, dei problemi
dell’integrazione e della comunicazione interculturale.
I previsti curricula garantiranno una approfondita preparazione
nell’ambito linguistico culturale occidentale, orientale o
aziendale.
Prospettive occupazionali Il corso di laurea si prefigge di formare competenze per
svolgere attività professionali nell’ambito della consulenza e
gestione in imprese, enti, istituzioni pubbliche e private,
organizzazioni economiche e sindacali nonché in organizzazioni
internazionali per la cooperazione e lo scambio culturale;
l’organizzazione e consulenza linguistica in istituzioni che si
occupano di pubblicità e ricerche di mercato; l’educazione
linguistica e mediazione culturale in istituzioni educative e
servizi sociali; la programmazione e gestione di attività culturali;
la gestione della comunicazione internazionale in azienda.
Informazioni Docenti/ Prof. Piero Toffano
Tutor di riferimento Tel. 0722 303371 - Fax 0722 303348 - Email
piero.toffano@uniurb.it
Informazioni Segreteria sede di Urbino via Saffi, 2 - Tel. 0722 305205 - Fax 0722 305287
Studenti sede di Pesaro viale Trieste, 296 - Tel. 0721 423521 - Fax 0721
423522

Orari di apertura segreteria studenti: dal lunedì al sabato 9.30-12.00.

49
Università
1.5 Lingue e Letterature Straniere

Corso di laurea magistrale


Comunicazione interculturale
d’impresa
LM-38, classe delle lauree in lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione
internazionale

Obiettivi formativi I laureati del corso di laurea magistrale in Comunicazione


interculturale d’impresa avranno un’elevata competenza
comunicativa in due lingue straniere in tutti i domini pertinenti
all’ambito di studio.
Saranno in grado di comunicare in maniera efficace anche in
contesti complessi come quelli che si presentano in aziende
internazionalizzate o in via di internazionalizzazione.
Conosceranno le caratteristiche delle culture dei paesi di cui le
lingue sono rappresentative e le dinamiche della comunicazione
interculturale.
Saranno in grado di produrre atti comunicativi adeguati al
contesto e realizzati con particolare cura nelle lingue straniere
studiate.
Prospettive occupazionali I laureati saranno in grado di:
• ricoprire funzioni come: international sales manager, junior
export manager, manager internazionale d’impresa, esperto
in negoziazione interculturale, junior communication manager,
esperto in cultura dell’internazionalizzazione ed esperto
linguistico dell’internazionalizzazione aziendale;
• occupare funzioni di elevata responsabilità nell’ambito delle
relazioni internazionali (ufficio marketing, acquisiti e rapporti
con l’estero) presso le aziende ed altre organizzazioni (enti
pubblici e privati);
• monitorare e analizzare le caratteristiche, i rischi e le
opportunità dei mercati esteri contribuendo a sviluppare
azioni ed attività di gestione aziendali (consulente d’analisi e
strategia sui mercati esteri).
Informazioni Docenti/ Prof. Claus Ehrhardt
Tutor di riferimento Email claus@uniurb.it
Prof. Marco Cioppi
Email marco.cioppi@uniurb.it
Dott.ssa Maria Concetta Tagarelli
Tel. 0722 2961 - Email lingueoddi@uniurb.it
Dott.ssa Lucia Bernacchia
Tel. 0722 4744 - Email lucia.bernacchia@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305205 - Fax 0722 305287

50
Università
1.5 Lingue e Letterature Straniere

Corso di laurea magistrale


Lingue per scuole, spettacoli
e libri
LM-37, classe delle lauree in lingue e letterature moderne euro-americane

Obiettivi formativi Il corso fornisce agli studenti competenze linguistiche avanzate


e conoscenze approfondite delle letterature e delle culture dei
paesi delle lingue studiate mediante strumenti metodologici
innovativi, nell’ambito dell’integrazione culturale o nell’ambito
della educazione. Il corso sviluppa una formazione specifica per
continuare gli studi in attività di ricerca, per la programmazione,
la gestione e l’organizzazione di attività culturali e spettacoli dal
vivo, o prepara all’insegnamento delle lingue nell’ambito
scolastico.
I previsti curricula garantiscono una approfondita preparazione
nell’ambito linguistico culturale, nell’organizzazione dello
spettacolo o nella didattica delle lingue.
Prospettive occupazionali Il corso si prefigge di formare figure professionali nell’ambito
dei servizi culturali e nell’editoria, l’organizzazione di eventi
culturali, consulenza linguistica nei settori delle performing
arts, direzione e gestione nelle strutture artistiche, formazione
educativa finalizzata all’apprendimento delle lingue e letterature
straniere, facilitazione linguistica.
Informazioni Docenti/ Prof. Gabriella Morisco
Tutor di riferimento Tel. 0722 303371 - Fax 0722 303348 - Email
facolta.lingue@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305205 - Fax 0722 305287

51
52
Università
1.6 Scienze della Formazione

Facoltà di Scienze
della Formazione

Preside Prof. Domenico Losurdo


Presidenza Via Bramante, 17 - Tel. 0722 303742/743
www.scienzeformaz.urbino.com - Email
presidenza.sciform@uniurb.it
La Facoltà La Facoltà di Scienze della Formazione cura la crescita di
conoscenze, competenze e professionalità nel campo della
formazione. La formazione, oggi, viene sempre più individuata
come una risorsa strategica per promuovere la crescitra
sociale,economica e civile della nostra società, e per garantire
adeguate opportunità di vita alle persone che ne fanno parte.
La Facoltà organizza corsi di laurea per la preparazione di figure
professionali nel campo della formazione e dei servizi
psicologici alla persona. Nel campo della formazione sono
attivati corsi sia per l’ambito scolastico (Corso di laurea in
Scienze della formazione primaria), sia per quello territoriale (
corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e della
formazione e corso di laurea magistrale in Pedagogia e
progettazione educativa). Nel campo dei servizi psicologici alla
persona sono attivati corsi per la conoscenza dei soggetti in
condizione normali e patologiche ( corso di laurea triennale in
Scienze e tecniche psicologiche e corso di laurea magistrale in
Psicologia clinica).
I percorsi didattici della Facoltà, oltre ai corsi delle singole
discipline, prevedono una organizzazione che valorizza le
iniziative seminariali, le attività laboratoriali ed il tirocinio, per
uno stretto raccordo tra teoria e prassi che risulta
indispensabile per le professionalità nel campo della
formazione. La Facoltà partecipa anche al corso interfacoltà di
Design e discipline della moda volto a creare la professionalità
del responsabile di prodotto che richiede competenze
progettuali stilistico-modellistiche, gestionali e comunicative.

53
Università
1.6 Scienze della Formazione

Corso di laurea
Scienze dell’educazione
e della formazione
L-19, classe delle lauree in scienze dell’educazione e della formazione

Obiettivi formativi Il corso è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi


specifici:
• Acquisizione di conoscenze fondamentali e di competenze
metodologiche inerenti ai saperi pedagogici e metodologico-didattici
dirette ad una comprensione generale delle questioni educative, colte
sotto i punti di vista teorico e metodologico-operativo.
• Conoscenze teoriche e competenze metodologiche relative alla
progettazione educativa e articolate in: idoneo possesso di strumenti per
l’analisi delle situazioni educative colte sotto i vari profili sociali (anche dal
punto di vista storico), geografico-territoriali, culturali e psicologici;
adeguata padronanza di metodi di progettazione educativa, formativa e
didattica; idoneo possesso di strategie organizzative e gestionali
dell’intervento educativo e formativo; adeguata padronanza di procedure
di monitoraggio e di valutazione degli interventi educativi e formativi.
• Conoscenze teoriche e competenze metodologiche relative
all’intervento educativo e formativo, riferito anche alla dimensione
dell’insegnamento/apprendimento, nelle diverse fasi evolutive
dell’individuo (dall’età dello sviluppo all’età adulta), anche in relazione
all’integrazione dei disabili.
• Capacità d’uso orale e scritto della lingua inglese, oltre a quella italiana.
• Idonee competenze di gestione e comunicazione dell’informazione
attraverso strumenti informatici.
Prospettive occupazionali Asili nido, case di accoglienza, centri di aggregazione giovanile, centri
educativo-ricreativi, centri per bambini e famiglie, centri socio-educativi,
centri di formazione professionale, comunità alloggio, comunità familiare,
comunità educativa, servizio educativo-territoriale, servizio educativo-
domiciliare, servizio di formazione permanente degli operatori socio-
educatvi e sociali, servizi integrativi della prima infanzia.
Il corso prepara alle professioni di:
• Tutor, istitutori e insegnanti nella formazione professionale;
• Operatori socio-assistenziali e animatori per l’infanzia e la prima
adolescenza.
Informazioni Docenti/ La Facoltà mette a disposizione tutor che assisteranno lo studente nelle
Tutor di riferimento attività di studio e nelle attività di tirocinio.
Tel. 0722 303610 - Email presidenza.sciform@uniurb.it
Informazioni Segreteria via Bramante, 16 - 61029 Urbino PU
Organizzativa (didattica) orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.30-12.30
mercoledì e giovedì 15.30-17.30
Tel. 0722 303610 - Fax 0722 303611
Email federico.foglietta@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Studenti Tel. 0722 305228 - Fax 0722 305287
Email segr.scformazione@uniurb.it

54
Università
1.6 Scienze della Formazione

Corso di laurea
Scienze e tecniche psicologiche
L-24, classe delle lauree in scienze e tecniche psicologiche

Obiettivi formativi • Acquisizione di solide conoscenze di base di tutti i settori disciplinari della psicologia attraverso
l’attivazione di almeno un insegnamento per ciascun raggruppamento disciplinare.
• Acquisizione di adeguate conoscenze sulla metodologia della psicologia e della ricerca
scientifica attraverso specifici insegnamenti sia mediante acquisizione di adeguate competenze
in ambito metodologico attraverso laboratori ad alta specializzazione ed esperienze guidate.
• Acquisizione di conoscenze teoriche e competenze operative e applicative di primo livello, con
particolare riferimento all’ambito disciplinare della psicologia clinica, della psicologia dinamica e
della psicologia sociale.
• Acquisizione di capacità di analisi e di contestualizzazione dei problemi in un’ottica
interdisciplinare attraverso il confronto con le prospettive culturali della filosofia e della
pedagogia.
• Acquisizione di abilità nell’impiego della lingua inglese, con particolare riferimento al linguaggio
scientifico psicologico; attraverso l’attivazione di laboratori verranno incentivate l’acquisizione di
competenze nella ricerca bibliografica e lettura critica di testi scientifici.
Il Corso di laurea è stato progettato seguendo i criteri stabiliti dal Progetto Europeo “Europsy” e
dalla Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Psicologia. Per raggiungere il numero complessivo di
crediti in materie psicologiche richiesto da tale progetto (130 CFU), è necessario che gli studenti
che desiderano il riconoscimento europeo del proprio titolo, anche al fine di sviluppi occupazionali
in altri Paesi europei, optino nella scelta dei crediti liberi per materie dei settori disciplinari di
Psicologia (M-PSI).
A tal fine verranno attivati insegnamenti M-PSI come esami a scelta.
Nel piano degli studi del primo anno lo studente potrà scegliere se seguire, o meno, il percorso
valido per riconoscimento Europsy.
Prospettive occupazionali Il profilo accademico e professionale del laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche,
coerentemente agli obiettivi formativi e ai risultati attesi, e tenendo presente i Descrittori di
Dublino, può essere così delineato:
in relazione alle attività ed alle funzioni: partecipa ad attività di ricerca empirica e sperimentale,
partecipa alla programmazione di interventi psicologici e psicosociali; realizza interventi psico-
educativi per lo sviluppo delle potenzialità individuali e sociali, utilizza gli strumenti appresi
(colloquio, strumenti psicometrici, osservazione, ecc.) in ambito individuale, educativo e sociale
con la supervisione, ove stabilita dalla normativa, di un laureato magistrale o di un iscritto
all’Ordine degli Psicologi sezione A;
svolge la sua attività in strutture pubbliche, private e del terzo settore in ambito clinico, scolastico e
sociale; il ruolo professionale chiaramente identificabile è quello di laureato triennale in discipline
psicologiche con la possibilità di iscrizione, secondo la normativa vigente, alla sezione B
dell’Ordine degli Psicologi.
Informazioni Docenti/ La Facoltà mette a disposizione tutor che assisteranno lo studente nelle attività di studio e nelle
Tutor di riferimento attività di tirocinio.
Per informazioni relative alla didattica:
Prof.ssa Daniela Pajardi
Tel. 0722 329667 - Fax 0722 329690
Email daniela.pajardi@uniurb.it
Informazioni Segreteria via Ubaldini, 17 - 61029 Urbino PU
Organizzativa (didattica) orario di apertura la pubblico: dal lunedì al venerdì 10.00-12.00
Tel./Fax 0722 329690
via Saffi, 15 - 61029 Urbino PU
orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.30-12.30
Tel. 0722 305810 - Fax 0722 305812
Email psicologia@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305228 - Fax 0722 305287
Email segr.scformazione@uniurb.it

55
Università
1.6 Scienze della Formazione

Corso di laurea quadriennale


Scienze della formazione primaria
Vecchio ordinamento - non modificato

Obiettivi formativi Il corso di laurea in Scienze della formazione primaria è preordinato alla
formazione culturale e professionale degli insegnanti della scuola materna e
della scuola elementare. L’esame di laurea sostenuto a conclusione dei
corsi in Scienze della formazione primaria (D.M.26 maggio
1998) comprensivo della valutazione di tirocinio previsto dal relativo
percorso formativo, costituisce titolo per l’ammissione, in relazione
all’indirizzo prescelto, ai concorsi a posti di insegnamento nella scuola
materna e nella scuola elementare, nonché, con riferimento all’indirizzo per
la scuola elementare, a posti di educatore nelle istituzioni educative statali.
Il corso di laurea ha la durata di 4 anni. Costituisce titolo di ammissione il
diploma di istruzione secondaria superiore di durata quinquennale e
quadriennale. È previsto il numero programmato degli accessi, in
applicazione del D.M. 21.7.1997 n. 245.
Prospettive occupazionali L’esame di laurea sostenuto a conclusione dei corsi in Scienze della
formazione primaria, comprensivo della valutazione di tirocinio, costituisce
titolo per l’ammissione, in relazione all’indirizzo prescelto, ai concorsi a
posti di insegnamento nella scuola materna e nella scuola elementare,
nonché, con riferimento all’indirizzo per la scuola elementare, a posti di
educatore nelle istituzioni educative statali. Sono previste 400 ore
aggiuntive attinenti l’integrazione scolastica degli alunni in situazione di
handicap in base al quale il diploma di laurea può costituire titolo per
l’ammissione ai concorsi per l’attività didattica di sostegno.
Informazioni Docenti/ La facoltà mette a disposizione tutor che assisteranno lo studente nelle
Tutor di riferimento attività di studio e nelle attività di tirocinio. Per eventuali informazioni
contattare la Segreteria didattica del corso.
Informazioni Segreterie Segreteria di presidenza: via Bramante 17 - 61029 Urbino PU
Organizzative orario di apertura al pubblico: dal lun. al sab. 9.30-12.30
mar. mer. e gio. 15.00-17.00 (sabato e pomeriggi previo contatto
telefonico).
Tel. 0722 303742/3 - Fax 0722 303746
Segreteria didattica via Bramante, 16 - 61029 Urbino PU
orario di apertura al pubblico: dal lun. al ven. 9.30-12.30 / mer. e gio.
15.30-17.30.
Tel. 0722 303610 - Fax 0722 303611
Segreteria laboratori via Bramante, 16 - 61029 Urbino PU
orario di apertura al pubblico: dal lun. al ven. 9.30-12.30 / lun. e mer.
15.30-17.30.
Tel. 0722 303620
Tutor tirocinio: via Bramante 16 - 61029 Urbino PU
Tel. 0722 303615
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305228 - Fax 0722 305287
Email segr.scformazione@uniurb.it

56
Università
1.6 Scienze della Formazione

Corso di laurea magistrale


Pedagogia e progettazione
educativa
LM-85, classe delle lauree magistrali in scienze pedagogiche

Obiettivi formativi Acquisizione di conoscenze avanzate e di solide competenze


metodologiche inerenti saperi pedagogici e delle scienze
dell’educazione, integrate da conoscenze e competenze relative a
saperi psicologici, filosofici, sociologici, storico-geografici, diretti
alla interpretazione dei contesti educativi e formativi e alla
formulazione di giudizi autonomi pertinenti e coerenti rispetto ai
dati disponibili. Elaborazione originale delle conoscenze acquisite,
finalizzata alla risoluzione di problemi educativi complessi
caratteristici dei differenti ambienti formativi (formali, non formali e
informali), attraverso l’applicazione delle diverse metodologie di
ricerca delle scienze pedagogiche. Approfondite conoscenze
teoriche e metodologiche relative alla progettazione educativa
(anche in relazione all’integrazione dei disabili), articolate
nell’analisi delle situazioni da vari punti di vista (sociale, culturale,
psicologico storico e geografico); nella definizione degli obiettivi
generali e specifici; nella organizzazione e gestione dell’intervento
educativo; nonché nel monitoraggio e nella valutazione degli esiti
del progetto. Buone competenze di gestione e comunicazione
dell’informazione attraverso strumenti informatici. Capacità d’uso
della lingua inglese orale e scritta, declinata anche in senso
disciplinare.
Prospettive occupazionali Associazioni ed enti di promozione sociale, fondazioni,
organizzazioni di volontariato, progettazione coordinamento e
direzione di sistemi formativi e di servizi educativi o di supporto
alla formazione, strutture sociali a ciclo residenziale e
semiresidenziale a gestione pubblica e privata.
Il corso prepara alle professioni di:
• Formatori ed esperti nella progettazione formativa e curriculare
Informazioni Docenti/ La Facoltà mette a disposizione tutor che assisteranno lo studente
Tutor di riferimento nelle attività di studio e nelle attività di tirocinio.
Tel. 0722 303610 - Email presidenza.sciform@uniurb.it
Informazioni Segreterie via Bramante, 16 - 61029 Urbino (PU)
Organizzative (didattica) orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.30-12.30 /
mercoledì e giovedì 15.30-17.30
Tel. 0722 303610 - Fax 0722 303611
Email federico.foglietta@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305263 - Fax 0722 305287
Email segr.scformazione@uniurb.it

57
Università
1.6 Scienze della Formazione

Corso di laurea magistrale


Psicologia clinica
LM-51, classe delle lauree magistrali in psicologia

Obiettivi formativi • Avanzata preparazione in più ambiti teorici, progettuali e operativi della psicologia con particolare riferimento alla
psicologia clinica, dinamica e sociale, in un’ottica di intervento individuale che sociale e di comunità, sia in contesti
tradizionali di applicazione (handicap e riabilitazione, dipendenze, comunità e servizi psichiatrici, scuole, contesto
giudiziario), sia in ambiti emergenti, connessi al mutamento sociale e demografico (marginalità, immigrazione, anziani).
• Capacità di stabilire le caratteristiche rilevanti, in particolar modo in un’ottica clinica, di persone, gruppi e istituzioni,
tenendo presente i diversi approcci teorici esistenti in letteratura e una metodologia appropriata.
• Capacità di assumere la responsabilità degli interventi centrati sull’individuo per la prevenzione, la diagnosi, l’intervento
psicologico, la riabilitazione, l’analisi dei contesti sociali ed istituzionali.
• Capacità di valutare la qualità e l’efficacia degli interventi propri e altrui, grazie alla conoscenza di diversi modelli di
approccio teorico e metodologico ed alla promozione nello studente di capacità critiche.
Le attività previste di laboratori specialistici, tirocini orientativi e lavoro in piccoli gruppi sono volte a permettere agli studenti
un confronto non solo teorico ma concreto e interattivo con professionisti esterni e con le attività di intervento che vengono
messe in atto nei diversi contesti.
Sono previsti, tra gli altri, laboratori di discussione di casi clinici, sulle istituzioni, comunità e servizi.
Il Corso di laurea è stato progettato seguendo i criteri stabiliti dal Progetto Europeo Europsy per garantire un titolo a
riconoscimento europeo, nonché per permettere ai laureati sbocchi professionali all’estero.
Prospettive occupazionali Il profilo accademico e professionale del laureato in Psicologia Clinica, coerentemente agli obiettivi formativi e ai risultati
attesi, e tenendo presente i Descrittori di Dublino, può essere così delineato:in relazione alle attività ed alle funzioni: può
svolgere attività di ricerca scientifica e psicosociale; condurre attività di diagnosi e di intervento psicologico e psicosociale;
utilizzare gli strumenti appresi (colloquio, strumenti psicodiagnostici, interviste, tecniche di intervento, ecc.) per attività di
intervento individuale, educativo e sociale, in diversi contesti di intervento pubblico, privato o del terzo settore,
sull’individuo, nei gruppi, in comunità e nelle istituzioni; svolge la sua attività in strutture pubbliche, private e del terzo
settore in ambito clinico e sociale, interventi soprattutto nelle condizioni di psicopatologia, di dipendenza, di disagio sociale;
collabora con istituzioni (sanità, magistratura, scuola) per la prevenzione, la promozione del benessere e della salute, la
diagnosi e l’intervento di situazioni di disagio individuale e sociale, nonché di psicopatologia; può anche operare come
libero professionista in studio privato o associazione professionale.Il ruolo professionale chiaramente identificabile e ben
consolidato nel mondo del lavoro, è quello di laureato magistrale in discipline psicologiche con la possibilità di iscrizione alla
sezione A dell’Ordine degli Psicologi.
Informazioni Docenti/ La facoltà mette a disposizione tutor che assisteranno lo studente nelle attività di studio e nelle attività di tirocinio.
Tutor di riferimento Prof. Mario Rossi Monti
Tel./Fax 0722 329667
Email mario.rossimonti@uniurb.it
Informazioni Segreteria via Ubaldini, 17 - 61029 Urbino PU
Organizzativa (didattica) orario di apertura la pubblico: dal lunedì al venerdì 10.00-12.00
Tel./Fax 0722 329690
via Saffi, 15 - 61029 Urbino PU
orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.30-12.30
Tel. 0722 305810 - Fax 0722 305812
Email psicologia@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305263 - Fax 0722 305287
Email segr.scformazione@uniurb.it

58
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Facoltà di Scienze e Tecnologie

Preside Prof. Stefano Papa


Presidenza Campus Scientifico, Località Crocicchia
Tel. 0722 304281/283 - Fax 0722 304240
www.uniurb.it/scienzeetecnologie - Email scienze.tecnologie@uniurb.it
La Facoltà La Facoltà di Scienze e Tecnologie si caratterizza, dalle sue origini, per lo sviluppo di corsi di studio
decisamente professionalizzanti. Le figure professionali prodotte dai corsi attivati (Analista di
Laboratorio, Biologo, Biotecnologo, Geologo, Informatico, Ecologo, Naturalista e Restauratore)
corrispondono a specifici settori professionali. Oltre al nuovo percorso formativo che prevede la
figura professionale dell’”ecologo dei cambiamenti climatici” quest’anno la riforma degli
ordinamenti didattici, a seguito dell’attuazione del D.M. 270/04, ha prodotto due nuove Lauree
Magistrali, che corrispondono al completamento dei percorsi formativi delle figure professionali del
Biologo e del Geologo. In particolare il percorso di Biologia prevede due curricula che identificano
due ambiti professionali (il biologo sanitatio e il biologo nutrizionista) ed un percorso diretto alla
formazione del ricercatore di Biologia Molecolare. Il percorso di Geologia applicata al territorio
fornisce gli strumenti scientifici che permetteranno al laureato magistrale di saper prendere
decisioni riguardanti la progettazione geologica in maniera autonoma e interdisciplinare con
specialisti di altri settori. Con questa riforma degli ordinamenti è iniziato un processo di profondo
cambiamento delle caratteristiche dell’offerta formativa con il prioritario obiettivo di creare percorsi
formativi (in Scienze Ambientali, Scienze Biologiche e Biotecnologiche e Scienze Geologiche) più
efficaci, più attinenti e al passo con l’evoluzione delle rispettive figure professionali presenti nel
mondo del lavoro .
La sede del Campus Scientifico, quella dell’Istituto di Scienze e Tecnologie dell’Informazione e la
sede decentrata di Biotecnologie costituiscono centri organizzati dove didattica e ricerca si
compenetrano producendo i migliori risultati nel trasferimento tecnologico-culturale tra docenti e
studenti. Vista la necessità di conoscenze di base per un accesso ai corsi, anticipando i requisiti
richiesti dall’ultima riforma degli ordinamenti didattici, la Facoltà organizza da diversi anni corsi di
matematica propedeutici alle Lauree triennali per ovviare a carenze di base che alcuni percorsi
formativi della Scuola Media Superiore presentano, e consentire un più rapido inserimento degli
studenti nel tessuto della Facoltà.
I corsi di Laurea (triennali) e di Laurea Specialistica e Magistrale (biennali) prevedono oltre alle
lezioni e ad attività di laboratorio (sono presenti diverse aule attrezzate di tipo informatico,
biotecnologico, chimico, biologico e geologico) anche attività esterne, tirocini formativi presso
aziende pubbliche e private, anche all’estero (all’interno di programmi europei di interscambio
quali Erasmus, Leonardo). Le Lauree triennali e specialistiche/magistrali permettono inoltre
l’accesso a Master Universitari di I° e II° livello che vengono attivati annualmente sulla base delle
richieste del mercato del lavoro (nei settori Biologico, Biotecnologico, Informatico, Naturalistico e
Geologico-Ambientale).
La Facoltà infine, essendo fortemente impegnata nella ricerca applicata, ha sviluppato un notevole
numero di Dottorati di ricerca in coerenza con gli ambiti scientifici applicati presenti in tutte le
lauree Specialistiche e Magistrali (settori: Biologico, Ambientale, Naturalistico, Geologico,
Biochimico-Biotecnologico e Chimico) affiancati da un pianificazione annuale di numerosi assegni
di ricerca volti al proseguimento dell’esperienza di Dottorato verso lo sviluppo di progetti di ricerca
applicata, così da permettere ad una quota considerevole di studenti, che terminano il percorso
3+2, di potersi meglio qualificare per entrare nel mondo del lavoro.

60
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea
Biotecnologie
1, classe delle lauree in biotecnologie

Obiettivi formativi La laurea in Biotecnologie (L-2) è finalizzata a formare professionalità in


grado di utilizzare le più moderne strategie molecolari e cellulari per la
produzione di nuovi diagnostici, terapeutici e vaccini innovativi. In particolare
lo studente sarà in grado di clonare, esprimere, purificare e caratterizzare
proteine ricombinanti; saprà allestire saggi molecolari di genotipizzazione e
saggi immunologici. Durante il corso agli studenti verranno assegnati
progetti da svolgere in laboratorio con la guida di tutors, finalizzati al
clonaggio e all’espressione di geni microbici, vegetali, animali ed umani,
con potenzialità di impiego nei settori della cura della salute e nella
diagnostica molecolare. Lo studente, oltre ad avere accesso alle più
moderne strumentazioni per sequenziamento di genomi, produzione di
proteine ricombinanti e downstream processing, completerà la sua
formazione seguendo anche attività formative di diritto brevettuale, bioetica
ed economia delle imprese ad alta innovazione. Il tirocinio formativo
obbligatorio, presso i Dipartimenti dell’Ateneo, aziende o laboratori
convenzionati o altre università, permetterà, infine, allo studente di
approfondire tecniche specifiche e professionalizzanti, con responsabilità ed
autonomia, in un contesto più vicino al mondo del lavoro.
Prospettive occupazionali La laurea triennale in Biotecnologie delinea una figura professionale dotata
di una valida formazione teorica e pratica, in grado di operare in differenti
ambiti applicativi delle biotecnologie, oltre che nella ricerca di base presso
istituzioni pubbliche e private; garantisce, inoltre, l’accesso a master di I
livello rivolti a potenziare specifiche professionalità. Il biotecnologo può
inserirsi in diversi contesti professionali, fra cui: nelle aziende farmaceutiche
e nelle aziende che producono diagnostici; nei laboratori di certificazione di
qualità; nei laboratori di controllo degli alimenti; nelle strutture del Sistema
Sanitario Nazionale; nei laboratori di ricerca presso le Università o altri
Centri; in tutti quei campi pubblici e privati dove si debbano gestire,
utilizzare e modificare organismi viventi e loro costituenti; presso studi e/o
società di consulenza per registrazioni di brevetti e proprietà intellettuale;
presso agenzie di comunicazione e divulgazione scientifica.
Informazioni Docenti/ Prof.ssa Marzia Bianchi (Presidente C.d.L.)
Tutor di riferimento Tel. e fax 0721 862832
Email marzia.bianchi@uniurb.it
Prof.ssa Antonella Amicucci
Tel. 0722 305232 – Fax 0722 305324
Email antonella.amicucci@uniurb.it
Prof.ssa Rita Crinelli
Tel. 0722 305201 – Fax 0722 305324
Email rita.crinelli@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-
Studenti 12,00
Tel. 0722 305225 - Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it
Segreteria Organizzativa Sede di Fano - Via Arco d’Augusto, 2
Tel. 0721 862832/0722 304954 - Fax 0721 862832
Email biotecnologie@uniurb.it

61
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea
Informatica applicata
PERCORSO IN PRESENZA - PERCORSO ON LINE
26, classe delle lauree in scienze e tecnologie informatiche

Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Informatica Applicata è diretto a formare figure


professionali di informatico fornendo le conoscenze relative ai metodi, alle
tecniche e agli strumenti per lo sviluppo dei sistemi e delle applicazioni che
si basano sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, insieme
alla cultura di base necessaria per adeguarsi all’evoluzione del settore. I
principali contenuti formativi del Corso di Laurea sono orientati verso una
solida formazione di base nel campo delle scienze e tecnologie informatiche
che, seppur aperta a successivi affinamenti in corsi di secondo livello,
consenta al laureato di inserirsi in attività lavorative che richiedono
familiarità col metodo scientifico finalizzato alla progettazione e alla
realizzazione di sistemi software e hardware, capacità di applicazione di
metodi e tecniche innovative e capacità di applicazione di sistemi digitali per
l’elaborazione e la comunicazione delle informazioni.
Prospettive occupazionali Le figure professionali che vengono preparate dal Corso di Laurea vanno
dall’analista programmatore che conosce linguaggi procedurali e orientati
agli oggetti all’esperto di tecnologie Web, dal progettista di basi di dati
all’ingegnere del software, dallo specialista di sistemi operativi all’esperto
di reti locali e Internet, con competenze specifiche in uno dei seguenti
campi: sistemi embedded, sistemi multimediali, domotica. È importante
ricordare che in Italia i laureati nel settore informatico costituiscono una
piccolissima percentuale del totale dei laureati e il 93% di essi trova lavoro
in tempi brevissimi dal conseguimento della laurea, contro una media del
70% per tutti gli altri settori. Si stima infatti che in Italia manchino ancora
decine di migliaia di risorse professionali nel campo dell’informatica.
Informazioni Docenti/ Istituto di Scienze e Tecnologie dell’Informazione (P.zza della Repubblica, 13 - Urbino):
Tutor di riferimento
Riferimento percorso in presenza Riferimento percorso on line
Prof. Alberto Carini Prof. Alessandro Bogliolo
Dott.ssa Erika Pigliapoco Dott.ssa Erika Pigliapoco
Tel. 0722 4475 - Fax 0722 447552 Tel. 0722 4475 - Fax 0722 447552
Email infocdl@sti.uniurb.it Email wwcampus@sti.uniurb.it
http://cdl.sti.uniurb.it/ http://e-learning.sti.uniurb.it/

Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU


Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Tel. 0722 305225
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

62
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea
Scienze biologiche
L-13, classe delle lauree in scienze biologiche

Obiettivi formativi Il Corso di Laurea offre percorsi formativi negli ambiti biologico-molecolare e
biosanitario.
Il Corso è orientato a formare un biologo junior che operi, con visione e
strumenti culturali multidisciplinari, in laboratori di ricerca e analisi e che
abbia le competenze tecniche idonee all’inserimento in laboratori di analisi
biomediche.
A tal fine gli studenti acquisiscono capacità di operare nei diversi settori
della biologia vegetale e animale - compreso l’uomo - a livello cellulare,
molecolare e nel campo dei microrganismi.
Il percorso offre una solida preparazione di base e una qualificata e
aggiornata preparazione scientifica.
Prospettive occupazionali I laureati in Scienze Biologiche al termine del corso di studio saranno in
possesso delle conoscenze professionali utili per un inserimento nel mondo
del lavoro in vari ambiti. Gli ambiti occupazionali coinvolgono diverse sedi di
lavoro, come Enti pubblici (Comuni, Province, Regioni, Parchi, Riserve
naturali, Aree protette, Musei naturali e Orti botanici), Strutture pubbliche
socio-sanitarie (ASL, ARPA, Istituti Zooprofilattici, etc.), Istituti di ricerca
pubblici (es. Università) e privati ed infine l’Industria (es. farmaceutica,
alimentare, cosmetica, chimica, fitosanitaria, etc.). All’interno di tali
strutture i laureati potranno svolgere attività che implicano l’uso sia di
procedure analitico-strumentali in ambito biomolecolare, biomedico e
biotecnologico sia di procedure di controllo in ambito ambientale e di
qualità. Essi potranno esercitare inoltre la libera professione previa
iscrizione all’Albo Nazionale dei Biologi, sezione B. Infine, potranno inserirsi
nella scuola pubblica secondaria per la gestione dei laboratori scientifici ed,
ancora, operare nell’ambito della divulgazione scientifica.
Informazioni Docenti/ Prof.ssa Rossi Luigia (Presidente CCdL)
Tutor di riferimento Tel. 0722 305201 - Fax 0722 305324
Email luigia.rossi@uniurb.it
Prof.ssa Battistelli Serafina
Tel. 0722 351084 - Fax 0722 322370
Email serafina.battistelli@uniurb.it
Prof.ssa Bruscolini Francesca
Tel. 0722 303544 - Fax 0722 303541
Email francesca.bruscolini@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Tel. 0722 305225
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

63
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea
Scienze geologiche
e gestione del territorio
L-34, classe delle lauree in scienze geologiche

Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Scienze Geologiche e Gestione del Territorio si rivolge a chi è
interessato a comprendere i processi geologici che sono alla base della continua
evoluzione del nostro pianeta, permettendo l’acquisizione delle conoscenze di base,
degli strumenti analitici e dei metodi di indagine utilizzati nel campo delle Scienze
della Terra, sia sul terreno sia in laboratorio. Il corso si propone di formare una figura
professionale che risponda alle direttive della Comunità Europea per la professione
di Geologo Junior nell’ambito della gestione territoriale, della programmazione e
conservazione dell’ambiente, della ricerca ed utilizzo delle georisorse e del
monitoraggio e mitigazione dei rischi naturali. Propone percorsi formativi orientati
verso una conoscenza geologica mirata al riconoscimento dei parametri utili alla
risoluzione di problemi applicativi e alla corretta gestione e salvaguardia del territorio
(compresa la legislazione dell’ambiente). Verranno, inoltre, fornite le metodologie
per l’informatizzazione, l’elaborazione e la gestione di dati a carattere geologico-
territoriale (GIS). I laureati apprenderanno conoscenze terminologiche e linguistiche,
durante i corsi di insegnamento, anche attraverso l’utilizzo di siti WEB internazionali
tali da permettere l’accesso alle informazioni scientifiche nei vari ambiti disciplinari
delle Scienze della Terra.
Prospettive occupazionali Il Corso di Laurea in Scienze Geologiche e Gestione del Territorio, oltre all’accesso
alle lauree di secondo livello, consente l’ingresso nel mondo del lavoro nelle
amministrazioni pubbliche, ai vari gradi di carriera, e nell’imprenditoria privata
attraverso la professione di geologo. Le conoscenze acquisite durante il corso di
studi permetteranno infatti ai laureati di poter sostenere l’esame di abilitazione per
la professione di Geologo Junior (iscrizione all’Albo specifico nella “Sezione dei
Geologi Juniores”; DPR, 5 Giugno 2001, n. 328). I laureati potranno svolgere attività
professionali in tutti gli ambiti delle Scienze della Terra, quali la cartografia
geomorfologica e geologica tematica, le indagini geognostiche e l’esplorazione del
sottosuolo (anche con metodi geofisici), il reperimento, la valutazione, la gestione
delle georisorse (comprese quelle idriche), la valutazione e prevenzione del degrado
dei versanti, l’analisi petrografica e la certificazione dei materiali geologici, i rilievi
geodetici, topografici ed oceanografici. Le professionalità acquisite potranno trovare
applicazione in enti pubblici, istituzioni, aziende, società e studi professionali.
L’accesso all’insegnamento in specifici gradi scolastici o universitari è vincolato
dalla normativa in vigore. Nell’ambito della classificazione Istat delle professioni
(NUP 2007), il Corso di Laurea in Scienze Geologiche e Gestione del Territorio forma
delle specifiche figure professionali appartenenti prevalentemente ai seguenti
gruppi: Geologi, Paleontologi, Geofisici, Guide ed accompagnatori specializzati,
Tecnici dei musei.
Informazioni Docenti/ Prof. Alberto Renzulli
Tutor di riferimento Tel. 0722 304231 - Cell. 339 5667830 - Fax 0722 304245
Email alberto.renzulli@uniurb.it
Prof. Gianluigi Tonelli
Tel. 0722 304239 - Fax 0722 304260 - Email gianluigi.tonelli@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00
Studenti Tel. 0722 305225
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

64
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea
Scienze per l’ambiente
e la natura
L-32, classe delle lauree in scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura

Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Scienze per l’Ambiente e la Natura è rivolto alla conoscenza delle
componenti fondamentali abiotiche e biotiche dell’ambiente naturale e dell’ambiente
variamente modificato dalle attività antropiche per una sua corretta gestione e
sviluppo sostenibile.
Obiettivi formativi specifici di questo corso di laurea sono la formazione di una figura
professionale che svolga attività nell’ambito dell’analisi, della valutazione e gestione
dell’utilizzo sostenibile delle risorse naturali. Il Corso mira all’acquisizione di
conoscenze di base tali da permettere una visione sistemica dell’ambiente naturale o
modificato dall’Uomo ed all’acquisizione delle metodologie e degli strumenti di
indagine ambientale e naturalistica sia sul campo che in laboratorio.
A tal fine il corso di laurea è caratterizzato da attività didattiche nei settori delle
scienze della terra e delle scienze biologiche corredate da discipline di base e
discipline metodologiche, di processo e di scienze economiche, giuridiche e sociali.
Su di una base culturale comune, acquisita nel primo anno, vengono
successivamente sviluppati differenti percorsi formativi indirizzati in un caso
all’analisi, alla valutazione, al monitoraggio e interpretazione delle condizioni
strutturali dell’ambiente modificato dall’Uomo ed alla pianificazione di interventi di
ripristino; dall’altro, alla descrizione e interpretazione dell’ambiente naturale,
all’analisi strutturale dei processi biologici ed abiologici che lo compongono, ed alla
gestione ed utilizzo sostenibile delle risorse naturali per la loro conservazione attuale
e futura.
Prospettive occupazionali Il Corso di Laurea offre notevoli opportunità di inserimento nel mondo del lavoro
anche attraverso nuove professioni richieste da Enti pubblici (Comuni, Province,
Regioni, Parchi, Riserve naturali e Aree protette, strutture pubbliche socio-sanitarie),
Istituti di ricerca pubblici (es. Università) e privati (esperti di analisi e monitoraggio di
sistemi e processi ambientali, educatori ambientali, esperti della protezione e
conservazione della qualità dell’aria, delle acque e del suolo, ecc).
Le attività professionali possono svolgersi in diversi settori quali il rilevamento, la
classificazione, l’analisi, il ripristino e la conservazione di ecosistemi naturali; l’analisi
ed il monitoraggio di sistemi e processi ambientali gestiti dall’Uomo nella prospettiva
della promozione della qualità dell’ambiente.
Informazioni Docenti/ Prof.ssa Maria Francesca Ottaviani (Presidente CCdL)
Tutor di riferimento Tel. 0722 304320 - Fax 0722 304240
Email maria.ottaviani@uniurb.it
Prof.ssa Maria Balsamo
Tel. 0722 304251 - Fax 0722 304243
Email maria.balsamo@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

65
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea magistrale


Biologia molecolare, sanitaria
e della nutrizione
LM/6, classe delle lauree magistrale in biologia

Obiettivi formativi Il corso di laurea magistrale è diretto a formare specialisti che abbiano una solida
preparazione scientifica di base e applicativa negli ambiti biomolecolare, biosanitario e
nutrizionistico, tenendo conto dei requisiti di accesso alla professione di Biologo. In
particolare, il corso è volto a formare specialisti nell’ambito di attività di ricerca di base e
applicata correlata con le discipline biologiche, biochimiche e biomolecolari; formerà inoltre
esperti in attività professionali e di progetto in ambiti correlati alla diagnostica di laboratorio
biomedico nonchè in ambiti relativi alla corretta applicazione della nutrizione umana.
Prospettive occupazionali I laureati in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione saranno in possesso delle conoscenze
professionali utili per un inserimento nel mondo del lavoro in ambiti della biologia che caratterizzano i
curricula di questo corso di laurea. Essi potranno esercitare la libera professione previa l’iscrizione
all’Albo professionale dei Biologi e/o trovare lavoro presso Enti pubblici (Comuni, Province, Regioni,
Parchi e Riserve naturali,ecc.) e privati, Strutture pubbliche socio-sanitarie (ASL, ARPA, ecc.), Università,
Studi professionali privati, Istituti di ricerca, divulgazione scientifica. Potranno inoltre accedere attraverso
le scuole di specializzazione ai ruoli dirigenziali di competenza biologica nel Sistema Sanitario Nazionale.
Nello specifico, l’ambito occupazionale del laureato magistrale in Biologia Molecolare, Sanitaria e della
Nutrizione con indirizzo di Biochimica clinica risiede primariamente nel settore sanitario sia pubblico che
privato, in particolare nei laboratori di analisi biologiche, biochimico-cliniche e microbiologiche, nonchè
nell’industria biomedica, nella ricerca scientifica sia pubblica che privata nel campo biomedico.
I laureati magistrali in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione con indirizzo di Ricerca
biomolecolare potranno elettivamente inserirsi in settori riguardanti attività di ricerca di base e applicata
in strutture pubbliche o private nei settori della Biologia Cellulare e molecolare, della Genetica, della
Farmacologia; attività di promozione e sviluppo dell’innovazione scientifica e tecnologica nel campo
biomolecolare e cellulare; attività professionali e di progetto, in ambiti correlati con le discipline
biologiche che caratterizzano il curriculum, negli istituti di ricerca sia pubblici che privati, nei settori
dell’industria, della sanità e della pubblica amministrazione; attività nei laboratori di analisi biologiche e
di controllo di qualità dei prodotti di origine biologica.
L’ambito occupazionale dei laureati magistrali in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione con
indirizzo di Biologia della nutrizione risiede primariamente nello svolgimento della libera professione e/o
in collaborazione con strutture del Sistema Sanitario Nazionale, società di servizi, strutture scolastiche
svolgendo attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione e nutrizione inclusi gli aspetti
educativi e di collaborazione all’attivazione di politiche alimentari. Saranno in grado di proporre e
realizzare innovazioni nel settore della trasformazione e conservazione degli alimenti trovando impiego
nelle industrie alimentari, farmaceutiche e più in generale nell’indotto agro-alimentare, nonché negli enti
di ricerca interessati all’alimentazione e nutrizione. Avranno competenze nella progettazione e
realizzazione di interventi dietetico-nutrizionali nelle diverse condizioni fisiologiche e nelle diverse
patologie. Specifici sbocchi professionali potranno essere, oltre alle strutture sanitarie pubbliche o
private, i servizi di nutrizione e ristorazione collettiva e i servizi di igiene degli alimenti. Potranno inoltre
operare nel settore della distribuzione e commercializzazione dei prodotti di interesse nutrizionale.
Informazioni Docenti/ Prof.ssa Rossi Luigia
Tutor di riferimento Tel. 0722 305201 - Fax 0722 305324
Email luigia.rossi@uniurb.it
Prof.ssa Francesca Bruscolini
Tel. 0722-303544 - Fax 0722-303541
francesca.bruscolini@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

66
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea specialistica


Biotecnologie industriali
8/S, classe delle lauree specialistiche in biotecnologie industriali

Obiettivi formativi Il corso di Laurea specialistica in Biotecnologie industriali è rivolto a


chi è interessato a gestire piattaforme tecnologiche specifiche come:
ingegneria genetica e proteica, individuazione di bersagli molecolari,
bioinformatica, progettazione e sviluppo di kit diagnostici, tecniche di
fermentazione e bioconversione per la produzione di piccole molecole,
compresi agenti terapeutici, anche da materiali agricoli, produzione di
proteine ricombinanti di interesse (enzimi, vaccini, terapeutici, etc.)
con ceppi ingegnerizzati, validazione di “lead compounds” in sistemi
cellulari e animali. I laureati acquisiranno abilità tecniche fondamentali
nei vari campi delle biotecnologie industriali; possiederanno, inoltre,
avanzate conoscenze nelle culture di contesto, con particolare
riferimento ai temi di valorizzazione della proprietà intellettuale e
saranno in grado di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo
responsabilità di progetti e strutture.
Prospettive occupazionali La Laurea specialistica formerà figure in grado di: gestire strutture
produttive nella bioindustria diagnostica, chimica, agroalimentare, etc.;
gestire servizi in ambiti connessi con le biotecnologie industriali, quali
laboratori di analisi, di certificazione e di controllo biologico, nei
sistemi di monitoraggio ambientale, nelle strutture del servizio
sanitario nazionale, nelle imprese farmaceutiche con attività nel
settore delle biotecnologie; svolgere attività di promozione e sviluppo
dell’innovazione scientifica e tecnologica nei diversi contesti
applicativi.
Informazioni Docenti/ Presidente del CdL: Prof.ssa Marzia Bianchi
Tutor di riferimento Tel. e Fax 0721 862832
Email: marzia.bianchi@uniurb.it
Prof.ssa Antonella Amicucci
Tel. 0722 305232 - Fax 0722 305324
Email: antonella.amicucci@uniurb.it
Prof.ssa Rita Crinelli
Tel. 0722 305201 - Fax 0722 305324
Email: rita.crinelli@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225 - Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it
Segreteria Organizzativa Sede di Fano - Via T. Campanella, 1 - Tel. 0721 862832 - Fax 0721 862834
Email biotecnologie@uniurb.it

67
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea magistrale


Geologia applicata
al territorio
LM/74, classe delle lauree magistrali in scienze e tecnologie geologiche

Obiettivi formativi Il percorso formativo del corso di Laurea Magistrale in Geologia Applicata al
Territorio prevede un approfondimento delle materie di base delle Scienze della
Terra per consentire l’analisi specifica dei processi geologici che guidano
l’evoluzione del nostro Pianeta. Gli approcci professionali saranno focalizzati
sulle problematiche legate alla programmazione territoriale, alla tutela
dell’ambiente, alla gestione delle georisorse, alla prevenzione dei rischi
geologico-ambientali e alla progettazione geologica ecosostenibile. Lo scopo che
la Laurea Magistrale intende perseguire è quello di elevare la preparazione nelle
discipline caratterizzanti della classe e di fornire gli strumenti scientifici per saper
prendere decisioni riguardanti la progettazione geologica, in maniera autonoma
e/o interdisciplinare con specialisti di altri settori. L’obiettivo formativo finale è
quello di fornire allo studente, anche attraverso una significativa esperienza di
lavoro sperimentale in campagna e in laboratorio, la possibilità di acquisire non
solo gli strumenti culturali delle scienze e tecnologie geologiche ma anche la
capacità di analisi critica necessari allo svolgimento del lavoro professionale e di
ricerca in campo ambientale e territoriale.
Prospettive occupazionali La Laurea Magistrale in Geologia Applicata al Territorio costituisce il
proseguimento ideale per gli studenti che, dopo la laurea di I livello, intendono
indirizzarsi verso la professione o avviarsi alla ricerca scientifica di base e
applicata proseguendo gli studi nei più alti livelli di formazione delle scienze
geologiche.Il laureato potrà svolgere attività di libero professionista, singolo o in
studi associati, o nei vari settori dell’industria e della pubblica amministrazione.
In particolare, potrà operare nell’esercizio di attività che implicano assunzione di
responsabilità di programmazione, progettazione, direzione di lavori, collaudo e
monitoraggio degli interventi geologici. Il laureato può trovare occupazione
presso: enti locali o nazionali (ad esempio ANAS, ENEL, ENI, ENEA, servizi
geologici, agenzie regionali e nazionali per la protezione dell’ambiente); gruppi
privati nazionali ed internazionali nel settore della ricerca di combustibili fossili o
di sviluppo delle energie rinnovabili (geotermia); agenzie per la difesa del suolo e
compagnie di gestione di impianti idrici e discariche; società di indagini
geologiche e grandi lavori di costruzione ed attività estrattive in Italia e all’estero;
laboratori di analisi geognostiche e di ricerca pubblici e privati; scuole ed Istituti
di vario grado ed Università secondo le normative vigenti.
Informazioni Docenti/ Alberto Renzulli
Tutor di riferimento tel. 0722 304231 - 339 5667830 fax 0722 304245
e-mail: alberto.renzulli@uniurb.it
Gianluigi Tonelli
tel. 0722 304239 fax 0722 304260
e-mail: gianluigi.tonelli@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225
Email segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

68
Università
1.7 Scienze e Tecnologie

Corso di laurea magistrale


Ecologia dei cambiamenti
climatici
LM-75, classe delle lauree magistrali in scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio

Obiettivi formativi Il corso di laurea magistrale in Ecologia dei Cambiamenti


Climatici ha l’obiettivo di fornire una preparazione
transdisciplinare e integrata che permette di pianificare e
progettare scenari ambientali, al fine di individuare strategie di
adattamento del sistema territoriale alle variazioni climatiche,
nonché di riduzione della vulnerabilità. Gli obiettivi tematici
sono rivolti alla valutazione delle modificazioni dei sistemi
naturali e ambientali indotte dalle attività e dagli insediamenti
antropici, in relazione agli effetti dei cambiamenti climatici.
Prospettive occupazionali Sulla base degli obiettivi specifici, i principali sbocchi
occupazionali del Corso di Laurea Magistrale in Ecologia dei
Cambiamenti Climatici sono relativi a Enti pubblici e privati e
studi professionali per:
• orientare la pianificazione, la progettazione, e la gestione di
azioni che tengano in considerazione un quadro valutativo
innovativo, legato agli effetti delle trasformazioni ambientali
indotte dai cambiamenti antropici e climatici, introducendo
nuovi processi economici sostenibili;
• la pianificazione, la progettazione e la realizzazione di
interventi di recupero ambientale;
• il controllo e monitoraggio degli ecosistemi, del territorio, e la
difesa del suolo;
• la valutazione delle risorse rinnovabili
Informazioni Docenti/ Prof. Umberto Giostra
Tutor di riferimento Tel. 0722 304249 - Fax 0722 304249
Email umberto.giostra@uniurb.it
Prof.ssa Maria Francesca Ottaviani
Tel. 0722 304320 - Fax 0722 304240
Email maria.ottaviani@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305225 - Email
segr.studentifarmaciaescienze@uniurb.it

70
Università
1.8 Scienze Motorie

Facoltà di Scienze Motorie

Preside Prof. Vilberto Stocchi


Presidenza Via Muzio Oddi, 14 (Tel. 0722 351728/351729)
La Facoltà L’offerta formativa della Facoltà di Scienze Motorie per l’anno accademico
2009-2010, in attuazione dei nuovi ordinamenti previsti dal Decreto
Ministeriale n. 270/04, consiste nell’attivazione di due nuovi corsi di laurea
magistrale in Scienze e Motorie per la prevenzione e la salute (LM-67) e
Scienze dello sport (LM-68) e il proseguimento del corso di laurea di primo
livello L-22 in Scienze Motorie, sportive e della salute, attivato già a partire
dall’a.a. 2008-2009.
I nuovi corsi di laurea sostituiranno di anno in anno i rispettivi corsi di laurea
attualmente in vigore.
Il corso di laurea triennale in Scienze Motorie (classe 33 - Vecchio
ordinamento D.M.
509/1999) e i corsi di laurea specialistica in Scienze e Tecniche dell’ Attività
Motoria
preventiva e adattata (classe 76/S - Vecchio ordinamento D.M. 509/1999)
e Scienze e tecniche dell’attività sportiva (classe 75/S - Vecchio
ordinamento D.M. 509/1999) sono corsi ad esaurimento per coloro che si
sono immatricolati fino all’anno accademico 2008/2009.
La Facoltà di Scienze Motorie forma professionisti capaci di operare nel
mondo dello sport e in quello della promozione della salute e del benessere
fisico, psicologico e sociale.
Le evidenze scientifiche sono concordi nel ritenere che l’esercizio fisico sia
un’attività rilevante in grado di migliorare in modo significativo la qualità della
vita e di attuare un’efficace attività di prevenzione delle malattie,
contribuendo tra l’altro a ridurre la spesa pubblica.
La Facoltà si presenta con importanti risultati conseguiti sul piano didattico
e un progetto significativo di sviluppo, che vede il consolidamento di
numerosi rapporti istituzionali: molto rilevanti le convenzioni con la Scuola
dello Sport e le Federazioni sportive del CONI per l’implementazione della
qualità e delle prospettive professionali degli studenti, avviati in moltissime
discipline sportive anche con stage residenziali. Numerose le convenzioni
con Strutture Socio-Sanitarie pubbliche e private per lo svolgimento di
tirocini professionalizzanti per le scienze dell’attività motoria e le attività
preventive, compensative ed adattate. Sono in continua crescita gli
interscambi Erasmus con qualificate università europee per la
partecipazione degli studenti di Scienze Motorie in attività didattiche
all’estero.
La Facoltà offre anche la possibilità di frequentare master di primo e
secondo livello ed un corso di perfezionamento.
Gli studenti con una spiccata vocazione all’attività di ricerca potranno dopo
la laurea di secondo livello accedere ad un dottorato di ricerca, con
prospettive di carriera universitaria nei nuovi settori disciplinari
caratterizzanti la nostra Facoltà, o di inserimento in contesti di alta
specializzazione.

72
Università
1.8 Scienze Motorie

Corso di laurea
Scienze motorie, sportive
e della salute
L-22, classe delle lauree in scienze delle attività motorie e sportive

Obiettivi formativi Il corso di laurea in Scienze Motorie, Sportive e della Salute rappresenta la naturale
evoluzione delle esperienze maturate nei precedenti corsi e nasce dall’esigenza di
rispondere in maniera più adeguata ai significativi cambiamenti a cui la società è
andata incontro negli ultimi anni, così come alla continua trasformazione delle attività
professionali.
A questo scopo il corso attiverà percorsi formativi che, attraverso la conoscenza degli
aspetti anatomici, fisiologici e biochimici, permetterà di apprendere le basi biologiche
del movimento e gli adattamenti all’esercizio fisico. Inoltre, attiverà percorsi formativi
per l’apprendimento e l’insegnamento delle tecniche motorie e sportive e delle
metodologie di misurazione e valutazione dell’esercizio fisico, finalizzate
all’acquisizione delle competenze necessarie per valutare gli effetti, gli aspetti
biomeccanici, le tecniche e gli strumenti per un corretto svolgimento delle attività
motorie e sportive. Inoltre verranno fornite le basi socio-psico-pedagogiche per
condurre programmi di attività motoria e sportiva a livello individuale e di gruppo, in
modo da interagire con soggetti di ogni età, genere e condizione, finalizzati al
mantenimento e potenziamento del benessere psico-fisico della persona.
Gli strumenti didattici utilizzati per raggiungere tali obiettivi saranno le lezioni frontali,
seminari, workshops e attività tecnico-pratiche, con verifiche dell’apprendimento
periodiche e finali.
Il raggiungimento di tali obiettivi sarà possibile anche grazie ad una cospicua e mirata
attività di tirocinio che caratterizzerà la preparazione dello studente attraverso
percorsi individuati dalla Facoltà nell’ambito di discipline tecnico-sportive individuali e
di squadra, didattico-educative e del settore delle attività motorie preventive-adattate.
Prospettive occupazionali Il corso di laurea in Scienze Motorie, Sportive e della Salute forma professionisti delle
attività motorie e sportive capaci di operare nei seguenti ambiti:
• tecnico-addestrativo, come operatore tecnico in discipline sportive e in attività
motorie;
• attività motorie e sportive riferite all’età evolutiva, agli anziani e ai disabili;
• attività motorie, sportive e ricreative nei servizi sociali, nei centri socio-educativi,
negli istituti di rieducazione e di pena, nelle comunità di recupero, negli ospedali,
nei centri di aggregazione; attività di gestione del tempo libero;
• attività in ambito turistico-sportivo, attività escursionistiche, attività ludico-sportive,
in centri sportivi estivi ed invernali, in vacanze-sport e in centri turistici;
• ambito educativo, come operatore di attività motorie nelle strutture educative;
• professioni a carattere sportivo (es.: operatore nell’analisi del movimento e della
comunicazione sportiva);
• prevenzione e mantenimento della salute, come operatore nella riattivazione
motoria, nei centri sportivi;
• operatore per le attività motorie nelle case di riposo, negli stabilimenti termali, nei
centri del benessere e nei diversi ambiti di lavoro;
• organizzazione e gestione, come dirigente e/o responsabile di strutture sportive;
• sicurezza e sorveglianza, come tecnico dell’accreditamento e della sicurezza delle
strutture sportive e come responsabile della sicurezza nelle competizioni sportive.
Informazioni Docenti/ Prof. Giorgio Brandi - Email triennale.sm@uniurb.it
Tutor di riferimento Prof.ssa Ivana Matteucci - Email ivana.matteucci@uniurb.it
Prof.ssa Anna Rita Calavalle - Email anna.calavalle@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Studenti Responsabile Sig.ra Gaia Zigoli
Tel. 0722 305321/322 - Fax 0722 305287 - Email gaia.zigoli@uniurb.it

73
Università
1.8 Scienze Motorie

Corso di laurea magistrale


Scienze motorie
per la prevenzione e la salute
LM-67, classe delle lauree magistrali in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative

Obiettivi formativi Obiettivo del corso è la formazione di figure professionali altamente qualificate, capaci di intervenire con competenze specifiche
nella progettazione, direzione, conduzione e valutazione di programmi di attività motoria individualizzati, interagendo con altre
professionalità, al fine del mantenimento e del recupero della piena efficienza e del pieno benessere individuale, della ottimizzazione
dell’integrazione sociale, della prevenzione degli stati patologici e delle limitazioni che intervengono con l’avanzare dell’età. A tale
scopo, attraverso il percorso formativo, lo studente dovrà raggiungere i seguenti obiettivi:
1. acquisire le nozioni e le categorie concettuali necessarie per interagire con professionalità diverse che operano nell’ambito della
sanità, dell’igiene mentale e dei servizi sociali, nella consapevolezza dell’estensione e dei limiti della propria area di competenza;
2. possedere basi teoriche avanzate sulla motricità umana e sul suo controllo, che permettano di affrontare le molteplici situazioni
che la professione presenterà, con elevato grado di autonomia decisionale e con responsabile creatività;
3. conoscere le norme igienico-sanitarie relative agli ambienti in cui sarà svolta la professione;
4. avere padronanza dei contenuti e delle strategie comunicative per una corretta promozione e educazione alla salute;
5. possedere la capacità di cogliere gli aspetti psicologici e sociologici correlati con la riformulazione dell’immagine del sé corporeo,
con la deprivazione e la reintegrazione sociale, in seguito a eventi di interesse clinico;
6. avere le competenze per compiere una valutazione funzionale delle capacità motorie di soggetti di diverse fasce di età, sani o in
condizioni cliniche stabilizzate, di concerto con il medico, per quanto di sua competenza;
7. saper valutare l’impatto di terapie farmacologiche sulle capacità motorie e saper modulare di conseguenza i programmi di attività;
8. saper programmare, dirigere e condurre un percorso di attività motoria individualizzato, utilizzando specifiche strumentazioni,
anche in ambiente acquatico, che non introduca fattori di rischio aggiuntivi, ottimizzi le capacità residue e, ove possibile, permetta al
medico di decidere una riduzione della terapia farmacologica;
9. saper valutare i risultati ottenuti.
L’articolazione in due curricula,Rieducazione funzionalee Attività motoria per la prevenzione, presente già nel primo anno di corso
e in misura maggiore nel secondo anno, permette di caratterizzare e specificare ulteriormente gli obiettivi formativi.
Obiettivo del curriculum Rieducazione funzionaleè la formazione di un professionista che sappia applicare la programmazione e la
conduzione di percorsi di attività motoria di cui al precedente punto 8. degli obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea
Magistrale, a soggetti che abbiano subito traumi, al fine del completo recupero delle abilità posturali e motorie, anche in ambito
sportivo. L’intervento di tale professionista deve avvenire dietro prescrizione del medico specialista e si colloca, di norma, dopo
l’intervento del fisioterapista.
Obiettivo del curriculum Attività motoria per la prevenzioneè la formazione di un professionista capace di programmare, dirigere e
condurre percorsi individualizzati di attività motoria di cui al precedente punto 8. degli obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea
Magistrale, per la prevenzione di patologie e di limitazioni connesse con l’avanzare dell’età, anche in soggetti con aumentati fattori di
rischio. Il raggiungimento di tali obiettivi sarà possibile anche grazie a una cospicua e mirata attività di tirocinio che permetterà allo
studente di avvicinarsi agli aspetti operativi della professione, permettendo un più agevole inserimento nel mondo del lavoro. I
tirocini saranno strutturati in percorsi, individuati dalla Facoltà, finalizzati all’introduzione alla professione, nell’ambito della
rieducazione funzionale o della prevenzione.
Prospettive occupazionali Il Corso di Laurea Magistrale fornisce competenze che permettono di svolgere attività professionali con responsabilità e autonomia,
presso le Università, i Centri di Ricerca, in strutture di fitness (palestre o piscine) o in strutture sanitarie sotto la responsabilità del
medico, limitatamente a quanto previsto dalla legislazione vigente dove sono richiesti programmi individualizzati di attività motoria
per il mantenimento o il recupero della piena efficienza, con attenzione alle specificità di genere, all’età, alle condizioni fisiologiche
individuali e alle eventuali disabilità. Le competenze di rieducazione funzionale trovano collocazione in équipe di riabilitazione, dove,
sotto controllo e prescrizione medica, diverse figure professionali interagiscono e intervengono su soggetti traumatizzati per il pieno
recupero funzionale; in quest’ambito, le competenze formate sono particolarmente necessarie nel recupero del gesto atletico in
seguito a traumi. Le competenze acquisite nell’ambito della prevenzione potranno trovare impiego in quelle istituzioni o condizioni in
cui l’ipocinesia o l’alterata motricità costituiscono fattori di rischio o fattori predisponenti allo stabilizzarsi di condizioni croniche
(reparti per lungodegenti, case di riposo, istituti di pena, ecc.). Il corso prepara alle professioni di
• Istruttori di discipline sportive non agonistiche
• Professioni organizzative nel campo dell’educazione fisica e dello sport
Informazioni Docenti/ Prof. Riccardo Cuppini - Tel. 0722 304278 - Email riccardo.cuppini@uniurb.it
Tutor di riferimento Prof. Vincenzo Biancalana - Tel. 0722 351727 - Email vincenzo.biancalana@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Responsabile Sig.ra Gaia Zigoli Tel. 0722 305321/322 - Fax 0722 305287
Email gaia.zigoli@uniurb.it

74
Università
1.8 Scienze Motorie

Corso di laurea magistrale


Scienze dello sport
LM-68, classe delle lauree magistrali in scienze e tecniche dello sport

Obiettivi formativi Il corso di laurea magistrale in Scienze dello Sport nasce come naturale evoluzione del precedente Corso
di laurea Specialistica 75/S in Scienze e tecniche dell’attività sportiva. Le esperienze maturate negli anni
precedenti vengono coniugate, nel nuovo corso di laurea, con l’esigenza di formare un laureato che
possa meglio soddisfare le richieste di competenza e specificità professionale del mondo del lavoro, dello
sport e della ricerca, ricoprendo ruoli di massima responsabilità. A questo scopo il corso attiverà un
percorso formativo che garantirà il raggiungimento di elevata competenza, attraverso insegnamenti
specifici, nei campi della biochimica e fisiologia del movimento e dell’adattamento all’esercizio fisico
strenuo, delle tecniche sportive e del loro insegnamento, delle metodologie di allenamento anche
finalizzate all’agonismo di massimo livello, delle metodologie di misurazione e valutazione della
prestazione, della biomeccanica, della psicologia dell’atleta e dei gruppi, delle implicazioni sociologiche
dello sport, delle esigenze nutrizionali dello sportivo, dei rischi tossicologici legati a pratiche di
potenziamento proibite, come il doping.
Il curriculum assicurerà la preparazione necessaria per progettare e programmare l’attività di
preparazione atletica e tecnica dello sportivo finalizzate all’agonismo, nel rispetto della salute
dell’individuo e del valore preventivo dello sport e dell’attività motoria, anche mediante la capacità di
progettare, dirigere e coordinare le attività di staff tecnici. Sarà in grado di condurre programmi di attività
motorie e sportive a livello individuale e di gruppo, interagendo con soggetti di ogni età, genere,
condizione fisica e sociale.
Il raggiungimento di tali obiettivi sarà possibile anche grazie ad una cospicua e mirata attività di tirocinio
che caratterizzerà la preparazione dello studente attraverso dei percorsi individuati dalla Facoltà
nell’ambito di discipline tecnico-sportive, biomediche, pedagogiche, informatiche e linguistiche.
Prospettive occupazionali Il laureato magistrale opererà con compiti di direzione, programmazione, coordinamento, conduzione,
valutazione, insegnamento:
a) delle attività tecnico sportive in ambito agonistico, fino ai livelli della massima competizione individuale
e di squadra, in piena autonomia e avvalendosi dell’attività subordinata degli staff tecnici;
b) della preparazione atletica e allenamento nei vari sport, con finalità sia amatoriale che agonistica di
massimo livello, incluse le attività sportive per disabili;
c) di attività motorie a carattere sportivo ed educativo, finalizzate al conseguimento e perfezionamento
delle conoscenze ed abilità tecnico-pratiche nelle varie discipline sportive;
d) di attività di fitness individuali e di gruppo.
e) di attività di consulenza, anche peritale, inerenti allo sport;
Il laureato magistrale potrà inoltre intraprendere attività di ricerca scientifica, presso le Università e gli
Istituti ed Enti di ricerca. Il corso prepara alle professioni di
• Organizzatori di eventi e di strutture sportive
• Allenatori e tecnici di discipline sportive agonistiche
• Allenatori e tecnici sportivi
Informazioni Docenti/ Prof. Piero Sestili - Tel. 0722 303414 - Email piero.sestili@uniurb.it
Tutor di riferimento Prof. Riccardo Izzo - Tel. 0722 351726 - Email riccardo.izzo@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Responsabile Sig.ra Gaia Zigoli
Tel. 0722 305321/322 - Fax 0722 305287
Email gaia.zigoli@uniurb.it

75
Università
1.9 Scienze Politiche

Facoltà di Scienze Politiche

Preside Prof. Marco Cangiotti


Presidenza Via Bramante, 17 - Tel. 0722 303750/754
www.uniurb.it/scipol - Email sc.politiche@uniurb.it
La Facoltà L’offerta didattica della Facoltà di Scienze politiche, per l’anno
accademico 2009/2010, comprende:
1 laurea triennale di primo livello in Scienze Politiche;
1 laurea specialistica in
• Scienze politiche (Classe 70/S)
1 Master in SCIENZE AMMINISTRATIVE (II livello)

Ad ogni livello sono attivati corsi in molteplici ambiti disciplinari:


giuridico, filosofico-politologico, storico ed economico.
L’attività didattica è organizzata in corsi semestrali. Il
calendario accademico, per l’anno 2009-2010, prevede due
semestri (da ottobre a gennaio il primo e da febbraio a maggio il
secondo) e sette appelli d’esame.
All’interno della Facoltà è attivo un servizio di tutorato, svolto
sia dai docenti che da studenti anziani, rivolto soprattutto alle
matricole e a coloro che intendono iscriversi alla Facoltà per
affiancarli e indirizzarli nel loro percorso e nelle loro scelte.
In aggiunta alle lezioni, ciascun docente si rende disponibile in
un regolare orario di ricevimento in entrambi i semestri, e ciò
agevola il costante contatto con gli studenti per chiarimenti,
precisazioni e informazioni sui contenuti delle singole discipline
e sulle attività generali della Facoltà.
La Facoltà ha attivato convenzioni per favorire lo svolgimento di
esperienze di lavoro (stage) presso imprese ed enti pubblici.
Nell’ambito del progetto Erasmus sono possibili esperienze di
studio all’estero in molti Paesi europei.
È a disposizione di tutti gli studenti la ricca biblioteca
interfacoltà di Scienze politiche e Giurisprudenza.

77
Università
1.9 Scienze Politiche

Corso di laurea
Scienze politiche
15, classe delle lauree in scienze politiche e delle relazioni internazionali

Obiettivi formativi L’obiettivo formativo del corso di laurea in Scienze politiche è l’acquisizione di una
conoscenza organica dell’ordinamento politico esistente, delle dinamiche della
comunicazione politica e della formazione dell’opinione pubblica, attraverso un
approfondimento problematico sia delle vicende storiche sia dell’evoluzione
istituzionale e del pensiero politico, sia dei principali fenomeni economici, giuridici,
politici e sociali.
Si considera prioritario l’approfondimento che mira all’interpretazione della società
italiana, nelle sue interazioni sempre maggiori con il mondo esterno, prestando la
dovuta attenzione anche alle tematiche delle relazioni internazionali e a quelle della
cooperazione allo sviluppo, con i vincoli normativi e di indirizzo che vi sono connessi.
Nel perseguimento di tali obiettivi, i corsi privilegiano la qualità del processo di
apprendimento rispetto alla quantità delle nozioni impartite. L’articolazione dei
programmi di insegnamento e degli esami di profitto è organizzata, nel rispetto della
libertà di insegnamento, in modo da assicurare l’efficacia degli obiettivi formativi
anche attraverso seminari, esercitazioni scritte ed orali, tutorati, moduli didattici
complementari ed altre forme della didattica, tra cui quella interattiva e quella per
studenti lavoratori, nei limiti delle risorse disponibili.
Sono previsti quattro curricula: uno di comunicazione politica, uno di scienze
dell’amministrazione, uno di relazioni e cooperazione internazionali, e uno di teoria e
storia della politica. Il tempo riservato allo studio personale o ad altre attività
formative di tipo individuale è pari almeno al 60 per cento dell’impegno orario
complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative a
elevato contenuto sperimentale o pratico. Al compimento degli studi, viene
conseguita la laurea in Scienze politiche, classe 15, delle lauree in Scienze politiche
e delle relazioni internazionali.
Prospettive occupazionali Svolgimento di attività professionali presso:
• enti pubblici, sia nazionali che locali;
• organismi internazionali e dell’Unione europea;
• organizzazioni non governative di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo;
• soggetti privati operanti in rapporto con le pubbliche amministrazioni;
• società di gestione di beni e servizi pubblici locali ed altri enti privati;
• istituzioni culturali come accademie e fondazioni;
• istituzioni politiche come gruppi parlamentari, partiti politici e sindacati;
• organi di informazione;
• società editrici;
• organismi di studio, analisi e documentazione delle dinamiche politiche, sociali,
economiche e giuridiche.
Informazioni Docenti/ Il Prof. Marco Cangiotti, Preside della Facoltà,
Tutor di riferimento è ordinario nel s.s.d. SPS/01 Filosofia politica.
Riceve per appuntamento c/o la Presidenza della Facoltà ubicata in Via Bramante n. 17
Tel. 0722 303750 - Fax 0722 303753
Email sc.politiche@uniurb.it
Prof. Domenico Scalzo
Tel. 0722 303500
Email sc.politiche@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305206
Email segr.scpolitiche@uniurb.it
78
Università
1.9 Scienze Politiche

Corso di laurea specialistica


Scienze politiche
70/S, classe delle lauree specialistiche in scienze della politica

Obiettivi formativi L’obiettivo formativo del corso di laurea specialistica in Scienze


politiche è l’acquisizione di avanzate conoscenze e competenze
nelle discipline politico-sociali, economiche, giuridico-
istituzionali, anche con riguardo alle politiche e dinamiche dei
rapporti di lavoro e della gestione delle risorse umane in
organizzazioni pubbliche e private, nazionali, comunitarie e
internazionali. Nel perseguimento di tale obiettivo, i corsi
privilegiano la qualità del processo di apprendimento rispetto
alla quantità delle nozioni impartite. L’articolazione dei
programmi di insegnamento e degli esami di profitto è
organizzata, nel rispetto della libertà di insegnamento, in modo
da assicurare l’efficacia degli obiettivi formativi anche
attraverso seminari, esercitazioni scritte ed orali, tutorati,
tirocini, moduli didattici complementari ed altre forme della
didattica, tra cui quella interattiva e quella per studenti
lavoratori, nei limiti delle risorse disponibili. Il tempo riservato
allo studio personale o ad altre attività formative di tipo
individuale è pari almeno al 60 per cento dell’impegno orario
complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole
attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.
Prospettive occupazionali La formazione ricevuta attraverso il corso consente di accedere
a funzioni di elevata responsabilità nelle amministrazioni
pubbliche e private, anche a carattere professionale, come
consulenti o esperti; svolgimento di compiti organizzativi e
gestione di imprese, associazioni, istituzioni e fondazioni
private, anche a carattere comunitario ed internazionale.
Informazioni Docenti/ Prof. Matteo Gnes
Tutor di riferimento Tel. 0722 303510 - Fax 0722 303753
Email sc.politiche@uniurb.it
Prof.ssa Anna Tonelli
Tel. 0722 303 500
Email sc.politiche@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU
Studenti orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Tel. 0722 305206
Email segr.scpolitiche@uniurb.it

80
Università
1.10 Sociologia

Facoltà di Sociologia

Preside Prof. Bernardo Valli


Presidenza Via Saffi, 15 - Tel. 0722 305720/721 - Fax 0722 305722
www.soc.uniurb.it - Email presidenza@soc.uniurb.it
La Facoltà La Facoltà di Sociologia offre per l’anno accademico 2009/2010 un
percorso di studi articolato in:
due Corsi di laurea triennali:
• Scienze della comunicazione
percorso in presenza e percorso on line
• Sociologia e Servizio sociale
percorso in presenza e percorso on line
quattro Corsi di Laurea magistrali:
• Comunicazione e pubblicità per le organizzazioni
• Editoria, informazione e sistemi documentari
• Organizzazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
percorso in presenza e percorso on line
• Sociologia della multiculturalità
oltre a Master, Corsi di per fezionamento, corsi di formazione e di
aggiornamento professionale.
Particolare rilievo ha la didattica on line che offre percorsi privilegiati a
quanti, lavoratori o portatori di handicap, non siano in grado di
frequentare le lezioni tradizionali.
La Facoltà di Sociologia si contraddistingue per la vivace attività
convegnistica e seminariale, che vede la presenza a Urbino di nomi
prestigiosi nei vari settori professionali e disciplinari che ne fanno parte.
Il Corso Estivo, organizzato nel mese di agosto, è rivolto a chi non ha la
possibilità di frequentare durante l’anno. E’ organizzato in 10 ore di
lezione per insegnamento con un appello d’esame a cui si può accedere
con il pagamento di una tassa supplementare.
I corsi di studio della Facoltà di Sociologia sono specificamente
professionalizzanti offrendo, oltre alle lezioni teoriche e metodologiche anche
una consistente attività laboratoriale e sperimentale nei seguenti settori:
- industria culturale
- professioni della comunicazione
- pubbliche relazioni
- linguaggi visivi
- multimedialità
- cross culture
- progettazione, gestione e valutazione degli inter venti sociali e delle
politiche.
- ricerca sociale
- gestione delle risorse umane

82
Università
1.10 Sociologia

Corso di laurea
Scienze della comunicazione
PERCORSO IN PRESENZA - PERCORSO ON LINE
L-20, classe delle lauree in scienze della comunicazione

Obiettivi formativi Il Corso di laurea in Scienze della comunicazione (L-20) di Urbino è costruito su un
progetto formativo che integra la dimensione del “sapere” con quella del “fare”, per
sviluppare capacità di:
• analisi critica dell’uso delle diverse tecniche, metodologie e linguaggi negli ambiti
del sociale, dei media e delle forme organizzative e spettacolari;
• progettazione di contenuti mediali, forme spettacolari, prodotti per l’industria
culturale e per il mondo dell’editoria e della pubblicità;
• sviluppo e diffusione dei prodotti comunicativi attraverso diverse forme mediali con
particolare attenzione ai linguaggi e alle tecniche sviluppati dalle nuove tecnologie
(blog, podcasting, web services, tv digitale mobile e ad alta definizione).
Il nostro obiettivo è formare figure professionali con competenze relative ai
linguaggi mediali e alle discipline dello spettacolo, alle forme espressive
contemporanee con particolare attenzione alle nuove forme mediali al fine di:
• operare nel campo della comunicazione mediale, in particolare quella giornalistica
e quella relativa all’ideazione, produzione e gestione dello spettacolo e
dell’intrattenimento nei diversi apparati dell’industria culturale (cinema,
radio/televisione, nuovi media e internet);
• operare nel campo della comunicazione pubblicitaria, pubblica e d’impresa con
particolare riferimento alle organizzazioni complesse pubbliche e private e alle
forme di comunicazione cross mediale.
Prospettive occupazionali Il corso di laurea crea figure professionali in possesso di competenze già
sufficientemente specifiche per poter entrare nel mercato del lavoro. Principali profili
professionali previsti: addetto pubbliche relazioni, copywriter, direttore artistico,
esperto gestione e pianificazione dei media, giornalista, organizzatore eventi,
pubblicitario, redattore, responsabile editoriale, sceneggiatore, web advisor, ecc.
Informazioni Docenti/ Prof. Giovanni Boccia Artieri (Presidente del Corso di laurea)
Tutor di riferimento Tel. 0722 305726 - Fax 0722 305727 - Email giovanni.bocciaartieri@uniurb.it
Sede di Urbino Referente: Francesco Calzini - Via Saffi, 15 (piano D)
Tel. 0722 305760 - Fax 0722 305761 - Email seg.spettacolo@soc.uniurb.it
Sede di Pesaro Referente: Benedetta Giannotti - Viale Trieste, 296
Tel. 0721 423528 - Fax 0721 423525 - Email benedetta.giannotti@soc.uniurb.it
Corsi on-line
Coordinamento: Alessandro Di Caro - Tel. 0722 305735 - Email
alessandro.dicaro@.uniurb.it
Responsabile tecnico: Marco Pandolfi - Tel. 0722 305762 – Email
marco.pandolfi@.uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Studenti Tel. 0722 305251 - Fax 0722 305287 - Email seg.sociologia@uniurb.it

83
Università
1.10 Sociologia

Corso di laurea
Sociologia e servizio sociale
PERCORSO IN PRESENZA - PERCORSO ON LINE
interclasse L-39 Servizio Sociale e L-40 Sociologia

Obiettivi formativi Il corso di laurea interclasse è finalizzato al conseguimento della


laurea in Servizio Sociale (classe L-39) o della laurea in Sociologia
(classe L-40).
Si rivolge a quanti sono interessati a comprendere i meccanismi e le
modalità di funzionamento e di trasformazione delle società
contemporanee, alla luce degli scenari disegnati dai processi di
globalizzazione e dalle nuove tecnologie dell’informazione. Attraverso
una prospettiva di tipo interdisciplinare, il percorso formativo fornisce
gli strumenti concettuali e le tecniche di ricerca necessarie per
conoscere ed intervenire nelle dinamiche sociali e personali,
cogliendone le implicazioni sotto il profilo relazionale, comunicativo,
culturale, religioso, politico ed economico.
Prospettive occupazionali Il corso di laurea interclasse in Sociologia e Servizio Sociale intende
formare le seguenti figure professionali:
1) “Specialisti in scienze sociali”: nelle strutture e nelle organizzazioni
che si occupano dello sviluppo territoriale (come tecnici di politiche
territoriali), nelle strutture e nelle organizzazioni che si occupano delle
politiche sociali, culturali ed economiche (come sociologi, dirigenti di
associazioni nazionali e sovranazionali o di organizzazioni per la
rappresentanza di interessi collettivi, mediatori culturali, esperti in
ricerche di mercato e addetti a servizi studi e ricerche), nelle
amministrazioni pubbliche e nell’imprenditoria privata (come sociologi
e come specialisti di organizzazione del lavoro, di gestione del
personale e aziendale).
2) “Specialisti dei servizi sociali”: oltre agli sbocchi professionali sopra
elencati, il titolo conseguito con la laurea in Servizio sociale
costituisce il requisito necessario per l’accesso all’esame di stato che
abilita all’esercizio della professione di assistente sociale presso
amministrazioni pubbliche (Comuni, Aziende sanitarie, Ministero di
Grazia e Giustizia), strutture private che si occupano di servizi sociali
di servizi alla persona e/o organizzazioni del terzo settore
(associazioni e cooperative).
Informazioni Docenti/ Segreteria didattica del corso: Via Saffi, 15 - 61029 Urbino (PU)
Tutor di riferimento Prof.ssa Sabrina Moretti
Email sabrina.moretti@uniurb.it
Prof. Terenzio Fava
Email terenzio.fava@uniurb.it
Per informazioni sul percorso on-line: www.sociologiaonline.net - Tel.
389 1720199
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305251 - Fax 0722 305287 - Email seg.sociologia@uniurb.it

84
Università
1.10 Sociologia

Corso di laurea magistrale


Comunicazione e pubblicità
per le organizzazioni
LM/59, classe delle lauree magistrali in scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità

Obiettivi formativi Un corso di laurea per chi vede il suo futuro nella comunicazione e
nella pubblicità. Per chi vuole affinare la sua sensibilità verso il mondo
contemporaneo e le sue immagini, acquisire competenze avanzate
sulla creatività e sul mondo della comunicazione e dei consumi, in
ambito manageriale e organizzativo.
Il corso di laurea magistrale permette di acquisire competenze
comunicative e manageriali evolute e di acquisire abilità avanzate in
relazione alle strategie e tecniche di comunicazione con particolare
attenzione alle nuove forme di contaminazione tra produzione e
consumo, alla nuova stagione dei social media e alle forme più
innovative di marketing e comunicazione non convenzionale.
Prospettive occupazionali I laureati magistrali in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni
possiedono abilità e competenze manageriali, organizzative e
gestionali che consentono di esercitare funzioni di elevata
responsabilità nell’ambito del management comunicativo e creativo
all’interno di imprese, enti e agenzie pubblicitarie.
In particolare i laureati magistrali possono trovare occupazione:
• nelle agenzie pubblicitarie (copywriter / account / esperto media);
• nelle Web Agency (content manager / project manager);
• negli uffici di comunicazione di imprese ed enti (ufficio marketing,
marketing territoriale, uffici di relazione con il pubblico, ecc. ) in
veste di responsabile della comunicazione o comunicatore pubblico.
• nel reparto pubblicità interno alle aziende (house agency);
• nelle agenzie di Pubbliche Relazioni;
• nelle agenzie di comunicazione integrata (direct marketing o
relationship marketing);
• come free lance (forme di consulenza per agenzie pubblicitarie o
aziende su progetti specifici di comunicazione, gestione della
corporate image, ecc.).
I laureati magistrali in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni
possiedono inoltre le competenze per concorrere a un Dottorato di
ricerca in Scienze della Comunicazione e intraprendere un percorso
professionale nel campo della ricerca avanzata nel settore.
Informazioni Docenti Prof.ssa Roberta Bartoletti
Tel. 0722 305726 - Fax 0722 305727 - Email
roberta.bartoletti@uniurb.it
Dott. Diego Giovanelli
Tel. 0721 423528 - Fax 0721 423525 - Email tutor.cpo@uniurb.it
Informazioni Segreteria Il corso ha sede a Pesaro in Viale Trieste, 296.
Studenti Orari di apertura segreteria studenti: dal lunedì al sabato 9.30-12.00.
Tel. 0721 42351 - Fax 0721 423522 - Email segreteria.cpo@uniurb.it

85
Università
1.10 Sociologia

Corso di laurea magistrale


Editoria, informazione e sistemi
documentari
Interclasse: LM-5, classe delle lauree magistrali in archivistica e biblioteconomia e LM-19,
classe delle lauree magistrali in informazione e sistemi editoriali

Obiettivi formativi Il corso di Laurea magistrale interclasse interfacoltà in Editoria, informazione e sistemi documentari (EditIS) prepara
specialisti in grado di operare nel campo dell´editoria, del trattamento, della gestione e della conservazione
dell´informazione e dei documenti, nel settore degli archivi e delle biblioteche tradizionali e digitali, dell´industria culturale,
dell´informazione e dei media, nel contesto dell’attuale situazione caratterizzata dal primato delle tecnologie digitali.
Grazie al percorso curriculare della laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari i laureati
acquisiranno una professionalità adeguata per
- l´editoria e l´industria culturale, in particolare nel contesto delle nuove tecnologie digitali, della multimedialità e della
crossmedialità;
- la realizzazione di prodotti tradizionali, multimediali e ipertestuali, per la valorizzazione dei beni culturali e del territorio,
nel settore pubblico e privato;
- la scrittura per l´informazione nei nuovi media;
- la produzione e il management dei sistemi di informazione;
- la conoscenza del sistema e delle regole dell´informazione nazionale e internazionale;
- l´analisi storica dei sistemi documentari in relazione alla evoluzione degli ordinamenti giuridici dall´antichità al mondo
contemporaneo;
- la progettazione e lo sviluppo, anche in ambiente digitale, di strumenti per la formazione e la gestione degli archivi
correnti e di deposito, e per la conservazione, descrizione e valorizzazione del patrimonio archivistico storico tradizionale
e digitale;
- l´organizzazione e la direzione di istituti archivistici di conservazione e di servizi per la gestione documentaria, inclusa la
formazione e gestione di repository digitali certificati;
- lo studio del documento tradizionale e informatico e dei suoi elementi costitutivi.
- la progettazione, gestione e valutazione di biblioteche e servizi documentari e informativi in ambito sia pubblico sia
privato, segnatamente in ambiente multimediale e digitale, in funzione del soddisfacimento di bisogni informativi e di
conoscenza di diverse tipologie di utenza;
- la conservazione, descrizione e valorizzazione delle risorse documentarie. A tal fine, lo studio delle discipline del libro e
del documento (colte nel loro profilo storico, nelle loro espressioni scientifiche, teorico-metodologiche e applicative, nel
loro reciproco costituirsi e differenziarsi e nei loro attuali sviluppi) sarà da un lato corredato di ricchi elementi formativi di
tipo umanistico, storico e giuridico, e dall´altro integrato dall´apprendimento dei processi comunicativi e organizzativi e
dallo sviluppo di capacità avanzate nella valutazione e nell´uso individuale e organizzativo delle tecnologie e delle risorse
informatiche, telematiche e digitali.
Prospettive occupazionali I laureati in Editoria, informazione e sistemi documentari saranno in grado di svolgere ruoli di:
- produzione e management nel campo dell´editoria, dei media, dell´informazione;
- architettura dell’informazione, progettazione, coordinamento della produzione e della promozione di prodotti editoriali
digitali e convergenti
- gestione e comunicazione nei settori delle imprese e dei servizi;
- progettazione, gestione e valutazione di archivi, biblioteche, centri di documentazione e informazione, imprese editoriali;
- progettazione di sistemi di gestione e conservazione e della conoscenza in ambito aziendale sia pubblico sia privato;
- valorizzazione delle risorse culturali e informative presenti in un territorio, in una istituzione o in un´impresa, in
particolare attraverso l´uso delle reti, l´allestimento di siti Web e portali, la produzione e gestione di contenuti e collezioni
digitali, l´erogazione di servizi interattivi, la formazione e gestione di repository digitali di natura archivistica o
bibliotecaria.
Essi acquisiranno, infine, capacità idonee a partecipare e a sviluppare autonomamente attività di ricerca sia teorica sia
sperimentale, collaborando con altri ambiti disciplinari.
Il corso di Laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari offre una preparazione idonea e
propedeutica, fatta salva la normativa vigente, ad attività previste dalla categoria ISTAT 2.5.4 (“Specialisti in discipline
linguistiche, letterarie e documentali”), quali quelle di:
amministratore e curatore di sistemi documentari (record manager), archivista, bibliotecario, copywriter, media buyer,
media planner, redattore pubblicitario nei media, redattore di testi tecnici, redattore editoriale, tecnico per i sistemi di e-
government, coordinatore editoriale di prodotti digitali, architetto dell´informazione. In sintesi, il corso di laurea prepara
alle professioni di: Redattori di testi per la pubblicità, Redattori di testi tecnici, Revisori di testi, Archivisti, Bibliotecari
Informazioni Docenti/ LORETTA DEL TUTTO
Tutor di riferimento tel. 0722 339026 fax 0722 305761 e-mail: loretta.deltutto@uniurb.it
GIOVANNI DI DOMENICO
e-mail: giovanni.didomenico@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Studenti Tel. 0722 305251 - Fax 0722 305287
Email seg.sociologia@uniurb.it

86
Università
1.10 Sociologia

Corso di laurea magistrale


Organizzazione e gestione
delle politiche e dei servizi sociali
PERCORSO IN PRESENZA - PERCORSO ON LINE
LM-87, delle lauree magistrali in servizio sociale e politiche sociali

Obiettivi formativi Obiettivo formativo del corso è la preparazione di laureati


magistrali con un’elevata capacità di analisi e interepretazione
dei fenomeni sociali e dei problemi sociali ad essi connessi.
Per raggiungere questi obiettivi formativi, i laureati specialisti
dovranno acquisire le competenze necessarie per la
progettazione, l’organizzazione, la gestione e valutazione di
interventi, di servizi e di politiche sociali nei vari settori (lavoro,
sanità, famiglia, immigrazione, esclusione sociale e povertà,
prevenzione del disagio, promozione delle pari opportunità) nel
quadro generale, sociale e legislativo, delle politiche di welfare.
I laureati specialisti dovranno essere capaci di operare con un
elevato grado di autonomia e di svolgere funzioni di
coordinamento degli interventi e di direzione di strutture,
servizi, dipartimenti e aree di elevata complessità nell’ambito
delle politiche sociali e capacità di dirigere il lavoro di gruppo,
promuovendo varie forme di cooperazione nelle e tra le
strutture di servizio alla persona. Essi dovranno acquisire
competenze idonee all’ideazione e allo sviluppo di attività di co-
progettazione e negoziazione con attori sociali portatori di
bisogni e problemi, allo scopo di individuare risposte e di
attivare risorse adeguate per fronteggiare emergenze e
problemi sociali e perseguire il benessere sociale.
Prospettive occupazionali I laureati GEPSS andranno a svolgere attività professionali con
funzioni di elevata responsabilità e autonomia in organizzazioni,
pubbliche e private, operanti nel campo delle politiche e dei
servizi di welfare, dello sviluppo comunitario, dell’attività
cooperativa. Svolgeranno, inoltre, attività di ricerca sociale e di
progettazione delle politiche e dei servizi nell’ambito dei servizi
sociali, socio-sanitari e di terzo settore, nonché di valutazione
dell’impatto sociale degli interventi nel campo del lavoro
sociale. Attività di direzione, quali il coordinamento di gruppi di
lavoro, la responsabilità di strutture, la supervisione
professionale, completano le prospettive occupazionali.
Informazioni Docenti/ Prof. Yuri Kazepov (Presidente del Corso di Laurea)
Tutor di riferimento Tel. 0722 305739 - Fax 0722 305731 - Email
yuri.kazepov@uniurb.it
Dott.ssa Angela Genova
Tel. 0722 305730 - Cell. 334 5724696 - Fax 0722 305731 -
Email gepss@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato
Studenti 09,30-12,00.
Tel. 0722 305251 - Fax 0722 305287 - Email
seg.sociologia@uniurb.it

87
Università
1.10 Sociologia

Corso di laurea magistrale


Sociologia della multiculturalità
LM-88, classe delle lauree magistrali in sociologia e ricerca sociale

Obiettivi formativi Il corso di laurea magistrale in Sociologia della multiculturalità ha l’obiettivo di preparare i propri studenti affinché conseguano:
a) una elevata capacità di analisi ed interpretazione dei fenomeni sociali, predisponendo a tal fine un’offerta formativa mirata
all’acquisizione di conoscenze avanzate nei campi principali della sociologia dei processi economici e del lavoro, dell’ambiente
e del territorio, della sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale;
b) la conoscenza avanzata delle discipline storico-filosofiche, con particolare riferimento ai profili teorici che interessano il
dibattito contemporaneo sul multiculturalismo con riguardo alle tematiche del pluralismo culturale e religioso e della sua
gestione politica;
c) la conoscenza avanzata delle discipline giuridico-politologiche ed economiche, sul versante della sociologia dei flussi
migratori e degli effetti sociali e culturali dei processi di globalizzazione, predisponendo a tal fine un’offerta formativa mirata
all’acquisizione di conoscenze avanzate nei campi principali del diritto delle immigrazioni, dell’economia politica e della politica
economica, fino all’analisi dei fenomeno della costruzione delle identità politiche;
d) competenze metodologiche avanzate relative alla misura, al rilevamento e al trattamento dei dati pertinenti la ricerca sociale,
e più in generale all’analisi del funzionamento delle società complesse;
e) conoscenze avanzate delle teorie e dei metodi per l’analisi comparata delle società in particolare nel campo
dell’antropologia culturale, avendo uno specifico riferimento alle versante del pluralismo religioso;
f) la capacità di operare in strutture di ricerca sociale, o anche di apprendimento, sviluppo e diffusione della conoscenza
sociologica in ambito nazionale ed internazionale, con un elevato grado di autonomia e responsabilità, avvalendosi di attività
interne al corso, come la partecipazione a laboratori e gruppi di studio e la redazione di tesine di ricerca, e/o di attività esterne,
come tirocini formativi presso enti o istituti di ricerca, laboratori, aziende e amministrazioni pubbliche, e soggiorni di studio
presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali;
g) la capacità di utilizzare fluentemente almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici
disciplinari;
h) autonome capacità di ricerca nei campi di indagine relativi all’incidenza culturale e sociale del fattore del pluralismo culturale
e religioso nella società contemporanea, prevedendo obbligatoriamente la preparazione di un lavoro di ricerca originale a
conclusione degli studi.
Prospettive occupazionali Gli sbocchi occupazionali previsti dal corso di laurea sono in attività professionali di consulenza specialistica nella ricerca
sociale, di analisti di organizzazione, di analisti delle politiche pubbliche, di esperti nella gestione delle risorse umane. L’offerta
formativa è orientata a preparare figure di esperti che, condividendo una comune formazione socio-antropologica e di teoria e
metodologia sociologica, abbiano competenze specifiche nello svolgimento di alcune funzioni strettamente correlate alla
specificità delle organizzazioni complesse che caratterizzano le società postmoderne.
Si pensa in particolare alle seguenti figure:
* “mediatore interculturale” o “agente di confine” in grado di porsi come soggetto integratore fra settori istituzionali che
incontrano difficoltà di comunicazione. Si pensi ad esempio alla necessità di colmare tutti quei vuoti cognitivi che sorgono
nell’area dei servizi sociali e assistenziali quando si devono predisporre interventi che riguardano strati sociali provenienti da
culture e religioni diverse dalla nostra. O anche alla definizione di relazioni economiche e sindacali fra datori di lavoro e
lavoratori appartenenti a diverse etnie;
* ricercatore da inserire presso università ed organismi internazionali;
* ricercatore in centri studi pubblici e privati;
* funzionario o consulente presso la pubblica amministrazione, con particolare riguardo agli enti preposti alle politiche sociali e
all’assistenza, e presso organismi pubblici e privati a vario titolo interessati dal fenomeno della multiculturalità;
* esperto comunicatore presso le varie tipologie di media.
In riferimento alla Nomenclatura e classificazione delle unità professionali (NUP06), nata dalla collaborazione Istat-Isfol, si possono
individuare le seguenti figure professionali, di cui al sito https://nuovafdl.istat.it : 2.5.3 - Specialisti in scienze sociali; 2.5.3.2 -
Specialisti in scienze sociologiche e antropologiche; 2.5.3.4 - Specialisti in scienze storiche, artistiche, politiche e filosofiche
Informazioni Docenti/ Luigi Alfieri
Segreteria Organizzativa tel. 0722 305736 fax 0722 305731 e-mail: luigi.alfieri@uniurb.it
Cristiano Maria Bellei
tel. 0722 305736 fax 0722 305731 e-mail: cristiano.bellei@uniurb.it
Informazioni Segreteria Via Saffi, 2 - 61029 Urbino PU - orario al pubblico: lunedì-sabato 09,30-12,00.
Studenti Responsabile Dott.ssa Pia Bellucci
Tel. 0722 305251 - Fax 0722 305287 - Email seg.sociologia@uniurb.it

88
Parte prima

Dentro l’Università

1.11 Immatricolazione e iscrizione p 92


1.12 Trasferimenti e passaggi di corso p 94
1.13 Contribuzione studentesca p 96
1.14 Benefici e agevolazioni p 101
1.15 Collaborazioni part time (150 ore) p 103
1.16 Frequenza, piani di studio, esami e laurea p 104
1.17 Sospensione, rinuncia e decadenza p 106
1.18 Studiare all’estero p 107
1.19 Informazioni e Orientamento agli studi p 109
1.20 Servizio Stage e Placement p 110
1.21 Centro LInguistico di Ateneo p 111
1.22 Sistema Bibliotecario di Ateneo p 112
1.23 Privacy p 113

91
Dentro l’Univesità
1.11 Immatricolazione e iscrizione

Immatricolazione e iscrizione

Immatricolazione (corsi di Gli studenti si “immatricolano” quando si iscrivono per la prima volta all’Università (per coloro che si sono
laurea, quadriennale, già iscritti una volta, anche senza concludere gli studi: cfr. “nuova Iscrizione”).
magistrale, specialistica, Possono iscriversi a un corso di laurea (triennale, quadriennale, magistrale a ciclo unico e specialistica a
specialistica a ciclo unico, ciclo unico) coloro che sono in possesso del diploma di scuola secondaria superiore richiesto dalla
magistrale a ciclo unico) normativa in vigore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.
Gli studenti possono immatricolarsi ai corsi di laurea dal 16 luglio al 6 ottobre.
Per gravi e documentati motivi le domande di immatricolazione possono essere accettate oltre i termini
(gravate dei diritti di mora), ma non oltre il 31 dicembre 2009
L’immatricolazione può essere effettuata o presso la Segreteria Studenti o via internet, collegandosi al sito
di Ateneo (www.uniurb.it). I moduli di immatricolazione (sia cartacei che online), devono essere compilati in
ogni parte, firmati e consegnati (o spediti mezzo posta raccomandata) - unitamente alla documentazione
richiesta - alla Segreteria Studenti di competenza. L’immatricolazione si considera accolta e perfezionata
solo al ricevimento della pratica, completa di tutta la documentazione richiesta.
Documentazione da allegare 1) due fotografie recenti, formato tessera, firmate sul retro dal richiedente;
alla domanda di 2) ricevuta del pagamento della prima rata della contribuzione studentesca prevista per il corso di
immatricolazione laurea di iscrizione.
Corsi di laurea a numero I corsi di laurea a numero programmato hanno termini di immatricolazione e iscrizione anticipati rispetto
programmato alle normali scadenze. Le modalità di accesso e i termini per la presentazione delle pratiche sono precisati
negli appositi bandi consultabili sul sito di Ateneo, nella sezione dedicata all’offerta formativa
(www.uniurb.it).
Iscrizione con modalità a Alcuni corsi di laurea hanno delineato piani di studio dedicati per coloro che sono impegnati in un’attività
“tempo parziale” lavorativa e non possono frequentare i corsi a tempo pieno o prevedono di sostenere un numero di esami
inferiore a quello previsto per ogni anno. Per lo studente a tempo parziale la durata legale del corso di
laurea triennale è di 5 anni, e di 3 anni per i corsi di laurea specialistica.
Le modalità di frequenza, il limite massimo di CFU conseguibile ogni anno e ulteriori aspetti inerenti la
didattica sono disciplinati dai singoli Regolamenti dei corsi di studio.
La contribuzione studentesca prevista per l’iscrizione ai corsi di studio con modalità a tempo parziale è
consultabile sul sito di Ateneo.
Iscrizione a corsi di laurea L’iscrizione ai corsi di laurea specialistica/magistrale è consentita a coloro in possesso di titolo
specialistica / magistrale idoneo (laurea triennale o titolo equipollente).
(nuova iscrizione) Coloro che intendono iscriversi ai corsi di laurea magistrale, di cui al D.M. 270/04 devono consultare il
Regolamento del corso di laurea o contattare i tutor di riferimento per verificare la sussistenza dei requisiti
di ammissione richiesti. Sono previsti test di verifica della preparazione. Per approfondimenti, rivolgersi alla
Segreteria Studenti del corso di laurea al quale si intende iscriversi o consultare il sito internet di Ateneo.
Le modalità di iscrizione sono le medesime previste per l’immatricolazione. Oltre alla documentazione
richiesta per l’immatricolazione, gli studenti devono presentare idonea documentazione relativa alla
precedente carriera universitaria (certificato di laurea con elenco degli esami sostenuti).
Coloro che sono in possesso di ulteriore certificazione, attestante il proficuo svolgimento di ulteriori
attività formative, possono presentare la documentazione alla Segreteria Studenti, che li sottoporrà
alla valutazione ai competenti organi del corso di laurea (commissione didattica). La
documentazione completa, anche per eventuali riconoscimenti, deve essere presentata unitamente
alla pratica di iscrizione, entro i termini stabiliti.
Gli studenti possono iscriversi ai corsi di laurea specialistica/magistrale dal 16 luglio al 6 novembre.
Per gravi e documentati motivi le domande di immatricolazione possono essere accettate oltre i
termini (gravate dei diritti di mora), ma non oltre il 31 dicembre 2009
La “nuova iscrizione” comporta il versamento di un contributo particolare di Segreteria aggiuntivo
alla contribuzione studentesca, pari a Euro 26,00 (pagabile o unitamente all’importo delle tasse, o
presso la Cassa Studenti dell’Ufficio Economato, via Saffi, 2

92
Dentro l’Univesità
1.11 Immatricolazione e iscrizione

Preiscrizione a corsi di Gli studenti che intendono iscriversi a un corso di laurea specialistica, ma che non hanno conseguito il
laurea specialistica titolo (laurea triennale) nei termini previsti per l’iscrizione possono presentare domanda di pre-iscrizione al
corso di laurea specialistica prescelto versando la contribuzione studentesca. Gli studenti che conseguono
il titolo e perfezionano la pratica di iscrizione al corso di laurea specialistica entro il 20 dicembre 2009,
risultano in possesso del necessario requisito di regolare iscrizione al fine del conseguimento di eventuale
borsa di studio E.R.S.U., nel rispetto di quanto previsto dal bando. Gli studenti che non conseguono il titolo
entro tale termine, possono comunque perfezionare la propria iscrizione – qualora vi siano posti ancora
disponibili - entro il 20 febbraio 2010 La pre-iscrizione non si applica ai corsi di laurea magistrale di cui al
D.M. 270/04, in quanto la normativa e le disposizioni interne vigenti hanno stabilito il 31 dicembre come
termine massimo entro il quale presentare iscrizione, completa di tutti i requisiti.
Studenti stranieri I cittadini non comunitari residenti all’estero, non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia,
comunitari ovunque residenti, Italiani in possesso di titolo di studio estero possono immatricolarsi o
iscriversi ai corsi di I e II livello attivati presso le Università Italiane statali.
Per informazioni rivolgersi all’ Ufficio Stranieri, via Saffi, 2 - 61029 Urbino, tel. 0722-305250, fax
0722-305287; orario di sportello: dal lunedì al sabato dalle 09.30 alle 12.00 (www.uniurb.it).
Iscrizione ad anni successivi Gli studenti che si iscrivono agli anni successivi non devono compilare alcun modulo. Il versamento
al primo della contribuzione studentesca esprime la volontà dello studente di iscriversi al singolo anno
accademico e di essere ammesso a sostenere gli esami di profitto. L’iscrizione (pagamento 1° rata
della contribuzione) al successivo anno accademico deve essere effettuata entro i termini previsti
per la normale iscrizione (6 ottobre o 6 novembre a seconda dei corsi di laurea). Oltre tale termine il
pagamento è soggetto a contributo di mora.
Al fine di accedere pienamente a quanto prevede la regolare iscrizione (ammissione agli esami), il
versamento della 1° rata della contribuzione deve essere comunque corrisposto entro il termine
massimo del 31 dicembre di ogni anno. L’iscrizione oltre questo termine consente allo studente di
sostenere gli esami previsti per l’a.a. di precedente iscrizione (studente ripetente).
Per il pagamento della contribuzione, tutti gli studenti iscritti ricevono presso la propria residenza il
bollettino MAV prestampato, da utilizzare per il versamento entro le scadenze previste.
Iscrizione a singole attività Chi è interessato a integrare la propria formazione all’Università senza impegnarsi in un corso di
formative laurea, può iscriversi ed essere ammesso a sostenere le prove per singole attività formative
attivate all’interno dell’offerta didattica di Ateneo. Possono iscriversi coloro che sono in possesso
di titolo di studio idoneo all’accesso agli studi universitari.
L’iscrizione alle singole attività formative può essere effettuata su base annuale o semestrale, compilando
l’apposita modulistica disponibile presso la Segreteria Studenti della Facoltà di riferimento entro i termini e
le modalità previste (www.uniurb.it). Per gli importi di iscrizione, cfr. Tabella Contributi particolari.
Segreterie Studenti Le Segreterie Studenti sono aperte dal lunedì al sabato, 9,30-12,00. Le informazioni possono
essere richieste anche telefonicamente o per mezzo di posta elettronica (www.uniurb.it),
compatibilmente con le vigenti disposizioni in materia di Privacy, che non consentono la
comunicazione di informazioni dettagliate sulla carriera del singolo studente ad un interlocutore che
non sia il diretto interessato (previa adeguata identificazione e accertamento).
Le Segreterie Studenti sono in via Saffi, 2 , ad eccezione della Segreteria Studenti di Pesaro (per i
corsi di laurea che prevedono un percorso formativo presso la sede di Pesaro).
Servizio di assistenza Per assistere gli studenti che accedono alla procedura di immatricolazione online è stata sviluppata una guida
immatricolazioni online apposita, consultabile sul sito internet di Ateneo, in corrispondenza della voce “immatricolazioni online”.
Gli studenti che desiderano ulteriori chiarimenti per la procedura di immatricolazioni online possono
rivolgersi all’Ufficio Informazioni e Orientamento (via Saffi, 2 – Urbino tel. 0722-305 320).
Per problematiche particolari (smarrimento password di immatricolazione ecc.) ci si può rivolgere all’Ufficio
Offerta Formativa, Statistiche e ANS (Via Saffi, 2 - 61029 Urbino, Tel. 0722 305 293/246/276 fax. 0722
305 296.; francesca.ricci@uniurb.it /paola.molon@uniurb.it / roberto.rossi@uniurb.it)

93
Dentro l’Univesità
1.12 Trasferimenti e passaggi di corso

Trasferimenti e passaggi di corso

Trasferimenti La domanda di trasferimento e la documentazione degli


da altre Università studenti provenienti da altri Atenei o Istituti Universitari deve
pervenire entro i termini di iscrizione previsti per i rispettivi
corsi di laurea. Il riconoscimento dei crediti formativi universitari
viene effettuato dalla Commissione didattica della facoltà di
competenza, sulla base delle documentazione pervenuta alla
Segreteria Studenti.
Per giustificati motivi, in conformità al regolamento nella
competente struttura didattica, il Rettore può accogliere il
trasferimento oltre tale data, entro il termine massimo del 31
dicembre.
In conseguenza dell’applicazione della disciplina in materia di
contribuzione studentesca, contenuta nella legge 537/93,
questa sede Universitaria non effettua conguagli sugli importi
già versati dallo studente all’Università di provenienza; pertanto
tutti gli studenti trasferiti a questo Ateneo sono obbligati a
corrispondere la contribuzione studentesca e i contributi del
caso per l’intero ammontare stabilito per gli studenti già iscritti
in questa sede.
Passaggi di corso Lo studente può presentare domanda per passare ad altro
corso di studio di corrispondente livello, fra il 16 luglio e il 6
ottobre (6 novembre per gli iscritti ai corsi di laurea
specialistica). Il Rettore, per gravi e documentati motivi, può
concedere detto passaggio dopo tale data, ma non oltre il 30
novembre.
Per i corsi di studio a numero programmato le domande di
passaggio sono accolte a seguito del superamento della
prevista prova di ammissione. Il passaggio dello studente che
non richieda alcun riconoscimento di attività formative e di
crediti pregressi avverrà previo accertamento dei requisiti e
delle conoscenze richieste per l’accesso al corso di studio.
Lo studente può chiedere nello stesso anno accademico un
solo passaggio ad altro corso di studio.
Lo studente proveniente da altro Ateneo ed ammesso al
proseguimento degli studi, non può chiedere nel corso di un
anno accademico il passaggio ad altro corso di studio.
Passaggio dal vecchio L’Università assicura la conclusione dei corsi di studio e il
al nuovo ordinamento rilascio dei relativi titoli, secondo gli ordinamenti didattici
(opzione) previgenti, agli studenti già iscritti alla data di entrata in vigore
del Decreto Legislativo 3 novembre 1999 n. 509.
Gli studenti hanno la facoltà di optare per l’iscrizione ai corsi di
laurea, di laurea specialistica o di laurea magistrale disciplinati

94
Dentro l’Univesità
1.12 Trasferimenti e passaggi di corso

dalle norme del Regolamento Didattico d’Ateneo. L’opzione è


esercitabile, nell’ambito delle scadenze annuali determinate dal
Regolamento del corso di studi.
Le opzioni di cui al precedente comma concernenti l’iscrizione a
corsi di studio considerati non direttamente sostitutivi dei corsi
di laurea preesistenti vengono considerate come richieste di
passaggio di corso.
Gli studi compiuti per conseguire i Diplomi Universitari in base
ai previgenti Ordinamenti didattici sono valutati in crediti dai
Consigli di Facoltà e riconosciuti per il conseguimento delle
nuove lauree. La stessa norma si applica agli studi compiuti per
conseguire i Diplomi delle Scuole dirette a Fini Speciali, istituite
presso l’Ateneo o presso altre Università italiane, qualunque ne
sia la durata.
Trasferimenti Lo studente può presentare domanda al Rettore per trasferirsi
ad altre Università presso altro Ateneo o Istituto Universitario dal 16 luglio al 6
ottobre (6 novembre per i corsi di laurea specialistica
magistrale). Il Rettore, per gravi e documentati motivi, può
concedere il trasferimento dopo tale data, ma non oltre il 30
novembre.
Unitamente alla domanda di trasferimento devono essere
corrisposti i diritti e le spese di trasferimento (cfr. cap.
Contribuzione studentesca e contributi particolari). Gli studenti
che presentino tale richiesta, dovranno risultare in regola con il
pagamento della contribuzione studentesca prevista e dei
contributi particolari dovuti, fino alla data di trasferimento.
Chi si è trasferito da altra Università o Istituto non può far
ritorno presso l’Università o l’Istituto di provenienza se non sia
trascorso un anno solare, salvo che la domanda di ritorno sia
giustificata da gravi motivi documentati.
Non saranno concessi trasferimenti a studenti i quali abbiano
fallito prove di esame, fino a quando non vi sia stata
riparazione.
Lo studente che presenta istanza di trasferimento ad altra sede
nel periodo 6 ottobre - 30 novembre deve essere già in regola
con l’iscrizione in questa sede per l’anno accademico
2009/2010 altrimenti non potrà ottenere il rilascio del foglio di
congedo. In tal caso lo studente non avrà diritto ad alcun
rimborso in quanto l’iscrizione é un atto dovuto, certificato nel
foglio di congedo e diretto a favorire la regolare prosecuzione
degli studi nell’Ateneo di destinazione. L’obbligo di iscrizione di
cui sopra riguarda tutti gli studenti, compresi i fuori corso.

95
Dentro l’Univesità
1.13 Contribuzione studentesca

Contribuzione studentesca

Contribuzione studentesca Gli importi delle tasse dell’Università di Urbino “Carlo Bo” sono
ai fini dell’iscrizione distinte per fasce di reddito (www.uniurb.it). L’importo della
ai corsi di laurea prima rata delle tasse è unica; è nella seconda rata che viene
applicata la distinzione in base alla fascia di reddito alla quale
appartiene il nucleo familiare (I.S.E.E. e I.S.P.E.).
L’accesso alla contribuzione agevolata prevista per la 1° e 2°
fascia è condizionato alla presentazione di idonea
documentazione (modelli I.S.E.E. e I.S.P.E.) da parte degli
studenti interessati entro il 31 dicembre di ogni anno. Decorso
tale termine allo studente viene applicata d’ufficio la 3° fascia.
Gli studenti che rientrano nella 1ª e 2ª fascia di reddito sono
tenuti a presentare il modello I.S.E.E. e I.S.P.E. di cui al D. Lgs.
31.03.98 n. 109 e successive modificazioni, oppure copia della
certificazione rilasciata dai C.A.A.F. o da altri soggetti abilitati
dichiarata conforme all’originale da parte dall’interessato e
debitamente firmata. I limiti I.S.E.E. e I.S.P.E. per l’accesso alla
1ª e 2ª fascia di reddito sono precisati sul sito di Ateneo.
Alternativamente può essere presentato un documento di
autocertificazione relativo alle condizioni economiche e
patrimoniali del nucleo familiare. L’autocertificazione deve
essere firmata e spedita alla segreteria studenti di
competenza. L’autocertificazione sarà soggetta a controllo di
veridicità.
La presentazione di dichiarazioni mendaci comporterà
l’inserimento d’ufficio nella 3a fascia e le sanzioni previste
dalla legislazione vigente.
Modalità e termini Il pagamento delle tasse è suddiviso in 2 rate. Per
per il pagamento delle tasse l’immatricolazione o nuova iscrizione il versamento deve essere
effettuato prima di presentare il modulo di immatricolazione alla
Segreteria Studenti (la ricevuta del versamento è parte della
documentazione prevista).
Per il pagamento della 2a rata e per il pagamento di tutte le
rate per gli anni successivi, gli studenti riceveranno a casa un
bollettino MAV prestampato da utilizzare presso la Banca delle
Marche o ogni istituto di credito. L’utilizzo del bollettino MAV
non comporta alcun addebito di commissione a carico dello
studente. I bollettini vengono inviati fra fine febbraio e marzo
(pagamento 2a rata) e a luglio per il pagamento della 1a rata. I
versamenti devono essere effettuati entro i termini previsti: 31
marzo per la 2a rata e secondo le scadenze previste dai
rispettivi corsi di laurea per la prima rata (cfr. immatricolazioni e
iscrizioni).

96
Dentro l’Univesità
1.13 Contribuzione studentesca

Il pagamento attraverso bollettino MAV è il mezzo di pagamento


più rapido, comodo e sicuro, in quanto garantisce il corretto (e
automatico) aggiornamento della posizione dello studente
all’interno dei sistemi informatici di Ateneo. Si raccomanda
pertanto di utilizzarlo.
La ricevuta dell’avvenuto versamento con modalità MAV deve
essere conservata nel libretto ed esibita su richiesta. Le
ricevute dei pagamenti effettuate con bollettini diversi dal MAV
devono essere obbligatoriamente presentati in Segreteria.
I pagamenti effettuati oltre i termini sono gravati di diritti di
mora (Euro 26,00).
Gli studenti che si iscrivono per l’anno accademico 2009/2010
dovranno risultare in regola con il pagamento delle tasse per gli
anni accademici precedenti; in caso contrario, pur avendo
pagato la prima rata delle tasse, l’iscrizione non sarà regolare.
In caso di non ricezione o smarrimento del MAV gli studenti
possono regolarizzare il pagamento di tasse e contributi presso
gli sportelli della Banca delle Marche o di qualsiasi altro Istituto
di credito utilizzando le coordinate bancarie riportate. La
ricevuta del pagamento deve essere – in questo caso -
obbligatoriamente consegnata alla Segreteria Studenti di
competenza.
Studenti beneficiari Gli studenti che risulteranno vincitori di borsa di studio (studenti
e idonei alle borse di studio beneficiari) sono esonerati totalmente dal pagamento delle
tasse (tasse di iscrizione, contributi universitari e tassa
regionale). Gli studenti idonei non beneficiari sono esonerati
parzialmente dal pagamento delle tasse (tassa di iscrizione e
tassa regionale).
Gli studenti che richiedono benefici previsti dalle norme sul
diritto allo studio dovranno risultare iscritti e in regola con il
pagamento delle tasse, entro le scadenze previste, pena
l’esclusione.
I termini per la presentazione delle borse di studio sono
regolamentati dal bando pubblicato ogni anno dall’Ente
Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (E.R.S.U.)
(www.ersub.it).

97
Dentro l’Univesità
1.13 Contribuzione studentesca

CONTRIBUZIONE STUDENTESCA - CORSI DI LAUREA (DURATA TRIENNALE),


CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA E MAGISTRALE A CICLO UNICO (DURATA QUINQUENNALE)
PRIMA RATA SECONDA RATA (1)
FACOLTÅ E CORSI DI LAUREA
Immatrico- Iscrizione Iscritti
I Fascia II Fascia III Fascia
lati beneficiari (2) e idonei (3)
FACOLTÀ DI ECONOMIA 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
FACOLTÀ DI FARMACIA 842,00 20,00 836,00 274,00 431,00 571,00
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
Design e discipline della moda 1.369,00 20,00 1.363,00 274,00 611,00 867,00
Tecnologie per la conservazione
e il restauro dei beni culturali (4) 2.216,00 20,00 2.210,00 1.429,00 2.310,00 2.966,00
Tecnologie per la conservazione
e il restauro di beni culturali
studenti fuori corso che abbiano
già assolto la frequenza ai laboratori 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
FACOLTÀ DI LINGUE
E LETTERATURE STRANIERE 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE 842,00 20,00 836,00 274,00 431,00 571,00
Informatica applicata 924,00 20,00 918,00 274,00 459,00 611,00
Informatica applicata percorso on-line 1.213,00 20,00 1.207,00 274,00 457,00 608,00
FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE 842,00 23,00 836,00 274,00 431,00 571,00
FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA 710,00 20,00 704,00 274,00 436,00 582,00
Scienze della comunicazione percorso on-line 1.213,00 20,00 1.207,00 274,00 457,00 608,00
Sociologia e servizio sociale percorso on-line 1.213,00 20,00 1.207,00 274,00 457,00 608,00

(1) contribuzione agevolata in base alle fasce di reddito del nucleo familiare di appartenenza, previa presentazione di idonea
documentazione (ISEE – ISPE relativa all’anno 2008) entro il 31 dicembre 2009.
(2), (3) importi contribuzione per studenti beneficiari o idonei alle borse di studio concesse dall’E.R.S.U.;
(4) sono disponibili borse di studio pari a copertura circa del 50% della contribuzione; per ulteriore informazioni rivolgersi alla
Segreteria Studenti di Lettere e Filosofia;

LIMITI PER L’INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) E PER


L’INDICATORE DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE EQUIVALENTE (I.S.P.E.), PER L’ACCESSO
ALLA PRIMA E ALLA SECONDA FASCIA DI REDDITO DELLA CONTRIBUZIONE STUDENTESCA.

1ª fascia 2ª fascia 3ª fascia


I.S.E.E. fino a € 19.100,00 da € 19.100,01 oltre € 23.000,01
a € 23.000,00
I.S.P.E. fino a € 32.320,00 da € 32.320,01 oltre € 36.320,01
a € 36.320,00

98
Dentro l’Univesità
1.13 Contribuzione studentesca

CONTRIBUZIONE STUDENTESCA - CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA / MAGISTRALE

PRIMA RATA SECONDA RATA (1)


FACOLTÅ E CORSI DI LAUREA
Immatrico- Iscrizione Iscritti
Idonei I Fascia II Fascia III Fascia
lati beneficiari (2) e idonei (3)
FACOLTÀ DI ECONOMIA 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 567,00 687,00
FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 567,00 687,00
FACOLTÀ DI LINGUE
E LETTERATURE STRANIERE 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 567,00 687,00
FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 567,00 687,00
FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 687,00 928,00
FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE 722,00 23,00 716,00 279,00 553,00 687,00 928,00
FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 567,00 687,00
FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA 722,00 20,00 716,00 279,00 553,00 567,00 687,00
Organizzazione e gestione delle politiche
e dei servizi sociali - percorso on-line 1.273,00 20,00 1.267,00 279,00 553,00 569,00 677,00

(1) contribuzione agevolata in base alle fasce di reddito del nucleo familiare di appartenenza, previa presentazione di idonea
documentazione (ISEE – ISPE relativa all’anno 2008) entro il 31 dicembre 2009.
(2), (3) importi contribuzione per studenti beneficiari o idonei alle borse di studio concesse dall’E.R.S.U.
(4) sono disponibili borse di studio pari a copertura circa del 50% della contribuzione; per ulteriore informazioni rivolgersi alla
Segreteria Studenti di Lettere e Filosofia;
(5) sono disponibili 6 borse di studio annuali per gli studenti iscritti al corso di laurea in Scienze per l’ambiente e la natura (L 32) e 3
borse di studio per gli studenti iscritti al corso di laurea in Scienze geologiche e gestione del territorio (L34);
(6) sono disponibili 30 borse di studio di cui 15 biennali e 15 annuali per gli studenti iscritti al corso di laurea magistrale in Ecologia
dei cambiamenti climatici (LM 75).

Contribuzione per la partecipazione a Master e corsi di Perfezionamento


Gli importi relativi alla contribuzione per l’iscrizione a Master e Corsi di perfezionamento o altre
attività offerte dall’Università (per le quali non è previsto l’invio di bollettino MAV) sono
precisate dai singoli bandi. I pagamenti possono essere effettuati presso qualsiasi sportello
della Banca delle Marche o presso qualsiasi Istituto di Credito, utilizzando le coordinate
bancarie sotto riportate e le causali di versamento precisate nei singoli bandi.

99
Dentro l’Univesità
1.13 Contribuzione studentesca

Contributi particolari di segreteria

Per le modalità di pagamento: www.uniurb.it/tasseebenefici

CONTRIBUTI PARTICOLARI

Causale Importo € Bollo


Diploma originale di laurea 75,00 si (incluso)
Diritto di mora 26,00 -
Diritto cambio indirizzo, orientamento e corso di laurea 40,00 si (incluso)
Diritto di trasferimento da altri Atenei 40,00 si (incluso)
Diritto di congedo 120,00 si (incluso)
Diritto fisso di ricognizione 350,00 si (incluso)
Domanda di rinuncia agli studi 14,62 si (cassa studenti)
Domanda esame di laurea 14,62 si (cassa studenti)
Duplicato libretto 25,00 -
Partecipazione al corso estivo 140,00 -
Laboratori (corso estivo) 120,00 -
Nuova iscrizione studenti già laureati, decaduti e rinunciati (una tantum) 26,00 -
Contributo di concorso 25,00 -
Tassa di sospensione studi (per ogni anno di sospensione) 285,00 si (cassa studenti)
Iscrizione a singole attività formative (prima attività) 166,00 si (incluso)
Iscrizione a singole attività formative (attività successive) 150,00 -
Diploma originale di abilitazione all’esercizio delle professioni 55,00 si (incluso)
Certificato sostitutivo del diploma di abilitazione all’esercizio
delle professioni 25,00 si (incluso)

Coordinate Bancarie

CIN ABI CAB CONTO CAUSALE


H 06055 68700 000000013607 codice bando

per i pagamenti dall’estero


IBAN BIC
IT91 HO60 5568 7000 0000 0013607 BAMAIT3A

100
Dentro l’Univesità
1.14 Benefici e Agevolazioni

Benefici e Agevolazioni

Borse di studio L’assegnazione delle borse di studio è regolata dal bando pubblicato
ogni anno dall’E.R.S.U. (Ente Regionale per il Diritto allo Studio).
Informazioni dettagliate sono riportate nella sezione dedicata della
presente guida.
Studenti diversamente abili (Legge 05.02.92, n. 104, integrata e modificata dalla L. 28.01.99, n. 17)
Il Magnifico Rettore Prof. Giovanni Bogliolo, nell’ottica di offrire una
crescente attenzione a tutto ciò che concerne le problematiche inerenti
all’integrazione scolastica e sociale degli studenti diversamente abili,
nell’ambito delle iniziative di riforma riguardanti l’istruzione e tendenti
a condurre detti studenti al più compiuto esercizio del proprio diritto
allo studio, ha nominato un Suo Delegato, Prof.ssa Nicola Panichi, per
le problematiche inerenti gli studenti diversamente abili. La Prof.
Panichi può essere contattata tramite posta elettronica:
nicola.panichi@uniurb.it oppure presso l’Istituto di Scienze Filosofiche
e Pedagogiche “Pasquale Salvucci”, via Bramante 16 al numero 0722.
303 619.
Studenti in situazione Gli studenti che presentino una situazione di handicap con un grado di
di handicap con invalidità invalidità pari o superiore al 66% hanno diritto all’esenzione dalla
pari o superiore al 66% contribuzione studentesca.
(D.P.C.M. 9.4.2001) Per ottenere l’esonero lo studente deve presentare domanda
compilando il modulo disponibile nelle Segreterie Studenti, accludendo
idonea documentazione, entro il 31 dicembre 2009
In caso di comprovata invalidità permanente, la presentazione della
documentazione è dovuta unicamente all’atto della prima
immatricolazione/iscrizione.
Studenti in situazione L’Ateneo di Urbino ha introdotto delle agevolazioni anche per gli
di handicap con invalidità studenti che presentano una situazione di handicap con un grado di
compresa fra il 50% e il 65% invalidità compresa fra il 50% e il 65%. Tali studenti possono
(D.P.C.M. 9.4.2001) presentare – presso la Segreteria Studenti di competenza – l‘apposito
modulo debitamente compilato e completo di idonea documentazione,
entro il 31 dicembre 2009
Agevolazioni per studenti L’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” ha promosso un’iniziativa
con fratelli per sostenere i nuclei familiari che al loro interno hanno più figli iscritti
contemporaneamente iscritti all’Università. Pertanto, agli studenti con fratelli (o sorelle)
contemporaneamente iscritti all’Università di Urbino, viene riconosciuta
un’agevolazione di importo pari al 5% delle tasse versate.. Per
usufruire di questa agevolazione lo studente deve fare richiesta
compilando il modulo di richiesta di rimborso, indicando le generalità
del fratello/sorella, e presentarlo alla Segreteria Studenti di
competenza entro il 30 aprile 2010 La richiesta di agevolazione può
essere presentata da ogni fratello/sorella iscritto/a. L’agevolazione
viene riconosciuta allo studente anche se il fratello/sorella è iscritto/a

101
Dentro l’Univesità
1.14 Benefici e Agevolazioni

presso un altro Ateneo marchigiano. Lo studente deve essere in regola


con il pagamento della contribuzione studentesca.
Prestito d’Onore L’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” ha ideato insieme alla
Banca delle Marche una forma di agevolazione volta a sostenere e
incoraggiare i propri studenti nel proseguimento del proprio percorso
formativo.
Gli studenti meritevoli, che assolvano i requisiti richiesti in termini di
conseguimento di Crediti Formativi Universitari (CFU) previsti dalla
convenzione, possono accedere a finanziamenti agevolati fino alla
conclusione del loro percorso formativo e all’inserimento nel mondo
del lavoro. Possono accedere ai finanziamenti gli studenti iscritti ai
corsi di laurea specialistica, agli iscritti agli ultimi due anni dei corsi di
laurea specialistica a ciclo unico e magistrale, ai corsi di Master, alla
Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali e i dottorandi.
Per informazioni e approfondimenti, cfr. www.uniurb.it o rivolgersi
direttamente allo sportello della Banca delle Marche (sede di Urbino).
Agevolazioni Gli studenti stranieri regolarmente iscritti a un corso di laurea possono
per studenti stranieri frequentare - senza alcun onere aggiuntivo - i corsi di lingua italiana per
stranieri organizzati dal Centro Linguistico di Ateneo (CLA). Per
informazioni rivolgersi al CLA (www.uniurb.it).
Casella di Posta elettronica All’atto dell’iscrizione a tutti gli studenti viene attivata una casella di
posta elettronica con il seguente indirizzo:
nome.congnome@campus.uniurb.it. La password di accesso viene
rilasciata dalla Segreteria Studenti di competenza.
Collegamento Wireless Urbino Wireless Campus (UWiC) è una rete di accesso senza fili che
copre gli edifici universitari, l'intero territorio cittadino e si estende fino
a Pesaro, Fano e altri comuni del Montefeltro. Tutti gli studenti iscritti
all'Università di Urbino sono titolari di un account che consente loro di
utilizzare UWiC per accedere liberamente ai servizi on-line dell'Ateneo
e ad Internet.
Attraverso UWiC gli studenti possono collegarsi gratuitamente da
qualsiasi zona coperta dal servizio: piazze, parchi pubblici, bar,
alberghi, collegi universitari, locali dell'Ateneo, etc.. I servizi online a
cui UWiC fornisce accesso includono: servizi di segreteria online,
formazione a distanza, navigazione Web, accesso a banche dati e
biblioteche elettroniche, voice over IP, blog, etc.
Urbino Wireless Campus estende di fatto il campus universitario sulla
citta' e sul territorio del Montefeltro, facendo di Urbino il piu' grande
campus wireless del mondo. Gli studenti possono rivolgersi alla
Segreteria Studenti del proprio corso di laurea per ricevere UserName
e Password di accesso al servizio UWic

102
Dentro l’Univesità
1.15 Collaborazioni Part Time

Collaborazioni Part Time


(150 ore)

Chi può svolgerle Studenti universitari regolarmente iscritti dal secondo anno e
fino al primo anno fuori corso, che abbiano superato entro il 30
settembre un numero di Crediti Formativi Universitari (CFU) pari
a due terzi del numero di CFU previsti dal piano di studi del
corso di laurea. Gli studenti iscritti ai corsi di laurea
specialistica/magistrale (durata biennale) possono presentare
domanda sin dal primo anno. Non possono presentare
domanda coloro che abbiano già rapporti di lavoro subordinato
o autonomo o studenti che al momento della chiamata si siano
già laureati. Qualora lo studente dovesse laurearsi nel corso
della prestazione, il contratto dovrà essere concluso, con la
corresponsione da parte dell’Amministrazione del compenso in
ragione del numero di ore di prestazione svolte.
La graduatoria viene compilata in base al numero di CFU
conseguiti, alla votazione e (in caso di parità) al reddito.
L’Ateneo si riserva di effettuare verifiche e controlli sulla
veridicità delle informazioni, pena l’esclusione.
Domanda Da presentare compilando l'apposito modello online sul sito di
Ateneo (www.uniurb.it/studentiparttime ), secondo i termini e le
modalità previste dal bando. Le domande, compilate online,
stampate e debitamente firmate dall’interessato devono essere
presentate o inviate a mezzo posta raccomandata al Servizio
Front Office, Ufficio Part Time, c/o Ufficio Informazioni e
Orientamento.
Durata Massimo 150 ore in un anno, che possono essere interrotte in
caso di inadempienza, incompetenza o indegnità.
Compensi Euro 6,00 all'ora, esenti IRPEF. L'Università provvede alla
copertura assicurativa. La collaborazione non si configura in
alcun modo a un rapporto di lavoro subordinato e non dà luogo
ad alcuna valutazione ai fini dei pubblici concorsi. Su richiesta
dell'interessato, le strutture presso le quali gli studenti hanno
prestato la propria collaborazione, possono rilasciare un
certificato attestante la qualità della prestazione svolta.
Attività Gli studenti sono chiamati a collaborare nelle diverse attività
svolte in Ateneo, presso le strutture amministrative, nelle
biblioteche, in vari servizi dell'E.R.S.U., quali Servizio Librario,
Biblioteche multimediali, portinerie, servizio gestione
provvidenze individuali.

103
Dentro l’Univesità
1.16 Frequenza, piani di studio, esami e laurea

Frequenza, piani di studio,


esami e laurea

Corsi di laurea con Un numero crescente di corsi di laurea offre la possibilità di


percorso online frequentare quasi esclusivamente on-line. Attraverso una
avanzata piattaforma di e-learning le lezioni possono essere
frequentate a distanza, offrendo l’opportunità di vivere
l’università di prima persona anche a chi non può risiedere a
Urbino. Un forum liberamente gestito dagli studenti on-line
permette, inoltre, di ricreare una comunità virtuale di
apprendimento. Informazioni dettagliate possono essere
richieste ai tutor (cfr uniurb.it). Alcuni corsi “con percorso
online” prevedono forme di didattica “blended”, ovvero la
possibilità di frequentare anche solo alcuni insegnamenti “di
presenza”. In questo caso le lezioni sono organizzate
nell’ambito del corso estivo.
Esami di profitto Per sostenere gli esami di profitto lo studente deve essere in
regola con l’iscrizione e con il versamento della contribuzione
studentesca ed eventuali ulteriori contributi, se dovuti.
Lo studente è tenuto a conoscere le norme dell’ordinamento
didattico del proprio corso di laurea ed è il solo responsabile
dell’annullamento degli esami che siano sostenuti in violazione
di tali norme.
Si ricorda, in particolare, che:
• lo studente che non abbia superato la prova non può ripetere
l’esame nell’appello successivo della medesima sessione;
• non possono essere sostenuti esami in violazione delle
norme che regolano la propedeuticità, stabilita dal Regolamento
del corso di laurea.
Corso estivo Alcune Facoltà organizzano cicli intensivi di lezioni e sessioni di
esame durante il periodo estivo, la cui partecipazione è
facoltativa (se non diversamente previsto dal Regolamento del
Corso di laurea).
L’elenco dei corsi attivati viene resa disponibile ogni primavera
sul sito di Ateneo. I crediti acquisiti nella sessione del corso
estivo non sono conteggiati ai fini del conseguimento della
borsa di studio.
La partecipazione al corso prevede il pagamento di un
contributo particolare (cfr. Contributi particolari).
Studenti a “tempo parziale” Coloro che sono impegnati in un’attività lavorativa e non
possono frequentare i corsi a tempo pieno o prevedono di
sostenere un numero di esami inferiore a quello previsto per
ogni anno possono iscriversi a un corso di laurea “a tempo
parziale”. Per lo studente a tempo parziale la durata normale
del corso di laurea è di 5 anni, e di 3 anni per i corsi di laurea

104
Dentro l’Univesità
1.16 Frequenza, piani di studio, esami e laurea

specialistica/magistrale.
Le modalità di frequenza, il limite massimo di CFU conseguibile
ogni anno e ulteriori aspetti inerenti la didattica sono
disciplinati dai singoli Regolamenti dei corsi di studio.
Tirocini e stage L’Università degli offre agli studenti la possibilità di effettuare
attività di tirocinio o stage presso studi professionali, enti o
imprese - sia nella fase degli studi che nella fase post laurea -
al fine di completare la propria preparazione professionale. Per
gli studenti già laureati è previsto un contributo aggiuntivo.
Esami di laurea o diploma La domanda di ammissione all’esame di laurea o di diploma,
corredata dalla ricevuta del versamento dell’imposta di bollo
assolta in modo virtuale (da versare alla Cassa Studenti
dell’Ufficio Economato unitamente al foglio di assegnazione
della tesi, deve essere presentata presso la Segreteria Studenti
entro i seguenti termini:
• 1° aprile - per laurearsi nella I° sessione (estiva):
• 1° settembre - per laurearsi nella II° sessione (autunnale):
• 1° dicembre - per laurearsi nella III° sessione (straordinaria):
nel caso in cui lo studente non discuta la tesi nella sessione
indicata, la domanda sarà valida anche per le sessioni
successive all’interno dello stesso anno accademico.
Studenti fuori corso Sono considerati studenti fuori corso coloro che, pur avendo
completato gli anni di iscrizione previsti come “di durata
normale” dagli ordinamenti, non abbiano acquisito tutti i crediti
necessari al conseguimento del titolo.
I regolamenti dei corsi di studio possono prevedere che la
permanenza nella condizione di studente sia subordinata a verifiche.
Studenti ripetenti Sono considerati studenti “ripetenti” coloro che sulla base di
norme specifiche del Regolamento didattico del corso di laurea
o di laurea specialistica al quale sono iscritti, non abbiano
acquisito i crediti o assolto gli obblighi di iscrizione o frequenza
per il passaggio all’anno di corso successivo o per il
conseguimento del titolo finale. Al fine di “prendere iscrizione”
agli insegnamenti previsti per l’anno successivo di corso, lo
studente è tenuto a corrispondere la 1° rata della contribuzione
studentesca entro il 31 dicembre di ogni anno. In mancanza di
questo requisito, non potrà essere ammesso a sostenere gli
esami previsti dal piano di studi per il successivo anno
accademico.
La qualifica di “ripetente” può essere concessa anche allo
studente fuori corso che intenda modificare o integrare il
proprio piano degli studi.

105
Dentro l’Univesità
1.17 Sospensione, rinuncia e decadenza

Sospensione, rinuncia e decadenza

Sospensione Per gravi e documentati motivi di lavoro o di salute, il Rettore può concedere
la sospensione degli studi per un periodo non superiore a due anni.
La sospensione può essere concessa, inoltre, per il periodo relativo
allo svolgimento del servizio militare o civile o per la frequenza di corsi
di studio presso Università estere (Regolamento Didattico di Ateneo,
art. 5 comma 9).
Nel periodo di sospensione, gli studenti sono tenuti al pagamento di un
contributo predeterminato (cfr. Contributi particolari) e non possono
sostenere esami di profitto o acquisire crediti formativi. La richiesta di
sospensione non è revocabile nel corso dell’anno accademico.
Il periodo di sospensione non influisce sulle valutazioni del merito dello
studente, compiute ai fini dell’erogazione dei servizi ed interventi relativi al
diritto allo studio universitario.
La sospensione non può essere concessa per frequentare altri corsi di
studio universitari, se non per i casi espressamente previsti dalla
normativa.
Lo studente al quale è stata concessa la sospensione è tenuto a
versare un contributo “fisso”, (ridotto rispetto a quanto previsto dalla
normale Contribuzione studentesca), stabilito ogni anno dal Consiglio
di Amministrazione. Il contributo è dovuto per ogni anno di
sospensione. Lo studente deve risultare in regola con tali versamenti
prima di riprendere gli studi.
Rinuncia Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento al proseguimento della
propria carriera, manifestando in modo esplicito la propria volontà con atto
scritto che non deve contenere condizioni, termini e clausole che ne
restringano l’efficacia.
Lo studente che abbia rinunciato agli studi intrapresi può immatricolarsi
nuovamente allo stesso corso o iscriversi ad altro corso di studio, senza
pagare le tasse e i contributi dovuti e non versati.
In caso di rinuncia, l’Università può rilasciare certificati relativi alla carriera
effettuata, che attestano che essa si è interrotta per volontà dello studente.
Decadenza Lo studente che, nell’arco di otto anni accademici consecutivi, non
sostenga esami di profitto, incorre nella decadenza, con conseguente
impossibilità di rinnovare l’iscrizione.
Il termine di decadenza non si applica nei confronti dello studente in debito
della sola prova finale del corso di studio.
La decadenza è impedita dal passaggio ad altro corso di studio.
La struttura didattica competente, su richiesta dello studente decaduto, può
consentirgli di proseguire gli studi, riconoscendogli la carriera pregressa.
In caso di decadenza, l’Università può rilasciare certificati relativi alla
carriera effettuata, che attestano la sopravvenuta inefficacia della stessa.

106
Dentro l’Univesità
1.18 Studiare all’estero

Studiare all’estero

Che cosa è LLP / Erasmus? E’ un programma della Commissione dell’Unione Europea che
permette agli studenti universitari di trascorrere un periodo che
va da un minimo di tre ad un massimo di dodici mesi presso
una delle Università europee con le quali l’Università ha stabilito
un accordo.
Durante il soggiorno all’estero, lo studente svolge l’attività
didattico-scientifica concordata con il Responsabile didattico
della propria Facoltà e sottoscritta nel Learning Agreement
(prima della par tenza). La Facoltà di appar tenenza riconosce
l’attività concordata, svolta all’estero
Come si partecipa? Rispondendo al bando che ogni anno viene pubblicato – nel
mese di gennaio – al quale è allegato l’elenco delle Università
presso le quali è possibile recarsi.
Lo studente Erasmus Lo “studente Erasmus”, gode delle seguenti agevolazioni
presso l’Università ospitante:
• esenzione dal pagamento tasse di iscrizione;
• fruizione di servizi eventualmente forniti (mense, collegi, ecc.);
• partecipazione ad eventuali corsi di lingua attivati;
Le spese di viaggio, vitto ed alloggio sono invece a carico dello
studente. Le spese per l’assicurazione medica sono a carico
dello studente qualora l’Università di destinazione sia in un
paese non appartenente all’Unione Europea.
Borse di studio La maggior par te degli studenti selezionati riceve una borsa di
studio, in base alle graduatorie di merito predisposte dalle
singole Facoltà e all’ammontare del finanziamento ricevuto
dall’Agenzia Nazionale LLP / ERASMUS.
Negli anni precedenti il finanziamento ricevuto dall’Agenzia
Nazionale Socrates ha permesso di concedere una borsa di
studio a tutti gli studenti in mobilità. L’impor to indicativo della
borsa è di euro 200,00/mese (a.a. 2008-09). La borsa
rappresenta solo un contributo integrativo, per consentire allo
studente di far fronte alle spese di trasfer ta e soggiorno.
Generalmente il pagamento della borsa viene effettuato all’80%
nel periodo novembre - dicembre, mentre il restante 20% è
pagato al momento del rientro in Italia e dietro presentazione di
un cer tificato di frequenza rilasciato dall’Università ospitante.
Agli studenti che par tono prima di novembre, è di norma
richiesto di anticipare le somme necessarie.
Ulteriori borse di studio integrative vengono erogate dall’E.R.S.U.
agli studenti in possesso dei requisiti richiesti. L’impor to
integrativo ammontava a euro 300,00/mese (a.a. 2008-09), in
base al periodo di studio effettivamente svolto all’estero .

107
Dentro l’Univesità
1.18 Studiare all’estero

BORSE DI STUDIO All’inizio dell’anno accademico, vengono bandite borse di studio


PER GLI STATI UNITI semestrali presso una delle Università degli Stati Uniti che
aderiscono all’ISEP (International Student Exchange Program),
riservate agli studenti e ai laureati dell’Università degli Studi di
Urbino “Carlo Bo”.
L’elenco delle Università statunitensi che aderiscono all’ISEP è
disponibile all’indirizzo internet www.isep.org , mentre il bando
viene pubblicato sul sito di Ateneo.
Al concorso possono par tecipare studenti di cittadinanza
italiana regolarmente iscritti a corsi di laurea di I o II livello
all’Università degli Studi di Urbino, o in essa laureatisi da non
più di due anni.
Le borse comprendono:
- vitto e alloggio presso un collegio universitario (o appartamen-to
o famiglia);
- dispensa dalle tasse di iscrizione ai corsi universitari negli USA;
- corso preliminare orientativo presso l’Università statunitense di
destinazione.
BORSE DI STUDIO Ogni anno sono bandite n. 3 borse di studio semestrali, riservate
PER L’AUSTRALIA a studenti di cittadinanza italiana iscritti all’Università degli Studi
di Urbino “Carlo Bo”, per seguire i corsi presso la University of
the Sunshine Coast e la Macquarie University di Sidney.
Le borse comprendono l’esenzione totale del pagamento delle
tasse universitarie presso l’Università australiana. E’ possibile
un contributo per le spese di viaggio di andata e ritorno da parte
dell’ERSU di Urbino, per gli studenti in possesso dei requisiti
indicati dall’Ente.
Le spese di vitto e alloggio sono a carico dello studente.
Al concorso possono par tecipare studenti di cittadinanza
italiana che siano regolarmente iscritti a corsi di laurea di I o II
livello, all’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, che
abbiano una conoscenza della lingua inglese molto buona
(possibilmente attestata dal superamento di uno degli esami
indicati nel punto 3 lettera b del bando), che non abbiano già
conseguito un’altra laurea.
Ulteriori oppor tunità di studio all’estero sono reperibili sulla
sezione dedicata del sito.
Informazioni: Servizio Front Office, Ufficio Erasmus e Relazioni Internazionali,
via Saffi, 1 – Tel. 0722 305329 – 305328 - 305327 – email:
studerasmus@uniurb.it ; tutte le informazioni, moduli e bandi
sono consultabili e scaricabili dal sito internet di Ateneo:
www.uniurb.it.

108
Dentro l’Univesità
1.19 Servizio informazioni e orientamento agli studi universitari

Servizio informazioni
e orientamento
agli studi universitari
L’Ufficio Informazioni e Orientamento agli studi universitari,
presso la sede centrale dell’Università, svolge attività di
informazione didattica-amministrativa e di orientamento agli
studi universitari, rivolto prevalentemente agli studenti
provenienti dagli istituti superiori.
Lo sportello informazioni e orientamento è attivo tutti i giorni,
dal lunedì al sabato, dalle ore 9.00 alle ore 13.00; il martedì e
il giovedì, dalle ore 14.30 alle ore 17.30; nel periodo delle
iscrizioni (da luglio ad ottobre) effettua apertura pomeridiana
dal lunedì al venerdì, dalle ore 14.30 alle ore 17.30.
Attività • Incontri di orientamento individuali e di gruppo presso le
strutture dell’Università o nelle sedi richieste;
• Visite guidate alle Facoltà dell’Ateneo organizzate con
scolaresche, in genere previa prenotazione, che comprendono
anche un incontro con un responsabile dell’Ufficio per
l’illustrazione dell’offerta formativa, dell’organizzazione
universitaria e dei servizi per lo studente;
• Università Aperta: giornate di orientamento agli studi
universitari rivolte agli studenti degli istituti superiori in cui
docenti e personale dell’Ateneo sono a disposizione per
colloqui, incontri, lezioni per aiutare gli studenti a scoprire le
loro attitudini al fine di proseguire gli studi a livello
universitario nel modo più proficuo possibile. In tale
occasione è possibile visitare le strutture universitarie.
Informazioni: Servizio Front Office, Ufficio Informazioni
e Orientamento Via Saffi, 2 – 61029 Urbino (PU)
Dott. Giuseppe Biancalana – tel. 0722/305311 Fax
0722/305282
Dott. Francesco Biagetti – tel. 0722/305320
e-mail: orientamento@uniurb.it
e-mail: informazioni@uniurb.it
www.uniurb.it
NUMERO VERDE 800-462446

109
Dentro l’Univesità
1.20 Servizio informazioni e orientamento agli studi universitari

Servizio Stage e Placement

Lo stage è un’opportunità di completamento della propria formazione accademica


ed un momento utile per lo sviluppo dei propri interessi all’interno di uno specifico
contesto lavorativo professionale, nonché un’occasione importante per applicare
ciò che si è appreso durante il percorso di studio, alla realtà operativa di aziende
e/o enti, rappresentando inoltre una valida occasione per allacciare rapporti
professionali preziosi.
L’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” offre ai suoi studenti e neo-laureati,
entro 18 mesi dal conseguimento del titolo, l’opportunità di svolgere stage e tirocini
sia in Italia che all’estero
Ogni Facoltà dell’Ateneo ha al proprio interno un Ufficio Stage che svolge attività di
orientamento e di supporto per gli studenti lungo tutto il percorso universitario,
nell’attivazione di tirocini formativi e di orientamento.
L’Ufficio Stage e Placement, presso la sede centrale dell’Università, svolge invece
attività di orientamento in uscita, interessandosi della fase di transito del laureato
dall’università al mercato del lavoro.
Tale servizio fornisce un aiuto concreto per ridurre i tempi di inserimento dei laureati
nel mondo del lavoro ed ha l’obiettivo di ridurre i tempi di tale transizione, con
l’obiettivo di creare un incrocio domanda/offerta il più rispondente possibile alle
esigenze delle imprese e alle competenze dei laureati in uscita dall’Ateneo.
Attività Organizzazione di tirocini destinati ai neo-laureati e colloqui individuali di
orientamento in uscita;
Gestione, assieme agli Uffici Stage di Facoltà, dei rapporti con le imprese, fornendo
un servizio di informazione e prima accoglienza delle richieste di lavoro e di tirocinio
che pervengono dalle stesse
Individuazione di una rosa di candidati con il profilo professionale coerente con i
fabbisogni dell’impresa
Offerta ai laureati di percorsi di accompagnamento per poter gestire in maniera
competente e autonoma la propria ricerca attiva del lavoro
Gestione dei programmi della Fondazione CRUI per esperienze di tirocinio in Italia e
all’estero da svolgersi presso i Ministeri, presso le Ambasciate ed i consolati
all’estero e presso le sedi internazionali di Assocamerestero.
Promozione di iniziative volte a moltiplicare le opportunità di orientamento al lavoro
durante l’arco dell’anno attraverso i Career Day Lab, ossia l’organizzazione ad hoc
di presentazioni aziendali orientate al placement e di seminari di orientamento al
lavoro, nonché la diffusione di opportunità imprenditoriali;
Organizzazione annuale del Career Day, una giornata di incontro tra aziende e
laureati che si propone di favorire i rapporti tra Università e mondo del lavoro
mettendo in contatto le esigenze delle imprese e delle professioni con le
aspettative dei laureati.
Informazioni Ufficio stage e placement
Via Saffi, 2 – 61029 Urbino (PU)
Tel. 0722-305336
Fax 0722-305335
e-mail: placement@uniurb.it
web: www.uniurb.it
110
Dentro l’Univesità
1.21 Centro Linguistico di Ateneo

Centro Linguistico di Ateneo

Il Centro Linguistico d’Ateneo è una struttura centralizzata che


l’Università di Urbino “Carlo Bo” ha creato per far fronte in maniera
adeguata e flessibile alla crescente e diversificata domanda di
insegnamento linguistico che proviene dalle Facoltà e dal territorio.
Il Centro gestisce infatti in proprio l’insegnamento delle lingue
straniere, sostiene e coordina quelle impartite in varie Facoltà,
promuove e sviluppa attività di ricerca teorica e applicata, assicura
la produzione dei servizi linguistici d’Ateneo.
Servizi Il C.L.A. organizza per l’anno accademico (ottobre-maggio), per tutti
gli studenti delle Facoltà di Giurisprudenza, Lettere e Filosofia,
Scienze della Formazione, Scienze e Tecnologie, Scienze Motorie,
Sociologia e Scienze Politiche corsi di lingue straniere di vari livelli:
• Corsi di inglese di livello: A1, A2 e B1
• Corsi di lingua francese, spagnola e tedesca di livello A1 e A2
Inoltre si occupa degli accertamenti linguistici (colloqui e test) per
le Facoltà di cui sopra.
Attrezzature Il C.L.A. mette a disposizione le sue attrezzature (laboratori audio-
attivi comparativi, aule multimediali, antenne paraboliche per la
ricezione dei programmi TV via satellite, videolettori, personal
computer, mediateca) e il software didattico per il self-access per
circa 25 ore settimanali, per 12 mesi l’anno.
Presso il Centro si tengono i corsi di lingua italiana per gli studenti
Erasmus.
Il C.L.A. è sede degli esami dell’Università di Cambridge:
• Preliminary English Test
• First Certificate in English
• Certificate of Proficiency in English
Il C.L.A., in accordo con la Facoltà di Lingue e Letterature
Straniere, è sede dell’esame “Test DaF” (esame di lingua tedesca).
Il C.L.A. organizza corsi di approfondimento della lingua italiana
destinati agli studenti stranieri regolarmente iscritti ai corsi di
laurea dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.
Direttore prof. Roberta Mullini
Vice-Direttore dott.ssa Enrica Rossi
Coordinatore Tecnico dott. Claudio Damiani
Sede Via Budassi, n. 28 (tel. 0722-328597, fax 0722-329606)
www.uniurb.it
e-mail: claurb@uniurb.it

111
Dentro l’Univesità
1.22 Sistema bibliotecario di Ateneo

Sistema bibliotecario di Ateneo

Le Biblioteche dell’Università dispongono di un ricchissimo


patrimonio documentario - sia antico che moderno -
direttamente consultabile nelle diverse sedi. Dal 2000
l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” fa parte del
Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN - rete delle biblioteche
italiane promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali)
con un proprio polo “URB” (oggi gestito in collaborazione con la
Provincia) che riunisce 77 biblioteche di diverse tipologie
operanti nel territorio.
Le Biblioteche offrono sale di consultazione dove gli studenti
possono approfondire i propri studi, e accessi internet per la
consultazione di cataloghi e informazioni documentarie e
multimediali promossi dall’SBN. Sempre online, la
consultazione di numerosi periodici elettronici. Per l’accesso ai
cataloghi elettronici, informazioni sui servizi e sugli orari di
apertura delle sedi: www.uniurb.it/bib/home.htm
Biblioteca Centrale via Saffi, 2
Umanistica 61029 URBINO (PU)
Tel. 0722.305207 - Fax 0722.305286
mail: bibhum@bib.uniurb.it
Emeroteca Umanistica Via S. Chiara, 18 - 61029 URBINO
Tel. 0722/305.272/273/275 - Fax 0722/305317
e-mail: moroni@bib.uniurb.it
www.uniurb.it/bib/hum/riviste.htm
Biblioteca Giurisprudenza via Matteotti, 1
e Scienze Politiche 61029 URBINO (PU)
Tel. 0722.303217 - Fax: 0722.303232
mail: biblgiur@bib.uniurb.it
Biblioteca Economia via Saffi, 46
e Sociologia 61029 URBINO (PU)
Tel. 0722.305575 - Fax 0722.305572
mail: bib.battiferri@bib.uniurb.it
Biblioteca Scientifica Località Crocicchia
61029 URBINO (PU)
Tel. 0722.304241 - Fax 0722.304296
mail: biblSA@bib.uniurb.it
Biblioteca Scienze Motorie Via dell’Annunziata, 4
61029 URBINO (PU)
Tel. 0722.328849 - Fax 0722.328829
mail: biblio.sm@bib.uniurb.it

112
Dentro l’Univesità
1.23 Privacy

Privacy

Informativa ai sensi dell’art.13 del “Codice in materia di protezione dei dati


personali” (D. Lgs. 196/03)
I dati personali raccolti saranno utilizzati dall’Università degli
studi di Urbino “Carlo Bo”, titolare del trattamento, nel pieno
rispetto dei principi dettati dal D.L.196/03.
Si informa che 1. I dati personali, raccolti al momento dell’immatricolazione, i
dati relativi alla carriera universitaria e comunque prodotti
dall’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” nell’ambito dello
svolgimento delle sue funzioni istituzionali, possono essere
raccolti e trattati e diffusi – sia durante la carriera universitaria
dell’interessato sia dopo la laurea – a soggetti esterni per
finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali
dell’Università;
2. l’indirizzo di posta elettronica fornito dall’Università agli
studenti all’atto dell’iscrizione, o l’indirizzo alternativo
eventualmente fornito dallo studente, potrà essere utilizzato
dall’Ateneo per la comunicazione di informazioni istituzionali,
sia di carattere amministrativo che didattico;
3. I dati personali possono essere comunicati ad altri soggetti
pubblici, enti ed associazioni anche al di fuori dal territorio
nazionale, per iniziative di avviamento o orientamento al lavoro
(stages, tirocini e job placement) e per attività di formazione
post laurea;
4. Il trattamento può essere effettuato oltre che con strumenti
manuali anche con l’ausilio di mezzi informatici e può
consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni
atte a gestire i dati stessi, con modalità che ne garantiscano la
sicurezza e la riservatezza.
5. Informazioni relative ai laureati, saranno rese disponibili
sulla Banca Dati elettronica dell’Università, ad enti ed istituzioni
accreditate (preventivamente registrate presso l’Ateneo), a fini
di orientamento, formazione e lavoro;
Il conferimento dei dati personali di cui al punto 1 è
obbligatorio.
L’art. 7 del Codice conferisce all’interessato il diritto affinché i
propri dati siano messi a disposizione in modo intelligibile,
aggiornato e rettificato o integrato. Gli interessati possono
inoltre chiedere il blocco dei dati trattati in violazione della
normativa.

113
Parte seconda

Istituti Superiori

2.1 Accademia di Belle Arti p 116


2.2 Istituto Superiore Industrie Artistiche (I.S.I.A.) p 118
2.3 Conservatorio di Musica “G. Rossini” p 119
2.4 Istituto per la Formazione al Giornalismo (I.F.G.) p 121

115
Istituti Superiori
2.1 Accademia di Belle Arti

Accademia di Belle Arti

Denominazione Accademia di Belle Arti. Alta formazione artistica e musicale - MIUR


Presidente Vittorio Sgarbi.
Direttore Umberto Palestini.
Direttore Amministrativo Massimo Castellucci.
Sede e Uffici Via dei Maceri, 2
(tel. 0722 - 320287 - 320110, fax 0722 - 4868).
E-mail a.bellearti@provincia.ps.it, segreteria@accademiadiurbino,it,
biblioteca@accademiadiurbino.it
Frequenza Obbligatoria.
Ammissione Con il diploma di esame di Stato di scuola secondaria di 2º
grado; per l’anno accademico 2009/2010 è previsto l’esame di
ammissione solo per Progettazione Multimediale.
Storia e finalità Istituita con D.P.R. n. 1530 del 29.10.1967, ha sede nell’ex
Convento dei Carmelitani Scalzi, edificio del XVIII Sec.. I diversi
Direttori che si sono succeduti hanno privilegiato la
sperimentazione didattica interna e numerose iniziative culturali
(mostre, seminari, conferenze, spettacoli teatrali, edizioni
d’arte) che sono state realizzate ad iniziare dall’anno
accademico 1967/68.
Corsi e diplomi Diploma accademico di primo livello in Pittura, Scultura,
Decorazione, Scenografia, Grafica, Nuove Tecnologie dell’Arte
(Progettazione Multimediale), durata anni 3.
Diploma accademico di secondo livello in Pittura, Scultura,
Decorazione, Scenografia, Grafica, Comunicazione e didattica
dell’arte, Visual Design (Video Animazione), durata anni 2.
Corsi Biennali di Secondo Livello ad Indirizzo Didattico.
Articolazione degli studi Lo studente deve seguire un determinato numero di
insegnamenti indicati nei corrispettivi piani di studi per il
conseguimento del diploma a seconda del corso prescelto.
Prospettive occupazionali Insegnamento nelle Accademie di Belle Arti; insegnamento
nella Scuola secondaria previa frequenza della scuola di
specializzazione biennale presso l’Università o le Accademie di
Belle Arti, purché il titolo dell’Accademia sia congiunto a
diploma di Istituto d’Arte o di Liceo artistico o di Scuola
secondaria di secondo grado; libera professione nel settore
artistico; lavoro dipendente presso Enti locali e ditte private.

116
Istituti Superiori
2.2 I.S.I.A.

Istituto Superiore
per le Industrie Artistiche (I.S.I.A.)

Presidente Giorgio Londei.


Direttore Roberto Pieracini.
Sede e Segreteria Via Santa Chiara n. 36 (tel. e fax 0722 – 320195 o 4336).
E-mail segreteria@isiaurbino.it, www.isiaurbino.it, didattica@isiaurbino.it
Frequenza Obbligatoria.
Scopo Formazione di progettisti nel campo della grafica e della
comunicazione visiva.
Durata 3 anni per il diploma di 1° livello; 2 anni il diploma di 2° livello
(specialistico).
Accesso regolato 25 posti per il 1° livello e fino ad un massimo di 25 posti per la
specialistica.
Corso Progettazione grafica e comunicazione visiva (diploma di 1°
livello).
Grafica dei sistemi con indirizzo in Comunicazione e design per
l’editoria (diploma di 2° livello).
Breve storia Con la legge 508 del 21 dicembre 1999 è stato avviato il
processo di passaggio degli ISIA nel comparto Alta Formazione
Artistica e Musicale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università
e della Ricerca (M.I.U.R.). Il Corso di studi, a partire dall’a. a.
2005/2006, è stato riformulato in un diploma di I° livello
(triennale, 180 cfa) seguito da un diploma di II livello
specialistico (biennale, 120 cfa).
I titoli ISIA sono equiparati alle corrispondenti lauree
universitarie di 1° e 2° livello.
Ammissione Per il 1° livello, oltre alla maturità quinquennale, occorre
superare un apposito esame per accertare, attraverso prove e
valutazioni attitudinali e motivazionali (consistenti nella
trattazione di quesiti scritti, grafici ed orali), non tanto
l’esistenza di una preparazione specifica, quanto la disponibilità
del candidato nei confronti del corso di studi di indirizzo grafico -
comunicativo.
Per il 2° livello, oltre alla laurea triennale o il diploma di 1°
livello, vi è la valutazione per titoli, portfolio e colloquio.
Prospettive occupazionali Attività in proprio o alle dipendenze presso aziende, agenzie di
pubblicità, studi grafici e fotografici, nei settori dell’editoria,
dell’illustrazione, dell’insegnamento, e, in generale, nel settore
della comunicazione visiva.

118
Istituti Superiori
2.3 Conservatorio di Musica

Conservatorio di Musica
“G. Rossini”

Denominazione Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini”.


Alta formazione artistica e musicale.
Presidente Giorgio Girelli.
Direttore Maurizio Tarsetti.
Sede e Uffici Piazza Olivieri, 5 – Pesaro
(tel. 0721.34151 – 33671, fax 0721.35295).
E-mail segreteria@conservatoriorossini.it, www.conservatoriorossini.it
Frequenza Obbligatoria.
Finalità Costituisce, nell’ambito delle istituzioni di alta cultura, il
sistema dell’alta formazione e specializzazione artistica, ed è
sede primaria di alta formazione, specializzazione e di ricerca
nel settore artistico (L. 21/12/1999, n. 508).
Breve storia È Istituto statale di alta cultura con compiti didattici, di ricerca e
di produzione. Nel testamento del 1858 Gioachino Rossini
aveva disposto: «Quale erede della proprietà nomino il comune
di Pesaro, mia patria, per fondare e dotare un Liceo Musicale in
quella città». Sorto quale «corpo morale» nel 1869, il Liceo dà
avvio ai corsi di musica nel 1882. Nel 1939, con la legge n.
1968, viene trasferito allo Stato. L’anno successivo un regio
decreto recepisce l’apposita convenzione, prevista dalla legge,
intervenuta tra Stato ed enti locali e bancari di Pesaro con la
quale si fissarono le condizioni per tale trasferimento. Nel 1978
viene attivata la sede staccata di Fermo, poi riconosciuta
conservatorio autonomo nel 1998. Nel 1994 il Testo Unico
delle disposizioni legislative in materia di istruzione conferma
che i rapporti conseguenti alla statizzazione del Conservatorio
di Pesaro «sono definiti dalla convenzione» adottata nel 1940 in
attuazione della legge del 1939. La legge 21 dicembre 1999, n.
508, ha elevato il Conservatorio ad “Istituto Superiore di Studi
Musicali”. Con D.P.R. 28 febbraio 2003, n. 132 è stato
adottato il regolamento sui criteri per l’autonomia statutaria
delle istituzioni artistiche e musicali. Conseguentemente, nella
seduta del 6 settembre 2003, il Consiglio di Amministrazione
dell’Istituto ha deliberato lo “Statuto del Conservatorio” (il
precedente Statuto risaliva al 1906) che, dopo l’approvazione
ministeriale (26.1.2005) è stato emanato con Decreto del
presidente dell’Istituto 27 gennaio 2005, n. 2.
Corsi e diplomi Il Conservatorio in quanto Istituto Superiore di Studi Musicali di
livello universitario (Legge n. 508/99) rilascia diplomi
accademici di I e II livello: di strumento musicale, di
composizione, di musicologia, di musica elettronica e di jazz. (I
corsi di I livello, ancora sperimentali, diventeranno

119
ordinamentali ai sensi del D.P.R. n. 212/2005 appena verranno
emanati i decreti attuativi. I corsi di II livello attualmente sono
sperimentali per tutti gli indirizzi). In attesa della attivazione dei
licei musicali, il Conservatorio offre anche corsi di livello
inferiore, preparatori all’accesso al triennio di I livello e corsi
tradizionali per il conseguimento del diploma.
Ammissione Sono previsti esami di ammissione a conclusione dei quali,
previa verifica delle capacità e dell’idoneità allo studio musicale
del candidato, viene compilata una graduatoria di merito. Per
l’ammissione al triennio di I livello non è richiesto il possesso di
una maturità, che deve essere necessariamente conseguita
prima della tesi di laurea. Per l’ammissione al II livello è
necessario il possesso di un diploma di scuola secondaria di
secondo grado, uniti ad un diploma di conservatorio. Gli
studenti stranieri devono dar prova, previo esame, di conoscere
la lingua italiana.
Articolazione degli studi Lo studente dovrà seguire corsi fondamentali caratterizzanti lo
strumento prescelto e corsi fondamentali formativi generali;
inoltre ogni anno dovrà liberamente scegliere, secondo i propri
interessi e gli eventuali indirizzi, almeno un corso
complementare. Per maggiori informazioni si consiglia di
visionare i piani di studio specifici per ogni strumento.
Prospettive occupazionali Libera professione: in campo artistico (strumentista solista e/o
componente di formazioni musicali, ensemble, orchestre, ecc.)
e in campo storico-musicologico-compositivo. Esperienze
professionali si possono esplicare in qualità di compositore,
esperto di informatica e software musicale, consulente esterno
di ditte produttrici di strumenti elettronici musicali, ricercatore,
storico, critico musicale.
Insegnamento: specifico del proprio strumento e formativo
generale della musica (per alcune è necessaria anche
un’abilitazione o un diploma specifico di didattica della musica,
conseguibile presso i conservatori).
Lavoro dipendente per il quale è richiesto il possesso di un
diploma accademico di I o II livello.

120
Istituti Superiori
2.4 I.F.G.

Istituto per la Formazione


al Giornalismo (I.F.G.)

Direttore Lella Mazzoli.


Direttore Scuola Raffaele Fiengo.
Sede e Segreteria Via della Stazione n. 62
(tel. 0722 – 350581; fax 0722 – 328336).
E mail segreteriaifg@uniurb.it; www.uniurb.it/giornalismo.
Durata 2 anni.
Accesso regolato 32 allievi ogni 2 anni. Bando di concorso pubblicato nel mese di
giugno degli anni pari.
Ammissione Laurea (almeno triennale).
Frequenza Obbligatoria e a tempo pieno.
Scopi Formare professionisti che possano trovare impiego in qualsiasi
settore della editoria e dei mass media (redazioni di quotidiani
e di periodici, agenzie di stampa, stazioni radio e televisive).
Attività pratica Lo studio è integrato con lavoro redazionale nell’ambito delle
cinque testate dell’Istituto (“Il Ducato” quindicinale; “Il Ducato”
agenzia quotidiana”; “Il Ducato on line” quotidiano elettronico;
“Radio Ducato” e “Ducato TV” per il giornalismo
radiotelevisivo), con esercitazioni esterne, visite ad istituzioni
pubbliche ed aziende giornalistiche, nonché con un periodo di
pratica guidata presso le redazioni di periodici, quotidiani,
agenzie, stazioni radio e televisive.
Breve storia Costituita dall’Università di Urbino e dall’Ordine dei giornalisti
delle Marche, l’Associazione per la formazione al giornalismo di
Urbino ha ottenuto il 12.7.1990 il riconoscimento dal Consiglio
Nazionale dell’Ordine come struttura formativa valida per
l’accesso diretto alla professione giornalistica.
Prospettive occupazionali Il Corso è considerato a tutti gli effetti sostitutivo del
praticantato: gli allievi verranno cioè iscritti all’Albo dei
Praticanti Giornalisti ed al termine degli studi pratico-teorici
potranno accedere all’esame di idoneità per diventare
giornalisti professionisti. Circa il 90 % trova occupazione entro
un anno dal conseguimento della qualifica.

121
Il diritto allo studio
Parte terza

E.R.S.U. di Urbino

3.1 Governo dell’Ente p 126


3.2 Organizzazione degli Uffici p 127
3.3 Indirizzi e Internet p 129
3.4 Diritto allo studio p 130
3.5 Borsa di studio p 131
3.6 Collegi e Case Studente/ssa p 134
3.7 Ristorazione p 139
3.8 Assistenza e servizi sanitari p 140
3.9 Trasporti p 142
3.10 Servizio culturali (Librario) p 144
3.11 Iniziative artistiche e musicali p 145
3.12 Viaggi studio p 148
3.13 Servizi ricreativi p 149
3.14 Biblioteche multimediali ed Emeroteche p 150
3.15 Centri di informazione p 151
3.16 Servizi per studenti diversamente abili p 153

125
E.R.S.U. di Urbino
3.1 Governo dell’Ente

Governo dell’Ente

Consiglio di Amministrazione

Presidente Giancarlo Sacchi.


Consigliere Roberto Borgiani (Vice Presidente);
Consigliere Mauro Sisti;
Consigliere Anna Tonelli;
Consigliere Simone Lancianese;
Segretario Massimo Fortini (Direttore).

Direttore

Massimo Fortini.

Revisore Unico

Ennio Braccioni.

126
E.R.S.U. di Urbino
3.2 Organizzazione degli Uffici

Organizzazione degli Uffici

Uffici di Direzione

Direttore Massimo Fortini.


Controllo di gestione Responsabile: Rita Agostini.
Competenze: programmazione economica e budget;
ispettorato analisi di qualità e statistiche.
Organi istituzionali Responsabile: Giuliana Pambianchi.
e Relazioni interne Competenze: relazioni interne e supporto agli organi
istituzionali; convegnistica e foresteria docenti;
gestione scambi culturali con Università straniere.
Affari generali Responsabile: Stefano Smargiassi.
Competenze: attività legale e contrattuale; gestione protocollo e
conservazione atti amministrazione; gestione servizio ausiliario.
Personale Responsabile: Alceo Serafini.
Competenze: trattamento giuridico, economico e sindacale;
formazione, sicurezza e prevenzione (D.L. 626/94).
Ingegneria di Sistema (SIS) Responsabile: Gian Domenico Catena.
Competenze: assistenza sistemistica e sviluppo software;
formazione e assistenza utenti.
Acquisti e Gare Responsabile: Mirco Tontini.
Competenze: indagini di mercato e gestione albo fornitori;
programmazione acquisti.

Uffici Finanziari

Direttore Massimo Fortini.


Bilancio Responsabile: Rita Guarandelli.
Competenze: gestione bilancio;
trattamento economico di tesoreria.
Patrimonio / S.O.T. Responsabile: Antonio Pandolfi.
Competenze: gestione patrimonio e cassa economale;
gestione servizio manutenzioni e magazzini merci.

127
E.R.S.U. di Urbino
3.2 Organizzazione degli Uffici

Uffici Provvidenze (Diritto allo studio)


e Servizi per Studenti

Direttore Massimo Fortini.


Provvidenze (Diritto allo Responsabile: Paolo Rossi.
Studio) Competenze: assegnazione Borse di studio e alloggi; anagrafe
studenti e statistiche provvidenze; servizi per studenti disabili.
Servizi per Studenti Responsabile: Lorenzo Ciaffoncini.
Competenze: informazione e orientamento; attività culturali e
ricreative; trasporti e sanità.

Uffici Servizi collettivi

Dirigente Massimo Fortini.


Servizi Ristorativi Responsabile: Luigina Valdarchi.
Competenze: segreteria servizi ristorativi e gestione casse;
mense in convenzione; attività bar in gestione diretta ed
esterna.
Servizi Ristorativi Responsabile: Alfonso Donatantonio.
(processi produttivi) Competenze: area servizio cucina; produzione e distribuzione.
Alloggi per studenti Responsabile: Giuseppe Magnanelli.
Competenze: gestione alloggi e servizi collettivi per studenti e
altri aventi diritto.
Strutture abitative Responsabile: Emilio Maria Briganti.
Competenze: gestione strutture abitative; distribuzione e
articolazione turni del personale.

128
E.R.S.U. di Urbino
3.3 Indirizzi e Internet

Indirizzi

Uffici Amministrativi Direzione e Servizi Finanziari: Via V. Veneto n. 43


(tel. 0722 - 35191, fax 0722- 350851).
Uffici per studenti Provvidenze (Diritto allo Studio): Via V. Veneto n. 45
(tel. 0722 - 350709, fax 0722 - 377231);
Centro Informazioni Studenti (C.I.S.): Via V. Veneto n. 41
(tel. 0722 – 351961).
Collegi (Colle dei Cappuccini)
Aquilone (tel. 0722-302400);
Colle (tel. 0722-302200);
Tridente (tel. 0722-302600);
Vela (tel. 0722-302700).
Campus e Case Campus Scientifico, Loc. Crocicchia, Via Ca’ Le Suore n. 2
Studente e Studentessa (tel. 0722-376200);
Casa dello Studente, Piazza San Filippo n. 2
(tel. 0722-377600);
Casa della Studentessa, Via Pozzo Nuovo n. 3
(tel. 0722-377546).
Ristorazione Del Duca, Via Budassi n. 3 (tel. 0722 - 377663);
Del Tridente, Colle dei Cappuccini (tel. 0722 - 302663).

Internet e Posta elettronica

Sito ERSU www.ersurb.it


Posta Elettronica (E-Mail) Direzione: direzione@ersurb.it
Provvidenze per Studenti (Diritto allo Studio):
dirittostudio@ersurb.it
Accertamenti Fiscali: accertamenti@ersurb.it
Economato e Acquisti: econacq@ersurb.it
Bilancio: ragioneria@ersurb.it
Personale: personale@ersurb.it
Ingegneria di Sistema: sis@ersurb.it
Direzione Collegi: dircollegi@ersurb.it
Segreteria Collegi: collegi@ersurb.it
Alloggi a Pesaro: alloggipesaro@ersurb.it
Alloggi a Fano: alloggifano@ersurb.it
Ristorazione: ristorazione@ersurb.it
Servizi Culturali: culturali@ersurb.it
Librario: serviziolibrario@ersurb.it
Centro Informazioni Studenti (CIS)
e Informagiovani: informazioni@ersurb.it

129
E.R.S.U. di Urbino
3.4 Diritto allo studio

Diritto allo studio

Storia Il moderno diritto allo studio è nato con il Regio Decreto n. 1.592 del
31.8.1933, il cui art. 189 prevedeva che: “presso ogni Università ed Istituto
Superiore è costituita l’Opera della Università o Istituto”. L’art. 15 della Legge
n. 238 del 5.4.1945 ha poi disposto che: “a decorrere dall’anno accademico
1945/46 è iscritta annualmente nel bilancio del Ministero della Pubblica
Istruzione la somma di Lire 10 milioni per la concessione di borse di studio a
studenti universitari meritevoli e bisognosi”. L’art. 34 della Costituzione ha
quindi sottolineato che “i capaci ed i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno
diritto a raggiungere i gradi più alti degli studi.”. Più recentemente l’art. 44 del
D. P. R. n. 616 del 24.7.1977 ha trasferito “alle Regioni, per il rispettivo
territorio, le funzioni amministrative esercitate dallo Stato in materia di
assistenza scolastica a favore degli studenti universitari”. Di conseguenza le
successive Leggi della Regione Marche n. 30 del 19.10.1981, n. 7 del
2.5.1989 e la n. 38 del 2.9.1996, hanno creato gli Enti Regionali per il diritto
allo Studio Universitario (E.R.S.U.), nelle quattro città universitarie marchigiane:
Urbino, Ancona, Macerata, Camerino.
Legislazione Attualmente il diritto allo studio è regolato dalla seguente normativa: Legge
quadro sul diritto allo studio n. 390 del 2.12.1991; Legge Regionale n. 38 del
2.9.1996; Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (D.P.C.M.) previsto
dall’art. 4 della Legge quadro. Più recentemente la Regione Marche ha
approvato nuove Leggi e precisamente: n. 7 del 24.03.1998; n. 22 del
10.12.2003; n. 13 del 18.05.2004; n. 32 del 16.12.2005. Chi fosse
interessato, può richiedere copia delle norme non pubblicate nella presente
Guida, all’Ufficio Provvidenze per Studenti in Via del Popolo n. 9 (tel. 0722–
350709).
Avvertenza I Bandi di concorso delle provvidenze a carattere individuale (borsa di studio,
alloggi, ecc.), alla data di redazione della presente Guida, devono essere
ancora definitivamente pubblicati. Gli studenti verranno tempestivamente
informati tramite pubblicazione sul sito Internet dell’Ente (www.ersurb.it) e
tramite l’affissione dei Bandi stessi nelle apposite bacheche.

130
E.R.S.U. di Urbino
3.5 Borsa di studio

Borsa di studio

Breve storia La Borsa di Studio costituisce l’intervento diretto fondamentale del diritto allo
studio universitario, in attuazione dell’art. 34 della Costituzione. L’assegno di
studio, anche chiamato presalario, è stato per molti anni la principale forma di
assistenza agli studenti universitari. Venne ufficialmente istituito con la Legge n.
80 del 14.2.1963, successivamente integrata e modificata da una serie di
provvedimenti statali: Legge n. 162 del 21.4.1969; D. L. n. 369 del 19.6.1970,
convertito nella Legge n. 574 del 26.7.1970; Decreto del Ministero della P. I. del
27.8.1970; Decreti Presidenziali n. 642 del 26.10.1972 e n. 601 del 29.9.1973;
D. L. n. 580 del 1.10.1973, convertito nella Legge n. 766 del 30.11.1973;
Decreto Interministeriale del 23.1.1978; D. L. n. 817 del 23.12.1978, convertito
nella Legge n. 54 del 19.2.1979, con relativa circolare esplicativa del Ministero
della P. I. n. 86 del 11.4.1979.
Dopo il passaggio alle Regioni delle competenze in materia di diritto allo studio
universitario (con la Legge n. 616 del 24.7.1977), le disposizioni sull’assegno di
studio sono state previste dalla Legge regionale n. 30 del 19.10.1981,
successivamente sostituita dalla L. R. n. 7 del 2.5.1989, e dalla deliberazione
amministrativa n. 162 del 25.7.1984. La nuova Legge quadro nazionale sul diritto
allo studio universitario n. 390 del 2.12.1991, non prevede più l’assegno di
studio ma la borsa di studio, le cui condizioni di concessione sono previste da un
apposito D.P.C.M., nonché regolate da Leggi e disposizioni attuative regionali.
Destinatari La Borsa di Studio è attribuita mediante concorso pubblico agli studenti in
particolari condizioni economiche e di merito, previste dall’apposito bando di
concorso annuale. Tale Borsa è erogata agli studenti, iscritti all’Università degli
Studi di Urbino per il conseguimento del primo titolo per ciascun livello di corso:
Laurea, Laurea Specialistica, Laurea Specialistica a ciclo unico. Viene inoltre
erogata agli iscritti al Dottorato di Ricerca ed alle Scuole di Specializzazione
obbligatorie per l’esercizio della professione. Viene infine concessa agli studenti
iscritti: all’Accademia di Belle Arti e all’ISIA di Urbino; al Conservatorio “G.
Rossini” di Pesaro.
Ammontare L’ammontare annuale complessivo della borsa di studio è stabilito da un Decreto
della Presidenza del Consiglio dei Ministri (del 9 aprile 2001): è composto da una
parte in denaro e da un insieme di servizi a fruizione gratuita, come la mensa,
l’alloggio, ecc.. L’importo delle borse di studio è diversificato in base alla
situazione economica dello studente e in base allo status di studente “fuori
sede”, “in sede” o “pendolare”. I benefici concessi, in caso di vincita del
concorso per la borsa di studio sono i seguenti. Studenti “fuori sede”: un
contributo monetario, l’alloggio gratuito se richiesto e uno o due pasti gratuiti al
giorno (in base alla scelta individuale), nel periodo di apertura del Servizio di
Ristorazione. Studenti “in sede”: un contributo monetario e un pasto gratuito al
giorno, nel periodo di apertura del Servizio di Ristorazione. Studenti “pendolari”:
un contributo monetario e un pasto giornaliero (in base alla scelta individuale).
Studenti “idonei”, ma non beneficiari per mancanza di fondi, hanno diritto ad

131
E.R.S.U. di Urbino
3.5 Borsa di studio

usufruire gratuitamente del Servizio di Ristorazione, ad eccezione degli studenti


iscritti al primo anno di Corso, ai quali si applica la tariffa minima. La quota
monetaria della borsa di studio è corrisposta allo studente vincitore per il 50%
entro il 31 dicembre, mentre il restante 50% è corrisposto entro la fine del mese
di giugno. Per informazioni riguardanti l’esonero totale o parziale dal pagamento
delle tasse universitarie, gli studenti dovranno rivolgersi direttamente alle
Segreterie delle rispettive Facoltà.
Sussidi L’E.R.S.U., oltre alle Borse di Studio ed ai benefici connessi (mensa e alloggio),
straordinari interviene a favore degli studenti in possesso dei requisiti stabiliti dai relativi
bandi, con Contributi e sussidi straordinari concessi a titolo di solidarietà a chi si
trova in condizioni economiche particolarmente disagiate e non sia beneficiario di
altre provvidenze monetarie.
Prestiti Dall’anno accademico 2006/07, l’E.R.S.U. ha previsto dei prestiti fiduciari, ossia
fiduciari un prestito in denaro accordato come apertura di credito bancario sul conto
corrente, finalizzati a sopperire alle difficoltà di ordine economico connesse alla
frequenza ed al compimento degli studi in ambito universitario.
La domanda Per la partecipazione al concorso, lo studente deve compilare online la domanda,
collegandosi al sito internet dell’Ente www.ersurb.it, rispettando le modalità e i
termini di scadenza previsti dal bando di concorso.
Consigli utili Leggere attentamente i bandi di concorso prima di fare domanda o chiedere
ulteriori spiegazioni all’Ufficio competente. Utili informazioni per la determinazione
del merito possono essere ricavate dal libretto on-line consultabile sul sito
dell’Università (www.uniurb.it), dopo essersi muniti del nome utente e della
password rilasciati dalla Segreteria del proprio Corso.
Scadenze Fare molta attenzione alla data di scadenza di presentazione delle domande,
specificate nei rispettivi bandi di concorso, in quanto la tardiva presentazione è
causa di esclusione dal godimento dei benefici. L’iscrizione ai Corsi universitari
deve avvenire entro e non oltre le date previste dai rispettivi bandi dell’Università,
dell’Accademia, dell’ISIA di Urbino e del Conservatorio di Pesaro.
Accertamenti L’Ente esercita un accurato controllo sulle autocertificazioni, riguardanti il reddito
ed il merito, rese dallo studente; chiunque presenti dichiarazioni non veritiere
incorre in sanzioni amministrative, nell’esclusione permanente da qualsiasi
beneficio, fino alla denuncia all’autorità giudiziaria.
Informazioni Per una completa ed esaustiva informazione sulla concessione della borsa di
studio, consultare l’apposito bando di concorso pubblicato sul sito Internet
www.ersurb.it, oppure rivolgersi all’Ufficio competente: Provvidenze per Studenti, Via
V. Veneto n. 45, 61029 URBINO, tel. 0722-350709, e-mail: dirittostudio@ersurb.it;
con il seguente orario di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12; martedì
e giovedì, anche dalle ore 15 alle 17 (nel periodo di presentazione delle domande,
l’orario potrebbe subire delle variazioni).

132
E.R.S.U. di Urbino
3.6 Collegi e Case Studente/ssa

Collegi e Case Studente/ssa

Storia e descrizione I collegi universitari al Colle dei Cappuccini, costruiti per volontà del
Magnifico Rettore Carlo Bo, costituiscono una vera e propria cittadella
universitaria. La struttura è stata progettata dall’arch. Giancarlo De Carlo,
con premi e consensi a livello internazionale. I collegi sono stati infatti
armonicamente inseriti nel contesto ambientale, pur essendo vicini al
centro storico e comunque collegati da un servizio continuo di trasporto
urbano. La disponibilità di un alto numero di alloggi (moderni, confortevoli e
a prezzo agevolato), costituisce uno dei motivi principali per cui moltissimi
giovani, ogni anno, scelgono di frequentare l’Università di Urbino.
Prima del 1979 erano disponibili diverse strutture abitative (recentemente
ristrutturate): la Casa dello Studente e la Casa della Studentessa nel centro
storico; il Collegio del Colle, con 150 camere singole, tutte con bagno ed
ingresso indipendente, ed un nucleo centrale per i servizi generali, a circa
un chilometro dal centro storico, a monte della Statale 73 bis per Bocca
Trabaria, in località denominata Colle dei Cappuccini. Nel 1979/80 apre il
collegio del Tridente (il più grande) a valle rispetto al collegio del Colle, con
352 camere tutte singole, ampi servizi per ogni gruppo di 16 camere, un
grande self service, un bar ed altri servizi ricreativi e culturali. L’anno
seguente vengono attivati, sempre nella stessa zona, i collegi: delle
Serpentine, con 152 camere singole e servizi per ogni otto stanze; della
Vela, con 33 camere doppie con bagno, 156 singole con servizi ogni sei
stanze, teatro ed altri spazi in comune. Nel 1983, infine, viene aperto anche
l’Aquilone, con 128 stanze doppie, tutte con bagno ed uso cucina, dove si
trovano anche: il Servizio Librario e l’Emeroteca; la Videoteca e la Ludoteca;
una grande Biblioteca Multimediale con collegamento ad Internet. Nel 1997
viene aperto il Campus Scientifico di Monte San Martino (prima denominato
SOGESTA), con 116 camere doppie di cui 111 per studenti e 5 riservate ai
professori, tutte con doppi servizi e telefono.
Va ricordato, infine, che le residenze universitarie non offrono solo posti
letto, ma anche tanti altri spazi in comune e servizi: bar, sale TV, soggiorni,
telefoni, terrazzi, depositi bagagli, tennis tavolo, sale di lettura, biblioteche,
camere e servizi per studenti diversamente abili, aule per conferenze e
lezioni, saloni per cinema, teatro ed altre attività ricreative. Più
recentemente ai collegi è stato attivato un servizio informatico wireless;
così come nei collegi Tridente e Aquilone sono stati attivati dei servizi
automatici di lavaggio ed asciugatura biancheria.
Da ottobre 2005, nelle sedi universitarie decentrate di Pesaro e Fano, sono
state stipulate Convenzioni per alloggiare studenti, durante l’anno
accademico, in Istituti e appartamenti privati. In particolare, dal mese di
ottobre 2007, a Pesaro, è stata aperta una nuova struttura per studenti con
28 posti letto e completa di: sala studio, cucina, lavanderia, prese TV e
ADSL in ogni camera, wireless negli spazi in comune.

134
E.R.S.U. di Urbino
3.6 Collegi e Case Studente/ssa

Chi può accedere Gli studenti iscritti: ai Corsi di Università, Accademia e ISIA di
Urbino; al Conservatorio Musicale “G. Rossini” di Pesaro; ai
Corsi di perfezionamento, alle scuole di specializzazione ed ai
Master. Inoltre: i tirocinanti; i Borsisti dell’Università ed i
frequentanti i Dottorati di ricerca; i partecipanti al programma
Socrates Erasmus; gli studenti delle scuole medie superiori
nell’ambito delle attività di orientamento; gli accompagnatori di
studenti diversamente abili; i docenti dell’Università di Urbino o
di altri Atenei temporaneamente presenti per motivi di studio;
altri utenti con i quali l’E.R.S.U. abbia stipulato Convenzioni; i
familiari in occasione di esami o tesi di laurea.
Priorità Prioritariamente i posti vengono assegnati ai vincitori della
Borsa di studio ed agli “idonei” (ovvero a coloro che, pur
avendone i requisiti, non ottengono il beneficio della Borsa di
studio per insufficienza di risorse da parte della Regione e del
M.I.U.R.).
Aperture In base al calendario di attività accademica. Nei mesi estivi è
prevista attività convegnistica e corsi estivi.
Tariffe L’alloggio rientra tra i benefici degli assegnatari della Borsa di
studio; per gli altri studenti varia a seconda se sono “idonei”
alla Borsa, oppure con reddito inferiore o superiore alla soglia
per la Borsa stessa.
Foresteria Gli studenti che intendano alloggiare per meno di un mese,
sempre che vi sia disponibilità, pagano a seconda dei
pernottamenti. Esistono poi tutta una serie di tariffe per il
Corso estivo e per le altre categorie di utenti sopra indicati.
Modalità di fruizione L’accesso ai servizi è consentito con tessera magnetica da
ritirare all’Ufficio Provvidenze Individuali in Via del Popolo n. 11;
la stessa tessera dovrà essere caricata tramite gli accettatori di
banconote, situati nelle strutture abitative, ed utilizzata per il
pagamento del posto letto assegnato, presso la Segreteria del
collegio, con rilascio di relativa ricevuta fiscale.
Regolamento Durante la permanenza, occorre rispettare le disposizioni
previste dall’apposito Regolamento delle strutture abitative, da
sottoscrivere all’atto dell’ingresso.
Informazioni Per maggiori e più aggiornate informazioni: rivolgersi agli uffici
competenti dell’E.R.S.U.; consultare l’apposito Bando di
concorso sugli alloggi; visitare il sito www.ersurb.it .

136
E.R.S.U. di Urbino
3.7 Ristorazione

Ristorazione

Punti Ristoro Ad Urbino sono in funzione tre punti ristoro che distribuiscono
pasti tradizionali (formati cioè da un primo, un secondo con
contorno, frutta e pane, con possibilità anche di prelievi parziali)
con servizio self-service: uno nel centro storico “Ristorazione del
Duca”; uno nella zona dei collegi del Colle dei Cappuccini
“Ristorazione del Tridente” ed uno in località Crocicchia
“Ristorazione Campus Scientifico”. In tutte queste Ristorazioni
sono attivi anche i seguenti servizi: linea “Cibus”, con
distribuzione di un pasto veloce, anche freddo; “Take away”.
Nelle sedi dei corsi universitari di Fano e Pesaro funzionano dei
servizi di ristorazione convenzionati con strutture private.
Chi può accedere Gli studenti: iscritti ai corsi dell’Università, dell’Accademia e
dell’ISIA di Urbino e del Conservatorio di Pesaro; iscritti ai corsi
di perfezionamento e alle scuole di specializzazione, i borsisti
dell’Università e degli Enti pubblici di ricerca, i frequentanti il
dottorato di ricerca; iscritti ad altre Università che si trovino in
loco per motivi di studio; stranieri presenti nel territorio regionale
per programmi di mobilità internazionale; delle scuole medie
superiori nell’ambito delle attività di orientamento. Il personale
docente e non docente dell’Università di Urbino e dell’ERSU; i
docenti di altre Università temporaneamente presenti per motivi
di studio; gli accompagnatori di studenti diversamente abili; altri
utenti con i quali l’ERSU abbia stipulato convenzioni.
Tariffe Per studenti: pasto tradizionale, Euro 4,00; linea Cibus, Euro 2,10.
Altri utenti: pasto tradizionale, Euro 10,00; linea Cibus, Euro 6,00.
Convenzionati: pasto tradizionale, Euro 11,00; linea Cibus, Euro 6,50.
Apertura Ristorazione del Duca: dal lunedì al venerdì, dalle ore 12 alle 14
(Cibus fino alle 14,30) e dalle 19 alle 21.
Ristorazione del Tridente: tutti i giorni, dalle ore 12 alle 14 e
dalle 19 alle 21.
Ristorazione Campus: da ottobre a giugno, tutti i giorni escluso la
domenica, dalle ore 12,30 alle 14 e dalle 19,30 alle 21.
Servizi Bar e Colazioni Al Campus è attivo un Servizio Bar. Al Collegio Colle è incluso il
servizio di prima colazione per gli ospiti, dalle ore 7,30 alle 9,30.
Servizio di Colazione all’inglese è attivo presso la Ristorazione del
Tridente nei mesi di luglio ed agosto, dalle ore 7,30 alle 9,30.
Modalità di fruizione L’accesso ai servizi è consentito solo con tessera magnetica, da
ritirare all’Ufficio Provvidenze (Diritto allo Studio), Via V.Veneto n.
45; la stessa dovrà essere caricata (minimo una banconota da
Euro 5) presso gli accettatori di banconote situati in ogni punto di
ristoro ed utilizzata per il pagamento del pasto. E’ fatto divieto
assoluto di falsificare o cedere la tessera ad altri.

139
E.R.S.U. di Urbino
3.8 Assistenza e Servizi sanitari

Assistenza sanitaria

Medico di base Per usufruire di assistenza medica, lo studente universitario


può rivolgersi ad uno dei medici di base convenzionati con
l’Azienda Sanitaria Locale n. 2 di Urbino. Le visite mediche
occasionali sono a pagamento ed il prezzo varia a seconda se
vengono effettuate in ambulatorio o a domicilio. I medici devono
rilasciare una regolare ricevuta che può essere rimborsata dalla
Azienda Sanitaria di residenza dello studente.
Assistenza gratuita Se lo studente intende avvalersi gratuitamente dell’assistenza
sanitaria (pagando naturalmente solo il ticket previsto per tutti),
deve iscriversi alla Azienda Sanitaria di Urbino, rivolgendosi al
Distretto Sanitario in Via G. da Montefeltro n. 45 (tel. 0722-
301519 o 301520), presentando: tesserino sanitario o
dichiarazione di cancellazione dalla Azienda Sanitaria di
residenza; certificazione o autocertificazione relativa alla
regolare iscrizione all’Università di Urbino ed al proprio domicilio
ad Urbino; scelta del medico di base disponibile ad Urbino con
sospensione di quello del comune di residenza (per un periodo
superiore a tre mesi ed inferiore a dodici).
Studenti stranieri Lo studente straniero della Comunità Europea, in possesso
della Tessera Sanitaria Europea o del Modello E 111, deve
seguire la stessa procedura dello studente italiano; lo studente
extracomunitario deve, in aggiunta, effettuare un versamento
al Servizio Sanitario Nazionale di Euro 149,77 (salvo
aggiornamenti) per anno solare, con un modello da richiedere al
suddetto Distretto Sanitario.
Urgenze mediche Per le prestazioni di una certa urgenza e gravità durante le ore
notturne (dalle ore 20 alle 8 del mattino) e nei giorni festivi e
prefestivi (dalle ore 10 del sabato alle 8 di lunedì), bisogna
rivolgersi al servizio di Continuità assistenziale (Guardia
Medica), in Via Gramsci n. 29 (tel. 0722-301927 o 351906).
Per i non residenti nella regione Marche, il Servizio è a
pagamento: Euro 15,00 per le visite ambulatoriali ed Euro
25,00 per quelle domiciliari (salvo aggiornamenti).
Ancor più gravi ed indifferibili devono essere le emergenze
sanitarie per rivolgersi al Pronto Soccorso dell’Ospedale
centrale di Urbino; in Viale Comandino n. 70 (tel. 0722-
301272), o al Pronto Intervento (tel. 118). Lo studente è
invitato a prestare la massima attenzione alle regole sopra
esposte al fine di consentire il miglior funzionamento possibile
dei servizi sanitari territoriali.

140
E.R.S.U. di Urbino
3.8 Assistenza e Servizi sanitari

Servizi sanitari

Ambulatorio Medico Sopra la portineria del Collegio Tridente è funzionante un


Ambulatorio Medico per studenti (tel. 0722-302669; 4669
dall’interno dei collegi). Tale ambulatorio è aperto: martedì
dalle ore 14,30 alle 16,00; giovedì dalle ore 14,30 alle 16,30
(salvo aggiornamenti). Ci si può rivolgere a questo Ambulatorio
gratuitamente, ma solo per consulenze e visite ambulatoriali di
carattere generale (tipo Guardia Medica), senza possibilità di
richiedere visite a domicilio (o camera) e senza la possibilità di
prescrizioni di visite specialistiche o esami di laboratorio.
Consulenza Psicologica Nel suddetto Ambulatorio medico è attivo un servizio gratuito di
prevenzione e consulenza psicologica, denominato “Tempo
Nostro”, garantito da un psicologo-psicoterapeuta
(consulenzapsicologica@ersurb.it). Tale servizio si svolge al
venerdì, dalle ore 15 alle 19, e presso la sede del S.T.D.P.
(Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche), in Via Pellipario
n. 1/b (tel. 0722-301613) al martedì, dalle ore 10 alle 13,30
(sert@asurzona2.marche.it).
Prevenzione e Consulenza HIV Attivato dal 1998, l’Ambulatorio di Prevenzione e Consulenza
per la malattia da virus HIV si trova in Via Pellipario, 1/A. Il
martedì e il giovedì, dalle ore 17 alle 19, al numero telefonico
0722–301613, operatori specializzati dell’Azienda Sanitaria di
Urbino rispondono a qualsiasi richiesta di informazione relativa
all’infezione HIV ed offrono la disponibilità per colloqui e prelievi
ematici. Le prestazioni sono completamente gratuite.

141
E.R.S.U. di Urbino
3.9 Trasporti

Trasporti

Convenzione A seguito di un’apposita Convenzione tra Società ADRIABUS,


ERSU, Università, Comune di Urbino e Comune di Fermignano, è
in funzione un servizio privilegiato di trasporto urbano ad uso
esclusivo dell’utenza studentesca, per consentire il
collegamento tra il Centro storico ed i Collegi universitari (Linea
21), e tra Urbino (Borgo Mercatale), Campus Scientifico (ex
Sogesta) e Fermignano (Linea 18), nelle fasce orarie di maggior
frequenza studentesca ed a costi agevolati degli abbonamenti
rispetto alle tariffe ordinarie. Tali servizi di collegamento si
svolgono nei periodi di normale apertura delle strutture
universitarie, con esclusione dei periodi di vacanza
espressamente previsti dal calendario accademico.
Linee ed orari Linea 21: Collegi – Piazza della Repubblica. Servizio
continuativo dalle ore 8,00 alle ore 21,30, per un totale di 25
corse giornaliere di andata e ritorno (nei giorni festivi, solo 10
corse).
Linea 18: Urbino (Borgo Mercatale) – Campus Scientifico (ex
Sogesta) – Fermignano. 13 corse al mattino con inizio alle ore
7,15 e 12 corse pomeridiane e serali fino alle ore 1,15 di notte
(solo 10 corse nei giorni festivi).
Abbonamenti Hanno validità mensile su tutte le linee urbane e sono a prezzo
agevolato: Euro 8,00 per i beneficiari di Borsa di Studio ed Euro
16,00 per tutti gli altri studenti. Devono essere utilizzati
assieme alla tessera dell’E.R.S.U. e possono essere acquistati
presso la Biblioteca Multimediale di Palazzo Corboli ed il Centro
Informazioni Studenti dell’Ente (CIS – Informagiovani). Gli
studenti di Pesaro e Fano possono acquistarli presso l’Ufficio
ERSU di “PesaroStudi”. Per il loro acquisto la tessera ERSU
deve essere pre-caricata del necessario importo presso gli
accettatori di banconote situati presso: i servizi di ristorazione,
la biblioteca multimediale di Palazzo Corboli, l’Ufficio ERSU a
“PesaroStudi”.
Pass Student E’ un abbonamento mensile valido, nel mese solare del giorno
di emissione, su tutte le linee urbane ed extraurbane circolanti
nel territorio provinciale. Grazie alla suddetta Convenzione e
all’interessamento della Provincia, dal 2008 è possibile
acquistare questo abbonamento mensile a prezzo molto
agevolato (Euro 30,00) che dà la possibilità a tutti gli studenti
di utilizzare tutti gli autobus che percorrono le strade della
provincia di Pesaro e Urbino.

142
143
E.R.S.U. di Urbino
3.10 Servizi culturali

Servizi culturali

Servizio Librario Situato presso i locali del Collegio Aquilone (tel.


0722–302581), il Servizio Librario dell’E.R.S.U. mette a
disposizione degli studenti i libri di testo di tutte le Facoltà
universitarie ed altri volumi provenienti dal Fondo doppioni della
Biblioteca Universitaria (è possibile la consultazione on-line del
catalogo nel sito dell’Ente www.ersurb.it). Tali pubblicazioni
possono essere prestate a tutti gli studenti che comprovino la
loro iscrizione all’Università o a Istituti superiori di grado
universitario di Urbino, dando la precedenza agli studenti
meritevoli e bisognosi. Sono inoltre disponibili per la
consultazione opere generali, quali: testi di cultura generale,
orientamento, enciclopedie, dizionari, codici, manuali, storie
letterarie e scientifiche.
I Servizi offerti sono: prestito gratuito di libri di testo, limitato a
due volumi per ogni studente, per una durata massima di 60
giorni (la mancata restituzione dei testi può comportare
l’esclusione da tutti i servizi dell’E.R.S.U. e la segnalazione
all’Università per impedire il rilascio del titolo di studio); sala
lettura e consultazione, per testi di cultura generale, dizionari,
enciclopedie, repertori, codici, manuali; informazioni
bibliografiche per raccogliere e valutare le richieste di nuove
acquisizioni o per segnalare altre biblioteche dove reperire le
pubblicazioni richieste.
Contributi Al fine di promuovere ogni iniziativa finalizzata ad una maggiore
e qualificata diffusione della cultura fra gli studenti (anche in
collaborazione con: Università, Accademia, ISIA, Conservatorio
e altre Istituzioni), l’E.R.S.U. contribuisce alle iniziative culturali
e ricreative organizzate autonomamente da gruppi
studenteschi.

144
E.R.S.U. di Urbino
3.11 Iniziative artistiche e musicali

Iniziative artistiche

Urbino: Arte all’Università Per la prima volta, nella primavera del 2008 l’ERSU ha bandito un
(U.A.U.) concorso artistico espositivo denominato “Forma e Sostanza”,
riservato agli studenti universitari, dell’Accademia di Belle Arti, dell’ISIA
di Urbino e del Conservatorio musicale di Pesaro. Tutti i giovani iscritti
alla “Carlo Bo” o ai suddetti Istituti Superiori, che esprimono le loro
emozioni attraverso le più svariate forme artistiche (poesia, narrativa,
cortometraggi, scultura, fotografia, pittura, grafica e grafica
computerizzata), hanno potuto partecipare al Bando di Concorso che
l’E.R.S.U. (Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario) di Urbino
ha previsto in base ad un concorso nazionale indetto dall’ANDISU
(l’Associazione Nazionale degli organismi per il Diritto allo Studio
Universitario). In pratica, entro il 9 aprile 2008, gli studenti potevano
presentare, alla sede centrale dell’ERSU (al Centro Informazioni
Studenti, C.I.S.) in Via Veneto n. 45, una domanda in carta semplice,
allegando una loro opera ed una scheda informativa con la descrizione
delle caratteristiche dell’opera stessa. La partecipazione era
completamente gratuita. Una Giuria di esperti, composta da eminenti
personalità del mondo accademico, artistico e culturale, ha giudicato le
opere in modo insindacabile e inappellabile, valutando con maggior
merito quelle realizzate sul tema “Studiare a Urbino”, ossia sulla vita
studentesca nella città ducale. Tutte le opere (ben 141) sono state
esposte in una mostra che si è tenuta a Palazzo Corboli dal 8 al 20
maggio 2008, con più di mille visitatori; mentre i vincitori delle sette
sezioni sopra indicate, più un vincitore assoluto, hanno ricevuto un
premio in denaro di 500 Euro, per un totale di otto premiati. Tutti i
vincitori, inoltre, hanno partecipato al concorso espositivo nazionale
“Giugno in Arte” che si è tenuto a Perugia dal 5 al 8 giugno, concorrendo
all’assegnazione di un ulteriore premio in denaro di mille Euro. Tre i
vincitori di Urbino al Concorso nazionale nelle seguenti sezioni: Vincitore
assoluto (Valeria Stipa), Fotografia (Flavio Zampaloni) e Grafica (Michele
Pierpaoli). Due secondi posti in Poesia (Alessandro Puglia) e Narrativa
(Marika Ceccaroli) ed un terzo in Scultura (di nuovo Valeria Stipa).
Informazioni Tutte le informazioni, la domanda, il Bando ed il Regolamento (con le
dimensioni delle opere) si sono potute reperire on line, sul sito
www.ersurb.it, oppure direttamente presso il Centro Informazioni Studenti
C.I.S. dell’ERSU di Urbino in Via Veneto n. 45, tel. 0722-351961,
informazioni@ersurb.it (anche nelle sedi di “PesaroStudi” e “FanoAteneo”).
L’iniziativa è stata organizzata dall’ERSU di Urbino, in collaborazione con:
ANDISU e ADISU di Perugia; Università degli studi “Carlo Bo”; Accademia di
Belle Arti e ISIA di Urbino; Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro; Comune di
Urbino e Provincia di Pesaro e Urbino.

145
E.R.S.U. di Urbino
3.11 Iniziative artistiche e musicali

Iniziative musicali

Musica All’Università (MAU) Una nuova iniziativa dell’ERSU (in collaborazione con l’Università e gli
Istituti Superiori di Urbino, nonché con il Conservatorio di Pesaro e la
Cappella Musicale di Urbino) che consiste in un concorso musicale ed
una serie di eventi denominati “Ricollegiamoci”. In pratica, tutti i
giovani iscritti all’Università “Carlo Bo”, all’Accademia di Belle Arti e
all’ISIA di Urbino, al Conservatorio “Rossini” di Pesaro (triennio,
biennio e ultimi due anni di Corso ordinamentale), hanno potuto
partecipare gratuitamente ad un Concorso musicale, presentando
domanda in carta semplice alla sede centrale dell’ERSU (Centro
Informazioni Studenti, C.I.S.) e allegando due CD con l’esecuzione del
brano musicale da loro eseguito.
Concorso musicale Un’apposita Giuria (composta da esperti in campo musicale, tra i
quali il noto Maestro urbinate Michele Mangani ed il cantante Lucio
Dalla) hanno selezionato i brani che sono stati eseguiti in tre concerti
finali. In palio premi da Euro 500 per ognuna delle tre Sezioni in
concorso (musica: Pop, Classica, DJ Set), più uno da Euro 1.000 per
il vincitore assoluto (oltre alla partecipazione gratuita a viaggi ed
eventi musicali). Maggiori dettagli e tutte le informazioni (Domanda,
Bando di concorso) si possono reperire on line, sul sito www.ersurb.it
o presso il C.I.S. dell’ERSU di Urbino in Via Veneto n. 41, tel. 0722-
351961, eventi@ersurb.it.
Ricollegiamoci Oltre alla possibilità di dare spazio alla creatività giovanile, l’obiettivo
dell’iniziativa è stato quello di “rivitalizzare” i collegi universitari ed altri
luoghi frequentati dagli studenti, con musica auto-prodotta e
comunque di un certo livello. Sono stati quindi organizzati: un
Aperitivo Rock, con la partecipazione di: Urbino Radio Campus
“URCA”, il gruppo giovanile “Ammoniaka” e la collaborazione della
rivista universitaria OpenHouse, al Teatro del collegio La Vela; un
Aperitivo Jazz con il quartetto “Kramer contro Kramer”; un concerto
di musica classica Recitar Cantando, con “Arie Barocche”; una
serata con il Gruppo Musicale d’Ateneo per “Un viaggio tra le
colonne sonore di film, musiche e danze popolari salentine”.
Festival MAU 2009 Giovedì 11 e venerdì 12 giugno 2009, nel Teatro del Collegio La Vela
e nel prato del collegio del Colle, si è svolto il gran finale, ossia il
Festival MAU 2009 per valutare dal vivo e votare i 12 finalisti,
precedentemente selezionati su 38 iscritti al concorso. Ha votato
anche il pubblico, esprimendo ben 275 preferenze nelle diverse
Sezioni in concorso. Il Festival MAU è stato anche uno spazio aperto
alle opere d’arte visiva di vari studenti dell’Accademia di Belle Arte e
dell’ISIA. Nei diversi spazi dei collegi sono state allestite mostre
fotografiche, installazioni e performance di body art e proiezione di
cortometraggi.

146
E.R.S.U. di Urbino
3.11 Iniziative artistiche e musicali

Gruppi e corsi musicali

Urbino Radio Campus Denominata “Urbino Radio Campus” (URCA) è stata inaugurata nel mese di
ottobre 2007 da parte di: Alessandro Bogliolo, il docente coordinatore del
progetto; Giorgio Bernardini, lo studente e giornalista Direttore Responsabile;
Mattia Fadda, lo studente Station Manager. Dopo un apposito Corso di
formazione a Milano presso Radio 24 Ore, la gestione della Web Radio è stata
affidata completamente agli studenti. Nata dalla collaborazione tra Università,
che ha fornito le apparecchiature e la tecnologia necessaria, ed ERSU, che ha
fornito l’arredamento e i locali (in una sala attigua al Servizio Ristorazione del
Collegio Tridente), la Web Radio può contare su una redazione di studenti
volontari che trasmettono sia notizie che musica. Anche grazie a Urbino
Wireless Campus (UWIC) ossia alla connessione senza fili ad Internet possibile
dai collegi e dalle sedi universitarie di Urbino, gli studenti possono ascoltare la
web radio all’indirizzo www.radio-campus.it (tel. 0722-302645).
Gruppo Musicale d’Ateneo Denominato “Gruppo Musicale d’Insieme”, è stato fondato nel 1998 come
proposta di Giovanni Moroni, cultore di musica e compositore, con il convinto
consenso del Rettore Carlo Bo. Il suo scopo è quello di offrire a tutti gli
studenti universitari e di Scuole Superiori, docenti e dipendenti universitari,
unitamente a musicisti locali, la possibilità di ritrovarsi nei momenti liberi, in
un ambiente culturalmente appropriato, mantenendo vivo il contatto con il
proprio strumento. Con il tempo, anche grazie al sostegno dell’ERSU e
dell’Università, si è giunti oggi ad avere un organico di 28 elementi. Il
repertorio attuale è composto da brani orchestrali classici e contemporanei,
nonché da musiche inedite scritte appositamente. Nel 2002 si è presentato
al pubblico universitario presso il l’aula teatro del collegio “La Vela”. Nel
2006, in occasione dei festeggiamenti del 500° anniversario della fondazione
dell’Università di Urbino, ha eseguito un concerto presso il Teatro Sanzio. Nel
2008, grazie alla presenza di un numero consistente di studenti pugliesi, ha
creato al suo interno un Gruppo Folkloristico che sta riscotendo un ottimo
successo. Ha in programma, per il 2008-2009, lo studio e l’esecuzione del
Concerto K 467 di W. A. Mozart, oltre ad una serata dedicata al folk italiano,
nella quale tutti gli studenti presenti a Urbino potranno partecipare per
eseguire musiche folk del loro paese. Una giuria di esperti eleggerà il
vincitore al quale sarà consegnato un premio in denaro. Per l’iscrizione è
sufficiente compilare e spedire il “Modulo di iscrizione” reperibile nel sito web
dell’Università sotto la voce “studenti” – associazioni studentesche – Gruppo
Musicale d’Ateneo – modulo di iscrizione.
Per ulteriori informazioni contrattare: Giovanni Moroni, tel. 0722-
305273/329712, fax 0722/305317, mail giovanni.moroni@uniurb.it.
Corsi di musica Tramite un’apposita convenzione, gli studenti regolarmente iscritti all’Università ed
equiparati, possono partecipare gratuitamente, durante l’anno accademico, ai Corsi
di strumenti a fiato e corali organizzati dalla Cappella Musicale del SS. Sacramento
di Urbino, nonché ai concerti organizzati dalla stessa Cappella Musicale nei collegi
universitari ed in altri spazi. Gli interessati possono rivolgersi direttamente alla
Segreteria della Cappella Musicale, in Via Valerio n. 7 (tel. 0722-4120).

147
E.R.S.U. di Urbino
3.12 Viaggi studio

Viaggi studio

Soggiorni studio L’E.R.S.U. di Urbino intrattiene con diverse Università straniere rapporti di
scambio per agevolare il soggiorno di studio dei rispettivi studenti. Per poterne
beneficiare, occorre essere regolarmente iscritti all’Università di Urbino (non
oltre il primo anno fuori Corso) e presentare richiesta al Presidente del
Consiglio d’Amministrazione, Via Veneto n. 43 (tel. 0722 – 351941).
Il concorso prevede l’espletamento di un colloquio in lingua e la valutazione del
merito scolastico.
L’ammontare comprende, in linea di massima, le spese di iscrizione e di
alloggio (talvolta anche di vitto) nelle rispettive Università.
Le Università estere convenzionate attualmente si trovano negli U.S.A.e sono
le seguenti:
- State University of New York (S.U.N.Y), New Paltz, New York (1 soggiorno
annuale, 12 estivi e 4 semestrali);
- Rutgers University, New Brunswick, New Jersey (2 soggiorni semestrali);
- Council on Overseas Language Education, Fair-Lawn – NJ U.S.A. (1 soggiorno
estivo presso Broome S.U.N.Y. - U.S.A.).
Viaggi d’istruzione L’E.R.S.U. finanzia parzialmente viaggi di istruzione che abbiano valenza
culturale, formativa e didattica, a cui partecipano gruppi di studenti con la
guida dei rispettivi docenti universitari. Tali contributi per viaggi d’istruzione
sono riservati agli studenti iscritti ai corsi dell’Università degli Studi,
dell’Accademia di Belle Arti, dell’ISIA e del Conservatorio “G. Rossini” di
Pesaro, per il conseguimento per la prima volta del titolo di laurea, laurea
magistrale e laurea specialistica a ciclo unico nonché gli studenti ammessi al
Dottorato di Ricerca non beneficiari di borsa di studio. La concessione è
subordinata al possesso di determinati requisiti economici e di merito previsti
dal Bando di concorso. L’ammontare del contributo è da considerare come un
importo forfetario per far fronte alle spese sostenute dallo studente per il
viaggio e il periodo di soggiorno.
Per maggiori informazioni: vedasi l’apposito Bando di concorso sul sito
www.ersurb.it o rivolgersi direttamente all’Ufficio Provvidenze per Studenti in
Via V. Veneto, 45 (tel. 0722-350709).
Contributi per Per studenti che partecipano a programmi di Mobilità Internazionale,
“Socrates-Erasmus” regolarmente iscritti all’Università, all’Accademia di Belle Arti e all’ISIA di Urbino,
che rientrino nelle condizioni previste dall’apposito bando di concorso.
Il requisito principale è che siano studenti beneficiari della borsa di studio.
Infatti il contributo è una integrazione della borsa di studio, su base mensile,
per la durata del periodo di permanenza all’estero, sino ad un massimo di dieci
mesi.
Gli studenti stranieri presenti ad Urbino in quanto partecipanti ai programmi
Socrates-Erasmus, hanno la possibilità di accedere alle mense e di alloggiare
ai collegi universitari.
Per maggiori informazioni: vedasi l’apposito Bando di concorso sul sito
www.ersurb.it o rivolgersi direttamente all’Ufficio Provvidenze Individuali,
Via V. Veneto, 45 (tel. 0722-350709).

148
E.R.S.U. di Urbino
3.13 Servizi ricreativi

Servizi ricreativi

Ludoteca L’ERSU mette a disposizione, nelle strutture abitative, più di


trecento scatole con più di cento tipi diversi di giochi di società
o “giochi intelligenti”, quali: scacchi, risiko, domino, forza 4,
master mind, monopoli, trivial pursuit, per citare solo quelli più
conosciuti.
Videoteca Sono state attivate postazioni audiovisive (TV, videoregistratori
e lettori DVD) presso i collegi: Tridente, Colle, Aquilone, Vela,
Casa Studente, Casa Studentessa e Residenza ERSU a Pesaro.
Inoltre, sono a disposizione: un televisore 29 pollici ed un
videoregistratore, in un’aula esterna del Tridente; un televisore
29 pollici ed un videoregistratore, nel Centro di Aggregazione
Giovanile GOLEM, in Via Pozzo Nuovo; un video proiettore, un
videoregistratore in grado di utilizzare un sistema di
amplificazione ed un grande schermo, in alcune serate della
settimana, nell’aula teatro del collegio la Vela; materiale per la
duplicazione ed il montaggio, destinato ad associazioni culturali
studentesche in grado di utilizzare apparecchiature sofisticate,
al collegio Aquilone (tel. 0722 - 302587); più di 2.700 cassette
e 1.200 DVD con i migliori film d’autore e documentari, con
esclusione di quelli ancora in circolazione nelle sale
cinematografiche o in distribuzione da meno di due anni. Per
migliorare il Servizio Videoteca, sono state installate nuove
attrezzature audiovisive, come i lettori DVD.
Beneficiari Possono usufruire gratuitamente di questi servizi tutti gli ospiti
dei collegi e tutti coloro che hanno comunque titolo per
accedere alle mense universitarie ed alle altre strutture gestite
dall’E.R.S.U., con precedenza alle attività auto-gestite dalle
associazioni culturali e ricreative studentesche o comunque da
gruppi di giovani universitari.
Dove rivolgersi Per il prestito di giochi in scatola o di cassette, rivolgersi al
Servizio Librario situato in un’aula interna del Collegio Aquilone
(tel. 0722-302581). Per richiedere l’utilizzo delle sale TV o di
altre attrezzature, rivolgersi alle Portinerie dei rispettivi Collegi;
per la sala di proiezione del Collegio “La Vela”, rivolgersi alla
Segreteria del Servizio Videoteca (tel. 0722-302586).

149
E.R.S.U. di Urbino
3.14 Biblioteche multimediali ed Emeroteche

Biblioteche multimediali

Dove si trovano Presso la sede centrale dell’ERSU, Palazzo Corboli in Via Veneto
n. 41 (tel. 0722-351944), presso il Servizio Librario del
Collegio Aquilone (tel. 0722-302581), a fianco della portineria
del Collegio La Vela (tel. 0722-302700), sono state attivate tre
Biblioteche Multimediali (Internet Point). In particolare, il
servizio a fianco della portineria del Collegio La Vela è riservato
agli studenti disabili e, in loro assenza, ai beneficiari della
borsa di studio. Negli spazi in comune dei collegi universitari e
nella Residenza ERSU di Pesaro, è possibile il collegamento
internet wireless.
Servizi e destinatari Gli studenti universitari e tutti i soggetti che possono accedere
ai servizi dell’E.R.S.U., possono utilizzare un personal computer
per la consultazione di CD – ROM didattici forniti dall’ERSU, per
collegarsi in Internet, per inviare messaggi di posta elettronica
(e-mail) e per altre lavorazioni in ambiente Office. L’accesso al
servizio è consentito solo con l’utilizzo del badge magnetico; è
gratuito per i beneficiari e gli idonei alla borsa di studio; a
prezzo agevolato per gli altri studenti. L’introduzione di
materiale informatico estraneo al servizio può essere
consentita solo dietro stretto controllo del personale addetto.

Emeroteche
Dove si trovano Presso le portinerie delle residenze universitarie sono a
disposizione alcuni quotidiani, mentre presso il Servizio
Emeroteca (al collegio Aquilone, tel. 0722-302585), possono
essere consultati numerosi quotidiani e periodici.
Servizio e destinatari Gli studenti possono richiedere, per la consultazione immediata
e gratuita: quotidiani e settimanali a maggiore diffusione sul
territorio nazionale e regionale; riviste scientifiche; periodici di
cultura generale e di informatica; riviste di cinema e di
orientamento al lavoro. Per quanto riguarda le copie arretrate
(comunque ad iniziare dal primo semestre del 1997) delle
suddette pubblicazioni, ci si può rivolgere al Servizio Emeroteca
del Collegio Aquilone.

150
E.R.S.U. di Urbino
3.15 Centri di informazione

Centro Informazioni Studenti (CIS)

Denominazione Centro Informazioni Studenti (C.I.S.)


Sede Via V. Veneto n. 41 (Palazzo Corboli), tel. 0722-351961;
e-mail: informazioni@ersurb.it.
Orari dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18.
Scopi Fornire agli studenti informazioni basilari e generali di vario tipo
ed interesse, riguardanti i servizi dell’ERSU, universitari e della
Città di Urbino. Informazioni particolarmente dettagliate
dovranno essere richieste ai vari sportelli diversamente
specializzati: Servizio Provvidenze Individuali dell’E.R.S.U., per
quanto riguarda le borse di studio e le altre domande di alloggio
e ristorazione; Segreterie universitarie per le modalità
d’iscrizione; Centro per l’Impiego per l’orientamento al lavoro. Il
CIS fornisce anche informazioni per l’organizzazione di attività
culturali e ricreative da parte di gruppi studenteschi.

La Guida
Distribuzione La presente Guida viene messa a disposizione di tutti gli studenti
universitari tramite la distribuzione da parte delle Segreterie
dell’Università, oltre che da parte degli uffici aperti al pubblico
dell’ERSU. In ambito locale, la Guida viene inoltre consegnata a
numerosi Enti, Scuole Superiori del territorio e ad altri uffici
pubblici di Urbino dove solitamente i giovani si rivolgono per
ottenere informazioni. Viene inoltre diffusa in tutta Italia tramite
l’invio a: Informagiovani, Università, Enti e Aziende per il diritto allo
studio, affinché venga messa a disposizione della loro utenza.
Viene infine distribuita nei Saloni dell’Orientamento ed inviata a
chiunque ne faccia richiesta scritta. La costante richiesta ha
dimostrato come questa Guida rappresenti un prezioso strumento
di informazione e di orientamento, soprattutto per gli studenti che
abbiano intenzione di iscriversi per la prima volta all’Università.
Altre pubblicazioni Oltre alla presente Guida, l’Università di Urbino conta su altre
importanti pubblicazioni, quali il classico Vademecum con i
programmi degli esami. L’Università e l’ERSU stampano inoltre
diversi fogli informativi, sia generali che particolari, quali: le
preziose schede dell’Università sui singoli Corsi di studio,
distribuite copiosamente nei Saloni dell’Orientamento; i depliant
dell’ERSU sui singoli servizi (sanitari, sportivi, ecc.) e le newsletter
sulle varie iniziative (abbonamenti ai trasporti, appuntamenti
culturali e musicali, campionati di calcio interfacoltà, ecc.).

151
E.R.S.U. di Urbino
3.15 Centri di informazione

Informagiovani

Sede Via V. Veneto n. 41 (Palazzo Corboli), tel. e fax 0722-350354;


infogiovani@comune.urbino.ps.it; www.comune.urbino.ps.it.
Orari dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18.
Attività Sportello informativo di primo orientamento, rivolto ai giovani,
per affrontare le scelte più opportune rispetto al loro futuro.
Offre informazioni generali sui settori: lavoro, formazione,
scuola e Università; tempo libero e sport; impegno civile e
sociale. Gli operatori svolgono anche attività di orientamento
alla scelta sulle opportunità formative e professionali e sono di
supporto per la formazione di curriculum vitae e lettere di auto-
candidatura.
Attrezzature Angolo per la lettura di quotidiani e riviste, di gazzette ufficiali e
bollettini regionali; bacheche con informazioni lavoro, bandi di
concorso e altri settori di interesse; postazioni Internet,
utilizzabili da tutti gli utenti per ricerche attinenti l’informazione
e l’orientamento (anche se per breve tempo).
Gestito da Comune ed ERSU, in collaborazione con Provincia ed Università.

Sportello Eurodesk
Sede Presso l’Informagiovani di Urbino, Via V. Veneto, 41,
tel. e fax 0722-350354; it007@eurodesk.it , www.eurodesk.it .
Orario Ogni mercoledì dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.
Attività Eurodesk è un network nato con lo scopo di diffondere
gratuitamente informazioni sui programmi che l’Unione europea
promuove a favore dei giovani Le informazioni riguardano:
mobilità giovanile europea, volontariato all’estero, scambi,
tirocini e stage in Europa, programma Gioventù in Azione per le
associazioni giovanili e altro ancora. Lo Sportello vuol essere di
supporto ai giovani nella individuazione delle modalità di
partecipazione ai vari programmi o progetti, delle scadenze e
delle azioni di riferimento e per la ricerca dei siti internet delle
varie agenzie nazionali.
Attrezzature Dispone della attrezzatura informatica, dox e documenti
dell’Informagiovani di Urbino.
Gestito da Comune di Urbino.

152
E.R.S.U. di Urbino
3.16 Servizi per studenti diversamente abili

Servizi per studenti


diversamente abili

Servizi Al fine di promuovere le iniziative atte a rimuovere gli ostacoli di


natura fisica e/o psicologica che possano impedire il
raggiungimento dei più alti gradi degli studi, a favore degli
studenti diversamente abili, l’art. 33 della Legge regionale n.
38 del 2.10.1996 prevede una serie di servizi e di iniziative.
Di conseguenza, l’ERSU di Urbino ha attivato un apposito
budget per fornire una serie di servizi, anche secondo le
richieste degli interessati, quali: servizio di trasporto per
disabili in carrozzella; assistenza tramite studenti part-time e
studenti accompagnatori; riserva di apposite camere con facile
accesso ai collegi ed eventuale consegna dei pasti in camera;
sussidi informatici e aula multimediale a fianco della portineria
del Collegio “La Vela”.
Borse di studio Per gli studenti diversamente abili è prevista una maggiorazione
dell’importo della borsa di studio, necessaria per far fronte a
particolari situazioni di difficoltà nell’affrontare gli studi
universitari.
Per maggiori informazioni, rivolgersi all’Ufficio Gestione
Provvidenze per Studenti, in Via V. Veneto, 45 (tel. 0722-350709)
o vedere il Bando nel sito internet www.ersurb.it.

153
La città
Parte quarta

Urbino

4.1 Storia, monumenti e territorio p 158


4.2 Posizione e collegamenti p 162
4.3 Manifestazioni e attività ricreative p 164
4.4 Attività, impianti e associazioni sportive p 165
4.5 Centri di aggregazione giovanile p 170
4.6 Associazioni culturali e di categoria p 172
4.7 Servizi pubblici e Centro per l’impiego p 173
4.8 Servizi sanitari p 175
4.9 Alberghi e residenze private p 176
4.10 Ristoranti, pizzerie e pub p 180
4.11 Servizi per studenti e attività religiose p 182
4.12 Servizi postali e istituti di credito p 184

157
Urbino
4.1 Storia, monumenti e territorio

Storia

Urbino è l’erede della città romana di Urvinum Mataurense, sorta


nel III secolo a.C. sulla sommità della collina del «poggio», già luogo
di insediamento almeno dalla fine dell’età del Ferro (VI-V secolo
a.C.). L’importante centro dominava la gola del Furlo e la via
consolare Flaminia, che costituiva l’asse stradale di fondamentale
importanza per i collegamenti tra Roma e l’Italia settentrionale e poi
con l’Europa nord-occidentale. Per la sua ubicazione strategica
Urbino in età medievale divenne la capitale di un vasto territorio.
Il Ducato fu ulteriormente potenziato da Federico da Montefeltro
(1422 - 1482), che determinò anche la monumentalizzazione del
centro, realizzando “una città in forma di palazzo” (come scriveva
nel 1528 Baldesar Castiglione nel “Cortegiano”). Questa opera
rende Urbino la città sicuramente più conosciuta delle Marche e
nell’Italia centrale; essa è stata anche riconosciuta dall’Unesco
come bene culturale di valenza mondiale, patrimonio dell’umanità.
Agli inizi del ‘400 ci fu un primo e vivace movimento artistico con i
fratelli Jacopo e Lorenzo Salimbeni di San Severino, mentre più tardi
giunsero Maso di Bartolomeo e Luca della Robbia. Alla corte di
Federico sono state poi chiamate schiere d’artisti e uomini
d’ingegno, tra i quali: Luciano Laurana, Piero Della Francesca, Leon
Battista Alberti, Francesco Di Giorgio Martini, Paolo Uccello,
Melozzo da Forlì. In questo clima culturale si formarono grandi
personaggi come: Raffaello Sanzio (1483 - 1520); l’architetto
Donato Bramante (1444 - 1514); l’artista e architetto Girolamo
Genga (1476 circa - 1551); il pittore Federico Barocci (1534 -
1612); lo scultore Federico Brandani (1525 - 1575); il maiolicaro
Timoteo Viti (1469/70 1523); il ceramista Nicola da Urbino (morto
nel 1538); il matematico Federico Comandino (1506 -1575).
Tra Seicento e Ottocento Urbino fu la capitale della Legazione
Pontificia e fu oggetto di interventi edilizi e di riassetto urbanistico
per volontà di illustri esponenti della nobile famiglia Albani. Specie
Clemente XI, papa tra il 1700 e il 1721, ha aumentato il decoro
della sua città d’origine, facendo restaurare monumenti e favorendo
l’arredo urbano, unitamente ai nipoti, Cardinali Annibale e
Alessandro Albani; da Roma furono anche inviati un obelisco egizio,
due colonne del Pantheon, statue e pezzi archeologici.
Il Duca Guidubaldo da Montefeltro istituì il “Collegio dei Dottori”,
che ha avuto continuità per cinque secoli, fino alla moderna
Università. La storia della Città è legata a quella dell’Università,
potenziata nel periodo Napoleonico, poi sotto l’amministrazione
pontificia e dopo l’unità d’Italia fino ai nostri giorni, specie con Carlo
Bo, Magnifico Rettore per oltre cinquanta anni.

158
Urbino
4.1 Storia, monumenti e territorio

Monumenti

Palazzo Ducale Il Palazzo Ducale (iniziato verso la metà del XV secolo e


completato attorno al 1536), progettato dall’architetto dalmata
Luciano Laurana prima e dal toscano Francesco Di Giorgio
Martini poi, con i Torricini (la facciata rivolta verso la Toscana ed
idealmente verso il Rinascimento), il cortile d’onore, il giardino
pensile ed i sotterranei. Dal 1912 ospita anche la Galleria
Nazionale delle Marche, con un patrimonio artistico di
eccezionale rilevanza (opere di Raffaello, Piero della Francesca,
Paolo Uccello, Tiziano, ecc.); nel 1986 è stato allestito anche il
Museo Archeologico. Molti nuovi ambienti sono stati restaurati
e musealizzati a cura dei benemeriti Soprintendenti Dante
Bernini, Paolo Dal Poggetto ed ora da Lorenza Mochi Onori.
Teatro e Fortezza Proprio sotto a queste due agili ed eleganti torri si trova il
Teatro “Sanzio”, la Data (o ex Orto dell’Abbondanza) e la
Rampa elicoidale di Francesco di Giorgio Martini. Di fronte si
osserva la Fortezza Albornoz, eretta nel ‘300 con chiari intenti
di difesa militare, dai cui bastioni si può cogliere una suggestiva
visione panoramica della città e del territorio.
Chiesa di San Domenico Quasi di fronte all’ingresso del Palazzo Ducale (situato in un
angolo di Piazza Duca Federico, all’opposto dei Torricini) si trova
la Chiesa di San Domenico (costruita dal 1362 al 1365). E’
stato in seguito aggiunto il monumentale portale, con la lunetta
di Luca della Robbia (in perfetta copia) ed un nuovo restauro
dell’interno è dovuto al Vanvitelli agli inizi del Settecento.
Duomo A lato del Palazzo Ducale è ubicata la Basilica Metropolitana,
ricostruita in forme neoclassiche dal Valadier dal 1789 al 1801;
accoglie quadri del Barocci, il Museo Diocesano Albani e
l’Oratorio della Grotta (nei sotterranei).
Santa Chiara L’ex Monastero di Santa Chiara, nell’omonima Via, è situato a
poche decine di metri dal Palazzo di Federico da Montefeltro,
con di fronte l’Oratorio di Santa Croce.
Oratori Gli Oratori di San Giovanni Battista della fine del XIV secolo, con
lo splendido ciclo d’affreschi dei fratelli Jacopo e Lorenzo
Salimbeni, e di San Giuseppe del 1515, con un suggestivo
presepio di Federico Brandani, sono ubicati entrambi
all’incrocio tra le scalette di San Giovanni e Via Barocci.
Mausoleo Il Mausoleo dei Duchi, costruito dal 1482 al 1491, ideato dal
Bramante ed appena fuori le mura storiche.
Chiesa Sant’Agostino In fondo Via Saffi, la Chiesa di Sant’Agostino del XIII secolo,
con dipinti di artisti marchigiani dei secoli XV e XVI.
Chiesa San Francesco All’inizio di Via Raffaello, la Chiesa di San Francesco del XIV
secolo (ma ricostruita nel XVIII), con la cappella Albani.

159
Urbino
4.1 Storia, monumenti e territorio

Casa di Raffaello A poche decine di metri da quest’ultima chiesa, si trova la Casa


Natale di Raffaello (del XV secolo, con restauri del 1635 di
Muzio Oddi), con un affresco del “divino pittore”, mentre in
cima alla salita si trova il Monumento in bronzo allo stesso
Raffaello.
Chiesa San Sergio Di poco a monte della casa di Raffaello, la chiesa di San
Sergio, all’interno della quale sono visibili i resti delle strutture
di una poderosa cisterna romana. Tra le più antiche chiese
della Città, fu la prima sede vescovile.
Palazzo Passionei E’ caratterizzato da un cortile con colonne corinzie, simili a
quelle monumentali nel Palazzo Ducale, probabilmente opera
dello stesso architetto. E’ attualmente sede della “Fondazione
Bo” e ospita la sua ampia biblioteca.
Palazzo Albani E’ stata residenza della nobile famiglia Albani; in una delle
stanze è nato il futuro Papa Clemente XI, come è ricordato da
una iscrizione. Il Palazzo occupa un intero isolato, ristrutturato e
ornato agli inizi del Settecento, forse dal giovane Vanvitelli. E’
sede dell’Istituto di Archeologia e di quello di Storia dell’arte.
Università Infine la stessa sede centrale dell’Università, il cui primo nucleo
risale al 1506, fu la medioevale dimora del Conte Antonio di
Montefeltro, di fronte al lato superiore del Palazzo Ducale, in
fondo a Piazza Rinascimento.

160
Urbino
4.1 Storia, monumenti e territorio

Territorio

Il territorio circostante è altrettanto ricco di beni storici,


architettonici ed artistici, immersi nel contesto di uno
straordinario patrimonio ambientale e paesaggistico.
Significativi sono i seguenti Comuni (con le rispettive distanze
chilometriche da Urbino, numeri di telefono degli Uffici
Informazioni, i principali monumenti e musei).
Acqualagna Km 24, Ponte romano a San Vincenzo al Furlo,
Museo Archeologico.
Auditore Km 21, 0722-362202.
Belforte all’Isauro Km 40, 0722-721101.
Borgo Pace Km 39, 0722-89121, Abbazia di Lamoli.
Cagli Km 35, Museo Archeologico, San Domenico.
Cantiano Km 45, Area archeologica di Pontericcioli, Museo Archeologico.
Carpegna Km 45, 0722-77153, Pieve S. Giovanni B., Chiesa di S. Sisto.
Fermignano Km 9, 0722-330523, Ponte e torre romana, San Giacomo.
Fossombrone Km 23, Museo e Parco Archeologico.
Frontino Km 41, 0721-71131, Museo di “Franco Assetti”.
Lunano Km 33, 0722-70271.
Macerata Feltria Km 31, Pieve San Cassiano, Museo archeo–paleontologico.
Mercatello sul Metauro Km 35, 0722-89114, Pieve Collegiata, Palazzo Ducale,
Torre di Castel della Pieve, Pinacoteca San Francesco.
Mercatino Conca Km 35, 0541-970145.
Montecalvo in Foglia Km 15, 0722-58113.
Monte Cerignone Km 39, 0541-978522.
Montecopiolo Km 45, 0722-78106.
Monte Grimano Km 37, 0541-970556.
Peglio Km 22, 0722-310100.
Petriano Km 14, 0722-52130, antiche sorgenti termali.
Piandimeleto Km 36, 0722-721121, Castello dei Conti Oliva,
Museo della civiltà contadina, Museo di scienza della terra.
Pietrarubbia Km 40, 0722-75240, Ruderi medievali.
S. Angelo in Vado Km 27, 0722-818498, Palazzo Fanagni, Palazzo Grifoni,
Duomo, Chiesa di Santa Maria, Museo dei vecchi mestieri.
Sassocorvaro Km 27, 0722-76133, Rocca rinascimentale e
Museo della civiltà contadina.
Sassofeltrio Km 40, 0541-974527.
Tavoleto Km 23, 0722-629128, Castello.
Urbania Km 18, 0722-317211, Palazzo Ducale, Parco Ducale,
Chiesa dei Morti, Museo Civico, Museo Diocesano.

161
Urbino
4.2 Posizione e collegamenti

Posizione

Posizione Urbino è situata sullo spartiacque tra le valli dei fiumi Metauro
e Foglia, su due colli a 451 metri sul livello del mare, dai quali
si gode un vasto panorama che abbraccia verdi colline e
maestose montagne.
Estensione Il centro storico ha un’estensione di poco più di un chilometro
quadrato, racchiuso tra le mura bastionate ed interamente
costruite in mattoni cotti tra Quattrocento e Cinquecento. Di
forma romboidale allungata, il centro è diviso da due assi viari
principali e quasi perpendicolari tra di loro (via Mazzini e Via
Cesare Battisti per un verso e Via Raffaello e Via Veneto per
l’altro), che si incontrano nella Piazza principale (della
Repubblica), luogo di incontro abituale degli urbinati e degli
studenti. Il territorio comunale comprende diversi quartieri, a
poche centinaia di metri dal centro storico (Piansevero,
Mazzaferro, Piantata), e molte frazioni distanti anche diversi
chilometri (Trasanni, Gadana, Schieti, Canavaccio, ecc.), tutte
collegate da mezzi pubblici. L’estensione complessiva è di ben
227,9 chilometri quadrati, per una popolazione di circa 15.000
abitanti.
Direzione Urbino si può raggiungere in auto: da Roma (km 267) lungo la
Via Flaminia o per l’Autostrada del Sole fino a Orte, poi Perugia
(Km 101) e Gubbio (Km 67); da Firenze (km 190) lungo la Val
d’Arno o l’Autostrada per Arezzo (Km 110), poi San Sepolcro e
strada di Bocca Trabaria; da Bologna (km 177) lungo l’Adriatica
o l’A/14 fino a Pesaro; da Pesaro (km 35) lungo la Statale 423;
da Ancona (km 95) lungo l’Adriatica o l’A 14 fino a Fano; da
Fano (km 45) lungo la superstrada Fano-Grosseto e la Statale
73 bis.

162
Urbino
4.2 Posizione e collegamenti

Collegamenti

Stazioni Trenitalia, informazioni: 892021. Pesaro, per chi proviene dal nord Italia, in Viale
Risorgimento. Fano, per chi proviene dal sud Italia, in Piazzale della Stazione, 2.
Fossato di Vico, per chi proviene da Roma.
Aereoporto Ancona - Falconara (km 85), 071-28271, con partenze e arrivi per Roma e Milano
(al mattino, nel pomeriggio ed in serata).
Autobus extraurbani La Stazione degli autobus di Urbino è a Borgo Mercatale (0722-2196). Dai piazzali
antistanti le stazioni ferroviarie più vicine (Pesaro, Fano, Fossato di Vico), partono
per Urbino autobus gestiti da diverse ditte. Gli orari sotto riportati possono variare:
per ulteriori e più precise informazioni, rivolgersi direttamente alle stesse ditte o
all’Ufficio Informazioni, Piazza Duca Federico n. 35, 0722-2613.
Per Pesaro e Fano: ADRIABUS, P.le Gonzaga, 15, Urbino (0722-376711).
Da Pesaro: 6.12 - 6,50 – 7,12 – 7,35 – 7,55 - 8,12 – 8,55 - 9,12 - 10,12 – 10,55 -
11,12 – 11,55 - 12,12 - 12,55 - 13,12 - 13,55 - 14,12 - 15,12 – 15,55 - 16,12 -
17,12 – 17,55 - 18,12 – 19,12 – 19,55 - 20,12 - 21,55. Solo festivi: 8,12 - 10,12
– 12,12 - 14,12 - 16,12 - 18,12 – 18,40 - 19,12 - 20,12.
Da Urbino: 6,20 - 6,35 – 6,55 - 7,35 – 8,00 - 8,35 – 9,00 - 9,35 – 10,00 - 10,35 -
11,35 – 12,00 - 12,35 - 13,35 – 13,55 - 14,35 – 14,55 - 15,35 – 16,00 - 16,35 -
17,35 - 17,55 - 18,35 – 18,55 - 19,35 - 20,35 - 22,55. Solo festivi: 7,35 - 9,35 -
11,35 – 13,35 – 15,35 – 16,35 - 17,35 - 19,35 - 20,35.
Durata delle corse: corsa normale 65 minuti; corsa rapida 45 minuti.
Per Pesaro, Fano e Roma: F.lli Bucci, Str. Marche n. 56, Pesaro (0721-370085).
Da Pesaro: 6,20 – 8,00 - 9,30 – 12,20 – 14,00 – 19,00 – 22,40. Solo festivi: 7,00
– 12,00 – 18,30 – 22,40.
Da Fano: 6,40 - 8,20 - 9,45 e 12,45 (dall’Autostazione) - 14,20 - 19,20 - 23.00.
Solo festivi: 7,20 – 12,20 – 18,50 – 23,00.
Da Urbino (per Fano e Pesaro): 5,45 – 8,00 - 12,30 - 12,35 - 13,50 - 15,30 -
20,30. Solo festivi: 8,30 – 13,30 – 17,00 – 20,00. Durata delle corse: per Fano 70
minuti; per Pesaro 90 minuti.
Da Fossato di Vico: 12,30 – 18,10.
Da Urbino per Roma: 6,15 – 15,00.
Da Roma (Piazza Tiburtina): 7,30 - 16. Durata corsa: 4,30 ore.
Per Puglia, Basilicata, Sicilia e Calabria: Agenzia Marcheggiani, Via Mazzini n. 60 –
Urbino (0722–329284); oppure 080–3112335.
Da Urbino (Borgo Mercatale) per Puglia e Basilicata, ogni venerdì alle 12,25.
Da Urbino a Catania, ogni venerdì e domenica alle 18,15. Ritorno ogni venerdì e
domenica alle 19,30. Durata: 15,15 ore.
Da Pesaro (Stazione F.S.) a Cosenza, tutti i giorni alle 23,59. Ritorno alle 19,30.
Durata: 8,55 ore.
Servizi urbani Per i servizi e gli orari dei collegamenti urbani, rivolgersi all’ADRIABUS, in P.le
Gonzaga n. 15, loc. Piantata (0722-376711).
Taxi Dalle ore 7 alle 20 in Piazza della Repubblica (0722-2550); Borgo Mercatale (0722-
327949).

163
Urbino
4.3 Manifestazioni e attività ricreative

Manifestazioni
e attività ricreative

Manifestazioni Ad Urbino si svolgono: una stagione teatrale di prosa al Teatro


“Sanzio”, nei mesi invernali e primaverili; una serie di mostre
d’arte nelle Sale del Castellare del Palazzo Ducale, lungo la
Rampa di Francesco di Giorgio Martini, nella Casa natale di
Raffaello ed in altre piccole sale sparse nel centro storico;
diversi concerti della Cappella Musicale.
Le principali e più note manifestazioni sono: corsi di flauto e
Festival di musica antica, nel mese di luglio; Festa del Duca,
con rievocazioni e tornei medioevali, in agosto; Festa
dell’Aquilone, gara tra le contrade cittadine, la prima domenica
di settembre; “Ars Libraria”, percorsi tra arte e editoria, sempre
a settembre; “Voglie d’Autunno”, mostra mercato di Prodotti
tipici agro-alimentari, ad ottobre; “Le Vie dei Presepi”, Natale a
Urbino con mostre, spettacoli, concerti e mercatini.
Le varie associazioni culturali e studentesche, organizzano poi
numerosi concerti e tante serate musicali, soprattutto
all’aperto nei mesi estivi, ad esempio: la “Festa dello
Studente” a fine giugno alla Fortezza Albornoz, con la
partecipazione di famosi cantanti e gruppi musicali; i concerti
dei gruppi rock emergenti e di noti musicisti, organizzati
dall’Associazione “Territorio Musicale”; “Frequenze disturbate”,
XI Festival di rock internazionale d’autore, ad agosto.
Mercato Il mercato settimanale all’aperto si tiene il sabato mattina in
Viale B. Buozzi (sotto la Fortezza Albornoz).
Teatri “Sanzio”, Corso Matteotti (0722-2281);
“Vela”, Collegi universitari (0722-302700).
Cinema Ducale, Via Budassi (0722-2413);
Nuova Luce, Via Veterani.
Musei I principali musei cittadini sono: Palazzo Ducale, Casa natale di
Raffaello, Museo Albani e Grotte del Duomo, Oratori di San
Giovanni e San Giuseppe.
Le tariffe sono stabilite dal Ministero per i Beni e le Attività
Culturali:
Intero, Euro 4,00;
Ridotto, Euro 2, per i cittadini dell’Unione Europea di età
compresa tra i 18 ed i 25 anni, nonché per gli insegnanti di
ruolo delle Scuole statali;
gratuito per i cittadini di età inferiore ai 18 anni e superiore ai
65, nonché ad altre specifiche categorie.

164
Urbino
4.4 Attività sportive

Attività sportive

Agevolazioni Grazie ad un Protocollo d’Intesa tra ERSU, CUS, Università degli studi
e Comune di Urbino, gli studenti iscritti all’Università degli Studi di
Urbino ed equiparati, possono accedere a numerosi impianti sportivi,
per lo svolgimento di una pluralità di attività, gratuitamente o a tariffe
agevolate.
Informazioni Sul sito dell’ERSU www.ersurb.it alla voce altri servizi/impianti sportivi
è possibile reperire tutte le informazioni inerenti accesso e utilizzo
agli impianti sportivi convenzionati (campi sportivi, campi da tennis,
piscine, palestre, sport vari).
Maggiori informazioni possono essere richieste a: Centro Informazioni
Studenti (CIS) e Informagiovani, Via V. Veneto n. 45, 0722-351961 o
351963, e-mail: informazioni@ersurb.it; Centro Universitario Sportivo
(CUS), Via Pozzo Nuovo, 21 (0722-4893).
Impianti sportivi CAMPI SPORTIVI:
convenzionati Stadio Montefeltro, Via Dell’Annunziata;
La Buca 1 e 2, Via dell’Annunziata, Associazione Calcio Urbino, Via
Mazzini, 55 (0722-2519);
Campo sportivo Loc. Trasanni 328-9137130).
CAMPI DA TENNIS:
Via dell’Annunziata, 61/A e Via Pablo Neruda loc. Varea, Associazione
Tennis Piansevero (0722-327380).
PISCINE:
Piscina pubblica dell’Università, Via dell’Annunziata Località
Mondolce (tel e fax 0722-328312);
Piscina pubblica “F.lli Cervi”, Via Pablo Neruda Località Varea (0722-
327852).
PALESTRE:
Centro Sportivo “La Tortorina”, Via Tortorina, 4 (0722-2755);
Palestra “SS. Annunziata”, Via SS. Annunziata, Urbino Calcio SRL Via
Mazzini, 55(0722-2519);
Palestre Facoltà Scienze Motorie, Via dell’Annunziata, 4 (0722-
328849);
Palestra “Mad Wellness Center”, Via Quattro Venti, 1 (0722-2146);
Palestra “G. Pascoli”, Comune di Urbino Ufficio Sport (0722-
309413);
Palestra “Palaferro”, Via A. Grandi Loc. Mazzaferro (tel. e fax 0722-
327590).
VARI SPORT:
Campo tiro a volo, Via Annunziata (347-0814260);
Pista Pattinaggio, c/o Casa Albergo Anziani, Via Pablo Neruda loc.
Varea;
Percorso Vita, Colle dei Cappuccini, CUS Urbino (0722-4893).

165
Urbino
4.4 Impianti e Associazioni sportive

Impianti sportivi

Campi di calcio Stadio Montefeltro, Via SS. Annunziata (0722-2519);


“La Buca” 1 e 2, Via SS. Annunziata (0722-309413);
Canavaccio e Soc. Sportiva (338-3038286);
Cavallino (0722-349188) e Soc. Sportiva (0722-349219);
Pieve di Cagna (0722-347024) e Soc. Sport. (0722-345174);
Schieti (0722-594002) e Società Sportiva (0722-59176);
Torre San Tommaso (0722-340126);
Trasanni (328-9137130).
Palestre Palazzetto dello Sport (0722-329243);
Palaferro, Via A. Grandi, Loc. Mazzaferro (0722-327590);
PalaGadana, Loc. Gadana (0722-350334);
Ginnico Sportiva P., P.za Casteldurante, 7 (0722-329836);
Sanabel, Cura del corpo, P. Casteldurante, 21 (0722-320065);
Centro Sportivo loc. Tortorina (0722-2755);
“Puccinotti”, Piazza della Repubblica;
“G. Pascoli”, Piano Santa Lucia (0722-309413);
“Montefeltro Nuova e Vecchia”, V. M. Oddi (0722-350593);
“Liceo Classico Raffaello”, Via M. Oddi (0722-350607);
Judo e Karate, Via M. Oddi;
Body Up F.C., Via L. Pacioli, 8 (0722-2616);
”MAD”, Wellness Center, V. Quattro Venti,1 (0722-2146);
“I.T.I.S.”, Via L. Pacioli (0722-328021).
Piscine coperte Con palestra, “F.lli Cervi”, Loc. Varea (0722-322509);
Universitaria, Loc. Mondolce, zona Stadio (0722-328312).
Campi da tennis A.T.P., Via P. Neruda (0722-327380).
Circoli Ippici “Le Cesane”, Loc. S. Maria delle Selve;
“La Cappella, 14”, Loc. Sagrata, Fermignano (328-0590109).
Altri impianti sportivi Bocciodromo comunale Montefeltro, Varea (0722 - 328055);
Campo di tiro a volo, località Mondolce (347-0814260);
Pesca Sportiva Lago Sociale, Bivio Borzaga (0722-328771);
“Percorso Vita”, Colle dei Cappuccini.

167
Urbino
4.4 Impianti e Associazioni sportive

Associazioni sportive

Associazioni sportive C. S. Calcio Montefeltro, Via SS. Annunziata (0722-328171);


Polisportiva Amici del cuore (0722-320295);
Centro Studi Danza, Piazza Casteldurante, 29 (0722-332626);
Circolo Sportivo Torre, V. Torre S. Tommaso;
Gruppo Sportivo AVIS-AIDO, P.za Repubblica 3 (0722-328941);
Polisportiva Robur Tiboni, P.za Repubblica 3 (0722-329045);
Soc. Calcio Amatoriale Urbino, V. Calamandrei 7 (0722-327478);
Polisportiva U.I.S.P., Via Tortorina, 4 (0722-2755);
Pesca Sport Urbinate, P. Casteldurante, 14 (0722-328771);
Yoshitaka Karaté Club, Via M. Oddi (0722-53394).

Centro Universitario Sportivo


Denominazione Centro Universitario Sportivo (C.U.S.).
Sede e orari Via Pozzo Nuovo, 21 (tel. e fax 0722-4893).
Martedì e mercoledì, dalle ore 10.30 alle 12,30.
Tesserino CUS Per ottenerlo, occorre esibire: codice fiscale; certificato medico
di idoneità alla pratica sportiva non agonistica; certificato
d’iscrizione all’Università; una foto-tessera; versamento di Euro
10,00 presso la segreteria del CUS.
Vantaggi Accesso agevolato o gratuito agli impianti sportivi; prestazione
assicurativa; corsi da novembre a maggio (con sospensioni per
le vacanze di Natale, Carnevale e Pasqua).
Attività Possibilità di partecipare ai campionati amatoriali interfacoltà
di: calcio, calcio a cinque, atletica leggera, pallavolo,
pallacanestro, nuoto.
Possibilità di partecipare all’attività federale riguardante:
atletica leggera, pallacanestro e pallavolo.
Possibilità di praticare i seguenti sport: aerobica, stretching,
total body, fitness, kung–fu, jogging, ginnastica a corpo libero,
nuoto, pallacanestro e pallavolo.
Campus Invernali: settimane bianche in varie località.
Estivi: settimane veliche.

169
Urbino
4.5 Centri di Aggregazione Giovanile

Centro Giovani “GOLEM”

Denominazione Centro Giovani “GOLEM”.


Sede e orari Via Pozzo Nuovo n. 23 (0722-350353);
golem@comune.urbino.ps.it - sgambelli@comune.urbino.ps.it -
www.comune.urbino.ps.it.
Mattino, solo il giovedì dalle ore 9 alle 12; pomeriggio, da martedì
a sabato, dalle ore 16,30 alle 19,30; sera, martedì e giovedì, dalle
ore 21 alle 23,30.
Scopi Offrire ai giovani la possibilità di incontrarsi e di sviluppare,
insieme ed autonomamente, iniziative culturali e ricreative per il
loro tempo libero. Supporto ai giovani o ad Associazioni giovanili
per l’organizzazione di iniziative e per l’elaborazione di progetti
nell’ambito della Comunità Europea.
Attività Libere, individuali o di gruppo, come: leggere, giocare, parlare,
progettare, proporre, inventare, ecc.. Strutturate: laboratori artistici,
musicali, teatrali, rassegne cinematografiche e corsi vari. Tornei di
bigliardino e di ping-pong, giochi di ruolo e di società e qualsiasi altra
attività su proposta degli stessi ragazzi. Inoltre vengono organizzati
concerti musicali ed eventi di rilievo nazionale ed internazionale,
come il concorso del fumetto “Golemcomix”. Emeroteca, biblioteca,
giochi in scatola, attrezzature musicali, audiovisivi per l’ascolto della
musica cd e TV, PC per giochi o scrittura, biliardo.
Gestito da Comune di Urbino in collaborazione con l’E.R.S.U., la Provincia e
l’Università.

Informadonna
Sede Presso l’Informagiovani, Via V. Veneto n. 41. (0722-350354);
sgambelli@comune.urbino.ps.it.
Orari Dal martedì al giovedì, dalle ore 9 alle 13.
Scopi Facilitare le donne nell’accesso alle informazioni in tema di Pari
Opportunità e di Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
Attività Fornire informazioni sui servizi esistenti nel territorio relativi al
benessere e alla salute della donna, alla sua formazione, al lavoro
e all’imprenditoria femminile, ai servizi di supporto alla famiglia,
all’associazionismo, ai problemi legati all’immigrazione.
Attrezzature Angolo lettura quotidiani e riviste, gazzette ufficiali, bollettini
regionali; bacheche con informazioni sul lavoro, bandi di concorso
e altri settori d’interesse; postazioni Internet.
Gestito da Comune di Urbino

170
Urbino
4.5 Centri di Aggregazione Giovanile

Centro di Educazione Ambientale

Denominazione Centro di Educazione Ambientale (C.E.A.) - “Casa delle Vigne”.


Sede Via F.lli Rosselli (tel. e fax 0722-350301);
cea@comune.urbino.ps.it – www.comune.urbino.ps.it .
Orari Mattino, martedì e giovedì, dalle ore 9 alle 13;
pomeriggio, da martedì a sabato, dalle 15,30 alle 19,30.
Attività Attività didattiche di educazione ambientale rivolte a studenti,
insegnanti, operatori del settore e cittadini; sentieri attrezzati,
percorsi didattici di carattere interdisciplinare e visite guidate;
lavori sul campo per la comprensione dei processi naturali e
delle problematiche connesse alle attività antropiche;
organizzazione e gestione di corsi di formazione ed
aggiornamento per insegnanti; progettazione di iniziative con il
supporto della Unione Europea; organizzazione seminari
informativi, conferenze e convegni; promozione naturalistica;
escursioni naturalistiche, trekking; laboratorio didattico del
riuso, spazio aperto a tutti; laboratorio dimostrativo delle
energie rinnovabili e centralina metereologica; i locali sono
attrezzati per l’accoglienza di disabili.
Attrezzature Emeroteca, videoteca, biblioteca, laboratorio didattico
scientifico, pannelli fotovoltaici, generatore eolico, centralina
meteo, aula conferenze; sentiero natura attrezzato per disabili;
attrezzature per proiezioni multimediali, PC e Internet.
Gestito da Comune di Urbino, con la collaborazione dell’Associazione
“Il Carpino”.

Centro di Aggregazione Musicale


Denominazione Casa della Musica.
Sede Via P. Neruda, Loc. Varea. Per maggiori informazioni: Ufficio
comunale per le politiche giovanili (0722-309269);
sgambelli@comune.urbino.ps.it
Scopi Offrire, ai giovani appassionati di musica, uno spazio attrezzato
dove fare prove ed esercitazioni con la propria band musicale;
favorire la crescita culturale e formativa di giovani musicisti;
creare un luogo di incontro fra giovani che condividono gli stessi
interessi musicali.
Attività Prove per gruppi musicali; organizzazione di corsi musicali di
formazione e composizione; registrazione e provini cd;
ideazione e organizzazione di eventi e concorsi.

171
Urbino
4.6 Associazioni culturali e di categoria

Associazioni

Culturali e ricreative Accademia Raffaello, Via Raffaello, 57 (0722–329695/320105);


A.C.L.I., Centro universitario, Via Santa Chiara, 19 (0722-2567);
Aenigma, Via G. De Carlo, 5 (0721-893035);
Agorà, Via della Nocetta, 6 (338-6255112);
A.I.E.S.EC. (Ass. Int. Stud. Economia) Via Saffi 42 (0722-305561);
Aquilonisti (AUDA), P. G. Lorca;
A.R.Q.E., Associazione Raku, Via G. Dini, 16 (0722-320471);
A.S.S.A., loc. Crocicchia (fax 0722-304265 - email: assa@uniurb.it);
Don Italo Mancini, Salita del Castello, Schieti (0722-594091);
ELSA, c/o Facoltà Giurisprudenza, V. Matteotti, 1 (0722-2955);
Il Pellicano, P.le Cristo Re, 2, Loc. Trasanni (0722-320240);
Il Vento, Via Peschiera, 9 (328-2270931);
Istituto “E. Cappellini”, Via Oddi;
Italiana Genitori, Via B. da Montefeltro, 32 (0722-328538);
L’Arte in Arte, Via Pallino, 7 (347-0335467, 338-6834621);
La Piantata, Via B. Sforza, 251 (0722-320143/329729);
Laureati a Urbino, c/o Ufficio Informazioni, Piazza Rinascimento, 1;
Movimento per la vita, Via S. Chiara,17 (0722-350082);
Nazionale Bersaglieri, Viale Gramsci, 7 (0722-329553);
Notturno Musicale, Via Macchiavelli (0722-350239);
Pegaso I Commedianti, Castelboccione, 53/a (0722-329635);
Pro-Urbino, c/o Distretto Scolastico n. 2, Via M. Oddi
(0722-320387);
Punto Macrobiotico, Via P. Nuovo, 4 (0722-320193/329790);
Ratafià, Via del Grilletto, 3 (0722-329837);
Rievocazioni Storiche (ARS), C.P. 154, (0722-320855);
San Bernardino, V. S. Donato, 1 (0722-2684);
Studenti in Movimento, Via Saffi, 15 (340-4674213);
Studenti Esteri, Via S. Chiara, 19 (0722-2567);
Teatro C.U.S.T., Via Monteavorio, 25 (0722-345417);
Università Riformista, Via Cappuccini, 1 (uniriformista@gmail.com);
Urbino Arte, Piazza della Repubblica, Coll. Raffaello (0722-2054);
Urbinoteca, Via Nazionale B.T., 1 (0722-4376).
Sindacali e di categoria Camera CC. II. AA., P. della Repubblica, 3 (0722-329051);
Cgil, Inca, SUNIA, Federconsumatori, V. B. Sforza, 249, Loc.
Piantata (0722-350565);
Cisl, Inas, Via Mazzini, 30 (0722-4866);
UIL, Via M. Oddi, 1;
Cna, Str. Nazionale B.T., 42 (0722-350548);
Confartigianato, Via Battista Sforza, 58/60 (0722-2561);
Confcommercio, Via C. Battisti, 30 (0722-320167);
Confesercenti, Via Mazzini, 55 (0722-2584).

172
Urbino
4.7 Servizi pubblici

Servizi pubblici

Uffici pubblici Municipio, Via Puccinotti, 1 (0722-3091);


Ufficio Anagrafe Piansevero, Via Gagarin (0722-309360);
Tribunale, Uffici Giudiziari, Via Raffaello, 28 (0722-2963);
Agenzia delle Entrate, Via Bramante, 23 (0722-375511);
Soprintendenza Beni Artistici e Storici delle Marche,
Piazza Duca Federico, 17 (0722-2760).
Uffici turistici Assessorato Cultura e Turismo, Via San Domenico, 1
(0722-309222/602);
I.A.T., Via Puccinotti, 35 (0722-2613, fax 0722-2441);
Ufficio Comunale Informazioni Turistiche,
Rampa di Borgo Mercatale, (0722–2631).
Ordine pubblico ed emergenze Automobil Club Italiano (A.C.I.), Via Molino del Sole, 4
(0722-320568, per soccorso 116);
Carabinieri, Via Provinciale Feltresca, 9 (0722-378900,
pronto intervento 112);
Commissariato Pubblica Sicurezza, Piazza Mercatale, 11
(0722-35181, per emergenze 113);
Corpo Forestale Stato, Via G. Dini, 18 (0722-329166);
ENEL, servizio clienti 800-900800, segnalazione guasti
803500;
Guardia di Finanza, Via Bramante, 21 (0722-2820);
Megas, Via Sasso, 120 (0722-327982; Servizio emergenza
0722-328990/740515);
Polizia Stradale, Via Sasso, 78/c (0722-350592);
Vigili del Fuoco, Via G. Da Montefeltro (0722-328222,
chiamate di soccorso 115);
Vigili Urbani, Via Gagarin (0722-309300).
Posti telefonici pubblici Piazza Rinascimento, 4; Via Mazzini, 36; Via Budassi, 16; Corso
Garibaldi, 29.

173
Urbino
4.7 Servizi pubblici

Centro per l’Impiego


l’Orientamento e la Formazione

Denominazione Centro per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione di Urbino –


Provincia di Pesaro e Urbino
Sede principale Via SS. Annunziata 51
Servizi per l’Impiego: Tel. 0722/373180, Fax 0722/373190
Servizi per la Formazione: Tel. 0722/373500, Fax 0722/373550-1
E-mail: joburbino@provincia.ps.it
Sedi decentrate Punto informalavoro di Cagli
Via Alessandri 39, Tel. e Fax 0721/787278
E-mail: jobcagli@provincia.ps.it
Punto informalavoro di Macerata Feltria
Via della Gioventù 1, Tel. 0722/74150, Fax 0722/729693
E-mail: jobmacerata@provincia.ps.it
Punto informalavoro di Urbania
Via Roma 65, Tel. e Fax 0722/319455
E-mail: joburbania@provincia.ps. it
Sportello informalavoro di Mercatino Conca
Via Roma 12, Tel. e Fax 0541/975175
Orari Centro per l’Impiego di Urbino: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 8.30
alle 12; martedì e giovedì, dalle 15 alle 17.
Punti informalavoro: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, dalle 8.30
alle 12; martedì e giovedì dalle 15 alle 17.
Sportello di Mercatino Conca: venerdì, dalle 8.30 alle 12.
Scopi Il Centro per l’Impiego di Urbino è il luogo di riferimento pubblico che
offre informazioni e servizi sul mercato del lavoro rivolto alle persone
in cerca di occupazione, a coloro che vogliono qualificarsi attraverso
corsi di formazione, a chi aspira cambiare lavoro, a quanti vogliono
avviare un’attività in proprio.
Servizi Accoglienza e Informazione, Orientamento alla formazione:
joburbino.informazione@provincia.ps.it
Adempimenti amministrativi: joburbino.accoglienza@provinca.ps.it
Consulenza orientativa: joburbino.orientamento@provinca.ps.it
Incrocio domanda/offerta: joburbino.preselezione@provincia.ps.it
Sostegno all’inserimento lavorativo (tirocini formativi e di
orientamento): joburbino.tirocini@provincia.ps.it
Sostegno all’inserimento lavorativo disabili:
joburbino.inserimentomirato@provincia.ps.it
Sostegno all’inserimento lavorativo dei lavoratori in mobilità:
joburbino.mobilita@provincia.ps.it
Sostegno alla creazione d’impresa:
joburbino.imprenditoria@provincia.ps.it
Avviamento presso la Pubblica Amm.ne (art. 16), Eures, Sportello
Famiglia: joburbino@provincia.ps.it

174
Urbino
4.8 Servizi sanitari

Servizi sanitari

Presidi sanitari Ospedale, Via B. da Montefeltro (0722-3011);


Pronto intervento (tel. 118);
Pronto Soccorso, Via B. da Montefeltro
(0722-301272/301229);
Guardia Medica (notturna e festiva), Via Gramsci,
(0722-301927/906, 335-7798439);
U.S.L. n. 2, Uffici Amministrativi, Viale Comandino, 70
(0722-301379);
Distretto Sanitario, Via G. da Montefeltro, 45 (0722-301521);
Croce Rossa Italiana, Via Sasso, 56 (0722–329795/328104);
Servizio Tossicodipendenze, Via Pellipario, 1
(0722–301617/301626);
Dip. Prevenzione, Via Comandino, 21 (0722-301700);
Medici di famiglia convenzionati, Via Gramsci, 29
(0722-301900);
Ambulatorio di prevenzione e consulenza HIV, Via Pellipario 1/A
(0722-301613).
Farmacie Centrale Lamedica, P. Repubblica, 9 (0722-329829);
Comunale, Viale Comandino, 41 (0722–2251);
Lucciarini, Portico Garibaldi, 12 (0722-2781);
Nuova, Viale Gramsci, 11/A (0722-320031);
Carloni, Via L. Da Vinci, 13 Pieve di Cagna, 34 (0722-345201);
Ricciarelli, Via Mazzini, 2 (0722-2808);
Vecchietti, Via Nazionale, 45, Loc. Canavaccio (0722-53613).
Erboristerie La Mandragola, Via Raffaello, 25 (0722-2994);
L’Arpa d’Erba, Via G. Debitori, 24 (0722-350292);
La Calendula, Via Mazzini, 25 (0722-4342).
Associazioni socio–sanitarie A.V.I.S, A.D.M.O., A.I.D.O. Viale Gramsci, 29, C.P. 129
(0722-4308);
A.N.F.F.A.S., Casella Postale 9, Fermignano (0722-330275);
A.V.U.L.S.S., Via Valerio, 26 (0722-2507);
Croce Rossa Italiana, Loc. Sasso, 56 (0722-329795);
Diabetici, c/o Centro Antidiab. Osp. (0722-301279);
Caritas, Via Saffi, 68 (0722-2949);
Combattenti e Reduci, V. P. Virgili, 31 (0722-320871);
Lotta contro Tumori, c/o Oncologia Ospedale (0722-301251);
Mutilati e Invalidi di Guerra, Via G. Debitori, 21 (0722-328613);
Tribunale Diritti Malato (0722-301308);
U.I.L.D.M., Via F. Cervi, Colbordolo (0721-495264).

175
Urbino
4.9 Alberghi e residenze private

Alberghi e Agriturismi

Alberghi **** Bonconte, Via delle Mura, 28 (0722-2463);


**** Mamiani, Via Bernini, 6 (0722-322309);
**** San Domenico, P. Rinascimento, (0722-2626);
*** Dei Duchi, Via Dini, 12 (0722-328226);
*** Fontespino, Loc. Tufo, Via Fontespino, 8/10 (0722-57331);
*** Italia, Corso Garibaldi, 32 (0722-2701);
*** La Meridiana, Loc. Tracanni, Via Urbinate, 43 (0722-320169);
*** Nenè, Loc.Crocicchia, Via Biancalana, 39 (0722-350161);
*** Raffaello, Via S. Margherita, 40 (0722-4784);
*** Tortorina, Via Ottaviano Petrucci, 4 (0722-327715);
** Piero della Francesca, Via Comandino, 53 (0722-328427);
** San Giovanni, Via Barocci, 13 (0722-2827);
** Panoramic, Loc. San Donato, Via Cardinal Bessarione, 14 (0722-2600);
* Pensione Fosca, Via Raffaello, 67 (0722-2542).
Agriturismi Farm Holidays Bellavista di Sant’Egidio, Loc. Torre, Via S. Egidio, 25 (0722-340172);
Ca’ Andreana, Loc. Gadana, Via Ca’ Andreana, 2 (0722-327845,
339/3834267);
Ca’ Bargello, Loc. Maciulla, Via Maciolla, 33 (0722-985261,
338/4134419);
Cal Bertaro, Loc. Gadana, Via S. Antonio, 6 (0722-328385);
Ca Berto, Via Cà Picillo, 6 (0722-362206, 333/5642113);
Ca’ Lante, Loc. Colonna, Via Ca Lante, 3/5 18 (0722-340278);
Ca’ Vanzo, Via San Giacomo in Foglia, 11 (0722-7520782; 339-8286734);
Dei Duchi, Loc.Colonna, 43 Fraz. Trasanni (0722-320292);
Fosso del Lupo, Loc. Scotaneto, Via Monte Tomba,10 (0722-340233,
339/1012605);
Il Boschetto, Via Gadana, 119/A (0722-2154);
Il Colcello, Via Palazzo del Piano (0722-340012, 339/6232731);
Il Grillotto, Loc. Gadana, Via del Grillotto, 13 (0722-327955);
Il Palazzo di Miniera, Loc. Miniera, Via Fornace, 15 (0722-345221);
Le Cesane, Loc. Torre, Via Ca’ Adelia, 7-9 (0722-340350;
335/5742981);
Le Fontane, Via Pallino, 11 (0722-328281);
L’Ulivo, Loc. Pallino, Via Armellina, 3 (0722-327238);
Molino del Trifoglio, Via Repuglie, 7 (0722-318433, 349/4330807);
Pietra Rosa, Via Monte Polo, 13 (0722-53537, 349/7701516);
S. Antonio, Loc. Gadana, Via S. Antonio, 2 (0722-327303,
349/5369084);
Valdappio, Loc. Castelboccione, Via Urbinate, (0722-491788);
Valdinoce, Via Monte Avorio, 46 (0722-345180);
Varea/Le Coste, Via Mainardi, 15 (0722-328446, 347/7787799);
Villa Teresa, Via Bocca Trabaria Ovest, 38 (0722-329803).

176
Urbino
4.9 Alberghi e residenze private

Residenze private

Bed & Breakfast Ca’ Maggio, Via S. Maria di Pomonte, 21, Canavaccio
(0722-53118, 328/4212313);
Acacia, Strada Prov. Feltresca, 63 (0722-2082; 349-8481510;
347-4212313);
Ai Cipressi, Via Mainardi, 3 (0722-4311);
Alveape, Loc. S. Marino, Via Montebagno, 8 (0722-340212,
346/3072203);
Aquilone, Via Gramsci, 22 (0722-328154, 348/7220222);
Ca’ Giovanni, Loc. Miniera, Via San Lorenzo in S., 5 (333/9240300);
Ca’ il Governatore, Strada prov. Montefabbri, 30/32, Pallino
(0722-327060, 348/302254);
Ca’ Layala, Loc. S. Marino, Via Sant’Eufemia, 5 (0722-53179,
347/7305425);
Ca’ La Pacina, Loc. Pallino, Via del Collegio, 4/6 (0722-328844,
338/6803801);
Ca’ Marchigiano, Via Monte Avorio, 3/5 (0722-345417, 333/1159997);
Ca’ Sofia, Loc. Pallino, Via Monte Corbo, 3 (0722-327195,
349/7100293);
Casa dolce Casa, Loc.San Donato, Via San Bernardino, 57
(0722-320116);
Casina Barocci, Via Barocci, 9 (0722-320442, 348/2931265);
Casina Matilde,Via Montesoffio, 4 (0722-57106, 328/2010696);
Fior di Ape, Via S.P. delle Cesane, 27 (0722-329/3541033);
I Canonici, Loc. Tufo, Via I Canonici, 11 (340-6038004);
Il Campo degli Olivi, Via Colonna, 7c (0722-327656, 340/2620877);
Il Cortegiano, Via Veterani, 1 int. C (320/7122046);
Il Giardino del Monsignore, Via Piave, 7 (0722-2888);
Il Giuggiolo, Via Calmazzante (0722-2930; 349-5706290);
Il Monte di Sant’Eufemia, Loc. S. Marino, Via Sant’Eufemia, 1
(0722-53557, 340/2287830);
Il Posto delle Fate, Via Duchi da Montefeltro, 26 (0722-345176;
340-8456534);
Il Sogno di Gaia, Loc. Rancitella, Via Molinaccio,1 (0722-345413);
La Scuola, Via Palazzo del Piano, 5 (0721-804082; 330-425197);
La Villetta, Via L. Vagnarelli, 30 (331-9043663, 340-2164570);
L’Oasi, Loc. Tufo, Via del Cardellino, 2 (0722-339004);
L’Orologio, Via dell’Orologio di Sotto, 11 (0722-327071, 333/1160937)
Miniera – Casa Rossa, Loc. Fornace, Via Fornace, 40
(0722-320/7147419);
Monte delle Allodole, Loc. Piana, Via Cà Bergamo,6 (0722-52614);
Montefeltro, Loc. Schieti, Via del Forno, 8, (0722-59315,
340/3040130);

177
Urbino
4.9 Alberghi e residenze private

Raffaello, Via Virgili, 13 (328-1169594);


San Francesco, Via Raffaello, 9 (0722-339012; 347-9668291;
328-9237481);
San Lorenzo in Cerquetobono, Via S. Lorenzo in C., 9 (0722-345409);
Santa Margherita, Via Santa Margherita, 3 (0722-322326; 348-8104899);
Santa Maria delle Grazie, Loc. Forcuini, St. Prov. Montefabbri, 100
(348-9409854);
Terrazza, Via Stretto del Tasso, 31 (0722-2592) apertura stagionale dal
15/7 al 30/09;
Urbino, Loc. Fornace, Via Fornace, 1 (339-7291059);
Villa Banci, (0721-495366);
Villa Cà Bellaria, Loc. Forcuini, Via Cà I Frati, 5 (0722-52013);
Villa Liberty, Via Gramsci, 22 (0722-329930);
Villa San Martino, Loc. Crocicchia, Via Ca’ Le Suore, 12 (320-1170745);
Villa Silvia, Loc.San Donato, Str. Prov. delle Cesane, 5 (0722-4083);
Vittoria Pacis, Via Bocca Tra baria Ovest, 4 (0722-328352).
Country House Ca’ Vernaccia, Loc. Trasanni, Via Panoramica, 10 (0722-329824);
Colleverde, Via B. Trabaria, 96 (0722-339213; 320-0142899);
Girfalco, Via Girfalco, 26 (0722-347972, 335/8238343);
Il Biroccio, Loc. Monteavorio, Via Cà Bernocco, 2 (0722-345134,
339/1306710);
Il Borgo della Miniera, Loc. Miniera, Via Molino Belluzzi, 8/10
(0722-327831);
I Colori della Mela, Loc. e Via Montecalende, 51 (0722-345238,
333/6035119);
La Celletta, Loc. Coldelce, Via Serra di Genga, 9 (0721-495130,
320-1762702);
Le Cerquelle, Via Colonna, 23 (0722-329706);
La Collina che respira, Loc. Girifalco, Via Cà Loreto,1 (0722-345472);
La Corte della Miniera, Via Miniera, 10 (0722-345322);
La Fattoria, Loc. San Donato, St. Prov. delle Cesane, 21 (0722-4083;
338-7726481);
La Ginestra, Loc. S. Donato, Via Cà Raniero,8 (0722-329064,
338/3487896);
La Valle del Vento, Via Monte Olivo, 12 (0722-57215, 329/3538859);
Molino Albani, Loc. e Via Montecalende, 53 (0722-345359;
328-0295584);
Pozzo Nuovo, Loc. e Via della Miniera, 6 (0722-435301);
San Giacomo e Filippo, Loc. Pantiere, Via San Giacomo in Foglia, 15
(0722-580305).
Casa per ferie Pieve di San Cassiano, loc. Cavallino (0722-349170).
Campeggi Pineta, Loc. San Donato, Via Cà Mignone (0722-4710), 2 Km dal centro.

178
Urbino
4.9 Alberghi e residenze private

Affittacamere
(Tra parentesi, dopo il nome, è indicato il numero dei posti disponibili).
Alessandri Amedeo (8), Via Bramante, 70 (0722-320275);
Aureli Fedora (3), Via S. Margherita, 58 (0722-327967);
Banci Rita (10), Via Pellipario, 49 (0722-327408; 329-6044060);
Barucca Alberto (4), Via Gadana, 40 (071-2805543);
Bernardini Auto s.r.l. (12), Via Sasso, 78 (0722-320559);
Carradori Ida (7), Via Bramante, 53 (0722-320574);
Damiani Guido (10), Via Giro dei Debitori, 27 (0722-322110;
349-8650832);
Dini Gabriele (7), Via Pellipario, 33 (0722-328686);
Falasconi Maria (4), Via S. Margherita, 13/a (0722-320575);
Giannotti Gemma (5), Via S. Maria, 2 (0722-4063);
Grassi Ermanno (12), Via Sasso, 36 (0722-2614);
Londei Tiziana, Via Vagnarelli, 30 (334-7677953);
Paolucci Enzo (8), Via Pellipario, 10 (0722-328441);
Pecci Nadia (3), Via S. Margherita, 22 (0722-350185);
Rossi Davide, Via Veterani, 1 (340-8441181);
Scopa Zefira (8), Via Raffaello, 23 (0722-322110).

Agenzie immobiliari
Affari Immobiliari Elma, Via Prov. Feltresca, 11 (0722-327684);
Agorà, Via Francesco Di Giorgio Martini, 14 (0722–2707);
Arte casa, Via Bramante, 12 (0722–320027; 334-1886614);
Ateneo Immobiliare, Via Budassi, 50 (0722–320027; 334-1886614);
C&C Immobiliare s.a.s., Via Raffaello, 22/a (0722-2527);
Centritalia, Via Gramsci, 57/A (0722–2757);
Domus Aurea, Via Pellipario, 71 (0722-347115);
Duca Federico di M., Via P. Nuovo, 16 (0722-322694);
Gallanti, Via Pellipario, 19 (0722-327793);
Il Duca s.a.s., Via Mazzini, 86 (0722-322674);
Immobiliare Cangini, Via Raffaello 22/a (0722-328808);
Immobiliare Ducale,via Raffaello,20 (0722-2223);
Immobiliare Eurocasa, Via Mazzini, 37 (0722-339179);
Immobiliare Feltresca, Via V. Veneto, 10 (0722–2226);
Immobiliare Multigest, Corso Garibaldi, 48 (0722–2699;
360-940271);
Immobiliare Paradiso, Via C. Battisti, 9 (0722-320036;
338-6776078);
Immobiliare S.G.I. Via Mazzini, 40/44 (0722-350000; 348-4419518);
Immobiliare Via Veneto, V. V. Veneto, 37 (0722-2954);
Keep Casa, Via C. Battisti, 39 (0722–329879);
Raffaello, Via Bramante,2 (0722-4085);
Rosa, Via Giro dei Debitori, 24 (0722-2847);
Urbino Living, B.go Mercatale, 37 (0722-322496).

179
Urbino
4.10 Ristoranti, pizzerie e pub

Ristoranti

Ristoranti Il Coppiere, Via S. Margherita, 1 (0722-322326);


Il Cortegiano, Via Puccinotti, 13 (0722-320307);
La Balestra, Via Valerio, 16 (0722-2942; 338-9034179);
La Corte della Miniera, Via Miniera,73 (0722-345322);
La Meridiana, Loc. Trasanni, Via Urbinate, 43 (0722-320169);
La Brombolona, Loc. Canavaccio (0722-53501);
Trattoria del Leone, Via C. Battisti, 5 (0722-329894;
347-9803812);
La Valle del Vento, Loc. Monte Olivo (0722-57215);
Munari, Loc. Pantiere, Via Fabio Tombari, 1 (0722-580400);
Nené, Loc. Crocicchia, Via Biancalana, 39 (0722-350161);
San Giacomo di Urbino Acquarello, Loc. Pantiere, 18
(0722-580646);
Trattoria La Stazione, Via della Stazione, (0722-328698);
Taverna La Fornarina, Via Mazzini, 14 (0722-320007);
Tortorina, Via O. Petrucci, 4 (0722-308282);
Vecchia Urbino, Via Vasari, 3/5 (0722-4447).
Ristoranti self-service Franco, Via del Poggio, 1 (0722-2492);
Un punto macrobiotico, Via Pozzo Nuovo, 4 (0722-329790).
Ristoranti Pizzerie L’Angolo, Loc. Sasso, Via Mulino del Sole, 9 (0722-350380);
Europa, Borgo Mercatale, 22 (0722-2826);
Fontespino, Loc.Tufo, Via Fontespino, 8/10 (0722-57331);
Il Cantuccio, Via Budassi, 62 (0722-2521);
Il Fornarino, Via Santa Maria delle Selve, 22 (0722-340329);
Il Giardino della Galla, Via Bernini, 6 (0722-2455);
Il Girarrosto, P.zza S. Francesco, 3 (0722-4445);
La Casa dei Cuochi, Loc. Canavaccio, Via Nazionale
(0722-53546; 333-3986070);
La Nuova Cometa, Loc. Trasanni, S. S. Urbinate, 82/84
(0722-328606);
L’Arcimboldo, Loc. Canavaccio, Via Nazionale, 7,
(0722-53634);
Le Tre Piante, Via Voltaccia della Vecchia, 1 (0722-4863);
Morgana, Via Nuova, 3 (0722-2528);
Ragno d’Oro, Piazzale Roma (apertura estiva, 0722-327705);
Ristorante Caffetteria nel Palazzo Ducale (0722-329943;
335-1849518);
San Giovanni, Via Barocci, 13 (0722-2286);
Taverna degli Artisti, Via Bramante, 52 (0722-2676).

180
Urbino
4.10 Ristoranti, pizzerie e pub

Pizzerie e Pub

Osterie Il Gula, Corso Garibaldi, 23 (0722-2694);


L’Angolo Divino, Via Sant’Andrea, 14 (0722-327559);
Da Minto, San Marino d’Urbino, Loc. Canavaccio (0722-53141).
Pub Bosom, Via Budassi, 24 (0722-4783);
Bus Bar, Via Nazionale B.T., 16;
El Piquero, Via S. Domenico, 1 (333-3294023);
It Glamor, Via Nazionale B. T.,16;
Pub Pizzeria Il Portico, Via Mazzini, 7 (0722-322492);
Makkia, Via Nazionale B.T., 13/15.
Pizzerie tavola calda Pizzeria Zì Marì, loc. Montesoffio, Via Naz. 73 bis (0722-57105);
Rondò, Strada Feltresca, 15 (0722-350094).
Pizzerie da asporto Il Ghiottone, Via Mazzini, 10 (0722-2229);
Marco Magno, Via Battista Sforza, 191 (0722-327500);
Mistic Pizza, Via G. Montefeltro, (0722-320585);
Noi e Voi, Via Mazzini, 54 (0722-370006);
Pizza Service, Via Matteotti, (0722-350716);
Pizzeria dell’Arco, Via Bramante, 61 (0722-2676).
Rosticcerie Il Girarrosto, Piazza S. Francesco,3 (0722-4445);
Lucarini Laura, Via S. Margherita, 5 (0722-320286).
Ristorante cinese Nuovo Sole, Via Nazionale 73 bis, (0722-328778).
Locanda La Tartufara, Via Pallino, 180 (0722-329824).

Avvertenza importante

Questi elenchi di servizi privati vengono riportati nella presente


Guida per facilitare la ricerca da parte degli studenti, in quanto
quelli ufficialmente segnalati dai competenti uffici turistici
locali. Naturalmente questa sola citazione non può
rappresentare garanzia di disponibilità o di eccellente qualità
dei servizi erogati.

181
Urbino
4.11 Servizi per studenti

Servizi per studenti

Agenzie universitarie Quadrifoglio, Via C. Battisti, 14 (0722-320247, fax 0722-2434).


Agenzie viaggi Apatam, Via B. da Montefeltro, 128/130 (0722-329488);
EvenTour, Via G. da Montefeltro, 21 (0722-328216,
347-6040431);
Marcheggiani, Via Mazzini, 60 (0722-329284);
Marchionni srl, Via Puccinotti, 7 (0722-328877);
Ulysses’ Travel, Via Mazzini, 22/24 (0722-4173);
Urbino Incoming, Via Stretta, 31 (0722-327831).
Cooperative Dedalo, Via A. Saffi (tel. 327731);
G. Di Vittorio, Centro Servizi e deposito bagagli, Borgo
Mercatale (0722-2196);
Sociale Francesca, Via Trasanni, 163 (0722-322509);
Urbino Turismo, Piazza Repubblica, 4.
Copisterie Asterisco, Via Cesare Battisti, 10 (0722-4178);
Blue Point, Via C. Battisti, 29 (tel. e fax 0722-2938);
Book Service (libri usati), Via Salvalai, 10 (0722-2131);
CSA, C.so Garibaldi, 44 (0722-350550);
Data Service, Via Bramante, 53 internet point (0722-329390);
Legatorie Dondi, Via B. Sforza, Loc. Piantata (0722-327808);
Mariotti P., Via Santa Margherita, 16 (0722-320163);
Renova Libris, Via D. Bramante, 77 (0722-322369);
Santoro V., Via Scalette del Teatro, 7 (0722-2738);
Stafoggia E., Mazzaferro, P. Casteldurante, 20 (0722-328202);
Universo, Via G. Mazzini, 31 (0722-320490).
Librerie Book Service, Via Salvalai, 10 (0722-2131);
Cueu, Piazza Rinascimento, 4 (0722-2238);
Domus Libraria, Via Bramante, 9 (0722-320328);
Domus Libraria, Via Saffi, 33 (0722-327799);
Il Libraccio di Chinelli A., Via Saffi, 74 (0722-329064);
Il Portico, Via Mazzini, 7 (0722-2722);
La Goliardica, Piazza Rinascimento, 7 (0722-2588);
Moderna Universitaria, Via Puccinotti, 23 (0722-2800);
Montefeltro, Via V. Veneto, 35 (0722-329523);
Pierleoni - Battelli, Via G. dei Debitori, 20 (0722-320054);
Raffaello, Via Raffaello (0722-320241);
Unidea, Via Saffi (0722-4131).

182
Urbino
4.11 Servizi per studenti

Attività religiose per studenti

Cappella universitaria

Sede Chiesa dei Cappuccini, Colle dei Cappuccini.


Coordinatore Parroco Fra Gianluca Cesaroni (333-4589901).

Parrocchia universitaria San Domenico

Sede Chiesa San Domenico, Piazza Rinascimento.


Parroco Fra Gianluca Cesaroni.
Orari Il parroco è a disposizione tutti i giorni per confessioni o
direzione spirituale (333-4589901).
Attività Alle ore 19, nei seguenti giorni.
Lunedì: Adorazione.
Martedì: Catechesi.
Mercoledì: Rosario.
Giovedì: Celebrazione Eucaristica.
Venerdì: Vespro.
Domenica: Celebrazione Eucaristica.

Chiesa Evangelica Speranza

Sede Chiesa Evangelica Speranza, Via Cesare Battisti n. 26


Coordinatore Pastore Alfredo Terino
Orari riunioni Domenica alle ore 10 e mercoledi’ alle ore 20.
Attività gratuite supplementari Studio di lingue bibliche: ebraico e greco.
Lezioni di lingua inglese.
Biblioteca di pensiero e di testimonianza cristiana nelle sue
varie forme (protestantesimo, cattolicesimo e altri movimenti
religiosi).
Per ulteriori informazioni Tel. 0722/4193 – 349/7977191
Email: alfre.jean@gmail.com
Sito: www.speranzaevangelica.org

183
Urbino
4.12 Servizi postali e Istituti di credito

Servizi postali

Ufficio centrale e orari Via Bramante, 28 (0722-377917). Operazioni di bancoposta,


postali, portalettere e telegrafici: tutti i giorni dalle ore 8 alle
18,30 (il sabato solo fino alle 12,30).
Uffici periferici Urbino, Via Gagarin, 8/10 (0722-350379);
Fermignano, Via Trento e Trieste, 42 (0722-331579);
Trasanni, Strada S. Urbinate 423, 28 (0722-327543).
Servizi Posta prioritaria, lettere, cartoline, Euro 0,60; Europa 0,65.
Raccomandate: Euro 2,80. Fermo in posta: Euro 0,26.
Assicurata convenzionale: Euro 5,30.
Agevolazioni Per la spedizione di Pacchi e Postacelere, lo studente in
possesso di tessera E.R.S.U. usufruisce di tariffe scontate del
10 % presso gli Uffici Postali di: Urbino Centro (Via Bramante,
28) e Pesaro Centro (Piazza del Popolo, 1).
Posta Celere: Euro 7,45. Pacco Celere J + 1: Euro 11,40.
Pacco Celere J + 3: Euro 6,78.
Servizi bancoposta Vaglia unificato: per importi fino a Euro 2.582,28, Euro 6,00.
e finanziari Conto Bancoposta: apertura, chiusura, tenuta conto, estratto
conto: gratuite. Vaglia on-line (trasferimento denaro in tempo
reale): fino a Euro 2.582,28, Euro 10,00. Carta prepagata
Postepay Euro 5. Cambio valuta, Euro 2,58. Conti correnti
versamenti: tassa fissa Euro 1.

184
Urbino
4.12 Servizi postali e Istituti di credito

Istituti di credito

Banca Antonveneta Via G. Debitori, 24 (0722-328811).


Banca delle Marche Via V. Veneto, 47 (0722-329392),
Tesoreria Università (0722–2750),
Viale Gramsci, 26 (0722–328131);
Piazza della Repubblica, 5 (0722-322380).
Banca di Credito Cooperativo Viale Comandino, 45/A (0722-350560);
del Metauro Via Nazionale, 23, Loc. Canavaccio (0722-354005).
Banca Nazionale del Lavoro Via V. Veneto, 58 (0722-328658).
Banca Popolare di Ancona Viale Comandino (0722–329358);
Borgo Mercatale, 24, (0722-328546).
Banca San Paolo dell’Adriatico Via G. Da Montefeltro, 33 (0722–4332).
Unicredit Banca Via Puccinotti, 1 (0722-322389);
S.S. 73 Bis, 22, (0722-322389).

Avvertenza importante
Enti, associazioni e ditte private, appartenenti alle categorie
indicate in queste pagine, possono scrivere al servizio
Orientamento dell’E.R.S.U. di Urbino, presso Collegio Aquilone
(0722-302584), per segnalare notizie da inserire o da
precisare, nella prossima edizione della presente Guida. Notizie
e materiali non verranno restituiti e verranno pubblicati solo se
ritenuti utili ad informare gli studenti. Le notizie qui pubblicate
vengono infatti riportate per facilitare il loro reperimento da
parte degli stessi studenti, ma non equivalgono in alcun modo
a garanzia di qualità o disponibilità dei servizi indicati.

185
Parte quarta

Per orientarsi

Cartine

4.13 Università p 188


4.14 E.R.S.U. e Istituti Superiori p 190

187
Cartina
4.13 Università

Università
13 - Rettorato 17 - Istituto di Storia dell’Arte e di estetica
6 - Prorettore Vicario 2 - Istituto di Storia «Fabio Cusin»
11 - Direzione Amministrativa - UFFICI 20 - Istituto di Studi per la tutela dei Beni Archivistici
e Librari
UFFICI 30 - Laboratorio di restauro
6 - Ufficio Informazioni e Orientamento 33 - Lab. informatico dell’Istituto di Studi per la tutela
6 - Segreterie Studenti dei Beni Archivistici e Librari e aule didattiche
6 - Ufficio Stranieri
6 - Ufficio Esami di Stato Facoltà di Scienze della Formazione
26 - Ufficio Relaz. Internazionali Socrates/Erasmus 7 - Istituto di Lingue «Leone Traverso»
6 - Cassa studenti dell’Ufficio Economato 2 - Istituto di Psicologia «Luigi Meschieri»
6 - Ufficio Esse3 (immatricolazioni online) 16 - Ist. di Scienze Filosofiche e Pedag. «P. Salvucci»
14 - C.L.A. (Centro Linguistico d’Ateneo) 2 - Istituto di Storia «Fabio Cusin»
29 - Centro Informazioni Studenti (C.I.S.) - E.R.S.U. 31 - Design e discipline della moda
23 - Ufficio Diritto allo studio - E.R.S.U.
32 - Tesoreria dell’Università - Banca delle Marche Facoltà di Farmacia
28 - Istituto di Biomatematica
SEGRETERIE DI PRESIDENZA 6 - Istituto di Chimica Biologica «Giorgio Fornaini»
1 - Facoltà di Giurisprudenza 8 - Istituto di Chimica Farmaceutica
8 - Facoltà di Farmacia 8 - Istituto di Chimica generale
20 - Facoltà di Lettere e Filosofia 9 - Istituto di Farmacologia e Farmacognosia
3 - Facoltà di Economia 9 - Istituto di Fisica
28 - Facoltà di Scienze e Tecnologie 28 - Istituto di Scienze Fisiologiche
7 - Facoltà di Lingue e Letterature Straniere 8 - Istituto di Scienze Chimiche «Fabrizio Bruner»
2 - Facoltà di Sociologia 9 - Ist. di Scienze Tossicologiche Igien. Ambientali
18 - Facoltà di Scienze Politiche 19 - Ist. di Botanica e Orto Botanico «P. Scaramella»
18 - Facoltà di Scienze della Formazione 6 - Osservatorio Geofisico
25 - Facoltà di Scienze Motorie
Facoltà di Scienze Motorie
BIBLIOTECHE 22 - Istituto di Ricerca sull’attività motoria
6 - Biblioteca Umanistica
5 - Emeroteca Umanistica Facoltà di Scienze e Tecnologie
1 - Biblioteca Giuridica 28 - Istituto di Biomatematica
3 - Biblioteca Economia/Sociologia 6 - Istituto di Chimica Biologica «Giorgio Fornaini»
28 - Biblioteca Scientifica 22 - Istituto di Chimica Organica
27 - Biblioteca di Scienze Motorie 9 - Istituto di Farmacologia e Farmacognosia
9 - Istituto di Fisica
ISTITUTI 28 - Istituto di Scienze della Terra
Facoltà di Giurisprudenza 28 - Istituto di Geologia
1 - Istituto di Diritto penale 28 - Istituto di Geologia Applicata
1 - Istituto di Diritto privato 24 - Istituto di Istologia e Analisi Laboratorio
1 - Istituto di Diritto processuale 8 - Istituto di Scienze Chimiche «Fabrizio Bruner»
1 - Istituto di Diritto pubblico 15 - Ist. di Scienze e Tecnologie dell’informazione
1 - Istituto di Economia e Finanza 28 - Istituto di Scienze Fisiologiche
1 - Istituto di Relazioni e comparazione 28 - Istituto di Scienze Morfologiche
tra ordinamenti 9 - Ist. di Scienze Tossicologiche Igien. Ambientali
1 - Istituto di Storia e Filosofia del diritto 19 - Ist. di Botanica e Orto Botanico «P. Scaramella»
22 - Istituto di Ecologia e Tecnologie Ambientali
Facoltà di Scienze Politiche
10 - Istituto di Analisi Economica Facoltà di Sociologia
10 - Istituto Giuridico 2 - Istituto di Comunicazione e Spettacolo
10 - Istituto Storico-Politico 2 - Ist. di Discipline giuridiche e polit. «A.M.Battista»
7 - Istituto di Lingue «Leone Traverso»
Facoltà di Economia 2 - Istituto di Sociologia
3 - Istituto di Studi Aziendali 2 - Istituto di Storia «Fabio Cusin»
3 - Istituto di Scienze Economiche 2 - Istituto Metodologico Economico Statistico

Facoltà di Lettere e Filosofia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere


17 - Istituto di Archeologia e Storia dell’arte antica 12 - Istituto di Filologia moderna
12 - Istituto di Civiltà Antiche 2 - Istituto di Geografia
21 - Istituto di Filologia classica 7 - Istituto di Lingue «Leone Traverso»
12 - Istituto di Filologia moderna 2 - Istituto di Storia «Fabio Cusin»
4 - Istituto di Filosofia 17 - Istituto di Storia dell’Arte e di estetica
2 - Istituto di Geografia 24 - Sede distaccata (via Oddi, 21)
12 - Istituto di Linguistica corso di «Lingue e cultura per l’impresa»

189
4.14 Cartina
E.R.S.U. e Istituti superiori

E.R.S.U. e Istituti Superiori

( )Tra parentesi i numeri di telefono, che vanno preceduti dal prefisso

E.R.S.U. 6 - Collegi universitari Vela (302700),


1 - Uffici Amministrativi - Direzione, Tridente (302600), Aquilone
Affari Generali, Ragioneria, (302400), Colle (302200), Mensa
Economato, Acquisti, Personale - del Tridente (302663), Servizio
(35191, fax 350851); Ufficio Librario (302581), località Colle
Provvidenze per studenti - dei Cappuccini.
Assistenza, Anagrafe, Alloggi -
(350709, fax 377231); Centro Istituti superiori
Informazioni Studenti CIS e 7 - Accademia di Belle Arti
Biblioteca Multimediale (320287, fax 4868): Via dei
(351961. 351944): Maceri, 2.
Via V. Veneto, 41-43-45. 8 - Istituto Superiore per le Industrie
2 - Casa dello studente (377600), Artistiche (I.S.I.A.), (320195,
con sala di lettura: Piazza San 4336): Via Santa Chiara, 36.
Filippo, 2. 9 - Istituto per la Formazione al
3 - Mensa del Duca (377663), Via Giornalismo (I.F.G.) (350581,
Budassi, 3. fax 328336), Via della Stazione,
4 - Casa della studentessa 62.
(377600): Via Pozzo Nuovo, 3.
5 - Campus scientifico, località
Crocicchia, Via Ca’ le Suore, 2
(376200).

191