Sei sulla pagina 1di 32

VORREICHE IL TEMPOSI FERMASSE

A LLEGRO

l a tua C é -

pcr tro-ve-re da rne t: mi a l t - ber - ta

Ml -7

ih p r o vv i se n d o ( p ienot

E r r . - d e c h e h o p è r - co r - so d a so - lo.o îa r - r i- v.9 ,ù r n l. degrr occhi

tor-noalfa-îi-ca to ch c îu m i a - spc - li col Îtr-o a -mo -


-

MI - F A7 +

202
XODERAÎO IN 4

rci cheiltcm po 5i lc.mas - sé c ri - tor-na-rc anco ra


-

un b.mbi-nopcrEio-ca -rè nci tuoi pr.-tiin-sie-mè. t.

. ffo -vi j ca c-c:n -to a tè - ci -tj


. rlg .Mt- st-
^LA -

Vor- € s.o-pri_r.
ncituoioc.iilati_bèr_+àr.
_ dll sc_to tin_

- pi -do Io vi- vo s' - to r. Tc


/.-_( LA V or -

!--d '/
-tadi ciò ch e tu

or r @ , r r @
PI U V O L f E A P I A G E R E

ùono qur. Vorrei che il tempo si fermasse


É è da telîpo che ornià' e ritornare ancora
i ho lascìb'tola tua casa un bambinoper giocare
per trovare da me e trovare accanlo a te
la mia libertà, di nuovo la fe [icità.
ma ho le mani vuote
non vivo piú. Vorrei che il tempo si fermasse
e ritornare ancora
La stradache ho percorsoda solo un bambinoper giocare
non arrivapiú in là degli occhi mieì, nei tuoi prati insieme a te,
ritorno affaticato, e scoprire nei tuoi occhi la libertà
ma credocheTu mi aspetti del cielo limpido.
col tuo amore, lo vivo solo in te:
solo col tuo amore. fai di me ciò che tu vuoi.

203
rA cAsA SULLAROcclAx


MI ox *0L

f-

r . m - b r . / r .- ci- d o

br-t..'c rftc:..3tomB?
.;aL

piÈrI. do'po p.{;.i 't. cokÈ ccn.n'to


I
lll

Pi.- no pie ÈoY...o l' àl- to

'>l -
Dof-

M. l . l r.l l . d '.rri - v.- r . l. di m cnti- c.r . . t.n- ti rl-lt s.nr.rh.b.np..sio.'.eon(at.


tr- 9r - f { p- " t'- Àt- 1t "

cFrr..utr. s.b-bi.frmn 3i r..rtrtJ.d


aÌ.jl.., gll*
' | F AI- 7

FtEF- tI )- ,fL f4t - tt: f4*:


- FA '-

3 c..- d o ..o l..c- q u . tsr b i . i eaz -


- Tl fl fi '.
7 Do+- soL*/A

(segue
)
r64
+ Scorrelento il fiumefra le soonde.
sembraplacidoe tranquillo
e nellavallec'è gente
chè s'affrettaa costruireuna casa
da abitarein questomondo.
Accantoal fiume,pietradopo pietra,
impastafe
- s'alzanolecol cemento.
mura:
piàno,planoverso I'alto
sale una casa
e si copre con un tetto.

- Ma la fretta d'arrivare
fà dimenticarea tanti,
àlla gente che ben prestos'accontenta,
che sullasabbianon si fannofondamenta.
t E il sielosi fa cupo,
dai monti scendonole acqueturbinose;
soazzano via le case
costruitesenzacuore e senzamènte.

(Continua)

r65
,r
LA CASA SULLAHOCCIA[segue)

Ft

&í '; if È
sOL*+

e€
Ml +
i"í
5r+
4t \. l,; L4 lv.r- 9ùI
5 l+

r.-yi -n . l u g..nd. p.r qu.l- la9.Gl., . chi lh. v i .i or n- c o- r r l o c om ú.ni .


tE
Mlr

. ùl -1 ...b .b i ..-fi - d. d.lpr opr ioor goslio !i l r .- n. l. l on- d.-

4È,
o"rX",S e Coda

1lt
5l

l\
MI

S i c o - s r r u- i - * o - n o le lo n d à m cn - tl
-

166
i Finisce la tempesta,
ma dellecasenon rimaneniente.
- E la rovinafu grandeper quellagente
e chi I'havisto ancoralo commental
sullasabbiaaridadel proprioorgoglio
non si fannole fondamenta.

+ Scorrelentoil fiumefra la sponde,


sembraplacidoe tranqu illo
e nellavallec'è gente
che faticaa costruireuna casa
chè non è per questomondo.
Accantoal fiume,pietradopopietra,
impastatecol cemento,
s'alzanole mura;
piano,pianoversoI'alto
saleunacasa
e si coprecon un tetto.

- E son lacrimee sudore


per scavarefra le schegge,
sotto il sole ardentee la tormenta,
ma sulla rocciasi costruiscono le fondamental
r-E il cielo si fa cupo,
dai monti scendonole acqueturbinosei
urtanocontro le case
costruitecon fatica e con sudore.
Finiscela tempesta
e la casa sta ritta sotto il sole.

- E la gioiafu grandeper quellagente


e chi I ha visto ancoralo commenta:
sulla rocciadella ParolaViva
si costruiscono le fondamenta.

167
It GIECONATO

AIIEGRO

llo.ì sa - ra

c h € è - d e s- so ci No n$ .r : l ui i l crc co cha.ìd€É/90ci

- M I+

Sa -re
19n el - rro s€ -

o _ ' rn a l- 1 r o s€ - rà
FA* -

Sì e-ra cie - c o a - d e SSO ci

FAf-:ì M t+

Gc-sù xaz-za * ve - li -1o di Ge-S u N ez-23*


_
M' + FAf_ Do*+ RE 7 M t {-

di tu - cc ln i h a d a - to
st- Do+- RE7 5t - l{ - FAS-I

- sto
s t - a$- ur + FAS- -Ml +

co n -l .o l. tcg g e ch i ; q u e ,g to uo-m o
FAf- 6 F A7 SOL d im Sl -7

rc g g è c o - st ti h a te l- to gror- no

r68
chi

cÈeì un profct: si, un prof.l:

Dos- Do*+ tu* sr- Dof- REz oot-

I Fariseo: Non sarà lui il cieco


che adessoci vede? [bis)
ll Fariseo: Sarà uno simile
o un altro sarà (bis)
Farisei: Sí, era cieco,
adessoci vede! ( bis)
Cìeco: Gesú Nazareno
vestito di luce
mi ha dato la vista.
I Fariseo: Chi è questo uomo
contro la legge? [ bis)
Farisei: Cosa ti ha fatto in giorno di sabato!
ll Fariseo: Dov'è questo uomo
nostro nemico? (bis)
Farisei: Cosa ti ha fatto in giorno di sabato!
Cieco Iparlato): Lo credo un profeta!
Farisei ' : Gesú un profela?
Cieco ' : Sí, un profeta!

( Contìnua)

r69
I t CI EC ON A T O {se g u e )

co n - tr c la 1 .9 - g € è co n - tr ouosè è con-trol a l cq4c è

raf -erar ut

conlro Mo,9: a co n - tr o L . 1 .9 - 9 . co - s. tr -hr fai -to

gior-no di vol ctc forsc anc hc voi


Do *t

làr v i e u o i d i s c c p o t i ? Vo l.te fo rs€.nchc vd fi rvi eroi di gc€P ol ii

Vo le l. lo r s.:n ch e voi l arvi suoi di gccpol i ?

tr lo d .r o r o(i n a.)

Gu.r -

ciè :lo ti ho l ro -v. - to ncl

mr htr 9 li - io

mr hàl ri-sc.lia d :l for-ze 9cf càn -


- to
L LA + sOL vt7 FA# -

1?0
d im - m i il luo sc - 9r. - to

T c tu sci l a l u -cc dèt mon -do

Farisei (canto) ì È contro l\,{osè,


è contro la legge.
È contro Mosè,
è contro lddio.
Cosa ti ha fatto in giorno di sabato!
Cieco [parfato): Voleteforse anchevoi
farvi suoi discepoli?(bis)
Guardandoil cielo
ti ho trovato nel sole,
mi hai rivestito di luce,
mi hai riscaldatodal freddo,
mi hai dato forza per cantare
Ia la la 1a...
Rimanicon me,
dimmi il tuo segreto.
Fammidiventarete,
tu sei la luce del mondo.

171
SE UN GIORNO

oac E.

Scun g io r n o q u a lcu - n o mi di
-
soL- *{- s6- soL-7 - Rí. -

co n p a - r o - le ch i.r c. con di -scor-si sc-ri di -mo_

DO aO sru}{t-f 4

sÎa 5 - 5C 5 l:- to m :i for 5éàquel l a pro -v.


sol - X"rr- LA
". -}{-
[4-

-v . -È chis-sì do -vc

p o t p cn - sà n -do an - chcun 90 _ l o

at -t i - m o a co-!è 3. -i p.r mc _- co-mc sci €n.i ra,to e fer


: ( E- st
'o Q€
5or-

p.|.-îc dcll. vi-tà miapi'j in-ri ma io n o n d u b i- tr .èi


-

@o, trA -X- a,t- Lh-

tor!. non5: prci l p í c - g a r - lo co n p a - r o - 1 . lo - dl i Gr ti dal c uo- r . D eL

ror- h- AE- ^-N- 6 Èf-


Itt!oL- LA-ll I

f lLv or - r c b bc di -rc vc _ d c.5 p a _ r i_ r cilr n o n d o in _ si._mea


può rEî-tí - rc alcuorè

p iù r e : - lc d i o-gni co-s. sei pcr


-

o.tXzr6 c Cooe

L4- toL
È_
Se un qiornoqualcuno mi dicesse Tqó9gisensoalla lnia vita,
c h e n o i ci se i E' IU tutto sqtrper me. . c*-
e con parolechiare, $. Nonsr pu! mentireat 9uorc t(r-
con discorsi seri, dimostràÉse quandos'dntela tua fribe nell'amore
*'
che non sei stato maiY Èa . >,31 ., 1l- , ,r -
Fo forsg a quelle prove. -ÉÈ,-
r uFoa&sensoa a mia vita.,
trovEtè chissà dove, Y TU.tUnO Ser
.. xr
Der me-'
si .turberebbèI'anima. vl ser pr*vero de a toce, r4
Èa
Ll' ptu reale or ognt cosa set per me.
Ma ooi oensando ancheun solo attimo
a cosasÉf-Berme,
comesei entrato
a far partedell?vita mia piú intima,
io non dubiteféi:.
forseaon sapreI
sDreqat'o con Darole.
ma,-1ffierti dal cuore,
per$é vorrebbedire
vedè?-sparire il mondo
insiemea te. lì - |(r+

201
MA TOUTEBELLE

ITODERATO( th,r3)
LA

fi qt egytò (ó t t. cIa t* c<.

n u i l i ' a i c h cr - ch é cc- L u r q u . m o n co cu r

d c p c r - l c s d . r o- sé c il à co u - vcr t m a rl -tc

b cl- lc m o n a icn ' Ai- m é m ' ' p - pel -l '


xon:.m.6itoltîc

M l+

ohI

so L

r84
I e Il Rlf,

lo u -l? bèl -

vrcns d a n g m o o l.r I'hi - vèr I'en €st

d a n g m o n iè r - d in

lé e l le s vi - g n cs en fl €urg c *

P h i v . r g c n . É î al- ló e l lcÉ vi - - g n cs cn freufs

(segue)

Dansla nuitj'ai cherché firaduzioneitaliana)


celuiquemoncoeuraime. Nella notte ho cercgto
Dansmonjardin aride colui che il mio cuoreama.
il a fait son domaine, Nel mio giardinoarido
de perlesde rosée egli ha posto la sua dimora,
dl perle di rugiada
il a couvertma tète. ha copertoil mio capo.
Mon àme est toute belle, La mia anima è tutta bella.
mon Bien-Aimé m'appelle: ll mio Amato mi chiama:
. Vieni,mia tutta bella,
" Viens,ma toute belle, vienl nel mio giardino.
viensdansmon iardin. L'invemo se n'è andato
L'hivers'enest allé e la vigna in fiore
et les vlgnesen fleurs esala ll suo profumÒ.
Vl€ni nel mio giardlno'.
exhalentleurs parfums.
Viensdansmonjardin,,

(Continua) 185
MA TOUTEBEILE (segueJ

X h e ì e o l l c ! r s P a r _ fu m s vr cn s d a n s. m o n Jer drn

xhe lcnt lèurs par-tums vicn s d e n s m o n Jer dl n

vi cns d a n s mo n llhi ver s'èn €rì Àl -


ia r - d in AL

J
@
I

186
J'entènds mon Bien-Aimé, Sento il mio Amato,
aspettaalla finestra.
il quetteà la fenètre. Sul fico ci sono i fruttl,
Leé fruits sont au figuier, la mia animaè pronta.
mon àme est toute Préte Attendo il suo volere
J'attends sonbonPlaisir lui mi dirà di aprire.
Canta la tortora,
il me dirad'ouvrir. il mio Amatomì chiama:
Chantela tourterelle,
mon Bien"Aimém'aPPelle: . Vieni,mia tutta bella,

" Viens,ma toutebelle,

187
PROVERBI

I T O D E RA T O

Gl;èn-ti-chi p r o - vè r - bÍ g o i- d a - n o .n - co - ra: l e 90 -l r 5a-pi èn -

ta vi: più si-cu - r.;non va-lè €ri-da pcr prc -va -tè -
-z a c
s rb RE- SOL-? stt 00

In un md|-clo o-s;cu-rà - lo dau-nr granl. con-au -

- s i o- n c s i e f - f è r m : - n o o o - tcn - ti t.9 cm - p li-ci pa


(ò,) *e- stb

'' si s i, no, no I Sl. so - lo q u . sl o il vosi ro p:r-l a -


ì -

501- 7

Sa, s r , no, n6" iut -to qucl -l o chéèi npaù

D . c.po 2 rol l . D oi
o , r@ . r@ r c o a r

Or.h.

188
Gli antichiproverbi Sí, sí, no,no!
guidanoancora:
la solasapienza
è la via piú sicura; Chi parlada saggio
non vale gridare dà buonadottrina,
per prevalere. chi parlada stolto
ln un mondooscurato s'attirarovina.
da unagrandeconfusione Le labbrasincere
si affermanopotenti spengonol'odio.
le sempliciparole: E i consiglidi un amico
dati al giustomomento
. Sí, sí, no, no! riportanola Pace
Sia solo questo nell'anima in tormento'
il vostroDarlare !
' Sí, sí, no,no! . Sí,sf, no, no!
Tuttoquelloche è in piú
vienesolodal male".

La linguauccide
piú dellaspada,
una buonaoarola
ouò salvareuna vita.
È megliotacere
che calunniare,
ma il silenzioche nasconde
dellagente
I'ingiustizia
è unatombachesopprime
il gridoinnocente.

189
IN THE SUN

() = tzol

Ll -kc e vlue coi-le(lnd old

I wai re.chir ior- a hold Rer.chln'out- Rcs - chin

gro.ph a - loEc Thatrmút be a Dlace tr llÉ 3un -

A plrccìlhdr my h€art retr|3 to

r6il.

Thcre,re Dlace - in the lÙtr -- And I Ìno\r,


sib

\vìed lh! v/orld - will b€ oft

Th.r€l a Dhce - itr ll|. $m


-

TlErÉ's a Dhce - in lhe trrr Th€r€'i, place

70
Like a vine coiled and old There I stood wanting to diè.
| (Keep) reachin' for a hold Lost and lonely amidst that city
Beachin'out, reachin' out. A faint light helped me not to feel
On that dark endless road lpity
People stare leaving me weary I just cried
Of my load God oh why, God oh why?
Gropin'alone,gropin' alone.
There's a place in the sun
Ther e must be a place in the sun
Where love lives in everyone
Where love lives in everyone
A place where my heart wants to run A place where my heart true hope
In the sun. I can find
Ther e must be a place in the sun ln the sun.
And lknow that day will come There'sa placè in the sun
When the world will be one And lknow that day will come
In the sun. When the world will be one
In the sun.
Like an eagle gli ding high
Fìghtingthe mighty wind of the sky There'sa place in .the sun.

IIraduzione italiana)

Come una vigna vecchia e recisa io stavo lí, volendomorire.


io stavo cercandoqualcosacui aggrapparmi. Sperdutoe solo in mezzoalla citta,
Su questa strada cosí buia e senza fine una luce sottile mi aiuÌava
la gente mi guardavalasciandomisolfrire, a non avere compassione di me stesso.
schiacciato dal mio peso, lo gridavo soltanto:
trascinandomi da.solo. D jo, perché, perché?
Ci deve essere un posto nel sole C'è un postonel sole
dove amore vive in ognuno, dove amore vive in ognuno,
un posto dove il mio cúore vuole correre un posto dove il mio Òuore
nel sole. puo trovare vera speranza
Ci deve essere un posto nel sole n e t so le
ed io so che questo giorno verrà C'è un posto nel sole
quando il mondo sarà uno ed io.so che questogiornoverrà
nel sole. quandoil mondo sarà uno
nel sole.
Come un'aquila che vola in alto
lottando contro il forte vento del cìelo. C è un po$tonel sole.

71
A TE VORREIDIRE x

io- l.nonil- lú.ni- n..- .. pi ú qu...to pal l i - do

- n..t.- 3 g i l r i - | . . - zio .l.ll. h o ' - - tc .m - hu,to- 1i.... i l m ìoc an - - tos .i l c t| ùr .d.l l .t..-

. re .o n ri -sq t-d .s pii sp. -.r.


- .. - 'r.r-

tropF9r.nd.3!rrd.l.rr.pr. - 3.. - - za

t. c h.a s c ol - ti v or - r .i di - - rc

Dí-o è A -h o -r. A - mo- r .- tè ch. l ot - - ti v of- r .i di


-

rh - b i .-h o cr . - du- r .- . .cno- Oi - o

o- r ni uo - mo vor - ..idi -r. Di -o c A- tno- r .

r58
" :: b

Di-o
nt6 - 14

-no - l c - rt) Oi - o èA -mo- r.


r' I r-h èoi

î,a <)i
-
Se il sol9.non illuminasse piú
questo óbf ido oian'èla.
ie il silFrflfbdettamoite'
ammutongse il mio cÉ'ito:
seil*!tóÌédeltajfria
non iistaldasseplú,'
non dispererei,
perchétroppograndeè in me
ta lua presenza,
perchéso, Dio,che tu sei Amore.
A te che ascoltivorreidire:
Dio è Amore,
a te che piangivorreidire:
Dio è Amore,
a te che lotti vorrei dire:
Dio è Amore.
Non ci saràmai amorepiú qrande
di chi dà la vita
per gli amici suoi.
E noi abbiamocredutoe conosciuto
I'amoreche Dio
ha per tutti noi.
Ad ogniuomovorreidire;
Dio è Amore. (3 volte)

rE O
DESOLATA

|,ooEn^-ro tuN Poco Hosso,

Se g u o

so lo CO RO :

br c z- z 9l io- r a lr c - la lua

- 9lc lc luc g lr n on - dc E - g i : tra fi - gu -

ril -îc in pic - di co - m c a l. túc. D o - p oi l

g. i-d o d i - Y i - no di m o a - te ch ch r co - p a r 1o l l r-t -îoi l mon-

it si - lcn -zi o

(r) Dè so - là -1.

172
la Ma -

l a -i a
D07r -

vìa-nt a oa -5a mr -

vle- nl a ca - 6: ml

(segueJ

La brezza sfiora lieve


la tua veste, le tue guance,
ondeggiatra figure ritte in Piedi
come slatue.
Dopo il grido divino dì.morte.
che ha coperto tutto il mondo
è sceso il silenzio.

Nell'arianon c'è una voce ormai,


è tutto compiuto.
Nell'arianon c'è un lamentoormai,
ha vinto la morte.
ll tuo sguardoè fermo su quel corPo
irrigiditoe solo.
ll mondo si è fermato.

Desolata,Maria,
vieni a casa mia.
(Continua)

173
(segue]
DESOTATA

Co.o l'll -

LAI LA! L A! L A! L A: L A! L ! L AI Ml dr€,îi co-sto-di - roì

nal-là mia ca - 9 a M. -drè il l uo do -to -

- rc cq
-t rc -rì n cl- la m ,à ca - s? io ti o -

- no - r c - r o - con tlt_ ta la m ia vi _ la M+dr! ièi it pi,ì gaan -


(1) guesf o o o n t . c a n l o s i e se g u e p e r I ln ir c

@ DO
d è l m io Si- En o -

E l: tcÍ -ra îac . la lar-ra iré

i o 1i i to

se9 ua

lc gu:r{iè han-.opa{ rj Io b-îo tl Îuo l i .n


- -È o

qtl allìr o Di
-mo c ódawcro l èroc
- cG i i si * -c:-no

174
S :n - tu a - r io ta . - ln a Me - drc sl o vi - ci noa
-
aoda irì _

Escguire
@
ccnRit.poí
CO DA

Madre, tì custodirò nella mia casa,


madre, il tuo dolore
entrerà neIla mia casa,
madre,io ti onorerò
con tutta la mia vita,
madre,sei il piú grandedono
del mio Signore.

soLo coBo

E la terratrema.
Maria!
E la terratrema.
lo ti sto vicino.
E la terra trema.
Le guardiehannopaura.
E la terra trèma.
lo sonoal tuo fianco.
E la tèrra trema.
Ouell'uomo
era davveroDio.
E la terra trema.
Le rocce si spaccano.
E la terra trema,
ll santuariotrema.

Madre,sto vicinoa te.

Desolata,Maria,
vienia casamia.
175
RESURREZIONE

Grocoso

9i o i .ci h.ri dè-ro S ;-

Ch i ce.cltc

Ch c aaoi . cÌ hai da-fo Si-

- gno- r c d è t c i e - to , 5 i _ g n o r cd è l g | .a n - d c uni -

- 9iù c h i c . . c a t e d o n n a q u a g - g iù , q tr lto ch ' cr a m o r to n on à

- 9n o- r c d è l Si - g n o - r € d è l g r a n - d e U ni - v.r
- so ,

(segue)

r90
l,r * lrli +

gi oi e ci h.i d.: -to îi .r

u o m t - n r c on te u o m i- n i co n le

9i o-i a ci h:i

(segue)

l oe
RE S U R R E Z I ON(se
E gueJ

194
LA VITA DI OGNICOSA

Moderato(J=

l. Yt- tr dl-o{t|i co - sr:- il mGú - mct-to alclma" re


-

la lrc-Echazza rlel vetÉo h b.l-lcz-a dei lio - ri l,t - nro.re d, o-gnl cuo-re

vi -h dlo-grd co - !r. _ ll ÍDn-do mn ml co - to-50a _ rnr


-

s"'-]--È=..- Mt-7 Lr

!o-no nel mor - do. So - n o n€l moo-do- crr-r - to-

So-no co - [|r tut- ll


lr
Lr4

Dio ll| gli uo- mi' ni - p e a a - m o - n c- S o-m no-l !_

D al 8"rS
.e CODA
D.i p.inci - pio so-t|o il mo-vi-

CODA

So- o o la vi - h {J)-Snl co -

68
Sono la vita di ogni cosa:
il movimentodel mare,
la freschezzadel vento,
la bellezzadei fiori,
I'amoredi ogni cuore,
la vita di ogni cosa.
ll mondonon mi conosce
ma sono nel mondo,
sononel mondocrèato
e sono sempre con voi.
Sonouomocometutti,
Dio fra gli uomini
per amore.(bis)
Dal principiosono
Ia vita di ogni cosa:
il movimentodel mare,

Sono la vita di ogni cosa

69