Sei sulla pagina 1di 3

Fine della Fisica e il Teorema di Godel1

alias: Teorema di Incompletezza della Fisica

Il futuro è fuori,
all'esterno delle nostre conoscenze.

Paolo Pedaletti
paolo@pedaletti.it
Aprile 2000

http://creativecommons.org/licenses/by/2.5/it/

Tu sei libero:
• di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e
recitare quest'opera
• di modificare quest'opera

Alle seguenti condizioni:


• Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha
dato l'opera in licenza e in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi
l'opera.
• Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che
va comunicata con chiarezza.
• In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti utilizzi di quest'opera non consentiti da
questa licenza.
• Questa licenza lascia impregiudicati i diritti morali.
Uno dei possibili enunciati del Teorema di Godel è il seguente:
Per ogni sistema formale di regole ed assiomi è possibile arrivare a
proposizioni indecidibili, usando esclusivamente gli assiomi dello
stesso sistema formale
oppure:
Se un sistema formale S è consistente, allora esiste un enunciato V
vero ma non dimostrabile in S
oppure:
le teorie formali non possono essere contemporaneamente complete
e coerenti.
Esempio semplicistico:
dato un insieme di parole e regole grammaticali, posso formare delle
frasi/affermazioni a cui posso attribuire la caratteristica di essere vere o false.
Non a tutte, però.
Alcune affermazioni restano indecidibili, all'interno di quel determinato
insieme di parole e regole. Per poter decidere se quelle frasi indecidibili siano
vere o false devo ampliare l'insieme iniziale di parole/regole. Con un
opportuno ampliamento, riesco a risolvere tutte quelle frasi che erano
indecidibili stando all'interno del vecchio insieme di parole/regole. Ma dato
che ho aggiunto delle nuove parole/regole, con queste ultime posso comporre
nuove affermazioni, alcune delle quali sono a loro volta indecidibili. Allora
dovrò ampliare ulteriormente l'insieme degli oggetti a disposizione per poter
decidere se le nuove affermazioni sono vere o false, e così via...
Godel dimostra che questo procedimento non converge.
Non esisterà mai un opportuno insieme di parole/regole con le quali costruire
delle affermazioni che sono tutte decidibili (o vere o false) e non
contradditorie. Ci saranno sempre delle affermazioni indecidibili, restando
all'interno dell'insieme di parole/regole considerato, a disposizione.
Il Teorema di Godel è il corrispondente matematico del paradosso
fisico di riuscire a sollevarsi da terra tirandosi per il collo della
camicia.
E' evidentemente impossibile riuscire a sollevarsi senza utilizzare alcun
appoggio esterno. E se voglio sollevare anche l'appoggio esterno, dovrò
trovare un terzo punto tramite il quale sollevare me stesso e l'appoggio
esterno, e così via...
Lo stesso è per il Teorema di Godel.
Non è possibile avere un insieme che sia contemporaneamente completo e
coerente, e dato che la fisica è coerente, non può essere completa.
In Fisica non si giungerà mai a una completa conoscenza del "Tutto".
Ogni nuova scoperta, contiene in sé nuove informazioni, alcune delle quali
vengono utilizzate per rispondere a vecchie domande, e altre servono per
costruirne di nuove.
Questo processo di conoscenza non converge.
Lo dice Godel (il Teorema :-).
Conclusione:
questo significa che ci saranno sempre milioni di posti di lavoro per
scienziati/ricercatori/insegnanti in tutto il mondo,
il che dimostra che un buon teorema vale molto più di qualsiasi promessa
elettorale :-)))
(si, lo so, non ci vuole molto...)

Definizioni:

Insieme di Postulati Coerente/Consistente:


non è possibile dedurre teoremi mutuamente contradditori dai postulati
stessi.
Insieme di Assiomi Incompleto:
un insieme nel quale vi sono delle proposizioni vere le quali non possono
essere dedotte dall'insieme.
Bibliografia:
Ernest Nagel, James R. Newman: "La prova di Godel", Boringhieri, 20.000L

"Esiste un numero infinito di proposizioni aritmetiche vere che non


possono essere formalmente dedotte da alcun insieme di assiomi
mediante un insieme chiuso di regole di inferenza. Ne segue che un
approccio assiomatico alla teoria dei numeri, per esempio, non può
esaurire il dominio delle verità aritmetiche".
(Capitolo 8, pag. 105)

"Piuttosto che dispiacerci che Godel ci abbia allontanati dalla


soluzione finale,
rallegriamoci per gli spazi da lui lasciati alla creatività".
(pag.120)

Paolo Pedaletti
paolo@pedaletti.it
www.pedaletti.it/paolo
Aprile 2000