Sei sulla pagina 1di 257

ELEMENTI

DI

PSICOFISICA
DI

GUSTAV THEODOR FEEDER.


SECONDA EDIZIONE INCONTRATA.

PARTE PRIMA.

LEIPZIG
STAMPA E PUBBLICAZIONE DI BREITKOPF E HÄRTEL
1889.

Contenuto.

Prefazione dall'editore
Prefazione dell'autore
Introduttiva.
I. Più vista generale sulla relazione tra corpo e anima
II Concetto e scopo della psicofisica.
III. Una domanda preliminare
IV Concettuale sulla sensazione e lo stimolo
Psicofisica esterna
L'indicatore psicofisico.
V. Misura dell'attività fisica. Potere vivente
VI. Principio di misurazione della sensibilità.
VII. Principio di misurazione della sensazione.
VIII Metodi di misurazione della sensibilità.
1) Metodi di misurazione della sensibilità alle differenze.
a) Presentazione generale.
b) Considerazioni e precauzioni generali.
c) Considerazioni sul tempo e lo spazio degli esperimenti. Errore costante
d) Speciale sul metodo dei casi giusti e sbagliati.
e) Speciale per il metodo dell'errore medio.
f) Relazione matematica dei metodi.
2) Metodi di misurazione di assoluta sensibilità.
Leggi e fatti fondamentali.
IX. La legge di Weber.
I propri dati Weber
1) luce.
2) Suono
3) Pesi.
4) temperatura.
5) Dimensioni estese. (Giudizio e tatto)
6) Fortune morale e fisico .
X. Il fatto della soglia
1) Soglia intensiva
a) Soglia b) Soglia di
differenza
2) Soglia estesa
3) Considerazioni più generali sulla soglia
4) Conseguenze dell'esistenza della soglia
XI. Dettagli sulla dimensione e sulla dipendenza delle soglie nelle varie aree
sensoriali
1) Soglia intensiva
a) Luce e colore
b) Suono e intonazione.
c) Pesi
d) Temperatura
2) Soglia estesa
a) senso della vista
Regolamentazioni speciali per le più piccole quantità identificabili
Disposizioni speciali per le distanze più piccole riconoscibili.
a ) Due punti distanti
b ) Due fili lontani
g ) Figure stridule e spinose
Comportamento delle parti laterali della retina nel riconoscere le più piccole
dimensioni e distanze Differenze di distanza ( dimensione
dell'occhio)
b) senso del tatto
c) percezione del tempo e del movimento
XII. Legge parallela alla legge di Weber.
1) prove di peso
2) esperienze nel campo della sensazione di luce
3) esperimenti nel campo delle sensazioni estese

XIII. Leggi di fenomeni di miscela

Prefazione dell'autore della prima edizione.


Con la psicofisica intendo, secondo la spiegazione fornita in maggior dettaglio nel
secondo capitolo, una dottrina che, sebbene antica, si presenta tuttavia come nuova
per quanto riguarda la formulazione e la cura di questo problema, che il nuovo nome
non è inappropriato e non inutile, insomma un insegnamento esatto della relazione tra
corpo e anima.
Come un esatto psicofisica dottrina come la fisica sull'esperienza e matematici fatti
linking esperienziali che si basano su una misura delle richieste da parte l'esperienza
è comandato, e, se tale non è ancora al suo comando a cercarla. Ora che la misura
relativa alla dimensione fisica è già stato dato, il primo e principale compito di questo
lavoro sarà l'adozione del provvedimento per quanto riguarda le variabili
psicologiche, dove è stato ancora dispersi; il secondo per indirizzare le applicazioni e
i disegni che si legano ad esso.
Sarà mostrato che la determinazione della dimensione psichica non è una mera
questione di Studiertisches o apergus filosofiche ma chiede una larga base
esperienziale. Questo credo qui da indagini esterne e interne finora sia stato
adeguatamente, che il principio di misura è assicurata, ma il più delle applicazioni
che saranno riconosciuti e il beneficio di questa misura. Ma richiede la base
esperienziale per lo sviluppo psico-fisico del Maßlehre ancora grande espansione, e
ciò che è dato dalle applicazioni in grado di riconoscere solo che senza il confronto
sarà più da dare.
In breve, la psicofisica, nella forma in cui appare qui, è ancora una dottrina nel
primo stato del divenire; Così, il titolo di questi elementi di scrittura non viene capito
ingiustamente, come se fosse un'illustrazione dell'essenziale di una dottrina già
fondata e formata, un libro di testo elementare; ma piuttosto per descrivere l'inizio di
una dottrina che si trova ancora nello stato elementare. Quindi non fare alcuna
rivendicazione a questo scritto, che devono essere fatti per un libro di testo
elementare. In molti casi fornisce esami, spiegazioni e compilazioni che sarebbero
abbastanza inappropriati in tal caso, ma che possono contribuire a rendere possibile la
realizzazione di un libro di questo tipo. Cosa doveva essere richiesto
Il meno da esso, come un testo elementare, si deve ricercare una raccolta di tutti i
materiali psicofisica qui, ma preferibilmente soltanto ciò che appartiene ai motivi di
psicofisica Maßlehre e agli usi verifica esso in. Innumerevoli cose che sono oggetto
di psicofisica non potrebbero trovare un posto qui, perché non ha ancora raggiunto lo
stadio di essere in grado di trovare un'immagine in esso.
Alcuni possono in questo documento è già troppo, Much essere sufficiente, si ha
certamente ragione di essere indulgenti in questo senso dopo aver formalmente quasi
nulla, solo materiale molto Airborne esistito, che ho potuto riposare e mi ha
chiamato; ma una casa non può essere costruita senza portare pietre ad essa; e dove il
piano può ancora essere costruito davanti alla casa, nel primo tentativo, tutto non può
essere tutto a posto e la giusta misura. Ogni tentativo successivo di questo tipo sarà
più completo da una parte e più breve e più preciso dall'altra.
Non meno certainly che per quanto riguarda le obiezioni formali devo prendere
l'indulgenza a causa di errori estranei per completare, che può essere rimasto in
questo documento, in particolare nel trattamento di tanti fine, difficile e nuove
domande come tali più in basso come in questa parte Sono andato nel lungo corso di
queste indagini, quando detenuto e più saldamente Vice finisce principi generali di
tanti giri e ambiguità in dettaglio sbagliate - ero ma tutta la zona precedentemente
sepolto nel dimenticatoio - che non oso sperare che hanno dato l'editoriale corrente
avere tutti dietro di me. Ma non sarei in grado di dare questi esami se volessi
aspettare una completa assicurazione al riguardo; eppure ho la certezza che,
Infine, si starà chiedendo solo se ciò che viene offerto e ciò che viene offerto qui è
un inizio duraturo e fruttuoso. Se la trovi, non prendere i dispersi e gli errori troppo
alti; sarà almeno il merito di aver prodotto il meglio.
Sono lontano dal dire che ciò che è in questo documento è qualcosa di
completamente nuovo, e sarebbe una cattiva raccomandazione se lo fosse. Piuttosto,
per essere affermazioni giuste priorità in completo dalla parte anteriore, e allo stesso
tempo di mostrare che la Scrittura una cosa è soggetta a più di un'idea soggettiva, mi
toccare lo stesso nella prefazione brevemente alcuni spunti storici che ho storici al
suo posto e, infine, in uno speciale Capitolo più vicino.
La legge esperienziale, che costituisce la base principale di Maßlehre mentale è
stato già da tempo stata impostata da vari ricercatori in vari campi ed espresso in
relativa nome generico di EH Weber, vorrei anche chiamare il padre della psicofisica
e comprovata sperimentale. La funzione matematica invece, che è il caso più comune
e più importante di applicazione dei nostri Maßprinzips è anche già tempo fa da vari
matematici, fisici e filosofi, come Bernoulli (Laplace, Poisson), Euler (Herbart,
Drobisch), guarigione di cristallo (Pogson) per speciale , da attribuire alla psicofisica,
casi basati su questa legge e riprodotti o accettati da altri ricercatori.
Secondo questo, la nostra misura psichica è in realtà solo generalizzazione da una
parte, e dall'altra la chiara affermazione di ciò che già esisteva, nel suo significato di
misura psichica. Il riferimento a questo è probabile che faccia qualcosa per attenuare
la sfiducia, che potrebbe suscitare l'annuncio di tale misura sin dall'inizio. Il problema
di questo non è in realtà il problema di quadrare il cerchio o il moto perpetuo, ma in
realtà è risolto da ricercatori il cui nome è una garanzia della validità della soluzione.
Avendo pensato ai meriti dei precedenti esploratori riguardo al tema principale di
questo lavoro, mi mancherebbe un dovere principale se non volessi commemorare il
sostegno e l'incoraggiamento che ho trovato nella mia indagine di Volkmann. Das
bereitwillige Eingehen dieses scharfsinnigen und feinen Forschers auf die Interessen
dieser Untersuchung, welches ihn übrigens weit über die zunächst dadurch gestellten
Forderungen hinaus seine eigenen Bahnen geführt hat, und der Zuwachs, der dadurch
zu den erfahrungsmäßigen Unterlagen dieser Schrift erwachsen ist, verpflichten mich
in der In effetti, grazie.
Allo stesso tempo, ho il coraggio di affermare come un segno favorevole per il
principio e il carattere degli insegnamenti di questo documento, che essi hanno non
solo un puntello in studi precise dei più eccellenti ricercatori, ma può essere concesso
anche punti di partenza per tale. In der Tat, abgesehen von denjenigen theoretischen
und experimentalen Untersuchungen, auf denen sie fußt, und die sich schon daran
angeknüpft haben, hat sich im Laufe dieser Schrift oft genug Veranlassung geboten,
auf künftig anzustellende oder weiter fortzuführende Untersuchungen hinzuweisen,
welche teils zur Weiterentwickelung der sono necessarie misurazioni psicofisiche,
che entrano parzialmente nelle applicazioni della stessa, e, nonostante alcuni di
grande interesse, senza il punto di vista di questa dottrina, non si sarebbero
presentate. L'esperimento psicofisico, trovando finora solo un posto passeggero nella
stanza sperimentale fisica, ora fisiologica, occupa ora la propria stanza, il proprio
apparato, i propri metodi. Né è indiscutibile che quanto più si coltivi, tanto più ampio
sarà il campo di queste indagini. E quindi guardo meno al frutto principale della
nostra indagine finora in quello che ha indossato finora rispetto a quello che promette
di indossare una volta. Quello che è qui è un cattivo inizio di un inizio. che più viene
coltivato, più l'area di queste indagini si espanderà. E quindi guardo meno al frutto
principale della nostra indagine finora in quello che ha indossato finora rispetto a
quello che promette di indossare una volta. Quello che è qui è un cattivo inizio di un
inizio. che più viene coltivato, più l'area di queste indagini si espanderà. E quindi
guardo meno al frutto principale della nostra indagine finora in quello che ha
indossato finora rispetto a quello che promette di indossare una volta. Quello che è
qui è un cattivo inizio di un inizio.
Per quanto riguarda il modo in cui la matematica è introdotto nel presente
documento e si impegnerà in particolare nei seguenti parti dello stesso luogo,
desidero matematici vogliono mantenere scrivere questi elementi per non matematici
ei non matematici per matematici, dai miei sforzi poi è andato a diventare un corso e
abbastanza per fare agli altri quello che stava succedendo, ma non senza
conflitti. Come particolare il matematico in modo scusare qualche piccolo struggle
ampia e popolare nell'interesse dei non matematici, e avevo in mente che questo
lavoro dovrebbe fisiologi principalmente interessati, mentre allo stesso tempo vuole
interest filosofi. ma in entrambi, naturalmente, i matematici anche essere visto oggi
non è così consentito, come sarebbe in realtà essere richiesto. Come gli altri, i derivati
non matematici, i quali non possono seguire - anche se solo quelli molto bassi
standard di comprensione matematica si verificano - come fatti matematici non
accettare e qui e un capitolo, una commutazione o di esecuzione rovesciato che si
impegnano in qualcosa di troppo in profondità. Se non mi sbaglio, è ancora trovato
alcun corso e il contenuto di questo documento, in tutto comprensibile che conosce
solo ciò che un'equazione matematica, e conosce le proprietà dei logaritmi, o per
quelli indicati nella all'ingresso della parte seguente, breve riassunto voglio tenere lo
stesso. Da altri non voglio che si sono presi cura di questa scrittura, ma il meno che
precipitati un giudizio su quale potrebbe essere penetranti in ogni caso. che non
possono seguire - sebbene si verifichino solo le esigenze molto basse della
comprensione matematica - come accettano i fatti matematici, e qua e là un capitolo,
un'interposizione o un rovesciamento dell'esecuzione, che si impegna un po 'troppo
profondamente. Se non mi sbaglio, è tuttavia trovare il corso e il contenuto di questo
documento come un tutto comprensibile che conosce solo ciò che un'equazione
matematica, e conosce le proprietà dei logaritmi, o quelli indicati nella all'ingresso
della parte seguente, breve riassunto voglio tenere lo stesso. Dagli altri non volevo
che si preoccupassero di questo scritto, meno di tutti che avrebbero giudicato ciò che
in nessun caso poteva essere ovvio. che non possono seguire - anche se solo quelli
verificarsi molto basse esigenze di comprensione matematica - dare per fatti di
matematica, e qua e là un capitolo, il passaggio o l'esecuzione rovesciato che si
impegnano in qualcosa di troppo in profondità. Se non mi sbaglio, è tuttavia trovare il
corso e il contenuto di questo documento, in tutto comprensibile che conosce solo ciò
che un'equazione matematica, e conosce le proprietà dei logaritmi, o per quelli
indicati nella all'ingresso della parte seguente, breve riassunto voglio tenere lo
stesso. Da altri non voglio che si sono presi cura di questa scrittura, ma il meno che
essi precipitati un giudizio su quale potrebbe essere penetranti, in ogni caso. - anche
se solo quelli verificarsi molto basse esigenze di comprensione matematica - prendere
per i fatti di matematica, e qua e là un capitolo, una commutazione o di esecuzione
rovesciato che si impegnano in qualcosa di troppo in profondità. Se non mi sbaglio, è
tuttavia trovare il corso e il contenuto di questo documento, in tutto comprensibile
che conosce solo ciò che un'equazione matematica, e conosce le proprietà dei
logaritmi, e su quelli che figurano nella all'ingresso della parte seguente, breve
riassunto voglio tenere lo stesso. Da altri non voglio che si sono presi cura di questa
scrittura, ma il minimo che si precipitati un giudizio su quale potrebbe essere
penetranti, in ogni caso. - anche se solo quelli verificarsi molto basse esigenze di
comprensione matematica - prendere per i fatti di matematica, e qua e là un capitolo,
una commutazione o di esecuzione rovesciato che si impegnano in qualcosa di troppo
profondo. Se non mi sbaglio, è tuttavia trovare il corso e il contenuto di questo
documento, in tutto comprensibile che conosce solo ciò che un'equazione
matematica, e conosce le proprietà dei logaritmi, o per quelli indicati nella
all'ingresso della parte seguente, breve riassunto voglio tenere lo stesso. Da altri non
voglio che si sono presi cura di questa scrittura, ma il minimo che si precipitati un
giudizio su quale potrebbe essere penetranti, in ogni caso. chi è coinvolto troppo
profondamente. Se non mi sbaglio, è tuttavia trovare il corso e il contenuto di questo
documento, in tutto comprensibile che conosce solo ciò che un'equazione
matematica, e conosce le proprietà dei logaritmi, o per quelli indicati nella
all'ingresso della parte seguente, breve riassunto voglio tenere lo stesso. Dagli altri
non volevo che si preoccupassero di questo scritto, meno di tutti che avrebbero
giudicato ciò che in nessun caso poteva essere ovvio. chi è coinvolto troppo
profondamente. Se non mi sbaglio, è tuttavia trovare il corso e il contenuto di questo
documento, in tutto comprensibile che conosce solo ciò che un'equazione
matematica, e conosce le proprietà dei logaritmi, o per quelli indicati nella
all'ingresso della parte seguente, breve riassunto voglio tenere lo stesso. Dagli altri
non volevo che si preoccupassero di questo scritto, meno di tutti che avrebbero
giudicato ciò che in nessun caso poteva essere ovvio.
Con diligenza, lascio entrare in qualche modo in questo documento al contrario, la
concezione matematica di condizioni psicologiche nella stessa fornirà contro
Herbart. Herbart sarà sempre il merito della possibilità di una concezione matematica
di queste condizioni non solo per aver prima pronunciate, ma anche fatto il primo
tentativo ingegnoso di implementare tale visione; e tutti dopo di lui rimarrà solo un
runner-up in questo senso. Di fatto, però, i seguenti test sono molto diversi dai suoi
aspetti fondamentali sotto quel poco di entrambi richiede una particolare attenzione
alla polemica quando sarebbe inutile e inopportuno per cercare una controversia tra i
due qui, specialmente dal momento che ciò non potrebbe avvenire senza una disputa
su questioni filosofiche di base, che dovrebbero essere evitate qui a tutti i costi. La
decisione tra i due, che sarà anche una decisione su queste domande di base, devo
partire per il futuro.
Forse ci si aspetta, in anticipo, una spiegazione della posizione che questo testo
assumerà sul materialismo e l'idealismo e le questioni religiose fondamentali con cui
ogni esame del rapporto tra corpo e anima deve necessariamente venire in
contatto. Per quanto riguarda il primo, questo lavoro non affronta la disputa sul
rapporto fondamentale tra corpo e anima, che divide i materialisti e gli idealisti; le
loro spiegazioni e conseguenze non saranno né unilaterali in un senso né nell'altro in
quanto rappresentano le relazioni esperienziali tra i due lati dell'esistenza attraverso
una relazione funzionale che esclude questa unilateralità da sola.
Per quanto riguarda il secondo, tutte le conclusioni che siamo obbligati ad
accettare le implicazioni del materialismo riguardo alle questioni religiose
fondamentali sarebbero premature. È ovvio che soprattutto il brief introduttivo, se
piuttosto lo sfondo, come punto di partenza degli sviluppi di questo lavoro, può
subire un'interpretazione e un utilizzo materialistico unilaterale, e per quanto riguarda
la questione dell'immortalità, a prima vista sembra che debba condurre alla stessa
conclusione. Ma non voglio obiettare qui, se non che tutto questo lavoro è stato
basato su e nel contesto di un'interpretazione e un'interpretazione molto opposta del
punto di vista che ho espresso in precedenti scritti, e devo fare riferimento a questo,
se si fa Preoccupazioni vogliono seguire, dal momento che questo non è il posto dove
continuare a rispondere.
Il presente volume di questa pubblicazione contiene i record della dimensione
psicologica, cioè stabilire il suo principio e la spiegazione appartenenti loro
giustificazione sperimentale di tecniche, leggi e fatti: La seguente è la funzione di
misura psicologica anche con il loro generale dall'esterno verso l'interno Per
sviluppare conseguenze. La corrente di seguito più empirico, seguente, più un
interesse matematico e filosofico per completare, un matematico, se il campo di
nuove applicazioni, che si apre nelle parti attuali della matematica, è presa in seguito
a certi limiti, una filosofica, nella misura in cui tali applicazioni danno luogo a punti
di vista pertinenti sul rapporto tra corpo e anima.
Lipsia, 7 dicembre 1889.

Prefazione dell'editore
Poiché il libro in questione è stato venduto per diversi anni nel commercio librario,
la necessità di una sua ristampa è diventata sempre più urgente. Lo stesso Fechner
non poteva decidere di una rielaborazione del suo lavoro principale più che di una
nuova edizione immutata della stessa. Preferiva pubblicare in scritti speciali le
indagini e le discussioni critiche che dovevano essere fatte in una nuova edizione. Ha
oggettivamente scelto la cosa giusta, credo. Un'opera che, come gli elementi della
psicofisica, intraprende percorsi di ricerca completamente nuovi, rimarrà sempre
nella forma originale in cui ha il suo effetto, preferibilmente anche
significativo. Tanto più ero disposto a farlo Dopo la scomparsa di Fechner, la
richiesta della casa editrice di rispettare e prendere in consegna la pubblicazione di
una nuova edizione. Per me era evidente che questa non poteva che essere
un'impressione immutata del primo. Solo io pensavo che avrei dovuto facilitare l'uso
delle successive opere psicofisiche di Fechner dando loro dei suggerimenti in
passaggi appropriati. Le note di questi editori sono numerate per distinguerle dagli
asterischi dell'autore. Gli scritti principali da considerare qui sono: per facilitare l'uso
delle successive opere psicofisiche di Fechner dando suggerimenti ad esse in
appropriati passaggi. Le note di questi editori sono numerate per distinguerle dagli
asterischi dell'autore. Gli scritti principali da considerare qui sono: per facilitare l'uso
delle successive opere psicofisiche di Fechner dando suggerimenti ad esse in
appropriati passaggi. Le note di questi editori sono numerate per distinguerle dagli
asterischi dell'autore. Gli scritti principali da considerare qui sono:
In materia di psicofisica. Leipzig 1877. Citazioni abbreviate: In materia.
Revisione dei punti principali della psicofisica. Lipsia 1882. Abbreviato:
Revisione. Anche l'ultimo lavoro psicofisico di Fechner:
Sui principi dei principi psichici e della Legge di Weber, in: Studi filosofici, ed. W.
Wundt, vol. Iv. Pp. 161-230; Abbreviato: principi di misura psichici.
Le altre opere raramente menzionate sono sempre elencate sotto il loro titolo
completo.
Naturalmente, alla fine del secondo volume del primo numero, e altrove notato (in
particolare nelle note di "In materia") sono stati considerati errori di stampa e
correzioni. Dove, però, Fechner in seguito è stato limitato alle osservazioni correttive
o aggiuntive generali, la loro introduzione richiederebbe lo stesso impegno con una
seduta di trucco nella testo, io ho creduto con una nota allegata nella nota sul
contenuto correzione successiva di avere.
La correzione dei fogli stampati di questa edizione è stata effettuata dal Dr.
Ing. Oswald Külpe ha preso il sopravvento. Allo stesso tempo, le citazioni riportate
nelle note sono state riesaminate da lui e completate più volte.
Gli ammiratori di Fechner, spero, saranno una gradita aggiunta all'elenco dei suoi
numerosi scritti allegati al primo volume. Per la bontà della famiglia, ero nella
fortunata posizione di rendere questa lista un "Annuarium of the Works and Treatises
of Professor G. Th. Fechner" del Dr. Dr. med. med. Rudolph Müller a Dresda, che lo
stesso Fechner aveva presentato per celebrare il suo ottantesimo compleanno. Per
inciso, la completezza assoluta non era realizzabile con questa directory, dal
momento che numerose opere più piccole, alcune anonime, specialmente in riviste
letterarie, non potevano più essere accertate con certezza.
Lipsia, 31 luglio 1888.
W. Wundt.

Introduttiva.
I. Più vista generale sulla relazione tra corpo e anima.
Mentre la dottrina del mondo corporeo è progredita nei vari rami delle scienze
naturali fino a un grande sviluppo, e gode di principi e metodi acuti che garantiscono
il suo successo, la dottrina dello spirito in psicologia e logica è, almeno in una certa
misura, una base solida La dottrina delle relazioni tra corpo e mente o corpo e anima
è rimasta fino ad ora quasi un campo di lotte filosofiche senza una base solida e senza
determinati principi e metodi per il progresso dell'indagine.
La ragione più ovvia per questa relazione sfavorevole è, a mio avviso, da ricercare
nella seguente circostanza fattuale, che, naturalmente, fa sì che si chieda nuovamente
il suo background. Le relazioni del mondo corporeo per noi possono essere perseguite
direttamente e in connessione l'una con l'altra attraverso l'esperienza, non meno le
relazioni del mondo interno o spirituale; quelli solo per quanto i nostri sensi e i loro
aiuti rinforzano raggiungono, questi, per quanto riguarda la propria anima; ma in tal
modo siamo in grado di ottenere fatti di base, leggi di base, condizioni di base in
ciascuno dei due campi, che possono fungere da documenti sicuri e punti di partenza
per la conclusione e ulteriori progressi. Non così con la connessione del mondo fisico
e mentale, in quanto solo due fattori, uno alla volta, entrano nell'esperienza diretta,
mentre l'altro rimane sotto la copertura. Perché, mentre siamo immediatamente
consapevoli dei nostri sentimenti e pensieri, non possiamo percepire nulla dei
movimenti nel cervello; che sono legati ad esso e ai quali sono legati, il corpo rimane
qui sotto la copertura spirituale; e mentre siamo in grado di gettare i corpi di altre
persone, animali e tutta la natura direttamente all'analisi anatomica e fisiologica,
fisica e chimica, non possiamo fare nulla direttamente dalle anime di sperimentare la
prima, e il Dio che ha ascoltato la seconda; il spirituale rimane qui sotto la coperta del
corpo. E così le ipotesi e la negazione hanno molto spazio di manovra. C'è qualcosa
sotto l'uno e l'altro soffitto, e cosa si può trovare sotto?
L'incertezza, l'oscillazione, il litigio su queste questioni di fatto finora non hanno
ammesso alcun punto fermo di partenza e punto di attacco per una dottrina delle
circostanze di cui, per la maggior parte, è ancora in discussione.
E quale può essere la ragione di questa peculiare relazione, che ognuno di noi è il
corpo e la mente l'uno dell'altro, eppure mai entrambi, poiché appartiene direttamente
insieme; anche essere in grado di osservare direttamente insieme; ma altrimenti
osserviamo più facilmente ciò che è direttamente connesso? Dopo l'immutabilità in
cui questa relazione esiste tra il dominio spirituale e quello fisico, possiamo assumere
che sia fondamentale, fondata sulla sua relazione di base. Ma non c'è niente di simile
che almeno spieghi il fatto, se non in fondo?
È vero che questo e quello possono essere messi in evidenza. z. Ad esempio, se una
persona si trova all'interno di un cerchio, il suo lato convesso si trova completamente
nascosto sotto il soffitto concavo; stando fuori, il lato concavo si inverte sotto il
soffitto convesso. Entrambe le parti appartengono inseparabilmente, come il lato
spirituale e fisico dell'uomo e queste possono essere comparativamente anche come
parte interiore ed esteriore; ma è ugualmente impossibile vedere entrambi i lati del
cerchio allo stesso tempo da un punto di vista nel piano del cerchio, e da un punto di
vista nel regno dell'esistenza umana questi due lati dell'uomo. È solo quando
cambiamo il nostro punto di vista che il lato del cerchio che vediamo cambia e si
nasconde dietro la vista. Ma il cerchio è solo un'immagine,
Ora, non è compito e scopo di questo lavoro entrare in discussioni più profonde o
in qualche modo penetranti sulla questione fondamentale della relazione tra corpo e
anima. Cerca Ognuno vede l'indovinello, nella misura in cui gli sembra tale, da
risolvere a modo suo. Sarà quindi senza alcuna conseguenza vincolante per quanto
segue, se solo qui, um una possibile domanda sulla visione generale ha formato il
punto di partenza per questo lavoro, e anche lo sfondo delle stesse forme per me, non
del tutto senza lasciare risposta, e al tempo stesso un indizio in questo campo
fluttuante idee che svolgono, la ricerca di un tale piuttosto solo credo di aver già
trovato, con poche parole su questo punto di vista, che non è nulla di essenziale per il
perseguimento sarà incluso. Bei sehr großer Verlockung, im Eingange einer Schrift
wie dieser, sich in umfängliche und weitausholende Erörterungen in dieser Hinsicht
zu verlieren, und nicht geringer Schwierigkeit, sie überhaupt hier zu vermeiden, wird
man wenigstens die kurze Exposition der Ansicht, auf die ich mich folgends
beschränke scusami
In precedenza, un secondo esempio esplicativo del primo. Il sistema solare è molto
diverso dal sole che dalla terra. Eccolo il copernicano, qui il mondo
tolemaico. Rimarrà impossibile in tutto il tempo per lo stesso osservatore di osservare
i due sistemi mondiali insieme, nonostante sia abbastanza appartengono
inseparabilmente insieme, e proprio come il lato concavo e convesso del cerchio sono
due differenti manifestazioni della stessa cosa da diversi punti di vista
sostanzialmente. Ma di nuovo basta cambiare il punto di vista, così l'altro mondo
appare per un mondo.
Il mondo intero consiste di esempi del genere, che ci dimostrano che ciò che è uno
nella cosa appare da due punti di vista come due cose, e non si può avere lo stesso
punto di vista da un punto di vista come da un altro. Chi non ammette che è sempre
così e non può essere altrimenti. Solo in termini di esempio più grande e più eclatante
non è consentito o non è scaduto. Ma questo ci offre la relazione del mondo fisico e
mentale.
Ciò che vi appare sul punto di vista interiore come la vostra mente, che voi stessi
siete questo spirito, dall'esterno, appare come questa sostanza fisica. Fa la differenza
se si pensa con il cervello o si guarda nel cervello del pensatore. 1)Ci sono cose
abbastanza diverse; ma il punto di vista è completamente diverso, c'è un interno, qui
un esterno; indicibilmente vario, come negli esempi precedenti, e quindi solo la
differenza delle modalità di apparizione è indicibilmente maggiore. Infatti, il doppio
modo di apparire del cerchio, del sistema planetario, è in realtà ottenuto solo da due
diversi punti di vista esterni; nel mezzo del cerchio, sul sole rimane l'osservatore
tranne il corso del cerchio, eccetto i pianeti. Ma l'auto-manifestazione dello spirito è
di una vera prospettiva interna del soggetto ad esso essendo contro se stessi, la
coincidenza con se stesso, l'aspetto del corrispondente fisicità di un contrasto reale, le
posizioni esterne, che ha vinto la non coincidenza con esso.
1)Equivalente a guardare è un'adeguata idea di inferenze basate su apparenze
esteriori, poiché lo stato interno apparirebbe cancellando gli ostacoli del
vedere.
Ora, è ovvio che per prima cosa abbiamo cercato la ragione per cui nessuno può
percepire direttamente lo spirito e il corpo poiché appartengono direttamente. Non
può esserci nessuno allo stesso tempo sia esternamente che interiormente contrario
alla stessa cosa.
Perciò nessuno spirito dell'altro mente percepisce immediatamente come spirito,
anche se si dovrebbe pensare che dovrebbe facilmente essere consapevole dello
stesso essere; se non coincide con lui come un altro, ne ha solo la manifestazione
fisica. Per questa ragione, nessuno spirito può percepire nessun altro se non con
l'aiuto della sua corporeità; perché ciò che sembra essere esterno allo spirito è la sua
manifestazione fisica.
Per questa ragione il modo di apparizione della mente è sempre in una sola volta
perché c'è un solo punto di vista interiore, mentre ogni corpo, secondo la molteplicità
dei punti di vista esterni e la diversità di quelli su di esso, appare in molti modi
diversi.
Quindi, il modo precedente di vedere copre le relazioni più fondamentali tra corpo
e anima, che ogni visione di base dovrebbe cercare di coprire.
Un'altra cosa: corpo e anima vanno insieme; Il cambiamento in quello corrisponde
a un cambiamento nell'altro. Perché? Leibniz dice: puoi avere opinioni diverse su di
esso. Due orologi fissi sulla stessa tavola stabiliscono il loro percorso reciproco
attraverso la mediazione di questo attaccamento comune (se non si discostano troppo
l'uno dall'altro); questa è la solita visione dualistica della relazione tra corpo e
anima. Qualcuno può spingere le mani di entrambi gli orologi in modo che vadano
sempre in armonia, cioè l'occasionale, secondo cui Dio crea spiritualità e viceversa in
costante armonia con i cambiamenti fisici. Possono anche essere così completamente
arredati fin dall'inizio che vanno sempre d'accordo, senza bisogno di
tutoraggio; questa è la visione della loro armonia prestabilita. Leibniz ha dimenticato
una vista, la più semplice possibile. Puoi anche andare in armonia gli uni con gli altri,
senza mai separarti, perché non sono due orologi diversi. Così, il consiglio comune,
l'insegnamento costante, l'artificialità del primo dispositivo risparmiato. Ciò che
appare all'osservatore esterno come l'orologio organico con un motore e una gamma
di ruote e leve organiche, o come la sua parte più importante ed essenziale, appare
interiormente molto diverso dalla sua mente con il corso di sensazioni, impulsi e
pensieri. Non deve offendere che l'uomo è chiamato qui un orologio. Se è così
chiamato in un certo senso, non dovrebbe essere così chiamato in tutti. Leibniz ha
dimenticato una vista, la più semplice possibile. Puoi anche andare in armonia gli uni
con gli altri, senza mai separarti, perché non sono due orologi diversi. Così, il
consiglio comune, l'insegnamento costante, l'artificialità del primo dispositivo
risparmiato. Ciò che appare all'osservatore esterno come l'orologio organico con un
motore e una gamma di ruote e leve organiche, o come la sua parte più importante ed
essenziale, appare interiormente molto diverso dalla sua mente con il corso di
sensazioni, impulsi e pensieri. Non deve offendere che l'uomo è chiamato qui un
orologio. Se è così chiamato in un certo senso, non dovrebbe essere così chiamato in
tutti. Leibniz ha dimenticato una vista, la più semplice possibile. Puoi anche andare in
armonia gli uni con gli altri, senza mai separarti, perché non sono due orologi
diversi. Così, il consiglio comune, l'insegnamento costante, l'artificialità del primo
dispositivo risparmiato. Quello che l'osservatore esterno appare come il pm organico
con motori e ruote organici in corso e le leve o come loro parte più importante e
wesentlichster, sembra anche internamente molto diversa dalla sua propria mente con
il passare delle sensazioni, impulsi e pensieri. Non deve offendere che l'uomo è
chiamato qui un orologio. Se è così chiamato in un certo senso, non dovrebbe essere
così chiamato in tutti. Puoi anche andare in armonia gli uni con gli altri, senza mai
separarti, perché non sono due orologi diversi. Così, il consiglio comune,
l'insegnamento costante, l'artificialità del primo dispositivo risparmiato. Ciò che
appare all'osservatore esterno come l'orologio organico con un motore e una gamma
di ruote e leve organiche, o come la sua parte più importante ed essenziale, appare
interiormente molto diverso dalla sua mente con il corso di sensazioni, impulsi e
pensieri. Non deve offendere che l'uomo è chiamato qui un orologio. Se è così
chiamato in un modo, non dovrebbe essere così chiamato in tutti. Puoi anche andare
in armonia gli uni con gli altri, senza mai separarti, perché non sono due orologi
diversi. Così, il consiglio comune, l'insegnamento costante, l'artificialità del primo
dispositivo risparmiato. Ciò che appare all'osservatore esterno come l'orologio
organico con un motore e una gamma di ruote e leve organiche, o come la sua parte
più importante ed essenziale, appare interiormente molto diverso dalla sua mente con
il corso di sensazioni, impulsi e pensieri. Non deve offendere che l'uomo è chiamato
qui un orologio. Se è così chiamato in un modo, non dovrebbe essere così chiamato in
tutti. risparmiato l'artificialità del primo dispositivo. Ciò che appare all'osservatore
esterno come l'orologio organico con un motore e una gamma di ruote e leve
organiche, o come la sua parte più importante ed essenziale, appare interiormente
molto diverso dalla sua mente con il corso di sensazioni, impulsi e pensieri. Non deve
offendere che l'uomo è chiamato qui un orologio. Se è così chiamato in un modo, non
dovrebbe essere così chiamato in tutti. risparmiato l'artificialità del primo
dispositivo. Ciò che appare all'osservatore esterno come l'orologio organico con un
motore e una gamma di ruote e leve organiche, o come la sua parte più importante ed
essenziale, appare interiormente molto diverso dalla sua mente con il corso di
sensazioni, impulsi e pensieri. Non deve offendere che l'uomo è chiamato qui un
orologio. Se è così chiamato in un certo senso, non dovrebbe essere così chiamato in
tutti. quell'uomo è chiamato qui un orologio. Se è così chiamato in un modo, non
dovrebbe essere così chiamato in tutti. quell'uomo è chiamato qui un orologio. Se è
così chiamato in un certo senso, non dovrebbe essere così chiamato in tutti.
Ma la differenza di un fenomeno non dipende solo dalla differenza del punto di
vista, ma anche dalla diversità di coloro che lo sostengono. Un cieco non vede nulla
dall'esterno allo stesso punto di vista esterno favorevole di una persona vedente; e
così pure un morto guarda, malgrado il suo altrettanto favorevole punto di vista della
coincidenza con se stesso come un cervello, non vede nulla dall'interno; lei è lì solo
per l'aspetto esteriore.
La scienza naturale si colloca costantemente sul punto di vista esterno della
considerazione delle cose, la scienza dello spirito sull'interno; i punti di vista della
vita sono basati sul cambiamento di punti di vista, la filosofia della natura sull'identità
di ciò che appare due volte su due punti di vista; una dottrina della relazione tra
mente e corpo dovrà tracciare le relazioni di entrambi i modi dell'uno.
Questi sono i punti di vista fondamentali, con i quali non cerco di chiarire sia la
fondamentale natura fondamentale del corpo che della mente, come i più generali
rapporti di fatto dello stesso sotto un unico punto di vista.
Ma, come ho detto, resta chiaro a chiunque attraverso il quale l'altra visione cerca
di fare lo stesso, o anche se lo desidera affatto. Ciò che ognuno ritiene più appropriato
a questo riguardo dipenderà dal contesto delle sue altre opinioni; e, naturalmente,
anche a ritroso, giustificano la possibilità o l'impossibilità di trovare una connessione
generale adeguata tra loro. Ma qui è, fin dall'inizio, non importa se ha messo il cuore
e l'anima come due diverse manifestazioni della stessa essenza, o come due esseri
abbinati esternamente, o l'anima come un punto in un nesso di altri punti di natura
sostanzialmente uguale o disuguale, o vuole fare a meno di una visione base
uniforme Nella misura in cui solo tutti riconoscono le relazioni esperienziali tra corpo
e anima e consentono una ricerca esperienziale, possono provare la rappresentazione
più forzata di loro. Perché solo il rapporto esperienziale tra corpo e anima, ci
riposeremo qui di seguito, e quindi anche a noi servono per descrivere il fatto delle
espressioni più comuni che un dualistica sono tenuti come la nostra visione monistica
piuttosto nel senso, anche se consentire facile traduzione in esso.
Questo non vuol dire che la dottrina che si svilupperà qui non avrà conseguenze per
la concezione della relazione fondamentale tra corpo e mente e senza influenza su di
essa, al contrario. Ma si confondono le conseguenze, che un giorno potrebbero
scaturire da esso e in parte cominciare a modellare, non con un documento di questa
dottrina. Questo documento è in realtà puramente empirico e deve essere respinto fin
dall'inizio.
Non è possibile chiedere, è la possibilità di un tale documento in diretta
contraddizione con il fatto che assumiamo che le relazioni tra corpo e anima siano al
di là della comprensione? Ma non sono l'esperienza in generale, ma vengono rimosse
solo le relazioni immediate dell'esperienza immediata. Anche la nostra visione del
rapporto generale tra corpo e anima si è basata su esperienze allgemeinster tipo che
può essere fatto sulla loro relazione, lei non piace anche a tutti coloro che vengono a
condizioni fisse per questo lavoro, come l'espressione necessaria apparire lo stesso. Il
risultato mostrerà che non abbiamo esperienze meno speciali da offrire, che possono
in parte servire ad orientarci nel campo delle relazioni indirette, e sono in parte
adatte.
In realtà, non poteva essere fatto con quella visione generale, anche se accettata. La
certezza, la fertilità e la profondità di una visione generale non dipendono dal
generale ma dall'elemento elementare. La legge di gravità e le leggi molecolari (che
includono indiscutibilmente la prima) sono leggi elementari; Se fossero
completamente conosciuti ed esausti nelle loro implicazioni, la dottrina del mondo
corporeo sarebbe perfezionata nella più grande generalità. Di conseguenza, sarà
necessario ottenere leggi elementari per la relazione tra il mondo fisico e il mondo
spirituale al fine di ottenere una dottrina durevole e sviluppata invece di una visione
generale; e qui e là possono essere basati solo su fatti elementari.
La psicofisica è un insegnamento che deve essere basato su questi punti di vista. I
dettagli di questo nel capitolo seguente.

II Concetto e scopo della psicofisica 1) .


Per psicofisica si intende un'attuale dottrina delle relazioni funzionali o dipendenti
tra corpo e anima, più in generale tra mondo fisico e mentale, fisico e psicologico.
1) Revisione pag 1-17.
Nel regno dello spirituale, dello psichico, dell'anima, contiamo generalmente ciò
che è comprensibile o astrattabile dalla percezione interiore, a quella fisica, fisica,
fisica, materiale, ciò che è comprensibile dalla percezione esterna o può essere
astratto da esso. Si tratta semplicemente di designare le aree del mondo dei fenomeni,
con la cui relazione la psicofisica dovrà occuparsi di sé, assumendo che si sappia
correlare la percezione interiore ed esteriore con le attività nel senso dell'uso
ordinario, per cui l'esistenza si manifesta in ogni caso ,
Tutte le discussioni e gli esami di psicofisica si riferiscono in generale solo
all'apparizione del mondo fisico e mentale, a ciò che appare direttamente attraverso la
percezione interna o esterna, o può essere dedotta dal fenomenico, o come relazione,
categoria, contesto, sequenza, legge di È apparentemente comprensibile; brevemente
sul fisico nel senso della fisica e della chimica; sullo psichico nel senso della dottrina
empirica dell'anima , senza ritornare in qualche modo all'essenza del corpo, l'anima
dietro il mondo fenomenico nel senso della metafisica.
In generale, noi chiamiamo la funzione mentale del versa fisico, dipendente e vice,
in quanto esiste una relazione costante o giuridico tra loro che possono essere chiusi
uno su quella dell'altro dell'esistenza e le variazioni nella.
Il fatto di relazioni funzionali tra corpo e anima è generalmente indiscusso, mentre
c'è ancora una disputa indecisa sulle ragioni, l'interpretazione e la portata di questo
fatto.
Indipendentemente degli aspetti metafisici di questa disputa, che si riferiscono
piuttosto alla cosiddetta natura come l'aspetto, psicofisica cerca il più possibile di
determinare la relazione funzionale reale tra la comparsa di zone del corpo e
dell'anima.
Ciò che appartiene quantitativamente e qualitativamente, lontano e vicino, nel
mondo fisico e nel mondo spirituale insieme, secondo quali leggi i loro cambiamenti
si susseguono o vanno insieme? Queste domande sono in genere psicofisiche e
cercano di rispondere loro esattamente.
Per dirla in altro modo, ma solo dicendo la stessa cosa: ciò che appartiene insieme
nell'aspetto interno ed esterno delle cose e quali leggi esistono per i loro relativi
cambiamenti?
A tal riguardo, esiste una relazione funzionale tra corpo e anima, non sarebbe di per
sé impedire che lo stesso anche per cogliere in uno che nell'altro senso negli occhi e
tenere traccia di ciò che si può spiegare per passare attraverso il rapporto di funzione
matematica tra le variabili x e yEsiste un'equazione in cui ogni variabile può essere
arbitrariamente considerata come una funzione dell'altro, e lo stesso nei suoi
cambiamenti dipende da se stesso. Una ragione per cui la psicofisica, tuttavia,
preferire il perseguimento del lato della dipendenza dell'anima dal corpo dall'opposto,
sta nel fatto che solo il fisico è direttamente accessibile alla misura, mentre la misura
dello psichico può essere ottenuta solo in funzione di esso sarà mostrato più
tardi. Questo motivo è cruciale e determina la direzione del corridoio nel seguito.
Le ragioni materialiste di tale preferenza entrano in psicofisica né la lingua né la
validità, e la disputa tra materialismo e idealismo che sulle relazioni di dipendenza
del uno dall'altro nella natura degli effetti rimane semplicemente come quanto
riguarda i rapporti di aspetto, stranieri e indifferente.
Si possono distinguere relazioni di dipendenza immediate e indirette o relazioni
funzionali dirette e mediate tra corpo e anima. Le sensazioni sensoriali sono
direttamente dipendenti da certe attività nel nostro cervello, purché gli altri siano o
siano in diretta conseguenza l'uno dell'altro; ma solo indirettamente dagli stimoli
esterni che queste attività producono solo attraverso l'intermediazione di una
conduzione nervosa al nostro cervello. Tutta la nostra attività mentale è direttamente
un'attività nel nostro cervello a loro carico, effettua tali direttamente con loro, o attrae
quelli immediatamente dopo, ma poi passare dagli effetti al mondo esterno attraverso
la mediazione dei nostri organi nervosi e motorie.
relazioni funzionali mediati tra corpo e mente si incontrano il concetto di relazione
funzionale solo nella misura in completo quando si pensa l'intervento nel rapporto
con la profondità, perché la costanza o la legalità invisibile con l'eliminazione della
mediazione nel rapporto tra il corpo e l'anima, il sotto L'accesso alla mediazione
esiste. Così uno stimolo innesca solo nella misura legalmente sensazione come se non
mancano i cervelli viventi di nervi che vivono sulla pianta l'effetto dello stimolo al
cervello.
Nella misura in cui lo psichico è considerato come una funzione diretta del fisico, il
fisico può essere chiamato portatore, il sottopavimento dello psichico. Le attività
fisiche che sono portatrici o basi di psichico, e quindi in relazione diretta e funzionale
con esse, sono chiamate psicofisiche.
La domanda sulla natura delle attività psicofisiche, cioè sul substrato e sulla forma
di esse, è lasciata indecisa fin dall'inizio, e non viene fornito alcun prerequisito. Vale
a dire, inizialmente estratta per due ragioni, in primo luogo perché sarà
semplicemente essere nel determinare le basi generali della psicofisica altrettanto
rapporto quantitativo come nella fisica, dove le condizioni qualitative sono fatte solo
dal dipendente quantitativa; secondo, perché, secondo la seguente divisione della
nostra dottrina nella prima parte di essa, non abbiamo alcun particolare riguardo per
le attività psicofisiche.
Per natura, la psicofisica si divide in una esterna e una interna, a seconda che la
relazione tra il mondo spirituale e il mondo esterno fisico o il mondo corporeo interno
con cui lo spirituale è strettamente correlato, o altrimenti, in uno Dottrina delle
relazioni funzionali indirette e immediate tra anima e corpo.
Le esperienze di base per l'intera psicofisica possono essere ricercate solo nel
campo della psicofisica esterna, purché sia accessibile all'esperienza immediata, e il
risultato deve quindi essere tratto dalla psicofisica esterna; ma questo non può
svilupparsi senza una considerazione costante dell'intimo, considerando che il mondo
esterno fisico è collegato funzionalmente solo all'effetto intermedio del mondo
interiore corporeo con l'anima.
Inoltre, fino a quando dobbiamo ancora stare in occasione dell'esame dei rapporti
giuridici tra stimolo esterno e la sensazione, non dobbiamo dimenticare che lo
stimolo, ma non suscita la sensazione direttamente in noi, ma solo risvegliando
qualsiasi attività fisica in noi che il sentimento più direttamente Stand rapporto. La
loro natura può ancora essere completamente sconosciuta, ma la questione di questa
natura è inizialmente lasciata completamente aperta, come dovrebbe essere fatta da
noi; ma il loro fatto deve essere stabilito, e più spesso ricorrere a questo fatto, quando
è necessario considerare e perseguire adeguatamente quelle relazioni giuridiche
stesse, di cui ci occupiamo nella psicofisica esterna. Così diventiamo, anche se le
attività corporee che sono direttamente soggette e seguono la nostra volontà, sono
ancora completamente sconosciuti, non bisogna dimenticare che ciò che è operato
dalla volontà nel mondo esterno, ma solo da tali attività da parte di lui è
influenzato. E quindi ovunque nel pensiero dovrà intervenire lo sconosciuto
collegamento intermedio, che è necessario per completare la catena di effetti.
Psicologia e fisica già utilizzato con il nome deve essere basato psicofisica una
mano sulla psicologia e la promessa d'altra parte, di fornire gli stessi documenti
matematici. Dalla fisica, la psicofisica esterne strumenti e metodi mutuati; l'interno si
appoggia piuttosto alla fisiologia e l'anatomia, in particolare il sistema nervoso, e
richiede una certa conoscenza avanti con esso. Purtroppo, naturalmente, è dalla
ricerca così laboriosa, accurata e prezioso in questo campo, che ha portato il tempo
più recente di prendere non di beneficio per i psicofisica interne fino ad ora, che un
giorno pareggio contestato se quelle indagini e la fa condotta da un altro target
indagini per cui si basa questo tipo di carattere, al punto di incontro dove sono in
grado di fecondarsi l'un l'altro. Che questo è ancora poco il caso è solo lo stato
imperfetto in cui la nostra dottrina è ancora trovata.
Il punto di vista da cui attaccheremo l'insegnamento qui è questo.
Prima di ricevere i mezzi per accertare la natura delle attività corporee direttamente
correlate alle nostre attività mentali, i rapporti di dipendenza quantitativa tra i due
possono essere determinati fino a determinati limiti. La sensazione dipende dallo
stimolo; una sensazione più forte dipende da uno stimolo più forte; lo stimolo,
tuttavia, influenza solo la sensazione attraverso l'intermediazione di un'attività
corporea interna. Nella misura in cui i rapporti giuridici tra sensazione e stimoli
possono essere trovati, essi devono includere relazioni giuridiche tra lo stimolo e
questa attività corporea interna, che nelle leggi generali su come le attività fisiche si
evocano a vicenda, entrare in conclusioni generali sulle circostanze di questa attività
interiore. In realtà, il risultato mostra che, ma che vengono con tutta la nostra
ignoranza circa la natura dettagliata delle attività psicofisiche delle condizioni uguali
per le condizioni più importanti della vita interiore generale in considerazione, già
entro certi limiti, di sicurezza e zulängliche idee su fondamentali Per giustificare fatti
e leggi che si riversano dalla psicofisica esterna a quella interiore.
Ma a parte questo significato per la psicofisica interna, le condizioni legali che
possono essere stabilite nel campo dell'esterno hanno la loro importanza per se
stesse. Sulla base di ciò, come vedremo, la misura psichica risulta per il fisico, e a
questa misura si possono trovare applicazioni che, da parte loro, hanno importanza e
interesse.

IV Concettuale sulla sensazione e lo stimolo.


Nonostante l'incompletezza degli esami psicofisici, l'enumerazione, la definizione e
la classificazione di tutti gli stati psichici, che potrebbero essere una volta soggetti a
questo, avrebbero poco senso. Innanzitutto, affronteremo sensazioni sensuali nel
senso comune della sensazione, utilizzando la seguente nomenclatura distintiva.
Distinguerò sensazioni intense ed estese secondo la concezione sensibile di
qualcosa la cui grandezza può essere intesa come intensa o estesa; Poiché le intense
sensazioni la sensazione di luminosità, annoverato tra le ampie sensazioni considerata
un'estensione spaziale con la faccia o senso del tatto, e pertanto anche differire
dimensione intensiva ed estesa di una sensazione. Se un oggetto appare più luminoso
di noi rispetto all'altro, allora la sensazione che dà significa per noi, quando ci sembra
più grande dell'altro, essere intensamente più grande. Questa è solo una questione di
definizione e, come generalmente inteso, non presuppone alcuna particolare misura
della sensazione.
In tutte le sensazioni, sia intense che estese, possiamo distinguere dimensioni e
forma; eccetto che nell'intenso si chiama la grandezza della forza frequente e la forma
della qualità. Nel caso delle note, l'altezza, sebbene concepibile come la qualità della
nota, ha un lato quantitativo, per quanto possiamo distinguere una maggiore e minore
altezza.
EH Weber beni distinti, indiscutibilmente molto convincenti, o che ci forniscono
ampie sensazioni dopo assunti qui, uso del linguaggio in mente, o il senso dello
spazio come un senso generale dei sensi che ci danno i sentimenti intensi quando
sensi speciali se gli ex sensazioni non come già il secondo possono emergere sul
multipla impressione individuale, indipendenti l'uno dall'altro fibre nervose o
rispettivamente di ramificazione circuiti (cerchi sensoriali), ma solo da un
coordinamento delle impressioni, in cui non sia della forza e la qualità delle
impressioni, come il numero e disposizione, o i cerchi di rami del nervo su cui si
verificano è essenziale per la dimensione e la forma della sensazione estesa. Le sue
argomentazioni su questo 1)sono molto adatti per contribuire alla chiarezza delle
condizioni generali dei sensi; ma in primo luogo può essere sufficiente indicare la
differenza appena annotata nelle circostanze dalle quali dipendono le sensazioni
intense ed estese; come, in generale, queste discussioni preliminari brevi sono
semplicemente lo scopo di avviare la discussione sulla sensibilità e la sensazione di
misure obbligatorie, e quindi non inclusi nello studio delle sensazioni che richiede
questo scopo.
1)Rapporti di Saxon Soc. 1853, P. 83; in estratto in Fechner's Zentralbl. 1853.
no. 31

Le varie nature e le varie relazioni di dipendenza dalle sensazioni intense e intense


richiedono un'indagine speciale delle loro leggi. Si potrebbe pensare che la
dimensione del vasto sensazione o quantità estensiva della sensazione in modo
corrispondente, dipendeva alle stesse leggi, irritato dal numero di cerchi di sensibilità
di quella della intensa sensazione di intensità del loro irritazione; ma neppure questo
può essere presupposto dal principio, né è stato dimostrato fino ad ora. Le nostre
indagini future e informazioni demgemäßen è preferibilmente, ma non
esclusivamente, in relazione ai sentimenti intensi, e quei sentimenti sotto essere intesi
come tali, se non il contrario degli epiteti allegate illumina estesa o dal contesto del
proprio.
Accanto alla distinzione di sensazioni estese e intense è quello di commemorare la
distinzione tra sensazioni oggettive e sentimenti comuni, le cosiddette sensazioni
positive e negative. Lenti sensazioni, come le sensazioni di luce e suono, sono quelli
che si basano sull'esistenza degli organi sensazione fonte esterna di eccitazione, però,
sentiva le modificazioni della sensibilità comune, come il dolore, l'appetito, la fame,
la sete solo come Zuständlichkeiten nostro corpo stesso esserlo. Anche le indagini
classiche di Weber sul tatto e sul senso dei sensi devono essere esaminate in questa
relazione.
Come sentimenti positivi e negativi uno coltiva le sensazioni di caldo e freddo,
piacere e dolore si oppongono, che hanno questo in comune, che il modo della loro
eccitazione o il riferimento a ciò che li eccita, tra cui un contrasto sentendo il freddo
ritiro di calore come derivanti calore dovuto alla maggiore assorbimento di calore, e
crescente, la sensazione di piacere con un impegno che eccitante causa, come il
dispiacere è collegata ad un contatore puntoni.
Tuttavia, non si può ignorare il fatto che le cosiddette sensazioni negative, prese
psicologicamente in se stesse, non hanno nulla di negativo, non un difetto, una
sensazione di meno, una rimozione della sensazione rappresentano, in quanto
piuttosto essere altrettanto violenti o anche più violenta della cosiddetta positivi, ed
esprimere ugualmente forti effetti fisici positivi o trasportare può, proprio come la
sensazione di gelo tremare tutto il corpo, le grida di dolore fisico e altrimenti altro
vivace Può causare enunciati.
Il termine stimolo deve essere riferito in senso stretto solo ai mezzi fisici di
rinascita, lo stimolo delle sensazioni intense. Nella misura in cui appartengono al
nostro mondo esteriore corporeo, sono stimoli esterni; nella misura in cui
appartengono al nostro mondo interiore corporeo, sono stimoli interiori. Il concetto
del primo deve essere spiegato dalla presentazione di stimoli esterni, come la luce, il
suono, e il concetto di quest'ultimo deve ancora essere chiarito con maggiore
precisione, e forse alla fine, in una certa misura, eliminato. Il rumore nell'orecchio
può essere causato dall'azione esterna delle vibrazioni dell'aria che una cascata invia
nelle nostre orecchie. Un rumore simile può verificarsi senza effetti esterni causati da
cause nel nostro corpo. Sono generalmente sconosciuti; ma nella misura in cui
producono l'equivalente dell'azione di uno stimolo esterno,
Se l'anima fosse stimolata da stimoli esterni ed interni solo nella misura in cui i
suoi effetti hanno raggiunto un certo punto del corpo, allora tutte le sensazioni, nella
misura in cui dipendono dal corpo, sarebbero solo effetti consequenziali dei
movimenti corporei, e da allora in poi le condizioni corporali più interne delle
sensazioni rientrano nel concetto di stimoli. Considerando che nel caso delle
sensazioni di movimenti corporei essenzialmente associati, in relazione funzionale ad
esso, non sarebbe ammissibile includere tra gli stimoli tali condizioni simultanee
della sensazione, con cui la sensazione è direttamente impostata, ma solo tale Quelli
che servono a produrli, non vogliono mescolare cose diverse. Nel frattempo, abbiamo
bisogno tra due visioni qui non è quello di decidere, e ha successivamente diversa
visione end alternativo di stimoli interni alcun effetto finché non ci resta esterno per
le nostre considerazioni fattuali all'esistenza e la grandezza di stimoli interni solo
dalla loro effetto equivalente con Accetta gli stimoli e prendi in
considerazione. All'inizio ci sono sconosciuti in termini di posizione e qualitàx , che
tuttavia entra nel cerchio dell'aspetto con un determinato effetto quantitativo,
paragonabile agli stimoli esterni, e riceve il suo nome e valore in base ad esso.
Molto di ciò che si sarebbe spaventato nella vita ordinaria, per capire sotto il nome
di attrazione, non esiteremo a prenderlo sotto, come z. Pesi, ad esempio, in quanto
provocano depressivamente la sensazione di pressione o elevano la sensazione di
pesantezza. Al contrario, ha avuto una trasmissione della parola di stimolo sulle
cause, rendendo le sensazioni ampie sono causati in noi, voi Mißliches soprattutto
perché questo provoca ancora poca chiarezza esiste affatto. Anche senza l'accesso a
cause esterne, abbiamo chiuso occhio come un compiuto con campo nero di vista di
una certa misura, e senza contatto con punti cardinali o. Siamo in grado di essere a
conoscenza di quando è diretta la nostra attenzione in una certa misura la nostra
superficie corporea. Cosa c'è fuori, hanno fatto registrare alcuni limiti di questa
natura già dato settore sensazione, in parte determina forme, a volte ci sono prove
proporzionate dimensioni e delle distanze stime, senza tuttavia, la sensazione di
espansione stessa prima. Ciò sembra intrinsecamente radicato nella combinazione e
nella connessione organica dei nervi e delle loro terminazioni centrali, sebbene non
sia ancora stato deciso nulla di definito. Ora, se avete sempre voluto parlare con
questa condizione di stimolo qui, probabilmente solo il coordinamento delle
eccitazioni interne di questi nervi potrebbe essere portando in attacco. Ma dal
momento che sono probabilmente condizioni di sensazione simultanee, l'espressione
diventerebbe di nuovo irrealistica. Inoltre, ciò che alcune persone mettono il
peso, l'esperienza con l'aiuto dei movimenti contribuisce alla stima
dell'espansione. Ma sarebbe fuori luogo andare oltre in questo argomento ancora
piuttosto oscuro, dove ci sono solo determinazioni linguistiche.
Indipendentemente da questa oscurità e sulla questione di come la parola trova
qualche stimolo lavoro qui, si può dire che la dimensione dello stimolo durante
intense sensazioni finora dal numero di cerchi sensoriali attivi contenuti tra punti dati
è rappresentata in estesa, poiché l'estensione percepita fuori di esso in dipendenza e
aumenta, in modo da rapporti quantitativi di dipendenza, questo numero potrebbe
essere uniti alla dimensione dello stimolo con un comune, sia pure molto generale,
che per entrambe le sensazioni; ma senza poter affermare che la legge della
dipendenza è la stessa o entrambe, o che l'ampiezza della sensazione non può
dipendere da circostanze diverse da quel numero,
Esposizione ai più potenze esterne, che dipende sensazione, la sensazione aumenta,
dopo che è diventato sempre notevolmente, con rinforzo della potenza applicata
continuamente nella stessa direzione e diminuisce con indebolimento loro
continuamente al impercettibile. Nel soggetto ma alcuni, come il calore e la pressione
per la pelle, l'organismo è disposto in modo che invece si pone solo in conformità con
la differenza da una data esposizione media o usuali, come la temperatura ordinaria,
la pressione dell'aria ordinarie, sensazione, e questo ugualmente bene, ma con
carattere diverso, come sensazione di calore o freddezza, pressione o tensione,
aumenta all'aumentare dell'azione al di sopra di questo grado, o abbassarla al di sotto
di quel grado.
Nella misura in cui gli effetti dello stimolo e della sensazione sono considerati nel
seguito, gli stimoli sono sempre presupposti come realmente agenti, e in effetti come
agenti in circostanze simili, a meno che il contrario non sia espressamente dichiarato
o sia evidente dalla connessione. ma può comparabilità anche essere ben raccolto da
un diverso modo di montaggio degli stimoli quando una diversa condizione del
soggetto o organo, in cui lo stimolo applica lo stesso, con la quale il concetto di una
diversa sensibilità sia legata da loro concetto e misurazione nel sesto capitolo vicina il
discorso sarà
La brevità di espressione, di cui siamo detto da uno stimolo che stimola un
sentimento e una diversità di stimolo, che porta una sensazione di differenza, è stato
percepito, a seconda della sensazione di differenza sensazione è più forte o più
debole, forte o più debole, anche essere in grado di servire senza equivoci.

Psicofisica esterna

L'indicatore psicofisico.
_____________________

V. Misura dell'attività fisica. Potere vivente


Nessuno stimolo funge da vettore; al contrario, molti stimoli, come la luce e il
suono, sono immediatamente comprensibili come movimenti; e se questo non è vero
per gli altri, come i pesi, l'odore e il gusto stimoli, possiamo ancora assumere che
producono solo causando o alterazione di qualsiasi attività nella nostra sensazione di
corpo o quelli modificare, e quindi le relative dimensioni di rappresentanti della
dimensione di benessere fisico, con attività legate alla sensazione, che sono in ogni
relazione di dipendenza con esso.
ora senza affrontare qui con le dimensioni particolari dei diversi stimoli e attività
fisiche così eccitabili, ma, per quanto tale esiste, ad esempio di fisica e chimica
presumere di essere conosciuto, ma vogliamo sul livello generale di attività fisica in
alcuni dei seguenti Belang ricchi Per entrare nelle discussioni.
Persino nella vita ordinaria si stabilisce una certa misura della dimensione o della
forza di un'attività fisica, e lo si cerca in parte nella rapidità dei movimenti compiuti,
in parte nella dimensione della massa in movimento, ma senza avere idee più precise
a riguardo. Per cominciare, sembra naturale, come misura della grandezza di
un'attività, del prodotto della dimensione della massa spostata alla velocità con cui
viene spostata. cioè la quantità di movimento da accettare. Infatti, quando frugando e
in generale la velocità, che impiega il corpo avviato, o la dimensione della massa,
quale una data velocità può essere informato della quantità di movimento del corpo di
battuta nella comunicazione proporzionale del moto, e se si dovesse considerare
questo effetto come determinante per la grandezza dell'attività, si sarebbe in grado di
trovarne una misura nella quantità del movimento. È innegabile che ciò dipenda dalla
definizione di attività fisica. Nel frattempo, se volete mettere tale nel senso che
saranno prese nella fisica esatta, la meccanica, la fisiologia e anche nella vita
ordinaria, non può servire come una misura di attività fisica, la quantità di moto, ma
solo la forza di vivere.
La forza vivente di cui stiamo parlando qui non è in alcun modo da confondere con
la forza vitale dei filosofi, ma un acuto concetto di significato del seguente
significato.
L'energia cinetica di una particella materiale, anche combinati atomistica
atomistica, è ottenuta dalla sua massa m con il quadrato della sua
velocità v moltiplicata, cosicché l'espressione della forza vivente rispetto a
particelle mv ² è 1) . La forza vivente di un intero sistema è quindi la somma delle
forze viventi delle sue particelle, cioè un sistema di tre o più particelle con le
masse m , m ', m ".... e le velocità v, v', v". ..
= mv 2 + m 'v' 2 + m "v" ² .... ,
che è l'abbreviazione di un numero qualsiasi di particelle
å mv ²
non voglio esprimere bisogna solo fare attenzione che il segno di
somma å non significa una somma di molti prodotti uguali mv ² , ma tanti prodotti
diversi quante sono le particelle di massa e velocità diverse.

1)In senso stretto, nella meccanica solo la metà del prodotto mv2 è intesa come
forza vivente della particella; ma alcuni applicano anche il nome all'intero
prodotto, che anch'io faccio qui per comodità, poiché questo diverso uso non
ha comprensibilmente influenza sulle circostanze che dipendono dalla forza
vivente, ma cambia solo l'unità della stessa.

Senza voler entrare nei motivi più profondi per l'introduzione di questo concetto di
misurazione, si possono citare alcuni più evidenti.
Secondo l'intero spirito della teoria matematica del movimento, si devono
designare le velocità opposte del segno opposto; e ne consegue che, se ci si chiede
quale somma di azione sia stata sviluppata in un dato momento in un sistema le cui
particelle sono in vividi vibrazioni, questa somma di attività risulterebbe nettamente
netta, data la quantità di energia Per rendere il movimento la misura dell'attività,
poiché le velocità dei movimenti alternativi, per il loro segno opposto, danno con i
prodotti di massa sempre positivi che compensano la sommatoria; che non sarebbe
appropriato, a condizione che sia necessario tanto potere per i movimenti in avanti
come per quelli che vi si recano;
In secondo luogo, si fa, misurando l'attività fisica della forza vivente, niente di più
di quello che, misurata dal rendimento fisico o lavoro che è quindi applicabile,
cedendo alle condizioni di vita di tutti i giorni e la meccanica pratiche in
collegamento e di relazione si verifica. Un uomo, una macchina, ha lavorato due o tre
volte tanto, secondo i consueti concetti di lavoro, quando ha innalzato un dato peso a
due o tre volte la sua altezza; e se fa un diverso tipo di lavoro che sollevare pesi,
allora si può sempre ridurli in questo modo, al fine di avere una misura comparabile
per questo.
Ora l'importo che raggiunge una pietra verticalmente lanciata verso l'alto, ad
eccezione della resistenza dell'aria cresce secondo leggi note, non in proporzione alla
semplice velocità che gli è dato al momento del lancio, ma il quadrato della velocità,
e quindi le condizioni di forza vivente, che gli viene dato al momento della
cucciolata. Ma la stessa velocità, che è dato a lui quando gettare contemporaneamente
(o meglio in rapidissima Zuwüchsen) viene emesso a lui durante sollevamento lento
in graduale Zuwüchsen, e quindi l'altezza di sollevamento dipende proprio come
l'altezza lancio della dimensione della potenza vivente da cui il Pietre, più in generale
un carico, un peso in cui la direzione è piantata contro la gravità o abita da sola.
Una persona, al fine di scalare una montagna, a parte circostanze contingenti, deve
produrre tanta forza vivente in movimento verso l'alto, come sarebbe necessario
aumentare il suo peso a quella altezza.
E rappresenta quindi in generale la forza vivente, che ha un corpo di una data
massa in un dato momento, come ha la sua velocità è stato affrontato, una certa
altezza, la virtù di questa o una massa simile alla stessa velocità otterrà relative ad un
dato punto, se la stessa velocità a questo punto sarebbe pensata per essere piantata
contro la direzione della gravità. E, in effetti, che cosa considerare, supponendo che
la forza precedente, che impiantava la massa della velocità, cessasse, e nessun nuovo
effetto di forza eccetto la gravità costante che neutralizzava direttamente.
Quando upgoing figliate o sollevare un carico in uno spazio vuoto, è proprio
l'effetto opposto di gravità, che alcuni priva il corpo della velocità una volta generate
continua gehends finché tutta la velocità viene ritirato al raggiungimento di una certa
altezza sopra che sottolineano conseguenza la Le prestazioni non possono
andare. Invece di o in connessione con la reazione della gravità, ma può anche essere
la resistenza di elasticità, attrito, chiamata la riluttanza del centro, o qualsiasi altra
resistenza - e ad ogni rappresentazione è necessario superare una resistenza -
esprimere lo stesso successo come Contrazione di gravità; ma in questo modo ogni
superamento di una data resistenza, e quindi ogni potenza dell'altezza di sollevamento
o altezza di lancio di un dato carico, può essere confrontata per mezzo di una data
forza vivente nello spazio vuoto. Ogni risultato è uguale per dimensioni, per il
raggiungimento del quale viene usata e consumata una forza vitale altrettanto grande.
abbiamo pensato un corpo nello spazio vuoto senza alcuna resistenza di un agente e
contro-azione di una forza motrice, avrebbe Una volta acquistato velocità ed energia
cinetica in conseguenza l'infinita virtù volare via senza perdita di velocità e nessun
potere vivente consumato. Questo è chiamato un movimento, ma non un potere, che
presuppone sempre il superamento di una contromisura e un consumo adeguato della
forza vitale. Ma la forza vivente di questo corpo rimane la misura del successo che
sarebbe in grado di produrre, e tale contromossa avrebbe luogo. Per molti servizi, ad
es. B. il corso uniforme di un'auto da parte del cavallo, persiste la stessa dimensione
della forza vivente; ma solo perché
La forza vitale può svilupparsi in un sistema attraverso l'interazione delle sue parti,
così nel sistema planetario, in ogni organismo; - trasmessi e propagati attraverso la
comunicazione e la propagazione del movimento; così al lancio di una pietra; nella
propagazione del movimento attraverso mezzi fissi e liquidi; - infine, gli effetti
generati internamente sono modificati da influenze esterne; così la forza vivente che
il sistema di due due corpi del mondo produce con la loro interazione, con l'azione di
un terzo; così la forza vivente interiore di un organo vivente attraverso ogni stimolo
esterno.
Infine, per quanto siamo in grado di rintracciarlo, non solo tutta la creazione, ma
anche il transfert, la riproduzione e la modifica della forza vivente hanno la loro
causa nell'interazione delle parti. Quando una mano lancia la pietra, la forza viva che
viene impiantata in essa sorge attraverso interazioni organiche e si trapianta alla
pietra attraverso un'interazione tra le sue parti e quelle della mano; e ogni
propagazione del movimento si basa non meno sull'interazione delle parti.
Tutto natura è un singolo sistema cohesive, contenuta delle parti interagenti, ma in
cui differenti sistemi parziale genera l'energia cinetica in diverse forme, uso, trasferiti
ad un altro, rimanga conforme leggi generali, evidenziando la co-controllata e
mantenuta. In tale misura possano nell'esatta teoria della natura tutti i processi fisici,
attività, processi, quale nome portano inoltre, la sostanza chimica che non
imponderabeln escluso, organico, sulle proposte, sia grandi masse o piccole particelle
possono essere ridotti, tutti possono avere una scala per trovare la loro vitalità o forza
nella forza vivente, che, se non ovunque, è direttamente misurabile, ma dipende da
effetti che dipendono da ciò, almeno ovunque in linea di principio.
L'incertezza in cui ci troviamo sulla natura dei processi fisici fin dall'inizio, a
conclusione della nostra percezione dipende, e andare avanti con i nostri pensieri, a
corto di attività psicofisiche, per cui in ogni caso comporta alcuna incertezza sulla
portata di ciò che devi crearlo. Se si trovano ancora sotto il luogo fisico, anche la
misura della forza vivente trova il suo posto; se non ci stanno, non avvicinarci qui.
Questo è importante da un duplice punto di vista, una volta che ci fornisce una base
di chiarezza, in secondo luogo, fintanto che ci fornisce una base di legalità su cui
costruire.
Senza conoscere la natura specifica delle attività psico-fisiche, sappiamo cosa
abbiamo formato di capirli, a psicofisica con la fisica, la fisiologia, meccanica, per
ottenere in un chiaro rapporto con la vita ordinaria, e in grado di accedere al gli
universali generali e le leggi della forza vitale stabiliscono conclusioni valide. ma tali
dubbi possono sorgere uno se non ancora le attività psicofisiche sfuggire questa
generalità, l'indagine deve affrontare stesso per questo.
Considera, quindi, qui alcune delle più importanti condizioni generali e leggi della
forza vitale, che forniscono un indizio di questa indagine, o consentono applicazioni
altrimenti ovvie al nostro campo.
Un sistema può sembrare calmo, e tuttavia sviluppare una forza vitale molto grande
in movimenti impercettibilmente piccoli, che, in virtù della trasferibilità e della
fattibilità della forza vivente in varie forme, sono spesso solo le entrate di grandi
movimenti potenti.
Se viene colpita una campana pesante, non si vede il loro piccolo tremore. Tuttavia
la forza vivente di questi tremiti (compresi quelli con vibrazioni di calore generate)
rappresenta l'intera forza vivente del colpo che cadeva su di loro; e se si volesse
riassumere i movimenti reciproci dello stesso in una direzione, verrebbe così buttato
via un buon affare.
Apparentemente un insignificante o del tutto assente, ma in realtà una forza vivente
indubbiamente molto grande, si sviluppa nell'atto di composti chimici. Non notiamo
movimenti evidenti; ma i fenomeni di luce e di calore che avvengono, basati sulle
vibrazioni dell'etere, ci permettono di supporre che anche le particelle misurabili
nell'atto di questa connessione entrino in vibrazioni viventi, che sono comunicate o
comunicate all'etere. Ora, poiché la forza vivente del colpo può sembrare scomparire
nell'invisibile suono della campana, così, al contrario, la forza viva del tremito
impercettibilmente piccolo può, con un'appropriata mediazione, trasformarsi in
potenti moti visibili.
Così l'intera forza vivente del carro a vapore rotante è solo un giro d'affari della
forza vivente dei tremoli impercettibilmente piccoli causati dal processo di
combustione nel combustibile (incluso l'etere che lo penetra), da lì alle parti del
motore, e da lì al Il carrello è stato trasferito. E ciò che qui viene alla luce nei
movimenti visibili scompare nel regno dei movimenti invisibili del materiale
riscaldante, con cui è necessario continuare la manutenzione e lo sviluppo del
processo di riscaldamento con materiale nuovo e treno costante, egli stesso dovrebbe
continuare. Anche senza l'aggiunta della macchina e dell'auto, sarebbe necessario
farlo indebolendo le vibrazioni stesse comunicando all'ambiente, la radiazione nello
spazio circostante;
Così è l'energia cinetica dei movimenti visibili che esegue l'uomo fuori con le
braccia e le gambe, niente di più che una vendita o una risultante dell'energia cinetica
dei piccoli movimenti interni che sono causati dalla chimica del processo di dieta. Per
ogni risultato esteriore l'uomo consuma qualcosa di questa forza vivente sviluppata
internamente; perché la forza vitale, che prendono il set in corpo movimento, gli
sfugge, e anche senza movimento visibile, perde continuamente un messaggio al
mondo esterno, escrezioni, carisma, che rende tutto un re-sostitutiva continua con il
processo nutrizionale necessario alla macchina organica continua
Così come la forza viva della impercettibilmente piccola Erzitterungen non deve
essere trascurata contro i movimenti invisibili, ma costituisce piuttosto una parte
importante della forza di vivere nel mondo, la forza viva dei movimenti nel territorio
di imponderabile non deve essere trascurata contro le zone del ponderabile, ma fa
parte, una parte importante della forza di vivere nel mondo e ha anche una parte
importante dei processi e dei servizi che noi percepiamo nelle aree di ponderabile, in
virtù della fattibilità e trasferibilità di energia cinetica da un dominio all'altro.
Perché anche se dobbiamo assumere che la massa delle particelle eteriche sia quasi
infinitamente piccola, non è nulla, ed è compensata in parte da una velocità
indicibilmente grande, che dobbiamo sistemare da un'altra parte nelle sue vibrazioni,
eppure una grande vivente Forza sviluppata in queste vibrazioni e nel trasferimento al
weighable si può ottenere una prestazione significativa.
La forza vivente sperimenta nell'atto del transfert da un corpo all'altro, da una parte
di un sistema a un altro, sia pesata o meno, dall'impatto, dall'attrito, dalla resistenza
dei mezzi, tanto quanto la forma in cui avviene , così essendo cambiato, né
propagazione né diminuzione.
Apparentemente, con ogni protuberanza, ogni attrito, attraverso ogni resistenza, la
forza vivente scompare: la forza vivente di tutte le pietre che cadono sulla terra
sembra essere scomparsa; la forza vivente di una corda vibrante è diminuita dalla
resistenza dell'aria; un passaggio in auto non vermöchte ottenere sotto l'influenza di
attrito a terra il suo potere di vita immutato, se non l'animale da tiro mai inflitto
nuova Zuwüchse che deve crescere dal progresso del processo di dieta se stesso.
Ma tutta la forza vivente che si perde qui per il movimento visibile si trova nel
tremito invisibile di parti leggibili e imponderabili. Letzterem entspricht eine gewisse
Wärmeerzeugung, so daß der ganze Verlust, der im Akte des Stoßes, der Reibung usw
an lebendiger Kraft Seitens der wägbaren Teile erlitten wird, durch ein gewisses
genau bestimmbares und bestimmtes Äquivalent Wärme gedeckt wird, durch dessen
angemessene Verwendung dann eben jenes Quantum di forza vivente nell'area del
weighable, attraverso la cui scomparsa il calore è sorto e potrebbe essere prodotto di
nuovo. Sì, è questo uno dei motivi più vincolanti dissipare il calore fenomeni di
oscillazioni di un substrato, che non è incomparabile con substrati ponderabili
Un terreno comune molti un benvenuto, popolare conto dei principi della
importante dottrina della equivalente meccanico del calore comprende i seguenti
trattato di Baumgartner. "L'equivalente meccanico del calore e il suo significato
nelle scienze naturali Una conferenza tenute imperiale in occasione della riunione
cerimoniale Akad .. il 30 maggio 1856 "in Grunert's Arch. f. Math. 1858 p. 261; da
cui prendo in prestito qui alcuni posti. Qui, di è fornito come unità di lavoro 1 piedi
libbre, l'efficienza del lavoro attraverso il quale 1 libbra di 1 piede sollevato, e come
unità di riscaldamento, la quantità di calore, che è in grado di portare 1 Pf. Acqua a
0 ° per 1 ° C ..
"Il consumo di una determinata quantità di calore produce anche una certa
quantità di lavoro e viceversa, e in base ai risultati di numerosi tentativi fatti con
tutte le precauzioni, alcuni lavori sono stati fatti in calore, alcuni in calore e dove il
calore è applicato Le origini più diverse hanno a che fare con il consumo di un'unità
termica di 1367 unità di lavoro e viceversa, che si basa su misure e pesi austriaci ".
"Tradotto nella lingua della vita comune, significa: la vasca, che riscalda 1 p
d'acqua da 0 ° per 1 °, esercita la stessa forza meccanica di un peso di 1367 libbre
che cade alto 1 piede."
"L'attuazione del calore in lavoro e il cambiamento viceversa avviene non
sull'umore e casuale, ma secondo certe regole, che esprimono le condizioni in cui.
Vale a dire, il calore può essere trasformato solo nella misura in opera, quando
applicata ad un corpo è. ma questo avviene in calore conduttivo solo nella direzione
dal corpo caldo al radiatore ed esistono solo in quanto le differenze di temperatura.
tuttavia, le interruzioni di calore aggiunte questo in due parti, una delle quali serve
per aumentare la temperatura a volume costante, ma l'altro funziona. da z
hinschiebt. B. un carico prima cerca. Dove non esiste tale, dal momento che nessun
forze cambiamento avviene. questo spiega perché una massa d'aria si raffredda
quando si espande, superando una pressionementre la sua temperatura rimane
invariata, se l'espansione avviene senza superare una resistenza, come accade
quando fluisce in uno spazio vuoto. "
"Ogni Gran carbone, che brucia completamente sotto la caldaia del motore a
vapore o macchina dell'aria, fornisce un risultato di processi chimici di combustione
0.908 unità di calore o di 1241 piedi libbre funzionano se tutto il calore per la
generazione di vapore o per aumentare la forza di serraggio dell'aria utilizzata e
completamente nel lavoro è implementato. "
Ormai, sarebbe inutile dire che la forza vitale nel mondo è una quantità
costante. Solo con l'atto, nel momento della comunicazione e della propagazione
della mozione, non cambia, se prendiamo in considerazione l'equivalente del calore
prodotto; ma attraverso l'effetto continuo e in continua evoluzione delle forze nel
corso del movimento. Quando un corpo incontra l'altro nel suo corso; Quindi, in
considerazione della vibrazione delle particelle leggibili e dell'attribuzione del calore
equivalente prodotto dalla collisione, la somma della forza vitale in entrambi sarà
ancora grande come in precedenza dopo la collisione; d'altra parte, vediamo il potere
vivente di ogni pianeta che cresce man mano che si avvicina al sole, diminuendo
mentre si allontana da esso, e quelli di un pendolo oscillante in discesa crescente,
decrescente in ascensione. Ma se la forza vitale non è la stessa in questi casi, si
scopre sempre le stesse dimensioni di backup in modo da primo caso il corpo è fatto
di sole e pianeta, in secondo luogo, se il sole e la terra del sistema, sotto l'influenza
INTERNO Le forze del sistema assumono nuovamente la stessa situazione l'una con
l'altra. Ora un movimento circolare od oscillante del tipo trovato affatto in molti altri
sistemi sotto l'influenza delle proprie forze interiori invece che le parti ritornano
sempre un determinato luogo dopo un intervallo, e per questo caso è anche
generalmente il nome sotto il la legge di conservazione della forza vivente nota legge,
secondo la quale la forza vivente in uno,
Se colpiamo un pezzo di acciaio, la forza vitale impiantata nelle particelle di
acciaio nell'atto di impatto insieme al calore generato rappresenterà pienamente la
forza vitale persa per il corpo che batte, e se il corpo è completamente elastico, le
particelle diventeranno , oscillando dal momento dell'impatto, sotto l'influenza delle
proprie forze, mentre attraversano la loro posizione originaria di equilibrio,
guadagnando sempre la stessa forza vitale, ma non mantenendola per la durata della
vibrazione, lasciando la posizione originale; e se, invece dell'acciaio, abbiamo un po
'di piombo elastico, allora rimarrà costantemente compresso e la forza vivente
prodotta nel file dell'impatto, con cui le particelle sfuggirebbero all'equilibrio, non
posso recuperare. Piuttosto, in queste circostanze, la vera forza vivente scompare,
che, come viene espressa, viene utilizzata per produrre un cambiamento continuo
nella posizione delle particelle.
La legge della conservazione della forza vitale non impedisce quindi alla forza
vivente di un sistema o parte del sistema-mondo infinito di cambiare
temporaneamente, aumentare, diminuire o cambiare continuamente; afferma
semplicemente che recupera quando le parti del sistema ritornano alla loro posizione
originale sotto qualsiasi influenza di forze interne, dopo ogni precedente impulso; ma
in genere non può garantire questo ritorno, e in molti casi non ha luogo. Non ha
nemmeno luogo nei semplici sistemi di tre corpi che si attraggono sotto la legge della
gravitazione, tranne che in condizioni speciali. E, come sappiamo, a causa
dell'incommensurabilità dei loro periodi orbitali, i pianeti del nostro sistema solare
non sono mai esattamente, ma solo approssimativamente in periodi più ampi,
È indiscusso che nell'infinito del mondo il declino della forza vivente, che una
parte di questo sistema infinito subisce in tal modo, viene vissuto temporaneamente o
permanentemente; può più o meno compensare con l'aumento che un'altra parte
sperimenta allo stesso tempo; ma non vi è alcun principio che ponga la diminuzione
nell'una e nell'altra parte in tale relazione che ci si dovrebbe aspettare un risarcimento
preciso e duraturo, e c'è meno ragione per ipotizzare una tale riduzione di una Esiste
un altro principio che stabilisce un'altra relazione costante per la forza vivente, ma
non quella della persistenza nello stesso stato.
Non la dimensione della forza di vivere nuovamente disponibile, ma la dimensione
della cinetica movimento esistente energia disponibile cause è in relazione alle
dimensioni della forza vivente che la virtù ancora possibile generare quello che
abbiamo appena potenziale forza (l'espressione più comune è forza di chiusura) da
chiamare, è una dimensione costante per qualsiasi sistema estraneo alle influenze
straniere, e quindi indiscutibile per il mondo.
Per una spiegazione, immaginiamo una stringa nello spazio vuoto che oscilla senza
resistenza e non rinunciando a nulla di movimento nei documenti su cui è distesa,
come sarebbe il caso se fosse distesa tra due semplici punti fissi per essere estranei
Per denotare gli effetti del sistema di particelle materiali. La forza vitale di questa
stringa è variabile. È zero ai limiti dell'escursione; ma il potere potenziale qui è allo
stesso tempo più grande. Perché in ogni punto che la corda passa da lì all'equilibrio,
produce una nuova quantità di forza vivente, che unisce il primo fino a quando,
passando attraverso la posizione di equilibrio, raggiunge il massimo della forza
vivente. Quando era al confine dell'escursione, questa, ora reale, forza vitale è il suo
potere potenziale, cioè la forza vivente che non è stata ancora creata, ma che potrebbe
ancora essere prodotta in virtù delle cause esistenti del movimento. Nel movimento
dal limite dell'escursione alla posizione mediana, tutto questo potere potenziale è
stato tradotto in forza vivente; ma tanta parte della forza vitale sorse, persa in potenza
potenziale; poiché ciò che era già prodotto dalla forza vitale non poteva più essere
prodotto finché, al momento dell'arrivo nella posizione intermedia, tutta la forza
potenziale era esaurita, e quindi non era possibile alcun ulteriore aumento della forza
vitale a sue spese. Da allora in poi, al contrario, dopo un corso corrispondente, la
forza potenziale cresce a spese della forza vivente e così via, finché non raggiunge
l'indefinito,
Ciò che vale qui per la corda è vero per il mondo. La potenza vivente può crescere
solo a scapito del potenziale e viceversa. Solo che non tutte le parti del mondo in
parallelo attraversano la loro alternanza tra il sorgere e il cadere, il potere vivente e
potenziale, come le parti della corda; al contrario, le parti più diverse del mondo
possono trovarsi in circostanze del tutto diverse a questo riguardo; e contribuiscono
solo in solidarietà all'adempimento della legge, in modo che ciò che un corpo perde
in potenza vivente attraverso la comunicazione con l'altro, non cresce a se stesso in
potenza potenziale, e viceversa, ciò che riceve attraverso la comunicazione; non è
vinto da lui a spese del suo potere potenziale; solo per l'intero sistema si applica la
somma costante di entrambe le forze. Comunicando il suo movimento all'aria, una
corda può immediatamente perdere tutta la potenza vivente con tutta la sua potenza
potenziale riposando nella posizione di equilibrio; Ma se li prendi in connessione con
l'aria, la somma del potere vivente e potenziale per il sistema di corda e aria è rimasta
la stessa.
Questo è il grande principio della cosiddetta conservazione della forza, coerente
con quanto sopra della conservazione della forza vivente, ma di un significato ancor
più generale di questo, un principio fondato, in effetti, da noti principi generali della
meccanica, ma prima da Helmholtz con chiarezza è stato sviluppato, enfatizzato nel
suo pieno significato e spiegato nelle sue principali applicazioni. Da allora ha trovato
la più ampia considerazione e applicazione nel campo della fisica organica e
inorganica. Generalmente si applica solo alle forze centrali che non sono una
funzione del tempo o della velocità; ma fino ad ora non è stato trovato alcun motivo
per dubitare della sua universalità nel dominio dell'organico e dell'organico.
Questo può sembrare ovvio all'inizio. Nel campo dell'elettricità e del magnetismo,
nella misura in cui è riconducibile all'elettricità, ci sono forze che, secondo le
indagini di Weber, dipendono dalla velocità e dall'accelerazione. Ma sembra che
queste forze elementali si combinino in modo tale che la legge resti valida in tutti i
fenomeni naturali. Questo è evidente per gli effetti di corrente elettrica magnetica e
sostituibile, nella misura in cui possono essere realmente rappresentati come gli
effetti delle forze centrali che sono indipendenti dalla velocità e
dall'accelerazione. Inoltre, in risposta al mio interrogatorio, il Prof. W. Weber mi ha
informato oralmente che in tutti i casi, a cui ha condotto la sua indagine, ha trovato
la legge in vigore anche oltre i limiti di tali effetti.
Secondo questa legge l'energia cinetica prodotta dalle precedenti stimoli esterni, o
violare l'azione forza interiore nei suoi effetti interni dei sistemi di licenza possono
anche crescere a scapito del suo potere potenziale, e le attività di questa crescita è
esaurita, pertanto, in conformità con, come il potenziale forza attraverso esaurito
continua crescita continua della forza vitale, e aumenta in modo inversamente
proporzionale alla riduzione di energia cinetica, in modo che, anche se un cambio di
energia cinetica tra aumento e diminuzione e un trasferimento di una parte del
sistema ad un altro, ma nessuno dei due continua crescita fino a illimitata Altezza,
anche una diminuzione fino a quando l'estinzione permanente in un sistema lasciato
ai suoi effetti interni, e con ciò indiscutibilmente nei sistemi del mondo, può
avvenire,per cui la conservazione dell'attività del mondo entro certi limiti di
oscillazione è assicurata dal punto di vista più generale.
D'altra parte, la forza vivente può crescere in una parte di un sistema senza
diminuire la forza potenziale e diminuire senza aumentarla, poiché diminuisce o
aumenta simultaneamente in un'altra parte del sistema, trasferendo la forza vitale da
una parte all'altra. Nella misura in cui ogni corpo finito fa parte del sistema generale
del mondo, la legge è applicabile a tutti solo sotto questa considerazione, cioè il
costante equilibrio tra forza potenziale e forza vivente si applica a lui, in particolare
solo per quanto riguarda i suoi effetti interiori; in connessione con il sistema più
ampio a cui appartiene, nell'ultimo caso del mondo intero.
Si dovrebbe notare che il principio o la legge della conservazione della forza non ci
dice nulla sull'andatura, sulla modalità del ricambio reciproco tra il potere vivente e
potenziale, e nulla sullo stato di un sistema in questo senso in ogni momento; Al
contrario, questo è connesso con le condizioni e le condizioni speciali di ciascun
sistema, che non può essere determinato da alcun principio generale ma può essere
dedotto solo dall'esperienza. il principio di conservazione del potere ci dice
semplicemente che; così come le vendite tra vita e forza potenziale nei suoi effetti
interni ceduti sistemi di successi, che ancora potrebbe essere tale solo che la somma
costante di esso è mantenuto nel suo complesso, che è ancora la libertà che egli
successi a numero infinito di modi. Quindi si lega solo da un certo punto di vista
molto generale; in esso non si trova la completa determinazione del corso dei
fenomeni.
Per quanto l'uomo libero possa essere, per la sua volontà e il suo spirito, infatti, non
sono solo nella padronanza dell'esterno, ma anche dei poteri interiori della natura i
limiti effettivi attinti dalle leggi generali della natura.
L'uomo può andare sulla terra dove vuole, spostando il suo centro di gravità in
qualsiasi direzione egli scelga, nessuna legge naturale conosciuta si lega e gli
impedisce di farlo. Ma può farlo solo fino a preservare la legge di conservazione del
centro di gravità, che a sua volta è una conseguenza del principio di uguaglianza di
azione e reazione. Da un'altezza giù cade o che salta non è con piena libertà di
volontà in grado di concentrare i capelli dislocare ampia dalla linea di caduta di
gravità, salvo che la resistenza dell'aria costituisce una possibilità debole. Perché,
secondo quel principio generale, nessun sistema fisico può spostare il proprio centro
di gravità dalla propria attività interiore. Implica un aiuto esterno o una resistenza
esterna.
Non sarà lo stesso con la potenza vivente. La volontà, il pensiero, l'intera mente è
libera come vuole; ma non sarà in grado di esprimere di nuovo la sua libertà, ma solo
sulla base delle leggi universali della forza vivente. Se la sua andatura è legata al
corso dell'attività psicofisica e vincolata alla legge della conservazione della forza,
egli stesso sarà vincolato da essa.
Non è una disgrazia; poiché la legge della conservazione del potere è una legge
della conservazione del mondo; e non è sfortuna che la mente sia destinata a provare,
a pensare, a volere nel senso di questa conservazione.
Non è stata ancora fornita una prova generale e chiara dell'estensione della validità
della legge all'attività psicofisica; ma si può affermare che tutte le esperienze, nella
misura in cui possiamo fare tali cose, sono in questo senso e senza costrizione
possono essere interpretate solo mediante la legge; dovremo quindi aderirvi, a
condizione che non vi sia alcuna prova del contrario.
traiamo alcune condizioni fondamentali a questo proposito in considerazione, la
nostra attenzione principalmente su insegnare ciò che si vuole essere in leichtesten
inclini a ritirare la validità della legge, vale a dire, il campo di maggiori attività
intellettuali più libere.
potrebbe sin dall'inizio da intendersi che, se non le attività mentali a tutti, ma in
ogni caso potrebbe andare più in alto da Equip senza a forza viva, per essere del tutto
legato loro le leggi, aumento e la diminuzione. Tutto parla contro questo
requisito. Immaginate per ora è se un rapporto così speciale tra attività mentali e
fisiche superiore che luogo che un particolare movimento spirituale poteva sorgere
solo a causa di un altrettanto certo fisico e reso; deve essere stato ammesso, e si deve
sempre ammettere che anche le attività mentali superiori qui richiedono generalmente
che l'attività corporea sia una base in più rispetto a quelle inferiori; ma poi hanno
anche bisogno della forza vivente di questa attività per andare da Statten, e
l'esperienza insegna; che richiedono una forza sufficiente di loro; per andare da
potenti a se stessi.
Ma si può continuare a credere che lo spirito della loro propria fonte di attività
fisica necessaria per il suo passaggio, o almeno far crescere la potente energia
cinetica conservando il suo passaggio necessario, vale a dire l'energia cinetica può
assolutamente si moltiplicano nel mondo, senza la forza viva altrove o Pertanto, il
potere potenziale del corpo stesso ha bisogno di diminuire, cioè contro la legge di
conservazione della forza, che richiede una considerazione generale di tutte le forze
viventi e potenziali esistenti in questo senso. in breve, che è un generatore di forza
vivente completamente nuova nel corpo.
Consideriamo alcuni fatti che, con la spiegazione, danno allo stesso tempo una base
per la decisione di questa domanda.
Il gioco e il consumo della forza vitale nel cervello in direzione psicofisica e in
altre parti di attività non psicofisiche esistono effettivamente nel corso ordinario della
vita allo stesso tempo e tra di loro. Possiamo pensare e fare altre cose con i nostri
organi corporei, e di solito lo facciamo. Ma ora il potere del pensiero dovrebbe essere
aumentato. Immediatamente vediamo come, invece di essere in grado di creare forza
vitale dalla propria fonte per intensificare l'attività psicofisica di cui ha bisogno per la
propria amplificazione, deruba tali altre attività corporee, e in ogni caso non può
amplificarla. Qualcuno è appena stato impegnato in un duro lavoro fisico, e poi un
pensiero arriva a lui che lo occupa più del solito, immediatamente le sue braccia
affondano e si bloccano, finché il pensiero, e quindi la sua attività psicofisica, lavora
interiormente per iniziare di nuovo il suo lavoro esterno, quando il sé interiore si
placa. Dov'era la forza vivente dei movimenti del braccio
contemporaneamente? Serviva per iniziare i movimenti nella testa.
Proprio come un pensiero intenso interrompe necessariamente qualsiasi prestazione
corporea esterna, al contrario, un salto interrompe ogni linea di pensiero. La forza
vitale che il salto delle gambe ha bisogno sfugge al corso dei movimenti psicofisici
che il pensiero richiede; e la mente non ha né il potere di continuare il corso come
prima, nonostante la perdita, né di sostituire la perdita del proprio potere.
Possiamo essere la forza vivente; che è disponibile per l'arbitrarietà, anche se la
condivisione, ma ha il suo massimo in ogni momento, e questo può avvenire solo per
un tipo di lavoro fino a quando gli altri riposano. Proprio come abbiamo bisogno di
riposare gli altri per usare la massima forza possibile in un braccio, dobbiamo lasciare
riposare tutte le parti del corpo per usare la massima forza possibile nella testa, e
viceversa lasciare che l'attività nella testa poggino il più possibile eseguire movimenti
potenti con gli arti. E così vediamo il pensiero profondo seduto il più fermo possibile,
e qualcuno che cammina, solleva carichi, mai nello stesso tempo in profonda
riflessione. Si contraddice, non funziona.
Anche le funzioni involontarie, come la digestione, sono, in una certa misura, in
una condizione di equilibrio e di scambio della forza vitale con ciò di cui il pensiero
ha bisogno. Sebbene, dopo un apparato salutare, il fatto di cui possiamo solo
riconoscere qui, non possiamo spiegare, l'uomo non è né in grado di derubare le
funzioni involontarie con il pensiero che il corretto andamento della macchina
organica è quindi ristagnato, al contrario, con altre funzioni, per rubare così tanto
potere di pensiero da portarlo a un punto morto completo.
Pensare è un esempio; ma ciò che si applica in questa relazione al pensiero vale per
ogni attività spirituale. I sentimenti intensi, le passioni, le intuizioni sensuali si
comportano allo stesso modo del pensiero intenso; solo che l'attività psicofisica di
molti di questi processi mentali da parte del dispositivo organico con certe attività
esterne è in nesso naturale, che quindi tende ad alzarsi e cadere insieme ad esso,
mentre allo stesso tempo antagonizza il resto. Questo principio di associazione delle
attività fisiche sarà discusso più avanti.
La stessa relazione tra le attività psicofisiche e non psicofisiche si svolge anche tra
le diverse aree delle attività psicofisiche. Non è possibile essere completamente
assorbiti in una vista esterna e allo stesso tempo riflettere profondamente. Allo stesso
tempo, guarda e ascolta attentamente, non funziona. Per riflettere più chiaramente su
qualcosa, dobbiamo astrarre maggiormente dagli altri; e mentre l'attenzione si divide,
si indebolisce per l'individuo. Qui si potrebbe tuttavia vedere un gioco di leggi
puramente psicologiche se questi fatti fossero da soli. Ma sono troppo in comune con
i precedenti, per non vedere in esso un'estensione della legge di conservazione della
forza al gioco puramente psicofisico. Per rafforzarlo, il pensiero non ha bisogno di
privare le attività non psicofisiche del potere vivente, se può ritirarlo da altre attività
psicofisiche in corso. Ciò non nega l'esistenza di leggi psicologiche o le riduce a
quelle fisiche; si asserisce soltanto che le leggi del corso delle attività mentali e
fisiche non sono meno strettamente collegate di loro stesse; e questo non ha nulla di
sconcertante, ma il contrario sarebbe strano. che le leggi del corso delle attività
mentali e fisiche non sono meno strettamente collegate di loro stesse; e questo non ha
nulla di sconcertante, ma il contrario sarebbe strano. che le leggi del corso delle
attività mentali e fisiche non sono meno strettamente collegate di loro stesse; e questo
non ha nulla di sconcertante, ma il contrario sarebbe strano.
A seconda del nesso in cui si trovano le parti, alcuni possono operare solo in un
certo contesto o sequenza, e alcuni più facilmente in questo che in quella attività, e
alcune attività in generale solo, o più facilmente, attraverso un dato contesto parti
sono come realizzano attraverso individuo, un principio che entra in conflitto con la
precedente che la distribuzione di energia cinetica tra le attività interagenti
condividono quindi da un lato del rendimento dei singoli indebolisce quale sia il
rapporto dall'altro lato possibile solo fa o promuove. A causa della considerazione di
questo principio, molte apparenti contraddizioni con il precedente principio si
spiegano, dove le attività, invece di essere reciprocamente limitate dal loro rispettivo
aumento, piuttosto, si alzano e cadono l'uno con l'altro, e insieme continuano, si
trascinano e seguono l'esempio. Nel gioco delle macchine troviamo di nuovo la cosa
corrispondente; ed è quindi nulla qui a vedere le leggi della conservazione del potere
della contraddizione.
Nel nostro organismo tali connessioni possono essere parzialmente fissate, in parte
ricostituite o risolte dall'assuefazione, dalla pratica e con la crescente pratica di
mettere parti in azione in isolamento, aumenta la possibilità di metterle in attività più
vigorose. Anche questo principio, come facilmente spiegato, interviene nel contesto
di attività psicofisiche e non psicofisiche.
E così è la generazione come utilizzare l'energia cinetica delle attività psico-fisico
in noi, per quanto lo osserviamo irgends e può formare una conclusione
sull'osservazione, il tutto sotto una legge comune con l'energia cinetica delle attività
non psicofisiche dentro di noi e fuori di noi, e così libero come può essere la mente,
non può fare nulla contro questa legge, ma solo sulla base di questa legge.
Ma come interpretare i fatti del seguente tipo?
All'improvviso vediamo una persona in conseguenza della pura eccitazione mentale
compiere una tremenda conquista fisica o mentale, dopo essersi seduto
indifferentemente e tranquillamente, così che né nelle attività psicofisiche né in
quelle psicofisiche era presente una scorta di grandi forze viventi. Da dove viene la
potenza vivente? E questa forte attività potrebbe continuare sotto l'influenza di una
forte volontà. Dov'è la fonte sostenibile di questo potere da cercare, se non è la
volontà stessa?
Ma ciò che il primo è interessato, possiamo fare solo uno sforzo improvviso in una
certa direzione, offrendo l'aereo prima e per questo motivo non forza potente in una
direzione improvvisamente concentrarsi e rimuovere anche le funzioni involontarie a
dover completare. E se noi stessi siamo in grado di eseguire sotto l'influenza di una
forte volontà sostenuta servizi insoliti che non vermöchten di compiere senza che
l'intento, la produzione e il consumo di energia cinetica necessaria avviene ma né
contro la legge di conservazione dell'energia; né dal potere puramente spirituale della
volontà.
Infatti, troviamo che ogni tentativo arbitrario di più noi esausto fisicamente, che il
patrimonio della espressione lontana di diminuzione di potenza più giù di lì, più forte
e più a lungo continua, il che dimostra che lo sviluppo casuale di energia cinetica nel
nostro corpo in modo beh, solo a spese del potere potenziale, questa è la forza che è
ancora possibile produrre, cioè, secondo la legge della conservazione della forza,
come lo sviluppo della forza vitale in aree in cui non si verificherà alcuna
volontà. Così, è pacifico che possono realmente forza formata sotto l'influenza della
volontà vivente, che sarebbe ohnedem non verificato, ma solo se nessun volontà è
coinvolta solo a spese della forza potenziale, cioè dalla fonte da cui nasce
altrimenti. Era indiscusso quello o psicofisicamente, le attività a loro volta soggette
alla volontà generano un evento in cui il ricambio della forza potenziale ha avuto
luogo nel vivere e nel durare; Solo la volontà da se stessa non può creare la forza
vivente senza le condizioni altrimenti generalmente valide.
La potenza vivente del nostro organismo, in generale, secondo lo stato mutevole
del nutrimento, della salute, della veglia e del sonno, è in alti e bassi, per cui nel
complesso può sorgere e affondare profondamente; ma sembra in condizioni normali,
incapaci di eventuali bruschi cambiamenti improvvisi nel complesso, ma solo
improvvisa altra distribuzione che è causato in parte da stimoli, in parte dalla
direzione arbitraria di attenzione o trasferimento di sfera attività. L'idealista può
anche attribuire l'effetto degli stimoli a una ragione spirituale, quella materialista a
quella dell'arbitrarietà e dell'attenzione a quella materiale; ma qui prendiamo i fatti,
poiché rappresentano direttamente l'osservazione, che presto il materiale,
In un certo senso, è come un motore a vapore da cui dipende un motore
composto. A seconda delle condizioni del riscaldamento, la sua forza vitale può salire
o scendere; ma nel normale corso né l'uno né l'altro possono entrare
improvvisamente; ma aprendo o chiudendo una valvola a caso, questa, a volte quella
parte della macchina, può ora andare di nuovo, e un'altra può passare in pace. L'unica
differenza è che nella nostra macchina organica il macchinista non è esterno ma al
suo interno. Ora, indubbiamente, in vigorosi sforzi fisici, si può sviluppare una forza
più vitale a scapito del potere potenziale rispetto al resto del corpo; perché altrimenti
l'esaurimento più veloce e la necessità di una maggiore sostituzione; ma poi non è la
volontà che sviluppa questa forza in qualsiasi momento per ragioni spirituali, ma
l'aumento del processo chimico di nutrimento indotto in tal modo. In corsa rapida che
respiriamo più rapidamente, il sangue scorre più velocemente, e che ha lo stesso
successo se aumentiamo il treno nei preriscaldatori di un motore a vapore, e quindi
più veloce di una data quantità di efficace forza vivente in via di sviluppo a scapito
del potere potenziale del materiale di riscaldamento. Se la macchina organica non è
abbastanza capace o scarsamente fornita, in modo che quei processi chimici non
procedano in modo efficace, allora la volontà più forte non può fare nulla. come il
conseguente aumento del processo di nutrizione chimica. In corsa rapida che
respiriamo più rapidamente, il sangue scorre più veloce, e che ha lo stesso successo
se aumentiamo il treno nei preriscaldatori di un motore a vapore, e quindi più veloce
di una data quantità di efficace forza vivente sviluppo a scapito della forza potenziale
del materiale di riscaldamento. Se la macchina organica non è abbastanza capace o
scarsamente fornita, in modo che quei processi chimici non procedano in modo
efficace, allora la volontà più forte non può fare nulla. come il conseguente aumento
del processo di nutrizione chimica. In corsa rapida che respiriamo più rapidamente, il
sangue scorre più veloce, e che ha lo stesso successo se aumentiamo il treno nei
preriscaldatori di un motore a vapore, e quindi più veloce di una data quantità di
efficace forza vivente in via di sviluppo a scapito del potere potenziale del materiale
di riscaldamento. Se la macchina organica non è abbastanza capace o scarsamente
fornita, in modo che quei processi chimici non procedano in modo efficace, allora la
volontà più forte non può fare nulla. e quindi sviluppare più rapidamente una data
quantità di forza vitale effettiva a scapito della potenza potenziale del materiale
riscaldante. Se la macchina organica non è abbastanza capace o scarsamente fornita,
in modo che quei processi chimici non procedano in modo efficace, allora la volontà
più forte non può fare nulla. e quindi sviluppare più rapidamente una data quantità di
forza vitale effettiva a scapito della potenza potenziale del materiale riscaldante. Se la
macchina organica non è abbastanza capace o scarsamente fornita, in modo che quei
processi chimici non procedano in modo efficace, allora la volontà più forte non può
fare nulla.
Non dico con ciò che precede che la forza vivente nel corpo sia realmente
distribuita come il vapore in un motore a vapore; ma solo che la legge di
conservazione della forza conduce a corrispondenti successi.
L'ultima fonte di Kraftentwickelung vivere nel nostro corpo è, dopo tutto, che cosa
possiamo supporre nei processi di nutrizione, e da ogni parte ha il suo processo
nutrizionale in se stessa, ma ha anche una fonte di forza vitale in sé. Ma l'esperienza
dimostra da altri di fatti il modo abbiamo fatto qui sostenuto che tale processo in tutto
l'organismo viene effettuata in contesto solidale, in modo che non solo nessuna parte
vermöchte nutrirsi, ma anche rapporti quantitativi dell'equilibrio tra entrare nei
processi nutrizionali delle varie parti che sono nel senso della legge della
conservazione del potere. spiega anche il fatto che il processo nutrizionale di tutte le
parti è sotto l'influenza di corsa del sangue e l'attività nervosa che dimostrano un
collegamento dall'organismo, facilmente questo nesso generale del processo
nutrizionale di tutte le parti. Indipendentemente da ciò, né la forza di vivere, né un
vettore speciale dello stesso come il vapore nel motore a vapore, i flussi in realtà
direttamente tra le diverse parti, distribuito, dati da stimoli, l'attenzione, la volontà e
viene attirato lì, siamo sempre la brevità Dobbiamo essere in grado di usare
l'espressione della distribuzione della forza vivente e le espressioni figurative
corrispondenti dopo che sappiamo come trasmettere l'idea corretta.
Le specificità di tutte queste relazioni sono ancora poco conosciute; ma il generale
è abbastanza chiaro e aperto nel senso espresso qui; e le allusioni generali date
possono essere sufficienti per ora; ma un'ulteriore esecuzione di loro porterebbe in
parte all'incertezza, in parte non essendo lì all'ingresso.
La potenza vivente che viene utilizzato per tagliare il legno, e la forza di vivere per
il pensiero, che è legato ai processi psicofisici sottostanti che sono sul precedente
quantitativamente non solo paragonabile, ma anche trasformato in un l'altro, e con la
presente entrambi i servizi anche dopo fisico Pagina misurabile da una scala
comune. Buono come una certa quantità di forza vitale è dividere un tronco di legno,
sollevare un dato carico all'altezza data, pensare anche una certa quantità, un pensiero
di una data intensità; e quel potere può trasformarsi in esso. Questo non è un ostacolo
al pensiero; la sua dignità dipende dal modo, dalla direzione e dallo scopo del suo
corso, non dalla misura o incommensurabilità del movimento corporeo di cui ha
bisogno per andare in giro; come la spedizione di Colombo non perde il suo valore e
l'importanza che l'energia cinetica della nave che lo portò, era così facilmente
misurabile rispetto a quella di un sasso lanciato in modo casuale o il vento, e anche
quello implementato nell'altra. Il fisico in generale riceve valore o inutilità dallo
spirituale, che è collegato ad esso, e per quella stessa ragione non può né dare né
prendere tale dallo spirituale. Certo è che un sentimento silenzioso e pensiero hanno
un grande valore, e può ancora costruire su tali movimenti deboli che un
completamente inutile o nessun significativo le prestazioni fisiche esterno avrebbe
avuto luogo in modo che quando dovrebbero essere attuate in tale; ma è altrettanto
certo che se la vita di sentimento e pensiero dovesse diventare più intensa,
La relazione di dipendenza, in cui l'intensità dell'attività mentale è della grandezza
del fisico sottostante, deve essere asserita non meno nella direzione opposta. Non
appena un pensiero di una determinata intensità può essere concepito senza una data
forza vivente del movimento sottostante che si sta sviluppando, così poco può
svilupparsi a meno che il pensiero non sia concepito con quell'intensità. Non che per
ogni forza vivente di una data grandezza appartenesse un pensiero di una determinata
intensità, ma alla forza vivente di una tale camminata fisica, che è in grado di
trasmettere un treno di pensieri. Ora tutti sono liberi con noi il motivo ogni
movimento riflessivo nel mondo in un posteriore orizzontale o generale e al fine di
cercare la causa di tutti i movimenti del mondo in un sistema di movimenti, che
trasporta una più alta e finale unità di pensiero e una volontà più alta ed ultima, e solo
con tale può esistere; eccetto che qui abbiamo un accesso limitato alle questioni di
fede come misura di valore.
E la diligenza evita qualsiasi discussione su una disputa sulla libertà di scelta, e
sarebbe altrettanto improprio trascinarlo qui per mancare qui. Piuttosto, sottolineando
espressamente che le leggi generali della forza vivente limitano la libera disposizione
della stessa su di essa da un punto di vista molto generale, alla libertà viene concesso
ogni diritto, che gli viene concesso dalla realtà. Né può la legge dettare se e come
possiamo tradurre il potere potenziale in vita, né se e in quale direzione. A questo
riguardo, la volontà rimane completamente libera per quanto riguarda i limiti di
questa legge. Ma fino a che punto ci sono altri ostacoli, di nuovo il nostro compito
qui non è indagare
VI. Principio di misurazione della sensibilità. 1)
Anche con le stesse modalità di montaggio uno stesso stimolo da un soggetti o
organi può essere sentito forte o più debole di un altro, o dagli stessi soggetti o organi
a un tempo più o meno di un altro; Viceversa, stimoli di diverse dimensioni possono
essere percepiti in modo altrettanto forte a seconda delle circostanze. Quindi
misuriamo il soggetto o l'organo in un momento e l'altro in modo più o meno
sensibile.
1) Revisione a pagina 18-23. Psych. Maßprinzipien p.189 e segg.

Dove gli organi di senso sono paralizzati; anche gli stimoli più forti non si sentono
più; la sensibilità è zero; In molti stati eccitati dell'occhio o dell'orecchio, d'altra
parte, anche lo stimolo più debole della luce o del suono provoca una sensazione
vivace, anzi fastidiosa; la sensibilità per esso è enormemente aumentata. In mezzo ci
sono tutti i livelli intermedi di sensibilità. Di conseguenza, c'è una ragione sufficiente
per distinguere e confrontare i gradi di essi; ma si chiede come possa essere accurato,
come possa essere realmente misurato.
Ecco le seguenti opzioni. In generale, la misura di una quantità è che determina
quante volte una quantità dello stesso tipo, presa come unità, è contenuta in essa. In
questo senso, la sensibilità come facoltà astratta ha la stessa misura della forza
astratta. Ma invece di misurarlo esso stesso, si può misurare qualcosa ad esso
relativo, di cui dipende da esso, che secondo la sua concezione aumenta e aumenta
con esso, e con il quale esso contrariamente diminuisce e aumenta secondo il suo
concetto, e quindi ne acquisisce una misura indiretta, nello stesso Sensi, come è
anche il caso con la forza. Invece di misurarli noi stessi, misuriamo le velocità
correlate, che sono le stesse masse o le masse, che sono impiantate alla stessa
velocità. E così possiamo provare a misurare la dimensione della sensazione prodotta
da stimoli della stessa grandezza, o la dimensione degli stimoli, che producono una
sensazione uguale, e dire, in un primo momento, che la sensibilità è due volte più
grande, se lo stesso stimolo provoca il doppio della sensazione; nel secondo caso, è
due volte più grande quando uno stimolo pari a metà provoca una sensazione
altrettanto grande.
Tuttavia, la prima via è impraticabile, perché non abbiamo ancora una misura della
sensazione, e, come mostreremo in seguito, tale prima deve essere basata sulla misura
della sensibilità, che è fondata in altro modo. Non c'è niente che ti impedisca di
attenersi al secondo. L'entità degli stimoli è accessibile al massimo e l'uguaglianza
della sensazione può essere stabilita con le misure necessarie, che saranno discusse in
maggiore dettaglio in futuro. Così, abbiamo impostato la sensibilità agli stimoli delle
dimensioni degli stimoli che altrettanto forte, o, più in generale, per capire estese
sensazioni, risvegliare una sensazione uguale inversamente, reciprocamente un breve
stampe.
Si può ammettere che alla fine è solo una questione di definizione che chiamiamo
la sensibilità due volte più grande quando metà dello stimolo dà la stessa
sensazione. Se la sensibilità fosse qualcosa di misurabile in sé, questa libertà non
sarebbe aperta, ma la relazione dovrebbe essere stabilita attraverso l'esperienza o le
inferenze. Questo non è il caso; la spiegazione a riguardo è arbitraria, e la più
semplice possibile, e che consente l'uso più semplice, da preferire.
Così preso questa misura sarà un aiuto per noi, e ha anche altro significato rispetto
a orientarci nel regno delle relazioni attuali tra lo stimolo e la sensazione e rendere la
loro connessione a fattura possibile, senza dire circa la dimensione della sensibilità
astratta di sorta per può e dovrebbe Certamente rimane sempre che in un soggetto, in
una sola volta, vi appartiene una duplice attrazione, allo scopo di cadere altrettanto
nella sensazione che in un altro soggetto, in un altro momento. Invece di dire questo
in molte parole, lo esprimiamo brevemente con i pochi, che in un caso c'è la metà
della sensibilità allo stimolo come nell'altro caso. Qualsiasi altra misura implica una
relazione di fatto diversa a questo riguardo e non significa nulla di diverso da quello.
La forza o la vivacità delle attività fisiche, che ha portato il ricorso in noi, e di cui
la sensazione dipende direttamente, corto di attività psicofisici affiliata con questo, la
psicofisica esterne, le dimensioni non si fermano. La questione se queste attività
siano proporzionali o meno alla forza degli stimoli è indifferente al suo concetto e
alla sua applicazione; poiché, come misura della sensibilità degli stimoli, è solo una
questione di una relazione di sensazioni con questi, non con le attività così indotte; e
tale domanda deve essere sollevata, ma può essere decisa solo sulla base di fatti che
presuppongono questa misura.
È comunque importante evitare i seguenti errori. Se, con il doppio della sensibilità
di uno stimolo, la metà dello stimolo è sufficiente per indurre una sensazione della
stessa grandezza, non ne consegue che lo stesso stimolo provoca una sensazione due
volte maggiore. Innanzitutto, non possiamo giudicare questo finché non abbiamo
alcuna misura della sensazione, e più tardi, quando ce l'abbiamo, diventerà chiaro che
questa relazione non esiste.
La sensibilità agli stimoli viene utilizzata per distinguere la sensibilità ai
cambiamenti di stimolo, le differenze di stimolo. La misura della stessa, tuttavia, è
soggetta a corrispondenti punti di vista, tranne che il cambiamento di stimolo, la
differenza di stimolo, prende il posto dello stimolo.
Infatti, da pari a pari, due o tre volte più grande stimolo può essere richiesto in
modo da dare una sensazione uguale, può anche essere uno stesso due o tre volte più
grande variazione di uno stimolo, o simile, due o tre volte è necessaria una grande
differenza di due stimoli per produrre un uguale cambiamento di sensazione o
un'eguale differenza di due sensazioni. Qui, il cambiamento di stimolo come
differenza di stimolo nella sequenza temporale con la differenza di stimoli che si
verificano simultaneamente può essere preso sotto un punto di vista e un nome
comuni; come sarà generalmente detto in seguito, senza voler dire che non importa se
uno comprende le componenti di una differenza simultaneamente o successivamente.
Superficialmente, si potrebbe essere indotti a considerare il grado di sensibilità agli
stimoli e stimolo per le differenze tra loro riducibile. Due toni di diversa forza fisica
proposta, si può immaginare una terza forza di questi due è uguale alla differenza di
forza, e si potrebbe ora z. B. pensare il suono schwächstmögliche che può essere
ascoltato anche da solo, e la differenza schwächstmögliche che può ancora essere
rilevato tra due toni, hanno generalmente la stessa dimensione. Ma questo è in realtà
untriftig.
Tuttavia, ciò rende necessario distinguere la sensibilità e la misura della sensibilità
per le differenze di stimoli e stimoli.
è facilmente riconoscibile nella misura stessa differenza stimolo più o meno,
secondo che esiste tra stimoli piccole o grandi, e comunque in seguito Secondo la
ricerca, la dimensione della differenza sensazione che è una differenza irritante, il cui
rapporto agli stimoli o il rapporto ordine stabilito relativa lo stimolo reciproco è
essenziale, la differenza di sensibilità non è semplicemente variabile in base allo stato
degli individui, ma anche in base alla dimensione degli stimoli, generalmente più
piccola nel caso di grandi, che piccoli. La determinazione della legge, secondo la
quale la differenza di cuneo sensibile dipende dalla dimensione dello stimolo, vale a
dire dopo che la grandezza della differenza degli stimoli deve cambiare con la
dimensione dello stimolo a più chiaramente di cadere direttamente nel sensazione,
Inoltre, le seguenti indagini in vari regni sensoriali mostreranno che, almeno entro
certi limiti, una differenza tra stimoli dati rimane sempre ugualmente evidente alla
sensazione, se aumenta o diminuisce nella stessa proporzione dei suoi componenti,
quindi la differenza relativa nello stimolo e ciò che è collegato con esso, se il
rapporto degli stimoli rimane lo stesso, proprio come cambia la dimensione assoluta
della differenza di stimolo e gli stimoli.
Differenze relative negli stimoli significano in generale la differenza degli stimoli
in relazione alla somma, o ai mezzi, o allo stimolo, che qui è indifferente, a
condizione che la costanza dell'altro sia inerente alla costanza di una relazione. Non
meno importante è la differenza costante tra la differenza relativa di stimoli e la
relazione di stimoli sempre connessi in solidarietà, così che non importa se ci si
riferisce alla costanza dell'uno o dell'altro.
Se z. Ad esempio, i componenti 5 e 3, sia doppie, nello stesso momento in cui il
rapporto sia permanente e la differenza relativa tra i due invariato, è che questi
ultimi come è ,o come o afferrare da una relativa dopo il
raddoppio è d'accordo che rompe con la precedente ,
D'altra parte, quando il rapporto di stimolo cambia, la differenza relativa dello
stimolo cambia sempre nella stessa direzione e viceversa, ma non in proporzione ad
essa. Perché se z. Come rapporto tra i componenti 5 e 3 caratterizzato dal fatto
giri che la compongono 5 modifiche senza il componente 3, la differenza relativa
irritazione va in o fuori in oltre il quale è un cambiamento
piuttosto che nel rapporto di 5 : 6 piuttosto che 3 : 4.
Finora non v'è ora la legge che la differenza rimane lo stesso notevolmente
all'accensione o nella stessa proporzione come suoi componenti diminuisce, e
pertanto la differenza stimolo relativo e il rapporto stimolo rimangono gli stessi, si
deve dire che la differenza di sensibilità alla dimensione lo stimolo è in proporzione
inversa, a condizione che il doppio delle dimensioni dello stimolo richieda il doppio
della differenza per produrre la stessa differenza di sensibilità.
Tuttavia, può appresso apparire opportuno cogliere la sensibilità alle differenze pari
ad un proporzionale, vale a metterli uguali, non fino a quando la stessa assoluta, ma a
condizione che la stessa differenza stimolo relativo o, se lo stesso rapporto stimolo
produce la stessa differenza sensazione e metterli reciprocamente ad una o l'altra , Sia
che se appena al di sopra utilizza uno o l'altro, è di nuovo solo una questione di
definizione, e presenta i risultati delle applicazioni della misura sensibilità non
influenzare il grado di definizione in. E ', tuttavia, in seguito nel contesto generale
mostra motivi formali come una sensibilità più opportuno differenze, se devono
essere prese come proporzionate, le modifiche piuttosto per il reciproco del rapporto
di stimolo, come quello della differenza di stimolo relativa, a cui si pone una
differenza di sensibilità uguale, da considerare come misurata; mentre l'uguaglianza
della sensibilità relativa può sempre essere correlata sia alla costanza della differenza
di stimolo relativa che al rapporto di stimolo.
Riassumendo quanto sopra, dobbiamo fare una doppia distinzione in termini di
sensibilità. Dobbiamo distinguere: 1) la sensibilità per i valori stimolo assoluti delle
differenze irritabili breve sensibilità assoluta e sensibilità alle differenze delle quali è
dapprima misurati per il reciproco delle misure di stimolo assoluti che provocano una
sensazione delle stesse dimensioni, ma la seconda, a seconda che si lei capisce, è
misurata in uno dei due modi seguenti. Abbiamo 2) per distinguere la sensibilità alla
differenza in sensibilità assoluta e relativa o relativa, in base al valore reciproco della
differenza assoluta o del rapporto tra le quantità dello stimolo. Il primo di solito sarà
la semplice differenza di sensibilità,
Queste distinzioni ora possono apparire minime e inattive. Ma in seguito verrà
mostrato che non lo sono affatto; piuttosto la chiarezza dipende da questa distinzione
in vista delle più importanti circostanze di fatto, e dipende dalla precedente mancanza
di una chiara distinzione per le stesse parti del incertezza che ha dato ancora esistita
dottrina di irritabilità.
In generale, la sensibilità al nome non significa nient'altro che ciò che altrimenti
viene chiamato irritabilità, eccitabilità e sensibilità; ma che questi nomi sono usati più
in generale, non semplicemente nella provocazione delle sensazioni, ma anche nei
movimenti attraverso stimoli esterni o interni. Ma dal momento che tutte le
sensazioni alla fine dipendono dai movimenti interiori, si potrebbe anche collegare il
concetto di sensibilità anziché di sensazione al movimento psicofisico sottostante; Per
esempio, diciamo della sensibilità assoluta che è uguale per dimensioni, due o tre
volte più grande, in quanto è richiesto uno stimolo esterno o interno o metà o doppio
per produrre lo stesso movimento psicofisico; salvo che questa terminologia non è
pratica,
L'irritabilità e l'eccitabilità sono altrimenti usate in parte come equivalenti, a volte
arbitrariamente distinte, senza che tali distinzioni siano mai state basate su relazioni
fattuali chiarite. Ma dopo aver chiarito il concetto delle diverse sensibilità, sarà
conveniente introdurre un uso discriminante, e di conseguenza userò in futuro
l'irritabilità esclusivamente per l'assoluto, l'eccitabilità per la differenza di sensibilità,
la prima per le sensazioni, la seconda per le differenze percepite.
Nelle precedenti determinazioni abbiamo avuto in mente le intense sensazioni in
cui, in senso stretto, il concetto di stimolo si applica da solo; tuttavia, la misura della
sensibilità è trasferibile dal dominio delle sensazioni intense a quello dei seguenti
fatti estesi.
Come è noto, è richiesto per gli esperimenti di EH Weber un certo arco di un set
con i suoi suggerimenti su cerchio della pelle, quindi la distanza basta che appare
notevolmente; e nulla impedisce che, in base ad una modifica del suo caso, di cui
parlo nel futuro per determinare anche distanze che appaiono uguali su diversi siti
pelle che caso dimostra che la dimensione reale delle distanze, l'appena percettibile, o
più in generale lo stesso aspetto dimensioni, molto è diverso su diverse aree della
pelle. Non meno può essere provato da più tardi per tecniche di imaging che le
differenze delle distanze, che sono ancora riconosciuti su diversi siti cutanei sono di
dimensioni diverse. analoghe differenze nella percezione di dimensioni spaziali e
differenze di formato come tra i vari siti cutanei possono essere tra le diverse parti
della retina, in particolare per trovare centrale e periferico. Così si può da una diversa
sensibilità in vista di ampie dimensioni, così come nella concezione di variabili
intensive parlare, e proprio come la sensibilità estensiva ed intensiva per fornire
entrambi i lati.
Il livello e la differenza misura assoluta della vasta sensibilità della pelle o retina
diverso viene quindi da ricercarsi anche nelle reciproci delle stesse dimensioni
apparire espansioni, differenze di dilatazione, i rapporti di dimensioni, come
misura della intensa sensibilità nella stessa dimensione appare dimensioni intensivi o
differenze di dimensioni, o rapporti dimensionali degli stimoli, quindi z. Ad esempio,
un sito di skin, preso assolutamente, ha una sensibilità doppia rispetto all'altro,
quando metà della distanza del cerchio sullo stesso appare grande.
Nonostante l'ampia sensibilità di determinate parti è pacifico in una qualsiasi di
queste dipendenze il numero dei cosiddetti circoli sensoriali, gli stessi sono inclusi in
una data linea, sarebbe comunque piatta così untriftig, il grado di vasta sensibilità a
questi ci Sconosciuto numero di cerchi sensazione riferiamo voglio, come misura
dell'intensità della dimensione sconosciuta del movimento psicofisico. Non è
contestato che nella gamma data ci sono molti meno cerchi sensoriali sul dorso che
sul polpastrello, e questo giustifica la sensibilità estesa più bassa della schiena che del
dito; ma il concetto di sensibilità estesa ora si riferisce anche al fatto che, in virtù del
dispositivo organico e dell'umore, un organo è diverso sotto questo aspetto, come
l'altro. Se si volesse prendere in considerazione una riduzione delle misure di
sensibilità dovuta al diverso numero di cerchi di sensibilità, sarebbe parlare del fatto
che non avrebbe dovuto i dati su di esso, e così sarebbe rimasta sospesa nella mera
concezione di tutta l'estensione della nozione di una diversa sensibilità probabilmente
scomparire entro il indiscutibilmente un universale , solo a noi, ancora sconosciuta,
esiste una relazione di dipendenza in questo senso, che ovunque vuole portare allo
stesso valore. Ora hanno misurato i dati sulla vasta sensibilità sul intensiva dopo
preparata qui per questo principi di misura, naturalmente, solo il valore dei dati
osservativi, né creare qualsiasi comprensione delle condizioni costituzionali della
sensazione al documento fisico in sé,
può fin dall'inizio per intrattenere il timore che nella grande variabilità della
sensibilità alle differenze tra gli individui, tempo e innumerevoli circostanze interne
ed esterne è del tutto inutile cercare lo stesso di un importo una volta perché uno
sempre mutabile non affilato la misura è disponibile, in secondo luogo, perché i
risultati non hanno consistenza e con la presente alcun valore se l'osservato a certi
individui ad una certa ora, in determinate circostanze, i risultati sarebbero comunque
altrove e in altri tempi non trovano.
In effetti, non si può negare che sotto questo aspetto ci sono difficoltà per la misura
nel nostro campo psicofisico che non esistono per la misura in campi puramente fisici
o astronomici. Ma al posto della misura o della possibilità di ottenere risultati
fruttuosi che vengono così eliminati, il cerchio di indagine viene solo ampliato e
vengono introdotte considerazioni che non esistono per quelle altre regioni.
Nella misura in cui la sensibilità è una variabile, non abbiamo alcuna misura uguale
a quella fissa; ma possiamo consultare 1) limiti, 2) medie di essi; 3) esaminare la
dipendenza dei loro cambiamenti dalle circostanze; 4) cercare leggi che siano
preservate dalla loro mutevolezza. Questi ultimi sono la cosa più importante. Ma per
la ricerca e l'investigazione di tutto questo, i metodi di misurazione della sensibilità
da discutere offrono non solo mezzi adeguati ma anche sufficiente acutezza.
Un'indagine esaustiva a questo riguardo, tuttavia, va necessariamente molto più in
là di quella di un oggetto fisso immutabile, che non può essere dominato dalle forze
di un singolo, e non è ancora stato compiuto per nessuna singola area
sensoriale. Piuttosto, in questo senso, un ricco campo di indagine futura, specialmente
per le forze più giovani, può essere trovato con i metodi da discutere in seguito, uno
studio che non è difficile di per sé, ma richiede pazienza, attenzione, perseveranza e
fedeltà.

VII. Principio di misurazione della sensazione.


Il discusso nel precedente misura capitolo della sensibilità confondere come misura
mere attività di sensazione o con un grado di sensazione stessa, né è inteso nel senso
indicato, tale anticipo, ma solo l'osservazione di casi parità dell'agenda sensazione, in
parte sotto la stessa , in parte in condizioni di irritazione modificate. In effetti non
misuriamo la sensazione, ma solo gli stimoli o la differenza degli stimoli, che
producono una sensazione altrettanto grande o un'eguale differenza della
sensazione; e resta da chiedersi se e fino a che punto sia possibile misurare la
sensazione stessa e quella spirituale.
In effetti, nessuna di queste cose esiste, o, con maggiore cautela, fino ad ora
riconosciuta come tale, ma è stata messa in dubbio o negata fino a quando non è stata
trovata. Persino il tentativo di Herbart in una psicologia matematica non è stato in
grado di basarlo su tale; l'obiezione più importante mai data a lui; nonostante Herbart
avesse la misura nelle sue mani, per così dire. Nel frattempo, il principio di questa
misura è stabilito nel seguito e la sua fattibilità è mostrata teoricamente e
sperimentalmente. All'inizio questo avverrà solo per le sensazioni; poiché sebbene le
applicazioni del principio di misura psichica vadano molto più lontano delle
sensazioni, come vedremo in futuro, queste sono da dare per scontate,
Fin dall'inizio e in generale non si può contestare che lo spirituale sia soggetto a
relazioni quantitative. Non solo può parlare di una maggiore e minore intensità delle
sensazioni, c'è anche un diverso spessore di germogli, vi sono maggiori o minori
gradi di attenzione, l'intensità di immagini della memoria e fantasia, la chiarezza della
coscienza nel suo complesso, come la Intensità dei pensieri individuali. Nell'uomo
addormentato, la coscienza si estingue del tutto, intensificata in una profonda
riflessione alla massima intensità; e nella luminosità generale le idee e i pensieri
individuali salgono e ricadono di nuovo. Quindi, lo spirituale superiore non è meno
soggetto del sensuale, l'attività della mente nel suo complesso non meno soggettiva
che nell'unica determinazione quantitativa.
Ma prima, e immediatamente, abbiamo solo un verdetto su un maggiore o minore o
uguale in tutte queste relazioni, non su quante volte ciò che è richiesto a un livello
reale, e cosa sarà guadagnare. Senza avere alcuna misura reale della sensazione - e
d'ora in avanti è sufficiente rintracciare l'oggetto in relazione alla sensazione - siamo
in grado di dire che questo dolore è più forte di quella sensazione, questa sensazione
di luce è più forte di quella; ma alla misura della sensazione apparteneva che
potremmo dire che questa sensazione è due volte, tre volte, mai così, e tante volte più
forte di così, e chi può dire così lontano. Possiamo ben giudicare l'uguaglianza nel
regno della sensazione; tutti i nostri metodi di misurazione della sensibilità, di cui
tratteremo in dettaglio più avanti, i nostri metodi di misurazione fotometrica sono
basati su di esso; ma con tutto ciò non abbiamo misura di sensazione.
Non ne abbiamo ancora una misura; ma con essa abbiamo la base di misura, che
richiede quante volte uguale, e soprattutto con il giudizio di simili nel campo della
sensazione. Infatti, verrà mostrato come la nostra misura psichica si manifesta in
linea di principio su nient'altro che il fisico, sulla sommatoria di un Soundsovielmal
dello stesso.
Invano, ovviamente, proveremmo a fare direttamente una tale sommatoria. La
sensazione non si divide automaticamente in uguali pollici o gradi, che potremmo
contare e sommare. Ma ricordiamoci che questo non è diverso per le quantità
fisiche. Se misuriamo i segmenti temporali direttamente dal momento in cui
misuriamo il tempo, contiamo le sezioni dello spazio direttamente contro lo spazio
quando misuriamo lo spazio? Piuttosto, applichiamo una scala esterna, e al tempo una
scala che non consiste di mero tempo, di spaziare una scala che non consiste di mero
spazio, di importare una scala che non consiste di mera materia. La misura di
ciascuno dei tre richiede entrambi gli altri. Perché dovrebbe essere nello spirituale, le
aree mentali non sono appropriate? Il fatto che uno abbia sempre cercato la misura
dello psichico nel puro regno dello psichico potrebbe essere una delle ragioni
principali per cui non si è riusciti a trovarlo finora.
Sembra che uno abbia spesso confuso qualcosa in questo senso. Ogni dimensione
può essere solo correlata a un'unità del suo genere; e in questo senso, si può dire che
lo spazio può essere misurato solo dallo spazio, tempo solo dal tempo, peso solo dal
peso; ma è un'altra cosa con i mezzi di misura e la procedura di misura. Nella misura
in cui le grandezze da misurare non sono astratte nella natura delle cose e non
possono essere astratte l'una dall'altra e gestite astrattamente l'una dall'altra, l'unità di
misura astratta e un metodo di misurazione non possono essere trovati nella natura
delle cose; ed è importante solo impostare il metodo pratico di misurazione con le
dimensioni concrete della realtà in modo tale che la relazione di dimensioni dello
stazzatore con l'unità di misura sia pur sempre pura.
Quindi noi, se abbiamo una misura vuole come come la forza dei sentimenti e
istinti e, in ulteriore inseguimento, l'intensità della nostra attenzione, la luminosità
della nostra coscienza di pensare, ecc, ma deve anche esigere una misura dello stesso
tipo di psichica, ma guardare non valutare mezzi e la procedura di misurazione
necessarie nelle aree puri della psiche, cioè la percezione interiore, ma questi sono
solo impostare in modo che una pura relazione ad un'unità mentale è chiara di
essa. Non sarà mai possibile mettere una sensazione immediatamente sopra l'altra in
modo tale che una misura dell'altro cresca dall'altra; ma può essere possibile
aggiungendo qualcos'altro a cui le sensazioni sono così ben collegate, come
l'estensione del cubito alla questione del cubito,
Ma a cosa dovremmo pensare in questo senso?
Senza andare in possibilità indefinite, sviluppo il principio di misura stesso.
Proprio come noi, per misurare lo spazio, richiede la materia del cubicolo, che è
espressa nello spazio, così da misurare lo psichico abbiamo bisogno del fisico, che è
soggetto ad esso; se non facciamo cosa lo sottoponiamo immediatamente all'attività
psico-fisico, non può osservare direttamente lo stimolo dal quale viene eccitato con
cui cresce legalmente e diminuzioni possono prendere il posto di Elle nelle
psicofisica esterni è, dove da cui possiamo sperare di arrivare anche al conseguimento
dell'lero interiore nello psicofisico interiore.
Questo sarebbe molto semplice se la grandezza della sensazione potesse essere
proporzionata alla dimensione dello stimolo. Quindi dovremmo avere una sensazione
due volte più grande, dove funziona un doppio stimolo. Ma questo non è
permesso. Perché non vi è alcuna giustificazione per assumere una proporzionalità di
stimolo e sensazione finché non abbiamo ancora una misura della sensazione che
garantisca la validità di questa proporzionalità; né la misura effettivamente raggiunta
lo confermerà. Ma semplice come un pollice fisico di stiramento fisico, lo stimolo
non può essere applicato alla sensazione. Nel frattempo, brilla che qualsiasi altra
relazione funzionale tra stimolo e la sensazione di quello di proporzionalità diretta in
grado di fornire una misura della sensazione dopo che i rapporti di misura dello
stimolo pure, solo se tale può essere acquisita senza presupporre che una misura della
sensazione. Perché se siamo in un'equazioney in funzione di x hanno espresso,
possiamo y dopo che i valori di xe viceversa, se il loro variare con l'altro, è molto
diversa da quella di un altro progresso proporzionale. Sarebbe solo una questione di
dimensioni stimolo e dimensioni sensazione ugualmente espressa in funzione di ogni
altro, a prescindere che sarebbe questa funzione per trovare la dimensione differente
dopo uno; solo che dobbiamo avere una funzione radicata nella realtà per essere in
grado di rendere nuovamente applicazioni alla realtà di esso. Questo ci porta al
problema principale di nuovo a come possono vincere, per dimostrare quanto bene
fondata nella realtà senza aver già stata misurata la sensazione di essere in grado di
dimostrare che la sensazione in questo e tutte le altre condizioni agli stimoli
continuato passo di quello che il Indica la funzione. In breve, la misura della
sensazione, cosa cercare,
Bisogna chiarire perfettamente questa difficoltà per ottenere una visione chiara del
significato della sua elevazione. In breve, questo miglioramento si basa sulla
combinazione di due circostanze. 1) Che deriviamo la funzione tra stimolo e
sensazione da una funzione tra l'elementare, da cui entrambi possono essere
considerati come adulti; 2) che basiamo questa funzione sulla valutazione
dell'uguaglianza nelle aree sensoriali, che è possibile nell'esperienza, e che può essere
verificata con metodi esatti.
Questo è spiegato in modo più dettagliato come segue:
La differenza da una dimensione di stimolo ad un altro può essere sempre come
positivo o incremento negativo a uno o un altro formato di stimolo presa e può essere
visto crescere un intero attrazione in versione matematica come di Zuwüchsen
positivi da zero ottenendo un incremento uno della somma Prima di unirti, pensa
finché non ci sarà l'appello completo. Similmente, una differenza sensoriale in forma
matematica può essere considerata una crescita positiva o negativa all'una o all'altra
sensazione, e una sensazione intera può essere considerata come derivante da
guadagni positivi da zero alla loro piena forza. Se ora sappiamo che la relazione
funzionale tra la somma dello stimolo aumenta da zero e la somma degli aumenti
associati alla sensazione, allora li abbiamo eo ipsoper tutto il fascino e tutte le
sensazioni che provoca.
I tre metodi di misurazione, la sensibilità delle differenze che sono descritte nel
seguente capitolo, ora insegnare anche, che è stato anche dimostrato
provvisoriamente nel capitolo 6 che le Reizzuwuchs che è necessaria per produrre un
dato Empfindungszuwuchs, o la sensazione sempre intorno per aumentare la stessa
quantità, non rimane la stessa, a seconda che porti a uno stimolo più debole o più
forte, ma cresce con lo stimolo in crescita stesso. D. h. un Reizzuwuchs deve essere a
stimoli forti più essere affatto la stessa notevolmente da un debole più appena
incremento notevole, o. Se un lotto sono come minimo ad una libbra una sensazione
appena percettibile Empfindungszuwuchs alla gravità della sterlina, in modo da non
essere tale a due sterline in più,
Così è la necessità di avere una misura di tutta la sensazione di già per determinare
la loro relazione funzionale a tutti gli stimoli, scavalcato dal fatto che torniamo al
rapporto tra l'elementare Zuwüchsen dal quale stimolo e la sensazione può essere
considerato come un adulto, che eppure nessuna misura di sensazione, ma
semplicemente la nostra disposizione in piedi e mezzo di metodi di misura la
differenza di sensibilità alla nitidezza elevata deve essere portato, la valutazione della
parità di differenze sensazione Empfindungszuwüchsen, appartengono a quello dato
variabili misurabili Reizzuwüchsen, richieste, e che la relazione funzionale delle
somme deriva da esso aumenta, per cui riceviamo la misura della sensazione dopo lo
stimolo misurato.
In linea di principio, pertanto, la nostra misura della sensazione presenterà inoltre
per sezionare ogni sensazione in divisioni uguali, ds gli stessi incrementi, da cui
nasce dallo stato zero, e il numero di questi stessi reparti come tali dalle pollici di
scala per il numero di associati la crescita variabile dello stimolo determina pensare
che sono in grado di produrre gli stessi aumenti della sensazione; come si misura un
pezzo di stoffa, come determiniamo il numero di compartimenti medesimi della
stessa per il numero di Elle, che sono in grado di assumere; solo che invece del
soffitto qui c'è la produzione. Poco si determina la dimensione della sensazione che
non possiamo determinare direttamente come Quante volte dello stesso contenuta in
ciò che siamo in grado di determinare direttamente; ma non leggere il numero alla
sensazione, ma dallo stimolo che porta la sensazione e rende più facile la
lettura. Infine, sostituiamo il conteggio di un insieme infinito di incrementi
infinitesimi, che di fatto non è fattibile, con una sommatoria infinitesima di essi, che
ci dà il risultato del conteggio, senza doverli fare in dettaglio.
Questa difficile misura a prima vista può essere ridotta a punti di vista, metodi e
formule semplici e chiari. Ma prima di entrare nell'esecuzione nei seguenti capitoli,
alcune discussioni generali potrebbero servire a spiegare un po 'di più il principio.
L'estensione dei supporti fisici più vicino-è nella sua ragione più generale e
definitiva che la stessa quantità e le stesse grandi impressioni psichiche la cui Quante
volte è determinata dalle Quante volte superiori a quelle impressioni mentali
attraverso la materia e grandi cause fisiche sono generate simultaneamente, la
grandezza della causa che produce l'impressione psichica unica, o qualsiasi somma di
essi, come unità. Come possiamo ormai tale formativa vincere il livello fisico solo
grazie alla relazione del fisico a quello psicologico, vinciamo dai nostri principi, al
contrario, il livello mentale dovuto alla stessa, perseguito solo in direzione opposta,
rapporto.
Seguendo il principio generale continuità alcuna sensazione è bruscamente e
improvvisamente tutta l'altezza oltre il quale non prosperano, ma passa dal grado di
imperceptibility tutti i gradi intermedi, spesso anzi in un tempo così breve che sembra
improvvisamente di essere lì l'intera altezza della sensazione , Un aumento della
sensazione da zero a nuovi incrementi fino alla sua piena altezza non è quindi una
finzione, ma radicata nella natura della cosa; il riferimento ad esso, tuttavia, è allo
stesso tempo il trucco che rende possibile solo per noi misurarlo. Nessuna misura può
essere applicata alla sensazione dell'adulto, in quanto nessuna maggioranza
quantitativa può essere distinta. Ma nella crescente sensazione gli incrementi da cui
cresce,
Da un certo punto di vista, questo artificio offre vantaggi per il trattamento dei
valori psichici, piuttosto che il corrispondente trucco per il trattamento delle
dimensioni delle stanze. Una curva, una superficie esiste; ma il calcolo infinitesimale,
invece di prenderlo come un tutto, lo fa crescere dai suoi incrementi, e, per Come
l'intuizione genauesten in tutta la situazione del corridoio della curva dando
un'espressione generale di come continuare gehends incrementi costanti l'asse x,
l'incremento variabile delle ordinate, per continuare gehends
costante dx variabile dy si comporta. Di conseguenza, ci fornirà una visione
genauesten nel rapporto hanno passaggio di stimoli e sensazioni dando un'espressione
generale di come continuare gehends incrementi costanti di sensazione si comporta
l'incremento variabile dello stimolo, e successivamente impostare una funzione tra
stimolo e sensazione che non sono meno espressi da un'equazione tra x e y , e, se si
desidera, possono essere rappresentati da una curva. In futuro avremo bisogno delle
lettere ß e g invece di x e y . Nel frattempo, questa è solo una prospettiva per ora, non
ancora un'intuizione che stiamo aprendo.
La misura psichica in costruzione e in applicazione rimarrà sempre meno facile e
semplice di quella fisica; soprattutto dalla ragione che corrispondono alle dimensioni
fisiche generalmente pari divisioni della scala divisioni uguali dell'oggetto misurato,
mentre nell'esperienza essere che più Reizzuwüchse essere necessario con l'aumento
delle dimensioni dello stimolo e sensazione in generale su fine circostanza alternate
Per coprire la stessa crescita della sensazione, è paragonabile al caso in cui parti non
uguali della scala corrispondono a parti uguali dell'oggetto da misurare. Sebbene ciò
non impedisca, come abbiamo detto, nel caso di una ben nota relazione tra i due,
dalla somma dell'uno all'altro, qual è l'essenza di ciò che conta. Ma la dimensione
dello stimolo e la sensazione non sono più su tutta la proporzionale, e il rapporto più
semplice che potrebbe essere tra il pensiero di scala e l'oggetto e impiego hanno
luogo nello spazio fisico, il tempo e misurazioni di peso, che esiste tra gli oggetti
mentali e il suo metro di giudizio fisico no. Questa è una seconda ragione che ha
ritardato la scoperta della misura psichica.
Nel frattempo, l'indagine sperimentale mostra che esiste la prossima relazione
semplice, che era concepibile qui. Si è trovato che, mentre l' assoluta dimensioni del
Reizzuwüchse a parità Empfindungszuwüchse sé cresce sempre più con l'aumentare
sensazione, ma assumendo una velocità costante e in circostanze normali o
medi proporzionata dimensioni di questi Zuwüchse continuato gehends rimane la
stessa per la stessa Zuwüchse di sensazione; in modo che sempre lo
stesso relative Reizzuwüchse stesso Empfindungszuwüchsen corrisponde se come
prima, sotto relative Zuwüchse comprendere la grandezza dei Zuwuchses assoluti, in
proporzione alla grandezza dello stimolo o diviso per la dimensione dello stimolo a
cui avviene.
Per questo è il fatto che l'aumento sempre più con l'aumentare Sensazione le
dimensioni assolute Reizzuwüchse a parità Empfindungszuwüchse anche solo
inferenza, previsto nella crescente con gli stimoli sensoriali medesima proporzione di
una parte dello stimolo deve sicuro completamente maggiore a seconda che lo
stimolo è maggiore di chi fa la frazione.
A questo proposito vogliamo chiamare in analogia con gli standard della fisica per i
termini di una scala della psiche ora che uguali divisioni della scala divisioni uguali
dell'oggetto da misurare corrispondono, possiamo anche soddisfare questo requisito,
come noi, come i pollici o dipartimenti di mentale effettivi Scala piuttosto che
l'assoluto, considera la crescita relativa dello stimolo. Dopo questo, la determinazione
e l'accumulo continuato gehends relativo stesso Reizzuwüchse nell'aggiornamento
dello stimolo e la sensazione rappresenta una sommatoria di ben associato lo stesso
Empfindungszuwüchse cui somma dobbiamo riguardare una singola unità del suo
genere ad avere una misura di ogni sensazione.
A rigor di termini, questa sommatoria deve essere fatta con piccoli incrementi
infinitesimali, perché solo per piccoli incrementi infinitesimi della sensibilità i
corrispondenti aumenti relativi dello stimolo hanno un valore esattamente
determinabile. Perché, se desideriamo considerare la crescita relativa dello stimolo
per un accumulo finito di sensazioni in una volta, bisogna considerare che lo stimolo
qui passa attraverso quantità diverse nell'ascensione stessa, ognuna delle quali
afferma di agire come divisore per la crescita, per la crescita relativa dare. La
difficoltà sembra derivare da questo, ma si distingue in modo ancora più toccato dal
fatto che è possibile formulare una semplice funzione matematica che, senza
richiedere il principio identificazione necessaria e l'enumerazione di un insieme
infinito di infinitamente piccolo Reizzuwüchse in dettaglio,
E come ultima fase della misura psichica finalmente riposa in una funzione che può
lo stesso essere considerato come una natura spirituale, tuttavia, ha il fisico il suo
ultimo termine standard fisici, ma che anche questo termine medio è stato trovato sia
dal movimento in aree di pura intellettuale né permesso nella sua applicazione deve
essere limitato a questo dato che, piuttosto, proprio come la dimensione fisica al
rapporto tra il fisico e il mentale si basa.
La legge che le parti più alte della scala di stimolo larger Reizzuwüchse rispetto a
quello contemplato nella parte bassa per produrre ancora Equal Gain di sensazione, è
nota da tempo da esso è una cosa esperienza quotidiana.
La parola del suo vicino è ascoltata molto chiaramente nel silenzio o nei deboli
suoni diurni; d'altra parte, come si dice, non si sente più la propria parola, e quindi si
trova l'aumento impercettibile di questo impercettibile quando c'è molto rumore.
La stessa differenza di peso che si prova molto con i piccoli pesi diventa
impercettibile sui grandi pesi.
Forti intensità luminose, che differiscono in modo molto significativo dal punto di
vista fotometrico, appaiono quasi ugualmente luminose per l'occhio: ad esempio,
anche una luce nello specchio appare quasi luminosa come la luce esterna, nonostante
il fatto che ci sia una forte perdita di luce quando riflessa.
Esempi analoghi possono essere facilmente impostati nell'area di tutte le sensazioni
sensoriali.
Ma questo fatto generale non era sufficiente come base per la misura psichica. Il
più preciso dire ora che la dimensione del Reizzuwuchses deve solo in proporzione
alla dimensione dello stimolo già cresciuti ulteriormente crescere per fare sempre la
stessa per la crescita della sensazione, è stato in un certo pubblico prima fatto da EH
Weber e sostenuto da prove, in modo da È chiamato da me la legge di Weber .
Tuttavia, per i singoli casi in cui viene preso in considerazione, è già stato
dichiarato e dimostrato in precedenza, come si può vedere in maggior dettaglio dal
capitolo 9, dove questa legge si occupa specificamente.
La funzione matematica invece, collegando la dimensione dello stimolo con la
dimensione della sensazione, è quello di particolato aspetti già più di cento anni di
Eulero, successivamente utilizzate per Herbart e Drobisch, la dipendenza della
sensazione di intervalli musicali dei rapporti delle frequenze; un po 'prima di Eulero
da Daniel Bernoulli, seguito da Laplace e di Poisson, per la dipendenza della fortuna
morale del fisico fortuna, finalmente Steinheil e Pogson per la dipendenza delle
differenze di dimensioni stella, che non sono altro che le differenze di dimensioni di
percezione della intensità fotometrica delle stelle, a cui tornerò in parte nel capitolo 8,
in parte in un capitolo storico successivo.
Se uno avesse precedentemente riconosciuto l'universalità e il significato di quella
legge e funzione, la misura psichica sarebbe stata riconosciuta prima.
La legge Weber'sehe stesso relativa Reizzuwüchse corrisponde stesso
Empfindungszuwüchsen è, a causa del grande pubblico e per la lunghezza delle
frontiere, in cui v'è stretta o approssimativa valida, deve essere considerato come
fondamentale per la Maßlehre psicologica; ma la sua validità è limitata e soggetta a
complicazioni, che devono essere discusse attentamente in seguito. Anche dove
questa legge cessa di essere valida o pura, il principio della misura psichica discusso
qui conserva la sua validità pura e completa; da ogni altro ha, se solo empiricamente
accertabili e esprimibili da formula empirica può servire costante rapporto tra
incrementi variabili sensazione e irritazione proprio sia come base e di misura
psicologico effettivamente utilizzato nelle parti della scala stimolo, dove quella legge
perde la sua validità. In realtà, questo darà alla legge di Weber una formula
differenziale che porta a una formula integrale contenente l'espressione della misura.
Questo è un punto di vista fondamentale, in quanto la legge di Weber, con i limiti
della sua validità, non appare come una contropartita della misura psichica, ma solo
come un mezzo limitato con cui si estende il principio generale della
misurazione. Questo, infatti, non deriva dalla legge di Weber, ma l'applicazione della
legge di Weber entra solo nel principio.
Di conseguenza, l'indagine nell'interesse della massima generalizzazione possibile
di misura mentale non hanno molto su cui generalizzare la legge di Weber il più
possibile, che avrebbe facilmente portare una preoccupante tendenza sul set dei suoi
confini naturali generalizzare o preoccupazioni suggerire che era stato generalizzato
in quell'interesse oltre; ma si sarà in grado di chiedere senza domande: quanto è
lontano, quanto non è abbastanza? anche dove non è sufficiente, tuttavia i tre metodi
che servono a misurare, e quindi la misura, sono sufficienti.
In breve, la legge di Weber fornisce solo le basi per le più numerose e importanti
applicazioni della misura psichica; ma non il generale e necessario. Piuttosto, la base
più generale, più remota, della misura psichica risiede negli stessi metodi con cui la
relazione tra stimolo e crescita sensoriale può essere determinata in generale, sia
all'interno che all'esterno dei limiti della legge di Weber; e lo sviluppo di questi
metodi in sempre più acutezza e perfezione è quindi ciò che è importante soprattutto
nella misurazione psichica.
Con tutti questi grandi vantaggi andrebbe perso, se la così semplice legge di Weber
non potesse essere applicata in ampi limiti esattamente o con una soddisfacente
approssimazione in psicofisica. Vantaggi simili come se nell'astronomia non
potessimo basarci sulle leggi di Keplero, nella dottrina degli strumenti diottrici,
quella della semplice rifrazione della lente. Ma ora è abbastanza analogo a quella
legge, come a queste leggi. Nelle Leggi di Keplero i disturbi in cui la semplice
rifrazione della lente è astratta dalle aberrazioni ottiche. Sì, possono diventare
completamente non validi se i requisiti semplici che applicano non si applicano
più. Ma sono sempre le condizioni principali in astronomia e diottria, resta
autorevole. E così la legge di Weber può perdere completamente la sua validità se le
relazioni medie o normali in cui la sensazione delle sensazioni funziona sono
largamente superate o abbandonate; ma sarà sempre decisivo per loro.
Né noi non saremo né meno, come accade in fisica e astronomia, in psicofisica, al
fine di astrarre dai disturbi e piccole deviazioni della legge il generale, le condizioni
principali con cui è principalmente da fare Pertanto, senza dimenticare la loro
esistenza, un'educazione più fine e un ulteriore progresso della dottrina con la
possibilità acquisita di determinare e calcolare i disordini avranno anche il compito di
questa determinazione e calcolo.
La determinazione della misura psichica è una questione di psicofisica esterna, e le
sue applicazioni immediate rientrano nella sfera della stessa; le sue ulteriori
applicazioni e implicazioni, tuttavia, necessariamente si infiltrano nel campo della
psicofisica interna, e il suo significato più profondo si basa su di esso. Ricordiamoci
che lo stimolo non agisce direttamente sulla sensazione, ma solo attraverso la
mediazione delle attività corporee, a cui la sensazione è più direttamente correlata. I
rapporti quantitativi di dipendenza di sensazione da stimoli così traducono infine in
quelle delle attività fisiche quali direttamente oggetto della sensazione, insomma
attività psicofisiche e il grado di sensibilità per la dimensione dello stimolo in tale
dalla forza di questi movimenti. Questa traduzione è necessaria conoscere la
relazione di dipendenza di questi movimenti interiori con gli stimoli; nella misura in
cui non è l'oggetto dell'esperienza diretta a svilupparlo in modo preciso. In effetti,
questa intera indagine sarà fatta in modo preciso e non può essere mancata, un
giorno, se l'obiettivo non è ancora stato raggiunto, per avere il successo di
un'indagine esatta.
Tuttavia, la legge di Weber, sulla base del rapporto dello stimolo e sensazione,
mostra solo una validità limitata nel campo delle psicofisica esterne, viene trasmesso
al rapporto tra la sensazione di energia cinetica o meno di una particolare funzione
del movimento psico-fisico sottostante, probabilmente una validità illimitata nel
dominio dell'intimo; da, come stem da eventuali deviazioni da questa legge che
osserviamo nella produzione della sensazione attraverso lo stimolo esterno che lo
stimolo in condizioni normali o iniziali medi delle sue dimensioni proporzionali
energia cinetica dei moti inneschi interni che sono soggette alla sensazione
immediatamente. In base a ciò, è prevedibile che questa legge, dopo che è
riuscita, per effettuare il trasferimento ai movimenti psico-fisiche in modo esatto,
vincerà un altrettanto importante fondamentale importanza generale per il settore
delle relazioni tra il corpo e l'anima, come la legge di gravità del campo dei
movimenti celesti. Sopporta anche il semplice carattere che siamo abituati a trovare
nelle leggi fondamentali della realtà.
Quindi, mentre la misura psichica nel campo della psicofisica esterna può basarsi
solo sulla legge di Weber in una certa misura, è probabile che trovi la base
incondizionata nel dominio dell'interno. Ma per ora questi sono solo punti di vista e
prospettive la cui certezza può essere prevista solo dal futuro.
Questo è il principio della misura psichica in generale. La sua giustificazione e
esecuzione più specifiche includeranno ora quanto segue.
Prima di tutto, i metodi che permettono di accertare quanto grande aumento
proporzionale nello stimolo nella scala ascendente dello stimolo e della sensazione
siano necessari per produrre lo stesso aumento progressivo della sensazione dovranno
essere discussi. Questi metodi coincidono con i metodi di misurazione della
sensibilità della differenza, nella misura in cui questa misura, secondo il suo concetto
dichiarato, consiste solo nel determinare le differenze di stimolo che corrispondono
alle stesse differenze nella sensazione. Nella misura in cui tale misura è di per sé
importante e interessante, questi metodi, a parte la base che danno per una misura
della sensazione, hanno la loro importanza e il loro interesse, e in un primo momento
diventano senza riguardo a quelli successivamente applicati essere trattati con lo
stesso
In secondo luogo , sarà necessario mostrare come, in quale universalità e in quali
limiti, la legge di Weber si basa sugli esperimenti secondo questi metodi, e questa
stessa legge deve essere discussa. Anche questa legge, a parte il supporto della misura
psichica ad essa, come una delle leggi psicofisiche più generali, ha la sua grande
importanza.
Terzo, un fatto sarà (legge parallelo) discutere (fatto soglia) e una legge diversa che
si impegnano senza essere nella legge di Weber sostanzialmente chiusa, in relazione a
questo fatto e sono nei motivi generali della dimensione con.
In quarto luogo, verrà mostrato, come può essere in questi documenti stabiliscono
la funzione matematica generale che esprime il rapporto tra la dimensione dello
stimolo e la dimensione sensazione senza presupporre un confronto di dimensioni di
sensazioni già, e senza prendere la caduta ad un conteggio di Empfindungszuwüchse
individuale.
Quinto , questa funzione sarà auto-configurante, discuterà e proseguirà nelle loro
applicazioni.
In sesto luogo , sarà necessario dimostrare come, anche dove la legge di Weber
cessa di essere valida, una misura psichica sia ancora possibile.
Settimo, infine, con questa misura, dal campo della psicofisica esterna a quella
interiore, la transizione dovrà essere cercata.
I primi tre di questi compiti saranno trattati in questo, il resto nel seguente volume.

VIII Metodi di misurazione della sensibilità.


Dopo che le condizioni stabilite al capo 6 termini di reciproca delle dimensioni
stimolo assoluti della reciproca delle espansioni assoluti che producono un'emozione
uguale, come misura di ordinaria sensibilità differenziale della reciproca delle
differenze di stimolo è una misura della sensibilità assoluto di sensazioni intense in
una vasta o differenze di espansione che producono una stessa differenza
sensoriale; come misura della sensibilità relativa della differenza, il reciproco del
rapporto tra gli stimoli o le espansioni, che producono una differenza di uguale
sensazione.
I metodi di misurazione della sensibilità alle differenze semplici e relative non si
separano, poiché in entrambi i casi è importante determinare i due stimoli che danno
una determinata differenza nella sensazione. Solo uno può prestare attenzione alla
dimensione assoluta della differenza o al rapporto degli stimoli e misurare la
sensibilità in base ai valori reciproci dell'uno o dell'altro. Ciascuna delle due
dimensioni riceverà il suo significato; ma qui basterà discutere i metodi riguardanti il
primo.
L'esecuzione della misura sulla base di queste determinazioni presuppone che
possiamo davvero giudicare e stabilire l'uguaglianza delle sensazioni e delle
differenze di sensibilità in circostanze diverse, il che non sembra abbastanza facile
per la prima vista. Tuttavia, come abbiamo già ricordato, la nota misura fotometrica si
basa sulla valutazione dell'uguaglianza delle sensazioni: nella musica spesso si ha
l'accordo di due toni, così come l'uguaglianza di due intervalli di suono, cioè
differenze di tono; e metodi molto generali per affermare l'eguaglianza delle
differenze sensoriali saranno presto in discussione. Ci sono anche i metodi di
misurazione di sensibilità, che si riferisce alle differenze, di gran lunga molto più
istruita rispetto alla assoluta, e dovrebbe, pertanto prima e scambiato principalmente
di loro qui.
Questo sarà fatto qui nella misura in cui una visione generale della natura e la
relazione reciproca di questi metodi e le condizioni comuni della loro accuratezza è
possibile che l'essenza di ciò che è importante negli esperimenti e loro calcolo è
identificazione sufficiente anche applicazioni metodi e comprendere i risultati da
fornire nei seguenti capitoli. ma ho voluto tutte le specialità della parte sperimentale e
la contabilità dei metodi, che possono venire in considerazione per indagini più
approfondite, qui presenti, spiegano tutte le regole che darà teorica e motivata dalla
serie di prove, così sarebbe in contrasto con l'interesse di coloro che sono più una
visione generale dei metodi rispetto a fare il proprio uso, Il corso di osservazione
sono tanto ritardo per il fatto che io preferisco fare riferimento per quanto riguarda la
descrizione più dettagliata dei metodi e serie di test poi impiegato per completare
questo lavoro, ho intenzione di aderire, dal titolo "metodi di misurazione e
Maßbestimmungen in aree di psicofisica" stesso e successivamente brevemente citare
il termine "metodi di misurazione". Molto di ciò che può essere visualizzato solo
brevemente e indicato è in esecuzione lì e in parte dimostrato preciso in teoria, in
particolare occupata in parte dai tentativi trovano. che intendo attribuire ad esso sotto
il titolo "Misure e misure nel campo della psicofisica" e che sarà brevemente citato
sotto il termine "metodi di misurazione". Molto di ciò che può essere solo
brevemente indicato qui e accennato, uno viene eseguito lì e in parte più
accuratamente dimostrato teoricamente, in parte trovato da esperimenti speciali. che
intendo attribuire ad esso sotto il titolo "Misure e misure nel campo della psicofisica"
e che sarà brevemente citato sotto il termine "metodi di misurazione". Molto di ciò
che può essere solo brevemente indicato qui e accennato, uno viene eseguito lì e in
parte più accuratamente dimostrato teoricamente, in parte trovato da esperimenti
speciali.
l) metodi di misurazione della sensibilità alle differenze .
a) Presentazione generale.
Finora, ci sono tre metodi di sensibilità differenziale, che userò per brevità
1) metodo delle differenze appena evidenti,
2) metodo dei casi giusti e sbagliati,
3) metodo degli errori medi

chiamare.
Um eine erste oberflächliche Einsicht in die Natur und das gegenseitige Verhältnis
dieser drei Methoden zu erwecken, mögen sie zuvörderst kurz bezüglich einer und
derselben Aufgabe erläutert werden, daß man nämlich die Feinheit untersuchen will,
mit welcher Gewichtsunterschiede erkannt werden, wenn schon nur die beiden ersten
questi metodi non hanno davvero trovato questa applicazione.
Per applicare il metodo delle differenze appena evidenti al nostro compito,
si confrontano due navi A, B portate a un peso totale leggermente diverso caricando
con un dato peso . Se la differenza dei pesi è abbastanza grande, la si sentirà,
altrimenti non la troverà notevolmente. Il metodo della differenza appena percettibile
consiste nel determinare l'entità della differenza di peso che è necessaria per essere
riconosciuta come appena percettibile. La dimensione della sensibilità per le
differenze di peso è la dimensione della differenza così trovata reciproca.
In generale è opportuno in questo metodo ridurre la differenza altrettanto spesso da
un troppo sensibile al grado del giusto percepibile, da sollevarlo da un impercettibile
ad esso, e prendere il risultato medio.
Se si prende la differenza di peso molto piccola, si sarà spesso ingannati dalla
direzione della differenza ripetendo l'esperimento più spesso, prendendo quello che è
davvero un contenitore troppo leggero per quello più pesante, e viceversa; ma
maggiore è il sovrappeso o la sensibilità, maggiore sarà il numero di quelli corretti al
numero di errori o al numero totale di casi di giudizio. Il metodo dei casi giusti e
sbagliatiConsiste nel determinare la dimensione del sovrappeso, che, nelle varie
condizioni in cui deve essere confrontata la sensibilità, è necessario per produrre lo
stesso rapporto tra casi giusti e sbagliati, o casi giusti, per il numero totale di
casi. L'entità della sensibilità sotto questi diversi rapporti è impostata a seconda della
dimensione di questo sovrappeso.
I casi in cui si rimane dubbiosi non devono essere lasciati da parte, ma metà a
destra, metà a casi sbagliati.
Se si è semplicemente dato il peso di una nave come peso normale per mezzo
dell'equilibrio, allora si può provare a fare l'altro, il falso, dopo il semplice giudizio
della sensazione uguale a quella. In generale, si commetterà un certo errore, errore,
che si trova quando si pesa la seconda nave, dopo averla valutata la prima come
uguale. Se si ripete spesso l'esperimento, si riceveranno molti errori, dai quali si può
ottenere un errore medio attraverso l'istruzione media. La sensibilità alle differenze di
peso sarà reciproca rispetto all'ampiezza dell'errore medio così ottenuto. Questo è
il metodo dell'errore medio.
Poiché l'errore positivo e negativo dipendono ugualmente dalla mancanza di una
corretta interpretazione, essi devono essere utilizzati nello stesso modo nella misura,
cioè di non essere dedotta di valori assoluti di ogni altro, ma si sommano.
Allo stesso modo che nel campo delle sensazioni di peso, si possono applicare gli
stessi metodi nel campo delle sensazioni di luce, delle sensazioni del suono e così via,
oltre che delle sensazioni estese; B. Se quest'ultimo con il metodo delle differenze
appena percettibile, esaminato come grande differenza nel giro di due deve essere
tenuta o agli occhi occupa il cerchio pelle, proprio per apparire come
considerevolmente; con il metodo dei casi giusto e sbagliato, quante volte in due da
un piccolo cerchio diverse distanze un vero e quanto spesso cade un giudizio
sbagliato se si cerca di indovinare quale è il più grande; secondo il metodo dell'errore
medio, qual è l'errore medio che si commette, se si tenta di fare una distanza di
cerchio della stessa dimensione con l'altra.
Questi tre metodi portano allo stesso obiettivo in diversi modi complementari. Nel
primo confine tra differenze circa apprezzabili e notevoli si osserva come appena
notevole differenza, al secondo differenze übermerkliche sono contati (dopo incidenti
presto sicuro in corretta, a volte un falso senso), nel terzo differenze untermerkliche
vengono misurate.
Tutti e tre i metodi sono usati come una misura della sensibilità relativamente
piccola, a volte sfumata, differenze. Più tardi sarà mostrato che questo è più
vantaggioso quando è necessario cercare una misura della sensazione in termini di
sensibilità.
può essere tanto di vedere ciascuno di questi metodi è applicabile a tutte le sfere dei
sensi, ma ancora manca molto nella realizzazione anche di uno solo di questi metodi
da tutti, e altrettanto poco sono già tutti e tre completata da un singolo stesse.
Il metodo delle differenze appena evidenti 1) è stato probabilmente applicato prima
nei singoli casi; per esempio, da Delezenne per testare la sensibilità per deviazioni
dalla purezza degli intervalli sonori; ma in misura particolarmente ampia e con il
successo più felice, ma da parte di EH Weber, per lo studio delle relazioni di
suscettibilità nel campo della misurazione soggettiva del peso, del tatto e
dell'occhio *) . Io stesso ho fatto solo pochi esperimenti non molto estesi nel campo
dell'intensa sensazione di luce, la misura della proporzione e la misura della
temperatura secondo questo metodo.
1) Revisione Pag. 119 e segg.
*)Comp. in particolare, il suo trattato sul senso del tatto e del buon senso, e la
sua programmata collecta.

Il metodo dei casi di giusto e sbagliato Toccare, non prima e le altre prove di cui sono
noti per me di quella di Hegel Mayer ** ) , stallone. med. a Tubinga nel campo di
senso delle proporzioni, e Renz e Wolf *** ) nel campo di misura del suono, sia per i
giovani sotto gli auspici del Vierordt, quindi dobbiamo assumere che Vierordt era il
metodo a portata di mano, anche se questo non sia espressamente dichiarato , Io
stesso l'ho usato per esperimenti molto estesi nel campo della misurazione del
peso 2) .
**) Arch. XI di Vierordt. P. 844.
*** ) Arch di Vierordt 1856. H. 2. p 185 o Pogg. Ann. XCVIII. P. 600.
2) Revisione Pag. 84 e segg.

Il metodo dell'errore medio è, in un certo senso, vecchio come l'osservazione e la


sua precisione determinata dalla grandezza degli errori commessi; ma a mia
conoscenza molto verificano anche solo dal punto di vista della precisione obiettiva
della determinazione di osservazioni fisiche e astronomiche o per determinare la
dimensione di questa fonte di errore †)stato catturato, ma non come psicofisica
metodo di misurazione per studiare l'acutezza dei sensi nell'occhio ed usati. Mi
sembra oggi uno dei principali di essere per questo scopo, e ho utilizzato in
combinazione con Volkmann per studiare la nitidezza degli occhi e Tastmaßes 3) .
†)Quindi da Steinheil nei suoi elementi delle misure di luminosità p. 75; da
Laugier in Compt. rend. XLIV. p. 841 ecc
3) Revisione Pag. 104 e segg.

In termini pratici, il metodo delle differenze appena evidenti tra i tre metodi di
misurazione è il più semplice, il più diretto, il più rapido tra gli obiettivi da
raggiungere e l'assistenza contabile meno impegnativa. Tuttavia, si deve osservare
solo una grande quantità di corretto e non corretto o errori con gli altri metodi per
ridurre l'uguaglianza della sensazione di una differenza di giudizio e trasmettere
questo giudizio da un'operazione di calcolo deve essere intesa qui la differenza
appena percettibile direttamente come per la sensazione sono immediatamente
simili; e se per affermare il giudizio individuale è necessaria anche qui una
ripetizione e l'accuratezza del disegno di un rimedio, questo può essere basato su
molti meno casi, perché ogni singolo caso di osservazione dà un risultato. Di
conseguenza, per la prima affermazione più generale dei fondamentali e in cui non è
necessario dedicare molto tempo alle osservazioni, questo metodo di solito sembra
essere il più opportuno. Tuttavia, per indagini più dettagliate, sembra meno capace e
capace di una precisione così precisa rispetto agli altri due metodi, che dovrebbe
quindi essere sempre trovato guidato dall'indagine. In particolare, si oppone al fatto
che il grado di poter essere considerato un giocatore lascia al giudizio soggettivo un
ambito più ampio rispetto agli altri metodi. Non è niente di assoluto; né il primo
punto, dove una differenza di sensibilità diventa percettibile, né dove scompare, può
essere determinata esattamente; si passa attraverso un intervallo di dubbio se è
evidente o meno.
Tuttavia, l'esperienza di comunicare con se stessi sul sentimento di una piccola, ma
ancora certamente sentita, differenza insegna questo, se non assolutamente, ma
strettamente, riproducendolo in vari esperimenti e riproducendo gli esperimenti per
duplicazione buon risultato Inoltre, le precedenti osservazioni non sono affatto intese
a sminuire il valore di questo metodo, ma semplicemente a mettere i vantaggi e gli
svantaggi dello stesso nella luce corretta rispetto agli altri metodi. Si perderebbe con
esso la psicofisica, per così dire lo strumento più utile. Ha funzionato bene nelle mani
del suo Maestro con l'aiuto degli stessi dati di base ottenuti, e altri, io stesso, ho avuto
ampie opportunità di convincermi della loro utilità.
Il metodo dei casi di giusto e sbagliato è probabilmente il più noioso, ed è meglio
se non si dispone di un sacco di tempo e pazienza, di non impegnarsi nella stessa,
come si fa tanto quanto qualsiasi cosa con una casi sbagliate destra all'incrocio giusto,
e, comunque, uno dei tanti può suscitare molto buono, che è probabilmente
provocando l'un l'altro, ottenere risultati, condizioni legali nelle aree e sensazione di
essere indicate. Ciò richiede l'aiuto della fattura, che, tuttavia, può essere attribuita a
operazioni facilmente eseguibili. uno, tuttavia, nel metodo delle differenze appena
percettibile in linea di principio una sola differenza, l'appena percettibile, è respinto
in quanto una misura della sensibilità alle differenze possono essere tratte nel metodo
dei casi giuste e sbagliate leggermente le differenze grandi e piccoli a volontà nel
tentativo di
Inoltre, il metodo dell'errore medio richiede un numero elevato di esperimenti e una
leggera richiesta di assistenza. Entrambi questi metodi hanno il grande vantaggio di
poter contare sui comprovati principi del calcolo delle probabilità e di essere in grado
di contribuire con qualcosa ai propri test. In realtà, l'interesse per quello che ho
trovato nel lungo perseguimento di questi metodi, intrattenuti da questo punto molto
con ed è stato aumentato 4) .
4) Informazioni sul metodo delle gradazioni medie: in materia 22, 178
f. Principi di misura psichica a pagina 182 e segg.

b) Considerazioni e precauzioni generali 5 ) .


Come semplice sembrano vorstehends brevemente discusso metodi per la prima
vista e in linea di principio, richiedono però nella sua esecuzione e attuazione di
molte considerazioni e precauzioni, talvolta la parte osservazione del calcolo
specializzati in parte dal metodo e campo sperimentale , Più o meno generale,
tuttavia, si applicano le seguenti.
5) Revisione pp. 25-42.

In tutti e tre i metodi, le coincidenze irregolari, alcune delle quali aderiscono alle
manipolazioni e sono in parte basate su condizioni soggettive della concezione delle
quantità confrontate, svolgono un ruolo importante. Il margine di incidenti
notevolmente, come nel metodo delle differenze appena evidenti di differenza
aufzufassende viene aumentata da una forte appena appaiono notevolmente ridotto
presto, e per dirgli sicuro come in modo significativo, hanno bisogno di avere una
dimensione più sostanziale, come ohnedem; il valore, che è registrato come una
differenza notevole, sarà quindi amplificato da grandi coincidenze. Con il metodo dei
casi giusti e quelli sbagliati, lascia che le influenze accidentali, un peso presto molto
più pesante, ora molto più facile, rispetto agli altri, in modo che l'influenza del peso
supplementare contro questa influenza di contingenze non molto è interessato, è in
considerazione del fatto che le contingenze irregolari agiscono medio come spesso
aumentando e diminuendo dopo questo e quel lato, il numero di casi giuste e
sbagliate sostanzialmente uguale grande, almeno quelli dei casi giusti sono ridotti
rispetto al caso in cui nessuna o meno coincidenze avrebbe avuto luogo. Infine, con il
metodo dell'errore medio, trascuriamo immediatamente il fatto che gli errori devono
essere mediamente maggiori, maggiore è il numero di casualità che rendono le
quantità comparate più grandi e ora più piccole. che le contingenze irregolari
agiscono media più spesso aumentando discendente dopo questo e quel lato, il
numero di casi di giusto e sbagliato sensibilmente uguale, almeno i casi adeguate
contro il caso ridotto mancanza o minore contingenze avrebbero svolto. Infine, con il
metodo dell'errore medio, trascuriamo immediatamente il fatto che gli errori devono
essere mediamente maggiori, maggiore è il numero di casualità che rendono le
quantità comparate più grandi e ora più piccole. che le contingenze irregolari
agiscono media più spesso aumentando discendente dopo questo e quel lato, il
numero di casi di giusto e sbagliato notevolmente uguali, almeno i casi proper contro
la cassa ridotta che nessuna o minore contingenze avrebbero posto. Infine, con il
metodo dell'errore medio, trascuriamo immediatamente il fatto che gli errori devono
essere mediamente maggiori, maggiore è il numero di casualità che rendono le
quantità comparate più grandi e ora più piccole.
In breve, le contingenze più irregolari agiscono, minore è il valore scende da tutti e
tre i metodi, che dà la misura della sensibilità, e non v'è alcun modo per ottenere un
libero di queste misure contingenze; la loro dimensione media è sempre inclusa come
fattore nella misura. Ciò non ostacola il raggiungimento di misure comparabili di
sensibilità fintanto che questo fattore rimane costante, cioè finché la casualità
irregolare rimane la stessa in media; sì, senza queste coincidenze, i metodi di
misurazione di casi giusti e sbagliati e di errori medi non esisterebbero. Ma
attribuisce alla considerazione precedente l'importante considerazione, solo per
vedere simili misure di sensibilità come comparabili, per cui si può presupporre un
gioco uguale delle coincidenze, che richiede una comparabilità precisa delle
circostanze sperimentali esterne ed interne. Se la manipolazione cambia in qualche
modo durante gli esperimenti, un altro gioco d'azzardo accade immediatamente e
sente le misure paragonabili; Allo stesso modo non si può presupporre la stessa
latitudine del caso a causa di un possibile cambiamento delle condizioni interiori in
individui diversi e in momenti diversi nello stesso individuo. Ovunque vi siano
deviazioni tra le misure di sensibilità, si deve quindi sempre chiedere se dipendono da
deviazioni effettive della sensibilità, o dalla mancanza di comparabilità delle
circostanze in cui sono state testate. che richiede una comparabilità precisa delle
circostanze sperimentali esterne ed interne. Se la manipolazione cambia in qualche
modo durante gli esperimenti, un altro gioco d'azzardo accade immediatamente e
sente le misure paragonabili; Allo stesso modo non si può presupporre la stessa
latitudine del caso a causa di un possibile cambiamento delle condizioni interiori in
individui diversi e in momenti diversi nello stesso individuo. Ovunque vi siano
deviazioni tra le misure di sensibilità, si deve quindi sempre chiedere se dipendono da
deviazioni effettive della sensibilità, o dalla mancanza di comparabilità delle
circostanze in cui sono state testate. che richiede una comparabilità precisa delle
circostanze sperimentali esterne ed interne. Se la manipolazione cambia in qualche
modo durante gli esperimenti, un altro gioco d'azzardo accade immediatamente e
sente le misure paragonabili; Allo stesso modo non si può presupporre la stessa
latitudine del caso a causa di un possibile cambiamento delle condizioni interiori in
individui diversi e in momenti diversi nello stesso individuo. Ovunque vi siano
deviazioni tra le misure di sensibilità, si deve quindi sempre chiedere se dipendono da
deviazioni effettive della sensibilità, o dalla mancanza di comparabilità delle
circostanze in cui sono state testate. Entra immediatamente in un altro gioco di
contingenze e ascolta le misure per essere comparabile; Allo stesso modo non si può
presupporre la stessa latitudine del caso a causa di un possibile cambiamento delle
condizioni interiori in individui diversi e in momenti diversi nello stesso
individuo. Ovunque vi siano deviazioni tra le misure di sensibilità, si deve quindi
sempre chiedere se dipendono da deviazioni effettive della sensibilità, o dalla
mancanza di comparabilità delle circostanze in cui sono state testate. Entra
immediatamente in un altro gioco di contingenze e ascolta le misure per essere
comparabile; Allo stesso modo non si può presupporre la stessa latitudine del caso a
causa di un possibile cambiamento delle condizioni interiori in individui diversi e in
momenti diversi nello stesso individuo. Ovunque vi siano deviazioni tra le misure di
sensibilità, si deve quindi sempre chiedere se dipendono da deviazioni effettive della
sensibilità, o dalla mancanza di comparabilità delle circostanze in cui sono state
testate.
Gli esperimenti in genere devono essere ampiamente duplicati e, come già notato, è
necessario un numero molto elevato di essi, soprattutto nel caso di casi corretti e non
corretti e errori medi, al fine di ottenere risultati affidabili. Il gran numero di
osservazioni ha infatti un significato significativamente diverso qui rispetto alle
misurazioni fisiche e astronomiche. Una quantità fisica o astronomica può essere
determinata in modo molto preciso mediante misurazioni meno accurate secondo i
soliti metodi di funzionamento. D'altra parte, con il metodo degli errori medi e dei
casi giusti e sbagliati, il gran numero di esperimenti stessi è una condizione
essenziale di accuratezza. L'unica osservazione non ha alcuna importanza qui, e un
piccolo numero di osservazioni, non importa quanto preciso, porta a nessuna
accuratezza. I singoli casi giusti e quelli sbagliati, gli errori individuali cadono in
modo abbastanza irregolare; piccoli gruppi di prova, tuttavia, che essi vengono
assunti esternamente in circostanze molto simili, possono essere ancora risultati
molto differenti, mentre spesso stupiti di vedere emergere da queste irregolarità nelle
frazioni di prova più grandi i risultati übereinstimmendsten. In questo caso si applica
la legge nota nel calcolo delle probabilità sotto il nome della legge dei grandi numeri,
che governa il caso, a condizione che si accumuli. mentre uno è spesso stupito nel
vedere i risultati più coerenti di queste irregolarità nelle frazioni sperimentali più
grandi. In questo caso si applica la legge nota nel calcolo delle probabilità sotto il
nome della legge dei grandi numeri, che governa il caso, a condizione che si
accumuli. mentre uno è spesso stupito nel vedere i risultati più coerenti di queste
irregolarità nelle frazioni sperimentali più grandi. In questo caso si applica la legge
nota nel calcolo delle probabilità sotto il nome della legge dei grandi numeri, che
governa il caso, a condizione che si accumuli.
A tale riguardo difficilmente possiamo paragonare i nostri metodi con qualcosa di
più appropriato che con un Proteo, il quale, invece di rispondere semplicemente e
volentieri alle domande poste, sembra sfuggire a qualsiasi risposta dalle forme più
svariate che disegna; ma è sufficiente, fermamente, per tenerlo fermo solo sullo
stesso punto, quindi lo costringe a dare una risposta sicura. In passato ho perso molto
tempo, soprattutto con il metodo dei casi giusti e sbagliati, perché volevo trarre
conclusioni da poche ore di esperimento o giorno senza poter arrivare a qualcosa di
fermo; fino a quando ho deciso di ripetere gli esperimenti sempre rispetto allo stesso
punto per interi mesi, ogni giorno con circa un'ora di prova, dove ho ottenuto risultati
con cui ho motivo di essere soddisfatto.
A parte che non può essere eliminato, influenza che (vedi sopra) è la dimensione di
una reazione di contingenze irregolari in base alle dimensioni dei valori di misura, gli
incidenti devono essere compensate mediante frequente ripetizione delle prove in un
modo che è lungo come tale libertà e La sensibilità rimane la stessa, trova lo stesso
standard di misura negli esperimenti fatti in tempi diversi, così che il singolo caso
perde la sua influenza, ei risultati definitivi diventano indipendenti dal caso. Per
essere sicuri che questo è il caso, si continuerà o qualsiasi serie di test hanno così
tanto tempo per essere ripetuta fino a quando i principali gruppi politici o ripetizioni
della stessa partita nei risultati rilevanti, pur permettendo di deviazioni naturalmente,
come il piccolo ordine, come si deve anche consentire come errori di osservazione
nelle osservazioni fisiche; perché le contingenze non assolutamente compensabili
rappresentano gli errori di osservazione nei nostri metodi. Se una piccola fazione
corrisponde, non puoi calmarti lasciandoti cadere al caso. Per il resto, il calcolo della
probabilità concede il mezzo, da un lato, di prevedere in anticipo il grado di
precisione che si può, con una certa probabilità, aspettarsi di ottenere da un dato
numero di osservazioni; d'altra parte, per calcolare il grado di accuratezza raggiunto
dal numero di osservazioni e il grado di accordo che mostrano le singole osservazioni
o frazioni di una serie di osservazioni. perché le contingenze non assolutamente
compensabili rappresentano gli errori di osservazione nei nostri metodi. Se una
piccola fazione corrisponde, non puoi calmarti lasciandoti cadere al caso. Per il resto,
il calcolo della probabilità concede il mezzo, da un lato, di prevedere in anticipo il
grado di precisione che si può, con una certa probabilità, aspettarsi di ottenere da un
dato numero di osservazioni; d'altra parte, per calcolare il grado di accuratezza
raggiunto dal numero di osservazioni e il grado di accordo che mostrano le singole
osservazioni o frazioni di una serie di osservazioni. perché le contingenze non
assolutamente compensabili rappresentano gli errori di osservazione nei nostri
metodi. Se una piccola fazione corrisponde, non puoi calmarti lasciandoti cadere al
caso. Per il resto, il calcolo della probabilità concede il mezzo, da un lato, di
prevedere in anticipo il grado di precisione che si può, con una certa probabilità,
aspettarsi di ottenere da un dato numero di osservazioni; d'altra parte, per calcolare il
grado di accuratezza raggiunto dal numero di osservazioni e il grado di accordo che
mostrano le singole osservazioni o frazioni di una serie di osservazioni. Inoltre, la
teoria della probabilità fornisce i mezzi da un lato il livello di accuratezza, ci si
aspetta di ottenere osservazioni con una data probabilità di un dato numero di
determinare anticipo; calcolare altra parte, il grado di accuratezza acquisito il numero
di osservazioni e il grado di conformità in evidenza le singole osservazioni o frazioni
di una serie di osservazioni. Inoltre, la teoria della probabilità fornisce i mezzi da un
lato il livello di accuratezza, che ci si aspetta di ottenere osservazioni con una data
probabilità di un dato numero di determinare anticipo; per calcolare altra parte, il
grado di accuratezza acquisita il numero di osservazioni e il grado di conformità in
evidenza le singole osservazioni o frazioni di una serie di osservazioni.
Sebbene i tentativi debbano essere istituiti sin dall'inizio in termini di uno scopo
specifico il più pianificato possibile; tuttavia, una tru- zione preliminare può spesso
essere di grande utilità nel determinare le condizioni di misurazione più favorevoli e
le circostanze da considerare al fine di stabilire il piano degli esperimenti successivi,
e anche dove non vi è alcun co-esame del corridoio che l'esercizio richiede ha il
vantaggio di consentire il passaggio della prima fase dell'esercizio e quindi di
eliminare alcune delle modifiche all'esame principale che dipendono da essa. Nel
frattempo, l'influenza dell'esercizio fisico rimane sempre un elemento da
considerare; ed è quindi utile considerare la conoscenza e il perseguimento di essa nei
primi esperimenti preliminari; perché i tentativi successivi
Per ottenere risultati che non siano unilaterali e validi solo per circostanze
particolari, si dovrebbe applicare il più ampio cambiamento metodologico possibile
delle circostanze. Tante volte ho avuto l'esperienza che ciò che appariva abbastanza
legalmente a determinate condizioni, in altre circostanze si è rivelato molto
diverso 6) , che sono diventato molto attento a pronunciare risultati che non si sono
dimostrati in circostanze molto diverse come generali. Ma ora arriva un conflitto. Più
sono le circostanze connesse all'esperimento, meno tentativi si possono fare a ciascun
individuo e meno precisa è la determinazione complessiva della misura. Bisogna,
quindi, essere così attenti a non voler indagare tutto in una volta, per cui non si
ottiene nulla di giusto, in quanto unilateralmente limitare la procedura a certe
circostanze fisse.
6)
Questo è particolarmente vero per i rapporti degli errori costanti da
menzionare.

Per illustrarlo con l'esempio delle prove di peso, si può esaminare come la
sensibilità per le differenze di peso cambia in base alla dimensione dei pesi
principali. Ma supponiamo di avere le condizioni stabilite a questo proposito nel
miglioramento del tenore di pesi con una mano, si trovano ancora una volta gli stessi
risultati quando si solleva i pesi con l'altra mano, o se invece sia con uno e la stessa
mano, il uno con l'uno, l'altro con l'altra mano? O se cambi la maniglia o la modalità
di attacco delle navi o la posizione dei pesi nelle navi? Altrimenti, il tasso di
sollevamento di ciascun recipiente, l'intervallo tra l'elevazione di entrambi, la
conseguenza se il più pesante il primo o secondo abrogata, portare la quantità di
differenze di elevazione? Si otterranno gli stessi risultati se gli esperimenti con i pesi
principali vengono aumentati da quelli più piccoli a quelli più grandi e se vengono
eseguiti in ordine inverso? Che influenza ha se lo fai con un braccio stanco e non
affaticato? Come cambia il rapporto tra i casi giusti e quelli sbagliati con le
dimensioni del peso aggiuntivo? etc
Uno studio esauriente della suscettibilità alle differenze di peso richiede davvero
una determinazione di tutte queste influenze, e in altri campi sperimentali di
sensibilità, ci sono solo altre influenze che devono essere investigate. Ma ogni tale
influenza, per essere sicura delle sue dimensioni, direzione, dipendenza dalle
circostanze, richiede un gran numero di tentativi su di essa.
Dove deve essere confrontato con l'influenza di diverse circostanze, gli esperimenti
devono essere alternativamente e alternativamente ascendenti e discendenti con i
valori maggiori e minori, sia negli stessi giorni o nel cambio di giorni, l'influenza, la
conseguenza degli esperimenti cambiando la sensibilità o per altri motivi al successo,
in parte riconosco, in parte compenso, in parte per essere in grado di tener conto. Nel
caso dell'esempio delle prove di peso, questo vale per le serie di pesi diversi, pesi
diversi, intervalli di tempo di sollevamento diversi, ecc., Che sono sottoposti
all'esperimento.
Sii z. Se, ad esempio, i tentativi sono fatti con un numero di pesi diversi, è possibile
procedere nello stesso giorno attraverso la serie in ordine ascendente, quindi in
ordine decrescente, il giorno successivo discendente, quindi ascendente; o in modo
tale da poterlo attraversare in un giorno solo ascendendo, quindi solo
discendendo; Che cambia metodicamente attraverso l'intera serie di giorni, che
porta la serie di esperimenti a continuare.
In alcune prove ho invece sempre cominciare con il più piccolo o più grande e
valori chiudere, iniziato dopo la serie con ciascuno dei valori da testare e chiusi la
serie avanti e indietro in modo continuo, come se sono state programmate in un
cerchio dove il punto di partenza per attraversare il cerchio può essere preso
arbitrariamente. Forse pesa il vantaggio previsto del presente documento per una
compensazione completa dell'influenza dell'ordine di testare lo svantaggio di ridotta
semplicità del metodo non è pari o superiore pesa soltanto a condizioni particolari.
Generalmente venire l'influenza della temporizzazione dei diversi test, in parte per
contrastare circostanze in considerazione, in parte in conflitto, e può presto in questa,
ora predominano in questo senso. Da un lato, l'attenzione e l'attività degli organi di
senso sono, soprattutto con una mancanza di esercizio fisico, da un certo periodo di
test solo, per così dire in treno e cominciare ad agire con una certa uniformità, d'altra
parte sono rinforzati da un sequel più lungo, stanco o dopo Circostanze
esagerate; finalmente si mette in fin dall'inizio e spesso affermato da una lunga serie
di esperimenti, l'influenza della crescente esercizio fino a certi limiti. Tutte queste
influenze possono essere oggetto di indagini speciali; nella misura in cui entrano in
gioco da soli in ogni indagine,
Essi non sono ancora oggetto di indagine, abbiamo forte, dipendenti da esso per
evitare modifiche per quanto possibile, in modo da non continuare i tentativi di
stanchezza grave o irritazione, e gli esperimenti preferibili con lenta o Dopo il
completamento del progresso di formazione quelli con il progresso esercizio
rapida. Ma dal momento che una certa continuità in corso degli esperimenti, proprio
come esso a tempo debito parte corso di ogni giornata, in parte come risultato della
giornata d'altra parte benefico per l'uniformità della fattibilità, abbiamo una, per
l'individualità e più stretti rapporti definizione, a cercare una misura in tal senso, che
deve essere abbandonati a se stessi cicli di chiunque di non mettere il disegno di
legge, in ogni caso con l'esclusione, ma l'esatta determinazione e la compensazione di
quelle influenze, che non può essere totalmente escluso; a cui appartiene una corretta
disposizione metodica degli esperimenti, e su cui si ricercano le informazioni più
ravvicinate nella discussione dei singoli metodi.
Così utile e necessario è un cambiamento metodologico nelle circostanze per
studiare l'influenza delle loro differenze, tuttavia comprensibile massima stabilità
dello stesso, o non entrare in quanto quelli più compensazione possibile delle sue
variazioni in tutti i test è necessario che, per determinate circostanze per unire a un
risultato comune. Se anche le circostanze esterne a questo riguardo sono in suo
potere, allora non quelle interne; nello stesso modo in cui la sensibilità stessa, al pari
di molte relazioni interne di cui fa parte lo stesso circostanza, è soggetta ad una
variabilità non trascurabile per cause che non possono né essere calcolate né
eliminate. Ciò richiede due considerazioni, una delle quali è l'uso di misure di epoche
diverse, anche se in circostanze esterne identiche, non facilmente confrontabile se
non ci si convincesse del fatto della comparabilità; in secondo luogo, che non solo
divide una lunga serie di esperimenti in gruppi in base alle diverse condizioni
sperimentali, ma anche dal tempo per indagare quali di per sé, e generalmente
preferiscono insieme pone il risultato fattura delle frazioni serie di prova lungo, come
risultato della riga non frazionata totale alla volta pareggi.
In generale, il frazionamento ha il vantaggio di assicurare noi di maggiore o minore
coerenza dei risultati di essere monitorati ad alcun progresso dell'esercizio e qual è la
cosa più importante, la spesso si sentiva la fabbricazione con più lunga come corre
nella direzione opposta, influenzare disordini interni essere in grado di eliminarlo in
modo più sicuro nei documenti di fatturazione rispetto a se le osservazioni fossero
state trattate nel loro complesso; come si può vedere dalla discussione speciale sui
metodi.
Tuttavia, il risultato di fatturazione di ciascuna fazione ha meno sicurezza di quella
della totalità a causa del minor numero di osservazioni che fa. Ma il calcolo della
probabilità mostra che unendo i risultati delle frazioni si riacquista la certezza, che è
stata persa dal frazionamento dell'individuo; secondo cui esistono ancora i vantaggi
dichiarati del frazionamento.
Dall'altro lato, tuttavia, cresce con frazionamento, l'inconveniente di trattamento e
rappresentazione di tentativi ed il numero di tentativi che sono presi insieme in un
gruppo, ha uno, fuga nel metodo di casi giuste e sbagliate ed errori significano solo
con il grande numero di prove, Nel caso di una dimensione più piccola da prendere in
considerazione mediante correzione, o resa innocua dall'uso di un numero sempre
identico di test, influenza sulla dimensione dei valori, come può essere mostrato
teoricamente e dimostrato dall'esperienza.
Con tutte le serie po 'più ampia di prove necessarie per proseguire per diversi giorni
o addirittura settimane e mesi, i test a intervalli regolari come possibile e
regolarmente divisi, nessun esperimento materia che contengono, il più possibile
uguali o per fare i reparti predisposti simmetrici. La stretta aderenza ad un ordine
fisso in queste relazioni non solo contribuisce significativamente a rendere i tentativi
dei vari giorni confrontabili tra loro di muoversi in arrivare a evitare confusione e
sviste nella disposizione delle condizioni sperimentali, ma anche di semplificare i
calcoli, e qualsiasi Per facilitare l'uso delle osservazioni a tutti. Considerando che, se
presto si osserva così tanto presto, presto questo presto in quell'episodio, subito dopo,
in queste circostanze, senza alcuna regola fissa a quelle circostanze, l'utilità delle
osservazioni soffre sotto ogni aspetto. Il vantaggio generale che l'ordine ha ovunque
viene affermato in modo ancora più evidente nel nostro metodo, maggiore è il
numero di dettagli che deve essere organizzato e tenuto in ordine.
In generale, faccio sempre gli esperimenti della stessa serie di osservazioni, che si
svolgono in una serie di giorni, alla stessa ora del giorno; poiché la distanza dal
momento del sonno e l'assunzione di cibo possono influenzare i rapporti di sensibilità
da esaminare. Forse tale influenza è spesso trascurabile, tanto più se soddisfa sempre
le circostanze confrontate nello stesso modo; Tuttavia, questo sarà prima esaminato in
dettaglio, e prima di tale indagine è sempre consigliabile questa cautela, che, per
inciso, entra solo nella regola generale di osservare un ordine fisso nelle relazioni
temporali degli esperimenti.
Nella misura in cui il giudizio dei nostri metodi deve basarsi sulla pura
affermazione della sensazione, bisogna fare molta attenzione che non sia dovuto a
un'influenza dell'idea, all'aspettativa dei risultati da ottenere, in breve ciò che si
chiama influenza dell'infanzia mantiene, è determinato. Da un altro lato, tuttavia, non
si dovrebbe, per evitare un'influenza immaginaria dell'immaginazione, rendere la
procedura così cieca. Entrambi offrono occasioni nei nostri metodi.
La disposizione delle condizioni sperimentali, registrando i valori osservati,
totalizzazione di errori o casi giusto e sbagliato, come tutti di essere fondata sulle
bollette sono creati e controllati da ripetizione o altra cosa che l'altra nella quantità di
registrazione, Zusammenzuzählenden e da calcolarsi l'inevitabile incidente dovrebbe
essere evitato il più possibile; e osservare nella registrazione e usare fedeltà
infrangibile.
Il rispetto di queste ultime regole è più importante e più difficile di quanto si possa
pensare a prima vista. Dopo le esperienze che ho fatto su me stesso e sui miei
colleghi osservatori, non mi fido di nessun racconto e resoconto che non sia
controllato dalla ripetizione o altro. Anche se ripetuto il conteggio, calcolando,
specialmente quando accade in rapida successione nella stessa forma, uno trascura gli
errori così facilmente come un errore nel correggere uno script. Cura e cautela a
questo riguardo non sono sufficienti per raccomandare; e per quanto possa essere
fastidiosa la ripetizione o l'altro controllo delle operazioni noiose, è necessario per
non compromettere il merito di un'attenta osservazione per caso nel loro uso.
Ancor prima della registrazione, tuttavia, nel generale cambiamento di circostanze
metodologico necessario, si possono commettere errori anche solo confondendo una
circostanza con l'altra nell'arrangiamento, o mantenendola attraverso diversi reparti
sperimentali senza il necessario cambiamento; quindi si deve fare una negligenza
dominante a questo riguardo la regola.
Per quanto riguarda la fedeltà nel disco, ci si sente troppo spesso tentati di
falsificare senza i risultati anche singoli valori di osservazione inusuali, z. B. nel
metodo di errore medio insolitamente grande, ad esempio, da uno sconto del debito
indebitati per escludere errori. Ma questo non ha né principio né limite e porta a un
capriccio, che deve fare affidamento solo su un Apercu indeterminato. Tali casi
devono essere evitati, ma, se si verificano, possono essere compensati solo dal gran
numero di esperimenti. Nelle leggi probabilistiche del caso, sulle quali si basano i
metodi dei casi giusti e sbagliati e degli errori medi, è giustificata anche la rara
presenza di casi straordinari; e non troverai alcun vantaggio nell'escluderli dalle
bollette chi deve fare affidamento su queste leggi. L'attenzione non può sempre
mantenere esattamente la stessa forza in una lunga serie di esperimenti, se si deve già
cercare di ottenere il più possibile. Ora le variazioni involontarie di esse stesse
appartengono agli incidenti di questi metodi, e non si deve disturbare la legge di
queste contingenze, che appare in gran numero, da interventi arbitrari.
Si noti la data delle osservazioni dello stesso, è importante non solo per l'ordine di
interesse pubblico, ma anche e soprattutto perché i cambiamenti periodici o
progressivi nella sensibilità, che possono aver luogo nel corso delle prove, così come
riconosciuto e nella compilazione e l'uso degli esperimenti necessario da
considerare. Inoltre, probabilmente si faranno tutte le circostanze aggiuntive, che
potrebbero influenzare il successo o la comparabilità degli esperimenti, come z. Ad
esempio, la temperatura, anche se tale influenza non è stata dimostrata, può essere
registrata, e sotto questo aspetto piuttosto troppo, piuttosto che troppo poco.
Nel nostro campo di osservazione, è di particolare beneficio se diversi osservatori
si uniscono ai fini di un'indagine congiunta al fine di completarsi parzialmente l'un
l'altro, di assistere parzialmente e in parte di controllare. Non è facile per un
osservatore condurre da solo lo studio di una singola area sensoriale o di una parte
più importante di essa, con successo ed esaurientemente, in parte a causa
dell'estensione del compito, che ne rende una divisione altrettanto necessaria da
un'altra parte è in parte dovuto al fatto che, per alcuni esperimenti, la cooperazione
diretta di due osservatori o almeno un osservatore e un assistente, per ragioni esterne,
appartiene, almeno in parte, perché il controllo dei risultati ottenuti da uno o più
osservatori da un osservatore nel nostro campo è più importante che altrove, a causa
del pericolo che il risultato dipenda essenzialmente solo dall'individualità
dell'osservatore. Pertanto, a seconda delle circostanze, in parte una divisione del
lavoro tra gli osservatori dividendo l'area di osservazione, in parte una partecipazione
congiunta degli stessi negli stessi studi, parzialmente attaccano ripetendo la molto
indipendente gli stessi esperimenti sia con corte vantaggio.
Forse si può ben dire che nel nostro campo non ottiene un osservatori mai così
affidabili risultato può essere considerato affidabile se non ha avuto il suo controllo
da altri osservatori attendibili, perché l'affidabilità di chi osserva solo una garanzia di
fedeltà e precisione dei suoi appunti, ma non della generalità di ciò che ha osservato
in se stesso; sebbene molte condizioni e leggi siano del tipo che si può presupporre
fin dall'inizio, esse non sono semplicemente una questione di particolari individualità.
Così importante da punti di interazione di diversi osservatori specificata da
un'indagine congiunta, si potrebbe pensare, ma molto untriftig la possibilità di
psicofisico Maßversuche a tutti per l'assistenza di un Mitbeobachters o di agenti è
limitata. Piuttosto, importante come controllo di osservazioni fatte in questo campo
attraverso cui osservazioni indipendenti è così importante è osservazioni in questo
campo il più possibile inalterate possibile uniforme e completa il proprio dominio sul
tempo, le circostanze delle prove e l'ordine in cui sono tentati di eseguire, nella
misura in cui solo il pericolo può essere escluso che la conoscenza delle circostanze
sperimentali, l'influenza di cui si vuole indagare, dia alla fantasia un indizio, per
distorcere i risultati. Quindi, se un assistente non è necessario per questo o per altri
motivi, generalmente non sarà utile, poiché qualsiasi complicazione di un
macchinario è dannosa, il che non è necessario. La discussione speciale sui metodi di
misurazione darà molte occasioni l'opportunità di tornare su questo argomento con
discussioni speciali relative alla natura delle circostanze e delle esperienze fatte,
poiché un apercu generale non è sufficiente per supportare le regole in particolare.
c) considerazioni riguardanti il tempo e lo spazio degli esperimenti, errori
costanti. 7)
Nella misura in cui i nostri metodi si basano sul confronto di due grandezze, è
preferibile la concezione successiva del simultaneo, e il secondo praticamente
impossibile, in quanto l'attenzione si volge spontaneamente all'una e all'altra
quantità. Si dovrebbe quindi tentare immediatamente di osservare le variabili da
confrontare rapidamente, ma ognuna di esse è indisturbata dall'intervento degli altri, e
di farne la sovrapposizione solo in memoria. La capacità di essere in grado di
confrontare le quantità in questo modo è molto strana, come EH Weber ha già
sottolineato, e si aspetta che la sua illuminazione provenga dal progresso della
psicofisica interna. Per ora deve basarsi sul suo fatto.
7) Revisione a pag. 130-138.

Che la concezione dei quantitativi confronto non coincide direttamente nel tempo,
ma ora provoca solo il modo che essi non coincidono direttamente nello spazio, e
quindi entrano in un rapporto diverso con gli organi che percepisce, realizzazioni
indotte, che partecipano alla misurazione. Descriverò brevemente tali relazioni come
relazioni della posizione temporale e spaziale delle quantità confrontate. La difficoltà
principale di una precisa misura comparabile di sensibilità basata sul fatto e la
formazione di metodi deve essere diretto principalmente a individuare e correggere lo
stesso con metodi e contabilità, in cui si è ancora in grado di fare più per la prima La
vista può sembrare possibile; ma finora l'attenzione è stata meno diretta di quanto
meriti l'oggetto.
In generale, per quanto riguarda i rapporti di tempo, va notato che si applica quanto
segue: 1) il tempo durante il quale si concepisce una quantità, e. B. scuote un peso
quando si tratta tentativi peso sintetizza una distanza l'occhio quando è
Augenmaßversuche, ecc 2) L'intervallo che è consentito trascorrere tra la concezione
dell'uno e l'altro formato; 3) la sequenza temporale, indipendentemente dal fatto che
si prenda prima uno o l'altro; 4) la ripetizione più o meno frequente della concezione
comparativa prima di decidere. In generale, l'abitudine porta con sé una certa
uniformità in queste circostanze, e l'influenza delle piccole differenze che si
verificano nei singoli esperimenti è bilanciata in un gran numero di esse. Ma potrebbe
essere appropriato assumere metodicamente gli esperimenti per rendere completa
uniformità o comparabilità in queste relazioni, per mezzo di un contatore, e per
indagare con le loro alterazioni deliberate l'influenza di esse, in cui fino ad ora è stato
fatto pochissimo. Nelle prove di peso che ho fatto con il metodo dei casi giusti e
sbagliati, tuttavia, ho aderito rigorosamente a questa considerazione.
Io le proporzioni altrettanto attentamente considerati della posizione spaziale delle
dimensioni rispetto io stesso non generalità coinvolti perché essi modificano il
metodo e banco di prova molto più varia di quella dell'intervallo di tempo e basta
ricordare pregiudizievole che la dualità dei nostri sensi in questo regard necessario
considerare particolare, anche se dà luogo a confrontare il livello di sensibilità degli
organi duplicati partly per sé e parte in cooperazione, d'altra parte, se entrambi non
possono facilmente verificarsi nella stessa proporzione alle dimensioni compared
durante l'interazione degli organi reciproci.
L'Augenmaßversuchen fa una differenza, utilizzando il metodo di errore medio se
la distanza normale, che si cerca di rendere l'altro lo stesso, ad essi, è destra oa
sinistra di questa su o giù. In esperimenti simili sulla Tastmaß pelle, è quando si
noleggia esperimenti su se stesso, anche utilizzando cerchio peduncolo, non
indifferente se il cerchio che determina la distanza media con la destra, l'altra gestito
con la mano sinistra , o viceversa, in quanto in qualche modo il metodo di
applicazione della bussola cambia in seguito, ecc.
Nella misura in cui le circostanze di una specifica, rispetto per le diverse
dimensioni di collocazione temporale e spaziale diversa rimanere costante attraverso
una serie di esperimenti, stabiliscono l'entità acquisita che può essere chiamata una
costante errori in generale.
Nel metodo dei casi giuste e sbagliate in materia di tentativi di peso, l'errore
costante indica che, quando, con un gran numero in cui era la seconda abrogato,
mettendo insieme ad un gran numero di casi in cui la nave con il peso in più è stata
l'erstaufgehobene nel modo, le circostanze non importa detenuti, il rapporto tra il
diritto ai casi sbagliate è uno molto diverso se, in caso contrario, come se ho un gran
numero di casi in cui il peso in più nella sinistra e dove era nei vasi contro dritto
immaginare. 8) Nel metodo di errore medio nel campo di Augenmaß- e gropings,
l'errore costante indica che la media delle distanze che ho apprezzato una data
distanza normale uguale, per non importa quante prove non corrispondono viene
notevolmente con la normale distanza, ma un spesso considerevoli, a seconda legge
la posizione spaziale e temporale delle dimensioni rispetto, dimensioni devia in
positivi o negativi di esso, e, che è dovuto a che la somma delle deviazioni positive
dalla distanza normale, la somma errore positivo, con il negativo piuttosto che il i
valori assoluti falliscono uguali, spesso molto diversi da loro, incomparabilmente più
di quanto possano essere scritti a causa di contingenze squilibrate.
8) Anche Renz e Wolf che uno di loro era tendenza generale a erstgehörten,
l'altro considerato i due erano suono come il più forte, dimostrando che
l'influenza dei vari notevole nei loro esperimenti sonori con il metodo di casi
giusto e sbagliato, La posizione temporale delle influenze anche qui, e in
effetti, secondo le circostanze, si può dire di modi mutevoli.

È forse possibile mettere il sospetto in queste affermazioni e pensare che gran parte
di ciò che è stato osservato si basa sull'influenza dell'immaginazione, ma solo fino a
quando non si sono fatti esperimenti secondo i metodi in questione, e uno si
convincerà presto Per iniziare come preferisci, per evitare errori costanti. Tuttavia,
un'influenza dell'immaginazione era così poco in gioco con ciò che osservavo a
questo riguardo, che al contrario l'insorgenza inaspettata degli errori costanti in questi
esperimenti era la cosa che all'inizio mi scandalizzava di più, e, anche prima di me la
loro eliminazione era molto imbarazzante; e ancora oggi, dopo aver sperimentato a
lungo sul campo, specialmente di peso e misura, Per me l'ultima ragione è per la
maggior parte poco chiara, e solo il fatto di sicuro. Inoltre, in altri osservatori, che ho
suggerito di ripetere i miei esperimenti, è stato trovato abbastanza simile.
L'esistenza di errore costante, per inciso, porta solo una complicazione, non una
mancanza di precisione nella misura dai nostri metodi, in quanto eliminano alla
stabilità reale con misure appropriate e lasciano allo stesso tempo secondo la loro
dimensione determinare esattamente come lo spettacolo con particolare
considerazione dei metodi.
Sfortunatamente, la costanza degli errori costanti non ha luogo in senso stretto. Un
giorno non sono così incline come l'altro giorno a considerare la nave, che è stata
sollevata o lasciata, come la maggiore o minore distanza in un senso definito; ma in
circostanze esterne, le disposizioni interne cambiano sotto questo aspetto, spesso in
modo molto evidente. I nostri metodi in grado di monitorare questi cambiamenti
facile, ma cercare quando si tratta di una precisione massima, difficoltà è, fino a
quando le variazioni dei continui errori nel metodo di mix errore medio con l'errore
variabile puro e contaminarlo, nel metodo del diritto e casi falsi, ma altrimenti prendi
la misura;
Oltre a ciò, la complicazione dei nostri metodi dall'errore costante non deve essere
considerata come uno svantaggio della stessa, ma piuttosto come un vantaggio
importante, purché la determinazione dell'errore costante stesso sia una parte della
misura psico-fisica ottenibile in tal modo; il fatto stesso che l'influenza della
sensazione con le circostanze coinvolte viene così rappresentata e misurata, ma allo
stesso tempo c'è la possibilità di eliminarla dalla misura della sensibilità della
differenza, che, tuttavia, ora dobbiamo solo fare. L'errore costante non è quindi
affatto da buttare via come uno spreco di inattività, ma con attenzione espellere solo
da questa misura, per esaminare il modo in cui, anche dopo la sua situazione
regolarità, i vincoli in ogni aree di prova e dopo ogni prova. Si dovrebbe, i nostri
metodi di osservazione a questo proposito, l'osservazione dell'arte mai venire
sostitutivi dalla quindi non solo un errore costante così comune occurrence di quanto
si sarebbe difficilmente potuto pensare, ma anche fonti dello stesso, a cui si è appena
pensato di essere scoperto; ma mi riferisco ai miei "metodi di misurazione" piuttosto
che a questa scrittura.
Allo stesso tempo, la sensibilità mostrata dai metodi per l'influenza delle condizioni
sperimentali sull'errore costante è una prova della loro finezza.
Quanto sopra è ben lungi dall'esaurire tutto ciò che è necessario conoscere e
osservare da parte di colui che desidera avvalersi dei suddetti metodi di
sperimentazione. Come io sono, però, costretto a riservare spiegazioni più dettagliate
qui circa i "metodi di misura", mi limito folgends ancora essere descritto in termini
degli ultimi due metodi, i più importanti punti speciali in parte, in parte per spiegare
in un breve sondaggio che sarà discusso più ampiamente in futuro. Nel fare ciò, ho
messo giù le prove di peso per il metodo dei casi giusti e sbagliati, e per il metodo
degli errori medi, le misure dell'occhio e gli esperimenti tattili, su cui ho la mia
esperienza da comandare. I termini che userò di seguito
d ) Speciale per il metodo dei casi giusti e sbagliati, applicato alle prove di
peso. 9)
I (iniziata nel 1855) Esperimenti sulla base dei seguenti dichiarazioni sono basate
sulla metodologia dei casi giusto e sbagliato sono stati intrapresi solo nella semplice
intenzione di esame della legge di Weber, e più tardi per il bene della formazione il
metodo stesso continuo ed esteso dopo che era diventato evidente che il test che
avevo in mente prima dell'esame di un FUJIFILM dei termini di accuratezza del
metodo, la formazione il loro lato sperimentale e contabile ha chiesto solo che il
tempo non era ancora disponibile. Per diversi anni, ho considerato una specie di
lavoro quotidiano per fare esperimenti in questo interesse per circa 1 ora, e continuare
in modo coerente rispetto alla determinazione di questa o quella particolare relazione
per un numero maggiore di giorni. In questo modo, è un non esaustivo in questo
documento di gran lunga, materiale di sperimentazioni coltivate, dei quali, si
verificano in alcuni dei seguenti capitoli, figure grandi sperimentali, e la ripetizione
multiplo della serie di test per identificare i punti importanti in tempi diversi e in
circostanze alterato, testimone C'è anche un sacco di pratica nella gestione del
metodo.
9) Revisione pagg. 42-104, 358 e segg . Informazioni sul metodo dei casi giusti
e sbagliati in applicazione al senso dello spazio. Dipende dal kgl, sächs Ges.
D. W. XXII, n. II. 1884. In termini di senso del tempo e del metodo di chiamata
F. Phil. Stud. III, pp. 12

Nella misura in cui il nostro metodo dipende dalla determinazione del rapporto tra
il numero di casi corretti e il numero di casi non corretti o il numero totale di casi,
con l'applicazione preferenziale dell'ultimo rapporto determinerò il numero di casi
corretti con r, quelli dei casi errati con f , denota il numero totale di casi con n , cioè il

rapporto con cui dovremo occuparci principalmente , ma in modo che se un numero


di test è diviso in frazioni uguali rispetto a un valore di osservazione, e questo è
particolarmente preso in considerazione sono r ed n il numero di casi corretti e totali
di ogni frazione in particolare è, tuttavia conv è il numero di frazioni, dove quindi vn
è il numero totale di casi per il valore osservato. Si riferisce tutta la serie di
osservazioni, come avviene di solito diverse da confrontare tra loro i valori osservati,
dobbiamo naturalmente vn ancora lo stesso essere moltiplicati per il numero di
ottenere il numero totale dei casi per tutta la serie.
Dove il verdetto rimane dubbio, un caso del genere è notevolmente la metà dei casi
corretti, metà falsi. Ma al fine di evitare mezze cause derivanti da questo, io conto,

come la formazione della rottura dipende solo dalle circostanze, ogni caso corretto
di giudizio come due corretti, ogni torto come due casi falsi; e chiunque, dove il
verdetto rimane dubbio, come uno giusto, uno sbagliato.
Con P , il peso principale, il peso di ciascuna delle navi relativamente sofisticati
compresi carico senza è, di D, con D sono riferiti al peso aggiuntivo (eccesso di
peso), che viene impiegato negli esperimenti, con h un valore che è direttamente
proporzionale alla differenza di sensibilità, e quindi i pesi supplementari D, che è

in grado di fornire lo stesso , è inversamente proporzionale, o in breve, la misura


della differenza di sensibilità con cui deve essere fatto.
Il metodo può essere eseguito in due modi: secondo un primo metodo, in modo che
uno decida solo dopo una pesatura ripetuta avanti e indietro dei vasi caricati, che è
più pesante o più leggero; dopo un secondo, in modo che uno decide infrangibilmente
dopo ogni singolo annullamento comparativo di entrambe le navi, o in caso di dubbio
mette il giudizio a quelli indecisi, che sono contati metà del giusto, metà del torto.
In passato, ho sempre usato il primo metodo; ma in seguito respinse tutti i tentativi
fatti con esso, e mi trattenni esclusivamente al secondo, dopo essermi convinto
dell'eccellenza molto più grande della stessa. Non solo può essere prodotto più
uniforme rispetto alla prima, ma può anche essere un'eliminazione preciso e
determinante, dipende dal tempo e posizione spaziale Miteinflüsse che costituiscono
un errore costante, solo dopo il secondo processo, da un'adeguata opposizione tali
influenze contro l'altro , come sarà chiaro di seguito.
Naturalmente, è più facile impegnarsi al secondo metodo, un errore rispetto alla
direzione della differenza come una prima velocità e il numero di casi indecisi e
sbagliato ricade sotto l'applicazione di una medesima D con lo stesso numero totale
di casi di dimensioni superiori dal primo metodo, ma il metodo non lo rende più
impreciso, purché debba essere basato sulla commissione degli errori, e cosa può

essere compensato applicando una D più grande , non a piccole proporzioni che
sono tanto piccoli quanto un vantaggio troppo grande per la misura. D'altro canto, il
secondo metodo, allo stesso tempo, produce molti più casi rispetto al primo, e ogni
duplicazione può essere fatta nello stesso modo o in modo comparabile con l'altro.
Eine Nichtkenntnis der Lage des Mehrgewichtes und mithin Zuziehung eines
Gehilfen zur Bestimmung der jedesmaligen Lage desselben, um einen Einfluß der
Einbildungskraft auf das Urteil auszuschließen, ist bei dem ersten Verfahren
wesentlich, bei dem zweiten nach der unten zu beschreibenden Ausführungsweise
desselben nicht nur nicht nötig, ma nemmeno applicabile. Ciò sarà motivato da una
spiegazione più precisa dell'intera situazione del metodo.
Secondo l'osservazione (vedere sopra) deve sempre essere eseguita sollevando
successione i vasi, ed un doppio passaggio del secondo metodo, che stabilisce un
giudizio, che è causata da successo come sollevamento di una volta da una e l'altra
nave, comprende così due elevazioni semplici. Ma nella misura in cui ogni giudizio
viene conteggiato in due casi secondo le modalità sopra indicate, il numero totale di
casi è determinato dal numero di semplici accuse, non da dazi di doppia imposizione.
Se sollevo entrambe le navi con la stessa mano, la chiamo una procedura con una
sola mano; se ne alzo uno con una mano e l'altro con l'altra mano, piuttosto che con
due mani. Ma il solitario è sempre stato eseguito da me con entrambe le mani, in
quanto la sinistra e la destra sono state applicate nei reparti sperimentali in
evoluzione. Qui, in tutte le principali serie di esperimenti, i diritti hanno mostrato
qualcosa, ma meno sensibilmente, della sinistra; ma il processo a una mano non è
molto più sensibile di quello a due mani. Le influenze costanti del tempo e della
posizione spaziale delle navi sono molto diverse secondo le procedure con una mano
sola, con due mani, con la mano sinistra e con la mano destra. Tuttavia, non è il posto
dove andare nelle specialità che ho a mia disposizione.
Considerazioni speciali hanno richiesto la creazione delle navi, che insieme ai pesi
del carico caricato danno l'accento P ; e solo dopo ho perso un sacco di tempo per gli
esperimenti con le istituzioni imperfette, sono fissato sul fondo per essere descritto
brevemente struttura con un ruolo maniglia ruotabile e, con i vasi di dirlo formando
un corpo solido fissa Arresto pesi zavorra, che era abbastanza.
Forse ha un certo interesse quando ho come esempio - e in realtà è solo un
esempio - da quanto piccole cose possono essere messe in esperimenti di questo
genere in imbarazzo e si fermarono in precedenza menzionato qualcosa di imperfetto
di tali strutture.
Inizialmente, ho usato dei semplici cilindri di legno cavi come vasi, che ho coperto
con la mia mano dall'alto. Ma con i pesi pesanti la mano doveva essere schiacciata
insieme in modo che i vasi non scivolassero dalla mano, mentre in quelli deboli la
mano era incline a coglierla tranquillamente. Né l'uniformità della versione potrebbe
essere ben garantita. Quindi ho fornito ai vasi cinturini di ottone che ruotavano
attorno ai perni attaccati alle estremità opposte di un diametro del vaso in modo che
i vasi si auto-orientassero alla gravità al sollevamento. Ma questo dispositivo
divenne presto sciatto. Poi ho avuto i ganci ricamati; ma poiché erano di lamiera
sottile di ottone, per non rendere le navi troppo pesanti da sole, si ritirarono, quando
passavo a pesi maggiori e non potevo più essere considerato paragonabile. Dopo
aver sostituito quelli più forti, dopo aver respinto tutti i tentativi precedenti, ho fatto
per quasi un anno esperimenti accurati e noiosi con questo apparecchio, e alla fine
tutti, anche se non proprio rifiutati, ma considerati necessari alla ripetizione e al
controllo, che da allora è stato portato avanti da me fino a quel punto che tutti quei
tentativi precedenti possono essere considerati superflui o, a loro volta, solo come un
controllo incidentale sui risultati di quelli nuovi; anche nel seguente è
completamente astratto da esso. Questo dipendeva dalle seguenti circostanze. Quelli
che ho usato prima, I pesi del carico prelevati dal traffico e controllati solo dalla
pesatura avevano dimensioni diverse a seconda della loro diversa gravità. Dal
momento che le navi dovevano essere abbastanza larghe per ospitare anche le più
grandi, quelle più piccole, e anche le più grandi, non erano protette dallo
spostamento durante il sollevamento delle navi. Supponevo che la pressione dovesse
sempre cadere con tutto il peso della nave sugli stessi punti della mano che
abbracciava le staffe, in modo che non si potesse creare alcuno svantaggio da
qualsiasi spostamento dei pesi nelle navi, ma omesso dalla quantità altrimenti da
investigare dopo le circostanze esaminate, che possono influire sul modo di rendere
questo oggetto di indagine speciale. Questa negligenza si è vendicata. Per quando,
finalmente, per motivi di sicurezza, ho iniziato l'indagine facendo deliberatamente
esperimenti comparativi con pesi fissi al centro e ai lati della nave, è emerso
chiaramente che, per quanto non si tratti di dimensioni diverse ma di una diversa
distribuzione della pressione, i risultati erano entrambi La nave apparirà più pesante
quando il peso è al centro dell'aria, e la differenza non è nemmeno irrilevante
quando si confrontano situazioni estreme a questo riguardo. Tuttavia, nei miei
esperimenti solo molto più piccoli, e in base alla probabilità dalla grande quantità di
tentativi nei principali spostamenti compensatori hanno avuto luogo, Ciò è stato in
parte confermato dall'accordo delle singole frazioni maggiori nei numeri ottenuti, e
in parte dal fatto che gli esperimenti successivi con la disposizione più perfetta
hanno essenzialmente portato a risultati uguali; tuttavia, quei primi tentativi non mi
piacevano più, e la loro acutezza e forza vincolante, se non nella sua interezza, ma
nelle loro determinazioni individuali, era diventata troppo precaria per non favorire
lo sforzo di riassumerli con un nuovo apparato di rassicurazione tra i primi ,
Tutti gli esperimenti a cui farò riferimento nel seguito, sono condotti in circostanze
molto uniformi secondo il secondo metodo (vedi sopra), che descrivo qui come
circostanze normali o condizioni normali, passando su punti minori che riservo ai
"metodi di misurazione" , Queste condizioni normali sono state deviate solo nella
misura in cui il successo di tali modifiche stesse dovrebbe essere oggetto di indagine.
I vasi, secondo il dispositivo in cui mi fermavo alla fine, consistevano solo in un
tipo di struttura costituita da quattro aste verticali di ottone collegate in basso da una
croce orizzontale, tra cui c'erano i pesi rettangolari perfettamente adatti, diversi solo
nella dimensione dello spessore (in parte di piombo, in parte di zinco) sono stati
inseriti, in modo che avessero una posizione stabile in esso e non potevano muoversi
durante le elevazioni. La nave con i pesi inseriti e un coperchio posto su di essa, al
centro della quale era saldata una piccola scatola aperta, formava insieme il peso
principale P, che era accuratamente fatto uguale per entrambe le navi. Nella scatola
del coperchio di uno dei due vasi, il peso aggiuntivo D erache ha così mantenuto il
suo posto fermo, al centro del peso principale. Il manico delle navi era un rullo di
legno di 1 par, ruotabile attorno ad un asse orizzontale. Diametro di pollice coperto
con tutta la mano.
Ogni nave aveva a seconda dell'applicazione di un coperchio leggero o più pesante,
insieme a quest'ultimo, peso 300 o 400 grammi, in modo che 300 frame più piccolo
emphasis Pera quello che potrebbe essere applicato, vale a dire, quando sono stati
aggiunti ulteriori pesi del carico usando la copertura luce. Come maggiore enfasi ho
avuto bisogno di 3000 grammi; L'apparato potrebbe non aver tollerato un carico più
pesante nel lungo periodo. Laddove non era necessario esaminare i successi
dell'applicazione di vari pesi, di solito applicavo 1000 grammi come peso principale.
I pesi aggiuntivi usati erano solitamente le taglie 0,04 P e 0,08 P.
Nonostante il fatto che entrambe le navi siano state costruite allo stesso modo, al
fine di compensare l'influenza di una differenza inosservata, in ogni serie di
esperimenti D è stataapplicata altrettanto spesso in una come altre navi in circostanze
altrimenti identiche.
L'altezza di elevazione era limitata da una tavola orizzontale montata ad una certa
altezza sopra il tavolo, in modo che fosse di 2 pollici e 9
pollici. Parigi. rispettivamente.
L'esaltazione è avvenuta a braccia nude, in maniche a camicia nude.
La modalità di elevazione era quella se, ad esempio, il vascello sinistro veniva
sollevato per primo in una prima doppia elevazione, poi nel secondo, questo veniva
fatto con quello giusto, e così via alternativamente. 32 dossi in questo modo, o 64
dossi semplici, che giustificano così tanti casi, sono riassunti come una sezione
sperimentale, mentre D rimane sempre nella stessa nave. Nel mezzo di ciascuna
sezione, vale a dire dopo 32 sollevamenti semplici, ogni volta che la posizione delle
navi veniva cambiata da sinistra a destra. Sul 4 volte diversa situazione di tempo e
spazio, che il peso extra D conseguentemente guadagni, sulla base del cosiddetto che
saranno discussi in maggior dettaglio di seguito. 4 casi principali del metodo,
ciascuno dei quali è stato quindi rappresentato con 16 elevazioni semplici o casi di
ciascun reparto di prova. Tali reparti di 64 casi erano modifica delle condizioni da
esaminare (P, D , ecc) impiegato solitamente 8 ai 12 ogni tentativo giorni consecutivi
e sviluppato a prova grande serie solito 1 mese.
Il regolata da un contatore di tempo di ciascuna elevazione di un recipiente era di 1
secondo, il ciascuna basso rapporto di riduzione 1 secondo l'intervallo tra
l'impostazione da un lato e sollevando l'altra nave Anche 1 secondo che è il tempo
ogni doppio ascensore, che stabilisce un confronto o 2 casi, esattamente partire 5
secondi. Nello stesso intervallo di tempo, cioè 5 secondi, ho lasciato tra uno e il
doppio aumento successivo, durante il quale si è verificata la registrazione del
risultato. Nel processo a una mano, la registrazione veniva sempre eseguita con la
mano libera; con le due mani dopo i giorni di prova si alternano con l'una o l'altra
mano.
L'applicazione dell'attenzione diventa presto abbastanza meccanica e uniforme,
così che, come posso provarmi dai miei dati sperimentali, non si nota alla fine del
test-ora giornaliero indebolisce gli spettacoli; che per il peso aggiuntivo D, la costante
Miteinflüsse di tempo e collocazione spaziale, e contingenze irregolari concordati,
irregolarmente cambiando nelle decisioni di direzione a destra pesante, sinistra
difficile fall ambiguo, per così dire, con carattere oggettivo per i doppi elevazioni in
Mano, senza bisogno di scelta e riflessione, come nel caso del primo metodo.
Come impostare la modalità di registrazione in modo da non confondersi e per
poter aggiungere facilmente i casi corretti ottenuti nei quattro casi principali viene
specificato in modo più dettagliato nella sezione "Metodi di misurazione".
Tanto preliminare alle condizioni esterne degli esperimenti. Successivamente,
passo alle condizioni più generali del metodo.
L'obiettivo generale del metodo secondo le diverse circostanze in cui la sensibilità
differenziale per pesi da comparativamente esaminato per ciascuna delle condizioni

confrontati da un numero sufficiente di test un valore , o sotto divisione del

numero di prove in v Group, v valori di e dedurre da ciò la misura della sensibilità


alla differenza, con la quale il compito secondario può essere collegato per
determinare la dimensione e la direzione delle influenze secondarie costanti coinvolte
negli esperimenti.
Ora, sin dall'inizio, sembra sorgere una difficoltà fondamentale.

Sappiamo che, diversamente nelle stesse circostanze, il rapporto aumenta con la

sensibilità alla differenza di peso; ma due volte più grande non corrisponde al
doppio della differenza sensibilità se vogliamo rimanere fedeli alla stabilita da noi

Maßbegriffe stessa, ma mezzo come grande sensibilità peso D, ciò che un uguale
là fuori è il doppio della sensibilità; e da un punto di vista generale, si può notare
quanto segue.
Sebbene la sensibilità possa essere molto piccola, l'indennità D può essere sempre
così grande in proporzione a P che quasi tutti i casi o addirittura tutti i casi diventano

corretti, ed è chiaro che anche il più grande aumento di sensibilità non lo aumenta
può portare il rapporto ; perciò, in questa condizione, poiché può rimanere vicino o
del tutto costante con sensibilità molto diverse, non si dovrebbe cercare una misura
generale di sensibilità adeguata; mentre nel caso di sensibilità molto avanzata, con un

peso molto più basso ammissibile, il rapporto sarà uguale all'approssimazione e


per giudicare in seguito l'intensificazione della sensibilità, in modo che la natura della
cosa ci indichi la misura che abbiamo stabilito. Ma come dovrebbe adattarsi al nostro
metodo?
Set, voglio mettere a confronto, per esempio, la sensibilità della mano sinistra e
destra per le differenze di peso, e impostare allo stesso enfasi P e gli stessi pesi
aggiuntivi D una volta elevazioni di entrambe le navi con la Sinistra (L.), altre volte

con la mano destra (R.) che In primo luogo, ne ottengo solo uno diverso per L. e
R., il che mi fa inferire la maggiore o minore sensibilità di una mano o dell'altro, ma
non esiste una misura comparabile di queste sensibilità; e implora, come posso

trovare le varie grandezze di tolleranza D , che darebbero la stessa relazione a L. e


R.
Allo stesso modo, se voglio esaminare la sensibilità di una stessa mano o di
entrambe le mani in media, a diverse P. Lo stesso sovrametallo D si basano

sull'esperienza con una piccola P un rapporto maggiore rispetto alle grandi, ma era

piuttosto di diversa D per trovare, che è lo stesso per i diversi P sono i valori
reciproci di esse D la misura della sensibilità alle differenze nei diversi Per
avere valori di P.
Il metodo dei casi giuste e sbagliate in applicazione nota stato dato solo opportuno
fornire un'indicazione di più e meno, ma non una misura paragonabile della
sensibilità di questo punto, infatti. Ma il metodo può essere addestrato per garantire
una cosa del genere.
In primo luogo, il modo in cui le Tatonnements dar. Uno può cambiare la tolleranza

di ponderazione nelle circostanze rispetto alla stessa cosa . Ma dal momento che
solo una grande quantità di tentativi di tutto un risultato sicuro anche per un solo e
medesimo D si possono trarre, è processo, che una grande quantità di prove per
ciascuno dei campionati D'srichieste, non solo indicibilmente noioso, ma anche porta
a mühsamstem Prova senza precisione.
Tuttavia, si può interpolare tra valori ovvi; e per molto tempo ho cercato di aiutare
me stesso in questo modo; ma i mali di circostanzialità e imprecisione sono solo
molto incompleti. Fortunatamente, è facile e completo da sollevare.
Dopo un fondamentalmente corrette e di essere tradotta da prove di me provati,
anche sulla base di analisi matematica, ma facilmente in pratica, generalmente può

essere qualsiasi cosa in un determinato D è stato ottenuto, scoprire quale D Allo

stesso P e dal modo stesso , sarebbe stato tenuto possono richiedere ogni altra per
dare, che è anche quello che vogliamo inferiori come un solido, alla sola condizione

che , dopo si conclude da un numero sufficientemente ampio n è vinta. Sì, si può


direttamente, senza calcolo, da ciascuno , a cui un n sufficientemente grande è
soggetto 10)Trovare, secondo una tabella, la misura della differenza di sensibilità con
cui deve essere fatto, che corrisponda alla concezione di questa misura che abbiamo
stabilito; e dovrebbe essere mostrato immediatamente come ciò deve essere fatto,
dopo che solo poche parole sono state inviate prima del modo in cui ciò è stato
condotto.
10) Se si scende per frazionamento di un gran numero di esperimenti fino alla
piccola n nelle singole frazioni, si perde la precisione nelle singole frazioni, ma
si riacquista fondendo i risultati delle frazioni.

In uno studio della teoria della probabilità, a cui mi sono trovato costantemente
spinto dall'interesse dell'allenamento dei nostri metodi, mi sono trovato a considerare:
1) che, secondo lo stato della nostra procedura, la misura della sensibilità alle
differenze da parte, di solito h valore, che, secondo Gauss, offre la misura della
precisione delle osservazioni, a condizione che, mentre la modalità della procedura è
comparabile, la precisione dipende solo dalla sensibilità con cui viene concepita la

differenza; 2) che tra l'offerta degli esperimenti e il prodotto di quella misura h nel

peso ammissibile D, in cui si trova, di tra eh D, deve avvenire una relazione

matematica, che è un derivato di hD da , e successivamente dividendo per D , il


grado di sensibilità al contrasto h deve essere trovata.
Restava solo da accertare teoricamente questa relazione, in secondo luogo, provarla
tentando di fare un terzo uso del nostro metodo di misurazione. Credo che questi tre
compiti siano stati risolti in modo soddisfacente, con il quale il metodo dei casi giusti
e quelli sbagliati possa aver acquisito il significato di un vero metodo di misura.
Per quanto riguarda la deduzione matematica, la do, dato che non è necessario per
l'applicazione pratica del metodo tenerne conto, nel seguente
intervento. L'affidamento sperimentale è essenziale per mostrare sperimentale, che se

un certo valore ad una velocità costante ad un determinato valore D ha raggiunto,

calcolato secondo il nostro valore relazione matematica per un'altra D, cosa è con
che in talune circostanze, trovare la propria via attraverso la sperimentazione,
permettendo, ovviamente, una deviazione così piccola, da scrivere su contingenze
squilibrate; Oppure, che è solo un'altra forma della stessa prova, che, con uguale

sensibilità ma diversaD tentando rapporti ottenuti dopo fondato sui nostri valori di
tabella rapporto matematici di hD dati, che è proporzionale a D sono. 11) Per
dimostrarlo, tuttavia, ho una serie molto ampia di osservazioni da comandare, che
comunicherò nei "metodi di misurazione". Inoltre, saremo guidati da alcuni di loro
nel nono e dodicesimo capitolo.
11)Poiché la differenza di sensibilità in questione è variabile con P (ma non
con D, finché D rimane piccola), è necessaria una P costante per gli
esperimenti con sensibilità costante .

In base a ciò, l'argomento può essere rappresentato in modo puramente pratico in


modo che tutti possano utilizzare il metodo anche senza comprendere le ragioni delle
regole da fornire e anche senza conoscenze preliminari matematiche. Sarà anche
possibile farlo con sicurezza, dopo che la sua derivazione teorica ha avuto il controllo
di una famosa autorità matematica, e anche il controllo dell'esperienza è stato
decisivo.
Setup matematico; e deduzione della regola di fatturazione del metodo dei casi
giusti e sbagliati. 12)
Tuttavia, fino ad ora non v'è alcun principio priori, come a seconda delle

dimensioni di enfasi P rapporto è a pesi supplementari costanti D deve cambiare,


ma questo è solo per essere considerata una questione di troppo constative dalla legge
esperimento così contrario è possibile, secondo i principi della Calcolo della

probabilità a priori per indicare come il rapporto deve cambiare ( assumendo un


grande n ), se a pesi principali costanti P e con qualsiasi differenza
di sensibilità costante hil peso addizionale cambia, o l'influenza cambia a tutti, che
determina la preponderanza apparente e che qui può essere rappresentata una volta
per tutte da D. Gli stessi principi che regolano il cambiamento del numero relativo di
errori di osservazione in base ai cambiamenti delle loro dimensioni sono qui
presupposti, assumendo una precisione costante dell'osservazione. Tuttavia, la

relazione tra e dh in questione non è rappresentata da un'espressione finita, ma


solo da un'espressione integrale, che deve essere rappresentata in forma tabellare per
l'utilizzo pratico della relazione, come verrà fatto in seguito.
12) Revisione da pagina 84-104.
Il termine integrale che deve essere indicato con Q , che entra in gioco qui, è lo stesso
con il quale viene determinato il numero relativo o la probabilità di errori in
determinati limiti di dimensione, tranne che l' errore , solitamente indicato con D, è la

metà del peso extra si verifica, vale a dire


dove p è il numero ludolfico, e è il numero di base dei logaritmi naturali, t =

hD= , h è la misura di precisione nel senso gaussiano. Il valore


di t, che appartiene a un determinato valore di Q , può essere trovato in forma
tabellare in alcuni punti, come Berlino. astronomo. Anno f. 1834 a pagina 305 e
seguenti fino a t = 2,0; e in un articolo particolarmente pubblicato, ora non più nel
commercio del libro di avere una tabella litografata a t = 3.0; in modo che

se Q after è dato presente allo stesso tempo t , o può detenere dato.


Seguendo, fondamentale per le nostre equazioni modo sono mostrati

immediatamente, il che significa che Q dal può essere derivata.

e dopo

Di queste relazioni, è sufficiente applicare e considerare il tra e Q come

segue. Dal valore osservato si ricava il valore Q secondo l'equazione , si

osserva il valore in una tabella dell'intero Q e lo si divide per ottenere h , o


per D se, come si dirà, l' h Il metodo dei casi giusti e sbagliati è solo la metà di quello

della teoria degli errori. Ma per non dover prima formare il valore di quello

trovato dall'osservazione , ho la tabella della Q integrale. dove viene data la

relazione tra e t , convertita in una dove è uguale tra t e data. Questo dà


la seguente tabella di base.

La derivazione matematica della relazione di cui sopra e Q ha superato il test


del professor Möbius, a cui l'ho sottoposto, secondo il quale matematicamente può
essere considerato come privo di rimessa. Ma ha avuto la fortuna di sostituire la mia
derivazione un po 'non salutare a una più breve e più precisa, incidentalmente, allo
stesso fine, che preferisco, invece di comunicare la mia in quanto segue.
Il derivato di Möbius, ad esempio, sostituisce la deviazione di due parti di una linea
retta dall'uguaglianza per la deviazione di due pesi dall'uguaglianza. Ma il principio è
la stessa cosa al contrario.
È generale
la probabilità che l'errore in una misura di una quantità rientri nei limiti di - D e + D ,
in cui espressione h come sopra la misura della precisione della misurazione, p il
numero Ludolfiano.
Essere ora, per esempio:
ACB
tre punti in linea retta; C molto vicino, ma non del tutto a metà strada tra A e B si
trova. In n osservazioni secondo il metodo dei casi giusti e sbagliati, penso una volta
che C è più vicino alla A che alla B; quindi CB> CA; n - a = b volte che C è più
vicino a B che a A, quindi CB < CA . Dopo questo, le possibilità di
comportamento CA <CB e CB <CA, come un e be queste due probabilità stesse

sono e .
Sii in linea adesso
A CM B
M il vero punto medio di AB, e C menzogna del M qualcosa poche cose da A a,
è un tempo il mio giudizio è stato un vero e B volte mi sbagliavo. Poiché
ho creduto b volte il punto C tra M e B ; Lo stesso hanno fatto a ciascuno di
questi B il punto di oltre la piccola linea stime CM erronea, attraverso M Oltre a B ad
assumere quindi avere sempre un errore> CM , dopo tutto dalla stessa parte,
commesso.

La probabilità per questo è da un lato = , dall'altro, dove CM deve


essere considerato come una dimensione positiva. Adesso lo è

quindi, quindi

,
Infine pertanto:
Queste due formule e potrebbe essere anche così spiegato: Quando n
per volte, l'esame della linea ACMB, del ma solo i punti A e B sono visibili, si ritiene
in un caso in cui Mtra C e B si trova da qualche (come la verità è); in b casi
(falsamente) che M da qualche parte tra A e C in cui si trova. Nelle stesse due

sezioni CB e AC sé, ma anche i limiti di integrazione, e per i quali si riferiscono

××× -h. CM e ¥ , per ××× - ¥ e - h. CM sono. Vale a dire, la direzione ACMB per il
positivo e M preso come punto di partenza, poi le ascisse di C e B = - CM e MB, le
ascisse di A e C = - AM e - CM; AM e MB devono essere considerati come
infiniti contro CM .
Per quanto riguarda il derivato di Möbius.
Al fine di ridurre l'istanza di linee sull'esempio dei pesi, sarà il

peso P con AC, l'altra P + D con BC, la lunghezza di P + , quindi il

pezzo CM con confrontare, quindi per CM in precedenti Per sostituire le

formule. Inoltre, è uguale al nostro e uguale al nostro, risultante nelle


formule per l'applicazione diretta al nostro metodo:

o se abbiamo l'integrale

abbreviazione con Q designato

,
Che, come notato sopra, la precisione o Empfindlichkeitsrmaß nostro metodo h è
pari alla metà delle misurazioni take precisione dell'errore teoria deve applicazioni
all'interno nostro metodo nessun effetto, poiché solo su rapporti di t o h arriva; ma
sarebbe venuto in considerazione se si volesse confrontare i risultati del metodo di
casi giusto e sbagliato di valori assoluti con quelli ottenuti con il metodo di errore
medio, per i quali l'integrale Q concesso la mediazione, nonché nel calcolo a priori

della probabile Errore o incertezza di o t , di cui non abbiamo a che fare qui.
Passiamo ora al pratico:
La regola coinvolta è semplicemente quella di trovare il valore
appropriato t = hD per i valori del libro dati dagli esperimenti nella seguente tabella,
che io chiamo la tabella fondamentale del metodo dei casi giusti e sbagliati (usando

un'interpolazione se il valore non si trova esattamente nella tabella) e dividendo


questo valore con D per determinare il valore h , che è
la misura richiesta di sensibilità, o anche a costante D per usare il valore t = hD così
si è trovato direttamente a misurare, che è comodo in molti casi.
Questa regola è sufficiente se, a parte l' eccesso di peso costante D, non ci sono
altre influenze costanti che possono determinare il giudizio dove cade il peso in

eccesso, o se tale potrebbe già essere considerato compensato dalla disposizione


degli esperimenti . In caso contrario, i contributi costanti sono inclusi nel
valore t ; non dipende più solo da h e D , se sotto D si comprende sempre solo il peso
aggiuntivo, ma anche su queste co-influenze; la semplice divisione del
valore t con D può ovviamente essere hnon può più essere trovato correttamente, e il
valore t , anche alla costante D, non può più essere usato al posto di h in un grado
comparabile, se non con D allo stesso tempo le coinfluenze sono costanti. Ma offre
un metodo ben consolidato con l'applicazione appropriata della tabella fondamentale
anche qui un modo semplice di azione correttiva, che sarà particolarmente
menzionato in seguito.

Tavola fondamentale del metodo dei casi giusti e sbagliati 13) .

t = hD diff. t = hD diff. t = hD diff.

0.50 0.0000 177 0.71 0,3913 208 0 , 91 0,9481 455


0.51 0,0177 178 0,72 0,4121 212 0.92 0,9936 500
0.52 0,0355 177 0.73 0,4333 216 0.93 1,0436 358
0.53 0,0532 178 0.74 0,4549 220 0.94 1,0994 637
0.54 0,0710 180 0.75 0,4769 225 0.95 1,1631 748
0.55 0,0890 178 0.76 0,4994 230 0.96 1.2379 918
0.56 0,1068 179 0,77 0,5224 236 0.97 1,3297 1234
0.57 0,1247 181 0,78 0,5460 242 0.98 1,4531 1907
0.58 0,1428 181 0,79 0,5702 249 0.99 1,6438 ¥
0.59 0,1609 182 0,80 0,5951 257 1.00 ¥
0.60 0,1791 183 0.81 0,6208 265
0.61 0,1974 186 0.82 0,6473 274
0.62 0,2160 187 0.83 0,6747 285
0.63 0,2347 188 0.84 0,7032 297
0.64 0,2535 190 0.85 0,7329 310
0.65 0,2725 192 0.86 0,7639 326
0.66 0,2917 194 0.87 0,7965 343
0.67 0,3111 196 0.88 0,8308 365
0.68 0,3307 199 0.89 0,8673 389
0.69 0,3506 202 0.90 0,9062 419
0,70 0,3708 205
13) Revisione pag. 66 f. Tavole fondamentali per vasti esperimenti vedi:
Informazioni sulle determinazioni dimensionali del senso dello spazio, Abh. Dks Ges.
D. W. XX, pagina 204 e segg.

Osservazioni. 1) Nella misura in cui dipende solo dai rapporti di t o h , io uso i


numeri nei valori t della tabella anziché come frazioni decimali da usare come numeri
interi. Questo sarà sempre il caso per le quotazioni future calcolate in base alla

tabella. 2) È necessario impostare la tabella solo su valori superiori a 0,5. Venire


come spesso in determinate circostanze sperimentali contribuiscono in
larga D utilizza per questa o quella di essere discusso sotto spazio grandi eventi,

valori inferiori a 0,5 è presente, ha preso piuttosto sulla colonna


per visitare la bella Ta, e il valore associato tcon un segno negativo nelle equazioni
da dichiarare in seguito per la determinazione di hD, hp, hq introdurre. 3) La tabella

fornisce un valore infinito per t = 1, vale a dire che tutti i casi sono corretti . A
rigor di termini, tuttavia, è richiesto un numero infinito di osservazioni. In generale, si
deve prendere D abbastanza piccolo e abbastanza grande da non causare tale caso.
Il modo più conveniente è quello di utilizzare la tabella precedente, quando una
volta per tutte con le osservazioni n = prende 100, cioè ogni volta r viene determinato
per 100 casi, e divide grandi serie di test in frazioni da 100 a dopo ogni esso ottenuto
t-attributo Somma o media, poiché il trattamento frazionario è in ogni caso necessario

o utile da un altro punto di vista. Infatti, nella colonna si deve


semplicemente estrarre lo zero e la virgola in primo piano, per trovare
i numeri r ottenuti dall'esperimento direttamente in essa; e uno non solo risparmia la
divisione per la formazione dei valori , ma non richiede alcuna interpolazione, da
allora tutti i numeri sperimentali r subito a destra nel tavolo.

Se scegli un altro n ° di 100, troverai sempre valori che non sono esattamente
nella tabella precedente. Quindi è possibile utilizzare le differenze nella colonna
differenza contiene il corrispondente t facilmente determinata da un semplice valori

di interpolazione, in cui uno di circa = 0,85 al massimo da 1 a 2 unità dell'ultima


cifra decimale in t possono essere valori, che è irrilevante mancanti, poiché Ottenere
il 4 ° decimale su osservazioni di questo tipo può comunque essere considerato un

lusso. A valori più alti, tuttavia, più alti sono questi valori, più errati in questa
interpolazione; e quindi aggiungo alcune tabelle aggiuntive per integrare l'ultima

parte della tabella, in cui i valori Più vicini gli uni agli altri, e con la loro inclusione
uno sarà in ogni caso sufficiente come base per un'ulteriore interpolazione.
Tabella aggiuntiva I.

t = hD diff. t = hD diff. t = hD diff.

0.8300 0,6747 70 0,8825 0,8397 91 0.9300 1,0436 133


0,8325 0,6817 0,8850 0,8488 0,9325 1,0569
71 92 137
0,8350 0,6888 0,8875 0,8580 0,9350 1,0706
0,8375 0,6960 72 0,8900 0,8673 93 0,9375 1,0848 142
0.8400 0,7032 72 0,8925 0,8768 95 0,9400 1,0994 146
0,8425 0,7105 0,8950 0,8864 0,9425 1,1145
73 96 151
0,8450 0,7179 0,8975 0,8962 0,9450 1,1301
0,8475 0,7253 74 0,9000 0,9062 98 0,9475 1,1463 156
0.8500 0,7329 0,9025 0,9164 0,9800 1,1631
75 100 162
0,8525 0,7405 0,9050 0,9267 0,9525 1,1806
0,8550 0,7482 76 0,9075 0,9373 102 0,9880 1,1988 168
0,8575 0,7560 77 0.9100 0,9481 103 0,9575 1,2179 175
0.8600 0,7639 0,9125 0,9591 0.9600 1.2379
78 106 182
0,8625 0,7719 0,9150 0,9703 0,9625 1.2590
0,8650 0,7800 79 0,9175 0,9818 108 0,9650 1,2812 191
0,8675 0,7882 80 0.9200 0,9936 110 0,0675 1,3048 200
0,8700 0,7965 0,9225 1,0056 0,9700 1,3297
81 112 211
0,8725 0,8049 0,9250 1,0179 0,9725 1,3569
0,8750 0,8134 82 0,9275 1,0306 115 0,9750 1,3859 222
0,8775 0,8221 83 118 0,9775 1,4175 236
0,8800 0,8308
84 120 249

85 123 272

86 127 290

87 130 316

89

Tabella aggiuntiva II.

t = hD diff. t = hD diff. t = hD diff.

0,970 1,3297 107 0,980 1,4522 150 0.990 1,6450 278


0,971 1,3404 0.981 1,4672 0.991 1,6738
109 156 304
0972 1,3513 0.982 1.4828 0.992 1,7032
0,973 1.3625 112 0,983 1,4991 163 0.993 1,7375 343
0.974 1.3740 115 0,984 1,5164 173 0,994 1,7764 389
0975 1,3859 0.985 1,5345 0.995 1,8214
119 181 450
0976 1,3982 0,986 1,5337 0,996 1,8753
0,977 1,4110 123 0,987 1,5742 192 0,997 1,9430 539
0,978 1,4242 0,988 1,5961 0,998 2,0352
128 205 677
0,979 4,4380 0989 1,6195 0,999 2,1851
132 219 1.000 ¥ 922

138 234 1499


142 260 ¥

Di per sé, il numero n = 100 non ha preferenze particolari; e mi sono tenuto n


= sempre 100 n = 64 stabilisce base, tutto il mio maggiore serie di test in frazioni
con n diviso = 64, che è particolarmente calcolata da frazioni t -Werthe
successivamente aggiunti, e utilizzato questi valori somma o le lezioni medie. Il
motivo era che 64, come potenza di 2, è capace di una suddivisione più grande di 2 su
100, e inizialmente volevo tenerlo aperto per il frazionamento arbitrario. Più tardi mi
sono fermato a confrontare tutti gli esperimenti in questo senso, poiché, come vedrai
più avanti, la dimensione del n,su che cosa si basa, ha una certa influenza sulla
dimensione delle misure, che deve essere paragonabile ovunque. Pertanto, al fine di

salvare la traduzione della frazione in una frazione decimale e l'interpolazione


come indicato per la tabella precedente, la tabella fondamentale che uso di solito
è uguale a r,appartenente a n = 64; e li aggiungo qui se altri vogliono usare lo stesso
numero di base.
Tabella fondamentale per n = 64.

r t = hD r t = hD
33 0,0277 49 0,5123
34 0,0555 50 0,5490
35 0,0833 51 0,5873
36 0,1112 52 0,6273
37 0,1394 53 0,6695
38 0,1677 54 0,7143
39 0,1964 55 0,7619
40 0,2253 56 0,8134
41 0,2547 57 0,8696
42 0,2844 58 0,9320
43 0,3147 59 1,0026
44 0,3456 60 1,0848
45 0,3772 61 1,1851
46 0,4095 62 1,3172
47 0,4427 63 1,5231
48 0,4769 64 ¥
Per poter trattare le mie serie più grandi, che contengono sempre multiplas di 64
casi, comparativamente con il trattamento frazionario, ma anche nel suo insieme o in
compartimenti più grandi, ho una tabella più grande per n = 512, in cui 64 è
contenuta 8 volte. costruito, che immediatamente anche tabelle per n = 64, = 2 . 64, =

4,64. Per inciso, passando alla tabella dell'integrale Q (vedi sopra) e usando
l' equazione tra e Q sopra , l'esperto (con l'aiuto dell'interpolazione) diventa
facilmente tabelle per numeri arbitrari di base npuò progettare. In ogni caso, si farà
bene, che numero di base n uno può anche scegliere di mantenere sempre la stessa
per tutte le prove, restituisce sempre con un maggior numero di esperimenti per
frazionamento nella stessa tabella e il suo tempo stabilito per tutti.

fondamenti di primo piano tabelle è ora possibile utilizzare per uscire da ciò che
è dato un D e P ha ottenuto, per la D per chiudere quello che alla stessa sensibilità h ,

e quindi lo stesso P (perché h con P, ma non con D modifiche) sarebbe necessario

per dare a qualsiasi altro , solo dovendo cercare l'altro t nella tabella,

il t corrispondente e impostare la seguente proporzione: come il t = hD di entrambi


si comporta, il D si comportastesso. Al contrario, si può andare al tavolo

dato D ' s loro valori , vedere se un tale D è dato finché h rimane


costante. Tuttavia, esso non sarà facilmente portato a queste applicazioni
praticamente dal nostro metodo per la determinazione di cui sopra maniera di h o
circostanze meramente t è quella da cui tutto dipende recente.
Non si deve dimenticare che l'uso semplice dichiarato del tavolo si svolge solo
nella condizione data, che l'apparente preponderanza, a parte gli
incidenti, dipende solo da D ; ma in realtà dipende ancora da influenze costanti di

tempo e spazio; e il valore t da ricavare dalla tabella in questo caso non è


semplicemente = hD, ma = h (D + M), dove M è la somma algebrica di tutti i
contributi costanti che sono ancora all'esterno D determinare l'apparente
sovrappeso. Prendendo questo in considerazione, il compito pratico è di combinare le
prove e le loro calcolo in modo che M è compensata, e uno per lo stesso
valore hD rendimenti, che riceverebbero senza l'esistenza del Miteinflüsse dal
suddetto semplice Gebrauche tabella.
Per quanto riguarda il metodo di sperimentazione, la nostra normale modalità di
esecuzione, che è stata menzionata sopra, viene calcolata immediatamente per questo
scopo. Qui, dopo una modalità molto regolare, vi è un cambiamento tra i quattro casi
principali di tempo opposto e la posizione spaziale del peso aggiuntivo, cioè 1) dove
si trova nella nave di sinistra e dove viene prima rimosso; 2) dove si trova nella nave
di sinistra, e dove questo è sollevato in due; 3) e 4) secondo il vaso giusto; quindi, per
mantenere i 4 casi principali chiari dove si trova:
1) nella prima nave più a sinistra,
2) - sul lato sinistro - -
3) - sul lato destro prima - -
4) - sul lato destro - -

In breve, chiamo questi 4 casi principali nell'ordine precedente


I>, II>, I <, II <.
Il così ottenuto, per ogni caso principale soprattutto contato insieme, numeri corretti
con
r1,r2,r3,r4
e loro quoziente per n corrispondenti valori t della tavola fondamentale (che non è più
semplicemente = hD sono da impostare) con
t1,t2,t3,t4
per cui per tutti i casi principali è presupposto uno stesso n .
Il modo di compensazione completa di M si basa quindi, come facile dimostrare
che uno così ottenute t di dei aggiunge casi principali e diviso per 4 avendo

dopo di che dividendo per D come prima si ottiene il valore puro di h , invece si può
ancora usare hD o 4 hD per la misura se D è sempre mantenuto costante.
Questo modo di completare la compensazione delle coinfluenze M si basa sui
seguenti punti. Secondo (sopra), una co-influenza dipendente dalla sequenza
temporale dell'elevazione e una dipendenza della posizione delle navi sulla
determinazione del peso in eccesso apparente ha luogo. L'influenza che dipende dalla
sequenza temporale del sollevamento che chiamerò p, la q dipendente dallo
spazio . Nel tempo e nello spazio opposti p e q hanno un segno opposto. Quale segno
vogliamo usare per una data posizione è arbitrario, tranne che usiamo il contrario
nell'opposto. Quindi mettiamo p e q alla prima trappola principale con un segno
positivo, in modo da prendere M al primo caso principale, il valore + p + q, la
seconda - p + q, il terzo + p - q, per il quarto - p - q , e quindi si ottengono i seguenti
valori per i 4 casi principali per
t=h(D+M)
t 1 = h (D + p + q)
t 2 = h (D - p + q)
t 3 = h (D + p - q)
t 4 = h (D - p - q )
L'aggiunta di questi 4 valori e la divisione con 4 danno hD ; Inoltre, l'aggiunta della
prima e della quarta, nonché delle seconde e terze equazioni, con successiva divisione
per 2, è sufficiente da sola per avere hD trovato.
Le stesse equazioni sono adatte a dare , per combinazione additiva e sottrattiva, i
valori di hp e hq, e di conseguenza di p e q . Si ottiene così prima:

,
Dividendo il valore risultante da HP, HQ con i valori precedentemente

ottenuti vengono ottenuti, il rapporto di p, q a D , e moltiplicando


questo rapporto con D il valore di p, q in grammi, se D è essa stessa espressa in
grammi , Inoltre, hp, hq e hD possono essere determinati ciascuno in due modi dalle t
di due casi principali, e può essere effettuato un controllo nella corrispondenza dei
valori ottenuti.
A seconda della direzione delle influenze p, q , possono anche emergere con
questo segno di segno negativo o positivo, in modo che la grandezza della loro
direzione determini la loro direzione allo stesso tempo; dove il segno deve essere
compreso rispetto al modo in cui p e q sono introdotti nelle equazioni fondamentali.
La soluzione definitiva dell'intero problema con i suoi compiti secondari porta
quindi alla determinazione di h , p, q con le seguenti equazioni:

Tuttavia, uno spesso ottiene 4 hp , 4 hq per i valori hD, hp, hq o 4 hD , o, nel caso
di una combinazione dei risultati di diversi, solo lo stesso numero di frazioni per
qualsiasi multiplo più grande di tali valori può stare fermo, come l'esperto trascura
facilmente.
In questo modo, ottenendo nel contempo una completa eliminazione e
determinazione accurata di influenze p, q raggiunto tutta la successiva (nel 9 e 12
capitoli) sono seguito il Maßbestimmungen sulla sensibilità differenziale nel settore
delle prove peso vinta e si può I risultati da eseguire là servono in più relazione con la
spiegazione e la prova di ciò che viene detto qui sull'oggetto in generale. Più
completo e più coerente a questo riguardo sarà fornito dalle "Disposizioni di massa".
Wenn ich künftig darauf Bezug zu nehmen habe, werde ich, in Übereinstimmung
mit der (so) getroffenen Wahl der Vorzeichen, den von der Zeitfolge der Hebung
abhängigen Einfluß p als positiv fassen, wenn vermöge desselben das
erstaufgehobene, als negativ, wenn das zweitaufgehobene Gefäß appare indipendente
D rispetto al più pesante, dipendenti della posizione spaziale influenza q come
positivo se virtù di ciò, più a sinistra, come negativo quando la nave destra sembra
essere più grave. Quindi dico z. B., effetto p weighed +10 grammi, così, questo
significa, a parte più pesi apparso erstaufgehobene recipiente a 10 grammi più
pesante del secondo abrogato. Il capitolo 12 offrirà l'opportunità di citare tali
disposizioni.
Anche se i rapporti tra il tempo e lo spazio delle navi rimangono gli stessi, p e q
possono tuttavia cambiare per ragioni interne, poiché tali relazioni oggettive
vengono prese in considerazione solo in base alla loro concezione soggettiva, che
per ragioni molto sconosciute è molto mutevole.
sono variabili ma l'influenza p e q in funzione delle condizioni esterne ed interne,
così, impiegato da molteplici modifiche, esperimenti ha ancora una volta per tutti
trovato d'accordo che l'influenza di p da una maggiore severità di pesi principali o
prima fatica dei bracci in una mano come metodo zweihändigem ha la tendenza a
variare in senso negativo, cioè per accettare i valori meno positivi o più negativi, o
girare da positivo a valori negativi, inoltre, che p e q in procedura una sola mano e
nelle stesse circostanze maggiore negative positivo o piccolo Avere valori a destra
come a sinistra; infine, che la dimensione e la direzione di queste influenze non
dipendono essenzialmente dalla dimensione di D. Per maggiori dettagli non è qui.
Potrebbe essere la compensazione della Miteinflüsse p, q vuole causare in tal modo
che la r dei 4 casi principali prima del calcolo del t insieme prenderebbe, e dal giunto

così ottenuto un giunto secondo la tabella fondamentale T derivato, quale


= hD sat. Questo metodo a volte in grado di fornire servizi, ma è nominato da me,
come la compensazione incompleta può essere indicato come segue, che non si fa
davvero in questo modo esattamente al valore hD e di conseguenza h rendimenti che
si sarebbe ottenuto senza l'esistenza di Miteinflüsse ,
Ad esempio, lasciare che l'influenza di p a favore della seconda nave abrogata, e
assumiamo esagerando, era straordinariamente grande, è infinitamente grande, quindi
va da sé che l'aggiunta di un insieme finito D per uno dei due vasi sarebbe del tutto
senza influenza, il giudizio e sempre e ogni volta che il secondo vaso sollevato
apparirebbe più pesante; pertanto, se la nave con D viene dapprima rimosso come
spesso come coppie, come accade nei nostri esperimenti, e se i casi di questi due
intervalli di tempo sono presi insieme che si sarebbe tentati per essere accessibile per
l'eliminazione di pil numero di casi e casi falsi corretti sarà uguale a quello di una
sensibilità per la differenza di peso pari a zero, in cui si riceve anche un numero
uguale di casi giusti e sbagliati. La sensibilità a D sembra essere così sopraffatta
dall'influenza. Considerando che, se l'influenza della sequenza temporale del
sollevamento fosse assente, D per affermare la sua preponderanza in egual misura in
entrambi i tempi, e per giustificare il sovrappeso dei casi giusti per la nave in cui
giace, commisurato alle sue dimensioni e alla sensibilità esistente. Pertanto, la
combinazione dei casi corretti in momenti opposti non può essere impostata per
essere equivalente al caso in cui nessuna influenza della situazione temporale sia mai
stata presente. Perché, comprensibilmente, più forte è la co-influenza, più ci si
avvicina a questo presupposto estremo. E ciò che si applica a questo riguardo a p
si applica tanto a q quanto all'esistenza simultanea di entrambi. D'altra parte, si
ottiene attraverso il nostro metodo di compensazione completa, in cui i numeri r per i
diversi casi principali sono separati per la derivazione di tsono realmente attribuiti
allo stesso risultato in termini di hD come se non ci fossero
cooperazione p e q ; eliminando lo stesso.
Come facile da vedere, ha solo il modo in cui l'influenza di D a p o q può
scomparire, può anche avvenire il contrario. Se D è molto grande, quindi né
l'influenza della soppressione graduale né l'effetto di posizione della mano più può
essere sentito, ma il giudizio dipende solo dalla posizione di D, e se D prende
ugualmente spesso le posizioni temporali e spaziali opposte come nella nostra prova,
il caso, il numero di primi e secondi i casi, i casi destra e sinistra è diventato pari o
ancora con l'aumento D approccio sempre di più questa uguaglianza.
Sebbene tutto ciò si traduca in un modo leggermente teorico, ammetto che fu solo
attraverso l'esperienza stessa che l'influenza p a volte diventava così grande che il
tipo di oppressione dell'influenza di D era già evidente negli esperimenti senza
calcolo e dopo il calcolo le relazioni di dipendenza legale della differenza di
sensibilità apparivano considerevolmente cambiate, in passato ho sempre combinato i
casi corretti della diversa situazione temporale e spaziale prima del calcolo
dei valori t- .
È facile vedere che il processo di ripetizione del ricambio delle navi (vedi sopra),
che non consente alcuna distinzione tra i quattro casi principali, può solo permettere
questo successo di compensazione incompleta.
Tra l'altro, si sarà in grado di ignorare il processo di piena compensazione quando
non arriva su una misura reale di sensibilità alle differenze, ma solo per valutare di
più, di meno e uguali, e se non lo fai o non forti variazioni di influenze , q p oltre
Deve presupporre l'esame Quindi uno non solo riunirà i numeri di tutti e 4 i casi
principali, ma anche non sarà necessario passare dai numeri corretti ai valori t
per primi, prendendo un numero uguale, più grande o più basso r dato n usando un
dato D, allora si dimostra una differenza di sensibilità uguale, maggiore o minore. Ma
non bisogna dimenticare che questo rimane legato alla condizione della costanza
delle influenze p, q . Tuttavia, ha (così) la dimensione più notevole irregolarmente
cambiando contingenze, cioè sulla precedente più notevole importanza, generalmente
nella direzione opposta cambiando influenze costanti lo stesso successo ai numeri
corretti r a diminuire, in modo che con lo stesso o addirittura maggiore differenza di
sensibilità combinata numeri vincenti rI quattro casi principali possono essere più
bassi se i contributi costanti sono maggiori, in modo che le condizioni false possano
risultare in questo modo, che scompaiono solo a titolo di compensazione
completa. Nella misura in cui la grande variabilità di queste influenze per ragioni
interne (vedi sopra), anche con relazioni esterne accuratamente comparabili, non può
mai affermare pienamente che esse siano realmente comparabili nei valori da
confrontare, il corso del risarcimento completo diventa più complicato la presente la
separazione dei quattro grandi eventi e diminuire i t valori, forniscono sempre
maggiore sicurezza, e il confronto dei numeri mera r può servire solo a disposizioni
più superficiali e temporanei.
La conformità metodologico con lo stesso numero di osservazioni e cambio
regolare dei quattro grandi eventi, senza i quali l'eliminazione esatta e determinazione
dei fattori costantip, q non possono essere realizzati, richiede la modifica regolare
della posizione del peso supplementare e quindi costante conoscenza di questa
situazione. Questa conoscenza, nel primo metodo dato, in cui ogni decisione che
apporta un contributo al numero r sia fatta come una forma definita definitiva solo
dopo il ripetuto ricambio delle navi, eserciterebbe necessariamente un'influenza
determinante sul giudizio che essa dà nel in secondo luogo, dove il fallimento di ogni
doppio prelievo contribuisce a rforniture, perde perché sappiamo che questo
fallimento è determinato modo non prevedibile di coincidenze e dalla posizione
spaziale e temporale dei vasi, la fantasia che è nella conoscenza della posizione
del D alcuna prova trova un certo successo di ogni doppio maggiorazioni quindi
anticipare, ma può solo mantenere l'affermazione delle sensazioni come qualcosa di
oggettivo. La vista dei miei tavoli da orologio lo conferma. Il fallimento dei giudizi
individuali si manifesta in modo abbastanza irregolare e dal valore e dalle relazioni
di p, q nel complesso altrettanto, e spesso più che determinato dalla situazione di D ,
anzi il numero di casi falsi, contrariamente a quanto il posizione nota
del D richiederebbe in molte serie di esperimenti in alcuni casi principali
prevalentemente su quello giusto.
Dopo di che, il concorso di, indispensabile nel primo metodo, revisione della
posizione del peso supplementare senza nostra conoscenza, agenti può essere erogato
anche con il secondo metodo, e non è permesso qui anche se piuttosto una propria
costante controllo della posizione del peso supplementare e un intero tensione
indisturbata uniforme dell'attenzione durante il corso del sollevamento continuo è
abbastanza essenziale in questo metodo.
Dopo I pochi mesi assunti dai tentativi con il primo metodo, con un'attenta
adesione alla non conoscenza della posizione del peso supplementare, prima per il
secondo, con la conoscenza della situazione passato lo stesso, io sto bene per valutare
le condizioni di entrambi Verfahrungsarten relativamente capaci, e non si sarebbe
fermato al secondo, se non mi fossi sufficientemente convinto che anche la necessaria
conoscenza della posizione del peso aggiuntivo fosse sicura.
Sollte man diese Erklärungen nicht genügend finden, den Verdacht einer
Mitwirkung der Einbildungskraft bei meinen, nach diesem Verfahren angestellten,
Versuchen auszuschließen, so muß ich auch hierüber auf die "Maßmethoden"
verweisen, wo teils die eingehendere Darstellung der Sachlage dieser Versuchsweise,
teils die Weise anche come i loro risultati dovrebbero essere più efficaci. In ogni caso,
permetterei obiezioni da questo punto di vista solo sulla base di un attento esame
della procedura.
Nel calcolo uso la serie di test non solo per i quattro casi principali ma
bemerktermaßen in frazioni di tempo e altre circostanze in modo che ciascuna
divisione t valori una frazione di 64 elevazioni semplici o casi vengono previste, e da
frazioni ottenute t per combinare i valori di somma o valori medi, invece del derivato
del t ogni caso principale del colesterolo totale n che dà la serie adatti ad eseguire, per
ragioni che sono già indicati più volte in generale, e nei "metodi di misurazione
"saranno discussi in modo più dettagliato.
Tuttavia, il calcolo in questo modo, specialmente in serie più ampie di esperimenti,
è piuttosto ingombrante; ma le variazioni delle influenze costanti diventano meno
dannose.
Si segnala che il valore di hD otterrà leggermente più grande nella totalità di
derivare da frazioni in media, più le frazioni vengono prese, il più piccolo dei quali i
motivi possono teoricamente specificare, ma quello che sto per ora. Di conseguenza,
è necessario confrontare l'atteggiamento dei valori derivati sempre di frazioni con lo
stesso n eseguire, e il nspecifica a cui è stata frazionata. Questo n è quindi in futuro
per me essere alla guida risultati dove diversamente specificato, sempre 64, per
quanto riguarda i semplici elevazioni.
Non c'è praticamente osservazioni utili sulla dimensione della quantità applicabile
al test D che dobbiamo prendere adeguate né troppo piccolo né troppo grande per
preoccuparsi delle norme di sicurezza dei risultati e alcune sottosezioni, la
discussione di cui ho verspare sui metodi di misurazione.
e) Speciale per il metodo dell'errore medio, in applicazione alla Augenmaß- e
Tastversuche 14) .
Per quanto riguarda il lato sperimentale, noto che, nel caso di misure dirette di fili o
punti paralleli migliori o punti distanti rispetto alle distanze del cerchio usando i
ditali, le distanze a cui applicare la stima non sono incluse nella stima della larghezza
angolare portare; a meno che tale sia di per sé l'oggetto dell'osservazione.
14) Revisione pp. 104-119.

Per gli esperimenti di palpazione, applico un cerchio di femmine a stelo con punti
dell'ago per cucire inserti inglesi e afferro i cerchi nei test sugli steli 15) . Le punte
non sono o leggermente smussate per determinare le distanze su una scala con
accuratezza trasversale, ma sono impostate in modo molto silenzioso e gli
esperimenti non sono continuati fino all'irritazione. Ho relativamente anche quelli
assunti maggior parte brancolamenti su me stesso, ma con l'applicazione del cerchio
da un assistente, con bassa costante, ma, a causa dell'applicazione
ungleichförmigeren del cerchio da una mano straniera, rendendo il gioco di casualità
è aumentata molto più variabili Sono stati ricevuti errori, la cui distinzione e
separazione saranno discussi immediatamente.
15)L'applicazione di cerchi non mascherati con la bussola sulle cosce e l'auto-
applicazione degli stessi, secondo gli esperimenti comparativi che ho fatto, dà
errori più costanti e variabili.

La distanza normale chiamo la distanza, che viene costantemente aggiunta al


confronto nell'Augenmaß e nel Tastversuchen, interpretando erroneamente la
distanza, in generale con un difetto, che è stata stimata uguale. La differenza di una
distanza errata dalla distanza normale dà quello che io chiamo l'errore grezzo
e denotato da ¶ , per distinguerlo dall'errore puro D da considerare allo stesso tempo .
Come già notato, la distanza media di aborto derivata da molte osservazioni
generalmente devia dalla distanza normale per una grandezza spesso considerevole, e
la somma positiva e negativa degli errori grezzi non sono uguali in valore assoluto,
ma principalmente uno supera l'altro , Per tenere conto di questa circostanza,
considero la deviazione della distanza di errore medio dalla distanza normale come
errore costante e la deviazione di una singola distanza di errore dalla media come
errore di pura variabile, e sostituisco la considerazione di questi due errori di
considerazione degli errori grezzi. Poiché l'errore grezzo è composto algebricamente
dall'errore di variabile costante e pura, chiamo entrambi i componenti dell'errore
grezzo. L'errore costante che io indichic , l'errore di variabile pura con D e la somma
degli errori puri ottenuti da una data serie o frazione con åD . Si devono applicare
solo errori puri per misurare la sensibilità alle differenze e trarre solo da essi, non da
errori grossolani, errori di media utilità per questa misura. L'errore costante si basa su
influenze costanti sul tempo e lo spazio delle quantità confrontate e sul modo in cui il
giudizio soggettivo determina come viene influenzato il giudizio.
La necessità di risolvere l'errore grezzo nei suoi componenti si basa su motivi sia
matematici che sperimentali, che discuto nei "metodi di misurazione"; inoltre v'è tra
l'errore grezzo e dei suoi componenti relazioni matematiche che è quello che sarà
anche oggetto di discussioni specifiche nei "metodi di misurazione" è utile sapere
quando si maneggia la strada, mettendo me stessa si limiti ovunque qui, il più
essenziale discutere del metodo.
Di fondamentale importanza per il metodo è la sostanziale indipendenza dell'errore
variabile pura dalla costante che è stata trovata attraverso gli esperimenti, in modo
che nella posizione spaziale e temporale opposto della distanza rispetto, con cui
l'errore costante varia in senso opposto ed il grezzo La somma degli errori, spesso
molto diversa, riceve evidentemente la stessa somma di errore pura; A meno che lo
spazio costante e la posizione temporale opposti non conducano allo stesso tempo un
gioco di coincidenze irregolari di dimensioni medie diverse, che secondo l'esperienza
non è facile. Da ciò non risulta per la determinazione delle condizioni di errore
variabile puro spesso necessario ripetere il test sopra nella posizione spaziale e
temporale opposta delle distanze rispetto, ma piuttosto, quando si tratta di
determinare l'errore costante. Con lo stesso, i valori ottenuti nella posizione spaziale e
temporale opposto sono combinati in modo opportuno, esso può essere separato in
varie componenti secondo le loro relazioni di dipendenza, come dimostro nel "metodi
di misura" e più vicino alla esperto affaccia per sé; un metodo che concorda
sostanzialmente con quello nel metodo dei casi giusti e sbagliati per la
determinazione separata delle influenze mostrare più vicino e l'esperto si affaccia di
propria iniziativa; un metodo che concorda sostanzialmente con quello nel metodo
dei casi giusti e sbagliati per la determinazione separata delle influenze mostrare più
vicino e l'esperto si affaccia di propria iniziativa; un metodo che concorda
sostanzialmente con quello nel metodo dei casi giusti e sbagliati per la
determinazione separata delle influenzep, q servito.
Nel caso delle misurazioni approssimative è necessario differenziare (a seconda
delle distanze orizzontali o verticali) la posizione destra e sinistra o la posizione
superiore e inferiore della distanza normale per la distanza errata; bei den
Tastversuchen Fassung des Normalzirkels mit rechter, des Fehlzirkels mit linker
Hand und umgekehrt, oder, falls man mit einer Hand Versuche an der anderen
anstellt, und daher beide Zirkel in derselben Hand faßt, Fassung des einen Zirkels mit
dem oberen, des anderen mit la parte inferiore della mano e viceversa. Inoltre, ho
fatto in Tastversuchen anche un contrasto con il tempo, a seconda del cerchio normale
o Fehlzirkel viene applicato con ogni confronto prima.
Quando si forma l'errore medio dall'errore di variabile pura, si ha la scelta tra due
tipi di errore medio. Quello che io chiamo errore medio per eccellenza, o la
particolare distinzione del seguente errore medio semplice, denotato da e , diventa per
semplice mezzo la somma pura dell'errore, secondo l'equazione

vinta se m è il numero di errori che circa AD contribuire. L'altro, che le astronomi


nome errore medio porta semplicemente, ma qui Mean Square metà errore ed e q da
cui è ottenuto per il fatto che si eleva l'errore individualmente ai quadrati, la somma
di questi quadrati Å ( D 2 ) con il numero della stessa m divisa, e attinge il quoziente
della radice quadrata, così secondo la relazione

,
In una parola, è la radice dei quadrati medi. Entrambi gli errori mediani, se derivano
da un gran numero di errori, teoricamente presi, secondo il calcolo delle probabilità,
una relazione costante tra loro, che è

quando p il numero Ludolf'sche, dopo di che l'errore quadratico medio notevolmente


esattamente 5 / 4 è semplice. Esaminando un gran numero di serie di prove mi sono
convinti che l'esperienza corrisponde esattamente questo rapporto in modo che solo
casuale, e molto basso per un numero sufficientemente elevato di prove, varianti di
questo rapporto normale hanno luogo. Prova a s. nei metodi di misurazione; anche
uno può derivare tale dai risultati citati nel nono capitolo sugli esperimenti di
misurazione dell'occhio. In base a questo, non importa se uno si attacca a e o e q . Nel
frattempo, avviene una scelta in base alla quale e è molto meno ingombrante nella
derivazione, eq è leggermente più sicura nella determinazione di un numero uguale di
osservazioni, in modo che (secondo i principi della probabilità) 114 osservazioni sono
tenuti a all'e per determinare lo stesso sicura rispetto e q 100 osservazioni è
determinata. Dopo approfondite discussioni nei "metodi di misurazione" Credo che la
considerazione pratica per qualche grande numero di osservazioni, come richiesto nel
nostro metodo, in tutto il mondo, principalmente per e parla senza le relativamente
piccole, e grandi m preponderanza del tutto trascurabile di Sicurezza
per e q compensato per il vantaggio pratico. Ma la scelta è lasciata a tutti. Dove
si fa sempre lo stesso numero di osservazioni per ottenere un risultato, si può
usare la somma dell'errore puro åD direttamente nella stessa
misura di e , risparmiando così la divisione di m .
Una considerazione speciale merita il fatto che la somma dell'errore puro, proprio
come l'errore medio puro, sia e o e q , una dimensione leggermente diversa ottenuta,
secondo che la distanza media perdere, contro cui risiedono l'errore puro viene
determinato come media della totalità di un numero di errore, o il numero di errori
nelle frazioni divide, in particolare determina la distanza media spreca per ciascuna
frazione, tuttavia, l'errore puro in particolare, e quindi collazionare i risultati in
somma o medie, che è analogo alla circostanza annotata per il metodo dei casi giusti
e sbagliati e ha ragioni analoghe. In generale, a parità di tutte le altre condizioni,
meno l'errore è stato determinato, maggiore è l'errore netto e l'errore medio puro. più
grande quindi z. Ad esempio, se si deduce una somma di errore pura da 100 errori
non elaborati in una sola volta, come se si suddividessero questi 100 errori in 2
frazioni a 50, da ognuna di queste frazioni deriva in particolare la pura somma di
errore, e queste due somme di errore si uniscono. Ma questa somma sarà di nuovo
maggiore di se avessi unito il risultato di 4 frazioni a 25, e così via. Ma la differenza è
insignificante se non si scende a frazioni molto piccole con il frazionamento.
Il motivo è un doppio. Uno è che la distanza media perdere e così il contrasto
calcolato errori puri da un piccolo numero di osservazioni in deviazione ottenuti dai
veri valori che devono essere considerati, che sarebbe ottenuto nelle stesse condizioni
di osservazione di un'infinità osservazioni numerici, può essere dal calcolo di
probabilità, e conferma nell'esperienza che l'errore medio quadratico diventa quindi
necessario, la media semplice (anche necessaria con distribuzione normale degli
errori) è troppo piccola. L'altra ragione risiede nelle variazioni dell'errore costante che
non può mai essere completamente escluso in serie più lunghe di test, in cui le
somme di errore puro vengono contaminate e ingrandite quando le osservazioni,
A causa della prima di queste cause, è possibile eseguire una correzione, che
chiamo la correzione a causa della m finita , che riduce la somma dell'errore o l'errore
medio nel caso in cui la distanza dell'errore medio vero determini da un numero
infinito di osservazioni e contro ciò gli errori puri essere contati Questa correzione è
stata già applicata quando la piazza errore medio, se serviva a esigenze di precisione
di osservazione fisica e astronomica, ed è quello di e q invece = piuttosto

= accetta, da cui abbiamo già visto che è così insignificante, e più facile è
trascurare il più grande m è. Per l' errore medio semplice e , la correzione
corrispondente non è stata ancora sviluppata perché finora non è stata offerta alcuna
utilità pratica. Lo trovo dopo un corso analogo, come la derivazione della

correzione dell'errore quadratico, che è moltiplicato per il fattore ,


se p è il numero Ludolfiano. È più semplice e più preciso abbastanza da fare

ciò , che si approssima un po 'di più della prima offerta , come si trova
attraverso l'esecuzione stessa 16) .

16)Inoltre, il fattore di correzione è solo approssimativo, che sta per


un'espressione integrale che non può essere rappresentata in forma finita, ma
devia solo in modo impercettibile da essa.

Un matematico esperto ha avuto la cortesia di controllare il derivato di questa


correzione per essere comunicato nei metodi di misurazione. Lo stesso fattore di
correzione deve essere utilizzato per correggere la somma di errore di m finita , se si
interrompe l'errore somme senza prendere l'errore medio e fuori da esse. Il
trattamento di una serie di osservazione in frazioni, cioè l'errore puro è determinata
soprattutto dalle distanze centrali errate delle frazioni pertinenti, quindi è la
correzione dovuta al finito m in ciascuna frazione in particolare dopo la m delle
frazioni non installare un intero dopo il numero totale di osservazioni di tutti i
gruppi , Esempi di questo s. nella quinta sezione del nono cap.
Là dove dipende solo da disposizioni di denaro, vi sarà la correzione dovuta al
finito m può salvare reagendo sempre la stessa m set di base, o se si noleggia un
diverso numero osservazioni, sempre sulla stessa m frazionato per allora dalla
finitezza di m emana riduzione dell'errore o errore medio somme tutti incontrano
nella stessa proporzione.
A causa della seconda causa, nessuna correzione può essere fatta; ma per eliminarlo
considerevolmente con un frazionamento sufficientemente forte. Ora che la causa
prima con una correzione o un sempre uguale m può essere reso innocuo, quindi
preferisco fare anche il secondo innocuo, generalmente prima di un forte
frazionamento di trattamento non frazionata di grandi prove. Nel mio Tastversuchen
ho sempre fino a m frazionato = 10 (che cosa e ed AD del fattore di correzione il 31 / il
30 lì), e le 10 osservazioni di ciascuna fazione, dove potrebbe accadere senza troppa
irritazione, vengono sempre fatte immediatamente una dietro l'altra. Tuttavia, alcune
parti, come la fronte, non tollerano così tanti tentativi successivi nello stesso posto.
In ogni caso, secondo il metodo attuale, come con il metodo dei casi giusti e quelli
sbagliati, sarà necessario indicare nei risultati se e in che misura lo abbiamo
frazionato nella sua derivazione. A questo proposito userò m e m nel metodo degli
errori medi , come n e v nel metodo dei casi giusti e sbagliati, cioè, se
frazionato, m per il numero di osservazioni che entrano in una frazione , m per il
numero di frazioni, in modo che m m numero totale di osservazioni è che
contribuiscono ad un risultato rispetto ad uno stesso valore dell'osservazione che
viene poi fatta di m verranno fusi singoli risultati.
In somme di errore che danno una molto piccoli errori medi, può essere necessario
prendere in considerazione altre due correzioni, che chiamo la correzione a causa
delle dimensioni degli intervalli e per la stima della divisione. Prima si riferisce al
fatto che registra solo gli errori, che sono alcuni intervalli finiti a parte, al maggiore
quanto meno lontano la graduazione della scala, misurando così l'errore, e la
suddivisione è guidato nella decimali stimando che riduce gli errori infiniti ma ai
vicini di questa scala. Questo ha un'influenza sull'errore di medio livello. Il secondo
si riferisce al fatto che gli errori vengono misurati di nuovo quando si misurano gli
errori sulla bilancia.determinare a priori ; la seconda richiede indagini sperimentali
su come gli errori di stima della divisione si comportano alle varie frazioni di un
grado di divisione, come un'indagine interessante di Volkmann nelle relazioni della
Soc. Sassone. Jahrg. 1858 p 173. Tuttavia, qui sto astrattamente ancor più
dall'assumere queste correzioni, poiché sono quasi sempre trascurabili.
Di maggiore importanza sono le formule e le regole mediante le quali è possibile
determinare l'incertezza degli errori medi e dei totali di errore in base alla dimensione
del numero di osservazione, nonché le regole secondo cui i risultati individuali
ottenuti possono essere collegati al risultato più probabile. Tutto ciò che è necessario
conoscere in questo senso può essere tratto dalla teoria della probabilità e reso pratico
per l'uso; Tuttavia, per farlo in modo adeguato, richiederebbe una discussione
preliminare, che probabilmente andrebbe troppo oltre.
Una gestione intelligente del metodo degli errori medi richiede una conoscenza dei
punti principali della teoria dell'errore matematico, che è parte della teoria della
probabilità. Penso che in questo senso l'essenziale nei "metodi di misurazione" possa
essere compreso anche per coloro che non vogliono approfondire questa dottrina; ma
questo non può essere capito qui.

f) Relazione matematica dei tre metodi.


Si può sollevare la questione della relazione tra i valori ottenuti mediante i tre
metodi. Data la stessa differenza di sensibilità in una determinata area sensoriale, la

differenza appena percettibile, l'errore medio, il rapporto e con la presente t = hD


sono stati determinati. La domanda è: in che modo si relazioneranno tra loro? La
risposta deve essere basata sui seguenti aspetti:
si dovrà dire che in senso stretto: la differenza appena percettibile in termini di
dimensioni è quella che si applica come differenza delle variabili rispetto del metodo
di casi giusto e sbagliato, dà senza falsi casi, ma non dovrebbe essere ridotto senza
quelli a dare; per il fatto che è ancora percettibile esclude il suo verificarsi e di
conseguenza ogni caso sbagliato, e si dice che esso può essere percepito solo alla
minima riduzione dal fatto che è solo evidente. Ma in realtà, se non si avrà casi errate
in un determinato differenze, dobbiamo a lui abbastanza alto assumere che nessun
contingenze lo deprimono tra la rilevabilità, e quanto in alto lo è, o quanti falsi casi
sotto la stragrande maggioranza è ancora corretto vuole permettere
L'errore medio, d'altro canto, è necessariamente inferiore alla differenza appena
percettibile, se non dovrebbe consentire casi eccezionali o solo eccezionalmente
sbagliati. Perché se nel metodo dell'errore medio una differenza z. Se, ad esempio,
due distanze circolari sono ancora evidenti, la distanza viene modificata finché non
diventa impercettibile; e in generale, per determinare l'errore medio, contribuiscono
tutti gli errori da zero, che sono più piccoli della differenza appena
percettibile. Tuttavia, un rapporto fisso tra la differenza appena visibile e l'errore
medio non può essere specificato per determinati motivi.
D'altra parte, esiste una tale relazione matematica tra il metodo dei casi giusti e
quelli sbagliati e il metodo dell'errore medio legato dall'integrale principale del
calcolo di probabilità che si può stabilire quale proporzione di casi giusti e sbagliati si
presenteranno se la dimensione del semplice o errore medio quadrato come differenza
di dimensione D utilizzata nel metodo dei casi giusti e sbagliati in circostanze
altrimenti comparabili. E quando si utilizza l'errore medio è semplice, come si vedrà
nel "metodi di misura", come la differenza tra le dimensioni (peso supplementare nei

tentativi peso) il rapporto notevolmente 2 / 3 precisamente 0,658,032 mila.


Nel frattempo questa relazione teorica deve ancora essere provata da esperimenti,
che possono avere qualche difficoltà nella misura in cui è necessario rendere le
circostanze confrontabili per i metodi da confrontare in modo tale che le coincidenze
acquisiscano la stessa influenza.
2) Metodi di misurazione di assoluta sensibilità.
Il campo di questo metodo è per quanto riguarda le sensazioni intense ancora quasi
rotto, e da una determinazione del Schafhäutl ancora finita appena udibile intensità
sonora assoluta, le disposizioni di EH Weber, e quelli di Kammler oltre formati di
stampa ancora poco evidenti da cui disposizioni nel Capitolo 11 Non saprei cosa si
potrebbe spostare qui. Nel campo della sensazione di luce, perfino una pura
determinazione della sensibilità assoluta non è nemmeno possibile, perché non si può
eliminare una fonte interiore della sensazione di luce, di cui parlo nel capitolo 9.
Contro i metodi di misurazione delle sensibilità assoluta hanno trovato una vasta
applicazione nei settori della estese sensazioni, se si è spesso impiegato per
determinare solo dimensioni notevoli o distanze sulla retina o la pelle. In ultima
analisi, in particolare il famoso e innovativo per gli esperimenti tutta psicofisici di
circa le distanze appena evidenti sulla pelle sono, che uno di procedere è indicato, che
possono essere applicati per l'Empfindlichkeitsmaß assoluto, uno di procedere EH
Weber, che il metodo di soli differenze evidenti per il grado di differenza di
sensibilità è analogo. Gli altri due metodi di questa misura, tuttavia, sono analoghi
alla misura assoluta della sensibilità.
Volkmann ha trovato sull'osservazione che si può facilmente affermare che la
larghezza dei punti cardinali, che dà una distanza molto evidente, non è
assolutamente solida, ma fluttua entro certi limiti, alla stessa distanza nel caso di
tentativi successivi come distanza, a volte no può essere percepito come tale, purché
non venga superato un limite superiore, da cui la distanza è sempre percepita come
una distanza, o una inferiore sotto la quale non viene mai percepita come tale, ma i
cui limiti non sono in grado di determinare in modo assolutamente esatto. Questo non
è impedito, come l'esperienza stessa ci ha insegnato, dalla maggior parte dei contatti
della pelle con i punti della bussola sotto larghezza alterata, vicino al limite superiore,
secondo il metodo precedente, o distanza che cade tra i limiti superiore e inferiore
come distanza media appena percettibile, paragonabile in vari tentativi di ottenere
una misura di esso. Se così non fosse, gli esperimenti di Weber e altri risultati
confermati non sarebbero stati possibili. Ma si può basare su questa osservazione una
modifica del metodo weberiano, per cui diventa un analogo del metodo dei casi giusti
e sbagliati, ed è stato infatti fondato su di esso da Volkmann, consistente in quello in
ripetuti esperimenti. a una distanza di cerchio data tra i limiti superiore e inferiore
specificati, viene annotato il risultato di ciascuna applicazione circolare e il numero di
casi conta dove la distanza e l'impercettibilità della distanza ha luogo; che 2) questa
procedura viene ripetuta a distanze di circonferenza diverse entro questi
limiti. Maggiore è la sensibilità estesa dell'area della pelle, maggiore è il numero di
casi per una determinata dimensione del cerchio, che rappresentano quelli corretti,
vale a dire dove la distanza effettiva è percepita come evidente, e minore è la distanza
può essere per consegnare lo stesso numero di casi giusti. Ora si sarebbe in grado di
utilizzare qualsiasi rapporto tra quelli giusti e il numero totale di casi come standard
di sensibilità; andando al cerchio delle varie parti della pelle, dove danno la stessa
relazione; Forse, tuttavia, l'aspetto più favorevole di questo è il rapporto favorito da
Volkmann in questo senso, in cui la raffinatezza si manifesta con la stessa frequenza
con cui non viene notata. Dato che le larghezze dei cerchi associati non saranno
assolutamente accurate, si sarà in grado di ottenere esattamente l'esatto interpolando
le larghezze vicine che hanno sconfitto l'esperimento. Gli esperimenti fatti da
Volkmann sul corso dell'esercizio della sensibilità tattile secondo questo metodo sono
contenuti nelle relazioni della Saxon Societ, 1858, pag 47 e segg., E hanno dimostrato
l'applicabilità del metodo con i loro risultati interessanti.
Un'altra modifica del metodo di Weber, che io chiamo il metodo degli equivalenti,
è stata applicata e sviluppata nel regno tattile di me stesso in relazione al metodo
dell'errore medio la cui analogia rappresenta; nel frattempo EH Weber lo ha già
applicato in precedenza agli esperimenti sulla sensibilità assoluta delle diverse parti
in relazione alla sensazione di pressione 17) .
Essa consiste, quando applicato alla Tastmaß, il fatto che invece di un cerchio su un
sito cutaneo cui due relativi A, B, in due differenti siti cutanei A, B, , tocca
alternativamente loro vasta sensibilità da confrontare, e il solido Una come distanza
di a -Zirkels sulla a sottotitolo la B come distanza dei B -Zirkels sulla BDopo la
sensazione della pelle, la distanza sembra uguale in entrambi i luoghi, anche se in
realtà può essere eccezionalmente diversa, a seconda delle diverse sensibilità della
pelle. Così si ottengono equivalenti di distanze ugualmente stimate per entrambi i siti
cutanei, il cui valore reciproco, determinato come media di un numero maggiore di
esperimenti, può servire come misura della sensibilità estesa 18) .
17) Programma coll. P. 97 °
18)Sulle determinazioni del senso dello spazio, ecc., Abh. Del kgl. Sächs. Ges.
D. W. XXII, P. 273 ss.

Si può facilmente essere convinti che questo metodo è molto fine e precisa, per
quanto riguarda la sensibilità della pelle mantiene un rapporto costante, sono molto
costanti e afflitto con scomparsa risultati incertezza, delle quali la prima confrontando
diversi gruppi sperimentali, al secondo viene dimostrato l'errore probabile facilmente
calcolato del risultato medio; ma nella misura in cui tale relazione varia, permettendo
che queste variazioni siano perseguite in modo eccellente. In realtà ho in esperimenti
sono stati continuata per mesi le stesse parti, il rapporto più costante visto
continuando ottenuto se sono stati fatti tutti i giorni solo pochi tentativi; altrettanto
deciso ma anche più volte, dove venivano fatti molti esperimenti ogni giorno, per cui
si manifestava una notevole influenza della pratica,
Per questo è un vantaggio di questo metodo prima due precedenti che essi non sono
limitati a, per confrontare la sensibilità della pelle nei limiti delle distanze appena
percettibile, ma può essere paragonato a qualsiasi distanza; che esse possono essere
presume essere lo stesso è in svantaggi che essi forniscono dati solo comparativi della
sensibilità assoluta, tuttavia, il valore di casi appena percettibile, o un numero uguale
di rilievo e non visibile fornendo distanza come data, che è la sensibilità assoluta in
pelle caratterizzato in modo assoluto. Quindi ognuno di questi metodi dovrà
applicarsi a modo loro.
Come si può facilmente trascurato è la procedura di cui uno colpisce nel metodo di
equivalenti, molto simile a solo quella causa la regolazione delle due distanze cerchi
per la sensazione non è la stessa, ma su diversi siti cutanei nel metodo di errore
medio, e non sulla differenza, ma ha il rapporto delle dimensioni confrontate
otto. Tuttavia, nulla impedisce che, nel metodo di errore medio sul rapporto dei
parametri di riferimento, di normale distanza distanza e perdere, e nel metodo di
equivalenti alle deviazioni dei singoli B -Distanzen dalla media B la distanza come
tale in quanto puro Errore D Considerando questa considerazione, e tenendo conto di
questa considerazione, il metodo degli equivalenti è fondamentalmente solo il più
generale del metodo dell'errore medio, e questo è un caso speciale del metodo degli
equivalenti, cioè, dove tra tutti i possibili passaggi uno è dato A-posiziona
sulla posizione B , che crea un punto A stesso, per cui la distanza A nella normale
distanza, la B-Distanza nella distanza sbagliata passa. Ciò è dimostrato dal fatto che i
rapporti tra l'errore costante e il puro errore variabile del metodo degli errori medi nel
metodo degli equivalenti si ripetono solo in un modo più generale. Pertanto, proprio
come il metodo degli errori medi, anche il metodo degli equivalenti richiede molte
considerazioni e precauzioni, che sono correlate a quelle del metodo.
Particolarmente essenziale è l'inversione di qualsiasi confronto. Se hai z. Come
l'equivalente di B -Lippe contro A determined -Kinn, deve essere sostituito da un
ugual numero di tentativi contatore equivalente di B -Kinn contro A determine
-Lippe, sebbene particolarmente entrambi risultati record, ma alla fine prendono il
mezzo di una non con per ottenere un risultato unilaterale con un errore costante. I
miei "metodi di misurazione" forniranno prove e spiegazioni sufficienti su quanto sia
essenziale questa cautela. La dimensione dell'errore costante può anche essere trovata
qui con un semplice calcolo.

Leggi e fatti fondamentali.


IX. Legge di Weber 1) .
La prima solo in generale, pronunciato nel capitolo 7 come base principale della
legge dimensione psicologica, che io do il nome di Weber è da discutere
ulteriormente le pagine della sua mente, il suo ragionamento e i suoi limiti ora fino al
presente finora su Le indagini forniscono un indizio su di esso.
Si può pronunciare la stessa cosa in varie forme, che nella materia arrivano alla
stessa cosa, ma delle quali, a seconda delle circostanze, l'una o l'altra può essere più
utile per il riferimento ad essa.
1) Nel caso di P. 42 e segg .. Revisione Pag. 146 e segg.

Prima di tutto, si può dire una differenza di due stimoli, afferrato anche come un
incremento positivo o negativo per uno o gli altri stimoli, è sempre percepito come
uguale, o sono la stessa differenza Sensazione Empfindungszuwuchs quando la sua
relazione agli stimoli tra cui è realizzato, o finché è considerato come una crescita, se
la sua relazione con lo stimolo a cui cresce rimane la stessa, qualunque sia la sua
magnitudine assoluta. Così che z. Ad esempio, un'aggiunta di 1 a uno stimolo la cui
forza è espressa da 100 è percepita come un aumento di 2 a uno stimolo di forza 200,
di 3 a uno stimolo di forza 300, e così via
Le seguenti espressioni più brevi equivalgono all'espressione precedente: la
differenza nella sensazione, la crescita della sensazione rimane la stessa quando la
differenza relativa dello stimolo o la crescita relativa dello stimolo rimane la stessa; e:
la differenza di sensibilità, la crescita della sensazione rimane la stessa, se il rapporto
degli stimoli rimane lo stesso; in cui si deve ricordare (vedi FIG. Sez. VI.), che la
costanza della differenza irritazione relativa o Reizzuwuchses la costanza del
rapporto di stimoli, come invertito, è dato da sé, che permette, l'ultima espressione
della legge al posto di il primo a mettere.
Infine si può anche dire che la legge in modo per quanto riguarda la discussione
concettuale della differenza di sensibilità nel sesto capitolo: la semplice sensibilità
differenza è inversamente proporzionale alle dimensioni dei componenti della
differenza, il relativo rimane la stessa la stessa per tutte le taglie.
(Is finora in toni di altezza un momento quantitativa della qualità proposta) può
essere la legge in aree di sensazioni intensivo ed estensivo, e nella ex dalle pagine di
forza e di altezza prevedono senza poter mantenere a priori intitolato Considerare la
prova dello stesso in qualche campo speciale di sensazioni valido per un altro allo
stesso tempo, richiede piuttosto un'indagine speciale in ogni sfera.
Alla domanda se la legge in aree di vaste sensazioni confermato devi sostituire la
dimensione della espansione e la differenza di espansione per fascino e suggestione
differenza nel dire della legge, che sarà interpretato da occhi o tattili organi. Uno
troverà la legge confermata se z. Ad esempio, nel caso di due linee il doppio della
lunghezza, la differenza deve essere doppia rispetto a quella che deve essere
notevolmente più pronunciata o, più in generale, uguale in termini di dimensioni.
Per quanto riguarda l'altezza delle note, è il numero di oscillazioni che è
responsabile della dimensione dello stimolo.
Con la correttezza della legge, viene automaticamente stabilita la correttezza di
molte conclusioni; e per dimostrare che queste conclusioni sono confermate
nell'esperienza, quindi, da considerare come parte della libertà vigilata. Invece,
invece di entrare in questo in astratto, preferisco essere condotto ad esso nelle
giurisdizioni speciali della legge nei vari campi, e fare riferimento a questo riguardo
in particolare al campo della sensazione di luce.
Per quanto riguarda lo storico, ho già notato che sebbene EH Weber non sia il
primo ad esprimere e dimostrare la legge, è il primo ad esprimerlo in una certa
generalità, a dimostrarlo ea presentarlo da un punto di interesse generale , Fa
affidamento su esperimenti su differenze apprezzabili di pesi, linee, toni, che, come si
può osservare, sono esempi dei tre lati principali di sensazione, intensità, estensione,
altezza, che possono essere considerati a tutti gli effetti più giustifica che designiamo
la legge con il suo nome. A dire il vero, dopo il mero interesse fortuito in ciò che
prima era vincolato dalla legge, non lo sottopose a un'indagine molto
approfondita. ma per dirlo sono i punti di attacco di ogni ulteriore indagine data dal
suo. Pertanto esprimo testualmente le sue dichiarazioni prima di procedere alle
ulteriori indagini sulla legge, che sono divenute necessarie dopo aver affermato di
essere il fondamento delle norme psichiche, poiché i documenti devono essere
rafforzati ed estesi, in conformità con ci sono più pesanti e più su cui fare
affidamento. Per l'importanza fondamentale che la legge ha per noi in questo senso,
farò per quanto possibile possibile conoscere tutto ciò che mi ha informato di
precedenti e nuovi fatti, stranieri e personali relativi alla prova così come ai limiti
della legge informare completamente. prima di procedere all'ulteriore indagine della
legge, che si è resa necessaria dopo aver affermato di essere sostenuta da norme
psichiche, i documenti devono essere rafforzati e ampliati, in quanto più gravi e più
devono essere basati su di essi. Per l'importanza fondamentale che la legge ha per noi
in questo senso, farò per quanto possibile possibile conoscere tutto ciò che mi ha
informato di precedenti e nuovi fatti, stranieri e personali relativi alla prova così
come ai limiti della legge informare completamente. prima di procedere all'ulteriore
indagine della legge, che si è resa necessaria dopo aver affermato di essere sostenuta
da norme psichiche, i documenti devono essere rafforzati e ampliati, in quanto più
gravi e più devono essere basati su di essi. Per l'importanza fondamentale che la
legge ha per noi in questo senso, farò per quanto possibile possibile conoscere tutto
ciò che mi ha informato di precedenti e nuovi fatti, stranieri e personali relativi alla
prova così come ai limiti della legge informare completamente.
Dopo una panoramica preliminare si deve ammettere che molto manca ancora una
prova approfondita e persino un esame della legge. Molto in questo senso è in termini
di sensazione intensa di luce, sensazione di suono e tono, sensazione di pesantezza
dei pesi e nel campo del giudizio. Certamente, ovunque la legge è più o meno
ampia. In termini di sensazioni di temperatura, è ancora considerato
problematico; nell'ambito di estese sensazioni tattili, gli esperimenti parlano contro di
esso piuttosto che per la sua validità. Per quanto riguarda altre aree di sensazioni, non
sono ancora disponibili esperimenti.
I propri dati di Weber.
In generale, Weber parla come al fatto della legge nel suo trattato sul senso del tatto
e del sentire comune S. 559 sotto il titolo: "Sulle piccole differenze nei pesi che
abbiamo con il senso del tatto, la lunghezza delle linee che noi, con la sua faccia ed i
suoni che siamo in grado di distinguere le audizioni "secondo alcune disposizioni
speciali come questo:" mi hanno dimostrato che il successo è lo stesso nelle
determinazioni di peso, si potrebbe supporre once o saldature, perché non dipende dal
numero di Grane La domanda è se la preponderanza è la trentesima o la
cinquantesima parte del peso, che viene confrontata con un secondo peso, e così il
confronto tra la lunghezza di due linee e l'altezza di due note 2 ), Non fa differenza se
si confrontano linee lunghe circa 2 pollici o 1 pollice, considerando prima e poi
l'altra, e non entrambe contemporaneamente, l'una accanto all'altra, e tuttavia il pezzo
riguarda quale Linea sull'altro, nel primo caso ancora una volta grande come nel
secondo. Naturalmente, quando entrambe le linee sono vicine l'una all'altra e parallele
tra loro, si confrontano solo le estremità delle linee e si esamina quanto una linea
sormonta l'altra, e quindi dipende solo da quanto grande è il pezzo torreggiante della
linea è, e quanto entrambe le linee sono vicine l'una all'altra. - Anche confrontando
l'altezza di due toni, non importa se entrambi i toni sono più alti di 7 toni o inferiori,
se non sono solo alla fine del tono, dove allora l'esatta distinzione tra piccole
differenze di tono diventa più difficile. Pertanto, non è il numero di vibrazioni che un
tono ha più dell'altro che conta, ma il rapporto tra il numero di vibrazioni dei due toni
che confrontiamo "......
2) Delezenne in recueil des travaux de la soc. della sc. de Lille 1827 in Ausz.
in Bull. della sc. nat. XI, p. 275 e in Fechner's Repertor. di fisica
sperimentale. Leipzig 1832. Bd. I. p. 341i

"La concezione delle relazioni di tutte le grandezze, senza aver misurato le quantità
su piccola scala e familiarizzandole con la differenza assoluta tra le due, è un
fenomeno psicologico estremamente interessante." Nella musica riassumiamo le
relazioni sonore senza conoscere i numeri vibrazionali In architettura abbiamo le
relazioni di dimensioni spaziali senza averle determinate secondo le usanze, e quindi
prendiamo le quantità di sensibilità o le quantità di forza in modo tale nel confronto
dei pesi. "
I registri generali Toccando i tessitori sua legge si basa, non c'è per quanto riguarda
i rapporti tonali e lineari solo dello stato generale dello stesso prima, ma che si può
attaccare il peso osservato Tatsa-chen nella fedeltà incondizionata di questo
osservatore. Per quanto riguarda i rapporti di peso dei suoi tentativi sono in
s. Programma raccogliere. p. 81. 86 f. da trovare.
Weber distingue due tipi di esperimenti, uno in cui solo la sensazione della pelle è
rivendicata dalla pressione di pesi più forti e più deboli sulla mano appoggiata posta
sul tavolo, e l'altra, dove la sensazione della forza muscolare da applicare quando si
sollevano i pesi allo stesso tempo si dice che la mano sia sollevata con i pesi. Ora, se
32 once o 32 dracme sono stati usati come un peso maggiore, la differenza relativa al
peso minore è rimasta pressoché la stessa in entrambi i test e in media 4 persone e
entrambi i pesi nel primo test 10.1 ( Once o dracme), il secondo 3.0.
La descrizione dettagliata dei suoi esperimenti (Progr. Coll., P.
"In piurimorum hominum manibus, mensa quiescentibus, Pondera duarum
librarum collocavi, tabulamque papyraceam interposui. Postea, insciis illis, pondus
alterutrum imminui, manusque Pondera ferentes mutavi, Levius nimirum pondus
nunc annuncio Dextram nunc annuncio sinistram transferendo. Saepe etiam Pondera
un manibus ablata Denuo iisdem manibus imposui, ita quidem, ut homo non
suspicari potuerit, sed tactu tantum percipere, mangiare in quonam Latere pondus
gravius collocatum. Girare si homo iteratis periculis et mutatis saepe manibus
gravius pondus recte un leviori discernebat, notavi ".
"Postea eadem Experimenta in iisdem hominibus iterabantur, hoc Modo tamen, ut
manus, et simul manibus Pondera, extollerent, et Pondera manibus pensitarent. Quo
facto, si Inventum un mi est, in quanti ponderum differentia eorum diversitas Certe
cognita fuerit, iterum notavi, numerosque, differentiam ponderum exprimentes, inter
se comparavi ".
Dopo la comunicazione di diverse serie di esperimenti, che si riferiscono ad altre
condizioni, come la sua legge, guida Weber p. 91 continua:
"Ratione non silentio praetereunda sunt altro Experimenta, quibus probatur,
Tactum et etiam coenaesthesin in observandis ponderibus multo minoribus eadem
inter se esse quam si Librae duae seu. triginta duae unciae cuilibet manui
imponuntur. Eorundem enim hominum manibus, quibus Antea duo Pondera triginta
diiarum unciarum imposueram, Nuno Pondera triginta duarum drachmarum ha
octavam ponderis illius partem imposui. Etiamsi suspicatus Eram, ribalta, ut
difierentiam ponderis duorum corporum octies minorum non tam clare sentirent,
camuffamento experimentis probatum est, differentiam Minorum ponderum tactu non
meno subtiliter distingui, quam differentiam eandem majorum ponderum.
Quatuor afferam experiinenta hoc probantia. Postquam nimirum Quattuor
homines quos numeris signare Lubet, Pondera majora, triginta duabus unciis
Constantia, Aequalia, manibus immotis imposita, comparaverant, alterutrum pondus
magis magisque imminuere coepi, usquedum bomines illi differentiam ponderum
animadverterent. Qua differentia notata experimentum idem hoc modo repetii, ut
Pondera manibus tollerentur, adeoque simul ope tactus et coenaestheseos muscolare
aestimarentur. Quo facto differentia ponderum, quae illorum observationem fugiebat,
iterum notata est. "
"Nunc loco majorum ponderum minora Pondera, triginta duabus drachmis
Constantia, eodem Modo piano adhibui, differentiasque ponderum in experimentis
non observatas, sensum scilicet fugientes, annotavi."
"Lam si differentias ponderum graviorum et leviorum observationi nostra
sottractas comparas, easdem paene esse observabis."

Numerus hominum, Differentia minimi unoiarum vel


in quibus experimentummarum, manibus imposita-
menta instituta rum, in qua diversitas ponderis
sunt. percipiebatur.

1. Tactu. ....... 32 unc. 17 unc. differisce 15 unc.


tactu et coenaesthesi 32-30 1 / 2 - - 1 1 / 2 -
tactu. ....... 32 dracme. 24 dracme. - 8 dracme.
tactu et coenaesthesi 32 - 30 - - 2 -
2 tactu. ....... 32 unc. 22 unc. - 10 unc.
tactu et coenaesthesi 32-30 1 / 2 - - 1 1 /2 -
Tactu. ....... 32 dracme. 22 dracme. - 10 dracme.
tactu et coenaesthesi 32 - 30 - - 2 -
3. tatto. ....... 32 unc. 20 unc. - 12 unc.
tactu et coenaesthesi 32 - 26 - - 6 -
tactu et coenaesthesi 32 drachm. 26 dracme. - 6 dracme.
4. Tactu. ....... 32 unc. 26 unc. - 6 unc.
tactu et coenaesthesi 32 - 30 - - 2 -
tactu et coenaesthesi 32 drachm. 29 dracme. - 3 dracme.
1) luce. 3)
Nei trattati della Saxon Society of Sciences, matematica, ho descritto in dettaglio la
validità della nostra legge nel campo dell'intensa sensazione di luce. Cl. IV, pp. 457 e
segg., Intitolato "Su una legge psicofisica di base e il suo rapporto con la stima delle
dimensioni stellari", con un complemento nei resoconti della stessa società 1859,
pagina 58 segg., Da quali saggi io do qui l'essenziale con alcune aggiunte.
3) Inmateria, p. 149-160, 178-186. Revisione pp. 152-168. Psych. Maßprinzipien,
p. 181 ss.
La legge nel campo della sensazione di luce è già stata affermata da precedenti
esperimenti di Bouguer, Arago, Masson e Steinheil, occasionalmente in connessione
con altre indagini, più recentemente da me stesso e Volkmann; senza, tuttavia, molta
attenzione prestata in precedenza.
Tutte le verifiche precedenti della legge si basano sul metodo delle differenze
appena percettibili, oltre a quello di Steinheil, che si basa sul principio del metodo
dell'errore medio e sulla prova indiretta che la legge ha trovato nella stima delle
dimensioni stellari.
Poiché i miei stessi esperimenti, sebbene non siano la prova più forte ma più
semplice della legge, e la prima conoscenza esperienziale della legge, mi sono stati
attaccati, farò un inizio qui e farò la spiegazione generale della legge.
Con cieli semi-coperti, di solito si possono facilmente trovare alcune sfumature di
nuvole adiacenti che mostrano solo una differenza trail-by-eye per l'occhio o una
nuvoletta che differisce notevolmente dal cielo. Dopo aver inserito due elementi di
una differenza di luce appena visibile nel cielo, ho messo alcuni occhiali grigi davanti
ai miei occhi, poiché ora sono disponibili per gli optometristi per le persone con gli
occhi scuri, ognuno dei quali, poco prima di quello eye presa dopo ma i test
fotometrici solo superficiale, circa 1 / 3 , entrambi insieme per non più di 1 / 7della
luce Semplicemente prendiamo davanti agli occhi adottate vetri la luce di ciascun
componente 1 / 7 ridotta, così che la presente la differenza era uguale al tempo stesso
su 1 / 3 ridotta, ed era naturale pensare che il modo molto indebolito differenza, come
precedentemente ma solo era notevolmente impercettibile dal indebolimento o, se sul
limite di rilevabilità non è stato raggiunto prima dell'applicazione di occhiali, sarebbe
almeno sorprendentemente distinta. Ma non ha mostrato in questo modo. La
differenza è rimasta quantomeno evidente come prima, e altri che ho fatto
l'esperimento dichiarati nello stesso senso.
Lo stesso esperimento è stato ripetuto con i vetri appena piegato con un occhio al
termine dell'altro, in cui i componenti insieme con le loro differenze ad un massimo
di 1 / 7 scese, la differenza rimaneva almeno altrettanto marcatamente.
Infine, l'indebolimento attraverso gli occhiali colorati, con cui talvolta scendevo a
un'oscurità considerevolmente maggiore, diede lo stesso risultato. In questo caso,
naturalmente, le sfumature di nuvole di colore diverso o una nuvola contro il cielo blu
devono essere prese negli occhi, poiché gli occhiali a colori esprimono un diverso
assorbimento proporzionale a diversi colori.
Se osserviamo ora che indebolendo la differenza assoluta dei componenti negli
esperimenti precedenti, il rapporto tra i componenti, e quindi la loro differenza
relativa, è rimasto invariato, vedremo nella distinzione perfetta della differenza
un'affermazione della nostra legge.
Per la prima vista potrebbe effettivamente sembrare molto evidente e in
contraddizione con l'esperienza di tutti i giorni che uno, il 1 / 3 , 1 / 7e, in effetti, una
differenza fotometrica molto più ridotta dovrebbe essere almeno altrettanto evidente
alla sensazione che senza indebolimento; mentre diminuiamo le differenze quotidiane
di luce indebolendole e scomparendo. Ma si deve la condizione della legge non si fa
vedere in base al quale solo le chiamate per il successo, e in base al quale si svolge da
sola, vale a dire che la differenza di luce nella sua indebolire un invariato rispetto al
suo, nella stessa proporzione con attenuato, tenere i componenti. Caldo il caso di
soddisfare questa condizione il primo caso principale. Ma la differenza può ancora
essere indebolita in un altro modo, in quanto la componente più forte è neutralizzata
dal solo indebolimento, o il più debole dall'unica esaltazione dell'altro. In questo
caso, che è chiamato il secondo caso principale, la differenza con il suo
indebolimento assoluto nello stesso tempo sperimenta un indebolimento in
proporzione alle sue componenti; e poi, in effetti, come può essere facilmente
dimostrato da esperimenti successivi in accordo con l'esperienza generale, il carattere
distintivo della differenza diminuisce e scompare del tutto se i componenti si
avvicinano l'un l'altro sufficientemente.
A questi due casi principali si può aggiungere un terzo caso principale, che è in
grado di fornire la conferma diretta della nostra legge dalla prima conferma indiretta:
che entrambe le componenti, invece di modificarle in proporzioni uguali, hanno
aggiunto un valore uguale o detratto lo stesso importo è. In questo terzo caso, in
contrasto con il primo, la differenza assoluta rimane la stessa, i relativi
cambiamenti. Diminuisce, se aggiungiamo gli stessi benefici ai componenti,
aumenterà se deduciamo lo stesso importo allo stesso tempo. Nella misura in cui la
legge non attribuisce l'uguaglianza all'uguaglianza dell'assoluto, ma della differenza
relativa, dovremo aspettarci, a condizione che sia corretta, che nel nostro terzo caso
principale il carattere distintivo della differenza non rimanga lo stesso. nonostante il
fatto che la differenza rimanga la stessa in termini assoluti; piuttosto, diminuisce o
aumenta con lo stesso valore aggiunto o lo stesso valore dedotto.
Per dimostrare che questo è davvero il caso; Non richiede un tentativo ben
ponderato, anche se la conferma con i test è facile. Ma ci offre lo stesso campo di
osservazione che ci è servito finora in un'esperienza quotidiana.
Di notte tutti vedono le stelle, in pieno giorno non vede nemmeno stelle come
Sirius e Giove. Ma la differenza assoluta di luminosità tra i luoghi del cielo, dove si
trovano le stelle, e le aree circostanti è altrettanto grande come di notte. È stato
aggiunto solo un uguale plus all'intensità di entrambi alla luce del giorno.
Forse si avrebbe il successo dei nostri primi esperimenti con le sfumature nubi
possono suggerire questo: attraverso gli occhiali scuri, la differenza è lo stesso, però,
stata indebolita in condizioni molto forti, ma ancora sono stati assolutamente
presente, e così aveva assoluto anche ancora considerando la sua È necessario
percepire la propria esistenza senza la necessità di rendere la percettibilità progressiva
dipendente dal mantenimento della stessa dimensione relativa. Ma si può vedere da
questa esperienza sopra, che l'esistenza di una differenza assoluta luce in alcun modo
sufficiente a renderlo percepibile, in modo che anche molto significative differenze
assolute scomparire del tutto l'occhio quando hanno una dimensione relativa molto
bassa. Nessuno sarà in grado di diminuire la luminosità delle stelle Sirio e Giove dal
cielo circostante durante la notte, e nessuno sarà in grado di scoprire queste stelle
durante il giorno con la massima attenzione; cosicché l'affermazione possa sembrare
evidente, che la differenza di luminosità dell'ambiente circostante sia tanto grande
durante il giorno quanto lo è di notte. Infatti, è fisico, mentre è assolutamente zero
alla sensazione, e anzi meno di zero, nella misura in cui prima ha bisogno di un certo
allargamento prima che raggiunga il punto da cui diventa evidente.
Per inciso, non si dovrebbe limitare il fenomeno semplicemente ai punti di luce. Gli
ulteriori esperimenti con le ombre, d'altro canto, offrono l'opportunità più
conveniente per osservare gli stessi fenomeni su superfici di luce di estensione
arbitraria con notevoli differenze assolute; ma anche le esperienze della vita
quotidiana possono essere reiterate in questa relazione.
Come è noto, le figure si basano su dipinti ad olio originali, su dagherrotipi, lastre
dipinte, tavoli laccati e simili. Mi piace. Riflettendo luci abbastanza
irriconoscibili. Ora l'intensità della luce riflessa specularmente non dipende, come
sappiamo, dal colore o l'oscurità della superficie da cui viene riflessa, dalla, ma allo
stesso sostanza solo sulla scorrevolezza della stessa, e l'angolo di incidenza; aggiunge
così un uguale plus alle aree più scure e più chiare delle figure e del terreno, rendendo
così inconoscibili le differenze tra loro.
Quanto sopra è probabile che basti a dimostrare la legge in generale. Ma può
davvero applicarsi esattamente?
Con diligenza, ho detto che la differenza delle sfumature nuvolose se osservata con
gli occhiali oscurati sembrava almeno altrettanto evidente a occhio nudo. Per alcuni
di quelli che ho ripetuto l'esperimento trovato con gli occhiali anche un po 'più nitidi
che senza occhiali, e per me spesso appare, anche se non sempre, così. In ogni caso,
si può essere sicuri che una differenza di luce, come ci si potrebbe facilmente
aspettare, non perda alcuna delle sue funzionalità indebolendone le dimensioni
assolute pur mantenendo le dimensioni relative. Ma anche un guadagno in termini di
chiarezza in questo caso sarebbe una deviazione dalla legge, che stabilisce una
costante lontananza dalla costante differenza tra loro.
Ad esclusione di quelli che puo 'essere modificata Irradiationsverhältnisse potrebbe
entrare in gioco, potrebbe anche essere un inganno personale stanno pensando, del
tipo che si sarebbero inclini a tenere una differenza altrettanto evidente per evidente
se è ancora in proporzione alla indebolita Impressioni dei componenti è. Per ottenere
un risultato il più possibile indipendente dalle illusioni soggettive, combino il
seguente esperimento con l'esperimento precedente.
Con gli occhiali di fronte ai miei occhi, alzo lo sguardo sulla differenza più debole
possibile, altrettanto apprezzabilmente apprezzata, nel cielo, e poi togli gli occhiali
dai miei occhi. Se la chiarezza è stata aumentata considerevolmente dagli occhiali,
allora la differenza con la rimozione degli occhiali, che è evidente solo con gli
occhiali, deve scomparire. Ma non sono mai stato in grado di trovare alcuna
differenza, per quanto lieve, nella ripetizione ripetuta dell'esperimento, con le lenti
semplici e raddoppiate, che non riuscivo a riconoscere nemmeno dopo aver rimosso
le lenti, se solo fosse passata la prima impressione di un momentaneo bagliore. da cui
l'occhio si trova colpito dalla luce improvvisamente più forte quando gli occhiali
vengono rimossi.
In tutti gli esperimenti menzionati, è essenziale utilizzare solo lievi differenze che
portano il carattere dell'immagine. Perché se la legge, come continuiamo a mostrare,
consente l'espansione a maggiori differenze, non è facile dimostrarlo direttamente in
questi casi. Il giudizio sul fatto se quelli con e senza occhiali siano ugualmente chiari
è molto incerto e vacillante, ed è indubbiamente co-determinato dalla maggior parte
delle circostanze. Anche quando si applicano solo differenze evidenti, come abbiamo
visto prima, il giudizio di uguaglianza può essere soggetto alle stesse inganni, anche
se, in termini assoluti, non possono essere così significativi da applicare maggiori
differenze. Ma il vantaggio principale di usare differenze molto piccole è quello che
la combinazione dell'esperimento con le contromisure permette di diventare
completamente indipendenti dal giudizio di uguaglianza o disuguaglianza, e di basare
la conclusione unicamente sull'esistenza della differenza per la sensazione, che non si
può facilmente ingannare su uguaglianza. Se la differenza più debole possibile, che è
ancora riconosciuta senza occhiali, è ancora riconosciuta anche con gli occhiali
fortemente scuri, e al contrario, se la differenza più debole possibile, che viene
riconosciuta dagli occhiali fortemente scuri, è ancora riconosciuta, c'è una sorta di
prova oggettiva che la differenza attraverso gli occhiali non può guadagnare o perdere
alcun grado apprezzabile di raffinatezza. diventare completamente indipendenti dal
giudizio di uguaglianza o disuguaglianza e basare la conclusione unicamente
sull'esistenza della differenza per la sensazione, che non si può essere così facilmente
ingannati riguardo all'uguaglianza. Se la differenza più debole possibile, che è ancora
riconosciuta senza occhiali, è ancora riconosciuta anche con gli occhiali fortemente
scuri, e al contrario, se la differenza più debole possibile, che viene riconosciuta dagli
occhiali fortemente scuri, è ancora riconosciuta, c'è una sorta di prova oggettiva che
la differenza attraverso gli occhiali non può guadagnare o perdere alcun grado
apprezzabile di raffinatezza. diventare completamente indipendenti dal giudizio di
uguaglianza o disuguaglianza e basare la conclusione unicamente sull'esistenza della
differenza per la sensazione, che non si può essere così facilmente ingannati riguardo
all'uguaglianza. Se la differenza schwächstmögliche, che è ancora riconosciuto senza
occhiali, sarà riconosciuto con forti occhiali oscuramento a tutti, e viceversa, quando
la differenza schwächstmögliche, che è riconosciuta con una forte occhiali
oscuramento, è ancora riconosciuta, è che un qualche tipo di elementi oggettivi, che
la differenza attraverso gli occhiali non può guadagnare o perdere alcun grado
apprezzabile di raffinatezza.
In ogni caso, la combinazione dell'esperimento con il contatore verifica la
possibilità di scostamento dalla solidità della legge nei limiti della intensità della luce
in cui la prova ha già dichiarato che andava né al buio totale avvicina, anche per luci
molto abbaglianti anche intrappolato entro limiti molto stretti. Nel frattempo, in
ordine ma non validità illimitata della legge affermato o è stabilito, piuttosto una
deviazione da esso, almeno per cercare di verso l'alto e verso il basso, certamente. E
prima di andare in ulteriori verifiche, sarà utile per parlare di questi limiti di legge,
dal momento che le verifiche si sono per quanto riguarda i confini, invece, e possono
essere comprese.
Certamente nessuno, anche se l'osservazione potrebbe essere fatta senza pericolo,
riconosce le macchie al sole (almeno ad un livello elevato) ad occhio nudo, mentre
ciascuna le percepisce con lenti scurite. Ma se la legge dovesse raggiungere i più alti
gradi di luce, i punti a occhio nudo dovrebbero essere distinti così facilmente dalla
luce circostante come con l'uso di occhiali scuri. Non è contestato che anche a
intensità di luce molto più basse vi è una deviazione dalla legge, probabilmente
ovunque l'occhio si sente accecato, anche se alcuni tentativi di farlo sono
completamente carenti.
Potrebbe quindi anche essere possibile che, nel caso di un'illuminazione a nube
molto luminosa, un piccolo profitto nel chiarire le differenze tra le sfumature
nuvolose sia effettivamente raggiunto dagli occhiali scuri, ma può essere solo un
ordine molto piccolo dopo il fallimento della combinazione di prova ed esperimento
Non sono stato informato obiettivamente di tentativi con illuminazione
moderatamente luminosa della nuvola; Naturalmente, a causa della grande irritabilità
dei miei occhi, non ero in grado di fare esperimenti con luci abbaglianti con calma e
abbastanza spesso per poter dire qualcosa di certo a riguardo.
Il limite inferiore Toccare così accese una fin dall'inizio che se si voleva andare con
l'oscuramento dei vetri alle estreme conseguenze, niente da nessuna parte di più, e
quindi anche non è più una differenza può essere visto, si sarebbe anche apparire, e
anche così grande senza occhiali essere; e che, secondo il principio di continuità, si
deve già sentire una netta distinzione, se ci si avvicina a questo limite solo molto da
vicino, come conferma l'esperienza. In effetti, la differenza può essere grande come
lui vuole, quindi sarà sempre in grado di trovare un grado di oscuramento dei vetri, in
cui egli appare meno chiaro che senza occhiali. Le stesse macchie solari, che
diventano chiare con occhiali moderatamente scuri, diventano più indistinte in
occhiali molto scuri, e alla fine diventano completamente irriconoscibili.
Quindi, invece di essere in grado di affermare una validità illimitata della legge,
possiamo solo affermare, secondo la testimonianza degli esperimenti, che nei limiti
piuttosto ampi di intensità in cui si muove il vedere ordinario, è finora confermato
che vi è una deviazione da Le leggi non sono rilevabili.
Ma la sua validità nei limiti centrali può in qualche modo essere dedotta dalla
direzione opposta delle deviazioni dall'alto e dal basso. In luce intensa la chiarezza
aumenta con l'indebolimento, molto debole con l'amplificazione dei componenti nelle
stesse proporzioni. Quindi, da un punto di vista matematico, deve esserci un certo
intervallo centrale, dove rimane invariato attraverso l'amplificazione e
l'indebolimento. Solo che la grande portata di tale intervallo non poteva essere
prevista da un semplice punto di vista matematico.
Ho preceduto gli esperimenti precedenti, non solo perché erano quelli che per la
prima volta mi sono innamorato della legge prima di sapere cosa era stato fatto prima,
ma anche perché erano particolarmente convenienti, facilmente accessibili a tutti e, in
realtà, sono altrettanto probanti per il fatto generale della legge come tutti gli
altri. Ma se non si ha né la determinazione né la conservazione uniforme, né
l'alterazione delle sfumature di luce nel suo potere, allora non si può arbitrariamente
produrre tutti e tre i casi principali con esso; e da questo punto di vista, tuttavia, è
consigliabile includere altri tipi di comportamento, che aggiungono l'esperimento
all'osservazione.
Ora ci sono modi molto diversi. Per produrre sfumature di luce di varia gradazione
fino alla differenza molto evidente tra di loro, dopo di che l'esperimento può
assumere varie forme. È molto facile produrre con l'inchiostro le tinte più deboli
possibili su carta pergamena, che, proprio come le sfumature delle nuvole, offrono
una differenza misurata, ma hanno comunque il vantaggio di una conservazione
uniforme, gradazione e manipolazione arbitrarie.
In effetti, ho recentemente ripetuto l'esperimento e il contro-esperimento su tale e il
successo corrispondente di prima nelle sfumature del cloud. Anche con oscuramento
combinazioni di vetro che, dopo attente misure fotometriche solo 1 / 100 luce di
trasmissione, mi rendo conto dopo ho guardato attraverso un breve periodo di tempo,
né le sfumature schwächstmöglichen che ho solo trovare appena riconoscibile a
occhio nudo. Solo il tentativo deve essere fatto in buone condizioni diurne; perché se
lo sostituisco con la luce della lampada da studio in cui sono abituato a scrivere,
l'ombreggiatura con la stessa oscurità diventa piuttosto irriconoscibile; tuttavia un
blackout 1 / 12 o più, può ancora apparire più chiaramente senza oscuramento.
Another semplice e conveniente, mentre alcune misurazioni consentono Direzione,
e la modifica da tutti e tre i casi principali più capace Versuchsweg fornisce nell'uso
dei due dell'ombra vicina è quello generato da due lampade o luci dello stesso oggetto
dal rapporto fotometrico dei due ombra non è solo leggermente regolabile, ma anche,
facilmente misurabile proposta utilizzando le stesse sorgenti luminose dal rapporto
inverso dei quadrati delle distanze di entrambe le fonti da loro ombra, l'uguaglianza
fotometrica delle fonti attraverso la stessa luminosità dell'ombra alle stesse distanze
dalla stessa, tuttavia, leggermente bewährbar e pulendo le luci o le viti delle lampade
è fabbricabile. Tuttavia, nel complesso, è ancora più appropriato
Siate i due sorgenti di luce L, L ' e L' quella per cui si desidera prevedere
ombra. Questa ombra sarà dall'altro luce L, il terreno circostante di due luci, L, L
' illuminato. Si sposta verso la luce L ' continua indietro dal pannello ombra di
raccolta, mentre L rimane così ottenuta circostante ombra fondare un sussidio
illuminazione sempre più piccolo L', e infine diventa così piccolo che diventa
impercettibile agli occhi, cioè l'ombra scompare nel terreno circostante. Una volta
raggiunto questo punto, è sufficiente un leggero spostamento di una delle due luci o
viti di entrambe le lampade nella direzione corretta per renderlo nuovamente visibile.
Ora si può prima di tutto ripetere la prova e sperimentare con gli occhiali scuri; e
così sarà in grado di stabilire la legge e il limite inferiore della legge.
Invece dell'attenuazione di entrambi i componenti della stessa proporzione da lenti
scure stesso effetto di attenuazione può essere caratterizzata dal fatto che entrambe le
fonti di luce L, L ' sono aggiunti in continuo aumento, ma il rapporto stesso
behaltende, distanze dal pannello ombra di raccolta. Questo è quello che è successo
nei seguenti esperimenti. In questo caso, allo stesso tempo la direzione del processo
in modo è stato invertito in modo che, invece di osservare come la rilevabilità
costante della differenza come successo relativamente stessa attenuazione dei
componenti, viceversa, questo è stato osservato per la fabbricazione degli stessi
rilevabilità, come più chiaramente dalla seguente emergerà. Invece, il nuovo metodo
di sperimentazione diventa un complemento e un controllo piuttosto che una
ripetizione dei precedenti.
Dal momento che i miei occhi molto indeboliti erano gli stessi esperimenti non
mettersi in gioco, in cui è necessaria l'attenzione più intensa e il controllo più nitida a
tracce di interpretare nella scomparsa o riaffacciarsi ombra nascente, in modo da
Volkmann mediante consultazione di alcuni co-osservatore con gli occhi bene il
lavoro stesso adottata. Quello che segue è l'essenza della procedura e dei successi.
Uno staff disposto verticalmente di fronte a una lavagna bianca verticale ha
gettato due ombre sul tabellone sotto l'influenza di due fonti di luce L, L ' . Una
sorgente di luce L , uno stearina brucia è stato ottenuto in un dato distanze dal
pannello e l'altro, la stessa intensità luminosa ha detto fotometria con quella su doppi
modi ormai così lontano spinto indietro da uno dei co-osservatore dalla scheda, a
quello di Le ombre bruscamente contemplate dall'osservatore, che lei ha gettato,
hanno cessato di essere percepibili. Per gli occhi di Volkmann, la distanza tra la
candela L 'e l'ombra doveva essere 10 volte quella della candela L,cioè la differenza
di illuminazione, dove l'ombra cessato di essere appena percettibile, 1 / 100 della
quantità di luce assoluta. Lo stesso rapporto delle distanze e quindi illuminazione, in
cui questo punto è entrato, ma si pensa anche con intensità molto diverse assoluti
della illuminazione, che bemerktermaßen parzialmente variando l'intensità delle
fiamme stesse, in parte ottenuto dalla fiamma L in maggiore o minore La distanza dal
tabellone è stata compensata. Sempre la distanza della fiamma L 'doveva
essere sensibilmente 10 volte tanto da portare l'ombra al punto di scomparsa. Quindi
il tentativo è diventato di un'intensità di illuminazione Luguale a 0,36 è variato per
intensità = 1, = 2,25, = 7,71 a 38,79, dove 1 è l'illuminazione di una sfera di stearina
in 3 decimetri di distanza dalla lavagna, senza il rapporto della distanza dell'altro
Sorgente luminosa verso la scheda rilevabile o significativamente diversa. Solo
all'intensità più debole (0,36) c'è stata una piccola goccia evidente, cioè la distanza
della luce L ' doveva essere leggermente inferiore a 10 volte la distanza della
luce L (secondo la tabella dei risultati 9, 6 volte). Per far sparire l'ombra, è indiscusso
che il limite inferiore, che ha la validità della legge per l'esperimento, ha cominciato a
essere superato.
Per brevità, in questo racconto ho fatto riferimento solo al punto di scomparsa. In
realtà, tuttavia, attorno al punto di scomparsa, la sorgente di luce L
'era alternativamente spostata avanti e indietro, così che tra il punto di scomparsa e la
ricomparsa dell'ombra, il punto di discernimento era ottenuto nel modo più accurato
possibile; e poiché l'ostruzione della fonte di luce L da parte di un assistente era
dovuta solo al richiamo dell'osservatore, che era completamente focalizzato
sull'appercezione dell'ombra, la precisa fissazione della distanza avveniva senza la
sua conoscenza dell'osservatore e non poteva quindi tale conoscenza è influente,
rendendo il risultato di questi esperimenti ancora più ambiguo.
Questi esperimenti sono di Volkmann sotto la direzione del Prof. Knoblauch, Dr.
med. Heidenhain a Halle e Dr. med. Ero un giovane impiegato di Berlino, e in parte
anche nella mia stessa presenza. E notevolmente si trovò un po 'per tutti gli
osservatori citati 1 / 100 di nuovo al valore di illuminazione fluttuante assoluto di
differenza appena percettibile.
Tuttavia, questo metodo può non grande nitidezza nei singoli esperimenti per dalla
luce L ' all'interno di una certa larghezza, che sta per Volkmann 1 / 10 lattina può
essere dislocate distanza totale, senza sapere esattamente dove il punto di
Ebenmerklichkeit dell'ombra riparare; quindi, per ogni osservatore, i mezzi di diversi
esperimenti erano generalmente considerati autorevoli; tuttavia, i risultati individuali
spesso fluttuano molto poco sui mezzi, e l'incertezza lasciata dopo i rimedi è molto
piccola.
Questo esperimento con le ombre corrisponde alla prima trappola principale; ma è
anche facile capire il secondo avvicinando una luce sola senza l'altra, o rendendola
più chiara, o più scura, dall'altra; il terzo illuminando le due ombre che fanno la
differenza, o un'ombra e il terreno, insieme ad una terza luce sufficientemente
brillante, per cui si è in grado di fare una differenza molto netta per l'occhio
scomparire.
Per quanto riguarda il mio e attraverso di me ha indotto tentativi. Malgrado il fatto
che non siano essenzialmente nuovi dopo l'osservazione preliminare, la loro guida
potrebbe comunque essere utile per i primi, a condizione che siano indipendenti da
essi e con alcune modifiche, contribuendo così alla salvaguardia e al chiarimento
della legge. Ora, tuttavia, dovrebbero essere aggiunti anche gli elementi essenziali di
ciò che ho gradualmente imparato a conoscere delle prove precedenti. Prima di tutto
Bouguer deve s. Traité d'optique sulla gradazione della lumière par Lacaille. 1760.
p . 51 descrive il tentativo con l'ombra che scompare in un modo simile a
Volkmann 4) e lo descrive sotto il titolo:"Osservazioni Faites versano determinante,
la forza Quelle il faut une lumière qu'ait versare qu'elle en riassumere disparaître
une autre più faible."
4) Raccolgo dal resoconto di Masson della resa letterale delle sue parole
in Ann. de Ch. et de Ph. 1845. T. XIV, p. 148; poiché la stessa stesura di
Bouguer non era disponibile per me.

Anche se è semplicemente il risultato di un esperimento con un singolo distanze


entrambe le luci, dopo che un'ombra a circa 1 / 64 differenza (invece
di 1 / 100 scompare a Volkmann); ma inoltre afferma che questo grado di sensibilità
deve variare secondo l'occhio dell'osservatore; ma aveva creduto di essere
indipendente dal potere della luce per il suo occhio.
Secondo una dichiarazione orale di Masson, 5 Arago ripeté gli esperimenti di
Bouguer e usò anche luci colorate. Arago stesso spiega nel suo astronomia
popolare 6) positivo in quanto al merito della legge, dice dopo il confronto
Bouguer'schen Timidamente ", che è anche la magnitudine assoluta di M e L è (le due
luci di sperimentazione Bouguer'schen) sempre il tentativo porterà allo stesso
risultato (la stessa differenza relativa apprezzabile). " Ma qui non fa i suoi
esperimenti sull'argomento.
5) Ann. de Chim. et de Phys. 1845. T. XIV. P . 150.
6) A cura di Hankel, TH. IS 168.

Anche nella sua Mémoires sur la photométrie (p.256) non ritorna alla legge, ma,
sembra, presuppone, sotto il presupposto della legge, esperimenti che dimostrano
un'influenza del movimento sulla visibilità della differenza, e che io sotto condurrà.
Masson 7) è venuto casualmente sui suoi tentativi di dimostrare la legge in una vasta
indagine sulla fotometria elettrica. Il suo metodo è ingegnoso e semplice, e le sue
affermazioni rendono la prova molto più acuta e completa delle dichiarazioni di
Bouguer e Arago. In sostanza, è stato questo: Un disco bianco di circa 6 centimetri di
diametro, da un settore, per esempio, 1 / 60 del betragend area circolare, ad alcune
parti mn stato annerito in modo beige registrata era in rapida rotazione
compensato in modo che, in virtù della Nachdauer l'impressione visiva, la parte nera
espansa per un anello o corona sul disco bianco, che corrisponde alle note, questo
prevalenti leggi sui rapporti di luminosità rapidamente corpi in movimento a 1 / 60 è
più scuro alla base disco bianco. Un occhio su ciò che è ancora in grado di
distinguere la corona dal fondo sarà seguito in grado di fare la differenza che non
dispone 1 / 60 , di percepire l'intensità. Masson ora fatto un certo numero di tali fette
personalizzare, in cui il rapporto delle dimensioni angolari del settore per l'area
circolare relativa 1 / 50 , 1 / 60, 1 / 70 e, progressivamente 1 / 120 cui è stato messo in
grado di determinare i confini tra i quali il limite di sensibilità è, sia. I seguenti
risultati per risultati coerenti con questo metodo, che, allo stesso tempo, ha l'interesse,
rispetto al precedente, di mostrare che la luce istantanea si comporta allo stesso modo
con la luce rimanente rispetto alla legge.
7) Ann. de Chim. et de Phys. 1845. T. XIV P. 150 °
Come è noto, se si ruota un disco, diviso alternativamente in settori bianchi e neri,
illuminati dalla luce del giorno o da una lampada, appare grigio uniforme. Se li si
illumina invece con la scintilla elettrica istantanea, allora si vedono tutti i settori
completamente differenziati. Applicando entrambi i tipi di illuminazione allo stesso
tempo, dipende dal rapporto tra intensità, se si vede un grigio uniforme o si distingue
i settori; Il primo, quando la luce elettrica è troppo debole, il secondo quando è
sufficientemente forte. Secondo Masson, secondo Masson, il rapporto tra le due
intensità dell'illuminazione, in cui si verifica il grigio uniforme, è diverso, ma rimane
lo stesso per l'occhio dello stesso osservatore. I settori scompaiono e il grigio liscio si
verifica quando l'illuminazione istantanea dei settori bianchi della luce elettrica (il
nero gettare alcuna luce significativa posteriore) lo stesso non è una preponderanza
sufficiente più circa il colore grigio uniforme che si avrebbe senza la luce elettrica,
sono che può essere distinto dall'occhio; e, a seconda della larghezza relativa dei
settori bianco e nero, con cui cambia il grigio, è quindi necessario un diverso grado di
illuminazione elettrica per la stessa illuminazione fissa. Può l'occhio dopo la prova
precedente ancora se l'illuminazione istantanea dei settori bianchi dalla luce elettrica
(la rimessa nero nessuna luce significativa indietro) lo stesso non è una prevalenza
sufficiente più sul colore uniforme grigio che si avrebbe senza la luce elettrica, è che
può essere distinto dall'occhio; e, a seconda della larghezza relativa dei settori bianco
e nero, con cui cambia il grigio, è quindi necessario un diverso grado di illuminazione
elettrica per la stessa illuminazione fissa. Può l'occhio dopo la prova precedente
ancora se l'illuminazione istantanea dei settori bianchi dalla luce elettrica (la rimessa
nero nessuna luce significativa indietro) lo stesso non è una predominanza sufficiente
più circa il colore grigio uniforme, che si verificherebbe senza la luce elettrica, è che
può essere distinto dall'occhio; e, a seconda della larghezza relativa dei settori bianco
e nero, con cui cambia il grigio, è quindi necessario un diverso grado di illuminazione
elettrica per la stessa illuminazione fissa. Può l'occhio dopo la prova precedente
ancora Di conseguenza, ciò richiede un diverso livello di illuminazione elettrica alla
stessa illuminazione fissa. Può l'occhio dopo la prova precedente ancora Di
conseguenza, ciò richiede un diverso livello di illuminazione elettrica alla stessa
illuminazione fissa. Può l'occhio dopo la prova precedente ancora1 / 100 di
distinguere, quindi in caso di uguaglianza settori bianchi e neri, l'illuminazione dei
settori bianchi dalla luce elettrica è 1 / 200 sua illuminazione deve essere attraverso la
luce permanente questa illuminazione dalla rotazione del disco a un grigio da mezzo
la luminosità fotometrica è attenuata. Gli esperimenti secondo questo metodo sono
stati fatti da Masson per scopi diversi da quello di dimostrare la nostra legge, e sono
stati ampiamente vari, ma l'accordo dei loro risultati con quelli del metodo precedente
è stato stabilito.
I dettagli dei suoi risultati sono dati da Masson, in primo luogo per quanto
riguarda il primo metodo di osservazione, poi si passa al secondo, come segue : 8) :
"En essayant différentes vues, j'ai trouvé que versare celles que l'on faibles considere
comme, la sensibilité un varié de 1 / 50 à 1 / 70 . Elle a été de 1 / 80 à 1 / 100 pour les
vues Ordinaires, et pour les Bonnes vues de 1 / 100 à 1 / 120 et AudeLA. J'ai deux
personnes Rencontre apercevant continuato distinctement La Couronne produite sur
un disque donnant le 1 / 120 "
"En faisant varier l'intensité de l'éclairement, j'ai trouvé que, quand l'était
suffisant, versare qu'on mettere lire facilement dans inoctavo un, la pas sensibilité ne
même pour un individu variait. Ainsi, comme Bouguer l'avait reconnu, la sensibilité
de l'oeil est indépendante de l'intensité de la lumière. J'ai fait varier de plusieurs
manières la puissance du rayon lumineux réfléchi par le disque. J'ai pris la lumière
d'une carcel placée à diverses distanze du disque, l'éclairement par un temps sombre
et couvert; j'ai opéré à la lumière diffuse après le coucher du soleil; j'ai employé la
lumière solaire réfléchie par un heliostat, et j'ai quelquefois rendu le faisceau
divergenti au moyen d'une lentille. La distanza de l'oeil per disque est sans influenza
sur la sensibilité,
"Les résultats n'ont pas été modifica, quand j'ai changé le rapport entre le
diamètre du disque et la largeur de la Couronne. J'ai employé di disques, dans la
superficie lesquels parcourue par le secteur noir était le tiers ou le quart de celle du
cercle. J'ai placé la parti noire al bord du disque, au centre, et entre le centre et la
circonférence. Enfin j'ai disposé sur un même cercle plusieurs porzioni noires
appartenant à des secteurs ayant avec le cercle des rapports différents, et j'ai
employé le disque n. 5 9) . Dans tous les cas, il limite della sensibilità è costante.
Invariabile. «
»In éclairant le disque mobile par lumières colorées, j'ai pu déterminer si la
sensibilité de l'oeil variait avec la natura del rayon lumineux. Le restrizioni di Sauf
quelques non sono di per sé, j'ai trouvé que la limite de sensibilité est indépendante
de la couleur. Ainsi, la vois aussi distinctement La Couronne al 1 / 100 , soit que le
disque j'éclaire par la lumière naturelle, soit que j'emploie di rayon colorés. "
»J'ai produit des lumières de miscellen couleurs en faisant passer au travers de
verres colores les rayons du soleil ou ceux d'une lampe de Carcel. Je me suis servi
des couleurs d'un specère, et enfin de l'appareil photométrique de M. Arago. «
8)Il fatto che, per quanto ne so, il lavoro di Masson non si sia trasformato in
nessuna rivista scientifica tedesca giustificherebbe la comunicazione verbale
un po 'più lunga.
9) Questo disco contiene una parte di settore nera rotta.
»Les verres que je dois à l'obligeance DE M. Bontemps ont tous été essayés au
spectre. Excepté le verre rouge, qui la lait passer que l'extrémité rouge du spectre,
tous les autres laissaient passer toutes les couleurs en quantités variables. Quelques-
us, le rouge par exemple, assorbire une telle quantité de lumière, qu'on voyait
difficilement la couronne. «
"Dans les essais precedenti, L'Observateur ayant l'oeil sur le disque fixe ciondolo
un temps più ou moins lungo, nous ne pouvons affirmer que les limites de sensibilité,
ainsi determina, resteront les mêmes Quand l'éclairement sieri immediato. Je me suis
assuré par le moyen suivant que, dans ce dernier cas, la limite de sensibilité
éprouvait peu de variazioni ".
"Après avoir les secteurs du éclairé PHOTOMETRE 10) Lampada par une Carcel,
j'ai une lumière électrique placé à la distanza limite, puis j'ai fait varier, soit la
distanza de l'étincelle, soit celle de la lampada, de manière à rendre très-sensible les
secteurs. J'ai opéré pour diverses intensités d'éclairement. En comparant ainsi la
variazione di distanza necessaire pour l'apparence Produire le secteurs à la distanza
Absolue des Lumieres j'ai trouvé, et cela aussi resulte di esperienze que je citerai
plus loin, qu'on pouvait prendre versare limite de sensibilité dans mes expériences
photométriques les nombres obtenus pour les lumieres fixes. «
"En soumettant à mes expériences plusieurs individus, j'ai fait un constate de la
plus haute importanza pour la fotometria absolue, je veux dire pour la comparaison
des Lumières correzioni di un premio instantanée une lumière versare unité. J'ai
trouvé que deux personnes qui avaient la même sensibilité, donnaient, après avoir
acquis suffisamment l'habitude di esperienze, les mêmes nombres au PHOTOMETRE
électrique ".
"J'ai substitue aux papiers blancs Éclaires par des Lumières colorées, di un
documento colorés Éclaires par de la lumière naturelle. La limite de sensibilité m'a
toujours dans ce dernier paru più cas petite, et avec un peu la couleur variabili di un
documento. Je ne pense pas qu'on cependant doive regarder ce fait comme une
eccezione à la règle que j'ai établie. Il est en effet à peu près impossibile de se
procurer di una carta uniformément colorés; la lumière est toujours très qu'ils
réfléchissent-faible et le noir qu'on deporre à leur superficie aderire difficilement et
lui-réfléchit méme une quantité de lumière blanche qui varie dans des limites assez
étendues relativement à la lumière réfléchie par les disques colorés , Cependant,
versare des papiers rouges et bleus,
"Ayant Remarque piuttosto che a livello la limite de la Couronne décrite par la
partie du Secteur noire, il y avait toujours Un Certain qui contraste, Rendant La
Couronne più evidente sur ses Bords, aidait à sa visione, j'ai terminé la partie du
noire secteur par une bordure frangée n ° 6 et 7th fig "(vedi originale).
10). Masson si riferisce qui a un dispositivo fotometrico descritto nel suo
trattato originale, costituito da un disco circolare ruotato rapidamente per
essere illuminato dalla scintilla elettrica, divisa in settori bianchi e
neri. Comp. P. 153.

"Il resulte aussi di esperienze, que j'ai faites sur plusieurs individus, que la
sensibilité de leur organi restant la même versare toutes les couleurs, il éprouvaient,
en fixant Le Disque éclairé par le rouge, une stanchezza, malessere delle Nazioni
Unite qui indiquaient chez eux une espèce de répugnance pour cette couleur. Il serait
curieux d'esaminatore si cet effet produit n'est pas sur quelques yeux par une couleur
autre que le rouge ".
Finalmente vengo agli esperimenti di Steinheil. Questo è stato, nel suo famoso
trattato sul prisma fotometro 11) per esaminare la richiesta, se l'errore che si commette
nella stima della parità di intensità di luce, a seconda delle dimensioni delle intensità
è diversa in termini di dimensioni, e sono (p. 14 del suo trattato ) il risultato delle
osservazioni sopra fatta brevemente poi: "Essi mostrano che si può vedere con grande
precisione il punto in cui due facce sono la stessa luce, l'incertezza di ogni stima del
genere non è finita. 1 / 38 della luminosità totale, questo può essere grande o piccolo ".
11)Elementi delle misure di luminosità nel cielo stellato di Steinheil,
nell'Abhandl. la matematica. Phys. Kl. Bair. Akad.1837.

Questa affermazione include la dichiarazione della nostra legge. Perché l'incertezza


nella stima della uguaglianza di due intensità luminose dipende capire la dimensione
della differenza ancora distinguibile da, e se è sbagliato a diverse intensità ad una
porzione rapporto uguale nel mezzo di una pluralità di test, tra il limite di rilevabilità
una differenza di mosto a si trovano proporzioni uguali di queste intensità.
Lo stesso Steinheil riassume dicendo (p.71) con riferimento alla stessa
osservazione: "Nella Sezione B verrà mostrato ... che alla stima di uguale luminosità
manca sempre una parte aliquota della quantità totale di luce Ne consegue, quindi,
che se si indeboliscono le superfici di luce fino al punto di intensità in cui non sono
più distinguibili dal cielo, allora hanno un'intensità proporzionale a quella dei cieli ".
L'indicazione assoluta 1 / 38 , il primo di 1 / 64 bis 1 / 120 rispetto a risaltare, e
rimane discutibile se dipende da una differenza di occhi o del metodo; ma quello non
fa la legge per quello che è qui per fare. Va notato che la frazione 1 / 38 , che misura
l'incertezza di Stein grandine, le differenze appena percettibile, che le
frazioni 1 / 64 bis 1 / 120dopo gli altri osservatori, sebbene proporzionale, ma non da
considerare come casuale; sebbene questa osservazione non spieghi la dimensione e
la direzione della differenza tra i risultati.
Gli esperimenti di Steinheil (.. P 73 ff sua carta), vengono in finora per la prova
della nostra legge essere comparabili in considerazione, tuttavia, si riferiscono solo ad
una scala di tre intensità comportarsi come 1.000, 1.672 e 2.887; Quindi non hanno
una grande estensione; tuttavia sono molto stimabili e importanti, non solo perché
derivano da uno degli osservatori più eccellenti praticati con mezzi fotometrici; ma
anche perché si basano su un diverso principio di libertà vigilata rispetto ai
precedenti, e quindi tanto più testimoniano che la legge supera ogni tipo di test.
In effetti, è facile trascurare il fatto che nella dimostrazione di Steinheil il principio
del metodo è soggetto a errore medio, mentre le prove precedenti si basano sul
principio del metodo della differenza appena percettibile.
Poiché la rappresentazione e il calcolo degli esperimenti di Steinheil non potevano
avvenire senza circostanze, mi riferisco all'originale o al mio saggio p. 477 dove dopo
un calcolo leggermente modificato e l'esclusione di una con l'altra serie non del tutto
comparabili prova invece della frazione 1 / 38 trovare 1 / 40 . Solo la combinazione del
trovato, e calcolata in base alla validità della legge calcolata semplice errore medio
delle radici quadrate delle intensità proporzionali, le quantità di osservazione possono
seguire qui.

Obs. Ber.
2.517 2.426
1.712 1.846
1.471 1.428
Le verifiche precedenti della legge erano basate su differenze molto piccole, che,
come visto nel capitolo 7, sono essenziali per stabilire una misura psichica su questa
base. La prova diretta di questo per più di differenze appena evidenti ha qualche
difficoltà, dal momento che il giudizio sulla loro uguaglianza non è abbastanza
sicuro, e la combinazione tra sperimentazione ed esperimento non è tanto
significativa quanto è nella mera esistenza stessa caratteristica può essere
conclusa. Ma nel mio saggio, 489, ho l'esperienza che quando un occhio è coperto,
un'ombra leggera è posta sopra il campo visivo, che uno non è incline a tenere più
chiaro o più scuro, si può considerare un fuoco o un muro piuttosto che così che, da
un certo punto di vista, rientra nella nostra legge e può essere interpretato come una
prova di ciò per qualcosa di più delle differenze apprezzabili. La discussione di
questa esperienza può essere esaminata nel saggio stesso.
Ma c'è un'altra, e molto più inequivocabile, prova della legge in più di differenze
appena evidenti, e allo stesso tempo la prima che esiste per la legge, e ancora su
quell'alto campo di osservazione, le prime prove citate Si deve presumere che
l'occhio dell'astronomo addestrato abbia felicemente superato la difficoltà di stima nel
senso della nostra legge.
La stima delle grandezze stellari vale a dire dal momento che l'età (Ipparco)
conosciuto non accada dopo che i loro valori di luminosità fotometrici ma
l'impressione, fare lo stesso per l'occhio in modo tale che gli astronomi le stelle 1., 2.,
3.Size usf hanno cercato di distinguerli con le stesse apparenti differenze di
luminosità, ma lascia diminuire il numero delle dimensioni delle stelle, mentre
aumenta la luminosità apparente. Secondo le nostre leggi ora la differenza di
luminosità percepita tra le classi di ampiezza successive può essere pari solo se il
rapporto fotometrico tra loro è uguale, e quindi ascoltato un geometrica intensità
stella della serie matematica di dimensioni stella descrivere brevemente con intensità
stella valore fotometrico di una stella.
Tuttavia, questo contraddice il fatto che secondo una dichiarazione basata sulle
indagini di J. Herschel in v. Il cosmo di Humboldt, che è la serie di intensità stellari
appartenenti alle successive magnitudini stellari invece che una serie geometrica,
piuttosto una serie di potenze quadratiche,

Se si tratta di una serie geometrica, allora ogni numero dovrebbe essere ottenuto
moltiplicandolo per lo stesso numero dal precedente e, se possibile, si dovrebbe avere
lo stesso numero in numeri semplici della serie precedente

Questa contraddizione appare a prima vista più importante della serie di potenze
quadratica di Herschel sé la serie geometrica è preferito, e, come il suo più attenta
revisione delle magnitudini stellari e confrontandole è uno dei documenti
ausgedehntesten e importanti con le intensità stella own disposizioni fotometriche sui
quali Si può anche essere certi della presente domanda con una certa certezza. Nel
frattempo, ho, einwurf liberamente dimostrato nel mio saggio, credo che la
contraddizione è apparentemente spoglia, e si dissolve a ben guardare piuttosto nella
piena conferma della nostra legge. Ecco i punti più importanti:
Una deviazione significativa tra le due precedenti serie e
trova solo al l. Classe di grandezza invece. In questo ma l'intensità delle singole stelle
dal semplice varia da circa 16 volte, in modo che se si seleziona in modo casuale
l'intensità di una stella di questa classe come rappresentante dell'intensità di tutta la
classe, questi possono essere arbitrariamente allineate al questa o quella serie; e in
effetti tale arbitrarietà ha avuto luogo a Herschel. Perché aveva una predilezione per
la serie di potenze quadratiche di intensità, in quanto, supponendo che le relazioni dei
numeri che denotano la grandezza, al tempo stesso denotino le relazioni delle
distanze in cui esse stanno da noi; e, di conseguenza, come rappresentante delle stelle
della 1a magnitudine, ha scelto quello che meglio si adatta a questa
ipotesi, un Centauri, però, Herschel si è un'altra stella in più punti, un'Orionis
(Beteugeuze) espressamente designato come tale, di un luogo media tra le stelle che
prendono il primo formato come un "esemplare tipici" della stelle prima grandezza,
come Stella "di prima grandezza media". Davvero anche la stessa che il corpo porta a
osservazioni di Herschel, secondo la quale tra l'altro 14 fotometricamente determinata
da lui e allineati mediante consultazione di frazioni di dimensioni delle stelle 1.
Formato 8 un più piccolo, 6 una maggiore intensità, 6 una più piccola, 8 hanno un
numero più grande formato, come un Orionis.
Ne consegue che, se si cerca un valore medio o tipico per le stelle di prima
grandezza senza adattamento arbitrario a nessuna ipotesi, non si deve
scegliere un Centauri, ma un Orionis per esso. Ora, un Orionis sta per un Centauri
secondo la determinazione fotometrica di Herschel nel rapporto di 0.484 a 1. Se
sostituiamo 0.484 per 1 nella serie di potenze quadratiche, passa in

0,484 ma differisce poco come 0,5 o 1 / 2 e 1 / 9 di 1 / 8 , che, in considerazione del sé


evidenziato da Herschel difficoltà di determinare con precisione le dimensioni e
l'intensità, considerando anche che di per sé la serie di potenze piazza non si spiega
per le osservazioni esattamente vero, può vedere la differenza come abbastanza
piccolo per la geometrica alla serie quadrato

trovare sostituibile. Per classi di dimensioni maggiori, ovviamente, entrambe le serie


divergerebbero ulteriormente, ma le determinazioni fotometriche di Herschel non
vanno oltre la quarta classe di magnitudo, e quindi non c'è bisogno di ulteriori
confronti.
Un calcolo più preciso per cui devo consultare mio trattato, ha inoltre mostrato che
la progressione geometrica di intensità stella è compatibile non solo con i dati di
osservazione Herschel, ma lo stesso anche meglio rappresentata a un ambiente
riferimento appropriato ed idonee taluni esponenti della serie, come la serie
quadratica potere fondato la compilazione di osservazione e calcolo secondo
Herschel di, sulla base del presupposto della serie di potere quadrato, formula totale
di guasto dei quadrati 2.719, secondo la nostra, alla condizione di serie geometrica
può semplicemente formula 2,2291 rimangono.
Tuttavia, l'indagine di J. Herschel, se una delle più importanti, non è l'unica cosa
che può essere riassunta in questo argomento; e si trova a verificarsi una serie
geometrica di intensità stellari per serie aritmetica delle grandezze stellari o da varie
altre indagini approfondite indiscutibile, ognuno dei quali, indipendentemente l'uno
dall'altro, hanno portato agli stessi risultati, in modo di guarigione di cristallo, di
Stampfer, Johnson e da Pogson. La raccolta di queste indagini può essere trovata in
parte nel mio saggio più grande sopra citato, e in parte nel supplemento ad esso
contenuto nelle relazioni della Saxon Society.
L'esponente della serie geometrica non varia in modo molto significativo di 2,5 o
0,40, secondo i risultati di queste varie indagini; a seconda della serie di intensità
ascendenti o discendenti, è determinata come segue:

asc. A
scendere.
dopo i Datis di J. 2.241 0,4427
Herschel
- Steinheil 12) (1). , 2.831 0,3588
(2). , 2.702 0,3705
13)
- Rammer (1). , 2.519 0,3970
(2). , 2.545 0,3929
- Johnson 14) (1). , 2.358 0.424
(2). , 2.427 0.412
- Pogson ...... 2.400 0417
12) (1) Secondo il calcolo di Steinheil, (2) dopo un calcolo leggermente
modificato, vedere il mio primo articolo, pagina 518 e segg.
13) (1) Dopo la determinazione su stelle fisse, (2) dopo la determinazione sui
pianeti.
14) (1) Dopo la propria revisione delle dimensioni delle stelle, (2) con l'uso di
altre stime di dimensione.

Le deviazioni tra queste determinazioni dell'esponente sono spiegate da deviazioni


in parte tra le stime delle dimensioni e in parte tra le determinazioni fotometriche dei
diversi osservatori. Può anche aver avuto qualche influenza sul valore assoluto delle
determinazioni che l'intensità del terreno celeste non è stata presa in debita
considerazione, come discuterò in dettaglio nel mio secondo saggio. Qui, tuttavia,
non sarebbe sul campo trattare più da vicino l'argomento soddisfacendo l'accordo
generale di queste indagini sui risultati che sono essenziali per noi, cioè la validità
della serie geometrica delle intensità delle stelle.
Da quanto detto sopra, deve esserci una contraddizione passeggera che si trova
nelle affermazioni di J. Herschel contro la nostra legge, e che non dovremmo
ignorare, come derivante da un osservatore così affidabile, anche se è in
contraddizione con il risultato di ciò dall'altra parte delle indagini di Herschel, come
discusso sopra, e non può annullare il risultato di tutte le indagini precedenti.
Herschel notò cioè descrizione del suo metro Astro (Capreise, p 357) in una nota,
sarebbe utile qui prendere un prisma equilatero di aiutare a far passare l'effetto
riflettente, la linea che collega due essere confrontato Stelle all'orizzonte parallelo, e
aggiunge ha aggiunto: "a volte, anche, esso può essere usato per indebolire la luce
di stelle luminose quasi uguali, per riflessione esterna al rapporto eqaal (portando
congiungente loro immagini riflesse parallela alla congiungente fatto la loro
diretta). In questo stato di cose, sembrerebbe evidente che altrimenti sfuggirebbe al
rilevamento. Aumentando o diminuendo (ugualmente) gli angoli di incidenza, le
immagini riflesse possono essere più o meno indebolite. Un semplice specchio
metallico può essere usato per lo stesso scopo. «(Per questo un passaggio parallelo
in Profili p.522).
In ogni caso, come ora comportarsi bene con questa contraddizione, mi sembra di
vedere più di una piccola deviazione nell'ordine di Herschel notato deviazione, che si
verifica in determinate condizioni di osservazione dopo tutto precedono
impossibile. Sembra che egli ha osservato questa deviazione solo "occasionalmente"
di assumere indipendentemente dal test specifici, pertanto, e dopo che lui stesso
altrove da "innumerevoli" parla cause che "con il determinano il nostro giudizio
maniera poco credibile in questi esperimenti," dobbiamo occasionale Le
osservazioni non dovrebbero essere considerate sufficienti per giustificare gli stessi
esperimenti particolari che erano stati prima. Dall'altro lato, tuttavia, si può
immaginare che uno in tali osservazioni il più occupato e addestrato occhio come
l'ultima Herschel sensibilità alle differenze sottili, e così ottenuto deviazioni sottili
dalle leggi che rappresentano solo una piccola dimensione per la misura di intensità
dove ancora per un occhio inesperto non diventare evidente; e di non poco probabile
che l'affermazione di Herschel si riferisce preferibilmente a stelle molto luminose in
cui la deviazione a causa del limite superiore della legge, forse è già sentire ovunque
dal Herschel stesso sottolinea la difficoltà di determinare con precisione le stelle più
brillanti, e così ecco preferibilmente l'aereo può aver applicato mezzi
indicati. Sfortunatamente, nulla può essere deciso a causa della mancanza di
informazioni specifiche. Ma lui lo richiede, certamente basato su qualcosa di reale,
Finora, la prova è stata che la legge esiste entro certi limiti senza specificare questi
limiti; che non è ancora successo. Ma parte della discussione sulle circostanze, la
ragione, la natura di questi limiti saranno discussi in alcune discussioni; in parte la
citazione di alcuni punti essere opportuno collegare qui, che hanno fatta salva la
validità della legge sulla rilevabilità influenza differenze leggeri, in modo in
esperimenti sulla validità dello stesso sono identici o simili per mantenere; Per inciso,
qui, dove vengono prima presi in considerazione, dovrebbero anche essere trattati
adeguatamente per un successivo riferimento ad esso.
Il limite superiore della legge, quando l'occhio si sente abbagliato, è senza dubbio
legato al fatto che l'occhio viene in tal modo danneggiato in modo pregiudizievole. In
un certo senso, un limite superiore del genere è evidente. È innegabile che i
movimenti interni a cui dipende la sensazione non possono essere aumentati oltre un
certo limite senza distruggere l'organo ed eliminando la possibilità del suo ulteriore
potenziamento. Due stimoli forti uguali che raggiungono il limite di eccitazione e
oltre, potranno, pertanto, possono esserci differenze di sensazione di portare più ma
solo fino a che stessa sensazione massima. In ogni caso, l'approccio a questo limite
porta già a una deviazione dalla legge.
E 'naturale per far scorrere la deviazione in alto dalle leggi semplicemente per il
fatto che l'occhio da ottundimento contro lo stimolo della luce allo stesso tempo
meno sensibile alle differenze di luce, e questo sembra trovare la sua sorprendente
conferma del fatto che, dopo una rapida trasferimenti da pieno giorno in una camera
dim Nei primi momenti, nulla distingue, ma gradualmente impara a differenziarsi
sempre meglio. Ma ora lo stesso fenomeno è affermato nella direzione
opposta. Chiunque, dopo lunghi soggiorni nell'oscurità, salta all'improvviso nella
luce, all'inizio non è in grado di distinguere gli oggetti, e solo gradualmente li
impara. Se la smussatura fosse la ragione per cui non si riconoscono le differenze in
luce molto intensa, A prima vista si dovrebbe sfruttare al meglio l'ingresso
dall'oscurità alla luce, e gradualmente si differenziano sempre meno. Già all'inizio
dell'esperimento e del contro-esperimento con le sfumature nuvolose, questo doppio
caso si è fatto sentire.
Si potrebbe in futuro essere inclinato per distinguere l'impossibilità entrando dalla
Hellen nell'oscurità degli articoli in una volta, piuttosto di un Nachdauer
l'impressione luce quando ottundimento contro l'impressione e la corrispondente
incapacità delle voci dal buio alla luce della Allmäligkeit per spingere le
impressioni. Rimanere in particolare nella transizione nel buio dalla luce, l'occhio
nero da Nachdauer evidente per qualche tempo, le impressioni così debole dopo i
principi della scomparsa delle stelle non poteva essere visto durante il giorno, e se
ne andò in transizione inversa l'impressione più forte in condizioni più lenti
rivendicata come il più debole, quindi le differenze tra una luce forte inizialmente
non potevano essere percepite. In realtà, presumibilmente ho inserito questa
spiegazione nel mio saggio su "Una legge fondamentale psicofisica", pagina
487. Tuttavia, a ben guardare, entrambe le parti della dichiarazione mi sembrano
insostenibili. Perché, secondo tutte le precedenti esperienze, il fenomeno dell'aldilà è
troppo veloce per ignorare altre difficoltà; e l'ipotesi che una forte impressione di
luce sia relativamente più lenta di una debole, contraddice i tentativi positivi di
Swan15) .
15) Sillim. J. 1850. IX. p. 443i
Se non sbaglio, l'incapacità iniziale di guardare nell'oscurità dopo essere entrata
dalla luce è lontana da tutto ciò che sarà discusso nel Capitolo 12; Tuttavia, la stessa
incapacità attraversamenti dal oscurità nella luce non spiega, e forse è quindi ancora
incorrere come una dichiarazione che, come prima esposizione ad un forte stimolo
luminoso alla sensazione assoluta di una debole volta rende noioso lunghi, più o
meno, compresi effetto precedente di una forte differenza di luce contro la successiva
sensazione di una leggera differenza per un tempo più o meno noioso. Sia che
passiamo da una luce molto brillante e troppo debole, o viceversa, questa è una forte
differenza di luce, che, sebbene successivamente concepita, ma anche contro le
differenze di luce, che devono essere intese allo stesso tempo, per un po 'più o meno
opache. Tuttavia, anche questa spiegazione è ancora molto problematica.
Comunque sia, rimane sempre, secondo le ragioni da dichiarare nel Capitolo
Dodici, che se l'occhio diventa opaco per entrambi i componenti, non avrà altro
risultato se entrambi i componenti fossero attenuati esternamente nello stesso modo
dove la differenza rimane ancora visibile, in modo che da qui non possa avvenire
un'interruzione della legge.
Per quanto riguarda il limite inferiore della nostra legge, a un esame più attento non
è da considerarsi un vero limite, e ciò che finora sembra essere una deviazione dalla
legge è, in senso stretto, una deduzione della legge. Per dimostrarlo, è necessaria una
discussione preliminare, che è importante anche per la sequenza dopo molte relazioni.
Anormalmente, in tutte le aree dei sensi, cause interne (stimoli interni),
indipendenti da stimoli esterni, possono dare origine a sensazioni note come
allucinazioni; una prova che esiste una fortuna indipendentemente dagli stimoli
esterni in tutte le aree sensoriali. Pertanto non può avere nulla di visibile in sé, se tale
si manifesta costantemente e normalmente in una determinata area. Un esempio di
questo è il senso visivo, in cui dobbiamo riconoscere una normale allucinazione. In
realtà, il nero, ciò che vediamo al buio e con gli occhi chiusi, è una sensazione di luce
che avviene senza stimoli esterni, da non confondere con le sciocchezze che si
verificano con il dito o la parte posteriore della testa, e non diversamente dall'udito in
assenza di rumore esterno. Piuttosto, il nero che abbiamo nell'occhio chiuso è solo la
stessa sensazione di luce che abbiamo alla vista di una superficie nera, che può
passare attraverso tutte le gradazioni fino alla più forte sensazione di luce; sì, il nero
interiore dell'occhio, anche attraverso cause puramente interne, a volte si trasforma in
una luce brillante e contiene, per così dire, fenomeni di luce.
A ben guardare, si scopre nel nero dell'occhio chiuso una specie di polvere fine di
luce, che in diverse persone e in diversi stati dell'occhio è presente in vari gradi di
opacità e può, in uno stato morboso, aumentare a fenomeni viventi di luce. Nei miei
occhi c'è stato un forte barlume di luce continuo da una malattia degli occhi
prolungata, che aumenta con l'aumentare dello stato di stimolo del mio occhio,
soggetto a grandi fluttuazioni. Per inciso, tali vivaci fenomeni soggettivi di luce
possono assumere forme molto diverse in individui diversi, che qui non approfondirò
ulteriormente, ma rimandiamo a scritti su malattie degli occhi e capitoli su fenomeni
soggettivi di luce negli scritti fisiologici. Comp. z. B. Rüte's Ophthalmol. 2a edizione
p.
Anche il fondo nero dell'occhio può aumentare in profondità e diminuire. La
dimostrazione è facile da guidare. Se si ha una visione nitida e persistente di un disco
bianco su carta nera, un residuo nero profondo del disco appare in un terreno
relativamente chiaro, anche nell'occhio chiuso con le mani tenute (per escludere che
la luce entri attraverso le palpebre). allo stesso tempo la pelle netta, nel luogo
dell'immagine residua, si appanna alla luce esterna; perché se l'occhio in cui si ha
l'immagine residua viene aperto su una superficie bianca, si vede lì una macchia scura
contro il terreno bianco. Quindi l'occhio-nero si approfondisce attraverso la fatica
dell'occhio e si illumina relativamente dal riposo.
Lo stesso successo ha la fatica qui, ha paralisi, che può essere parzialmente o
totalmente, imperfetta o perfetto, temporaneamente o permanentemente incidere
semplicemente la retina o le parti centrali dell'apparato visivo. Non di rado, solo
alcune parti della retina sono paralizzati, il paziente vede con gli occhi aperti grigio,
nero o colorato (in considerazione delle diverse indeboliti per differenti
radiosensibilità colore) macchie sulle voci che soddisfano i corpi paralizzati 16) . Per
alcuni pazienti ciò si verifica temporaneamente. Anche l'intero campo visivo può
essere oscurato e permanentemente, temporaneamente da cause
interne. Rüte 17) Osservò una signora in cui, sotto una luce costante, spesso
un'oscurità completa si riversava improvvisamente sugli occhi, da cui gli oggetti
visibili apparivano solo occasionalmente come fantasmi, e scomparivano
immediatamente quando il paziente cercava di aggiustarli. "
16) Rüte, Ophthalmol. II. 458.
17) oftalmolo. I. 156.

Nel caso non solo la retina, ma anche la parte centrale del senso visivo essere
completamente paralizzato, si sarebbe potuto aspettare che non solo il campo
scurisce, ma svanisce il nero del campo stesso (in quanto annulla i confini del campo
nella occhio chiuso ) e con gli occhi non più che con il dito o un Nervenstrange
morto è visto. Non ho trovato nulla, e nessuna informazione decisiva riesco a farlo
da oculisti famosi se il come è stato davvero totalmente e permanentemente
osservati; non sembra così; temporaneamente e parzialmente ma secondo i 18 di
Rüte ) il caso: "E 'disponibile in soggetti nervosi a volte capita che loro il pezzo del
mondo esterno, che soddisfa i luoghi paralizzate, come lo spazio appare addirittura
assente nella attuale paralisi delle singole parti della retina 19) " Probabilmente le
condizioni chiave della sensazione visiva. nel cervello, troppo legato alle condizioni
della vita, in modo che una cessazione totale e permanente di uno possa avvenire
senza gli altri.
18) oftalmolo. I. 154.
19)Un trattato sulle tombe "sull'interruzione del campo visivo negli affetti
ambliopici" nell'Arch. F. di Gräfe Ophthalmol. II. Abth. 2. P 258 sembra
riguardare solo i casi in cui pezzi del campo visivo non sono entrambi
scomparsi e sono stati oscurati.

A condizione di una validità illimitata della legge verso il basso, anche l'intensità
fotometrica dell'occhio nero può essere determinata da esperimenti abbastanza
analoghi, come finora effettuati per dimostrare la legge di Weber. A questo scopo, si
deve rimuovere una sola luce da un corpo che dona ombra di notte, finché l'ombra,
annerita solo dall'occhio, è solo indistinguibile dal suolo illuminata dall'occhio-nero e
dall'illuminazione esterna , Specifica il trovato una delle Volkmann valore di 1 / 100 a
quella distanza sotto, come è l'illuminazione di cui la luce aggiungendo l'occhio
nero, 1 / 100 l'intensità dell'occhio nero.
Questo tentativo è stato davvero fatto, anche se solo casualmente, finora. Per gli
occhi di Volkmann, l'ombra scomparve su un terreno di velluto nero mentre la luce,
una candela stearina di solito bruciata, era risalita a 87 piedi in un lungo corridoio
buio ancora allungato da alcune stanze. Nella misura in cui a questa distanza,
l'illuminazione, la luce inflitto l'occhio nero, 1 / 100 è stato di illuminazione da Black,
se fossero a 1 / 10 quella distanza, che a 8,7 metri di distanza è stata la stessa. Così, il
test dice che un bordo nero da una candela stearina ordinaria che brucia in circa 9
FUSSEN distanza da esso, riceve un altrettanto forte illuminazione, come dal nero
solo senza illuminazione esterna, e quindi l'intensità fotometrica dell'ultimo
illuminazione del primo DC è.
Forse si potrebbe trovare un tale valore di luminosità dell'occhio-nero ancora più
evidente e troppo grande, se si suppone che sia equivalente all'illuminazione di una
superficie da una candela normale a una distanza di circa nove piedi. Ma non bisogna
dimenticare che è l'illuminazione di una superficie nera, quale affermazione di
equivalenza, perché si dimostra dal tentativo diventa. Ma anche una superficie
assolutamente nera non sarebbe illuminata, nemmeno dalla fiamma, che era ancora
così intensa, inghiottendo tutta la luce, e solo il fatto che non esiste un corpo
assolutamente nero fa addirittura parlare di un leggero grado di illuminazione di una
terra nera , Dopotutto, il terreno nero proiettava poca, ma poca luce nell'ambiente
circostante l'ombra, in modo che la luminosità dell'occhio-nero potesse essere
commensurabile nel modo in cui era stata dimostrata dall'esperimento.
Ho solo citato il risultato per gli occhi di Volkmann nell'esperimento più attento che
ha fatto finora; due altri che soffrì alle prove, né riconosciuto l'ombra a quella
distanza di 87 Füssen, sul quale secondo la natura della località non poteva essere
guidato il test, il che dimostra che o la luminosità dei suoi occhi neri o la loro
sensibilità ad un altro era. Volkmann intende dare a questi esperimenti una
determinazione ancora più precisa, ulteriori esecuzioni e conseguenze. Per ora, il
risultato da lui ottenuto è sufficiente a dimostrare che l'intensità fotometrica
dell'occhio nero non è né incommensurabile né incommensurabile; e questo è quello
che importa qui prima.
In questo senso, dopo tutto quanto sopra, il nero del campo è ancora considerato
come una vera e propria sensazione di luce in esclusioni perfetti luce esterna, non può
essere ignorato quando si considera la legge di Weber. Supponiamo di considerare
due vicini l'uno all'altro sfumature nuvole o le ombre ad occhio nudo, la luminosità
degli occhi neri aggiunge fino a due tonalità nuvole o le ombre ancora
aggiunto. abbiamo attenuare la luce di entrambe le tonalità nuvole o ombre da
disposizione di un vetro grigio in una data situazione, la luminosità degli occhi Nero
pur rimanendo senza smorzamento, ed ancora si inserisce con la sua intensità costante
i due tonalità nuvole o ombre che, pertanto, non veramente lo stesso rapporto e con
ciò non mantiene la stessa differenza relativa di prima, ma una cosa minore, che
secondo la legge deve comportare una diminuzione della differenza di sensibilità. Sì,
se andiamo avanti e avanti con l'oscurità degli occhiali, l'occhio-nero rimane
finalmente, invece delle sfumature da solo, e tutta la differenza scompare. Il nero
negli occhi, in effetti, in questo esperimento, per quanto strano possa sembrare, molto
simile alla brillante illuminazione del cielo in cui le stelle scompaiono. Quindi la
legge di Weber può per il semplice rapporto di confermare lo stimolo luce esterna
solo nella misura e fino a quando la vista interno contro l'esterna è irrisorio, come ad
esempio un aumento nella rivendicazione Masson la validità della legge solo sui
punti, dove puoi leggere un normale opuscolo; mentre quando si scende alla grande
oscurità con le prove, la differenza delle sfumature deve diventare più indistinta. Lo
stesso vale per tutte le modifiche menzionate dell'esperimento e confermato durante
l'esperienza.
Una buona spiegazione di quanto detto sopra è che un barlume di luce, che
differisce solo un po 'dall'occhio nero, può essere fatto sparire con mezzi
apparentemente completamente opposti, ma secondo lo stesso principio.
Quando una sera riassume una stella negli occhi, che può appena possono differire
dal nero Lui-melsgrunde, in modo da poter lui solo per scomparire così, se si prende
un bicchiere verdunkelndes davanti ai suoi occhi, come se l'occhio della lampada si
avvicina alla pagina. Un'esperienza simile è stato molto bello sulla magnifica cometa
del 1858 all'inizio di ottobre da fare. Sia dal grigio vetri colorati come quando si
avvicina una lampada luminosa dal lato della coda accorciata eccezionalmente, e un
vetro rosso scuro, attraverso cui ho visto le sfumature più delicate nuvole di luce,
anche portato l'intera cometa scomparire. In primo luogo spiega con il fatto che
attraverso le lenti, la luce della stella o di una cometa, non l'occhio nero è
notevolmente indebolito, il secondo in
Una volta che la luce attraverso la coroide sclerotico e con colore rossastro mostra
attraverso, alcuni dei quali fenomeni notevoli colore oggettiva e personale delle
immagini dipende dal ponte a Poggend. Ann. LXXXIV. P. 418 ha studiato molto
attentamente; in secondo luogo dal immagine da una riflessione dispersione diretta
sulle altre parti della retina, come all'indietro dalla cornea invece, da cui la luce
viene riflessa nuovamente dalla retina alla parte, che punta sotto Mitrücksicht sul
seguente particolarmente Helmholtz Pogg. Ann. LXXXVI. Pp. 501 ss. terzo posto a
causa della composizione microscopica dei mezzi oculari di cellule, fibre, pelle una
dispersione della luce irregolare come sembra invece ai principi di diffrazione, da
cui pendono i cortili colorati visibili intorno alle fiamme leggere, che Meyer in
Pogg. Ann. XCVI. P. 235 è stato oggetto di uno studio speciale. In virtù della causa
finale in virtù della riflessione dispersione diretta della immagine della sorgente di
luce al resto della retina è l'illuminazione della retina più nell'immagine vicina, ma si
estende in diminuzione, infatti tutto il fondo.
Attraverso l'effetto combinato di queste cause luce molto debole della stella o coda
di cometa, simile alla luce delle stelle di giorno, più facile annegati, quanto più si
scende all'immagine della sorgente luminosa in mente come l'illuminazione del fondo
dell'occhio nelle sue vicinanze è il più forte
Da qui la dichiarazione di Brewster's 20) :
"Se la luce della fiamma della candela tenuto vicino agli atti occhio destro su una
parte della retina, rende tutte le altre parti della retina in misura maggiore o minore
insensibile a tutte le altre impressioni di luce. L'insensibilità raggiunge il massimo
vicino ai punti illuminati e diminuisce con la distanza da esso. Gli oggetti
moderatamente illuminati spariscono davvero nell'area delle parti altamente
caricate, e corpi di colori vividi non solo privano tutto del loro splendore, ma
cambiano anche il loro colore. "
Nella stessa ragione, si basa dal fatto che, dopo Helmholtz metodo 21) la
cosiddetta. Circa raggi violetti dello spettro solare, che non sono visti dal metodo
ordinario, può vedere senza l'uso di sostanze fluorescenti, anche se si stabilisce in
modo che esso notevolmente isolato dal le parti rimanenti dello spettro, che possono
essere sottomesse dalla luce diffusa, possono essere comprese.
20) Pogg. XXVII. P. 494.
21) Pogg. LXXXVI. P. 513
Una conclusione generale da quanto sopra è anche che, nonostante con una
maggiore illuminazione, la quantità di luce riflessa cresce sulle aree bianche e nere
nelle stesse condizioni, ma la differenza del Bianco su nero con l'aumento di
illuminazione appaia più grande, perché la luminosità degli occhi neri ottenere la
parte del leone di la luminosità del nero conserva. Questo è z. Ad esempio, la
semplice ragione per cui si può leggere meglio alla luce che al buio.
A parte i limiti di legge, che sono correlati al grado di intensità della luce in
relazione non va dimenticato che una conferma dello stesso da osservazione da
previsto solo in quanto fuori i rapporti di intensità a parità, che il La concezione della
differenza di luce può esprimere un'influenza. Ora lo studio delle circostanze, che a
questo riguardo possono essere di notevole influenza, è ancora altamente
incompleto; ma alcuni punti devono essere pensati, che meritano attenzione secondo
l'esperienza precedente preferibilmente.
Già (dove) si affermava che Arago riconobbe un'influenza del movimento dei
componenti sulla percezione della loro differenza. Anche Volkmann ha notato questa
influenza. Per cogliere le tracce più sottili dell'ombra che appare o scompare, la luce
che oscillava doveva essere spostata, con la quale l'ombra si muoveva allo stesso
tempo; e il solo notevole differenza 1 / 100 è determinato sotto l'influenza del
movimento.
sia in esperimenti legati ad essi di Arago, i componenti non sono consisteva di due
tonalità, ma sono stati così ottenuto che aveva una telescopi, che (facendo una doppia
immagine è generato) Rochon'sches internamente un prisma, e prima della sua lente
montato un prisma Nicol che è un'immagine in qualsiasi rapporto desiderato e
misurabili contro l'altra può essere alleviata da una schiera nell'apertura cartoncino
nero, che prevede che il cielo coperto targeting, per la sua rotazione, che poi dalla
posizione delle sezioni principali del Nicol e il prisma di Rochonian l'uno contro
l'altro causa l'intensità relativa delle due immagini prodotte da quest'ultimo da
determinare.l'immagine più debole è stata messa in moto dal movimento lineare del
prisma Rochon'schen nei telescopi direzione dall'estremità oculare alle lenti, in modo
che, nel tempo misurato passato da una posizione in cui la sua banda ha attraversato il
centro del più forte a quella dove il suo bordo ha toccato il bordo.
In tre studi, che sono stati condotti da una consultazione di diversi osservatori in
questo modo, la scomparsa del più debole per l'immagine superpositioned più forte
per l'occhio ha avuto luogo ad una velocità di movimento dell'immagine di 12 minuti
d'arco nel secondo di tempo in cui l'intensità del più debole seguente valore
frazionario il più forte era:
In pace Quando si muove
I. 1/ 1 / 58
39

II. 1/ 51 1 / 87

III. 1 / 71 1 / 131 del


Per quanto riguarda la grande differenza, che mostrano il numero assoluto di questi
tre studi, Arago osservò semplicemente: "Je ne chercherai pas ici à expliquer,
commento La sensibilité de l'oeil correspondant à l'état de repos un étési différente
dans ces trois serie D 'esperienze. C est là un phénomène physiologique , sur lequel il
aura à revenir. «. La differenza non può essere dipesa dalla varietà di osservatori,
come dice Arago: Quanto sopra sono i "résultats à très peu-concordants, obtenus par
M. Laugier, par M. Goujon et par M. Charles Mathieu;".altrettanto poco di una
differenza di intensità assoluta, che a volte in contraddizione con l'esplicito
riconoscimento del nostro diritto in astronomia popolari, in parte l'affermazione
generale che attribuisce a tutti gli esperimenti: "Ajoutons, comme renseignement
propre à faire juger de l'obscurité du Champ , que l'immagine faible, lorsqu'elle se
projetait en dehors de l'immagine forte, un quand figlio disparu intensité était
de 1 / 2100 . "
Di interesse in relazione all'influenza del movimento sono anche le seguenti
osservazioni di Förster 22) , che egli fa riguardo all'applicazione del suo fotometro:
A quel tempo, in una stanza pesantemente buia, guardavamo fogli di carta a pochi
metri di distanza, su cui c'erano numeri neri, isolati da vuoti più grandi, ed era
importante per noi tenere gli occhi fermi. La stanza era così buia che i numeri ci
apparivano solo come macchie nere. Se ho risolto uno di questi, non ci è voluto
molto tempo - con una certa illuminazione molto debole - fino a quando sia il numero
fisso che tutti gli altri nel grigio del foglio di carta, che si stava facendo più scuro,
sono completamente scomparsi. Quando è arrivato quel momento, il fissaggio è
diventato impossibile, una sensazione sgradevole è apparsa nell'orbita, gli occhi
hanno fatto un piccolo movimento e immediatamente l'intero arco di numeri era di
nuovo visibile.
22) A proposito di emeralopia p. 13

Non è ancora chiaro su quale sia l'influenza del movimento. È stata per lui nel fatto
che la differenza in una nuova, non punto di cadere ancora stanchi, ma, come i
componenti della differenza non può essere modificata dal movimento, ma solo il
luogo della differenza molto piccola è pazzo, non sembra che il La condizione di
affaticamento potrebbe essere significativamente ridotta dal movimento.
Presto sarebbe possibile per piuttosto la vista amplificato della differenza è da una
maggioranza di punti la freschezza di questi punti, maggiore rilevabilità la differenza
nel movimento causato misura forse una sommatoria di impressione dei punti
successivamente adottata nel periodo fino a determinati limiti. Infine, il seguente
potrebbe essere in gioco, anche se non ancora spiegato, ma in un certo senso un
motivo per la sua spiegazione per la sua generalità. Qualsiasi confronto di due
dimensioni differenziate è più efficace se le consideriamo successivamente con le
stesse parti del corpo simultaneamente con differenti, come è evidenziato EH Weber e
sostenuto da prove e come già (capitolo 8), si è sostenuto. In questo modo
riconosciamo più facilmente una piccola differenza di due pesi pesando in
successione con la stessa mano, come simultaneamente con mani diverse. Tuttavia, il
movimento dei componenti nei nostri esperimenti di luce traduce la differenza
simultanea per diversi punti retinali in uno successivo per loro. Sugli stessi punti, è
sceso a appena ancora luce forte, presto cade più debole e viceversa, e più veloce il
movimento è, più punti si verificano in debito in questa successione. Tuttavia, anche
questa spiegazione è solo una presunzione finora. Tuttavia, il movimento dei
componenti nei nostri esperimenti di luce traduce la differenza simultanea per diversi
punti retinali in uno successivo per loro. Nello stesso punto, a cui è caduta ancora più
forte la luce, presto più debole e viceversa, e più rapidamente il movimento ha luogo,
più punti entrano in questa successione in un dato momento. Tuttavia, anche questa
spiegazione è solo una presunzione finora. Tuttavia, il movimento dei componenti nei
nostri esperimenti di luce traduce la differenza simultanea per diversi punti retinali in
uno successivo per loro. Nello stesso punto, a cui è caduta ancora più forte la luce,
presto più debole e viceversa, e più rapidamente il movimento ha luogo, più punti
entrano in questa successione in un dato momento. Tuttavia, anche questa
spiegazione è solo una presunzione finora.
Successiva delle circostanze che influiscono sulla riconoscibilità di una differenza,
l'espansione dei componenti senza, tuttavia, la legge riguardante l'intensità è cambiata
quando l'espansione rimane comparabile ogni come immediatamente evidente dal
fatto che le stelle è altrettanto buono come valido su ombre tese. Ma un punto di luce
non è facilmente distinguibile con la stessa intensità dal basso, come una superficie di
luce. ora dal momento che questo argomento è discusso in dettaglio nel capitolo 11,
non sono qui ulteriormente sulla questione.
In terzo luogo, è stato dimostrato che una data differenza relativa luminosa viene
rilevato più facilmente se ci sono i suoi componenti in ground luce buio come luce in
fondo scuro. Qui è al di sopra non solo in base all'esperienza esplicita indicazione del
Arago per quanto riguarda la scelta di uno o l'altro in un rapporto da lui donato
apparecchiature fotometriche prima di 23) ; ma Hankel ha anche trovato la stessa cosa
sul occasione altri test fotometrici, non ancora pubblicati fino ad oggi.
23) Arago's Works, a cura di Hankel.

Infine, la seguente osservazione: Nella prestigiosa analogia altrimenti solitamente


validi tra piazzole e colori, è notevole, da questa analogia tutta l'uscita calci, fatto che
la legge di Weber non solo come v'è nel campo dei colori, in quanto, dopo breve
Nella gamma di toni, cioè, le differenze ugualmente notevoli nel numero di
vibrazioni non sono affatto proporzionali al numero di vibrazioni dei colori. In realtà,
l'occhio ha mantenuto ai confini dello spettro ad intervalli di un terzo piccolo
cambiamento di colore minore o addirittura maggiore, tuttavia, le transizioni di colore
notevoli per seguire il più rapidamente in tutto il giallo e il verde che tutte le fasi di
transizione tra giallo e verde in un intervallo di piccoli mezzi toni sono
affollati 24), Per inciso, ci sono anche altri punti, che non sono discussi qui, in cui
l'analogia tra toni e colori fallisce. 25)
24) Helmholtz nelle relazioni di Berl. Acad. 1855, pag 757 ss.
25) In materia di 166 ff.

2) suono 26) .
Nelle aree di suono, è importante distinguere meri rumori che non hanno campo
particolare, che viene appena la forza come qualcosa misurabile in considerazione, e
suoni in cui dipendenti della ampiezza di vibrazione, il quadrato della stessa forza
proporzionale, e dal I fattori di vibrazione dipendenti, dalla stessa altezza misurata
fisicamente, sono particolarmente presi in considerazione. Le proporzioni della forza
si trovano nello stesso modo in altre come in altre, che possono solo esaminare
l'altezza di quest'ultima. Innanzitutto, prendiamo la forza negli occhi.
26) In merito a pagina 160. Revisione p. 367-419.

Renz e Wolf 27) hanno nell'ambito della linea di Vierordt con il metodo dei casi
giuste e sbagliate esperimenti sulla sensibilità dell'orecchio per le differenze di
intensità del suono in Tiktak un orologio che è montato dall'orecchio sotto misure
idonee a distanze diverse assunti. Il risultato principale deriva dai loro esperimenti:
27) Vierordt's Arch. 1856. H. 2. p 185. Poggend. Ann. XCVIII.

"Se due quantità sonore di intensità assoluta ma piuttosto debole sono percepite
direttamente l'una dietro l'altra, la certezza del giudizio aumenta con l'aumentare della
differenza delle intensità del suono in modo tale che le quantità sonore nel rapporto di
100 : 72 siano chiaramente distinte l'una dall'altra in tutte le circostanze.
comportandosi come 100 : 92, il numero delle decisioni giuste supera di una piccola
somma la somma di false e indecise. "
Questi diligenti tentativi meritano attenzione come esempi esplicativi per
l'applicazione del metodo dei casi giusti e sbagliati e, nella misura in cui indicano una
certezza relativamente piccola nella conoscenza delle differenze di potenza sonora,
che saranno presi in considerazione anche per i seguenti ma non adatto per decidere
la validità della nostra legge, dal momento che non sono stati diretti all'uguaglianza
della differenza percepita a diversi livelli assoluti del suono. I seguenti test si
riferiscono a questo.
Quando ho chiamato per la sua esecuzione di esperimenti fotometriche sulla grande
importanza della condizionale più generale della legge di Weber chiacchierato con
Volkmann, ha improvvisato dall'azienda è sospesa la legge per l'intensità sonora pari
ai seguenti apparecchi, che era fatto senza alcun costo apprezzabile stesso giorno.
Si tratta semplicemente di un martello a pendolo, che colpisce contro un piatto di
qualsiasi sostanza che suona o non suona. L'asse di questo pendolo era un forte ferro
da calza, che girava in fori di ottone, tra due pilastri fissati su una tavola e collegati in
alto da un legno incrociato. È comprensibile che, man mano che il martello si fa più
pesante o più leggero, scende dalla maggiore o minore altezza contro il piatto, o
mentre si avvicina o si allontana dall'apparecchio, il suono sarà fisicamente più forte
o più debole. Dal momento che l'apparecchio nella sua versione grezza non aveva una
graduazione per determinare l'altezza del martello ogni volta, Il martello era di legno
e colpito contro una bottiglia di vetro quadrata. Ora si cercavano due elevazioni del
martello, che davano suoni sufficientemente distinti, che un osservatore in piedi
direttamente dall'apparecchio non si sbagliava, se, senza conoscere le elevazioni,
avvisava quale suono era il più forte; ma abbastanza poco per distinguere che, se si
riduceva la differenza di circa la metà, il giudizio era incerto e forniva in parte casi
corretti, in parte falsi. essa L'osservatore gradualmente si ritirò a 6, 12, 18 passi, in
modo che la distanza iniziale dell'osservatore dall'apparecchio fosse almeno dodici
volte quella. A ciascuno di questi intervalli, lo stesso esperimento fu ripetuto più
volte, con quelle due elevazioni che avevano presentato all'osservatore vicino una
differenza che era ancora chiaramente riconoscibile ma solo molto leggera. Poiché
12X distanza dell'osservatore, l'intensità del suono fisico a 1 / 144 è sceso 28)così
vicino non avrebbe dovuto svanire molto oltre la differenza appena percettibile, se
non del tutto, dipendeva dalla forza assoluta del suono. Ma a tutte e tre le distanze
dell'osservatore il suo giudizio rimaneva altrettanto sicuro e corretto quanto nella
vicinanza più vicina.
28)Naturalmente, questo sarebbe vero solo se l'esperimento fosse
condotto all'aperto. Quanto sopra è stato impiegato in una stanza chiusa.

Così crudo in qualche modo l'apparato e la prova era, sembrava l'essenza di questa
sufficientemente in considerazione e il risultato in modo decisivo che era prevedibile,
una versione più accurata con un apparato costruito con cura porterà a nessun altro
risultato. In der Tat hat sich dies, und zwar in einer sehr großen Versuchsskala mit
Schallstärken vom Einfachen bis auf das Mehrhundertfache bei späteren Versuchen
Volkmann's gezeigt, die jedoch nicht mit einem fallenden Pendel, sondern frei auf
eine stählerne Platte herabfallenden Stahlkugeln unter erforderlichen Maßregeln
angestellt worden sind e alcuni dei quali ho preso parte. In questi esperimenti, sia
l'altezza di caduta, che la gravità delle sfere cadenti, come la distanza dell'osservatore
sono state modificate entro ampi limiti; ma le altezze di caduta e le loro differenze
sono determinate con precisione su una scala verticale lungo la quale ha avuto luogo
la caduta. Per inciso, il modo di impiego e il successo degli esperimenti erano in
accordo con il precedente. Per le intensità sonore assolute più diverse è apparso il
rapporto tra le altezze di caduta 3: 4, che corrisponde alla seguente derivazione di un
eguale rapporto tra le intensità del suono, appena sufficiente per fare una distinzione
sicura per due osservatori con una buona discriminazione, che probabilmente
concorda con i risultati ottenuti da Renz e Wolf.
Segue la descrizione dettagliata degli esperimenti presi dal diario di osservazione
di Volkmann.
"Una barra prismatica è graduata ed eretta verticalmente su una tavola, che può
essere ottenuta con 3 viti in orizzontale, su questa asta sono attaccate due guide, da
cui orizzontalmente due bracci a , b escono dall'altezza, che i due bracci Vedi,
lasciate cadere giù una palla sulla scheda, la palla viene catturato tra il pollice e
l'indice ;. la punta del dito indice tocca il braccio di una o be poi le dita furono
accuratamente rimosse l'una dall'altra per far cadere la palla. Avevo due proiettili di
uguale peso, con uno con la mano sinistra, l'altro con la mano destra, in modo da
non prendere la palla per il secondo tentativo o addirittura cercarla dopo il primo
tentativo di caduta. "
"La vicinanza più vicina dell'osservatore in ascolto agli strumenti di caduta era di
1 metro, la distanza maggiore di 6 metri."
"Le altezze di caduta assolute che sono venute a confrontare erano diverse da
3 : 11.0."
"I pesi delle palle cadenti differivano da 1,35 grammi : 14,85 grammi ......."
"Numerosi tentativi entro la larghezza di queste differenze di suono hanno
mostrato che Heidenhain ed io sono in grado di distinguere i punti di forza del suono
certamente, impegnati l'uno all'altro come 3 : . Comportatevi 4 Se la differenza si
riduce a proporzioni 6 : vieni 7 così già individuale Gli errori e più spesso
l'indecisione in giudizio prima. "
"Fechner, ma sbaglia anche nella proporzione di 3 : 4, ma molto spesso con lui
aveva apparentemente esercitare influenza sulla crescita di discernimento, perché
alla fine di una lunga serie di osservazioni che distingue i livelli sonori nei rapporti
del terzo : 4 tutto il diritto come lui inizialmente era sbagliato più spesso sentito
come corretta e comunque al termine di processi long 1 / 3 informazioni false
quando 2 / 3 resi giusti. "
I precedenti tentativi si basano sul principio del metodo delle differenze appena
percettibili; e per le ragioni esposte in precedenza per mezzo di questo metodo non
può essere probabilmente ottenere lo stesso nitidezza come il metodo di destra e casi
sbagliate e l'errore centrale, i tentativi non sono contestati da questi metodi ancora
desiderata. Ma nel eccezionalmente grande variazione dei livelli sonori assoluti che
hanno avuto luogo negli esperimenti fatti, sono abbastanza critico per la validità della
legge in generale, e potrebbe tutt'al più una deviazione di piccolo ordine dello stesso
essere possibile entro i limiti di tentativi stipendiati senza che ciò giustifichi una
probabilità.
Potrebbe essere utile aggiungere alcune cose sugli apparati e la loro teoria da
utilizzare in esperimenti di questo tipo.
Schafhäutl 29) ha precedentemente riportato uno strumento a sfera cadente per
misurare la sensibilità della potenza del suono ma usandolo semplicemente per
misurare la sensibilità assoluta.
Non meno, il pendolo del suono è già stato usato per questo scopo
prima. Itard 30) ha una tale servito per indagare la sensibilità dell'orecchio alle
malattie dell'orecchio sotto il nome Akumeter che consiste di anelli di rame battuto
del liberamente sospesi ad un'asta del set up da una colonna su una macchina
piedistalli, e contro cui la Colpi del pendolo la cui elevazione è misurata su un arco di
gradi.

29) Abhandl. d. Baier. Akad. VII. 2. Abth.


30) Erba di Gehler. Art. Audizione P. 1217.

Io stesso ho fatto un pendolo a forma di pendolo bicolore, dove due pendoli di


uguale costruzione colpiscono da due lati contro una spessa lastra di ardesia 31 ; ma
finora non ho trovato il tempo per provarlo.
31) Con il legno, non sono stato in grado di ottenere lo stesso suono per entrambi i
pendoli.
Quanto segue sulla teoria degli strumenti:
Si può facilmente trovare che quando un corpo che cadeva per caduta libera o
pendolo altro corpo, la forza del suono derivante dal processo è nei rapporti
composite di altezza di caduta e il peso del corpo in caduta 32) fino alla possono
influenzare la resistenza dell'aria e tutte le altre influenze distruttive trascuratezza la
velocità di caduta.
32) Schafhäutl insiemi proporzionali il volume della radice quadrata della
altezza di caduta del corpo un'immagine sonora (Monaco. Abhandl. VII. 17),
che non può trovare proprio dopo il suddetto seguente derivazione.

Infatti: la forza del suono è proporzionale ai quadrati dell'ampiezza di vibrazione


del corpo che suona; l'ampiezza di vibrazione del corpo sonoro è la velocità con cui
le particelle passano attraverso la sua posizione di equilibrio, di uguali, con la quale
vengono rimossi da proporzionale (secondo formule note). Questo è in un rapporto
composito della velocità con cui colpisce il corpo che cade e il suo peso. La velocità
con cui il corpo è incidente, cioè, la velocità finale del suo caso, è proporzionale alla
radice quadrata della altezza di caduta dopo le leggi casi. Così il quadrato di questa
velocità finale è proporzionale alla altezza di caduta, e quindi è anche il quadrato
della velocità con cui le particelle si muovono dalla posizione di riposo,
etc. proporzionale a questa altezza di caduta. Poiché è ormai ben noto, non fa
differenza per la velocità finale, se un corpo cade per caduta libera o percorsi tortuosi
attraverso una certa altezza, può essere la considerazione precedente come nel caso
del martello, il pendolo (disponibile l'attrito sull'asse come vanishingly) come un
corpo che cade liberamente. È necessario solo fare attenzione a comunicare una
velocità al corpo che cade all'inizio, se la dipendenza specificata dall'intensità del
suono sull'altezza di caduta dovrebbe rimanere valida. È probabile che la resistenza
all'aria venga trascurata, date le basse altezze e le velocità con cui si opera in generale
quando si utilizza piombo come corpo in caduta. se un corpo cade per caduta libera o
percorsi tortuosi attraverso una certa altezza, il precedente osservazione può essere
altrettanto sul martello del caso pendolo, applicare (l'attrito sull'asse come
vanishingly previsto) come un corpo in caduta libera. È necessario solo fare
attenzione a comunicare una velocità al corpo che cade all'inizio, se la dipendenza
specificata dall'intensità del suono sull'altezza di caduta dovrebbe rimanere valida. È
probabile che la resistenza all'aria venga trascurata, date le basse altezze e le velocità
con cui si opera in generale quando si utilizza piombo come corpo in caduta. Sia che
un corpo cada per caduta libera o per un sentiero curvo attraverso una certa altezza, si
può applicare la considerazione precedente proprio come sul martello del pendolo
(l'attrito sull'asse come ipotizzabile trascurabile) come un corpo che cade
liberamente. È necessario solo fare attenzione a comunicare una velocità al corpo che
cade all'inizio, se la dipendenza specificata dall'intensità del suono sull'altezza di
caduta dovrebbe rimanere valida. È probabile che la resistenza all'aria venga
trascurata, date le basse altezze e le velocità con cui si opera in generale quando si
utilizza piombo come corpo in caduta. Così si può applicare la precedente
considerazione al martello del pendolo (assumendo l'attrito sull'asse come scomparsa)
come un corpo che cade liberamente. È necessario solo fare attenzione a comunicare
una velocità al corpo che cade all'inizio, se la dipendenza specificata dall'intensità del
suono sull'altezza di caduta dovrebbe rimanere valida. È probabile che la resistenza
all'aria venga trascurata, date le basse altezze e le velocità con cui si opera in generale
quando si utilizza piombo come corpo in caduta. Così si può applicare la precedente
considerazione al martello del pendolo (assumendo l'attrito sull'asse come scomparsa)
come un corpo che cade liberamente. È necessario solo fare attenzione a comunicare
una velocità al corpo che cade all'inizio, se la dipendenza specificata dall'intensità del
suono sull'altezza di caduta dovrebbe rimanere valida. È probabile che la resistenza
all'aria venga trascurata, date le basse altezze e le velocità con cui si opera in generale
quando si utilizza piombo come corpo in caduta.
Illumina gran parte della precedente in quanto lo spessore del suono con il pendolo
suono nei rapporti dell'angolo di elevazione non j del pendolo, ma l'altezza verticale
a cui il martello è sollevato sopra del suo punto più basso, cioè in condizioni

di piedi, dopodiché lo strumento potrebbe essere graduata stessi. Ad

esempio, poiché il coseno di 45 ° è uguale a 0,707 e il coseno di 90 ° è uguale a


zero, in modo che il rapporto dei livelli sonori in queste due elevazioni è seguito
1-,707 = 0,293: 1 o nahehin a 10. L'angolo di elevazione di 60 ° come 3, 90 °, 180 °
corrispondono a un rapporto delle intensità del suono ½ : 1 :2. Finché l'elevazione 60
° non eccedono, può essere il quadrato della stessa Portare il volume
approssimativamente proporzionale, in modo che una doppia elevazione quattro
volte, una triplice nove volte l'intensità del suono corrispondente a nahehin 33) .

33) Ciò segue dalla formula nota - ecc.


Qui sono due tavolini, che conferiscono alla elevazione di un pendolo suono da 0 °
a 90 ° corrispondenti resistenze audio, e viceversa, quando la potenza è impostato
(nella Tabella II) a 90 ° è pari a 1,0000 (Tabella I) o 10 ° A 180 ° è quindi due volte
più grande come a 90 °, e di tutti i livelli ad altitudini tra 90 ° e 180 ° cadere qui in
mezzo, non sarà possibile applicare facilmente un pendolo ad altitudini superiori a 90
gradi.
Tabelle sulla relazione tra le elevazioni di un pendolo del suono e l'intensità del
suono.
I. II.
Elevat. forza Elevat. forza forza Elevat. forza Elevat.
90 ° 1.0000 45 0,2929 10 90, 00 3 45, 57
85 ° 0,9128 40º 0,2340 9 84 °, 2 36 °, 87
26
80 ° 0,8264 35 ° 0,1808 8 78 °, 1 25 °, 84
46
75 ° 0,7412 30 ° 0,1340 7 72 °, ½ 17 °, 19
54
70 ° 0,6580 25 ° 0,0937 6 66 °, ¼ 12 °, 97
42
65 ° 0,5774 20 ° 0,0603 5 60 °, 1 /8 9 °, 07
00
60 ° 0.5000 15 ° 0,0341 4 53 °, 1 / 16 6 °, 41
13
55 ° 0,4264 10 ° 0,0152
50 ° 0,3572 5 ° 0,0038
Per quanto riguarda le altezze in cui la frequenza di oscillazione è responsabile
della dimensione dello stimolo, fatta eccezione per la dichiarazione generale di
Weber, ci sono le dichiarazioni di Delezenne, citate da Weber; ma le sue osservazioni,
come ho imparato dal suo trattato originale, riguardano principalmente quali
deviazioni dalla purezza sono ancora distinguibili in questo e quel tipo di intervallo
(armonia, ottava, quinta e simili) Se la deviazione dall'uguaglianza di due toni allo
stesso rapporto dei numeri di vibrazione o ai diversi livelli della scala del tono
sembra essere la stessa, che è la vera questione della legge di Weber. Nel frattempo,
la conferma della legge in questo senso richiede non solo speciale perché è facile e
per così dire dichiarazione noto dei Gehöres musicali che uguali rapporti di frequenze
una uguale differenza tono percepita in diverse ottave corrisponde in modo che un
altro può tenere provata da qualche parte, anche per le grandi differenze, la legge qui
diretta di , Eulero, Herbart e Drobisch hanno anche trovato la loro strada qui nella
loro considerazione matematica dei rapporti di tono.
Ho intervistato diverse persone con una buona audizione musicale, facendo
occasionalmente esperimenti con un pendolo sonoro in legno, che ha colpito il legno
se potevano disegnare un confronto del rapporto tra le intensità del suono a 45 ° e 90
° con un rapporto di pitch. Alcuni si dichiararono incompetenti; Stranamente,
tuttavia, la maggior parte di coloro che hanno intrapreso un confronto
(indipendentemente l'uno dall'altro e senza sapere nulla del giudizio dell'altro) hanno
concordato di confrontare questo rapporto con quello di un quarto. Ma darò a questi
tentativi nel loro lavoro fino a quel momento solo rozzo e casuale, in quanto tale
accordo non era senza eccezioni, e lo considero anche molto discutibile se fare un
confronto diretto tra i rapporti di forza e altezza sentendosi del tutto. In ogni caso, il
risultato di questi esperimenti conferma quello di Renz e Wolf, come ottenuto da
Volkmann, secondo il quale uno non è incline a fare differenze abbastanza
significative nei poteri del suono (3: 10) come alto.
Lo stesso rapporto è stato interessante per me da un musicista per ascoltare (il
violinista v. Wasilewski) l'indicazione che avevano sperimentato in Rheinische
festival della canzone che un coro di voci maschili 400 non ho molto forte
impressione di 200.
3) pesi. 34)
I risultati di Weber, ottenuti con il metodo delle differenze appena percettibili, con
cui viene offerta la prima conferma della nostra legge nel campo degli esperimenti di
peso, sono già stati citati. I suoi esperimenti hanno il merito speciale che in una parte
di essi la sensazione di pressione della pelle è distinta dalla sensazione dei muscoli, e
i risultati ottenuti in questo modo sono stati confrontati con quelli ottenuti da
affermazioni comuni di entrambe le sensazioni; Il metodo dei casi corretti e falsi, che
sarà discusso più dettagliatamente in seguito, si riferisce alla connessione naturale
delle due sensazioni che si verificano nel sollevamento dei pesi confrontati.
34) In materia pag 164, 186-199. Revisione pp. 168-173, 358-367.
Per la comprensione di quanto segue sarà spesso necessario fare riferimento a ciò
che è detto nel capitolo sull'esecuzione del metodo, senza che sia necessario per me
tornare qui in dettaglio qui. Dall'altro lato, alcuni documenti ed esempi esplicativi di
ciò che viene detto li troverà di seguito.
La mia serie principale di esperimenti sull'oggetto in questione è a due mani, con
una mano e una mano (con destra e sinistra), che, entrambe comparabili, sono
eseguite da una serie di 6 pesi principali, 300, 500, 1000, 1500, 2000, 3000 grammi
risultati molto coerenti. La serie con una sola mano viene assunta in ottobre e
novembre 1856, a due mani nel dicembre 1856 e gennaio l857. Le circostanze degli
esperimenti di entrambe le serie erano generalmente le circostanze normali
dichiarate. Nello specifico, si dovrebbe notare quanto segue:
Ciascuna delle due serie comprende in 32 giorni sperimentali 12 divisioni di 64
elevazioni in totale 32 . 12 . 64 = 24576 semplice sollevamento o caduta. Per ciascun
peso maggiore P, sono state utilizzate due proporzioni specifiche come il peso
aggiuntivo D (periodicamente alternato con esso) , vale a dire 0,04 P e
0,08 P. Quest'ultimo peso aggiuntivo può apparire grande, ma dà, come si può vedere
nelle seguenti tabelle di prova, ancora un numero sufficiente di casi falsi, relativo alla
definizione della procedura descritta, per basare ogni confronto (calcolato su due
conteggi) su una semplice doppia imposizione, invece di giustificare pesature
ripetute, dove una D= 0.08 P vorrebbe ancora consegnare casi errati. In ogni giorno di
prova di 12 . 64 = 768 aumenti sono stati tutti i 6 pesi principali in ciascuna delle
sezioni 2 di 64 elevazioni, tutte con la stessa proporzionale D testato, e questo,
modificati solo dopo giorni o settimane, come indicato di seguito. Inoltre, dopo giorni
in ascensione ( ) e discendente ( ¯ ) sequenza dei pesi principali. Pertanto, in ciascuna
delle due serie di esperimenti, ciascuno dei sei pesi principali arriva a 32 in tutto . 128
= 4096 ascensori o cadute; 2048 con D = 0,04 P e altrettanto con D = 0,08 P ; 1024
ciascuno e altrettanto ¯ . Nei due mani impostare i 128 elevazioni di ogni giorno
erano con ogni enfasi incontinuo assunti in una sola mano di follow-cercando 64 con
la mano sinistra, 64 con la mano destra, che ha reso l'inizio dopo giorni che cambiano
la Sinistra o Destra. Nella serie a due mani sia a due giorni, in una sola mano solo
dopo ogni 8 giorni tra D = 0,04 P e D = 0,08 P cambiati. Ciò ha portato alla
differenza che nelle serie a due mani i valori di sensibilità per entrambi i D's sono
abbastanza simili, in modo che questa serie dopo di che può con utilizzato per una

conferma della legge, il rapporto tra il diritto al numero totale di casi di


dimensioni D ad una sensibilità costante h dipende 35) , mentre ciò non è esattamente
il caso con una sola mano serie dove le settimane a 0,08 P danno valori di sensibilità
proporzionalmente più piccoli rispetto a quelli a 0,04 P , che entra nell'osservazione
(capitolo 8). Ma dal punto di vista dell'influenza della grandezza dell'enfasi sulle
misure di importanza che qui conta solo, il solitario è paragonabile a se stesso a due
mani.
35) Questa legge è espressa dopo le discussioni nel capitolo 7 dalla relazione

dei valori di t = hD nella nostra tavola fondamentale, secondo la quale una


doppia D dà una doppia t quando le influenzep, q vengono eliminate.

Ha facoltà innanzitutto, per iniziare con il più facile, se non genauesten, uso modo
questa serie di osservazioni, il numero totale di corretti esattamente r alle differenze
di accento P,indicati da alcuni grandi circostanze, ma senza separazione dei quattro
principali casi e senza goccia all'esatto metriche, cioè i valori t = hD, che può essere
calcolato da questa per sé, anche senza un tale calcolo i film principali risultati dei
rapporti della combinata per tutti gli avvenimenti giusta numeri r lascerà andare, in
base al quale il trattamento più rigoroso della serie sarà in grado di fare più degli
stessi risultati renderà un po 'più acuto.
L'unità di peso utilizzata di seguito è ovunque i grammi.
Per non lasciare dubbi sul significato dei numeri nelle tabelle sottostanti, esprimo
espressamente lo stesso per il primo numero nella prima tabella. Il numero 612 a P =
300, D = 0,04 P, n = 1024, dice che con un peso principale = 300 grammi e un peso
aggiuntivo = 0,04 del peso principale, cioè 12 grammi, il numero di casi corretti di
tutti i giorni, dove i pesi principali in ordine ascendente ( 612 era, mentre il numero
totale di casi, giusto e sbagliato insieme, nelle stesse circostanze era 1024, secondo il
quale il numero di falsi era 1024 - 612 = 412. Di seguito, il significato dei numeri
rimanenti sarà evidente. I numeri r Ovviamente, la colonna somma-somma verticale
include 4 volte n dei numeri nelle colonne speciali , cioè 4096, come indicato dal
modo in cui la r delle 4 colonne speciali verticali nella colonna somma-somma
verticale viene sommata; d'altra parte, i numeri r della colonna somma somma
orizzontale appartengono a 6 volte n dei numeri speciali , cioè 6144, poiché
i r appartenenti alle 6 P nella stessa colonna verticale vengono aggiunti nella colonna
somma finale orizzontale.
I. Numero di casi corretti r della serie a due mani .
n = 1024 somma
P d = 0,04 P d = 0,08 P
( n = 4096)
¯ ¯
300 612 614 714 720 2660
500 586 649 701 707 2643
1000 629 667 747 753 2796
1500 638 683 811 781 2913
2000 661 682 828 798 2969
3000 685 650 839 818 2992
Totale 3811 3945 4640 4577 16973
( n = 6144)

II Numero di casi corretti r della serie con una sola mano.

n = 512 somma
d = 0,04 P d = 0,08 P
P ( n = 4096)
sinistra diritti sinistra diritti
¯ ¯ ¯ ¯
300 352 337 344 318 387 372 386 342 2838
500 339 332 348 335 383 402 413 366 2918
1000 325 343 382 388 383 412 389 422 3044
1500 353 358 371 383 406 416 435 430 3152
2000 378 353 369 382 413 418 414 421 3148
3000 367 343 364 386 426 433 429 438 3186
Totale 2114 2066 2178 2192 2398 2453 2466 2419 18286
(n=
3072)
Trascuro, come non appartenente qui, qualsiasi discussione sulla differenza nei
risultati di queste tabelle in base alle diverse circostanze (come le diverse dimensioni
della D, l'applicazione della sinistra e della destra, e ¯ ), che si può facilmente notare
da soli, e che cosa verrà discusso in modo più dettagliato nei "metodi di
misurazione". In questo caso, la specifica dei risultati in base a tali circostanze
sarebbe principalmente al solo scopo di dimostrare che il numero di casi corretti r in
relazione ai pesi principali PIn tutte le circostanze segue essenzialmente la stessa
rotta, che aumenta lentamente con i pesi principali, e con i pesi principali più alti,
2000 e 3000 grammi, cambia solo di poco. Se questo accordo è stato previsto per le
varie circostanze sperimentali, è possibile aderire ulteriormente alle colonne della
somma finale verticale, che in entrambe le tabelle forniscono i numeri corretti per i
singoli pesi principali per un n = 4096.
Se la legge viene rilevata direttamente e accuratamente da questi esperimenti,
allora, in considerazione del fatto che ovunque esiste lo stesso rapporto tra il peso
aggiuntivo e il peso principale, tutti i numeri rnon solo approssimativo, ma
esattamente lo stesso per i diversi pesi. Questo non è il caso. Tuttavia, è la deviazione
di tale forma per la prova ancora della legge è lasciata vedere così poco per una
deviazione vero quando la deviazione che abbiamo trovato al limite inferiore nel
regno della percezione della luce, ma anche e per un molto aspetti analoghi come
requisito della legge. Come abbiamo cioè la sensazione di luce che devono ancora
prendere anche senza accesso di luce esterna interiore eccitazione luminosa con
carica esistente, ecco anche senza un peso esterno P esistente nella raccolta con
raffinato, (peso del braccio e qualsiasi indumento rivestimento in i miei tentativi solo
una manica camicia leggera 36), E come la legge può confermare nelle ex aree
tentando direttamente in conformità, come la vista interna può trascurare contro
l'esterno, come in altre zone solo in conformità con, come il momento del peso della
salita e allo stesso tempo il braccio alzato contro quella di lusso Il peso può essere
trascurato.
36)Inoltre, rimane discutibile in quale misura la pressione dell'aria sulla pelle
non debba essere presa in considerazione con un certo valore, ma sembra
essere caricata nell'organismo.

In realtà, però, vediamo i nostri più alti enfasi solo molto lievi deviazioni dal
requisito della legge, e l'andamento generale della deviazione nel senso in cui si
aspettava di essere prenotato considera i numeri vincenti di crescere qualcosa
con P. Pensa cioè al sorgere in formato pesi principali P sempre lo stesso additivo
assoluta Una forza Armgewichtes insieme, mentre D soltanto proporzionale P cresce

come cade nei nostri esperimenti caso, ovviamente , di cui il numero corretto
dipendente, maggiore è spento, a seconda più A contro Pscompare nel divisore, cioè
il più grande P è esso stesso, e diventa notevolmente costante dal punto in cui P è
diventato abbastanza grande da poter considerare A come non più discutibile; come
mostra l'esperimento.
Nel peso non trascurabile del braccio può inizialmente solo notare che
l'apprezzamento, che ha ricevuto i pesi principali da 300 a 3000 grammi, non in un
ancora più forti accantonamenti dei numeri vincenti in ordine crescente di P sono
noti, nome che non è così al passaggio tra i due più piccoli pesi 300 e 800 grammi è
più evidente, dove anche nella fila a due mani si vede una diminuzione piuttosto
piccola. Ma prima mettere quest'ultimo anomalia quindi, che torno tardi, poi la prima,
non deve essere considerata come certo che il carico sul braccio dal suo peso è quello
di portare allo stesso modo in attacco, come uno scopo gefügtes peso esterno; in
secondo luogo, considera che il peso sollevato Pma all'estremità del braccio di leva,
che forma il braccio di sollevamento, il peso del braccio che agisce nel centro di
gravità del braccio agisce su un braccio più corto, il che riduce comparativamente il
suo momento; terzo, che l'aggiunta di questo momento al momento di P viene presa
in considerazione solo per la sensazione dei muscoli, ma non per la sensazione di
pressione, poiché solo il peso Pma non il peso del braccio che preme sulla pelle; In
quarto luogo, infine, che i numeri corretti delle tabelle precedenti non forniscono
ancora una misura accurata della sensibilità, ma indicano semplicemente il tasso di
sensibilità in ascensione con i pesi principali comunque. In realtà, tutto ciò che è stato
detto nel cap. e, in particolare, la circostanza menzionata tiene conto del fatto che
l'influenza della sequenza temporale dell'elevazione pa forte aumento di peso
aumenta, e quindi secondo il commento di cap. 8 fa qualcosa di più piccolo della
somma dei casi appropriati, di quanto non lo sarebbe senza questa influenza
interferire il caso, che senza questo disturbo, infatti, i numeri giusti ai massimi enfasi
sarebbero essere leggermente più grande, un po 'differenziate fallita dal basso. Questo
è specialmente il caso dei pesi addizionali più piccoli 0,04 P, mentre contro il più
grande 0,08 Pl'influenza p scompare relativamente di più. Così, nella serie a due mani
per i pesi principali 1500 e 3000, uno ha numeri corretti a 0,04 P in Summa 1321 e
1335, a 0,08 Pal contrario, 1592 e 1657; in un caso a una mano a 0,04 P i numeri
1465 e 1460; 0.08 P 1687 e il 1726. La differenza pertanto è molto più grande a 0,08
in entrambe le serie P 0,04 P .
La perturbazione degli effetti collaterali p, q è completamente eliminata
dalla completa compensazione della stessa, discussa in precedenza (capitolo 8), che si
basa sulla separazione e sul calcolo separato dei quattro casi principali. Il primo è la
specificazione dei valori r secondo i quattro casi principali in una prima tabella (III) e
i valori t- derivati dalla tabella fondamentale (ancora senza frazionamento) in una
seconda (IV). Nei "metodi di misurazione" annuncerò anche una specifica
corrispondente per la serie a una mano; Qui vorrei non accumulare troppi numeri. I
risultati definitivi da considerare di seguito nella discussione sulla questione della
nostra legge si trovano nelle colonne 4 hDe 8hD della Tabella IV; le restanti colonne
di questa tabella e l'intera Tabella III sono prese in considerazione per il nostro scopo
attuale solo come una registrazione di quei risultati definitivi; ma, per inciso, possono
essere utili per spiegare il modo in cui tali sono da guadagnare, e in molti punti del
metodo in generale, come accludo.
Per motivi di chiarezza, discuterò nuovamente i primi numeri delle seguenti due
tabelle:
Il numero r 1 = 328 a P = 300, D = 0,04 P, n = 512 nella Tabella III dice che a P =
300 grammi, D = 12 grammi, 512 casi del primo caso maggiore, cioè dove D è il
primo annullato ci sono 328 casi giusti.
Il numero corrispondente t 1 = 2547 della Tabella IV viene trovato dopo la tabella

fondamentale portando al valore t associato . L'istruzione n =


512, v = 1 sopra indica nella Tabella IV che ogni valore t è derivato da 1 per 512 casi
(cioè senza frazionamento).
III. Valori r delle serie a due mani specificate dopo i 4 casi principali .
n = 512 somma
P D = 0,04 P D = 0,08 P
( n = 4096)
r1 r2 r3 r4 r1 r2 r3 r4
300 328 304 328 266 404 358 372 300 2660
500 352 274 321 288 399 339 364 306 2643
1000 334 318 335 309 377 365 410 338 2796
1500 346 323 308 344 408 402 399 383 2913
2000 296 365 309 373 404 385 439 398 2969
3000 244 393 265 433 392 447 390 428 2992
somma 1900 1977 1866 2013 2384 2296 2374 2153 16973

IV: I valori t derivano dalla tabella precedente t della serie a due mani.
n = 512, v = 1.
D = 0,04 P D = 0,08 P
somma
P Somma Totale
t1 t2 t3 t4 t1 t2 t3 t4
4 ore 4 hD 8h

300 2547 1677 2547 346 7117 5679 3692 4260 1535 15166 22283
500 3456 624 2290 1112 7482 5444 2958 3932 1749 14.083 21565
1000 2769 2181 2807 1856 9613 4469 3973 5971 2920 17333 26946
1500 3224 2363 1820 3147 10554 5873 5584 5444 4726 21627 32181
2000 1394 3973 1856 4301 11524 5679 4813 7558 5397 23447 34971
3000 - 416 5168 312 7200 12264 5123 8067 5034 6915 25139 37403
Sat. 12974 15986 11632 17962 58554 32267 29087 32199 23242 116795 175.349
Si vede quanto la natura dei quattro grandi eventi, i numeri r di cambiare e come
questi cambiamenti sono influiert delle dimensioni del enfasi con. A P = 3000, il
numero corretto r = 244 è persino più piccolo del 268 sbagliato (che è ottenuto
sottraendo il numero corretto dal totale 512), che quindi ha un valore negativo t (nella
Tabella IV) (vedi Cap. 8). Per inciso, tali casi si verificano abbastanza nelle altre mie
tabelle di osservazione.
Uno può ora usare la Tabella III, che è descritta nel cap. 8 regole date per la
compensazione completa e la determinazione delle influenze p, q stesso per esercitare
in quale disposizione qui per entrare in nessun interesse.
Inoltre, confrontando i valori di somma della tabella T ottenuta con D =
0.04 P e D = 0.08 P, si può convincersi che questi valori di somma sono
notevolmente proporzionali ai D , vale a dire che notevolmente raddoppiati a
0,08 P al ritmo di 0,04 P , che garantisce la legittimità della fatturazione secondo
l'osservazione fatta (cfr. capitolo 8) 37) . Tuttavia, tutto questo non è discusso qui.
37) A proposito, ci sono anche altre serie di test per me.
Ciò che importa qui è che vediamo fino a che punto i valori di somma 4 hD , 8 hD ,
che risultano dall'aggiunta di t 1 , t 2 , t 3 , t 4 , sono costanti alle diverse P , che è
esattamente il caso. come la somma dei numeri r , da cui derivano, sarebbe se la
nostra legge è valida, e se il peso del braccio non P zuträte.
I dati nelle colonne 4 HD, 4 HD, 8 hD fornire cioè la ex in particolare, quest'ultimo
aggiunto è per entrambi, che è in realtà in esame misure di ciascuno dei due pesi
aggiuntivi proporzionate, che senza il Miteinflüsse il tempo e la posizione spaziale
della navi p , q , sarebbe ottenuto, ovvero prodotti dalle misure di diversa
sensibilità h nei 4 o 8 volte il peso aggiuntivo D, con conseguente dividendo per 4 o
8 D 38) , la misura della differenza h sarebbero stati trovati anche per le diverse
accentuazioni. Questo dovrebbe essere fatto senza il peso del braccio secondo la
nostra legge dei pesiP e di conseguenza i pesi aggiuntivi D proporzionali ad esso
risultano essere inversamente proporzionali, e di conseguenza i prodotti 4 ore o
8 ore sono risultati uguali ai vari pesi principali. Dal momento che è più facile
valutare le deviazioni dall'uguaglianza rispetto alla proporzionalità, i prodotti si sono
fermati alle 4 h , 8 hD , senza risalire alla h stessa.
38) Dè per la colonna 8HD in media 0,06 P. Un calcolo più vicina, ma è il
calcolo di h per D = 0,04 P e D = 0,08 P particolarmente 4 dalle
colonne hD rendere, e solo da esso la più probabile cercare media di h .

Per motivi di chiarezza, ora mettiamo i valori delle tre colonne principali, per
divisione, rispettivamente, con 4 o 8, per tornare al valore semplice hD , nella
seguente tabella. I termini v = 4, v = 8 sopra lo stato delle colonne, secondo il cap. 8,
che ciascun numero di colonne è derivato, rispettivamente, da 4 o 8
volte n osservazioni; Ma n = 512.
V. hD valorizza le serie a due mani.
n = 512.
D = 0,04 P D = 0,08 P mezzi
P
( v = 4) ( v = 4) ( v = 8)

300 1779 3792 2785


500 1871 3521 2696
1000 2408 4333 3368
1500 2639 5407 4023
2000 2881 5862 4371
3000 3066 6285 4675
somma 14639 29200 21918
Per il significato astratto dei numeri HD, traduciamo con cui abbiamo a che fare
qui solo per quanto riguarda Konstatierung nostra legge, in un senso per
l'esperimento, è questa: quando si applica per ciascuno dei principali pesi applicati al
posto dello stesso peso aggiuntivo relativo, come è stato fatto, questo è diviso per il
numero hD o un determinato multiplo o frazione di HD, sarebbe stata applicata,

sarebbe un numero uguale ovunque sono stati ottenuti Quindi tu z. serie pagina
seguente B. due mani secondo la dichiarazione di tentativi hanno dividing parente
con numeri che appartengono ai pesi principali 2000 e 3000 grammi pesi
supplementari, che sono disponibili come queste accentuazioni nella stessa
proporzione-se, che sono proporzionali 4500 e 4909 Così cadono ugualmente nella
sensazione.
Se questi risultati non sono ancora definitivi, a cui vengo nel seguito, li ho
diligentemente dati qui, perché non divergono significativamente da quelli definitivi,
in modo che almeno uno possa seguirli, e perché senza Grande estensibilità lascia che
tutti i documenti dello stesso diano, da cui si possono riprodurre dopo le regole
specificate nell'ottavo capitolo stesso. In questo caso, tutti i numeri corretti ottenuti
per lo stesso caso principale, gli stessi P e D durante l'intero mese di osservazione,
sono presi insieme e senza il frazionamento per derivare il tSono stati usati i valori
della tabella fondamentale. Tuttavia, come notato (vedi Capitolo 8), in tutti i miei
esperimenti ho preferito eliminare più sicuramente le variazioni delle influenze p, q ,
e soprattutto per calcolare i valori t per ogni caso principale da frazioni di n = 64, e
per unirli in somma o in media. Così è successo nelle seguenti versioni a due mani e
con una sola mano. Tuttavia, la riproduzione dei numeri corretti di queste frazioni a
64 e dei singoli valori -T derivati da loro costerebbe troppo spazio, quindi mi limito a
quanto segue, che è composto da tutte le frazioni con il numero v diviso le frazioni
per dare risultati definitivi per entrambe le serie, alle quali è finalmente necessario
stare fermi.
VI. Valori HD della serie a due mani.
n = 64.
D = 0,04 P D = 0,08 P
mezzi
P
( v = 32) ( v = 32) ( v = 64)

300 2023 3918 2971


500 1965 3705 2835
1000 2530 4637 3584
1500 2774 5910 4342
2000 2966 6034 4500
3000 3296 6520 4908
somma 15554 30724 23140
VII Valori hD della serie a una mano.
n = 64.

sinistra diritti L. e R.
D = 0,04 P D = 0,08 P mezzi D = 0,04 P D = 0,08 P mezzi centro
P totale
( v = 16) ( v = 16) ( v = ( v = 16) ( v = 16) ( v =
32) 32) ( v = 64)

300 3916 4845 4381 3658 5360 4509 4445


500 2876 5246 4061 3349 5584 4467 4264
1000 2906 5649 4278 5103 6230 5667 4973
1500 4016 6426 5221 4638 7647 6143 5682
2000 4700 6515 5608 4517 6821 5669 5639
3000 4455 8084 6220 4551 7616 6084 6152
somma 22869 36765 29769 25816 39258 32539 31155
Occasionalmente, mi riferisco a un punto del metodo che è spiegato confrontando
la Tabella VI con la Tabella V. Sia applicabile alla serie a due mani, tabelle sono
basate sugli stessi valori di osservazione, e solo in tale nella Tabella V, i valori
differiscono hD senza altro frazionamento che dopo 4 casi principali tramite n sono =
512 derivati, nella Tabella VI ma con forte frazionamento usando n =64. Dipende da
questo, secondo l'osservazione (capitolo 8), che tutti i valori dell'ultima tabella sono
leggermente più grandi di quelli del primo. La deviazione sarebbe indifferente se il
rapporto dell'ingrandimento fosse lo stesso per tutti i valori, poiché in questo caso
sono importanti solo i rapporti. Ma alcuni valori sono ingranditi in proporzioni
diverse rispetto ad altri. Ciò dipende, come si può vedere da una discussione speciale
della serie di osservazioni, dal fatto che p e q non sono rimasti completamente
costanti nel corso di un mese, ma variavano in modo irregolare. Dividendo le serie in
frazioni così piccole che la variazione può essere trascurata durante ciascuna di esse,
l'eliminazione di pe q risultante svantaggio, e quindi i valori ottenuti nella Tabella VI
sono preferibili a quelli della Tabella V. Nel frattempo, non vi è alcuna differenza
significativa nel corso dei valori tra le due tabelle, in modo che si possa essere
fermati al primo, molto più breve, derivabile. In ogni caso, il confronto di queste
tabelle può indicare come, approssimativamente, il grado di frazionamento possa
cambiare i valori assoluti.
Confrontando i mezzi definitivi ottenuti con le serie a una mano e a due mani, lo
troviamo

Einhand.
P
zweihänd.
300 1.496
800 1.504
1000 1.325
1500 1.309
2000 1.253
3000 1.254
secondo cui il rapporto tra i due valori diminuisce lentamente con crescente enfasi,
ma sembra avvicinarsi alla costanza.
La vista della transizione dei valori hD nelle precedenti tabelle VI e VII ora insegna
chiaramente che gli stessi conduttori essenziali per lo stesso, come il passaggio dei
numeri r nelle prime tabelle, tranne che la crescita dei valori hD con P di un motivo
specifico, nel i valori P più alti sono più evidenti di quelli dei numeri r . Tuttavia, la
crescente approssimazione all'uguaglianza con la crescita di P è abbastanza chiara.
Quindi, trovare i tre più alti P valori = 1500, 2000 3000 grammi nella serie
zweihändi-gen in media i valori hD = 4342, 4500, 4908; nella sola mano 5682, 5639,
6152, invece. Mentre P da 1500 a 3000, cioè dal semplice sale due volte,
aumentando hD relativamente molto poco, cioè dal semplice rispetto a 1,13 volte o
1,08 volte.
Ora mi sembrava di interesse, questo per il periodo di prova della legge importante,
l'uguaglianza approssimativa di hD di nuovo essere riportata a pesi più elevati per i
due più alto Hauptge pesi 2000 e 3000 in particolare; e ho pensato di A-zione quando
un batch, che è stato contemporaneamente determinato per confrontare la procedura
con una sola mano e due mani in tentativi alternativi facendo impiegati i precedenti
due righe nel suo insieme dopo l'altro, senza la sicurezza di tale concessione
confronto (vedi sopra); A proposito, deve essere dimostrata anche la proporzionalità
dei valori di t con la D applicata , che è già stata stabilita da altri esperimenti .
Questa serie, anch'essa di 32 giorni, si trova nel dicembre 1858 e nel gennaio 1859
nelle normali condizioni indicate qui sotto, quindi, anche se molto più tardi,
abbastanza simile alle precedenti. Ogni giorno di test comprende 8 dipartimenti di 64
ascensori, quindi l'intera serie 32 . 8 . 64 = 16384 elevazioni. Tra i due pesi principali
è stato cambiato da un giorno all'altro, tra una mano e due mani dopo ogni due giorni,
anche cambiato ogni giorno dopo ogni due divisioni tra un peso aggiuntivo D =
0,04 P e 0,08 P , che quindi a P = 2000, rispettivamente 80 e 160, in P = 3000,
rispettivamente 120 e 240 grammi. Inoltre, nella procedura a una mano, come ho
sempre pensato, sinistra e destra sono cambiate dopo ogni reparto di 64 elevazioni.
Per distinguerlo dal precedente, chiamo questa serie di esperimenti a due ea una
mano. In primo luogo, nella tabella VIII, do i numeri aggiunti r dei 4 casi principali a
un apercu provvisorio; nella Tabella IX ma, molto simile alla Tabella VI e VII 64
calcolato sotto separazione dei quattro casi principali da frazioni valori hD, senza
neppure qui per la sua completezza per annunciare i documenti di questo calcolo in
natura.
VIII Numero di casi corretti r della serie a due e a una mano.

A due mani con una sola mano


sinistra diritti
n = 2048
p n = 1024 n = 1024

D D D D
D = 0,04 P D = 0,04 P
= 0,08 P = 0,08 P = 0,04 P = 0,08 P
2000 1280 1503 708 840 681 863
3000 1297 1536 737 882 703 847
somma 2577 3039 1445 1722 1384 1710

La somma r in P = 2000 è
5875
- - - - - = 3000 - 6002.

IX. Valori HD della serie a due e una mano.


n = 64.

p A due mani con una sola mano


( v = 16)
( v = 32)
sinistra diritti
D D
D = 0,04 P D = 0,08 P D = 0,04 P D = 0,08 P
= 0,04 P = 0,08 P
2000 2461 5018 3456 7078 3709 9464
3000 2702 5326 4270 8310 4212 8028
somma 5163 10344 7726 15388 7921 17492
La somma di hD in P = 2000 è
31186
- - - - - - = 3000 - 32938.

Se le circostanze esterne e il metodo di calcolo di questa serie sono strettamente


comparabili con le serie precedenti, i numeri nella tabella IX dovrebbero essere
in accordo con quelli delle tabelle VI e VII per P = 2000 e 3000. Sono, tuttavia,
considerevolmente più piccoli nella serie a due mani, e sebbene vicino ai numeri per
0.08P in una mano , sono considerevolmente più piccoli per 0.04P , ricordando che i
numeri della serie con una sola mano a D = 0 , 04 P e 0,08 Pessi stessi non sono
paragonabili tra loro, come dimostra il fatto che questi ultimi non raddoppiano
sensibilmente il primo e, come già osservato, dipende dal fatto che siano conservati in
settimane diverse. Ciò può dare un indizio su quanto è stato detto che non si può
contare sulla comparabilità delle misure ottenute in epoche diverse, anche se le
circostanze esterne erano le stesse. Nel frattempo, la comparabilità di ciascuna serie
in relazione alle circostanze in questione non ha dato alcun risultato.
Che nella nostra serie attuale, in cui la variazione tra i due D's ha avuto luogo lo
stesso giorno, composto da r valori calcolati HD sensibilmente proporzionale
dato D's spettacolo è una delle conferme della nostra norma contabile.
Secondo i risultati definitivi, hD è aumentato da P = 2000 a P = 3000 solo nel
rapporto da 31186 a 32938. La deviazione di entrambi i numeri dall'uguaglianza
indica la deviazione dalla domanda diretta della legge di Weber, che è spiegata da noi
dal peso del braccio in entrata. Tuttavia, il numero 9464 nella tabella precedente è
indubbiamente troppo grande per caso, dopo il confronto con tutte le altre figure; e
quindi la deviazione si è rivelata un po 'più piccola di quanto sarebbe comunque. Per
il resto, il risultato essenziale di questa serie è la perfetta conferma del risultato di
quelli precedenti.
Poiché la parte del rapporto, con cui il momento del braccio sollevato deve essere
attribuito a quello del peso sollevato, non può essere determinata sin dall'inizio, in
parte perché il momento sul vivente non vuole essere misurato con precisione, in
parte perché non è esattamente conosciuto in In quale proporzione l'effetto del
sentimento dei muscoli entra nell'effetto totale, si potrebbe pensare di determinare
il valore attribuibile a P dai nostri valori hD in base al presupposto della validità della
nostra legge; ma alcune considerazioni mostrano che non stanno abbastanza bene.
In base ai principi usati nel calcolo della probabilità degli errori relativi
all'interazione di condizioni di precisione indipendenti, se la sola
sensazione muscolare equivalesse al valore t ' = h'D e la sensazione di sola pressione
il valore t "= h" D ad alcuni Pesi aggiuntivi D avrebbero prodotto, dall'interazione
dello stesso un valore t =

aspettarsi, e successivamente un account approssimativamente incerto. Ora, secondo


la nostra legge , t ' sta nella relazione inversa di P + A, se A è inteso come sopra, t
" semplicemente nella relazione inversa di P, e di conseguenza si ha

se c ' ec sono costanti. Il tre incognite c', c", A sarebbe poi fuori del nostro per le
varie P valori ottenuti hD da determinare. Ma anche se la difficoltà di questo calcolo
sarebbe superato, sarebbe l'anomalia con un piccolo P che dovrebbe essere pari al
discorso, un calcolo preciso nel modo.
Il fatto che, nel passaggio da P = 300 a P = 500 grammi, t invece di aumentare,
piuttosto mostrando un po 'diminuito, è un'anomalia che non può essere spiegata da
quanto sopra. Non credo che si basi su contingenze a causa di un'osservazione
insufficiente, anche se la possibilità di questo non è assolutamente esclusa, dal
momento che è solo un piccolo, e un numero molto grande di esperimenti è
necessario per mantenere in sicurezza le piccole differenze; ma a parte l'accordo di
entrambe le serie di esperimenti, ognuno dei quali conta un gran numero di
esperimenti, anche con i valori più piccoli di P l'aumento di t con crescita di Pper
essere relativamente forte, nel senso che qui l'aumento al momento di P al momento
del braccio è relativamente maggiore qui. E se non ci sono particolari circostanze di
disturbo con i pesi più piccoli, che sono compensati dalla loro influenza in quelli più
grandi, penso che sarebbe stato necessariamente necessario.
Anche se non posso fornire alcuna informazione definitiva su questa anomalia, la
cui conclusione sicura con nuovi esperimenti sarebbe piuttosto desiderabile, il
seguente mi sembra che offra alcune probabilità nel caso in cui esista davvero in
natura.
Si può immaginare che una pressione crescente anche a prescindere dalla riduzione
di sensibilità, che è secondo le nostre leggi proporzionale con l'aumento dello
stimolo, o associati dalla compressione meccanica delle terminazioni nervose o
appercezione dell'impianto ausiliario pressione esprime un effetto riduttivo sulla
sensibilità chi scompare a maggiori pesi contro l'influenza che segue la nostra legge,
che deve avere una ragione più generale e profonda; ma per quelli più piccoli
potrebbe affermare prevalentemente. Ciò spiegherebbe la diminuzione di t all'inizio
della crescita di P. Io non sono contrari a mettere la presente il fatto in relazione, che,
altrimenti, mi sembra anche sconcertante che ci sentiamo un solletico Gentle Touch
più forte, e incoraggiato più per riflesso azione come una pressione leggermente più
forte, anche se la preponderanza della sensazione sempre per un rimane una pressione
molto forte. Ma ho difficoltà ad ammettere che queste sono solo idee che richiedono
un ulteriore esame e possono dare questo suggerimento a farlo.
E 'molto probabile che, proprio come il campo del peso testare il limite inferiore
della legge dice al campo degli esperimenti di luce, questo sarà il caso per quanto
riguarda il limite superiore, solo che i test non continuino fino a un tale limite da me
sono stati cui il carico comincia ad avere un effetto negativo, e anche, ovviamente,
non dal metodo di casi giuste e sbagliate, che richiede un'enorme quantità di test può
essere continuato senza svantaggio permanente sufficientemente lungo per ottenere
determinati risultati. Ma, secondo il metodo delle differenze appena percettibili, forse
esperienze dimostrative a questo riguardo potrebbero essere fatte senza essere in
grado di ottenere uno svantaggio; poiché il grado di precisione che può essere
ottenuto con questo metodo dipende meno dal numero di esperimenti.
Se trascuriamo quanto sopra, lo studio della validità e dei limiti della nostra legge
nel campo delle prove di peso è ancora lontano dall'essere completato; e i miei
tentativi di risolvere il problema, secondo il quale Weber's è solo un secondo passo
verso il primo, che molti dovranno seguire con nuove modifiche del metodo. Da
quanto è stato ottenuto finora si può solo dire che le osservazioni generalmente
concordano così bene con la legge che non si può dubitare della sua validità
approssimativa o esatta entro certi limiti; Ma l'anomalia al limite inferiore, la
questione del limite superiore, la più accurata Konstatierung e determinare l'influenza
del Armgewichtes, la separazione completa e precisa del sentimento pressione e
muscoli sensazione, sono ancora punti che attendono il completamento con prove
future. Gli esperimenti di Weber hanno generalmente dimostrato la legge in generale,
senza che il metodo sia in grado di accertare le deviazioni da esso; i miei esperimenti
hanno rivelato cose del genere senza che sia sufficiente eliminarle prendendo in
debita considerazione le circostanze dalle quali dipendono.
Mentre non può esserci dubbio che l'isolamento della sensazione di pressione è
ottenuto da un esperimento di Weber, in cui il peso è posto sull'ultima falange della
mano appoggiata sul tavolo; L'isolamento della sensazione muscolare, tuttavia, non
mi sembra tanto sicuro dell'altro, come indicato da lui nel trattato sul senso del tatto
e del buon senso, dove l'osservatore con la mano copre gli angoli uniti di un tessuto
in cui pende un peso; dal momento che il peso deve necessariamente agire ancora di
più per permettere agli angoli di scivolare attraverso la mano, più è pesante, se non
viene contrastato da un'assunzione più forte, e di conseguenza una pressione
maggiore. Ma se la pressione fosse mantenuta costante,
Un metodo per isolare la sensazione muscolare esattamente negli esperimenti, non
voglio applaudire affatto. Per isolare la sensazione di pressione, forse l'uso di palle o
martelli che cadono dalla data altezza sulla pelle è probabile che, pur mantenendo il
nostro metodo, anche più adatto di applicazione dei pesi dormienti; e un confronto
tra i risultati ottenuti con quelli che consentono l'elevazione dei pesi, può non essere
di grande interesse.
Indipendentemente dalla questione della nostra legge, il risultato diretto degli
esperimenti riportati in precedenza può essere espresso come segue.
Se si confronta un dato peso con un altro, a cui viene aggiunto un certo peso in
eccesso rispetto al primo, maggiore è il peso, più deve essere il più deve essere
aggiunto più peso e maggiore è la differenza tra i due pesi nella sensazione cadere
Se si consente che il peso in eccesso cresca proporzionalmente al peso principale,
in modo che la sua grandezza assoluta e relativa rispetto al peso principale non sia
sempre la stessa, la fedeltà di questo peso in eccesso relativo aumenta leggermente
con l'aumento di pesi principali più elevati; Tuttavia, tende sempre più
all'uguaglianza, così che la differenza nella chiarezza degli stessi pesi relativi relativi
ai pesi principali di 1500 e 3000 grammi è solo piccola, circa il rapporto di 10 : 11
corrisponde. Cioè, i pesi relativi a 1500 e 3000 grammi di peso sarebbero, piuttosto
che uguali, all'incirca 11 :10 si comportano allo scopo di apparire ancora più evidenti,
cioè di dare una proporzione più corretta ai casi sbagliati nel metodo corrispondente.
Tuttavia, questo andamento ascendente della distintività dei pesi relativi relativi
con le dimensioni dei pesi principali subisce un'eccezione a pesi principali molto
bassi, in quanto la notorietà aumenta leggermente da 300 a 500 grammi; mentre oltre
800 grammi il corso ascendente continua.
La ragione per l'andatura eccezionale nei pesi inferiori è buona quanto sconosciuta,
e solo (così) una congettura casuale quindi espressa; la ragione della deviazione dalla
somiglianza di pesi relativamente uguali quando si sale a pesi più alti può essere
verificata con probabilità che il momento del peso del sollevamento e del braccio
elevatore entri in gioco come un aumento del peso principale che indica la relativa
uguaglianza del in realtà relativo a questo aumento di peso in testa rispetto alla
messa, entrata in più di peso.
Quando si applicano pesi diversi a uno stesso peso principale, la notorietà aumenta
con la dimensione del peso extra. Questa maggiore peculiarità si traduce in un
aumento del rapporto tra casi veri e falsi e nel numero totale di casi, se si utilizza il
metodo dei casi corretti e falsi per confrontare i pesi. Tuttavia, il numero di casi
corretti non aumenta proporzionalmente alla dimensione del peso extra, ma in
proporzioni minori.
La regola (capitolo 8) di trovare tramite la tabella fondamentale come viene
confermato il numero corretto in base al peso aggiuntivo è confermata
nell'esperienza.
Questi risultati sono di esperimenti con accentuazioni = 300, 800, 1000, 1500,
2000, 3000 grammi e altri pesi uguali a 0,04 e 0,08 di enfasi, coerenti con
miglioramento del tenore di pesi con una sola mano e con entrambe le mani, con la
precipitazione di trovato errori costanti, che dipendono dal tempo e dalla posizione
spaziale dei pesi sollevati.
4) temperatura. 39)
La questione di come la nostra legge viene applicata alla sensazione di temperatura
include ancora le disfunzioni. EH Weber 40)è incline ad accettare; Piuttosto, possiamo
percepire l'atto di alzarsi e abbassarsi della temperatura della nostra pelle come il
grado in cui la temperatura è aumentata o diminuita, per esempio, non sentiamo se la
nostra fronte o la nostra mano è più calda finché non abbiamo Metti una mano sulla
fronte, dove spesso percepiamo una grande differenza tra i due, e in alcune occasioni
la mano, agli altri la fronte più calda, "a cui altri, affermati dall'esperienza di Weber,
che puntano appena. Nel frattempo sembra che siamo anche in grado di percepire un
calore prolungato come calore, e il freddo persistente come freddo, se devia
sufficientemente dalla temperatura ordinaria o media.
39) Il tocco. e il pubblico. P. 549.
40) In materia di p.165.
Comunque sia, considerando la questione della legge di Weber riguardo alle
differenze di temperatura, la temperatura di uno zero assoluto non può in alcun caso
essere considerata come lo stimolo, ma semplicemente la differenza da una
temperatura alla quale noi non senti né caldo né freddo, perché la dimensione della
sensazione di calore e freddo dipende solo da questo. Questa differenza può ora
aumentare o diminuire, e la questione della legge di Weber è se un altrettanto grande
aumento relativo non è la temperatura assoluta ma questa differenza di temperatura
condizionato un incremento altrettanto evidente, o più in generale uguale di
sensazione di temperatura.
Dopo alcuni, ma non sufficienti, gli esperimenti che ho fatto su questo tema,
sembra essere entro certi limiti delle temperature medie, mentre non è più il caso in
temperature molto fredde e molto calde.
I miei esperimenti su questo sono fatti in sei giorni (nel dicembre 1855) col metodo
delle differenze appena percettibili, usando il metodo weberiano di alternare
l'immersione di due dita della stessa mano sempre alla stessa profondità in due vasi
con acqua calda in modo non uniforme , Per l'osservazione abbiamo usato alcuni
termometri greiner molto precisi e precisamente comparati con le scale reaeauriane
del Gabinetto fisico di Lipsia, in cui è ancora possibile stimare la metà di un decimo
di un intero grado. Come uno di loro alla dichiarazione di Hankel, che è stato così
gentile da farmi li ho per i test in modo da possedere Konstatierung da 0 °, 05
o 1 / 20Grado più alto dell'altro, ogni osservazione è stata quindi corretta. Sulle altre
condizioni della serie di esperimenti darò i risultati necessari in base ai risultati.
Entro le temperature di circa 10 ° a 20 ° R. ho trovato la sensibilità per le differenze
di temperatura così grande che le differenze appena evidenti non hanno permesso una
determinazione esatta. In ogni caso, un massimo di sensibilità, in cui le differenze
sono evanescenti o quasi evanescente, si trova entro questi limiti, senza consentire
una determinazione diretta esatta. 20 ° e il calore del sangue, non vanno molto i miei
esperimenti in materia di aggiunta, ho trovato i risultati alla legge di Weber molto
bene di conseguenza se (tutto empiricamente) come misura della temperatura stimoli
eccesso di temperatura sopra la temperatura media tra il congelamento calore freddo
e il sangue = 14 °, 77 R. 41) partendo dal presupposto che la differenza di temperatura
appena percettibile era proporzionale a questa elevazione al di sopra della
temperatura media. Ecco la prima tutti i calcoli di appena percettibile registrato,
differenze di temperatura D con le temperature t in cui sono stati osservati, essi
riportati come media tra le due temperature tra i quali la differenza D è osservata ei
valori calcolati di assumendo Dche le differenze appena evidenti sono proporzionali
alle eccedenze di temperatura superiori a 14 °, 77. La prima pagina (I) rientra in
questa tabella perché le differenze osservate sono qui a tutti troppo piccolo, di
considerazione, e possono servire solo per dimostrare l'esiguità delle differenze
appena percettibile entro i limiti della temperatura di questa parte della
tabella; mentre la seconda pagina (II) del 19 °, 13 ° R. può essere considerata in base
alla loro corrispondenza tra osservazione e calcolo.

io II

Data D º R. D º R.
Data
del t º r. t º r.
verso Obs. calc. del Obs. calc.
verso
Dezbr. Dezbr.
2 15,03 0,19 0.009 26 19.13 0.15 0.16
26 15.40 0.10 0,023 26 20.45 0.20 0,21
26 15.55 0,09 0,028 26 20.63 0.15 0,21
26 16.18 0.15 0051 26 21.20 0.20 0.23
21 16.70 0.20 0070 26 21.73 0.25 0.25
**
26 16.71 0,09 0070 21 23.30 0.30 0.31
21 16.75 0.10 0,072 21 25.35 0.40 0.39
**
21 16,88 0.25 * 0076 21. 26 26,80 0.40 0.42
21 17.00 0.00 0,081 21. 26 28,80 0.60 0.51
**
26 17,20 0.20 0,088 26 30.50 0.60 0.57
21 17.30 0.10 0,092 26 31.35 0.60 0.60
**
26 17.69 0.23 0,106
26 18.78 0.15 0,145
41) Questa temperatura si basa sulle condizioni termiche del corpo umano
attraverso Lichtenfels e Fröhlich nell'Abhandl. la Vienna. Akad.

I valori calcolati della tabella si ottengono moltiplicando la temperatura


in eccesso di 14 °, 77, cioè t - 14 °, 77 di 0,03623. Questa costante è derivata solo
dalle osservazioni di t = 19 °, 13 a 31 °, 35; ma i valori osservati e calcolati di D oltre
14 °, 77 e sotto 19 °, 13, che, come ho detto, sono solo tracce, sono anche inclusi
nella prima pagina della tabella. Le osservazioni della tabella appartengono a solo 3
dei 6 giorni di test; facendo riferimento alle osservazioni nell'altro 3 solo a
temperature inferiori alla temperatura media che fornisco in particolare.
Cosa i valori di contrassegnato con un asterisco D Come per il primo lato del
tavolo, ci sono quelli che non sono semplicemente come appena percettibile, ma
notevolmente (1 stella) o significativamente (due asterischi) registrata nel registro di
osservazione, che è solo applica in particolare. Una di queste differenze sensibili (a
17 °) non poteva più essere rilevata sul termometro (la correzione richiesta fatta da
0,05 ° in questo caso). Infatti, si potrebbe essere inclini ad assumere la temperatura
media di massima sensibilità in base a questi valori a 16 ° a 17 °, piuttosto che a 14 °,
77, ed è possibile che giaccia lì. Ma puoi guardare i valori quasi scomparsi
di Dcostruire nulla in modo sicuro in prossimità della temperatura media,
considerando che, a parte le variazioni della sensibilità della scala di rilevabilità, gli
errori di lettura di un piccolo scostamento tra la temperatura dell'acqua e termometro
è sufficiente a causare tali differenze o al collasso anche se era più preoccupato di
ridurre queste fonti di errore al più piccolo. Il risultato del calcolo di 14 °, 77
corrisponde nel complesso meglio alle osservazioni.
Per inciso, se anche quelle tracce di D sotto t= 20 ° quasi nell'ordine degli errori di
osservazione, non possono essere considerati puramente come tali, perché il test è
stato generalmente fatto senza sapere per quale acqua si è verificato un eccesso di
temperatura, e deciso solo dopo ripetute immersioni alternate, se ho creduto di essere
il risultato del tutto sicuro di quello che ha avuto luogo a tal punto che mi sono
sbagliato in un numero molto elevato tentativi solo una volta nei pressi della
temperatura al centro, dove le differenze appena evidenti sono quasi trascurabile dalla
ex post in Konstatierung quando, come altrettanto evidentemente supposto, si trovò
differenza nella nave opposta, come dove l'ho accettata, contro cui i casi erano molto
frequenti, dove non potevo trovare alcuna differenza tra le due acque,e in seguito
c'era sempre o nessuno al di sotto del confine della parte notevole del termometro,
che con una specie di controllo reciproco dimostra nello stesso tempo che le
indicazioni del termometro e quelle del sentimento erano generalmente affidabili.
Con l'evidente dalla tabella, la legge di Weber sufficientemente corrispondente
corso di differenze notevoli appena sopra la temperatura media per quanto può essere
giudicato per la piccolezza delle differenze, senza trovare simmetria piuttosto che
sotto di esso. Per circa 10 ° verso il basso le differenze appena evidenti erano ancora
troppo piccoli per dare qualcosa a loro standard, ma più in basso sono andati senza
paragoni più rapidamente con l'aumentare il freddo che con il passaggio di cui sopra e
con la legge di Weber è compatibile; in modo che fossero empiricamente abbastanza
ben rappresentati assumendo una proporzionalità con il cubo di T - t , dove T = 14 °,
77, tLa temperatura alla quale è stata osservata la differenza appena percettibile, e il
valore è 0,002,734 mila con cui uno ( T - t ) 3 va moltiplicata per avere la differenza
appena percettibile del termometro, che senza dubbio la su una forte diminuzione
Sensibilità basata sul freddo. Probabilmente una simile deviazione potrebbe essere
trovata se ci si avvicina alla temperatura oltre il calore del sangue, dove si verifica la
sensazione di bruciore, ma è sempre sorprendente che la deviazione sopra la
temperatura media inizi solo in gradi più alti, ma al di sotto della temperatura media
inizia.
Qui segui la formula
D = (14,77 - t ) 3 . 0.002734
valori calcolati in combinazione con l'osservato entro il limite di temperatura + 10 °,
5 e + 4 °, 5 R. Più in basso Ho avuto in pochi giorni valori troppo divergenti per
costruire qualcosa su di esso.

Data di D
14 °, 77
t º r. osservata calcolato differenza
esperimenti -tº

dicembre
5° 4.60 10.17 2.80 2.88 + 0,08
23 5.32 9.45 2,54 2.31 - 0,21
23 5.43 9.34 2.40 2.23 - 0,17
21 5.65 9.12 2.00 2.07 + 0,07
23 5.69 9.08 2,54 2.05 - 0,49
5° 5.73 9.04 2.22 2.02 - 0,20
secondo 5.81 8.96 1.62 1.97 + 0,35
5° 5.85 8.92 1.80 1.94 + 0,14
secondo 5.88 8.89 1.75 1.92 + 0,17
secondo 6.11 8.66 1.55 1.78 + 0,23
1. 25. 6.98 7.79 1.06 1.29 + 0,23
25 7.15 7.62 1.40 1.21 - 0,19
23. 25. 7.18 7.59 1.49 1.20 - 0,29
25 7.20 7.57 1.30 1.19 - 0,11
secondo 7.21 7.56 0.91 1.18 + 0,27
23 7.64 7.13 0.93 0.99 + 0,06
26 8.18 6.59 0.75 0,78 + 0,03
5° 8.20 6.57 0,80 0,78 - 0,02
23 8.43 6.34 0.65 0,70 + 0,05
23 8.56 6.21 0.61 0.66 + 0,05
23. 26. 8.71 6.06 0.53 0.61 + 0,08
23 8.73 6.04 0.45 0.60 + 0,15
2. 15. 9.15 5.62 0.48 0.49 + 0,01
2. 25. 9.77 5.00 0.40 0,34 - 0,06
5° 10.5 4.27 0.40 0,21 - 0,19
33.38 33.40
In vista delle molte difficoltà che presentano queste altre tentativi, e soprattutto che i
valori di tutti i giorni differenti presi insieme in essa, non è sicuro durante
parzialmente sulla piena comparabilità di sensibilità, parzialmente accurata
mantenendo la stessa scala personale per l'Ebenmerklichsein di offrire questo I
risultati sono una corrispondenza del calcolo con i valori osservati e una variazione
delle differenze positive e negative tra osservazione e calcolo, che probabilmente si
può ritenere soddisfatta. Ovviamente, la partita sarebbe aumentata molto se avessi
voluto saltare alcuni valori non molto appropriati, ma ho dato tutto ciò che era
apprezzabile prima del calcolo. Ma io sono lontano, considerare la formula data più
che empirica, entro certi limiti. Per completezza, aggiungo infine i valori superiori a
10 °, 5 fino a 14 °, 20 valori osservati diD , se nient'altro può essere visto con
certezza da esso, che sono molto piccoli. Tuttavia, sono ancora leggermente più
grandi di quanto dovrebbero essere dopo il calcolo, se si applica la formula
precedente su di esso, come mostra la compilazione del calcolato in seguito con i
valori osservati.

Data di D
t º r. Obs. calc.
esperimenti

dicembre
25 10.88 0.15 0.161
23 11.36 0,13 *) 0,108
5° 11,45 0.30 0100
5° 12.15 0.30 0049
5° 12.40 0.20 0036
25 12,50 0.15 0,032
21 13,30 0.20 0.009
21 13.40 0.25 0,007
5° 13.50 0.15 0,006
5° 13,90 0.25 0,002
5. 21. 14,20 0.15 0.001
*) Significativamente invece che solo apprezzabile.

Anche se questi test sono fatti con grande attenzione, possono ancora duplicati dal
punto di vista sembrano auspicabile che i test sono stati al di sotto della temperatura
centrale, con le temperature meramente ascendente, ingaggiato scendendo alla
temperatura centrale, la comparabilità può fare un po 'la voce. sarebbe necessario
anche un molto più grandi osservazioni numerici per garantire la legge di Weber
sopra della temperatura media di qui presenti in modo che possa dare il risultato di
questi test solo come una temporanea dopo tutto, possibilmente simili sono ancora
soggette a modifiche. Lo designa espressamente come tale e ritengo che sia molto
probabile che la legge di Weber rientri nei limiti da essa stabiliti, ma in nessun modo
provata. Era mia intenzione completare o rinnovare i tentativi dopo queste
relazioni. Ma sono stato interrotto e non ho trovato il tempo per tornare ad esso.
Riguardo la modalità degli esperimenti, aggiungo quanto segue:
Le due navi in cui l'acqua di diversa temperatura conteneva erano grandi porti di
argilla per rallentare il più possibile i cambiamenti di temperatura. Erano così pieni
d'acqua che quando l'indice e il medio della mano destra si abbassavano sul
pavimento, l'acqua raggiungeva solo l'articolazione tra il 1 ° e il 2 ° arto dell'indice
(calcolata dalla palma). Quindi sempre lo stesso contatto è stato fatto con l'acqua. I
termometri, fissati in appositi rack, si tuffavano con i proiettili nel mezzo dell'acqua,
che veniva agitato bene prima di ogni osservazione. La temperatura dell'acqua era in
parte alterata dalla mescolanza con il ghiaccio, in parte con piatti di metallo o argilla,
che si trovavano sulla stufa calda. Le due dita che fanno l'esperimento sono diventate
in uno dei due vasi per così tanto tempo, immersa fino al suolo, lasciato riposare fino
ad assumere una temperatura costante, poi immersi alternativamente nell'uno e altro
recipiente fino a che un giudizio era formata. Era la sensazione della temperatura
sulla I, denominato appena percettibile, quindi la temperatura è stata modificata dalla
agitazione in direzione opposta, in modo che io non sapevo se l'eccesso di
temperatura passato all'altra nave o no, e ripete l'osservazione fino , soprattutto
einfand solo dopo diversi ripetizioni di questa modifica, una differenza appena
percettibile, un processo che è naturalmente abbastanza noiosa. La temperatura è stata
letta subito dopo giudizi impostato. doveva essere un parere. Era la sensazione della
temperatura sulla I, denominato come appena percettibile, quindi la temperatura è
stata modificata dalla agitazione in direzione opposta, in modo che io non sapevo se
l'eccesso di temperatura passato all'altra nave o no, e ripete l'osservazione fino ,
soprattutto einfand solo dopo diversi ripetizioni di questa modifica, una differenza
appena percettibile, un processo che è naturalmente abbastanza noiosa. La
temperatura è stata letta subito dopo giudizi impostato. doveva essere un parere. Era
la sensazione della temperatura sulla I, denominato appena percettibile, quindi la
temperatura è stata modificata dalla agitazione in direzione opposta, in modo che io
non sapevo se l'eccesso di temperatura passato all'altra nave o no, e ripete
l'osservazione fino , soprattutto einfand solo dopo diversi ripetizioni di questa
modifica, una differenza appena percettibile, un processo che è naturalmente
abbastanza noiosa. La temperatura è stata letta subito dopo giudizi impostato. fino a
quando, soprattutto dopo ripetute ripetizioni di questo emendamento, è stata trovata
una differenza apprezzabile, una procedura abbastanza noiosa. La temperatura è stata
letta immediatamente dopo la valutazione. fino a quando, soprattutto dopo ripetute
ripetizioni di questo emendamento, è stata trovata una differenza apprezzabile, una
procedura abbastanza noiosa. La temperatura è stata letta immediatamente dopo la
valutazione.
Anche se ho accettato solo il valore sensazione appena percettibile come
autorevoli, ma ho il seguente nel mio registro osservazione, il più possibile costante
catturato, valori sensazione per l'ordine crescente delle loro dimensioni elencati.
Impercettibile, appena percettibile, appena percettibile, evidente, distinto, deciso,
forte, molto forte. Naturalmente, non è previsto un netto divorzio di questi valori. I
valori appena percettibili erano quelli in cui non ero abbastanza sicuro di non
illudermi, e sebbene ciò potesse essere controllato dall'osservazione, allora fu
possibile un accordo fortuito; Pertanto, ho usato tali valori solo nella misura in cui,
quando mi sono avvicinato a un punto evidente o chiaro negli stessi giorni di
osservazione o in giorni diversi, i mezzi di queste disposizioni sono stati considerati
appena evidenti, cosa che era accaduta diverse volte.
È indiscutibile che i tentativi saranno fatti in questo campo, con gli altri metodi, a
quelli secondo il metodo delle differenze appena percettibili.
Volkmann ha il signor Lindemann, stallone. med. fare esperimenti secondo il
metodo dell'errore mediano e scrivere la sua tesi di dottorato su di esso, che ha scritto
sotto il titolo: "De sensu caloris, HalisMa da questi esperimenti non si può
concludere molto, perché la scala della temperatura è stata passata da 7 ° e 14 °, da 6
° a 45 °, a 55 ° C., salendo due volte e scendendo due volte, ma così via temperatura
intervallo pochi tentativi a venire, consentendo inutile dopo i principi del metodo di
errore medio. destra immersa questo al polso, e sempre prima caldo in principio nella
serie ascendente in discendente sempre prima all'inizio acqua più fredda, che è stata
poi resa uguale alla sensazione con l'aggiunta di acqua più fredda o più calda all'altra.
Nella serie due ascendente, cioè dove Lindemann causato l'equalizzazione delle
temperature dei due masse d'acqua in successione Sensazione a temperature elevate
in successione, un errore positivo è sempre impegnata in due discendente viceversa
sempre un errore negativo. Ci si può porre la domanda, quindi, se questa mossa, che è
stata avanzata nel salire e scendere serie in senso inverso per la scala di temperatura,
o che in ogni esperimento separato, la transizione in senso inverso tra l'acqua
inizialmente più calda e più fredda è successo. Ma dalla circostanza che i primi
esperimenti di ciascuna delle quattro righe mostrano la relazione data, quest'ultima
deve essere conclusa. Per inciso, qui, come per molti aspetti, non c'è bisogno di
informazioni più precise sulle circostanze in questione.
Si ha pertanto qui risultati che sono significativamente interessate da errori costanti
e la regolarità con cui i singoli errori di ogni singola modifica della riga in ascesa o
discesa attraverso la scala di temperatura, tutti gli errori sembrano costante quasi
spoglia perché variabile Errori necessariamente grandi irregolarità in dettaglio
dovrebbero mostrare. La piccolezza della stessa è sorprendente.
Tra 26º, 4º e 38º, 8º C. 42) (entrambi inclusi) ha dato 23 tentativi della 1a serie
ascendente regolarmente + 0,05 come errori tranne che per solo 5 tentativi. A
temperature superiori e inferiori all'errore cresciuto, ma poco, e piuttosto irregolare
all'inizio, in modo che in nell'intervallo da 39,4 a 45.5 unico errore 0, 5; 0,6; 0,7; 0,8,
più giù (+ 0,5 a 14,6, che ha iniziato la serie crescente, + 0,4 a 16 ° e 18 °, 2,
ecc.). Nella seconda serie ascendente, da 31.35 a 42 °, 9 prove su 14 in ascensione
erano invariabilmente trovate a 0.05; questo è salito più alto a 0,1 a 44,8 e 45,1, e più
basso a + 0,25 a 7 °, 9 e 8,4. Nella prima serie discendente di errore - 0,05 41.5 a 19,5
22 esperimenti discendente osservati con l'eccezione di tre, è salito a - 0,1 a 44,7 e
0,29 al 7 °;
42) Cito sempre solo la più bassa delle due temperature tra le quali esisteva la
differenza.
Questi esperimenti sono in accordo con il mio in quanto, da un intervallo in cui i
difetti quasi scompaiono, gli errori verso il punto di congelamento aumentano più
rapidamente o in proporzione maggiore che dopo il lato di calore. Danno un sacco di
bug minori qui che le differenze appena percettibile in precedenza erano da Weber
trovate da me e, anche se questo non è una contraddizione, dal momento che dopo il
punto l'errore deve fallire, in media, più piccole delle differenze appena percettibile
ovunque (cap. 8); In parte potrebbe anche essere dovuto al fatto che solo due parti
delle mie due dita e la mano intera di Lindemann erano immerse in essa. Una
differenza più significativa è che Lindemann trova l'intervallo degli errori più piccoli
intorno al calore del sangue, invece di me ho l'intervallo delle più piccole differenze
apprezzabili intorno alla temperatura media. Nel frattempo può essere perché i suoi
errori sono ovviamente costante nel principale, non giudicare se questo risiede una
contraddizione reale; e comunque sono necessari nuovi esperimenti su questo
argomento. Da precedenti esperimenti è naturalmente già evidente che
l'insignificanza delle differenze-noi, che può ancora essere riconosciuti come l'errore
commesso in media, la misurabilità preciso oppone grossi guai.
Forse l'approccio più appropriato alla sperimentazione di questo argomento sarebbe
applicare analogamente il metodo dei casi giusti e quelli sbagliati, come è successo
nei miei test di peso. Naturalmente, non sarà facile ottenere temperature e differenze
di temperatura costanti, come si possono ottenere pesi e differenze di peso; se ora
riduci le cause del cambiamento di temperatura il più possibile, e z. Se, ad esempio,
dopo ogni 10 osservazioni, la temperatura viene ri-registrata e, se necessario,
regolata, sembra, soprattutto in considerazione delle riduzioni che la tabella
fondamentale consente, che si ottengano risultati validi.

5) Dimensioni estese. 43)


(Buon giudizio e misurazione tattile.)
A parte la dichiarazione generale di Weber, F. Hegelmayer ha preso la misura della
buona fortuna 44), stallone. med. fornite in Tuebingen, una conferma approssimativa
di legge di Weber con il metodo dei casi giusto e sbagliato, ma sia per quanto
riguarda il troppo piccolo numero di tentativi, come la mancanza di comparabilità, la,
obwaltete tra più di cui i fondi sono tratte 'lasciare troppo a desiderare per essere
considerato autorevole. In sostanza, i test erano di confrontare linee di lunghezza
determinata, in parte orizzontale e parzialmente verticale, visto prima con altre linee
che erano differenti da alcune frazioni più o meno della stessa, mediante una modifica
del Intanto, per esaminare l'influenza dello scopo principale dell'osservatore è stato, e
contare quante volte la stima, se maggiore o minore, era vero era sbagliato, o in
sospeso rimasto. Per quanto le sue osservazioni consentano di concludere, la
relazione tra i casi giusti e quelli sbagliati non dipendeva essenzialmente
dall'assoluto, ma solo dalla dimensione relativa delle frazioni, che lo stesso
Hegelmayer disegna; ma i risultati sono molto irregolari e passo oltre la loro
comunicazione più specifica.
43)In materia 174-178. Informazioni sulla revisione della prova 334-
358. Misura eccessiva Pp. 423-427. Circa le misure del senso dello spazio,
Abhandl. il reale. Sachs. Ges. dW XXII, n. II pag. 111 e segg. A proposito di
validità della legge di Weber nella zona del senso del tempo di revisione S.
419-423, Abhandl. il Royal Saxon Ges. d. W. XXII. No. I, pagina 9 e segg.
44) Arch. XI di Vierordt. p. 844. 853.

sono stati osservati miei e Volkmann delle sperimentazioni nel metodo di errore
medio, con distanze tra piccole punte o fili paralleli, dando una conferma molto
precisa dalla legge per tutti irgends distanze considerevoli, cioè da 10 a 240
millimetri di una distanza oculari da 1 piede 800 Millimetri, in quanto le somme di
errore puro o errori medi che sono stati ottenuti in questo caso sono proporzionali alle
distanze, come ci si può sempre aspettare. Contro Lasciatemi esperimenti di
Volkmann, nonché il indotto da esso tenta di Appel, non trovano (uno studente con
occhi particolarmente acuti) con distanze micrometriche da 0,2 a 3,6 milioni per gli
intervalli degli occhi che aderiscono alla consueta gamma visiva questo
proporzionalità.45) , costante alle diverse distanze normali, l'altra, che io chiamo la
variabile weberiana, proporzionale alle distanze nel senso della legge di Weber. L'ex
probabilmente anche negli esperimenti con grandi distanze nei giochi, ma è così
piccolo che scompare notevolmente contro quest'ultima, le distanze proporzionali,
componente a distanze maggiori, e scende nella incertezza della determinazione,
tuttavia affatto le piccole distanze costituiscono la parte più grande della somma
dell'errore variabile. Alle distanze minime di 0,2 e 0,3 millimetri per l'occhio di
Volkmann, l'errore è stato anormalmente aumentato dall'irraggiamento, come sembra.
45)Non è un errore costante nel senso di Ch. 8, ma cresce anche da errori
variabili come l'altro componente, e quindi chiamato costante opposto a esso,
perché, come sopra determinato, rimane costante con variazione della distanza
normale, non, come la variabile Weberiana, stessa con esso cambia.

Si può quindi vedere che qui si tratta di un limite inferiore della legge per
l'esperimento; e probabilmente anche distanze molto grandi ne farebbero uno
superiore.
I risultati principali sono inclusi nel seguito. Tutti si riferiscono alle variabili puro
errore D nel precedente (Ch. 8) il significato dato, e danno tutta la pura somma
errore dC , per lo più ben (che li ho nominato) la somma dell'errore puro dei
quadrati å ( D 2 ), per qualsiasi distanza in particolare derivate da m frazioni
di m osservazioni 46) fatte secondo il periodo di tempo , in modo che il numero totale
di errori che contribuiscono a ciascuna somma speciale sia m m . I numeri m ed msono
specificati per ciascuna serie di osservazioni. Per le somme orizzontali si applica la
doppia m , a condizione che le somme siano sempre composte da due somme speciali,
rispettivamente per L. e R. o O. e U. Vale a dire, sempre la stessa quantità di
osservazioni alla posizione sinistra e destra della distanza normale (L. e R.) quando le
distanze erano orizzontali, o in posizione superiore e inferiore (O. e U.) quando erano
verticalmente, impiegato, per cui i risultati sono specificati.
46)Va al cap. La Figura 8 mostra una certa differenza nei valori assoluti di una
somma di errore pura, indipendentemente dal fatto che sia derivata da frazioni
o dalla totalità nel contesto.

Solo la serie micrometrica V è realizzata con distanze verticali, cioè tra fili
orizzontali, tutti gli altri con distanze orizzontali, cioè tra fili verticali (dove sono
state applicate filettature).
La proporzionalità con le distanze può essere testata direttamente sulla somma

semplice åD , senza derivarne l'errore medio .


La somma dei quadrati degli errori si può, se si vuole, per ricavare l'errore medio

quadratica sono ciò che si guarda sulla costanza e il governatore hanno il

rapporto normale finora consentire gli incidenti possono convincere, ma


tale indagine, passerò oltre qui. Proprio in quanto possono servire a dimostrare che è
facile da dedurre dalle condizioni precedenti, e che la somma dei quadrati errore è
considerato altrove con maggiori dettagli da me, Å ( D ²) , diviso per il quadrato della
somma di errore ( AD ) 2 e moltiplicata con il doppio del numero di osservazioni,
cioè, qui con 2 m m , circa il numero Ludolfianop dà. Solo che le osservazioni delle
serie I e II alla minima distanza non sono adatte a causa di una circostanza da passare
qui. Tuttavia, queste condizioni non sono più vicine a noi qui.
Tutte le serie citate qui hanno errori più o meno costanti, che non interessano a
questo posto, ma si svolgeranno nei miei "metodi di misurazione".
Serie I Fechner (9 dicembre 1856-17 gennaio 1857).
5 distanze orizzontali, determinate dalla piccola sporgenza (Nähnadel-) Spitzchen due
nascosta da me, una accanto all'altra sul tavolo, un cerchio disteso, e dal Sehweite più
chiaro di circa 1 par. Guardando il piede Determinazione della distanza mediante una
scala con trasversali, i decimi di a, qui l'unità che forma, metà par. Riga decimale
(che equivale a 0,72 linea duodecimale). La copertura dei cerchi è stata fatta per
escludere l'influenza dell'angolo nella stima. Tuttavia, il processo mantiene il piccolo
difetto che i punti circolari sporgenti dal soffitto sono previsti a distanze maggiori
rispetto a distanze minori, una deficienza che viene evitata nella successiva serie di
esperimenti mediante l'uso di fili paralleli.
Per non lasciare dubbi sull'interpretazione dei numeri in questa tabella, menziono
in particolare quelli del primo, in base al quale tutto il resto può essere
facilmente interpretato.
Alla distanza D = 10, che secondo la precedente 10 metà paris. Righe decimali =
3,6 duod. Linee era, la posizione della distanza normale a sinistra (L.)
è stata ottenuta una somma di errore pura åD = 20,27 ; cioè, se si sommano tutti
i positivi e i negativi ( D ) ottenuti a D = 10 dello stesso errore puro in base al valore
assoluto, allora la somma di 20.27 è la metà par. Linee decimali. L'affermazione m
= 60, m = 2 sopra la tabella significa che questa somma di errori, proprio come tutti
gli altri nelle colonne L., R., differisce da 2 .60 = 120 singoli errori composti; ma che
ogni tale somma di errore non è derivata nel contesto delle 120 osservazioni, ma
soprattutto da due frazioni di 60 osservazioni; per ciascuno dei quali la distanza di
errore medio e contro di essa sono stati determinati in modo specifico gli errori puri.
m = 60, m = 2. Unità ½ par. Dezimallinie.

D 10 20 30 40 50 somma
L. 20.27 35.98 60.42 85.29 85.85 287,81
AD
R. 18.37 40.87 60.49 69.19 99.55 288,47
somma 38.64 76.85 120.91 154,48 185.40 576,28
å ( D² L. 4.621 17,36 50.56 88.41 105.99 266,94
) R. 4.056 23.06 47.11 57.74 122.47 254,44
somma 8,677 40.42 97.67 146.15 228,46 521,38
Serie II Volkmann (22 marzo - 1 aprile 1857).
Otto distanze orizzontali, determinate da tre fili paralleli allungati da pesi e
spostabili su una scala orizzontale, verticale, contro bianco, su uno sfondo nero, fili
da 220 mill. Lunghezza in 800 mill. Distanza dell'occhio. La scala dà direttamente
millimetri, tra i quali è stimato.
Qui diamo le somme åD qui con un doppio calcolo, per m = 48, m = 1 e m
= 16, m = 3, che ci dà l'opportunità di convincerci delle differenze
in sospeso (vedi capitolo 8).
1) m = 48, m = 1 . Unità 1 mm.

D 10 20 40 80 120 160 200 240 somma


L. 7.552 7,914 26,95 39,90 75.05 102.30 87.11 117.96 464,7
AD
R. 5.050 10.800 24,50 42.89 58.70 93.82 96.63 145.82 478,2
somma 12,602 18,714 51.45 82.79 133.75 196,12 183.74 263,78 942,9
L. 1.657 2.558 22.66 48.67 199.96 371,83 229,63 394,45 1,271.41
å ( D²)
R. 1.021 3.406 18.11 60.47 117.37 314,56 331,57 612,95 1,459.46
somma 2.678 5.964 40.77 109.14 317,33 686,39 561,20 1,007.40 2,730.87
2) m = 16, m = 3. Unità 1 mm.

D 10 20 40 80 120 160 200 240 somma


L. 7.13 7.59 20,08 39.79 75.45 103.65 86,40 108.92 449,01
AD
R. 4.86 11.06 23.58 42,10 58.45 77.23 96,20 140.20 453,68
somma 11,99 18.65 43.66 81.89 133.90 180.88 182.60 249,12 902,69
Si può vedere che la differenza tra i due metodi di calcolo è molto piccola per la
maggior parte dei valori, ma molto significativa a D = 40R e D = 1 60R, che è
correlata a una forte variazione di errori costanti, mostrata in dettaglio nella serie, che
qui ha avuto luogo aveva 47) . Poiché questa variazione è meglio eliminata dal
frazionamento, il calcolo 2) merita 1) preferenza.
47) Il fatto che alcuni valori nella Tabella 1 siano leggermente inferiori rispetto
alla Tabella 2 dipende dalla particolare distribuzione degli errori.

Serie III. Volkmann (6 e 17 dicembre 1857).


Questa è una ripetizione successiva della serie precedente nelle stesse circostanze,
solo con l'omissione delle due distanze più piccole.
m == 16, m = 3. Unità 1 mm.
D 40 80 120 160 200 240 somma
AD L. 21.1 42.4 57.0 90.0 81,4 98,2 390,1
R. 8.4 32.1 63.5 63.2 106.3 117.9 391.4
somma 29.5 74.5 120.5 153,2 187,7 216,1 781,5
Non senza interesse si vedrà nelle serie precedenti il grande accordo tra L. e R.
nelle colonne della somma finale verticale; una dimostrazione che gli errori
puramente variabili sono indipendenti dalla posizione L. e R., mentre gli errori
costanti, che non sono menzionati qui, erano molto dipendenti da esso e hanno
portato grandi differenze nell'errore grezzo somme L. e R. ,
Le tre file dimostrano costantemente la proporzionalità di AD con distanze che si
affaccia al leichtesten quando dividendo le somme delle distanze, in cui ogni riga
mostra una notevole costanza del quoziente. Dalle somme per L. e R. (nella seconda

riga dopo m = 16, v = 3) si ottengono i seguenti valori per

in

io II III
3.864 1.260 0.738
3843 0,936 0,932
4.030 1.286 1.004
3.862 1.035 0958
3.708 1.114 0,939
1.226 0.900
0,919
1.099
Per ottenere l'errore medio realizzato per l'unità di distanza in un'osservazione, o la
frazione della distanza che l'errore si forma in media in un'osservazione, è possibile
dividere la media dei valori precedenti per ogni riga per il numero di osservazioni.
che ha contribuito a un valore al quale si deve prendere il doppio del prodotto
del m ed m sopra le tabelle di osservazione, poiché il m è particolarmente valido per L.
e R., ma qui entrambi sono riassunti. Poiché, tuttavia, le somme di errore più grandi
promettono valori più precisi per distanze maggiori rispetto a quelle più piccole, si
procede più precisamente 48)se si aggiungono tutte le somme di errore, quale
aggiunta è già stata effettuata nelle colonne di somma finale verticale, dividere la
somma di esse con la somma di tutte le distanze, ottenendo così la somma di errore
per l'unità di distanza e dividerla per 2 m m . È così che ottieni

I.

II.1)

2)

III.
48)Il metodo dei minimi quadrati fornisce un metodo di determinazione più o
meno preciso, ma più complicato, il cui risultato, tuttavia, devia così poco da
quanto sopra, che non vale la pena considerarlo.

Dopo questo Credo distanza anche media di circa 1 / 60 Volkmann nei suoi
precedenti tentativi (II) di circa 1 / 90 , nella sua successiva (III) di
circa 1 / 100 sbagliato, e questo rapporto è per le varie distanze uguali. Se si desidera,
si può ricavare da questo errore medio l'errore probabile per semplice moltiplicazione
per 0,845347, cioè l'errore che è stato appena superato ogni volta che non viene
raggiunto, che è quindi inferiore all'errore medio, perché errori più piccoli essere fatto
più spesso che grande, ma il dato rapporto normale ha a che fare con i dettagli nei
miei "metodi di misurazione".
Si può vedere che la precisione della stima era considerevolmente maggiore per
Volkmann che per me. Questo può sia essere stato perché le distanze tra tre thread
paralleli come sono più facili da confrontare rispetto tra le punte di due sdraiato
accanto a ogni cerchio, o su un proprio obiettivo importante del senso delle
proporzioni che per me, che sembra prendere posto, infatti, o su entrambi
insieme; che avrebbe richiesto ulteriori esperimenti comparativi da decidere. E la
massa comune è un più ampio studio degli estremi e medie del campo per un maggior
numero di individui e per diverse circostanze di osservazione, a seconda che un
successo il filo laterale, come negli esperimenti di Volkmann, o sposta il filo centrale,
a seconda che si limita a uno o entrambi gli occhi usato nell'osservazione A seconda
delle distanze verticali, orizzontali o angolari tra i punti, tra le linee e delle
dimensioni di anelli circolari, quadrati e superfici, ecc. Soggetti agli esperimenti, un
interesse non piccolo; facendo attenzione a prendersi cura delle dimensioni e della
natura degli errori costanti ovunque. Qui, tuttavia, era solo una questione di
perseguire l'oggetto in relazione alla legge, che ci riguarda ora.
Se la seconda serie di osservazioni di Volkmann ha prodotto un errore medio non
trascurabilmente più basso, e quindi una maggiore precisione rispetto al primo, allora
la differenza può essere scritta sul successo dell'esercizio; lì tra il l. e la riga 2 ha
anche provato una serie di test dimensionali, inclusi tutti i seguenti micrometrici,
sebbene nel trattamento frazionario della prima riga tali progressi non siano stati
mostrati, come mostra l'indagine speciale delle frazioni.
Forse può essere interessante che l'errore medio di Volkmann per il lato estensivo
della sensazione facciale sia in netto contrasto con la giusta differenza del lato intenso
in lui; ma non puoi vedere nulla di universale in una simile partita.
Ho i numeri uno / 60 , 1 / il 90 , 1 / 100 indicato nella cruda, dai dati precisi menzionati
in precedenza appaiono 1 / 62,5 u. sf se stessi come non può essere accurato e sono
abbastanza confrontabili a causa di un diverso m ha ceduto nella loro derivazione, e
che m è un insieme finito ovunque. Dopo il punto (cap. 8), ma si ottiene le più piccole
somme di errore, e quindi errore medio, da un piccolo a seconda m viene effettuato lo

scarico. La prova fornisce la riga II, dove su 1) 0,01187 o , su 2) 0,010808

= come errore medio per l'unità di distanza. Entrambe le determinazioni sono


soggette alle stesse osservazioni, ma sono state divise in 1) in frazioni di m = 48, in 2)
in frazioni di m = 16 osservazioni, da cui la derivazione ha avuto luogo. Come puoi
vedere, la differenza nei risultati non è significativa, ma almeno presente e
considerata.
Per riportare tutti i valori nel caso normale in cui le osservazioni sarebbero infinite,
si ha, secondo la formula di correzione, che ho brevemente citato (vedi Capitolo 8) e
teoricamente basato sui miei "metodi di misurazione", ognuno dei valori

precedentemente ottenuti essere moltiplicata per ottenere, poiché m relativa


60, 48, 16, 16 si ottiene:

I.

II.1)

2)

III.
Se questa correzione dovesse essere perfettamente sufficiente, nella seconda serie i
risultati 1 e 2 dovrebbero essere messi in perfetto accordo. In realtà, vediamo che
sono così vicini che non si trova la differenza molto notevole e potrebbe essere
incline a scrivergli che questa correzione non è assolutamente accurate e affidabili,
ma solo una sintesi sulle leggi di probabilità , che può lasciare piccole differenze per
caso. Tuttavia, la differenza di fatto non è casuale, come mi ha insegnato un esame
sufficiente di altri casi analoghi di sempre trovato nella stessa direzione 49) e questo
dipende da come posso provare anche e brevemente notato già nel capitolo 8, il fatto
che la nostra correzione non è vero che varianti mai del tutto assenti dell'errore
costante con cui con un grande m contaminano l'errore variabili puro. A questo

proposito, il valore corretto in m = 16 sarà preferibile al valore in m = 48.


49)Dobbiamo dunque mettere sfiducia nella correzione di cui sopra, in modo
da notare che il accettata da tutti correzione Mathemati nucleare e astronomi
della piazza errore medio, che I (s. Cap. 8) detto, presenta la stessa
inadeguatezza per la stessa ragione Sono anche in grado di dimostrare e
dimostrare un'esperienza sufficiente.

Poiché l'errore costante nelle mie osservazioni in serie I non ha avuto una
dimensione considerevole, qualsiasi variazione non avrà influenzato molto il

risultato, in modo che il valore corretto possa essere considerato abbastanza


accurato. Non sono andato in un'indagine molto speciale.
Passo ora alla presentazione dei risultati delle serie micrometriche. Tutte queste
righe sono impegnati con un apparato vite micrometrica, che sono da letture alle parti
di testa della vite di 0,01 mm, ancora Dieci parti tra le quali è stato stimato che forma
nelle tabelle seguenti, l'unità, in modo che pertanto 0,001 Mill. Folgends tutta l'unità,
e z. B. una distanza pari a 300 una distanza reale = 0,300 millimetri, una somma di
errore uguale a 265 pari a mezzi di 0,265 millimetri. Dove ci sono ancora frazioni
che, per inciso, sono piuttosto oziose, sono state create riducendo gli errori grezzi a
semplici.
Le distanze in questo apparato 50) sono determinate da tre sottili fili d'argento
parallele di 0,445 Mill. Spessore e 11 Mill. Intera, che sono stati visti in diversi
intervalli visivi specificati durante tutto millimetri contro lo schermo di vetro
smerigliato di una lampada o il cielo luminoso.
50) Più ulteriormente descritto nelle relazioni dei sächs. Soc. 1858. p. 140th
Nella serie di Volkmann i valori sono indicati tra parentesi a distanze molto brevi,
come quelli che emergono dalla legge di serie, e quindi non vengono presi in
considerazione nel calcolo successivo. La ragione di questa discrepanza è che
l'irradiazione è fatto qui in modo molto sentita, e i fili è venuto così vicino al fluire di
quella Volkmann sentito il incomparabile contro l'altro distanze incertezza delle stime
durante gli esperimenti stessi. Negli occhi molto acuti di Appel, che sono molto poco
influenzati dall'irradiazione, tale esclusione non sembra necessaria.
Oltre alle serie micrometriche riportate qui, ce ne sono altre due che passo sopra,
perché sono state impiegate con troppe poche e distanze troppo ravvicinate, e
contenevano in esse valori troppo discordanti.
Serie IV. Volkmann (22 marzo - 1 aprile 1857).
7 distanze orizzontali. Vision 333 Mill.
m = 30, m = 4.

D 200 400 600 800 1000 1200 1400 somma


L. (694,5) 534,0 630,6 740,5 824.2 1,023.2 1,057.6 5,504.6
AD
R. (630,5) 611,3 672,3 801,0 952,8 1,097.6 1,218.1 5,983.6
somma (1.325,0) 1,145.3 1,302.9 1,541.5 1,777.0 2,120.8 2,275.7 11,488.2
å ( D² L. (13439) 8327 11721 14344 16561 29964 31144 125500
) R. (11134) 10968 12504 17655 22564 32419 38835 146079
somma (24573) 19295 24225 31999 39125 62383 69.979 271.579
Serie V. Volkmann (aprile-giugno 1857).
6 distanze verticali. Sehhe 333 Mill. Questi esperimenti con distanze verticali sono
fatti con gli occhiali, come altrimenti difficile da valutare qui invece di sufficiente
chiarezza, mentre tutti i tentativi sono fatti con distanze orizzontali senza occhiali.
m = 96, m = 1.

D (400) 600 800 1000 1200 1400 somma


O. (1.429,2) 1,645.3 1,618.9 2,417.4 2.388,2 2,993.6 12,492.6
AD
U. (1.563,0) 1,335.0 1,998.7 2,070.0 2,810.3 3,150.0 12,843.3
somma (2.998,2) 2,980.3 3,617.6 4,487.4 5,198.5 6,143.6 25,338.9
O. (28170) 42981 45016 97527 89314 155248 458.256
å ( D ²)
U. (50708) 27011 72011 73199 128531 176.638 528.098
somma (78.878) 69992 117027 170.726 217845 331.886 986.354
Serie Vl. Appel (maggio e giugno 1857).
7 distanze orizzontali. Vista 370 Mill.
m = 48, m = 2.

D 200 300 400 500 600 700 800 somma


L. 592,44 508,00 653,02 643,90 726,64 739,12 716.00 4,579.12
AD
R. 594,20 679,00 681.00 575,50 719,52 649.00 778,61 4,676.83
somma 1,186.64 1,187.00 1,334.02 1,219.40 1,446.16 1,388.12 1,494.61 9,255.95
Serie VII. Appel (ottobre 1857).
6 distanze orizzontali. Sehweite 300 Mill. Il calcolo di åD segue qui due volte,
per m = 2 e m = 6.
m = 33, m = 2.

D 200 400 600 800 1000 1200 somma


L. 442,6 647,8 661,9 929,2 941,9 1.070,8 4,694.3
AD
R. 450,6 623,9 715,8 720.5 838,8 1,027.0 4,376.6
somma 893,2 1,271.7 1,377.7 1,654.9 1,780.7 2,097.8 9,070.8
L. 4773 10046 9805 18422 19899 23595 86540
å ( D²)
R. 4385 8620 11895 13149 15810 22901 76.960
somma 9358 18666 21700 31571 35709 46496 163.500
m = 11, m = 6.

D 200 400 600 800 1000 1200 somma


L. 422,8 646,7 661,9 848,4 901.3 1.049,1 4,530.2
AD
R. 455.2 620,4 688,8 691,2 812,0 976,0 4,243.6
somma 878,0 1,267.1 1,350.7 1.539,6 1,713.3 2,025.1 8,773.8
Un'indagine dei risultati di queste righe, i valori tra parentesi specificati ragione
una volta per come tutti sfaldarsi attenzione, vediamo non solo tra le righe dello
stesso osservatore, ma anche due differenti osservatori la transizione
übereinstimmendsten, cioè un incremento delle somme di errore con il Distanze, ma
molto più lente delle proporzioni, e anche le due serie che sono state tralasciate qui,
in questo risultato generale, sono piuttosto unanime con le altre. Tuttavia, come
notato, si possono rappresentare le somme di errore come risultanti di due
componenti, una delle quali è costante alle diverse distanze e sotto il nome della
costante di Volkmann con Vè rinviata, tuttavia, l'altro le distanze è proporzionale, e
sotto il nome della variabile di Weber per l'unità di distanza con W sarà chiamata,
dopo di che W né con la distanza D deve essere moltiplicato per la stessa distanza
proporzionale per ogni Per dare valore a WD .
La composizione della pura somma errore AD per una data distanza da due
componenti V e WD ma secondo la teoria di come combinare gli effetti degli errori,
non deve essere rappresentato da un semplice aggiunta dei due componenti, che non
si può mettere
åD = V + WD
ma la somma dei quadrati di entrambe le componenti è uguale ai quadrati di åD , così
che uno ha
( åD ) 2 = V 2 + ( WD ) 2
pertanto
,
Poiché la somma errore quadratico, di ( AD ) 2 per la teoria degli errori, un a
priori rapporto determinabile alla somma dei quadrati errore Å ( D 2 ), così si può
sostituire somme dei quadrati nelle precedenti equazioni invece dei quadrati delle
somme di errore. L'interesse fisiologico, a cui mi riferirò di seguito, è probabile che
sia più nella forma precedente, che ho quindi inizialmente basato su quanto segue.
Infatti, può essere rilevare tempestivamente teoricamente e per dimostrare per
esperienza che quando due indipendenti gli uni dagli altri fonti di errore sono indicati,
uno dei quali di per sé una somma errore di A, l'altro è un totale di guasti B avrebbe
creato dalla loro coincidenza non è una somma errore di A + Bma solo una piccola
somma di errori, perché in media gli errori di segno opposto e dello stesso segno di
entrambe le cause si incontrano in media, ma solo l'ultimo dà un errore risultante
uguale alla sua somma, il primo uguale alla sua differenza; teoria degli errori ma
mostra che la somma dei quadrati delle componenti di solito uguale alla somma dei
quadrati risultanti, come quella (di severe per un numero infinito in simili circostanze
errore recuperato) la somma dei quadrati delle semplici somme errore normalmente il
quadrato della la somma di errore risultante è uguale e una conferma di questo
risultato della teoria per esperienza può essere trovata facilmente componendo gli
errori di due serie di errori derivati in modo indipendente come componenti mediante
l'aggiunta algebrica agli errori risultanti, ottenendo così un equivalente per la
coincidenza del successo di fonti di errore indipendenti. In realtà, ho convinto io
stesso in questo modo a confermare l'esito teorico, sia in termini della somma dei
quadrati come il quadrato della somma errore più campioni ed entrerà altrove i
relativi documenti giustificativi.
Nella misura come indipendente sulle distanze e in funzione delle distanze nel
senso di fallimento specificato dovrebbe esistere per l'occhio, e il precedente dovrà
applicare all'applicazione componente dipendente, e le equazioni di cui sopra si
basano sul fatto. Ma se la precondizione per tali fonti di errore viene triftig sarà dalle
osservazioni di identificarsi, a condizione che nel caso di validità tali valori V, W deve
essere calcolato dal fatto che le osservazioni così possono essere rappresentati dalle
suddette formule di nuovo indietro.
Per tale calcolo delle osservazioni V , W sono sufficienti a due diverse
distanze. Prendiamo le somme di errore per serie IV D = 800 e D = 1400, relativa
1541,5 e 2275,7, come riassumiamo L. e R., quindi dobbiamo mettere
V 2 + 800 2 W 2 = 1541,5 2
V 2 + 1400 2 W 2 = 2275,7 2
questi sono V 2 e W 2 facile da trovare due a due equazioni certo sconosciuti, dopo di
che un Wurzelausziehung V e W sono essi stessi.
Nella misura in esperimenti con più di due distanze di determinare comando piedi,
può essere V e W calcolati da una pluralità di tali combinazioni, quindi dove la
ricevibilità previsto anche prima del calcolo inverso dei totali di errore
da V e W mosto giustificato dal fatto che, i valori di V , W, che è ottenuto dalle varie
combinazioni, concorda abbastanza da essere in grado di scrivere le deviazioni
rimanenti su contingenze di osservazione sbilanciate. Ritirando da diversi valori
determinati in questo modo, è possibile determinare V e W in modo più preciso.
Questo metodo ha solo la sfortuna che la scelta tra i valori di osservazione, che si
vogliono combinare per ogni due, è arbitraria, e ogni altro modo di combinare uno
trova un mezzo definitivo un po 'diverso; sebbene, se le osservazioni sono veramente
accurate, le differenze nel risultato finale sono così piccole che un valore può essere
usato come l'altro. Nel frattempo, in ogni caso, il calcolo effettuato con il metodo dei
minimi quadrati è preferibile, che esclude ogni arbitraria, e può trovare il più preciso
possibile risultato, ciò che è effettivamente derivato dalla serie di osservazioni. Ha,
secondo le somme combinate per L. e R., senza riduzione allo stesso me
opzionalmente nello stesso campo visivo che segue solo al di sotto, subito dopo
risultati 51) , in cui l'errore probabile della determinazione con ± è attaccato,
e m valido per la combinazione di L. e R., che è due volte più grande della m è sopra i
tavoli di guardia.
51) Lostesso è stato applicato in modo che le equazioni fossero impostate nella
forma V 2 + D 2 W 2 = ( å D ) 2 , che è direttamente lineare se V 2 , W 2 sono
ricercate come sconosciute. Dai valori così ottenuti V 2 , W 2 sono quindi V,
W derivato da Wurzelausziehung. I probabili errori di V, W sono per le
deviazioni di quelli calcolati dal trovato ( åD ) 2 per V 2 eW 2 viene calcolato,
e secondo i principi del calcolo dell'errore dividendo relativo a 2V, 2 W del
di V, W ridotta.

Valori di V e W per le somme degli errori non ridotti, dopo il


Equazione V 2 + D 2 W 2 = ( åD ) 2 .

distanza
fila m m V W
visiva.
IV. Volkm. 30 4 333 974,36 ± 34,34 1.5008 ± 0.02628
milioni
V. Volkm. (Vert.) 96 2 333 - 1398,20 ± 49,35 4.2411 ± 0.01332
VI. Appel 48 4 370 - 1169,90 ± 33,76 1.1603 ± 0.10008
VII. Appel 33 4 300 - 1008.60 ± 1,5668 ± 0,051576
121,97
Per decidere successivamente se il nostro condizione di Volkmann variabile costante
ed in senso weberiano indicato confermato, possiamo innanzitutto prestare attenzione
alla probabile errore di analisi che generalmente proporzionale ai valori di V, W molto
bassa spettacolo. In secondo luogo, possiamo secondo i valori di V, W che nella
tabella precedente vari s D'tabelle di prova valori di
(associati Ad ) 2 o annuncio calcolare il formatore secondo l'equazione V ² + D ² W ²
= ( AD ) ², quest'ultimo dopo la Equazione , e può confrontare il
risultato del calcolo e dell'osservazione, dove viene mostrato un accordo molto
soddisfacente. Dò seguito alla compilation per ( åD ) 2 , per cui passo per brevità
l'indicazione delle distanze, che può essere integrata con valori tra parentesi dalle
tabelle di osservazione.
Compilazione degli osservati e dei valori di V e W.
valori calcolati nella tabella precedente ( åD ) 2 .

IV V VI VII
Obs. calc. Obs. calc. Obs. calc. Obs. calc.
1311700 1309780 8882200 8430000 1408000 1422444 797.820 1210970
1697600 1760270 13087000 13466000 1409000 1489750 1617300 1392280
2376300 2390980 20137000 19940000 1779600 1583980 1898100 1861120
3157700 3201880 27023000 27855000 1486900 1705130 2738700 2517500
4497800 4192980 37744000 37208000 2091500 1853200 3170900 3361400
5178800 5364280 1926800 2028200 4400700 4392900
2233900 2230110
La corrispondenza tra il calcolo e l'osservazione è molto soddisfacente, ad
eccezione di alcuni valori leggermente diversi della serie VII. E da allora in poi si
può dire che la legge di Weber è confermata nelle aree del senso della misura nei
minimi distanze, solo che è soggetto a una complicazione che dobbiamo risolvere
solo a riconoscerlo.
E 'parso di interesse per effettuare il calcolo delle osservazioni ancora in qualche
modo modificati che non portano a valori significativamente diversi rispetto alla
precedente, ma appena può quindi servire a mostrare come la possibile scelta tra
questi diversi metodi di calcolo alcuna differenza significativa giustificato nei
risultati. Questi diversi metodi di calcolo sono stati applicati alla serie IV.
1) Invece di calcolare L. e R. all'unisono, come sopra, li ho separati entrambi e
calcolato allo stesso modo; così ho capito
VW

Sinistra 436,82
0,7540 Destra 500,23
0,8005
-------------
937,05 l, 5545
2) Forse si tiene in linea di principio l'approccio dell'equazione
per il calcolo dei minimi quadrati più ragionevole di quello sopra, poiché ( åD ) 2 ,
ma åD non viene osservato direttamente. Ma come risultato, l'equazione perde la
sua forma lineare e ci si devono aspettare correzioni che, come l'esperto troverà
facilmente, portano ad una grande espansività. Nel frattempo, per la serie IV, ho
appositamente eseguito questo disegno di legge per L. e R. che cosa ha dato
VW
L. 441.1 0.7517
R. 502.0 0.7970
-------------
946.1 1.5487

Questi valori differiscono solo in modo insignificante da quelli trovati sotto 1), e non
varrebbe la pena di seguire il percorso più complicato.
3) Invece del quadrato della somma errore ( AD ) 2 I la somma dei
quadrati Å ( D 2 ) per calcolare le costanti V ¢ , W ¢ secondo l'equazione V'² + D'² W
' 2 = å ( D 2 ) basato su. Quindi ho preso per L. e soprattutto
V'² W¢²

L. 6084 0.013591
R.7429 0.016234
-----------
13513 0.029825
Ora secondo la teoria degli errori å ( D 2 ) con ( åD ) ² per l'equazione

linked dove p il numero Ludolf'sche, che approssima i valori precedenti


di V e W rendimenti.
Anche per le serie VI e VII ho fatto il calcolo secondo i primi (sotto 1) approcci
usati per L. e R. in particolare. Ho ricevuto per VI
VW
L . 507,88 0,69166
R. 609.47 0.41611
-----------
1117.35 1.10777

per VII
VW
L . 515.66 0.81175
R. 447.48 0.75605
-----------
963.14 1.56780
La tabella dei valori V, W sopra riportata dà lo stesso per le somme di errore
ottenute in ciascuna serie di errori nelle specie, e quindi proporzionalmente per queste
somme. Ma poiché le diverse serie sono soggette a un numero diverso di errori per
ogni distanza data dal prodotto m m della stessa tabella, i valori delle diverse serie
devono essere comparabili tra loro con il loro numero di errori, vedi 120, 192, 192,
132, fornendo i valori V , W come sono in media per 1 osservazione. Va anche
ricordato che dal momento che un diverso m nelle osservazioni, a causa della

finitezza del m , dovrebbe essere aggiunta la correzione per moltiplicazione ,


che peraltro è molto leggera; Va infine notato che la distanza visiva dal quale sono
state concepite le distanze, non era la stessa ovunque, che si basa sul valore
Sebbene W può avere alcun effetto se minore appaiono nelle maggiori distanze
distanze sempre lo stesso errore rapporto W si darà, ma piuttosto l'errore Vche, per
essere comparabile quando ottenuto da diversi punti di vista, deve essere ridotto allo
stesso campo visivo in condizioni reciproche del campo visivo che si verifica ogni
volta; ma con ogni misurata rispetto alla cornea, distanze occhio inflict 7 Mill. come
la distanza del punto di intersezione delle linee di direzione della cornea, cosicché,
per. Ad esempio, per la gamma di visione 333 Mill. Nella serie IV. 340 Mill. È da
prendere nella riduzione, e così via
52) Cfr. In materia S. 216 f. Revisione Pag. 110 f. 339 °
Prendendo queste tre riduzioni o correzioni relative riducendo tutti i valori al caso
di una singola osservazione come media di un numero infinito di osservazioni a 333
+ 7 milli-larghezze, otteniamo il seguente invece dei valori nella tabella sopra.
Valori corretti e ridotti di V e W per un errore a 340 milioni di distanza dal
punto di incrocio dei raggi visivi.

Serie. V W
IV. Volkm. 8.210 0,01265 =
V. Volkm. (Vert.) 7319 0,02220 =
VI. Appel 5,5331 0,00608
=
VII. Appel 8,5476 0,01172 =
I valori di questa tabella mostrano alcuni interessanti e alcuni evidenti. Il valore

della serie Volkmann IV con distanze micrometriche orizzontali non è molto

diverso dai valori della serie II, che sono stati ottenuti poco prima da Volkmann a
distanze molto maggiori , che non è altro che un valore W derivato da una serie in cui
la complicazione con Vscompare. La differenza che esiste ancora tra i due valori può
essere ben scritta su circostanze sperimentali eccezionalmente diverse.
Contro questo là con distanze orizzontali (tra fili verticali) e la gamma
micrometrica V con distanze verticali della differenza più evidente nei valori (tra fili
orizzontali) tra il micrometrica IV gamma W, non sono disponibili indipendentemente
sia molto nel tempo a parte da W in verticale Le distanze sono quasi uguali a quelle
orizzontali; vale a dire, la stima per il primo molto imprecisa, che è stata avvertita
anche direttamente negli esperimenti stessi. Inoltre, gli errori costanti non elencati qui
erano molto più grandi alle distanze verticali rispetto a quelle orizzontali. I valori di
Appel Wnelle due serie di osservazioni VI e VII per le distanze orizzontali
differiscono l'una dall'altra, e il valore di VI è così piccolo da provocare
sfiducia. Nelle osservazioni stesse, tuttavia, non si trova nulla che certamente motivi

la sfiducia, o spiega la differenza. Il valore nella riga VII è molto vicino a

Volkmann ; senza alcuna conoscenza dei risultati ottenuti da Volkmann e


contribuendo all'accordo. Un interesse molto speciale è rivendicato dalla costante V.
di Volkmann . A parte la riga VI di Appel un po 'più deviante, che ha anche qualcosa
di sospetto riguardo a W , gli altri tre valori di V per due osservatori molto diversi,
così vicini l'uno all'altro per distanze verticali e orizzontali, si può supporre che vi sia
una costante assoluta stabilita in natura; per la differenza di 7.319 e 8.210 tra V a
distanza orizzontale e verticale non è maggiore di quello che viene
osservato casualmente , e che la complicazione di magnitudo V con l'errore costante
e W negli errori grezzi 53) escrizione esatta dello stesso difficile, probabilmente anche
come casuale. Il valore di Appel 8.546 è sorprendentemente in linea con gli 8.210 di
Volkmann. Una completa garanzia della costanza di queste dimensioni in individui
diversi e in diverse circostanze di osservazione richiederebbe, naturalmente, una
moltiplicazione ancora maggiore e un'ulteriore estensione degli esperimenti rispetto a
quelli attualmente disponibili.
53)L'errore grezzo d sono composte le variabili d'errore puro D e l'errore
costante c come componenti insieme, e V e W sono ancora dei componenti puri
variabili di errore D .

Si chiede quale significato possa avere questa dimensione. Voglio sospetti in


previsione di una futura rappresentanza propria, che sarà Volkmann della sua
dell'inchiesta, indica il punto di sintesi, la Volkmann fin dall'inizio l'esistenza di un
tale costante e diretto al lavoro dei suoi sforzi scrupoloso. Perché, in effetti,
l'esistenza di esso era presunta in anticipo, se fosse rimasto in dubbio se ciò che è
stato trovato fosse davvero ciò che si supponeva.
Quando vista di Weber è vero che la dimensione di una distanza secondo elementi
retinici numero si stima che sandwich tra, quindi una linea o la distanza sulla retina
devono comparire le stesse dimensioni, le loro estremità come la reciprocamente
vicini o punti entferntesten di due Gli elementi retinici si incontrano, e una linea più
piccola può quindi apparire delle stesse dimensioni, più grande; quindi nei casi
espressi dallo schema seguente; dove i cerchi rappresentano gli elementi retinici
sensoriali che si pensa siano circolari,

può essere facilmente trascurato che schema che una linea o distanza che è maggiore
da due marcatamente diametro di un elemento retina o minore di un altro, ma può
mantenere in alcune circostanze, come grande errore ad un più linee o distanze che
molti elementi retinici capire in se stessi, ma è trascurabile, ma non così in linee e
distanze micrometriche. Nel caso di esperimenti micrometrici secondo il metodo
dell'errore medio, quindi, un errore notevole nell'equalizzazione delle distanze deve
dipendere da questo; la dimensione dell'errore medio che dipende da questo deve
essere correlata al diametro degli elementi retinici; La costante di Volkmann potrebbe
rappresentare questo errore medio e quindi consentire una conclusione sulle
dimensioni degli elementi retinici,
Per studiare la questione con più precisione se questo errore medio può essere
rappresentato dalla costante Volkmann, era necessario 1) determinare la relazione di
dimensione che l'errore medio che fluisce dalla circostanza data deve avere il
diametro di un elemento retinico; 2) per verificare se quest'ultimo può
essere esattamente o sufficientemente costante per le diverse distanze normali al fine
di essere in grado di identificare una costante, come ciò che V ha mostrato, 3) se la
grandezza di questa costante è sufficiente rispetto a quella relazione fedele alle
dimensioni anatomicamente determinate degli elementi retinici.
La prima e la seconda questione sono di per sé questione di probabilità, e molto ben
indicano il principio di calcolo l'esecuzione, ma anche troppo difficile per i
matematici esperti 54). Si può, tuttavia, completarlo con un percorso di esperimento,
che stabilisce al di fuori delle circostanze che sono presupposte nell'occhio e che
Volkmann ha preso. La terza domanda soffre della difficoltà che gli ultimi elementi
retinici che percepiscono potrebbero non essere ancora noti esattamente. Tuttavia,
non discuterò ulteriormente su questo argomento per evitare troppe anticipazioni
della comunicazione di Volkmann, che è di proprietà di questa indagine. Quanto
sopra deve essere sufficiente per indirizzare l'interesse alla costante in questione.
54)
A parte il mio giudizio, posso fare appello al giudizio del prof. Möbius in
merito.

Per concludere la considerazione precedente della costante di Volkmann, citiamo


solo il calcolo secondo cui la dimensione osservata negli esperimenti è dovuta a
quella che rappresenta sulla retina stessa, una riduzione che è, naturalmente,
necessaria se si vuole esaminare la questione della loro relazione con la dimensione
degli elementi retinici.
Secondo la tabella (pts. V) Volkmann costante era ad una distanza di osservazione
= 340 millim., Calcolata rispetto al punto di intersezione delle linee direzionali, 8.210
0,008,21 mila di millim., A condizione che l'unità in cui tutti i risultati espressi
esperimenti micrometriche sono, 0,001 milioni. . Facendo ora riferimento alla
distanza del punto di intersezione delle linee di direzione della retina, in cifra tonda a
15 milioni, quindi la dimensione che si comporta V rappresentato sulla retina
all'osservazione V come 15 : 340, cioè la costante Vnella riga data rappresenta delle
dimensioni retina = 0.0003621 Mill. Questa condizione che la dimensione lineare che
assume l'immagine di una distanza visualizzate sulla retina è data dalla distanza della
retina che l'esterno dei bordi Instradare tra le linee tracciate dal punto di incrocio
delle linee di direzione tra loro. Tale è la bolletta ordinaria.
C'è da chiedersi, naturalmente, un'osservazione che devo a EH Weber, se il punto di
intersezione delle linee direzionali è determinante. In generale, si misurano le
distanze mediante movimento oculare di porta l'asse visivo da un punto di confine
all'altro, e, successivamente, piuttosto, la rotazione dell'occhio sembra assumere a
quella attraverso la quale i raggi devono essere ricavati da confini della pista esterna
alla traccia , che prende l'immagine dello stesso sulla retina per determinare. Ma
questo è 55) 5.6 Lin. = 14.224 millimetri dietro il punto più avanzato della cornea, che
sarebbe 7.778 mill. Di fronte alla retina, che ridurrebbe la dimensione calcolata in
precedenza di circa la metà. Devo prendere la decisione di questa domanda dalla mia
parte.
55) Dopo Volkmann nel Wörster di Wagner. Art. Vedi. P. 234.
Si potrebbe pensare che costante di Volkmann dipenderebbe che, ai fini di una
divisione errore si impegneranno, che ovviamente non può dipendere dalla
dimensione della distanza osservata, e quindi invia una costante per ogni errore
distanze risorsa. Ma la nostra V è presente troppo grande, perché la lettura diretta
della vite micrometrica era 0,01 o 10 millesimi Mill.; In media, tuttavia, ammontava a
circa 8 millesimi di milione, mentre la stima non può essere eccessiva. È indiscusso
che la costante di Volkmann ha ricevuto un piccolo aumento attraverso questa fonte.
Se davvero hanno prevalentemente una solida base organica in mente, ecco ci ha
mostrato in aree di vasta sensazione di luce una notevole analogia con quello che
abbiamo trovato intensiva in siti, in cui anche la legge di Weber solo nella misura
poiché prendiamo in considerazione una quantità costante aggiunta da cause
organiche interne di azione variabile esterna.
Prima di utilizzare il metodo errore medio Ho fatto alcuni tentativi con il metodo
delle differenze appena percettibile sopra la misura di distanza con l'occhio che ho,
anche se in realtà sono antiquate dal preciso e sicuro da quel metodo, voglio solo
quindi qui con un perché altrimenti non ci sono definiti secondo questo metodo.
Dopo alcuni esperimenti provvisori sull'acuità del mio giudizio, un cerchio divenne
un lasso di tempo. Duod. Doganale, un altro di 1 più 1 / il 40 Pollici e confusi i cerchi
in modo che non sapessi quale fosse il prossimo. Per mezzo del semplice giudizio ho
cercato di scoprire quale era l'altro. Ho deciso correttamente ogni volta, ma solo dopo
un lungo test per il prossimo. I cerchi erano tenuti uno accanto all'altro nella gamma
visiva più chiara davanti all'occhio, in modo che le distanze da confrontare fossero i
punti cardinali nell'orizzontale. Ma esattamente la stessa cosa difficile, ma
sicuramente la decisione giusta, ho anche precipitato dopo l'intervallo, compresa la
differenza una volta raddoppiato, che è stato quadruplicato altre volte, in modo che
l'ultimo caso l'arco di un cerchio 4.0, che era l'altro 4,1 pollici. Questa piccola serie di
tre esperimenti è stata ripetuta da me tre volte con uguale successo, due volte in un
giorno, una volta al giorno. Né ha fatto alcuna differenza nel sentimento della
differenza nell'ampiezza, sia che tenessi i cerchi ad una maggiore o minore distanza
dagli occhi, eccetto che i limiti di adattamento dell'occhio non sono stati
superati. Probabilmente sarei un po 'più fine di così1 / 40 sono sempre distinta
correttamente. Ma ho notato che se non si prendono il limite di appena percettibile un
po 'alto, si arriva nella parte interna, invece, più accurato ma tediosa numerose
osservazioni e incerto alla luce metodo Prova dei casi giuste e sbagliate. La differenza
era abbastanza piccola che, se l'avessi tagliata a metà, non sarebbe stata presa una
decisione più affidabile, e con il mio occhio allora inesperto richiedevo grande
attenzione per essere riconosciuto.
Così come la legge di Weber è stata confermata nel dominio della circospezione, è
necessario rivalutare la questione di ciò che questa conferma in realtà significa per le
sensazioni estese. Nel senso dell'opinione di Weber sulla mediazione dell'ampiezza
della sensazione estesa, la questione fondamentale che desideriamo rispondere al
significato della legge di Weber in questo campo sarebbe se le differenze di distanze
spaziali appaiono ugualmente grandi o ugualmente evidenti, se il numero dei sensi di
percezione nelle distanze differisce in modo relativamente uguale, e se, di
conseguenza, la grandezza dello stimolo nel caso di sensazioni intense può essere
rappresentata dal numero di sensi attivi in quelli estesi per la nostra legge. Ma tutti gli
esperimenti citati sull'occhio, qui passò nessuna spiegazione perché sono progettati
secondo il modo naturale di utilizzo del nostro occhio il tutto sotto l'influenza del
movimento degli occhi, dove le distanze più piccole e più grandi, non in base al
diverso numero di cerchi di sensibilità che hanno tenuto per sé ma dalla circostanza
che lo stesso punto di visione più chiara è stato passato attraverso una maggiore o
minore distanza. Sì in cui, dai punti asse della retina a diminuire, la tenuta della
distribuzione del nervo potrebbe anche non avere la conferma diretta della legge dai
nostri tentativi aspettarsi se essi non sono stati progettati con il movimento. in cui le
distanze più piccoli e più grandi non sono secondo la differente numero di cerchi di
sensibilità di aver preso in viene confrontato, ma secondo il fatto che lo stesso punto
più chiara visione è stata passata attraverso una distanza maggiore o minore. Sì in cui,
dai punti asse della retina a diminuire, la tenuta della distribuzione del nervo potrebbe
anche non avere la conferma diretta della legge dai nostri tentativi aspettarsi se essi
non sono stati progettati con il movimento. in cui le distanze più piccoli e più grandi
non sono secondo la differente numero di cerchi di sensibilità di aver preso in viene
confrontato, ma secondo il fatto che lo stesso punto più chiara visione è stata passata
attraverso una distanza maggiore o minore. Sì in cui, dai punti asse della retina a
diminuire, la tenuta della distribuzione del nervo potrebbe anche non avere la
conferma diretta della legge dai nostri tentativi aspettarsi se essi non sono stati
progettati con il movimento.
Da ciò possiamo supporre che la nostra affermazione sia basata più sulla
sensazione muscolare del movimento, nella misura in cui aiuta a comunicare la stima
a distanza, che sul numero di cerchi sensoriali interessati dalla distanza stimata, e
anche a questo riguardo se giustificato, la prova della legge sarebbe sempre
importante; ma in ogni caso la domanda di base di cui sopra rimane instabile, e anche
il rapporto con la sensazione di muscolo è soggetto a difficoltà, per cui non entrerò
nei dettagli per ora.
Ora offre il percorso è quello di cercare di rispondere a questa domanda sulla pelle,
l'analogia è stata evidenziata con gli organi faccia per quanto riguarda la
visualizzazione di ampie dimensioni di EH Weber come bene, e dove nulla a che fare
con l'influenza del movimento , Tranne che anche qui, non si può contare su una
distribuzione uniforme dei nervi. Tuttavia, mi è sembrato utile per vedere come il
successo in questo senso stare in varie zone della pelle, e ci sono demgemäße
tentativi da me stesso sulla fronte, che con una superficie dura il miglior campo di
osservazione sembra darzubieten a causa della loro grande superficie liscia da
Volkmann sulla zampa anteriore del dito medio sinistro e sul dorso della mano
secondo il metodo del difetto medio. Ma il risultato coerente di questi esperimenti
è che nessuno di proporzionalità, anche approssimativa dell'errore puro con le
distanze avviene, ma in generale si occupa molto più lentamente, e non al di là di
certi limiti o ad intervalli più lunghi con le distanze, è che non si tratta di pensare che
Per analogia con ciò che è stato trovato negli esperimenti micrometrici di dimensioni
dell'occhio, può essere rappresentato dalla composizione di un proporzionale alle
distanze e una componente costante rispetto alle distanze. Ciò che questi studi se non
possono così forte per quanto riguarda l'indagine a causa della disomogeneità della
distribuzione nervosa sono la nostra domanda, ma non lasciare la minima probabilità
dell'esistenza della legge in questo campo a sinistra, se siete alla ricerca di in questo
modo.
Nel frattempo, sorge la nuova domanda se, nel campo delle sensazioni estensive, si
debba davvero cercare in questo modo; che, naturalmente, sembra ovvio per la prima
volta, se un'analoga validità della legge è richiesta nel dominio delle sensazioni
estensive come intense, nella misura in cui si trova in quest'ultima in questo
modo. Ma non si deve trascurare il fatto che le distanze che determiniamo nell'occhio
e sulla pelle sono semplicemente delimitate nel campo visivo e tattile dato, e la
crescita di questo campo non aumenta di conseguenza, mentre lo stimolo luminoso
intenso non è semplicemente un limite in un dato Determina l'intensità, ma genera
solo un'intensità di irritazione precedentemente inesistente, che definisce le
condizioni in modo diverso. In un capitolo della seguente parte, Dove, in particolare,
torno alle sensazioni estensive con alcune osservazioni, tornerò su questo punto; ma
la serie di esperimenti su cui si basa il risultato negativo sopra indicato, comunicherò
nei "metodi di misurazione".
6) Fortune physique et morale.
Si può ancora seguire la legge di Weber in un'area più generale. I beni fisici che
possediamo ( corpo della fortuna ) non hanno valore e significato per noi come
masse morte, ma solo, se sono mezzi esterni, per produrre in noi stessi una somma di
sentimenti preziosi ( morale della fortuna ); in relazione al quale prendono il posto
del fascino da allora in poi. Un thaler, a questo proposito, ha molto meno valore per i
ricchi che per i poveri, e quando rende un mendicante felice per un giorno, non è
sensibilmente percepito da lui come una fortuna da milionario. Questo può essere
subordinato alla legge di Weber. Allo stesso aumento di quello che Laplace ha
il morale della fortunaPer concedere, l'aumento deve stare al fisico della fortuna nelle
proporzioni di questo fisico della fortuna .
Questo principio è presentato per la prima volta in un documento di Daniel
Bernoulli nel commento. Acad. Scient. imp. Petro Polit. TV 1738, che porta il titolo:
"Specimen theoriae novae de mensura sortis". Più tardi è da Laplace in s. Teoria
analitica delle probabilità p. 187. 432 riprodotto e ulteriormente sviluppato in
inferenze, e da Poisson in s. Recherches sur la probabilité è stato menzionato e
accettato con le sue implicazioni.
Il fisico espressioni fortuna e la fortuna morale non necessari Bernoulli, ma solo da
Laplace. Bernoulli dice dopo alcune discussioni preliminari, "Nempe valor non est
aestimandus ex pretio rei, sed ex emolumento, quod unusquisque inde capessit
Pretium ex re ipsa aestimatur omnibusque idem est, emolumentum ex conditione
personae Ita procul dubio pauperis magis refert lucrum facere mille ducatorum ..
quam divitis etsi pretium Utricche idem sit; " e continuare "Ita vero valde Probabile
est, lucrulum quodvis sempre emolumentum afferre summae bonorum reciprocae
proporzionale." (p. 177) Ha poi fondato p. 181 formula differenziale e p. 182 la
formula logaritmica cui basiamo posteriormente generalizzata alla legge di Weber.
Laplace dice (p187.): "On doit distinguer dans le Tuen Espère, sa valeur relativi, de
sa valeur absolue: Celle-ci est indépendante des motifs, qui le carattere désirer, au
lieu que la première Croit motivi avec ces. Su ne peut donner de regle générale pour
apprécier cette valeur relativo; Cependant il est naturel de la valeur relativa supposer
d'une petite somme innniment, en raison de sa valeur absolue diretta, en raison du
bien inversa la personne totale de intéressée. En effet, il est clair qu'un franco al très
peu de-prix versare celui qui en possède un grand nombre, et que la manière la plus
naturelle d'estimer sa valeur relativa, est de la supposer en raison de ce nombre
inversa. "p. 432: "D'après ce principe, x étant la fortuna fisico d'un individu,
i'accroissement dx qu'elle reçoit, produit à l ' individual un bien moral réciproque à
cette fortune; I'accroissement de sa fortune morale peut donc être exprimé par ,
k étant une constante. Ainsi en décignant per la fortuna morale correspondant à la
fortune physique x, on aura
y = k log x + log h,
h étant une constante arbitraire, que l'on déterminera au moyen d'une valeur de y
correspondante à une valeur de Donnée x. Sur cela, observerons nous, que l'on ne
peut jamais supposer x et y ou nuls négatifs, dans l'ordre des choses naturel; auto
L'homme qui ne rien possédé, regarde figlio esistenza comme un bien inoral, qui peut
etre confrontare A l'avantage, que Ceci procurerait une fortuna fisico, dont il est bien
difficile d'assigner la valeur, mais que l'on fissatore automatico per il lavoro, qui lui
sera rigoureu-sement nécessaire pour exister; auto su Contoit, qu'il ne punto
consentirait à recevoir une somme modique, regolando Que franchi cent, avec la
condizione de ne rien à prétendre, lorsqu'il l'aurait dépensée ".
Poisson dice p. 72: "Comme l'avantage, guadagno qu'un procurarsi un quelqu'un
dépend de l'état de sa fortuna, su un distingué cet avantage relatif, de l'espérance
mathématique, et l'su una morale nommé espérance. Lorsqu'il est une quantité
infiniment petite, on prend figlio rapporto à la fortuna actuelle de la personne, pour la
mesure de l'espérance morale, qui peut être d'Ailleurs négative ou positiva, selon qu'il
s'agit d'une aumento ou d 'une diminution éventuelle de cette fortune. Par le calcul
intégral, sulla déduit bagno de cette mesure conseguenze, qui les règles s'accordent
avec, que la prudenza indique sur la manière dont chacun doit diriger ses
spéculât! ons. "

X. Il fatto della soglia. 1)


Una sensazione, una differenza Sensazione cresce generalmente alle dimensioni
dello stimolo causativo, differenza stimolo, e sembra naturale supporre a prima vista
che il punto da cui essere percepibile alla sensazione di differenza sensazione inizia
con zero punti dello stimolo, La differenza di contrazione coincide. Ma il fatto
contraddice questa premessa; è piuttosto il caso che ogni stimolo come differenza
irritabile devono avere raggiunto una certa dimensione finita prima della rilevabilità
stesso appena comincia, cioè prima produce un notevolmente nostra coscienza
Sensazione affizierende o evidenzia una notevole differenza nella
sensazione. Viceversa, la peculiarità dello stimolo, la differenza di stimolo, scompare
prima di essere scesa a zero valori. Il punto zero della sensazione,
1)Per quanto riguarda la pagina 7.82 e seguenti: Revisione pag. 177-
180. Psych. Maßprinzipien, pagina 196 segg. Soglia della miscela (vedi sotto
pagina 330 f.): In materia di pagina 105, revisione, pagina 179f. Psych.
Maßprinzipien, p. 204 f.
Il punto in cui la rilevabilità uno stimolo o una differenza stimolo inizia e si
restringe, brevemente parlare della soglia, quale termine così la sensazione e la
sensazione di differenza ai confini rilevabilità quando lo stimolo o differenza stimolo,
o rapporto irritabile che rilevano la portare o la sensazione di differenza su questo
punto può essere ottenuta, in modo che possiamo solo parlare sia della soglia di una
sensazione o una sensazione di differenza, come la soglia di una differenza stimolo o
stimolo o rapporto irritabile, breve soglia, soglia di differenza, la soglia rapporto dello
stimolo. Poiché, date le dimensioni di due stimoli, la differenza segue il loro rapporto
e viceversa, in genere è sufficiente
In questo senso richiederebbe anche quantità estensive e differenze da quelle di un
certo valore per essere concepito pelle o occhio come espansione o differenza di
espansione, saremo in grado di trasferire il concetto di soglia sopra e mentre abbiamo
rispetto delle sensazioni intense soglia menzionare l'intenso, per sensazioni estese
riguardanti la chiamata estesa.
Nella misura in cui infine altre sensazioni rispetto ad altri, più generali e più alti
fenomeni di coscienza, per. Ad esempio, se la coscienza generale dell'uomo, a
seconda del sonno e della veglia, della coscienza dei pensieri individuali,
dell'attenzione in una determinata direzione, ha un punto di estinzione e di
emergenza, saremo in grado di generalizzare il concetto e l'espressione della
soglia. In questi casi non esiste più alcuna soglia di uno stimolo esterno che porti
l'innalzamento della coscienza alla soglia o alla quale corrisponde; ma sorge la
domanda se non dovremmo assumere per essa un valore di soglia del movimento
psicofisico sottostante, e se la soglia di stimolo, soglia di differenza, soglia di
rapporto, sensazioni esistono semplicemente nella misura in cui possono essere
tradotte in una tale domanda, che sarà affrontato all'inizio per la psicofisica
interna. Per ora, tuttavia, riguarderà solo la discussione di relazioni puramente
empiriche che possono essere stabilite direttamente, e che in questo capitolo cercherò
di spiegare e spiegare in parte la generalità del fatto di soglia e soglia, e in parte di
discutere le implicazioni e le applicazioni. che porta l'esistenza della soglia nel campo
dell'esperienza; ma sotto a disposizioni speciali sulle soglie. In questo capitolo
cercherò di spiegare e spiegare in parte la generalità del fatto della soglia e della
soglia della differenza, e in parte discutere le conclusioni e le applicazioni che
l'esistenza della soglia comporta nel campo dell'esperienza; ma sotto a disposizioni
speciali sulle soglie. In questo capitolo cercherò di spiegare e spiegare in parte la
generalità del fatto della soglia e della soglia della differenza, e in parte discutere le
conclusioni e le applicazioni che l'esistenza della soglia comporta nel campo
dell'esperienza; ma sotto a disposizioni speciali sulle soglie.
l) La soglia intensa.
a) Soglia.
Nelle aree di intensa sensazione di luce, la rilevazione diretta può che solo bisogno
di una certa forza di stimolo luminoso per risvegliare sensazione, per cui v'è una
soglia per la sensazione di luce ad una valore finito della stimolo luminoso, non viene
eseguito perché l'occhio come discusso ripetutamente , attraverso un'eccitazione
interiore, è sempre al di sopra della soglia, a cui ogni stimolo luminoso esterno dà
solo un sussidio. I fatti che insegnano che questo sussidio richiede una certa forza per
essere notato sono più nella sezione sulla soglia della differenza.
Per quanto riguarda la modifica, però, che noi chiamiamo il colore, è possibile
impostare le seguenti condizioni per la visibilità, 1) che il rifrangibilità e con la
presente frequenza di vibrazione sopra salire un certo limite; 2) che l'intensità o
l'ampiezza delle vibrazioni supera un certo limite; 3) che il colore funzioni in misura
sufficiente, che deve essere tanto maggiore quanto più le parti laterali della retina
cadono dal colore; 4) che non è stata mescolata con troppo bianco.
Per quanto riguarda il primo, si sa che oltre il bordo rosso dello spettro non si
vedono più colori, o sono in qualche modo resi visibili; tuttavia, i fenomeni di calore
provano l'esistenza di raggi oltre questo limite. Ora i raggi rossi hanno le vibrazioni
più lente e l'incapacità di percepire i raggi ultra-rossi sembra essere scritta su
qualcosa di diverso dalle loro vibrazioni troppo lente. D'altra parte si ha il cosiddetto.
I raggi ultravioletti che non possono essere resi visibili quando si utilizza prismi
ordinarie nel quadro delle misure ordinarie, ed era precedentemente chiuso la loro
esistenza soltanto dai loro effetti chimici potuto fare di recente, visibile attraverso
adeguate sanzioni da parte, solo necessarie è di portarli alla percezione con forza
sufficiente,
Infatti, la parte ultravioletta dello spettro prismatico quando è utilizzata da prismi
cristallo di rocca, che permettono ai raggi di colore in questione un passaggio più
ricchi come prismi, conservata ancora visibile dove con l'utilizzo di prismi di vetro
nulla è percepire loro, specialmente se dal Spettro progettato per mezzo di un prisma
di quarzo isolato da uno schermo con lacune e visto attraverso un telescopio fatto di
lenti di vetro con un prisma di vetro attaccato al secondo. Una prova, ma che passano
anche attraverso prismi di vetro su raggi violetti, e non sono più riconosciuto solo a
causa della bassa intensità, è che si può rendere visibile l'immagine prodotta da vetro
prismi spettro ancora scoperta dal Stokes fluorescenza.
Terzo Toccando così notato EH Weber 2) che non si può vedere attraverso uno
spazio molto stretto un'area verde che verde, e si conclude che una superficie colorata
deve avere una certa dimensione in modo da rendere la loro specifica impressione
colore. D'altra parte, si può affermare che alcune stelle fisse sono ancora un po
'colorate; ma la colorazione è molto poco sorprendente, e di prendere in
considerazione che l'immagine delle stelle, come del resto anche il divario, sempre
qualcosa espande per irraggiamento, in modo che non può essere considerato un
puntiforme.
2) Arch. Müller 1849. p. 279i

Ampia e attenta sperimentazione con il soggetto per quanto riguarda il


comportamento delle parti laterali della retina è stata intrapresa da Aubert 3 , i cui
risultati speciali, tuttavia, non sono ben posizionati in questo resoconto generale.
3) Gräfe Arch. F. Ophthalmol. Ill. 38 e segg.

Per quanto riguarda il quarto, è sempre possibile diluire un liquido colorato a tal
punto, o mescolare una sostanza colorata con così tanto bianco che il colore diventa
impercettibile agli occhi. Questo caso sarà discusso in maggior dettaglio nel capitolo
sui fenomeni di miscelazione.
Per quanto riguarda l'intensità del suono, il fatto della soglia è facilmente rilevabile.
Quando un corpo sonante si allontana sempre di più, alla fine non lo sentiamo più,
nonostante le onde sonore che colpiscono il nostro orecchio, non sono diventati
zero. L'approssimazione del corpo del suono ha solo l'effetto di rendere visibile per
impressione, che è impercettibile a causa della sua debolezza, ma non a causa della
sua assenza.
Quindi non sentiamo una campana troppo lontana. Ma se 100 campane, che non
ascoltiamo individualmente, suonino insieme alla stessa distanza, le
sentiremmo. Quindi ogni singola campana in questa distanza deve dare il suo
contributo all'udito, che da solo non è sufficiente per produrre una sensazione di
suono apprezzabile.
Uno non sente un bruco nella foresta, ma quando il bruco generale si nutre è nella
foresta, lo si sente molto bene; ma il rumore che fanno molti bruchi è solo la somma
dei suoni dei singoli bruchi. Quindi ogni singolo bruco, indipendentemente dal fatto
di essere ascoltato per se stesso, deve contribuire all'ascolto di tutti i bruchi; ma
questo non è abbastanza forte da creare sensazioni uditive evidenti.
In ogni momento della giornata un certo rumore riempie l'aria, ma se non supera
una certa forza, crediamo di non sentire nulla.
Nella diluizione omeopatica non assaporerai più la sostanza più amara. Basta
concentrare la dissoluzione e il gusto diventa evidente.
È innegabile che nell'aria ci siano sempre molte sostanze odorose che non
odoriamo perché sono troppo diluite. Ma il cane e il selvaggio odorano davvero la
traccia con i suoi organi affilati, che non sentiremmo più l'odore, ma emanerebbero
anche un odore mentre si intensificava.
Una singola coppia di piastre galvaniche non dà sensazioni apprezzabili, mentre la
colonna costituita da coppie di piastre individuali dà un colpo.
Ogni pressione sul nostro corpo ha solo bisogno di essere distribuita
sufficientemente per diventare impercettibile senza che sia nulla.
b) Soglia di differenza.
Che una differenza nello stimolo debba avere una certa dimensione per essere
percepito come una differenza non è generalmente dubbia, e il metodo delle
differenze appena percettibili applicabili in tutte le aree sensoriali si basa interamente
su di esso.
Non bella, più facile e più sorprendente, tuttavia, l'esistenza della soglia di
differenza può essere indicato come nel regno della percezione della luce attraverso il
tentativo ombra abbiamo guidato la prova della legge di Weber. Ricordiamo le
circostanze dell'esperimento:
Metti due lampade l'una accanto all'altra e davanti a loro un corpo in
ombra. Ciascuna delle due lampade dà un'ombra che è semplicemente illuminata
dall'altra lampada, mentre il terreno circostante è illuminato da entrambe le
lampade. Ora si avvita lo stoppino di giù una lampada sempre più profonda, o
rimuove sempre più dalla all'ombra del corpo, in modo da poter vedere le ombre che
getta stanno diventando più debole l'illuminazione dello spazio circostante differisce
sempre meno di esso, e, infine, questo Le ombre scompaiono, come se fossero
assorbite dall'illuminazione generale del terreno, nonostante che entrambe le fonti di
luce siano ancora lì. Ero sbalordito quando, per la prima volta, ho notato che le due
luci erano solo ombre. Entrambe le lampade stanno bruciando chiaramente, ma solo
un'ombra è lì. In una parola, se la differenza tra l'illuminazione di un'ombra e lo
spazio circostante è al di sotto di un certo limite, la differenza scompare
completamente per la sensazione e non può certo essere percepita.
Questo tentativo è particolarmente sorprendente, perché uno ha i componenti qui
nell'occhio allo stesso tempo, e l'occhio può mettere a fuoco nettamente, con calma e
in modo costante sulla linea di confine dello stesso mentre fa sparire la sua
differenza; Quindi non ci può essere né l'uno dimenticare l'impressione precedente,
nè si affacciano la differenza quello che si potrebbe essere tentati di spingere
imperceptibility o la scomparsa della differenza di altri modi tentativo.
L'esperimento consente alcune modifiche. Generale: se una delle ombre è
notevolmente visibile, si ha solo bisogno di una lampada un po 'più bassa, o l'altra di
un po' più alta, quindi diventa impercettibile; e se è impercettibile, uno ha bisogno
solo della sua lampada per essere più alta, o l'altro per essere avvitato più in
profondità, quindi diventa evidente. Invece di viti superiori e inferiori, lo stesso vale:
più approccio e rimozione.
Lo stesso di questo esperimento insegna l'esperienza, già asserita, che non
possiamo vedere una stella nel cielo dei cieli con la massima attenzione.
Proprio come il fatto della soglia di differenza è il fatto del suo aumento con la
dimensione degli stimoli. Per quanto riguarda la legge di Weber è, è la dimensione
della differenza ancora appena percettibile e quindi la soglia differenza in
proporzione diretta alle dimensioni dello stimolo, la differenza è da considerarsi
fintanto che non esiste, v'è ancora una funzione della dimensione dello stimolo, che
non è più quello della semplice proporzionalità.
A condizione che la dimensione di una differenza irritabilità relativa rimane
pressochè la stessa, se il rapporto dello stimolo rimane lo stesso e viceversa, in grado
di fornire sia detto che le differenze sensazione appena percettibile verificano le
stesse differenze stimolo relativi rispetto alle stesse condizioni di stimolazione,
indipendentemente dalla grandezza degli stimoli. Ma se entrambi sono in realtà basati
sulla stessa cosa, da un punto di vista formale a volte può essere più conveniente o
più appropriato attenersi a uno piuttosto che all'altro. Di conseguenza, denotiamo in
futuro una soglia di differenza assoluta, coincidente con differenze appena
percettibili, la differenza di stimolo assoluto, con la differenza di differenza relativa o
costante la differenza di stimolo relativa,a , w , v per quello. Pertanto, la costante
costante w per l'intensità della luce secondo il metodo di Volkmann è la costante
di rapporto .
Generalmente uno ha
v = 1 + w e w = v - 1.
Il logaritmo di v sarà usato più volte nella sequenza . A meno che
ora w nell'espressione v = 1 + w è sempre una dimensione molto piccola, i poteri più
alto rispetto al primo possono essere ignorate, è possibile in base alle note insiemi
matematici per log (1 + w sostituto) M w , dove M è il modulo del logaritmica I
sistemi sono, così dicono
log v = M w .
È importante tenere presente che se la differenza di stimolo relativa e il rapporto di
stimolo, e quindi la costante di costante e rapporto costante, sono sempre costanti
insieme quando gli stimoli sono cambiati, allora in nessun caso, quando uno di questi
valori cambia, l'altro diventa proporzionale modifiche. D'altra parte, il logaritmo del
rapporto costante secondo l'equazione di cui sopra cresce in proporzione alla costante
di differenza, e può essere sostituito ovunque v solo per i rapporti log w per v .

2) Soglia estesa.
Se un cerchio bianco è troppo piccolo su fondo nero, o viceversa, o è visto troppo
lontano, non verrà riconosciuto. Se due punti o fili paralleli sono troppo vicini l'uno
all'altro, o sono visti troppo lontano, svaniscono lontano dall'occhio e la loro distanza
diventa impercettibile. Il confine dove si verifica il primo può essere chiamato la
soglia di grandezza riconoscibile, dove si verifica l'ultimo, come soglia della distanza
percepibile.
È risaputo che due punte circolari troppo vicine fluttuano insieme sulla pelle a
un'impressione comune, e quindi qui c'è anche una soglia di distanza riconoscibile.
Non meno di due impressioni che fluiscono in un'impressione indistinguibile
quando accadono troppo velocemente una dopo l'altra. Quindi c'è anche una soglia
ampia in termini di distanza temporale.
Se un oggetto, ad esempio la lancetta delle ore di un orologio, una stella nel cielo,
si muove troppo lentamente, il movimento non viene riconosciuto, con
un'accelerazione sufficiente, viene riconosciuto. Quindi c'è anche una soglia di
velocità riconoscibile.
Qui il tempo e lo spazio vengono presi in considerazione allo stesso
tempo. Probabilmente la velocità inizia poiché essendo da vedere se la soglia di
tempo coincide con la soglia di spazio, cioè se la quantità minima di tempo che non
scorre verso l'anima in un momento, uno spazio è descritto che non scorre all'occhio
in un punto nello spazio.
3) Altre considerazioni generali sulla soglia.
Il fatto della soglia è un paradosso fin dall'inizio. La differenza di stimolo o stimolo
può essere aumentata fino a determinati limiti senza essere avvertita; Da un certo
punto di vista sentirà e sentirà la sua crescita. Come può qualcosa che non funziona
nella coscienza, quando è debole, iniziare a lavorare in qualcosa attraverso il
rafforzamento? Sembra che la somma degli effetti nulli possa dare un po 'di
effetto. Ma se questo rapporto può fare una difficoltà metafisico, quindi ha difficoltà a
aspetti matematici, e ciò indica che il punto di vista matematico, secondo cui la
dimensione della sensazione in funzione della dimensione dello stimolo (relativa dei
movimenti interni così attivati) Può anche essere considerato il metafisico
giusto. Infatti, se y è una funzione di x , y può sparire, andare in negativo o
immaginario ad alcuni valori di x , ma è sufficiente aumentare x oltre quel valore
a y per vedere di nuovo i valori positivi.
Con il fatto che la soglia dipende da se stessa, segue il fatto. Più bassa è la
dimensione dello stimolo o la differenza di stimolo scende al di sotto della soglia,
meno la stimolazione o la differenza di stimolo può essere percepita, maggiore sarà
necessario prima che la sua sensazione si verifichi. Finché la differenza stimolo o
stimolo sono inferiori alla soglia, la sensazione rimane la stessa, come si dice,
inconscia, e inconscio approfondisce sempre più, a seconda che la dimensione della
differenza stimolo o stimolo scende più profondo di sotto della soglia. Così, il suono
remoto, stimoli olfattivi rimangono nell'atmosfera sotto della soglia e pertanto
caratterizzato per cresciuto sensazione incoscienza, finché l'intensità di quegli stimoli
superano una certa soglia dimensionale. Di per sé si offre qui,
La sottigliezza delle piccole differenze solleva automaticamente una domanda
sottile e non importante per il metodo di misurazione della sensibilità in base al
metodo dei casi giusti e sbagliati.
Impostato, la differenza dei pesi, o più in generale gli stimoli che prese nel
tentativo di essere così piccola che scende sotto quella soglia dove può essere
identificato con coscienza, si chiede se il numero di corretta e sbagliata I casi possono
mai ottenere influenza; se non è così buono per il rapporto dei due come se non ci
fosse alcuna differenza, fino a quando la differenza non ha oltrepassato il confine
dove può essere percepita come tale, e se da quel momento in poi l'influenza, non il
post la grandezza assoluta della differenza, in base alla differenza di quale dal valore
in cui inizia a farsi sentire davvero.
Questo all'inizio sembra ovvio, perché come può una differenza non influenzare la
nostra coscienza determinare il nostro giudizio? Tuttavia, non può essere accettato
senza essersi consultato con i principi delle Maßverfahrens rilevanti anche i principi
secondo i quali uno la probabilità di errore rispetto alle dimensioni dello stesso
calcolato, e che cosa è che procedura di misurazione del tutto fondata a dichiarare
non valida; un esame più dettagliato porta anche a un risultato del tutto ovvio,
completamente opposto. Tuttavia, che una differenza è impercettibile a se stesso, egli
è ancora un numero sufficiente per confrontare Il sovrappeso casi reali a favore di
peso più pesante, si possono trovare, in generale, lo stimolo più grande.
Occorre ricordare che, allo stesso tempo con la differenza che deve essere
interpretata, influenze casuali atto che altrettanto spesso determinato al peso uguale
verdetto in media a favore di uno rispetto all'altro. La differenza, tuttavia, si aggiunge
alle influenze che determinano il giudizio a favore dell'uno; e fa alcuni che tali
influenze, sarebbe stato impercettibile colpo, sono nettamente a favore di questa
pagina, parzialmente rinforzato rende gli effetti già evidenti da questa parte e che
meno superano le influenze opposte. Questo allora non impedisce che in molti casi
l'effetto del peso supplementare rimane insieme con i difetti attualmente esistenti
sotto l'orologio Lichen, nel qual caso il giudizio è casi ambigui
Si vede in questo modo, come una differenza intrinsecamente impercettibile in
quanto si aggiunge ad altre influenze, ma può dare effetti notevoli; e la probabilità,
cioè il numero proporzionato di casi corretti e falsi in un numero molto grande di
prove, dipende dalla dimensione della differenza in un modo che consente di ricavare
una misura della sensibilità da esso, come mostrato in precedenza.
La soglia di entrambi gli stimoli come una differenza di stimolo suscettibili
condizioni di affaticamento, abitudine, pratica, cause interne di eccitazione o paralisi,
medicinali, la periodicità della vita, costituzione individuale e così via delle più
grandi e più diverse modifiche, così solo nella misura ritenuto costante, poiché queste
relazioni non producono alcun cambiamento in esso. Lo studio di questi rapporti di
dipendenza è uno dei compiti più importanti della psicofisica, e coincide con
l'indagine generale delle dipendenze di sensibilità assoluta e differenziale o irritabilità
e l'eccitabilità dalla sensibilità assoluta della soglia, la differenza di sensibilità della
soglia differenziale è reciproco.
Dovrebbe essere trasferito da stimoli provocate dal movimento psicofisico, il fatto
della soglia - tentativo successivo per dimostrare quello - cioè secondo la nostra
ipotesi generale che un rapporto fisso tra cambiamenti fisici e psicologici che si
svolgono in noi alla soglia di psicofisica attività, che devono essere considerati
immutabili, in modo che la sensazione inizia sicuro se l'attività a cui è collegato, ha
raggiunto il livello di soglia. corrisponde all'inizio di una certa sensazione, ma da uno
stimolo può trovare più facile o più difficile a seconda dello stato cambiare
dell'organismo per innescare l'attività psico-fisico in questa forza è la soglia dello
stimolo, che è collegato a questo punto, non immutabile,
Questa distinzione sul fatto che si riferisca alla soglia in cui la sensazione scompare
allo stimolo o ai movimenti indotti in tal modo deve essere tenuta presente; in questo
solo la soglia in quest'ultimo senso può effettivamente essere costante, mentre nel
primo senso cambia con la suscettibilità allo stimolo e il modo di attaccamento dello
stimolo.
4) Conseguenze dell'esistenza della soglia.
Molte conseguenze di interesse e importanza sono legate all'esistenza di una soglia
di stimolo e una soglia di differenza.
Se vengono rilevati sempre anche la dimensione minima di stimolo, saremmo come
minimi di stimoli di ogni tipo continuo roteare intorno a noi, dobbiamo sentire una
miscela infinita e un alternarsi incessante di sensazioni morbide di tutti i tipi, che non
è il caso. Che ogni stimolo debba prima superare un certo limite prima che risvegli la
sensazione, assicura l'uomo di uno stato indisturbato in una certa misura da stimoli
esterni. Non ha bisogno di abbattere a zero, cosa che non è in grado di rimanere
attraverso indisturbato, ma di ritirarsi da quelli che sono indeboliti dalla distanza,
proprio di una distanza sufficiente stimoli o in generale quelli con per abbattere un
certo limite ,
Solo il modo ci Unmerklichwerden ogni stimolo quando scende al di sotto di un
certo limite, assicura un indisturbata da estraneo stato percezioni,
l'Unmerklichwerden ogni differenza stimolo quando scende al di sotto di un certo
limite, uno stato uniforme percezione.
A causa di cause interne ed esterne, gli stimoli non agiranno mai uniformemente
nel tempo e nello spazio, ma questo non ci impedisce di vedere contemporaneamente
superfici chiare e colorate, sentire suoni uniformemente sostenuti, e così via
Il noto esperimento del disco ruotato con settori bianchi e neri fornisce una prova
semplice. Girato con abbastanza velocità, sembra uniformemente grigio. Tuttavia,
l'intensità dell'impressione su entrambi i lati di un settore non può essere esattamente
la stessa, perché passando un settore nero viene progressivamente perso
dall'impressione e vinto prima di uno bianco. Ma poiché la differenza su entrambi i
bordi diventa inferiore alla soglia di differenza, si verifica l'aspetto di grigio
uniforme. Vale a dire, l'uniformità sembra essere perfetta a una rotazione
sufficientemente rapida, così che non è possibile con la massima attenzione scoprire
un cambiamento.
Un caso analogo si verifica quando si tiene il dito sul bordo di una ruota dentata a
rotazione rapida (ingranaggio a stella). Tuttavia, se si differenziano i singoli denti con
una rotazione lenta, questo non è più il caso di quelli più veloci. Valentin 4) ha fatto
ampi esperimenti su questo. U. a. ha notato qui che, quando le larghezze dei denti
presenti variazioni minime, non sta trasportando sostanziale interferenza, mentre se la
ruota di 160 denti in 3 o 5 3- sdraiata accanto all'altro o 4 volte stretta come il resto
sono quello L'uniformità non può più essere pienamente raggiunta anche a velocità
elevate.
4) Fourord's Arch. 1852. p. 438. 587.

Proprio come un disco con settori bianchi e neri appare uniformemente grigio in
rotazione con velocità sufficiente, una superficie di quadrati bianchi e neri che si
alternano regolarmente appare uniformemente grigia da una distanza
sufficiente. Questo può avere una doppia ragione; o che le distanze non possono
essere più comprese da un punto di vista troppo piccolo, quindi l'apparenza
dipenderebbe dall'ampia soglia; o che l'irradiazione dei quadrati bianchi con un
angolo di visione molto piccolo consente loro di fluire l'uno nell'altro; allora l'aspetto
sarebbe collegato alla soglia intensa della differenza. Forse entrambe le cause
possono lavorare insieme; nulla sembra essere stato deciso dalle osservazioni fino ad
ora.
Lasciamo perdere questi fatti di psicofisica esterna per intravedere il significato che
possono acquisire per l'interiorità. Se lo stimolo è tradotto in movimento psicofisica,
così anche l'anima potrà procedere in uno stato uniforme e privo Sensazione
nonostante la presenza e gioco di movimento psicofisico quando solo certi limiti non
vengano superati. Il primo caso, come mostro in futuro, è realizzato dal sonno, il
secondo dal fatto che i movimenti psicofisici non possono essere uniformi in
natura. Sono probabilmente di natura oscillatoria. Ma i cambiamenti del movimento
psicofisico non si fanno sentire a meno che non superino un certo limite;
Ciò rende anche più facile per noi comprendere un'idea di cosa si intenda con una
diversa qualità di sensazione. Mentre la non uniformità del movimento psicofisico
non è percepita come una non uniformità di sensazione, la sua qualità può dipendere
dalla sua modalità. Tuttavia, un'esecuzione di questi suggerimenti non appartiene a
questo; e anche nella psicofisica interiore può essere affrontata per ora solo con
grande misura e supporto.
Il fatto che l'occhio, in vista dell'intensa sensazione di luce, sia sempre al di sopra
della soglia in virtù di una debole eccitazione interna, dà origine a una speciale
osservazione teleologica.
Sollte es erst einer gewissen Stärke des äußeren Lichtreizes bedürfen, um die
inneren Bewegungen, an die sich unsere Lichtempfindung knüpft, bis zur Schwelle
zu heben, so würden schwach beleuchtete und schwarze Gegenstände gar nicht
erblickt werden und hier die Wirkung der blinden Stelle der Netzhaut entstehen , che
sarebbe senza dubbio molto fastidioso. Se, d'altra parte, l'occhio fosse sollevato molto
oltre la soglia dall'eccitazione interiore, allora, secondo la legge di Weber, leggeri
aumenti di luce non sarebbero più chiaramente riconosciuti. Il nero nel nostro occhio
esternamente non stimolato è quanto rappresenta un livello di luce molto basso,
indiscutibilmente il più vantaggiosa, che potrebbe avere luogo nello stabilimento del
nostro senso visivo.
Non esiste un motivo teleologico corrispondente per l'orecchio; piuttosto, può
sembrare piuttosto noioso qui, se ogni minimo rumore dovrebbe essere
ascoltato. Infatti, anche se indirizziamo la nostra attenzione all'orecchio, nello stato
normale non abbiamo nulla di analogo all'occhio nero, ma solo la sensazione di
silenzio.
Ma poiché l'orecchio può essere anormalmente elevato al di sopra della soglia per
irritazione interna, e quindi, quando si verificano rovesciamenti, esplosioni, ecc., Può
anche essersi affondato in profondità sotto la soglia per la sua inanità. Qui
appartengono le esperienze che ora trovano la loro vera interpretazione, che le
persone che soffrono di torpore del nervo uditivo capiscono solo gli altoparlanti con
un suono, come tamburellare, guidare nella carrozza. Evidentemente il suono forte
deve servire ad elevare l'orecchio alla soglia, dopo di che anche la crescita del suono,
che di per sé non sarebbe stata sufficiente a causare questo, può essere ascoltata.
Né voglio commemorare le prossime applicazioni del fatto della soglia di
differenza.
Wenn, wie wohl jetzt ziemlich allgemein anerkannt ist, die sog. Irradiation im Auge
vielmehr von den optischen Abweichungen des Auges und Beugungsphänomenen als
der von Plateau angenommenen Ausbreitung der Lichtwirkung auf der Netzhaut
abhängt, so kann diese physische Irradiation mit verstärkter Intensität des Lichtes
nicht an Espansione, ma solo aumento di intensità. Ma gli esperimenti di Plateau
hanno 5) dimostrato che percepito dal irradiazione occhio non ad una certa massima
non può essere superato di gran lunga cresce in proporzione all'intensità della luce,
ma non trascurabile con tale intensità.
5) Pogg. Ann. L. Supplemento. Pag. 412 e segg.

Corrisponde cioè dai suoi tentativi seguenti leggeri intensità i seguenti visibile
Irradiationsbreiten j su fondo nero; dove il massimo i = 16 era l'intensità di un cielo
luminoso riflesso da uno specchio inferiore a 30 ° (contro la superficie dello
specchio):
i= 1 2 4 8 16
j = 40 ", 9 47", 6 55 ", 7 56", 0 56 ", 0.
Per quanto riguarda la soglia differenza è il risultato trovato in plateau che
l'irradiazione visibili aumenta con l'intensità della luce in estensione, ma i risultati in
proporzioni minori e non oltre un certo limite, ad un vero rimane costante
Irradiationsbreite fisica come necessario.
Il limite più estremo possibile di irradiazione visibile deve necessariamente essere
al limite del fisico. ma per lo stesso deve essere stato così quasi uguale al nero del
terreno già in stretta vicinanza dal bordo irradiirenden oltre bassa intensità di luce
irradiirenden a non essere più in grado di distinguerli, il limite di irradiazione visibile
deve avvicinarsi in modo che il bordo irradiirenden, più debole è la luce irradiante.
Babinet 6) ha, in un trattato sulla tenuta della massa della cometa che affidabile,
chiamato da lui, gli astronomi stella era ancora più bassa, osservato anche da parte
del nucleo della cometa attraverso il 10 °, la dimensione 11 e senza indebolimento
notevole della loro Splendore, mentre, secondo l'osservazione di Valz, una stella di
magnitudine 7 quasi estingueva la brillantezza di una cometa
brillante. Successivamente, fa la seguente considerazione in riferimento alla costante
di differenza di Bouguer:
"Puisque l'interposizione comète d'une éclairée par le soleil pas n'affaiblit
sensiblement L'Eclat de l'étoile devant laquelle elle forme un rideau lumineux, il
s'ensuit que l'éclat de la comète n'est pas le soixantième de celui de l'étoile, auto
Autrement l'interposizione d'une lumière égale à un soixantième de celle de l'étoile
EUT été sensibile. On peut donc admettre tout au plus, que la comète égalait en éclat
le soixantième de la lumière de l'étoile. Ainsi, dans cette hypothèse, en la Rendant
comète soixante fois più lumineuse, elle aurait eu un éclat égal a Celle de l'étoile, et si
l'on EUT Rendue soixante fois più lumineuse qu'elle n'était, c'est- à-dire trois fois
mille sei centesimi, la Comète EUT été alors soixante fois più lumineuse que l'étoile,
et, un tour figlio, elle fait EUT l'étoile disparaître par la supériorité de son éclat "...."
On peut que le Clair de Lune admettre fait toutes les étoiles disparaître au-dessous de
la quatrième grandezza. ainsi L'Atmosphère illuminée par la pleine lune acquiert
assez d'éclat versare rendre Les Étoiles de invisibili cinquième grandiosità et au-
dessous. "
6) Compt. rend. 1857. p. 357

Babinet fa ulteriori osservazioni di questo, per cui trova una dimensione veramente
piccola per la densità e la massa delle comete, che, tuttavia, da altre considerazioni è
da assumere in misura minore, che, tuttavia, non ci riguarda più oltre. Inoltre,
considero la considerazione di cui sopra solo come un esempio di possibile
applicazione della costante di differenza, ma consideriamo l'applicazione del valore
di Bouguer alle stelle non consentita, per ragioni di cui discuterò nel seguente
capitolo; dopo di che l'intero risultato del calcolo di Babinet diventa precario.

XI. Dettagli sulla dimensione e sulla dipendenza delle soglie


nelle varie aree sensoriali.
Assolutamente fissi e regole universali sulle dimensioni della soglia di soglia e
differenziali sono possibili in altri siti senso, in cui la soglia è molto dipendente dal
montaggio esterno, stimoli e la condizione della sensibilità degli organi che sono
elementi molto variabili, per cui v'è anche la difficoltà di determinare con precisione
il valore al quale inizia una sensazione o una differenza sensoriale. Nel frattempo, ciò
che è stato detto a questo riguardo (vedi Capitolo 6) riguardante le misure di
sensibilità in generale si applica. La determinazione, anche se solo approssimativa, di
valori medi per condizioni ordinarie da un lato, valori estremi dall'altro, mantiene
sempre il suo interesse, e in molti casi non può essere superata.
Più bassa è la soglia, maggiore è la sensibilità in circostanze altrimenti simili. È
indiscusso che, dopo la costituzione dell'organismo umano, esiste un limite che non
può essere superato a questo riguardo; considerando che molte circostanze, alcune
anomalie di costituzione, organi, contingenze di ogni genere, possono innalzare la
soglia; Pertanto, tutte le soglie effettivamente ottenute devono essere considerate
come limiti superiori, al di sotto dei quali, per così dire, è la soglia ideale, che si
troverà nelle circostanze più favorevoli. Le soglie più piccole, nella misura in cui si
basano solo su una buona osservazione, hanno quindi il maggior interesse a portare il
limite superiore del vero limite più vicino.
È pacifico che quanto segue non fornisce un riassunto completo di ciò che è
disponibile in varie aree di informazioni sulle soglie; tuttavia, le seguenti
informazioni forniranno un punto di partenza per un ulteriore
completamento. Tuttavia, la maggior parte di questi dati sarà in grado di riferirsi alla
soglia di differenza, poiché attualmente vi è poco disponibile sulla soglia di stimolo
assoluto.

1) Soglia intensiva.
a) luce e colore.
Che una soglia di stimolo per quanto riguarda le sensazioni di luminosità non possa
essere inclusa nell'esperimento è stata discussa in precedenza (capitolo 10). Per
quanto riguarda la soglia di differenza, vengono comunicate le informazioni
precedenti nel nono capitolo e il riepilogo è il seguente.
Bouguer trovato da esperimenti con ombra, discutibile con o senza movimento, la
soglia di differenza è uguale a 1 / 64 dell'intensità; Arago senza movimento in
individui diversi 1 / 39 bis 1 / 71 , con il movimento di 1 / 58 bis 1 / 131 del (vedere il
capitolo 9 ..); Volkmann da esperimenti con ombre in diversi individui con agitazione
a circa 1 / 100 (vedi capitolo 9 ..); Masson da esperimenti con il disco ruotata in
individui diversi 1 / 50 bis 1 / 120 e sopra (vedi capitolo 9).
Secondo Masson, il valore per i diversi colori rimane lo stesso, ma è diverso per gli
occhi di individui diversi.
Negli esperimenti con cui sono state ottenute le disposizioni di cui sopra, sono state
utilizzate ovunque aree chiare o ombreggiate di una certa estensione e visione
diretta. Ma è certo che la soglia della differenza dipende, almeno in una certa misura,
dall'estensione delle quantità visibili, e si comporta in modo diverso sulle parti
laterali della retina che sulla centrale.
In generale, una piccola area nera su un terreno bianco, o viceversa, scompare più
facilmente nel terreno, cioè non si distingue da esso, come si vede da un angolo di
vista più piccolo, e incontra le parti più tarde della retina. Le linee sono ancora
riconosciute allo stesso spessore con punti in cui non sono più riconosciute. Inoltre, il
colore fa la differenza.
Per quanto riguarda l'influenza delle dimensioni, l'irradiazione deve essere tale da
far scomparire più facilmente oggetti di dimensioni molto piccole, con la stessa
distanza dell'occhio, rispetto a quelli più grandi, il che non è sempre considerato
necessario. Dovrebbe essere notato che una linea nera, o un punto nero su un fondo
bianco, si diffonde così bene per irradiazione, con diminuzione del nero, come un
bianco su un terreno nero con diminuzione della luminosità; di cui il fatto e la teoria
sono stati affermati e sviluppati in modo più preciso da Volkmann 1) .
1) Rapporti di Leipz, Soc. 1858, P. 129 ss.
Infatti, naturalmente, la luce che si dissipa attraverso l'irradiazione è così diluita, o
nera, che è quindi invasa dalla luce; meno facilmente distinguibile dal terreno nero o
bianco; e questa circostanza deve riguardare i punti in proporzione più forte delle
linee. Non è quindi contestato che la soglia della differenza delle stelle fisse sia molto
maggiore del valore Bougueriano, che Babinet si basa su un calcolo; cioè una stella
fissa è già molto maggiore differenze di intensità di 1 / 64 non può essere li distingue
contro la ragione cielo, e sarebbe importante per alcune proporzioni astronomico più
a lui direttamente dagli esperimenti sulle stelle artificiali
determinano 2),
2)Sarà utile riferirsi ai tentativi di attività correlate di Stampferí nella
sessione. d. Vienna. Akad. 1852. p. 504. 511 considerazione.

Quanto sopra è sufficiente per dimostrare che le soglie intense ed estese di


sensazione di luce possono essere determinate solo facendo riferimento l'una
all'altra. Per questo motivo, lascio questo argomento per il presente, al fine di tornare
ad esso sotto 2), considerando la soglia ampia, e quindi per discutere ulteriormente
l'influenza dell'irradiazione.
Così è stato osservato che anche i colori, per essere riconosciuti come colorati,
devono essere presentati in una certa misura. Anche con visione diretta, è il
caso; ancora più con indiretto. Indiscutibilmente giocare Irradiationsverhältnisse ei
coefficienti di induzione (in Brückeís senso) la ragione di superfici colorate un
piccolo hanno un ruolo nella scomparsa del colore che fino ad ora è ancora
abbastanza inspiegabili. Le più attente osservazioni circa l'effettiva Aubert ha
assunto 3) , ma sarebbe per trarre conclusioni definitive, le sue osservazioni sul
comportamento dei quadrati colorati su un bianco e nero in fondo nelle parti laterali
del campo visivo corrispondente circa il comportamento di quadrati bianchi e neri
sulla ragione colorato da aggiungere ancora.
3) Gräfeís Arch. F. Ophthalmol III. Pag. 38 e segg.

b) Suono e tono.
Schafhäutl 4) imposta il limite di udibilità del suono quando si utilizza lo stesso
dispositivo facendo cadere un tallone 5)da un'altezza misurata ad una piastra ad
angolo retto del normale vetro a specchio fissato al suo nodo mediante viti e fissato
contro la posizione fissa dell'orecchio. La distanza orizzontale del centro del disco,
dove il proiettile ha colpito, dal centro dell'apertura dell'orecchio, che era destinato a
sentire il suono, era 55 mill., Il verticale 74 mill., Il lineare 91 mill. "Esperienza me
l'autore dice che questa è la distanza migliore in cui l'orecchio sente certamente il
minimo suono che è ancora in grado di influenzare ". Il risultato essenziale di questi
esperimenti (non descritto in dettaglio) è dato dall'autore come segue:
"Nei miei esperimenti per determinare la quantità del suono, che è il mio orecchio
ancora udibile, ho trovato che il suono generato da un 1 milligrammo agricole
sughero granuli altezza l mm giù cadere, media per orecchio in tutta tranquillità, così
di notte, né In 30 esperimenti di questo tipo, alle 12 di mattina, con calma assoluta,
ho avuto la massima determinazione di ascoltare il suono prodotto dall'esperimento
sopra riportato per 25 volte, un rapporto simile si è verificato anche in alcune
orecchie educate musicalmente di giovani pochi che potrebbero ancora sentire questo
suono se non avessero praticato il loro orecchio, ma alcuni, dopo diversi esercizi,
riuscirono a sentire il suono sopra con certezza. "
4)Abhandl. d. Monaco di Baviera. Acad. VII. P. 501.
5) Fino a quando cade, è afferrato da una pinzetta, che viene aperta per mezzo
di due spacciatori.
"Ho quindi ho alcuna esitazione nella variabile suono, causata dalla caduta di 4
milligrammi pesanti Korkkügelchens di altezza 1 mm a accettare come acustica
Dynamis, che si riferisce al limite medio del sano orecchio umano sotto l'influenza
della nostra civiltà ancora valori suono udibile."
Sarebbe indiscusso che esperimenti con parametri sonori più significativi sarebbero
desiderabili con una maggiore distanza dall'orecchio, poiché, naturalmente, piccole
influenze di disturbo e errori di misurazione perderebbero la loro influenza. Va anche
tenuto presente che, secondo le circostanze degli esperimenti precedenti, l'udito era
sensibilmente possibile solo con un orecchio, mentre generalmente usiamo entrambe
le orecchie per l'ascolto.
Per le differenze di intensità del suono menzionato i tentativi da Renz e Wolf
sembra il modo di Volkmann di passare una sensibilità molto più basso rispetto per le
differenze di intensità di luce, se i livelli sonori in effetti che sono qualcosa come 3 (9
ch.) : Atto 4, di più sicuramente diverso, ma più incerto quando si avvicinano.
Per quanto riguarda il pitch, è generalmente accettato che ci sia un limite inferiore
all'udibilità assoluta dei suoni, e di solito si suppone che siano 30 vibrazioni
(Chladni) o 32 vibrazioni (Biot) in secondi. Nel frattempo, andrebbe al esperimenti
più recenti di Savart 6) un tono ancora essere udibile con l'asta Irene corrispondente a
da 14 a 16 cicli al secondo, ed è propenso a credere che arrivano solo in attesa di
estendere necessario, le singole impressioni per rendere udibili anche i suoni più
profondi, in modo che non ci sia un vero limite. Tuttavia, Despretz contraddice 7)chi
ha diligentemente ripetuto gli esperimenti di Savarti con certezza, e conclude: "che al
momento non è provato che l'orecchio umano possa udire e determinare suoni di
meno di 32 semplici vibrazioni". Savart fu probabilmente portato fuori strada dalla
grande intensità del tono del suo apparato, che di fatto emanava note molto forti, non
più musicali o determinabili in base alla loro altezza, che avrebbero quindi piuttosto il
carattere dei rumori.
6) Ann,
de Chim. et de Phys. XLVII. p. 69 o Pogg. Ann. XXII. P. 596.
7) Compt. rend, XX . p. 1214; Pogg. Ann. LXV . p. 440i

Infatti, se Despretz ha ragione, allora è stato il rumore che ogni singolo colpo della
sirena del personale ha dato a se stesso, a causa della durata continua dei battiti in
continuo , che ha dato l'illusione di un suono.
Come può essere con la differenza tra Savart e Despretz, sarebbe assurdo non
accettare alcun limite inferiore dei toni per un orecchio umano. Ovviamente, un
suono prodotto da vibrazioni della durata di un'ora non potrebbe più essere sentito
dagli umani come suoni. Forse da esseri diversamente organizzati, ma certamente non
dagli umani.
L'udibilità dei suoni sembra avere non solo un limite inferiore, ma anche un limite
superiore.
Sauveur nel Mém. de iíAcad. Ann. 1700 imposta il limite superiore a 12400 pph nel
secondo. Wollaston crede che la voce della mazza e il campo di casa abbiano formato
il limite dei toni più alti percepibili. Dai toni più bassi dell'organo al più alto degli
insetti, le vibrazioni sarebbero da 600 a 700 volte più veloci, il che porterebbe il
limite superiore da 19.000 a 22.000 semplici oscillazioni. Biot accetta anche solo
8192, Chladni 12000, Olivier 8) 16000, Young 18000 a 20000 come limite superiore.
8) Urstoff del m. Spr. P. 12.

Savart ora trovato che quando è stato generato soltanto gli alti note forza
sufficiente, per il quale ha utilizzato una ruota dentata anschlugen suoi denti su un
corpo sottile, ancora suoni corrispondenti a 48.000 vibrazioni semplici (= 24000
ictus), può essere ascoltato, e Despretz attinge i suoi esperimenti con piccoli forche il
risultato che l'orecchio suona né capire fino a 73.000 vibrazioni determinare
classificare (entendre, apprécier, classer) può ", ma che l'ascolto toni molto alti non
avviene così rapidamente che si potrebbe introdurli alla scala musicale ".
Dopotutto, è ancora possibile chiedersi se il limite dell'udibilità delle note alte sia
già stato raggiunto, e che anche con una maggiore amplificazione si possano udire
anche toni più alti. D'altra parte, è molto probabile che i nervi stessi siano incapaci di
sentire suoni troppo alti, o il timpano con i suoi annessi incapaci di raccoglierli.
Quanto sopra riguardava l'udibilità assoluta dei suoni. Per quanto riguarda la
differenziazione dei toni, la sensibilità per esso sembra essere maggiore senza
confronto che per la differenziazione delle intensità sonore.
A. Seebeck 9) è stato in grado di notare due forcelle di sintonizzazione, che erano
quasi esattamente in armonia, in modo che l'una 1209, l'altra fatta 1210 oscillazioni al
secondo (determinata mediante le collisioni con il suono simultaneo) 10)quella era
una traccia inferiore all'altra. "Questo piccolo intervallo non è ancora stato distinto
dall'armonia totale", dice Seebeck. "Non è necessario ricordare che questa distinzione
richiede un orecchio ben esercitato, ma anche se ho ragione di credere che le mie
orecchie siano piuttosto nitide in quella direzione, Non posso dubitare che l'orecchio
di un sintonizzatore, di un violinista e così via, possa spingersi ancora più in là. Due
eccellenti violinisti, ai quali ho presentato solo queste due forcelle, non erano affatto
dubbiosi, quale di loro era il più alto In questo caso, i due toni erano gli stessi nel
suono, potrebbe essere favorevole per una distinzione più precisa della loro altezza, e
forse la stessa nitidezza non può essere raggiunta a tutte le altezze. "
9)Pogg. Ann. LXVIII. P. 463.
10)È innegabile che li abbia suonati uno dopo l'altro, sebbene ciò non sia
espressamente indicato.

Informazioni precedenti sulla sensibilità dell'orecchio alle differenze di tono sono


lontane da quelle elevate. W. Weber 11) occasionalmente osserva che in circostanze
favorevoli l'orecchio è in grado di determinare i suoni in modo così preciso (cioè
senza l'aiuto di shock e senza medie) che l'errore su 200 vibrazioni non è mai più di 1
vibrazione.
11) Pogg. XIV, P. 398.

Delezenne 12) non ha semplicemente determinato la deviazione appena percettibile


dalla purezza dell'armonia, come nel caso delle precedenti disposizioni; ma anche di
altri intervalli, come ottava, quinta, terza maggiore, grande sesta. Si può notare che
ciò significa non determinare la deviazione appena percettibile di un suono da un
altro, ma una differenza di suono o tono da un altro; in quanto ogni puro intervallo tra
due toni colpiti uno dopo l'altro rappresenta una differenza, e l'impuro rappresenta
una differenza alquanto diversa. ma può essere il caso in cui si determina la
deviazione appena percettibile dalla purezza del all'unisono, come caso particolare
del caso generale essere considerato come il Vale a dire, in cui si determina la
deviazione da zero differenze tra due toni.
12) Recueil des travaux de la soc. de Litte. 1827. p. 4 °

Gli esperimenti sono stati fatti in questo modo. Un su monocordo (sonometre)


realizzato su due strati stringa la cui lunghezza era esattamente 1147 millimetri tra i
nastri, e 120 vibrazioni al secondo, è stato separato in un punto della sua lunghezza
da un sotto set nastro in movimento allungate, che le due parti della Stringi
attraverso i loro toni uno degli intervalli sonori sopra indicati. Il ponte mobile è
stato affilato: è stato messo sotto lo spago in modo che non aumentasse la sua
tensione, e premuto contro di esso da un altro spigolo vivo. Delezenne si è prima
assicurata della purezza dell'intervallo sonoro. Poi, il web mobile era leggermente,
fino a 1 o pochi millimetri spostato a destra oa sinistra, e giudicato dall'osservatore,
quando una deviazione della purezza dell'intervallo era evidente; altre volte,
Anche se questi tentativi sembrano fatti con grande diligenza e cura, purtroppo, un
metodo molto preciso manca qui, ma in modo che non si può pagare troppo fiducia
della comparabilità dei dati trovati. Sarebbe quindi auspicabile che questi altrettanto
importante per l'esercizio musicale come per la teoria delle disposizioni sensazioni
musicali brutta parte con il metodo dei casi giusto e sbagliato, alcuni l'errore medio,
più specificamente ad ogni ripetuto assicurare la comparabilità con persone diverse
provenienti da e buona obbedienza, dal momento che il metodo usato dall'autore per
le differenze appena percettibili o gli errori marginali che uno commette non può
permettersi un risultato sufficientemente netto.
Quanto segue è il risultato degli esperimenti di Delezenne.
Se un po 'folli e quindi la linea delle due parti di stringhe stato disturbato in una
stringa di 1147 millimetri di lunghezza, che erano 120 vibrazioni al secondo, una
sotto impostata nel ponte centrale, quindi erano orecchie molto acuto per fare la
differenza tra effettuare uno dopo l'altro tra toni di entrambe le parti quando il nastro
è stato allontanato da solo 1 Mill. dal centro, di una porzione della stringa

così l'altro ., e quindi Mill il rapporto delle loro lunghezze e allo

stesso tempo le loro frequenze era. In una circostanza la differenza è stata


riconosciuta anche da orecchie non addestrate.
"Si l'on Deplace Le Chevalet mobili de deux à droite millimètres ou à gauche, la
différence devient sensibile aux oreilles les moins exercées, ainsi que je m'en suis
assuré sur plusieurs personnes. Si le déplacement si chevalet n'est que d'un
millimètre, il faut avoir l'oreille assez versare s'en délicate apercevoir
immédiatement. La personne à cette épreuve soumise ferme les yeux, soit pour les
objets n'être pas par distraite environnants, soit pour les ignorer Déplacements finte
ou rulli si chevalet et éviter ainsi de se le sens du changement dans Prévenir qu'elle
verrait opérer. Une oreille trèsdélicate est donc sensitive à cette légère
différence. Admettons que ce soit la limite de la Extrême sensibilité de l'oreille
Humaine et les rapports entre ces deux sens calculons SI différents peu. Nous verrons

l'oreille la mieux organisée è donc sensible à une différence de 4 vibrazioni sur


1149 !! «

"Pour intervals cet Comparer à celui represente par le virgole , et que nous
prendrons partout versare unité, dirons nous, que l'oreille est à peine sensibili à un
quart de virgola, sur l'unisson."
»Nous avons vu, quan déplacement de 2 millim. était sensible aux personnes qui
n'avaient jamais saggio de comparer des sons. - Nous trouvons, pour sons ainsi
comparés, l'intervalle

Ces personnes sont là donc une différence de sensibile à 3 vibrazioni sur 1151, ou à
intervalli delle Nazioni Unite un peu supérieur au-Demmi virgola. "
disegnamo i corrispondenti risultati specifici per gli altri intervalli con un orecchio
come molto sensibile può mai dopo Delezenne superamento dei seguenti intervalli
appena stato per distinguere se il rapporto delle frequenze è gli astanti, ed i suoni
sono sentito in successione.

armonia

Ottava 13)

Quinte

terzo grande

grandi sessi 14)


o

Come puoi vedere, la deviazione dalla quinta è sentita più chiaramente.


13) Per le persone che erano abbastanza inesperte nel confronto dei

toni,
14) è stato
trovato a spostarsi a destra oa sinistra, a seconda del modo in cui il
ponte è stato spostato.

c) Pesi.
Utilizzando il più piccolo peso assoluto possibile, la pressione si farà sentire sulla
pelle diversa, Kammler ha una serie di esperimenti in collaborazione con alcuni
dipendenti (Aubert, forestali, Trenkle) impiegato, ed i risultati in s. Tesi di laurea:
Experimenta de variarum cutis regionum minimi pondera sentiendi
virtute. Vratislaviae pubblicato nel 1858. Il modo di prova era che pesi leggeri da
sambuco Mark, sughero, carta della carta, del 9 Qu. Mill. E formato differente,
allargata alle circostanze di un pesi sostegno erano molto lentamente e verticalmente
abbassati per la parte da esaminare, a tale scopo un un sottile filo d'ottone a forma di
arco o una setola di maiale era attaccato a due angoli diagonalmente distesi in modo
che il peso assumesse la forma di una staffa,
Il messaggio speciale di tutti i risultati andrebbe troppo lontano qui, poiché l'intera
superficie del corpo umano dei vari osservatori è attraverso gli esperimenti. Noto solo
quanto segue: L'ordine della sensibilità delle parti non ha nulla in comune con ciò che
Weber ha creato dopo i suoi esperimenti con i punti cardinali sul senso del tatto. Era
vicino ai 4 osservatori, ma non del tutto coerente. Le parti più sensibili includevano
fronte e tempia, palpebre, lato dorsale dell'avambraccio, dove si percepivano per lo
più 0,002 grammi; le dita erano generalmente molto meno sensibili.
Quello che segue è l'informazione speciale per le parti più sensibili, dove i pesi più
leggeri erano appena sentiti così.
Sono stati avvertiti 0,002 grammi di Aubert: fronte, tempie, avambraccio destro e
sinistro con le articolazioni su entrambi i lati sul lato volare e dorsale, sulle parti
esterne del metacarpo del pollice e sul dorso di entrambe le mani. Da Kammler:
fronte, tempie, aspetto dorsale dell'avambraccio destro, dorso di entrambe le
mani. Da ranger a fronte, tempie, palpebre superiori e inferiori, naso. Da Trenkle:
naso, labbra.
0,003 grammi, da Aubert su: parti esterne del metacarpo del pollice destro. Da
Kammler: su: parte Volare di entrambi gli avambracci e parti dorsali
dell'avambraccio sinistro; parti esterne del metacarpo del pollice sinistro.
0,04 grammi, da Kammler: parti esterne del metacarpo del pollice destro.
0,05 grammi di Aubert: naso, labbra, mento, le palpebre inferiori e superiori,
medie del ventre, ecc ó Da Kammler a: naso, le labbra, il mento, le palpebre inferiori
e superiori, centro dell'addome, ecc O da Förster a: labbra , Pancia, ecc. Da
Trenkle: fronte, labbra, palpebre inferiori e superiori, addome, avambracci, ecc.
Il peso più pesante, che è stato appena sentito, è 1 grammo sulle unghie delle dita e
(ad Aubert) il tallone destro.
Per quanto riguarda le differenze di peso, i risultati sono già stati comunicati (cfr.
Capitolo 9), che occasionalmente EH Weber ha ottenuto sulla base della legge di
Weber. Il suo saggio 15) , tuttavia, contiene esperimenti ancora più dettagliati sulla più
piccola differenza di peso distinguibile che dipende dalla relazione tra la semplice
sensazione di pressione o la sensazione di pressione e muscoli in connessione e sulla
differenza delle parti a cui viene espressa la pressione.
15 ) Programmata collecta p. 81 mq

Nei seguenti esperimenti, i due pesi da pesare erano sulle due mani differenti, e la
loro differenza era determinata in modo comparativo secondo il metodo dato (vedi
capitolo 9): a) dalla semplice sensazione di pressione, mentre le mani erano
appoggiate sul tavolo resto è rimasto; b) dalla sensazione combinata di pressione e
muscoli, alzando le mani. Mentre ogni volta si assumevano 32 once di peso su
ciascuna mano, la differenza era evidente quando il peso di una mano veniva ridotto
dalle seguenti dimensioni:
un
bóóóó
1) uomo d'affari, non
addestrato. .... 6 1
2) studioso, matematico. , 6
2.5
3) EH Weber stesso. , , , 16
2
4) Kaufmann, inesperto ..... 8
4
5) Virgin ........... 16 2
6) donna ............. 16 4
7) Donna ............. 12 2
8) Studente .......... 8 3
9) Studente ........... 12 2
10) Studente ..........................
8 1.5
11) ................ 15 1.5
12) ........... ..... 10 1.5
13) ................ 18 8
14) ................ 12 6
15) ................ 6 4
16) ........ ........ 8 1
17) ................ 8 4

óóóóóó
significa 10,88 2,93

In esperimenti successivi, 16) dell'osservatore con la stessa mano pesare circa due
pesi da parte appeso in due avariato Asciugamani loro cuspidi combinate insieme
rientravano mano. "Da 10 persone che erano metà sesso maschile, che ha confrontato
78 e 80 once al modo descritto in salviettine per sollevare i pesi erano solo due, che
erano il peso più pesante dell'accendino non differisce, 7 di loro constatato, a 3
Ognuno di loro ha effettuato da 4 a 7 tentativi e in ogni caso ha determinato
correttamente il peso Uno dei 10 osservatori ha determinato sette volte correttamente
e 8 volte in 8 di essi un momento sbagliato ".
16) Degusti. e pubblico. p. 546i
Weber pensa che in questo esperimento solo la sensazione muscolare venga presa
in considerazione, in cui non sarei del tutto d'accordo dopo il commento (si veda il
Capitolo 9).
In esperimenti successivi, 17) alle stesse parti di entrambi i lati del corpo (in questi
due parti è stato posto sulla linea mediana) il peso costante di ogni 6 a specie
ammucchiati Talern, ciascuno un po pesava meno di 2 once, in modo che il peso
totale su ogni lato era vicino a 12 once. Uno ad uno furono portati via da un lato, fino
a quando la differenza di peso era palpabile. La seguente tabella (p.96) fornisce il
numero di talli di specie che dovevano essere tolti in modo che la differenza
diventasse evidente (il soggetto degli esperimenti non è designato).
superficie volare del dito 1 ......
superficie volare della mano 18) .... 2
superficie dorsale del dito 2 .....
superficie del braccio dentro ......... 4
sogliola in capitulis metatarsi. 1
parte concava della pianta del piede. , 4
tallone del piede ......... 3
17) Progr. Coll. P. 96.
18) Superficies volaris metacarpi manus.

Gastrocnemii ........... 4
parti laterali della fronte ...... l
parte pelosa della parte posteriore della
testa 4
parte anteriore del petto .... 4
scapola ............ 2
parti laterali dell'addome ... 1
linea mediana della parte posteriore della
scapola ....... , , 5
Linea mediana dell'addome ... 5
Con questi esperimenti si possono ancora mettere in relazione quelli secondo il
metodo degli equivalenti, che sono menzionati nel Capitolo 12.
d) temperatura .
Circa le dimensioni delle differenze appena notevoli di temperatura EH
Weber 19) alcune informazioni fornite, dopo di che si può scoprire nel metodo di
alternanza hands-immersion in due recipienti diversi dall'acqua calda a stretto
contatto con l'intera mano o la differenza tra solo due temperature 1 / 5 bis 1 / 6 gradi è
R .; ma non ha determinato le temperature alle quali queste differenze sono
evidenti. Ho scoperto che differenze ancora più piccole possono essere osservate a
temperature medie e che variano molto in base alla temperatura. Confrontalo con ciò
che è stato riportato nel nono capitolo, pp. 202 ss.
19) Il senso del tatto e il senso comune, Wagner Wört. P. 534.
Sui gradi di caldo e freddo, che sono in grado di causare dolore, gli esperimenti e le
discussioni di EH Weber si trovano nello stesso articolo, pagina 571 e segg.
2) Soglia estesa.
a) senso della vista.
Fondamentalmente, tutte le dimensioni che consideriamo sulla retina, definito nel
campo generale della visione, e si può sollevare la questione che contano cerchi
sensoriali apparterrebbero a produrre anche un campo di espansione notevole per la
sensazione, una domanda che, probabilmente da cui bisogna distinguere: quale
frazione del numero una volta esiste appartiene a una parte del campo visivo generale
distinta dal resto, quando è eccitata in modi diversi dal resto. Non c'è modo di
decidere questa domanda, e così da qui astraggo, nonostante sia in realtà la questione
fondamentale di una vasta soglia, per tornare ad essa solo con alcuni in un capitolo
successivo da un punto di vista teorico.
Quali sono le dimensioni più piccole, le distanze, le dimensioni e le differenze di
distanza ancora discernibili con l'occhio?
Il compito di determinare la distanza ancora distinguibile più piccola, in realtà
coincide con la per determinare la dimensione ancora riconoscibile più piccolo,
insieme, se uno così il diametro di ogni misura ancora solo riconoscibile allo stesso
tempo come distanza ancora solo riconoscibile tra i loro punti di frontiera, viceversa,
può ancora considerare la distanza riconoscibile come una quantità ancora
riconoscibile. Ma le prove differiscono in quelli in cui un punto, una linea, un filo,
una piccola zona in una vasta uniforme sostanzialmente considerato ed è stato
osservato in cui gli occhi distanze, e quindi in quale punto di vista questa piccola
dimensione era ancora riconoscibile o scomparsi, in quelli in cui due o più punti
distanti, linee, fili, piccole aree erano considerate su un determinato terreno e
osservate a quale punto di vista della loro reciproca distanza si è verificata la fusione
uniforme. I precedenti esperimenti possono qui essere indicati come le più piccole
quantità identificabili, l'ultima come tale oltre le più piccole distanze riconoscibili. Le
condizioni sperimentali sono diverse nella misura in cui il primo comporta la
partecipazione considerevolmente radiante del successo degli esperimenti, solo di due
limiti e degli ultimi quattro limiti.
Ogni formato per essere riconosciuto con il viso apparirà mai su una qualsiasi
ragione, e sono quindi rilevati solo in conformità con la differenza dal basso, dopo di
che la questione della vasta soglia per il viso con la questione della soglia di
differenza intenso correlati, e già menzionato a questo proposito. Una variabile
visibile è la più facilmente distinta con la stessa estensione, maggiore è la differenza
relativa nella luce, d'altra parte (la stessa differenza relativa, maggiore è la sua, fino a
certi limiti). Se il motivo è nero e l'area da distinguere è bianca o viceversa, rimarrà
valida.
Twining 20) ha deliberatamente diretto esperimenti sulla determinazione di un
rapporto giuridico al riguardo da alcuni in cui le distanze un illuminante rotondo nero
lampada appaia regolarmente piccole macchie su fondo bianco, che ha ricevuto la sua
luce solo da questa lampada, come separatamente quando l'occhio è stato portato a
una distanza diversa da esso, ha portato alla legge che quando le distanze dell'occhio
diminuiscono in progressione geometrica, le distanze della lampada associate
crescono nella progressione aritmetica 21) .
20)Twining, indagini relative occultazioni stellari da parte della Luna e dei
pianeti, o esperimenti sulla luce e grandezza in relazione alla visione in
American J. di sc. Luglio 1858, VC XXVI. [2]. p. 15
21) L'autore stesso esprime il risultato di questi esperimenti (p.
Nelle parole di "la distanza della luce è un logaritmo dell'effetto di
ingrandimento lineare". "Un notevole risultato di questa legge è fatto un
piccolo cambiamento frazionaria di una debole luce possiede una grande
efficacia per bilanciare un determinato effetto di ingrandimento come un
grande cambiamento frazionaria di una luce molto più brillante."

Se si imposta l'intensità dell'illuminazione J quadrati delle distanze lampada L, e il


diametro apparente D delle macchie nere occhi intervalli A reciproche, può essere

per L sostituto per un sostituto ; secondo cui l'espressione della legge si

traduce in parità di relazioni essendo uguali differenze . Una tale


legge non è di per sé probabile, e l'ipotesi fatta da Twining che A sia reciproca
con D È indiscusso che non è ammissibile a causa dell'influenza dell'irradiazione, che
è impossibile ignorare nelle circostanze di questi esperimenti e che sarà menzionata a
breve. Indipendentemente dai tentativi dell'autore, come si può vedere in seguito, per
accordarsi molto bene con la legge data, è probabilmente solo un'espressione
empirica la cui universalità in altre circostanze sperimentali può ancora essere messa
in dubbio come una vera legge della natura. Nel frattempo, ma questi test non sono
prive di interesse, purché sia chiaro che le intensità di illuminazione in cui il chiaro
riconoscimento delle macchie avvia o interrompe, aumentano in condizioni molto
pesanti quando una grande pupillare viene aumentata nelle date circostanze, mentre a
bassi rapporti, quando un piccolo rilievo oculare è aumentato nelle stesse
proporzioni. Corrisponde quindi alle due maggiori distanze oculari 107,29 e 134,11
inglese. Dogana applicata dall'autore il cui rapporto 4: 5 è, le spaziature della
lampada 29,5 e 15,5 Engl. Pollici, cioè un rapporto di intensità di illuminazione
1 : 3,62, mentre i due piccoli occhi intervalli, che applica, 28.12 e pollici 35.16, il
rapporto anche 4 : 5, la spaziatura lampada 131.6 e 110.5, cioè un rapporto tra
intensità di illuminazione 1 : 1,419. E qui troverai sempre una base generale.
L'essenza dell'apparato impiegato dall'autore consiste in una scatola, annerita
dall'interno, a proposito, dappertutto sigillata, ma sul davanti ha un'apertura
quadrata, attraverso la quale la luce entra da un lato, mentre guarda dall'altra parte
la lampada illuminante e l'occhio sono solo così lontani lateralmente (sul lato
opposto dell'apertura), in modo da non ostacolarli nell'illuminazione e negli
occhi. Sulla parete di fondo all'interno della scatola c'è un pezzo di carta con piccole
macchie nere rotonde equidistanti l'una dall'altra 22)che riceve l'illuminazione e
viene visto sopra. Mentre l'occhio è ora ospitata in diversi esperimenti in diverse
distanze dalla parete posteriore della scatola, la lampada viene spostato ogni volta
spostato più vicino o più lontano finché le macchie nere di essere chiaramente
avviato ma, o la netta separazione della stessa ferma solo 23), La lampada era
protetta dall'apertura necessaria per uscire dalla luce, e l'occhio guardava
attraverso un'apertura circolare da 0,16 pollici e un tubo ottico da 3 pollici. Tubo e
l'aria sono state spostate su tavole lunghe graduate o stecche, che convergenti in un
piccolo angolo rispetto alla scatola, e in effetti era la tavola su cui il tubo gli occhi è
stato spostato in una progressione geometrica con l'esponente 5 / 4 divisa. Di fronte
all'apertura quadrata nella scatola, c'era uno schermo annerito con un'apertura
corrispondente a quell'apertura, per tenere fuori la luce diffusa della stanza.
22)"Una carta normale con piccole macchie rotonde nere equidistanti e
regolarmente raccolte". Non sono specificate le dimensioni e la distanza dei
punti l'una dall'altra.
23)"Fino a quando il gruppo di macchie nere è stato appena risolto" o
"cessare di essere visibile come un cluster distinto".

La seguente tabella mostra i risultati delle osservazioni 24) . Ad ogni distanza di


occhio sono state fatte quattro coppie di osservazioni secondo l'originale, ma la
tabella fornisce solo 4 numeri, che sono probabilmente mezzi di due ciascuno. Le
distanze successive a occhio sono nei rapporti geometrici 4 / 5 , e l'ultima colonna
indica la lampada calcolato distanze, calcolati sul presupposto che che le condizioni
geometriche delle distanze degli occhi, una differenza aritmetica supplied sentono
16.0 pollici della distanza della lampada.

Estrazione Avg. distanza


distanza lampada calcolato
pupillare lampada
134.11 14.5 14.8 18.2 14.5 15.5 14.8
107.29 34.3 29.5 27.6 26.4 29.5 30.8
85.83 40.5 51,7 50,6 46.5 47.3 46.8
68.66 57.4 69.2 61,9 64.7 63,3 62,8
54.93 74,9 77.1 74,7 79,1 76,5 78,8
43,95 99.0 90,5 88.3 90.2 92,0 94,8
35.16 114.1 106.5 110.0 111.4 110.5 110,8
28.12 138.4 122.6 132.1 133,4 131.6 126,8
24)Per quanto riguarda l'ultimo, il più piccolo, la distanza degli occhi, l'autore
osserva "occasionali brevi parossismi di visione distinta e ingrandita".
In precedenza è stato affermato che la distinzione delle piccole quantità visibili
dipende fondamentalmente dagli effetti dell'irradiazione. Questa influenza sarà ora
considerata più da vicino. Sotto irraggiamento, riassumiamo la propagazione della
luce fisica dell'impressione sulla retina, che dipende dalle aberrazioni e dalla
diffrazione ottica.
In tutti gli esperimenti sulla dimensione o la distanza minima rilevabile si va a tale
piccole dimensioni con la dimensione o la distanza verso il basso o rimosso così
lontano dalla stessa, che a parte l'irradiazione l'immagine sulla retina ad un punto o
una linea di un diametro insignificante, e in generale si ha, ad eccezione di Volkmann
nel suo recente trattato sull'irradiazione 25), il diametro della più piccola immagine
riconoscibile o la più piccola distanza riconoscibile calcolata indipendentemente
dall'irraggiamento. Ma Volkmannís sottili tentativi di seguire i risultati di seguito
sono stati senza dubbio che anche il migliore e bestaccommodierten occhi uno spread
notevole e misurabile del Light Impression detenuta da irradiazione; e tiene i suoi dati
sulla dimensione delle Irradiationskreises in chiaro possibile la visione insieme, sia
con il suo o con i dati di altri osservatori ancora più piccole quantità rilevabili, si è
constatato che il diametro della Irradiationskreises al diametro eccezione di
irradiazione Immagini calcolato le più piccole quantità identificabili (o alla minima
distanza percettibile) non solo ottengono un rapporto molto significativo,
25) Rapporti di Saxon Soc. 1858, p 129.

Infatti, secondo le misurazioni di Volkmann in basso, il bordo di un filamento


d'argento lucido su fondo nero si allargava al lato nero da 0,0012 a 0,0032 26) Mill. =
0,000532 a 0,001418 Lin. in minimo e massimo 6 persone con la migliore
sistemazione possibile dell'occhio e, se il filo è visto nero su uno sfondo chiaro, da
0,0003 a 0,00185 mill. B. da Hueck l'angolo visuale in base al quale una linea bianca
su sfondo nero scompare, così i segni il confine della larghezza della linea ancora
solo riconoscibili, 2 sec. È ciò che rappresenta 0,000,145 mila Mill. Sulla retina
26) Come metà del valore indicato dopo R.

Ora, poiché osservazione effettuata dopo la (s. Cap. 10) non può crescere con
l'intensità della luce, l'entità del carico circostanze fisiche irradiazione, la luce di
un'intensità e un punto intensità luminosa bassa viene così sviluppa sulla stessa area,
ma la luce-debole Può quindi essere indebolito fino al punto di impercettibilità,
mentre l'intensità della luce rimane apprezzabile.
Se un punto di luce non è abbastanza intenso da essere diverso nel centro del
cerchio di irradiazione dalla soglia di differenza dal suolo, non può più essere
riconosciuto. Se si applica un punto nero su fondo bianco non viceversa, quindi
considerazioni analoghe sostengono se le macchie di luce circostanti essere diluiti
mediante irradiazione, e lasciare che il punto nero sovraccarico di luce in modo che
come una diffusione della macchia nera mediante irradiazione con l'attenuazione
degli L'oscurità si presenta come una diffusione di punti bianchi su un terreno nero,
come Volkmann ha discusso (aa OS 120) e dimostrato da esperimenti.
Bergmann 27) osserva che i punti o le linee utilizzati per gli esperimenti sulle più
piccole quantità riconoscibili appaiono molto pallidi alla massima distanza, in modo
che l'occhio teso possa facilmente confonderlo con qualsiasi leggera ombra, e che
ogni volta uno faccia un disegno a griglia di strisce bianche e nere larghe un
millimetro dalla distanza in cui erano stati riconosciuti per la prima volta,
avvicinandosi gradualmente, il bianco della purezza, il nero della profondità. Queste
sono circostanze che sono facilmente spiegabili dal fatto che, ad una distanza
maggiore di quella del campo visivo libero, la propagazione della luce aumenta come
risultato delle aberrazioni ottiche.
27) Henle e Pfeufer Zeitschr. III. F. Bd. 11. p. 93.

Facilmente spiegabile a causa della grande, e dopo quanto sopra, l'influenza che ha
l'intensità della luce sulla riconoscibilità di piccolissime dimensioni, sono disponibili
le esperimenti su recognizable distanze minime dichiarate adatto a testare la nitidezza
della stanza che significa 28), Nel frattempo, l'influenza dell'irradiazione è solo più
complicata, non assente. Se due punti luminosi o linee sono così vicini tra loro che i
loro cerchi di irradiazione si intersecano, e il minimo della luminosità nello spazio
non differisce più dal massimo al centro dei punti di irradiazione attorno alla soglia di
differenza, essi possono anche non essere più distinti. Anche qui, l'esperienza mostra
che c'è una certa influenza dell'intensità della luce. Infatti, trovo nel trattato
fotometrico di Steinheili (p.17) l'osservazione che gli occhiali di bassa oscurità
esprimono un sorprendente successo per quanto riguarda la separazione di stelle
binarie molto vicine; Confesso, tuttavia, che non posso derivare questa influenza
dalle condizioni di irradiazione a me note. Perché mi sembra, fornito che con
l'aumentare dell'intensità l'espansione del cerchio di irradiazione non cresce, che il
rapporto delle ordinate minime e massime delle intensità deve rimanere lo stesso in
luce forte e debole, il che lascerebbe inalterata la peculiarità della
differenza; Tuttavia, in considerazione dell'intensità imminente della ragione, deve
esserci un certo vantaggio di distinzione con maggiore intensità.
28) Weber, rapporti del Soc. Sassone 1853. P. 141.

Quanto sopra, preso insieme, mostra che i precedenti esperimenti sulle più piccole
dimensioni e distanze riconoscibili sulla retina non sono utilizzabili per trarre
conclusioni definitive sulla finezza del senso dello spazio o sul grado di sensibilità
estesa, purché non la domanda come molta parte ha l'irradiazione in tal modo, e
questa proporzione è eliminata, e che il calcolo della dimensione delle immagini più
piccole sulla retina dalla dimensione e dalla distanza degli oggetti e la valutazione
della relazione in cui tali agli ultimi elementi della retina in piedi, illusori e errati
nella misura in cui l'irradiazione non viene presa in considerazione. A questo
proposito, Volkmann conclude il suo trattato sull'irradiazione (p.48) come segue:
Si pone la questione se l'influenza delle dimensioni dei componenti sulla
lontananza della loro differenza sia interamente dovuta all'influenza dell'irradiazione,
il che presupporrebbe che presto trovi il suo limite con un ingrandimento
crescente. Sfortunatamente, c'è ancora una mancanza di tentativi deliberatamente
penetranti diretti verso l'oggetto. Solo pochi, ma non particolarmente preoccupanti,
gli esperimenti di Förster 29) sarei in grado di fare riferimento alla domanda che
sembra dimostrare che l'influenza della magnitudine sulla chiarezza va davvero al di
là di ciò che deve essere scritto sull'irradiazione. Questi esperimenti sono stati
effettuati come segue: "An annerito internamente, parallelepipedo, chiusa su tutti i
lati scatola di circa 36 pollici di lunghezza e circa 8 pollici di larghezza e altezza
forma la camera oscura in cui l'oggetto da illuminare è situato si trova alla stessa
estremità quadrata. due aperture rotonde di 2½ pollici di distanza centrale per gli
occhi e accanto ad essa alla stessa altezza un più grande, 25 õ Zentim. tenendo
saldamente per la fonte di luce. Quest'ultima apertura è coperta sulla parete interna
della scatola con carta da ufficio bianca fine, ea 1½ pollici da essa si trova una
candela di cera 30 (ottenuta nel modo più uniforme possibile ) . Il quadrato di carta
illuminato in questo modo serve come fonte di luce per gli oggetti da montare sulla
parete all'interno della scatola. La dimensione della sorgente luminosa è stata
modificata a piacere da diaframmi (binari delle mappe con apertura) di determinate
dimensioni, che sono stati spinti vicino allo stesso. "
29) A proposito di emaralopia. 1857. p. 5. 10.
30) 12 pezzi per libbra, lunghi 4 ¢ ¢ , diametro ¾ ".

Ora l'autore osserva (p.10): "L'illuminazione più debole richiesta per la distinzione
di 1n2 centimetri di larghezza e 5 centimetri di lunghezza (con il lato lungo verticale)
di rettangoli neri su fondo bianco (a una distanza di 12 pollici = 32,5 centimetri
dall'occhio) è rappresentato da una dimensione della sorgente luminosa di 2ñ5
millimetri quadrati. Se la fonte di luce scende al di sotto di questo numero, gli oggetti
devono essere significativamente più grandi. "
Si può calcolare che l'immagine di un 2 centimetri. la striscia larga, alle distanze
oculari indicate, è 0,9 mill. sulla retina, che supera di gran lunga il valore
dell'irradiazione negli occhi sistemati secondo i dati sopra riportati. Se oggetti più
grandi diventano visibili sotto un'illuminazione più debole, l'influenza delle
dimensioni non può dipendere unicamente dall'irraggiamento. Nel frattempo, tuttavia,
devono ancora essere desiderati esperimenti più estesi con un cambiamento di
dimensioni e luminosità assoluta, specialmente diretti all'oggetto.
Tutto ciò che viene detto sopra è che le precedenti determinazioni delle più piccole
quantità e distanze riconoscibili, indipendentemente dall'irradiazione, non sono
determinanti, ma non asseriscono che non esiste una soglia di estensione per l'occhio
indipendente dall'irraggiamento. Può essere vero che l'estensione di un'impronta sulla
retina o sulla pelle può diminuire come desiderato, e tuttavia può verificarsi una
sensazione se si colpisce una sola estremità nervosa vivente e l'impressione supera la
soglia intensa; ma questo non significa che questa impressione sia realmente
percepita come estesa, cioè in modo tale che la maggior parte dei punti sia
distinguibile in quanto l'estensione dell'impressione cade al di sotto di un certo limite,
così come ciò che è essenzialmente connesso ad essa.
È infatti una nella fisiologia del sistema nervoso, ora comunemente indicato come
valido presupposto visto che le impressioni sono distinguibili solo se sono realizzati
in diversi ambienti di sensibilità quando sotto cerchio sensoriale termine o in caso di
ramificazione, la totalità delle estremità di una fibra nervosa primitiva è inteso , Un
cerchio sensoriale, è una fibra lineare o ramificato appartenenza, ma ha richiesto un
certo diametro, e successivamente può impressioni che cadono stesso cerchio
sensoriale accanto all'altro, non essere più distinta. Nel regno del viso, ovviamente, la
prova sperimentale che è davvero così è soggetta a difficoltà insormontabili. perché
l'Irradiationskreis un punto di luce deve essere sempre maggiore del diametro di un
cerchio sensoriale; ma dobbiamo in questo caso con la pelle, l'analogo della retina,
guardare attraverso organo per la sensazione estesa. Anche se l'irradiazione anche al
Tastversuchen gioca un ruolo, fino a quando la pressione di una punta di contatto nei
luoghi vicini hanno più o meno fitosanitario necessario. Ma non è possibile che
osserva da Weber che scorre di due 30 Lin. distanti fra loro punti di bussola sul retro,
parte superiore del braccio e della coscia in una singola impressione, anche per
rendere l'osservato tra le diverse parti della pelle nei confronti delle differenze
distanza appena notevoli dipendono esso.
La mostra così lontano che per la valutazione e l'interpretazione degli esperimenti
sul nostro soggetto da un lato la conoscenza della dimensione assoluta di irradiazione
è importante che può verificarsi nel migliore sistemazione possibile dell'occhio,
d'altra parte la nota da considerare che gli elementi della retina come rappresentanti
degli ambienti sensoriali ha ragione e che dimensioni hanno. Secondo un primo
aspetto, io linea di partenza come seguire i risultati Volkmann ha ricevuto da lui e
altre persone; Recentemente rapporto rilevo brevemente che ora il perno cosiddetto
rispetto agli elementi retina empfindungsperzipierenden sono considerati con
probabilità predominante, e dal fatto che dopo misurazioni Köllikerís del diametro di
un perno sul posto giallo, dove la più chiara See avviene, 2N3 millesimi linee
è. minatore31) ha rilevato che il più piccolo di questi dati è stato confermato quando
misurato sulla fovea lutea verso l'esterno.
31) Henle e Pfeufer Zeitschr. III. F. II BS 37.

Gli esperimenti di Volkmann sull'irradiazione 32) .


fili d'argento di 0,445 Mill. Diametro dal seguente deutlichster visiva distanza S (in
millim.), previste dato, secondo che a) come filamenti neri contro uno sfondo
luminoso, come il cielo, oppure b) dalla luce brillare riflessa come fili bianchi nei
confronti di un sfondo nero apparso in mezzo ai seguenti numeri Z tentativi, di cui il
primo numero a), il secondo è in b), delle seguenti diametro Irradiationskreise R in
millimetri.

R
osservatore Zs
un B
AW Volkmann (Autore). , 39. 24 333 0,0035 0,0046
Suo figlio Otto V., 23 anni, occhi buoni ............ 10. 15 250 0,0037 0,0064
Suo figlio, Edmund V., 26 anni, occhi buoni, 15. 12 250 0.0024 0,0058
molto esperti. , ,
Dr. R. Heidenhain 33) ..... ? 40 100 ? 0,0051
E. Appel, studente, occhi molto acuti ............ 20. 20 300 0,0006 0.0025
Ragazza, 16 anni, miope, altrimenti buoni 10. 15 112,5 34) 0,0017 0.0024
occhi. ,
32) Rapporti di Saxon Soc. 1858, p 129.
33). (
A) Heidenhain non ha dato risultati uniformi, e quindi non quotati; ma la
maggior parte dei tentativi di accettare l'irradiazione non erano favorevoli, che
Volkmann descrive come un caso eccezionale che non gli è mai venuto in
mente.
34) Per a) S = 115, per b) = 110.

Volkmann notò che era fuori delle prove, i cui risultati sono riportati qui, molti (a
volte causati da lui) singole osservazioni di professori aglio, Hankel, Ruete, Czermak
u. A., che ha tutti i risultati corrispondenti (cioè una prova di irradiazione
esistente). Questi risultati sono stati ottenuti come segue. L'osservatore porta lo
strumento micrometrica era dal (s. Cap. 9) menzionato, con fili di argento parallele di
0,445 Mill. Diametro nel distanza dall'occhio in cui esso fornisce più acuti i fili, ed
esaminato mediante rotazione della vite fili paralleli per dare una distanza che è
uguale al diametro dei fili. Risulta, tuttavia, che ogni volta che rende la distanza
molto più grande del diametro effettivo dei fili, perché questo diametro appare
allargato dall'irraggiamento. Ciò deriva a causa di modi come segue: .. E 'con
riguardo alla data in cui il punto di intersezione delle linee di direzione nell'asse
dell'occhio 9 Mill dietro i punti principali della cornea, e 15 mulino situato davanti
alla retina, dopo la rimozione dei fili micrometro da Occhio e loro reciproca distanza
non solo il diametro 2r dell'immagine retinica di ciascun micrometro, ma
anche calcolare la distanza e dell'asse di un filo da quella dell'altro nell'immagine
retinica, eccetto che per lo scattering per irradiazione; seguita da una semplice
considerazione, realizzato in esperimenti, nel caso che la distanza d tra il filo
immagini ingrandite al diametro 2 r un'immagine filo allargata appare dello stesso, il

diametro di un Irradiationskreises = luogo; cioè da e = d + 2 r e 2 r = d =


, Ora Volkmann ha trovato una media di 39 esperimenti, una distanza Luminosa =
Luminosità 0,207 Mill, il filo scuro da 0,445 Mill Larghezza in lontananza dell'occhio

= 333 Mill Identico apparire, dopo... = 2 r = 0,0055 Mill.; 2r = 0,00,199 mila Mill,

e, di conseguenza. - 2 r = 0,0035 Mill per controllare presentato Volkmann ancora


10 tentativi in modo tale che egli cercava apparentemente due volte più grande
stabilire la distanza tra i fili quando il diametro dei fili .. Dopo i risultati degli
esperimenti precedenti che questa distanza 0,328 Mill può essere calcolato, dovrebbe
essere, con cui il prodotto derivato dal risultato medio 10 prove era coerente 0,337
Mill significativamente (p 144a) ..; il che dimostra che questo tentativo merita
fiducia.
I seguenti punti meritano attenzione: l'irradiazione si comporta diversamente nelle
direzioni verticale e orizzontale. Se Volkmann in posizione orizzontale guardando i
fili dalla stessa distanza come nei precedenti esperimenti al perpendiculärer,
l'immagine al massimo grado era chiaro, in modo che egli ha dovuto tirare un debole
Konvexbrille avere lo stesso campo visivo 333 Mill. Mantenere in cui in rada lo
sfondo media di 10 osservazioni, un diametro dei Irradiationskreises = 0,0047 Mill.
ha rivelato invece che (senza occhiali) nella posizione perpendiculärer solo 0,0035
era Mill ..
La specifica dei 5 giorni di test in un metodo in considerazione della luminosità
dimostrato che per le persone esperte nel seguente distanza D tra i fili micrometro, in
cui apparente somiglianza con il diametro del filo avviene (che nella parte
inferiore D numero aggiunto rappresenta il numero di esperimenti):
1 ° giorno di esperimento (non
specificato) D 9 = 0,1897
2 ° giorno, tempo
nuvoloso ,. , , D 10 = 0,2271

giorno, cielo sereno ... D 10 = 0,2153
4 ° giorno, cielo molto
luminoso. D 10 = 0.2074.
Gli esperimenti di Heidenhain sul metodo b) diedero
1 ° giorno (non specificato). , , , D 20 =
0.111
2 ° giorno, luce molto
intensa. , D 20 = 0,153.
Da ciò non deriva una certa influenza del grado di illuminazione.
Disposizioni speciali per le taglie più piccole e riconoscibili.
Se le disposizioni esistenti nelle dimensioni rilevabili minime e distanze appaiono
inadatti già sul precedente per lasciare risultati puri di ogni genere, sono importanti in
quanto in parte definiscono un limite sotto il quale comunque la performance degli
occhi non è sufficiente, un po ' avere un interesse pratico; quindi una raccolta su di
esso non dovrebbe essere sgradita.
Sfortunatamente, questa raccolta mostra solo un piccolo accordo sui risultati
ottenuti da diversi osservatori. E poiché il valore precario, che può essere risolto solo
in seguito, scomparirebbe del tutto, a meno che le circostanze dell'osservazione non
fossero specificate con precisione, faccio lo stesso con le stesse parole degli
osservatori.
In questo senso è il processo di traduzione angolo visivo dimensioni sulla retina, o,
al contrario, la distanza del punto di incrocio del fascio principale dalla retina =
15,1774 Mill è la base di profilo è disposto. = 6,735 par. Lin., E della cornea = 7.4696
mill. = 3.315 par. Linee adottate, e successivamente, per l secondo angolo visuale ,
00,007357 millions Mill. ,00,003265 millions o par. Lin. sostituito.
Quasi sempre si usa la seguente affermazione nell'ottica di Smith, che io qui dopo
la traduzione francese del suo lavoro (TI p.
"Le dr. Agganciare nous assicurare que l'oeil Le perni sottile ne peut pas bien
distanza une distinguer dans le ciel, comme une tache dans le corps de la lune, ou la
distanza de deux étoiles, qui comprend un oeil dans l'angolo moindre qu'une minuto
minuto (Voyez ses remarques sulla macchina céleste d'Hevelius p.8). Si l'angolo pas
n'est plus grand, les étoiles paraîtront à l'oeil nud, comme une seule étoile. J'ai une
expérience assisté à ou l'un de mes amis qui avait les meilleurs yeux de La
Compagnie, pouvait à peine distinguer un cercle blanc sur un fond noir, ou un cercle
noir sur un fond blanc ou opporsi alla lumière du jour , lorsqu'il comprenait dans
figlio oeil un angolo moindre que les deux tiers d'une minuto; ou ce qui revient au
même, la distanza lorsque sa à l'UIL surpassait 8156 fois figlio propre
diamètre; Dr. Hook. "
Tobias Mayer 35) dà il risultato di numerosi esperimenti come segue:
"Prima sperimenta facta sunt in loco umbroso, apertis fenestris a solo tum
meridiano aversis; objectis atramento sinico, ink vocant, in charta plana et albissima
pictis. 1) Punctum nigrum, rotundum, diametri ¼ lineae Parigi. oculo miope, sedancio
lente munito spectatum, cum distareto oculus 10 feet parisiens, adhuc satis bene
distingui poterat. In lontana 12 pedum dubia videbatur, in lontana vero 13 pedum jam
prorsus evanuerat. ó 2) Simile puntino, diametro del cujus sed 0.44 linea, adhuc
videbatur distant oculo 14¾ pedes; distanza autem eodem 17 pedes, vix vestigium
ejus adparebat, sicut remoto oculo ad 18 pedum distantiam omnino evanuerit. 3)
Punctum aliud diametri 0.66 lin. cernebatur adhuc in distantia 24 ½ pedd., aegerrime
autem ac dubie in lontane 26 pedd. et oculo paulo più remoto nihilum eius spectari
potuit. «
35) Commento. Soc. Götting sc .. T. IV. 1754. p. Cento e prima
Dopo alcuni altri esperimenti con figure reticolari, che verranno discusse di
seguito, aggiunge:
"Puncta et figurae, quae in superioribus adhibitae sunt, Quamvis luce solis aestivi
et meridiani, atque ADEO Fortissima collustrata in iisdem tamen quam proxime
distantiis, sub quibus supra, incipiebant confusa apparere; Certe discrepantia, si qua
erat, repetito saepius experimento modo majores distantias, modo minores arguere
videbatur ".
Questo risultato, che il grado di illuminazione non ha influenza sul riconoscimento
dei punti, è in definitiva contraddizione con i risultati degli esperimenti di Plateau di
seguito.
Se la distanza dell'occhio, che secondo i termini di Mayer (p.101) era in grado di
restringere i punti nei tre esperimenti e conspectu eripere, è impostata su 12.17 e 26
piedi con esso, quindi il diametro dell'immagine nell'occhio era 0, 000.973; 0,001126
e 0,001186 par. Lin.; l'angolo visivo di 30, 35, 36 secondi, quindi a queste distanze
diverse notevolmente la stessa dimensione.
Plateau 36) considerato nei suoi esperimenti sia il colore che il grado di
illuminazione. Piccoli dischi di carta colorata di 1 centimetro sono stati fissati a un
pannello verticale esterno. Da questi altipiani si muovevano in successione fino a
quando il disco colorato appariva solo come una piccola nube appena percettibile, e
scompariva di qualche passo più lontano, quindi misurava la distanza dagli oggetti e
calcolava quindi l'angolo di visione. I risultati in due casi sono stati i seguenti:
All'ombra Sotto il sole.

Bianco 18 "12"
Giallo 19 "13"
Rosso 31 "23"
Blu 42 "26"
la differenza che il colore fa qui è probabilmente dovuta solo ai loro diversi gradi di
luminosità.
36) Pogg..Ann. XX. p. 327i

Hueck 37) fece degli esperimenti nel modo seguente: un punto chiaramente visto è
fissato acutamente da un occhio normalmente formato; A poco a poco, l'osservatore
si allontana dall'oggetto finché non scompare, e la scacchiera su cui si trova il punto o
la linea appare abbastanza pura.
37) Müller Arch. 1840, p. 85.

"Da diverse centinaia di osservazioni fatte da individui diversi, è apparso ora che
una macchia bianca non lucida su un campo nero scompare a 10 secondi dall'angolo
visivo", che è 0.00033 par. Lin. o 0,00074 milioni sulla retina. Una linea bianca su un
campo nero è ancora vista in un angolo di visione di 2 secondi; d'altra parte, l'angolo
visivo sotto il quale i punti neri scompaiono sul campo bianco è stato di 20 secondi. Il
primo corrisponde a 0.0000652 par. Lin. o 0,0001470 milioni, quest'ultimo 10 volte
quello sulla retina. I dettagli del numero di esperimenti e il grado di accordo che è
stato ottenuto non sono forniti in relazione a queste ultime informazioni. Anche sulle
condizioni di luce negli esperimenti, nulla è detto.
Volkmann 38) potrebbe un semplice ragno filo fino ad una distanza di 21 pollici, e un
altro di esso portato alla persona osservazione fino a 22 pollici distanza percepire lo
stesso filo. Volkmann riconobbe una capigliatura larga 0,002 pollici
e larga 39 pollici. Un allievo di Bari ha

riconosciuto 40) un pelo di spessore ancora ad una distanza di 28 piedi.


38) Volkmann Beitr. P. 202.
39)Wagner's Wort. Gentile .. Vedi. P. 331.
40) Secondo una dichiarazione di Volkmann in s. Art. Vedi pagina 331.

Informazioni più dettagliate con alcune disposizioni secondarie interessanti sono


Ehrenberg Ü) , che trovo raramente considerato. Non si basano su osservazioni con
distanze modificate dell'occhio, ma al più chiaro campo visivo (Ehrenberg 4N6
pollici) nelle generalmente piccolissime oggetti sono visibili. Le dico qui con le sue
parole:
Per essere sicuri, non per gentile concessione o la vergogna di tale essendo stata
sedotta che qualcosa non può essere visto non ama vuole ammettere, ho spesso
registrano gli oggetti visti dagli osservatori, o posso descrivere a me imbarazzante,
così ho imparato con convinzione che videro completamente lo stesso e altrettanto
nitidi come avevo visto, e soprattutto senza che il primo dovesse cambiare il
microscopio. Questo l'attenzione a un gran numero di persone con diverse gamme di
visual osservazione continua mi fece probabile che ci fosse un limite complessivo
piuttosto solido per la visione dell'occhio umano incontaminata e sana, che
consentirebbe una conclusione al suo più alto potere di microscopi. Ho fatto molte
osservazioni per scoprirlo fino a che punto le differenze occhi miopi e presbiti hanno
un'influenza sulla espressione generale di quel potere, e mi sono spesso che non sono
rari opinione convinto, ha visto più persone miopi più o più tagliente di altri, è
infondata. Il risultato della mia esperienza è un doppio:
1) Sembra che ci sia una forza normale per l'occhio umano riguardo al vedere le
parti più piccole, e le deviazioni da esso sembrano essere molto più rare di quanto si
pensi di solito.
Ü) Pogg. XXIV, P. 35 °

Si può solo dire di coloro che sono in grado di vedere chiaramente a qualsiasi
distanza. Tra più di 100 persone, che ho osservato, erano la più acuta avvistato
incapaci nelle condizioni di visione normali, per distinguere più di quanto io stesso
ho visto, e sono stati fino azienda per schwachsichtig o presbite di solito in grado di
stesso per vedere che cosa ma, nel caso di vedere ad occhio nudo, di solito avevano
bisogno di un approccio leggermente più grande o una distanza dell'oggetto dal loro
occhio di quanto non facessi io.
2) Il più piccolo normalmente ottenibili per l'occhio umano naturale ú dimensione è
sia il colore bianco su fondo nero, come per il colore nero su fondo bianco o
lichthellem fondamentalmente 1 / 36 di una linea di Parigi di diametro. È ancora
possibile Lichtkondensierung grande e tensione dell'attenzione le dimensioni
tra 1 / 36 e 1 / 48 a riconoscere una linea, ma senza fuoco e dubbioso 41) .
41)"che 1/ 49 per mantenere lo sforzo non sarebbe utile, ben comprese. I
rapporti problemi economici successivi sono stati 1/ 60 o 1/ 72 riga e circa non
posso apportare esperienze che visti da chiunque avrebbe ".

Questo è il limite della potenza dell'occhio umano naturale per i corpi colorati, che
chiunque può facilmente verificare, come ho provato, lanciando dei granelli neri
molto fini su carta bianca, ad es. B, di inchiostro asciuga, inchiostro e simili, porta., E
il più piccolo dei quali riceve con una punta fine e posa su un vetro micrometri, che è
almeno 1 / 48 La linea indica direttamente. Anche il sole e la luce della lampada
consentono, con o senza specchi, di guardare i corpi neri, ecc., Sul micrometro di
vetro alla luce. I corpi più piccoli di quelli dati possono, indipendentemente dallo
sforzo, non essere riconosciuti singolarmente, ma pur sempre in una semplice fila
diritta ad occhio nudo. Inoltre, se molti di questi sono insieme in stretta vicinanza e in
serie multiple, fanno un'impressione comune sui nostri occhi e ci ingannano, come se
vedessimo un corpo o una superficie semplice più grande 42)., La solita distanza, che
i buoni occhi osservano, quando vogliono riconoscere questi corpi più piccoli, ho
trovato misurando 4-5 pollici, a volte 6 pollici, che quest'ultima è la solita distanza
per quelli molto acuti. Le persone miopi raramente si avvicinano agli stessi oggetti
più di 4 pollici, più raramente 3 pollici, ecc. E di solito diventano gli stessi del
resto. Qualcuno la cui visione più nitida è di 4 pollici, non può aumentare la vista di
un avvicinamento più ravvicinato dell'occhio all'oggetto, ma avverte dolore e vede
indistintamente. Una volta che l'oggetto è stato riparato, può essere rimosso molto di
più senza perdere di vista. Io stesso posso 1 / 24 Non ho visto una linea a 12 pollici
nero su bianco, ma l'ho guardato a 4ñ5 pollici, quindi posso rimuoverlo a 12 pollici e
vederlo chiaramente. Questo fenomeno si basa sul noto potere dell'occhio di adattarsi
alla distanza. Spesso puoi vedere anche piccoli oggetti in lontananza, non appena sei
a conoscenza della loro posizione o se si muovono. Aspetti simili sono dati da un
palloncino nel cielo limpido e una nave all'orizzonte, facilmente visibile non appena
si è in allerta, ma la capacità di un rapido orientamento si basa sull'abitudine e sulla
nitidezza mentale, senza consentire una conclusione sulla visione in generale. Se
qualcuno è più stimolato dalle impressioni facciali rispetto a un altro, si orienta più
velocemente, ma non vede più di un altro, il quale, poiché prende queste impressioni
meno vividamente, si orienta più lentamente. Spesso uso i mezzi per cercare oggetti
molto piccoli solo con la lente d'ingrandimento, se voglio vederli a occhio nudo, per
dare loro un'altra situazione con un punto preciso. Anche questo aspetto è solo per
l'orientamento rispetto al luogo dei corpi, e promuove solo la velocità di questo
orientamento. Gli occhi miopi si orientano sempre più facilmente, perché sono meno
distratti, perché il loro campo visivo è più piccolo. È probabile, infine, aggiungere
una potenza più elevata alla vista assoluta dell'occhio umano, che è quella per il
riconoscimento di corpuscoli luminosi. Piccoli corpi incandescenti nel buio sembrano
essere sempre molto più grandi,1 / 48 la linea, a seconda della intensità luminosa, né
che colpisce l'occhio nudo. Non ho mai avuto l'occasione anche di osservare la
dimensione luminosi davvero così piccolo diametro sono stati, in modo da poter
attirare l'attenzione su un limite a questo proposito ..... lucentezza metallica, che è
molto forte riflessione della luce, può essere determinato dalla mia osservazioni fatte
al Goldstäubchen ad occhio nudo alla luce del giorno normale fino
a 1 / 100 riconoscono una linea, vale a dire il doppio di quanto i colori. "ó
"La situazione è diversa con linee filati opache di 1 / 400 alla linea spessore
riconosce contro la luce con la misura Spinnenfäden occhio
nudo. 1 / 300 bis 1 / 2000 righe; filettature del baco da seta 1 / 200 Quest'ultimo sono due
volte nel bozzolo .."
42). "Sono abituato a rilevare ciglia molto fini infusori in questo modo, non
appena vengono spostati, formano una piccola superficie apparente che è
siehtbar; una volta ma riposare spesso finezza così grande che la vista loro non
ha raggiunto il microscopio. "

Considerando le dimensioni 1 / 36 Lin. trasformati in linee sulla retina a 4N6 pollici


distanza occhi denota Ehrenberg come limite di visione per organismi non lineari, si
trova 0,0039 a 0,0025 Lin., che è notevolmente più grandi (10 volte superiore)
rispetto Hueckís 0 , 00033 Lin., Nonostante entrambi i risultati derivino da un gran
numero di esperimenti, e il risultato di Mayer supera di oltre il doppio. Altrettanto
Hueck e Ehrenberg differiscono da quella dopo Hueck macchie nere richiedono
l'angolo di visione su fondo bianco, che il contrario, tuttavia, secondo Ehrenberg
entrambi sono ugualmente validi.
Una differenza di circostanze possono essere che esperimenti Ehrenbergís sono
fatte con considerazione di minuscole particelle di grandi vicino proposto da Mayer e
Hueck ma con punti di notevoli dimensioni da una distanza maggiore, sia come
l'osservatore dal punti più chiara visione gradualmente fino alla scomparsa Avere
rimosso il punto Ora, anche se la distanza rende Mayerís prove alcuna differenza
significativa, ma dal momento che le sue distanze di 12 piedi e sia su di esso, in modo
da potrebbe essere molto più vicino, in quanto ha avuto luogo presso Ehrenbergís
provare, ma fare la differenza; che è ancora più vicino da esaminare.
Se non è solo l'esistenza di una dimensione visibile a riconoscere, ma anche a
determinare la forma, è necessario un angolo visivo più ampio. Secondo Hueck 43) ,
un quadrato di 1,2 "di diametro a 11" di distanza, cioè con un angolo di visione di
2 ¢ 35 ", era ancora riconosciuto come un quadrato. Proprio come un colpo di ardesia
di 1,5 "'lunghezza era su 13', sotto 2 '45" ancora riconosciuto come
storto. Documento (doppio agente) con una larghezza delle lettere 1,5 '"e spazi
all'interno delle lettere 0,5"' Las Hueck utilizzando un adatto per i suoi occhiali a 13
'di distanza.
Bergmann 44) trovò "che le linee corte erano viste meno largamente di quelle
altrettanto ampie".
EH Weber 45) note, "Secondo mio test, una linea bianca su sfondo nero di un più di
tre volte tanto grande distanza può essere visto come un quadrato equilatero della
larghezza della linea, e la luminosità dell'illuminazione della linea e uno sfondo molto
abstechender può rendere questa distanza ancora più grande. "
43) Müller's Arch. 1840, p. 88.
44) Henle e Pfeufer, Zeitschrift III. F. Bd. II. P. 92.
45) Rapporti d. Saxon Soc. 1852. P. 142.

Disposizioni speciali per le distanze più piccole riconoscibili.

Gli esperimenti su questo sono fatti sotto forme diverse, secondo le quali anche i
risultati cambiano.
a ) Due punti o quadrati distanti.
L'affermazione che Smith ha riguardo due stelle è già (così) comunicata.
Volkmann 46) è sceso a una piccola lampadina di diametro 0,15 pollici, le immagini
fiamma dei due luci, che erano tra loro 4 pollici dalla sfera 8 pollici lontano .... Egli
realizzati con l'ausilio di occhiali, separazione completa della quadretti in vetro fino a
20½ pollici, e nel mezzo commovente, ma è chiaro che doppie, piccole immagini fino
a 26 pollici .... Uno dei suoi amici ha ripetuto l'esperimento, e riconobbe la piccola
immagine fino a 37 pollici di distanza. Per realizzare pienamente la doppiezza senza
occhiali, Volkmann ha avuto fino a 12 pollici vicino i bicchieri.
Dopo Hueck 47) due puntini neri fuse su sfondo bianco, il 0,45 " 'desistito gli uni
dagli altri, con l'altro a 10 piedi di distanza dell'osservatore, ciò che l'angolo di vista
della loro distanza 1' 4" sono. Lo stesso risultato è stato dato da ictus che erano
altrettanto distanti.
EH Weber 48) aggiunge alla sua affermazione di proporzione riguardo alla distanza in
cui le linee bianche e le caselle su fondo nero svaniscono dagli occhi, come segue:
"D'altra parte, due quadrati equilateri bianchi su fondo nero sono intervallati da uno
spazio nero di divorziati l'uno dall'altro, che è largo quanto i quadrati, da una distanza
ancora distinta come due, essendo quasi uguale a quello da cui due linee bianche su
fondo nero sono ancora distinte come due, che sono così larghe come quei
quadrilateri ed essere separati gli uni dagli altri da uno spazio lineare nero della stessa
dimensione. "
46) N. Contrib. P. 202.
47) Müllerís Arch. 1840. p. 87.
48) Rapporti del sassone Soc. 1852. P. 142.

b ) Due thread distanti.


Volkmann 49) mise due fili di ragnatela in direzione parallela e ad una distanza di
0,0052 "uno accanto all'altro, e trovò che li riconosceva come doppio a 7", ma non
oltre. Il più perspicace tra i suoi amici riconobbe la duplicità a una distanza di 13
anni. "Due linee parallele nere su un terreno bianco a una distanza reciproca di
0.016 " Volkmann riconosce con l'aiuto degli occhiali a una distanza di 27í.
Valentin 50) era in grado di distinguere tra due linee, se le loro immagini sulla retina
erano solo 0.0009 '' a parte.
Hueck ha trovato lo stesso risultato per i tratti come per i punti (vedi sopra).
g ) Figure stridule e rischiose.
Tobias Mayer 51) descrive gli esperimenti in luce diurna diffusa come segue:
l. Figura striata, cujus nigri ductus, aequales albis interpositis, lati erant 0.36
lin. specta directe in distantia pedd. 11 marmellata aliquantum confondere videobatur,
ita ut vix liceret alba intervalla a nigris discernere. In lontananza 12 pedd. omne
discrimen inter strias aberat. Certe nonnisi aegerrime sentiebatur. Paulo più remoto
oculo tota figura eundem colorem quasi cineatium mentiebatur.
2. Figura itidem striata, sed cujus atrae duplo striature crassiores erant, quam albae,
harum enim latitudo erat 0,2 lin. Illarum 0,4 lin., Incipiebat videri confusa distante
oculo 9 vel 10 pedestinations.
3. In eadem distantia l'altro figura striata, Cujus albi ductus Duplo quam latiores
Nigri, inverso ordine nempe praecedentium, desiit distinete videri; latitudo striarum
albarum erat 0.4 lin., lin. nierarum 0.2.
49) Wagnerís Wörterb. Art. Vedi. Pag. 331.
50) Valentin, Lehrb. d. Physiol. II. P. 428, qui dopo l'articolo di Weheri,
Tastsinn, 634.
51) Commento. soc. Götting sc .. T. IV. P. 102 °

Notandum, binas ha figuras (n. 2 et 3) etiam in experi-mentis


sequentibus 52) eandem sempre oculi distantiam requisivisse. Quare commodum erit,
de iis in posterum referre conjunctim.
4. Figura cancellata lineis nigris, quarum latitudo 0.44 lin. Eadem, quae interstitium
alborum, spectata e distantia 15½ pedd. incipiebat mentiri aequalem ubique
nigredinem, ut dubium esset, numero aibi quid in illa contineatur.
5. Figura aleae similis, aleatam dicere brevitatis causa liceat, quadratulis Nigris
albisque varia, quorum singula Latera Aequalia 0,52 lin. Distante oculo 12 pedes,
extremam visionis speciem praebebat, paulo enim più remoto oculo confusa alba cum
Nigris apparebant. "
52) Dipendenti a lume di candela

Dopo aver confrontato il n. 1 con no. 2 e 3 e dal n. 4 con no. 5 Mayer conclude che
l'ineguaglianza degli intervalli di bianco e nero facilita la cognizione.
Gli esperimenti con il fico striato e rischioso. Da 1 a No. 5 sono stati poi ripetuti al
buio sotto illuminazione diretta con un sego a diverse distanze L dello stesso dalle
figure, dove le seguenti distanze A dell'occhio risultavano dalle figure come limiti
della conoscenza (termin. Visionis) (unità del piede di Parigi):
LA
Distanza Distanza dell'occhio
della luce n. 1 ° n. 2 e 3 ° 4 ° 5 °
½ 7½ 6½ 12 9½
1 6½ 5½ 9½ 7½
2 5¾ 4½ 7 6
3 4¾ 4¼ 6½ 5¼
4 4½ 3¾ 6 4½
5 4¼
64
7 3¾
8 3½ 2¾ 4½ 3¼
13 3 2½ 3¾ 3
Mayer rappresenta la legge secondo cui A cambia con L dalla seguente formula
.
dove n è una costante dipendente dal carattere della figura, che assume nelle diverse
figure come segue:
No. l 2 u. 3 4 5
79 52 73 99
Dà una raccolta di calcoli e osservazioni, secondo cui la formula è abbastanza
vicina entro i limiti di questi esperimenti.
Hueck 53) considerava monete, medaglie e gemme incise in linee tratteggiate per
mezzo di una macchina nel trésor de numismatique et de glyptique. Parigi 1834, e fu
in grado di distinguere intervalli di 0.0727 "'a 22" 3 "" di distanza, cioè con un angolo
di visione di 56.8 "; sì, alcuni abbastanza pulito, con linee molto taglienti sulla
superficie bianca e liscia abbastanza puro ristampato ancora sotto il 44,3 "angolo di
visualizzazione. Ad una distanza maggiore le strisce gialle superficie rotto apparso
grigio. sulla superficie rossa è comparso arancione in un'immagine retinica di 0,001",
proprio come il giallo Strisce su blu superficie verde.
Marie Davy 54) disegnò linee nere su carta bianca in modo tale che gli interspazi
fossero larghi quanto le linee stesse: fece quelle foglie con strisce di varie larghezze,
e poi provò quanto lontano doveva rimuovere ognuna di esse dall'occhio. per non
vedere più le strisce bianche e nere, ma un grigio monotono. Scoprì che questo
avveniva a intervalli simili in tutte le foglie, che la larghezza dell'immagine retinica
di una striscia, calcolata da lui, era di circa 0,0011 millimetri. rivelato. Vale a dire, era
0,00109, 0,00113, 0,00113, 0,00112 millimetri ad intervalli di 5,8, 0,75, 0,53 e 0,41
metri. - Il tipo di calcolo non è specificato.
EH Weber 55) applicava linee nere, che venivano disegnate molto strettamente e
uniformemente a macchina e stampate su carta bianca. Erano 0,025 par. Lin. largo, e
altrettanto ampi erano gli spazi tra loro. Suo figlio Th. Weber riconosceva ancora le
linee a una distanza di 9 par. Pollici 2½ Lin., Dove l'angolo di visuale sotto il quale si
vedeva uno spazio era di 45,3 sec. Ha fatto gli stessi esperimenti fatti da molti
altri; dove la massima nitidezza è stata trovata in due, una delle quali (n. 9) ha anche
riconosciuto le linee a 9 pollici, l'altra (n. 8) ad una distanza di 11 pollici, che era
rispettivamente di 45,3 e 36,5 secondi, Gap o 0,00148 e 0,00119 par. Lin. equivalenti.
53) Müllerís Arch. 1840, p. 87.
54) Instit. XVII. p. 59.
55) Rapporti del sassone Soc. 1853, P. 144.

Bergmann 56) utilizzava disegni a traliccio litografato di barre e spazi di 1 millimetro


ciascuno. sono ampi, nel modo seguente. Un foro di circa 20 millimetri di diametro è
stato tagliato nel mezzo del coperchio di una scatola di cartone rotonda e il pannello
reticolare è stato fissato contro il coperchio dall'interno, in modo che solo una parte
circolare di esso è apparso dall'esterno. "Questo dà la possibilità di essere in grado di
dare qualsiasi inclinazione alle barre ruotando il coperchio, in modo che colui i cui
occhi sono controllati, dando la direzione in cui scorrono le linee, può provare che li
vede davvero ".
56) Henle e Pfeufer, Zeitschr. III. FUB 94 f.

"Il successo di un numero significativo di prove era ora che gli occhi buoni
selezionate da diversi individui mai richiesto un approccio più ampio, in quanto
corrisponde alle # 8 prove a EH Weber, le strisce con i loro ampi spazi millimetriche
erano 8,5 metri sempre riconosciuto. " ....
"Spesso il modo in cui la direzione delle barre è stata ripetuta correttamente
riconosciuta anche a grandi distanze, anche adesso e anche a 7 metri di distanza. Gli
sperimentatori hanno spesso osservato che se sapessero la direzione di colpi, hanno lo
stesso in questi distanze maggiori vedrebbero. in precedenti esperimenti si sono
incontrati anche che un ragazzo di 10 anni che era diventato di tanto in tanto
l'attenzione per l'occhio eccellente Disp., che (di volta in volta modificato) direzione
dei tratti correttamente per tre volte in una distanza di 8 metri dichiarato. Poi è
arrivata una falsa dichiarazione. "
Bergmann sale (p. 97) come notevole via ", che alla distanza di 5,5 metri, in cui
discreta occhio visto regolarmente che la direzione delle linee, le immagini della
stessa leggermente più ampio di mezzo diametro del perno sono, donde assumi
sempre una relazione essenziale tra queste dimensioni. "
che giace in oltre 5,5 metri le distanze in cui veniva spesso in un vero e proprio
riconoscimento della direzione dei tratti che gli errori a volte in esecuzione mostrato
la peculiarità particolarmente comune che la direzione dei colpi ha appena dato
perpendicolare al reale. Alle stesse distanze, il pannello reticolare spesso appariva
pezzato. Un uomo che non conosceva l'oggetto pensava che fosse tagliato a una
distanza di circa sei piedi; un secondo, che si trovava a circa due piedi dietro di lui,
spiegò che già lo vedeva da lì.
Bergmann mette intimamente in relazione queste circostanze con un probabile
presupposto circa la forma e la disposizione dei pioli come elementi retinici
sensoriali; comunque sarebbe troppo ingombrante entrare qui.
In certe direzioni delle barre, il riconoscimento delle griglie sembra essere più
facile che negli altri, ma questo varia secondo l'individualità degli occhi (vedi
Bergmann p 1041).
Comportamento delle parti laterali della retina nel riconoscere le più piccole
dimensioni e distanze.
Nelle informazioni precedente era la vista delle dimensioni apparenti e distanze
verso il deutlichst avvistato, centrali, parti fornite della retina. Verso la periferia sia
della visibilità delle dimensioni diminuire le distanze, ma non in tutte le direzioni
nella stessa proporzione. Osservazioni inoltre sono state fatte da Hueck, Volkmann
con Huttenheim, alcuni dei Bergmann, più dettagliata di Aubert con Förster, per cui
prova è, tra l'altro, in particolare, che l'impossibilità di due punti devono essere
distinti in una certa distanza dall'asse dell'occhio, in modo di aberrazioni ottiche
dell'occhio può essere spinto; e quei numeri o quadrati di dimensioni diverse, visti
allo stesso angolo di visione a diverse distanze dall'occhio,
Per non estendere troppo i dettagli di questo capitolo, credo che debba fare
riferimento ai trattati originali riguardo ai dettagli di questi esperimenti.
Hueck in Müller's Arch. 1840, p. 92.
Volkmann, nell'erba di Wagner. Art. Vedi. P. 334.
Aubert e Förter, in Gräfe Arch. F. Ophthalm. III. P. 14 e Moleschott Unters. IV. P.
16.
Bergmann, in Henle e Pfeufer Zeitschr. III. F. Bd. II. P. 97.
Con questo, i tentativi di determinare le dimensioni della parte della retina, con la
quale si guarda forte abbastanza per essere in grado di leggere di pubblicazione di, in
relazione ciò che EH Weber nelle relazioni di Sassone. Soc. 1853, 128 ss., Aubert e
Förster nei trattati sopra menzionati.
Differenze di distanza (buon giudizio).
Sulla finezza della buona misura EH Weber 57) ha le seguenti informazioni:
"Dissecui chartam papyraceam scriptoriam magnitudine massima consueta in
contraddittorio octo aequales et cuilibet parti lineam rectam et uguali case inscripsi,
curans simul, ut omnes lineae aequali crassitie et nigritie, Diversa autem longitudine
Essent. Brevissima linea 100 millimetris altro quaedam linea longior 100½ mm,
longior l'altro 101 millimetri constabat. Ita diversae lineae usque ad longitudinem 105
millimetrorum ductae sunt.
57) Progr. Coll. P. 142 °

lam duae chartae iuxta se positae homini aptbantur, cuius subtilitatem visus
examinare cupiebam. Homines arti delineandi operam navantes, ideoque visu exculto
gaudentes, lineam perpendicularum 100 mm longam una linea perpendiculari 101
millimetri discreverunt longa, et experimenta ter, quater et quinquies iterato sempre
longiorem lineam recte indicarunt. Accidente camuffato e suo ut ut defa-tigati
nonnunquam errarent. Plures vero homines lineas 100 e 104 mm longas non, certo
sed non nisi lineas 100 e 105 mm longas distinxerunt. La sua experimentis
intellectum est, un centesimam nonnullis, da aliis vero vigesimam lineae partem, qua
alterativa alterativa linea parallela maior est satis Certo visu cognosei. "
Ho citato alcuni dei miei esperimenti sulle differenze appena percettibili delle
distanze circolari (vedi Capitolo 9).
b) senso del tatto.
Circa la dimensione della distanza appena percettibile dei punti cardinali sulla pelle
EH Weber è noto per avere indagini prima fatte e trovato che questa distanza
eccezionalmente diverso su differenti parti della pelle. Il più grande ha trovato la
sensibilità sulla punta della lingua, dove ancora a ½ par. Lin. Distanza, il punto
bussola viene rilevato come doppiamente, presto sul lato volare dell'organo mignolo
(l par. Lin.), Le parti rosse delle labbra (2 Lin.), Sulla superficie volare del secondo
elemento dito (2 Lin.), Ecc, almeno nella parte superiore della colonna vertebrale e al
centro della parte superiore del braccio e della parte inferiore della gamba (30 par. Il
suo tavolo da orologio è il più dettagliato in s. Progr. Coll. P. 50 sequ., Più breve
riassunto nell'articolo senso del tatto e buon senso nel Wörner di Wagner. P. 539 e in
s. Abhandl. nelle relazioni di Leipz. Soc. 1853 p. 85 e 58) è statoriprodotto; in
quest'ultimo luogo, fornisce vari supplementi riguardanti la concezione generale del
senso dello spazio e i metodi per determinarne la finezza. Le osservazioni sono
Weberís prima da Allen Thomson (in Edinb. Med. E sug. Journ. No. 116), e
successivamente da Valentin (Lehrb. D. Physiol 1844. Vol. 565, US), per poi
Czermak Physiol. Studi o riunioni la Vienna. Acad. XV. P. 425, XVII. P. 563,
Moleschott, sub. P. 183) ed esteso da quest'ultimo secondo diverse relazioni.
58)Estratto da esso, ma senza i tavoli, in Fechner's Zentralbl. 1853. no. 31. Il
tavolo è anche di Czermak nel suo fisiologico. Stud p. 54 dato.

Esperienze molto interessanti, dopo le quali la cloroformazione e l'anestesia


aumentano notevolmente le distanze circadiane appena evidenti sulla pelle, ha
Lichtenfels nei documenti dell'incontro di Vienna. Acad. 1857. VI. p. 338 reso
noto. Le condizioni della pelle simili alla paralisi hanno lo stesso successo,
l'esperienza di Landry nell'archivio. gen. de méd. XXIX. Juill. Settembre(Cannst.,
Anniversary of 1852, p.189) e soprattutto Wundt in Henle e Pfeufer Zeitschr. 1858.
p. 272, anche Brown Sequard in Cannst. Jahresber. 1853. p. 202, che riporta anche un
caso di riduzione della distanza appena percettibile da uno stato
ipestesico. Esperienze, secondo le quali la distanza appena percettibile è ridotta
dall'esercizio, Hoppe ha in s. medico. Lettera. 1854. Numero 2, Czermak nei saggi
sopra, e in particolare Volkmann nel procedimento. d. Saxon Soc. 1858. p. 38 fatti
conoscere.
Le discussioni teoriche sulle condizioni del senso dello spazio della pelle possono
essere trovate nei trattati citati di Weber e Czermak, nel medicinale di
Lotze. Psychol., 1852, nei contributi di Meissner. Anatomista. u. Physiol, la
pelle. Leipzig 1853 e in Wundtí Abhandl., Che contiene una raccolta dettagliata di
questo argomento.
c) percezione del tempo e del movimento,
Se due impressioni sono fatte troppo rapidamente l'una dietro l'altra, esse fluiscono
in una uniforme per la sensazione, e si può chiedere quanto sia grande l'intervallo tra
due impressioni per poterle interpretare come diverse.
Una risposta puramente sperimentale a questo non può essere data per una ragione
analoga alla vasta soglia dello spazio. Perché, proprio come ogni impressione ha
attorno a sé un cerchio irrazionale, ogni impressione lascia un'eco. È ora il retrogusto,
che lascia la prima impressione entrando nel secondo ancora abbastanza forte che la
differenza dalla seconda soglia differenza intenso non viene raggiunto,
l'un'impressione deve trascorrere in modo uniforme con l'altra.
Ci si può chiedere se l'impossibilità di concepire due impressioni che si verificano
troppo rapidamente e distinte l'una dall'altra dipende da questa circostanza. Nulla è
stato deciso in questa esperienza, ed è difficile decidere con certezza. ma
probabilmente sarà dopo l'analogia delle condizioni di spazio anche per quanto
riguarda le relazioni temporali impossibile semplicemente osservato ancora
considerato un l'altro e di esperienze, come distinta.
Tuttavia, non si può affermare l'esistenza di circoli sensoriali nel senso così
discusso; ma può avere roba buona per se stessi che la misura soggettiva del tempo
proprio come in oscillazioni psico-fisici in noi come la misura personale di spazio è
legata ad ambienti sensoriali e tutto cade nel periodo di tali oscillazioni possono
essere così poca distinzione nel tempo, ma che cosa cade nell'estensione di un cerchio
sensoriale, spazialmente. Nel frattempo, sarebbe inutile perseguire questa ipotesi
senza la possibilità di una spiegazione più dettagliata.
La domanda in questione è, tra le altre cose, dovuta al tentativo del disco ruotato
con settori bianchi e neri. Mentre passa un settore bianco, l'impressione cresce man
mano che passa un nero, raccoglie. È la comparsa di uniformità semplicemente
stringhe allegate, che la differenza tra minimo e massimo non raggiunge la soglia di
differenza intensiva, che è per tranquilli impressioni concepito luce, o la comparsa di
uniformità viene convogliato in tal modo, che il minimo e massimo dell'impressione
verificano così rapidamente in successione, che non possiamo separarci a tempo
debito; e, di conseguenza, la differenza può essere maggiore senza mettere a
repentaglio l'aspetto dell'uniformità, che nel caso di impressioni calme?
Mi sembra che ci sia la possibilità di decidere sulla base di un tentativo su questa
prima domanda, se prima si sono determinate alcune date.
In relazione alla questione della soglia temporale, la questione del tempo necessario
per comprendere le impressioni date con una determinata chiarezza è valida. Su
questo trovo alcune osservazioni e tentativi di Valentin nel suo Lehrb. il
fisiologico. II. P. 471:
"Quel minimo di tempo", dice, "appartiene ad una concezione soddisfacente di
oggetti familiari, è meglio visto dalla lettura di lettere familiari." Se leggo solo una
riga di maggiore pressione di questo lavoro (il libro di testo Valentiniano), allora 10
tentativi ad una lettera a un massimo di 4,21, ad un minimo di 2,34 e ad una media di
3,330 terzi, leggendo un'intera pagina senza paragrafo, e stampati solo con un passo
più grande, trovato 2629 lettere e segni di punteggiatura 1 minuto 32 secondi. questo
è per una foto in media 2,10 Terzien. Ti faccio lo stesso esperimento con un lato
continua pressione Petit di questo lavoro, quindi ho bisogno di 3.944 lettere e altri
caratteri 2 minuti e 12 secondi, quindi per un'impressione 2.01 Terzien.Di
conseguenza, possiamo assumere che nella lettura rapida richiediamo mediamente da
due a quattro terzi per l'interpretazione di ogni singolo personaggio. "
Per quanto riguarda i più piccoli movimenti ancora percepibili, trovo le seguenti
informazioni nel dizionario di Gehleri, Articolo Face p. 1457, di Muncke:
"Dalla determinazione della durata della luce impressione sull'occhio in
combinazione con le dimensioni sopra dell'angolo visivo G. G può spiegare perché
alcuni movimenti molto lenti non sono percepiti. . Schmidt 59) Per chiarire questo,
sceglie l'esempio che le stelle, anche nell'equatore, dove il loro movimento è il più
veloce, sembrano ancora ferme. Se, cioè, la durata dell'impronta luce negli occhi fino
a 0,5 sec., La stella subisce durante questo tempo un arco di soli 5 sec. E perché è più
piccolo del più piccolo dell'angolo per un oggetto tridimensionale, sembra aver
fermato stare in piedi È la stella d'altra parte visto attraverso un telescopio con soli
100 × ingrandimento, l'angolo di visione è di 50 sec. E il suo movimento, ma con uno
sforzo e difficilmente notato, ma appare tanto più rapidamente, maggiore è
l'ingrandimento, l'applicazione. Qui, tuttavia, l'impressione di luce vivida della stella
viene presa in considerazione sull'occhio, poiché osservando il movimento della
lancetta dei minuti di un orologio da taschino, Schmidt ha ottenuto un risultato
diverso. Quest'ultimo, quando applicava un ingrandimento dieci volte, lo percepiva
allo stesso modo. Ma dalla lunghezza del puntatore 4.8 par. Lin. era, e l'angolo visivo
di un dipartimento dello stesso (per 10 Z. Distanze di visione chiara all'osservatore)
13,5 minuti, il movimento dello stesso in un secondo = 13,5 sec., e con
ingrandimento 10x 135 sec. o 2 min. 15 sec. nel frattempo viene con questo, ma
ingegnoso metodo per misurare i più piccoli movimenti, molti, specialmente la
nitidezza viso e l'illuminazione dell'oggetto osservato, in considerazione, motivo per
cui i due elementi comunicati in modo molto diversi tra loro. Per testare
quest'ultimo, Io stesso guardavo la lancetta dei minuti del mio orologio da tasca, che
era 9,1 Lin. lungo e blu acciaio che si muove su un quadrante bianco
abbagliante. Finché si è spostato su quest'ultimo, ho potuto vedere la sua schiena con
il suo occhio disarmato, e con una larghezza del viso di 8, ma sembrava fermarsi
quando aveva superato una laurea nera, in modo che questo movimento come
Borderline di quelli che i miei occhi possono ancora percepire. Quindi puoi
raddoppiare solo quella dimensione specificata di 13.6 secondi e nel rapporto di
10 ma sembrava fermarsi quando aveva superato una linea nera, in modo che questo
movimento venisse accettato come il limite di ciò che il mio occhio può ancora
percepire. Quindi puoi raddoppiare solo quella dimensione specificata di 13.6 secondi
e nel rapporto di 10 ma sembrava fermarsi quando aveva superato una linea nera, in
modo che questo movimento venisse accettato come il limite di ciò che il mio occhio
può ancora percepire. Quindi puoi raddoppiare solo quella dimensione specificata di
13.6 secondi e nel rapporto di 10: Richiedere 8 per l'occhio per ottenere l'angolo
ottico più piccolo di quasi 34 sec. 60) , che, tuttavia, non essere il più piccolo in
condizioni meno favorevoli, specialmente quando si misura la distanza tra la punta
puntatore tra i due minuti colpi sarebbe omesso. Questo spiega anche perché il
movimento delle stelle nei telescopi con un angolo di visuale di 50 sec. È visibile,
ovvero anche a causa della forte luce dello stesso nello spazio relativamente scura, in
parte perché il campo di vista del telescopio illumina qualcosa causa delle
internamente suoi dintorni ma pipa nera è completamente buio, e pertanto, la
spaziatura variabile della stella può essere misurata dal bordo del campo in questo
modo ".
59) Manuale e libro di testo di scienze naturali. Giess. 1826. 8. pagina 471.
60) Il calcolo più esatto dà 34 "50" '.

Per questo si possono ancora le seguenti informazioni da Valentin in s. Lehrb. II.


P. Aggiungi 465:
poiché un gran numero di condizioni secondarie, che non possono sempre essere
esattamente calcolate, contribuiscono in modo significativo. Non solo la forza della
luce, la brillantezza e il colore dell'oggetto visualizzato, la distanza, il campo visivo e
la nitidezza faccia degli occhi, ma anche la natura delle proprietà confinanti ha una
notevole influenza sulla percezione dei movimenti leisesten. Se il puntatore
dell'orologio z. B. direttamente alla più fine passaggi avanti, il suo minimo
movimento è percepito perché quelli fini, allegato come ornamenti, servono linee a
fisso Vergleichungspunkten e colpisce lo spostamento più insignificante della punta
puntatore prima leggero del solito. " la brillantezza e il colore dell'oggetto
visualizzato, la distanza, il campo visivo e il bordo volto dell'occhio, ma anche la
natura delle proprietà confinanti ha una notevole influenza sulla percezione dei
movimenti leisesten. Se il puntatore dell'orologio z. B. direttamente alla più fine
passaggi avanti, il suo minimo movimento è percepito perché quelli fini, allegato
come ornamenti, servono a linee fisse Vergleichungspunkten e colpisce lo
spostamento più insignificante della punta puntatore prima leggero del solito. " la
brillantezza e il colore dell'oggetto visualizzato, la distanza, il campo visivo e il bordo
volto dell'occhio, ma anche la natura delle proprietà confinanti ha una notevole
influenza sulla percezione dei movimenti leisesten. Se il puntatore dell'orologio z. B.
direttamente alla più fine passaggi avanti, il suo minimo movimento è percepito
perché quelli fini, allegato come ornamenti, servono a linee fisse
Vergleichungspunkten e colpisce lo spostamento più insignificante della punta
puntatore prima leggero del solito. "

XII. Legge parallela alla legge di Weber 1) .


È una questione fondamentale a cui siamo stati condotti in occasione delle
probabilità della Legge di Weber, e che sarà considerata qui più nel dettaglio se e
come la sensibilità alle differenze sia parallela alla sensibilità agli stimoli assoluti,
vale a dire, se la modifica della sensibilità agli stimoli, che sorge a causa dell'azione
degli stessi stimoli, comporta anche la sensibilità alle differenze degli stessi.
1) Revisione a pagina 180 f. 240 e segg.

Un disco bianco su carta nera si copre di continuare l'osservazione fino a certi


limiti sempre più scuro velo grigio, una prova che la sensibilità della luce attraverso
la sua influenza è smorzata ciò che può essere ancora aggiungere abbastanza altri
elementi di prova. D'altra parte, dopo l'affaticamento trasportando o sollevando
carichi, un carico è sentito essere più pesante, dopo di che la sensibilità ai pesi è
aumentata dall'azione precedente dei pesi. C'è un maggiore stimolo luminoso, qui un
peso minore da sentirsi ugualmente forte.
La domanda è: è così anche l'appena percettibile o anche notevole differenza pari
luce, differenza di peso aumenta o diminuisce spettacolo, o il corpo stanco si sente la
stessa differenza di azione fisica ancora forte come senza fatica?
Per prima vista, può sembrare del tutto naturale, che se ognuno di questi stimoli è
sentito essere più debole o più forte l'uno per l'altro, la differenza della stessa si sente
più debole o più forte. Ma, come la legge di Weber ci ha insegnato, che quando due
stimoli sono veramente più deboli o più forti, la differenza è avvertita come prima,
purché sia allo stesso tempo attenuata o cresciuta con gli stimoli; Quindi
l'impressione degli stimoli, che è alterata da un punto di vista interno, potrebbe avere
lo stesso risultato, poiché la reale alterazione oggettiva degli stimoli e la differenza
dopo, sono avvertiti altrettanto fortemente.
In effetti, cosa significa psicofisicamente: la sensibilità a uno stimolo viene
alterata? Se viene dato un rapporto fisso tra l'attività psico-fisico e la sensazione, non
può significare altro che: ci sarà un altro formato di stimolo richiede la stessa
impressione, di produrre la stessa attività psicofisica. È ora la legge di Weber
accuratamente preso per fare riferimento alla relazione della sensazione agli stimoli
piuttosto sul rapporto della sensazione di irritazione provocato internamente, invece,
deve venire alla stessa cosa se lo stimolo esterno recitazione indebolito, o il suo
effetto interno è indebolito poiché l'indebolimento dello stimolo esterno è possibile
solo attraverso l'indebolimento dell'effetto interno;
Sarebbe, ovviamente, la legge di Weber non da stimoli esterni per l'effetto interno,
cioè provocata dall'attività psico-fisico trasferibili, differenza sensazione rimarrebbe
non è costante quando la differenza relativa o rapporto di eventuali effetti interni
measured rimangono costanti ma ha cambiato dopo ogni una funzione della loro
differenza assoluta, questa implicazione della legge non può essere trasferita
dall'esterno all'interno; e così si vede che la domanda in questione è davvero di
fondamentale importanza per la nostra dottrina. È la questione di uno dei ponti tra la
psicofisica esterna e quella interna.
Anche a prescindere dalla questione di quanto è una dipendenza tra la sensibilità
assoluta e differenziale è significativamente o non è essenziale, di questioni
importanti, e la decisione molto adatto a noi un passo avanti di chiarezza nella
dottrina eppure così oscuro della irritabilità ed eccitabilità.
Voglio che la legge sia la principale questione in questa questione, in quanto deve
essere considerata come un trasferimento di Weber dall'esterno all'interno, la legge
parallela di Weber o, in breve, la legge parallela . Sarà pronunciato in questo modo:
Se la sensibilità di due stimoli cambia nello stesso rapporto, la sensazione della
loro differenza rimane la stessa .
Equivalente a questo è la seguente dichiarazione:
Se due stimoli sono entrambi ritenuti più deboli o più forti di prima, la loro
differenza è grande come prima per la sensazione; se si dovessero cambiare
entrambi gli stimoli nello stesso rapporto per ottenere l'ex forza assoluta della
sensazione attraverso entrambi.
Con la questione se la variazione temporale della sensibilità assoluto della stessa
parte percezione mitführe sostanza un alterazione della sua sensibilità alle differenze
avere a seconda se stesso, è in un contesto naturale se una differenza spaziale di
sensibilità assoluta, cioè, una differenza di sensibilità assoluta tra parti diverse, una
varietà della loro sensibilità alle differenze che essenzialmente portano, dipendono da
se stesse; e con ciò la questione della nostra legge si trasferisce dal temporale allo
spazio. Le diverse parti della retina hanno dimostrato di avere diversa sensibilità
assoluta e differenziale alla luce. Sono molto paralleli a questo riguardo? Gli stessi
carichi sono percepiti come diversi nelle diverse parti del corpo; Riconoscete con
quelle parti del corpo, che sentono gli stessi pesi più pesanti, anche date le differenze
di peso più facili?
Non mi sembra che tali domande siano mai state chiarite; ancor meno che abbiano
avuto una risposta chiara e decisiva, ma sono domande fondamentali.
pacifico, in tal caso, la differenza di sensibilità può rimanere la stessa per una
differenza di tempo di sensibilità assoluta, sarà in grado di applicare la diversità
spaziale, e in modo che le conferme di legge anche dela invertita dopo lato temporale
a beneficio della sua esistenza sul lato spaziale, e viceversa, senza ma questo può
evitare il compito di provarlo da entrambe le parti.
In generale si può dalla validità della legge in determinate circostanze non è la
stessa sulla validità in altre circostanze essere chiusa in modo sicuro, e può senza
l'assoluta e differenziale sensibilità significativamente, cioè ovunque, necessario
costituzionalmente per loro natura, tra loro Ma ci sono anche circostanze che, allo
stesso tempo, aumentano o diminuiscono entrambe, così che provare di non essere
essenzialmente interdipendenti non è solo una questione di mostrare che l'una rimane
sempre costante quando l'altra altri cambiamenti oltre a quello che possono cambiare
anche senza e uno contro l'altro come con l'altro e nello stesso senso; in altre parole,
che la legge parallela esiste in determinate condizioni, sebbene non esista dappertutto.
È importante non trascurare la condizione della legge che la sensibilità per
entrambi gli stimoli cambia realmente nella stessa proporzione, se la differenza
costante nella sensazione è da aspettarsi in seguito. Imposta z. Ad esempio, uno
stimolo simile incontra due parti della retina di sensibilità assoluta inizialmente
uguale, ed è quindi inizialmente percepito da entrambi come uguali; Ora, il
cambiamento di sensibilità assoluto uno solo, è nel più o meno, anche assumendo la
validità della legge in parallelo, una differenza immediata sensazione tra i due
emergere e questi devono crescere con l'aumento della differenza della sensibilità
assoluta nello stesso modo come se fosse la stessa La sensibilità di entrambi gli
stimoli che colpiscono un punto cresce, mentre rimane costante per l'altro.
Tutte le domande e le relazioni discusse qui in relazione a sensazioni intense
trovano la loro applicazione altrettanto ampia. Anche qui, ci si potrebbe chiedere:
date le differenze di espansione si percepiscono più facilmente quando e dove le
espansioni date appaiono più grandi; e va quindi la differenza appena significativa in
estensione con l'estensione appena percettibile in parallelo?
Di tutti i ad essere negoziati qui sotto ora, per quanto presenti esperienze in corso in
alcun modo offrono la connessione desiderata e la completezza desiderata, un
generale, semplice e piacevole per essere in grado di esprimere risultato. Tuttavia, si
può generalmente affermare che una sostanziale dipendenza tra la sensibilità assoluta
e la differenza è direttamente negata dalla successiva prova della legge parallela nel
campo degli esami del peso.
Inoltre, la libertà vigilata della stessa legge di Weber non sembra essere in grado di
avere successo se non con l'adesione della legge parallela, e per dirla in solidarietà
con la sua libertà vigilata. After tutto il necessario deve cambiare l'irritabilità o la
sensibilità assoluta nel corso delle prove a causa delle permanenti o continuate e
modificato l'effetto degli stimoli, e non sembra che una prova della legge di Weber
potrebbe riuscire da una scala di livelli diversi di stimolazione, se non allo stesso
tempo Trasferibilità della stessa all'effetto interno o una legge parallela.
Penso che questo argomento indiretto sia molto vincolante. Nel frattempo, non
esclude il requisito di probabilità più dirette, di cui citerò ciò che ho da offrire.
l) test di peso.
Una serie di esperimenti di 32 giorni con una sola mano (giugno e luglio 1858) con
32 . 8 . 64 = 16384 sollevamento era con uno e gli stessi pesi principali P = 1000
grammi e due pesi supplementari D = 40 e 80 grammi, sia con che ha cambiato da un
giorno all'altro, effettuata sotto la (cap. 8) indica le condizioni normali, tranne per la
durata varia durante il quale è stato tolto un peso; cioè seguenti 4 volte sollevamento
erano 1 / 2 , 1, 2, applicato 4 secondi e 64 elevazioni con la mano sinistra, realizzati
tanto con la destra dietro l'altro a ciascuno di questi tempi 4 sollevamento a ciascuno
dei 32 giorni dell'esperimento, ogni tale figura 8 , 64 = 518 ascensori inclusi. Ora,
ogni volta che si verificava il tempo di sollevamento di 4 secondi, arrivava una forte
sensazione di affaticamento della mano perché il peso principale di 1 chilogrammo
doveva essere tenuto in sospensione per così tanto tempo, di cui io ai tempi di
sollevamento più bassi, anche a due secondi (cosa intendo esplicitamente diretto la
mia attenzione), nulla notato. Ora, questo sarebbe la stanchezza ha avuto un'influenza
sulla differenza di sensibilità, ha a questo nei numeri corretti e da questa (cap. 8)
derivate hD valori che, quando la tenevano costante Dper fornire la misura di questa
sensibilità, per renderla visibile; e, in generale, la durata del sollevamento esprimere
un'influenza sulla differenza di sensibilità, perché anche con non molta fatica
gespürter lungo periodo di raccolta deve ancora prendere più forza per completare e
quindi abspannen di uno più corto. Ma tale influenza non emerge dai miei
esperimenti. Perché ero riassunto per 4 principali eventi seguenti numeri
corretta r (per n = 2048, in numeri speciali) e seguenti, la differenza proporzionale
sensibilità Valori 32 hD in Summa sia D's, e 64 hDin summa per sinistra e destra, nei
diversi periodi di elevazione, è ancora da notare che ciascuno dei 4 periodi di
edificazione ha formato l'inizio e la fine di una giornata di test altrettanto spesso 2) .
2)I numeri corretti r ei valori 32 hD non sono paralleli tra loro nella tabella
seguente, che ha il motivo indicato in (capitolo 8).

n = 2048.
aumentando il tempo ½ 1 2 4
Sinistra ...... 1541 1507 1496 1546
r
Diritti ......... 1561 1502 1483 1551
Somma ...... 3102 3009 2979 3097
Sinistra ....... 159.509 161.316 155271 183.353
32 h
Diritti ..... 192175 172.139 168915 175.337
64 hD ....... 351.684 333455 324.186 358690
Questa serie può anche essere utilizzata per la prova sperimentale della nostra
regola contabile (vedi Capitolo 8). Ha dato i seguenti valori di 32 hD in summa per L.
e R., e per tutti i 4 tempi di sollevamento secondo la nostra regola di fatturazione:
a D = 0,04 P il valore 454399
- - - 0,08 - - -
913613
Quindi nella doppia D raddoppia l' HD.
Se manteniamo il seguente riassume 64 noi hD contenenti il risultato contratto di
tutti i tentativi per farlo avrebbe se la durata di sollevamento e la stanchezza
dipendente fatto la differenza nei valori di sensibilità al contrasto, la più grande
differenza tra aumentare il tempo ½ e 4 sec. Sono attesi ma i valori di 64 ore sono
notevolmente uguali e non molto diversi per i tempi intermedi .
Tale risultato aumenti di peso che il periodo di raccolta ha mezzi affatto senza
influenza mostrato sulla stima dei pesi dai fattori costante p q, hanno quindi subito un
netto cambiamento, perché ha preso il valore medio dello stesso, dopo la (s. Cap. 8),
in grammi come segue:

aumentando il sinistra diritti


tempo P q p q
½ sec . + 6.73 - 3,17 + 31,49 + 6.28
1 sec 13,07 - 19.46 + 43,38 + 3.30
2 sec. 12,38 - 16,00 + 38.05 + 0,36
4 sec. - 7,95 - 3,28 + 3,43 + 6.04
Così mentre a 2 secondi il tempo di sollevamento con la sinistra la nave sollevata per
primo appariva più pesante di 12,38 grammi rispetto alla seconda sollevata, a 4
secondi di tempo di sollevamento appariva 7,95 grammi più leggero. Quando è stato
sollevato con la destra, il cambiamento ha mostrato la stessa direzione, ma senza
andare nella busta.
Non è contestato che i valori di p come q siano quasi gli stessi per 1 sec. E 2 sec.,
Ma differiscono notevolmente per ½ sec. E 4 sec. Ma questo può essere spiegato dal
fatto che con ½ sec. Uplift tempo sollevando con una sorta di scatti veloci accade
che non è del tutto comparabile al sollevamento tranquilla nei tempi di sollevamento
più, mentre a 4 sec., Il forte stanchezza percepita provoca un ineguagliabile.
Il risultato precedente era stato occasionalmente ottenuto da una serie di
esperimenti per altri scopi. Al fine di aumentare l'influenza della fatica più che nelle
serie precedenti, ho recentemente (in gennaio e febbraio 1859) diretto
deliberatamente un'altra serie in circostanze normali (a parte il periodo di elevazione)
a questo scopo, aggiungendo due applicato pesi più forti. Sfortunatamente, questa
serie è rimasta un frammento per ragioni che verranno esposte di seguito; ma il
risultato di questo frammento merita un elogio come miglioramento dei risultati
ottenuti altrove.
Nel complesso, questo frammento tratta solo di 16 . 64 = 1024 elevazioni, si
sviluppa su 8 giorni, ciascuna con due divisioni di 64 elevazioni, che sono state solo
fatte ogni giorno in successione con la mano sinistra mentre io altrimenti sempre
servicekit Modifica destra ea sinistra. Sono state utilizzate due P = 1500 e 3000
grammi, tra i quali è stato cambiato ogni due giorni; D fossero necessari 0,06 P . Per
due giorni consecutivi, sono stati mantenuti gli stessi P e D ; ma cambiato da un
giorno all'altro tra le seguenti due condizioni di test:
a) durata di ogni sollevamento semplice 1 secondo, tempo intermedio tra ogni due
raddoppia 5 secondi (qui i soliti tempi normali).
b) Durata di ogni facile alzata di 4 secondi; Tempo intermedio tra ogni due doppie
elevazioni 3 secondi.
Quindi con b), il tempo durante il quale il peso doveva essere mantenuto in
sospensione, quattro volte più lungo, e il tempo di riposo tra due elevazioni doppio in
proporzione di 3 : 5 è più corto in a).
Questa differenza ha anche il risultato che su b) in ciascun giorno dell'esperimento
si è verificata una fortissima sensazione di affaticamento nella mano in
aumento (ovviamente P =3000 anche più forte di P = 1500), che non era il caso di
a) , Ma per B ancora aderito) un dolore nella milza, in una certa misura sui primissimi
giorni della sperimentazione, che era essenziale , (limitarmi quotidianamente su due
dipartimenti da quando che altrimenti sempre da 8 a 12 posto) e il nuovo con ogni b-
trial giorni più e il 4 è diventato così forte 3)che stavo facendo fatica a completare le
due divisioni sperimentali, il che mi ha impedito di continuare la serie di
esperimenti. Perché era la mia intenzione di ripeterla con la mano destra e processo
zweihändigem e almeno 1 1 / 2 continuano mese.
3)Questo dolore è durato per settimane, quindi ho avuto anche svantaggio
permanente. Un intonaco di senape sembrava fare un buon lavoro contro di
esso.

Ora, secondo altre esperienze, non trovo assolutamente motivo sufficiente per
stabilire un risultato molto sicuro, e specialmente in gruppi di questo numero non si
può cercare sicurezza; se, invece, vedere qui che P = 1500 una preponderanza
di hD per a), mentre P 3000 è = per b), ei risultati complessivi hD ) avviene solo una
differenza minore tra a) e b, tuttavia, una forte differenza affaticamento ha avuto
luogo, che è anche in una forte differenza di CV espressa, non siamo in grado di
influenzare la fatica della sensibilità differenziale qui h ecco. '
Io do perché può essere fatto senza molta fussiness qui, l'intera specifica dei
numeri r , da cui attingere i risultati.

n = 64 n = 256
r1 r2 r3 r4 Totale r
P = 1500. 52 46 58 45 201
a)
- - - b) 52 39 48 51 190
P = 3000. 55 43 51 57 206
a)
- - - b) 46 61 33 60 200
Si può vedere, tuttavia, che qui b) nei valori di somma r in P = 1500 e P = 3000 c'è
un r minore di a); ma a P = 3000 questo dipende solo dall'influenza p, che è cresciuta
eccezionalmente dalla fatica , e il calcolo rende hD maggiore per b) che a) a P =
3000.
Infatti, se si esegue il calcolo per mezzo della tabella fondamentale secondo le
regole date (vedi Capitolo 8), si trovano i seguenti valori:

4 ore 4 hp 4 ore
P = 1500. a) 23460 + - 2724
7726
- - - b) 18879 + 5023 - 2405
P = 3000. a) 25335 + 1649 + 3803
- - - b) 27071 - 18327 + 4821
Totale a) 48795 + 9375 + 1079
Totale b) 45950 - 13304 + 2417
Riassumendo , i valori 2hD negli esperimenti senza e con forte stanchezza =
48795 : 45900; che devia meno di quanto sarebbe stato possibile dopo contingenze
squilibrate. L'influenza p si è solo leggermente persa a P = 1500 per la fatica della
positività; A P = 3000, tuttavia, l'involucro è diventato gravemente negativo a causa
della fatica molto maggiore. L'influenza q è troppo piccola qui contro D e p per
aggiungere una certa certezza al suo scopo.
Nelle precedenti due serie di esperimenti, la fatica è stata causata dal prolungato
tempo di sollevamento dei pesi negli esperimenti stessi. Ho fatto altre due lunghe e
noiose serie di esperimenti, in cui è stata effettuata dalla fatica precedente. Il primo,
probabilmente a causa di una circostanza successiva, non ha dato risultati
decisivi; mentre il secondo deve essere considerato come una ferma conferma della
nostra legge.
La prima di queste serie (da gennaio a marzo 1856), che aveva altri scopi oltre a
stabilire l'influenza della fatica, era una mano sola, con la sinistra e la destra
particolarmente eseguite. L'enfasi P durava 1000 grammi. I pesi aggiuntivi D sono
stati applicati giornalmente 5, 15, 20, 30, 40, 60 grammi. 72 giorni di prova, ciascuno
con 640 aggiornamenti, di cui 64 in ogni D con Linker e altrettanto con
Right. Ognuno dei 5 D'ha formato la sezione finale del giorno dopo la serie; ma dal 5
al 72 non funziona, e quindi alcuni D non formano la sezione finale più spesso degli
altri, i numeri sperimentali sono proporzionalmente ridotti, come se ogni D con il
destrimano come mancino avrebbe formato 8 volte un distacco finale di 64 montanti,
e quindi aveva impegnato l'intera serie per 80 giorni.
Dopo ogni giorno stata eseguita in successione, 640 elevazioni, è stata fatta da
designare, un eccessivo affaticamento dei bracci, e quindi aggiunte una sezione
aggiuntiva di 64 ascensori, una che soltanto una ripetizione dell'ultima sezione 64 con
la sempre nello stesso giorno nell'aldilà l'ultimo usato D doveva disegnare un
confronto tra entrambe le divisioni, la prima senza, la seconda dopo la fatica. Quindi
(assumendo la riduzione sopra) per ciascuno degli 8 D's 8 reparti di 64 impianti di
risalita con la sinistra e altrettanto con la destra in stato di stanchezza per il confronto
con i reparti impiegati subito prima della fatica. Inoltre, i risultati dei reparti in stato
di affaticamento possono essere confrontati con i risultati della totalità dei reparti
ottenuti negli stessi giorni di test prima dell'affaticamento.
Il modo in cui è stata condotta la fatica è più vicino a me nelle relazioni della Soc.
Sassone. Era 1857. pp 113 e segg., Con queste prove a fatica erano zugleichzu test di
esercizio per quanto riguarda la forza muscolare che ho condiviso qui 4) . Qui basti
dire che due piombini ciascuno aveva applicato bar circa 9 ¼ libbre in peso tanto da
una posizione abbassata sulla testa e riabbassato fino all'ulteriore elevazione
impossibile sceso a barre; che è riuscito nel progresso degli esperimenti attraverso un
tempo sempre più lungo. Ogni sollevamento è durato 1 sec, ogni taglio 1 sec. Circa 1
minuto dopo la fine dell'ultima oscillazione, durante la quale si è verificata
l'eccitazione generale ea volte il polso è stato contato, sono andato immediatamente
alla ripetizione dell'ultima sezione.
4) Forse è di qualche interesse notare che il forte progresso dell'esercizio che si
era affermato in quella serie di esperimenti da gennaio a marzo 1856, quando
l'elevazione fu ripetuta per due giorni consecutivi nell'ottobre 1858, dopo che
nessun esercizio aveva avuto luogo, era chiaramente scomparso. La serie
precedente iniziò con numeri di elevazione 104 e 128 nei primi due giorni
dell'esperimento, e di conseguenza raggiunse un massimo di 692; il 19 e il 20
ottobre 1858, gli esperimenti 122 e 118 furono ottenuti con lo stesso metodo di
impiego.

Ecco l'affermazione dei valori hD sotto la colonna z nello stato affaticato,


sotto u nei non lavorati semplicemente calcolati dalle divisioni che hanno preceduto
l'operazione di fatica ogni volta, sotto U dalla totalità di ogni giorno di prova prima
dell'affaticamento; tutto derivato da frazioni con n = 64, che distingue i 4 casi
principali 5) :
hD
sinistra diritti
D
U u z U u z
15 2854 2447 3890 4044 2984 4822
20 4809 3349 4937 5698 4334 5801
30 7171 6570 4400 7593 7776 8233
40 8980 10485 11108 9052 13054 11693
60 13092 12352 11464 12112 14056 16470
somma 36906 35203 35899 38499 42404 47019
5) Sebbene questa serie sia stata principalmente utilizzata per studiare
l'influenza della dimensione di D , essa ha, nonostante le sue dimensioni, dati
risultati molto meno regolari a riguardo di altre serie minori, forse a causa della
fatica interposta stessa; ma i valori sotto z a destra, con l'eccezione di D = 15,
danno ottimi valori di sintonizzazione, cioè i valori proporzionali
di D's . Bisogna tenere conto del fatto che per i piccoli D' si aspettano solo
determinati risultati per un numero molto grande di esperimenti.

Se consideriamo i risultati della somma sotto come risultati definitivi, vediamo che
nella sinistra i valori hD e quindi h sono sensibilmente gli stessi con e senza fatica,
mentre nella destra non solo nelle somme, ma in tutti i singoli valori (ad eccezione di
di U a D = 40, che è ovviamente troppo grande) un sovrappeso dei valori sotto z su
cui sotto u e U indica . Vale a dire, i valori sotto z nella parte destra hanno più peso
della sinistra, perché sono i D'scome è normalmente richiesto, mentre quelli a sinistra
sono abbastanza irregolari, indicando forti disturbi. In particolare, a sinistra i valori
sotto z a D = 30 e = 60 sono evidentemente troppo piccoli, sia in relazione ai restanti
valori sotto z per la sinistra, sia per i diritti corrispondenti a loro, e se li si esclude,
mostra Nel caso della sinistra anche z , è prevalentemente u e U. Sembra, quindi, di
emergere da questi esperimenti con un certo grado di certezza. che la differenza di
sensibilità per i pesi è leggermente aumentata da un'operazione a fatica guidata il più
lontano possibile.
Inzwischen erscheint der Unterschied im Verhältnisse zu der vorausgegangenen
starken Ermüdung doch weder erheblich, noch in Betracht dessen, was die Linke gab,
was die vorigen Reihen gaben und die folgende Reihe gibt, unzweideutig genug, um
ihn nicht auf einen nachher anzuführenden Nebenumstand schieben zu können ,
Ma prima di questo, non sarà senza interesse specificare anche i valori p e q per
questa serie . Erano in media per le prove di tutti i D in grammi:
P Q
sinistra diritti sinistra diritti
U - 15.15 + 7,88 - 17,50 + 0.20
u - 21,76 - 7,28 - 13.23 - 2,73
z - 35,81 - 13,92 - 14,69 + 0,72
Secondo questo, l'influenza p nella transizione da U a z a sinistra è aumentata di
20,66, a destra di 21,80 grammi, cioè di molto a destra, ma a rovescio del negativo
L'influenza dell'operazione di fatica sulle proporzioni della stima dimostra, e allo
stesso tempo un notevole esempio del modo in cui si verificano tali cambiamenti. Già
nella transizione da U a u si nota un cambiamento nella stessa direzione, in
quanto , per quanto riguarda la sezione finale, c'è già una certa stanchezza in
relazione a U,che si riferisce ai mezzi di tutti gli esperimenti. (Non ho studiato in
particolare i valori iniziali).
Per quanto riguarda la circostanza accidentale in questione, potrebbe essere il
seguente:
Facendo oscillare i pesi, non solo i muscoli sono affaticato, ma anche eccitato tutto
l'organismo, che si sono manifestati da un enormemente aumentata impulso era così
veloce e piccolo immediatamente dopo il completamento di oscillazione sempre che
ho potuto essere spesso impossibile contare gli ; ma una volta ogni tanto trovato fino
a 150 pugni e più al minuto. D'altra parte, gli esperimenti di sollevamento con le navi
di 1 kg. Peso in circostanze normali per circa 1 ora prima che l'operazione di
affaticamento violento o senza affaticamento successivo non abbia in alcun modo la
stessa influenza di moltiplicazione sull'impulso. Al contrario, è stato tra 29 giorni di
test attuali e una riga vicina, dove ho determinato il polso appena prima e appena
dopo le prove (nella stessa posizione e lo stesso atteggiamento del braccio) il polso
era 21 volte più comune di dopo gli esperimenti e in media 87.8 prima, poi
85.2. Questa riduzione potrebbe essere dovuta al lento ciclo costante del processo e
un orologio più veloce potrebbe aver dato un risultato diverso.
Che la presunzione sostiene che un entusiasmo mostrato da un aumento della
frequenza cardiaca al di fuori una crescente influenza sulla sensibilità differenza, le
seguenti esperienze: Il mio polso è stato durante la precedente serie di test molto
variabile da giorni, con conseguente modo molto uniforme di vita che conduco,
probabilmente non poteva che essere il risultato del fatto che l'operazione quotidiana
di affaticamento violento ripetuto estendeva la sua influenza sull'intera durata della
serie sperimentale, ma in maniera variabile. Sfortunatamente, poiché la
considerazione dell'impulso non mi ha influenzato fino a più tardi, nelle prime parti
della serie non sono riuscito a identificarlo e registrarlo; ma è successo negli ultimi
14 giorni. Immediatamente prima dell'inizio dell'ora di osservazione giornaliera del
giorno, fu contato, e alla fine di esso, prima della fatica, di nuovo e preso i
mezzi. Mettiamo questi 14 rimedi insieme ai numeri giusti dei 14 giorni di
osservazione, che sono rimasti paragonabili in tutti i giorni6) , non esiste un corso
esattamente corrispondente, ma nondimeno un chiaro sovrappeso dei numeri corretti
nel loro insieme per i giorni con un numero maggiore di impulsi. Vale a dire, in base
alla dimensione dei numeri corretti r , ho ottenuto i seguenti valori corrispondenti
(per n = 640)

Pulse frequenza
r r
number 7) del polso
411 75.87 446 81.75
416 95.5 453 88
431 84.5 457 86.5
434 79.25 463 90.75
438 74.25 471 96.5
439 75.87 483 93.65
440 88.25 487 82.5
Summa 578,49 3260 619,65
3009
Successivamente, la media dei 7 giorni è stata la r più bassa
r = 429,9, impulso 81,92
e per i 7 giorni con il più alto r
r = 465,7, impulso 88,52
la temperatura media dei primi 7 giorni durante il periodo di osservazione era di 15 °,
21 ° C, quella degli ultimi 16 ° C.
6) I numeri corretti sono aggiunti di seguito per tutti i 4 casi principali e ogni
5 D's dello stesso giorno.
7) I valori contabili del numero di impulsi sono dovuti all'istruzione media e
quindi il numero di impulsi è parzialmente determinato da un conteggio di
alcuni minuti e ridotto a 1 minuto.

Non è contestato che il numero di casi non è abbastanza grande per garantire il
risultato; ma un successo simile nelle serie seguenti rafforza il risultato del
precedente, come cito di seguito.
Poiché il risultato della serie precedente non era decisivo in relazione alla questione
della nostra legge, feci un'altra serie comparativa di esperimenti con e senza fatica
sotto un'altra forma (novembre 1858). Era un giorno di 16 giorni, o, con i giorni di
prova liberi, poiché un solo giorno agli altri tentativi furono fatti, serie di esperimenti
di 32 giorni a due mani. P = 1000, D = 60 grammi, circostanze normali. Numero
totale di ascensori 16 . 10 .64 = 10240. La fatica è stata qui eseguita con aumenti più
lenti dei pesi pesanti in un modo da fornire in seguito, in modo che in caso di
affaticamento molto grave il numero di impulsi aumentasse meno senza confronto
rispetto alla serie precedente; L'operazione di fatica non è stata applicata solo su
entrambe le braccia insieme, come nella serie precedente, ma anche unilateralmente
su ciascun braccio, e ha confrontato i risultati. L'intera configurazione degli
esperimenti era questa.
In ciascun giorno di test al mattino, dopo 1 minuto di conteggio degli impulsi, sono
stati avviati 4 reparti a 4 mani con 64 elevazioni; in esso l'impulso è nuovamente
contato di 1 minuto; poi un braccio solo pneumatici; e poi 2 divisioni a due mani di
64 ciascuna, proprio come quelle prima della fatica; poi l'altro braccio è così
affaticato; poi di nuovo impiegato due dipartimenti a due mani; poi entrambe le
braccia si stancarono insieme, e di nuovo impiegarono due di questi reparti. Dopo
ogni reparto, l'impulso è stato contato ancora e ancora, ma solo per mezzo minuto
ogni volta, e l'accumulo di casi è stato fatto solo prima del nuovo affaticamento, così
che dopo ogni fatica i due reparti correlati sono interrotti solo da un conteggio degli
impulsi di ½ minuto.
Nel complesso, 4 parti di 64 ogni giorno sono state utilizzate senza affaticamento, 6
dopo la fatica. Il 4 prima della fatica ha fatto l'inizio, il 2 dopo l'affaticamento a due
mani alla fine di ogni giornata di prova; tra i due, i quattro reparti si uniscono alla
stanchezza unilaterale. Nel processo, entrambe le braccia sono state cambiate in
modo tale che, se un giorno la sinistra fosse stata per la prima volta affaticata, il
giorno successivo alla prova è successo a destra.
L'intervallo tra la fatica e l'inizio dell'elevazione delle navi era solo di mezzo
minuto del pagamento degli impulsi, con qualche secondo in più per rimuovere il
peso del piombo o il peso del piombo e la transizione ai vasi. La fatica stessa è stata
effettuata come segue.
Nell'affaticamento unilaterale, un peso di piombo di 9¼ libbre in peso è stato
lentamente aumentato dalla posizione abbassata a quella orizzontale dell'altezza della
spalla per 4 secondi dopo il contatore e abbassato di nuovo per 4 secondi. Il braccio
era davanti a me, non lateralmente, disteso. Questo è stato ripetuto così spesso, fino a
quando il sollevamento non è andato via; poi ½ min è stato messo in pausa, e di
nuovo stanco, fino a quando non è andato, quindi 5 volte l'uno dietro l'altro, ogni
volta con ½ min. Conto queste 5 fatiche (frazioni) come un'operazione a fatica
singola. Lo scopo della lentezza del sollevamento era di aumentare meno il numero di
impulsi, aggiungere ripetizione, affaticamento. Il numero di sollevamenti possibili è
diminuito in queste 5 frazioni di fatica della stessa operazione a fatica a causa
dell'affaticamento cumulativo, in gran parte dal primo al secondo, solo poco nelle
seguenti frazioni. L'uomo di sinistra fu in grado, specialmente dall'inizio della serie di
esperimenti, di eseguire un sollevamento considerevolmente minore rispetto alla
destra, ma gradualmente l'avvicinò nel corso dell'esperimento; altrimenti si praticava
l'esercizio. La stanchezza simultanea di entrambe le braccia avvenne più o meno allo
stesso modo di quella di un braccio, eccetto che due pesi di 9¼ libbre furono sollevati
simultaneamente. Dato che la sinistra era più debole della destra, l'obiettivo era
quello di fissare il traguardo con entrambe le braccia, sempre dalla predominante
stanchezza della sinistra, come la sensazione immediata rivelata. altrimenti si
praticava l'esercizio. La stanchezza simultanea di entrambe le braccia avvenne più o
meno allo stesso modo di quella di un braccio, eccetto che due pesi di 9¼ libbre
furono sollevati simultaneamente. Dato che la sinistra era più debole della destra,
l'obiettivo era quello di fissare il traguardo con entrambe le braccia, sempre dalla
predominante stanchezza della sinistra, come la sensazione immediata
rivelata. altrimenti si praticava l'esercizio. La stanchezza simultanea di entrambe le
braccia avvenne più o meno allo stesso modo di quella di un braccio, eccetto che due
pesi di 9¼ libbre furono sollevati simultaneamente. Dato che la sinistra era più debole
della destra, l'obiettivo era quello di fissare il traguardo con entrambe le braccia,
sempre dalla predominante stanchezza della sinistra, come la sensazione immediata
rivelata.
Avrebbe forse un certo interesse specificare le condizioni osservate
metodologicamente e in tutti i giorni paragonabili all'affaticamento, e ho anche una
ragione qui sotto per alcune informazioni a questo riguardo. Ma quel che è
essenzialmente qui, è che ripetuto 5 volte in ciascuna delle tre operazioni fatica fatica
quotidiana, ognuno con ½ min. Nel frattempo, ½ min. Dopo la fine di ogni
operazione per il sollevamento dei vasi è stato stimolato. Devo dire anche notato, a
condizione che alternativamente, la stanchezza è stato eseguito con la sinistra e destra
in giorni, che la stanchezza di un braccio alcun effetto riduttivo sulla velocità
innalzamento del peso espresso quali (circa 12 min. Dopo) è stato ottenuto con le
altre armi .
Per quanto riguarda le condizioni degli impulsi, si deve notare quanto segue: È un
fatto noto che la frequenza degli impulsi viene istantaneamente aumentata da un forte
sforzo fisico; ma è stato strano per me, e mi sembra non senza interesse che causato
dalla fatica violenta aumentato forterstreckte frequenza degli impulsi in qualche
misura anche dai giorni di prova di tutto, è stato quindi ritrovato nei giorni di test
prima degli esperimenti che questo aumento permanente nel corso del mese di prova
crebbe e continuò a sostenersi molto tempo dopo la fine della serie di esperimenti,
diminuendo molto gradualmente. E 'stato questo, nel corso della serie di test in vista,
sempre più aumentando la frequenza del polso, una delle ragioni principali per me dal
lontano continui anche questo test di fatica, che avevo previsto con qualche
modifica. Meno credevo di poter tollerare un altro aumento dell'impulso senza
svantaggio, quando iniziai a sentire che la mia testa era stata attaccata dalle violente
operazioni di affaticamento; che non era troppo grande una sorpresa come il sangue è
stato fortemente spinto a testa nell'ultima arduo eleva ogni operazione, e questo
appartiene a una sofferenza in precedenza con me per le fasce più deboli, mentre il
mio seno molto sano sentito nessuno svantaggio. Questo Angegriffensein la testa è
stata trovata in un non destinati ad essere caratterizzato sentimenti, e comunque, un
guadagno di Ohrenbrausens su cui soffro abitualmente, non ha avuto risultato
duraturo dopo la serie di test è stata impostata. che la mia testa fu attaccata dalle
violente operazioni di fatica; che non era troppo grande una sorpresa come il sangue è
stato fortemente spinto a testa nell'ultima arduo eleva ogni operazione, e questo
appartiene a una sofferenza in precedenza con me per le fasce più deboli, mentre il
mio seno molto sano provava alcun svantaggio. Questo Angegriffensein la testa è
stata trovata in un non destinati ad essere caratterizzato sentimenti, e comunque, un
guadagno di Ohrenbrausens su cui soffro abitualmente, non ha avuto risultato
duraturo dopo la serie di test è stata impostata. che la mia testa fu attaccata dalle
violente operazioni di fatica; che non era troppo grande una sorpresa come il sangue è
stato fortemente spinto a testa nell'ultima arduous eleva ogni operazione, e questo
appartiene a una sofferenza in precedenza con me per le fasce più deboli, mentre il
mio seno molto sano sentiva svantaggio. Questo Angegriffensein la testa è stata
trovata in un non destinati ad essere caratterizzato sentimenti e tuttavia, alcuni
guadagno di Ohrenbrausens dove soffro abitualmente, non ha avuto risultato duraturo
dopo la serie di test è stata impostata. mentre il mio seno molto sano non si sentiva
svantaggiato. Questo attacco alla testa si manifestava in una sensazione vagamente
indefinibile, e alcune amplificazioni del timpano che abitualmente soffrivo non
avevano conseguenze durature dopo che la serie di esperimenti era stata
interrotta. mentre il mio seno molto sano non si sentiva svantaggiato. Questo attacco
alla testa si manifestava in una sensazione vagamente indefinibile, e alcune
amplificazioni del timpano che abitualmente soffrivo non avevano conseguenze
durature dopo che la serie di esperimenti era stata interrotta.
Il progressivo aumento della frequenza cardiaca durante la serie di test non era
ormai in combinazione con un graduale aumento del numero reale r nei quattro
dipartimenti che hanno preceduto l'operazione di fatica sui giorni di test, ma ancora
una volta con regolarità; ma chiaramente in una reciproca dipendenza. Dopo tutto,
dopo aver provato pesi con pesi per diversi anni, questo non può essere reso
dipendente dallo stato di avanzamento dell'esercizio.
Hier folgt die Zusammenstellung der Pulszahl mit den richtigen Zahlen für die 16
Versuchstage der eigentlichen Versuchsreihe, geteilt in zwei Fraktionen I, II.
Hinzugefügt sind noch die Zahlen für 7 vorläufige und 2 nachträgliche Versuchstage,
welche hinsichtlich des Pulses und der vor der Ermüdung angestellten 4 I reparti
sperimentali sono abbastanza simili a quelli della serie di 16 giorni, mentre la fatica
successiva è stata fatta sotto altre forme, e principalmente solo per un orientamento
preliminare e successivo, quindi i risultati ottenuti dopo la fatica successiva non sono
elencati. Nei primi due dei sette giorni di prova preliminari, viene conteggiato solo
l'impulso prima della fatica, ma non si effettuano tentativi di sollevamento con i vasi
per testare la sensibilità.
7 giorni di prova preliminari.
data Pulse prima r (n = 256)
della fatica
19 ottobre 87.5 nessun
verso
20. - 85.5 nessun
verso
21 ottobre 89.25 154
23. - 91.5 155
25. - 97,5 165
27. - 102.5 152
29. - 81 153
mezzi 92.35 155.8
16 giorni di prova principali.
io II
Pulse Pulse r
r
data prima data prima (n =
(n = 256)
stanco. stanco. 256)
1 nov 97 158 17 86 172
novembre
3. - 93.75 163 19. - 100.5 199
5. - 103.5 204 21. - 89.5 178
7. - 75.5 180 23. - 94.5 191
9. - 97 169 25. - 103.5 198
11. - 87.5 165 27. - 102.5 177
13. - 91 177 29. - 94 191
15. - 95 183 1 dicembre 107 183
mezzi 92.53 174.9 mezzi 97.19 186,1
2 giorni di prova aggiuntivi .
Pulse
prima r
data
della (n = 256)
fatica
3 98 175
dicembre
5. - 100.5 170
Se si prende la media per i 7 più piccoli, 8 medi e 8 valori più alti di r con l'impulso
corrispondente, allora si ha (con l'aggiunta della temperatura media di prova)
r temp.
157,1 93,1 16,6 ° C
172,9 95,5 16,7 ° -
191,1 96,7 16,2 ° -
Dopo il 5 dicembre, dove l'ultima fatica ha avuto luogo, non ho contare il polso di
nuovo fino a quando ho iniziato una nuova serie di test, senza operazioni di fatica il
19 dicembre, vale a dire l'uno e due mani con P = 2000 e 3000 grammi la cui I
risultati (vedi capitolo 9) sono forniti. Ora, mentre stavo esaminando il polso prima e
dopo la prova di ogni giorno (e la riga successiva), ho ancora trovato una frequenza
cardiaca insolitamente elevata, indipendentemente dal quinto . a 19. Dic. nessun
tentativo in tutti i luoghi era stato sequestrato. Questa frequenza successivamente
diminuì lentamente, ma con una media di 8 giorni, ininterrottamente, agendo come un
mezzo prima e dopo l'innalzamento delle navi, nel mezzo di 8 giorni ciascuno, come
segue:
Impulso Temp.
Dal 19 al 26 dicembre
104,16 8) 17 °, 16 ° C.
27. - - 3. Gen. 101.11 16 °, 81 -
4. Gen. - 11. - 98.79 15 °, 49 -
12. - - 19. - 98.78 16 °, 49 -
20. - - 27. - 89.46 18 °, 10 -
28. - - 4. Febr. 87.78 17 °, 18 -

8) Diseguito sono riportati i numeri di ogni 8


giorni. 92.75; 109.5; 103.5; 106; 107; 113,5; 97; 104 °

Anche in questa serie di prove subsequenten rivelato un assortimento di numeri di


impulsi per i 16 grandi e 16 numeri vincenti piccoli, unitamente alle condizioni
sperimentali analoghe, uno, ma solo un piccolo vantaggio per i grandi numeri di
impulsi; vale a dire nel complesso (in n = 8192)
R av. frequenza
del polso
5732
96,88 6147 98,18.
Secondo questo, una certa connessione dell'aumento dei numeri r con l'aumento della
frequenza del polso sembra per me molto probabile.
Tutto quanto segue si riferisce di nuovo solo ai 16 giorni di prova principali della
serie, che ci riguardano ora per primi. La frequenza cardiaca prima e dopo le prime
quattro sezioni sperimentali, che precedevano la fatica, in particolare, era uguale alla
stessa, vale a dire in summa per i 16 giorni prima del 1517.5, dopo il 1518; 94.84
prima, poi 94.88 prima, in modo che le elevazioni delle navi di 1 chilogrammo. Peso
espresso senza influenza sull'impulso.
L'impulso immediatamente dopo le tre operazioni di affaticamento ( ridotto da ½
minuto a 1 minuto , diviso in due sezioni di test ) era in media

Dopo la 1a dopo la dopo 3.


fatica seconda affaticamento
fatica
In I. 100,4 106.5 112.1
In II. 108 105.1 115,4
Quindi, dopo il confronto con la tabella precedente, l'impulso dopo la prima
operazione di fatica era aumentato solo di circa 8-10 colpi, un po 'più verso il
seguente, a differenza dello stato infaticabile, in ogni caso poco contro l'enorme
aumento della riga precedente. Anche qui si è verificato un aumento complessivo
dalla frazione I alla frazione II. Infine, i numeri medi degli impulsi (1), (2), dopo la
prima e la seconda sezione sperimentale, che hanno seguito le operazioni di
affaticamento, sono stati i seguenti:

1. stanchezza 2. stanchezza 3. affaticamento

(1) (2) (1) (2) (1) (2)

I. 96.5 97,5 98.3 97,5 104 89.9


II. 100 99.9 100.9 101.5 101,8 101
Tanto sulle frequenze del polso.
Ma poiché soltanto non molto forte, nemmeno abbastanza inequivocabilmente
dipendente loro aumentare i numeri nella precedente serie di test, nonostante
l'eccezionalmente forte aumento impulso di corrente dall'operazione fatica r e
demgemäße ingrandimento di hD era verificato, potrebbe essere presente dal
relativamente molto inferiore Aumentare il numero di impulsi nella riga corrente è il
meno previsto; e quindi l'influenza della fatica più puramente. Ecco un confronto dei
risultati a questo riguardo prima e dopo la fatica. Tutti i risultati sono in 8 hD ridotto,
ma derivato dall'affaticamento dei doppi valori, e specificato per le 4 divisioni in base
alla loro sequenza temporale in ciascun giorno, nei dati di fatica per sinistra e destra
si distingue per Primo e Secondo, se la mano in questione fosse la prima o due volte
affaticata era
8 ore prima della fatica .
1 ° Dipartimento 28096
2 ° - 35273
3 ° - 32613 4 ° - 30930 Mezzi 31727,4
8 ore dopo l'affaticamento della mano seguente.
sinistra diritti
Primo. 1 ° 34681 26760
dipartimento
- 2. - 30063 31288
Zuzweit. 1 ° 30888 40731
dipartimento
- 2. - 34602 30175
mezzi 32558 32239
8 ore dopo la fatica di entrambe le mani.
1° 26425
I. Frazione dipartimento
2. - 31322
1. - 30932
II. Frazione
2. - 30827
mezzi 29877
Si può vedere che i risultati prima e dopo la fatica non differiscono in alcun modo
da considerare, che la legge parallela è ben stabilita.
D'altra parte, i valori di 8 hp , 8 hq hanno subito i cambiamenti più significativi a
causa della fatica (hp come al solito nella direzione negativa); Tuttavia, i dettagli di
cui potrei passare, poiché la condivisione e la discussione non potevano accadere
senza circostanze.
Solo il seguente punto credo di dover citare come inaspettato. Da man nach
Ermüdung allgemein gesprochen eine Last schwerer als sonst spürt, so schien zu
erwarten, daß nach einseitiger Ermüdung dies auch einseitig sich geltend machen,
und mithin in den Abteilungen nach einseitiger Ermüdung der Linken hq sich in
positivem, nach einseitiger Ermüdung der Rechten in il senso negativo contro i
reparti cambierebbe senza cambiare la fatica; und zwar mußte diese Änderung am
stärksten an den Tagen erwartet werden, wo die Ermüdung der betreffenden Hand
eher als die der anderen stattfand, also eine vorgängige Ermüdung der anderen
Hand noch keine Gegenwirkung zurückgelassen hatte, dazu am stärksten in der
ersten, der Ermüdung am nächsten porzione sdraiata (metà) della sezione dopo
affaticamento (dopo ½ min. L'esame di questa porzione, tuttavia, dà il risultato che
in entrambi i casi, dopo affaticamento unilaterale sia della destra che della sinistra,
è cambiato in senso positivo, solo dopo che la fatica della sinistra è
incomparabilmente più che dopo la fatica della destra. Anche dopo la fatica su due
lati che forma la fine, la prima porzione cambia nella direzione positiva contro lo
stato instancabile, ma meno che dopo la fatica unilaterale della sinistra, più che
dopo l'affaticamento unilaterale della destra. Questo, a mio parere, deve essere
interpretato in questo modo. La fatica ha avuto un'influenza generale del tipo che è
cresciuto nella direzione positiva; questo fu aumentato dalla fatica unilaterale della
sinistra, diminuita da quella della destra. Su cui riposa quell'influenza generale è
sconosciuto;
Tutti i risultati precedenti riguardavano i cambiamenti temporali della sensibilità
dovuti all'affaticamento. Per la domanda in che misura le parti con maggiore
sensibilità assoluta per i pesi posseggono allo stesso tempo una maggiore sensibilità
alla differenza, si possono considerare gli esperimenti di EH Weber; dai risultati che
secondo il metodo delle differenze evidenti solo 9) , paragona pervenuta in
determinate parti con cui le stesse parti con il metodo di equivalenti 10) ricevuti; se il
primo metodo si riferisce alla differenza di sensibilità, il secondo alla sensibilità
assoluta.
9) Progr. Coll. P. 96.
10) Ibid. p. 97 °

Se una colonna di 6 specialisti di pasqua veniva posta sulle seguenti parti di


ciascuno dei due lati del corpo, si percepiva la differenza di peso: se su un lato del
corpo veniva tolto il seguente numero di specie, che indicava la differenza appena
visibile:
Volar area delle dita 1
suola del piede,
capit. metatars. 1
scapola ...... 2
tallone ......... 3 parte
posteriore della testa ....... 4

D'altra parte, erano equivalenti tra loro, vale a dire che i seguenti pesi erano
ugualmente pesanti in once nelle seguenti parti:
(. Cap Metat.) Faccia palmare delle dita 4 e suola
10.4
- - - 3 - scapola .... 8
- - - 4 - Tallone ....... 8,8
- - - 4,5 - mente ..... 5
Si può vedere che non esiste la minima correlazione tra le due scale. La differenza
appena visibile sul dito e la pianta del piede è la stessa, mentre i pesi percepiti come
lo stesso si comportano su entrambe le parti come 4 e 10.4. Viceversa, i pesi percepiti
come gli stessi sulle dita e sul retro della testa sono quasi gli stessi, mentre la
differenza appena percettibile è come 1 : 4.
È indiscusso che tali tentativi possono essere considerati decisivi solo se realizzati
in stretta comparabilità delle circostanze; che non deve essere qui presupposto,
poiché l'intenzione non era diretta al confronto dei risultati di entrambi i metodi, e gli
esperimenti sono effettuati in tempi diversi, forse anche su persone diverse; Tuttavia,
è difficile immaginare che in un vero parallelo di una sensibilità assoluta e
differenziale, tali discordanze dovrebbero essere possibili.
2) Esperienza nel campo della percezione della luce.
Nel campo della sensazione di luce, manca ancora un tentativo diretto di valutare la
validità della legge parallela; ma ci sono molti fatti che la stessa con la domanda
Sono riportate e sarà qui discusso rispetto a questo da alcuni chiede se e come sono
fatti con la legge, in parte fin dove può servire lo stesso per confermare, parzialmente
welche Spiegazione ottenuta da questo.
Innanzitutto, si può essere inclini ad affermare un fatto ben noto contro la legge
parallela, che è già stato toccato nel capitolo sulla legge di Weber, ma la cui ulteriore
discussione è posticipata qui. Rimanendo al buio per un tempo più lungo si guadagna
la capacità di vedere al buio, ma rimanendo più a lungo nella luce si perde questa
abilità. Ma cosa significa vedere al buio? Una luce, che differisce fotometricamente
dal buio, ma è ancora diversa. In realtà, questa non è solo un'impressione assoluta, ma
una differenza; perché anche l'oscurità notturna ha il suo valore
fotometrico. Sembrerebbe, quindi, che la fatica dell'occhio attraverso lo stimolo
luminoso offusca anche la sensibilità alle differenze.
Nonostante il fatto che notoriamente non sia richiesta alcuna prova dettagliata,
riassumo qui una serie di cose su ciò che lo distingue da forme particolarmente
sorprendenti o interessanti.
", Ha detto Buffon che un ufficiale in una prigione a cui era la luce raramente
zutreten dall'alto, sono stati così a lungo giù servito come cibo, poteva vedere i topi
dopo pochi mesi. Dopo alcuni mesi in libertà, che doveva molto lentamente abituarsi
alla luce. Un uomo che ha catturato 33 anni della stretta seduto, gli oggetti più
piccoli (Vol méd Ruete, Ophthalmol., a Larrey Mem. Ohir de ... I. p. 6) era di notte
vedere, di giorno niente. "
nei suoi scritti conosciuto circa. Od, V. Reichenbach indica che certe persone
chiamate. sensitivi in perfetta oscurità ai poli di forti magneti fenomeni luminosi
simili a fiamme, uno blu e blu-grigio, uno rosso, giallo-rossastro e rotgraue
percepiscono il Polo Nord ai poli, che vedono la luce e la punta di cristalli, corpi
umani, animali e vegetali, in particolare la punta delle dita, metalli, zolfo, fluidi che
vengono realizzati in atto chimica o cristallizzazione, ecc vivente Infine l'autore (S.
umano 192 Sensit. II.) Viene. A conclusione che tutti i corpi della terra a tutti nella
luce scura, provava per i sensitivi spendono che uno solo più, chi meno.
Non è qui il caso di chiedere fino a che punto l'Od di Reichenbach come agente
speciale abbia una realtà; Nella sua esperienza della luce percepibile nell'oscurità
da alcune persone, nulla sembra stare sulla mia strada; Ma qui li cito per nome solo
nella misura in cui Reichenbach, in quanto condizione espressa della percezione
della luce, non solo dà un'oscurità assoluta della stanza d'osservazione, ma anche
una più lunga permanenza in essa nel meno sensibile, prima che tutto possa essere
visto. Secondo lui, nell'oscurità completa, l'alta sensibilità spesso non
immediatamente o immediatamente dopo 5 a 10 minuti cattura il medio sensibile
dopo solo la metà a due o tre ore.
Io stesso e le persone anziane ricordiamo piuttosto bene che al tramonto per
l'illuminazione serale in famiglia e in ufficio con un Talglichte. Ora, dopo che
l'illuminazione della lampada è diventata più comune, questa è considerata una
rovina per gli occhi; non si può più vedere senza sforzo.
Mi è stato detto di una fabbrica ammobiliata in modo che una parte del lavoro
fosse fatta dai lavoratori a casa. La precedente illuminazione più scarsa della
fabbrica è stata sostituita con una più leggera. Non passò molto tempo prima che i
lavoratori chiedessero l'illuminazione più povera perché non potevano sopportare la
solita debole illuminazione che potevano raggiungere a casa.
Aubert in s. Contrib. Z. Conoscenza della visione indiretta 11)notato quanto segue:
"Se uno giorni in una stanza buia pesantemente, si stima il più brillante come uno
forse dieci volte più luminose camere è stato stimato in precedenza io stesso ho
sperimentato un esempio lampante di quando ho perché nei miei 14 anni di
morbillo .. doveva essere in una camera così buia oltre 8 giorni che il nuovo entrante
brancola come nelle tenebre, è venuto da me dopo alcuni giorni di molto luminoso e
perché la noia molto mi dava fastidio, così ho preso un piuttosto piccola mappa con
la scrittura raffinata; ho potuto qui i colori appaiono più che bene e ovunque leggere
la scritta bene come buono come al solito a illuminazione giorno ordinario. ho i miei
libri nel mio letto, ma non fu mai catturato, perché i concorrenti non hanno visto il
libro, anche se era stato nella stanza per alcuni minuti.Ho notato che i miei occhi
non erano influenzati dalla patologia ".
11) Moleschott, sub. IV. P. 224.

Forester 12)notato riguardo all'applicazione del capitolo 11. sistema fotometrico, in


cui si cerca l'illuminazione più debole descritta, in cui un piccolo quadrato nero su
fondo bianco è ancora riconosciuto (p. 13): "All'inizio dello studio Ogni richiesta se
non ha già evitato molto tempo ogni più brillante impressione luce di una maggiore
quantità di luce per rilevare lo stesso oggetto in quanto tale dopo un quarto registro.
dell'osservatore poi cerca solo un secondo per una zona luminosa accesa o
addirittura nella fiamma luce, quindi la sua visione per i prossimi minuti già cadute
da un certo numero di gradi fino a un ma volte Riposati liberando la luce più intensa,
l'energia della retina aumenta di nuovo, ed è più sorprendente come il centro della
retina sia particolarmente facilmente colpito ".
12) A proposito di emeralopia p. 13. 32.
Tutte queste esperienze sembrano parlare direttamente contro la validità della legge
parallela nel campo della sensazione della luce; in quanto la sensibilità alle differenze
di luce è indebolita dallo smorzamento per lo stimolo della luce; poiché, come
abbiamo visto, la conoscenza di oggetti deboli che emettono luce o scarsamente
illuminati nell'oscurità non è altro che una distinzione di essi dal terreno oscuro; e
questo non avviene più con un occhio smussato.
Ma è facile vedere che questa deviazione dalla legge parallela avviene in
condizioni abbastanza analoghe, come la deviazione dalla legge di Weber al suo
limite inferiore. Nello stesso modo in cui uno o entrambi i componenti si avvicinano
al Black, le leggi di Weber e di Parallel cessano di essere valide. Ma non
rivendichiamo la validità della legge parallela entro limiti ulteriori rispetto a quelli di
Weber.
L'unica domanda è: 1) se esiste una ragione corrispondente per il limite inferiore
della legge parallela rispetto a quella di Weber; 2) se la deviazione scompare per
gradi più elevati di luce, proprio come nella legge di Weber.
Entrambi possono essere risolti secondo me. Per quanto riguarda il primo, afferro
l'argomento dal seguente punto di vista.
Lo stimolo luminoso esterno smorza per l'effetto dello stimolo luminoso
esterno; ma l'occhio nero assume relativamente poca oscurità; d'altra parte, la
differenza relativa dell'effetto di una luce esterna diminuisce. In effetti, il nero
dell'occhio non può che approfondirsi in una certa misura, come nel caso degli
oggetti luminosi, ma non si spengono; e anche con lo storno nero pieno, dove la luce
esterna più forte non fa più impressione, il nero è ancora visto, e in determinate
circostanze i colori possono ancora essere visti. È anche chiaro che la retina, i nervi e
le altre parti che causano la trasmissione dello stimolo al cervello, possono essere
paralizzati o impermeabili da una serie di cause.
Ora la vista interna indebolisce attraverso il ottundimento non significativamente, o
almeno in misura molto minore rispetto l'aspetto esterno, questo deve Act a
illuminazione relativa del nero occhio per la stessa impressione equivalente luminosa,
e quando Stare nera piena, che come il più alto grado di ottundimento a anche se
l'impressione più forte non può più essere distinta dal nero dell'occhio, perché
nessuno è più fatto, mentre l'occhio interiore-nero persiste ancora; altrettanto bene
come con gli occhiali completamente scuri scompare la differenza delle luci con le
luci allo stesso tempo per la percezione.
Se questa dichiarazione di essere convincente, in modo da poter chiedere conferma
alla seguente conclusione: le stesse persone che vedono l'irritabilità poco perché
irritabilità smussato al buio o penombra, che contraddistinguono male, hanno appena
così come quelli distinguish non smussate in esso quando l'impressione della luce I
componenti sono solo abbastanza forti che la luminosità dell'occhio nero, tuttavia,
può essere considerata come scomparsa. Ma è proprio così, si possono citare fatti
positivi che sono tanto più provanti quanto sono stati pubblicati senza relazione con
la teoria di cui sopra e senza conoscenza di esso.
Silvicoltori in s. Treatise on Hemeralopie dice (p. 33). "Vedete la serata in una
lampada di illuminazione brillante per alcuni minuti con un occhio su un foglio di
carta bianca, mentre l'altro è chiuso e coperto in ambienti illuminati Sarà quindi
anche con l'apertura degli altri no per colpire la differenza. ma non appena si va in un
forte stanza buia, una tale differenza si verifica fuori molto sensibilmente. sembra
prima di scolare gli occhi una specie di nebbia per scoprire che gli oggetti oscurate
completamente o in parte, che percepisce l'altro occhio, ed è una singolare incertezza
sull'orientamento che ci viene incontro nell'oscurità con campi visivi che funzionano
in modo così diverso e che svanisce immediatamente quando si ritorna in uno spazio
luminoso. Nella seconda serie di indagini con Aubert sul senso spaziale della retina,
che si è svolta sotto la luce di una lampada, ho spesso avuto occasione di notare
questa artificiale monocromia. Questa condizione di abbagliamento a volte durava 10
minuti o più. Le lanterne a gas apparvero all'occhio colpito a una certa distanza, come
lampade a olio torbide e rossastre, e l'ambiente circostante era così buio che non
riuscivo a orientarmi. Con la chiusura alternata dei singoli occhi, la differenza di
energie in entrambe le retine era straordinariamente sorprendente, ma senza che
l'occhio smisurato si fosse fatto più discernente nell'oscurità. A Aubert, 1 minuto
dopo la fine dello sforzo di un occhio, l'emeralopia artificiale era così forte che a 24
anni Ho spesso avuto occasione di notare questa artificiale monoculare. Questa
condizione di abbagliamento a volte durava 10 minuti o più. Le lanterne a gas
apparvero all'occhio colpito a una certa distanza, come lampade a olio torbide e
rossastre, e l'ambiente circostante era così buio che non riuscivo a orientarmi. Con la
chiusura alternata dei singoli occhi, la differenza di energie in entrambe le retine era
straordinariamente sorprendente, ma senza che l'occhio smisurato si fosse fatto più
discernente nell'oscurità. A Aubert, 1 minuto dopo la fine dello sforzo di un occhio,
l'emeralopia artificiale era così forte che a 24 anni Ho spesso avuto occasione di
notare questa artificiale monoculare. Questa condizione di abbagliamento a volte
durava 10 minuti o più. Le lanterne a gas apparvero all'occhio colpito a una certa
distanza, come lampade a olio torbide e rossastre, e l'ambiente circostante era così
buio che non riuscivo a orientarmi. Con la chiusura alternata dei singoli occhi, la
differenza di energie in entrambe le retine era straordinariamente sorprendente, ma
senza che l'occhio smisurato si fosse fatto più discernente nell'oscurità. A Aubert, 1
minuto dopo la fine dello sforzo di un occhio, l'emeralopia artificiale era così forte
che a 24 anni Le lanterne a gas apparvero all'occhio colpito a una certa distanza,
come lampade a olio torbide e rossastre, e l'ambiente circostante era così buio che
non riuscivo a orientarmi. Con la chiusura alternata dei singoli occhi, la differenza di
energie in entrambe le retine era straordinariamente sorprendente, ma senza che
l'occhio smisurato si fosse fatto più discernente nell'oscurità. A Aubert, 1 minuto
dopo la fine dello sforzo di un occhio, l'emeralopia artificiale era così forte che a 24
anni Le lanterne a gas apparvero all'occhio colpito a una certa distanza, come
lampade a olio torbide e rossastre, e l'ambiente circostante era così buio che non
riuscivo a orientarmi. Con la chiusura alternata dei singoli occhi, la differenza di
energie in entrambe le retine era straordinariamente sorprendente, ma senza che
l'occhio smisurato si fosse fatto più discernente nell'oscurità. A Aubert, 1 minuto
dopo la fine dello sforzo di un occhio, l'emeralopia artificiale era così forte che a 24
anni senza, tuttavia, che l'occhio sfrenato sarebbe diventato più chiaro nell'oscurità. A
Aubert, 1 minuto dopo la fine dello sforzo di un occhio, l'emeralopia artificiale era
così forte che a 24 anni senza, tuttavia, che l'occhio sfrenato sarebbe diventato più
chiaro nell'oscurità. A Aubert, 1 minuto dopo la fine dello sforzo di un occhio,
l'emeralopia artificiale era così forte che a 24 anni- Mulino. Sorgente luminosa
difficilmente 1,32 mm. i tratti larghi erano diversi, mentre quelli inalterati, come al
solito con questa illuminazione, erano ancora 0,21 mm. Larghezza percepita. Con me,
lo smarrimento ha raggiunto un livello ancora più alto e è durato più a lungo ".
Queste osservazioni riguardavano occhi sani. Ancora più istruttivo, tuttavia, sono le
osservazioni della malattia con cui Forster mette a confronto la condizione
dell'occhio affaticato, nella stessa emeralopia.
Il doppio caso, vale a dire che l'occhio vede, dopo un lungo soggiorno in luce
temporanea male al buio e si prende cura di una lunga permanenza al buio
temporaneo poveri alla luce, si trova come uno stato permanente in due stati di
malattia pronunciò il Hemeralopie e nyctalopia, la prima in cui il Sulla base di
osservazioni accurate è presente un saggio stimabile di forestali. Ora Förster (p. 32)
ha identificato esplicitamente dall'accordo delle caratteristiche principali dello stato
della retina sana alla luce brillante con lo stato abituale di hemeralopischen retina. In
molti, se non tutti, i casi, anche prima esposizione prolungata alla luce molto
luminoso causa di ambliopia (p. 30), e un soggiorno più lungo nel buio era il rimedio
più efficace per periodo 24-56 ore (p. 40)13), Il sintomo caratteristico
dell'emaneropia, tuttavia, è precisamente il fatto che, al crepuscolo, i pazienti non
vedono alcun paragone peggiore delle persone con vista sana, mentre nella luce
brillante vedono altrettanto bene. In effetti, l'emeralopico si distingue dopo l'alba o
l'ingresso in un luogo scarsamente illuminato; dove l'occhio sano è ancora abbastanza
buono per vedere grado niente di più o la necessità di una maggiore luminosità degli
oggetti o la stessa luminosità di una circonferenza più grande della stessa, per
distinguerli ancora cosa forestali tentano numeri sono. D'altra parte, secondo le sue
affermazioni, che si basano anche su misurazioni (p.20, 23): "l'emeralopico, con
illuminazione crescente, luce diurna, proprio come oggetti piccoli e taglienti come il
sano,
13) Ciò è confermato anche da Ruete dopo le proprie esperienze.

"Solo in alcuni casi, dove la malattia era durata a lungo, o dove era di grande
intensità, durante il giorno si manifestava una debolezza del volto, che si manifestava
sia nel fatto che il paziente era molto brillante nel riconoscere piccoli oggetti
necessario, o anche dal fatto che ha riconosciuto solo oggetti più grossolani. "
La proprietà hemeralopische non è, come si potrebbe pensare, una questione di
giorni, ma secondo le osservazioni di Forester (p. 16) vede il giorno Hemeralopische
in bassi livelli di illuminazione proprio così male come di notte. Il Hemeralopische
può essere (Pag. 18) a partire dalla sani dopo il verificarsi della luce nel buio fino a
certi limiti adeguarsi gradualmente al buio, in modo che riconosce oggetti che
inizialmente non riconosciute; solo con la differenza che a) sembra prima peggio del
sano, b) molto altro ancora. (Da 4 a 10 volte) ha bisogno di tempo per adattarsi, c)
sembra peggiore anche dopo il maggior adattamento possibile rispetto alla persona
sana dopo l'adattamento; Cosa ha dichiarato All Förster con l'apparecchio descritto a
pagina 275.
Per quanto riguarda l'ulteriore, vale la pena leggere, i dettagli delle osservazioni su
questa malattia, devo fare riferimento alla scrittura stessa.
Sarebbe molto desiderabile se ci fossero osservazioni altrettanto accurate sulla
nictalopia, di cui non so nulla.
Per quanto riguarda lo spazio, sembra che le parti centrali della retina, nella misura
in cui non siano leggermente opache, come sono nell'uso ordinario degli occhi, sono
più opache dalla stanchezza rispetto a quelle centrali, sia più leggere che più chiare
del lato. Ma manca ancora molto in un'indagine sufficiente delle circostanze
prevalenti qui. Una letteratura del soggetto con alcune osservazioni rilevanti può
essere trovata nel mio saggio: "In alcune condizioni di visione binoculare",
nell'abhandl. il sassone Soc. Matematica e Phys. CL Bd. IV. P. 373.
3) Esperimenti nell'area delle sensazioni estese.
In diverse parti, una volta sul mento e sul labbro superiore, un'altra volta sulle 5
dita, ho fatto confronti in base al metodo dell'errore medio e al metodo degli
equivalenti, per determinare, se data, una distanza di cerchio maggiore su un dato
Appare il punto della pelle, anche la differenza tra le due distanze del cerchio appare
più grande; o se non c'è dipendenza significativa in questa relazione. I miei tentativi
parlano contro una sostanziale dipendenza. Dal momento che, comunque, le mie
osservazioni al riguardo sono in parte non ancora pienamente e in parte non ancora
del tutto discusse, per ora passo oltre i dettagli.

XIII. Leggi di fenomeni di miscela 1) .


Le discussioni finora riguardanti la legge di Weber, la sua legge parallela e il fatto
della soglia, riguardavano fondamentalmente solo il caso più semplice di un caso
molto generale. Era sempre una questione di come la sensazione cresce o diminuisce,
inizia o scompare quando uno stimolo subisce un aumento o una diminuzione, a
condizione che ciò che sta crescendo o tolto sia di uguale qualità come lo stimolo che
uno aumenta o diminuisce; Pertanto, lo stimolo dell'aumento o della diminuzione non
subisce alcun cambiamento nella sua qualità. Ma in tutti i casi immaginabili in cui
uno stimolo, un aumento o diminuzione, in continuo cambiamento apprende, è il caso
che l'estremità crescita o cancellati della stessa natura è, come quello che cresce o è
privato, solo il più semplice. Può essere ma z. Ad esempio, l'attrazione di luce bianca,
anziché dal fatto che uno aumenti o intensità di tutti i fasci di colore nelle stesse
condizioni indebolisce, e quindi il cambiamento che aggiunge colore chiaro al bianco
o bianco miscela di colore uno o l'altro colore fascio o una miscela di raggi di colore,
la non è bianco, si ritira. E lo stesso può essere applicato ad altre combinazioni di
colori bianchi, a miscele di suoni o suoni, a odori, a sostanze che producono una
sensazione di gusto. Per brevità, chiamiamo i fenomeni dipendenti da tali
cambiamenti, come i fenomeni di miscelazione, il primo come omogeneo,
1) Vedi sopra a pagina 238 nota 1).
E 'facile trascurare che non è più in fenomeni mix puramente quantitativo, ma
anche cambiamenti qualitativi stimolo, non solo tale caso il guadagno terreno
quantitativi ma anche qualitativi vengono vissuti cambiamenti nella sensazione, in
realtà esperienziale, e sarà per portarli in merito alla misurabilità sotto aspetti che
sono correlati a coloro che hanno trovato applicazione per i cambiamenti quantitativi.
In generale, ora troviamo quanto segue:
Se due stimoli semplici, o anche già composti, A, B , ognuno dei quali è in grado di
produrre una semplice sensazione di un tipo speciale, rispettivamente, a, b , per
esempio, due colori, sono presentati in tale miscela o persino connessione di
percezione, che ancora semplice impressione viene creato lo stesso, quindi accetta di
questa impressione risultante che questi Sensazione risultante, generalmente né
l'impressione di una corrispondenza, il a, anche con b, il b avrebbe prodotto per se
stessi; ma può essere di regola, come A o Bin effetti predomina, o l'equilibrio tiene i
due effetti, l'impressione risultante si avvicina molto di più all'impressione a o b , o
nessuno dei due appare prevalentemente in nessuna delle impressioni prima dell'altro,
come appare, per esempio. B. in complementare ai colori complementari bianchi o
arancione che scorre insieme giallo e rosso è il caso. Ora stiamo alzando così
via, una per non parlare di atto, l'aggiunta di è B o di raggiungere una certa
dimensione solo deve superare in modo che la deviazione dalla pura un 'll notevole, e
quindi invertita rispetto a B, se A a B insieme; e alziamo quello, A e B per far
interagire in proporzioni tali che né uno né b appare principalmente lo è A o B deve
essere aumentata solo a determinate condizioni in modo che l'impressione risultante è
il carattere di una più che dal b sembrano avvicinarsi.
Più in generale, da cui gli stimoli semplici o ciò che la composizione di stimoli e
quindi che derivano impressione che possono andare fuori quando abbiamo avuto più
motivo di ulteriori stimoli semplici o composti o prendere qualcosa lontano da uno
degli stimoli, l'Aggiunto o è un dato deve superare determinate dimensioni, in modo
che l'impressione semplice o risultante appaia qualitativamente modificata rispetto a
prima.
Queste sono circostanze che ci riportano nei fenomeni MIX al concetto di soglia
che possiamo come una faccia threshold omogeneo brevemente come miscela di
soglia considerati prima della soglia fenomeni omogenea.
Più in dettaglio, la soglia di stimolo omogenea e la soglia di differenza nella
concezione precedente sono solo i casi speciali più semplici del caso più generale
della soglia di miscelazione. Infatti, quando uno stimolo B un'occhiata agli stimoli o
miscela stimolo A aggiunge, e ci si chiede, in cui i valori di B , l'aggiunta comincia ad
essere riconosciuto come tale, oppure una differenza dalla semplice effetto di A sia
diventato evidente, quindi, tra tutte le possibili grandezze, che A può avere qui, si può
anche pensare al caso, che A è zero; allora abbiamo il caso della soglia di stimolo
omogenea ordinaria; non meno può sotto tutte le possibili qualità, cheA può anche
essere pensato come simile a B ; allora abbiamo il caso della normale soglia di
differenza omogenea.
Ora prendiamo il caso, l'aggiunta di uno stimolo B agli stimoli A portare in cui, ai
nudi A corrispondenti impronte a è un appena percettibile o anche in una certa misura
cambiamento significativo appare come chiede se, quando A è aumentata in una data
situazione o ridotto anche B deve essere aumentato o diminuito nello stesso rapporto
al fine di determinare un cambiamento altrettanto evidente di a . Dovrebbe con
qualità arbitrariamente diversa di A e Bessere il caso, avremmo nel presente
documento generalizzazione vorbemerkten del fatto della soglia e una
generalizzazione della legge di Weber che illustra solo il caso della legge generale,
dove la differenza tra A e B è trascurabile.
Questo è ancora carente nelle indagini; ma mi sono fatto alcuni tentativi 2) , da cui
concludo che almeno per piccoli miscele di colore = B a bianco = Una legge, ma
essere in limiti simili con restrizioni analogici applicano, come Weber.
2) Abhandl. la società sassone. la scienza, matematica, fisica. Cl. Vol. VS 376.
È facile produrre solo note palpabili di colore su bianco, sia per mezzo di pigmenti
colorati, sia impostando un vetro colorato di traverso contro una finestra su un foglio
di carta bianca. Ripetendo l'esperimento ora e prova contatore con le sfumature
nuvole che ho descritto in queste tonalità di colori, utilizzando incolore come
possibili occhiali scuri, ho trovato che uno molto lontano con gli occhiali scuri, z. Per
esempio, fino a 1 / 14 la luminosità del giorno, può scendere, senza i segni di colore,
che sono visibili solo ad occhio nudo, scompaiono. Ma è sempre possibile guidare
l'oscuramento degli occhi attraverso le lenti finora che uno scompare con l'ombra
occhio nudo colori visibili e dal lato opposto, ho anche trovato in precedenza 3) , e lo
stesso ha in recenti esperimenti di Helmholtz a 4 ) ritrovate che l'impressione di
ciascun colore, è omogenea o mista, si avvicina al bianco al alta intensità.

3) Pogg. Ann. L. p. 465.


4) Pogg. Ann. LXXXVI.

La deviazione dalla legge verso il basso, tuttavia, potrebbe anche essere solo
apparente, e basarsi su una ragione analoga, come la corrispondente deviazione dalla
legge di Weber nei fenomeni omogenei. Quando guardo un ombra di colore su bianco
ad occhio nudo, e un bicchiere così buio davanti agli occhi prendere che il bianco
della terra è vicino al nero dell'occhio chiuso, anche se ho il colore e la luce esterna,
che dal di fuori nella L'occhio penetra, indebolito nelle stesse proporzioni, ma il nero
dell'occhio, che come incolore rappresenta un piccolo grado di luce bianca, non è
stato indebolito; quindi il colore in eccesso ora ha una relazione più piccola con il
bianco rispetto a prima e deve quindi essere meno evidente.
La ragione del limite superiore della legge è sconosciuta.
In realtà, avremo che, a rigor di termini, non è facile mai affrontato fenomeni
abbastanza omogenei, quindi, anche con soglia molto puro o soglia di differenza, per
la semplice legge di Weber, ma in generale, con il caso più generale della soglia di
miscela, la legge di miscelazione; ma i fenomeni omogenei possono essere
approssimati; la considerazione dei casi più semplici, anche se solo
approssimativamente producibili, è per il momento il più importante, e quindi, in
seguito, preferibilmente rimarrà il nostro obiettivo, soprattutto perché ci sono ancora
poche indagini sulle relazioni giuridiche dei fenomeni di confusione.
Anche se si può cadere in un occhio altrimenti buia il colore dello spettro più
semplice e chiede quale intensità che avrebbero dovuto essere riconosciuti, bisogna
farlo senza soglia pura, ma una miscela emergendo come uno qui actually chiede
colore che lo spettro di intensità deve essere al fine di rendere il loro carattere come
una miscela al rappresentato dalla miscela occhio nero di tutti i raggi di colore. La
domanda, quindi, è della stessa natura come se si chiedesse in quale intensità un
colore debba essere aggiunto al bianco in modo che i bianchi ne notino uno. aspetto
del colore solo supporre che è stato necessario a che fare con molto poco, se l'ultima,
dove è chiamato bianco per eccellenza con una grande intensità del bianco o la
miscela farbenindifferenten per cosa è stato mescolato il colore. Inoltre si trovano nel
fatto che se, come se l'ultimo conoscono il bianco, appare sfumato con un colore della
traccia il primo nero come nero, ombreggiato solo da un colore traccia, quando il
colore mescolato è appena percettibile.
Sarebbe quindi indubbiamente più facile per l'ultravioletto essere percepito, cioè ad
un'intensità inferiore, rispetto a quando non appare nell'occhio come una mescolanza
al bianco pallido.
La questione se e come un fenomeno di miscela cambia quando tutte le componenti
di stimolo che contribuiscono alla sensazione mista aumentano o diminuiscono nello
stesso rapporto è, naturalmente, solo una questione particolare in subordinazione alla
domanda generale su come viene precipitata la sensazione mista e cambia quando i
componenti dello stimolo sono in qualsiasi condizione e cambiano.
Per portare questa domanda in primo piano, tre casi principali sembrano servire da
indizi; 1) se B diventa abbastanza grande da modificare la qualità dell'impressione di
miscelazione rispetto a un valore apprezzabile quando si aggiunge A ; 2) quando B è
abbastanza grande che l'influenza di A appena scompare, e l'impressione di una
pura b non si discosta in modo significativo, e 3) se A e B in modo da mantenere la
bilancia che uno né più vicino al l'impressione di un ancora a b trova. Tra questi tre
casi di soglia, sono necessarie tutte le modifiche necessarie mediante il
missaggio Ae B , e sarebbe quindi necessario trovare leggi che rappresentassero
questi valori soglia e i cambiamenti nella sensazione tra di loro in funzione del
rapporto di miscelazione degli stimoli; ma non c'è nulla fino ad ora, e se una
determinazione di soglie omogenee da parte dell'esperimento può rimanere solo
approssimativa, sembra che tanto più le soglie della miscela.
C'è un'importante distinzione tra i fenomeni di miscelazione, in quanto gli stimoli
che danno l'impressione di mescolare, anche se miscelati, toccano l'organo della
sensazione, come accade quando i colori composti colpiscono l'occhio, miscele di
suoni o toni colpiscono l'orecchio come Accade nell'ordinario vedere o sentire, o
come gli stimoli influenzano l'organo della sensazione separatamente, e solo i loro
effetti attraverso la mediazione degli stessi organi sensoriali formano l'impressione di
mescolarsi, come accade quando diversi colori si separano in corrispondenti posti di
entrambi gli occhi o suoni diversi Cadendo in entrambe le orecchie. Distingueremo
brevemente entrambe le impressioni miste congiuntive e disgiuntive.
In effetti, l'esperienza mostra che, due orecchie possono con due occhi ottenuti per
separatamente stimoli corrispondenti impressioni contrastanti rispetto a quando gli
stimoli arrivato già mescolati nello stesso occhio o l'orecchio applicato, senza
conoscere la mediazione anatomico e fisiologico in cui tale based. Ma la natura delle
impressioni disgiuntivi dipende dalle condizioni complicate da, e può essere
influenzata da vincoli modo più vario di quello del congiuntivo. La congiunzione di
due impronte luminose A, B diverse per intensità o coloreÈ sempre possibile farlo
nello stesso modo sulla stessa retina; ma la disgiunzione di questi stimoli in luoghi
corrispondenti può essere fatta in modi infinitamente diversi, per esempio da Su

una A , sull'altra A + B, o su una A, sull'altra B, o su una , sull'altra B + agendo,


ecc, anche può verificarsi nel caso di disgiunzione differenti rapporti degli stimoli su
both retine per impressioni che non si riscontrano nel caso del congiunzione stessa
retina limitrofa; e l'esperienza insegna che può appendere differenze di impressione
mista risultante su tali differenze tra impressioni miscelazione congiuntivo e
disgiuntive, dopo di che la distribuzione dei componenti può essere in alcun modo
universalmente sostituito su corrispondenti fibre retiniche da una riunione degli stessi
componenti su una fibra identico. L'orecchio mostra condizioni analoghe in una certa
misura. Più in dettaglio ho questo argomento nel mio trattato "In alcune condizioni
della visione binoculare" nei saggi di Saxon Soc. delle scienze, matematica. Cl. Vol.