Sei sulla pagina 1di 24

Il governatore Draghi a banchieri e finanzieri: “Giovani

senza lavoro e avviliti”. Ma non è come parlare al vento?y(7HC0D7*KSTKKQ( +#!z!$!$!_


www.ilfattoquotidiano.it

Domenica 27 febbraio 2011 – Anno 3 – n° 49 € 9,90 DVD + € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

LE PAPI-GIRL TEMONO L’AIDS Abbiamo una barca


di Marco Travaglio

“CON LUI NON SI SA MAI” N


elle inchieste sulla malasanità pugliese, Vendola
è stato archiviato e D’Alema non è neppure
indagato. Tutto è bene quel che finisce bene?
Non proprio. Non basta non commettere reati
per essere buoni politici e amministratori. Intendiamoci.
C’è una bella differenza tra la giunta Vendola - che caccia
Nelle intercettazioni sul caso Ruby, le parole di due l’assessore alla Sanità Alberto Tedesco appena indagato e
azzera la giunta quando viene arrestato il vicepresidente
ragazze delle notti di Arcore: “Ho fatto le analisi. Nicola Frisullo - e il governo B. che fa ministro l’ex
governatore Fitto pluriindagato per tangenti. Ma la pietra
Se avevo dubbi? Quando uno va a letto con 80 donne...” di paragone per giudicare i politici non può essere il
governo più malavitoso della storia d’Europa, al cui
“Parla come una pazza”. Adesso confronto Al Capone pare una dama di carità. Né ci si
PUGLIA x può difendere con la modica quantità di conflitti
Berlusconi scarica “la nipote d’interessi. Da ieri sono pubblici gli atti delle due
di Mubarak”. Ma non gli aveva chiesto
Tarantini: lui di fare la matta? Sansa pag. 2 z
indagini della Procura di Bari: quella che ha portato alla
richiesta di arresto per il senatore Tedesco; e quella che
s’è chiusa con l’archiviazione di Vendola. Carte che

“Così ho
vanno lette con attenzione (pag. 8) da chi pensa che
di Antonella Mascali Udi Fabrizio d’Esposito Vendola sia l’alfiere della Nuova Politica e D’Alema la
testa più fine del Pd. Si è molto malignato, a torto, sulla
Ake etrotroSanbitter”.
che feste “ innocenti”. Al-
che serate a base di “ karao-
LA CHIESA frase intercettata del governatore che vuole cambiare

agganciato Per telefono due


delle tante ragazze di Arcore par-
lano della paura di prendere ma-
DI B. È UN
CONGRE SSO
una legge regionale per nominare un suo uomo: non si
trattava di abolire un reato, ma di rimuovere un ostacolo
burocratico alla nomina (discrezionale, ma legittima) di

D’Alema” Giampaolo Tarantini (FOTO ANSA)


lattie virali perché il presidente
del Consiglio ha rapporti promi-
scui. Si evince dalle intercettazio-
lle undici e mezzo le
Aportate
truppe cammellate
dal napoletano
un elemento ritenuto valido. Il guaio è un’altra nomina:
quella dell’ex craxiano e poi dalemiano Tedesco, i cui
figli posseggono società fornitrici di protesi ortopediche
Scandalo sanità: l’imprenditore che portò ni allegate dalla procura di Milano Amedeo Laboccetta già alle Asl. Un conflitto d’interessi gigantesco che, anziché
nelle 782 pagine di richiesta di reclamano il rancio. Sul un handicap, diventa un requisito per diventare
la D’ Addario dal premier racconta dei suoi giudizio immediato per Berlusco- palco c’è un salottino do- assessore proprio alla Sanità. D’Alema lo raccomanda,
rapporti con gli esponenti del Pd Massari pag. 8 z ni, accusato di concussione e pro- ve si discute di etica e va- Vendola esegue. Questa si chiama “culpa in eligendo” e
stituzione minorile. pag. 3 z lori. pag. 5 z “in vigilando”. E Vendola non può nascondersi dietro al
fatto che – come dice al nostro giornale – “Tedesco mi
era stato rappresentato come l’unico profilo di alta
LIBIA NEL CAOS x Ancora vittime e raid delle milizie. Il regime: “Pronti alla guerra civile” competenza sulla sanità pugliese… era apprezzato in
ambienti sanitari”. Ma certo che era competente e

A Bengasi, aspettando la presa di Tripoli


apprezzato: le ditte dei figli lavorano da una vita per la
sanità pugliese! Quando poi Vendola aggiunge che “a
inizio mandato Tedesco mi garantì che avrebbe sciolto il
conflitto d’interessi”, vien da domandarsi se ci è o ci fa:
non ci voleva la Cia per scoprire se la famiglia del
neoassessore avesse venduto le aziende o no.
Udi Furio Colombo L’Onu: sanzioni e blocco dei Naturalmente non lo fece, anzi risulta dagli atti che fece
beni della famiglia Gheddafi. man bassa di appalti. Se ne accorse il principale
UN MONDO Miracolo La Russa: concorrente, Gianpi Tarantini, che racconta ai pm come
SENZA il Trattato con il raìs? Non tentò di restare nel giro delle protesi: appoggiando i
CAPI c’è più Gramaglia pag. 6 z
dalemiani e, grazie a Roberto De Santis, imprenditore
amico e “socio di barca” di D’Alema, agganciando lo

Dquasiopo quel che sta accaden-


do in Libia sono sembrate
normali le transizioni
Udi Stefano Citati vvvvvvvvvinviato a Bengasi stesso Max. “Due week-end in barca nel 2007, uno a
Ponza l’altro in Salento” e la famosa cena elettorale del
a città è ancora ubriaca. Sulla piazza del
di regime avvenute in Egitto
e Tunisia. Ma non lo sono.
Lpiccati
porto, sotto i fantocci di Gheddafi im-
ai lampioni, la folla ritma slogan
2008 pagata a D’Alema e a tutti i vertici regionali della
sanità pugliese: “La finalità della cena era per noi quella
di invitare i primi dirigenti delle Asl, i primari, e fare bella
Sono Paesi in attesa di colma- contro quel che resta del regime: “Il san- figura facendo vedere che c'era il Presidente D’Alema…
re un vuoto di identità, di go- La protesta di Bengasi: la ribellione si allarga a tutto il Paese gue di chi è morto non se ne andrà fa- Volevo sponsorizzare il Pd… per essere accreditato… a
verno e di futuro. pag. 14 z (FOTO DI F. BUCCIARELLI) cilmente”. pag. 7 z lavorare nella sanità”. C’era anche il sindaco Emiliano,
che dice (ma Gianpi smentisce) di aver subito
ONAMORTNOC consigliato a D’Alema di allontanarsi, visto chi pagava il
INCUBO x TRE TRIMESTRI nvaticano conto. Lo stesso Tarantini, sentendosi boicottato dal
“concorrente” Tedesco, mise a disposizione il suo harem
NELLO SFASCIO DELLA
Addio Yara SCUOLA ITALIANA
Silvia Dai Pra’
Il Papa parla solo
di aborto. Non
di squillo (le stesse di Palazzo Grazioli) al
vicegovernatore Frisullo, pure lui dalemiano, pure lui

Ritrovato Quelli che però è lo stesso dei mali d’Italia


Politi pag. 9z
arrestato. Frisullo e Tedesco (uno finito in carcere, l’altro
latitante in Parlamento) ingrossano la lunga lista delle
imbarazzanti frequentazioni di D’Alema. Ma pure

il corpo CATTIVERIE
Vendola dimostra scarsa capacità nella scelta dei
collaboratori, e proprio in un settore cruciale come la
sanità. Entrambi manifestano una drammatica

in un campo Frattini riferisce in


parlamento sulla Libia: per
insensibilità ai conflitti d’interessi che, diversamente dai
reati, erano lampanti fin da subito. Sarà mica per questo

Yara Gambirasio (FOTO ANSA) Fierro pag. 8 z


Editori Laterza ora ha saputo che confina
con l’Egitto (www.spinoza.it)
che la sinistra non ha mai risolto quello di Berlusconi?
Difficile attaccare, se sei attaccabile.
pagina 2

L’
LE ULTIME CARTE

auto di Nadia Macrì, la escort l’origine dell’incendio è stata certamente dolosa


Danno fuoco reggiana ventiseienne che afferma di poichè l’auto è stata cosparsa nella parte
essere stata pagata per andare a anteriore con un liquido infiammabile. “Non
letto con Silvio Berlusconi , è andata a fuoco credo proprio che Berlusconi c’entri con la mia
all’automobile l’altra notte a Reggio Emilia. La vettura, una macchina!”, afferma la 26enne. Che poi ha
Renault Twingo, era parcheggiata in Via Martiti scherzato uscendo dalla caserma dei carabinieri
di Monozzo, nei pressi dell’abitazione di un dove ha sporto denuncia: “Costerà 2.000 euro,
di Nadia Macrì amico che l’aveva in uso. Secondo i carabinieri me ne posso comprare dieci”.

IL FINDANZATO, L’AMICO E L’AVVOCATO


LA SQUADRA SALVA-RUBY
Ora anche le sorti del premier sono nelle loro mani
di Ferruccio Sansa niare nel processo” (ipotesi visure camerali lo confermano.
Genova smentita dalla Procura). Ma amici di Matera aggiungono:
Risso di cose da raccontare ne “Antonio dice di avere una socie-
i viene da sorridere. avrebbe parecchie. È il 6 ottobre tà di produzione di porno in Un-

“M Le sorti del Presi-


dente del Consiglio
sono nelle mani di
un gruppo di ragazzotti: Ruby,
certo, ma dietro di lei i re delle
2010 quando Ruby, ospite di Ris-
so, riceve la visita dei legali inten-
ti alle indagini difensive. Una sera
di fuoco, rileggendo le intercet-
tazioni. Scrive alle 22,45 Luca a
gheria”. Lui smentisce: “Mac-
ché, è mio cugino che è regista di
porno, io mi occupo di case”.
Dalle visure emerge anche altro:
Matera è stato socio fino al 2008
notti genovesi, un ex finanziere Serena, allora sua fidanzata: “So- dell’impresa che ha rilevato e poi
proprietario di night, il suo so- no nel mezzo di un interrogato- trasformato in appartamenti lo
cio che si dice abbia una società rio allucinante... è pazzesco!”. storico teatro porno di Genova,
di produzione di film porno in Serena risponde: “Stai attento... l’Alcione, dove si esibivano Cic-
Ungheria (circostanza smentita ricordati grano”. Luca: “...In ciolina e Moana. Almeno fino al
dall’interessato, ndr) e poi una mezzo ci sono pezzi da 90”. Poi la 2005 Matera è stato presidente
sfilza di signori e signorine spes- telefonata più interessante: “Lei del cda della A.M. Paradise, socie-
so straniere, alcune delle sven- è su, che si son fermati un attimi- tà specializzata “nel commercio
tole da urlo, che sono loro soci”. no perché siamo alle scene hard al dettaglio di articoli per adulti
Siamo a pochi passi dall’Albiko- con il pr.. con una.. con la perso- (sexy shop)”. Oggi la società ve-
kka, fino a pochi mesi fa night e na”. de tra i suoi amministratori una
ristorante ritrovo di rampolli ge- giovane lituana vicinissima a Ma-
novesi con il portafoglio gonfio, Matera, il “fratello” tera e sua socia in altre imprese.
oggi locale sulla bocca di tutti. A del promesso sposo Niente di illegale, ma si può ipo-
gestirlo è Luca Risso, ex militare tizzare che Ruby sia in contatto
della Guardia di Finanza passato con questi ambienti dove i rac-
alla più redditizia attività di ge- RISSO È IL FACTOTUM del- conti delle notti del Premier cir- CARRIERA LAMPO
store di locali, ma soprattutto l’Albikokka anche se la società è colano con una certa libertà. Gli
promesso sposo di Ruby. E, co- intestata a due donne (una sarda, amici di Risso lo dicono chiara- SCRIVE LIBRO
me sembra di capire dalle inter- l’altra argentina). Luca, re delle mente: “Luca è un ragazzo sve- SUL BUNGA-BUNGA
cettazioni, a conoscenza dei se- notti genovesi, sembra conosce- glio, ma chi conta davvero è Ma- La coppia Karima al Mahrough e LICENZIATO DALLA REGIONE
greti della ragazza. re i segreti di Ruby. Ma insieme tera”. Luca Risso. La coppia venne lanciata
con lui si muovono altre perso-
ne, a cominciare dall’amico fra-
terno Antonio Matera, l’uomo
Il legale
anche dal programma di Signorini
Kalispèra. In alto Lele Mora. E ra stato assunto il 15 febbraio in Regione
Lombardia con l’incarico di ufficio stampa
e media relations dell’assessore allo Sport
Gli amici in conflitto Monica Rizzi. Pochi giorni dopo, il 24 febbraio,
che avrebbe ospitato Ruby quan- do e ha seguito Roberto Formi-
dell’Albikokka do la stampa di mezzo mondo la goni (Pdl) nella vicenda delle fir- Marco Marsili ha dato alle stampe per una
inseguiva. Matera si definisce im- GIÀ, CI SONO MOLTE perso- me della sua lista elettorale. L’av- piccola casa editrice milanese, la BePress, il
A PARLARCI, con la promessa prenditore immobiliare. Vero, le ne dietro le quinte che tirano i fili. vocato è anche consigliere della volume “Onorevole bunga bunga. Berlusconi,
dell’anonimato, è un amico di Tra questi Luca Giuliante, per Napoli Metro Engineering, con- Ruby e le notti a luci rosse di Arcore”, volume
Risso. Un quarantenne dall’aria mesi difensore di Ruby, finché trollata dalla Metropolitana Mila- che raccoglieva le intercettazioni telefoniche
di perenne ragazzo che accetta Adesso qualcuno non ha fatto notare il nese, a sua volta nelle mani del che la Procura di Milano ha ha inviato alla
di dipingerci il retroscena dello conflitto di interessi: l’avvocato, Comune di Milano amministrato Giunta per le autorizzazioni a Procedere della
Camera. L’altro giorno ha ricevuto due righe
scandalo dell’anno: “Ruby è una
ragazza sveglia, ma a guidare
Berlusconi dice oltre ad assistere la giovane (per-
sona offesa) aveva difeso in un al-
dal centrodestra. Infine è consi-
gliere della Nuova San Zeno, im- che gli annunciavano il licenziamento. “La
collaborazione con la mia segreteria politica si è
ogni sua mossa sono le persone
che le stanno accanto: Risso e la
che è pazza, tro processo Lele Mora (l’indaga-
to). Giuliante ha lasciato l’incari-
mobiliare che vede tra i soci la fa-
miglia Cabassi, protagonista del- interrotta solo ed esclusivamente a causa del
sua corte”. co, ma, come risulta al Fatto Quo- l’Expo 2015, e Guido Podestà, fe- venir meno del presupposto fondamentale di
La strategia scelta per Ruby? “Pas- ma mesi fa era lui tidiano da fonti vicine a Ruby, con- delissimo di Berlusconi, presi- tale contratto, ovvero il rapporto di fiducia con
sare per pazza. Confondere real- tinua a essere prezioso consiglie- dente della Provincia di Milano e lo stesso Marsili”, afferma l’assessore Rizzi.
tà e invenzione per risultare non a consigliarle re della ragazza che spesso lo in- padrino politico di Giuliante. Marsili, che nel 2005 si era candidato alla
credibile... anche se lancia mes- contra a Milano e di lui si fida. An- Insomma, l’avvocato ha radici presidenza della Regione Lombardia con i
saggi a chi deve intendere”. Lo di- di fingersi cora niente di illecito, ma una nel mondo del Pdl di Berlusconi, Liberaldemocratici, parla invece apertamente
ce lei stessa nelle intercettazioni. questione di opportunità: Giu- imputato nel processo in cui Ru- di una “censura”.
È il 26 ottobre, Ruby parla con il fuori di testa liante è cassiere del Pdl lombar- by è persona offesa.
padre: “Sono con l’avvocato... e
dobbiamo trovare una soluzio-
ne, mi ha detto... Silvio gli ha det-
to “dille che la pagherò il prezzo
che lei vuole l’importante è che
lei chiuda la bocca, che neghi il
Sara Giudice: “Non firmai per la lista Minetti”
tutto, e che dica che lei... che di- LA CONSIGLIERA DI ZONA SENTITA IN PROCURA: “È FALSA LA MIA SOTTOSCRIZIONE AL LISTINO DI FORMIGONI”
ca pure di essere pazza, ma l’im-
portante è che lei mi tiri fuori da ulle elezioni lombarde che hanno questa volta, alla consigliera regiona- nel partito, mentre invece l’anno
tutte queste questioni, che io
non ho mai visto una ragazza che
Sgione
portato alla Presidenza della Re-
Roberto Formigoni, continua-
le più chiacchierata delle ultime set-
timane: Nicole Minetti.
se, affermando: “Oggi, 26 febbraio
2011 sono stata convocata dalla Pro-
cura della Repubblica presso il tribu-
scorso aveva pensato bene di utiliz-
zare addirittura la mia firma in modo
ha 17 anni, o che non è mai ve- no a gravare ombre pesanti. Dopo lo nale ordinario di Milano nella persona illegale, strumentalizzando così la mia
nuta a casa mia”. Parole che rical- scandalo delle liste fermate e poi LA NOTIZIA ARRIVA da Sara del Pubblico Ministero Alfredo Roble- persona. Questa è la conferma che l’e-
cano quelle di venerdì del Pre- riammesse dalla giustizia amministra- Giudice, già esponente del Pdl, che do, per essere sentita, in quanto per- lezione di Nicole Minetti e di tutto il
mier: “Quella ragazza è una paz- tiva, e quello di presunte pressioni da già quando si fece il nome dell’ex igie- sona informata sui fatti, in relazione listino bloccato di Formigoni, sicura-
za”, dice il Cavaliere, raccontan- parte di un gruppo di potere vicino nista dentale come candidata del li- all’apposizione della mia firma nell'e- mente per quanto attiene alla mia fir-
do che Ruby davanti ai pm avreb- alla cosiddetta P3, è ancora una volta stino bloccato di Formigoni, ebbe a lenco della lista Regionale ‘Per la Lom- ma, è assolutamente illegittimo”.
be chiamato in causa Maria Stella il problema delle firme a tormentare protestare della scelta. Ieri, in un co- bardia’, listino bloccato dell'On. Ro-
Gelmini e Mara Carfagna. i sogni del governatore. Legato, però, municato, metteva assieme le due co- berto Formigoni”. E spiega: “La mia LA PENSANO COSÌ anche i Ra-
Berlusconi cerca di tenere insie- firma è assolutamente contraffatta, dicali, che con Marco Cappato da me-
me i pezzi delle notti di Arcore. falsa; mai avrei firmato un listino bloc- si combattono contro questa elezio-
Ma i cocci sono dappertutto, in cato con il nome di Nicole Minetti, ne-truffa. “Da un anno aspettiamo giu-
tanti conoscono i suoi segreti. E a soprattutto dopo la campagna che fe- stizia. Formigoni non ha mai chiesto
Genova Ruby se n’è portati pa- ci contro di lei ancor prima che fosse scusa per aver detto che noi avevamo
recchi, spartendoli con gli ami- eletta. Mi sento offesa e usata. Ritengo manipolato i moduli e non riconosce
ci. opportuno sporgere immediatamen- l’evidente falsità delle cose fatte sotto
Il primo è lui, il futuro sposo, Lu- te querela contro chi ha utilizzato il il suo nome. Non è adeguato a go-
ca Risso. La data del matrimonio mio nome e cognome in modo pa- vernare la Lombardia”. È lui che se ne
è decisa: “Entro il 6 aprile”, dico- lesemente artefatto”. deve andare, spiega Cappato: “Fa ri-
no i bene informati. E sussurra- La consigliera di zona è battagliera: dere chiedere le dimissioni della Mi-
no: “La passione ha fretta, ma co- “Fino ad alcuni giorni fa, il Pdl soste- netti. Sono i responsabili politici che
sì Luca potrà evitare di testimo- I protagonisti Da sinistra: Sara Giudice, Nicole Minetti e Roberto Formigoni neva che io non fossi mai stata iscritta devono pagare”.
Domenica 27 febbraio 2011

K
LE ULTIME CARTE

arima al Mahrough avrebbe “consegnato” erano a conoscenza della vita che la figlia conduceva a lui replica: “la mamma sa quello che sta dicendo”. E più
E nel verbale Karima alla madre 40 mila euro dei 187 mila che Milano, viene a galla anche da un’intercettazione con il avanti sempre il padre le dice “di fare quello che può
dice di aver ricevuto da Silvio Berlusconi padre dello scorso 30 settembre, quando lei cerca di per sbloccare l’invio del denaro”. Con il resto dei soldi
“da febbraio a maggio 2010”. Lo mette a verbale il 3 “inquinare” la testimonianza della madre che proprio avrebbe fatto spese “nel negozio di Louis Vuitton di via
afferma di aver agosto davanti al procuratore aggiunto Pietro Forno, quel giorno era stata sentita dagli investigatori Montenapoleone ove sono ben conosciuta. Ho anche
dopo aver elencato tutti i regali che avrebbe avuto dal chiedendo che non rivelasse niente: al telefono con il fatto un viaggio in Sicilia con il mio ragazzo Sergio
presidente del Consiglio. Che Ruby “girasse” del padre, raccomanda di dire alla madre, Naima, “di Corsaro concedendomi vari lussi. Ho anche acquistato
dato soldi alla madre denaro ai genitori, i quali come emerge dalle indagini alzarsi e dichiarare di non voler rispondere a nulla”. E altri costosi beni di consumo”.

FESTE PERICOLOSE
Nelle intercettazioni della Procura, le Papi-girl terrorizzate
di aver contratto malattie virali da B.
di Antonella Mascali Aids”. La paura è passata, ma è gno... adesso giuro che gliela per le palle bisogna prenderlo Silvio Berlusconi (le foto sono macchine comprate dal pre-
Milano stata tanta: Maria: “Amò, avevi chiedo un’altra macchina per il caz... Domani se è aperto allegate, ndr)”. La polizia giu- mier per le ragazze che fre-
dubbi avevi?”. Giovanna: cioè, vaffanculo! Cioè”. vado in un sexy shop e prendo diziaria fissa data e ora in cui quenta. Gli inquirenti finora
ltro che feste “ innocen- “Mah, sai, quando uno va a let- sono state scattate le foto: “24 hanno riscontrato che il Cava-

A
un po’ di cose per me e te: più
ti”. Altro che serate a ba- to con 80 donne, non si sa mai LE RAGAZZE temono an- tro...siamo più bene ci vor- ottobre 2010 a partire dalle liere ha regalato “Mini” e altre
se di “ karaoke e Sanbit- nella vita”. Poi ci sono Aris e che di non prendere più soldi rà....Tro...Tro...tanto ormai ab- 4.51 sino alle 4.56”. Gli inve- automobili per un totale di
ter”. Per telefono due Iris che il 12 ottobre 2010 de- o regali preziosi: “Secondo me biamo la confidenza per fare stigatori poi fanno un collega- 280 mila euro, mentre ha spe-
delle tante ragazze di Arcore scrivono come un bordello le non becchiamo”, dice Nicole qualsiasi cosa....”. Conversa- mento significativo rispetto al so in collane almeno 240 mila
parlano della paura di pren- abitazioni di via Olgettina do- Minetti a Barbara Faggioli il 25 zioni, messaggi che fanno a momento in cui Barbara Guer- euro.
dere malattie virali perché il ve alcune delle giovani donne ottobre 2010. La Faggioli con- pugni con le dichiarazioni di ra scatta le foto nella villa di
presidente del Consiglio ha abitano in appartamenti paga- corda: “Anche secondo me”. Silvio Berlusconi che continua Berlusconi: “Da una verifica POI CI SONO le buste di sol-
rapporti promiscui. Si evince ti da Berlusconi: “Ah che zoc- Minetti: “Stamattina Miriam a dire: mai pagato una donna circoscritta a tale data e orario di in contanti consegnate a di-
dalle intercettazioni allegate colame questa casa, questo ed Eleonora sono venute e per fare sesso. Ad Arcore solo emerge altresì dai tabulati te- verse ragazze dopo la cena,
dalla procura di Milano nelle condominio diventa sempre hanno preso”. Faggioli si infu- cene conviviali. A contraddire lefonici che l’utenza...in uso spesso insieme a cd di Mariano
782 pagine di richiesta di giu- più un puttanaio”. E poi ci so- ria: “ Sti cazzi”. Il giorno dopo, le affermazioni pubbliche di alla Guerra il giorno Apicella. Inoltre bisogna ag-
dizio immediato per Silvio no altre intercettazioni, oltre il 26 ottobre 2010, è la diciot- Berlusconi c’è anche una nota 24-10-2010 alle ore 4.44 impe- giungere i bonifici. Quelli già
Berlusconi, accusato di con- quelle già note e allegate nel- tenne Iris Berardi (che chiama della polizia giudiziaria di Mi- gna la cella....ubicata in Arcore noti ad Alessandra Sorcinelli
cussione e prostituzione mi- l’avviso a comparire per Ber- Il Corriere della Sera, il giornale lano che analizza l’Iphone di in via Buonarroti”. (160 mila euro dal 2009 al gen-
norile. lusconi del 14 gennaio scor- della sera) a scrivere con un Barbara Guerra. Sono state tro- Lo stesso giorno alle ore naio 2011. L’ultimo bonifico 3
Le papi-girls l’8 gennaio scor- so, che parlano di regali, di sms di soldi e del suo disagio vate nove foto scattate all’alba 16.25, scrive sempre la polizia giorni dopo le perquisizioni) o
so, parlano con gran sollievo soldi, di bonifici. Si lamenta per il tipo di vita che sta con- del 24 ottobre 2010, a Villa San giudiziaria, Eleonora De Vivo alla mamma di Noemi Letizia,
dei risultati del test Hiv. Non Barbara Guerra: “C’ho le palle ducendo: “Sto andando alla fe- Martino. Guerra ritrae una ca- contatta Iris Berardi e le rac- Anna Palumbo (20 mila euro).
scriveremo i nomi per rispet- girate perché ieri è arrivata sta tesorino, mamma mia è in- mera da letto del Cavaliere. conta che la sera precedente E quelli a favore di ragazze il
to del diritto alla salute. Le quella con la Mini Cooper che credibile lo schiffo ke fa il de- (cioè il 23, ndr) c’è stata una cui nome non era ancora ve-
chiameremo Maria e Giovan- gli ha regalato a luglio, e a me naro, in questo momento mi QUELLE IMMAGINI, che cena “a cui ha partecipato an- nuto fuori. I versamenti più
na. “Amore”, “Piccola”. “Hai m’ha regalato la Smart a giu- sto faccendo schiffo da sola!”. si incrociano con intercetta- che Barbara Guerra”. Da que- cospicui sono stati per Adelina
fatto? Tutto a posto?”, chiede Ma i soldi sono il chiodo fisso zioni telefoniche di altre arco- sta nota della polizia giudizia- Escalona Maria Alonso ( 50 mi-
Maria. E Giovanna: “A posto, di queste giovani donne. E rine, confermano la natura ria e dalle immagini sequestra- la euro) e Valentina Costanzo
sì. Globuli bianchi a posto, pensano continuamente a delle feste e la mancanza di si- te emerge che che Barbara (40 mila euro). Ci sono anche
non abbiamo nessun come ottenere il massimo curezza nella residenza del Guerra arrivata ad Arcore per soldi per Lele Mora ed Emilio
dal presidente del Consi- presidente del Consiglio. Leg- banchetto del 23 ottobre 2010 Fede, accusati insieme a Nico-
glio. Questi gli sms che giamo dal fascicolo inviato dal- si è trattenuta anche per il do- le Minetti di favoreggiamento
si scambiano il 25 di- la procura di Milano al gip Cri- po cena, tanto da riprendere della prostituzione e concorso
cembre 2010 Nicole stina Di Censo per la richiesta all’alba (ormai è scattato il 24 in prostituzione minorile. Tra
Minetti e Barbara (poi accolta) del giudizio im- ottobre) una delle camere da agosto e ottobre 2010 la Guar-
Guerra: “Oltre che mediato, e consegnato letto di Berlusconi. Proprio la dia di finanza rintraccia tre ver-
alle parti: “Esame Guerra, come abbiamo letto, è samenti di 100 mila euro cia-
dei dati contenuti una delle beneficiarie delle scuno che dai conti di Berlu-
nel cellulare sconi (banca popolare di Son-
iPhone 3GS in uso drio e Monte dei Paschi di Sie-
a Barbara Guerra:
.....in data 21 gennaio
La massima na) finiscono a Lele Mora. Le
operazioni sono eseguite dal
2011.....sono state rin-
venute 9 fotografie
delle ospiti “cassiere” del premier, il ragio-
nier Giuseppe Spinelli, detto “
......raffiguranti gli interni
di una camera da letto, con
di Arcore: Spin” dalla ragazze. Dopo che
Mora riceve quei 300 mila eu-
altresì una libreria nella ro, fa partire due assegni cir-
quale si notano due ritratti di “Più troie colari da 50 mila euro ciascu-
no per Emilio Fede. Tra le in-
siamo tercettazioni depositate anche
Olgettine Nelle quattro fotografie quelle in cui viene fuori la pau-
scontornate, Barbara Guerra, e più bene ra delle ragazze quando Il Fatto
le gemelle Imma ed Eleonora quotidiano, il 26 ottobre scorso,
De Vivo e Iris Berardi ci vorrà” scrive per primo la notizia sul-
l’indagine a Milano che ruota
attorno a una minorenne di
IL COLLOQUIO Alessandra Cerioli, presidente Lila nome Ruby e al presidente del
Consiglio. Si preoccupano

“I globuli bianchi? Non ‘vedono’ l’Aids” Barbara Faggioli e Ioana Visan,


detta Annina. Temono gli svi-
luppi della vicenda, fanno ca-
pire che conoscono la dicias-
di Silvia D’Onghia sun Aids”, risponde l’altra. gna sull’uso del profilattico preservativo. Ed è altret- ti-Aids) sono diffusi. L’at- settenne marocchina. È Barba-
E una terza: “Se avevo dub- che, essendo anche un me- tanto grave che questa cosa tenzione alla protezione e ra a chiedere all’amica: “Ma
n principio fu Patrizia bi? Mah, sai, quando uno soprattutto la responsabili- senti un po’ è uscito qualcosa?
Iversazione
D’Addario: in una con-
dell’ottobre
va a letto con 80 donne,
non si sa mai”.
todo anticoncezionale, è
sgradito al Vaticano”.
E invece il problema Hiv
non sia venuta fuori nel di-
battito politico”. tà, in Italia, sono personali:
“Non c’è una legge che pu-
Di quella roba lì? Perché a me
Lele ha detto che è uscito”. E
2008 con Gianpaolo Ta- non è affatto superato, an- LA PRESIDENTE della nisce chi mette a repenta- Annina: “Eh, leggi Il Fatto Quo-
rantini, andando a Palazzo “COME SE bastassero i zi: “La maggior parte dei Lila ritiene probabile che glio la vita di un altro fa- tidiano”. Barbara:” “Il? Che quo-
Grazioli, la escort barese globuli bianchi a posto per sieropositivi (eterosessua- molte delle ragazze del pre- cendo sesso non protetto – tidiano?” Annina: “Il Fatto Quo-
apprende che il premier escludere che uno abbia li, a differenza di quel che si sidente facciano di mestie- spiega Cerioli –. E per for- tidiano. Il Fatto”. Barbara: “Si
non usa il preservativo. l’Hiv”, commenta Alessan- pensa) non sa di esserlo – re le prostitute, pur non an- tuna: laddove esiste la cri- però non è...non esiste che
“Ma non esiste una cosa dra Cerioli, presidente del- prosegue Cerioli –. Molti dando per strada o nei minalizzazione, le persone non avvisa, anche lui! ….Beh,
senza preservativo – sgra- la Lila (Lega italiana per la preferiscono non fare il te- club: “Spesso l’uso del con- fanno il test ancora meno. ma ci sono i nomi?”. Annina:
na gli occhi Patrizia – co- Lotta contro l’Aids), che, in st per non assumersi re- dom è legato ai soldi: se il Ma se uno che sa di avere “No! No no no”.
me faccio a fidarmi?”. verità, è un po’ restia ad en- sponsabilità, così si limita- cliente è ricco, offre più de- l’Hiv lo trasmette ad un al- La settimana prossima la pro-
“Ma... è Berlusconi”, la ras- trare nel merito di queste no a un banale esame del naro in cambio di un rap- tro e questo muore, scatta cura dovrebbe chiudere l’in-
sicura l’imprenditore bare- vicende. Teme che certi di- sangue”. Come le ragazze porto non protetto”. La l’accusa di omicidio colpo- chiesta principale e inviare
se. E a Villa San Martino il scorsi possano spingere il dell’Olgettina, stando agli prostituzione in casa, da so”. Quale potrebbe essere agli avvocati di Minetti, Mora e
presidente non deve aver Paese verso un atteggia- sms che si scambiano. questo punto di vista, è più il consiglio per le ospiti di Fede l’avviso di conclusione
cambiato abitudini, alme- mento ancora più morali- Ma il punto non è il test: “È pericolosa di quella per Berlusconi, se davvero lui delle indagini (anticamera del-
no stando alle conversa- sta: “Non riusciamo a par- grave che in un ambiente strada, dove il controllo e la non vuole indossare il pre- la richiesta di rinvio a giudi-
zioni tra alcune sue “ospi- lare di sessualità già in si- del genere (le residenze del prevenzione (proprio at- servativo? “Esistono i pro- zio). Nel fascicolo che spedirà
ti”: “Tutto a posto?”, chie- tuazioni normali, non ab- premier, ndr), dove si han- traverso la distribuzione filattici femminili – conclu- ci saranno tutte queste carte
de una. “Globuli bianchi a biamo neanche ottenuto no molti rapporti con per- gratuita di profilattici da de Cerioli – noi li distribuia- ma anche nuove intercettazio-
posto, non abbiamo nes- dal ministero una campa- sone diverse, non si usi il parte delle associazioni an- mo gratis”. ni.
pagina 4 Domenica 27 febbraio 2011

A
COMPETIZIONI

lfredo Biondi, tessera numero tre L’ex ministro della Giustizia annuncia in una vita, nell’area di centro, ad organismo politico
Alfredo Biondi di Forza Italia, lascia il Popolo nota che “lascia il Pdl e promuove la e culturale in grado di esprimere, nel metodo
della libertà colpevole di costituente Liberale nel Pli”. La consulta e nel merito, i principi di un liberalismo
“esprimere i principi del liberalismo liberale e l’Unione Liberale di Centro, spiega, moderno ed autenticamente riformatore,
lascia il Pdl: contrapposto a derive populiste e parteciperanno al Consiglio Nazionale del Pli, contrapposto alle derive populiste e
plebiscitarie che si sono fregiate dell’aggettivo il 5 marzo a Roma, per “la creazione di una plebiscitarie che si sono fregiate dell’aggettivo
liberale senza attuarne né gli ideali né le ‘Costituente Liberale’ che riunisca i liberali liberale senza attuarne né gli ideali né le
“Via dal populismo” finalità”. italiani sotto le insegne del Pli, al fine di dare finalità”. (l.d.c.)

I CANDIDATI

Torino vota per il candidato sindaco


É testa a testa Fassino-Gariglio
OGGI LE PRIMARIE DEL PD. BERSANI NON SI SCHIERA
di Stefano Caselli non è “antipolitica”, ma rap-
Torino presenta una fetta del mondo
dell’associazionismo che chie-
a politica, a volte, può an- de strada: “Non siamo una no-

L che essere divertente.


Accade a Torino, dove og-
gi il voto delle primarie
deciderà il candidato sindaco
del centrosinistra. Chi vince-
vità che si contrappone ai par-
titi, siamo qualcosa di vibran-
temente nuovo che parte dalla
società civile, che cerca di co-
struire un’alternativa, ma che
rà, molto probabilmente, sarà anche pezzi di politica ricono-
il successore di Sergio Chiam- scono”. Curto e la sua “Terra
parino. Qui, infatti, Berlusconi del Fuoco” da anni lavorano
e la Lega non hanno mai sfon- nelle periferie e nei campi
dato. rom: “Siamo stati un po’ gli
In piazza Castello, a poche ore spazzini di Chiamparino – rac-
dal voto, si affiancano tre gaze- conta – al quale va comunque
bo: da una parte quelli dei due riconosciuto di aver ben gui-
favoriti Piero Fassino e Davi- dato la città in un momento di
de Gariglio (semideserti) grandi sfide, ma in questi anni
quindi, pochi metri più in là, ci siamo resi conto che la To-
l’affollatissima tenda arancio- rino dei primi si sta allontanan-
ne del candidato in apparenza do da quella degli ultimi. Il ri-
meno politico di tutti, Miche- schio della disgregazione so-
le Curto. Ed è soprattutto me- ciale è altissimo. Sogno una
rito suo e dei suoi sostenitori – sterzata rispetto al modello
che distribuiscono arance col- Chiamparino, non è più tem-
tivate sui terreni confiscati alla po per un uomo solo al coman- Il Comune di Torino (FOTO MILESTONEMEDIA) Sotto, Enzo Biagi
‘ndrangheta e tentano di bat- do. Il futuro sindaco dovrà re-
tere il record mondiale di litri lazionarsi in modo diverso Pdci Gianguido Passoni. In- ni e Curto, tanto per rimanere parino e una buona fetta di
di spremuta – se questa cam- non solo con quella parte di torno all’ex assessore al Bilan- nel solco della miglior tradizio- quelli che convenzionalmente
pagna per le primarie è stata Torino che si sta allontanando, cio si sono riuniti dall’estate ne di sinistra, si pestino i piedi. si chiamano poteri forti. Gari-
anche divertente: “Ci stiamo ma anche con le aziende mu- scorsa alcuni transfughi del glio – che da ex democristiano
divertendo un sacco”, confes- nicipalizzate, le partecipate e centrosinistra (uniti sotto il car- SECONDO i sondaggi i due ha saputo essere più incisivo di
sa Michele. Ma il merito mag- con le fondazioni bancarie, i tello “Torino Bene Comune”) dovrebbero raccogliere il Fassino sul caso Fiat – ha dalla
giore va, una volta tanto, al par- veri centri di potere di questa quasi tutti ugualmente giovani 20-25% dei voti. Al candidato sua l’età (43 anni), la macchina
tito democratico, che ha alle- città”. e appassionati: “In questi anni radicale Silvio Viale (da anni in organizzativa (comizio di chiu-
stito – forse suo malgrado – – dichiara Passoni – ci siamo la- prima fila in una marea di bat- sura in puro american style al
una competizione vera, a cui LO SPONSOR principale di sciati alle spalle la finanza crea- taglie) andrebbe il 5-6%. Il resto suono di People Have The Po-
ha potuto prendere parte an- Michele Curto è il leader della tiva, abbiamo fatto una buona è affare dei big Fassino e Gari- wer di Patti Smith) e qualche
che un ragazzo di 30 anni co- Fiom Giorgio Airaudo (a lungo politica educativa e di integra- glio, dai quali Bersani si è di- “signore delle tessere” alle spal-
me Michele: “Ringrazio il Pd e corteggiato da Sel) ma nel suo zione. Ma c’è bisogno di di- chiarato equidistante. Il primo, le (su tutti il vicepresidente del
Sel perché questa competizio- eloquio, che altrove parrebbe scontinuità, soprattutto per convinto inizialmente di vince- consiglio regionale Roberto
ne ha dato la possibilità a To- “vendoliano”, il torinese rico- quel che riguarda la gestione re facile, ha dovuto misurarsi Palcido e il campione di prefe- I candidati alle primarie a Torino
rino di interrogarsi sul suo fu- nosce nitidamente la lezione di dei beni pubblici (l’acqua su con una campagna elettorale renze, soprattutto lucane, Mau- in corsa oggi:
turo, e ha dato una bella spal- don Luigi Ciotti. tutto) e lo sfruttamento del suo- inaspettatamente faticosa. Fas- ro Laus). I garigliani si dicono dall’alto, Davide Gariglio,
lata all’area del disinteresse, Sfumata la carta Airaudo, Sel lo, che negli ultimi tempi non è sino è un bersaglio fin troppo (quasi) certi di vincere. Se ac- Gianguido Passoni, Michele Curto,
molto diffuso soprattutto nel non ha dato indicazioni di voto. stato esemplare”. Inevitabile – facile per chi invoca un rinfre- cadesse, per il Pd sarebbe un al- Silvio Viale e Piero Fassino
mondo giovanile”. I candidati di “sinistra”, infatti, per quanto tra loro rimarchino sco politico, ma dalla sua ha i tro terremoto, ben oltre Tori- (FOTO ANSA)
Curto non è un guastatore, sono due. Oltre a Curto, c’è l’ex differenze – che alla fine Passo- vecchi militanti del Pci, Chiam- no.

L’INTERVENTO dell’autore del Fatto (televisivo)

“A furia di insulti, Ferrara si è preso il posto di Biagi”


di Loris Mazzetti tagonisti, nessuno escluso. Al di là dal video. Lilli Gruber lo ha sostituito opinione ed è in profonda crisi. Non si quella di trasformare lo storico gior-
dell’editto bulgaro (la puntata di Be- più che degnamente a 8 1/2, tripli- può fare il giornalista e il politico allo nale, che era stato diretto da due
ccostare Giuliano Ferrara a Enzo nigni, durante la campagna eletto- candone gli ascolti. Il direttore, ex co- stesso tempo. grandi: Lamberto Sechi e Claudio Ri-
A(presidente
Biagi è un’eresia. Il Fatto nacque
Rai Letizia Moratti), per
rale del 2001 fu una scusa, a B. dava
fastidio l’indipendenza di Biagi e la
munista, ex socialista, ex parlamen-
tare europeo, ex ministro, torna in
Della sua discesa in politica alle ele-
zioni del 2008, con la lista Aborto?
naldi, in house organ di Forza Italia.
Cosa che avvenne regolarmente. Il
un’esigenza di palinsesto: creare un goccia che fece traboccare il vaso fu Rai solo perché B. è un bulimico: non No grazie, ci si ricorda per il suo punto più basso Ferrara lo toccò l’an-
break pubblicitario in più nella fascia l’intervista a Indro Montanelli di qual- si accontenta di avere a disposizione spiritoso commento al risultato: “Più no dopo durante la direzione di Ros-
di maggior ascolto, quella dopo il che mese prima). tutto lo spazio mediatico, vuole di che una sconfitta, una catastrofe: io sella. Dedicò la sua rubrica, l’Arci-
Tg1. Fu realizzato uno studio con Il Fatto è sempre stato citato come più: si è reso conto che i suoi “ad- ho lanciato un grido di dolore per un taliano, ai due grandi giornalisti, ri-
tanto di sondaggio da cui risultò che il esempio di tv di servizio pubblico. Lo detti” (i Sallusti, i Belpietro, le San- dramma e gli elettori mi hanno ri- coprendoli di insulti. Il vero inizio del-
giornalista, che per credibilità profes- stesso B. intervenne diverse volte. tanchè, le Bernini, ecc.), non bucano sposto con un pernacchio”. Ferrara la macchina del fango. Ottanta col-
sionale e per statura morale, in grado Ferrara, mi auguro che non si offenda il video, anzi alla lunga la loro ar- per anni ha scritto male di Biagi, leghi di Panorama mandarono una
di andare in onda per pochi minuti se lo definisco il vero fazioso, lui stes- rogante antipatia diventa contropro- spacciandosi come il Robin Hood di lettera, a difesa di Biagi e Montanelli,
tra due spazi pubblicitari, senza far so si è dichiarato: “Un maestro di ducente alla causa. Ferrara, invece, è B. Con il distacco che il tempo ine- al direttore per dissociarsi da quel-
perdere ascolto a Rai 1, era Enzo par tigianeria”, arriva in Rai solo per capace di stare davanti ad una te- vitabilmente porta, penso che quel l’ar ticolo.
Biagi (secondo risultò Piero Angela, “ragioni politiche” e non professio- lecamera, anche se il guizzo di Radio suo modo di fare più che dettato Se, nonostante i tanti cloni che so-
non ricordo di aver letto il nome di nali. Credo che nessuno si sia accorto Londra è lontano e lo stesso giornale dall’essere un dipendente di B. era la stituirono Il Fatto (Battista, Gianni-
Ferrara già allora sulla breccia). della sua assenza, ormai triennale, da lui fondato, Il Foglio, non fa più conseguenza di una profonda umi- no, Berti, Mimun, i conduttori), du-
Il Fatto di Enzo Biagi (il vero titolo liazione che Biagi e il suo amico rati il tempo di un sospiro, si con-
della trasmissione) andò in onda per Montanelli gli avevano dato. Quando tinua a parlare solo della trasmis-
8 edizioni con una media di ascolto
del 24% di share con oltre 6 milioni di
“Il programma culto, Ferrara andò a dirigere Panorama,
Biagi e Montanelli si dimisero dal set-
sione di Biagi, una ragione ci sarà.
Sempre su Panorama nel 2001 Fer-
telespettatori a puntata, con punte
addirittura di 11 milioni. Il Fatto è
chiuso nel 2002, timanale. Ricordo le sue telefonate
per convincere Biagi a rimanere. L’ul-
rara scrisse: “Mi sono chiesto se
avrei mai fatto contro un D’Alema
stato premiato nel 2004 come il mi- tima volta che i due si parlarono, ciò che ha fatto Enzo Biagi in tv con-
glior programma dei primi cinquan- era servizio pubblico Biagi gli disse che la sua presenza tro Berlusconi. In quel caso, sarei an-
t’anni della Rai. La trasmissione ap- sarebbe stata di intralcio al suo la- dato in camerino, e mi sarei sputato
profondiva l’avvenimento del giorno Ora solo propaganda voro. in faccia”. Rimango in attesa di ve-
partendo da un punto di vista, quello Sia Biagi che Montanelli avevano ca- derlo in onda il 14 marzo dopo il
di Biagi, dando la parola a tutti i pro- per ragioni politiche” pito la vera intenzione di Ferrara: tg.
Domenica 27 febbraio 2011 pagina 5

E
È SEMPRE BUNGA BUNGA

ra l’estate di due anni fa. L’inizio cardinale Bertone, segretario di Stato novembre scorso, sulla scia dei festini ad
I rapporti difficili degli scandali sessuali del vaticano. Contesto altamente simbolico: la Arcore con la minorenne Ruby: il Forum delle
Caimano. Prima Noemi Letizia, festa della Perdonanza all’Aquila. Ma il Famiglie si riunisce e chiede al presidente del
poi Patrizia D’Addario. Silvio Berlusconi colloquiò saltò, a causa della campagna del Consiglio di non partecipare, per evitare facili
tra il premier incaricò Gianni Letta, anima centrista e Giornale contro Boffo, direttore di imbarazzi. Lo stesso premier comunica la sua
vaticana di Palazzo Chigi, di ricucire con la Avvenire. decisione al sottosegretario Giovanardi:
Chiesa. Il fedele sottosegretario organizzò Lontani i fasti del Family Day, l’ultima “Caro Carlo, meglio se rinuncio. Non voglio
e il Vaticano un atteso incontro tra il premier e il figuraccia di B. con i cattolici risale al mettere nessuno in difficoltà”.

IN GINOCCHIO DA TE
di Fabrizio d’Esposito prete russo gli raccontò una sto-
ria che “incise profondamente
lle undici e mezzo le trup- sul mio avvenire”: “Questo gio-

A pe cammellate portate dal


napoletano Amedeo La-
boccetta già reclamano il
vane sacerdote, da piccolo, ave-
va un compagno di banco che
poi diventò un inquisitore del

Cosa non si fa
rancio. Sul palco c’è un salotti- Soviet. Un giorno il prete venne
no dove si discute di etica e va- interrogato dal suo ex amico. Vo-
lori. Annagrazia Calabria, la più leva sapere dove si nascondesse
giovane berlusconiana in Parla- un vescovo in fuga. Il prete non
mento, cita nell’ordine Tomma- lo sapeva e allora l’inquisitore gli
so Moro e Paolo VI e contempo- portò davanti la madre, il padre e

per un’assoluzione
raneamente il cronista intercet- i due fratelli piccoli. Li uccise a
ta questo dialogo nel pubblico uno a uno, sparando loro in fac-
tra due anziani militanti con cia, a ogni no del sacerdote”.
bandiere e cappellino d’ordi-
nanza: “Uè Antò, n’aggio capi- LA PLATEA alterna ovazioni e
to: cà pe’ magnà che s’adda fa?”. coretti “Silvio, Silvio”. Un tripu- piazza Farnese Colorata e
“Pascà, nun ‘o saccio”. “Anto- dio. Il premier si scaglia contro pacifica protesta del popolo viola a
nio, non ho capito: qua che si
deve fare per mangiare?”. “Pa- B. va dai Cristiano Riformisti e se le intercettazioni e assicura che
non ci sarà alcuna patrimoniale
Roma per criticare la morbidezza
con cui Berlusconi inizialmente ha
squale, non lo so”. contro la famiglia. E cita la bene- commentato la crisi libica per
Hotel Ergife, Roma. Uno legge
la grande scritta “Cristiano Ri-
la prende con gay e istruzione pubblica dizione decisiva di mamma Rosa
quando scoccò l’ora fatale di
“non disturbare” il regime del
colonnello Gheddafi
formisti” e magari pensa a un scendere in campo contro il co-
movimento intransigente di munismo. Ragioni che resistono
neoluterani. Invece, visto che ancora: “Come De Gasperi e don
l’ospite più atteso si chiama Sil-
vio Berlusconi, al massimo c’en-
Sturzo siamo qui per opporci al
comunismo”. Anno del Signore
Ma dai
tra l’utero, non Lutero. 2011. I comunisti italiani non
cambiano. A differenza dei com-
“mangiapreti”
I CRISTIANO Riformisti sono
stati fondati nel 2006, sull’onda
pagni tedeschi non hanno fatto
alcuna “Godesborg”: il Caimano
del partito
del Family Day, da Antonio Maz- confonde la teutonica Bad Gode-
zocchi, oggi deputato del Pdl di sberg, dove la Spd sancì la sua fa- Repubblicano,
provenienza aennina. La sala è mosa svolta socialdemocratica,
piena e nella relazione di Maz- con la svedese Goteborg. nella sala
zocchi sono citati i parlamentari Berlusconi finisce e sul palco sal-
di destra che hanno aderito: An- gono un ventina di ragazze cri- accanto, viene
gelucci, Malgieri, Pepe, Laboc- stiano riformiste che indossano
cetta, Speciale, Rizzoli e Pittelli. t-shirt blu inneggianti al Caima- fischiato
Sono presenti anche gli ex pidui- no. A quel punto, il premier cede
sti Cicchitto e Selva, la ministra alla tentazione trattenuta per
Gelmini, la governatrice del La-
zio Polverini, i Responsabili Mof-
tutta la durata dell’intervento uf-
ficiale: “Siete simpatiche e belle
“Libertà è non
fa e Razzi, centristi di ritorno co-
me Baccini. Lo speaker che sa-
e vi invito tutte al bunga bunga,
dove si scherza, si ride con gran-
mandare i figli
luta gli ospiti riserva il titolo di
“Sua Eccellenza” non solo ai
de eleganza e senso del rispetto.
Sono feste moralmente a posto”.
in una scuola
monsignori arrivati ma pure al Tra le ragazze c’è anche Daniela
sottosegretario Giro. Il secondo D. V., che al Fatto Quotidiano poi di Stato
congresso dei CR si svolge ac- dice: “Il presidente è compatibi-
canto a quello dei più antichi re- le con tutto a patto che faccia la- insegnanti che
pubblicani del Pri di Nucara, al- vorare noi e non le ragazze stra-
tra piccola forza di governo. Silvio Berlusconi a Roma, ieri, al congresso del partitino dei Cristiano Riformisti. Gli dicono: “Stia tranquillo, i cattolici sono con lei” (ANSA) niere. Voglio vederlo a quattr’oc- inculcano
E così il Caimano si diverte an- chi per dirglielo. Io ho bisogno
cora a una volta a fare il Fregoli precisa per tre volte che lo ha ri- Minzolini, Sangiuliano, che s’in- la febbre e mi ha pregato di darle di lavorare: mio padre è disoccu- valori sbagliati”
dell’antipolitica: nel giro di nem- visto di notte), un po’ parla a terrompe e grida: “Benvenuto questo messaggio: ‘Stia tranquil- pato, mia madre fa la colf, accet-
meno un’ora passa con disinvol- braccio: “Libertà vuol dire non presidente”. Al podio degli ora- lo, i cattolici sono con lei’ ”. terei ogni compromesso”. Del
tura dai mangiapreti dell’Edera, essere costretti a mandare i pro- tori sale Mazzocchi che assolve il resto, l’assoluzione per il passa- Ma tutti gli uomini sono deboli e
dove non sono mancati i fischi, pri figli in una scuola di Stato do- Sultano per il bunga bunga con POI TOCCA allo show di Sil- to e il futuro è garantita dal il compito della Chiesa è perdo-
agli araldi della tradizione catto- ve ci sono degli insegnanti che escort e minorenni: “Mi hanno vio Cristiano Riformista: un os- “Dott. Prof. Mons. Lucas Rocco nare. Della sua lussuria deve ri-
lica del condottiero Mazzocchi. inculcano ai ragazzi valori con- riferito che in giro ci sono gior- simoro che s’incarna nell’ome- Massimo Giacalone”, com’è spondere all’Altissimo, quando
Ovviamente, sceglie quest’ulti- trari a quelli dei genitori”. nalisti di sinistra che fanno stra- lia contro gay e scuola pubblica e scritto sul biglietto da visita di un sarà, non agli uomini”.
ma platea per attaccare la scuola Il premier si presenta puntualis- ne domande. Ma questa comuni- rispolvera il solito pistolotto an- monsignore siciliano esperto di Alle spalle di monsignor Giaca-
pubblica, dire no ai matrimoni simo alle 12 e 40, orario previsto tà è orgogliosa di averla qui oggi, ticomunista, “ideologia disuma- etica in economia. Si tocca la lone sfreccia l’ex dipietrista Raz-
omosessuali e alle adozioni per in scaletta, mentre è in corso una caro presidente. Il nostro padre na e criminale da cento milioni croce d’oro sul petto e spiega: zi. Mazzocchi lo insegue: “Razzi
single e coppie gay. Il suo inter- tavola rotonda su etica e lavoro, spirituale, l’arcivescovo Angelo di morti”. Il Caimano ricorda che “Sono qui perché Berlusconi di- non ti squagliare”. Razzi: “Toni-
vento è un mix. Un po’ legge uno iniziata in ritardo. Il moderatore Mottola (nunzio apostolico in aveva 12 anni quando nell’istitu- fende la libertà. La lussuria? Chis- no, devo scaricare. Dov’è il ba-
dei suoi primi discorsi del ‘94 (e è un vicedirettore del Tg1 di Montenegro, ndr), è assente per to salesiano dove studiava un sà se è vero quello che si scrive. gno?”.

Emergenza Ruby, a marzo la legge sulle intercettazioni


MARTEDÌ ALLA CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO, IL PDL CHIEDERÀ DI METTERE IN CALENDARIO IL NUOVO BAVAGLIO
di Sara Nicoli Maurizio Paniz, il disegno di legge in- za minore ma sufficiente per governa- un’approvazione della legge, in via de- processo breve, la calendarizzazione
tercettazioni modificato solo in alcu- re e applicare questa riforma, ora non finitiva, addirittura entro i primi di in aula per la fine di marzo, con pos-

Dcuraisinnescare alcune delle armi più


pesanti e feroci in mano alla Pro-
di Milano sul caso Ruby vietan-
ne parti, colpirà non solo la possibi-
lità di pubblicazione e quella d’inda-
gine da parte dei magistrati, ma an-
abbiamo più lo stop che avevamo
quando Fini era presente e il suo no
era un no per quasi cento parlamen-
aprile, prevedendo anche un secon-
do, rapido passaggio al Senato per co-
dificare le modifiche della Camera.
sibilità più che concrete di vincere la
partita. La corsa contro il tempo sulle
intercettazioni si basa sul tentativo de-
do, in sede di giudizio, l’utilizzazione che “l’incauta intercettazione” e, ap- tari dell'ex An”. Adesso questo “stop”, Già martedì, infatti, durante la confe- gli avvocati del premier di arrivare al 6
delle intercettazioni come fonte di punto, la possibilità del suo utilizzo secondo gli uomini del Pdl, sarebbe renza dei capigruppo, il Pdl potrebbe aprile, giorno della prima udienza sul
prova. Più che la pubblicazione di con valore probatorio durante il pro- superato al punto di poter intravedere chiedere, come già accaduto per il caso Ruby con la legge approvata in
nuove, pruriginose confessioni di cesso. modo da depotenziare, almeno par-
Ruby o delle altre adepte al “bunga zialmente, le armi della Procura sul
bunga” arcoriano, il Cavaliere tente-
rà di annullare – o almeno depoten-
ECCO perché anche ieri Silvio Ber-
lusconi è tornato a parlare della legge
L’accusa: fronte probatorio. E pronti anche a far
valere la minaccia della denuncia con-
ziare – il potere probatorio delle in-
tercettazioni relative all’inchiesta di
sulle intercettazioni come un provve-
dimento imminente e necessario: “In
“Le telefonate tro i magistrati milanesi per “incauta
intercettazione” qualora il processo si
Milano. Con un emendamento che,
probabilmente, verrà votato in com-
un Paese civile non c'è libertà se non
c'è certezza dell'inviolabilità delle
vengono concludesse con un’assoluzione per
Berlusconi sia sulla concussione che
missione Giustizia già la prossima set- proprie conversazioni”. Perché poi sul favoreggiamento della prostituzio-
timana quando riprenderà l’esame queste “possono essere modificate, si manipolate ne. Ma la firma del Capo dello Stato su
del ddl intercettazioni – e dove il Pdl possono tagliare parole e frasi che poi una legge che restringe ulteriormente
ha la maggioranza di un deputato - il cambiano il senso del discorso, si pos- per cambiare la possibilità di manovra della magi-
provvedimento diventerà un arma a sono trascrivere diversamente da co- stratura non è affatto scontata. Berlu-
triplo taglio. Su suggerimento del- me sono e si può imitare la voce con i il senso sconi comunque non ha più nulla da
l’avvocato-deputato Niccolò Ghedi- pc". Questa la prossima strategia par- perdere ed è pronto allo scontro fina-
ni e con l’assenso di Pietro Longo e lamentare: “Abbiamo una maggioran- del discorso” le.
pagina 6

LIBIA SENZA RITORNO

Giornali spagnoli: Guarguaglini: “Avranno


Tutti in fuga dal Paese “Pericolo armi chimiche” comunque bisogno di noi”
- Secondo il quotidiano spagnolo El Pias, “Chiunque governerà a Tripoli vorrà i
Tripoli sarebbe in possesso di tonnellate prodotti Finmeccanica”. Ad affermarlo è
Finmeccanica pensa di gas “iprite” usato per le armi chimiche. il presidente e amministratore delegato
Gheddafi aveva promesso di consegnare di Finmeccanica, Pier Francesco
le scorte a maggio, in base a un accordo Guarguaglini, parlando a “Il Sole 24
già al “dopo” con la comunità internazionale. Ma non Ore” delle ripercussioni della crisi libica
lo ha fatto. (FOTO ANSA) sulle attività del gruppo. (FOTO LAPRESSE)

ADDII Anche la “Minetti”


del Colonnello pronta alla fuga
nche la bionda ucraina - è l’ultima delle tante, contraddittorie voci
Al’inseparabile
che arrivano da Tripoli - intende abbandonarlo. Galyna Kolotnytska,
“infermiera” di Gheddafi, la “voluttuosa” donna descritta
dai diplomatici americani nei dispacci rivelati da Wikileaks, non seguirà
il raìs fino alla fine. Anzi, spera di tornare presto a casa. Lo ha affermato
la figlia Tatyana in un’intervista al quotidiano di Kiev Segodnya. La madre
le avrebbe telefonato venerdì dicendo di trovarsi ancora a Tripoli, ma di
voler al più presto raggiungere Leopoli, la sua città. Dopo la moglie e la
figlia Aisha (secondo indiscrezioni non confermate sarebbero scappate
a Vienna) ora anche la 38enne lo lascia solo. Ma la defezione della
fedelissima è un tradimento anche peggiore. Galyna, secondo gli os-
servatori americani, sarebbe l’unica a conoscere a fondo G. Tanto che i
diplomatici di Washington non escludevano una “relazione romantica”
tra i due. Galyna – amazzoni e hostess a parte – è stata a lungo, insomma, Il gran fiuto del premier: “Sembra
la “fidanzata” di G. Ma ora, con la Libia in fiamme, la “Minetti di Tripoli” che Muammar non controlli più la situazione”
inizia a rimpiangere il gelo ucraino. “Sembra che effettivamente Gheddafi non controlli più
la situazione: molti esponenti hanno lasciato la sua
squadra di governo” (FOTO DLM)

ARMATI DI BUONE
SANZIONI
L’Onu: blocco dei beni della famiglia Gheddafi
Il nodo dell’accusa per crimini contro l’umanità
di Giampiero Gramaglia “con cui applicarne le clauso- mier britannico David Cameron d’ingresso nell’Ue non hanno
Bruxelles le”. E l’opposizione, più o meno ne è fra i maggiori sponsor) e sta impatto sull’epilogo della vicen-
all’unisono, gli chiede, invece, pure progettando interventi da libica e neppure lo accelera-
gnazio La Russa, ministro di andare oltre e di “abrogare su-

I
umanitari, al di là di un primo no. A quello, possono piuttosto
della difesa, un tempo pre- bito il Trattato della vergogna”, stanziamento di tre milioni di contribuire interventi militari,
toriano di Fini, oggi guarda- altro che dell’amicizia (parole euro e del coordinamento del- come un’interdizione di volo ancora chi s’oppone sia alle san-
spalle di Mr B, inciampa nel- fra virgolette di Casini). l’evacuazione degli stranieri. In- sulla Libia (una “no fly zone”, co- zioni che alle opzioni “interven-
le parole: ieri ha detto una cosa tendiamoci le sanzioni sono or- me quella unilateralmente attua- tiste”: il premier turco Erdogan
(quasi) giusta, ma poi s’è corret- INTANTO che La Russa spac- mai poco più di una foglia di fico ta dagli usa sull’Iraq), che deve dice che le conseguenze pese-
to ed è venuto fuori un pastic- ca il capello in quattro, l’Onu, gli che organizzazioni internazio- però essere decisa dall’Onu ed rebbero sul popolo innocente e
cio. “Il Trattato tra Italia e Libia Usa e l’Ue vanno avanti: lo fanno nali e singoli Stati si mettono ad- eventualmente attuata dalla Na- accusa l’Occidente di “ragiona-
non c’è più, è già sospeso” af- magari un po’ tardi, ma vanno dosso per coprire connivenze e to: servirebbe a evitare la repres- re” solo in termini di barili di pe-
ferma a Livorno, dove fa visita ai avanti. Il Consiglio di Sicurezza tolleranze di anni col dittatore di sione della rivolta dal cielo. Im- trolio e “volere rendere il mon-
soldati della Folgore in partenza delle Nazioni Unite ha pronto Tripoli, che adesso, invece, alcu- proponibile, invece, un’opera- do un posto più sicuro ricorren-
per l’Afghanistan: e lui, che ave- un insieme di sanzioni già messo ni vogliono tradurre in giustizia zione di sbarco, che avrebbe so- do sempre e solo a sanzioni”. Er-
va sempre sostenuto che l’Italia a punto, dopo che il presidente davanti alla Corte dell’Aja se ne lo connotazioni negative per le dogan ragiona, magari, in ottica
non ha mai fornito armi alla Li- Usa Barack Obama aveva “con- saranno provati crimini contro popolazioni libiche. islamica. Ma tutti i torti non li ha.
bia, si ricorda improvvisamente gelato”, venerdì, i beni dei l’umanità. Proprio il deferimen- Noi, saltati i tappi in Tunisia,
delle motovedette cedute per Gheddafi sul territorio statuni- to del leader libico al Tribunale È PERÒ probabile che lo stallo Egitto, presto Libia, immediata-
bloccare i barconi degli emi- tense. Peccato che, secondo il Penale Internazionale è il nodo sul destino di Gheddafi si sbloc- mente ci preoccupiamo di quel-
granti e spiega che “gli uomini Times, il Colonnello avrebbe ap- più dibattuto delle sanzioni chi prima che l’eventuale “no fly lo che accadrà adesso: integrali-
della Finanza, che erano sulle pena trasferito tre miliardi di Onu, con Stati (come Russia e Ci- zone” possa essere decisa e at- smi al potere? Ondate di terro-
motovedette per controllare i li- sterline a Londra. Comunque, i na) che, non avendo mai visto di tuata. Un consulto militare in rismo? Oppure esodi di migranti
bici (senza per altro impedire loro soldi del dittatore non dovreb- buon occhio il Tpi, si mettono di ambito atlantico potrebbe svol- sulle nostre coste? E già ci viene
di sparare su un peschereccio di Ma- bero essere al sicuro neppure lì, traverso anche in questa occa- gersi a Napoli, secondo un’ipo- la nostalgia del tappo: metterce-
zara del Vallo, ndr) ora sono nella anzi: l’Unione europea sta defi- sione. Ma il blocco dei beni in tesi suggerita a La Russa dal col- ne un altro, per stare tranquilli
nostra ambasciata”. Bravo Igna- nendo le sue sanzioni (e il pre- Occidente e l’eventuale divieto lega britannico Liam Fox. Ma c’è noi, mica meglio e liberi loro.
zio che s’adegua al cambiamen-
to di linea del premier: Berlu-
sconi riconosce che l’amico, fi- LA BABELE DEI NUMERI Da Tobruk indietro fino a Timisoara
no a una settimana fa, Gheddafi
non ha più il controllo del pro-
prio Paese e constata: “Italia e
Ue non possono essere spetta-
tori” della crisi libica. Passa
L’audience dei “genocidi” e le notizie sotto controllo
qualche ora e Ignazio ha paura di Maurizio Chierici capisce che la tragedia sta per pella dei valzer dell’emiro ma tanto per far teatro: la rivolta tragedia della Libia e la ripu-
di avere fatto il passo più lungo rubargli abitudini alle quali non con l’obbligo dello scoop per sba- non c’entra. Immagini che arri- gnanza per l’arroganza crimina-
del dovuto: il Trattato, precisa,
non è sospeso, è solo inoperan-
te, proprio mentre Lamberto
Lmilaahanno
prima domanda: come
fatto a contare “10
morti”?. Secondo dubbio:
vuol rinunciare ed esercita un ta-
lento non insolito attorno al Me-
diterraneo: cambia bandiera e
ragliare la concorrenza: 51% di
audience da Londra all’Indone-
sia. Briciole alla pattuglia delle
vavano con la violenza di un ul-
timatum: ecco cosa fa Gheddafi.
Immagini trapiantate in Libia
le di Gheddafi. Resta la doman-
da: quali interessi per imbroglia-
re? Giochi della disinformazione
Dini, constata che la sospensio- davvero Gheddafi ha bombarda- passa al “nemico” di ieri; il “mio altre tv guidate da Al Arabia, ma un po’ girate nello Yemen e in negli anni dell’informazione
ne è nei fatti, perché “non c’è la to Bengasi, Tobruk e Misu- popolo” di oggi. Non con le pa- emirato Dubai: appena il 5%. E Bahreim, solo imbrogli tv o altri lampo. Forse il petrolio, forse il
controparte”, cioè lo Stato Libia rata? Voci che rimbalzano altre role sfumate del diplomatico: Al Arabia prova a rimediare al misteri? Come sono lontani gli controllo di una regione che pro-
voci e le parole si allargano nella batte il pugno e inventa i morti, buco aggiungendo morti ai mor- scavi di Sebrenica, massacri va a ridisegnare il futuro, quindi
definizione che sconvolge: geno- tanto per far capire che l’ha ti. Chi ascolta immagina la Libia ex Jugoslavia, cave con ragazzi oscillante e pericolosa. Torna la
Pasticcio cidio. Mai un dittatore alle corde
aveva liberato la follia distrug-
sempre pensata così. La prima
contabilità dell’orrore esce dal
nei cimiteri delle fosse comuni,
paese ospedale per “migliaia” di
ammucchiati come legna da
bruciare: 8372 bosniaci mussul-
parola “stabilità” e l’inquietudi-
ne continua. Bisogna dire che la
di La Russa gendo città, famiglie, scuole,
ospedali per fermare la rivolta di
Palazzo di Vetro sulle onde di Al
Jazeera, Cnn araba: 51% di
feriti dispersi in un immenso laz-
zaretto.
mani assassinati dai serbi cri-
stiani del generale Mladic. An-
storia raccoglie messe in scena
altrettanto fragili nella fine vio-
sul Patto chi non sopporta di respirare
senza pensare. Indignazione
ascolto nel mondo islamico,
creatura dell’emiro Hamad bin
Finalmente i primi giornalisti co-
minciano ad arrivare. Scoprono
che allora giravamo la testa. Il
sospiro di Livio Caputo, sottose-
lenta delle dittature. Quando le
piazze romene lapidano Ceau-
lenta dei paesi civili, ma ormai Khalifa Al Thani che ha l’am- che gli aerei hanno bombardato gretario agli esteri di Berlusconi. sescu (1989), per rappresentar-
italo-libico: non possiamo girare la testa. bizione di trasformare il Qatar depositi di armi e caserme, mai Ricorda un altro sterminio orga- ne teatralmente la crudeltà i
Condanne e progetti di invasioni nel “centro culturale” del pulvi- le case. Filmano fosse comuni nizzato dai cattolici croati: “Pu- giornalisti sfilano nella morgue di
“È inoperante” umanitarie. L’allarme che com- scolo di emirati. La sua tv ne è il nella sabbia di un cimiero per lizie etniche orribili eppure tra- Timisoara, città martire, mille
muove il mondo parte da New fiore all’occhiello. Giornalisti libe- poveri, eppure ogni corpo é ri- gicamente funzionali alla futura morti voluti dal dittatore nell’il-
Ma nessuno York. Ibrahim Dabbashi, vice ri di assecondare una politica piegato senza fretta in una tom- stabilità”. lusione di fermare la rivolta. Poi
ambasciatore di Gheddafi all’O- pro americana, pro israeliana, ba come vuole la devozione. È La scoperta di una realtà diversa si scopre che le vittime non ar-
lo ha revocato nu, funzionario dalla vita agiata, pro iraniana, soprattutto stam- solo un vecchio camposanto, da quella gonfiata non cambia la rivano a 30 e che per la sadica
Domenica 27 febbraio 2011

L’esodo dei cinesi: Ordinanza anti-immigrati


in 16mila in fuga a Lampedusa
Circa 16mila cittadini cinesi sono Di fatto si vieta agli ospiti del
stati evacuati dalla Libia. Lo riporta centro d’accoglienza di lasciare la
l’agenzia Xinhua. Tra questi, circa struttura. Ieri per le strade non si è
7mila sono stati evacuati in Grecia, visto nessuno dei 697 migranti,
Tunisia e Egitto, mentre circa 8.300 mentre è stato sospeso il ponte
sono ancora in viaggio e 700 sono aereo per trasportarli in altri centri
già giunti in Cina (FOTO ANSA) del territorio nazionale (FOTO F. BUCCIARELLI)

“GUERRA CIVILE” La minaccia


del regime. Ma Tripoli è assediata
A“Lattorno sembrano cadere una dopo l’al-
tra le roccaforti del potere di Gheddafi.
base aerea di Tobruk passa con i ri-
Dopo gli spari si sono sentite numerose
sirene e auto in fuga che suonavano il clac-
son”.
voltosi”. A Sabrata la protesta si bagna di La capitale ormai è diventata il perno della
sangue: “Decine di persone sono rimaste resistenza del raìs, da giorni asserragliato
gravemente ferite dopo che un battaglione nel bunker di Bab el Azizia. E ieri a con-
fedele al leader libico ha aperto il fuoco fermare la difficoltà del regime è arrivata
contro manifestanti nella città a ovest di l’intervista ad Al Arabiya di Saif al-Islam Ged-
Tripoli”. “Un gruppo di mercenari filo dafi, figlio del colonnello: “La rivolta in
Gheddafi a bordo di elicotteri hanno aper- Libia apre tutte le opzioni, compresa la
to il fuoco su un corteo funebre a Misu- guerra civile. Secondo Saif la parte orien-
rata, la terza città della Libia, controllata tale della Libia non può essere separata dal
dall'opposizione, a 150 km ad est di Tri- resto della nazione e comunque il popolo
poli”. Sono le notizie battute dalle agenzie. libico non avrà alcun futuro se non si trova
E ancora: “Numerosi colpi di armi da fuo- un accordo.
co sono stati uditi questa sera a Tripoli. R. E.
(FOTO F. BUCCIARELLI)

Mappe
“Desaparecidos
sposarmi adesso, ma certo una
famiglia la vorrei creare. Ora
dc forse anche noi potremmo es-
sere un Paese normale, e non
da paragonare con il Sudan, il
Ruanda, l’Afghanistan, ma con

e propaganda: la mia
il Dubai (uno degli Emirati più ric-
chi e pacifici del Golfo; ndr ): sia-
mo un Paese ricco, con tanto
petrolio e invece non abbiamo
La trappola niente”. Quella che appare l’il-
lusione infantile di un nuovo

del Trattato
vita sotto il raìs”
mondo a portata di mano non
risparmia nessuno: “Avere un
sistema politico con dei capi
di Claudia Gazzini* eletti, una democrazia, un go-
verno che i cittadini hanno il

LLibiaasospendere
decisione italiana di
il trattato con la
diritto di cambiare, è un sogno
che si può realizzare. Siamo
è corretta sia da un punto
di vista umanitario che ABDUL, 35 ANNI, IN PIAZZA guidati da un comitato cittadi-
no gestito da una ventina di
strategico, ma potrebbe membri, notabili della città,
provocare delle ritorsioni da
parte del governo di Tripoli. La
PER RIPRENDERSI LA LIBERTÀ dottori e ingegneri”.
Ma soprattutto sembrano in-
sospensione è stata necessaria fluenti gli esuli della diaspora,
perché gli impegni italiani di Stefano Citati che sono tornati dalla Gran
previsti dal trattato Inviato a Bengasi Bretagna, dagli Usa, dalla Sviz-
impedivano alla Nato di zera “Per compiere la nostra
prendere una decisione a città è ancora ubriaca. vendetta”, come dice pubbli-
riguardo a possibili sanzioni o
un no-fly zone sulla Libia.
Infatti i primi quattro articoli
del trattato vincolavano l’Italia
a rispettare la sovranità della
L Sulla piazza del porto,
sotto i fantocci di Ghed-
dafi impiccati ai lampio-
ni, la folla ritma slogan contro
quel che resta del regime: “Il
camente Kamal Mussa, fuggito
nel 1978 e che sta profonden-
do il suo impegno (qualcuno
profonde anche denaro) nel
nuovo governo della East Zone,
Libia, a non ricorrere sangue di chi è morto non se area liberata dove sventola la
all’impiego di forza contro la ne andrà facilmente”. Passa un nuova-vecchia bandiera della
sua integrità territoriale o camion carico di ragazzi che Libia pre-Gheddafi.
indipendenza politica, ma canta: “Dov’è il riccioluto
soprattutto vietava al governo puzzolente?”. Un intero paese “LA LIBIA È VIVA” into-
italiano di “concedere l’uso si libera del peso di quaran- nano nella piazza sotto un cie-
dei propri territori per t’anni di dittatura e accumula lo diviso tra sole e pioggia,
qualsiasi atto ostile” nei testimonianze sulle nefandez- mentre Abdul spiega come è
confronti di Tripoli. ze del Colonnello. Un clima da nata la sua rivolta: “Tra amici
Sospendendo quest’accordo il primo dopoguerra, dove l’eu- abbiamo sempre criticato il re-
governo italiano ha così foria e l’impossibilità di una gime – e attorno a lui i ragazzi
chiaramente dichiarato di nuova occupazione porta l’in- meno giovani annuiscono –
Un ministro in marcetta volere partecipare a pieno tera città a sciamare sul lungo- ma mai pubblicamente. Nel
La Russa ieri al saluto i militari della titolo ad un’azione coordinata mare, mentre nel porto conti- Le voci della protesta La rivolta di Bengasi (F OTO DI F. BUCCIARELLI) 2005 il regime ha fatto scom-
Folgore in partenza per l’Afghanistan con gli altri alleati per nua il tentativo di esodo degli parire e ucciso, l’ho saputo so-
(FOTO ANSA). Qui accanto il presidente
degli Usa Barack Obama (FOTO ANSA). In
impedire che la situazione in
Libia degeneri ulteriormente.
immigrati egiziani, tunisini,
vietnamiti, cinesi, bengalesi
uno dei clan tribali che con-
trollano la regione), tutta la sua
Bengasi, nella lo anni dopo, un caro amico
dell’università che faceva poli-
alto, un’abitazione compita durante gli
scontri in Libia (FOTO ANSA)
Ciò dimostra che il governo
Berlusconi ha finalmente
senza più lavoro. esistenza è stata scandita dalle
gesta del condottiero ora deri-
città sotterranea tica. In queste settimane abbia-
mo visto le tv arabe, anche se il
superato quelle inutili
esitazioni che nei primi giorni
LIBERATA ALL’INIZIO
della settimana, la capitale del-
so. “Da bambino ci venivano
raccontati vita e miracoli del
le prigioni segnale era difficile da prende-
re, e nonostante il regime di-
messa in scena della montagna del conflitto gli impedivano di la Cirenaica dopo decenni di si- raìs, insegnato che lui è il padre cesse bugie sulla situazione in
dei cadaveri, si erano vuotate le prendere posizione contro il lenzioso dissenso fa i conti con della nazione, l’amico dei po- dei dissidenti Egitto, abbiamo capito cosa
tombe. Tornando alla Libia: mi- suo ex-alleato a Tripoli. Una i freschi orrori del passato; si veri. Da ragazzo dovevi studia- stava accadendo. La scintilla è
gliaia di corpi sciolti fra le ma- decisione importante dunque, scoprono i cunicoli – una città re il Libretto Verde da lui scritto. Gli esuli tornano stata quando le chiacchiere
cerie è stato l’incubo dei testi- che potrebbe tuttavia anche nera sotto la superficie di Ben- All’università tutti i mezzi di in- private sono diventate pubbli-
moni di altre tragedie. Nell’as- far scattare una ritorsione da gasi – dove gli oppositori veni- formazione descrivevano le e promettono: che, hanno preso forza e si è
sedio della Beirut 1982 i cro- parte di Gaddhafi. Sospendere vano rinchiusi (ve ne sarebbe- sue gesta. Finché sei piccolo passati ad agire, manifestando
nisti ricordano la nebbia marcia un trattato tanto voluto e tanto ro ancora di vivi qui sotto, ma credi a quel che dicono, non “Sarà vendetta” e subendo la repressione (un
che soffocava la città. 55 giorni, celebrato dal leader libico non si riescono a rintracciare); dubiti della grandezza del tuo ragazzo fa vedere sul videofonino
tre bombardamenti al giorno, equivale quasi ad una ci si fotografa sorridenti davan- leader; solo a 18 anni cominci a la ripresa di un soldato che uccide a
corpi e immondizie cuociono al dichiarazione di ostilità, se non ti alle orbite vuote e annerite capire che non è vero niente, conto della relazione speciale sangue freddo un manifestante a
sole dell’estate libanese: 2 mila di vero e proprio conflitto. Il delle finestre della residenza perchè vedi che nulla cambia, con il vostro Berlusconi. Mio terra, ndr). In quel momento
500 vittime in due mesi più la divieto di far atterrare un del raìs, e dietro alle mura sa- che tutti gli annunci e le pro- padre ormai è morto, era un ognuno di noi ha dovuto sce-
notte degli sciacalli maroniti a C-130 italiano nella mattinata loni vuoti rivestiti di marmo. messe che lancia non si avve- contadino, mia madre è un’an- gliere di essere o non essere, di
Sabra e Chatila. Tra un’in- di sabato potrebbe essere stata Girano voci di scontri poco rano mai: Avrete tutti case digni- ziana donna, le mie tre sorelle vivere o morire”. Adesso i nuo-
cursione e l’altra sepolture fret- la prima azione di ritorsione fuori città, ma anche di nuove tose, tutti un lavoro e buoni salari. fanno le infermiere, uno dei vi comandamenti del Paese li-
tolose. E ricominciava l’inferno. contro il nostro governo. E ne aree liberate, sempre più vici- invece nulla e un giorno passa miei due fratelli l’interprete berato sono condensati in 11
Possibile che in sei giorni la Libia potrebbero seguire altre, ne a Tripoli, e sulla fine del re- uguale all’altro senza speranze come me, che mi sono laurea- punti – dai diritti umani alle li-
sia disfatta così? Fumo per qual- specialmente se il raìs riterrà gno del Re dei Re di Libia. di cambiamento, ed è questa la to in inglese all’università, che bere elezioni – sul nuovo gior-
che scoppio, nessuna nebbia av- l’Italia responsabile delle Anche a Abdul Wahab Igali si cosa più triste e pesante. Men- di fatto è gratuita, e ho lavorato nale Libia libera distribuito tra i
velenata. Finalmente l’informa- decisioni della comunità libera dei ricordi della sua vita tre le celebrazioni della gran- con una società turca. Ma ora manifestanti che si mostrano
zione ha raggiunto la realtà, ca- internazionale di intervenire con il raìs. Da quando è nato, dezza libica dovuta al raìs viene faccio solo il tassista. Ho inve- l’un l’altro le dita alzate a V, il
piremo quali interessi gonfiano i in Libia. 35 anni fa a Tobruk (il suo è un moltiplicata giorno dopo gior- stito tutti i miei soldi nell’ac- nuovo gesto d’appartenenza
delitti di Gheddafi. * European University Institute cognome berbero e fa parte di no, passando anche per il rac- quisto dell’auto, non posso del popolo di Bengasi.
pagina 8 Domenica 27 febbraio 2011

MALITALIA

“COSÌ LI HO CONQUISTATI” Scandalo Sanità, Gianpi Tarantini


rivela come ha agganciato la corte di D’Alema
di Antonio Massari glio di un politico…!”, dice Taran- colpo nei confronti del partito di
Bari tini alla pm, “hai qualcosa in più Tedesco è abbastanza serio. Ri-
(…) Ti presenti come Carlo o Giu- schio di subire la nomina di un’altra
ei piani di Gianpi Tarantini

N
seppe Tedesco, era un’imposizio- persona e d’essere in una condizio-
non c’era soltanto il pre- ne, credo!”. ne svantaggiata. Non so se è chiaro.
mier Silvio Berlusconi. C’e- Tedesco era considerato un uomo Il colpo dato al Pd, in una condi-
ra anche l’ex ministro degli di D’Alema e anche Gianpi punta al- zione del genere – laddove persino
Esteri Massimo D’Alema. L’obiet- l’ex ministro degli Esteri. Il tramite l’opposizione dice: ‘Non ci sono
tivo: essere “accreditato”. È il 4 set- tra i due è l’imprenditore Roberto reati’ – significava rischiare, per
tembre 2009 quando, dinanzi alla de Santis. “I suoi rapporti con D’A- me, di finire prigioniero politico,
pm Desirè di Geronimo, Tarantini lema e il Pd quali erano?”, chiede la rispetto a un settore su cui volevo
racconta lo scopo della cena orga- pm. “Ho un rapporto di amicizia implementare la mia capacità di
nizzata al ristorante “La Pignata” di con de Santis”, risponde Tarantini: controllo”. Ed ecco l’alternativa:
Bari: “Invitare i primi dirigenti del- “Tra il 2001 e il 2003 ci frequenta- “La campagna sul conflitto di inte-
le Asl, i primari e fare bella figura, vamo molto, non solo a Bari, abbia- ressi aveva messo sotto botta Tede-
facendo vedere che c’era il presi- mo fatto week end insieme con le sco, lui usciva ammaccato, mi do-
dente D’Alema. Non era la finalità mogli, anche da soli”. “Dove vi ve- veva tutto, perché in Consiglio re-
di finanziare un partito, non me ne devate?”, domanda la pm. “Lecce, gionale ho detto: ‘Se fossi un cini-
fregava niente (…). Quando vuoi Bari, Roma, Milano, siamo andati co, lo liquiderei senza battere ci-
fare bella figura con i primari, i di- anche a New York, credo, abbiamo glio, avrei un applauso popolare’
rigenti di una Asl, inviti il ministro fatto un week end insieme con lui, (…). Mentre in questa condizione,
degli Esteri, sei un po’ più accre- D’Alema”. Dalla lettura del verbale ammaccato politicamente, da me
ditato”. non è chiaro – ma sembra improba- difeso, al centro di attenzioni inve-
bile – se D’Alema abbia partecipato stigative, immagino che la condu-
D’ALEMA ha sempre dichiarato al week end a New York. Ma i due si zione dell’assessorato sarà fatto
di aver incontrato Tarantini senza sono incontrati. “De Santis quand’è nella modalità migliore. E potrà es-
sapere chi fosse. Ma la versione del- che le ha fatto conoscere D’Ale- sere il tempo in cui comincia il
l’ex ministro degli esteri deve fare i ma?”, incalza ancora la pm. “Ho co- cambiamento in Sanità”.
conti con quella di Tarantini che Gianpi Tarantini (FOTO EMBLEMA) . Sotto, Massimo D’Alema (FOTO DLM)
più volte nell’interrogatorio, riba-
disce di aver frequentato un intimo Nei verbali i racconti in evidente con-
amico di D’Alema, Roberto de San-
tis. E oltre l’incontro in barca a Pon- delle cene e delle gite
flitto d’interessi.
Un conflitto d’in- CORONA a casa Scazzi
za, Gianpi, riferisce di un ulteriore teressi che non
week end con D’Alema, nel Salento.
E l’idea della cena, spiega Tarantini, in barca sfugge neanche al
presidente Nichi
entra dalla finestra
nasce proprio dai precedenti in-
contri con D’Alema: “Avendo fatto
quel viaggio con D’Alema… nel
per aggraziarsi Vendola. Interro-
gato dalla pm, pe-
rò, il governatore
Ptualeiùpersuichelaluoghi
un fotografo ormai è un becchino (senza offesa
categoria). Fabrizio Corona è una presenza abi-
delle tragedie: era piombato a Garlasco dopo
2007... speravo che l’amicizia con l’ex ministro rivela le sue strate- la morte di Chiara Poggi. Ieri la madre di Sarah Scazzi se l’è
de Santis potesse giovarmi, anche gie per aggirare la trovato in casa. Una bella paura: passi un ladro, ma Corona
presentandomi qualche esponente potenza del Pd. è da infarto. Ormai le famiglie vittime di un omicidio devono
del Pd, il vantaggio era quello…. L’i- nosciuto D’Alema in più occasioni, nali che è stato solo 10 minuti. D’A- “Guardi – dice Vendola – ho cer- metterlo in conto: arriva Corona (nelle vesti di volto del pre-
dea è nata perché volevo sponsoriz- in particolar modo abbiamo fatto lema arrivò intorno alle undici, Emi- cato di immettere personalità stigioso programma “Domenica 5”). Visto che non gli hanno
zare il Pd e fare bella figura con di- un week end insieme, io ero in barca liano arrivò puntualissimo e andò estranee al sistema che potessero aperto la porta, lui sarebbe entrato dalla finestra. Il seguito
rigenti e primari, esclusivamente con il dottor Francesco Maldarizzi, via per ultimo. Abbiamo pagato un offrirmi una lettura più libera (…) è ancora più grottesco: la povera signora Concetta, non
quello. Per essere accreditato”. “La- avevano organizzato questo week conto di 1.770 euro”. delle cose che accadevano in Sani- avendo nemmeno più la forza di cacciarlo a pedate, gli ha
vorare nell’ambito della Sanità?”, end con D’Alema, con la sua barca, e tà. L’assessore Tedesco ha portato offerto un bicchiere d’acqua. Lui le avrebbe promesso 100
domanda il pm. “Sì, certo”, rispon- de Santis con la barca di D’Alema. ANCHE dai verbali emerge, in Consiglio, ha esibito anche do- mila euro per un’intervista, perché nel mondo di Corona –
de lui. Sebbene gli affari di Tarantini Andammo a Ponza. Facemmo que- quindi, che il sistema sanitario, cumentazione, per spiegare che che purtroppo è il nostro – il dolore è più grande se si può
nel settore protesi, comunque, pro- sto week end e poi forse un altro nel per gli imprenditori, ruotava sul non eravamo di fronte a nessun ti- quantificare in euro. Ora è accusato di violazione di domi-
cedessero bene, Gianpi cerca co- Salento, non ricordo se quello nel potenziamento della “rete” poli- po di vantaggio. Era il momento cilio, anche se Fabrizio respinge le accuse: “Mi ha offerto lei
munque una sponda nel Pd. L’ap- Salento fu organizzato o ci trovam- tica, interna al centrosinistra che della questione esplosa del conflit- un caffè”. Comunque il suo scopo l’ha raggiunto: si parla di
poggio politico può risultare utile mo lì per caso, comunque c’era an- governa la regione, per accapar- to di interessi. Un momento parti- lui. E il rischio di un’ennesima condanna? Sulla testa gli pen-
per contrastare l’ascesa delle azien- che D’Alema”. E fu così che nacque rarsi nuove fette di mercato o colarmente difficile, perché ho dono già 10 anni di galera. Con tutti i segreti che conosce
de concorrenti: quelle dei figli di l’idea della cena. “Chiesi a de Santis mantenere quelle già esistenti. due strade di fronte a me”. Ed ecco sarà eletto alla Camera e avrà l’immunità. O magari ar-
Tedesco. Ed ecco che il peso del la presenza di Massimo D’Alema, il Soprattutto nel campo delle pro- la strategia: “Posso fare due cose riverà il processo breve e Corona con altri illustri imputati
conflitto d’interessi nella sanità pu- quale partecipò a tutta la cena, sia tesi sanitarie dove, con la presen- differenti: assumere la questione brinderà alle Bermuda. Ferruccio Sansa
gliese, anche da questo verbale, lui che il dottor Michele Emiliano, a za sul mercato dei propri figli, del conflitto di interessi e dire a Te-
emerge con chiarezza: “Se sei il fi- differenza di quanto scritto sui gior- l’ex assessore Tedesco appariva desco: ‘Vai a casa’. A quel punto, il

INCUBO I resti della ragazza in un campo a 10 chilometri da Brembate

Yara, è tutto finito. Ritrovato il corpo


di Enrico Fierro loro sensazioni. Ma di Yara nessuna traccia.
Neppure quella scovata dal fiuto dei cani po-
adesso chissà se i poveri resti di Yara riu-
Edisumana
sciranno a raccontare la verità sulla vicenda
di questa povera ragazza scomparsa
liziotto che fanno ritrovare un giubbotto nero
in un cantiere, aiuta. Passano settimane e la ri-
cerca di risultati a tutti i costi fa inciampare chi
tre mesi fa. Se riusciranno ad illuminare alme- indaga. La vicenda del giovane marocchino
no per un attimo il tragico giallo della fine di Mohammed Fikri è l’errore più grande e pe-
una tredicenne che dalla vita aveva avuto tut- ricoloso. Un colloquio telefonico in arabo tra-
to. Bellezza, salute, intelligenza e quella voglia dotto male e il biglietto per un viaggio in nave
di crescere, diventare donna, affermarsi che in Marocco portano al fermo del giovane. Nei
qualcuno ha spezzato. Qualcuno ancora tena- paesi attorno a Brembate, tra le villette che si
cemente avvolto nelle nebbie del mistero. Il contendono lo spazio con i capannoni di pic-
corpo di Yara è stato trovato a qualche decina cole industrie e i cantieri di centri commercia-
di chilometri da Brembate, il luogo dove la ra- li, rischia di prender fuoco la voglia di farla fi- Amabili resti
gazza era scomparsa la sera del 26 novembre nita con i “negri”. ritrovati a dieci
scorso. Poco lontano dal centro che coordi- chilometri
nava le ricerche. L’ultima beffa che la sorte ha LE PROVE contro Mohammed sono deboli, il da casa di Yara (FOTO ANSA)
riservato in questa storia carica di misteri. Tan- colloquio è stato tradotto in modo equivoco,
te piste sono state battute inutilmente in que- l’impianto accusatorio fa acqua da tutte le par-
sti tre mesi, e ognuna sembrava puntare nella ti. Il giovane viene scarcerato e tutto ricomin- della ginnastica ritmica, sparisca così? Sono normalità. Imploriamo la pietà di quelle per-
direzione giusta. Ogni rivelazione, ogni se- cia daccapo. Come il primo giorno. Ipotesi e settimane di angoscia per la famiglia Gambi- sone che trattengono Yara, desideriamo che
gno, ogni indizio anche minimo, sembrava in- voci, chiacchiere e sospetti si accavallano. Si rasio, che sceglie di vivere il suo dramma nel nostra figlia faccia ritorno nel suo mondo, nel
dicare la strada giusta per ritrovare Yara viva. parla anche della vendetta contro il padre di silenzio. Il paese è preso d’assedio dalle telca- suo paese, nella sua casa, nelle braccia dei suoi
Yara, un imprenditore che anni prima avrebbe mere, la loro villetta è circondata dai giorna- cari”: è l’appello letto dal padre della ragazza.
“HO VISTO Yara parlare con due uomini”, avuto rapporti conflittuali con una azienda le- listi, il caso di Sarah Scazzi si va esaurendo e la tv Parole che non riescono a segnare il cuore di
rivela quasi subito un ragazzo. Si ricostruisco- gata a personaggi forse in odore di camorra. del dolore cerca nuovi drammi che possano ar- marmo di chi prese Yara la sera del 26 novem-
no gli identikit dei due, qualcun altro parla di Anche questa pista si rivela sbagliata. Dov’è Ya- ricchire l’audience. Ma i Gambirasio si conce- bre. E ora tocca a quei poveri resti tentare di
uno strano furgone che si vede girare per le vie ra? Chi l’ha presa? Come è possibile che una dono ai fari della tv solo per dire poche, im- indicare la strada per dare un po’ di giustizia a
di Brembate e che rallenta davanti alle scuole. ragazza di 13 anni, brava a scuola, senza ami- portanti e laceranti parole. “Ridateci nostra fi- questa ragazza morta a tredici anni senza un
Si fanno avanti anche veggenti a raccontare le cizie equivoche, con un’unica passione, quella glia. Aiutateci a ricostruire la via della nostra perché.
Vergassola: Il rais dichiara che non lascerà il paese e resisterà fino
alla morte. Ha detto lo stesso anche Gheddafi
a cura di Roberto Corradi

I Nanocon CORAGGIO
di Roberto Corradi di Luca Telese
dc
Il giorno in cui si firmò, con mille

N
el presente numero che sancisce e celebra il fanfare, il trattato di amicizia
primo anno di vita de il Misfatto, è d’ob- italo-libico, tutti sorrisero. Solo
bligo un’ammissione! La settimana scorsa, due parlamentari del PD, Furio
Colombo e Andrea Sarubbi, dis-
lanciando il Concorsone, avevamo sottova- sero di no, e nessun altro - oltre
lutato tutto! Anzi, avevamo sottovalutato tutto tan- l´Italia dei valori e le sinistre ra-
tissimo! Avevamo sottovalutato quanto avreste par- dicali (che purtroppo non erano
tecipato, in quanti avreste votato. E avevamo sot- in Parlamento) - ebbe il coraggio
tovalutato il Giornale. O sopravvalutato, a seconda di opporsi. Il giorno in cui si fir-
mò il trattato di amicizia Ita-
dei punti di vista. E prego la regia di mandarmi le lo-libico, volarono Frecce Trico-
cifre: allora, 44.461 voti espressi on-line nel sito de il lori e scorsero petrodollari, tutti
Fatto per decretare il miglior difensore dell’indifen- applaudirono, tutti si divertiro-
dibile (ha vinto la Santanché, ma ne parliamo do- no, ma nessuno ebbe il coraggio
po). Una quantità spaventosa di mail che richiede- di dubitare. Il giorno in cui Ric-
cardo Iacona fece vedere i lager
rebbero un Misfattone di 100 pagine per essere
di Gheddafi e i camion piombati
pubblicate al completo (e grazie di cuore a tutti!), italiani (ecco dove erano i nuovi
due intere facciate dedicate a noi da il Giornale di modelli Fiat!) per deportare
Sallusti (uau!), porzioni ingombranti de La Zanza- extracomunitari, qualcuno scos-
ra di Cruciani costruite intorno al Concorsone, e se il capo: ma anche quella volta
tante altre meraviglie del creato! E qui adesso l’aiuto nessuno ebbe il coraggio di dire
no.
serve nello sghignazzo! Noi ci divertivamo come Il giorno in cui la portavoce del-
matti a chiamare a raccolta tutti i nostri lettori per- l’Alto Commissariato per i Ri-
ché ci indicassero il vassallo berlusconiano più vas- fugiati, Laura Boldrìn, denunciò
sallo di tutti, e al di là dell’immobile linea gotica la violazione di tutti i diritti uma-
(cioè quella linea che decreta guance e muscoli ser- ni dei detenuti in Libia, nessuno
le diede ascolto, e - anche in
rati nella tragedia dell’onta, come le facce di quelli a quel caso - qualcuno sospirò,
cui parla Crozza a Ballarò) di là, si diceva, i Na- ma nessuno trovò la forza di
nocon lanciavano strali! Contro di noi!! Beh, è me- opporsi. Il giorno in cui il dit-
raviglioso! Non si poteva chiedere di più! Alla fine, tatore beduino (con rispetto per
mi ripeto, il sondaggio sul difensore dell’indifen- i beduini) venne ad arruolare fra
le ragazze italiane le nuove pro-
dibile più strenuo l’ha vinto la Santanché che, a ele- pagandiste della rivoluzione
zione ormai certa, Luca Telese ha raggiunto per verde e del Corano, tutti trova-
commenti e consegna di doveroso attestato a sug- rono la cosa buffa, e - era solo
gello (trovate tutto a pag V). Ma la meraviglia è pochi mesi fa - nessuno ebbe il
stato annusare lo sdegno con cui alcuni irridu- coraggio di opporsi. Il giorno in
cui il dittatore esportò in Italia il
cibili si sono visti giudicati irriducibili e insop- Bunga Bunga, si disse che era
portabili. E non da una sparuta minutaglia fazio- pittoresco: ma i geopolitologi ci
sissima. No. Da tutti! Anche dai coraggiosi frequen- spiegarono che siccome aveva
tatori dei siti dei Nanocon stessi che hanno sbef- messo la tunica al posto della
feggiato i difensori dell’indifendibile vieppiù. divisa, bisognava prenderlo sul
serio. Anche quella volta nes-
Un dubbio orrendo ci assale. Ma che per caso
suno si oppose. Il giorno in cui
s’erano convinti che La Russa fosse sim- Gheddafi inizìò a sparare sugli
patico? O che Rotondi risultasse convin- oppositori, nessuno dei leader
cente? O che Cicchitto avesse qualcosa della sinistra riformista con baffi
di cordiale e comunicativo che andasse propose guerre umanitarie, e
al di là del suo magico sorriso da Nonna persino quella volta, nessuno si
oppose. Il giorno in cui Gheddafi
Abelarda (o Befana del 6 gennaio, a scel- agonizzava - oggi - nemmeno
ta)? Naa, impossibile. Un ventennio di frot- allora un governo europeo prese
tole non può aver manipolato così a fon- posizione e la cosa sembrò pa-
do anche le menti dei Nanocon mede- radossale. Ecco perché questo
simii. Ma perchè, può? Oddio! Brivido, corsivo è serio: l´unica satira
possibile, per una volta, è non
terrore, raccapriccio. E nel prossimo nu- ridere .
mero... si replica!
pagina II Domenica 27 febbraio 2011

CORRUZIONE
di
Bertolotti
&
De Pirro

di Marco Vicari invitato tutti i ribelli a giocare a "Bomberman".


Sono stati giorni terribili in Libia: violenze e
olti Occidentali volevano partire per morti durante le manifestazioni. Non si sa se

M l'Africa in questi giorni. Vedere quelle


folle di giovani, accalcate per strada,
in attesa per ore e ore, li ha convinti.
Pensavano aprisse un ipermercato. Tutto il
mondo ora ha più speranze grazie a internet.
Tripoli cadrà. Ma si è già prenotata per il pros-
simo G8. In questi anni noi Italiani siamo stati i
maggiori fornitori di armi al regime. Non a ca-
so, quando Gheddafi ha ordinato i bombarda-
menti, 2 caccia si sono diretti a Malta per chie-
In Egitto due neoribelli hanno chiamato la lo- dere asilo. 30 si sono diretti a Roma per chie-
ro bambina "Facebook". In Italia due precari dere altre munizioni.
hanno chiamato il loro figlio "Trovolavoro.it". Intanto non si placa l'allarme immigrazione: la
Dopotutto le rivolte di questo giorni insegna- Lega, terrorizzata, ha proposto un metodo per
no: non si può oscurare il web. In Egitto, no- spedire gli immigrati in Germania. Ma la UE l'ha
nostante il blocco della rete, passavano co- subito bocciato. L'imballaggio non era a nor-
munque le notizie essenziali: " Nordafricana ma. Si mormora che anche Gheddafi potrebbe
uccisa brutalmente: Successo per il nuovo fuggire in Italia. Pronta un'intervista riabilita-
singolo di Albano". Secondo gli esperti, infat- tiva con Signorini. Il rais intenerirà tutti: "Da
ti, il futuro dell'Africa dipenderà dai social net- tempo ho una fidanzata fissa". Accanto a lui una
work. Giorni fa Gheddafi, dal suo profilo, ha tizia con il mantello nero e la falce.
Domenica 27 febbraio 2011 pagina III

di Stefano Ferrante paolo Pansa e di Paolo Guzzanti. Con trattativa lunga. “E più costosa di quella
Guzzanti abbiamo fatto una trattativa con Guzzanti, ma pure lui è indispen-
acciano quelli che parlarono lunghissima e costosa, ma per noi è in- sabile” interviene Masi “anzi faccio un

“T di editto bulgaro, di epurazio-


ni. Sono commosso, è come se
tornasse con noi Biagi”. Mau-
ro Masi presenta ai giornalisti il nuovo
palinsesto Rai: “Per lo spazio che fu del
dispensabile”. E si parlerà anche dell’U-
nità d’Italia. “Basta con i soliti soggetti
triti e ritriti, punteremo su piccole sto-
rie dimenticate, che raccontino anche
un po’ di federalismo” dice il direttore
appello a Urso e Briguglio: se avete buo-
ne idee per una trasmissione possiamo
metterci d’accordo”. La Rai tornerà a
produrre anche cartoni. Trotelix sarà la
risposta italiana al francese Asterix. “E’
grande Enzo, dopo il telegiornale, non di Raidue Antonio Marano “come quella la storia di un piccolo druido, figlio di un
potevamo che scegliere Giuliano Ferra- di Niccolò Brindagliati, il piccolo stal- vecchio capotribù che ormai sembra un
ra; d’altra parte è l’unico che riesce a da- liere lombardo che diede la biada ava- dolmen, che, assistito da un cavadenti
re un’opinione a prescindere dai fatti. E riata, facendogli venire il cagotto, al ca- corpulento, Calderolix, riesce a gratta-
come sapete dei fatti nel Tg di Minzolini vallo di Garibaldi. Quel giorno, in riti- re ai Romani un bello stipendio senza
non ce ne è manco l’ombra”. Ma non è rata, capì che il destino era il federali- studiare né lavorare. Una storia edifi-
questa l’unica novità annunciata dal di- smo. E poi ci sarà spazio per gli eroi di cante” spiega Masi “che incoraggia i tan-
rettore generale: “Punteremo molto sul- tutti i giorni, che hanno fatto l’Italia, co- ti laureati disoccupati: tutti possono far-
le fiction, con soggetti da servizio pub- me Giorgio Trebelloni, uno dei tanti che cela se si affidano alla tribù giusta”. Ma la
blico: la prima sarà la storia dei nume- hanno portato i risparmi di una vita in vera sorpresa è per la seconda serata, a
rosi bambini scomparsi, probabilmente Svizzera rischiando. Lui, che tra l’altro reti unificate: “Ogni sera Berlusconi con
mangiati, nel triangolo rosso comunista ha brevettato un sistema di fatturazione Vespa darà la buonanotte agli Italiani:
in Emilia dopo la guerra. Dopo ogni in nero che ancora usano alle Isole Ca- chiuderà raccontando una barzelletta.
puntata ci sarà un approfondimento yman, scalò le Alpi per sfuggire ai do- Ne sa tante, ma i suoi autori, Ghedini e
con Roberto Giacobbo, che andrà a sca- ganieri e rischiò l’assideramento. La Longo, ne promettono di inedite. Forse
vare nelle case dei dirigenti del Pd alla produzione di tutte le fiction sarà di Bar- faranno anche a una puntata speciale, il
ricerca dei resti, e le opinioni di Giam- bareschi” Anche con lui c’è stata una sei aprile, dal tribunale di Milano”.

opo Tunisia ed Egitto, brucia la l Nord Africa è in rivolta. Dalla Tunisia al-

D Libia, signori. Ma Ben Alì e Mu-


barak hanno mollato presto,
Gheddafi invece ha detto a chia-
re lettere che non ci pensa proprio, an-
zi, combatterà fino alla morte. In Italia,
I l'Algeria, dall'Egitto alla Libia le popola-
zioni insorgono contro i rispettivi “gover-
ni” (eufemismo). Torna alla ribalta il con-
cetto di “rivoluzione”, gli osservatori com-
mentano i fatti da più punti di vista, e tra pau-
quando già il tritacarne libico era par- re, ipotesi, interpretazioni e congetture, le
tito, si pensava alle regole della "buona opinioni si sprecano. Il commento è triste-
educazione" che suggeriscono di non mente uno solo: “Ancora tuona il cannone, an-
disturbare un amico in difficoltà. Risul- cora non è contenta di sangue la belva umana”
tato, migliaia di morti. Poi, tardive, le come scriveva Guccini in “Auschwitz” nel
dichiarazioni ufficiali in linea con l'Eu- 1964. Parole buone ancora oggi. Purtroppo. prima linea. Non servono a niente, sono carne
ropa e gli appelli a fermare la carnefi- La rivoluzione... la rivoluzione, in teoria, ser- da macello. Per fare la rivoluzione occorre spi-
cina. Il prestigio internazionale dell'I- ve per cambiare il mondo. La storia ce lo in- rito di iniziativa. Noi non ce l'abbiamo più e
talia, già al minimo, sprofonda. C'è solo segna: i cambiamenti importanti sono sempre possiamo al massimo copiare quello che han-
da sperare di non avere impegni all'e- avvenuti con un grande spargimento di san- no fatto gli altri. Chi ci può dare qualche spun-
stero per non rischiare l'additamento: gue. Purtroppo (è già il secondo). In Italia, per to? La Rivoluzione Francese!? Il 14 luglio del
"Lo vedi quello? E' italiano...eh, eh,eh". fortuna, questo non avviene. Perchè? Perchè 1789 gli abitanti di Parigi scendono in piazza,
Non è una fesseria, signori, il pregiu- diamo al cinema che è meglio. Il Grinta va bene così? Perchè siamo una democrazia prendono la Bastiglia e liberano tutti! Prova a
dizio internazionale è come una malat- dei fratelli Coen, prodotto da Spiel- matura? Perchè siamo gente che odia la vio- pensarla in Italia... In una data imprecisata, a
tia, fa presto ad arrivare, ma per andar- berg, è il remake di un vecchio film we- lenza? No. Gli spalti dei campi di calcio par- Milano, i cittadini scendono per le strade, en-
sene... D'altra parte era sospetta quel- stern che valse l'Oscar a John Wayne. lano chiaro. Il Risorgimento è finito e alla fac- trano a S, Vittore e...oh! Cazzo! Ma sono già
l'accondiscendente ospitalità nei con- Una ragazzina gagliarda e tosta, per cia dei 150 anni dell'Unità, oggi si insorge non tutti fuori!?? Non si può. Allora prendiamo
fronti di Gheddafi solo pochi mesi fa, vendicare la morte del padre, chiede a per la Patria, ma per la squadra del cuore. Il esempio dalla Rivoluzione Cinese!? La “lunga
quelle molteplici pagliacciate a cui sia- un ex sceriffo senza tanti scrupoli (l'ot- popolo flaccido non si muove. Noi facciamo marcia di Mao”! Proponila agli Italiani: la
mo stati costretti ad assistere (Amazzo- timo Jeff Bridges) di dare la caccia al- già fatica a mettere insieme 10 pirla per fare scambiano per una Marcialonga non compe-
ni, cavalli Berberi, tende a Villa Torlo- l'assassino per catturarlo e farlo pende- una partita a calcetto il giovedì sera. C'è sem- titiva e ti dicono: ”Se non c'è niente in palio,
nia, baciamano e lezioni di Islam a de- re dalla forca. Durante le ricerche nel pre qualcuno che non può... “Non ci ho vo- non veniamo”. Allora cosa ci resta? La “Prima-
cine di ragazze selezionate). Ora dalla selvaggio west, si unisce a loro un ran- glia”... “Stasera sto a casa a guardare il Grande vera di Praga”? Me la confondono con un pa-
Libia arrivano solo immagini tremolan- ger texano cacciatore di taglie (Matt Fratello”... il massimo della scusa è “La mia nino dell'Autogrill. La Rivoluzione d'Ottobre?
ti e fuori fuoco, girate amatorialmente Damon, qui meno brillante di altre vol- morosa non vuole”. Ma porta anche lei, per- Ti tirano in ballo scuse tipo: “C'è la castagna-
da cellulari e telecamerine. Ma dov'è la te). Il racconto scorre alla maniera del bacco! La rivoluzione si fa con le donne! Per ta”...”Devo imbottigliare”...non si può... Forse
CNN? Dove sono i grandi inviati inter- classico western americano, ma con in almeno due motivi: primo, perchè le donne l'unica chance è la Rivoluzione Cubana. La
nazionali? Non si sa. Dai reportage sui più la sapiente e raffinata ironia dei hanno una sensibilità che è completamente “Baia dei Porci” potrebbe funzionare e non
giornali si capisce che non c'è libertà di Coen, che utilizzano cadaveri, orrori, diversa da quella dei maschi e secondo perchè tanto per la Baia. Ma lasciamo stare Porto Cer-
movimento e di informazione, e che la duelli e tradimenti per illustrare le fon- – volenti o nolenti – le donne generano un vo, riponiamo nel cassetto i nostri propositi di
confusione e il pericolo sono dominan- damenta del moderno impero ameri- forte motivo di aggregazione. Si scatena quel- rivoluzione e torniamo a guardare la TV. Per
ti. La prima conseguenza pratica è l'au- cano. La faccia di Jeff Bridges con l'oc- lo che potremmo definire “effetto cubista”. noi è diverso, qui c'è la democrazia, e la ri-
mento della benzina. Qualcuno dovrà chio bendato vale il prezzo del bigliet- Arrivano tutti i bambascioni, quella massa di voluzione si fa col voto. Ne parliamo fra un
spiegare prima o poi perchè aumenta to. Bene signori, a domenica prossima, idioti che si muovono solo per la gnocca. “An- paio d'anni, Giusto il tempo di vedere qualche
subito il carburante, quando il petrolio sperando di non dover commentare diamo, andiamo che c'è figa!”. Questi qui li reality e due edizioni di Sanremo. La piazza,
è stato acquistato col prezzo vecchio. ancora orrori, carneficine e imbaraz- arruoli e con un poster di Belen li mandi in qui da noi, è radical chic.
Mah, misteri della speculazione. An- zanti italianate.
pagina IV

cò 42 figli ce fa er solletico! Tutto questo tesimo della tata di Schifani, al figlio del
è stato corroborato dalle indiscrezioni del verduraio di Montezemolo, dal camiciaio
portiere di notte e della guardarobiera di del ministro Romani, alle cugine di se-
Palazzo Grazioli. Trema quindi l’intero condo grado di Niky Vendola, dalla nuora
mondo politico italiano e dei suoi parenti del portiere del circolo del tennis di Masi,
e conoscenti raccomandati. Le rivelazioni al sessuologo di Rutelli. Preoccupazione
sui documenti che, anche se non classi- del Governo perché comunicazioni di ri-
ficati come “Top Secret”, risulterebbero chiesta di alloggi a buon mercato in Pii
essere “Confidenziali” per il 40,5%, e ben istituti Trivulzi (d’altronde di che lamen-
15.652 classificati come “Segreti”, sono tarsi..se son pii..uno pìa!) e “de posti bbo-
Non ve ricorda qualcosa di casalingo? E state fatte anche dal piantone di servizio ni” presso enti e municipalizzate possono
mò beccateve ‘sto casino! Perciò, cari all’ingresso secondario di Palazzo Chigi rivelare luoghi di scottanti incontri riser-
elettori e lettori, il lavoro del partito della nei giorni festivi e da quello dei giorni vati, tra politici ed escort e contenere frasi
Cicala sarà ancora lungo! Da studi in no- feriali presso Palazzo del Viminale! La do- critiche tipo “La casa dell’Enasarco di via
stro possesso, cablo riservati di palazzo cumentazione sarebbe stata “prelevata” della Zoccolette, dove si incontravano,
Chigi, palazzo Valentini, Palazzo Madama, dal Secret Internet Protocol Control, del gliel’ha assegnata a quella zoccola! E non
Palazzo Montecitorio, Palazzo Marino, pa- Palazzo del Viminale sede del Ministero a me!” o “ La segreterìa particolare all’A-
lazzo del Campidoglio, palazzo del Pirel- dell’Interno a cui hanno accesso 2 milioni MA, alla direzione centrale, la doveva dare
lone, Palazzo Vidoni, Palazzo dei Mare- di dirigenti ed impiegati italiani. La CIA ci a me invece l’ha data a quella pompinara!”
saltato il Tappo! No, non Berlusco- scialli, Palazzo della Farnesina, Palazzo fa un baffo e Wikileaks ci fa una zàgana! Frasi pronunciate da dirette interessate a

E’ ni, è saltato il tappo che teneva


imbottigliato il popolo del nord
Africa. Il loro zatterone è andato a
picco, avevano tirato troppo la corda. La
loro casta onnivora, onnipresente, tenta-
delle Finanze, Palazzo del Seminario, Pa-
lazzo della Consulta, di Palazzi insomma,
sono a nostra conoscenza i contenuti di
251.287 telegrammi di richieste di posto
fisso presso enti, ministeri e municipaliz-
Risultano richieste di assegnazione di po-
sto che vanno dalla pro-zia di Gianni Letta,
alla nipote, evabbè che ho detto? Nipote!
E che siamo a Tobruk? Che mò non si può
manco più dì nipote? Alla nipote del bar-
causa delle quali l’Italia potrebbe essere
dipinta come un alleato del “Grande Sa-
tana”. Vedete quanto c’è ancora da lavo-
rare prima di affondare lo zatterone e
mandare a farsi… una nuotata i rais di casa
colare aveva sbracato, era andata in over- zate, che fanno riferimento al solo perio- biere di Bersani. Dalla badante di Bondi nostra?
dose di delirio di onnipotenza e impunità! do del 2010. Ben Alì ce fa ride e Gheddafi alla nonna di Tulliani. Dal compare di bat-
Domenica 27 febbraio 2011

Daniela Santanché con il premio del Misfatto


1- Daniela Santanché (33%, 14.737 Votes)
di Luca Telese

"Lo sapete cosa significa questo vostro referendum per me? E´ una medaglia".
Avevamo chiesto ai nostri lettori di partecipare ad un sondaggione: "Chi è il miglior
giustificatore dell´ingiustificabile, tra i berlusconiani?" Solo nei primi due giorni han-
no risposto in quarantamila. E il 33% ha detto senza dubbio che la migliore era lei (a
grande distanza c´erano Belpietro e Capezzone, trovate ai lati della pagina i ritratti di
TheHand con voti e classifica). Così abbiamo chiesto a Daniela Santanchè se ac-
cettava il (simbolico) premio, la splendida caricatura del nostro Donald Soffritti. E se
si sottoponeva ad un terzo grado sul tema. Siamo andati in tre: il cinematico Paolo, il
crinoso Roberto Corradi e il sottoscritto. Questo è un bel frammento del dialogo
surreale che ne è scaturito. Il resto, per chi vuole, sul sito.

2 - Daniele Capezzone (16%, 6.984 Votes) Luca Telese: I Fattisti l´hanno eletta come la migliore Berlusco- 8 - Ignazio La Russa (4%, 1.715 Votes)
niana Giustificatrice dell´Ingiustificabile. Arrabbiata?
Daniela Santanchè: Lo vivo come un grande trionfo. Per me è una medaglia al
merito che i vostri lettori mi vedano come la peggio! Vi leggo tutti i giorni.
E chi ci crede?
Sono anche abbonata, via I-pad. Siete molto utili per capire le cazzate da non
dire.
Ha visto il povero Napoli? E´ tredicesimo, all´un percento.
E´ bravo. Anche la Lorenzin, con i suoi 700 voti. Di questi tempi...
E Gasparri, solo al 3%?
(Ride) Eh, eh...Sono io la peggio. Vi piaccio così.
Con i tacchi a spillo leopardati.
Errore: guardi: sono coccodrillati. Anzi, lucertolati, direi. E´ per questo che
piaccio ai vostri.
C´è anche la giacca di smeraldo, in parure con i gioielli.
Vede Telese come siete? Con quello che succede in Libia parlate di queste
cazzate, di come sono vestita io.
Non era meglio pensarci quando ricevevate Gheddafi con tanto di
3 - Maurizio Belpietro (10%, 4.281 Votes) tenda e di onori di Stato? 9 - Mario Sechi (4%, 1.681 Votes)
E´ un capo di Stato!
Anche Pinochet lo era...
Ma perché fa questi paragoni? Per avere più forza?
Gli abbiamo dato persino le Frecce Tricolori!
Non pensa che la Libia sia influente per i nostri rapporti con l´Africa e per
l´accordo per limitare gli sbarchi?
Ma non era lei quella che crede ai valori? Ci stava bene perché torturava
gli immigrati e distribuiva petrodollari...
Vuol dire che è colpa di Berlusconi se la Libia esplode?
Anche di Prodi, e di chiunque lo abbia celebrato, se è per questo.
Io sono per la libertà.
Quindi contro Gheddafi? Una notizia.
Con Israele, per esempio.
E in Libia?
4 - Anna Maria Bernini (8%, 3.693 Votes) Con chi si batte per la democrazia. Ma non è nostro compito come Governo,
scegliere.
Sallusti si è fermato al 7%. Giocherà ancora a tamburello con lei? 10 - Maurizio Gasparri (3%, 1.445 Votes)
No. Anche perché erano racchettoni. E´ diverso.
La Bernini è all´8%...
Io sono più diretta, parlo meglio.
Crede ancora in Dior, come diceva la Cortellesi?
Ho una grande rispetto per lei. Mi fa venire dei problemi... Mi guardo allo
specchio e mi chiedo: ma sono io o lei?
Capezzone è dietro di lei, ma staccato. Però non va mai nei talk.
Però va nei tiggì, lo vedono in tanti!
Lei riesce a far credere anche a quello di cui non è convinta, complimen-
ti.
Io ho la forza che nessuno ha, la verità. E trovo straordinario il presidente
Berlusconi.
Lei riesce ad essere convinta quando dice cose a cui palesemente non
crede. Come fa ad essere così intelligente Berlusconi se pensava davve-
ro che Ruby era la nipote di Mubarak?
5 - Fabrizio Cicchitto (7%, 3.303 Votes) Era in buona fede. Perchè lui è una bellissima persona ed è generoso.
11 - Nunzia De Girolamo (2%, 838 Votes)
Allora sarà pure una bellissima persona, ma non può fare il pre-
mier perché crede alla prima panzana che gli dicono.
Non è vero.
Se le dico che sono il nipote di Ciampi lei ci crede?
Perché non dovrei crederle?
Se lui le ha creduto non la doveva affidare a una prostituta. E infatti lei
ride.
Non sto ridendo.
Invece sì: lei riesce a farsi beffe del Pd perché è bravissima a credere
nell´incredibile. Complimenti.
Telese, capisco che siccome l´opposizione non c´è voi de il Fatto vogliate
prendere il suo posto.
Noi non vogliamo prendere nessun posto. Le domande le facciamo a
tutti. Chi è l´avversario che le ha dato più filo da torcere?
Nessuno.
6 - Alessandro Sallusti (7%, 3.104 Votes) Di Pietro?
12 - Beatrice Lorenzin (2%, 712 Votes)
Ma si figuri. Non è un uomo cattivo, in fondo.
E la Bindi?
Non ho paura di nessuno. Non sono credibili perché l´unica motivazione che
hanno è l´odio per Silvio Berlusconi.
Ma lei sta con le donne dell´Olgettina o con quelle di Piazza del Popolo?
Sto con le ragazze dell´Olgettina. Le hanno etichettate come puttane. Sono
madri, sono giovani, so quanto può pesare la demonizzazione, sto con loro
perché sono donne e perché sono vittime.
Sono anche mantenute, però.
Capisco che Berlusconi sia la vostra bestia nera.
No, guardi. Io faccio le stesse domande sia a Bersani che a lui. Anzi.
Quelle donne in piazza sono lo strumento dei maschi.
Ma se c´erano le suore!
Chiunque ci fosse è stato strumentalizzato da una parte politica. Contro
7 - Giorgio Stracquadanio (4%, 1.724 Votes) Berlusconi. 13 - Osvaldo Napoli (0%, 247 Votes)
pagina VI Domenica 27 febbraio 2011

L’Artefatto: Cioccolataio Meglio dei Pokemon: Cose buone dal mondo

i figli di Gheddafi
di Lia Celi

Mentre sul leader beduino la tenda sta per ca-


lare definitivamente, i suoi numerosi ram-
polli si preparano a spartirsi la sua eredità
più ingombrante: un colossale guardaroba
di divise pacchiane che solo di naftalina co-
sta milioni l´anno. Alcuni dei Gheddafi jr. so-
no già noti alle cronache italiane, ma i più
interessanti sono ancora tutti da scoprire. Co-
nosciamoli meglio!

MIRAMMAR GHEDDAFI
Nato dalla relazione fra Muammar e l´anima-
trice di un Club Mediterranée, sostiene che il
futuro della Jamahiriya libica sia il turismo bal-
neare: ormai è arrivata all´ultima spiaggia. La
formula all-inclusive sarebbe superata: Miram- attrici in fontane di petrolio (l´acqua è razio-
mar ha realizzato i resort all-reclusive, pittore- nata). Spera di aprire il suo paese all´Occidente
schi bunker affondati nella sabbia, circondati di per poter importare le tettone e le culone fel-
filo spinato, in cui il villeggiante può abbando- liniane di cui la Libia per ora è sprovvista. L´Ita-
narsi all´ozio più completo, anche perché se fa lia punta molto su di lui: è l´unico che potrebbe
un passo fuori, si becca una mitragliata. Ma sce- sbarazzarci per sempre di Sandra Milo.
gliere il personale fra gli orgogliosi beduini del
VAMMORIAMMAR GHEDDAFI
Il più intrattabile della famiglia, ha ereditato il
carattere irruento del padre e i tratti bruschi
della madre, una pesciarola appartenente alla
di RobCor tribù dei Vattelapijàh. Per addolcirlo, il Colon-
nello l´ha inviato a studiare all´estero, espe-
Caravaggio - Cioccolataio. Sul finire del 1500 Caravaggio sa che ha ormai collezionato capolavori a iosa. Ha rienza da cui Vammoriammar ha tratto profitto:
rappresentanto scene sacre unendole a vita profana, ha dato un nuovo senso alla luce, ha stupito con i oggi sa insultare in diciotto lingue, bestemmia
chiaroscuri. S’è dato da fa’e ora potrebbe solamente bullarsi vantandosene con gli amici del Circolo del Pittori.
Invece no. Egli capisce che è tempo di allargare il suo repertorio anche a soggetti... diciamo così, più estem-
poranei. Meno seriosi. Meno biblici e/o carichi di dramma e tensione. Soggetti... oddio, com’è la parola? Anzi,
la definizione che permetta di non incorrere in querele... Dunque... No, non viene. Diciamo così: decide di
dare una svolta radicale alla sua carriera, ecco, sì!, e ritrae Apicella. Che suona. E è un trionfo. Ovunque lo
celebrano come l’artista in grado di eseguire mirabili capolavori e roba come questa. Poi però il committente
opina e chiede al pittore di arricchire il quadro con una degna platea di cotanto cantautorone! Caravaggio, dal
carattere incazzoso, si dice convinto di aver già provveduto. Per la riprova, organizza uno spettacolo con
Apicella agli Arcimboldi e le prenotazioni raggiungono lo zero. Soddisfatto per la sua lungimiranza, intitola
l’opera “Il Ciocciolataio” convinto che il pubblico capirà di quale figura il nome sarà metafora.
deserto non è stata una buona idea: sono così
orgogliosi che se il turista gli chiede di rifargli il
letto, lo sgozzano seduta stante. Mirammar ha
appena inaugurato una serie di piscine all’aper-
to, erroneamente scambiate dai media per fos-
se comuni: «Macché cadaveri» ha spiegato «era-
no solo bagnanti che facevano il morto».

MONAMUR GHEDDAFI correntemente in arabo, latino, ebraico e giap-


Figlio del Colonnello e una ballerina del Crazy ponese ed è in grado di creare incidenti diplo-
Horse, ha una solida fama di tombeur: le donne matici con qualunque stato del sistema solare.
di Bebo Storti degli imbecilli di levatura internazionale. Ecco quin- non riescono a dirgli di no perché è ricco, fa- Ha peraltro una grande capacità di mobilitare le
di che il vostro Conte corre in vostro aiuto, non lo scinoso e soprattutto perché le imbavaglia. Da masse panafricane: gli basta aprire bocca per-
Carissime lettrici, eccoci facessi già abbastanza, così ho compilato un elenco vent´anni corre dietro a tutte le sottane d´Eu- ché una folla inferocita lo insegua per tutta l'A-
di novo insieme, sì, direte, dei maschi da evitare come il foho. Continuate pure a ropa, come dimostrano le sue numerose love frica. Ma ben pochi scommettono su di lui co-
colla maggior parte di voi sposarvi omini che dopo un anno già ‘un vi tromban story con Guardie scozzesi, Evzones greci e me prossimo leader, al massimo è candidabile
ci son già stato, è vero, ma più, ma almeno evitate quelli veramente periholosi e monsignori cattolici. Tra i suoi flirt, Stefania di al ruolo di controfigura di Larussa nei talk-show
insieme sulle pagine d'un brutti d'animo. Perché si sa, la donna e sognatrice e Monaco, che lo lasciò dopo aver scoperto che, italiani.
giornale, a parte vella vol- spera di trovà del bono in ogni omo, la prende come malgrado l´aspetto, non era un domatore di
ta che trombai in un edi- una sfida "ah si!? tutte dicono e che è un imbecille un leoni psicopatico, e Carla Bruni, alla quale ispi- MIDIAUNAMMAR GHEDDAFI
cola di sopra delle pile di bon a nulla e via hosì? Ma io lo cambierò!" Ecco con Figlio di Gheddafi sr. e della cinesina del Rabar-
Riformista (n'era avanza- vesti dell'elenco un fate nemmen la fatica. baro Zucca, è stato spinto all´alcolismo dagli
ti a tonnellate) o de Il Fo- Cominciamo, adunque: imprenditori italiani: ansiosi di combinare af-
glio (anche di velli cen'era fari, gli offrivano tutti giorni lauti pranzi e cene,
a camionate) e 'duna vol- RENZO BOSSI detto LA TROTA e guai se non accettava un goccio d´amaro a
ta che mi trombai la mo- Se i su padre, che è sangue del suo sangue, l'ha chia- fine pasto. Oggi l´abitudine è diventata vizio,
glie d'un edicolante, face- mato così e ci sarà un motivo.’Un capisce una sega-fred- tanto che una clausola segreta degli accordi ita-
vo veste uscite non mi rihordo se settimanalmente o do, èsquamato sia di indole che di intelletto, ma i dav- lo-libici prevedeva il pagamento di una parte
mensilmente... Via, giù, che importa? Questa setti- vero ve lo volete trova’ ne i letto tutte le sere questo dei danni di guerra in bottiglie di Fernet Branca,
mana ‘un c'ho voglia fa’ una sega. Un po' come i vo- aggeggio? Vabbeh esse generose, ma vesta è filantro-
stri mariti quando e si tratta di trombare. Limite- pia... e chi se lo pia!
rommi, quindi, a darvi alcuni consigli. Perché voi
donne siete ingenue, cercate l'amore: si sa, la donna APICELLA
è più bella, più simpatica, più intelligente, più gene- Sai che rottura di hoglioni sentillo sona ‘e canta’ tutti i
rosa (difatti io trombo le donne non gli omini, ci sarà santi giorni. Non volesse poi che oltre a trovavvelo nel-
un motivo) e ci cascate più spesso. Vi portate 'n casa le coltri vi capitasse i nanetto sott'il homodino che
guarda di nascosto! Ma-
remma cane!!
rò la tenerissima ballata «Cochon, ne me tou-
GHEDDAFI che pas ou j´appelle la police». E´ accertato
Il cui nome anagrammato che Monamur voleva la mano di Camilla Parker
sembrerebbe promettere Bowles, ma non era una proposta di matrimo-
chissà cosa e poi invece ri- nio; convinto che la donna gli avesse rubato i
velasi un omino ignobile, bagagli all´aeroporto, le augurava la pena isla-
gretto, meschino, vesto mica per i ladri.
sultano da operetta. A par-
te si trucca home una MUAMMARCORD GHEDDAFI
troia… Ma vi vedete a passà Frutto dal matrimonio tra il Rais e la cassiera di e il nostro Governo si è impegnato a costruire
tutta la vita in una tenda un cineclub di Derna, fin da ragazzo ha il culto un liquorodotto che collegherà la villa di Mi-
con uno che c'ha la faccia di Federico Fellini: è convinto che il maestro diaunammar alla fabbrica del Jaegermeister.
che sembra uno di quei ca- riminese in realtà fosse libico purosangue, e Potrebbe essere lui il successore del Rais: nei
ni colla pelle che gli cade a che tutti i suoi film siano in realtà ambientati a recenti disordini ha conquistato la fiducia del
falde una sull'altra…home Giarabub. In onore del suo mito, Muammar- popolo neutralizzando con un rutto un intero
si chiamano?... Sharpei, ec- cord indossa sempre un cappello nero a larghe squadrone di mercenari; quindi, balzato su un
co!! Potete passare la vita falde e una sciarpa bianca, e il suo passatempo tank, ha arringato i cittadini con un discorso
con uno Sharpei anziano e preferito consiste nel radunare inermi cittadini memorabile: «E se son pallida come una strassa,
per giunta carogna? sulla spiaggia, vestirli da clown e obbligarli con vinassa vinassa e fiaschi de vin». Sta di fatto che,
(...continua nel prossimo nu- voce in falsetto a camminare in tondo suonan- fra tutti i Gheddafi, oggi Midiaunammar sem-
Illustrazione di Paride Puglia mero) do la tromba, oppure immergere giunoniche bra quello meno ubriaco.
Domenica 27 febbraio 2011 pagina VII

bia? Vedo quei morti per le strade e pen- risti, genitori che sperate che le vostre
so i morti siamo noi, che pensiamo a figlie facciano le puttane, un minuto-
loro solo come a possibili invasori. un secolo di silenzio per questi morti e
Altro che le cinque giornate di Milano. per i vivi che combattono e segnano la
Gli Austriaci avevano i fucili, il ditta- differenza fra noi e loro, questi rivolu-
Lamberto Dini ha detto: “Non voglia- tore i razzi che disintegrano. Gli Au- zionari, questi uomini.
mo che Gheddafi se ne vada, è un ot- striaci erano soldati, quella che Ghed-
timo partner d’affari…” Che schifo. dafi scaglia contro il suo popolo una Spedite le vostre mail a: Si può ben dir sia stata fortunata
Lukas teppaglia feroce specializzata in atroci- barbara.alber ti@ilmisfatto.it la giovane Karima, nipotina
tà. Che straordi- di Mubarak fra i siculi approdata
Davanti ai morti noi parliamo di soldi. naria commo- quando ancora non era birichina.
Battiato: Ma non vi fanno un po’ di di- vente sferzata
spiacere quei corpi in terra senza libica rive- dalla Tunisia, Nonostante le ricchezze del fratello,
più calore? No, non ce ne frega niente. la definitiva dall’Egitto, dalla vive il babbo in onesta povertà,
Un pazzo sanguinario bombarda la la disumanità nostra e dell’orribile in- Libia, dai milita- ma a Ruby, dal carattere monello,
sua gente che non si arrende, e noi, non treccio di interessi che chiamiamo civil- ri che si rifiutano quella misera vita giù non va
una parola per questi coraggiosi. Che tà. Ora lo sappiamo: se B impazzisce del di sparare sulla
lezione per un’Italia che è tutta in ven- tutto e ci spara addosso e ci fa trucidare folla. Con che fac- ed incomincia allora in tutta fretta
dita. Quelli dispiegano un eroismo fuor casa per casa, gli stati confinanti si cia festeggiamo a frequentar concorsi di bellezza,
di misura e noi abbiamo solo paura che preoccuperanno - e se gli Italiani ven- l’Unità d’Italia, sognandosi un doman che le permetta
vengano a casa nostra. Senza che a gono qui? Se ci ammazzassero a mi- se non ci inchi- passaporto, una casa e gran ricchezza.
qualcuno gli scappi un grido, Bravi! Sie- gliaia, anche i neonati anche i feriti ne- niamo al loro va-
te come noi non siamo più. C’è voluto gli ospedali facendo sparire i corpi per lore? Non si pos- A “Una ragazza per il cinemà”,
Annozero perché un giovane libico ci negare l’evidenza come fa il figlio di sono celebrare gli a Sant’Alessio siculo un concorso,
ricordasse che da noi non scorre solo Gheddafi, qui è tutto tranquillo, pa- eroi del passato ha il cul di trovar Fede che le dà
il petrolio, scorre il sangue- e Casini gando le peggiori canaglie di massacra- se non si ricono- un paterno, amorevole soccorso.
(chi l’avrebbe mai detto?) ha chiesto un tori di professione, ci starebbe bene. E la scono quelli di
applauso per quelli che si ribellano al TV del dolore? Si piange più lì che ai fu- oggi. Parlamen- Comincia una scalata senza fine:
tiranno. La nostra reazione alla strage nerali. Non c’è una lacrima per la Li- tari venduti, affa- entra nell’entourage di Lele Mora,
gran talent scout di gnocche e di sgualdrine,
s’introduce colà dove lavora

Nicole Minetti, in cerca di mignotte,


è opinion dei pm di Milano,
da reclutar per far lieta la notte
di un drago che fa il premier italiano.

L’offerta è passaporto, soldi e alloggio


in cambio dell’amor da minorenne
da dare ad un vecchietto che fa sfoggio
del desiderio degno di un ventenne,

ma col resto usurato per l’età.


Dopo le notti a spegnere il desio
di chi sembra il papà del suo papà,
fu nipote di nonno e non di zio…

GIUSEPPE TRABUCCHI le sconcerto: la sua esibizio-


E’ curioso come, nella vita dei potenti, ne, prevista per il 10 marzo al
agli affetti più cari corrispondono spes- teatro degli Arcimboldi di Mi-
so gli affitti meno cari: molti parenti di lano, ha venduto in prevendi-
vip della politica, dello sport e della fi- ta un solo biglietto. Addirittu-
nanza risultano affittuari, a prezzi vera- ra Morgan, esibitosi nei gior-
mente stracciati, di appartamenti di ni scorsi al Palastracchino
pregio nel centro di Milano. Il Pio Alber- nonno Nanni di Tradate, ne
go Trivulzio, che tante soddisfazioni ci ha venduti cinque. Si tratta
ha dato già durante lo scandalo di tan- evidentemente di un com-
gentopoli, è l’ente responsabile dello plotto contro il simpatico
strano fenomeno: il suo Presidente Giu- menestrello di Berlusconi,
seppe Trabucchi, rinverdendo una ordito dai soliti cantautori di
grande tradizione italiana in occasione sinistra, quelli stessi che con
dei 150 anni dell’unità nazionale, ha oscure manovre hanno por-
cercato finché ha potuto di evitare le di- tato Roberto Vecchioni a vin-
missioni. “Gli affitti sono assolutamente cere la sessantunesima edi-
nella media del mercato – ha dichiarato zione del Festival di Sanre-
- quello di Tirana, naturalmente: ormai mo. Ma il Governo non reste-
siamo in piena globalizzazione, per cui rà di certo con le mani in ma-
tutto è regolare… E poi, io il mio dovere no. E’ già allo studio di un’ap- di Fulvia Abbate
l’ho sempre fatto: ero il Presidente del posita commissione la neces-
appena usci-
Consiglio d’Amministrazione, non mi
occupavo della gestione operativa, ave-
vo solo compiti d’indirizzo… e l’indiriz-
saria contromossa. Dopo
quello Alfano, è il momento
di un nuovo Lodo, stavolta
E’ to un libro
che mette insie-
zo io l’ho dato, eccome se l’ho dato: alla con l’aggiunta di un quanto mai oppor- gheggiare andranno i 28 rappresentanti me le parole che
figlia di Dell’Utri, alla fidanzata di Pisa- tuno apostrofo: l’odo Apicella, un de- del Gruppo di Responsabilità Naziona- compongono la
pia, al dirigente juventino Marotta e a creto legge in base al quale almeno due le, da Barbareschi a Scilipoti. Hanno giù vita e la con-
tanti altri… gli indirizzi degli apparta- terzi della popolazione nazionale dovrà dimostrato d’essere gente pronta al sa- dizione
menti migliori, cribbio! E allora, di cosa sciuto in tutto il mondo per le sue al- obbligatoriamente udire Apicella men- crificio supremo. storica di
mi si rimprovera?” A pensarci bene, un legre mascherine e i suoi effetti pirotec- tre canta durante i concerti in giro per lo noi donne,
ragionamento che fila alla perfezione. nici, non c’è da preoccuparsi”. Con il Stivale. In alternativa, ad ascoltarlo gor- VITTORIO EMANUELE una sorta di vocabolario femminile.
passare delle ore, però, si è dovuto am- Quando si sente dire che il Paese reale è Fra le voci che doverosamente vi fi-
FRANCO FRATTINI mettere che qualcosa non andava. Ca- abbastanza raccapricciante, per reale gurano c’è Sentimento, c’è Differen-
Le prime dichiarazioni della Farnesina duta l’ipotesi che si trattasse di una riu- s’intende con ogni probabilità la fami- za, c’è Streghe e ancora troviamo Zi-
riguardo le raffiche di mitra e i bombar- nione di condominio degenerata in uno glia Savoia. Le performances artistiche telle, Seduzione, Famiglia, Massaia,
damenti in Libia, sono state: “Si tratta stabile di Tripoli, siamo stati costretti a del vivace Emanuele Filiberto (cantante Matriarcato e molte altre ancora. Non
del famoso Carnevale di Bengasi, cono- convenire con il resto d’Europa che si e ballerino televisivo) diventano quasi ho ancora letto per intero il volume,
trattava di repressione ai danni della po- apprezzabili, al confronto di quello che eppure immagino che le amiche au-
polazione insorta contro il regime di avrebbe fatto suo padre Vittorio Ema- trici non abbiano dimenticato di por-
Gheddafi. “Un amico è un amico – ha nuele, l’uomo che si chiama come una re attenzione anche ad altre catego-
detto a caldo il ministro degli esteri fermata della metropolitana. In un vi- rie dell’essere femminile non meno
Franco Frattini – bisogna perdonargli deo del 2006 pubblicato da Il Fatto interessanti sul piano filosofico e nar-
qualche piccolo difetto: un po’ di pigri- Quotidiano, il Savoia ammetterebbe di ratologico. Penso a Suocera, a Mege-
zia, la mancanza di puntualità, 41 anni aver assassinato in Corsica, nell’agosto ra, ad Arpia, penso a Vecchia Baldrac-
di dittatura…” Il mondo si chiede per- del 1978, il diciannovenne Dirk Hamer. ca e infine, ovviamente, a Brutta Put-
ché l’Italia abbia stretto un legame così Insomma, avrebbe sparato a un tedesco tana. Aspetto di finire, insomma. So-
saldo con il rais, un oppressore che tut- con trent’anni di ritardo: sembra che no però certa che le curatrici potreb-
to l’Occidente ha sempre guardato con adesso i suoi legali abbiano intenzione bero non aver tenuto conto di un’ul-
diffidenza. Che c’entriamo noi, in buo- di far passare il tragico fatto per un epi- teriore figura recente assimilabile
na sostanza, con un uomo anziano, di- sodio di Resistenza poco puntuale. L’or- sempre alla vivacità femminile, l’Au-
spotico, truccato come un maschero- rore appare evidente, ascoltando l’au- trice di Libri di Cucina. Se una volta
ne, con una paradossale attrazione ver- dio del breve filmato: Sua Maestà si van- (escludendo il maschio Aldo Fabrizi
so donne molto più giovani, le cui di- ta, parlando a un detenuto nel carcere con il suo celebre tomo “Nonna Mi-
chiarazioni, spesso e volentieri, hanno di Potenza, di essere stato proprio lui a nestra”) questo genere di pubblica-
suscitato scandalo e ilarità? Bè, a pen- far fuoco: “Mi hanno assolto ma li ho fre- zioni era esclusivo appannaggio del-
sarci bene… forse è meglio non chie- gati tutti, grazie a una batteria di avvo- le Suore Cuciniere, adesso possiamo
derselo. cati…” Una frase che, chissà perché, sia- ben dire che si è giunti alla piena se-
mo convinti qualcun altro spera di po- colarizzazione. Diventare Esperta di
MARIANO APICELLA ter pronunciare, di qui a qualche tem- Ricette è davvero una soddisfacente
Più che di un grande concerto, è stato po. Magari è solo un’impressione, per alternativa al marciapiede.
protagonista in settimana di un notevo- carità… www.teledurruti.it
pagina VIII Domenica 27 febbraio 2011

Cavaliere per un governo di transizio- Venerdì 25 febbraio


ne presieduto dal Ministro del- - Di Pietro paragona Berlusconi a Ghed-
l’Interno. La solita rottura di dafi. Ora, io capisco che tutti e due mi-
Maroni. nacciano i propri oppositori, vedono
- Dal PdL alcuni si chie- complotti dove non ce ne sono, control-
dono a che titolo Savia- lano l’informazione, si circondano di
no possa esprimersi belle ragazze, fanno della propria per-
sul testamento biolo- sona un culto, compaiono a sorpesa in
gico. E se non ce l’ha tv, mandano sms ai cittadini, non vo-
lui il problema del fi- gliono mollare il potere e sono anche
ne-vita!? amici, però Berlusconi, se lo guardi be-
Mercoledì 23 feb- ne bene, è leggermente più basso.
braio - La Russa non si presenta al vertice Na-
- Malta respinge l’aereo to su Gheddafi pur di votare la fiducia
con a bordo la figlia di alla Camera. Ci sono momenti nella vita
di Dario Vergassola - Caso Ruby. Napolitano Gheddafi. Hanno fatto be- in cui sai di poterne salvare solo uno.
e Marco Melloni confida nello stato di diritto; Berlusconi ne. Guarda noi che casino per la nipote - Anche i finiani scenderanno in piazza
nel rovescio dello stato. di Mubarak! il 12 marzo per difendere la Costitu-
Sabato 19 febbraio - La RAI pensa già a un Morandi-bis. Ma - Apicella annulla il suo concerto di Mi- zione. Be’, fanno sempre comodo quat-
- Dal teatro di Sanremo a villa San Mar- Benigni sarà chiamato a fare l’esegesi lano: in prevendita era stato acquistato tro persone in più.
tino: questo è un paese per vecchioni. di “Meno male che Silvio c’è”. un solo biglietto. E soltanto per nascon-
- Oggi Berlusconi ha attaccato la Con- Lunedì 21 febbraio derci dentro una banconota da 500.
sulta. Domani riposo. Lunedì toccherà - Frattini: “L’Europa non deve esportare - Pechino stabilisce per legge che la rein-
alla Bocassini. Martedì a Floris. Mer- la democrazia”. E che altro c’è rimasto? carnazione del Dalai Lama debba na-
coledì a Fini. Giovedì a Santoro. Venerdì Fanno tutto i Cinesi! scere in Cina. Che è un po’ una bud-
a Napolitano. Ed è finita un’altra set- - Sui temi etici Berlusconi terrà conto dhanata.
timana. delle indicazioni ecclesiastiche. Libera Giovedì 24 febbraio
- Tranigate. Anche la Procura di Roma Chiesa in lubrico Stato. - Gheddafi è assediato. Chissà se Ber-
vuole procedere contro il Premier per - Tariffe alle stelle negli alberghi romani lusconi gli copierà anche l’idea del bun-
concussione. Però adesso non è che a per l’ostensione di Giovanni Paolo II. Al- ker-bunker. Misfatto numero 52, 27 febbraio 2011
ogni reato di Berlusconi possiamo fargli la fine Wojtyla sarà l’unico che riposerà - Obama è intenzionato a far sì che si
il processo. Ci credo che poi si intasano in pace. sposino anche i gay. Giusto! Basta con La copertina è di: Emanuele Fucecchi
i Tribunali! Martedì 22 febbraio questi privilegi. I cartelli di: theHand
Domenica 20 febbraio - Berlusconi finalmente si decide a te- - Meteo. Sono in arrivo dalla Scandina- Special thanks to: Elias Vacca
- Gheddafi soffoca le proteste nel san- lefonare a Gheddafi. E’ tutto a posto: il via forti correnti di aria fredda. Bossi
gue. Ecco, adesso Berlusconi può chia- Colonnello sta bene e si diverte. propone di mandarle tutte in Germa- Ci leggiamo fra sette giorni. Per tutte le se-
marlo. - Sembra che la Lega voglia lasciare il nia. gnalazioni scriveteci a:
redazione@ilmisfatto.it

DACCI OGGI LA NOSTRA PADANIA QUOTIDIANA - di Stefano Disegni


Domenica 27 febbraio 2011 pagina 9

PAROLE SANTE

N
IL PAPA TUONA CONTRO L’ABORTO LAMPEDUSA
Ordinanza
anti-bivacco

MA TACE SULLE ROVINE DELL’ITALIA È in vigore da ieri a


Lampedusa
l’ordinanza anti
accattonaggio firmata dal
sindaco, che prevede il
Da Benedetto XVI nessuna considerazione su B. divieto di utilizzare i
luoghi pubblici “come siti
di bivacco e deiezione”.
Sono 700 gli immigrati
di Marco Politi Poi su questa soglia la Chiesa si È questa consapevolezza che non tunisini presenti
blocca. Benedetto XVI interviene si riscontra oggi nella politica – in sull'isola: ci resteranno
l silenzio del Papa dinanzi al- sui temi etici generali: l’aborto, le senso alto – del Pontificato ratzin- fino a martedì quando

I le rovine d’Italia. È una cosa


che fa impressione. Perché
in Vaticano sanno. Quello
che sta avvenendo in Italia con il
suo premier non è comparabile
staminali, il fine vita, le coppie di
fatto, i finanziamenti alle scuole
cattoliche. Ma non affronta il pas-
saggio nodale di questo Paese,
nella cui storia la Chiesa come
geriano rispetto alla vicenda ita-
liana. Certo se Benedetto XVI
guarda soltanto il Tg1, se si affida
unicamente alla rassegna stampa
della Segreteria di Stato (che nel
riprenderanno i ponti
aerei.

a nessun paese dell’Occidente realtà di popolo è profondamen- febbraio del 2010 censurò le po-
democratico. E in nessuna na- te coinvolta. Ancora ieri il Ponte- lemiche di Feltri contro i presunti
zione verrebbe accettato. fice è intervenuto per condanna- mandanti vaticani del falso docu-
Giorni fa ho varcato le mura va- re l’aborto terapeutico e ammo- mento su Boffo), se continua a
ticane e sono stato a trovare un nire che l’interruzione di gravi- non ricevere persone di varia
cardinale. Si parlava della pros- danza è una “ferita gravissima” al- estrazione a differenza di Wojtyla,
sima beatificazione di Wojtyla e la coscienza morale. I medici, ha che aveva ospiti a colazione e a
della situazione della Chiesa. soggiunto, devono difendere la pranzo, è difficile che possa av-
Poi, da sé, l’eminenza abborda la donna dall’“inganno” dell’aborto vertire il polso vibrante degli
situazione italiana. “Con questa presentato come soluzione a dif- eventi, guardando all’Italia sol- MILANO
storia delle donne – dice – Ber- ficoltà familiari, economiche, di tanto attraverso la lente dei suoi
lusconi ha superato ogni limite”. salute. collaboratori ufficiali e dei rap- Studenti puniti
Pausa. “E ci mette in imbarazzo, Ma sulla malattia dell’Italia Bene- porti che gli arrivano sul tavolo. con lo spray
perché non possiamo approva- detto XVI tace. Sostengono i cle- Dovrebbe essere la Segreteria di
re”. Il cardinale sviluppa il suo
pensiero. “Al di là delle cifre vere
o presunte delle donazioni date
ricali più arrabbiati (prevalente-
mente laici) che “quelli che pro-
testano contro gli interventi del
Stato ad assisterlo. Ma da tempo
affiora nella strategia politica del-
la Santa Sede una carenza di siste-
“N on avevo la
minima idea che
fosse pericoloso,
a queste donne, in un momento Papa Benedetto XVI (FOTO EMBLEMA) maticità. Specie in campo inter- credevo fosse solo uno
di crisi come l’attuale ci vorreb- nazionale. Interventi puntuali del spray di carnevale. Sono
be più sobrietà, più onestà”.
Bene ha fatto il presidente della
Silenzio vaticano nodo cruciale
sta dinanzi agli
nità), lanciò la Preghiera per l’Ita-
lia, indirizzò l’Osservatore Romano
Papa o documenti importanti co-
me quello del Sinodo sul Medio
mortificata e chiedo
scusa”: lo ha detto
Cei Bagnasco, continua il porpo-
rato, a esigere più decoro. “Un
anche sulla Libia occhi di tutti.
Per salvare se
su una linea rigorosa. Il giurista
Carlo Cardia ricorda in una recen-
Oriente si alternano a fasi in cui il
Papato appare assente o margina-
all’Ansa, Paola Tieri, la
preside dell’Istituto
altro – seguita l’eminenza – la- stesso Berlu- te pubblicazione come nel 1996, le sulla scena internazionale. tecnico Besta di Milano
scerebbe il suo posto ad un po- Un cardinale confessa: sconi è pronto in occasione del cosiddetto “Par- Sta accadendo così anche in que- che ha spruzzato, sulla
litico diverso, magari per essere a scardinare il lamento padano”, l’Osservatore ste settimane con le rivolte nel mano di una
difeso meglio. Lui no”. Un sospi- “Il premier italiano ci sistema costi- elencasse ad una ad una le mosse Maghreb e il conflitto sanguinoso studentessa, “solo a
ro: “Non c’è alternativa. Tutti i tuzionale, stra- disgregatrici leghiste: l’appello al- in Libia (benché l’Osservatore do- scopo dimostrativo” e
ministri dipendono da lui. Ah la mette in imbarazzo” volgere i pro- la resistenza fiscale e alla disobbe- cumenti ampiamente gli eventi). per punizione, un getto
Dc ! Se non andava bene l’uno, cessi, sanzio- dienza civile, le formazioni para- Il Papa, come leader di una delle di una bomboletta al
c’era sempre un altro pronto… nare l’informa- militari, la creazione di un “gover- tre grandi religioni monoteiste, peperoncino
Fanfani, Moro, Rumor, Colom- Papa sui temi etici, adesso chiedo- zione, attaccare la Consulta, in- no” secessionista. Fino alla con- avrebbe molto da dire su una anti-aggressione. Perché
bo”. Il cardinale guarda dinanzi a no che intervenga contro Berlu- sultare il lavoro del Parlamento. clusione del giornale del Papa: sponda con cui il confronto è ine- la stessa quindicenne
sé e conclude: “La situazione è sconi”. Posizioni del genere affio- Tutto per affermare brutalmente “Siamo ben oltre le provocazioni. ludibile, mentre gli arabi sono alla giovedì aveva usato
difficile. Fini è finito. Nel simbo- rano nelle lettera dei lettori di Av- la sua pretesa di immunità. E di Non si tratta più di questione set- ricerca di una nuova statualità. In- l’identico spray in classe,
lo ha messo il Futuro, ma non ne venire. E’ una falsa obiezione. In immunità “personale” parla ora tentrionale o meridionale… Qui vece la sua voce non si sente. E se provocando irritazioni
ha. Chissà se riesce ad affermarsi uno stato democratico (lo ricor- Bossi con gli abituali modi spic- si esiste ormai una questione Ita- c’è una visione, non viene tra- al volto a qualche
un Terzo Polo?”. dò il presidente francese Giscard ci. lia”. smessa. compagno e l’uscita di
Non è l’unico. Nel mini-stato del a Papa Wojtyla) è il Parlamento tutti gli alunni dall’aula.
Papa molti comprendono la gra- che legifera. Liberi i deputati cat- Wojtyla e l’Unità
vità della crisi italiana, avvitata tolici, i mass media cattolici, le as- d’Italia CUNEO
in un massacro di ogni regola
per difendere l’indifendibile.
sociazioni cattoliche di fare le lo-
ro battaglie. Non tocca ai vertici ASSUNZIONI in Ama Antagonisti contro
ecclesiastici organizzare referen- QUESTO passaggio storico in- Casa Pound
I cattolici chiedono dum o muovere parlamentari. terpella anche la Chiesa. Venti an- Panzironi: tutto regolare
di intervenire Ma qui non siamo in presenza di
una delle tante battaglie politi-
che. Sui fallimenti di Berlusconi –
ni fa, con l’esplodere del secessio-
nismo leghista e i rischi di disgre-
gazione dell’Italia, il Vaticano si
stato interrogato per tre ore ieri Franco Panzironi, am-
Èsmaltimento
ministratore delegato dell’Ama, l’azienda romana di
S i sono verificati
scontri ieri, nel
centro di Cuneo, tra
NE SONO consapevoli anche uno zero nel rilancio dello svilup- trovò dinanzi ad un nodo storico dei rifiuti, indagato per abuso d’ufficio e falso militanti
alla Cei che l’insofferenza di Ber- po industriale, nella tutela econo- di eguale rilevanza. Papa Wojtyla, in relazione a 41 casi sospetti di assunzioni. Panzironi, di dell’associazione di
lusconi ad ogni norma di equili- mica delle famiglie, nel contrasto sensibile come polacco al ruolo fronte al pm Fasanelli ed al procuratore aggiunto Caperna, destra Casa Pound e
brio dei poteri e di controllo della alla disoccupazione e al precaria- della nazione, intervenne incisi- ha negato che vi siano state violazioni di legge e ha preso le giovani dell’area
legalità è sistematica e irrefrena- to, nella lotta alla corruzione, in vamente. Agì perché il cattolice- distanze dalla scelta della società Elis, cui fu affidata la se- antagonista. Una
bile. Il cardinale Bagnasco si è det- politica estera dove è considerato simo si schierasse per l’unità del lezione di circa mille tra operatori ecologici, autisti e sep- persona è rimasta ferita
to “sgomento” pubblicamente “comico” – sono le forze politi- Paese (e ne sono un riflesso le ini- pellittori (tra il 2009 e il 2010), malgrado non fosse iscritta alla testa e alcune altre
per i “comportamenti contrari al che e sociali italiane a doversi mi- ziative del cardinale Bagnasco e il nell’apposito albo: “Non l’ho indicata io – ha detto – l'ho hanno riportato
pubblico decoro” cui si sta assi- surare. Senza aiutini. preannunciato messaggio di Be- trovata al mio ingresso in Ama. E poi si è limitata solo a contusioni. La tensione è
stendo. Ma una questione più ampia, un nedetto XVI per i 150 anni dell’U- formare il personale, non a selezionarlo”. Nell’inchiesta so- salita dopo le 17, quando
no indagati anche Luciano Cedrone, responsabile del per- stava terminando la
sonale, Gianfrancesco Regard, ex responsabile dell’ufficio contro-manifestazione
Roma, terzo stupro in 10 giorni legale, Ivano Spadoni, dirigente amministrativo, e Sergio
Bruno, responsabile del consorzio Elis. (l.d.c .)
convocata dal Comitato
per la difesa della
Costituzione per
Alemanno non sa più cosa fare protesta contro
l'apertura di una sede di
Casa Pound. Fra i feriti
di Silvia D’Onghia li. La Questura ha infatti fermato ieri turista americana è stata violentata, dere un occhio in nome dei rifugiati anche cinque uomini
tre somali, che sono stati a lungo in- nei pressi di Villa Borghese, da un ro- politici”. Sì, perchè in quel vecchio delle forze dell’ordine
intervenute per mettere
Lte.econ
luci al Colosseo si accendono
una cadenza troppo frequen-
Ancora una violenza sessuale a Ro-
terrogati.

CERTO non sono tre stupri in pochi


meno senza fissa dimora, poi arresta-
to. Il 18 febbraio una studentessa spa-
gnola ha raccontato di essere stata ag-
edificio abbandonato avevano trovato
rifugio un centinaio di somali. Le pes-
sime condizioni in cui vivevano (sen-
fine agli incidenti.

ma, la terza nel giro di dieci giorni: giorni, da soli, a legittimare l’idea che gredita da due ragazzi, forse italiani, za elettricità, senza riscaldamento e FIRENZE
venerdì sera una ragazza di 18 anni, la capitale sia una città poco sicura. nella centralissima Trinità dei Monti. con pochi servizi igienici) erano state
italiana di origini croate, è stata stu- Ma fa riflettere il fatto che il sindaco In questo caso gli inquirenti stanno più volte denunciate e lo stesso im- Detenuto muore
prata all’interno dell’edificio (abban- Alemanno abbia vin- ancora verificando la mobile era già stato sgomberato il 12 a Sollicciano
donato e occupato) dell’ex ambascia- to le elezioni, nel versione della ragaz- novembre 2010.
ta somala in via dei Villini, a pochi
passi da Porta Pia. Centro della città,
2008, proprio sul-
l’onda delle violenze
Una ragazza za e ricercando i due
presunti responsabi- MA ALEMANNO sapeva, come U n detenuto
marocchino di 48
non estrema periferia. L’hanno tro-
vata, seminuda e sotto choc, i poli-
che si erano verifica-
te negli ultimi mesi,
è stata violentata li. Proprio cercando,
inutilmente, di mette-
nel caso dei quattro bimbi rom morti
nel rogo della loro baracca. Ieri il pri-
anni, è morto nel carcere
fiorentino di Sollicciano.
ziotti (allertati da alcuni passanti), ai
quali la giovane ha raccontato di es-
promettendo con-
trolli a tappeto sul
nell’ex re a tacere le polemi-
che, Alemanno ha vo-
mo cittadino ha dichiarato che quei
somali vanno espulsi e che quel luogo
L’uomo era stato
condannato in primo
sere uscita di casa dopo una lite con territorio e illumina- luto porre dei paletti: va murato (ieri è stato nuovamente grado per traffico di
la madre e di aver incontrato di lì a zione pubblica po- ambasciata “Non è un problema sgomberato). I rifugiati (e l’opposizio- stupefacenti.
poco quelli che si sono poi trasfor- tenziata, e che inve- di controllo del terri- ne) si chiedono perchè per colpa di L’immigrato soffriva di
mati nei suoi aggressori. Lo stupro ce oggi, a distanza di somala, divenuta torio nè di sicurezza pochi devono pagare tutti. Ma questa crisi respiratorie e
sarebbe avvenuto sotto gli occhi de- quasi tre anni, tre urbana, ma di luoghi è una domanda che al sindaco sce- sarebbe morto per
gli altri occupanti dello stabile, alcu- violenze si siano ve- rifugio per cento occupati dove avven- riffo, quello della propaganda sulla infarto, ma secondo il
ni dei quali avrebbero poi contribui- rificate in pochi gior- gono reati sui quali Roma del futuro, non sembra interes- suo legale potrebbe
to all’identificazione dei responsabi- ni. Il 15 febbraio una persone non si può più chiu- sare. essere stato malcurato.
pagina 10 Domenica 27 febbraio 2011

DAL MONDO

UN PACIFICO OCEANO DI PLASTICA


LA SCOPERTA DI CAPTAIN MOORE
L’uomo che ha avvistato la più grande discarica in mare
di Marco Dolcetta giù a fondo”. Vista dall’alto que- beni di consumo di ogni gene- to al plancton del 60%. Residui
sta zuppa di plastica appare co- re. È a questo punto del raccon- di plastica si trovano nello sto-
l disastro provocato dalla me una distribuzione di confetti to che Captain Moore dispone maco dei pesci e può provocar-

I fuoriuscita di petrolio dal


pozzo della BP nel Golfo
del Messico è ancora vivi-
do nella nostra memoria. Po-
che cose, come lo stato di sa-
tra occasionali pezzi di attrezza-
ture da pesca alla deriva. Molti di
questi pezzi di plastica non sono
visibili a causa del movimento
dell’acqua che li spinge appena
su un tavolo i campioni di reper-
ti da lui raccolti nei suoi viaggi.
Spazzolini da denti, tubetti di
dentifricio, tappi di bottiglia,
manici d’ombrello, amalgama
ne la morte per soffocamento
per quanto riguarda i pezzi più
grossi, mentre quelli più piccoli
possono provocare blocchi in-
testinali con successiva morte.
lute del mare, turbano la no- sotto la superficie per effetto di plastica e lava e così via. Ma Ma questi poi diventano cibo
stra sensibilità ambientalista. delle onde e delle correnti. questo è appunto quel che è vi- per i predatori che ne inghiot-
Sarà perché noi stessi siamo sibile, la minaccia vera viene da tono assieme alla preda anche il
fatti d’acqua e “nell’acqua” ci Un pericolo quel che è meno visibile, da loro contenuto di plastica. Gli
formiamo, ma quando al mare per gli animali quella zuppa di residui di plasti- uccelli acquatici, tipo gli alba-
vediamo l’inquinamento da ri- ca che minaccia gli equilibri na- tros, poi sono particolarmente
fiuti così molestamente visibi- turali degli oceani. Tale situazio- attratti dai tappi di plastica delle
le in quelle correnti di residui MOLTI di questi pezzi di plasti- ne è ora di massima all’erta ap- bottiglie e spesso dopo averli
di plastica e schiuma che af- ca poi entrano in simbiosi con la punto nel Pacific Garbage Patch inghiottiti vanno a morire a ter-
fliggono il nostro contatto con flora o con altri organismi che li dove la concentrazione di parti ra lasciando come unica traccia
quell’acqua che vorremmo ve- fanno andare a fondo. È stato sti- di plastica è di dieci a uno rispet- della loro esistenza il contenuto
dere cristallina e densa di umo- mato che la gran parte di questi to al plancton di cui si cibano ol- del loro stomaco, tappi di bot-
ri salmastri così come era una residui di plastica, circa l’80%, tre alle balene altre specie. E tiglia ed altri pezzi di plastica. Il
volta, allora realizziamo che problema è che come si sa la
qualcosa bisogna fare per in- plastica ha un ciclo di vita molto
vertire una tendenza che se in- LA SPIRALE DEI RIFIUTI lungo, nessuno sa quanto così
contrastata ci porterà alla rovi- come ancora devono essere
na. È proprio questa la motiva- portati a termine gli studi sugli
zione che ha spinto Charles effetti che questo mimic food in-
Moore a diventare Captain gerito dai pesci può avere sulla
Moore. Un uomo che ormai vita marina e quindi sulla catena
nei suoi sessanta, ha negli uti- Asia alimentare che riguarda anche
mi anni solcato gli oceani per l’uomo.
più di 40 mila miglia scopren- Nord
do una realtà agghiacciante, la America I danni di uno
plastificazione dell’acqua. sviluppo sbagliato
Lo incontro sul molo di Long
Beach, Los Angeles. Sto realiz-
zando un film finanziato dalla
Fiamm che produce accumu-
latori sperimentali al sale “eco-
Le correnti formano un vortice Oceano
Pacifico
Sud
America IL CONTENUTO di inqui-
nanti organici persistenti conte-
logici” e per la Rai. Captain
Moore è nato a Long Beach, a
che imprigiona un’enorme massa Oceania nuti nella plastica. Molte di que-
ste sostanze sono state provate
poche miglia da Los Angeles. cancerogene ed altre possono
La sua famiglia è residente lì da d’acqua impregnata di detriti influire sulla riproduzione dete-
tre generazioni e ricorda quan- riorando il sistema ormonale.
do da bambino e poi da ragaz- La scoperta di Captain Moore è
zo si poteva uscire da casa per della vendita della sua impresa, per caso”ci dice Captain Moore, viene dagli scarichi terrestri, da poiché questi non distinguono un’altra agghiacciante evidenza
immergersi nelle acque della costruisce un enorme catamara- “stavo tornando da una regata tutti i tipi di plastica di consumo alla vista la diversità finiscono della necessità di riconsiderare
baia delimitata a Nord dal pro- no, Algalita, con cui cominciare dalle Hawaii a Los Angeles, non smaltiti in modo proprio. Il con il cibarsene. Gli esperti par- il nostro modello di sviluppo ba-
montorio di Palos Verde e a Est a studiare il fenomeno riscontra- quando, non interessato tanto resto, la minoranza, è da attri- lano di mimic food. Nel laborato- sato sullo sfruttamento dei com-
dall’Isola Catalina. to lungo le coste californiane re- alla gara, decisi di prendere una buire alle navi ed alle imbarca- rio della Fondazione Algalita bustibili fossili e dei loro derivati
lativo alla progressiva scompar- rotta poco battuta per la scarsità zioni da diporto e da pesca. Gli vengono analizzati campioni di quali la plastica. Se non possia-
Laureato in chimica sa di alcune specie di alghe fa- di venti, quando mi imbattei in scarichi terrestri includono poi acqua mista alla poltiglia in essa mo pensare di bonificare il Gar-
ed ex imprenditore centi parte della flora tipica del- una scia che non mi lasciò per i cascami dell’industria della dispersa e I ricercatori al micro- bage patch, attraverso una mi-
la costa ed alimento per le spe- giorni e giorni e di cui non com- plastica. scopio con appositi strumenti gliore coscienza collettiva dei li-
cie locali. Ma è solo dopo alcuni prendevo la natura”. L’equipag- “In realtà” ci dice Captain Moo- separano la plastica dal plan- miti naturali ad un certo tipo di
anni che, casualmente, Captain gio della Algalita, quindi, sotto la re, “la plastica è il lubrificante cton e dagli altri organismi con crescita, si può spingere i gover-
“PASSAVO ore e ore, nuotan- Moore scopre quello che diven- direzione di Captain Moore co- della globalizzazione”. L’indu- essa entrati in simbiosi ed è così ni a prendere le misure necessa-
do nella baia e osservando i fon- terà noto come il Great Pacific Gar- minciò a prelevare dei campioni stria del packaging infatti rende che si misura la quantità di pla- rie a contenere i danni all’am-
dali. Allora si poteva, oggi l’in- bage patch o il Garbage Vortex lo- d’acqua di mare da fare analizza- possibile il trasporto delle mer- stica dal resto. In dieci anni que- biente e le minacce al nostro fu-
quinamento ha cambiato tutto”. calizzato al confine nordest del re al ritorno dal laboratorio. ci così come la realizzazione di sta è risultata in aumento rispet- turo.
Così, Charles Moore, dopo ave- North Pacific Subtropical Gyre, “Non si tratta come qualcuno ha
re studiato chimica all’Universi- una area enorme, grande come riportato di una isola di rifiuti so-
tà di San Diego in California, ed un continente dove le correnti lidi e distinguibili, ma di qualco- In alto Charles Moore, l’uomo che ha
avere messo su un mobilificio in- oceaniche formano un vortice sa di ancor più minaccioso, una scoperto il Garbage Vortex, localizzato
dustriale, decide di vendere tut- di corrente che racchiude que- immensa zuppa di plastica che si nella cartina qui sopra; al centro residui
to e cambiar vita. Con il ricavato sta massa d’acqua oceanica. “Fu distribuisce dalla superficie fin di immondizia nel Pacifico (FOTO ANSA)

Irlanda, la punizione esemplare


ALLE LEGISLATIVE, IL PARTITO (NON PIÙ) DI MAGGIORANZA PRECIPITA AL 15%
di Andrea Valdambrini gioranza assoluta in Parla- Brian Cowen, a cui è andato dal 2007 partner di coalizio-
Londra mento e dovrà quindi strin- l’onere di richiedere il pre- ne nell’esecutivo uscente.
gere un accordo con il se- stito. Stando ai risultati non Nonostante la loro fuoriusci-
opo 14 anni ininterrotti condo arrivato Partito labu-
Dstorica
al governo, il Fianna Fail,
formazione politica
rista.
definitivi, l’ex partito di go-
verno sembra sostanzial-
mente sparito dalla capitale
ta all’indomani della richie-
sta del salvataggio, gli eletto-
ri hanno accordato loro solo
Un’irlandese alle urne, venerdì (FOTO ANSA)

di ispirazione liberal-demo- IL PESO DEL PRESTITO Dublino, dove è attestato in- il 2,6% dei consensi. economica e dalla bancarot- sure di austerità: tagli alla
cratica, riceve dagli elettori di 85 miliardi di euro conces- torno all’8% e potrebbe non ta dello Stato. Dopo gli anni spesa pubblica, compresi gli
una sonora sconfitta. Al suo so all’Irlanda da Unione eu- ottenere più di un singolo QUANTO alla formazione del boom, oggi l’Irlanda ha ammortizzatori sociali, al-
posto andrà il partito di cen- ropea e Fondo Monetario In- seggio. A livello nazionale, del futuro parlamento, il pro- quasi mezzo milione di di- lungamento dell’età pensio-
tro-destra Fine Gael, guidato ternazionale per farla uscire gli exit poll vedono il Fine fessor Michael Marsh del Tri- soccupati (il 13,4%), e si sti- nabile, blocco degli stipendi
dal pur non particolarmente dalla bancarotta ha dominato Gael superare il 36% e il La- nity College di Dublino ha ma che circa 1000 persone per i dipendenti statali. I cit-
carismatico Enda Kenny. questa tornata di elezioni an- bour attestarsi sul 20%, il mi- fornito questo quadro: 72 ogni settimana – giovani so- tadini, esasperati, hanno
Che tuttavia, in un quadro ticipate. Ne ha pagato il prez- glior risultato di sempre per seggi al Fine Gael, 32 al La- prattutto - siano costrette ad espresso la loro rabbia scen-
politico piuttosto frammen- zo proprio il Fianna Fail, del la sinistra irlandese, mentre bour, 20 al Fianna Fail, 15 allo emigrare in cerca di occupa- dendo in piazza e i partiti di
tato, non conquista la mag- primo ministro uscente al contrario il Fianna Fail si Sinn Fein e uno solo ai Verdi. zione. Nonostante le iniziali opposizione hanno captato
fermerebbe al 15%, il peg- Il magico numero di 83, mag- resistenze, l’ex Primo Mini- il malessere. Il futuro toaisea-
gior risultato di sempre, ol- gioranza assoluta dei 165 stro Cowen ha dovuto nego- ch, termine gaelico che sta
I democratici “pagano”il prestito tretutto sulle spalle di una
delle formazioni politiche
seggi, può essere dunque
raggiunto attraverso un pat-
ziare per il suo Paese – de-
finito la “tigre celtica” grazie
per premier, ha già un com-
pito in agenda: la promessa
da 85 miliardi di euro concesso più longeve d’Europa. Male
poi il nazionalista Sinn Fein,
to tutto da inventare tra la de-
stra di Kenny e i laburisti. La
al boom economico degli an-
ni ‘90 – il mega-salvataggio
fatta agi elettori di andare a
rinegoziare con chi di dovere
che deve accontentarsi del campagna elettorale è stata da 85 miliardi, promettendo i termini del patto che li ha
dall’Ue per il salvataggio del paese 10%, e puniti anche i Verdi, dominata dal tema della crisi in cambio drammatiche mi- umiliati.
Domenica 27 febbraio 2011 pagina 11

ECONOMIA

MILLEPROROGHE,
NAPOLITANO FIRMA.
PER L’ULTIMA VOLTA?
“Mai più emendamenti ai decreti”
Ma il governo intanto incassa ancora Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il ministro del Tesoro Giulio Tremonti (FOTO LAPRESSE)

di Stefano Feltri nel settore del credito”, secon- no non rispetta le richieste la terpretare anche in modo da le- scettico: “Non siamo una re- ciatura completa avrebbe fatto
do il professore della Bocconi prossima volta si ripresenterà gittimare una bocciatura par- pubblica presidenziale. Il Qui- saltare il decreto e non mi sem-
l grande pasticcio del de- Tito Boeri che su lavoce.info ha lo stesso dilemma di oggi. Co- ziale di mostri giuridici come il

I
rinale questa volta ha già fatto bra francamente il caso”.
creto milleproroghe è leg- analizzato il milleproroghe in me fa il Colle a bocciare in toto milleproroghe, visto che “le tutto quello che poteva, con Questione di pochi mesi, o for-
ge. Il Senato lo approva in tutti i suoi 221 commi (negli ot- un provvedimento (la legge di leggi omnibus sono una frode una moral suasion preventiva se poche settimane, e si capirà
via definitiva alle 15 e, tem- to anni in cui è stato usato è qua- conversione) che in gran parte alla Costituzione, perché si ren- per far cambiare in corsa la leg- se il Quirinale fa sul serio e, so-
po due ore, il Quirinale lo pro- si sempre stato un mostro legi- recepisce già promulgato sotto dono oscure ai cittadini e per- ge. Non si può inventare un rin- prattutto, se Parlamento e go-
mulga. Ma con una nota di ac- slativo di oltre 150 commi). “La forma di decreto? Sul Sole 24 ché confiscano la libertà di vo- vio parziale soltanto nella pras- verno si adegueranno. Dentro
compagnamento: “Si è preso nostra politica economica sta Ore di ieri un costituzionalista to dei parlamentari”. si”. Alle questioni giuridiche si la maggioranza c’è già chi pen-
atto che governo e Parlamento diventando sempre meno tra- molto stimato da Napolitano, sommano quelle tattiche: i sa a un nuovo decreto per ot-
hanno provveduto a espunge- sparente, nel milleproroghe Michele Ainis, suggeriva che il MA STEFANO Ceccanti, co- provvedimenti omnibus non tenere quello che è saltato al-
re dal testo molte delel aggiun- entrano misure che potrebbe- Colle può bocciare la conver- stituzionalista e parlamentare dispiacciono troppo neppure l’ultimo minuto dal milleproro-
te sulle quali erano stati formu- ro benissimo seguire un per- sione in legge senza spazzare del Pd che due anni fa ha avan- all’opposizione che, a colpi di ghe. Lo scontro decisivo con il
lati rilievi dal Capo dello Sta- corso parlamentare tradiziona- via tutto il decreto (che decade zato una proposta di legge per emendamenti, riesce sempre a Colle sulla politica economica,
to”. Cioè il ministro Giulio Tre- le, ma il governo non ha più le dopo 60 giorni) e che l’articolo concedere formalmente al Col- ottenere qualcosa. Anche Cec- forse, è quindi soltanto riman-
monti ha tolto le enormità più forze per far passare alcunché 74 della Costituzione si può in- le il potere di rinvio parziale, è canti riconosce che “una boc- dato.
evidenti, identificate in un in- in Parlamento”, dice Boeri.
contro con il presidente Gior- Il Quirinale, nel suo messaggio
gio Napolitano. ai presidenti di Camera e Sena-

MA NON È CERTO tutto a


to e al premier, del 22 febbraio,
ha però accettato una logica di MARIO DRAGHI Le banche soffrono ancora,
posto, tanto che il Quirinale au- compromesso: il decreto mille-
spica che presto vengano adot-
tati gli opportuni “provvedi-
proroghe può essere usato per
rinviare scadenze previste dal-
ma i giovani di più: “Salari d’ingresso fermi da 10 anni”
menti correttivi”. E soprattutto la legge (la sua, comunque per- banchieri si entusiasmano: “Diagnosi ai grandi elettori tedeschi per la Bce che riduzione degli spread determinata dalla
il messaggio di Napolitano è
che questa è l’ultima volta che
versa, natura) ma può anche
ospitare provvedimenti mirati
Itima”,
giustissima”, “analisi condivisibile e ot- non è meno rigoroso di loro, auspica “re- correzione delle politiche di bilancio”.
“se diventasse presidente della gole semi-automatiche” di punizione per Più sei sano, meno interessi paghi.
firma un provvedimento così. E di sostegno a imprese e fami- Bce sarebbe fantastico”. Eppure, a legge- evitare che i Paesi ad alto debito come E veniamo alle banche. La diagnosi di
pretende da parte di governo e glie. Purché non ci finiscano re con attenzione l’intervento del gover- l’Italia ritardino il risanamento contabi- Draghi è chiara da mesi: concentrarsi sul
presidenti dei gruppi parla- dentro cose come il blocco del- natore della Banca d’Italia Mario Draghi le. mercato domestico ha protetto dalla cri-
mentari l’impegno “al criterio le demolizioni in Campania or- al convegno degli operatori finanziari del E avverte: se le tensioni sui prezzi delle si ma ora implica stagnazione: scendono
di una sostanziale inemendabi- dinate dai giudici o l’aumento Forex a Verona, da sempre un appunta- materie prime continuano, la Bce dovrà i margini di profitto e le difficoltà delle
lità dei decreti legge”. I decreti dei consiglieri al Comune di Ro- mento importante nel calendario econo- alzare i tassi di interesse per evitare che i imprese si ripercuotono sul settore del
legge, cioè, si fanno solo per ra- ma (che infatti sono saltate). mico, non si trovano grandi spunti di ot- rincari inneschino a catena aumenti dei credito, “le rettifiche di valore su crediti
gioni di necessità e urgenza, Piccolo problema: se il gover- tismo. Anzi, i banchieri italiani vengono prezzi e dei salari interni. Più che un’a- continuano ad assorbire più della metà
non per scavalcare il Parlamen- bacchettati più di una volta. Forse è per nalisi un programma di politica moneta- del risultato di gestione”.
to facendo passare in una cor- questo che tutti tifano perché Draghi va- ria, nel caso dovesse approdare alla Bce. Lo scenario sarebbe meno deprimente
sia preferenziale quello che nel-
le commissioni parlamentari
Tito Boeri: da presto a Francoforte, a sostituire
Jean-Claude Trichet alla testa della Bce.
Per l’Italia una minaccia non da poco, vi-
sto che già così gli interessi sul debito ci
se ci fosse più crescita. E qui Draghi, co-
me fa da mesi, indica la sua priorità: la
verrebbe bocciato, sottintende
il Quirinale. Peccato che la sen-
“Con questi La prima bacchettata di Draghi però è co-
me sempre alla politica: la crescita è trop-
costano cinque punti di Pil (oltre 70 mi-
liardi) all’anno. E se i tassi salgono, cre-
disoccupazione giovanile, colpa di un
mercato “dove vige il minimo della mo-
tenza della Corte Costituziona-
le che lo stabilisce stia per com-
provvedimenti po bassa, se i disordini in Nord Africa
continueranno “nella nostra economia
scono anche gli interessi da pagare. Per
questo bisogna procedere subito con un
bilità da un lato e il massimo della pre-
carietà dall’altro”, con salari d’ingresso
piete, sostanzialmente ignora- un aumento del 20 per cento del prezzo risanamento che il governo, nella Deci- fermi da 10 anni su livelli al di sotto di
ta, 15 anni (è del 1996). la politica del petrolio determina, ceteris paribus, sione di Finanza Pubblica, ha concentra- quelli degli anni Ottanta. Parole che, co-
Per il futuro si vedrà. Al momen- una minor crescita di mezzo punto per- to negli anni successivi alla fine della le- me sempre di recente, vengono molto
to diventano legge norme co- economica centuale nell’arco di tre anni”. E con una gislatura, dal 2014. Ma Draghi ricorda applaudite e subito dimenticate dalla po-
me quella che concede alle Po- crescita più bassa, il peso del debito au- che “soprattutto nei Paesi più deboli, il litica.
ste la possibilità di entrare nel è sempre meno menta. Ma Draghi, che vuole dimostrare costo del credito potrà beneficiare della Ste. Fel.
capitale delle banche così “da
riportare l’influenza dello Stato trasparente”

Che affare per Mediaset il crac di Dahlia Tv


DOPO CHE TELECOM HA STACCATO LA SPINA, I DIRITTI PER LE PARTITE DEL GRUPPO ITALO-SVEDESE SI COMPRERANNO A PREZZI DI SALDO
di Carlo Tecce frequenze di Telecom Italia Media mo disposti a fare sacrifici”. Con TUTTO RITORNA al mittente: tero pacchetto di serie A, B e
Broadcasting, un canone così pe- Dhalia ormai spenta, i 150 giorna- i diritti alla Lega Calcio che mar- Champions League, acquistati a
rometteva passioni, ora è un listi di Made sono in cassa integra- tedì ha convocato una riunione sul prezzi ben più alti del Biscione.
PDahlia
monoscopio. La televisione
ha chiuso le trasmissioni
sante che la società Dahlia Italia
presto accoglie direttamente Tele-
com nel capitale (con il dieci per
zione i 30 dipendenti degli svedesi
venerdì hanno chiuso a doppia
tema, le frequenze a Telecom Italia
Media Brodcasting. Sarà interes-
Adesso Mediaset può assorbire
con i saldi il secondo campionato
venerdì pomeriggio con un mes- cento) e quindi nel consiglio di mandata l'ufficio al centro di Ro- sante conoscere la strategia di Pie- italiano al completo, anche perché
saggio di poche righe per i 600 amministrazione. In minoranza ma. I lavoratori di Made sperano ro Vigorelli, l'amministratore dele- la Lega di serie B deve garantire i
mila abbonati. Non sospesi: falli- c’è la società di produzione Made, che il vento giri al contrario, che la gato che dovrà riempire un vuoto ricavi previsti alle 22 società, a dir
ti. l'azienda di Filippo Chiusano che manciata di servizi che restano da e soprattutto recuperare 24 milio- poco in affanno senza il contribu-
forniva a Dahlia i contenuti per il fare diventino presto una multitu- ni di euro. Di Vigorelli, ai tempi di to televisivo.
IL MERCATO di chi guarda le palinsesto calcistico, diviso quasi dine: Dhalia era il cliente più gran- Mamma Rai, scrisse Dario Di Vico
partite di calcio, ormai spalmate equamente con le pellicole e i rulli de, non il solo. Ma chi dirigeva la sul Corriere della Sera: “Nelle ore PIÙ COMPLICATO per le otto
sette giorni su sette, è dominato da porno: programmi, commenti, di- società ha sigillato gli scatoloni, e immediatamente successive alla squadre di serie A oscurate: non
Sky sul satellite e da Mediaset sul rette. via. vittoria di Silvio Berlusconi nelle mancano le proteste dei tifosi, ma
digitale terrestre, ex coinquilino A gennaio i Wal- elezioni del marzo Sky andrebbe in guerra con la Lega
proprio di Dhalia che per 30 mi- lenberg hanno '94: girò nei corridoi se dovesse venderla con lo sconto
lioni di euro per due anni ha com-
prato i diritti per la serie B e otto
chiesto aiuto a
Telecom, a loro
I 150 di Saxa Rubra avvol-
to nella bandiera di
a Mediaset. Una seconda e più clas-
sica ipotesi prevede che Telecom
squadre di serie A.
Dahlia fu creata da Telecom Italia
dire, spesi 90
milioni di euro,
giornalisti Forza Italia”. E dun-
que di mezzo c'è
conservi i multiplex liberati da
Dahlia per ritentare l'avventura
Media per provare a sfondare sul
digitale e duellare con i canali a
Airplus era fuo-
ri gioco. Le as-
che fornivano sempre Mediaset
che vedeva in Dahlia
nel calcio. L'amministratore dele-
gato di Telecom Italia Media, Gio-
pagamento di Mediaset Premium, semblee e i pia- un avversario morbi- vanni Stella, sin dai primi sintomi
nel 2008 fu ceduta al gruppo scan- ni di rilancio i contenuti alla do, quasi comodo, del crac imminente ha cercato di
divano Airplus Tv di proprietà di hanno soltanto come quelli scelti risolvere il problema senza creare
una famiglia svedese, i Wallen- prolungato l'a- società ora per le partite ami- allarme: “Saremo in grado di rim-
berg: ambiziosi imprenditori con gonia, finita chevoli. piazzarli trovando altri clienti”. Ma
progetti un po’ ovunque e succes- con l'estrema sono in cassa La lotta lunga e logo- per il terzo polo televisivo il cam-
si da nessuna parte. Airplus pagava unzione di Tele- rante è con Sky, che po da calcio sembra troppo stret-
24 milioni di euro per l’affitto delle com: “Non sia- integrazione sul satellite offre l'in- to.
pagina 12 Domenica 27 febbraio 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

DALLA TV AL WEB
Spopolano le parodie
Serie B Capitano Amore? Sei nazioni
di canzoni famose L’Atalanta
si conferma
Totti arriva
a quota
Clooney
regala
L’Italia Ko
anche con

IL RITORNO
capolista seicento alla Canalis il Galles.
con un gol partite con una villa Finisce
contestato la Roma in Messico 24 a 16

DEI “CENTONI”
di Federico Mello zie al web: “La maggiore frustra-
zione di un autore televisivo – ci
gnavo Che Guevara e c’è Bor-
don”). Più recenti, e immediata-

“T
dice Stefano Disegni, autore tra mente virali, il “Bunga Bunga con
l'altro della trasmissione Rai Con- Fede, Bunga bunga con Lele” di
vention - è che prima del web, se Elio a Parla con me; e “Margheri-
qualcosa funzionava bene, finiva ta” di Minzolini-Max Pajella sem-
appena terminata la messa in on- pre dalla Dandini. La scena delle
da. Ora Internet assicura l’eterni- parodie, inoltre, si è arricchita re-
tà”. Disegni in particolare ricorda centemente di una nuova genera-
una parodia dei Pooh: “La facem- zione di menestrelli digitali. Co-
mo con Max Tortora. I Pooh era- me Tony Troja, ex-operaio di Pa-
no zombi che uscivano dalle tom- lermo e idolo dei “giustizialisti” -
be per salvare i ragazzi da genitori direbbe Belpietro - : i suoi brani si Elio e le Storie Tese; al piano, Rocco Tanica. Sotto, Riccardo Iacona (FOTO ANSA)
che rompevano troppo le palle. intitolano: “Han bocciato il lodo
Una strofa recitava ‘Strada spez- Alfano” sulle note di “Una vita da web compare un centone con gli no a formare la descrizione di un originale delle parole – aggiunge
zata dal vento nella tomba rien- mediano” e “Silvio Il pork” sulle Usa for Africa prestati alle vicissi- argomento come, per esempio, Tanica –. Detesto i centoni nei
i sputtanerò, al Giornale andrò, tro, perchè continuiamo sempre note di “Mork e Mindy”. Altro tudini della Polverini: “Non si di- l’amore e la gelosia”. Tanica, che quali il concetto parodistico vie-
con in mano foto dove tu, sei con a cantare anche ridotti così’”. web-fenomeno è la Sora Cesira: il strugge la democrazia ppe’ du’ fa ridere italiani super-giovani (e ne fatto entrare a calci”. Come
un trans”. Mentre i dirigenti Rai suo ultimo “The Arcore’s nights”, panini”. no) da vent’anni, fa però autocri- per tutte le cose, però, bisogna
impallidivano in platea, a Sanre- MA BASTA un minimo sforzo dalla colonna sonora di Grease, è tica: “Il centone e la parodia han- chiarire che senza l’estro del ge-
mo i gorgheggi di Luca e Paolo per far tornare a suonare nella me- stato cliccato oltre due milioni di “PER FARLO abbiamo lavora- no un po’ rotto i coglioni. Se ne nio, non si va da nessuna parte: il
andavano a segno surclassando moria centoni già celeberrimi. volte. “È nato tutto per caso – ci to dalle sei di pomeriggio alle sei producono troppi, per un sem- ritornello del Bunga Bunga degli
molti dei brani in gara. Le perfor- Solo qualche anno fa, Crozza in dice lei – Ho sempre amato fare le del mattino – spiega La Cesira – io plice motivo: sono semplici da Elii sulle note del Waka-Waka
mance delle due Iene, compreso versione Gispy King fece ridere parodie. Il punto di svolta, però, è ho fatto tutte le voci femminili e realizzare, la canzone è già bella e chiudeva con un appello: “E non
il rifacimento di “Uno su mille” l’Italia con “Zapatero” (“Yo so- stato We Are The World per Pol- alcuni maschili: quella di Paul Si- pronta” e “c’è ormai un rischio importa chi tu sia, non importa
(ci sarà a votare Pd), non sono ri- verini”. Nel pie- mon, di Steve Wonder, Tina Tur- reale di banalizzazione e satura- che lavoro tu faccia, in questi
maste confinate sul piccolo no del caos alle ner, Dionne Warwick, Cyndi Lau- zione del mezzo”. Gli Elii, con tempi di crisi è importante ridere
schermo: continuano ancora og-
gi a rimbalzare su Facebook,
Dal Bunga-Bunga di Elio ultime regionali,
con la lista del Pdl
per, Bruce Springsteen e Steve
Perr y”. Imbattibili luminari in
una carriera ventennale di inediti
alle spalle, quest’anno dalla Dan-
sorridere e festeggiare. E allora fe-
steggiamo, io, tu, Lele, Fede, ma
Twitter, YouTube (dove hanno
fatto oltre 3 milioni di visualizza-
a The Arcore’s nights, da nel Lazio non am-
messa per nume-
centoni, infine, sono appunto gli
Elio e Le Storie Tese e in partico-
dini hanno deliziato il pubblico
con una serie sul Ruby-gate (tra
soprattutto... tantissima Africa".
In questo caso l’assonanza fun-
zioni). Grazie al web è ormai una rose irregolarità lare Rocco Tanica che ha co-fir- queste: “Orgia in my mind” dal zionava perfettamente. “Se nel
moda: musica e ironia, accordi e Max Paiella a Orgia on my (divenne famoso mato numerosi successi del grup- pezzo di Ray Charles, e “Regime Waka-Waka si parlava del sud del
prese in giro (l’ultima online è Alfredo Milioni po. “La canzone col testo cambia- di cuori” sul rock dei Litfiba). “Un mondo, noi abbiamo fatto riferi-
“Chiamami quel questore”, rifa- mind. In Rete le esibizioni che per un ‘pani- to io la chiamo parodia – ci spe- centone o una parodia sono az- mento al sud del mondo femmi-
cimento del brano di Vecchioni no’ tardò a conse- cifica subito – i centoni sono in- zeccati e efficaci se non si disco- nile” chiude Tanica. E al prossimo
realizzato dalla trasmissione di diventano immortali gnare le liste), sul vece una serie di canzoni che van- stano dalla metrica e dal suono centone.
Radio2 Un Giorno da Pecora).
Queste parodie, come mille altre
che tra tv, Internet, smartphone, Stasera a Presadiretta, su Rai Tre
chiavette digitali, radio, sempre
più spesso colonizzano il nostro
personale palinsesto multime-
diale, altro non sono che “Cen-
toni”, così vengono chiamati in
Come svendono i beni di tutti
gergo. Il termine deriva dal latino di Riccardo Iacona c’è da piangere a vedere come tutto questo viene man- con i pronto soccorso pieni zeppi di gente che stazione
“cento”, un panno composto da tenuto: case del 700 che entri dentro e sembra di stare lì dentro anche per giorni, perchè solo a Roma sono
tessuti vari cuciti insieme. Nel a prima volta che insieme alla re- nella scalinata di una casa popolare, talmente tutto è
tempo, però, la definizione è an-
data ad indicare un componi-
Lti, una
dazione ho visto il lavoro di Lisa Iot-
delle nostre inviate di Presadi-
distrutto, con i palazzi che cadono a pezzi; apparta-
menti affittati a 25 euro al mese ed un elenco di cen-
stati tagliati negli ultimi anni piu’ di 2000 posti letto,
con il blocco del turn over e il personale ormai cro-
nicamente sottorganico in tutti i reparti. Quando sta-
mento di versi originali su una retta, sono rimasto impressionato. Li- tinaia di “beni da reddito” che fruttano chi 35 euro; sera vedrete all’opera i medici e gli infermieri del pron-
metrica nota ed è diventata sino- sa era andata a girare i regali che nei aziende agricole abbandonate, le terre non coltivate, to soccorso dell’ospedale San Camillo, uno dei più im-
nimo, negli anni recenti, del ri- secoli scorsi le famiglie ricche del La- le stalle a pezzi e le grandi case rosse a due piani chiu- portanti della capitale, vi renderete conto che cosa si-
facimento di un brano famoso zio avevano fatto agli ospedali della se. Beni che dovrebbero fruttare e che invece produ- gnifica lavorare oggi negli ospedali pubblici. Altro che
che ironizza sull’attualità. Regione e che oggi, nel disastrato bi- cono altri budget in rosso, altri debiti .E attorno a que- E.R.! Ma questi sono i risultati di anni di malapolitica ,
Se il Quartetto Cetra deve parte lancio della sanità, risultano sotto la voce di “beni da sto osso da spolpare nascono società di consulenza , di che adesso dobbiamo pagare tutti, miliardi di euro di
della sua popolarità ai centoni, è reddito”, cioè da far fruttare. Davanti a noi scorrevano gestione dei fondi immobiliari e, queste non mancano debiti sulle nostre spalle. Del resto questo è il Paese
Stefano Nosei, nel 1993, a rilan- le immagini di estensioni immense di terre, boschi, mai, agenzie regionali. La Risorsa SRL, per esempio, dove l’igienista dentale di Silvio Berlusconi è consiglie-
ciare il genere con un intero al- pascoli ed enormi aziende agricole, di castelli, per- nasce nel 2004 , sotto Storace governatore, anche con re della Regione più importante di Italia, a 9000 euro
bum: “Mi ricordo lasagne verdi” sino di interi borghi del 700, e ancora, mille appar- il compito di censire e finalmente valorizzare i “beni netti al mese. Per volere del Presidente. Se ne parla po-
(“Nosei è stato l’iniziatore dell’e- tamenti nel centro storico di Roma, il più caro di Italia. da reddito” delle ASL. co, ma c’è una indagine in corso alla Procura di Milano,
vo moderno del centone ed è mi- Ebbene, si tratta di un patrimonio pubblico immenso che sta curando uno dei giudici più esperti in reati con-
gliore dei suoi emuli” ci dice Roc- che si continua a sperperare. Stasera a Presadiretta vi AVEVA UN PRESIDENTE, un direttore, un con- tro la pubblica amministrazione, Alfredo Robledo, che
co Tanica degli Elio e le Storie Te- faremo vedere come questo patrimonio sia stato in siglio di amministrazione, una trentina di dipendenti, ha per oggetto le firme false apposte sotto le liste di
se). Poi il testimone passa al trio parte già svenduto, ben al di sotto dei prezzi di mer- tanto per essere precisi, ci costava tre milioni di euro sostegno a Formigoni. Con Francesca Barzini siamo an-
Marchesini-Lopez-Solenghi, ai cato, dove gli unici che non ci guadagnano mai sono all’anno e poi l’ha chiusa Renata Polverini pochi mesi dati a vedere un po’ più da vicino anche tutta questa
comici liguri I Cavalli Marci (tra gli enti pubblici, il bene comune, l’interesse di tutti, fa, per chiara inutilità. Ora, magari potremmo soppor- storia, abbiamo dato voce ai radicali che sono stati i
loro gli stessi Luca e Paolo), a in- mentre finanziarie, banche e i soliti “clientes” quelli sì, tare tutto questo, se il debito della sanità del Lazio non primi a fare gli esposti ai vari organi amministrativi e
numerevoli trasmissione televisi- con ricarichi del 100 per cento. E poi c’è quello che fosse di 10miliardi di euro, il più alto di Italia, se gli sentirete Formigoni prendere le distanze, forse mai in
ve. Oggi tutto è amplificato gra- ancora rimane nella proprietà della Regione Lazio e ospedali pubblici della capitale non fossero al collasso, modo così forte, dall’affare Minetti. Grazie e a stasera.
Domenica 27 febbraio 2011 pagina 13

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ sorvola sui fischi per dire che il
“premier” affronta “il quadro di Fulvio Abbate
Piccole cavie
dall’America
fossero le nostre Barbie, le no- Nutella, eppure stanno lì, vin-

Verso il nuovo geopolitico”. La bella parolo-


na è d’effetto: occuparsi di
geografia è da scuola media,
occuparsi di politica è sospet-
to, la geopolitica è roba fine.
Sle emento
vuoi provare paura, sgo-
e raccapriccio a stel-
e strisce è il caso che tu
veda “Little Miss America:
stre Brazz, le nostre Winx;
stampelline viventi. Piccole
cavie su cui sperimentare il
nostro estro rispetto al gusto,
allo stile, al fard, al fonditinta,
te dalla perversione familiare
che le pretende “in tiro” co-
me delle piccole mondane
ora del West ora di Melrose
Place. Quelle, le sventurate,

plastico? Anche La Russa, geopolitico


nato, cade dalle medesime nu-
bi: a che serve denunciare il
trattato di amicizia con la Li-
bia, tanto Gheddafi non c’è
Universal Royalty” (il merco-
ledì alle 23 su Real Time, Sky).
L’orrore di questa nuova serie
ha già raggiunto il cielo be-
ninteso stellato della seconda
alle suggestioni pop o “new
romantic”. Uno spettacolo in-
somma che, sempre nei più
inermi d’animo, ma anche i
meno compassionevoli verso
piangono e mamma ride, sod-
disfatta, preoccupata che il
piazzamento sia d’eccellenza.
Dimenticavo il sottotesto: sto
facendo di te una pin un, cre-
di Paolo Ojetti comunisti italiani”. Sonia salva più. Bersani si fa vivo: ”Siamo puntata, ma se provi a sma- i diritti dell’infanzia, porta a tina se non lo comprendi! Si-
la “difesa della famiglia tradi- su tutti i carri di Carnevale del nettare in Rete non è escluso sussurrare il mantra “carinis- curi guadagni per gli psicana-
g1 zionale”, lo sprezzo per la mondo”. Sì, il migliore mostra che ti possa mettere in pari sima, carinissima…”. listi che negli anni a venire do-
T Purtroppo in apertura c’è
Yara Gambirasio. Il mistero
scuola pubblica, l’odio per i
gay. Ma taglia di nuovo a mani
Berlusconi danzante su un ma-
re di tettone rosa confetto.
con l’intera avventura, bigo-
dino dopo bigodino. Non è
Dunque una sorta di Miss
Universo in sedicesimo, me-
vranno, si fa per dire, ram-
mendare l’orlo e l’imene
della sua fine comincia solo basse tutti gli incitamenti a Bunga bunga. bello, eppure serve a com- glio, in Scala “N”, in formato spezzato di un’infanzia con-
adesso. Bisognerebbe ante- partecipare ai “bunga bunga” prendere certo orgoglio ma- ridotto, come a voler creare dannata a un reality che me-
porre pietà e moderazione, in- che, peraltro, i “cristiani” ap- g3 terno, osservare le lunghe se- una favola televisiva degna di riterebbe una propria Norim-
vece ci attendono valanghe di
porte a porte con plastici, di
plaudono freneticamente,
quasi commossi. Come tutti
T Nel cuore delle cronache
dalla Libia non tutte le imma-
dute di preparazione di que-
ste bambine messe lì, fra fon e
“My fair lady” o piuttosto un
piccolo universo concentra-
berga. Dai, che sotto sotto si
divertono! No, manco un
vite in diretta, di talk show ma- sanno, Berlusconi-Zelig diven- gini dicono la verità. Ciò non fondotinta e trine e diademi, zionario rivestito di strass do- po’.
cabri e di esperti un tanto al ta carabiniere davanti ai cara- toglie che in Libia si muore. come si trattasse dei leggen- ve le piccole vittime sono co- Insomma, c’è davvero il ri-
chilo: attrezziamoci. Ales- binieri, moscovita con Putin, Mariella Venditti ha seguito dari barboni e barboncini per- strette da madri ottuse e de- schio che un format simile
sandra Di Tommaso e Sonia atleta con il Coni, e così via. Berlusconi che strilla il suo tra- fetti per certi siparietti da cir- menti, drogate di fiction co- possa suscitare un vigoroso
Sarno si sono divise Berlusco- Davanti ai “cristiani” (uno lo gico invito: “Venite tutti al co della “Belle Epoque”, me “Beautiful” o “Dinasty” o sentimento anti-americano, e
ni. La prima lo propone men- ha chiamato “eccellenza”, co- bunga bunga!”. Chissà chi lo d’altronde anche i barboncini direttamente il boudoir, a far non necessariamente fra le
tre parla di Libia e Gheddafi da- me Mussolini) è Sua Santità di ha consigliato di cavalcare Ru- necessitano di tolettatura, di replicare alle figlie di sette an- masse arabe convinte che gli
vanti ai repubblicani di Nucara estrema destra, un lefèvriano by. Le maggiori perplessità forcine e talvolta di un bel col- ni, o anche meno, un copione Usa siano il Grande Satana,
e taglia i fischi che gli sono pio- puro. Sonia Sarno taglia il peg- vanno però al piccolo popolo larino tempestato di strass. ripugnante perfino per l’adul- no, in questo caso perfino chi
vuti addosso all’esordio. Sonia gio del “premier” e non dice dei Cristiano-Riformisti che Così come le bambine model- to consenziente. È proprio il giudica oltraggioso un sem-
Sarno lo cura mentre tiene un niente: utilmente muta. esultano, lo toccano, inneg- lo piccolo mondo antico nel- caso di incorniciare tutte le plice abito della prima comu-
comizio davanti agli entusiasti giano al “premier” tutto d’un l’epoca della comunicazione volte in cui le povere proscrit- nione rischia seriamente di
Cristiano-Riformisti. È un di- g2 pezzo che odia i gay, la scuola spettacolare globale. te di Miss Little America spezzare ogni corrisponden-
scorso pazzesco, che parte da
mamma Rosa, dalle sue notti
T Accorso dai repubblicani
di Nucara, Berlusconi –come
pubblica e difende le famiglie
babbo-mamma-due bimbi e
È dei semplici, degli ingenui
la convinzione che avere avu-
strepitano la propria innocen-
za, la voglia di tuffarsi nella
za di amorosi sensi con il pae-
se che altrove ha dato vita al
insonni mentre pensa a “scen- Checco Zalone – è caduto che rivende le serate minorili to in dote dalla vita una figlia genio di un Pollock e alle pa-
dere in campo” (Sonia ha ta- dalle nubi, rivelando che come innocenti party. I Cri- femmina serva a ingegnarsi Una piccola partecipante gine di Kerouac. Scommettia-
gliato tutto questo per pietà) “Gheddafi non controlla la si- stiani-Riformisti ci credono e dal punto di vista dell’abbi- di Little Miss America, mo?
e, soprattutto, per fermare “i tuazione”. Anche Ida Colucci applaudono. gliamento, quasi i bambini su Sky www.teledurruti.it

LA TV DI OGGI
I FILM LO SPORT
SC1= Cinema 1 SP1=Sport 1
SCF=Cinema Family
SCH=Cinema Hits SP2=Sport 2
SCM=Cinema Max
SCMa=Cinema Mania SP3=Sport 3
12.00 EVENTO Recita del- 13.45 VARIETÀ SPORTIVO 13.25 ATTUALITÀ Passe- 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 18.50 GIOCO Chi vuol 16.45 FILM Air America
l'Angelus Quelli che... aspettano partout PO Meteo essere milionario 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 16.15 Lezioni di piano SC1 15.50 Rugby, Sei Nazioni 2011
12.20 RUBRICA Linea ver- 15.40 VARIETÀ Quelli che 14.00 NOTIZIARIO TG 21.00 NOTIZIARIO News 20.00 NOTIZIARIO TG5 - Meteo 16.55 Io vi troverò SCH Scozia - Irlanda (Diretta) SP2
de il calcio e... Regione - TG Regione lunghe da 24 Meteo 5 19.35 TELEFILM Il ritorno 17.05 Hide SCM 16.55 Calcio, Carling Cup
13.30 NOTIZIARIO TG1 - 17.05 RUBRICA SPORTIVA Meteo 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 20.40 VARIETÀ Paperissi- di Colombo 17.45 L'era glaciale 3 SCF 2010/2011 Finale Arsenal -
TG1 Focus Rai Sport Stadio Sprint 14.15 NOTIZIARIO TG3 PO Meteo ma Sprint 21.30 TELEFILM Il coman- 18.20 Prova a prendermi SCMa Birmingham City (Diretta) SP3
14.00 VARIETÀ Domenica 18.00 NOTIZIARIO TG2 14.30 ATTUALITÀ In 1/2 h 21.30 RUBRICA Ippocrate dante Florent
21.10 REALITY SHOW 18.20 Avatar SC1 18.10 Basket, Serie A maschile
In - L'Arena L.I.S. 15.00 NOTIZIARIO TG3 21.57 PREVISIONI DEL TEM- Amici 23.20 RUBRICA SPORTIVA 18.35 Sotto il segno del peri- 2010/2011 20a giornata Benet-
15.50 VARIETÀ Domenica 18.05 RUBRICA SPORTIVA L.I.S. PO Meteo 0.30 ATTUALITÀ Terra! Controcampo colo SCH ton Treviso - Lottomatica
In - Amori Rai Sport 90° Minuto 15.05 ATTUALITÀ Alle fal- 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta
16.15 VARIETÀ Domenica 19.05 RUBRICA Crazy de del Kilimangiaro 1.30 NOTIZIARIO TG5 1.25 NOTIZIARIO TG4 18.45 X-Men 2 SCM Roma (Diretta) SP2
4 (Esteri) (REPLICA) Notte - Meteo 5 Notte Night News
In... onda Parade 18.00 CULTURALE Per un 19.25 G-Force: Superspie in 18.55 Calcio, Liga 2010/2011
22.30 NOTIZIARIO News
18.50 GIOCO L'eredità 19.40 TELEFILM Squadra pugno di libri missione SCF 25a giornata Racing Santander
lunghe da 24
20.00 NOTIZIARIO TG1 Speciale Cobra 11 19.00 NOTIZIARIO TG3 - - Villarreal (Diretta) SP3
22.57 PREVISIONI DEL TEM- 21.00 Le mie grosse grasse
20.35 NOTIZIARIO SPORTI- 20.30 NOTIZIARIO TG2 - TG Regione - Meteo
PO Meteo vacanze greche SCF 20.40 Calcio, Serie A
VO TG Sport 20.30 20.00 VARIETÀ Blob
20.40 GIOCO Affari tuoi 21.00 TELEFILM N.C.I.S. 20.10 ATTUALITÀ Che 23.00 RUBRICA Tempi 21.00 Bad boys SCM 2010/2011 Posticipo 8a giornata
21.30 MINISERIE Atelier 22.35 RUBRICA SPORTIVA tempo che fa dispari (REPLICA) 17.55 CARTONI ANIMATI 16.00 TELEFILM J.A.G. - 21.00 Shriek SCMa ritorno Sampdoria - Inter
Fontana - Le sorelle della La Domenica Sportiva 21.30 ATTUALITÀ Presa 23.27 PREVISIONI DEL TEM- Scooby Doo Avvocati in divisa 21.10 Ballare per un sogno SCH (Diretta) SP1
moda "Prima parte" 1.00 NOTIZIARIO TG2 diretta PO Meteo 18.30 NOTIZIARIO Studio 18.05 FILM Glory - Uomini 21.10 Salvate il soldato Ryan SC1 20.55 Calcio, Liga 2010/2011
23.30 ATTUALITÀ Speciale 1.20 RUBRICA RELIGIOSA 23.20 NOTIZIARIO TG3 23.30 RUBRICA Tempi sup- Aperto - Meteo di gloria 22.35 I guerrieri della notte SCMa 25a giornata Athletic Bilbao -
TG1 Sorgente di vita 23.30 NOTIZIARIO TG plementari 19.00 TELEFILM Mr. Bean 20.00 NOTIZIARIO TG La7 22.40 Cado dalle nubi SCF Valencia (Diretta) SP3
0.35 NOTIZIARIO TG1 1.50 REALITY SHOW Regione 0.00 NOTIZIARIO News 19.15 FILM Timeline 20.30 ATTUALITÀ In Onda
lunghe da 24 - Meteo 22.50 Sulle orme del vento SCH 22.00 Rugby, Sei Nazioni 2011
Notte - Che tempo fa L'isola dei Famosi 8 23.35 ATTUALITÀ L'alma- 21.25 FILM Trappola in 21.30 ATTUALITÀ Niente
1.00 RUBRICA Applausi 2.30 PREVISIONI DEL TEM- nacco del Gene Gnocco 0.30 RUBRICA Tempi fondo al mare di personale 23.05 Mister Vendetta SCM Italia - Galles (Sintesi) SP2
2.15 RUBRICA Sette note PO Meteo 2 0.35 NOTIZIARIO TG3 dispari (REPLICA) 23.40 FILM Paura primor- 0.15 NOTIZIARIO TG La7 0.15 Per sesso o per amore? SCMa 23.30 Calcio, Liga 2010/2011
2.35 ATTUALITÀ Così è la 2.35 TELEFILM E.R. - 0.45 ATTUALITÀ TeleCa- 1.00 NOTIZIARIO TG - diale 0.25 RUBRICA Innova- 0.25 Io & Marley SCF 25a giornata Racing Santander
mia vita... Sottovoce Medici in prima linea mere Rassegna stampa - Meteo 1.40 FILM Sleepless tiON 0.45 Io vi troverò SCH - Villarreal (Replica) SP3

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Trappola in fondo al mare  Che tempo che fa  L’almanacco del Gene Gnocco
Jared Cole, aspirante cacciatore di tesori, Tre grandi ospiti questa sera nel salotto di Non c’è il Gabibbo, e neppure le Veline. Ma
solca le cristalline acque che lambiscono Fabio Fazio. Si parte con Toni Servillo, l’at- qualcosa di molto simile, o quasi: succede a
l’isola di New Providence insieme alla tore napoletano celebre soprattutto per le “L’Almanacco del Gene Gnocco”che propo-
fidanzata Samantha. I due vengono rag- sue interpretazioni in “Gomorra”e “Il ne un inedito gemellaggio con “Striscia la
giunti da Bryce, amico d’infanzia di Divo”. Politica protagonista poi con Emma Notizia”. Per l’occasione, non sarà Gene
Jared nonché brillante avvocato, e dalla Bonino, esponente dei radicali ed ex parla- Gnocchi ad aprire la puntata, ma il nuovo
sua nuova compagna Amanda. Imbarca- metare europea e recentemente candidata inviato di “Striscia l’Almanacco”. E poi una
tisi sul mega yatch di Bryce le due cop- alla presidenza della regione Lazio. Infine  Presa diretta rubrica dedicata ad aiutare le persone in
/ Glory - Uomini di gloria / Paura primordiale
piette si lanciano in una vacanza tutto arriverà l’ultimo vincitore del fastival di Com’è arrivata Nicole Minetti al Pirellone? difficoltà, a partire da Luca Barbareschi
In piena guerra di Secessione, il capitano Tim Manfrey, Steven Johnson e Aviva
relax e immersioni. Fino a quando Jared Sanremo, il cantautore milanese Roberto Per far eleggere lei e per altri candidati con i suoi tormenti politici; un quiz per
Robert Gould Shaw deve addestrare il Masters sono i componenti di una troupe
scova sul fondo dell’oceano qualcosa... Vecchioni. voluti direttamente da Berlusconi sono sta- imparare a diventare perfetti trasformisti.
54º reggimento volontari di fanteria, di giornalisti americani che parte per il
composto in prevalenza da ex schiavi Italia 1 21,25 Rai 3 20,10 te commesse irregolarità? “Presadiretta” Rai 3 23,35
Sud Africa con l’intento di realizzare uno
afroamericani. Il reggimento viene pre- scoop su un feroce coccodrillo responsabi- torna sulla vicenda delle elezioni regionali
scelto per aprire la strada alle truppe. le di centinaia di morti, ribattezzato in Lombardia dell’anno scorso e raccoglie il
Nonostante una lotta eroica lasciò sul Gustav dagli abitanti del luogo. Ma, malumore nel centro destra per i favoriti-
campo di battaglia la metà degli effettivi. accompagnati dal cacciatore Jacob Krieg smi del premier. Un’inchiesta di Francesca
L'eccezionale impresa di questi soldati e dallo zoologo Matthew Collins, riceve- Barzini e Vincenzo Guerrizio. Chi sta pagan-
contribuì a far passare sotto le bandiere ranno un’accoglienza tutt’altro che cor- do il conto del deficit della Sanità nel
dell’Unione 180.000 uomini di colore. diale da parte delle autorità locali... Lazio?
La7 18,05 Italia 1 23,40 Rai 3 21,30
pagina 14 Domenica 27 febbraio 2011

SECONDO TEMPO

FATTI di VITA
PIAZZA GRANDE É di Silvia Truzzi

PER CHI DIFENDE


UN LIBRO IN PIAZZA
Un mondo senza testa “S tanno uccidendo il pensiero”, canta Vecchioni da un palco
che gli darebbe, in sé, ragione. Però proprio l’Ariston –
pulpito grigio di una messa di cui resta quasi solo il rito svuotato –
ha squarciato una piccola luce: gli assassini si sono distratti.
di Furio Colombo lando della personalità che trasu- ternativamente ricordati e di- c’è, o perché è rifiutato? Il nuovo Sanremo è solo Sanremo, una gara musicale. Ma mettendo in fila
da carisma e comunica consenso. menticati, secondo i momenti e assestamento (strutture umane l’atmosfera e un po’ di fatti, ci sono buone notizie. Basta non fare
stata la vicenda libica ad Stiamo soltanto parlando di qual- secondo i media. autoconvocate e libere dalla ri-

È
l’errore di quella signora, sul treno Genova-Roma , che arringava i
agganciare l’attenzione co- cuno capace –ma anche determi- Ricordiamoci che anche la più cerca di un capo) si è formata - per suoi amici: “Non ho letto niente sul processo Berlusconi, ma è
sternata del mondo, è stata nato – a tenere insieme due po- grande manifestazione mai avve- ragioni che evidentemente anco- sicuramente innocente”. E non voler disegnare sul palco
la violenza folle e crudele poli che non sono davvero divisi, nuta nell’Italia repubblicana, la ra non sono state studiate – in una
dell’Ariston una battaglia fuori luogo tra destra e sinistra. Primo: ha
di un capo di Stato senza prin- a formare un governo, a gestire manifestazione delle donne in nuova psicologia e sociologia dei
cipi e senza scrupoli divenuto una amministrazione e a far fun- più di duecento piazze di italiane, movimenti; oppure è la tecnica di vinto la canzone migliore, con un testo vero che racconta di operai
un sanguinario serial killer in zionare le istituzioni. C’e anche appena poche settimane fa, è na- connessione (la rete) che rende senza lavoro, bastardi che stanno sempre al sole, un’umanità che
questi suoi ultimi giorni di per- un re, in Belgio, dunque un di più ta da una grandiosa autoconvoca- fluido e rapido il contatto oriz- deve essere salvata. Il Professore ha messo d’accordo tutti, la critica
manenza e di resistenza, una di cerimoniale e di forma che può zione da persone sconosciute a zontale ma non ha interesse alla e il pubblico del televoto (lo stesso che l’hanno scorso ha votato
specie di Hitler ancora più folle dare una mano alla buona volontà persone sconosciute. struttura verticale dell’auto-as- l’amore lacustre di Valerio Scanu, uno che se non avevi visto
che, si dice mentre scriviamo, di mettersi alla testa del corteo. semblea che sta nascendo, ovve- “Amici” manco sapevi chi era). Non a caso è successa la stessa cosa
sta pensando di bombardare le Ma non basta. Nessuno vuole gui- Spinte ro: metterci sopra un capo? a Raphael Gualazzi, impacciatissimo trionfatore della sezione
sorgenti del suo petrolio in mo- dare l’autobus Belgio, qualunque dal basso Se dunque qui si colloca la spe- giovani con un brano bellissimo. Che, oltre a risparmiarci
do da creare una morte immen- sia la strada da percorrere. Però se ranza e l’interesse per il nuovo stupidaggini preferendo il silenzio della timidezza a una sequela di
sa per tutti, chi lo ha sostenuto e allargarghiamo l’inquadratura ve- che sta nascendo e che sponta- “sono molto emozionato”, ha portato all’Ariston Fabrizio Bosso,
chi lo ha combattuto fino alla fi- diamo che la situazione di marcia INSOMMA molto di ciò che sta neamente scavalca i turni genera- uno dei migliori talenti jazz italiani.
ne. senza capo che sto descrivendo accadendo nel mondo, una vasta zionali di cui tanto si discute, esi- Dice Vecchioni di aver scritto il pezzo dopo aver visto in
In questo spettacolo di ferocia va molto al di la di singoli esempi dissociazione popolare da ciò ste un diverso ma non infondato televisione le immagini di una manifestazione studentesca. E
totale sono sembrate quasi nor- o di grandi momenti che sembra- che, al momento è il potere, una motivo di ansia. Che cosa accadrà infatti la strofa più citata e mandata a memoria è quella sulle
mali le transizioni di regime av- no la storia ma che, senza una in- dissociazione allo stesso tempo se gruppi bene organizzati e del
proteste: “Per tutti i ragazzi e le ragazze che difendono un
venute in Egitto e Tunisia. Ma tutto separati dalla protesta si ter-
non lo sono. Sono Paesi in attesa ranno pronti, in nome di interessi libro, un libro vero”. Non era così scontato che la vita reale
di colmare un vuoto di identità, Proteste di piazza o di ideali che non conosciamo, a entrasse in uno spettacolo che si era completamente
di governo e di futuro. E di tutto mettersi alla testa dei grandi mo- assuefatto alla banalità e all’anestesia. In un pianeta di
ciò per ora si intravede ben po- e rivoluzioni vimenti spontanei nati dall rete? marziani, che attraversano l’esistenza del tutto inconsapevoli:
co. Altri Paesi sono già nel tor- Ogni denuncia di questo genere “Vivo ai margini di una vita vera e non mi riconosco” (Madonia
mento della rivolta che ormai ci pongono al momento è strumentale. Chi e Battiato). Anche Luca e Paolo hanno contribuito alla
chiamiamo “di popolo” ma che la stessa vuole seminare il panico vede Al primavera festivaliera, e non solo perché hanno certificato in
in realtà sono un fatto raro nella Quaeda come il leader delle folle mondovisione lo sputtanamento di un Paese che non ha più
storia: la folla è pronta ma non domanda: in rivolta in tutto il Nord Africa. nemmeno una fama da difendere. Quel pezzo di Gramsci era
c’e il leader. Nessuno chiama, Chi ha interesse a screditare stu- una foto impietosa e insieme un richiamo a non girarsi
nessuno guida. chi è il leader? denti e sindacati li riveste, ogni dall’altra parte: “Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia
Gli editori lo sentono già nell’a- terpretazione (chi sono, chi li gui- volta di pericolose intenzioni dire essere partigiani”. Le Iene non sono l’opposizione in
ria: fra poco sociologi e polito- da, che cosa vogliono, dove van- Siamo eversive. Resta il fatto che, tutto- Parlamento, sono solo due comici. Che almeno si guardano
logi presenteranno saggi fre- no a finire?) restano una vicenda a una nuova, ra, l’opinione pubblica, ma anche attorno e ci ridono sopra. Forse però qualcosa si sta
schissimi per celebrare i due fat- oscura che molti esaltano e molti quella degli esperti ha una certez-
risvegliando, grazie ai libri difesi nelle piazze, ai cinema che si
ti nuovi: i popoli giovani si libe- vedono come un pericolo. Per imprevista za (dalla rete nasce una aggrega-
riempiono più per il “Discorso del re” che per i cinepanettoni.
rano da soli. E la tecnologia in- esempio: gli immensi e ostinati zione diversa di “popolo”) e un
formatica consente un tipo di cortei studenteschi che hanno situazione di masse dubbio che a volte è un incubo: Ai teatri, dall’Ariston di Benigni ad altri molto più piccoli, dove
contatto, di persuasione reci- sconvolto per settimane l’Italia, chi si impossesserà delle rivolu- non sono soltanto i musical a far restare i ragazzi a bocca
proca e di autoconvocazione comparsi dal nulla e finiti nel nul- che non hanno capi zioni in un mondo senza leader? aperta. Ho visto all’India di Roma Luca Zingaretti leggere un
che prima non era mai esistita e la. Di uno di quei cortei, a Roma, è racconto, grandissimo, di Tomasi di
che, d’ora in poi, sarà il percorso rimasta l'immagine di un giovane Lampedusa: La sirena. Storia di un amore
fatale dei grandi eventi politici che non è nè polizia nè dimo- clamorosa e prevalentemente infinito, raccontata da un vecchio professore di
di massa. strante, ma colpisce in modo vio- nonviolenta, accade con una sor- greco. Alla fine Zingaretti, nei giorni della
lento un altro giovane dimostran- ta di spinta dal basso che, in alto, manifestazione per la dignità delle donne, ha
Stati senza te con un colpo di casco al viso. non è accolta e non è attesa da fatto una piccola e per nulla enfatica dedica
governi Diciamocelo chiaro, ancora ades- nessuno. Anzi, nessuno si mette alle signore in sala. Senza dire il perché, non ce
so non sappiamo chi era davvero alla testa della nuova massa di cit- n’era bisogno. Poi una poesia, s’intitola Xenia
l’aggressore e se siamo di fronte a tadini (in genere i più giovani) II: “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un
LA NOSTRA inevitabile atten- un breve scatto di follia o a qual- che spontaneamente si è raduna- milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto
zione, ammirata, ansiosa per ciò cosa di misteriosamente preordi- ta.
ad ogni gradino.Anche così è stato breve il
che sta accadendo in una parte nato. Se ci si pensa bene, la domanda:
molto importante del mondo ara- Ma le proteste operaie? Alcune, qui chi è il leader? attraversa tutto nostro lungo viaggio (…) Ho sceso milioni di
bo, l’offesa che proviamo per la anche estreme, come l’arrampi- il mondo. C’è, dentro questa nuo- scale dandoti il braccionon già perchè con
stupida crudeltà di Gheddafi (e, carsi sulla gru di una fabbrica va, imprevista situazione di mas- quattr’occhi forse si vede di più. Con te le ho
per noi italiani la vergogna, di es- chiusa o abbandonata, come la se che non hanno capi, una serie scese perché sapevo che di noi due le sole vere
sere tuttora legati a Gheddafi da minaccia di suicidio, estrema ma- di domande che stanno al mo- pupille, sebbene tanto offuscate, erano le
un trattato detto di “stretto parte- nifestazione spontanea, come l’e- mento senza risposta. tue”. Eugenio Montale fa ancora piangere due
nariato” che ci vincola persino a silio volontario di centinaia di Il capo manca perché, per uno ragazzine nel fondo del teatro.
dargli sempre ragione, come ha operai nell’isola dell’Asinara, al- strano e inedito fenomeno, non s .truzzi@ilfattoquotidiano.it
fatto il governo del nostro Paese)
ci distrae da fatti che stanno acca-
dendo In altri importanti parti del
B. ha utilizzato
mondo.
Per esempio, l’Irak paese non cer-
to privo di ricchezza e potenza e
importanza strategiaca è senza
Non si può stare il controllo capillare
di parte significativa
di passare alla storia come primo ca-
po di stato dai pieni poteri, eletto
direttamente dal popolo, al di sopra
della legge, sta scricchiolando.
boli, teme i movimenti studente-
schi, è livido per il milione di donne
nelle piazze. Siamo giunti alla fase
più pericolosa del regime berlusco-
leader e senza governo, dopo re-
golari elezioni, da quasi un anno.
Per esempio in Libano non riesce
a emergere e a sopravvivere un
leader capace di guidare, se non il
alla finestra dei mezzi
di comunicazione
L’opposizione politica in Parlamen-
to si è allargata con Casini e Fini che
lo hanno abbandonato, i governi oc-
cidentali lo marginalizzano, la Chie-
sa non può più tollerarlo ad libitum,
niano. La sua mania di grandezza e il
sogno imperiale non gli suggerisco-
no un passo indietro, la sostituzione
con un suo fedelissimo, patteggiare
l’impunità e ricostruire con Fini e
Paese, almeno un credibile gover- di Luigi De Magistris gani di garanzia, devastazione dei per consolidare Casini. Non molla il trono e, quindi,
no di compromesso. Per esempio beni comuni (tra cui la cultura e il non consentirà la celebrazione dei
in Somalia il mondo ha perduto la erlusconi è nervoso e sapere), allargamento delle disu- il suo piano processi, non tollera la probabilità
speranza che ci possa mai più es-
sere un governo e uno Stato. Ma
non consola il pensiero che tutto
ciò avviene in Paesi senza tradi-
zione democratica. In Europa c’è
B preoccupato. Il suo potere
istituzionale è in crisi e il de-
clino inesorabile del sulta-
no è iniziato. É il punto di riferi-
mento di poteri forti e di ampie fa-
guaglianze sociali. Un piano che
sovverte la Costituzione e che sino
a poco tempo fa ha condotto con il
volto sorridente del potere, senza
olio di ricino, con la durezza della
autoritario,
conformare
le persone,
di essere condannato. Sta produ-
cendo deliri istituzionali di eviden-
te stampo golpista: modificare a col-
pi di maggioranza la Corte Costitu-
zionale, la magistratura, la stampa,
il Belgio. Non ha governo da 249 sce sociali che lo hanno investito violenza morale, inquinando le fal- introdurre l’immunità per sé e per la
giorni. Sono diventate tipiche, in- anche al fine di condurre a termi- de democratiche delle istituzioni calpestare diritti sua corte. E’ pronto a varare un pac-
finite, colorate, nonviolente le di- ne la demolizione dello Stato di di- attraverso la loro penetrazione e il chetto di leggi speciali incostituzio-
mostrazioni dei cittadini che vo- ritto ostacolo alla costruzione del loro costante condizionamento. nali, sospendere parte della Costi-
gliono stare insieme, ovvero si neo-autoritarismo. É autore ed Ha rovesciato in questi anni il pae- piano autoritario, conformare le il Quirinale afferma il suo ruolo di tuzione, restringere libertà e diritti
oppongono alla stupida idea di esecutore di un disegno preciso: se modificandone i connotati: di- persone, calpestare diritti, di- custode della Costituzione, magi- civili. La Lega lo mantiene in vita ac-
spezzare il Paese secondo le linee modificare gli equilibri costituzio- struggendo la bellezza riducendo- struggere avversari politici, mas- strati autonomi individuano reati consentendo a tutto pur di ottenere
di divisione fra fiamminghi e val- nali, distruggere l’autonomia e la a mercato dei corpi, sostituendo sacrare servitori dello stato, dele- gravissimi, la stampa libera sma- il federalismo secessionista che por-
loni. Ma sopratutto una cosa bal- l’indipendenza dei magistrati e as- alla persona il denaro e gli averi, gittimare liberi pensatori. schera il volto deviato e deviante del terà alla distruzione dell’unità d’Ita-
za agli occhi. C’e il Belgio, ci sono servire le voci della libera stampa. imponendo la corruzione come sultano. Il demagogo populista è lia. Di fronte ad un tale progetto
i Valloni e i Fiamminghi, ci sono Ha il compito di realizzare il fasci- mezzo per il perseguimento del LA MACCHINA del fango ser- terrorizzato soprattutto dell’oppo- eversivo non si può stare alla fine-
partiti e le diverse proposte poli- smo del terzo millennio: concen- potere, scalzando valori, merito e ve anche a confondere i cittadini, di- sizione sociale e del dissenso degli stra ad assistere allo spettacolo. Si
tiche ed economiche. Volendo trazione dei poteri istituzionali ed fatica. Ha cercato di addormenta- sorientare la gente, annebbiare i italiani dalla schiena dritta. Ha pau- deve produrre resistenza attiva a ta-
c’e una politica estera, magari al- economici (il contrario del libera- re coscienze e narcotizzare menti. punti di riferimento. Con prassi ra della forza della lotta operaia e le regime e mobilitarsi ogni giorno
trettanto grigia e nebbiosa come lismo a cui finge di ispirarsi), re- Ha utilizzato il controllo capillare eversive e leggi ad personas ha della dignità dei lavoratori, della per raggiungere la liberazione da un
tutta la politica estera europea. strizione delle libertà civili e de- di parte significativa dei mezzi di svuotato la Costituzione e imposto rabbia dei disoccupati, della sete di despota che sta portando il Paese
Manca un leader. Non stiamo par- mocratiche, distruzione degli or- comunicazione per consolidare il la legge del sultano. Il suo progetto giustizia degli oppressi e dei più de- nel baratro.
Domenica 27 febbraio 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

in questa circostanza è stato via internet. Un canale in alta

MAIL BOX
così penoso che sarebbe im- definizione, magari pure in
pensabile in qualunque Paese 3D, consuma molta più ban-
normale. Prendere in giro i da di qualsiasi utente, sicco-
giornalisti con motteggi e bat- me quel canale garantisce ri-
tute che fanno ridere solo i torni economici di tutto ri-
suoi maggiordomi, è squalli- spetto grazie alla tv on de-
do. Mi chiedo: quando questo mand (a pagamento) ecco
circo finirà? Quando questa che in quel caso il problema
Altro che legalità farsa che si sta trasformando dell’intasamento della rete
e meritocrazia
A leggere la relazione del pro-
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO in tragedia si chiuderà? Sve-


gliamoci prima che sia troppo
tardi. O forse lo è già.
in quel caso diventa irrile-
vante. Mentre in Italia si
mette il freno alla libera ve-
curatore regionale della Cor-
te dei Conti pronunciata in I POVERI - RICCHI Anilo Castellarin locità e alla libera circolazio-
ne in rete, altrove sta per
Non chiamiamoli più
occasione della cerimonia di
inaugurazione del nuovo anno
giudiziario, si resta sconsolati.
DEL PIO ALBERGO clandestini
essere lanciata la tecnologia
chiamata light peak che con-
sente di scaricare un intero
Impotenti. Che fare? Ti assale aro Furio Colombo, quando qualche smagliatura viene rilevata (di Vogliamo smetterla di chia- film in alta definizione in me-
una voglia di riparare altrove
o di non votare più, mai più.
C la questione del Pio Albergo
Trivulzio di Milano, che ha offerto le sue
solito come puro pretesto politico) sulla destra
della vita pubblica italiana.
mare clandestini questi poveri
disperati in viaggio dalla fame,
no di 10 secondi.
Jorg Pfandflasch
Descrive uno stato della pub- pregiate case a persone abbienti per 2 - È importante coinvolgere nel privilegio , persino dalla guerra e da dittatori fe-
blica amministrazione del tut- pochi soldi, mi disorienta. Tutti i se non lo sanno, sempre più persone, roci verso un briciolo di di- La jungla
to desolante, maledettamen- beneficiari hanno in comune il privilegio specialmente se note e rispettabili, in modo che si gnità e di benessere. Vogliamo
te identico a quello dell’anno di vivere bene, in luoghi desiderabili, allarghi il cerchio di coloro che terranno bassi i toni finalmente concedergli alme- degli alberghi romani
scorso e dell’altro anno an- pagando poco. Ma perché? Chi perde, e moderata l'eventuale opposizione, con il rischio no il diritto riconosciuto ai A Roma da qualche anno è
cora, e così via. Un quadro chi vince, chi manovra questa vicenda di trovarsi isolati e allo scoperto in caso di pesci ed agli uccelli di seguire nato un nuovo tipo di alber-
cronico, inguaribile. Una real- segnata più da convenienze e favori che “esagerazione”. È un fenomeno a cui si assiste misteriose rotte a noi scono- gatore: una sorta di opera-
tà di diffusa disorganizzazione da un corrotto disegno di potere? continuamente in Parlamento, dove inspiegabili sciute. tore turistico ricco e senza
nella gestione della cosa pub- Angelo toni miti e dannose omissioni di denuncia Achille della Ragione meriti, ma soprattutto senza
blica, di consulenze inutili, di accadono come conseguenza di un sistema di controlli, che alza il prezzo
promozioni illegittime, di au- DOMANDE GIUSTE ma con appartenenze al circolo, di solito poco noto, dei Internet e la limitazione delle camere fino a triplicarlo
menti di stipendio ingiustifica- una certa ingenuità nell'ultima affermazione. privilegi di un tipo o dell'altro. È un fenomeno che a seconda degli eventi. Suc-
ti, di affidamenti degli appalti Tutto si spiega se si tenta di rintracciare un punto dilaga da diciassette anni nei media italiani, dove della velocità cede, ad esempio, il prossimo
irregolari, di opere completa- di vista un po' più ampio ma anche coerente con astenersi dal notare o raccontare certe cose viene Telecom Italia ha annunciato primo maggio, quando a Ro-
te in ritardo o lasciate incom- questi fatti che sembrano tanto diversi. I lettori largamente compensata da apprezzamenti che che limiterà la velocità di al- ma s'incontreranno due
piute, abbandonate perché attenti delle liste di inquilini Trivulzio sui giornali diventano una catena di Alberghi Trivulzio in tanti cuni servizi come il peer to eventi, che porteranno, se-
non funzionanti o non funzio- hanno notato che quelle liste contengono nomi livelli della vita pubblica e del benessere personale. peer, il trasferimento dei da- condo alcune stime, più di di
nali, di costose apparecchia- noti ma certamente per bene, nomi di persone Nella loro immensa ingenuità i giornalisti ti da utente a utente. La spie- due milioni di turisti. Gli
ture mai utilizzate, di rimborsi che sono normalmente destinatari di trattamento americani, che vengono licenziati se accettano il gazione ufficiale è che questa eventi sono: la beatificazione
spesa gonfiati. Insomma la fo- speciale, dagli aeroporti ai servizi sanità e nomi di regalo di un passaggio gratuito in aereo o la pratica succhierebbe buona di Giovanni Paolo II e il con-
tografia di una classe politica persone di cui non sappiamo e non abbiamo ospitalità, tutto compreso, in un albergo - vacanze, parte delle risorse di rete, certo per la festa dei lavora-
senza etica pubblica e senza ragione di sapere nulla (nell'Italia di oggi si è non si spiegano la benevolenza italiana verso un rallentando tutto il sistema. tori. Anche Striscia la notizia
competenze, mossa da affari- tentati di dire “persone normali”). Propongo due governo vergognoso e produttore di sempre nuova Compito di chi ha l’infra- se ne è occupata ed è andata
smo e familismo. Altro che le- chiavi di lettura. Una spiega il diligente lavoro della vergogna. Ecco, una spiegazione (piccola, struttura è di metterla a di- in incognito, in alcuni alberghi
galità e meritocrazia. sindaco Moratti che proprio adesso, in campagna frammentaria ma utile e a suo modo esemplare ): sposizione dell’utenza, sen- romani, chiedendo agli ad-
Ezio Pelino elettorale, scopre per caso e in modo del tutto cercare di dire che “siamo tutti Albergo Trivulzio”. za entrare nel merito dell’u- detti alla portineria i prezzi
innocente che uno degli occupanti dei convenienti Come vedete, niente accade per caso. so che se ne fa. È invece una per il periodo di fine aprile e
I nostri occhiali appartamenti Trivulzio è (è stata) la compagna coincidenza che questa limi- primo maggio. Camere, che
del candidato del Pd Pisapia. La ricerca attenta e Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano tazione arrivi proprio all’in- di solito hanno un costo che
colorati senza protezioni per nessuno di Letizia Moratti 00193 Roma, via Valadier n. 42 domani del lancio commer- si aggira sui 149 euro, lievi-
Abbiamo un Governo che, alter- spiega l'intento particolare per una azione che lettere@ilfattoquotidiano.it ciale della varie televisioni tano fino a mille euro. A onor
nativamente, vuole farci indos- solo a prima vista appare di buon costume del vero gli alberghi che ap-
sare occhiali dalle lenti rosa per milanese. Ma se immaginate questa vicenda plicano cifre del genere sono
giudicare l'andamento della si- come un film documentario, a questo punto pochi, ma bastano per scre-
tuazione economica e poi dalle dovete allargare l'inquadratura. Subito vi LA VIGNETTA ditare l'immagine di una città,
lenti scure per paventare peri- accorgerete che in tutta questa operazione c'è un che vive di turismo e che fa
coli inesistenti come l'incom- senso, che si articola in un breve prontuario. Provo dell'accoglienza il suo fiore
bente comunismo o per dram- a ricostruirlo: all'occhiello. Chi dovrebbe
matizzare pericoli veri come 1 - Occorre dimostrare ai “moralisti” che sono controllare questi alberghi
quello dell'andamento dell'im- (siamo) tutti uguali, che ciascuno ha i suoi poco seri, si difende dicendo
migrazione . Come cittadini ci peccatucci e che non è il caso di menare scandalo che questa è la legge di mer-
servono lenti multifocali non co- cato. Aggiungo io, che è una
lorate per vedere chiaramente i vera e propria legge della jun-
problemi ormai pressanti, quelli gla (senza offesa per la jun-
in fase di sviluppo e quelli ancora gla). Qui i mercanti non sono
lontani allo stato nascente. E L’Italia dafi, questi una volta al potere nel tempio, ma fanno in mo-
poichè i nostri occhiali sono la si ricorderanno dell’amicizia do che chi voglia entrare nel
stampa e la televisione, serve senza credibilità del premier verso Gheddafi e tempio venga a Roma e paghi
una rapida, intensa e diffusa rea- Il premier con la sua affettuo- dell’appoggio dell’Italia dato al tre, quattro volte di più il va-
zione ogni qual volta la stampa o sa amicizia verso Gheddafi si è suo regime e del comporta- lore di una camera. Anche da
la televisione diffondono notizie messo ed ha messo il paese in mento da pesce in barile te- queste cose, anzi,soprattut-
non conformi alla verità . un vicolo cieco. Infatti, se vin- nuto dal premier nei primi to da queste cose, si vede il
Ascanio De Sanctis cono gli Oppositori di Ghed- giorni della rivoluzione. Se in- declino di una città.
vece vincerà Gheddafi questo Massimiliano Sciò
si ricorderà del fatto che il
IL FATTO di ieri 27 Febbraio 1933 premier non si è schierato
con “l’amico” e forse con “il
Berlino, sera del 27 febbraio 1933. In casa Goebbels, socio” in un frangente così IL FATTO QUOTIDIANO
ospite Hitler, neo cancelliere da un mese, c’è aria drammatico. Anche in questo via Valadier n. 42 - 00193 Roma
conviviale, si cena, si suonano dischi al grammofono, si caso il premier ha mischiato lettere@ilfattoquotidiano.it
raccontano storielle. Clima disteso in cui irrompe la interessi del paese con i pro-
telefonata choc di Ernst Hanfstangl, capo ufficio stampa pri, creando un altro danno al
del partito. Il Reichstag è in fiamme. L’evento choc, paese. Come uscirne? Il pre- sco con cui il presidente del Direttore responsabile
ricostruito a Norimberga, accuserà i nazisti di dolo e mier deve sollecitare un in- Consiglio non ha risposto alle
tervento armato dell’Onu domande dei giornalisti abbia Antonio Padellaro
tuttavia la storia di quella notte ha un che di tragico e
grottesco. Precipitatosi al Palazzo, il Fuhrer si trova che fermi le stragi ordinate da ormai passato abbondante- Vicedirettore Marco Travaglio
davanti un Goering isterico che urla “è un crimine Gheddafi e forse recuperere- mente il segno del buon gusto
mo credibilità agli occhi dei e della democrazia. Un capo Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
comunista! Sono stati loro… li impiccheremo”. In realtà
l’unico comunista presente, perfetto capro espiatorio, è successori del figlio del deser- di governo in conferenza Progetto grafico Paolo Residori
un povero mentecatto olandese, tale Marinus van der to. stampa ha l’obbligo di rispon- Redazione
Lubbe, piccolo piromane “incoraggiato” dai nazisti ad Francesco degni dere alle domande che gli ven- 00193 Roma , Via Valadier n°42
accendere una miccia nei corridoi del Reichstag, gono poste dai giornalisti ac- tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
preventivamente cosparsi di benzina dagli uomini delle Il rispetto creditati. Non può rifugiarsi e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
SA. Colto sul fatto, per tutti è lui, l’incendiario demente, dietro penose battute da
decapitato poco dopo, l’autore di quel crimine. Tassello per i giornalisti avanspettacolo di quarta se- Editoriale il Fatto S.p.A.
Ho assistito in tv ad alcuni rie. Siamo una repubblichetta Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
necessario al disegno del Fuhrer che il giorno dopo
otterrà dal Presidente Hindeburg la firma di un Decreto spezzoni della conferenza delle banane in cui un ometto Presidente e Amministratore delegato
Speciale pronto a consegnargli il destino della nazione. E stampa tenuta da Berlusconi può permettersi tutto e dire Giorgio Poidomani
il rogo del Reichstag segnerà l’incendio della democrazia. sulla “Fondazione Zeffirelli”. tutto ciò che gli passa nel cer- Consiglio di Amministrazione
Giovanna Gabrielli Credo che il modo clowne- vello. Il suo comportamento Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano