Sei sulla pagina 1di 4

BiP BiP

_ ___Giugno 2013 _ _

__

numero 179

Bollettino sindacale interno dei collettivi FLMUniti-CUB delle aziende e call center Telecom, Wind, Comdata, Visiant, Call&Call, Sitel Italy, E-Care, Transcom

Scorporo Rete: la Borsa non festeggia pi di tanto

unione con 3 Italia, favorito dallo scorporo della rete. Il mondo finanziario scettico, un indice delle difficolt di unoperazione che nessun altro paese stata realizzata.

La finanzia per ora tiepida sullipotesi di separazione della rete daccesso Telecom. Gli esperti finanziari sono divisi. Gli analisti di Intermonte danno un giudizio positivo dellinizio del processo di separazione, anche se ancora condizionata alla valutazione dellAuthority delle comunicazioni. Mentre gli esperti di Equita vedono alcune opportunit pur non convinti dei benefici industriali delloperazione: pi flessibilit per Telecom, ma anche per i concorrenti. Lanalista Robin Bienenstock, della quotata Bernstein & Co., ha espresso le sue perplessit sulloperazione. Decisamente In questo numero: negativi sono i giudizi di JP Morgan e della banca Nomura. Mentre Deutsche Bank Scavi-Fibra - pag.2 scommette sulle sinergie di uneventuale Abuso del Telefonino: no licenziamento - pag. 3 Napoletone e le sanguisughe - pag.4

Quando center dentro

i call tornano

N delocalizzazione allestero N esternaliazzazione a societ di call center esterne. Lamministratore delegato di Autostrade, Giovanni Siti/blog:
www.cub.it

Castellucci, spiega cos la recente decisione di tenere allinterno il customer care del servizio Telepass: ci abbiamo pensato, ma pur abbassando il costo del lavoro perderemmo in termini di efficienza e produttivit. Mentre Amazon ha scelto la Sardegna per implementare un
cubcobaswind.blogspot.com

suo call center con la prospettiva di assumere circa 500 lavoratori entro il 2015. Speriamo che anche nel nostro paese sia in atto un processo di rientro e di ripresa delle attivit di call center, come gi accade da alcuni anni in altri paesi.

www.sitelworkers.org

Firenze, via Guelfa 148/R tel. 055/3200938 email: cubtlc@libero.it, flmufi@flmutim.it, firenze@flmutim.it; Milano, v.le Lombardia 20 tel. 02-70631804 fax 02-70602409 email: telecom@cubnazionale.it, milano@flmutim.it; Veneto: Verona, via Tiberghien, 2 tel. 045-8921871 fax 045-8952070 email: flmuve@excite.it; Genova, Via alla Porta degli Archi N 3/1 tel/fax 0108622050 email: flmuge@hotmail.it; Bologna, v. dellUnione 6/A tel./fax 051-0452259; Roma, Via Cavour, 101 tel. 06-4882374 fax 06-4828857 email: flmuniti@tin.it, roma@flmutim.it; Napoli, v. Carriera Grande 32 tel./fax 081-26579 email: cubtlcna@alice.it; Torino, Corso Marconi 34 Tel./fax 011/655897 email: flmu@cubpiemonte.org

BiP BiP

Giugno 2013

___

pagina 2
costituzione di un organismo: lOsservatorio Nazionale sui furti di rame. Dietro i furti ci sarebbero aziende italiane senza tanti scrupoli, pronte a riciclare il metallo e a rivenderlo sul mercato, dove da qualche anno ha molto valore. E, contrariamente ai luoghi comuni, sembra che si tratti di imprese italiane.

Pallini Roventi
Il prezzo della Rete

- Posizioni ancora distanti tra Telecom e CDP sul prezzo della rete. Secondo Telecom la sua rete daccesso, che ha deciso di scorporare, avrebbe un valore di 15 miliardi di euro. La Cassa depositi e Prestiti, invece, fa una valutazione di circa 10 miliardi.

Tagli Ericsson Ericsson ha annunciato un piano di riduzione del personale pari a 350 unit. La multinazionale svedese impiega in Italia un totale di 5.200 lavoratori, con 4 centri di ricerca e sviluppo a Pisa, Milano, Genova e Pagani (SA). Circa 200 unit sarebbero gestibili attraverso esodi su base volontaria gi preannunciati nel 2012

ma che lazienda non ha portato a termine in quanto intenzionata a condividere un accordo complessivo con di sindacati. Furti di Rame - Il ministero dellInterno starebbe studiando un reato ad hoc per i furti di Rame su spinta soprattutto di Ferrovie dello Stato, Enel e Telecom. Le pressioni di queste grandi societ gi il 24 febbraio 2012 avevano portato alla

FACEBOOK
Seguici su Facebook, ci trovi cercando CUB TELECOM, tieniti informato!

Insomma, un caos incredibile nel quale tutti dicono di volere la digitalizzazione del paese ma con i soldi degli altri ##########################

Scavi-Fibra.
Il Decreto Crescita 2.0 aveva stabilito il regolamento per gli scavi per la posa della fibra ottica. Regolamento di fatto ancora in gran parte non applicato, in quanto in fase di stallo la questione delle minitrincee dove far passare la fibra. Le minitrincee previste da una bozza di regolamento emanato dal ministero dello Sviluppo Economico sono al momento bloccate dal Ministero dei Trasporti, in particolare sembra per lopposizione dellAnas. Inoltre, anche i Comuni, per voce dellANCI, hanno protestato perch temono danni alle strade e chiedono di condividere preventivamente il regolamento sugli scavi per le minitrincee. Con lAsstel, lassociazione delle imprese di telecomunicazioni, che nelle ultime settimane sta facendo pressioni sul nuovo governo perch intervenga in modo risolutivo.

Fai la cosa giusta per te: anche tu iscriviti alla CUB!


##########################

Scavi-Fibra e i posti di lavoro.


Cesare Avenia, presidente di ASSTEL al Sole24Ore del 7 maggio: .se si partisse con gli scavi per la fibra ottica riusciremmo ad avere unoccupazione aggiuntiva di almeno 40.000 unit (! !). Una dichiarazione che fa il paio con quella dellex Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera a proposito dei provvedimenti per superare il digital divide: .questoperazione dovrebbe generare 5.000 (!) nuovi posti di lavoro e portare ad un incremento del PIL pari a circa 1,3 miliardi di euro.. Fanno a chi la spara pi grossa, riempiendosi la bocca con la promessa di migliaia di nuovi posti di lavoro!

BiP BiP

_ Giugno 2013

pagina 3

L'abuso del telefonino aziendale non giustifica il licenziamento


Il caso riguarda un dipendente Telecom licenziato nel 1999 per l'uso improprio del cellulare aziendale (oltre 13.000 sms personali per un totale di 1.700 euro). Il licenziamento viene confermato in primo grado ma ritenuto illegittimo dalla corte d'appello che dispone il reintegro del lavoratore nel posto di lavoro. Intanto passano gli anni e arriva la riforma Fornero (legge 92/2012) che, modificando l'art. 18 dello Statuto dei lavoratori, abolisce il reintegro "automatico" e lo sostituisce, in alcuni casi, con un semplice risarcimento economico. Forte di questa norma l'azienda

ricorre in Cassazione. Ma la suprema corte la gela dichiarando non applicabile la riforma alle cause di licenziamento avviati prima della sua entrata in vigore. Secondo la Cassazione, infatti, la riforma introduce "una nuova, complessa ed articolata disciplina dei licenziamenti" e non semplicemente una diversa sanzione di quelli illegittimi. Questo implicherebbe la rivalutazione di tutta la vicenda processuale alla luce della nuova normativa, cosa che per sarebbe in contrasto con la "ragionevole durata del processo" prevista perfino dalla Costituzione (art. 111). Per tale motivo la Corte ha stabilito che il giudizio deve avvenire sulla base della normativa in vigore al momento dell'avvio del procedimento.

CABINE TELEFONICHE MULTIMEDIALI: STOP INCOMPRENSIBILE E SOLDI SPRECATI


La cabina telefonica intelligente, dotata di uno schermo touchscreen, consente di navigare su internet, inviare email e sms, essere informati su trasporti, eventi, informazioni turistiche, ecc.. Eppure a distanza di oltre un anno dallinaugurazione, nel nostro paese esiste una sola cabina di questo tipo a Torino. Eh s perch il 2 aprile 2012 il sindaco di Torino Piero Fassino faceva gli onori di casa alla prima cabina telefonica intelligente in Italia. Progettata da Telecom Italia in collaborazione con lazienda torinese Ubi Connected nel giro di un anno ne sarebbero state aggiunte altre in diverse citt italiane. Tutto sembrava pronto, tutto era stato programmato: la cabina successiva doveva essere installata a Catania. Invece niente! A distanza di oltre una anno, quella di Torino rimane lunica cabina multimediale presente in Italia e forse lultima. Il motivo esatto non si sa: i soliti problemi tecnici dichiara Telecom.. Peccato perch questo progetto poteva avere un impatto consistente e portare beneficio un po a tutti. Considerando la vocazione turistica del nostro territorio Speriamo che riparta anche perch il progetto sar sicuramente costato fior di soldi in consulenze !

ELETTROSMOG: CONFERMATO IL TUMORI.

RISCHIO

Il professor Lionetti: non regalate il cellulare ai bambini


Il professor Vincenzo Lionetti medico ricercatore di Fisiologia della classe di Scienze Mediche della prestigiosa Scuola Universitaria SantAnna di Pisa. Lo specialista ha dimostrato, recentemente, un nesso causale tra aumento della temperatura indotto in vari organi del corpo umano, da onde

elettromagnetiche di antenne e telefoni cellulari e gravi malattie. Tra le quali anche leucemie infantili e linfomi, tumori cerebrali, alterazioni del ritmo cardiaco, manifestazioni cutanee e ai testicoli. Anche lamianto non si sospettava fosse cos cancerogeno - avverte il professor Lionetti eterno e costa poco., da qui il nome enternit poi si scoperto dichiara lo scienziato che si deposita non solo su pleura e polmoni ma anche sulla mucosa vescicale. Leffetto sui bambini delle onde elettromagnetiche amplificato. Di qui la raccomandazione a non regalare cellulari ai piccoli.

BiP BiP

_ Giugno 2013

pagina 4

Napoletone e le altre sanguisughe di Telecom Italia


Il presidente Franco Bernab nel 2012 ha percepito uno stipendio lordo di 2,48 milioni di euro, compreso un bonus di 525.000 euro. Inoltre, ha ricevuto benefit non monetari, come polizza sanitaria integrativa e previdenza complementare per 490.000 euro. Mentre lamministratore delegato Marco Patuano ha intascato 1,28 milioni di euro. Ma il manager che ha guadagnato pi nel 2012 stato Luca Luciani, s proprio lui, quello della vittoria a Waterloo, il famoso napoletone stato il manager pi pagato di Telecom! Dimessosi il 4 maggio 2012 da presidente di TIM Brasil ha preso 2,9 milioni di euro per la risoluzione del rapporto di lavoro. Ma la cosa che pi stupisce che Telecom ha deciso di stipulare un patto di non concorrenza in Sud America con il Luciani, e cos la sua buonuscita salita a 4,4 milioni di euro. A ci va aggiunto lo stipendio di 772.000 euro per un totale di 5,17 milioni di euro (!!!) che il buon Luciani ha percepito nel 2012. Cio si ricopre doro un uomo coinvolto in prima persona nello scandalo delle sim false e che in

Brasile, negli ultimi anni, ha peggiorato i risultati di TIM Brasil !

Le consulenze doro
Il n. 67 di Duke News del 5 maggio riporta un classico esempio di consulenze tipiche del mondo Telecom con tanto di documentazione allegata. Laffare riguarda la consulenza per uno studio sullo sviluppo del canale Web della durata di 5 settimane nel mese di luglio dello scorso anno. Il tutto alla modica cifra di 140.000 euro + 14.000 euro per rimborsi spese trasferte il tutto con limpiego di soli due consulenti della ditta BCG. Da notare che lo studio relativo a come sviluppare il canale Web per lallora Divisione Consumer poteva essere fatto benissimo da personale Telecom Italia che ha al proprio interno fior di conoscenze in materia, anche al di fuori dellarea Information Technology. Da notare che il committente, Luca Rossetto, capo dellallora Divisione Consumer ha lavorato in passato alla BCG. Certo che 154.000 euro per 5 settimane di lavoro di un paio di persone tanta roba, se ci aggiungiamo lIVA la Telecom ha sborsato 186.000 euro!

LAngolo della Posta: cubtlc@libero.it

Scrivi a Bip Bip !


fax 055-3200938
Telecom-TIM ha il 34,6% del mercato, Vodafone il 31,7%, Wind il 23% mentre 3Italia all10,7%. Infatti, nel decennio scorso tutti gli operatori hanno puntato molto sul mobile. Ma per il futuro, in vista della sempre maggior convergenza, la rete fissa sar strategica: i paesi che hanno sviluppato il cavo coassiale anche per la Televisione, sono senza dubbio favoriti, anche per questo lItalia dovr recuperare il tempo perduto, sviluppando uninfrastruttura delle telecomunicazioni pi moderna e competitiva rispetto allattuale rete di Tlc.

Quote di Mercato
Nelle Telecomunicazioni fisse lex monopolista Telecom mantiene tuttora una quota del 64,6%, Wind ha invece il 13,6%, Vodafone il 9,4%, mentre Fastweb arriva all8,3%. Con lo scorporo della rete daccesso,

dovrebbero esserci vantaggi per gli altri operatori, certo che se Telecom resta in maggioranza nella propriet della futura societ nascono evidenti dubbi sui reali vantaggi per la concorrenza. Nelle Telecomunicazioni mobili la situazione pi fluida e i rapporti di forza sono equilibrati:

BiP BiP - Stampato in proprio in Via Guelfa 148/R (Fi), questo numero stato chiuso il 26 Giugno 2013