Sei sulla pagina 1di 1

Lezione 23, 28/11/2017

Il Mediterraneo lo spazio, la storia, gli uomini, le tradizioni – Braudel

Il testo ha intento divulgativo. Lo spazio è in primo piano. Braudel è del 1902 studia alla Sorbona, partecipa
alla Seconda Guerra Mondiale è fatto prigioniero e lì impartisce lezioni, è importante rapporto con uno dei
fondatori degli Annales. Fonda una scuola superiore di scienze sociali e dirige gli Annales. Libro non solo
suo, vi collaborano altri 6 autori. Importante partire dagli Annales che rompono con idea di storia. Annales
hanno delle caratteristiche: – idea della lunga durata della storia – al primo posto non storia degli
avvenimenti – importanza delle strutture economiche al posto della politica – profondità della storia –
interdisciplinarietà della storia (con antropologia ecc.). Importantissima la geografia, e l’influenza che ha
l’ambiente sull’uomo. Mediterraneo definito come terra di conquista. Braudel parla dell’unità fisica
(climatica) e umana (dove viene creata una lingua franca). Braudel parla di crogiolo di popoli e di unità, tesi
che poi Hungtington confuta parlando di scontro di civiltà. Scrive anche un altro libro molto meno
romanzato del “nostro” Mediterraneo. Il libro che leggiamo noi sembra una guida turistica, un romanzo.
Mente in Civiltà e Imperi del Mediterraneo nell’età di Federico II. Il primo capitolo è “La Terra” dove
vengono anche evocate immagini pittoresche, si parla del clima del paesaggio del Mediterraneo, le sue
colture e allevamenti. Secondo capitolo parla del mare spazio in movimento che è ossessivo, meraviglioso
ed enigmatico. Si parla della pesca e della navigazione. Terzo capitolo è “L’Alba” parla delle prime civiltà del
Mediterraneo. C’è grande sottolineatura del popolo fenicio. Il quarto capitolo è “Roma” che è un elemento
significativo del Mediterraneo, un fattore di unità. Quinto capitolo è “La Storia”: il Mediterraneo è patria di
tre civiltà: Cristiana (discende da Roma), Orientale (discende dalle polis), Islamica (discende dalla Persia) c’è
incontro. Spazio a battaglia di Levanto, vittoria ideologica e morale del Cristianesimo. Mediterraneo è poi
terra di conquista dei paesi nordici. Sesto capitolo “Gli Spazi” luogo di incontro, luoghi chiave piazze e porti.
Settimo capitolo “Un solo Dio”, parte dall’iniziale politeismo dove fenomeni atmosferici sono diversi dei e
poi monoteismi e monoteismo assoluto. C’è idea di religione comune anche se le religioni sono diverse,
Braudel sottolinea più il contatto che il contrasto. Ottavo capitolo “Il miracolo romano” Roma crea il diritto
romano (XII tavole, senato ecc. idea di lunga durata). Nono capitolo “La famiglia” mediterranea che è molto
variegata: allungata o coniugale vi sono poi istituti comuni es. patriarcato. Decimo capitolo “Le migrazioni”
ed es. come la diaspora. Molto attuale, come altri capitoli. Capitolo undicesimo “Venezia” punto cardine del
Mediterraneo capitolo che mostra lo stile da guida turistica del volume. Capitolo dodicesimo è “L’Eredità”
parla di arte ecc.