Sei sulla pagina 1di 8

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

(8_METODO DELLE FORZE) 8.1_Strutture iperstatiche ad asse rettilineo Esercizio n .8.1.1 Si consideri la struttura due volte iperstatica , costituita da due tratti ad asse rettilineo AC e CG. I vincoli esterni sono : l’ incastro in A, il carrello in B, il doppio pendolo in E e il carrello in G. Il

in D.(

vincolo interno presente è un doppio pendolo in C . La struttura è caricata da una forza

F

y

Fig. n.1).

in C . La struttura è caricata da una forza F y Fig. n.1). X 1

X 1 ; e al doppio pendolo esterno in E la coppia di reazione

X

2

Figura n. 1 La struttura isostatica equivalente scelta è stata ottenuta sostituendo al carrello in B la reazione

vincolare iperstatica

.(Fig. n.2) .

in B la reazione vincolare iperstatica .(Fig. n.2) . Figura n. 2 Per determinare le reazioni
in B la reazione vincolare iperstatica .(Fig. n.2) . Figura n. 2 Per determinare le reazioni
in B la reazione vincolare iperstatica .(Fig. n.2) . Figura n. 2 Per determinare le reazioni
in B la reazione vincolare iperstatica .(Fig. n.2) . Figura n. 2 Per determinare le reazioni
in B la reazione vincolare iperstatica .(Fig. n.2) . Figura n. 2 Per determinare le reazioni

Figura n. 2 Per determinare le reazioni vincolari iperstatiche sono state scritte due equazioni di congruenza che impongono l’annullarsi dello spostamento verticale in B, e l’annullarsi della rotazione in E. Le equazioni di congruenza si scrivono:

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

'

B

ϕ

E

"

"

=

=

v ϕ

B

,

E

X v

v

+

0

ϕ

E

+

1

+

'

ϕ

1

E

X v

2

+ X

ϕ

2

E

provocati

v

0

B

'

B

"

B

= 0

"

(1)

X

Per ricavare i coefficienti dell’equazione , si risolve la struttura isostatica

rotazioni

= 0

Gli spostamenti e le

e dalle azioni

v ϕ

B

,

E

,

0

0

'

v ϕ

B

,

E

,

ordinatamente

dal

carico

esterno

F

y

iperstatiche di valore unitario dei tre schemi isostatici vengono calcolati

Mohr.

applicando i corollari di

Schema isostatico caricato da

F

y

Si richiama la trattazione dell’analogia di Mohr presentata nel Libro S.d.C.- Capitolo 3 – paragrafo

3.4 - pag 184.; e nell’esercizio 6bis.1.1.

Si riporta in figura 3 il diagramma del momento dovuto a F e la trave
Si riporta in figura 3 il diagramma del momento dovuto a
F
e la trave fittizia di Mohr caricata con
y
1
1
il carico curvatura
χ =
=
:
EI
k
χ
Figura n.3
0
0
I cercati valori v
,
ϕ , si determinano calcolando il momento fittizio in B e il taglio fittizio in E.
B
E
Si ha:
3
3
FLLL
3 FL
0
*
v
= M
= −
= −
B
B
2
k
2
4
16
k
χ
χ
La reazione fittizia in G vale:
3
FL
3
1
3
FL
3
27
FL
*
*
R
= −
T
= ϕ
=
L
+
L
=
G
G
G
2
k
2
2
2
k
2
8
k
χ
χ
χ

Si ottiene quindi:

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

0

ϕ E

= −

*

T B

= −⎜− ⎜ ⎝

*

R L

G

+

1

 

FL

23

2

FL

L

 

⎟ = + ⎠

 

2

k

χ

8

k

χ

Schema isostatico caricato con forza unitaria corrispondente alla iperstatica

X

1

. In questo schema la rotazione

in E e lo spostamento in B, si possono determinare anche con la composizione cinematica. Si riporta

Si risolve la struttura isostatica (fig. 4) caricata con la forza

F

B

= 1

la linea elastica della trave ( fig. 4), dove si evidenzia che lo spostamento in B è uguale a:

v

'

B

= −

1

⎝ ⎜

L

⎠ ⎟

3

3

L

k

3 2

χ

24

k

χ

= −

1 ⎛ ⎝ ⎜ L ⎞ ⎠ ⎟ 3 3 L k 3 2 χ 24

figura n.4

Si osserva che il carrello in G non reagisce, così come il doppio pendolo in C, pertanto l’unico tratto

sollecitato e deformato è quello AB ; i tratti BC e CG, presentano solo spostamenti rigidi

infinitesimi derivanti dallo spostamento

La rotazione in E è uguale a quella in C e a quella in B, come sopra detto

v

0

B

e dalla rotazione

0

ϕ .

B

'

E

ϕ

=

'

C

ϕ

=

1

L

⎠ ⎟

2

2

L

2 k

χ

2

8 k

χ

=

(N.B. : Lo spostamento e la rotazione in B sono stati dedotti dall’appendice del libro S.D.C.

relativa alla soluzione di travi semplici isostatiche e iperstatiche, con riferimento al caso della trave

incastrata e libera, sollecitata nell’estremo libero da una forza concentrata- pag. 593.)

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

Gli stessi risultati vengono ottenuti di seguito, per esercizio, applicando l’analogia di Mohr. Si

riporta (fig. 5) la trave ausiliaria con il carico curvatura e si calcola il taglio e il momento fittizio

rispettivamente in E e in B: figura n.5 Lo spostamento in B vale: 3 L
rispettivamente in E e in B:
figura n.5
Lo spostamento in B vale:
3
L
1
L
2
L
L
'
*
v
=
M
= −
= −
B
B
2
k
2232
24
k
χ
χ
la rotazione in E vale:
2
1 L
L
L
'
*
= −
T
B
= −⎜− ⎜
ϕ E
2
2
k
2
8
k
χ
⎟ ⎟ ⎠ =
χ

coincidenti con i valori ottenuti tramite la composizione cinematica.

Schema isostatico caricato con la coppia unitaria corrispondente alla reazione

Si considera infine la struttura isostatica caricata in E dalla coppia unitaria. Si riporta la trave

fittizia di Mohr caricata con il carico curvatura (fig. 6) :

X

2

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli
Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli
- Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli Figura n. 6 Lo spostamento in B vale :

Figura n. 6

Lo spostamento in B vale :

La rotazione in E si calcola:

v

"

B

"

B

ϕ

=

=

M

*

B

*

B

T

= −

1

L L

2

L

= −

k

χ

2

4

8

k

χ

⎛ = −⎜− ⎜ ⎝

⎟ ⎟ ⎠ =

2

L

2

L

k

χ

k

χ

.

Il sistema delle equazioni di congruenza si esplicita:

3

3

FL

 

3

X L

1

 

2

X L

2

16

k

χ

23

2

FL

+

24

k

2

X L

1

χ

+

2

8

k

χ

X L

2

 

8

k

χ

8

k

χ

k

χ

= 0

= 0

Risolvendo il sistema , rispetto alle incognite iperstatiche

⎪ ⎪


X

X

1

2

3

= F

13 37
13
37

= FL

26

X , X

1

2

, si ottiene:

Le reazioni vincolari iperstatiche non dipendono, in questo caso, dalla rigidezza della trave in

quanto questa è uniforme.

Con i seguenti valori dei parametri: F = 10000 N; L = 500cm. Si ricava:

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

X

1

2

= − 2307.69

N

= −

7.11 10

6

X

Ncm

Note le reazioni vincolari iperstatiche, si traccia il diagramma del taglio e del momento, nonché la

linea elastica. Il momento assume i seguenti valori:

M

A

= −

3

L

37

FL + 3 FL

1

F

= −

13

2

26

2

26

FL = −

192308

kgcm

M

D

= M

C

= M

B

= −

36

FL + 3 FL =

2

2

27

26

FL =

384615

M

Es

M

Ed

= −

37

11

FL + FL = −

26

26

= FL =

5 10

6

kgcm

FL = −

2.11 10

6 kgcm

kgcm

Diagramma del Taglio

FL = − 2.11 ⋅ 10 6 kgcm kgcm Diagramma del Taglio Figura n.7 Copyright ©

Figura n.7

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

Diagramma del Momento flettente

Nunziante, Antonio Tralli Diagramma del Momento flettente Linea elastica Figura n.8 Figura n.9 La linea elastica

Linea elastica

Figura n.8

Diagramma del Momento flettente Linea elastica Figura n.8 Figura n.9 La linea elastica si presenta concava

Figura n.9

La linea elastica si presenta concava verso l’alto nei tratti in cui il momento flettente è positivo, ed è

convessa ove il momento flettente è negativo. In C la linea elastica a sinistra e a destra presenta la stessa tangente per la presenza del doppio pendolo.

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl

Scienza delle costruzioni - Luigi Gambarotta, Luciano Nunziante, Antonio Tralli

Copyright © 2003 – The McGraw-Hill Companies srl