Sei sulla pagina 1di 23

Corso di Laurea:

Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

LEZIONE 8 Diagrammi degli spostamenti.


Nucleo
tematico

Lez.

Contenuto

Identificazione delle configurazioni spostate per sistemi con


un grado di libert, identificazione dei centri di rotazione,
diagrammi degli spostamenti.

In questa lezione si affronta il problema dellidentificazione di una


configurazione spostata C1 di un sistema labile costituito da elementi
rigidi a partire da una configurazione iniziale C0. Vengono introdotti i
diagrammi degli spostamenti come strumento di rappresentazione
delle configurazioni spostate di un sistema costituito da elementi rigidi.
La trattazione si limita al caso dei piccoli spostamenti.
Diagrammi degli spostamenti
Relativamente a sistemi costituiti da elementi rigidi si
considerano in questo contesto configurazioni spostate caratterizzate
da piccoli spostamenti. Si limita cio la trattazione alle configurazioni
spostate C1 che un sistema pu raggiungere a partire da una
configurazione iniziale C0 attraverso piccoli spostamenti dei suoi punti,
nel senso precisato nella lezione precedente. Per semplicit di
notazione in questo contesto le componenti orizzontali (nella direzione
dellasse x) degli spostamenti vengono semplicemente indicate con il
simbolo u e le componenti verticali degli spostamenti vengono
semplicemente indicate con il simbolo v. Si utilizzano poi i pedici o le
parentesi per specificare il punto cui le componenti di spostamento si
riferiscono. Il simbolo vP indica quindi, ad esempio, la componente
verticale dello spostamento del punto P; il simbolo v(x,y) indica la
componente verticale del punto del sistema di coordinate (x,y). Viene
quindi omesso il simbolo che indica il fatto che trattasi di piccoli
spostamenti, essendo questa circostanza sempre sottintesa.
Gli spostamenti dei punti di un sistema di elementi rigidi nel
passaggio da una configurazione iniziale a una configurazione
spostata possono essere efficacemente rappresentati in diagrammi in
cui le ascisse rappresentano la posizione del punto generico e le
ordinate una componente di spostamento del punto stesso. Si
consideri ad esempio il sistema di Figura 8.1 di cui C il centro di
rotazione assoluto. La componente orizzontale dello spostamento di
un punto del sistema sar talvolta semplicemente chiamata
spostamento verticale del punto. Una analoga dicitura sar talvolta
utilizzata per la componente verticale.
Volendo tracciare il diagramma della componente v secondo lasse y
degli spostamenti dei punti del sistema (brevemente il diagramma
degli spostamenti verticali) si pu procedere come segue (Figura 8.1).
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 1/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

1. Si traccia una retta di riferimento ortogonale alla direzione della


componente di spostamento da diagrammare (orizzontale, cio
parallela a x, nel caso di spostamenti verticali); questa retta
costituisce lascissa del diagramma.
y

Px = uP

P
C

A
A

Py = vP

v(x)
B
B

v(x) = (x - xC)

xP - xC
vP = (xP - xC)

xC

xP

Figura 8.1.

2. Si proietta sulla retta di riferimento il centro di rotazione C e si


indica con xC la corrispondente ascissa; il punto C, pensato
solidale allelemento rigido, ha spostamento nullo, pertanto il
diagramma degli spostamenti verticali ha ordinata nulla in
corrispondenza di C.
3. Detta v(x,y) la componente verticale dello spostamento del
generico punto di coordinate (x, y), la seconda delle (7.9) afferma
che

v (x, y ) = (x x C )

(8.1)

pertanto lo spostamento verticale del generico punto del sistema


dipende in effetti solo dalla sua ascissa e non dalla sua ordinata e
pertanto viene indicato pi semplicemente con v(x). La (8.1) rende
chiaro che il diagramma degli spostamenti verticali v(x,y) = v(x)
una retta avente inclinazione pari alla rotazione del sistema; il
diagramma si annulla per x = xC. Si traccia quindi una retta
inclinata di passante per la proiezione di C. Questa retta nel
piano (v,x) ha lequazione (8.1) e pertanto rappresenta gli
spostamenti verticali dei punti del sistema (Figura 8.1): lo
spostamento verticale vP di un qualunque punto P di coordinate
(xP, yP) si ottiene dal diagramma proiettando il punto sullasse delle
ascisse del diagramma e leggendo la corrispondente ordinata.
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 2/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

Naturalmente il diagramma ha interesse solo tra le ascisse in


corrispondenza delle quali sono presenti punti del sistema, cio solo
nellintervallo campito in Figura 8.2. Si osserva come tutti i punti che
hanno la stessa ascissa abbiano la stessa componente verticale di
spostamento; in particolare nel caso di Figura 8.2 tutti i punti dellasta
BC hanno lo stesso spostamento verticale (indicato con vC = vB in
Figura 8.2), avendo la stessa ascissa. Si osserva inoltre come le
ordinate del diagramma vengano valutate considerando il fatto che la
rotazione piccola e quindi confondendo la sua misura con la sua
tangente.
C

Px = uP

P
C

Py = vP

A
v(x)

B
B

xC

vP
vA

xP

v(x) = (x - xC)

vC = vB
x
xC = xB

Figura 8.2.

In modo analogo pu tracciarsi il diagramma della componente


u secondo lasse x degli spostamenti dei punti del sistema
(brevemente il diagramma degli spostamenti orizzontali) sulla base
della prima delle (7.9) che con la simbologia qui adottata :

u(x,y ) = (y y c )

(8.2)

Per il sistema in esame questo diagramma mostrato in Figura 8.3


Ovviamente la componente orizzontale dello spostamento del punto di
coordinate (x,y) dipende solo dalla sua ordinata e quindi viene indicata
con u(x,y) = u(y), in analogia con quanto visto per la componente
orizzontale.
Naturalmente procedendo in modo analogo possibile
tracciare il diagramma della componente degli spostamenti dei punti
del sistema secondo un asse generico.
Lestrema semplicit del procedimento descritto deriva dalla
preventiva conoscenza della posizione del centro di rotazione
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 3/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

dellelemento considerato al quale corrisponde lo zero dei diagrammi


degli spostamenti. Per tracciare i diagrammi degli spostamenti di un
sistema labile (e quindi suscettibile di configurazioni spostate)
costituito da pi elementi rigidi tra loro in qualche modo collegati
opportuna la preventiva localizzazione dei centri di rotazione dei
singoli elementi rigidi, in modo da procedere come appena descritto.
y
C

yC

Px = uP

P
C

Py = vP
uA = uC

yA = yC

B
yB
B

xC

vA
xA

vP
xP

vC = vB

uB

v(x) = (x - xC)
x

u(y) = (y - yC)

v(x)

u(y)

xC = xB

Figura 8.3.

Si mostrano nel seguito alcuni esempi relativi a sistemi costituiti da


elementi rigidi dotati di un solo grado di libert, per i quali una
configurazione spostata quindi identificata da un solo parametro di
spostamento (componente di spostamento o rotazione). Per sistemi
con pi gradi di libert i procedimenti sono gli stessi con lunica
differenza che per definire lo spostamento di ogni punto necessario
assegnare un numero di parametri di spostamento indipendenti pari al
numero dei gradi di libert.
Si rimarca che le ordinate dei diagrammi visti non sono
quantitativamente gli spostamenti (che tra laltro sono piccolissimi) ma
rappresentano questi in una scala opportuna. Allo stesso modo le
inclinazioni dei diagrammi non sono quantitativamente le rotazioni
(piccolissime anchesse) degli elementi rigidi ma le rappresentano in
modo coerente con la scala scelta per gli spostamenti.
Esempio 8.1
Si traccino i diagrammi degli spostamenti orizzontali e verticali
del sistema di figura 8.4. Il sistema costituito dai tre elementi rigidi 1,
2 e 3, disegnati con colore diverso per una pi facile associazione con
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 4/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

i relativi diagrammi degli spostamenti, che sono tracciati dello stesso


colore degli elementi cui si riferiscono.
Si osserva innanzitutto che il sistema una volta labile (3 elementi
rigidi, 9 gradi di libert in assenza di vincoli, 2 vincoli esterni con
molteplicit 2, 2 vincoli interni con molteplicit 2, lb = 9 - 8 = 1).
Pertanto una sua configurazione spostata identificata da un unico
parametro di spostamento, in funzione del quale sono determinabili gli
spostamenti di tutti i punti del sistema. Si considera come parametro
di spostamento indipendente la rotazione 1 dellelemento 1; in altre
parole si fa compiere allelemento 1 la rotazione 1, arbitraria purch
piccola, e si determinano le conseguenti componenti orizzontali e
verticali degli spostamenti di tutti i punti del sistema, rappresentati dai
diagrammi degli spostamenti.
E
L
D

3L/2
1
H
L/2

A
L

2L

Figura 8.4.

Lelemento 1 vincolato con una cerniera esterna nel punto A,


pertanto (ricordando losservazione 8 della lezione 7) A il centro di
rotazione assoluto C1 di tale elemento. Lelemento 3 vincolato con
una cerniera nel punto H, pertanto H il centro di rotazione assoluto
C3 di tale elemento. Le posizioni delle cerniere interne C ed F sono
invece i centri di rotazione relativi C12 tra lelemento 1 e lelemento 2 e
C23 tra lelemento 2 e lelemento 3. Ricordando che i centri di
rotazione assoluti di due elementi rigidi ed il loro centro di rotazione
relativo giacciono sulla stessa retta (osservazione 5 della lezione 7), si
pu affermare che il centro di rotazione assoluto dellelemento 2 deve
giacere sulla retta r contenente C1 e C12. Daltra parte il centro di
rotazione assoluto dellelemento 2 deve giacere sulla retta s
contenente C23 e C3. Si conclude che il centro di rotazione assoluto C2
dellelemento 2 non pu che essere il punto intersezione tra r ed s
(Figura 8.5).
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 5/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

I diagrammi degli spostamenti dellelemento 1 possono ora


essere tracciati in modo del tutto analogo a quanto gi visto,
assegnando la rotazione 1 a tale elemento (Figura 8.6). Questi
diagrammi identificano le componenti di spostamento di tutti i punti
dellelemento 1 ed in particolare le componenti di spostamento del
punto C che lelemento 1 ha in comune con lelemento 2.
C2

E
L
F C23

C C12
2

G
3
s

3L/2

1
H C3
L/2

A C1

2L

Figura 8.5.
C2

E
L
F C23

G
uC

C C12

3
s

3L/2

1
H C3

v(x)
L/2

A C1

yC1

1
xC1

1
u(y)

x
vB = vC

2L

Figura 8.6.
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 6/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

Per tracciare i diagrammi degli spostamenti dellelemento 2 si


deve tenere presente che la cerniera in C impone gli stessi
spostamenti al punto C dellasta CB (elemento 1) ed al punto C
dellasta CD (elemento 2), pertanto i diagrammi degli spostamenti
dellelemento 2 devono passare per i punti che identificano gli
spostamenti di C gi determinati per lelemento 1; inoltre questi
diagrammi devono essere rettilinei nel rispetto della (8.1) e della (8.2)
ed intersecare gli assi di riferimento in corrispondenza delle proiezioni
di C2 in quanto il punto C2, pensato solidale allelemento 2, non deve
spostarsi (Figura 8.7).
y
yC2

C2

uE

2
E

F C23

C C12
2

uC = uD = uF

L
G
3
s
r

3L/2

1
H C3

v(x)
L/2

A C1

yC1

1
xC1

vD = vE
xC2

vB = vC
L

u(y)

x
vF
2L

Figura 8.7.

Si traccia quindi la proiezione di C2 sugli assi x ed y per identificare


lascissa xC2 e lordinata yC2 del punto di nullo dei diagrammi degli
spostamenti dellelemento 2 e si tracciano i diagrammi unendo con
segmenti le ordinate che identificano gli spostamenti di C ed i punti di
nullo.
Analogamente, per la presenza della cerniera in F i diagrammi
degli spostamenti dellelemento 3 devono passare per i punti che
identificano gli spostamenti del punto F gi determinati relativamente
allelemento 2 e per le proiezioni sugli assi di riferimento del centro di
rotazione C3 (Figura 8.8).
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 7/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

I diagrammi degli spostamenti di Figura 8.8 corrispondono alla


configurazione spostata di Figura 8.9.
y
yC2

C2

uE

2
E

C C12

12

F C23

D
2

uC = uD = uF

L
G
3

23

s
r

3L/2

1
H C3

v(x)
L/2

A C1

vB = vC
L

yC3
yC1

12

1
xC1

vD = vE

xC2
23
L

u(y)

vF

xC3

2L

Figura 8.8.

Si osserva che per esigenze di rappresentazione grafica la


configurazione spostata di Figura 8.9 disegnata per spostamenti non
piccoli, sicch si evidenzia qualche piccola incongruenza tra le
componenti di spostamento che si leggono sui diagrammi e gli
spostamenti dei punti nella configurazione spostata. Ad esempio lo
spostamento verticale del punto G letto sul relativo diagramma nullo,
mentre osservando nella configurazione spostata la posizione di G
dopo lo spostamento si nota una componente verticale di
spostamento non nulla (in particolare, G si spostato verso il basso).
Questo perch la configurazione spostata tracciata facendo
percorrere ai punti le effettive traiettorie obbligate dai vincoli, mentre i
diagrammi sono tracciati nellipotesi di piccoli spostamenti e quindi
considerando gli spostamenti sulle tangenti alle effettive traiettorie. In
particolare nel caso di G la configurazione spostata tracciata
facendo muovere G su una circonferenza di centro H e raggio GH
mentre i diagrammi sono tracciati considerando che il punto G si
sposta sulla retta per G ortogonale a GH.

2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 8/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

y
yC2

C2

uE

2
E

12

F C23

D
2

C C12

uC = uD = uF

G
2

23

s
1

3L/2

3
H C3

L/2

A C1

yC1

B
12

1
xC1

vB = vC
L

yC3

vD = vE

xC2

23

vF

xC3

2L

Figura 8.9.

Si osserva infine che i diagrammi degli spostamenti sono stati


tracciati partendo dalla rotazione 1 scelta arbitrariamente e gli
spostamenti di tutti i punti del sistema sono stati identificati in funzione
della sola rotazione 1 (sistema ad un grado di libert). In particolare
anche le rotazioni 2 e 3 degli elementi 2 e 3 e le rotazioni relative tra
gli elementi, 12 e 23 (Figura 8.8 e Figura 8.9), restano definite in
funzione di 1 (talvolta si dice che restano definite a meno di 1). Ad
esempio, la rotazione 2 resta definita dal fatto che lo spostamento
verticale vC del punto C C12 lo stesso se letto sul diagramma
relativo allelemento 1 e sul diagramma relativo allelemento 2,
pertanto i moduli delle rotazioni 1 e 2 devono soddisfare (Figura
8.9):
1 L = 2 a

(e.1.1)

in cui a la distanza indicata in figura 8.9, essendo il primo membro lo


spostamento di C letto sul diagramma dellelemento 1 ed il secondo
membro lo spostamento di C letto sul diagramma dellelemento 2 ed
avendo confuso le misure di 1 e 2 con le loro tangenti (1 e 2 sono
piccoli). Quindi

2 = l

L
a

(e.1.2)

2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 9/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

La distanza a pu determinarsi con le considerazioni geometriche di


Figura 8.10.
C2

E
L

C C12
K

F C23

2L-a

3
s

3L/2

L/2

A C1

1
H C3

B
L

Figura 8.10.

Infatti la distanza C2K pu determinarsi sia considerando il triangolo


rettangolo CC2K che considerando il triangolo rettangolo FC2K.
Eguagliando le espressioni che si ottengono relativamente ai due
triangoli si ha:
a tan = (2L a ) tan

(e.1.3)

essendo e gli angoli noti indicati in Figura 8.10:


tan =

2L
=2
L

3
L 3
tan = 2 =
L 2

(e.1.4)

Dalla (e.1.3) si ottiene:

a=

2L tan
tan + tan

(e.1.5)

e quindi, tenendo conto delle (e.1.4):

a=

2 L tan
6
= L
tan + tan 7

(e.1.6)

Introducendo questo risultato nella (e.1.2) si ha:

2 =

7
1
6

(e.1.7)

2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 10/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

LEZIONE 8 Sessione di studio 1


Diagrammi degli spostamenti - esempi
Si riportano nel seguito due ulteriori esempi di tracciamento dei
diagrammi degli spostamenti. Si consiglia di risolverli autonomamente
e controllare successivamente la soluzione ottenuta.
Esempio 8.2
Si traccino i diagrammi degli spostamenti orizzontali e verticali
del sistema di Figura 8.11 e si determinino le componenti orizzontali e
verticali dello spostamento del punto E in funzione della rotazione
dellelemento 1.
E
L
F

C
2

3L/2
1
G
L/2

A
L

2L

Figura 8.11

Il sistema una volta labile (2 elementi rigidi, 6 gradi di libert


in assenza di vincoli, un vincolo esterno con molteplicit 1, un vincolo
esterno con molteplicit 2, un vincolo interno con molteplicit 2, lb = 6 5 = 1). Si considera come parametro di spostamento indipendente la
rotazione 1 dellelemento 1.
Lelemento 1 vincolato con un carrello esterno che consente
solo spostamenti orizzontali del punto A, pertanto (ricordando
losservazione 8 della lezione 7) il suo centro di rotazione assoluto C1
sulla retta r, verticale per A. Lelemento 2 vincolato con una
cerniera esterna nel punto G, pertanto G il centro di rotazione
assoluto C2 di tale elemento. Il centro di rotazione relativo C12 tra i due
elementi nella posizione C della cerniera interna. Ricordando che i
centri di rotazione assoluti di due elementi rigidi ed il loro centro di
rotazione relativo giacciono sulla stessa retta (osservazione 5 della
lezione 7), si pu affermare che il centro di rotazione assoluto
dellelemento 1 deve giacere sulla retta r (per la presenza del carrello)
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 11/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

e sulla retta s contenente C12 e C2. Si conclude che il centro di


rotazione assoluto C1 dellelemento 1 non pu che essere il punto
intersezione tra r ed s (Figura 8.12).
E
C1

C C12

2
s
r

3L/2

1
G C2
L/2
A

B
L

2L

Figura 8.12.

I diagrammi degli spostamenti dellelemento 1 possono ora essere


tracciati come per lesempio precedente, assegnando la rotazione 1
a tale elemento (Figura 8.13). Questi identificano anche le ordinate
che rappresentano le componenti di spostamento di C.

yC1
C C12

2
s
3L/2

uC = uD = uF

C1

r
1

v(x)

G C2
L/2
A

uA

B
u(y)
1

xC1

x
vB = vC

2L

Figura 8.13.
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 12/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

Anche i diagrammi degli spostamenti dellelemento 2 si


tracciano come nel caso precedente tenendo conto che questi devono
passare per i punti che identificano gli spostamenti di C relativamente
allelemento 1 e devono annullarsi in corrispondenza delle proiezioni
del centro di rotazione C2 sugli assi di riferimento (Figura 8.14).
I diagrammi degli spostamenti di Figura 8.14 corrispondono alla
configurazione spostata di Figura 8.15 nella quale anche indicato lo
spostamento del punto E del quale si cercano le componenti
orizzontale e verticale.

uE

y
E
C1

yC1
C C12

uC = uD = uF

2
s
3L/2

r
1

v(x)

yC2

G C2
L/2

B
uA

u(y)
2

1
xC1

vB = vC
L

x
xC2

vD = vE
2L

Figura 8.14.

Sul diagramma degli spostamenti verticali dellelemento 1 lo


spostamento vC pu valutarsi come:

v c = 1 L

(e.2.1)

sul diagramma degli spostamenti verticali dellelemento 2 lo


spostamento vC pu valutarsi come:

v c = 2 3L

(e.2.2)

eguagliando i secondi membri delle (e.2.1) ed (e.2.2) si ottiene:


1
2 = 1
3

(e.2.3)

La componente orizzontale dello spostamento di E pu quindi


valutarsi sul relativo diagramma come:
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 13/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

uE =

5
5
2 L = 1 L
2
6

(e.2.4)

essendo 5L/2 la distanza tra la proiezione di E e la proiezione di C2


sullasse y (Figura 8.15). Analogamente la componente verticale dello
spostamento di E si valuta sul relativo diagramma come:
2
v E = 2 2 L = 1 L
3

(e.2.4)

essendo 2L la distanza tra la proiezione di E e la proiezione di C2


sullasse x (Figura 8.15) ed avendo tenuto conto della (e.2.3).
y

E
vE

C1

uE
yC1

2
2

2
s

3L/2

D
5L/2

C C12

uC = uD = uF

uE

E
E

r
1

v(x)

yC2

G C2
1

L/2
A

uA

u(y)
2

1
xC1

vB = vC
L

x
xC2

vD = vE
2L

Figura 8.15.

Esempio 8.3
Si traccino i diagrammi degli spostamenti orizzontali e verticali
del sistema di Figura 8.16 e si determini lo spostamento relativo tra gli
estremi B degli elementi 1 e 2.
Il sistema una volta labile (3 elementi rigidi, 9 gradi di libert
in assenza di vincoli, due vincoli esterni con molteplicit 2, due vincoli
interni con molteplicit 2, lb = 9 - 8 = 1). Si considera come parametro
di spostamento indipendente la rotazione 1 dellelemento 1.
Lelemento 1 vincolato con una cerniera esterna nel punto A
che pertanto il centro di rotazione assoluto C1 di tale elemento.
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 14/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

B
L

L/2

3
D

L/2
A
L

2L

Figura 8.16.

Lelemento 3 vincolato con una cerniera esterna nel punto D che


pertanto il centro di rotazione assoluto C3 di tale elemento. Il centro
di rotazione relativo C12 tra gli elementi 1 e 2 a distanza infinita su
una retta orizzontale (ortogonale allo spostamento relativo consentito
dal doppio pendolo). Il centro di rotazione relativo C23 tra gli elementi 2
e 3 nella posizione C della cerniera interna. Ricordando la propriet
di allineamento dei centri di rotazione assoluti e relativi si pu
affermare che il centro di rotazione C2 dellelemento 2 giace sulla retta
s contenente il segmento CD e sulla retta r, orizzontale per il punto A;
il centro di rotazione relativo C12 a distanza infinita sulla retta r.
(Figura 8.17).

B
L

C C23

L/2
D C3
L/2

A C1
L

s
r

C2
2L

C12

Figura 8.17.

Per convincersi di questo si pu pensare che se, per assurdo, C12


giacesse a distanza infinita su una retta r orizzontale non passante
per A, il centro C2 sarebbe allintersezione di questa con la retta s (per
lallineamento di C2, C23, C3); in questo modo C1, C12 e C2 non
potrebbero essere allineati (Figura 8.18).

2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 15/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA
C12

C2

B
L

s
1
C C23
3

L/2

D C3
L/2

A C1
L

2L

Figura 8.18.

I diagrammi degli spostamenti dellelemento 1 possono ora


essere tracciati come per gli esempi precedenti, assegnando una
rotazione arbitraria 1 a detto elemento (Figura 8.19).
y

B1 B2

uB1

B
L

C C23

L/2
D C3
L/2

A C1

v(x)

1
C2

2L

yC1

L
u(y)

vB1

xC1

Figura 8.19.

Per tracciare il diagramma degli spostamenti verticali


dellelemento 2 bisogna tenere presente che il doppio pendolo interno
in B consente gli spostamenti relativi in direzione verticale tra i punti
B1 (punto B pensato appartenente allelemento 1) e B2 (punto B
pensato appartenente allelemento 2), pertanto detto diagramma sar
discontinuo in corrispondenza del punto B. Il doppio pendolo impone
invece la stessa rotazione agli elementi 1 e 2 tra i quali posto, quindi
la rotazione 2 dellelemento 2 uguale alla rotazione 1 dellelemento
1. Pertanto il diagramma deve passare per la proiezione del centro di
rotazione assoluto C2 ed avere la stessa inclinazione del diagramma
degli spostamenti verticali dellelemento 1 (Figura 8.20).
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 16/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

y
uB2 = uB1

B1 B2
2

uC

L
C C23

L/2

D C3
L/2

A C1

v(x)

yc1 yC2

C2
L

2L

yC3

1 = 2

vB1

xC1

u(y)
x

xC3
xC2
2 = 1

vB2
vC

Figura 8.20.

Il diagramma degli spostamenti orizzontali dellelemento 2 passa


invece per il punto che identifica lo spostamento orizzontale di B1 in
quanto il doppio pendolo in B impone lo stesso spostamento
orizzontale ai punti B1 e B2 e per la proiezione del centro di rotazione
C2 (Figura 8.20). I diagrammi degli spostamenti orizzontali degli
elementi 1 e 2 risultano sovrapposti, il che significa che gli
spostamenti dei punti di questi elementi hanno la stessa componente
orizzontale. Questi diagrammi sono rappresentati con un tratteggio pi
fitto.
I diagrammi degli spostamenti dellelemento 3 si tracciano in
modo analogo a quanto visto negli esempi precedenti, tenendo
presente che la cerniera in C impone gli stessi spostamenti al punto C
pensato dellelemento 2 ed al punto C pensato dellelemento 3 (Figura
8.20).
I diagrammi degli spostamenti di Figura 8.20 corrispondono alla
configurazione spostata di Figura 8.21.
Il modulo dello spostamento vB1 si valuta sul diagramma degli
spostamenti verticali dellelemento 1 come:
v B1 = 1 L

(e.3.1)

mentre modulo dello spostamento vB2 si valuta sul diagramma degli


spostamenti verticali dellelemento 2 come:
v B2 = 2 (a + 3 L ) = 1 (a + 3 L )

(e.3.2)

essendo 2 = 1 ed essendo a la misura indicata in Figura 8.21.


2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 17/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

uB2 = uB1

y
2

vB

B1

uC

B2

C C23
1

L/2
D C3
L/2

A C1

v(x)

C2

yC3
yc1 yC2

2L

u(y)

vB1

xC1

vB = vB2 - vB1

1 = 2

xC3
xC2
2 = 1

vB2
vC

Figura 8.21.

Da semplici considerazioni geometriche risulta:


a=L

(e.3.3)

quindi
v B 2 = 4 1 L

(e.3.2)

pertanto il modulo dello spostamento relativo cercato

v B = v B2 v B1 = 1 4 L L = 5 1 L

(e.3.5)

avendo tenuto conto che gli spostamenti dei punti B1 e B2 hanno verso
discorde.

2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 18/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

LEZIONE 8 Sessione di studio 2


Diagrammi degli spostamenti - esempi
Si riporta nel seguito un ulteriore esempio di tracciamento dei
diagrammi degli spostamenti. Si consiglia di risolverlo autonomamente
e controllare successivamente la soluzione ottenuta.
Esempio 8.4
Si traccino i diagrammi degli spostamenti orizzontali e verticali
del sistema di Figura 8.22 e si determinino gli spostamenti dei punti A,
C ed E in funzione della rotazione dellelemento 1.
L

L/2

E
3
1

L/2

2
/4

B
L

Figura 8.22.

Il sistema una volta labile (3 elementi rigidi, 9 gradi di libert


in assenza di vincoli, due vincoli esterni con molteplicit 1, un vincolo
esterno con molteplicit 2, due vincoli interni con molteplicit 2, lb = 9 8 = 1). Si considera come parametro di spostamento indipendente la
rotazione 1 dellelemento 1.
Con riferimento alla Figura 8.23, lelemento 1 vincolato con un
carrello esterno che consente solo spostamenti orizzontali del punto
C, pertanto il centro di rotazione assoluto C1 di questo elemento
sulla retta r verticale passante per C. Lelemento 3 vincolato con un
carrello esterno che consente solo spostamenti orizzontali del punto
E, pertanto il centro di rotazione assoluto C3 di questo elemento
sulla retta t verticale passante per E. Lelemento 2 vincolato con un
incastro scorrevole esterno che consente solo spostamenti sulla retta
h, pertanto il centro di rotazione assoluto C3 di questo elemento a
distanza infinita su una retta ortogonale ad h. Il centro di rotazione
relativo C12 tra gli elementi 1 e 2 situato in B, ove presente una
cerniera interna. Il centro di rotazione relativo C23 tra gli elementi 2 e 3
situato in D, ove presente una cerniera interna. Per la propriet di
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 19/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

allineamento dei centri di rotazione assoluti e relativi, il centro di


rotazione assoluto C1 dellelemento 1 il punto intersezione tra la
retta r e la retta s, ortogonale ad h per B; il centro di rotazione
assoluto C3 dellelemento 3 il punto intersezione tra la retta t e la
retta w, ortogonale ad h per D (Figura 8.23).
L

L/2

E
3

L/2

D C23
t

C1

w
B C12

C3
/4

s
C2

C2

Figura 8.23.

I diagrammi degli spostamenti dellelemento 1 possono ora essere


tracciati come per gli esempi precedenti, assegnando la rotazione
arbitraria 1 a detto elemento (Figura 8.24).
y
E
3
C

D C23

uC

L/2

t
C1

yC1

w
B C12

C3

uB

2
r

L
A
v(x)

L/2
1

u(y)
x

vB

xC1

Figura 8.24.

Per tracciare i diagrammi degli spostamenti dellelemento 2


bisogna tenere presente che lincastro scorrevole in A non consente la
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 20/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

rotazione dellelemento, pertanto questi diagrammi sono paralleli agli


assi di riferimento (2 = 0, spostamenti costanti) e che la cerniera in C
impone lo stesso spostamento al punto C pensato appartenente
allelemento 2 ed al punto C pensato appartenente allelemento 1
(Figura 8.25).
y
uD

E
3
C

D C23

uC

L/2

t
C1

yC1

w
B C12

C3

uB

2
r

v(x)

uA

A
L

L/2
1

u(y)
x

vA
vD

xC1

vB

Figura 8.25.

Infine i digrammi degli spostamenti dellelemento 3 si tracciano


unendo con segmenti i punti che rappresentano gi spostamenti del
punto D con le proiezioni sugli assi di riferimento del centro di
rotazione C3, essendo presente in D una cerniera (Figura 8.26).
y
uD

uE

E
3
C

D C23

uC

L/2

t
C1

yC1
3

w
B C12

C3

uB

2
r

v(x)

uA

A
L
vA
xC3

L/2
1

u(y)
x

vD

vB

xC1

Figura 8.26.
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 21/23

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

FACOLT DI INGEGNERIA

I diagrammi degli spostamenti di Figura 8.26 corrispondono alla


configurazione spostata di Figura 8.27.
Dai diagrammi degli spostamenti immediato dedurre che i
moduli delle componenti orizzontale verticale dello spostamento di A
sono:
uA =

1 L
2

vA =

1 L
2

(e.4.1)

y
uE

uD

3
D C23

uC

L/2

1
C1

yC1
3

C3
B C12

uB

2
L

uA

v(x)

L
vA
xC3

L/2
1

u(y)
x

vB

vD

xC1

Figura 8.27.

queste due componenti di spostamento sono uguali, come prescritto


dal vincolo nel punto A che impone spostamenti solo sulla retta
inclinata di /4.
Dal diagramma degli spostamenti orizzontali immediato dedurre che
il modulo delle componenti orizzontali degli spostamenti di C ed E
sono:
uC =

1 L
2

3
3
uE = 3 L = 1 L
2
4

(e.4.2)

essendo le componenti verticali nulle, come prescritto dai vincoli, ed


essendo

2 =

1
2

(e.4.3)

2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 22/23

INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE


Meccanica delle strutture
8
Diagrammi degli spostamenti

Corso di Laurea:
Insegnamento:
n Lezione:
Titolo:

FACOLT DI INGEGNERIA

LEZIONE 8 Sessione di studio 3


Diagrammi degli spostamenti - esercizi
Sono proposti alcuni esercizi la cui soluzione lasciata al lettore. Si
consiglia di risolversi e di utilizzare un programma di CAD per
disegnare le configurazioni spostate.
Esercizio 8.1
Si traccino i diagrammi degli spostamenti del sistema di Figura
8.28. Si determini lo spostamento verticale dellestremo E in funzione
della rotazione dellelemento 1.
A

L/2

Figura 8.28.

Esercizio 8.2
Si traccino i diagrammi degli spostamenti del sistema di Figura
8.29. Si determinino le componenti di spostamento dei punti C ed D in
funzione della rotazione dellelemento 1.
B

C
2

L/2

D
L/2
A
L/2

L/4 L/4

L/2

L/2

Figura 8.29.

Esercizio 8.3
Si traccino i diagrammi degli spostamenti del sistema di Figura
8.30. Si determini lo spostamento relativo tra i punti collegati dal
pendolo interno in funzione della rotazione dellelemento 1.
2
L/2
1

L/2

L/2

L/4 L/4

L/2

L/2

Figura 8.30.
2007 Universit degli studi e-Campus - Via Isimbardi 10 - 22060 Novedrate (CO) - C.F. 08549051004
Tel: 031/7942500-7942505 Fax: 031/7942501 - info@uniecampus.it

Pagina 23/23