Sei sulla pagina 1di 52

www.gazzetta.it sabato 10 maggio 2014 1,80 REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 - TEL.

. 0262821 - REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 - TEL. 06688281


anno 118 - numero 109
POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO
anno 118 - anno 118 -Numero numero numero
109
109 109
ITALIA
Alla fine della giornata di servizi sociali con gli anziani: Qui in tanti
potrebbero gestire lo spogliatoio del Milan
9
7
7
1
1
2
0
5
0
6
0
0
0
4
0
5
1
0
>
QUI JUVE
Pressing Conte
ma Agnelli
prende tempo
LAUDISA, OLIVERO A PAGINA 6
3 Il presidente Andrea Agnelli e il tecnico Antonio Conte PROIETTI
Il tecnico, molto
provato, tentato
dallanno di stop.
Il presidente
studia lidea
Mancini e valuta
Spalletti e Allegri
ROMA
Allarme infiltrati
Mille agenti
domani allOlimpico
CATAPANO, G. MONTI, PICCIONI ALLE PAGINE 10-11
ULTR
DI CARLO FEDERICO GROSSO
Le tre proposte della Gazzetta per salvare il tifo
vero: scioglimento di ogni forma di tifo orga-
nizzato legato agli ultr, divieto di ogni forma
di striscione allinterno degli stadi, galera inte-
sa come pena certa da scontare e non da aggira-
re mediante i consueti espedienti legali. In li-
nea di principio sono daccordo, sia pure con
qualche opportuna puntualizzazione.
NON SOLO CARCERE
LE 3 PROPOSTE DELLA GAZZETTA
3 Ciro Immobile, 24 anni, 21 gol RAMELLA
MERCATO TRA BORUSSIA E JUVE
Intrigo Immobile
Cairo contro tutti
Parlate con me
BRAMARDO ALLE PAGINE 8-9
3 Graziano Pell, 28 anni EPA
LA PUNTA DEL FEYENOORD
Pell: Olanda ok
In Italia servono
gli stadi nuovi
DI FEO A PAGINA 20
IL CASO LA STOCCATA DEL PRESIDENTE: UN NOME IN TESTA CE LHO...
Berlusconi pensiona Seedorf
BOCCI, DELLA VALLE ALLE PAGINE 12-13
DI GENE GNOCCHI
Renzi toglie il segreto di Stato.
Finalmente si sapr perch
nella finale col Brasile del 70,
Rivera gioc solo gli ultimi 6.
IL ROMPI
PALLONE
w
Rafa Nadal, 27 anni,
campione spagnolo
SPECIALE ROMA
CON LINTERVISTA
A NADAL
TENNIS DOMANI 12 PAGINE
ERVIS IS SSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS IS SSSSSSSSSS ISSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSTA TA TA TTTA TTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTA TTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTA
F.1 IN SPAGNA HAMILTON IL PIU VELOCE
Montezemolo ai box
La mia Ferrari non
ha lavorato bene
ALLIEVI, PERNA, PIOLA ALLE PAGINE 34-35
MOTOGP LUNEDI, POI CORRERA A MISANO?
Toh chi si rivede: c Biaggi
Test con lAprilia al Mugello
GOZZI A PAGINA 37
3 Luca di Montezemolo a colloquio coi tecnici Ferrari EPA
CAPITAN
CIERI, DALLA VITE, ELEFANTE, TAIDELLI DA PAG. 2 A PAG. 5
DI PAOLO ROSSI*
Questa la favola del Capitano o mio Capitano.
Cera una volta nella lontana, ridente e ballante
Argentina un ragazzino che un giorno prese una
decisione: da grande avrebbe fatto il calciatore
Da quel d, essendo un ragazzo gi molto maturo
e coscienzioso, incominci da subito a compor-
tarsi da professionista.
*attore e tifoso interista
laDedica
QUANTI CHILOMETRI
SENZA SPETTINARSI
IL GIRO ALLA ORICA LA CRONO A SQUADRE CHE HA INAUGURATO LA CORSA
UN TUFT TITANICO
ALLA FESTA ROSA
DA PAGINA 26 A PAGINA 33 3 La partenza dal museo del Titanic di Belfast della Katusha LAPRESSE
Belfast ha seguito con entusiasmo la partenza
Il canadese leader nel giorno del suo compleanno
LANTICIPO SAN SIRO STASERA E STRACOLMO PER LADDIO AL CALCIO DELLARGENTINO
Nel giorno di Zanetti
lInter deve battere
la Lazio per assicurarsi
lEuropa League.
Mazzarri: Derby colpa
mia, ma ci rifaremo
LARTICOLO A PAGINA 21
DI PIER BERGONZI
Quanto rosa sotto il cielo dIrlanda. Il Giro dIta-
lia desportazione una garanzia, ma lentu-
siasmo e limpegno degli irlandesi commo-
vente. Belfast, in questi giorni, una citt
chiusa per Giro. Protestanti e cattolici non
sono soltanto felici di avere la nostra corsa in
casa, sono orgogliosi di dimostrare quanto
amore hanno per il ciclismo e la sua storia.
ilCommento
CHE SUCCESSO SOTTO
IL CIELO DIRLANDA
LARTICOLO A PAGINA 21
EUROPA
LARTICOLO A PAGINA 21
italia: 51575158585149
2
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

SERIE A
INTER I GIORNI DE
Io, un parafulmine
Il derby colpa mia
Ma ora vinciamo,
anche per Zanetti
Mazzarri e la gara decisiva per la futura Coppa
I tifosi critichino pure: sono sereno, ho dato tutto
DAL NOSTRO INVIATO
MATTEO DALLA VITE
@Emmedivu
APPIANO GENTILE (COMO)
Tutti pronti? Nottata non
banale. Moratti c, Thohir sar
a San Siro, Zanetti saluta il cal-
cio ma non lInter, lEuropa Le-
ague nel mirino e Mazzarri si
sente a posto con se stesso. I
tifosi possono criticare - ecco il
tecnico -: loro hanno sempre
ragione, poi so che la societ
vede le cose da dentro e valuta
tutto in maniera diversa. Io?
Sono il primo a stare male se si
perde ma mi sento tranquillo
perch ho dato il massimo per
la causa. Il tempo che spendo
per far rendere al meglio i gio-
catori totale. Poi si pu sba-
gliare, ma sono sereno.
Fatti miei, scadenze, Europa
Sereno ma non serenissimo,
WM: lo si capisce da alcune ri-
sposte da posticipare (Vi dir
tutto a fine anno e far notare
tante cose), dal voler tenere
riservato il colloquio con
Thohir post-derby (Sono fatti
personali e non lo dico a voi) e
dallinfluenza che possono
aver avuto le tante (anche pe-
santi) scadenze di contratto:
Nella storia del calcio moder-
no quante squadre fanno o
hanno fatto un anno con 8 gio-
catori in scadenza? Non voglio
aggiungere altro perch ogni
cosa che dovessi dire poi la use-
rebbero contro di me, meglio
non parlare. WM sente la ga-
ra: fondamentale per lEuropa.
E se non arriva lEuropa sar un
fallimento? Alla fine dir tut-
to - ripete Mazzarri -. Il mio pri-
mo obiettivo caricare la squa-
dra per fare una grande presta-
zione. Squadra che dovr sen-
tir la gara ben di pi di quel
derby giocato con la testa sgon-
fia e le gambe di sabbia.
Mea culpa ed Europa Contan-
do su una cabala che ha portato
spesso bene, ieri Massimo Mo-
ratti andato a viversi la vigilia
alla Pinetina. Ri-porter bene?
E a proposito di derby, c anco-
ra qualcosa da dire: Sono io il
responsabile di tutto - continua
Mazzarri -: contro il Milan
stata una partita sbagliata. Ora
voglio una prestazione diversa.
Le proteste dei tifosi (Mazzar-
rivattene, ndr)? Con qualcuno
se la devono prendere, e io fac-
cio anche da parafulmini.
I certi e gli addii Inter-Lazio
spartiacque della stagione.
Questa volta davvero. Ed cu-
rioso vedere come meno della
met della squadra che scende-
r in campo stasera ha la cer-
tezza assoluta di poter giocare
quellEuropa League per la
quale sta lottando: Nagatomo,
Jonathan, Kovacic, Hernanes e
Palacio sono gli intoccabili; gli
altri chiss. Se c una chance
per Guarin? Ho 2-3 dubbi, ma
la squadra che ha giocato il der-
by era la stessa che aveva fatto
bene prima, quindi merita una
gara per riscattarsi. Hernanes?
Ha fatto buone gare che gli
hanno permesso di essere con-
vocato per i Mondiali. Inizio
positivissimo, poi ricordiamo
che arrivato in un ambiente
nuovo e non mai stato al
100%. Morale: unico cambio,
Kuzmanovic per lo squalificato
Cambiasso. E Zanetti: gioche-
r dal 1? Non svelo nulla.
Lui sa perch faccio le scelte,
con lui ho un bel rapporto,
ho sempre fatto scelte logi-
che per poter battere lav-
versario. Si sta facendo in
modo che la sua festa sia
da stimolo per tutti: dob-
biamo battere la Lazio
per fargli un regalo in pi.
Nelle nostre mani La chiosa
doppia. Sul finale di campiona-
to, Mazzarri svela un po di
contenuti del discorso alla
squadra. Ai ragazzi ho detto di
fare una gara diversa rispetto
al derby e che se facciamo 6
punti non dobbiamo guardare
nessun altro. Poi, la panchina.
Io so cosa mi dicono i dirigen-
ti, parlo sempre con loro. I no-
mi sui giornali non li leggo. Ol-
tretutto sono 10 anni che sto in
serie A, non sono un pivelli-
no.... Il problema (un pro-
blemone) che San Siro og-
gi fa paura: lInter non vince
nel proprio salotto dal 9
marzo (contro il Toro) e nel
2014 (derby compreso) ne
ha vinte solo 2, perse al-
trettante e pareggiate ben
6. Non benissimo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
2
le vittorie a S. Siro nel 2014
Nel 2014, lInter (derby compreso)
ha giocato 10 gare a San Siro: 2 vinte
(lultima il 9 marzo contro il Torino), 2
ko e ben 6 ics. Sotto, lex laziale
Hernanes e il biancoceleste Ledesma
I PRECEDENTI
Giocate
161
Vinte Inter
65
Vinte Lazio
40
Pareggi
56
Vinte Inter
43
Vinte Lazio
9
Pareggi
26
Inter 250
Lazio 178
Inter 149
Lazio 67
Reti
Reti
Giocate
78
A SAN SIRO
GDS
COSI IN CAMPO SAN SIRO ORE 20,45
KOVACIC
10
NAGATOMO
55
KUZMANOVIC
17
HERNANES
88
JONATHAN
2
ROLANDO
35
SAMUEL
25
RANOCCHIA
23
ICARDI
9
PALACIO
8
HANDANOVIC
1
BERISHA
1
GONZALEZ
15
ONAZI
23
BIGLIA
5
KLOSE
11
KEITA
14
PEREIRINHA
17
LEDESMA
24
BIAVA
20
CANA
27
DIAS
3
ARBITRO Massa GUARDALINEE Marzaloni, Cariolato
QUARTO UOMO Liberti ADDIZIONALI Bergonzi e De Marco
TV Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD, Sky Calcio 1 HD,
Premium Calcio HD, Premium Play INTERNET www.gazzetta.it
INTER 3-5-2 LAZIO 3-5-2
ALLENATORE: Reja
PANCHINA: 95 Strakosha, 55 Guerrieri,
2 Ciani, 85 Novaretti, 16 Elez, 60 Pollace,
48 Filippini, 6 Mauri, 7 F. Anderson,
21 Kakuta, 87 Candreva, 34 Perea
SQUALIFICATI: Lulic (1)
DIFFIDATI: Cana, Candreva, Cavanda,
Ledesma, Onazi, Perea, Pereirinha
INDISPONIBILI: Ederson,
Konko, Marchetti, Postiga, Radu
ALLENATORE: Mazzarri
PANCHINA: 2 Castellazzi, 30 Carrizo,
33 DAmbrosio, 4 Zanetti, 6 Andreolli,
14 Campagnaro, 11 Alvarez, 13 Guarin,
21 Taider, 20 Botta, 22 Milito
SQUALIFICATI: Cambiasso (1)
DIFFIDATI: Alvarez, Juan Jesus,
Hernanes, Jonathan, Nagatomo,
Palacio, Taider
INDISPONIBILI: Juan Jesus
GDS
IN
PI
VIN
CI
UN
N
O
KIA
LU
M
IA
1320
A
L
G
IO
R
N
O
www.ip.gruppoapi.com
IP SEMPRE VICINO A TE.
Con 30 euro di rifornimento al servito
hai un mese di Innity a costo zero
per vedere 5.000 lm in HD,
cartoni animati e serie TV on demand.
Inoltre partecipi allestrazione
di 21 Nokia Lumia 1320!
Richiedi la cartolina nei Punti Vendita IP
aderenti e attiva subito la promozione.
C sempre un buon motivo
per fermarsi da IP.
LENERGIA DELLITALIA.
PASSA DA IP E FAI IL PIENO DI CINEMA
E SERIE TV CON
C
o
n
c
o
r
s
o
m
is
t
o
a
p
r
e
m
i
v
a
lid
o
n
e
i
P
u
n
t
i
V
e
n
d
it
a
a
d
e
r
e
n
t
i
d
a
l
5
a
l
2
5
m
a
g
g
io
2
0
1
4
e
r
is
e
r
v
a
t
o
a
i
n
u
o
v
i
u
t
e
n
t
i
d
e
l
s
e
r
v
iz
io
.
In
f
o
e
r
e
g
o
la
m
e
n
t
o
c
o
m
p
le
t
o
s
u
w
w
w
.
ip
.
g
r
u
p
p
o
a
p
i.
c
o
m
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
3

ELLEUROPA
I BIANCOCELESTI
Lo sfogo di Reja
Media da 4 posto
e mi fischiano...
Il tecnico della Lazio spera
ancora nellEuropa: Poche
chance, ma giochiamocela
Thohir, doppio blitz
S.Siro e poi Londra:
pure per Torres
Il presidente sbarca stamattina e domani vola nella
City: incontri con le banche, ma anche di mercato
ANDREA ELEFANTE
LUCA TAIDELLI
MILANO
A Londra Erick Thohir
legato anche da un ricordo par-
ticolare, visto che nel 2008 gui-
d la delegazione olimpica in-
donesiana. Ma Londra anche
la capitale finanziaria dEuro-
pa e se domani sera, invece che
a Giacarta, il presidente neraz-
zurro voler nella capitale in-
glese, lo far anche per lInter.
Per la quale ha gi scelto un bli-
tz milanese mai cos breve: at-
terrer solo stamattina, per as-
sistere allo stadio ad una gara
fondamentale e (spera...) per
festeggiare Zanetti.
Incontri finanziari Dunque
nella City Thohir avr impor-
tanti incontri con rappresen-
tanti di banche e fondi tra quel-
li coordinati da Goldman Sachs
per stanziare il necessario fi-
nanziamento da 230-250 mi-
lioni di euro. E il motivo princi-
pale del suo viaggio londinese
e infatti il presidente sar ac-
compagnato anche dal diretto-
re dellarea amministrativa, fi-
nanza e controllo del club ne-
razzurro, Michael Williamson.
Ma difficile pensare che non
approfitti del blitz per avere
anche incontri pi prettamente
calcistici, compresi i contorni
di mercato.
C anche Javi Garcia Pi che
suggestione, una possibilit
che Thohir approfondisca dun-
que il discorso Fernando Tor-
res. Una delle punte - il novero
di tre - che Thohir spera di ve-
stire di nerazzurro per fare un
salto di qualit in attacco: gli
altri due sono Morata e Dzeko,
ma lo spagnolo sembra desti-
nato a restare al Real, come il
bosniaco al Manchester City,
che semmai potrebbe essere un
buon interlocutore per discute-
re del centrocampista Javi Gar-
cia, visto che per il suo bomber
ha gi avviato le trattative per
un rinnovo del contratto a cifre
importantissime. Le stesse che
caratterizzano il legame di Tor-
res con il Chelsea, ma in questo
caso c una disponibilit di
fondo del club di Abramovich
alla cessione del giocatore.
Forse anche in prestito, lunica
formula che lInter pu consi-
derare percorribile, a patto che
il Chelsea contribuisca in parte
allingaggio di Torres, che do-
vrebbe comunque accettare
una riduzione (guadagna 6 mi-
lioni, lInter non pu andare ol-
tre un tetto di 3), oltre che
unesperienza in un club che
non potrebbe garantirgli la
partecipazione alla Champions
League. Al di l del discorso gi
impostato da Ausilio, chiaro
che il coinvolgimento diretto di
Thohir potrebbe dare unim-
pronta pi marcata ai contatti
con il Chelsea, accelerando o
comunque confortando il lavo-
ro del d.t.
Lalternativa Lamela Ma a
Londra gioca (in realt que-
stanno molto poco: appena 9
presenze e un gol) anche Erik
Lamela del Tottenham, unal-
ternativa a Torres se la strada
verso lo spagnolo diventasse
impraticabile. Pure nel caso
dellargentino, non si pu ipo-
tizzare una definizione in tem-
pi brevi: al di l del prezzo del
cartellino ( stato da poco pa-
gato 30 milioni di euro), dipen-
der anche dal parere del pros-
simo allenatore che sieder in
panchina a White Hart Lane.
Ma in ogni caso questo il mo-
mento per intavolare certi di-
scorsi: trovarsi a Londra pu
essere una buona occasione
per incontrare anche i dirigenti
del Tottenham, e non solo del
Chelsea.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LA VOLATA PER LEUROPA LEAGUE
37a 38a
*in MAIUSCOLO le partite in trasferta
FIORENTINA
Torino LIVORNO 61
INTER
CHIEVO Lazio
57
TORINO
FIORENTINA Parma
55
LAZIO
Bologna INTER
53
VERONA
NAPOLI Udinese
53
PARMA
Livorno TORINO
54
MILAN
Sassuolo ATALANTA
54
GDS
4
I NUMERI
4
le vittorie
della Lazio nelle
ultime quattro
partite di
campionato
giocate con
lInter. tre
allOlimpico ed
una a San Siro
(3-1 un anno fa)
0
i successi di
Reja a San Siro
con lInter. Il
tecnico della
Lazio ha
ottenuto 2 pari
col Vicenza, 2
sconfitte col
Napoli e altri
due k.o. con la
Lazio
5
le vittorie
esterne della
Lazio con Reja
in questo
campionato.
Sono pi di
quelle ottenute
in casa, che
sono quattro
Edy Reja, 68 anni, tecnico della Lazio ANSA
DAL NOSTRO INVIATO
STEFANO CIERI
FORMELLO (Roma)
Ma de che stamo a parla?. Lo dice cos,
in romanesco, e con quella frase riassume tutto
il disappunto per una contestazione che non
capisce e non approva. Edy Reja sta per chiude-
re in attivo lennesima stagione laziale, eppure
allOlimpico per lui arrivano quasi esclusiva-
mente fischi. Io ormai ci sono abituato, ma di-
spiace per i giocatori e per i miei collaboratori.
Da quando sono tornato abbiamo fatto 33 pun-
ti in 19 partite. Proiettati sullintero campiona-
to farebbero 66 punti, che varrebbero il quarto
o quinto posto. Nei due campionati interi fatti
con la Lazio ci siamo classificati quarti in en-
trambe le occasioni. Nella prima annata sono
arrivato a met campionato con la squadra in
zona retrocessione e ci siamo salvati senza pro-
blemi. Cosa potevo fare di pi?. Ragionamen-
to che non fa una piega. Nelle quattro stagioni
di Lazio (due intere e due da subentrato) Reja
ha costantemente tenuto una media-punti da
primi quattro posti, eppure non mai riuscito a
conquistare lesigentissimo pubblico biancoce-
leste. Ma nei fischi delle ultime settimane c
anche un discorso extra-tecnico. Reja, infatti,
paga lessersi schierato al fianco di Lotito nella
contrapposizione curva-presidente che va
avanti da mesi.
Ultimo assalto I fischi sarebbero probabil-
mente spariti se Reja avesse centrato lobiettivo
Europa League. Traguardo che in realt teori-
camente ancora possibile. Il pareggio col Ve-
rona ha ridotto drasticamente le nostre possibi-
lit, per dobbiamo credere fino in fondo alla
qualificazione. Peccato solo dover affrontare
questa sfida con lInter in formazione rimaneg-
giata. Gli infortuni questanno ci hanno pena-
lizzato parecchio. Di fronte ritrover quel-
lHernanes con cui a volte c stata qualche fri-
zione. Ma non vero. E una voce nata perch
spesso lo sostituivo, ma anche Petkovic lo face-
va. Lui uno che d sempre tutto e a volte arri-
va stanco ai finali di partita. A lui mi legano
solo bellissimi ricordi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Tecnico e numero 1
Walter Mazzarri, 52 anni, ed
Erick Thohir, 43 anni: stasera
si rivedranno INTER.IT
A
GLI
OBIETTIVI
S
Fernando
Torres, 30
anni, resta la
prima scelta nel
caso in cui
lInter decidesse
di prendere una
prima punta.
Ipotesi di
prestito con
riscatto nel 2015
S
Erik Lamela,
22 anni,
Tottenham:
pagato 30
milioni il
preferito se
lInter decidesse
di dirigersi
verso una
seconda punta.
Ipotesi prestito
italia: 51575158585149
4
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
5

SERIE A
1995-1996
Presenze 39
Gol 2
1996-1997
Presenze 50
Gol 0
1997-1998
Presenze 41
Gol 2
1998-1999
Presenze 50
Gol 4
1999-2000
Presenze 43
Gol 2
2000-2001
Presenze 34
Gol 0
2001-2002
Presenze 44
Gol 2
2002-2003
Presenze 53
Gol 1
2003-2004
Presenze 53
Gol 0
2004-2005
Presenze 49
Gol 0
2005-2006
Presenze 39
Gol 0
2006-2007
Presenze 50
Gol 1
2007-2008
Presenze 51
Gol 1
2008-2009
Presenze 51
Gol 0
2009-2010
Presenze 55
Gol 0
2010-2011
Presenze 52
Gol 2
2011-2012
Presenze 45
Gol 0
2012-2013
Presenze 48
Gol 0
Stadio, Curva, amici: Zanetti forever
Ultima in casa per largentino: la festa dopo il match con la Lazio, poi cena con Moratti e Thohir
LUCA TAIDELLI
@LucaTaidelli
MILANO
In puro stile Inter, la cer-
tezza che sar una serata dal-
le emozioni fortissime. E in uno
stadio vicino al tutto esaurito
(65mila presenti), ma con i bot-
teghini aperti pure oggi. Gioia o
rabbia dipenderanno dal risul-
tato di Inter-Lazio, ma una la-
crima scapper a tanti per lulti-
ma a San Siro di capitan Dura-
cell: dopo 19 anni in nerazzur-
ro senza sosta e a testa alta, con
16 titoli vinti e 856 partite gio-
cate (ma il tassametro per due
gare potr correre ancora...) le
pile non sono ancora scariche,
ma Javier Zanetti saluta la sua
gente.
Social, brividi e Totti Gi da
ieri lo hanno salutato in tanti sui
social nerazzurri: lhashtag del
profilo @inter di twitter si pre-
so il primo posto dei trend italia-
ni, con grande risalto anche nel-
le classifiche europee. Pioggia
di foto su Istagram, dove i tifosi
sono stati invitati a cambiare la
propria immagine di profilo con
quella apposita di Zanetti. Sta-
sera la festa allo stadio si svi-
lupper soprattutto nel dopo
gara. Anche perch prima -
quando prevista soltanto
una piccola sorpresa -
bene che tutti restino con-
centrati sulla qualificazione
allEuropa League. Appena ter-
minato il match - che presumi-
bilmente Javier inizier in pan-
china, ma che a meno di catacli-
smi lo vedr entrare nella ripre-
sa - ci sar la vera celebrazione,
con una targa consegnata da
Thohir e Moratti, giro di campo
con la moglie Paula, la figlia Sol
(ieri entrambe alla Pinetina con
il capitano) e i figli Ignacio e To-
mas. Sugli schermi scorreranno
le immagini di un ventennio in-
dimenticabile e Zanetti prende-
r la parola per un discorso che
metter i brividi. Per Pupi - che
ieri ha passato lultima notte in
ritiro ad Appiano in stanza
con Guarin - sono state pre-
parate apposite magliette, pin e
una fascia da capitano celebra-
tiva, mentre gi ieri lo ha cele-
brato Totti, definendolo una
leggenda.
Festa anche con la Curva La
cerimonia di stasera sar rapida
- sui 20 minuti - perch il capita-
no poi abbraccer compagni e
amici intimi (invitati anche
Thohir e i Moratti) in un risto-
rante del centro. Prima per ci
sar un altro passaggio impor-
tante: Zanetti abbraccer fuori
dallo stadio la Curva Nord, co-
stretta a scontare il primo dei
Il saluto di Totti:
Leggenda.
Ricorso respinto,
la Nord lo aspetta
fuori dallo stadio
tre turni di squalifica tra discri-
minazione territoriale e razzia-
le per i cori durante i match con-
tro Napoli e Milan. Gli ultr alle-
stiranno un piccolo palco e por-
teranno due tipi di casse (di
birra e acustiche...) per il contro
discorso di Zanetti. Che porter
con s anche Milito e Samuel
(pronte tre targhe per loro), le
altre colonne allultima uscita a
San Siro. Non ci sar anche
Cambiasso, non per la squalifica
che sconter stasera, ma perch
dei magnifici quattro lunico il
cui addio non ancora scontato.
Ricorso respinto Lo era inve-
ce era il verdetto sul ricorso, an-
che se sulla terza giornata di
chiusura della Curva la Procura
federale ha disposto la sospen-
sione, per acquisire altri ele-
menti. Gli ultr erano i primi a
non crederci e in un comunicato
hanno fatto capire che la loro
battaglia riprender il 5 ottobre,
quando alla 6
a
giornata del
prossimo campionato potranno
rioccupare il 2 anello verde,
spiegando che continueremo a
cantare quello che vogliamo e
quando vogliamo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
856
le gare in nerazzurro
di Zanetti fra campionato,
altre competizioni italiane
e coppe europee
A 12,99 EURO
Dal 19 maggio
un libro Gazzetta
sulla sua carriera
Un libro per celebrare
un carriera come poche,
quella di Javier Zanetti. Dal 19
maggio, il giorno dopo la sua
ultima partita da giocatore,
sar in edicola (a 12,99 euro
pi il prezzo del quotidiano)
Javier Zanetti, c solo un
capitano, una pubblicazione
dedicata allargentino, con i
testi dei nostri giornalisti e le
sue immagini pi belle.
S
Javier Zanetti
Per largentino, 40 anni, questanno
11 presenze e 0 gol REUTERS
italia: 51575158585149
6
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

MERCATO
Conte-Juventus
sempre pi dubbi
Piani a lunga scadenza,
rinforzi: il tecnico insiste
E il club prende tempo
Lallenatore chiede un progetto che prescinda dalle vittorie a breve
e che permetta di crescere e competere per la Champions League
Antonio Conte e Andrea Agnelli: sar divorzio dopo il terzo scudetto? ANSA
DAL NOSTRO INVIATO
G.B. OLIVERO
TORINO
Meglio aspettare. Se lo
sono detti Andrea Agnelli e
Antonio Conte rinviando al-
linizio della settimana prossi-
ma lincontro che avrebbe po-
tuto risolvere, in un senso o
nellaltro, i dubbi sulla perma-
nenza del tecnico alla guida
della Juve. Meglio aspettare,
gi. Il suggerimento arrivato
dalla societ ed stato accolto
da Conte. Come ha ribadito
pi volte lallenatore, i rappor-
ti tra lui e i dirigenti sono otti-
mi e quindi non ci sono frizio-
ni che possano indirizzare in
alcun modo lesito del con-
fronto. Agnelli e Marotta han-
no colto nelle parole e negli
atteggiamenti recenti di Con-
te un disagio psico-fisico che
prescinde da ogni valutazione
sul mercato o sui progetti fu-
turi della Juve. Conte non
solo preoccupato di quello che
potrebbe accadere nella pros-
sima stagione, ma anche
stanco. Molto stanco. Provato
fisicamente e psicologicamen-
te da una stagione massacran-
te, che pure gli ha regalato
grandi soddisfazioni. La ten-
sione facilmente riscontrabi-
le sul suo volto durante le in-
terviste (e stamattina Conte
lascer la tradizionale confe-
renza della vigilia al suo staff
tecnico, come avvenuto anche
alla fine della scorsa stagio-
ne): Antonio esaurito, nel
senso di privo di energie. E ha
bisogno di tirare il fiato, di ri-
posarsi, di liberare la testa pri-
ma di affrontare una discus-
sione decisiva per il futuro suo
e della Juve.
Le richieste Ieri Agnelli ri-
masto in sede tutto il giorno
uscendo solo a met mattina
per un caff. Marotta si as-
sentato unora per il pranzo e
ha lasciato gli uffici di Corso
Galileo Ferraris poco dopo
le 18,30. Conte rimasto a
Vinovo fino a met pomerig-
gio e poi si spostato in cen-
tro con laccortezza di re-
stare sufficientemente
lontano dalla sede. Me-
glio aspettare, come si
diceva. Lincontro della
prossima settimana, comun-
que, sar decisivo anche per-
ch Agnelli conosce gi la po-
sizione di partenza del tecni-
co. Nei giorni scorsi, per non
dire nelle settimane scorse, il
presidente e il tecnico hanno
affrontato gli argomenti prin-
cipali. Rispetto alla fine della
scorsa stagione, quando fu ne-
cessario un altro incontro
chiarificatore, la situazione
profondamente diversa. Con-
te fermo sulle sue posizioni:
chiede un radicale rinnova-
mento della rosa, un investi-
mento su giovani di talento,
un maggior peso in societ e di
conseguenza anche un rico-
noscimento economico. Anto-
nio, soprattutto, si aspetta la
presentazione da parte di
Agnelli di un progetto ad am-
pio respiro, che prescinda dal-
la necessit di continuare per
forza a vincere e che permetta
alla Juve di crescere a livello
europeo fino a poter davvero
competere per la Champions
nel giro di qualche stagione.
Se cos fosse, Conte non
avrebbe problemi a firma-
re un rinnovo quinquen-
nale che darebbe proprio
il senso del nuovo proget-
to. Resta da vedere cosa ne
pensa Agnelli.
RIPRODUZIONE RISERVATA
clic
DA PAROLA A CAPELLO
QUANDO IL PRIMO POSTO
NON VALE LA CONFERMA
Sono stati tre i tecnici
della Juve a concludere il
campionato al primo posto e
non sono stati confermati la
stagione seguente: Carlo
Parola (titoli 1960 e 1961);
Giovanni Trapattoni dopo 10
anni (scudetto 1985-86); Fabio
Capello (2005 revocato e
2006 assegnato allInter).
Per lincontro,
meglio aspettare
ancora: Antonio
molto provato
dalla stagione
LA POLEMICA
Dal Cile: Vidal da operare prima
(a.m.) In Cile scoppiata
la polemica sulloperazione di
Arturo Vidal. Lintervento per
lasportazione del menisco
esterno del ginocchio destro
stato effettuato mercoled a
Barcellona ma per il quotidiano
La Tercera c una mail del 25
aprile nella quale il prof. Cugat,
che ha operato lo juventino,
scrive alla federcalcio cilena:
Visti gli esami, posso dire che
Vidal necessita di un intervento
al menisco. Dopo quella data la
Juve ha fatto giocare Arturo
qualche minuto con il Sassuolo e
quasi tutta la gara con il Benfica.
Secondo il Cile, loperazione
si sarebbe dovuta anticipare:
il Mondiale incombe.
GLI SCENARI BIANCONERI LALLENATORE DEL GALATASARAY VORREBBE LASCIARE LA TURCHIA: LETICHETTA INTERISTA, PER, POTREBBE PESARE
Antonio verso lo stop, Agnelli studia Mancini
Il tecnico disposto a fermarsi un anno. Il club non vuol cambiare, ma ora vaglia anche le candidature di Allegri e Spalletti
I CANDIDATI ALLA SUCCESSIONE
1 Roberto Mancini, 49 anni, attuale tecnico del Galatasaray AFP
2 Massimiliano Allegri, 46 anni, ex allenatore del Milan ANSA
1 2
CARLO LAUDISA
@carlolaudisa
MILANO
Il piano B dietro lango-
lo: sia per Conte sia per la Ju-
ventus. Questo rinvio mette
tutti i protagonisti della vicen-
da di fronte alla possibilit
concreta che stavolta il chiari-
mento non porti allabbraccio
del 15 maggio di un anno fa.
Le questioni poste dal tecnico
salentino sono significative, di
non facile soluzione.
Opzioni Lo stesso Conte non
ha di fronte unalternativa
chiara. In questi mesi ha avuto
dei contatti con lArsenal, ma
non sono proseguiti. Anche
con il Manchester United c
stato un abboccamento. An-
che in questo caso, per, il di-
scorso s interrotto sul pi
bello. Un po per lirrompere
sulla scena di Van Gaal, un po
perch Antonio e la sua fami-
glia non si sentono pronti per
quellesperienza. Sarebbe cer-
tamente pi consona lidea di
trasferirsi a Montecarlo. An-
che in questo caso, per, non
ci sono stati ancora i necessari
approfondimenti e il Monaco
per il dopo Ranieri sta gi bat-
tendo altre strade.
Lo stop Per questo motivo
Conte pronto anche a fer-
marsi nel caso in cui non tro-
vasse un punto dincontro con
Agnelli e Marotta. Lui ha gi
messo nel conto di prendersi
una pausa di riflessione e cer-
care con calma la sua prossi-
ma destinazione. Ma a confer-
ma che la societ bianconera
non ha ancora abbandonato
lidea di tenersi la sua attuale
guida, anche in corso Galileo
Ferraris non hanno fatto passi
concreti per contattare un
eventuale sostituto. Eppure
gli ultimi avvenimenti impon-
gono una pausa di riflessione
nei prossimi giorni.
Candidati Per il profilo pro-
fessionale e per i risultati con-
seguiti viene seguito con at-
tenzione Diego Simeone, arte-
fice dei successi dellAtletico
Madrid. chiaro, per, che il
tecnico argentino non intende
cambiare casacca, a prescin-
dere dal lungo contratto che lo
lega ai colchoneros. Cos nel-
lagenda di Marotta e Paratici
trovano spazio altre candida-
ture pi abbordabili. A comin-
ciare da Massimiliano Allegri,
da sempre stimato in casa
bianconera. Il livornese, eso-
nerato dal Milan a gennaio,
non ha ancora trovato il part-
ner giusto ed il tecnico pi
alla portata. In ogni caso meri-
tano attenzione altri due nomi
eccellenti, entrambi italiani.
Luciano Spalletti in una con-
dizione particolare. A lui s
appena avvicinato il Milan e lo
Zenit San Pietroburgo non in-
tende liberarlo, concedendo-
gli una buonuscita. Ma siamo
solo ai preliminari. Peraltro, i
bianconeri avrebbero lappeal
di offrirgli una squadra in
Champions League e un pro-
getto ambizioso. Aggiungia-
moci che Marotta lo conosce
bene dai tempi in cui lo port
sulla panchina del Venezia.
Laltro nome eccellente quel-
lo di Roberto Mancini, sotto
contratto con il Galatasaray.
Lo jesino vorrebbe lasciare la
Turchia e la Juve lo stuzzica. Il
suo profilo professionale pu
fare al caso del club biancone-
ro. Ma nei suoi confronti pesa
letichetta da interista, che po-
trebbe anche indispettire una
parte della tifoseria biancone-
ra. Insomma la scelta non sa-
rebbe semplice. Cos Andrea
Agnelli il primo a tifare per
un lieto fine, Conte permet-
tendo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lex Milan non
ha ancora trovato
il partner giusto
e pare il nome
pi alla portata
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
7

italia: 51575158585149
8
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

SERIE A
MERCATO IL TORINO INFASTIDITO PER LA TRATTATIVA PORTATA AVANTI DAI BIANCONERI, CHE HANNO IL 50% DEL CARTELLINO DELLATTACCANTE
Caso Immobile: Cairo fa il duro
Ora lAtletico sfida il Borussia
FRANCESCO BRAMARDO
TORINO
Immobile solo il Torino, per scelta, per-
ch sul capocannoniere del campionato, cartel-
lino a met con la Juventus, si scatenata la
bagarre, o almeno cos pare. Non pi tardi di
gioved i dirigenti del Borussia Dortmund han-
no fatto visita al club bianconero a Torino per
acquistare il 50% del cartellino dellattaccante.
La trattativa avviata grazie alla decisione del-
la Juventus di capitalizzare al massimo il rendi-
mento eccezionale della punta. Le cifre tra do-
manda (22 milioni) e offerta (15) sono ancora
distanti ma intanto si iniziato a parlarne.
Rischio buste Il problema convincere il Tori-
no a cedere il rimanente 50% ed evitare un
braccio di ferro che se non venisse risolto in mo-
do amichevole finirebbe alle buste il 20 giu-
gno, con possibili sorprese delluna o dellaltra
parte, e con il rischio di sopravvalutare lofferta
pur di non cedere il giocatore. A Cairo successe
nel 2008: Elvis Abbruscato era in compropriet
con il Lecce, il Toro per non perdere lattaccante
che piaceva al patron mise in busta due milioni,
zero lofferta della controparte. Questa volta
lazzardo potrebbe ripetersi. Il blitz del Borussia
a casa Juve non piaciuto per niente al presi-
dente granata, uno sgarbo per i tempi (il Toro
concentrato sullobiettivo Europa League che
manca da ventanni) e i modi. La Juventus dice
che ne sono informato da un mese? Con me non
ha parlato nessuno, n i loro dirigenti n i verti-
ci. E tantomeno lo hanno fatto club stranieri.
Per Immobile non ho ricevuto n telefonata n
comunicazione, le parole di Cairo. Qualcosa
per arrivato allorecchio del presidente del
Torino se, come ha ammesso, non pi di due
giorni fa ho parlato con il procuratore di Ciro, e
sono tranquillo, come lo il giocatore.
Madrid alla finestra C un rinnovo di contrat-
to sul tavolo da firmare, un futuro da progettare
insieme se il Torino centrer lEuropa League. In
caso contrario il Toro non metter le catene a
Ciro, libero di accasarsi altrove a fronte di unof- Ciro Immobile, 24 anni. punta del Torino ANSA
la scheda
CIRO IMMOBILE
24 ANNI
ATTACCANTE
Ciro Immobile nato
a Torre Annunziata (Na)
il 20 febbraio 1990. alto
185 cm per 78 kg. Cresciuto
nel Sorrento, arriva alla
Primavera della Juventus
nel 2008 e vince 2 volte il
Torneo di Viareggio. Il 14
marzo 2009 debutta in
Serie A in Juve-Bologna.
2011 Dopo aver giocato con
Siena e Grosseto, va in
prestito a Pescara: con Zeman
ottiene la promozione in A
segnando 28 gol in 37 partite.
nel 2012 passa al Genoa: 5 gol
in 33 partite. Lestate scorsa
va in compropriet al Torino.
4
I NUMERI
21
I gol
di Ciro Immobile
in campionato.
Lattaccante
guida
la classifica
cannonieri
davanti a Tevez
(Juve) e Toni
(Verona)
a quota 19
TRA CAMPO E FAMIGLIA I PADRI DEI DUE BIANCONERI RACCONTANO I FIGLI: CI RENDONO ORGOGLIOSI, NE SIAMO FELICI
Marchisio-Giovinco, scudetto fatto in casa
Claudio e Seba
sono gli unici
della squadra
nati e cresciuti
nel Torinese
DAL NOSTRO INVIATO
FRANCESCO VELLUZZI
TORINO
Orgoglio di pap e mam-
ma. Idoli del popolo biancone-
ro. Simboli della passione.
Bandiere. Sebastian Giovinco
da Beinasco e Claudio Marchi-
sio da Chieri abitano il pianeta
Juve da bambini. Sono gli uni-
ci bianconeri scudettati nati e
cresciuti a Torino. Sono lonta-
ni i sogni del presidente del
Cagliari Cellino che sognava
una squadra di sardi (ne ha 4,
Cossu, Murru, Pisano e Sau),
una rarit vedere sbocciare un
friulano, Scuffet, nellUdinese
del Melting Pot. Facendo la
conta di chi gioca a casa in A
non si arriva a 20. Ecco perch
nella Juve che sogna di domi-
nare lEuropa vedere Giovinco
e Marchisio protagonisti fa
piacere. Rende orgogliosi e
ne siamo felici, dicono Gian-
ni Giovinco e Stefano Marchi-
sio, padri dei ragazzi. Che si
conoscono, come i figli, da an-
ni, ma si chiamano ancora per
cognome. Bisogna investire
nei settori giovanili. Alla Juve,
dopo Marrone, nessun ragaz-
zo locale pi approdato in
prima squadra.
Giovinco Il pap di Giovinco
vive per il figlio: Il minimo.
Seba ci ha aiutati e gli siamo
grati. Sono un metalmeccani-
co, dopo 37 anni ho perso il la-
voro. Dopo Parma ho sperato
che rientrasse ed accaduto.
Ho ancora una speranza per il
Mondiale. Conte ci ha credu-
to. Ha il contratto in scadenza
al 2015, non so che succeder.
Ma giriamo fieri per Beinasco
e la gente gli vuole bene. Ci
chiedono tante maglie, ho
perso il conto di quante ne
compro. Quando viene a casa
vuole pasta al forno e la carne,
ma lui bravo col barbecue.
Marchisio A casa di Claudio
la fan mamma Anna: Lei
sfegatata, dice pap Stefano.
Sono diventato bianconero
con Sivori e Boniperti, Clau-
dio stato qui pi di loro. So-
no 21 anni, arriv nel 1996
con Del Piero. Vorrei sempre
vederlo bianconero. Meglio
capitano qui che al Real. Ha
ancora due anni di contratto.
Ma si completato, la B stata
la sua fortuna. Ora bravo an-
che in mezzo. Questa Juve
meno forte di altre. Per questo
il triplete ha un valore immen-
so. Nel futuro lo vorrei nella
mia azienda, sua sorella ci la-
vora gi. Sto nel fotovoltaico,
penso a unespansione nel-
limmobiliare. Ne parliamo.
Davanti a un bel piatto di
agnolotti del plin....
RIPRODUZIONE RISERVATA Claudio Marchisio, 28 anni FORTE Sebastian Giovinco, 27 anni LAPRESSE
La carica ai 101
Juve-Benfica bis
Caccia al record
europeo dei punti
DAL NOSTRO INVIATO
G.B. OLIVERO
TORINO
Se ne parla da mesi, un
traguardo bellissimo ma quasi
utopistico. Perch, si diceva,
prima o poi la Juve perde un
punto qui, un punto l e il sogno
finisce. Invece il sogno non fi-
nito e manca davvero poco a vi-
verlo davvero. A trasformarlo
in realt. Quota 100 punti: in
Serie A non ci mai arrivato
nessuno. Nemmeno lInter di
Mancini nel 2006-07 post Cal-
ciopoli. Anche in quel caso se
ne parl per mesi e poi un pun-
to qui, due punti l e alla fine i
nerazzurri chiusero a 97. La Ju-
ve di Conte a un passo, 96
punti in 36 partite grazie a 31
vittorie, 3 pari e 2 k.o. Nel miri-
no dei bianconeri c limmor-
talit sportiva: perch i 100
punti garantirebbero un pass
per la leggenda. Quando mai
accadr nuovamente che una
squadra raggiunga certe cifre?
Quando mai si potr ripetere
un simile cammino trionfale?
Ecco perch in casa Juve il tra-
guardo dei 100 punti stato
sempre considerato importan-
te quanto lEuropa League.
Non una coppa, ma verrebbe
trattato come tale. E se fosse
centrato, ci sarebbe una cele-
brazione particolare domenica
18 durante la festa ufficiale per
la conquista del terzo scudetto
consecutivo.
Una finale Quella di Roma,
quindi, non una partita inuti-
le. N per la Juve, che insegue
un record storico; n per i gial-
lorossi, che possono togliersi lo
sfizio di fare un enorme dispet-
to ai rivali. Per arrivare a 100,
infatti, la Juve deve fare 4 pun-
ti: a rigor di logica, uno a Roma
e 3 in casa con il Cagliari. Cos
sarebbero 100 tondi tondi, for-
se perfino meglio dei 102 che
arriverebbero in caso di doppio
successo nelle ultime partite e
varrebbero il primato europeo:
meglio di tutti, nel Vecchio
continente, ha fatto il Benfica
1990-91 (guarda un po, la
squadra che ha spento il sogno
Europa League), che arriv a
quota 101. Conte non ha mai
fatto calcoli e non li far nem-
meno stavolta. Un mese fa dis-
se ai giocatori che lobiettivo
della Juve era vincere tutte le
partite, soprattutto quella con
la Roma per ribadire la supe-
riorit evidenziata in campio-
nato e nello scontro diretto del-
landata oltre che per risponde-
re alle allusioni sugli aiuti arbi-
trali. E la squadra ha recepito il
messaggio: allOlimpico ci sar
una Juve concentrata e motiva-
ta nonostante abbia comincia-
to a preparare la gara solo ieri.
Ahi Juanito In attesa di sco-
prire se la Juve riuscir a rag-
giungere quota 100, vale la pe-
na di scoprire dove finora ha ri-
schiato di compromettere que-
sto traguardo. Lasciando
perdere le due sconfitte con
Fiorentina e Napoli, restano i
tre pareggi: due in rimonta
grazie ai gol di Vidal e Llorente
(con Inter e Lazio, a Roma in
dieci per oltre un tempo) e uno
irripetibile per lo sviluppo del-
la gara. Se la Juve non dovesse
andare in tripla cifra, la col-
pa sarebbe di Juanito Gomez
che nel recupero della gara di
Verona firm di testa il 2-2 do-
po liniziale 2-0 bianconero.
Con quei due punti in pi Con-
te sarebbe a 98, potrebbe perfi-
no perdere a Roma e battere il
Cagliari o fare due pari per ar-
rivare a 100. E invece servono
ancora quattro punti.
Record di gol Per farli, biso-
gna segnare. E c un altro re-
cord che la Juve insegue. In
questa stagione la squadra di
Conte ha realizzato 102 reti in
53 gare. Il primato bianconero
di 106 gol (in 54 partite) nel
1992-93, lanno in cui la forma-
zione di Roberto Baggio, Vialli
e Moeller vinse la Coppa Uefa.
Nel 1997-98 (scudetto e finale
di Champions con Zidane alle
spalle di Del Piero e Inzaghi)
furono 105 in 54 incontri. Per
stabilire questo record servono
5 reti contro Roma e Cagliari:
molto difficile, quasi impossi-
bile. Come fare 100 punti. Ep-
pure...
RIPRODUZIONE RISERVATA
96
i punti
della Juventus, che finora
ha vinto 31 partite:
3 i pareggi, 2 le sconfitte
106
i gol record
segnati dalla Juventus nel
1992-93 (in 54 partite). La
squadra di Conte a 102
I bianconeri a Roma non solo mirano al muro
dei 100, ma attaccano il primato continentale
S
La festa dei giocatori bianconeri
dopo la conquista del terzo
scudetto consecutivo PEGASO
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
9

ferta sostanziosa. Di qui la porta aperta allAtle-
tico Madrid. Uno sgambetto alla Juve non di-
spiacerebbe, a costo di rimetterci dei soldi. In
estate con Marotta non abbiamo messo i punti-
ni sulle i per Immobile ma la.d. della Juve mi
ha dato la sua parola, avevamo la prelazione e
ne avremmo parlato al momento opportuno.
Quando? Al termine del campionato, ora ci
aspettano due gare decisive. Le notizie che
rimbalzano dalla Germania non lasciano per
tranquillo il Torino. Intervistato dalla Bild,
la.d. del Borussia Dortmund, Hans Joachim
Watzke, ha confermato la trattativa: Immobile
vuole giocare con noi, non c altro da aggiun-
gere, prima bisogna fare chiarezza. I tedeschi
hanno fretta e hanno fissato per marted il ter-
mine per una risposta da parte della Juve e del-
lagente del giocatore, Alessandro Moggi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il presidente granata:
Nessuno ha parlato con
me. La.d. dei tedeschi,
Watzke: Lattaccante
vuole giocare con noi
PRIMAVERA
Playoff: oggi Palermo-Udinese
Domani Roma-Inter a Trigoria
LUdinese ci ha preso
gusto: dopo limpresa di
mercoled, quando ha eliminato
dal campionato Primavera il
Milan di Filippo Inzaghi, vuole
riprovarci con il Palermo,
nuovamente in trasferta, al
Comunale di Santa Flavia, una
quindicina di km dal capoluogo
siciliano. Non ha una grande
tradizione il club friulano nella
categoria, lultimo scudetto
dell80-81, negli ultimi tre anni
uscito nella regular season, e
lultima volta che aveva passato il
turno (2010) era stato eliminato
negli ottavi con Fabio Rossitto
in panchina e lUnder 21
Battocchio in regia proprio dal
Palermo. Ma col Milan la societ
aveva mandato i rinforzi, i due
fuoriquota del 1994 Zielinski e
Bruno Fernandes, 42 presenze
complessive in A, pi le 21
raccolte in B dal portoghese col
Novara. Hanno segnato entrambi
nell1-3 che ha eliminato Inzaghi,
ci saranno anche oggi (ore 14,
diretta Raisport 1): Guidolin non li
ha convocati per la partita col
Verona. Allo stesso modo Iachini,
gi promosso, ha lasciato al
collega della Primavera Bosi
langolano di passaporto svizzero
Cephas Malele, autore del gol
che mercoled ha eliminato il
Novara. Gara secca, chi vince
andr a far compagnia alle 6 gi
qualificate per la Final Eight:
lottava uscir domani da Roma-
Inter, ore 11.30 a Trigoria.
Francesco Oddi
I RECORD DI PUNTI IN EUROPA
(* sempre considerati 3 punti per vittoria)
Francia
Germania
Inghilterra
ITALIA
Olanda
Portogallo
Spagna
86
Reims
86
Nantes
91
Bayern M.
98
Liverpool
97
Inter
93
Ajax
101
Benfica
100
Real Madrid
100
Barcellona
nel 1959-60
(in 38 gare)
nel 2006-07
(in 38 gare)
nel 1971-72
(in 34 gare)
nel 1990-91
(in 38 gare)
nel 2011-12
(in 38 gare)
nel 2012-13
(in 38 gare)
nel 1965-66
(in 38 gare)
nel 2012-13
(in 34 gare)
nel 1978-79
(in 42 gare)
GDS
d
HANNO
DETTO
S
James
Pallotta
Garcia rimarr
a lungo, non
capisco perch
tutti pensano
che vada via. E
anche Pjanic
resta, anche se
dipende da lui.
La rosa verr
rinforzata, ma la
squadra rester
sostanzialmente
questa
S
Rudi Garcia
Il progetto
della societ mi
piace, Pallotta
vuole fare della
Roma uno dei
pi grandi club
europei. Ma non
sar facile, ci
vuole tempo. E
lanno prossimo
magari faremo
meno punti ma
vinceremo lo
scudetto
VERSO LA NUOVA STAGIONE IL MEDIANO TORNER IN OLANDA LUNED
Strootman, visita ok
Pjanic: tutto fermo
ROMA
La bella notizia che il
recupero di Kevin Strootman
procede bene, a circa due mesi
dallintervento al legamento
crociato del ginocchio sini-
stra. Lolandese tirato a luci-
do (dimagrito di 4 chili rispet-
to a quando si infortunato) e
ieri si sottoposto a Roma alla
visita di controllo, sotto gli oc-
chi attenti del dottor Colautti.
Ma quanto sei dimagrito, gli
ha detto Totti, tra i primi ad
abbracciarlo insieme a Mai-
con. Poi Ljajic, che ha scherza-
to cos con Kevin: Se non ti al-
leni, che sei venuto a fare?
Proprio con Adem, Pjanic e
Jedvaj, gioved sera lolandese
(che domani sar in tribuna
per Roma-Juve, luned il ritor-
no in Olanda) ha cenato a base
di sushi & sashimi, con i miei
fratelli balcani. Pjanic ha ac-
colto cos Strootman su insta-
gram: Bentornato a casa, fra-
tello. E proprio quel a casa
ha accesso le speranze dei tifo-
si su unaccelerata per il rinno-
vo del contratto. In realt, la
situazione non si mossa, con
quegli 800mila euro che balla-
no tra lofferta giallorossa (3,2
milioni a stagione pi premi) e
la richiesta di Pjanic (4). Re-
ster, anche se dipende da lui,
fa parte del gioco, ha detto
Pallotta. Domani dovrebbe es-
sere allOlimpico anche Mi-
chael Becker, lagente di Mira-
lem: tra domenica e luned, ci
si metter a tavolino per pro-
vare a trovare una soluzione.
Non sar facile, bisogner li-
mare per arrivare alla fumata
bianca. E considerando che
mercoled Miralem lascer
Roma, il tempo stringe.
pug
RIPRODUZIONE RISERVATA
Miralem Pjanic, 24 anni LAPRESSE
E Pallotta
blinda Garcia
Rester
alla Roma
Attesa per il colloquio tra tecnico
e presidente. Rudi: Con la Juve
voglio 11 lupi, dobbiamo batterli
ANDREA PUGLIESE
ROMA
Uno sbarcato a Ciampi-
no presto con gran parte della
sua famiglia (le sorelle Carla e
Christine, la madre e la moglie
Kimberly), laltro un po pi tar-
di era gi a Trigoria per prepara-
re la sfida alla Juventus. Oggi,
forse, si incroceranno, nel caso
in cui il primo, James Pallotta,
decida di far visita alla sua squa-
dra, altrimenti sar tutto riman-
dato a dopo Roma-Juve. Gi,
perch il secondo, Rudi Garcia,
non ha fretta, ma in questi gior-
ni vuole parlare a quattrocchi
con il suo presidente per capire
programmi, idee e potenzialit
di questa Roma. Il tutto, come
piattaforma per il rinnovo con-
trattuale, che dovrebbe arrivare
poi da l a breve.
Battere la Juve Ma Garcia
rester con noi a lungo, non
capisco perch tutti pensano
che possa andar via, ha detto
ieri Pallotta, che ha poi dedi-
cato la giornata allo shopping
e che oggi potrebbe affacciarsi
a Trigoria. Per salutare la
squadra, ma anche per comin-
ciare a parlare di strategie fu-
ture. Con la Juventus voglia-
mo vincere continua il pre-
sidente Loro hanno vissuto
una stagione incredibile, noi
la nostra migliore da quando
siamo qui. La rosa verr rin-
forzata, ma la squadra rester
sostanzialmente questa. A
proposito di mercato, per, ie-
ri Henrique Pompeo, agente di
Jackson Martinez, ha confer-
mato linteresse della Roma:
S, vero. La clausola rescis-
soria? Esiste, ma nel caso sar
io a parlare con il Porto per si-
stemare le cose.
Rudi in cattedra Nessuna
clausola rescissoria, invece,
per Rudi Garcia alla Luiss, an-
che se lentusiasmo con cui
stato accolto (Pensavo di par-
lare a degli studenti, non di
andare allOlimpico) e la fila
interminabile di autografi,
magari lavrebbero richiesta.
Chiss, magari ci penser su
Pallotta, che pi volte ha di-
chiarato di volerne fare il Fer-
guson della Roma. bello
sentire certe cose, ma noi alle-
natori siamo sempre legati ai
risultati dice il francese .
Il progetto della societ mi
piace, Pallotta vuole fare della
Roma uno dei top club euro-
pei. Non sar facile, ci vuole
tempo. E soldi, anche se poi
gli andamenti stagionali non
confermano. Basta vedere
City, Psg e Chelsea in Cham-
pions continua Garcia .
Vogliamo seguire lesempio
del Benfica e arrivare a vince-
re, facendo anche una grande
Champions. La cosa strana
che il prossimo anno magari
avremo meno punti, ma vince-
remo lo scudetto. E la Juve?
Questanno non ho avuto
tante occasioni per gestire una
sconfitta, ma dopo Catania la
squadra ha scoperto un alle-
natore arrabbiato. Domani vo-
glio 11 leoni, vogliamo vince-
re. Chiusura sulla comunica-
zione, in cui Rudi allavan-
guardia. Oggi un canale
fondamentale, con i social
network ognuno responsabi-
le della propria. Vanno usati
con calma e intelligenza. La
stessa che servir in campo e,
poi, sulle scrivanie.
Esclusione eccellente Intan-
to, per, ieri a Trigoria si
sparsa la voce di una possibile
esclusione eccellente dalla li-
sta dei convocati per la gara di
domani pomeriggio. A conti
fatti, potrebbe essere Maicon,
uno che ha tirato la carretta a
lungo e che ha il sogno del
Mondiale (inseguito con il
cuore) davanti ai suoi occhi.
(ha collaborato
Leonardo Franceschini)
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il francese: Dopo
il k.o. a Catania
la squadra
mi ha scoperto
molto arrabbiato
Il presidente della Roma James Pallotta, 56 anni, con Rudi Garcia, 50 ANSA
Quotebwin
1X2
Roma favorita
In ballo non c nulla, se
non lorgoglio, e tra Roma
e Juve le quote sono
in equilibrio. Favoriti di poco
i giallorossi a 2,40, pari
a 3,40, bianconeri a 2,80.
2,40
Goal/No Goal
Difese aperte
Roma e Juve sono le
migliori difese della Serie A
(23 gol subiti a testa) ma
i quotisti prevedono una gara
con entrambe a segno: il Goal
vola basso a 1,57
1,57
Risultato esatto
Over 1,5 primo tempo
Avanti a met
Doppia chance X2
Occhio all1-0
Subito spettacolo
Giallorossi al 45
Quota da record
Lultimo confronto diretto
tra Roma e Juve, in Coppa
Italia sempre allOlimpico, fin
1-0 per i giallorossi, con gol
di Gervinho. Lo stesso
risultato domani a 9,50
Giallorossi e bianconeri
segnano tanto e subito: 34 le
reti della Roma nei primi
tempi, 37 quelle della Juve.
Almeno due gol entro i primi
45 minuti sono a 2,40.
la Roma la squadra che
ha chiuso di pi il primo
tempo in vantaggio fino a qui:
20 volte, contro le 19 della
Juve. L1 a met gara vale
2,95, il 2 sale a 3,25.
Per arrivare a 100 punti
in campionato alla Juve serve
un pareggio o una vittoria.
La doppia X2 paga 1,50.
9,50
2,40
2,95
1,50
Gervinho, 26 anni (LaPresse)
Consulta
tutte le quote su
www.bwin.it
Llorente, 29 anni (LaPresse)
italia: 51575158585149
10
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

LALLARME ULTR
Pienone Roma-Juve
col pericolo infiltrati
Monitorati i social
Rischio vendette: mille agenti per presidiare lOlimpico
Tanti bambini allo stadio. In tribuna attesa Serena Williams
VERSO ATALANTA-MILAN
Proteste a Bergamo:
via leffetto sorpresa
Il fronte si spacca
MATTEO SPINI
BERGAMO
Vigilia dallarme a Bergamo. Domani al-
lora di pranzo in programma Atalanta-Milan.
Sul fronte bergamasco ci che preoccupa non la
difesa rimaneggiata che Colantuono dovr schie-
rare: il vero problema la possibilit di un boicot-
taggio ultr. Uneventualit di cui si sta parlando
da qualche giorno, in seguito alle voci che si sono
rincorse, secondo le quali potrebbe andare in
scena una sorta di replay della giornata del tom-
bino che risale a sei e anni e mezzo fa, quando
gli ultr dellAtalanta dopo la morte di Gabriele
Sandri (assassinato dallagente Spaccarotella
mentre stava andando a vedere Inter-Lazio) fe-
cero fermare la gara con il Milan spaccando il
plexiglass sotto la Curva Nord. I fronti interni del
tifo bergamasco non sono per del tutto compatti
e, soprattutto, doveva essere una manovra segre-
ta, che invece trapelata gi mercoled. A questo
punto ci si domanda se il fatto che la notizia sia
circolata possa fare cambiare piani ai tifosi. Pos-
sibile ci sia stato nel frattempo un ripensamento,
oppure che si stia studiando una forma di prote-
sta alternativa, dai contorni ancora non chiari.
Il piano La Questura di Bergamo si attrezzata
per fronteggiare la situazione, con qualche centi-
naio di agenti impiegati (numeri da definire og-
gi). Ci stiamo preparando come in occasione
delle partite pi a rischio le parole del questo-
re, Dino Finolli . Spero che le voci che si stanno
rincorrendo su Internet e sui giornali siano in-
fondate: non riesco a capire e, francamente, que-
sta ipotesi mi sembra pura follia, perch si tratte-
rebbe di un atteggiamento inutile e privo di sen-
so. Specialmente, a fine campionato, pi che un
atto di forza pare un discorso tra pazzi: impen-
sabile che una piccola parte del pubblico possa
condizionare lintero stadio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
LE NOSTRE
PROPOSTE
S
1
No al tifo
organizzato
Scioglimento
di ogni forma di
tifo organizzato
legato agli ultr
S
2
Stop agli
striscioni
Divieto
di ogni forma
di striscione
dentro gli stadi
S
3
Certezza
della pena
Galera. Intesa
come certezza
della pena.
Da scontare e
non da aggirare
grazie
allimmancabile
espediente
legale
VALERIO PICCIONI
Il campionato ha gi detto
tutto. Prima la Juve, seconda la
Roma. Eppure la sfida di doma-
ni allOlimpico ha tanta, troppa
roba sulla schiena. Soprattutto
la riapertura dello stadio do-
po la finale di coppa Italia, pre-
ceduta dal dramma di Tor di
Quinto. La tensione c, lallar-
me infiltrazioni alto, le forze
dellordine stanno monitoran-
do leventualit di viaggi vendi-
cativi da Napoli dopo il feri-
mento di Ciro Esposito. Ma non
si dimentica anche lipotesi che
la spirale della ritorsione possa
vedere protagonista qualche ul-
tr laziale. Una particolare at-
tenzione viene dedicata al con-
trollo dei movimenti e delle
battute sui social network.
Niente invasione Allo stadio e
intorno allo stadio, ci saranno
pi di mille uomini e 800
steward (una settimana fa fu-
rono 1486 pi 920 steward),
diversi arriveranno da fuori
Roma visto il concentrarsi nel-
la capitale di numerosi eventi.
La presenza degli agenti, di-
versi in borghese, non si limite-
r ai dintorni dello stadio, ma
coprir tutto limpianto. Anche
per scoraggiare linvasione di
campo di fine stagione.
Tremila juventini Arriveranno
da fuori Roma anche quasi tre-
mila tifosi juventini, ai quali
naturalmente si aggiungeran-
no i bianconeri che hanno ac-
quistato il biglietto a Roma. Le
cifre della prevendita sembra-
no infischiarsene del fatto che
la partita non pu cambiare
nulla in classifica. Le previsio-
ni dicono addirittura che si
sfiorer il tutto esaurito.
Tanti bambini La Roma ci tie-
ne anche perch lultima par-
tita in casa della stagione. Ci
sar il solito giro donore dei
giocatori con i loro bambini.
Sar Rudi Garcia a salutare
tutti nei distinti famiglia. E
proprio il tecnico giallorosso
ieri ha parlato a lungo delle
violenze intorno al pallone: I
responsabili devono cacciare
via questi stupidi che fanno
male al calcio, dobbiamo lotta-
re in tutti in modi perch un
genitore non debba riflettere
nemmeno un secondo se por-
tare o meno i figli allo stadio.
E proprio i bambini saranno
numerosi anche in Tribuna Te-
vere. Avranno il benvenuto pu-
re da James Pallotta, che ieri
ha parlato dellimpegno di
fermare la violenza e il razzi-
smo per far tornare il calcio ita-
liano al primo posto nel mon-
do. Il presidente della Roma
sar accompagnato (debutto
allOlimpico per lei) dalla mo-
glie Kimberly.
Poche parole Ieri la riunione
del Comitato ordine e sicurez-
za, con la partecipazione di
Prefettura, Questura, Vigili Ur-
bani, Carabinieri e Guardia di
Finanza, si conclusa senza
nessuna dichiarazione finale.
Probabilmente per due ragio-
ni: evitare risposte sul merito
della gestione dellordine pub-
blico di sabato scorso; non al-
zare, magari illustrando i di-
spositivi di sicurezza, di creare
un effetto boomerang alzando
la tensione.
Pure Serena Roma-Juventus,
in programma alle 17.45 dopo
la decisione annunciata dal
prefetto Pecoraro, si svolger in
un Foro Italico gi riempito da-
gli Internazionali di tennis. E
allOlimpico annunciata an-
che una top player degli Inter-
nazionali: Serena Williams.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Gervinho decide lultimo Roma-Juve (in Coppa Italia il 21 gennaio) LAPRESSE
Solo da fuori
Roma arriveranno
tremila tifosi
della Juventus.
Ottocento gli
steward al lavoro
Comodo pagare cos.
Partecipa al nuovo concorso IL BRASILE TI CHIAMA!. Fino al 1 Giugno 2014 ricarica il cellulare
presso uno dei 40.000 Punti SisalPay e vai su www.sisalpay.it: inserisci il codice TID che trovi sulla
ricevuta e partecipa allestrazione. In palio ogni settimana un viaggio in Brasile e 7 TV LED 32.
Concorso valido dal 17 marzo al 1 giugno 2014 - Valore del montepremi 92.880,00 - Regolamento completo su www.sisalpay.it
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
11

LALLARME ULTR
S
Un momento
degli incidenti
che sabato
scorso a Roma
hanno
preceduto
la finale di
Coppa Italia
Napoli-
Fiorentina
ANSA
La pistola un giallo:
luned nuovi esami
E il Napoli fa ricorso
Pm e gip divisi. Trovato un coltello tra i tifosi azzurri
Provvedimento durgenza del club alla Corte federale
ALESSANDRO CATAPANO
ROMA
A una settimana dalla
sparatoria di Tor di Quinto, la
pistola la chiave di questa in-
dagine. Chi ha portato sulla
scena del crimine la Benelli
7.65 (arma poco frequentata
dai criminali romani) con ma-
tricola abrasa? In quanti lhan-
no maneggiata? E davvero
servita solo a ferire i tre tifosi
napoletani (il pi grave, Ciro
Esposito, resta in prognosi ri-
servata) come sostengono i
pm Albamonte e Di Maio o,
esauriti i colpi, stata utilizza-
ta anche per colpire lo sparato-
re, come ha scritto nella sua
ordinanza il gip Giacomo Eb-
ner? Luned gli esami delle im-
pronte e del sangue ritrovato
sulla pistola forniranno qual-
che certezza in pi. Mentre,
per quanto riguarda i fatti av-
venuti dentro lOlimpico, mer-
coled o gioved la 1
a
sezione
della Corte federale discuter
il ricorso durgenza presentato
dal Napoli contro la chiusura
per due turni del San Paolo.
Dubbio Chiarito che laggres-
sione ai tifosi napoletani a Tor
di Quinto non stata liniziati-
va di un singolo folle ma un ag-
guato, magari maldestro, di un
piccolo commando romanista
(una decina di persone, a cui la
Digos sta dando la caccia), so-
lo sullautore degli spari non
sembrano esserci dubbi: il
48enne Daniele De Santis, un
ultr fascista lontano dal-
lOlimpico dal 2010, che avreb-
be radunato al civico 57 di via
Tor di Quinto, dov di casa, un
gruppetto di persone (coperte
da caschi), insieme avrebbero
attaccato un pullman di napo-
letani, poi, abbandonato dai
suoi compari e vistosi sopraf-
fatto dalla reazione degli ag-
grediti divenuti aggressori,
avrebbe estratto la Benelli e
fatto fuoco, ferendo Ciro e Al-
fonso Esposito e Gennaro Fio-
retti (i tre compagni di trasfer-
ta, uno dei quali trovato in pos-
sesso di un coltello, i primi a
reagire). Nemmeno lesame
dello stub solo parzialmente
positivo ha fatto sorgere dubbi
ai pm, certi che De Santis sia
stato il solo a maneggiare la pi-
stola, eppure il gip ha scritto
che Gastone, successivamen-
te, stato colpito alla testa col
calcio della sua stessa arma.
Dubbio da chiarire luned.
Acqua Ieri, intanto, i pm
hanno riascoltato i tre testimo-
ni che per primi hanno soccor-
so De Santis. Sono i gestori del
Ciak Village, la regista Dona-
tella Baglivo, il compagno Ivan
La Rosa e lamica Anna. Con
loro i pm hanno ricostruito le
dinamiche del ritrovamento
della pistola e chiarito che ef-
fettivamente sarebbe stata
usata una pompa dacqua per
respingere ulteriori assalti dei
napoletani, elemento che
avrebbe potuto alterare i resi-
dui di polvere da sparo trovati
sulla mano destra di De Santis.
Il tutto nel giorno in cui il pm
Pierluigi Cipolla ha chiesto la
condanna di nove agenti di po-
lizia, accusati di lesioni gravis-
sime, per il pestaggio inflitto a
Stefano Gugliotta la sera del 5
maggio 2010, quando era in
programma la finale di coppa
Italia tra Roma e Inter. Unaltra
storia, non meno dolorosa.
RIPRODUZIONE RISERVATA
OGGI MANIFESTAZIONE, DOMANI TORNEO DI CALCIO
Scampia con Ciro
il ragazzo della curva B
La polizia gioca per lui
Il sindaco De Magistris
Basta attacchi
a Napoli. De Santis
ha sparato, ma si
parla solo di Genny
GIANLUCA MONTI
NAPOLI
Una citt stretta attorno
a un suo figlio sfortunato. A
Napoli sono tutti dalla parte di
Ciro Esposito, il tifoso ferito da
un colpo di pistola negli scon-
tri che hanno preceduto la fi-
nale di coppa Italia tra gli az-
zurri e la Fiorentina. I club or-
ganizzati e i semplici tifosi
stanno raccogliendo fondi da
destinare alla famiglia ed oggi
alle ore 16 a piazza Dante ci sa-
r una manifestazione per
chiedere giustizia non solo per
Ciro ma anche per gli altri due
feriti Alfonso Esposito e Gen-
naro Fioretti, accusati di rissa e
lesioni. Basta attacchi a Na-
poli e ai napoletani ha detto
ieri il sindaco De Magistris ,
siamo stanchi di questi conti-
nui insulti alla citt. Non si par-
la di De Santis che ha sparato,
ma solo di Genny a carogna.
Saviano e polemiche Sono
giorni difficili a Napoli, in par-
ticolare a Scampia. C la con-
vinzione che le accuse mosse
contro Ciro siano dettate pro-
prio dalla sua provenienza. Sta
andando in onda la fiction
Gomorra, ispirata al libro di
Roberto Saviano, che ha gene-
rato tante polemiche per il mo-
do in cui viene dipinta Scam-
pia. Si pu anche parlare del
male, ma ci vuole poesia, ha
scritto sul suo sito internet
Peppe Lanzetta, forse lautore
che meglio di ogni altro descri-
ve le periferie di Napoli. Ciro
Esposito abita a via Ghisleri,
dove attesa Tania Cagnotto,
la tuffatrice di Bolzano che si
detta pronta a fare un giro a
Scampia dopo che una scuola
della sua citt ha disdetto un
viaggio di istruzione a Chiaia-
no poich Gomorra ha spa-
ventato i ragazzi. Angelo Pisa-
ni, lavvocato che difende Ciro
Esposito, anche il presidente
della Municipalit di Scampia
ed pronto a conferire la citta-
dinanza onoraria del quartiere
alla Cagnotto.
Attivit di famiglia Al Parco
Lucrezia, Ciro Esposito gesti-
sce con i fratelli Pasquale (il
primogenito di casa) e Michele
(che sogna di diventare poli-
ziotto) il garage-autolavaggio
di famiglia che era rimasto
aperto anche a Pasqua e il pri-
mo maggio per provare ad ar-
rotondare. Ciro il classico
ragazzo della Curva B. Non
abbonato al Napoli e allo sta-
dio ci va quando pu permet-
tersi il biglietto. Gli amici lo
aspettano di nuovo a Scampia.
Intanto tengono aperta lattivi-
t della famiglia Esposito
quando Pasquale e Michele so-
no a Roma al capezzale del fra-
tello. Per domani hanno orga-
nizzato un triangolare allArci
Scampia, la scuola calcio del
quartiere, per raccogliere fon-
di per gli Esposito. A questa
manifestazione ha detto
Chiara, unamica del ragazzo
ferito prender parte anche
una squadra di calcio della Po-
lizia, proprio per dare un mes-
saggio di legalit oltre che di
solidariet a Ciro. Noi di Scam-
pia siamo stanchi di essere eti-
chettati come delinquenti.
Difficile darle torto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
IL PRESIDENTE DEL SENATO SULLA PARTITA DI COPPA
Grasso: Fatti errori da non ripetersi
Ero allo stadio Olimpico perch dovevo
premiare le squadre. Ci sono stati degli errori nei
comportamenti che non si ripeteranno pi.
Il presidente del Senato Pietro Grasso torna a
parlare a SantArpino (Caserta), in un convegno
sulla legalit, del sabato notte di Coppa Italia.
Errore era stata la stessa parola usata da Renzi
in tv a poche ore dagli incidenti, stato un errore
andare a parlare agli ultr, ma non dal ministro
dellinterno Alfano. Grasso, per, usa il plurale,
parla di errori e quindi pare riferirsi al complesso
della gestione dellordine pubblico per la partita,
o comunque a diverse circostanze.
Lingresso del garage-autolavaggio gestito da Ciro Esposito con i fratelli
PIETRO GRASSO
PRESIDENTE DEL SENATO
Ero allOlimpico
perch dovevo
premiare le squadre.
Ci sono stati sbagli
nei comportamenti

4
LE
TAPPE
S
4 maggio
Tre tifosi
feriti
Prima di Napoli-
Fiorentina, a Tor
di Quinto, a 1,5
km dallo stadio
Olimpico, tre
tifosi napoletani
vengono
raggiunti da
colpi di arma da
fuoco.
Gravissimo Ciro
Esposito
S
5 maggio
Le diverse
versioni
Per la Questura
De Santis ha
sparato da solo.
Per i napoletani
i romanisti
erano a decine
S
6 maggio
Il Daspo
massimo
Viene emesso il
Daspo di 5 anni
per Gennaro De
Tommaso, detto
Genny a
Carogna, leader
degli ultr
napoletani
S
7 maggio
Il diktat di
Napolitano
Il presidente
della Repubblica:
Non si deve
trattare con
i facinorosi
italia: 51575158585149
12
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

SERIE A
story
Fulminati
da una battuta
IL CANTANTE
TABAREZ
Uruguaiano, quando arriv nel 1996
Silvio esord: Chi , un cantante
di Sanremo?. Fu esonerato.
IL SARTO
ZACCHERONI
Al Milan dal 1998 al 2001,
di lui disse: Un sarto distratto
pu rovinare una buona stoffa
TESTARDO
LEONARDO
Allena un anno (2009-10).
Berlusconi lo boll: E testardo e
fa giocare male il Milan REUTERS
NON CAPISCE
ALLEGRI
Dal 2010 a gennaio 2014. Il
Cavaliere lo silur in dialetto
veneto: No el capisse un casso
LA TRATTATIVA PER KOULIBALY E FATTA, PIACCIONO ANCHE JANMAAT, SANDRO E GONALONS
Tra Napoli e Iturbe c il contatto
ma ci vogliono almeno 25 milioni
GIANLUCA MONTI
NAPOLI
Certi amori non finisco-
no e la scintilla tra il Napoli e
Juan Manuel Iturbe, datata
2010, non si mai spenta. Cos
ieri a Castelvolturno si torna-
ti a parlare del talento argenti-
no attualmente in forza al Ve-
rona (che lo riscatter dal Por-
to per 15 milioni di euro). Ric-
cardo Bigon ne ha discusso con
Pier Paolo Triulzi, manager di
Cavani e amico di Gustavo Ma-
scardi, che cura gli interessi di
Iturbe. Mascardi era stato
quattro giorni in barca al largo
di Capri nellestate del 2010
per definire il passaggio del
giocatore al Napoli, ma unin-
tricata questione legata al car-
tellino del giocatore (conteso
tra il Cerro Porteno ed il Quil-
mes) convinse De Laurentiis a
battere in ritirata per non tro-
varsi coinvolto in una vicenda
nebulosa. Ora per il giocatore
potrebbe vestirsi finalmente
dazzurro. Allo stato attuale
una suggestione e nulla pi,
ma di certo ieri Triulzi ha par-
lato anche dellargentino del
Verona nella sede del Napoli.
La concorrenza agguerritissi-
ma (con la Roma in prima fila,
il Real Madrid che ci sta pen-
sando e linserimento ora del
Manchester United) ed inoltre
il Napoli non pare intenzionato
a spendere una cifra elevata
(circa 25 milioni di euro) per
un giocatore che occupa un
ruolo gi coperto in rosa.
Quattro colpi Piuttosto, biso-
gna ripartire da difesa e cen-
trocampo per cercare di inse-
guire lo scudetto. Oggi si fe-
steggia lanniversario del pri-
mo tricolore del Napoli
(1987) e alla fine della pros-
sima stagione saranno passati
venticinque anni dallultimo
trionfo (1990). Tanti, troppi. I
tifosi vogliono tornare a vince-
re, De Laurentiis ha promesso
quattro acquisti per poi rim-
piazzare quei giocatori che an-
dranno via. Il primo colpo sar
il centrale Koulibaly del Genk,
per il quale c gi laccor-
do sia con il calciatore sia
con il club belga. Seguito
con interesse Daryl Jan-
maat, terzino del Feyenoord. E
lui la prima scelta in caso di ad-
dio di Maggio (scadenza 2015)
o Zuniga. Poi, si passer alla
mediana. Gonalons resta nel
mirino, ma c anche Sandro
del Tottenham.
Via gli svizzeri Di interni ne
serviranno due, visto che sia
Behrami (piace molto in In-
ghilterra) sia Dzemaili sono
destinati ad andar via. Infine,
arriver un vice Higuain an-
che se Zapata dovesse rima-
nere a Napoli. Il colombiano
spera di partire titolare do-
mani a Genova contro la
Sampdoria complice las-
senza del Pipita. Di sicuro
giocher Pandev, che interessa
al Monaco. Andasse via lui si li-
bererebbe un posto sulla tre-
quarti. Ayew del Marsiglia
unipotesi pi percorribile ri-
spetto ad Iturbe. Per, certi
amori non finiscono.
RIPRODUZIONE RISERVATA
TORNEO GIOVANILE A MILANO
Inter e Milan per i 100 anni Iris
MILANO I Pulcini di Inter e Milan parteciperan-
no al torneo per celebrare i 100 anni dellIris, una delle
pi importanti societ dilettantistiche milanesi. Nel
quadrangolare del 17 e 24 maggio, in campo, oltre al-
lIris, anche lEnotria. La manifestazione, presentata
ieri, prevede 9 tornei con 48 squadre. L8 giugno trian-
golare tra Rtl, I Legnanesi e rapp. giornalisti sportivi.
SASSUOLO
Ecco i nigeriani Stanley e Blessing
Due colpi nigeriani per il Sassuolo: arrivano dal-
la Flying Sport Academy di Lagos il centravanti Bles-
sing e il difensore Stanley, entrambi classe 1996.
CALCIO DONNE
Brescia-Torres, sfida per il titolo
(f.s.) Lultima giornata di Serie A decide il tricolo-
re: il Brescia (che ha vinto 26 partite di fila) ospita la
Torres, seconda a 2 punti. Ecco il programma - Oggi
ore 15: Mozzanica-Pordenone, Perugia-Riviera di Ro-
magna. Domani ore 15: Brescia-Torres, Como-Res
Roma, Firenze-Inter, Scalese-Napoli, Tavagnacco-
Verona, Valpolicella-Chiasiellis.
Taccuino
4
4 MESI
IN BILICO
S
16 GENNAIO
Seedorf diventa
lallenatore del
Milan dopo
lesonero di
Allegri. Firma
per due anni
e mezzo.
S
19 GENNAIO
Vince la prima
gara in
campionato con
il Verona.
S
8 FEBBRAIO
Con la sconfitta
di Napoli
iniziano i primi
scricchiolii.
S
16 MARZO
Dopo il k.o. con
il Parma, la
squadra viene
contestata e il
tecnico si
ritrova messo in
discussione
dalla societ.
S
23 MARZO
Con il pareggio
a Roma con la
Lazio inizia
la rimonta.
S
13 APRILE
Con cinque
vittorie di fila il
Milan torna in
lotta per
lEuropa League,
ma non basta.
Restano i dubbi
sulla gestione
di Seedorf.
S
8 MAGGIO
Nonostante il
derby vinto
Berlusconi non
si sbilancia sul
futuro del
tecnico:
Decideremo
tutti insieme
a fine stagione.
ALESSANDRA BOCCI
MILANO
La metamorfosi com-
pleta. Dopo settimane di silen-
zio, Silvio Berlusconi tornato
a parlare di Milan e di Seedorf,
ma chi si aspettava alla fine
parole che consolidassero
lolandese ha sentito frasi di
tuttaltro significato. Il pigma-
lione di Clarence, luomo che
lo ha voluto sulla panchina
rossonera, viaggia ora a di-
stanze siderali dallex pupillo.
Fine dellempatia.
Affondo Laltro ieri Berlusco-
ni aveva lasciato tutto gelida-
mente in sospeso, dicendo:
Decideremo tutti insieme al-
la fine della stagione. Ieri in-
vece il presidente ha affonda-
to il colpo in unintervista
esclusiva a TeleLombardia. Gli
stavano chiedendo del suo
primo giorno di servizi sociali
alla Sacra Famiglia di Cesano
Boscone, gli stavano doman-
dando se ai rossoneri presenti
avesse dato anticipazioni sul
futuro di Seedorf. La risposta
stata una frustata. A Cesa-
no Boscone ho incontrato tan-
te persone che potrebbero te-
nere in mano lo spogliatoio
del Milan e farsi amare
dai giocatori.
Capitale umano Ormai
la trama di questo cla-
moroso cambio di atteg-
giamento svelata: i metodi
di lavoro di Seedorf e le sue
relazioni con il capitale
umano presente a Milanel-
lo non sono ritenuti effi-
cienti e soddisfacenti dal
capo dellazienda, che
ora per dovr penare
non poco a cercare di li-
berarsi di un contratto one-
rosissimo da lui stesso aval-
lato pochi mesi fa. La strada
della controversia legale non
considerata praticabile n
tantomeno auspicabile da un
punto di vista di immagine. Si
cercher quindi una separa-
zione consensuale da See-
dorf, che vista la situazione
attuale sembra abbastan-
za improbabile da rag-
giungere. Daltra parte,
sarebbe difficile per il
Milan ingaggiare un
altro allenatore come
Spalletti e sommare un
altro ingaggio pesante a
quello dovuto allolande-
se fino al giugno 2016.
Basso costo Dunque,
obbligatoria la soluzione
low cost? Anche questo non
detto, ma ovviamente il
debuttante Inzaghi viaggia as-
sai pi leggero dei colleghi pi
esperti candidati alla panchi-
na rossonera. Io un allenato-
re in testa ce lho, ma non lo
dico, ha sussurrato ieri Berlu-
sconi uscendo dagli studi di
TeleLombardia. E quando
qualcuno gli ha fatto il nome
di Inzaghi, Berlusconi ha drib-
blato la questione con un
ehhhh che dice tutto o nien-
te. Dunque, il casting ancora
in atto, e un nome non si avr
prima della fine della stagio-
ne. Soprattutto non prima di
aver capito come pu finire la
vicenda Seedorf sul piano eco-
nomico.
Voci Quello che evidente
adesso che i rapporti fra pre-
sidente e allenatore non sono
pi idilliaci, e che Berlusconi
ha probabilmente deciso di far
sentire la sua voce colpito dal
consenso crescente raccolto
da Seedorf. Il resto alla prossi-
ma puntata, magari gi questo
pomeriggio a Milanello du-
rante la conferenza stampa
pre Atalanta-Milan. Il proble-
ma che forse tutti i protago-
nisti vorrebbero parlare chia-
ramente, ma non tutti, alme-
no per ora, possono farlo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Silvio scarica
Tanti potrebbero gestire
lo spogliatoio del Milan
Il siluro dopo i servizi sociali tra gli anziani: A Cesano Boscone ho visto molti
che saprebbero farsi amare dai giocatori. Un nome in testa ce lho, ma...
Ormai la rottura
fra il club e il
tecnico scelto
dallo stesso
Silvio evidente
Silvio Berlusconi, 77 anni, proprietario del Milan. Nella foto in basso, il tecnico rossonero Clarence Seedorf, 38 anni ANSA/AP
Juan
Iturbe
20
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
13

a Seedorf
in arrivo dalla Russia
Spalletti a Milano
Incontro in vista
con i rossoneri?
FABIANA DELLA VALLE
MILANO
La storia si ripete e chiss se questa volta
il contatto avr un seguito o sinterromper
bruscamente, come accaduto in passato.
Non la prima volta che il nome di Luciano
Spalletti viene avvicinato al Milan. Era gi suc-
cesso nel marzo del 2008, quando il tecnico
toscano era ancora lallenatore della Roma e il
club rossonero era alla ricerca di un sostituto
di Carlo Ancelotti. Si raccont di un incontro
segreto in Toscana per gettare le basi di un
futuro rapporto di lavoro. Era il giorno di Pa-
squetta e Galliani, Braida e Spalletti condivise-
ro il desco. Si vocifer che Luciano avesse ac-
cettato di passare sulla panchina del Milan e
avesse anche detto che avrebbe cercato di con-
vincere Mexes a seguirlo. Spalletti per sment
il summit e tir fuori dal cilindro un alibi sicu-
ramente originale: Laltra sera ero a casa mia
in Toscana a cercare di curare un capriolo feri-
to che aveva trovato mio figlio.
Viaggio sospetto Verit o bugia, fatto sta che
la storia tra lui e il Milan inizi e fin con il
capriolo. Ancelotti and via ma non fu Spallet-
ti a sostituirlo. Galliani un giorno lo chiam e
gli disse di ritenersi libero. Lui incass il colpo
ma non ha mai dimenticato laccaduto. Adesso
le strade di Luciano e del Milan si sono incro-
ciate di nuovo. E presto potrebbe esserci un
nuovo incontro. Lex allenatore dello Zenit,
esonerato a marzo, rimasto a San Pietrobur-
go con la famiglia (i figli devono ancora finire
la scuola) per torna in Italia spesso e volen-
tieri. Lo far anche la prossima settimana e di
sicuro si fermer a Milano per qualche giorno.
Motivi personali, assicura lui, e anche dagli
ambienti rossoneri non arrivano conferme di
un appuntamento in agenda tra i due. Per il
momento sospetto e si fa fatica a pensare che
questo pit stop a Milano debba essere archivia-
to alla voce coincidenze. Magari i due ne ap-
profitteranno per un caff o una cena in un
posticino discreto e tranquillo. Tra un brindisi
e un piatto prelibato, non si lasceranno sfuggi-
re loccasione per riallacciare vecchi discorsi.
Nodo buonuscita con i russi Spalletti ha
un contratto con lo Zenit fino a giugno
2015 e guadagna 4 milioni netti a stagio-
ne. Inutile dire che il Milan lo alletta, il
problema per liberarsi dai russi, che
non sembrano molto concilianti. Il Milan
potrebbe offrirgli al massimo lo stesso sti-
pendio di Seedorf (2,5 milioni di euro netti
a stagione), perch non pu superare certe
cifre. Per questo Luciano spera in una so-
stanziosa buonuscita dallo Zenit, per com-
pensare la differenza di stipendio. Cos il
braccio di ferro tra club ed ex allenatore impe-
disce alla trattativa con il Milan di decollare.
La situazione per fluida e tutto pu cambia-
re nel giro di poco. Spalletti piace al Milan da
tempo, in passato stato in pole position ma
poi si visto superare e beffare da Leonardo.
Stavolta partito pi defilato (Inzaghi il fa-
vorito, tra i candidati ci sono anche Donadoni
e Montella) e magari riuscir a spuntarla,
prendendosi cos la sua rivincita. Senza tirare
in ballo figli e caprioli.
RIPRODUZIONE RISERVATA
IN SVEZIA IL MONDIALE ALTERNATIVO DAL 1 GIUGNO
La Padania convoca
il fratello di Balotelli
In squadra con
Enoch anche
lassessore
condannato per
i buu a Boateng
SERENA SCANDOLO
Da Enoch Barwuah a
Riccardo Grittini. Il primo il
fratello naturale di Mario Ba-
lotelli e attaccante del Valleca-
monica (nel Bresciano), il se-
condo il portiere-assessore
di Corbetta, in provincia di Mi-
lano, che era stato fra i prota-
gonisti dei cori razzisti contro
Boateng a Busto Arsizio. Ac-
coppiata emblematica? Pu
darsi, eppure fanno parte tutti
e due della lista dei 19 convo-
cati per partecipare con la Na-
zionale della Padania ai pros-
simi Mondiali Conifa, la com-
petizione dedicata alle nazio-
ni non riconosciute. Dove il
razzismo, evidentemente, non
pu avere molto spazio. Dall1
all8 giugno stersund, nella
Lapponia svedese, sar la sede
del Conifa World Football Cup
2014. Questa competizione
ha un valore particolare nel-
lanno della Coppa del Mon-
do, dice Enoch. Non mi inte-
ressa sapere se ci sono squa-
dre da battere, io vado per da-
re il massimo e fare una nuova
esperienza di vita. Se vincia-
mo, tanto meglio. Dodici le
selezioni in gara. La nazionale
della Padania disputer le fasi
eliminatorie con Darfour (1
giugno) e Ossezia del Sud (3
giugno). Le altre in gara sono
Kurdistan, Aramea, Tamil Ee-
lam, Lapponia, Occitania, Ab-
casia, Contea di Nizza, Isola di
Man e Nagorno-Karabakh.
Politica? No, grazie Ivan Or-
si, il presidente di Padania
Sports, lassociazione che rap-
presenta la Padania, ci tiene a
specificarlo: Siamo comple-
tamente slegati da qualsiasi
partito politico. Si tratta di
una rappresentativa calcistica
legata al territorio. I giocato-
ri provengono principalmente
da squadre di Serie D ed Eccel-
lenza lombarde e piemontesi,
ma c anche chi gioca in Sviz-
zera: Riccardo Grittini, che
aveva ricevuto un Daspo di 5
anni, ridotto a 3, senza obbli-
go di firma e con la possibilit
di assistere alle partite in qua-
lit di atleta. Questa convo-
cazione importantissima per
me. La cosa pi bella? Che la
nazionale della Padania sia
slegata dalla Lega Nord.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A
ALTRE
SOLUZIONI
S
Filippo
Inzaghi
40 anni, guida
la Primavera
del Milan. E il
favorito di
Galliani, che lo
voleva dopo
laddio ad Allegri
S
Roberto
Donadoni
50 anni, guida il
Parma dal
gennaio 2012.
stato pi
volte accostato
al Milan
S
Vincenzo
Montella
39 anni, alla
Fiorentina dal
2012. Piace
molto a
Berlusconi, che
lo loda spesso
Enoch Barwuah, 20 anni
Luciano
Spalletti
ford.it
ECOINCENTIVI
Offerta valida per immatricolazioni fino al 31/05/2014 per Ford Focus 5 porte 1.6 GPL 120CV a fronte di rottamazione o permuta di una vettura immatricolata entro il 31/12/2004 e posseduta da almeno 6 mesi. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei Ford Partner.
IPT e contributo per lo smaltimento pneumatici esclusi. Ford Focus: consumi da 3,4 a 7,6 litri/100 km(ciclo misto); emissioni CO
2
da 88 a 169 g/km. Messaggio pubblicitario con finalit promozionale. Le immagini presentate sono a titolo puramente illustrativo e possono
contenere accessori a pagamento.
Ford Focus GPLcon Clima Automatico e SYNC

15.000
FINOA 6.000DI VANTAGGI
SOLO A MAGGIO ECOINCENTIVI FORD SU TUTTA LA GAMMA GPL.
italia: 51575158585149
14
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

SERIE A
lintervista
EZEQUIEL SCHELOTTO
Rinato grazie a Parma
dopo le notti brave
e una vita sbagliata
Frequentavo brutta gente, mi ha salvato la fede. Ora sono felice
e presto mi sposo con Gisela. Donadoni mi ha aiutato tantissimo:
se arriviamo in Europa League, tutti a casa mia per una grigliata
DAL NOSTRO INVIATO
ANDREA SCHIANCHI
COLLECCHIO (Parma)
Dio e twitter, calcio e ci-
bo, dribbling e denaro, de-
pressione e rinascita. Ezequiel
Schelotto tutto questo. E an-
che di pi. Lo chiamano el
Galgo, il Levriero. Corre velo-
ce. Prima lo faceva per fuggire
da se stesso, per scappare il
pi lontano possibile, per non
essere quello che era diventa-
to, un ragazzo dalla vita speri-
colata. Adesso no, adesso
quelle sue gambe da mezzo-
fondista le mette a disposizio-
ne degli altri, della squadra,
del Parma. E il percorso, dalla
versione A alla versione B, lui
la chiama resurrezione. Il
tono, forse, un po enfatico,
ma ci sta perch, a guardarlo
bene, nelle pieghe di questo
volto da Cristo sofferente, ci
sono le infelicit di ieri, mica
soltanto le allegrie di oggi. Il
Levriero ha avuto la forza di
cambiare strada senza mai
smettere di correre e ora, da-
vanti a lui, c un traguardo
che si chiama Europa League.
Schelotto ci crede, il Parma
pure: la verit passa dalla sfi-
da di domani contro il Torino.
A che cosa si deve la sua ri-
nascita?
Alla pazienza. E a Donado-
ni. Quando sono arrivato a
Parma mi ha detto: Se vuoi
tornare quello di prima, devi
lavorare. So che ce la puoi fa-
re, dipende da te. Parole che
mi hanno dato serenit.
Del Torino chi teme?
Facile dire Immobile e Cer-
ci. Ma la verit che la squa-
dra di Ventura molto unita,
un gruppo solido.
Il punto di forza del Parma?
Lallenatore. In questa set-
timana, che in fondo una
lunga vigilia, Donadoni ci par-
la di quando era al Milan, di
come preparavano loro le
grandi partite, e questo ci aiu-
ta tantissimo. E poi ripete
sempre: ricordatevi che al Mi-
lan tutti correvano per tutti.
Anche Van Basten... Questo s
che un insegnamento!.
Se il Parma arriva in
Europa che fa?
Organizzo una griglia-
ta a casa mia con tutti i com-
pagni e poi mi faccio un ta-
tuaggio.
Lei un calciatore-chef?
Cucinare una passione
che ho ereditato da mia mam-
ma. Lei doveva mettere a ta-
vola mio padre e sette figli. Io
seguivo le sue mosse ai fornel-
li e cos ho imparato. Adesso
mia moglie in cucina non pu
entrare: quello il mio re-
gno.
Dal basso allalto: dopo il ci-
bo, la fede. Perch guarda in
cielo dopo ogni gol?
E un modo per ringraziare
e per ricordare chi non c pi.
La fede mi ha salvato.
In che senso?
Ho passato un brutto mo-
mento, un paio di anni fa. Vi-
vevo al limite, sempre fuori al-
la sera, notti in discoteca, nei
bar, brutta gente che mi gi-
rava attorno, ubriachi,
spacciatori... Non mi ri-
conoscevo pi. Sono ri-
nato grazie alla fede e allaiu-
to della mia famiglia. E ades-
so, a fine maggio, mi sposo
con Gisela. La vita incredibi-
le: un cambiamento simile
non lavrei mai immaginato.
Innamorato, felice, ricco: a
volte pensa ai suoi coetanei
che non sanno come sbarca-
re il lunario?
Ci penso spesso. Quando
c stata la grande crisi in Ar-
gentina, nel 2001, mio padre
ha perso il lavoro, non si sape-
va come tirare avanti. Cono-
sco le difficolt, vedevo le per-
sone che non avevano soldi e
per mangiare andavano a ru-
bare nei supermercati. Per
questo adesso cerco di dare
una mano. Nel quartiere di
Guernica, a Buenos Aires, pre-
sto aprir una fondazione per
aiutare i bambini poveri. E per
il mio matrimonio non voglio
regali: gli invitati raccoglie-
ranno soldi che destiner in
beneficenza.
Sul corpo si tatuato la fra-
se Io sono il padrone del mio
destino. Io sono il capitano
della mia anima. Come mai?
Lho imparata guardando
Invictus, il film su Nelson
Mandela. Quelle parole, scrit-
te sulla mia pelle, raccontano
pi di ogni gesto, pi di ogni
azione, pi di ogni dribbling
chi sono e che cosa desidero.
RIPRODUZIONE RISERVATA
la scheda
EZEQUIEL SCHELOTTO
24 ANNI
PARMA
E nato a Buenos
Aires, ha giocato nelle
giovanili del Velez Sarsfield
e del Banfield. Nel 2008
sbarcato in Italia, prima
tappa a Cesena dove
rimasto fino al 2011. Poi il
passaggio allAtalanta,
quindi una breve parentesi
a Catania, infine
lopportunit allInter. Gol
nel derby e poco altro. In
estate va al Sassuolo.
QUATTRO GOL Nel gennaio
2014 Schelotto passa al Parma
in prestito con diritto di
riscatto. Con la squadra di
Donadoni ha gi realizzato 4
gol.
QUI TORINO
Caccia allEuropa
Olimpico esaurito
Glik: Grazie tifosi
TORINO Stadio Olimpico
esaurito, primo sold out
della stagione granata. Dal
campo buone notizie per
Ventura. Alessio Cerci si
allenato con i compagni.
Il blitz del Borussia Dortmund
interessato allacquisto di
Immobile rappresenta uno
stimolo in pi per il giocatore
e lo spogliatoio. Il capitano
Kamil Glik non ha dubbi:
Pensiamo solamente al
campo, alle ultime due partite
che per noi, in caso di vittoria,
valgono uno scudetto. Adesso
ci aspetta la partita pi
importante della stagione.
Immobile tranquillo, ha un
Mondiale e un futuro da
giocarsi. Lui non disturbato
da queste voci, sa cosa c in
gioco, titolo di capocannoniere
compreso. Se vinciamo al 90
per cento andiamo noi in
Europa. Credo che il Milan
debba pensare alle sue gare.
Il pubblico sar la nostra arma
in pi. Tre anni fa, con tutto il
rispetto, giocavamo contro
Cittadella e Albinoleffe. Oggi
giochiamo per lEuropa.
f.b.
QUI PARMA
Donadoni pensa
allattacco leggero
Cassano finto 9
PARMA Roberto
Donadoni ha a disposizione
tutta la rosa, eccezione fatta
per lo squalificato Felipe. Il
tecnico punter sicuramente
sul 4-3-3. La difesa scritta,
come ormai accade da
settimane. Quattro
candidature invece per i tre
posti di centrocampo: uno tra
Acquah, Gargano, Marchionni
e Parolo rester in panchina.
Molta scelta ma,
paradossalmente, meno dubbi
per lattacco: Donadoni
dovrebbe puntare su un
reparto leggero guidato da
Cassano finto nove pronto a
lanciare i corridori di fascia
Biabiany e Schelotto.
Tatticamente potrebbero
essere loro larma pi
importante del Parma.
Chiunque giochi avr
lappoggio di molti tifosi, si dice
almeno millecinquecento:
Parma tornata ad
emozionarsi per il calcio. Un
primo grande traguardo
stato raggiunto.
Sandro Piovani
d
HA DETTO
S
Su Papa
Francesco
Incontrarlo
stata
unesperienza
straordinaria.
I dieci minuti pi
belli della mia
vita. Abbiamo
preso il mate
assieme
S
Su Javier
Zanetti
E un esempio
per tutti i
calciatori e un
idolo per me.
Giocatori cos
ce ne vogliono
sempre, ma non
sar facile
trovarne
S
Su Roberto
Donadoni
Appena sono
arrivato a
Parma mi ha
parlato e mi ha
dato fiducia.
Mi ha detto:
dipende tutto da
te, devi lavorare
parecchio
Ezequiel
Schelotto in
allenamento
con lItalia
A sinistra
unesultanza
di Schelotto.
A destra il
tatuaggio sulla
spalla sinistra:
limmagine di
Cristo. Sotto, la
data del derby
di Milano in cui
ha segnato un
gol decisivo
sede ufficiale
ritiro estivo
f.c. internazionale
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
15

SERIE A
Diritti tv: la Lega punta
a un miliardo e 70 milioni
Nel triennio 2015-18 si stima una crescita dei ricavi di almeno il 7%
Possibile sorpresa Fox che per smentisce. Roma in esclusiva?
MARCO IARIA
@marcoiaria1
Sempre pi teledipen-
dente. Il calcio italiano - am-
maccato, privo di idee, litigio-
so, senza i mecenati di una vol-
ta continua a restare aggrap-
pato alle mammelle della tv. Il
miliardo di ricavi annui, re-
cord raggiunto nellattuale ci-
clo, un muro che verr abbat-
tuto nel triennio 2015-18, con i
primi bandi domestici pubbli-
cati tra sei giorni, nellassem-
blea di Lega di venerd, a meno
che lAntitrust non ritenga in-
sufficienti i chiarimenti forniti
sui criteri di vendita. I club
hanno in testa un nuovo obiet-
tivo da raggiungere: almeno
un miliardo e 70 milioni a sta-
gione, cio una crescita del
7%, con un incremento consi-
stente per i diritti internazio-
nali e la Coppa Italia.
Battaglia Lo snodo, ovvia-
mente, rappresentato dalle
dirette in pay, che attualmente
garantiscono 829 milioni, cio
quasi tutta la torta. La Serie A
il campionato che costa di pi
ai broadcaster in rapporto agli
utenti: 176 euro per abbonato
contro i 143 della Premier e i
120 della Bundesliga. Tuttavia
lo scenario della tv a pagamen-
to si parecchio animato negli
ultimi tempi, nonostante i nu-
meri ristagnanti: Sky ha perso
la Champions e punta ad assu-
mere la leadership sul campio-
nato italiano con almeno una
big in esclusiva, Mediaset ha
rilanciato e guarda al futuro
con ottimismo in virt della
manifestazione dinteresse di
Al Jazeera e Canal+. Nelle ul-
time settimane, poi, suben-
trato leffetto Fox Sports, ap-
prodata lanno scorso in Italia
con lacquisizione dei diritti di
Premier e Liga e intenzionata a
entrare nella partita della Se-
rie A. Il player ideale, sotto cer-
ti punti di vista, per la grande
novit immaginata da Infront:
il pacchetto per prodotto, con
8-10 squadre in esclusiva. Per-
ch? Perch Fox Sports un
creatore e fornitore di conte-
nuti che, come ha dimostrato
sul calcio estero, pu trovare
distribuzione sia sul satellite
sia sul digitale terrestre, muo-
vendosi in autonomia rispetto
a Sky, nonostante entrambe si-
ano sotto lombrello di Murdo-
ch. Tuttavia ieri il Gruppo Fox
ha smentito ogni suo interes-
samento ai diritti della Serie
A ritenendo inoltre prive di
fondamento le voci sulla crea-
zione di una piattaforma sul
digitale alternativa a quelle gi
esistenti.
Esclusiva Il successo del-
lasta, comunque, dipender
da come verranno calibrati i
pacchetti. In particolare, da
cosa finir dentro il contenito-
re esclusivo. Saranno 8-10
squadre ma quali? Se si desse
agli acquirenti dei pacchetti
principali (quelli per intender-
ci con contenuto comune a tut-
te le piattaforme, Internet in-
cluso) lopzione di scelta, nel
pacchetto in esclusiva andreb-
be sicuramente la Roma e forse
il Napoli, ma non Juve, Milan o
Inter. Questo perch, tra le
grandi, i giallorossi (seguiti
dagli azzurri) sono quelli con
gli ascolti pi bassi. Ma si tratta
solo di unipotesi tra le diverse
sul tavolo. La scelta dei team, a
ogni modo, ha un altro risvolto
da non sottovalutare: chi fini-
sce nel pacchetto in esclusiva,
quindi trasmesso da un solo
operatore, teme di essere pe-
nalizzato nella ripartizione dei
proventi, visto che la quota dei
bacini dutenza legata anche
allaudience. Sar unimpresa
mettere tutti daccordo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
GLI INTROITI MEDI ANNUI 2012-15
Dirette
pay tv
(Sky)
561 milioni
Dirette pay tv
(Mediaset)
268 milioni
Estero (Mp & Silva) 117 milioni
Highlights
e interviste
in chiaro
tv e radio (Rai)
14,5 milioni
Coppa Italia
e Supercoppa
radio e tv (Rai)
20,5 milioni
Coppa Italia
e Supercoppa
estero (Be4)
4 milioni
Altri diritti esclusivi
in chiaro
8 milioni
Altri pacchetti
non esclusivi
(mobile, web-tv,
internet, tv
nazionali e locali)
7 milioni
1 miliardo
GDS
LAFFARE SPINELLI: SOLO CHIACCHIERE, SERVE IL GRANO
Livorno a Bendecchi
E i tifosi: Attento...
FRANCESCO FORESI
LIVORNO
Bandecchi attento... A
Livorno fischia ancora il ven-
to. apparso su un lenzuolo,
appeso su uno dei muri dello
stadio Picchi, il messaggio dei
tifosi del Livorno a Stefano Ban-
decchi, limprenditore interes-
sato a rilevare la societ, il cui
passato politico (ex Msi e Forza
Italia) non poteva essere digeri-
to da quella frangia di tifosi
amaranto che canta ancora
Bandiera rossa. Il presidente
Aldo Spinelli, tra laltro, getta
acqua sul fuoco sulla trattativa
che per lUniversit romana
Niccol Cusano, di cui Ban-
decchi lamministratore dele-
gato, era chiusa al 99 per cento.
Sono tutte chiacchiere tuo-
na Spinelli , perch ci voglio-
no 12 milioni in contanti. Non
voglio n fidejussioni n asse-
gni a garanzia. Si possono solo
discutere i tempi, ma ci vuole il
grano.
Ma secondo lei hanno la co-
pertura?
Credo proprio di no, per
gli lascio tutti i cartellini dei cal-
ciatori, purch trovino la ma-
niera legale per darmi questa
cifra. Solamente a quel punto si
potr fare il passaggio di conse-
gne.
Da uno a 100 che percentua-
le darebbe alla conclusione
della trattativa?
Credo in un 50 per cento,
non di pi.
E se dovesse andar male?
Non mi ci faccia pensare.
Sono stanco e voglio chiudere
con il calcio. In questi giorni mi
hanno offerto varie societ
Bologna, Genoa e Cagliari, sol-
tanto per citare le pi blasona-
te, ndr ma ormai ho deciso di
chiudere con il mondo del cal-
cio, altrimenti sarei rimasto a
Livorno. Intanto lUniversit
Cusano ha reso noto che se la
trattativa andr a buon fine il
presidente del Livorno sar Ste-
fano Ranucci, gi presidente
dellateneo romano.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lo striscione contro Stefano Bendecchi, limprenditore interessato
a rilevare il Livorno da Spinelli, appeso su un muro dello stadio Picchi
italia: 51575158585149
16
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
17

MARCATORI
21 RETI Immobile (Torino)
19 RETI Tevez (1, Juventus), Toni (2, Verona)
17 RETI Higuain (5, Napoli)
16 RETI Berardi (6, Sassuolo)
15 RETI Llorente (Juventus), Palacio (Inter),
Paulinho (3, Livorno), Rossi (5, Fiorentina)
14 RETI Balotelli (3, Milan), Gilardino (4, Genoa)
13 RETI Callejon (Napoli), Cerci (5, Torino), Destro
(Roma), Di Natale (4, Udinese), Paloschi (4, Chievo)
12 RETI Candreva (6, Lazio), Cassano (1, Parma),
Denis (1, Atalanta)
Carlos Tevez, 30 anni A. IMAGES
CLASSIFICA
SQUADRE PUNTI
PARTITE RETI
G V N P F S
JUVENTUS 96 36 31 3 2 76 23
ROMA 85 36 26 7 3 72 23
NAPOLI 72 36 21 9 6 67 36
FIORENTINA 61 36 18 7 11 62 42
INTER 57 36 14 15 7 57 36
TORINO 55 36 15 10 11 55 45
PARMA 54 36 14 12 10 55 45
MILAN 54 36 15 9 12 54 46
VERONA 53 36 16 5 15 59 61
LAZIO 53 36 14 11 11 52 50
ATALANTA 47 36 14 5 17 40 48
SAMPDORIA 44 36 12 8 16 43 54
UDINESE 42 36 12 6 18 41 52
GENOA 41 36 10 11 15 38 46
CAGLIARI 39 36 9 12 15 34 49
SASSUOLO 31 36 8 7 21 38 68
CHIEVO 30 36 8 6 22 31 53
BOLOGNA 29 36 5 14 17 27 55
CATANIA 26 36 6 8 22 30 64
LIVORNO 25 36 6 7 23 39 74
CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS
EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE
MATTEO FONTANA
MASSIMO MEROI
Il mio contratto? Prima
di firmare aspetto che rinnovi
Luca Toni.... Scherza, Andrea
Mandorlini, sul prolungamen-
to con il Verona per la prossi-
ma stagione (e poi dice: Re-
stano da definire gli ultimi
dettagli). Una battuta per al-
lontanare lamarezza non di-
gerita per il pareggio subito
luned con la Lazio: C stato
fatto un grande torto, poteva-
no fermarci solo cos. Sul pia-
no nervoso dura non risen-
tirne, ma non molliamo. Og-
gi, con lUdinese, lultima
chiamata per inseguire sogni
europei. Avverte Mandorlini:
Sia chiaro: sar la partita pi
difficile. La vogliamo vincere
per mettere pressione alle al-
tre che ci sono vicine. Ma sap-
piamo che troveremo un av-
versario forte, che magari non
ha vissuto la sua miglior sta-
gione ma che resta un esem-
pio: ci ho chiuso la mia carrie-
ra da giocatore, conosco bene
quellambiente. Guidolin?
Francesco per me sempre
stato un riferimento. Nutro
per lui grande stima. Il Vero-
na non avr Iturbe, squalifica-
to come Albertazzi. Al suo po-
sto si giocano una maglia Go-
mez (favorito) e Jankovic.
Qui Udine Guidolin sembra
combattere contro i mulini a
vento. Ognuno di noi deve
trovare gli stimoli dentro di
s, dice il tecnico. I friulani
hanno poco da chiedere, an-
che se Guidolin non ci sta e
mette nel mirino un nuovo
obiettivo: Ci mancano due
punti per arrivare a quota 240
punti nelle ultime 4 stagioni:
significherebbe una media di
60 a campionato. Non un
traguardo da poco, squadre
che hanno fatto meglio di noi
non raggiungeranno quella ci-
fra. LUdinese si presenter al
Bentegodi senza Bruno Fer-
nandes e Zielinski prestati alla
Primavera impegnata oggi a
Palermo. Sar loccasione per
vedere Nico Lopez al fianco di
Di Natale. Probabile il ritorno
alla difesa a tre. Su un suo pos-
sibile contatto con il Norwich
Guidolin ha detto: Il mio ma-
nager vive a Londra, pu avere
avuto qualche contatto, ma io
concretamente non ho avuto
alcun riscontro. LInghilterra,
non lho mai nascosto, mi pia-
ce moltissimo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
37

GIORNATA
PROGRAMMA
Oggi VERONA-UDINESE ore 18 (3-1);
INTER-LAZIO ore 20.45 (0-1).
Domani, ore 15:
ATALANTA-MILAN (0-3); BOLOGNA-CATANIA (0-2);
CAGLIARI-CHIEVO (0-0); LIVORNO-FIORENTINA (0-1);
SAMPDORIA-NAPOLI (0-2); SASSUOLO-GENOA (0-2);
TORINO-PARMA (1-3).
Ore 17.45: ROMA-JUVENTUS (0-3).
19
le reti di Toni
a caccia di Immobile (21 gol) e Tevez (anche lui 19)
nella classifica dei cannonieri. Il suo sorpasso
potrebbe significare Europa per lHellas...
o
n
l
i
n
e
G
A
Z
Z
E
T
T
A
.
I
T
Ricevi live
sul tuo
cellulare
le notifiche
di bonus e
malus delle
tue squadre.
Scarica
gratis lapp
di WeChat,
aggiungi
Magic
Alert
dai contatti
e crea
i tuoi team
per restare
aggiornato
d
DAMMI IL
LE SICUREZZE
5
DA PAURA
IL RISCHIATUTTO
5
1 Ciro Immobile, per lEuropa e
dimostrare che vale il Borussia
2 Berardi rinato dopo Malesani
3 Destro, fame di gol in arretrato
4 Rischiatutto, ma il Bologna ha
bisogno del miglior Cristaldo
5 Marquinho, garanzia nel tridente
1 Udinese in vacanza. E Danilo?
2 Non sfiducia per Mirante, ma
se la vedr con Immobile-Cerci
3 Se il Livorno molla, a Bardi non
basteranno i superpoteri
4 Leto, a Bologna sar durissima
5 De Sciglio, farraginoso nel derby
2 3
4 5
2 3
4 5
LO SPRINT VERONA
CON TONI PIU GOMEZ
Iturbe squalificato, largentino favorito per affiancare il bomber,
a caccia di rinnovo come il tecnico Mandorlini. Ultima chance
europea per lHellas, mentre lUdinese cerca stimoli nelle statistiche
4-3-3 3-5-1-1
22
SCUFFET
27
WIDMER
66
PINZI
3
ALLAN
17
NICO LOPEZ
10
DI NATALE
37
PEREYRA
34
GABRIEL SILVA
75
HEURTAUX
5
DANILO
11
DOMIZZI
AGOSTINI
33
MORAS
18
PILLUD
4
MARQUES
25
HALLFREDSSON
10
CIRIGLIANO
14
SALA
26
MARQUINHO
7
TONI
9
GOMEZ
21
1
RAFAEL
VERONA-UDINESE OGGI, ORE 18
VERONA 53
PANCHINA: 12 Nicolas Andrade, 98
Borra, 22 Maietta, 29 Cacciatore, 23
Ale. Gonzalez, 17 Donsah, 2 Romulo,
30 Donadel, 11 Jankovic, 8 Cacia, 19
Rabusic. ALLENATORE: Mandorlini.
BALLOTTAGGI: Marques-Maietta
60-40%, Cirigliano-Donadel 60-40%,
Gomez-Jankovic 80-20%.
DIFFIDATI: Marquinho. SQUALIF.
Albertazzi (1), Iturbe (1).
INDISP. Donati (15 giorni), Martinho
(da valutare). ALTRI: Mihaylov.
DRITTE S Toni No Moras.
UDINESE 42
PANCHINA: 1 Brkic, 30 Kelava, 4
Naldo, 6 Bubnjic, 7 Badu, 14 Mlinar,
18 Jadson, 20 Yebda, 21 Lazzari, 15
Beleck.
ALLENATORE Guidolin
BALLOTTAGGI: Nessuno
SQUALIFICATI: Nessuno
DIFFIDATI: Lazzari, Gabriel Silva,
Danilo, Muriel, Heurtaux, Pinzi.
INDISPONIBILI: Basta, Muriel,
Maicosuel, Benussi
ALTRI: Zielinski, Bruno Fernandes
DRITTE S Di Natale No Danilo
ARBITRO Tommasi Assistenti TegoniLa Rocca IV: Iannello
ADD. Orsato (1), Maresca (2) PREZZI: da 18 a 60 euro.
TV Sky Supercalcio HD e Sky Calcio 1 HD, Premium Calcio/HD e Premium Play
PROSSIMO TURNO
Sabato 17 maggio ore 20.45
UDINESE-SAMPDORIA (and. 0-3)
Domenica 18 maggio
GENOA-ROMA ore 15 (0-4)
JUVENTUS-CAGLIARI ore 15 (4-1)
CATANIA-ATALANTA ore 20.45 (1-2)
CHIEVO-INTER ore 20.45 (1-1)
FIORENTINA-TORINO ore 20.45 (0-0)
LAZIO-BOLOGNA ore 20.45 (0-0)
MILAN-SASSUOLO ore 20.45 (4-3)
NAPOLI-VERONA ore 20.45 (3-0)
PARMA-LIVORNO ore 20.45 (3-0)
1 1
italia: 51575158585149
18
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

3-5-2
1
BERISHA
20
BIAVA
15
GONZALEZ
23
ONAZI
24
LEDESMA
5
BIGLIA
17
PEREIRINHA
27
CANA
3
DIAS
11
KLOSE
14
KEITA
3-5-2
ROLANDO
35
RANOCCHIA
23
SAMUEL
25
NAGATOMO
55
JONATHAN
2
KUZMANOVIC
17
KOVACIC
10
HERNANES
88
PALACIO
9
ICARDI
8
1
HANDANOVIC
INTER-LAZIO OGGI, ORE 20.45
INTER 57
PANCHINA 12 Castellazzi, 30
Carrizo, 33 DAmbrosio, 4 Zanetti,
6 Andreolli, 14 Campagnaro,
11 Alvarez, 13 Guarin, 21 Taider,
20 Botta, 22 Milito.
ALLENATORE Mazzarri.
BALLOTTAGGI Kovacic-Guarin
60-40%. SQUALIFICATI Cambiasso
(1). DIFFIDATI Alvarez, Juan Jesus,
Hernanes, Jonathan, Nagatomo,
Palacio, Taider.
INDISPONIBILI Juan Jesus (stag. fin.)
DRITTE S Palacio No Jonathan
LAZIO 53
PANCHINA 95 Strakosha,
55 Guerrieri, 2 Ciani, 85 Novaretti,
16 Elez, 60 Pollace, 48 Filippini,
6 Mauri, 7 F. Anderson, 21 Kakuta,
87 Candreva, 34 Perea. ALL. Reja.
BALLOTTAGGI Keita-Candreva-
Mauri 60-20-20 %. SQUALIFICATI
Lulic (1). DIFFIDATI Cana, Candreva,
Cavanda, Ledesma, Onazi, Perea,
Pereirinha. INDISPONIBILI Ederson,
Konko, Marchetti, Postiga, Radu.
ALTRI Alfaro, Cavanda.
DRITTE S Keita No Cana.
ARBITRO Massa Assistenti MarzaloniCariolato IV Liberti Add Bergonzi (1),
De Marco (2) TV Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD e Sky Calcio 1 HD,
Premium Calcio/HD e Premium Play
MAGIC +3 CAMPIONATO
LE FORMAZIONI DELLA 37
a
GIORNATA
4-3-3
25
AGAZZI
11
GUANA
27
L. RIGONI
23
GUARENTE
56
HETEMAJ
77
THRAU
43
PALOSCHI
17
SARDO
3
DAINELLI
12
CESAR
93
DRAM
4-3-1-2
MURRU
29
ROSSETTINI
15
ASTORI
13
PERICO
24
TABANELLI
4
ERIKSSON
16
DESSENA
21
SAU
9
IBARBO
23
IBRAIMI
10
25
AVRAMOV
CAGLIARI-CHIEVO DOMANI, ORE 15
CAGLIARI 39
PANCHINA 28 Carboni, 8 Avelar, 34
Del Fabro, 19 Oikonomou, 7 Cossu,
32 Barella, 26 Loi. ALL. Pulga
BALL. Murru-Avelar 60-40%;
Tabanelli-Cossu 60-40%.
SQUALIFICATI Silvestri (1), Conti (1)
DIFFIDATI Dessena, Rossettini,
Perico. INDISP. Pisano (5 gg), Pinilla
(7 gg), Cabrera (7gg), Nen (7 gg),
Ekdal (st. fin.), Vecino (7 gg), Adryan
(15 gg) ALTRI: Demontis, Bastrini,
Masia, Suella, Muroni, Solinas
DRITTE: S Rossettini No Ibraimi
CHIEVO 30
PANCHINA 1 Puggioni, 18 Squizzi,
2 Bernardini, 4 Dos Santos, 21 Frey,
33 Rubin, 9 Bentivoglio, 8
Radovanovic, 7 Lazarevic, 19
Paredes, 39 Stoian, 10 Obinna ALL.
Corini BALL. Sardo-Frey 55-45%,
Guarente-Radovanovic 55-45%,
Thereau-Stoian 60-40% DIFFIDATI
Bentivoglio, Guarente, Rigoni
SQUALIFICATI Pellissier (3)
INDISPONIBILI Canini (da valutare)
ALTRI Aldrovandi, Mbaye, Kupisz,
Calello DRITTE S Cesar No Sardo
ARBITRO Doveri Assistenti Posado-Tonolini IV Giachero
Add. Guida (1), Di Paolo (2) BIGLIETTI da 13 a 35 euro
TV Sky Calcio 4 HD
4-3-3
1
PERIN
4
DE MAIO
8
BURDISSO
15
MARCHESE
8
FETFATZIDIS
11
GILARDINO
77
KONAT
20
VRSALJKO
79
CABRAL
91
BERTOLACCI
13
ANTONELLI
3-4-3
ZIEGLER
86
ANTEI
5
CANNAVARO
28
ROSI
87
MAGNANELLI
4
MISSIROLI
7
BIONDINI
16
ZAZA
10
SANSONE
17
BERARDI
25
79
PEGOLO
SASSUOLO-GENOA DOMANI, ORE 15
SASSUOLO 31
PANCHINA 1 Pomini, 99 Polito, 2
Pucino, 6 Ariaudo, 20 Bianco, 33
Mendes, 26 Terranova, 8 Marrone,
22 Brighi, 45 Chibsah, 9 Floccari, 14
Masucci, 83 Floro Flores ALL. Di
Francesco BALL. Rosi-Mendes 55-
45%, Zaza-Floccari 70-30% SQUAL.
Longhi, Gazzola (1) DIFF. Manfredini,
Pegolo, Longhi, Marrone IND. Alexe
(stag. finita), Acerbi, Manfredini (da
valutare) ALTRI Farias, Sanabria,
Gliozzi, Perilli, Alhassan, Lodesani
DRITTE S Berardi No Ziegler
GENOA 41
PANCHINA 53 Bizzarri, 32
Donnarumma, 94 Blaze, 5 Gamberini,
3 Antonini, 19 Rafati, 21 Motta, 33
Kucka. ALL. Gasperini. BALL.
nessuno. SQUALIFICATI nessuno.
DIFF. Antonelli, Antonini, Gilardino,
Konate, Marchese, Motta, Sturaro,
Perin. INDISP. De Ceglie (stagione
finita), Matuzalem (stag. finita),
Sturaro (stag. finita). Sculli (5 gg),
Cofie (stag.), Portanova (5 gg).
ALTRI Held, Albertoni, Velocci.
DRITTE S Perin. No Konate.
ARBITRO Gervasoni Assistenti Marrazzo-Preti IV Stallone
ADD CELI (1) Mariani (2)
TV Sky Calcio 6 HD, Premium Calcio 5
4-4-1-1
1
AMELIA
16
POLI
34
DE JONG
18
MONTOLIVO
23
TAARABT
45
BALOTELLI
22
KAK
20
ABATE
13
RAMI
5
MEXES
2
DE SCIGLIO
4-3-1-2
BRIVIO
28
BENALOUANE
29
STENDARDO
2
NICA
93
BONAVENTURA
10
CIGARINI
21
CARMONA
17
RAIMONDI
77
MORALEZ
11
DENIS
19
47
CONSIGLI
ATALANTA-MILAN DOMANI, ORE 12.30
ATALANTA 47
PANCHINA 37 Sportiello, 4 Scaloni,
15 Caldara, 6 Bellini, 27 Del Grosso, 8
Migliaccio, 5 Giorgi, 18 Baselli, 90
Kon, 23 Brienza, 91 De Luca, 9
Bentancourt. ALL. Colantuono.
BALLOTTAGGI Stendardo-Scaloni
60-40%, Raimondi-Baselli 70-30%.
SQUALIFICATI Estigarribia (1).
DIFFIDATI Denis, Consigli, Livaja,
Benalouane. INDISPONIBILI Yepes (7
giorni), Lucchini (7), Cazzola (stagione
finita). ALTRI Frezzolini, Livaja.
DRITTE S Moralez No Nica
MILAN 54
PANCHINA 59 Gabriel, 35 Coppola,
81 Zaccardo, 25 Bonera, 17 Zapata,
28 Emanuelson, 15 Essien, 4 Muntari,
10 Honda, 7 Robinho, 92 El Shaarawy,
11 Pazzini. ALLENATORE Seedorf,
BALLOTTAGGI De Sciglio-
Emanuelson 60-40%.
SQUALIFICATI Abbiati (1).
DIFFIDATI Bonera, Rami.
INDISPONIBILI Birsa (5 giorni),
Saponara (6), Constant (da valutare).
ALTRI Sivestre, Petagna, Cristante.
DRITTE S Taarabt No Abate
ARBITRO Rizzoli. ASSISTENTI Ghiandai-Di Fiore. IV De Luca. ADD Baracani
(1) Merchiori (2). PREZZI da 19 a 265 euro. TV Sky Supercalcio HD e Sky
Calcio 1 HD
4-4-2
1
FRISON
2
PERUZZI
24
GYOMBER
5
ROLIN
18
MONZON
11
LETO
13
IZCO
19
CASTRO
9
BERGESSIO
15
RINAUDO
28
BARRIENTOS
4-4-1-1
MORLEO
3
ANTONSSON
5
NATALI
14
GARICS
8
CHRISTODOULOPOULOS
19
KRHIN
4
FRIBERG
11
KONE
33
BIANCHI
9
CRISTALDO
99
1
CURCI
BOLOGNA-CATANIA DOMANI, ORE 15
BOLOGNA 29
PANCHINA 16 Malagoli, 6 Srensen,
22 Mantovani, 75 Crespo, 35 Cech,
13 Laxalt, 24 Pazienza, 20 Ibson, 10
Moscardelli, 12 Acquafresca, 88
Paponi. ALL. Ballardini.
BALLOTTAGGI Cristaldo-Srensen
60-40%. SQUALIFICATI Cherubin
(1). DIFFIDATI Antonsson, Bianchi,
Christodoulopoulos, Garics, Kone,
Pazienza. INDISP. Della Rocca (stag.
finita), Perez (stag. finita), Stojanovic
(3 gg.). ALTRI Maini, Rodriguez.
DRITTE S Cristaldo No Friberg
CATANIA 26
PANCHINA 35 Ficara, 6 Legrottaglie,
34 Biraghi, 33 Capuano, 22 Alvarez, 8
Plasil, 10 Lodi, 7 Fedato, 23 Boateng,
26 Keko, 36 Caruso.
ALL. Pellegrino. BALLOTTAGGI Leto-
Keko 60-40%, Rolin-Legrottaglie 70-
30%, Castro-Lodi 60-40%.
SQUALIFICATI nessuno DIFF. Castro,
Legrottaglie, Keko, Biraghi, Bellusci,
Leto, Bergessio. INDISPONIBILI
Spolli (da definire) ALTRI: Andujar,
Cabalceta, Bellusci e Almiron.
DRITTE S Bergessio No Leto
ARBITRO Rocchi ASSISTENTI Stefani-Faverani IV Nicoletti
ADD.Tagliavento(1) Valeri (2) BIGLIETTI: da 9 a 90 euro.
TV Sky Calcio 5 HD, Premium Calcio 4
4-4-2
25
ROSATI
40
TOMOVIC
2
G.RODRIGUEZ
15
SAVIC
23
PASQUAL
10
AQUILANI
7
PIZARRO
72
ILICIC
20
BORJA VALERO
30
MATOS
11
CUADRADO
4-3-1-2
CASTELLINI
7
EMERSON
23
VALENTINI
33
CECCHERINI
17
MESBAH
11
DUNCAN
41
BIAGIANTI
27
PICCINI
2
SILIGARDI
26
BELFODIL
21
1
BARDI
LIVORNO-FIORENTINA DOMANI, ORE 15
LIVORNO 25
PANCHINA 22 Anania, 37 Aldegani,
29 Borja, 14 Mosquera, 85 Coda, 24
Benassi, 77 Rinaudo, 3 Gemiti, 15
Mbaye, 20 Emeghara, 16 Bartolini.
ALL. Nicola BALLOTTAGGI Piccini-
Benassi 60-40%, Ceccherini-
Rinaudo 60-40% SQUALIFICATI
Paulinho (1), Greco (1)
DIFFIDATI Luci, Emerson, Benassi,
Coda, Emeghara, Castellini.
INDISPONIBILI Luci (stagione finita)
ALTRI De Lucia
DRITTE S Siligardi No Mesbah
FIORENTINA 61
PANCHINA 1 Neto, 4 Roncaglia, 3
Diakit, 5 Compper, 66 Vargas,
21 Ambrosini, 88 Anderson, 14 Mati
Fernandez, 27 Wolski, 17 Joaquin,
49 Rossi, 32 Matri. ALL. Montella
BALL. Rosati-Neto 60-40%, Matos-
Joaquin 70-30%; Matos-Rossi 70-
30% SQUAL. Nessuno DIFFIDATI
Compper, Aquilani, Matos,
Ambrosini, Neto, Cuadrado. INDISP.
M.Gomez (3 giorni), Rebic (5 giorni)
ALTRI Lupatelli, Bakic, Hegazi
DRITTE S Cuadrado No Pizarro
ARBITRO Giacomelli Assistenti De Pinto-Petrella IV Meli
ADD. Peruzzo (1), La Penna (2) PREZZI 12-100 EURO
TV Sky Calcio 3 HD, Premium Calcio 3
4-2-3-1
25
REINA
7
CALLEJON
16
MESTO
4
HENRIQUE
21
FERNANDEZ
31
GHOULAM
19
PANDEV
91
ZAPATA
14
MERTENS
8
JORGINHO
88
INLER
4-2-3-1
SORIANO
21
GABBIADINI
11
EDER
23
MAXI
LOPEZ
7
DE SILVESTRI
29
GASTALDELLO
28
REGINI
19
MUSTAFI
8
KRSTICIC
10
PALOMBO
17
30
FIORILLO
SAMPDORIA-NAPOLI DOMANI, ORE 15
SAMPDORIA 44
PANCHINA 1 Da Costa, 95 Falcone,
4 Salamon, 3 Costa, 13 Berardi, 44
Fornasier, 6 M. Rodriguez, 45 Renan,
22 Bjarnason, 77 Sestu, 12 Sansone.
ALLENATORE Mihajlovic.
BALLOTTAGGI nessuno.
SQUALIFICATI Okaka (1).
DIFFIDATI De Silvestri, Obiang,
Wszolek, Sestu.
INDISPONIBILI Obiang (stagione
finita). ALTRI Lombardo, Dejori,
Fenati, Corsini, Oneto.
DRITTE S Palombo No Soriano
NAPOLI 72
PANCHINA 80 Doblas, 15 Colombo, 2
Reveillere, 11 Maggio, 18 Zuniga, 22
Radosevic, 13 Bariti, 24 Insigne, 17
Hamsik. ALL. Benitez BALL.: Mesto-
Maggio 60-40%, Ghoulam-Zuniga 60-
40%, Jorginho-Radosevic 60-40%,
Mertens-Insigne 60-40%, Zapata-
Hamsik 60-40% SQUALIFICATI
Britos (1), Dzemaili (1). DIFFIDATI:
Pandev, Maggio, Jorginho, Behrami.
INDISPONIBILI: Rafael (stagione
finita) ALTRI: Behrami, Albiol, Higuain.
DRITTE S Reina No Jorginho
ARBITRO Chiffi ASSISTENTI Gava-Musolino IV Iori ADD Banti (1)
Manganiello (2) PREZZI da 20 a 100 euro
TV Sky Calcio 1 HD, Premium Calcio 2, Premium Play
3-5-2
83
MIRANTE
30
ACQUAH
5
GARGANO
16
PAROLO
23
SCHELOTTO
99
CASSANO
7
BIABIANY
2
CASSANI
29
PALETTA
6
LUCARELLI
3
MOLINARO
4-3-3
DARMIAN
36
EL KADDOURI
7
VIVES
20
KURTIC
27
MAKSIMOVIC
19
GLIK
25
MORETTI
24
BOVO
5
CERCI
11
IMMOBILE
9
30
PADELLI
TORINO-PARMA DOMANI, ORE 15
TORINO 55
PANCHINA 23 L. Gomis, 32 Berni, 2
Rodriguez, 29 Vesovic, 34 Barreca,
14 Gazzi, 77 Tachtsidis, 69
Meggiorini, 10 Barreto, 16 Larrondo.
ALL. Ventura. BALL. nessuno
SQUALIFICATI Gillet (16/08/2014).
DIFFIDATI Bovo, Kurtic, Padelli,
Tachtsidis e Vives.
INFORTUNATI Basha (10 giorni),
Farnerud (5 mesi), Masiello e
Pasquale (stagione finita).
ALTRI Aramu, Gyasi.
DRITTE S Immobile No Kurtic
PARMA 54
PANCHINA: 91 Bajza, 1 Pavarini, 35
Rossini, 18 Gobbi, 8 Galloppa, 24
Munari, 26 Mauri, 32 Marchionni, 22
Jankovic, 17 Palladino, 11 Amauri,
9 Cerri. ALL. Donadoni. BALL.
Schelotto-Palladino 55-45%,
Acquah-Marchionni 55-45%.
SQUAL. Felipe (2). DIFF. Cassani,
Lucarelli, Pozzi.
INDISPONIBILI: Pozzi e Vergara (da
verificare).
ALTRI Haraslin, Coric, Sall e Obi.
DRITTE S Cassano No Schelotto
ARBITRO Damato Assistenti Di Liberatore-Padovan
IV Bianchi Add. Mazzoleni (1), Irrati (2)
TV Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 2 HD, Premium Calcio 1, HD e Premium Play
4-3-3
1
BUFFON
15
BARZAGLI
19
BONUCCI
3
CHIELLINI
14
LLORENTE
10
TEVEZ
26
LICHTSTEINER
6
POGBA
21
PIRLO
8
MARCHISIO
22
ASAMOAH
3-5-2
TOROSIDIS
35
BENATIA
17
CASTAN
5
MAICON
13
DE ROSSI
16
PJANIC
15
NAINGGOLAN
44
TOTTI
10
DESTRO
22
GERVINHO
27
26
DE SANCTIS
ROMA-JUVENTUS DOMANI, ORE 17.45
ROMA 85
PANCHINA 1 Lobont, 28 Skorupski,
33 Jedvaj, 2 Toloi, 3 Dod, 11 Taddei,
20 Bastos, 24 Florenzi, 96 F. Ricci,
94 Mazzitelli, 8 Ljajic.
ALLENATORE Garcia
BALLOTTAGGI Torosidis-Dod
60-40%, Destro-Ljajic 80-20%,
Maicon-Dod 70-30%.
SQUALIFICATI Romagnoli (1)
DIFFIDATI Castan e Taddei
INDISPONIBILI Strootman e
Balzaretti (stagione finita)
DRITTE S Pjanic No Maicon
JUVENTUS 96
PANCHINA 30 Storari, 34 Rubinho,
4 Caceres, 5 Ogbonna, 20 Padoin,
33 Isla, 13 Peluso, 7 Pepe, 12
Giovinco, 18 Osvaldo, 9 Vucinic,
27 Quagliarella.
ALLENATORE Conte
BALLOTTAGGI Barzagli-Caceres
70-30%
SQUALIFICATI nessuno
DIFFIDATI Llorente, Ogbonna
INDISPONIBILI Vidal (stag. finita)
ALTRI nessuno
DRITTE S Tevez No Barzagli
ARBITRO Russo Assistenti Costanzo-Passeri IV Grilli ADD. Calvarese (1) Di
Bello (2) TV Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD, Sky Calcio 1 HD, Sky 3D,
Premium Calcio/HD e Premium Play
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
19

MAGIC +3 CAMPIONATO
TUTTI I PROTAGONISTI DELLA 37
A
GIORNATA
Che cosa sono tutti questi numeri? Semplicissimi i primi due: la media voto secondo le pagelle della Gazzetta dello Sport, poi la media secondo il fantacalcio. La Magic media del mese invece fa riferimento agli stessi
parametri, ma calcolati soltanto sulle ultime 4 partite e con almeno 2 presenze con voto. Magic Campo: quanto ha raccolto il giocatore in casa o in trasferta. Opta e Gazza Index. Il primo sviluppato da Opta: la sintesi
di una serie di dati che comincia con le presenze e viene modificato ogni settimana in base a decine di parametri. Il Gazza index parte dal dato Opta ma va solo da 1 a 99 e viene tarato in pura funzione fantacalcistica
tenendo conto non soltanto del passato ma anche del futuro, della rivale e dellavversario di giornata. Come leggere il dato? I colori (verde e rosso) indicano la differenza rispetto alla scorsa settimana.
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
PORTIERI
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
AGAZZI (CHI) 5.90 4.33 4.25 3.88 497 64 a
ALDEGANI (LIV) - - - - - - a
AMELIA (MIL) 5.88 4.38 - 5.17 - - a
ANANIA (LIV) 5.50 3.50 - - - - a
ANDRADE (VER) - - - - - - a
AVRAMOV (CAG) 6.07 4.89 5.00 4.50 481 72 R
BAJZA (PAR) 6.00 5.00 - 4.50 1260 - R
BARDI (LIV) 5.99 3.89 2.50 4.22 392 50 R
BENUSSI (UDI) - - - - - - a
BERISHA (LAZ) 6.13 4.73 3.88 4.57 492 69 S
BERNI (TOR) - - - - - - a
BIZZARRI (GEN) 6.50 6.50 - - - - a
BRKIC (UDI) 5.86 4.14 - 5.08 - - a
BUFFON (JUV) 6.30 5.70 6.17 5.53 818 58 a
CARBONI (CAG) - - - - - - a
CARRIZO (INT) 6.17 5.50 - 4.00 - - a
CASTELLAZZI (INT) - - - - - - a
COLOMBO (NAP) 6.00 6.00 - - - - a
CONSIGLI (ATA) 6.25 4.91 4.63 5.00 492 67 R
CURCI (BOL) 5.90 4.43 4.88 4.50 661 80 a
DA COSTA (SAM) 5.94 4.44 - 4.58 -13 54 S
DE SANCTIS (ROM) 6.13 5.51 4.50 5.92 703 62 S
DOBLAS (NAP) - - - - - - a
DONNARUMMA ANT. (GEN) - - - - - - a
FICARA (CAT) - - - - - - a
FIORILLO (SAM) 6.33 4.67 4.67 5.00 702 - a
FRISON (CAT) 5.92 4.12 3.17 3.92 301 67 R
GABRIEL (MIL) 5.50 4.00 - 3.50 - - a
GOMIS (TOR) 5.50 4.00 - - - - a
HANDANOVIC (INT) 6.25 5.56 8.50 5.15 1096 85 a
KELAVA (UDI) 6.00 4.60 - 3.80 - - a
LOBONT (ROM) - 6.00 - 6.00 - - a
MARCHETTI (LAZ) 5.83 4.43 - 4.18 - 51 a
MIHAYLOV (VER) - - - - - - a
MIRANTE (PAR) 6.19 5.15 5.00 5.26 570 57 a
NETO (FIO) 6.21 5.09 4.50 5.47 715 74 R
PADELLI (TOR) 6.04 4.78 5.00 4.92 552 73 a
PAVARINI (PAR) - 6.00 - 6.00 - - a
PEGOLO (SAS) 6.23 4.62 4.63 4.53 490 75 S
PERIN (GEN) 6.31 5.13 5.50 5.14 784 83 R
POLITO (SAS) - - - - - - a
POMINI (SAS) 5.50 1.00 - - - - a
PUGGIONI (CHI) 6.07 4.80 - 4.54 - 50 a
RAFAEL D.A. (VER) 6.11 4.57 4.38 4.97 594 78 S
REINA (NAP) 6.12 5.19 5.00 4.73 778 68 R
ROSATI (FIO) 4.83 .67 - 3.50 -427 - R
RUBINHO (JUV) - - - - - - a
SCUFFET (UDI) 6.40 5.03 3.75 4.50 129 51 R
SKORUPSKI (ROM) - 6.00 - 6.00 - - a
SPORTIELLO (ATA) 6.50 6.00 - 6.00 - - a
SQUIZZI (CHI) - - - - - - a
STORARI (JUV) 6.25 5.60 - 6.00 739 - R
STRAKOSHA (LAZ) - - - - - - a
DIFENSORI
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
ABATE (MIL) 5.64 5.78 5.75 6.00 453 64 S
AGOSTINI (VER) 5.79 5.84 5.50 5.80 -152 61 S
ALBERTAZZI (VER) 5.71 5.54 5.50 5.56 516 74 S
ALDROVANDI (CHI) - - - - - - a
ALVAREZ P. (CAT) 5.75 5.58 - 5.18 - 57 a
ANDREOLLI (INT) 6.00 6.00 - 6.00 1126 - a
ANTEI (SAS) 5.67 5.55 5.50 5.80 722 76 a
ANTONELLI (GEN) 5.83 6.12 6.00 5.93 672 77 a
ANTONINI (GEN) 5.88 6.10 5.67 6.14 591 75 R
ANTONSSON (BOL) 5.70 5.66 5.75 5.81 576 77 R
ARIAUDO (SAS) 5.64 5.50 - 5.44 786 77 a
ASTORI (CAG) 5.92 5.89 5.88 5.93 1024 81 a
AVELAR (CAG) 5.56 5.50 5.25 5.56 327 65 S
BARZAGLI (JUV) 6.36 6.22 6.00 6.18 1252 62 a
BASTA (UDI) 5.95 6.23 5.25 6.53 371 55 a
BELLINI (ATA) 6.08 6.08 - 6.17 1046 - R
BENALOUANE (ATA) 5.87 5.63 6.13 5.35 521 65 a
BENATIA (ROM) 6.48 6.82 - 7.46 -55 52 S
BERARDI G. (SAM) 5.12 4.88 - 5.25 - - S
BERNARDINI (CHI) 5.35 5.15 - 5.50 -33 - S
BIANCO (SAS) 5.62 5.53 - 5.50 - 59 a
BIAVA (LAZ) 6.03 5.97 5.75 6.00 619 71 S
BIRAGHI (CAT) 5.50 5.48 - 5.41 -27 60 S
BONERA (MIL) 5.87 5.67 6.00 5.57 801 70 a
BONUCCI (JUV) 6.09 6.31 - 5.88 261 42 S
BOVO (TOR) 6.11 5.97 5.75 6.28 1116 83 a
BRIGHENTI (CHI) - - - - - - a
BRIVIO (ATA) 5.81 6.19 5.50 6.30 360 61 R
BUBNJIC (UDI) 5.58 5.58 - 5.50 637 - R
BURDISSO (GEN) 5.71 5.53 5.63 5.69 596 75 R
CACCIATORE (VER) 5.80 5.93 - 5.84 -111 63 S
CACERES (JUV) 5.96 5.79 - 5.94 1304 62 a
CAMPAGNARO (INT) 6.03 6.05 6.00 6.05 1102 77 a
CANA (LAZ) 5.79 5.85 5.00 6.08 708 71 S
CANNAVARO (SAS) 5.81 5.56 6.50 5.78 564 76 S
CAPUANO (CAT) 5.38 5.25 - 5.00 - - a
CASSANI (PAR) 6.04 6.01 6.00 5.97 807 59 a
CASTAN (ROM) 6.22 6.12 6.38 6.35 991 68 a
CASTELLINI (LIV) 5.38 5.19 5.00 5.07 -11 41 S
CAVANDA (LAZ) 5.56 5.65 5.25 5.44 -48 55 a
CECCHERINI (LIV) 5.50 5.38 - 5.57 - 41 S
CECH (BOL) 5.50 5.61 - 5.80 8 - S
CESAR (CHI) 5.56 5.39 5.33 5.27 379 61 S
CHIELLINI (JUV) 6.18 6.42 6.38 6.16 1411 65 a
CIANI (LAZ) 5.74 5.62 6.00 6.33 1042 80 a
CLAITON DOS SANTOS (CHI) 5.62 5.56 - 5.67 304 - R
CODA (LIV) 5.41 5.16 4.00 5.08 -112 37 S
COMPPER (FIO) 5.75 5.56 - 5.50 - - a
COSTA (SAM) 5.60 5.38 - 5.15 279 55 a
CRESPO (BOL) 5.62 6.00 - 6.38 - - a
DAINELLI (CHI) 5.92 5.92 5.50 6.08 403 63 S
D'AMBROSIO (INT) 5.76 5.96 5.33 5.92 427 62 a
DANILO (UDI) 5.57 5.56 5.13 5.33 809 60 a
DARMIAN (TOR) 5.97 5.99 6.00 6.06 798 77 a
DE MAIO (GEN) 5.85 6.00 6.33 5.79 468 73 S
DE SCIGLIO (MIL) 5.64 5.50 - 5.43 709 67 R
DE SILVESTRI (SAM) 5.86 5.86 5.33 5.89 528 62 R
DEL FABRO (CAG) 5.50 5.50 - 5.50 - - a
DEL GROSSO (ATA) 5.84 5.74 - 5.91 1048 76 R
DIAKITE' (FIO) 5.44 5.28 4.75 5.13 603 - S
DIAS (LAZ) 5.77 5.82 - 5.94 - 56 a
DODO' (ROM) 5.94 5.88 5.75 6.00 1013 66 S
DOMIZZI (UDI) 5.79 5.62 6.00 5.41 899 65 a
DOUGLAS SANTOS (UDI) 5.83 5.83 - 5.75 - - a
DRAME' (CHI) 5.85 5.81 - 5.67 627 67 R
ELEZ (LAZ) - - - - - - a
EMERSON (LIV) 5.98 6.07 5.25 6.15 121 47 S
FERNANDEZ F. (NAP) 5.72 5.54 5.00 5.46 726 63 a
FORNASIER (SAM) 5.89 5.89 6.00 5.90 293 - R
FREY (CHI) 5.74 5.64 5.17 5.60 272 59 a
GABRIEL SILVA (UDI) 5.70 5.75 6.88 5.42 758 63 R
GAMBERINI (GEN) 5.81 5.75 - 5.80 62 - a
GARICS (BOL) 5.64 5.68 5.38 5.65 558 75 a
GASTALDELLO (SAM) 5.86 5.90 5.33 6.14 587 64 a
GEMITI (LIV) 5.44 5.38 - 5.25 - - a
GHOULAM (NAP) 5.82 5.79 5.75 5.64 1011 70 R
GLIK (TOR) 6.11 6.14 6.25 6.25 1131 84 a
GOBBI (PAR) 5.85 5.88 - 6.04 399 51 a
GONZALEZ ALEJ. (VER) 5.62 5.54 - 5.58 - 60 a
GYOMBER (CAT) 5.75 5.88 6.13 5.44 538 73 a
HEGAZY (FIO) - - - - - - a
HENRIQUE (NAP) 6.10 6.30 5.83 6.50 686 - a
HEURTAUX (UDI) 5.93 6.12 5.17 5.78 597 58 a
JEDVAJ (ROM) - 6.00 - 6.00 - - a
JONATHAN (INT) 6.07 6.45 - 6.33 413 66 R
JUAN JESUS (INT) 5.78 5.65 - 5.61 - 51 S
LEGROTTAGLIE (CAT) 5.69 5.41 - 4.94 196 62 a
LICHTSTEINER (JUV) 6.26 6.66 6.50 6.75 570 51 S
LUCARELLI (PAR) 6.11 6.27 5.88 6.21 887 61 a
MAGGIO (NAP) 5.42 5.35 - 5.27 - 45 a
MAICON (ROM) 6.27 6.34 6.25 6.77 961 68 a
MAIETTA (VER) 5.74 5.65 - 5.64 775 79 S
MAKSIMOVIC (TOR) 5.84 5.74 6.00 5.95 903 78 R
MANTOVANI (BOL) 5.71 5.57 - 5.65 89 67 S
MARCHESE (GEN) 5.90 5.92 5.75 5.63 708 77 a
MARQUES (VER) 5.27 5.62 5.67 5.57 631 76 a
MBAYE (LIV) 5.76 5.84 - 5.43 - 40 a
MESBAH (LIV) 5.77 6.03 6.25 6.19 915 63 R
MESTO (NAP) 5.83 5.72 5.50 5.75 411 - R
MEXES (MIL) 5.58 5.68 5.75 5.42 854 70 a
MOLINARO (PAR) 6.04 6.62 6.13 7.00 771 60 R
MONZON (CAT) 5.35 5.47 5.25 5.22 440 68 a
MORAS (VER) 5.74 5.63 5.63 5.65 518 74 S
MORETTI (TOR) 5.97 5.99 5.88 6.31 941 80 a
MORLEO (BOL) 5.69 5.59 5.38 5.54 575 75 R
MOTTA (GEN) 5.81 5.73 5.25 5.25 241 66 S
MURRU (CAG) 5.65 5.60 5.25 5.60 659 71 R
MUSTAFI (SAM) 5.77 5.77 4.83 5.88 504 61 a
NAGATOMO (INT) 5.91 6.45 5.75 6.53 879 73 a
NALDO (UDI) 5.61 5.54 - 5.25 - 42 a
NATALI (BOL) 5.69 5.72 5.17 5.90 658 77 a
NICA (ATA) 5.75 5.38 - 5.50 100 - R
NOVARETTI (LAZ) 5.30 5.20 4.75 4.83 142 - a
OGBONNA (JUV) 5.79 5.61 5.63 5.43 876 52 a
OIKONOMOU (CAG) 4.50 4.50 - 4.50 - - S
PALETTA (PAR) 6.26 6.06 5.17 6.25 475 52 a
PALOMBO (SAM) 6.05 6.12 6.17 6.26 527 65 S
PASQUAL (FIO) 5.96 6.02 5.33 6.38 625 69 a
PEDRO MENDES (SAS) 5.54 5.31 - 5.33 - 58 a
PELUSO (JUV) 6.00 6.60 - 6.00 870 - R
PEREIRINHA (LAZ) 6.00 5.93 - 5.38 635 - a
PERICO (CAG) 5.72 5.66 5.67 5.75 56 61 S
PERUZZI (CAT) 5.71 5.74 5.83 5.22 841 77 R
PICCINI (LIV) 5.54 5.54 5.38 5.71 789 58 R
PILLUD (VER) 6.00 6.00 6.00 6.00 474 - a
PUCINO (SAS) 4.83 4.17 - 4.17 - - a
RAIMONDI (ATA) 5.78 5.74 5.50 5.85 233 59 a
RAMI (MIL) 5.90 6.47 5.50 6.07 847 71 a
RANOCCHIA (INT) 6.16 6.09 5.83 6.08 880 74 a
REGINI (SAM) 5.68 5.56 5.25 5.85 545 62 a
REVEILLERE (NAP) 5.50 5.46 - 5.75 652 64 a
RINAUDO (LIV) 5.32 5.62 5.25 5.43 301 49 R
RODRIGUEZ GON. (FIO) 5.97 6.23 6.25 6.00 1057 78 S
RODRIGUEZ GUI. (TOR) 5.80 5.80 - 5.50 - - a
ROLANDO (INT) 6.07 6.43 7.00 6.54 1266 83 R
ROLIN (CAT) 5.78 5.67 5.17 5.55 374 68 R
RONCAGLIA (FIO) 5.50 5.41 - 5.13 - - a
ROSI (SAS) 5.64 5.89 - 6.70 149 69 S
ROSSETTINI (CAG) 5.78 5.65 5.63 5.69 887 77 S
ROSSINI (PAR) 5.08 5.14 - 5.63 - - a
RUBIN (CHI) 5.57 5.64 - 5.63 632 - a
SALAMON (SAM) 5.50 5.50 - - 291 - a
SAMUEL (INT) 6.04 6.15 6.33 6.80 879 75 a
SARDO (CHI) 5.72 5.72 5.00 5.90 270 59 S
SAVIC (FIO) 5.83 5.75 5.33 5.78 721 70 a
SCALONI (ATA) 6.10 6.10 - 6.00 - - a
SORENSEN (BOL) 5.33 5.21 - 5.17 717 76 a
STENDARDO (ATA) 5.84 5.91 5.00 6.07 399 61 a
TERRANOVA (SAS) 5.50 5.50 - 5.00 - - a
TOLOI (ROM) 6.38 6.20 6.50 6.25 896 - a
TOMOVIC (FIO) 5.98 5.92 6.13 6.07 649 72 a
TOROSIDIS (ROM) 6.10 6.33 - 6.86 171 54 S
VALENTINI (LIV) 5.53 5.50 5.17 5.42 195 46 S
VESOVIC (TOR) 5.00 5.00 - 5.00 546 - a
VRSALJKO (GEN) 5.90 5.90 5.25 5.86 373 70 S
WALLACE (INT) 5.75 5.75 - - - - a
WIDMER (UDI) 5.88 5.79 - 5.75 324 54 R
ZACCARDO (MIL) 5.69 5.62 - 5.67 - - a
ZAPATA (MIL) 5.48 5.52 - 4.95 - 47 a
ZIEGLER (SAS) 5.41 5.34 5.67 5.61 31 63 S
ZUNIGA (NAP) 6.12 6.12 - 6.17 - - a
CENTROCAMPISTI
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
ACQUAH (PAR) 6.14 6.07 6.50 6.11 879 53 R
ALLAN (UDI) 5.92 5.85 6.25 5.57 990 60 a
ALVAREZ R. (INT) 5.89 6.45 6.00 6.11 489 55 S
AMBROSINI (FIO) 6.12 5.91 - 6.00 657 64 a
ANDERSON (FIO) 6.00 6.00 - 5.75 - - S
AQUILANI (FIO) 6.00 6.53 8.67 6.47 1362 80 a
ASAMOAH (JUV) 6.06 6.19 5.83 5.85 830 44 a
BADU (UDI) 5.94 6.35 6.83 5.65 650 55 R
BARITI (NAP) - - - - - - a
BARRIENTOS (CAT) 5.78 6.30 7.00 6.04 1102 73 a
BASELLI (ATA) 5.90 5.88 5.63 5.68 586 56 R
BASTOS (ROM) 5.81 6.11 6.00 5.83 331 - R
BENASSI (LIV) 5.71 5.95 5.00 6.63 311 41 S
BENTIVOGLIO (CHI) 5.60 5.70 - 6.29 - 48 a
BERTOLACCI (GEN) 5.79 5.96 5.50 5.54 795 69 a
BIABIANY (PAR) 6.05 6.55 6.38 6.56 705 50 a
BIAGIANTI (LIV) 5.59 5.50 5.33 5.55 666 46 R
BIGLIA (LAZ) 5.81 5.83 5.50 5.88 1080 65 a
BIONDINI (SAS) 5.82 5.93 6.17 6.00 540 65 a
BJARNASON (SAM) 5.62 5.67 - 5.70 429 51 a
BONAVENTURA (ATA) 6.30 6.83 5.63 6.72 838 63 a
BORJA VALERO (FIO) 6.37 7.08 7.75 6.68 1183 77 a
BOTTA (INT) 5.62 5.50 - 5.50 346 - a
BRIENZA (ATA) 5.77 5.85 - 5.92 - 48 a
BRIGHI (SAS) 5.78 6.06 - 5.96 237 58 a
CABRAL (GEN) 5.50 5.70 - 5.17 - - a
CAMBIASSO (INT) 6.11 6.52 6.00 6.41 844 62 a
CANDREVA (LAZ) 6.30 7.40 9.00 7.06 1322 76 a
CARMONA (ATA) 6.00 6.03 5.50 6.32 692 59 R
CASTRO (CAT) 5.65 6.00 6.17 5.42 626 63 R
CENTURION (GEN) 5.78 5.78 - 5.83 265 - S
CERCI (TOR) 6.26 7.46 7.17 8.11 959 74 a
CHIBSAH (SAS) 5.72 5.72 6.25 5.61 609 65 a
CHRISTODOULOPOULOS (BOL) 5.93 6.17 5.75 6.10 847 74 a
CIGARINI (ATA) 5.98 6.18 5.50 6.56 904 63 a
CIRIGLIANO (VER) 5.65 5.55 6.25 5.75 506 - a
COSSU (CAG) 5.90 5.77 - 5.68 121 57 S
CUADRADO (FIO) 6.33 7.28 10.00 7.92 1788 92 a
DE JONG (MIL) 6.06 6.08 7.00 5.89 952 65 R
DE ROSSI (ROM) 6.35 6.39 7.00 6.60 1162 61 a
DESSENA (CAG) 5.74 5.60 5.75 5.53 620 65 a
DONADEL (VER) 5.97 5.94 5.33 6.13 512 64 S
DONATI (VER) 5.97 6.15 - 6.10 1256 78 R
DONSAH (VER) 6.00 5.50 - - 420 - a
DUNCAN (LIV) 5.73 5.62 5.00 5.58 596 44 a
EL KADDOURI (TOR) 5.91 6.70 7.38 6.69 1037 73 a
EMANUELSON (MIL) 5.67 5.79 - 5.80 321 51 a
ERIKSSON (CAG) 5.81 5.75 5.88 5.71 619 65 a
ESSIEN (MIL) 5.58 5.50 - 5.40 394 - a
FELIPE ANDERSON (LAZ) 5.50 5.50 5.75 5.38 461 - a
FERNANDES (UDI) 5.98 6.67 6.63 6.68 1128 64 R
FERNANDEZ M. (FIO) 6.14 6.52 - 7.00 943 72 R
FETFATZIDIS (GEN) 5.98 6.19 5.38 5.92 464 64 a
FLORENZI (ROM) 6.22 6.95 - 7.18 514 51 R
FRIBERG (BOL) 5.30 5.20 5.25 5.33 381 - a
GALLOPPA (PAR) - 6.00 - 6.00 - - a
GARGANO (PAR) 6.11 6.15 5.75 6.44 592 47 a
GAZZI (TOR) 5.86 5.79 - 5.88 290 - S
GIORGI (ATA) 6.00 6.00 - - - - a
GONZALEZ ALV. (LAZ) 5.95 6.18 - 5.85 194 51 S
GUANA (CHI) 5.86 5.50 5.33 5.67 252 - R
GUARENTE (CHI) 5.58 5.55 - 5.06 171 46 S
GUARIN (INT) 5.97 6.40 6.83 6.43 425 55 a
HALLFREDSSON (VER) 6.07 6.20 6.38 6.20 1096 76 R
HAMSIK (NAP) 5.87 6.52 4.50 6.31 785 56 R
HERNANES (INT) 5.63 6.00 5.50 6.42 869 61 S
HETEMAJ (CHI) 5.88 5.83 5.33 5.70 624 56 a
HONDA (MIL) 5.65 5.96 - 6.19 100 49 S
IBRAIMI (CAG) 5.86 6.22 6.50 6.32 765 69 a
IBSON (BOL) 5.42 5.25 - 5.33 121 - S
ILICIC (FIO) 5.82 6.32 6.83 5.95 949 69 a
INLER (NAP) 5.81 5.95 6.00 5.64 1150 63 a
ISLA (JUV) 6.08 6.12 5.75 5.67 667 41 a
IZCO (CAT) 5.89 6.22 9.75 5.64 1099 76 R
JADSON (UDI) - - - - - - a
JANKOVIC B. (VER) 5.75 5.97 - 6.50 690 70 a
JANKOVIC F. (PAR) - 6.00 - 6.00 - - a
JOAQUIN (FIO) 5.88 6.21 6.33 6.50 502 62 a
JORGINHO (NAP) 5.95 6.61 5.17 6.37 618 54 S
KAKA' (MIL) 6.07 6.86 5.75 6.08 687 58 a
KONE M. (ATA) 5.70 5.70 - 5.50 - - a
KONE P. (BOL) 5.83 6.19 5.50 5.86 772 73 a
KOVACIC (INT) 5.74 5.74 6.25 5.75 952 63 a
KRHIN (BOL) 5.71 5.60 5.50 5.65 542 68 a
KRSTICIC (SAM) 5.60 5.57 5.63 5.75 485 52 R
KUCKA (GEN) 5.95 6.41 - 6.30 - - a
KURTIC (TOR) 5.97 6.14 7.67 6.20 835 70 a
KUZMANOVIC (INT) 5.29 5.21 - 5.21 149 46 a
LAXALT (BOL) 5.88 6.38 - 7.30 340 70 a
LAZAREVIC (CHI) 5.92 6.12 5.25 6.40 227 50 a
LAZZARI (UDI) 5.78 5.65 - 5.82 - 43 S
LEDESMA (LAZ) 6.02 5.90 6.00 5.67 809 61 a
LJAJIC (ROM) 6.00 6.79 7.50 7.23 946 58 S
LODI (CAT) 5.90 6.29 5.67 6.11 620 63 S
MAGNANELLI (SAS) 5.90 5.75 6.17 5.82 1027 73 a
MAICOSUEL (UDI) 5.93 6.27 - 6.50 - 45 a
MARCHIONNI (PAR) 6.03 6.02 6.17 5.97 609 47 a
MARCHISIO (JUV) 6.06 6.32 7.38 6.15 1127 52 a
MARIGA (INT) - - - - - - a
MARQUINHO (VER) 5.83 6.14 7.50 6.67 815 73 R
MARRONE (SAS) 5.67 5.70 - 5.69 - 54 a
MARTINHO (VER) 6.00 6.30 - 6.17 - 57 a
MAURI (LAZ) 6.00 6.95 8.13 7.63 1090 - R
MIGLIACCIO (ATA) 5.69 5.75 7.50 5.50 810 63 a
MINALA (LAZ) 6.00 6.00 - - - - S
MISSIROLI (SAS) 5.66 5.68 5.17 5.80 622 63 S
MLINAR (UDI) - - - - - - a
MONTOLIVO (MIL) 5.93 6.17 7.13 6.18 1118 68 a
MORALEZ (ATA) 6.03 6.68 6.25 7.17 869 64 a
MOSQUERA (LIV) 5.83 5.83 5.75 - 369 - R
MUDINGAYI (INT) 5.50 5.50 - 5.50 - - a
MUNARI (PAR) 5.14 5.07 - 5.50 218 - a
MUNTARI (MIL) 5.89 6.28 5.67 6.65 293 52 a
NAINGGOLAN (ROM) 6.28 6.55 7.50 6.44 1270 63 a
ONAZI (LAZ) 5.91 5.98 7.75 5.83 1418 74 R
PADOIN (JUV) 5.61 5.89 - 5.40 671 - R
PAREDES (CHI) - - - - - - a
PAROLO (PAR) 6.15 6.88 6.00 6.76 881 53 a
PAZIENZA (BOL) 5.62 5.60 5.75 5.28 603 69 S
PEPE (JUV) - - - - - - a
PEREYRA (UDI) 6.09 6.30 6.38 5.94 798 57 R
PINZI (UDI) 5.92 5.90 6.33 5.77 739 56 R
PIRLO (JUV) 6.09 6.65 6.33 6.07 1018 48 a
PIZARRO (FIO) 6.10 6.06 6.63 6.12 1293 76 a
PJANIC (ROM) 6.57 6.96 7.17 7.41 1256 64 a
PLASIL (CAT) 5.80 5.92 5.50 5.58 602 61 a
POGBA (JUV) 6.46 7.19 7.88 7.21 1382 60 a
POLI (MIL) 5.92 6.08 5.75 6.35 470 55 R
RADOSEVIC (NAP) 5.75 5.75 - 6.00 352 - R
RADOVANOVIC (CHI) 5.69 5.60 5.63 5.64 626 57 a
RAFATI (GEN) - - - - - - a
RENAN (SAM) 6.04 6.50 5.75 6.75 752 58 R
RIGONI L. (CHI) 6.03 6.22 5.75 5.87 808 61 a
RINAUDO F. (CAT) 5.90 5.63 4.67 5.38 718 62 a
RODRIGUEZ M. (SAM) - - - - 25 - a
ROMULO (VER) 6.28 7.03 - 7.13 1234 81 R
SALA (VER) 6.11 6.50 8.17 7.10 1302 - R
SCHELOTTO (PAR) 5.59 6.57 6.50 6.32 297 42 R
SESTU (SAM) 5.75 5.71 - 5.58 180 47 R
SORIANO (SAM) 5.94 6.30 6.50 6.72 774 59 S
STOIAN (CHI) 5.79 5.75 - 5.60 90 48 a
TAARABT (MIL) 6.38 7.29 6.75 7.67 1162 70 a
TABANELLI (CAG) - - - - 82 - a
TACHTSIDIS (TOR) 5.66 5.69 7.75 5.31 612 64 S
TADDEI (ROM) 6.00 6.21 7.50 6.50 713 53 a
TAIDER (INT) 5.60 5.77 - 5.57 270 49 a
VARGAS (FIO) 5.95 6.55 6.00 6.38 352 59 a
VIVES (TOR) 5.97 5.90 5.75 6.18 678 64 R
WOLSKI (FIO) 5.77 5.95 5.25 5.88 304 - R
WSZOLEK (SAM) 5.67 5.57 - 5.79 348 50 a
YEBDA (UDI) 5.38 5.25 - 5.50 231 - R
ZANETTI (INT) 5.67 5.67 6.00 5.50 312 - a
ZIELINSKI (UDI) 5.00 5.00 - 5.00 516 - a
ATTACCANTI
GIOCATORE
MEDIA
VOTO
MAGIC
MEDIA
MAGIC
MESE
MAGIC
CAMPO
OPTA
INDEX
GAZZA
INDEX
ACQUAFRESCA (BOL) 5.39 5.32 5.50 5.31 287 63 S
ALFARO (LAZ) - - - - - - a
AMAURI (PAR) 5.88 6.38 5.88 6.27 494 46 R
BALOTELLI (MIL) 5.91 7.14 7.13 7.11 1088 71 R
BARRETO (TOR) 5.31 5.44 - 5.20 319 - a
BELECK (UDI) - - - - - - a
BELFODIL (LIV) 5.50 5.50 5.00 5.15 351 40 R
BERARDI D. (SAS) 6.13 7.81 10.33 7.00 1391 92 R
BERGESSIO (CAT) 5.70 6.46 7.25 6.04 978 72 R
BETANCOURT (ATA) 6.00 6.00 - 6.00 87 - S
BIANCHI R. (BOL) 5.44 5.67 - 5.92 745 74 R
BOATENG KIN. (CAT) 5.62 5.90 - 5.88 146 - a
CACIA (VER) 5.69 5.69 - 5.75 173 - a
CALAIO' (GEN) 5.57 5.61 - 6.06 330 66 R
CALLEJON (NAP) 6.10 7.24 7.00 7.06 638 61 R
CARUSO (CAT) 6.00 6.00 - 6.00 197 - R
CASSANO (PAR) 6.33 7.47 6.17 7.67 869 56 R
CERRI (PAR) - 6.00 - 6.00 - - S
CRISTALDO (BOL) 5.69 6.17 5.33 6.17 368 66 S
DE LUCA (ATA) 6.08 7.00 7.25 7.40 514 61 a
DENIS (ATA) 6.01 7.03 5.25 7.88 700 63 a
DESTRO (ROM) 6.50 8.88 - 8.89 - 43 S
DI NATALE (UDI) 5.93 6.98 8.25 6.05 966 70 R
EDER (SAM) 6.05 7.02 5.83 7.53 444 55 S
EL SHAARAWY (MIL) 5.17 5.00 - 5.00 - - a
EMEGHARA (LIV) 5.64 6.09 5.25 5.86 163 37 S
FEDATO (CAT) 5.38 5.38 - 5.33 194 - a
FLOCCARI (SAS) 5.52 5.50 6.00 5.50 182 58 a
FLORO FLORES (SAS) 5.88 6.50 6.17 6.57 807 73 a
GABBIADINI (SAM) 5.98 6.80 5.50 6.56 412 53 R
GERVINHO (ROM) 6.34 7.31 7.63 7.78 894 59 a
GILARDINO (GEN) 6.13 7.09 6.50 7.00 594 74 a
GIOVINCO (JUV) 6.15 6.75 7.83 6.63 774 - a
GOMEZ T. (VER) 6.02 6.84 8.75 7.04 785 80 S
IBARBO (CAG) 5.96 6.20 6.67 6.17 964 80 R
ICARDI (INT) 6.08 7.37 7.00 7.45 643 65 S
IMMOBILE (TOR) 6.45 8.23 9.38 8.16 1203 88 a
INSIGNE (NAP) 5.89 6.14 6.00 6.41 1030 67 a
KAKUTA (LAZ) - - - - - - a
KEITA (LAZ) 6.26 7.02 7.50 7.05 1056 72 R
KEKO (CAT) 5.97 5.93 - 5.75 - 50 a
KLOSE (LAZ) 5.84 6.80 - 5.70 253 48 R
KONATE' (GEN) 5.65 5.82 4.67 5.64 209 60 R
LARRONDO (TOR) 5.67 5.50 - 5.75 - - a
LETO (CAT) 5.67 6.04 7.25 5.96 856 70 a
LLORENTE (JUV) 6.25 7.77 8.50 8.00 914 56 a
MASUCCI (SAS) 5.56 5.50 - 5.38 17 - a
MATOS (FIO) 5.82 5.71 5.67 5.80 244 60 S
MATRI (FIO) 5.37 5.94 5.83 6.63 366 62 a
MAXI LOPEZ (SAM) 5.61 5.74 4.00 5.91 280 47 a
MEGGIORINI (TOR) 5.95 6.08 6.75 6.00 504 66 a
MERTENS (NAP) 6.24 7.20 7.83 6.79 926 67 R
MIGUEL BORJA (LIV) 5.50 5.50 - 5.75 - - a
MILITO (INT) 5.55 5.91 - 4.67 123 - a
MOSCARDELLI (BOL) 5.69 5.81 - 6.14 - 60 a
MURIEL (UDI) 5.67 6.17 5.50 6.32 354 53 a
NICO LOPEZ (UDI) 5.87 6.27 5.75 6.93 158 51 R
OBINNA (CHI) 5.69 5.69 6.00 5.70 493 - R
OSVALDO (JUV) 5.58 5.67 - 5.75 448 - R
PALACIO (INT) 6.14 7.50 7.25 7.03 977 73 a
PALLADINO (PAR) 5.88 6.36 6.67 6.50 433 45 S
PALOSCHI (CHI) 5.98 7.24 9.67 7.00 1073 74 a
PANDEV (NAP) 6.00 6.81 7.17 6.65 574 59 R
PAPONI (BOL) 5.50 5.50 5.50 - 248 - R
PAZZINI (MIL) 6.08 6.50 7.50 6.38 356 55 a
PEREA (LAZ) 5.42 5.54 - 5.83 121 46 R
PETKOVIC (CAT) 5.50 5.50 - 5.67 - - a
QUAGLIARELLA (JUV) 6.05 6.30 - 6.70 720 - R
RABUSIC (VER) 5.75 5.75 - 5.50 - - a
ROBINHO (MIL) 5.48 6.02 - 6.11 372 52 a
RODRIGUEZ (BOL) - - - - - - a
ROSSI G. (FIO) 6.79 9.18 - 8.11 1101 85 R
SANSONE G. (SAM) 5.95 6.35 6.00 6.79 744 61 a
SANSONE N. (SAS) 6.17 7.17 8.83 6.58 1099 84 a
SAU (CAG) 5.91 6.55 6.50 7.04 691 75 a
SILIGARDI (LIV) 5.79 6.52 5.88 7.20 671 51 a
TEVEZ (JUV) 6.81 8.66 8.25 8.57 865 56 S
THEREAU (CHI) 5.80 6.40 7.13 6.38 767 63 a
TONI (VER) 6.69 8.56 8.88 9.25 934 86 S
TOTTI (ROM) 6.61 7.65 7.00 7.45 1042 62 a
VUCINIC (JUV) 5.69 6.31 - 5.50 120 - S
VUTOV (UDI) - - - - - - a
ZAPATA D. (NAP) 5.83 6.50 6.00 6.92 414 - R
ZAZA (SAS) 5.85 6.47 7.88 6.91 917 78 R
italia: 51575158585149
20
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

v
i
d
e
n
t
i
K
i
t
&

C
A
R
R
I
E
R
A
Nato il
15/7/1985
Ruolo
attaccante
Altezza
1,95 mt
Peso
88 kg
a
San Cesario
di Lecce
GRAZIANO
PELLE
Italia
Le sue
squadre
Lecce
2003-gen. 05
presenze 2
gol 0
Lecce
2005-gen. 06
pres. 10
gol 0
Crotone
gen. 06-giu 06
pres. 17
gol 6
Catania
gen.-giu. 05
pres. 15
gol 0
Cesena
2006-2007
pres. 37
gol 10
AZ Alkmaar
2007-2011
pres. 78
gol 14
Parma
2011-gen. 12
pres. 11
gol 1
Parma
ago. 2012
pres. 1
gol 0
Sampdoria
gen. 12-giu. 12
pres. 16
gol 4
Feyenoord
2012-2014
pres. 57
gol 50
MONDO
Il bomber dOlanda
GRAZIANO PELLE
Dal ballo a... Balo
Qui il paradiso
Italia, rifai gli stadi
Lariete del Feyenoord, 50 gol in due campionati
Segno ed esporto il Made in Italy. Prandelli? Capii
un anno fa che non mi avrebbe pi chiamato
GIULIO DI FEO
@fantedipicche
Pell, ha letto la Gazzetta?
De Boer dice che tra lei e Balotelli
prenderebbe lei.
Lo ringrazio, ma non mi piace
paragonarmi agli altri. Balotelli
un grandissimo, se c qualcuno a
cui non piace penso che sia per
certi atteggiamenti, non per come
gioca. E qui in Olanda con gli at-
teggiamenti sono fissati....
Lei per fissato coi gol: 50 in 2
campionati al Feyenoord. I detrat-
tori dicono che in Olanda segna
chiunque...
Basta guardare i miei gol: de-
stro, sinistro, testa, tacco, rove-
sciata, contropiede, mischia, se-
gno in ogni modo. E certe cose o le
sai fare o no, non dipende da dove
giochi. Poi pensiamo ad attaccanti
esplosi qui come Ibra o Suarez o a
Strootman: faceva il fenomeno
qui e lo fa pure in Italia. Non ho
qui. Se non mi hanno chiamato al-
lora, non mi chiameranno pi. Ma
non giudico le scelte del c.t. Pran-
delli, ha tante punte di qualit.
Si rivede nel clich dellitaliano
incompreso in patria e brillante
fuori?
Qui per il mio lavoro il para-
diso. Ma sono italiano, amo pro-
muovere il mio paese e in un mo-
mento come questo non sfruttare
la bellezza dellItalia per il calcio
un peccato. Abbiamo tutto: citt
stupende, tradizioni, bel clima.
Una proposta di buon livello
dallItalia la considererebbe?
Certo. Anzi, penso che la crisi
sia transitoria, la A torner a esse-
re uno dei tornei migliori. Molti
club si stanno adoperando per lo
stadio nuovo, la Juve lha fatto. Il
segreto quello.
Ha visto i fatti di Roma?
Guardi, in Olanda in curva so-
no pazzi, ma la cosa finisce l. E
chi sgarra, viene punito severa-
mente. Ripeto, con gli stadi nuovi
sar tutto pi semplice.
Si vesta da talent scout, fuori
un nome.
Il mio compagno Boetius. Un
po magrolino ma si sta irrobu-
stendo e quando ti punta ti salta
sempre. Sempre.
Italia o Olanda? Ai Mondiali chi
fa pi strada?
LOlanda giovane e deve so-
stituire Strootman. Dipende tutto
dalla prima con la Spagna: se le
beccano si abbattono, se vincono
si gasano. LItalia rodata, esper-
ta, furba, pu fare strada.
La voleva il Barcellona. Vero?
Nessun contatto ufficiale, ma
qui se ne parlava tanto. Con 20
cross a partita che fa Alves, vuoi
che Pell non ne sbatta dentro al-
meno uno?, dicevano in tv. Mi
inorgogliva.
Zeman, Van Gaal, Advocaat,
Koeman: coi suoi maestri, si vede
allenatore in futuro?
(ride) Per quanto parlo e gesti-
colo gi mi vedono tutti come un
allenatore in campo. Mi piacereb-
be un giorno, ma per ora ho anco-
ra benzina.
E dei bambini che chiedono al
barbiere il taglio alla Pell voglia-
mo parlare?
litaliano che fa tendenza, il
Made in Italy sinonimo di bello.
E quando vado a farmi i capelli
magari me ne ritrovo davanti 4-5
col ciuffo come il mio.
E i suoi trascorsi da ballerino?
In pista torna ancora?
Mi hanno aiutato, specie nella
coordinazione. Valzer, cha-cha-
cha, tango, ballavo tutto. Anzi, sa
che potrei fare? Ballando con le
Stelle, faccio finta di essere scarso
e poi sbaraglio tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Graziano
Pell, 28 anni,
centravanti del
Feyenoord: in
questa stagione
ha segnato 23
gol in Eredivisie,
2 in Coppa
dOlanda e uno
in Europa
League AFP
rimpianti, quello che fa la diffe-
renza la continuit: prima non
ne avevo, ora s. E poi sono miglio-
rato, ho pi equilibrio.
Qualche volta andato pure lei
sopra le righe...
S, e quei casini li hanno
strumentalizzati tanto. Serve a
vendere giornali, a fare audience,
ci sta. Ma non un problema, la
pressione non mi spaventa, mi sti-
mola.
S sentito un po il Balotelli
dOlanda, insomma.
Ammetto di averci pensato. In
quei casi da un lato tutto pi dif-
ficile e devi stare attento, dallal-
tro ti devi prendere le tue respon-
sabilit. Io me le prendo, e a quan-
to vedo pure Balotelli lo fa.
50 gol e neanche un minuto in
azzurro. Come se lo spiega?
Me laspettavo lanno scorso
quando lItalia venne in Olanda,
ero litaliano pi rappresentativo
4
I BOMBER
ITALIANI
PELLE
0,82
gol a partita
Il centravanti
del Feyenoord
ha segnato
23 gol in 28
partite di
questa
Eredivisie
G. ROSSI
0,79
gol a partita
La stella della
Fiorentina, a
lungo fermo per
infortunio, ha
segnato 15 gol
in 19 gare di
Serie A
IMMOBILE
0,65
gol a partita
Il centravanti
del Torino
capocannoniere
di Serie A con
21 gol in 32
partite
TONI
0,59
gol a partita
Per il bomber
del Verona 19
gol in 27 gare.
Stessa media,
con 3 reti in
meno, per
Berardi del
Sassuolo
INGHILTERRA
Laltra Manchester
City in paradiso,
United da cambiare
Pellegrini a un passo dal titolo
Per Van Gaal un super mercato
Edin Dzeko, 28 anni e Wayne Rooney, 28 AP
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
STEFANO BOLDRINI
LONDRA
Senti un totem del Manchester United co-
me Bobby Charlton che vuole rassicurare il suo
popolo, la prossima stagione rimetteremo le
cose a posto, torneremo avanti al City, e hai la
conferma che in realt qualcosa davvero cam-
biato nella citt inglese. Da queste parti, si vince
la Premier senza soste da 4 stagioni: nel 2011 e
2013 lo United, nel 2012 e - a meno di un suici-
dio col West Ham domani 2014 il City. Ma sta-
volta si respira unaria diversa: c la percezione
che i rapporti di forza siano mutati.
Ribaltone Il City non pi il parente povero
dello United, uno dei club pi titolati e ricchi al
mondo. Lo sceicco Mansour poteva essere un
fuoco di paglia, un capriccio di uno degli uomini
pi abbienti del pianeta. Non stato cos: sono
state poste le basi per un grande futuro. Dal pun-
to di vista tecnico, Pellegrini guida una squadra
dove, con un paio di ritocchi, si potr essere
competitivi anche in Champions. Lunico vero
ostacolo di un portafoglio senza limiti la stan-
gata del fair play finanziario, ma non unim-
presa impossibile aggiungere due pedine a un
telaio gi eccellente. Lo United dovr invece af-
frontare una vera rifondazione. Proprio in que-
ste ore ricorre un anniversario da dimenticare: il
9 maggio 2013 fu ingaggiato David Moyes, bec-
cato ieri sorridente a Glasgow dal suo barbiere
di fiducia dopo una vacanza a Miami. Lallenato-
re scozzese, al quale fu affidato il dopo Fergu-
son, il simbolo di un fallimento. I Red Devils
sono punto e a capo. Arriver Van Gaal la no-
mina attesa la prossima settimana -, ma non
baster lo sbarco del santone olandese per rivi-
talizzare lo United. Serve un mercato da prota-
gonisti. La famiglia Glazer affider a Van Gaal
un portafoglio gonfio per fare la spesa. Il denaro
un altro aspetto della questione. La classifica di
Forbes ha mostrato il calo economico dello Uni-
ted in questa stagione difficile: una perdita di
valore dell11% per cento. Ora la stima dei Red
Devils di due miliardi di euro. Il Manchester
City, settimo nella graduatoria di Forbes, vale
molto meno 623 milioni -, ma ha guadagnato
qualcosa come il 25%. Una cifra, questa, desti-
nata a salire, con limminente varo della nuova
accademia, un gioiello realizzato vicino lo sta-
dio Etihad e che dovrebbe essere il miglior cen-
tro giovanile dEuropa. Una polizza per il futuro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
PRESIDENZA FIFA ORA PUNTA AL SETTIMO MANDATO PER LE ELEZIONI 2015
Blatter si ricandida
La mia missione
non ancora finita
DANI ALVES
Ridate il lavoro
al lanciabanane
Voleva fare soltanto uno
scherzo e invece scoppiato
un pandemonio. Chiedo che
venga reintegrato nel suo
lavoro. Cos Dani Alves alla
Radio Catalana RAC1, in
soccorso delluomo che gli
aveva lanciato una banana due
settimane fa (lesterno del
Bara laveva poi mangiata) e
che poi era stato arrestato e
sospeso dal suo ruolo di
accompagnatore delle giovanili
del Villarreal. E il brasiliano
stato anche duro con la sua
tifoseria: Non possono
scordarsi quello che abbiamo
fatto, sono parte della storia di
questo club. Se mi accettano
per come sono, bene. Altrimenti
potrei anche andarmene
FRANCIA
Sochaux per salvarsi
37
a
GIORNATA Ajaccio-Rei-
ms; Bordeaux-Marsiglia; Evian-
Nizza; Guingamp-Tolosa; Lilla-Psg;
Lione-Lorient; Montpellier-Bastia;
Nantes-St Etienne; Rennes-So-
chaux; Valenciennes-Monaco.
CLASS. Psg 83; Monaco 76; Lilla
68; St Etienne 63; Lione 58; Marsi-
glia 56; Bordeaux 51; Reims 48; Lo-
rient, Tolosa 46; Nantes, Bastia 45;
Rennes 43; Montpellier, Nizza 42;
Guingamp 39; Evian 38; Sochaux
37; Valenciennes 29; Ajaccio 20.
SPAGNA
Domani le big
Due anticipi questa sera in
Spagna: Villarreal-Rayo (ore 20) e
Levante-Valencia (22). Domani le
big: Atletico Madrid-Malaga; Elche-
Barcellona; Celta Vigo-Real Ma-
drid. Classifica: Atletico Madrid 88,
Barcellona 85, Real Madrid 84.
GERMANIA
Bayern, piatto e birra
Il Bayern ricever oggi il piat-
to del titolio, poi i giocatori potran-
no inondare di birra Guardiola che
si metter a disposizione.
ULTIMA GIORNATA (15.30) Leve-
rkusen-Werder; Bayern-Stoccar-
da; Augsburg-Eintracht Fra; Mainz-
Amburgo; Hannover-Friburgo;
Hertha-Borussia Do; Hoffenheim-
Eintracht Bra; Schalke 04-Norim-
berga; Wolfsburg-Borussia M.
CLASSIFICA Bayern 87, Borussia
D. 68, Schalke 61, Leverkusen 58,
Wolfsburg 57, Borussia M. 55,
Mainz 50, Augsburg 49, Hoffenhe-
im 41, Hertha 41, Hannover 39, Wer-
der 39, Eintracht Fra 36, Friburgo
36, Stoccarda 32, Amburgo 27, No-
rimberga 26, Brauschweig 25.
Taccuino
Blatter, 78 anni, presidente Fifa ANSA
Sepp Blatter non molla.
Il presidente della Fifa ha an-
nunciato la decisione di rican-
didarsi alla presidenza per un
settimo mandato alle prossi-
me elezioni in programma nel
2015. Voglio farlo perch non
ancora finita. Il mio manda-
to terminato, ma la mia mis-
sione non ancora finita, ha
detto al quotidiano svizzero
Blick Blatter, che stato presi-
dente della Fifa per 16 anni,
aveva gi ipotizzato qualche
tempo fa la ricandidatura e
avrebbe gi chiesto ai 209 pae-
si membri il loro appoggio per
un quinto mandato alle elezio-
ni di maggio prossimo. Lunico
candidato ufficiale finora il
francese Jerome Champagne,
ex braccio destro proprio di
Blatter, mentre il presidente
dellUefa, Michel Platini, deve
ancora decidere se candidarsi.
Mondiale Il numero uno del-
la Fifa ha parlato anche dei ri-
tardi in Brasile a poco pi di
un mese dal via ai Mondiali.
Non vorrei dire che non tut-
to pronto, ma non tutto fini-
to, ha detto Blatter, convinto
che gli stadi saranno comun-
que tutti completati in tempo.
Un po di preoccupazione
c, ha detto parlando dei ri-
tardi nella costruzione e nella
ristrutturazione degli impian-
ti e dei problemi di sicurezza
in Brasile.
RIPRODUZIONE RISERVATA
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
21

Q
uanto rosa sotto il cielo dIrlanda. Il Giro
dItalia desportazione una garanzia,
ma lentusiasmo e limpegno degli irlandesi
commovente. Belfast, in questi giorni, una
citt chiusa per Giro. Protestanti e cattolici
non sono soltanto felici di avere la nostra cor-
sa in casa, sono orgogliosi di dimostrare
quanto amore hanno per il ciclismo e la sua
storia. Tutti: dal sindaco Mairtin OMuilleoir
che si tinto i capelli di rosa fino al panta-
gruelico autista di autobus che ci guida ai
murales di Falls Road e fa il tifo per Nicholas
Roche, figlio di Stephen. Il Roche che nel
1987 si invent una stagione alla Merckx: Gi-
ro, Tour e Mondiale in un sorso solo.
Il conto degli appassionati presenti sem-
pre un esercizio complicato. I numeri rischia-
no di moltiplicarsi per spirito dappartenen-
za, a noi basta il colpo docchio sulla parten-
za, sullarrivo e sul percorso. Immaginatevi
una citt abbracciata da cappellini, magliette
e fiocchi rosa in ogni dove. In questo trionfo
di Giro, la corsa ci ha sorpreso. La prima tap-
pa premia i super-passisti della Orica-Greene-
dge e fa il pi bel regalo di compleanno possi-
bile a Svein Tuft, un canadese naif, che nel
giorno dei suoi 37 anni tocca il cielo con una
bici. Nel ritmo sincopato di sole e pioggia, so-
le e pioggia, la gara cambia faccia pi volte e
finisce per dare spinte a qualche squadre e
rallentarne altre. Cos nella corsa alla maglia
rosa finale si trovano gi in fuga Uran Uran e
Cadel Evans. Michele Scarponi, Ivan Basso e
Nairo Quintana stanno a galla mentre affon-
da Purito Rodriguez che dopo i primi 21 chi-
lometri ha gi un minuto e mezzo di ritardo...
A proposito di storie rosa Alessandro Petac-
chi, a 40 anni, ha la possibilit di diventare
oggi (grazie al gioco degli abbuoni) la pi an-
ziana maglia di leader di sempre. Nel Giro del
rinnovamento, aspettando i giovani pi get-
tonati, comandano gli arzilli vecchietti.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ilCommento
di PIER BERGONZI
QUANTO ROSA SOTTO IL CIELO DIRLANDA
IL GIRO DESPORTAZIONE UN SUCCESSO
laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI
Mazzarri: Commuove lidea
di non vedere pi Zanetti in
campo. E per godersi meglio
il momento ha cominciato a
lasciarlo fuori nel derby.
f
laVignetta
DI VALERIO MARINI
PAOLO ROSSI RACCONTA ZANETTI
CAPITANO O MIO CAPITANO
Q
uesta la favola del Capitano o mio Capita-
no. Cera una volta nella lontana, ridente e
ballante Argentina un ragazzino che un giorno
prese una decisione: da grande avrebbe fatto il
calciatore
Da quel d, essendo un ragazzo gi molto matu-
ro e coscienzioso, incominci da subito a compor-
tarsi da professionista.
Per prima cosa il riscaldamento: attraversava la
Pampa due o tre volte al giorno avanti e indietro
Fiato, strafiato e muscoli nelle gambe.
Poi pass alla palla e prese a palleggiare
con la stessa ballando il tango, ma se bal-
li il tango con lei la palla si invaghisce
Scese nel campetto sotto casa dove
altri suoi coetanei ingaggiavano partite
fino al tramonto. Era pronto.
Chiese di poter giocare e questi rispo-
sero che S, s, s, si poteva ma doveva
darsi un soprannome. Voglio chia-
marmi Capitano replic lui fiera-
mente. E cos fu.
Il fatto straordinario era che fin
dalle prime giocate accadde qualco-
sa di insolito: sembrava che la palla
si fosse innamorata dei piedi del
Capitano. Non si staccava mai da
lui Tackle, dribbling, fughe in fa-
scia, era sempre l come una calamita. Il fatto an-
cor pi stravagante che solitamente la palla (bi-
richina) si innamora degli estrosi, dei frombolie-
ri Qui invece pareva un fatto nuovo.
Quando il ragazzino emigr allincontrario
in una squadra che aveva un nome molto ospi-
tale, lInternazionale, lui fu il primo dei nuovi
argentini con cognome italiano: Cambiasso,
Milito Del resto faceva Zanetti che un nome
a dir poco ferrarese.
Gioc per ventanni in quella squadra e vinse
tutto quello che si poteva vincere.
Poi chiaramente decise: Non che voglio
smettere, ma non voglio diventare un esoda-
to. E accadde un altro fatto strano quando lui
smise di giocare. La palla si sgonfi. Allora
chiamarono un vecchio calciatore, di cui
non faccio il nome, di quelli che parlano
alla palla. E lei rispose: Quanti chilo-
metri ha percorso quelluomo fino a
quarantanni Lui mi ha fatto
danzare per tutti questi anni da
terzino sinistro, da terzino de-
stro. E, soprattutto, senza mai
spettinarsi.
P.S. La favola lho scritta io,
ma lultima frase me lha sug-
gerita il professore Evaristo
Beccalossi.
*attore e tifoso interista
RIPRODUZIONE RISERVATA
laDedica
di PAOLO ROSSI *
GLI STRISCIONI SONO DA VIETARE
SANZIONI ALTERNATIVE AL CARCERE
L
e tre proposte della Gazzetta per salvare il
tifo vero: scioglimento di ogni forma di tifo
organizzato legato agli ultr, divieto di ogni
forma di striscione allinterno degli stadi, gale-
ra intesa come pena certa da scontare e non da
aggirare mediante i consueti espedienti legali.
In linea di principio sono daccordo, sia pure
con qualche opportuna puntualizzazione.
Nessuna questione, mi sembra, per quanto
concerne lintroduzione di un divieto degli stri-
scioni, che rispondono ad un costume tutto ita-
liano ignoto alla maggior parte degli altri Paesi
europei. Gli striscioni hanno, frequentemente,
contenuti ed oggetti criminogeni se non addi-
rittura criminosi: danno luogo, sovente, ad isti-
gazioni allodio e alla violenza, concretano so-
vente vilipendi o comunque offese distituzio-
ni, societ, persone, simboli sportivi, sovente
esaltano razzismo e xenofobia. Perch, quindi,
non vietarli? A riempire di colore gli stadi ed il
tifo per la squadra del cuore, per manifestare
lappartenenza sportiva, bastano ed avanzano
le bandiere, le sciarpe, le magliette indossate, i
gadget ed i distintivi.
Avrei qualche problema in pi nei confronti
del proposto divieto e scioglimento ex lege del-
le tifoserie organizzate. Bene vietare le orga-
nizzazione violente ultr cos come si sono ma-
nifestate negli stadi da alcuni anni: domini di
incultura, di violenza, di occupazione di por-
zioni degli spalti, di sopraffazione degli stessi
tifosi da parte di pochi caporioni. Il problema
tracciare tuttavia con precisione i caratteri del-
lorganizzazione da vietare ed individuare in
concreto le organizzazioni che rispondono al
modello che sintende estirpare dagli stadi e
dal costume. Occorre infatti evitare che
uneventuale iniziativa dai confini non suffi-
cientemente dettagliati rischi dinfrangere di-
ritti di libert di associazione e di organizzazio-
ne del tifo sportivo. Sembra ovvio, infatti, che
proporre lo scioglimento coatto degli ultr non
pu significare automaticamente pena la vio-
lazione di un fondamentale diritto costituzio-
nale garantito a tutti - divieto di costituire ogni
club di tifosi, associazione o conventicola paci-
fica di supporter di questa o di quella squadra.
Sono assolutamente daccordo, infine, sulla
necessit di garantire sanzioni certe contro i ti-
fosi violenti, sanzioni che devono essere sot-
tratte a troppo comodi benefici ed essere per-
tanto indefettibilmente scontate. Il problema
non , tuttavia, questione specifica della (dove-
rosa) reazione sanzionatoria contro la violenza
sportiva, problema generale che deve investi-
re lintero sistema sanzionatorio penale e non
penale, oggi fortemente scosso dalla previsio-
ne di una somma tale di indulgenze e benefici
da fare (molte volte) svanire la stessa efficacia
preventivo-generale del sistema nel suo insie-
me.
Una volta affermato che occorre ripristinare
un meccanismo di pene e sanzioni non penali
certe, mi sembra tuttavia opportuno precisare,
ulteriormente, che non necessariamente la
sanzione deve essere la galera: vi possono esse-
re sanzioni, ad esempio di tipo interdittivo (di-
vieto di frequentare luoghi o persone), che, se
applicate indefettibilmente senza possibilit di
sconti o di cessazioni anticipate, possiedono
una valenza punitiva e preventiva altrettanto, e
forse ancora pi forte, della prigione. Faccio un
solo esempio: immaginiamo che si costruisca il
divieto di frequentare stadi o consorterie spor-
tive come sanzione penale principale, e non co-
me mera sanzione non penale, oggi facile pre-
da di disapplicazione da parte della giustizia
amministrativa, e la si sottragga ad ogni ipotesi
di sospensione condizionale o di altro benefi-
cio: ecco una pena finalmente certa e difficil-
mente eludibile dal condannato, pertanto ol-
tremodo efficace.
*Avvocato penalista e professore di diritto
penale allUniversit di Torino
RIPRODUZIONE RISERVATA
ultr le proposte Gazzetta
di CARLO FEDERICO GROSSO*
IL CINGUETTIO DEL GIORNO
TwitTwit
ALEX ZANARDI
Olimpionico alle Paralimpiadi
Prima gara P.Cycling CDM a
Castiglione D. Pescaia. Son come il
vino rosso, invecchio ma miglioro!
@lxznr
ALBERTO CONTADOR
Ciclista della Tinkoff-Saxo
E partita una delle corse pi
belle del mondo @giroditalia.
Ho grandi ricordi di questa
bella corsa
@albertocontador
NICOLA MARCONI
Azzurro di tuffi
Fate come noi: campioni nello
sport, campioni nella vita! #DONA
@AVISxLaVITA @MarconiTommaso
@MariaMarconi4
@NicolaMarconi
GIUSEPPE ROSSI
Calciatore della Fiorentina
nato il mio primo fanclub
ufficiale a New York! Un
abbraccio a tutti i miei
supporter
@GiuseppeRossi22
Palazzo di vetro

di
RUGGIERO PALOMBO
Malag vede Delrio,
buone notizie
anche se Report...
M
ezzora a Palazzo Chigi a
colloquio con Graziano
Delrio, ieri pomeriggio. Per il pre-
sidente del Coni Giovanni Mala-
g il tempo di fare il punto col sot-
tosegretario vigilante sullo sport
su un po di iniziative da portare
avanti legate ai giovani e per in-
cassare importanti rassicurazioni
sui tagli allo sport. Che ci saran-
no, ma di modesta entit. Buone
notizie, insomma. E tuttavia ci so-
no due o tre cose che non depon-
gono a favore dello stato di salute
dello sport italiano e soprattutto
del modo di affrontare le difficol-
t e le situazioni scabrose. Questa
volta il calcio non centra. Comin-
ciamo da Report, la trasmissione
condotta da Milena Gabanelli su
Rai 3. Che luned, in prima sera-
ta, si quasi interamente occupa-
ta di Coni e Federazioni. In estre-
ma sintesi, piluccando qui e l tra
scandali veri e propri, stipendi
pi o meno esagerati, spese disin-
volte, gossip e pure, nostra per-
sonale opinione, qualche denun-
cia a sproposito, Report ha rove-
sciato un tir di letame su tutto lo
sport italiano. Perch la morale,
inutile stare a girarci intorno, era
solo e soltanto questa. Due giorni
dopo, mercoled, andato in on-
da il Consiglio Nazionale del Co-
ni. Che a Report ha riservato un
assordante, sbalorditivo silenzio
collettivo. Nessuno, a cominciare
dal presidente Malag, che abbia
sentito il bisogno, la necessit di
dire due parole, fossero anche di
critica nei confronti della trasmis-
sione. Nessuna controdenuncia e
nessun esame di coscienza. Quasi
che ignorare fosse la strada giusta
da seguire. Senza capire che cos
facendo il messaggio inviato al-
lopinione pubblica stato pur-
troppo un altro: al Coni preferi-
scono nascondere tutto, polvere,
spazzatura o quantaltro, sotto il
tappeto. Un tutto che comprende,
e Report ce lo ha ricordato, lo
scandalo dei milioni di buco degli
Sport Equestri (peraltro non da
ascrivere allera Malag), il caso
del presidente dellHockey e Pat-
tinaggio che continua a occupare
la sua poltrona nonostante una
condanna in primo grado a quat-
tro anni per concussione e un co-
dice etico del Coni inequivoco, e
quello dei tesseramenti gonfiati
del Badminton il cui presidente
grande elettore diventato nel
frattempo remuneratissimo am-
ministratore delegato di Coni
Servizi.
In compenso, ecco il nuovo ca-
pitolo della guerra Coni- Feder-
nuoto. Che questa volta passa at-
traverso lescamotage (si suppo-
ne atto dovuto) del ricorso di
Coni Servizi contro larchiviazio-
ne decisa dal pm, che cos tiene
aperta la contesa presso la Pro-
cura della Repubblica di Roma.
Tutto legittimo, sia chiaro. Ma
per quanti erano presenti al pe-
nultimo Consiglio Nazionale del
Coni, e avevano ascoltato Mala-
g rallegrarsi con Barelli e di-
chiararsi contento per lavve-
nuto lieto fine della vicenda, la
sensazione quella di un concer-
to pieno di note stonate. Allin-
terno del quale non si capisce pi
quanto Malag sia direttore dor-
chestra o piuttosto vittima (il che
per certi versi sarebbe anche
peggio).
Ciliegina sulla torta, il verbale
dellultima riunione della prati-
camente defunta commissione
contributi. Comincia a circolare e
quel che gi si sapeva assume
contorni sempre pi sconcertan-
ti: ...quanto allipotesi di accor-
pamento funzionale tra Federa-
zioni e Discipline Associate inter-
viene il presidente Malag il qua-
le pur esprimendo profondo
apprezzamento per gli studi con-
dotti in tal senso e per le proposte
in proposito formulate, comunica
di non ritenere praticabile per il
momento lipotesi legata allac-
corpamento..., ...pertanto la
Commissione delibera di stralcia-
re dal documento da presentare
in Giunta ogni riferimento alle
suddette ipotesi di accorpamen-
to... Il presidente Binaghi manife-
sta espressamente il proprio dis-
senso a riguardo. Ovvero, come
cestinare la possibilit di rispar-
miare fino a 20 milioni di euro
lanno. Che Cottarelli non sappia,
e Delrio pure...
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il sottosegretario allo sport Delrio e il presidente Coni Malag ANSA
italia: 51575158585149
22
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

IL CALCIO CHE
Viva la coppa delloratorio
Ha vinto quello di Cassacco
Gli Under 14 del comune udinese hanno battuto i ragazzi sassaresi.
La Junior Tim Cup finanziata con le multe ai giocatori di Serie A
I VILLAGGI ITINERANTI
Che festone
per la Coppa
Lultima tappa
Inter-Lazio
NICOLA MELILLO
Mai mollare quando sei
sulla strada giusta. Per questo
bene ricordare anche il bello
del lungo sabato della finale di
Coppa. Perch fino a due ore
prima dellinferno, a Roma si
era materializzata la tappa
straordinaria di Il calcio che
vogliamo, in Piazza San Silve-
stro, a due passi da Fontana di
Trevi. Ideale per fare del Villag-
gio itinerante di Gazzetta dello
Sport e Tim il contenitore per-
fetto per raccogliere idee e spe-
ranze da tutta Italia. La festa
stata piena e anche stavolta i
pi giovani, fra un gioco e lal-
tro, hanno portato le proposte
pi condivisibili: spesso loro ci
vedono meglio. Tutti in fila per
una foto con la Coppa messa a
disposizione dalla Lega, il na-
poletano Gregorio e il fiorenti-
no Lapo, con in braccio Nina si
sono messi in posa stringendo-
si la mano: Uno stadio ideale
senza barriere, ma per farlo
serve cultura sportiva. Va inse-
gnato dalle scuole il rispetto
degli altri. Cos i bimbi come
Nina potranno andare allo sta-
dio con mamma e pap. I pi
giovani serano prodigati a da-
re suggerimenti. Le loro propo-
ste in soccorso del calcio? Rias-
sunte in tre concetti: Educare i
tifosi a partire dalla scuola, in-
vitare i calciatori a dare il buon
esempio, abbassare i prezzi dei
biglietti e ristrutturare gli sta-
di. Sembrerebbe facile, ovvio,
naturale...
Soddisfatti Angela Cutrera,
sponsorship manager di Tele-
com: Siamo soddisfatti. Il
concetto di festa da vivere in-
sieme un messaggio prezioso
che pensiamo di essere riusciti
a trasmettere. Antonio Alle-
gra, direttore Mercato Italia
della Panini: Qui si aiuta a da-
re il giusto senso a un evento
sportivo. Anche noi con Topoli-
no usiamo il calcio come stra-
ordinario veicolo di messaggi
positivi.
Inter-Lazio Lidea vincente,
necessaria, una boccata
daria pura. Per questo oggi, a
San Siro, per Inter-Lazio, sar
importante esserci nellultima
tappa di questo speciale Giro
dItalia. Urge ripartenza. Forza
ragazzi
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
COINVOLTE
SEI CITT
Ecco le tappe
de Il calcio che
vogliamo negli
stadi della Serie
A. Ne sono
andate gi in
scena sei. La
settima e ultima
oggi a Milano.
Un modo
diverso di
vivere la partita,
con giochi,
prove dabilit,
musica e
intrattenimento
per grandi e
piccoli.
S
A Milano
L1 febbraio in
occasione di
Milan-Torino.
S
A Firenze
Il 15 febbraio in
occasione di
Fiorentina-Inter.
S
A Udine
L8 marzo in
occasione di
Udinese-Milan.
S
A Reggio
Emilia
Il 30 marzo in
occasione di
Sassuolo-Roma.
S
A Bologna
Il 13 aprile in
occasione di
Bologna-Parma.
S
A Torino
Il 27 aprile in
occasione di
Torino-Udinese.
S
A Milano
Lultima tappa
delliniziativa
in programma
oggi in
occasione di
Inter-Lazio.
MATTEO BREGA
Il calcio che vogliamo
questo. Il calcio che vogliamo
non fa prigionieri, non fa pau-
ra, non procura sofferenza. Bi-
sogna riavvolgere il nastro a sa-
bato scorso, 3 maggio, ben pri-
ma degli episodi di violenza a
cui siamo stati obbligati. Biso-
gna tornare al pomeriggio,
quando allOlimpico di Roma
andato in scena lultimo atto
della Junior Tim Cup, la coppa
degli oratori italiani. Giunta al-
la sua seconda edizione e fi-
nanziata con le multe commi-
nate alle squadre di A. Lanno
scorso, in occasione della pre-
sentazione della manifestazio-
ne, un parroco presente in sala
fece una battuta azzeccatissi-
ma: Non siamo qui a tifare per
le parolacce in campo, per se
scappano avranno un recinto di
bont dove finire.
Da Udine con orgoglio Qual-
che ora prima che Marek Ham-
sik alzasse la Coppa Italia dei
grandi, gli Under 14 dellora-
torio San Giovanni Battista di
Cassacco di Udine si sono presi
la pi grande soddisfazione
sportiva della loro giovane car-
riera battendo ai rigori 6-5 (2-2
nei tempi regolamentari) lora-
torio Beata Vergine Assunta
Nuvi di Sassari. Dopo oltre 4
mila partite di calcio a 7 in po-
chi mesi, ecco i vincitori della
seconda edizione. Arrivano da
Cassacco questi ragazzini, un
comune di meno di 3 mila ani-
me nel cuore della provincia di
Udine. Hanno raggiunto Roma
dopo il trionfo nel distretto udi-
nese. Uno dei 15 luoghi da dove
partito tutto. Come lanno
scorso sono state coinvolte le
citt delle squadre di Serie A
(15) e ha visto impegnati 713
oratori con 10 mila ragazzi in
campo.
Anima Non cerano nomi sul-
le maglie, ma solo la provincia
che rappresentavano. Un modo
per riconoscersi nel territorio e
per non fare distinzioni anagra-
fiche. Lanima della Junior Tim
Cup, appoggiata dalla Lega di
Serie A, dal Csi (Centro sporti-
vo italiano) e da Tim, ha da un
paio danni una cornice precisa.
Rimettere al centro dello sport
e del calcio in particolare lora-
torio, luogo di incontro, di con-
fronto e di crescita. Lo ha riba-
dito anche mercoled Claudio
Lotito, il presidente della Lazio:
Una volta la scuola e loratorio
erano luoghi di formazione. La
fragilit dei ragazzi di oggi pu
spiegarsi anche con la mancan-
za odierna di queste due istitu-
zioni. Ecco allora il rilancio
delloratorio. A Roma sono arri-
vati anche altri due gruppi: ter-
zo arrivato loratorio San Co-
simo di Struppa (Genova),
quarto loratorio Colognola di
Bergamo.
Festa A premiare tutti i ra-
gazzi dei 4 oratori sono interve-
nuti il presidente della Lega di
A Maurizio Beretta, Carlotta
Ventura, direttore brand stra-
tegy and media di Telecom Ita-
lia, Cristiano Habetswallner, re-
sponsabile sponsorship di Tele-
com Italia, e Massimo Achini,
presidente del Csi. Il progetto
della Junior Tim Cup rientra
nellambito delliniziativa Il
Calcio di chi lo ama che ha
lobiettivo di restituire il calcio
ai valori veri e fondanti dello
sport.
Valori Tra i valori che la Ju-
nior Tim Cup ha voluto pro-
muovere c la lotta al cyberbul-
lismo (anche attraverso twitter
con #ilbullounapalla). Massi-
mo Picozzi, docente alla Iulm di
Milano, ha incontrato i ragazzi
per portar loro testimonianze
audiovisive dei rischi che si pos-
sono correre in rete. Ma facen-
do scoprire anche le straordina-
rie potenzialit di internet, luo-
go di socializzazione e informa-
zione. Allappuntamento ha
partecipato anche Stephan El
Shaarawy, lattaccante del Mi-
lan, con un videomessaggio.
Per chiudere, ricordiamo che i
fondi raccolti dalla seconda edi-
zione della Junior Tim Cup han-
no permesso di donare un cam-
po di calcio alloratorio San-
tAntonio di Posada (Nuoro).
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
4
mila partite di
calcio a 7
disputate in
pochi mesi, fino
alla finale della
Junior Tim Cup,
la coppa degli
oratori italiani
giunta alla
seconda
edizione
LATTO CONCLUSIVO ALLOLIMPICO
1 Una fase di gioco della finale
della Junior Tim Cup a Roma
2 Il terzo tempo coi ragazzi
che si danno il cinque
3 La premiazione delloratorio
San Giovanni Battista di
Cassacco di Udine
4 Sfilano le bandiere nella
cerimonia prima di un match
5 La lezione del criminologo
Picozzi sul cyberbullismo
1 3
2
4
5
I NUMERI
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
23

Cos oggi (ore 15) IL MODENA RECUPERA BABACAR, NEL NOVARA CE IL DUBBIO DI RIGONI
(andata 1-1)
BARI Due ballottaggi a centrocampo.
Romizi-Delvecchio e Fossati-Lugo. For-
fait di Defendi. Squalificati nessuno.
Diffidati Delvecchio, Sabelli, Polenta,
Fossati, Nadarevic, Galano e Beltrame.
JUVE STABIA Braglia recupera Di Car-
mine e Sowe. Out Benassi, Di Nardo, Fal-
co, Lanzaro e Vitale. Squalificati Djiby e
Doukara. Diffidati Caserta, Di Carmine,
Di Nunzio, Liviero, Sowe, Suciu e Vitale.
(andata 0-0)
AVELLINO Ciano dal 1 dietro le punte.
Oggi la societ doner tre defibrillatori
alla Misericordia. Squalificati Peccari-
si. Diffidati Zappacosta, Ciano, Fabbro,
Millesi, Pisacane, Castaldo, Togni e Izzo.
SPEZIA Ballottaggio Baldanzeddu-Ma-
donna e Seymour-Orsic. Squalificati
nessuno. Diffidati Appelt, Baldanzeddu,
Bellomo, Catellani, Scozzarella, Giannetti
e Migliore.
(andata 0-1)
LATINA Crimi non stato convocato, in
mediana c spazio per Laribi oltre a Vi-
viani, al rientro da squalifica. Dubbi su
Alhassan, in allarme c Milani. Squalifi-
cati Jonathas Diffidati Cottafava, Mor-
rone, Paolucci e Ristovski.
TERNANA Guai a centrocampo. Viola non
al top, al suo posto Russo o Valeri. Nol
per Maiello. Squal. Brignoli, Alfageme e
Zito. Diffidati Lauro, Falletti, Zito e Viola.
(andata 0-1)
MODENA Molina a destra con lesclusio-
ne di Signori. Babacar ha recuperato da
un problema muscolare. Squalificati
Manfrin e Cionek. Diffidati Bianchi, Gra-
noche, Mazzarani, Pinsoglio e Stanco.
NOVARA Rigoni in dubbio (flessore),
Pesce e Genevier recuperati. In attacco
Gonzalez. Squalificati nessuno. Diffi-
dati Farag, Kosicky, Lambrughi, Maria-
nini, Perticone, Rigoni e Vicari.
(andata 1-1)
PALERMO Oltre 20 mila biglietti venduti.
Iachini conferma la squadra che ha vinto a
Novara. Squalificati nessuno. Diffidati
Hernandez, Lafferty, Lazaar e Ujkani.
LANCIANO Esordio di Ficagna e forse di
Nunzella. Sono al rientro Di Cecco e Mi-
notti. Squalificati Thiam, Mammarella e
Paghera. Diffidati Gatto, Turchi, Casarini,
Piccolo, Troest, Ferrario, Minotti, Aquilan-
ti.
(andata 3-1)
PESCARA Hanno recuperato Bovo, Be-
lardi, Cutolo e Rossi. Cosmi deve scio-
gliere il modulo: 3-4-3 o 3-5-2. Squalifi-
cati nessuno. Diffidati Balzano, Cutolo,
Bocchetti, Rizzo e Schiavi.
SIENA Ballottaggio DellafioreCeccarelli
in difesa e Spinazzola-Feddal a centro-
campo. SqualificatI nessuno. Diffidati
Milos, DAgostino, Dellafiore, Feddal,
Schiavone, Rosina, Rosseti e Morero.
(andata 1-2)
REGGINA Gara con nessun significato
per la Reggina, retrocessa. Sar occa-
sione per provare alcuni Primavera
(Condemi, Coppolaro e Caruso). Squali-
ficati nessuno. Diffidati Di Lorenzo e
Lucioni.
BRESCIA Iaconi schiera Grossi in attac-
co con Corvia. Scaglia e Kukoc le alter-
native per la sinistra. Squalificati Fred-
di. Diffidati Grossi, Kukoc e Zambelli.
(andata 2-2)
TRAPANI A centrocampo assenti Cac-
cetta (artroscopia dopodomani al ginoc-
chio) e Ciaramitaro. Recuperato Pirrone,
certo limpiego di Feola. Squal. Ciarami-
taro. Diffidati Martinelli e Rizzato.
CITTADELLA Foscarini dovr fare a me-
no di Surraco (contusione al ginocchio).
Ridotta di una giornata la squalifica a
Pellizzer. Squalificati Pellizzer. Diffida-
ti Coly, Scaglia, Busellato e Pellizzer.
(andata 0-1)
VARESE In porta va lex Bastianoni per-
ch Bressan fuori per la distorsione a un
ginocchio. Oduamadi torna titolare.
Squalificati Grillo. Diffidati Damonte,
Oduamadi, Pavoletti e Tremolada.
CARPI Ok Letizia e Bianco, Mbakogu uni-
ca punta. Pillon: Rinnovo? Se ne parler
a salvezza raggiunta. Alternativa Nicola.
Squal. nessuno. Diffidati Pasciuti, Ga-
gliolo, Di Gaudio, Legati, Lollo e Sgrigna.
CLASSIFICA
SQUADRE PUNTI
PARTITE RETI
G V N P F S
PALERMO 78 37 23 9 5 56 24
EMPOLI 65 38 18 11 9 52 31
CESENA 59 38 15 14 9 41 31
LATINA 58 37 15 13 9 38 32
CROTONE 58 38 16 10 12 52 48
LANCIANO 55 37 15 10 12 37 38
SPEZIA 54 37 14 12 11 40 43
TRAPANI 53 37 13 14 10 51 45
MODENA 53 37 13 14 10 58 40
SIENA (-8) 52 37 15 15 7 50 37
AVELLINO 52 37 13 13 11 39 39
BARI (-4) 51 37 15 10 12 42 39
CARPI 49 37 13 10 14 41 44
BRESCIA 49 37 12 13 12 48 49
PESCARA 47 37 12 11 14 44 45
TERNANA 45 37 10 15 12 48 48
VARESE 43 37 11 10 16 47 57
CITTADELLA 42 37 10 12 15 38 43
NOVARA 40 37 9 13 15 35 48
PADOVA 35 38 8 11 19 40 57
REGGINA (-3) 25 37 6 10 21 34 60
JUVE STABIA 18 37 2 12 23 34 67
PROSSIMO TURNO
Marted 13, ore 20.30
AVELLINO-TRAPANI (1-1)
BRESCIA-MODENA (1-0)
CARPI-BARI (2-2)
CESENA-EMPOLI (0-0)
CITTADELLA-PALERMO (1-3)
CROTONE-LATINA (3-2)
NOVARA-JUVE STABIA (2-1)
PESCARA-LANCIANO (1-0)
SIENA-REGGINA (2-0)
SPEZIA-VARESE (0-4)
TERNANA-PADOVA (1-1)
PROMOSSE PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSE
BARI
JUVE STABIA
BARI
(4-3-3)
1 GUARNA
2 SABELLI
23 CEPPITELLI
5 POLENTA
27 CALDERONI
8 SCIAUDONE
4 ROMIZI
21 FOSSATI
11 GALANO
16 JOAO SILVA
17 LORES
All. ALBERTI-ZAVETTIERI
PANCHINA
12 Pena, 14 Samnick,
3 Chiosa,
20 Zanon, 10 Lugo,
33 Delvecchio,
26 Nadarevic,
28 Beltrame,
9 Cani.
JUVE STABIA
(4-3-3)
33 VIOTTI
15 GHIRINGHELLI
8 MEZAVILLA
28 CONTINI
30 LIVIERO
17 ZAMPANO
10 CASERTA
7 SUCIU
20 BARAYE
9 DI CARMINE
16 SOWE
All. BRAGLIA
PANCHINA
22 Capuano, 2
Ciancio, 19 Di Nunzio,
31 Romeo,
5 Giandonato, 32
Cardore, 34 DAncora,
18 Montini,
35 Gargiulo.
ARBITRO Borriello di Mantova
GUARDALINEE Bellutti-Colella
PREZZI da 1 a 35 euro
TV Sky Calcio 10
AVELLINO
SPEZIA
AVELLINO
(4-3-1-2)
1 SECULIN
2 ZAPPACOSTA
5 IZZO
6 FABBRO
19 PISACANE
8 DANGELO
4 ARINI
18 SCHIAVON
29 CIANO
10 CASTALDO
16 GALABINOV
All. RASTELLI
PANCHINA
12 Di Masi, 27
Decarli, 20
Bittante, 11 Millesi,
3 Angiulli, 14 Togni,
25 Ladriere,
7 Soncin,
9 Biancolino.
SPEZIA
(4-4-2)
1 LEALI
2 MADONNA
4 LISUZZO
11 MAGNUSSON
3 MIGLIORE
17 SEYMOUR
34 GENTSOGLOU
7 SAMMARCO
8 SCOZZARELLA
21 EBAGUA
20 FERRARI
All. MANGIA
PANCHINA
22 Valentini, 16
Ceccaroni, 25
Baldanzeddu, 10
Bellomo, 18
Schiattarella, 29
Appelt, 19 Carrozza,
24 Catellani, 31 Orsic.
ARBITRO Ostinelli di Como
GUARDALINEE Peretti-Manzini
PREZZI da 12 a 27 euro
TV Sky Calcio 6 HD
MODENA
NOVARA
MODENA
(4-4-2)
12 PINSOGLIO
13 GOZZI
18 MARZORATI
28 ZOBOLI
29 GAROFALO
17 MOLINA
24 BIANCHI
20 SALIFU
11 RIZZO
32 GRANOCHE
15 BABACAR
All. NOVELLINO
PANCHINA
1 Manfredini,
2 Calapai,
30 Burrai,
5 Minarini,
4 Nardini, 8 Signori,
10 Mazzarani,
7 Stanco, 23 Belloni
NOVARA
(3-5-2)
1 KOSICKY
13 VICARI
2 PERTICONE
5 LUDI
11 CRESCENZI
4 FARAG
23 PESCE
20 LAZZARI
3 POTOURIDIS
18 SANSOVINI
19 GONZALEZ
All. AGLIETTI
PANCHINA
12 Montip, 17 Nava,
31 Lambrughi,
8 Marianini,
14 Rigoni,
26 Genevier,
7 Lepiller, 9 Rubino,
28 Manconi
ARBITRO Gavillucci di Latina
GUARDALINEE Pegorin-Cal
PREZZI da 12 a 75 euro
TV Sky Calcio 9
LATINA
TERNANA
LATINA
(3-5-2)
1 IACOBUCCI
23 BROSCO
4 COTTAFAVA
27 ESPOSITO
13 RISTOVSKI
7 VIVIANI
5 BRUNO
21 LARIBI
19 ALHASSAN
11 PAOLUCCI
9 JEFFERSON
All. BREDA
PANCHINA
12 Tozzo,
3 Bruscagin, 10
Gerbo, 15 Cisotti,
16 Milani, 17 Nunes,
18 Morrone, 28
Ricciardi, 31
Ghezzal
TERNANA
(4-3-1-2)
1 SALA
30 RISPOLI
2 MASI
24 FERRONETTI
13 FAZIO
23 RUSSO
5 MIGLIETTA
8 GAVAZZI
10 NOLE'
7 ANTENUCCI
9 LITTERI
All. TESSER
PANCHINA
16 Ciotti, 19
Meccariello, 26
Farkas, 31
Paparusso, 14
Valjent, 15 Valeri, 28
Falletti, 11 Ceravolo,
29 Avenatti.
ARBITRO Bruno di Torino
GUARDALINEE Di Francesco-Bagnoli
PREZZI da 12 a 80 euro
TV Sky Calcio 4 HD
PALERMO
LANCIANO
PALERMO
(3-4-1-2)
1 SORRENTINO
29 VITIELLO
19 TERZI
4 ANDELKOVIC
14 STEVANOVIC
15 BOLZONI
8 BARRETO
7 LAZAAR
20 VAZQUEZ
9 DYBALA
11 HERNANDEZ
All. IACHINI
PANCHINA
22 Ujkani,
5 Milanovic,
3 Pisano, 28
Daprel, 27 Ngoyi,
10 Di Gennaro, 13
Troianiello, 30
Belotti, 18 Lafferty.
LANCIANO
(3-5-2)
33 SEPE
2 AQUILANTI
30 FERRARIO
31 FICAGNA
4 DE COL
32 CASARINI
8 MINOTTI
15 BUCHEL
24 DI CECCO
23 PICCOLO
19 FALCINELLI
All. BARONI
PANCHINA
44 Branescu,
12 Amabile,
21 Nunzella,
17 Vastola,
7 Turchi, 28 Gatto,
26 Comi,
10 Ragatzu.
ARBITRO Abbattista di Molfetta
GUARDALINEE Vicinanza-Di Vuolo
PREZZI da 9 a 150 euro
TV Sky Calcio 3 HD
REGGINA
BRESCIA
REGGINA
(4-2-3-1)
1 PIGLIACELLI
3 MAICON
23 ADEJO
5 LUCIONI
28 BARILL
15 BOCHNIEWICZ
24 DALL'OGLIO
17 DUMITRU
4 PAMBOU
8 SBAFFO
10 DI MICHELE
All. GAGLIARDI-ZANIN
PANCHINA
12 Zandrini,
16 Di Lorenzo,
20 Frascatore, 6 Ipsa,
21 Contessa, 7 Foglio,
27 Maza, 11 Fishnaller,
25 Condemi, 18
Coppolaro, 14 Caruso.
BRESCIA
(3-5-1-1)
12 CRAGNO
6 DI CESARE
5 BUDEL
40 COLY
15 ZAMBELLI
19 FINAZZI
2 OLIVERA
17 BENALI
8 SCAGLIA
22 GROSSI
32 CORVIA
All. IACONI
PANCHINA
1 Arcari, 18 Lasik,
25 Lancini,
21 Mandorlini,
3 Coletti, 33 Kukoc,
38 Morosini,
7 Sodinha,
35 Valotti.
ARBITRO Fabbri di Ravenna
GUARDALINEE Segna-Zappatore
PREZZI da 10 a 75 euro
TV Sky Calcio 11
PESCARA
SIENA
PESCARA
(3-4-3)
22 PELIZZOLI
6 ZAURI
5 CAPUANO
15 BOCCHETTI
14 BALZANO
20 NIELSEN
16 BRUGMAN
29 ROSSI
27 RAGUSA
19 MANIERO
7 POLITANO
All. COSMI
PANCHINA
25 Belardi, 48
Karkalis, 18 Rizzo,
28 Bovo, 11 Cutolo,
17 Fornito,
8 Caprari,
46 Mascara,
32 Sforzini.
SIENA
(3-4-3)
1 LAMANNA
17 BELMONTE
29 GIACOMAZZI
5 DELLAFIORE
6 ANGELO
26 VALIANI
30 PULZETTI
24 SPINAZZOLA
20 ROSINA
27 ROSSETI
14 SCAPUZZI
All. BERETTA
PANCHINA
12 Farelli, 7
Ceccarelli, 32
Matheu, 11 Feddal,
23 Schiavone, 8
Vergassola, 25 Rafa
Jord, 10 Bedinelli,
34 Cappelluzzo.
ARBITRO Minelli di Varese
GUARDALINEE Raparelli-Pentangelo
PREZZI da 10 a 55 euro.
TV Sky Sport 5 HD
VARESE
CARPI
VARESE
(4-2-3-1)
22 BASTIANONI
13 FIAMOZZI
19 REA
4 ELY
8 CORTI
5 DAMONTE
6 BLASI
16 DI ROBERTO
20 FORTE
30 ODUAMADI
14 PAVOLETTI
All. SOTTILI
PANCHINA
12 Milan,
27 Laverone,
25 Trevisan, 31
Ricci, 21 Barberis,
17 Falcone, 24
Zecchin, 7 Caetano,
11 Bjelanovic.
CARPI
(4-1-4-1)
1 COLOMBI
3 LETIZIA
2 PESOLI
21 ROMAGNOLI
6 GAGLIOLO
24 PORCARI
7 CONCAS
25 LOLLO
26 BIANCO
11 DI GAUDIO
10 MBAKOGU
All. PILLON
PANCHINA
22 Kovacsik,
14 Legati,
13 Sperotto, 8 De
Vitis, 19 Pasciuti, 17
Acosty, 23 Inglese,
9 Ardemagni, 27
Sgrigna
ARBITRO Pinzani di Empoli
GUARDALINEE Fiorito-Tolfo
PREZZI da 1 a 25 euro
TV Sky Calcio 12
TRAPANI
CITTADELLA
TRAPANI
(4-4-2)
1 NORDI
2 GARUFO
4 PAGLIARULO
33 TERLIZZI
29 RIZZATO
7 BASSO
6 PIRRONE
21 FEOLA
20 NIZZETTO
24 GAMBINO
11 MANCOSU
All. BOSCAGLIA
PANCHINA
12 Marcone, 3 Da,
13 Priola,
19 Martinelli,
16 Pacilli,
10 Raimondi,
21 Feola, 9 Abate,
18 Yaisien.
CITTADELLA
(4-3-1-2)
22 DI GENNARO
6 COLY
13 SCAGLIA
3 GASPARETTO
15 ALBORNO
8 RIGONI
23 PAOLUCCI
4 BUSELLATO
10 LORA
27 CORALLI
7 PISCITELLA
All. FOSCARINI
PANCHINA
1 Pierobon, 32
Jidayi, 30 Colombo,
31 Pugliese,
21 Perez, 28 Di
Donato, 9 Djuric,
16 Donnarumma,
24 Marino.
ARBITRO Candussio di Cervignano
GUARDALINEE Ciancaleoni-Zivelli
PREZZI da 10 a 25 euro
TV Sky Calcio 7 HD
IL TECNICO DEL PESCARA
Lex Cosmi:
Il Siena
un esempio
Serse Cosmi, 56 anni LAPRESSE
ORLANDO DANGELO
PESCARA
La mia esperienza a Sie-
na? Non ho avuto nessun tipo
di problemi con i tifosi, con la
stampa e con i giocatori Ho
un bellissimo ricordo di tutti.
Serse Cosmi oggi ritrova la sua
ultima squadra in A, prima di
riapprodare in B a Pescara
qualche mese fa. Poche parole
per ricordare la sua parentesi
toscana (vinse anche al-
lAdriatico contro la squadra
di Bucchi), con una dimenti-
canza abbastanza lampante: il
perugino non menziona la so-
ciet di Mezzaroma. Testimo-
nianza di un rapporto che non
stato, forse, idilliaco. Per il
Siena di oggi solo elogi: I 60
punti del Siena sul campo di-
mostrano come bisogna co-
struire le squadre: servono
giocatori che abbiano fame e
voglia di arrivare, dice.
Sul Pescara Qui il riferimen-
to, pi che altro il suggerimen-
to, ai suoi dirigenti, visto che
questo Pescara solamente sul-
la carta sembrato essere
competitivo per lalta classifi-
ca. Cosmi arriva alla partita
che vale i 50 punti per la sal-
vezza dopo una settimana di
ritiro a Norcia. Io e la societ
vogliamo avere risposte sul
campo. Dobbiamo andare in
campo a scrollarci di dosso le
nostre paure. Bisogna mettere
tutto quello che abbiamo in
questa partita.
RIPRODUZIONE RISERVATA
SERIE B GLI ANTICIPI DELLA 38
a
GIORNATA
EMPOLI 3
CROTONE 1
PRIMO TEMPO 2-0
MARCATORI Maccarone (E) al 10 e al 36 p.t.;
Cataldi (C) all8, Verdi (E) al 47 s.t.
EMPOLI (4-3-1-2)
Bassi 7; Hysaj 6,5, Tonelli 7, Rugani 7, Mario Rui
6,5 (dal 38 s.t. Barba s.v.); Signorelli 7, Valdifiori
7, Croce 6,5 (dal 27 s.t. Eramo 6); Verdi 7; Mac-
carone 8, Tavano 6 (dal 34 s.t. Pucciarelli s.v.).
PANCHINA Pelagotti, Ronaldo, Martinelli, Accar-
di, Mchedlidze, Moro. ALLENATORE Sarri 7.
CROTONE (4-3-3)
Gomis 6,5; Del Prete 5,5, Suagher 5,5, Cremo-
nesi 5, Mazzotta 6; Cataldi 6,5, Crisetig 6,5, Ma-
tute 5 (dal 36 p.t. De Giorgio 6); Bernardeschi 6,
Pettinari 6,5 (dal 39 s.t. Ishak s.v.), Bidaoui 6
(dal 22 s.t. Giannone 6). PANCHINA Secco, Ga-
lardo, Dezi, Meola, Diop, Ferrari. ALLENATORE
Drago 6.
ARBITRO Nasca di Bari 6.
GUARDALINEE Avellano 5-Valeriani 5,5.
ESPULSI nessuno.
AMMONITI Cataldi (C), Matute (C), Bidaoui (C),
Bernardeschi (C), Suagher (C), Mario Rui (E) e
Del Prete (C) per gioco scorretto.
NOTE paganti 5.119, incasso di 12.766,70 euro;
abbonati 1.872, quota di 6.777,06 euro. Tiri in
porta 4-2. Tiri fuori 3-3. In fuorigioco 1-4. Angoli
9-3. Recuperi: p.t. 1, s.t. 3.
DAL NOSTRO INVIATO
NICOLA BINDA
EMPOLI (Fi)
Si chiama Matilda, con
la A finale. E arrivata a inizio
settimana ed la seconda fi-
glia di Massimo Maccarone,
che lha festeggiata segnando
una fantastica doppietta. Che
sa di A. Per la prima volta in
questa stagione lEmpoli vince
tre partite di fila e, da squadra
esperta, piazza il filotto giusto
nel momento giusto. E nello
scontro diretto tra seconda e
terza - e tra le pochissime
squadre divertenti del torneo -
il protagonista stato lui, Big
Mac, arrivato a 15 reti stagio-
nali e a 6 in carriera al Croto-
ne.
Rigore negato La vittoria
dellEmpoli stata costruita in
un primo tempo sontuoso, nel
quale il Crotone (mai vittorio-
so al Castellani in 8 gare) sem-
brava non essere nemmeno
sceso in campo. La difesa mol-
to alta scelta da Sarri, con fuo-
rigioco quasi a met campo,
ha bloccato gli ospiti, incapaci
di uscire (da segnalare solo
una punizione di Cataldi a fil
di palo) ma giustamente ar-
rabbiati per un rigore negato a
Bidaoui (toccato da Tonelli).
E stata lunica sbavatura di
Nasca in una gara ben diretta,
ma stato un episodio che po-
teva cambiare la partita, arri-
vato in chiusura di un primo
tempo firmato Maccarone:
prima ha scaricato in rete il si-
nistro da due passi al 10 dopo
un rinvio corto di Cremonesi a
centro area, poi ha infilato di
destro al 36 dal limite con un
diagonale di rara bellezza. E
dopo il rigore negato al Croto-
ne, Big Mac ha anche sfiorato
il terzo gol, di testa. Tutto per
Matilda.
La svolta Se Drago uno dei
migliori allenatori del cam-
pionato, non solo per il cal-
cio che propone, ma anche per
come sa leggere le partite. Ha
sbagliato ad affidare il centro-
campo a Matute (falloso e
braccato), ma poi la decisione
(appena prima del 2-0) di pas-
sare al 4-2-4 con lex De Gior-
gio a destra stata azzeccata.
Nel secondo tempo si visto il
vero Crotone, quello che gioca
e attacca con disinvoltura. Il
gol all8 di Cataldi, con un
gran tiro dal limite finito al-
lincrocio, ha riaperto la parti-
ta, che a quel punto diventa-
ta divertente, con lEmpoli a
rispondere agli assalti cala-
bresi cercando il gol in contro-
piede (Tavano lha sfiorato). Il
Crotone ha sfiorato il pareggio
pi volte (33: clamoroso il
diagonale a lato di Bernarde-
schi), i padroni di casa avreb-
bero potuto chiudere la gara
in anticipo (35: grande Gomis
su Verdi) e invece lhanno fat-
to solo nel recupero, dopo un
contropiede di Verdi che ha
saltato Gomis con un pallonet-
to. LEmpoli oggi (se il Latina
non vince) potrebbe scrivere
lo scatto decisivo, il Crotone
riflette: se capir che agli ap-
puntamenti decisivi non biso-
gna presentarsi emozionati, ai
playoff se la potr giocare.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Empoli, doppio Big Mac col gusto di A
Maccarone si scatena e lancia la squadra di Sarri, il Crotone reagisce ma Cataldi non basta
h8
Maccarone il migliore
EMPOLI
Due gol che pesano come
un macigno, nel momento
decisivo del torneo
Massimo Maccarone, 34 anni, sale a quota 15 gol stagionali LAPRESSE
italia: 51575158585149
24
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

SERIE B GLI ANTICIPI DELLA 38
a
GIORNATA
Rigore di Cascione
e il Cesena decolla
Sprofondo Padova
Colpaccio di Bisoli, ora a +6 sul nono posto
Veneti contestati: retrocessione a un passo
SU DUE FRONTI LADDIO DI ANGELOZZI
Bari sempre diviso
tra sogno e realt
Luned la svolta?
Oggi la Juve Stabia per sperare
nei playoff, poi la seconda asta
per cercare di salvare il club
FRANCO CIRICI
BARI
Tra sogno e realt, tra speranze e paure. Conti-
nua il fantastico viaggio del Bari, lanciato verso i
playoff, ma anche smanioso di scoprire i colori del
suo futuro. Intanto il San Nicola prepara unaltra fe-
sta, anche se nessuno sottovaluta la gi retrocessa
Juve Stabia: fino a ieri sera venduti 22.000 biglietti.
Tanta roba per un match di B, anche se irraggiungi-
bile il record di paganti stabilito contro il Latina
(32.528).
Asta Luned mattina il Bari dovrebbe ritrovarsi
con una nuova propriet, se non andasse deserta la
seconda asta presso la sezione fallimentare del tri-
bunale di Bari. Gianluca Paparesta ha annunciato la
partecipazione della sua societ (F.c. Bari 1908).
Lex arbitro sostenuto da un gruppo italiano che
opera nellalta finanza, con sedi a Milano e Roma,
nonch dagli indiani della CMG. Si parte da una ba-
se di 3,5 milioni e una cauzione di 2,5. Paparesta
correr da solo? Il mistero sar svelato dal giudice
delegato Anna De Simone. Coincidenza: unora do-
po linizio dellasta, nella sala giunta del Comune, il
sindaco Michele Emiliano consegner le chiavi della
citt a Gianpiero Ventura, condottiero dellultimo
Bari di A.
Addio A fine campionato andr via ha annun-
ciato il d.s. Guido Angelozzi . Giusto che la nuova
propriet faccia altre scelte. Un addio prevedibile e
pesante. Vero che lesperto dirigente catanese (nel
mirino del Sassuolo) ha tenuto in piedi la baracca tra
mille difficolt, costruendo un gran bel giocattolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ANDREA MORETTO
PADOVA
Niente paura, il Cesena
in corsa per la Serie A, il Pado-
va invece prende lascensore
inverso, al piano C. Se vi piac-
ciono i numeri segnatevi il 90 e
il 15. Il primo il minuto nel
quale il Cesena con un rigore
di Cascione si porta a casa, an-
che con quel pizzico di fortuna
che non guasta mai, la partita
e in attesa degli altri risultati
blinda i playoff (+6 sul nono
posto); il secondo, invece, il
numero dei rigori (dato re-
cord) subiti dal Padova in que-
sto campionato. Una decisione
giusta, quella di Pairetto, per
PADOVA 0
CESENA 1
PRIMO TEMPO 0-0
MARCATORE Cascione su rigore al 45 s.t.
PADOVA (4-4-2)
Nocchi 6,5; Almici 5 (dal 42 s.t Feczesin s.v.), Be-
nedetti 6, Carini 6, Vinicius 5,5; Improta 5, Iori 6,
Osuji 5, Pasquato 5,5 (dal 1 s.t. Jelenic 5,5); Mel-
chiorri 6,5, Vantaggiato 5 (dal 21 s.t Rocchi 6).
PANCHINA Zaccagno, Ceccarelli, Kelic, Di Matteo,
Moretti, Cuffa. ALLENATORE Serena 5,5.
CESENA (3-4-3)
Coser 6,5; Volta 6, Capelli 6, Camporese 6; Con-
solini s.v. (dal 18 p.t. DAlessandro 6,5), Gagliardi-
ni 6, De Feudis 6, Renzetti 6,5; Defrel 6,5 (dal 20
s.t. Cascione 7), Marilungo 6 (dal 41 s.t Succi
s.v.), Garritano 6. PANCHINA Agliardi, Valzania,
Alhassan, Krajnc, Ingegneri, Moncini.
ALLENATORE Bisoli 6,5.
ARBITRO Pairetto di Nichelino 6,5.
GUARDALINEE Alassio 6-Bolano 6.
ESPULSI Osuji (P) al 44 s.t. per gioco scorretto.
AMMONITI Gagliardini (C), Carini (P), Capelli (C ),
Osuji (P), Improta (P), Almici (P) e De Feudis (C )
per gioco scorretto.
NOTE paganti 1.146, incasso di 8.471 euro; abbona-
ti 3.888, quota n.c. Tiri in porta 3-3.Tiri fuori 5-1. In
fuorigioco 1-3. Angoli 10-3. Recuperi: p.t 1, s.t. 5. Emmanuel Cascione, 30 anni, trasforma il rigore della vittoria LAPRESSE
un fallo di Osuji su DAlessan-
dro lanciato a rete, ma che il
segnale di una squadra, il Pa-
dova, che ha provato a metter-
cela tutta, ma alla fine ha alza-
to bandiera bianca ed sempre
pi (terza sconfitta di fila) de-
stinata alla retrocessione in
Lega Pro. Il pubblico padova-
no, dopo il triplice fischio, ha
contestato la societ del presi-
dente Penocchio e ha chiama-
to i giocatori sotto la tribuna
per urlargli il loro disappunto.
Tutto inutile E pensare che
nel primo tempo il Padova
pi determinato, mentre il Ce-
sena sembra addirittura ri-
nunciatario, non riuscendo a
costruire gioco: la prima mez-
zora passa senza grandi sus-
sulti, almeno fino a quando un
lancio di Carini, da lunghissi-
ma distanza, diventa un tiro
insidioso, con Coser che co-
stretto a mettere in angolo. Il
Cesena ha una piccola fiam-
mata a inizio ripresa con un ti-
ro di Defrel parato da Nocchi,
poi controlla prendendo solo
qualche rischio su due colpi di
testa di Improta (al 26 e 31),
prima del finale a sorpresa.
Dove il Padova proteso in
avanti, lascia lo spazio al deci-
sivo contropiede di DAlessan-
dro che vale il rigore vincente:
Ci vuole attenzione. Abbiamo
perso tanti punti alla fine sot-
tolinea lallenatore del Pado-
va, Serena . Il gol stato pre-
so dopo un calcio dangolo a
favore. Incassa la vittoria e
continua il sogno, invece, Biso-
li, che promuove i suoi gioca-
tori e rifiuta letichetta di una
squadra rinunciataria: Ho vi-
sto un Cesena solido, concreto
e che ha cambiato tre moduli
durante la partita. Abbiamo
avuto in campionato una mini
crisi come altre squadre, ma
adesso non mi tiro indietro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
h
MIGLIORE
7
Cascione
(Cesena)
Entra a partita
in corso, ma ha
la bravura e il
merito di
realizzare al 90
un rigore
decisivo per
vincere una
partita tuttaltro
che brillante e
assicurare il suo
Cesena in piena
zona playoff. E
un episodio che
pu lanciare la
volata finale per
la promozione
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
25

GIRONE A DOMANI QUATTRO PARTITE DI PLAYOFF (ORE 16)
Vicenza, Maritato k.o.
Ardito: 200
a
col Como
PRO VERCELLI-FERALPI (ORE 21)
PRO VERCELLI Scavone squalificato, al
suo posto probabilmente Ardizzone.
Rientra in difesa Ranellucci. In attacco
ballottaggio tra Greco e Iemmello per far
da spalla a Marchi. Erpen, Fabiano e
Statella si giocano le due maglie come
esterni alti. Pepe in gruppo. Fino a ieri
erano stati venduti quasi 1.500 biglietti.
FERALPI SALO Scienza ha tutti a dispo-
sizione meno lacciaccato Corrado. In
difesa scontato il rientro di Leonarduzzi,
mentre Zerbo dovrebbe partire dalla
panchina, con la conferma del tridente
Ceccarelli-Miracoli-Marsura. A centro-
campo Zampa si ripreso dopo un at-
tacco di febbre, ma rientra Bracaletti.
ARBITRO Ripa di Nocera Inferiore.
VICENZA-SAVONA
VICENZA Niente da fare per Maritato che
pareva recuperato e invece si riferma-
to sempre per una lesione muscolare al-
la coscia; indisponibili anche Jadid, Mar-
chiori e Corticchia. Giacomelli squalifi-
cato. In questi giorni il tecnico Lopez ha
voluto allenamenti a porte chiuse e nulla
trapela sulla formazione, anche se pare
scontato lutilizzo di Tiribocchi in attac-
co.
SAVONA Giuliatto alle prese con noie mu-
scolari e Carta convalescente dellinfor-
tunio alla caviglia; andranno in panchina.
Rientra invece Quintavalla in difesa.
ARBITRO Cifelli di Campobasso.
ALTO ADIGE-COMO
ALTO ADIGE Scontata conferma del 4-
3-3 per Rastelli, che dovr rinunciare al
solo dellAgnello, infortunato di lunga
data; Tagliani rientra, ma andr in pan-
china o in tribuna. Conferma della squa-
dra delle ultime domeniche con il triden-
te Minesso-Corazza-Turchetta.
COMO Il Como si sta allenando a porte
chiuse da giorni. Azzurri in campo con il
3-5-2, unico indisponibile il difensore
centrale Giosa, che partir comunque
per la trasferta: il tecnico ha deciso in-
fatti di convocare tutta la rosa. Ardito
festeggia la 200
a
partita col Como.
ARBITRO Marini di Roma.
CREMONESE-ALBINOLEFFE (ORE 18)
CREMONESE Squalificato Loviso, infor-
tunati Giorgi e Abbruscato. Il difensore
Moi acciaccato, ma dovrebbe essere
recuperato per la panchina. Dionigi pu
puntare sulla formazione tipo, anche se
sar costretto a giocare senza regista a
centrocampo. Scontato il 3-5-2. In at-
tacco rientra Brighenti al fianco di Della
Rocca. Diretta tv su Rai Sport 1.
ALBINOLEFFE Assenze pesanti per Gu-
stinetti, che oltre allo squalificato Corra-
di dovr fare a meno anche degli infor-
tunati Pesenti e Girasole. A destra den-
tro Beduschi alle spalle di Salvi, a sini-
stra potrebbe essere schierato
Vorobjovs, con Cisse di punta.
ARBITRO Abisso di Palermo.
GIRONE B DOMANI QUATTRO PARTITE DI PLAYOFF (ORE 16)
Miccoli con la febbre
Pisa: in 700 a LAquila
FROSINONE-SALERNITANA (ORE 21)
FROSINONE Russo e Crivello squalifi-
cati. Pronti Frabotta, Biasi e Bertonci-
ni. Dubbi a centrocampo, solo Gucher
e Frara certi del posto. Curiale-Ciofani
coppia dattacco. Quattro ore di stop
nella vendita dei biglietti per un attacco
hacker al sistema della Bookingshow.
Diretta tv su Rai Sport 1.
SALERNITANA Il rientro di Perpetuini e
Montervino consentir a Gregucci di
riproporre lundici che 40 giorni fa ha
pareggiato a Frosinone. Indisponibili
Foggia (40 giorni di stop per una lesio-
ne muscolare al mediale destro), Ca-
pua, Chirieletti e Molinari. A ieri stac-
cati poco meno di 1.500 biglietti.
ARBITRO Ros di Pordenone.
LAQUILA-PISA
LAQUILA Allenamento a porte chiuse
ieri per i ragazzi di Pagliari. Pomante
dovrebbe tornare al centro della dife-
sa, Agnello in mediana. Davanti solito
trio con Frediani e Pi sugli esterni, De
Sousa al centro.
PISA Esauriti in un giorno i 700 biglietti
a disposizione dei pisani. Squalificato
Napoli, probabile lavanzamento di
Mannini o linserimento di un centro-
campista in pi tra Sampietro e Min-
gazzini. In difesa torna Sabato e miglio-
rano le condizioni di Pellegrini, che po-
trebbe tornate titolare.
ARBITRO Sacchi di Macerata.
LECCE-PONTEDERA
LECCE E in forte dubbio la presenza di
Miccoli. Anche ieri il capitano rimasto
a riposo, dopo lattacco influenzale di
gioved. Oggi la decisione sul suo im-
piego, dopo la rifinitura a porte chiuse.
Squalificato Papini, infortunato DAm-
brosio. Si va verso la conferma del 4-
4-2.
PONTEDERA Indiani ha tutto lorganico
al completo eccezion fatta per gli infor-
tunati di lungo corso Galli, Lenzi, Cianci
e Romiti. Il tecnico ricorrer al consue-
to 3-5-2. Uno tra Gasbarro e Verruschi
per il ruolo di esterno sinistro in difesa
e uno tra Di Noia e Bartolomei per quel-
lo di interno destro a centrocampo.
ARBITRO Dei Giudici di Latina.
CATANZARO-BENEVENTO
CATANZARO Brevi recupera Bacchetti
e continua con il 3-5-2 con Marchi e
Sabatino sulle fasce, gli ex Vacca e
Germinale dal 1, Russotto tra mediana
e attacco, Fioretti favorito su Madonia.
In prevendita biglietti a ruba.
BENEVENTO Recuperati Guerra, Agyei
e Doninelli (con gli ultimi due non al me-
glio). Fuori rosa Ferretti e Di Piazza,
certi nellundici base Mancosu e Mela-
ra. Dicuonzo sulla destra e Di Deo a
centrocampo. Nonostante la trasmis-
sione streaming in pay per view saran-
no circa 400 i tifosi al seguito
ARBITRO Pezzuto di Lecce.
PRIMA DIVISIONE LE 8 FINALISTE DEL GIRONE B
Il Frosinone ci riprova
Lecce, scalata continua
I tab di Pisa e Benevento, la Salernitana ripensa a ventanni fa
Catanzaro, LAquila e Pontedera con lentusiasmo dei debuttanti
MASSIMILIANO ANCONA
Chi sar promosso in B col
Perugia? Ecco la radiografia del 8
squadre del girone B che parteci-
peranno ai playoff.
FROSINONE
La stella Daniel Ciofani il ca-
pocannoniere del girone con 16
reti. Letale di testa, non al top
dopo un problema muscolare. Si
esalta e completa col gemello Cu-
riale (12 reti).
Lallenatore Settimo lanno
scorso, Stellone alla seconda
stagione in prima squadra.
giunto a -4 dal Perugia con un ini-
ziale 4-3-3, virato al 4-4-2 e spraz-
zi di 4-2-3-1.
I precedenti Terza volta nei
playoff. La prima negativa. La se-
conda storica: promosso in B nel
2006 dopo la finale col Grosseto
(1-0 al Matusa).
Il campionato In testa per lun-
ghi tratti, ha pagato le sconfitte
(2-1) di Barletta e Pontedera, pi
che per quelle di Lecce (2-0) e Pe-
rugia (1-0).
LECCE
La stella Miccoli, talento indi-
geno, troppo per la Lega Pro. La
febbre lo tiene in dubbio per il
Pontedera. Con 13 gol ha scandi-
to la rimonta del Lecce.
Lallenatore Ha sostituito Mo-
riero dopo i primi quattro k.o.,
tornato nel Salento debuttando
male a Perugia (2-0). Ma poi Ler-
da con il 4-4-2 (dopo liniziale 4-
2-3-1) risalito. Dallultimo al
terzo posto.
I precedenti Uno. Recente e
amaro. La sconfitta col Carpi (1-0
e 1-1) nella finale 2013.
Il campionato Non fosse stato
per il 2-0 subito a Viareggio il 7
marzo, il Lecce sarebbe potuto es-
sere promosso direttamente.
CATANZARO
La stella Che giochi da esterno
alto (4-3-3 e 3-4-3) o da centro-
campista (3-5-2), Russotto ha tec-
nica e fantasia.
Lallenatore Ex difensore, Brevi
ha forgiato un Catanzaro che col
3-5-2 segna poco (34 gol) e subi-
sce meno: 17 gol.
I precedenti al debutto.
Il campionato Rendimento co-
stante con presenza assidua nella
zona playoff. Con qualche perla
(l1-2 a Lecce e l1-0 al Perugia), e
solo un k.o. pesante: 3-0 a Frosi-
none.
LAQUILA
La stella Frediani, classe 1994,
di propriet della Roma, esterno
(destro e sinistro) nel 4-3-3. Rapi-
do, abile nel dribbling. Ma segna
poco (4 gol).
Lallenatore Chiamato a cinque
gare dal termine della scorsa sta-
gione, ha vinto i playoff di Secon-
da superando i derby con Chieti e
Teramo. Ed entrato nel cuore
degli aquilani. Il suo modulo il
4-3-3 con rare sortite nel 4-2-3-1
e, per necessit, nel 4-2-4.
I precedenti debuttante.
Il campionato Altro che neopro-
mossa, LAquila ha mostrato tanta
qualit. Soprattutto in trasferta,
dove ha ottenuto nove vittorie e
posto le basi per il quinto posto fi-
nale. A novembre stato in testa.
Da solo.
PISA
La stella Mannini tornato nel-
la sua citt dopo anni in A e in B.
Ha dimostrato di essere un lusso.
Ma si sacrificato in ruoli non
congeniali (centrocampista e
terzino), finendo con un solo gol
allattivo.
Lallenatore Giunto a 180 dalla
fine per sostituire Cozza che
cuo ha confermato di poter fare la
differenza.
Lallenatore Ha una rosa di qua-
lit. E Brini, subentrato a Carboni
a gennaio, ha provato con espe-
rienza e maturit ad esaltarla con
il 4-2-3-1.
I precedenti Quinta volta. In
passato, una volta giunto in fi-
nale e ha perso col Crotone (1-0 e
1-1) nel 2009.
Il campionato Lattacco migliore
del girone (58 reti) stato frenato
da una serie di infortuni. Risulta-
to: settimo posto.
PONTEDERA
La stella Sono due: Grassi e Ar-
righini, autori di 15 gol ciascuno
in questa stagione e 37 (22 pi
15) in quella scorsa.
Lallenatore I playoff sarebbe-
ro la seconda promozione di fila:
missione compiuta per lesperto
Indiani, che con un 3-5-2 allegro
ma non troppo ha ottenuto un ri-
sultato storico.
I precedenti allesordio.
Il campionato Lottavo posto ha
premiato una squadra con unet
media bassissima. Per cinque tur-
ni stato al comando: da solo. Ha
battuto Frosinone e Benevento,
vinto a Pisa e Salerno. Altro che
neopromossa.
SALERNITANA
La stella Mancini sa ben giocare
dietro la punta oppure giostrare
da esterno a sinistra. E fa la diffe-
renza.
Lallenatore Gregucci col suo 4-
2-3-1 giunto a Salerno a fine
gennaio. E ha assicurato alla
squadra gi guidata da San-
derra e Perrone un progetto
volto a imporre il gioco.
I precedenti Finalista due volte
su tre. Nel 94 ha battuto 3-0 la Ju-
ve Stabia. Diretto in B cera anda-
to il Perugia
Il campionato La discontinuit,
tre tecnici e qualche infortunio di
troppo hanno frenato la Salerni-
tana. Certo, in bacheca luccica la
Coppa Italia. E il nono posto non
lagevola, ma la Salernitana tra
le favorite.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Miccoli, 34 anni, (al centro) con Beretta (a sinistra) e Papini LEZZI
aveva rilevato Dino Pagliari ,
Menichini ha puntato sul 4-3-3 e
centrato i 6 punti con Lecce e Via-
reggio con un Pisa in crescita.
I precedenti Quinta presenza.
Nelle altre quattro, altrettanti k.o.
in finale. Lultimo un anno fa col
Latina (0-0 e 1-3).
Il campionato I tre cambi tecnici
e il lungo digiuno del bomber Ar-
ma (15 gol) hanno scandito la sta-
gione del Pisa che resta allaltezza
delle migliori (battute Perugia e
Lecce) pur col sesto posto finale.
BENEVENTO
La stella Coi tre gol al Prato ha
raggiunto Daniel Ciofani in testa
tra i bomber a quota 16. Cos Eva-
Domani si gioca anche landata della
Supercoppa di Prima (ritorno gioved
15 alle 20.45, diretta Rai Sport 1).
SUPERCOPPA PRIMA
ENTELLA-PERUGIA (ore 18.30)
ENTELLA Dopo la grande festa per la
storica promozione in Serie B, lEntella
tornata ad allenarsi gioved. Nellan-
data della finale di Supercoppa lunico
assente sar Troiano, che squalifi-
cato. Non sono al meglio, invece, ma si
sono comunque allenati seppur con
un lavoro differenziato, Guazzo, Ric-
chiuti e Iacoponi.
PERUGIA Camplone non potr contare
sugli squalificati Conti, Comotto ed
Eusepi, mentre anche Mazzeo out
dopo linfortunio rimediato contro il
Frosinone. In difesa dovrebbe tocca-
re a Rossi, alla prima da titolare. A
centrocampo spazio a Sanseverino.
Ma in ballottaggio c pure Carcione.
In avanti toccher a Sprocati dallini-
zio. Aggregati i giovani, Marconi, De
Costanzo, Locchi e Lamcaj.
ARBITRO Baroni di Firenze.
SUPERCOPPA SECONDA
Bassano-Messina (ore 15): Tardino di
Milano. Ritorno domenica 18 alle 15.
PLAYOFF SECONDA
Si comincia il 18 con landata delle se-
mifinali: il ritorno il 25, finali 1 e 8 giu-
gno. Girone A: Torres-Forl e Cuneo-
Porto Tolle. Girone B: Arzanese-Sor-
rento e Normanna-Tuttocuoio.
SERIE D
Oggi anticipo Borgosesia-Caronnese
La coppa Disciplina stata vinta dal
Romagna Centro, secondo il Chieri,
terza lImolese. Si gioca oggi un antici-
po dei playoff nel girone A, Borgose-
sia-Caronnese (ore 16): Viotti di Tivoli.
Domani le altre gare della prima fase,
che si conclude mercoled con una
vincente per ogni girone. Nella terza
fase di domenica 18 si aggiunge lArez-
zo, migliore semifinalista di Coppa.
Nella quarta fase si aggiunge il Ponti-
sola, nelle semifinali entra anche il Po-
migliano, che ha vinto la Coppa.
Il programma
Domani c landata
di Entella-Perugia
per la Supercoppa
italia: 51575158585149
26
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

97 GIRO DITALIA LA PRIMA TAPPA
LA SQUADRA AUSTRALIANA CONFERMA IL PRONOSTICO
TITANICI
La corazzata Orica
lancia Tuft:
il compleanno
una favola rosa
Cronosquadre show davanti a 200.000 persone:
il canadese brinda ai 37 anni ed il primo leader
4
URAN A 5
EVANS A 7
Cos ieri nella
cronosquadre
a Belfast
(21,7 km)
1. ORICA
2442
2. OMEGA a 5
3. BMC a 7
4. TINKOFF
SAXO a 23
5. SKY a 35
Cos gli uomini di
classifica dopo
la prima tappa:
6. Santaromita
in 2442;
9. Uran (Col)
a 5;
15. Evans (Aus)
a 7;
27. Roche (Irl)
a 23;
40. Scarponi
a 38;
42. Aru a 38;
50. Basso
a 53;
56. Quintana
(Col) a 55;
70. Pozzovivo
a 58;
119. Cunego
a 120
131. Rodriguez
(Spa) a 133
165. Hesjedal
(Can) a 326
DAL NOSTRO INVIATO
LUCA GIALANELLA
BELFAST (Irlanda del Nord)
Uno spettacolo gigante-
sco. Di folla, passione, amore
per la bicicletta. Il pubblico si
apre e si chiude a fisarmonica.
Duecentomila persone, e quan-
ti bambini, quanti giovani,
quanti sorrisi. Ce lo aspettava-
mo cos, perch avevamo visto
laffetto per il Giro dItalia nella
pi bella presentazione degli
ultimi anni. Il passaggio in sali-
ta dal Parlamento da brividi.
LIrlanda del Nord e il Giro vin-
cono la loro scommessa.
Regalo E sulla torta rosa sof-
fiano in tre. I nord-irlandesi,
che dimostrano quanto questa
terra possa essere ospitale ed
efficiente; il Giro, che una vol-
ta di pi conferma di essere un
valore aggiunto dellItalia mi-
gliore; il canadese Svein Tuft,
che nel giorno del 37 comple-
anno riceve dai compagni del-
lOrica-GreenEdge il regalo
pi bello. Lanno scorso ultimo
al Tour, adesso in cima alla
corsa Gazzetta. Per la forma-
zione australiana, base tecnica
a Gavirate (Varese), questo era
lobiettivo, e lha centrato. Par-
tita per sorteggio per seconda,
con pi vento ma senza piog-
gia, nel finale sembra un quar-
tetto dellinseguimento. Il tri-
colore Ivan Santaromita fatica
a stare a ruota, ma non molla e
adesso guida lui la classifica
avulsa dei big, con 5 su Uran,
7 su Evans, 23 su Roche, 38
su Scarponi e Aru, 53 su Bas-
so, 120 su Cunego e Ulissi.
Fatica Distacchi importanti.
S, perch, accanto alla iper-
specializzazione del team, il
tempo irlandese ci mette lo
zampino. Si sapeva. E allora
dopo 21,7 chilometri di una
cronosquadra volata dallOrica
a 52,712 km/h di media, si lec-
cano le ferite il colombiano Na-
iro Quintana e lo spagnolo Jo-
aquin Rodriguez. In gara a di-
stanza di 5, corrono nelle con-
dizioni peggiori, pioggia e
asfalto bagnato. La Movistar di
Quintana riesce a galleggiare,
cede 55; la russa Katusha af-
fonda e chiude 19/a su 22. Pu-
rito Rodriguez perde tre com-
pagni subito, non trova il rit-
mo, arriva a 133 allOrica:
quanto sono lontani i tempi del
2012, quando Purito e i russi
volavano a Verona, secondi.
Comunque, il sale che stuzzi-
cher il loro appetito di Giro:
avere i migliori scalatori in ri-
tardo vuol dire infiammare le
tappe di montagna, a comin-
ciare mercoled a Viggiano.
S
Larrivo
dellOrica-
GreenEdge,
squadra che da
sempre una
delle migliori
nelle crono:
2
a
al Mondiale
2013,
3
a
nel 2011
e 2012
BETTINI
Ma lOmega (a 5)
spinge Petacchi
che oggi pu
balzare al
comando a 40 anni
la benedizione del Papa
Ieri a Roma Papa Francesco ha benedetto la maglia rosa.
Un gesto semplice, che sta diventando una bella abitudine.
Il Pontefice argentino laveva fatto anche alla vigilia del Giro
dItalia 2013. Lidea era venuta a Vittorio Adorni, presente nel
1964 alludienza concessa da Paolo VI ai partecipanti della corsa.
Due volti Laspetto pi dram-
matico della cronosquadre
colpisce il migliore corridore
irlandese, Daniel Martin: vin-
citore della Liegi-Bastogne-
Liegi 2013, puntava a entrare
nei 10 della classifica. Ma a 4
chilometri dallarrivo il treni-
no della Garmin deraglia per
un tombino: volano in quat-
tro, salti mortali in aria, spar-
paglio sullasfalto. Dan si tiene
la clavicola, rotta. Piange. Il
suo Giro dura 17 km. Gli altri
tre proseguono a fatica, danno
lesempio di quanto sia forte
un corridore. Il basco Koldo
Fernandez ultimo, a 1011:
230 oltre il tempo massimo.
La Giuria, con un eccesso di
zelo, lo manda a casa.
Nonno Oggi seconda tappa,
Belfast-Belfast, 110 km sulla
costa. Tensione, ventagli. E
una squadra, lOmega-Quick
Step, che trasformer la corsa
in una classica del Nord. Ha gli
uomini per farlo. Perch Ale-
jet Petacchi a 5 dalla maglia
rosa. Ieri ai 600 metri fa una
trenata tremenda, e i compa-
gni faticano a dargli il cambio.
A 40 anni e 131 giorni, potreb-
be essere record: mai nessuno
ha indossato la casacca di lea-
der cos vecchio. E mai nessu-
no ha vinto una tappa a questa
et. Ci sono gli abbuoni: 3, 2
e 1 al traguardo volante; 10,
6 e 4 allarrivo. Gli basta un
secondo posto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
27

Dovr lavorare
per Uran e non so
se avr le gambe
per buttarmi
in volata

Al mattino non mi
sentivo troppo
bene, in gara
cambiato tutto.
Sono andato forte
ALESSANDRO PETACCHI
OMEGA-QUICK STEP
il pi selvaggio
di tutto il gruppo
La mia vita
unavventura
Ultimo al Tour de France 2013, ex meccanico,
Tuft andato anche in Alaska con il cane Bear,
dormendo per 4 giorni in una baracca disabitata
DAL NOSTRO INVIATO
MARCO PASTONESI
BELFAST
La sera del suo trentasettesimo comple-
anno, Svein Tuft si fa il regalo pi grande che
possa immaginare: la maglia rosa. Primo: pri-
mo di una formazione trasformata in pattuglia
acrobatica, primo in una cronosquadre che
sorprendente e drammatica, primo nella clas-
sifica generale.
Orso Tuft il corridore pi selvaggio, pi ge-
nuino, pi spontaneo, pi naif del gruppo. Ca-
nadese di Langley, a 40 minuti di macchina da
Vancouver. Fiumi. Pesca di salmoni, commer-
cio di pellicce, corsa alloro. In un posto cos, si
vive allo stato brado. Tant che, a 15 anni, Tuft
molla la scuola. Poco dopo comincia a girare,
lui con il suo cane Bear (che per significa or-
so), e a dormire sotto le stelle, prima a piedi,
poi in bici. Una mountain bike da 40 dollari. E
siccome suo padre, norvegese, fa il boscaiolo,
sulla mountain bike Svein carica solo un telo,
una coperta di lana e unascia, mentre il cane
Bear si arrangia da solo, con quello che ha, cio
niente, non disponendo di bagagli al seguito.
Una volta il tandem si spinge fino in Alaska:
Tuft, sceso dalla bici, sale sulle montagne. E Be-
ar non lo molla.
Si racconta che, durante il viaggio in Alaska,
bagnato fradicio e con la tosse, Tuft entri in una
baracca disabitata, che l trovi fornello, cibo e
letto, e che si fermi quattro giorni prima di tor-
nare al mondo. Pi o meno come nel film Into
the wild. Solo che stavolta c il lieto fine. Per-
ch il lieto fine la bicicletta. Per la precisione,
quella da corsa. Tuft comincia a lavorare in un
negozio di biciclette. Aiutante meccanico. An-
che garzone. E come garzone il pi forte: con
la mountain bike riesce a trascinare un pesante
rimorchio. Tant che, quando sale su una bici
da corsa, non sente la catena, cio non sente la
fatica. cos che a 22 anni Svein decide di a
correre in bici. pi orso di Bear: nei modi,
nella tecnica, anche raccontano i compagni
nellodore. Una prima esperienza con la Broad-
mark Capital, poi uno stage con la statunitense
Mercury, infine il primo contratto da professio-
nista con la Prime Alliance. Una squadretta.
Avventura Una volta, trascorso tutto linver-
no tra sci e snowboard, cos fuori allenamen-
to che decide di percorrere a febbraio, con fred-
do e pioggia, la Highway 101 da Vancouver al
sud della California, pi di 2 mila chilometri,
per raggiungere il raduno della squadra, solo
con lattrezzatura da campeggio, un sacco di
patate e il solito Bear, bevendo dai ruscelli e
cucinando con un fornelletto da campo. Come
allenamento, perlomeno originale.
Tuft interpreta il ciclismo alla sua maniera:
unavventura. Gareggia e vince a El Salvador,
in Messico, a Cuba, poi anche in Danimarca, in
Francia e in Olanda. In tutto, una trentina di
vittorie: otto volte campione nazionale a cro-
nometro, campione nazionale su strada nel
2011, medaglia dargento ai Mondiali crono nel
2008, vincitore nella cronosquadre al Tour
2013. Ma anche ultimo al Tour 2013. E ieri se-
ra, e anche stamattina, almeno per un giorno,
primo al Giro dItalia 2014.
Esaltante Avevamo grandi aspettative su
questa crono, Matt (il d.s. White, ndr) aveva
detto che se fossimo andati forte, il primo a
passare sarei stato io, E stato un sogno di-
ventato realt, Cera unatmosfera impressio-
nante, un sacco di gente, sentivo lenergia e la
spingevo sui pedali, Il vento veniva da tutte le
parti, La Orica una squadra sorprendente,
non siamo compagni ma siamo come fratelli,
Non mi sarei aspettato mai niente di cos esal-
tante nella mia vita, I prossimi giorni? Vento
e responsabilit, ma abbiamo uno come Mat-
thews per le volate, Mi dispiace per Dan Mar-
tin, successo proprio a casa sua, sto male per
lui.
Proprio vero: certe volte il ciclismo dimostra
pi fantasia dellimmaginazione, pi fortuna di
un sogno, pi allegria di una favola.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Orica
sorprendente:
non siamo
compagni, siamo
come fratelli

Non mi sarei
mai aspettato
niente di cos
esaltante nella
mia carriera
SVEIN TUFT
37 ANNI, ORICA
Appunti
DOPO HESJEDAL
Seconda volta
del Canada in rosa
Il 97 Giro dItalia si aperto
a Belfast con una cronosquadre
di 21,7 chilometri in uno
spettacolo di folla. Ad attendere
la corsa rosa, un meteo molto
variabile, che ha alternato vento,
poi pioggia, quindi sole.
A conquistare la vittoria stata
laustraliana Orica-GreenEdge,
con 5 di vantaggio sulla belga
Omega-Quick Step e 7
sullamericana Bmc; a 33
lAstana. Le italiane: Cannondale a
53, Lampre-Merida a 120.
La prima maglia rosa il
canadese Svein Tuft, che ieri
festeggiava il compleanno: 37
anni. Professionista dal 2002, al
suo quarto Giro dItalia. E il
secondo canadese della storia a
indossare la maglia rosa, dopo
Ryder Hesjedal, vincitore
delledizione 2012 e ieri
penalizzato dalla caduta della sua
Garmin: al traguardo con 326 di
ritardo, gi fuori dai giochi.
RAISPORT2 DALLE 14
E oggi 219 km
sotto la pioggia
Oggi seconda tappa, Belfast-
Belfast, 219 km. Partenza alle 10.50
(ora irlandese: in Italia unora in
pi). Dopo 92 km si raggiunge
Bushmills (punto pi a nord
dellisola), e si entra nella Giant
Causeway, spettacolare strada
costiera. Sono 110 km di curve
spazzate da vento e pioggia,
prevista tutto il giorno; temperature
intorno ai 12 gradi, vento con
raffiche fino a 30 km/h. Traguardo
volante sulla costiera: abbuoni 3,
2, 1. Al traguardo, 10, 6 e 4.
Diretta su RaiSport 2 dalle 14, Rai3
dalle 15; su Eurosport dalle 14.30.
Copertura totale del
Giro su gazzetta.it, con le
tappe in tempo reale,
interviste, articoli e video dei
nostri inviati. Sul nostro sito
anche il ricordo di Wouter
Weylandt, che oggi 4 anni fa
ottenne la sua vittoria di tappa
nella corsa rosa. Ieri invece
era il 3 anniversario della sua
morte sulle strade del Giro.
Gazzetta.it
VIDEOINTERVISTE, LIVE
E IL RICORDO
DI WOUTER WEYLANDT
Svein Tuft, 37
anni, sul podio
portato in trionfo
dai compagni AP

Cera unatmosfera
impressionante, un sacco
di gente, sentivo lenergia e
la spingevo sui pedali. Spiace
per Martin, sto male per lui
ilPersonaggio
SVEIN TUFT
italia: 51575158585149
28
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

4
COS
AL GIRO
S
EVANS
Terzo
nel 2013
Cadel Evans
alla quarta
partecipazione
al Giro dItalia.
Nel 2002, al
debutto, vest
per un giorno la
maglia rosa e
chiuse al 14
posto. Nel 2010,
vinse una tappa
(in maglia
iridata, a
Montalcino) e
concluse quinto
(un altro giorno
in rosa). Lanno
scorso, nessun
successo
parziale ma il
miglior risultato
finale: terzo,
alle spalle di
Nibali e Uran.
S
RODRIGUEZ
A 16
dal sogno
Secondo
nel 2012,
Joaquin
Rodriguez alla
settima
partecipazione
al Giro dItalia.
Aveva debuttato
nel 2001. La
migliore
edizione per lui
stata quella
del 2012: due
vittorie di
tappa, dieci
giorni in maglia
rosa e secondo
posto finale ad
appena 16 da
Hesjedal.
97 GIRO DITALIA
LA GIORNATA A DUE VOLTI DEI FAVORITI
Cadel ok, Joaquin ko
Evans: Promette bene...
E Rodriguez gi vacilla
Laustraliano sorride: Siamo partiti con il piede giusto. Purito
nero: stata durissima. Quintana: Meglio di cos non potevamo
DAL NOSTRO INVIATO
CLAUDIO GHISALBERTI
BELFAST (Irlanda del Nord)
Non il colpo del k.o. ma
un colpo tremendo che lo fa
vacillare. Joaquin Rodriguez
esce pesantemente segnato da
questa prima tappa del Giro.
Che non un cronoman lo san-
no anche i sassi, che con la ca-
duta allAmstel abbia avuto un
avvicinamento difficile al Giro
pure, ma che qui beccasse una
sventola cos non era ipotizza-
bile. La sua Katusha, molto fre-
nata dal suo rendimento, ha
chiuso in 19
a
posizione a 133
dallOrica. Ok, gli australiani
non hanno un uomo da classifi-
ca, Santaromita pu puntare a
un piazzamento a Trieste, ma
dai big della corsa rosa Purito
accusa un distacco di 128 da
Uran, 126 da Evans, 38 da
Quintana. Sono abbastanza
incazzato ha detto a denti
stretti lo spagnolo -. stata una
giornata molto dura e sono
molto stanco.
Danneggiati Nairo Quintana,
luomo di riferimento della cor-
sa, quando scende dal bus della
Movistar per inforcare la bici
da strada e tornare in hotel,
sembra pi uno sciatore che un
ciclista. Ha persino un paio di
guanti invernali, neri e pesan-
tissimi. Il suo umore non ne-
ro, ma neppure molto allegro.
Abbiamo corso sotto la piog-
gia e questo ci ha danneggiato
spiega il colombiano -. Le mie
sensazioni sono state buone,
ma meglio di cos, con questo
tempo, non si poteva fare. La
nostra idea era di non perdere
troppo tempo (ma molti tecnici
indicavano il team spagnolo tra
i primi tre al traguardo, ndr),
oltre alla pioggia abbiamo per-
so due compagni troppo presto
(Ventoso e Castroviejo). Il te-
am manager Eusebio Unzue ha
una visione pi positiva: Nelle
condizioni in cui abbiamo cor-
so, il solo fatto di non essere fi-
niti a terra gi una soddisfa-
zione.
Piede giusto Di umore molto
pi allegro il suo connazionale
Rigoberto Uran che, tra gli uo-
mini di classifica, quello piaz-
zato pi in alto. La sua Omega
Pharma ha chiuso in 2

posizio-
ne a soli 5 secondi dal treno au-
straliano. Sono molto conten-
to per questo avvio afferma
con un ampio sorriso Rigo -.
Anche se volevamo vincere
questo un ottimo risultato.
Poi unocchiata alla prima clas-
sifica generale: I distacchi so-
no gi importanti. Siamo partiti
con il piede giusto, ma il Giro
lungo, molto lungo. A Uran
legato anche Alessandro Petac-
chi, suo compagno di squadra.
Il velocista ligure oggi, tra gli
abbuoni al traguardo interme-
dio e quelli allarrivo, ha la pos-
sibilit di vestirsi di rosa. E sa-
rebbe il leader rosa pi vecchio
di sempre. Il fatto che, alla vi-
gilia, il Peta ha dichiarato di es-
sere qui solo per aiutare Uran a
vincere il Giro. Ciccio vec-
chio forte prosegue sorri-
dendo il colombiano -. Petacchi
Petacchi, pu fare la volata ec-
come. E lumore (cupo) del ve-
locista ieri al traguardo, quel-
lo delle grandi occasioni. Di
quando sente la corsa, di quan-
do fiuta la preda. E oggi Petac-
chi ha una motivazione extra.
Alessandro, il figlio per il quale
stravede, compie 6 anni. Indizi.
Colpo mancato Ma torniamo
alla cronosquadre. Cadel
Evans, quatto quatto, covava il
sogno di vestire la maglia rosa.
Il colpaccio gli sfuggito per
soli 7 secondi. Le condizioni
meteo variabili, imprevedibili,
hanno condizionato la tappa,
ha twittato laustraliano della
Bmc, re del Tour 2011, che poi
ha aggiunto: Siamo partiti be-
ne e avevamo le gambe per fare
anche di pi. Siamo stati un po
sfortunati con la caduta di
Bookwalter nella ricognizione
del mattino, e con la foratura
di Hermans. Ma penso che an-
che in prospettiva questo sia
davvero un bel risultato. Ab-
biamo guadagnato tempo su
molti dei favoriti.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Cheentusiasmo!
Belfast, folla rosa alla crono
Grande folla a Belfast per la partenza del
Giro dItalia: questo un tratto del percorso della
crono con il pubblico ai lati della strada BETTINI
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
29

i beniamini di casa
IRLANDA A DUE VOLTI
Roche-Martin, i cugini
dai destini opposti
Nicolas ride, Dan piange
Il capitano della Tinkoff Saxo ha chiuso al quarto posto, mentre il Giro
del re della Liegi 2013 finito dopo appena 14 chilometri: frattura
scomposta della clavicola destra. Come nel peggiore degli incubi
DAL NOSTRO INVIATO
MARCO PASTONESI
BELFAST
Homeboys, i ragazzi di
casa. Nicolas Roche il miglio-
re, forse anche il pi fortunato:
la sua Saxo-Tinkoff quarta, lui
27 in classifica a 23 da Svein
Tuft. Una buona prestazione,
anche se penalizzati dalla piog-
gia. Philip Deignan pu consi-
derarsi soddisfatto: la sua Sky
quinta, lui 32 in classifica a
35. Una giornata particolare,
una gara difficile. Dan Martin
vive un incubo: il suo Giro dIta-
lia non fa a tempo a cominciare
che gi finito, la sua Garmin
deragliata, lui caduto, ferito, ri-
tirato.
Tombino Martin se lo ricorde-
r sempre, questo Giro dItalia in
Irlanda. il km 14. Un rettilineo.
Bagnato: ha piovuto, non piove
pi, il vento asciuga in fretta la
strada, ma non cos in fretta, al-
meno in certi punti. La Garmin-
Sharp in fila indiana, un treno
ancora a otto vagoni, perch Fa-
bian Wegmann ha gi ceduto.
Avevo mal di stomaco, fin dalla
mattina e non riuscivo a tenere
landatura dei miei compagni.
Davanti, a tirare, ci sono il cana-
dese Ryder Hesjedal, che ha vin-
to il Giro 2012, lo statunitense
Tyler Farrar, gli olandesi Dylan
Van Baarle e Thomas Dekker. In
mezzo c Dan Martin. Dietro di
lui il portoghese Andre Cardoso,
laustraliano Nathan Haas e lo
spagnolo Koldo Fernandez. Una
multinazionale delle due ruote.
La cronosquadre come un 8 con
nellequipaggio, un pacchetto di
mischia con il suo mediano, una
squadra di nuoto sincronizzato.
Basta poco, basta niente, per pre-
cipitare dal paradiso allinferno.
Stavolta basta un tombino. Mar-
tin, su un tombino, svirgola, sci-
vola, salta per aria. Dietro di lui,
il primo non ha il tempo per capi-
re, e lo travolge, il secondo non
ha il tempo per evitare, e si tuffa,
il terzo non ha lo spazio per de-
viare, e viene falciato dalla bici di
un compagno.
una mezza ecatombe. I quat-
tro Garmin rimangono a terra,
disarcionati, come cavalieri sen-
za cavalli. Poi, dolorosamente,
Cardoso, Haas e Fernandez (lus-
sazione spalla sinistra) si rialza-
no. Frastornati, disorientati, san-
guinanti. Martin rimane seduto
sullasfalto. Si tiene il braccio.
Chi segue il ciclismo, intuisce, ca-
pisce, sa: clavicola. Martin silla-
ba, trema, continua a tenersi il
braccio. Non pu muoversi, non
pu rialzarsi, non pu continua-
re. Il suo Giro finir in una sala
operatoria (frattura scomposta
della clavicola destra). Caduto
due settimane fa, allultima cur-
va della Liegi-Bastogne-Liegi, ca-
duto a trequarti della prima fra-
zione del Giro dItalia.
Incubo Intanto, sul luogo
dellincidente, giunge Weg-
mann. Della caduta non ho
visto nulla. Invece ho visto
lammiraglia ferma sul bordo
della strada, Dan seduto sul-
lasfalto, gli altri compagni ri-
masti a piedi. La squadra ave-
va bisogno di me. Ci vogliono
cinque corridori per com-
pletare una cronosquadre.
Infatti gli altri quattro mi
aspettavano. Ho stretto i
denti, li ho seguiti, fino
in fondo. Ultimi, a
326 dalla Orica, ma
ancora dentro. Haas e
Cardoso sarebbero ar-
rivati, insieme, a
557, Fernandez, da
solo, a 1011. Fuori
tempo massimo. I com-
missari avrebbero pie-
t, il regola-
mento no. He-
sjedal: stato un
incubo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Sopra Daniel
Martin (Garmin),
27 anni. Sotto
Nicolas Roche
(Tinkoff), 29:
sono cugini
SUNADA/
LIVERANI
La Bmc di Evans (con il casco
rosso) e, a sinistra, la Katusha
di Rodriguez alla partenza dal
Museo del Titanic LAPRESSE
la caduta Garmin
Con Martin altri tre a terra
La caduta che ha coinvolto la Garmin-Sharp ai
meno 7: lirlandese Dan Martin scivola con una
ruota su un tombino, trascinando a terra Haas,
Cardoso e Fernandez. I quattro non coinvolti
hanno atteso Wegmann, staccato, per arrivare in
cinque. Il solo ritirato sar Martin SUNADA
GLI ITALIANI
Santaromita,
vera felicit?
E Basso
si promuove
BELFAST (c. ghis.)
Il Giro partito col piede
giusto. La cronosquadre era il
nostro primo obiettivo. Ivan
Santaromita non fa polemica,
ma forse la sua felicit non
piena. Vero che con la Orica ha
vinto la prima tappa, ma lui
sperava, o sognava, che la
squadra gli concedesse lonore
di passare per primo. Una
gentilezza che gli sarebbe
valsa la maglia rosa. Invece,
oggi partir da Belfast con la
maglia di sempre, quella simil-
tricolore. Santino, infatti, il
campione dItalia, ma i colori
sulla sua maglia sono solo
simili a quelli della nostra
bandiera. Intanto lui guarda
avanti: Spero di passare
indenne le prossime due
tappe, visto che danno pioggia
e vento. Il risultato della prima
giornata (7 a 53 dai vincitori)
ha dato morale anche a Ivan
Basso, che non ha avuto una
prima parte di stagione facile.
Siamo partiti con prudenza
afferma il capitano della
Cannondale perch la strada
era molto scivolosa. Poi per
abbiamo chiuso fortissimo.
Michele Scarponi, 6 posto a
38: Un buon avvio. Non
guardo i distacchi, ma le mie
gambe. E mi pare di capire
che girano bene.
italia: 51575158585149
30
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

Cannondale 7
a
a 53, Lampre-Merida solo 17
a
a 120
Il Team Sky si
difende: 5 a 35.
Neri, Bardiani e
Androni meglio
di Cunego e Ulissi
Cos larrivo della prima
tappa del 97 Giro dItalia:
cronosquadre Belfast-Belfast
di 21,7 km vinta dalla squadra
di Santaromita.
1. ORICA GREENEDGE
km 21,7 in 2442, media
52,7123 km/h
(Tuft, Durbridge, Weening,
Meyer, Matthews, Santaromi-
ta; Lancaster a 22, Hepburn a
a 245, Docker 433)
2. OMEGA PHARMA - QUICK-
STEP a 5 (Serry, Brambilla,
Uran, Pauwels, Vermote, Pe-
tacchi; De Gendt, Poels a 22,
Keisse a 41)
3. BMC RACING TEAM a 7
(Oss, Wyss, Evans, Morabito,
Sanchez, Eijssen; Quinziato a
52, Hermans, Bookwalter a
244)
4. TINKOFF SAXO a 23 (Juul
Jensen, McCarthy, Rogers, Ro-
vny, Poljanski, Roche, Majka,
Sorensen; Petrov a 401)
5. TEAM SKY a 35 (Swift,
Cataldo, Deignan, Boasson
Hagen, Siutsou, Puccio, He-
nao; Eisel, Sutton a 4)
6. ASTANA a 38 (Agnoli,
Brajkkovic, Gasparotto, Scar-
poni, Bozic, Aru, Tiralongo,
Zeits, Landa Meana)
7. CANNONDALE a 53 (Vivia-
ni, Koch, Basso, Ratto, Maran-
goni, Gatto, Moser; Longo
Borghini a 116, Villella a
142)
8. MOVISTAR a 55 (Malori,
Quintana, Izaguirre, Capec-
chi, Amador; Herrada 129,
Ventoso 142, Castroviejo a
305, Anton a 412)
9. TEAM GIANT-SHIMANO a
56 (Geschke, Kittel, Ludvigs-
son, Mezgec, Preidler; Tim-
mer a 120, Vellers a 233,
De Backer a 321, Stam-
snijder a 4)
i partenti
RESTANO 196 CORRIDORI DI 22 SQUADRE
POS. CORRIDORE TEMPO
1 TUFT (CAN) in 24'42"
2 DURBRIDGE (AUS) a 0"
3 WEENING (OLA)
4 MEYER (AUS)
5 MATTHEWS (AUS)
6 SANTAROMITA (ITA)
7 SERRY (BEL) a 5"
8 BRAMBILLA (ITA)
9 URAN (COL)
10 PAUWELS (BEL)
11 VERMOTE (BEL)
12 PETACCHI (ITA)
13 OSS (ITA) a 7"
14 WYSS (SVI)
15 EVANS (AUS)
16 MORABITO (SVI)
17 SANCHEZ (SPA)
18 EIJSSEN (BEL) a 9"
19 DE GENDT (BEL) a 22"
20 POELS (OLA)
21 LANCASTER (AUS)
22 JUUL JENSEN (DAN) a 23"
23 MCCARTHY (AUS)
24 ROGERS (AUS)
25 ROVNY (RUS)
26 POLJANSKI (POL)
27 ROCHE (IRL)
28 MAJKA (POL)
29 SORENSEN (DAN)
30 SWIFT (GB) a 35"
31 CATALDO (ITA)
32 DEIGNAN (IRL)
33 BOASSON HAGEN (NOR)
34 SIUTSOU (BIE)
35 PUCCIO (ITA)
36 HENAO GOMEZ (COL)
37 AGNOLI (ITA) a 38"
38 BRAJKOVIC (SLO)
39 GASPAROTTO (ITA)
40 SCARPONI (ITA)
41 BOZIC (SLO)
42 ARU (ITA)
43 TIRALONGO (ITA)
44 ZEITS (KAZ)
45 LANDA (SPA)
46 KEISSE (BEL) a 41"
47 QUINZIATO (ITA) a 52"
48 VIVIANI (ITA) a 53"
49 KOCH (GER)
50 BASSO (ITA)
51 RATTO (ITA)
52 MARANGONI (ITA)
53 GATTO (ITA)
54 MOSER (ITA)
55 MALORI (ITA) a 55"
56 QUINTANA (COL)
57 IZAGUIRRE (SPA)
58 CAPECCHI (ITA)
59 AMADOR (C.RICA)
60 GESCHKE (GER) a 56"
61 KITTEL (GER)
62 LUDVIGSSON (SVE)
63 MEZGEC (SLO)
64 PREIDLER (AUT)
65 VUILLERMOZ (FRA) a 58"
66 BOUET (FRA)
67 APPOLLONIO (ITA)
68 MONTAGUTI (ITA)
69 DUPONT (FRA)
70 POZZOVIVO (ITA)
71 GRETSCH (GER)
72 NIZZOLO (ITA) a 1'00"
73 KISERLOVSKI (CRO)
74 HONDO (GER)
75 BEPPU (GIAP)
76 ARREDONDO (COL)
77 FELLINE (ITA)
78 ZOIDL (AUT)
79 FINETTO (ITA) a 1'01"
80 CHICCHI (ITA)
81 FEDI (ITA)
82 RABOTTINI (ITA)
83 MONSALVE (VEN)
84 CECCHINEL (ITA)
85 KELDERMAN (OLA)
86 BOL (OLA)
87 VAN EMDAN (OLA)
88 TJALLINGII (OLA)
89 GOOS (OLA)
90 KRUIJSWIJK (OLA)
91 PIRAZZI (ITA) a 1'07"
92 COLBRELLI (ITA)
93 BONGIORNO (ITA)
94 ZARDINI (ITA)
95 BARBIN (ITA)
96 BOEM(ITA)
97 RUFFONI (ITA)
98 CANOLA (ITA)
99 BATTAGLIN (ITA)
100 SELLA (ITA) a 1'14"
101 GODOY (VEN)
102 ROSA (ITA)
103 PELLIZOTTI (ITA)
104 J. RODRIGUEZ (VEN)
105 HOOGERLAND (OLA)
106 LONGO BORGHINI (ITA) a 1'16"
107 VEIKKANEN (FIN) a 1'18"
108 GENIEZ (FRA)
109 MOUREY (FRA)
110 PICHON (FRA)
111 BOUHANNI (FRA)
112 LE BON (FRA)
113 ULISSI (ITA) a 1'20"
114 FERRARI (ITA)
115 NIEMIEC (POL)
116 MORI (ITA)
117 POLANC (SLO)
118 ANACONA (COL)
119 CUNEGO (ITA)
120 TIMMER (OLA)
121 DUQUE (COL) a 1'23"
122 QUINTERO (COL)
123 AVILA (COL)
124 DUARTE (COL)
125 PANTANO (COL)
126 HERRADA (SPA) a 1'29"
127 VICIOSO (SPA) a 1'33"
128 PAOLINI (ITA)
129 GUSEV (RUS)
130 MORENO (SPA)
131 P. RODRIGUEZ (SPA)
132 MONFORT (BEL) a 1'34"
133 WELLENS (BEL)
134 VAN DER SANDE (BEL)
135 BAK (DAN)
136 HANSEN (AUS)
137 VILLELLA (ITA) a 1'42"
138 VENTOSO (SPA)
139 BANDIERA (ITA) a 1'48"
140 THURAU (GER)
141 ARASHIRO (GIAP)
142 MALACARNE (ITA)
143 ROLLAND (FRA)
144 MEDEREL (FRA)
145 HUREL (FRA)
146 QUEMENEUR (FRA)
147 SICARD (FRA)
148 FRAPPORTI (ITA) a 1'53"
149 RUBIANO CHAVEZ (COL) a 1'57"
150 FLENS (OLA) a 2'08"
151 BELKOV (RUS) a 2'09"
152 CATTANEO (ITA) a 2'13"
153 VAN POPPEL (OLA) a 2'15"
154 COLLI (ITA) a 2'28"
155 BELLETTI (ITA)
156 VEELERS (OLA) a 2'33"
157 HERMANS (BEL) a 2'44"
158 BOOKWALTER (USA)
159 HEPBURN (AUS) a 2'45"
160 FISCHER (BRA) a 2'59"
161 CASTROVIEJO (SPA) a 3'05"
162 DOMONT (FRA) a 3'11"
163 TORRES (COL) a 3'19"
164 DE BACKER (BEL) a 3'21"
165 HESJEDAL (CAN) a 3'26"
166 FARRAR (USA)
167 WEGMANN (GER)
168 VAN BAARLE (OLA)
169 DEKKER (OLA)
170 PONZI (ITA) a 3'38"
171 LOSADA (SPA) a 3'41"
172 KEIZER (OLA) a 3'52"
173 EISEL (AUT) a 4'00"
174 SUTTON (AUS)
175 STAMSNIJDER (OLA)
176 PETROV (RUS) a 4'01"
177 ALAFACI (ITA) a 4'06"
178 ANTON (SPA) a 4'12"
179 BERARD (FRA) a 4'15"
180 VANENDERT (BEL) a 4'18"
181 ARMEE (BEL)
182 CHAVANEL (FRA) a 4'23"
183 COURTEILLE (FRA)
184 TANNER (AUS) a 4'33"
185 DOCKER (AUS)
186 ROMERO (COL) a 4'37"
187 CHALAPUD (COL)
188 TULIK (FRA) a 4'45"
189 BONO (ITA) a 5'08"
190 CARUSO (ITA) a 5'15"
191 VORGANOV (RUS)
192 DOCKX (BEL) a 5'25"
193 DE HAES (BEL) a 5'32"
194 HAAS (AUS) a 5'57"
195 CARDOSO (POR)
196 CARRETERO (PAN) a 6'02"
197 FERNANDEZ (SPA) F.T.M.
Classifica generale
OK ANCHE BRAMBILLA E OSS, CARUSO AFFONDA A 515
La classifica a punti (introdotta nel
1966: primo vincitore Gianni Motta)
contraddistinta dalla maglia rossa
(ciclamino fino al 2010. Valgono gli
arrivi di tappa e i traguardi volanti
(tranne la cronosquadre), con punteg-
gi diversi a seconda del tipo darrivo e
di traguardo volante. Lo scorso anno
si imposto Mark Cavendish. Il
record di vittorie appartiene a
Francesco Moser e Beppe Saronni: 4.
A punti
Oggi, su due gran premi della mon-
tagna di 4
a
categoria, si assegnano i
primi punti per la classifica degli
scalatori. In totale i gpm sono 40,
con punteggi differenti: una Cima
Coppi, dodici di 1
a
categoria, otto di
2
a
, quattro di 3
a
e quindici di 4
a
. Gino
Bartali ha vinto pi di tutti la classi-
fica dei gran premi della montagna.
Lo scorso anno la maglia azzurra
lha conquistata Stefano Pirazzi.
Montagna
La classifica per squadre a tempi
(che non assegna maglie) prende in
considerazione i primi tre corridori di
ciascuna squadra. La somma dei
loro tempi determina il tempo di
squadra. Cos ieri: 1. ORICA-
GREENEDGE 24.42; 2. Omega-Quick
Step a 5; 3. Bmc a 7; 4. Tinkoff-
Saxo a 23; 5. Sky a 35; 6. Astana a
38; 7. Cannondale a 53; 8. Movistar
a 55; 9. Giant a 56; 10. Ag2r a 58.
Team a tempi
La maglia bianca della classifica dei
giovani premia il primo nella
classifica generale tra coloro che
sono nati dopo il 1 gennaio 1989: il
primo a vincere questa classifica fu,
nel 1969, Primo Mori; lo scorso
anno si imposto Carlos Betancur.
Cos ieri: 1. Luke Durbridge (Aus,
Orica); 2. Matthews (Aus); 3. Vermote
(Bel) a 5; 4. Eijssen (Bel a 9; 5. Juul
Jensen (Dan) a 23; 9. Puccio a 35.
Giovani
La classifica a squadre a punti (non
assegna maglie) istituita sulla base
dei punti conquistati dalle squadre in
diverse classifiche (punti allarrivo e
nei traguardi volanti) in funzione dei
piazzamenti dei corridori. Cos ieri: 1.
ORICA GREENEDGE 25 punti; 2.
Omega-Quick Step 20; 3. Bmc
Racing Team 18; 4. Tinkoff Saxo 17; 5.
Team Sky 16; 6. Astana 15; 7.
Cannondale 14; 8. Movistar 13.
Team a punti
(p.ber) Si chiamava
Marzio Gazzetta, aveva 64
anni, ed un vero appassiona-
to di sport, ciclismo e ippica
in particolare. Ieri intorno a
mezzogiorno stato travolto
da un furgoncino mentre pas-
seggiava con il suo cane nella
campagna di Langhirano do-
ve si era ritirato per vivere
con serenit la sua pensione.
Dipendente del Coni aveva
lavorato a lungo per il comi-
tato regionale della federci-
clismo, ma collaborava come
giornalista pubblicista per la
Gazzetta, la Notte, Tutto-
sport (si firmava Gianmarco
Corrieri), per il Corriere del-
lo Sport e per Tuttobici. Scri-
veva di ippica e di ciclismo. E
stato tra i primi a capire il
boom della Mountain Bike e
aveva un debole per il ciclo-
cross. Era molto legato ad Er-
nesto Colnago, alla Bianchi e
a Paolo Guerciotti. Lavorava
e scriveva soprattutto per
passione. Era un campione di
umanit. Per noi stato sem-
pre un riferimento per avere
notizie per capire cosa cera
dietro i fatti. Lascia la figlia
Sara e tanti amici del mondo
dei cavalli e della bici che gli
hanno voluto bene.
Per noi della Gazzetta il
secondo lutto in due giorni,
perch gioved era morta al-
limprovviso Paola Argelli,
nostra collaboratrice per il ci-
clismo femminile. Paola ave-
va 43 anni. Romagnola di Lu-
go di Romagna morta din-
farto e lascia un bimbo di 4
anni. Grande esperta del Giro
donne aveva scritto anche un
bel libro su Vito Ortelli, cam-
pione faentino dellepoca di
Coppi e Bartali.
LUTTI
La Rosea piange
Argelli e Gazzetta
Morti due collaboratori e amici
La classifica Energia (non assegna
maglie) di nuova istituzione. Il
premio destinato al corridore che,
lungo lintero arco del Giro dItalia,
avr percorso pi rapidamente gli
ultimi 3 chilometri di ogni tappa in
linea. Sono quindi escluse la
cronosquadre di ieri a Belfast, la
cronometro Barbaresco-Barolo (12
a

tappa) e la cronoscalata Bassano-
Cima Grappa (19
a
tappa).
Energia
ASTANA PRO TEAM
D.S. Martinelli
1 SCARPONI Ita
2 AGNOLI Ita
3 ARU Ita
4 BRAJKOVIC Slo
5 GASPAROTTO Ita
6 BOZIC Slo
7 LANDA MEANA Spa
8 TIRALONGO Ita
9 ZEITS Kaz
AG2R LA MONDIALE
D.S. Biondi
11 POZZOVIVO Ita
12 APPOLLONIO Ita
13 BERARD Fra
14 BOUET Fra
15 DOMONT Fra
16 DUPONT Fra
17 GRETSCH Ger
18 MONTAGUTI Ita
19 VUILLERMOZ Fra
ANDRONI GIOCATTOLI -
VENEZUELA
D.S. Savio
21 PELLIZOTTI Ita
22 BELLETTI Ita
23 FRAPPORTI Ita
24 GODOY Ven
25 HOOGERLAND Ola
26 BANDIERA Ita
27 J. RODRIGUEZ Ven
28 ROSA Ita
29 SELLA Ita
BARDIANI CSF
D.S. Reverberi
31 PIRAZZI Ita
32 BATTAGLIN Ita
33 BOEM Ita
34 BONGIORNO Ita
35 CANOLA Ita
36 COLBRELLI Ita
37 BARBIN Ita
38 RUFFONI Ita
39 ZARDINI Ita
BELKIN - PRO CYCLING TEAM
D.S. Boven
41 KELDERMAN Ola
42 BOL Ola
43 FLENS Ola
44 GOOS Ola
45 KEIZER Ola
46 KRUIJSWIJK Ola
47 TANNER Aus
48 TJALLINGII Ola
49 VAN EMDEN Ola
BMC RACING TEAM
D.S. Baldato
51 EVANS Aus
52 BOOKWALTER Usa
53 EIJSSEN Bel
54 HERMANS Bel
55 MORABITO Svi
56 OSS Ita
57 QUINZIATO Ita
58 SANCHEZ Spa
59 WYSS Svi
CANNONDALE
D.S. Zanatta
61 BASSO Ita
62 GATTO Ita
63 KOCH Ger
64 LONGO BORGHINI Ita
65 MARANGONI Ita
66 MOSER Ita
67 RATTO Ita
68 VILLELLA Ita
69 VIVIANI Ita
COLOMBIA
D.S. Tebaldi
71 DUARTE Col
72 TORRES Col
73 AVILA Col
74 CHALAPUD Col
75 DUQUE Col
76 PANTANO Col
77 QUINTERO Col
78 ROMERO Col
79 RUBIANO Col
FDJ.FR
D.S. Gayant
81 BOUHANNI Fra
82 CHAVANEL Se. Fra
83 COURTEILLE Fra
84 FISCHER Bra
85 GENIEZ Fra
86 LE BON Fra
87 MOUREY Fra
88 PICHON Fra
89 VEIKKANEN Fin
GARMIN SHARP
D.S. Wegelius
91 HESJEDAL Can
92 CARDOSO Por
93 DEKKER Ola
94 FARRAR Usa
95 FERNANDEZ Spa
96 HAAS Aus
97 MARTIN D. Irl
98 VAN BAARLE Ola
99 WEGMANN Ger
LAMPRE - MERIDA
D.S. Maini
100 CUNEGO Ita
101 ANACONA Col
102 BONO Ita
103 CATTANEO Ita
104 FERRARI Ita
105 MORI Ita
106 NIEMIEC Pol
107 POLANC Slo
109 ULISSI Ita
LOTTO BELISOL
D.S. Leysen
111 MONFORT Bel
112 BAK Dan
113 DE HAES Bel
114 DOCKX Bel
115 HANSEN Aus
116 ARMEE Bel
117 VAN DER SANDE Bel
118 WELLENS Bel
119 VANENDERT Bel
MOVISTAR TEAM
D.S. Arrieta
121 QUINTANA Col
122 AMADOR C. Rica
123 ANTON Spa
124 CAPECCHI Ita
125 CASTROVIEJO Spa
126 HERRADA Spa
127 IZAGUIRRE Spa
128 VENTOSO Spa
129 MALORI Ita
NERI SOTTOLI
D.S. Scinto
131 RABOTTINI Ita
132 CECCHINEL Ita
133 CARRETERO Pan
134 CHICCHI Ita
135 COLLI Ita
136 FEDI Ita
137 FINETTO Ita
138 MONSALVE Ven
139 PONZI Ita
OMEGA PHARMA -
QUICK-STEP
D.S. Bramati
141 URAN Col
142 BRAMBILLA Ita
143 DE GENDT Bel
144 KEISSE Bel
145 PAUWELS Bel
146 PETACCHI Ita
147 POELS Ola
148 SERRY Bel
149 VERMOTE Bel
ORICA GREENEDGE
D.S. White
151 SANTAROMITA Ita
152 DURBRIDGE Aus
153 HEPBURN Aus
154 LANCASTER Aus
155 MATTHEWS Aus
156 MEYER Aus
157 DOCKER Aus
158 TUFT Can
159 WEENING Ola
TEAMEUROPCAR
D.S. Arnould
161 ROLLAND Fra
162 ARASHIRO Jap
163 TULIK Fra
164 HUREL Fra
165 MALACARNE Ita
166 MEDEREL Fra
167 QUEMENEUR Fra
168 SICARD Fra
169 THURAU Ger
TEAMGIANT -
SHIMANO
D.S. Engels
171 KITTEL Ger
172 DE BACKER Bel
173 GESCHKE Ger
174 LUDVIGSSON Sve
175 MEZGEC Slo
176 PREIDLER Aut
177 STAMSNIJDER Ola
178 TIMMER Ola
179 VEELERS Ola
TEAMKATUSHA
D.S. Azevedo
181 P. RODRIGUEZ Spa
182 BELKOV Rus
183 CARUSO Ita
184 GUSEV Rus
185 LOSADA Spa
186 MORENO Spa
187 PAOLINI Ita
188 VICIOSO Spa
189 VORGANOV Rus
TEAMSKY
D.S. Cioni
191 CATALDO Ita
192 BOASSON HAGEN Nor
193 DEIGNAN Irl
194 EISEL Aut
195 HENAO Col
196 SUTTON Aus
197 PUCCIO Ita
198 SIUTSOU Bie
199 SWIFT Gb
TINKOFF SAXO
D.S. Michaelsen
201 ROCHE Irl
202 JUUL JENSEN Dan
203 MAJKA Pol
204 PETROV Rus
205 POLJANSKI Pol
206 ROVNY Rus
207 SRENSEN Dan
208 ROGERS Aus
209 MCCARTHY Aus
TREK FACTORY RACING
D.S. Baffi
211 KISERLOVSKI Cro
212 ALAFACI Ita
213 ARREDONDO Col
214 FELLINE Ita
215 HONDO Ger
216 NIZZOLO Ita
217 VAN POPPEL Ola
218 BEPPU Giap
219 ZOIDL Aut
OGGI SECONDA TAPPA IN PROGRAMMA 219 KM
Di scena i velocisti
Ma occhio al vento
TV
GPM
4
GPM
4
km 160 195 202 219 86 114 126 143 40 22 67 77
Belfast
73m
Belfast
13m
4
4

-

B
a
lly
m
e
n
a
2
1

-

A
n
t
r
i
m
6
4

-

B
a
lly
m
o
n
e
y

(
A
2
6
)
4
5

-

B
a
lly
b
o
g
e
y
9

-

B
u
s
h
m
i
lls
4

-

B
a
lly
c
a
s
t
le
2
6
1

-

C
u
s
h
e
n
d
a
ll
R
o
a
d
3

-

G
le
n
a
r
i
f
f
6

-

G
le
n
a
r
m
7
8

-

K
n
o
c
k
n
a
g
u
lli
a
c
h
6

-

C
a
r
r
i
c
k
f
e
r
g
u
s
97 GIRO DITALIA
LA GUIDA
Oggi a Belfast (219 km) la prima occasione per i velocisti,
anche se nella seconda fase della tappa bisogner stare attenti alle
insidie del vento, visto che si costeggia il mare. Partenza alle 11.50
(ora italiana: in Irlanda del Nord unora in meno), due gran premi della
montagna di quarta categoria, ultimi 3 chilometri in leggera discesa.
Il traguardo volante ad abbuoni (3, 2 e 1) a 17 chilometri dalla
fine. Arrivo abbuoni 10, 6 e 4 previsto tra le 16.55 e le 17.25.
Previsioni meteo: pioggia debole e 12 sia alla partenza sia allarrivo.
18. TEAM COLOMBIA a 123
(Duque, Quintero, Avila,
Duarte, Pantano; Rubiano
Chavez a 157, Torres a 319;
Romero, Chalapud a 437)
19. TEAM KATUSHA a 133
(Vicioso, Paolini, Gusev, Mo-
reno, Rodriguez; Belkov a
209, Caruso, Vorganov a
515)
20. LOTTO BELISOL a 134
(Monfort, Wellens, Van der
Sande, Bak, Hansen; Vanen-
dert, Armee a 418, Dockx,
De Haes a 532)
21. TEAM EUROPCAR a 148
(Thurau, Arashiro, Malacar-
ne, Rollano, Mederel, Hurel,
Quemeneur, Sicaro; Tulik
445)
22. GARMIN SHARP a 326
(Hesjedal, Farrar, Wegmann,
Van Baarle, Dekker; Haas,
Cardoso a 557)
10. AG2R LA MONDIALE a 58
(Vuillermoz, Bouet, Appollo-
nio, Montaguti, Dupont, Poz-
zovivo, Gretsch; Domont a
311, Berard a 415)
11. TREK FACTORY RACING a
1 (Nizzolo, Kiserlovski, Hon-
do, Beppu, Arredondo, Felli-
ne, Zoidl; Van Poppel a 215,
Alafaci a 406)
12. BELKIN PRO CYCLING TE-
AM a 101 (Kelderman, Bol,
Van Emden, Tjallingii, Goos,
Kruijswijk; Flens a 208; Kei-
zer a 352, Tanner a 433)
12. NERI SOTTOLI a 101 (Fi-
netto, Chicchi, Fedi, Rabotti-
ni, Monsalve, Cecchinel; Colli
a 228, Ponzi a 338, Carrete-
ro a 602)
14. BARDIANI CSF a 107 (Pi-
razzi, Colbrelli, Bongiorno,
Zardini, Bardin, Boem, Ruffo-
ni, Canola, Battaglin)
15. ANDRONI GIOCATTOLI VE-
NEZUELA a 114 (Sella, Go-
doy, Rosa, Pellizzotti, Rodri-
guez, Hoogerland; Bandiera a
148, Frapporti a 153, Bel-
letti a 228)
16. FDJ.FR a 118 (Veikka-
nen, Geniez, Mourey, Pichon,
Bouhanni, Le Bon; Fischer a
259, Chavanel, Courteille a
423)
17. LAMPRE MERIDA a 120
(Ulissi, Ferrari, Niemiec,
Mori, Polanc, Anacona, Cu-
nego; Cattaneo a 213, Bo-
no a 508)
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
31

97 GIRO DITALIA
SCOMMESSA VINTA, QUESTO E IL MAGGIOR EVENTO SPORTIVO MAI ORGANIZZATO DAL PAESE
Il Giro per riscrivere la nostra storia
Arlene Foster, ministro del turismo dellIrlanda del Nord: Il mondo ci guarda, opportunit favolosa
1 La folla alla presentazione delle
squadre di gioved. 2 Da sinistra
Martin McGuinness (deputy-vice
primo ministro nordirlandese),
Arlene Foster (ministro del
turismo), il nostro direttore
Andrea Monti e il primo ministro
Peter Robinson. 3 Nairo
Quintana tra la gente LAPRESSE
1
2 3
DAL NOSTRO INVIATO
LUCA GIALANELLA
BELFAST (Irlanda del Nord)
Sono stata anchio tan-
te volte in Italia, allArena di
Verona e a Roma, dove ho vi-
sto Irlanda-Italia di rugby del
Sei Nazioni. Spero che lentu-
siasmo creato dalla partenza
del Giro aumenti ancor pi i
legami tra i nostri Paesi.
Arlene Foster, ministro del
turismo, del commercio e de-
gli investimenti del governo
dellIrlanda del Nord, indossa
di nuovo un abito rosa. Meno
formale dellelegante tailleur
color Gazzetta che aveva sfog-
giato gioved sera a Donegall
Square durante la presenta-
zione delle squadre. La incon-
triamo a uno sguardo dal mu-
seo del Titanic su unaltra na-
ve: il Nomadic, un tender
(cio un piccolo vascello) co-
struito contemporaneamente
al Titanic nel 1911 dai cantieri
H&W di Belfast. Era chiamato
la piccola sorella, esatta-
mente un quarto delle dimen-
sioni del Titanic: caric a
Cherbourg, in Francia, i pas-
seggeri di prima e seconda
classe e li port sul Titanic
che, gigantesco, non poteva
entrare in porto. Serv, pur-
troppo, una sola volta.
Valori Abbiamo vinto la no-
stra scommessa, dice con
soddisfazione il ministro Fo-
ster. Al ricevimento ci sono
esponenti di tante famiglie
dalle radici italiane, i rappor-
ti sono stretti tra di noi. A Bel-
fast c un pub, The Crown,
che stato costruito dagli ita-
liani 120 anni fa ed uno dei
pi belli del mondo. E lItalia
incarna quei valori che noi
amiamo: ci piace la vostra sto-
ria, la vostra cultura, il cibo, lo
stile di vita. La partenza del
Giro per noi stato lorgoglio
di un popolo che si sente con-
siderato, al centro del palco-
scenico. Con questo evento
vogliamo che il nostro Paese si
senta orgoglioso del cammino
che abbiamo fatto e sia visto
dallesterno da un altro punto
di vista. E credo che questi
giorni lo stiano dimostrando.
Elicottero Ma quando nata
lidea di portare il Giro quas-
s? Due anni fa ricorda il
ministro Foster , alla tappa
di Cortina del Giro 2012. Un
volo in elicottero sulle Dolo-
miti ed partito il progetto.
Volevamo il meglio per il no-
stro Paese. E la Grande Par-
tenza del Giro rappresentava
il maggior evento sportivo mai
organizzato nella storia del-
lIrlanda del Nord. Il Giro era
una favolosa opportunit. E
devo dire che mi sono emozio-
nata laltra sera per laffetto e
la passione che la nostra gente
vi hanno manifestato. Sapeva-
no tutto, conoscevano i corri-
dori, erano preparatissimi.
Tutto il Paese si mobilitato.
Storico La collaborazione
con Darach McQuaid e il suo
gruppo, poi lidea diventata
realt. Lo sportivo pi famoso
del Paese il golfista Rory
McIllroy, il cricket e il rugby
sono importanti, ma col Giro
abbiamo voltato pagina. Que-
sti tre giorni saranno una sto-
ria da ricordare. Dobbiamo
guardare alle prossime gene-
razioni, leredit che lasciamo
loro importante. Che cosa ci
aspettiamo? Che aumenti lin-
teresse per il nostro Paese, che
la gente di tutto il mondo
guardi la tv e dica che bella
lIrlanda del Nord, un luogo
da andare a visitare. E quan-
do nella cronosquadre i corri-
dori sono sfilati davanti al Par-
lamento, al ministro Foster
venuto in mente forse anche il
marmo di Carrara che ne rive-
ste le scale. In fondo, lItalia
era gi proprio nel cuore del-
lIrlanda del Nord.
RIPRODUZIONE RISERVATA
italia: 51575158585149
32
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

97 GIRO DITALIA
UOMINI VELOCI: IL CAPITANO DELLA GIANT ASPIRA AL TRONO DI CAVENDISH
A
GLI ALTRI
DA SEGUIRE
S
Stranieri
Anche senza
Cavendish, il
panorama dei
velocisti
stranieri
qualificato: oltre
a Kittel, ci sono
Matthews,
Mezgec, Bozic,
Bouhanni...
S
Italiani
Tra gli italiani da
seguire in
volata, occhio
anche a
Colbrelli, 12
volte nei primi 5
in stagione. Poi
Nizzolo, Ferrari,
Colli e leterno
Petacchi
Gigante Kittel
e quellasfalto
da divorare
Gi a segno a Tour e Vuelta, il tedesco
debutta al Giro: La velocit io ladoro
DAL NOSTRO INVIATO
MARCO PASTONESI
BELFAST
un gigante, e mai
squadra (e sponsor: Giant,
gigante, azienda di biciclet-
te) avrebbe potuto trovato un
testimone cos ideale, perfet-
to, su misura. un gigante
biondo, bello, tedesco, e poi
educato, sorridente, attento,
e poi, come autocertificato
sul suo profilo professionale,
spontaneo e onesto. un
gigante delle volate, e forse
anche un forzato delle vola-
te. Oggi potrebbe vincere la
prima tappa in linea del Giro
dItalia e indossare la maglia
rosa, e portarla domani
quando festegger i 26 anni.
Spaziale Marcel Kittel for-
za esplosiva, velocit po-
tente, la navicella spaziale
proiettata sul traguardo dal
lavoro della squadra. Lo
sprint del Duemila: un treno
che vola sullasfalto, che di-
vora gli ultimi cinque chilo-
metri, che trasforma le bici in
bob, e che lancia lultimo uo-
mo lui alladrenalina, al-
lapnea, allacido lattico.
Pap Marcel nato ad Arn-
stadt, in Turingia, dove
Johann Sebastian Bach com-
pose Toccata e fuga. Il de-
stino gli avrebbe fatto cono-
scere pi volate che fughe.
Prime pedalate col pap
(Unemozione fortissi-
ma), prima corsa ac-
compagnato dal pap
(Su una mountain
bike), primo titolo
seguito dal pap
(Campione tedesco
a cronometro fra gli
juniores). Poi velo-
cista (Ero pi veloce
di quanto immaginas-
si). A scuola ha studia-
to cos lo sport (Alla
Scuola dello sport a Er-
furt), su strada ha impa-
rato com lo sport (Una
vita per il mondo).
Forza e coraggio Se c
una volata che d la luce a un
velocista, per Kittel quella
di Talavera de la Reina, nella
Vuelta 2011: Avevo gi vin-
to tante volate, ma quella mi
ha dato la convinzione di po-
ter lottare con i pi forti. Se
c una corsa che iscrive un
velocista nella storia, per Kit-
tel il Tour de France 2013:
Quattro vittorie e anche la
prima maglia gialla. Ma le
mie sono vittorie di squa-
dra, io sono soltanto il
corridore che taglia per
primo il traguardo. E
spiega: La volata un
esercizio di forza e co-
raggio, ma anche di
concentrazione. Ed
soprattutto una prova
di squadra.
Obiettivi dichiarati
Questo il primo Giro di
Kittel: La partenza stata
entusiasmante. Il tempo
freddo, ma laccoglienza cal-
da. E Belfast era una citt in
rosa. Gli obiettivi sono di-
chiarati: Vincere, sempre, il
pi possibile. Questanno ho
cominciato subito, nel crite-
rium alla vigilia del Tour
Down Under, poi tre vittorie
al Giro del Dubai, lultima al
Gp Scheldeprijs, in Belgio.
Gli avversari sono noti:
Da Swift a Bouhanni, Vivia-
ni in Turchia ha dimostrato di
essere in superforma, Petac-
chi non invecchia mai. E la
mia prima esperienza al Giro
dItalia, ma gli arrivi sono
tutti uguali, al Giro dItalia
come al Tour de France, per
indispensabile studiarli e
prepararli. Tant che il suo
motto c sempre una via
facile anche nelle cose pi
difficili.
Fretta Ecco Kittel: che por-
ta una collanina regalatagli
dalla nonna poco prima di
morire, che ama il sole e le
auto, le bistecche e il caff, le
sfide e la velocit. Il gigante-
sco Kittel (1,89 per 86 chili a
70 allora) ha fretta di arriva-
re.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Marcel Kittel, a sinistra, domani 26 anni, con Nacer Bouhanni, 23 LAPRESSE
Kittel ha vinto
61 corse tra
cui 4 tappe
al Tour e una
alla Vuelta
BETTINI
lAnalisi
DI LUCA GIALANELLA
Stuntmen
del pericolo:
tocca a voi
Inizia oggi il Giro dei velo-
cisti, stuntmen del pericolo e
dellimpossibile. Infiammano
i tifosi come le grandi
montagne. Oggi Belfast, ma
non sar una passeggiata:
per 110 km si costeggia la
costa orientale, dove il vento
cambia direzione a ogni
curva. Domani Dublino, un
traguardo pi lineare, poi
marted Bari, dopo otto giri
del circuito cittadino. E
Foligno, Salsomaggiore,
Rivarolo Canavese, Vittorio
Veneto e Trieste. Abbuoni
dimezzati: 10, 6 e 4 ai
primi tre di tappa.
Ma chi sono i gladiatori
degli sprint? Il tedesco Marcel
Kittel, che domani compie 26
anni: 4 tappe al Tour,
Cavendish battuto. LItalia
risponde con Elia Viviani, il
veronese-imprenditore (ha
aperto un negozio di bici) e il
brianzolo Giacomo Nizzolo.
Poi il francese-boxeur Nacer
Bouhanni, linglese Ben
Swift, laustraliano Michael
Matthews, iridato under 23
nel 2010. Ma soprattutto
Alessandro Petacchi: 40 anni
e 131 giorni. Ha vinto 22 tappe
al Giro, lultima l8 maggio
2011 a Parma su Cavendish.
Se vince, record. Ma anche
se va in rosa. E lo
chiameremo nonno Ale.
Vivi lemozione dellultimo chilometro!
Scopri con noi quanta energia serve
per afrontare le sde pi difcili.
Scegli le nostre oferte luce e gas
su www.gdfsuez.it
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
33

97 GIRO DITALIA
LA RISPOSTA ITALIANA: ELIA REDUCE DA DUE SUCCESSI IN TURCHIA
Freccia Viviani
e quella vittoria
da acciuffare
Il veronese, che ora ha un negozio di bici, mai
a segno in un grande giro: arrivata lora
DAL NOSTRO INVIATO
BELFAST
La sua prima volata bat-
tezzare la ruota giusta. La sua
seconda volata prenderla. La
sua terza volata non mollarla,
se la ruota veramente giusta,
e mollarla, se giusta non . La
sua quarta volata quella vera,
finale, decisiva: 200 metri in
cui le sue gambe si trasforma-
no in 12 cilindri, in cui il suo
cuore va cos forte da sembrare
fermo, in cui esistono solo una
striscia e uno striscione, da at-
traversare un attimo o un milli-
metro prima di tutti.
Freccia Elia Viviani la frec-
cia verde come la sua maglia,
bianca come la sua freddezza,
rossa come la sua forza. Una
freccia tricolore. Una vittoria
alla Settimana Coppi e Bartali,
due al Giro di Turchia. La pri-
ma mi servita per spezzare il
digiuno, la seconda per darmi
la fiducia, la terza per regalar-
mi la sicurezza. Mi sento pron-
to. Qui al Giro ci sono tanti
buoni velocisti, e se vincere
non mai facile, qui sar diffi-
cile, fra Kittel e Bouhanni e tut-
ti gli altri. Ma ci sono anchio e
voglio dimostrarlo.
Al quinto anno da pro, Vi-
viani ha corso soltanto due
grandi giri: La Vuelta nel
2012 e il Giro nel 2013. Ci te-
nevo a finirli e li ho finiti. Ma
n alla Vuelta n al Giro sono
riuscito a vincere una tappa. Ci
sono andato vicinissimo, ma
per circostanze, dettagli, ine-
zie, la vittoria mi sfuggita. Ci
riprovo adesso, con pi fiducia
e pi esperienza. Senza tre-
no: Speravo di avere almeno
Sabatini come apripista, ma
non stato possibile. Mi arran-
ger, come spesso mi succes-
so, cercando di sfruttare il la-
voro degli altri e di uscire al
momento giusto. Con almeno
una differenza: Un anno fa ho
pagato il fatto di essere arriva-
to al Giro senza vittorie, sta-
volta quella mancanza non c,
ma la fame, la voglia, la con-
centrazione s. Ci sarebbe an-
che un sogno: La maglia rosa.
Per una settimana c spazio
anche per i velocisti, e pensare
di diventare il leader, anche
per un giorno, non follia.
Negozio Fra Turchia e Irlan-
da, a Vallese di Oppeano (Ve-
rona), vicino a casa sua, Elia
ha trovato il tempo per inaugu-
rare Evolution Bike, un ne-
gozio in cui un appassionato di
bici possa trovare tutto quello
che desidera. La bici la mia
vita, e adesso anche un po il
mio regno. Alla inaugurazio-
ne si ritrovato non facile
con il pap Renato, la mamma
Elena, i fratelli Luca (calciato-
re) e Attilio (ciclismo, catego-
ria juniores), e cera anche Ele-
na Cecchini, fidanzata con Elia
e fidanzata anche con il cicli-
smo. Tutti insieme. Appassio-
natamente, affettuosamente.
Ma adesso spiega Viviani -
io devo pensare soltanto alle
volate. Roba da brividi. Il suo
mestiere.
past.
RIPRODUZIONE RISERVATA
DATA TAPPA KM ARRIVO MAGLIA ROSA ROSSA AZZURRA BIANCA
Ieri 1
a
BELFAST-BELFAST (cronosquadre) 21,7 ORICA TUFT - - DURBRIDGE
DATA TAPPA KM DIFFICOLT GIUDIZIO GAZZETTA
Oggi 2
a
BELFAST-BELFAST 219 *** Verso nord, sulla costa per 110 km. Vento, trappole, volata
Domani 3
a
ARMAGH-DUBLINO 187 * In Irlanda per unaltra volata, ma 7 curve secche nei 4 km finali
12/5 TRASFERIMENTO E RIPOSO a Bari
13/5 4
a
GIOVINAZZO-BARI 112 * Volata, ma il circuito finale (8 giri) complicato: 8 curve, lultima a -500
14/5 5
a
TARANTO-VIGGIANO 203 *** In Basilicata il primo arrivo in salita: 5 km, media 4,6%, max 8%
15/5 6
a
SASSANO-MONTECASSINO 247 *** Si ricorda il bombardamento del 1944. Arrivo in salita: 8,5 km al 5%
16/5 7
a
FROSINONE-FOLIGNO 211 *** Tappa mossa sugli Appennini, non grandi difficolt. Da attaccanti
17/5 8
a
FOLIGNO-MONTECOPIOLO 179 **** Senza respiro, primi distacchi. Il Carpegna 6 km al 10%, salita finale 18 km al 6,3%
18/5 9
a
LUGO-SESTOLA 172 *** La montagna di Tomba per chiudere il trittico appenninico: 16 km al 5%
19/5 RIPOSO a Modena In Basilicata il primo arrivo in salita: 5 km, media 4,6%, max 8%
20/5 10
a
MODENA-SALSOMAGGIORE TERME 173 * Si riparte con una giornata facile per velocisti. Occhio ai 3 km finali
21/5 11
a
COLLECCHIO-SAVONA 249 *** La tappa pi lunga con il Naso di Gatto (7 km all8%) ai -30 km
22/5 12
a
BARBARESCO-BAROLO (cronometro) 41,9 ***** Primo round per la classifica: si sale al 3%per 12 km, e finale allins
23/5 13
a
FOSSANO-RIVAROLO CANAVESE 157 * Tappa facile con finale in circuito per attaccanti e velocisti
24/5 14
a
AGLI-OROPA 164 **** Nel ricordo di Pantani, un arrivo tosto: salita finale di 11,8 km, media 6%, max 13%
25/5 15
a
VALDENGO-PLAN DI MONTECAMPIONE 225 ***** Qui Pantani-Tonkov 1998: salita di 19,3 km al 7,6%, max 12%
26/5 RIPOSO a Ponte di Legno (Brescia)
27/5 16
a
PONTE DI LEGNO-VAL MARTELLO 139 ***** Gavia, Stelvio-Cima Coppi, Val Martello: solo 20 km di pianura
28/5 17
a
SARNONICO-VITTORIO VENETO 208 ** Tappa da attaccanti; da velocisti se passano il Ca del Poggio
29/5 18
a
BELLUNO-RIFUGIO PANAROTTA 171 **** Arrivo in salita impegnativo: 15,8 km, media 7,9%, max 14%
30/5 19
a
BASSANO-CIMA GRAPPA (cronoscalata) 26,8 ***** Sette km di pianura, 19 di salita sempre al 9-10%, max 14%
31/5 20
a
MANIAGO-MONTE ZONCOLAN 167 ***** La salita pi dura dEuropa per il re: 10,1 km, media 11,9%, max 22%
01/6 21
a
GEMONA-TRIESTE 172 * Parata finale in piazza dellUnit dItalia: circuito di 7 km, 8 giri
La corsa ai raggi X
Elia Viviani, 25 anni, velocista della Cannondale Pro Cycling, 3 successi in stagione: per lui il 2 Giro dItalia BETTINI
italia: 51575158585149
34
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

Libere/1
POS. PILOTA NAZ TEAM TEMPO DISTACCO
1. HAMILTON GB Mercedes 1'27"023
media 192,569 km/h
2. BUTTON GB McLaren-Mercedes 1'27"891 a 0"868
3. RICCIARDO AUS Red Bull-Renault 1'27"973 a 0"950
4. ALONSO SPA Ferrari 1'28"128 a 1"105
5. ROSBERG GER Mercedes 1'28"168 a 1"145
6. RAIKKONEN FIN Ferrari 1'28"337 a 1"314
7. MAGNUSSEN DAN McLaren-Mercedes 1'28"423 a 1"400
8. MALDONADO VEN Lotus-Renault 1'28"744 a 1"721
9. PEREZ MES Force India-Mercedes 1'28"779 a 1"756
10. MASSA BRA Williams-Mercedes 1'28"791 a 1"768
11. KVYAT RUS Toro Rosso-Renault 1'28"792 a 1"769
12. HLKENBERG GER Force India-Mercedes 1'28"828 a 1"805
13. VERGNE FRA Toro Rosso-Renault 1'28"859 a 1"836
14. NASR BRA Williams-Mercedes 1'29"272 a 2"249
15. SUTIL GER Sauber-Ferrari 1'29"688 a 2"665
16. BIANCHI FRA Marussia-Ferrari 1'29"820 a 2"797
17. GROSJEAN FRA Lotus-Renault 1'29"944 a 2"921
18. VAN DER GARDE OLA Sauber-Ferrari 1'30"440 a 3"417
19. M.CHILTON GB Marussia-Ferrari 1'30"748 a 3"725
20. VETTEL GER Red Bull-Renault 1'30"942 a 3"919
21. KOBAYASHI GIA Caterham-Renault 1'30"997 a 3"974
22. ERICSSON SVE Caterham-Renault 1'31"421 a 4"398
Libere/2
POS. PILOTA NAZ TEAM TEMPO DISTACCO
1. HAMILTON GB Mercedes 1'25"524
media 195,944 km/h
2. ROSBERG GER Mercedes 1'25"973 a 0"449
3. RICCIARDO AUS Red Bull-Renault 1'26"509 a 0"985
4. ALONSO SPA Ferrari 1'27"121 a 1"597
5. RAIKKONEN FIN Ferrari 1'27"296 a 1"772
6. MAGNUSSEN DAN McLaren-Mercedes 1'27"788 a 2"264
7. BUTTON GB McLaren-Mercedes 1'27"811 a 2"287
8. MASSA BRA Williams-Mercedes 1'27"824 a 2"300
9. MALDONADO VEN Lotus-Renault 1'27"866 a 2"342
10. KVYAT RUS Toro Rosso-Renault 1'28"049 a 2"525
11. HLKENBERG GER Force India-Mercedes 1'28"074 a 2"550
12. VERGNE FRA Toro Rosso-Renault 1'28"246 a 2"722
13. SUTIL GER Sauber-Ferrari 1'28"284 a 2"760
14. BOTTAS FIN Williams-Mercedes 1'28"698 a 3"174
15. GUTIERREZ MES Sauber-Ferrari 1'29"105 a 3"581
16. PEREZ MES Force India-Mercedes 1'29"129 a 3"605
17. GROSJEAN FRA Lotus-Renault 1'29"493 a 3"969
18. BIANCHI FRA Marussia-Ferrari 1'29"991 a 4"467
19. M.CHILTON GB Marussia-Ferrari 1'31"148 a 5"624
20. KOBAYASHI GIA Caterham-Renault 1'31"338 a 5"814
21. ERICSSON SVE Caterham-Renault 1'31"586 a 6"062
FORMULA 1 GP SPAGNA
LA TECNICA BOCCIATA INVECE LA SOLUZIONE ANTERIORE. RED BULL RIF IL MUSO, MERCEDES CON IL COFANO MOTORE PI SNELLO
La rossa promuove la nuova ala posteriore
GIORGIO PIOLA
MONTMELO
Una scorpacciata di novi-
t a Montmel. Iniziamo dalla
Mercedes: nuova ala anterio-
re, nuovi deviatori di flusso
verticali davanti alle fiancate,
cofano motore pi snello con
la parte terminale delle fianca-
te pi basse e larghe, prese dei
freni modificate. Ancora una
volta le maggiori novit le ha
portate la Red Bull: spicca il
nuovo muso, che ha richiesto
il rifacimento del crash test.
Rossa Cospicuo il pacchetto
di novit introdotto sulle Fer-
rari: la pi visibile riguarda
lala posteriore, montata a ini-
zio prove solo sullauto di
Raikkonen. Ha un singolo pi-
lone al posto della soluzione
sdoppiata con cui le F14 T han-
no corso le prime 4 gare. Al
mattino Raikkonen e Alonso
hanno fatto numerosi con-
fronti tra le due ali e alla fine la
nuova soluzione stata pro-
mossa per il pomeriggio. Al
contrario, stata bocciata la
nuova ala anteriore con un ul-
teriore soffiaggio nella parte
terminale dei flap: nel turno
del pomeriggio entrambe le
Ferrari avevano la vecchia ala.
Sono state provate anche di-
verse soluzioni di mozzi ante-
riori, che poi sono stati parzia-
lizzati rispetto alla novit in-
trodotta in Cina con il soffiag-
gio nella parte centrale. Nuovo
anche lo scarico.
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
POLE E GP
ALLE 14
Domani sul
circuito di
Montmel
(4.655 m)
si corre il GP
Spagna, quinta
prova iridata.
Previsti 66 giri
per 307,104 km.
Tutto levento in
diretta su Sky
Sport F1 HD
S
Oggi
Terze libere
dalle 11 alle 12.
Qualifiche alle
14; differita alle
17.50 su Rai 2
S
Domani
Gara alle 14;
differita alle 21
su Rai 2
S
Gazzetta.it
Sul nostro sito
potete seguire il
tempo reale
delle qualifiche
e della gara.
Oltre a tutti i
risultati, le
notizie, le foto e
i video da
Montmel
S
Classifiche
Piloti
1. Rosberg 79
2. Hamilton 75
3. Alonso 41
4. Hlkenberg
36
5. Vettel 33
6. Ricciardo 24
7. Bottas 24
8. Button 23
9. Magnussen
20
10. Perez 18
11. Massa 12
12. Raikkonen 11
Costruttori
1. Mercedes 154
2. Red Bull 57
3. Force India 54
4. Ferrari 52
S
Prossima
gara
25 maggio
GP Monaco
Montecarlo
un monomarca
Hamilton lass
Ferrari, assalto
per il terzo posto
Le Frecce aumentano il gap grazie alle novit
portate. Alonso 4: ha nel mirino Ricciardo
PINO ALLIEVI
MONTMELO (Spagna)
Il Mondiale di Formula 1
non giunto neanche a un ter-
zo del suo cammino e gi si fan-
no i conti su quando, la Merce-
des, conquister aritmetica-
mente il campionato. Con Ha-
milton o Rosberg non importa.
Le cose stanno andando be-
nissimo, ma certe ipotesi mi
sembrano ridicole e prematu-
re, commenta Niki Lauda con
un sorriso largo cos, aggiun-
gendo: Abbiamo unottima
macchina, sia come telaio sia
come aerodinamica, come ha
dimostrato questa pista. Ma al-
la base di tutto c una unit
motrice eccezionale.
Spot Oramai ogni cronaca
della F.1 rischia di diventare
uno spot pubblicitario della
marca di Stoccarda, tanto le
Frecce dargento si dimostrano
superiori in ogni condizione.
Lo hanno fatto nuovamente ie-
ri, su un tracciato veloce che
esalta le qualit aerodinami-
che delle vetture. Condizioni in
cui le Mercedes hanno fatto il
vuoto. La classifica la solita
delle ultime gare: 1
o
Hamilton,
2
o
Rosberg a 4 decimi, 3
o
Ric-
ciardo a 1, 4
o
Alonso a 16. Di-
stacchi impietosi, anche se il
venerd dei GP sempre qual-
cosa di aleatorio e di rimedia-
bile: almeno cos si spera, per
non assistere ad una gara a sen-
so unico. Lo show potrebbe ar-
rivare dalla lotta per il 3
o
posto
fra la Red Bull e la Ferrari, le
due grandi squadre che nelle
ultime stagioni hanno batta-
gliato per il titolo, ora ridotte a
comprimarie. Entrambe hanno
portato innovazioni aerodina-
miche per il GP di Spagna, ma
non si sono avvicinate alle Mer-
cedes. Anzi, le macchine an-
glo-tedesche, con modifiche
allala davanti e alle prese
daria dei freni valutate da 2
decimi a giro, secondo i calcoli
statici fatti a Brackley si so-
no ulteriormente allontanate,
mostrando un passo gara im-
possibile a tutti. Specialmente
alla Ferrari, che in queste con-
dizioni ha preso un secondo a
giro.
Vettel Ma mentre per Hamil-
ton filato tutto liscio, per Ro-
sberg c stato un problema al-
la parte ibrida del motore che
gli ha fatto perdere mezzora di
prove. Molto peggio andata a
Vettel, la cui annata si sta rive-
lando storta: dopo soli 4 giri
dei test mattutini si fermato
in pista a causa di un cavo bru-
ciato che ha innescato un corto
circuito nella parte elettrica in-
terna al telaio che ha richiesto
lo smontaggio completo della
power-unit con la sostituzione
dei cavi, tanto che la sua gior-
nata finita l e non tornato
in pista nel pomeriggio. Fru-
strante per il campione del
mondo fare da spettatore.
Ferrari La rossa si compor-
tata bene, malgrado i distacchi
di 16 (Alonso) e 17 (Raikko-
nen). Nessun problema mecca-
nico, un incoraggiante miglio-
ramento delle prestazioni di
Kimi grazie alle modifiche fat-
te alla sua vettura per migliora-
re lingresso in curva. Nel para-
gone tra Pirelli di tipo medio e
dure, le prime hanno date
maggiore stabilit. Larrivo di
Montezemolo stato di confor-
to ai primi passi di Marco Mat-
tiacci come responsabile della
Gestione Sportiva. Il presiden-
te ha analizzato la situazione,
con dettagli forse non graditi a
Stefano Domenicali, per il qua-
le ci sono state parole cordiali,
affettuose e rispettose: Biso-
gna migliorare lorganizzazio-
ne. Abbiamo iniziato la stagio-
ne in modo diverso da quello
che ci aspettavamo. Dobbiamo
capire il perch mettendo
unaltra marcia. Se siamo in
questa situazione significa che
non si lavorato bene. E via
con promesse su una campa-
gna acquisti di tecnici (Newey
primo obbiettivo) nella quale
non lasceremo nulla di intenta-
to. Ovvero, prepariamoci al-
lennesima svolta e ad altre te-
ste che stanno per cadere
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lewis Hamilton, 29 anni, non
ha mai vinto il GP Spagna AP
La nuova ala posteriore ha un
singolo pilone al posto della
soluzione sdoppiata con cui
le F14 T hanno corso
le prime 4 gare PIOLA
IL PROCESSO A MONACO DI BAVIERA
Ora Gribkowsky
accusa Bernie:
Mi ha offerto
dieci milioni
Il banchiere cambia versione
Il giudice: E me lo dice cos?
(p.i.) Latmosfera si surriscaldata quan-
do la giornata sembrava chiudersi senza sor-
prese. Durante una telefonata, si era nel 2004,
Ecclestone mi propose 10 milioni di dollari se
fossi riuscito ad abbandonare la procedura giu-
diziaria. A parlare cos, dopo 7 ore dallinizio
della terza udienza a Monaco di Baviera del
processo a Bernie Ecclestone per corruzione,
stato il testimone numero uno dellaccusa, Ge-
rhard Gribkowsky, lex banchiere della Bayri-
sche Landesbank, condannato a 8 anni e mezzo
per avere ricevuto 44 milioni di dollari dal ma-
nager inglese nellambito della vendita della
F.1. Chiamato al banco dei testimoni e incalza-
to dalle domande del giudice Peter Noll, che lo
aveva condannato nel 2012, per gran parte del-
la giornata Gribkowsky era stato evasivo. Tanto
che quando il giudice gli ha chiesto il motivo
dei soldi ricevuti, Gribkovsky ha risposto che
non mi sono mai fatto quella domanda. Mi ar-
rabbio ancora oggi, avrei dovuto chiederlo. In-
vece a fine giornata, le dichiarazioni che hanno
fatto saltare sulla sedia Noll. Lofferta di 10 mi-
lioni sarebbe arrivata perch la banca tedesca
voleva contestare in giudizio a Ecclestone il po-
tere di veto sulla gestione della F.1. Gribkovsky
assicura di aveva immediatamente informato i
propri superiori e la polizia, cosa che ha sorpre-
so il tribunale, non essendo mai stata aperta
uninchiesta. E pochi minuti pi tardi, ecco lal-
tra rivelazione di unofferta di 80 milioni di
dollari fatta nel 2005 da definire a Singapore.
E me lo dite adesso come se niente fosse? si
irritato il giudice, che ha aggiornato ludienza a
marted, ancora con Gribkowsky a deporre.
RIPRODUZIONE RISERVATA
clic
PASTICCIO VERGNE:
PERDE UNA RUOTA
E... 10 POSTI IN GRIGLIA
A pochi minuti dalla fine
delle seconde libere, Jean
Eric Vergne uscendo dal box
perde la ruota posteriore
destra alla curva 1. I
commissari, considerata la
pericolosit del fatto, sono
inflessibili con il pilota
francese e con la Toro Rosso:
Vergne sar retrocesso di
dieci posti sulla griglia di
Montmel, il team invece
gi stato multato di 30 mila
euro.
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
35

DAL NOSTRO INVIATO
LUIGI PERNA
MONTMELO
La scelta di venire a Bar-
cellona stata in parte senti-
mentale. Nel 1996, su questa
pista, Michael Schumacher
vinse il suo primo gran premio
con la Ferrari. loccasione per
riportare lattenzione di tutti
sulla battaglia che sta combat-
tendo ormai da molti mesi ( in
coma a Grenoble dopo linci-
dente di fine dicembre sugli
sci; n.d.r.). Gli siamo sempre
vicini. Il ricordo di Luca di
Montezemolo arriva in fondo a
unaltra giornata di passione
per la rossa, che ha visto le
Mercedes ancora lontane e il
sorpasso della Red Bull di Da-
niel Ricciardo, con lunica con-
solazione di un Kimi Raikko-
nen a soli due decimi di secon-
do da Fernando
Alonso.
Pi coinvolto La
F14 T paga dazio
sia in termini di
carico aerodinami-
co che di erogazione
della potenza. Le quali-
fiche di oggi diranno la verit.
Nel frattempo il presidente
della Ferrari, ripartito ieri po-
meriggio, ha annunciato il suo
ritorno in campo. Seguir pi
da vicino la squadra, anche al-
le gare, per affiancare il neo
team principal Marco Mattiac-
ci. Da un mese sono tornato
giovane sorride Monteze-
molo . Come quando assun-
si Jean Todt, che veniva dai
rally e dallEndurance, ma
non aveva esperienza in F.1.
Anche allora ci furono criti-
che. Star vicino a Marco, che
sta facendo una full immer-
sion, non gli chiedo di diven-
tare un ingegnere o un esper-
to, daltra parte neanche io lo
ero quando mi chiam Enzo
Ferrari. Sono certo che in po-
co tempo far ottime cose.
Rinforzi Montezemolo, che
ha in Antonello Coletta un al-
tro uomo di fiducia, chiede
una svolta. Di fatto cambian-
do pagina rispetto alla gestio-
ne Domenicali. Stefano
una persona per bene e ha fat-
to la scelta responsabile di di-
mettersi, cosa rara in Italia.
Purtroppo nello sport conta-
no anche i risultati ed un
peccato non aver vinto il
Mondiale nel 2008, 2010 e
2012. Certo, non sono per
niente felice delle prestazioni
attuali della Ferrari. Significa
che non abbiamo lavorato be-
ne. Perci devo capire le ra-
gioni e porre le basi per torna-
re a vincere, senza panico o
isterismi. Bisogna migliorare
lorganizzazione. Capisco le
frustrazioni di Alonso, ma
non posso seguire lumore dei
piloti, devo pensare alla squa-
dra. Tecnici? Ho sentito di
Ross Brawn, che in realt era
a Maranello in visita da ami-
co, ora di Adrian Newey, ma
ci dimentichiamo che la Fer-
rari ha anche James Allison.
Certo non lasceremo nulla di
intentato. Questa sar lulti-
ma rossa progettata senza la
nostra galleria del vento. Dal-
lanno prossimo niente scu-
se.
Politica La F.1 hi-tech, in
cui la Mercedes crede cieca-
mente, a Montezemolo non
piace. Ieri a pranzo si con-
frontato con Niki Lauda. Lo ri-
peter al cospetto di Bernie
Ecclestone e degli altri team.
Sono abituato ai tempi in cui
la F.1 era una cosa seria, pote-
vi fare i test e le prestazioni
non erano da GP2. Il bu-
dget cup non una solu-
zione, dobbiamo ridur-
re i costi delle vetture,
per esempio con il cam-
bio uguale per tutti, e
renderla pi interessan-
te. E poi non si pu con-
tinuare senza test. Ci
sono dei giovani pro-
mettenti come Anto-
nio Fuoco nel nostro
vivaio, ma se non
possiamo metterli
alla prova che sen-
so ha?.
RIPRODUZIONE RISERVATA
della Mercedes
ilPresidente
LUCA DI MONTEZEMOLO
Siamo lontani?
Non abbiamo
lavorato bene
Devo capire le ragioni e porre le basi per tornare
a vincere. Star vicino a Mattiacci come feci con
Todt agli inizi, da un mese sono tornato giovane...
d
HANNO
DETTO
S
Fernando
Alonso
In pista cera
poco grip. Per me
la scelta delle
mescole per
questo GP
stata troppo
conservativa.
Dobbiamo
adattarci
S
Kimi
Raikkonen
stata una
giornata
intensa. Ho
cercato di girare
il pi possibile,
provando vari
assetti e due
diverse ali
posteriori
S
Marco
Mattiacci
Posso dire
soltanto che
sono qui
in Formula 1
per raccogliere
la sfida. Lo
faccio con
coscienza e
determinazione
LUCI E OMBRE I FRANCESI ATTENDONO I PAGAMENTI DEI TEAM
Lewis gongola,
Renault minaccia
MONTMELO
Chiss di cosa avranno
discusso Luca di Montezemo-
lo e Niki Lauda. Uno legato al-
la Ferrari, laltro a capo della
rinascita Mercedes in F.1.
stato Montezemolo a invitare
Lauda a pranzo: 40 minuti di
scambio di vedute su tutto. Di
sicuro, sembra improbabile
che Montezemolo abbia chie-
sto consigli a Lauda su come
battere la Mercedes, ma Niki
sorridendo ha commentato:
Ho gradito linvito, Luca un
amico, si parlato di tante co-
se e mi diverte che abbia deci-
so di tornare spesso ai GP per
aiutare Mattiacci.
Entusiasmo Se Lauda con-
tento per le prestazioni, Ha-
milton, leader del venerd, lo
di pi: Da tempo non avevo
una sessione completamente
esente da problemi. Andiamo
bene, ci siamo. Devo ringra-
ziare i tecnici per i progressi
che hanno fatto fare alle mac-
chine. Meno felice Rosberg:
Ho perso tanto tempo per un
problema allErs. E non sono
contento dellassetto.
No soldi Se in Mercedes tut-
to ok, Renault trema perch
ci sono team in ritardo coi pa-
gamenti: E questo spiega
Jeam Michel Jalinier, capo di
Renault Sport pu compro-
mettere il lavoro di sviluppo.
Per fare progressi servono ri-
sorse economiche. Ovvero,
se i ritardi continueranno Re-
nault potrebbe sospendere le
forniture, lasciando la F.1 con
uno o due team in meno
p.a.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lewis Hamilton, 29 anni AFP
FLOP SENZA SCARICHI SOFFIATI NON SENTE LA RB10
Brucia un cablaggio
Vettel resta nel box
MONTMELO
Era stato un allarme lan-
ciato fin dai test invernali. Che
cosa sarebbe successo, con
queste macchine cos compli-
cate, se a qualcuno fosse capi-
tato un guasto fra le sessioni di
prove di un GP? Le conseguen-
ze si sono viste ieri per Seba-
stian Vettel, che ha perso linte-
ra giornata per un cablaggio
che si bruciato sulla sua Red
Bull. Il tedesco lha definito
un piccolo guasto che ha fatto
un grande danno. Escludendo
per che sia stato dovuto al
montaggio del telaio rispolve-
rato dalla squadra per venire
incontro alle sue esigenze di
guida. Con tutti i sensori e
lelettronica che ci sono, serve
tempo per cambiare certi parti-
colari.
Scarichi La sfortuna ha col-
pito ancora una volta il quattro
volte iridato, che in questo ini-
zio danno ha gi un bel po da
fare con il comportamento del-
la macchina e la concorrenza
interna di Daniel Ricciardo.
Fra laltro Vettel parla di ecces-
sivo sovrasterzo. Il team princi-
pal Chris Horner di un proble-
ma legato alla frenata e allin-
gresso in curva. Sembra che il
vero male di Seb sia in realt il
fatto che non sente pi ade-
renza al posteriore della vettu-
ra, dopo labolizione degli sca-
richi soffiati. Vola invece Ric-
ciardo, pi aggressivo: Sono
un po deluso, perch speravo
che potessimo lottare per la vit-
toria con le Mercedes. Invece,
al momento, dobbiamo punta-
re a consolidare il terzo posto.
lu.pe.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Sebastian Vettel, 26 anni LAPRESSE
Luca di Montezemolo
con Fernando Alonso,
32 anni COLOMBO
italia: 51575158585149
36
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

PORSCHE GT3R
E tornata la coup tedesca
LAutorlando rientra nel tricolore GT con ben tre Porsche GT3R
e lancia la sfida agli altri team con la coup tedesca, lEbimotors,
squadra campione in carica, e Krypton Motorsport PHOTO4
FERRARI 458 ITALIA
La Rossa invade il GT3
Ben sei squadre porteranno in pista la Ferrari 458 Italia
nella classe GT3 con equipaggi di assoluto rilievo che si
candidano tutti per le parti alte della classifica PHOTO4
AUDI R8 LMS E LAMBORGHINI GALLARDO
Una sfida fatta in casa
Due le Audi R8 Lms schierate nella classe GT3 con 3 dei 4
piloti per la prima volta con Audi Sport Italia, mentre una
Lamborghini Gallardo sar allestita dal Team Imperiale PHOTO4
MERCEDES SLS
C lex F.1 Giovanna Amati
Due le Mercedes SLS al via, tra cui quella dellex F1
Giovanna Amati che far il suo rientro nelle corse con la
GDL Racing in coppia con Gianluca De Lorenzi PHOTO4
i Protagonisti DEL GT 2014
Misano, una partenza di lusso
Porsche, Ferrari, Audi, Mercedes, Lamborghini e Corvette: per la prima del GT sono 26 e agguerrite
SPECIALETricoloreGranTurismo IN COLLABORAZIONE CON ACI
GAUDENZIO TAVONI
Si presenta con un par-
terre deccezione il Campio-
nato Italiano Gran Turismo
che inaugura in questo week
end al Misano World Circuit
Marco Simoncelli la sua 12
a
stagione. Ventisei le vetture
iscritte, tra cui ben diciassette
GT3, classe che questanno re-
gistra nuovi e prestigiosi arri-
vi di team e piloti con le pi
affascinanti GT.
Campioni in carica Nella
classe regina ci sar da battere
la Porsche GT3R dellEbimo-
tors, team campione in carica,
che questanno ha affidato la
propria vettura a Donativi-
Gagliardini, ma lequipaggio
romano dovr vedersela con
avversari agguerriti. Tra que-
sti i cugini Porsche dellAu-
torlando, Bianco-Babini, cam-
pioni uscenti della GT Cup,
Ghezzi-Fratti e Beretta-Car-
boni, e del Kripton Motor-
sport, Stefano Pezzucchi, ol-
tre alle due Audi R8 LMS ultra
(Audi Sport Italia) di Capello-
Zonzini e Mapelli Schoeffler.
Ferrari in massa In massa
larrivo delle Ferrari 458 Ita-
lia, presenti con ben sei squa-
dre. LMP1 Corse ha riconfer-
mato la sua presenza con un
inedito equipaggio composto
da Alessandro Balzan, cam-
pione in carica della Grand
Am, e Nicola Benucci, mentre
le new entry sono costituite
dal Team Malucelli (Malucel-
li-Galassi), Scuderia Baldini
(Cas-Giammaria), BMS-Scu-
deria Italia con Luigi Lucchi-
ni, campione in carica GT3 ed
Alessandro Pier Guidi), Om-
bra Racing (Frassineti-Barba)
ed Easy Race (Magli-Ferrara).
Le Mercedes e il ritorno Due
le Mercedes SLS presenti,
quella della GDL Racing, che
registra il ritorno alle corse
dellex F1 Giovanna Amati in
coppia con Gianluca De Lo-
renzi, e quella del team porto-
ghese Sport & You con il
18enne Francisco Moira, che
ha scelto la serie italiana per il
prosieguo della sua giovane
carriera automobilistica.
Completano il prestigioso
elenco iscritti della classe GT3
la Lamborghini Gallardo di
Amici-Barri (Imperiale Ra-
cing) e la Corvette Z06 di Be-
nedetti-DAmico (RC Motor-
sport).
Porsche Di rilievo anche il
parco partenti della classe GT
Cup dove spiccano Porsche e
Lamborghini. Otto le Porsche
997 Cup portate in pista da sei
squadre, tra cui lAntonelli
Motorsport (Alessandri-Ma-
cori), (Baccani-Venerosi) e
(Galbiati-Passuti), e una cia-
scuna i team Ebimotors
(Spezz), Heaven Motor-
sport con lex F1 Domenico
Schiattarella ed Enrico Quin-
zio, M Racing (Emanuele Ro-
mani), Krypton Motorsport
(Fabrizio Bignotti) e Drive Te-
chnology (Bodega-Maestri).
E Lamborghini Le vetture
della casa di Stoccarda se la
dovranno vedere con la Lam-
borghini Gallardo di El Pa-
to-Maldonado (Bonaldi Mo-
torsport), ma altri equipaggi
sono gi pronti a scendere in
pista sin dal secondo appun-
tamento di Monza.
E allora, in pista Il program-
ma odierno prevede i due tur-
ni di prove ufficiali (dalle ore
10,55 alle 11,55), seguiti alle
ore 17,50 da gara-1 (48 minu-
ti + 1 giro). Gara-2, sempre
della durata di 48 minuti + 1
giro, scatter domani mattina
alle ore 11, entrambe saranno
trasmesse in diretta su
Raisport2 e in web streaming
sul sito www.acisportitalia.it/
GT.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ventisei le
vetture presenti
a Misano con il
record di 17
iscrizioni nella
classe GT3
dove si
affronteranno
Porsche,
Ferrari, Audi,
Mercedes,
Lamborghini e
Corvette PHOTO4
(g.t.) Si potr assistere gratuitamente a tutte le gare in pro-
gramma oggi e domani al Misano World Circuit per il 3 ACI-
CSAI Racing Week End. Grazie alliniziativa della Federazio-
ne in collaborazione con la direzione dellautodromo roma-
gnolo, tutti gli appassionati potranno liberamente accedere
alla tribuna e nel paddock, dove potranno toccare con ma-
no i bolidi di ben sei campionati e farsi firmare autografi
dagli oltre centotrenta piloti iscritti. Per accedere gratuita-
mente in autodromo sar sufficiente scaricare dal sito
www.acisportitalia.it il coupon da presentare alla bigliette-
ria e ottenere, cos, il biglietto di ingresso valido per due
persone sia per la giornata di oggi che per quella di doma-
mi. Il programma di gare, infatti, si dipaner per tutto il
week end e riguarder i Campionati Italiani Gran Turismo e
Turismo Endurance, Carrera Cup Italia, Castrol Cupra Cup,
GT4 European Series/Ginetta G50 Cup e Mini Challenge.
IL PROGRAMMA Nella giornata di oggi si potranno seguire i
turni di prove ufficiali che determineranno la griglia di par-
tenza delle dodici gare in programma nel week end. La pri-
ma di queste, gara-1 del tricolore GT, scatter nel pomerig-
gio con inizio alle ore 17.50, mentre lultima, alle 22.05, vedr
in pista le vetture del GT4 European Series/Ginetta G 50
Cup. Domani mattina, invece, il primo start sar alle ore 9
con la prima gara del Turismo Endurance e si andr avanti
fino alle 19, quando prender il via gara-2 del Mini Challenge
a chiusura dellintenso week end agonistico.
liniziativa
Entra nel paddock gratis!
Scarica dal sito Aci il coupon
e goditi due giornate di gare
in Vetrina/1 TRICOLORE PROTOTIPI in Vetrina/2 C.I. FORMULA ABARTH-F2 TROPHY
LA CONFERMA
Alla prima subito Faccioni
Coi giri veloci beffa Jacoboni
che ora il suo primo rivale
SECONDO APPUNTAMENTO
A Vallelunga Alex Perullo
batte anche la sfortuna
Fontana, che bellesordio
Il Campionato Italiano Prototipi riparte dal suo
campione in carica. Per Jacopo Faccioni (nella foto)
e la Osella della Scuderia NT fregiata dal numero 1, la
tappa inaugurale di Vallelunga ha infatti subito
significato vittoria in gara-1, secondo in gara-2 e due
giri veloci. Proprio questultimi, con i punti
accreditati, sono stati lo scarto utile a precedere in
vetta alla classifica Marco Jacoboni (Lucchini Alfa
Romeo Audisio&Benvenuto), a sua volta 1 in gara-
1 e 2 in gara-2 ed ora il suo avversario pi temibile.
Ma ad impressionare stato innanzitutto il valore
prestazionale espresso dal forlivese, con il primato
nelle libere e le strepitose rimonte in gara dopo le
qualifiche compromesse da una gomma sgonfia.
Sul podio anche Manuel Deodati in gara-1, autore
della pole position sulla Osella della Progetto Corsa
e Davide Uboldi (Osella - Uboldi Pata) che urla al
riscatto dopo i problemi di set-up sofferti al primo
weekend. Per rivivere tutte le emozioni dei Prototipi,
video e foto su www.acisportitalia.it.
Salvatore Tarantino
Secondo appuntamento stagionale per il
Campionato Italiano Formula ACI-CSAI Abarth,
inserito nel F2 Italian Trophy. Sono 15 le vetture in
griglia di partenza a Vallelunga con un trend
crescente che fa prevedere uno schieramento
ancora pi folto nella prossima gara di Adria dell8 di
giugno. Sul circuito romano vittorie per Enrico Milani
con la Dallara F.308 e per Alex Perullo con la Tatuus
FA010. In gara-1 Milani ha approfittato della sfortuna
che ha colpito Alex Perullo, saldamente al comando,
ma fermato da un problema alla leva del cambio. Alle
spalle del romano, lesordiente Andrea Fontana e il 2
volte Campione Italiano Rally, Piero Longhi, autore di
una formidabile rimonta. In gara-2 Perullo scatta dalle
retrovie, ma in pochi giri si porta in testa alla gara e
allunga sino alla bandiera a scacchi. Ancora seconda
posizione per un bravissimo Andrea Fontana (nella
foto) che, al fotofinish tiene alle sue spalle il vincitore
di gara-1, Milani. Due volte ai piedi del podio il
giovanissimo Fernando Madera jr. (Team Costa Rica).
Matteo Losa
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
37

LEVENTO DOVIZIOSO: SUZUKI? TUTTO POSSIBILE
I piloti mito di Borgo Panigale
per il World Ducati week 2014
BOLOGNA A due mesi e
mezzo dallevento, tutto pronto
in Ducati per il Wdw 2014, la
riunione di tutti i ducatisti, piloti e
semplici appassionati, che dal
1994, a cadenza biennale, si
danno convegno per condividere
la passione per la moto di Borgo
Panigale. Il prossimo World
Ducati week, presentato ieri, si
terr allautodromo Marco
Simoncelli di Misano Adriatico
dal 18 al 20 luglio, preceduto
dalla notte rossa che riempir
le strade della cittadina
romagnola il 17. Lobiettivo della
Ducati battere i numeri record
delledizione 2012 quando si
contarono 65mila visitatori di 52
Paesi con 80 attivit per un
totale di 11.500 giri. Ormai Ducati
un brand presente in 80
nazioni e laspettativa (non
dichiarata) di radunare 100mila
tifosi nel perimetro Misano-
Cattolica-Riccione-San Marino.
La Ducati chiamer nel paddock
tutti i suoi piloti di MotoGp,
SuperBike e SuperStock, oltre ai
miti che hanno guidato la rossa
come Troy Bayliss, Carl Fogarty
e Carlos Checa. Tra i pi attesi
Andrea Dovizioso: Sar il mio
primo Wdw e non vedo lora di
viverlo con tutti i tifosi ha detto
il pilota di Forlimpopoli . Intanto
mi concentro sul Mondiale. La
moto cresce ma solo lanno
prossimo sar da podio. Lattuale
4 posto in classifica mi soddisfa
ma non riuscir a difenderlo
perch Marquez, Pedrosa, Rossi
e Lorenzo sono superiori. Le
voci di passaggio alla Suzuki nel
2015? Tutto possibile ma
adesso prematuro parlarne.
Andrea Tosi
RIPRODUZIONE RISERVATA
RALLY DARGENTINA
Latvala in testa
La Volkswagen fa subito la
voce grossa nel Rally dArgentina:
dopo le prime 5 speciali comanda
Latvala con 177 di vantaggio su
Ogier. Kubica (Ford) quinto.
TURISMO IN SLOVACCHIA
Lopez re dei test
(an.gat.) Jos Maria Lopez
(Citron), leader del Mondiale turi-
smo, stacca tutti nei test allo Slo-
vakia Ring. I rivali: Muller 4, Loeb
7. I nostri: Tarquini 5, Morbidelli
13, Di Sabatino 20. Oggi le qualifi-
che, domani le due gare.
QUALIFICHE GP2
Marciello quarto
(ro.chi.) Il team Dams mono-
polizza la prima fila della GP2 al
Montmel: in pole c il monegasco
Stephane Richelmi, al suo fianco il
compagno di squadra (e leader del
campionato) Jolyon Palmer. Mar-
ciello quarto. Gara-1 oggi alle
15.40.
CROSS IN SPAGNA
Cairoli allattacco
(m.z.) Il Mondiale cross tor-
na in Spagna dopo 2 anni. Tony Ca-
iroli (Ktm) punta a cementare la
sua leadership in MxGP.
Taccuino
SUPERBIKE GP IMOLA
Con Melandri e Biaggi
torna la febbre Aprilia
Il ravennate 3 dietro Rea e Sykes. Luned al Mugello Max
testa la MotoGP di Noale. Poi correr a Misano in Sbk?
PAOLO GOZZI
IMOLA (Bologna)
Fermi tutti sul pi bello.
A Imola la Superbike si
spenta con dodici minuti
danticipo per un tombino
rotto, lo stesso che aveva cau-
sato un ritardo iniziale di
mezzora. La tormentata ses-
sione pomeridiana stata fer-
mata anche per il fumo causa-
to da un piccolo rogo fuori
dalle recinzioni dellAutodro-
mo.
Specialisti Il venerd ampu-
tato non ha preso in contro-
piede gli specialisti del San-
terno. Comanda lo spericola-
to Jonathan Rea vincitore
2011 davanti alliridato Tom
Sykes padrone della scorsa
edizione: Superpole, giro re-
cord e doppietta. La bella sor-
presa Marco Melandri terzo
a soli 114 millesimi con lApri-
lia RSV4 non ha mai sbancato
Imola. Linterruzione del
turno non ci ha creato proble-
mi, abbiamo gi trovato
unottima base confida il
31enne di Ravenna, a pochi
chilometri dal circuito.
Adesso lobbiettivo trovare
lassetto giusto per il giro sec-
co, qui partire davanti deci-
sivo. Oggi Melandri indosse-
r un casco celebrativo per il
ventennale di Emergency che
da oggi a sabato 17 maggio va
allasta sul sito Charitystars.
Ducati Il caos ha tradito Da-
vide Giugliano pupillo Ducati
1
o
al mattino e solo quinto al
momento dello stop. Co-
munque siamo riusciti a pro-
vare la gomma sulla distanza
gara, ho un buon passo, sia-
mo fiduciosi. La Ducati sulla
pista di casa non vince dal
2012 con Carlos Checa. Te-
mo Rea e Melandri ma il favo-
rito Sykes. Non ci siamo stu-
diati, lo aspetto domenica.
Max Nella vigilia del quarto
round Mondiale tiene banco
rientro di Max Biaggi. Il sei
volte iridato, ritirato due anni
fa da numero uno, luned e
marted al Mugello prover
lAprilia MotoGP. E fermo da
un anno, quando sempre sul-
la pista toscana aveva provato
la Ducati MotoGP del team
Pramac. E solo una presa di
contatto getta acqua sul fuo-
co Romano Albesiano, re-
sponsabile corse del Gruppo
Piaggio. Ci aveva chiesto di
fare un test, noi abbiamo inte-
resse a fargli provare la nostra
MotoGP. Lo scopo del collau-
do non voglio rivelarlo. Biag-
gi dovr dipanare i dubbi sul-
lelettronica: la Art (Aprilia
Racing Technology) per rego-
lamento adotta questanno la
centralina unica Marelli e
ladattamento dei software
Aprilia sta andando per le
lunghe. Non sar comunque il
fuoriclasse romano a sostitui-
re il titolare Danilo Petrucci
(polso rotto) tra otto giorni
nel GP di Francia, ma il bri-
tannico Leon Camier che a
Imola corre con la Bmw Italia
Evo al posto del francese Syl-
vain Barrier che sta recupe-
rando il terribile incidente
dauto di due mesi fa.
Rientro Biaggi vuole torna-
re a correre in Superbike nel
Gran Premio di Misano il 22
giugno. Albesiano resta sul
vago ma lascia la porta aper-
ta. Siamo contentissimi di
Guintoli e Melandri, stanno
guidando bene e siamo in cor-
sa per il titolo piloti e Costrut-
tori. Andiamo avanti cos, poi
in futuro vedremo Biaggi
avrebbe la RSV4 del test te-
am, che ha gi tecnici dedica-
ti, senza alcuna ripercussione
sullorganizzazione di Guin-
toli e Melandri.
Bayliss Al Mugello, solo
marted, Biaggi ritrova Troy
Bayliss, 45 anni. Il mitico au-
straliano, uscito nel 2008 col
terzo Mondiale in tasca, pro-
ver la Panigale Superbike.
E solo un gioco ripetono in
Ducati. Troy fu vicino al rien-
tro due anni fa nel Gran Pre-
mio di casa in Australia ma al-
lultimo momento lazienda
di cui testimonial allora si
mise di traverso. Adesso ci ri-
prova, obbiettivo Misano. Tra
un mese.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il circuito di Imola (4.936 m) ospita in
questo weekend il 4
o
round del Mon-
diale Superbike 2014.
LIBERE 1. J.Rea (GB-Honda) 148147,
media 164,310 km/h; 2. Sykes (GB-
Kawasaki) 148187; 3. Melandri (Ita-
Aprilia) 148261; 4. Guintoli (Fra-Apri-
lia) 148323; 5. Giugliano (Ita-Ducati)
148329; 6. Davies (GB-Ducati)
148592; 7. Haslam (GB-Honda)
148999; 8. E.Laverty (Irl-Suzuki)
149259; 9. Baz (Fra-Kawasaki)
149600; 10. Camier (GB-Bmw)
149610; 12. Goi (Ita-Ducati) 149920;
13. Canepa (Ita-Ducati) 150015; 15.
Badovini (Bimota) 150228; 18. Scas-
sa (Kawasaki) 150926; 19. Corti (MV
Agusta) 151034; 20. Fabrizio (Kawa-
saki) 151357; 21. Andreozzi (Kawa-
saki) 151544.
SUPERSPORT 1. Sofuoglu (Tur-
Kawasaki) 151744, media 159,021 km/
h; 2. Coghlan (GB-Yamaha) 152090;
3. Zanetti (Ita-Honda) 152147.
ORARI Oggi: 9.45-10.30 libere 3;
12.30-13 libere 4; 15-15.15 Superpole 1;
15.25-15.40 Superpole 2 17.50 3
o

round Europeo Stock 600 (12 giri per
59,232 km). Domani: 8.40-8.55 warm
up; 10.30 gara-1 (19 giri per 93,784
km); 11.40 Supersport (17 giri per
83,912 km); 13.10 gara-2 (19 giri); 14.15
3
o
round coppa Stock 1000 (14 giri per
69,104 km); 15.05 European Junior
Cup (9 giri per 44,424 km).
MONDIALE Piloti: 1. Sykes (GB-Kawa-
saki) p. 108; 2. Guintoli (Fra-Aprilia) 96;
3. Baz 93 (Fra-Kawasaki); 4. Rea (GB-
Honda) 89; 5. Melandri (Ita-Aprilia) 69;
6. Giugliano (Ita-Ducati) 59; 12. Cane-
pa (Ducati) 28; 14. Scassa (Kawasaki)
11. Costruttori: 1. Kawasaki 114; 2. Apri-
lia 106; 3. Honda 89; 4. Suzuki 76; 5.
Ducati 73; 6. Bmw 17; Mv 5.
SUPERSPORT Piloti: 1. Marino (Fra-
Kawasaki) punti 49; 2. vd Mark (Ola-
Honda) 45; 3. Coghlan (GB-Yamaha)
44. Costruttori: 1. Honda p. 61; 2.
Kawasaki 58; 3. Mv 49.
la guida
Guintoli quarto
Giugliano quinto
Superpole dalle 15
S
Conto alla
rovescia
Max Biaggi,
42 anni, attacca
gli stickers
sulla carena
dellAprilia con cui
disputer i test
luned sul circuito
del Mugello
4
DIRETTA
SU ITALIA 1
S
Biglietti
Oggi: prato
20 euro,
tribune 40.
Domani: prato
30, tribune 55.
Super
biglietto
(oggi e domani):
150 euro
(tribune,
paddock
e pit walk)
S
In tv
Diretta su Italia 1
ed Eurosport.
Oggi: ore 15
Superpole.
Domani: 10.30
gara-1, 11.40
Supersport,
13.10 gara-2. Su
Italia 2 oggi dalle
9.40 alle 18.30
qualifiche e gare
di contorno
S
Gazzetta.it
Il nostro sito
presenta
levento con uno
speciale. In pi
tutti i risultati, le
notizie e le foto
da Imola
italia: 51575158585149
38
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

BASKET I CAMPIONI DITALIA AL CENTRO DI UN CASO GIUDIZIARIO
Il basket in manette
Siena: azione
di responsabilit
per salvarla
La chiede il Sindaco contro gli amministratori
della Mens Sana. Fip: no a una bad company
Shaun Stonerook e Ferdinando Minucci immortalati in uno dei tanti trionfi assieme.
Lex capitano uno dei 17 giocatori denunciati per i compensi ricevuti dal 2008 al
2012: ha vinto tutti i 6 scudetti dellera Pianiginani s ritirato nel 2012 CIAMI
LUCA CHIABOTTI
Il day after si apre col Sindaco di Siena,
Bruno Valentini, che chiede a chi ne ha la facol-
t di ragionare sullapertura di una azione di re-
sponsabilit nei confronti di chi ha amministrato
la Mens Sana Basket, in primo luogo lattuale pre-
sidente (dal 1 luglio) della Legabasket, Ferdinan-
do Minucci. Pu diventare lultima (piccola) scia-
luppa di salvataggio della societ ormai fallita.
Lordine di esecuzione di misura cautelare per
Minucci, la segretaria generale del club, Olga Fi-
netti e i due soci della Essedue Promotions e
Brand Management, Stefano Sammarini e Nicola
Lombardini, eseguito gioved, da questo punto di
vista pu dare una mano. Si legge, infatti, che le
indagini hanno mostrato come lattivit crimino-
sa abbia: Contribuito al depauperamento e alla
definitiva messa in liquidazione della societ.
Fosse dimostrato che il club stato vittima di
comportamenti fraudolenti, potrebbe essere pi
facilmente aiutato a non scomparire dalla Fip.
Che ha gi respinto un piano presentato dal liqui-
datore che prevedeva la costituzione di una bad
company (una societ priva di vitalit economica
per assorbire attivit in sofferenza) incompatibi-
le col diritto sportivo. Domani, il Comitato Mens
Sana nel cuore e la Curva Nord si ritroveranno a
piazza Salimbeni per un corteo. Luned lincontro
col Sindaco.
Pagamenti La vicenda ha scoperchiato il siste-
ma dei pagamenti dei giocatori, soprattutto stra-
nieri, dimostrando che la quota di stipendio depo-
sitata in Lega minima rispetto ai contratti di im-
magine (regolari se congrui e dichiarati al fisco) e
ai pagamenti in nero a fittizie societ di scouting o
marketing. Sono 17 i giocatori che dovranno ri-
spondere di omessa denuncia di dichiarazione dei
redditi, di cui tre ancora in Italia (Rimas Kauke-
nas, David Moss, Benjamin Eze) col primato di
evasione di Lavrinovic 2.6 milioni, Kaukenas, 1.9,
e Stonerook, 1.5. Il documento chiave stato se-
questrato al d.s. senese Jacopo Menghetti, che in
una mail scambiata con lagente di McCalebb,
Eric Fleisher, si accordava su un contratto netto di
900.000 dollari, 360 mila netti depositati in Lega
pi un lordo di 1 milione e 80 per sfruttamento di
diritto di immagine e scouting. Vorrebbero il
50% cash e il 50% con bonifico dice Menghetti
riconosciuto totalmente estraneo allorganizza-
zione a delinquere ma solo a conoscenza, in quan-
to esecutore, delle transazioni con i giocatori. Vie-
ne svelata lipocrisia di fondo del nostro sistema:
se i controlli della Comtec sui bilanci riguardano
solo il 40% degli stipendi dei giocatori, significa
che anche la loro efficienza ridotta del 60%. Vie-
ne chiarito che il pagamento dei giocatori nei bi-
lanci finisce in gran parte sotto la voce servizi in-
vece che spese per il personale dipendente: Siena,
negli anni, non stata la pi spudorata in questo
rapporto anche se su cifre pi elevate. Altra ama-
ra considerazione: per forza gli italiani non sono
competitivi economicamente, se gli stranieri sono
pagati in nero allestero...
Chi ha parlato Oltre alle prove documentali
schiaccianti, linchiesta si avvalsa di due testi-
moni che hanno collaborato. Il primo Alberto
Galluzzi, responsabile di due societ, la Colum-
bus Value e la CS2, che produceva le fatture false
per la societ Essedue Promotion e che si pre-
sentato spontaneamente alla polizia giudiziaria.
In pratica, oltre che per i contratti di immagine, la
Mens Sana pagava la Essedue per servizi inesi-
stenti, che venivano appaltati alle aziende di Gal-
luzzi che producevano fatture false. I soldi non
spesi venivano riportati a Siena in contanti da
corrieri e rimessi a disposizione del club, salve le
percentuali trattenute dagli intermediari, il 5%
da Minucci. Laltra persona che ha collaborato
Paola Serpi, consulente e vicepresidente della
Mens Sana, in stretto contatto con la Finetti. An-
che quando venuto il momento di distruggere i
documenti pi compromettenti perch il 15 di-
cembre del 2012, due giorni prima dellarrivo del-
la Finanza per la prima volta, Minucci fu avvertito
dalla moglie della imminente perquisizione. Io
sto qui a bruci quella robba dice la Finetti al te-
lefono, la Serpi distrugge un file di excell col bud-
get della squadra. Ma non finita qui. C la ces-
sione del marchio per 8 milioni alla Brand Mana-
gement, senza la quale la Mens Sana sarebbe falli-
ta due anni fa, che i magistrati devono ancora
valutare, la richiesta bancarotta fraudolenta sul-
lultimo bilancio. Sar una vicenda ancora lunga e
dolorosa per tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
GIOVEDI GLI
ARRESTI
S
Operazione
Time Out
Scatta il
17/12/2012
nellambito
dellinchiesta sul
Monte dei
Paschi. Laccusa
di frodi fiscali
finalizzate al
pagamento in
nero di
emolumenti su
conti esteri a
noti campioni
Dicembre
2013
Si chiude la
parte
amministrativa
con la notifica di
un processo
verbale di
constatazione
per presunta
evasione. La
parte penale
aperta.
Febbraio
2014
Lassemblea non
approva il
bilancio (5.4
milioni di
perdita) e
dispone la
messa in
liquidazione della
societ, per la
quale poi
chiesta listanza
di fallimento
GIOVEDI
Arresti
domicilari per
Ferdinando
Minucci, Stefano
Sammarini,
Nicola
Lombardini e
Olga Finetti per
associazione a
delinquere
finalizzata alla
commissione di
reati tributari
con false
dichiarazioni e
falsa
fatturazione
Lavrinovic, Kaukenas, Sato,
Stonerook, Eze, McCalebb,
Domercant, Thornton, Ilievski, Zisis,
Moss, Hairston, Hawkins, Andersen,
Radovic, Sanikidze, Rakocevic
GIOCATORI DI SIENA DENUNCIATI
PER OMISSIONE DI DENUNCIA DEI REDDITI
Il meccanismo di sistematica
violazione delle norme penali
e tributarie ha contribuito
alla definitiva messa in
liquidazione della Mens Sana
CONCLUSIONI DEL GIP UGO BELLINI
SULLE RESPONSABILITA DI MINUCCI
Le attivit sia in termini di
occultamento delle prove sia
di riedizione dellattivit
criminosa appaiono ben lungi
dal ritenersi concluse
CONCLUSIONI DEL GIP UGO BELLINI
SULLA RICHIESTA DI CUSTODIA CAUTELARE
Il meccanismo permetteva
alla Mens Sana, tramite la
Essedue Promotion, di
corrispondere emolumenti in
nero ai propri cestisti
CONCLUSIONI DEL GIP UGO BELLINI
SUL RAPPORTO TRA LE SOCIETA INCRIMINATE
35
Milioni di euro
di fatture false emesse dal
2006 al 2012 dalla Mens Sana
basket alla Essedue Promotion
16
Milioni di euro
di evasione per 25 giocatori
di cui 17 sono stati denunciati.
2.49 sono di Lavrinovic (foto)
CAMPIONATOITALIANO
| A1PALLANUOTO
SABATO10 MAGGIO GARAUNODI TRE FINALESCUDETTOPLAYOFF
Sori Piscina Comunale 20:30 PRO RECCO AN BRESCIA
SABATO10 MAGGIO GARAUNODI TRE FINALETERZOPOSTOPLAYOFF
Napoli Piscina Scandone 18:30 DOOA POSILLIPO CARISA SAVONA
M
A
S
C
H
I
L
E
SABATO10 MAGGIO GARADUEDI TRE FINALETERZOPOSTOPLAYOFF
Rapallo Piscina Comunale 14:00 RAPALLO PALLANUOTO ORIZZONTE CATANIA GARA UNO 13-16
DOMENICA 11 MAGGIO GARADUEDI TRE FINALESCUDETTOPLAYOFF
Padova Piscina Plebiscito 16:00 PLEBISCITO PADOVA MEDITERRANEA IMPERIA GARA UNO 6-7 F
E
M
M
I
N
I
L
E
SABATO 10 MAGGIO
DIRETTA ALLE 20:30
DOMENICA 11 MAGGIO
DIRETTA ALLE 16:00
AN BRESCIA PRO RECCO vs
MEDITERRANEA
IMPERIA
PLEBISCITO
PADOVA
vs
SERIE A1
SCUDETTOPLAYOFF
ALBI DORO
RECENTI
MASCHILE
dal 2000 al 2001
CN
Posillipo
2002 Pro Recco
2003
Leonessa
Brescia
2004
CN
Posillipo
2005 RN Savona
dal 2006 al 2013 Pro Recco
FEMMINILE
dal 1985 al 1991 Volturno
dal 1992 al 2006
Orizzonte
Catania
2007 Fiorentina
dal 2008 al 2011
Orizzonte
Catania
2012 Pro Recco
2013 Rapallo
FINALE MASCHILE
FINALE FEMMINILE
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
39

BASKET PLAYOFF NBA
4
ANCHE GLI
SPURS 2-0
S
13 punti per
Belinelli
Stanotte le
gare-3
Raddoppiano
anche gli Spurs,
che chiudono il
1 tempo con 70
punti e il 58%
dal campo,
dominando
Portland anche
in gara-2. Altra
buona prova
per Marco
Belinelli, che
finisce con 13
punti in 22 in
un attacco
molto bilanciato
(7 in doppia
cifra, nessuno
oltre i 20 di
Leonard).
EST
Semifinali,
gara-2:
Miami-
Brooklyn
94-82 (serie 2-
0, stanotte
gara-3 a
Brooklyn);
Indiana-
Washington
1-1 (ieri notte
gara-3).
OVEST
Semifinali,
gara-2: San
Antonio-
Portland
114-97 (serie
2-0, stanotte
gara-3 a
Portland);
Oklahoma
City-LA
Clippers 1-1
(ieri notte
gara-3)
Donne al Volante
con Cannav
nel vero Brasile
Il viaggio della GazzaMobile
a favore di Terre des Hommes
si chiuso nel segno dello sport
LINIZIATIVA
Silvia e Mariella alla Casa dos Curumins di San Paolo
CLAUDO LENZI
clenzi82
Un viaggio lungo quattro anni. E quello
delle Donne al Volante Silvia Gottardi e Ma-
riella Carimini, rientrate nei giorni scorsi a Mi-
lano dopo lultima, emozionante impresa.
Dal 2010, con il sostegno di Gazzetta e della
Fondazione Candido Cannav per lo Sport, le
due amiche e colleghe in un'agenzia di organiz-
zazione eventi hanno toccato i quattro angoli
del mondo: nel 2010 il Mongol Rally dall'Italia a
Ulan Bator, nel 2011 la Transafrica, nel 2012
Eurasia e quest'anno il Brasile. Sempre alla gui-
da di un auto - La GazzaMobile - sempre per una
buona causa.
Bambini A spingere le due ragazze verso il pa-
ese che ospiter presto i prossimi Mondiali di
calcio stata Indifesa, l'ultima campagna
dell'associazione Terre des Hommes, da pi di
cinquant'anni in prima fila nel proteggere i
bambini da ogni forma di violenza o abuso, ga-
rantendo loro il diritto alla salute, alleducazio-
ne e alla vita. Con una raccolta fondi che sfiora
i 10.000 euro, il loro contributo sar utilissimo.
Sono tre i progetti che abbiamo incontrato lun-
go la strada - racconta Mariella - a Olinda ragaz-
ze strappate alla povert con il calcio. I loro so-
gno? Giocare nella Seleo. In Amazzonia, in-
vece, l'assistenza scolastica offerta alle dieci co-
munit disseminate nella riserva dello Xixua,
per ridurre l'isolamento geografico e culturale
con il resto del Paese. Infine San Paolo, dove si
combatte quotidianamente per difendere il di-
ritto al gioco. Lo stato anche 'spellicolare' la
GazzaMobile prima di riconsegnarla, i bambini
erano felicissimi.
Mondiale Brasile, naturalmente, sinonimo
di Coppa del Mondo, ormai alle porte. Silvia,
che stata cestista professionista, ha colto tutte
le contraddizioni della vigilia: Calcio ovunque,
in spiaggia e dove ci sono solo due case, per una
porta bastano due pezzi di legno. Ma se nomini
il Mondiale, il sorriso svanisce. Non pu essere
solo un impressione, dopo i 15610 chilometri
percorsi in 56 giorni, con quasi altrettante loca-
lit toccate, dalle metropoli ai villaggi, fino allo
stadio di Manaus, dove giocher l'Italia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
SASSARI
Ricorso respinto
La Corte Federale ha riget-
tato il ricorso presentato da Sas-
sari avverso il risultato della gara
Siena-Banco di Sardegna (82-81)
del 6 aprile, confermando quello
acquisito sul campo. La Dinamo
aveva fatto ricorso per un arresto
anomalo del cronometro a fine 1
tempo, da cui scatur un canestro
dei toscani. Gi la Commissione
Giudicante aveva respinto il ricor-
so di Sassari.
LNP GOLD
Barcellona viva
Con Trento gi in semifinale
(3-0 su Agrigento), ieri le altre ga-
re-3. Barcellona respinge il match
point di Capo dOrlando. A segno in
casa Veroli (decisivo un libero di
Sanders a 5 dalla fine) e Torino. Ri-
sultati: Manitalo Torino-Angelico
Biella 89-73 (serie 2-1); Gzc Veroli-
Tezenis Verona 67-66 (2-1); Sigma
Barcellona-Upea Capo dOrlando
83-80 (1-2). Le gare-4 domani (ore
18) sugli stessi campi.
ESTERO
Grecia: chiusi i quarti
(pe.m.) Sono finiti tutti 2-0 i
quarti di finale in Grecia. Cos le se-
mifinali Panathinaikos-Paok salo-
niccoe Olympiacos-Panionios.
Quarti in Francia: Strasburgo-Cha-
lon; Limoges-Villeurbanne; Le
Mans-Digione; Nancy-Paris Leval-
lois. 32
a
giornata in Spagna: Vito-
ria-Bilbao 66-72 (Poeta 3), In testa
Real 30-1, poi Valencia 27-3 e Bar-
cellona 24-7. Oggi clasico a Bar-
cellona.
Taccuino
Miami resta imbattibile
col ragazzino Allen
Il quasi 39enne firma il raddoppio su Brooklyn e gli Heat arrivano
allottavo successo in fila nella postseason (6-0 questanno)
MASSIMO ORIANI
E proprio vero: i playoff
sono un altro sport. Ricordate
il 4-0 dei Nets sugli Heat in sta-
gione regolare? Beh, dopo il
raddoppio di Miami in semifi-
nale Est, giusto quello, un
souvenir sbiadito. Cos come le
14 sconfitte nelle ultime 25 ga-
re di regular season dei bicam-
pioni in carica. Allottava vitto-
ria consecutiva nella postsea-
son (che include le ultime due
dellanno scorso), Miami sem-
bra destinata a passeggiare da
qui alle Finals. Merito loro, ma
anche demerito delle rivali. In
gara-2 Deron Williams, la pre-
sunta superstar di Brooklyn, ha
chiuso con zero punti.
Cosa cambiato negli Heat
rispetto a quei due mesi preoc-
cupanti, durante i quali pareva
essere emersa la stanchezza fi-
sica e mentale di una quarta
stagione al top? E stato un
campionato frustrante rac-
conta LeBron James Abbia-
mo faticato a ritrovare chimica
e cameratismo sul campo. Ma
in queste prime 6 partite di
playoff ci siamo riusciti. Siamo
in ritmo. Dobbiamo continuare
a lavorare sulla difesa e a met-
terci nelle condizioni per avere
successo.
Difesa La difesa sempre la
chiave delle vittorie, non solo
per Miami. Il fatto che gli Heat
abbiano tenuto i Nets a 15 pun-
ti col 33% al tiro nel 4 periodo
di gara-2 (dopo i 20 di gara-1)
ha fruttato un 2-0 che nelle se-
rie al meglio di 7 premia la vin-
cente il 93.7% delle volte. For-
se c stata troppa fretta da par-
te di tutti nel dare per morti i
ragazzi di coach Spoelstra. Do-
potutto, come diceva Rudy
Tomjanovich, mai sottovalu-
tare il cuore di un campione.
Che peraltro cerca sempre nuo-
vi modi per restare concentra-
to. Come nei minuti precedenti
gara-2, quando sullo schermo
nello spogliatoio di casa passa-
vano le immagini delle grandi
Bosh scherza:
Da grande voglio
essere come lui
Kidd: questo il
suo palcoscenico
ASan Antonio
Robinson trova
un serpente nello
spogliatoio Blazers
Thomas Robinson, ala dei
Blazers, arrivato allAT&T
Center, ha trovato un serpente
nellarmadietto dello
spogliatoio. La squadra ha
atteso che venisse rimosso in
piedi sulle sedie. Il rettile si
rivelato non velenoso. Non si
sa come sia arrivato l.
battaglie degli anni 90, da Cel-
tics-Pistons a Knicks-Heat, con
lormai leggendaria rissa che
vide Jeff Van Gundy appender-
si alla gamba di Alonzo Mour-
ning. Cera poco da studiare
dei Nets (abitualmente i filmati
riguardano lavversario di tur-
no). Era solo questione di cari-
carsi, ricordarsi che per vince-
re servono gli schemi ma anche
cuore e rabbia agonistica.
Button Avere un Ray Allen
non guasta. Mentre Kevin Gar-
nett (4 punti in 21 dopo lo zero
di gara-1) sembra ormai arri-
vato al capolinea, il 38enne ( a
luglio saranno 39) deve aver
bevuto lacqua di Cocoon.
Da grande voglio diventare
come lui scherzava Bosh dopo
averlo visto chiudere con 13
punti (19 nella prima sfida) e 8
rimbalzi. Restando in tema
Hollywood, forse Ray altri non
che Benjamin Button: ringio-
vanisce col passare del tempo.
E un campione del mondo
ha detto Kidd Questo il suo
palcoscenico. E quello degli
Heat.
RIPRODUZIONE RISERVATA
VARIE COINVOLTI CULTURISTI E CICLISTI AMATORIALI
Squalifiche record per il doping fai da te
Sono in cinque a rischiare 20 anni di stop
Linchiesta
del procuratore
Guariniello sta
arrivando alla
stretta finale
FABRIZIO TURCO
Quattro squalifiche di
ventanni a testa, una di 24. la
richiesta contenuta nel deferi-
mento firmato dalla procura
antidoping alla prima sezione
del Tribunale Nazionale Anti-
doping del Coni. Il provvedi-
mento frutto del lavoro istrut-
torio sulle carte contenute negli
atti della Procura della Repub-
blica di Torino sul famoso do-
ping fai da te, ancor pi perico-
loso perch praticato senza al-
cuna consapevolezza delle ri-
percussioni sulla salute.
I fatti Allepoca, era il settem-
bre del 2011, le indagini dei
Nas, i Nuclei Antisofisticazioni
dei Carabinieri, coordinati dal
procuratore aggiunto Raffaele
Guariniello e dal pubblico mini-
stero Gianfranco Colace, porta-
rono a dodici persone arrestate
(otto in carcere e quattro ai do-
miciliari) e 102 avvisi di garan-
zia. Linchiesta, che lamb il
mondo del culturismo, fu un
terremoto per il ciclismo, fra co-
loro che volevano solo primeg-
giare rispetto ai colleghi di lavo-
ro.
Pene severe Le richieste di
ventanni di squalifica vogliono
colpire i protagonisti di una
squadra di ciclismo che aveva
abbandonato la passione pura
del dilettantismo per gettarsi
nella rincorsa della vittoria ad
ogni costo. Anche quando que-
sto comportava il superamento
di qualunque limite: Sono fini-
to in questo giro e mi sono fatto
prendere dalla voglia di vince-
re furono le prime ammissioni
di chi si sottoponeva a cicli di
Epo, ognuno dei quali costava
dai 500 ai 600 euro. Al centro
dellinchiesta di Guariniello fin
lattivit della Miccoli Sport,
una squadra di ciclismo amato-
riale che aveva in Domenico
Miccoli il factotum. Per Miccoli
sono stati chiesti 20 anni, come
per Gianfranco Fiume, Massi-
mo Coralluzzo e Doriano Cina-
to. Per Silvio Schiari il deferi-
mento chiede 24 anni di stop..
RIPRODUZIONE RISERVATA Il procuratore Raffaele Guariniello
LE PENE
Schiari (Acsi)
rischia 24 anni
Gasparre 2 anni
TORINO (f.t.) Sono sei i
deferimenti disposti dallUpa,
lUfficio di Procura Antidoping,
alla Prima Sezione del Tribunale
Nazionale Antidoping del Coni.
Per Silvio Schiari (Acsi) stata
chiesta una squalifica per 24
anni; per Doriano Cinato (Acsi),
Domenico Miccoli (Fci),
Gianfranco Fiume (Csen) e
Massimo Coralluzzo (Acli) la
richiesta di squalifica di
ventanni. Graziano Gasparre,
non tesserato, invece stato
deferito con una richiesta di
inibizione per due anni.
Ray Allen, 38 anni AFP
italia: 51575158585149
40
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:
www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso
lagenzia:
Milano Via Solferino, 36
tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del
9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale
inserite in queste pagine devono sempre inten-
dersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).
Annunci IN EVIDENZA
www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
Lappuntamento quotidiano 7 GIORNI SU 7
LAVORO
Eventi Ristoranti
S
p
e
t
t
a
c
o
l
i
M
o
s
t
r
e
C
o
r
s
i
CASA
Saldi
V
i
a
g
g
i
Shop
Ogni giorno oltre 8 MILIONI
DI LETTORI con labbinata
Corriere della Sera e Gazzetta
dello Sport nelle edizioni
stampa e digital
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata obbligatoria:
Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n.
0: 4,00; n. 1: 2,08; n. 2, 3, 14: 7,92; n. 5,
6, 7, 8, 9, 12, 20: 4,67; n. 10: 2,92; n. 1:
3,25; n. 13: 9,17; n. 15: 4,17; n. 17: 4,58;
n. 18, 19: 3,33; n. 21: 5,00; n. 24: 5,42.
Rubriche in abbinata facoltativa:
Corriere della Sera: n. 4: 4,42; n.16: 1,67;
n.22: 4,08; n.23: 4,08. Gazzetta dello Sport:
n. 4: 1,67; n.16: 0,83; n.22: 2,92; n.23:
2,92. Abbinata: n. 4: 5,00; n.16: 2,08;
n.22: 4,67; n.23: 5,00.
ABILE esperta referenziata impiegata
ufficio commerciale customer care
with problem solving ordini offerte in-
glese francese windows mac offresi
331.12.23.422
ABILE impiegata tecnico-commerciale
offresi part-time. Pluriennale espe-
rienza settore illuminazione, arreda-
mento e allestimenti. Offerte com-
merciali; ufficio acquisti, gestione for-
nitori, Autocad. Tel. 333.14.37.804
ADDETTA paghe contributi pluriennale
esperienza offresi. Contattare
334.16.25.041 dalle 18 alle 19,30
COMMERCIALE 50enne, 5 lingue, plu-
riennale esperienza studi di mercato,
gestione, ricerca agenti, Italia-estero,
cerca azienda seria. Tel:
347.18.71.431
DIPLOMATA ragioniera pluriennale
esperienza lavori ufficio offresi per la-
voro amministrativo e/o segreteria in
Milano. 02.70.10.90.60
IMPIEGATA pluriennale esperienza in-
glese offerte ordini ddt Word Excel.
Full part-time disponibilit immedia-
ta. 340.31.46.044
AGENTE plurimandatario anni 54 set-
tore componenti elettronici ed elettro-
meccanici, pluriennale esperienza va-
luta mandati per Piemonte, Liguria,
Emilia. Scrivere banfim@aruba.it
COMMERCIALE estero contract, metal-
meccanico, organizzazione vendite,
pianificazione, apertura mercati, ge-
stione commesse. 345.79.56.127
ESPERTO venditore 56enne settore sa-
nit ottima presenza professionalit
disponibilit trasferte Italia.
349.84.71.099
AUTISTA meccanico, gommista, tra-
sportatore, tuttofare, volenteroso, of-
fresi. Madrelingua francese, ottimo
italiano parlato/scritto, uso pc, plu-
riennale esperienza, ottime referen-
ze. Disponibilit immediata.
334.57.56.688
AUTISTA srilankese offresi, patente C-
B-CQC badante e/o pulizie, referen-
ziato, in regola. 333.37.77.646.
CERCO lavoro come autista o magaz-
ziniere. Esperienza pluriennale. Pa-
tente C, CQC. 329.80.07.404
RESPONSABILE ristorazione senior.
Pluriennale esperienza Italia/estero
cerca lavoro. Disponibilita' immedia-
ta. Cell: 393.50.19.107
ASSISTENZA disabili, italiano, autista,
trasferimenti Italia, estero, bricolage,
pulizie, custode, cinquantenne.
338.64.68.647
CERCO lavoro ragazzo srilankese, da 6
anni residente in Italia, offresi. Ottime
referenze. 388.93.06.393
COLF Badante, baby sitter, pulizie, si-
gnora espertissima, referenziata,
onest, precisa, cerca lavoro Milano.
388.73.98.276
COLF ITALIANA,
referenziatissima, immacolato
ventennio in ottima famiglia
milanese, causa scomparsa ti-
tolare cerca equivalente impie-
go. 335.82.98.989
IMPIEGATAcommerciale esteroesper-
ta, pensionata giovanile laureata lin-
gue, inglese tedesco francese parlati
scritti, collaborerebbe anche part-ti-
me con seria azienda Milano o Rho.
Astenersi perditempo. 335.81.74.198
PENSIONATA pratica lavori ufficio
contabilit studi legali cancelleria of-
fresi full-part time. Automunita.
347.70.60.304
TATA italiana, referenziata, esperienza
ventennale neonati e bimbi, disponi-
bile full-time, serale e notturno Mila-
no/provincia. 333.98.33.381
ASSISTENTE anziani pulizie domesti-
che referenziata cerca lavoro in Mila-
no e provincia massima seriet. Tel:
388.47.05.302
BADANTE moldava referenziata offresi
fissa/diurno, anche week-end, libera
subito. 329.54.44.953
SEMAN & ASSOCIATI seleziona ven-
ditori per sviluppo rete venditori Mi-
lano, Varese, Como e Monza. Elevati
compensi. 02.33.40.53.06
NEGOZIO via Manzoni gioielli borse
assume venditrice referenziata lingue
inglese/russo. 02.76.00.30.18
DOMESTICA fissa capace conduzione
totale casa, famiglia tre persone pi
cane cercasi. Tel. 333.22.71.602
COMMERCIALISTA offre propria espe-
rienza per incarichi di amministratore
di sostegno. Cell. 347.27.26.500
CONSULENZA di statistica descrittiva.
Tel: 345.83.16.608 dr. Daniele
SOCIETd'investimento internazionale
acquista direttamente appartamenti e
stabili in Milano. 02.46.27.03
TOSCANA

CASTAGNETO CARDUCCI. Bellis-


simo casale antico vista mare bo-
sco/ulivi. Saloni, cucine, 5 camere
letto con bagno, piscina. Euro
28.000 annui pluriennale. oiko-
saurea@gmail.com
CAMOGLI privato vende fantastica villa
600 mq, affreschi, spettacolare vista
mare e in Andora villetta e apparta-
menti con vista mare. Tel:
335.26.61.14
SARDEGNA STINTINO met prezzo.
Country Paradise Village. Vendita di-
retta da acquisto tribunale ville euro
180.000 (anzich 350.000), piscina,
golf, supermercato, animazione, ne-
gozi, ristorante, chiesa. 335.21.85.03
- 030.22.40.90. commerciale@grup-
por.it
NIZZA MONFERRATO vendesi azien-
da vitivinicola panorama incantevole
terreno 36.000 mq, vigneti doc. Ri-
chiesta euro 410.000.
348.82.60.397/6
CESENATICO Villamarina Hotel Tur-
quoise - giugno bambini gratis, tutto
gratis! Inaugurato 2012. Da Euro
39,00 all-inclusive + spiaggia, idro-
massaggi, animazione, pesce tutti
giorni, parco acquatico. Tel.
339.75.23.451 - www.turquoiseho-
tel.it
RIMINI Hotel Leoni tre stelle. Tel.
0541.38.06.43 direttamente mare.
Gratis spiaggia. Piscina, sauna, idro-
massaggio. Palestra, bagno turco.
Parcheggio, biciclette, bevande ai pa-
sti. Scelta men, colazione buffet.
Maggio 35,00. Giugno 38,00/48,00.
www.hotelleoni.it
DEIVA (Sp) sul mare vendesi roulotte +
piazzola camping attrezzata. Posto
auto. Astenersi perditempo.
333.42.03.903
ATTIVITdacedere/acquistareartigia-
nali, industriali, turistico alberghiere,
commerciali, bar, aziende agricole,
immobili. Ricerca soci. Business Servi-
ces Group 02.29.51.82.72
BELLA presenza, 55enne, conoscereb-
be gentiluomo colto, appassionato
viaggi, mostre, teatro per condividere
tempo libero. Massima seriet. Cor-
riere 146-XZ - 20132 Milano
ACQUISTIAMO
Argento, Oro,
Monete, Diamanti.
QUOTAZIONI:

ORO USATO: Euro 19,25/gr.

ARGENTO USATO :
Euro 225,00/kg.

GIOIELLERIA CURTINI
via Unione 6 - 02.72.02.27.36
335.64.82.765
MM Duomo-Missori
CollezionistaMilanese

ACQUISTA DIPINTI SCULTURE


DISEGNI dei pi importanti artisti.
Massima riservatezza. No perdi-
tempo. 339.20.07.707
A
CQUISTIAMO brillanti, gioielli
firmati, orologi marche prestigiose,
monete, argenteria. Il Cordusio
02.86.46.37.85
PUNTO D'ORO
compriamo contanti, superva-
lutazione gioielli antichi, mo-
derni, orologi, oro, diamanti.
Saboti no 14 - Mi l ano.
02.58.30.40.26
Acquistiamo

AUTOMOBILI E FUORISTRADA,
qualsiasi cilindrata con passaggio
di propriet e pagamento imme-
diato. Autogiolli, Milano.
02.89504133 - 02.89511114
A
CQUISTIAMO auto e fuoristra-
da anche di grossa cilindrata Mila-
no Motors 4x4 S.r.l. 02.61.29.86.99
info@milanomotors4x4.com
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
41

ATLETICA DIAMOND LEAGUE A DOHA
Ivan Ukhov, 28 anni ha vinto a Doha a quota 2.41. Ma il russo vanta un personale indoor di 2.42, misura superata a Praga il 25 febbraio AFP
A
SUBITO
GRANDI
S
Hellen
Obiri
24 anni, ha
vinto i 3000 in
82068, primato
africano. Gi a
febbraio si era
segnalata su
questa distanza
correndo in
indoor a
Stoccolma in
82999. Ieri
sera in volata
ha stroncato la
Cherono e la
Kipyegon
S
Mohammed
Aman
20 anni, ha vinto
gli 800 in 14449,
limitandosi a
provare lo sprint
con cui sul
traguardo ha
preceduto Amos
del Botwana. Il
giovane etiope,
considerando
anche i problemi
che tengono
lontano Rudisha,
sempre pi il
numero uno
S
Asbel
Kiprop
24 anni, si
conferma
sempre pi il
miglior miler del
mondo. A Doha
ha dominato in
modo regale i
1500 chiudendo
(siamo a
maggio....) in
32918 alla fine
di una bellissima
volata in cui ha
battuto il solito
Silas Kiplagat
UOMINI 200: 1. Ashmeade (Giam) 2013; 2. Weir (Giam)
2031; 3. Ogunode (Qat) 2038; 4. Saidy Ndure (Nor)
2043; 5. Dwyer (Giam) 2048; 6. C. Mitchell (Usa)
2076.
400: 1. Merritt (Usa) 4444; 2. Masrahi (A. Sau) 4477; 3.
Maslak (Cec) 4479; 4. McQuay (Usa) 4492; 5. Santos
(R.Dom) 4494; 6. Clemons (Usa) 4550; 7. Mance (Usa)
4563; 8. Steele (Giam) 4636.
800: 1. Aman (Eti) 14449; 2. Amos (Bot) 14454; 3. R.
Cheruiyot (Ken) 14482; 4. Kinyor (Ken) 14495; 5. Mu-
tai Kipkorir (Ken) 14530; 6. Balla (Qat) 14537; 7. Olivier
(S.Af) 14539; 8. Osagie (Gb) 14608.
1500: 1. A. Kiprop (Ken) 32918; 2. S. Kiplagat (Ken)
32970; 3. Souleiman (Gib) 33016; 4. Makhlouefi (Alg)
33040; 5. Magut (Ken) 33061; 6. Wote (Eti) 33086; 7.
Birgen (Ken) 33122; 8. Ozbilen (Tur) 33209; 9. C.
Chemboi (Ken) 33230; 10. Cronje (S.Af) 33331.
3000 sp: 1. E. Kemboi (Ken) 80412; 2. Kipruto (ken)
80464; 3. P.K. Koech (Ken) 80547; 4. Birech (Ken)
80737; 5. Yego (Ken) 80907; 6. G. Kirui (Ken) 81186.
110 hs (-0.5): 1. Oliver (Usa) 1323; 2. Shubenkov (Rus)
12338; 3. P. Martinot Lagarde (Fra) 1342; 4. Porter
(Usa) 1352; 5. Wilson (Usa) 1352; 6. T. Martinot Lagar-
de (Fra) 1367.
Alto: 1. Ukhov (Rus) 2.41; 2. Drouin (Can) e Kynard (Usa)
2.37. Barshim (Qat) 2.37; 5. Protsenko (Ucr) 2.27; 6.
FASSINOTTI 2.24; 7. J. Williams (Usa) 2.24; 8. Hanany
(Fra) 2.24.
Lungo: 1. Tsatoumas (Gre) 8.06 (-1); 2. Rivera Morales
(Mex) 8.04 (-0.5); 3. Gaisah (Ol) 8.01 (-0.2); 4. Taylor
(Usa) 7.95 (-0.7); 5. Visser (S.Af) 7.74 (-0.4).
Disco: 1. Malachowski (Pol) 66.72; 2. Gowda (India)
63.23; 3. Kanter (Est) 62.90; 4. Urbanek (Pol) 62.88; 5.
Casanas (Spa) 62.75.
DONNE 100 (v. -0.8 m/s): 1. Fraser (Giam) 1113; 2. Okag-
bare (Nig) 1118; 3. Stewart (Giam) 1125; 4. Russell
(Giam) 1129; 5. Anderson (Usa) 1130; 6. Sailer (Ger)
1140; 7. Pierre (Usa) 1144; 8. Gardner (Usa) 1157.
800: 1. Sum (Ken) 15933; 2. Price (Usa) 15975; 3. Ma-
sna (Cec) 20020; 4. Jepkosgei (Ken) 20049; 5. Be-
ckwith (Usa) 20055; 6. Luka (Ind) 20056; 7. Meadow
(Gb) 20091.
3000: 1. Obiri (Ken) 82068; 2. M. Cherono (Ken) 82114;
3. Kipyegon (Ken) 82355; 4. Kibiwot (Ken) 82441; 5.
Ayana (Eti) 82458; 6. G. Dibaba (Eti) 82621; 7. Jelagat
(Ken) 82851; 8. Belete (Bahr) 83000; 9. Teferi (Eti)
84154.
400 hs: 1. Adekoya (Bahr) 5459; 2. Spencer (Giam)
5507; 3. Child (Gb) 5543; 4. Demus (Usa) 5567; 5. Mo-
line (Usa) 5590; 6. Titimets (Ucr) 5702; 7. Ryzhykova
(Ucr) 5702.
Asta: 1. 1. Kyriakopoulou (Gre) 4.63; 2. Silva (Cuba) 4.53;
3. Gadschiew (Ger) 4.43; 4. Savchenko (Rus) 4.43; 5.
Buchler (Svi) e Spiegelburg (Ger) 4.43.
Triplo: 1. Ibarguen (Col) 14.43 (-0.7); 2. Saladukha (Ucr)
14.32 (0); 3. K. Williams (Giam) 14.15 (-0.3); 4. Gay (Cuba)
14.09 (-0.5); 5. Mamona (Por) 13.96 (-0.5).
Peso: 1. Adams (N.Zel) 20.20; 2. Leantsiuk (Bie) 18.78; 3.
Marton (Ung) 18.32; 4. Brooks (Usa) 18.06; 5. Kopets
(Bie) 17.69.
Giavellotto: 1. Ratej (Slo) 65.48; 2. Mickle (Aus) 65.36; 3.
Viljoen (S.Af) 64.23; 4. Palameika (Let) 61.17; 5. Stahl
(ger) 60.95; 6. Patterson (Usa) 59.97.
risultati
Sorpresa Adekoya nei 400 hs
batte le americane in 5459
Kemboi re delle siepi: 80412
FASE REGIONALE SOCIETARI
Howe e la Borsi in gara a Rieti
Howe, la Borsi e la Bruni (Rieti); Schembri (Busto);
La Mantia (Palermo); Greco (100 a Vicenza), Vizzoni, la Al-
loh, la Pedroso (Pontedera) e la Salis (Imperia) sono tra i
protagonisti della prima fase dei Societari oggi e domani in
17 sedi. Alto Adige: Trento; Abruzzo: Sulmona; Basilicata/
Calabria: Cosenza; Campania: Marano; Emilia Romagna:
Modena; Friuli Venezia Giulia Spilimbergo (Pn); Lazio: Rieti;
Liguria: Imperia; Lombardia: Lodi (donne) e Busto Arsizio
(uomini); Marche: Macerata: Piemonte/Val dAosta: Tori-
no; Puglia: Bari; Sardegna: Cagliari; Sicilia: Palermo; To-
scana: Pontedera; Umbria: Orvieto; Veneto: Vicenza.
MEETING CHALLENGE IAAF
Ukhov-Bondarenko a Tokyo
Domani (mattinata italiana) al meeting di Tokyo il
duello nellalto fra Ukhov e lucraino Bondarenko. Da se-
guire anche lGatlin (100), James (200) e la Rollins (100 hs).
Per lItalia Giordano Benedetti negli 800.
MEETING IN GUADALUPA
Oggi la Grenot sui 400
(si.g.) Oggi a Baie Mahault (Guadalupa) primo
400 stagionale per Libania Grenot contro le statunitensi
McCorory e Atkins. Nelle altre gare, Alonso Edward (Pan)
nei 200 e Lolo Jones (Usa) nei 100 hs. Oggi a Los Angeles,
Secci (peso) e Apolloni (disco). A El Cairo (Egi). Uomini.
Giavellotto: El Rahman 83.94 (r.n.). A Uberlandia (Bra).
Uomini. 400: Mazones (Ven) 4555. 400 hs: Silva (Uru)
4945. A San Paolo (Bra). Uomini. 110 hs (+1.0): S. Bra-
thwaite (Bar) 1339. Donne. 200 (+1.5): Krasucki 2282. A
Fukuroi (Giap). Uomini. 200 (+0.8): Iizuka 2039; Takase
2045 (b. 2034/+1.7). 400: Kanemaru 4546
LA TRAGEDIA IN SPAGNA
Lamela: per la famiglia infarto
(pe.m.) Secondo quanto riferito dal cognato, lex
primatista europeo indoor del lungo, lo spagnolo Yago La-
mela, morto gioved per infarto e non si suicidato.
Taccuino
Ukhov domina
il festival dellalto
Sale gi a 2.41
Il russo vince su Drouin, Rynard e Barshim (2.37)
Fassinotti lontano (2.24). La Fraser facile: 1113
GIANNI MERLO
DOHA (Qatar)
La Diamond League di
Doha, prima tappa del circui-
to, voleva decollare con i pro-
tagonisti del salto in alto, in
una serata dal caldo dolce e ac-
cettabile, e ci riuscita grazie a
quattro uomini pilotati alla fi-
ne dal russo Ivan Ukhov, salito
a 2.41. A questo punto ci si
aspettava la richiesta del pri-
mato mondiale, ma lui ha desi-
stito dopo una prova sbilenca a
2.43, perch si sentiva sfatto
dopo 8 salti. E stata proprio la
sua capacit di gestione della
gara a consentirgli il successo
sulla crema della specialit, ha
anche rischiato dopo un errore
a 2.37, dove gli avversari era
andati oltre, a passare alla mi-
sura successiva. Sorvolando
2.39 ha dato il colpo di grazie
alla concorrenza, perch lido-
lo di casa Barshim, il canadese
Drouin e lo statunitense Key-
nard non avevano rinunciato a
nessuna quota e nel momento
cruciale avevano le caviglie
sorde, poco esplosive.
fettuato 11 salti per arrivare a
2.37, una maratona di decolli.
Anche il canadese Drouin, fino
a ieri sera capofila mondiale
con 2.40, ha alternato prove
egregie and altre balbettate.
Per ha un talento enorme e si
proietta verso lalto dopo dieci
appoggi danzati disegnando
una curva morbida. A 2.37
stato perfetto, poi si trovato
in riserva. Sale con leggerezza,
nonostante il fisico solido e ab-
bastanza pesante. La mezza
sorpresa stato lo statunitense
Kynard, che dopo un avvio di-
sastroso stato lultimo ad ar-
rendersi a Uhkov. Fassinotti
purtroppo sparito a 2.27.
La solita Shelly-Ann Fraser
Pryce ha regolato nei 100 un
gruppo di ragazze vestite tutte
allo stesso modo in 1113,
tempo normalissimo. Le ditte
di calzature insistono nellof-
frire solo divise tutte uguali e
cos rischiano di uccidere lo
spettacolo.
La novit Kemi Adekoya, vin-
citrice dei 400 hs, una donna
che viene quasi dal nulla. Ora
corre per il Bahrain, ma nata
in Nigeria 21 anni fa. Persino il
sito della federazione mondia-
le quasi non la conosce, anzi la
considera ancora cittadina ni-
geriana con questo nome, ma
nelle liste mondiali dello scor-
so anno esiste una Adekoya
Oluwakwemi, nato lo stesso
giorno di Kemi con un tempo
di 5530. Deve avere due carte
di identit o una gemella. Lei,
la semi-sconosciuta, era stata
messa in prima corsia, la peg-
giore nei 400 hs, era un riem-
pitivo. Invece ha vinto in
5459 con una condotta di ga-
ra oculata, da smaliziata pro-
fessionista. Dicono che si sia
trasferita a Manama il 31 di-
cembre del 2013 e vi si sia alle-
nata tutto linverno. E una sto-
ria complessa di cambi di na-
zionalit da chiarire.
Mezzofondo brillante - Il soli-
to etiope Mohammed Aman ha
dimostrato di avere sette vite
come i gatti negli 800,
14449, dopo un volatone con
Amos. Impressionante il finale
nei 1500 di Kiprop, keniano fi-
liforme, 32918. Non male co-
me inizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Shelly-Ann Fraser Pryce (a destra), 27 anni, davanti a tutte nei 100 AFP
IL PROCESSO A PRETORIA
Anche il laser contro Pistorius
Laccusa lha
utilizzato in aula
per dimostrare la
traiettoria dei
proiettili
LORENZO SIMONCELLI
PRETORIA (Sud Africa)
Le ultime battute del
processo a Oscar Pistorius che
si sta svolgendo a Pretoria si
giocano sulle traiettorie dei
proiettili che hanno ucciso Re-
eva Steenkamp. Ieri, durante
il dibattimento, il teste della
difesa, esperto di balistica, ha
sostenuto che i segni trovati
sulla schiena della modella su-
dafricana, non sarebbero do-
vuti a frammenti di un proiet-
tile che ha colpito un muro,
come sostiene laccusa, bens
alla caduta di Reeva su un por-
ta riviste.
La prova Un elemento im-
portante nel duello fra accusa
e difesa del pluricampione pa-
ralimpico per determinare la
reale posizione della fidanza-
ta di Pistorius dietro la porta
del bagno. Ossia se Reeva sta-
va cercando di difendersi, op-
pure no. Per screditare le tesi
della difesa, Gerrie Nel ed il
suo staff hanno installato un
vero e proprio laboratorio
dentro laula, cos da permet-
tere al giudice Masipa di con-
statare di persona la traietto-
ria dei proiettili. Per la prima
volta la togata sudafricana e i
suoi assistenti sono scesi dal
loro scranno e si sono avvici-
nati alla porta del bagno pre-
sente in aula. Attraverso un la-
ser laccusa ha cercato di spie-
gargli come Reeva fosse in pie-
di dietro la porta in posizione
difensiva. Intanto ieri stato
confermato dai legali di Pisto-
rius che la casa dove il giorno
di San Valentino 2012 si con-
sumato lomicidio stata ven-
duta. Top secret sul nuovo
proprietario e sulle cifre della
trattativa.
RIPRODUZIONE RISERVATA Oscar Pistorius, 27 anni LAPRESSE
La delusione Barshim era at-
teso alla vittoria, ma lui sapeva
che di non essere pronto. Alla
vigilia aveva confessato di es-
sere solo all80%, per 2 kg di
troppo. Ha cominciato una
dieta durissima, nonostante
con 67 chili sia gi magro come
un chiodo, ma non bastato.
Mia madre dice che sbaglio,
mi vorrebbe pi in carne....
Per nonostante la condizione
non ancora al massimo ha ef-
italia: 51575158585149
42
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

PALLANUOTO STASERA LANDATA DELLA SFIDA SCUDETTO
Recco, Brescia e la finale
della meglio giovent
Andrea Fondelli e Nicholas Presciutti, campioni del mondo juniores
Noi, amici-nemici. Nessun favorito, 50% di possibilit a testa
4
RAISPORT 1
ALLE 20.30
S
Gara-1 tra Pro
Recco-Brescia
si gioca alle
20.30 a Sori
con diretta su
RaiSport 1
(inizialmente era
prevista alle
18.15, poi la Rai
ha trovato una
collocazione
serale). Gara-2
in programma
mercoled a
Brescia,
leventuale bella
a Sori sabato
I NUMERI
Recco ha vinto
27 scudetti, il
Brescia uno,
battendo
proprio i liguri:
era il 2003, si
and a gara-5,
fin col golden
gol di Roberto
Calcaterra
3 POSTO
Si gioca anche
landata della
finale per il
terzo posto che
vale laccesso
alla Champions
League: alle
18.30 si sfidano
Dooa Posillipo e
Carisa Savona
FRANCO CARRELLA
La meglio giovent, oggi,
si gioca lo scudetto. Nove mesi
dopo il trionfo nel Mondiale ju-
niores, Andrea Fondelli e Ni-
cholas Presciutti sentono il
profumo di un altro titolo: Pro
Recco-Brescia, la sfida pi pro-
nosticata a inizio stagione, si
porta appresso la sfrontatezza
e lentusiasmo di due ventenni
col Dna dei campioni, sempre
presenti nelle sei partite di
World League disputate dal
rinnovato Settebello di Sandro
Campagna. Siamo grandi
amici, ci conosciamo da una vi-
ta, abbiamo fatto spesso le va-
canze assieme, ma in questi
giorni non ci sentiamo: silen-
zio scaramantico sorride An-
drea, uno che sa bene che cos
la superstizione. Arriv al
Mondiale di Szombathely, in
Ungheria, con una barba folta,
tagliandone un pezzetto a ogni
vittoria e rimanendo soltanto
col baffo nella finale con la
Croazia, dopo la quale venne
eletto mvp del torneo. Al rien-
tro in Italia, ad accoglierlo, i
parenti coi baffi disegnati. Una
famiglia tutta pane e piscina:
pap Mamo campione del
mondo nel 78, il fratello Luca
che gioca nel Camogli, la sorel-
la Roberta compagna di Sado-
vyy, centroboa dellAcquachia-
ra e anchegli nel giro azzurro.
Percentuali Pure a casa di Ni-
cholas, romano e tifosissimo
della Roma, c tanta pallanuo-
to: il fratello maggiore Chri-
stian, vicecampione olimpico,
con lui a Brescia mentre il di-
ciassettenne Daniel si sta fa-
cendo le ossa a Torino in serie
A-2. Il sogno giocare tutti e
tre insieme, ma faccio un passo
alla volta. Il desiderio imme-
diato conquistare lo scudetto
con Christian racconta Nicho-
las, alla prima finale tricolore.
Un match a cui savvicina con
fiducia: Tra noi e il Recco c
una differenza meno netta di
quanti sembri. Le due sconfitte
di questanno sono dovute es-
senzialmente alle disattenzioni
nel terzo tempo, per il resto ab-
biamo retto il confronto. Dico
che abbiamo il 50% di possibi-
lit. Allandata, a Mompiano,
fin 11-9 per i lombardi. Al ri-
torno, 14-11 per i liguri che poi
si sarebbero imposti anche in
Coppa Italia (6-11). Il genove-
se la vede un pochino diversa-
mente: Il Brescia un avversa-
rio terribile, ma dipende tutto
da noi: se giochiamo al meglio
delle nostre possibilit, non c
scampo. Facciamo 60% per noi
e 40% per loro, non fosse altro
che per il vantaggio del fattore
campo nelleventuale bella.
Tra i campioni, che inseguono
il nono scudetto consecutivo
(eguaglierebbero il Recco del
64-72) e anche nelle due sta-
gioni precedenti hanno sfidato
in finale i bresciani (Fondelli
cera), pienamente recuperato
tra i pali Stefano Tempesti do-
po la microfrattura alla mano
sinistra.
Le caratteristiche Ad agosto,
sotto la guida di Nando Pesci, il
Mondiale Under 20 ha chiuso
uno straordinario ciclo azzurro
iniziato con gli ori europei Un-
der 17 e Under 18 e (con Ame-
deo Pomilio in panchina) il
Mondiale Under 18. Tra gli az-
zurrini, anche laltro bresciano
Francesco Di Fulvio. Un grup-
po che negli anni ha dimostra-
to una compattezza invidiabi-
le. Prima amici e poi compagni
di squadra, ecco il segreto del
successo si inorgoglisce Fon-
delli, iscritto alla facolt di
Economia (Ma dura conci-
liare gli studi e lo sport di alto
livello) e gestore di due bar.
Cresciuto come difensore, da
un po viene utilizzato profi-
cuamente in attacco (Cerco di
rubare qualche segreto a Mau-
rizio Felugo) sia da Pino Por-
zio sia nel Settebello. Percorso
inverso per Presciutti, che della
Nazionale juniores stato il ca-
pitano: Sandro Bovo, ripagato
bene, gli chiede spesso di mar-
care il centroboa. Per loro, il
ruolo non un problema, pur
di percorrere la strada che por-
ta agli Europei di Budapest (tra
due mesi) e in prospettiva ai
Giochi di Rio 2016. Giocherei
anche in porta, se me lo chie-
dessero scherza Fondelli, che
ritrover Nicholas pure nella
Final Six di Champions League
a Barcellona, a fine mese. Un
passo alla volta, anche per noi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
la curiosit
Evelyn Bovo, laltro talento
(f.c.) C un giovane talento anche a
casa Bovo. Evelyn, diciassettenne figlia del
tecnico bresciano Sandro, una delle
migliori allieve dellAccademia della Scala. La
talentuosa ballerina (nella foto) ammira
Felugo, leader della Pro Recco, ma
naturalmente tifa per il pap e per il Brescia
Andrea Fondelli (Recco) nato il 27 gennaio 1994 CIAMILLO-CASTORIA Nicholas Presciutti (Brescia), il 14 dicembre 1993
Un figlio darte e
un fratello darte:
adesso sono
punti fermi del
nuovo Settebello
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
43

TENNIS MASTERS 1000 DI MADRID
Nadal una furia
e domina Berdych
Spagna scatenata
In semifinale anche Ferrer e Bautista, la Williams si ritira
ma sar a Roma: oggi alle 12 il sorteggio in Campidoglio
VINCENZO MARTUCCI
Da Madrid a Roma. Oggi alle 12 c
il sorteggio degli Internazionali Bnl
dItalia che scattano domani con i miglio-
ri del mondo, intanto nella capitale spa-
gnola Nadal dimostra grandi progressi
col 6-4 6-2 con il quale il padrone della
terra rossa dal 2005 domina Tomas Ber-
dych nei quarti di Madrid, dopo aver per-
so clamorosamente in due quarti conse-
cutivi, a Montecarlo e Barcellona, contro
i connazionali Ferrer ed Almagro. Inten-
so e determinato come nei momenti mi-
gliori, il mancino di Maiorca non ha diffi-
colt a infliggere la sconfitta numero 17
in 21 incontri col ceco (n. 6 Atp) che
laveva battuto lultima volta proprio nel-
la capitale spagnola, quando il torneo si
giocava per sul veloce indoor, con do-
po-match insolito: Tomas zitt il pubblico
troppo partigiano, Rafa gli diede dello
stupido. Stavolta, il 3 volte campione di
Madrid, al successo numero 28 dellanno
(con 2 titoli), si auto-elogia: Forse sta-
to il match pi duro del torneo, sapevo
che dovevo salire di livello, e penso di
averlo fatto molto bene. Per me arrivare
alla prima semifinale della stagione sulla
terra rossa europea, proprio qui a Ma-
drid, una una grande notizia.
Evviva Spagna Se la vedr con laltro
spagnolo Roberto Bautista Agut, 26enne
numero 45 del mondo. Mentre un altro
spagnolo, il maratoneta David Ferrer,
avanza piegando il talento Ernests Gulbis
(28 vincenti, ma 41 errori gratuiti) in un
match appassionante, influenzato dal ca-
lo del lettone nel tie-break e deciso da un
pizzico di coraggio in pi dello spagnolo.
Serena Intanto, dopo il successo di mi-
sura sulla Suarez Navarro, la numero 1 del
mondo, Serena Williams, decide di non
sforzare ulteriormente gli adduttori ince-
rottati vistosamente gioved, e si ritira dal
torneo, pur specificando che sar regolar-
mente al via al Foro Italico, dove difende il
titolo. Impressiona Maria Sarapova, che ro-
vescia, di carattere, il match contro Li Na.
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
ERRANI E
VINCI OK
S
MADRID
(3.671.405 ,
terra)
Uomini, ottavi:
Ferrer (Spa) b.
Isner (Usa) 6-4
6-4; quarti:
Bautista (Spa) b.
Giraldo (Col) 6-3
6-4; Nadal (Spa)
b. Berdych (Cec)
6-4 6-2; Ferrer
b. Gulbis (Let) 7-
6 (3) 6-3.
Donne, quarti:
A. Radwanska
(Pol) b. Garcia
(Fra) 6-4 4-6 6-
4; Halep (Rom)
b. Ivanovic (Ser)
6-2 6-2;
Sharapova (Rus)
b. Li Na (Cina)
2-6 7-6 (5) 6-3;
Kvitova (Cec) b.
S. Williams (Usa)
rit.
Doppio,
semifinali:
ERRANI-VINCI b.
Medina-
Shvedova (Spa-
Kaz) 7-6 (7) 2-6
10-8; Muguruza-
Suarez Navarro
(Spa) b. Su-Wei
Hsieh-Peng
Shuai (Taiw-
Cina) 5-7 6-3
10-8.
Rafael Nadal, 27 anni, numero 1 del mondo AFP
HOCKEY GHIACCIO MONDIALI
Italia missione salvezza
Prime tre sfide decisive
Oggi via con la Norvegia
Gli azzurri, a Minsk, per evitare la terza retrocessione
consecutiva. Sette partite in 10 giorni: la corsa sulla Francia
ANDREA BUONGIOVANNI
Missione salvezza. LIta-
lia, ai Mondiali Top Division di
Minsk, va a caccia di unimpre-
sa fallita nelle ultime due oc-
casioni (2010 e 2012): non re-
trocedere. Il Blue Team irida-
to, nelle stagioni pi recenti,
come unascensore: continua a
salire e a scendere. E anche
stavolta il compito si presenta
difficile. Le sedici partecipanti
sono divise in due gironi da ot-
to: con le prime quattro ai
quarti, le ultime scivoleranno
in Prima Divisione. Gli azzurri
che nel roster presentano sei
esordienti si giocheranno
molto, se non tutto, nelle pri-
me tre sfide: oggi contro la
Norvegia del c.t. Roy Johansen
(alle 11.45 italiane, le 12.45
bielorusse), domani contro la
Francia (idem) e marted con-
tro la Danimarca (alle 15.45).
Perch le avversarie degli altri
match (R.Ceca, Canada, Slo-
vacchia e Svezia) sono oggetti-
vamente di un altro livello.
Ispirazione Bolzano La squa-
dra affidata a Tom Pokel si af-
fida a un gruppo omogeneo,
composto da un mix di giovani
e veterani, di italiani e oriundi,
alla parate di Daniel Bellissi-
mo e a un sistema di gioco che,
sulla carta, ricalcher quello
del Bolzano vincitore in Ebel
League. Un sistema difensivo,
ma allo stesso tempo aggressi-
vo. Nella nuovissima Chizho-
vka Arena, impianto da poco
meno di 10.000 spettatori, do-
ve si disputa il girone di Egger
e compagni, si intanto co-
minciato con una sorpresa: la
Francia, avversaria diretta de-
gli azzurri nella corsa alla sal-
vezza, ha battuto ai rigori il
Canada campione olimpico.
Non un buon inizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LItalia di Budapest 2013 celebra la terza promozione in cinque anni EPA
Girone A - Ieri: Francia-Canada 3-2 rig.
(1-1, 0-0, 1-1; 0-0; 1-0); R-Ceca-Slovac-
chia-R.Ceca 3-2 t.s. (1-0, 0-2, 1-0; 1-0).
Oggi: Italia-Norvegia (ore 11.45); Sve-
zia-Danimarca; Canada-Slovacchia.
Girone B - Ieri: Russia-Svizzera 5-0
(3-0, 1-0, 1-0); Bielorussia-Usa 1-6 (0-1,
1-3, 0-2). Oggi: Germania-Kazakistan;
Finlandia-Lettonia; Usa-Svizzera.
PLAYOFF NHL Cos gioved nelle semifi-
nali di Conference dei playoff Nhl. Ea-
stern: Montreal-Boston 0-1 t.s. (serie
2-2). Western: Los Angeles-Anaheim
2-3 (serie 1-2).
la situazione
Francia-Canada 3-2
italia: 51575158585149
44
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
45

TUTTENOTIZIE & RISULTATI
PALLAVOLO MERCATO
Grbic ritorna in Italia
Sar il tecnico di Perugia
Il 40enne serbo
lascia Kazan,
dove ha vinto il
titolo russo, per
sostituire Kovac
(an.men.) Dopo la sta-
gione in Russia, torna in Italia
Nikola Grbic e lo fa come alle-
natore. Lascia lo Zenit Kazan,
di cui era il palleggiatore e con
cui ha vinto il titolo di Russia,
ed lui che succede sulla pan-
china della Sir Safety Perugia
a Slobodan Kovac, nuovo alle-
natore dellIran. La scelta del
presidente Gino Sirci caduta
quindi ancora su un tecnico
serbo (di prima nomina). Gr-
bic compir 41 anni il 6 set-
tembre e prima di approdare
in Russia aveva giocato quasi
sempre in Italia con Monti-
chiari (dove approd nel 1994
proveniente da Novi Sad), Ca-
tania, Montichiari, Cuneo,
Treviso, Milano, Piacenza,
Trento ed ancora Cuneo. Ha
conquistato con la Jugoslavia
loro olimpico a Sydney 2000
e loro agli europei del 2001.
Successi ottenuti insieme a
Vujevic, che ora Grbic avr co-
me giocatore e la cui parola
stata determinante per farlo
arrivare alla Sir Safety Peru-
gia al posto di Kovac. Prossimi
obiettivi di mercato: Kaliber-
da o Fromm.
RICORSO (niba) Respinto il ricorso al
Mondiale per Club avanzato dalla
Trentino Diatec per comportamento
contrario al regolamento dellAl-Ray-
yan per il tesseramento dei propri at-
leti. Il ricorso della societ trentina
riguarda lo schiacciatore Al-Oui, in
forza allAl-Rayyan. Il giocatore, dopo
aver disputato le prime due gare del
torneo (vinte dellAl-Rayyan contro
Trento e Tunisi) stato squalificato
dalla Fivb, in quanto tesserato con un
passaporto qatarino anzich maroc-
chino. La squalifica ha fatto s che egli
non giocasse la gara contro lUpcn co-
stata alla Diatec leliminazione. La so-
ciet trentina ha fatto ricorso, respin-
to per dalla Fivb che ha omologato i
risultati delle prime due gare e dato
lok per giocare le ultime partite del
torneo.
QUI CUNEO (g.sca.) Ancora nessuna
novit concreta per il futuro del volley
di A1 a Cuneo, I Blu Brothers provano
la strada dellazionariato sociale a
quattro anni esatti (ieri) dalla vittoria
dellunico scudetto cuneese.In stan-
dby lipotesi di trasferimento a Torino.
Nikola Grbic, olimpionico a Sydney, 41 anni a settembre TARANTINI
PLAYOFF A-2: MONZA A CACCIA
DELLA DOPPIA PROMOZIONE
(f.c.) Monza ad un passo da una possi-
bile doppia promozione in serie A-1 ma-
schile (con il Vero Volley che riportereb-
be il capoluogo brianzolo nella massima
serie dopo tre stagioni: ultima apparizio-
ne fu, nel 2011, quella dellAcqua Paradi-
so) e femminile (domani con la Saugella).
Si comincia oggi (inizio ore 18) con la
squadra di Vacondio che al Pala Iper (di-
retta tv su Rai Sport 1) giocher gara-3
(al meglio di 3 su 5) di finale playoff di A-2
maschile con la Rurale Cant (monzesi
avanti nella serie 2-0).
ALLE DONNE (m.fam.) Non ancora sta-
to ufficializzato, ma sempre pi proba-
bile che Pippo Callipo decida di trasferir-
si al settore femminile e la societ scelta
sarebbe quella del Soverato .
PER GUIDETTI Il Vakifbank Istanbul, di
Giovanni Guidetti che ha confermato
Naz e Costagrande, sta allestendo una
supersquadra ingaggiando 4 fuoriclas-
se: Sheilla, vasileva, lolandese Robin De
Kruijf (da Piacenza) e Rasic.
RUGBY LULTIMO TURNO DI CELTIC LEAGUE
Zebre e Treviso, volata
per il posto in Heineken
Doppia trasferta
per le italiane
ora appaiate in
classifica: passa
la migliore
(ma.p., e.sp.) Lultimo
turno di Celtic League, oggi
alle 19.30 italiane, decider
chi, tra Zebre e Treviso, appa-
iate in coda, disputer la pros-
sima Heineken Cup (un solo
posto per lltalia). Entrambe
sono in trasferta: gli emiliani
a Glasgow (diff. Italia 2 ore
23.30) e Treviso, in un match
sulla carta pi facile, a
Newport. In caso di arrivo a
pari punti e dato lo stesso nu-
mero di vittorie (5), varr la
differenza punti, ora favore-
vole alle Zebre (-158 a -214).
Leinster, Glasgow, Munster e
Ulster gi semifinaliste.
Formazioni Le Zebre confer-
mano gran parte della squa-
dra che ha battuto gli
Ospreys. Immutato il pac-
chetto, in mediana Palazzani
e Iannone (indisponibili Leo-
nard e Orquera). Assente an-
che Ratuvou, alle Figi per la
nascita del figlio: Venditti pri-
mo centro con Garcia e allala
rientro di Toniolatti. Per Pe-
rugini dovrebbe essere lulti-
ma partita della carriera. Per
Treviso (Dragons reduci da
sette k.o. consecutivi) in me-
diana si rivedono Di Bernardo
e Semenzato. In terza linea
Loamanu dopo il tremendo
impatto di tre settimane fa
contro il Leinster.
Zebre: Odiete; Toniolatti, Garcia, Ven-
ditti, Berryman; Iannone, Palazzani;
Vunisa, Van Schalkwyk, Bergama-
sco; Bortolami, Geldenhuys; Chistoli-
ni, Giazzon, Perugini.
Treviso: McLean; Nitoglia, Campa-
gnaro, Sgarbi, Esposito; Di Bernardo,
Semenzato; Vosawai, Derbyshire,
Loamanu; Fuser, Pavanello; Cittadini,
Ghiraldini, De Marchi.
Oggi: Glasgow-Zebre; Leinster-Edim-
burgo; Munster-Ulster; Dragons-Tre-
viso; Ospreys-Connacht; Scarlts-
Cardiff.
Classifica: Leinster 78; Glasgow 74;
Munster 73; Ulster 66; Ospreys 61;
Scarlets 51; Cardiff 41; Edimburgo 37;
Connacht 35; Dragons 31; Zebre, Tre-
viso 29.
Una fase di Treviso-Zebre di dicembre: chi nella prossima Heineken Cup? FAMA
ECCELLENZA
ULTIMA DI STAGIONE REGOLARE
OGGI SI DECIDONO LE SEMIFINALI
Oggi (ore 16) la 22
a
e ultima giornata di
stagione regolare, definir le semifinali di
Eccellenza. Con Calvisano e Rovigo gi
promosse, Mogliano, Padova e Viadana
si giocano gli altri due posti disponibili.
Match-clou Mogliano-Viadana (diretta
Rai Sport 1), coi lombardi obbligati a vin-
cere, ma decisiva anche Calvisano-Pa-
dova. Capitolina e R. Emilia retrocesse.
Programma: Prato-Reggio Emilia; Rovi-
go-Capitolina; Lazio-San Don; Calvisa-
no-Padova; Mogliano-Viadana.
Classifica: Calvisano 84; Rovigo 78; Mo-
gliano 62; Padova 60; Viadana 57; Prato
46; Fiamme Oro* 43; San Don 31; Lazio
28; R. Emilia 16; Capitolina 5 (*una in pi).
TOPOLINO (e.sp.) Invasione di oltre 6000
giovani a Treviso, Casale sul Sile e Silea
per il 36 trofeo Citt di Treviso-23 tro-
feo Topolino. Da stamattina 340 squadre
si sfidano per le categorie u. 6, 8, 10, 12,
14. Finali domani pomeriggio a Monigo.
IPPICA
AL SAN PAOLO ANCHE IL QUINTE
Il San Paolo chiama
Re Italiano Ur
Helsinki: Nesta bis?
Sorvolato da Raul Breed (foto)
6 giorni fa a Napoli (GP Regione
Campania), Re Italiano Ur pu
tornare a vincere n Gp oggi a
Montegiorgio malgrado una posizione
di partenza non facilissima. Sarebbe
il settimo della carriera dopo
Trinacria e Citt di Padova nel 2014,
Italia, Elwood Medium e Terme nel
2013, Allevatori nel 2012. Ribot Ek
sembra il rivale pi accreditato. Nel
convegno anche il quint con 18
impegnati sul miglio. Indichiamo
Nemite Op (3); Puerto Rico (18),
Ohata Pine Sm (14), Ninfa dei Santi
(10), Maccari Kyu (6), No Way Bi (17).
A Helsinki invece Nesta Effe
(Vecchione) difende il titolo nella
Finlandja Ajo (m 1609). Prussia
(Gubellini) e oAsis Bi (Svensson) gli
altri italiani in pista. Sanity e
Universe de Pan gli ossi pi duri.
Ore 18.00 - GP SAN PAOLO (m 1600):
1 Rosemary Gar (M. Minopoli jr); 2 Roger
Prav (Greppi); 3 Roxanne Bar (Minnucci);
4 Romina dAnzola (D. Cangiano); 5 Rufoli
Lung (F. Esposito); 6 Revillon (M. Mattii); 7
Ribot Ek (G.Cicognani); 8 Re Italiano Ur
(Bellei); 9 Radio Wise (V. Luongo); 10
Rincope Jet (Andreghetti); 11 Raggio di
Luce (G. Battistini); 12 Ronaldo Sm (G. Di
Nardo).
ANCHE Gal.: Milano (14.30), Chilivani
(14.50), Siracusa (15.35). Tr.: Bologna (15).
IERI FOGGIA QUINTE (m. 1600): 1 Penelope
dEte (M. Minopoli jr) 1.13.4; 2 Obelisco Dif,
3 Portale; 4 Piuma di Girifalco; 5 Pegaso
Ek; Tot.: 2,51 ; 1,59, 2,13, 3, 72 (21,58)
Quint 20-1-16-3-9 nv. Quart euro
5.228,37. Tris 122,87.,
BOXE
A LOS ANGELES
Mondiale massimi
Stiverne e Arreola
per la corona Wba
(r.g.) Al Galen Center di Los
Angeles (Usa) si assegna il
vacante Mondiale massimi Wba,
dopo il ritiro temporaneo di Vitali
Klitschko, che resta campione
emerito. Se lo contendono
Bermane Stiverne (23-1-1), 36
anni, haitiano naturalizzato
canadese, contro Chris Arreola
(Usa, 36-3), 33 anni, origini
messicane. In caso di successo,
Stiverne sarebbe il primo massimo
titolato nato ad Haiti. Per gli Usa,
Arreola rappresenta lennesimo
sfidante che cerca una cintura
mancante dal 2007, allorch
Shannon Briggs ad Atlantic City
(Usa) la cedette al russo Ibragimov
per il Wbo. Si tratta del periodo pi
lungo, di astinenza degli Usa dal
1892. Stiverne favorito, avendo
gi battuto Arreola nellaprile 2013
ai punti. Il vincitore quasi
sicuramente affronter limbattuto
Deontay Wilder (Usa, 31) gestito
dalla Golden Boy, bronzo nel 2008
a Pechino, battuto in semifinale da
Clemente Russo.
PARALIMPICI
IERI A GROSSETO
Annalisa Minetti insieme agli studenti
Prima parla poi si allena con loro
Annalisa Minetti, bronzo
paralimpico non vedente a Londra
2012 sui 1500 e campionessa
mondiale sugli 800, ha incontrato
a Grosseto gli studenti ed ha
raccontato la sua storia e le
scelte di una vita non sempre
facile. Nel pomeriggio,
accompagnata dalla sua guida
Stefano Ciallella (nella foto), si
allenata sul campo di atleta
insieme a diversi studenti
BASEBALL
COLABELLO (m.c.) Lazzurro di Minneso-
ra Chris Colabello, batte 2pbc contro Cle-
veland (1/3) e risale al 4 posto della classi-
fica di Major league (secondo nellAmeri-
can), a quota 30. Una valida su 3 turni (un
doppio) anche per Mike Zunino (Seattle)
nel successo su Kansas City. Il ricevitore
a 247, con 5hr e 16pbc.
BEACH VOLLEY
WORLD TOUR (c.f.) Nel tabellone donne
dellOpen di Puerto Vallarta (Mex), 3
a
tappa
del World Tour, 25
e
Momoli-Toti e Menghi-
Cavalluzzi, ultime nelle rispettive pool. Tra
gli uomini, nella notte italiana, per i gemelli
Ingrosso ottavi contro Keenan-Mayer
(Usa).
BOXE
MONDIALI (r.g.) A Pasay City (Fil) il locale
Donnie Nietes (32-1-4) difende il titolo Wbo
minimosca contro Moises Fuentes (Mes,
19-1-1); a La Guaira (Ven), il beniamino loca-
le Johan Perez (18-1-1) sfidato da Fernan-
do Monte de Oca (R.Dom., 15-2) per linte-
rim Wba superleggeri.
CANOA
SLALOM (a.fr.) Oggi a Tacen (Slo) prima di
tre prove di selezione della Nazionale (sr e
u. 23) di slalom per le squadre di Coppa del
Mondo a Londra, Tacen e Praga. Azzurri
coi big Daniele Molmenti, Roberto Colazin-
gari e Giovanni De Gennaro.
CRICKET
SERIE A (c.b.) Prima giornata: Capannelle
Roma-Genoa 200-0; Kingsgrove Milano-
Bologna 97-93; Pianoro-Trentino 195-
198. Seconda giornata: Bologna-Capan-
nelle 137-175; Pianoro-Genoa 199-198;
Trentino-Kingsgrove 200-199. Classifica:
Trentino 39; Capannelle 38; Kingsgrove
25; Pianoro 23; Bologna 6; Genoa 2.
HOCKEY PISTA
SEMIFINALI (m.nan.) Oggi gara-2 delle
semifinali (al meglio delle 3): match-point
per Valdagno e Forte dei Marmi: alle 20.45
Breganze-Valdagno (Breganze imbattuto
in casa in stagione), alle 21.30 Forte dei
Marmi-Bassano (diretta Raisport 2).
Eventuale gara-3 marted.
HOCKEY PRATO
ULTIMA (g.l.g.) Ultima giornata di stagione
regolare maschile prima dei playoff scu-
detto di Bra del 24 e 25 maggio. Da asse-
gnare un posto tra Suelli e Cus Cagliari.
Programma: Cus Cagliari-Butterfly; Ferri-
ni-Suelli; Tevere Eur-Bra; Amsicora-DeSi-
sti Roma; Bonomi-Valverde. Classifica:
Bra 46; Amsicora 33; Suelli, DeSisti Acea
Roma 25; Cus Cagliari 22; Tevere Eur 20;
Ferrini 19; Bonomi 15; Valverde 14; Butter-
fly Roma 13.
IPPICA
VINCE MICHAEL OWEN Ieri a Chester, le
Ormond Stakes (gr 3 m 2700) vinte da
Brown Panther (Kingscote) di propriet
dellex calciatore (Liverpool, Real Madrid
e Manchester United le sue squadre prin-
cipali) Michael Owen, nato proprio a Che-
ster nel 1979.
JUDO
MOSCATT QUINTA Valentina Moscatt an-
cora 5
a
. Due settimane fa agli Europei a
Montpellier, ora nel Grand Slam a Baku. La
27enne torinese, in semifinale nei 48 kg
con la vittoria ottenuta su Lokmanhekim
(Tur), si arrende al doppio juji gatame della
Rosseneu (Isr) e della Kondratyeva (Rus).
Settimo nei 66 kg perr Elio Verde, che ot-
tiene due successi su Mustafayev (Aze) e
Dragin (Fra) e due sconfitte da Khan-Ma-
gomedov (Rus) e Smagulov (Kaz).
NUOTO
FARFALLA BRASILIANA (al.f.) Daynara
De Paula vince i 100 farfalla ai campionati
invernali brasiliani di Rio in 5877.
IN SPAGNA (pe.m.) A Gijn (Spa). Uomini:
50 fa Valdivia 2413, Czerniak (Pol) 2425.
Donne: 800 sl Villaecija, 85754; 200 ra Vall
22905; 50 fa Herrero 2787.
OLIMPIADI
FALSO ALLARME: LONDRA PER RIO?
Secondo The London Evening Standard di
ieri, che citava fonti anonime, Londra
avrebbe ricevuto una richiesta per rim-
piazzare Rio quale sede dei Giochi 2016 vi-
sti i clamorosi ritardi della citt brasilia-
na. Mark Adams , portavoce del Cio, ha
categoricamente smentito.
PALLAMANO
SALERNO-CONVERSANO
VIA ALLA FINALE DONNE
(an.gal.) Due squadre del Sud, rarit nei
campionati italiani a squadre, si sfidano da
stasera per lo scudetto donne. Gara-1 del-
la finale (al meglio delle 3) alle 18.30 a Sa-
lerno dove le campionesse in carica rice-
vono le baresi del Conversano (Ba), alla
prima finale. Il bilancio stagionale di 3-1
per le campane, finale di Coppa Italia com-
presa. Il pronostico pende dalla parte della
Jomi (in dubbio Vinyukova) che ha una
panchina pi lunga delle pugliesi (rientrano
Barani e Giona).
SEMIFINALE MASCHILE(an.gal.) Oggi al-
le 19 semifinale di ritorno Bolzano-Pressa-
no (andata 21-23): designer la sfidante
del Fasano nella finale maschile (spostata
al 15 e 22 maggio).
PENTATHLON
COPPA MONDO (g.l.g.) A Kecskmet (Ung),
in Coppa del Mondo, Nicola Benedetti 7
con 1455 punti, De Luca 13 con 1427, Pe-
troni 21 1405, Poddighe 28 1385. Vince
Adam Marosi (Ung) 1482 su Aleksander
Lesun (Rus) 1477 e Kasza (Ung) 1468.
SCI ALPINO
CIAO PRANGER Manfred Pranger, oro
nello slalom ai Mondiali in Val dIsere 2009,
annuncia il ritiro. Il 36enne austriaco tor-
nato in Coppa del Mondo la scorsa stagio-
ne dopo lintervento a unanca, non en-
trare in squadra per i Giochi di Sochi.
SOFTBALL
CAMPIONATO (m.c.) Prima di ritorno. Gi-
rone A. Oggi, 17-19.30 Staranzano-Nuoro;
18-20,30 Bollate-Legnano; La Loggia-Ca-
ronno; domani, a Ronchi: 9.30-12 Nuoro-
Staranzano. Classifica: La Loggia 700
(7-3); Bollate 667 (6-3); Caronno, Staran-
zano 500 (4-4); Legnano 375 (3-5); Nuoro
142 (1-6). GironeB. Oggi, 18-20.30 Forl-Old
Parma; Collecchio-Caserta; Bussolengo-
Unione Fermana. Classifica: Bussolengo
1000 (8-0); Forl 750 (6-2); Collecchio 625
(5-3); Caserta 428 (3-4); Old Parma 125
(1-7); Unione Fermana 0 (0-7).
TRIATHLON
GRAND PRIX (al.f.) Oggi al via da Rimini il
Grand Prix, circuito di tre gare. Nella prova
su distanza sprint Fabian; outsider Hofer e
Steinwandter. Tra le donne Bonin. Domani
2 Challenge su distanza mezzo ironman:
favorito Fontana. Con lui Degasperi, Ciga-
na e Passuello e il neozelandese Bozzone.
Tra le donne Dogana, Van Vlerken (Ola) e
Csomor (Ung).
VELA
EUROPEO MELGES 24 (r.ra.) A Blu Moon
di Franco Rossini in Ungheria il campiona-
to europeo di Melges 24 bissando il suc-
cesso 2013. Vittoria festeggiata con uno
striscione per Flavio Favini, timoniere co-
stretto a casa da un infortunio e sostituito
da Matteo Ivaldi.
CLASSI OLIMPICHE (r.ra.) Sul lago di Gar-
da 3
a
giornata della Trentino Olympic Sai-
ling Week. Azzurri al comando nel Nacra 17
con BissaroSicouri, nel 470 maschile con
DesideratoTrani, nel 49er con Plazzi-Mo-
lineris, nell RS:X donne con Flavia Tarta-
glini, nel Laser Radial con Silvia Zennaro.
PODISMO
FOLLIE STATUNITENSI
A 10 anni corre
la mezza
maratona in 1h37
Noah Bliss, ha solo 10 anni,
ma gi vanta una miglior
prestazione mondiale. Ha infatti
concluso una mezza maratona nel
Wisconsin in 1h37. Nessuno alla
sua et stato tante veloce su
questa massacrante distanza (km
21.096). Pare che il precedente di
un suo coetaneo fosse di 1h38 e
risalirebbe al 2012. Noah ha
cominciato a correre insieme al
padre a 7 anni ed a 8 ha affrontato
insieme alla madre per la prima
volta questa distanza.
Nella sua gara primato non
partito certo pensando al record.
Correva insieme ai genitori e
quando potesse fare lo si capito
quando ha seminato il padre che
si era fermato per una breve
sosta. Non comunque il pi
giovane emulo di Filippide. Sempre
dagli Stati Uniti lo scorso anno
giunta notizia di un ragazzo di 5
anni , Anthony Russo, che aveva
concluso una mezza maratona in
2h22. Si vede che negli States
manca il Telefono Azzurro...
italia: 51575158585149
46
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

A
EUROPEE
LA LEGGE
NEL MIRINO
S
La Consulta
decider
sulla soglia
Come
il Porcellum,
anche la legge
che regola
le elezioni per le
europee finir di
fronte alla Corte
Costituzionale.
Il tribunale
di Venezia,
accogliendo
un ricorso
promosso da
un avvocato
che gi impugn
la porcata
di Calderoli, ha
inviato gli atti
alla Consulta: il
dubbio sollevato
che la soglia
di sbarramento,
al 4%, sia
incostituzionale.
Il tutto, affer-
mando che per
le europee non
sostenuta
da alcuna
motivazione
una soglia
dingresso per
essere eletti,
dal momento
che lEuroparla-
mento non ha
il compito di
eleggere o dare
la fiducia ad
alcun governo
dellUnione
(nella foto
il candidato Pse
Schultz) e non
quindi un ago
della bilancia
del sistema.
Il presidente
del Tribunale
ha voluto subito
chiarire
che il ricorso
non intacca
lattuale tornata
elettorale
notizie
Tascabili
La difesa ricorrer a Strasburgo
La Cassazione conferma
i sette anni per DellUtri
Adesso definitiva la condanna a sette anni
per Marcello DellUtri per concorso esterno in
associazione mafiosa. La Cassazione si infatti
espressa ieri confermando la pena. Siamo delusi
ha commentato uno dei legali dellex senatore
Giuseppe Di Peri a nostro avviso cerano tutti
gli spazi per un annullamento della condanna:
vedremo ora quali iniziative intraprendere.
Ricorreremo alla Corte Europea di Strasburgo
per verificare se questo procedimento ha
camminato nei giusti binari, se sono state osservate
le regole processuali. DellUtri, arrestato ad aprile,
al momento detenuto a Beirut, in Libano. LItalia
ha gi formalizzato la richiesta di estradizione.
Scontro sulle coperture degli 80 euro
Renzi ai tecnici del Senato
Falsit sul bonus Irpef
E Grasso: Garantisco io
scontro aperto tra Matteo Renzi e il
presidente del Senato, Pietro Grasso. Il premier
attacca ancora i tecnici del Servizio Bilancio
di Palazzo Madama, che hanno espresso dubbi
sulle coperture del bonus di 80 euro previsto
dal decreto Irpef, e Grasso reagisce duramente.
Sono valutazioni tecnicamente false, dice
Renzi. Niente affatto, la replica del numero uno
del Senato: Io sono garante dellautonomia e
dellindipendenza dai senatori. Non posso accet-
tare che si mettano in discussione. In serata,
Renzi ha ripetuto con ancora pi veemenza:
un tentativo di comunicare cose inesatte, oggi
Padoan mi ha portato a vedere i primi cedolini
degli 80 euro. Le coperture, dunque, ci sono.
Negli scontri 21 vittime a Mariupol
Putin va a Sebastopoli
Nato e Usa si infuriano
stato accolto da migliaia di persone in festa
e spettacolo dellaviazione militare Vladimir Putin,
che ieri per la prima volta dopo la rivolta della
Crimea ha fatto visita a Sebastopoli. Il ritorno di
questa terra alla Russia ristabilisce la verit
storica, ha detto il presidente. Liniziativa per non
piaciuta alle forze internazionali. Per noi
lannessione illegale e illegittima, la Crimea un
territorio dellUcraina, ha tuonato il segretario della
Nato, Rasmussen, che ha poi definito la visita
inopportuna. E secondo la Casa Bianca non far
altro che esacerbare le tensioni. La festa non ha
fermato la violenza nel Sudest del Paese: a Mariupol,
a sud di Donetsk, si sono contate ieri 21 vittime.
Il premier Renzi e il presidente del Senato Grasso ANSA
Il servizio di streaming musicale
Apple offre per Beats
3,2 miliardi di dollari
Circa 3,2 miliardi di dollari, lacquisizione pi
costosa mai fatta dalla societ di Steve Jobs: il
denaro messo sul piatto da Apple per rilevare Beats
Music, marchio Usa che ha cominciato nel 2008
portando al successo le cuffie firmate Dr. Dre e in
gennaio ha lanciato un servizio di musica in
streaming, in concorrenza con Spotify e Deezer. I
ricavi provenienti dai download di brani calano (- 6%
lo scorso anno negli Usa, secondo Nielsen
SoundScan) e grazie a Beats Music, Apple potrebbe
rafforzare la sua posizione nel settore, gi presidiato
con iTunes Radio. Inoltre il produttore Jimmy Iovine,
uno dei fondatori di Beats, diventerebbe consigliere
speciale di Tim Cook, lad di Cupertino.
Il fatto del giorno
DI GIORGIO DELL'ARTI
gda@gazzetta.it
La Bestia
di Firenze
era soltanto
un anonimo
pervertito?
Ha crocefisso e ucciso una ragazza
romena. Era il mostro della porta
accanto: preso a casa di mamma
e pap, aveva pure una convivente
lui Riccardo Vichi, 55 anni, omicida di Andreea Cristina Zamfir,
26 anni, romena, viene condotto alla Questura di Firenze ANSA
_che brutta storia
Il maniaco di Firenze si
chiama Riccardo Viti, ha 55
anni e lapparenza di un uomo
qualunque, mai avuto a che fa-
re con la polizia o con i carabi-
nieri, identico a come lo aveva-
mo immaginato dopo la descri-
zione delle prostitute, calvo ma
non rasato a zero come usa og-
gi, la pancia, ingobbito mentre
i poliziotti lo portavano fuori
dallappartamento di via Loc-
chi, a un passo dallospedale di
Careggi. Sono andati a pren-
derlo allalba, e la madre gli ha
chiesto: Ma sei te il mostro di
Ugnano? al che lui ha rispo-
sto, subito: S, sono io. Ho fat-
to una cazzata.
1
Viveva con la madre? Per-
ch nelle psicologie di questi
qui le madri hanno sempre
una parte.
Viveva in un appartamento
attaccato a quello dei genitori,
con una porta comunicante.
Lui, la sua compagna, un fi-
glio di questa compagna (im-
migrata), adolescente e che
va a scuola a Firenze. Dallal-
tra parte il padre e la madre. Il
padre ha ottantanni e ha assi-
stito alla scena dellarresto se-
duto sulla sua sedia e senza
dire una parola, mentre la ma-
dre gridava.
2
Che mestiere fa?
Il padre fa lidraulico, e por-
tava il figlio con s come aiu-
tante. Il figlio, il maniaco, sa-
rebbe un ragioniere, ma come
ragioniere non aveva trovato
lavoro. Padre e figlio teneva-
no gli attrezzi in un locale a
piano terra. In mezzo a quei
ferri cera pure un rotolo di
nastro adesivo, quello che Viti
adoperava per legare i polsi
delle prostitute. E un paio di
bastoni, quelli con cui le sevi-
ziava nella posa da crocefisse.
Lultima, la notte tra il 4 e il 5
maggio, ci ha lasciato la pelle.
Era la povera ventiseienne
Andreea Cristina Zamfir, due
figli lasciati in Romania. Era
scesa alle Cascine per raccat-
tare qualche soldo dagli uomi-
ni. possibile che si fosse gi
fatta seviziare da Viti. Luomo
che viveva con lei, romeno an-
che lui, ha detto: Nello scor-
so mese di marzo Cristina si
fece medicare al pronto soc-
corso perch uno laveva lega-
ta e violentata. Viti, per avere
il permesso di fare quello che
faceva, pagava una tariffa pi
alta. Anche questo servito a
farlo ricordare.
3
Alle donne?
S, dopo che giornali e tele-
visione avevano parlato di
questo maniaco, in questura e
dai carabinieri si sono presen-
tate una quantit di donne
che hanno detto di ricordare,
di sapere. Ieri, durante la sua
confessione, Viti ha ammesso
una decina di episodi, tra Fi-
renze e Ugnano, spesso nella
via del Cimitero di Ugnano,
sotto il cavalcavia della A1,
dove hanno trovato il cadave-
re di Andreea Cristina. Lele-
mento chiave stata la mac-
china, un Doblo grigio Fiat:
nel percorso tra le Cascine e
Ugnano ci sono un sacco di te-
lecamere e gli inquirenti han-
no potuto seguire pratica-
mente tutto il percorso di
quella notte. Per gli agenti un
bel risultato. Alfano si com-
plimentato con un tweet, il
questore di Firenze, Raffaelle
Micillo, ha dato la notizia con
queste parole: La squadra
mobile e i carabinieri sono
riusciti a catturare la bestia, e
chiedo scusa alle bestie. Que-
sta frase non mi piaciuta.
4
Perch?
Lorrendo Viti un uomo, e
nella sua umanit sta il miste-
ro di un cervello che ha biso-
gno di emozioni come quelle.
una storia di abiezione, ma
umana. Davanti a quelli che lo
interrogavano e ai quali non
ha fatto nessuna resistenza,
ha detto: Ho fatto una bi-
scherata. Speravo la trovasse-
ro viva, come le altre. Sono fi-
nito. Ormai non mi salva nes-
suno. Gli hanno chiesto: per-
ch facevi queste cose? Ha
farfugliato: Rivalsa. Ferite
dellanima sepolte chi sa dove.
Pi correttamente, il procura-
tore capo Giuliano Giambar-
tolomei ha commentato:
Quello che stato definito un
mostro, luomo della porta
accanto. Una persona norma-
le, che ha unattivit lavorati-
va, regolarmente sposato e
con un figlio della conviven-
te. Questa convivente faceva
le pulizie allospedale di Ca-
reggi. Senza immaginarne il
perch, dovrebbe aver portato
lei al compagno lo scotch del-
le crocefissioni.
5
tremenda anche la storia
di lei.
S. Andreea era venuta in
Italia con i genitori poco pi
che bambina. Il padre mura-
tore sera sistemato a Bene-
vento. morto nel 2008 e al-
lora la ragazza se n andata
di casa, perch non andava
daccordo con la madre e con
la sorella. Adesso viveva a Fi-
renze, in una casa abbando-
nata e con le finestre murate
che lei e il compagno avevano
occupato abusivamente. Un
materasso per terra, nessun
mobile, un televisore, qualche
collanina. Sporcizia ovunque.
I due bambini stavano con i
genitori paterni. Il compagno,
Yean Ionta Manta, di 36 anni,
ha detto piangendo che lei
non si drogava, non si prosti-
tuiva.... Poi ha mormorato:
Non avevamo i soldi per
mangiare.
VIOLENZA GRATUITA IL GRUPPO RAPINAVA DI NOTTE NEL CENTRO STORICO: SETTE GLI EPISODI INCRIMINATI
Baby gang a Pescara, raid e selfie con le armi
Pestavano filmando
con gli smartphone,
poi in posa sui social
Sei giovani arrestati,
tre sono minorenni
Una violenza feroce e
gratuita. Aggredivano e in al-
cuni casi massacravano di bot-
te dei loro coetanei durante la
movida del fine settimana a
Pescara Vecchia, senza moti-
vo, ma solo per il gusto di far
male, filmando con i telefoni-
ni le loro azioni. E non conten-
ti, i ragazzi del branco (alcu-
ni minorenni e uno addirittu-
ra di 14 anni) dopo compari-
vano sulle loro pagine
facebook armati di pistole. I
protagonisti delle notti di ter-
rore nel centro storico del ca-
poluogo abruzzese sono stati
alla fine individuati dalla Mo-
bile e arrestati allalba di ieri.
Sei le ordinanze di custodia
cautelare in carcere, ai domi-
ciliari e in Comunit e cinque
le denunce. Ma in questura a
Pescara si lavora ancora: sa-
rebbero almeno sette gli epi-
sodi incriminati e che hanno
visto protagonisti tre maggio-
renni (un italiano e due alba-
nesi) e altrettanti minorenni,
oltre ad altri ragazzi denun-
ciati in stato di libert. I reati
sono pesanti: rapina aggrava-
ta dal concorso di pi persone
e lesioni volontarie. Uno dei
ragazzi ferito dai suoi assalito-
ri stato ricoverato in stato di
coma e in prognosi riservata.
Alle altre vittime andata
un po meglio, ma lo shock
stato grande.
Contromisure Lultimo epi-
sodio in ordine di tempo pro-
prio pochi giorni fa quando
lalbanese ha aggredito con i
suoi complici il padre della sua
ex, da poco uscito dal Tribuna-
le della citt dove era andato
proprio a deporre nel procedi-
mento contro il giovane che
era stato il fidanzato della fi-
glia. In conferenza stampa, il
questore di Pescara Paolo Pas-
samonti ha annunciato lim-
piego di decine di uomini di
tutti i corpi delle forze dellor-
dine nei prossimi weekend.
Due dei baby-aggressori di
Pescara in posa con le armi su Fb
ALTRI MONDI
SEGUITECI SU
@altrimondigazza
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
47

ALTRI MONDI
Camice e battute
La prima di Silvio
ai servizi sociali
Berlusconi inizia a scontare la condanna tra i malati
Ho parlato di Milan. Ressa di cronisti per 4 ore
FILIPPO CONTICELLO
filippocont
CESANO BOSCONE (Milano)
Cera il tempo del doppio-
petto, simbolo di potere e gran-
dezza. Cera la spensierata cami-
cia bianca, semiaperta e arric-
chita da bandana. E poi colbac-
chi e borsalini, caschi da operaio
e da pompiere. Mille vesti, ma
nella nuova era dei servizi sociali
(e dei sondaggi calanti) un look
obbligato: per la prima volta Sil-
vio Berlusconi con un semplice,
candido camice bianco. Ieri mat-
tina, ore 9.30, arrivato in leg-
gero anticipo allistituto Sacra
Famiglia di Cesano Boscone, pe-
riferia ovest di Milano, nella qua-
le sconter per dieci mesi laffi-
damento in prova per la condan-
na nel processo Mediaset. Ha in-
dossato il camice paramedico,
compagno di una mattina grade-
vole qui nel nucleo 1 della resi-
denza San Pietro. Ad accoglierlo
la responsabile, Giuliana Mura,
e leducatrice, Maria Giovanna
Sambiase, punto di riferimen-
to per i prossimi mesi. Lo hanno
guidato nelle attivit con i venti
malati di Alzheimer che seguir
ogni venerd. Niente di operati-
vo per il momento, solo osser-
vazione e studio: Berlusconi ha
conosciuto la struttura, parlato
con i degenti e i medici, sorriso
senza mai abbandonare la serie-
t del ruolo. Solo un giro in ter-
razzo, da dove ha sparso saluti
alle dipendenti della residenza a
fianco. Pi di 4 ore volate via,
giusto il tempo di capire quali at-
tivit lo aspetteranno nel futuro
prossimo: intorno alle 13.50 ha
tolto il camice ed stato accom-
pagnato fuori dal direttore delle
Residenze sanitarie, Michele Re-
stelli. Era in completo e magliet-
ta blu scuri, nessuna cravatta,
ma in vista una spilla di Forza
Italia che ha fatto storcere il naso
a qualcuno: i rigidi accordi sui
servizi sociali impedivano qual-
siasi comunicazione politica.
Prima di lasciare Cesano Bosco-
ne, solo un andato tutto bene
in pasto alla truppa di cronisti fa-
melici. Solo nel pomeriggio,
ospite di Telelombardia, ha potu-
to colorare con qualche detta-
glio: Cercavo facce nuove per il
mio partito... Scherzi a parte, mi
ha colpito la dedizione verso i
malati di Alzheimer. Ho trovato
unumanit straordinaria e fatto
tante battute. E ancora: Cera-
no molti tifosi del Milan, porter
loro gli orologi della squadra. In
questa prima giornata intensissi-
ma, ho ricevuto baci e abbracci,
ma purtroppo non ho dato nulla.
Sono stato un disturbo e speria-
mo di recuperare la prossima
volta: avremo tanto da fare.
Assalto e proteste Si sa, quel-
levasione fiscale e i 4 anni di
condanna (tre indultati) hanno
fatto rumore nel mondo. Abba-
stanza da trasformare lenorme
Sacra Famiglia in un set da film
di controspionaggio: agenti ad
ogni angolo, nuovi badge, con-
trolli anche per i parenti e lavo-
ratori istruiti rigidamente. Vieta-
ti spifferi sullex Cav, pena puni-
zioni pesanti e conseguenze per
la carriera. Attorno anche guar-
die private, alcune di solito in
servizio a Mediaset, per gestire
lafflusso gigantesco dei cronisti
iniziato allalba: centocinquanta
circa, comprese troupe giappo-
nesi e arabe. E nonostante bloc-
chi, carabinieri e digos, qualcu-
no s avvicinato alle transenne
riservate ai giornalisti. Pippo
Fiorito dei Cub, Confederazione
unitaria di base, sbucato con
tuba nera e nastro giallo: al gri-
do Berlusconi a San Vittore
stato allontanato a fatica. Pare
che il giudice di sorveglianza stia
ora pensando a restrizioni mag-
giori, anche perch si avvicinano
le Europee. E c pure da preser-
vare la tranquillit dei malati,
colpiti da un trambusto esagera-
to. Ieri, comunque, molti sorri-
devano di gusto in carrozzella e
ai passanti ripetevano: Per noi
una festa, ma Berlusconi do-
v?. Riproveranno a vederlo
venerd, con o senza camice.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Silvio Berlusconi, 77 anni, ieri prima di lasciare lIstituto Sacra Famiglia
di Cesano Boscone (Mi) in cui sconter per 10 mesi i servizi sociali ANSA
SILVIO BERLUSCONI
LEADER FORZA ITALIA

Ho trovato
unumanit
straordinaria, ho
ricevuto baci, ma
non ho dato nulla
Un contestatore portato via di peso AP
APPALTI IRREGOLARI
Scandalo Expo:
la.d. Sala rimane
E Renzi avverte:
Niente sconti
Cominceranno luned
gli interrogatori degli arrestati
nellinchiesta di Milano sugli
appalti per lExpo 2015. Ieri
emerso che gli arrestati
lavoravano anche alla
ripartizione delle commesse
per la costruzione
dei padiglioni dei Paesi ospiti.
Il sindaco di Milano Giuliano
Pisapia ha confermato che
il commissario unico e ad
dellevento, Giuseppe Sala,
voleva dimettersi. Sono giorni
difficili, bisogna trovare in s
forza ed energia, replica Sala,
che rester e passer al
setaccio tutta la struttura. Il
governatore lombardo Roberto
Maroni ha chiesto di sostituire
subito uno degli arrestati, il
g.m. Angelo Paris (che lavorava
per Expo dallinizio: Sala stato
nominato in maggio). Abbiamo
individuato i nomi per un nuovo
soggetto, il direttore dei lavori
(affiancher il sostituto
di Paris, ndr) e per una task
force di raccordo tra Roma
e Milano, aggiunge Pisapia.
E il premier Matteo Renzi
tuona: Sono garantista e
quindi dico che bisogna essere
severi con tutti. Niente sconti.
DOPO LARRESTO LEX MINISTRO NON RISPONDE
Scajola in silenzio col gip
Vuole studiare le carte
Voleva rispondere ma gli
abbiamo consigliato di non far-
lo: vogliamo studiare le carte.
Cos Giorgio Perroni, lavvocato
di Claudio Scajola, spiega per-
ch lex ministro si sia avvalso,
ieri, della facolt di non rispon-
dere al gip. Scajola, arrestato
gioved, sospettato di aver fa-
vorito la latitanza del deputato
di Forza Italia Amedeo Matace-
na, ora a Dubai. Tutto il mate-
riale sequestrato a Scajola (pc,
telefoni e un documento consi-
derato decisivo) deve essere
trasmesso a Reggio Calabria,
dove indaga lAntimafia. Secon-
do gli inquirenti lex ministro
era in pole position nellimpe-
gno per individuare uno Stato
estero che evitasse per quanto
possibile lestradizione di Mata-
cena, alla cui moglie, Chiara
Rizzo, disse di avere contatti
con un ministro in carica in
Libano. La Rizzo rientra doma-
ni in Italia per chiarire tutto.
Affari Lo stesso Matacena si
fatto vivo: Sono addolorato, la
mia amicizia con Scajola risale al
1994: confido nella magistratu-
ra. Va definendosi anche il ruolo
della segretaria di Scajola, Ro-
berta Sacco, per gli inquirenti
perfettamente a conoscenza de-
gli affari comuni tra Scajola e la
moglie di Matacena. Lex mini-
stro ha intanto ricevuto la solida-
riet di Silvio Berlusconi: Ha so-
lo aiutato un amico gi latitante.
f.riz.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Larresto di Claudio Scajola ANSA
In cella i finanzieri Magnoni
Truffate casse di previdenza
Hanno truffato le casse di
previdenza di ragionieri e gior-
nalisti, ma ieri i fratelli Ruggero,
Aldo e Giorgio Magnoni, e il figlio
di questultimo, Luca, sono stati
arrestati, insieme ad altre tre
persone, dalla Guardia di finanza
in uninchiesta sulla finanziaria
Sopaf. I reati contestati dai pm
di Milano sono associazione per
delinquere finalizzata alla
bancarotta fraudolenta, truffa,
appropriazione indebita e frode
fiscale. I quattro avrebbero
distratto oltre 100 milioni di
euro dal patrimonio della Sopaf.
In particolare sono emerse una
appropriazione indebita di circa
50 milioni ai danni della Cassa
dei ragionieri e dei periti e una
di 7 milioni ai danni dellInpgi,
listituto dei giornalisti.
Lad di Expo, Giuseppe Sala ANSA
ASUS consiglia Windows
2-in-1 ultraportatile e tablet da 10"
ASUS Transformer Book T100 racchiude 2 soluzioni in 1. un notebook ultraleggero e potente con processore Intel

Atom

quad-core e
Windows 8.1, per essere sempre produttivi anche grazie al pacchetto preinstallato Microsoft Office. Si trasforma in un tablet pratico e versatile,
semplicemente sganciando lo schermo dalla tastiera dock, per il massimo divertimento a casa e fuori anche grazie a ben 11 ore di autonomia!
Segui ASUS Italia
ASUS TI ASPETTA A
italia: 51575158585149
48
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
49

ALTRI MONDI
Amici di Maria
de Filippi
(nella foto,
la conduttrice)
il programma tv
che, in Italia,
stato pi
commentato sui
social network
durante la
messa in onda
tra il 27 aprile e
il 4 maggio. Lo
rileva Social Tv
Meter. Le prime
tre posizioni
sono le stesse
della settimana
precedente.
In crescita
Servizio
Pubblico di La7
1
Amici di
Maria De
Filippi
Canale 5
2
Grande
Fratello
Canale 5
3
The Voice of
Italy
Rai 2
4
Piazza
Pulita
La7
5
Servizio
Pubblico
La7
t
o
p
f
i
v
e
s
o
c
i
a
l
L
A

C
L
A
S
S
I
F
I
C
A
5
A CURA DI
FRANCESCO RIZZO
gazzaWeekend
Stasera in tuttItalia potete osservare il pianeta degli anelli
Occhi su Saturno da Gavi alla Sicilia
Occhi puntati su Saturno e
tantissimi appuntamenti in giro
per lItalia che faranno felici gli
appassionati. Accade stanotte,
con il pianeta degli anelli alla
minima distanza dalla Terra (1,3
miliardi di chilometri) e visibile dal
tramonto a sud. Troppo distante
per essere visto nei dettagli a
occhio nudo, certo, ma non con
lausilio di un buon binocolo. Il
pianeta apparir come una stella
di colore giallo brillante. Un
centinaio gli appuntamenti
elencati sul sito web di Occhi Su
Saturno, liniziativa dellAssocia-
zione Stellaria di Perinaldo che
lanno scorso ebbe gi un grande
successo (108 eventi organizzati
tra Italia e Svizzera). Spicca
lappuntamento voluto dal
Consorzio Tutela del Gavi
assieme agli Amici del Forte,
associazione che promuove il
Forte della cittadina piemontese,
in provincia di Alessandria, che
d il nome al Gavi, vino bianco
Docg. Merende, visite guidate,
degustazioni e, a partire dalle
21.30, losservazione del pianeta
A
HARPER
A FIRENZE
Oggi e domani a Milano
Con Bottiglie aperte
si scopre il buon vino
Weekend nel segno del buon vino
a Milano. Oggi e domani Palazzo dei
Giureconsulti ospita la terza edizione di
Bottiglie Aperte, loccasione giusta per
gustare i migliori vini di tutta Italia, arrivati
dalle cantine pi importanti ma anche dai
piccoli produttori. Il tutto abbinato a piatti
e assaggi con i prodotti gastronomici pi
gustosi e insoliti, senza contare lampio
spazio dedicato agli amanti della birra.
BOTTIGLIE APERTE MILANO, A PALAZZO
DEI GIURECONSULTI (PIAZZA DEI MERCANTI).
OGGI DALLE 10 ALLE 23, DOMANI DALLE 11 ALLE 21.
INFO: BOTTIGLIEAPERTE.IT
LInternational Expo
Tutti i tatuaggi
portano a Roma
Molti tra i migliori tatuatori
del mondo sono riuniti in questi
giorni nella Capitale per la 15
a
edizione dellInternational Tattoo
Expo Roma, in programma da ieri
fino a domani. Una tre giorni che
vedr impegnati oltre 500 artisti
della pelle (da Shane ONeill a
Alex De Pase), pronti a tatuare
tutti gli appassionati che non
vogliono perdere questa rara
opportunit. Come ogni anno,
sono attese circa quindicimila
persone, che potranno anche
assistere a mostre, contest e
esibizioni di ogni genere.
INTERNATIONAL TATTOO EXPO
ROMA FINO A DOMANI ALLERGIFE
PALACE HOTEL (VIA AURELIA, 619) DI
ROMA. INFO: INTERNATIONAL-
TATTOOEXPOROMA.COM
Per ricordare Impastato
In Emilia c Aut Aut
per dire no alla mafia
Una manifestazione per dire no alla mafia e
ricordare Peppino Impastato, ucciso il 9 maggio
di 36 anni fa. in corso fino a domani a Bazzano,
Vignola e Castelfranco dellEmilia la terza edizione
di Aut Aut, festival che attraverso incontri, film,
approfondimenti e sport vuole insegnare a
riconoscere i segni dellinfiltrazione mafiosa.
Liniziativa stata realizzata con la Regione Emilia
Romagna e Anpi, Libera, Solidariet Impegno.
AUT AUT OGGI E DOMANI A BAZZANO, VIGNOLA
E CASTELFRANCO DELLEMILIA
S
In tour
per il nuovo
album
Dopo la tappa
di ieri sera
a Padova,
continua il tour
italiano di Ben
Harper.
Il cantante
e chitarrista
californiano
questa sera
al Teatro Verdi
di Firenze
proporr i suoi
brani pi noti e
quelli contenuti
nel suo ultimo
album,
Childhood
Home. Domani
sar
allAuditorium
Parco della
Musica di Roma
dai Bastioni di San Tommaso.
Ma lagenda piena di raduni e
incontri grandi e piccoli.
Eccone alcuni: a Roma gli
appassionati si raduneranno al
Gianicolo richiamati dalla
Bottega dei Mondi Impossibili o
per il Saturno party
allUniversit Roma Tre. A
Cernusco sul Naviglio, Milano,
tutti allOsservatorio di Cascina
Villa. Sempre in Lombardia,
osservazione pubblica dagli
spalti della Citt Alta a
Bergamo. Dalla parte opposta
dello Stivale, in Sicilia, occhi su
Saturno al Planetario di
Palermo e allHerborarium
Museum di Catania.
OCCHI SU SATURNO IN
TUTTA ITALIA, INGRESSO GRATUITO,
INFORMAZIONI E CONTATTI SU
OCCHISUSATURNO.IT
O SU CONSORZIOGAVI.COM
EuroEmma
Ho avuto fortuna
ad arrivare a 30 anni
Ora voglio il premio
La ribelle pugliese oggi a Copenaghen rappresenta lItalia
allEurovision, lo show musicale pi visto del pianeta
d
HA
DETTO
S
Emma
Marrone
Canter
La mia citt,
un brano scritto
da me in cui
emerge
tutto il mio
bipolarismo. Mi
odio e mi amo,
ma la cosa pi
importante
continuare a
correre per
conquistare
la felicit
ELISABETTA ESPOSITO
Finalmente sabato. Dopo
giorni di prove, esibizioni, inter-
viste e qualche immancabile po-
lemica (stavolta per labito trop-
po corto), questa sera Emma sa-
lir sul palco hi-tech del B&W
Hallerne di Copenaghen, in Da-
nimarca, un ex cantiere navale
convertito in studio televisivo
con oltre 10 mila posti. La scate-
nata pugliese, vincitrice di Amici
2010 e Sanremo 2012, l per
rappresentare lItalia nella 59
a
edizione dellEurovision Song
Contest, lo spettacolo televisivo
pi seguito del pianeta dopo gli
eventi sportivi. Da noi sar tra-
smesso su Rai2 e RaiHd (dalle
21) con il commento di Linus e
Nicola Savino.
Lo scorso anno stato visto
da 180 milioni di persone. Bella
responsabilit...
Gi, la tensione inizia a farsi
sentire, ma credo sia normale
quando tieni davvero a quello che
fai. Per cantare davanti a tutta
Europa serviranno nervi saldi.
Negli ultimi anni per lItalia
hanno partecipato Gualazzi, Ni-
na Zilli e Mengoni. Abbiamo vin-
to due volte con la Cin-
quetti e Toto Cutugno.
Non facile per noi, visto
che cantiamo in italiano
(ma lei sta preparando un
disco in spagnolo) e che ogni
Paese (con televoto e giuria)
non pu votare per se stesso.
Poi c la drag queen austriaca
Conchita Wurst...
Io per mentirei se non di-
cessi che voglio riportare il pre-
mio in Italia. Penso tutti i gior-
ni alla vittoria, non presun-
zione, credere profonda-
mente in quello che si fa.
Canter La mia cit-
t: un brano forte, di-
nami co e
controverso
scritto da lei.
L c tutto il mio bipolari-
smo, la parte di me che odio e
quella che amo, ma il messaggio
che nonostante questo il no-
stro fine ultimo devessere cor-
rere per cogliere la felicit.
Il 25 maggio compir 30 anni.
A che punto della rincorsa si
trova?
Intanto sono contenta di es-
serci arrivata e nel mio caso non
una frase fatta (Emma stata
operata per un tumore maligno
allutero, ndr). Quanto al mio
cammino, non facile, sono
sempre chiamata a dimostrare il
mio valore, a lottare contro pre-
giudizi e ignoranza. Ma il bello
della vita proprio il viaggio: il
mio come un sogno e voglio
che continui.
Labbiamo vista scatenarsi
sul palco durante le prove, con
un abito bianco e oro, mantello
e persino corona.
stato realizzato per questa
serata da Stefano De Lellis, uno
stilista emergente: ci siamo ispi-
rati alla bellezza, alla cultura e
allarte di Roma, dando un tocco
Anni 70-80 con il fulmine alla
Bon Jovi. Del resto il futuro il
risultato del passato e io sono
cos, unimperatrice moderna.
RIPRODUZIONE RISERVATA
IL RAPPER DI SALERNO
Per Rocco Hunt
disco doro a 19 anni
Sono fiero di me
Subito disco doro per
Rocco Hunt. Il vincitore di
Sanremo giovani, ha conquistato
il prestigioso riconoscimento per
lalbum A verit. A 19 anni
una grandissima emozione
raggiungere un traguardo del
genere. Sono fiero di me, ma
resto uno studente che ha
ancora molto da imparare,
ha detto il giovane di Salerno.
italia: 51575158585149
50
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

Martina:
Non pesa
un padre
campione
La figlia di Torben lotta
per un posto a Rio 2016:
Cos dormirei a casa...
ROSSELLA RAGANATI
Per uno sportivo pi
difficile battere gli avversari o
essere allaltezza della fama
del proprio pap? Un dilemma
complesso con cui Martine
Grael non ha avuto grandi
problemi a confrontarsi visto
che la 23enne brasiliana figlia
di Torben icona della vela
mondiale, ( vincitore di 5 me-
daglie olimpiche, della Volvo
Ocean Race e della Vuitton
Cup con Luna Rossa ndr) si
dimostrata subito degna del
cognome che porta conqui-
stando a 18 anni il suo primo
campionato mondiale. Tutti
mi chiedono quanto sia diffici-
le per una velista avere un pa-
dre famoso come il mio, ma
per me non mai stato un pro-
blema n una responsabilit.
Con pap ho un ottimo rap-
porto ma pi che discutere di
barche o di tattica di regata,
parliamo delle cose che si di-
cono normalmente e un padre
e una figlia. Martine, che per
un soffio non riuscita a esse-
re presente ai Giochi di Lon-
dra perch pur avendo qualifi-
cato il Brasile nella classe 470,
ha perso per una manciata di
punti le selezioni nazionali,
ora sta puntando alla prossi-
ma Olimpiade che si terr nel-
le acque di casa (non lontano
da dove cresciuta).
49er Dallo scorso anno ha
iniziato a regatare con il 49er
Fx (il nuovo skiff femminile
che esordir a Rio ndr) e sta
letteralmente sbaragliando
tutte le avversarie. Ha vinto le
ultime due tappe del circuito
mondiale riservato alle classi
olimpiche ed saldamente in
testa alla classifica di speciali-
t. Mi piacerebbe davvero
molto partecipare ai Giochi
del 2016 confessa sottovoce -
ma non credo che la conoscen-
za del posto mi faciliterebbe
pi di tanto perch tutti gli
equipaggi testano a lungo il
campo di regata. La cosa pi
bella sarebbe poter finalmen-
te tornare a casa a dormire
ogni sera. Una vita dedicata
alla vela che comporta parec-
chi sacrifici: E da gennaio
che manco da Rio de Janeiro e
non vedo la mamma (Andrea
anche lei velista e la sua mag-
giore sostenitrice, ndr) e que-
sto mi pesa molto. Per fortuna
anche mio fratello maggiore
Marco partecipa alle regate
con il 49er (lo skiff maschile,
ndr) e quindi ho sempre con
me un pezzo di famiglia.
Bisnonno La pi piccola di
casa Grael una brasiliana
doc (impazzisce per la capoei-
ra), ma nel suo cuore ha anche
il nostro Paese e dopo la vitto-
ria della tappa di Hyeres a fine
aprile si concessa qualche
giorno di vacanza sul lago di
Garda prima della Trentino
Sailing Week che si conclude
proprio domenica: Adoro
lItalia e un po mi sento italia-
na visto che ho anche il passa-
porto grazie a un bisnonno
della mamma di origine vero-
nese emigrato in Brasile al-
linizio del 900. Quello che
apprezzo di pi? Ovviamente
il cibo davvero insuperabile
e poi la gente calorosa, gentile
e disponibile mi fa sentire co-
me a casa.
RIPRODUZIONE RISERVATA
che pap!
PER 3 COPPE AMERICA
E STATO IL TATTICO
CON LUNA ROSSA
Torben Grael
diventato molto famoso in
Italia per via della Coppa
America 2000 quando
come tattico di Luna Rossa
vinse la Vuitton Cup
arrivando a sfidare New
Zeland per il trofeo. Ha
partecipato anche alle
Coppe 2003 e 2007
GRAEL 2
GAZZALOOK SPECIALE VELA
LUCEBIANCA
leBeb, un cuore
per le mamme
Per la festa della
mamma e per Telefono Azzurro
a cui andr parte del ricavato,
Lucebianca presenta leBeb il
ciondolo in oro 9 Kt. con rubino
in edizione limitata 88
1 Gant By Michael Bastian Pull
lavorato a stampa veliero 149 2 Doria
Panama in papier ad ala piccola e cinta in
gros grain 67 3 Stone Island Giacca
con termo-nastratura 555 4 Dirk
Bikkembergs Zaino in tela e stampa
coccodrillo 259 5 Henry Lloyd Gilet
in tessuto tecnico 166 6 Oakley
Occhiale Heritage edizione speciale 159
7 PT Pantaloni Torino In cotone con
cintura e risvolto 149 8 Tag Heuer
Cronografo subacqueo Aquaracer
impermeabile fino a 500 m 3.400 9
Vilebrequin Costume con stampe
168 10 Tods Mocassino 360
p
e
r

l
u
i
p
e
r

l
e
i
A cura di FABRIZIO SCLAVI gazzalook@gazzetta.it
10
1
2
3
6
4
5
8
7
10
9
1
3
2
4
6
5
8
9
7
In basso a sinistra Martina Grael, 23 anni, ha sfiorato la
qualificazione per Londra 2012 e adesso punta su Rio 2016
1 Nilox Action cam modello F-60 MM93
con grandangolo da 175 firmata da Marc
Mrquez 299 2 Paul & Shark Giacca
a vento 354 3 Petit Bateau Shorts
in jersey con stampa 53 4
Timberland T-shirt in cotone organico
50 5 adidas Originals Stan Smith in
pelle bianca 95 6 Silhouette Occhiali
Adventurer Aviator con lenti opache rosa
229 7 Ballantyne Pashmina 100%
cashmere 133 8 Marina Yachting
Maglia con intarsio ad ancora e coulisse
corda 189 9 North Sails Short con
bandana fantasia 96 10 Think Pink
Borsone in canvas con stampa 39
italia: 51575158585149
SABATO 10 MAGGI O 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
51

MlLANU
So|_e I|aaorta So|_e I|aaorta
RUMA
Domanl
ll sole domanl
ALGHLHU
AHUUHA
AUSIA
UAHl
UULUGHA
UAGLlAHl
UAHPUUASSU
UAIAHlA
|lHLH/L
GLHUVA
L'AQUlLA
HlLAHU
HAPULl
PALLHHU
PLHUGlA
PUILH/A
HLGGlU UALAUHlA
HUHA
IUHlHU
IHLHIU
IHlLSIL
VLHL/lA
mln max Dopodomanl lerl Oggl
ll sole oggl
Gazzaeteo
La luna
Hao1a P||ao qaa|to P|era U|t|ao qaa|to
Ac|o
M''oc
!e|c
\ee'o
!'e|e
Hc'c_o
!c'c
|'ee
Uec.o
|ea_'o
Aco
|A)a''o
UoT,ccoc
No,c''
HUMA
|c|eo
Ho'
He__'c Uo'oc'o
Uo|o'o
|o'eTc
Uo_''o'
Uo|ooc
UlLLU
So|e
Ha1o|o
Ho1esc|
Uope|to
P|o__|a
Ieapo|a||
He1e
Heoo|a
MARl
Ua|a|
Hoss|
A_|tat|
Ueoo||
HoJe|at|
|o|t|
Ho|to |o|t|
VLNTl
Legenda
MlLANU
So|_e I|aaorta So|_e I|aaorta
RUMA
A UURA Ul

IZ
I4
IZ
II
7

II
I4
6
IS
IS
Ib
7
7
IS
II
II
IZ
IS
IZ
ZZ
ZI
ZZ
ZZ
Z4
Z4
I
ZZ
Z4
ZI
ZZ
Z4
Z4
ZS
ZZ
I7
ZS
Zb
ZS
Zb
Z4
ZS
TT 23
T3 24
T4 2b
T3 2b
T3 2b
T3 2b
T2 2
T4 2b
T2 2b T 23
T3 22
T 23
T2 2b
9 22
T3 23 d 2
T2 22
T2 24
T3 24
Tb 23
T4 24
T4 2b
b:b Z0:40 b:b4 Z0:I7 b:b7 Z0:4I b:bS Z0:I Z9 zpr. mzg. 4 mzg. Z mzg.
0n'altra lornata all'lnsena del predomlnlo dell'alta
presslone sull'|talla. Bel tempo al Nord salvo
qualche temporale dl passalo sul rlllevl centrall
ed orlentall. Amplamente solelato anche al
entro e al Sud con clelo poco nuvoloso.
ede la presslone sul rlllevl alplnl e prealplnl e
verso parte del Nordest. Iempo ln peloramento
su questl settorl con rovescl e temporall
frequentl. Nubl lrreolarl altrove al Settentrlone,
ma plu asclutto. Poche nubl al entrosud.
Presslone ancora ln raduale dlmlnuzlone.
Plovaschl sparsl alternatl a schlarlte al Nordest
dove pelorera plu dlffusamente ln serata.
Ancora bel tempo con clelo poco o parzlalmente
nuvoloso al Nordovest e al entro. Sole al Sud.
ALTRI MONDI
Io.JJ 8AERN M0NA00 -
ST000AR0A
UarJes||_a
S|] Ua|c|c 2
Io.JJ MAlNZ - AM80R00
UarJes||_a
S|] Sape| Ua|c|c
I5.JJ VER0NA - 00lNESE
Se||e A
S|] Ua|c|c I, S|] Sape|Ua|c|c
e HP Ua|c|c
2J.4o lNTER - LAZl0
Se||e A
S|] Spc|t I, S|] Ua|c|c I,
S|] Sape|Ua|c|c e HP Ua|c|c
2I.JJ LlLLA -
PARlS SAlNT 0ERMAlN
L|_ae I
|c/ Spc|ts
2J.JJ VlLLARREAL -
RA0 VALLE0AN0
L|_a
|c/ Spc|ts P|as
22.JJ LEVANTE - VALEN0lA
L|_a
|c/ Spc|ts P|as
0AL0l0
Io.JJ AVELLlN0 - SPEZlA
Se||e U. S|] Ua|c|c
Io.JJ 8ARl - 0VE STA8lA
Se||e U. S|] Ua|c|c IJ
Io.JJ LATlNA - TERNANA
Se||e U
S|] Ua|c|c 4
Io.JJ M00ENA - N0VARA
Se||e U
S|] Ua|c|c J
Io.JJ RE00lNA - 8RES0lA
Se||e U
S|] Ua|c|c II
Io.JJ PALERM0 - LAN0lAN0
Se||e U
S|] Ua|c|c J
Io.JJ PES0ARA - SlENA
Se||e U
S|] Ua|c|c o
Io.JJ TRAPANl -
0lTTA0ELLA
Se||e U
S|] Ua|c|c I
Io.JJ VARESE - 0ARPl
Se||e U. S|] Ua|c|c I2
00LF
I5.JJ ThE PLAERS
0hAMPl0NShlP
Us P_a Ica|
Ua Pcrte VeJ|a Ueac|, Stat| Ur|t|
S|] Spc|t J
h00KE S0 PlSTA
2I.JJ F0RTE 0El MARMl -
8ASSAN0
Se||e A. Sea|||ra|e, _a|a 2
Ha| Spc|t 2
PALLAN00T0
2J.JJ PR0 RE000 -
8RES0lA
||ra|e ScaJettc, _a|a I
Ha| Spc|t I
R008
II.4J 8R0M8lES - ShARKS
Sape| Io
S|] Spc|t J
I.JJ M00LlAN0 - VlA0ANA
Lcce||er/a
Ha| Spc|t I
I.JJ 0LERM0NT -
0ASTRES
Icp I4. S|] Spc|t J
TENNlS
II.JJ WTA MA0Rl0
Sea|||ra||. Sape| Ierr|s
Io.JJ ATP MA0Rl0
Sea|||ra||
S|] Spc|t 2
V0LLE
I5.JJ VER0 M0NZA -
0ASSA R0RALE
0ANT
Se||e A2 aasc|||e
P|a]c||. ||ra|e, _a|a J
Ha| Spc|t I
2I.JJ M0N0lALE PER 0L08
||ra|e te|/c e qaa|tc pcstc
Ua Ue|c Hc||/crte, U|as||e
|c/ Spc|ts 2
J.JJ M0N0lALE PER 0L08
||ra|e
Ua Ue|c Hc||/crte, U|as||e
|c/ Spc|ts 2
Lo Bport ln tv: lnohlaro, sul satelllte e sul dlgltale terrestre
0AL0l0 A 0lN0E
IJ.4o ASTl - MARTlNA
Se||e AI
P|a]c||. Qaa|t| J| ||ra|e, _a|a J
Ha| Spc|t 2
A0T0M08lLlSM0
J.4J 0PS SERlES
Qaa||||c|e. Ua Ua|ce||cra, Spa_ra
S|] Spc|t |I
II.JJ 0P 0l SPA0NA
|I. Ie|/e p|c1e ||oe|e
Ua Ua|ce||cra, Spa_ra
S|] Spc|t |I
I2.JJ P0RS0hE S0PER00P
Qaa||||c|e
Ua Ua|ce||cra, Spa_ra
S|] Spc|t |I
I4.JJ 0P 0l SPA0NA
|I. Qaa||||c|e
Ua Ua|ce||cra, Spa_ra
S|] Spc|t |I
I4.Io WT00
Qaa||||c|e
Ua U|ec|c1a Pctcr, S|c1acc||a
La|cspc|t 2
Io.JJ 0PZ SERlES
Ga|a I. Ua Ua|ce||cra, Spa_ra
La|cspc|t 2
II.Io 0PS SERlES
Ga|a I
Ua Ua|ce||cra, Spa_ra
S|] Spc|t |I e La|cspc|t 2
2I.4J lN00AR
Ua lrJ|arapc||s
S|] Spc|t 2
0l0LlSM0
I4.JJ 0lR0 0'lTALlA
SeccrJa tappa
Ue||ast Ue||ast
La|cspc|t, Ha| Spc|t 2 e Ha| J
Io.4o 4 0l0RNl
0l 00NKER0E
Qaa|ta tappa
La|cspc|t 2
F00T8ALL A0STRALlAN0
II.JJ MEL800RNE -
WESTERN 80LL000S
Aast|a||ar Lea_ae
La|cspc|t 2
Oroscopo
LE PAGELLE
Gazzetta.it
Azzurri, una storia Mon-
diale la nuova trasmis-
sione, da oggi online alle
12, su Gazzetta.it. Dieci
tappe di avvicinamento
(ogni marted e venerd)
verso Brasile 2014 per ri-
percorrere con protago-
nisti le varie edizioni del
torneo, con lausilio di im-
magini, rubriche, com-
menti. Puntata desordio
con Mazzola: Messico 70
RUBRICA
Verso il Mondiale
in dieci tappe:
ecco il Messico 70
www.gazzetta.it
DI ANTONIO CAPITANI
21/4 - 20/5
Toro 7
Fortune e successi
arrivano da ogni dove,
nonostante siate a
tratti cordiali come il
fratello iperteso di
Predator. Fornica-
zione dinamica.
24/8 - 22/9
Vergine 8
IL MIGLIORE.
Lavorativo o di
relax che sia, il
sabato vi premia,
risolve, porta
fortune. Siete pure
fighi, intuitivi,
sudombelicofattivi!
21/3 - 20/4
Ariete 6,5
Sabato operoso e
fattivo, prodigo di
soddisfazioni. Ma la
pignoleria, pure suina,
vi rende piacevoli
come un prurito
intimo. Ussignr.
21/5 - 21/6
Gemelli 6+
Avete lumore cicloide.
E qualche sbotto
dira non da
escludere. Giungono
per sollievi amorosi
e finanziari, la resa
suina buona.
22/6 - 22/7
Cancro 7+
Grazie (anche) alla
vostra lucente faccia
di glutei, lavoro e
p.r. rendono. Le
finanze si rassodano,
ma c chiusura
sudombelicale.
23/7 - 23/8
Leone 7-
Luna ok per incassare
soldi, spenderli bene,
trattare con profitto.
E per rilassarvi.
Lormone
melanzaniforme e
compie prodigi.
20/2 - 20/3
Pesci 5,5
I rapporti sono tesi,
lumore sfigogrigio.
Cos nel lavoro e
suinamente rendete
poco. Paratevi i glutei
santi nei rapporti
dogni tipo.
22/12 - 20/1
Capricorno 7,5
La Luna porta
commenti lusinghieri
al vostro operato.
Che vi varranno pure
soldi, se ci saprete
fare. Fornicazione
muy tonificante.
21/1 - 19/2
Acquario 6-
Finanze e neuroni
sono imprigionati a
loro insaputa. Siate
cauti con le spese
e con la lingua,
affilatina. Sudombelico
socievole, per.
23/11 - 21/12
Sagittario 6-
Avete lo zebedeo
inverso, perch
obblighi e invadenti
non vi dn pace. Ma
il sudombelico ottiene
una fiducia convinta,
da pi persone.
23/10 - 22/11
Scorpione 7+
Gli amici vi son vicini,
i progetti del sabato
riescono, la serenit
c. E la fortuna vi
lappa. Fornicazione
necessaria e
sufficiente.
23/9 - 22/10
Bilancia 6
C gente che vi
provoca uno
smottamento degli
zebedei. E stressa. Ma
niente guerre e siate
furbi. Una certa stasi
suina incombe.
PEPE REINA
Il portiere del Napoli
nato a Madrid il 31
agosto 1982. Arrivato
in prestito dal
Liverpool, lo spagnolo
ha giocato 43 gare tra
campionato e coppe
SportWeek, il settimanale
della Gazzetta dello Sport
si aggiudicato il Premio
Ferrari riservato alla co-
pertina dellanno, con la
sua edizione del 25 marzo
scorso dedicata al razzi-
smo nel mondo del calcio.
Quattro volti - Niang, Pog-
ba, Asamoah e Balotelli -
e un BUU?! a caratteri
cubitali. Riguardate le pi
belle copertine...
FOTOGALLERY
Copertina dellanno
SportWeek vince
il Premio Ferrari
RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani
Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano
Responsabile del trattamento dati (D. Lgs.
196/2003): Andrea Monti
privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A.
DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di que-
sto quotidiano pu essere riprodotta con mezzi
grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni viola-
zione sar perseguita a norma di legge
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA
Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821
DISTRIBUZIONE
m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano
Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306
SERVIZIO CLIENTI
Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola
Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it
PUBBLICIT
RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT
Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano
Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848
EDIZIONI TELETRASMESSE
RCS Produzioni Milano S.p.A.- Via R. Luxemburg
- 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel.
02.95743585 RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Cia-
mar r a 351 / 353 - 001 69 ROMA - Tel .
06.68828917Seregni Padova s.r.l. - CorsoStati
Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073
Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84
- 10134 Torino Tipografia SEDIT - Servizi Edito-
riali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MO-
DUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 Societ Tipo-
grafica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada
5 n. 35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303
LUnione Sarda S.p.A. - Centro Stampa Via Omo-
deo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 BEA
printingsprl - 16 ruedu Bosquet - 1400 NIVELLES
(Belgio) Speedimpex USA, Inc. - 38-389th Stre-
et Long Island City, NY 11101, USA CTC Coslada
- Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA
(MADRID) La Nacin - Bouchard 557 - 1106
BUENOS AIRES Miller Distributor Limited - Mil-
ler House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA
1814 - Malta Hellenic Distribution Agency (CY)
Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300
Nicosia - Cyprus
DIRETTORE RESPONSABILE
ANDREA MONTI
andrea.monti@gazzetta.it
VICEDIRETTORE VICARIO
Gianni Valenti
gvalenti@gazzetta.it
VICEDIRETTORI
Stefano Cazzetta
scazzetta@gazzetta.it
Umberto Zapelloni
uzapelloni@gazzetta.it
Testata di propriet de La Gazzetta
dello Sport s.r.l. - A. Bonacossa 2014
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE
Angelo Provasoli
VICE PRESIDENTE
Roland Berger
AMMINISTRATORE DELEGATO
Pietro Scott Jovane
CONSIGLIERI
Fulvio Conti,
Teresa Cremisi,
Luca Garavoglia,
Attilio Guarneri,
Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA
Alessandro Bompieri
PREZZI DABBONAMENTO
C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS
MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
Anno: 389 339 259
Per i prezzi degli abbonamenti allestero
telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520
INFO PRODOTTI COLLATERALI
E PROMOZIONI
Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il
tribunale di Milano n. 419
dell1 settembre 1948
ISSN 1120-5067
CERTIFICATO ADS N. 7693 DEL 18-12-2013
La tiratura di venerd 9 maggio
stata di 287.922 copie
COLLATERALI
*La Gazzetta dello Sport 1,30 pi Sportweek 0,50
non vendibili separatamente- con DVDAyrton Senna N.
2 12,79 - con DVD I Papi Santi N. 3 11,79 - con DVD
Notteda Leoni 11,79 - con TuttoPratt N. 5 12,79 - con
DVD Mina, gli anni RAI N. 6 12,59 - con Libro Pesca
Maps 14,79 - con DVDSteven Seagal N. 9 11,79 - con
Virus Attack 4,30 - con Subbuteo Vintage Edition N. 6
11,79 - con Sbottonati Violetta 4,30 - con DVDSam-
pei N. 13 11,79 - con Le Grandi Storie Disney N. 16
9,79 - con DVDNBA HistoryN. 17 12,79 - con Lericette
di Master Chef N. 18 9,79 - con English da Zero N. 20
11,79 - con Supereroi il Mito N. 25 11,79 - con Robot
Collection N. 20 14,79 - con DVD Holly e Benji N. 33
11,79 - con DVD Ken il Guerriero N. 37 11,79 - con
Ferrari Build Up N. 22 11,79 - con Lucky Luke N. 42
5,79 - con Lamborghini Collection N. 45 14,79 - con
Passione Rally N. 56 14,79 - con Michel Vaillant N. 75
4,79
PROMOZIONI
ARRETRATI
Richiedeteli al vostro edicolante oppure a Corena S.r.l
e-mail info@servizi360.it - fax 02.91089309 - c/c p. n.
36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del
prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.
PREZZI ALLESTERO: Albania 2,00; Argentina $ 18,50; Austria 2,00; Belgio 2,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro 2,00; Croazia Hrk 15; Egitto 2,00; Francia 2,00; Germania 2,00; Grecia 2,00; Irlanda 2,00; Lux 2,00; Malta 1,85; Monaco P. 2,00; Olanda 2,00;
Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20; Slovenia 2,00; Spagna/Isole 2,50; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. (con Sportweek) Fr. 3,50; Hong Kong HK$ 45; Ungheria Huf. 650; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.
italia: 51575158585149
52
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 10 MAGGI O 2014

BOUTIQUE CALA DI VOLPE
Hotel Cala di Volpe
Porto Cervo - Costa Smeralda
Grazie ragazzi !
Fino alla fine,
forza Juventus!
italia: 51575158585149