Sei sulla pagina 1di 56

SABATO 21 FEBBRAIO 2015

In Italia (con IO Donna) EURO 2,00

www.corriere.it

ANNO 140 - N. 44

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Oggi

Tempi
liberi

Le nuove regole

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

Societ

Domani

Litaliano medio c
E si nasconde
dentro tutti noi

Dai romanzi al web


cresce la passione
per i complotti

di Luca Mastrantonio
a pagina 27

di Beppe Severgnini
nel supplemento

Lipotesi di un decreto sulla Gasparri per sottrarre la Rai ai partiti. E sulla ripresa Bankitalia vede la svolta

Renzi cambia la legge sulle tv

PREZZI E COMPETITIVIT

CHE IL LAVORO
Concorrenza
NON SIA PI
(a piccole dosi)
UNA PARENTESI Parte il Jobs act, restano i licenziamenti collettivi. Misure per le liberalizzazioni per ricominciare
di Enrico Marro
dal mercato

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

Matteo Renzi accelera sulle riforme e cambia


la legge sulle tv. Il premier vuole tempi brevi dopo lo stop al piano del direttore generale Gubitosi. Il governo pronto a un decreto che porti a
cambiare la governance del servizio pubblico radiotelevisivo. Il consiglio di amministrazione
della tv di Stato scade in aprile. Lobiettivo di
Renzi dichiarato: Sottrarre la Rai ai partiti.
Intanto parte il Jobs act: s ai contratti a tutele
crescenti, restano i licenziamenti collettivi, scattano nuove misure per le liberalizzazioni, interventi per notai e farmacie.
alle pagine 2 e 3 Galluzzo, Meli, Ferraino

GIANNELLI

9 771120 498008

50 2 2 1>

n arbitro pu anche fare


il tifo per il gioco senza
per questo venir meno al
proprio ruolo. In fondo la
passione per il gioco che
porta ad arbitrarlo. Cos
Mattarella ha fatto capire
come la pensa ai suoi interlocutori, in questo primo
assaggio del suo mandato.

di Antonella Baccaro, Corinna De Cesare


alle pagine 5 e 6
e Lorenzo Salvia

continua a pagina 15

di Fiorenza Sarzanini

DAngelo: Il sindaco Marino sempre stato informato di tutto.


alle pagine 10 e 11 Frignani
Se si perde, si perde insieme.

FINANZA & CULTURA


MONDADORI-RCS

QUEL MATRIMONIO NON SHA DA FARE


di Umberto Eco e altri 47 scrittori e autori
scrittori e autori firmano un appello contro il
Q uarantotto
possibile matrimonio Mondadori-Rcs. Il documento
comincia cos: Noi autori della casa editrice Bompiani (insieme
ad alcuni amici che pubblicano presso altri editori, intellettuali e
artisti) manifestiamo la nostra preoccupazione per il ventilato
acquisto della Rcs Libri (che comprende le case editrici Adelphi,
Archinto, Bompiani, Fabbri, Rizzoli, Bur, Lizard, Marsilio, Sonzoa pagina 45
gno) da parte della Mondadori.

e liberalizzazioni non si misurano certo solo in centimetri guadagnati alla concorrenza che la madre di maggiore competitivit per imprese e
Paese, oltre che di prezzi pi
vantaggiosi per i consumatori.
Ma sia la scelta del disegno di
legge, sia le misure stralciate
dal provvedimento (pi che
quelle presenti), qualche dubbio lo pongono su tempi ed efficacia delle decisioni annunciate
ieri. C da dire che mostra coraggio scegliere la via parlamentare per imporre, per la prima volta dal 2009, una legge
sulla concorrenza. Lattivit delle lobby alle Camere, e non solo,
particolarmente incisiva.

Eurogruppo Impegno di Tsipras per le riforme

Unintesa sugli aiuti:


altri 4 mesi ad Atene
Intesa a Bruxelles tra il governo di Atene e i Paesi delleurozona: la Grecia ottiene lo
s b l o c c o d e l p r e s t i to c o n
unestensione di 4 mesi, ma gli
aiuti saranno vincolati alle riforme che realizzer e che, per
una prima parte, dovr gi presentare entro luned prossimo
in base agli accordi attuali.

lesioni, danni permanenti alla Barcaccia, la


Danni permanenti C entodieci
fontana del Bernini in piazza di Spagna a Roma (nella foto
scattata ieri dopo la ripulitura) danneggiata dai tifosi del
Ma lOlanda
LOlanda non vuole pagare i danni. E sulla gestione
non vuole pagare Feyenoord.
dellordine pubblico non si placano le polemiche. Il questore

di Daniele Manca

continua a pagina 6

Dopo gli scontri Sulla fontana del Bernini 110 lesioni

Cronache dalla citt in bolletta. Ultimo capitolo il calcio: mancano i soldi per le partite
a somma degli avvenimenti
che stanno scuotendo Parma ha dellinverosimile. La citt
ducale si ritrovata, nel giro di
un lustro, in bolletta. La squadra di calcio non ha nemmeno i
soldi per pagare gli steward;
laeroporto rischia la chiusura
perch non ci sono i 2,5 milioni
lanno per farlo funzionare; il
debito del Comune tra i 600 e i
700 milioni. E il sindaco cinquestelle Pizzarotti disperato: la
citt in mano agli spacciatori.
alle pagine 20 e 21 Alberti

Mattarella, arbitro
che tifa per il gioco
e la stabilit

Contratti, notai e cellulari


Guida a tutte le novit

Il teatro, lo stadio: la caduta di Parma


L

di Francesco Verderami

VADEMECUM

continua a pagina 5

di Dario Di Vico

SETTEGIORNI

LAPRESSE / VINCENZO LIVIERI

un anno dal suo


insediamento alla
guida del
governo, Matteo
Renzi porta a casa
la prima parte del Jobs act, la
riforma del lavoro che
annunci l8 gennaio 2014,
ancor prima di diventare
presidente del Consiglio.
Alla base del progetto
ci sono sempre state due
idee. Che da un lato
bisognasse accogliere la
richiesta delle aziende di
rendere meno costose le
assunzioni e pi semplici i
licenziamenti. Ma che allo
stesso tempo si dovessero
superare tutte quelle forme
di lavoro precario che
anzich essere leccezione
sono diventate la regola, cio
il canale normale di accesso
al lavoro proprio perch il
contratto a tempo
indeterminato costa troppo
ed eccessivamente rigido.
Insomma, il modello di
riferimento la flexicurity
di stampo scandinavo. Che
per sta in piedi solo se
accanto alla semplificazione
dei licenziamenti c il
potenziamento dei sussidi
e delle politiche di
ricollocamento per chi perde
il lavoro. Per ora i
licenziamenti sono stati
facilitati, ma lampliamento
degli ammortizzatori sociali
insufficiente e non
interamente finanziato
(come lo stesso governo ha
dovuto ammettere) e
lAgenzia unica per il
collocamento di l da
venire.
Ma, restando alle decisioni
prese ieri, si tratta di valutare
limpatto che esse potranno
avere rispetto a due obiettivi
indicati dallo stesso governo:
pi posti di lavoro e pi
stabili. Si tratta di una
scommessa come ha
ammesso il ministro del
Lavoro. Che presto tutti
potremo verificare.

UNA TREGUA POLITICA

La prova
di forza
che va avanti
di Danilo Taino

Le reazioni. Il ministro delle


Finanze ellenico, Varoufakis:
Primo passo nella direzione
giusta di un lungo viaggio. Abbiamo combinato lideologia e
la logica, ossia la democrazia e
il rispetto delle regole. E rifiutato un gioco a somma zero,
questo accordo nellinteresse
delleuropeo medio.

alle pagine 8 e 9

on si discuteva solo di Grecia, alla riunione dellEurogruppo di ieri. Anzi, si discuteva soprattutto del futuro dellEuropa. Laccordo per ora
tutto politico riflette dunque questa realt. Permette al
governo di Alexis Tsipras di dire ai suoi elettori di non avere
perso. Consente alla Germania
e agli altri partner delleurozona di sostenere che Atene non
ha vinto. Si tratta di un equilibrio instabile.

Caizzi, Nicastro, Offeddu

continua a pagina 25

I mercati. Ieri sera chiusura a


livelli record per Wall Street,
bene anche il Nasdaq.

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

2
.

Primo piano Il governo

Palazzo
Chigi

La norma

Il premier
Matteo Renzi,
40 anni, e,
dietro, il
ministro del
Lavoro Giuliano
Poletti, 63, ieri
alla conferenza
stampa al
termine del
Consiglio dei
ministri, il
numero 51,
incentrato su
Jobs act e
concorrenza .
La riunione del
governo
cominciata a
Palazzo Chigi
alle 12.25;
lincontro con i
giornalisti ha
avuto inizio
circa cinque
ore dopo, nel
pomeriggio
(LaPresse)

in vigore
dal 2004 la
legge che porta
il nome di
Maurizio
Gasparri, allora
ministro delle
Comunicazioni
nel secondo
governo
Berlusconi.
Riguarda
lassetto del
sistema
radiotelevisivo
e della Rai.
Viene dopo le
leggi, sul tema,
Mamm (1990)
e Maccanico
(1997)
Il testo
regolamenta il
passaggio al
digitale
terrestre. E
interviene su
concentrazione
e concorrenza
introducendo il
concetto di
sistema
integrato delle
comunicazioni
(Sic), che
comprende tv,
radio, stampa,
cinema,
Internet,
pubblicit.
Nessun
soggetto pu
avere ricavi
oltre il 20% del
totale
dellintero Sic
Diverse le
critiche e le
proteste: la
legge,
lattacco,
fotografa
senza
intervenire la
situazione del
mercato tv
dominato da
Rai e Mediaset
(mai superato il
limite del 20%)
Il testo ha
anche un iter
complesso.
Dopo il s del
Parlamento il 2
dicembre
2003, 11 giorni
dopo viene
rimandato alle
Camere dal
presidente
Ciampi con
messaggio
motivato
(legge non in
linea con la
Consulta sul
pluralismo).
poi approvato
dal Parlamento
il 29 aprile e
promulgato il 3
maggio 2004

Lobiettivo di cambiare la Gasparri per nominare il cda con regole diverse


Il leader vuole tempi brevi dopo lo stop dei partiti al piano Gubitosi

Rai, il premier pronto a un decreto


Matteo Renzi non lo ha
mai detto ufficialmente. E nessun governo prima dellattuale
lo ha mai fatto. questa la speranza alla quale si attaccano i
partiti per non perdere il loro
potere ultraventennale in Rai.
Gi, non mai accaduto che
un esecutivo fosse costretto alluso del decreto per cambiare
la governance del servizio
pubblico radiotelevisivo e
spazzare via le forze politiche
dalla tv di Stato a cui sono abbarbicate. Non ci sono i presupposti di urgenza, spiegano
quelli che si oppongono a una
simile ipotesi. E aggiungono:
Il presidente Sergio Mattarella, custode inflessibile della
Costituzione, non potr mai
controfirmare un simile provvedimento.
Sar anche cos, ma chiss
perch Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai, in perenne lotta con i partiti e i partitini,
convinto che sar questa larma finale del premier per ottenere la liberazione di viale
Mazzini. Ed effettivamente altra strada non c.
Il Consiglio damministrazione della tv di Stato scade ad
aprile, di prolungamento in
prolungamento in prolungamento pu arrivare fino a giugno. E per il Parlamento, i cui
tempi biblici sono noti, significa che anche il prossimo Cda
verr nominato con la legge
Gasparri. Unipotesi, questa,
che Renzi non vuole assolutamente perch se c una cosa
che il presidente del Consiglio
non vuole assolutamente
protrarre la tirannia dei partiti
su Viale Mazzini: Dobbiamo
sottrarre la Rai alle forze politi-

ROMA

che, il suo ritornello. E non


un modo di fare facile propaganda. Il premier sinceramente convinto che cos non
si pu andare avanti.
Del resto, c unimmagine,
plateale, che lo ha colpito e lo
ha vieppi convinto ad andare
avanti: il voto unanime della
commissione di Vigilanza Rai
contro il piano Gubitosi. Giusto
o sbagliato che sia quel progetto, era un tentativo di svincolare lazienda dai partiti, e il fatto
che tutte le forze politiche, gril-

Il nodo Quirinale
Lesecutivo aspetta di
capire se potr esserci il
via libera del Colle per
evitare il disegno di legge
lini inclusi, lo abbiano respinto, lo ha fatto riflettere su quali
siano i rapporti tra informazione televisiva e partiti e su quali
indistricabili intrecci si siano
creati negli anni, anzi, nei decenni. Un decreto tra marzo e
aprile risolverebbe la questione. Certo, il problema dei requisiti richiesti c. Perch non
sono i cittadini a essere interpellati sul problema, quei cittadini che sentono gravare il peso dei partiti sulla Rai come in
altre aziende pubbliche. Ma
riaffidare la scelta dei membri
del Consiglio damministrazione alla Commissione di vigilanza Rai e ridar loro gli stessi
poteri che hanno ora significherebbe inchiodare Viale
Mazzini al passato.
Almeno cos la pensa Renzi,
che vorrebbe una governance

della Rai sottratta non solo ai


partiti, ma anche al governo.
La sua idea, nota: quella di
un Cda pi snello, composto
solo da cinque membri e con
poteri limitati (nominati da
una Fondazione e non pi dalla
Commissione di vigilanza Rai),
di un amministratore delegato
e di un direttore generale operativo.
Il premier ogni volta che pu
continua a ripetere che questo un tema non pi rinviabile, che si tratta di una scommessa importante, ossia quella di rendere la televisione di
Stato unazienda innovativa,
anzi, la pi innovativa dEuropa
per lofferta culturale che in
grado di dare.
Il discorso che fa il premier
questo: Linformazione un
bene comune e come tale va

In piazza
Lapprovazione
della legge
Gasparri fu
accompagnata
da diverse
manifestazioni
di piazza della
sinistra
parlamentare e
dei movimenti,
che diedero
vita anche a
girotondi di
protesta in
tutta Italia. A
destra, quella
dellUlivo a
piazza Navona,
a Roma, il 22
luglio 2003
(Di Vita)

trattato. Il che vuol dire che


per arrivare allobiettivo ci si
pu spingere anche fin dove
nessuno arrivato, ossia a un
decreto. Nel quale ci sarebbe,
ovviamente, anche il dimezzamento del canone, che la tassa pi evasa dagli italiani.
un tema molto difficile,
ammette linquilino di Palazzo
Chigi quando si lascia andare
con i suoi. Ma subito dopo aggiunge, con il piglio che gli
abituale: Per nessuno deve
provare a fermare le riforme,
perch questo Paese deve andare avanti, non pu restare
fermo a ventanni fa.
I pi cauti consigliano al premier maggior prudenza. Gli
suggeriscono la strada del disegno di legge. In questo modo
si arriver a settembre, prolungando artificialmente la vita

7
i consiglieri
che fanno
parte del Cda
della Rai.
Il progetto
del premier
quello di un
Cda pi snello,
composto
da 5 membri

dellattuale Consiglio damministrazione, com gi successo


in passato.
Ma il premier sa bene quali
sono i tempi parlamentari. Ormai ha capito che settembre
vuol dire dicembre, se non addirittura febbraio. E, soprattutto, ha ben capito che i partiti
sono divisi, dentro e tra di loro,
su tante cose, dal Jobs act alla
riforma costituzionale, dallItalicum alla riforma della Pubblica amministrazione, ma su un
punto sono uniti, senza tentennamenti e divisioni: la Rai.
Ognuno vuole avere un suo
pezzettino di potere l... o ben
di pi. E non lo vuole mollare,
lironico commento di Renzi.
Ma il premier lo ha detto tante
e tante volte: La mia sar una
legislatura sotto linsegna delle
riforme e questa spinta non si
fermer mai. Per niente per
nessuno. chiaro che ufficialmente il governo non dir ancora nulla finch non avr il via
libera del Quirinale. Ma il decreto sulla riforma che svincola
la Rai dalle forze politiche e
cancella per sempre la legge
Gasparri sar la prima vera partita di Sergio Mattarella. Vorr
giocarla, o preferir lasciare la
palla al Parlamento, che potrebbe acconciarsi a un iter
lungo e complicato, dallesito
incerto? Renzi pronto a qualsiasi evenienza, perch convito che in casi come questi lultima parola spetti al presidente,
ma qualsiasi sia la strada che
Mattarella sceglier, il premier
sembra determinato a fermare chi prova a frenare le riforme.
Maria Teresa Meli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

Partono nuovi contratti e liberalizzazioni


Renzi: ho rottamato articolo 18 e precari
Lavoro stabile per 200 mila co.co.pro.. Oltre alle misure del Jobs act, interventi su notai e farmacie
La riforma
Il Jobs act
stato attuato
con diversi
provvedimenti
legislativi varati
tra il 2014 ed il
2015
Una prima
parte della
riforma
contenuta nel
decreto Poletti,
entrato in
vigore nel
maggio 2014
La seconda
parte (e anche
la principale)
una legge
delega
approvata alla
Camera il 25
novembre e al
Senato (con
voto di fiducia)
il 3 dicembre

ROMA La sua lettura diversa da

quella dei sindacati, da coloro


che prevedono minori garanzie
per i lavoratori. Per Matteo
Renzi vero esattamente il
contrario, le norme varate saranno un volano per creare
nuova occupazione: in qualche modo, secondo lui, una
giornata storica, attesa da troppi anni, attesa soprattutto da
unintera generazione che ha
visto la politica fare la guerra ai
precari, ma non al precariato.
Noi rottamiamo un certo modello di diritto del lavoro e larticolo 18, i co.co.co. e
co.co.pro., scrostiamo le rendite di posizione dei soliti noti,
dopo un anno esatto di governo non avremmo pensato di
essere arrivati a questo punto.

Dopo il Cdm
Al termine di 5 ore di Consiglio dei ministri, con il varo dei
decreti attuativi della riforma
del lavoro, Renzi raggiante,
una generazione, quella di
tutte le persone legate a forme

di contratto poco stabili che


vengono abolite, vede finalmente riconosciuto il proprio
diritto ad avere tutele maggiori. Parole come mutuo, ferie,
buonuscita, diritti entrano nel
vocabolario di persone finora
escluse. Non solo, secondo il
premier le norme appena attuate permetteranno di attirare
investimenti, interni e stranieri: Ora non esiste pi alcun
alibi, nessuno potr dire che
assumere in Italia non conveniente, la volta buona, ora o
mai pi, e inoltre 200 mila
lavoratori parasubordinati passeranno a tempo indeterminato. E grazie alle garanzie della
nuova Naspi, altra novit introdotta, nessuno resta pi solo
quando perde il lavoro o viene
licenziato. Renzi respinge le
critiche che riguardano lapplicazione delle nuove norme anche ai licenziamenti collettivi,
la vede in un altro modo, questi provvedimenti si occupano
di assunzioni collettive, questo
un Paese che guarda al futu-

ro, che sta ripartendo, i decreti


approvati servono a fare assunzioni collettive, non licenziamenti collettivi.

che fissavano il calendario per


arrivare alle fatture elettroniche, primo passo per il superamento dello scontrino fiscale.

Concorrenza

Le tutele crescenti

Insieme allintroduzione del


nuovo contratto a tutele crescenti e dei nuovi ammortizzatori, il governo ha approvato
anche un ddl sulla concorrenza
che tocca in primo luogo le regole di professioni come i notai. Un esempio su tutti: non si
dovr pi andare dal notaio per
transazioni sotto i 100.000 euro. Pi che liberalizzazioni direi tentativo di attaccare alcune
rendite di posizione, si semplifica la vita dei consumatori,
dir Renzi.Interventi sulle farmacie ma salta la norma che
prevede la vendita dei medicinali di fascia C in luoghi diversi. Rinvio, come annunciato,
anche per il riordino del sistema portuale e per pacchetto di
misure fiscali: bisogner attendere ancora per le norme sul
nuovo catasto, ma anche quelle

Il cardine dei nuovi provvedimenti il nuovo contratto a


tutele crescenti, che scatter
dal primo marzo, prevedendo
che in caso di licenziamento la
regola generale sia lindennizzo economico e limitando fortemente i casi di reintegro nel
posto di lavoro. Dal 2016 invece prevista leliminazione delle
cosiddette collaborazioni a
progetto, co.co.pro.

166
i voti favorevoli
al governo
(era posta la
questione di
fiducia) al
Senato sul Jobs
act. Su 279
votanti 112 no
e un astenuto

Gli ammortizzatori
Vengono rimodulati anche
gli ammortizzatori sociali, il
cosiddetto Dis-Coll sar lindennit di disoccupazione per
i collaboratori che hanno almeno 3 mesi di versamenti dei
contributi e avr una durata pari alla met dei mesi di versamento e non superiore ai sei
mesi. Altra novit la Naspi, che

rispetto alla Aspi durer pi a


lungo, un sussidio pari alla met dei periodi contributivi degli
ultimi 4 anni, in sostanza non
sar mai superiore ai 2 anni.

Le reazioni
La direzione quella giusta, il commento di Confindustria. Al contrario, per la leader della Cgil Susanna Camusso, il governo va nella direzione sbagliata: Lunico
risultato sar quello di aver liberalizzato i licenziamenti, di
aver deciso che il rapporto di
lavoro sia frutto di una monetizzazione crescente.
Critiche che arrivano anche
dalla minoranza pd, con Stefano Fassina che accusa: Si torna agli anni 50, tutta propaganda, sar contenta la troika.
Renzi fa spallucce e guarda
avanti, sul ddl sulla concorrenza conclude: In Parlamento
sfideremo la resistenza delle
lobby.
Marco Galluzzo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alla Camera
la minoranza
pd uscita
dallAula: il
testo stato
approvato con
316 s. Al
Senato i
democratici
critici hanno
precisato di
aver sostenuto
il governo per
senso di
responsabilit
A fine
ottobre anche
la Cgil aveva
contestato il
provvedimento
con una
manifestazione

Tutele e licenziamenti

Stop ai co.co.pro.

Pacchetto di liberalizzazioni

Le professioni

Introdotto il contratto a tutele crescenti.


Si applica solo ai neoassunti e prevede
una nuova disciplina dei licenziamenti:
per quelli ingiustificati non ci sar il
reintegro ma un indennizzo economico
legato allanzianit di servizio. Il reintegro
resta per licenziamenti discriminatori o
disciplinari (solo se il fatto non sussiste)

I contratti a progetto potranno essere


stipulati solo fino alla fine dellanno: da
gennaio 2016 stop ai co.co.pro. in
attesa di una ridefinizione (restano
salve alcune eccezioni e quelli in
essere possono proseguire fino alla
loro scadenza). Resta il tetto di 36 mesi
per i contratti a tempo determinato

Approvato anche un pacchetto di


liberalizzazioni, che riguarda diversi
settori, dalle assicurazioni ai fondi
pensione, fino alle comunicazioni.
Introdotte norme per superare la
regolamentazione dei prezzi di energia
elettrica, gas e carburante. Maggiori
obblighi di trasparenza per le banche

Le norme sulla concorrenza


riguardano anche le professioni. Per i
notai, vengono ridotti gli atti per cui
richiesta lautentica, che in certi casi
potr essere concessa da altri
soggetti. Introdotto, per gli avvocati, il
lobbligo di presentare un preventivo.
Novit anche per ingegneri e farmacie

A favore / Limprenditore Marco Giovannini

Contro / Il presidente della commissione Lavoro Cesare Damiano (Pd)

Una rivoluzione, ora tocca a noi


Dobbiamo assumere i giovani

Tenere i licenziamenti collettivi


stato un errore politico

Imprenditore
Marco
Giovannini , 58
anni, patron di
Guala Closures,
specializzata
in chiusure
per bevande

MILANO Marco Giovannini stappa lo


champagne. Era pi di 20 anni che
aspettavo un cambiamento, afferma
limprenditore alla guida di Guala
Closures, tra i principali produttori
mondiali di chiusure per bevande, 500
milioni di fatturato e 25 fabbriche, di
cui 4 in Italia, dove impiega circa 600
dipendenti su 4 mila totali.
E la volta buona per far ripartire
loccupazione e il Paese?
Il Jobs act va nella direzione giusta,
anche se non perfetto.
Che cosa manca?
Serve flessibilit estrema, la vera
globalizzazione ha scardinato le regole
del mercato del lavoro pi che incidere
sulla produzione. A Hong Kong i turni
sono di 12 ore. A San Francisco, a
Twitter, si lavora 24 ore al giorno. Ma
preferisco vedere il bicchiere mezzo
pieno.
Quindi comincerete ad assumere?

Noi imprenditori ora dobbiamo avere


il coraggio di assumere i giovani e
investire su una forza lavoro che accetti
le nuove regole della competitivit. In
ogni caso la riforma ha prodotto tre
grandi rivoluzioni.
Quali?
Il superamento dellarticolo 18, una
norma vecchissima e senza senso nel
panorama mondiale, incomprensibile
agli investitori stranieri. La seconda?
Lintroduzione del contratto a tutele
crescenti, anche se poteva essere fatto
meglio. Infine lintervento sulle
mansioni, con la possibilit di ridurle.
Io sono diventato un caso in Europa per
aver demansionato 10 impiegati (su 20
coinvolti), convincendoli a convertirsi
in operai per conservare il lavoro in
seguito a una ristrutturazione nel 2009.
Giuliana Ferraino
@16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA Una scelta politica sbagliata.

Deputato
Cesare
Damiano, 66
anni, ex ministro,
presiede la
commissione
Lavoro della
Camera

deluso Cesare Damiano, presidente


della commissione Lavoro della
Camera ed esponente della sinistra Pd,
per la decisione del governo di non
togliere i licenziamenti collettivi dal
Jobs act.
Renzi non ha tenuto conto del vostro
parere e di quello del Senato che
chiedevano di lasciare il diritto al
reintegro sui licenziamenti collettivi.
Un errore, questo, che il governo fa
nonostante i pareri convergenti delle
Camere e senza tenere in alcun conto
che tutto il Pd nelle due commissioni
ha votato per togliere i licenziamenti
collettivi dalla riforma.
Con quali argomenti?
Perch sui licenziamenti collettivi
rischia di aprirsi subito un contenzioso
davanti alla magistratura. Nei collettivi
infatti emerger in maniera evidente
quella divisione strutturale tra vecchi e

nuovi assunti che percorre tutto il Jobs


act. Nel caso di licenziamenti collettivi
illegittimi, il giudice dovrebbe ordinare
il reintegro nel posto di lavoro di coloro
che sono stati assunti prima della
riforma mentre per quelli presi col
contratto a tutele crescenti basterebbe
lindennizzo economico.
Si aspettava pi considerazione dopo
la ritrovata unit del Pd sullelezione
del capo dello Stato?
S, c delusione anche da questo
punto di vista. Purtroppo siamo tornati
indietro.
Che succeder con questa riforma?
La bont del contratto a tutele
crescenti per le nuove generazioni
dipender dalla risposta a una
domanda: baster a ottenere un mutuo
in banca? Se s, avremo fatto un buon
lavoro, altrimenti no.
Enrico Marro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

4
.

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

5
.

Primo piano Il governo


LA RIFORMA LE ULTIME NOVIT

LAVORO

COME CAMBIERANNO I CONTRATTI

Il commento

Le nuove regole
e la sfida sulla qualit
SEGUE DALLA PRIMA

Oggi, ogni 100 nuovi assunti, solo 15 lo sono a tempo indeterminato mentre i
restanti 85 entrano con le
pi diverse forme di precariet, col contratto a termine a fare la parte del leone.
Nel 2015, invece, col nuovo
contratto a tutele crescenti
introdotto dal Jobs act, che
permette di licenziare quasi
sempre dietro indennizzo,
e soprattutto gode degli
sgravi fino a 8.060 euro (per
tre anni), si dovrebbe assistere a un boom di questi
nuovi rapporti di lavoro. Per
le aziende, di regola, non ci
sar infatti un contratto pi
conveniente di quello a tutele crescenti. Non solo.
La riforma Renzi-Poletti,
a differenza di quella Monti-Fornero che per prima intacc il tab dellarticolo 18
(diritto al reintegro), arriva
alle soglie di una probabile
ripresa delleconomia anzich nel pieno della crisi pi
grave del Dopoguerra. Insomma, ragionevole pensare che pian piano gli occupati aumentino e che il
contratto a tutele crescenti,
gi nel 2015, si affermi come il canale di assunzione
preferito dalle imprese. Tra
laltro, con il non trascurabile effetto di un miglioramento della produttivit.
Tutto ci dovrebbe incentivare il governo a proseguire
sulla strada del Jobs act,
probabilmente prorogando
gli sgravi ora previsti solo
per le assunzioni fatte nel
2015.
Ma la scommessa non riguarda solo linnesco di un
circolo virtuoso per leconomia. Riguarda anche il
miglioramento delle condizioni delle persone. Renzi
ha voluto questa riforma
non solo per spingere le
aziende a investire, ma anche, come ha spiegato lui
stesso, per dare ai giovani
una condizione di stabilit
lavorativa (che non significa un posto per sempre),
dalla quale dipende la stessa prospettiva di vita. Il
punto allora come verr
considerato dalla societ il
nuovo contratto, che nominalmente a tempo indeterminato a tutele crescenti. Si affermer nei fatti come una forma sostanzialmente stabile e quindi
utilizzabile, per esempio,
per ottenere un mutuo oppure verr sfruttato come
una parentesi dalla durata
incerta di cui approfittare
per fare il pieno degli sgravi
senza credere in una nuova
prospettiva di qualit del lavoro? In questultimo caso,
sarebbe una grande occasione sprecata.
Enrico Marro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quattro i decreti
attuativi sul Jobs act
passati ieri in Consiglio
dei ministri. Due varati
in via definitiva, due
vanno ora alle Camere
per il parere
Tutele crescenti

Ammortizzatori

Restano i licenziamenti
A maggio arriva la Naspi
Indennizzo fino a 24 mesi Resta la cassa a zero ore

300
milioni, il fondo
Asdi per chi
non trova
lavoro dopo la
disoccupazione

Dal primo marzo diventa operativo il


contratto a tutele crescenti. Come
funzioner? Il reintegro nel posto di
lavoro da parte del giudice rester
possibile solo in caso di licenziamento
discriminatorio, cio quando il
lavoratore viene allontanato per motivi
religiosi o politici. E per una categoria
molto limitata di licenziamenti
disciplinari, quelli che dipendono dal
comportamento del lavoratore: e cio
quando in tribunale si dimostra che il
fatto materiale contestato al lavoratore
stato inventato dallazienda. Niente
pi reintegro, invece, per i licenziamenti

disciplinari normali e soprattutto per


quelli economici, cio legati al cattivo
andamento dellimpresa. In questi casi ,
ci potr essere solo un indennizzo in
denaro che salir in parallelo con
lanzianit di servizio. Sar crescente,
appunto, ma in ogni caso non potr
superare le 24 mensilit.
Il contratto a tutele crescenti si potr
usare solo per le nuove assunzioni: non
solo i giovani al primo impiego ma
anche chi cambier lavoro dal primo
marzo in poi. Nulla cambia, almeno per
il momento, per chi ha gi un contratto
a tempo indeterminato.

Partir dal primo maggio la Naspi, la


nuova assicurazione sociale per
limpiego, un sussidio per tutti i
disoccupati involontari, cio quelli che
perdono i lavoro perch licenziati o per
chiusura dellazienda. La durata
massima della Naspi di 24 mesi, che
per scendono a 18 dal 2017.
Lammontare massimo dellindennit
di 1.300 euro ma, dopo i primi 4 mesi,
la Naspi viene ridotta del 3% al mese. Il
pagamento del sussidio condizionato
alla partecipazione a programmi di
politiche attive, cio corsi di formazione
e riqualificazione che possono portare

anche ad unofferta di lavoro. Viene


introdotto in via sperimentale, solo per
questanno, anche lAsdi, lassegno di
disoccupazione di 6 mesi che verr
riconosciuto a chi, scaduta la Naspi,
non ha trovato impiego. Verr erogato
fino ad esaurimento dei 300 milioni del
fondo. Il Dis-Col si applica invece ai
collaboratori che perdono il lavoro, per
un massimo di 6 mesi. Rinvio per il
decreto che avrebbe dovuto introdurre
il principio del bonus malus per la cassa
integrazione (contributi maggiorati per
le aziende che la usano di pi) e la
cancellazione di quella a zero ore.

200

Parasubordinati

mila i co.co.co
e co.co.pro che
diventerebbero
a tempo
indeterminato

Spariscono i co.co.pro
Congedo anche ai precari
C il cambio di mansione Coperture solo per il 2015

36

Non sar pi possibile stipulare un


co.co.pro, un contratto di
collaborazione a progetto. Il blocco non
scatta dal primo marzo, bisogner
aspettare un paio di mesi perch il
decreto che regola la materia era al
primo passaggio in Consiglio dei
ministri e adesso va in Parlamento per
il parere delle commissioni.
Cosa succeder, invece, ai co.co.pro in
essere? Niente fino alla fine dellanno.
Dal primo gennaio del 2016 sar
possibile convertire in contratto a
tutele crescenti le collaborazioni
finte, secondo una serie di criteri

mesi la durata
massima
del contratto
a termine,
nessuna
modifica

Maternit

indicati dal decreto come il contenuto


ripetitivo e lorganizzazione dei tempi e
dei luoghi di lavoro. Per far questo,
per, sar necessario rivolgersi a un
giudice che accerti lesistenza dei
parametri. Resteranno fuori alcuni
settori, come le societ sportive o i call
center, dove c uno specifico accordo
di settore. In caso di riorganizzazione
aziendale le mansioni dei lavoratore
possono essere modificate: si pu
scendere al massimo di un livello a
parit di stipendio, ma perdendo le
indennit legate alla mansione
precedente.

La tutela della maternit viene


garantita anche ai precari il cui datore
di lavoro non versa i contributi. Si
allunga il periodo durante il quale sar
possibile usufruire del congedo
parentale, il periodo che i genitori
possono chiedere per stare a casa con i
figli. Il congedo con stipendio al 30%
sar possibile fino a quando il bambino
compir 6 anni, contro i 3 di adesso. Il
congedo a stipendio zero, invece, sar
utilizzabile fino a quando il bambino
compir 12 anni, contro gli 8 di adesso.
Non cambia la durata massima del
congedo, sempre 6 mesi. Qualche

modifica anche per la maternit


obbligatoria. In caso di parto anticipato
rispetto alla data comunicata
preventivamente allInps, i giorni non
goduti potranno essere recuperati
dopo la nascita del bambino. Nei
cinque mesi di astensione non si
conteranno nemmeno i giorni in cui il
neonato stato ricoverato in ospedale.
Tutte queste norme si applicano, in via
sperimentale, solo per il 2015. Per
estendere la durata servono altri soldi.

Testi a cura di
Lorenzo Salvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tra Assisi e lEmilia: vita da restauratrice a progetto


Storia di Giulia: ho visto per anni colleghe schiacciate da consulenze e micro ingaggi
MILANO Ha visto colleghe andare avanti,
per anni, con contratti a progetto firmati sempre per le stesse aziende e ditte appaltatrici. Senza prospettive di
crescita, carriera e maternit neanche
a parlarne. Lei per ha scelto unaltra
strada e qualche mese dopo il diploma, annusata laria che si respirava nel
settore del restauro, ha deciso di aprire
una societ tutta sua insieme alla compagna con cui ha condiviso il percorso
di studi allIstituto superiore per la
conservazione e il restauro.
Giulia Pompa, 30 anni di Roma, ha
ritoccato la Madonna dellAracoeli,
ha lavorato sui dipinti di Aristide Sartorio, nei cantieri della Basilica di Assisi e in questi giorni impegnata in un
lavoro certosino di conservazione e catalogazione delle opere danneggiate

Giulia Pompa mentre ritocca un dipinto


di Giulio Aristide Sartorio

dal terremoto del 2012 in Emilia Romagna. Tele, sculture e candelabri recuperati dalle chiese distrutte dal sisma spiega con lentusiasmo di chi ama il
suo lavoro - sono stati trasferiti in un
centro di raccolta per la messa in sicurezza e la conservazione. E in questi
giorni sono l. Un mestiere non facile,
quello della restauratrice. I lavori pi
grossi durano al massimo uno o due
anni ma nella stragrande maggioranza
dei casi - precisa - sono richieste collaborazioni di pochi mesi. Una volta ho
firmato un contratto a progetto di appena tre settimane. Ma Giulia, che
pur di vincere il concorso pubblico per
entrare allIscr, ci ha provato pi volte,
non si fatta demoralizzare dal precariato. Durante i quattro anni di studi
ho avuto la fortuna di lavorare su opere

pubbliche di grande prestigio, lAracoeli, Assisi - aggiunge - ma appena ho


conseguito il diploma, dopo i primi
contratti a progetto, ho deciso di aprire una societ tutta mia con Martina.
E dopo qualche anno la Ma.Co.Re
(sta per manutenzione conservazione
e restauro ci tiene a specificare lei)
arrivata a lavorare fino in Francia.
Il Jobs act? Non ho avuto neanche il
tempo di leggere gli ultimi aggiornamenti della riforma - spiega - ma giusto mettere un po di ordine ai contratti
di lavoro. In passato c chi se n approfittato. Io ho preso unaltra strada e
il lavoro non lo aspetto, me lo vado a
cercare.
Corinna De Cesare
corinnadecesare
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

6
.

Primo piano Il governo


IL PROGETTO IN PARLAMENTO

CONCORRENZA

SPESE, ASSICURAZIONI, ACQUISTI: QUALI NOVIT

Il commento

Ricominciare
dal mercato
SEGUE DALLA PRIMA

ositiva la volont di riportare nel dibattito politico e culturale parole come


concorrenza e liberalizzazioni che erano andate perdute negli ultimi anni. E sar
necessario leggere con attenzione il provvedimento. Ma
gi scorrendo la bozza del disegno di legge (ddl), c da
chiedersi come mai siano stati
esclusi, ad esempio, dalla liberalizzazione i farmaci di fascia
C. Vale a dire quelli destinati
alla cura di patologie di lieve
entit, medicinali non essenziali e comunque non salvavita. difficile comprendere
che cosa possa distinguere un
giovane farmacista che lavora
in un supermercato dal suo
collega impiegato presso una
farmacia.
Lelenco delle misure non
comprese nel ddl, poi, lungo. Si va dallagenda digitale,
allapertura alla concorrenza
nei trasporti locali, al superamento del servizio universale
affidato alle Poste, ai provvedimenti per porti e aeroporti, al
commercio. Contemporaneamente, va detto, ci sono alcune indicazioni importanti e
primi interventi in settori come energia e professioni.
La scelta di permettere ai
capitali di entrare nelle farmacie e leliminazione del tetto
alle licenze dovrebbe agevolare il superamento di quella logica del piccolo bello che
da opportunit spesso si trasformato in autentica ideologia del non voler crescere.
Tanto pi che analoga direzione di marcia la si indica per gli
avvocati.
chiara lintenzione di permettere una maggiore concorrenza nei servizi e nelle
professioni dando spazio al
mercato. Categorie che in passato si sono sentite attaccate
da provvedimenti simili e che
potrebbero per reagire portando le loro ragioni in fase di
discussione parlamentare.
Sono immaginabili le resistenze che si troveranno nel
rendere operative le norme
che riguardano le polizze auto, forse il capitolo pi corposo del provvedimento. Si prevedono sconti significativi
se lautomobilista accetta di
sottoporre se stesso e la propria vettura a maggiori controlli, o se si sceglie di utilizzare in caso di incidenti officine convenzionate.
Si vedr in Parlamento se al
coraggio del governo seguir
anche lazione imponendo rapida attuazione a quanto rimasto nel disegno di legge.
Per contribuire cos a smantellare la ragnatela di regole, leggi e consuetudini che impediscono e soffocano liniziativa
privata nel nostro Paese.
Daniele Manca
daniele_manca
RIPRODUZIONE RISERVATA

Via libera al disegno


di legge sulle
liberalizzazioni
Il provvedimento
riguarda diversi settori
tra cui banche,
farmacie ed energia
Assicurazioni

Comunicazioni

Portabilit sui fondi pensione Il gestore si cambia online


Ecco gli sconti sulla Rc Auto Telefonini, pi trasparenza

100
mila euro il
tetto massimo
per gli atti
immobiliari
senza notaio

3,3
per cento
la stima di
crescita del Pil
in 5 anni con le
liberalizzazioni

1,6
per cento
calo dei prestiti
bancari al
settore privato
nel mese di
dicembre

4
il tetto
di licenze, che
stato abolito, in
capo a un unico
farmacista

Ridurre i costi per lassicurato, ridurre le


frodi. Il pacchetto di norme sulle polizze
Rc Auto occupa met del disegno di
legge sulla Concorrenza. Diventa
obbligatorio anche per gli intermediari
luso del preventivatore dellIvass. La
compagnia obbligata a concedere
sconti (in valore assoluto o
percentuale) se il cliente sottoscrive
alcune clausole: la preventiva ispezione
del veicolo, la presenza della scatola
nera e dei meccanismi che bloccano il
motore per elevato tasso alcolemico, la
rinuncia alla cedibilit del diritto al
risarcimento dei danni da sinistro
stradale, laccettazione preventiva del
risarcimento in forma specifica,

acconsentendo cos che la riparazione


avvenga presso officine e carrozzerie
convenzionate con la compagnia,
oppure la possibilit di rivolgersi a
qualsiasi autoriparatore, consentendo
una verifica preliminare sugli interventi
prima della riparazione. Altre norme
riguardano lobbligo di indicare i
testimoni, in caso di incidenti con soli
danni alle cose, non oltre il momento
della denuncia. Per i fondi pensione c
la portabilit dei propri contributi
pensionistici, eliminando la possibilit
per i contratti di lavoro nazionali di
inserire vincoli e condizioni. Il fondo
potr trovare sottoscrittori anche fuori
dalla categoria di riferimento.

Poste e Energia

Per favorire la mobilit della domanda


nei mercati della pay-tv, della telefonia
fissa e mobile e di Internet, vengono
semplificate le procedure di
identificazione dei clienti per la
migrazione e viene prevista la
trasparenza sulle penali in caso di
recesso anticipato dal contratto. Si
prevede in particolare che la durata
massima del contratto in caso di
offerte promozionali non possa essere
superiore a 24 mesi e che, in caso di
risoluzione anticipata, si applicano i
medesimi obblighi informativi e i
medesimi limiti alle spese e/o penali
per il consumatore previste per il
recesso, nonch la proporzionalit

delleventuale penale al valore del


contratto e alla durata residua della
promozione offerta. Si impone ai
gestori di acquisire il consenso del
cliente ai fini delladdebito del costo di
servizi in abbonamento offerti da terzi.
Le procedure di migrazione tra gestori
possono avvenire telematicamente.
Nella prima bozza del disegno di legge
cera un pacchetto di norme
sullagenda digitale che non pi
presente nellultima versione. Cos
come sono saltate le norme sulla
liberalizzazione della vendita dei
quotidiani e dei periodici nonch della
rivendita dei libri e delle loro
promozioni.

Credito

Stop allesclusiva sulle multe Un sito per confrontare i costi


Luce e gas, rinvio per le tariffe Mutui casa, polizze libere
Nella prima bozza del disegno di legge
si delineava, a partire dal 1giugno
2015 un nuovo perimetro del servizio
universale delle Poste e limmediata
apertura al mercato dei settori
precedentemente sottoposti a
esclusiva. Quel che resta di questa
normativa una novit importante: per
allargare ulteriormente la concorrenza,
viene eliminata dal 10 giugno 2016 la
riserva di Poste Italiane sulla
spedizione degli atti giudiziari e delle
notifiche di sanzione da parte della
Pubblica amministrazione, insomma le
multe. Una misura che, nella relazione
illustrativa, viene considerata
funzionale al processo di

privatizzazione di Poste in quanto


consente di rimuovere un elemento
potenzialmente distorsivo della
concorrenza la cui permanenza mal si
concilia col cambiamento connesso
con lingresso di soci privati.
Per il settore dellenergia elettrica e del
gas si rinvia al 1gennaio 2018 la
graduale eliminazione della disciplina
della maggior tutela nel mercato
domestico in virt della quale per il
consumatore che non scelga
liberamente un fornitore sul mercato
libero si sottopone ai prezzi che
vengono fissati dallAutorit per
lEnergia. Durante la transizione di
cercher di eliminare le ultime criticit.

Nel settore bancario, rimosse le norme


del disegno di legge sulla concorrenza
che nella prima bozza circolata
comprendevano anche la riforma delle
banche popolari, finita poi nel decreto
Investment compact, restano alcune
regole per garantire la piena mobilit
della domanda nel settore bancario. In
particolare vengono previste norme
come quella che prevede che i costi
delle chiamate per lassistenza ai clienti
non potranno superare le tariffe per
lordinaria chiamata urbana. Al tempo
stesso saranno introdotti strumenti di
comparabilit delle offerte di servizi:
prevista la comparabilit delle spese
relative al conto di pagamento, del

trasferimento del conto di pagamento


e dellaccesso con caratteristiche di
base.
Si prevede la creazione di un sito
Internet che dovr garantire la
trasparenza nella vendita dei vari
servizi, in analogia a quanto avviene gi
per il preventivatore delle polizza
assicurative. Quanto alle polizze
assicurative accessorie ai contratti di
finanziamento e ai mutui, si prevede
che le banche siano tenute a
sottoporre al cliente almeno due
preventivi di due differenti gruppi
assicurativi non riconducibili a banche,
istituti di credito, intermediari
finanziari.

Professioni

per cento la
riduzione della
tariffa della
luce decisa a
gennaio
dallAuthority

Taglia notai per i negozi


Farmacie e licenze, via il tetto
Il limite dei 100 mila euro Niente banco per la fascia C

0,3
per cento
il ribasso
deciso
dallAuthority
per il costo del
gas a gennaio

Per gli avvocati, il disegno di legge


elimina il vincolo di appartenenza ad
una sola associazione professionale,
introduce lobbligo di presentare un
preventivo (oggi solo su richiesta
dellassistito) e consente le societ
multiprofessionali e lingresso di soci di
capitali.
Per i notai il provvedimento elimina il
divieto di pubblicit, allarga il bacino di
competenza (dal distretto di Corte
dappello a tutto il territorio regionale) e
cancella il requisito del reddito minimo
di 50 mila euro. Vengono ridotti inoltre
gli atti per i quali richiesta lautentica
notarile e si individuano i casi nei quali

Sanit

questa pu essere concessa anche da


altri soggetti, come avvocati e
commercialisti. Sar consentito ad altri
professionisti di redigere atti per
transazioni immobiliari non a uso
abitativo sotto i 100 mila euro; si
eliminer lobbligo di atto notarile per la
costituzione di societ a responsabilit
limitata con capitale fino a 20 mila
euro; si estenderanno gli atti per i quali
il passaggio notarile potr essere
sostituito dalla sottoscrizione digitale.
Per le societ di ingegneri arriva la
possibilit di assumere commesse da
privati, cancellando una norma ormai
obsoleta..

Si riducono essenzialmente a due le


norme che toccano il settore della
sanit. La prima quella che elimina il
limite di titolarit di quattro licenze in
capo ad un unico farmacista. Laltra
quella che consente lingresso di soci di
capitale nella titolarit dellesercizio
della farmacia privata. Finisce cos nel
nulla la polemica sulla vendita dei
farmaci di fascia C presso le
parafarmacie e i corner della grande
distribuzione, con la presenza di un
farmacista laureato e iscritto allalbo,e
a totale carico del paziente. Non c pi
traccia del pacchetto di norme che
incrementava la libert di accesso dei

privati allesercizio di attivit sanitarie


non convenzionate. Ma del resto nel
disegno di legge anche venuto meno
lintero pacchetto sui porti e gli
aeroporti, che materia di una
riorganizzazione del ministero dei
Trasporti. Cos come il pacchetto di
norme sui servizi pubblici locali viaggia
gi in parte in altri provvedimenti.
sparita la parificazione del noleggio con
conducente al servizio dei taxi. Via
infine le norme su rappresentanti di
commercio e acconciatori.
Testi a cura di

Antonella Baccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

7
.

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

8
.

Primo piano Il negoziato

Bruxelles, accordo con Atene


Prestito esteso per altri 4 mesi
Entro luned i greci devono presentare la lista di riforme, come voleva Schuble
Il testo
Nellaccordo
siglato ieri sera,
si afferma, tra
laltro, che
lEurogruppo
(...) recepisce la
richiesta da
parte delle
autorit greche
di
unestensione
degli aiuti
finanziari, che
sono rafforzati
da una serie di
impegni
Questa
estensione
si legge ancora
nel testo
dar tempo di
discutere su un
futuro accordo
tra
lEurogruppo, le
istituzioni e la
Grecia

Trattativa
in corso

DAL NOSTRO INVIATO


BRUXELLES La Grecia ha accetta-

to solo quattro mesi di tempo


rigidamente condizionati al rispetto degli impegni pretesi
dalla Germania. Su questa base
lEurogruppo dei 19 ministri finanziari ha trovato a Bruxelles
laccordo di massima sul processo da seguire per estendere
i prestiti necessari al governo
di Atene per evitare linsolvenza.
Il presidente dellEurogruppo, lolandese Jeroen Dijsselbloem, ha annunciato che la
Grecia invier una prima lista
di riforme luned. Poi partir
una revisione delle condizioni, che considerer luso da
parte di Atene della flessibilit contenuta nel programma
e che va conclusa entro aprile. Nei quattro mesi di estensione dovr essere concordato
un nuovo piano di salvataggio
della Grecia.
Il ministro dellEconomia
Pier Carlo Padoan ha parlato di
tutti vincitori e di vittoria
dellEuropa. Il ministro delle
Finanze greco Yanis Varoufakis
ha sostenuto di essere riuscito
a conciliare il rispetto delle
regole e il rispetto della democrazia. Ma il ministro delle Fi-

La riunione
straordinaria
dellEurogruppo
ieri a Bruxelles:
il ministro
delle Finanze
spagnolo
Luis De Guindos
(a sinistra)
con il greco
Yanis
Varoufakis;
alle loro spalle,
la francese
Christine
Lagarde,
che dirige
il Fondo
Monetario
Internazionale
a Washington
(Reuters/
Eric Vidal)

n a n ze te d e s c o Wo l f g a n g
Schuble ha fatto capire di aver
imposto ad Atene tutte le sue
condizioni. LEurogruppo ha
specificato che la Grecia si impegna ad astenersi dal ritirare
qualunque misura o da modifiche unilaterali delle politiche e
delle riforme strutturali che
possano avere un impatto negativo sugli obiettivi di bilan-

cio, la ripresa o la stabilit, come valutato dalle istituzioni.


Schuble ha rimarcato che la
Grecia non ricever ulteriori
pagamenti fino a che il programma attuale non sar concluso con successo.
Le pressioni del presidente
della Bce Mario Draghi, che ha
fornito informazioni preoccupanti sulle possibili conse-

guenze per le banche greche di


uno stallo nei negoziati, hanno
favorito laccelerazione.
Dijsselbloem ha ritardato di
circa tre ore linizio dei lavori
per incontrare separatamente
Schuble, Varoufakis e i rappresentati della troika dei
creditori (Draghi per la Bce, il
francese Pierre Moscovici per
la Commissione europea e la

francese Christine Lagarde per


il Fondo Monetario Internazionale).
Lo scontro tra Berlino e Atene si sviluppato in relazione
allopposta linea politica della
cancelliera tedesca di centrodestra Angela Merkel rispetto
al premier greco di estrema sinistra Alexis Tsipras. Merkel ha
garantito al suo elettorato limposizione di rigidi vincoli di bilancio e misure di austerit ai
Paesi mediterranei con debiti
eccessivi. Tsipras ha vinto le
elezioni proprio promettendo
la fine delle misure di austerit
richieste dalla troika dei creditori, che ha accusato di aver aggravato la recessione e la disoccupazione impoverendo milioni di greci.
Alla fine ha prevalso il rapporto di forza e di potere. La
Germania, ormai abituata a
guidare a suon di diktat lattivit dellUe e a mettere ai vertici
delle istituzioni comunitarie
soprattutto fedelissimi di Merkel, non ha concesso quasi
nulla nellestensione di quattro
mesi. Nel successivo programma si vedr. La Grecia, superindebitata e senza alleati disposti
a scontrarsi con Berlino, ha
raccolto principalmente comprensione da ministri convinti
delleffetto fallimentare del
piano della troika nei cinque
anni di attuazione. Ma Varoufakis ha dovuto cedere.
Se il processo si concluder
come concordato allEurogruppo, verr stabilito un precedente concreto che sostanzialmente limita la sovranit degli Stati
Ue con alto debito sottoposti a
piani di salvataggio di Bruxelles.
Ivo Caizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

9
#

I ritardi, la lettera sbagliata, lintesa al ribasso


Il retroscena dellEurogruppo tra tensione e diffidenza: lincontro cominciato tre ore dopo
In serata i 19 ministri stavano ormai per rinunciare. E il responsabile greco voleva andare via
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

On avance, on
avance, on avance. Si procede, si procede, si procede. Alle otto meno cinque, plana su
Twitter il tuffo nella speranza
di monsieur Pierre Moscovici,
francese, commissario europeo agli Affari economici e finanziari. Ndo vai? gli risponde beffardo un novello Alberto Sordi che qui si presenta
come Giorgio Crippa. Ma
non la sera giusta, per lironia
romanesca.
A quellora, infatti, il panorama nella grande sala del Palazzo Justus Lipsius quello che
segue. Diciannove sedie di uno
sbiadito grigioverde, intorno a
un tavolo rettangolare (tavola
rotonda qui solo unespressione convenzionale) affollato
di bottigliette dacqua minerale
e piatti di stuzzichini e pizzette,
presto falciate come accade al
grano trebbiato dalle locuste.
Qui e l si incrociano compti i

BR UXE L L E S

Le tappe
La crisi
scoppia nel
2009. Il partito
socialista
Pasok vince
le elezioni e
denuncia
unenorme
differenza tra
le previsioni
del governo
uscente e la
realt dei conti
pubblici: il
rapporto tra
deficit e Pil al
12% (il doppio
del previsto). A
fine dicembre
arriva il primo
piano triennale
di risanamento
Nei primi
mesi del 2010
le agenzie di
rating tagliano
il giudizio sul
debito sovrano
e sulleconomia
di Atene.
Crescono i
timori di una
crisi del debito
che
coinvolgerebbe
i Paesi periferici
delleurozona.
A maggio parte
il primo
pacchetto
di aiuti.
LEurogruppo
d il via libera
a un
meccanismo
di sostegno da
110 miliardi di
euro. Atene
annuncia una
terapia da 30
miliardi di euro
Nel 2012,
dopo una
nuova tranche
di aiuti europei,
scatta anche
lhaircut,
il taglio
del debito
pubblico. La
crisi monta, la
disoccupazione
simpenna,
cresce la rabbia
contro la troika
Dopo tagli e
sacrifici, alle
elezioni del 25
gennaio 2015
i greci dicono
basta
allausterit
ed eleggono
la sinistra
radicale:
Alexis Tsipras
premier.
Comincia il
negoziato per
rivedere gli
accordi con i
creditori
internazionali

valletti con il papillon, il farfallino rosso, ma quando le porte


si chiudono il quadro si ricompone come cristallizzato. Eccolo qui, lEurogruppo: 19 uomini
e donne, politici fra i pi potenti del mondo intero, seduti
o accasciati su quelle sedie, o in
movimento felpato fra luna e
laltra, sullo sfondo di una malinconica parete di legno beige.
C Christine Lagarde, direttrice generale del Fondo Monetario Internazionale, con sciarpa zebrata e giacchetta zigrinata, spesso china allorecchio di
Wolfgang Schuble, il ministro
tedesco delle Finanze prigioniero della sua sedia a rotelle.
C Yanis Varoufakis, latletico
ministro greco, che arrivato
con una sciarpa color champagne al collo e subito ha compiuto un giro quasi danzante di
strette di mano, compto e con
un sorriso quasi beffardo. Piroettava dalluno allaltro sfoggiando un giacchino blu vagamente militaresco, con il col-

letto rigido alzato che lasciava


intravedere striscioline rosse di
stoffa, come i gradi di un capitano del Novecento: era il gran
debitore che quasi seduce i
suoi creditori, come ipnotizzati.
I 19 hanno iniziato a discutere con tre ore di ritardo, e a tarda sera sembrano scambiarsi a
vicenda il mantra della rassegnazione: Continuiamo domani, decideranno i tecnici, ne parleranno domenica i
primi ministri, ne riparleremo luned.... Doveva finire oggi. Ma oggi, stasera, la fatica
immane della diffidenza reciproca, delle parole che corrono
in fila intorno al tavolo senza

La gaffe?
Varoufakis avrebbe
inviato la copia
sbagliata della lettera
con le richieste greche

mai trovare lapprodo della


concretezza. Alle 21, per, si
fermano tutte insieme: accordo trovato, intesa al ribasso,
non altri 6 mesi ma 4 per gli ultimi aiuti alla Grecia, e poi si
vedr.
Per arrivare a questo, c voluto un copione tanto carico di
tensione quanto, a tratti, surreale. Come quando due sherpa, due consiglieri greci, fanno lo slalom sorridendo tra la
folla dei giornalisti: C la bozza del compromesso, labbiamo scritta insieme proprio con
loro, i tedeschi; ma subito dopo Varoufakis serra la mascella
quadra e tamburella forte sul
tavolo con le dita, scorrendo il
dispaccio di unagenzia di
stampa che un portavoce gli ha
messo davanti: la richiesta inviata dal governo greco allEurogruppo solo un cavallo di
Troia, avrebbe detto arrivando al Justus Lipsius il ministro
austriaco delle finanze Hans
Jrg Schelling. E lavrebbe detto

1,5
miliardi di euro:
la rata del
rimborso che
il governo
greco deve
dare al Fondo
Monetario
Internazionale
a marzo

6,5
miliardi di euro:
i pagamenti
dovuti
allEuropa
entro agosto.
Dal 2010 la
Grecia ha avuto
prestiti per 240
miliardi di euro

c i t a n d o u n co m m e n to d i
Schuble.
Uno degli stessi sherpa
greci che poco fa volteggiavano
sorridendo fra i giornalisti, ora
riferisce che Varoufakis l l
per piantar tutto ed andarsene. Non se ne andr: il
Grexit luscita greca dalleuro una valanga che ha
bisogno di ben altre spinte. Ma
lo stesso Varoufakis stato anche protagonista di un episodio degno del teatro di Ionesco: avrebbe inviato da Atene a
Bruxelles la copia sbagliata della lettera con le richieste greche alla Ue, depurata delle promesse pi impegnative.
Poi lavrebbe sostituita con
quella giusta: Un errore....
Alcuni ci credono, altri no. Ma
anche da distrazioni simili, oggi, pu dipendere il destino di
quella sciarada chiamata eurozona.
Luigi Offeddu
loffeddu@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le pagelle

Varoufakis, il duro

Schuble, la chiarezza

Dijsselbloem: leggero

Lo showman Scicluna

Il mediatore Moscovici

Yanis Varoufakis aveva la parte


del duro, e lha fatta bene.
Ma non Socrate, e in fondo teme
la cicuta: cio lignoto, luscita
dalleuro

Wolfgang Schuble. Naso


paonazzo e lo sguardo da mastino
di sempre, ma con il solito pregio:
parla chiaro, e per lUe un
miracolo

Jeroen Dijsselbloem. Leggero,


capelli imbrillantinati, giacchino
appeso a un solo bottone come
Renzi: nostalgia dellaustero
Juncker

Edward Scicluna. Falcone o meglio


falchetto maltese, un vero
showman: Presto le potenze
diranno ad Atene: se volete andare,
andate!.

Pierre Moscovici spesso negozia


contando sulla punta delle dita,
come al mercato. Ma stato il
mediatore attento e prudente di
sempre.
(testi a cura di L. Off.)

Lintervista

di Andrea Nicastro

Macch successo. Abbiamo


solo perso un mese. Gli obblighi per la Grecia come i debiti
sono ancora tutti l, scritti nero
su bianco. Nel frattempo per
leconomia reale si fermata.
Abbiamo perso entrate fiscali,
ritardato contratti, spaventato
gli investitori internazionali,
affossato la Borsa, fatto fuggire
capitali. Proprio un bellinizio. Adonis Georgiadis stato
ministro e portavoce nel governo di centrodestra che firm i
memorandum con la troika
che il nuovo esecutivo di Alexis
Tsipras avrebbe voluto cancellare. Non solo. Georgiadis era
ministro della Sanit quando

Lex ministro che tagli la Sanit


Ma Tsipras ha solo perso tempo
I nostri debiti sono ancora l
lEuropa chiese un taglio delle
spese mediche greche tra il 30
e il 60 per cento. Georgiadis
chiuse ospedali, introdusse il
ticket e soprattutto limit laccesso alla Sanit pubblica solo
a chi aveva un lavoro o una pensione e versava i contributi. Per
gli altri nulla. Eppure stato
uno dei pochi a metterci la faccia, ha avuto sempre la coerenza di sostenere che quei sacrifici erano indispensabili, non
solo per il totem della Finanza,
ma per smuovere il Paese dalla
sua ragnatela di assistenzialismo. Ieri sera, guardando in tv
le dichiarazioni dei nuovi protagonisti a Bruxelles, non pote-

va che pensare avevo ragione


io.
Vede qualche miglioramento per la Grecia da questo
accordo?
Bisogner studiare bene gli
allegati, ma i cambi comera
prevedibile appaiono minuscoli rispetto allimpianto di risparmi e impegni presi in precedenza. Daltra parte stato lo
stesso ministro delle Finanze
Yanis Varoufakis a dire che Atene ha fatto i 4/5 della strada.
Nessuna differenza quindi?
Laccordo la riproposizione del memorandum. Il vocabolario pu essere un po diverso ma il nostro memoran-

dum. Tsipras e i suoi paiono


ossessionati dalla semantica.
Non gli piace chiamarli
troika per trattano con il
trio di Banca Centrale Europea,
Fondo Monetario Internazionale e Commissione Ue. Non
gli piace memorandum e lo
intitolano accordo. Che belle
conquiste.
Tempo perso?
Non per il premier Tsipras.
Lui aveva la necessit di mettere delle settimane tra la sbornia di promesse elettorali e la
firma di un documento in cui
accetta di mantenere chiusi i
cordoni della borsa. Solo cos
la memoria della gente sarebbe

Chi

Adonis
Georgiadis, 42
anni, ministro
della Sanit dal
2013 al 2014:
stato lui a
introdurre il
ticket e limitare
laccesso alla
Sanit pubblica

stata meno fresca.


Qualcuno ha notato unantipatia personale tra il tedesco Wolfgang Schuble e il
greco Varoufakis, il comunista con la sciarpetta Burberry. Pu aver ostacolato il negoziato?
Non uno scontro di personalit. I soldi non guardano
se hai o meno la cravatta. E una
scelta di spregiudicatezza politica per mantenere alto il consenso interno. La stessa dilazione di 4 mesi risponde a questo scopo.
Tsipras vuole che gli elettori dimentichino.
Ne sono convinto. La drammatizzazione dei negoziati serve a questo. A mostrare ai greci
che il governo lotta come un leone e ottiene il massimo. Peccato che lo faccia a spese del
Paese. Leconomia non ha tempo da perdere, deve riprendere
a correre.
@andrea_nicastro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

10
#

Primo piano Gli scontri a Roma

Il rifiuto dellOlanda
di rimborsare i danni
La polizia: evitati i morti
Sventato agguato romanista. Sulla fontana 110 scalfitture
Le parole

Il questore
di Roma Nicol
DAngelo ha
difeso le forze
dellordine e
detto: Io morti
non ne faccio

ROMA Il capo della polizia di


Rotterdam, Frank Paauw, annuncia: Abbiamo creato un
team di investigatori per identificare i teppisti di Roma.
Un aiuto concreto per scoprire chi ha danneggiato la Barcaccia del Bernini, ma lOlanda
non pagher i danni provocati
dagli hooligan al monumento
e per le strade della Capitale. Lo
ha confermato ieri il portavoce
dellambasciata olandese, Aart
Heering, dopo la telefonata del
sindaco Ignazio Marino che
sollecitava una presa di posi-

zione dellAia. Vi aiuteremo a


trovare i colpevoli, saranno loro a risarcire i danni, hanno
precisato dalla sede diplomatica. Un rifiuto deciso nel giorno
della vergogna nazionale olandese per quanto accaduto a Roma, mentre a Rotterdam gi si
teme la vendetta dei romanisti
nella partita di ritorno fra una
settimana contro il Feyenoord,
sebbene un capo ultr, Rob
Smit, ha avuto il coraggio di
scherzare ancora: Abbiamo
fatto pip sulla Barcaccia? Ma
Roma tutta un monumento.

Battute a parte sulla gestione dellordine pubblico che


non accenna a placarsi la polemica fra il sindaco, il questore
Nicol DAngelo e il prefetto
Giuseppe Pecoraro. Non ordino cariche a piazza di Spagna,
con i bambini che escono dagli
asili e i turisti dalla metropolitana. Abbiamo evitato i morti,
si difende proprio DAngelo rispondendo alle accuse del primo cittadino che ha preso atto del rifiuto olandese ma ha
anche annunciato che molte
aziende italiane, istituzioni e

Violenze
Lassalto degli
hooligan del
Feyenoord
nel centro
di Roma prima
della partita
(foto di Vincenzo
Tersigni/Ansa)

banche sono disponibilissime


a pagare i costi per il restauro.
Solo sulla Barcaccia ma ci
sono danni anche a Trinit dei
Monti sono state individuate 110 scalfitture di bottiglie e
petardi. Mi dispiace, capisco
lo sfogo del sindaco nel vedere
piazza di Spagna in quello stato
aggiunge DAngelo , ma
preferisco qualche segno sui
muri e un po di sporcizia alla
strage degli innocenti. E poi
noi facciamo ordine pubblico,
proteggiamo vite, non ci occupiamo di decoro. Non si trattava di 60 tifosi che volevano andare a piedi allo stadio, ma di
oltre mille hooligan: erano
ubriachi, violenti. Fuori controllo. La polizia olandese non
ci ha dato i loro nomi. E cerano
i romanisti in agguato fra piazzale Flaminio e piazza Mancini. Prima della partita polizia
e carabinieri ne hanno intercettati 600, armati con bastoni
e coltelli. Gioved notte altri 40,
fuori da un pub a Colle Oppio.
E almeno due tifosi ospiti, di 20
e 29 anni, sono stati aggrediti e
accoltellati alle 2.30 fuori da un
hotel in via dei Mille, vicino alla
stazione Termini, da giovani in
scooter. Vedette organizzate a
caccia degli ultimi ultr del
Feyenoord.
Linchiesta sugli scontri di
piazza di Spagna intanto passata al pool antiterrorismo della Procura: ai sei hooligan ancora in carcere (dopo i 23 arrestati e i 25 denunciati di mercoled sera) contestato anche il
reato di devastazione. Abbiamo pagato il nostro intervento
con 31 agenti e 9 carabinieri feriti, non condivido le critiche
di pressappochismo e sottova-

lutazione dice ancora DAngelo, investigatore della vecchia guardia romana che ha
combattuto la Banda della Magliana e risolto casi come quello di Marta Russo , scaricare
le colpe su di noi non serve a
niente. Dobbiamo fare squadra. In piazza cerano 1.800 uomini, 600 dei quali solo in centro. Comunque se mi ritengono inadeguato sono qui. Rifarei tutto quello che ho fatto.
Il Viminale sta studiando le
relazioni su quanto accaduto e
il ministro dellInterno Angeli-

La posizione dellAia
Vi aiuteremo
a trovare i colpevoli,
i risarcimenti li
chiederete a loro
Il Viminale
Il ministero avanzer
la proposta
di un Daspo europeo
per i tifosi violenti
no Alfano ha annunciato lintenzione di voler proporre in
sede europea un daspo continentale per i tifosi violenti e di
aver messo a punto la legge sulla sicurezza delle citt e sul decoro urbano. Ma proprio contro di lui si scagliano con toni
forti Lega e M5S. senza dignit, attacca Matteo Salvini e
per Alessandro Di Battista dovrebbe essere cacciato a calci.
Rinaldo Frignani
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il soprintendente

Alla Barcaccia lesioni irreparabili


Non torner pi quella di prima
ROMA stato un gesto volontario che lascer

stato
come uno
stupro. Le
bottigliate
e i calci
hanno
creato
delle
abrasioni
dove il
marmo si
polverizzato

segni permanenti, oserei dire che si trattato


dello stupro di una delle cinque piazze pi
importanti del mondo, cos Claudio Parisi
Presicce, soprintendente capitolino ai Beni
culturali, definisce i danni subiti dalla fontana
del Bernini (padre e figlio). Ieri pomeriggio
lacqua tornata a zampillare nella Barcaccia,
tra gli applausi dei romani accorsi a vedere la
fontana. Il pezzo staccato a colpi di bottiglia, 10
centimetri per 3, stato rimesso a posto dai
restauratori capitolini, ma non sar possibile
sistemare le 110 scheggiature, provocate dai
colpi di bottiglia, dai calci alla vasca e alle
sculture. Sono micro abrasioni dove il marmo
si polverizzato continua Presicce e non
sono pi recuperabili, sul travertino sono stati
sferrati colpi con notevole violenza. Nella
vasca ci sono anche le tracce di un petardo che
si spento sul marmo lasciando un segno nero
come tatuato e di una bomba carta,
spegnendo hanno sfiatato e macchiato il
marmo, spiegano gli operatori addetti alla
ripulitura. I primi interventi di restauro,
pulitura e manutenzione straordinaria
conclude il sovrintendente sono costati
entro i 10mila euro. Ma bisogna ora
quantificare il danno dimmagine alla citt e
soprattutto il danno provocato dal
deperimento del monumento, che non pi
quello di prima .
M.R.S.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

PRIMO PIANO

11

l retroscena

di Fiorenza Sarzanini

La mossa del questore sotto attacco


Il sindaco era informato del piano
La decisione di rispondere a Marino dopo i silenzi di Alfano sulla gestione degli scontri

ROMA la mossa che consente


alla polizia di uscire dallangolo, probabilmente anche di evitare i provvedimenti contro i
responsabili della sicurezza
sollecitati dal sindaco di Roma
Ignazio Marino. Il questore Nicol DAngelo ci pensa per tutta la mattina e allora di pranzo,
di fronte al silenzio del ministro dellInterno Angelino Alfano e alle voci di rimozioni imminenti, decide di passare al
contrattacco. Ne parla con il
capo Alessandro Pansa, gli
spiega che non torner indietro: Se poi sar necessario andr via, ma prima devo dire
quello che sento, devo difendere i miei uomini.
Alla fine difende anche il
prefetto Giuseppe Pecoraro, finito come lui sotto accusa per
linvasione del centro storico di

oltre 500 teppisti olandesi. Se


si escludono i sindacati, la sua
lunica voce che si oppone a
quella di Marino. E i toni non
sono affatto concilianti: Il sindaco sempre stato informato
di tutto, i suoi uffici avevano la
circolare che predisponeva i
servizi di ordine pubblico. Fino alla stoccata finale: Se si
perde, si perde insieme.
Le immagini che ancora
rimbalzano su televisioni e siti
Internet dimostrano che la
sconfitta riguarda davvero tutti. Perch i tifosi che assaltano
piazza di Spagna e la Barcaccia evidenziano errori e sottovalutazioni, rendono ben chiaro il fatto che non si sia riusciti
a controllarli e a fermarli. Dunque sono la prova che il sistema
di prevenzione non ha funzionato. Di questo adesso si discu-

te in una partita che non sembra ancora chiusa e certamente


influir sugli equilibri interni
alla polizia e al governo.
Gioved sera, dopo gli scontri, la sortita del sindaco, le accuse alle forze dellordine, Renzi va in televisione. Alfano a
Washington per il vertice antiterrorismo, parla al telefono
con Marino in un colloquio
piuttosto teso, ma decide di
non rilasciare alcuna dichiarazione. Il capo del governo stigmatizza invece il comportamento dei tifosi del Feyenoord,
poi lascia intendere che se
qualche errore stato compiuto, potrebbero essere presi
provvedimenti. Ieri mattina,
quando arriva al Viminale, il
ministro incontra Pansa. Ricostruiscono quanto accaduto, il
capo della polizia fermo nel

28
Gli arrestati
tra i sostenitori
olandesi
protagonisti
degli incidenti
a Roma

18
I feriti
tra gli uomini
delle forze
dellordine (13)
e tifosi del
Feyenoord (5)

difendere il questore.
Le voci per continuano,
sempre pi insistenti. I rapporti tra Marino e Pecoraro sono
sempre stati tesi, fino a sfiorare
lo scontro. Qualcuno ipotizza
che il sindaco possa aver chiesto proprio la sua rimozione. In
realt Pecoraro andr in pensione tra meno di un mese, appare davvero difficile che si
possa decidere di sostituirlo
proprio adesso. Del resto il Dipartimento ribadisce che il
dispositivo ha funzionato, di
fronte alla violenza degli olandesi, si riusciti ad evitare il
peggio, quindi nessuno ha
niente da pagare.
Verso le 13 DAngelo parla
con Pansa e convoca la conferenza stampa. Lappuntamento
fissato alle 15, ora dinizio del
Consiglio dei ministri. In que-

stura ci sono decine di giornalisti, anche stranieri. Lui dice


che pronto a farsi da parte, in
realt va allattacco pesante, si
capisce che sta giocando il tutto per tutto. Parla per oltre
unora e mezza, insiste a difendere loperato dei suoi uomini.
Poco dopo anche Renzi davanti ai giornalisti. Dice che
non ci sono motivi per parlare
ancora della vicenda e cos
esclude, almeno al momento,
provvedimenti contro i responsabili della sicurezza. Alfano
torna al Viminale e parla nuovamente al telefono con Marino. Nel comunicato diramato
in serata rilancia lidea di un
Daspo europeo. Sulloperato
della polizia continua invece a
rimanere in silenzio.
fsarzanini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il bilancio
1 Una prima
stima sul costo
dei lavori
effettuati ieri
per ripulire e
rimettere a
posto (anche
se non del
tutto) la
fontana della
Barcaccia si
aggira attorno
ai diecimila
euro
2 Sono state
contate circa
110 scalfitture
dentro la
fontana. Tutte
riconducibili,
secondo gli
esperti
capitolini,
ai calci e alle
bottigliate
3 I tifosi
olandesi
hanno
attaccato
decine di
adesivi con i
colori della loro
squadra e il
simbolo della
Roma (la lupa)
decapitato
4 Durante
lassalto dei
supporter del
Feyenoord
qualcuno ha
staccato dalla
vasca centrale
un pezzo di
marmo di 10
cm per 3. Il
frammento
stato
riattaccato ieri;
5 Gli esperti
intervenuti ieri
hanno
calcolato 7-8
macchie nere
allinterno della
fontana
causate dallo
scoppio dei
petardi lanciati
dagli olandesi

4
2
1

10

210

Mila Il costo
stimato
(in euro) degli
interventi di ieri

Mila Il costo
del restauro
conservativo
nel 2014

Jan, limprenditore ultr che ha pagato 45 mila euro


uno dei sette che ha gi patteggiato la condanna. Tra gli altri ci sono manager e studenti
You will never understand if you are not one of us.
Il motto ultr Se non sei
uno di noi non potrai mai capire campeggia fra i post sulla sua pagina Facebook. C anche una foto di Jan Robbert
Bijlsma, olandese di 21 anni,
seduto al tavolo di un ristorante di Campo de Fiori con tre
amici poche ore prima degli
scontri di mercoled sera.
uno dei tifosi del Feyenoord arrestati dalla polizia e rispediti
in Olanda dopo aver patteggiato la condanna, aver preso un
daspo e pagato soprattutto 45
mila euro per evitare il carcere.
Non c problema, pago ed
esco, avrebbe detto ai poliziotti che lo avevano portato in
tribunale dopo una notte in camera di sicurezza. Appunto,
nessun problema a pagare. Come lui per la polizia piccolo

ROMA

imprenditore nel settore delledilizia lhanno fatto in altri


sei. Fra loro un paio di giovani
manager di compagnie di taxi
ed ecommerce, studenti, operai generici. Molti degli hooligan che hanno devastato il centro di Roma appartengono a
qualcosa di pi della working
class europea. vero, fra i sei
arrestati di piazza di Spagna
tuttora in carcere ci sono
pregiudicati e spacciatori di
droga, ma fra i 23 bloccati prima di loro dalla polizia spiccano gli insospettabili. Tutti accomunati, anche dal desiderio
di appartenere alla nuova ondata di hooligan olandesi. Fra
chi ha tirato le bottiglie alla polizia ci sono ragazzi Wihelmus Ralph Polman, Joy
Bronkhorst, Alexander Monroolj, tutti ventenni e persone
pi grandi Michel Frank De

Wee, Raymond Wols, Tobias


Arjan Nowee, trentenni con
carriere gi avviate. Per i primi
la scorribanda romana doveva
essere una sorta di battesimo
del fuoco fuori Olanda, fra i 500
scalmanati hooligan e non
ultr, precisano gli investiga-

tori che hanno seguito il primo gruppo di vandali ubriachi


composto proprio dagli adulti
abituati a questo genere di
raid.
Non chiaro chi degli arrestati appartenesse allScf, lo
Sport Club Feyenoord che rap-

In trasferta
Jan Robbert
Bijlsma (il 2
da destra), 21
anni a Campo
de Fiori con
gli amici, tutti
tifosi olandesi

presenta il gruppo di tifosi pi


nutrito e famoso per gli scontri. Ma sembra che a Roma siano scesi in parecchi. Pagando il
biglietto della partita, quello
del charter e anche lalbergo,
quasi sempre bed&breakfast.
Cerano anche quelli della Hot
Legion. Davanti la massa di
ubriaconi, dietro gruppetti di
10-12 teppisti con il coltello in
tasca a caccia di romanisti. Loro no, non avevano alzato il gomito. A piazzale delle Belle Arti
avanzavano a piedi verso
lOlimpico guardandosi le spalle. Giubbotti di pelle, jeans,
scarpe griffate. Un operaio
qualsiasi non se li pu permettere, n qui n in Olanda, dicono i poliziotti. E fra chi ha
danneggiato la Barcaccia ci sono proprio loro.
R.Fr.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

12
.

Politica

Processi e liti interne, Berlusconi furioso


La sfida a Fitto: vediamo di cos capace

Il personaggio
Bianconi:
il nostro partito,
Silvio se vuole
si faccia il suo

Il leader irritato anche con Salvini corsaro. Oggi a Roma i Ricostruttori dellex governatore

ROMA Noi andiamo per la

Il suo umore pessimo


perch nulla va come vorrebbe,
come avrebbe sperato. E in
giornate cos chiedere a Silvio
Berlusconi di tenere la barra e
impostare una rotta definita,
che nonostante le onde altissime permetta alla nave di arrivare in porto, quasi impossibile.
nero, il leader di FI, ce lha
con tutti. Con i magistrati, dei
quali sente il fiato sul collo:
una vergogna quello che stanno facendo, continuano a perseguitarmi. E ricorrono ad ogni
mezzo, facendo tintinnare le
manette di fronte a quelle ragazze spaventate..., si sfoga in
queste ore nelle quali emergono nuovi particolari sullinchiesta Ruby ter e la richiesta di
una delle indagate, la Polanco,
di parlare con il pm Boccassini.
La paura che si apra un nuovo processo, che trascini con s
quello per il quale pende il giudizio in Cassazione il 10 marzo,

ROMA

contava ieri Berlusconi ho visto in tiv, e va riconosciuto


che proprio bravo, anche se si
vede che stanco e provato, anche per lui difficile tenere il
suo partito, sfidare le resistenze, trattare su tutto....
Lo sa bene Berlusconi perch si sente in una condizione
simile, anzi peggiore. Dicono
che, del suo partito, non sopporti pi nessuno o quasi: So-

no venti anni che lavoro io per


tutti, questa gente senza di me
non esisterebbe. E adesso che
io ho bisogno di loro, il partito
si dilania e non capace di aiutarmi, di difendermi dallassalto dei magistrati, di insorgere
per quello che mi stanno facendo, si lamenta. Anzi, tutti
si beccano e danno uno spettacolo deprimente, inguardabile, come nella lite tra Roma-

92%
gli elettori
di Forza Italia
convinti che
Berlusconi
terr le redini
del partito
(dati Ipsos)

Linchiesta Polanco a Boccassini: voglio parlare

ni e Brunetta che gli ha guastato ancora di pi lumore, pur


accogliendo la pace forzata che
i due hanno fatto con un comunicato congiunto in cui si dicono, pur nelle differenze, uniti
sotto la sua guida e sintesi e
decisi a contrastare chi invece
si sfila da questo dibattito
aperto.
Accusa chiaramente diretta
a Raffaele Fitto, che oggi a Roma terr la sua convention (la
prima di un lungo tour) con
tutti i fedelissimi e con oltre un
migliaio di dirigenti locali, amministratori, consiglieri regionali o comunali non solo pugliesi ma in arrivo da tutta Italia. Una prova muscolare
parler solo Fitto per lanciare
contenuti ma anche per ribadire tutte le sue durissime critiche anche a Berlusconi per come gestito il partito e per la
ritorsione contro di lui in
Puglia , che sconforta il leader azzurro: Io glielo darei da

Lo sfogo contro i suoi


Lex premier: senza di
me non esisterebbero e
ora si scontrano anzich
difendermi

Il patto del Nazareno


Dubbi sulla rottura del
patto, Letta e Verdini
continuano a lavorare
sottotraccia per il dialogo

il Ruby I, che torni lincubo di


una pesante condanna tanta.
E certamente conta nellatteggiamento che lex premier mostra rispetto al rapporto con
Renzi. Nei momenti di rabbia,
duro: Sono loro che devono
venire da me per scusarsi. In
quelli di sconforto, come ieri,
Berlusconi con i suoi confessa
che aver rotto cos drasticamente il patto del Nazareno
pu essere stato un errore: in
tanti mi hanno spinto a farlo,
ma dovevamo essere pi prudenti... Il dialogo conviene a
Renzi ma conviene anche a noi,
spezzare del tutto il filo non
utile....
Conoscono bene i suoi sbalzi
di umore e di intenzioni Letta e
Verdini, che continuano a lavorare sottotraccia per verificare
se sia possibile ricostruire sulle
macerie un qualche rapporto
con Renzi. Quel Renzi che, rac-

guidare il partito, vediamo se


ne resta qualcosa..., si sfoga,
per poi ripassare al contrattacco: Li faremo i congressi, e vediamo se questo signore ne
vince uno... In Puglia fa il capo
assoluto, e poi viene a chiedere
democrazia a noi? Gliela faremo assaggiare un po di democrazia, e vediamo chi vince....
E non va meglio a guardarsi
attorno: Salvini si sta comportando malissimo: totalmente
inaffidabile, non mi piace il
modo corsaro e avventuroso
con cui si muove. Ha un grosso
limite, non ha lambizione che
deve avere un leader di costruire alleanze e far vincere il centrodestra. Quel compito che
ancora immagina come il suo,
se solo non apparisse cos difficile, quasi impossibile in giornate cos.
Paola Di Caro

Il caso

Dallex premier 15 mila euro al mese a Minetti


MILANO Nicole Minetti (Photo Masi),
condannata nel processo Ruby in
Appello, sembra continuare a ricevere
circa 15 mila euro al mese, come
parrebbe da alcuni documenti bancari
e dalle parole del teste Giuseppe
Spinelli (il tesoriere personale di Silvio
Berlusconi). Marysthell Polanco, una
delle ragazze ospiti alle feste di Arcore,
lancia invece segnali difficili da

interpretare (voglia di raccontare


verit sinora celate o di ribalta sui
giornali?): proprio lei, che alle feste di
Arcore si travestiva da Ilda Boccassini,
ora indirizza al pm di Milano una
lettera nella quale chiede di essere
ascoltata. Lettera che per risulta
partita dallindirizzo di unaltra delle
olgettine, Ariel Espinosa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I nodi
Lo scontro in
Forza Italia, che
vede su fronti
opposti
Raffaele Fitto e
Silvio
Berlusconi,
incentrato sulla
richiesta dellex
governatore di
cambiare il
partito.
Lex ministro
chiede da mesi
lutilizzo delle
primarie,
trasparenza su
nomine e
decisioni e un
ruolo di
opposizione al
governo pi
deciso.
A creare
malumori
anche gli
accordi e le
alleanze per le
Regionali.
Berlusconi ha
rimosso da
coordinatore
della Puglia
Francesco
Amoruso
(vicino a Fitto).
La fine del
patto del
Nazareno ha
alimentato
ulteriori
polemiche,
sfociate nella
convention
fittiana dei
Ricostruttori in
programma
oggi.

nostra strada. Avevamo


ragione su tutto. Su tut-to
(scandisce, ndr).
E adesso?
Vogliamo ricostruire un
partito di centrodestra.
E se Berlusconi vi
caccia?
lui che ha tradito il
centrodestra. Noi,
semplicemente, gli
abbiamo detto dove stava
sbagliando e
puntualmente... Per cui, se
vuole, che si facesse un suo
partito, Berlusconi. Questo
il nostro.
Maurizio Bianconi,
deputato toscano anima dei
fittiani, si prepara alla
kermesse dei Ricostruttori
di oggi. Spirito da battaglia,
tempra di combattente,
nessuna paura, nessuna
voglia di voltarsi indietro.
Avete combattuto il
Nazareno. Avete avuto
ragione, ma adesso quel
patto non c pi.
E chi lha detto che quel
patto non esiste pi?.
Berlusconi.
Quel patto come un
fiume carsico. Scorre nei
bassifondi, l dove nessuno
pu vederlo. Ma continua a
scorrere. Ed evidentemente
ha una sua essenza non
proprio politica.
Pensa che in gioco ci
siano anche gli interessi
personali o aziendali di
Berlusconi?
Io non ho le prove. Ma
faccia lei.
Opposizione dura e
pura, insomma.
Opposizione vera, non
fasulla, al governo di
centrosinistra.
Intanto il partito
reagisce. In Puglia, per
fare un dispetto a Fitto, FI
stata commissariata.
Francamente, questi
sono metodi da partito
gestito in maniera
imperiale. Noi stiamo
ricostruendo il
centrodestra. Che se ne
vadano gli altri, se non gli
sta bene.
T. Lab.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ipoteche e conti contestati, i fronti aperti con Veronica


Lex moglie aveva avviato azioni per 50 milioni poi ridotti a 38. C anche la villa sul lago Maggiore

MILANO Nelle procedure per la


separazione, prima, e per il divorzio, poi, Veronica Lario negli anni scorsi avrebbe iscritto
ipoteche per una cinquantina
di milioni su immobili dellormai ex marito Silvio Berlusconi. Come spesso accade in questi casi, la battaglia tra i coniugi
non conosce tregua fino al divorzio e le schermaglie legali si
concentrano sulle partite dare ed avere, ancor pi
quando sono in gioco patrimoni considerevoli come quello
multimiliardario dellex premier, considerato uno degli
uomini pi ricchi dItalia.
A finire sotto ipoteca per 20
milioni come ha riferito il
quotidiano Libero stata la
splendida villa Campari a Lesa,

Il caso

Veronica
Lario, nome
darte di Miriam
Bartolini, 58
anni, nel 90 ha
sposato Silvio
Berlusconi.
Sono separati
dal 2009

la stessa che stata teatro di alcune delle cene eleganti finite agli atti dellinchiesta Ruby.
Veronica Lario, oltre ad aver
agito nel 2013 sulla residenza
sul lago Maggiore, lo ha fatto
anche su altri immobili che
fanno parte del patrimonio
personale dellex premier. Ieri
fonti vicine allex Cavaliere sostenevano che gli ultimi conteggi hanno ridotto la cifra da
50 a 38 milioni, anche perch
le trattative riguarderebbero
anche regali per decine di milioni ricevuti dalla signora, e
che si sarebbe vicini a una definizione della questione.
Nel dicembre 2012 la nona
sezione civile del Tribunale di
Milano sentenzi che durante
la separazione Berlusconi do-

vesse versare alla signora tre


milioni di euro al mese, pari a
100mila euro al giorno. Questo
perch, nonostante un patrimonio personale notevole valutato intorno ai cento milioni
di euro, Lario, essendo molto
meno ricca di Berlusconi, aveva
diritto a un assegno che, come
previsto dalla legge, deve consentire al coniuge pi debole di mantenere un livello di
vita quanto pi possibile dello

Lo scenario
Fonti vicine al leader
di FI spiegano che si
sarebbe comunque
vicini a una soluzione

stesso tenore di quello che godeva nel matrimonio. La separazione, per, era cominciata
una paio di anni prima durante
i quali Silvio Berlusconi aveva
pagato un appannaggio dellordine di un milione al mese. Lex
premier ricorse in appello contro lassegno faraonico e lestate scorsa i giudici della quinta
sezione civile della Corte dAppello di Milano, quella che si
occupa delle vicende legate alla
famiglia, ridussero lassegno
a due milioni di euro al mese.
Nel frattempo il procedimento per il divorzio viaggiava
parallelo. Ed infatti, nellottobre 2013, durante la causa di divorzio, il giudice Anna Maria Di
Oreste, presidente del Tribunale di Monza, nel cui territorio

2
milioni di euro
lassegno
mensile
che Silvio
Berlusconi
deve versare a
Veronica Lario
ma il giudice ha
lasciato agli ex
coniugi la
possibilit di
trovare
unintesa
forfettaria

risiedeva in quel periodo la signora Lario, aveva deciso che


fosse equo riconoscere allex
moglie di Berlusconi, solo
un milione e 400 mila euro al
mese in vista del divorzio dopo
il quale il livello di vita pu essere anche un po inferiore. Ma,
come detto, lassegno fu poi
portato a due milioni dalla Corte dappello, ed anche questo
rientrato nei conteggi. Il 18 febbraio 2014 il giudice monzese
ha deciso il divorzio ma ha lasciato agli ex coniugi la possibilit di stabilire i termini economici che potrebbero andare
da un assegno divorzile a una
somma forfettaria. I legali sono
al lavoro.
Giuseppe Guastella
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

POLITICA

13

La Nota
di Massimo Franco

UNA SCELTA
CHE RIPORTA
IL GOVERNO
AL CENTRO

Il caso

di Fabrizio Roncone

a soddisfazione del governo


comprensibile. Lapprovazione della
riforma del lavoro segna la caduta di
un tab culturale, prima ancora che
politico. E permette a Matteo Renzi di
sottolineare come ad un anno dallinizio della
sua esperienza come premier, un simile
risultato fosse pressoch impensabile. Il
plauso del Nuovo centrodestra, che riconosce
nel testo una propria vittoria, e di
Confindustria, e il gelo del sindacato e della
sinistra del Pd, trasmettono tuttavia una
fotografia bifronte. Il presidente del Consiglio
considera il provvedimento la fine degli alibi
per le imprese che non vogliono assumere. E
gi intravede duecentomila nuovi posti di
lavoro. Si tratta di una sfida, pi che di una
certezza. Renzi la lancia, ed deciso a
considerarla vincente, anche perch
scommette su una ripresa favorita dal calo del
prezzo del petrolio e dagli aiuti della Banca
centrale europea. In qualche misura, la evoca e
quasi la anticipa, conscio che il giudizio della
Commissione Ue sul suo governo dipender
dalla sua capacit di non fermarsi sulle
riforme. Ma sa bene che gli effetti non possono
essere immediati. La stessa enfasi con la quale

viene data per archiviata la precariet dovr


sottoporsi alla dura verifica dei prossimi mesi.
Politicamente, le decisioni prese ieri sono una
manovra di ricentraggio del suo governo.
Dopo lelezione di Sergio Mattarella al
Quirinale e la rottura del patto del Nazareno
con Silvio Berlusconi, a sinistra erano spuntate
molte aspettative. Si pensava ad un Renzi
pronto a spostare in quella direzione lasse
della maggioranza; e a concedere di pi sui
temi sociali ai settori del Pd vicini alla Cgil.
Il Consiglio dei ministri, invece, ha ignorato
gli orientamenti delle commissioni
parlamentari in cui queste componenti
avevano detto no ai licenziamenti collettivi.
Ed ha mantenuto invece limpostazione voluta
dal gruppo di Alleanza popolare (Ncd pi Udc)
di Angelino Alfano. Il risultato di puntellare

Visioni diverse
Cos si spiega lirritazione della
sinistra del Pd, il gelo sindacale
e il plauso di Confindustria. Ma tutto
dipende dalla ripresa economica

lalleanza di governo; e di tenere alta la


tensione con il Movimento 5 stelle e la sinistra
del suo partito, che lo accusa di avere ubbidito
alla cosiddetta troika FMI-Bce-Commissione
Ue. Ma un prezzo che Renzi paga volentieri,
se questo permette di acquistare credito
internazionale. Daltronde, il fronte interno
sembra fargli meno paura. La frattura dentro
FI profonda, e le ombre processuali che
continuano a proiettarsi su Berlusconi lo
rendono sempre meno influente.
Questo potrebbe avere conseguenze anche
sullo scontro con le opposizioni sulle riforme
costituzionali. Sulla scelta di abbandonare
laula della Camera in segno di protesta contro
larroganza del governo non si vede pi la
compattezza di qualche giorno fa. Quanto al
Jobs act, vero che in s unincognita, n
potrebbe essere altrimenti. Gli scettici ci
vedono come minimo una legge confusa e
fonte di confusione; e soprattutto un favore
alle imprese per licenziare con meno vincoli.
Ma molto dipende dalle prospettive
economiche. Per funzionare, la riforma ha
bisogno di segnali tali da consentire nuova
occupazione. Il vero tab da far crollare sar
RIPRODUZIONE RISERVATA
questo.

Renato il provocatore, Paolo il cinico


Il doppio binario della guerra azzurra
Dallo scontro alla tregua in unora: cosa c dietro il tiramolla tra Brunetta e Romani

La vicenda
Nellultimo
mese i duelli
tra i due
capigruppo
di Forza Italia
Renato
Brunetta
(Camera) e
Paolo Romani
(Senato) sono
diventati
sempre pi
frequenti.
Il 20 gennaio
lo strappo della
minoranza pd
sulla legge
elettorale crea
divergenze di
vedute anche
tra i forzisti.
Romani
annuncia:
Riteniamo
di sostituire i
senatori.
Alla Camera
gli azzurri
auspicano le
dimissioni di
Renzi.
Dopo il voto
su Mattarella e
la fine del patto
del Nazareno
cresce la
tensione.
Marted
Brunetta va da
solo al Colle per
incontrare
Mattarella e
porta con s un
documento che
Romani bolla
come non
condiviso,
espressioni
che trovo
sbagliate.
Brunetta
replica:
Umana
comprensione,
perch
rimasto orfano
del Nazareno.

ROMA Le agenzie di stampa, a


met mattina, battono un comunicato congiunto di Renato
Brunetta e Paolo Romani.
Uno di quei comunicati con i
merletti, il fiocco e dentro tanti
cuoricini.
Quaranta righe.
Il cui succo : Abbiamo litigato, vero, ma anche normale litigare un po, adesso comunque facciamo la pace perch uniti si vince e, soprattutto,
perch Silvio Berlusconi il
nostro grande capo.
(Per chi avesse saltato le
puntate precedenti: Brunetta
sempre stato un feroce oppositore di ci che viene chiamato
patto del Nazareno, mentre
Romani, alla tenuta e alla realizzazione di quel patto tra
Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, ha sempre lavorato con
tenacia e lealt).
Comunque la cosa divertente che, appena unora fa, il ca-

I tempi
Laffettuosa nota
congiunta esce pochi
minuti dopo lultimo
scambio di accuse
pogruppo alla Camera, Brunetta, aveva randellato di nuovo il
capogruppo al Senato, Romani. In tiv, su Canale 5, parlando con Maurizio Belpietro.
Sentite.
... La rottura di un patto
non pu che comportare anche
divisioni. C chi, come Romani, aveva molto investito sul
patto del Nazareno e alla fine
rimasto spiazzato e chi, come
me, aveva diffidato della gestione del patto avendo poi ragione....
Forse il caso di sentire Romani. Ma Romani dentro una
riunione. Le dispiace se ci
sentiamo pi tardi? (La cortesia di Romani, in Parlamento,
nota: 67 anni, imprenditore,
uomo abituato al potere, scaltro, rapido, diplomatico, cinico, esperto di mass media, conoscitore della politica, di lui
Berlusconi si fida totalmente)
Va bene, in attesa di Romani,
leggiamoci i giornali.
E cosa c sui giornali? Altre
legnate, ancora Brunetta, che
furioso per lintervista rilasciata a Repubblica dal suo pari
grado del Senato Non sono
andato al Quirinale con Bru-

Insieme
Il leader di
Forza Italia
Silvio
Berlusconi
alla Camera
dei deputati
il 19 febbraio
2014 con i
capigruppo
al Senato
Paolo Romani
(a sinistra) e a
Montecitorio
Renato
Brunetta
(a destra)
alluscita dal
colloquio con
lallora
presidente
del Consiglio
incaricato
Matteo Renzi
(Ansa)

netta perch il suo documento


non era condiviso regala
dosi di perfidia.
Oh, beh... Per Romani io
nutro umana comprensione
perch, in fondo, rimasto orfano del Nazareno... di quel
patto l, insomma. E lo capisco,
comunque, certo che lo capisco: perch dora in poi non
avr pi incontri privilegiati
con la deliziosa Maria Elena
Boschi.
Ma davvero quei due pensano di poter fare pace dettando
un comunicato di quaranta righe?
Una cosa, per, bisogna dirla.
In battaglia, Renato Brunetta

si esalta. Contro Renzi o contro


Romani, fa lo stesso. Scatta e
accusa, provoca, polemizza. Ed
perfettamente inutile chiedergli spiegazioni: perch subito ti mette addosso quel suo
sguardo che non capisci mai se
un ghigno di commiserazione (la mia strategia troppo
complicata per te, miserabile)
o un sorriso di sfida (non hai
idea di quanto io sia furbo e
colto, a scuola ero il pi bravo e
passavo i compiti a tutti, adesso guarda che ti combino).
Per un attimo: ti volti ed
gi laggi, a rilasciare altre dichiarazioni. Solo che la sua voce ha improvvisamente cambiato tono. Lo sguardo piatto,

privo di espressione.
Perch Brunetta attacca e ripiega. Attacca e chiede scusa.
Un mese fa il patto del Nazareno ancora in vita e lelezione del Capo dello Stato imminente rilasci unintervista
ad Aldo Cazzullo, in cui i passaggi pi lievi erano questi:
Sto usando solo il 5% del mio
potenziale contro Renzi. Se insiste con le riforme prima delle
elezioni per il Quirinale, sar
guerra totale. Berlusconi, letta
lintervista (in verit, abbastanza premonitrice) si infuri e
rimprover duramente il suo
capogruppo. Che, soave, comment: Berlusconi perfetto
come sempre.

Romani
Io e Renatino
siamo due
ragazzi un
po birichini
che ogni
tanto litigano
ma poi fanno
subito pace

A Firenze

A Roma

Bancarotta fraudolenta
Chiesto il processo per Verdini

Bonev rinviata a giudizio


per stalking contro Pascale

Il senatore
Lazzurro Denis
Verdini, 63 anni

La procura di Firenze ha chiesto ieri


il processo per bancarotta fraudolenta
contro Denis Verdini per il fallimento
della Societ Toscana di Edizioni (Ste)
che editava Il Giornale della Toscana,
quotidiano ora chiuso. Oltre che su
Verdini, considerato amministratore
di fatto e socio di maggioranza della
societ, il gup dovr pronunciarsi sulle
stesse accuse allonorevole Massimo
Parisi, coordinatore di FI in Toscana,
Girolamo Strozzi, Enrico Luca Biagiotti
e Pierluigi Picerno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lattrice
Michelle Bonev,
43 anni

Lattrice bulgara Michelle Bonev ieri


stata rinviata a giudizio dal gup di
Roma Maurizio Caivano e sar
processata il 4 maggio 2016 per stalking
nei confronti di Francesca Pascale,
attuale compagna di Silvio Berlusconi.
Il procedimento, curato dal pm
Eugenio Albamonte, era partito da una
querela presentata dalla stessa Pascale
che accusava Bonev di aver attuato
una vera e propria azione
persecutoria nei suoi confronti
attraverso stampa e social network.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Perch il giochino raccontano tutti quelli che hanno


ronzato dalle parti del Nazareno sempre stato questo:
Brunetta partiva al mattino urlando e insinuando gli accordi
pi torbidi; la Boschi, lette le
agenzie, si spazientiva e telefonava a Verdini (insieme a Gianni Letta, depositario dei segreti
del patto) dicendo, pi o meno,
questo Brunetta dovete calmarlo, dategli una camomilla;
Verdini allora telefonava al Cavaliere; il Cavaliere chiamava a
sua volta Brunetta, ordinandogli la marcia indietro; e Brunetta, puntualmente, spesso attraverso le pagine del suo Mattinale, che sembrava stampato
su Marte, faceva placidamente
marcia indietro.
pi o meno quello che
successo anche stavolta, senatore Romani? (sono le cinque
del pomeriggio, e Romani
uscito dalla sua riunione: a Milano, roba di candidature).
Sa com': io e Renatino siamo due ragazzi un po biricchini che ogni tanto litigano ma
che poi fanno subito pace.
Dicono che sia stato lei, Romani, a perdere la pazienza dopo lultimo attacco subito su
Canale 5...
Beh... ho chiamato Renato
e gli ho detto: non sar il caso
di finirla?.
E lui?
Va benissimo, Paolo. Ti voglio bene.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

14
.

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

POLITICA

15

SetteGiorni

Il nuovo patto tra Palazzo Chigi e Alfano


Lasse con Renzi sul governo. Il Colle invoca stabilit e tutti i partiti hanno interesse a mantenerla

SEGUE DALLA PRIMA

Il presidente della Repubblica considera la stabilit un patrimonio, non solo politico: la


drammatica congiuntura internazionale, le difficili scelte di
Bruxelles a cui si legano le sorti
dellEuropa, la necessit di dare nuove speranze ai concittadini stremati dalla crisi
economica e occupazionale,
impongono che la legislatura
dia risposte ai problemi del Paese, pur nel rispetto del gioco
parlamentare come appunto un arbitro deve fare tra
maggioranza e opposizione.
Chiunque sia salito in questi
giorni al Quirinale, ha ascoltato
lo stesso concetto.
Ed un precetto al quale Palazzo Chigi vuole attenersi, se
vero il patto stipulato la scorsa
settimana da Renzi con Alfano,

Il centrodestra
Le difficolt
costringono anche
Berlusconi a tifare per
la tenuta del sistema
e di cui c traccia anche nello
scherzoso botta e risposta tra i
due avvenuto ieri, quando il
Consiglio dei ministri stava per
concludersi con reciproca soddisfazione. Il premier, che doveva metabolizzare lo scontro
con il titolare dellInterno sulla
scelta per il Colle, si rivolto al
leader di Ncd dicendo: Angelino, se penso ancora al complotto che stavi organizzando
contro di me con Berlusconi al
Viminale.... E laltro: Nessun
complotto, non cera il movente per farlo.
La stabilit un patrimonio, appunto, e non solo per i
partiti della maggioranza. Tutti
hanno bisogno di tempo per
definire i rispettivi progetti, e
siccome Renzi ha interesse a
incrociare la ripresa economica per incassare al momento
opportuno il dividendo elettorale, ha anche interesse che la
sua navigazione fino al termine
della legislatura non sia punteggiata da scogli sulla rotta. Di
qui il patto con Alfano, a cui il
premier garantir la visibilit
dovuta a un partner di governo
su alcuni temi, e da cui il premier si aspetta lealt quando se
ne affronteranno altri, magari
indigesti ad Area popolare.
In fondo, dopo lunificazione dei gruppi di Ncd e Udc in
Parlamento, e dopo la confluenza di parte di Scelta civica
nel Pd, attorno al tavolo di Palazzo Chigi siedono ormai i
rappresentanti di due sole forze politiche. Ed cos che ieri
Ap ha potuto farsi valere sui
due provvedimenti chiave del
governo: il Jobs act e le liberalizzazioni, sulle quali i ministri
Lorenzin e Lupi hanno ottenuto ci che chiedevano. Verranno momenti pi duri, sui diritti
civili e sul diritto di cittadinanza per esempio, ma nessuno
per ora vuol mettere a repenta-

glio quel patrimonio della


stabilit. N Renzi intende utilizzare cos ha spiegato
ruote di scorta in Parlamento
come i nuovi Responsabili.
Poi per arriver il momento
delle scelte, e sembra scontato
che le strade si separeranno
per questioni di famiglia. Una
forza legata al Pse, laltra al
Ppe: un fattore dirimente che
sar accentuato dal futuro
meccanismo elettorale. Cos se
il premier ha accantonato il disegno del partito della nazione e sta irrobustendo il Pd
con innesti esterni e con una
nuova geografia delle correnti
interne sul fronte opposto
non intralcer il lavoro di Alfano alla nascita di quellarea
moderata oggi ridotta in macerie e attraversata dalle scorribande leghiste.
Paradossalmente, la ripresa
del dialogo tra Ap e Forza Italia
in vista delle Regionali avviene
nel momento in cui i due movimenti sono pi distanti rispetto al recente passato, dato che i
berlusconiani oltre ad essere fuori dal governo si sono
messi allopposizione delle riforme. Tuttavia il riavvicinamento dettato da un altro fattore dirimente che ieri Matteo
Salvini ha esplicitato su Repubblica: il suo modello di rassemblement si propone di essere
alternativo alle forze che si richiamano al Ppe, e il suo obiettivo non lalleanza con Berlusconi ma i voti di ci che resta
del berlusconismo, dando gi
per acquisita la fine del fondatore del vecchio centrodestra.
Questo per Forza Italia inac-

4
le votazioni
a Camere
riunite
necessarie
per lelezione
di Sergio
Mattarella alla
presidenza
della
Repubblica

665
i voti
(di Pd, Area
popolare, Sel,
Autonomie e
Per lItalia) che
hanno portato
allelezione
al Quirinale
di Sergio
Mattarella

Stoccata alla Lombardia

Boschi: non era necessario


il referendum per lautonomia
Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi
bacchetta il governatore lombardo Roberto
Maroni: Non credo fosse necessario un
referendum per lautonomia in Lombardia.
La Costituzione offre la possibilit
di una attribuzione di competenze legislative
alle Regioni, mai utilizzata nemmeno quando
RIPRODUZIONE RISERVATA
la Lega era al governo.

A Teramo

Pannella dottore
davanti a Letta
Innovatore della
comunicazione. Marco
Pannella ieri ha ricevuto dal
rettore dellUniversit di
Teramo, Luciano DAmico
(nella foto con Gianni Letta),
la laurea honoris causa per il
modo originale di vivere
lattivit politica. Commosso
ed emozionato, ha rivisto su
due maxischermi alcuni
momenti delle sue battaglie
ed scoppiato in lacrime
quando stata rievocato
Luca Coscioni e la sua lotta
per la libert della ricerca
scientifica. RIPRODUZIONE RISERVATA
cettabile. Toti, braccio destro
dellex premier, che ancora poco tempo addietro celiava con
Salvini sulla futura alleanza di
governo (Ti toccher farmi
ministro, visto che non hai tanti leghisti con la cravatta) ora
tra i pi duri con il leader del
Carroccio: Se vuole perdere
da solo, si accomodi. Poi lo
spiegher al suo partito. E
non c dubbio che dentro la
Lega c chi considera la linea
del segretario un azzardo, altrimenti Roberto Maroni non si
sarebbe esposto sul Corriere
per ribadire che andrebbe
esportato il modello di centrodestra della Lombardia, dove
Ncd e FI sono in giunta.
Ma il problema che pone

Salvini un ripensamento dello schema che hanno retto per


venti anni, e che deve fare i
conti con il totem Berlusconi:
la nuova stagione giudiziaria
che lo sta investendo, quel clima da estate 2013 che port
alla sua condanna, si innesta
nella crisi politica del suo progetto, contro cui Fitto propone
unalternativa. E il combinato
disposto rischia di produrre
per lex premier effetti disastrosi in termini di immagine,
oltre che penali. Tutto (o quasi)
sta cambiando, ma serve tempo. Perci tutti (o quasi) concordano con Mattarella: la stabilit un patrimonio.
Francesco Verderami
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le mosse

Il senatore pd

Il voto
sul Quirinale
ha spaccato
il fronte del
centrodestra,
solo pochi
giorni dopo
le avvisaglie
di schiarita.
Ncd ha votato
per Mattarella,
FI ha scelto la
scheda bianca,
Lega e FdI
hanno votato
Vittorio Feltri

Mucchetti: su banche
Sace e brevetti
serve pi cautela
ROMA Ci vuole molta cautela sulle banche popo-

lari, altrimenti facciamo solo un favore alle banche estere pronte a fare shopping a sconto. La trasformazione della Sace in una vera e propria banca sbagliata e pericolosa: c il rischio di ingessare lei e tutto il gruppo Cassa depositi e prestiti.
Attribuire allIstituto Italiano di Tecnologia compiti burocratici sui brevetti, uccide un centro eccellente di ricerca. Massimo Mucchetti (nella
foto), presidente della commissione Industria
del Senato, chiede la modifica di almeno tre passaggi del decreto Investment Compact, dalla
prossima settimana allesame della Camera.
La trasformazione delle Popolari serve, dice
il governo, per favorire le aggregazioni.
La dimensione spesso una moda e la contendibilit non un bene di per s, basta rileggere la storia. Le banche straniere hanno fatto anche disastri in Italia: Abn Amro allAntonveneta,
o il Crediop trascinato nel fallimento di Dexia.
Teme larrivo di altre banche straniere?
Santander, Socit Gnrale, Deutsche stanno guardando con attenzione alle Popolari oggetto della riforma, alcune delle quali sono otti-

Cos si ingessa la
Cassa depositi e
prestiti e si uccide
lIstituto italiano
di Tecnologia
me banche. Non che gli stranieri vengono per
ricapitalizzare il Monte dei Paschi, o la Carige.
Quali correttivi suggerisce?
Un limite del 2% consolidato allesercizio del
diritto di voto, su cui c apertura anche della
Banca dItalia, eliminabile solo con un voto a
maggioranza del 75%. E sarebbe utile premiare
gli azionisti stabili: alla trasformazione in spa
chi iscritto da pi di due anni a libro soci dovrebbe avere un voto che vale doppio. Sempre
entro il limite del 2%.
La preoccupa lintervento sulle Popolari?
Nella misura in cui pu costituire un precedente anche per il resto del mondo cooperativo.
Se una cooperativa non pu essere tale per effetto delle sue dimensioni, cosa capiter alle cooperative di costruzione e ancora pi a quelle di
consumo? In questa materia la politica del carciofo equivale ad opacit .
Perch no alla banca della Sace?
Se la Sace diventa banca finisce sotto la vigilanza di Bankitalia, e c il rischio che questa si
estenda in modo rafforzato a tutto il gruppo Cassa depositi e prestiti. Potrebbe anche scattare la
vigilanza europea su Cdp che cesserebbe di essere il polmone finanziario delleconomia. In Parlamento stata la Banca dItalia, che temo non
fosse stata preventivamente consultata dal governo, a lasciar intravedere questo scenario.
Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

POLITICA
.

LA LEGA GLI ETERNI DUELLANTI

Nel Carroccio da pi di 20 anni


Il sindaco di Verona Flavio Tosi e il governatore veneto
Luca Zaia hanno in comune pi di ventanni di militanza
nella Lega. Qui sopra, in una foto del 17 giugno 2012,
sono accanto a Umberto Bossi e Roberto Maroni sul
palco del No Imu Day del Carroccio a Verona; in alto
Zaia e la moglie Raffaella brindano a Vicenza il 29
maggio 2010 con Tosi e la ex moglie Stefania al
compleanno di questultima (Newpress, Ansa, Olycom)

Elezioni, banche e poteri locali


Il match Zaia-Tosi sul ring Veneto
In Regione

di Marco Cremonesi
Chiedo di votare allunanimit per Luca. La storia pu cominciare con queste
parole. Le pronuncia Flavio Tosi, pochi giorni prima del Natale 2009. E con quelle rinuncia,
di fronte al Consiglio nazionale leghista, alla candidatura
a governatore del Veneto. Luca,
ovviamente, Zaia, che lanno
successivo diventer presidente della Regione. Tosi sar poi
eletto segretario della Liga veneta.
Tra i due, quella data segna
linizio di una lunga, cordiale
inimicizia che riempir le cronache non soltanto in Veneto.
Per la Lega, sar una spina costante, capace di dividere la Regione vetrina in tifoserie infiammate prima, epurate poi.
Passano gli anni, le cose non
cambiano: anche oggi, leterna
contesa con il sindaco-segretario il principale inciampo sulla strada di Zaia verso la riconferma alle prossime Regionali.
I duellanti hanno pi o meno la stessa et classe 1968
Zaia, Tosi un anno di meno
ed entrambi, in quel dicembre
2009, hanno gi dato prove
brillanti. Nel 1998, a trentanni,
loggi governatore stato il pi
giovane presidente di Provincia dItalia: la marca trevigiana
sui giornali viene ribattezzata
Zaiastan e assurge a simbolo
stesso della buona amministrazione leghista. Nel 2008,
Zaia diventa anche ministro,
allAgricoltura. Tosi capace di
stregare gli elettori: ogni volta
che si presenta nella sua Verona fa il pieno di voti e nel 2007
eletto sindaco. La passione dei
concittadini non finisce con le
elezioni: per anni il sindaco
pi amato dItalia.
I due non potrebbero essere
pi diversi: cauto e amante del
basso profilo il governatore, diretto e spregiudicato il sindaco.
MILANO

Nato a
Conegliano
(Treviso), 46
anni, Luca Zaia
inizia la carriera
politica nel
1993, quando
viene eletto
consigliere
comunale a
Godega di
SantUrbano
nelle liste della
Lega Nord-Liga
Veneta
Presidente
della Provincia
di Treviso dal
98 al 2005,
vicepresidente
della giunta
regionale dal
2005 al 2008
con deleghe a
Turismo,
Agricoltura,
Sviluppo
montano e
Identit veneta
Ministro
delle Politiche
agricole,
alimentari e
forestali nel
Berlusconi IV,
nel 2010
stato eletto
governatore
del Veneto con
il 60,2% dei
voti

Al punto da andare spesso,


unico nella Lega di allora, diritto contro Bossi. Il quale gli dar
anche, pubblicamente, dello
stronzo. Laccusa? Aver portato nella Lega un sacco di fascisti. Normale che, nella lotta
allultimo sangue tra i bossiani
e Bobo Maroni, Tosi sia come Salvini un pupillo delloggi governatore lombardo.
Che nel 2012 a Verona verr accolto da uno striscione memorabile: Semo Tosi con i Maroni. Una squadra, insomma.
Ma in quel 20 dicembre
2009, Tosi costretto a lasciare
spazio al concorrente proprio
per la scelta di Bossi: entrato
Papa nel conclave, il sindaco di
Verona resta cardinale. Le tensioni con Zaia non tardano.
Spesso, quasi sempre, sono
giocate pi sulle dichiarazioni
dei rispettivi ultras che non su
quelle degli interessati. Per,
sottotraccia il confronto duro. Se il governatore dice una
cosa, il sindaco fa il contrario.
Persino sui cervi: Zaia non vorrebbe la mattanza di quelli

in soprannumero nel Cansiglio? Tosi scrive in Regione nella veste inattesa di presidente
di Federcaccia. E le banche? Nel
2010, il fondo sovrano di Abu
Dhabi, Aabar international,
vuole acquisire quote di Unicredit, di cui storica azionista
Cariverona. Tosi non gradisce e
lo dice: Gli altri governi,
quando qualcuno cerca di met-

tere i piedi in casa, difendono il


patrimonio della nazione. Zaia, olimpico, spiega che la nostra preoccupazione non di
chi siano le azioni, ma che i territori siano protagonisti.
Nel 2012, Tosi viene eletto
segretario della Liga. E il confronto si fa pi serrato. Tra laltro, Tosi espelle i dissidenti a
decine alla volta. Non per la

Siamo a una guerra tra bande


e allo scambio di prigionieri
Luca Zaia

Non parlerei di duello, ma di patti


disattesi e parole non mantenute
Flavio Tosi

Dopo gli scontri di novembre a Bologna

Salvini, ispezione blindata al campo rom di Milano

La visita
Matteo Salvini ieri al campo rom
di via Negrotto
(LaPresse)

Dopo il precedente di Bologna, lo scorso novembre, quando


Matteo Salvini non riusc a visitare il campo nomadi perch fu
aggredito da un gruppo di giovani antagonisti davanti ai quali il
suo autista acceler investendoli, ieri il segretario della Lega
andato al campo rom di via Negrotto a Milano per chiederne la
chiusura immediata al sindaco Giuliano Pisapia. Sono qui
per ribadire che se fosse per me i campi rom non ci sarebbero.
Facciano un mutuo come tutti gli altri, non esiste vivere
abusivamente ha detto Salvini, che al suo arrivo stato accolto
dagli insulti di una decina di antagonisti al grido. Scortato dalla
polizia e accompagnato da qualche militante, il leader del
Carroccio ha parlato tranquillamente con alcuni abitanti del
campo, anche se qualche donna gli ha dato del razzista. In
giornata arrivata anche la replica di Pisapia: Salvini sa che
quello di via Negrotto un campo regolare e che risale a decenni
fa. Abbiamo investito per la sicurezza della vicina scuola e ogni
settimana ci sono verifiche sul rispetto della legalit allinterno
RIPRODUZIONE RISERVATA
del campo.

guerra tra Bossi e Maroni.


Nel 2013, alle amministrative
come alle politiche il disastro, per la Lega lora pi nera.
Anche Treviso, la roccaforte,
cade e passa al centrosinistra.
Alle elezioni, la Lega arriva male. Poco prima, per esempio,
Tosi invia 13 lettere ad altrettanti militanti colpevoli di dichiarazioni alla stampa. La prima a chi indirizzata? Nientemeno che al governatore del
Veneto. Sulle liste elettorali, il
sindaco impugna il limite dei
due mandati a livello nazionale
per falcidiare quasi tutti i parlamentari uscenti. E pazienza se
oggi contesta lo stesso limite
per le regionali. Commenta a
suo tempo Zaia: Siamo a una
guerra fra bande e allo scambio
di prigionieri. Poi, dopo il responso delle urne, il misurato
governatore sbotta: Tosi ha
fallito. Ha fatto di una ferita
una cancrena. Quanto al movimento presentato dal sindaco veronese tre giorni prima
delle elezioni, il governatore
sprezzante: si potrebbe riunire
in una cabina telefonica.
Ora, in vista delle Regionali,
la tensione tornata ai massimi. Tosi protesta anche per un
accordo tradito con Maroni e
Salvini: questultimo avrebbe
dovuto diventare segretario
mentre lui avrebbe dovuto essere il candidato della Lega alle
primarie del centrodestra:
Non parlerei di duello ma di
patti disattesi e di parole e non
mantenute. Il fatto che
lesplosione politico mediatica
di Salvini ha occupato la scena.
E Tosi continua a non smentire
lintenzione di presentare proprie liste. Anche laltra notte,
nonostante si trovi negli Usa,
avrebbe avuto una telefonata di
fuoco sullargomento con il segretario leghista. Zaia, per ora,
tira diritto e non si lascia scappare sillaba. Ma leterno duello,
di certo, non finito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A Verona

Nato a
Verona, 45
anni, Flavio
Tosi entra
attivamente in
politica nel
1994 con
lelezione a
consigliere
comunale della
sua citt ed
capogruppo
consiliare della
Lega
Dal 97 al
2003
segretario
provinciale
della Lega
Nord-Liga
Veneta, di cui
diventa
presidente dal
2008, e nel
2012 viene
rieletto
segretario
consigliere
regionale nel
2000 e nel
2005, nel 2007
viene eletto
sindaco di
Verona con il
60,8% dei voti,
poi rieletto per
un secondo
mandato nel
2012 con il
57,3%

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

POLITICA

17

Il Pd toglie i vincoli su cave e spiagge


La Toscana alla disfida del paesaggio

Il caso
Da DAlema a Renzi
tutti i manifesti
di Andrea Romano
di Massimo Rebotti

rm

1803 m

Ravenna

Se

Pa

Le proposte

Imola

Le modiche del Pd al nuovo piano del paesaggio


Chianti
Chianti Classico
che deve essere approvato dal Consiglio regionale della Toscana
A P
L I
CAVE
P E
G U
N N
Sono tutelati solo
LP
R
I
IA
N
i crinali vergini sopra
PU
I A
O
A
N
E
Carrara
i 1200 metri. Via libera
T
Massa
allampliamento
O
Pistoia
delle cave attive
S
Prato
C
e a nuove discariche
O
nei siti estrattivi
Lucca
COSTE
Viareggio
E
Diventa pi facile
M
Firenze
Empoli
Pisa
costruire piscine
I L
negli stabilimenti
I A
balneari. Cadono
N
O
lobbligo di tutelare
Ar
no

Els

Arezzo

Livorno

la qualit percettiva
dei luoghi e il divieto
di impermeabilizzare
il suolo

Siena

A
UMBRIA

Piombino

FIUMI
Meno paletti per
lestrazione di sassi
dagli alvei dei corsi
dacqua. Le attivit
troppo vicine ai umi
non dovranno chiudere
ma potranno essere
spostate di 150 metri

300
Le cave
di marmo
attive
sulle
Alpi Apuane

Isola d'Elba

VIGNETI
Golfo
di
Follonica

Omb
ro

FIRENZE Abbattuto dal fuoco


amico. Il piano paesaggistico
della Toscana rischia dessere
spazzato via da un super emendamento del Pd, lo stesso partito di maggioranza che lo aveva
approvato a luglio in Consiglio
regionale. Una manovra che,
secondo ambientalisti e paesaggisti, ma anche a parere di
Anna Marson (lassessore allUrbanistica che quel piano lo
ha pensato e firmato), darebbe
il via a unimperdonabile deregulation trasformando i vincoli
in semplici suggerimenti. Con
il rischio di un assalto a un territorio, quello toscano, da sempre simbolo di rigore, bellezza,
ordine ed esempio da seguire.
Lemendamento affossa
piano ha fatto infuriare il presidente del Fai Andrea Carandini che ha subito scritto al premier: Renzi ha definito barbarico lattacco degli hooligan
olandesi al cuore di Roma
spiega ma allora come chiamare queste offese disseminate al territorio che purtroppo
dureranno nel tempo? Gli
emendamenti del Pd trasformano le direttive del piano toscano in mere indicazioni che
possono essere disattese senza
problemi. E allora io chiedo a
Renzi, come segretario del Pd,
di scandalizzarsi anche per
questa sorte di condono ante
litteram e di fermarlo.
Non c solo il Pd ad emendare. Forza Italia di modifiche
ne ha presentate 200. Ma almeno opposizione spiega
lassessore Anna Marson, gi
Idv e professore ordinario di
Paesaggio allUniversit di Venezia . Trovo sorprendente
che il pi grande partito di
maggioranza si comporti come
quello di opposizione, nella
forma e nella sostanza. Evidentemente le elezioni regionali
vicine hanno scatenato comportamenti anomali e trasversali e mi sembra di vedere un
partito del mattone e della pietra che cerca di affermarsi.
Le correzioni presentate dai
dem a due settimane dal voto del Consiglio ammorbidiscono sensibilmente le indicazioni rigorose del piano. La
cosa pi sorprendente che a
un certo punto si definiscono
non vincolanti le criticit
scientifiche da noi indicate
continua Marson e dunque
gli enti locali possono continuare ad aprire nuove cave,
scavare in zone vergini, operare

cc h

Carandini: piano stravolto, cose da hooligan. E scrive a Renzi. Lassessore: cos lascio

ne

Grosseto

Mar Tirreno
km

50
Corriere della Sera

in crinali di altissimo pregio


ambientale. E ancora costruire piscine vicino alla spiaggia,
ampliare strutture, spostare a
piacimento le aziende che lavorano negli alvei dei fiumi. E
arrivare a una completa deregulation del territorio denuncia Salvatore Settis, accademico dei Lincei e presidente
del consiglio scientifico del

Louvre e adottare una politica che una volta era il cavallo di


battaglia del ministro Lupi.
Sorprende che il Pd abbia adottato questa visione trasformista. E mi sorprendono moltissimo le oscillazioni del governatore Enrico Rossi. Che per
prima su Facebook, citando il
giovane Marx, e poi con il suo
portavoce, fa sapere che il pia-

Inchiesta Mose

La Procura: archiviazione per Zoggia e Mognato


La Procura di Venezia chiede
larchiviazione per Michele Mognato e
Davide Zoggia, i parlamentari del Pd
finiti nellinchiesta Mose con lipotesi
di finanziamento illecito ai partiti. Le
indagini erano relative a contributi che
lallora capo del Consorzio Venezia
Nuova, Giovanni Mazzacurati, avrebbe
versato nel 2010 a Giorgio Orsoni per la
campagna elettorale a sindaco. Per i

pm non ci sono elementi per


ricondurre ai due parlamentari vicende
legate a finanziamenti che invece
sarebbero state accertate a livello di
sistema a favore della campagna
elettorale. Depositati gli atti anche per
gli indagati che hanno scelto di non
patteggiare, fra cui Orsoni e lex
presidente del Magistrato alle Acque,
Maria Giovanna Piva. RIPRODUZIONE RISERVATA

Diminuiscono i vincoli
sulla coltivazione e
diventano solo
indicazioni. Il Comune
pu accoglierle come
La o d
Lag
dii
suggerimento
ma poi
Bolsena
Bolse
decidere come meglio
crede
Viterbo
terbo

no buono e che gli emendamenti saranno valutati nel rispetto della sua filosofia, senza
stravolgerlo.
Il Pd toscano respinge le accuse e contrattacca con il suo
segretario Dario Parrini, renziano della primissima ora:
Vogliamo la tutela ambientale
pi di tutti e lo sviluppo del territorio, conciliando il rigore
nella salvaguardia paesaggistica con lattenzione ai posti di
lavoro e alle esigenze legittime
delle imprese. Ma la sensazione che il partito sia diviso. E
che la stessa giunta regionale
possa subire gravi ripercussioni. Lassessore Marson non
esclude di lasciare lincarico se
il suo piano dovesse essere
stravolto. Prima dir che cosa
penso in Consiglio dice lei
, poi ci penser qualcun altro
a dimissionarmi.
Marco Gasperetti
mgasperetti@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il testo
Il piano
paesaggistico
della Toscana,
adottato
dal Consiglio
regionale lo
scorso luglio,
dovrebbe
tornare in aula
il 10 marzo per
lapprovazione
definitiva
Gioved
il gruppo del Pd
in Regione
ha presentato
un documento,
da cui nascer
un maxi
emendamento,
che interviene
su alcuni
capitoli,
in particolare
quelli relativi
allattivit
estrattiva
del marmo
sulle Apuane
Le proposte
di modifica
hanno
innescato una
polemica
politica ma non
solo. Contrari
lassessore
regionale
allUrbanistica
Anna Marson,
madrina del
piano
Il presidente
del Fai Andrea
Carandini, ha
scritto al
premier Matteo
Renzi per
bloccare gli
emendamenti.
Forza Italia
ieri ne
ha annunciati
altri 200
nellottica della
deregulation

Insieme In alto Andrea Romano


con Luca Cordero di Montezemolo.
Qui sopra con Massimo DAlema

e c un manifesto
programmatico da
stendere, c Andrea
Romano. Storico, ghost
writer, saggista e (dal 2013)
deputato, ha attraversato
diverse vite: con DAlema
nella fondazione
Italianieuropei, con
Montezemolo a Italia
Futura, con Monti in Scelta
civica e ora nel Pd, pronto a
scrivere (con altri) le
tavole della nuova
corrente renziana. Ma in
fondo ho sempre detto la
stessa cosa, quasi un copia
e incolla spiega a chi trova
rocambolesco il percorso.
Per Romano, che si
definisce un liberale di
sinistra, il filo conduttore
stato cercare casa dove si
prometteva di combattere i
conservatorismi. Ma poi la
svolta liberale di DAlema
durata poco, quella di
Montezemolo finita in
Scelta civica che a sua volta
fallita dentro al falso
mito della societ civile,
quellessere terzi,
sostiene adesso, che
funziona solo se si rimane
a bordo campo senza
consenso reale. E ora Renzi,
il Pd, e lennesimo testo da
scrivere. Non pi nei luoghi
protetti delle fondazioni,
ma sul terreno instabile
della politica, che di parole
ha sempre bisogno anche
se poi le disattende. Si
chiama wishful thinking,
sorride, e nel suo caso
significa aver voluto vedere
liberali di sinistra anche
dove non cerano. Con
Renzi per la sintonia
antica. Nel 2009 in un
articolo per il Riformista
scriveva: Oggi ho visto il
futuro leader del Pd.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

18
.

Esteri
Gerusalemme Nella neve

Il caso
I Clinton, famiglia di filantropi
e quelle massicce donazioni
dei lobbisti (e di Wall Street)
di Massimo Gaggi

Giochi e preghiere
nei Luoghi Santi
trasformati dal gelo

Una nevicata (la seconda di questo inverno),


eccezionale per la regione, ha trasformato il volto
della Citt Santa. Ieri, su Gerusalemme, il Nord di
Israele e anche Libano e Giordania, sono caduti
almeno venticinque centimetri di neve. Se il traffico,
a Gerusalemme, andato in tilt, i residenti hanno

trascorso una giornata allinsegna del divertimento.


Sulla Spianata delle Moschee (a sinistra), dopo il
venerd di preghiera, giovani palestinesi si sono
lanciati palle di neve. Poco distante, davanti al Muro
Occidentale, fedeli ebrei hanno atteso linizio dello
Shabbat in uno scenario a dir poco fiabesco

La Nsa spia le sim dei cellulari


Snowden dallesilio colpisce ancora
Le rivelazioni: violati i codici di sicurezza dellazienda che rifornisce anche operatori italiani
DAL NOSTRO INVIATO

come se lNsa
americana e i servizi segreti inglesi avessero stampato limpronta della porta dingresso
di miliardi di case in giro per il
mondo, sintetizza la Electronic Frontier Foundation spiegando la portata degli ultimi
documenti top secret tirati
fuori da Edward Snowden. Dopo pi di un anno e mezzo di rivelazioni, lex contractor dei
servizi segreti Usa sembrava
aver esaurito la sua riserva di
carte esplosive da dare in pasto
ai media. E invece ecco che il
suo interlocutore giornalistico,
The Intercept, il sito creato da
Glenn Greenwald, racconta
unaltra storia clamorosa: il
modo in cui i servizi segreti
americani e inglesi si sono impadroniti dei codici delle sim
card usati dai cellulari per decrittare i segnali telefonici in
arrivo.
Stavolta il bersaglio dellintelligence anglosassone non
nella Silicon Valley, n nei
NEW YORK

computer governativi di qualche capitale straniera. Nel mirino finita unazienda olandese
sconosciuta ai pi, la Gemalto.
Sconosciuta ma strategica visto
che produce ben due miliardi
di sim card allanno: vengono
utilizzate dalle grandi aziende
telefoniche Usa AT&T, Verizon, Sprint e da altri 450
carrier di tutto il mondo, italiani compresi (Wind e Vodafone tra i clienti).

2 miliardi di carte
Gemalto, poco nota ma
strategica, produce
2 miliardi di carte
telefoniche allanno
La notizia
stato il sito The
Intercept di Greenwald
a dare la notizia:
coinvolti i servizi inglesi

Nessun ladro entrato nottetempo negli uffici n computer


sabotati: le spie della Nsa sarebbero riuscite a procurarsi
tutti i codici semplicemente
pedinando elettronicamente i dipendenti della Gemalto e
procurandosi le loro chiavi
daccesso alla rete informatica
aziendale. No comment delle due reti spionistiche mentre
lazienda olandese, che si detta alloscuro di tutto, sta indagando per capire cosa sia accaduto realmente.
Dunque unaltra bomba, ma
stavolta Snowden, sempre nascosto nel suo rifugio segreto
in Russia, ha scelto di lanciarla
in un momento assai delicato:
dopo un lavoro diplomatico
durato pi di un anno e una revisione delle procedure spionistiche interne, infatti, Barack
Obama era appena riuscito a ricucire i rapporti con gli alleati.
Qualche giorno fa Angela Merkel, dimenticata la rabbia che
espresse quando scopr che anche il suo telefonino personale
era spiato dallNsa, aveva di-

chiarato che davanti alla gravit delle minacce che lOccidente ha di fronte, dal terrorismo
dellIsis allinvasione russa dellUcraina, lefficacia dei sistemi
di sorveglianza americani era
una garanzia per tutti.
Solo due giorni fa una misteriosa azienda russa di cybersecurity ha reso noto che lNsa
ha inserito nei computer di
molti governi, dallIran alla
Russia, uno spyware, un pericoloso congegno di spionaggio
e sabotaggio. Ora la scoperta di
unaltra massiccia operazione
di intelligence, avviata cinque
anni fa ai danni di unazienda
di un Paese della Nato: una rivelazione che rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti da
Washington per riconquistare
la fiducia degli alleati. Il tutto
proprio quando lOccidente si
sta ricompattando, irritato dallatteggiamento della Russia
che continua ad avanzare in
Ucraina disattendendo gli accordi negoziati.
M. Ga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ex spia
Edward
Snowden,
americano, 31
anni, ex tecnico
informatico
della Cia
Nel 2013 ha
rivelato i
programmi
segreti di
sorveglianza e
intercettazione
messi in atto
dalla Cia sulle
comunicazioni
private
Fuggito a
Hong Kong e
poi a Mosca, ha
ottenuto asilo
temporaneo in
Russia

illary Clinton beniamina delle


multinazionali Usa e delle banche di
Wall Street che hanno generosamente
finanziato le campagne elettorali sue e
quelle del marito Bill: laccusa che gli
muovono da anni in tanti, compresa la
sinistra liberal che preferirebbe la senatrice
Warren come candidata alla Casa Bianca.
Anche le critiche per gli incroci finanziari
pericolosi tra lattivit politica dei Clinton e il
finanziamento della fondazione filantropica
di Bill non sono una novit, tanto che la
Clinton Initiative smise di accettare
sovvenzioni da governi autoritari come
quelli dei Paesi arabi del Golfo quando
Hillary era Segretario di Stato di Obama.
Non stupisce, quindi, che gli attacchi alla
campagna presidenziale della ex first lady,
peraltro non ancora ufficialmente lanciata,
comincino propri dagli aspetti finanziari.
Del resto in questi mesi preparatori si pensa
pi a riempire i forzieri di una campagna che
sar lunga e costosa che a preparare comizi.
Succede in campo democratico come in
quello repubblicano. E presto attacchi simili
toccheranno anche a Jeb Bush che ha anche
lui i suoi scheletri finanziari nellarmadio.
Ma, passando al setaccio lattivit di
Hillary e della fondazione filantropica, prima
il Washington Post e ieri il Wall Street
Journal hanno scoperto qualcosa di pi:
molti grandi gruppi che la Clinton ha aiutato
a ottenere commesse allestero sono poi
diventati anche benefattori della Clinton
Foundation. In alcuni casi la richiesta di
fondi filantropici arrivata subito dopo un
grosso affare internazionale concluso grazie
anche allimpegno di Hillary che, come tutti
gli altri ministri degli Esteri, era tenuta a fare
gli interessi delle imprese del proprio Paese.
Linchiesta documenta il massiccio
finanziamento della Clinton Initiative da
parte delle 60 imprese a favore delle quali
Hillary si spese quando era al Dipartimento
di Stato: gruppi come Boeing ed ExxonMobil, oltre alla General Electric che hanno
versato almeno 26 milioni di dollari ciascuna
nel periodo (dal 2009 al 2013) nel quale la ex
first lady stata al governo.
La filantropia cosa diversa dalla politica,
certo, ma per molte imprese quello era un
modo di mostrare la propria gratitudine, al
di l degli stretti limiti al finanziamento
della campagna elettorale. Il Washington
Post ha poi scoperto che almeno met dei
finanziatori della fondazione sono anche
supporter di Ready for Clinton,
lorganizzazione politica informale che sta
promuovendo la candidatura di Hillary ora
che la campagna ufficiale non ancora
iniziata. Alla fine costretto a scendere in
campo anche il New York Times che in un
editoriale invita la Fondazione Clinton a non
accettare pi finanziamenti stranieri.
Filantropia e campagna sono cose diverse:
ma meglio non alimentare sospetti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

ESTERI

19

LIsis sotto attacco replica coi kamikaze


In Libia due attentati suicidi e raid aerei, mentre le Bandiere Nere restano accerchiate a Sirte
Stallo diplomatico: non decolla lidea di un governo di unit nazionale, litigano Egitto e Qatar
Libia

Federica
Mogherini
(nella foto),
Alto
rappresentante
per la politica
estera della Ue,
ha incontrato i
ministri
europei
dellarea
mediterranea
per studiare
soluzioni alla
crisi libica

WASHINGTON Bombe e diplomazia. La Libia entrata sul binario tipico di tanti conflitti mediorientali dove le mosse dei
protagonisti si incrociano a
quelle degli sponsor o degli attori esterni. La prima mossa
lha giocata lo Stato islamico.
Due attentatori suicidi, uno libico e laltro saudita, si sono
fatti saltare nelle vie di Al Quba,
non lontano da Derna. Una terza vettura, piena di esplosivo,
stata attivata poco dopo. Azione multipla quanto spettacolare, secondo i criteri jihadisti
applicati in Iraq.
Il bilancio dice: quarantacinque morti e settanta feriti. Con
un messaggio diffuso su Internet, gli islamisti hanno presentato lattentato come una risposta ai raid aerei condotti da egiziani e governativi. Inoltre una
delle esplosioni si verificata
vicino alla residenza del presidente del Parlamento, dunque
un bersaglio politico. Lattacco
dellIsis va per oltre le motiva-

zioni contingenti. Il movimento deve rispondere alla pressione militare piuttosto forte. A
Sirte dove stato imposto il
coprifuoco i jihadisti sono
circondati dalla ben organizzata milizia di Misurata, alleata
dellesecutivo di Tripoli (non
riconosciuto dalla comunit
internazionale). Sembra che siano in corso negoziati per consentire agli estremisti di lasciare la citt per raggiungere
Nawfaliya, a 145 chilometri pi
a est. Una situazione difficile
accompagnata da nuovi raid
aerei libici contro le posizioni
dei seguaci del Califfo.
Non solo. Gli egiziani hanno
annunciato di aver schierato

Frontiera tunisina
Centinaia di lavoratori
in fuga dalla Libia
premono al confine
con la Tunisia

unit navali al largo delle coste


libiche per impedire rifornimenti di armi. Piano che dimostra, ancora una volta, la determinazione del Cairo in questa
partita e che si avvicina allidea
di blocco navale da molti suggerito. Gli scontri hanno fatto
da sfondo ai contatti per trovare unalternativa alla guerra
continua. Tutti sperano nella
mediazione Onu anche se un
percorso tortuoso. Anche lAlto
rappresentante per la politica
estera dellUnione Europea, Federica Mogherini, a Parigi per
incontrare i ministri degli Esteri dei Paesi Ue del Mediterraneo, convinta che il terrorismo in Libia pu essere sconfitto solo attraverso la determinazione politica e istituzionale
di un governo unito.
Il governo di Tripoli si irrigidito sostenendo che non ci
sono margini e la stessa cosa
hanno fatto lesecutivo di Tobruk che ha affermato: lidea di
un governo di unit nazionale

non perseguibile. Quindi ha


sostenuto che gli occidentali
starebbero esercitando pressioni perch sia isolato e allontanato il generale Haftar. Lufficiale, con lappoggio di Egitto e
Emirati Arabi, ha lanciato loffensiva contro lo Stato islamico. A sua volta il Qatar, grande
padrino del governo islamico
di Tripoli, ha richiamato per
protesta il proprio ambasciato-

Il giallo

Forse ucciso jihadista italiano

Con lIsis
Il miliziano: da
Venezia a Kobane

Da Venezia alla desolazione di


Kobane, dove ha trovato la
morte. Un ragazzo di Venezia,
convertito allIslam con il
nome Abou Izat Al-Islam,
volontario con lIsis, sarebbe
stato ucciso da un cecchino
curdo, una donna. Sulla
notizia, riferita dal giornalista
Toni Capuozzo, indaga il Ros.

re dal Cairo. chiaro che si in


una fase critica del negoziato
come ha sottolineato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni alcune dichiarazioni
fanno parte della tattica negoziale, dunque vanno accolte
con cautela. Per il tempo
stringe, ha aggiunto, e in caso
di fallimento servir pensare
ad ipotesi diverse. Linviato
speciale dellOnu, Bernardino
Len, ha in programma nuovi
contatti con le parti.
Quanto sta avvenendo in Libia ha poi ripercussioni sulla
vicina Tunisia. Centinaia di lavoratori egiziani in fuga dal territorio libico premono alla
frontiera chiusa per motivi di
sicurezza. A Tunisi c un doppio timore: 1) Una saldatura ancora pi forte tra gli islamisti
locali e quelli attivi in Libia. 2)
Un aumento dei traffici clandestini che coinvolgono spesso le
formazioni estremiste.
Guido Olimpio
RIPRODUZIONE RISERVATA

La storia

di Alessandra Coppola

Il parka bordato di pelliccia, i


jeans rossi, la sciarpa maculata
nera e beige, gli occhiali con la
montatura scura. Se le cercasse
per le vie di Londra, Scotland
Yard farebbe fatica a individuarle: tre adolescenti inglesi
uguali a tutte le altre. Tre ragazze dei quartieri orientali, invece, che hanno riempito i borsoni della palestra, hanno salutato i genitori con una scusa marted presto al mattino, e sono
salite sul volo TK1966 delle Turkish Airlines, da Gatwick a
Istanbul, atterraggio 18.40 ora
locale. Destinazione Siria.
Shamima Bergum, 15 anni,
di origine bangladese come
Kadiza Sultana, che ne ha compiuti 16, assieme a una terza
compagna quindicenne, di cui
non stata diffusa lidentit su
richiesta dei parenti. Si sa, per, che come seconda lingua
(dopo linglese) parla lamarico: probabile sia di famiglia
etiopica.
Il controterrorismo britannico (SO15) ha diramato un mandato di ricerche internazionale,
ieri, per tre studentesse di
Bethnal Green, East London.
Un appello, che non ha precedenti, a fornire informazioni, e
a convincerle a tornare da genitori devastati. Stiamo cercando di raggiungere le ragazze attraverso i mezzi di comunicazione turchi e i social media ha spiegato in
conferenza stampa il comandante dellSO15, Richard Walton . Siamo molto preoccupati, speriamo che Shamima,
Kadiza e la loro amica ascoltino
i nostri messaggi, prima di
varcare il confine con la terra
dellIsis e consacrarsi al jihad.
La paura questa: le tre sarebbero in viaggio per raggiungere una compagna quindicenne che si unita ai combattenti gi a dicembre. Gli investigatori le avevano anche
interrogate, a fine anno, sulla
sorte dellamica, ma non erano state considerate a rischio
di lasciare la Gran Bretagna,

Partenza Shamima Bergum, 15 anni, e Kadiza Sultana, 16 (a destra) allaeroporto di Londra con la terza compagna quindicenne, di cui non stata diffusa lidentit su richiesta dei parenti

Sciarpa maculata, occhiali e jeans rossi


Tre quindicenni da Londra al Califfato
Il viaggio
Marted le tre
ragazze hanno
riempito i
borsoni della
palestra,
salutato i
genitori con
una scusa e si
sono imbarcate
su un aereo da
Gatwick a
Istanbul. Gli
investigatori
sono sicuri che
siano dirette
nel territorio
dellIsis in Siria

riporta il sito del Guardian. Se


dovessero riuscire nellintento,
per, se si spingessero davvero
fino a Raqqa, diventerebbe
molto difficile riportarle indietro. Walton e i suoi sperano di
rintracciarle in questi giorni,
oggi, domani. Confidano nel
tempo necessario per contattare i referenti, ultimare i preparativi. Sperano che tre adolescenti inglesi in giro da sole per
Istanbul attirino lattenzione. E
vengano fermate prima che sia
troppo tardi.
Samra e Sabina a casa vorrebbero tornare, stanche di
guerra e sgozzamenti. Ma non
possono. Uguale rotta: Istanbul-Raqqa. Cambia solo il punto di partenza: Vienna. Bionde,
occhi azzurri, origine bosniaca,
Samra Kesinovic e Sabina Selimovic, 17 e 16 anni, sono partite
ad aprile scorso. Vaghe notizie

dal fronte sostengono che una


di loro, finita in sposa a un miliziano ceceno, sarebbe anche
incinta. Amici austriaci contattati dalle ragazze riferiscono di
orrori: Qui la morte ovunque, avrebbero raccontato.
Ma fuggire impossibile. Ai
genitori resta solo il biglietto
daddio: Non ci cercate. Serviremo Allah, e per lui moriremo. questa la via giusta.
Mamma, se hai questa lettera tra le mani vuol dire che
sono arrivata a destinazione

Verso Raqqa
Scotland Yard sta
cercando di trovare le
studentesse prima
che varchino il confine

Anissa ha almeno tentato di


spiegare , siediti e leggi con
attenzione. Mamma, ho preso
il coraggio a due mani, ho deciso di lasciare la Francia... Ho
deciso di andare in Siria. Non
temere, non c pi la guerra
dove vado, molto calmo... Ho
bisogno di andare in aiuto dei
miei fratelli e sorelle.... Altra
citt europea, analoga vicenda,
raccontata dalla rivista francese Nouvel Observateur. Ventenne di Bordeaux, Anissa scopre lIslam radicale grazie a una
compagna di liceo. Comincia a
portare il velo, prega assiduamente, a volte fanaticamente,
sotto lo sguardo sgomento della madre di origine marocchina, dichiaratamente atea. Finch decide di sposarsi con un
giovane musulmano presentato da un imam incontrato su
Skype. E parte.

I numeri
Secondo
Scotland Yard,
sono 600 i
cittadini
britannici
finora partiti
per andare a
combattere in
Siria
Dei
volontari del
Califfato, circa
50 sarebbero
donne,
divenute spose
dei jihadisti

Il mix questo: cattive compagnie, un predicatore estremista e, soprattutto, tanti contatti online. Di Samra e Sabina
la famiglia racconta che si sono
radicalizzate leggendo del
jihad su Internet. Il risultato,
per la disperazione dei genitori, un lavaggio del cervello.
In unet facile alle suggestioni
e alle promesse di avventure.
Non solo per i maschi.
Scotland Yard calcola che dei
volontari in partenza per la Siria dallEuropa, dal Nord America o dallAustralia, una su dieci una ragazza, in genere molto giovane come le tre studentesse. Spesso pure molto
normale, con lo zainetto e il
foulard, lo smartphone e le cuffiette. Totalmente ignara della
catastrofe che lattende.
@terrastraniera
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

20
.

Cronache

Il Parma nel baratro


mancano i soldi
per giocare con lUdinese
Stop della Federcalcio, la serie A rischia di essere falsata
DAL NOSTRO INVIATO

96
milioni di euro
il debito
del club,
ma il passivo
consolidato
della Eventi
Sportivi arriva
a 201 milioni

Chiuso per indigenza.


La farsa Parma partorisce uno
di quei precedenti di cui il pianeta calcio, che pure ne ha viste
tante, avrebbero volentieri fatto a meno.
Stadio Tardini chiuso domani: salta la gara tra Parma e Udinese. La prefettura aveva dato il
via libera allo svolgimento della partita a porte chiuse, ma il
presidente della Figc Carlo Tavecchio, dopo aver toccato con
mano il disagio e lindisponiPARMA

bilit di Assocalciatori e Assoallenatori, in aggiunta al parere


contrario del sindaco di Parma
Pizzarotti e del numero uno
della Lega Beretta, ha deciso di
rinviare lincontro a data da destinarsi.

Messa in mora
I calciatori rimandano
ancora la messa
in mora, ma hanno
smesso di allenarsi

La verit che nella sua caduta libera verso il fallimento,


mentre il presidente Giampietro Manenti continua a promettere bonifici che nessuno
vede, il Parma non ha nemmeno i soldi per aprire lo stadio.
Steward e dipendenti, non pagati da mesi, hanno deciso di
alzare la voce e vano stato il
summit svoltosi ieri al centro
sportivo di Collecchio. Un vertice che (meglio tardi che mai)
ha visto la presenza anche di
rappresentanti della Figc: cosa
che non ha mancato di suscita-

Il Consiglio
La curva del
Parma ha gi
espresso il suo
parere sulla
crisi del club
e sui dirigenti
che si sono
succeduti
promettendo
bonifici mai visti
(Getty Images)

re commenti pepati nellentourage parmense. Il capitano


Alessandro Lucarelli, che per
conto della squadra sta gestendo con il presidente dellAssocalciatori Tommasi la partita
della messa in mora della societ (per ora i giocatori pazientano), alla vista dei rappresentanti federali non si trattenuto: Se venivano prima era
meglio, a Parma c una situazione che dura da 7 mesi: non
chiaro se sono interessati alla
sorte del campionato o al bene
della societ .
Limpressione che stia andando tutto a rotoli. La sorte
del Parma, al di l degli esiti societari, ormai a tutti gli effetti
un problema serio per la regolarit del campionato. Oltre a
essere a rischio le prossime gare interne (con quali soldi aprire il Tardini?), c la questione
della squadra da mettere in
campo (la Primavera?) nel caso
i giocatori decidessero per la
messa in mora, senza considerare leventualit che si arrivi
alla cancellazione del club dal
campionato.
Ma, crac o no che sia, la vicenda getta unombra pesante
sulloperato degli organismi di
controllo delle autorit del calcio e, pi in generale, sulla vulnerabilit dellintero sistema.
Con i suoi 96 milioni di passivo
(ma il debito consolidato della
Eventi Sportivi, che detiene il
90% della societ, arriva a 201
milioni), quattro presidenti in
due mesi, un via vai di gente
sconosciuta, un tycoon come
Taci che acquista da Ghirardi
senza nemmeno vedere i conti
e poi Manenti che candida-

mente confessa al Corriere di


Bergamo nemmeno io so
esattamente quali sono i debiti
del Parma, sto facendo la due
diligence, viene da chiedersi
dove erano o da che parte stavano guardando le istituzioni
del calcio mentre a Parma andava in scena, a essere generosi, il ballo dei dilettanti.
Ora c il vuoto attorno a Manenti, che ieri si dileguato da
unuscita secondaria. Lui continua a dire che i bonifici arriveranno, ma in pochi gli credono. Il sindaco Pizzarotti, dopo

Asta in vista
Nessuno crede pi alle
promesse di Manenti. Il
sindaco in campo. Asta
in caso di fallimento
averlo incontrato, lo ha di fatto
scaricato: Penso che la pazienza sia finita, di garanzie
non ne abbiamo viste.
Il problema ora quello di
salvare il titolo sportivo. In caso
di fallimento, si va allasta e comunque il Parma dovr ripartire dalla Lega nazionale dilettanti. Il Comune giocher in
prima persona: Terremo monitorata la situazione ha aggiunto il sindaco , ci sono
ancora molti punti oscuri.
Anche per questo Pizzarotti ha
ieri incontrato i pm della Procura che hanno avanzato istanza di fallimento per inadempienze fiscali della societ.
Labisso davvero vicino.
Francesco Alberti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuovi sospetti

Firma forse falsificata


su una cessione di credito
Lindagine della Procura
Ghirardi

DAL NOSTRO INVIATO


PARMA Pure il sospetto di firme falsificate. Lago-

Non ne so
nulla e ho
affidato ai
miei legali
il compito
di verificare
la notizia

nia del Parma sta dando lavoro alla Procura della


Repubblica. Dopo listanza di fallimento per inadempienze fiscali (16 milioni non pagati tra redditi di lavoro dipendente e Irap: udienza il 19
marzo), i magistrati hanno aperto un fascicolo
per truffa e falso su una presunta firma falsificata in un documento presentato dal Parma Calcio
a un istituto di credito per ottenere un anticipo
di finanziamento di un milione e 50 mila euro.
In particolare, si tratterebbe di una cessione di
credito da parte del club a una banca.
Lex presidente Tommaso Ghirardi, che allepoca dei fatti era ancora al vertice della societ, si detto alloscuro: Non ne so nulla ha
affermato , e ho affidato ai miei legali il compito di verificare la notizia. Lindagine contro
ignoti e, a quanto trapelato, la cessione del credito da parte del Parma sarebbe avvenuta allinsaputa del debitore. La vicenda venuta alla luce
nel momento in cui listituto di credito ha inviato al debitore (unazienda di abbigliamento
sportivo) una lettera di diffida per riscuotere la
somma erogata. Il sospetto che la cessione sia
avvenuta con una firma falsa. Il documento rientrava in unoperazione che ha consentito al Parma di ottenere un finanziamento di 4 milioni.
F. Alb.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

CRONACHE
.

IL RACCONTO DI UNA CITT

Dallo stadio al Teatro Regio


Il declino della piccola Parigi
di Dario Di Vico

l caso Parma si potrebbe sintetizzare


cos: cera una volta una ricca citt di
provincia che aspirava ad essere une
petite Capitale e che invece per linsipienza delle sue classi dirigenti si ritrovata, nel giro di un lustro, in bolletta. La
squadra di calcio che pure aveva addirittura scalato i vertici europei vincendo una
Coppa Uefa non ha nemmeno i soldi per
pagare gli steward per una normalissima
partita di campionato, laeroporto rischia
di venir chiuso perch non ci sono i 2,5 milioni lanno per farlo funzionare, il debito
del Comune viaggia comunque tra i 600 e i
700 milioni e per di pi il sindaco Federico
Pizzarotti, figlio di una rivolta popolare
che aveva portato nelle urne i Cinque Stelle
al potere, lancia un disperato avviso ai cittadini perch Parma in mano agli spacciatori.
La somma degli avvenimenti che stanno
scuotendo la citt ducale ha dellinverosimile e passa ancora per il declassamento
della Biblioteca Palatina e il varo di una stagione del Teatro Regio che gli appassionati
considerano a scartamento ridotto e indegna della tradizione verdiana.
Sembra che tutte le contraddizioni che
si sono accumulate negli anni stiano scoppiando in contemporanea e la sensazione
di sconfitta che ne se ricava unanime.
Commenta Giuliano Molossi, direttore
dello storico quotidiano locale, la Gazzetta
di Parma: Non si pu sfuggire alla sensazione di un declino su pi fronti e la chiusura dello stadio per mancanza di soldi la
goccia che fa traboccare il nostro vaso. Non
ricordo francamente un precedente analogo in Italia.
La citt, dunque, langue eppure tutti i
Paesi del mondo vorrebbero avere una Parma tra le loro citt e quelli che ce lhanno
invece lhanno svalutata. Gli anni della
grandeur, quando per soddisfare il vorace
blocco di potere costruito sul mattone (i
costruttori, lex ministro Pietro Tunnel
Lunardi e gli amministratori comunali) si
voleva fare della citt una piccola Parigi

strapiena di nuovi edifici, sono lontanissimi e ora arrivano solo dei grandi S.O.S. al
governo, alla Lega Calcio e allimprenditoria sana. Racconta Molossi: Nelle chiacchiere da bar si spera che a risolvere i problemi venga qualcuno da fuori oppure che
si muovano i Barilla per comprare il calcio
e laeroporto. Ma non avverr niente di tutto ci, nessuno disposto a buttar soldi.
Il sindaco Pizzarotti alla sua prima esperienza politica si trovato un fardello di
problemi obiettivamente pesante da affrontare. Doveva incarnare un nuovo modello far di politica, dar vita a unesperienza che da Parma si sarebbe estesa a Roma
portando i grillini a palazzo Chigi, ma nei
fatti il suo bilancio gramo. Aveva promesso agli elettori di fermare linceneritore che si stava costruendo alle porte di Parma ma ha perso tutti i ricorsi presentati ai

Lallarme
Nel giro di un lustro, da ricco
capoluogo di provincia, Parma
si ritrovata in bolletta. In una
lettera lallarme di Pizzarotti
tribunali amministrativi e, soprattutto,
davanti al maxi-debito lasciatogli dalla
precedente giunta Vignali ha scelto di minimizzare o addirittura in qualche occasione si vantato pubblicamente di averlo
ridotto. Nella realt ha solo liquidato e
ceduto alcune societ trasformando una
quota del debito in perdita patrimoniale
sostiene Massimo Iotti, consigliere comunale del Pd e acerrimo contestatore del
sindaco.
Se allinizio della giunta Pizzarotti i debiti dovuti alla grandeur edilizia erano di
850 milioni oggi mancano riscontri precisi
anche perch, incalza Iotti, avevano promesso un bilancio consolidato ma non lo
hai mai redatto. Ad aprile 2015 si conosceranno i dati delle societ municipali ma
si pu stimare che si arrivi tra i 600 e i 700
milioni di rosso. E il piano di ristrutturazione che doveva essere negoziato con le

I casi
Lattuale
sindaco
di Parma,
Federico
Pizzarotti, si era
candidato per il
ruolo di primo
cittadino con il
Movimento 5
Stelle puntando
sullinceneritore
della citt e
schierandosi
contro la sua
accensione.
Ma nellagosto
2013 limpianto
viene acceso
e scoppiano
le polemiche
Oggi i debiti
del Comune
si aggirano tra
i 600 e i 700
milioni di euro
Altro tema
delicato il caso
dello scalo della
citt che rischia
di chiudere
perch non
ci sono i 2,5
milioni lanno
per farlo
funzionare

banche almeno per la holding Stt non


stato ancora siglato.
Il clima di sconfitta lo si respira anche
perch i cittadini hanno ripreso a protestare. Contro i tagli operati da Pizzarotti allassistenza ai disabili (un fiaccolata di 2 mila
persone sfilata sotto il Comune) e contro
il degrado di intere zone in mano allo spaccio e alla malavita. Proprio ieri il sindaco
ha rivolto una lettera aperta ai cittadini sostenendo che i pusher vengono arrestati e
rimessi in libert dai tribunali, che le leggi
statali sono inefficaci e ci vogliono nuovi
strumenti giuridici in mano ai Comuni.
Parole che sono destinate a restar tali.
Anche perch se per un periodo il sindaco,
in virt del coraggio mostrato nella contrapposizione in sede nazionale allo strapotere di Beppe Grillo, si era conquistato
qualche favore ora nessuno disposto a
fargli sconti. N il dissesto dellaeroporto
n tantomeno quello della squadra di football dipendono dal Comune ma il balletto
di avventurieri di tutti i Paesi che gira attorno a questi due business copre la citt
di ridicolo. Per lo scalo si erano fatti avanti
i cinesi della Izp, poi per alla prova pratica
si sono dileguati senza aver avanzato proposte concrete, per il calcio era spuntato
un albanese, Rezart Tai, che per vista la
mala parata si allontanato, ora il club di
football in mano al faccendiere Giampietro Manenti che la controlla attraverso una
societ slovena. come se lOnu dei filibustieri si fosse data appuntamento a Parma.
Manenti in passato ha cercato di scalare le
cartiere Pigna e comprare il Brescia e la Pro
Vercelli ma i veri investimenti non sono
stati mai il suo forte.
Il paradosso di questa situazione che il
declino di Parma riguarda solo la vita politica e amministrativa, non leconomia reale. Ci sono eccellenze manifatturiere che
hanno retto alla crisi, non solo nellalimentare ma anche nella farmaceutica e nella
meccanica spiega Franco Mosconi, studioso del modello emiliano e docente alluniversit di Parma Quelli che non
hanno funzionato sono stati gli esperimenti pubblico-privato. Purtroppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La crisi, gli scenari


e le prospettive
I volti dei protagonisti

Il Teatro Regio di Parma


in unillustrazione
di Antonio Monteverdi

Il presidente

Il direttore

Il politico

Il manager

Il sindaco

Limprenditore
Giampietro Manenti,
45 anni, presiede
il Parma Football Club

Giuliano Molossi, 60
anni, dirige dal maggio
del 1998 il quotidiano
la Gazzetta di Parma

Massimo Iotti, 53 anni,


architetto, consigliere
comunale del
Partito democratico

Guido Dalla Rosa Prati,


54 anni, presiede
la societ che gestisce
laeroporto di Parma

Federico Pizzarotti,
41 anni, sindaco di
Parma del Movimento
5 Stelle dal 2012

21

22

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

CRONACHE
.

Non gettai quei soldi nel water


Mario Chiesa contro la fiction Sky

Verona

Ci devi pagare
per la droga
Quindicenne
torturato con lacido

Il primo arrestato di Tangentopoli, 23 anni dopo, fa causa per diffamazione

VERONA stato vessato per

Entrata nellimmaginario collettivo degli italiani come simbolo stesso di Tangentopoli, la figura di Mario Chiesa
che getta nel water le banconote di una mazzetta mentre il 17
febbraio del 1992 i carabinieri
entrano nel suo ufficio per arrestarlo viene ora contestata da
un ricorso dello stesso ex presidente del Pio Albergo Trivulzio
di Milano, il quale chiede di
bloccare la messa in onda il 24
marzo su Sky della serie tv
1992 che partirebbe proprio
da quellepisodio. Per Wildside, la societ che ha prodotto la
serie tv, si tratta di uniniziativa
sorprendente.
Sono innumerevoli i libri e
gli articoli che riferiscono di
Chiesa intento a far sparire le
prove. Nel primo pomeriggio
di quel giorno, passato agli annali come quello dellavvio dellinchiesta che ha travolto la
Prima Repubblica, Mario Chiesa ricevette in ufficio un imprenditore che gli consegn
lultima parte di una tangente,
per una somma complessiva di
37 milioni di lire, scrive nel ricorso il suo legale, lavvocato
Stefano Banfi. Somma che infil in una borsa poi spostata in
una stanza attigua. Le banconote finite nello scarico, riport allora la stampa, provenivano da questa operazione.
Un paio di ore dopo, intorno
alle 17, Chiesa ricevette da un
altro imprenditore la tangente
da 7 milioni che lo fece finire
nei guai. Era Luca Magni, titolare di unimpresa di pulizie
che, per, prima si era presentato in Procura ed aveva racMILANO

Chi

Mario Chiesa
stato
presidente del
Pio Albergo
Trivulzio di
Milano, in
quota psi: il 17
febbraio 1992
viene arrestato
mentre incassa
una tangente di
7 milioni dal
titolare di
unimpresa di
pulizie
Nonostante
Bettino Craxi lo
definisca un
mariuolo, un
caso isolato di
disonest
dentro il Psi
milanese, il suo
arresto d il via
alla maxi
inchiesta Mani
pulite.

contato tutto allallora pm Antonio Di Pietro. Il magistrato


organizz una consegna controllata dai Carabinieri che,
appena le banconote passarono nella mani di Chiesa, fecero
irruzione e lo arrestarono per
concussione. Nei giorni successivi si diffuse la notizia delle
banconote nel water.
Secondo Banfi, per, Chiesa
quel gesto non lo fece. Spiega
che non furono gli inquirenti a
scoprire la tangente da 37 milioni di lire ma che fu lo stesso

ingegnere a confessare spontaneamente di averla ricevuta dimostrando di voler chiarire la


sua posizione assumendo un
comportamento coerente e di
collaborazione. Il denaro non
sarebbe stato trovato perch la
perquisizione era limitata ai locali di esclusiva pertinenza
di Chiesa, e non a quello dove
la borsa era rimasta ed in cui
lindagato non avrebbe potuto pi avere accesso.
Per la prima volta in 23 anni
Chiesa si lamenta di un raccon-

Il caso
Lidea di Schettino in Tv. Per 2,5 milioni
di Renato Franco

ieni avanti Schettino. Se non fosse che stato un


disastro navale, la vicenda avrebbe un lato surreale
che supera ogni fantasia: il comandante (a sua
insaputa?) Schettino per partecipare allIsola dei Famosi
avrebbe chiesto 2 milioni e mezzo di euro. Anche se ora lui
smentisce: Chi ha trattato per me non era autorizzato a
farlo. Succede che un inviato delle Iene lo scorso novembre
contatta la persona che cura gli interessi di Capitan Disastro
per sondare la possibilit di naufragare (come se una volta
non fosse gi stata abbastanza) nel reality di Canale 5. Prima
ci sono i convenevoli, Schettino una bella persona, ma sa
che se partecipa va incontro a un massacro mediatico, anche
se poi magari chi lo guarda finisce per trovarlo anche
simpatico. Gli italiani sono messi male, ma si spera non fino
a questo punto. Le indicazioni che ho che lui si
muoverebbe per 2 e mezzo. Senza vergogna, perch poi
arriva il peggio: una fetta considerevole, 200 mila euro, li
devolverebbe ai parenti delle vittime. Ultimo problemino. I
soldi, su conto corrente italiano meglio di no, vediamo se
riusciamo a fare qualcosa in Brasile. In effetti una bella
persona (salvo smentite). RIPRODUZIONE RISERVATA

to che definisce gravemente


diffamatorio, la cui rappresentazione filmica rischia di
cristallizzare, in via definitiva,
nella mente di migliaia di spettatori un clamoroso falso storico che lede limmagine ed il decoro dellingegner Chiesa, sostiene lavvocato per il quale
non esiste nessun verbale che
attesti la leggenda della tangente gettata nel water.
La serie un prodotto di
fantasia dichiarano dalla
Wildside in cui le citazioni

Il legale
I soldi erano custoditi
in una borsa chiusa
dentro un locale
che non fu perquisito
di vicende pubbliche, come
questa, sono comunque rispondenti a fatti acclarati e raccontati in tanti libri mai smentiti, oltre che dallo stesso Chiesa riferiti in verbali pubblicati
anni fa.
Il rimando un verbale apparso nel 2012 su lEspresso in
cui Chiesa dichiara di aver nascosto una busta con i soldi che
gettai nel water, ove mi recai
pi volte nel corso della perquisizione. Mi sento di
escludere che il mio assistito
possa aver dichiarato una cosa
del genere, dice lavvocato
Banfi. Il ricorso per lo stop alla
trasmissione sar esaminato
l11 marzo.
Giuseppe Guastella

La fiction
La serie
televisiva
1992 andr
in onda a
partire dal 24
marzo
prossimo su
Sky Atlantic e
in altri cinque
Paesi europei.
La fiction
nata da unidea
dellattore
Stefano Accorsi
che ne anche
interprete
La trama
ricalca molto
da vicino i fatti
dellinchiesta
Mani pulite: vi
sono
riconoscibili i
personaggi di
Di Pietro,
Colombo,
Davigo e di
alcuni politici
dellepoca. A
essi si
affiancano altri
personaggi di
fantasia

mesi. Fino al vero e proprio


sequestro di persona, durato
quattro ore, in casa di uno dei
due aguzzini. La vittima, un
quindicenne di Villafranca
(Verona), stato preso a calci,
a cinghiate, a frustate; le
sigarette sono state spente su
varie parti del suo corpo; sulla
spalla gli stato versato
dellacido, cui stato dato
fuoco. I due aggressori hanno
20 e 18 anni, ma uno di loro era
minorenne allepoca dei fatti,
gennaio 2014. Avevano preso
di mira il ragazzino perch era
amico di due coetanei che
avevano comprato da loro un
chilo di hashish in contovendita, senza mai pagarlo.
Danyel Viviani, il ventenne, e il
complice volevano i soldi dal
quindicenne. Ma quando non
sono riusciti a ottenerli, hanno
alzato il tiro, fino al sequestro.
La vittima tornata a casa
senza dire niente alla madre,
ma ha cominciato ad assumere
comportamenti strani: per
esempio, la notte controllava
sempre che le finestre fossero
ben chiuse. Poi hanno
cominciato a mancare oggetti
preziosi nel suo
appartamento, senza che ci
fossero segni del passaggio di
ladri: sono spariti un tablet, un
televisore e un computer. La
madre si quindi rivolta ai
carabinieri di Villafranca e
dopo diversi incontri il figlio
ha cominciato a parlare.
Lindagine si conclusa con
larresto del ventenne Viviani,
mentre il complice stato
denunciato al Tribunale dei
minori.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli scatti di Toscani per Original Marines

I bambini in fuga dalla guerra diventano testimonial


Levento
Ci sono
anche i rifugiati
ospiti dei centri
di accoglienza
dello Sprar
(Sistema di
protezione per
richiedenti
asilo e rifugiati)
tra i
protagonisti
della nuova
campagna
pubblicitaria
Original
Marines
dedicata alla
collezione
Primavera /
Estate 2015
Gli scatti
sono realizzati
da Oliviero
Toscani,
fotografo di
fama mondiale
che per Original
Marines ha
curato anche
facce vere
napolitane
nellambito del
progetto Be
Original

Protagonisti
Alcuni
degli scatti
del fotografo
Oliviero Toscani
(in alto a destra,
mentre
allopera) per la
nuova campagna
di Original
Marines

rrivano da aree diverse del mondo. Da zone di


guerra e Paesi poverissimi, nazioni in bilico e Stati
vicini allUnione Europea. Ma tutti hanno
qualcosa in comune: lespressione tipica della loro et,
linnocenza. E un unico sguardo, quello di un fotografo
di fama mondiale: Oliviero Toscani. Sono loro, i
bambini provenienti da tutto il pianeta molti dei
quali ospiti dei progetti di accoglienza del Sistema di
protezione per richiedenti asilo e rifugiati (lo Sprar) i
protagonisti degli scatti della nuova campagna
pubblicitaria Original Marines, firmata e interpretata da
Toscani, dedicata alla collezione Primavera/Estate 2015.
Volti e vite reali che arrivano dopo le facce vere
napoletane e che rientrano nel progetto Be Original.
Albania, Siria, Nigeria, Afghanistan, Camerun, Egitto,

Cecenia, Mali. Sono alcuni dei Paesi rappresentati in


una serie di istantanee, grazie anche allAlto
commissariato Onu per i rifugiati, che esprimono
lemozione dei bambini senza distinzioni. Fotografo
persone che non sono fotomodelli spiega Oliviero
Toscani , mi interessa quella umanit che il mondo
dellimmagine tende a emarginare. Li trovo pi
interessanti e pi belli: hanno lo sguardo forte e limpido
che, pur vivendo in condizioni estreme, rispecchia una
forza di chi in cerca di vera libert. Con questa
nuova campagna aggiunge Domenico Romano,
direttore marketing di Original Marines desideriamo
confermare lapproccio della nostra azienda che mette al
primo posto il rapporto e il dialogo con il cliente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

CRONACHE

23

Gino Paoli e laccusa di evasione fiscale: 2


chiarir, sono pronto a lasciare la Siae

Milioni
Sono i soldi che
Gino Paoli
ha trasferito
in Svizzera

indagato a Genova. Grillo lo difende, tensione nei 5 Stelle: agli amici si fanno sconti
Il caso

Il cantautore
Gino Paoli
indagato per
evasione
fiscale. Sotto
esame un
conto in
Svizzera con 2
milioni di euro
Il Movimento
5 Stelle alla
Camera ha
chiesto a Paoli
di valutare le
dimissioni dalla
presidenza
della Siae. Ieri il
leader del
Movimento
Beppe Grillo ha
chiamato il
cantante per
scusarsi degli
attacchi

GENOVA Amareggiato ma pronto a difendersi. Quello che lo


ferisce, dicono le persone che
gli sono vicine, vedere il lavoro artistico di una vita sbeffeggiato, le sue canzoni riscritte in
chiave prendi i soldi e scappa: Il cielo in una banca,
Sapore di soldi, Quattro
evasori al bar. Gino Paoli voleva dimettersi dalla presidenza
della Siae, lo ha detto al suo avvocato Andrea Vernazza che lo
ha sconsigliato: Non lo fare
perch queste accuse sono infondate. Non c nessun reato.
Se proprio vuoi autosospenditi
finch tutto sar chiarito.
Paoli, indagato dalla Procura

Abouleish
ha trasformato
20 mila ettari di
deserto in terreno fertile, e
ospita lUniversit per lo
sviluppo
sostenibile

sacro di un uomo di 80 anni


non pregiudicato, mai inquisito per alcunch, che mi risulti,
io non ci sto. Io non ho mosso i
miei contro Gino Paoli,
aspetto la magistratura prima
di emettere qualunque giudi-

Mila euro
Sono, per
laccusa, le
tasse evase dal
cantautore

Il capodanno cinese nel calendario lunare

La difesa
Secondo la difesa
quello in Svizzera un
vecchio conto: quindi
basta una sanzione

di Genova con laccusa di dichiarazione dei redditi infedele


per aver omesso di denunciare
al Fisco un conto svizzero di 2
milioni di euro evadendo 800
mila euro di tasse, ha risposto
che ci avrebbe pensato. Lo conferma il direttore generale della Siae, Gaetano Blandini: Il
maestro Paoli ci dir marted
cosa ha deciso. Da un punto di
vista personale ha la mia solidariet e il mio sostegno.
Nel frattempo, Paoli ha annullato due concerti, uno stasera a Settimo Torinese, laltro
domani a Cortona: ufficialmente per motivi di salute.

si della Procura che i 2 milioni siano stati incassati da Paoli


nel 2008 e non siano stati dichiarati al Fisco nel 2009: da
qui laccusa di infedele dichiarazione dei redditi. Per la difesa
si tratta di un vecchio conto accumulato negli anni, dal quale
sono stati fatti diversi prelievi
per riportare i soldi in Italia.
Questo esporrebbe Paoli a sanzioni amministrative (ne ha gi
subito una a dicembre) ma cadrebbe il reato penale. Nessun
processo e una multa dal Fisco,
potrebbe finire cos.
Erika Dellacasa

di Paolo Conti

Ibrahim
Abouleish
(foto), 77 anni,
il fondatore di
Sekem (tradotto significa
vitalit del
sole), unimpresa che d
lavoro a oltre
10 mila
persone

amico da molti anni ha


scritto Grillo sul suo blog e
spesso le nostre famiglie si incontrano vivendo nella stessa
zona di Genova. Quindi potrei
essere considerato poco obiettivo. Ma a questo gioco al mas-

Disertato il palco
Annullati due concerti,
previsti oggi e domani
a Cortona e Settimo:
Motivi di salute

Il personaggio

Chi

E dopo la richiesta di dimissioni dalla Siae avanzata dai deputati del M5S, ha telefonato
allamico Gino anche Beppe
Grillo: Mi dispiace, ma lo sai
questa la politica.... Premetto che Gino Paoli mio

800

zio. Il post sparito in serata


dallhomepage. Qualche tensione nel M5S che ha per ribadito: Non c stata nessuna
presa di distanza di Beppe Grillo dalla nostra posizione. Ma
sul blog i commenti non sono
stati teneri: Lonest andr di
moda, ma per gli amici ammettiamo sconti.
Sul fronte delle indagini, la
perquisizione in casa dellartista non ha fruttato nulla, nella
sede di tre societ che fanno
capo alla moglie Paola Penzo
(indagata) sono stati sequestrati alcuni documenti. Linterrogatorio di Paoli davanti al
pm Nicola Piacente fissato il 2
marzo. Volevo mettermi in regola ha spiegato Paoli allavvocato di queste cose non
capisco nulla, ci siamo rivolti a
un professionista. Paoli e la
moglie sono andati nel gennaio 2014 dal commercialista Andrea Vallebuona, lo studio era
pieno di cimici per unindagine
sulla Banca Carige. La loro conversazione stata intercettata.
Abbiamo un conto di due milioni e vorremmo farli rientrare ha spiegato la moglie. La te-

MILANO Noi rappresentiamo


lIslam moderato e moderno.
Gli uomini dellIsis sono solo
terroristi. Ibrahim Abouleish
invoca spesso Allah, quando
parla della sua incredibile avventura umana, imprenditoriale e ambientale, laver trasformato 20.000 ettari di deserto
del suo Egitto (partendo dai
primi 70 conquistati a 60 chilometri a nordest del Cairo) in
terreno fertile coperto da filari
di alberi ad alto fusto, coltivazioni rigorosamente biodinamiche, allevamenti di bufali
egiziani, fabbriche di tisane,
scuole, asili nido e ora anche
LUniversit di Eliopoli per lo
Sviluppo sostenibile ( la prima nel mondo, sorride soddisfatto). Lopera si chiama
Sekem, in egiziano antico vitalit del sole.
Ibrahim Abouleish il relatore-simbolo del convegno internazionale Oltre Expo-Alleanze per nutrire il Pianeta, s
possibile organizzato dallAssociazione per lagricoltura
biodinamica, col patrocino del
Fondo Ambiente Italiano, della
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e con la partecipazione
di Slow Food. LAula Magna
Gobbi dellUniversit Bocconi
strapiena, in prima fila Giulia
Maria Crespi, da sempre aperta
e combattiva sostenitrice dellagricoltura biodinamica che
ha fortemente voluto questo

I festeggiamenti
per lAnno della Capra

Dureranno 40 giorni i festeggiamenti per il capodanno cinese, iniziati


gioved con lingresso nellAnno della Capra (o della Pecora), considerato
propizio per la calma, dolcezza e onest dellanimale che lo ispira (sopra,
nella foto LaPresse una sfilata di carri a Kaifeng, nellHenan). Solo in
Cina sono previsti 2,8 miliardi di viaggi, mentre milioni di emigrati
celebreranno levento in tutto il mondo. In Italia si celebrer nel fine
settimana, con iniziative da Roma a Prato e Milano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ibrahim, luomo che coltiva il deserto


In Egitto 20 mila ettari di campi grazie alla biodinamica, duemila operai scuole e attivit
Il progetto Sekem al convegno patrocinato da Fai, Fondazione Feltrinelli e Slow Food
appuntamento. La scommessa
esplicita, dimostrare cio che
il futuro dellItalia sta nelle sue
stesse radici: agricoltura, alimentazione, paesaggio, artigianato e quindi turismo in un
ambiente tutelato. Sul palco
Carlo Triarico, presidente dellAssociazione per la biodinamica: LItalia ha il primato europeo nelluso dei pesticidi, 10
chili a ettaro. La Francia ne usa

Lintegrazione
Lavorano insieme
musulmani, cristiani ed
ebrei: il quaranta per
cento sono donne
la met per attira il doppio del
turismo. Penso che il nesso sia
chiaro. Allagricoltura va restituita la dignit che le spetta.
Tanti i relatori italiani e internazionali. In questo quadro
spicca Ibrahim Abouleish, mite
signore di quasi ottantanni,
eleganza europea, occhiali sottili, sguardo penetrante, studi
giovanili in Germania, due lauree in Medicina e Ingegneria
che hanno sostenuto la sua vocazione: Quando nel 1977 tornai in Egitto trovai un Paese distrutto da tre guerre. Ripensai
alle parole del profeta Maometto: Quando si avvicina lApocalisse, la fine del mondo, col-

Nei campi e al chiuso In alto, uno dei campi coltivati


di Sekem. In basso, una sarta allopera. Le donne che
lavorano per limpresa di Ibrahim Abouleish sono 800
su duemila dipendenti. Diecimila i lavoratori in tutto

tiva la terra e vedrai che non ti


abbandoner. La terra una
madre dal grande cuore. Anche
quando i suoi figli la maltrattano lei perdona e offre altre possibilit.
Poco prima aveva scoperto
lesistenza, e il fascino, dellagricoltura biodinamica proprio in Italia grazie a Giulia Maria Crespi: Mi spieg bene di
cosa si trattava, ma quando le
parlai del mio progetto per il
deserto mi disse che ero un
pazzo. Cominci unavventura
difficile, allinizio ebbe contro
anche gli Imam che lo ritenevano un adoratore del sole per i
principi antroposofici alla base

della coltivazione biodinamica,


poi arriv una targa ufficiale
degli Sceicchi islamici in Egitto
che definiva la sua opera una
iniziativa islamica. Oggi
Sekem significa 20.000 ettari di
ex deserto coltivati con 85
aziende, 10.000 lavoratori musulmani ma non mancano cristiani ed ebrei (il 40% donne) in
tutto lEgitto, 2.000 dipendenti
impegnati a Sekem nella trasformazione dei prodotti (800
donne). Le scuole della comunit accolgono ogni giorno 600
studenti. Ha convinto lintero
Egitto che luso dei pesticidi
nella coltivazione del cotone
dispendioso, dannoso per raccolto e ambiente: la soppressione biologica dei parassiti ha
portato a un aumento del 30%
della resa del cotone grezzo.
Ora Abouleish soddisfatto
dei proseliti che raccoglie:
Centinaia di migliaia di ettari
in Egitto sono stati sottratti al
deserto. Dopo lEuropa, siamo
il luogo al mondo in cui pi si
usa lagricoltura biodinamica.
Guarda con affetto alle nuove
generazioni: Sono certo che
tutta lagricoltura si riconvertir cos. Quella tradizionale si
sta rivelando sempre pi costosa, per gli antiparassitari, dannosa per lacqua, per laria, per
la terra stessa e per la salute dei
consumatori. La natura il nostro vero, sicuro futuro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

24

ANALISI
& COMMENTI

Il corsivo del giorno

di Sergio Rizzo

POCHI MA PULITI
LIDEA DI LONDRA
SUI FONDI
PER LA POLITICA

nche nella
democraticissima
Gran Bretagna, ci
avverte il Financial
Times, debole la fiducia
degli elettori verso i politici,
sospettati di
condizionamenti da parte
di lobby e potentati
economici. Il che porta il
quotidiano inglese a
sostenere lintroduzione di
finanziamento pubblico
generalizzato (oggi
destinato alla sola
opposizione) che consenta
ai partiti di misurarsi ad
armi pari senza cadere in
tentazione. Ricorda il
ragionamento che nel 1974,
al tempo dello scandalo dei
petroli, i nostri politici
utilizzarono per
giustificare la legge sul
finanziamento pubblico.
Abbiamo poi visto cosa
successo. Ma sappiamo
anche il perch. Zero regole,
zero controlli, zero
trasparenza. Quando poi,
causa indignazione
popolare, si dovuto
cambiare strada, ecco un
altro pasticcio con una
legge piena di ipocrisie.
Perch labolizione del
finanziamento pubblico,
cos ce lhanno presentata,
pura finzione. Quello
sopravvive con i contributi
ai gruppi parlamentari che
il referendum radicale del
1993 votato dal 90 per
cento degli italiani aveva
abolito e non sono stati
nemmeno sfiorati. Ma
continua a esistere pure
sotto forma di sgravi fiscali
12 volte pi generosi di
quelli concessi ai contributi
per la lotta al cancro, e
francamente non si capisce
perch.
Davvero non sarebbe
stato meglio prendere in
seria considerazione lidea
del politologo Piero Ignazi,
quella di un finanziamento
pubblico leggerissimo con
controlli rigorosissimi? Ma
senza furbizie e scappatoie
fiscali. Trenta milioni di
euro lanno per tutti, aveva
proposto Ignazi,
ricordando come in Europa
non ci sia un solo Paese
(Svizzera esclusa) che non
finanzi pubblicamente la
politica. Pi o meno gli
stessi soldi che secondo il
Financial Times (25 milioni
di sterline) dovrebbero
bastare ai partiti della
Gran Bretagna, Paese che
ha circa gli stessi abitanti
dellItalia. Neanche si
fossero messi daccordo...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

a destra repubblicana ha accusato Obama di essere cieco per


il suo rifiuto di qualificare come islamico il terrorismo di
Isis e Al Qaeda. Per il conservatore illuminato David Brooks il presidente un ingenuo se
pensa di poter bloccare con pi
benessere economico, pi
istruzione, tolleranza e pluralismo un proselitismo che punta
sul fanatismo a sfondo religioso, su una visione apocalittica
della purificazione della terra:
massacri trasformati in atti
deroismo. E anche molti progressisti, pur riconoscendo che
la Casa Bianca ha le sue ragioni,
considerano quella di Obama
la pretesa di affrontare col solito piglio accademico una discussione che eccita gli animi e
provoca forti contrapposizioni
politiche.
La conferenza dedicata a
quella che, con linguaggio
piuttosto asettico, stata definita lotta contro lestremismo

DORIANO SOLINAS

Definizioni Il presidente degli Stati Uniti rifiuta di chiamare


attacchi islamici quelli di Isis e Al Qaeda. Esponendosi
ad accuse di cecit, freddezza e ingenuit, ma cercando di togliere
legittimazione anche semantica a dei volgari assassini

OBAMA E IL TERRORISMO
GUERRA (ANCHE) DI PAROLE
di Massimo Gaggi
violento, non stata di certo
un gran successo per Obama
che, dopo molti rinvii, ne aveva
sollecitato la convocazione allindomani del massacro nella
redazione di Charlie Hebdo. La
scarsa chiarezza non solo sulle
soluzioni da proporre ma anche sui temi in discussione
plasticamente rappresentata
dal fatto che alla conferenza il
capo dellFbi, James Comey,
non stato nemmeno invitato,

mentre il capo dei servizi di sicurezza russi, Aleksandr Bortnikov, cera, eccome.
Il presidente ha parlato con
la freddezza professorale che
gli stata rimproverata pi volte in passato e il suo team non
deve aver fatto un gran lavoro
nello spiegare agli invitati che
stavolta non si sarebbe discusso di repressione armata del
terrorismo, ma di come evitare
che i giovani vengano affasci-

nati da ideologie estremiste e


violente. Quella di evitare di
qualificare come islamico il
terrorismo dellIsis non stata,
per, una scelta dettata da cecit o mancanza di coraggio.
Questi terroristi, ha detto
Obama, cercano disperatamente una legittimazione, si
dipingono come leader religiosi, guerrieri impegnati in una
guerra santa per lIslam. Arrivano ad autodefinirsi Stato islamico, dicono che lOccidente
in guerra coi musulmani. Vogliono affascinare e attrarre i
giovani contattati via Internet.
Una trappola nella quale non
bisogna cadere, dice il presidente Usa: niente Islam e guerre sante, vanno trattati come
volgari assassini.
Ecco allora che il senso delliniziativa americana diventa
pi chiaro: cercare di togliere
legittimazione ai terroristi anche sul terreno semantico, o a
costo di apparire pedanti o poco incisivi. Nel no di Obama alla logica dello scontro tra civilt c la sollecitazione ai Paesi arabi moderati a fare la loro
parte contro le derive estremiste, visto che, come il presidente Usa non si stanca di ripetere,
i terroristi islamici massacrano
soprattutto i loro fratelli musulmani. Ma c anche il riflesso della diversit dellAmerica
rispetto allEuropa: Obama si
preoccupa soprattutto di non
deteriorare i rapporti con una
comunit islamica che negli
Usa molto pi laica e integrata nel tessuto sociale rispetto a
quelle dei Paesi europei.
Forse per questo Obama non
and alla manifestazione di Parigi: per non trovarsi nellimmagine di un cordone di leader che poteva essere usata per
sostenere la tesi del clash of civilizations. Per questo ha invitato gli europei a seguire il modello americano di integrazione. Alla conferenza ha ricordato che il primo centro islamico
di New York fu fondato addirittura nellOttocento e che la prima moschea dAmerica fu costruita in North Dakota. E ieri i
giornali riferivano dellimpegno di molti imam americani,
decisi a evitare che i loro giovani fedeli si facciano sedurre dai
messaggi dellIsis. Ma diventata dura, spiegava uno di loro: Mi accaloro, convinco un
ragazzo, poi quello torna a casa
e dopo due ore riceve un tweet
che vanifica il mio lavoro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

LA SPINTA PER LA RIPRESA

MUTATO, MA SEMPRE PROTAGONISTA


IL NUOVO VOLTO DEL CETO MEDIO

COMMENTI
DAL MONDO

di Giuseppe De Rita

Centralit Ha ridotto
la propensione al consumo e
al destino impiegatizio, rilanciando
limprenditorialit e adottando
nuovi valori. Confermandosi cos
decisivo per luscita dalla crisi

overno, Banca dItalia, Confindustria, e


due giorni fa lOcse,
sembrano congiuntamente orientati a
vedere il 2015 come un anno di
consistente ripresa, quasi un
annus felix. Per una volta su tale previsione non consentito
labituale scetticismo: sia perch ben noto il livello di affidabilit dei modelli econometrici utilizzati nei quattro ambienti citati, sia perch dopo
tanti anni di visioni catastrofiche lopinione pubblica ha diritto a qualche speranza e a
qualche buona attesa.
I modelli econometrici e
lopinione pubblica sono comunque solo i terminali di presa datto delle dinamiche del sistema; e non possono indicare
quindi in concreto chi fa la ripresa, quali soggetti cio sono oggi sotto sforzo per produrre quella dinamica complessa che si fa poi numero e
modello. Le risposte pi correnti ne danno il merito alla
politica della Banca centrale
europea, alla caduta del prezzo
del petrolio, alla perdita di valore delleuro; risposte tutte
corrette sul piano tecnico e a
dimensione internazionale,
ma che nulla ci dicono sulla
possibilit che sia in atto un
protagonismo collettivo, di dinamica di massa. Un protagonismo che non sarebbe nuovo
nella nostra societ, visto che i
suoi pi recenti cicli di sviluppo sono stati alimentati da
energie collettive tutte interne
al sistema (nella ricostruzione
post bellica; come nella proliferazione delleconomia sommersa e della piccola imprenditorialit degli Anni 70 e 80; e
come, al limite, nella collettiva
reazione di sopravvivenza alla
crisi degli ultimi anni). Ma un
protagonismo su cui si sono
nel tempo addensate dubbi.
Non siamo sicuri che ci siano in campo energie collettive
paragonabili al passato, visto
che gli ultimi anni ci hanno
certamente impaurito e rattrappito. La pubblicistica maggioritaria sembra orientata a
darne la colpa alla crisi del ceto medio, alla fine di quel processo di cetomedizzazione che
ha cambiato lItalia dal 70 in
poi. E su tale crisi ruotano tutti
i richiami che angosciano
lopinione pubblica (la caduta
delloccupazione e dei consumi, la moltiplicazione dei precari sbandati e frustrati, il ritorno indietro di decenni nel
tenore di vita delle famiglie,
eccetera).
Non sono convinto di questa
usuale connessione fra crisi
del sistema e declino del ceto
medio; e per questo ho cominciato a controllare se e come il
nostro ceto medio abbia non
solo ben fronteggiato la crisi,

ma stia anche tentando nuovi


spazi di protagonismo.
Per fronteggiare la crisi ha
via via ridotto le sue due opzioni storiche: la propensione al
consumismo, contro la quale
si affermano oggi valori e comportamenti di sobriet e di razionale monitoraggio dei consumi; e la propensione al destino impiegatizio, contro la
quale sempre pi si sperimentano le sfide e gli stress per soluzioni di responsabilit individuale al problema della sopravvivenza. uninversione
sottile ma che si riscontra facilmente nei comportamenti di
massa di coloro che ancora
vogliono essere ceto medio:
di qui il privilegio dato al risparmio (conti correnti bancari, polizze vita, fondi comuni);

alla volont di fare della casa il


pilastro patrimoniale del presente e del futuro; al riordino
degli stili di vita individuali e
collettivi.
Se da un lato questa maturazione valoriale annuncia un
pericolo di rinserramento prudenziale, dallaltro sposta il nostro ceto medio verso un silenzioso rilancio del tradizionale
fai da te. Certo i flussi di
nuova iniziativa imprenditoriale sono lontani da quelli degli Anni 70, ma si possono vedere tracce di una analoga accumulazione di risorse da giocare in proprio. Abbiamo cos
un rilancio enorme dellaccumulazione finanziaria sommersa (per quasi la met dei
servizi artigiani e per un quarto di quelli professionali il conto saldato in nero e in contanti); abbiamo, spesso in contiguit con il sommerso, la crescita di imprese a bassa soglia
di ingresso (nella ristorazione
nelle aree urbane come nellagriturismo nelle zone rurali
di qualit); abbiamo sempre
pi iniziative di lavoro in proprio delle donne giovani; abbiamo ormai pi del 10% delle
piccole imprese gestito da
stranieri. Cos non ci si pu
meravigliare se nel 2014 continuato a crescere il numero
delle nuove imprese (circa
370.000) mentre diminuito
(di 31.500 unit) quello delle
imprese cessate: un trend che

sembra non aver molto da invidiare a quel che avvenne in


pieno processo di cetomedizzazione.
Si potrebbe dire, guardandoci indietro, che il ceto medio
italiano ha cambiato pelle rispetto al passato ( pi sobrio,
meno consumistico, pi patrimonializzato, meno impiegatizio, pi aperto a donne e stranieri), ma ha confermato la sua
centralit rispetto alla faticosa
evoluzione della societ italiana. E leffetto occulto ma potente di tutto ci la crescita
della sua capacit di identificazione e di inclusione, se vero
che oggi, in piena retorica della crisi del ceto medio, il 53%
dei giovani fra i 18 e i 34 anni si
sente ceto medio, mentre solo
il 9% si sente precario. In altre
parole, il ceto medio italiano
ancora vivo e lotta insieme a
noi, partecipando alla faticosa uscita dalla crisi.
Qualcuno potr sollevare
dubbi sulla reale spinta di modernizzazione di questo riproporsi del ceto medio, ma va
preso atto che non ci sono in
giro altre dinamiche di impegno collettivo o di guida di vertice. Anche la politica, se penser di potersi ascrivere il merito di un anno felice, dovr
oggettivamente riconoscere il
credito che sulla incipiente ripresa sta maturando larticolato potere del ceto medio.

Se Hollywood
dimentica
latinos e asiatici
non pu

Hollywood
essere accusata di
razzismo. Non pi, almeno.
Ma se si guarda con pi
attenzione alla produzione
delle major si nota come i
ruoli destinati a protagonisti
latinos e asiatici sia
alquanto ridotta. quanto
argomenta, dati alla mano,
Jos Antonio Vargas sul
Los Angeles Times. Sono i
gruppi etnici pi
sottorappresentati sul
grande schermo:
rispettivamente il 4% per i
latinos e il 5% per gli
asiatici. Insomma: siamo
rimasti a Bruce Lee e
Jennifer Lopez nei ruoli
chiave. Una scelta che,
sottolinea Vargas,
controproducente per
lindustria cinematografica
che vede tra i principali
fruitori, negli Usa, proprio
latinos e asiatici.

a cura di Carlo Baroni

RIPRODUZIONE RISERVATA

Guarda al futuro
anche dopo di te
Con un lascito testamentario a EMERGENCY
i tuoi valori possono continuare a vivere nel
lavoro dei nostri medici e dei nostri infermieri.
Fai continuare il futuro anche dopo di te.

EMERGENCY

w w w. e m e r g e n c y. i t

Per avere maggiori informazioni sulle nostre attivit e per conoscere le modalit di destinazione di un lascito a EMERGENCY compila questo
coupon e spediscilo via fax allo 02/86316336 o in busta chiusa a EMERGENCY - UFFICIO LASCITI:
via Gerolamo Vida 11 20127 Milano - T +39 02 863161 - F +39 02 86316336
via dell'Arco del Monte 99/A 00186 Roma - T +39 06 688151 - F +39 06 68815230
email: lasciti@emergency.it
NOME

COGNOME

INDIRIZZO
CITT

CAP

email*

TEL.

PROVINCIA

*Il tuo indirizzo email ci permetter di inviarti informazioni pi velocemente e di risparmiare i costi di carta, stampa e spedizione.

FIRMA (per presa visione e accettazione dellinformativa sotto riportata)


Informativa ai sensi del D. Lgs. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, per nalit amministrative conseguenti la richiesta di invio del materiale oggetto
della presente campagna informativa, per la comunicazione di informazioni relative allattivit della associazione e per la promozione e la diffusione di proprie
iniziative. Il conferimento dei dati facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentir di effettuare le
operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specicamente incaricato delle operazioni di trattamento e
potranno essere comunicati a terzi ai quali sono afdati la predisposizione e linvio del materiale. I dati trattati non saranno diffusi. Titolare del trattamento
EMERGENCY Life Support for Civilian War Victims ONG ONLUS, Via Gerolamo Vida 11 - 20127 Milano, in persona del Presidente e legale rappresentante pro
tempore. Responsabile del trattamento Alessandro Bertani, al quale possibile rivolgersi, allindirizzo sopra indicato o ad info@emergency.it, per esercitare
i diritti di cui allart. 7 del D. Lgs. 196/2003, tra i quali quelli di consultare, modicare, cancellare, opporsi al trattamento e conoscere lelenco aggiornato degli
altri responsabili.

Con il patrocinio e la collaborazione del Consiglio Nazionale del Notariato

codice lotto numero 881

25

GRECIA
UNINTESA
INSTABILE
E IL FUTURO
DELLEUROPA
SEGUE DALLA PRIMA

n sostanza, alla Grecia


non saranno tagliati gli
aiuti finanziari, prolungati per quattro mesi a partire da marzo: quindi la temuta uscita dalleuro per ora
non ci sar. In pi, il governo
ellenico di sinistra ottiene di
introdurre un cuneo, almeno
temporale, tra i prestiti che gli
verranno effettuati e il programma di riforme e aggiustamenti finanziari che in cambio
deve garantire (quello che i
greci chiamano Memorandum).
Gli aiuti non arriveranno
senza condizioni. Ma queste
saranno dettagliate da luned:
ci che permetter al premier e
al suo ministro delle Finanze
Yanis Varoufakis di sostenere
che il vecchio programma
morto, come promesso in campagna elettorale. In realt, un
programma ci sar, naturalmente: Atene non far scelte
unilaterali e indiscrezioni di
fonte tedesca assicurano che
sar per pi del 70 per cento
quello precedente e dovr rispettare la quasi totalit dei
vecchi obiettivi. In pi, a giudicare i nuovi contenuti saranno
la Commissione Ue, la Banca
centrale europea e il Fondo
monetario internazionale (il
gruppo che fino a pochi giorni
fa veniva chiamato troika).
Berlino e le altre capitali potranno dire di non avere ceduto ad Atene. Non c riduzione
del debito greco, riforme e
controllo dei conti pubblici
vanno avanti, nessuno prende
denaro senza prendere anche
impegni. Inoltre la prospettiva
della Grexit allontanata. Il timore di qualche governo europeo, impegnato in riforme
profonde e dolorose, che una
anche solo piccola vittoria greca potesse disorientare i suoi
elettori (in Spagna, Irlanda,
Portogallo) ora forse meno
intenso. Il punto centrale dellopposizione, tedesca ma non
solo, a gran parte delle richieste greche, infatti, non stava
tanto in una rigidit preconcetta ma nel fatto che da una
breccia aperta ad Atene nel
muro anticrisi eretto negli
scorsi cinque anni avrebbe poi
potuto passare chiunque. Con
esiti probabilmente fatali per
leuro.
Un accordo politico come
quello raggiunto ieri sera presenta un forte rischio di instabilit. Gi da luned si passer
finalmente ai contenuti. Sono
due i punti chiave sui cui probabilmente il confronto sar
acceso dicono a Berlino. Primo, le riforme strutturali che la
Grecia deve ancora fare, soprattutto quella del mercato
del lavoro promessa dal vecchio governo ma che quello
nuovo intende disattendere.
Secondo, il promesso surplus
primario (prima degli interessi
sui prestiti) che Atene vorrebbe
ridurre per avere una maggiore
agibilit di bilancio.
La prova di forza tuttaltro
che terminata, insomma. Per
ora si evitato che un confronto negoziale, segnato da elementi di irritazione e cattiveria,
finisse con vincenti e perdenti:
qualsiasi questi fossero stati, si
sarebbe rischiato di mettere in
moto una slavina disastrosa
per tutta leurozona.
Danilo Taino
@danilotaino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

26
.

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

27
.

Benessere

Viaggi

Food

Moda

S. Catapano

Tempiliberi

Ragazzi in ciotola
Accuditi come gli e nipoti. Cani e gatti sono amici cos
non umani che compaiono anche nelle nostre liste della spesa
Dove comperi?
Che cibo comperi?

Fonte: Doxa

fatto in casa
crocchette
scatolette

10,4%
61,5%
28,2%

Design

Tecnologia

dove faccio la spesa


negozi specializzati

49,5%
44,7%

Famiglia

Ci chiamiamo Giuseppe, abbiamo 44,4 anni, nostra moglie Maria partorisce a 31,5 anni
e abbiamo 1,39 figli. Cosa ci piace (davvero) vedere in tv, ascoltare e chattare? Questo

Noi, litaliano medio


di Luca Mastrantonio

A fine dello
scorso anno,
durante le feste
di Natale, sono
10 i milioni di
italiani che
hanno visto i
Dieci
comandamenti
di Roberto
Benigni
Il gadget
nazionale lo
smartphone, in
45 milioni di
pezzi. Gli
italiani sono 60
milioni
Secondo
lIstat gli uomini
hanno una
aspettativa di
vita di 80,2
anni, le donne
di 84,9 anni
Ledizione di
questanno di
Sanremo ha
numeri da
record, con uno
share al 54%

Single

italiano medio non esiste. Altrimenti dovremmo


chiamarci tutti Giuseppe Rossi, avere 44,4 anni,
o tutte Maria, e partorire a 31,5 anni Francesco o
Sofia, cio i nostri 1,39 figli, come segnala lIstat
( il numero di figli per donna). No. Litaliano
medio non esiste realmente. Ma sono davvero
pochi quelli che non hanno uno smartphone (ce
ne sono 45 milioni), non usano whatsapp ( gratis, come lansia generata da chi non risponde),
non si sono fatti un selfie in vita loro, non hanno
mai visto il video di un gattino sul web, non hanno cercato la parola milf su Google, non hanno fatto ricorso alla canzone Il coccodrillo come
fa per ipnotizzare i bimbi... Soprattutto: sostenere che litaliano medio sia solo una finzione statistica unipocrisia antropologica, una vana
evasione dal contributo allitalica mediocrit
che, statisticamente, a tutti tocca dare. Litaliano
medio pu non esistere in s, ma in giro ce ne
sono a milioni. Sono intorno a noi e dentro di
noi. Litaliano medio siamo noi. S, ma quanti?
Lo zoccolo degli italiani medi duri e puri
composto da una decina di milioni, ma sfiora il
raddoppio con eventi mediatici che esaltano
quel che resta dellidentit nazionalpopolare.
Lestate scorsa, per esempio, cerano 19 milioni di
italiani, uno su tre, davanti agli schermi di Rai e
Sky per guardare il disastro calcistico di ItaliaUruguay. Si trattava di 19 milioni di commissari
tecnici, 19 milioni di psicologi di Mario Balotelli,
19 milioni di avvocati di Chiellini e 19 milioni di
giudici unici di Suarez, il capro espiatorio deresponsabilizzante. Litaliano medio eclettico.
A fine 2014, invece, davanti alla televisione erano dieci milioni gli italiani che hanno visto e riso
ai Dieci comandamenti di Roberto Benigni su Raiuno: ormai sempre meno comico e sempre pi
maestro Manzi di un catechismo giullaresco. Si
pu non andare a messa tutte le domeniche, ma
litaliano medio non perde una puntata di Don
Matteo con Terence Hill, in onda dal 2000 ad oggi, il gioved sera su Raiuno (la media 8 milioni
di telespettatori a puntata). E, sempre lanno
scorso, ha eletto miglior voce dItalia Suor Cristina, a The Voice of Italy, la cui finale su Raidue
stata vista da 4 milioni di italiani (e Twitter impazzito). Il suo coach era J-Ax, rapper che nel

Metamorfosi
Dallindulgenza dei personaggi di
Alberto Sordi al masochismo di
Fantozzi si arrivati al cinismo
esilarante di Checco Zalone

VINCENZO PROGIDA

I dati

dellAriston a fianco del super-medio-man Carlo


Conti, per unedizione da record: la finale stata
vista da 12 milioni di italiani (54 per cento di share). Il miglior risultato dal 2006, cio da unepoca
in cui non cera la crisi che ha depresso litaliano
medio, impoverito il suo ceto e radicalizzato il
suo sentimento anti-politico. Sanremo la capitale morale dellitaliano medio, la Mecca cui volgere una volta allanno i telecomandi.
Ma, al di fuori del presepe dellIstat e del sacro
roseto canoro dellAriston, il tempio dellitaliano
medio il cinema, dove la mutazione antropologica evidente, prima di finire sottovuoto dietro
il vetro della televisione. Se prima litaliano medio si assolveva attraverso lindulgenza dei personaggi di Alberto Sordi, si esorcizzava con il masochismo di Fantozzi o si riappacificava con lempatia schietta di Carlo Verdone, oggi invece, dopo
un flirt con lintellettualistico Cetto La Qualunque di Antonio Albanese, per litaliano medio
arrivato il tana-libera-tutti del camaleontico
Checco Zalone, con il suo umorismo cinico e sinceramente baro, che incrocia generazioni e classi
sociali (mentre il film I soliti idioti ha intercettato soprattutto un pubblico giovanile, per cui i cinepanettoni sono ormai classici, film dessai).
Lautocertificazione antropologica, per, da
qualunquismo che degenera in nichilismo ses-

19
i milioni di italiani davanti alla tv
che lestate scorsa hanno assistito
alla partita Italia-Uruguay.
Sanremo stato visto da 12
milioni di persone

2003 lodava pregi e virt dellitaliano medio, nellomonima canzone dellomonimo album, che in
copertina aveva un dito medio, nuovo terribile
simbolo politico usato tanto dal mite Piero Fassino quanto dalla non mite Daniela Santanch: E
datemi Fiorello e Panariello alla tv / sono un italiano medio / nel blu dipinto di blu, cantava JAx. In attesa che torni in tv il Rosario nazionale,
Panariello questanno ha calcato di nuovo il palco

suale, arrivata con Italiano medio di Maccio


Capatonda, film sociologico nel titolo e grottesco nel registro, che non ha fatto i numeri di Zalone (il cui Sole a catinelle stato visto da 8 milioni di persone) ma convalida ideologicamente
lultimo, per ora, stadio involutivo dellitaliano
medio: il cui sogno diventare ancora pi italico, pi basico, pi medio. Come se di fronte alla
crisi economica ed identitaria di oggi lo standard dellitaliano fosse un sogno. Non di successo, no, ma di evasione: da se stessi, cio dalle
preoccupazioni della vita di tutti i giorni. Il personaggio interpretato da Capatonda, infatti, trova la salvezza in una pillola offerta dallamico che
gli dice, dopo avergliela somministrata: Sai la
storia che usiamo solo il 20% del cervello? Con
questa pillola puoi usare solo il 2%. Cos sdoppia la sua personalit: nella versione impegnata
grida #mobbasta, in quella disimpegnata
#chemmenefregamme e pensa solo al sesso.
Come, tutto sommato, la maggior parte delle
persone che vanno a vedere Cinquanta sfumature di grigio al cinema, tra cui molte donne italiane medie. LIstat ci fa, il cinema ci accopp(i)a.
@criticalmastra
RIPRODUZIONE RISERVATA

di Antonella Baccaro

FIDANZARSI
SUL LAVORO
O E VIETATO
O PUBBLICO

lirtare sul luogo di lavoro


sempre pi facile. E lo sapete. Per farlo non pi
necessario scambiarsi bigliettini segreti con il rischio di essere sorpresi dal compagno di
scrivania. Luso delle tecnologie ha reso tutto molto pi
semplice: basta scegliersi una
piattaforma comune e il gioco
fatto. Flirtare pu arrivare a
diventare loccupazione principale di un lavoratore. Ben lo
sanno le aziende che sempre di
pi decidono di non considerare questo un possibile incidente ma addirittura un fattore
consistente di scarsa produtti-

vit. Fatto sta che, secondo un


sondaggio svolto da una grossa
societ internazionale che si
occupa di gestione delle risorse umane,la Shrm, Society for
Human Resource Management, pubblicato dal Wall Street Journal, la quota di organizzazioni che si sono dotate di
una politica anche scritta sulle
relazioni in ufficio raddoppiata. Gli approcci scelti sono
principalmente due: il primo, il
pi classico, proibizionista.
Non sono ammesse storie
damore sul luogo di lavoro. il
caso, cita il quotidiano americano, dellazienda di abbiglia-

mento American Apparel, il cui


storico fondatore e presidente
Dov Charneche, stato licenziato per molestie sessuali.
American Apparel ha recentemente aggiornato il proprio codice etico con una sezione che
vieta stretti rapporti tra subordinati e manager o persone
con una posizione di influenza percepita o reale. La societ
ha precisato che per rapporto
romantico sintendono sia incontri casuali che relazioni impegnate. Chi nasconde una storia con una persona che potrebbe avere influenza sulla
propria carriera licenziabile.

La nuova
policy delle
aziende
per fermare
o gestire
i flirt
in ufficio

Il secondo approccio pragmatico: le relazioni sono accettate ma vanno certificate. Le


coppie devono dichiararle, firmare un contratto che ne attesti la consensualit, comunicarne le variazioni. Un controllo che potrebbe sembrare troppo intrusivo ma che, pare, le
nuove generazioni iperconnesse prendano con filosofia, al
punto da sviluppare un rapporto di confidenza con chi in
azienda incaricato di prendere nota delle relazioni in corso.
Ah, noi parlavamo di flirt tra
single. Cosa avevate capito?
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

TEMPI LIBERI
.

Canale moda

Moda

Lo scoop di Vogue
e lomaggio
a Louise Wilson

I protagonisti

www.corriere.it/moda

Come diventare modelli in due mesi? Un


video racconta la storia di tre ragazzi,
passati dai banchi di scuola alle passerelle
pi esclusive. Vogue America intervista Sara
Harrison, lattivista di Wikileaks che nel
2013 prelev Edward Snowden che aveva
reso pubblici i segreti dello spionaggio
americano a Hong Kong e pass con lui 40
giorni allaeroporto di Mosca. La rivista di
Anna Wintour lha fatta fotografare a Berlino,

dove vive, da Anton Corbijn. Tutti nella


cattedrale di Saint Paul, a Londra, per un
omaggio a Louise Wilson, implacabile
maestra di generazioni di stilisti. Famosa per
lenciclopedica conoscenza della materia,
aveva insegnato per un ventennio alla
Central Saint Martins, la scuola di moda pi
importante del mondo. Louise morta lo
scorso anno, a 52 anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Greta, Vittoria e James: tre ragazzi italiani, scoperti


dallagenzia Elite, sono passati dai banchi di scuola allalta
moda. La parte pi dura del lavoro? Sopportare il freddo
con i vestiti leggeri e infilare scarpe di tre numeri pi piccoli

Tutto in due mesi


Cos nasce una top

l loro modello Mariacarla Boscono. E Kate


Moss? Me la sono trovata accanto durante un
servizio fotografico. stata gentile, una donna
adulta. Lapidario il parere di Greta Varlese, del
resto ha soli 16 anni. La stessa et di Vittoria Ceretti, Vitto in collegamento via Skype da New
York con gli uffici milanesi dellagenzia Elite,
due spazi semi aperti, divisioni donna e uomo
con decine di persone sedute attorno a tavoli
lunghi davanti ai computer. Dietro ai pannelli
che dividono gli uffici, in piedi, in fila, una decina di ragazze-fenicottero attendono di entrare
nella saletta dove in corso un casting (visione
del book, prova foto e camminata) per le sfilate.
Ragazze come Greta e Vittoria, passate in pochi mesi dai banchi di scuola alle sfilate che contano. Vittoria, bresciana, stata scoperta quando aveva solo 14 anni e abbiamo cercato di proteggerla selezionando i lavori daccordo con i genitori dice Rita Camelli dellagenzia che
rappresenta pi di 2.000 modelli. Dopo i redazionali per Vanity Fair e Amica arrivano le
passerelle: Valentino, La Perla, Roberto Cavalli,
Kenzo, Giorgio Armani e Dolce & Gabbana. I due

Facebook
Il 28 febbraio
al via le
selezioni di
Elite Model
Look Italia
2015 su
http://apps.fac
ebook.com/
elitecasting e
su
elitemodellook.it
Requisiti
per le ragazze:
et tra i 14 e i
22 anni e
altezza minima
di 1.72; per i
ragazzi et
16/22, altezza
tra 1.83 e 1.90

stilisti la scelgono anche per la campagna pubblicitaria e oggi la 16enne campeggia sui tabelloni con gli abiti spagnoleggianti accanto a Bianca
Balti.Ho cominciato per scherzo perch tutti
me lo dicevano, ricorda. Che cosa serve a una
modella oltre alla bellezza? Essere forte. Ci
sono tante cose difficili da superare. Le elenca:
Svegliarsi alle 6 e ritornare tardi la sera, stare
lontana dalla famiglia e dagli amici, sopportare
il freddo con vestiti leggeri, infilare le scarpe di
tre numeri meno se tu sei alta uno e 78 centimetri e non hai proprio un piedino da fata. E il
confronto con le altre? Alcune ti guardano in
modo un po arrabbiato, ma altre sono carine e ti
aiutano. La stanno aiutando anche le compagne che le mandano le lezioni di scienze umane.
Ha dovuto lasciare la scuola di lingue e ora
studia da privatista anche Greta Varlese, svizzera
dadozione cresciuta a Soverato in provincia di
Catanzaro. In due mesi si ritrovata sulle passerelle di Chanel, Dior, Valentino e Givenchy con
Riccardo Tisci che lha nominata Top new face. Mi piace studiare. Voglio finire la maturit.
Il lavoro di modella precario e non ti garantisce

un futuro, commenta. Per i genitori doggi avere un figlio modello un motivo dorgoglio. Mi
sostengono molto continua Greta. La svolta?
Quando sono stata confermata da Chanel. Ho
ringraziato Karl Lagerfeld in tedesco. Il segreto
per sfilare bene? Stare dritte un po indietro, fare passi lunghi ed essere un po sprint. Ma ne ho
fatti di corsi di walking perch allinizio la camminata non era bella. Colta di sorpresa dalla fatica: Non maspettavo che dietro ce ne fosse
tanta.Pensavo: ti truccano, ti pettinano.... Pianti? Solo prima della finale di Elite Model Look
in Cina.
Elite lagenzia che ha lanciato nomi leggendari come quelli di Claudia Schiffer, Naomi
Campbell, Gisele Bndchen. Donne che hanno
saputo gestire la loro bellezza con intelligenza,
dimostrando che dietro a una modella c ben
pi di un corpo-manichino.
Ma oggi anche questo mestiere diventato
liquido. La continua ricerca di facce nuove
da parte delle griffe e dei designer fa s che in giro ci siano davvero tanti ragazzi e che si accorci
anche il tempo della carriera di un modello/a,

E il marchio di propriet cinese punta su Colangelo


La scelta di Giada: valorizzare il made in Italy. Lo stilista: belli i loro archivi, mi ci ritrovo

a ricerca stata lunga e


accurata. Rosanna Daolio, fondatrice di Giada
il marchio nato del
2001, prodotto in Italia ma di
propriet cinese ora annuncia il suo nuovo direttore creativo: sar Gabriele Colangelo,
uno dei pi apprezzati giovani
talenti italiani, a prendere in
mano Giada.
La scelta stata fatta pensando a una continuit, e allo stesso tempo al cambiamento: lo
stilista, ambasciatore di uno
stile raffinato e immune dagli
estremismi di stagione, ha ripercorso i codici della maison
con rispetto ma introducendo
qualche novit. Il lavoro che
ho trovato negli archivi Giada

Creativo
Gabriele
Colangelo,
nuovo direttore
creativo di
Giada. Ex
studente di
Liceo Classico e
Lettere antiche
ha vinto il
premio Who is
on next nel
2008

mi rappresentava pienamente:
lelogio di una femminilit sobria ed elegante era vicino ai
miei codici estetici, dice Colangelo, che sabato prossimo
sfiler nello scalone dellArengario con la sua collezione
Gabriele Colangelo.
Per Giada, sbarcata nel 2013
in via Montenapoleone, in un
palazzetto ottocentesco di tre
piani primo flaghsip store
fuori dalla Cina , lingresso di
Colangelo significa una valorizzazione dellanima made in
Italy. Il marchio cresciuto sotto lala protettrice di Mr. Zhao,
linfluentissimo proprietario
della RedStone Haute Couture,
specializzato nella commercializzazione dei marchi di lusso,

ora punta a valorizzare il dna


italiano. E la collezione di Colangelo, che sar nei negozi gi
dallautunno-inverno prossimi, va proprio in questa direzione. Lenfant prodige cresciuto negli uffici stile di Versace e
Cavalli, unico italiano selezionato nel 2014 tra i finalisti del

I tessuti
Ricchi, ma non esibiti
Sono cos ragionati
che hanno tempi
di gestazione lunghi

Lvmh Young Fashion Designer


Prize, punta tutto sulla ricerca.
Dietro al nuovo Giada c
una selezione quasi ossessiva
di materiali e tessuti. Ricchi
ma non esibiti. Alcuni sono cos ragionati che hanno tempi di
gestazione lunghi, spiega Colangelo. La collezione del prossimo inverno unisce cos la tradizione tessile italiana con
avanzate tecniche di confezione. Dietro c un filo conduttore, che prende ispirazione dal
puntinismo dellartista inglese Katia Borges e che si ritrova nei tessuti jacquard e nelle fantasie geometriche.
La donna che ho in mente
una lavoratrice, la mia proposta un daily di lusso, spiega lo

Volumi
A destra la
collezione
autunnoinverno 2015 di
Giada disegnata
da Colangelo: le
maniche sono a
kimono e i
volumi sono
geometrici.
Spicca la gonnapantalone, come
capo simbolo.
Anche gli
accessori sono
ricercati: la
clutch ha una
pence che regala
movimento alla
linea piatta

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

TEMPI LIBERI

29

17 rubini

Swatch sta vivendo una nuova giovinezza


grazie a nuovi impulsi creativi. stata
ufficialmente presentata la collezione Irony
XLite, composta da modelli solo tempo e
da cronografi. Il gioco quello di comporre
cassa e bracciale alternando plastica, in
alcuni casi semitrasparente, e alluminio. Il
risultato, particolarmente vivace proprio nei
cronografi: il policarbonato (la stessa
plastica delle bottiglie dacqua: totalmente

Quel gioco
fra plastica
e alluminio
di Augusto Veroni

racconta ancora Rita Camelli.


Lagenzia fondanta nel
el 1972 in
Francia tre anni fa stataa acquisita
dal gruppo Pgm dellitaliano
liano Silvio
Scaglia che ne ha fatto un network
leader presente anchee in Cina. I
nuovi volti vengono reclutati
lutati attraverso lElite Model Look,
k, il concorso da cui uscita anche
che Cindyy
Crawford. Ma anche lo scouting
cambiato. I ragazzi oggi si candiok (il 28
dano anche su Facebook
febbraio si apre ledizione
ne 2015)
in ben 60 Paesi.
Dopo 30 edizioni il concorso
oncorso
stato aperto anche agli
li uomini
nto litaliae il primo posto lha vinto
no James Parker (padre inglese), 20
anni, di Fancavilla al Mare. Un anno fa io e mio fratello abbiamo
biamo deciso
di visitare Milano e abbiamo
iamo scoperto
che era cominciato il casting
asting racconta . Avendo le caratteristiche,
aratteristiche,
abbiamo deciso di provare.
vare. Ricordo
lurlo di gioia di mia madre.
adre.
James, che da piccolo
o sognava di
fare il veterinario, sta costruendo
ostruendo il
suo book (il curriculum).
m). Dopo il
servizio fotografico sono
ono stato
spedito a fare molti casting,
sting,
g, Londra, Parigi, Milano. stata
tata molto
pi dura di quanto immaginassi.
maginassi.
Stress fisico devi camminare
minare tutto il
giorno; torni e casa vuoi
oi farti una doccia,
ma ricevi un sms e devi
vi di nuovo correre e
psicologico ci sono persone
ersone non molto socievoli che ti sbattono la porta
orta in faccia. Se non se
hai davvero intenzione di fare questo lavoro non
laccetti.
Come i suoi coetanei,, James coltiva il corpo in
palestra: Tre ore al giorno
orno tre volte la settimana. Non hanno remoree i giovani uomini a denunciare la loro vanit. A me piace tutto di me.
Adoro la sensazione che
he provo quando cammi.
no e mi guardano tutti.
Maria Teresa Veneziani
RIPRODUZIONE RISERVATA

stilista, che ha giocato molto


con pinces, increspature e reversibili. Tutto recupero e insieme sorpresa. Il capo simbolo della collezione un classicissimo cappotto in cachemire,
ma con effetto double, da utilizzare al rovescio come impermeabile. E poi maniche a kimono, abitini con microcollo,
un uso abbondante di boucl,
emblema di una certa eleganza, ma anche in questo caso rivisto e corretto: non ha il classico effetto sollevato, ma piatto, grazie ai ricami in filo di seta, che creano effetto boucl su
base di organza.
Il double non solo per il cachemire e per i cappotti, ma
anche per gli abiti in crepe di
lana e di seta, con inaspettato
effetto bicromo: particolarmente dimpatto labbinamento del lilla esterno con il
tourmaline interno. La palette di colori fedele al dna
Giada: imperano il bianco, il

grigio, il nero, ma i lampi di colore sono nascosti nelle fodere,


con una predilezione per il glicine. Le costruzioni pi ricorrenti sono quelle a uovo: i cappotti, per lo pi al ginocchio,
sono racchiusi al fondo .
Loggetto feticcio la gonna
a pantalone, che lo stilista promette di far indossare a tutte,
ma proprio tutte, le donne. Lo
ritengo un capo senza tempo,
un recupero del guardaroba
del passato ma estremamente
contemporaneo. Ci crede cos
tanto che anche la tuta, altro

La gonna a pantalone
loggetto feticcio del
prossimo inverno, un
recupero del guardaroba
molto contemporaneo

1 Vittoria
Ceretti, 16
anni, bresciana
sulla
passerella di
Dolce e
Gabbana.
Vittoria stata
scoperta a 14
anni durante
ledizione
2012 di Elite
Model look
Italia. Ha sfilato
tra gli altri per
Valentino, La
Perla, Roberto
Cavalli, Giorgio
Armani
2 Ancora
Vittoria in una
foto acqua e
sapone
3 Vittoria
durante un
servizio
fotografico
4 James
Parker, 20
anni, padre
inglese, madre
abruzzese, ha
vinto ledizione
2014 di Elite
Model Look
World che
si svolta in
Cina e ora
sta facendo
i casting
5 Greta
Varlese, 16
anni, calabrese
di origine, vive
a Locarno.
Vincitrice
dellElite Model
Look Italia
2014 si
classificata tra
le finaliste
delledizione
mondiale.
In due mesi
passata dai
banchi di
scuola alle
sfilate di
Chanel, Dior,
Valentino e
Givenchy
6 Ancora
Greta versione
acqua e
sapone
7 Greta sulle
passerelle di
Givenchy
Il designer
Riccardo Tisci
lha nominata
Top new
face

capo difficile ma immancabile


nel guardaroba di una donna
elegante, proposta nella versione a met polpaccio, appunto con la gonna-pantalone.
Per Colangelo, figlio di pellicciai, astrakan e visone non
sono tab: ma quello su cui insiste maggiormente la portabilit. Il lusso senza tempo,
avere una cosa preziosa nellarmadio significa poterla utilizzare tra 10 anni.
Sorprendente il lavoro sugli
accessori, che vivono di vita
propria: le borse in pellami
pregiati hanno finiture ricercate, mentre shopper e clutch
hanno una pence, per dare volume a forme che nascono
piatte e squadrate. Sotto abiti e
gonne spiccano cuissardes
seconda pelle sofisticati e
anche le decollet, bianche e
accollate, hanno unaria disneyana di grande impatto.
Michela Proietti
RIPRODUZIONE RISERVATA

innocua per lorganismo) mostra i propri


colori nei pulsanti, negli inserti sotto la
lunetta e nelle parti laterali del bracciale
metallico, regolabile (un piccolo lusso in pi).
Gli orologi sono disponibile anche nelleshop di Swatch, ma per chi pu raggiungere
uno Swatch Store il consiglio di non
perdersi lesperienza: dallesplosione di
colori alla gentilezza (di solito: magari
qualche eccezione c comunque) di chi

vende, limpressione di essere trattati


come si stesse comprando un oggetto di
lusso. Una strategia di marketing, ma ben
vengano atteggiamenti di questo tipo: fanno
venire un po di ottimismo e se
contribuiscono alla leggenda di Swatch tanto
meglio. I cronografi, leggerissimi, costano
140 euro, mentre i modelli solo tempo,
ancor pi leggeri, partono da 95.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Luomo da 1,6 miliardi


Investo sui giovani
(e non uno slogan)
Sandro Veronesi, Calzedonia e il premio per i nuovi
talenti. Da noi uno su due ha meno di 30 anni

uello che trovo


fondamentale
e che penso
faccia davvero
la differenza che i giovani abbiano ancora fiducia. Sandro
Veronesi, presidente del gruppo Calzedonia, parla del concorso lIntimissimi Vision to
Come ideato per scovare
nuovi talenti da inserire nel
mondo dellintimo (un settore
che conosce bene, i suoi 30 mila dipendenti, fra Italia e estero, e un fatturato annuo di un
miliardo e seicento milioni di
euro parlano per lui) e la prima
parola pesante che usa questa: fiducia. Far tornare ai giovani fiducia in un sistema lavoro che sappia premiare il talento e nellesistenza di aziende
che non cercano passacarte o
stagisti, ma ragazzi da crescere
perch possano fare carriera in
fretta. Parole, certo. Ma anche
fatti. Numeri alla mano, il 45%
dei dipendenti italiani del
gruppo Calzedonia (la sede in
provincia di Verona) ha meno
di 30 anni, per cui si capisce
bene come linserimento, per
noi, sia un passaggio strategico. E quanto lo sia si coglie
anche dalla geografia aziendale: Calzedonia ha un ufficio risorse umane dedicato esclusivamente al recruiting e scouting per le aree stile e prodotto.
Intimissimi Vision to Come
un progetto per stimolare e
incuriosire i giovani, dice Veronesi, e avvicinarli al mondo
assai poco conosciuto dellintimo, fatto di competenze specifiche, tecniche e di molta artigianalit. Limprenditore ci si
speso in prima persona: Questa avventura iniziata pi di
un anno e mezzo fa, a partire
dallapertura che la nostra
azienda ha avuto nei confronti
delle scuole e grazie alla collaborazione con Piattaforma Moda. Ci credo tantissimo: non
tanto nel premio in danaro,
quanto nella possibilit che il
vincitore avr di veder realizzata e venduta nei nostri negozi la
collezione che ha disegnato.
Il primo passo stato stabilire un contatto solido con le
scuole, portando nelle aule
lesperienza di Intimissimi,

La selezione In alto un momento di lavoro del team che ha seguito gli


studenti di Intimissimi Vision to Come. Qui sopra, due dei progetti finalisti

uno dei marchi del gruppo Calzedonia, un modo per stimolare gli stessi istituti a sviluppare corsi dedicati alla corsetteria
riprende Veronesi . Abbiamo investito tempo e risorse, i ragazzi sono stati accompagnati e seguiti con incontri
sia nella nostra sede che presso
la modelleria di Bologna. Un
anno e mezzo per conoscere i
ragazzi un centinaio quelli
che hanno partecipato e poterli valutare e siamo certi che
da tutto ci avremo un grande
ritorno. Diciamolo chiaro:
quello sui giovani il vero e
u n i c o i n ve s t i m e n t o c h e
unazienda possa fare sul proprio futuro.
Vision to Come articolato
in due progetti: uno principale,
individuale, per fashion designer, e uno parallelo, di coppia, per designer e modellisti
(anche appartenenti a scuole
diverse). Mission: realizzare fa-

La filosofia
Offriamo stage per
neolaureati, cerchiamo
di capire il loro
orientamento. In ogni
caso, un buon
biglietto da visita

miglie di prodotto ispirate alle


tendenze del prossimo autunno/inverno. Marted in Triennale a Milano levento che decreter i vincitori delle due sezioni (14 i finalisti per il progetto principale, in palio 27 mila
euro complessivi, uno stage retribuito nonch la possibilit di
veder prodotta la propria collezione).
Credo da sempre che uno
dei segreti di una realt imprenditoriale vincente sia avere
dipendenti felici e per fare questo necessario creare delle
condizioni ottimali affinch
c i a s c u n l a vo r a t o r e v i v a
unazienda pensata anche per
lui, dice Veronesi, volando altissimo. Dipendenti felici? Il
78% di chi lavora da noi, in Italia, sono donne: creare un asilo
nido e una scuola dellinfanzia
interne mi parsa la prima cosa da fare rincara. Ho deciso che investire sui giovani
sarebbe stata la vera risorsa,
semplice e rivoluzionaria, per
Calzedonia: offriamo costantemente stage per neolaureati
che vogliono farsi conoscere.
Cerchiamo di capire il loro
orientamento per poi inserirli.
In ogni caso, per loro un buon
biglietto da visita.
Daniela Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

30
.

Milano Via della Spiga, 42

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

TEMPI LIBERI

31

Moda

La polemica

I protagonisti

Triste leggere su Instagram, tra i commenti a una


(brutta) foto della modella Kendall Jenner ritratta
nel backstage, il feroce sarcasmo di due colleghe.
Lexi Boling ha commentato la foto postata da
Vogue Germania con un lapidario non mai stata
cos bella e gli emoji di tante faccine che
piangevano dal ridere. E unaltra modella, Binx

Bullismo (via Instagram) tra modelle, scuse a Kendall Jenner


Walton, le ha fatto eco con lo stesso emoji e un
commento poco simpatico, con bonus di
parolaccia. Boling si pi tardi scusata con la
collega, Walton ha rincarato la dose via Twitter
scrivendo semplicemente la stagione dei
privilegiati (Jenner nata ricca, sorella per parte
di madre di Kim Kardashian)

Salma Hayek, i gioielli


e la campagna perfetta
Le nuove strategie di Pomellato (ripensando a Newton)
Lazienda

Andrea
Morante, dal
2009 ceo di
Pomellato, ha
un passato
nella finanza e
nella moda (si
occupato della
ristrutturazione
globale di Gucci
come
consigliere
della
Investcorp e, in
seguito, come
Coo della
societ)
Pomellato
nasce a Milano
nel 1967,
fondata da,
Pino Rabolini.
Erede di una
famiglia di
orafi, Rabolini
introduce per
primo la
filosofia del
prt--porter
nel mondo del
gioiello,
attribuendo
alla marca
unidentit
forte e
distintiva
Nel luglio
2013
Pomellato
entra a far
parte della
galassia Kering,
gruppo leader
mondiale
dellabbigliame
nto e degli
accessori che
sviluppa un
insieme di
forti marchi
del lusso.
Presente in pi
di 120 Paesi,
Kering nel
2014 ha
superato i 10
miliardi di
fatturato, in
crescita del 4%

Ieri e oggi
Salma
Hayek
in uno scatto
di Mert and
Marcus per la
nuova
campagna di
Pomellato.
Lattrice
indossa gli
anelli della
collezione
Milano: anelli
doppi e singoli,
da comporre a
piacere
mescolando le
diverse texture
e i colori
delloro.

i sono campagne pubblicitarie studiate per


vendere di pi e campagne studiate per valorizzare il marchio, legandolo al
volto e al nome di personaggi
di spessore internazionale che
possano portarlo verso lalto. E
poi c la campagna perfetta:
valorizza il marchio e insieme
fa crescere le vendite. Andrea
Morante, ceo di Pomellato,
guarda scorrere sullo schermo
del computer le tre immagini
che Mert e Marcus (nomi nellempireo della fotografia di
moda) hanno scattato a Los
Angeles. La differenza fra una
campagna buona e una mediocre pesa dal 3 al 5% sul fatturato. Sono molti soldi, dice. Ed
ovvio, dallentusiasmo con cui
ne parla, a quale delle due categorie ritiene appartenga la
nuova campagna Pomellato,
che verr lanciata gioved con
un evento durante la settimana
milanese della moda.
Protagonista Salma Hayek,
i ritratti sono ambientati in una

piscina, latmosfera ha qualcosa di vagamente Anni Cinquanta per leleganza, la sensualit,


o forse per quel rossetto rosso
di lei, cos deciso.
Limmagine riassume in modo quasi didascalico i punti
chiave della nuova strategia del
marchio milanese, entrato un
anno e mezzo fa nella galassia
di Kering, gruppo francese del
lusso: 1) lesigenza di diventare

pi internazionali: Questo
un momento decisivo per la
gioielleria, con crescite importanti. Se si ha lambizione di diventare un marchio globale,
come abbiamo noi, la partita va
giocata adesso, dice Morante,
che deve fare i conti con l80%
di fatturato ancora prodotto in
Europa; 2) la necessit di allargare il proprio pubblico di riferimento: Abbiamo sempre

puntato tanto sulle donne, fieri


di questa nostra diversit. Ora
dobbiamo raggiungere unaudience pi maschile; 3) il bisogno di spingersi su un terreno nuovo, quello dei gioielli
pi easy, pi giovani, insomma
un poco pi accessibili, gioielli di piacere quotidiano, li
chiama Morante. E infatti Salma Hayek, moglie del grande
capo di Kering Francois Henri

Pinault, in uno degli scatti mostra la nuova collezione Milano


nel nome c la volont di affermare in modo netto le proprie radici, legandosi ad una
citt che in tutto il mondo sinonimo di moda nata da
una rielaborazione delle lucciole, le vere Pomellato con
diamanti incastonati, per
sdrammatizzare la fede attraverso i nostri codici estetici.
Sul muro di fronte alla poltrona dove Morante sta seduto,
una sequenza di immagini in
bianco e nero racconta invece il
passato del marchio. Vede
quella?, dice indicando uno
scatto che Helmut Newton fece
nel 1982 che ha una modella e
un cane protagonisti, con i gioielli che si rivelano un dettaglio
dellimmagine. un chiaro
esempio di come abbiamo dato carta bianca al fotografo, sacrificando laspetto commerciale. Abbiamo sempre ragionato cos: non c nulla come la
mano di un artista per fare crescere un marchio.
La globalizzazione perfetta?
Un terzo di fatturato nelle
Americhe, un terzo in Europa,
un terzo in Oriente. Ma tutto
senza ansia. Crescere con eccessiva rapidit per noi sarebbe
un problema visto che inostri
gioielli hanno altissimi contenuti artigianali.
Daniela Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

New York
Jacobs
nel salotto
di Diana
dedicato a una
leggenda della
moda, la
giornalista Diana
Vreeland, lo show
Marc Jacobs. Tutti
accomodati
(idealmente)
nel salotto della
direttora (Bazar
e Vogue) ad
ammirare abiti
che sono un
crescendo di
eleganza:
marsine e
gonnellone,
guanti e stole,
giacche avvitate
e abiti scivolati

1982
A sinistra di
Salma Hayek,
uno scatto di
Helmut
Newton, il
grande
fotografo
scomparso nel
2004, per una
campagna di
Pomellato. Lo
sguardo del
cane il primo
a colpire. Poi
c la bellezza
della modella,
quel suo
dcollet
generoso.
Infine arrivano i
gioielli

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

32
.

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

TEMPI LIBERI

33

Solidariet

Moda

Stelline portafortuna in pizzo macram. Si chiama Lucky Star il


nuovo braccialetto di Cruciani C a fianco della Fondazione Mission
Bambini, onlus laica e indipendente che dal 2000 interviene in Italia
e nel mondo con progetti di accoglienza, assistenza sanitaria,
emergenza e adozione. Un sostegno allinfanzia in difficolt che
lanno scorso, attraverso le vendite del precedente braccialetto
Cruciani C Cuore di bimbi (raccolti 100.000 euro) , ha permesso di
operare 60 bambini nati con una malformazione genetica al cuore.
Lucky Star costa 10 euro, si pu acquistare negli store Cruciani e
online e cruciani.com e missionbambini.org/luckystar (sofia catalano)

Le stelline
che aiutano
i bambini

Cabina armadio

La filosofia di Serafini, stilista che ascolta le donne

ciali. Fotografe, modelle,


buyer, blogger di moda, curatrici darte, creative, stylist e
giornaliste. A pochi giorni dal
debutto sulle passerelle della
nuova linea Philosophy di Lorenzo Serafini venerd 27
raccontano la loro Philosophy: Libert, creativit, sii forte. E anche la
scherzosa Philosophy la
mia filosofia, che pi che
uno slogan sembra una recensione anticipata della sfilata di
Serafini. Lo stilista che ascolta
le donne, e le guarda: perch
sa che a volte, per raccontare
s stesse, basta un gesto, uno
sguardo, o un sorriso.
Matteo Persivale

Il video di Philosophy: diciotto protagoniste si raccontano

medici sanno parlare m a n o n s a n n o


ascoltare, rifletteva
Nanni Moretti in Caro diario. Spesso, un problema che hanno anche gli stilisti,
specialmente quando si tratta
di collezioni donna, che finiscono per imporre una visione
troppo rigida troppo astratta alle persone che poi dovranno indossare quei capi,
portare quegli accessori.
Anche per questo consolante

Lorenzo
Serafini
Il direttore
creativo di
Philosophy
ritratto da
Hugues Laurent

a contrasto in
gros grain;
3 David Gandy
in Dolce &
Gabbana: tre
pezzi con
immancabile
panciotto e
papillon (ma c
anche la versione
con cravatta)
4 La versione
rock di Costume
National
5 Biagio
Antonacci con la
camicia scozzese
con strass e i
pantaloni senza
calze di Ermanno
Scervino

stilista-ascoltatore che uno stilista-affabulatore.


Il che non vuol dire che non abbia un preciso punto di vista:
significa semplicemente che
per lui non una semplice trovata digital (peraltro c gi
#myphilosophy come etichetta
pronta per i social media) lidea
di realizzare un video nel quale
diciotto donne raccontano la
propria filosofia la propria
Philosophy.
Molto diverse tra loro, per na-

zionalit, stile, mestiere


sono Izabel Goulart (nella
foto qui a fianco), Eniko
Mihalik, Negin Mirsalehi,
J.J. Martin, Tamu McPherson, Tiziana Cardini, Patricia Manfield, Uberta Zambeletti, Ginevra Rossini,
Giulia Cipriani, Erica Pelosini, Yu Lee, Gilda Ambrosio, Viviana Volpicella, Anna Maga, Paola Manfrin,
Maria Luisa Frisa, Chiara
Ferragni ma tutte,spe-

RIPRODUZIONE RISERVATA

Perch ha senso
investire sullo smoking

Gli stili
1 Clive Owen
con smoking
Giorgio Armani:
blu con il papillon
blu, nella versione
pi modernista
2 Pierfrancesco
Favino in
Salvatore
Ferragamo meno
formale: giacca
velluto con rever

vedere Lorenzo Serafini, neodirettore creativo di Philosophy,


collocarsi gi al debutto saldamente nella categoria degli stilisti che ascoltano le donne.
Con leducata determinazione
delle persone timide, piuttosto
scettico sullefficacia almeno nel medio e lungo termine
della strategia dei marchi
nella fascia di mercato di Philosophy, specialmente molto
concentrati sui trend, Serafini
per temperamento pi uno

Sta per invadere il red carpet della notte degli Oscar


Da capo per pochi a soluzione (giovane) per la sera

a salvato la moda di Sanremo, sta per


invadere il Red Carpet degli Oscar. Mai
si erano visti tanti smoking. Con i giovani uomini che per non ritrovarsi in
situazioni imbarazzanti, vestiti in abiti
pinguino tutti uguali (affittati allultimo), si
stanno convincendo che alla fine per un bel vestito da cocktail vale la pena investire. Soprattutto oggi che la moda permette di personalizzarlo. Imparando qualche piccola regola.
Lo smoking uno dei pezzi immancabili
del guardaroba maschile conferma Giorgio Armani . Ma quello da indossare in caso di serate eleganti, deve essere nero e con i
revers di seta.
Daccordo, ma se vi va di osare, nessuno
vi impedisce di renderlo rock con qualche
dettaglio creativo interviene Ermanno
Scervino. sua la camicia da boscaiolo
su cui si scatenato il popolo della rete indossata al festival da Biagio Antonacci sotto il tuxedo con tanto di fascia in vita e i
pantaloni un po pi corti portati senza calze
con le stringate di vernice. Pentito? Niente affatto. Lha richiesta anche Kanye West, ribatte.
Avevo provato anche labbinamento con la camicia bianca ma non aveva lo stesso effetto di
quella scozzese con strass e pietre.
La calza ,quando c, deve essere di seta, ma
se un uomo ha delle belle caviglie perch non
mostrarle? chiede. In questo caso, per, il
pantalone deve essere un po corto e cadere perfettamente. Non pu mai cedere sulla scarpa.
Super vietato il fantasmino!.
A che cosa si deve il ritorno dellabito che deve
il suo nome allesclusivo Tuxedo Club che apr
nel 1886 a Tuxedo Park, nel New Jersey? In questi momenti difficili c bisogno di un po di gentilezza e armonia, continua lo stilista fiorentino. Ma oggi, in unoccasione non formale, puoi
portarlo anche in maniera pi libertina. Perfino

con una camicia di jeans leggerissimo con


plastron bianco a pieghe, se loccasione lo
consente. Oggi un uomo che indossa una
giacca da smoking con maniche tirate su
con il pantalone in broccato come fa Mick
Jagger nei suoi concerti e magari anche
un paio di pantofole leopardate solo
un dandy moderno. A proposito di
varianti, Scervino boccia quello grigio. Fa troppo tight. Lalternativa
al nero il blu navy, di gran tendenza. Ennio Capasa per la primavera
estate presenta la versione giovane: la
giacca nera con revers a lancia bianchi, abbinata
anche ai pantaloni bianchi. O la giacca tempestata di strass.
Tra i cultori dello smoking indossato senza
calze con le stringate in vernice o con le pantofole in raso c anche Massimiliano Giornetti, designer di Salvatore Ferragamo che si diletta in tutte le versione pi chic su modelli deccezione
come Pierfrancesco Favino (giacca nera in velluto), Bradley Cooper (blu oceano) e Gerard
Butler (nero, nella versione pi classica). In
collezione, per la primavera, ha rifatto la versione meno formale Anni 70, anche doppio
petto con revers largo sottolineato da gros grain
come quello indossato da Carlo Conti al teatro
dellAriston.
Italian do it better. Ne sono convinti i personaggi che si affidano alla sartorialit italiana per
labito pi donante. Aspettando gli Oscar Dolce e
Gabbana stanno postando su Instagram le foto
delle tante star che hanno indossato i loro smoking sempre tre pezzi con immancabile il gilet con papillon o cravatta. John Legend, Oliver Ceshire, Roberto Bolle, David Gandy, Luke
Evans, Matthew McConaughey... Hashtag: DGGENTLEMEN. Gentiluomo, appunto.
Maria Teresa Veneziani
RIPRODUZIONE RISERVATA

34

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

TEMPI LIBERI
.

Le mostre

Abitare

Italia e Finlandia
Il pop design
di Gufram si fa in tre

I nuovi artigiani

Tre citt, tre eventi, per raccontare lo stile Gufram. Fino al 10 maggio
allEmma (il Museo darte contemporanea di Espoo in Finlandia) la
mostra Pop Art Design far dialogare i pezzi Gufram con i capolavori
della pop art, da Warhol a Rauschenberg. E da oggi a giugno, Plastic
Days al Museo Ettore Fico di Torino con Gufram e 600 oggetti
racconter linnovazione del Made in Italy, dal Moplen agli anni doro
del design. Dal 10 aprile, in occasione di MiArt 2015, la Galleria
Dilmos di Milano presenter i Multipli dellazienda piemontese in
edizione limitata. Arredi di culto, presenti nelle collezioni permanenti
dei principali musei. Nella foto, la chaise longue Pratone, del 1971

In una discarica di Tokyo


sono diventato
un designer falegname
Mauro Mori e le sue ispirazioni nate in giro per il mondo
La serie

Mauro Mori
(sopra),
50 anni, vive e
lavora a Milano
(www.maurom
ori.it).
Con Mori
continua il
viaggio tra i
designer che
realizzano le
proprie idee,
coniugando
creativit e
abilit
artigianale

utto iniziato
su una spiaggia delle
S e yc h e l l e s ,
anzi no, in
una discarica di Tokyo. Si racconta Mauro Mori, cinquantanni, designer/falegname/
artista. Racconta la sua vita di
sogni e sacrifici: Avevo ventanni, poca voglia di studiare e
Parma, dove ero cresciuto, mi
andava stretta. Ho iniziato a fare il vagabondo in giro per il
mondo afferrando sul momento i lavori pi disparati.
Bella presenza, sorriso aperto,
ha i primi ingaggi nel mondo
della moda come modello.
Un mondo a cui non sono
mai appartenuto, che non
amo, ma che per anni mi ha
dato la possibilit di girare il
mondo e capire la mia vera
passione: creare con le mani
oggetti, arredi, sculture. Lavorare il legno ma non solo, an-

SHOWROOM: MILANO ROMA BOLOGNA PARMA GENOVA TORINO BRESCIA FIRENZE PALERMO CATANIA
COSENZA VIENNA NIZZA MADRID BARCELLONA BILBAO BRUXELLES MONACO DI BAVIERA ABIDJAN ISTANBUL
BEIRUT TEL AVIV VARSAVIA TAIPEI BANGKOK NEW YORK CITT DEL MESSICO BELO HORIZONTE SAN PAOLO

THE SPIRIT OF PROJECT

che scoprire la bellezza del riuso, del recupero. A Tokyo, dove rimane alcuni mesi, inizia in
un deposito di robivecchi a recuperare materiali: Ogni
giorno ero l, a curiosare fra il
materiale ammassato, curioso
e con una gran voglia di sperimentare. Crea le sue prime
sedute, imponenti, massicce,
un design primitivo. Talmente ingombranti e pesanti che
non potevo permettermi di trasportarle in Italia, e sono rimaste l.
Mesi dopo Giampaolo Barbieri, uno dei pi grandi fotografi italiani, amato dalla moda

Ispirazioni locali
Seychelles, Africa... in
ogni luogo costruivo e
sperimentavo, poi
la scelta di tornare

e dallo starsystem lo invita alle


Seychelles, dove stava costruendo il suo buen ritiro:
Dietro la casa in costruzione
erano stati tagliati numerosi alberi di Albizia Rosa, un mattino ho preso in mano la motosega e ho iniziato a tagliare i
tronchi. iniziata cos la mia ricerca sulle forme, sullimportanza del vuoto, dove il togliere
diventa lessenza stessa del lavoro. Costruivo sedie, poltrone,
panche, molte utilizzate per la
casa in costruzione. Per caso
avevo scoperto la mia passione,
il lavoro che volevo fare. E per
caso, una giornalista di passaggio visti i miei lavori mi convinse a riempire un container e
portarli a Milano, dove avrei
potuto venderli. Mesi di lavoro,
trovare una casa/laboratorio in
tempi brevi. Casa e bottega in
via Archimede, una soffitta dove vivere e un garage dove lavorare, spazi stretti, pochi soldi,

PANNELLI SCORREVOLI VELARIA, CABINA ARMADIO ZENIT DESIGN G.BAVUSO


VISIT WWW.RIMADESIO.IT

Essenze
Dallalto, tre
arredi
realizzati da
Mauro Mori:
la massiccia
poltrona La
cosa, la
leggerezza
del letto a
baldacchino e
lestetica della
funzionalit in
un
contenitore
modulare

ma nel cortile un grande banano che mi ricordava lAfrica.


La mia storia, i miei lavori si
adattavano allo stile neo etnico, allora di moda. In quel periodo sono usciti su di me servizi su tutte le riviste di interior
design, piaceva il mio stile e il
mio segno, ma io non avevo
ancora venduto un pezzo. Il
primo contatto di lavoro stato con la Galleria Eclettica di
Teresa Ginori in corso Garibaldi, in attesa di essere accettati,
io e Tom Dixon. Prima cliente
Tricia Guilt. Poi un giorno, arriva la telefonata di Giulio Cappellini, che vuole incontrarmi:
Non ti conosco, mi dice, ma
sei su tutti i giornali, e il tuo lavoro mi piace. Nasce cos la
nostra collaborazione. Da allora ho continuato a creare usando le mani, progettando oggetti e arredi nel mio laboratorio; sempre con il mio stile, un
neo-primitivo carico di simboli arcaici.
Gli ultimi lavori: Alla Galleria Dialogart di Vienna il 12 febbraio c stata lanteprima del
progetto Leggimi, in collaborazione con il designer brasiliano Luiz Martins. E a Parigi,
per la Galleria Carole Decombe
ho esposto un mese fa i miei
ultimi lavori in marmo. Durante la settimana del design a
Milano, dal 14 al 19 aprile, Mauro Mori aprir il suo studio in
via Meda 37, per esporre Origin, una nuova serie di oggetti.
Lauretta Coz
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

TEMPI LIBERI

35

Abitare

Sostenibilit made in Italy

La storia

Green Week 2015, manifestazione-laboratorio promossa da


VeneziePost sul tema Le fabbriche della sostenibilit, e il
Premio Radical Green, che esalta la qualit e il legame con il
territorio delle Venezie. Oggi alla SAV spa di Trebaseleghe
(Padova) vengono premiate sei aziende, dallarredo
alleditoria alla progettazione: Al, Bonotto, Erreb, Fantoni,
Grafica Veneta, Valcucucine (nella foto)

Premiati sei marchi radical green

Alle proiezioni carbonare


che svelano i salotti di Milano

Dietro il giardino

Iscrizione in rete, film e luogo segreti. Cronaca di una scoperta

di Carlo Contesso

Rose dai rami


lunghi? Piegateli
a piovra
per super fioriture

abato scorso
menziono il pegging
down senza altre
spiegazioni corro
ai ripari. Dallinglese fissare
in basso con o a un
picchetto, questa tecnica
colturale si adatta a tutte
quelle rose arbustive e
piccole rampicanti vigorose
che producono lunghi
ricacci verticali e flessibili;
qualche rosa moderna ha
queste caratteristiche ma la
maggior parte son variet
antiche come gli Ibridi
Perpetui e le Burbon, ma
non solo; io lo faccio
regolarmente a una Gallica,
la Charles de Mills.
Dopo aver eliminato i rami

Nello studio
di Canova
Gli invitati di
Cinema
segreto,
iniziativa di
Milano Design
Film Festival,
sullesempio di
Londra e
Rotterdam. Qui
80 spettatori
assistono a un
film di Otar
Iosseliani nella
sala di Palazzo
Durini che fu
studio di Antonio
Canova. In alto,
Giulio Durini, che
ha aperto la sua
dimora, con le
organizzatrici
Antonella Dedini e
Silvia Robertazzi.
(Foto D. Piaggesi
/Fotogramma)

B
esauriti, deboli o rovinati,
rimaniamo con diversi getti
non ramificati di un anno e
qualche altro di due anni,
riconoscibile per i rametti
laterali fioriti lestate scorsa;
questi vanno speronati
potando i laterali a due o
tre gemme grosse,
fioriranno di pi. Ora i rami
vengono piegati a raggiera
e fissati al suolo con un
picchetto o, dopo averli
accorciati di un terzo/un
quarto, fermati con legacci
di salice (le storpie venete),
spago o tubino di gomma a
una bassa struttura
solitamente fatta con rami
di nocciolo (nella foto). La
pianta spoglia assomiglia
un po a un enorme piovra
senza testa, ma piegando i
tralci abbiamo interrotto la
dominanza apicale che fa
andare a fiore solo le
gemme pi alte, e a maggio
i rami si copriranno di rose
per tutta la loro lunghezza.
Leccezionale fioritura
indotta debilita la rosa se
non viene nutrita con
concimi organici;
comunque il pegging down
non andrebbe praticato
tutti gli anni, bene
lasciare qualche anno
sabbatico. Se le vostre rose
sono tra altri arbusti potete
anche fissarne i tralci alle
vicine, leffetto meno
formale, ma se le
compagne sono ben scelte
create abbinamenti di gran
effetto, come rose chiare
che sbocciano tra le fronde
scure di un Cotinus
coggygria Royal Purple
potato basso.
carlocontesso@yahoo.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriversi
Su Milano
designfilmfesti
val.com
iscriversi alla
newsletter per
ricevere le info
sulle date. Poi
compilare la
scheda Cinema
Segreto
che appare a
ridosso
dellevento

ocche cucite per


omert cinematografica. Sono serate carbonare, per lalone di
massima segretezza
che le precede. Di sicuro, c solo un indirizzo. Quello dellappuntamento, da cui a piedi, in
carovana, si raggiunge il cinema segreto. Il titolo del film lo
si scopre un minuto prima dellinizio della proiezione. Pu
piacere o meno, limportante
il contorno. Lidea venuta alle
due curatrici di Milano Design Film Festival. A Londra e
Rotterdam gi funziona. Un appuntamento al mese, fino a luglio, per scoprire, oltre a una
pellicola, anche un luogo della
citt normalmente inaccessibile. Sicuramente sconosciuto.
Una vecchia casa, uno studio di
architettura, un palazzo storico, una galleria darte contemporanea, un sito industriale riconvertito. Una formula a numero chiuso, per adattarsi allo
spazio che ospita la serata, ma
non nello spirito. Minimo 50
persone, massimo 150: decide
il padrone di casa. Tutto gra-

tuito, con la possibilit di sostenere il progetto sottoscrivendo la tessera degli Amici


di Milano Design Film Festival.
Ci sono pensionati cinefili,
giovani scapigliati, addetti ai
lavori, appassionati, curiosi. Le
iscrizioni si guadagnano su Internet. Al primo appello, hanno risposto 400 persone in un
paio di giorni. Dal sito
www.milanodesignfilmfestival.com si invia la richiesta di
partecipazione per ricevere
linvito ufficiale alla serata. Il fil
rouge tenuto vivo da una
newsletter che fornisce gli indizi necessari. Non potevamo
aspettare la prossima edizione
di Mdff a ottobre, cos abbiamo
trovato il nostro modo di fondere architettura, design e cinema. Milano sta diventando
una citt troppo severa, cerchiamo di ritrovare un approccio anglosassone alla cultura
racconta Silvia Robertazzi una
delle due curatrici, mentre risponde a un ritardatario che si
perso la porta. Siamo milanesi, ma non signorine Rotten-

Antiquamente (andar per mercatini)

Da Budapest
a Cracovia
Le originali
sorprese
del Passaggio
a Est

Richieste boom Gli ospiti attraversano la quadreria.


Per lappuntamento 400 richieste in rete in due giorni

Ricordi Selfie e scatti negli angoli pi suggestivi della casa.


Fino a luglio, Cinema segreto si svolge una volta al mese

RIPRODUZIONE RISERVATA

di Wladimir Calvisi

nostalgici dellex Unione Sovietica, gli appassionati di


oggetti dellEst Europa o i
cacciatori di insolite curiosit
di forme e design meno occidentali hanno vita dura nei
nostri mercati. Perch difficile trovare autentici pezzi di storia che arrivino dallEst. Bisogna muoversi tra tante imitazioni, prezzi spesso alti per gli
originali e, in genere, unofferta
limitata. Non resta, allora, che
andare verso la fonte. Litinerario pu iniziare con una meta
facile e vicina: Vienna. Non
sembrerebbe una grande sorpresa, vista la grande tradizione di antiquari e case dasta. Ma
per chi ama le bancarelle, la citt ospita uno dei pi interessanti (e pi vecchi) mercati
dEuropa. Vicino al Naschmarkt, in una stupenda cornice

meier: per chi non riesce ad


arrivare in tempo, per rispetto
di chi non ha trovato posto, deve mandare una giustificazione.
Linaugurazione della rassegna a Palazzo Durini. Cuore
medievale di Milano: stanze
che si aprono come una matrioska. La gente arriva, qualcuno si conosce. Pane, salame e
qualche bollicina nel bicchiere
di benvenuto. Sguardi di meraviglia e curiosit. I complimenti al padrone di casa don Giulio
Durini che si preoccupa che
non faccia troppo caldo n
troppo freddo. Poi un selfie
con lo sconosciuto della sedia
accanto con cui si sta parlando
da prospettive diverse di architettura, storia del cinema e letteratura. Nella sala che fu studio di Antonio Canova, il maxischermo abbraccia le 80 sedie
del parterre. Si spengono le luci e a sorpresa si accende Caccia alle farfalle dell81enne regista georgiano Otar Iosseliani.
Da 30 anni in bacheca. Le organizzatrici hanno riversato la
pellicola da analogico in digitale per loccasione. Al resto della
qualit delle serata ci pensa il
cinema Anteo che fornisce le
apparecchiature.
Il film o il documentario diventa pretesto per aprire una
porta. Il padrone di casa che introduce la storia di un luogo, le
sue forme ma anche gli aneddoti di chi lha vissuto trasformandolo nel tempo. Ogni serata ha un tema. Io e Silvia scegliamo i titoli nel passato della
cinematografia, cercando di
calcare lempatia della storia
con il luogo che ospita la proiezione aggiunge Antonella Dedini. E un dress code. Un tocco
di colore. Si iniziato da alcune
sfumature di rosso e da un cappello. Si continuer con altri
dettagli, per rendere questo
gioco mai uguale a se stesso.
Prossima tappa marted 10
marzo. Ma non ditelo ancora in
giro. Non sarebbe un segreto.
Stefano Landi

Tra i banchi
In alto un
dettaglio di
un banco al
mercatino
di Budapest,
lEcseri. A
sinistra una
bancarella a
Zagabria

di palazzi, oltre 400 espositori


(ogni sabato) propongono antiquariato, vintage e curiosit.
Tanta ceramica, naturalmente,
ma anche vestiti e oggetti daltri tempi (i prezzi per non sono bassissimi). Via dallAustria,
direzione Croazia. Qui la meta
Zagabria. E i mercati da scoprire sono due: il primo si tiene
la domenica, lungo la strada
principale della citt, Ilica; il
secondo, Hrelic, il mercoled e
soprattutto la domenica. Ed
questultimo il pi sorprendente: ci si trova di tutto, dalle
lampade alle vecchie mappe,
dalle cartoline alle macchine
fotografiche (e anche la gente
molto caratteristica). Ma se
ci sembra ancora di vivere atmosfere pi o meno conosciute, ecco il vero salto: Budapest.
Qui si trova lEcseri. Un luogo

molto particolare (anche se un


po in declino rispetto ai fasti di
qualche anno fa), e tutto da
scoprire, con centinaia di curiosit e pezzi del secolo scorso, memorabilia sovietici e mobili. un po fuori dal centro,
poco pi di mezzora: da visitare nel weekend, solo di mattina, meglio il sabato. Un salto
pi a nord ed arriviamo in Polonia. Qui segnaliamo due tappe a Cracovia: a Plac Nowy, nel
quartiere ebraico (in particolare il sabato mattina); e a Plac
Targowy (la domenica mattina). Il primo pi selezionato e
in entrambe la fanno da padrone gli oggetti ex sovietici (poster e mobili compresi) e quelli
militari. Ma c un po di tutto
(anche le imitazioni).
wcalvisi@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

TEMPI LIBERI
.

Lidea

Guida

Sa di nocciola
lolio da usare
per le labbra

al benessere

di Giancarla Ghisi

Il miele
dellape nera
per ridurre
i segni del tempo

n altro capitolo nella


storia di Guerlain
dove sempre
protagonista lape. Nel
1853, Pierre-FranoisPascal Guerlain dedica
lEau de Cologne Impriale
allimperatrice Eugenia,
moglie di Napoleone III,
racchiuso in un flacone
decorato con 69 api laccate
doro, simbolo dellImpero.
Il parfumeur gi allora era
convinto dai poteri curativi
dei prodotti dellape, tanto
da formulare una pasta di
mandorle al miele. Il primo
trattamento della maison.
Oggi, le api arrivano in
aiuto per contrastare i
segni del tempo. In
particolare il miele dellape
nera di Ouessant, principio
attivo del nuovo
trattamento Abeille Royale
Daily Repair Serum di
Guerlain. Nel Centro
ospedaliero universitario
di Limoges il professor
Descottes, per oltre 25
anni, ha sperimentato
lefficacia di patch al miele
applicati sulle lesioni pi
resistenti dei suoi pazienti
spiegano in laboratorio
. I nostri ricercatori
hanno individuato che il
potere riparatore dipende
da tre criteri: la ricchezza
della biodiversit, la
purezza dellambiente e la
specificit genetica
dellape. Per questo
stato scelta Ouessant, isola
situata al largo della punta
estrema della costa
occidentale bretone,
classificata dallUnesco
Riserva naturale della
Biosfera,dove abita lapis
mellifera o ape nera. In
questo territorio
raccontano i ricercatori a
18 chilometri dalla
terraferma lape nera ha
potuto preservare
lintegrit della sua
eccezionale eredit
genetica. E, quindi
produce un miele con
ricchezza in amminoacidi,
il suo tenore di
oligoelementi e il suo
elevato tasso di fruttosio
sono componenti
essenziali che
contribuiscono alla
riparazione dei tessuti. Il
nuovo siero racchiude in
microsfere il concentrato
reale puro di ape nera
senza aggiunta di
tensioattivi per mantenere
lefficacia nel tempo.

di mirabella. Una texture leggera e non grassa,


utilizzato quotidianamente nutre, rimpolpa,
sublima il colore delle labbra come un gloss ma
estremamente pi naturale. disponibile in due
colori: honey, al delicato sapore di miele che lascia
un film trasparente e luminoso, e nella nuance
raspberry, edizione limitata solo per questa
stagione, a cui stato aggiunto olio di lampone,
una profumazione fruttata e una nuance di
tendenza. (g.gh.)

C un altro modo per correre


Dalla Color Run alla Fishermans Friend Strongman: la maratona adesso divertente

a regina dei Giochi olimpici (in origine la gara rievocava lepica corsa di
Fidippide da Maratona
allAcropoli di Atene, per annunciare la vittoria sui persiani
nel 490 avanti Cristo) si fa sempre pi social. Meno agonismo
e pi voglia di condividere
lesperienza: meglio se divertente, a un passo dal gioco di
ruolo.
Difficile stabilire se il fenomeno si limiti a recepire le
nuove forme di interazione sul
web o si spinga oltre la mania
dei selfie, del catturare (e postare) ogni frammento della
propria vita. Probabile che la
tendenza a sdrammatizzare
non si suda per la vittoria, per il
cronometro, ma per il piacere
di partecipare a un rito collettivo stia cambiando lapproccio allo sport: mass event,
evento di massa, che supera

Stare insieme
Gettonatissime le
staffette: ci si rimette
in forma e insieme si
socializza
lequazione tra attivit fisica e
performance.
Un po come accade con le
app (Runtastic e affini), che
consentono ai runner di tracciare i percorsi tramite Gps e di
condividerli: non solo per misurare il rendimento e scatenare i like, ma per coinvolgere gli
amici. Semplici sostenitori o
compagni di fatica. Obiettivo:
motivarsi a vicenda e trarre dal
connubio benessere-movimento un ulteriore vantaggio,
la socializzazione.
in questo spirito che dal
2005 la Milano Marathon
(mass event di Rcs Sport) prevede anche la staffetta in squadre da quattro (le formazioni,
lanno scorso, sono state
2.400): Un modo per dividersi
i 42 chilometri e 195 metri del
percorso ed estendere la gara
ad altri partecipanti, spiegano
gli organizzatori. Ed ecco che la
prova diventa accessibile anche
a chi fuori forma o non si alle-

ILLUSTRAZIONE DI NATALIA RESMINI

Curiosando

Sulle labbra lolio. la proposta Clarins con clat


Minute Huile Confort Lvres maquillage con effetto
idratante. Lazienda ha un expertise di oltre
sessantanni dicono i ricercatori nella
formulazione di trattamenti a base di oli ricchi di
attivi vegetali. Abbiamo abbinato lolio di nocciola,
ingrediente comune nei prodotti per viso e corpo,
utilizzato in cosmetica perch ricco di acidi grassi,
che aiutano a nutrire la pelle preservandola dalla
disidratazione. Qui abbinato a olio di jojoba bio e

na con regolarit. Loccasione


perch no? di rimettersi
in pista. Novit delledizione
2015 (la gara si correr il 12
aprile) il circuito ad anello studiato assieme allex atleta etiope Haile Gebrselassie: un tracciato con le stesse caratteristiche di scorrevolezza e velocit,
ma dal pi marcato accento
culturale (i maratoneti attraverseranno la citt dai luoghi
simbolo come il Duomo e il Castello Sforzesco ai grattacieli di
Porta Nuova).
Altro ingrediente, in crescita

come il numero di iscritti, la


solidariet (lanno scorso, sono
stati raccolti 700 mila euro di
donazioni). Pi vicina al raduno che alla gara la Fishermans
Friend Strongman Run (prossime tappe: il 9 maggio a Bibione, il 6 giugno a San Vittore
Olona e il 19 settembre a Rovereto): corsa a ostacoli di cinque
chilometri, non competitiva,
che richiede un dress-code
adeguato. In linea con limmaginario un po percorso di
guerra, un po Mai dire Banzai (il popolare programma

La filosofia
Pi che manifestazioni
sportive sono eventi in
cui divertirsi: fra polveri
colorate e installazioni
artistiche

della Gialappas di fine Anni


80, parodia dei Giochi senza
frontiere nipponici) da duri
metropolitani. Lanno scorso
ne abbiamo viste di ogni
continuano gli organizzatori
dellevento . Una squadra di
becchini con la bara in spalla,
unaltra di medici e infermieri.... E ancora: i Puffi, Lara
Croft, Batman, vichinghi con le
corna. Le prossime coreografie, chiss, potrebbero ispirarsi
al mondo dei fumetti e dei cosplay (gruppi di persone mascherate da anime giapponesi).
Dal Sol Levante allIndia: si
ispira allHoli Festival esplosione di colori, con le persone
trasformate in tableaux vivants (o antropometrie alla Yves
Klein?) per celebrare la vittoria
del bene sul male la Color
Run (a partire da maggio i primi due appuntamenti, a Torino
e a Firenze). Allo start si arriva
vestiti di bianco, per tagliare il
traguardo in versione arcobaleno: lungo il percorso, una
spruzzata di colori (atossici ed
ecocompatibili) ad ogni chilometro (cinque, in totale).
Ledizione 2014 ha raggiunto
il record italiano di 18 mila partecipanti: numeri che hanno
spinto gli organizzatori ad aumentare, da sei a otto, le tappe
nel Nord Italia. Il target? Trasversale. Avvocati, commercialisti... Sempre pi giovane e
rosa (il 66 per cento dei runner corre per la prima volta; le
donne sono il 70 per cento, et
media tra i 18 e i 25 anni). E ai
pigmenti potrebbe aggiungersi
anche il glitter: evoluzione in
chiave disco, per amplificare
leffetto body painting e intercettare la trib dei tiratardi.
A misura di nottambuli, la
Electric Run si articola per step
sinestetici: installazioni artistiche di luci, suoni e colori, allinterno di strutture gonfiabili.
Attraversate di corsa o a passo
di danza. Al culmine della cinque chilometri un dj, maestro
di cerimonie del party fuori
orario. Declinazione, la pi virata allo show, del fenomeno
sportainment: a met tra lo
sport e lintrattenimento.
Maria Egizia Fiaschetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anulare e mignolo smaltato, il resto nudo


Le nuove tendenze per le unghie. Tocchi pop e micro coriandoli, lo stile caramella

a nail art non cede il passo.


Anche per questa primavera estate spiega Pablo
Ardizzone make-up specialist
Shiseido le unghie vanno
vestite. Tocco pop, la tendenza di stagione. Da applicare
su tutte le dita o anche soltanto
su ununghia. Ad esempio:
anulare o mignolo colorato e il
resto nudo, scegliendo un colore neutro che si fonde tra le
unghie e la pelle. Fondamentale per la forma: deve essere a
mandorla se si pu mantenere
un po lunga, altrimenti corta e
ben curata. Sono completamente fuori moda le linee
squadrate, mentre la french
ancora attuale ma va a creare la
mezzaluna sulla radice, non

delinea pi la punta.
Finita invece la moda dei colori scuri, delle varie tonalit di
grigio, dei bordeaux, il nuovo
look che si ispira ai divertenti
vasi pieni delle caramelle gommose marshmallows. Suggerimento di molti stilisti. Per Dior
le unghie sono un accessorio
importante: punta su nuance
rosa e sceglie di chiamarle Lady
e Majesty, aggiunge poi un
nuovo top coat con micro coriandoli gialli, verdi e bianchi
che le rendono ancora pi lucide e particolari.
Risvegliano i ricordi dellinfanzia le tonalit sgargianti del
giallo e del rosa confetto di Givenchy con un risultato finale
opaco. Note vivaci anche da

La french reverse va
a creare la mezzaluna
sulla radice, non
delinea pi la punta.
Qui le unghie di Lupita

Gli artigli di Jean


Harlow hanno fatto
epoca. Erano tornati
con il gusto nel 30,
ora vanno tagliati

Lo stile Anni 40 di Dita


Von Teese con lunghia
lunga, affusolata, lune
scoperte di forma ovale
o dipinte di bianco

Chanel con Paradisio, un verde


perlato delicato per una manicure nel segno della luminosit
e Tenderly un rosa antico dalla
sfumatura violacea. Dettagli
matt e originale effetto soft
touch da Pupa con nuance albicocca, acqua, giallo lilla. Sono
ben diciassette i colori di Deborah con Gel Effect tra cui il
mauve, cammeo pink e, per restare in tema il marshmallows
sky, un azzurro molto particolare. Senza dimenticare aggiunge Ardizzone che per
indossare questi colori la mano
deve essere perfetta: pelle e cuticole ben idratate, e un spf come protezione.
G. Gh.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

TEMPI LIBERI

37

Amori moderni

La27ora, il blog

amorimoderni@corriere.it

Non solo mamme, e


nonne, suocere. Non
solo sorelle e amiche.
La27ora festeggia l8
marzo twittando #ringraziounadonna. Ce ne sono
tante da ringraziare, lo dicono i tweet arrivati:
Grazie a Rita Levi Montalcini a Emma Bonino. A

#ringraziounadonna: mandate i vostri messaggi


Isabella Allende, Oriana Fallaci, Alda Merini, Jane
Austen, Emma Bovary, Simone de Beauvoir. Grazie
a Sislawa Szymborska per avermi fatto scoprire
quanta bellezza pu nascondersi nelle cose
semplici; e a Louisiana May Alcott, perch ha
fatto crescere tante piccole donne. Londa
continua. Il blog pubblica tutti i grazie. (crda)

ILLUSTRAZIONI DI ANNA RESMINI

Lei in Inghilterra, allUniversit di Southampton. Lui a Milano, studente di Economia. Su un foglio A3


hanno scritto il loro codice di sopravvivenza. Anche per le feste (alcoliche) delle matricole

Io, Luca e le 26 regole


dellamore a distanza
Lautrice

di Susanna Zapponi

1)
Susanna
Zapponi, 19
anni, milanese,
studia
biomedicina
allUniversit di
Southampton.
Si trasferita in
Inghilterra e
vive in un
appartamento
con altri cinque
studenti. Ha
conosciuto il
fidanzato Luca
nella palestra
dietro casa
(dove si era
iscritta per fare
riabilitazione
dopo un
intervento alla
caviglia). Luca
ha 20 anni e
studia
Economia
allUniversit di
Milano Bicocca.
Insieme hanno
steso le 26
regole di
sopravvivenza
per il loro
amore a
distanza

Non socializzare con gli haters. Io e


Luca definiamo haters tutti coloro
che hanno un debole per noi o che in
qualche modo dimostrano un eccessivo interesse nel nostri confronti; 2) non tradire
(neanche la fiducia). Regola scontata? S, ma
sempre meglio puntualizzare; 3) studiare e non
rimanere indietro con luniversit. Non siamo
pi alle elementari dove mamma e pap devono
dirci cosa giusto e cosa no, ormai le nostre
priorit le conosciamo; 4) Bere? Consentito.
Ubriacarsi? No. Motivazione: quando si ubriachi si perde il controllo. Mi fido di te, ma non di
chi ti sta intorno, quello che Luca dice sempre; 5) non dare ascolto a consigli di amici/amiche idioti. Questa regola si basa sulla gelosia di
certe persone che ci circondano e che talvolta
cercano di farci ricredere su ci che stiamo facendo, spingendoci a vivere la frenetica vita dei
single.
Io e Luca siamo molto giovani 19 anni io,
milanese, in Inghilterra per studiare biomedicina, uno di pi lui, studente di Economia alla Bicocca ma nonostante ci abbiamo una relazione a distanza. Non ho mai creduto a questo
genere di rapporto, specialmente non in unet
in cui si spensierati pi che mai, non durante il
primo anno di universit in college.
Arrivata allUniversit di Southampton, lo
scorso settembre, mi sono ritrovata circondata
da altri ragazzi che, ognuno a proprio modo, volevano mantenere i rapporti con il/la loro bello/
a. La cosa mi confortava molto: non ero la sola!
La prima settimana universitaria inglese, per,
consiste nella freshers week: letteralmente si
tratta della settimana delle matricole, ma praticamente sono sette folli giorni di feste, alcool e
attivit organizzate dalluniversit al fine di conoscere pi gente possibile. Tentazioni? Tante.
Durante queste feste ho conosciuto molti ragazzi, con parecchi dei quali non ho mai pi parlato. Immaginate la scena: discoteca, tu appoggiata al muro a bere un drink, lui che (forse a
causa dei troppi film stile American pie) crede
di poter portare a letto ogni ragazza nel locale.
Cos lui, fiducioso nelle sue potenzialit, inizia
una sciolta conversazione ma non appena tu
butti l le parole my boyfriend, noti che il sorrisino sul suo volto sparisce e, nel giro di un altro
sorso di vodka lemon, lui si gi messo a parlare

Come fare
Inviateci
le vostre storie
a cura di Daniela Monti

Scriveteci le vostre storie


damore. Non vi chiediamo
brani letterari, dialoghi,
flash di un addio alla
stazione, con tanto di
lacrime e cuori spezzati. Ma
racconti che partano da
sentimenti autentici, dalla
realt e dalla vita
quotidiana in cui
quellamore cresciuto.
Amori a tutto campo, per
lui, per lei, per i figli o per
un animale. Amori
contemporanei.
Inviate via mail testi inediti
e firmati, tra le 2000
e le 9000 battute
(da 1 a quattro pagine).
Lindirizzo
amorimoderni@corriere.it

con unaltra. Frustrante? S.


Cos decine di storie hanno trovato la loro triste fine in quella settimana. E dopo i primi due
mesi, dei tanti arrivati con belle speranze sulla
durata dei loro legami a distanza, eravamo rimaste solo io ed una mia amica. Perch altri hanno
mollato e io no? Credo che per riuscire a costruire qualcosa di veramente forte sia essenziale avere gli stessi valori e punti di vista su come dovrebbe essere una relazione.
Prima di partire non sai mai cosa aspettarti: le
persone con la distanza cambiano e io avevo paura di cambiare; le persone con la distanza possono rivelare lati inaspettati del proprio carattere e io non sapevo se ero pronta a conoscere n i
miei n i suoi lati nascosti. Cos abbiamo deciso
di scrivere una sorta di decalogo intitolato regole di sopravvivenza. Si tratta in realt di un
elenco, scritto su un foglio A3, di 26 regole che
descrivono il rapporto ideale. Le abbiamo scritte
dieci giorni prima della mia partenza, insieme, e
includono il sentirsi spesso, lessere onesti, il fidarsi luno dellaltro. E poi altre meno serie come
non dimagrire (per me) e non esagerare con i
supplementi di proteine (per lui).
Credo che queste regole abbiano permesso al
nostro rapporto di resistere? No. Certamente
scriverle stato un momento importante in
quanto ci ha permesso di riflettere su cosa volevamo veramente luno per laltro, ma per riuscire
a mantenere un rapporto a distanza durante il
primo anno di universit ci vuole molto pi di
qualche regola scritta.
Regola 12: sentirsi tutti i giorni. Regola 17: usare Skype il pi possibile. Ecco, tornando indietro
modificherei la 17. Skype non quelleccezionale
strumento di comunicazione che credevo. Se
usato tutti i giorni, rende la distanza ancora pi
pesante. Meglio il telefono, che ti d lillusione
del ci sentiamo dopo, ti amo. Su Skype finiamo per guardarci negli occhi e fare il conto dei

giorni che rimangono prima di poterci abbracciare. Ma Luca adora usarlo e questo un punto
centrale per far funzionare una relazione: scendere a compromessi. Cos abbiamo cominciato
con il sentirci in videochiamata tutti i giorni, poi
a giorni alterni, e ora 2/3 volte a settimana.
Io e Luca siamo dovuti scendere a compromessi su molte altre cose. Le serate in discoteca
per esempio. A me sempre piaciuto andare a
ballare e alzare un po il gomito; a lui sempre
piaciuto andare in discoteca e fare a gara coi suoi
amici a chi se ne fa di pi. Entrambe le cose
sono sparite dalla nostra routine, ma la discoteca? Concessa a due condizioni: 1) il tasso alcolico
nel nostro corpo deve essere moderato; 2) non
bisogna cedere alle possibili tentazioni. Non voglio essere ipocrita dicendo che ci si diverte allo
stesso modo, per non male, in fin dei conti.
Nonostante questa vita universitaria, nonostante le centinaia di persone che vivono nel mio
quartiere, nonostante tutte le amicizie che sto
costruendo, ogni tanto mi sento incredibilmente sola. A volte, quando la mancanza dellaltra
persona raggiunge il limite, piccole cose hanno
leffetto di una pugnalata. Vedere la sua foto sul
comodino fa male (lui si lamentato dicendo
che se ci aggiungessi la data sembrerebbe la foto
di un defunto); il messaggio del buongiorno su
Whatsapp puntuale ogni mattina ogni tanto fa
scendere una lacrima, i ricordi spesso fanno
mancare il fiato.
Sai che lui c, anche se non c. Lui sempre
l, ma non puoi abbracciarlo. Puoi parlargli
quando vuoi, ma baciarlo mai. Certe volte mi
chiedo perch lo stia facendo, ma sufficiente
ripescare qualche ricordo di noi due per essere
assalita da quella sensazione di benessere che ti
fa capire che si tratta della cosa giusta.
La famiglia e gli amici sono stati essenziali in
questo processo: senza di loro non ce lavrei mai
fatta a sopravvivere in questa giungla inglese,
ad andare a vivere per conto mio a 18 anni, a costruire un rapporto con Luca cos stabile.
Ogni volta che ci vediamo siamo diversi, pi
maturi, forse. La distanza ci sta facendo crescere
come persone e penso che il punto cruciale sia
questo: entrambi stiamo cambiando e crescendo, s, ma la cosa fondamentale che lo stiamo
facendo nella stessa direzione.
(Una sottile paura c sempre prima di vederci,
quella paura di essere cambiati troppo. Ma
poi basta un suo bacio, un suo abbraccio, un suo
mi sei mancata che tutto sembra ritornare
esattamente come lo avevamo lasciato, come
cinque mesi fa).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Punto quattro: bere consentito, ubriacarsi no. Punto dodici:


sentirsi tutti i giorni. Punto diciassette: usare Skype il pi
possibile. Ecco: tornando indietro, questo lo cambierei. Vederci
in video mi fa sentire ancora pi sola e distante

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

38
.

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

39
.

Economia

Popolari
Veneto Banca, indagato lex cda
La Procura di Treviso ha deciso di indagare i
membri dellex consiglio di Veneto Banca nonch i
sindaci, i probiviri e lex direttore generale Mauro
Gallea per il reato di aggiotaggio. Lo scrive oggi il
Corriere del Veneto. Laggiotaggio sarebbe
conseguenza del doping al patrimonio e quindi
del valore a cui le quote venivano cedute ai soci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

 




 
  %      "'''

" "  0-#


 ' ! 0(,#
!  0,#
"'! " 0-#
 "' 0,#
''  0#
 !' ' 00#
'  !' 0-#
 !!" !' 0,'#

  
/ &

&$
 00
%
%%+
% !0"
%
 !
"

 
.%
.%
.%
.%

 "
!! ''
' !
 '

Moodys: crescita ancora debole ma le riforme aiuteranno a fare di pi


Siamo ad un punto di
svolta, la ripresa sta cominciando dice il direttore generale della Banca dItalia, Salvatore Rossi, intervenendo ad un
convegno in Abi. Per avere la
conferma baster aspettare il
dato sul Pil (Prodotto interno
lordo) del primo trimestre del
2015 che sar, finalmente, positivo, aggiunge Rossi. E sul
fatto che ormai, pur senza immaginare rapidi rialzi, lItalia
sia fuori dalla recessione concorda anche Moodys.
La societ di rating Usa non
molto generosa nelle stime nel 2015, rileva, la crescita sar
piatta e poi salir gradualmente con una traiettoria che
rester comunque bassa, attorno all1% - ma sorprende
con un riconoscimento positivo indirizzato allazione di governo. Le riforme potrebbero
aumentare ancora ed avere un
impatto favorevole sulla crescita che quindi potrebbe essere pi alta di quella prevista,
affermano gli analisti di Moodys. I quali riconoscono al governo anche gli sforzi fatti per
riequilibrare i conti pubblici,
che in futuro saranno sostenuti dalle misure prese dalla Bce.
Tali misure continueranno
probabilmente ad avere effetti
benefici sui rendimenti dei titoli italiani, rileva il rapporto
della societ di rating spiegando che il sostegno di Francoforte in tempi di crisi limita
anche la vulnerabilit dellItalia a rischi di liquidit.
Certamente lintervento della Banca centrale europea che
ha annunciato lavvio del programma di quantitative easing, cio di acquisto massiccio e prolungato di titoli pubblici, ha dato la spinta alle previsioni economiche
dellEuropa, gi migliorate per
il ribasso del prezzo del petrolio e lindebolimento delleuro.
Rossi ha ricordato che per gli
economisti della Banca dItalia
questa revisione di stima vale 1
punto in pi di Pil per i prossi-

ROMA


& 
 
$

0'#
#
0-#
0'-#

  
 

Ripresa, Bankitalia vede la svolta


E lindustria corre con lexport




#   
 
"''"  

+ ,--)0)'  " '!  ' !


+ -,)0)-0  ' ' '" ' 
+ 0)0,),0 ! ''  !  
+ 0)0)( ! "' "  " "

La Lente

di Enrico Marro

La prima
scelta di Boeri,
Cioffi allInps
(dallEnel)

l nuovo presidente
dellInps, Tito Boeri,
mantiene fede alle
aspettative di chi si
aspettava forti segnali di
discontinuit nella gestione
dellente previdenziale. Ieri,
infatti, su indicazione dello
stesso Boeri, il ministro del
Lavoro, Giuliano Poletti, ha
nominato direttore
generale dellInps Massimo
Cioffi, gi direttore del
personale del gruppo Enel.
Un esterno, dunque, che
prende il posto dellinterno
Mauro Nori. Milanese e
bocconiano come il
presidente Boeri, Cioffi, 55
anni, laureato in
Economia e ha iniziato la
carriera in Olivetti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI


Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per la Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata
Ufficio Dirigenziale V - Ufficio Tecnico III - Unit Operativa di Caserta
Stazione Unica Appaltante
Ente delegato dalla Citt di Caserta
(Convenzione Rep. n. 196/SUA-CE del 09.07.2014 ai sensi dellart. 33 D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.)
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
1. Stazione Unica Appaltante (S.U.A.): Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania - Molise,
Ufficio Dirigenziale V - Ufficio Tecnico III - Unit Operativa di Caserta - Via Cesare Battisti n. 16 Caserta - Tel.
0823/448321 - Fax 0823/448303; 2. Procedura di gara: Procedura aperta ai sensi dellart. 55 del D. Lgs. 163/2006
e s.m.i.; 3. Appalto a corpo per laffidamento del servizio digiene urbana nella Citt di Caserta - Durata dellappalto:
12 mesi - CIG 60217476D2 - CUP D29D14001050004. 4. Importo complessivo dellintervento: 11.040.000,00,
oltre IVA; 5. Criterio di aggiudicazione: prezzo pi basso ai sensi dellart. 82, comma 2 lett. b), del D. Lgs. n.
163/2006 e s.m.i., determinato mediante ribasso sullimporto del servizio posto a base di gara, al netto degli oneri
di sicurezza ed al netto del costo della manodopera; 6. Data gara: 01.04.2015 ore 9,30 da esperire presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per la Campania, il
Molise, la Puglia e la Basilicata - Unit Operativa di Caserta - Via Cesare Battisti n. 16 Caserta; 7. Il Bando di gara
integrale stato inviato alla G.U.U.E. in data 13.02.2015 e pubblicato sulla G.U.R.I. n. 20 del 16.02.2015; 8. Altre
informazioni: riportate nel Bando, nel Disciplinare di gara e nel C.S.A. e tutti gli elaborati progettuali e relativi allegati,
pubblicati sul sito: www.provveditorato-ooppcampaniamolise.it, il bando altres pubblicato sui siti: www.serviziocontrattipubblici.it e www. comune.caserta.it.
f.to IL PROVVEDITORE - Dott. Ing. Vittorio Rapisarda Federico

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Per la pubblicit
legale e nanziaria
rivolgersi a:

Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano


Tel. 02 2584 6665
Fax 02 2588 6114

I numeri
Secondo
Moodys nel
2015 la
crescita
dellItalia sar
piatta e poi
salir
gradualmente
con una
traiettoria
attorno all1%
Ma le
riforme del
governo
potrebbero
aumentare
ancora ed
avere un
impatto
favorevole
sulla crescita
che quindi
potrebbe
essere pi alta
Segnali
concreti di
ripresa sono
arrivati
dallIstat: nel
dicembre
scorso il
fatturato
dellindustria
aumentato
dell1,4%

Segnali di ripresa
Fatturato

+0,6

0,5

+0,3

-0,7

-0,3

-0,5

-1,0

36
mila
gli addetti
delle banche
di credito
cooperativo

130
euro il
riconoscimento
in busta paga
in 3 anni
con inflazione
all1,8%

+0,5

-0,3

-0,3
-0,9

-1,7

-2,0

+0,4

+0,3

+0,1

-0,9

-1,5

Ordinativi

+4,5

+3,0

+3,0
+1,9

+0,7

+4,5
+2,1 +2,4

+1,8

+0,3

+0,1

0
-2

-0,6

-0,6

-0,9

-1,5

-0,4

-1,1

-2,0
-2,9

-4
-6

gen feb mar apr mag giu lug ago set


2013

-3,2

-1,5

-1,0

-0,8
-1,7

-5,1
ott nov dic gen feb mar apr mag giu lug ago set
2014

ott nov dic


dArco

mi due anni. Il che vuole dire,


considerando le vecchie stime
dellIstituto di via Nazionale,
una crescita attorno allo 0,8%
per il 2015 e tra l1,5-1,6% per il
2016. Di cifre esplicite ancora
per non ne sono state fatte e
quelle finora espresse ufficialmente da Bankitalia ma anche
dagli altri principali analistidal Fmi allOcse - sono molto
prudenti. Sia per il timore di
ripetere le erronee positive

Bancari, su Tfr e scatti


riparte la trattativa
mila i bancari,
il cui rapporto
di lavoro
regolato
dal contratto

+0,2

0,0

0,0

Il contratto del credito

309

+1,4

+0,7 +0,8

1,0

-0,5

+1,5

+1,3

1,5

Il punto dirimente la differenza filosofica


che passa tra un costo zero (visto come fumo
negli occhi dai confederali) e un costo sostenibile (rivendicato dallAbi) nel rinnovo del contratto collettivo nazionale di 309 mila bancari.
Ieri ripartito il confronto tra Abi e sindacati sul
contratto di categoria. Che era arrivato ad un
punto morto, anzi ad un braccio di ferro tra le
due controparti tra scioperi generali e minacce
di ricondurre il tutto alla contrattazione aziendale. LAbi, come ha annunciato il capo delegazione Alessandro Profumo, ha deciso di ritirare
il congelamento permanente degli scatti di anzianit e del trattamento di fine rapporto come
compensazione al riconoscimento di circa 130
euro in tre anni, frutto di un adeguamento dei
redditi allinflazione che lassociazione bancaria
stima all1,85% e i confederali al 4%. Unapertura
da cui partire nei tre incontri che le parti hanno
gi fissato (25 febbraio, 5 e 10 marzo), appuntamenti decisivi per evitare che dal 1 aprile gli addetti di filiale si trovino senza una cornice contrattuale nazionale. Rileva Lando Sileoni, segretario generale della Fabi, che la posizione dei
sindacati quella di un contratto che abbia una
forte motivazione sociale a difesa delloccupazione. Non sfugge lo scenario in evoluzione del
settore dopo il via libera della riforma sulle Popolari che potrebbe preludere a fusioni ed aggregazioni tra istituti e a uninevitabile gestione
degli esuberi. Il rischio che lo si debba fare senza un contratto nazionale e che la conflittualit
possa tracimare a livello territoriale. A complicare il quadro la decisione della Banca dItalia di
chiudere 22 filiali entro il 2018.
Fabio Savelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

previsioni fatte lo scorso anno


sia per le incognite dello scenario geopolitico, dallo sviluppo della crisi ucraina allesito
di quella greca.
Segnali concreti di ripresa senza dover ricorrere a stimesono per arrivati dallIstat che
ieri ha diffuso i dati sul fatturato e sugli ordinativi dellindustria. Ebbene, nel dicembre
scorso il fatturato, al netto della stagionalit, aumentato
dell1,4% rispetto a novembre,
registrando incrementi sia sul
mercato interno (+0,8%), sia su
quello estero (+2,8%). Nellintero anno 2014, rispetto al
2013, il fatturato ha segnato un
aumento dello 0,1%, sintesi di
una flessione sul mercato interno (-1,2%) e di un incremento su quello estero (+2,9%).
Pi del fatturato a dare il segnale della ripresa sono per
gli ordinativi aumentati del
4,5% nei confronti del mese
precedente con un aumento
dell1,8% degli ordinativi interni e di ben l8,1% di quelli esteri. Si tratta di una percentuale
che conferma il ruolo di traino

delle esportazioni nello sviluppo delleconomia, anche


grazie allindebolimento delleuro rispetto al dollaro. Nelle
cifre tendenziali il fenomeno
ancora pi evidente: gli ordinativi su base annua in dicembre hanno evidenziato un aumento del 5,8%, sintesi di un
calo dello 0,9% degli interni e
di un aumento del 15,5% degli
esteri. Un balzo che non si vedeva da cinque anni. I dati
Istat segnalano il possibile
avvio di ripresa dellindustria
italiana, hanno commentato
gli economisti di Prometeia
mentre la Cisl ha osservato che
per lindustria italiana il peggio passato anche se non
si pu dire lo stesso per loccupazione.
LIstat ieri ha anche confermato i dati preliminari dellinflazione di gennaio che evidenziano un calo dei prezzi
dello 0,4% mensile e dello 0,6%
tendenziale, il dato pi basso
dal settembre 1959, quando si
registr un -1,1%.
Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA

COMUNE DI TARANTO
TECNOMED FONDAZIONE DELLUNIVERSITA
DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA
AVVISO DI GARA DAPPALTO
E indetta una gara dappalto a procedura aperta, ai sensi
dellart. 55 del D.Lgs. n. 163/06, per la fornitura di un servizio di manutenzione con garanzia a copertura totale (full
risks), assistenza tecnica, manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria on site relativo alle seguenti attrezzature: Lotto 1: Tomografo PET/TC mod. GE
Discovery D600 Motion. Lotto 2: Tomografo PET/TC mod.
Philips Gemini GXL Power. La base dasta al ribasso fissata come segue: Lotto 1 540.000,00; Lotto 2
360.000,00; Entrambi i Lotti 900.000,00. Ciascun singolo Lotto sar aggiudicato ai sensi dellart. 82 del d.lgs
12 aprile 2006, n.163, secondo il criterio del prezzo pi
basso. Luogo di esecuzione: Lotto 1: Unit Operativa di
Medicina Nucleare, sett.D piano -2 - Azienda Ospedaliera
H San Gerardo- Via Pergolesi n. 33, 20900, Monza (MB).
Lotto 2: U.O. di Medicina Nucleare dellA.O. A. Manzoni
di Lecco, Via dellEremo 9/11, 23900 - Lecco. Il contratto
avr la durata di 3 (tre) anni, a decorrere dalla stipula. La
documentazione gratuitamente scaricabile dal sito internet al seguente indirizzo http://www.fondazionetecnomed.it - Per informazioni: Segreteria Amministrativa Fax: 02.6448.8299 e-mail: tecnomed@fondazionetecnomed.it. Le offerte dovranno pervenire a: Tecnomed
Fondazione dellUniversit degli Studi di Milano - Bicocca,
Via Pergolesi 33 c/o Azienda Ospedaliera H San Gerardo
Monza, entro il termine perentorio del 23/03/15, ore
12.00. Lapertura delle offerte fissata per il giorno
23/03/14, alle ore 14.00 presso la sala Riunioni della Tecnomed Fondazione dellUniversit degli Studi di Milano Bicocca, Via Pergolesi 33 Monza c/o Azienda Ospedaliera
H. Gara indetta con delibera del Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26-11-2014. Responsabile del Procedimento: Dott. Sergio Todde. Data di spedizione del
bando alla GUUE: 09 febbraio 2015.
Il Presidente - Prof. Ferruccio Fazio

SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI


Via Plinio, 75 - 74121 TARANTO
Tel. 099.4581926-948; fax 099.4581999
PEC: contratti.comunetaranto@pec.rupar.puglia.it
e-mail: a.rossetti@comune.taranto.it
BANDO DI GARA per ESTRATTO
In esecuzione alle Determinazioni Dirigenziali
n. 250/04.08.2014, n. 420/27.11.2014 e n.
17/21.01.2015 emesse dalla Direzione Ambiente Salute e QualitA della Vita, indetta per le ore 09,30 del
12.03.2015, una procedura aperta per laffidamento
del SERVIZIO DI RITIRO, MESSA IN RISERVA ED
AVVIO A RECUPERO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI
DEPOSITATI PRESSO LAREA AUTORIZZATA DEL
COMUNE PER ANNI UNO (Appalto n. 36/2014 - CIG:
58800334BB). Limporto complessivamente stanziato per lesecuzione del servizio in oggetto di
210.000,00#, oltre IVA come per legge, determinato
sulla scorta di un prezzo unitario di 90,00#/Tonn.,
oltre IVA come per legge, posto a base di gara. Laggiudicazione avverr, ai sensi dellart. 82 del vigente
D. Lgs. 163/2006, con il criterio del prezzo pi basso,
determinato mediante massimo ribasso percentuale
da applicare al predetto importo di 90,00#/Tonn.
posto a base di gara. Tutta la documentazione amministrativa e tecnica posta a base di gara disponibile
sul sito internet istituzionale www.comune.taranto.it
- BANDI. Responsabile del Procedimento: dott.ssa
Barbara Galeone - Funzionario Direzione AMBIENTE
SALUTE E QUALITA DELLA VITA. Termine ultimo per
la ricezione delle offerte: ore 12,00 del giorno
11.03.2015. Riferimento G.U.C.E. n. 2015/S001 000773 del 02.01.2015 e n. 2015/S032 - 054149 del
14.02.2015. Trasmesso alla GURI in data 19.02.2015.
Il Dirigente del Servizio Appalti e Contratti
Dott. Raffaele LANDINETTI

40

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

ECONOMIA
.

La ricapitalizzazione

Il processo a Torino

Mps, Axa pronta a sottoscrivere

Sequestrati 9,5 milioni a Salvatore e Jonella Ligresti

Ancora una seduta di Borsa in forte rialzo per Mps che ha terminato
a +6,7% raggiungendo 0,59 euro. Sembrano avere pesato le parole
di Frdric de Courtois, lamministratore delegato dellassicuratrice
francese Axa: ha confermato che la compagnia socia del Mps con il
3,7% pronta a fare la propria parte nellaumento di capitale.

Un sequestro conservativo di 9,5 milioni, tra contanti e


titoli UnipolSai, a carico di Salvatore Ligresti e della figlia
Jonella (nella foto). Lo ha disposto il Gip di Torino, su
richiesta del pm Marco Gianoglio, nellambito del processo
in corso nel capoluogo. Il blocco, eseguito ieri dalla Gdf,
stato fatto sui conti di tre societ lussemburghesi gestiti

RIPRODUZIONE RISERVATA

attraverso la Compagnia fiduciaria nazionale. La procura


si mossa perch si era tentato di liquidare le azioni
UnipolSai e trasferire il ricavo allestero. Nessun sequestro
per laltra figlia Giulia Maria, che aveva gi patteggiato, e
per Gioacchino Paolo, cittadino svizzero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Google, la privacy dei clienti sotto ispezione


Accordo fra il Garante italiano e il motore di ricerca, che simpegna ad accettare verifiche periodiche
Il gruppo spiegher come sono trattati i dati personali. Profilazione commerciale, necessario il consenso
Chi

Antonello
Soro, 66 anni,
il presidente
del Garante
della privacy
dal giugno
del 2012

Dopo trattative e passi intermedi, arriva laccordo fra Google e il Garante della Privacy. Il
colosso americano di Internet
dichiara che adotter tutte le
misure a tutela dei dati personali degli utenti e, per la prima volta in Europa, simpegna
ad accettare verifiche periodiche per monitorare il progressivo adeguamento della sua
piattaforma digitale alla normativa italiana.
Si dovrebbe passare, in questo modo, dalla fase delle prescrizioni dellAuthority a

quella della loro realizzazione


pratica. Il tutto da concludersi
entro il gennaio 2016.
Il documento prevede aggiornamenti trimestrali sullo
stato di avanzamento lavori e la

possibilit, per il team di Antonello Soro, di fare, nella sede


californiana di Google a Mountain View, verifiche di conformit alla disciplina italiana delle misure adottate dallazienda.

UNIQA Previdenza S.p.A.

UNIQA Previdenza S.p.A.

Sede Legale e Direzione Generale:


20132 Milano, Via Carnia 26
Tel. 02 28189.1 - Fax 02 28189.200
Autorizz. D.M. 17656 del 23/04/1988 (G.U. 117 del
20/05/1988). Albo delle Imprese di Ass.ne n. 1.00070.
Societ soggetta allattivit di direzione
e coordinamento di UNIQA Assicurazioni SpA

Sede Legale e Direzione Generale:


20132 Milano, Via Carnia 26
Tel. 02 28189.1 - Fax 02 28189.200
Autorizz. D.M. 17656 del 23/04/1988 (G.U. 117 del
20/05/1988). Albo delle Imprese di Ass.ne n. 1.00070.
Societ soggetta allattivit di direzione
e coordinamento di UNIQA Assicurazioni SpA

PROSPETTO
DELLE COMPOSIZIONI
DELLE GESTIONI SEPARATE
PREFIN

Valore Euro
31/12/2014

Codice Impresa: 314


Codice gestione: 005

Valore Euro
31/12/2013

RENDICONTO
RIEPILOGATIVO
DELLE GESTIONI SEPARATE
PREFIN

Periodo di osservazione: 1 gennaio - 31 dicembre 2014

Codice Impresa: 314


Codice gestione: 005

Valori in Euro

Proventi ed oneri distinti per categoria di attivit

100 Obblig. e altri titoli a reddito fisso:

240.912.309

Importi

256.701.560
100 Proventi da investimenti

101 BTP

177.293.566

178.087.144

103 Altri titoli di Stato emessi in euro

18.175.504

14.540.494

105 Obbligazioni quotate in euro

15.443.239

9.073.922

107 Obbligazioni non quotate in euro

30.000.000

55.000.000

1000 Saldo attivit gestione separata

240.912.309

256.701.560

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
(31/12/2014)

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
precedente
(31/12/2013)

221.049.188

255.147.267

Riserve matematiche

10.937.102

101 Interessi su titoli di Stato in euro

8.553.360

103 Interessi su titoli obbligazionari in euro

2.383.742

200 Utili/perdite da realizzi

-30.372

203 Titoli obbligazionari quotati in euro

-30.372

300 Retrocessione di commissioni e altre utilit


400 Risultato finanziario lordo

A+B+C

10.906.730

500 Spese di revisione contabile

600 Spese per l'acquisto e la vendita di attivit

627

A+B+C-D-E

10.899.036

700 Risultato finanziario netto


800 Giacenza media delle attivit investite

7.067

246.775.539

Tasso medio di rendimento relativo al periodo di osservazione

PREFIN PLUS

Valore Euro
31/12/2014

Codice Impresa: 314


Codice gestione: 008

100 Obblig. e altri titoli a reddito fisso:

Valore Euro
31/12/2013

1.164.152.134

846.477.943

101 BTP

373.861.949

226.783.308

102 CCT

25.172.419

28.351.745

103 Altri titoli di Stato emessi in euro

451.324.545

282.784.754

105 Obbligazioni quotate in euro

313.793.221

308.558.136

300 Altre attivit patrimoniali:

95.205.268

147.472.891

303 Quote di OICR

95.205.268

147.472.891

1.259.357.402

993.950.834

1000 Saldo attivit gestione separata

Riserve matematiche

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
(31/12/2014)

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
precedente
(31/12/2013)

1.258.506.354

977.754.237

Valore Euro
31/12/2014

Valore Euro
31/12/2013

PREFIN PLUS
Codice Impresa: 314
Codice gestione: 008

Periodo di osservazione: 1 gennaio - 31 dicembre 2014

Codice Impresa: 314


Codice gestione: 009

Codice Impresa: 314


Codice gestione: 009

39.818.074

35.413.345

101 BTP

22.917.197

19.794.597

103 Altri titoli di Stato emessi in euro

10.492.059

8.078.409

6.408.818

7.540.339

105 Obbligazioni quotate in euro


300 Altre attivit patrimoniali:

1.090.944

1.016.696

303 Quote di OICR

1.090.944

1.016.696

40.909.018

36.430.041

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
(31/12/2014)

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
precedente
(31/12/2013)

40.795.754

35.266.944

1000 Saldo attivit gestione separata

Riserve matematiche

100
101
103
200
201
203
250
251
300
400
500
600
700
800

3,76

Periodo di osservazione: 1 gennaio - 31 dicembre 2014


Valori in Euro

Proventi ed oneri distinti per categoria di attivit

100 Obblig. e altri titoli a reddito fisso:

Editoria, niente misure spot


Ma un tavolo per la riforma
di Raffaella Polato

Proventi da investimenti
A
33.666.034
Interessi su titoli di Stato in euro
23.899.658
Interessi su titoli obbligazionari in euro
8.770.328
Altre tipologie di proventi di cui:
996.048
Dividendi ed altri proventi netti su OICR
996.048
Utili/perdite da realizzi
B
7.781.445
Titoli di Stato in euro
3.441.802
Titoli obbligazionari quotati in euro
2.847.519
Cambi
157.236
Altre tipologie di utili/perdite di cui:
1.334.888
Utili / Perdite su OICR
1.334.888
Retrocessione di commissioni e altre utilit
C
463.333
Risultato finanziario lordo
A+B+C
41.910.812
Spese di revisione contabile
D
10.921
Spese per l'acquisto e la vendita di attivit
E
17.480
Risultato finanziario netto
A+B+C-D-E
41.882.411
Giacenza media delle attivit investite
1.115.170.071

PREFIN FUTURO

Il caso

Importi

Tasso medio di rendimento relativo al periodo di osservazione

PREFIN FUTURO

RIPRODUZIONE RISERVATA

Valori in Euro

Proventi ed oneri distinti per categoria di attivit

100
101
103
150
151
200
201
203
212
250
251
300
400
500
600
700
800

4,42

LAutorit potr monitorare costantemente le modifiche che


Google apporter al trattamento dati degli utenti che usano i
suoi servizi, tra cui il motore di
ricerca, lemail e YouTube.
Ma la societ dovr, soprattutto, rendere chiare le proprie
regole sulla privacy e spiegare a
che cosa serve e come viene
trattato linsieme di dati personali che riguardano ognuno di
noi. Chiarezza servir, ad
esempio, per spiegare la cosiddetta profilazione degli utenti, quella sorta di catalogo delle
informazioni sulle persone che
viene realizzata, a scopi pubblicitari, incrociando i dati tra diversi servizi. Altrettanta chiarezza servir per dirci come
vengono usati i nostri cookie
(le tracce che lasciamo quando
navighiamo su Internet) e altre
impronte (digitali) come il finger printing, un sistema che
raccoglie informazioni sulle
modalit con cui usiamo i terminali e poi le archivia direttamente sui server aziendali.

Se vorr profilare, a fini


commerciali, i propri utenti,
Google dovr prima ottenere
da loro un consenso informato.
E questo coinvolger sia i nuovi
indirizzi che quelli gi esistenti. A tutti dovr comunque essere garantito il diritto di opporsi al trattamento dei propri
dati.
Un altro aspetto cruciale, gi
fonte di polemiche, riguarda la
conservazione dei file. La societ americana si impegna a
garantire tempi precisi per la
cancellazione dei dati, sia di
quelli online che di quelli archiviati nelle memorie del motore di ricerca.
Ma laspetto forse pi interessante riguarda il metodo seguito, che quello del dialogo
e della trattativa con la societ.
Le parti hanno rifiutato la logica degli opposti estremismi
seguita in altri Paesi gli integralisti della privacy contro i
suoi nemici assoluti per raggiungere un accordo che, a
quanto si pu capire, sembra
ragionevole e ben congegnato.
Certo, nessun cavillo pu garantire il successo di unintesa
quanto la volont sostanziale
delle parti a rispettarla. Il futuro dir se sar questo, come
speriamo, il caso.
Edoardo Segantini
esegantini@corriere.it

Proventi da investimenti
A
Interessi su titoli di Stato in euro
Interessi su titoli obbligazionari in euro
Utili/perdite da realizzi
B
Titoli di Stato in euro
Titoli obbligazionari quotati in euro
Altre tipologie di utili/perdite di cui:
Utili / Perdite su OICR
Retrocessione di commissioni e altre utilit
C
Risultato finanziario lordo
A+B+C
Spese di revisione contabile
D
Spese per l'acquisto e la vendita di attivit
E
Risultato finanziario netto
A+B+C-D-E
Giacenza media delle attivit investite

Importi

1.532.510
1.260.144
272.366
-32.867
894
-65.712
31.951
31.951
3.490
1.503.133
521
1.502.612
37.419.932

Tasso medio di rendimento relativo al periodo di osservazione

4,02

Importi da libro mastro. Ai sensi delle disposizioni IVASS vigenti.

I tassi medi di rendimento sono stati certificati dalla PricewaterhouseCoopers SpA


Ai sensi delle disposizioni IVASS vigenti.

www.uniqagroup.it

www.uniqagroup.it

o alle richieste sparse come quella degli


edicolanti - e al
conseguente rischio di
dispersivi interventi a
pioggia. S a un confronto
con tutti i protagonisti
come sollecitato dal
presidente della Federazione
degli editori, Maurizio Costa,
in unintervista al Corriere
in modo da poter affrontare
in maniera strutturale la crisi
del settore. prevalsa cos,
anche nel Consiglio dei
ministri di ieri, la linea
sostenuta dal sottosegretario
alla presidenza del Consiglio
Luca Lotti. Che non perder
tempo: convocher il tavolo
comune per met marzo.
Stralciati dunque, dal
pacchetto concorrenza, i
provvedimenti sollecitati
dagli edicolanti. Lotti che
ha anche la delega alleditoria
aveva del resto gi spiegato
pi volte quale fosse
lorientamento generale: il
governo vuole le
liberalizzazioni, ma
ragionate, non selvagge. A
maggior ragione in un
settore cos delicato come la
stampa, alle prese con la
rivoluzione Internet e nodi
come lintegrazione carta-

digitale o il diritto dautore


nellera di Google, dei social
network, delle rassegne
stampa generalizzate. I
problemi sono strutturali,
strutturali devono essere le
risposte, per dirla con
Costa. quello che cercher
di fare Lotti, cui si deve anche
il Fondo straordinario per
leditoria che a giugno ha
destinato 200 milioni al
comparto e rimesso in
moto dopo tanti, troppi anni
la macchina delle
assunzioni, come ha
ricordato il numero uno Fieg.
Lo far mettendo attorno allo
stesso tavolo lintera filiera:
editori, giornalisti,
poligrafici, distributori, gli
stessi edicolanti. Il confronto
che partir fra meno di un
mese, e che nelle intenzioni
di chi lo ha sollecitato e di
chi lo ha promosso dovr
marciare spedito, non avr
un compito facile. La riforma
delleditoria obiettivo
dichiarato del governo e di
molti dei protagonisti
daltra parte lunica strada
per consentire di tornare a
crescere. Sotto la bandiera di
quello che potrebbe essere
battezzato Publishing act.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

ECONOMIA

41

Fiat Chrysler

Il consiglio Finmeccanica

Elkann nella sede di Mediobanca

Cessione Ansaldo a giorni, Hitachi favorita

Il presidente del gruppo Fca, John Elkann, si recato ieri per una
visita nella sede di Mediobanca. Probabilmente, ha riferito lagenzia
Radiocor, Elkann ha incontrato i vertici di piazzetta Cuccia. Numerosi i
dossier sul tavolo del numero uno di Fiat Chrysler, dalla quotazione
Ferrari a Wall Street alla prossima assemblea di Rcs MediaGroup.

Battute finali in Finmeccanica per la cessione di Ansaldo


Breda. Anche ieri Mauro Moretti (foto) ha riunito il
consiglio del gruppo per fare il punto, tra laltro, sul
dossier: per la vendita questione di giorni. Favoritissimi i
giapponesi di Hitachi, la conglomerata avrebbe la meglio
sulla cordata cinese guidata da Insigma. La proposta dei

RIPRODUZIONE RISERVATA

giapponesi, che prevede prima lacquisto di AnsaldoBreda


e in un secondo momento di Ansaldo Sts (con lacquisto
del 40% in mano a Finmeccanica seguito dallopa sul
resto), sta avendo la meglio, principalmente perch
considerata pi robusta dal punto di vista industriale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Telecom accelera sulla rete ultraveloce


Investimenti per 14 miliardi in tre anni

New York

Sothebys,
lite tra soci
sul riacquisto
di azioni

Via al piano strategico. Le torri in Borsa. Recchi: su Metroweb non cerano le condizioni
Telecom Italia abbandona il
tavolo Metroweb preferendo
andare avanti da sola nello sviluppo della rete ultraveloce. E
anche su Tim Brasil il dossier
Oi stato accantonato dopo
quattro mesi. Nessuna operazione straordinaria, quindi, nel
piano industriale approvato
gioved dal consiglio e presentato ieri a Londra dal presidente Giuseppe Recchi e dal ceo
Marco Patuano, assieme al bilancio 2014 chiuso con ricavi in
erosione del 5,4% a 21,6 miliardi, lebitda in calo del 6,8% a 8,9
miliardi e lindebitamento stabile a 26,6 dopo lacquisto delle
frequenze mobili in Brasile.
Il cuore del piano 2015-2017
laccelerazione negli investimenti: saranno 14,5 miliardi
nel triennio pari al 23% dei ricavi cumulati, di cui 10 sul mercato domestico e 4 in Brasile. Il
totale un miliardo in pi. Ma
cambia la composizione. Quasi
3 miliardi sono destinati alla fibra ottica per portare la copertura della banda ultraveloce dal
29% della popolazione al 75%.
Circa 500 milioni sono riservati
alla modalit Ftth (fiber to the
home) fino alle case. Altri 900

milioni previsti nellultrabroadband mobile per coprire con


la tecnologia 4G il 95% degli
utenti. Un piano che andr di
pari passo con lassunzione di 4
mila persone grazie al Jobs act.

Attualmente non ci sono le


condizioni per andare avanti
su Metroweb, ha spiegato Recchi. Il negoziato con i soci F2i e
Cdp si arenato sul controllo
richiesto da Telecom, anche a

Lacquisizione Detlev Louis Motorradvertriebs

Buffett compra in Germania i caschi per moto


Warren Buffett, 84 anni, vede straordinarie possibilit in Europa. E lo
dimostra comprando per 400 milioni di euro Detlev Louis Motorradvertriebs,
azienda con sede ad Amburgo e specializzata in abbigliamento, caschi e
accessori per i motociclisti. Detlev fattura 270 milioni e ha 1.600 dipendenti.

Alitalia, primi segnali


di ripresa a gennaio
La nuova
Alitalia Sai
(Societ aerea
italiana), tutta
privata,
operativa dal
1 gennaio di
questanno,
dopo che
Etihad ha
acquistato il
49% delle
azioni
investendo
560 milioni
Nei piani di
rilancio di
Alitalia si
prevedono un
nuovo brand,
nuovi servizi e i
voli sulle
lunghe rotte
passeranno da
11 a 25 a
settimana
entro il 2018

I vertici

Il presidente
di Telecom
Italia, Giuseppe
Recchi (in alto)
e il ceo Marco
Patuano (sotto)
hanno
presentato ieri
a Londra il
nuovo piano
strategico
2015-2017 del
gruppo
telefonico

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il comitato esecutivo

Strategie

termine, e sullallarme degli altri gestori. Ci siamo trovati ad


affrontare una situazione in cui
sembriamo una minaccia perch facciamo 10 miliardi di investimenti, ha lamentato Patuano. Il board ha avuto una
lunghissima discussione e il tema era: stiamo creando le basi
di un grande progetto o di un
grande conflitto politico?, ha
proseguito il ceo che, dopo
aver negoziato con F2i e Cdp,
ha preso atto dellorientamento dominante in consiglio.
Anche in Brasile, sfumato
lacquisto della Gvt, il gruppo
rilancia con la crescita interna.
Abbiamo fatto quattro mesi
di due diligence su Oi ma
non essendo chiara la creazione di valore siamo tornati al
piano originario, ha detto Patuano chiudendo a ogni ritorno di fiamma. La mia scrivania gi tutta coperta, per Oi lo
spazio non c proprio.
Confermato infine il via libera allipo di Inwit, la societ
delle torri, e preannunciato un
dividendo di 2,75 centesimi
per le risparmio.
Carlo Turchetti

Il secondo azionista di
Sothebys, Mercato Capital
management, ha ingiunto alla
casa daste di procedere con il
riacquisto di azioni proprie da
500 milioni di dollari,
congelato dal board in attesa
di un nuovo Ceo.
Una mossa che potrebbe
provocare una lite con il primo
socio e consigliere Daniel
Loeb. La richiesta di Mercato
Capital management infatti
stata inviata con una lettera e
arriva dopo una settimana in
cui la casa daste aveva
annunciato lintenzione di
voler sospendere il riacquisto
di azioni proprie mentre in
cerca di un nuovo
amministratore delegato.
La lettera esplicita un
potenziale conflitto tra i due
maggiori investitori di
Sothebys, in una fase alquanto
delicata per la casa daste che
ha varato una riorganizzazione
con tagli dei costi e riduzioni
del personale. E ha mandato a
casa il chief executive ormai in
carica da 14 anni. Con Loeb che
ha strappato un seggio nel
board e formato un comitato
per la ricerca di un adeguato
successore.

ROMA Fare il punto sui piani di sviluppo di Alita-

lia, le rotte intercontinentali e la nuova politica


commerciale molto aggressiva. Sono alcuni degli argomenti pi importanti approfonditi ieri
nel corso di una lunga riunione a Fiumicino del
Comitato esecutivo della compagnia. Allincontro hanno partecipato, tra gli altri, il presidente
Luca di Montezemolo, lamministratore delegato, Silvano Cassano, il vice presidente di Alitalia
e ad di Etihad, James Hogan e il chief financial
officer di Alitalia, Duncan Naysmith, oltre ai
principali dirigenti. Massimo riserbo sul lavoro
che porter a realizzare il nuovo brand.
I manager hanno analizzato landamento dei
voli a gennaio, mese nel quale si sono registrati
tassi di riempimento dell85% in Sud America e
del 77% in Nord America. Questi dati hanno permesso di ottenere, secondo quanto trapela, soddisfacenti ricavi sulle rotte intercontinentali. Il
programma di sviluppo prevede, tra laltro, i
nuovi voli per Abu Dhabi da Malpensa e Venezia
(previsti il 29 marzo) e i voli Roma-Seoul (dal 4
giugno) e Milano-Shanghai (che saranno inaugurati proprio il 1 maggio, giorno di apertura
dellExpo), senza dimenticare il Roma-Pechino
entro fine anno. Si discusso inoltre dellaggressivo piano tariffario lanciato nelle ultime settimane (con offerte molto concorrenziali per un
milione di posti su tutte le rotte). Alitalia sta
puntando anche sullo sviluppo dei collegamenti
europei per la clientela business attraverso nuovi voli in collaborazione con Air Berlin, da Linate
per Berlino, Dusseldorf, Stoccarda, Vienna e Copenaghen (a 89 euro andata e ritorno). Tariffe
stracciate, come per alcune tratte nazionali (da
Roma a Torino, Palermo, Bari, Catania e Reggio
Calabria a meno di 50 euro solo andata) per riconquistare le fasce di mercato perse a vantaggio delle low cost. Per sapere se i conti della nuova Alitalia migliorano bisogna aspettare la prossima riunione del cda a fine marzo.
Francesco Di Frischia
RIPRODUZIONE RISERVATA

UNIQA LIFE S.p.A.

UNIQA LIFE S.p.A.

Sede Legale e Direzione Generale:


20132 Milano, Via Carnia 26
Tel. 02 28189.1 - Fax 02 28189.200
Autorizz. Provv. ISVAP n. 2760
del 22/12/2009
Albo delle Imprese di Ass.ne n. 1.000173.
Societ soggetta all'attivit di direzione
e coordinamento di UNIQA Assicurazioni SpA

Sede Legale e Direzione Generale:


20132 Milano, Via Carnia 26
Tel. 02 28189.1 - Fax 02 28189.200
Autorizz. Provv. ISVAP n. 2760
del 22/12/2009
Albo delle Imprese di Ass.ne n. 1.000173.
Societ soggetta all'attivit di direzione
e coordinamento di UNIQA Assicurazioni SpA

PROSPETTO DELLE COMPOSIZIONI


DELLE GESTIONI SEPARATE
PREFIN LIFE

Valore Euro
31/12/2014

Codice Impresa: 489


Codice gestione: 001

100 Obblig. e altri titoli a reddito fisso: 811.561.941

RENDICONTO RIEPILOGATIVO
DELLE GESTIONI SEPARATE
PREFIN LIFE

Valore Euro
31/12/2013

554.258.699

101 BTP

238.469.770

103 Altri titoli di Stato emessi in euro

357.201.804

254.610.036

105 Obbligazioni quotate in euro

215.890.367

163.666.421

300 Altre attivit patrimoniali:

65.148.261

96.863.761

303 Quote di OICR


1000 Saldo attivit gestione separata

Riserve matematiche

PREFIN LIFE FUTURO

65.148.261

96.863.761

876.710.202

651.122.460
Alla chiusura
del periodo
di osservazione
precedente
(31/12/2013)

862.482.735

643.788.051

Valore Euro
31/12/2014

Codice Impresa: 489


Codice gestione: 002

135.982.242

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
(31/12/2014)

3.034.037

101 BTP

1.923.092

103 Altri titoli di Stato emessi in euro

509.940

105 Obbligazioni quotate in euro

601.005

Riserve matematiche

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
precedente
(31/12/2013)

2.231.986

Periodo di osservazione
1 gennaio - 31 dicembre 2014
valori in euro
Proventi ed oneri distinti per categoria di attivit
Codice Impresa: 489
Codice gestione: 002

100 Obblig. e altri titoli a reddito fisso:

Alla chiusura
del periodo
di osservazione
(31/12/2014)

Importi

100 Proventi da investimenti


A
23.709.520
101 Interessi su titoli di Stato in euro
18.446.551
103 Interessi su titoli obbligazionari in euro
4.933.757
150 Altre tipologie di proventi di cui:
329.212
329.212
151 Dividendi ed altri proventi netti su OICR
B
200 Utili/perdite da realizzi
4.029.360
201 Titoli di Stato in euro
95.032
203 Titoli obbligazionari quotati in euro
-247.526
212 Cambi
146.313
250 Altre tipologie di utili/perdite di cui:
4.035.541
4.035.541
251 Utili / Perdite su OICR
300 Retrocessione di commissioni e altre utilit C
392.743
A+B+C
28.131.623
400 Risultato finanziario lordo
500 Spese di revisione contabile
D
8.994
600 Spese per l'acquisto e la vendita di attivit
E
10.905
700 Risultato finanziario netto
A+B+C-D-E
28.111.724
800 Giacenza media delle attivit investite
792.870.344
Tasso medio di rendimento relativo al periodo di osservazione 3,55

PREFIN LIFE FUTURO

Valore Euro
31/12/2013

1000 Saldo attivit della gestione separata 3.034.037

Periodo di osservazione
1 gennaio - 31 dicembre 2014
valori in euro
Proventi ed oneri distinti per categoria di attivit
Codice Impresa: 489
Codice gestione: 001

Importi

100 Proventi da investimenti


A
8.325
101 Interessi su titoli di Stato in euro
7.357
103 Interessi su titoli obbligazionari in euro
968
200 Utili/perdite da realizzi
B
7.951
201 Titoli di Stato in euro
7.951
300 Retrocessione di commissioni e altre utilit C
400 Risultato finanziario lordo
A+B+C
16.276
500 Spese di revisione contabile
D
600 Spese per l'acquisto e la vendita di attivit
E
239
700 Risultato finanziario netto
A+B+C-D-E
16.037
800 Giacenza media delle attivit investite
356.685
Tasso medio di rendimento relativo al periodo di osservazione 4,50

Importi da libro mastro. Ai sensi delle disposizioni IVASS vigenti.

I tassi medi di rendimento sono stati certificati dalla PricewaterhouseCoopers SpA


Ai sensi delle disposizioni IVASS vigenti

www.uniqagroup.it

www.uniqagroup.it

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

42
.

ASSISTENZA disabili, italiano, autista, tuttofare, trasferimenti estero, ottimo spagnolo, presenza, seriet
338.64.68.647
DOMESTICA srilankese 30enne, referenziata, offresi mezza giornata, stiro, anche baby-sitter a ore.
388.90.10.290
MAGGIORDOMO cuoco e cameriera italiani con esperienza offresi.
ag.sa@libero.it - cell. 333.35.70.745

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

ABILE segretaria ufficio commerciale,


inglese, francese, Windows, Mac, data
entry offresi. 331.12.23.422
CONTABILE laureato, pluriennale
esperienza, offresi per contabilit generale, clienti, fornitori, iva, banche,
bilancio, F24, intrastat, black list, personale, agenti ed enasarco, 730, unico, 770, sap, word, excel, Zucchetti.
Disponibilit
immediata.
349.59.01.004 - 02.84.63.336
CONTABILE pluriennale esperienza,
libera subito. Anche part-time. Email:
inforete2014@gmail.com.
338.23.90.087
AGENTE plurimandatario componenti elettronici/elettromeccanici zona
Lombardia B2B disponibile valutare
nuovi mandati. Mail:
maxmau2378@vodafone.it
RAPPRESENTANTE esperto alimentari vini zona Milano, Como, Varese
offresi ad aziende serie con portafoglio clienti. 339.74.34.952
AUTISTA di fiducia, esperienza ventennale, referenziato, cerca lavoro anche part-time. 333.95.76.523
BARISTA con esperienza caffetteria,
ottima conoscenza inglese offresi Milano citt. 340.71.06.042
CAMERIERE 37enne esperto, per trattoria/ristorante/bar, buon carattere,
preciso.
02.45.25.531
347.22.73.684
COMMESSA esperta vendita abbigliamento e accessori boutique donna
offresi Milano. Tel: 331.42.49.207

Nome

Data

Valuta

Quota/od.

CONTABILE neopensionato, autonomo fino bilancio, adempimenti/dichiarazioni, offresi contabilit piccola


azienda. 328.68.59.679

AZIENDA leader milanese di tubazioni per idrotermosanitaria e gas ricerca


responsabile ufficio tecnico e qualit.
Laureato in ingegneria meccanica con
esperienza progettazione, gestione laboratorio, certificazioni di prodotto e
di sistema. Conoscenza inglese tecnico, hrselezione3@gmail.com
CERCASI produttore esperienza in
ambito assicurativo - subagente - zona
Milano e provincia. 349.22.67.715
SEMAN & ASSOCIATI seleziona
venditori per Milano e provincia. Fisso
e provvigioni. Tel. 02.33.40.53.06
AFFERMATA ditta vinicola cerca personale automunito per vendita vini fiere nazionali/vendita telefonica, portafoglio clienti. 02.48.84.40.53

BOGOGNO, Golf Club Bogogno: 2


lotto villa indipendente, 2000 mq. di
giardino. CE: G - IPE: 175 kWh/mqa.
Tel. 02.80.50.03.52

LONATE POZZOLO (VA) vicinanze


Malpensa vendesi/affittasi edificio industriale nuovo 2.700 mq. + 450 mq.
uffici arredati, 2 campate h. 12 mt, 1
campata h. 8.50 mt, completo impianti tecnici, cabina 630 Kw, pronto per
utilizzo immediato. CE: D, 41,26 kWh/
mc. Tel. 335.20.75.86

BERGAMO CITT ALTA,


vendesi intero stabile di importanza storica fronte mura. Affreschi, grandi saloni,
giardini privati. Astenersi
agenzie. CE: G - IPE: 175,00
kWh/mqa. Per info: palazzocittaalta@gmail.com

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03

BUSTO ARSIZIO (VA) zona Madonna Regina vendesi terreno fabbricabile


5.612 mq lottizzato per 14 villette a
schiera - Tel. 335.20.75.86
LOTTO unico mq 60.000 industriale/
commerciale fronte Autostrada Milano - Bologna. Permessi edificabilit.
Vicinanza casello A1 Casalpusterlengo, SS 9, 234. CE: in corso
-339.64.97.216 andreas2k@me.com

AFFARISSIMO Menton Garavan, appartamenti ristrutturati prima linea


fronte mare / spiagge sabbiose, vista
mare mozzafiato, varie metrature, da
189.000 euro a 1.410.000 euro. Ideale investimento 7%. Chiama
348.26.40.793
www.italgestgroup.com

ACQUISTARE, vendere aziende, immobili, ricercare soci, joint-venture?


Trentennale esperienza nazionale, internazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91
NOTA prestigiosa boutique per animali Milano Brera cedesi a condizioni
vantaggiose.
Telefonare
02.76.02.29.20

VENDESI srl in liquidazione da ottobre 2013. Sede Milano. Tel.


328.53.24.224

ACQUISTIAMO,
VENDIAMO,
PERMUTIAMO

BRILLANTI,

GIOIELLI FIRMATI, orologi marche prestigiose, coralli. Il Cordusio


02.86.46.37.85

ACQUISTO sculture, oggetti antichi e


da collezione, design e elementi decorativi. 388.80.92.428

PUNTO D'ORO
compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi,
moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14 - Milano. 02.58.30.40.26
ALCHIMIA DEL FASCINO. Per
mancata fiction, vendo soggetto e sceneggiatura. 345.29.26.595 Milano.

ACQUISTIAMO

AUTOMOBILI E FUORISTRADA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.
02.89.50.41.33 - 327.33.81.299

Una nuova vetrina: prima di tutto... prima di tutti!


Temporary Shop
Saldi Eventi

Outlet

Locali Ristoranti

Quota/pre. Nome

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

19,160
19,888
5,106
5,276
14,610
14,802
4,960
5,114
17,245
17,495
14,548
15,045
12,618
13,190
22,218
22,965
8,953
8,953
6,715
6,961
4,085
4,241
5,443
5,587
6,314
6,486
22,130
22,555

19,243
19,974
5,080
5,249
14,599
14,791
4,954
5,108
17,228
17,477
14,481
14,976
12,612
13,184
22,045
22,786
8,953
8,953
6,729
6,975
4,090
4,246
5,450
5,594
6,337
6,509
22,213
22,639

Invictus Global Bond Fd


Invictus Macro Fd
Sol Invictus Absolute Return

17/02
18/02
19/02

EUR
EUR
EUR

108,530
71,691
108,484

108,530
71,691
109,336

28,302
8,014
7,341
7,328
6,795
12,838
11,474
11,513
12,797
12,825
11,555
12,077
12,099
10,823
10,821
17,673
7,174
9,399
9,405
7,024
16,169
15,113
20,075
8,361
10,322
33,339

28,152
7,920
7,321
7,309
6,796
12,838
11,036
11,072
12,357
12,385
11,408
12,063
12,084
10,521
10,518
17,692
7,149
9,400
9,395
6,997
16,091
14,973
19,673
8,266
10,323
33,168

5,616
5,614
5,159
5,430
5,752
4,074
4,167
4,854
5,699
5,819
4,979
5,487
5,616
4,966
5,700
6,049
5,398
5,663
5,216
5,365
5,175
4,933
5,158
4,904
5,738
5,158
5,979
5,480
5,400
5,292

5,566
5,563
5,153
5,434
5,719
4,060
4,146
4,854
5,702
5,811
4,977
5,483
5,617
4,968
5,671
6,045
5,395
5,647
5,202
5,349
5,159
4,920
5,145
4,891
5,734
5,154
5,973
5,475
5,400
5,292

www.azimut.it - info@azimut.it

AZ F. Carry Strategy ACC


AZ F. Carry Strategy DIS
AZ F. Cat Bond ACC
AZ F. Cat Bond DIS
AZ F. CGM Opport Corp Bd
AZ F. CGM Opport European
AZ F. CGM Opport Global
AZ F. CGM Opport Gov Bd
AZ F. Commodity Trading
AZ F. Conservative
AZ F. Core Brands ACC
AZ F. Core Brands DIS
AZ F. Corporate Premium ACC
AZ F. Corporate Premium DIS
AZ F. Dividend Premium ACC
AZ F. Dividend Premium DIS
AZ F. Emer. Mkt Asia
AZ F. Emer. Mkt Europe
AZ F. Emer. Mkt Lat. Am.
AZ F. European Dynamic ACC
AZ F. European Dynamic DIS
AZ F. European Trend
AZ F. Formula 1 Absolute ACC
AZ F. Formula 1 Absolute DIS
AZ F. Formula 1 Alpha Plus ACC
AZ F. Formula 1 Alpha Plus DIS
AZ F. Formula Target 2015 ACC
AZ F. Formula Target 2015 DIS
AZ F. Formula 1 Conserv.
AZ F. Global Curr&Rates ACC
AZ F. Global Curr&Rates DIS
AZ F. Global Sukuk ACC
AZ F. Global Sukuk DIS
AZ F. Hybrid Bonds ACC
AZ F. Hybrid Bonds DIS
AZ F. Income ACC
AZ F. Income DIS
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 ACC
AZ F. Int. Bd Targ. Giugno 2016 DIS
AZ F. Institutional Target ACC
AZ F. Institutional Target DIS
AZ F. Italian Trend ACC
AZ F. Italian Trend DIS
AZ F. Lira Plus ACC
AZ F. Lira Plus DIS
AZ F. Macro Dynamic
AZ F. Opportunities
AZ F. Pacific Trend
AZ F. Patriot ACC
AZ F. Patriot DIS
AZ F. Qbond
AZ F. Qinternational
AZ F. QProtection
AZ F. Qtrend
AZ F. Real Plus A-AZ
AZ F. Real Plus B-AZ
AZ F. Renminbi Opport
AZ F. Reserve Short Term
AZ F. Short Term Gl High Yield ACC
AZ F. Short Term Gl High Yield DIS
AZ F. Solidity ACC
AZ F. Solidity DIS
AZ F. Strategic Trend
AZ F. Top Rating ACC
AZ F. Top Rating DIS
AZ F. Trend
AZ F. US Income

Data

Valuta

Quota/od.

18/02
18/02
13/02
13/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
30/01
30/01
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

5,104
5,092
5,341
5,266
6,316
7,175
7,080
5,859
3,345
6,834
6,072
6,028
5,606
5,196
6,238
5,332
7,403
3,020
4,732
5,563
5,516
3,769
6,012
5,944
5,614
5,526
6,312
5,641
5,348
4,616
4,235
5,963
5,696
5,570
5,298
6,403
5,800
4,835
4,415
5,895
5,774
3,849
3,849
5,050
4,664
6,349
5,574
4,902
7,738
6,896
5,475
5,423
5,380
5,467
4,824
4,824
5,226
6,305
5,132
4,929
6,408
5,822
6,536
5,286
5,235
7,344
6,377

per promuovere
tutto ci che
ti rende Speciale!

Quota/pre. Nome
5,104
5,092
5,342
5,267
6,315
7,134
7,030
5,861
3,365
6,830
6,041
5,998
5,610
5,200
6,217
5,313
7,368
2,960
4,699
5,534
5,488
3,733
5,943
5,876
5,606
5,523
6,294
5,624
5,331
4,600
4,220
5,943
5,678
5,576
5,304
6,413
5,809
4,815
4,396
5,875
5,755
3,774
3,772
5,041
4,656
6,338
5,544
4,851
7,728
6,889
5,471
5,408
5,368
5,425
4,818
4,818
5,228
6,305
5,128
4,926
6,403
5,816
6,512
5,280
5,228
7,306
6,358

19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02

USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

1489,608
1655,420
1586,373
1498,556
1430,516
1464,857
1381,305
1249,805
1204,908
124,715
124,862
75,486
79,035
108,737
1084,659
1287,247
1069,669

1489,109
1655,786
1586,741
1498,186
1430,180
1464,413
1380,907
1249,753
1204,870
124,310
124,454
74,638
78,137
108,542
1082,885
1279,339
1066,557

ABSOLUTE RETURN EUROPA


BOND-A
BOND-B
DYNAMIC EQUITY
EQUITY- I
PRINCIPAL FINANCE 1

13/02
31/12
31/12
31/12
31/12
30/09

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

4903,438
807321,170
807321,170
455218,605
598266,762
62969,876

4890,393
808472,743
808472,743
479099,752
598463,333
62759,815

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it
19/02
19/02

EUR
EUR

58,950
68,580

Data

Valuta

Quota/od.

19/02
18/02
18/02
18/02
18/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

61,490
63,270
61,680
64,580
62,690
59,360
58,050
73,100
69,390
63,180
51,200

Quota/pre. Nome
61,570
63,030
61,180
64,300
62,390
59,300
57,780
72,990
69,340
63,190
50,900

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it
Invesco Funds
Asia Balanced A
Asia Balanced A-Dis
Asia Consumer Demand A
Asia Infrastructure A
Asian Bond A-Dis M
Balanced-Risk Allocation A
Balanced-Risk Select A
Em. Loc. Cur. Debt A
Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
Em. Mkt Corp Bd A
Euro Corp. Bond A
Euro Corp. Bond A-Dis M
Euro Short Term Bond A
European Bond A-Dis
Glob. Bond A-Dis
Glob. Equity Income A
Glob. Equity Income A-Dis
Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M
Glob. Structured Equity A-Dis
Glob. Targeted Ret. A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A
Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis
Greater China Eq. A
India Bond A
India Equity E
Japanese Eq. Advantage A
Pan European Eq. A
Pan European Eq. A-Dis
Pan European Eq. Inc. A-Dis
Pan European High Inc A
Pan European High Inc A-Dis
Pan European Struct. Eq. A
Pan European Struct. Eq. A-Dis
Renminbi Fix. Inc. A
Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis
US Equity A EH
US High Yield Bond A
US High Yield Bond A-Dis M
US Value Equity A

20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02
20/02

USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
USD
USD
USD
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
JPY
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
USD
USD

24,750
15,810
14,640
14,480
9,939
15,530
10,060
13,492
8,251
12,400
17,570
13,162
11,123
6,257
5,571
61,220
15,240
11,874
46,920
11,098
13,441
12,148
47,250
10,566
45,670
3764,000
20,190
18,220
13,370
20,030
14,350
16,880
16,060
10,332
11,069
15,020
11,838
10,310
33,420

24,800
15,840
14,540
14,500
9,939
15,540
10,070
13,548
8,285
12,391
17,572
13,163
11,118
6,253
5,578
61,330
15,260
11,886
46,860
11,110
13,442
12,149
47,250
10,542
45,370
3727,000
20,120
18,160
13,350
20,010
14,340
16,860
16,030
10,332
11,000
15,070
11,834
10,307
33,430

Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com
Active Dollar Bond A
Active Emerging Credit A
Active Emerging Credit B
Active European Credit A
Active European Credit B
Active European Equity A
Active European Equity B
Active Liquid Bond A
Active Liquid Bond B
Multiman. Bal. A
Multiman. Bal. M
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A
Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M
Multiman.Target Alpha A
SB Bond B
SB Equity B
SB Flexible B

Dividendo Arancio
Convertibile Arancio

Cedola Arancio
Borsa Protetta Agosto
Borsa Protetta Febbraio
Borsa Protetta Maggio
Borsa Protetta Novembre
Inflazione Pi Arancio
Mattone Arancio
Profilo Dinamico Arancio
Profilo Equilibrato Arancio
Profilo Moderato Arancio
Top Italia Arancio

59,050
68,590

Kairos Multi-Str. A
Kairos Multi-Str. B
Kairos Multi-Str. I
Kairos Multi-Str. P
Kairos Income
Kairos Selection
KAIROS INTERNATIONAL SICAV
KIS - America P
KIS - America P-USD
KIS - America X
KIS - Bond D
KIS - Bond P
KIS - Bond Plus D
KIS - Bond Plus D-Dist
KIS - Bond Plus P
KIS - Bond Plus P-Dist
KIS - Bond Plus X
KIS - Bond Plus Y
KIS - Bond P-USD
KIS - Bond Y-USD
KIS - Dynamic D
KIS - Dynamic P
KIS - Dynamic P-USD
KIS - Emerging Mkts D
KIS - Emerging Mkts P
KIS - Emerging Mkts P-USD
KIS - Europa D
KIS - Europa P
KIS - Europa X
KIS - Europa Y
KIS - Global Bond P
KIS - Global Bond P-USD
KIS - Italia D
KIS - Italia P
KIS - Italia X
KIS - Italia X-Dist
KIS - Italia Y
KIS - Key D
KIS - Key D-Dist
KIS - Key P
KIS - Key P-Dist
KIS - Key X
KIS - Key Y
KIS - Liquidity D

31/12
31/12
31/12
31/12
19/02
19/02

EUR 906743,388 892008,816


EUR 590553,035 581246,653
EUR 612936,458 602744,666
EUR 554398,421 546094,422
6,769
6,770
EUR
10,860
10,875
EUR

18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02

EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

212,770
302,100
214,830
127,100
131,960
135,260
101,560
138,180
127,530
102,730
102,230
178,480
101,970
123,630
126,150
177,460
128,330
130,850
175,130
136,600
140,150
141,790
111,150
103,170
140,360
106,160
145,130
144,060
106,550
108,860
105,600
105,600
151,140
146,810
151,530
107,360
102,880

212,420
301,620
214,470
126,940
131,790
135,110
138,020
127,390
178,240
123,860
126,370
177,760
128,140
130,650
135,750
139,270
140,810
103,110
144,170
143,160
146,040
150,840
102,880

Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport con le edizioni


stampa e digital offrono quotidianamente agli inserzionisti una
audience di oltre 8 milioni di lettori, con una penetrazione sul
territorio che nessun altro media
in grado di ottenere.
La nostra Agenzia di Milano a
disposizione per proporvi offerte
dedicate a soddisfare le vostre
esigenze e rendere efficace la vostra comunicazione.
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1 Offerte di collaborazione:
2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori: 7,92; n. 3 Dirigenti:
7,92; n. 4 Avvisi legali: 5,00;
n. 5 Immobili residenziali compravendita: 4,67; n. 6 Immobili
residenziali affitto: 4,67; n. 7
Immobili turistici: 4,67; n. 8
Immobili commerciali e industriali: 4,67; n. 9 Terreni:
4,67; n. 10 Vacanze e turismo:
2,92; n. 11 Artigianato trasporti:
3,25; n. 12 Aziende cessioni e
rilievi: 4,67; n. 13 Prestiti e investimenti: 9,17; n. 14 Casa di
cura e specialisti: 7,92; n. 15
Scuole corsi lezioni: 4,17; n.
16 Avvenimenti e Ricorrenze:
2,08; n. 17 Messaggi personali:
4,58; n. 18 Vendite acquisti e
scambi: 3,33; n. 19 Autoveicoli: 3,33; n. 20 Informazioni e
investigazioni: 4,67; n. 21 Palestre saune massaggi: 5,00; n.
22 Chiromanzia: 4,67; n. 23
Matrimoniali: 5,00; n. 24 Club
e associazioni: 5,42.
RICHIESTE SPECIALI
Data Fissa: +50%
Data successiva fissa: +20%
Per tutte le rubriche tranne la 21,
22 e 24:
Neretto: +20%
Capolettera: +20%
Neretto riquadrato: +40%
Neretto riquadrato negativo: +40%
Colore evidenziato giallo: +75%
In evidenza: +75%
Prima fila: +100%
Tablet: + 100
Tariffa a modulo: 110

agenzia.solferino@rcs.it

AcomeA America (A1)


AcomeA America (A2)
AcomeA Asia Pacifico (A1)
AcomeA Asia Pacifico (A2)
AcomeA Breve Termine (A1)
AcomeA Breve Termine (A2)
AcomeA ETF Attivo (A1)
AcomeA ETF Attivo (A2)
AcomeA Eurobbligazionario (A1)
AcomeA Eurobbligazionario (A2)
AcomeA Europa (A1)
AcomeA Europa (A2)
AcomeA Globale (A1)
AcomeA Globale (A2)
AcomeA Italia (A1)
AcomeA Italia (A2)
AcomeA Liquidit (A1)
AcomeA Liquidit (A2)
AcomeA Paesi Emergenti (A1)
AcomeA Paesi Emergenti (A2)
AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)
AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)
AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)
AcomeA Patrimonio Prudente (A1)
AcomeA Patrimonio Prudente (A2)
AcomeA Performance (A1)
AcomeA Performance (A2)

AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT SGR - tel.02.88981


18/02
Azimut Dinamico
EUR
18/02
Azimut Formula 1 Absolute
EUR
18/02
Azimut Formula 1 Conserv
EUR
18/02
Azimut Formula Target 2013
EUR
18/02
Azimut Formula Target 2014
EUR
18/02
Azimut Garanzia
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Crescita
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Crescita Cl. C
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Equilibrato
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Equilibrato Cl. C
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Garantito
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Protetto
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Protetto Cl. C
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Obbli.
EUR
30/01
Azimut Prev. Com. Obbli. Cl. C
EUR
18/02
Azimut Reddito Euro
EUR
18/02
Azimut Reddito Usa
EUR
18/02
Azimut Scudo
EUR
18/02
Azimut Solidity
EUR
18/02
Azimut Strategic Trend
EUR
18/02
Azimut Trend America
EUR
18/02
Azimut Trend Europa
EUR
18/02
Azimut Trend Italia
EUR
18/02
Azimut Trend Pacifico
EUR
18/02
Azimut Trend Tassi
EUR
18/02
Azimut Trend
EUR
AZ FUND MANAGEMENT SA - tel.00352 2663811
18/02
AZ F. Active Selection ACC
EUR
18/02
AZ F. Active Selection DIS
EUR
18/02
AZ F. Active Strategy
EUR
18/02
AZ F. Alpha Man. Credit
EUR
18/02
AZ F. Alpha Man. Equity
EUR
18/02
AZ F. Alpha Man. Them.
EUR
18/02
AZ F. American Trend
EUR
18/02
AZ F. Asia Absolute
EUR
18/02
AZ F. Asset Plus
EUR
18/02
AZ F. Asset Power
EUR
18/02
AZ F. Asset Timing
EUR
18/02
AZ F. Best Bond
EUR
18/02
AZ F. Best Cedola ACC
EUR
18/02
AZ F. Best Cedola DIS
EUR
18/02
AZ F. Best Equity
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2015 ACC
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2015 DIS
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2016 ACC
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2016 DIS
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op ACC
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2017 Eq Op DIS
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op ACC
EUR
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op CLD DIS 18/02
EUR
18/02
AZ F. Bond Target 2018 Eq Op DIS
EUR
18/02
AZ F. Bond Target Giugno 2016 ACC
EUR
18/02
AZ F. Bond Target Giugno 2016 DIS
EUR
18/02
AZ F. Bond TargetSettem.2016 ACC
EUR
18/02
AZ F. Bond TargetSettem.2016 DIS
EUR
18/02
AZ F. Cash 12 Mesi
EUR
18/02
AZ F. Cash Overnight
EUR

VIA DELL'ANNUNCIATA: prestigioso appartamento, 250 mq, impareggiabile vista Duomo, box. CE: G IPE:
175
kWh/mqa.
Tel.
333.80.02.942

Viaggi

oppure nei giorni feriali


presso lagenzia:

Corsi
Mostre

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it

Spettacoli

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

CAFFE MOLINARI SPA ricerca venditori per le province lombarde e per:


AL, NO, VB. Gradita provenienza settore Horeca. CV a: personale@caffemolinari.com.

Data

Valuta

Quota/od.

KIS - Liquidity P
KIS - Multi Str. UCITS P-USD
KIS - Multi-Str. UCITS D
KIS - Multi-Str. UCITS P
KIS - Real Return D
KIS - Real Return P
KIS - Real Return P-Dist
KIS - Risorgimento D
KIS - Risorgimento P
KIS - Risorgimento X
KIS - Selection D
KIS - Selection P
KIS - Selection P-USD
KIS - Selection X
KIS - Selection Y
KIS - Selection Y-USD
KIS - Sm, Cap Y
KIS - Sm. Cap D
KIS - Sm. Cap P

18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02

EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR

106,560
157,950
115,930
119,260
101,140
101,090
100,160
103,270
135,360
135,610
126,160
128,870
176,830
128,850
104,730
104,680
111,430
104,160
109,840

Quota/pre. Nome
106,560
157,510
115,610
118,930
126,060
128,770
128,760
103,380
109,010

ASIAN OPP CAP RET EUR


ADWISE L/S CAP RET EUR
FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR
HIGH GROWTH CAP RET EUR
ITALY CAP RET A EUR
SELECTED BOND DIS RET EUR
SELECTED BOND CAP RET EUR
ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR

19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

14,339
109,905
115,587
129,159
26,634
5,683
122,379
90,979

14,293
109,961
116,039
128,142
26,505
5,682
122,346
90,978

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80
Alexander
Biotech A
Biotech E
Biotech I
Emerging Mkt Local Curr Debt A
Emerging Mkt Local Curr Debt B
Emerging Mkt Local Curr Debt F
Orazio Conservative A
Sparta Agressive A

17/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02

EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR

1116,820
191,320
119,900
1959,510
1072,290
1081,370
1041,260
106,120
107,410

1108,190
190,390
119,300
1949,940
1073,620
1082,700
1042,470
106,050
107,180

Multimanager Emerg.Mkts Eq.A


Multimanager European Eq.A
Strategic A
Usa Value Fund A
Ver Capital Credit Fd A

Data

Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

19/02
19/02
19/02
19/02
19/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

4,762
5,007
5,594
7,036
5,673

4,759
4,984
5,596
7,052
5,667

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com
PS - Absolute Return A
PS - Absolute Return B
PS - Algo Flex A
PS - Algo Flex B
PS - BeFlexible A
PS - BeFlexible C
PS - Best Global Managers A
PS - Best Global Managers B
PS - Best Gl Managers Flex Eq A
PS - Bond Opportunities A
PS - Bond Opportunities B
PS - Bond Opportunities C
PS - EOS A
PS - Equilibrium A
PS - Fixed Inc Absolute Return A
PS - Global Dynamic Opp A
PS - Global Dynamic Opp B
PS - Inter. Equity Quant A
PS - Inter. Equity Quant B
PS - Liquidity A
PS - Liquidity B
PS - Opportunistic Growth A
PS - Opportunistic Growth B
PS - Prestige A
PS - Quintessenza A
PS - Target A
PS - Target B
PS - Target C
PS - Titan Aggressive A
PS - Total Return A
PS - Total Return B
PS - Valeur Income A
PS - Value A
PS - Value B
PS - Value C

18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
17/02
17/02
18/02
18/02
18/02
18/02
17/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
18/02
17/02
17/02
17/02
17/02
17/02
17/02
18/02
18/02
18/02
17/02
17/02
17/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
USD

118,770
125,640
116,970
112,120
89,000
87,320
104,650
109,210
119,190
165,490
123,680
101,280
131,030
79,160
98,570
108,120
109,120
130,260
133,440
125,100
100,400
98,800
105,130
93,400
104,170
106,890
107,180
103,500
117,330
104,740
99,190
113,980
115,980
118,650
113,820

118,760
125,630
116,940
112,080
89,050
87,370
104,170
108,690
119,230
165,580
123,750
101,330
129,700
79,130
98,550
107,760
108,750
130,120
133,300
125,120
100,400
98,840
105,170
94,060
104,090
106,570
106,860
103,200
116,360
104,780
99,240
114,060
115,030
117,680
112,860

107,250
107,350
105,350
105,600
104,250
101,730

107,240
107,350
105,350
105,600
104,190
101,670

100,770
141,500
449,240
438,460
317,810
118,800
168,940
81,980
89,690
151,130
195,590
137,440
102,750
190,800
209,970

99,890
140,280
449,070
438,320
316,500
118,660
168,740
81,390
89,060
149,670
193,720
136,430
101,990
190,900
210,120

www.pegasocapitalsicav.com
19/02
Strategic Bond Inst. C
EUR
19/02
Strategic Bond Inst. C hdg
USD
www.newmillenniumsicav.com
19/02
Strategic Bond Retail C
EUR
19/02
Strategic Bond Retail C hdg
USD
Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475
19/02
Strategic Trend Inst. C
EUR
19/02
196,120
196,030 Strategic Trend Retail C
NM Augustum Corp Bd A
EUR
19/02
EUR
105,840
106,100
NM Augustum Extra Euro High Qual Bd 19/02
EUR
19/02
148,430
148,390
NM Augustum High Qual Bd A
EUR
19/02
143,280
143,210
NM Balanced World Cons A
EUR
19/02
139,840
139,840
NM Euro Bonds Short Term A
EUR
19/02
52,150
51,870
NM Euro Equities A
EUR
19/02
78,410
78,490
NM Global Equities EUR hdg A
EUR
19/02
107,900
107,820
NM Inflation Linked Bond Europe A
EUR
19/02
113,960
113,900
NM Italian Diversified Bond A
EUR
19/02
116,890
116,830
NM Italian Diversified Bond I
EUR
www.vitruviussicav.com
19/02
138,810
138,760
NM Large Europe Corp A
EUR
19/02
110,190
109,930
NM Market Timing A
EUR
19/02
111,850
111,590 Asian Equity B
NM Market Timing I
EUR
18/02
EUR
29/01
46,940
47,740 Asian Equity B
NM Q7 Active Eq. Int. A
EUR
18/02
USD
13/02
100,150
100,040 Emerg Mkts Equity
NM Q7 Globalflex A
EUR
19/02
USD
19/02
13/02
124,760
124,540 Emerg Mkts Equity Hdg
EUR
NM Total Return Flexible A
EUR
19/02
EUR
19/02
102,250
102,380 European Equity
NM VolActive A
EUR
18/02
EUR
19/02
103,540
103,670 Greater China Equity B
NM VolActive I
EUR
18/02
Greater China Equity B
USD
19/02
Growth Opportunities
USD
19/02
Growth Opportunities Hdg
EUR
19/02
Japanese Equity
JPY
19/02
Japanese Equity Hdg
EUR
19/02
Swiss Equity
CHF
19/02
Swiss Equity Hdg
EUR
19/02
US Equity
USD
19/02
119,500
119,040 US Equity Hdg
AUGUSTUM EQUITY EUROPE I
EUR
19/02
EUR
19/02
124,110
123,910
AUGUSTUM G.A.M.E.S. A
EUR
19/02
165,740
165,460
AUGUSTUM G.A.M.E.S. I
EUR

Tel 0332 251411


www.ottoapiu.it

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato
Nextam Obblig. Misto
BInver International A
Cap. Int. Abs. Inc. Grower D
CITIC Securities China Fd A
Fidela A
Income A
International Equity A
Italian Selection A
Liquidity A
Multimanager American Eq.A
Multimanager Asia Pacific Eq.A

19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02
19/02

EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR
EUR

7,645
8,002
6,780
6,424
6,837
5,859
5,794
8,698
6,842
5,323
6,012
5,328

7,628
7,998
6,762
6,427
6,851
5,838
5,792
8,703
6,810
5,323
6,023
5,333

8a+ Eiger
8a+ Eiger I
8a+ Eiger R
8a+ Gran Paradiso
8a+ Kilimanjaro R
8a+ Kilimanjaro I
8a+ K2
8a+ K2
8a+ Latemar
8a+ Matterhorn
8a+ Tibet

19/02
13/02
13/02
19/02
13/02
13/02
13/02
13/02
19/02
13/02
13/02

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

6,852
6,835
EUR
107,260
105,060
EUR
137,440
134,620
EUR
5,186
5,200
EUR
89,580
90,070
EUR
89,280
89,760
EUR
106,200
105,460
EUR
100,450
99,830
EUR
6,060
6,050
EUR
EUR 839139,734 820426,232
103,250
103,040
EUR

Quota/od. = Quota odierna

13377CCB www.kneip.com

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

43

Piazza Affari

Sussurri & Grida

S del governo al megaprogetto per il porto di Livorno


di Giacomo Ferrari

Continua la corsa di Mps


Bene Bper e Buzzi-Unicem

lavori dellEurogruppo si sono conclusi


quando le Borse del Vecchio Continente
erano ormai chiuse. Ma gli operatori non
hanno mai smesso di sperare in un accordo
con la Grecia. Cos, dopo una mattinata in
surplace, gli indici hanno ripreso quota a
fine seduta. A Piazza Affari il Ftse-Mib
terminato a +0,24% e fra i titoli principali
ancora una volta a correre di pi stata
Monte Paschi (+6,73%) dopo che Axa ha
detto di essere pronta a sottoscrivere il
prossimo aumento di capitale. Ben
comprate, inoltre, Bper (+2,46%), BuzziUnicem (+ 2,17%) e Snam (+1,82%). In calo
invece Generali (-1,63%) e Tenaris (-1,63%),
su cui Exane ha rivisto al ribasso le stime.
Gi anche Telecom (-1,07%) dopo il piano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

  


 ,

% &22
%
"/&#

Il fondo vaticano Space di Erede e Mion incorpora


corregge Pell
Fila e prepara la quotazione

(m.gas.) Darsena Europa, il faraonico progetto


da oltre 650 milioni di euro per ampliare il porto
industriale di Livorno, potrebbe diventare realt.
Dopo anni di discussioni e polemiche, il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Luca Lotti,
ha promesso finanziamenti statali per dare il via
allopera. Lammontare totale dellinvestimento
resta ancora da stabilire (Sar consistente, ha
assicurato il braccio destro del presidente del
consiglio Matteo Renzi), ma facilmente deducibile dalle cifre illustrate dal governatore della
Toscana, Enrico Rossi, durante un incontro a Palazzo Chigi. Grazie a mutui e prestiti 170 milioni
di euro saranno garantiti dallAutorit portuale
livornese, come ha confermato ieri da Roma il
presidente Giuliano Gallanti; altri 170 milioni di
euro saranno a carico della Regione Toscana. E
sono 340 milioni. I capitali rimanenti necessari a
realizzare lopera saranno recuperati da finanziamenti governativi e da operatori privati che
opereranno attraverso il project financing. Prima di partire per sar necessario approvare il
piano regolatore del porto livornese che in discussione in questi giorni.

(m.a.c.) Le pensioni dei dipendenti vaticani e dei cardinali


non sono a rischio. Il cda e il
Collegio dei revisori del fondo pensioni si sono
riuniti il 19 febbraio e hanno deciso di comunicare pubblicamente la situazione attuariale, patrimoniale e reddituale del Fondo cos come risulta
dai Bilanci Tecnici attuariali redatti dallattuario
certificatore e dai Bilanci di esercizio. Il motivo si legge sul Bollettino della Santa Sede, - che
da alcuni mesi, amplificati anche da notizie di
stampa, circolano dati allarmanti sulla situazione del Fondo e sulla sua sostenibilit. Era stato
lo stesso prefetto della Segreteria dellEconomia,
cardinale George Pell (foto) a riferire che da qui
a dieci anni per le pensioni esiste un deficit di
700-800 milioni e forse di pi per la fluttuazione dei tassi dinteresse. Il comunicato del Fondo, sottolinea invece, che il rapporto di copertura
del 95%. E la consistenza patrimoniale al 31 dicembre 2015 sar di oltre 504 milioni di euro.

(d. pol.) Via libera alla fusione tra la Fila, lazienda dei pennarelli Giotto, di Das e del Pongo, e la
Space. Ossia il sofisticato veicolo gi quotato e
con una liquidit di 130 milioni di euro, che porter entro giugno a Piazza Affari il gruppo controllato dalla famiglia Candela. Lassemblea di
Space ha deliberato ieri con la partecipazione
del 69,6% del capitale sociale e allunanimit la
fusione con Fila. Un en plein per Gianni Mion, il
numero due di Edizione (la holding della famiglia Benetton) che della futura Fila quotata sar
presidente non esecutivo, per lavvocato Sergio
Erede, per i banchieri Edoardo Subert e Carlo Pagliani, e per Roberto Italia di Cinven. Anche perch leventuale esercizio del diritto di recesso
non avr alcun impatto sullefficacia delle delibere assunte ieri in quanto i due terzi del capitale presente in assemblea ha votato a favore. Il debutto sar al mercato Miv (per i veicoli) ma entro
lanno le matite Fila approderanno al listino
principale.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

1
!,2
 " 
"/&#  /&#

$ 88 30 88888888888888888888888888888888888888888888888867 L!()L ,4!(( ,E!$$ L!)22 L!((2 E4D!D


E88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886E7 L!$)4 ,L!E) 9L!@@ L!?2E L!$($ E@D)!@
#88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4L!@LL 9L!L2 94@!D@ $!2LL 4L!?(L EED2!2
3C#/ =3F5 88888888888888888888888888888888888888888888888867 44!22L ,L!24 94?!DE 4L!EEL 4(!(LL
(L!E
2)!(
>0,*0888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!E($ 94!D? 94@!D? 4!L@4 4!E?(
",#=358-=#1K#888888888888888888888888888888888888888886 7 4(!LLL 9L!DD 94)!$( 4E!@$L 4(!DDL 4D(!2
#"#> 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!@(L ,4!4E 94D@!)L 4!L4L E!?)L
E2!?
#&&# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!E4$ ,L!E? 9L!() 4!?2? E!EE) ED2!4
/#=-3188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!(?@ ,4!@$ ,2!L) E!D$@ E!$@L 44E!@
(E!E
0-#1C+#>->8888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!((L ,D!$( 9)L!4@ L!D(D L!@4)
05/-&318888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!@EL 9L!)( 94)!@2 )!$$) (!@@L 4E@2!4
1-0 3/"-1* 888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!$LL 94!L( 94(!44 D!$LL )!$4L 4)DE!(
1>/"3 C> 88888888888888888888888888888888888888888888888888 67 $!$(L
% 9(!)$ $!42L $!24( 4?@$!(
=#188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
>35-G#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!2EL ,4!)) 9(!)2 4!?@L 4!2)$ )(E!)
>C/"-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!E?L
% 9DL!DL )!)4L @!DE( @4D!(
C/1C-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ED!LLL
% 94(!D( 42!4(L ED!L$L 4$$?$!2
FC3*=-//88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!@)L ,L!EL 942!@@ @!L@L ?!@(( 42)D!L
FC3>C=" 3, -88888888888888888888888888888888888888888888 67 4E!4(L 9L!($ 9ED!2$ 2!)(L 4E!E@L 4L@(!E
% ,L!2( 4)!$2L 4@!D(L
@?!2
FC3>C="# #=8888888888888888888888888888888888888886 7 4(!(2L
K-0FC8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 EE!)(L 94!($ 9EE!4) 4?!@)L EE!)(L D424!2
%  5#.#=>  8888888888888888888888888888888888867 @!?LL ,4!@E 94L!EL (!@?L @!$4L
?D!?
1 #1#=/-888888888888888888888888888888888888888888888867 E)!2@L 9L!E) 9?!4E EE!EDL E(!E4L E$2?!(
1 '>  888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4@!@4L 9L!L@ 94@!@) 4D!@EL 4@!@4L 2L4!L
1 358 0-/- 888888888888888888888888888888888888867 ?!)2( 9E!)@ 9D)!DE )!$L) ?!)2( D(?@!(
1 358 31"=-3 888888888888888888888888888888888 67 )!L(L
% 9E2!$2 E!$)L )!L(L 4$E2!D
13 353/=# 88888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!$(L 94!@4 9D)!)? $!24( 4D!$(L )2(@!D
13 353/=# H4L888888888888888888888888888864L7
%
%
%
%
%
%
1K-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 @!EEL
%
% @!EEL @!(?L E(E!D
>-1#C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!@DL 9L!?? 94@!E? E!EE@ E!@DL 4(2!4
>C3*-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!DE) 9L!D( 9D!(? E!4LL E!))L E?$!L
%
 -3C#+  88888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E(@!4LL 94!)D 9E2!E$ 42@!?LL E(@!4LL
 =-*# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!L@) ,L!)? 94)!44 L!L(( L!L?L @(E!2
 =-*# =88888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!4?L ,E!)E 9D!E? 4!L2( 4!422
D!L
 -11C  8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!(@D 9(!?D 9D@!EL L!D2( L!(@D EL)!(
 1C#=03-/-=#88888888888888888888888888888888888888886 7 D!)($ 9L!$E ,E!DE D!)DL D!()@ (D2!@
 358C=F=- # K-3 888888888888888888888888888 6 7
%
%
%
%
%
%
 358 -/138888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!$)) 9L!DL 9)?!2$ L!(D) L!$)) D?LL!2
 35853/#C3 8888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
 =3'/38888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!)LL 9D!$) 9EE!DD L!DL( L!)LL E?D!@
3 #>-3,=-1K8888888888888888888888888888888888888867 E!)$$ 9L!DE 94)!ED E!LDL E!)2L E$2!D
3 #>-3,=-1K =188888888888888888888888888867 E!)EE ,L!2$ 94E!?@ E!L4E E!))@
DE!L
3 1C1"#=88888888888888888888888888888888888888888888867 @!)LL ,L!?L ,2!D( (!24L ?!L@L
%
3 ="#*1 =188888888888888888888888888888888888888867 44!L?L 9L!() 94D!E( 2!@LL 44!EDL
?E!?
## #0 88888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!(D@ ,L!?) 9?!4L L!)$( L!((E
?D!L
$4!$
#*+#//-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)L? ,4!(? 9E!4$ L!D$2 L!)D4
#1- C-/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!@22 9L!L? 942!L$ L!(@$ L!?L) 4(@?!)
#>C 1-31 38 888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!$?2 ,L!D? ,@!L( 4!$DL E!LLL
4?!(
-/#CC- 1"F>C=-# 88888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!(DL ,L!2D ,?!LE L!(DL L!($4
)L!E
4@!@
-1013 888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!)$$ ,L!)4 9D!)D L!)E4 L!(E)
-#>># 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4)!D?L 9D!)@ 9(L!4@ 2!D@L 4)!D?L D2D!(
-3#=88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!DL2 94!$E 94)!E@ L!E)$ L!D4(
44!L
3#=3 =C8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 42!@LL
% ,D!2E )33 E4!LLL
$(!4
3/K31-  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!42$ ,4!DL 94?!4) E!@L$ D!E)L
$D!4
318#===#>-88888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E@!LLL ,4!(( 94D!2) EE!?LL E?!L(L 4)@!@
3=*3>#>- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!?@E ,E!(@ ,)!D2 L!?)@ L!?2?
E$!2
3=*3>#>- =1 888888888888888888888888888888888888888888888867 L!$2L ,4!44 9)!D) L!$LL L!2LL
L!$
=#03 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 DD!2$L ,L!L@ 9EE!4L E@!@(L D)!LLL EE@4!E
$?!)
=-3>+-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!44) 9)!@$ 9E?!L@ L!L$@ L!44)
=F1#//3 F-1#//- 8888888888888888888888888888888888888888867 4$!D@L 9L!DD 94!?E 4?!L2L 42!2LL 4E)?!(
FKK- 1-#0 8888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!?EL 9E!4? 9E4!4) 2!@DL 4E!?EL EL2E!L
FKK- 1-#0 =1888888888888888888888888888888888888888867 ?!24( 9L!(? 9E4!?? (!$$L ?!24( DEL!2
& " C  8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 )!4@@ ,L!E) 92!@D D!@4L )!4?@
D@!2
-=3 3008 8888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!?2L 94!L( 94@!2E )!?4L (!2@L )(E!@
/#&' 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!EDD ,4!24 ,44!$L 4!EDD 4!D2$
4(!(
/C*-=31# 88888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!44L ,D!@( 94)!L( 4!$4L E!42L E(D!$
/C*-=31# "88888888888888888888888888888888888888888888888867 4!LDL
% 942!24 L!$4L 4!LD( 4E@!$
05=-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!$)( ,L!2D 94(!$@ )!2DL @!L$L DD2@!E
5# -G# 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!E(L 9L!L2 ,L!$$ E!4(L E!E?@
EE!@
===388888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!4E$ 94!DD 94E!LL 4!$D4 E!4DE
2?!4
CC3/- >888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 @!@@L ,L!4( 94)!(D (!(LL @!24( 44@E!)
#// +#=58888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!L4$ 94!4L 9D!)2 4!2EE E!L(L
%
#0=#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 44!)@L 9L!4? 94L!42 4L!E4L 44!?$L 42)!$
#0#1C-= 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!)4L ,L!)? 9EE!(@ )!$$E @!()L 4LE?!4
#1C8 CC# 3=-13 8888888888888888888888888888888888888886 7 D!$DL 9EL!2? 9)4!2@ E!@$) D!$DL
D@!E
#=08 -+#CC-888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!E?D ,4!2? 9ED!$? L!EL2 L!E$2
EE!?
#=G#"8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 (!D4L ,L!(@ 9EE!$L )!L)L (!D)L 4LDL!?
 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!L)( 94D!LD 94@!() L!LD@ L!L)(
4L!(
 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!E2E 9L!)( 9ED!)) L!EDL L!E2?
E?!)
-3/#// 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
%
%
%
%
%
-=8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!LDD 9E!@$ 94(!E2 L!$)? 4!LDD $L2!(
/>> "-C3=- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!D22 9D!4L 9E$!?4 L!E$@ L!D22 44L!L
 1"F>C=-/88888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!@E( ,L!E@ 94(!?2 @!E)( ?!@)( 4LE)D!2
3'"# 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)2L 9E!4L 94D!)L L!)LD L!)2L D)$!?
3*#0# #C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
%
%
%
%
%
%
31' =#>C-C3<8888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!D4L ,L!L@ 9E?!)2 L!ED( L!DE(
4)!D
=#"8 =C-*-13 8888888888888888888888888888888888888888888888867
%
%
%
%
%
%
=#"8 0-/-13 88888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!2DL
% 92!)$ @!EDL @!2DL EE2L!(
=#"8 /C#//-1#>#888888888888888888888888888888888888888886 7 4!DLL 9D!@? 9($!() L!?EL 4!DLL 4)L$!2
>58888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!$E4 ,L!4@ 9E$!E) 4!D2? 4!$E)
@L!$
' <0-3 8888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!)?@ ,4!EL 9E!DL L!)DE L!)2D ELE!D
<0-3 4@ H== 8888888888888888888888888888888 6 4@7 L!L@@ 9(!$4 ,D!$4 L!L() L!L@2
%
" 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!$@L 94!EL 92!($ E!)4) E!$2)
)?!@
0-1- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!D?L ,4!$@ 92!?$ 4!EL( 4!))D 44)!?
1-#/-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 EE!E@L 94!4$ 9$!EE EL!L2L EE!E@L 2L@!L
1-#/- =1 888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4(!4LL ,4!D4 92!$E 4D!E$L 4(!@LL @44!@
C/3*- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4L!((L ,E!2) 94$!$4 $!$LL 4L!$?L @4@!D
#< 31*+- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4?!$4L 9L!(4 942!(D 4)!?DL 4?!2LL E@()!$
# 5-C/ 88888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!$)D 9L!L( 94L!LD 4!@E4 4!$)D (@)!(
#//-0 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!ED@ ,L!@E 94)!?$ 4!$L( E!E(L DD@!L
->3=-1  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D(!(4L 9L!?) 9(!2? DD!DDL D(!$$L 422(!L
-*-C/ =3>  8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!?(L 9D!(D 94@!$E D!LDL D!?(L
(D!D
0-/ =3F5  88888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!()) ,D!E? 94L!2L E!L2) E!$)L
D!2
  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )(!D)L 9L!?@ 9?!44 )4!D4L )(!D)L 4E?E!(
( "->31 = 888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!$)L ,L!(D ,E!D$ L!$)L L!$?4
2E!?
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!4D? ,L!E2 ,EL!$4 L!4E) L!4?D
(!2
/818 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 DL!)LL 9L!4L 9?!$L E@!(DL D4!@LL 4)@!)

 ,

% &22
%
"/&#

/- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
0. 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1#/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1#/ =##1 H8888888888888888888888888888888888888888888867
1#=G-C888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
1*-1##=-1*  888888888888888888888888888888888888888888888888 67
1- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
=*88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
=*J 5-C/ 88888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
=*J 5-C/ 4@H88888888888888888888888888888888864@7
>5=-1#C  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
F.#"3>88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
F=3C#+ 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
I3=888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
I5=-G- 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
) /. #1#H/#> 88888888888888888888888888886 7
,-C +=J>/#= FC888888888888888888888888888888888 67
#==*03 8888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-"- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-#= -/13 8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-11C-#=- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
-1#31.8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-10#1-8888888888888888888888888888888888888888888888888867
 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
F//>-I888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
* #CC- =3888888888888888888888888888888888888888888 67
> /F>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
#&=1  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
#1#=/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67
#3I 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
=F553 "-C8 <>5=#>>3888888888888888888888888888888888 67
C#+88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
+ #= 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867
, =1"- -**-8888888888888888888888888888888888888888 6 7
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
/ 3/# E) =#8888888888888888888888888888888888888888888888888886E)7
0 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
00>-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1"F>C=- # 118 888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#. =3F5888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#. =3F5 =1 8888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#=5F05  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
1C#> 153/3888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1C#> 153/3 =18888888888888888888888888888888888886 7
1G#>C # G-/F5538888888888888888888888888888888888888888888886 7
=#  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
=#188888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
>*=3 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
>*=3 K-31- G-/F553  8888888888888888888888888886 7
   888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
C/#0#1C-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
C/03-/-=#8888888888888888888888888888888888888888888888888888 6  7
C/03-/-=# =1 88888888888888888888888888888888888888888 6  7
 =3F58888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
 =3F5 4@ H==888888888888888888888888888888888888886 7
-
FG#1CF> 888888888888888888888888888888888888888888 6
7
. 881#=*J888888888888888888888888888888888888888888888886 7
-1#I- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
/  3=- 8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
1"- #1K3 88888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
K-38888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
FI3CC- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
G#1CF=# =3F5888888888888888888888888888888888888888888886 7
0 -=# #1-031C8888888888888888888888888888888888886 7
1*#0#1C # 8888888888888888888888888888888888888888886 7
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
#"-31C#+88888888888888888888888888888888888888888888888 6 7
#"->#C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7

4!22)
L!2LL
D!2()
4!$D4
D!2DL
))!?LL
4@!D?L
44!E4L
L!4LE
L!LL2
?!?LL
4!L4?
E!LEL
D$!2(L
L!?2$
4!4L$
4D!))L
E@!DEL
D!DDL
?!L$L
L!?4(
(!D2(
4L!DDL
L!@L2
4!?LE
L!$$)
)!4LL
D!?$@
4$!L$L
D!L$L
4!ED)
4?!$$L
E!4$$
L!(L4
L!?$E
L!?)4
)D!4LL
L!@@L
L!D$)
L!D@E
L!@E(
4D!)$L
E!2L)
E!@L@
L!(D(
4!2@2
4!4)(
4!@4D
4!DD@
4!?E)
?!4LL
E(!@LL
4$!EDL
@!D(L
%
L!ED(
L!$$)
4!L?$
44!)(L
4!L42
L!(4L
(D!)(L
L!$$L
E!E)E
L!4L)
4@!4@L
L!$EL
)!L)E

&%
&%

% 3.*3 *.3  
" $# " $# "/&#

,L!DL
,L!L@
9L!4L
9L!44
9E!D)
,L!)2
9L!?)
,L!L2
,L!D2
%
9L!)@
9E!D?
9D!L@
,4!L)
,L!4D
,L!E?
9L!@?
,L!)2
9L!$(
,L!?L
9L!D(
,L!D?
9L!E2
94!DD
,L!4E
,4!?$
94!2)
,E!)?
,4!@D
%
,L!4@
,4!E?
9L!D?
,L!@L
,4!D2
9L!@$
9L!E$
9L!ED
,E!EE
,4!(E
9L!4@
9L!)(
9L!)$
,L!D$
9L!)?
9L!?E
9L!?L
,4!)4
9L!4(
,D!L2
9L!?4
,L!)D
,L!$E
,4!((
%
%
,L!(@
,4!((
9L!))
9L!$2
,4!4@
9L!)?
,E!EE
,L!E?
,L!?@
9L!D?
9L!4E
9L!EL

94$!2?
9D!@D
9?!)(
9(!4?
94)!E)
94?!)(
94E!EL
942!4D
94L!?4
,E)!4?
9D4!4$
9D!?$
9E4!()
94D!4D
94D!(4
94@!(4
9D$!24
9E2!(D
94)!)D
944!4(
,?!4(
94D!$E
9DD!@)
94L!4)
,L!ED
9$!L?
9?!$2
9E@!EL
9@!4L
94E!)4
9E?!4(
,D!$E
94E!?D
,$!L?
942!4E
9E(!?L
94(!((
9EL!LL
9(!2)
9$!D(
9(!)L
94E!@4
94$!D)
9ED!(4
944!D2
94L!@$
9ED!@(
944!E)
92!E)
94?!L)
9)E!ED
9D)!?)
9E(!E2
,4D!@4
%
9(!)D
94!?D
9?!$L
9DE!4)
9E!?E
9D!)(
94?!2?
9E@!E@
9E4!DE
94(!DL
9$!)@
9E!$2
94?!??

4!@@@
L!$)E
D!))E
4!@D(
D!D)L
D@!$DL
4D!D?L
2!LEL
L!L$?
L!LL$
(!?DL
L!24$
4!@4L
DD!4(L
L!@2@
L!$?)
2!)@(
42!?@L
E!$2)
@!4L(
L!?L@
)!)D$
?!D(L
L!(4@
4!@4E
L!?DL
D!)LL
E!22E
4@!)DL
E!(?E
L!$2D
4@!(DL
4!2E4
L!)2(
L!@)D
L!(@L
D(!E4L
L!()L
L!D44
L!D42
L!(?(
44!)@L
E!E)$
4!2?E
L!)DE
4!?EL
L!$?D
4!D?@
4!E4(
4!)4?
)!($E
4?!D4L
4D!22L
@!D(L
%
L!E4$
L!?D(
L!$(E
$!44L
L!2$(
L!)$@
))!24L
L!@?2
4!@E(
L!L$@
4)!E@L
L!?E4
D!4?E

1
!,2
 " 
"/&#  /&#

 ,

% &22
%
"/&#

E!LL@ 4E@!(
L!2L2 4)@!$
)!L?$ D@224!E
4!$DE 2L2$!)
)!42L
@2!(
)(!L(L ((?!E
4@!D?L (2EDE!?
44!)?L 4@2L!E
L!44L
4?!4
L!L4)
%
?!?LL )L4!@
4!4)L
4$!4
E!42$
?4!L
D2!D@L 2(??!@
L!$D(
)4!4
4!4E? DEL!@
4D!))L 4?4?$!4
E@!@(L ))4@!L
D!DD$
4?!L
?!)2L DL4!4
L!??L 4ELD!2
(!)EL DE?D!D
4L!D@L (2)4!?
L!@4E E@@!L
4!?$L
42!E
L!2()
D2!L
)!4LL 4$E!L
D!2LL
((!L
4$!?LL E$E)L!?
D!L$L ?2)!(
4!ED@ (L@!L
4$!(2L D4)(!E
E!ELL DED2!E
L!(2)
EE!(
L!?2D (2D!4
L!?$)
D4!$
)D!4LL 4($?!$
L!@@L EE)!(
L!)4L
2!E
L!D@$ 4E(!)
L!@E(
D4!)
4D!)$L 4)@L!2
E!2L) )(@E2!?
E!@4@ E)L?!(
L!@4L
D!)
4!2?)
()!$
4!4)( 4D))!2
4!@@2
D2!2
4!D($
4$!$
4!?22
4D!@
?!4$L E)?4!D
E(!?4L (@$!D
4$!)?L E2?!2
?!@2L E)2!(
%
%
L!ED( ED@!?
L!24L
E2!E
4!44$
@L!$
44!@2L D(E!L
4!L$@ 44)!L
L!(4@
D)!(
(D!)(L E((($!E
L!2LL
4(!?
E!E@L @$(!2
L!44)
)$!2
4@!ELL 4L?2!@
L!$D(
4)!2
)!E@E )?(E!)

#"-31 88888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 $!EL(


#"-3/1F088888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 @!@DL
#=-"-#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!44(
-" 1"F>C=J 58888888888888888888888888888888888888888888 6 7
%
-CC#/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 4!D@2
3/#>.-1# 88888888888888888888888888888888888888888888888888886  7 4!E$L
3/ #" 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!(LE
31/#= 888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4D!E$L
31""3=- 888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!2?$
31"3 G 888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!)(E
31=-&8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!D)(
31C# >+- -8 88888888888888888888888888888888888888886 7 L!(2(
3G-#0I8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
%
FCF-31/-1# 8888888888888888888888888888888888888888888888886  7 (!2@L
1 -#  888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!L@L
3#0/-&#8888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 )!?4L
3#0/-&# 4( H== 888888888888888888888888888864(7
%
3G=# 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!?()
2 /-"C8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!D?E
3 1=-*=3F5  88888888888888888888888888888888888867 4!$)E
=0/C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 E!)2E
=0/C 4(H8888888888888888888888888888888888888886 4(7 4!)@)
-**-38888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 E!$?L
-#==#/88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!@2$
-#==#/ 4EH8888888888888888888888888888888888888888888886 4E7
%
-1-1&=-1888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!(EL
-:F"=3 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!@@L
-=#//-  8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!(4L
-=#//-  8 =18888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!4EL
3/-*=8 8F>C-13 888888888888888888888888888888888888888 67 @!((L
3/-*='- "-C3=-/#88888888888888888888888888888888888886 7 L!E$L
=#/-3>8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!D@$
=#0F" 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!EL(
=-0 1"F>C=-#  8888888888888888888888888888888888888888888 6 7 4?!D(L
=J>0-18888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4?!)(L
5 8 # #"-- 8888888888888888888888888888888888888888886 7 L!DE$
- J8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 D!@$L
CC-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!)$L
 #"-*=3F5 888888888888888888888888888888888888888888867 4!ELD
#3="C- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4(!4@L
#5/J 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 ?D!)LL
#C#/-C 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!@LL
->10#1C388888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!4E4
3>>>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!422
6 & 8588 8888888888888888888888888888888888888888867 4E!?LL
#> 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 ?!L?L
#> =1 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 @!($L
'/3 =3F58888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4D!4$L
-5#0888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 2!D4(
-5#0 =->5888888888888888888888888888888888888888888888888886 7
%
/-1- 05=#*-/38888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 D!?4L
/-1- 05=#*-/3 =1 88888888888888888888888888888888888 6 7 4L!DLL
=>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4!E)L
C888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4)!4$L
G#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D!L$L
=##1 #=G-#88888888888888888888888888888888888888888888888867
%
#C 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!LLD
#C  4@ H== 888888888888888888888888888888888888 64@7
%
#C  = 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4D2!ELL
#=G-K- C/-  8888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!@2L
#=G-K- C/- 4( H== 8888888888888888888888886 4(7
%
#>888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4)!D$L
 888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 2!)(L
-1C#>-88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 L!L@(
1- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!@??
10 > 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 )!D?)
3*#' 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!$?L
3/ 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!$?L
3=-18888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 E!4@L
5#888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 44!D)L
5# H== 88888888888888888888888888888888888888888888888888867
%
C#&1#/  888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!DE$
C#&1#/ =->5  888888888888888888888888888888888888888888867
%
 -=3#/#C=88888888888888888888888888888888888888888888888886 7 ?!$4L
7 0F=-8888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!L$L
0F=- 4DH88888888888888888888888888888888888888888886 4(7 L!2$$
88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!)ED
#/#30  88888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!L4D
#/#30  #"-888888888888888888888888888888888888888886 7 4!LD@
#/#30  #"- =18888888888888888888888888888886 7 L!(2(
#/#30  =1 888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!$4(
#1=-> 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 4E!?LL
#=1888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 D!2)E
#=1-1#=*-  888888888888888888888888888888888888888888888888 67 4!?E@
#>0# 88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 L!@)D
->/-888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 L!L(?
3"<>8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888 67 24!4(L
=#G- -18 1"888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 D!)2E
 #,>3/FC-31 8888888888888888888888888888888888888888888 67 2!4EL
8  1 8888888888888888888888888888888888888888888888886 7 @!2LL
1-=#"-C88888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 (!$)(
1-=#"-C =->588888888888888888888888888888888888888888888888867 $!4LL
1-53/8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!E))
1-53/ 5=G 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 )!EE$
1-53/-8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 E!(L@
1-53/- =->58888888888888888888888888888888888888888888888867 ED(!LLL
1-53/- =->5  88888888888888888888888888888888888888888867 E!(E@
9 />3- 88888888888888888888888888888888888888888888888888888886 7 4(!((L
-1-1- 1"F>C=- 8888888888888888888888888888888888888888888886 7 4!E(L
-1-1- G3=- 88888888888888888888888888888888888888888888888888 6 7 (!D@(
-CC3=- >>8 88888888888888888888888888888888888888888888888888 67 2!(LL
: 3=/" FCJ =##8888888888888888888888888888888888867 2!@((
< 33I 8888888888888888888888888888888888888888888888888888867 42!@LL
= -*1*3 #C=3 888888888888888888888888888888888888888 67 (!(EL
F+- 8888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!L(?
F+- 4) H==8888888888888888888888888888888888888864)7
%
F+- =1888888888888888888888888888888888888888888888888888888867 L!4(?

&%
&%

% 3.*3 *.3  
" $# " $# "/&#

9L!D?
9L!L$
9L!?2
%
9L!?)
,4!D2
,L!(2
,4!L)
9E!$)
,D!D4
,4!)D
9@!?D
%
,L!@?
,4!22
,L!@D
%
%
,4!$E
9L!?4
%
9L!((
9L!D(
,L!$(
%
,L!?2
94!EE
9L!)(
%
9L!??
,4!?E
%
,L!L(
9L!)4
,4!LE
,L!)2
9L!DD
,4!(4
,4!((
,4!(@
,L!?)
9L!2D
94!(4
,L!L$
9L!?2
,L!2$
,L!L$
94!$(
9L!DE
%
9L!E?
%
9L!DE
%
,4!E$
%
,D!DD
%
%
,4!L(
%
9L!)2
9L!(D
9L!D4
94!?L
94!$E
9L!@D
,4!$@
94!4E
9)!L)
%
,E!(L
%
94!DL
,4!4@
,E!4$
,4!@D
,4!L?
,4!DD
,)!2(
,D!4(
,4!@D
%
,L!ED
,L!$(
,L!D(
,L!E?
9E!?4
9L!E?
9L!E2
9L!@L
%
9L!DD
9L!?@
,4!4$
,4!)D
,L!$@
9L!DE
94!@D
9L!)?
,4!((
,L!E4
,L!L(
9L!4$
,D!?D
%
,D!D$

C-  F= "#//;*#1K- *-3=1/->C- "-33=8 31#C# F=## 31-1G#>C 8 8 -/13

% %%
2 %

&%
,, %

2 %

&%
,, %

4D8LD84(
4)8L)84(
4)8L(84(
4E8L@84(
4)8L?84(
4)8L$84(

22!222
22!224
22!2$L
22!2??
22!2@(
22!2(L

4)8L284(
4)84L84(
4D84484(
4)84E84(
4)8L484@
4E8LE84@

22!2D4
22!24@
22!2L?
22!$?D
22!$)$
22!$42

,
,
L!L4
L!L4
L!L)
L!L?

ELE
EDE
E@E
E2D
DE)
D(D

1
!,2
 " 
"/&#  /&#

942!(E @!)@( $!EL( ?L@$!(


9ED!@2 (!L2L @!@)L )$@)!)
94)!@L L!L2D L!4E@
(!2
%
%
%
%
94E!2( 4!4@( 4!D@2 442!L
9E(!2$ L!22L 4!DDL E?E!L
944!44 L!)4) L!(L( 44?!@
942!2@ 4L!@$L 4D!)EL DDEE!E
944!?? L!$E( L!2?$ E(D!2
92E!2@ 4!@2( D!(?L
2E!$
9E4!@( L!E?( L!D(L
(E!)
9ED!)2 L!)LL L!(2( E2??!?
%
%
%
%
9E(!?) )!?LL @!LLL ED(!?
94)!4$ E!@?E D!4EE D(?!D
9D!@( )!)$E )!??L
D@!L
%
%
%
%
,(!?( L!?LL L!$LL
4L!E
94)!EE L!D42 L!D2(
4E!?
9))!2D 4!E)( 4!$2L
$E!?
9)!?4 E!D($ E!(E$ )(((!D
9@!DE 4!D)@ 4!(L)
%
942!($ E!D)$ E!$?$ 4LD$!(
,4!4D L!@$4 L!?E@
DD!4
%
%
%
%
92!?D D!L@L D!?)L 4L$!(
94D!D2 4!)4( 4!@?2
$D!4
9E4!E? 4L!@$L 4D!(4L @D$(!E
9E4!$4 2!$@L 4E!4EL 4)$!E
9?!)? (!@@L @!@2(
((!4
9ED!D2 L!EE( L!E2L
D?!@
9D@!$) L!E(L L!D$4 4$@!4
9E4!)E L!4D$ L!EDL
D$!$
9E(!LL 4D!)?L 4?!D(L 4$L!(
94)!?D 4)!)DL 4?!@DL D?$D!D
9EL!L) L!E?4 L!DE2 4E)!4
94)!$@ D!4@@ D!?EL 22(!2
9D!DD E!DEL E!(?$
@?!(
9E)!L$ L!$E? 4!E)) @DD!@
94@!L$ 4E!$(L 4(!)LL D4?D!)
9E4!4E (2!L(L ?)!)LL @$)!$
94!D( L!((? L!@L(
2$!@
9EE!DE L!L2D L!4D4 E4@!)
94!?$ 4!4@L 4!E@L
4D!2
94D!?L 4L!@)L 4E!?LL 4)@!L
94)!?? (!$4L ?!4@( 4L)!D
9E?!LD (!LD( @!@@L
)$!4
9EL!)$ 4L!D2L 4D!EEL $42!@
9@!L2 ?!42L 2!)D( )442!@
%
%
%
%
9EL!2D E!?)L D!?4L 4$4)!$
9L!2$ 2!DLL 4L!(LL
4@!D
9)2!@? L!?2) 4!E)L 44@2!@
9(!$E 4D!L4L 4)!)LL 4D2!$
,4!2( 4D!LDL 4D!?EL ?E?!L
%
%
%
%
,D!DD L!LLE L!LLD 42E!4
%
%
%
%
9(E!$$ $(!L(L 4)L!LLL
L!2
94@!2@ D!22L )!?)L 4D)!L
%
%
%
%
944!)? 4E!)LL 4)!D$L EE)!4
94?!$D ?!$(L 2!)(L E4D@!?
9E4!D( L!L(L L!L$L
E!?
9D4!DE 4!E@4 4!@$2 42)!2
9?!D4 D!24L )!D?@ 4(4@2!D
9D@!LE E!L)L E!$?L D)L!L
9D!L$ @!@LL ?!4EL @E$!2
94E!(@ 4!$2L E!4@L 4LDL!4
94$!4D 2!@LL 44!D)L 4)@!E
%
%
%
%
92!?E L!E$4 L!D))
E?!?
%
%
%
%
9E(!D@ @!L?L ?!2)L
%
94?!E2 E!(?) D!4@L )D2!2
9@?!@L L!((? 4!L(@
%
94E!$L L!DD( L!)@L
4?!?
94(!@) L!$(L 4!L)L 4D?42!(
9?!42 L!2() 4!L(D 4L@!?
9E!(2 L!(DD L!@@L
D!D
94?!L4 L!@$L L!$(L )2$E!)
9E!4? 44!E(L 4D!@?L
%
9(!ED D!((@ D!2@E ?2LD!)
9E4!?E 4!)4$ 4!?$L
@)!D
9$!$L L!(@( L!@((
@2!D
9?!E4 L!L(L L!L(? 4L(!?
9E@!(4 @2!)(L 2E!4(L E?$)!(
9EL!24 E!(LL D!)2E (?4!E
94?!DL ?!D$L 2!4$( 4L$!E
94D!D2 (!D4( @!2LL @EE?!(
9?!() )!24L (!$)( D)L@(!D
9L!@E ?!?EL $!4LL
42!?
94!@D D!$D) )!@$L 4$?$!$
94!D2 D!$?@ )!@() 44)2!4
944!$? E!4EL E!(D@ (?L?!E
9EL!EL 42E!(LL ED$!(LL DLE!$
94E!2? E!4E@ E!()$ 2(E!$
9L!($ 4)!$$L 4(!((L 4@E!)
9E!)@ 4!4@@ 4!E?L
D@!2
,)!EL )!$?L (!@E( EDD!4
9?!D) $!EE( 2!?LL @)D!@
94$!2$ ?!2@( 2!??L E)()!@
9$!?? 4(!?DL EL!)?L 4EL@!?
9$!LE )!24$ (!()L )$@!D
9$!42 L!L(L L!L(2
EE!4
%
%
%
%
,@!$E L!4(@ L!4?E
L!(
 -C3/3 55=C#1#1C# / >#*0#1C3 C=8

G/FC / E),LE,4(
4?
)2
?2
4L$
4)L
4?4

  

%# (  ## % # & 


    ##    
    % $$$  # ) %    &%#  % ''' #! 
&%
&%

% 3.*3 *.3  
" $# " $# "/&#

L!L2
L!L2
L!L2
L!44
L!4)
L!4@

, /&
.3 
C#=/-1 6G87
C#=/-1 6187
C#=/-1 653>C8?)7
=F*#==1"
=#1*3 C/-13
=#1*3 G-KK#=3
=#1*3 =1#>#

& ,,&
E)E!(2 E?$!@@
E)(!DE E$D!()
E)(!DE E$D!()
48LDL!?2 484D@!)@
424!D$ E4$!2$
4$2!LE E4@!((
4$?!)$ E44!2E

&
.3 

,,

=3 -/13 6F=3A*=87


=3 31"= 6F>"A31-7

,,,
48ELD!(L 48EL$!E(

=*#1C3 -/13 6F=3A.*87


/C-13 -/13 6F=3A*=87
//"-3 -/13 6F=3A*=87

''

/&&

,,,
,,,
,,,

&

&%
%-)3 -)
4 >#CC8 ,L!L4D ,L!L4D
4 0#># L!LL4 L!LL4
E 0#>L!LE4 L!LE4
D 0#>L!L)$ L!L)2
) 0#>,
,
( 0#>,
,
@ 0#>L!4E) L!4E@

&%
%-)3
? 0#>,
$ 0#>,
2 0#>L!4$L
4L 0#>,
44 0#>,
4E 0#>- L!E(L

-)
,
,
L!4$D
,
,
L!E(D

, ,&0
C/-
F=34?
1"
1-0=
-1/1"-
=1-

33
33
3(3
3
33
33

L!L(
L!L(
L!?(
L
L!L(
L!L(

, ,&0
#=01-
-5531#
88

G#K-

33
3
3.
3

L!L(
L!4
L!(
L!E(
,L!4

  C 09+ B,09* :29 ::* *. 0,,9*  0.9 *.


2 .   A9*'0 *. #9.(* :B*FF 9*5 >* *  C 09+
090.>0 ''*09.>* ,, 09 @G5GG
*.**

-:> 9- 3 D4555555555555555555555555555&</"%
9 .> . D5555555555555555555555555555555555555555555<G@%
9AD ,, :) , @G55555555555555555555555555?<@&;G

>0DD A905555555555555555555555555555555555555 ?%;%?

>0DD A90%G5555555555555555555555555555?&/G%?

>0DD  5555555555555555555555555555555555555555?"@@;

>0DD %G55555555555555555555555555555555??1</%
 A90>951GG5555555555555555555555555555?G<G%%
0.' 0.' 5555555555555555555555555555@&"?@G"

0(.. :A9' 5555555555555555555555555555&"%;?<G


0.9 31GG45555555555555555555555</1%@G
9*  D?%55555555555555555555555555551G";/?G
:,0 02 @% 555555555555555555555555555555555555555 %%;@&
*.'209  555555555555555555555555555555555?&?%<<
E. E 3,, 9:45555555555555555555555555%"&%<?
090.>0 3?GG0-24 55555555555555551%1&?"&
* .. 3>D455555555555555555555555555555555555@&%G/&
A9*'0 3 455555555555555555555555555555555555""/@1;


6GG1
6@"@
)GG1
6G1G
6GG;
6G@?
6G@<
6G&@
)
)G@@
6G?"
)G@/
)G1/
)
)G&1
)G@&
61G?
)GG/

: , F*0.
    
*:55555555555555555555555555555555555555555555555555555<""@
,,*.F 555555555555555555555555555555555555555555555555551&<<G
E 9 ' 5555555555555555555555555555555555555555555551@&%G
 * 9:09# 555555555555555555555555555555555555555555555;&&1
-C5555555555555555555555555555555555555555555555555555551111G
0-- 9F.+ '55555555555555555555555555555511/<
 A>:( .+ . 5555555555555555555555555555555@/1;
 A>:( 0:>5555555555555555555555555555555555555@/<&
 A>:(  , +0- .55555555555555555555555551%/@
> A#>(.: '5555555555555555555555555555555551??G
A'0 0:: '5555555555555555555555555555555555511<<G
>90 '555555555555555555555555555555555555555555555555?G/G
* - .: . 555555555555555555555555555555555555555555555 /;&"
0,+:C' . ' 55555555555555555555555555555555@@%GG

*9 *7A* 55555555555555555555555555555555555555555511%"%
,:>0-55555555555555555555555555555555555555555555555555555@"%&
D 55555555555555555555555555555555555555555555555555555@11%
.255555555555555555555555555555555555555555555555555555555555%1@/
2  -*.*5555555555555555555555555555555555555555555<"G&
99 #0A9 55555555555555555555555555555555555555555555555@/%%
:*.0 55555555555555555555555555555555555555555555555555555"1GG
9!*> '9*0, 55555555555555555555555555555555555551@/G
.0. 555555555555555555555555555555555555555555555555555<GGG
89!, 55555555555555555555555555555555555555555555555555 1%;<G
*( ,*.55555555555555555555555555555555555555555555555555"%%;
 A' 0> 55555555555555555555555555555555555555555551&@?
 .A,>555555555555555555555555555555555555555555555555555"%1%
*.>)0*.555555555555555555555555555555555555555&1%1
.0$)E.>( ,555555555555555555555555555555 ";?/
0*!>! !.!9, 55555555555555555555555555555555&G&<
0 D(0 ,,*. 5555555555555555555555555555555 ";<%
0>, 555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&<G&
   
-F0. 0- 555555555555555555555555555555555555?"@;&
- 9*. D29 ::555555555555555555555555555555;/?<
22, 0-2 .555555555555555555555555555555551@";1
>555555555555555555555555555555555555555555555555555555555??/&
.+ 0# - 9*5555555555555555555555555555555551<?<
0 *.' 55555555555555555555555555555555555555555555555551%"G"
9.*B, 55555555555555555555555555555555555555555555555555&??G
> 92*,,9 . 55555555555555555555555555555555555555"&1G
*:0 E:> -:55555555555555555555555555555555555555@/%?
*>*'90A2 .55555555555555555555555555555555555555555%1%/
0)0, 0555555555555555555555555555555555555555&1;/
0,'> ,-0,*B 555555555555555555555555555555;G1@
0C ( -*, 5555555555555555555555555555555555555&/&1
A0.> 555555555555555555555555555555555555555555555555555;<1/
DD0. 0*,555555555555555555555555555555555555555555"/?%
09 0>09 555555555555555555555555555555555555555555551<&@
 . 9, , >9* 5555555555555555555555555555555555@%G/
 . 9, 0>09:55555555555555555555555555555555555 ?;<@
0,-. (: 55555555555555555555555555555551/G?G
 C, >>)+95555555555555555555555555555555?"?&
0. EC ,,5555555555555555555555555555555555555555551G&"&
- 555555555555555555555555555555555555555555555555555555551<?%%
.A:>9* >AFF* 255555555555555555555555555551;1
.> , 092 55555555555555555555555555555555555555555555555?&&"

0(.:0. 
0(.:0.555555555555555555555555555//""

 09'. 555555555555555555555555555555555555555555555%/</
0+(  9>*.55555555555555555555555555555@G@;<
AD0>>* 92 2555555555555555555555555555555<G";
0.,8:5555555555555555555555555555555555555555555/?"<
9+  055555555555555555555555555555555555555555555%"G/
*90:0#>555555555555555555555555555555555555555555555555&?;@
0.:.>0 055555555555555555555555555555555555551@&@;
09'. >., E5555555555555555555555555555555555?<%@
*+ .5 ,5 5555555555555555555555555555555555555555/&;@
* .>,  >5555555555555555555555555555555555555;/"%
$F 955555555555555555555555555555555555555555555555555555555?&?"
(*,*2 099*:55555555555555555555555555555555555555555"@;%
90> 9  -, 555555555555555555555555555555"&;%
.*, B 9 555555555555555555555555555555555555555555&@<"
,> *:. E 5555555555555555555555555555555555555551G&1"
(*9,200, 55555555555555555555555555555555555555555555@11<&
 90D555555555555555555555555555555555555555555555555555555551?/<
(00 .55555555555555555555555555555555555555555555555&&1G


?* 90A2 5555555555555555555555555555555555555555555555&"?@<
.',0 - 9*.55555555555555555555555555551@&<%G
:>9 . 55555555555555555555555555555555555&?//""
9,E: , 555555555555555555555555555555555555555@<1%G
 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&&<;G
9*>*:(  , 0-55555555555555555555555555555555&&1@G
A9 99E 90A2 55555555555555555555555555551/G&<"
,D0:-*>(+,*. 5555555555555555555555555551%?GGG
9+:  2 . 955555555555555555555555555555&/%%G
 9:0. ,5555555555555555555555555555555555555 1?";@"
9A .>*, 5555555555555555555555555555555555555551<G&GG
0,,: 0E 55555555555555555555555555555555555555555/%<GG
0E,  A. ,,555555555555555555555555555555555&%@GG
0E, + 0# 0>5555555555555555555555555555555 ?/;%G
(90 9: ,555555555555555555555555555555555?G1&@%
.*, B 9 ,5555555555555555555555555555555555555@;;/1G
0#0. 90A2555555555555555555555555555555@?1G@
 
 :>,!555555555555555555555555555555555555555555555555555555;1/G
0B9>*:55555555555555555555555555555555555555555555555555/<?G


61&G
)G@G
)G@&
)G?<
61%1
61&G
61G&
61&%
61</
)&@%
6G";
)G?@
)
6G"?

6G?G
)G%1
)G&;
)G@;
6GG;
)G1;
)G<G
6G/G
61&&
6G?@
6G%1
)
6G/&
6G%/
)G%1
6G<"
)G%?
6G1@

6G//
61@@
6G@G
)G&&
6G/?
6@"@
)G/@
6G/<
6G;%
6G/1
)G;;
)G1?
)G%&
6G1&
)G1G
)GG<
6G?@
6G@/
6G<?
)G1G
6G1?
)G@1
6G%/
6G;;
)G1@
6G;"
6G%@
61@%
)G?%
)G?<
6G%1
)G/%
6G%@
61G/
)G/&
)GG/
6G1<
)G%&
6G"%
6G@"
)G??
61%?
)G<1

6G;/
61/@
)G?@
6G&@
6G@@
6G/"
6G?@
6G@?
6GG"
)G%G
)GG?
)G<@
)
6G&G
6G<;
)G1"
61;%

)G1&
)G/"

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

44
.

Cultura
& Spettacoli

Sconti in libreria
La legge Levi
resta in vigore
La legge Levi resta in vigore. Ieri
nel corso del Consiglio dei
ministri in cui si discusso del
ddl Concorrenza, stato infatti

deciso lo stralcio del passaggio


relativo alla liberalizzazione degli
sconti in libreria. Lipotesi
dellabrogazione della legge che
limita al 15 per cento lo sconto,
ha mobilitato nei giorni scorsi
editori piccoli e grandi e librai.
Anche il Centro per il libro e la
lettura, istituto del ministero dei
Beni culturali, aveva lanciato una

petizione online del presidente


Romano Montroni, chiedendo lo
stralcio. Tiriamo un respiro di
sollievo ha detto il presidente
dellAie Marco Polillo al sito iI
Libraio, mentre Alberto Galla,
presidente dellAssociazione
Librai ha rilanciato: Ora deve
ripartire la riflessione per una
legge organica sul libro.

I narcisi rampanti di New York


Amori e disamori di Nathaniel P. mette a nudo gli uomini come Girls in tv ha fatto con le donne
Nel romanzo di Adelle Waldman (Einaudi) tradotto da Latronico i maschi sono ambiziosi e autoriferiti
Lautrice

di Livia Manera

C
Adelle
Waldman una
scrittrice
americana. Il
suo romanzo
The Love Affairs
of Nathaniel P.
diventato un
caso letterario
negli Stati Uniti.
In Italia esce il
24 febbraio da
Einaudi, con la
traduzione di
Vincenzo
Latronico (pp.
277,  17)
Il romanzo
mette in scena
una storia
damore
ambientata a
New York che
riflette le
dinamiche di
potere tra i
sessi. Lopera
stata accostata
alla serie Girls
di Lena
Dunham, e lei
stessa ha
ammesso che
la sua lettura
stata fonte di
ispirazione per
la terza
stagione. Il libro
unisce alla
freschezza
dello sguardo
unironia e una
raffinatezza
ispirate a Jane
Austen

hi per caso dubitasse


che Brooklyn sia la capitale della giovane letteratura americana
contemporanea, dovrebbe recarsi al caff allangolo tra S.
Portland Avenue e Fulton Street, davanti al Greenlight Bookstore. Aprendo la porta, vedrebbe un locale con due enormi tavoli ovali a cui siedono,
una di fianco allaltra, decine di
persone tra i venti e i quarantanni che battono sui tasti dei
loro computer portatili. Non
mi dica che scrivono tutti fiction, mi rivolgo alla scrittrice Adelle Waldman. La maggior parte penso di s, risponde lei ridendo con gli occhi,
ma c anche chi lavora a sceneggiature o saggi o recensioni. Inutile cercare un posto
dove sedersi. Per parlare del
suo romanzo desordio Amori e
disamori di Nathaniel P., ambientato nella Brooklyn dei
giovani aspiranti scrittori, bisogna andare altrove.
Amori e disamori di Nathaniel P. (in uscita da Einaudi
nella traduzione di Vincenzo
Latronico) non un un successo gonfiato, non ha avuto
un contratto miliardario, e non
stato anticipato da nessuna
rivista importante. La sua riuscita (ledizione tascabile americana porta il marchio A national bestseller), la deve allintuito e allarguzia con cui la
sua trentottenne autrice riuscita a dare voce allaltra met
del cielo di Girls: ovvero alluniverso maschile dei giovani
newyorkesi intellettualmente
rampanti, che tra un articolo
da free-lance e laltro riescono
a mettere a segno un buon
contratto per un libro, e magari anche ad andare a letto con
le ragazze giuste, ma che, sul
piano delle relazioni, si rivelano capricciosi, egocentrici, superficiali e qualche volta persino crudeli. Volevo scrivere un
libro sul fallimento delle relazioni amorose tra i giovani

senza fare della narrativa superficiale, dice Waldman nel


pub dove ci rifugiamo a chiacchierare. Ma quando ho cominciato a ispirarmi alle storie
damore che mi avevano fatto
soffrire, ho capito che sembrava un diario. Allora ho preso la
decisione di mettermi nei panni di un ragazzo e di raccontare
la storia dal suo punto di vista. Con un vantaggio: quello
di capire i sentimenti del protagonista molto pi di quanto
li capisca lui.
Detto in due parole, Nate Piven una persona intelligente
che di amore non capisce
niente. un prodotto del postfemminismo, delleducazione politicamente corretta degli
anni 80 e della migliore istruzione universitaria, Harvard.
Sapeva tutto del privilegio
maschile. Come se non bastasse, era dotato in una coscienza
perfettamente funzionante,
scrive Waldman ironica. Non
era sempre stato il tipo di uomo a cui le donne danno dello
stronzo. Solo di recente era diventato abbastanza popolare

Conversazioni
Credi sia da snob
pensare che Lolita sia
meglio di un reality
sugli animali?
da ispirare tanta animosit.
Nel vivaio di ex amanti che
la Brooklyn dei giovani di oggi,
Nate, che vive il suo momento
di gloria perch ha appena firmato un ricco contratto per un
libro, sta andando a una cena
dalla penultima ex, quando in
metropolitana incontra lultima, con la quale non si pi
fatto vivo dopo averla premurosamente accompagnata ad
abortire. Poi, alla cena, conosce Hannah: una graziosa e intelligente aspirante scrittrice
che, mentre la conversazione
vola sublime su Dickens, la coscienza liberale, il cibo bio e lo
sfruttamento minorile, lo col-

La copertina
del romanzo
di Adelle
Waldman
e, sopra,
Paolo Buggiani
(1933),
Minotaur,
Brooklyn Bridge
(1980, scultura
di fuoco)

pisce con la disinvoltura con


cui si fa gioco delle sue uscite
pretenziose. Ecco uno scambio
tra i due. Credi sia da snob
pensare che Lolita sia meglio
di un reality sugli animali domestici?, chiede lui. Risposta
di lei: da snob pensare che
sei migliore di qualcuno solo
perch si d il caso che tu sia in
grado di apprezzare la pi sofisticata analisi della pedofilia
che lOccidente abbia mai prodotto. E via cos.
A difesa di Nate, personaggio totalmente autoriferito, bisogna dire che i suoi amici non
sono da meglio: pensano che
le ragazze che pagano al risto-

rante soffrano di bassa autostima, e che gli uomini desiderino una relazione stabile nello
stesso modo in cui le donne
desiderano lorgasmo: A volte, e nelle circostanze adatte.
Ma Waldman non manca di argomenti per criticare anche le
giovani donne, che accusa di
ricorrere alle lacrime quando

Paradossi
Nate Piven una
persona intelligente
che di amore per
non capisce niente

la dialettica fallisce; o sbandierare lautosufficienza salvo


prendersela a morte al minimo
segno di disinteresse da parte
di un uomo. Come dice Nate,
non senza qualche ragione:
Quando una donna dice no,
non muore nessuno. Ma
quando un uomo a dire di no,
la donna se la prende come se
le avessero detto che grassa e
indesiderabile.
Insomma: la relazione tra
Nate e Hannah, sbocciata come da copione con uno scambio di email da perfetta comedy of manners contemporanea, appare destinata a naufragare. E qui Waldman davvero
brava a mostrare come, passato il primo entusiasmo, lui diventi umorale e insofferente
(Deve proprio mettersi quei
jeans?). E lei una piagnona
angosciata che entra in crisi
anche sul lavoro.
In questo mondo in cui i
giovani definiscono la propria
identit scegliendo i libri da
esporre sugli scaffali del salotto (Borges, Boswell, Bulgakov), e dove a tavola si pu
dibattere se al giorno doggi la
verbosit di Proust non abbia
qualcosa di moralmente riprovevole, come se i bambini in
Africa avessero potuto fare un
uso migliore di tutti quegli
avverbi, il limite alle molte
qualit di Adelle Waldman, se
vogliamo, geografico: avere
circoscritto la sua satira sul
rapporto tra i sessi a un luogo
che si crede il centro del mondo, ma non lo .
Non sembra anche a lei?,
chiedo. Ora s, ammette. In
verit, quando scrivevo Amori
e disamori di Nathaniel P.,
pensavo davvero che Brooklyn
fosse il centro del mondo. Ma
dopo averlo pubblicato non vedo lora di prenderne le distanze. Unestate nel Montana mi
ha rivelato come tante cose che
a Brooklyn sembrano essenziali e mettono ansia, l non
contano niente. E anzi, ride,
sembrano addirittura cretine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

CULTURA

45

In pagina
Vita di Cortzar
disegnata e scritta
di Cristina Taglietti

 8): la vita di Cortzar illustrata da Rep,


fumettista argentino, la trama delle
letture tessuta in unintervista del 1980
di Sara Castro-Klaren. Scrittore del
labirinto e della sperimentazione,
Cortzar non poteva che essere
raccontato in modo anti-lineare. Nessun
problema se la morte (il 12 febbraio

na vita che esige di essere


disegnata (pagine di destra) e
una lunga conversazione su
scrittori e lettori (pagine di
sinistra), un titolo che flirta con una delle
sue opere pi famose (Un certo Lucas).
Julio Cortzar allo specchio in un triplice
salto. Sur pubblica Un certo Julio (pp. 88,

Lappello

Segna
libro

MONDADORI-RCS
QUESTO MATRIMONIO
NON SHA DA FARE

1948 a Parigi) arriva prima della nascita


(26 agosto 1914, a Bruxelles), se la
pubblicazione dei libri non in ordine
cronologico. Non mi considerer mai
uno scrittore professionista dice
nellintervista . Io sono un dilettante
che scrive racconti e romanzi.

Narrativa La casa editrice milanese Anfora ripropone Dezs Kosztolnyi, grande mitteleuropeo

C un Flaubert anche in Ungheria:


racconta il cuore semplice di Anna

di Umberto Eco e altri 47 scrittori e autori


Pubblichiamo un appello promosso da alcuni scrittori del marchio Bompiani e sottoscritto da altri autori di case editrici diverse.
Mercoled scorso Mondadori ha sottoposto
a Rcs MediaGroup una manifestazione di interesse non vincolante per lacquisizione
dellintera partecipazione detenuta dalla societ in Rcs Libri, pari al 99,99% del capitale.
Anche il ministro per i Beni culturali Dario
Franceschini gioved si chiesto come funzionerebbero le cose in un Paese con ununica azienda che controlla la met del mercato,
con laltra met frammentata in piccole e
piccolissime case editrici.

Fede e mistero di
rado si sposano
a una narrazione
leggera, a meno
che non sia
fantasy. Non
stupisce che ci
riesca la lingua
spigliata di Paul
Torday, lautore
di Pesca al
salmone nello
Yemen,
scomparso nel
2013. Elliot, che
sta pubblicando
tutti i suoi titoli,
esce ora con
Theo, dove
lautore
racconta, con il
solito gusto per
lironia della vita,
la storia di un
parroco solerte
ma poco
convinto della
sua vocazione...
ma sembra
proprio che
debba ricredersi
(trad. di Federica
Assanti, pp. 142,
 16,50)

ILLUSTRAZIONE DI BEPPE GIACOBBE

oi autori della casa editrice Bompiani


(insieme ad alcuni amici che pubblicano presso altri editori, intellettuali
e artisti) manifestiamo la nostra preoccupazione per il ventilato acquisto della Rcs
Libri (che comprende le case editrici Adelphi,
Archinto, Bompiani, Fabbri, Rizzoli, Bur, Lizard, Marsilio, Sonzogno) da parte della Mondadori. Pur rispettando lattivit editoriale
della casa acquirente ci rendiamo conto che
questa fusione darebbe vita a un colosso editoriale che non avrebbe pari in tutta Europa
perch dominerebbe il mercato del libro in

Italia per il 40 per cento. Un colosso del genere


avrebbe enorme potere contrattuale nei confronti degli autori, dominerebbe le librerie,
ucciderebbe a poco a poco le piccole case editrici e (risultato marginale ma non del tutto
trascurabile) renderebbe ridicolmente prevedibili quelle competizioni che si chiamano
premi letterari. Non un caso che condividano la nostra preoccupazione autori di altre
case: questo paventato evento rappresenterebbe una minaccia anche per loro e, a lungo
andare, per la libert di espressione.
Non ci resta che confidare nellAntitrust.
Roberto And, Nanni Balestrini, Sergio
Bambarn, Franco Battiato, Tahar Ben
Jelloun, Ginevra Bompiani, Pietrangelo
Buttafuoco, Rossana Campo, Furio
Colombo, Mauro Covacich, Michael
Cunningham, Andrea De Carlo, Roberta
De Falco, Paolo Di Stefano, Luca
Doninelli, Maurizio Ferraris, Mario
Fortunato, Fausta Garavini, Enrico
Ghezzi, Paolo Giordano, Giulio Giorello,
Hanif Kureishi, Raffaele La Capria,
Silvana La Spina, Lia Levi, Dacia Maraini,
Mario Martone, Michela Marzano, Laura
Morante, Carmen Moravia, Edoardo Nesi,
Aldo Nove, Nuccio Ordine, Roberto
Peregalli, Sergio Claudio Perroni, Aurelio
Picca, Thomas Piketty, Lidia Ravera,
Antonio Scurati, Amina Sboui, Toni
Servillo, Simona Sparaco, Susanna
Tamaro, Chiara Valerio, Giorgio Van
Straten, Sandro Veronesi, Drenka Willen
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giovane
ingegnere JeanBaptiste Baratte
ha fede nelle
moderne idee
illuministe.
Arrivato a Parigi
nel 1785 dalla
Normandia,
come primo
incarico gli viene
assegnata la
demolizione del
cimitero degli
Innocenti. Nel
suo percorso
attraverso i
bassifondi della
citt, non
saranno
soltanto le
superstizioni a
stupirlo. Andrew
Miller scrive un
romanzo molto
avvincente e
vivido di
sensazioni
(Pura, trad. di
Sergio Claudio
Perroni,
Bompiani, pp.
375,  19,50)

a cura di
Cinzia
Fiori

RIPRODUZIONE RISERVATA

Rbert Berny (Budapest, 1887 - 1953), Donna che dorme e vaso nero (1927-28, olio su tela)

di Giorgio Pressburger

e grandi letterature delle


lingue egemoni, nei nostri anni sono come convitati di pietra: hanno
bussato alle nostre porte per
invitarci a una cena che preannunciava la nostra dannazione.
Noi li abbiamo ascoltati sgomenti, non abbiamo detto nulla. Stiamo l ad aspettare la fine
di Don Giovanni, lo spalancarsi
dellinferno. Altra grande letteratura non viene ancora a visitarci, con annunci pi favorevoli. Ma dalle lingue non egemoni arrivano nuovi messaggeri.
In Europa fiorisce una letteratura che chiede di essere
ascoltata e non come rarit, come parola esotica, folclore: ma
come inizio di un nuovo mondo. Tra queste nuove presenze
c sicuramente la parte orientale del nostro continente:
lEst, o quella che una volta si
chiamava cos. Tra gli scrittori
pi significativi di oggi almeno
cinque sei vengono da quelle
parti. Gli editori italiani se ne
sono accorti, e tentano di prenderne atto. Oltre agli scrittori
oggi viventi, un narratore ungherese della prima met del
Novecento tra gli autori che in
questi anni vengono proposti e
riproposti: si chiama Dezs Kosztolnyi (1885-1936).
In questi mesi una piccola
casa editrice milanese, Anfora,
ha pubblicato un suo libro dal
titolo Anna des (traduzione di
Andrea Rnyi e Mnika Szilgyi, pp. 220,  15). Quel libro
parla di un mondo che tramontato da quasi centanni: di
quello della fine della Prima
guerra mondiale. Anche noi, in
Italia, di quel mondo abbiamo
parlato per un anno intero,
quello appena trascorso, giacch il 2014 aveva segnato il centenario dello scoppio dellorribile Prima guerra. LEuropa, la
nostra tormentata Europa,
quella che noi viviamo,oggi,
geograficamente si conformata proprio allora, le spartizioni, gli smembramenti, le divisioni le unioni sono cominciate in quegli anni. E proprio
con lapocalittico volo di Bla
Kun, in fuga da Budapest verso
lUnione Sovietica si apre il ro-

manzo di cui stiamo per parlare. Siamo nella Budapest del


1919, ancora dilaniata dalla lotta tra governo comunista e
limprovviso installarsi del regime dellammiraglio Horthy
che diventer Reggente.
La protagonista del libro
Anna des, una contadina di
ventanni che trova lavoro come
domestica presso una famiglia
borghese di Budapest. La storia
di questa ragazza dolce (des
vuol dire dolce), umile, mite,
diventer lemblema di una
parte di quel mondo. In qualche modo quella ragazza diventer simbolo dellUngheria
di allora, ancora mezza rurale,
mezza borghese, mezza feudale. Il libro di Kosztolnyi davvero enigmatico, riguardo a
questo simbolo. Ma qui sta anche la sua modernit, e diciamo subito che questo eccentrico scrittore davvero una delle
grandi figure intellettuali di
quegli anni: figura di portata
europea, e anche mondiale.

1937-2015

Addio ad Alloula
poeta e marito
di Assia Djabar
scomparso a 77 anni Malek
Alloula, scrittore algerino di
lingua francese, rinnovatore
della poesia del Maghreb.
Lannuncio della morte,
avvenuta marted a Berlino,
stato dato dalla casa editrice
Barzakh di Algeri. Alloula, nato
nel 1937 a Oran (Algeria) e
trasferitosi ventenne a Parigi
era il marito di Assia Djabar,
scrittrice franco-algerina
morta il 6 febbraio scorso, e
fratello del drammaturgo e
regista Abdelkader Alloula,
assassinato nel 1994. Nella sua
carriera Malek Alloula ha
sovvertito le forme tradizionali
del verso con ritmi sincopati e
parole immaginifiche; stato
autore di una decina di volumi
di poesie e di romanzi. In Italia
la casa editrice Nemapress ha
proposto alcuni suoi lavori
allinterno della raccolta Fare
sponda - Poeti algerini
contemporanei (2008).

Dezs Kosztolnyi
(1885 1936)
autore di Nerone
(Castelvecchi),
Kornl Esti
(Mimesis), Il
medico incapace
(Rubbettino)

Alla stregua di Flaubert e del


suo Un cuore semplice, racconto tra i pi esemplari di tutta la
letteratura del nostro continente, lo scrittore ungherese
d una descrizione dellinteriorit di questo cuore semplice della sua nazione, elevandone la portata e il significato a
vero grande simbolo. C una
notevole differenza, per, rispetto a Flaubert: la dolce Anna, verso la fine del romanzo
diventa assassina feroce dei
suoi padroni. Senza nessun
precedente, senza alcuna preparazione narrativa (s, viene
sedotta dal nipote degli illustrissimi e ne anche secondo gli schemi, abbandonata),

ma non pare essere questa la


causa del suo delitto. Si tratta
di sentimenti secolari, primordiali, che improvvisamente si
scatenano. Qualcosa come
quelli che sono descritti da
Tolstoj nel dramma La potenza
delle tenebre. Ma c ancora
una nuova sorpresa: al processo la ragazza viene difesa da
uno dei testimoni, un dottore
diabetico, che si regge appena
in piedi. questo dottore a perorare la causa di Anna. Ed
davvero un colpo narrativo eccezionale quando lautore stesso incita il suo personaggio a
parlare. Cosa fai disgraziato,
taci? S, parla, sforzati!. C
una lunga scena tra lautore e il
dottore. Cos, dopo un tormentoso dibattimento, Anna non
viene condannata alla forca,
ma a quindici anni di carcere.
Nellultimo capitolo del libro
due personaggi laterali, non
protagonisti, passeggiando, vedono un signore allampanato
su una veranda: lo scrittore
stesso, Kosztolnyi. I due ne dicono di tutti i colori, lo tacciano di essere un voltagabbana,
chi lo reputa comunista, chi un
fautore della dittatura di destra, chi un cristiano di facciata, chi ebreo. Ma lui semplicemente un uomo che rivendica
la sua libert mentale, niente
altro. In unEuropa che prepara
la Seconda guerra mondiale,
come del resto nella nostra, di
oggi, non da poco.
Lo so che un articolo non basta per lanciare un libro che
non sia un puro oggetto di intrattenimento. Ma io mi permetto di perorare la causa di
romanzi come questo, di autori
come questo. Di letterature come quella ungherese che tuttoggi sono capaci di produrre
opere esemplari e non restano
solo convitati di pietra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

46

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

SPETTACOLI
.

Lannuncio
Madonna torna in Rai
dopo 15 anni: l8 marzo
sar ospite di Fazio

Fabio Fazio non ha trattenuto la gioia e lha


annunciato su Twitter. Una delle sue prossime
ospiti sar Madonna (56 anni, foto). Il conduttore le
ha scritto sul social network: Ti stiamo
aspettando Madonna con il tuo Rebel Heart. Non
vedo lora di incontrarti. La cantante Usa sar a
Che tempo che fa nella puntata dell8 marzo.
Per Madonna che da Fazio presenter in
anteprima il suo nuovo album, Rebel Heart, poi
disponibile in tutto il mondo dal 9 marzo in digitale

e dal 10 in formato fisico un ritorno sulla tv


italiana dopo 15 anni: la sua ultima partecipazione
risale al 2000, a Carrmba! Che fortuna. Questo
il suo 13mo album, contiene collaborazioni che
vanno da Nicki Minaj a Kanye West fino a Mike
Tyson ed stato registrato tra New York, Los
Angeles e Londra. Il disco sar disponibile in
versione standard, deluxe, in una versione limitata
super deluxe, in Vinile e in unedizione limitata solo
da Media World. Tutte con cover differenti.

Personaggi
I protagonisti
di Ma che
bella sorpresa
arrivano da due
mondi lontani

Insieme
Frank (il cui
vero nome
Francesco)
Matano, 25 anni,
e, a destra,
Claudio Bisio,
57. Nel film
diretto da
Alessandro
Genovesi
interpretano due
amici, entrambi
professori:
Bisio insegna
letteratura
mentre Matano,
un suo ex
studente, ora
insegnante
di educazione
fisica

no piemontese trapiantato a Milano,


arriva dal cabaret e
alterna con regolarit teatro ( in tourne con Father and son di Michele Serra), cinema e televisione. Laltro, di oltre 30 anni
pi giovane, casertano di Carinola, ha la madre americana e
a far ridere ha cominciato in rete, postando i suoi video su
Youtube.
Claudio Bisio e Francesco
Frank Matano sono la nuova
coppia comica, presto nelle sale con Ma che bella sorpresa di
Alessandro Genovesi, coppia in
arrivo anche in tv come giudici
a Italys got Talent insieme a
Luciana Littizzetto e Nina Zilli.
Storie private e artistiche agli
antipodi. Eppure, assicurano,
non troppo diversi. vero,
provenienze opposte: io vengo
dal cabaret, poi il teatro, la tv e
il cinema. Lui nato sul web
ma siamo meno diversi di
quanto si possa pensare.
Chiedere a Claudio Bisio e
Frank Matano di parlare di comicit significa immergersi in
una marmellata che mescola
Tot, Walter Chiari, Cochi e Renato, Ale e Franz, Dave Letterman, Jim Carrey, pernacchie e
testi sacri. Siamo per rompere
le barriere. La comicit universale, cambiano solo i mezzi
e il ritmo sintetizzano i due.
Lincontro, racconta Bisio,
nato grazie a Maurizio Totti,
patrn della Colorado che produce il film distribuito da Medusa (nelle sale il prossimo 11
marzo). Un giorno mi ha domandato: Se ti dico Frank Matano? Boh. Vai a casa da tuo
figlio e chiedi. Ho chiesto e la
risposta stata: Finalmente
farai un film che fa ridere. Mi
ha mostrato le sue cose su YouTube e mi facevano ridere. Non
capivo tutto, tipo i video in cui
giocano ai videogiochi, ma sulle cose pi costruite ci arrivavo
anche io. Sicuramente il ritmo
della comicit cambiato: mio
figlio non guarda la tv ma se la

La strana coppia della risata


Bisio e Matano nel nuovo film di Veronesi
Il primo nasce con la scuola del cabaret,
il secondo esploso con i video su Internet
Siamo diversi ma la comicit universale
rivede sul computer costruendosi un suo palinsesto. Certi
sketch di Walter Chiari, tipo il
Sarchiapone, duravano anche
venti minuti, gi noi a Zelig al
massimo ci spingevamo fino a

I maestri di ieri e di oggi

Su Sky Atlantic torna House of Cards

Spacey, il cinico
della politica Usa:
gioco a mischiare
Iago e Riccardo III

sette, otto. Oggi i tempi si sono


ulteriormente accorciati .
In Ma che bella sorpresa Bisio un professore di italiano,
Matano lex studente diventato
insegnante di ginnastica. Da al-

n misto tra Riccardo


III e Iago. tra questi due poli negativi
che si muove Frank Underwood, il politico cinico a cui Kevin
Spacey torna per la terza volta a
prestare il suo volto impermeabile e apparentemente senza
emozioni. Lattore 55enne a furia di interpretare House of

Cochi
e Renato
La coppia di
comici nata con
il cabaret
negli anni 60,
poi arrivata al
successo in tv,
tra i maestri di
Bisio, assieme
a Jannacci

Cards deve essere entrato troppo nella parte un riuscitissimo Metodo Stanislavskij
tanto che spesso risponde come farebbero i politici veri con
quella capacit tutta loro di
eludere, schivare, evitare da discesisti puri i paletti delle domande. Dunque, niente riferimenti politici, niente domande
ipotetiche e nemmeno banali
(guardo serie tv ma non vi dico quali per non far torto a nessuno).
Il miglior cinema ormai si
vede in tv, le distanze tra i due
mezzi si sono ridotte: Il peso
tra cinema e televisione si
riequilibrato. Let delloro
iniziata in tv a fine anni Novanta con I Soprano, intanto in
quel periodo il cinema ha virato su commedie e supereroi. E
cos le grandi sceneggiature
hanno trovato nella tv il loro
spazio, finalmente la strada era

Jim
Carrey
Il popolare
e dissacrante
attore
americano
uno dei modelli,
al pari di David
Letterman, a cui
fa riferimento
Frank Matano

aperta per sviluppare personaggi complessi o machiavellici. Tipo il suo: burattinaio


spietato della politica americana, simbolo dellinteresse personale che prevale su quello
collettivo, lupo di Washington
sempre pronto a azzannare, in
un percorso in cui accompagnato e sostenuto dalla non
meno avvelenata moglie Claire
(Robin Wright), la sua anima
gemella altrettanto nera.
Anche se ora Frank Underwood riuscito a diventare
presidente degli Stati Uniti la
sua ambizione non mutata:
Le sue mire non si sono esaurite. Per capire quali sono,
House of Cards arriva venerd
27 a mezzanotte su Sky Atlantic, in contemporanea con il
debutto americano, con i primi due episodi in lingua originale. Dal 4 marzo, ogni mercoled, andranno invece in onda

lievo a collega, un po come


nella realt. La sua la comicit con cui mi sono formato,
mescolata a quella che mi arrivata dalla mamma americana
che mi dava i Vhs di Dave Letterman e Jim Carrey di cui, confesso, ho abusato parecchio.
Alle medie guardavo Zelig, Bisio mi ha sempre fatto ridere
tantissimo e ammiravo la sua
capacit di sostenere i comici
che passavano sul palco. Grazie
a lui salivano di livello. Quando
lho incontrato non sono riuscito a stare serio, erano risate
nervose, volevo fare colpo.
ancora un po incredulo
che lo stiano prendendo sul serio: in fondo uno dei suoi eroi
Cartman della serie a cartoni
South Park di cui doppia con
gran gioia diversi personaggi.
S, mi sembra tutto pazzesco.
Sul set ogni tanto avevo limpressione che tra me e Claudio
ci fosse lo schermo della tv.
Concorda che a fare la differenza pi che la cornice il ritmo.
Il web ha reso tutto pi veloce.

gli episodi in italiano. Un successo planetario, la guarda pure Obama. Kevin Spacey scivola
via: Lho incontrato velocemente e non mi ha detto niente. Molti politici ne hanno dibattuto. Concede: Ci sono state reazioni diverse, alcuni politici lhanno trovata troppo
cinica, altri sostengono che sia

Mio figlio
mi ha detto:
se lavori
con lui
finalmente
farai ridere
Bisio

Il web ha
cambiato
il ritmo, in
America ci
sono sketch
di 6 secondi
Matano

Non cambia la comicit, Internet e YouTube hanno solo diminuito il tasso di attenzione
del pubblico, si vuole vedere
solo la parte che fa ridere. I comici Usa ora si dilettano anche
con Vine, sketch da sei secondi;
troppo veloce persino per me.
Sul set di Ma che bella sorpresa, remake in salsa napoletana del brasiliano A mulher
invisvel, le generazioni di comici sono tre: Renato Pozzetto
interpreta il padre di Bisio (e
Ornella Vanoni la madre).
Frank mi guardava da ragazzo, come io guardavo in tv la
comicit surreale di Cochi e
Renato, di Jannacci. Mi piacerebbe essere figlio loro. E un
po lo sono.
Nel frattempo hanno invertito le parti: Frank gli fa da maestro. Lui bilingue, mi aiuta
con linglese. E progettano
nuove cose. Uno spettacolo in
teatro. A Londra. Vedrete.
Stefania Ulivi
@sulivi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Complici
Kevin Spacey,
55 anni, e Robin
Wright, 48:
nella popolare
serie tv
interpretano il
vice presidente
degli Stati Uniti
e sua moglie

la serie pi vicina alla realt


mai prodotta. Nonostante la
disillusione planetaria per la
politica, House of Cards affascina i telespettatori: Il pubblico attratto dalla politica fin
dai tempi del teatro greco. Poi
ci ha pensato Shakespeare a riprendere il concetto del potere
come forma di attrazione.
Lui assicura che si attenuto
alla parte, non ci ha messo
niente di personale, n si
ispirato a un politico reale: Mi
sono rifatto al thriller politico
di Michael Dobbs (su cui si basa la serie, ndr) e alla miniserie
britannica del 1990. C un team
di sceneggiatori che sviluppano il personaggio, io devo solo
pensare a fare lattore. Ci riesce benissimo e lo pagano di
conseguenza: 500 mila dollari
a puntata.
Renato Franco
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

SPETTACOLI

47

La nomina
Michele DallOngaro
nuovo sovrintendente
di Santa Cecilia

Il compositore Michele DallOngaro (foto) il nuovo presidentesovrintendente e direttore artistico dellAccademia di Santa Cecilia.
Il Corpo Accademico lo ha eletto ieri con 29 preferenze su 56
accademici votanti. Romano, classe 1957, DallOngaro succede a
Bruno Cagli che ha presieduto listituzione dal 90 al 99 e dal 2003 a
ieri. Il compositore, dopo gli studi al Conservatorio di Santa Cecilia,
si perfezionato in composizione sotto la guida di Aldo Clementi. Da
interprete si dedicato alla musica moderna e contemporanea. Ha
collaborato, tra gli altri, con Giorgio Pressburger, Stefano Benni,
Claudio e Daniele Abbado, Luca Ronconi e Alessandro Baricco.

Il tour teatrale
Finazzer Flory porta Leonardo in Giappone
Il Leonardo di Massimiliano Finazzer Flory arrivato in Giappone. Lo
spettacolo teatrale Essere Leonardo da Vinci - unintervista
impossibile, ha debuttato il 16 febbraio a Tokyo e proseguir la
tourne arrivando anche a Fukuoka, Nagoya, Kyoto, e Osaka, fino al
27 febbraio. Finazzer Flory porter poi la rappresentazione in cui
interpreta il genio per due mesi marzo e aprile negli Stati Uniti,
mentre da maggio, e per tutto il periodo dellExpo, sar in scena a
Milano, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

Il nostro Boccaccio
un inno ai giovani
I Taviani: c ancora una peste, come nel 1300
Oggi si chiama ingiustizia, Isis e crisi economica
Paolo e Vittorio Taviani
hanno una tale voglia di buttarsi nel sole e nella luce, che senza aspettare domande si mettono a parlare del loro Maraviglioso Boccaccio (nelle sale dal
26). E lo fanno con linnocenza
e il vigore di un adolescente:
un abbraccio alla
nostra madre
terra.
Il buio della
peste, nella Firenze del 1348,
trascolora in un
inno alla vita che
profuma di fiori
di campo. Dieci
giovani, per
sfuggire alla peste si rifugiano in collina: si
danno delle regole (niente
amore in casa) raccontandosi
cinque brevi storie, drammatiche, erotiche, grottesche,
aspre, decisi a trovare un po di
pace. Storie dove lumanit
appare in tutta la sua forza, sia

ROMA

Autori
Paolo (83
anni) e Vittorio
Taviani (85)
sono nati a San
Miniato (Pisa)

Tornano
con un film
letterario a 30
anni di distanza
da Kaos,
che era ispirato
alle novelle
di Pirandello

tragica che comica. Sopra


ogni cosa vince lamore, e la vita che brilla al di l della sua realt immediata.
I novellatori (impersonati da
giovani talenti) sono la realt,
le storie (dove incontriamo attori affermati) sono la favola:
Kim Rossi Stuart e Riccardo
Scamarcio, Vittoria Puccini e
Kasia Smutniak, fino a Jasmine
Trinca che svetta conquistando
applausi e complimenti. Non
avevamo mai lavorato con un
cast cos affollato, dicono i decani del cinema italiano.
Il film poteva andare alla
Berlinale, dove nel 2012 avete
trionfato con Cesare deve morire? Non avremmo fatto in
tempo. Per sinceramente le
diciamo che abbiamo partecipato a tutti i festival, preso tutti
i premi. Basta. Siamo contenti
cos. Questo film stato fatto
pensando ai giovani, ma naturalmente non vi nulla di programmatico.

Sorrisi Da sinistra Kasia Smutniak, 35 anni, assieme ad alcuni degli altri protagonisti di Maraviglioso Boccaccio, in uscita il 26 febbraio

Quando
partiamo
da un testo
letterario
poi diciamo
arrivederci
e andiamo
dritti per
la nostra
strada

C la storia di un amore e di
una resurrezione; c Calandrino, che non il grullo deriso
dagli amici ma qui ha aspetti
sinistri; c la badessa Paola
Cortellesi, severa con la peccatrice Carolina Crescentini, se
non fosse per quelle mutande
del suo amante dimenticate sopra la testa; c il racconto del
Falcone, dove il nobile ricco e
di gentile aspetto diventer povero per amore; c Ghismunda
che deve onorare la memoria
di un marito non amato ma rispettato, per ha una tale voglia di vivere
Quando partiamo da un testo letterario presto diciamo
arrivederci, e andiamo per la

nostra strada. A Boccaccio


pensavano da quarantanni. Si
sono detti che anche oggi c
una peste, le onde alte dieci
metri che travolgono i barconi
dalla Libia, lorrore dellIsis, la
crisi economica e lingiustizia
sociale che causano dolore e
sofferenza. Larte aiuta i novellatori a sopravvivere. Conosciamo tanti giovani ridotti a nulla,
che invece vogliono reagire, e
Boccaccio ci venuto in soccorso. Ci ha suggerito qualcosa
che corrisponde alla nostra realt, raccontiamo la furia di chi
non vuole sparire. Ci suggestionavano la velocit di quei
racconti, lincisivit, i dialoghi
che risultano modernissimi.

IL CASO EDITORIALE DELLANNO

MICHEL

HOUELLEBECQ
SOT TOM ISSIONE
Profetico non perch predice il futuro,
ma perch enuncia una verit sul presente.
EMMANUEL CARRRE

IN LIBRERIA E IN EBOOK

Degli altri Decameroni preferiscono non parlare, se non di


quello di Pasolini, che diresse
la cinepresa verso una violenta rappresentazione delleros,
di corpi e di sesso.
La Toscana, con le sue vallate
e i suoi paesaggi, non un
semplice fondale, ma una
persona che conserva un miracolo, lincontro possibile tra
la natura, levigata dalluomo, e
la Storia.
Unutopia che si verificata.
Quei dieci giovani nella penombra della melanconia dovranno tornare in citt, a Firenze, frastornati ma vivi.
Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

48
.

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

49

Risponde Sergio Romano

LA LIBERT DI ESPRESSIONE
IL NEGAZIONISMO E CHARLIE HEBDO

LETTERE
AL CORRIERE

CHI FURONO I CALIFFI


Successori di Maometto
Caro Romano, penso che i
media occidentali commettano
un grave errore nel prendere
per buono il titolo di califfo
di cui si insignito un
avventuriero che opera in Iraq
e Siria. Califfo significa
successore e tali furono i
primi quattro califfi che, dopo
la morte del profeta Maometto
nel 632, furono eletti fra i
membri pi eminenti della sua
stessa trib di arabi (i
Quraish, o Coreisciti, della
Mecca). Il Califfo, inteso come
autorit suprema, tanto
religiosa quanto politica, della
comunit islamica, non ha
retto alle concrete dinamiche
della storia, come dimostrano
le vicende della dinastia dei
califfi Omayyadi (dal 661 al
750) quando il dominio degli
arabi raggiunse la sua
massima espansione
territoriale, e poi della
dinastia degli Abbasidi (dal
750 al 1258), quando il potere
reale dei califfi and
progressivamente scemando.
In ogni caso, sarebbe bene
comprendere che lattuale
sedicente califfo: 1) dal
punto di vista della religione
islamica un bestemmiatore
tanto per i sunniti quanto per
gli sciiti; 2) ha un programma
antistorico; 3) costituisce una
minaccia in primo luogo per
tutti gli Stati nazionali
islamici che dovrebbero essere
annientati per ritornare a
ununica comunit islamica
mondiale. Come se qualcuno
da noi volesse ritornare
allImpero romano nel periodo
della sua massima
espansione.
Livio Ghersi, Palermo
Grazie. Con queste osservazioni lei conferma che la guerra
a cui stiamo assistendo non
quella dellIslam contro lOccidente e il cristianesimo. una
doppia guerra civile: fra sunniti e sciiti, tra la versione pi fanatica e quella pi moderata
della famiglia sunnita.

A proposito dellapprovazione da parte del


Senato del disegno di legge che punisce il
reato di negazionismo, la senatrice a vita
Elena Cattaneo ha spiegato la sua decisione di
astenersi dal voto dicendo che vietare il
negazionismo per legge sbagliato in quanto
non ammissibile imporre limiti alla ricerca
e allo studio di una teoria. Per la senatrice
afferma anche che nessuno storico prenderebbe
sul serio certe teorie. Mi aiuti a capire. Lo
storico pu sconfessarle a suon di verifiche,
indagini, testimonianze, studi e proprio per far
questo sarebbe comunque tenuto a prenderle
sul serio. Se non altro perch soppesare
determinate teorie anche negazioniste costa
fatica.
Alessandro Prandi
alessandro.prandi@gmail.com

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

@
lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

La tua
opinione su
sonar.corriere.it

genocidio degli ebrei non , malauguratamente,


una favola o un esercizio propagandistico. Possono esservi marginali discussioni, come sempre,
sullesatto numero delle vittime, ma la volont
omicida del regime nazista e le spaventose dimensioni del fenomeno sono innegabili.
La senatrice Cattaneo ha ragione, tuttavia,
quando lascia intendere qualche dubbio sullopportunit di una legge. Per la verit il disegno
approvato negli scorsi giorni dal Senato diverso da altre norme adottate su questa materia da
alcuni Stati europei. Per evitare che la legge persegua un reato di opinione (cito da un resoconto
del Sole 24 Ore dell11 febbraio), il testo prevede, attraverso un intervento sulla legge Reale,
una aggravante di pena di tre anni se la propaganda, la pubblica istigazione e il pubblico incitamento a commettere atti di discriminazione
razziale si fondano in tutto o in parte sulla negazione della Shoah, dei crimini contro lumanit e
dei crimini di guerra, come definiti dallo statuto
della Corte penale internazionale. Restano, tuttavia, a mio avviso, almeno tre obiezioni.
In primo luogo credo che il reato di incitazione allodio razziale non abbia bisogno di essere
rafforzato da una bugia (la negazione del genocidio) per essere ancora pi grave. In secondo
luogo temo che la legge sul negazionismo, come
il Giorno della Memoria, avr leffetto di creare
una sorta di gelosa competizione fra massacri e

Caro Prandi,
redo che nella sua osservazione si nasconda un sofisma. Se una teoria chiaramente infondata dovremmo forse restare
indifferenti di fronte alla sua diffusione?
In un mondo dove Internet favorisce la circolazione di bugie, calunnie e idee strampalate, una
teoria falsa e incontestata potrebbe ingannare un
certo numero di persone. giusto quindi che
qualche storico perda un po del suo tempo per
ribadire a una platea di ignari e creduloni che il

Dopo i disordini
di Roma a
opera di ultras
del Feyenoord,
giusto
squalificare le
squadre con
tifoserie
violente?

SUL WEB
Risposte alle
19 di ieri

92%

No

La domanda
di oggi
Lorenzin: bene
che i farmaci di
fascia C,
tra cui gli
psicofarmaci,
siano venduti
solo in
farmacia.
Ha ragione?

NEL NOSTRO PAESE


Denatalit

MISURE SEVERISSIME
Scempio intollerabile

TRENITALIA
La (dis)organizzazione

LIstat ha segnalato che nel


2014 le nascite in Italia sono
state solo 509 mila, le pi
basse dallunit dItalia e si
dice che, di questo passo,
lItalia lentamente muore.
Eppure abbiamo letto per anni
che il nostro Paese, per la sua
morfologia, risultava
sovrappopolato, il territorio
era stato sfruttato al
massimo, il cemento aveva
sottratto allagricoltura
migliaia di ettari coltivabili, il
numero di vetture in
circolazione superava la
media europea per abitante e
linquinamento era arrivato a
livelli da destare seria
preoccupazione. Se le cose
stanno cos, perch
preoccuparci di una decrescita
demografica? Non sufficiente
programmarla e tenerla sotto
controllo?
Mariangela Cecchini, Roma

Roma devastata dagli


hooligan olandesi: uno
scempio intollerabile e un
colpevole dilettantismo delle
autorit preposte allordine
pubblico. Aspettiamo
severissimi provvedimenti: gli
uni messi in condizione di non
nuocere, gli altri sostituiti.

Il 16 febbraio a Parma il
Freccia Rossa delle 22.47,
ultimo treno per Milano, non
passa. Alla stazione il
convoglio viene annunciato

Italo Cilimbini

Cisano di Bardolino (Vr)

INVASIONI
Un confronto
La domanda sorge spontanea.
Se ci lasciamo sorprendere da
uninvasione barbarica
annunciata, come potremo
opporci ad assalti terroristici
di cui non conosciamo n
giorno, n ora e n luogo? Non
sar che la vera Barcaccia
lItalia?

genocidi, tutti desiderosi di sentenze che li rendano maggiormente visibili agli occhi della pubblica opinione. In terzo luogo lintroduzione di
un tab, in una societ che si proclama liberale,
uno strappo che altri, domani, potrebbero allargare.
Esiste una quarta ragione, pi delicata. Il massacro di Charlie Hebdo stato percepito come
un intollerabile attentato alla libert di espressione. Questa minaccia ha avuto leffetto di mettere a tacere le critiche di tutti coloro, non soltanto musulmani, per cui molte vignette del
giornale satirico francese erano un intollerabile
insulto alla loro fede. Non era necessario essere
credenti o praticanti per pensare che quelle immagini fossero inutilmente volgari e offensive.
Ma in quel momento, di fronte alla ferocia degli
attentatori, abbiamo finito per pensare che il valore da difendere fosse la libert di espressione.
Oggi, di fronte al negazionismo, pensiamo che
la libert di espressione sia meno importante di
altri valori. Come ogni confronto anche questo
imperfetto. Il genocidio ebraico appartiene alla
nostra storia recente e ha diritto ad avere nella
nostra memoria uno spazio maggiore. Ma anche
la libert di espressione un bene da difendere e
tutelare. Credo che la scelta della senatrice Cattaneo lastensione meriti di essere compresa e apprezzata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Staino

come cancellato. Non


uninformazione aggiuntiva,
non un servizio sostitutivo:
con il taglio dei costi la
biglietteria della stazione
chiusa. Lunica alternativa
sembra essere un treno delle 5
del mattino! Sempre a Parma
il 17 febbraio alcuni
viaggiatori vogliono prendere
il FrecciaBianca delle ore 13.46
con arrivo ad Ancona alle
16.26. Prima viene annunciato
un ritardo di 10 minuti, poi di
15 per ritardo nella
preparazione del materiale.
Di l a poco il ritardo di 30
minuti, sempre senza una
parola di scuse e nessuna altra
informazione, salvo
questuare con il controllore
sul treno che risponde
centellinando preziose
gocce di orari di coincidenze
con affettata sufficienza!
Ecco come funziona
Trenitalia!

Leone Pantaleoni

Claudio Cacciamani

lpanta@alice.it

claudio.cacciamani@libero.it

INTERVENTI E REPLICHE
Comune di Cosenza: la brochure su Alarico
So che a Gian Antonio Stella sta a cuore
limmagine di Cosenza e che questo ha smosso il
suo sdegno per la vicenda legata alla brochure
su Alarico (Corriere, 18 febbraio). Ma proprio per
questo, prima di lanciarsi in ipotesi fantasiose,
sarebbe stato opportuno informarsi su quello
che realmente accaduto. Parto da un punto
fermo: Himmler uno dei peggiori criminali della
storia dellumanit e non abbiamo niente a che
vedere con questo crudele assassino. Ora i fatti:
nella brochure sul mito di Alarico, stata inserita
una foto, in riferimento al testo, che racconta una
storia realmente avvenuta, ovvero la ricerca che

Himmler fece a Cosenza sulle tracce del tesoro


del re dei goti. La brochure andata in stampa
senza che io controllassi la resa finale e solo ora
ho avuto modo di vederla. Per linserimento
inopportuno di quella foto, mi sono scusato e ho
provveduto a farla eliminare. Ma da qui ad
accostare Cosenza a uno sterminatore nazista,
ce ne passa. Cosenza citt multietnica e
accogliente: lo scorso dicembre abbiamo
organizzato la Festa della luce con la comunit
ebraica di Napoli. Iniziativa che, insieme alla
scelta di inserire fra le illuminazioni natalizie il
simbolo della Menorah, stata molto apprezzata
dalla comunit ebraica.
2015 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

PRESIDENTE Angelo Provasoli

Ferruccio de Bortoli

VICE PRESIDENTE Roland Berger

CONDIRETTORE

AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Venanzio Postiglione
Giangiacomo Schiavi
Barbara Stefanelli

CONSIGLIERI

Fulvio Conti, Teresa Cremisi, Luca Garavoglia,


Attilio Guarneri, Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione
sar perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 Tel. 02-62821
DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Dir. Communication Solutions
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543
www.rcscommunicationsolutions.it

La nostra idea su Alarico, comunque, non


certo quella di esaltare la sua figura di invasore,
ma di creare unattrattiva turistica legata a una
leggenda. Un progetto che ha attirato anche
persone di profilo internazionale, come lo
stratega militare Edward Luttwak.
Mario Occhiuto, sindaco e presidente
della Provincia di Cosenza
Grazie al sindaco per la precisazione. Che
definisca solo inopportuno luso di Himmler su
un depliant turistico, tuttavia, la dice lunga sulla
confusione che si continua a fare intorno al
mito di Alarico tanto caro ai nazisti. Confusione

sottolineata del resto da giornali israeliani come


The Times of Israel. E non bastano certo un po
luminarie a rammendare certi strappi culturali.
Meglio sarebbe se tante energie fossero spese per
il sito archeologico di Sibari e altre straordinarie
ricchezze cosentine (g.a.s.)
Monetine da 1 e 2 centesimi
A proposito della inutilit banconote di grosso
taglio (Corriere, 3 febbraio), che dire delle monete
da 1 e 2 centesimi? Non le vogliono neanche i
poveri come elemosina . Non sarebbe meglio
eliminarle?
Mauro Mai, Rieti

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium Speedimpex USA, Inc. 38-38 9th
Street Long Island City - NY 11101 - USA CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820
Coslada (Madrid) - Spagna La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires - Argentina
Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 Malta Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia 1300 Nicosia - Cyprus FPS Fernost Presse Service Co. Ltd 44/10 Soi Sukhumvit, 62
Sukhumvit Road, Bang Chark, Phrakhanong - Bangkok 10260 - Thailandia

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,03 +
0,47; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,03
+ 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,03 + 0,50 + 0,47. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,03 + 0,47; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,03 + 0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,03 + 0,50
+ 0,47. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,47; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 +
0,50 + 0,47; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,03 + 0,50 + 0,47.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorBo 0,72 + 0,78;
ven. Corsera + Sette + CorBo 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera + Io Donna + CorBo
0,72 + 0,50 + 0,78. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera
+ CorFi 0,72 + 0,78; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78; sab. Corsera
+ Io Donna + CorFi 0,72 + 0,50 + 0,78.

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

La tiratura di venerd 20 febbraio stata di 451.650 copie

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Argentina $ 26,00 (recargo envio al interior $ 1,00); Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD
3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00; (con Io Donna Fr. 3,50), (quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50); Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk.
64; Francia 2,20; Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7682 del 18-12-2013

2,50; SK Slov. 2,20; Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD
5,00. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti
tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815). ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con Sette 3,50; con Style Magazine 4,00; con Living 5,90; con La matematica come un romanzo 9,90; con Piero Angela. Viaggio alla scoperta della Scienza 11,99; con Mila e Shiro 11,99; con Maurizio Pollini 11,90; con Le parole di papa Francesco 7,90; con Disney English 9,99; con Oriana Fallaci 11,90; con Grandangolo 7,90; con Giovannino Guareschi 9,90; con Agatha Christie 8,90; con Agatha Christie Poirot 11,99; con Il cane. Amarlo capirlo educarlo 11,99; con Il rumore della memoria 12,90;
con Anne Frank 11,90; con Espaol da zero 11,99; con Diabolik. Nero su nero 8,99; con Asterix 7,99; con Il teatro di Eduardo 12,90; con I capolavori della danza 12,90; con Storie di cucina 9,90; con I capolavori dellArte 7,90; con Violetta fotostory 4,50; con Rocky Joe 7,99; con Jeeg Robot dacciaio 11,99; con Beast Quest 3,00; con The Beatles 11,90; con Braccialetti Rossi. Il mondo giallo 14,90; con Il mondo di Braccialetti Rossi 14,90; con Le leggende dellalpinismo 12,99; con Don Giussani 11,99

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

50
.

Sport

Formula 1
Garantisce Arrivabene
Basta correnti rosse
La Ferrari una sola
Sky motori si presenta

Non ci interessa essere campioni dinverno. Dai


test stanno arrivando risposte positive, ma
teniamo i piedi per terra. Cos Maurizio
Arrivabene commenta i risultati delle prove di
Barcellona, con la Ferrari in gran forma. Raikkonen,
ancora una volta secondo miglior tempo dietro a
Ricciardo, rinato. Oggi e domani girer Vettel.
Kimi sorride e parla tanto, sono tutti sorpresi
spiega il team principal e poi ribadisce la linea della
cautela: Con due podi sar un buon risultato,con

tre facciamo festa, a quattro andiamo a piedi nudi


da Maranello a Sestola (50 km circa n.d.r.). Poi
Arrivabene torna sulle divisioni del passato: Oggi
non ci sono tante correnti, ma una sola. C voglia
di lavorare insieme con entusiasmo. Intanto a
Milano, Sky ha presentato il palinsesto dedicato ai
motori: due canali per F1 e MotoGp, 38 Gran Premi
di cui 21 in esclusiva, 1000 ore di diretta, 9 mesi di
gare. Con la voce di Guido Meda che racconta di
nuovo le sfide fra Valentino Rossi e Marquez.

Le pagelle

Juventus
Atalanta

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI A TORINO

Juventus
Pogba fuori partita
6 Buffon Ritrova un vecchio nemico,
il gol su palla inattiva: neanche il
tempo di salutarlo.
6 Caceres I cross li mette in tavola:
glieli mangiano quasi tutti.
6 Bonucci Un occhio a Denis, laltro
allimpostazione.
6 Chiellini Una svirgolata da urlo,
simbolo di qualche difficolt sui
tagli atalantini.
5,5 Padoin Anche lui cicca una
girata in piena area bergamasca.
Poco brillante nel complesso.
5,5 Pogba La schiacciata di testa,
murata da Sportiello, lo manda
definitivamente fuori dalla partita.
7 Pirlo Qualche errore di troppo, i
primi fischi: lui, col fastidio dei vecchi
leoni alle prese con le mosche,
piazza la zampata che non ti aspetti
da 25 metri. E da l torna anche a
recuperar palloni e far ripartire
lazione. Bella risposta.
6 Marchisio Anticipato da
Migliaccio sul gol. Sembra nervoso e
meno intenso di altre volte.
5,5 Pereyra La palla gol se la
costruisce (27 p.t.) ma se la disfa
calciando su Sportiello. E il resto
della serata un po cos: vorrei ma
non posso
6 Llorente Anche un golletto in
mischia, a due mesi esatti
dallultimo (a Cagliari), importante
per sbloccarsi. Ma linvoluzione
tecnica e tattica continua.
5,5 Tevez Qualche sprazzo di vero
Carlitos. Ma la foto della serata
fuori fuoco.
6 Allegri Come prova generale per
la Champions non c da montarsi la
testa, anzi. E magari un bene.

Marcatori: Migliaccio 25, Llorente 38,


Pirlo 45 p.t.

Serie A

Atalanta
Sportiello reattivo
7 Sportiello Mostra reattivit su
Pereyra, esplosivit su Caceres e
Bonucci, senso della posizione e
istinto nella respinta di piede su
Pogba. Come campionario non
male.
6 Scaloni Classe 78, solido e
rognoso.
6,5 A. Masiello Tampona
lemergenza al centro, con
attenzione particolare a Llorente.
6,5 Bellini Si devono mettere in 4
per farlo fuori e segnare il 2-1.
Pasta di capitano.
6 Dram Grande e grosso pure lui,
non si fa male.
6 Emanuelson Cala alla distanza,
ma nel primo tempo accende
spesso il contropiede.
6,5 Migliaccio Un gol di testa, un
altro sfiorato nel finale. Una bella
figura anche nella lotta di
centrocampo.
5,5 Cigarini Qualit a ritmi alterni.
5,5 Zappacosta Si deve sacrificare
in copertura e quando si tratta di
ripartire gli manca qualcosa. Esce a
inizio ripresa per una botta.
6 Baselli Svelto di pensiero e di
esecuzione: dal suo tiro parato da
Buffon nasce il corner dello 0-1.
5,5 Denis A testa bassa nel
pressing. A volte fin troppo bassa.
5,5 DAlessandro Non riesce a
cambiare passo sulla fascia.
6 Colantuono La tattica della
ripartenza intelligente manda
lAtalanta in fuga. Lemergenza (8
giocatori fuori) e la qualit Juve la
riportano alla realt del quartultimo
posto. Ma lautostima salva.

p. tom.
RIPRODUZIONE RISERVATA

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon 6;


Caceres 6, Bonucci 6, Chiellini 6, Padoin
5,5; Marchisio 5,5, Pirlo 7, Pogba 5,5
(Lichtsteiner s.v. 20 s.t.); Pereyra 5,5;
Llorente 6 (Morata s.v. 30 s.t.), Tevez 5,5
(Coman s.v. 44 s.t.). All.: Allegri 6

24 giornata
ieri
JUVENTUS-ATALANTA 2-1
oggi, ore 20.45
SAMPDORIA-GENOA
domani, ore 15
EMPOLI-CHIEVO
LAZIO-PALERMO
MILAN-CESENA
PARMA-UDINESE rinv.
VERONA-ROMA
ore 20.45
FIORENTINA-TORINO
luned 23/2, ore 19
NAPOLI-SASSUOLO
ore 21
CAGLIARI-INTER

ATALANTA (4-4-2): Sportiello 7; Scaloni


6, Masiello 6,5, Bellini 6,5, Dram 6;
Emanuelson 6, Migliaccio 6,5, Cigarini
5,5, Zappacosta 5,5 (DAlessandro 5,5 6
s.t.); Denis 5,5 (Boakye s.v. 25 s.t.),
Baselli 6 (Gomez s.v. 38 s.t.). All.:
Colantuono 6
Arbitro: Irrati 5
Ammoniti: Baselli, Marchisio, Padoin,
Bellini, Pereyra, Lichtsteiner, Migliaccio,
Morata Recuperi: 0 pi 4

Classifica
JUVENTUS*
57
ROMA
47
NAPOLI
42
FIORENTINA
38
LAZIO
37
GENOA
35
SAMPDORIA
35
PALERMO
33
TORINO
32
INTER
32
MILAN
30
SASSUOLO
29
UDINESE
28
EMPOLI
24
CHIEVO
24
VERONA
24
ATALANTA*
23
CAGLIARI
20
CESENA
16
PARMA (-1)
10
*una partita in pi

Serie B
27 giornata
oggi, ore 15
BRESCIA-PERUGIA
CARPI-ENTELLA
CITTADELLA-BOLOGNA
FROSINONE-PRO VERCELLI
SPEZIA-MODENA
TERNANA-LATINA
TRAPANI-VARESE
VICENZA-CROTONE
ore 18
BARI-LANCIANO
domani, ore 12.30
LIVORNO-AVELLINO
ore 15
PESCARA-CATANIA

Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

2
1

Classifica
CARPI
51
BOLOGNA (-1)
44
LIVORNO
43
AVELLINO
42
VICENZA
40
FROSINONE
38
LANCIANO
37
SPEZIA
36
TERNANA
35
PESCARA
33
PERUGIA
33
PRO VERCELLI
33
TRAPANI
32
MODENA*
30
CITTADELLA
30
BARI
30
BRESCIA
29
ENTELLA
29
CATANIA*
28
LATINA
27
VARESE (-3)
27
CROTONE
25
*una partita in meno

Capolavoro Il gol di Andrea Pirlo,


35 anni, che con una magia da
fuori area porta la Juventus sul
2-1. Il fantasista nel 2011
passato dal Milan alla societ
bianconera (Ansa)

La capolista In svantaggio, rimonta lAtalanta con i gol di Llorente e Pirlo


Aspettando la Roma sale a pi 10 e pu cominciare a pensare alla Champions

Juve brutta e vincente


DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

Imbarazzante forse no,


ma imbarazzata eccome. La
differenza tra il Cesena e lAtalanta, per la Juventus, la fa lavversario. La squadra di Di Carlo
aveva un maggiore impatto offensivo, quella di Colantuono
meno affilata ed forse per
questo che landamento del risultato non lo stesso. Per la
prova bianconera non per
nulla rassicurante, n per la
Champions (Borussia 3-2 a
Stoccarda, in netta ripresa), n
per lincrocio-scudetto con la
Roma. Ecco, da questo punto di
vista viene lunica nota positiva
per la capolista: il vantaggio allOlimpico sar almeno quello
dei 7 punti preventivati.
Il resto, per, non promette
niente di buono. Innanzitutto
per la seconda partita consecutiva, la Juventus va sotto in avvio. Seconda mancanza: dopo
una paratona di Buffon su Ba-

TORINO

10
punti
di vantaggio
sulla Roma,
che domani
giocher
a Verona

15
risultati
utili consecutivi
per la Juventus:
dopo il k.o.
col Genoa 10
vittorie, 5 pari

selli (bandiera alzata del guardalinee che poi riabbassa: il


passaggio di Pirlo), il vantaggio dellAtalanta arriva da calcio dangolo. Esattamente il remake delle rete milanista di
Antonelli, stacco danticipo e
palla sul secondo palo. Mancanza dattenzione.
A Cesena, Madama aveva ribaltato la situazione nel primo
tempo, pur avendo subito di
pi. Qui, malgrado il ritorno di
Tevez (Llorente il prescelto per
affiancarlo), appare meno in
grado di dare spallate soprattutto se il portiere nemico fa il
fenomeno. Sportelli nega limmediato pareggio a Pereyra e la
situazione si ingarbuglia. La Juventus un mistero. Una settimana fa, supponenza a parte, si
poteva ipotizzare una stanchezza da carico di lavoro in vista
della Champions. Ma ora? I
bianconeri forse ci sono atleticamente, ma non c relazione
tra ragionamento e agonismo.

Quando Sportelli salva ancora


distinto su Caceres, il sospetto
di unaltra notte di tregenda
(sportiva) sinsinua sulle tribune semivuote dello Stadium.
Invece sullangolo Llorente pareggia dopo che Chiellini, Tevez e Bonucci si sono marcati a
vicenda. Sul colpo di testa di
Bonucci, Tevez oltre tutti ma
lo terrebbe in gioco Cigarini
laggi, verso langolo. Il pareggio rinfrancante per la Juventus anche se, senza il genio di
Pirlo, sarebbe ostico completare il sorpasso. E invece il barbudo estrae dal repertorio uno
dei suoi tiri maledetti, che
sembrano lenti ma vanno forte,

Sorpreso
Buffon sorpreso da
Migliaccio, i bianconeri
non incantano
ma centrano i tre punti

che paiono alzarsi ma poi scendono. Sportiello impotente.


Siamo esattamente come a
Cesena, e come laggi Madama
gioca male, perde palloni,
nervosa, frenetica e non riesce
a chiudere la gara. Pogba ha un
rigore di testa, ma schiaccia sul
muro Sportiello. Da questa
fiammata iniziale il secondo
tempo naufraga come una zattera alla deriva. La Juventus
controlla, lAtalanta non ha la
forza di proporre manovre offensive di una qualche rilevanza. La sfida si accoccola sulla
media-bassa intensit. Un tipo
di conduzione pericolosa per
questa Juventus che sbocconcella le partite e non sa pi azzannarle. Il finale gonfio di
brividi e sospiri. LAtalanta balla davanti a Buffon, ma non
conclude. Non bene, ma Madama prende i tre punti. Adesso,
per, Carnevale finito.
Roberto Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il dopopartita

Pirlo: Risultato ok
adesso sotto
con il Borussia
Un altro capolavoro, ma Pirlo
pensa alla squadra:
Lobiettivo era vincere, dopo
la brutta partita di Cesena.
Siamo andati sotto, ma con un
po di sofferenza abbiamo
ribaltato il risultato. Ora
pensiamo al Borussia; sar
fondamentale landata di
marted a Torino. Speriamo
che questo gol abbia sbloccato
Llorente. Che ha raccontato:
Un attaccante che non segna
soffre sempre; ora sto meglio.
La squadra migliorer. E
Allegri: La partita era difficile
ed una vittoria importante in
un momento delicato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

SPORT

51

Processo di Bolzano, udienza il 29 aprile


Caso Lotito
Figc, via Capua dalla commissione antidoping I pm di Napoli hanno interrogato Iodice

Tennis
Bolelli k.o. a Marsiglia, Errani in semifinale a Rio

Cambiamento improvviso al vertice dellantidoping della Federcalcio:


il dottor Pino Capua, dal 2001 presidente della commissione, stato
sollevato dallincarico e nelle prossime ore si attende di conoscere il
nome del suo sostituto. Sempre sul fronte doping, il 29 aprile
prossimo avr luogo al tribunale di Bolzano la prima udienza del
processo relativo al caso Schwazer e che vede imputati i medici
Giuseppe Fischetto e Pierluigi Fiorella e lex dirigente Rita Bottiglieri.
Schwazer, come si ricorder, ha patteggiato la pena nei mesi scorsi.

Si chiude la corsa di Simone Bolelli a Marsiglia. Dopo aver battuto


Raonic, lazzurro si fermato nei quarti contro Gael Monfils (6-4, 64). Sara Errani in semifinale a Rio. Nei quarti la romagnola ha
superato la brasiliana Beatriz Haddad Maia 3-6, 7-6, 3-0 ritirata
CICLISMO Alberto Contador ha vinto la terza tappa del Giro
dellAndalusia e ha rafforzato il primato in classifica generale. Il
tedesco Tony Martin ha conquistato invece la terza frazione
(cronometro di 19 km) del Giro dellAlgarve.

LAsia corteggia il Milan in vendita


Berlusconi ha deciso e valuta le offerte

La tifosa
La mia Roma
non in crisi
ma Garcia
adesso deve
fare il francese
di Cristiana Capotondi*

a Roma in crisi. Lo
dicono a Torino, lo
sperano a Napoli e a
Firenze. Lo pensa anche la
Curva Sud che, dopo la
partita contro il Feyenoord,
ha fischiato la squadra. Io
non la penso cos, forse
perch a differenza degli
altri tifosi romanisti, le 11
vittorie consecutive dello
scorso anno non mi
avevano fatto sperare nello
scudetto. Per costruire una
squadra da scudetto ci
vuole un progetto e
continui investimenti a suo
sostegno. Non si investe per
vincere lo scudetto
vendendo Benatia, il
miglior centrale che la
Roma abbia avuto dopo
Pluto Aldair. Nel mercato di
gennaio, quello di
riparazione, siamo stati
leggeri, avventati e s, forse
anche un poco sfortunati: il
Destro di Inzaghi gioca
contro lEmpoli e segna,
Ibarbo gioca la sua prima
partita in giallorosso e si fa
male. Iturbe, Castan,
Strootman, De Rossi... Gli

Banche daffari al lavoro, il cinese Jianlin pi affidabile rispetto al thailandese Bee

1
miliardo
Lofferta che
il broker Bee
Taechaubol
aveva
avanzato
per comperare
la maggioranza
delle azioni
del Milan

250
milioni
di
indebitamento
verso le
banche. la
cifra con cui il
Milan dovrebbe
chiudere
il bilancio
del 2014

1,5
miliardi
la cifra che
Silvio
Berlusconi
avrebbe
investito
nel Milan
nei ventinove
anni della sua
gestione

Mercato
Non si investe per
vincere lo scudetto
vendendo Benatia
ivoriani tornati dalla due
mesi di Coppa dAfrica
trovano una squadra
decimata dagli infortuni,
devono scendere in campo
con il fuso orario ancora
sulle spalle e giocano come
possono, svogliati... La
Roma non in crisi, la
Roma incredibilmente
ancora agganciata al
secondo posto e vede la
Juve l davanti ma inizia a
guardarsi le spalle perch
nel mercato invernale la
Fiorentina non ha sbagliato
un acquisto e Manolo a
Napoli segna sempre. La
Roma deve gestire meglio i
suoi giocatori, capitano
incluso, e Garcia deve
tornare a fare il francese:
rimettere la chiesa al centro
del villaggio ma non quella
chiesa a cui tutti a Roma si
inginocchiano viziosi.
Roma, storicamente, si sa,
fa cadere tutti. Del resto, chi
ha vinto, scappato in
Spagna per paura di cadere.
Chiss che la grandeur
della Francia non possa
invertire la tendenza. Forza
e coraggio.
*attrice
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il dg dellIschia Pino Iodice stato interrogato come persona


informata dei fatti dai pm di Napoli Danilo De Simone e Vincenzo
Ianieri nellambito dellindagine aperta sulla telefonata di Claudio
Lotito. Iodice ha consegnato agli inquirenti la registrazione della
telefonata, data dallo stesso Iodice agli organi di stampa. Iodice ha
fatto sapere di aver consegnato ai pm tutto il materiale a sua
disposizione, per esempio altre telefonate registrate. Al momento
non risultano per ora indagati. Sar sentito anche Lotito.

La porta si aperta e anche


richiusa. Certo, laudacia non
manca a Bee Taechaubol, tuttavia chi conosce le carte attribuisce poche, se non nessuna,
possibilit al finanziere thailandese di comprare il Milan.
Eppure Mr. Bee non vuole mollare la presa e avrebbe messo al
lavoro la branch svizzera della
banca daffari Edmond de Rothschild per trovare imprenditori
interessati a un club deal.
Loperazione che ha in mente
Taechaubol pi o meno di
questo genere: io ho un progetto per comprare il Milan e valorizzare la societ, grazie anche
alla costruzione dello stadio,
lho presentato a Silvio Berlusconi (con cui si visto un paio
di settimane fa) e ora cerco soci
per realizzarlo.
Per adesso, insomma, capitali thailandesi non si sono visti. Solo buone intenzioni e
molta audacia. Il che non vuol
dire che Mr. Bee non trover i
danari. Ma certo Berlusconi
non lo aspetta. Lavventura nel
calcio costata finora quasi 1,5
miliardi di euro al patron e, dopo aver ottenuto lanno scorso
prima un anticipo in conto capitale da Fininvest e poi due linee di credito bancarie da 100
milioni, anche questanno il
Milan chiuder i conti in rosso
e con un indebitamento che
non dovrebbe discostarsi molto dai 250 milioni dellultimo
bilancio. Insomma, la macchina costosa, poco redditizia e,
a dirla tutta, non va nemmeno
troppo bene. Non solo per il
Milan. Il calcio italiano in generale ha perso appeal. Secondo
voci che circolano negli spogliatoi anche Aurelio De Laurentiis e Maurizio Zamparini
avrebbero iniziato a sondare il
mercato. E si dice che Diego e
Andrea Della Valle, di fronte a
unofferta generosa per la Fiorentina, potrebbero pensarci
su. Suggestioni? Di certo c che
il calcio sta diventando sempre
pi materia per le banche daffari. Giusto per capire, la Roma

Milanello Visita annullata

Silvio deluso d buca a Pippo


(m. col.) Impegni personali o perdita di entusiasmo? Nonostante Silvio
Berlusconi avesse preallertato Milanello per la visita del venerd, ieri il
presidente per la terza volta in un mese ha disertato il centro sportivo
rossonero. Considerando che ricorrevano i 29 anni da quando acquist il club,
la sua assenza fa rumore sottintendendo una parziale disaffezione dalle
vicende della squadra. Che domani affronter il Cesena in una gara decisiva
per Pippo Inzaghi. Un successo spazzerebbe via la tensione ma un rovescio
interno con i penultimi in classifica rimetterebbe in discussione il destino del
tecnico. Prove di un nuovo attacco: Bonaventura (Honda lalternativa) dietro a
RIPRODUZIONE RISERVATA
Cerci (in ballottaggio con Menez) e Destro.

ha appena chiuso un finanziamento da 200 milioni con Goldman Sachs, che aveva organizzato unoperazione analoga anche per Tohir, emettendo un
bond ad alto rendimento (quasi
l8%) venduto a investitori istituzionali. Da questo punto di
vista Massimo Moratti stato
un precursore ingaggiando Lazard per trovare un compratore.
Da quando la scorsa estate ha
detto no allofferta di Peter Lim
lunica vera arrivata finora, si
dice - che ha poi fatto rotta sul
Valencia, Berlusconi ha iniziato
a vedere le cose in modo diverso. Vuoi anche per i risultati
della squadra. Ha deciso di vendere almeno una quota del Milan (anche Moratti era partito
cos) e ci sono colloqui avanzati
con potenziali compratori in
Asia, da Singapore alla Cina, in
cui Mr. Bee sta cercando di inserirsi. Con il rublo in picchiata
gli oligarchi russi sono usciti
dai giochi. Gli arabi dopo Manchester City e Psg si sono fermati. E, dopo aver constato che
negli Usa, nonostante la scommessa di James Pallotta sullAs
Roma il calcio non appassiona,
il mirino si spostato sulla Cina. E la pista che porta a Wang
Jianlin, il patron di Wanda che
ha appena comprato la Infront
e il suo enorme portafoglio di
diritti tv, sarebbe piuttosto concreta. Cos dicono in molti, sottolineando i rapporti stretti tra
Adriano Galliani e Marco Bogarelli, presidente di Infront Italia. Resta da capire a che prezzo
Berlusconi disposto a passare
la mano, ovvero quale cifra sarebbe in grado di mettere daccordo tutta la famiglia. Thohir
quando entrato ha valutato
lInter 300 milioni (accollandosi anche 450 milioni di debiti),
Lim aveva offerto fino a 500 milioni per il 51% del Milan, rimediando un no. Vediamo fino a
dove Berlusconi riuscir a portare l'asticella e se qualcuno alla
fine ci arriver.
Federico De Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mazzarri : Esonerato per motivi ambientali


Il tecnico parla ai giapponesi: Conte mi ha copiato, lInter sarebbe arrivata terza
Esonerato
Walter Mazzarri
diventato
allenatore
dellInter
il 24/5/2013.
Nella stagione
2013-14
si piazza 5
Arriva Mancini
Il 14/11/2014
Mazzarri
stato
esonerato:
al suo posto
Mancini

MILANO Roberto Mancini ha


spiegato con poche e incisive
parole via Twitter che cosa
chiede alla partita di ritorno di
Europa League contro il Celtic
(gioved, ore 19): Il 3-3 un
buon risultato. Ora mi aspetto
grande concentrazione davanti
ai nostri tifosi! Maurito Icardi,
ospite di Grand hotel Chiambretti (Canale 5), ha chiarito
che rester allInter almeno
altri tre anni, fino alla conclusione del contratto. Perch mi
pagano poco? Pu essere che il
mio procuratore non sia tanto
sveglio. Risata.
stata invece molto seria la
confessione di Walter Mazzarri
al giornale giapponese World

Soccer Digest. Non parlava dal


9 novembre 2014, la domenica
di Inter-Verona 2-2, ultima
panchina nerazzurra per lui,
prima dellesonero (14 novembre): Non cerano i presupposti per un esonero sportivo. Per
quanto riguarda la situazione
ambientale, invece, mi sono
fatto una mia idea. Ma tutti fanno finta di non sapere. Non dico altro, ci sar tempo e modo
di parlarne in futuro. Mazzarri continua a sentirsi vittima di
una congiura popolare, orchestrata dai senatori (quelli del
Triplete), con contratto scaduto e non pi rinnovato. Dal
punto di vista tecnico, Mazzarri
ha fatto sapere di sentirsi asso-

lutamente inattaccabile: Gli


addetti ai lavori hanno riconosciuto come nelle mie squadre,
Inter compresa, ci fosse sempre unorganizzazione di gioco
precisa e propositiva. Del resto
la Juve di Conte con la difesa a 3
ha vinto tre scudetti consecutivi e cambi modulo proprio
per adeguarsi al nostro tipo di
gioco. E ha chiarito le sue certezze: Lobiettivo massimo di
questa stagione era il terzo posto con conseguente qualificazione in Champions League. E
devo dire che se me lavessero
consentito, questo traguardo
non ci sarebbe sfuggito. Ne sono certo.
Veleno Mazzarri, esonerato lo scorso 14 novembre (LaPresse)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

52
.
La moglie Cesarina, i figli Marco e Stefano con
Roberta e Lorenzo annunciano la scomparsa del
carissimo

Aldo
Un sentito ringraziamento al dottor Dante Mischi
per le cure prestate.- I funerali si svolgeranno oggi,
alle ore 14.45, nella Basilica dei SS. Nereo e Achilleo. - Milano, 21 febbraio 2015.
Lorenzo piange la scomparsa dellamatissimo

nonno Aldo
- Milano, 21 febbraio 2015.
La Direzione e la Redazione del Corriere della
Sera sono vicine a Marco Vinelli per la scomparsa
del pap

Aldo Vinelli
Ferruccio de Bortoli, Luciano Fontana, Daniele
Manca, Venanzio Postiglione, Giangiacomo Schiavi, Barbara Stefanelli, Stefano Agnoli, Francesco
Alberti, Giovanni Angeli, Luca Angelini, Alessandra
Arachi, Cristina Argento, Marco Ascione, Antonella
Baccaro, Enrico Bagnoli, Paolo Baldini, Alessandro
Balistri, Andrea Balzanetti, Carlo Baroni, Francesca
Basso, Pierluigi Battista, Francesco Battistini, Gianluca Bauzano, Adriana Bazzi, Paolo Beltramin, Renato Benedetto, Gianmario Benzing, Giovanni
Bianconi, Alessandro Bocci, Sergio Bocconi, Fabio
Boni, Riccardo Bozzi, Fausto Brambilla, Marzio Breda, Riccardo Bruno, Stefano Bucci, Goffredo Buccini, Fulvio Bufi, Rossella Burattino, Emanuele Buzzi,
Fabrizio Caccia, Manuela Cagiano, Enrico Caiano,
Ivo Caizzi, Maria Antonietta Calabr, Domenico
Calcagno, Wladimir Calvisi, Alessandro Cannav,
Valerio Cappelli, Alessandro Capponi, Maurizio
Caprara, Antonio Carioti, Davide Casati, Antonio
Castaldo, Marco Castoldi, Alessandra Cattaneo,
Federica Cavadini, Fabio Cavalera, Giovanna Cavalli, Aldo Cazzullo, Federico Cella, Sandra Cesarale, Marco Cianca, Carlo Cinelli, Gianluigi Colin,
Claudio Colombo, Paolo Conti, Alessandra Coppola, Ruggiero Corcella, Anna Corno, Luigi Corvi,
Emilia Costantini, Lorenzo Cremonesi, Marco Cremonesi, Manuela Croci, Matteo Cruccu, Laura
Cuppini, Fabio Cutri, Daniele Dallera, Ilenia Damiata, Serena Danna, Cristina DAmico, Paola
DAmico, Vito DAngelo, Alessandra DErcole, Margherita De Bac, Marika De Feo, Roberto De Ponti,
Federico De Rosa, Simona De Santis, Marco Del
Corona, Bruno Delfino, Claudio Del Frate, Enzo
DErrico, Paola Di Caro, Francesco Di Frischia, Lavinia Di Gianvito, Maurizio Di Gregorio, Giuseppe
Di Piazza, Paolo Di Stefano, Dario Di Vico, Maurizio
Donelli, Antonio DOrrico, Gabriele Dossena, Pasquale Elia, Paolo Fallai, Andrea Fanti, Maurizio
Faravelli, Michele Farina, Giuseppina Fasano, Giuliana Ferraino, Luigi Ferrarella, Luciano Ferraro,
Fulvio Fiano, Fabio Finazzi, Flavia Fiorentino, Cinzia Fiori, Michele Focarete, Maurizio Fortuna, Paolo Foschi, Paolo Foschini, Massimo Fracaro, Massimo Franco, Renato Franco, Davide Frattini, Gianna
Fregonara, Angela Frenda, Rinaldo Frignani, Alessandro Fulloni, Massimo Gaggi, Andrea Galli, Marco Galluzzo, Nicola Gandelli, Anna Gandolfi, Sara
Gandolfi, Andrea Garibaldi, Mario Garofalo, Luca
Gelmini, Angela Geraci, Mario Gerevini, Mara
Gergolet, Antonella Gesualdo, Maurizio Giannattasio, Marco Gillo, Cesare Giuzzi, Roberto Gobbi,
Iacopo Gori, Davide Gorni, Daria Gorodisky, Agostino Gramigna, Roberto Gressi, Laura Guardini,
Giuseppe Guastella, Monica Guerzoni, Fabrizio
Guglielmini, Flavio Haver, Roberto Iasoni, Marco
Imarisio, Mariolina Iossa, Luigi Ippolito, Paolo Isotta, Andrea Laffranchi, Irene Lasalvia, Paolo Lepri,
Marco Letizia, Paolo Ligammari, Carlo Davide Lodolini, Michele Lovison, Nino Luca, Piergiorgio Lucioni, Davide Lucisano, Antonio Macaluso, Chiara
Maffioletti, Alessandra Mangiarotti, Michele Manno, Michela Mantovan, Roberto Marabini, Chiara
Nilla Mariani, Enrico Marro, Cristina Marrone, Biagio Marsiglia, Laura Martellini, Dino Martirano,
Giuditta Marvelli, Fabrizio Massaro, Luca Mastrantonio, Viviana Mazza, Maria Teresa Meli, Ernesto
Menicucci, Gianluca Mercuri, Dino Messina, Luca
Milani, Stefano Montefiori, Daniela Monti, Fabio
Monti, Grazia Maria Mottola, Alessandra Muglia,
Elsa Muschella, Cristina Musetti, Maria Serena Natale, Daniela Natali, Maurizio Natta, Andrea Nicastro, Carlotta Niccolini, Riccardo Nisoli, Luigi Offeddu, Guido Olimpio, Paolo Ottolina, Ester Palma,
Pierluigi Panza, Mario Pappagallo, Marcello Parilli,
Alessandro Pasini, Andrea Pasqualetto, Carlos Passerini, Emanuela Pelati, Tommaso Pellizzari, Fabrizio Peronaci, Roberto Perrone, Matteo Persivale,
Wilma Petenzi, Paola Pica, Gaia Piccardi, Virginia
Piccolillo, Sergio Pilone, Francesca Pini, Ferruccio
Pinotti, Carmen Plotino, Raffaella Polato, Paola Pollo, Mario Porqueddu, Michela Proietti, Luisa Pronzato, Alessandra Puato, Rita Querz, Alessia Rastelli, Paolo Rastelli, Pierenrico Ratto, Stefano
Ravaschio, Arianna Ravelli, Simona Ravizza, Massimo Rebotti, Sara Regina, Alessio Ribaudo, Monica Ricci Sargentini, Stefano Righi, Luigi Ripamonti,
Orsola Riva, Roberto Rizzo, Sergio Rizzo, Stefano
Rodi, Maria Laura Rodot, Fabrizio Roncone, Elisabetta Rosaspina, Corrado Ruggeri, Ilaria Sacchettoni, Annachiara Sacchi, Maria Silvia Sacchi, Alessandro Sala, Nicola Saldutti, Paolo Salom, Lorenzo
Salvia, Stefano Salvia, Guido Santevecchi, Giovanni Santucci, Giuseppe Sarcina, Fiorenza Sarzanini,
Edoardo Sassi, Alfio Sciacca, Andrea Senesi, Mario
Sensini, Elvira Serra, Massimo Sideri, Elisabetta Soglio, Maria Rosaria Spadaccino, Martino Spadari,
Daniele Sparisci, Matteo Speroni, Armando Stella,
Gian Antonio Stella, Giovanni Stringa, Cristina Taglietti, Danilo Taino, Stefania Tamburello, Elena
Tebano, Massimo Tedeschi, Paolo Tomaselli, Marco Toresini, Giuseppe Toti, Alessandro Trocino, Antonio Troiano, Isidoro Trovato, Giampaolo Tucci,
Stefania Ulivi, Luca Valdiserri, Paolo Valentino, Flavio Vanetti, Gian Guido Vecchi, Silvia Vedani, Maria Teresa Veneziani, Pier Luigi Vercesi, Francesco
Verderami, Rossella Verga, Lorenzo Vigan, Edoardo Vigna, Maria Luisa Villa, Paolo Virtuani, Maria
Volpe, Giovanna Volta, Claudia Voltattorni, Carlo
Vulpio, Luca Zanini, Cesare Zapperi, Giulia Ziino,
Massimo Zingardi, Diamante DAlessio, Segreteria

di Redazione Corsera, Segreteria di Direzione,


Centro Documentazione.
- Milano, 20 febbraio 2015.
Partecipano al lutto:
Paolo Ermini.
Francesco Faranda.
Giacomo Ferrari.
Marisa Fumagalli.
Mario Luzzatto Fegiz.
Paolo Mereghetti.
Antonio Morra.
Ottavio Rossani.
Il Comitato di Redazione vicino al collega Marco Vinelli per la perdita del padre

Aldo Vinelli
- Milano, 20 febbraio 2015.
La Redazione Eventi abbraccia il collega e amico
Marco per la scomparsa del pap

Aldo Vinelli
Alessandro Cannav, Enzo dErrico, Maurizio Di
Gregorio, Silvia Nani, Marcello Parilli, Enrica Roddolo, Monica Rolandi, Roberta Scorranese, Maria
Luisa Villa. - Milano, 20 febbraio 2015.

Maurizio con Anna, Piero, Rosy, Michele e le piccole Eleonora ed Emanuela annuncia che la

dottoressa

Marilena Fantuzzi Poli


moglie, mamma, suocera, nonna, ha concluso il
suo difficile cammino, sopportato da lei e da noi
tutti grazie allaffetto e alla costante e vera presenza dei cari amici che con noi hanno vissuto i lunghi
decenni della sua lenta, progressiva, estenuante
sofferenza, in particolare, Anna, Augusto, Luciana,
Mimmo, Sergio, Catherine, Irma, Giuseppe, Nicoletta, Lella, Lello, Silvana, Franco, Bona, Roberto,
Gaby, Andrea, Chiara, Paola.- Un sentito grazie a
tutti i colleghi che mi hanno offerto qualificato e
affettuoso sostegno nella non facile gestione della
sua malattia, uno per tutti, il professor Marco Rovaris, mio riferimento costante.- Un grazie a Nicolasa, Norma, Isabel ed a tutte le persone che negli
anni lhanno assistita.- Un ricordo particolare ad
Angela che fino allultimo le ha procurato serenit
e allegria.- Il funerale si terr presso la parrocchia
di SantEustorgio, sabato 21 febbraio alle ore
14.45. - Milano, 20 febbraio 2015.

stringendosi ai suoi cari.


- Milano, 20 febbraio 2015.

Partecipano al lutto:
Sergio e Marilena.
Livia Bernardelli.
Mirella Mammano.
Anna e Augusto con Alessandra, Gianluca, Andrea e Barbara.
Lella e Lello, con affetto.
Catherine e Michele.
Bona e Roberto.
Lia e Felice Inversi.

Giuliano e Daniela, Annamaria e Alberto, Emanuela e Peppo, Paola, Beatrice e Achille, con tutti
i loro figli si stringono con affetto a Claudia nel
ricordo di

Zia Sandra, Franco, Silvana, Marco, Guia, Davide, Luisella con i loro figli abbracciano Maurizio,
Piero, Anna, Rosy, Michele e la famiglia tutta per
la perdita della loro amata

Claudio

Marilena

Zia Fausta, Gabriele e Marialaura ricordano con


affetto

Claudio Lombardi

uomo di fede, sereno e generoso.


- Milano, 20 febbraio 2015.
Gianni Gueli ricorda commosso il caro

- Milano, 20 febbraio 2015.


Un grosso abbraccio a Maurizio, Piero e Anna
per la perdita di

Claudio Lombardi
nel ricordo e nel rimpianto della loro giovanile e
affettuosa amicizia. - Milano, 20 febbraio 2015.

Claudio Lombardi
un amico, un puro di cuore ci ha salutato.- Lo ricordiamo commossi.- Grazia, Enrico e Marco.
- Milano, 20 febbraio 2015.
Circondato dallaffetto dei suoi cari, in comunione con lamatissima moglie Amalia, serenamente
mancato

Antonio Carminati
Lo annunciano, con riconoscente affetto, le figlie
Loredana Franca Ornella Simonetta con le loro rispettive famiglie.- Un sincero ringraziamento a
Giovanna per le cure amorevoli di questi anni.- I
funerali si svolgeranno sabato 21 febbraio alle ore
9, giorno del loro sessantesimo anniversario di
nozze, presso la Basilica di SantAmbrogio.
- Milano, 20 febbraio 2015.
Partecipano al lutto:
La sorella Lena ed il cognato Sergio Danesi.
Benedetta Camilla Matteo Costanza Marta Giovanni GioCaccia e Sofia ricordano con affetto il caro

nonno Dino
e conserveranno nel loro cuore la gioia dei momenti trascorsi insieme.
- Milano, 20 febbraio 2015.
I nipoti Alfredo e Mariateresa Danesi con immenso dolore salutano lo

zio Dino

zia Marilena
Valeria con Gabriele, Tommaso e Chiara, Guido
con Barbara, Isabella e Clio.
- Milano, 20 febbraio 2015.

Dino
- Milano, 20 febbraio 2015.
Carlo e Carlina, Paolo e Lucia, Francesco e Alessandra, Guido e Gabriella con le loro famiglie sono
vicini con tanto affetto a Loredana e a tutti i suoi
cari nel dolore per la morte del pap

Dino Carminati
- Milano, 20 febbraio 2015.
Paolo e Luisa, Luca e Sandra, Ghego e Valeria si
stringono a Loredana e a tutta la famiglia per la
perdita del padre

Antonio Carminati

Ciao

Marilena
Silvia. - Milano, 20 febbraio 2015.

Marilena
- Milano, 20 febbraio 2015.
Famiglia Picozzi con Federica partecipa commossa al dolore di Maurizio, Anna e Piero per la perdita
della cara

Donatella e Gabriele con Elisa si uniscono al dolore di Maurizio e dei figli Anna e Piero per la perdita della cara

Marilena Fantuzzi Poli


- Milano, 20 febbraio 2015.
Maurizio, Camilla, Alberto e Nicoletta Prada sono vicini a Maurizio e ai figli Piero e Anna per la
scomparsa della cara

Marilena
presente in tanti felici ricordi familiari.
- San Felice, 20 febbraio 2015.
Vittorio Mariani partecipa al dolore di Maurizio,
Piero, Anna per la scomparsa di

Marilena Fantuzzi Poli


- Milano, 20 febbraio 2015.
Partecipa al lutto:
Il personale dipendente dello Studio Mariani.
Mimma, Elena, Paola con famiglia e Edmondo,
si stringono con affetto a Maurizio, Anna e Piero
nel ricordo di

Marilena
- Milano, 20 febbraio 2015.
Giuseppe Alfieri e figli sono vicini a Maurizio, Anna e Piero per la perdita di

Marilena

Si spenta allet di novantanni, lasciando in


tutti un caro ricordo

Il personale della societ Rivopharm, colpito dalla scomparsa della

Silvana Favetti Mantelli

Dott.ssa Marilena Fantuzzi


in Poli

Silvana
esempio di bont e di fede.
- Milano, 19 febbraio 2015.

Cristiano e Monika Crosta, Guido e Gianna Di


Pietro, Pietro e Barbara Salmoiraghi si stringono
addolorati a Paolo nel ricordo di

Carla
Vicini a Paolo, Simona, Marta, Ignazio e tutti i
cari, salutiamo con amore

Carla
ricordando i suoi occhi chiari e luminosi.- Francesco e Claudia con Roberto e i bambini.
- Milano, 21 febbraio 2015.
La scomparsa di unamica crea sempre un vuoto
doloroso.- Geppi e Gabriella Torrani piangono

Oreste e Alessandra, Maurizio e Maria Paola affranti per la scomparsa della carissima

Carla
si stringono con affetto a Paolo e ai suoi familiari.
- Cosenza, 20 febbraio 2015.
Alessandro, Elisa e Fulvia Mendini con Lidia
Prandi sono vicini a Paolo, Ignazio, Marta e Simona
in questo triste momento per la perdita di

Carla Matessi Viola


- Milano, 20 febbraio 2015.
Chicco e Valeria e le loro famiglie abbracciano
Paolo con tanto affetto ricordando la cara amica

Carla
- Milano, 20 febbraio 2015.

Carla
Bico Luisa Ricciarda.
- Milano, 20 febbraio 2015.

Carla Matessi Viola


Partecipano al lutto:
Giuseppe Santagati.
Piero e Gherarda Lucchini.
Alberto e Angela Mioni.
Ciao

Barbara
sarai sempre con noi.- Adriana, Adriana, Anna,
Annalaura, Alberto, Alessandro, Alessandro, Andrea, Biagio, Carla, Carlo, Caterina, Chiara, Cinzia, Claudio, Claudio, Clarissa, Costanza, Cristina,
Cristina, Cristina, Daniel, Daniela, Daniela, Davide, Diego, Elena, Elena, Enrico, Enrico, Fabio, Federica, Flavia, Francesca, Francesca, Giorgia, Giovanni, Giuseppe, Maddalena, Maddalena, Manuel,
Marco, Marco, Maria, Maria Teresa, Marica, Marta,
Marzia, Massimiliano, Massimiliano, Massimo,
Matteo, Michela, Monica, Nadia, Paola, Paola, Patrizia, Patrizia, Piera, Raffaella, Roberta, Roberta,
Sabrina, Sabrina, Sara, Silvia, Simona, Simona, Sisto, Sofia, Tatiana, Valeria, Viviana, Viviana.
- Milano, 20 febbraio 2015.
Giacomo Moletto e tutti i colleghi di Hearst addolorati si stringono con grande affetto alla famiglia per la perdita di una collega e unamica.- Ciao

Barbara

Giorgio
- Milano, 20 febbraio 2015.

Giorgio Sirtoli
Signor Giorgio ci mancherai.- Famiglia Zibellini.
- Milano, 19 febbraio 2015.

Partecipa al lutto:
Forum della Solidariet Onlus.
Il Presidente Carlo Sangalli, a nome di tutto il
sistema Confcommercio Imprese per lItalia, esprime alla famiglia Colucci il cordoglio per la scomparsa della

sig.ra Anna Colucci

I familiari del compianto

Avv. Antonio Celentano


annunciano che i funerali avranno luogo luned 23
febbraio alle ore 15.30 nella chiesa di San Nicol.
- Padova, 21 febbraio 2015.

- Milano, 20 febbraio 2015.


Maria Teresa Borromeo da Passano con il figlio
Giancarlo, la nuora Sofia e i nipoti Pietro e Ginevra, partecipa con grande dolore la morte del

conte
dottor

I condomini di via Antonio Banfi 2, Milano e


lAmministratore partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa della

Dott.ssa Beatrice Guglielmetti


- Milano, 20 febbraio 2015.

Marcello Borromeo
I funerali avranno luogo nella chiesa parrocchiale
di San Michele in Oreno di Vimercate luned 23
febbraio.- Per informazioni sullorario contattare il
n. 3939403772. - Milano, 20 febbraio 2015.

Daria e tutti gli amici de "Le Invasioni Barbariche"


sono vicini a Roberta ed alla sua famiglia per la
perdita del caro pap

Abbracciamo con tantissimo affetto Maria Teresa, Giancarlo, Sofia, Pietro e Ginevra e ricordiamo
con profonda nostalgia il carissimo

- Milano, 20 febbraio 2015.

Giuseppe Locatelli
Ambasciatore

Marcello Borromeo

Emanuele Scammacca
del Murgo

Enrico, Elisabetta, Paola, Paolo.


- Milano, 20 febbraio 2015.

"Dopo il lungo viaggio attraverso ricerche ed esperienze eccomi qui, scarnita


ridotta allessenza di fili occhi e radar residua lucentezza di vita pronta a trasmigrare".

Velia Sacchi
giovanissima nella Resistenza, processata e imprigionata con la "banda Turani" fuggita a Milano dove ha lavorato come redattrice de LUnit clandestina, fu una delle prime allieve donna
dellAccademia Carrara di Bergamo, la sua citt,
scultrice e pittrice eccellente.- mancata il 20 febbraio 2015 a Roma.- Ne danno il triste annuncio
la figlia Cristiana Ambrosetti, il genero Paolo Cantore, le nipoti Veronia Illuminati e Caterina Savelli,
Valeria e Roberto Sacchi.
- Roma, 20 febbraio 2015.
Il Presidente, il Consiglio Direttivo, i soci ed i collaboratori tutti del Circolo Golf Villa dEste, sono
vicini ad Alberto in questo triste momento per la
perdita della cara mamma

Agnese Scammacca del Murgo e famiglia ringraziano sentitamente il Ministero degli Affari Esteri e
della Cooperazione Internazionale, nonch il Circolo Studi Diplomatici, per la partecipazione al loro
dolore. - Catania, 20 febbraio 2015.
Sei anni fa ci lasciava

Maria Tullia Lebano


I suoi cari la ricordano con immutato affetto a chi
lha conosciuta ed amata.- Messa di suffragio nella
chiesa di San Marco il 22 febbraio 2015 ore 18,30.
- Milano, 21 febbraio 2015.
1999 - 2015

Luciana Pirotta Balestrini


sempre nei cuori e nei pensieri.- I tuoi cari.
- Milano, 21 febbraio 2015.

Antonio Ferraro

Diana Accolla
socia ed amica del circolo per lunghi anni.
- Montorfano, 20 febbraio 2015.

da dieci anni mi hai lasciato e mi manchi sempre


di pi.- Donata. - Milano, 21 febbraio 2015.

RCS MediaGroup S.p.A. - Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

SERVIZIO ACQUISIZIONE NECROLOGIE


ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30

Tel. 02 50984519

www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it
SI ACCETTANO RICHIESTE VIA WEB, E-MAIL E CHIAMATE DA CELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO
Laccettazione delle adesioni subordinata al pagamento con carta di credito

- Milano, 20 febbraio 2015.

Corriere della Sera

Cara

Barbara
ci mancher il tuo sorriso, sarai sempre nei nostri
cuori.- Livia e gli amici di Elle Decor Italia.
- Milano, 20 febbraio 2015.
Danda Santini e la redazione di Elle, insieme ad
Anna Bogoni e alla redazione di Elle a Tavola, si
stringono con immenso affetto alla famiglia e agli
amati bambini di

Barbara Giusto
- Milano, 20 febbraio 2015.

TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :


PER PAROLA:

Necrologie: 6,50
Adesioni al lutto: 13,00

I testi verranno pubblicati anche sul sito

TARIFFE ONLINE (Iva esclusa) :


Partecipazioni al lutto online

20

Fotograa

15

Biograa

50

www.necrologi.corriere.it

Abbonamento annuale pagina defunto 60

possibile richiedere servizi aggiuntivi,


disponibili solo on line

Fotograa + biograa + abbonamento


100
annuale pagina defunto

Antonella Antonelli e la redazione di Marie Claire condividono il dolore della famiglia per la scomparsa dallamata

Gazzetta dello Sport

Anniversari e ringraziamenti a modulo

Barbara Giusto

TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :

Corriere della Sera Gazzetta dello Sport

- Milano, 20 febbraio 2015.


Con profonda tristezza B&B Italia partecipa al
dolore della famiglia e dei colleghi di Hearst per la
prematura scomparsa di

Gianluca, Desiree, Nicole e Sofia sono vicini al


dolore della famiglia Poli per la perdita della

Barbara

- Vezia, 20 febbraio 2015.

I cugini Riccardo, Franco, Lori e Alessandro piangono il carissimo

Anna Colucci

Carla Matessi Viola


e abbracciano con affetto Paolo.
- Milano, 20 febbraio 2015.

esprime alla famiglia Poli il pi sincero cordoglio.


- Manno, 20 febbraio 2015.

Dott.ssa Marilena Fantuzzi


in Poli

mancata allaffetto dei suoi cari


Ne danno il triste annuncio i figli Michele e Luisa
con Francesco e Cecilia, Giuseppe e Faustina con
Alessandro Anna e Andrea.- I funerali si svolgeranno presso la chiesa San Giuseppe della Pace in via
Piero della Francesca alle ore 9 di sabato 21.
- Milano, 20 febbraio 2015.

amica carissima. - Milano, 20 febbraio 2015.

Marilena
- Milano, 20 febbraio 2015.

- Milano, 20 febbraio 2015.

Luciana, Bruno e Patrizia, Giorgio Lella e Filippo,


piangono la scomparsa dellamata

e si stringono a Paolo con affetto e commozione.


- Milano, 19 febbraio 2015.

Cami, Fede, Fra, Ila, Maggie, Robi e Sara stringono forte Maurizio, Anna e Piero per la morte della mamma

- Milano, 20 febbraio 2015.

Ne annunciano la scomparsa le figlie Daniela e


Cristina con Roberto e le nipoti Chiara e Federica.I funerali avranno luogo oggi, sabato 21 febbraio,
alle ore 11, presso la chiesa di Santa Maria Liberatrice. - Milano, 19 febbraio 2015.

Carla

Un grande abbraccio a Paolo e Ignazio ricordando la carissima

- Roma, 20 febbraio 2015.


Cristiana Benedetta e Francesca si stringono con
affetto a Loredana e a tutta la famiglia Carminati
nel ricordo del caro

Paolo, Monica, Giulia e Gigio non dimenticheranno mai la bella umanit e il sorriso di

- Novedrate, 20 febbraio 2015.


Partecipano al lutto:
Fiorella Villa.
Lucia Nadal.

Necrologie: 2,50
PER PAROLA:
Adesioni al lutto: 5,50

300,00 a modulo

185,00 a modulo

Diritto di trasmissione: pagamento differito 5,00

Servizio sportello:
i necrologi acquisiti presso Via Solferino 36 Milano (luned-venerd orario continuato 9/17.30)
beneceranno di uno sconto del 20% sulla tariffa

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

SPORT

53

Samp-Genoa: Mihajlovic invoca gli avi, Gasperini li provoca


Il blucerchiato: Con me in panchina i grandi miti. Il rossobl: La sorpresa siamo noi, loro troppo incensati
Sicuramente una malignit, ma da tempo circola il sospetto che Sinisa Mihajlovic
abbia un ghost writer. Comunque sia, il discorso pre-derby
numero 110 di Genova particolarmente ispirato. Citazione
del giorno, Giulio Cesare: Non
bisogna avere paura della paura. La perorazione tocca pi di
un sentimento nella valletta di
Bogliasco dove non circolano
pi spie nemiche (Gasperson
preferisce la tecnologia). Dopo
aver invocato il fondoschiena, non si sa mai, e accennato

alla saggezza dei proverbi (Ne


ho vinti due, di derby, e quindi...) Sinisa si rivolto agli antenati. Non saremo soli: ci saranno 68 anni di storia e voglio
che i miei giocatori guardando
lerba pensino ai segni lasciati
da tanti campioni, da Brighenti
a Vialli, da Lippi a Vierchowod
da Cerezo a Gullit, fino a Mancini. Con me in panchina i
grandi miti, Boskov ed Eriksson, in tribuna gli spiriti di
Sanguineti, primo presidente,
e quelli di Mantovani e Garrone. Voglio undici marinai. Io

sar sul ponte fino allultimo e


penso che andr bene. La Lanterna pu illuminare solo la
Sampdoria.
Per i bookmaker, malgrado
gli ultimi risultati sfavorevoli, o
forse proprio per questi, favorita la Samp. Il Genoa ha preso
6 punti ai blucerchiati, sta benissimo dal punto di vista psicofisico. Ma il senso rossobl
per la sfiga alto. Per fortuna
del Grifo Gian Piero Gasperini
viene da Grugliasco e crede solo al lavoro. Il favorito non esiste. Per dovendo scegliere un

momento per giocarlo avremmo scelto questo. Rispetto allandata siamo cresciuti e migliorati. La vera sorpresa siamo
noi. La Sampdoria stata eccessivamente incensata. Nessuno pensava che il Genoa salisse fin qua. un derby da sesto posto, non da piccolo cabotaggio; per il governatore
Burlando un bel segnale per
la citt in tempi di crisi. Gasperson non porge laltra citazione, attacca. Della Samp temo le palle inattive: hanno
labitudine di mettersi volonta-

Genova, ore 20.45


Sampdoria
Genoa
4-3-1-2
3-4-3
2 Viviano
1 Perin
29 De Silvestri
8 Burdisso
26 Silvestre
4 De Maio
5 Romagnoli
14 Roncaglia
19 Regini
88 Rincon
30 Acquah
91 Bertolacci
17 Palombo
33 Kucka
14 Obiang
21 Edenilson
21 Soriano
24 Iago Falque
10 Perotti
9 Okaka
11 Niang
23 Eder
Arbitro: Rocchi di Firenze
Tv: ore 20.45 Sky Sport 1, Sky Calcio 1, Premium Calcio

Gran colpo Pittin, argento redivivo


super rimonta, cancellate le sfortune

Risalita
Nel salto 14, nella
prova di fondo risale la
classifica e resta dietro
solo al tedesco Rydzek
me sempre il miglior sciatore
nello stormo dei passeri. largento che, dopo il digiuno di
Val di Fiemme 2013 e Sochi
2014, rimette lItalia sul mappamondo delle nevi a bassa quota
e scava il solco con i cugini dello sci alpino, mestamente tornati dagli Usa a mani vuote. la
medaglia che Alessandro pu
mostrare felice alla fidanzata
Marika, tassello importante,
insieme al tecnico Jochen Strobl, nella rinascita di questo
campione mignon (165 cm),
duro come le montagne della
sua Carnia ma scheggiato, allapice della carriera, da due
devastanti cadute. Era il 2012:

reduce da una leggendaria tripletta in Coppa del Mondo, si


schiantava a Predazzo e Klingenthal, in Germania, rompendosi la spalla e incrinando i delicati meccanismi mentali di
chi prima salta e poi scia. Da allora ha cambiato tre allenatori
e si messo nelle mani di uno
psicologo. Sepp Chenetti, linventore di Pittin oggi c.t. del
fondo azzurro, lo conosce bene: La paura inconscia di saltare il peggiore avversario.
Ma Ale negli appuntamenti importanti si esalta e nello skating non ha rivali. Era solo questione di sbloccarsi.
Sostenuto nel suo volo a planare dal vento di Falun, che ha
spettinato la gara dal trampolino spalancando scenari imprevisti, Pittin ha contenuto il distacco dal tedesco Frenzel, giocando tutte le sue carte (agilit,
velocit) sugli sci stretti, il terreno dove non teme rivali. Ha
sbranato gli avversari sullultima salita prima del traguardo,
quando a rimanergli attaccato
ai polpacci stato solo Rydzek,
il tedesco che non ti aspetti,
pi lucido e fresco nella volatona finale, con il super-specialista francese Lamy Chappuis,
campione in carica, bronzo.
Tutto, mi sono detto, tranne
4 come a Sochi. Argento vivo, invece, e non finisce qui.
Si chiude un periodo negativo. Ho sentito subito che sarebbe stata la giornata giusta. Sono tornato. Per restare.
Gaia Piccardi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Superbike
d spettacolo
e riparte nei nomi
di Bayliss e Biaggi

Cos ieri
Combinata
nordica m.
1. Rydzek (Ger)
2. Pittin (Ita)
3. Chappuis
(Fra)
12. L.
Runggaldier
(Ita)
22. Costa (Ita)
24. Bauer (Ita)
Salto f. hs 100
1. Vogt (Ger)
2. Ito (Gia)
3. IraschkoStolz (Aut)
30. E.
Runggaldier
(Ita)
33. Insam (Ita)
Cos oggi
ore 13
Cross country f.
15 km
ore 14.30
Cross country
m. 30 km
ore 16.30
salto m. hs 100
Cos in tv
RaiSport2
ed Eurosport

In volo Alessandro Pittin, 25 anni, durante la prova di salto ai Mondiali di Falun (Ap)

Milano trema e si salva in volata


Coppa Italia di basket: prodezza di Brooks, Avellino k.o.

Vittoria
MarShon
Brooks decisivo
per lEA7
(LaPresse)

DESIO Alla prima riunione stagionale degli stati generali del


basket, 39 edizione di Coppa
Italia, 16 in formato Final Eight, partendo da fine serata,
ovvero da Milano contro Avellino, lo psicodramma stato soltanto sfiorato. Messa al muro e
tenuta sotto la minaccia dei
denti aguzzi dei lupi irpini fino
alla fine (58-58 a 24 dalla fine
con palla in mano ad Avellino
che dunque poteva andare fino
alla fine), la EA7 stata salvata
a fil di sirena da MarShon Brooks. Vittoria senza gloria, onestamente, anche perch ottenuta con aiutino, di Banks che
a 19 dal termine perdeva da solo, non provocata da difesa, la

palla della possibile vittoria. E


dire che Avellino, rispetto alla
pesante sconfitta (95-78) di 4
giorni orsono al Forum, era anche priva di Anosike, il miglior
rimbalzista del campionato,
con conseguente lauta cena di
Samardo Samuels (19 punti e 12
rimbalzi) che, tuttavia, attorno
aveva anime morte, facce
smorte, poca intensit, in un

Si torna in campo
EA7 brutta e nervosa.
Vincono bene Brindisi,
Sassari e Reggio Emilia
Oggi le semifinali

limbo da digiuno universale.


Ma cera un tab da esorcizzare, quello di una Coppa Italia
che diserta la bacheca milanese dal lontano 1996. Tolta la
scimmia dalla spalla, oggi in
semifinale contro Brindisi dovrebbe andare meglio.
La lunga marcia era iniziata
con il solito sospetto della rivoluzione nelle partite secche,
con larco di fuoco (Pullen 27
punti, con 6/8 da 3) di Brindisi
che fulminava la favorita Venezia, portando lEnel a essere la
prima ad accendere la luce di
semifinale. Poi tutto rientrava e
si normalizzava con il successo
di Sassari contro Cremona, nella corsa incerta per un tempo,

Cos ieri
Quarti
Venezia
70
Brindisi
80
Sassari
74
Cremona
63
Reggio E.
80
Trento
77
Milano
60
Avellino
58
Cos oggi
semifinali
ore 18.20
Sassari-Reggio
ore 20.50
Milano-Brindisi
Cos in tv
diretta
RaiSport1

RIPRODUZIONE RISERVATA

Stanotte il via

Secondo nella combinata nordica ai Mondiali: Mi sono detto, mai 4 come a Sochi
Se azzecco il salto, mintrufolo sul podio. Nessuno, come i passerotti di tungsteno
della combinata nordica (salto
dal trampolino pi fondo: ieri
trampolino piccolo pi 10 km),
vive di sensazioni. Quelle di
Alessandro Pittin, 25 anni, storica medaglia (bronzo) ai Giochi di Vancouver 2010, hanno
preso il volo insieme a lui ieri al
Mondiale di Falun: miglior salto di una stagione in cui mai
era atterrato sul podio e solita
furibonda rimonta dal 14 posto (+116), dimostrandosi co-

riamente in fuorigioco e fanno


i blocchi, come altre squadre.
Per me fuorigioco, fallo.
Non lo dico da legislatore
(cfr. il presidente doriano Ferrero, ndr): sono le regole. Paolo
Casarin sostiene che questo
un modo di barare. Tra i convocati del Genoa c Borriello,
quelli della Samp arriveranno
solo oggi: Samuel Etoo ha un
affaticamento muscolare. Tutti
sono daccordo su una cosa: sia
un derby di calcio, nientaltro.
Roberto Perrone

trasformata per i sardi in facile


discesa dopo linfortunio di Luca Vitali, perch a Cremona, gi
priva di Cusin, non restava possibilit alcuna di costruire un
ponte (play-pivot) agibile. Era,
per, il terzo atto, tra Reggio e
Trento, quello pi intenso, ricco di umani e tecnici risvolti, risolti soltanto alle ultime battute della partita pi appassionante della giornata dei quarti
di finale.
Alla fine stata la perfezione
(16, con 4/4 da 2 e 2/2 da 3)
creativa (anche 9 assist) di Cinciarini ad aver ragione della
grande emozione trentina di
Josh Owens (19). Senza contare
il sottile piacere di vedere in
campo la giovane Italia con
Della Valle, Mussini, Polonara e
Cervi (9 e 9 rimbalzi) sulla frontiera padana contro Pascolo e
Baldi Rossi, efficaci a difesa
della trincea trentina.
Werther Pedrazzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Superbike ha 25 anni, i suoi


eroi un po di pi. Il Mondiale
delle derivate di serie che parte
stanotte a Phillip Island in
Australia (gara uno alle 2, gara
due alle 4.40, diretta su Italia 1
e Italia 2 che hanno lesclusiva
per tutta la stagione) si
aggrappa a un quasi 45enne
come Troy Bayliss, in pista con
la Ducati come sostituto di
Davide Giugliano, e a un
43enne come Max Biaggi,
tester Aprilia e commentatore
tv che in settimana ha
alimentato lipotesi di un
ritorno come wild card in
qualche gara. Due grandi
campioni, due miti.
Limportante che non

Rossa Davies sulla Ducati Aruba.it

oscurino il resto del gruppo,


che ha la sua qualit e
promette una competizione
equilibrata e spettacolare.
Otto le Case in griglia, luomo
da battere il campione in
carica Sylvain Guintoli, passato
dallAprilia alla Honda. La Casa
di Noale, trasferitosi (a
malincuore) in MotoGp Marco
Melandri, affida cos le sue
speranze a Leon Haslam con il
team Red Devils. Promettono
buone cose la Kawasaki con
Tom Sykes e Jonathan Rea,
incuriosisce la Mv Agusta con
Leon Camier ed tutta da
decifrare la Ducati, che ha
subito il duro colpo dello stop
di Giugliano: per il 25enne
romano, litaliano di punta
della Sbk, due vertebre
fratturate nei test e prognosi di
90 giorni che penalizza la
partenza della Ducati e del suo
nuovo sponsor Aruba. A parte
Bayliss, il tre volte iridato che
correr sulla pista di casa
come wild card per la gioia dei
ducatisti che lo considerano
una leggenda, le speranze da
titolo per la Panigale sono
affidate a Chaz Davies.
Tredici i round, ognuno
di due gare, il campionato si
chiuder in Qatar il 18 ottobre.
Due gli appuntamenti italiani
Imola (10 maggio)
e Misano (21 giugno)
per la Sbk, ritenuta da tanti
appassionati la vera
espressione delle corse.
al. p.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

54
.

Tv
TELERACCOMANDO

 

 

 

 

  

 

 

di Maria Volpe

Milly Carlucci
fa volare i vip
sul ghiaccio

/+44
/+$$
.+44
.+4$
"+44
"+3$
'+44
(4+24

   ,!.6+3


  ,!.6+B'.,
 ( ,!.6+B'.,
  ,!.6+3
 ( ,!.6+B'.,
     
 ( ,!.6+B'.,
  

/+44
/+24
.+44
.+%4
"+24
'+44
'+24
(4+44

;;>*';
((+44 
   ,!.6+3
((+4$     

.>+,;'
(3+44
(2+24
(%+44
(%+24
(/+4$
(.+44
(.+($
(.+%$
("+$4
34+44
34+2$

    63


 ( ,!.6+B'.,
   ;;>*';
    .>+,;'
  .0
 ( ,!.6+B'.,
    ;;>*';
   &
-  >'B
 ( ,!.6+B'.,
 

>'B3
.,> *?'. ,7',,

(4+%$
((+24
(2+44
(%+44
($+%4
(/+3$
(.+(4
("+44
("+4$
("+$4
('+2$
34+24
3(+4$

*"*+3
., ;&, '**'.,

3(+($  


 

i perfino rotta un polso


Milly Carlucci (foto),
cadendo sul ghiaccio, pur
di dare il massimo al
programma. Torna stasera
lo show che una sfida tra
11 vip (tra cui Emanuele
Filiberto, Valeria Marini,
Barbara De Rossi),
affiancati da campioni del
pattinaggio artistico che
dovranno insegnare loro a
volteggiare sul ghiaccio.
In giuria: Simona Ventura,
Marco Liorni, Gabriella
Pession, Enzo Miccio e
Selvaggia Lucarelli.
Notti sul ghiaccio
Rai1, ore 21.15

Diego Dalla Palma


ospita la Ribas

uova puntata per


lesperto di immagine e
anima, Diego Dalla Palma,
che mette a confronto due
donne: Ana Laura Ribas e
Morena Zapparoli Funari.
Michela Coppa, in giro per
lItalia, raccoglie le opinioni
della gente sulle ospiti.
Nessuno mi pu giudicare
Retequattro, ore 15.30

Saviano da Fazio
introduce Gomorra

abio Fazio e Gramellini


ospitano Teocoli,
inviato speciale ai cantieri
dellExpo di Milano; Silvio
Muccino, regista del suo
terzo film Le leggi del
desiderio; e Francesco
Pannofino. Da New York,
Roberto Saviano introduce
le ultime due puntate di
Gomorra - La Serie.
Che tempo che fa
Rai3, ore 20.10

6';3
.,.;;.  '**A 6*>'

3(+$4 

,!.6+B'.,
-   ;;>*';
 (  ,!.6+B'.,

   ,!.6+3
  

.>+,;'
3+24     

 
(/+34
(.+4$
(.+(4
(.+$$
('+3$
('+2$
34+34
3(+(4
32+($
4+%4
4+%$

 
 *"*+
  ,!.6+B'.,
 
 *"*+

 *"*+
  ,!.6+B'.,
    

 
 *"*+
  
 
  *"*+
+   
   



(/+($ 
  .3
("+($   -  
*,;
34+($  34   6';
3(+(4   -  


32+($   '  $   
4+%$        


3+($   
   

/+44   +


 ) *   ;;>*';
.+(4   443
  

.+'. 1 ;*' /-9$23


"+2$      

.++' 1 ;*' /-##23


(4+(4    *"*+
(4+$$     
 .>+,;'
((+44      ,!.6+3
(3+44  2 ,!.6+B'.,
(%+44    ,!.6+B'.,
(%+34  2 ,!.6+B'.,
(%+%$  2   ,!.6+B'.,
(%+$$   ;;>*';
(/+24    ;;>*';
("+4$       

>'B
("+$$
('+44
('+24
34+44
34+(4

33+%4
33+$$
32+44
32+%$
4+($
(+44

 3 ,!.6+B'.,
  ,!.6+B'.,
    
     ;;3
 3   ,!.6+3
 3   ,!.6+B'.,

3(+24   


33+44    

*"*+3
., *?;.6 70.7';.
32+$4
4+4$
4+(4
4+($
(+3$

 
($+$4  
.>+,;'
('+(4   ,!.6+B'.,
('+($      
34+2$   %B',
3(+($   .>+,;'
33+%$      ;6.
32+34    

*) 7&.@
4+(4
  
  .>+,;'

 
(/+(4     .>+,;'
("+(4      *3
('+(4 
 
 ,
.>+,;'
34+(4       
.>+,;'
3(+(4    .3
32+4$      .3
4+4$   
 .>+,;'
(+4$ '((  
 .3

 2 ,!.6+B'.,
   ,!.6+B'.,
  ;;>*';
 2 ,!.6+B'.,
 2    

,!.6+B'.,


(/+44 (/    *';A
(.+%$      
 *"*+
('+4$   *"*+
3(+(4   
   
32+24   
 *';A
4+24   
 

       *';A
(+34     *';A
3+24    
,!.6+B'.,

 2 ,!.6+B'.,
 2 ,!.6+B'.,
   ,!.6+B'.,
 6';

   
 

;;>*';3
.,> '. B'.

*"*+3
., >A '>

32+($  ( /4 
4+24
(+($
(+3$
(+24

  6';


  .>+,;'
     !3
  *"*+
     ;;3
    
  ;;3
   
   .3

   ;;3
     
 3  ,!.6+3
   63
  
  *"*+
  
 *"*+
    ;;3
 3 
+ ++ ,!.6+3
  '4  
  *"*+
  
 (( *"*+
 3 &34+24 ,!.6+B'.,


 

(/+44
(/+$4
(.+44
("+44
("+4$
34+2$
3(+%4
33+%4

/+(4  % 
  ,!.6+3
.+34     

.++' 1 ;*' /-9/23


**5',;6,. ;.3';
 ;;3
  -   ;;3
 % ,!.6+B'.,
+  ,!.6+B'.,
     !3
     !3

'+%$
(4+%$
((+24
((+$$
(3+44
(2+44
(%+44    

 

  

("+34     


   * #
34+44   *
34+44   
  
 * 
34+4$  
 * #
34+24   
  
 * 
3(+44      
  *

('+44        


.++' 17 =C//23
' ,,'7 >%,3
+   +
('+(4 

B'., 17 =C/C23
' .6; .6(%>B3
+  *
('+34 
  
,;'+,;* 17 =C/<23
'
,  64>3
+  (&
3(+44      
   
.++' 17 =CC923
' 6,) .6'3
+   +

3(+44   


 * #
3(+44   * 
3(+$4 -  
 *
3(+$$   
 * #
3(+$$   * 
33+%$     *
33+%$ 
    
 * 

,!.6+B'.,
.+$$   ,!.6+B'.,
"+%$     
 ;;>*';
(4+(4  ;;>*';
(4+$4   ;;>*';
((+44  ;;>*';
(2+44  $ ,!.6+B'.,
(2+2$ +  ,!.6+B'.,
(2+%4 -   

;;>*';

*';A
  *,;
   .0
   ;;>*';
  # >'B

($+24   


  *) 7&.@
(/+(4      6';
(/+$4       
-  

(%+(4
(/+44
(/+24
("+%$
('+$$

'**. 17 =C/C23


**5',;6,. ;.3';
("+$$  % ,!.6+B'.,
('+2$ 
   *"*+
34+24  - .0

,!.6+B'.,
34+44  $ ,!.6+B'.,

7;6, 17 /-8=23


'
.&, ;>6%73
**5',;6,. ;.3';

3(+(4 --   

6';3
.,> 6'  '*'00'

7;6, 17 =CC823


**5',;6,. ;.3';

'**. 1 ;*' /-

23

4+24  $ 

,!.6+B'.,
(+44 +  ,!.6+B'.,
(+2$     

- 

&6'**6 1 ;*' =CC-23


**5',;6,. ;.3';
$+($  $ ,!.6+B'.,

 

($+$$     
    
(.+%4   ,!.6+B'.,
(.+%$   ,!.6+B'.,
(.+$$      !
  
('+%4     -!
   
3(+($    

32+44  *"*+


(+4$   ,!.6+B'.,

(/+$$
(.+34
("+34
("+%$
('+2$
34+3$
3(+($
33+4$
32+44
32+($
4+2$

   6;.,
     6;.,6;.,
 
 %B',
   .0
  *"*+
    *"*+
   
*"*+
 *"*+
  %B',
    6;.,
   6;.,

 

(2+3$    


(2+$$   

,;7;'. 17 /- -23


**5',;6,. ;.3';
(/+24   

    

("+34
("+24
('+44
('+$$
34+24
3(+(4

("+44      +++ 


       

 

('+($ 
  - 6;.,
('+24   6;.,
('+%4     
34+44      
34+24   

3(+44   6;.,
3(+24   6;.,
33+34   6;.,

   
&6'**6 17 /--C23
' 6 &0'7'3
+  (&

,'+B'., 17 /-$/23
' .6+, 6%>7.,3
+  +
 
& -  
B'., 17 =C/<23
' ' .+, >%&3
+  *
-

 
,;'+,;* 17 /-- 23
' .6; !.63
+  $$ 

3(+(4    



.++' 17 =CC923
' ?' 6,)*3
+  !
  
6++;'. 1 ; /--$23
' '&* !.63
+  $#
33+(4  

,;7;'. 17 =CC$23
' .++A 5?63
+  +
33+$$    
.++' 1 ; =CC=23
' 6' 6,;'3
+   +

((+44    
 
'6;; (# $" #& '
(3+%4    
  & 
    
'6;;  " #& !
(2+3$    +
  &  )*
'6;;  " #& '
(%+($     
  34($
'6;;  " #& !
(%+$$    +
  & )*
'6;;  " #& '
 (# $" #&

33+(4 
   %
+ 
33+34  
$+ 
33+%$  $+ 
33+$$  
$+ 
32+(4   
+ 
32+(4    
$+ 

34+$4    



$
3(+(4 
'
3(+(4    
 #
3(+($    

$
3(+2$   
'
3(+%4    #
3(+%$    
$
33+44   
'



.+44  .   

* 06.%6++ ;.
6.7.0. 6!". .?'
*7&  77%, ;+0
.+$$      ;;3
'+%$   ;;>*';
((+44    ;;>*';
((+%4         

.++' 1 ;*' /-9=23


(2+24  . ,!.6+B'.,
(%+44  . 


,!.6+B'.,
(%+2$   *"*+
(/+3$    
   

&6'**6 17 =CC#23


("+($ -  

*"*+
('+$$  ,!.6+B'.,

.++' 17 =CC=23


**5',;6,. ;.3';

34+44  .

   6;.,


   ,!.6+3
 *"*+
-    *3

*"*+
  


34+24    

,'+B'., 17 =CC/23


' ,6@ +7.,
**5',;6,. ;.3';
33+$$  
 0.6;
32+%$   

 3  

?,;. 70.6;'?.
(+24     

,!.6+B'.,
;;>*';
3(+(4   
  

.++' 17 /--823


'
+7 3 6..)7
32+24    
   

&6'**6 17 =CC#23


4+%4  . ,!.6+B'.,
(+24    

;;>*';
(+$$  
 *"*+
$+(4     

;;>*';

?,;. 70.6;'?.

 
($+24
(.+($
(.+34
("+($
("+3$
34+($
3(+($
32+24
(+34
(+3$

 


(2+(4   
  
($+%$   
("+34     
3(+44      
4+(4   
!   
 
3+34    
2+%$    ,!.6+B'.,
2+$4      
 
0  


    

.++' 17 /--<23


(3+3$    ,!.6+3
(3+$$ +  ,!.6+B'.,
(2+44    0.6;

 

 .>+,;'
    .>+,;'
    .3
  .>+,;'
  .>+,;'
      .3
    .3
+  
      
.>+,;'
4+($       .3

34+%$ 
 
$+ 
3(+(4 
 
$+ 
3(+(4 
   %
+ 
3(+2$    
$+ 
3(+$4    
  
$+ 

,'+B'., 17 =CC-23

,!.6+B'.,
6';3
., B'. 6%%'.
,B. &;;'

 6;.,
  6;.,
  6;.,
   
  
   

'+%4   ,!.6+B'.,


(4+($     
    

 $    

34+%4       

32+($    


 

(+%4  % 
  ,!.6+3
3+44 
   ('."  2
2+24   
   
 

.+44
.+24
"+34
"+%$

34+2$ + 

3(+24    




(.+2$ 
  
B'., 17 /-- 2
' , +*63
+  *
("+$4   
 
??,;>6 17 =CC$23
'
., >6;*;>3
+  +
("+$$   
.++' 17 /--=23
' ;0&, 6673
+  $$ 
   
6++;'. 17 =CC923
' ." .00.*3
+  $#

/+44    

    *"*+
  ,!.6+B'.,
  >6'
  %B',
    
*"*+
   *"*+
    -
  ';'.,
  ,!.6+B'.,
      .3


(%+%4    .3
(/+44  
.3
(.+%$   
   .3
("+2$   .3
('+24     .3
34+34     .3
3(+(4 
-    
33+44      ,
33+$$  -  .3
32+%$    .3

 
($+$4
(.+24
("+44
("+24
('+44
('+24
34+44
34+24
3(+4$
33+24
32+44

  *"*+
  ;;>*';
  
 3444 ,!.6+B'.,
 3444 ,!.6+B'.,
  ;;>*';
   
 ;;>*';
   
      
    .3


(3+$$
(2+44
(2+4$
(%+44
(/+44
("+44
("+$$
('+44
3(+(4
32+24
3+34

 . ,!.6+B'.,
  
,!.6+B'.,

    *,;

  *"*+
  
    
 . ,!.6+B'.,

    *,;
  
   *"*+
    

  
,!.6+B'.,


 
($+3$    
 &  +
'6;; + ("# 
(/+44    ($
 & 
'6;;  " #& '
 (# $" #&
(.+44    +
  &  )*
'6;; + " #& '
("+$$  
   34($
  
'6;;  " #& '
34+2$     
  & 
'6;; + ("# 


  

3(+44   


$ )#+ 
3(+44    
 $& #+ 
3(+(4     
$ )#+ 
33+44  -  
  
$ )#+ 
33+44    
 $& #+ 

('+%4 
 
 
'*+ #( 
34+44 
*"*+ &
34+34     
*"*+ +
34+3$ +

*"*+ 
3(+($ 
*"*+ &
3(+($   .0 +
3(+($    
';.+ 
3(+($   
'*+ #( 
3(+($ 
'*+ &( )#$
3(+%4 
  
*"*+ 
33+44 


*"*+ &
33+4$   

';.+ 
33+(4   .0 +
33+24   

';.+ 
33+$$     
*"*+ &

Corriere della Sera Sabato 21 Febbraio 2015

55
.
Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

Se lartico di Fortitude nasconde misteri e inquietudini


Vincitori e vinti

neve, tanta neve; fa freddo, tanto


freddo. Ma a Fortitude, una citt del
circolo polare artico, c un calore speciale che riscalda i cuori: uno dei posti pi sicuri al mondo. Nessun furto,
nessun crimine mai stato commesso. C lavoro
per tutti, la citt sembra avere buone prospettive di
crescita e nel benessere i peccati del passato sembrano trovare una forma speciale di riscatto: loblio.
Del resto, con Fortitude, in inglese, si definisce anche la virt cardinale della fortezza, che qui
d il nome a una cittadina situata nellArtico scandinavo. La fortezza la capacit di resistere alle avversit, di non scoraggiarsi dinanzi ai contrattempi,

ILARY BLASI
Le Iene
Le Iene contro i talk: per
Blasi & c. su Italia 1
2.420.000 spettatori,
11,6% di share
NICOLA PORRO
Virus
I talk contro Le Iene: per
Virus su Rai2, ci sono
1.260.000 spettatori,
pari al 5,1% di share



  
+2" ''









5!@

5 @

4@4

4@5

4::

RIPRODUZIONE RISERVATA

  
5 @

5 





4,4

4,5

4@!

 


2(+)8 '' ,49: ,4!* ,4!* ,4 @ ,@9 ,4!: ,4! ,4 5 ,4 * ,4!!



 


 ;2 %

 


sceriffo Dan Anderssen (Richard Dormer) e il detective della polizia inglese Eugene Morton (Stanley
Tucci) procede per indizi, la maggior parte dei
quali ha risvolti psicologici. Non il freddo ma la
freddezza il crimine pi odioso nei confronti del
destino. La serie creata da Simon Donald e prodotta
da Fifty Fathoms e Tiger Aspect Production, la prima produzione originale Sky Atlantic in onda in
contemporanea in cinque paesi: Inghilterra, Italia,
Germania, Irlanda e Austria.
Per gli amanti del product placement consigliabile osservare come vengono utilizzati i giacconi invernali di Canada Goose.

di perseverare nel cammino di perfezione, cio di


andare avanti a ogni costo, senza lasciarsi vincere
dalla pigrizia, dalla vilt, dalla paura.
Finch un mattino, due ragazzini scoprono per
caso (ma loro non lo sanno) il corpo di un animale
preistorico. Nel frattempo, un fotografo naturalista,
trasferitosi per ragioni scientifiche nelle distese
ghiacciate delle Isole Svalbard, osserva dal suo
obiettivo un orso bianco che sta aggredendo un uomo. Imbraccia il fucile e
I due eventi sconvolgono la vita di Fortitude, come se il ghiaccio fino a quel momento avesse congelato sentimenti, misteri, inquietudini, segreti.
Lindagine che i due poliziotti compiono lo

 

;+=

2%(+ /;28+

, 2%+

: 2%+

%)

'8%(+ /;28+

(2?+




,: (2?+


 

'"*#
'(*

#(*
 "#

"0

#'"#
# #"
"#,
"#"
'"0
'+

;''1 8'% 22%= %' %'+) 0++'%")0 -2+=)%)8 ' +2 ;2+- +) +)%?%+)% % %;3+ ('8(-+ -2 8;88+ %' >&) ''1%)3") % -%+""  2+=3%
3-33+ +28%  )# )=%8 )+  @@65@@ ( ' +2 +'82 % *@@6,.@@@ ( %) --))%)+.  %)%?%+ 388%() )2 ;) -+1 ("'%+ +) -%+"" -%< +'%
 3#%2%8 -+% '82+ =+28%  +2 /;38 =+'8 % (82% -+'2  /;%)% )# -%< 2+ +) -%+""  )=  /;+8 (%+$33.

&%+ 
 
!$#((#
'


 

$# 
#*"0

*"0'#

 '

   
+38
+2%)+
%')+
 2)8+
 )?%
 2%38











)+=
+'+")
%2)?
2;"%
)+)

1/;%'








+(
(-+33+
-+'%
2%
+8)?
8)?2+








 '!#

. '2%
8)%
'2(+
'"#2+
"'%2%
'%
 

+'

;=+'+

+-28+

%+""%

+=3% (-+2'%

=

%

        

!"

)#
!#!
#*.
)
##!
#4!#
)*

0
$

0
5
5
5

!.

$
$$
+
$/
$$
$0
$$

 )
 %#**#
.!
)#.#!
1!#
)!4
!#2

!"

!.


0
$

+
0
+

$
"
$/
$/
,
$0
$$


   
  
+2? @69 +2? !6
+2? 564 +2? 6*

!"

 %)
('1

**!
!#
%#







$
0
5

!.

!"

$/
+
$/
$
$5
$
$

) #




 
-++ (+33+ +'8+ (+33+ +'8+ "%88+

!.

,
0
$
0
5
/


) 
)1
*)
 *
#.!4
& )

$/
$5
"
$0
$$

$

!"

# 

$
$
$
0
$
/
$

#)!#
 )!.#
)*.
!
!4
)#!

!"

2)+




!.

!"

#"'

 

"

"#



!"

*.!1
#!)

(-+2'

0
,

!.

/ )
+ #*
+-28+

!"

!.

0
0
)8+

$$
$

!"

)
 !!




'

   


+=3%

1
3

9
3
7 9

6
5

3
2

4 2
8

4
6
5

4
8

9
1

LA SOLUZIONE DI IERI
5
7
6
8
4
1
3
2
9

4
2
1
9
6
3
8
5
7

8
9
3
5
2
7
1
4
6

3
6
9
2
5
4
7
1
8

7
4
8
3
1
6
5
9
2

1
5
2
7
8
9
4
6
3

9
8
4
6
3
5
2
7
1

6
3
5
1
7
2
9
8
4

2
1
7
4
9
8
6
3
5



Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

050

)#!.
)#

0/5
/5/

+"(


/

)#!.

1*#

 
( "




"*#

#( " (
**  ((#

6
7

#

- #'
/"/

"'

'#
!



SUDOKU DIABOLICO
5



$05

*"



" '"(#



'"


#/#
"#+,'

+'(*

 "#





)#!.
#

""

   

$5



 '


**
)**#!

$5$

'(

5




' #" 

(#"


,

'(,

#!



!.

,
,
 +
 %


!(*'!

'


.
)**#!

5

*## !
#$""
' "# 

!+'#

$5
$5

 ("


+ "#

'*

!.

, )!#
/ +
$ )13*
/
,
%+""%
 ;=+'+3+

"#

        
 *.)
.!


( #

  

!.

$/
"
"
$$
"
$5
$$

) -2++)
%2+'?%+) %)38%'
)+28')8% -+28 (+'8
);%  -%+"" %;3
3;''1;2+-
)82+$+%)8'  3;'
)82+$ =38
%822)+. ) 3)+ 
33 "%;)" )# 2%
2'8%=()8 2 +)
)=%8 )+  /;+8
(%+$33 3; +2
-") 2)% 388+2%
'-%)%  82 ")+ )%8+
 )%)=%. (-+
-%< 3%;88+  3+'""%8+
3;'' 2
)82+$+2%)8'% '
+)8%))8.



#

"'# '
" # #
+"#( '(





'#

#(
+"




**  $#



Sabato 21 Febbraio 2015 Corriere della Sera

56
.