Sei sulla pagina 1di 9

Adozioni internazionali Domenica convegno allIsisc

A pagina otto www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Tutto pronto per la settimana della bellezza


A pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

AMBIENTE

gioved 17 11 marzo aprile 2013 N. 64 87 Direzione Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco via Mosco 51 0931 46.21.11 - Fax 0931/ sabato 2012 Anno XXVI XXV N. Mosco 51 51 Tel. Tel. 0931 0931 46.21.11 46.21.11 --FAX FAX0931 0931//60.006 60.006--Pubblicit: Pubblicit:Poligrafica PoligraficaS.r.l. S.r.l. via Mosco 51Tel. Tel. 0931 46.21.11 - Fax 093160.006 / 60.006 0, 50 0,50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Alta tensione
Lavoratori pronti per un corteo
Torna a fare capolino la protesta da parte dei lavoratori dellazienda Rifiuti Industriali, che lamentano il ritardo nel pagamento delle spettanze. Una protesta sar messa in atto dagli stessi lavoratori, i quali hanno programmato un corteo con sit in conclusivo in piazza Archimede davanti alla Prefettura di Siracusa. La giornata di protesta stata prevista dalla sigla sindacale Ugl, ma si ipotizza che anche la confederazione sindacale possa dettare altre forme di manifestazione. Del corteo in programma se ne discuter marted prossimo.
A pagina tre

Sanit

Reclamano il saldo di febbraio e le spettanze di marzo

Prova a stemperare gli animi e a rintuzzare le polemiche, scatenate a seguito dellesito delle primarie del centro sinistro, lon. Sofia Amoddio. Lo fa con una dichiarazione che prova a lanciare uno spiraglio di spiraglio alla discussione. La decisione di aprire le primarie a tutti i cittadini stata una scelta a lungo dibattuta e alla fine da tutti condivisa, con la motivazione che, un candidato che si propone di vincere le elezioni per la sindacatura non pu rivolgersi solamente ai tesserati dei partiti. Sono queste le dichiarazioni dellon. Sofia Amoddio del Partito Democratico. Ogni scelta che apre alla partecipazione non mai priva di conseguenze che possono condurre a risultati graditi.
A pagina cinque

Amoddio stempera gli animi

PRIMARIE

ricorso al rito del patteggiamento e cos un tunisino, arrestato nel maggio dello scorso anno per la coltivazione di piantine di cannabis,.
A pagina sette

Piantava marijuana Patteggia

Lassessorato regionale della Salute ha predisposto la proroga

Esenzione ticket Confusione e code

al 30 giugno per lesenzione ticket legate al reddito in scadenza al 30 marzo. Tale proroga prevista per tutti gli esenti, per i quali le condizioni economiche nel 2012 non sono cambiate rispetto al 2011, che rientrano nelle categorie E01 (cittadini di et inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni appartenenti a un nucleo familiare non superiore 36.151 euro), E03.
A pagina otto

11 aprile 2013, gioved

di Arturo Messina Un vecchio proverbio dice Chi di speranza vive di sperato muore; c un altro detto siracusano che dice che Fiducia mor; anche Ugo Foscolo sosteneva che la speranza, ultima dea, lascia i sepolcri.. La Chiesa afferma che la speranza una delle tre virt teologali, con la fede e la carit: consiste nellavere fiducia di salvarsi per misericordia divina. Nel vocabolario Fernando Palazzo troviamo :Condizione dellanima che attende con desiderio fiducioso un bene futuro. In effetti, la conditio sine qua non consiste nel sapere chi promette un bene futuro: solo allora valida laffermazione di chi dice: Non lasciatevi rubare la speranza! Siamo gi nel clima delle elezioni amministrative e tutti i candidati fanno promesse: ce n forse uno che non fa promesse, le pi rosee promesse? Tutti i partiti sono democratici: cristiani e non cristiani, credenti e non credenti, tutti assicurano che si adopereranno al servizio del popolo Si pu avere fiducia che di adopereranno veramente al servizio del popolo o si adopereranno semplicemente al soddisfacimento dei loro interessi? Pertanto non bisogna tener conto dei programmi, che sono tutti a favore del popolo: ce n qualcuno che non a favore del popolo? Limportante sapere da quale persone vengono fatte le promesse: un conto predicare e ben altro praticare! La domenica in albis la domenica della speranza, quella che conclude la settimana pi significativa, quella dellepisodio evangelico che pi riguarda proprio la speranza. Dice levangelista Luca (24, 13, 35): Ed ecco che in quello stesso giorno due di lorp erano in cammino per un villaggio di nome Emmaus Essi erano rimasti delusi in quanto ricordavano che Ges aveva detto che sarebbe risorto e che colui che avrebbe fatto la volont del Padre Suo avrebbe avuto la vita eterna.

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

11 aprile 2013, gioved

Malcontento nei lavoratori protestano per spettanze


Torna

Il sindacato ha previsto per marted prossimo lassemblea di tutto il personale per concordare un corteo

Speranza: condizione dellanima che attende con desiderio fiducioso un bene futuro (Vocabolario Palazzi)

La speranza cristiana certezza


Ne stavano concludendo che Ges era stato uno dei tanti che fanno promesse damarinai, oggi diremmo meglio di tanti politici che vanno promettendo un futuro sicuramente migliore, senza specificare se per il popolo o per loro stessi che non si accontentano, non diciamo della medaglietta di cui si accontentavano i deputati nel primo periodo dellunit dItalia, ma almeno duno stipendio pi ridotto e non da nababbi. Lessenziale tener conto di chi fa la promessa, della sua onest, della sua attivit! La Chiesa, oggi soprattutto che la domenica in albis stata poco dopo lelezione del nuovo Papa (che ha gi dato dimostrazione di volere imitare sinceramente il santo di cui non a caso ha voluto prendere il nome, dimostrando di volere essere un umile servitore) ricorda con maggiore solennit lepisodio evangelico proprio per sottolineare che non ci delude Colui che ci ha fatto la promessa. La nostra speranza, pertanto, non chimerica: certezza infallibile! Equesto che ha voluto sottolineare larcivescovo mons. Salvatore Pappalardo nellincontro con i giornalisti e gli esperti della comunicazione per una riflessione sul significato della Pasqua, sostenendo che abbiamo bisogno duna buona dose di speranza umana e cristiana. Ha anche riferito la raccomandazione che Papa Francesco ha fatto a tutti: Non lasciatevi rubare la speranza umana e cristiana! La speranza stata anche il tema trattato nel convegno tenutosi presso il salone della Chiesa parrocchiale del SS. Salvatore, in via Necropoli grotticelle, sabato scorso. Promosso dal Centro Biblico fondato dal compianto mons. Migliorisi, che volle dargli il nome di Emmaus proprio per esortare ad avere fede e speranza in Cristo che non pu deluderci se si fatto uomo per redimerci e renderci degni di andare alla casa del Padre. E Festa di Emmaus, ossia della speranza stata quella cui hanno preso parte tanti fedeli, sabato scorso, nel salone della parrocchia e domenica scorsa alla santa messa e, dopo, al concerto. Il tema, sia del convegno che del concerto, stato, ovviamente, la speranza: Salmo 46, Maria, stella della speranza ( da Spe Salvi , di Benedetto XVI). Aprire un varco alla speranza (di E. Bianchi), Rabindranath Tagore- Lalba , Riflessioni (da quelle di Mons. Migliorisi), Partenza da Emmaus ( del cardinale Carlo Maria Martini), nonch la preghiera di San Bernardo, alla Vergine Maria, dalla Divina Commedia, in cuci il

LEmmaus ha celebrato la festa della speranza con un convegno, una Messa e un concerto al SS. Salvatore

divino poeta fa dire al Santo che chi crede di salvarsi senza laiuto della Madonna, sarebbe come chi volesse volare senza aliA recitare sono stati Veronica Vasques e Gaetano Monterosso. Anche le arie religiose, hanno avuto lo stesso tema; esse sono state eseguite dalla soprano Mirella Furnari accompagnata allorgano che cos diverso dal pianoforte, sia perch ha il pedale del volume e la pedaliera, sia una gran quantit di registri per cui, se si pu considerare unorchestra, offre allorganista maggior difficolt- da suo marito, il m Davide Manigrasso. I relatori del convegno sono stati don Rosario Gisara e il dr. Gianni Failla, che dopo di aver puntualizzato che la fede e la speranza in Cristo vuol dignificare certezza di ci che Egli ha promesso a chi segue la volont del Padre, hanno affermato che la volont del Padre la carit, lamore verso tutti gli uomini, senza barriere, senza colore, senza condizione politica e sociale; solo cos la speranza diventa certezza di ci che il Cristo ci ha promesso. Il dr. Failla ha anche esortato ad avere speranza nella soluzione della crisi che stiamo attraversando a Siracusa, perch crede fermamente che ci siano le condizioni, anche nel campo industriale.

a fare capolino la protesta da parte dei lavoratori dellazienda Rifiuti Industriali, che lamentano il ritardo nel pagamento delle spettanze. Una protesta sar messa in atto dagli stessi lavoratori, i quali hanno programmato un corteo con sit in conclusivo in piazza Archimede davanti alla Prefettura di Siracusa. La giornata di protesta stata prevista dalla sigla sindacale Ugl, ma si ipotizza che anche la confederazione sindacale possa dettare altre forme di manifestazione. Del corteo in programma se ne discuter marted prossimo nel corso di unassemblea che si terr presso la direzione dellimpresa che gestisce il servizio di igiene urbana nel capoluogo. Il sindacato ha ipotizzato un corteo che, partendo da viale Ermocrate, possa culminare in piazza Archimede. La protesta che intendiamo mettere in atto - spiega Paolo Iacono della Rsa dellIgm - attiene al mancato pagamento del saldo del mese di febbraio scorso e per il fatto di non avere ricevuto alcuna garanzia da parte dellazienda alcuna garanzia per il pagamento degli stipendi del mese di marzo. La protesta dei lavoratori rivolta anche nei confronti dellamministrazione comunale che, a

In foto, lavoratori protestano.

detta della direzione dellazienda, ritarderebbe nel pagamento del servizio svolto. A noi lavoratori

non interessa alcunch dei problemi tra amministrazione pubblica ed azienda - dice Iacono - Quel

che importa la difficolt ed il disagio che ognuno di noi accusa nel vedersi negato il diritto allo stipendio

in maniera puntuale e precisa, a fronte di un servizio che eroghiamo con la massima scrupolosit.

Mi stupiscono, ma non pi di tanto, le dichiarazioni di chi ha amministrato per oltre quattro anni i trasporti pubblici in citt ha affermato Fabio Rodante, consigliere comunale. LAST era gi in difficolt nel 2008 quando ho richiesto di pubblicare nelle pensiline il percorso dei vari autobus urbani. Gi allepoca vi furono problemi economici. Lassessore non ha saputo imporsi e da allora ha chiuso ogni trattativa. Si sono susseguiti, poi, incontri con il consiglio comunale e ultimatum allazienda trasporti. I rappresentanti della politica siracusana si esposero, comunicando date certe per la risoluzione dei problemi.

Rodante: Caso Ast previsto

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

11 aprile 2013, gioved

Il Presidente Crocetta sta sban-

Lart. 37 un vero bluff del governatore Crocetta

VINCIULLO

Si riapre la vertenza dei forestali. Fali-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil hanno organizzato per domenica prossima manifestazioni aperte al pubblico in luoghi simbolici (parchi pubblici, aree attrezzate, etc) nel corso delle quali verranno diffuse e illustrate le iniziative messe in campo. Gli Esecutivi Regionali di FAI, FLAI e UILA riuniti a Palermo per valutare gli orientamenti e i provvedimenti adottati dal Governo Crocetta in materia di forestazione, dopo ampio dibattito hanno deciso di sintetizzarne il contenuto nel presente documento. L' Esecutivo, preliminarmente, manifesta disapprovazione sul metodo seguito dal Governo, che a parole, da un lato sui tavoli interlocutori propone percorsi innovativi sul fronte delle relazioni, mentre dall'altro sui temi da discutere ha gi assunto posizioni deliberate. In particolare criticano, e trovano inspiegabile, il comportamento del Presidente che rifiuta il confronto con il Sindacato su temi fondamentali quali la tutela dell'ambiente, la difesa del suolo, lo sviluppo del sistema agro-forestale, il lavoro e la stessa democrazia! questioni per il Sindacato irrinunciabili e di grande valenza strategica che non si difendono solo con i proclami attraverso i mass-media. Tale atteggiamento implica l'impossibilit per il Sindacato Con-

Si riapre la vertenza a seguito del confronto tra il governo regionale e le organizzazioni sindacali di categoria
federale di esprimere le proprie idee ed avanzare innovative proposte al fine di superare l'attuale ruolo asfittico delle politiche a tutela dei boschi, dell'ambiente e del territorio, in una regione dove la desertificazione e il dissesto idrogeologico rischiano di assumere la caratteristica della irreversibilit, provocando, come gi accaduto, danni e perdite di vite umane. E' ad un diverso modo e a nuovi obbiettivi da affidare al sistema agro-ambientale-forestale in essi compresa l'implementazione e la diversificazione delle attivit cui finalizzare risorse e utilizzo della forza lavoro, che FAI, FLAI e UILA guardano con interesse coniugando la salvaguardia e la centralit del territorio e del patrimonio boschivo con la tutela dei lavoratori, contrastando il continuo abbandono e spopolamento delle aree interne della Sicilia. L'Esecutivo reputa che i provvedimenti adottati dalla Giunta, dal blocco del turn-over all'aleatoriet dei finanziamenti per il settore, come le stesse linee di intervento adottate dalla Delibera n. 117 del 15/03 u.s., pur contenendo alcuni elementi innovatori, nella sostanza vengono vanificati da un confuso, quanto

Lavoratori forestali: domenica la protesta nei luoghi simbolo

In foto, lavoratori forestali.

Decurtazione degli stipendi dei comunali: un confronto

il consigliere sorbello

Nella conferenza dei capigruppo che si svolta ieri mattina, il

consigliere comunale Salvo Sorbello ha chiesto che venga convocata nei primi giorni della prossima settimana una riunione operativa, con la partecipazione del Commissario straordinario del Comune e dei dirigenti comunali, al fine di fare la massima chiarezza sulla questione delle somme delle quali chiesta la restituzione a circa 700 dipendenti dellamministrazione municipale. Su questa vicenda occorre evitare facile demagogia elettorale ma allo stesso tempo dichiara Salvo Sorbello - nel momento in cui si mettono le mani nelle tasche di centinaia di dipendenti comunali, indispensabile comprendere bene gli esatti termini dellintera vicenda. Solo dopo avere esaminato tutti gli aspetti della questione, sar possibile adottare eventuali provvedimenti che verrebbero in ogni caso a penalizzare famiglie siracusane gi provate dalla crisi economica in atto.

dierando come propria una norma gi scritta e presentata dal Sen. La Loggia nel 2005, quando lo stesso era Ministro degli Affari regionali, allinterno di un provvedimento legislativo nazionale. Lo ha dichiarato lOn. Vincenzo Vinciullo, riferendosi alla cosiddetta applicazione dellArt.37 dello Statuto, il quale prevede che le aziende che producono in Sicilia, se pur con sede madre fuori dellIsola, paghino quota parte delle tasse alla Regione. LOn. Vinciullo, che nella scorsa Legislatura era stato il relatore del Disegno di Legge che prevedeva un incremento delle risorse previste dallArt. 37 per la Sicilia ha continuato: questi 150 milioni per il triennio sono assolutamente fittizzi, in quanto si fondano su una riduzione di risorse statali, gi spettanti alla Regione Sicilia, con ulteriori riduzioni di trasferimenti e con laggravio di nuove funzioni, oggi, non ancora previsti. Un provvedimento ha concluso lOn. Vincenzo Vinciullo inutile, che non possiamo n accettare, n considerare una vittoria per la Sicilia. La motivazione portata dai parlamentari dell'opposizione fa riferimento all'articolo 11 del decreto sui debiti della pubblica amministrazione che stabilisce, "senza possibili dubbi, che le risorse ex articolo 37 per il triennio 201315 vengano prelevate da risorse gi destinate alla Sicilia e precisamente da alcune voci specifiche ex articolo 38 dello Statuto, precisamente dai fondi destinati all'edilizia agevolata e al recupero monumentale. Una sorta di compensazione, in sostanza aggiungono - attraverso la quale il governo nazionale soddisfa le richieste della Sicilia riguardo all'applicazione dell'articolo 37 dello Statuto, permettendo di riscuotere 150 milioni in tre anni dalla tassazione delle imprese operanti nell'Isola, ma dall'altro lato sottrae somme d'importo equivalente dalle voci finora utilizzate a scopi sociali". Si tratterebbe dunque, secondo l'opposizione di "risorse gi destinate alla Sicilia". "Norma slogan se non addirittura norma truffa fatta in barba ai siciliani verso cui questo governo regionale si venduto l'articolo 37 con una eclatante propaganda" denuncia Falcone.

Prova a stemperare gli animi e a rintuzzare le polemiche, scatenate a seguito dellesito delle primarie del centro sinistro, lon. Sofia Amoddio. Lo fa con una dichiarazione che prova a lanciare uno spiraglio di spiraglio alla discussione. La decisione di aprire le primarie a tutti i cittadini stata una scelta a lungo dibattuta e alla fine da tutti condivisa, con la motivazione che, un candidato che si propone di vincere le elezioni per la sindacatura non pu rivolgersi solamente ai tesserati dei partiti. Sono queste le dichiarazioni dellon. Sofia Amoddio del Partito Democratico. Ogni scelta che apre alla partecipazione non mai priva di conseguenze che possono condurre a risultati graditi ad alcuni e meno ad altri, ma un partito aperto e democratico deve dimostrare coerenza e trasparenza. Garozzo - prosegue lAmoddio - ha vinto le primarie e, salvo prova contraria, la sua vittoria netta e va riconosciuta da tutti coloro che credono nel valore democratico e partecipativo delle primarie. Auspico che tutti comprendano limportanza di dimostrare con i fatti ununit di partito che esca dalla logiche delle aree. La mia preferenza ad Alessio Lo Giudice - continua lAmoddio - non dettata da logiche di appartenenza di area ma da affinit politica, stima personale, condivisione del modello di citt che propone e dalla consapevolezza di trovarsi di fronte a un uomo libero e indipendente; non di meno reputo Giancarlo Garozzo un candidato di esperienza e competenza. Giancarlo Garozzo per deve essere consapevole che il regolamento delle primarie stato costruito su un principio fin troppo chiaro, quello di segnare una discontinuit con coloro che negli ultimi anni hanno ricoperto ruoli istituzionali, o manifestato orientamenti politici in contrasto con i punti programmatici presenti nella Carta dintenti sottoscritta dalla coalizione di centrosinistra. Spero che Garozzo assuma una posizione chiara rispetto ai soggetti politici provenienti dal centrodestra che lo hanno appoggiato pubblicamente durante la campagna elettorale, che non sono

La parlamentare nazionale del partito democratico dichiara di avere appoggiato Lo Giudice e prova a stemperare gli animi esacerbati

Amoddio: Garozzo, vittoria netta ma deve chiarire

11 aprile 2013, gioved

In foto, lon. Sofia Amoddio.

elettori comuni ma esponenti che hanno ricoperto ruoli istituzionali nei partiti di destra. Unultima notazione circa il risultato di Lo Giudice. Ho seguito la sua campagna

elettorale ed ho visto moltissimi giovani aggregarsi con passione intorno al suo progetto di citt. E un segno profondo di rinnovamento della politica che mi ha emozionato e che non deve anda-

re disperso. Questo patrimonio di idee, speranze e progetti, che si costituito attraverso le primarie, pu cambiare realmente la nostra citt. R.L.

PROVINCIA REGIONALE

Strada provincia 61: firmato il contratto di manutenzione


E stato firmato il contratto relativo ai lavori di
manutenzione straordinaria della S.P. n. 61 Monte TauroMonte SantElena nel tratto compreso tra il bivio di corso Sicilia, adiacente a Villa delle Rose, direzione Ospedale Muscatello, e il sottopasso ferroviario ad Augusta. Il progetto prevede la sistemazione e messa in sicurezza dellimportante arteria stradale ed stata la ditta GEN di Mussomeli (Caltanissetta) che se l aggiudicato con un ribasso dasta del 27,07 % sullimporto a base dasta che era di 353 mila euro. In soli 18 mesi i lavori sono stati progettati e aggiudicati, infatti, il 22/11/2011 stato approvato il progetto ed il relativo finanziamento con mutuo della Cassa Depositi e Prestiti, il 9/05/2012 stata bandita la gara, il 17/12/2012 stata fatta laggiudicazione provvisoria e il 5/02/2013 stata fatta laggiudicazione definitiva. I tempi di realizzazione previsti sono di 8 mesi. Con lappalto della S. P. n. 61, lAmministrazione Provinciale di Siracusa ha dato unulteriore prova che si muove sempre nella direzione della buona politica e dellefficienza amministrativa dato che si trattava di un progetto che si potuto realizzare

grazie allutilizzo di 2,5 milioni di euro, bloccati da anni. Lappalto originario, per la sistemazione della S.P. 61 Monte Tauro-Brucoli-Agnone, era stato vinto da una ditta che era stata successivamente esclusa per mancanza della certificazione antimafia, dando luogo,quindi, ad un conseguente blocco delliter per la realizzazione dellopera. A questo punto lAmministrazione Provinciale, presieduta dallOn. Nicola Bono, prendendo atto dellimpedimento, e anche della difficolt operativa per la sistemazione del sottopasso ferroviario, ha ritenuto di utilizzare il mutuo per altre opere, sempre nel territorio augustano, fortemente richieste dai cittadini ed ha avviato la progettazione , e oggi lesecuzione, sia della Provinciale n.1 Augusta-Brucoli, altres denominata Strada della morte, con un progetto da 600 mila euro, che della Monte-Tauro-Monte SantElena, oltre alla rimozione della la frana che da anni cera sullex viabilit ASI. Il presidente Bono, nel presentare con soddisfazione questa progettualit ha dichiarato che c limpegno degli Uffici provinciali di completare al pi presto la Monte TauroMonte SantElena.

11 aprile 2013, gioved

Settimana della bellezza Tutti allidroscalo


Ci
sono anche Melilli con il villaggio preistorico della Timpa Ddieri, Augusta con uniniziativa sul crollo del Rivellino e Siracusa con il suo idroscalo, tra gli appuntamenti della cosiddetta Settimana della bellezza, che prende il via domani per concludersi il 21 aprile prossimo. La risposta di Legambiente allannullamento della settimana della cultura 2013 da parte del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali, che ha sospeso per il momento lormai storica settimana primaverile di apertura gratuita dei luoghi statali dellarte. Alla Settimana della Bellezza hanno aderito ARCI, INU e Fillea CGIL. La controproposta dellassociazione ambientalista - che prevede eventi culturali e visite guidate lungo tutta la Penisola per approfondire la conoscenza del territorio e dei suoi caratteri identitari - intende anche sottolineare al nuovo governo lassoluta necessit di uninversione di tendenza rispetto ai tagli finanziari fatti in questi ultimi anni alla cultura e quella di una nuova governance dei beni culturali. Una diversa politica per i beni culturali di cui Legambiente delinea le caratteristiche nel disegno di legge sulla bellezza che ha predisposto e per il quale ha gi raccolto la sottoscrizione di circa quaranta nuovi parlamentari e di alcuni sindaci e amministratori, oltre al sostegno di settanta personalit del mondo della cultura, dello spettacolo e della societ civile. In Sicilia, la Settimana della Bellezza si incrocia con la campagna Salvalarte, che ritorna con la settima edizione di Salvalarte Madonie. "Vogliamo far conoscere dichiara Gianfranco Zanna, direttore regionale di Legambiente Sicilia - le tante cose belle della nostra isola, ma anche denunciare le troppe bruttezze che mortificano e deturpano il paesaggio siciliano. Cerchiamo cos di contribuire ad educare alla bellezza i siciliani, perch solo e unicamente la bellezza che salver il mondo". Questo, nel dettaglio, il programma siciliano Dall1 aprile al 30 maggio, Santa Ninfa (TP), Castello di Rampinzeri, Mostra fotografica Custodi di Bellezza. Da sabato 12 a domenica 21, Agrigento, Alla riscoperta della Chiesa di Santa Maria dei Greci. In collaborazione con lAssocia-

Il sito storico stato inserito tra gli appuntamenti delliniziativa di Legambiente insieme al villaggio preistorico Timpa Ddieri di Melilli e il Rivellino di Augusta

Era sfuggito alla cattura nellagosto 2011 ma stato poi acciuffato a Matera nel maggio dello scorso anno
ricorso al rito del patteggiamento e cos un tunisino, arrestato nel maggio dello scorso anno per la coltivazione di piantine di cannabis, dopo poco meno di un anno di reclusione, potuto tornare in libert. E stato il Gup del tribunale Patricia De Marco, ad accogliere la richiesta delle parti e ad applicare a carico di Ben Meftah di 31 anni, la pena di 1 anno e 10 mesi di reclusione oltre al pagamento di 8 mila euro di multa, cos come concordato dal pm Bonfiglio e la difesa rappresentata dallavvocato Luigi Caruso. Loperazione nella quale stato coinvolto risale al 25 agosto 2011, quando lequipaggio di un elicottero delle fiamme gialle, sorvolando le campagne tra la provincia di Siracusa e Catania, aveva notato dei movimenti sospetti allinterno di alcuni agrumeti. I Finanzieri durante lirruzione nellagrumeto di contrada Rann nel territorio di Lentini, per, non sono riusciti a catturare i custodi, fuggiti perch allertati dai due dobermann messi a guardia della coltivazione. Allinterno del fondo sono state comunque rinvenute circa 750 piante di marjiuana e inoltre sono stati recuperati un corano e una pistola Bruni modello 92 con 15 colpi nel caricatore. Gli investigatori, coordinati dalla procura di Siracusa sono riusciti attraverso appostamenti e comparazioni fotografiche

Coltivava marijuana Tunisino patteggia

11 aprile 2013, gioved

anche in quella circostanza sfuggito alla cattura lasciando in mano dei poliziotti il passaporto. Si poi spostato a Trapani ed stato arrestato nel maggio dello scorso anno a Matera dove nel frattempo si era trasferito. L'imputato ha ammesso sostanzialmente le proprie responsabilit. sostenendo di avere avuto incarico di innaffiare il giardino con dentro le piante di marijuana.

Floridia A fuoco una Fiat

Lincendio di

zione culturale Spazio Il Funduk, che sar una vera e propria officina del talento, visitabile tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19,30. Sabato 13, Palermo, ore 11, Villino Favaloro (piazza Virgilio), sit-in per salvarlo dal degrado e chiederne la fruizione. Sabato 13 e domenica 14 / sabato 20 e domenica 21, Partanna (TP), Alla scoperta delle radici di Partanna: escursione tra natura e arte, visita guidata al sito archeologico di contrada Stretto, del Castello Grifeo e della Chiesa Madre. Degustazione di prodotti tipici e di vini locali. Raduno alle ore 9 in piazza Falcone-Borsellino. Domenica 14, Santa Ninfa (TP),

In foto, la Timpa Ddieri. Sotto, lidroscalo di Siracusa.

Castello di Rampinzeri, ore 9, giornata di studio: La valle del Delia nella preistoria antica: le industrie litiche di Fiumegrande e dei rilievi di Santa Ninfa. Domenica 14, Dalle Cave di Cusa alla citt degli Dei: Selinunte. Visita guidata con partenza da Palermo alle ore 8. Appuntamento a piazza Lolli. Domenica 14, Villasmundo Melilli, visita guidata al Villaggio Preistorico di Timpa Ddieri. Raduno a Villasmundo in piazza Risorgimento alle ore 10. Marted 16, Palermo, ore 17, Cantieri culturali della Zisa Centro sperimentale di cinematografia, presentazione del documentario Ludovico Corrao e il Museo delle Trame mediterranee di Salvo

Cuccia. Seguono interventi di Antonino Buttitta, Giancarlo Licata e Gianfranco Zanna. Gioved 18, Augusta, ore 11, iniziativa sul crollo del Rivellino. Venerd 19, Messina, ore 17, Palazzo della Provincia Salone degli Specchi, presentazione del disegno di legge per la tutela della Bellezza. Sabato 20, Catania, ore 10, presentazione del concorso fotografico la Bellezza della Natura, immagini per conoscere e per tutelare lo straordinario patrimonio naturalistico che ci circonda. Da sabato 20 a domenica 28, settima edizione di Salvalarte Madonie, in collaborazione con lEnte Parco delle Madonie e le Amministrazioni comunali. Domenica 21, Marsala, dalle ore 10, Chiesa di Santa Maria della Grotta, pulizia del sito abbandonato e degradato. Domenica 21, Thapsos Penisola di Magnisi (Priolo Gargallo SR), escursione e visita guidata dellimportante sito archeologico in forte stato di degrado e abbandono. Appuntamento alle ore 9 al cancello dingresso del sito. Domenica 21, Siracusa, ore 17, Idroscalo (via Elorina 23), presentazione del libro Un paradiso siciliano ritrovato di Roberto De Pietro.

Pattuglia della Guardia di Finanza. a risalire allidentit le poco tempo prima del proprietario del aveva firmato il preterreno, Giovanni liminare di acquisto Munzone, gi noto del terreno da un alle forze dellor- agricoltore ottantendine per precedenti ne. Il Munzone sar proprio in materia di successivamente prostupefacenti, il qua- cessato e con il rito

abbreviato ha rimediato la condanna a 4 anni di reclusione, inflitta dal Gip del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco. Del tunisino, indvi-

duato dagli investigatori mentre irrorava le piante, invece, nessuna traccia, se non qualche tempo dopo stato fermato per una normale identificazione, ma

unautovettura Fiat Ulisse parcheggiata in via Palestro, a Floridia, ha reso necessario, alle ore 22.50, lintervento di una squadra dei Vigili del Fuoco della sede centrale; dopo aver domato le fiamme, che hanno danneggiato la parte anteriore e labitacolo del veicolo, i Vigili del Fuoco non hanno rilevato elementi per una determinazione certa delle cause. Sul posto, i Carabinieri.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

11 aprile, gioved

La denuncia sporta dalla Societ dei servizi Cgil della Sicilia, che lamenta come vi siano lunghe code allazienda sanitaria provinciale per avere informazioni

vita di Quartiere

11 aprile 2013, gioved

Lassessorato

Proroga esenzione ticket Ma la confusione continua

Presso listituto di detenzione del siracusano il Presule stato accolto molto simpaticamente dalla direttrice, la dottoressa Paola Gian

regionale della Salute ha predisposto la proroga al 30 giugno per lesenzione ticket legate al reddito in scadenza al 30 marzo. Tale proroga prevista per tutti gli esenti, per i quali le condizioni economiche nel 2012 non sono cambiate rispetto al 2011, che rientrano nelle categorie E01 (cittadini di et inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni appartenenti a un nucleo familiare non superiore 36.151 euro), E03 (titolare di assegno sociale e loro familiari a carico), e E04 (titolare di pensione al minimo di et superiore a 60 anni e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263 euro incrementato fino a 11.362 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico). Rimangono obbligati al rinnovo i soggetti appartenenti alla categoria E02 (disoccupati e i loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore ad 8.263 euro incrementato fino a 11.362 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico). Per la CGIL importante ricordare a tutti coloro che si accingono a rinnovare lesenzione con codice E02 che si considerano disoccupati i soggetti regolarmente iscritti negli elenchi dei Centri per limpiego e che comunque hanno perso una precedente attivit lavorativa alle dipendenze, escludendo da tale esenzione gli inoccupati o chi ha avuto come unica attivit lavorativa quella di lavoratore autonomo, escludendo quindi chi non ha mai lavorato alle dipendenze. Inoltre si puntualizza, che quando si parla di familiari a carico appartenenti al nucleo familiare, la nuova legge sui ticket del 18/01/2012 ,si riferisce ali nucleo familiare fiscale, che comprende il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e le persone a carico per le quali spettano le detrazioni per carico di famiglia in quanto titolari di reddito non superiore a 2.840 euro, ricordando che non ci sono limiti dei 26 anni per considerarsi familiare a carico; Informazioni distorte che aumentano le difficolt del cittadino.. Quindi, si tiene a ribadire che il

nucleo familiare da tenere conto non quello dello stato di famiglia (nucleo familiare anagrafico) ma quello del nucleo familiare fiscale. La cattiva informazione , anche data dagli uffici dell ASP,

In foto, Uffici dellAsp di Siracusa.

ha precluso il diritto a famiglie a cui stata negata lesenzione anche avendone diritto - - afferma Yvonne Motta, responsabile provinciale della Societ Servizi di Sicilia aderente alla Cgil - Esempio errata informazione.

Un nucleo familiare composto dal capofamiglia disoccupato, dal coniuge e un figlio a carico con un reddito inferiore a quello previsto per aver diritto all'esenzione E02 e un'altro figlio residente nello stesso nucleo familiare economicamente autonomo , non fiscalmente a carico (perch titolare di un reddito superiore a 2.840 euro il quale reddito stato conteggiato al reddito del disoccupato e dei familiari fiscalmente a carico facendogli perdere erroneamente il diritto all'esenzione. Si ricorda che lesenzione viene rilasciata dall ASP dopo aver firmato unautocertificazione, con tutte le responsabilit penali che la sottoscrizione di unautocertificazione resa pu avere. All ASP deve essere presentata lautocertificazione allegando la sola tessera sanitaria e documento didentit e nessunaltro documento, sar compito della pubblica amministrazione di procedere alla verifica del possesso dei requisiti. La CGIL pertanto - afferma Yvonne Motta - facendosi carico delle difficolt in cui andranno incontro molti cittadini mette a disposizione la propria consulenza a tutti coloro che ne avranno di bisogno.

previsto per domenica prossima

l mondo femminile e i diritti dell'infanzia protagonisti dell'evento organizzato dalla Fildis e dall'Isisc sul tema <Diritti umani e adozioni internazionali>. L'iniziativa in programma domenica pomeriggio con inizio alle ore 17 nella sede dell'Istituto Superiore internazionale di Scienze Criminali di via Logoteta. L'evento rientra nel ciclo <Conversazioni a regola d'Arte> che la Fildis Siracusa organizza dal 2011. Ospite d'onore della conversazione Cristina Fazzi, medico single, originaria di Enna, che opera professionalmente nello Zambia

Adozioni internazionali Convegno allIsisc


come missionaria e che ha adottato il figlio Joseph in base al principio delle <adozioni in casi particolari>, principio che il Tribunale di Caltanissetta ha dichiarato efficace anche in Italia grazie alla legge 184 del 1983. Cristina Fazzi la prima mamma adottiva single in Italia. Intervengono Ma ria Vittoria Fagotto Berlinghieri, presidente Fildis Siracusa, Ezechia Paolo Reale, direttore dell'Isisc, Emma Seminara, magistrato al Tribunale dei minorenni di Catania. Sar presente Liana Tumbiolo, avvocato cassazionista, presidente nazionale della Fildis.

ons. Pappalardo in visita a Brucoli e Cavadonna Alcuni lo attendono per un saluto. Altri desiderano incontrarlo per la prima volta. Qualche altro ne approfitta per una benedizione. La visita di Mons. Salvatore Pappalardo nelle due case di reclusione siracusane comincia a diventare una piacevole abitudine. L'arcivescovo di Siracusa ha voluto portare ai detenuti del carcere di Brucoli e poi del carcere di contrada Cavadonna l'augurio di una Pasqua di speranza. La festivit appena trascorsa e Mons. Pappalardo, impegnato tutti i giorni con la Visita Pastorale in Diocesi, ha voluto dedicare delle ore a coloro i quali si trovano rinchiusi negli istituti di pena siracusani. Nel carcere di contrada Cavadonna stato accolto dalla direttrice Angela Gian. L'arcivescovo era accompagnato dal cappellano don Camillo Messina ed ha avuto la possibilit di entrare a contatto con i

Neapolis: mons. Pappalardo in visita alla CC di c.da Cavadonna


detenuti impegnati a scuola, alcuni nelle cucine o in lavanderia, o con quelli che si trovavano in cortile. Un passaggio obbligato anche alla cooperativa L'Arcolaio, che produce biscotti di mandorla ormai famosi in tutto il mondo. Situazione simile al carcere di Brucoli (Augusta). Mons. Pappalardo, accompagnato dal cappellano don Angelo Lipari, stato accolto dal direttore Antonino Gelardi. L'arcivescovo ha avuto la possibilit di entrare in diverse sezioni dell'Istituto, incontrare i detenuti, anche quelli che frequentano la scuola per conseguire una licenza elementare, media o un diploma per un migliore reinserimento sociale. In teatro il saluto al vescovo da parte di molti carcerati riuniti per ascoltare quel suo messaggio. Mons. Pappalardo ha cercato di dare speranza. Sono venuto solo per un saluto - ha detto l'arcivescovo perch nonostante non possa essere qui spesso, vi porto sempre nel cuore. La Pasqua e' la festa della speranza perch dal momento che il Signore Ges si fatto come noi, ha condiviso la nostra condizione umana fino alla morte. Per la parola definitiva non la Morte, ma la sua Resurrezione. In questo modo ci dice che si pu uscire da questa condizioni di difficolt che si pu superare anche quel limite della morte, perch Lui risorto e promette la vita a coloro che credono in Lui, che vivono il suo Vangelo. Un saluto, una stretta di mano, una benedizione sul capo o la benedizione di un Rosario. Sono piccoli gesti del Pastore che incontra i propri figli. C' chi saluta dalla finestra, quella piccola apertura della cella chiusa dalle forti sbarre. Salutare tutti purtroppo non possibile. C' anche chi non si alza nemmeno all'arrivo del vescovo, restando sulla panca in attesa che la partita di calcio possa ricominciare. Nessun problema: Mons. Pappalardo si avvicina e consegna una piccola immagine del Ges Cristo in croce, realizzata per l'Anno della Fede proclamato da Papa Benedetto XVI. C' il Credo e un messaggio sul sessantesimo Anniversario della Lacrimazione di Maria a Siracusa. Proprio adesso e a voi voglio dare il messaggio di nutrire la speranza. Papa Francesco ce lo ha ricordato Non lasciatevi rubare la speranza altrimenti diventa impossibile vivere. Non possiamo permetterci di smettere di sperare. Soprattutto noi cristiani abbiamo ragioni per dire che il bene sempre pi forte del male. S. E. Rev.ma Mons. Salvatore Pappalardo nato a Nicolosi (Arcidiocesi di Catania) il 18 marzo 1945 ed stato ordinato presbitero il 30 giugno 1968. Dopo gli studi nel Seminario arcivescovile di Catania, ha conseguito la licenza in Teologia e il dottorato in Diritto Canonico presso la Pontificia Universit Lateranense di Roma. Nella diocesi agatina ha ricoperto i seguenti incarichi: cooperatore parrocchiale nella parrocchia cittadina di S. Luigi; insegnante di religione nelle scuole statali; incaricato dellUfficio Catechistico diocesano; vicerettore del Seminario; vice-cancelliere della Curia arcivescovile; parroco; cancelliere. Dal 1989 al 1998 stato Vicario generale di Catania. Eletto vescovo di Nicosia il 5 febbraio 1998, stato ordinato vescovo il 5 marzo 1998 nella Basilica Cattedrale di Catania. Inizia il suo ministero episcopale nella diocesi di Nicosia il 25 marzo 1998. Il 12 settembre 2008 Sua Santit Benedetto XVI lo elegge Arcivescovo Metropolita di Siracusa. Inizia il ministero pastorale nell'Arcidiocesi l'8 novembre 2008. Attualmente, in seno alla Conferenza Episcopale Siciliana, Vescovo delegato per la Liturgia. Da Settembre 2010 anche membro della Commissione Episcopale per la Liturgia della Conferenza Episcopale Italiana.

a casa circondariale di contrada Cavadonna si trova in una zona periferica della citt, nettamente isolata da tutto. Dagli abitanti del posto conosciuta con il nome di Cavadonna. un istituto nuovo con grandi spazi esterni di verde. Ci nonostante gli spazi dedicati allo sport e allo svago sono solo di utilizzo del personale poich non vi stato previsto un passaggio protetto che colleghi le sezioni con questi luoghi. Vi un area dedicata ad un reparto femminile ma non stato possibile attivarla per mancanza di personale di polizia penitenziaria femminile. Lanno di costruzione e di consegna il 1997. La struttura si presenta in ottimo stato strutturale e organizzativo. Anche se di trova isolato dalla citt e dalle strade principali vi un mezzo di trasporto pubblico che ferma proprio davanti lingresso. Listituto suddiviso in 4 blocchi: Media Sicurezza, Alta Sicurezza, Protetti e isolamento. Ogni blocco autonomo per quanto concerne il passeggio, la sala colloqui. Le stanze sono ben organizzate poich per ciascuno vi un vano che contiene il cucinino con una base in marmo e un piccola finestra, il vano bagno con la doccia e lacqua calda separato dalla zona cucina da una tendina. Le sezioni sono separate da lunghi corridoi molto luminosi resi gradevoli da vetrate dipinte con realizzazioni degli stessi detenuti nella struttura.

Un istituto affollato ma di tipo moderno e molto ben organizzato

10

11 aprile 2013, gioved

si svolta a Palermo la Terza prova Regionale del Gran Prix Sicilia. Manifestazione che comprende al suo interno anche il campionato Regionale per societ, A tale manifestazione erano presenti ben 6 societ. La Polisportiva Aspet Siracusa, in quel di Palermo era rappresentata come al solito da Biagio Carrubba Nitto Salvatore e dalla nuova leva Doci Spartak, e dallaccompagnatore ufficiale Biagio Valenti. Grandissima giornata di gare, dove su pista Carrubba e Doci si sono fatti valere rispettivamente sui metri 100 e 200 100 e 400. Doci dopo quasi un anno di inattivit, a fatto registrare il miglior tempo sui 400, mentre Carrubba riuscito ad abbassare il suo personale sui metri 100, arrivando a sfiorare il record

Ultimamente

La Aspet si fa onore a Palermo

E la polisportiva aretusea che annovera atleti diversamente abili

In foto, i campioni di Aspet della mixion palermitana. Italiano di categoria, record gi suo, fatto registrare 3 anni fa. La sorpresa arriva ancora una volta dai lanci. Nitto ha fatto registrare il suo personale nel getto del peso con la misura di metri 6,91 superando a distanza di due settimane il risultato di Ancona con il quale aveva vinto sempre nel peso la medaglia dargento con 6,64. Invece nel lancio del disco si riconferma a quota 25 metri. Grandissimo risultato finale per societ. LAspet si piazza al secondo posto, secondi solo allo squadrone di Ragusa. Battuti Gela Alcamo -Piana degli albanesi e il Faro augusta. Contentissimo Valenti, arrivare secondi era unimpresa insperata, sapendo che noi siamo in inferiorit numerica, solo 3 atleti. In poche parole noi con la qualit, abbiamo sconfitto la quantit. E adesso tanti appuntamenti ci attendono nei prossimi mesi, con la speranza di riuscire a mantenersi su questi livelli. La classificazione ufficiale per gli sport per disabili (o Il codice) un sistema sviluppato dal Comitato Paralimpico Internazionale con lo scopo di creare delle specifiche categorie per gli sport per disabili, basandosi sulla tipologia ed il grado di handicap degli atleti. Tradizionalmente, gli atleti paralimpici vengono classificati secondo sei diverse classi: amputazioni, paresi cerebrali, difficolt visive, lesioni spinali, handicap intellettuali e un gruppo che include tutti quelli che non rientrano nelle precedenti categorie.

parola tormentata, gravida, feconda, dentro la quale si agita il senso ed il mistero dellesistenza, quel groviglio di verit che, aprendosi al mondo, d luce alla storia, rivelandone le atrocit e le imposture. Regna il toro a Cnosso, la bestia potente che irrompe sull'orlo di un fasto che si sfalda e decade, sforza e invade regine di noie e mollezze. Il prezzo di tanto regresso, il ritorno ad ere pregresse, il sacrificio barbarico a scadenze fatali. Nessun Teseo qui giunge, nessuno pu liberar dall'oltraggio l'Atene civile.Cos Consolo, nel denso e profetico scritto Per una metrica della memoria, pubblicato nel 1996, rappresenta la brutalit del potere, che assume sembianza bestiale nel toro. Nessun Teseo potr mai salvare la civilt ferita dalle mafie e dalle tresche dei potenti, nessuno potr rimarginare la societ contemporanea dalloltraggio supremo inflitto all Atene civile.La parola di Consolo una parola aurorale, sorgiva, preziosa. Ma anche, allo stesso tempo, una parola scabra, tesa, innervata nella tensione a indagare e a risolvere il gliommero gaddiano, quel nodo oscuro che lega nel suo intreccio mortale la vita alla trama imperscrutabile del potere. Ed proprio nel linguaggio che lo scrittore si riconosce capace di manifestare la parresia, il parlar franco, il rivolgersi al mondo con leopardiana franca lingua: il coraggio di dire, di proclamare la verit di fronte al Potere, di fronte alliniquit ed allimpostura del proprio tempo, di ogni tempo, declinando nel dolente melos della parola, ma anche nella modalit geometrica ed essenziale dellinchiesta, la ferita dellumano, la spoliazione della memoria, la brutalit della btise del post-human, che tutto ottunde. E unesigenza intima, quasi primitiva, e, quindi, irrinunciabile, di giustizia nei rapporti tra esseri umani, di chiarezza e razionalit che naturalmente si oppongono alloscura nebbia nella quale il potere cela i suoi disegni e le sue operazioni. Chiarezza e ragione rinviano allorizzonte culturale in cui Consolo volle proiettare positivamente la propria esperienza intellettuale, il Settecento e lIlluminismo, la Sicilia del Mandralisca e del Gattopardo, ma anche quella dellabate Vella de Il Consiglio dEgitto di Sciascia, dalla cui costola nascer Il sorriso dellignoto marinaio; e, ancora, la linea lombarda, che dalla grande lezione manzoniana della Storia della Colonna infame sul rapporto tra potere, giustizia e scrittura approder alle pagine del Pasticciaccio di Gadda. Nella sua forma estrema, la lezione civile della scrittura di Consolo, quale emerge dal pamphlet di Prestifilippo e Lo Bocchiamo, una eredit che rappresenta anche una scelta, ladesione a un principio di civilt: scegliere se vivere nella tiepidezza o se continuare a dire e a patire, prometeicamente, la verit. Contro le lusinghe di ogni potere La tragedia rappresenta lesito ultimo di quella che la mia ideologia letteraria lespressione estrema della mia ricerca stilistica. Un esito in cui si ipotizza che la scrittura, la parola, tramite il gesto estremo del personaggio, si ponga al limite delllintellegibilit, tenda al suono al silenzio.Sul tema si riflettuto di recente alla galleria Roma di via Maestranza, nel cuore del centro storico di Ortigia, indagandola in ispecie come potente antidoto contro lautoritarismo.

La

Ortigia: Riflessioni sulla parola presso la galleria Roma


I

Allattenta ricerca della migliore offerta


11 aprile 2013, gioved

11

l Comune di Canicattini Bagni si affida al mercato e ricerca una societ di vendita dellenergia elettrica che gli permetta di ridurre i costi attualmente sostenuti per la fornitura dellelettricit nel centro abitato (illuminazione pubblica), e negli edifici pubblici di sua competenza (uffici, scuole, protezione civile, palestre, ecc.). Il prezzo applicato, cos come richiesto dallAmministrazione Comunale guidata dal sindaco Paolo Amenta (delibera di Giunta n. 36 del 21 marzo 2013), dovr essere inferiore rispetto a quello attuale di Consip, la societ del Ministero dellEconomia e delle Finanze che regola i programmi di razionalizzazione della spesa e gli acquisti nella Pubblica Amministrazione, in particolare in questa difficile fase di spending review. L A m m i n i s t r a z i o n e Amenta intende ridur-

Lobiettivo quello di razionalizzare la spesa sostenuta per lilluminazione pubblica del paese
Legge 10/1991, la quale prevede allart. 19 la presenza dell Energy manager (in Italia sono sole poche migliaia), nelle aziende con consumi rilevanti e quindi solitamente di grande dimensione. Il contesto industriale italiano tuttavia caratterizzato da piccole e medie imprese, che avrebbero la necessit di razionalizzare i propri consumi attraverso interventi costoefficienti, in grado di comportare bassi investimenti e di far risparmiare lazienda nel tempo. Lefficienza energetica riguarda sia azioni trasversali di good house keeping sia interventi caratterizzati dalla specificit ambientale dei luoghi di lavoro e produzione industriale. Un approccio integrato prevederebbe lanalisi delle prestazioni energetiche dei singoli processi industriali, da cui individuare soluzioni

In tempi di spending review il comune si affida al mercato libero dellenergia per ridurre i costi

re cos ulteriormente questi costi, continuando a garantire lilluminazione alla citt e agli edifici pubblici, scegliendo pertanto, attraverso un bando pubblico, lofferta pi conveniente per lEnte. Stesso discorso per quanto riguarda i ser-

vizi telefonici (di tutte le strutture di competenza dellEnte), il cui processo di riduzione dei costi, iniziato lo scorso anno, proseguir anche questanno. La gestione delle fonti di energia nelle attivit di tipo industriale regolamentata dalla

specifiche di riduzione dei consumi e dei costi, oltre che le soluzioni tecnologiche pi opportune. Per tutti gli interventi la presenza di una figura professionale com lEnergy Manager garantisce un miglioramento delle possibilit di investimento tecnologico e tutti i possibili risparmi nei processi energivori. LEnergy Manager deve avere solide basi di elettrotecnica, termotecnica ed economia, oltre ad avere una conoscenza impiantistica e una propensione allinnovazione tecnologica. Un intervento che richiede di operare sulla pianificazione dei processi industriali quello di analizzare orari, picchi e prezzi reali per lacquisto di energia nel mercato liberalizzato. Da tempo lutenza industriale pu scegliere da chi comprare lelettricit sul libero mercato, anche i piccoli artigiani.

XVIII Grande Accoglienza 24 Premi di 258,23 Ecco come devono partecipare alliniziativa i Collaboratori di tutte le aziende del settore
La Confesercenti Provinciale di Siracusa presentata la XVIII^ edizione di Grande Accoglienza con la collaborazione, dellAccademia Italiana della Cucina, la manifestazione, unica nel suo genere, come ha sottolineato Arturo Linguanti, vuole valorizzare e mettere in evidenza, il contributo di professionalit e cortesia dei dipendenti e dei collaboratori delle strutture ricettive e degli esercizi pubblici della citt, per far crescere le loro aziende, ma anche laccoglienza a Siracusa. Le premiazioni previste da questa edizione della Grande Accoglienza prevedono tre sezioni e riguardano: Professionalit e Cortesia premier 16 dipendenti da aziende del commercio, del turismo, dellartigianato e dei servizi, che si siano contraddistinti per la loro professionalit e

commerciale e del terziario in genere. 24 Targhe ai Titolari dazienda dei dipendenti premiati
cortesia nei rapporti con lutenza. Nellambito della manifestazione Grande accoglienza saranno selezionate ricette tipiche del territorio Obiettivi generali della iniziativa: Riscoprire antiche ricette del territorio e riproporle nella ristorazione commerciale. Valorizzare i prodotti tipici del territorio. Individuare nel presente legami col passato, ricercare le radici storiche dei fenomeni presi in esame; Promuovere la consapevolezza della molteplicit delle culture; Favorire la vendita e la commercializzazione delle nostre tipicit. Fissare un legame fra cultura gastronomica e offerta ristorativa Tema Il tema del concorso la produzione di ricette della cucina Siracusana e della sua Provincia, sia autentica che rivisitata , in tutte le sue espressioni e articolazioni, dallantipasto al dolce. Complessivamente saranno assegnati 24 premi di E. 258,23 a dipendenti prescelti sulla base di segnalazioni fatte direttamente dai consumatori e da unapposita commissione di valutazione. In ogni edizione di Grande Accoglienza sono state promosse iniziative tese a valorizzare e ad incentivare il consumo di alimenti e bevande di qualit della terra di Sicilia. Il rilancio delle arance, i limoni, il moscato di Siracusa, la dolceria tipica siracusana e dellolio di oliva, componente essenziale nella nostra gastronomia. Liniziativa Si concluder il 30 marzo 2013. Premiati i dipendenti meritevoli ritagliando la scheda pubblicata da Libert a mezzo lettera o fax al seguente indirizzo: Segreteria Consulta Provinciale per il Rilancio del Commercio Siracusano Via Ticino, 8 - Siracusa Tel/Fax 0931/22001. EMail: provinciale @ confesercenti.sr.it Siracusa Patrimonio dellUmanit

Accademia Italiana della Cucina

9 18

Delegazione Siracusa

Siracusa 09-04-2013

34

12

10 aprile 2013, gioved 11 mercoled

11 aprile 2013, gioved 10 aprile 2013, mercoled

13

Sabato 13 aprile si terr alle ore

9.30 a Siracusa, presso Palazzo Vermexio, il convegno Qualit e sicurezza alimentare promozione del turismo enogastronomico, organizzato dai Lions Club Siracusa Eurialo, Siracusa Host, Siracusa New Century e Leo Club Siracusa. Il convegno stato fortemente voluto dalla prof.ssa Bernadette Lo Bianco (docente di tecnica di accoglienza turistica), ideatrice e curatrice delliniziativa, per far comprendere che la cultura, lagricoltura e il turismo sono i settori strategici delleconomia siciliana. Il turismo enogastronomico unopportunit di sviluppo e di crescita del territorio e deve essere sapientemente organizzato in modo sostenibile e responsabile, mettendo al centro la qualit dei cibi. Sar unoccasione di incontro per analizzare le peculiarit dei prodotti locali di qualit, in armonia con la dieta mediterranea, e per rispondere alle esigenze di un mercato sempre pi attento al tema dellalimentazione e della sicurezza dei cibi che arrivano in tavola. Illustre il parterre dei relatori: il prof. dott. Pietro Migliaccio, medico nutrizionista di fama internazionale e presidente della S.I.S.A. di Roma, parler della dieta mediterranea; la dott.ssa Sara Farnetti, specialista in medicina interna e delegato S.I.S.A. Malattia Celiaca di Roma, affronter il tema del patrimonio enogastronomico della Sicilia a tutela della salute; il prof. Benedetto Puglisi, docente di marketing turistico allUniversit di Catania, svilupper la tematica del turismo enogastronomico come elemento di attrazione di nuovi flussi turistici nel territorio siracusano. Numerosi saranno gli interventi programmati del mondo delle associazioni di categoria dell'agricoltura e del turismo. Valore aggiunto del convegno sar la presenza di un'interprete LIS (Lingua Italiana dei Segni) al fine di garantire la partecipazione anche alle persone sorde. Questo convegno, curato dalla prof.ssa Bernadette Lo Bianco (Esperta di Turismo) ed organizzato dai Lions Clubs Siracusa Eurialo, Siracusa Host, Siracusa New Century e Leo Club Siracusa, unoccasione di incontro per analizzare le peculiarit dei prodotti locali di qualit, in armonia con la dieta mediterranea, e per rispondere alle esigenze di un mercato sempre pi attento al tema dell'alimentazione e della sicurezza dei cibi che arrivano in tavola. La dieta mediterranea stata proclamata dall'UNESCO bene immateriale dell'umanit. Dagli studi effettuati su tale modello alimentare emerso che, per

Qualit e sicurezza alimentare


Prof. Benedetto Puglisi: Il turismo enogastronomico come elemento di attrazione di nuovi flussi turistici
mantenere un buono stato di nutrizione e di salute al fine di prevenire l'insorgenza di molte malattie (ipertensione arteriosa, arteriosclerosi, diabete, malattie cardiovascolari), il miglior regime alimentare proprio quello della dieta mediterranea. Anche per tale motivo, l'utilizzo, nella dieta mediterranea, di prodotti tipici diventato oggetto prediletto delle strategie da portare avanti per attrarre consumatori e turisti, non solo perch hanno quelle qualit intrinseche per le quali ognuno di noi di volta in volta li sceglie, ma la loro presenza in qualche modo rappresenta la qualit del territorio nella sua interezza e complessit. Sar, quindi questo lappuntamento per condividere opinioni e proposte in un costruttivo dibattito dove ci si confronter nel tentativo di valorizzare le produzioni tipiche locali e per analizzare il ruolo che lalimentazione gioca nella salute degli individui. Lalimentazione una cosa estremamente essenziale per la vita delle persone, che non riguarda solo la salute ma anche leconomia degli individui, delle famiglie, dei Paesi e del Pianeta. Importante risulta essere, in questo contesto, il turismo enogastro nomico che identifica il cibo e il vino di un luogo come espressione della sua cultura, e quindi come attrazione turistica. Il cibo non pi necessit nutritiva del turista ma attrazione di per s. Lenogastronomia assume quindi una duplice valenza in campo turistico: essere complemento allofferta di una destinazione oppure, ed una cosa ben diversa, essere il cuore dellofferta della destinazione stessa. Luomo ci che mangia .L. Feuerbach Il convegno sar tradotto da un interprete in LIS PROGRAMMA Ore 9,30 Saluti Istituzionali Introduce Prof.ssa Bernadette Lo Bianco (curatrice del convegno e docente di Tecnica di Accoglienza Turistica) Ore 10,00 Interventi Prof. Pietro Migliaccio (medico nutrizionista Presidente della S.I.S.A. Societ Italiana di Scienza dell'Alimentazione Roma) La dieta mediterranea: una mitica realt Dott.ssa Sara Farnetti (specialista in medicina interna - PhD fisiopatologia del metabolismo e della nutrizione delegato S.I.S.A. Malattia Celiaca Roma) Sicilia, un patrimonio enogastronomico a tutela della salute Prof. Benedetto Puglisi (Unict) (docente di marketing turistico presso l'UNICT) Il turismo enogastronomico come elemento di attrazione di nuovi flussi turistici Ore 11,30 Interventi programmati e dibattito Dott. Massimo Franco Presidente Unione Agricoltori Siracusa Dott. Fabio Moschella Vice-Presidente Nazionale Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) Dott. Aldo Garozzo Presidente Confindustria Siracusa Ore 12,30 Conclusioni Dott. Dario Cartabellotta Assessore Regionale Agricoltura Dott.ssa Maria Rita Sgarlata Assessore Regionale Turismo Moderatore: dott. Antonino Campisi.

ietro ogni pezzettino di carta c la storia di persone, per cui ricordatevi quando ricevete i cittadini ed espletate il vostro lavoro di pubblici funzionari, che dietro ogni carta c un essere umano. Dovete essere sempre al servizio della persona. Perch nella fatica e nella dignit del lavoro che si costruisce la speranza. La speranza nella fede in Cristo, fatto uomo e lavoratore, per farsi carico della condizione degli uomini. Con queste parole oggi a mezzogiorno lArcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo, accom-pagnato dai parroci della citt, don Rosario Pitruzzello, don Sebastiano Ferla e don Francesco Antonio Trapani, ha incontrato, nellaula consiliare di via Pr.ssa Jolanda, i dipendenti e gli amministratori del Comune di Canicattini Bagni, nellambito della Visita Pastorale che dal 7 al 21 aprile lo porter ad in-contrare le varie realt cittadine e parrocchiali. A ricevere e a dare il benvenuto allArcivescovo cerano il vice sindaco Salvatore La Rosa, che ha por-tato il saluto del primo cittadino Paolo Amenta, impegnato fuori sede in un importante incontro istitu-zionale, il presidente del Consiglio Comunale, Antonino Zocco, gli assessori Marilena Miceli e Salvatore Petrolito, i consiglieri comunali Pietro Savarino, Emanuele Tringali, Loretta Barbagallo, Gaetano Amenta, Giusy Mara Ricupero; Sebastiano Gazzara, Corrado Cataldi e Michele Zocco, il vice segretario dellEnte, Adriana Greco, i dirigenti ed il personale tutto del Comune. La citt tutta si riconosce in lei ha detto tra laltro il vice sindaco La Rosa apprezzandone lumilt e laffetto che ci riserva. E siamo certi che anche in questi momenti difficili che stanno colpendo tante famiglie canicattinesi, sapr, come sempre, dare parole di conforto e di speranza. Noi come ammini-stratori abbiamo il dovere di aiutare la nostra gente a superare questa triste condizione, ma molto di-pende dalle istanze superiori, da quella politica poco attenta che ancora oggi non riesce a dare un go-verno al Paese. quella politica e quelle istanze, dallo Stato alla Regione, con la quale giornalmente il nostro sindaco di confronta, nella sua veste di vice presidente regionale di Anci Sicilia, per garantire la sopravvivenza dei Comuni e

Incontro con i dipendenti e gli amministratori comunali. Nella fede in Cristo farsi carico della condizione degli uomini
la loro capacit di continuare a garantire servizi ai loro cittadini. Dopo il vice sindaco stato il presidente del Consiglio, Antonino Zocco, a rivolgere il saluto di benve-nuto allArcivescovo: Le sue parole ci aiutino a trovare la serenit e la giusta misura nel svolgere in questaula il nostro difficile compito di consiglieri e di rappresentante della nostra gente. E S. E. mons. Salvatore Pappalardo nel ringraziare i presenti per laccoglienza e laffetto che conti-nuano a mostrargli in questi anni di servizio pastorale nellarcidiocesi di Siracusa, ha avuto per tutti, in particolare per il ruolo di servizio che il Comune svolge per lintera comunit, parole di apprezzamento e di speranza per un superamento in tempi brevi dei difficili momenti al quale i cittadini sono chiamati, in particolare le fasce pi deboli e i giovani, che devono continuare ad essere il pilastro del futuro della societ.

Visita pastorale del presule a Canicattini Bagni

Il sindaco: Un continuo terrorismo psicologico sulla carta stampata del tutto improprio visto il momento

14

11 aprile 2013, gioved

Canicattini: Accuse infondate da parte del gestore al comune


n merito alle accuse rivolte da Sai 8 al sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta, sulla mancata consegna degli impianti del sistema idrico integrato nonostante la recente sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa n. 130/2013 che riattiverebbe i Commissari ad Acta della Regione per costringere i Comuni ribelli a tale adempimento, questa la risposta del primo cittadino canicattinese. Sai 8 continua a fare terrorismo psicologico sulla stampa, dopo la recente sentenza del Cga che ripristina i Commissari ad Acta della Regione che, a suo dire, dovrebbero costringere i Comuni che si sono rifiutati di farlo, di consegnare i loro impianti ad una Societ di cui non sappiamo ancora la reale consistenza, considerato che laltra socia di Saccecav nellAti, ovvero Sogeas, stata dichiarata fallita dal Tribunale di Siracusa. Vista la tenace resistenza del Sindaci a sostegno e a garanzia dei loro cittadini, Sai 8 non perde occasione per attaccarmi personalmente, sapendo il ruolo di coordinamento che svolgo, in qualit di vice presidente dellAto idrico e di Anci Sicilia, accusandomi di inadempienze e di creare un danno economico ai miei cittadini, perseguendo le vie legali per contrastare una scelta che, al contrario, sta causando

disagi e gravando sulle bollette dei tanti cittadini dei Comuni che purtroppo hanno avuto la sfortuna di consegnare gli impianti al Gestore. Intanto, in merito alla sentenza del Cga, vorrei ricordare che questa non entra nel merito dei contenuti del nostro rifiuto, ma bens si limita solo ed esclusivamente al ruolo dei Commissari ad Acta, per cui proprio ieri a Palermo, nellincontro che come Anci ho avuto con il Presidente Crocetta sulla drammatica situazione finanziaria dei Comuni siciliani, ho invitato a revocare in

presenza di una legge della stessa Regione, la n. 2/2013, che Sai 8 avrebbe voluto rendere incostituzionale, con la quale vengono sciolti gli Ato e si fa obbligo ai Comuni, che non lavessero fatto, di non consegnare pi i loro impianti. E il Presidente Crocetta, cos come lAssessore regionale allEnergia, Nicol Marino, di cui Sai 8 richiama il rispetto alla legalit, come hanno gi dimostrato con la legge regionale 2/2013, che ripristina la legalit e riafferma il principio dellacqua bene pubblico, ancora

una volta non faranno mancare il loro sostegno provvedendo alla revoca dei Commissari voluti da Lombardo nei Comuni e lasciando solo i Commissari liquidatori degli Ato, compreso quello della provincia di Siracusa. Per quanto riguarda poi le accuse di inadempienze che Sai 8 mi rivolge, direi da quale pulpito viene la predica, considerato che a tuttoggi le uniche inadempienze sono quelle che i Sindaci da sempre hanno rivolto alla stessa, con il mancato versamento delle quote annuali e il mancato deposito del contratto di finanziamento ai milionari investimenti che invece non sono stati mai avviati, pur riscuotendone la quota parte nelle esose bollette che notifica agli ignari cittadini. Per non parlare di quanto sottolineato dalla Procura della Repubblica di Siracusa nellambito dellinchiesta Oro Blu con la quale stato ribadito si era in presenza di una turbativa dasta attraverso la presentazione, da parte delle due societ che costituiscono Sai 8 (Saccecav e Sogeas), di una fidejussione irregolare per la partecipazione alla gara ad evidenza pubblica. Per cui stiano tranquilli i vertici di Sai 8 che a difendere e a fare gli interessi dei cittadini, nella legalit, ci pensiamo i Sindaci, in quanto eletti proprio a tale scopo, loro pensino piuttosto a non far ribaltare le pesantezze della loro gestione sugli incolpevoli utenti e, nello stesso tempo, prendano atto del fallimento della loro gestione del servizio idrico integrato in provincia di Siracusa, oltre al fatto ormai inconfutabile, che un Referendum votato dal 90% degli italiani ed in Sicilia una legge votata dallARS, hanno ribadito che lacqua un bene pubblico la cui gestione spetta ai Comuni. A seguito dell'istituzione delle Regioni, negli anni 70, molte delle competenze sulle infrastrutture idriche dallo Stato si trasferiscono ad esse, avviando un processo che sarebbe stato completato nei decenni seguenti dalle leggi Bassanini e dalla riforma del titolo V della Costituzione. La crescita dei consumi idrici e la conseguente dispersione in ambiente di sempre maggiori quantit di reflui determina l'esigenza di migliorare la copertura del territorio anche per quanto riguarda i servizi di raccolta, collettamento e depurazione delle acque reflue, e di normare con attenzione la disciplina degli scarichi, nell'ottica di un utilizzo della risorsa idrica pi attento alle problematiche ambientali. A tal fine, la legge 319 del 1976, cd. legge Merli, stabilisce la disciplina degli scarichi nei corpi idrici ricettori e a mare, ripartendo le competenze in materia tra Stato, Regioni ed Enti locali e disponendo una ricognizione generale dello stato di fatto.

"Questo gi un miracolo, centrare il sesto posto con una squadra che nel girone d'andata non sapeva vincere! Non ho nulla da rimproverare alle mie ragazze". Esordisce cos a fine gara Santino Coppa
Finisce con la seconda sconfitta, ieri sera al Palasport di Priolo, l'avventura delle biancoverdi di Santino Coppa ai playoff scudetto di A1. L'Isab Energy Priolo, apparsa tanto combattiva in gara 1 al Palaciti di Parma, davanti al proprio pubblico spreca tanto e dopo un combattivo secondo parziale, deve arrendersi alla maggior precisione delle ospiti 52-62. Coppa si affida al solito quintetto iniziale composto da: Erich, Donvito, Seino, Veselovskij, Cain, a cui coach Procaccini risponde con Franchini, Corbani, Zara, Harmon e Kireta, saranno queste ultime a rappresentare la vera spina nel fianco della formazione biancoverde, rispettivamente 14 punti Harmon e 13 Kireta. Parma parte subito bene imponendosi con un + 8 (6-14) che le biancoverdi provano a rincorrere, tra le pi reattive Veselovskij. La serba ha una doppia occasione ai tiri liberi per rimanere in scia ma Parma vigila mantenendo lo stesso vantaggio fino alla fine del primo parziale (10-18). Nella seconda frazione arriva la reazione delle padrone di casa, a segno in sequenza Radunovic, Seino e Bonfiglio per il 2 da Parma. Le ospiti non stanno a guardare, Fazio a segno seguita da Donvito e poi Harmon per un testa a testa che riporta le biancoverdi in parit e poi avanti di una lunghezza con Erich, a segno uno su due ai tiri liberi, per il 27-26 a limite dell'intervallo lungo. La gara assume un aspetto totalmente diverse nel terzo tempino, la Lavezzini torna a farsi sotto trascinata ancora dall'immancabile Kireta, spesso favorita dai tiri liberi, con Battisodo e Fazio che ribaltano il risultato riportando Parma nuovamente a + 10 (33-43). L'attesa reazione delle biancoverdi nel quarto parziale tarda a manifestarsi e l'assegnazione di un fallo tecnico a coach Coppa non aiuta a distendere gli animi. Negli ultimi minuti una tripla di Donvito e a seguire due tiri liberi di Erich spezzano la sequenza negativa delle biancoverdi ridando, sul 47-54, speranza ai tifosi. Sette lunghezze da recuperare che, a fine quarto parziale, risultano troppo difficili da azzerare per il quintetto priolese, ormai provato. Con Battisodo ai tiri liberi si riavvia la volata di Parma che in breve mette a segno un parziale di + 6. Sul 47-60 a nulla valgono gli ultimi sforzi di Donvito, top scorer con 16 punti all'attivo, se non a mitigare lo svantaggio, + 10 finale per Parma. Al suono della sirena applausi e sportive strette di mano tra le due formazioni e i rispettivi allenatori, ma soprattutto un grande omaggio del pubblico sugli spalti alle "guerriere" di casa. "Questo gi un miracolo, centrare il sesto posto con una squadra che nel girone d'andata non sapeva vincere! Non ho nulla da rimproverare alle mie ragazze". Esordisce cos a fine gara Santino Coppa, con uno sfogo lungo uno stagione e con la consapevolezza di aver tirato fuori in questi mesi da un gruppo disomogeneo, per et ed esperienza, una compagine in grado di confrontarsi e mettere in difficolt le grandi del massimo campionato di basket femminile. Le note criticit che da tempo affliggono la Trogylos non hanno per impedito al roster priolese di portare a termine l'impresa, a questo proposito Coppa si dichiara per la prima volta fiducioso. A far tornare il sereno, ridando speranza al tecnico ragusano l'iniziativa messa in campo dall'avv. Giuliano, ex presidente biancoverde, partner la Banca di Siracusa, per salvare il futuro della storica Societ sportiva priolese. "Dobbiamo costruire il futuro societario di questa squadra con un piano triennale che preveda il graduale rientro della Trogylos tra le squadre che contano, dichiara Coppa. Di positivo in questa stagione c' che finalmente si sono avvicinate delle persone che vogliono dare il loro contributo, non solo morale ma anche materiale. Penso al dott. Marco De Benedictis della Banca di Siracusa, questa sera entusiasta del calore dimostrato dal Palasport di Priolo nei confronti della nostra squadra. Lo incontrer in settimana per instaurare un'interlocuzione che mancava da tempo".

Basket A/F. Al PalaAcer di Priolo finisce l'avventura dellIsab Energy

SPORT Siracusa

11 aprile 2013 gioved

15

Canoa. A Sabaudia ancora oro Pallanuoto. La 7 Scogli cambia per Benedetto Mollica il mister, arriva Pulvirenti
Un bilancio decisamente positivo per la Canoa Club Siracusa al Campionato italiano di fondo nella specialit canoa kajak. Oltre 130 gare, tra eliminatorie, semifinali e finali, cos la citt di Sabaudia ha vissuto le due intense giornate sportive di sabato 6 aprile e domenica 7 aprile scorsi. Sostenuto il numero degli atleti appartenenti a 80 societ, provenienti dai club di tutta lItalia, che hanno partecipato, e tra questi canoisti di valore dei gruppi militari delle Fiamme Oro, Fiamme Gialle, Marina Militare e Corpo Forestale dello Stato. Nelle due ridenti giornate primaverili, gli con Benedetto Mollica, lAniene piazzando sul gradino pi alto del podio il K2 Cantore/Giorgi. Al Gruppo sportivo militare delle Fiamme Gialle la vittoria del K4. Nella Canadese Ragazzi vince il Canoa San Giorgio nel C4, ottiene loro il tandem Fonsi/ Incollingo della Marina Militare e si distingue nel C1 Luigi Ruggiero del C.Amici del Fiume. Sempre nella stessa categoria, al femminile, il tricolore nel K2 va a Bartoli/Giaccaglia (Comunali Firenze), a Barbara Saraceno della Polisportiva Rari 86 Augusta nel K1 e allequipaggio del Baldesio nella gara del K4. Salvatore Cavallaro Cambio sulla panchina del Circolo Canottieri 7 Scogli. Saro Salonia si dimesso. Al suo posto, Peppe Pulvirenti. Soluzione interna, quindi. A lui il compito di traghettare la squadra biancoblu in questa seconda parte di stagione. La societ desidera ringraziare Salonia per limnpegno e gli sforzi profusi nel suo lavoro, nonostante la difficolt di allenare un gruppo di giocatori-lavoratori e quindi senza la necessaria continuit. Il presidente Marco Capillo smentisce lesistenza di contrasti o dissidi sorti con lex tecnico. Ci siamo sentiti fino a questa mattina. I rapporti sono e restano cordiali. In un primo momento avevamo anche respinto le sue dimissioni ma ci ha comunicato

atleti in acqua hanno gareggiato dando valore ai risultati finali del Campionato italiano di canoa e kajak di fondo. Nella categoria Ragazzi maschile, il Canoa Club Siracusa ottiene il titolo italiano di categoria nel K1

che erano irrevocabili. Pulvirenti ha sin qui curato la direzione tecnica del settore giovanile del Circolo Canottieri 7 Scogli. Da tecnico vanta in palmares 14 finali nazionali con formazioni giovanili. Traghetter la squadra sino al termine del campionato. Il presidente Capillo si dichiara, intanto, moderatamente soddisfatto del girone dandata dei suoi. Ci mancano 3/4 punti ma non dimentichiamo che questo il nostor primo anno e siamo partiti con leggero ritardo. Con limpegno di tutti stiamo dando vita ad una stagione tranquilla, di transizione. Esperienza su cui cominciare a lavorare sin da ora per programmare anche la prossima stagione.

16

11 aprile 2013, gioved

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it