Sei sulla pagina 1di 11

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

Ip.: terreno omogeneo privo di coesione


z
P.C.

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

c=0

!"0

!v0' !h'

#v0=$.z !h0=K0.!v0

Due condizioni: 1) Stato tensionale LONTANO DA ROTTURA cerchi di Mohr NON unici 2) Condizione a ROTTURA: esistono solo DUE cerchi di Mohr che soddisfano contemporaneamente le condizioni di equilibrio e di rottura
"

Equilibrio

#'

Rottura

!'

!h'

!h' !v0'

!h'

!'

" a'

"v0'

"p'

"'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite ATTIVO

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

La condizione di LIMITE ATTIVO viene raggiunta a seguito di una compressione per scarico espansione laterale del provino
' !" h < 0 ' !"v 0 = 0

tens. efficace orizzontale diminuisce tens. efficace verticale geostatica cost.

Durante la compressione per scarico si ha la riduzione di #h fino alla rottura per stato di equilibrio limite attivo.
P.C.

#
diminuzione della tensione orizzontale ROTTURA PER LIMITE ATTIVO

!'

Elemento di terreno !v0' omogeneo

"A' "h2'"h1'

"v0'

"'

Riduzione di "h'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite ATTIVO
' )A = ) v' 0 !

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

1 ( sin * ' ' + *' $ = ) v' 0 ! tan 2 % ( " = ) v' 0 ! K A 1 + sin * ' &4 2#
Superfici di Rottura
#1'

KA= coefficiente di spinta attiva

!
ROTTURA PER LIMITE ATTIVO

#'
#3' # 3'

$=45+#'/2

Polo A

2$

"'

!=45+"'/2

"v0'

Superfici di Rottura inclinata di ! sullorizzontale (direzione di "3)

#1'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite ATTIVO
' )A = )v' 0 !

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

KA= coefficiente di spinta attiva Dimostrazione:

1 ( sin *' ' + *' $ = )v' 0 ! tan 2 % ( " = ) v' 0 ! KA 1 + sin *' &4 2 #
# !'
B

Dal cerchio di Mohr per il limite attivo si ha: ' "v' 0 = " 1 = OA + AB = OA (1 + sin !') (*)

"A' A O poich: AB = OA " sin !' ' ' = OA (1 # sin !') Analogamente: " A = " 3 = OA # AB (**) ' "3 Ricavo OA da (**): OA = (1 # sin !') ' ' 1 # sin !' ' ' 1 + sin!' "3 = "1 " 1 =" 3 E lo sostituisco in (*): 1 + sin !' 1 # sin!'

"v0'

"'

Da cui si ha:

1 ' sin ( ' (' # & ' )A = ) v' 0 = ) v' 0 tan 2 $ 45 ' ! 1 + sin ( ' 2" %

KA =

1 ' sin(' ('# & = tan 2 $ 45 ' ! 1 + sin(' 2" %

KA < K 0

' ' "A =" v 0 !KA

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite PASSIVO

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

La condizione di LIMITE PASSIVO viene raggiunta a seguito di una estensione per carico compressione laterale del provino
' !" h > 0 ' !"v 0 = 0

tens. efficace orizzontale aumenta tens. efficace verticale geostatica cost.

Durante la compressione per carico si ha laumento di #h fino alla rottura per stato di equilibrio limite passivo.
P.C.

#
aumento della tensione orizzontale ROTTURA PER LIMITE PASSIVO

!'

Elemento di terreno !v0' omogeneo

"v0'

"h1' "h2' "P'

"'

Aumento di "h'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite PASSIVO
) P = )v 0
' '

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

1 + sin *' ' + *'$ ! = )v' 0 ! tan 2 % + " = )v' 0 ! KP 1 ( sin *' &4 2 #
$3'

N.B.

KA.KP=1

KP= coefficiente di spinta passiva

%
ROTTURA PER LIMITE PASSIVO

Superfici di Rottura
$1' $1'

#'
!=45"#'/2

!=45"#'/2

2!

Polo B

$'
3

$v0'

Superfici di Rottura inclinata di % $ ' sullorizzontale (ovvero di 45+#/2 rispetto alla direzione di "3)

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite ATTIVO

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Terreno non coesivo - Piano Campagna inclinato rispetto orizzontale


Le direzioni verticale ed orizzontale non sono pi principali: in direzione verticale e orizzontale agiscono delle tensioni tangenziali Le risultanti delle tensioni sono parallele al Piano Campagna inclinato

i<!

E W PL' C

D PR'
i<!

!1' !3'
i

AB=1/cos i W="'z 1
B

45+"'/2

!v0'="'z cos i

!1'

!3'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite ATTIVO
Mezzo non coesivo - Piano Campagna inclinato

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

P:polo delle giaciture (la


retta di pendenza i interseca il cerchio nel punto M, le cui coordinate rappresentano lo stato tensionale agente sulla giacitura di pendenza i)

"'z cos i
a P N C M

#'
i

"'z cos i sin i

!3'

!1'

! 1' !3'

!'
Le rette a e b rappresentano i piani di rottura.

#'

Le rette P-#1 e P-#3 rappresentano le direzioni delle tensioni principali.

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite PASSIVO

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Terreno non coesivo - Piano Campagna inclinato rispetto orizzontale i<! Le direzioni verticale ed orizzontale non sono pi principali: in direzione verticale e orizzontale agiscono delle tensioni tangenziali Le risultanti delle tensioni sono parallele al Piano Campagna inclinato
1 1
E E

D D
PRR' '' " P P

ii

!3'
45"#'/2

PLL' '' " P P

W W

i<!

!1'

C B A C B A

AB=1/cos ii AB=1/cos "'z W=" ! 'z 1 1 W=

!v0 "'z " v0'= '=" ! 'z cos cos ii !

!1'

!3'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite PASSIVO
Mezzo non coesivo - Piano Campagna inclinato

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

"'z cos2i
a M N C T P

P:polo delle giaciture (la

#'
i

retta di pendenza i interseca il cerchio nel punto M, le cui coordinate rappresentano lo stato tensionale agente sulla giacitura di pendenza i)

!3'

!1'
!1' !3'

!'
i
Le rette a e b rappresentano i piani di rottura. Le rette P-#1 e P-#3 rappresentano le direzioni delle tensioni principali.

#'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Stati di Equilibrio Limite ATTIVO
Mezzo coesivo - Piano Campagna inclinato

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Dopo aver analizzato gli stati di equilibrio limite in presenza terreno granulare

(non coesivo) si considera il P.C. inclinato di un angolo i (i<!) rispetto allorizzontale con terreno coesivo. Se considero due conci di terreno a diverse profondit, le direzioni dei piani di rottura non sono le stesse (a1Ka, b1Kb). Le superfici di scorrimento sono superfici curve e non pi piane. i "
a1 P

!'
i

a O b

c MN

Stato Limite ATTIVO


#'
i

b1

!'

Stato Limite PASSIVO

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


#

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito


Dal cerchio di Mohr, che rappresenta lo stato tensionale dellelemento di terreno, si ha:
' "1 + d = OA + AB = OA (1 + sin!')
' "3 + d = OA # AB = OA (1 # sin!')

(I) (II)
O c' d

'+ #=c

"'t

' an !

!'

Ricaviamo la relazione che lega #1 a #3:

d = c'# cot !' = c'

1 " sin2 !' cos !' = c'# sin !' sin !'

"3'

"'

"1 '

Ricavo OA da (II): E lo sostituisco in (I):

OA =

' "3 +d (1 # sin!')

" 1' + d =

' "3 +d (1 + sin!') 1 + sin!') ' ( $ (1 + sin!') = " 3 $ +d $ 1 # sin!' 1 # sin!' 1 # sin!'

' ' *1 = *3 (

(1 + sin)') + d ( & (1 + sin)') ' 1#


1 ' sin)' $ 1 ' sin)' % ! "

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito (1 + sin)') + d ( & (1 + sin)') ' 1# *' =*' ( Sostituiamo in:
1 3

1 ' sin)'

$ 1 ' sin)' %

! "

Lequazione trovata per d: d = c'# cot !' = c' E otteniamo: Da cui:


' ' *1 = *3 ( ' ' *1 = *3 (

1 " sin2 !' cos !' = c'# sin !' sin !'

(1 + sin)') + c'(
1 ' sin)' 1 ' sin)'

1 ' sin2 )' & (1 + sin)') # ' 1! sin)' $ % 1 ' sin)' " 1 ' sin2 )' &1 + sin)''1 + sin)'# ! sin)' $ 1 ' sin)' % "
' ' "1 = "3 $

' ' *1 = *3 (

(1 + sin)') + c'(

(1 + sin)') + c'(
1 ' sin)'

1 ' sin2 )' & 2 sin)' # ! sin)' $ %1 ' sin)'"

(1 + sin!') + 2c'$
1 # sin!'

1 # sin2 !'

(1 # sin!')2

' ' "1 = "3 $

(1 + sin!') + 2c'$ (1 # sin!')(1 + sin!') 1 # sin!' (1 # sin!')2


(*)

' ' "1 = "3 $

(1 + sin!') + 2c'$ (1 + sin!') (1 # sin!') 1 # sin!'

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito


Stato di equilibrio limite ATTIVO
Ricordando (*):
' ' "1 = "3 $

(1 + sin!') + 2c'$ (1 + sin!') (1 # sin!') 1 # sin!'


(1 + sin!') ' % $ 1 # sin!' (1 # sin!') % & 1 + sin!'

Ricaviamo #3 da (*): Esplicitando e semplificando:

' ' "3 =( ( " 1 # 2c'$

* )

' ' "3 = "1 $

(1 # sin!') 1 # sin!' # 2c'$ (1 + sin!') 1 + sin!'


#1=#v0 #3=#A

In caso di spinta Attiva si ha:

#A<#v0

Inoltre, per regole trigonometriche:


1 ' sin(' ('# & = tan 2 $ 45 ' ! = kA 1 + sin(' 2" %

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito


Si ottiene:

# A = #v 0 ! kA " 2c'! kA
' '

Tensione orizzontale nel caso di equilibrio limite ATTIVO per un terreno dotato di COESIONE ed ATTRITO

Nel caso di TERRENO NON COESIVO (c=0), si ha: Tensione orizzontale nel caso di ' ' equilibrio limite ATTIVO per un A A v0 terreno NON dotato di COESIONE

" = " !k

Nel caso si debba procedere ad una verifica in condizioni NON DRENATE (ossia a breve termine) la determinazione della spinta attiva scaturisce direttamente dallapplicazione del criterio di rottura espresso in termini di tensioni totali. Ponendo c=cu e !=0, si ottiene:

"A = "v0 ! 2c u

Tensione orizzontale nel caso di equilibrio limite ATTIVO in condizioni NON DRENATE.

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito


Stato di equilibrio limite PASSIVO
Ricordando (*):
' ' "1 = "3 $

(1 + sin!') + 2c'$ (1 + sin!') (1 # sin!') 1 # sin!'


#1=#P #3=#v0

In caso di spinta Passiva si ha:

#v0<#P

Inoltre, per regole trigonometriche:


1 + sin(' ('# & = tan 2 $ 45 + ! = kP 1 ' sin(' 2" %

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito


Si ottiene:

" P = "v 0 ! kP + 2c'! kP


' '

Tensione orizzontale nel caso di equilibrio limite PASSIVO per un terreno dotato di COESIONE ed ATTRITO

Nel caso di TERRENO NON COESIVO (c=0), si ha: Tensione orizzontale nel caso di ' ' equilibrio limite PASSIVO per un v0 P P terreno NON dotato di COESIONE

" = " !k

Nel caso si debba procedere ad una verifica in condizioni NON DRENATE (ossia a breve termine) la determinazione della spinta passiva scaturisce direttamente dallapplicazione del criterio di rottura espresso in termini di tensioni totali. Ponendo c=cu e !=0, si ottiene:

! p = ! v 0 + 2c u

Tensione orizzontale nel caso di equilibrio limite PASSIVO in condizioni NON DRENATE.

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Stati di Equilibrio Limite : mezzo dotato di coesione e attrito OSSERVAZIONE:

Se, a monte di unopera di sostegno viene raggiunto uno candizione di stato limite, la presenza di tensioni tangenziali al contatto muro-terreno dovute ad attrito e ad aderenza) altera lo stato tensionale, che non corrisponde pi a quello visto fino ad ora (ipotesi di Rankine). Le espressioni da usare in questo caso sono:
' ' "P = "v !kPC 0 ! kP + c' ' ' #A = #v !kAC 0 ! kA " c'

Con kPC e kAC ricavati da procedimenti che tengono conto di &"0 (angolo di attrito muro-terreno) ca"0 (aderenza muro-terreno).

Se &"0 le risultanti delle spinte Attiva e Passiva sono inclinate: in presenza di attrito muro-terreno lo spostamento del muro rispetto al terreno non libero ma vincolato dallattrito. Si generano delle tens. tangenziali ' che inclinano la risultante della sp. attiva e passiva: in questo modo si ha una componente normale e una tangenziale al muro.

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Altezza Critica di una parete verticale

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Rappresenta un limite superiore: laltezza massima superata la quale la parete verticale di uno scavo non pi in grado di autosostenersi. Il concetto di altezza critica applicabile ai soli terreni coesivi e dipende P.C. dallequilibrio della spinta attiva. h' Avanzamento # # del fondo !v1' scavo !h' 1 !' trazione z0 Raggiungimento

dell altezza critica Hc

c'

!h'

!v2'
2

c'

"h'

Aumento lo scavo

"v1' "v2' "v3'

"'

!h' "v1'

!v3'
3

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Altezza Critica di una parete verticale

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Se determino #A al variare della profondit z, ottengo un diagramma lineare a farfalla, prima negativo e poi positivo. Laltezza z0 corrisponde alla posizione in cui si annulla la spinta attiva !h' P.C. (inversione di segno). Quindi, per ricavare z0:
z0

' #A = #v' 0 ! kA " 2c'! kA = 0

' $A = # ! z0 ! kA " 2c'! kA = 0

Hc=2z0
Fondo Scavo

!A'=0

2c ' z0 = = ! ' kA

"' % ( 2c ' tan & 45 + # 2$ ' !'

Hc = 2z0

Altezza critica Hc: per unaltezza pari a 2z0 il diagramma di spinta equilibrato. Valida solo se non si considerano le fessure.

10

STATI DI EQUILIBRIO LIMITE


Altezza Critica di una parete verticale

GEOTECNICA A.A. 2012-2013

Nella zona in cui #h<0 si ha trazione e il terreno, che non resiste a trazione, si fessura. La presenza di fessure porta alla riduzione dellaltezza critica Hc.

A
1 )'# Peso del cuneo di terreno: WT = * '((Hc + y )( (Hc ' y )tan& $ 45 ' ! 2 2" % )'# & Equilibrio: WT = 2BC ( c'( cos$ 45 ' ! 2" % Eguagliando le due espressioni: 1 )'# )'# & & * '((Hc + y )( (Hc ' y )tan$ 45 ' ! = 2BC ( c'( cos$ 45 ' ! 2 2" 2" % %
1 )' # & * '((Hc + y )( (Hc ' y )tan $ 45 ' ! = 2 2 2" %

Ip.: le fessure non superano Hc/2

Hc

WT

y C

c'
B
45+!'/2
45"!'/2

)' # & ( c'( cos$ 45 ' ! )' # 2" & % cos$ 45 ' ! 2" %

(Hc ' y )

WT
45+!'/2

R BC c'

Hc =

4c' )'$ ' ( tan% 45 + " ! y *' 2# &

Nellipotesi che le fessure non superino met altezza (y=Hc/2)

Hc =

2.67c' ('# & ' tan$ 45 + ! )' 2" %

11