Sei sulla pagina 1di 28

1

Lucio VEGNI
Appunti dalle
LEZIONI DI
CAMPI ELETTROMAGNETICI II

Funzione diadica spaziale di Green
Anno Accademico 2013_2014
2 Anno Accademico 2013_2014
3
La funzione diadica di Green permette di esprimere il campo
elettrico in funzione delle sue sorgenti. Poich sia il campo
elettrico ( ) E r sia la sorgente elettrica ( ) J r sono quantit
vettoriali, la funzione di Green risulta essere una quantit diadica
ed definita come di seguito:
3
( ) ) d
! ! !
= "
#
E r G(r, r ) J(r r
! G(r, r ) la funzione diadica di Green.
Lequazione differenziale soddisfatta da
! G(r, r ) simile a quella
soddisfatta dal campo elettrico ( ) E r .
Anno Accademico 2013_2014
4
Nel caso di mezzo bianisotropo, di eccitazione armonica e di
assenza delle sorgenti magnetiche impresse lequazione donda
soddisfatta dal campo elettrico :
1 2
[( ) ( ) ] ( ) ( ) j j j ! ! ! !
"
#+ $ $ #" " $ = ! " # E r J r
Se il mezzo bianisotropo lineare, per la linearit delle
equazioni di Maxwell, si pu applicare il principio di
sovrapposizione degli effetti e scrivere per la densit di corrente
impressa al seguente modo:
3
( ) ( ) d !
" " "
= # $
%
J r r r )I J(r r
Anno Accademico 2013_2014
5

ove:
( ! " # r r ) la funzione impulsiva di Dirac tridimensionale.
Sostituendo, quindi, nella definizione di funzione diadica di
Green si ottiene:
1 2 3
3
[( ) ( ) ] )
( )
j j d
j d
! ! !
! "
#
$ $ $
%+ & & %# # & & =
$ $ $ = # &
'
'
! " # G(r, r ) J(r r
r r )I J(r r
Affinch lidentit tra due quantit integrali definite sullo stesso
dominio tridimensionale sia soddisfatta, devono essere
identicamente uguali i due integrandi:
Anno Accademico 2013_2014
6

1 2
[( ) ( ) ] )
( )
j j
j
! ! !
!"
#
$ $
%+ & & %# # & & =
$ $
= # &
! " # G(r, r ) J(r
r r )I J(r
e, quindi:
1 2
[( ) ( ) ] ( j j j ! ! ! !"
#
$ $
%+ & & %# # & = # ! " # G(r, r ) r r )I
Questa la cercata equazione delle onde soddisfatta dalla funzione
diadica di Green.
Anno Accademico 2013_2014
7
In genere lequazione delle onde soddisfatta dalla funzione
diadica di Green non pu essere risolta in forma analitica chiusa.
Spesso conviene, perci, riscriverla nel dominio trasformato
secondo Fourier.
La trasformata di Fourier e la sua inversa sono definite come di
seguito:
3
3
3
( , ( ,
1
( , ( ,
8
j
j
e d
e d
!
+"
# $
#"
+"
$
#"
%
& & =
'
(
& & ' =
)
*
*
k r
k r
G k r ) G r r ) r
G r r ) G k r ) k
Anno Accademico 2013_2014
8
Nel dominio trasformato secondo Fourier:
1) loperatore diadico ! diviene jk,
2) la funzione impulsiva di Dirac tridimensionale diviene:
( ) 3
3
1
(
8
j
e d "
#
+$
% & '
'$
% ' =
(
k r r
r r ) k
Pertanto, lequazione donda si trasforma nella:
1 2
[( ) ( ) ]
j
j e ! ! ! !
" # # $
"
+ $ $ # + $ = #
k r
k ! k " # G(k, r ) I
essendo
! G(k, r ) la funzione diadica di Green spettrale.
Anno Accademico 2013_2014
9
Ponendo:
1 2
( ) [( ) ( ) ] ! ! !
"
= + # # " + W k k ! k " #
si ricava immediatamente che la funzione diadica di Green
spettrale
$ G(k, r ) pari a:
1
)
j
j e !
$ " " #
$
= "
k r
G(k, r ) W (k
OSSERVAZIONE:
Per la natura dei tensori costitutivi dei materiali fisicamente
realizzabili e del tensore k la matrice ( ) W k sempre
invertibile.
Anno Accademico 2013_2014
10
Una volta nota la funzione diadica di Green spettrale, la
funzione di Green diadica spaziale nota applicando lintegrale
di antitrasformazione:
1 ( ) 3
3
( , )
8
j
j
e d
!
"
+#
$ % & %
%#
%
$ =
'
k r r
G r r ) W (k k
Anno Accademico 2013_2014
11
Poich:
1)
1
[ ( )]
( )
[ ( )]
Adj
Det
!
=
W k
W k
W k
,
2) in coordinate cartesiane ciascuna delle nove componenti di
[ ( )] Adj W k un polinomio in
x y z
k , k , k ,
3) la sola dipendenza da r nellintegrale di tipo esponenziale,
Anno Accademico 2013_2014
12
Allora
x y z
k , k e k che compaiono in Adj[ ( )] W k possono essere
sostituiti rispettivamente da j , j , j
x y z
! ! !
" " "
! ! !
e laggiunta pu
essere portata fuori dal segno di integrale:

j ( ) 3
3
j ( )
3
3
j Adj[ ( )]
( , e d
Det[ ( )]
8
j e
Adj[ ( j )] d
Det[ ( )]
8
+#
$ % "
"#
$ % "
+#
"#
&
$ = " =
'
&
= " " (
'
)
)
k r r
k r r
W k
G r r ) k
W k
W k
W k

Anno Accademico 2013_2014
13
Osservazioni:
1) La diade Adj[ ( j )] ! " W un operatore differenziale diadico
che opera sullintegrale
j ( )
3
e
d
Det[ ( )]
# $ !
+%
!%
&
k r r
k
W k
,
2) Lintegrale
j ( )
3
e
d
Det[ ( )]
# $ !
+%
!%
&
k r r
k
W k
una quantit scalare
funzione di ed # r r ed noto come funzione di Green
scalare per lo spazio libero:
j ( )
3
3
j e
g( , ) d
Det[ ( )]
8
# $ !
+%
!%
'
# = !
(
&
k r r
r r k
W k

Anno Accademico 2013_2014
14
FUNZIONE DI GREEN PER MEZZO
ISOTROPO ILLIMITATO
Un mezzo isotropo caratterizzato dai seguenti tensori costitutivi:
0
=
!
"
= #
$
"
= =
%
I
! I
" #

La matrice ( ) W k diviene:
1 2
2 2
( ) [( ) ( ) ]
1 1
( ) ( k )
&
= + ' ( ( & ' + ' =
= ( + ' # = ( +

W k k " k # !
k k I k k I

Anno Accademico 2013_2014
15
Si ha, inoltre:
1)
2 2 2
2
2 2 2
2 2
2 2 2
2
x y x z
x
1
Adj[ ( j )]
x y y z
k y
x z y z
z
! "
# # #
$ %
# # # #
#
$ %
$ %
# # #
& ' = & + $ %
# # # #
#
$ %
$ %
# # #
$ %
$ %
# # # #
#
( )
W I

2)
2 2 2 2
x y z
k k k k
Det[ ( )]
& & &
=

W k

Anno Accademico 2013_2014
16
La funzione diadica di Green spaziale per un mezzo isotropo
illimitato ha, quindi, la seguente espressione formale:
( ) 3
3
2 2 2
2
2 2 2 ( )
3 2 2 2 2 2 2
2 2 2
2
[ ( )]
( ,
8 [ ( )]
1
[ ]
8
j
j
x y z
x y z
j Adj
e d
Det
x x y x z
j e
dk dk dk
k x y y y z k k k k
x z y z z
!
"
!
"
+#
$ % &
&#
$ % &
+# +# +#
&# &# &#
$ = & =
' ( ) ) )
* +
) ) ) ) )
* +
* +
) ) )
= & & +
* +
) ) ) ) ) & & &
* +
* +
) ) )
* +
) ) ) ) )
, -
.
. . .
k r r
k r r
W k
G r r ) k
W k
I
La funzione di Green scalare per lo spazio libero invece:
( )
3 2 2 2 2
( ,
8
j
x y z
x y z
j e
g dk dk dk
k k k k
!
"
# $ %
+& +& +&
%& %& %&
#
= %
% % %
' ' '
k r r
r r )
Anno Accademico 2013_2014
17
Al fine di semplificare formalmente lespressione della funzione
di Green scalare per lo spazio libero conviene porre la sorgente
impulsiva nellorigine del sistema di riferimento (senza con
questo perdere nulla in generalit essendo il mezzo illimitato):
3 2 2 2 2
( , 0
8
j
x y z
x y z
j e
g dk dk dk
k k k k
!
"
#
+$ +$ +$
%$ %$ %$
= %
% % %
& & &
k r
r )
Si va, adesso, a valutare lintegrale:
( )
3 2 2 2 2
1
8
x y z
j k x k y k z
x y z
x y z
e
dk dk dk
k k k k !
+ +
+" +" +"
#" #" #"
#
# # #
$ $ $
Anno Accademico 2013_2014
18
Conviene dapprima valutare lintegrale in
z
k :
z
jk z
z
2 2 2 2
x y z
e
dk
k k k k
+!
"!
"
" " "
#

Lintegrando presenta una discontinuit in
z
k di tipo polare pari
a:
2 2 2
z x y
k k k k $ = " "
Anno Accademico 2013_2014
19
Osservazioni:
Se
0
k reale (caso di mezzo isotropo senza perdite) i poli sono
sullasse reale o sullasse immaginario a seconda se
2 2 2
0 x y
k k k > ! o
2 2 2
0 x y
k k k < ! , rispettivamente.
Se
0
k complesso (caso di mezzo isotropo con perdite) i poli
sono nel piano complesso [avente come assi coordinati
z
Re(k )
e
z
Im(k )] e sono antisimmetrici rispetto allorigine.
Anno Accademico 2013_2014
20
Per z 0 > , al fine di soddisfare la condizione di radiazione
allinfinito, lintegrando deve tendere esponenzialmente a zero
per
z
Im(k ) !".
Si pu, perci, pensare di applicare il teorema di Cauchy dei
residui scegliendo come cammino chiuso di integrazione quello
chiuso dal semicerchio allinfinito superiore.
Se la condizione di radiazione allinfinito soddisfatta
soddisfatto, anche, il lemma di Jordan e lintegrale lungo il
semicerchio allinfinito nullo.
Anno Accademico 2013_2014
21
Lintegrale si pu, quindi, riscrivere come di seguito:

Per z 0 < , il cammino chiuso di integrazione deve chiudersi con il
semicerchio allinfinito inferiore. Si pu, quindi, scrivere:

z z z
z z
s
z z
z z
jk z jk z jk z
z z z
2 2
z z z z z z z z
z z
jk z jk z
z z z
C
k k
z z z z z z z z
jk z jk z
z z
e e e
dk dk dk
(k k )(k k ) (k k )(k k )
k k
e e
dk 2 j Lim (k k )
(k k )(k k ) (k k )(k k )
e e
2 j j
2k k
+! +! +!
"! "! "!
# $
$ $
" = " = =
$ " $ + " $ $ +
$ "
= = % " $ =
" $ $ + " $ $ +
= % = %
$ $
& & &
& !
2 2
( )( )
2 2
( ) 2
z z
i
z z
z z
jk z jk z
z z
C
z z z z z z
jk z jk z
k k
z z z
e e
dk dk
k k k k k k
e e
j Lim j
k k k
! !
+"
#"
$ #
$ %#
# = # =
$ $ $ # # +
= =
$ $ #
& & !
Anno Accademico 2013_2014
22
Osservazione:
Per z 0 < il verso di percorrenza del cammino di integrazione
lungo lasse
z
Re(k ) opposto rispetto al verso di percorrenza
del cammino di integrazione lungo lasse
z
Re(k ) per z 0 > .
Anno Accademico 2013_2014
23
Essendo z 0 < si pu porre:
z
z k j
z
z k j
z
2
z
2
z
z jk
k
e
j
k
e
j dk
k k
e
z
z z
!
" =
!
" =
#
!
#
!
! #
$ +
$ #
%

Quindi, in definitiva si ha:
z
k
e
j dk
k k
e
z
z k j
z
2
z
2
z
z jk
z
z
&
!
" =
#
!
#
!
$ +
$ #
%

Rimane allora da valutare:
% %
$ +
$ #
$ +
$ #
! + +
!
"
y x
z
) z k y k x k ( j
2
dk dk
k
e
) 2 ( 2
j
z y x

Anno Accademico 2013_2014
24
Rimane allora da valutare:
! !
" +
" #
" +
" #
$ + +
$
%
y x
z
) z k y k x k ( j
2
dk dk
k
e
) 2 ( 2
j
z y x

Anno Accademico 2013_2014
25
Per garantire la condizione di radiazione
allinfinito si deve avere per tutti i valori di
x y
k e k :
z
z
Im[k ] 0
Re[k ] 0
>
!
"
>
#

Ora, conviene porre:
t t t
k cos( ) k sin( )
cos( ) sin( )
= $ + $
!
"
= % & +% &
#
k x y
! x y

per cui:
x y t t
x y t t
dk dk k dk d
k x k y k cos( )
= $
!
'
"
+ = ( = % $)&
'
#
k !

essendo
t
0 k
0 2
* * ++
!
"
* $ * ,
#
,
2 2
z 0 t
k k k
-
= + )
Anno Accademico 2013_2014
26
Di conseguenza, si ha:
x y z
t z
j(k x k y k z )
x y
2
z
2
jk cos( ) jk z
t
t
2
0 0
z
j e
dk dk
k
2(2 )
k j
dk e d
k
2(2 )
! + +
+" +"
#" #"
+" $
! + % &#' +
=
!
$
= &
!
$
( (
( (

Poich:
t
2
jk cos( )
0 t
0
1
e d J (k )
2
$
+ % &#'
& = %
$
(

si pu far comparire la funzione di Bessel di prima specie di ordine
zero:
( ( (
+"
! +
+" $
' # & % +
! +
%
! $
= & &
!
$ 0
t
z k j
t 0
z
t
0
2
0
) ( Cos jk
t
z k j
z
t
2
dk e ) k ( J
k
k
4
j
d e dk d e
k
k
) 2 ( 2
j
z
t
z

Anno Accademico 2013_2014
27
Poich vale pure lidentit di Weyl-Bessel:
0
z
jk r
jk z
t
0 t t
0
z
k e
j J (k )e dk
k r
!
+"
# +
$ =
#
%

si ottiene la tanto desiderata espressione in forma analitica chiusa
per la funzione di Green scalare propria di un mezzo isotropo
illimitato:
0
jk r
e
g( , 0 j
4 r
+
= &
'
r )
Anno Accademico 2013_2014
28
Tornando indietro di un passo logico, confrontando tra di loro
le varie espressioni integrali si ottiene anche la seguente
identit:
x y z
0
j(k x k y k z )
jk r
x y
z
j e e
dk dk
2 k r
! + +
+
+" +"
#" #"
=
! $
% %

che rappresenta lo sviluppo in onde piane di unonda sferica.
Anno Accademico 2013_2014