Sei sulla pagina 1di 60

Fisica B

Prof. Piccinini
Esercitazioni

Dott. Gianluca Pagnoni


E-mail: gianluca.pagnoni3@unibo.it

http://ishtar.df.unibo.it/

Operatore differenziale Nabla

i
+ j +k
z
x
y
r


+
+ z


z
r
1
1

r +
+
r
r
r sin

coordinate cartesiane

coordinate cilindriche

coordinate sferiche

Consideriamo un campo vettoriale generico:

r
v = i v
16/10/2012

+ j v

+ k v

Fisica B G. Pagnoni

Pu essere applicato come divergenza e restituisce un numero reale:

r r

v =
vx +
vy +
vz
x
y
z
Pu essere applicato come rotore e restituisce un altro campo vettoriale

r r
v = x
vx

j
y
vy

Data una funzione f

Il gradiente :

16/10/2012

z = i ( y v z z v y ) j ( x v z z v x ) + k ( x v y y v x )
vz

dove:

( x, y , z )

r

f =
fi+
f j+
fk
x
y
z
Fisica B G. Pagnoni

= x
x

= y
y

= z
z

Calcolare la divergenza del campo vettoriale

r
v = x 2 , xy, xy z

r 2
2
v = , , x , xy, xy z = 2 x + x xy z
x y z

Calcolare il rotore del campo vettoriale

r
v = x 2 , xy, xy z

r
v = ( y v z z v y )i ( x v z z v x ) j + ( x v y y v x )k =

= (x z 0)i ( y z 0) j + ( y 0)k = x z i y z j + yk

16/10/2012

Fisica B G. Pagnoni

Siano dati il vettore costante

r
v = x 2 , xy, xy z

r
c = (c1 , c2 , c3 )

e il campo vettoriale

r r
. Calcolare il gradiente della grandezza c v .

r
(c v ) = , , (c1 , c2 , c3 ) x 2 , xy, xy z =
x y z

2
= , , c1 x + c2 xy + c3 xy z =
x y z

= 2c1 x + c2 y + c3 y z , c2 x + c3 x z ,c3 xy z 2

16/10/2012

Fisica B G. Pagnoni

)
5

r
1
a ( x , y , z ) calcolarne il
Dato il campo vettoriale v =
3
flusso attraverso una superficie cubica di lato L centrata
nellorigine
1 - metodo: calcolo diretto

r r
a
v = 3 (x, y, z ) (0,0, xy)
1
1

a
aL
= zx y =
xy =

3
3 2 1
1
aL 2 aL3
=
L =
6
6

16/10/2012

r
= (0,0, xy )
r a
v = ( x, y , z )
3

L
L L/2
y
x

Fisica B G. Pagnoni

Dato il campo vettoriale v =

1
a ( x , y , z ) calcolarne il flusso attraverso una
3

superficie cubica di lato L centrata nellorigine


2 - metodo: utilizziamo il teorema della divergenza

r
r r
v V = v
V

Calcoliamo allora

r
v

r
a a a a
v = , , ( x, y, z ) = + + = a
3 3 3 3
x y z

r r
3
v

=
a

V
=
a

V
=
aL

16/10/2012

Fisica B G. Pagnoni

Due cariche sono disposte come in figura. Calcolare il rapporto delle


cariche affinch il campo elettrico nel punto P sia nullo.
+q

r
E=

Q
r
2
4 0 r

Il campo elettrico si annulla ne punto P se:

16/10/2012

-Q

Fisica B G. Pagnoni

P
d/2

q
=9
Q

Due cariche elettriche sono disposte come in figura. Calcolare il


potenziale elettrostatico in un generico punto dellasse x. Determinare
in quale punto dellasse si annulla la derivata del potenziale elettrostatico
rispetto alla variabile x.
+q
+Q

r
E=

x=

Q
r
2
4 0 r
d

Q
1+
q

16/10/2012

In questo punto il campo elettrico


complessivo nullo

Fisica B G. Pagnoni

Calcolare nel punto P ,modulo


direzione e verso del campo
elettrico generato dalle cariche
elettriche indicate in figura

-3q

-2q
L

Principio di sovrapposizione

q
L

r
E=

P
L

Q
r
2
4 0 r

I vettori del campo elettrico generati in P dalle diverse cariche sono


tutti collineari per cui possono essere sommati come numeri dotati
di segno
1 q 2q 3q
q 1 1
q
1 =
2 2 2=
2
4 0 L 4 L 9 L 4 0 L 2 3 24 0 L2

16/10/2012

Fisica B G. Pagnoni

10

A) Q

2Q

3Q
B)
2

3Q
2

r Q 2Q
2Q 2
FA =
r = 2 r
2
r
r

r 3Q 3Q 1
9Q 2 1
FB =

r =
r
2
2
2 2 r
4 r

r 9 2Q 2
9 r
FB =
r = FA
2
8 r
8
16/10/2012

Fisica B G. Pagnoni

11

Calcolare lintegrale di linea del campo elettrostatico


generato dalla carica elettrica q lungo il percorso
tratteggiato che congiunge A e B

B
L

r
Q 1
E=
r
2
4 0 r

r
E = gradV

Campo elettrostatico conservativo

r
1 Q
V (r ) =
+ V
4 0 r

r r
1
Q 1
A E l = VA VB = 4 0 L L 2 =
B

Q
4 0

16/10/2012

Q 2 2
2 1
=
4 0 L
2L
Fisica B G. Pagnoni

12

Calcolare modulo
r direzione e verso del campo
elettrostatico E generato nel punto P dalla
distribuzione lineare finita ed uniforme di carica
elettrica indicata in figura

P
d

x
E x =
4 0 (Ld x )2
1

Ex =
4 0

(L + d x )

L ( L + d x)
Ex =
4 0 0 (L + d x )2

1
1

1
Ex =
=

4 0 (L + d x ) 0 4 0 d d + L
=

L
4 0 d (d + L )

16/10/2012

Fisica B G. Pagnoni

13

Data una distribuzione lineare di carica elettrica in forma circolare di raggio R, ed


avente densit lineare uniforme, calcolare il lavoro necessario per trasportare una
carica puntiforme q dallinfinito al centro della distribuzione stessa

LP

r
r
Fest = qE

P
R

r
E

dove
il campo elettrico generato
dallanello carico

r r
= q E l = q(V VP ) = qVP
P

LP

VP =

anello

23/10/2012

r
r
= Fest l
P

4 0 R

2R =
4 0 R
2 0
G. Pagnoni

V = 0

r
1 Q
V (r ) =
+ V
4 0 r
LP

q
=
2 0

La superficie laterale di un cono e di una semisfera sono unite in


modo da formare una superficie chiusa S. Internamente ad S,
nel centro del cerchio che costituisce il bordo comune delle
superfici di cui sopra, posizionato un elettrone (q=-1.60x10-18
C). Calcolare il flusso del campo elettrostatico (E) attraverso la
superficie laterale del cono nellipotesi che il raggio della
semisfera valga R=10 cm (0=8.85x10-12C2/Nm2
S
R
q

q = 1.60 10 19 C
R = 10cm
0 = 8.85 10 12 C 2 Nm 2

()

r
E =?

23/10/2012

G. Pagnoni

r r q
E S =

Dalla legge di Gauss si ha che

r r
E S =
S

r r
E S +
semisfera

r r q
E S =
Sup . Lat .Cono

e quindi anche

Considerando ora una superficie sferica centrata in q, la legge di Gauss ci dice

r r
E S =
S

r r
E S +
Semisfera

r r q
E S =
Semisfera

2 0

r r q
E S =
Sup . Lat .Cono

23/10/2012

r r
E S = 2
Semisfera

r r q
E S =
Semisfera

da cui

sostituendo

19

1
.
60

10
6
q
= q
=
=

0
.
18

10
0
2 0
2 0 0.1 8.85 10 12

G. Pagnoni

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 24/09/2008

E = V , E = k , F = kQ

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 24/09/2008

La differenza di potenziale elettrostatico tra due punti A e B definita come il


lavoro cambiato di segno per portare la carica unitaria da A a B.

23/10/2012

G. Pagnoni

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 14/06/2010

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 14/06/2010

G. Pagnoni

22

Esame 13/07/2010

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 13/07/2010

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 13/07/2010

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 01/02/2008

23/10/2012

G. Pagnoni

Esame 13/07/2010

06/11/2012

G. Pagnoni

27

Esame 13/07/2010

06/11/2012

G. Pagnoni

28

1
Q
2
U = CV C =
Q costante
d 2 = 2d1
2
V
densit di energia : energia elettrostatica per unit di volume
UE
U
uE =
= E
Volume A d
2
2
1
Q
Q
d
2
=
U = CV =
2
2C 2 0 S

UE
uE =
V
06/11/2012

U1
u1 =
V1

C=

2U1
u2 =
2V1
G. Pagnoni

0S
d
La densit di energia non varia

29

Esame 23/07/2012

Due particelle di carica uguale ma di segno opposto partono


contemporaneamente da due punti diversi, con velocit v1 e
v2, nello stesso verso e su traiettorie parallele. Le particelle
sono immerse in un campo magnetico uniforme e
perpendicolare alla loro direzione. Le due cariche sincontrano
quando la direzione della prima ruotata di 90 e quella della
seconda di 150. Qual il rapporto tra le masse de lle due
particelle?

06/11/2012

G. Pagnoni

30

Calcolare il diametro di un filo di rame ( =168 10-8 Wm) in


cui circola una corrente di 40 A, affinch dissipi una potenza di
1.6 W per ogni metro di lunghezza

20/11/2012

G. Pagnoni

31

Una pila ha forza elettromotrice f=1.534 volt. Se si misura la


differenza di potenziale ai capi della pila con un voltmetro
avente resistenza interna R=1000 ohm si trova V=1.498 volt.
Determinare la resistenza interna r della pila.

r=24.2 ohm

20/11/2012

G. Pagnoni

32

Una resistenza filiforme di sezione S=1 mm2 costituita


dall'unione di un filo di lunghezza l1=10 mm e resistivit
1=510-5 Wm con un filo di lunghezza l2=5 mm e resistivit
2=3 1. Quando la resistenza attraversata da una
corrente uniforme I = 5 A calcolare:
a) i campi elettrici nei due materiali
b) la differenza di potenziale ai capi della resistenza
c) la carica presente sulla superficie di separazione dei due
materiali.

20/11/2012

G. Pagnoni

33

20/11/2012

G. Pagnoni

34

Un filo metallico di massa m scivola senza attrito su due rotaie


poste a distanza d. Il binario posto in un campo di induzione
magnetica B diretto perpendicolarmente al piano del binario.
Una corrente costante i circola dal generatore G lungo una
rotaia, attraversa il filo e torna al generatore attraverso l'altra
rotaia. Trovare la velocit (modulo, direzione e verso) del filo in
funzione del tempo nell'ipotesi che esso sia fermo per t=0.

20/11/2012

G. Pagnoni

35

Un filo rettilineo conduttore di sezione circolare costituito da un


materiale di densit pari a 2.5 g/cm3 posto in un campo
magnetico uniforme in modo che l'asse del filo sia
perpendicolare alla direzione del campo. Nel filo si stabilisce
una densit di corrente di 2.4x106 A/m2 e si fa aumentare il
campo magnetico fino a quando la forza magnetica agente sul
filo bilancia esattamente quella gravitazionale. Calcolare il
valore di B al raggiungimento di questa condizione.

20/11/2012

G. Pagnoni

36

Una pila ha forza elettromotrice f=1.534 volt. Se si misura la


differenza di potenziale ai capi della pila con un voltmetro
avente resistenza interna R=1000 ohm si trova V=1.498 volt.
Determinare la resistenza interna r della pila.

r=24.2 ohm

27/11/2012

G. Pagnoni

37

E=

=
0 0S

1
1
&
&
RQ + Q = 0; Q =
Q; Q = Q0 e RC
C
RC

Ri + VA VB = 0
t

Q0 RC
Q
E=
=
e
S 0 S 0

27/11/2012

G. Pagnoni

38

27/11/2012

G. Pagnoni

39

27/11/2012

G. Pagnoni

40

Un circuito costituito da un condensatore a facce piane parallele di forma circolare


avente una carica Q (sia S la superficie delle armature e d la loro distanza) e da una
resistenza R, inizialmente aperto.
1) Calcolare il campo elettrico tra le armature.
Al tempo t=0 il circuito viene chiuso ed il condensatore comincia a scaricarsi:
2) Determinare la carica sulle armature in funzione del tempo.
Questo fatto determina una variazione temporale anche del campo elettrico tra le
armature.
3)Determinare la corrente di spostamento attraverso una superficie circolare posta
tra le armature.

E=

Q
=
0 0S

1
1
&
&
RQ + Q = 0; Q =
Q; Q = Q0 e RC
C
RC

Ri + VA VB = 0
t

Q0 RC
Q
E=
=
e
S 0 S 0
27/11/2012

G. Pagnoni

41

Q0 RC
Q
E=
=
e
S 0 S 0
r r
d
d
d
d
i S = 0 E d = 0 Ed = 0 E d = 0 Er 2 =
dt
dt
dt S
dt
t

1 RC
2 dE
2 Q0
2 Q0
= 0r
= 0r
e
= r
e RC
dt
S 0 RC
SRC

27/11/2012

G. Pagnoni

42

Iniziamo calcolando il campo magnetico generato


dalle correnti i1 e i2:

r
i
B1 (r1 ) = 0 1
2 r1
r
0 i2
B2 (r2 ) =
2 r2
Sia

r = r1

allora

Entrante nel foglio fra i due conduttori

d
i1

i2
i3

Entrante nel foglio fra i due conduttori

2d

r2 = 2d r1 = 2d r

quindi possiamo riscrivere il campo magnetico totale come:

r
0 i1 0 i2
0 (2d r )i1 + ri2
B(r ) =
+
=
2 r 2 2d r 2 r (2d r )
04/12/2012

G. Pagnoni

43

Sui lati ortogonali (2-4) ai fili agiscono forze uguali ed opposte che si cancellano
fra di loro
Sui lati paralleli agiscono forze uguali ed opposte ma diverse in modulo
Sia R la distanza fra il lato 1 ed il filo 1 per la legge di Lorentz:

r r
r
dF = i3 dl B

r
B costante su tutto il filo
r
r
B dl

d
i1

d
r
F1 = i3 B(R ) dl = i3d B(R )
0

r
F2 = i3 d B(R + d )

i3 d [B(R ) B(R + d )] = 0

r
i2
0 i1
B(r ) =
+

2 r 2d r
04/12/2012

4
1

i2

3
2
i3

2d

r r r
R = F1 + F2 = 0

[B(R ) B(R + d )] = 0
i1
i2
i1
i2
+

=0
R 2d R R + d 2d R d
G. Pagnoni

44

d = 6cm = 0.06m
J ( x) = ax
r
5
B

dl
=
1
.
9

10
Wb / m

I = Jl
d

dI = Jdx
d

a 2
a 2
I = Jdx = axdx = x = d
2 0 2
0
0
04/12/2012

G. Pagnoni

45

d = 6cm = 0.06m
J ( x) = ax
r
5
B

dl
=
1
.
9

10
Wb / m

r
B dl = 0 I
I=

1.9 10 5Wb / m

= 15

1.9 10 5 Wb / m
=
=
7
4 10 H m

Wb
= 15 A
H

04/12/2012

G. Pagnoni

46

d = 6cm = 0.06m
J ( x) = ax
r
5
B

dl
=
1
.
9

10
Wb / m

a 2
d = 15 A
2
2 15
30
3
2
a= 2 A=
A
=
8
.
4

10
A
m
d
3.6 10 3
I=

04/12/2012

G. Pagnoni

47

Il campo magnetico pu essere calcolato come la


somma dei contributi delle strisce parallele di
larghezza dx

I =I

se I fosse costante

xP

P
R

2 Ix
I = Jx = 2 x
d

0
(
)
B r =

0 I
2 Ix
x = 2
xx
2
2xP d
d (r + d x )

0 I
B (r ) = 2
= 2
d (r + d x ) d
o
d

04/12/2012

0 Ixx

0 I
xx
d
o (r + d x ) = d 2 (r + d )ln1 + r d
d

G. Pagnoni

48

11/12/2012

G. Pagnoni

49

q
q
q x
r r
E (r )x = k 2 cos( ) = k 2 cos( ) = k 2 1

r r
r
r
r r 2
1 Q

E (r ) =
r
2
r
4 0 r
E (rr ) = k q sen( ) = k q sen( ) = k q y
y

r2
r2
r 2 r 12
r r
E (r )tot

1 qa
r r
x
r r
r E (r )tot , x =
3
1 qa
2
4

= E
E (r )tot =
x
0 r
3
4 0 r 2
Er (rr ) = 0
tot , y

11/12/2012

G. Pagnoni

50

11/12/2012

G. Pagnoni

51

r
r r
FL = ev B
r
v = vr r + vt t + vn n

vt

t r

data dal solo trascinamento della sbarra

vt = ?

dst = rd

dst
d
=r
= vt
dt
dt

vt = r

vr

data dalleffetto della Forza di Lorentz non annullata dalla reazione


vincolare della sbarra

11/12/2012

G. Pagnoni

52

Gli elettroni sono spinti verso il centro di rotazione, il modulo della forza
che sente un elettrone e- a distanza r da O :

F = evB = erB

E =

F
e

= rB

t r

la differenza di potenziale :

1
1 d 2
2
Bl
V = rBdr = Bl =
2
2 dt
o
l

1 dl 2
1 dS d B d (B )
=
B=
=
2 dt
2 dt
dt Tagliato
2

Area del cerchio:

11/12/2012

1 2 1 2
2
A = r = d rdr =2 r = r d
2
2 0
0
0
G. Pagnoni

53

11/12/2012

G. Pagnoni

54

11/12/2012

G. Pagnoni

55

Esame 12/01/2010

11/12/2012

G. Pagnoni

56

Esame 18/06/2009

11/12/2012

G. Pagnoni

57

11/12/2012

G. Pagnoni

58

Esame 22/04/2009

F
V
F

11/12/2012

G. Pagnoni

59

Esame 23/12/2009

23/10/2012

G. Pagnoni

60