Sei sulla pagina 1di 18

Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s.

2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO


CORSO SPERIMENTALE
Tema di: MATEMATICA
a. s. 2007-2008

PROBLEMA 1
Siano dati un cerchio di raggio r ed una sua corda AB uguale al lato del quadrato in esso inscritto.

1. Detto P un generico punto della circonferenza, giacente sull’arco maggiore di estremi A e B, si


_____ _____
PA + PB
2 2
consideri il rapporto: _____
e lo si esprima in funzione di x = tan PAˆ B
2
AB

2. Si studi la funzione f(x) così ottenuta e si tracci il suo grafico γ, indipendentemente dai limiti posti dal
problema geometrico.

3. Detto C il punto d’intersezione della curva γ con il suo asintoto orizzontale, si scriva l’equazione della
tangente a γ in C.

4. Si calcoli l’area della parte finita di piano compresa tra la curva γ, la suddetta tangente e la retta di
equazione x = k, essendo k l’ascissa del punto di massimo relativo.

PROBLEMA 2
Si consideri la funzione:
y = a sin 2 ( x ) + b sin ( x ) + c
1. Si determinino a, b, c, in modo che il suo grafico γ passi per A(0,2), per B(π/6,0) ed abbia in B
tangente parallela alla retta 3 3 x + 2 y − 5 = 0 .
2. Si rappresenti graficamente la curva γ nell’intervallo 0 ≤ x ≤ 2π.
3. Si calcoli il valore dell’area di ciascuna delle due parti di piano compresa fra la retta y=2 e la
curva stessa.
4. Tra tutte le primitive della funzione data, si determini quella il cui grafico passa per P(0,6) e si
scriva l’equazione della retta ad esso tangente in detto punto.

1
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

QUESTIONARIO
1) Si determinino le costanti a e b in modo tale che la funzione:
⎧ax + b x≤0

f (x ) = ⎨ e x − 1
⎪ x>0
⎩ x
risulti continua e derivabile nel punto x=0.
2) Un meteorite cade sulla Terra; qual è la probabilità che il punto d’incontro si trovi fra l’equatore
e il tropico del Cancro (latitudine λ = 23° 27’ nord)?
3) Si determini il numero reale positivo λ in modo che la curva rappresentativa della funzione
g ( x ) = e − λx divida in parti equiestese la regione delimitata dalla curva rappresentativa della

funzione f ( x ) = e λx , dall’asse x e dalle rette x = 0 e x = 1.


4) Si determini la probabilità che, lanciando 8 volte una moneta non truccata, si ottenga 4 volte
testa.
5) Si dimostri che l’equazione (3 − x )e x − 3 = 0 per x>0 ha un’unica radice reale e se ne calcoli un
valore approssimato con due cifre decimali esatte.
6) Si dimostri che il volume del cilindro equilatero inscritto in una sfera di raggio r è medio
proporzionale fra il volume del cono equilatero inscritto e il volume della sfera.

( )
7) Si calcoli il valore medio della funzione y = arccos 1 − x 2 nell’intervallo 0 ≤ x ≤ 1
8) In un piano riferito ad un sistema di assi cartesiani sono assegnati i punti A(0,1), B(0,4). Si
determini sul semiasse positivo delle ascisse un punto C dal quale il segmento AB è visto con un
angolo di massima ampiezza.
ln x
et
9) Si scriva l’equazione della tangente al diagramma della funzione: ∫1 t2
dt nel punto P di ascissa

x = e.
10) Tenuto conto che:
1
π 2
1
= ∫
6 0 1− x2
dx

si calcoli un’approssimazione di π, utilizzando uno dei metodi d’integrazione numerica studiati.

2
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

PROBLEMA 1
Siano dati un cerchio di raggio r ed una sua corda AB uguale al lato del quadrato in esso
inscritto.
Punto 1
Detto P un generico punto della circonferenza, giacente sull’arco maggiore di estremi A e B, si
_____ _____
PA 2 + PB 2
consideri il rapporto: _____
e lo si esprima in funzione di x = tan PAˆ B
2
AB
Il quadrato inscritto nella circonferenza ha la diagonale pari al diametro 2r , cui corrisponde il lato di

lunghezza
2r
2
= r 2 . Quindi AB = r 2 . Inoltre per il teorema della corda AB = 2r ⋅ sin APˆ B per ( )

(
cui sin APˆ B = ) 2
2
cui corrisponde APˆ B = 45° (supponendo che APˆ B sia acuto, assunzione che

non lede la generalità della discussione che porteremo avanti); per differenza, posto PAˆ B = α ,
ABˆ P = 135° − α come rappresentato nella figura sottostante:

Sempre per il teorema della corda si ha:


PB = 2r sin (α ), PA = 2r sin (135° − α ) = 2r [sin (135°) cos(α ) − cos(135°)sin (α )] = r 2 [cos(α ) + sin (α )]
. In tal modo
AB 2 = 2r 2
PB 2 = 4r 2 sin 2 (α )
PA 2 = 2r 2 [1 + sin (2α )]
per cui
_____ _____
PA 2 + PB 2
f (α ) = _____
= 1 + sin (2α ) + 2 sin 2 (α ) = 1 + sin (2α ) + (1 − cos(2α )) = 2 + sin (2α ) − cos(2α )
2
AB
2 tan (α ) 1 − tan 2 (α )
Sfruttando le identità goniometriche per cui sin (2α ) = , cos (2α ) = , la funzione
1 + tan 2 (α ) 1 + tan 2 (α )

3
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

2x ⎛1− x2 ⎞ 3x 2 + 2 x + 1
diventa f ( x ) = 2 + −⎜ ⎟⎟ = .
1 + x 2 ⎜⎝ 1 + x 2 ⎠ 1+ x2

Punto 2
Si studi la funzione f(x) così ottenuta e si tracci il suo grafico γ, indipendentemente dai limiti
posti dal problema geometrico.

3x 2 + 2 x + 1
Studiamo la funzione f ( x ) =
1+ x2
Dominio: R
3x 2 + 2 x + 1 −1± i 2
Intersezioni asse ascisse: f ( x ) = = 0 ⇒ 3x 2 + 2 x + 1 = 0 ⇒ x = per cui non
1+ x 2
3
ci sono intersezioni con l’asse delle ascisse
Intersezioni asse ordinate: x = 0 ⇒ f (0 ) = 1
Eventuali simmetrie: la funzione non è né pari né dispari
3x 2 + 2 x + 1
Positività: f ( x ) = > 0 ∀x ∈ R
1+ x2
Asintoti verticali: non ce ne sono
⎛ 3x 2 + 2 x + 1 ⎞
Asintoti orizzontali: lim ⎜⎜ ⎟⎟ = 3 per cui la retta y = 3 è asintoto orizzontale
⎝ 1+ x
t → ±∞ 2

Crescenza e decrescenza: f ' ( x ) =


(6 x + 2)(1 + x 2 ) − (2 x )(3x 2 + 2 x + 1) = − 2(x 2 − 2 x − 1) per cui la
(1 + x )2 2
(1 + x )2 2

funzione è strettamente crescente in (1 − )


2 ,1 + 2 , strettamente decrescente in

(− ∞,1 − 2 )∨ (1 + 2 ,+∞) e si annulla in x = 1 − 2 in cui presenta un minimo relativo

m(1 − 2 ,2 − 2 ) ed in x = 1 + 2 in cui presenta un massimo relativo M (1 + 2 ,2 + 2 . )


Concavità e convessità: f ' ' (t ) =
(
4( x + 1) x 2 − 4 x + 1 ) per cui la funzione presenta tre flessi alle
(1 + x )2 3

ascisse x1 = −1, x 2 = 2 − 3 , x3 = 2 + 3 .

Il grafico è di seguito presentato:

4
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

Punto 3
Detto C il punto d’intersezione della curva γ con il suo asintoto orizzontale, si scriva
l’equazione della tangente a γ in C.
3x 2 + 2 x + 1
Il punto C è dato dal la risoluzione dell’equazione = 3 da cui si ricava C (1,3) .
1+ x2
⎡ − 2(x 2 − 2 x − 1)⎤
L’equazione della tangente in C è y = m( x − 1) + 3 con m = f ' (1) = ⎢ ⎥ =1
⎢⎣ (1 + x 2 )
2
⎥⎦ x =1

pertanto la tangente è y = x + 2 .
Punto 4
Si calcoli l’area della parte finita di piano compresa tra la curva γ, la suddetta tangente e la
retta di equazione x = k, essendo k l’ascissa del punto di massimo relativo.
Calcoliamo l’intersezione della curva con la tangente: bisogna risolvere l’equazione
3x 2 + 2 x + 1
= x + 2 e cioè x 3 − x 2 − x + 1 = ( x − 1) (x + 1) = 0 ⇒ x = 1, x = −1 .
2

1+ x 2

Quindi l’ulteriore intersezione è D(− 1,1) .


L’area da calcolare è raffigurata in grigio sotto:

5
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

L’area vale

1+ 2
⎡ ⎛ 3x 2 + 2 x + 1 ⎞⎤
Area = ∫ ⎢ x + 2 − ⎜⎜
⎝ 1+ x
2
⎟⎟⎥dx =
⎠⎦
−1 ⎣
1+ 2
⎡ ⎛ 2x 2 ⎞⎤
= ∫
−1
⎢x + 2 − ⎜3 + 1 + x 2 − 1 + x 2
⎣ ⎝
⎟⎥dx =
⎠⎦
1+ 2
⎡ 2x 2 ⎤
= ∫
−1
⎢⎣ x − 1 − 1 + x 2 + 1 + x 2 ⎥⎦dx =
1+ 2
⎡ ( x − 1)2 ⎤
=⎢ (
− ln x 2 + 1 + 2 arctan( x )⎥ ) =
⎣ 2 ⎦ −1
[ ) ( ( )]
= 1 − ln 4 + 2 2 + 2 arctan 1 + 2 − [2 − ln(2) + 2 arctan(− 1)] =
= 2 arctan(1 + 2 ) + 2 arctan(1) − ln (4 + 2 2 ) + ln (2 ) − 1 =

= 2 ⋅ ⎜ ⎟ + 2 ⋅ ⎜ ⎟ − ln (2 + 2 ) − 1 =
⎛ 3π ⎞ ⎛π ⎞
8 ⎝ 4 ⎠ ⎝ ⎠
=

4
− ln 2 + 2 − 1 ( )

6
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

PROBLEMA 2
Si consideri la funzione: y = a sin 2 (x ) + b sin ( x ) + c
Punto 1
Si determinino a, b, c, in modo che il suo grafico γ passi per A(0,2), per B(π/6,0) ed abbia in B
tangente parallela alla retta 3 3 x + 2 y − 5 = 0 .
Il passaggio per A(0,2) comporta subito c = 2 ; il passaggio per B(π/6,0) comporta
a b
+ + 2 = 0 ⇒ a = −2b − 8 . La derivata della funzione y = a sin 2 (x ) + b sin ( x ) + c è
4 2

⎛π ⎞ 3
y ' = a sin (2 x ) + b cos(x ) e y ' ⎜ ⎟ = (a + b ) per cui la terza condizione di tangente in B(π/6,0)
⎝6⎠ 2

⎛π ⎞ 3
parallela alla retta 3 3 x + 2 y − 5 = 0 si traduce in y ' ⎜ ⎟ = (a + b ) = − 3 3 ⇒ a + b = −3 .
⎝6⎠ 2 2
Queste condizioni comportano i seguenti parametri incogniti:
⎧a = 2

⎨b = −5 ⇒ y = 2 sin ( x ) − 5 sin ( x ) + 2 = (1 − 2 sin (x ))(2 − sin ( x ))
2

⎪c = 2

Punto 2
Si rappresenti graficamente la curva γ nell’intervallo 0 ≤ x ≤ 2π.
Studiamo la funzione f ( x ) = (1 − 2 sin ( x ))(2 − sin (x )) in [0,2π ]
Dominio: [0,2π ]
Intersezioni asse ascisse:
1 π 5π
f ( x ) = (1 − 2 sin ( x ))(2 − sin ( x )) = 0 ⇒ sin ( x ) = ⇒ x = ,x =
2 6 6
Intersezioni asse ordinate: x = 0 ⇒ f (0 ) = 2
Eventuali simmetrie: la funzione non è pari né dispari
1 π 5π
Positività: f ( x ) = (1 − 2 sin ( x ))(2 − sin ( x )) ≥ 0 ⇒ sin ( x ) ≤ ⇒0≤ x≤ ∨ ≤ x ≤ 2π
2 6 6
Asintoti verticali: non ce ne sono
Asintoti orizzontali ed obliqui: non ce ne sono
Crescenza e decrescenza: f ' ( x ) = 4 sin ( x ) cos( x ) − 5 cos( x ) = − cos( x )(5 − 4 sin ( x )) .
π 3π
Ora f ' ( x ) > 0 ⇒ cos(x ) < 0 ⇒ <x< mentre (5 − 4 sin (x )) > 0 ∀x ∈ [0,2π ] per cui la funzione
2 2

7
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

⎤ π 3π ⎡ ⎡ π ⎡ ⎤ 3π ⎤
è strettamente crescente in ⎥ , ⎢ , strettamente decrescente in ⎢0, ⎢ ∨ ⎥ ,2π ⎥ e si annulla in
⎦2 2 ⎣ ⎣ 2⎣ ⎦ 2 ⎦
π ⎛π ⎞ 3π ⎛ 3π ⎞
x= in cui ha un minimo relativo m⎜ ,−1⎟ , in x = in cui ha un massimo relativo M ⎜ ,9 ⎟
2 ⎝2 ⎠ 2 ⎝ 2 ⎠

5 ± 3 17
Concavità e convessità: f ' ' (x ) = −8 sin 2 ( x ) + 5 sin ( x ) + 4 = 0 ⇒ sin ( x ) = per cui la
16
5 − 3 17 5 + 3 17
funzione presenta flessi alle ascisse per cui sin ( x ) = in quanto sin ( x ) = > 1 . Le
16 16
ascisse dei flessi saranno:
⎛ − 5 + 3 17 ⎞ ⎛ − 5 + 3 17 ⎞
x = π + arcsin⎜⎜ ⎟, x = 2π − arcsin⎜
⎟ ⎜
⎟.

⎝ 16 ⎠ ⎝ 16 ⎠
Il grafico è di seguito presentato:

Punto 3
Si calcoli il valore dell’area di ciascuna delle due parti di piano compresa fra la retta y=2 e la
curva stessa.
Si consideri la figura seguente in cui le due aree sono state raffigurate in grigio chiaro e grigio
scuro:

8
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

π
[
A1 = ∫ 2 − (2 sin 2 ( x ) − 5 sin ( x ) + 2) dx = ]
0
π π
[ ]
= ∫ − 2 sin (x ) + 5 sin ( x ) dx = ∫ [cos(2 x ) − 1 + 5 sin ( x )]dx =
2

0 0

⎡ sin (2 x )
π

=⎢ − x − 5 cos( x )⎥ = [− π + 5] − [− 5] = 10 − π
⎣ 2 ⎦0

A2 = ∫π [(2 sin (x ) − 5 sin (x ) + 2) − 2]dx =
2

2π 2π
= ∫ [2 sin (x ) − 5 sin (x )]dx = ∫ [− cos(2 x ) + 1 − 5 sin (x )]dx =
2

π π

⎡ sin (2 x )


= ⎢− + x + 5 cos( x )⎥ = [2π + 5] − [π − 5] = 10 + π
⎣ 2 ⎦π
Punto 4
Tra tutte le primitive della funzione data, si determini quella il cui grafico passa per P(0,6) e si
scriva l’equazione della retta ad esso tangente in detto punto.
sin (2 x )
[ ]
F ( x ) = ∫ (2 sin 2 (x ) − 5 sin ( x ) + 2) dx = ∫ [− cos(2 x ) + 3 − 5 sin ( x )]dx = −
2
+ 3x + 5 cos( x ) + k e

sin (2 x )
quella che passa per P(0,6) è F (0 ) = 5 + k = 6 ⇒ k = 1 da cui F ( x ) = − + 3x + 5 cos( x ) + 1 .
2
sin (2 x )
L’equazione della retta tangente ad F ( x ) = − + 3x + 5 cos( x ) + 1 in P(0,6) è y = mx + 6 con
2
9
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

[
m = F ' (0) = 2 sin 2 ( x ) − 5 sin ( x ) + 2 ]
x =0 = 2 per cui la retta tangente ha equazione y = 2 x + 6 .

10
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

QUESTIONARIO

Quesito 1
Si determinino le costanti a e b in modo tale che la funzione:
⎧ax + b x≤0

f (x ) = ⎨ e x − 1
⎪ x>0
⎩ x
risulti continua e derivabile nel punto x=0.
Affinché la funzione sia continua in x = 0 deve aversi che lim− f ( x ) = lim+ f ( x ) . Poiché
x →0 x →0

lim f ( x ) = lim− (ax + b ) = b


x →0 − x →0

⎛ e x −1⎞
lim f ( x ) = lim+ ⎜⎜ ⎟⎟ = 1
x →0 + x →0
⎝ x ⎠
la continuità in x = 0 impone b = 1 .
⎧a x≤0

La derivata della funzione è f ' ( x ) = ⎨ xe x − e x − 1 ( ) x>0
ed affinchè la funzione sia derivabile

⎩ x2
in x = 0 deve aversi che lim− f ' ( x ) = lim+ f ' ( x ) . Poiché
x →0 x →0

lim f ' ( x ) = lim− (a ) = a


x →0 − x →0

( )
De
⎛ xe x − e x − 1 ⎞ L 'Hopital ⎛ xe x + e x − e x ⎞ ⎛ ex ⎞ 1
lim+ f ' ( x ) = lim+ ⎜⎜ ⎟
⎟ = lim ⎜ ⎟⎟ = lim+ ⎜⎜ ⎟⎟ =
x2 x →0 + ⎜ 2x
x →0 x →0
⎝ ⎠ ⎝ ⎠ x →0 ⎝ 2 ⎠ 2
1
la derivabilità in x = 0 impone a = .
2
La funzione diventa allora
⎧x
⎪⎪ 2 + 1 x≤0
f (x ) = ⎨ x
⎪e −1 x>0
⎪⎩ x

Quesito 2
Un meteorite cade sulla Terra; qual è la probabilità che il punto d’incontro si trovi fra
l’equatore e il tropico del Cancro (latitudine λ = 23° 27’ nord)?
Consideriamo la Terra come una sfera. Il tropico del cancro è un parallelo che si trova alla latitudine
λ = 23° 27’ nord rispetto all’equatore. Per questo motivo, la superficie impattata dall’asteroide è una
zona sferica.

11
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

Pertanto, supponendo che la caduta degli asteroidi abbia una distribuzione uniforme, la probabilità
richiesta può essere calcolata come il rapporto tra l’area della zona sferica e l’area della sfera.
L’area della sfera è S Sfera = 4πR 2 , mentre l’area della zona sferica di altezza h è S Zona = 2 ⋅ π ⋅ h ⋅ R
sferica

dove l’altezza è h = R sin (23°27') . In tal modo la probabilità richiesta è pari a


S Zona
sferica 2 ⋅ π ⋅ h ⋅ R 2 ⋅ π ⋅ R 2 sin (23°27') sin (23°27')
p= = = = ≅ 0.199 = 19,9%
S Sfera 4πR 2 4πR 2 2

Quesito 3
Si determini il numero reale positivo λ in modo che la curva rappresentativa della funzione
g ( x ) = e − λx divida in parti equiestese la regione delimitata dalla curva rappresentativa della

funzione f ( x ) = e λx , dall’asse x e dalle rette x = 0 e x = 1.

L’area sottesa dalla curva f ( x ) = e λx , dall’asse x e dalle rette x = 0 e x = 1 è


1
1
⎡ e λx ⎤ eλ − 1
Area = ∫ e dx = ⎢ ⎥ =
λx
.
0 ⎣ λ ⎦0 λ

Una delle regioni (in grigio chiaro nella figura sottostante) in cui la curva g ( x ) = e − λx suddivide la

regione delimitata dalla curva f ( x ) = e λx , dall’asse x e dalle rette x = 0 e x = 1 ha area


1
1
⎡ e λx ⎤ 1 − e−λ
Area = ∫ e − λx
dx = ⎢− ⎥ = .
0 ⎣ λ ⎦0 λ

1 − e −λ 1 ⎛ eλ −1⎞
Imponendo = ⎜⎜ ⎟⎟ , poiché per ipotesi λ > 0 , si ha l’equazione e λ + 2e − λ − 3 = 0 da
λ 2⎝ λ ⎠

( )( )
cui e 2λ − 3e λ + 2 = e λ − 1 e λ − 2 = 0 e cioè λ1 = 0, λ 2 = ln 2 . Dovendo essere λ > 0 , la soluzione
accettabile è λ2 = ln 2 .

12
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

Quesito 4
Si determini la probabilità che, lanciando 8 volte una moneta non truccata, si ottenga 4 volte
testa.
Poiché la moneta non è truccata, la probabilità che esca testa è uguale alla probabilità che esca
1
croce, per cui P(C ) = P(T ) = . Applicando la legge binomiale, la probabilità richiesta sarà
2
4 4 8 8 8
⎛ 8 ⎞⎛ 1 ⎞ ⎛ 1 ⎞ ⎛ 8 ⎞⎛ 1 ⎞ 8! ⎛ 1 ⎞ 5⋅ 6 ⋅ 7 ⋅8 ⎛ 1 ⎞ 70 35
p = ⎜⎜ ⎟⎟⎜ ⎟ ⎜ ⎟ = ⎜⎜ ⎟⎟⎜ ⎟ = ⋅⎜ ⎟ = ⋅⎜ ⎟ = = .
⎝ 4 ⎠⎝ 2 ⎠ ⎝ 2 ⎠ ⎝ 4 ⎠⎝ 2 ⎠ 4!⋅4! ⎝ 2 ⎠ 1⋅ 2 ⋅ 3 ⋅ 4 ⎝ 2 ⎠ 256 128
Quesito 5
Si dimostri che l’equazione (3 − x )e x − 3 = 0 per x>0 ha un’unica radice reale e se ne calcoli un
valore approssimato con due cifre decimali esatte.
Indichiamo con h( x ) = (3 − x )e x − 3 . Tale funzione è definita, continua e derivabile in tutto R. La

sua derivata è h' ( x ) = (3 − x )e x − e x = (2 − x )e x per cui sarà strettamente crescente in (− ∞,2 ) ,

(
strettamente decrescente in (2,+∞ ) e si annulla in x = 2 in cui presenta un massimo M 2, e 2 − 3 . )
Visto che h(0 ) = 0 e che in (0,2) la funzione è strettamente crescente, in tale intervallo la funzione

non si annullerà. Invece, poiché h(2 ) = e 2 − 3 > 0 e h(+ ∞ ) = −∞ e dal momento che in (2,+∞ ) la

funzione è strettamente decrescente, per il primo teorema degli zeri h( x ) = (3 − x )e x − 3 in (2,+∞ ) si

annullerà una ed una sola volta. In conclusione in (0,+∞ ) la funzione h( x ) = (3 − x )e x − 3 presenta


un unico zero reale. Per il calcolo dello zero possiamo applicare uno dei metodi numerici noti, come

13
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

il metodo di bisezione o quello delle tangenti o quello delle secanti.


Visto che h(2 ) = e 2 − 3 > 0, h(3) = −3 < 0 , tale zero si troverà in (2,3). Calcoliamolo applicando il
metodo delle tangenti di punto iniziale x 0 = 3 , in quanto in [2,3] la derivata seconda di

h( x ) = (3 − x )e x − 3 è sempre negativa essendo h' ' ( x ) = (1 − x )e x , per cui h(3) ⋅ h' ' (3) > 0 .
Sviluppando tale metodo si ha:
h( x 0 ) 3
x1 = x0 − = 3 − 3 ≅ 2.8506
h' ( x 0 ) e
h(x1 )
x 2 = x1 − ≅ 2.8223
h' ( x1 )
h( x 2 )
x3 = x 2 − ≅ 2.8214
h' ( x 2 )
1
Poiché x3 − x 2 < , un’approssimazione con due cifre decimali esatte è x = 2.82 .
100
Quesito 6
Si dimostri che il volume del cilindro equilatero inscritto in una sfera di raggio r è medio
proporzionale fra il volume del cono equilatero inscritto e il volume della sfera.
Consideriamo la figura sottostante:

Un cilindro equilatero ha altezza pari al diametro di base. Indicato con R il raggio di base del
cilindro si ha r = R 2; il volume del cilindro sarà allora
3
⎛ r ⎞ πr 3
VCilindro = π ⋅ R ⋅ h = π ⋅ R ⋅ (2 R ) = 2π ⋅ R = 2π ⋅ ⎜
2 2 3
⎟ = .
⎝ 2⎠ 2
Il cono equilatero ha l’apotema pari al diametro di base 2R, per cui avrà altezza

h= (2 R )2 − R 2 = R 3 . Inoltre in un triangolo equilatero il punto di incontro delle altezze

coincide con quello delle mediane e delle bisettrici e le due parti in cui l’altezza è divisa sono l’una

14
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

2h 2 R 3 r 3
doppia dell’altra, per cui r = = da cui R = ; il volume del cono sarà allora
3 3 2

VCono =
π ⋅ R2 ⋅ h
=
π ⋅ R2 ⋅ R 3 ( )= π ⋅R 3
3
=
π 3 ⎛⎜ r 3 ⎞⎟
⋅⎜
3
3πr 3
3 3 3 3 ⎟ = .
⎝ 2 ⎠ 8
2
4πr 3 4πr 3 3πr 3 ⎛ πr 3 ⎞
Il volume della sfera è VSfera = , per cui VSfera ⋅ VCono = ⋅ = ⎜⎜ ⎟⎟ = (VCilindro )2 c.v.d
3 3 8 ⎝ 2⎠
Quesito 7

(
Si calcoli il valore medio della funzione y = arccos 1 − x 2 nell’intervallo 0 ≤ x ≤ 1 )
b
1
Il valore medio di una funzione f ( x ) in un intervallo chiuso e limitato [a,b] è VM = f ( x )dx .
b − a ∫a

( )
1
In tal caso si ha VM = ∫ arccos 1 − x 2 dx ed applicando l’integrazione per parti troviamo:
0

⎛ x ⎞
x ⋅ ⎜− ⎟
[ )]
⎜ 2 ⎟
(
1
1− x ⎠
+∫ ⎝
1
VM = x arccos 1 − x 2 dx =
( )
0
2
0
1− 1− x 2

⎛ x ⎞
x ⋅ ⎜⎜ − ⎟
[ ( )]
1 ⎟
1− x2
+∫ ⎝ ⎠dx =
1
= x arccos 1 − x 2 0
0
x

= [x arccos( 1 − x )] − ∫
1
1 x
2
0 dx =
1− x 0
2

= [x arccos( 1 − x )] + [ 1 − x ] = − 1
2
1 π 2
1
0 0
2

avendo sfruttato che in [0,1] x2 = x .


Quesito 8
In un piano riferito ad un sistema di assi cartesiani sono assegnati i punti A(0,1), B(0,4). Si
determini sul semiasse positivo delle ascisse un punto C dal quale il segmento AB è visto con
un angolo di massima ampiezza.
Si consideri la figura sottostante:

15
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

Il punto C ha coordinate generiche C ( x,0 ) con x > 0 dovendo appartenere all’asse delle ascisse

positive e l’angolo α ∈ (0°,90°) . I lati del triangolo ABC misurano AC = x 2 + 1, BC = x 2 + 16


per cui la sua area sarà pari a
1 1 1
S ( ABC ) = ⋅ AC ⋅ BC ⋅ sin (α ) = ⋅ x 2 + 1 ⋅ x 2 + 16 ⋅ sin (α ) = ⋅ x 4 + 17 x 2 + 16 ⋅ sin (α ) . Ma tale
2 2 2
1 1 3x
area è anche pari a S ( ABC ) = ⋅ AB ⋅ OC = ⋅ 3 ⋅ x = . Uguagliando le due aree si ha
2 2 2
3x
sin (α ) = . Massimizzare l’angolo α ∈ (0°,90°) è equivalente a massimizzare la
x 4 + 17 x 2 + 16
funzione sin (α ) visto che in (0°,90°) essa è strettamente crescente. La massimizzazione della
3x
funzione sin (α ) = f (x ) = la effettuiamo tramite derivate e si ha:
x + 17 x 2 + 16
4

⎛ 4 x 3 + 34 x ⎞
3 x 4 + 17 x 2 + 16 − 3x⎜⎜ ⎟
f ' (x ) = ⎝
⎟ (
2 x 4 + 17 x 2 + 16 ⎠ 3 x 4 + 17 x 2 + 16 − 3x 2 x 3 + 17 x
= =
) ( )
x 4 + 17 x 2 + 16 3
x 4 + 17 x 2 + 16 2 ( )
=
(
3 16 − x 4 ) =
(
3 4 − x2 4 + x2 )( )
(x 4
+ 17 x 2 + 16 )
3
2
(x 4
+ 17 x 2 + 16 )
3
2

3x
e per x > 0 la funzione sin (α ) = f ( x ) = è strettamente crescente in (0,2),
x 4 + 17 x 2 + 16

⎛ 3⎞
strettamente decrescente in (2,+∞ ) e si annulla in x = 2 in cui presenta il massimo M ⎜ 2, ⎟ . In
⎝ 5⎠
conclusione il punto C che massimizza l’ampiezza dell’angolo α è C (2,0 ) cui corrisponde

⎛3⎞
α = arcsin ⎜ ⎟ ≅ 36 °52 ' .
⎝5⎠

16
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

Quesito 9
ln x
et
Si scriva l’equazione della tangente al diagramma della funzione: ∫
1 t2
dt nel punto P di

ascissa x = e.
ln e 1
et et
All’ascissa x = e la funzione vale ∫
1 t2
dt = ∫1 t 2 dt = 0 e il punto P è (e,0) e la tangente in esso ha
ln x
et
generica equazione y = m(x − e ) . La funzione f ( x ) = ∫ dt per il teorema fondamentale del
1 t2

calcolo integrale, ha derivata f ' (x ) =


e ln x

d ( ln x)=
e ln x
pertanto
( ln x )
2
dx 3
2 x(ln x ) 2
ln e
e 1 1
m = f ' (e ) = 3
= da cui la tangente y = ( x − e ) .
2e(ln e ) 2
2 2

Quesito 10
Tenuto conto che:
1
π 2
1
= ∫
6 0 1− x2
dx

si calcoli un’approssimazione di π, utilizzando uno dei metodi d’integrazione numerica studiati.


Una procedura per calcolare il valore π si basa sull’integrazione numerica attraverso il metodo dei
rettangoli, dei trapezi o di Cavalieri Simpson. Scegliendo di suddividere l’ampiezza dell’intervallo
⎡ 1⎤ 1 1
⎢⎣0, 2 ⎥⎦ in 4 intervallini di uguale ampiezza 8 , ponendo g ( x ) = , si ha:
1− x2
• Metodo dei rettangoli:
1
⎧b − a
2
1 ⎫
π = 6∫ dx ≅ 6 ⋅ ⎨ [g ( x0 ) + g ( x1 ) + g ( x 2 ) + g ( x3 )]⎬ =
0 1− x2 ⎩ n ⎭
⎧b − a ⎡ ⎛1⎞ ⎛1⎞ ⎛ 3 ⎞⎤ ⎫
= 6⎨ ⎢ g (0 ) + g ⎜ ⎟ + g ⎜ ⎟ + g ⎜ ⎟⎥ ⎬ =
⎩ n ⎣ ⎝8⎠ ⎝4⎠ ⎝ 8 ⎠⎦ ⎭
6⎡ 8 4 8 ⎤
= ⎢1+ + + ⎥ ≅ 3.0896
8⎣ 3 7 15 55 ⎦

• Metodo dei trapezi:

17
www.matematicamente.it
Corso sperimentale- Sessione suppletiva - a.s. 2007-2008
Soluzione di De Rosa Nicola
______________________________________________________________________________

1
2
1 ⎧ b − a ⎡ g (x0 ) + g (x 4 ) ⎤⎫
π = 6∫ dx ≅ 6 ⋅ ⎨ ⎢ + g ( x1 ) + g ( x 2 ) + g ( x3 )⎥ ⎬ =
0 1− x 2
⎩ n ⎣ 2 ⎦⎭
⎧ ⎡ ⎛1⎞ ⎤⎫
⎪ ⎢ g (0 ) + g ⎜ ⎟ ⎥⎪
⎪b − a ⎢ ⎝ 2⎠ ⎛1⎞ ⎛1⎞ ⎛ 3 ⎞⎥ ⎪
= 6⎨ + g⎜ ⎟ + g⎜ ⎟ + g⎜ ⎟ ⎬ =
⎪ n ⎢ 2 ⎝8⎠ ⎝4⎠ ⎝ 8 ⎠⎥ ⎪
⎪⎩ ⎢ ⎥⎪
⎣ ⎦⎭
⎡ 2 ⎤
⎢ 1+ ⎥
6 3 8 4 8
= ⎢ + + + ⎥ ≅ 3.1476
8⎢ 2 3 7 15 55 ⎥
⎢⎣ ⎥⎦
• Metodo di Cavalieri Simpson:
1
2
1 ⎧ b − a ⎡ g (x0 ) + g (x 4 )⎤ 4 2 ⎫
π = 6∫ dx ≅ 6 ⋅ ⎨ ⎢ ⎥ + [g ( x1 ) + g ( x3 )] + g ( x 2 )⎬ =
0 1− x2 ⎩ n ⎣ 3 ⎦ 3 3 ⎭

= 6⎨
⎡ 1 ⎤ ( )
⎪ b − a ⎢ g (0) + g 2 ⎥ 4 ⎡ ⎛ 1 ⎞

⎛ 3 ⎞⎤ 2 ⎛ 1 ⎞⎪
+ ⎢ g ⎜ ⎟ + g ⎜ ⎟⎥ + g ⎜ ⎟⎬ =
⎪⎩ n ⎢⎣ 3 ⎥ 3 ⎣ ⎝8⎠

⎝ 8 ⎠⎦ 3 ⎝ 4 ⎠⎪

⎡ 2 ⎤
⎢ 1+
6 3 4⎛ 8 8 ⎞ 2⎛ 4 ⎞⎥
= ⎢ + ⎜⎜ + ⎟⎟ + ⎜ ⎟⎟⎥ ≅ 3.1417
8⎢ 3 3⎝3 7 55 ⎠ 3 ⎜⎝ 15 ⎠⎥
⎢⎣ ⎥⎦

Si nota che il metodo che consente di calcolare un valore di più vicino a quello reale è il metodo
di Cavalieri Simpson.

18
www.matematicamente.it