Sei sulla pagina 1di 3

I PROMESSI SPOSI

  TRAMA
L’opera di Manzoni si svolge sullo sfondo della campagna lombarda e
della città di Milano, tra il 1628 e il 1630.
Don Abbondio è il curato incaricato di celebrare le nozze di due
giovani filatori, Renzo e Lucia. Gli scagnozzi di Don Rodrigo, il
signorotto del paese, gli intimano di non celebrare il matrimonio tra i
due innamorati.
I personaggi secondari
I promessi sposi presentano una serie di personaggi secondari ritenuti meno importanti rispetto allo svolgimento della
vicenda
Ci sono due tipologie di personaggi ovvero chi cerca di aiutare I promessi sposi e chi è al servizio dei loro nemici

I personaggi che cercano di aiutare I promessi sposi sono:

Agnese: La madre di Lucia una figura molto importante soprattutto nei primi capitoli, raffigurata come una fonte di saggezza
Tonio e Gervaso : due fratelli amici di Renzo che lo aiutano facendo da testimoni al suo matrimonio
Perpetua: La domestica di Don Abbondio , da cui esso cerca consiglio in situazioni scomode
Il cardinale Federico Borromeo: un’importante personaggio che raffigura il modello del religioso, Manzoni lo elogia molto per
la sua audacia e il suo coraggio infatti era l’unico che si era imposto ai piani di Don rodrigo prendendo sotto la sua
protezione la giovane fanciulla
Don Ferrannte : è il nobile che dopo l’uscita di scena del cardinale Federico Borromeo ospita e accoglie Lucia, lui raffigura la
cultura seicentesca che Manzoni non apprezza, esso muore di peste dopo aver dimostrato l’inesistenza dell’epidemia.

I personaggi che ostacolano il matrimonio sono:

L’avvocato Azzecca-garbugli : ha il compito di interpretare la legge in modo da favorire I più nobili.


Il conte Attilio: èuno dei personaggi più perfidi autore della scommessa che comportò il rapimento di Lucia.
Egidio: è l’amante di Geltrude ma anche il responsabile del comportamento instabile che si scatena nella donna che presa
dall’ira uccide la monaca che scopre la loro relazione
Il Conte Zio insieme al Padre Provinciale :rappresentano il lato oscuro della politica di quel periodo.
Ferrer: il governatore di Milano che si disinteressa delle condizione del popolo di Milano durante la rivolta e I domini spagnoli
I bravi: uomini senza scupoli che rappresentano il male puro , sono spesso sotto il servizio dei più potenti che li possono
tenere lontani dal carcere e ricchi.
Griso: Emerge nel gruppo dei bravi per la fiducia che aveva Don Rodrigo per lui che verrà successivamente tradita non appena
cadrà ucciso dalla Morte Nera.
Il Nibbio: è colui che progetto il rapimento di Lucia