Sei sulla pagina 1di 9

DISTRIBUZIONE TEMPORALE DELLE

PIOGGE DI PROGETTO

Tale distribuzione può essere ottenuta con:

A. METODI OPERATIVI
Basati su ipotesi generalmente affette da un certo grado di
arbitrarietà e su analisi statistiche “mirate” di un certo
numero di eventi intensi

B. METODI STOCASTICI
Basati sulla schematizzazione del processo di pioggia
come processo stocastico spazio temporale
A-1. Assumendo che il volume di pioggia specifico (altezza) si possa
esprimere con le curve di possibilità climatica ragguagliate

hr = a ' t n '
si assume un andamento temporale uniforme, ovvero ad intensità
costante
ir = a ' t n '−1 = hr t
i [mm/h]

n ' −1
a ' t1

n ' −1
a' t2

t1 t2 t
A-2. IETOGRAMMA TRIANGOLARE

45
Lo ietogramma triangolare è stato concepito per introdurre l’effetto
40 di picco, trascurato dallo ietogramma rettangolare.
L’intensità di punta è il doppio della media e si ricava con semplici
35 considerazioni geometriche:
intensità [mm/h]

30
25 ad n
= 2 ad n −1 = 2i
h
ip = 2 = 2
d d
20
t
15 i1 (t ) = i p
d
2
10
(d − t)
5 i2 (t ) = i p
d
2
0
0 2 4 6 8 10 12 14
durata [h]
A-3. METODO CHICAGO

- Considerata una durata td complessiva dell’evento meteorico si ammette che


l’altezza totale (per ogni tempo di ritorno) sia pari a quella fornita dalla curva di
possibilità climatica.

- Indicando con tp l’istante in cui si verifica la massima intensità di pioggia e con

r = t p td

si indichino i tempi a partire da tp con ta verso sinistra e con tb verso destra


Intensità

rθ tp t(1-r)θ td t

ta 0 tb
- Per ogni durata di pioggia θ≤td , l’area sottesa dallo ietogramma in
un intervallo di ampiezza θ con ta= rθ e tb= (1-r)θ sia pari a quella
fornita dalla curva di possibilità climatica

CHICAGO CON LA CURVA AMERICANA

h=
at
i=
dh
=a
(1 − b )t b + c
c + tb dt
c+t ( b 2
)
prima del picco: dopo il picco:
b
 ta  b
(1 − b)  + c  t 
(1 − b) b  + c
i=a  r 1− r 
2 i=a
 t  b  t  b 
2

 a  + c   b  + c 
 r    1 − r  
- N.B.: con la curva atn l’intensità massima sarebbe infinita; si
ovvia calcolando le intensità medie su intervalli ∆t finiti (passo di
calcolo)

CHICAGO CON LA CURVA ITALIANA

dh
h = at n i= = a ⋅ nt n −1
dt

prima del picco: dopo il picco:


n −1 n −1
dh  ta  dh  tb 
i= = a ⋅ n  i= = a ⋅ n 
dt r  dt  1− r 
9

6
Intensità [inc/h]

Intensità [inc/h]
5

0
30 60 90 120 150 180 210

[min]
T [min]
ta tp tb

ta tp tb
Curva di intensità-durata con
T=5 anni
Ietogramma di progetto col
Chicago Hydrograph Method
A-4. METODO WALLINGFORD

(Derivato da un’analisi statistica delle piogge intense inglesi)

IETOGRAMMA WALLINGFORD
- Per ogni durata di pioggia θ si può assumere

h(θ ) = aθ n o analoghe espressioni