Sei sulla pagina 1di 3

PRELIMINARE DI AFFITTO DI AZIENDA

Tla d.i. BAR & CAFFE' di Andrea Cesare Biffi nella persona del titolare Sig.
Andrea Cesare Biffi, con sede in Borgo Val di Taro – Loc. Ostia P.se 58,
P.Iva 02607780349 che d'ora innanzi per brevità sarà denominato
(PROMITTENTE) LOCATORE, da una parte,
e la Soc. BARICO Srl, con sede in Liscate (MI) – Str. Provinciale 13, P.IVA
06609880965, nella persona del suo rappresentante legale Sig. ACHILLE
GHEZZI, nato a Covo (BG) il 25.07.1953 e residente in Gorgonzola (MI),
Via Emilia Romagna 1, che d'ora innanzi per brevità sarà denominato
(PROMISSARIO) AFFITTUARIO, dall'altra parte,

PREMESSO

- che il LOCATORE è in possesso di regolare licenza di somministrazione


alimenti e bevande (n° 18/2006 del 11.10.2006 - rilasciata dal Comune di
Borgo Val di Taro), di cui attende trasferimento nei nuovi locali siti in Borgo
Val di Taro, Via Senator Micheli (più avanti specificati);
- che il presente contratto preliminare é stato stabilito in tutte le sue clausole
con la reciproca collaborazione

SI CONVIENE
quanto segue:

- Il locatore affitterà all'affittuario la propria azienda, costituita da un


complesso di beni organizzati per l'esercizio di impresa commerciale nel
settore della ristorazione.

- L'affittuario avrà l'obbligo di gestire l'azienda senza modificarne la


destinazione. Egli dovrà conservare l'efficacia dell'organizzazione, il valore
ed efficienza delle immobilizzazioni tecniche ed assicurare all'azienda una
dotazione normale delle scorte di magazzino.
Il locatore avrà diritto di controllare il puntuale adempimento di tali obblighi,
anche a mezzo di tecnici di fiducia, tutte le volte che lo riterrà opportuno,
previo preavviso di almeno 48 ore.
L'affittuario subentrerà in tutti i contratti stipulati dal locatore per l'esercizio
dell'azienda, ivi compresi contratti di locazione/leasing, di forniture di beni
e/o servizi, di comodato d'uso, di assicurazione...

- Le parti danno atto che l'azienda sarà ubicata nell'immobile sito in Borgo
Val di Taro – Via Micheli identificato al NCEU al Fg 134 mapp 364 subb. 1 e
14, immobile del quale il locatore ha il godimento in virtù del contratto di
locazione stipulato in data 30.04.2011 con il proprietario dell'immobile con
scadenza 30.04.2017 al canone annuo di Euro 24.000,00
(Ventiquattromila/00) più le spese; tale contratto viene allegato in copia al
presente atto. Si conviene che il contratto di locazione dell'immobile sia
ceduto all'affittuario ai sensi e per gli effetti del disposto dell'art. 36 della L.
27.7.78 n. 392 e l'affittuario, subentrando in detto contratto, lo accetta in

-3-
ogni sua parte, così come accetta gli altri contratti stipulati per l'esercizio
dell'azienda.
Il locatore non potrà compiere sui beni aziendali innovazioni o altri atti od
opere che diminuiscano il godimento da parte dell'affittuario.

- L'affitto d'azienda avrà la durata di cinque anni con decorrenza dal


01.07.2011 e, in mancanza di disdetta inviata da una delle parti mediante
lettera raccomandata a.r. almeno quattro mesi prima della scadenza, si
rinnoverà tacitamente per l'anno successivo.
L'affittuario si obbliga a corrispondere al locatore un canone annuo di Euro
6.000,00 (Seimila/00) da corrispondersi in tre rate quadrimestrali, da
versarsi l'ultimo giorno di ogni quadrimestre; in caso di ritardo nel
pagamento, superiore a quindici giorni, é dovuto al locatore un interesse di
mora pari al tasso legale maggiorato del 5%.
Il canone sarà soggetto a rivalutazione annua sulla base delle variazioni
registrate dall'indice ISTAT, con decorrenza automatica e senza necessità di
richiesta.

- L'affittuario dovrà provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria


dei beni affittati senza diritto ad alcun corrispettivo al termine del contratto e
saranno a suo carico altresì tutte le spese accessorie e condominiali,
nessuna esclusa.
- Il locatore avrà diritto di risolvere il contratto qualora l'affittuario non destini
al servizio dell'azienda i mezzi necessari per la sua normale gestione, non
osservi le regole della buona tecnica con nocumento per le
immobilizzazioni, muti la destinazione economica dell'azienda e/o ritardi il
pagamento di quanto pattuito di 15 giorni decorrenti dalla data di ciascuna
scadenza.

- L'affittuario avrà diritto di prelazione qualora il locatore decida di alienare


l'azienda a terzi; qualora l'affittuario non intendesse avvalersene, il locatore
dovrà provvedere a comunicare l'alienazione all'affittuario tramite lettera
raccomandata con A.R..

- Alla scadenza del contratto l'affittuario deve riconsegnare l'azienda al


locatore immediatamente, riconoscendogli una penale di Euro 200,00
(Duecento/00) per ogni giorno di ritardata riconsegna, fatto salvo il
risarcimento degli ulteriori danni.

- L'affittuario costituisce nelle mani del locatore un deposito cauzionale non


imputabile né a canone, né agli oneri accessori, né ad altro titolo, di Euro
5.000,00 (Cinquemila/00) a garanzia degli obblighi contrattuali. Esso sarà
restituito alla cessazione del rapporto, dopo la regolare riconsegna dei
locali, sempreché l'affittuario abbia adempiuto integralmente a tutte le
obbligazioni contrattuali.

- Il contratto definitivo d'affitto d'azienda sarà stipulato presso il notaio


Rodolfo Cavandoli entro il giorno 30.06.2011.

-3-
- Le parti si danno reciprocamente atto di ben conoscere luoghi, locali, beni,
attrezzature, contratti e obbligazioni oggetto del presente preliminare.

IL PROMITTENTE LOCATORE IL PROMISSARIO AFFITTUARIO

-3-